Sei sulla pagina 1di 2

Prima del 1865 non si era ancora affermato il principio di separazione dei poteri e vi era il sistema

del contenzioso amministrativo: questo comportava che gli atti lesivi per il cittadino esproprio, etc.)
erano impugnabili in sede amministrativa oppure in via gerarchica o ancora presso particolari
collegi, e in ultima analisi si poteva ricorrere al e.
!ra esclusa l"esperibilit# di un"azione giudiziaria nei confronti della pubblica amministrazione, in
quanto si seguiva ancora il criterio per il quale i diritti soggettivi sono concepibili solo nei rapporti
tra privati.
1865 $ %!&&! '()%*+*,! -!% ,).+!./*)0) $ '.,1! %2'33*.*0+'/*).! -!4!
!00!! 0)++)P)0+' '% -**++), !%'()' 5.' -*0+*./*).! -!%%' &*5*0-*/*).! in
base alla quale le questioni attinenti a diritti civili o politici 6diritti soggettivi) sono di competenza del
giudice ordinario 6+ribunale, ,orte d"appello e ,orte di ,assazione, anche quando vengano
coinvolti da un provvedimento amministrativo. *n tal caso il giudice non pu7 riformare, annullare o
modificare l"atto amministrativo, ma deve limitarsi a disapplicarlo, decidendo la controversia come
se tale provvedimento non fosse mai esistito. %2atto anche ritenuto illegittimo non poteva quindi
essere oggetto di annullamento da parte del giudice ordinario.
0i prevede che "gli affari non compresi nell'articolo precedente", ossia le controversie relative a
quegli interessi giuridicamente rilevanti diversi dai diritti soggettivi 6QUESTIONI RELATIVE AD
INTERESSI NON PROTETTI COME DIRITTI), che poi assumeranno il nome di interessi legittimi,
rientravano nella giurisdizione del giudice amministrativo.
*nizialmente 61865) il ,onsiglio di 0tato si componeva di sole 8 sezioni consultive, nel 1889 : stata
istituita la prima sezione con funzioni giurisdizionali, la *4.
,on la giurisprudenza del ,-0 piano piano si : avuto un ampliamento della tutela degli interessi
non azionabili davanti al giudice ordinario.
,on la riforma del 19;< venne aggiunta una 4 sezione giurisdizionale, e nel 19=8 : stata istituita la
4*. .el 199< : stata aggiunta una sezione consultiva per esprimere un parere sugli schemi di atti
normativi.
%e sezioni consultive hanno funzione di formulare pareri nei confronti del &overno e delle altre
pubbliche amministrazioni. >uelle giurisdizionali svolgono il ruolo di giudice di appello per le
sentenze dei +'.
%2art.1;; ,ost. lo pone tra gli organi ausiliari con funzioni di consulenza giuridico ? amministrativa e
di tutela della giustizia nell"amministrazione.
'll"inizio di ogni anno il presidente del ,-0 individua le sezioni che svolgono funzioni
giurisdizionali e consultive, determina le rispettive materie di competenza e la composizione.
@ prevista l2adunanza plenaria del ,-0, che ha funzioni giurisdizionali, ed : composta dal
presidente del ,-0 e 1A magistrati, con la finalit# di risolvere dei giudizi laddove viene riscontrato
che il punto di diritto sottoposto ha dato luogo o possa dare luogo a contrasti giurisprudenziali.
>uindi il suo compito : quello di risolvere i dubbi ed enunciare il principio di diritto da applicare.
* +'
0ono istituiti nel 19<1 a sostituire le &iunte 'mministrative provinciali 6abolite nel 196<) in
attuazione dell2art.1A5 ,ost. in base al quale in ogni regione deve avere sede un organo di
giustizia amministrativa di primo grado.
0ono organi di primo grado ed hanno competenza in tutte le materia in cui : prevista quella del
,onsiglio di 0tato.
Particolare importanza +' %azio, che ha competenza territoriale esclusiva in materia di b) le
controversie aventi ad oggetto i provvedimenti dell'Autorit garante per la concorrenza ed il mercato e quelli
dell'Autorit per le garanzie nelle comunicazioni art.135 CPA
Art. 13. Competenza territoriale inderogabile
1. Sulle controversie riguardanti provvedimenti atti accordi o comportamenti di pubblic!e amministrazioni "
inderogabilmente competente il tribunale amministrativo regionale nella cui circoscrizione territoriale esse
!anno sede. #l tribunale amministrativo regionale " comunque inderogabilmente competente sulle
controversie riguardanti provvedimenti atti accordi o comportamenti di pubblic!e amministrazioni i cui e$$etti
diretti sono limitati all'ambito territoriale della regione in cui il tribunale !a sede.
%. Per le controversie riguardanti pubblici dipendenti " inderogabilmente competente il tribunale nella cui
circoscrizione territoriale " situata la sede di servizio.
3. &egli altri casi " inderogabilmente competente per gli atti statali il 'ribunale amministrativo regionale del
(azio sede di )oma e per gli atti dei soggetti pubblici a carattere ultra regionale il tribunale amministrativo
regionale nella cui circoscrizione !a sede il soggetto.
*. (a competenza di cui al presente articolo e all'articolo 1* " inderogabile anc!e in ordine alle misure
cautelari.