Sei sulla pagina 1di 9

Noi sindaci vittime del disagio sociale

A pagina otto www.libertasicilia.com

FONDaTO NEL 1987 Da GIUSEPPE BIaNCa

AMENTA

Condannato a 5 anni rapinatore siracusano


i A pagina sei e mail info@libertasicilia.com

CRONACA

Pronti a uccidere
Pronto il nuovo Cda
Manca
solo la registrazione alla Corte dei Conti per la delibera con la quale viene nominato il nuovo consiglio d'amministrazione dell'Istituto nazionale del dramma antico di Siracusa, abbandonando di fatto la lunga fase commissariale e ripristinando al suo vertice il sindaco della citt capoluogo, come lo era in precedenza. Dopo le rassicurazioni dellex Ministro Bray, che mi aveva confermato lo sblocco delliter sulla nomina del consiglio di amministrazione dellInda e ancora prima della visita del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, ho ritenuto di insistere presentando nel mese di febbraio 2014 una nuova interrogazione.
A pagina quattro

gioved XXVII -FAX 0931 / 60.006 - PUbbLICIT: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0, 50 sabato 20 17 marzo marzo2014 2012 Anno Anno XXV N. 64 64 DIREZIONE DIREZIONEAmministrazione Amministrazionee eRedazione: Redazione:via viaMosco Mosco51 51 Tel. Tel.0931 093146.21.11 46.21.11 FAX 0931 / 60.006 - PUbbLICIT: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 0,50

QUoTidiano dELLA PRoVinCia Di DI SiRaCUsa SIRACUSA

Sanit

Procura e carabinieri certi sulle intenzioni dei quattro arrestati


FONDAZIONE INDA

Dopo La Porta, in cantiere altri agguati

I quattro indagati per l'omici-

dio di Nicola La Porta, avvenuto il 2 marzo scorso nei pressi del cimitero di Floridia, erano pronti a mettere a segno altri episodi omicidiari. Un risvolto clamoroso alle indagini dei carabinieri del reparto operativo, che avevano gi monitorato alcuni dei soggetti che sono oggi indagati per l'omicidio di Floridia. I dettagli sono stati resi noti nel corso delloperazione denominata Efesto. Tra tutti, Osvaldo Lopes, siracusano di 38 anni, che era sotto intercettazione sia ambientale che telefonica.
A pagina sette

ECONOMIA

Autostrada e svincolo Maremonti in evidenza


A pagina cinque

Nuovo ospedale Priorit assoluta

La costruzione del nuovo ospedale di Siracusa ha priorit uno.

Lennesima assicurazione la lettera a firma dellassessore regionale alla Sanit, Lucia Borsellino (nella foto a destra), inviata al Ministero della Salute, direzione generale della programmazione sanitaria, dei livelli di assistenza e dei principi etici di sistema e che conferma tutti gli impegni presi nellincontro palermitano alla presenza del commissario straordinario dellAsp, Mario Zappia.
a pagina tre

20 maRZO 2014, GIOVED

di Arturo Messina Si dice che laffabilit e la facezia Wolfang Amedeus Mozart leredit dalla madre, mentre la straordinaria inclinazione alla musica leredit dal padre, che di lui e della figlia Maria Anna Walfurga detta Nannerel ne fece due bimbi prodigio, che per il loro incredibile talento si esibivano insieme (come straordinari concertisti fin dalla et quando gli altri coetanei cominciavano ad andare alla prima classe elementare) anche per lalta nobilt viennese e venivano coccolati persino dalla famiglia reale e, appena pochi anni pi tardi, nelle maggiori capitali dellEuropa, come Londra e Parigi, dove cantavano e suonavano in modo straordinario insieme pi strumenti, compreso il violino, soprattutto Wolfang, componendo e perfino improvvisando. Da ci si pu capire la inimitabile bellezza delle quasi settecento sue composizioni. Ma non basta la genialit: occorre leccezionale equilibrio formale, che il sommo genio musicale possedeva in pieno, anche se non possedeva pienamente quello interiore, se, come sappiamo, soffriva di ambivalenza psichica, di disequilibrio tra il pi straordinario rigore artistico e il vissuto quotidiano, il comportamento nei confronti anche della religione, della morale, criticabile e, purtroppo, non da pochi criticato. I musicologi e i sociologi, tuttavia, sogliono sostenere che si devono al suo temperamento variabile, al suo vissuto cos contrastante e contrastato (riferiscono che spos la seconda figlia di Weber, che si opponeva fermamente, mentre prima era innamorato della primogenita, grande promessa del bel canto che non ebbe a realizzare il sogno del padre perch mor meno che ventenne, prima ancora che Mozart le dichiarasse il suo amore!) i frequenti, spesso anche repentini, passaggi dal brioso allelegiaco, dal vivace al languido, che costituiscono uno dei pi prodigiosi fenomeni di tutta la storia della musica. Sia nelluno che

e-mail info@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

20 maRZO 2014 gIOVED

Il nuovo ospedale Priorit assoluta


La
costruzione del nuovo ospedale di Siracusa ha priorit uno. Lennesima assicurazione la lettera a firma dellassessore regionale alla Sanit, Lucia Borsellino (nella foto a destra), inviata al Ministero della Salute, direzione generale della programmazione sanitaria, dei livelli di assistenza e dei principi etici di sistema e che conferma tutti gli impegni presi nellincontro palermitano alla presenza del commissario straordinario dellAsp, Mario Zappia. In particolare nel (DUPISS), si chiede la rimodulazione della proposta originaria prevedendo linserimento del nuovo ospedale di Siracusa. Lo dichiara il sindaco, Giancarlo Garozzo, che ha ricevuto la lettera sottoscritta dallassessore regionale Lucia Borsellino. Lospedale di Siracusa continua il Sindaco - inserito sin dal 2012 al 74 posto e in fascia 3, passa grazie alla nostra caparbiet e al buon senso dellassessore Borsellino, in prima fascia con priorit assoluta. Continueremo a monitorare il percorso del finanziamento a Roma, cercando di portare a compimento liter amministrativo che ci porter alla costruzione del nuovo ospedale. Ancora una volta conclude Garozzo qualcuno ha mentito sapendo di mentire e provveduto a fare disinformazione. Perch questi attacchi non sono stati

Una lettera dellassessore regionale alla Sanit conforta le speranze

Esprimiamo, per-

Piano paesistico va bene

La nuova struttura ospedaliera di Siracusa inserito sin dal 2012 al 74. posto e in fascia 3 passa ora in prima fascia

Al concerto dallASAM offerto domenica scorsa ai suoi soci nel salone Carabelli stato il turno dellOrchestra da Camera Aretusea
nellaltro momento, il punto di raccordo, infatti, lepicentro della sua ispirazione e della sua creativit fu linimitabile linea melodica di tutta la sua produzione: s che il suono di uno strumento potrebbe essere sostituito dalla voce umana, persino nei pi stupendi gorgheggi di violino, o di flauto con il pi portentoso risultato! S, di flauto: del magico flauto del m Domenico Testai, che in quel Concerto per flauto e orchestra K. V. 138 in Fa maggiore, stato il clou delleccellente esibizione dellOrchestra da Camera Aretusea, che domenica scorsa ha riscosso il pi lusinghiero successo davanti ai numerosi e competenti appassionati di musica seria che gremivano la platea dellex Cinema Lux, il salone Carabelli, divenuto la sede dellASAM. Orchestra che per la qualit dei suoi componenti indubbiamente fa pensare a quanto sarebbe opportuno impiegarla, assieme a quella del m Michele Pupillo, come massa orchestrale del Teatro Comunale Lino Puglisi. Ritengo che cos debba chiamarsi, essendo stato il nostro indimenticabile concittadino venuto a mancare tragicamente il 4 maggio del 2012 uno dei pi famosi baritoni dItalia, se non il pi famoso, visto che stato acclamato protagonista nei pi prestigiosi teatri lirici di tutto il mondo- come ha scritto lANSA annunziando la sua morte improvvisa- giungendo alla Scala di Milano a soli 27 anni, riaffermandosi per sedici stagioni consecutive ed esibendosi al cospetto di sovrani, capi di Stato e di Sua Santit Giovanni XXIII che lo chiam <Il cavaliere del belcanto!> I suoi componenti: VIOLINI: Dario Militano, Giu seppe Zappal, Francesca Gugliotta, Salvarore Lo refice, Niccol Masmeci, Cristina Darrigo, Clelia Lavenia; VIOLE: Salvatore Randazzo, Matteo Blundo, Marioa Davide Leonardi; VIOLONCELLI:Chiara DAparo, Salvatore Mammoliti, Stefania Puccia; CONTRABASSO: Carmelo La Manna. Fondatore e direttore dellorchestra il M Vittorio Genovesi, anchegli ottimo violinista e presidente dellASAM, Egli prima che cominciasse il concerto ha preso la parola per dire che il concerto era dedicato allavv. Antonino Franz, gi vicepresidente e socio fondatore della stessa ASAM. Gi fin dallinizio del concerto, tutto dedicato a Mozart, con quella celeberrima aria pregna di religiosit che precedeva lAllegro del Divertimento n.3 K.v. 138 in Fa maggiore, ha coinvolto luditorio con quello che ha subito dato limpressione, oltre che dun dialogo concertante, stumentale, dun dialogo vocale, colloquiale, dove a un momento di serenit ne subentra uno di tensione, ad uno euforico se ne accavalla uno di diatriva, ad uno eufori-

Un Mozart alla maggiore ma


co ne incalza uno drammatico. Il tutto con una chiarezza di linguaggio musicale che ha la stessa chiarezza vocale, s da assurgere la funzione, il carattere duna romanza. A modello della canzone che si ascolta un po dovunque, al festival di Sanremo? Che abisso di differenza! E dire che oggi per una modestissima canzone ci vuole una mezza dozzina di persone, tra parolieri,( si pu parlare di versi, di poesia?), musicisti, arrangiatori, editori, cantanti mentre la musica mozartiana tutta un Lieder, e per giunta composta da un solo autore, che cominci a comporre ad appena una diecina danni centinaia dopere immortali e morendo fin quando gli altri hanno appena comincia, a 35 anni e lo fece passando agevolmente dallallegro al largo, dal vivace alladagio,, cos come fece per il teatro, dove comp un eccezionale innesto tra lopera buffa e il dramma, cos come cos rapidamente pass nella vita dalla immensa soddisfazione del successo artistico, allimmensa tristezza del vissuto, persino della morte, cui non assistette nessuno! Sempre saldo restando il pi eccezionale equilibrio formale, nella sua cos vasta, cos meravigliosa e rara creativit musicale!

In foto, lassessore regionale alla Sanit, Lucia Borsellino.

tanto, soddisfazione per la scelta assunta dalla giunta di ritirare il ricorso al TAR presentato contro il piano paesaggistico. Tutela e valorizzazione del territorio, trasparenza e legalit nella gestione dei servizi, progetto di crescita sostenibile con al centro il lavoro, i giovani e le fasce pi deboli della societ, rappresentano, a nostro avviso, i punti pi qualificanti contro ogni rischio di ritorno al passato, di trasversalismi inciucisti per un processo di cambiamento vero di Siracusa". Lo sostengono il parlamentare Pippo Zappulla e la consigliera comunale Simona Princiotta.

fatti nel 2012 quando la nostra citt era stata collocata al 74 po-

sto? Perch nessuno della deputazione si interessato allora per

ottenere i finanzia- gli attacchi, quando river? Io le risposte menti in tempi pi ra- si ha la certezza che me le sono gi date e pidi? Perch solo ora il finanziamento ar- credo anche la citt.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Yaris Hybrid Lounge E 15.950. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011) con il contributo della Casa e dei Concessionari Toyota. Auris Hybrid Active ECO prezzo di listino 23.450 E (inclusa IVA, esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011). Ecoincentivo Toyota senza rottamazione o permuta: 4.000 E inclusa IVA con il contributo della Casa e del concessionario. Prezzo promozionale E 19.450. Offerta valida fino al 28/02/2014. Immagine vettura indicativa. Valori massimi: consumo combinato 27 km/l, emissioni CO2 85 g/km.

20 maRZO 2014 gIOVED

20 maRZO 2014 gIOVED

Nuovo Cda dellInda: manca soltanto la Corte dei Conti


Manca solo la registrazione alla
Corte dei Conti per la delibera con la quale viene nominato il nuovo consiglio d'amministrazione dell'Istituto nazionale del dramma antico di Siracusa, abbandonando di fatto la lunga fase commissariale e ripristinando al suo vertice il sindaco della citt capoluogo, come lo era in precedenza. Dopo le rassicurazioni dellex Ministro Bray, che mi aveva confermato lo sblocco delliter sulla nomina del consiglio di amministrazione dellInda e ancora prima della visita del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, ho ritenuto di insistere presentando nel mese di febbraio 2014 una nuova interrogazione per sollecitare lapprovazione del nuovo statuto della Fondazione Inda, atto propedeutico e necessario per rinominare il C.D.A. ed il Presidente nella persona del Sindaco di Siracusa. Cos lOn. Sofia Amoddio del PD, membro della Commisione Giustizia della Camera dei Deputati e della Giunta per le Autorizzazioni a procedere. Il Ministero della Pubblica Amministrazione retto da Marianna Madia mi ha confermato che il decreto relativo all'approvazione dello Statuto della Fondazione Inda, risulta restituito, controfirmato dal precedente Ministro D'Alia, al Ministero dei beni e delle attivit culturali lo scorso 17 febbraio 2014 per i successivi adempimenti di competenza. Lo stesso assenso risulta essere stato acquisito dagli altri ministri cofirmatari". Pertanto prosegue lOn. Amoddio - manca soltanto la registrazione della Corte dei Conti. Una volta pubblicato il decreto, sar possibile procedere con la nomina del CdA e di conseguenza con quella del sovrintendente. Sembra finalmente chiudersi questa incresciosa vicenda che aveva svuotato la Fondazione della sua rappresentanza territoriale. Nellinterrogazione conclude lOn. Amoddio ho altres insistito per accelerare le iniziative per il centenario del Comitato costituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il 26 marzo calendarizzata la risposta in commissione.

I ministeri della Pubblica amministrazione e quello dei beni culturali hanno detto s

Lo convocher a breve lassessore regionale alle Indfrastrutture, Nino Cartabellotta

Amoddio: Una volta pubblicato il decreto, sar possibile procedere con la nomina del Consiglio e di conseguenza con quella del sovrintendente

un incontro in assessorato in presenza dei vertici dell'Anas, del Cas, dell'assessore ai Lavori pubblici del comune di Siracusa e delle due imprese
E stata confermata la disponibilit da parte dell'assessore regionale alle Infrastrutture, Nino Bartolotta, per un vertice palermitano per stabilire una tempistica di apertura dei nuovi svincoli sulla Maremonti. Ad annunciarlo stato il presidente della III commissione Attivit produttive dellAssemblea regionale siciliana, Bruno Marziano, che ha scritto allassessore per sollecitare lincontro. Il deputato regionale siracusano sta seguendo da vicino la vicenda che riguarda gli svincoli ed i lavori di riqualificazione stradale. La viabilit esterna alla citt di Siracusa , infatti, interessata alla realizzazione di due grandi opere, gli svincoli autostradali sulla maremonti che collegheranno lautostrada Siracusa-Gela direttamente alla citt e ai comuni della zona montana, e la realizzazione del nuovo tratto della strada statale 124, da Siracusa sino allo svincolo autostradale. La contemporanea realizzazione di queste due opere ha detto Marziano - e soprattutto lo stato di avanzamento della SS 124, potrebbe comportare nei mesi estivi una situazione di drammatico ingolfamento della viabilit di tutta l'area, poich nei mesi estivi verso le contrade balneari della zona sud della provincia si riversa una imponente mole di traffico proveniente da Catania. Per lonorevole Marziano, tale difficilissima situazione, foriera di drammatici incidenti, pu essere evitata con l'apertura degli svincoli sulla maremonti in modo da evitare il riversarsi dell'enorme flusso veicolare sulla strada statale 124, dove insistono i lavori di realizzazione della nuova arteria. Poich ritengo ha continuato il deputato regionale, Bruno Marziano - che tale soluzione sia assolutamente praticabile stante lo stato di avanzamento dei lavori degli svincoli, ho chiesto allassessore Bartolotta di volere organizzare urgentemente un incontro in assessorato in presenza dei vertici dell'Anas, del Cas, dell'assessore ai Lavori pubblici del comune di Siracusa e delle due imprese interessate alla realizzazione dei lavori, per stabilire una tempistica di apertura dei nuovi svincoli che elimini il problema.

Svincolo sulla Maremonti Un vertice sulla tempistica

Vorrei tranquillizzare gli scettici della speranza, che non soffro di vuoti di memoria e non sto con le mani in mano. Comprendo chi ragiona secondo vecchie logiche

In foto, l0n. Sofia Amoddio.

di partito e che sono dure a morire, ma sono abituata a rispettare le istituzioni e chi le rappresenta e utilizzo gli strumenti di legge, ovvero gli atti parlamentari.

Chi pensa di avere canali preferenziali e ritiene che utilizzarli dimostri abilit o forza politica lo faccia pure, io seguo quelli istituzionali e formali.

In foto, i lavori allo svincolo autostradale sulla Maremonti.

Larea del parco Robinson destinata a protezione civile


In sede di conferenza dei servizi, il Dipartimento regionale di Protezione civile ha approvato il progetto dei lavori di adeguamento dellarea di via Madre Teresa di Calcutta da destinare a ricovero di protezione civile. Il finanziamento, circa 600mila euro, rientra nellambito del PO-FESR 2007-2013, linea di intervento 2.3.1.8. e impegna la ditta che si aggiudicher lappalto a completare lopera entro 4 mesi dalla consegna dei lavori. Pensiamo che larea possa essere pronta per la met del prossimo anno: lo dichiara lassessore Maria Grazia Cavarra che ha seguito liter di approvazione e che aggiunge: Nelle intenzioni dellAmmi-

CITTA

Autostrada Siracusa-Gela: i sindacati ricevuti dal prefetto Armando Gradone


I lavoratori hanno il diritto di sapere e di conoscere tempi e stato di un appalto cos importante per il futuro del loro settore. Conosciamo l'attenzione e la sensibilit posta sulla questione dal Prefetto Gradone e lo ringraziamo per laggiornamento di questa mattina. Adesso attendiamo che vengano accelerati gli step per giungere allassegnazione definitiva dellappalto e, quindi, allinizio dei lavori per il completamento del tratto autostradale RosoliniModica". Cos, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Siracusa, Paolo Zappulla, Paolo Sanzaro e Stefano Munaf, ricevuti questa mattina dal Prefetto di Siracusa insieme ai segretari di categoria Eleonora Barbagallo, Paolo Gallo e Severina Corallo, intervengono subito dopo lincontro al quale ha preso parte il Direttore generale del Consorzio Autostrade Siciliane, Maurizio Trainiti. Il prossimo 21 marzo, cos come disposto dal responsabile unico del procedimento luned scorso, si terr la seduta pubblica per laggiudicazione provvisoria alla presenza delle sette ditte partecipanti. La Commissione ministeriale, valutate le conclu-

CRONACA

nistrazione c la priorit di mantenere fruibile il Parco Robinson durante il periodo dei lavori, anche se chiaramente occorrer la sua messa in sicurezza. La sua destinazione ad area di

ricovero ci permetter di portare a compimento il nostro pi vasto progetto di riqualificazione dellintera area: basti pensare agli interventi di sistemazione della struttura tensostatica o ai servizi.

sioni della subcommissione che ha verificato la congruit dellofferta anomala, proceder allaggiudicazione alla Cosedil e Societ italiana per condotte dacqua. Al Direttore generale del Consorzio abbiamo chiesto celerit nella convocazione del Consiglio direttivo hanno aggiunto i segretari Siamo certi che entro la prossima settimana avremo laggiudicazione definitiva e, quindi, un calendario certo per linizio dei lavori. I lavoratori, che nel ragusano e nel siracusano stanno pagando la forte crisi economica e di settore, vogliono per tempi certi e notizie dirette. Quest'opera unisce le economie ed il futuro di due province: industria, turismo, agricoltura e commercio. Vogliamo garanzie sui tempi di assegnazione per passare, subito dopo, alla stipula di un protocollo sulla legalit ed il lavoro. Certezze sugli appalti e, anche, garanzie occupazionali per la manodopera locale." Nel corso dello stesso incontro il Prefetto, raccogliendo le istanze dei sindacati, ha preannunciato un incontro con il Commissario dell'Autorit portuale di Augusta per fare il punto sui lavori di adeguamento dello scalo gi finanziati.

Protagonista della vicenda Sebastiano Montalto, vecchia conoscenza delle forze dellordine

20 maRZO 2014 gIOVED

20 maRZO 2014 gIOVED

Consum una rapina Condannato a 5 anni


rapina e poi di un rocambolesco inseguimento prima di finire in manette ad opera degli uomini della squadra mobile della Questura di Siracusa, Ad un anno di distanza dallepisodio, stato condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione oltre al pagamento di 2 mila euro di muta e all'interdizione perpetua dai pubblici uffici. La sentenza stata emessa dal Gup del tribunale, Michele Consiglio, a carico di Sebastiano Montalto, siracusano di 37 anni, gi noto agli ambienti giudiziari per altri precedenti penali. A difenderlo, lavvocato Junio Celesti, che non ha potuto fare niente di pi, soprattutto per la contestazione avanzata dal pubblico ministero a carico del suo assistito di altre due rapine. La vicenda oggetto della contestazione si riferisce al 20 aprile dello scorso anno quando il presunto rapinatore stato acciuffato a seguito di ricerche immediatamente successive alla consumazione del colpo. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori e sostenuto in aula dal rappresentante della pubblica accusa, il rapinatore, dopo aver colpito con un pugno la titolare di un negozio sito nei pressi di viale Teocrito, si impossessava di circa 500 euro in contanti e di un assegno di 480 euro e si allontanava. Purtroppo per lui i movimenti del rapinatore, gi noto alle forze di polizia, non sfuggivano agli Agenti della Squadra Mobile in servizio antirapina che iniziavano un inseguimento e diramavano una nota di ricerche alla sala operativa della Questura. Alle ricerche partecipavano attivamente anche gli uomini delle Volanti che, insieme agli investigatori della Mobile, bloccavano luomo, identificato per Sebastiano Montalto di 36 anni, in atto sottoposto agli arresti domiciliari, in un casolare abbandonato sito in Via Bologna nella zona della Borgata santa Lucia, dove il presunto autore del colpo si era asserragliato. Luomo resisteva allarresto e minacciava i poliziotti con una siringa. Gli Agenti, infine, tra-

Lepisodio avvenne in un negozio di viale Teocrtito, dove limputato simpossess della somma di 500 euro sferrando un pugno alla titolare
Si era reso responsabile di una

I quattro indagati pronti a compiere altri omicidi


In foto, Leonardo Maggiore, Salvatore Mollica, Giuseppe Genesio e Osvaldo Lopes.

Questo emerge dalle indagini delloperazione Efesto, portata a termine dai carabinieri
interessi per il traffico degli stupefacenti. Sembrerebbe, infatti, che i quattro non avessero gradito che La Porta avesse mostrato lintenzione di muoversi autonomamente costituendo un proprio canale per lapprovvigionamkento delle sostanze stupefacenti. Un omicidio, quindi, punitivo ma allo stesso tempo esemplare. A capo del presunto gruppo criminale vi sarebbe proprio il Lopes che, approfittando di un temporaneo vuoto di potere a Floridia, non avrebbe esotato ad imporsi, anche con luso delle armi, per assicurarsi il controllo di unimportante piazza per il traffico degli stupefacenti. F.N.

Nicola La Porta sarebbe stato ucciso per punire la sua decisione di mettersi in proprio nel traffico degli stupefacenti
be recato a Catania per formarsi un alibi. Ma i carabinieri hanno scandagliato e studiato le sue mosse, intercettando una sua conversazione nella quale si dice soddisfatto che il suo telefonino aveva agganciato una cella diversa da quella del luogo dell'omicidio. I frame delle immagini tratte dalla videosorveglianza sia del Comune di Floridia, ma anche da quelle installate dai carabinieri, hanno dato un riscontro ai sospetti e alla ricostruzione delle ultime fasi della vita di La Porta. In particolare, si nota l'arrivo di un individuo con casco integrale sul capo (individuato successivamente per l'avolese Giuseppe Genesio di 26 anni) che fa ingresso nell'abitazione della vittima. I due sullo scooter di Genesio si dirigono verso il luogo dell'appuntamento, dove si trova la vettura sulla quale vi sarebbero stati Lopes, insieme a Leonardo Maggiore, siracusano di 29 anni, e Salvatore Mollica, catanese di 40 anni residente a Floridia. Dalle immagini, girate all'una di notte del 2 marzo scorso, si nota la vettura sulla quale ha preso posto Nicola La Porta, ignaro di essere caduto in una trappola, che si allontana dall'incrocio per dirigersi verso il cimitero di Floridia. La distanza calcolata dagli investigatori di circa seicento metri, percorribili in un minuto. Secondo l'esito dell'autopsia, disposta dai sostituti procuratori Andrea Palmieri e Tommaso Pagano, che hanno coordinato le indagini, la morte di La Porta sarebbe avvenuta nelle primissime ore del 2 marzo. Il movente dell'omicidio gli inquirenti lo fanno risalire agli

In foto, Sebastiano Montalto. evano in arresto luomo con laccusa di rapina aggravata, evasione e resistenza a pubblico ufficiale, e lo conducevano in carcere. La somma di 150 euro, parte del provento della rapina, stata recuperata dagli agenti. Luomo so trova attualmente detenuto nel carcere di Cavadonna proprio a seguito di questo episodio di criminalit diffusa.

Tent di abusare sessualmente di una bimba Condanna a 5 anni e 4 mesi ad un siracusano


Avrebbe tentato di consumare abusi sessuali ai danni di una bimba di appena sette anni. Ma la reazione della vittima, che scappata, ha evitato il peggio. A distanza di sette anni dai fatti, il tribunale penale di Siracusa, ha inflitto la condanna a 3 anni e 8 mesi di reclusione a carico del siracusano Salvatore Canto. Nei suoi confronti anche il pubblico ministero Tommaso Pagano aveva sollecitato la condanna a 4 anni di reclusione. Deluse le attese della difesa, costituita dallavvocato Gaspare Campisi, mentre si ritiene soddisfatta la parte civile, costituita dai genitori della piccola vittima, con il patrocinio dellavvocato Eugenio Risuglia, che ha ottenuto un risarcimento danni quanti-

CRONACA

ficato in 15 mila euro. La vicenda si riferisce al 2007 quando, per quello che emerso in fase dindagine e successivamente dinanzi al tribunale, luomo avrebbe avvicinato la bambina che giocava al pallone in cortile. Lavrebbe, quindi, convinta ad entrare nel suo garage con la scusa di gonfiare il pallone. Una volta dentro, per, luomo avrebbe manifestato le reali intenzioni abbassandosi i pantaloni. La bimba, spaventata, fuggita ed ha poi raccontato tutto ai genitori, i quali hanno denunciato il loro vicino di casa. Laccusa ha retto anche perch, in fase di incidente probatorio, la piccola vittima ha confermato il suo racconto.

quattro indagati per l'omicidio di Nicola La Porta, avvenuto il 2 marzo scorso nei pressi del cimitero di Floridia, erano pronti a mettere a segno altri episodi omicidiari. Un risvolto clamoroso alle indagini dei carabinieri del reparto operativo, che avevano gi monitorato alcuni dei soggetti che sono oggi indagati per l'omicidio di Floridia. I dettagli sono stati resi noti nel corso delloperazione denominata Efesto. Tra tutti, Osvaldo Lopes, siracusano di 38 anni, che era sotto intercettazione sia ambientale che telefonica, essendo gi stato coinvolto in una vicenda di estorsione ai danni dell'autosalonista di via Necropoli Grotticelle a Siracusa. Per gli investigatori, sarebbe il Lopes ad avere organizzato l'agguato, facendo leva sulla sua scaltrezza e ad uccidere materialmente La Porta. Avrebbe tentato, infatti, di sviare le indagini facendo sparire il giubbotto che indossava per evitare che venissero riscontrati residui di polvere da sparo mentre, subito dopo l'omicidio, si sareb-

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

RAV4 2WD 2.0 D-4D 124CV. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusa I.P.T. E Contributo Pneumatici Fuori Uso, PFU, ex DM n. 82/2011 E 5,40 + IVA) con il contributo dei Concessionari Toyota aderenti all'iniziativa. Offerta valida anche senza rottamazione o permuta. La versione raffigurata del modello RAV4 puramente indicativa. Offerta valida fino al 31/01/2014. Valori massimi: consumo combinato 13.9 km/l, emissioni CO2 176 g/km

Il primo cittadino di Canicattini soloidale con il suo collega di Floridia aggredito

20 maRZO 2014 gIOVED

Registriamo che la Regione risponde a tutto questo con i Cantieri di Servizio che serviranno a dare una risposta momentanea
Piena condanna dellaggressione ai danni del Sindaco di Floridia, Orazio Scalorino, solidariet e vicinanza nei suoi confronti, a nome mio, della mia Amministrazione e dellintero Consiglio comunale. Un disagio sociale dilagante ogni giorno mette a rischio lincolumit degli Amministratori locali, lasciati soli e privi di risorse per dare risposte che vanno ben oltre lambito locale e, al contrario, investono competenze regionali e statali. Cos il Sindaco di Canicattini Bagni, Paolo Amenta, Vice Presidente di AnciSicilia, alla notizia dellaggressione, ieri, al Sindaco di Floridia, Orazio Scalorino, con il quale, in provincia di Siracusa e a livello regionale, sono stati condivisi importanti battaglie per la legalit e per ridurre il disagio sociale che sta mettendo in ginocchio intere comunit. I Sindaci e gli Amministratori locali ha aggiunto Amenta rappresentano il primo posto di frontiera, il front-office istituzionale al quale si rivolgo i cittadini per avere una risposta ad un disagio dilagante, e per questo sono sempre pi esposti, e per lo pi in totale solitudine. Altri, a livello pi alto, dovrebbero dare risposte ai cittadini, a quanti vivono nella quotidianit, un dramma come quello della disoccupazione o della mancanza di una casa, cos come di una adeguata assistenza se anziani o disabili. I Sindaci, purtroppo, oggi sono stati rilegati al solo ruolo di esattori se vogliono continuare a garantire servizi per le loro comunit, privati come sono di ogni risorsa finanziaria, non ultimo lazzeramento da parte della Regione del Fondo per le Autonomie Locali, e la mancata programmazione delle politiche sociali. Non passa giorno che non arriva notizia di aggressione ad Amministratore, ebbene non siamo pi disposti a fare da capro espiatorio alle lacune e ai silenzi di una politica regionale e statale, sempre pi disattenta e lontana dai reali bisogni dei cittadini. C bisogno non solo di restituire ai cittadini la dignit del lavoro, ma anche la garanzia di poter accedere ad un alloggio popolare, per cui ne-

Noi sindaci, vittime del disagio sociale

vita di Quartiere

20 maRZO 2014, gIOVED

Un convegno presso la prestigiosa struttura alberghiera di via Politi Laudien per ribadire limpegno congiunto del Lions club Eurialo e del centro antiviolenza La Nereide di Adriana Prazio

Nella foto, il sindaco di Canicattini, Paolo Amenta.

cessit un Piano casa in questo Paese, cos come un soste-gno se non addirittura il blocco delle pendenze al quale, a causa della mancanza di lavoro, non si pu

momentaneamente dare corso. Insomma, c bisogno di alleggerire una tensione sociale, che rischia solo di scaricarsi sui Comuni e sui Sindaci. Purtroppo,

registriamo che la Regione risponde a tutto questo con i Cantieri di Servizio che serviranno a dare una risposta momentanea solo al 10% degli aventi diritto.

n pestaggio in piena regola, per futili motivi probabilmente connessi a vecchi dissapori, si verificato nella tarda serata di ieri sera a Priolo Gargallo. I Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato una coppia di fratelli, Paolo ed Angelo Tiralongo, rispettivamente di 26 e 20 anni, che hanno aggredito un 33enne priolese colpendolo ripetutamente e con violenza in pi parti del corpo utilizzando un bastone in legno. La vittima riuscita a divincolarsi dal pestaggio ed a chiedere a fatica lintervento dei Carabinieri che, in poco tempo, hanno rintracciato i soggetti coinvolti e rinvenuto il bastone intriso di sangue. Purtroppo le conseguenze fisiche del pestaggio non sono lievi: la vittima, ricoverata in prognosi riservata allospedale di Augusta ma non in pericolo di vita, ha subito politraumi al cranio, al torace ed alladdome, la rottura della milza ed una lacerazione alla regione epatica. I due fratelli sono stati sottoposti ai domiciliari e, al momento, dovranno rispondere di lesioni gravissime in concorso. Proseguono le indagini dei Carabinieri di Priolo Gargallo per approfondire completamente le ragioni scatenanti una simile violenza.

Due fratelli in manette per avere pestato a sangue un uomo finito in ospedale
Marocchino ubriaco arrestato due volte in poche ore
SIRACUSA

CRONACA

Avrebbe assunto un atteggiamento molesto nei confronti degli avventori di un bar. Allertata la pattuglia dei carabinieri, lindagato si sarebbe opposto allarresto. Protagonista della vicenda un marocchino 29enne, Jail Mahadi, con precedenti, stato tratto in arresto dal Nucleo Radiomobile della Compagnia di Siracusa per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale. I militari dellArma sono intervenuti su richiesta del personale di un bar di piazzale Marconi poich luomo, in evidente stato di alterazione dovuto ad uno smodato uso di alcol, stava infastidendo i numerosi clienti presenti. Allarrivo dei Carabinieri luomo ha riferito che prima di farsi controllare avrebbe dovuto bere unaltra birra, poi, forse, avrebbe dato i documenti. Invitato ad uscire dal locale e ad assumere, per quanto possibile, un atteggiamento consono, il marocchino ha invece preferito scagliarsi contro gli operanti per sfuggire allidentificazione, proferendo nei loro confronti frasi altamente lesive del decoro e del prestigio della professione. Espletate le formalit di rito, il marocchino stato sottoposto ai domiciliari. Ma poco dopo, alle ore 4 circa, luomo uscito di casa ed stato per intercettato da una pattuglia delle unit volanti in un bar. E stato, quindi, denunciato per levasione dagli arresti domiciliari e arrestato nuovamente

na serata a Villa Politi con i Soci del Lions Club SiracusaEurialo, in un convegno dal titolo No alla violenza sulle donne, alla presenza di illustri ospiti e relatori, per rendere omaggio alla donna, ma anche per riflettere sui condizionamenti che Ella deve affrontare nella attuale societ, per ripensare la relazione uomo-donna nella prospettiva di una interazione complementare fra i sessi e, soprattutto, per elaborare delle azioni che mettano fine alle violenze quotidiane nei confronti delle donne e dei bambini. Alla manifestazione, introdotta dal Presidente del Lions Club Siracusa Eurialo, Dr. Nuccio Giudice, sono intervenuti, quali relatori : Rita Randazzo, docente di letteratura francese, Domenico Cacopardo, docente di Storia e filosofia ed Adriana Prazio, presidente del Centro Antiviolenza La Nereide. Importanti gli interventi della dott. ssa Lavinia Lo Curzio e della dott.ssa Adalgisa Cuc, quali dirigenti dellAsp8 di Siracusa, hanno comunicato la nascita presso il Pronto Soccorso del nostro Ospedale Umberto Primo, del codice rosa, che si aggiunger ai codici: Bianco, Giallo e Rosso. La serata stata impreziosita dagli interventi dellOnorevole Sofia Amoddio, dellAssessore Liddo Schiavo, nonch dalla presenza di esponenti della magistratura, Forze dell'Ordine, Prefettura e di illustri professio-

Grottasanta: Lottando per la donna insieme ai Leoni affermati nel sociale


nisti. Riportiamo, di seguito, alcune considerazioni tratte dai dotti e sentiti interventi dei relatori, che hanno riportato l'interesse e l'apprezzamento da parte del pubblico presente. Il Prof. Domenico Cacopardo, docente di Storia e Filosofia, ha iniziato il suo interessante intervento utilizzando una vignetta molto significativa, sottolineando che negli ultimi 60 anni le donne hanno puntato sulla parit con luomo- manifestando con ci la loro naturale mancanza di ambizioni. Perch, infatti, si chiede, volere essere come gli uomini quando si pu essere molto di pi? Ha voluto sottolineare che non c parit senza differenza. Non c emancipazione senza specificit. Non c dignit senza complementariet. Questa idea ha dei corollari. Il primo: non sapere accettare la diversit, la specificit, la complementariet, lorigine di ogni discriminazione, di ogni sopruso, di ogni esclusione, di ogni altra violenza. E sconvolgente che questa violenza, spesso, sia assurdamente motivata dallamore. Siamo in presenza, chiaramente, di quello che potremmo definire amore malatoma di quale malattia si tratta?, dov che si accende la fiamma della malattia divoratrice dellaltro che si crede di amare. Lamore malato, lamore che sfocia nella violenza, di qualunque tipo, fino a quella pi grave dellinfliggere la morte, un amore che non sa accettare la strada da percorrere lunga se il rapporto di coppia ancora basato sullaffermazione della superiorit delluno sullaltra. Questa forma unica di sopraffazione si fonda su dati storici innegabili che inducono a fare un esame di coscienza in cui la donna non scevra da responsabilit. Partiamo da un concetto basilare che riguarda il modo in cui ella percepita dalluomo. Che cosa la donna? E una costruzione sociale maschile. E lAltro Assoluto, colei che, nel rapporto di coppia, non viene riconosciuta nella reciprocit della dinamica relazionale. Ha fatto un esempio e precisamente: nel rapporto padrone/ schiavo c una dialettica; lo schiavo lotta per la libert e un giorno spera di affrancarsi, quindi esiste un riconoscimento nella reciprocit della relazione. Padrone e schiavo si identificano, si riconoscono. Lo schiavo rappresenta limmanenza: lesistenza del padrone, il riconoscersi nellaltro che gli permetter di emergere dallimmanenza e completarsi come trascendenza quando conquister la libert. Naturalmente Domenico Cacopardo e Rita Randazzo hanno continuato i loro interventi fornendo spunti che naturalmente riproporranno nei nostri prossimi Incontri e nei Corsi di Formazione gi programmati. Anche su se pur brevi ma molto importanti gli interventi della dott. ssa Lavinia Lo Curzio b La conclusione affidata alla presidente del Centro Antiviolenza, Adriana Prazio che fa una disamina della situazione in cui versa la citt e i paesi viciniori in cui le donne, come noto, soffrono ed anche continuano a morire nella totale indifferenza, o quasi, nazionali e regionali. Ha posto laccento sulle mille difficolt quotidiane che vive lassociazione non soltanto per la chiusura della unica casa rifugio esistente a Siracusa ma anche per la difficolt a reperire fondi, per aiutare, le donne che ci chiedono aiuto per uscire dallemergenza, legale, psicologica ed economica che purtroppo, molte donne nella stragrande maggioranza dei casi, non sono in grado di sopperire alle prime necessit, per loro ed per i loro bambini. Speriamo che la casa rifugio di Siracusa, possa riaprire al pi presto, perch una iattura che non sia funzionante, dopo le lotte che si sono sostenute per riaprirla La Prazio ha ringraziato le Forze dellOrdine, i Servizi Sociali di Siracusa e provincia, le strutture ospedaliere e quanti ci contattano a tutte le ore, comprese le festivit. Ringraziamo la Lions Club Siracusa Eurialo, per linvito e le Istituzioni, per la fiducia che ci dimostrano giorno dopo giorno , che abbiamo conquistato sul campo, dopo anni di militanza, allinsegna della sobriet e della concretezza. che contraddistinguono il sodalizio.

Nelle foto, due momenti della serata. questo limite: ch la questi ultimi anni, ma libert si dona non si molto difficile poter acquista. Forse an- giungere a delle conche per questo che la clusioni. Ha spiegaviolenza appartiene to come sia arrivata a meno alle donne e pi formarsi unopinione agli uomini. Le donne frutto delle sue letture sanno meglio degli e la sua esperienza di uomini cosa significa donna ed ha iniziato donare liberamente con un dotto excured accogliere libera- sus della storia delle mente. Riportiamo conquiste femminili, in breve lintervento dagli anni ormai del di Rita Randazzo, femminismo ruggendocente di letteratu- te e della rivoluzione ra francese, dal tito- sessuale che sembra lo No alla violenza ancora unincompiuta sulle donne la quale nellaltalena fra passaha iniziato precisando to e presente. Alcune che largomento af- conquiste femminili frontato, oggetto del risalgono agli anni 70 meeting, certamen- e fortunatamente non te fra i pi dibattuti in si torner indietro, ma

10

20 maRZO 2014, gIOVED

Nel corso della mat-

Decoro urbano: C la bozza


critico inglese ipotizzava un allargamento generalizzato dei confini della disciplina, fino a includervi larte, il design, la tecnologia e il comportamento sociale. Unipotesi radicale che ha permeato tutti gli anni Sessanta, sintetizzabile nellapodittico motto di Hans Hollein tutto architettura (come recita il titolo stesso del suo Alles ist Architektur, Bau, 1968, 1-2, pp. 1-32). Profezia oggi in massima parte avverata, ma con modalit ben diverse da quanto preconizzato da Banham e da Hollein. Lallargamento dei confini della disciplina, infatti, non avvenuto attraverso una rivoluzione, ma pi prosaicamente attraverso quella che si potrebbe definire una liberalizzazione dal basso, dagli effetti contraddittori. Se questo valido per gli edifici, diverso il discorso per quel che riguarda gli spazi pubblici: qui gli effetti della rifondazione disciplinare sono stati pi evidenti, tanto che lattuale natura dello spazio pubblico deriva proprio dalla profezia di Banham e da come questa abbia permesso la definitiva emancipazione degli spazi pubblici dalle quinte edilizie e dalle regole del decoro urbano. Il risultato oggi una condizione in cui larchitettura dei pieni e quella dei vuoti, acquisita ormai pari dignit, si scambiano vicendevolmente il ruolo di rappresentare la citt stessa, la sua immagine e la sua volont propagandistica. Se dunque si parla a ragione di edifici iconici, dotati di forte presenza scenica, lo stesso discorso valido per gli spazi pubblici, che non solo sono diventati lemblema del-

La presentazione della prima stesura in agenda per domattina alle 10,30

Agostino De Angelis recita nellEtruria antica

tinata di domani, venerd 21 marzo alle 10,30, sar presentata nel corso di una conferenza stampa, la bozza definitiva del Regolamento del decoro urbano elaborato e condiviso con la cittadinanza, le associazioni di categoria,gli ordini professionali, e gli uffici competenti. Saranno presenti, il sindaco Giancarlo Garozzo, l'assessore Paolo Giansiracusa, il dirigente Emanuele Fortunato, il funzionario Giuseppe Prestifilippo, e Emma Schembari. Nel 1962, in Guide to modern architecture, Reyner Banham auspicava per larchitettura un cambiamento genetico; partendo dallassunto secondo il quale il termine architettura non comprende solo gli edifici ma pi in generale tutto ci che d protezione e rifugio alluomo, il

la citt, ma anche il modello velatamente utopico secondo cui viverla. plausibile dunque considerare il progetto di tali spazi come uno dei temi di maggior rilievo del nostro tempo: un tema idealtipico (nel senso dato da Max Weber al termine) in quanto capace di rappresentare in profondit la nostra epoca. Per comprendere gli odierni spazi pubblici dunque necessario riferirsi non soltanto a Banham, ma pi in generale a quel momento di ripensamento radicale dellarchitettura che sono stati i primi anni Settanta. Tre immagini sintetizzano lo spirito dellepoca. La prima tratta da Learning from Las Vegas. The forgotten symbolism of architectural form (1972; trad. it. 1985), uno studio che Robert Venturi, Denise Scott Brown e Steven Izenour condussero sulla citt statunitense, partendo dalla constatazione (peraltro ovvia) che ci che la connota non sono gli edifici, bens lipertrofico apparato pubblicitario su di essi apposto. Ci che questi autori scoprirono con il loro studio che tale apparato decorativo nel suo complesso non casuale, ma dipende da regole dettate essenzialmente dalla comunicazione e ormai totalmente svincolate dal tessuto cittadino e dagli edifici stessi. In altre parole Las Vegas si presenta come una citt tutto esterno, dove il decoro urbano classico sostituito da altre logiche non meno efficienti di quelle passate, logiche che secondo gli autori avrebbero configurato la citt e gli spazi urbani del futuro.

Ortigia: Lettura del Cantico dei cantici alla galleria Roma


na conversazione sul testo di un canto antico, uno dei libri pi misteriosi, belli e affascinanti della Bibbia, il Cantico dei cantici. Una conversazione che rappresenta, anche, lincontro fra due voci, fra due modi di sentire, di vivere e di testimoniare la parola; fra due uomini che, durante il loro lungo percorso di vita, di studio e di ricerca si sono confrontati con il Cantico, e ne offrono ora una lettura a pi voci, nella quale precipitano e confluiscono esperienze, sentimenti, riflessioni, assonanze e risonanze lontane, meditazioni segrete, auscultazioni travagliate e profonde. Da un lato luomo di chiesa, il fine teologo, il predicatore appassionato e profondo, monsignor Giuseppe Greco, autore di un commento al Cantico - Dio della Bellezza e dellAmore - pubblicato nel 2013 dalla Biblioteca Alagoniana di Siracusa con una dotta e puntuale prefazione del padre domenicano Rosario Pistone. Dallaltro lato luomo viator del villaggio globale, il semiologo e studioso di linguaggi e di codici, Salvo Sequenzia, lindagatore e traduttore di testi del mondo antico e della contemporaneit, che al Cantico ha dedicato una traduzione - Shir Hashshirim. Cantico dei cantici - pubblicato nel 1994 e frutto di un intenso lavoro di studio e di ricerca durato pi di un decennio e consegnato a un testo che lo studioso ha vissuto come una malattia lunga, un desiderio inappagato. Il Cantico dei cantici - in ebraico shr hasshirm; in greco, Asma Asmton; in latino Canticum canticorum - nella sua versione ebraica si compone di 8 capitoli, 117 versetti e 1250 parole. Il testo contiene 43 hapax, cio parole che compaiono soltanto in questo testo, e che ne fanno il libro biblico dell'Antico Testamento con la pi alta ricorrenza di termini propri. Il testo del Cantico ci pervenuto in buone condizioni, e non

Un evento annotato fra gli appuntamenti del pomeriggio di oggi alle 18,30 che vedr nelle vesti di relatori monsignor Giuseppe Greco ed il semiologo Salvo Sequenzia

20 maRZO 2014, gIOVED

11

In

occasione del Percorso Nazionale Cultura&EnoGastronomia 2014 ideato da Agostino De Angelis, il Comune di Cerveteri patrocina il progetto con levento Le Tombe di Cerveteri e Tarquinia si Animano che si terr Sabato 22 marzo 2014 alle ore 18:00 presso la sala punto ristoro della Cantina Sociale di Cerveteri; la serata organizzata dalle Associazioni Extramoenia e ArchoTheatron con la TechVision Sistemi Multimediali in collaborazione con la Cantina. Si assister alla proiezione di due brevi documentari: Cerveteri e la sua Necropoli Etrusca, e Le Tombe di Tarquinia si Animano prodotti dalla TechVision e promossi dal Mibact. Grazie alle tecniche dellanimazione digitale i dipinti delle celebri tombe etrusche si animeranno e ci accompagneranno in un viaggio suggestivo nelle Necropoli stesse. Le video proiezioni saranno arricchite dalla piece teatrale dellattore regista Agostino De Angelis, con scene di Simposio Etrusco e letture di testi classici, accompagnate dalla danza per le coreografie di Rita Gurrieri e la musica dal vivo con la partecipazione straordinaria dellEnsemble I Flauti di Toscanini. A chiusura della serata degustazione dei prodotti tipici offerti dalla stessa Cantina. La necropoli etrusca della Banditaccia posta su un'altura tufacea a nord-ovest di Cerveteri, e nei suoi circa 400 ettari di estensione si trovano molte migliaia di sepolture (la parte recintata e visitabile rappresenta soli 10 ettari di estensione e conta circa 400 tumuli), dalle pi antiche del periodo villanoviano (IX secolo a.C.) alle pi "recenti" del periodo etrusco (III secolo a.C.). La sua origine va ricercata in un nucleo di tombe villanoviane nella localit Cava della Pozzolana, ed il nome "Banditaccia" deriva dal fatto che dalla fine dell'Ottocento la zona viene "bandita", cio affittata tramite bando, dai proprietari terrieri di Cerveteri a favore della popolazione locale. Vista la sua imponenza, la Necropoli della Banditaccia la necropoli antica pi estesa di tutta l'area mediterranea. Le sepolture pi antiche sono villanoviane (dal IX secolo a.C. all'VIII secolo a.C.), e sono caratterizzate dalla forma a pozzetto, dove venivano custodite le ceneri del defunto, o dalle fosse per l'inumazione. Dal VII secolo a.C., periodo etrusco, si hanno due tipi di sepolture, quelle a tumulo e quelle "a dado". Queste ultime consistono in una lunga schiera di tombe allineate regolarmente lungo vie sepolcrali. Nella parte visitabile della Necropoli della Banditaccia ci sono due di queste vie, via dei Monti Ceriti e via dei Monti della Tolfa, risalenti al VI secolo a.C. Le sepolture a tumulo sono caratterizzate da una struttura tufacea a pianta circolare che racchiude all'interno una rappresentazione della casa del defunto, con tanto di corridoio.

abbisogna di particolari modifiche o congetture al fine di ricostruire l'ipotetico testo originario ebraico, come invece spesso accade per altri brani biblici che hanno spinto masoreti ed esegeti moderni a proporre modifiche, tagli o aggiunte. Infatti, nella IV grotta di Qumran sono emerse dodici righe del testo del Cantico sostanzialmente identiche al testo manoscritto, e, parimenti vicine sono le traduzioni - cronologicamente precedenti al testo manoscritto come ci pervenuto - della LXX, della Vulgata e della Peshitt. Il Cantico uno dei libri della Bibbia ebraica che fa parte della terza classe, detta dei Kethbhm o Agiografi, e, precisamente, di quel gruppo dei cinque pi brevi scritti, i Cinque Rotoli o Mgilloth: Shr hasshirm, Rut, Echa (Lamentazioni), Kohelet, Ester. Esso viene letto in sinagoga lottavo giorno della festa di Pssach, la Pasqua ebraica, e, in alcune comunit sefardite, tutti i venerd sera. Per i cristiani il Cantico appartiene ai libri sapienziali, e per il suo carattere mistico e la sua complessa simbologia stato oggetto, nel corso dei secoli, di un fiorire di interpretazioni e di una esegesi sterminata e profonda da parte di cristiani, ebrei, protestanti, atei ed agnostici. Credo non vi sia libro della Bibbia e della Torah cui sia stato riservato

tanto studio e tanta meditazione. Il Cantico certamente una delle opere pi commentate della storia della civilt occidentale. Senza dubbio, questopera il libro pi paradossale dellumanit. La storia, relativamente travagliata, del riconoscimento della canonicit e dellispirazione del Cantico nella Bibbia ebraica rispecchia il carattere paradossale di questo testo, che pu apparire allo stesso tempo come il pi profano (non parla di Dio) e come il pi santo dei libri santi. Un paradosso che la interpretazione giudaica tradizionale ha spesso risolto in una lettura teologico-allegorica del libro (elaborata tra i secoli V e IX d.C.), che lo riferisce immediatamente alla storia damore e di alleanza nuziale tra Jhwh e Israele, dai giorni dellesodo a quelli del Messia e dellera escatologica. Lesegesi pi onesta del Cantico, e anche la pi vera e pi bella, per quella simbolica, proposta da monsignor Giuseppe Greco nel suo poderoso, fluido, gioioso e prezioso commento. La vera es-egesi, infatti, estrae dal (dal prefisso greco ek-) testo il seme e lo trapianta facendolo fiorire. Contro chi considera il testo come una gelida pietra preziosa da scrigno (lesegesi meramente filologica), e contro chi lo considera un caleidoscopio

mutevole a piacere, o una Medusa dai mille - instabili volti - come vorrebbe la pura allegoria, monsignor Giuseppe Greco una lettura simbolica del Cantico che, nellautre offerto dal testo, non dimentica la base e la radice da cui quellaltro si espande. Noi non sappiamo se le parole che formano questo bellissimo dialogo di amore, di desiderio, di attesa e di speranza siano mai state storicamente pronunciate da qualcuno. Si tratta di una parabola (mashal) poetica, di una canzone da cantare tra il sogno e la realt: la canzone esemplare della donna per luomo e delluomo per la donna. Nemmeno, propriamente, il canto nuziale, canonico, di uno sposo per la sposa, o di una sposa per lo sposo; quanto, piuttosto, il canto di ogni uomo per la donna, e di ogni donna per luomo. Un canto antico a noi giunto dalla profondit di secoli immemori, e che ancora oggi riesce a incantarci, a rapirci, a spalancarci labisso di luce del futuro, della condivisione, della promessa. il canto in cui Lei, scoprendo e desiderando la bellezza di Lui, e in cui Lui, scoprendo e desiderando la bellezza di Lei, scoprono lassolutezza dellAmore e, affascinati, si abbandonano allestasi del suo inestinguibile flusso vitale. La ragazza, innamorata, diventa donna, e il ragazzo, innamorato, diventa uomo: solo cos, luno davanti allaltro, luno nellaltro, scoprono e rimangono incantati dellAmore, che finalmente Dio. Le carezze amorose e le tenerezze inebrianti, pi dolci del vino, che i due si scambiano nel desiderio acceso che ciascuno dei due nutre per laltro, qualificano indubitabilmente questo dialogo. Pi ancora che di parole, sia pure sublimi, esso fatto di baci sulla bocca e di amplessi estasianti, sigillati dalle parole di Lei sulla loro reciproca appartenenza. Esse sigillano una formula di alleanza, che squarcia il buio dellindifferenza e della btise del nostro tempo frettoloso e distratto, per aprirci senza paura allaltro, in una promessa e in una attesa di speranza che si tramuta e si rinnova, sempre, nella cocente semplicit dellappartenersi: Il mio diletto mio, e io sono sua.

Ivrea, lallieva al club per scambisti Libera 15enne italiana rapita in Brasile, lincubo Accettai perch lei era la mia prof durato 4 giorni, poi il blitz Ivrea, il racconto di una studentessa: Mi chiese con insistenza
di uscire con lei, linsegnante a processo per violenza privata
La professoressa chiedeva con insistenza se avevo voglia di uscire con lei. E tu? Alla domanda dei poliziotti, Giorgia (il nome di fantasia), 18 anni allepoca dei fatti, un po si imbarazza. E alla fine risponde: Trattandosi di uninsegnante, accettai. il passaggio chiave di questo verbale di polizia che in 15 pagine ricostruisce la boccaccesca vicenda della professoressa Sabrina Z., 36 anni, di Torino, ex cubista allepoca insegnante in una scuola per estetiste di Ivrea, finita sotto processo per avere spinto due sue allieve (una delle quali minorenne) ad accompagnarla in un club di scambisti a Caselle. Si tratta dellImperial, una specie di casa-discoteca persa nella campagna, in mezzo a tante villette che non distingui una dallaltra. Il racconto di Giorgia continua: Appena entrati nel locale e arrivati nella zona riservata, ho notato diverse persone, in gran parte uomini e diverse donne, nudi, che si accoppiavano. Sabrina vedendomi agitata mi tranquillizz e mi spieg che l aveva conosciuto il suo ex fidanzato. Poi la ragazza rimane seduta sui divanetti con Michele, un loro comune amico, mentre la sua insegnante si allontana: Poco dopo lho vista, seminuda, mentre faceva sesso con due uomini. La seconda volta che Giorgia esce con Sabrina portano con loro unaltra studentessa, ma minorenne. Per poter entrare nel priv firma su un foglio una falsa data di nascita.

12

20 MARZO 2014, GIOVED

Messico, quel suicidio sospetto Clich sovietici e battute hot di una bimba di otto anni
Noi contro loro la chiave del nazionalismo putiniano

20 MARZO 2014, GIOVED

13

Cosa videro? Sempre la stessa scena: corpi avvinghiati sui divanetti. I fatti risalgono al periodo tra il 2009 e il 2010, ma la vicenda approda in questi giorni in Tribunale a Ivrea, dove linsegnante imputata per violenza privata. Giorgia la ragazza che ha trascinato in Tribunale la sua ex insegnante e che ora si costituita parte civile (lassiste lavvocato, Claudio DAlessandro). Alla polizia, il 14 dicembre del 2010, raccontava: Alla direttrice della scuola dissi che Sabrina Z. aveva con noi degli atteggiamenti che non erano assolutamente consoni al ruolo che rivestiva. La mamma la difende: rimasta di sasso quando ha saputo che questa storia finita sui giornali, lei non ha fatto niente di male. La pi sollevata di tutte, in questa storia, la preside della scuola, Giuseppina Ferrari. Dopo aver saputo dei priv non ha avuto dubbi: Una cosa inaccettabile, quel rapporto tra docente e alunne andava interrotto immediatamente. Tant che ho subito licenziato linsegnante.

Non si placa la bufera sulla procura di Milano, dopo lapertura da parte del Csm di un esposto contro il presidente Edmondo Bruti Liberati, presentato dal suo vice Alfredo Robledo. La pratica, secretata in quanto materia particolarmente delicata - il rischio di gettare benzina sul fuoco delle gi accese polemiche (soprattutto di parte berlusconiana) sullattivit della Procura - stata affidata allanalisi di due commissioni, una delle quali competente sui trasferimenti dufficio per incompatibilit dei magistrati. La decisione stata presa dal Comitato di Presidenza, lorgano di vertice di Palazzo dei Marescialli guidato dal vicepresidente Michele Vietti.

Il Comitato di presidenza ha disposto che la pratica sui comportamenti del procuratore sia affidata a due commissioni
Nella sua denuncia al Csm e al Consiglio giudiziario distrettuale Robledo accusa il procuratore di averlo escluso da indagini scottanti, nonostante fossero naturalmente di sua competenza. Tra queste, lultima inchiesta sulle false testimonianze del caso Ruby, la Sea, le inchieste su Formigoni e il San Raffaele. Secondo il suo vice, Bruti Liberati - vecchio esponente di Magistratura democratica alla guida della Procura di Milano dal 2010 e considerato garante di una serie di equilibri politici - avrebbe favorito alcuni colleghi e dipartimenti, come quello di Francesco Greco o la distrettuale antimafia di Ilda Boccassini. Per Robledo inoltre, due indagini relative ad appalti, tangenti e sanit,

Procura di Milano, il Csm apre un fascicolo su Bruti Liberati

Ma intanto, allepoca, cera uninsegnante che incuriosiva delle allieve raccontando di quelle discoteche particolari, in cui uomini e donne si scambiavano effusioni esplicite. Uninsegnante che non si faceva problemi a raccontare a ragazze, anche minorenni, di quelle serate. Federica a raccontare, per esempio, che un giorno linsegnante avrebbe mostrato loro un babydoll da infermiera con tanto di tessuto trasparente e pizzo bianco. Ce lo ha fatto vedere e ci ha detto che lo avrebbe indossato la sera stessa con il suo fidanzato. Linsegnante finita nei guai perch, secondo le accuse della Procura di Ivrea, avrebbe minacciato una delle studentesse al termine di una serata hot trascorsa il 24 giugno 2010 in un club per scambisti: Se racconti quello che hai visto ti boccio. Lex docente ora non parla. Lo fa attraverso il suo avvocato, Stefano Catalano: una tempesta in un bicchiere dacqua, chiariremo tutto durante il processo taglia corto il legale.

Il rumore delle eliche stato un suono dolcissimo per Ettore Castelluzzo, imprenditore italiano emigrato per motivi di lavoro in Brasile sette anni fa. Sua figlia di 15 anni era infatti su quellelicottero della Polizia verde-oro ed era stata liberata pochi minuti prima dagli agenti della divisione antisequestri locale, il DAS. La quindicenne (il nome non stato divulgato per ovvi motivi di sicurezza) era stata rapita sabato sera ad Arraial do Cabo mentre rientrava a casa sua con il padre, anchegli sequestrato per poche ore. Nelloperazione per liberarla, avvenuta poche ore fa nella citta di Cabo Frio a pochi chilometri dalla zona del sequestro, c stata una sparatoria tra forze dellordine e banditi ed il bilancio stato di due rapitori morti ed uno catturato. Per fortuna per adesso la ragazza gi a casa sua, sana e salva anche se comprensibilmente spaventata. Dopo 4 giorni di terrore per i familiari questo sequestro di cui nessuno della stampa sapeva nulla dunque ufficialmente finito alle 4 del mattino di oggi, le 8 in Italia, quando lelicottero della Polizia carioca atterrava nelleliporto di Rio.

Lo zar solletica lorso russo


La Russia una molla che scatta dopo essere stata compressa oltre il limite. Vladimir Putin, come sua abitudine, non risparmia metafore sferzanti. In quello che molti, amici e nemici, definiscono gi il suo discorso pi importante, gli eufemismi vengono abbandonati e il mondo spaccato in due, tra buoni e cattivi. Per i primi - sostanzialmente i russi - le categorie sono solo morali: la sacra memoria delle tombe degli avi caduti, lanima che duole per le sofferenze dei compatrioti, la forza dello spirito nazionale, il coraggio che rende impossibile il tradimento della Crimea. I secondi gli alleati occidentali capeggiati dagli Usa - sono arroganti, cinici, irresponsabili, prepotenti, rozzi, hanno ingannato volta dopo volta i russi. Quindi rottura, e come sempre nei divorzi le colpe sono tutte della controparte. La terminologia di scontro, a tratti militare: Non potevamo pi retrocedere. La perdita della Crimea stata non solo un furto, ma una rapina, sopportata chinando la testa e mandando gi loffesa. Ma oggi la Russia si sente forte quanto lAmerica, che ha piegato tutti a 90 gradi con il Kosovo, un classico putiniano di infilare una battuta sferzante al limite del volgare. Ha riesumato tutti i clich e i complessi dellUrss, commenta il sociologo Lev Gudkov. Ci sono i banderovzy, i nazionalisti ucraini assimilati ai nazisti dalla storiografia comunista, che hanno fatto il golpe e sono impostori. Ci sono le frasi fatte dei manuali sovietici, da Kiev madre delle citt russe a Sebastopoli citt della nostra gloria militare, alla quinta colonna di nazionaltraditori interna. Nel solco della tradizione anche la condanna postuma a Krusciov per aver passato la Crimea allUcraina come un sacco di patate, mentre Stalin che ha sforbiciato mezza Europa e deportato interi popoli tra cui i tartari della Crimea non viene menzionato. Tipicamente sovietico lossessivo confrontarsi con gli Usa: se hanno fatto il Kosovo perch non possiamo fare la Crimea? Lobiezione che in Kosovo cera un massacro viene respinta: I morti sono un argomento giuridico?. Mosca non ha mai espresso alcun cordoglio per i caduti a Kiev, mentre corsa a impedire pogrom inesistenti in Crimea. Che comunque stava per essere persa sia

sarebbero a rischio a causa di conflitti negli affidamenti. Vi sono ulteriori episodi - scrive Robledo - che ritengo abbiano turbato la regolarit dei compiti dellUfficio. A cosa si riferisca ancora non dato saperlo, probabilmente il magistrato riferir verbalmente su questi episodi al Csm. Ora dunque dovranno essere due commissioni di Palazzo dei Marescialli a verificare la correttezza dei comportamenti del magistrato: la Prima commissione dovr valutare se ci sono gli estremi per un trasferimento dufficio del procuratore; la Settima commissione concentrer la sua attenzione sul piano organizzativo della Procura di Milano per verificare se il capo dellufficio se ne sia discostato.

Presenteremo la spending rewiev alle Camere, la presenteremo nelle sedi parlamentari; il commissario ci ha fatto un elenco, ma toccher a noi decidere. Come in famiglia se non ci sono abbastanza soldi sono mamma e pap che decidono cosa tagliare e cosa no. Matteo Renzi ostenta il guanto di velluto del saggio esperto di economia domestica, ma sotto si intravede il pugno di ferro del decisionista. Il premier parla direttamente a chi il messaggio deve coglierlo, cio al Parlamento. Stamane alla Camera, a illustrare le linee programmatiche in vista del vertice

Tagli, Renzi: Ora lelenco, poi si decide Il 3% un parametro anacronistico


dellUnione Europea di domani e dopodomani. Nessuno, lascia intendere, pensi di poter commentare o tantomeno influenzare i tagli che saranno decisi da Palazzo Chigi. STATALI SULLE BARRICATE Ma gi da ieri gli statali sono sulle barricate contro le ipotesi di nuovi tagli al pubblico impiego nellambito della spending review, che vanno da 85.000 esuberi in tre anni al blocco del turnover. Abbiamo gi dato, la secca replica dei sindacati. Non questa la svolta buona di Renzi, attacca la Fp-Cgil. Cos si fanno solo danni, dice il numero uno della Cisl, Raffaele Bonanni, che

per i russi che per gli ucraini perch sarebbe arrivata la Nato. Lo stesso argomento preventivo usato per invadere lAfghanistan. Ma se lUrss voleva portare la luce dellavvenire, non c pi ideologia da esportare e diventa una vicenda soltanto russa, di riunire il pi numeroso popolo diviso dalla catastrofe del grande Paese sparito. Lisolamento di Mosca da eccezionalismo comunista diventa una costante storica: La politica del nostro contenimento iniziata nel 700 proseguita nell800 e nel 900, una punizione per lautonomia e il rifiuto dellipocrisia, ma non pi un tratto ideologico, una virt nazionale. E cos affronteremo lopposizione esterna del mondo ostile, al quale viene contrapposto un ricco lessico familiare.

A Ciudad Jurez, capitale messicana del femminicidio e della tratta di esseri umani, la morte non risparmia neanche le bambine. Noem lvarez Astorga aveva otto anni e voleva soltanto ritrovare i suoi genitori immigrati negli Stati Uniti. O, almeno, quello che sembra. Era il 12 marzo, quattro giorni dopo la festa della donna e il suo corpo stato trovato impiccato nel bagno di un centro di assistenza per minorenni. Secondo gli inquirenti della polizia locale la bambina si era suicidata. Il suo caso stato archiviato. Ma come era arrivata l? Noem, come tantissimi altri bambini messicani, non vedeva i suoi genitori da molto tempo, perch immigrati negli Stati Uniti alla ricerca di un futuro migliore. Era quindi rimasta, come dicono laggi de este lado (da questa parte del confine, ndr) a carico di sua nonna. Secondo i dati raccolti dalla polizia di Chihuahua sarebbe stata proprio la

nonna a pagare (con 4 mila dollari) i servizi di una rete di trafficanti di persone per far entrare illegalmente Noem negli Stati Uniti. E cos, Domingo Fermas Uves e la bambina sarebbero dovuti andare a El Paso (Texas) via Ciudad Jurez (nello stato messicano di Chihuahua), poi lei-una volta l- sarebbe stata consegnata a unaltra persona che lavrebbe portata dai suoi genitori. Questo il piano, dunque. Ma entrambi sono stati fermati al confine dalla polizia. Poi, in successione quasi cinematografica, la bambina di soli otto anni ha vissuto gli interrogatori della polizia giudiziaria e laffidamento temporaneo in una struttura privata che offre assistenza per minorenni: La esperanza. Ma di speranze Noem ne aveva ben poche. rimasta quattro giorni nel centro e, nonostante le lunghe conversazioni con una psicologa, la bambina si mostrata inconsolabile e terrorizzata.

chiede di partire da un assetto istituzionale e amministrativo nuovo. Basta con il pubblico impiego bancomat del governo di turno, avverte anche la Uil. Palazzo Chigi precisa che il testo soltanto una bozza. A rassicurare i lavoratori non bastano neanche le parole dello stesso commissario Carlo Cottarelli, il quale ha precisato che quella degli 85.000 una prima stima di massima che va affinata in base alle effettive riforme che dovranno essere chiarite nel corso del 2014. Dellopposizione, da Forza Italia a Sel, e dei sindacati, allarmati proprio dai capitoli legati al welfare, con in

testa la Cgil che parla di ennesimo attacco al sistema pubblico. 3%? VINCOLO ANACRONISTICO Il premier, in vista del Consiglio Ue, di gioved ha parlato anche di Europa. Il parametro del 3% oggettivamente un parametro anacronistico, ma per lItalia non ci sar nessuno sforamento, dice Matteo Renzi, parlando in aula alla Camera. Il presidente del Consiglio ha delle idee politiche ma quando rappresenta un Paese, magari mantiene il proprio desiderio politico e lo rappresenta perch si possa

cambiare, ma in ambito internazionale garantisce che il Paese rispetti gli impegni. Quel che in queste ore sfugge - ha spiegato - non la discussione su 3% o meno, il governo ritiene che quel che necessario non lo sforamento ma il rispetto del 3% con una modifica, vedremo se possibile, dal 2,6% al 3%. Poi il rischio da scongiurare quella della vittoria degli euroscettici. Il discorso sullEuropa a livello istituzionale deve partire da un presupposto: lottare contro le tecnocrazie e le burocrazie guardando agli ideali

dei padri fondatori, ha continuato Renzi. In questi anni lItalia i compiti li ha fatti. Questo un Paese che rispetta i vincoli europei, che ha il secondo export, che ha una manifattura con risultati straordinari, noi siamo orgogliosi dellItalia. Non abbiamo paura a confrontarci sui dati e sui numeri, sappiamo di avere una grande zavorra, ovvero il debito pubblico e il rapporto con il Pil. Non dimentichiamoci mai - ha aggiunto che lItalia d all Ue pi di quello che economicamente riceve, siamo un contributore attivo, ha aggiunto.

14

Unaccurata Cronaca: Ancora arrestato dai Militari Orazio Sciortino Ispezione


Erano
stati arrestati insieme il 18 gennaio 2014 dai Carabinieri della Compagnia di Vittoria in esecuzione all Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Ragusa poich ritenuti responsabili a vario titolo di tentata estorsione, rapina, danneggiamento, minaccia e ingiuria commesse ai danni di 14 sacerdoti di altrettante parrocchie di Vittoria. Luned uno dei due fratelli, Orazio Sciortino, vittoriese, classe 80, in atto sottoposto agli arresti domiciliari per i fatti sopra narrati concessigli dal Tribunale del Riesame di Catania lo scorso 16 febbraio stato nuovamente tratto in arresto dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vittoria, che nel corso del servizio di controllo del territorio, lo hanno sorpreso fuori dalla propria abitazione in violazione degli obblighi impostigli dalla predetta Autorit Giudiziaria. A seguito della sua condotta, lo Sciortino Orazio stato condotto in caserma, da dove, al termine delle formalit di rito stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dellAutorit Giudiziaria davanti la quale dovr questa volta rispondere del reato di evasione. Nel frattempo, il fratello Giuseppe, anche lui arrestato nellambito delloperazione The Brothers, si trova ancora recluso presso la Casa Circondariale di Ragusa, ove a fine gennaio stato raggiunto da un ulteriore ordinanza di custodia cautelare poich ritenuto responsabile di una rapina compiuta nella Via Mazzini di Acate ai danni di una signora 55enne, cos come accertato dai Carabinieri della Stazione biscara.

20 maRZO 2014, gIOVED

SPORT Siracusa
Quel che non giova in questo momento al Siracusa il buonismo in cui rischia di liquefarsi la figuraccia di Scordia. Un buonismo del tutto fuori posto che magari assolve un reparto per metterne sotto accusa un altro, quando arcinoto che nel calcio si vince e si perde in undici. Pi giusto almeno affermare che la squadra incappata nella peggiore giornata della stagione, una giornataccia che, beninteso, pu capitare a chiunque, ma che nel caso del Siracusa era doppiamente importante,sia per cancellare la sconfitta subta al De Simone, che per difendere il secondo posto. Il Siracusa non ha saputo fare n luno n laltro, ed questo lunico elemento di certezza sul quale ragionare. Tutto il resto sono chiacchie-

20 maRZO 2013 gIOVED

15

dei NAS alla mensa di un asilo nido


Nella
giornata di marted i Carabinieri della Stazione di Chiaramonte Gulfi supportati dai Carabinieri dei Nas di Ragusa hanno effettuato unispezione allinterno della mensa di un asilo nido del comune pedemontano. Al termine delle attivit sono state rilevate irregolarit amministrative di competenza del Sindaco relative alla struttura con particolare riferimento allagibilit e di conseguenza alla mancanza del parere igienico-sanitario, seppur non essendosi riscontrate violazioni circa il funzionamento e la gestione della mensa. Eventuali sanzioni e provvedimenti sono al vaglio dei militari operanti, i quali hanno gi dato comunicazione al Primo Cittadino di quanto accertato nel corso del controllo, al fine di sanare le irregolarit amministrative di sua competenza.

Ma cos non si aiuta il Siracusa Sar bene invece riflettere sui motivi che hanno determinato il calo di tensione
tentativo di imboccare la strada della promozione passando per la porta di servizio. La priorit di questa analisi spetta in primo luogo alla guida tecnica che non pu far finta che a Scordia non sia successo nulla e che ha lobbligo di correre subito ai ripari per evitare di compromettere quanto di buono la squadra ha fatto. Potrebbe trattarsi del possibile logorio fisico di qualche elemento che va opportunamente sostituito per consentirgli di recuperare o potrebbe trattarsi di un fenomeno pi esteso. Una cosa certa : la disfatta di domenica scorsa aveva avuto un prologo nei sinistri scricchiolii che si sono avvertiti nella prestazione della squadra col Rosolini, elementi che avrebbero dovuto indurre il tecnico a qualche riflessione e che invece sono stati sottovalutati. Ma piangere sul latte versato non serve a niente. Non resta ora altro da fare che stringere i denti per tentare di riconquistare il secondo posto, una posizione strategica in chiave play-off. Un obiettivo che non dipende solo dalla buona volont del Siracusa di riprenderselo, ma anche della concomitanza di fattori favorevoli come qualche passo falso del Taormina che negli ultimi tre incontri dovr vedersela rispettivamente con il Modica, il Rosolini e, dulcis in fundo, con lo Scordia. E proprio da questultimo incontro c da attendersi da parte della squadra di Natale Serafino un impegno almeno pari a quello profuso contro il Siracusa. Armando Galea

E la figuraccia di Scordia fin, come sempre, a tarallucci e vino

7 persone denunciate dai Carabinieri


Prosegue
senza sosta lattivit di intensificazione dei servizi di controllo delle aree rurali ricadenti nella giurisdizione della Compagnia di Vittoria, tesa a garantire maggiore vivibilit agli imprenditori agricoli e ai residenti in quelle aree, in linea con le direttive emanate nei vari Comitati Provinciali per lOrdine e la Sicurezza presieduti da S.E. il Prefetto di Ragusa. Loperazione Freeland nelle ultime 24 ore ha interessato nuovamente il Comune di Acate, ove stata riscontrata una recrudescenza di furti ai danni di abitazioni ed aziende agricole, nonch di una serie di reati predatori che minano la vivibilit della zona da parte dei residenti. Complessivamente i Carabinieri della Comando Compagnia di Vittoria, nelle ultime 24 ore hanno impiegato 18 pattuglie e circa 40 uomini per setacciare il territorio compreso nelle Contrade Case Serre, Macconi, Dirillo-Recinto e di tutta la fascia costiera compresa tra il mare e la Sp31 di quel Comune, coordinati dal Comandante della Stazione di Acate. Nel corso del servizio, i militari hanno intercettato e deferito in stato di libert: V.G., comisano cl. 95, residente ad Acate, celibe,

Acate: Loperazione Freeland estesa a zone dove di recente sono stati segnalati furti a danno delle propriet private

disoccupato, con precedenti di polizia E G.A., comisano cl. 85, residente ad Acate, coniugato, disoccupato, pregiudicato, poich sorpresi alternativamente alla guida del motociclo Yamaha Majesty 250, sprovvisto di copertura assicurativa, nonch il primo privo della patente di guida perch mai conseguita ed il secondo in possesso di patente di guida di categoria diversa da quella prevista; A.M. tunisino cl. 83, residente ad Acate (rg), celibe, bracciante agricolo, incensurato, poich sorpreso alla guida dellautovettura Fiat Punto privo della patente di guida perch mai conseguita;P.I., rumeno cl. 70, residente a Niscemi, coniugato, bracciante agricolo, pregiudicato, poich sorpreso alla guida del motociclo Piaggio x9 250, privo della patente di guida perch mai conseguita; V.F., rumeno cl. 87, domiciliato a Gela, celibe, disoccupato, con precedenti di polizia, poiche sorpreso alla guida dellautovettura Fiat Punto, mancante della copertura assicurativa e privo della patente di guida perch mai conseguita; M.M. rumeno cl. 86, residente ad Acate, convivente, bracciante agricolo, poiche veniva sorpreso alla guida del ciclomotore Aprilia scarabeo 50, oggetto

di furto denunciato in data 12 settembre 2013 presso la Stazione Carabinieri di Santa Croce Camerina da una ragusana cl. 85, privo della patente perch mai conseguita; I.C.N. rumeno cl. 78, domiciliato ad Acate, divorziato, bracciante agricolo, pregiudicato, poiche veniva sorpreso alla guida del motociclo Kymco 125 sprovvisto di copertura assicurativa, privo della patente di guida perch mai conseguita. Contestualmente veniva segnalati alla Prefettura di Ragusa nr. 4 giovani (1 somalo, 1 nigeriano e 2 acatesi) poich, seguito perquisizione personale e veicolare, venivano trovati in possesso di gr. 4 di sostanza stupefacente del tipo Hashish e spinelli, il tutto sottoposto a sequestro ed inviato presso il Laboratorio di Analisi dellAsp 7 di Ragusa per gli accertamenti del caso. Complessivamente, nel corso del servizio venivano: ritirata nr. 1 patente; elevate nr. 8 contravvenzioni al Codice della Strada; decurtati nr. 15 punti dalle patenti di guida; sequestrati/fermati nr. 6 veicoli; effettuate nr. 15 perquisizioni personali e veicolariI 7 denunciati dovranno rispondere ognuno per la parte di competenza di ricettazione e guida senza patente. Inoltre i 2 cittadini rumeni provenienti dalla provincia nissena sono stati proposti per lapplicazione del provvedimento del Divieto di Ritorno nel Comune di Acate, strumento preventivo fondamentale per scoraggiare i malintenzionati ed allontanare gli indesiderati.

La gradita visita dei bimbi delle elementati alla stazione dei CC

re da bar dello sport che lasciano il tempo che trovano. Purtroppo questo sta accedendo nel momento pi delicato della stagione, quando la squadra doveva dimostrare di essere in grado di battersi nei play-off con buone possibilit di farcela e bisognerebbe doman-

darsi, al di l della misurata comprensione, se e cosa ci sia dietro a questa inaspettata defaillance. Se si tratta, cio, di un fatto isolato e di un impatto sbagliato con la partita che non pu far testo, o se si tratta di un pericoloso indizio di stanchezza che pu pregiudicare il

nieri di Giarratana hanno ricevuto in caserma una gradita visita: i bimbi delle scuole elementari. Gli studenti, accompagnati dalle loro maestre, si sono recati in visita alla caserma di Giarratana nellambito del progetto educazione alla legalit avviato dal Ministero dellistruzione e dal Comando Generale dellArma dei Carabinieri per tutte le scuole dItalia di ogni livello, dalle primarie alle superiori. I ragazzi, ricevuti dal comandante di stazione, hanno visitato i locali della caserma, dagli uffici alle celle, e hanno attentamente ascoltato, dalla voce del comandante, quali sono le quotidiane incombenze e attivit di un comando stazione. stato anche loro spiegato che cos e come funziona lArma dei carabinieri. Il piacevole evento s concluso con un gradito dono, una poesia incorniciata, che i giovinetti hanno consegnato (dopo averla letta) al Luogotenente comandante del reparto.

I militari della Stazione Carabi-

Altra grande vittoria delle Formichine di Siracusa che hanno regolato con in perentorio 9 a 0 le ragazze dello Sport Life di S. Pietro Clarenza (CT) sotto una pioggia a tratti battente che ha infastidito non poco il gioco pi tecnico e dattacco delle padroni di casa. Da segnalare, comunque, il coraggio delle ospiti che si sono presentate a Siracusa con una comitiva appena sufficiente per affrontare lincontro, erano cinque giocatrici, compreso il portiere, a causa di alcune defezioni riscontrate allultimo istante. La cronaca. Qualche difficolt, come detto, da parte delle padroni

Calcio a 5/F.Le Formiche vincono facile nel derby contro lo Sport Life
di casa ad imporre il proprio gioco a causa della pioggia che rendeva il terreno di gioco scivoloso; ci voleva, infatti, una delle solite giocate della bomber Laura Li Noce per sbloccare la partita dal momento che le ragazze dello Sport Life si difendevano abbastanza bene in virt anche di una buona preparazione atletica messa in mostra per tutto lincontro. Il primo tempo, comunque, si chiudeva sul 3 a 0 per le padrone di casa che andavano a segno ancora con Laura Li Noce e con Martina Salvoldi. Il secondo tempo risultava pi semplice per le padrone di casa, anche perch, come prevedibile, le avversarie che non potendo alternare altre giocatrici, per mancanza di cambi, calavano vistosamente fisicamente; ci favoriva le ripartenze della squadra di casa che andava ripetutamente in gol ancora due volte ad inizio ripresa con Laura Li Noce, con la sorella Arianna Li Noce, che ha giocato per quasi tutta la partita da laterale, risultando alla fine la migliore in campo, con Martina Salvoldi anchessa autrice di una doppietta nella ripresa ed infine con Vanessa Dugo che ripartendo dalla propria area siglava il risultato finale sul 9 a 0 con un gran gol in diagonale. Il prossimo turno le nostre Formichine do-

vranno affrontare un temibilissimo avversario il Femminile Catania che ci risulta associato col Catania calcio e che

ha gi dato prova della propria forza battendo le avversarie di turno, sin qui incontrate, con valanghe di gol.

16

20 MARZO 2014 GIOVED

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

autosport.toyota.it

Siracusa Tel.0931 759918

Aygo Edition 1.0 3P MY13. Prezzo promozionale chiavi in mano 8.350 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di 5,40 + IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 22,2 km/l, emissioni CO2 104 g/km. Solo per vetture disponibili in stock. Yaris Active 1.0 3P. Prezzo promozionale chiavi in mano 9.950 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di 5,40 +IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 18,2 km/l, emissioni CO2 127 g/km. Solo per vetture disponibili in stock. Immagini vetture indicative.