Sei sulla pagina 1di 9

Scuole superiori a rischio 8 milioni di euro

A pagina quattro www.libertasicilia.com

FONDaTO NEL 1987 Da GIUSEPPE BIaNCa

ISTRUZIONE

Personale Ata in provincia 34 assunzioni


i A pagina tre e mail redazione@libertasicilia.com

SCUOLA

Svolta alle indagini


Un uomo picchiato a sangue
CRONACA

marted18 62 DIREZIONE 60.006 -PUbbLICIT: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0, sabato 17 marzo marzo 2014 2012Anno AnnoXXVII XXV N. 64 DIREZIONE Amministrazione Amministrazione e e Redazione: Redazione:via viaMosco Mosco51 51 Tel. Tel.0931 093146.21.11 46.21.11- -FAX FAX0931 0931/ / 60.006 PUbbLICIT: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 50 0,50

QUoTIDIano DELLA ProVIncIa DI SIracUsa SIRACUSA

Eventi

Il provvedimento emesso dal Gip del tribunale di Siracusa

Omicidio La Porta: fermate 4 persone

Gli avevano dato appuntamen-

to alla vecchia Tonnara di santa Panagia per un chiarimento. La vittima si recata nel luogo in cui lo avevano convocato, ma non si aspettava di essere aggredito a ridotto a mal partito. Luomo dovuto ricorrere alle cure dei sanitari per le gravi lesioni riportate al volto, mentre i due presunti aggressori sono finiti in manette. Lepisodio si verificato ieri mattina allinterno di un edificio denominato vecchia tonnara. Secondo quanto ricostruito dagli agenti delle unit Volanti della Questura di Siracusa, la cui pattuglia giunta sul posto, luomo si sarebbe presentato allappuntamento con i due aggressori.
A pagina sette

Quattro persone sono state fermate dai carabinieri ieri mattina al culmine delle indagini relative allomicidio di Nicola La Porta, il 45enne floridiano, il cui cadavere stato ritrovato il 3 marzo scorso in una discarica nei pressi del cimitero di Floridia, dopo essere stato attinto da numerosi colpi. Il provvedimento restrittivo stato emesso dal Gip del tribunale Vincenzo Panebianco, a carico di Osvaldo Lopes, siracusano di 38 anni, Giuseppe Genesio, avolese di 26, Leonardo Maggiore, siracusano di 19 anni e Salvatore Mollica di 31, origiA pagina cinque

EVENTI

Gran soire a Parigi per il limone Igp di Siracusa


A pagina otto

Diocesi unite contro la povert

E stata presentata ieri sera alla Camera di Commercio di Siracusa

la Fondazione di Comunit Val di Noto. Si tratta di una collaborazione tra le diocesi di Noto e di Siracusa e il terzo settore per promuovere programmi di policy permanenti e una progettualit diffusa nellottica dei territori socialmente responsabili. La diocesi di Siracusa - spiega monsignor Salvatore Pappalardo, arcivescovo di Siracusa - ha accolto con convinzione fin dal
a pagina sei

18 maRZO 2014, MARTED

di Arturo Messina Lo stupendo nuovo Museo del Papiro, ancora da inaugurare in via Nizza, nel cuore di Ortigia, ex sede della scuola professionale femminile e prima ancora antico convento dei religiosi Padri Agostiniani , sabato scorso ha ospitato unimportante iniziativa organizzata dalla Fildis Ifuw Siracusa, la benemerita associazione che diversi anni si propone di alimentare linteresse per i Beni Culturali, come pure quello per la figura della donna. Nellottica di questo secondo obiettivo, a sottolineare che la donna non solo dal secolo scorso che ha cominciato a godere la parit di diritti nella societ, ma che anche nel remoto passato, anche se non dovunque, godeva della stessa dignit delluomo, gli stessi diritti, persino nella funzione di governo dello Stato, ospitando la Fildis Ifuw Siracusa il fondatore del Museo del Papiro, Corrado Basile ha voluto anticipare linaugurazione ufficiale della nuova sede del Museo del Papiro ospitando una conferenza che avesse per argomento proprio la dignit, il prestigio, il potere di cui godeva la donna nellantico Egitto, la terra che coltivando il papiro, da cui oltre a ricavarsi tantissimi prodotti, si ricavava la carta, la materia prima per scrivere, per cui lEgitto ben pu dirsi la culla della civilt, essendo la scrittura il primo mezzo, il pi importante, per la comunicazione non vocale. A parlare di cos affascinante argomento, servendosi anche della proiezione anche della pi antica e incisiva documentazione, quali sono le tante immagini arrivate fino ai nostri giorni appunto attraverso la carta papiro, stato il prof. Gianni Luigi Maria Brancato ( uno dei pi noti egittologi, autore di diverse opere aventi per argomento proprio legittologia, come La Civilt Egizia, Le piramidi dEgitto) che venuto da Milano con sua

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

18 maRZO 2014 maRTED

Previste 34 assunzioni di personale Ata


Sono 34 le assunzioni di personale Ata previste in provincia di Siracusa alliniziom del prossimo anno scolastico. Dopo lassunzione a tempo indeterminato dei docenti precari, ora la volta del personale non docente. La Direzione Generale per il personale scolastico del Ministero dellIstruzione ha autorizzato lassunzione di 3730 unit di personale ATA la cui nomina avr decorrenza giuridica dallanno scolastico 2013/2014. Verranno utilizzate ha dichiarato lonorevole Enzo Vinciullo - esclusivamente le graduatorie vigenti nellanno scolastico 2013/2014 per garantire coloro che sono precari da numerosi anni e che lavorano gi con contratto a tempo determinato nella Scuola. Le nomine avranno decorrenza economica dal 1 settembre 2014, mentre la decorrenza giuridica, anche ai fini pensionistici, dallanno scolastico 2013/2014. I beneficiari, ha proseguito lon. Vinciullo, saranno in Sicilia: Assistenti Amministrativi, Assistenti Tecnici, Collaboratori Scolastici, Cuochi. Il decreto ministeriale in corso di registrazione. I beneficiari in Sicilia saranno 220 e in provincia di Siracusa 34, cio il 16% degli aventi diritto. I profili professionali interessati, saranno 16 Assistenti Amministrativi, 15 Assistenti Tecni-

Lindcazione giunge dalla direzione generale del personale scolastico del Ministero dellIstruzione
pazionali, con la quale lOn. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della Commissione Bilancio e Programmazione allARS. lAssessorato Regionale dellIstruzione e della Formazione ha risposto che nel settore della Formazione professionale si attivato un processo di riforma radicale e complessivo finalizzato sia alla moralizzazione del settore, che alla giusta collocazione tra listruzione e il mercato. Per lannualit 2013-2014 sono stati ridotti i budget finanziari per i percorsi e si sono sensibilmente ridotti i corsi espletati il precedente anno e non aderenti alle esigenze del mercato del lavoro. Lidea ispiratrice dellazione dellAssessorato stata quella di far ruotare lintero settore attorno alla dialettica permanente tra enti gestori ed operatori economici .

Le nomine avranno decorrenza economica dal 1 settembre 2014, mentre la decorrenza giuridica, dallanno 2013/2014

Nella meravigliosa nuova sede del Museo del Papiro, nellex convento dei reverendo Padri Domenicani in via Nizza il primo evento culturale
moglie, che milanese. Prima della cos interessante Conversazione a regola darte- cos ha definito il ciclo delle conferenze la sezione Fildis Ifuw sezione di Siracusa- i numerosi intervenuti hanno avuto modo di visitare, a cominciare dallampio cortile con al centro la cisterna, gli stupendi e ampi ambienti interamente rifatti a nuovo e tutti arredati dei pi importanti cimeli ricavati dal papiro e degli altrettanto pregevoli apporti cartacei, quali le numerose e importanti pubblicazioni e documentazioni fotografiche, tra cui quelle riguardanti i pi insigni personaggi, anche stranieri, presenti allinaugurazione della precedente sede del Museo del Papiro, nel 1989, in viale Teocrito. A far loro da guida nella visita sono stati la direttrice del Museo, prof.ssa Anna Di Natale e il prof. Corrado Basile. A prendere la parola per prima stata la presidente della stessa Fildis-Ifuw di Siracusa, prof.ssa Maria Vittoria Fagotto,la quale ha tra laltro sottolineato come il prof. Basile pi conosciuto allestero che in Italia, tra noi, che forse mai avevamo valutato quali tesori ci sono in Ortigia, mentre riconosciuto e molto apprezzato in tutte le parti del mondo Ha anche affermato: Generalmente nella nostra associazione vi la presenza femminile; qui questa sera invece stiamo notando tante presenze maschili e ci vuole significare limportanza dellevento. Sento perci di rivolgere il pi vivo ringraziamento ai padroni di casa, che hanno ospitato la nostra iniziativa. Ha quindi messo in rilievo la grande stima che il prof. Basile gode anche nella manifattura e nel restauro degli antichi papiri, per cui gode dei pi alti riconoscimenti da parte delle Comunit Scientifiche Internazionali, tanto che lo stesso Egitto gli ha affidato la direzione dei restauri attinenti in tutto il territorio; gli stessi suoi collaboratori e alunni sono stati nominati direttori dei musei dellEgitto, Ill prof. Basile stesso,, quando ha preso la prola ha tenuto a puntualizzare che in questopera di restauro di quelledificio da tanti anni abbandonato, tanto che sembrava un fondaco, un a mnnara, stato per lamore che egli da sempre ha nutrito per i beni culturali che riguardano legittologia, che adesso vediamo un museo che viene ammirato gi da tanti stranieri di vaglio e che tutto stato fatto se non con i suoi sacrifici economici, senza aspettarsi contributi, senza ricevere sostegno da parte di uomini politici. A questo punto, ovviamente, sono esplosi i pi fragorosi applausi di rico-

Uneccezionale magna lectio


noscimento da parte dei numerosi e scelti presenti. E la stessa presidente ha offerto al prof. Basile una targa encomio che stata letta da uno degli attori della Scuola di Recitazione del Dramma Antico che assieme ad altri compagni ha recitato dei brani poetici relativi dallargomento accompagnati a commento da una giovanissima flautista, intercalandosi con loratore ufficiale. Interessantissima e vivamente seguita stata quindi la magna lectio del prof. Gian Luigi Maria Brancato sulla storia della donna ai tempi degli antichi Egizi: lezione che dovremmo indubbiamente tener presente anche e soprattutto oggi, visto che siamo ancor ben lontani da come veniva trattata la donna in quel periodo. La donna era veramente alla pari in tutto, sia nella famiglia che nella societ, per cui dovremmo ancora imparare tanto dalle donne egiziane di tremila anni fa, quando aveva gli stessi diritti anche politici delluomo. Sotto questo aspetto ha ricordato che in Egitto di furono persino diverse donne che assursero al trono di faraona: lultima di esse fu Cleopatra, ai tempi di Cesare Augusto.

In foto, lon. Enzo Vinciullo.

ci e 3 Collaboratori Scolastici. Intanto, Rispon-

dendo allinterpellanza parlamentare n. 83 Chiarimenti

in merito alle azioni settore della formae alle misure adotta- zione professionale te dal Governo per il e per i livelli occu-

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Yaris Hybrid Lounge E 15.950. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011) con il contributo della Casa e dei Concessionari Toyota. Auris Hybrid Active ECO prezzo di listino 23.450 E (inclusa IVA, esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011). Ecoincentivo Toyota senza rottamazione o permuta: 4.000 E inclusa IVA con il contributo della Casa e del concessionario. Prezzo promozionale E 19.450. Offerta valida fino al 28/02/2014. Immagine vettura indicativa. Valori massimi: consumo combinato 27 km/l, emissioni CO2 85 g/km.

18 maRZO 2014 maRTED

18 maRZO 2014 maRTED

Scuole superiori siracusane A rischio 8 milioni di euro


Sono

La denuncia allopinione pubblica dellex presidente della Provincia, Nicola Bono

Sono stati i carabinieri a chiudere il cerchio attorno ai presunti autori del delitto

Dal momento in cui cessata la gestione Amministrativa ordinaria, le gare bandite a ridosso della conclusione del mandato sono state abbandonate

Questa mattina linterrogatorio di garanzia al cospetto del Gip del tribunale Vincenzo Panebianco, che ha disposto la misura cautelare per gli indagati
Quattro persone sono state fermate dai carabinieri ieri mattina al culmine delle indagini relative allomicidio di Nicola La Porta, il 45enne floridiano, il cui cadavere stato ritrovato il 3 marzo scorso in una discarica nei pressi del cimitero di Floridia, dopo essere stato attinto da numerosi colpi di arma da fuoco. Il provvedimento restrittivo stato emesso dal Gip del tribunale di Siracusa, Vincenzo Panebianco, a carico di Osvaldo Lopes, siracusano di 38 anni, Giuseppe Genesio, avolese di 26, Leonardo Maggiore, siracusano di 19 anni e Salvatore Mollica di 31, originario di Catania. A coordinare le indagini sono i sostituti procuratori Andrea Palmieri e Tommaso Pagano, i quali hanno delegato i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Siracusa. La svolta alle indagini avvenuta qualche giorno dopo il ritrovamento del cadavere di La Porta. La visione e lo studio dei frame di alcune immagini della videosorveglianza hanno permesso agli investigatori di identificare i quattro presunti autori dellomicidio. Le accuse maggiori ricadrebbero su Lopes, che oltre ad essere lorganizzatore sarebbe anche lesecutore materiale del delitto. Omicidio che, secondo gli inquirenti, sarebbe matuirato nellambiente del traffico delle sostanze stupefacenti. Come si ricorder, la vittima era scomparsa venerd 28 febbraio da casa ed stato ritrovato il luned successivo in una discarica del cimitero floridiano. Secondo quanto emerso dallesame autoptico, luomo sarebbe stato dapprima attinto da numerosi colpi di arma da fuoco per poi abbandonarlo nel luogo non lontano dal campo santo. La morte risalirebbe a sabato 1 marzo, come stabilito dal medico legale Francesco Coco. Questa mattina previsto linterrogatorio di garanzia dinanzi al Gip Panebianco per Lopes, che ha affidato la difesa allavvocato Junio Celesti. Lopes era stato coinvolto nelloperazione antimafia legata alle presunte estorsioni ai danni di un autosalonista siracusano ad opera del clan Bottaro-Attanasio. Ma stato poi scarcerato dal tribunale del riesame di Catania.

Omicidio di Nicola La Porta: fermate quattro persone

a rischio circa 8 milioni di finanziamento per le scuole medie superiori della provincia. La preoccupazione espressa dallon. Bono, gi presidente della Provincia Regionale di Siracusa, in merito alla precaria situazione in cui versano alcuni strategici finanziamenti UE per le scuole secondarie di Siracusa, ha dichiarato: La situazione dei finanziamenti pubblici relativi agli edifici scolastici della Provincia purtroppo ormai gravemente compromessa. In pochi mesi di commissariamento stata distrutta lefficientissima macchina organizzativa del settore appalti, frutto di anni di intenso e creativo lavoro. Non pi la virtuosa organizzazione che aveva completato quasi tutte le opere incompiute del passato, realizzando oltre 146 milioni di euro di lavori pubblici, e collaudato modalit di gestione dei lavori capaci di individuare le opere, selezionare le fonti di In foto, la Provincia regionale di Siracusa. Sotto, ilex presidente della Provincia, Nicola Bono. finanziamento, provvedere alla progettazione e seguirne liter stione Amministrativa ordinaria, una parte del complesso edilizio fino alla aggiudicazione. Non pi le gare gi bandite a ridosso del- scolastico di Piazza dei Matile performance di un Ente che la conclusione del mio mandato la a Siracusa, con termine per le solo per le scuole aveva predisono state abbandonate, come nel offerte scaduto il 7.6.2013, per sposto un piano di interventi con caso dei lavori dellistituto Car- un importo di 200.000 Euro, il ben 19 richieste, vedendosene nilivari di Noto, il cui termine di restauro di Villa Chiara di Caniammettere a finanziamento addiscadenza delle offerte era il 26 lu- cattini Bagni, con termine per le rittura 15, pari al 79 per cento delglio 2013, e del Gorgia di Lentini, offerte scaduto il 7.6.2013, per la proposta, e conseguentemente scaduto ai primi di agosto 2013. un importo di 346.607 Euro e i sbaragliando le altre province Non solo ma sono cessate tutte lavori di completamento della in Sicilia con laggiudicazione le preziose e insostituibili attivit palestra del Polivalente di Noto, di ben 11.142.701 Euro, pari ad di supporto ai dirigenti scolastici con scadenza il 10.6.2013, per un oltre l11 per cento del totale dei delle scuole interessate ai lavori importo di 752.372 Euro. Da oltre progetti finanziati, di gran lunga pubblici, che lAmministrazione 10 mesi sono scaduti i termini per superiore alle oggettive spettanze ordinaria aveva invece fortemen- lavori pari a 1.480.000 Euro e, a del territorio. te supportato proprio per agevo- quanto pare, solo in questi giorni Di questa cifra, tutta rigorosalare la predisposizione dei bandi si stanno celebrando le gare dapmente di provenienza extra binei termini di legge. Perch solo palto. Ma solo un problema di lancio grazie al lavoro del nuora, dopo quasi un anno, sono ordinaria sciatteria della Pubblicleo coordinato dallesperto del state finalmente aperte le buste? ca Amministrazione, o le cause Presidente dott. Mario AntonuzForse un disperato tentativo di vere risalgono alla demagogica zo, 6.644.701 Euro, e cio i laevitare la perdita dei finanzia- decisione dellabolizione delle vori nelle scuole L. Da Vinci di menti? Una vera debacle, che fa il province, che in Sicilia, rispetto Floridia, Quintiliano di Siracusa, paio con unaltra ancora pi gra- al resto dItalia, dar un risultato L. Classico Megara di Augusta, ve dimenticanza nellapertura ancora pi caotico, penalizzante Archimede di Rosolini, E. Majo- stanziato dalla Regione Siciliana delle buste di quattro gare per la ed molto pi costoso per la colrana di Avola, Moncada di Lenti- in quota PO FESR 2007-2013 realizzazione di importanti lavo- lettivit? ni, Piazza Matila di Siracusa e ITI per il rifacimento del tetto del ri, che non solo avrebbero creato Sembra sempre pi evidente di Pachino, sono nella black list Palazzo degli Studi di Siracusa una migliore offerta edilizia, ma conclude lex presidente Bono del MIUR e rischiano seriamente (Corbino e Rizza), per il cronico anche aiutato a ridurre una parte che limmobilismo della Provindi essere stornati. C da chieder- ritardo nella fornitura del richie- di fitti delle scuole. Mi riferisco cia sia uno dei frutti avvelenati si se anche questi siano i fondi sto progetto esecutivo. Come si ai lavori per il rifacimento della della gestione di un Presidente didi cui parla il Presidente Renzi, giustifica questo immobilismo copertura del II Istituto superiore giuno di nozioni amministrative, in materia di risorse disponibili dellEnte e di chi ne ha avuto la di Palazzolo Acreide, con sca- ed esperto quasi esclusivamente per le scuole. Cos come ormai responsabilit dopo di me? Dal denza delle offerte il 6.6.2013, nella produzione di apparenti efsembra irrecuperabile anche il momento in cui cessata la ge- per un importo di 181.000 euro, fetti speciali e slogan privi di confinanziamento di 1.288.358 Euro la manutenzione straordinaria di tenuti.

In foto, la vittima dellomicidio, Nicola La Porta.

Scoperto dalla Finanza con 81 grammi di marijuana: patteggia un 33 enne


Era stato acciiuffato dalla Guardia di Finanza in possesso di diverse dosi di marijuana. A distanza di sette mesi dallepisodio, limputato ha deciso di ricorrere al rito alternativo del patteggiamento per chiudere la partita con la Giustizia. Protagonista della vicenda Salvatore Di Maria, siracusano di 33 anni, il quale, difeso dallavvocato Junio Celesti, comparso ieri mattina dinanzi al Gup del tribunale, Alessandra Gigli, che, a conclusione delludienza preliminare, ha disposto lapplicazione della condanna su richiesta delle parti a un anno di reclusione oltre al pagamento di una multa pari a 3 mila euro. La vicenda risale al 17 settembre dello scorso anno quando, transitando per il piazzale Marconi nella zona Umbertina di Siracusa, Di Maria stato fermato per un normale controllo su strada da parte della pattuglia delle fiamme gialle. Il nervosismo ha poi tradito limputato, perch il suo atteggiamento ha insospettito gli investigatori, che hanno eseguito una perquisizione addosso e nellabitacolo della vettura. Gli sono stati rinvenuti, custoditi in un contenitore complessivamente 81 grammi di marijuana. Luomo gode del beneficio della sospensione

CRONACA

Presentata ieri sera alla Camera di Commercio liniziativa della Fondazione

18 maRZO 2014 maRTED

18 maRZO 2014 maRTED

Nel mirino, il contrasto di tutte le povert


E
stata presentata ieri sera alla Camera di Commercio di Siracusa la Fondazione di Comunit Val di Noto. Si tratta di una collaborazione tra le diocesi di Noto e di Siracusa e il terzo settore per promuovere programmi di policy permanenti e una progettualit diffusa nellottica dei territori socialmente responsabili. La diocesi di Siracusa - spiega monsignor Salvatore Pappalardo, arcivescovo di Siracusa - ha accolto con convinzione fin dal primo momento la proposta di partecipare alla costituzione della Fondazione di comunit per un efficace impegno di contrasto delle povert, soprattutto per i programmi di inclusione sociale che racchiudono un progetto globale comprendente linserimento lavorativo e il recupero della dignit personale dei soggetti coinvolti. Al centro ci sar la cura della coesione sociale - ha spiegato il vescovo di Noto, Antonio Staglian - Questimpegno permetter di unire le grandi consegne del passato (la tradizione del vicinato, la laboriosit di tanti, il calore dellaccoglienza) alla responsabilit per le sfide delloggi: il lavoro e con esso la dignit; lo sviluppo, non pi a qualsiasi prezzo, ma come sviluppo sostenibile; lassistenza ma non lassistenzialismo, quanto piuttosto la capacit della presa in carico dei pi deboli. per restare umani. E cos ripensare il nostro Sud come laboratorio di umanit e la nostra collocazione mediterranea come la possibilit di ritrovarci amici nella convivialit delle differenze. I progetti saranno realizzati con il supporto di Fondazione Con il Sud, entro no profit nato nel novembre 2006 dallalleanza tra le fondazioni di origine bancaria e il mondo del terzo settore e del volontariato per promuovere linfrastrutturazione sociale del Mezzogiorno, ovvero per favorire percorsi di coesione sociale per lo sviluppo. Quello che successo in Val di Noto un segnale importante - ha affermato Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione Con il Sud - Una comunit che vuole essere protagonista del proprio

Al centro vengono posti i programmi di inclusione sociale con linserimento lavorativo e il recupero della dignit personale

Pestano a sangue un uomo dopo averlo attirato in trappola


Gli
avevano dato appuntamento alla vecchia Tonnara di santa Panagia per un chiarimento. La vittima si recata nel luogo in cui lo avevano convocato, ma non si aspettava di essere aggredito a ridotto a mal partito. Luomo dovuto ricorrere alle cure dei sanitari per le gravi lesioni riportate al volto, mentre i due presunti aggressori sono finiti in manette. Lepisodio si verificato ieri mattina allinterno di un edificio denominato vecchia tonnara. Secondo quanto ricostruito dagli agenti delle unit Volanti della Questura di Siracusa, la cui pattuglia giunta sul posto, luomo si sarebbe presentato allappuntamento con i due aggressori Gioele Rossitto di 19 anni e Micol Castrogiovanni di 20, entrambi con precedenti giudiziari di poco conto. Fra i tre si instaurata una discussione che ben presto degenerata. Ad avere la peggio stata la vittima, la quale, malgrado avesse cercato di divincolarsi, si visto bloccare alle spalle da uno dei due aggressori che teneva in mano una mattonella, mentre laltro lo picchiava duro con calci e pugni. Prima di ingaggiare la colluttazione, il malcapitato ha avuto modo di lanciare lallarme e sul posto giunta provvidenzialmente una pattuglia delle unit Volanti della Questura di Siracusa, i cui po-

Lepisodio avvenuto la mattina di domenica scorsa allex Tonnara

Proprietario sventa un furto

Provvidenziale larrivo di una pattuglia delle unit Volanti. Il malcapitato finito in ospedale con il setto nasale fratturato

In foto, un momento della presentazione della Fondazione di comunit Val di Noto futuro individua nella coesione sociale una prenessa per lo sviluppo locale e nel fare rete la sua modalitoperativa. E un principio che presente anche nei cinquecento progetti esemplari sostenuti dalla fondazione, ma che nella fondazione di comunit trova uno strumento articolato, complesso, di lungo periodo e unopportunit di incontro per tutte le realt del terzo settore.

liziotti sono riusciti ad evitare il peggio. I due ragazzi sono stati posti agli arresti domiciliari con laccuisa di lesioni in concorso, mentre la vittima stata tra-

In foto, lex tonnara di Santa Panagia.

sportata allospedale Umberto primo di Siracusa dove i sanitari gli hanno riscontrato la frattura del setto nasale, riservandogli 30 giorni di prognosi.

Sono adesso in corso le indagini per comprendere i reali motivi dellaggressione premeditata. I due indagati, assistiti dallavvocato Junio Celesti, compariran-

no questa mattina al cospetto del giudice monocratico del tribunale di Siracusa, per essere sottoposti al processo con il rito per direttissima. R.L.

Sorprende due individui che con fare sospetto stavano armeggiando al cancello della propria abitazione. Li blocca e poi aspetta larrivo della polizia. E accaduto nel pomeriggio di domenica scorsa quando agenti delle Volanti della Questura di Siracusa sono intervenuti in contrada Carancino ove, poco prima, un uomo aveva fermato due persone sospette davanti al cancello della propria abitazione. Giunti sul posto, gli Agenti provvedevano alla perquisizione personale e dellautovettura in loro possesso rinvenendo, allinterno della stessa, arnesi atti allo scasso per i quali veniva denunciato Z.S. di 39 anni, residente a Siracusa gi conosciuto alle forze di Polizia.

Tre progetti per avviare percorsi virtuosi di coesione sociale


Sono tre i progetti che saranno avviati a breve sul nostro terrutorio sotto legida della Fondazione di comunit Val di Noto, la cui sede si trova in Ronco Capobianco in Ortigia. Il primo prende il nome di Fratello maggiore con il quale si intendono promuovere percorsi di presa in carico dei pi deboli che diventino esemplari anche per il welfare comunitario e aiutino ripartenze che indichino vie di uscite possibili della crisi. Il secondo prende la denominazione di Tessuto inclusivo: saranno sostenute presenze nel territorio tese alla coesione sociale come cantieri educativi, centro sociali e educativi, iniziative di cittadinanza attiva, cammini di inclusione sociale. Il terzo progetto, dal nome Telaio creativo,

IL CASO

si pone lobiettivo di promuovere azioni di economia sociale con cui valorizzare i prodotti degli iblei, generare opportunit lavorative nellogttiva cooperativistica, promuovere e consolidare canali di scambio solidali. Nella fase di avvio un contributo ai progetti viene dato dalla Caritas italiana il cui presidente Francesco Marsico, ha partecipato ieri pomeriggio alla presentazione della Fomdazione. Sosterremo le azioni di sistema contro le povert in rete tra soggetti impegnati per il bene comune - ha spiega Marsico - Con la crisi di sistema ceh sta colpendo la nazione, diventata per noi azione basilare quella di dare una mano alle persone che hanno bisogno di assistenza. E non facile nemmeno per noi riuscire a coordinare tutti gli impegni assunti con le comunit.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

RAV4 2WD 2.0 D-4D 124CV. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusa I.P.T. E Contributo Pneumatici Fuori Uso, PFU, ex DM n. 82/2011 E 5,40 + IVA) con il contributo dei Concessionari Toyota aderenti all'iniziativa. Offerta valida anche senza rottamazione o permuta. La versione raffigurata del modello RAV4 puramente indicativa. Offerta valida fino al 31/01/2014. Valori massimi: consumo combinato 13.9 km/l, emissioni CO2 176 g/km

Il prestigioso riconoscimento consegnato allIstituto Italiano di Cultura a Parigi

18 maRZO 2014 maRTED

Limone di Siracusa protagonista assoluto in terra francese


Sono
qui per testimoniare il mio sostegno al territorio di Siracusa e al suo limone: oggi abbiamo lonore di accogliere due firme eccezionali del made in Italy. Questo il saluto di Giandomenico Magliano, Ambasciatore dItalia in Francia, pronunciato in quel Galliffet come amano chiamarlo confidenzialmente i parigini che fu dimora di Talleyrand e sede del Ministero degli Affari Esteri francese durante lera napoleonica e la Restaurazione, e che dal 1962 ospita lIstituto Italiano di Cultura. Latto di presenza dellAmbasciatore ha consacrato il successo di Un citron voyageur, evento consumatosi lo scorso marted proprio al Galliffet e attivamente partecipato da medici nutrizionisti, ricercatori, gourmand, docenti universitari, matre parfumeur, e firme del giornalismo comprendenti Le Figaro, Top Sant, Le Monde, ANSA, Radio France Culture e Corriere della Sera. Il Limone di Siracusa IGP, star della serata, ha indossato il vestito delle grandi occasioni: su un bianchissimo tovagliato di Fiandra, delle coppette di gelato GROM hanno rappresentato il benvenuto agli ospiti, cui stata consegnata una brochure contenente alcune schede informative sul prodotto, sul territorio, e sul Consorzio, una cartolina dellassociazione Siracusa Turismo, e PICK ME, opuscolo che presenta la pluralit delle aziende riunite nel Consorzio di Tutela del Limone di Siracusa IGP, alcune delle quali presenti alla manifestazione parigina, reduci da un ciclo di incontri di affari tenutosi nella mattinata di marted presso il mercato di Rungis. Tutto intorno, un susseguirsi di eleganti composizioni di limoni adagiate sulle consolle settecentesche e sul bel pianoforte a coda ha arricchito una disposizione a ferro di cavallo che non ha lasciato nulla al caso: dai bouquet delle bollicine Murgo al limoncello di Siracusa della Sicilsapori, alla distesa di campioni di olio essenziale della maison Simone Gatto, distribuiti insieme a una cartolina bilingue con i consigli per luso redatta dalla Dottoressa Valeria Rizza, autrice anche di TRUST ME, pamphlet consor-

vita di Quartiere

18 maRZO 2014, maRTED

Esteso anche alla tematica oltremodo complessa delle competenze relazionali, prender le mosse il prossimo 5 aprile presso la sede dellistituto di Gestalt Human Comunication Center Lettere: Sul caso Pillirina non pi il tempo di giocare a rimpiattino

Latto di presenza di Giandomenico Magliano, Ambasciatore dItalia in Franciaha consacrato il successo di Un citron voyageur

Sopra, il Layout prescelto per la promozione del master (particolare).

Nella foto, un momento della serata dedicata al limone Igp di Siracusa

tile sulle virt del limone come farmaco naturale in distribuzione a Parigi. Una sequenza fotografica sul territorio siracusano riflessa su un gioco di specchi ha completato il quadro scenografico, spaziando dal fascino senza tempo dellisola di Ortigia al barocco di Noto. Madrina dellevento e impeccabile padrona di casa, Marina Valensise, Direttrice dellIstituto, che ha aperto i lavori invitando il pubblico intervenuto a scoprire insieme la manifattura del gelato appena gustato attraverso la visione dellaudiovisivo consortile Un gelato al limone a short movie, a long

taste. stata quindi la volta di Fabio Moschella, presidente del Consorzio di Tutela, che ha percorso un breve excursus storico sul rapporto fra il territorio di Siracusa e il limone, mentre la ricercatrice de La Sorbonne Patrizia dAlessio ha illustrato al pubblico le propriet anti-invecchiamento e anti-infiammatorie del d-limonene, flavonoide presente nella scorza dagrume. Vilfredo Raymo, direttore generale della Simone Gatto, azienda siciliana con una conoscenza approfondita del mercato francese, ha quindi messo in luce le qualit del limone biologico e IGP nella

produzione di succhi e di oli essenziali. Spazio infine alle quattro pietanze di Pino Cuttaia: la terrina di mortadella con pan brioche al limone, il raviolo di calamaro con cicala e limone in salsa dacciughe, il baccal con carciofo spinello e limone con chips di panelle, e la cornucopia di cannolo con canditi al limone, una originale compenetrazione di sapori prettamente siciliani e di presentazioni tipicamente francesi, in un equilibrio delicatissimo e perfetto. Difficile non lasciarsi sedurre, a un primo appuntamento cos. Specie a Parigi.

Si svolgeranno questo pomeriggio alle ore 15, presso la chiesa della Penisola Maddalena i funerali di Alessio Russo (nella foto a fianco), il batterista siracusano di 34 anni, scomparso l11 marzo scorso a seguito di un incidente stradale mentre si trovava allestero: lartista stava facendo ritorno dal Belgio, dove aveva appena tenuto un tour di quattro date con i Fonomeccanica. I genitori hanno dovuto sostenere le spese per il trasporto della salma dal Belgio fino a Siracusa, dove potr ricevere il tributo e lomaggio di tutti gli artisti e gli amici che lo hanno apprezzato oer le sue doti artistiche ma anche e soprattutto umane.

Nel pomeriggio i funerali del batterista Russo

CRONACA

l master in comunicazione e competenze relazionali promosso dallIstituto di Gestalt Human Comunication Center avr inizio il 5 aprile prossimo. Il Master in comunicazione e competenze relazionali ha lo scopo di migliorare le abilit comunicative sia nelle relazioni lavorative sia in quelle personali, e di sostenere le qualit relazionali di ogni partecipante. La formazione offerta dal Master uno strumento fondamentale per tutti coloro che, a diversi livelli, sono impegnati in contesti educativi, sanitari, sociali e aziendali. Grazie allarticolazione della didattica in momenti teorici e pratico-esperienziali, anche i giovani neolaureati o laureandi (psicologi, pedagogisti, assistenti sociali, medici, avvocati,

Neapolis: Un master in tema di comunicazione


economisti, ingegneri, ecc.) possono trarre profitto da questo iter formativo, che si pone come completamento ideale degli studi universitari. I seminari promossi dallIstituto prevedono una parte teorica, una parte esperienziale e una parte pratico-applicativa. Tale metodologia promuove lo sviluppo personale, oltre che quello teorico-professionale, e attiva le risorse e le potenzialit di ogni partecipante. Inoltre gli allievi del master hanno a disposizione una piattaforma informatica attraverso la quale possono dialogare con un tutor e reperire materiale di approfondimento. La comunicazione prevede il fatto stesso del "condividere" (dal latino: communicare, mettere in comune), azione che prevede l'esistenza di alcuni elementi fondamentali: il sistema (animale, uomo, macchina) che trasmette ovverosia l'emittente; un canale (o mezzo o veicolo) comunicativo necessario per trasferire l'informazione; il contenuto della comunicazione o referente: l'informazione; un codice formale mediante in quale viene data una forma linguistica all'informazione, ovverosia viene significata. Questi sono gli elementi necessari per costruire un modello della comunicazione che preveda per due ipotesi: che il significato del messaggio (ovverosia il risultato della significazione del referente) sia univoco e che il processo comunicativo possa non completarsi. Perch infatti il processo possa perfezionarsi necessario un quinto elemento: il ricevente cio il sistema che assume l'informazione. La caratteristica fondamentale della maggior parte dei processi di comunicazione per che la presenza del ricevente non implica necessariamente l'assunzione completa dell'informazione. Ci infatti dipende sia dall'efficacia del canale ma soprattutto dal risultato dell'interpretazione (significazione inversa) del messaggio da parte del ricevente. Tale risultato fortemente influenzato dal livello di condivisione del codice, quando questo non univoco, come spesso accade nei linguaggi estremamente complessi, e quindi in ultima analisi dai fattori che influenzano l'emittente ed il ricevente.

a un nostro lettore, Marcello Lo Iacono, riceviamo e pubblichiamo quanto segue. E' noto che durante l'ultima consultazione elettorale il movimento Lista Mangiafico, di cui allora facevo ancora parte,appoggiava la candidatura a Sindaco dell'avv. Paolo Reale. In uno scambio di battute ebbi modo di dirgli che non condividevo la sua impostazione, quando da Assessore all'Urbanistica ,fu l'artefice del Prg della Citt e che su questo suo atto non lo avrei mai potuto appoggiare lealmente. Mi rispose che capiva e che anche lui restava convinto della sua stessa idea di allora. Poi pochi giorni fa mi sono venuti sotto gli occhi gli atti di una tavola rotonda sul Prg , organizzata il 14 aprile 2010 dall'Associazione Plemmyrion ,quando ancora ne rivestivo l'incarico di Presidente. Questi atti furono allora pubblicati in un lungo e dettagliato resoconto dal giornale La Civetta, il cui vicedirettore fu il moderatore della discussione. Vi erano riportate le testuali parole dell'avv Reale che in quell'occasione, in merito all'insediamento turistico della Pillirina,ebbe a dire : Per quanto poi riguarda l'insediamento turistico previsto al Plemmirio,condivido le parole del Presidente Lo Iacono Marcello : un'idea fuori dal mondo. Qualcuno si domander perch abbia approvato un piano regolatore che lo prevede. E' semplice :io rispetto la Legge ,anche quando la trovo sbagliata. Parole precise ,lucide in perfetta sintonia reciproca che tornano ad onore di una persona che ho imparato a stimare durante l'esperienza della sua candidatura a Sindaco. Parole che a distanza di quattro anni vorrei sentire ascoltare , con la stessa lealt ed umanit ,da chi oggi ci governa e ci rappresenta. Ma n il Sindaco di Siracusa e n l'Assessore Regionale ai Beni Culturali hanno mai dato conferme precise ed inequivocabili in tal senso. Credo che non si possano pi esimersi dal farlo, pena una pubblica riprovazione per promesse non mantenute ma che hanno consentito loro di essere eletti. Non pi tempo di tergiversare e giocare a rimpiattino. Cos si esprime Marcello Lo Iacono trattando del tema in questione.

In foto, la costa della Pillirina.

10

18 maRZO 2014, maRTED

di mercoled 2 aprile 2014 la presentazione del documentario autoprodotto dal titolo Siracusa in bianco e nero, proiezione a cura di Fabio Morreale con inizio annotto per le e 18:30 presso la sede dellassociazione Natura Sicula di piazza S. Lucia 24/B-C. Nel documentario le trasformazioni subite negli ultimi 150 anni dalla citt di Siracusa e dai suoi monumenti, fedelmente documentate da rare foto depoca. Dopo l'unit d'Italia, Siracusa conobbe, come tutto il Sud, il fenomeno dell'emigrazione di massa verso il Nord, a causa di una malagestione del neogoverno monarchico italiano; questo il tempo in cui nasce la famosa Questione meridionale. I Paesi verso i quali migrarono furono le Americhe, il Nord Europa

In agenda per la data

S. Lucia: Siracusa in bianco e nero


ma anche l'Australia. Nell'epoca fascista Siracusa assume un ruolo molto importante per il regime, essendo la sua posizione geografica predisposta alla rotta tra l'Italia e l'Africa. Benito Mussolini verr due volte in citt, il Re Vittorio Emanuele III la visiter fino al 1942, durante il conflitto bellico della seconda guerra mondiale Siracusa venne occupata dagli Alleati il 9 luglio 1943; in un primo momento ospit l'Amgot, ovvero il Governo Alleato, la cui sede fu poi trasferita a Palermo, quando la citt venne liberata dal nazi-fascismo. Il 3 settembre 1943, si firm a Cassibile l'armistizio tra l'Italia e gli Alleati (America, Gran Bretagna, Francia). Finita la guerra, Siracusa conobbe un periodo di ricostruzione e nuove speranze. Negli anni sessanta arriv poi l'industria petrolchimica che da un lato port benessere economico e dall'altro inquinamento della zona di PrioloMelilli-Augusta. La Siracusa contemporanea attraversa un periodo di generale difficolt; dovuta principalmente all'economia: la citt ha infatti un tasso di disoccupazione lavorativa molto alto, questo costringe molti siracusani a dover emigrare per poter lavorare, oppure a dover faticare per trovare un posto di lavoro all'interno della citt. Nel 1994, durante la visita di Papa Giovanni Paolo II, per l'inaugurazione del Santuario della Madonna delle Lacrime, il vescovo di Siracusa tenne, davanti al Papa e davanti a migliaia di siracusani presenti all'evento, un discorso dai toni accesi e cristiani, spiegando al pontefice che que-

Proiezione aperta al pubblico in nota dalle 18,30 del 2 aprile in p.zza S. Lucia

sta citt e questo popolo venivano da una serie di eventi socioeconomici che avevano gettato in uno stato di sconforto la volont dei cittadini, il Papa li esort a non arrendersi davanti alle difficolt e ad andare avanti. La citt ha avuto negli anni 2000 un sensibile risveglio: Nel 2005 l'Unesco inserisce Siracusa tra i Patrimoni Mondiali dell'umanit, per l'occasione viene in visita il Presidente della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi; Nel 2009 presso il Castello Maniace viene ospitato il G8 Ambientale, che rende per tre giorni la citt protagonista di un evento di portata internazionale e propositivo che porta le autorit politiche siracusane a ristrutturare tutti i preziosi monumenti d'Ortigia, rendendo finalmente giustizia a quelle opere d'arte che non meritano d'essere abbandonate all'incuria del tempo. Nel primo decennio degli anni duemila Siracusa si dedica alla voce del "Turismo", comprendendo che essa pu risollevare non solo l'economia della citt, ma anche lo stato sociale della popolazione. Sperando sempre in una maggiore attenzione per il patrimonio aritisticoculturale che detiene, il quale bene pubblico. Nascono diverse iniziative culturali, che vengono portate avanti, pur nel contesto di difficolt economica, cresce l'espansione della tecnologia moderna, nascono infatti nuovi progetti legati al web e alla rete. Nel 2012 Siracusa viene selezionata dal programma statunitense Ibm Smarter Cities Challenge 2012 insieme ad altre 32 citt.

19 marzo 2014, levento dal titolo uomini di miniera, una proiezione commentata con inizio annotato per le 18:30 presso la sede dellassociazione Natura Sicula di piazza S. Lucia 24/B-C. Introduce Fabio Morreale Durata stimata della proiezione: 60 minuti. Dallestrazione dello zolfo alla fusione e al trasporto ai porti di imbarco, il racconto del duro lavoro che nellOttocento si affrontava nelle miniere siciliane di zolfo. In quel periodo le miniere erano oltre 3000 e la durezza del lavoro, lo sfruttamento dei carusi, i rischi e i morti in galleria erano consuetudine. Lestrazione e la lavorazione dello zolfo nel settecento e nella prima met dellottocento avvenivano in maniera primitiva e rudimentale. Il minerale si estirpava in superficie attraverso lescavazione di pozzi di piccola profondit. Quando si esaurivano i giacimenti a fior di terra, era necessario scavare dei pozzi via via pi profondi, trovandosi ad affrontare problemi nuovi, come l'eduzione delle acque e l'areazione. La prima fase di lavoro in una maniera era la ricerca del giacimento. L'estrazione e la lavorazione dello zolfo nel settecento e nella prima met dell'ottocento avvenivano in maniera primitiva e rudimentale. Il minerale si estirpava in superficie attraverso l'escavazione di pozzi di piccola profondit. Essa avveniva in maniera molto semplice: seguendo gli indizi forniti dall'acqua sulfurea, in gergo mintina e da massi impregnati di minerale, il cosiddetto briscale o vriscali di surfaro si effettuava l'escavazione di un pozzo profondo qualche decina di metri. Si procedeva quindi all'esame del minerale che veniva fuori per accertare la convenienza dell'installazione della zolfara: una ganga contenente minerale nella proporzione del dieci per cento veniva considerata povera, mediocre se la percentuale superava il quattordici per cento, ricca in fine se avente il rapporto del ventiquattro per cento o pi. Appurata la convenienza dell'impresa, la prima cosa da fare era quella di scavare la discenderia. Questa era munita in superficie di un cancello di ferro da chiudersi nei periodi di inattivit, onde evitare che fossero guastate le opere o trafugati gli arnesi. Si procedeva quindi allo scavo delle gallerie orizzontali, la cui volta era sostenuta da pilastri di minerale, le cosiddette culonni, lasciati appositamente per evitare crolli, ed aventi uno spessore che poteva raggiungere anche i sei metri. Tra un pilastro e l'altro si trovava il campo d'azione affidato al picconiere e ai suoi aiutanti, cio carusi e gli spisalora; questi ultimi avevano il ruolo di manovali e alcune volte venivano pagati come i carusi direttamente dal picconiere. Il lavoro si svolgeva nelle posizioni pi strane, dovendo il picconiere lavorare in piedi, in ginocchio o sdraiato a seconda delle esigenze dettate dallo strato geologico. Quando la lavorazione si svolgeva a pi piani, era necessario che le colonne di un livello corrispondessero esattamente a quello di un altro, che fossero cio a chiummu, mentre la loro sezione doveva essere gradualmente accresciuta nei livelli inferiori, poich il peso sostenuto era tanto pi grande quanto maggiore era la profondit. Oltre al sistema per vuoti descritto si utilizzava anche il sistema per ripieni, noti col nome di inchimenta.

In agenda per la data di domani,

S. Lucia: La Sicilia dello zolfo nellincontro di domani

Citt: I Lions contro le ludopatie che distruggono intere famiglie


ell'ambito della attivit di Servizio svolta dai Club Lions della Sicilia stato scelto un tema di grande attualit per i risvolti sociali che esso presenta. Il tema, nella fattispecie, la dipendenza da gioco. Il gioco un attivit che accompagna luomo in tutte le fasi della vita: nellinfanzia, il gioco consente al bambino di esplorare e conoscere il mondo con le sue regole, in seguito, ladulto lo utilizza come momento di condivisione con altri. Ma ci sono momenti nella vita durante i quali il gioco pu diventare un problema e cio quando si instaura una dipendenza da esso. Lutilizzo della parola dipendenza non casuale poich, anche se non vi la presenza di una sostanza, le modalit con le quali si sviluppa tale patologia ha caratteristiche simili alle dipendenze da sostanza. La persona che si trova coinvolta in questa patologia corre diversi rischi che coinvolgono sia la sfera personale, con conseguenze anche gravi a livello relazionale e dei ritmi del ciclo di vita, sia la sfera economica viste le ingenti

Un vero e proprio dramma sociale del nostro tempo affrontato in chiave specialistica nellambito delle attivit di servizio espletate dal sodalizio deccellenza

18 maRZO 2014, maRTED

11

perdite nelle quali pu incorrere. Per questo motivo i Lions hanno messo in atto un progetto finalizzato a far prendere coscienza del fenomeno definito anche " ludopatia". Ci conforta che anche a livello interna-

zionale questa iniziativa stata gradita tant' che alla presentazione del progetto, che avvenuto, per tutta la Sicilia, a Siracusa, presso la sala convegni Giovanni Paolo II del Santuario Madonna delle Lacrime,

ha partecipato il Direttore Internazionale dei Lions Roberto Fresia oltre al Governatore del Distretto 108Yb Sicilia Gianfranco Amenta , al Past Presidente del Consiglio dei Governatori Salvatore Giacona, al 1 Vicegovernatore Salvatore Ingrassia, al 2 Vicegovernatore Franco Freni Terranova, al Presidente della V Circoscrizione e della Zona 15, ai Presidenti dei Club organizzatori ( Siracusa Host, Siracusa Eurialo, Floridia Val d'Anapo, Siracusa Areatusa, Priolo Gargallo ). In questa iniziativa i Lions sono stati affiancati dalle strutture Sanitarie della Asp, grazie ad un protocollo di intesa con L'Assessorato Regionale alla Salute. Alla manifestazione sono stati invitati S.E. il Prefetto, il Sindaco, S.E. l'Arcivescovo, il Questore, il Comandate Provinciale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto, il Comandante della Polizia Municipale, l'Assessore alla Politiche Sociali, il Commissario della Asp di Siracusa nonch i Dirigenti Scolastici delle Scuole Superiori che hanno aderito con 15 classi per un totale di oltre 300 alunni. Durante il corso stata presentata l'anteprima dello spot televisivo di sensibilizzazione per la problematica, spot che sar trasmesso dalle TV locali. Ha coordinato il tutto il Responsabile Distrettuale del Service Dott. Francesco Cirillo.

n agenda per la data di domani, 19 marzo 2014, levento denominato u maccu a sarausana, cena sociale promossa dallassociazione Natura Sicula. Levento in nota per le 20:45 in via Tucidide, presso il ristorante A Tannura. Ii contributo richiesto a ciascun partecipante sar di 18,00 euro; sconto di 3 euro a chi prende il biglietto entro domenica 16 marzo. Partecipazione a numero chiuso riservata ai soci. Gustosissima minestra contadina che celebra la fine dellinverno e con esso lesigenza di consumare tutte le provviste di legumi. Fagioli, ceci, fave, piselli, lenticchie, vanno cotti con un pugno di castagne secche (pastigghi), olio evo, cipolla, pomodoro, carota, sedano e alcuni aromi iblei. Una manciata di borraggine o di finocchietto conferiscono il tipico colore verde oliva. U maccu a sarausana

Grottasanta: Degustando la vivanda di S. Giuseppe


preceduto dalla versione ragusana dellomonimo piatto e da un giro di antipasti rustici. Nel Vocabolario Siciliano-Italiano di Antonino Traina del 1868, il termine maccu sta ad indicare vivanda grossa di fave sgusciate, cotte in acqua e ridotte come in pasta. Significato analogo allitaliano macco, successivamente e genericamente esteso a minestra stracotta e poltiglia. La zuppa o polenta di fave bollite un cibo antico. Letnologo Antonino Uccello nel prezioso volume Pani e dolci di Sicilia edito da Sellerio, lo collega alla plus fabata ricordata da Plinio come pietanza sacra di arcaica religione. I significati attribuiti alla fava scrive Uccello col supporto di vari esempi- oscillano in una serie di valenze positive e negative sia nel mito che nel culto del mondo romano e di quello greco. Ma al di l delle implicazioni mitico-rituali, il macco stato tradizionalmente un cibo di poveri: fave secche lasciate per una notte intera dentro una pentola in acqua poco salata e, dopo averle fatte cuocere, ammaccate con una forchetta in modo da ridurle a purea. Si aggiungeva appena un filo dolio e si mangiava. Nelle frequenti condizioni di miseria cui erano sottoposte le classi popolari, il macco costituiva a volte il piatto unico di tante famiglie per mattina e sera. Fino ad alcuni decenni addietro ai braccianti agricoli i padroni ne davano una scodella come pasto principale della giornata e solo eccezionalmente, ad esempio durante la trebbiatura, si dava da mangiare la pasta. Comu saccapanu li regni ri la costa / e ssaccapau ri manciari pasta (Finirono i covoni della costa- che si trovavano ammucchiati sulle pendici del podere- e s finito

Un appuntamento etnogastronomico in agenda per la data Canonica del 19 marzo in via Tucidide

di mangiare la pasta) - dice il verso di un canto popolare di trebbiatura del Siracusano, riportato da Antonino Uccello nella raccolta Canti del val di Noto. E quando i proprietari agrari davano il macco ai loro lavoranti non ci mettevano manco lolio, come racconta lo scrittore Andrea Camilleri. Ci vollero vere e proprie rivolte contadine(in Puglia, per esempio) perch il padrone facesse sul macco la croce dolio, una ventina di gocce a formare appunto una sorta di croce sul macco solidificato.Camilleri rievoca questo odioso atteggiamento padronale nel volumetto Il gioco della mosca, scelta di microstorie, di storie cellulari come le chiama lui - ricordando un modo di dire del suo paese, Porto Empedocle; puci siccu mangia maccu ovvero la pulce, dimagrita dalla fame, quando mangia non pu che mangiare macco.

La Crimea proclama lindipendenza LUcraina mobilita lesercito


Ufficializzati i dati definitivi del referendum sulla riunificazione alla Russia (96,77% di s), il parlamento ha proclamato la Repubblica di Crimea come Stato sovrano indipendente nel quale la citt di Sebastopoli ha uno status particolare. A favore 85 deputati. Nella dichiarazione, pubblicata sul sito del parlamento, si legge che contestualmente si deciso di nazionalizzare le propriet statali ucraine situate in Crimea. Mosca muove intanto i primi passi per lannessione. La Duma, la camera bassa del Parlamento, adotter rapidamente un atto che autorizza la Crimea ad unirsi alla Russia. I risultati del voto in Crimea mostrano chiaramente che gli abitanti vogliono il loro futuro solamente in seno alla Russia. Gli abitanti hanno votato per la riunificazione del popolo, con il quale hanno sempre vissuto insieme, ha detto il vicepresidente della Camera, Serghei Neverov. Dura la reazione dellUcraina il cui parlamento ha approvato la mobilitazione parziale dellesercito. Duro il commento del presidente ucraino ad interim, Oleksandr Turchynov, che ha liquidato il referendum come una grande farsa. Parlando in Parlamento, Oleksandr Turchynov, ha condannato la prolungata aggressione in Crimea che la Russia -ha detto- sta tentando di nascondere con questa grande farsa che loro chiamano referendum e che non sar mai riconosciuto n

12

18 MARZO 2014, MARTED

Plebiscito alle urne:96,77%. La contestazione di Ue e Usa: atto illegale Ashton: manderemo un segnale forte. Russia: possibile regime fiscale agevolato

dallUcraina n dal mondo civilizzato. Il presidente ha dunque invitato i deputati a dare il via libera alla parziale mobilitazione delle truppe ucraine. Il ministero delle Finanze russo ha invece fatto sapere che Mosca potrebbe offrire un regime fiscale speciale. Senza dubbio la probabile annessione della Crimea alla Russia avr un forte impatto, ha detto il vice ministro delle Finanze, Serghei Shatalov in una conferenza. Non escludo un regime fiscale speciale (durante il periodo di transizione della Crimea), ha aggiunto, senza fornire ulteriori dettagli. Intanto Ue e Usa, che hanno definito il referendum illegale, non stanno a guardare. Oggi a Bruxelles si riunisce il vertice che dovr decidere sulle sanzioni. Catherine Ashton arrivando nella sede del Consiglio stamane ha ribadito che i ministri degli esteri europei valuteranno ulteriori azioni dopo il cosiddetto referendum in Crimea, visto il quale non si pu far finta di niente ma ci deve essere una risposta e sar quindi mandato il segnale pi forte possibile alla

Le forze Navy Seals della Marina statunitense hanno preso il controllo della petroliera nordcoreana Morning Glory che trasportava greggio - caricato illegalmente da ex ribelli- di propriet della compagnia nazionale petrolifera libica. Lo ha reso noto il Pentagono, sottolineando che nessuno rimasto ferito. Il Pentagono precisa in un comunicato che la petroliera era stata sequestrata da tre uomini libici armati prima di effettuare il carico illegale di greggio. Loperazione, prosegue la nota, ha avuto luogo domenica dopo le ore 22.00 al largo delle coste di Cipro. Nessuno stato ferito nelloperazione delle forze statunitensi, richiesta dai governi libico e cipriota,

La Morning Glory trasportava petrolio caricato illegalmente


si legge nella nota. La nave sar scortata in Libia. La settimana scorsa la petroliera battente bandiera nordcoreana aveva attraccato nel porto libico di Sidra per caricare greggio con lintenzione di esportarlo per conto di un gruppo separatista della Cirenaica. La nave era riuscita a dileguarsi nonostante fosse circondata dalla marina libica. Non ancora chiaro a chi fosse destinato il carico di greggio o la propriet della nave. Lidea di vendere petrolio indipendentemente dalle autorit centrali era stata gi avanzata nei mesi scorsi ma si concretizzata solo sabato, quando Abdo Rabbo Al Barassi, premier dellautoproclamato governo della Cirenaica, ne ha annunciato linizio

Libia, blitz in mare dei Navy Seals Bloccata la petroliera dei ribelli

Russia. Facciamo di nuovo appello alla Russia ad intraprendere il dialogo con le autorit ucraine e ad impegnarsi nelle de-escalation, ha aggiunto Ashton sottolineando da una parte non si constatano segnali di distensione, dallaltra che lUcraina vuole avere buoni rapporti con la Russia, cos come li vogliono avere lUnione europea ed il resto del mondo. I top manager delle compagnie energetiche statali russe, Gazprom e Rosneft sono gi entrati nella lista nera di 130 alti funzionari e capi di societ pubbliche, redatta dallUnione Europea in vista delle misure contro Mosca. Secondo fonti del quotidiano Kommersant nella diplomazia europea e statunitense, i nomi nella blacklist potrebbero vedersi congelati i loro asset e vietato lingresso nellUe. Tra questi, scrive oggi il quotidiano, compaiono due top manager come Alexei Miller, numero uno di Gazprom, e Serghei Sechin, a capo di Rosneft e fedelissimo di Vladimir Putin.

Vestiti da antichi romani e da cowboy, ballando al suono dei tamburi africani e dei rap giamaicani, con indosso sombreri messicani e tuniche arabe: cos migliaia di abitanti di Gerusalemme hanno festeggiato nella notte larrivo di Purim ritrovandosi dentro il mercato di Machan Yehuda, dove la mattina si vende ogni sorta di cibo. Purim la festa del calendario ebraico che ricorda quanto avvenne nellAntica Persia, allorch il re Assuero, seguendo i consigli del consigliere Mordechai e della regina Esther salv il popolo di Israele dalla distruzione perseguita da Amman. E la storia di una salvezza arrivata allultimora che viene celebrata nelle sinagoghe con la lettura della Meghill di Esther - che racconta proprio la vicenda di Purim - mentre nelle strade e nelle case le persone amano mascherarsi, divertirsi e ballare in un corale, quasi sfrenato, inno alla vita che serve anche per allontanare incubi e minacce che provengono dagli instabili vicini. Le foto che pubblichiamo descrivono la lunga notte di festa a Gerusalemme, che durata fino allalba come nelle altre citt di Israele.

Purim, Gerusalemme in maschera per ricordare Mordechai ed Esther

Perde la presa sugli scogli del Circeo Mostro il mio viso per le donne Un ventenne precipita e muore
Il racconto Ho lanima a pezzi, mi ha rotto il naso e ho problemi a un orecchio. Dovranno operarmi di nuovo

18 MARZO 2014, maRTED

13

violate. Ma ha perso il lavoro


FIRENZE - uscita dallospedale ieri mattina. Con il naso fratturato, locchio sinistro tumefatto con il quale vede soltanto ombre, sorda da un orecchio. Lhanno operata gi una volta, forse dovr subire un altro intervento chirurgico e intanto ha perso il lavoro da precaria. Ma quello che mi fa pi male - spiega Jessica - non sono le ferite. il dolore inspiegabile. Chiudo gli occhi e vedo lui che mi colpisce. Non mi ha solo rotto il naso e devastato il viso, mi ha frantumato lanima. Jessica Rossi, 23 anni, commessa in un negozio di borse nel centro di Grosseto e giocatrice di pallavolo, racconta laggressione subita dallex fidanzato di 21 anni mentre sul telefonino continua a ricevere messaggi di solidariet. Sei grande Jessy, Brava, combatti questa battaglia, Siamo tutti con te. Ci ho messo la faccia due volte - scherza con un sorriso amaro Jessica - quando ho cercato di parlare con un ragazzo infuriato e violento e poi quando ho deciso di pubblicare il mio viso sfigurato. Lo rifarei altre mille volte. E non per me, ma per tutte quelle donne che hanno subito la mia stessa esperienza, per le ragazze violate, picchiate, trattate come fantocci da massacrare. Giura di non essere una ragazza impulsiva, Jessica. Per il sentimento che provava verso il fidanzato, ha sopportato anche altre angherie e oggi capisce di aver sbagliato. Mi aveva picchiato altre tre volte - racconta - schiaffi, ceffoni. Prima di Natale lho lasciato e lui ha continuato a tormentarmi. Poi mi ha implorato, voleva un ultimo chiarimento. E ci sono cascata. C unindagine e lavvocato Alessio Scheggi, al quale la ragazza si rivolta e ha chiesto di far pubblicare sui giornali quelle foto dello scempio subito, non esclude anche una denuncia per stalking. Jessica ha raccontato di essere stata portata dallex sulla strada della Giannella, vicino alla spiaggia e alla pineta di Orbetello. Mi ha sferrato un pugno in faccia, altri colpi alla cieca, sembrava impazzito, ricorda Jessica e fa impressione guardarla negli occhi. Sono diversi da quelli della ragazza allegra che ci guardano sul suo profilo Facebook. A un tratto la mitica centrale di 1 metro e 78 della squadra femminile di pallavolo dei Vigili del Fuoco di Grosseto, serie D,

durante una cerimonia. Si tratta della prima operazione di export orchestrata dallUfficio Politico di Barqa (nome arabo della Cirenaica), che ha dichiarato nei mesi scorsi lautonomia della regione. Il neo ente stato formato dallex rivoluzionario Jadran, in prima linea durante la rivoluzione che aveva deposto Gheddafi. Dopo la guerra del 2011 Jadran era diventato responsabile delle guardie di sicurezza di alcuni impianti petroliferi. Ma dalla fine di luglio ha approfittato della sua posizione per guidare le proteste che bloccano i principali porti del Paese chiedendo di trattenere una quota maggiore dei proventi dellexport e accusando il governo di corruzione sulla vendita di greggio.

C una donna, un po santa e un po sgualdrina, con laureola e il seno nudo esibito in faccia a chi guarda. C, forse tracciata dalla stessa mano, una madonna con un bimbo. C un cavallo bianco che galoppa verso il nulla, con il cavaliere senza testa, e ricorda quello del quattrocentesco Trionfo della morte esposto fuori da queste mura, alla Galleria regionale di Palazzo Abatellis. Ci sono tante caselle, tante X, tanti numeri 100 scritti luno accanto allaltro, in un puzzle infinito. Gli autori sono ignoti, ma di sicuro tutti ospiti del manicomio di Palermo. Su quei muri hanno

Cavalieri e prostitute, i graffiti del manicomio diventano quadri


tracciato disegni e graffiti proiettando i loro fantasmi, i loro desideri, le loro paure. Ora quelle tracce sono state riportate alla luce dal fotografo e regista Bebo Cammarata, che ha passato tre mesi dentro padiglioni abbandonati, perlustrando intonaci cadenti e mattoni aggrediti dalla muffa per salvare gli ultimi brandelli di una memoria intensa e dolorosa. Cero stato 30 anni fa - racconta -, quando inizi la smobilitatazione del manicomio. Avevo visto moltissime cose. Nel tempo ristrutturazioni e cambiamenti hanno cancellato gran parte delle testimonianze. Ho voluto recuperare le ultime, prima che

ha un sussulto: Ho avuto listinto di accendere il telefonino e registrare le sue parole. Mi urlava ora tammazzo e mi voleva portare nella pineta. Allora io ho tolto le chiavi dal quadro della sua Punto e ho aperto lo sportello per scappare. Lui mi ha bloccato, mi tirava i capelli, continuava a colpire. Poi sono arrivati due angeli. I due angeli sono giardinieri comunali. Sentono le grida della ragazza, corrono verso lauto, bloccano laggressore, chiamano i carabinieri e unambulanza. Il primo ricovero a Orbetello, poi mi trasferiscono a Grosseto - continua Jessica - e qui mi operano una prima volta al setto nasale fratturato. Per ho ancora problemi a un occhio e a un orecchio, dovranno operarmi di nuovo.

Avevano approfittato della bella domenica di sole per andare al mare. Ma la gita al faro del Circeo finita in tragedia, per una bravata molto rischiosa. Uno di loro, 20 anni, voleva far colpo sugli amici e cos si arrampicato sulla scogliera, quando scivolato ed precipitato nel vuoto sbattendo prima sulle rocce e finendo poi in mare. Inutili i tentativi dei medici dellelisoccorso che per mezzora hanno provato a rianimarlo. Gianluca Masala, di San Felice Circeo, morto poco dopo davanti allo sguardo impietrito dei suoi amici. La giornata era trascorsa tra una risata e laltra nella caletta a ridosso della scogliera del promontorio, quando la comitiva aveva deciso di fare ritorno a casa. Gli amici di Gianluca si erano avviati sul sentiero, mentre lui, probabilmente per stupire i compagni, quasi tutti suoi coetanei, ha improvvisato una sca-

lata sulla scogliera. Forse una distrazione o un piede in fallo lo hanno sbilanciato facendolo precipitare sulle rocce e poi in mare. Uno degli amici si subito tuffato in acqua per recuperarlo ed riuscito a portarlo sugli scogli. Qui la comitiva stata raggiunta dai sanitari dellelisoccorso che sono stati anche aiutati dalla Capitaneria di Porto a raggiungere il posto. I medici hanno provato a rianimare il ragazzo per mezzora praticando il massaggio cardiaco, ma ogni tentativo si rivelato vano. Il giovane, che a giorni avrebbe festeggiato il suo ventunesimo compleanno, morto per le gravi ferite riportate nella caduta. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri che stanno ora indagando insieme con la Capitaneria di Porto per capire con esattezza cosa sia accaduto. Il cadavere del ragazzo a disposizione dellAutorit Giudiziaria.

tutto sparisse. Le immagini costituiscono la mostra Graffiti della mente, allestita alla Galleria Artetika. Una citt nella citt, lex manicomio, un pezzo di Palermo che custodisce una storia plurisecolare e affascinante. Il complesso (23 ettari), sorge infatti nel fondo della Vignicella (per le rigogliose piante di viti che vi crescevano) acquistato nel Cinquecento dai Gesuiti come casa di villeggiatura e poi trasformato in lebbrosario. Dopo il 1888, con la soppressione degli ordini ecclesiastici, fu incamerato dallo Stato e destinato alla costruzione dei padiglioni della Real casa dei Matti svuotati pro-

gressivamente dopo la legge Basaglia, nel 1978. Oggi gli antichi edifici carichi delle memorie dei ricoverati si susseguono, inframmezzati da spazi verdi e viali. Un luogo di confine, di propriet dellAzienda sanitaria, intitolato al barone Pietro Pisani che nel 1824 - assunta la direzione della Real Casa - present ai Borboni un progetto di riforma che prevedeva leliminazione di ogni forma di punizione corporale per i ricoverati e proibiva luso dei termini folle, matto, pazzo. Oggi, sulla scia dellintuizione eretica di

Pisani, nel grande complesso si sperimenta la convivenza tra case-famiglia, strutture sanitarie di riabilitazione, attivit culturali con collettivi teatrali, progetti di inclusione sociale come quello delle Comunit urbane solidali che, grazie a un finanziamento della Fondazione con il Sud, sta per portare al traguardo un centro di accoglienza per donne migranti in attesa dasilo politico. Del passato di manicomio sono rimasti un piccolo museo, le celle nellex convento, le tracce dei ricoverati sui muri. La miniera

pi interessante, Cammarata lha trovata in un vecchio padiglione maschile dove stavano i malati che avevano la possibilit di uscire: l che ha vissuto negli Anni Cinquanta lartista delle X, che graffiava il muro con un chiodo a volte fino a bucarlo. Ma allesterno, su un muro perimetrale, la scoperta pi forte: i dipinti a colori, le madonne, i cavalli, le case. Sono piccoli racconta il fotografo - tracciati su un muro aggredito dallumidit, bisogna aguzzare gli occhi per vederli, li ho tirati fuori con i filtri: unemozione.

14

Vittoria: Contrasto serrato ad abuso di alcol, spaccio di droga e furti a danno del patrimonio attraverso unattivit capillare espletata dai Militari nei fine settimana.

18 maRZO 2014, maRTED

Cronata: I Carabinieri replicano loperazione Movida sicura


Prosegue
lintensificazione dei controlli nel fine settimana nellambito delloperazione Movida Sicura portata avanti dai militari della Compagnia di Vittoria con il fine di garantire lordinato e sicuro svolgimento del weekend, che con lavvicinarsi della primavera ha visto sempre pi persone riversarsi per le vie dei maggiori centri dellipparino. Anche nel trascorso fine settimana i territori dei Comuni di Vittoria e Comiso sono stati attentamente vigilati e passati al setaccio dai Carabinieri i quali hanno rafforzato i controlli nelle piazze pi frequentate e nelle vie maggiormente trafficate. Nello specifico, nel corso dei servizi, sono state impiegate 20 pattuglie e 40 uomini tra venerd sera e domenica sera, con leffettuazione di numerosi posti di controllo nelle varie zone delle citt con contestuali perquisizioni veicolari e domiciliari tese alla ricerca di droga e armi, con lutilizzo altres delletilometro per contrastare lutilizzo dei mezzi in stato di ebbrezza. Nel corso dei servizi, i militari della Compagnia di Vittoria hanno deferito in stato di libert le persone elencate di seguito. D.D., vittoriese, classe 1983, con precedenti di polizia, poich sorpreso alla guida del ciclomotore Piaggio Liberty privo della copertura assicurativa nonch della patente di guida perch mai conseguita; M.A., vittoriese classe 1989, residente a Comiso, celibe, disoccupato, pregiudicato, poich sorpreso alla guida del motociclo Honda 600 privo della patente di guida perch mai conseguita; P.F., vittoriese classe 1991, nullafacente, pregiudicato,

poich sorpreso alla guida dellautovettura Fiat 500 con un tasso alcolemico pari a 2,11 g/l, motivo per il quale gli veniva ritirata la patente di guida. O.L., tunisino classe 1968, residente a Vittoria, celibe, bracciante agricolo, con precedenti di polizia, poich sorpreso alluscita di un supermercato con prodotti per la cura della persona per un valore di 50,00 euro circa, asportati poco prima citato esercizio. Gli stessi dovranno rispondere ognuno per la parte di competenza dei reati di guida senza patente, guida in stato di ebbrezza e furto.

Inoltre, sono stati effettuate 20 perquisizioni personali e veicolari, a seguito delle quali i militari hanno segnalato alla Prefettura di Ragusa per detenzione per uso personale di droga un vittoriese classe 1997, ivi residente, celibe, nullafacente, poiche trovato in possesso di gr. 1 (uno) di sostanza stupefacente del tipo hashish; un comisano classe 1989, operaio, con precedenti di polizia e comisano classe 1991, residente a Comiso, disoccupato, incensurato, poiche seguito perquisizione personale e veicolare venivano trovati in possesso di 0,7 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana; un calatino classe 1972, operaio e calatino classe 1977, falegname, entrambi pluripregiudicati, poich seguito perquisizione personale e veicolare dellautovettura Ford Focus, venivano trovati in possesso di 4 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana. La sostanza stupefacente rinvenuta stata posta sotto sequestro ed inviato al Laboratorio di Sanit Pubblica dellAsp 7 di Ragusa per le analisi tossicologiche di rito. Complessivamente, nel corso del servizio sono state: ritirate 4 patenti; elevate 7 contravvenzioni al Codice della Strada.; decurtati 15 punti dalle patenti di guida; effettuate 15 perquisizioni personali e veicolari. Con il termine movida si intende quella particolare situazione di animazione, divertimento e vita notturna giovanile all'interno di una citt. Propriamente la Movida madrilea fu un movimento sociale ed artistico che part da Madrid, in puerta del Sol, alla fine della dittatura di Francisco Franco, durante i primi anni della Transizione spagnola e che dur per tutti gli anni ottanta e oltre, toccando molte altre citt della Spagna. La Movida faceva riferimento ad ideologie libertarie di sinistra ed ebbe il suo primo centro nella rivista "La Luna". Esponenti di tale movimento furono, tra gli altri, Joaqun Sabina (musica), Alberto Garca Alix (fotografia), Pedro Almodvar (cinema). Le notti madrilene erano molto movimentate, non solo per la gran quantit di giovani che finalmente potevano uscire e riempire le strade e le piazze della capitale iberica.

SPORT Siracusa
Se il Siracusa quello del primo tempo di Scordia ,meglio metterci una bella pietra sui play off e rassegnarci ad un altro campionato che di eccellenza ha solo il nome, con laugurio che si faccia, una volta tanto tesoro dellesperienza maturata. Unesperienza che avrebbe dovuto far preferire fin dallinizio dei giocatori magari modesti ma di categoria, come ha fatto la Tiger e, in scala pi ridotta, il Taormina. Tornando alla figuraccia di Scordia i segni premonitori cerano stati tutti gi in occasione del pareggio interno col Rosolini, quando il Siracusa era apparso confusionario e privo di idee, ma fu, a quanto pare, sufficiente rifilare sei reti

18 maRZO 2013 MaRTED

15

Siracusa, disastro annunciato Sottovalutati i rischi dellimpegno e totalmente sbagliato lapproccio alla partita
La pagella di Libert Scordia-Siracusa 4-2
Far Lombardo Chiariello Matinella Brancato (Liistro) Bufalino Calabrese (Figura) Visone Scarano (Garrasi) Frittitta Carbonaro Strano 4 4 5 5 4 5 5 5 5 4 5 4 4 5 4 giocato pi a palla fai tu che in funzione di validi schemi di gioco. Cera dunque una settimana di tempo per metterci almeno una pezza, ma quei segnali che avrebbero dovuto, quanto meno, essere analizzati per quello che potevano significare, furono soppiantati dai soliti proclami che hanno finito col trasformare la trasferta di Scordia in una sorta di allegra scampagnata. Tanto allegra da suggerire alla squadra di giocare a maglie larghe. Natale Serafino, lallenatore dello Scordia, pur non essendo n Conte , n Montella , n Garcia , quando intu che inserendo un uomo in quegli spazi poteva mandare in affanno la difesa del Siracusa , non ci pens due volte . Ordin a Bellino di giocare spalle alla porta per creare corridoi per Marziale e mentre la difesa azzurra si occupava di tenere a bada un Ousmane che caracollava un po a destra e un po a sinistra per non dare punti di riferimento, i primi due piazzavano tre sberle nel giro di dieci minuti che avrebbero tramortito il Siracusa. Solo allora Strano cap che aria tirava e nella ripresa cambi le carte in tavola , insistendo per su un modulo che si era dimostrato sterile sin dallinizio. Vero che arrivarono due reti, di cui una su rigore, ma altrettanto vero che non si pu continuare a giocare con un centrocampo e con una difesa a quattro quando si perde per tre a zero. E cos mentre tutti pensavano al tridente con Petrullo, entr Garrasi al posto di Scarano e la partita pur facendo registrare una costante pressione del Siracusa rest incanalata nei binari del primo tempo. A completare lopera, giunse in chiusura la dissennata sortita in avanti di Far, che regal allo Scordia un quarto bersaglio, superando cos nel punteggio persino limpresa dellandata. Andare ora ad appellarsi a questo o a quellepisodio assolvendo una squadra largamente deficitaria, significa non aver capito niente delle precarie condizioni in cui versa che richiedono interventi pronti e mirati. Armando Galea

A Scordia persi in un sol colpo partita, faccia e secondo posto

al Palazzolo in allenamento per far definire in palla una squadra che negli ultimi incontri aveva

Una battaglia lunga quasi due ore e mezza! Uno spot per la pallavolo femminile siciliana. Alla fine ha vinto la squadra pi forte, lHolimpia Siracusa, capace di rimontare per la seconda volta consecutiva, girando a suo favore una gara che non era nata sotto i migliori auspici. Complimenti alle mie ragazze ma anche a quelle della Pallavolo Sicilia ha detto a fine gara il tecnico Santino Sciacca, raggiante per lennesima vittoria conquistata dalle sue -. E stata una partita bellissima tra due ottime squadre. Una gara caratterizzata da scambi lunghi, intensi, a volte interminabili con le di-

Pallavolo femminile. Per l'Holimpia una vittoria tutto cuore nel derby contro Catania
fese che sovente hanno prevalso sugli attacchi. Lavvio tutto di marca ospite. LHolimpia va in vantaggio una sola volta (2-1 con Laura Amore) in un primo set in cui deve sempre inseguire. Ospiti determinate e capaci di andare con tre punti di vantaggio al primo time-out tecnico. La squadra di casa prova a reagire ma la Pallavolo Sicilia sembra avere una marcia in pi e non si lascia sfuggire loccasione di condurre in porto il primo parziale. Dalle tribune il pubblico prova ad incitare le biancazzurre che, solo in apertura di secondo set, raggiungono il secondo vantaggio della partita e lo fanno grazie ad un errore in battuta di Bontorno. Si gioca punto a punto in una sfida da batticuore. Noemi Spena, con uno splendido aice riporta avanti lHolimpia (9-8). Poi sale in cattedra Giuliana Di Emanuele che, tra difesa e attacco, contribuisce in maniera determinante alla vittoria del set. Dopo unora e abbondante di battaglia, il punteggio di 1-1. Il terzo set si consuma sulla stessa falsa riga. LHolimpia raggiungere il massimo vantaggio sul 15-8, ma un break di 8-1 ringalluzzisce una Pallavolo Sicilia mai doma: 1616. La gara diventa una battaglia di nervi con salvataggi incredibili da parte delle due squadre e attacchi che non vanno a buon fine perch, se da una parte c un libero (Vittorio) sempre sui suoi standard, dallaltra la collega Gueli non da meno. LHolimpia deve fare ricorso a tutte le sue energie per staccare le avversarie e aggiudicarsi il parziale. Di arrendersi per la Pallavolo Sicilia non ha alcuna voglia e continua a lottare al meglio delle sue possibilit, ma Margherita Chiavaro, Marica Caruso, Giuliana Di Emanuele e Laura Amore spengono i sogni di tie-break delle

catanesi. La festa ancora una volta tutta dellHolimpia. E stata la vittoria del cuore e del carattere ha detto la laterale Giuliana Di Emanuele (ancora una volta tra le migliori in campo), top scorer dellHolimpia con i suoi 16 punti -. Ce labbiamo messa tutta contro una compagine che ci creato grandi difficolt. Abbiamo tirato fuori gli attributi quando stato il momento di farlo, dimostrando ancora di essere unottima squadra. Siamo contente perch abbiamo fatto un altro piccolo passo verso quel traguardo che non voglio nominare.

16

18 MARZO 2014 MARTED

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

autosport.toyota.it

Siracusa Tel.0931 759918

Aygo Edition 1.0 3P MY13. Prezzo promozionale chiavi in mano 8.350 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di 5,40 + IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 22,2 km/l, emissioni CO2 104 g/km. Solo per vetture disponibili in stock. Yaris Active 1.0 3P. Prezzo promozionale chiavi in mano 9.950 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di 5,40 +IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 18,2 km/l, emissioni CO2 127 g/km. Solo per vetture disponibili in stock. Immagini vetture indicative.