Sei sulla pagina 1di 14

Macro periodo Principali suddivisioni Anni di riferimento

Civ. neolitica
Primo Jomon 4500 - 3000 ac
Medio Jomon 3000 - 2000 ac
Tardo Jomon 2000 - 200 ac
Yayoi 200 ac - 200 dc
Kofun 200 - 550
Periodo antico

Yamato - Asuka 350 - 645
Nara 710 - 784
Heyan 794 -1185
Fujiwara 866-1160
Medioevo
Kamakura 1185 - 1333
Dinastie meridionali e settentrionali 1333 - 1392
Muromachi Ashikaga 1392 - 1575
Regni combattenti 1467 - 1568
Medioevo /
Premoderno
Azuchi - Momoyama 1568 - 1600
Periodo
premoderno
Edo (Tokugawa) 1600 -1868
Periodo Genroku 1688 - 1704
Periodo Bunka Bunsei 1804 - 1829
Periodo
moderno
Meiji 1868 - 1881
Taish e
Showa
1912 - 1926
1926 - 1989
Heisei 1989 -

Preistoria e Protostoria

10.000 a.C. - 250 a.C.
Periodo Jomon (ceramica a "impressione a corda")

11 febbraio 660 a.C.
Importante: data della mitica fondazione dell'Impero ad opera di Jinmu

300 a.C. - 50 d.C.
Periodo Yayoi (ceramiche)

300 a.C. circa
Introduzione della risicoltura, del ferro e del bronzo

I secolo d.C.
Menzioni del Giappone in fonti cinesi; invio di missioni tributarie

239 d.C.
La regina Himiko (o Pimiko) dell'uji di Yamato invia un'ambasceria al regno cinese di
Wei.
L'uji era un clan con antenato comune, l'ujigami.

250 - VI secolo
Diffusione dei kofun (monumenti funerari), ascesa dell'uji di Yamato, secondo la
leggenda discendente della dea Amaterasu.


Periodo Asuka
Transizione al periodo storico (introduzione del sistema di scrittura cinese)

538 (552?)
Introduzione del Buddhismo (annullamento della propria individualit) dal regno
coreano di Paekche. Segue il conflitto tra Soga e Monobe/Nakatomi; i primi sono
favorevoli al buddhismo in quanto di antenati coreani, mentre i secondi sono
tradizionalisti shinto, che vedevano nell'introduzione di culti esteri un decadimento dei
valori morali ed un presagio oscuro. Nel 587 prevalgono i Soga, il buddhismo riceve
quindi una forte spinta.

592 - 628
Regno della prima imperatrice, Suiko; reggenza imperiale (sessho) di Shotoku Taishi
(entrambi legati ai Soga).

600
Prima missione ufficiale alla corte cinese Sui

604
Emanazione della costituzione in 17 articoli. Gli articoli sono un elenco di precetti e
regole morali ispirati al Sanjiao, per eliminare il potere degli uji a favore del tenno.

645 - 646
Colpo di stato ed inizio delle riforme Taika, con relativo grande cambiamento:
- abolizione di tutti i possessi privati
- sistema amministrativo al servizio imperiale, territorio suddiviso in province e distretti
- censo e catasto

673 - 686
L'imperatore Tenmu fonda il potere sulla forza militare e restaura il sistema dei titoli
onorifici kebane, per la gerarchia tra uji. Viene compilato il codice che sar alla base del
Taiho (VIII secolo).

694
La corte si trasferisce a Fujiwarakyo, la prima capitale stabile

701 - 702
Si ripristinano i contatti con la Cina dei Tang. Viene emanato il Codice Taiho per il
superamento degli uji e la creazione di una massa di sudditi. E' conosciuto anche con il
nome di Codice Ritsuryo, da ritsu: leggi penali + ryo: norme amministrative.


Periodo Nara (710 - 784)

710
La corte si trasferisce a Heijokyo, altres detta Nara.

712
Compilazione del Kojiki: prima cronaca storica autoctona. Descrive inizialmente la
fondazione mitica dell'impero, nonch la creazione del Giappone ad opera di Izanagi ed
Izanami, la storia di Amaterasu ecc ecc. Molto suggestivo, diventa presto un elenco di
leggi ed editti.

720
Compilazione del Nihon Shoki, altra cronaca storica celebre.

743
Compaiono gli Shoen, possedimenti privati esentati dagli obblighi fiscali, al posto dei
precedenti Kubunden ("campi per bocca").

749
Imperatrice Koken o Shotoku (ministri della famiglia Fujiwara).

752
Cerimonia di "apertura degli occhi" del grande Buddha del Todaiji; partecipano
ambascerie da tutta l'Asia.

759
Compilazione del Manyoshu, Raccolta di 10.000 foglie: un compendio di poesie
dell'epoca di vario genere (soprattutto tanka) di autori vari.

781
Kanmu diventa imperatore, si rif ad una politica conforme ai principi del Codice Taiho.

784
La corte si trasferisce a Nagaoka.

788
Il monaco Saicho fonda il tempio Enryakuji sul monte Hiei, centro monastico dal valore
politico, economico e militare (monaci guerrieri) di grande peso.

792
Istituzione delle milizie locali (Kondei) anche all'interno degli Shoen.


Periodo Heian (794 - 1185)

794
Spostamento della capitale ad Heiankyo, meglio nota come Kyoto

Inizi del IX secolo
Introduzione delle scuole Tendai (Tiantai) e Shingon.

838
Ultima missione ufficiale alla corte dei Tang.

IX - X secolo
Ascesa dell'lite militare (samurai), declino dell'aristocrazia civile (kuge).

858
Fujiwara Yoshifusa sessho (reggente imperiale, una carica fondamentale in questo
periodo) dell'imperatore Seiwa.

887
Fujiwara Mototsune reggente (kanpaku, reggente per adulti) di Koko. Strapotere dei
Fujiwara.

967 - 1068
Governo "dei reggenti" Fujiwara (sekkan seiji).

1008
Murasaki Shikibu completa il Genji Monogatari, alla stregua della nostra Divina
Commedia. Definito dai giapponesi il primo romanzo della storia dell'umanit, narra le
vicende del principe Genji, rampollo imperiale di raffinata bellezza ed elegante senso
estetico.

1017
Anno dell'apice del potere dei Fujiwara; Michinaga sessho, e il clan comanda su ogni
fronte.

XI secolo
Diffusione del sistema Shoen (feudalesimo).

1086
L'imperatore Shirakawa inaugura l'insei, "imperatore in ritiro".

1156
Comincia la guerra Hogen, nata per una disputa sulla successione al trono. I
contendenti sono i clan Taira o Heike e Minamoto. Il capoclan Taira Kiyomori sconfigge i
Minamoto ed inaugura la breve esperienza delperiodo Rokuhara (1160 - 1180).

1159
Sventata la rivolta Heiji dei superstiti Minamoto.

1180 - 1185
I Minamoto risorgono e scoppia un nuovo conflitto, la guerra Genpei. Il conflitto si
conclude con la battaglia di Dan No Ura. In essa, secondo la leggenda, and persa la
"Ame no Murakumu no Tsuruhi", mitica spada della divinit della tempesta Susanoo,
fratello di Amaterasu. Una fondamentale epica che racconta questo periodo lo Heike
Monogatari, storia della famiglia Heike o Taira, dall'ascesa alla disfatta. Essa contiene
uno degli episodi letterari pi celebri della storia giapponese, ovvero la morte di Taira
no Atsumori.


Periodo Kamakura (1185-1333)

1185
Vittoria dei Minamoto; Minamoto no Yoritomo diventa capo della polizia imperiale.

1192
L'imperatore Go Toba nomina Yoritomo seitai Shogun (comandante generale contro i
barbari), nasce quindi lo Shogunato. I Buke, casate guerriere, sostituiscono i Kuge,
famiglie aristocratico-civili di epoca Heian. Viene creato il Bakufu, governo militare a
carattere nazionale presieduto dagli shogun.

1199
Muore Yoritomo.

1203
Hojo Tokimasa diventa reggente dello shogun. La famiglia Hojo inizier a svolgere un
ruolo simile a quello dei Fujiwara, tramando nell'ombra ed uccidendo tutti gli avversari
politici. In particolare, tra gli Hojo furono le figure femminili a tessere le trame pi
meschine e dirigere la vita della corte shogunale (e quindi la politica dell'intero paese).

1221
Go Toba attacca il Bakufu, fallisce e viene esiliato.

1232
Viene composto il Codice Joei, legge feudale codificata dall'lite guerriera. Si forma in
Giappone ilbuddhismo zen.

1274
Prima invasione dei mongoli con Qubilai Khan.

1281
Seconda invasione dei mongoli. In entrambi i casi, la flotta mongola era incredibilmente
superiore alle forze giapponesi: un rapporto di centinaia di uomini contro uno. In ambo
le occasioni, tuttavia, appena prima dello sbarco sulle cose nipponiche, la flotta
mongola viene spazzata via da un tifone provvidenziale, un vento divino. Da qui la
parola kamikaze (kami = dio, kaze = vento). Essendo stata questa la speranza finale
dei giapponesi contro i mongoli, il nome fu dato anche ai piloti suicidi della seconda
guerra mondiale, in quanto anch'essi speranza finale di una vittoria impossibile. Il nome
stato impropriamente riferito (ed ormai di uso comune) agli attentatori suicidi
islamici, in quanto negli anni '60 dei superstiti di un gruppo eversivo anarchico
giapponese, decimati dalla polizia, si rifugiarono in Palestina e trasmisero alla
popolazione le proprie tecniche di guerriglia.

1333-1337
L'imperatore Go Daigo cerca di riacquistare il potere che spettava alla corte prima
dell'istituzione dello shogunato, e di abolire quindi l'insei. Con l'aiuto di Ashikaga
Takauji riesce a distruggere il bakufu di Kamakura, attuando cos la restaurazione
Kenmu, che ha come effetto l'ulteriore spostamento del potere verso l'autorit
militare. Takauji per gli si rivolta contro e sconfigge le fila imperiali, sostituendo Go
Daigo con Komyo. Go fugge quindi a Yoshino, mentre Komyo resta al palazzo imperale.
Si apre cos il periodo delNanbokucho (corti del sud e del nord, 1337-1392), in cui due
corti regneranno contemporaneamente, l'una avanzando tesi di legittimit sull'altra.


Periodo Muromachi o Ashikaga (1338-1573)
Secondo periodo feudale, dagli shoen ai daimyo.

1338
Takauji viene nominato shogun dalla corte del nord. Si crea la carica degli shugo,
vassalli. Yoshimitsu ristabilisce l'equilibrio.

1339
Jinno Shotoki

1368
Ashikaga Yoshimitsu diventa shogun.

1392
Fine nel Nanbokucho, unificazione delle corti.

1394
Yoshimitsu diventa Gran Ministro di Stato, Yoshimochi shogun.

1401
Yoshimitsu (Re del Giappone) riprende le relazioni commerciali con la Cina dei Ming.

1428
Molti contadini, detti Ikki, si trasferiscono a Kyoto e dintorni.

1467-1477
Guerra Onin ed inizio del periodo Sengoku (territori belligeranti), declino dell'autorita
del bakufu. In questo periodo, ogni daimyo (capo militare locale, governatore degli han,
entit territoriali) lotta con ogni altro suo pari. I feudi si distruggono gli uni con l'altri.
Nascono realt autonome, con relativo decentramento del potere politico.

1543
I primi portoghesi, a seguito di un naufragio, sbarcano a Tanegashima (le cronache
giapponesi dell'epoca riferiscono di creature mostruose, dagli orribili capelli chiari, nasi
enormi e sporcizia incredibile; orchi orripilanti che mangiano carne con le mani,
strappandola a morsi dalle ossa). Gli occidentali, oltre al cristianesimo, introducono nel
paese del sol levante le armi da fuoco.

1547
Ultima missione alla corte dei Ming.

1549
S. Francesco Saverio stabilisce la prima missione cattolica a Kagoshima.

1568
Oda Nobunaga conquista Kyoto. Venne definito il "Re Demone" ed il pi grande
guerriero della storia.

1573
Yoshiaki, quindicesimo shogun Ashikaga, viene deposto. Finisce il bakufu degli
Ashikaga, e quindi il periodo Muromachi.


Periodo Azuchi-Momoyama (1586-1598; Oda e Toyotomi)
Inizia la tradizione di concentrare gli eserciti in quartieri generali fortificati.

1571
Nobunaga attacca lo Enryakuji, stanco del predominio del clero buddhista. Si conquista
cos le simpatie dei kirishitan, i cristiani, ottenendo padronanza delle armi degli europei.
Inizia il processo di assoggetamento del buddhismo e dello shintoismo al governo
militare. Nobunaga avvia inoltre la separazione della classe militare da quella contadina,
allontanando i guerrieri dalle zone rurali, portando quindi ad una rigidaseparazione tra
classi.

1582
Nobunaga viene assassinato a tradimento da un suo vassallo. Ne prende il
posto Toyotomi Hideyoshi, suo braccio destro e secondo dei tre grandi riunificatori.
Viene inviata a Roma un'ambasceria dei daimyo cristiani.

1584
Giungono in Giappone i mercanti spagnoli.

1585
Hideyoshi viene nominato kanpaku, reggente imperiale, costruendosi una rete di
alleanze fondamentale per il potere. Dispone strategicamente i daimyo nel paese,
prendendo degli ostaggi a corte. Viene varato iltaiko kenchi, in cui le tassazioni vanno a
pesare non pi sull'estensione del territorio, ma sul rendimento in koku di riso. Le unit
fiscali di ogni han sono i mura (villaggi).

1587
Viene emanato il primo editto anticristiano.

1588
Yoshiaki rinuncia al titolo di shogun, segnando la fine formale del bakufu di Ashikaga.
Inizia la katanagai, la "caccia alle spade" che ha lo scopo di rendere inoffensivo il popolo
ed i samurai di basso rango, nel caso di rivolte. I samurai diventano amministratori
degli han, dando il via al mibunsei, o regolamentazione dello status.

1590
Hideoyoshi completa la riunificazione militare del paese. Viene introdotta in Giappone la
prima stamperia a caratteri mobili.

1592 e 1597
Vengono inviate delle spedizioni in Corea con propositi di conquista.

1598
Muore Hideyoshi, il Giappone si ritira dalla Corea.

1600
Scoppiano rivolte. In vita, Hideyoshi aveva istituito un consiglio di 5 Anziani (gotairo) i
quali, dopo la sua morte, avrebbero dovuto guidare i figli nella loro crescita politica ed
assicurarne la stabilit al potere. Tuttavia, dopo la sua morte, i 5 Anziani iniziano a
scontrarsi per ottenere lo shogunato. Prevale Tokugawa Ieyasu, che sancisce il suo
trionfo definitivo nella battaglia di Sekigahara. Comincia cos il periodo Edo,
caratterizzato dallo strapotere degli shogun Tokugawa.


Periodo Edo o Tokugawa (1603-1867)
Feudalesimo centralizzato in bakuhan. Societ rigidamente divisa sul
modello shinokosho (ordine gerarchico importato dalla Cina), status vincolato dalla "legge
naturale".

1603
Ieyasu diventa shogun.

1605
Ieyasu rinuncia al titolo ed assume la carica di ogosho, shogun in ritiro, continuando ad
esercitare il proprio potere a Sunpu.

1615
Presa di Osaka, sede dell'ultima resistenza dei vassalli di Hideyoshi. Quando il bakufu
inizia a controllare gli han, nascono i bakuhan. Vengono attuate delle riforme per il
buke, l'aristocrazia militare: si stabilisce una gerarchia tra i daimyo sulla base della
rendita agricola, collocando i loro possedimenti in modo strategico per controllarne il
potere (sistema della residenza alterna). La corte e la nobilt civile vengono entrambe
allontanate dagli affari di stato, mentre lo shogun che ha autorit su ogni singolo
daimyo. Ieyasu cerca di favorire il commercio estero.

1616
Muore Ieyasu.

1537-38
Avviene la rivolta di Shimabara, si suppone ad opera di samurai cristiani, e il Giappone
si chiude all'esterno (sakoku).

1639
Mercanti e missionari portoghesi vengono espulsi.

1651
Ietsuna diventa quarto shogun Tokugawa, inizia il declino del bakufu.

1680
Diventa shogun Tsunayoshi, che per governare si affida ai consigli dei ciambellani, e
viene soprannominato Sobayonin (shogun cane).

1709
Arai Hakuseki (autore del Seikyo kibun, "Note sull'occidente") viene eletto consigliere
personale del sesto shogun, Ienobu. E' sostenitore di un governo neoconfuciano.

1716-1745
Yoshimune l'ottavo shogun. Vengono varate le riforme dell'era Kyoho, per risanare la
crisi finanziaria del bakufu e ripristinare l'autonomia economica della classe militare. Le
riforme falliscono sul piano economico, in quanto la stabilizzazione e riduzione del
prezzo del riso va a discapito del salario dei samurai, tuttavia l'efficacia sul piano
politico dimostrata dalla riaffermazione dell'autorit personale dello shogun.

1720
Viene bandita l'importazione di opere occidentali. I kokugakusha (studiosi di cose
nazionali) anticipano gli ideali delle riforme Meiji. Tra questi, si affermano Norinaga in
favore del tenno ed Hirata in favore dello shinto.

1730-50
Finisce la prima fase del periodo Tokugawa, con la trasformazione dell'assetto
economico-sociale del paese. La chiusura della nazione porta ad uno sviluppo
dell'economia interna, che altera gli ordini sociali.

1760-1786
Ieharu il decimo shogun, con il quale l'autorita shogunale declina nuovamente a causa
della fallimentare politica commerciale di Tanuma.

1787
Durante lo shogunato di Ienari, undicesimo shogun, scoppia una rivolta popolare a Edo.
Sotto Matsudaira, sessho di Ienari, le riforme dell'era Kansei sono estese a tutti i feudi.

1792-1804
La Russia fa pressioni al governo per l'apertura del Giappone all'estero.

1793
Ienari diventa maggiorenne, Matsudaira e le riforme Kansei vengono abolite.

1811
Il bakufu promuove un centro di traduzione delle opere occidentali.

1825
Vi sono dei dibattiti sulla politica da perseguire: si opta per proseguire con la chiusura
del paese all'estero. La scuola di Mito propone ideologie nazionaliste, anti-feudali ed
anti-occidentali, al contrario del kokugakusha che era solo anti-cinese. Inizia il periodo
bakumatsu, ossia la fine del bakufu.

1837
Dopo un tentativo di attacco al castello di Osaka da parte di Oshio, un funzionario
influenzato dalla lettura dell'opera occidentale Robin Hood, Ienari cede la carica di
shogun al figlio Ieyoshi.

1839
Scoppia la prima guerra dell'oppio tra la Cina e la Gran Bretagna.

1841-43
Mizuno Tadakuni promuove le riforme dell'era Tenpo, volte a risanare l'economia e la
politica del bakufu. Tra le sempre pi evidenti contraddizioni del sistema Tokugawa,
iniziano ad ascendere socialmente i ceti urbani e mercantili. Ormai lo status sociale non
corrisponde pi alla condizione economica.

1853
Gli Stati Uniti fanno richiesta di apertura commerciale al Giappone. Abe consulta sulla
questione i daimyo, che la bocciano con lo slogan "joi" (espulsione dei barbari).

1854
Abe cerca un compromesso tra le divergenze dei feudatari e sancisce il Trattato di
Kanagawa, ossia l'apertura agli Stati Uniti dei porti di Shimoda e Hakodate, seppur non
per scopi commerciali. Kaikoku: paese aperto.

1856
Il console Harris si stabilisce a Shimoda, convincendo Hotta all'apertura del commercio.
Si crea unafrattura interna per la successione shogunale, si scontrano Yoshinobu e la
sua fazione contro Iemochi, sostenuto dagli Anziani e da Ii Naosuke.

1858
Iemochi diventa finalmente quattordicesimo shogun. Firma un trattato di amicizia e
commercio con gli Stati Uniti, ed altri trattati commerciali con Olanda, Russia, Gran
Bretagna e Francia. Si crea l'inflazione.

1860
I samurai di Mito uccidono Ii Naosuke. Due citt si scontrano per la politica da
proseguire: Edo a favore del kaikoku, mentre Tokio a favore del sonno joi (onore
all'imperatore, esclusione dei barbari). Con il kobu gattai (corte + bakufu) si raggiunge
una politica di compromesso, tuttavia a Choshu (alleato con Gran Bretagna e Satsuma)
si concentrano gli oppositori del regime.

1863
La citt di Kagoshima viene bombardata dagli inglesi.

1864-66
Edo invia delle spedizioni punitive a Choshu, le truppe shogunali vengono sconfitte.
Muoiono sia lo shogun Iemochi che l'imperatore Komei, quindi Yoshinobu viene eletto
quindicesimo shogun.

1867
Il 122esimo imperatore Mutsuhito.