Sei sulla pagina 1di 9

Cgil, Cisl e Uil oggi davanti alla Commissione

a pagina otto www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CRONACA

Commise due rapine: avolese condannato


a pagina sei e mail redazione@libertasicilia.com

CRONACA

mercoled 6 marzo 2013 anno XXVI n. 53 direzione amministrazione e redazione: via Mosco tel. 0931 46.21.11 - - faX 0931 / 60.006 - puBBlicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931/ sabato 17 marzo 2012 anno XXV n. 64 direzione amministrazione e redazione: via Mosco 5151 tel. 0931 46.21.11 faX 0931 / 60.006 - puBBlicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - -Fax 0931 / 60.006 0,50

Quotidiano dELLa provincia di SiracuSa

indagini scaturite dagli attentati a Villa carrubba e alla villa di Magnano

Pretesero lassunzione come security


Facendo

Estorsioni, due arresti

cronaca

20 operai davanti al Gip

CRONACA

LIsab di Priolo si opposta

alla richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura della Repubblica di Siracusa, relativamente al procedimento penale a carico di venti tra sindacalisti ed operai dellindotto dellarea industriale, per i quali stata avanzata laccusa di interruzione di pubblico servizio per la manifestazione con relativo blocco dei cancelli della raffineria priolese avvenuta nellestate di due anni addietro. Il Gup del tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, davanti al quale si svolta ieri mattina ludienza preliminare, si riservato su tale richiesta avanzata dal legale dellIsab, avvocato Massimo Milazzo. Nelludienza preliminare di ieri stato sentito lingegner Bruno Martino.
a pagina sette

leva sullintimidazione costituita dalla presunta appartenenza al clan Nardo, due fratelli sortinesi avrebbero convinto i titolari di un locale pubblico ad assumere uno dei due per garantire il servizio di security durante le serate in cui si celebravano manifestazioni. Una volta cambiato il proprietario e rescisso il contratto, avrebbero messo in atto la strategia del terrore, appiccando lincendio al locale in questione, praticamente raso al suolo. Con laccusa di estorsione sono finiti in manette i fratelli Cesare e Innocenzo Pandolfo.
a pagin cinque

Il

presidente della Provincia Regionale di Siracusa ha inaugurato, ieri mattina, la Provinciale 76 Diddino-Monti Climiti-Saiazza che era chiusa.
a pagina tre

inaugurata la strada sui climiti

il legale di Luigi Salvoldi chiariremo ogni cosa

L imprenditore siracusano Luigi Salvoldi si dice assolutamente sereno rispetto al procedimento penale mosso a suo carico dal sostituto procuratore generale Roberto Campisi, che ha ipotizzato il reato tributario. Questo emerge, tra le altre cose nella nota di precisazione pervenuta in redazione e scritta dal legale difensore avvocato Stefano Rametta per conto dello studio del professore Guido Ziccone.
A pagina quattro

triBunaLE di SiracuSa
come PartecIPare

6 Marzo 2013, Mercoled

ProssIma InserzIone:

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI


Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le societ), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente (che consenta allo stesso lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in calce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale allufficio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e recapito tel. Lufficio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode. La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

10/03/2013
le VendIte GIUdIzIarIe

inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione. Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catastale sono interamente a carico della procedura. Per gli immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione. Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lesecuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni. Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico della procedura. Le aste GIUdIzIarIe saranno

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

6 Marzo 2013, Mercoled

riaperta la strada sui monti climiti


Il
presidente della Provincia Regionale di Siracusa ha inaugurato, ieri mattina, la Provinciale 76 Diddino-Monti Climiti-Saiazza che era chiusa al traffico da ben 5 anni. Alla cerimonia hanno preso parte i sindaci di Sortino, Enzo Buccheri, e quello di Floridia Orazio Scalorino, lassessore provinciale Nello Forte e il dirigente del settore Viabilit dellEnte lingegnere Tino Silluzio. Lintervento della Provincia Regionale si reso necessario perch a partire dal 2008 si sono verificate delle cadute di massi e pietre in diversi punti della carreggiata. I Lavori, per una spesa di un milione e mezzo di euro da parte della Provincia regionale, sono serviti a rimuovere le parti pericolanti del costone, erigere delle barriere a protezione della carreggiata e mettere, in alcuni punti, una rete fissa, capace di evitare la caduta di pietre. Il presidente Bono, a margine della cerimonia, ha voluto ricostruire la vicenda relativa allappalto ed ai lavori che si sono dilungati nel tempo a causa di problemi amministrativi: La riapertura al traffico della Provinciale 76 era unopera molto attesa, da parte delle decine di migliaia di residenti e Comuni interessati, che orbita nellarea a partire

www.astetribunale.com

Dopo cinque anni e tante peripezie burocratiche, la Provincia regionale ha messo la parola fine alla questione

Procedura esecutiva Immobiliare n 123/01 - r.G.e.I avviso di Vendita lavv. Giuseppe storaci , con studio in piazza duomo 8 siracusa, professionista delegato ai sensi dellart.591 bis cpc , Avvisa che nella sala delle pubbliche udienze del tribunale di siracusa giorno 30 aprile 2013, alle ore 12.00 , proceder alla vendita senza incanto ,o nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi motivo, con incanto il giorno 10 maggio 2013 alle ore 12.00, del seguente bene: lotto 1: Locale terraneo (garages) in Floridia Via Pier Santi Mattarella n 11 int 3 identificato al N.C.E.U. Al foglio 19 , p.lle 1150 sub 55 Cat C/6 , cl 4 , mq 14, rendita 50,41., . prezzo base dasta .10329,14. aumento minimo 200,00. lotto 2 : Locale terraneo (garages) in Floridia Via Pier Santi Mattarella n 11 int 5 identificato al N.C.E.U. Al foglio 19 , p.lle 1150 sub 56 Cat C/6 , cl 4 , mq 14, rendita 50,41., . prezzo base dasta .10329,14. aumento minimo 200,00 . per partecipare depositare presso lo studio del professionista delegato dalle ore 18.00 alle ore 19,30 del terzultimo giorno precedente allasta le offerte o domande di partecipazione in bollo in busta chiusa con acclusa copia del proprio documento didentit ed un assegno circolare (non postale) non trasferibile, intestato al professionista delegato , quale cauzione pari al 10% del prezzo proposto dallofferente , pi un 20% per anticipo spese nella vendita senza incanto; e del 10% del prezzo base dasta nella vendita con incanto . pubblicazione sul sito internet www.astegiudiziarie.it . Maggiori informazioni presso il delegato(0931-65466) il professionista delegato avv. Giuseppe storaci

trIbUnale dI sIracUsa

procedura esecutiva immobiliare n 253/08 + 2 r.G.e.i avviso di Vendita lavv. Giuseppe storaci , con studio in piazza duomo 8 siracusa, professionista delegato ai sensi dellart.591 bis cpc , Avvisa che nella sala delle pubbliche udienze del tribunale di siracusa giorno 30 aprile 2013, alle ore 11.00 , proceder alla vendita senza incanto ,o nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi motivo, con incanto il giorno 10 Maggio 2013 alle ore 11.00, del seguente bene: lotto 1: Appezzamento di terreno in Pachino, c.da Carrata, destinato a vigneto identificato al N.C.T. Al foglio 19 , p.lle 940,57,58,59,1241,1351, (mq complessivi 20.975 ca.), con fabbricato, entrostante, composto da piano terra (mq, 43 ca.) e lastrico solare ( mq 30 ca.) con 3,5 vani utili oltre accessori, identificato al N.C.E.U. Di Pachino al f.19, p.lla 1715/2, cat .A/4, cl,2. . prezzo base dasta .93750.00. aumento minimo 1.000,00. per partecipare depositare presso lo studio del professionista delegato dalle ore 18.00 alle ore 19,30 del terzultimo giorno precedente allasta le offerte o domande di partecipazione in bollo in busta chiusa con acclusa copia del proprio documento didentit ed un assegno circolare (non postale) non trasferibile, intestato al professionista delegato , quale cauzione pari al 10% del prezzo proposto dallofferente , pi un 20% per anticipo spese nella vendita senza incanto; e del 10% del prezzo base dasta nella vendita con incanto . pubblicazione sul sito internet www. astegiudiziarie.it . Maggiori informazioni presso il delegato(0931-65466) il professionista delegato avv. Giuseppe storaci stato. Possibilit garage. In C.E.: G (RIF. 2526) Tel. 335/7762739 PIAZZA MARCONI, panoramico, vista mare, in ottimo contesto, ascensorato, totalmente ristrutturato, attico composto da 2 vani + servizi + livelterrazzo di mq 60. 100.000,00. In C.E.: G (RIF. 2508) Tel. 335/7762739 VIA SERVI DI MARIA, parzialmente ristrutturato di recente, appartamento composto da 4 vani + doppi servizi + posto auto assegnato. Prezzo 125.000,00. Possibilit garage Classe Energetica G (RIF. 2524) Tel. 335/7762739 TREMMILIA, in residence, recente costruzione, su 450 mq di terreno, villa su 2 livelli per totali mq 130 + garage di mq 25 circa. Ottime condizioni, finiture extra/capitolato. Prezzo 260.000,00. In C.E.: C (RIF. 2551) Tel. 335/7762739 VIA VANVITELLI, in ottimo stato, basso commerciale di mq 70 circa con altezza metri 4. prezzo 78.000,00. In Classe Energetica: G (RIF. 2557) Telefonare per info 335/7762739 ASSISTENZA DOMICILIARE OFFRESI assistenza a persone anziane nel proprio domicilio. Disponibilit di offrire anche vitto e alloggio nel mio domicilio Tel. 392/3341224 OPERATORE socio sanitario cerca lavoro come assistente ai portatori handicap ed anziani presso strutture e presso privati,

trIbUnale dI sIracUsa

InserzIonI GratUIte
VENDESI IMMOBILI PIZZUTA, VIA FLEMING, nuova costruzione, appartamento quadrivani in piccolissimo condominio, posto al 2 piano, termo/ascensorato. 215.000,00 con possibilit garage. (RIF. 1808) Tel. 335/7762739 FLORIDIA, CORSO V. EMANULELE, basso commerciale di circa 65 mq. Ottimo lo stato, costruzione 2002. 65.000,00. In C.E.: C (RIF. 2523) Telefonare 335/7762739 VIA ARNO, tot. ristrutturato nel 2009, app.to composto da 5 vani + servizi. Prezzo ribassato a 135.000. In C.E.: G (RIF. 2513) Tel. 335/7762739 PIAZZA ADDA, in Residence, posto al 1 piano, ideale per uso ufficio, bivani + servizi. Ottimo lo stato. 95.000,00 trattabili. In C.E.: G (RIF. 2515) Tel. 335/7762739 LIDO SACRAMENTO, indipendente, centralissima, villa di nuova costruzione su 650 mq di terreno posta su 2 livelli + sottotetto e garage. Finiture di primissima scelta. Consegna Febbraio 2013. 345.000,00. (RIF. 2460) Telefonare per info 335/7762739 VIA RIVERA DIONISIO IL GRANDE, in residence stile liberty, attico composto da 4 vani + servizi + n 2 terrazze a livello con vista mare. Prezzo ribassato 180.000,00. Ottimo lo

Proc. es. Imm. n 263/2011 aVVIso dI VendIta si rende noto che il 14/05/2013, alle ore 12:00, presso il proprio studio sito in siracusa nella Via Gioberti n 5/B, avanti lavv. omar Giardina, professionista delegato giusta ordinanza del G.e. del 20/09/2012, avr luogo la vendita con incanto del seguente immobile: appartamento sito in augusta, via Xifonia n.83, a piano terra, composto da quattro vani ed accessori, nel Catasto Fabbricati del comune di Augusta al foglio 94, particella 706, sub 1, piano t, cat. a/3, cl.a 4, vani 6,5 rc 520,33 Prezzo base del lotto: 60.000,00 limmobile in oggetto attualmente occupato dagli esecutati. l immobile viene venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, con tutte le accessioni, pertinenze, attive e passive, cos come identificato, descritto e valutato dallesperto nella relazione di stima. ogni concorrente, in caso di vendita con incanto, per partecipare dovr depositare entro le ore 12:00 del giorno antecedente a quello fissato per la vendita, presso lo studio di cui sopra, una cauzione pari al 10% del prezzo base dasta fissato e un fondo spese pari al 20%, mediante assegno circolare intestato al professionista delegato, salvo conguaglio. laumento minimo stabilito in . 3.000,00 laggiudicatario dovr depositare il prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione, nelle forme previste per i depositi giudiziari entro il termine di gg.60 dallaggiudicazione. la relazione di stima trovasi pubblicata sul sito www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni sul sito www.astegiudiziarie. it o presso lo studio del professionista delegato (tel.: 0931/65123), nei giorni di luned e gioved, dalle 17:00 alle 20:00. siracusa, l 26 febbraio 2013 il professionista deleGato Avv. Omar GIARDINA anche a domicilio Tel. 333/9542248 OPERATORE socio sanitario cerca lavoro come assistente anziani a domicilio, presso pensionati, disponibile anche per notti in ospedale E 50, auto munita per accompagnare persone anziane o come autista personale Tel. 347/6111205 - 349/0851399 OPERATRICE socio sanitaria, automunita, assiste ed accompagna anziani, sia a domicilio che in ospedale. Notti in ospedale E 50. Massima seriet e professionalit Tel. 345/5962564 RAGAZZA straniera anche di colore, cercasi per

trIbUnale dI sIracUsa

In foto, un momento dellinaugrazione del tratto stradale.

da Sortino, Floridia, Solarino, Priolo, Melilli e ovviamente Siracusa. Non si tratta della solita in-

compiuta. Cinque anni fa, in occasione delle prime cadute di massi, venne interessato il Genio Civile,

che non intervenne, purtroppo, in maniera esaustiva. Per questo, a giugno del 2009 la Provincia

Regionale fu costretta ad approvare un progetto che prevedeva, in dieci mesi, la riapertura al traffi-

co della strada, e qui inizia la storia che fa di questa opera lennesimo esempio di cattivo funzionamento del Sistema Italia. A causa dei ritardi della giustizia amministrativa, nel gestire il contenzioso apertosi tra le imprese interessate, che si erano aggiudicate i lavori, si avuto una sorta di stop and go che non ha permesso di ultimare i lavori prima dello scorso primo marzo. La presenza, di due sindaci, la conferma dellimportanza che i residenti danno a questa via di collegamento. Oggi abbiamo inaugurato la quarta opera pubblica del 2013, muovendoci peraltro nel solco di quanto abbiamo fatto anche in precedenza nel corso del mio mandato e devo dire che si tratta di una bella soddisfazione per unamministrazione che si voluta caratterizzare per il fare e per le soluzioni che ha saputo dare ai problemi.

anziana, come badante e per cucinare Tel. 339/4388809 REFERENZIATISSIMA badante ucraina, 57enne, da oltre 10 anni in italia, ottima cultura, accetterebbe incarico 24h su 24 presso famiglia disponibile ad ospitarla Telefonare per info 338/2681434 SIGNORA cerca lavoro come assistente anziani mezza giornata di mattina Tel. 389/6895633 SIGNORA cerca lavoro come assist. Anziani, con esperienza, anche per punture ecc. ecc. Solo Siracusa, solo mezza giornata mattina/pom. Telefonare 329/8741204

autosport

s.r.l. c.da targia 18 siracusa tel.0931 759918

autosport.toyota.it

il legale di Luigi Salvoldi chiariremo ogni cosa

6 Marzo 2013, Mercoled

6 Marzo 2013, Mercoled

L imprenditore siracusano Luigi Salvoldi si dice assolutamente sereno rispetto al procedimento penale mosso a suo carico dal sostituto procuratore generale Roberto Campisi, che ha ipotizzato il reato tributario. Questo emerge, tra le altre cose nella nota di precisazione pervenuta in redazione e scritta dal legale difensore avvocato Stefano Rametta per conto dello studio del professore Guido Ziccone. Nella nota si legge testualmente che stato erroneamente riportato dagli organi di stampa che il Salvoldi sarebbe indagato dalla Procura della Repubblica di Siracusa per aver presentato dichiarazione fraudolenta mediante luso di fatture o altri documenti che attesterebbero operazioni false o del tutto inesistenti, nonch per lemissione di fatture per operazioni inesistenti, loccultamento e la distrazione di documenti contabili. Invero, nessuna delle condotte test richiamate posta a fondamento delle contestazioni mosse al Salvoldi, il quale, molto pi semplicemente, indagato per mere presunte violazioni della normativa fiscale. In particolare, si contesta di aver presentato la dichiarazione dei redditi 2009 in ritardo, non evidenziando taluni elementi positivi di reddito e non versando le relative imposte. Com evidente, lipotesi daccusa ben diversa da quella descritta dai predetti organi di stampa e deve essere decisamente ridimensionata - scritto nella nota - Quanto alla fondatezza della medesima, pur dovendosi astenere da qualsiasi approfondimento doverosamente riservato alla fase del giudizio ancora da venire, Luigi Salvoldi si dice sereno che, operati i necessari approfondimenti, verr chiarita la linearit della sua condotta. Per il legale difensore del Salvoldi non vi un piano di reintegro con il versamento degli importi dovuti allAgenzia delle Entrate. Piano che stando a quanto sostenuto dalla difesa dellimprenditore, dovrebbe essere completato entro il 21 marzo prossimo. Diversamente, nessun piano di rientro stato presentato dalla difesa del Salvoldi, sol che si consideri come questultimo non si ritiene debitore del fisco nei termini da

I legali: In particolare, si contesta di aver presentato la dichiarazione dei redditi 2009 in ritardo, non evidenziando taluni elementi positivi di reddito e non versando le relative imposte.

Estorsione aggravata: in cella due fratelli sortinesi


In foto, limprenditore Luigi Salvoldi.

In foto, Innocenzo e Cesare Pandolfo.

esso ritenuti, in quanto diverse somme richieste risultano imputate al precedente anno di imposta e per questo gi versate. A proposito del sequestro dei beni disposto su richiesta della Procura della Repubblica di Siracusa dal Gip Vincenzo Panebianco, lavvocato Rametta sostiene che Non sarebbero stati appresi beni per un importo di circa 4 milioni di euro, atteso che il disposto sequestro per equiva-

lente ha avuto ad oggetto beni per un controvalore di circa la met. Avverso il citato provvedimento di sequestro, la difesa del Salvoldi ha proposto richiesta di riesame sulla quale si pronunciato il Tribunale di Siracusa. Nella specie, i Giudici condividendo la tesi prospetta dalla difesa hanno ridimensionato il provvedimento irrogato dal GIP disponendo il dissequestro di tutti i beni della Salvoldi costruzioni srl, mante-

nendo il vincolo reale solo sulle quote societarie per un controvalore di 450 mila euro. Infine - conclude la nota del legale difensore - dobbligo precisare che la vicenda oggi allattenzione della cronaca nulla ha a che vedere con la gestione e le vicende del Siracusa Calcio, le cui sorti, auspicio del Presidente Salvoldi possano presto essere risollevate, restituendo alla citt il blasone della propria squadra.

Facendo leva sulla forza dellin-

Per la Procura antimafia di Catania sarebbero anche gli autori del danneggiamento dellagriturismo Villa Carrbba
re, Innocenzo Pandolfo, avrebbe preteso lassunzione del fratello Cesare in occasione delle serate organizzate allinterno del centro, per assicurare la sicurezza. Il costo del servizio era stato quantificato in 100 euro. Se i titolari non avessero accolto la richiesta, i due avrebbero preteso comunque il pagamento di 400 euro a serata senza assicurare alcun servizio di body guard. Laccordo tra le parti fu, nolente o volente, trovato e il Pandolfo avrebbe svolto tale servizio. Al momento del cambio di gestione, per, i nuovi titolari, vicini alla locale associazione antiracket, hanno notificato ai Pandolfo la rescissione del contratto per stringerne un altro con una ditta specializzata in sicurezza nei locali pubblici. A giudizio degli inquirenti, questa decisione avrebbe fatto scattare la molla della ritorsione. Scoppiato lincendio, a Sortino scattata, per, la macchina della solidariet: iniziative pubbliche come fiaccolate, sedute del Consiglio comunale, incontri, dibattiti hanno sollevato il caso. Ma non sarebbe finita l, perch la reazione dei piromani avrebbe coinvolto anche il responsabile regionale della federazione siciliana antiracket Mauro Magnano, al quale la notte del 11 febbraio scorso, ignoti appiccano lincendio alla sua villa. A giudizio degli investigatori, anche questa sarebbe una ritorsione ai danni di chi avrebbe trovato comunque un a soluzione ai titolari del locale pubblico per svolgere ugualmente presso strutture pubbliche di Sortino la programmata festa di Carnevale che avrebbe dovuto svolgersi alla Villa Carrubba La denuncia della vittima ha permesso, peraltro, di accelerare i tempi delle indagini e di indirizzarle sui due fratelli Pandolfo, che a Sortino in passato si sono distinti per attivit illecite, oltre che i sospetti anche e soprattutto le certezze da parte dei militari dellArma e del Gip del tribunale di Catania, Barone, che ha accolto la richiesta di misura cautelare in carcere avanzata dal sostituto procuratore antimafia Andrea Ursino. Ad Innocenzo Pandolfo il provvedimento restrittivo stato notificato nel carcere di Siracusa dove si trova detenuto dal 28 febbraio scorso perch era stato arrestato su ordine di esecuzione per la carcerazione emesso in data odierna dal tribunale di Siracusa, dovendo scontare la pena residua di 2 anni, 5 mesi e 29 giorni per reati in materia di stupefacenti e ricettazione, commessi in Francofonte tra il mese di novembre 2003 ed il mese di aprile 2004. F.N.

entI

La continua chiusura di uffici stampa nella pub-

La chiusura di uffici stampa provoca una situazione grave tra i giornalisti

blica amministrazione, come di recente accaduto a Giarre e ad Adrano, e il mancato rispetto del contratto di lavoro in molti di quelli esistenti si configurano come un sistematico attacco messo in atto da politici e burocrati nei confronti di un presidio di trasparenza e dei giornalisti che vi lavorano. A questo gravissima situazione si deve rispondere con un energico rilancio dellazione sindacale per il riordino del settore, partendo dalle leggi in vigore e dallaccordo collettivo siglato il 27 ottobre del 2007, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana. quanto chiede lassemblea del Gruppo uffici stampa Sicilia, articolazione dellAssociazione siciliana della stampa, riunita sabato scorso a Caltanissetta, che ha anche manifestato solidariet ai

colleghi di Giarre e Adrano Mario Privitera, Patrizia Tirendi e Nicola Savoca ultime vittime del costante tentativo di ignorare un sistema di regole costruito faticosamente negli anni e confermato dalle sentenza dei tribunali. Dopo avere riaffermato che gli uffici stampa (cos come configurati dalle legge nazionale 150 del 2000 e dallarticolo 127 della legge regionale 2 del 2002) devono essere al servizio della trasparenza della pubblica amministrazione, lassemblea del Gus Sicilia ha approvato un documento in sette punti nel quale, tra le altre cose, chiede alla Regione di rendere obbligatoria listituzione di strutture di informazione negli enti siciliani attraverso concorsi pubblici riservati ai giornalisti iscritti allOrdine. La stessa affermazione di un sistema di regole certe e lapplicazione del contratto giornalistico, il Gus Sicilia chiede anche

timidazione costituita dalla presunta appartenenza al clan Nardo, due fratelli sortinesi avrebbero convinto i titolari di un locale pubblico ad assumere uno dei due per garantire il servizio di security durante le serate in cui si celebravano manifestazioni. Una volta cambiato il proprietario e rescisso il contratto, avrebbero messo in atto la strategia del terrore, appiccando lincendio al locale in questione, praticamente raso al suolo. Con laccusa di estorsione aggravata sono finiti in manette i fratelli Cesare e Innocenzo Pandolfo, rispettivamente di 49 e 45anni. Larresto stato operato dai carabinieri della Compagnia di Augusta, a conclusione di indagini lampo eseguite nel giro di poche settimane, con il coordinamento della Procura distrettuale antimafia di Catania. Lepisodio, come si ricorder, avvenuto la notte tra il 4 ed il 5 febbraio scorso, quando un incendio ha distrutto il corpo centrale dellagriturismo Villa Carrubba a pochi chilometri dal centro abitato di Sortino. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori tutto scaturirebbe dal fatto che nei mesi precedenti i due fratelli Pandolfo avevano avuto un incontro con i vecchi proprietari del centro agrituristico. In particola-

Il coraggio delle vittime, lazione dellassociazione antiracket e la compattezza di unintera comunit hanno costituito un valido apporto alle indagini e ci hanno permesso di individuare ed arrestare gli autori di questa estorsione commerciale e di delineare a loro carico un quadro probatorio consistente. Queste le parole del procuratore aggiunto della direzione distrettuale antimafia di Catania, Amedeo Bertone, a margine della conferenza stampa di presentazione dellarresto dei due fratelli sortinesi per estorsione. E importante rimarcare la ribellione da parte delle persone offese - dice Bertone - di fronte alla richiesta di estorsione. Rimarchevole anche il ruolo dellassociazione antiracket che ha tenuto testa al fenomeno. Il dott. Bertone ha riportato anche il particolare che nellincendio della villa del coordinatore regionale della federazione antiracket Magnano, sia andata a fuoco la collezione della rivista I Siciliani. Mi sono occupato dellomicidio di Giuseppe Fava - ha commentato il procuratore aggiunto Bertone - e quella vicenda merita ancora oggi attenzione. Fava anticip di molto avvenimenti che si verificarono successivamente. La presenza di quella collezione in casa di Magnano dimostra come attraverso gli esempi buoni si raggiungono risultati importanti. Della reazione delle vittime e della comunit sortinese ne fa citazione anche il sostituto procuratore Andrea Ursino: E stata unindagine lampo - ha detto - perch sono trascorse poche settimane dal verificarsi degli attentati incendiari e la scoperta degli autori dellestorsione. E questo grazie al coraggio delle parti offese, delle persone informate dei fatti ed anche della comunit di Sortino che ha superato il muro dellomert. Nel configurare le ipotesi di reato, il pubblico ministero ha citato una sentenza della Cassazione che ha configurato il reato di estorsione contrattuale, quella che si consuma attraverso limposizione alle imprese di servizi e forniture. Alla conferenza stampa di ieri presso il Comando provinciale dei carabinieri hanno partecipato anche i responsabili dellassociazione antiracket regionale e provinciale per confermare la collaborazione con le istituzioni pubbliche locali.

il coraggio delle vittime aiuta lo Stato

dda. bertone

6 Marzo 2013, Mercoled

Era stato messo in fuga una prima volta dal titolare di una merceria. Non contento si recato, coltello in pugno, in una farmacia, dove ha messo a segno il colpo. Ma stato scoperto quasi subito ed arrestato dai poliziotti, che lo hanno arrestato sulla scorta del riconoscimento fotografico effettuato dalle vittime e ieri ha definito la propria posizione giudiziaria con il rito del patteggiamento. Protagonista delle vicenda un avolese, Corrado Calafiore di 32 anni, il quale, difeso dallavvocato Silvestre Costanzo, comparso ieri mattina dinanzi al Gup del tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, che a conclusione delludienza preliminiare, ha applicato a suo carico la condanna a 3 anni e mezzo di reclusione oltre al pagamento di una multa pari a 1200 euro. Gli episodi che gli sono stati contestati risalgono alla sera del 13 luglio dello scorso anno, quando un individuo un quarto dora prima delle ore 20, ha fatto irruzione allinterno di una merceria sita in Piazza Regina Elena ad Avola. Armato di un grosso coltello da cucina ha intimato al titolare di consegnargli lincasso della giornata. Non si aspettava, per, la reazione del malcapitato, il quale, facendosi scudo con una scatola di cartone riuscito a disarmare laggressore che nella colluttazione ha perso il coltello ed scappato a piedi per le vie circostanti. Sul luogo del tentativo di rapina sono giunti poco dopo i poliziotti del commissariato di pubblica sicurezza di Avola, che hanno avviato le indagini. Pochi minuti dopo, intanto, scattato un altro allarme rapina. in unaltra parte della citt. Anche in questa circostanza, ad entrare in azione era stato un individuo, armato di coltello, il quale si introdotto allinterno di una farmacia Mazzone sita in via Impastato e sotto la minaccia dellarma si fatto consegnare 500 euro in contanti. Alla luce delle modalit medesime di azione alla merceria ed in farmacia, gli agenti del Commissariato di Avola, dopo brevi ma serrate indagini di polizia giudiziaria, sono riusciti ad identificare il presunto rapinatore e lo hanno tratto in arresto. R.L.

tent due rapine in pochi minuti 3 anni e mezzo ad un avolese

La condanna stata applicata su richuesta delle parti dal Gp del tribunale a carico di un avolese che entr in azione la sera del 22 luglio dello scorso anno

Venti fra sindacalisti e lavoratori dellindotto su cui pende laccusa di interruzione di pubblico servizio. Il Gup Consiglio si riservato di decidere
LIsab
di Priolo si opposta alla richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura della Repubblica di Siracusa, relativamente al procedimento penale a carico di venti tra sindacalisti ed operai dellindotto dellarea industriale, per i quali stata avanzata laccusa di interruzione di pubblico servizio per la manifestazione con relativo blocco dei cancelli della raffineria priolese avvenuta nellestate di due anni addietro. Il Gup del tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, davanti al quale si svolta ieri mattina ludienza preliminare, si riservato su tale richiesta avanzata dal legale dellIsab, avvocato Massimo Milazzo. Nelludienza preliminare di ieri stato sentito lingegner Bruno Martino, direttore operazioni dello stabilimento Isab, il quale ha esposto le ragioni per le quali limpresa ha deciso di sporgere denuncia a carico di coloro che hanno messo in atto la forma di protesta. Il dirigente ha sottolineato come il blocco dei cancelli della portineria dellazienda abbia di fatto impedito alle autobotti cariche di carburanti di raggiungere i distributori che hanno rischiato di rimanere a secco dei prodotti petroliferi. Ha anche fatto notare come non vi fisse stata la possibilit per i turnisti di ottenere il cambio, costretti in questo modo ad attendere lo scioglimento dellassemblea per potere smontare e ci avrebbe messo a rischio anche la sicu-

Blocco della portineria isab si oppone allarchiviazione

6 Marzo 2013, Mercoled

Lo stabilimento di Isab Impianti Sud. rezza dellimpianto e dei lavoratori stessi. Terza argomentazione, una nota inviata allIsab dal comando provinciale dei vigili del fuoco con la quale intimava allazienda di mettere in atto ogni rimedio per evitare qualsiasi intralcio allingresso e alluscita dei mezzi di soccorso in caso di emergenza. Nel corso delludienza preliminare, lavvocato Milazzo h anche chiesto al giudice di considerare un ulteriore capo dimputazione attinente alla violenza privata. I fatti oggetto della contestazione si riferiscono alla manifestazione sindacale andata in scena nella giornata del 22 luglio 2011. In quella circostanza, le organizzazioni sindacali avevano posto in essere

In foto, Corrado Calafiore.

CRONACA

militari dellaliquota radiomobile della compagnia carabinieri di Noto, durante il servizio di pattuglia atto alla prevenzione e repressione dei reati, hanno fermato nel centro storico di noto, mentre girovagava per i vicoletti, di Antonino Caccamo, 45enne di Palermo, gia noto per i reati contro il patrimonio e la violazione della normativa sugli stupefacenti. I carabinieri, insospettitisi della presenza notturna a noto delluomo con chiaro accento palermitano, considerando anche

Deve scontare 2 anni per droga: 45enne palermitano arrestato dai militari a Noto

un sit in di protesta davanti ai cancelli della Isab Impianti Sud. Per lo pi si trattava di lavoratori delle imprese dellindotto petrolchimico che manifestavano il proprio disagio per la mancanza di commesse e i problemi attinenti alla manutenzione degli impianti. Lazienda ha ritenuto eccessiva la protesta e inopportuno il blocco delle attivit e per tale motivo ha esposto denuncia alla Procura. Venti complessivamente gli indagati, difesi dagli avvocati Davide Bruno, Serena Lazzaro, Emanuele Gionfriddo ed Alessandro Cotzia. Il sostituto procuratore Claudia DAlitto, ha per chiesto al Gup di archiviare il caso, come fatto in precedenza per altre simili manifestazioni.

lassenza di turisti in questo periodo dellanno, hanno effettuato dei controlli piu approfonditi, dai quali risultato che il di Caccamo era stato colpito da un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Palermo. Cosi, accompagnato in caserma, stato dichiarato in stato di arresto e, dopo la compilazione degli atti, tradotto presso il carcere di Noto, luogo in cui dovra scontare una pena di anni 2 e mesi 9 per i reati di furto e spaccio di sostanze stupefacenti commessi a Palermo.

Sarebbe lautore di un furto consumato allinterno di un istituto scolastico e per tale motivo era finito in regime di arresti dai quali per evaso. Sono stati gli agenti delle unit Volanti della Questura di Siracusa ad eseguire unordinanza di custodia cautelare in un istituto di pena per minori a carico di un minore siracusano di 16 anni, gi noto alle forze di polizia per precedenti di poco conto Il giovane, gi arrestato da personale delle Volanti per un furto perpetrato allinterno di un isti-

Evade dallistituto in cui era ristretto Sedicenne arrestato dai poliziotti

tuto scolastico nel mese di gennaio scorso era stato condotto in una comunit per minori dalla quale si allontanava arbitrariamente. Tale allontanamento la causa dellesecuzione del provvedimento restrittivo. E a proposito di minori, agenti delle Volanti, nel prosieguo dellattivit dindagine esperita in occasione dellarresto di un giovane per il tentato furto di un furgone, hanno denunciato in stato di libert T.C. di 20 anni ed un minore di 17 anni, entrambi noti alle forze di polizia, per lo stesso reato.

autosport

s.r.l. c.da targia 18 siracusa tel.0931 759918

autosport.toyota.it

6 Marzo 2013, Mercoled

Lo sostiene la Legambiente che replica in questi termini alle dichiarazioni del presidente regionale di Confindustria a proposito anche dellEnel Tifeo di Augusta

vita di Quartiere

6 Marzo 2013, Mercoled

Energia elettrica cara in Sicilia? colpa delle centrali vetuste


l Presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante, prende spunto dalla notizia che lenergia venduta nellisola pi cara che nel resto del Paese, per sostenere che ci negli ultimi 5 anni ha comportato un maggior costo di 3,5 miliardi di euro e che tale fatto dipende anche dai ritardi nella realizzazione dellelettrodotto Sorgente / Rizziconi. Montante sollecita a trovare un punto dincontro per sgombrare il campo dalle remore che ancora si frappongono alla realizzazione dellelettrodotto. Legambiente, contrariamente a quanto afferma Montante, pensa che questa notizia necessita di approfonditi commenti. Cominciando dal fatto che, come la stessa Autorit per lenergia ha precisato, il maggiore costo di vendita sul mercato dellenergia prodotta in Sicilia dipende essenzialmente dalla vetust del parco impianti (Gela con il petcoke e Porto Empedocle, Milazzo, Augusta e Termini Imerese con lolio combustibile) e lo sviluppo delle rinnovabili non vincolato alla realizzazione dellelettrodotto bens ostacolato dalla mancata dismissione delle centrali pi inquinanti e dalla inesistenza di smart greeds. Secondo Enzo Parisi, responsabile Industria Legambiente Sicilia ci sono poi da considerare anche altri costi: quelli palesi come linefficienza della rete con gli annessi black-out, le perdite, lo scarso rendimento delle centrali, le onerose riserve fredde e quelli occulti che la comunit paga per contrastare linquinamento prodotto dagli impianti e curare i danni ambientali e sanitari. Senza dimenticare quelli legati alluso distorto del CIP6 che, solo in Sicilia, ci costato parecchi miliardi di euro negli ultimi anni per finanziare fonti le fossili piuttosto che le rinnovabili. Sulla strategicit di certe opere continua - preferiamo essere cauti e, quando necessario, esprimiamo riserve e contrariet. ancora strategico il ponte sullo Stretto? Lo erano i 4 mega-inceneritori dellera Cuffaro, lo sono i rigassificatori, i metanodotti, i campi di perforazione petrolifera in terra ed in mare? Quello di cui ha bisogno la Sicilia dice Mimmo Fontana, presidente regionale di Legambinte Sicilia - un Piano Energetico e Ambientale, serve che si smetta di decantare le fonti rinnovabili per poi sacrificarle in nome della sopravvivenza delle fonti termiche pi inquinanti come,

Il regista siracusano Giorgio Nan La Terra racconta la sua esperienza con il celebre, grandissimo attore italiano

In foto, la centrale Enel Tifeo di Augusta.

Nelle foto di Elojsa Burl, due momenti con Michele Placido. loro produzione e distribuzione intelligente. Se si vuole si possono certamente conclude Fontana - trovare punti di incontro per agevolare un equilibrato sviluppo infrastrutturale del Paese, chiedendo lintroduzione nella normativa nazionale di forme avanzate di partecipazione come il "debat public" adottato dai francesi ed evitando di sottrarre come spesso si tenta di fare in Sicilia - alla Valutazione Ambientale Strategica ed al dibattito con la collettivit opere di grande rilevanza ed impatto.

tanto per citarne una, il petcoke. Serve dare la precedenza nei crono-programmi alla tutela della salute, dellambiente e del territorio piuttosto che alla voglia di fare profitti. Non ci interessa per seguire Montante e la Confindustria sul terreno dei costi (altrimenti basterebbe chiedere loro di spiegare come mai in Sicilia dove c il maggior numero di raffinerie e si raffina per il Paese la maggior parte del petrolio la benzina costi ai siciliani pi che altrove) ed il richiamo al buon senso riteniamo

sia pi utile rivolgerlo a quella parte del mondo industriale che non ha saputo o voluto contrastare i pessimi progetti come quelli prima citati di cui oggi paghiamo le spese. Ci interessa invece che la nostra regione adotti al pi presto quei piani industriali e dellenergia che consentano di avviare un vero e profondo cambiamento dello scenario produttivo dellisola, coniugando sapere con tutela del territorio e dellambiente, rendendo realt concreta, sostenibile e diffusa le fonti rinnovabili, la

Questa mattina alle ore 10, presso la sede

I segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil convocati stamani in Commissione Ars


CISL e UIL, pone in primo piano lemergenza occupazionale e le prospettive di sviluppo del territorio di Siracusa e la loro implicazione nellambito delle priorit e delle scelte politiche della Regione Sicilia. Lappuntamento riveste, per le organizzazioni sindacali coinvolte e per il tessuto sociale che queste ultime rappresentano, un ruolo di primissimo piano in termini di confronto, di impegni e di sinergie e rappresenta, ne siamo certi, il punto di partenza di un dialogo duraturo, leale e proficuo, con lAssemblea e con il Governo Regionale.

economIa

palermitana dellAssemblea Regionale Siciliana, le organizzazioni sindacali unitarie di CGIL, CISL e UIL di Siracusa incontrano la Commissione regionale Attivit Produttive presieduta da parlamentare regionale del partito democratico siracusano, Bruno Marziano. Insieme ai componenti della Commissione, accoglieranno la delegazione sindacale anche tutti i componenti della deputazione regionale siracusana. Lincontro, fortemente voluto dalle organizzazioni sindacali unitarie di CGIL,

oglio Volare il titolo del suo libro, poi cortometraggio diretto da Giorgio Nan La Terra (foto di Giorgia Martinetti), e mai come in questa vicenda troviamo vero il detto volere potere. Incontrare Michele Placido stato realizzare il sogno di una vita tenuto nel cassetto. E successo a Giusy Caruso, commerciante e scrittrice per diletto, grazie al signor Marco Bertoni che ha fatto visionare il cortometraggio a Placido e ha poi, su sua richiesta, organizzato lincontro presso il teatro Citt della Notte. Chi era presente pu solo testimoniarne l emozione di entrambi, Giusy gli rende omaggio il suo libro dove lo cita tra le

un incontro ravvicinato con Michele placido


riga, confessandogli di essere sempre stato il suo idolo dal suo ruolo da Commissario che combatteva i mali della nostra Sicilia scrive Giusy - e forse grazie a quel personaggio che oggi sento forti dentro di me il valore di legalit. Oggi posso dire che oltre il grande commissario c' un grande uomo che nonostante la sua fama mondiale riesce ad emozionare ed emozionarsi anche per due righe scritte da una sua fan. E in effetti Michele era visibilmente commosso verso una sua coetanea, cos simpaticamente la definisce su facebook, commentando lo scatto di Elojsas Photo, dove testualmente scrive: Rinunce desideri di una "coetanea" dove l'idolo era Michele Placido ma no il Michele in se stesso ma il "commissario" e tante sensazioni "fatte di paure" sensazioni rinchiuse "nel" ieri. Alla fine tante cose non fatte aspettando un domani che non arriver mai. Ma nella vita mai dire mai visto che il tuo domani stato ieri complimenti Giusy (Michele Placido)-. Parole che inorgogliscono la scrittrice e che accrescono la stima di entrambi promettendosi una cena insieme. Placido ha anche risposto ad alcune domande per una video intervista dove manifesta disponibilit e la volont di girare un suo film qui in Sicilia, se per ovviamente ci fossero le condizioni e lidea giusta. La Sicilia aggiunge - possiede luce e colori adatti al cinema e offre molte ambientazioni, sorridendo ricorda Quentin Tarantino quando disse che qui si pu girare perfino un western, riferendosi ai paesaggi del nostro entroterra e chi lo sa se questo voglio volare possa essere anche solo da spunto per qualche buona idea. Ho conosciuto Placido tramite un agenzia che dopo aver visto il mio video di presentazione ha pensato di farmi incontrare con lui di persona visto che Placido menzionato all'interno del mio libro. E' sempre stato il mio idolo da ragazzina con il suo personaggio storico del Commissario Cattani nella serie famosa La Piovra. tra-

mite quest'agenzia ha avuto il mio libro e ha deciso di incontrarmi in occasione del suo spettacolo teatrale in Sicilia. E' stato veramente emozionante per me prosegue soprattutto vedere la grande umilt del signor Placido quasi fosse lui emozionato per me li. Ho sempre apprezzato il suo ruolo da Commissario che combatteva i mali della nostra Sicilia e forse grazie a quel personaggio che oggi sento forti dentro di me il valore di Legalit ma oggi posso dire che oltre il grande commissario c' un Grande Uomo che nonostante la sua fama mondiale riesce ad emozionare ed emozionarsi anche per due righe scritte da una sua fan. Mi ha anche scritto una dedica speciale su una copia del mio libro dove sperava di non avermi mai deluso nel suo lavoro e che avrebbe letto il libro con molto interesse posso dire che oltre il commissario Cattani ammiro anche Michele Placido... di un umilt sconcertante... Amo le persone che trasmettono anche senza dire una parola... Perch li che si trova la ricchezza Umana che pochi hanno... rinunce... desideri... Di una "coetanea" dove l'idolo era Michele Placido ma no il Michele in se stesso ma il "commissario" e tante sensazioni "fatte di paure" sensazioni rinchiuse "nel" ieri... Alla fine tante cose non fatte aspettando un domani che non arrivera' mai ..ma nella vita mai dire mai visto che il tuo domani e? Stato ieri... Complimenti Giusy... (Michele Placido) volevo ringraziare per la bella serata oltre il Sig Placito il signor Marco Bertoni che a reso possibile quest incontro Giorgio Nani' la Terra per le interviste in compagnia del sig Placido e per le foto Elojsa Burl. G. Nan La Terra

ichele Placido il terzogenito di otto figli: Enzo (che segue la carriera legale), Rita, Michele, Gerardo (attore), Donato, Alessandro, Virginia ed Anna Maria. Suo padre Beniamino originario di Rionero in Vulture mentre sua madre Maria Iazzetti proviene da Ascoli Satriano. Il cugino del padre, anch'egli di nome Beniamino, stato un noto giornalista e critico letterario. Dalla parte paterna, Michele discendente del famoso brigante lucano Carmine Crocco. Giovanissimo, dopo gli studi superiori a Foggia si trasfer a Roma ed entr in Polizia. Partecip come poliziotto alla Battaglia di Valle Giulia. Intrapresi gli studi teatrali presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica, lasci la divisa e debutt a teatro nel 1970 col regista Luca Ronconi, nella trasposizione teatrale dell'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. Dopo la partecipazione televisiva ne Il Picciotto (1973), nel 1974 entr nel mondo del cinema, interpretando accanto a Ugo Tognazzi e Ornella Muti Romanzo popolare di Mario Monicelli, e accanto a Laura Antonelli Mio Dio, come sono caduta in basso! Di Luigi Comencini; due anni dopo segu Marcia trionfale di Marco Bellocchio. Diede saggio delle proprie capacit recitative nei ruoli drammatici dei film Un uomo in ginocchio di Damiano Damiani (1979) e in Tre fratelli di Francesco Rosi (1981).

Breve biografia essenziale di un pilastro del cinema nazionale e non solo

10

6 Marzo 2013, Mercoled

Le diverse abilit in consulta

Ammissione condizionata dalla rappresentativit in ambito associativo

Rap-sodie dai risvolti assolutamente imprevedibili

Sopralluoghi speleologici nel siracusano


6 Marzo 2013, Mercoled

11

In foto, limpiego di una sedia a ruote. iramato dai vertici amministrativi della cittadina della Meta un avviso di partecipazione alla consulta cittadina dei diversamente abili del comune di Lentini. In tal senso il sindaco ha per tempo reso noto Che ai sensi dellart. 2 co. c) e d) del Regolamento della Consulta Cittadina dei Diversamente Abili approvato con Delibera del

Consiglio Comunale n 56 del 17.09.2012, tutti coloro che sono interessati sono stati chiamati far parte dellorganismo purch in possesso dei seguenti requisiti: Condizione di rappresentante degli enti a tutela dei diritti dei disabili, quali: organizzazioni di volontariato, Associazioni Onlus, enti di promozione sociale e altre organizzazioni che

abbiano sede legale o operativa nel Comune di Lentini che operano nel campo della disabilit; rappresentante eletto dai disabili e dalle loro famiglie in ragione di un rappresentante ogni cinque disabili o frazioni di cinque. Chiunque intenda far parte della Consulta h avuto modo di ritirare lapposito modulo di adesione presso il 7 Settore Servizi So-

ciali di Lentini o scaricarlo dalla bacheca dellhome page del Comune. Il Settore preposto provveder ad indire un Assemblea fra i richiedenti per eleggere in seno alla Consulta i nuovi Rappresentanti. Il problema dell'inserimento sociale dei portatori di handicap stato posto in Italia a partire dagli anni sessanta per superare lo stato di segregazione in cui vivevano. Fino ad allora l'unica risposta che veniva data ai loro problemi era di natura sanitaria e prevedeva, di fatto, come soluzione la segregazione in istituti appositi. I primi tentativi di inserimento furono opera di gruppi come la Comunit di Capodarco di Fermo, fondata da Don Franco Monterubbianesi (1966) e la Comunit Papa Giovanni XXIII di Rimini, fondata da don Oreste Benzi (1968). Tali gruppi hanno come stile di vita la condivisione con i pi svantaggiati, che ha portato come prima cosa a fondare delle strutture di convivenza con i portatori di handicap (case-famiglia). Dal lato dell'handicap psichico ha avuto molto peso l'esperienza di Franco Basaglia a Trieste per il superamento dei manicomi. Le esperienze suddette hanno incontrato inizialmente molte difficolt. La societ non era preparata ad accogliere i portatori di handicap, sia per una diffusa diffidenza nei loro confronti, che per la mancanza di infrastrutture. Infatti i portatori di handicap non necessitano solo di assistenza sanitaria sul territorio, ma anche di attenzioni particolari per la mobilit e l'inserimento nel lavoro e nella scuola.

Sopralluogo

Rap-sodia: Concerto comico dai risvolti im-

prevedibili nella citt del barocco. Dedicato tanto allorecchio pi raffinato quanto agli occhi pi avidi di comicit, Rap-sodia un saggio di bravura, la prova di quanto sia stupendo ed efficace partire da basi accademiche per esplorare linesplorato e condividere col pubblico unesperienza mai uguale a se stessa. Di seguito il programma: 7 marzo 2013 matine h 09:30 - 11:30 - Teatro Tina Di Lorenzo - Noto - P.zza XVI maggio, 1; 8 marzo 2013 matine h 09:30 - Teatro Tina Di Lorenzo - Noto - P.zza XVI maggio, 1; 8 marzo 2013 serale h 20:45 - Teatro Tina Di Lorenzo - Noto - P.zza XVI maggio, 1. Lapproccio alla musica classica, contemporanea, strumentale o cantata, proposto dal maestro Giovanni Zappalorto che anche protagonista nel ruolo di Dosto (al pianoforte) accompagnato da Yevski (al contrabbasso), e dalla mezzosoprano Donna Olimpia, quantomeno alternativo. Tutti artisti di merito accademico (Zappalorto anche compositore), mettono in scena uno spettacolo stralunato in cui si fondono il virtuosismo e lironia, la rumoristica e la lirica, i riferimenti al cinema muto, al jazz, al tango e ai gruppi storici come i Beatles senza tralasciare Modugno e gli anni 70. un tripudio di gag supportate dalla presenza di una mezzo soprano imbattibile per autoironia ed estensione vocale, le burle basate esclusivamente su suoni fanno viaggiare gli spettatori fra le atmosfere pi imprevedibili se ci si aspetta un banale concerto, toccando con mano la soddisfazione di tutte le fasce di pubblico, italiano e non, educato alla musica e non, adulto o diversamente bambino. Solo suoni e gesti, nessuna parola ammessa nel disegno registico che ha pensato per Rap-Sodia Pino Ferrara, mente brillante, fantasiosa e temeraria nel dare libero sfogo alla strana coppia Dosto&Yevski. Propriamente La rapsodia una composizione musicale a un solo movimento, di carattere molto libero e variegato. Non segue uno schema fisso, ma si presenta come un insieme di spunti melodici, anche molto diversi tra di loro per ritmo e armonia, che conferisce toni quasi improvvisativi alla composizione. Poich si presenta come una sequenza di diversi episodi musicali, la rapsodia si presta facilmente ad avere un contesto tematico fisso, i cui molteplici aspetti sono presentati dai brani in essa contenuti. Da questo punto di vista la rapsodia si pu considerare simile al poema musicale. Non inusuale che la rapsodia abbia sfondo o tema patriottico. Inventore di questa forma fu Franz Liszt, che diede ad essa un carattere per lo pi virtuosistico. Il termine di origine greca ed indicava la presentazione da parte di un rhapsoidos, cantore o narratore, della parte di un poema nel corso di una narrazione epica.

la confesercenti provinciale di siracusa presentata la XViii^ edizione di Grande accoglienza con la collaborazione, dellaccademia italiana della cucina, la manifestazione, unica nel suo genere, come ha sottolineato arturo linguanti, vuole valorizzare e mettere in evidenza, il contributo di professionalit e cortesia dei dipendenti e dei collaboratori delle strutture ricettive e degli esercizi pubblici della citt, per far crescere le loro aziende, ma anche laccoglienza a siracusa. le premiazioni previste da questa edizione della Grande accoglienza prevedono tre sezioni e riguardano: professionalit e cortesia premier 16 dipendenti da aziende del commercio, del turismo, dellartigianato e dei servizi, che si siano contraddistinti per la loro professionalit e

Ecco come devono partecipare alliniziativa i Collaboratori di tutte le aziende del settore commerciale e del terziario in genere. 24 Targhe ai Titolari dazienda dei dipendenti premiati
cortesia nei rapporti con lutenza. nellambito della manifestazione Grande accoglienza saranno selezionate ricette tipiche del territorio obiettivi generali della iniziativa: Riscoprire antiche ricette del territorio e riproporle nella ristorazione commerciale. Valorizzare i prodotti tipici del territorio. Individuare nel presente legami col passato, ricercare le radici storiche dei fenomeni presi in esame; Promuovere la consapevolezza della molteplicit delle culture; Favorire la vendita e la commercializzazione delle nostre tipicit. Fissare un legame fra cultura gastronomica e offerta ristorativa tema il tema del concorso la produzione di ricette della cucina siracusana e della sua provincia, sia autentica che rivisitata , in tutte le sue espressioni e articolazioni, dallantipasto al dolce. complessivamente saranno assegnati 24 premi di e. 258,23 a dipendenti prescelti sulla base di segnalazioni fatte direttamente dai consumatori e da unapposita commissione di valutazione. in ogni edizione di Grande accoglienza sono state promosse iniziative tese a valorizzare e ad incentivare il consumo di alimenti e bevande di qualit della terra di sicilia. il rilancio delle arance, i limoni, il moscato di siracusa, la dolceria tipica siracusana e dellolio di oliva, componente essenziale nella nostra gastronomia. liniziativa si concluder il 30 marzo 2013. premiati i dipendenti meritevoli ritagliando la scheda pubblicata da libert a mezzo lettera o fax al seguente indirizzo: segreteria consulta provinciale per il rilancio del commercio siracusano Via ticino, 8 - Siracusa Tel/Fax 0931/22001. eMail: provinciale @ confesercenti.sr.it Siracusa Patrimonio dellUmanit

Xviii Grande accoglienza 24premi di 258,23


Accademia Italiana della Cucina

speleologico nella riserva naturale integrale Grotta Palombara. Prosegue infatti la collaborazione del Cutgana dellUniversit di Catania con il Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico X Zona Speleologica Sicilia. Dopo la prima esercitazione eseguita nellottobre scorso, oggi si svolto un sopralluogo nellarea della Riserva naturale integrale Grotta Palombara al fine di valutare lo stato della cavit e la sicurezza delle attrezzature di progressione allinterno della grotta. Lattivit ha registrato la presenza di 7 tecnici specializzati del Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico coordinati dal delegato Alfio Cariola e per il Cutgana (centro interdipartimentale dellAteneo di Catania diretto da Maria Carmela Failla) del direttore della riserva, Salvatore Costanzo, e delloperatore Valerio Furnari. Lesercitazione consolida il rapporto fra il Cutgana ed il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico rappresentato da Alfio Cariola ha spiegato il direttore della riserva Salvatore Costanzo - lattivit di oggi permette

Per valutare lo stato e le condizioni delle varie cavit naturali presenti nel territorio
sociali e professionali pi direttamente interessati alla soluzione dei problemi dell'ambiente. Impegnarsi direttamente nella gestione di aree naturali protette. Produrre materiale divulgativo per una migliore conoscenza del patrimonio naturalistico e rurale siciliano. Organizzare e attivare un sistema informativo riguardante i territori pi interessanti sotto il profilo naturale e rurale; Instaurare rapporti di consulenza, collaborazione, cooperazione e scambio con Enti pubblici e privati in materia di ricerca e divulgazione finalizzate alla conoscenza e tutela dei valori naturali ed ambientali. Stimolare la collaborazione tra le Associazioni e i Gruppi di cittadini impegnati nella tutela e gestione ambientale, con gli operatori della ricerca, della formazione e dell'informazione. Attuare iniziative volte a favorire la partecipazione ai programmi di ricerca negli ambienti naturali e negli agro-ecosistemi. Realizzare Convegni, Congressi, Mostre, Seminari. La presenza di studiosi con esperienza in numerosi set-

Prosegue la collaborazione fra il Cutgana e gli enti locali

di pianificare interventi che consentiranno lingresso in sicurezza nella grotta di esperti specializzati che possano contribuire allattivit di ricerca scientifica allinterno della riserva naturale(nella foto pubblicata a corredo di questo articolo loperatore della riserva naturale Valerio Furnari, il delegato Cnsas Alfio Cariola ed alcuni tecnici specializzati). Costituito nel 1996 (Decreto Regionale 5075), il Centro Universitario per la Gestione e la Tutela degli Ambienti Naturali e degli Agroecosistemi un Centro Interfacolt dell'Uni-

versit degli Studi di Catania al quale afferiscono ricercatori provenienti dalla maggior parte delle facolt dell'ateneo catanese (Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Agraria, Ingegneria, Economia e Commercio, Medicina e Chirurgia, Scienze Politiche, Lettere). Le finalit istituzionali del Cutgana possono essere cos sintetizzate. Organizzare e stimolare la ricerca interdisciplinare negli ambienti naturali e negli agro-ecosistemi ai fini di una pi efficace azione di tutela e gestione. Organizzare corsi di tutela e gestione ambientale per i gruppi

tori scientifici consente al Cutgana di svolgere attivit interdisciplinari che interessano vari ambiti delle problematiche ambientali, dalle ricerche eco-sistemiche al monitoraggio, riqualificazione, formazione e tutela ambientale, alla informazione e divulgazione delle conoscenze sul patrimonio naturalistico-ambientale e culturale-antropico siciliano. Il Cutgana, sostenuto da un significativo pool di ricercatori componenti e dal personale delle Riserve Naturali (responsabili ed operatori di Riserva di cui alle convenzioni di affidamento con la Regione Siciliana), vanta l'ulteriore privilegio di poter disporre di un numero considerevole di collaboratori "esterni" rappresentati, oltre che da altri ricercatori e tecnici dell'Ateneo, anche da assegnisti, dottorandi, borsisti, laureandi, stagisti, studenti. A queste unit di personale va aggiunto il personale messo a disposizione dai Comuni di Melilli, Agira ed Aci Castello per le attivit dei rispettivi laboratori naturalistico-ambientali e del Centro Accoglienza "Isole Ciclopi".

9 18

Delegazione Siracusa

siracusa 06-03-2013

04

12

Non poteva in Italia non verificarsi quanto previsto politicamente


di Santo Lauria* La Storia un flusso perenne. Gli eventi non si ripetono mai. Ma nel giuoco instabile che li trascina, possibile scoprire analogie feconde. le masse cederebbero meno facilmente alle infiammazioni passeggere se conoscessero meglio il passato; i politici stessi non si lascerebbero indurre dalla presunzione a iniziative imprudenti che ritengono originali, se conoscessero la sorte toccata in passato a imprese dello stesso genere. (Georges lefranc, introduzione a le sinistre in francia). non poteva in italia non verificarsi quanto previsto. dal porcellum non poteva non venir fuori che una porcata: tre minoranze, incapaci di formare una maggioranza in grado di governare. piero ostellino nel suo articolo Vicini alla Germania (ma anni Venti) fa unanalogia tra la repubblica di Weimar che port al nazismo e lattuale situazione italiana. i tedeschi avevano ben ragione contro le potenze che avevano imposto il terribile trattato di pace di Versailles mentre gli italiani, anche se parlavano di Vittoria mutilata, non nutrivano verso le grandi potenze lo stesso feroce odio dei tedeschi, un odio che gridava vendetta; e trovarono, in Hitler, il vendicatore. il problema dei tedeschi era internazionale mentre il problema italiano nazionale; riguarda soprattutto la politica interna. a meno che non si vogliano

analogie folli e folli rimedi

6 Marzo 2013, Mercoled

Gli italiani sono arrabbiati ma non gi contro le potenze straniere ma contro la propria classe dirigente che ha governato lItalia negli ultimi ventanni

6 Marzo 2013, Mercoled

13

attribuire allunione europea, e non gi a noi stessi ovvero alla nostra classe dirigente, le condizioni di crisi in cui versa litalia. Gli italiani sono arrabbiati ma non gi contro le potenze straniere ma contro la propria classe dirigente che ha governato litalia negli ultimi ventanni. per cui, se proprio si vuole trovare

una analogia, bisogna cercarla nel fascismo con i suoi tre cardini: ordine, disciplina, gerarchia e in quella che dino Grandi chiamava lignobile cantina di Montecitorio. i Grillini sono, come allorigine fu il fascismo, uno stato danimo. essi sono tuttavia riusciti a realizzare,

malgrado la violenza verbale di Grillo e la sua intransigenza sui comportamenti dei seguaci, a realizzare la restaurazione civile, auspicata a suo tempo da Gioacchino Volpe, ma che non fu possibile realizzare col fascismo, il quale organizz squadre di combattimento armate, provocando una cruen-

ta guerra civile con i socialisti che volevano trasferire in italia la rivoluzione russa, issando bandiere rosse e ammainando il tricolore italiano, per cui ci furono morti e feriti da entrambe le parti. Ma, ad un certo punto, si pose il problema di fare del fascismo un partito. e lo stesso problema che si

sta presentando per i Grillini. la ragione fondamentale del partito scriveva Mussolini questa: quando un movimento da contingente quale era il fascismo nel 1919 diventa trascendente; quando assume carattere di finalismo, esso diventa partito. o altrimenti decade e muore(come poi, nel secondo dopoguerra, avvenne per il Qualunquismo). il partito un gesto di coraggio. e un segno di giovinezza e di vitalit. Mentre Marsich auspicava, in contrasto con Mussolini, una unione degli italiani non degeneri al disopra dei partiti. per i Grillini la classe politica formata da italiani degeneri se non addirittura da morti che parlano, come stato brutalmente definito Bersani. e allora? cosa vogliono fare i Grillini? continuare a insultare destra e sinistra e rendere litalia ingovernabile? se questo che vogliono, se non riescono a diventare partito, sono condannati alla decadenza e alla morte, trascinando con s nella tomba lintera nazione. Ma,

per creare un partito, necessario non diciamo un duce ma certamente un leader. pu Grillo considerarsi un duce, un leader? egli riuscito a muovere una enorme massa di italiani ma, se non diventa partito, il grillismo resta uno stato danimo. ci pensino i grillini e si cerchino un capo che li possa, con i piedi per terra, guidare nel responsabile governo della nazione. Qui si fa litalia o si muore! e i grillini sono giovani e forti, sono vivi, e hanno a cuore le sorti della nazione. non basta distruggere, bisogna ricostruire e pensare al futuro. linvito del sindaco di Bologna Virginio Merola a Bersani di farsi da parte e di cedere la leadership del pd al sindaco di firenze Matteo renzi, detto il rottamatore, va preso in seria considerazione, anche perch viene avallato dallassessore democratico bolognese luca rizzo nervo, ma anche dal giornalista antonio polito, che giudica Bersani il leader che non ha vinto. supponiamo che Bersani si dimetta. supponiamo che renzi venga acclamato leader del partito democratico. supponiamo che durante le consultazioni il presidente napolitano incarichi renzi di formare il nuovo governo. supponiamo che renzi rottami la vecchia classe dirigente del pd; supponiamo che egli segua le orme di crocetta aggregando i grillini e formi il nuovo governoriuscir un tale governo a governare? o prevarr la legislatura costituente di dalema contro la disperazione sociale? ai sopravvissuti lardua sentenza! constata amareggiata e depressa mia moglie: siamo senza papa e senza Governo! *Professore

Quando la volpe non arriva alluva allora dice che acerba

A margine delle polemiche legate alla gestione della raffineria delle idee di Priolo

14

6 Marzo 2013, Mercoled

Associazione temporanea di scopo per il Sud Est


l consiglio comunale del comune di Palazzolo Acreide ha finalmente approvato lo schema di costituzione per lassociazione temporanea di scopo denominata per loccasione Obiettivo zero, prevista dal patto dei sindaci del distretto del sud est siciliano e del comprensorio ibleo. Si tratta di un provvedimento importante e che riguarda la formazione di unaggregazione tra comuni per un bacino di utenza di centomila abitanti con lobiettivo di redigere un piano di azione per lo sviluppo di energie sostenibili, con limpegno per le amministrazioni aderenti al rispetto degli obiettivi stabiliti nel patto dei sindaci per la realizzazione di iniziative finalizzate ad aumentare lefficienza energetica e lutilizzo di fonti energetiche rinnovabili, per raggiungere lobiettivo europeo di riduzione del 20 per cento delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera entro il prossimo anno solare 2020. E linizio di un percorso virtuoso afferma il sindaco Carlo Scibetta - che dovrebbe portare a un contenimento dei costi energetici e ad un aumento dellutilizzo delle fonti da energie rinnovabili con conseguente rispetto dellambiente. Il consiglio ha poi approvato le agevolazioni in favore dei privati che hanno partecipato ad una manifestazione di interesse pubblicata dal Comune di Palazzolo Acreide, comunicando di essere interessati ad entrare in partenariato con il Comune per la presentazione alla Regione siciliana del progetto relativo alla riqualificazione urbana mediante realizzazione di alloggi a canone sostenibile. Le agevolazioni in questione consistono nellesonero totale del costo di costruzione per tutti quei privati che intenderanno ristrutturare il proprio immobile ricadente nel centro storico e che insieme al Comune inoltreranno apposito progetto alla Regione per laccesso a finanziamento pubblico. In particolare lamministrazione comunale orientata a inoltrare entro il prossimo 15 marzo un progetto dellimporto di circa due milioni di euro per il completamento del quartiere Lenza Orologio. Questo progetto prevede la ristrutturazione di circa dieci alloggi fra pubblici e privati e interventi di urbanizzazione primaria e secondaria della zona.

Il Noto supera con due reti la forte compagine campana dell'Agropoli di mister Dellisanti ed il presidente Musso in sala stampa rivolge una particolare dedica al pubblico intervenuto per l'occasione al Palatucci.
Il Palazzolo in riva allo Stretto affonda sotto i colpi di un Messina cinico e capace di ribaltare il momentaneo vantaggio gialloverde messo a segno da Marco Mazzeo. Pidatella, out Calabrese e Sarli per infortunio, si affida a Martines e Graziano a centrocampo con Caputa e Miraglia sugli esterni, Aperi a sostegno dellunica punta Mazzeo. Cunsolo, Perricone, Chiariello e Liga sono andati a comporre la linea difensiva. Al 5 il Palazzolo si fa vedere per la prima volta dalle parti di Lagomarsini. Botta dal limite dellarea di Caputa deviata da un difensore giallorosso. Lestremo difensore peloritano blocca a terra. I gialloverdi passano in vantaggio un minuto dopo. Lancio di Graziano per Mazzeo che sinvola verso la porta peloritana e batte Lagomarsini in uscita. Il Messina, dopo aver incassato il gol, risponde con un gran pressing e si fa vedere dalle parti di Scordino al 13 con una punizione di Savanarola che va alta sopra la traversa. I gialloverdi reggono bene lurto ma al 28 i padroni di casa vanno vicini al pari. Parach serve al centro dellarea Cocuzza. Scordino in uscita riesce a stoppare lattacco del numero 10 messinese bloccando la sfera con un doppio intervento. Messina ancora pericoloso al 32. Cross di Corona. Savanarola in tuffo colpisce di testa spedendo fuori. Il gol del pari arriva al 34. Cross dalla sinistra di Savanarola, deviazione di Perricone e palla sui piedi di Cocuzza che ben appostato nellarea piccola batte Scordino da pochi passi. Con un micidiale uno-due il Messina ribalta il risultato. Minuto 36. Cross dalla sinistra e palla svirgolata da Liga. La sfera giunge sui piedi di Corona che fa 2-1. Il Palazzolo accusa mentalmente il colpo e i peloritani si portano sul 3-1 al 42 con Parach che viene pescato in area e batte Scordino per la terza volta. Nella ripresa le squadre rientrano in campo entrambe in dieci uomini per lespulsione di Cucinotta e Perricone per una rissa nel sottopassaggio. Al 50 Palazzolo vicino al gol. Cross dalla destra e colpo di testa di Caputa che finisce a fil di palo. Al 64 il Messina potrebbe siglare il poker ma il miracoloso recupero di Chiariello riesce a bloccare Savaranola lanciato a rete. Nel finale il Palazzolo potrebbe accorciare con un colpo di testa di Mazzeo. Lagomarsini controlla. Il Palazzolo rimane al quartultimo posto in classifica. Domenica si torna allo Scrofani Salustro per la sfida alla vicecapolista Cosenza. Il Noto supera con due reti la forte compagine campana dell'Agropoli di mister Dellisanti ed il presidente Musso in sala stampa rivolge una particolare dedica al pubblico intervenuto oggi al Palatucci. Vittorie come queste hanno un grande significato e valore sia per la classifica ma anche per il messaggio di grande attaccamento alla propria squadra del cuore. Oggi, afferma il Presidente Musso, in occasione della Giornata Granata mi sembra "doveroso" e "giusto" dedicare e ringraziare i tifosi che in questa giornata granata si sono sacrificati pagando 10,00 euro e comprendendo le ragioni di una societ e di un Presidente che con grandi sacrifici ed investimenti sta concretamente guidando il Noto a quella che fino a qualche mese fa era solo utopia. Conclude il Presidente Musso che avrei voluto un pubblico pi numeroso visto che la domenica precedente si era registrato un'affluenza di 800 persone, ringrazio in ogni caso le 326 persone paganti e presenti allo stadio a cui dedicher la salvezza del Noto.

calcio serie d. il palazzolo cade sotto i colpi del Messina, sesta vittoria per il noto

SPORT Siracusa

6 Marzo 2013 Mercoled

15

uando la volpe non arriva alluva dice che e acerba A parlare sono larch. Stefano Pennisi e il consigliere comunale Alessandro Biamonte, responsabili e cofondatori insieme ad altri amici della Raffineria delle Idee. Bisogna parlare di progetti, la gente attende risposte ed stanca di questo teatrino mediatico, ridicolo nel tentativo di dimostrare la propria forza numerica a svantaggio di coloro che hanno la forza dei contenuti e delle idee. Vogliamo un confronto sui programmi e sulle iniziative a favore dei cittadini e del territorio, non vogliamo dimostrare la forza rabbiosa dei numeri ma ci proponiamo di rappresentare lo tsunami delle coscienze dei cittadini per un futuro migliore di Priolo. Secondo larch. Stefano Pennisi e il consigliere comunale Alessandro Biamonte, responsabili e cofondatori insieme ad altri amici della Raffineria delle Idee, vi un tentativo perverso di screditare e diffamare il loro operato autonomo e libero, da parte di coloro che in tutti i modi si auguravano un nostro sostegno alla candidatura del dott. Massimo Toppi. Siamo veramente stanchi spiegano larch. Stefano Pennisi e il consigliere comunale Alessandro Biamonte, responsabili e cofondatori insieme ad altri amici della Raffineria delle Idee di questo modo subdolo e cinico di condurre la politica esclusivamente per interessi di poltrona, disposti al massacro mediatico pur di ritornare al governo del Paese. Siamo veramente stanchi proseguono larch. Stefano Pennisi e il consigliere comunale Alessandro Biamonte, responsabili e cofondatori insieme ad altri amici della

Raffineria delle Idee, non sanno pi cosa inventarsi per dimostrare che il nostro Gruppo si disgrega, inventando ogni giorno unassurdit per avere un attimo di gloria. Associazioni inesistenti che escono fuori dalla Raffineria delle Idee, persone posteggiate da tempo nei nostri progetti esclusivamente con lunico obiettivo di sopravvivere per poi garantirsi la poltrona e sostenere Massimo Toppi. Noi non abbiamo paura, siamo stati vittime di svariati volantini anonimi e non ci siamo mai piegati a nessuno, siamo vittime quotidianamente di diffamazioni e calunnie gratuite. Noi non ci fermeremo davanti a nessuno, perch abbiamo un sogno di libert e di autonomia per un futuro migliore, per i nostri figli. Dovremmo elencare ogni giorno i nostri successi relativi alla progettualit e allaggregazione, ma questo gioco vigliacco, codardo sinonimo di bassezza culturale e sociale lo lasciamo ad altri, noi siamo per il fare e

non contro di Potremmo anche perdere, ma perderemo con dignit perch possiamo domani, raccontare ai nostri figli di non esserci piegati ad un monopolio politico che regna sovrano a Priolo da anni. Con orgoglio siamo fieri di aver detto no ad una coalizione che vede protagonista esclusivamente una famiglia come se fosse la proprietaria dei cittadini e del territorio. Siamo orgogliosi di aver detto no ieri ed oggi ad una amministrazione che abbiamo (solo noi) contrastato con proposte chiare, rifiutando poltrone o logiche di potere. Ritenendo che la politica debba essere esclusivamente a servizio del cittadino e del suo territorio, abbiamo fatto una scelta chiara, senza promesse e senza inciuci. O ci sono progetti si parla di cio che si vuole fare per i priolesi oppure si vada a raccontare barzellette! concludono larch. Stefano Pennisi e il consigliere comunale Alessandro Biamonte

pallanuoto a1/M. troppo forte la capolista nuoto/ Zimmitti: i risultati conseguiti Brescia per napolitano e compagni ai Campionati assoluti ripagano i nostri sacrifici"
Il capolista Brescia macina lennesima vittoria e passa a Siracusa con il risultato di 16 a 5. Alla Paolo Caldarella si gioca a porte chiuse per la mancata autorizzazione della Questura in assenza della conformit attesa dalla Commissione comunale di vigilanza sui pubblici spettacoli. Un clima irreale raffreddato irrimediabilmente dopo appena 19 secondi di gioco quando la coppia arbitrale assegna un gol al Brescia con il pallone chiaramente al di fuori della linea di porta. Una concessione naturalmente irrilevante nelleconomia della partita, ma che segna il corso del primo parziale e alimenta un eccessivo nervosismo. Per il resto gli uomini di Bovo appaiono determinati e mai sazi; parziali su parziali e reti su reti che portano al successo ampio e meritato. In casa Ortigia la consapevolezza di poter fare molto meglio, come gi avvenuto durante la stagione, e preparare la trasferta di Nervi della prossima settimana. Poi si spera di tornare a giocare in casa davanti al proprio pubblico. Siamo certi sar cos ha commentato al termine il presidente del Circolo Canottieri Ortigia, Valerio Vancheri sarebbe grave il contrario. Questa squadra, cos come tutte le altre societ impegnate nella struttura, meritano di giocare davanti ai propri tifosi. Commento Aldo Baio (all. Ortigia): Sapevamo che sarebbe stato difficile contro la prima della classe. Brescia esprime la migliore pallanuoto e non la dobbiamo scoprire certo noi. I ragazzi hanno provato sin dallinizio a rispondere ai lombardi ma non siamo stati bravi a insistere. Ora dobbiamo riprendere la giusta concentrazione per affrontare il match di sabato prossimo contro Nervi. Andremo in Liguria per giocarci la partita certi che vale gran parte del campionato. Non sar sicuramente lultima spiaggia ma dovremo fare bene. Dieci primi posti, 5 secondi posti, un Record Regionale con Federico Gianno nei 100 Rana, 7 posto assoluto su 36 squadre presenti (primatra le squadre siracusane!) con soli 8 atleti, questo il risultato pi che soddisfacente della NUOTO 95 SR, allenata dallintramontabile prof. Armando Zimmitti, ai Campionati Regionali Primaverili Assoluti e di Categoria di Nuoto, che si sono svolti dall1 al 3 marzo, presso la piscina comunale di Caltanissetta. La Nuoto 95 SR si presentata con Francesca Bonomo; Andrea Coppola (1 nei 50 Dorso e nei 100 Dorso, 2 nei 200 Dorso per la categoria Junior); Giorgia Gallo (1^ nei 50 Rana e 2^ nei 100 e 200 Rana e 400 Misti, per la categ. Junior); Federico Gianno 1 nei 50, 100 e 200 Rana, stabilendo il nuovo Record Regionale sulla distanza dei 100 metri); Francesca Grasso; Biagio Schifano; Lorenzo Scivoletto; Valeria Villari (ben quattro primi posti!! Nei 400, 800 e 1.500 Stile Libero, 400 Misti ed un secondo posto nei 200 Farfalla). Sono molto soddisfatto per il prof. Zimmitti , per questi ragazzi e per i loro genitori. Questi risultati li ripagano di tutti i loro sacrifici che fanno giornalmente. Penso ai doppi allenamenti giornalieri, di cui uno alle sei e mezza del mattino e poi, di corsa a scuola! Agli allenamenti pomeridiani allaperto, sfidando freddo ed intemperie. Non posso che essere onorato ed orgoglioso di avere nella mia societ questo gruppo di ragazzi eccezionali ed il prof. Zimmitti, praticamente la storia del nuoto siracusano

opo la decisione del contenitore culturale La raffineria delle idee di sostenere, per la sua candidatura a sindaco di Priolo Gargallo, Stefano Pennisi lassociazione culturale Zefiro che mi onoro di presiedere ha deciso di uscire da tale contenitore poich riteniamo che le attivit culturali ed associative debbano mantenere la loro indipendenza da quelle politiche. Per alcuni, infatti, on pi tollerabile che si strumentalizzino e si creino delle realt con scopi diversi da quelli per cui sono nate, peraltro la decisione di sostenere una candidatura politica in maniera ufficiale, presa in completa autonomia e senza la partecipazione di chi si speso nel tempo per creare una realt apprezzabile e socialmente utile. Quindi lassociazione Zefiro mantiene la sua indipendenza e funzione sociale. Per quanto riguarda invece il sottoscritto afferma il presidente dellassociazione culturale Zefiro Domenico Sferrazzo mi ritengo fermamente convinto che unica vera alternativa credibile per fare uscire Priolo dal periodo buio in cui piombato in questi 5 anni scellerati, sia la candidatura di Massimo Toppi e della coalizione che lo sostiene che ha sempre dimostrato seriet e coerenza senza cedere alle sirene di piccoli accordi di bottega.

Una decisione che non si pu affatto condividere sino in fondo nei contenuti

16

6 Marzo 2013, Mercoled

autosport s.r.l. c.da targia 18

siracusa tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Interessi correlati