Sei sulla pagina 1di 9

Pensionati ex Asi da novembre senza trattamento

A pagina sei www.libertasicilia.com

FONDaTO NEL 1987 Da GIUSEPPE BIaNCa

ECONOMIA

Tutto pronto per le Olimpiadi dellastronomia


i A pagina sei e mail info@libertasicilia.com

ATTUALITA

Lantimafia ad Augusta
Arriva la commissione regionale
POLITICA

marted 8 aprile 2014 Anno XXVII sabato 17 ee Redazione: marzo via 2012 Mosco Anno 51 XXV N. 0931 N.80 46.21.11 64DIREZIONE DIREZIONEAmministrazione - FAX 0931 Amministrazione / 60.006 - PUbbLICIT: Redazione: Poligrafica via Mosco S.r.l. via 51Tel. Mosco Tel. 0931 5151 46.21.11 Tel. 0931 - FAX 46.21.11 0931 - Fax / 60.006 0931/ - PUbbLICIT: 60.006 0, 50 Poligrafica S.r.l. via Mosco Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 0,50

QUotiDiaNo DELLA pRoViNcia Di DI SiRacUsa SIRACUSA

Citt

Previsto un incontro con i tre commissari del comune megarese

La Direzione Provinciale del partito democratico ha disapprovato il comportamento tenuto dal Sindaco Giancarlo Garozzo e da alcuni consiglieri tra cui il capogruppo Francesco Pappalardo, che si sono rifiutati di partecipare allincontro promosso dallesecutivo provinciale sulle problematiche della citt di Siracusa. Un incontro al quale hanno partecipato gli assessori comunali Alessio Lo Giudice e Fabio Moschella, presidenti di circoscrizione e segretari di circolo. Laver contestato le modalit di svolgimento del Congresso non attribuisce il diritto di non riconoscere gli organismi provinciali del partito ha tuonato la segretaria provinciale.
A pagina quattro

Il Pd tira le orecchie al Sindaco

E stata fissata per questa mattina la visita ad Augusta, da parte della commissione Antimafia dell'Assemblea regionale siciliana. Una delegazione di parlamentari, guidata dal presidente Nello Musumeci, incontrer questa mattina al Comune, i tre commissari straordinari alla dr.ssa Maria Carmela Librizzi - prefetto; dr.ssa Maria Rita Cocciufa - viceprefetto; dr. Francesco Puglisi - dirigente Area 1. insediatasi al Palazzo di Citt subito dopo il commissario prefettizio insediatisi, a seguito dello scioglimento degli
A pagina tre

CITTA

Laddio in musica al canterino Tano Fiorito


A pagina otto

O.K. alla nuova sede della Protezione civile

La nuova sede del Dipartimento regionale della Protezione civile della provincia di Siracusa sorger nelladiacenza della costruenda Area attendamenti, containers e centro operativo comunale di Protezione civile lungo la SS 124 per Floridia. Il progetto di realizzazione dellopera stato approvato ieri mattina, in sede di conferenza dei servizi e prevede un finaziamento 5 milioni di euro nellambito del PO-FESR 2007-2013.
a pagina cinque

8 APRILE 2014, MARTED

di Arturo Messina Nella saletta della villa Reimann, alla presenza di pochi intervenuti e ridotta piuttosto disadorna da quando invece vi si tenevano incontri, monstre, concerti e addirittura le prime edizioni della festa del territorio, organizzate nella prima met degli anni Novanta del secolo scorso, per iniziativa del prof. Mario Macaluso, Direttore dellVIII Circolo, di via Calatabiano con la mia collaborazione, si svolta- per iniziativa del Centro Studi Turiddhu Bella fondato e presieduto da sempre dalla figlia del poeta dei cantastorie, prof.ssa Maria Raudino- la presentazione del terzo libro dellavvocato Antonio Risuglia. Egli uno dei tanti lentinesi che si sono trasferiti a Siracusa, dove molto noto e apprezzato per essere stato responsabile della direzione del personale in vari stabilimenti italiani, oltre che nelle funzioni centrali delle sedi di Roma e Milano, nonch molto interessato ai problemi sociali e di assistenza. Amico e coetaneo del lentinese siracusanizzato come lui Agostino La Fata, tanto noto e apprezzato come lattore comico, regista e organizzatore di spettacoli teatrali pi longevo di tutta la provincia aretusea. Compaesano, amico e coetaneo dellavvocato Gianni Failla, da anni vicedirettore del settimanale diocesano Il Cammino e gi funzionario della Previdenza Sociale di Siracusa, dove abita da tantissimi anni. Ed stato proprio lavvocato giornalista a presentarlo, dopo i convenevoli porti dallorganizzatrice del culturale incontro. Lha fatto con il suo ben noto modo di porgere cos colloquiale, immediato e nello stesso tempo cos ricco di pregevoli considerazioni e insieme di colore, mettendo soprattutto in rilievo loriginalit di quella che la terza pubblicazione dellautore, i cui brani pi salienti sono stati letti da Lalla Bruschi con il suo ben risaputo garbo. E di ammirevole originalit veramente il Diario di un neonato; diremmo anzi di

e-mail info@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

8 APRILE 2014 maRTED

La commissione antimafia oggi in visita ad Augusta


E stata fissata per questa mattina la visita ad Augusta, da parte della commissione Antimafia dell'Assemblea regionale siciliana. Una delegazione di parlamentari, guidata dal presidente Nello Musumeci, incontrer questa mattina al Comune, i tre commissari straordinari alla dr.ssa Maria Carmela Librizzi - prefetto; dr.ssa Maria Rita Cocciufa - viceprefetto; dr. Francesco Puglisi - dirigente Area 1. insediatasi al Palazzo di Citt subito dopo il commissario prefettizio insediatisi, a seguito dello scioglimento degli organi di governo per infiltrazioni mafiose. Dopo un incontro pubblico con i vertici burocratici ed i rappresentanti delle forze sociali della cittadina megarese, i deputati si confronteranno con la commissione straordinaria, per fare il punto sull'attivit svolta, sulle criticit riscontrate e sulle possibili iniziative comuni. Come si ricorder, il consiglio comunale di Augusta venne sciolto dal Presidente Napolitano e dal ministro Cancellieri in seguito all'esito di approfonditi accertamenti da cui emersero forme di ingerenza della criminalita' organizzata che hanno esposto l'amministrazione a pressanti condizionamenti, compromettendo il buon andamento e l'imparzialita' dell'attivita'

Lincontro con i tre commissari da parte della delegazione guidata da Nello Musumeci

Larrivo ad Augusta coincide con ludienza presso il tribunale di Siracusa al processo a carico dellex sindaco di Augusta, Massimo Carrubba

Alla villa Reimann il terzo libro di Antonino Risuglia stato presentato dal Centro Studi Popolari Turi Bella della prof.ssa Maria Raudino
assoluta novit, giacch non si ha alcun riscontro con altro libro il cui autore si sia posto di impostare come in un flashback la narrazione della propria infanzia, immaginando di essere ritornato neonato e di ricordare lucidamente e nei particolari il proprio vissuto fin da quando, uscito dall interno, dove stava al calduccio, sent un freddo intenso ( erano le ore 22,45 dell11 gennaio), freddo che gli stato sempre antipatico, ma il cui ricordo gli serve per temperare la sensazione che gli d il caldo eccessivo Oltre alloriginalit dellimpostazione, la sua narrazione ha la pregevole qualit della scioltezza, dellarguzia, dellironia, come si avverte sin dallinizio, soprattutto nellesposizione delle persone presenti appena venne al mondo, soprattutto quella che scambi per mamma e invece era la mammana (quella che fa nascere i bambini, alias levatrice o ostetrica): Cosa fa quella persona? Mi prende per un piede e, tenendomi a testa in gi, non saprei dire se come un salame o come un baccal, mi guarda mentre io me ne sto zitto ed in trepida attesa degli accadimenti e, di fronte al mio eloquente silenzio di trepida attesa, mi affibbia due sculaccioni, che mi fanno non solo piangere ma anche strillare dal dolore e dal disappuntoPer tutta risposta, al mio urlare le appare in volto unespressione compiaciuta. E con questo spirito spigliato e umoristico che la sua narrazione procede nel descrivere minuziosamente tutti i momenti della sua primissima infanzia, con quel tocco da autentico pittore che riesce a dipingerli non con il pennello intinto nella pi varia tavolozza bens con la parola, intingendola alla tavolozza del suo spirito e del suo stile, cos ricchi di colori interiori, di palpitazioni cromatiche. Con che fine umorismo descrive la prima poppata! E la scoperta di quella che come simpaticamente racconta, fu la prima emissione sonora calda di fiato che sent provenire da una parte del corpo che non sospettava di avere da dietro? E il modo di domandarsi ( pag. 23/24) se proprio una cosa responsabile affidare una creatura piccola e indifesa ad un uccello, che con tutte le turbolenze e i fenomeni atmosferici esistenti nelletere potrebbe perdersela in qualsiasi momento? E il modo cos originale e umoristico di ricordarsi come avvenne il suo primo traslocosulla <naca>, che gli parve un attico, che in certi momenti gli faceva venire il mal di mare? Questa umoristica considerazione ci fa ricordare che unaltra sua opera originale, Glossario-Parole e detti lentinesi, ben dimostra il profondo attaccamento al suo paese di nascita, di adolescenza e di prima giovinezza, che gli rimasto profondamente radicato nel cuore, ma anche nella memoria, tanta stata la certosina sua ricerca delle parole e dei detti pi caratteristici di Lentini da cui scaturito il libro che deve considerarsi un atto testamentario della vita lentinese che un tempo fu, che oggi ben lontana dallora e che destinata a scomparire del tutto se non vi chi, come lui, ne coltivi e tramandi la memoria! Nello stesso suo ultimo libro ci sono, del resto, tanti altri episodi, tanti altri aggeggi,

Diario di un neonato

tante altre parole che Antonio Risuglia tiene a ricordare personalmente, per descriverli e fare arricchire la conoscenza del passato al lettore, soprattutto ai ragazzi, ai suoi nipoti (egli dice espressamente) ai quali dedica il libro. Uno dei capitoli centrali , a questo riguardo, dedicato alla descrizione du carruoccilu ( il girello, che da alcuni anni stato sostituito dal box: il primo mezzo per fare abituare il bambino a fare i primi passi da solo), il cui uso coincise con il cambio dellalimentazione che altro non fu che u panicuottu cu ddauru. Particolarmente interessante, poi, il modo con cui fa riferimento a problemi psicologici e addirittura morali e sociali, che cominciano ad affacciarsi in qualche modo quando ancora si piccoli e il modo con cui riesce a porgerli ai destinatari preferiti che sono i suoi nipoti effettivi edipotetici, affettivi. Altrettanto interessante, anzi ingegnoso, il modo di raccontare la scoperta che fece dello specchio, del senso delle parole, che basta un niente che da un significato ne prendono un altro (pelle e pallemucco e muccatassa e tosse) nonch del grammofono, della macchina fotografica.E un libro dedicato ai ragazzi s, ma anche ai ragazzi cresciutelli, come siamo un po tutti!

In foto, il presidente della commissione antimafia, Nello Musumeci.

comunale. I procedimenti penali sono tuttora in cor-

so dinanzi al tribunale di Siracusa per quanto attiene lex

sindaco Massimo dinanzi al tribunale Carrubba. Proprio penale di Siracusa questoggi fissata la nuova udienza di

questo processo. Laltro troncone del processo per mafia ad Augusta stato esitato dal Gup del tribunale di Catania, Recupido, che ha rinviato a giudizio undici tra politici e presunti appartenenti ai clan malavitosi che operano anche nel territorio megarese. Voto di scambio e concorso esterno ad associazione mafiosa i reati di cui devono rispondere gli undici imputati, fra i quali lex deputato regionale Nunzio Cappadona, al processo che prender il via nel mese di giugno dinanzi al tribunale penale di Siracusa.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Yaris Hybrid Lounge E 15.950. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011) con il contributo della Casa e dei Concessionari Toyota. Auris Hybrid Active ECO prezzo di listino 23.450 E (inclusa IVA, esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011). Ecoincentivo Toyota senza rottamazione o permuta: 4.000 E inclusa IVA con il contributo della Casa e del concessionario. Prezzo promozionale E 19.450. Offerta valida fino al 28/02/2014. Immagine vettura indicativa. Valori massimi: consumo combinato 27 km/l, emissioni CO2 85 g/km.

8 APRILE 2014 maRTED

8 APRILE 2014 maRTED

Rimpasto nella Giunta Garozzo? Il Pd: Fuori luogo e fuori tempo


Otto
consiglieri comunali di maggioranza delle liste Garozzo Sindaco e Siracusa Amarla per Cambiarla chiedono al Sindaco di accelerare il rimpasto assessoriale sostituendo gli assessori che sarebbero legati alla vecchia nomenclatura del partito democratico. Promnta la replica del vertice del Pd che bolla come fuori luogo e fuori tempo tali dichiarazioni. Una richiesta di tal genere, fatta da chi non ha nulla a che spartire con il partito Democratico e il suo gruppo consiliare, non solo impropria, ma costituisce un' inaccettabile e provocatoria ingerenza che respingiamo con fermezza e che andrebbe stigmatizzata da tutti coloro che rappresentano ed hanno a cuore le sorti del PD a Siracusa - scritto in un documento diffuso alla stampa In secondo luogo perch non risulta che sia in corso un rimpasto assessoriale, n esso appare necessario o anche solo auspicabile, ad appena nove mesi dall'insediamento dell'amministrazione. Piuttosto che agitare strumentalmente questo tema, con il malcelato desiderio di liberare qualche poltrona per placare appetiti finora insoddisfatti, il PD ritiene (e ha per questo promosso incontri come quello di Luned scorso) che andrebbe avviato un confronto sullazione amministrativa fin qui svolta, e ci al solo scopo di condividere meglio, pi consapevolmente e con il contributo di tutti, il progetto di citt su cui ha chiesto il consenso lattuale amministrazione e su cui il PD, pi di ogni altro, si sente impegnato e corresponsabile, e di cui vuole perci essere pienamente protagonista. In merito ai contenuti di tale progetto vogliamo ricordare agli amici consiglieri che lo stesso fa diretto riferimento a quanto elaborato dal PD cittadino nellambito dei laboratori di Progetto citt, animati dallesecutivo cittadino del PD con in testa il Sindaco Garozzo, allora come capo gruppo del PD, e coordinati proprio dallattuale assessore Lo Giudice, in tempi in cui tutti i firmatari della dichiarazione pro rimpasto o non si occupavano di politica, o non erano presenti a tali laboratori di cittadinanza.

Pronta la replica del partito democratico alle richieste di otto consiglieri comunali

Via libera in conferenza dei servizi il relativo progetto per un importo di 5 milioni di euro

Costituisce uninaccettabile e provocatoria ingerenza che respingiamo con fermezza e che andrebbe stigmatizzata

Sorger nelladiacenza della costruenda Area attendamenti, containers e centro operativo comunale di Protezione civile lungo la SS 124
La nuova sede del Dipartimento regionale della Protezione civile della provincia di Siracusa sorger nelladiacenza della costruenda Area attendamenti, containers e centro operativo comunale di Protezione civile lungo la SS 124 per Floridia. Il progetto di realizzazione dellopera stato approvato ieri mattina, in sede di conferenza dei servizi e prevede un finaziamento 5 milioni di euro nellambito del PO-FESR 2007-2013, linea di intervento 2.3.1.8. Adesso seguir il bando, con una previsione dappalto entro la prossima estate e la realizzione entro 2 anni dalla consegna dei lavori. Soddisfazione viene espressa dal sindaco, Giancarlo Garozzo, che ha seguito liter di approvazione: La citt si dota di unaltra opera fondamentale e strutturalmente funzionale al suo ruolo rispetto allattuale sede di via delle Carceri vecchie: sar infatti adiancente allarea prettamente operativa, circostanza che permetter di avere concentrate in un unico sito tutte le forze di Protezione civile. C una grande attenzione attorno al tema della sicurezza. Lo dimostra lapprovazione di questo progetto, che segue a distanza di poco tempo quelli dellarea attendamenti e containers, del Com, il Centro operativo misto, e delladeguamento dellarea del parco Robinson. Su Siracusa, tra opere gi avviate e altre da appaltare a breve, saranno investiti oltre 13 milioni di euro: una risposta concreta alla crisi del comparto edile e alla richiesta di occupazione sempre pi forte. Un sentito ringraziamento va al Dipartimento di Protezione civile e allarchitetto Biagio Bellassai per la sensibilit mostrata verso la citt. Per lassessore Maria Grazia Cavarra si tratta di Un altro risultato importante per la citt. Gli eventi degli ultimi giorni, pur lontani nella loro origine, sono stati avvertiti senza danni anche a Siracusa, quasi a ricordarci la fragilit del nostro territorio. Ecco perch lattenzione sui temi della sicurezza e della prevenzione continuano ad essere sempre presenti nella nostra azione di governo.

Approvata la nuova sede della Protezione civile

In foto, recente assemblea del partito democratico. Sotto, la segretaria Castelluccio.

In foto, larea in cui sorger il dipartimento di protezione civile. Sotto, Massimo MIlazzo.

La Direzione Provinciale del partito democra-

Castelluccio: Il primo cittadino riconosca gli organismi locali


esponenti siracusani, che offendono la dignit del partito e dei suoi rappresentanti. Il rifiuto del sindaco ha riacutizzato gli effetti di una frizione preesistente allinterno del Pd siracusano. Da Palermo si attendono segnali per dirimere la questione mai risolta legata allelezione del segretario provinciale. E stata affidata, infatti, alla neo eletta Direzione Regionale la mansione di esitare un regolamento esplicativo delle modalit di costituzione degli organi direttivi delle citt capoluogo di provincia. La Citt di Siracusa non pu rimanere senza un organo di rappresentanza del partito ha detto la Castelluccio Ecco perch la direzione provinciale si far carico nella prossima seduta di istituire un organo provvisorio di coordinamento del Partito Democratico della Citt di Siracusa, incaricato di rappresentare il partito e di promuoverne liniziativa politica. Lo sportello aperto nelle ore pomeridiane di luned, mercoled e venerd.

LA POLEMICA

tico ha disapprovato il comportamento tenuto dal Sindaco Giancarlo Garozzo e da alcuni consiglieri tra cui il capogruppo Francesco Pappalardo, che si sono rifiutati di partecipare allincontro promosso dallesecutivo provinciale sulle problematiche della citt di Siracusa. Un incontro al quale hanno partecipato gli assessori comunali Alessio Lo Giudice e Fabio Moschella, presidenti di circoscrizione e segretari di circolo. Laver contestato le modalit di svolgimento del Congresso non attribuisce il diritto di non riconoscere gli organismi provinciali del partito ha tuonato la segretaria provinciale del Pd, Carmen Castelluccio - producendo un grave danno dimmagine al Partito Democratico, anche attraverso inopportune dichiarazioni pubbliche, quali quelle rese in questi giorni da alcuni

Lefferato

delitto avvenuto nei giorni scorsi in uno stabile di piazza della Repubblica pone un chiaro problema di sicurezza pubblica in citt. Lo afferma il consigliere comunale Massimo Milazzo, che prosegue: Lomicidio, pare a scopo di furto, dellinerme professoressa in pensione segna il funesto diapason di unescalation criminale: basta pensare che in quello stesso e signorile stabile di piazza della Repubblica erano stati consumati due furti, rimasti impuniti, negli ultimi sei mesi e basta ricordare i furti delle ultime settimane ai danni dei negozi della zona di corso Gelone, le cui vetrine sono state mandate in frantumi a colpi

Omicidio dellinsegnante Occorre maggiore sicurezza

MASSIMO MILAZZO

di ariete. Dove sono i poliziotti e i carabinieri in giro per le vie della citt ? - si chiede Dove sono di notte i posti di controllo delle volanti ? I cittadini si sentirebbero immediatamente pi confortati da una maggiore presenza, sia di giorno che di notte, delle Forze dellOrdine sul territorio cittadino e oltretutto tale presenza avrebbe una forte valenza dissuasiva contro i malintenzionati. Chiedo quindi al Prefetto, al Questore e al Comandante dei Carabinieri di Siracusa di rispondere alla domanda di sicurezza che posta dai cittadini di Siracusa intensificando la presenza del personale operante sulle pubbliche vie.

Presentate ieri mattina le manifestazioni che saranno ospitate dal liceo Corbino

8 APRILE 2014 maRTED

8 APRILE 2014 maRTED

Tutti a guardar le stelle per le Olimpiadi a Siracusa


La fiaccola olimpica in citt in
occasione della fase finale della XIV Edizione delle Olimpiadi Italiane di Astronomia, organizzata dalla Saif, la Societ Astronomica Italiana, dallIstituto Nazionale di Astrofisica in collaborazione con il MIUR, con il patrocinio del Comune. Liniziativa stata presentata alla Sala Archimede nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il vice Sindaco, Francesco Italia, i coordinatori organizzativo e scientifico dellOlimpiade, Giuseppe Napoli ed Emmanuele Schiavo, Giuseppe Cutispoto dellIstituto Nazionale di Astrofisica di Catania, ed una delegazione degli studenti del Liceo Corbino. AllOlimpiade, che si terr dal 12 al 14 aprile, parteciperanno decine di studenti provenienti da tutta Italia. I vincitori dellOlimpiade nazionale faranno parte della squadra che rappresenter l'Italia alle prossime Olimpiadi Internazionali di Astronomia, che si svolgeranno in Asia Centrale. Il programma partir il 12 Aprile, con il corteo olimpico, che alle 17 scorter la fiaccola, partendo dal piazzale antistante il Liceo Corbino, in Viale Regina Margherita e, attraversando Corso Umberto e Passeggio Adorno, giunger al Castello Maniace, presso lArea Marina Protetta del Plemmirio. Alle 18:30, dopo la cerimonia di accensione del Braciere Olimpico, sar ufficialmente presentata la manifestazione, presso il Salone Ferruzza Romano. A seguire, dalle 20:00 alle 24:00, sar possibile partecipare allosservazione della Volta Celeste, offerta alla citt ed ai suoi visitatori , dai giovani aspiranti astronomi del Corbino in collaborazione con il CODAS Gruppo Astrofili di Siracusa, che attrezzeranno larea esterna del Consorzio del Plemmirio, con telescopi professionali. Il 13 Aprile, vedr gli studenti, impegnati nelle prove desame, mentre gli accompagnatori seguiranno un programma collaterale, denominato Astropolis, volto alla promozione territoriale della nostra citt. Il 14 Aprile, alle ore 10, si svolger la cerimonia di premiazione

Il programma partir il 12 aprile, con il corteo olimpico, che scorter la fiaccola, partendo dal piazzale di viale Regina Margherita fino al Maniace

Pensionati ex Asi da novembre senza pi il trattamento


Sono 137 in tutta la Sicilia, ben 40 in provincia di Siracusa Andremo fino in fondo per riottenere i nostri diritti
Ha
del paradossale la vicenda che coinvolge i pensionati degli ex consorzi Asi siciliani, ai quali stata sospesa l'erogazione della pensione dal mese di novembre in attesa di chiarimenti legali che fino ad oggi non sono arrivati. Con una disposizione del dirigente dell'Ispra gestione separata, subentrata ai Consorzi per le aree di sviluppo industriale siciliane, i 437 pensionati ex Asi (40 nella sola provincia di Siracusa) si sono visti togliere il diritto a percepire il titolo. Una sospensione giunta attraverso una lettera di poche righe in cui viene specificato che occorre un parere legale dellaRegione Sicilia per stabilire se questi pensionati abbiano i requisiti per percepire gli emolumenti. "E' assurdo quello che ci sta accadendo - spiega Pino Cutrona, presidente del comitato dei pensionati delle ex Asi - Con una semplice lettera hanno sospeso 'erogazione della pensione anche a persone che la percepiscono ormai da vent'anni. Il tutto perch vogliono verificare se noi siamo stati lavoratori giuridicamente configurabili con gli organici dellaRegione Siciliana oppure se il nostro rapporto di lavoro debba essere considerato di tipo privatistico. E'stato fornito un primo parere legale, con il quale in buona sostanza si autorizza l'Ispra gestione separata a riattivare

Sospesa lerogazione degli assegni per una verifica della loro posizione

Palazzolese patteggia la condanna


ricorso al rito del patteggiamento un palazzolese, acciuffato nel setembre dello acorso anno in possesso di diverse piante di cannabis. E stato il Gup del tribunale, Alessandra Gigli, apploicare a carico di Walter Vacirca di 21 anni, la condanna a 6 mesi di reclusione oltre al pagamento di 600 euro di mulota. Vacirca era stato oggetto di una perquisizione domiciliare ad opera dei carabinieri della stazione di Palazzolo Acreide il 18 settembre scorso. In quella visita in un terreno nelle vicinanze della sua abitazione, i militari dellarma hanno rinvenuto e sequestrato 8 piantine di marijuana, oltre ad altre foglie gi essiccate e pronte per essere trasformate in dosi di fumo da immettere nel mercato.

CRONACA

In foto, lex consorzio Asi di Siracusa. l'erogazione del titolo pensionistico. C' anche una sentenza de giudice di pace di Enna,che ha dato ragione ad un ex dirigente Asi.Ma fino ad oggi sembriamo lottare con i mulini alvento. Siamo stati in audizione presso la terza commissione dell'Ars, attivit produttive, che ha mostrato interesse per la nostra condizione". "Siamo pronti ad adottare qualsiasi forma di protesta anche eclatante pur di riottenere il nostro diritto -conclude Cutrona -atteso che impossibile continuare a vivere senza percepire un centesimo". Hanno intenzione di intensificare la loro azione di protesta per arrivare ad una soluzione del problema.

In foto, il luogo del ritrovamento del cadavere dellinsegnante. presso il Salone Borsellino di Palazzo Vermexio. Le Olimpiadi Italiane di Astronomia sono organizzate dalla Societ Astronomica Italiana e dallIstituto Nazionale di Astrofisica in collaborazione con il MIUR.In base alla classifica della Finale Nazionale si proclameranno i vincitori Nazionali e i componenti la squadra che rappresenter l'Italia alle prossime Olimpiadi Internazionali di Astronomia, che si svolgeranno in Asia Centrale.

Due scafisti egiziani patteggiano 2 anni e 600 mila euro di multa


Due scafisti hanno deciso di chiudere la partita
con la giustizia, ricorrendo al rito alternativo del patteggiamento. Si tratta di due cittadini di origini egiziane, Abu Harsin Hikel di 29 anni, e Sarner Karasifi di 44, i quali, difesi dallavvocato Paolo Cavallaro, hanno chiesto ed ottenuto laccesso allapplicazione della pena su richiesta delle parti. Il Gup del tribunale di Siracusa, Alessandra Gigli, ha applicato nei loro confronti la condanna a 2 anni di reclusione oltre al pagamento di una maxi multa pari a 600 mila euro ciascuno. I due egiziani, per, godono della sospensione condizionale della pena. I fatti oggetto della contestazione risalgono al 15 settembre scorso quando stato intercettato a largo delle coste di Portopalo di Capopassero uno dei soliti barconi sul quale avevano preso posto 135 immigrati tutti provenienti dalla Siria. Le successive indagini, seguenti allo sbarco, da parte delle forze dellordine ha portato all'individuazione dei due cittadini egiziani come coloro che pi attivamente hanno condotto il timone del peschereccio. Alcuni degli immigrati presenti sul barcone li hanno indicati agli investigatori anche a seguito di riconoscimento fotografico. I migranti hanno raccontato di essere partiti dalla Siria otto giorni prima di approdare lungo le coste siracusane. Di avere pagato in media poco pi di 3 mila dollari americani ad unorganizzazione che poi si ha fatto salire su un barcone madre per poi essere trasbordati su un peschereccio pi piccolo sul quale sono giunti fino a Portopalo.

CRONACA

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

RAV4 2WD 2.0 D-4D 124CV. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusa I.P.T. E Contributo Pneumatici Fuori Uso, PFU, ex DM n. 82/2011 E 5,40 + IVA) con il contributo dei Concessionari Toyota aderenti all'iniziativa. Offerta valida anche senza rottamazione o permuta. La versione raffigurata del modello RAV4 puramente indicativa. Offerta valida fino al 31/01/2014. Valori massimi: consumo combinato 13.9 km/l, emissioni CO2 176 g/km

Familiari ed amici hanno cantato al funerale di una delle pi belle voci di Siracusa

8 APRILE 2014 maRTED

Ieri mattina lestremo saluto al cantante popolare che ha prestato la sua voce a Cori di Val dAnapo, Kolk Aretusa, Cilliri e Cantunovu
Un addio allamico che per anni
ha calcato i palcoscenici di tutta la Sicilia e non solo, sulle note delle canzoni che ha interpretato. Lo hanno dato i familiari, gli amici e i colleghi musicisti a Tano Fiorito, il canterino (come solevano appellarlo) siracusano per eccellenza, scomparso prematuramente a causa di un male incurabile. Ieri mattina si svolto il rito funebre, al quale hanno partecipato numerose persone, tutte quelle che nella sua lunga carriera di artista Tano Fiorito ha incontrato e con i quali ha speso anche pochi minuti pur di condividere la passione per la musica folk. Originale l'omaggio che stato offerto dai suoi cari, i quali, dopo avere assistito al rito funebre, lo hanno accompagnato al cimitero per la tumulazione. Poi si sono soffermati alla sua tomba e gli hanno dedicato con chitarre e tamburelli alcune canzoni del suo vasto repertorio. Abbiamo voluto dargli un addio quanto pi possibile originale ma soprattutto come se lo sarebbe potuto aspettare lui - dice con voce affranta Carlo Muratori, il cantante folk siracusano, che ha condiviso con Fiorito la forte esperienza del complesso musicale dei Cilliri - E come se ce lo stesse chiedendo lui di fare quello che a lui piaceva di pi e che ha fatto per tutta la sua esistenza in vita: cantare. Adesso che stiamo suonando e cantando davanti alla sua casa eterna come se lo avessimo insieme a noi, come se non ci fosse mai stato ilo trapasso. Abbiamo voluto cantare al suo funerale le canzoni con le quali ci ha deliziato per anni con la sua voce sincera, pulita. Lunga la carriera di artista di Tano Fiorito. Ha prestato la sua voce al complesso di musica popolare I cori di Val dAnapo, poi si esibito con il gruppo Folk Aretusa. Dal 1977 ha partecipato allavventura dei Cilliri, ed ha anche prestato la sua voce ai Cantunovu. Il mistero della bellezza della sua voce da ricercare nei nostri genitori - incalza il fratello Luciano Fiorito - Da piccoli sentivamo mia madre cantare con la sua voce da usignolo, mentre mio padre ci faceva restare a bocca aperta quando, accompagnandolo sul

Laddio in note a Getano Fiorito, canterino aretuseo

vita di Quartiere
Continua il percorso
di formazione congiunta finalizzato a garantire un trattamento adeguato a chi ha subto violenza - donne, bambini o anziani - che vede impegnati il centro antiviolenza La Nereide di Adriana Prazio, l'Asp, la Procura e le Forze dell'Ordine del nostro territorio Ne va colto con soddisfazione l'impegno e sottolineato l'importanza di questo tassello nella lotta contro la violenza alle donne, che vede nell'attivazione del Codice Rosa la predisposizione di atti propedeutici comuni e condivisi di strutture competenti e specialistiche. E' questo lo spirito che ha animato l'impegno della Consigliera di Parit, nel contribuire all'attivazione del Codice rosa, quale primo passo da attuare per quel salto di qualit che si chiede allazione pubblica come risposta al fenomeno della violenza e in specie a quella di genere. Questo il momento - e non si pu mancare - per confermare il riconoscimento dei soggetti in gioco, superando la parcellizzazione di ruoli, di competenze, di parzialit delle vedute e di protagonismi che rischierebbero di rendere riduttiva e sprecata questa occasione. Sarebbe un peccato, infatti, non affrontare la questione nella sua complessit, cio in termini di azioni di prevenzione, di contrasto e di responsabilit sociale. Non ci si pu limitare, infatti, ad assicurare -seppur con maggiore sensibilit -una serie di automatismi e di procedure che attraverso la risposta sanitaria e indagini mirate ed immediate , intercettino e scovino quei casi che rischierebbero di

8 aPRILE 2014, maRTED

Il centro antiviolenza-antistalking La nereide di Adriana Prazio continua nei propri percorsi di formazione congiunta accanto alle istituzioni

Nella foto, lesibizione di ieri al cimitero di Siracusa.

Citt: verso un codice rosa per le vittime dellabuso


rimanere nell'ombra; bisogna che il sistema sociale si prenda in carico le vittime prima come pazienti e poi come soggetti vulnerabili, assumendosi la responsabilit di rispondere ai complessi bisogni di emergenza quali assistenza legale e psicologica, di alloggio, di reintegro sociale e nel mondo lavorativo anche attraverso le condizioni e gli strumenti previsti dalla Legge regionale 3/2012 (voucher, borse lavoro, etc). Vi la necessit di un progetto pi completo che abbia come obiettivo s una azione sinergica da parte delle pluralit di soggetti pubblici e privati - dal sistema sanitario e giudiziario a quello dei servizi- ma presupponga una strategia a monte e a valle permanente per la prevenzione e il contrasto alla violenza, specie a quella di genere. Bisogna che il contrasto alla violenza non sia relegato a mero tema femminile, esca dalla delega ai servizi, o peggio a emergenza di ordine pubblico , ma assuma la priorit di questione che riguarda l'intero tessuto sociale nella quotidianit e nella nostra cultura. Si tratta, quindi, di attivare quella governance territoriale che punti al cambiamento culturale per incidere sui comportamenti, innanzitutto alla prevenzione, per cui utile reiterare l'invito alla Prefettura affinch assuma quel ruolo di orientamento, di coordinamento delle strategie di intervento e di costituzione di una Task Force interistituzionale e in cui si attui anche una verifica dell'attivit e il monitoraggio del fenomeno nel territorio attraverso la costituzione di un Osservatorio Provinciale. La costituzione di un coordinamento istituzionale e tecnico che promuova il confronto, mettendo " a sistema" gli interventi gi adoperati nella quotidianit, che coinvolga oltre ai soggetti gi citati anche gli Enti Locali, il Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza, la Direzione provinciale scolastica, i centri antiviolenza, le parti sociali, gli organi di stampa e le associazioni di volontariato presenti nel territorio. Certo, la Legge regionale 3/2012 prevede nel suo art. 2 c. 3 tra le linee di intervento da adottare gli accordi di programma e protocolli di intesa tra istituzioni pubbliche e private, realt di volontariato e centri antiviolenza; la creazione di una rete territoriale su base provinciale o anche distrettuale e l' inserimento delle vittime nel mercato del lavoro. Ma, ancora pi rilevante la sostenibilit che- attraverso questa Legge- la Regione assegna a progetti presentati da Enti locali, singoli o associati, enti pubblici, centri antiviolenza e associazioni varie proprio per le finalit di contrasto alla violenza di genere. Con queste

posto di lavoro di marmista, ci deliziava con il suo banniare come fosse un venditore ambulante.

Tano non solo ha assecondato la sua vocazione e quella dei nostri genitori, ma andato anche fuori

le righe divenendo un fuoriclasse della canzone popolare. R.L.

Guardia ai fuochi: in agitazione gli ottanta lavoratori di Augusta


Condividiamo il concetto di libero mercato imposto dall'Antitrust, ma siamo del parere che per determinate attivit come il servizio antincendio di un porto, la libera concorrenza non pu pregiudicare la sicurezza, non solo in termini strettamente tecnici quali l'equipaggiamento della guardia dei fuochi, ma anche n termini di formazione e organizzazione numerica del personale. Ad affermarlo annunciando lo stato di agitazione degli 80 lavoratori dell'Azienda Snad che si occupa del servizio antincendio del porto di Augusta, sono Nino Napoli Segretario Fit Cisl portuali e Irio Peralta Rsa Fit Cisl. La decisione stata assunta dai sindacati Cgil Cisl Uil Ugl, dopo la conferma delle ipotesi di licenziamenti a seguito dell'imminente rilascio ad un altra azienda, da parte dell'Autorit marittima, dell'autorizzazione ad esercitare l'attivit di servizio integrativo antincendio al porto di Augusta. Se ci avverr aggiungono Napoli e Peralta potrebbero verificarsi eccedenze alla Snad , dato che il traffico portuale ormai ridotto ai minimi termini e non lascia spazio ad altro personale. La stessa azienda, infatti nei

CRONACA

giorni di minor traffico soccombe mettendo in ferie il personale in eccedenza. Riteniamo inoltre che il servizio Antincendio in un porto come quello di Augusta sia un sevizio di enorme importanza e debba essere gestito da aziende qualificate che abbiamo capacit tecnica finanziaria per poter garantire al meglio l'attivit soprattutto in termini di sicurezza. Napoli e Perlata concludono Non resteremo inermi davanti al rischio di macelleria sociale, chiederemo insieme agli altri sindacati un tavolo al Prefetto di Siracusa per fare chiarezza, e se necessario organizzeremo ogni possibile forma di protesta.

finalit dalla Consigliera di parit venuto il suggerimento del coinvolgimento, nei progetti da presentare, anche delle associazioni datoriali, visto che si potrebbe creare all'uopo un Albo degli imprenditori solidali disposti ad offrire un lavoro alle vittime di violenza. E' proprio una occasione da non perdere. Per avviare modalit di intervento nuove, per interessare quei Comuni che volessero consorziarsi, per dare quel giusto ruolo alla Scuola, a tutti i centri antiviolenza e alle associazioni di volontariato, per sollecitare quelle istituzioni che vogliono veramente attivarsi e con celerit per affrontare nella dovuta maniera e in tempi rapidi un problema cos drammatico, ma soprattutto per ridare dignit e indipendenza alla donna, interrompendo quel ciclo di violenza che si trasmette fra generazioni e che si perpetua da troppo tempo.

elle regioni italiane maggiormente evolute, ahinoi! Della nostra il Codice Rosa identifica un percorso di accesso al pronto soccorso riservato a tutte le vittime di violenze, senza distinzione di genere o et che, a causa della loro condizione di fragilit, pi facilmente possono diventare vittime di violenza: donne, uomini, bambini, anziani, immigrati, omosessuali. Il codice viene assegnato insieme al codice di gravit, da personale addestrato a riconoscere segnali non sempre evidenti di una violenza subita anche se non dichiarata. Quando viene assegnato un Codice Rosa, si attiva il gruppo operativo composto da personale sanitario (medici, infermieri, psicologi) e dalle forze dell'ordine. Il gruppo operativo d cura e sostegno alla vittima, avvia le procedure di indagine per individuare l'autore della violenza e se necessario attiva le strutture territoriali. Al codice dedicata una stanza apposita all'interno pronto soccorso, la Stanza Rosa, dove vengono create le migliori condizioni per l'accoglienza delle vittime. In toscana ad esempio, l Codice Rosa nasce nel 2010 nell'Azienda Usl 9 di Grosseto come progetto pilota. Nel 2011 con la sottoscrizione del protocollo d'intesa tra la Regione Toscana e la Procura Generale della Repubblica di Firenze, diventa progetto regionale. Dal gennaio 2012 prende avvio la sperimentazione in alcune Aziende sanitarie della regione.

Via di accesso ai servizi di medicina durgenza riservata a chi pi debole

10

8 aPRILE 2014, maRTED

gliaia di volontari, a difesa del patrimonio culturale e archeologico della Sicilia, in arrivo grazie ad una intesa tra assessorato regionale ai Beni Culturali e alcune associazioni culturali regionali e nazionali. I volontari saranno impegnati nellopera di fruizione e valorizzazione a supporto dellattivit dei lavoratori dipendenti, preposti al servizio di custodia e di fruizione presso musei, siti e parchi della Sicilia. Un accordo, firmato oggi a Palermo tra lassessore Mariarita Sgarlata e un gruppo di associazioni culturali che si reggono sul volontariato, ha fissato infatti una cornice entro cui i capi distituto, i sovrintendenti, i direttori dei musei potranno stipulare delle convenzioni ad hoc per migliorare lappeal dei siti culturali siciliani. Tra

Un esercito di mi-

BB.CC.:Un esercito volontario

Radunato dalla regione attraverso un protocollo con associazioni di settore

Al centro, lassessore Sgarlata. i firmatari presenti che si prendono cura Gianfranco Zanna del patrimonio deldirettore regionale le nostre citt e del facendo di Legambiente territorio, Sicilia, il presiden- emergere una nuote di Sicilia antica va responsabilit nei Simona Modeo, il confronti della novice presidente na- stra eredit culturale zionale dei Ranger e un impegno ormai Giovanni Leanza, il irrinunciabile per il presidente regiona- benessere pubblico. le di Italia nostra Lapertura al volonPiero Longo, il con- tariato ha spiegato sigliere nazionale di lassessore Mariarita Archeo club Italia Sgarlata uno degli Fortunata Rizzo, il obiettivi centrati del presidente nazionale lavoro di questi mesi, dellUnpli (Unione teso a favorire la parnazionale pro loco tecipazione dal basso dItalia) Antonino La e la condivisione delSpina. Sono sempre le strategie di rilancio pi numerosi in Italia dei beni culturali con i volontari culturali il ricco tessuto del-

le associazioni che esiste in Sicilia. Con questa operazione intendiamo avviare un modello nuovo nella nostra isola, migliorando la fruibilit dei cosiddetti poli museali deccellenza, dei siti maggiori e aprendo le decine di siti minori attualmente chiusi sui quali, negli anni scorsi, sono stati investiti fiumi di euro dai fondi comunitari, inutilmente perch mai aperti al pubblico. Deterioramento e atti di vandalismo: questa la sorte dei musei e aree espositive abbandonati dopo il restauro, lultimo visto in ordine di tempo il Museo Archeologico di Lampedusa. E stato possibile firmare questi accordi ha aggiunto Sgarlata grazie ad una Legge regionale (art 10 del 7 giugno 1994 numero 22) che prevede per la Regione e gli Enti locali la possibilit di stipulare convenzioni con organizzazioni di volontariato iscritte nel registro generale da almeno sei mesi per lo svolgimento di servizi che non abbiano carattere sostitutivo a quelli di competenza degli stessi Enti pubblici. Gi da domani le associazioni potranno mandare le proposte di convenzione da stipulare. Finalmente si cambia fase - ha affermato Gianfranco Zanna direttore regionale Legambiente Sicilia con la firma di questo protocollo passiamo da una attivit che era stata prevalentemente di denuncia ad una fase operativa, pi concreta, per contribuire a rendere i siti culturali della Sicilia pi fruibili. Rimarco limportante ruolo di questa rete di associazioni che devono diventare le sentinelle del territorio, controllarlo e tutelarlo.

ciazione culturale italotedesca di Siracusa, alla letteratura tedesca del '900. Di seguito lelenco dei due appuntamenti dal maggiore rilievo di aprile. Marted 8 aprile 2014 (oggi): alle ore 17,30 si terr il literarische Kultur-Caf presso il Cuman Lounge Caf di Viale Teracati n. 102/d, su Joseph Roth, relatore il prof. Mario Valastro. Venerd 11 aprile 2014: alle ore 18,00, il Prof. Marino Freschi, prof. ordinario presso l'universit Roma Tre, parler su Hermann Hesse: 1914, guerra e pace, presso l'aula magna dell'Istituto Tecnico Alessandro Rizza. Al termine della conferenza, per gli amici, che vorranno parteciparvi, prevista una riunione conviviale con il relatore presso il ristorante Il Porto Grande, sito in via dei Mille n. 37/41. Hermann Hesse nacque il 2 luglio del 1877 a Calw, un paese della Svevia, nel Baden-Wrttemberg, Germania. Suo nonno era un famoso missionario, Hermann Gundert. Analogamente suo padre, Johannes, era stato un missionario pietista in India, e quando torn in Germania continu a lavorare nel ministero. Sua madre, Marie, era l'assistente di suo padre. Gestiva la Calwer Verlagsverein, una delle pi importanti case editrici pietiste d'Europa. Entrambi i suoi genitori erano molto religiosi e si dedicavano completamente alle loro credenze, anche se non erano propriamente settari. La sua produzione, in versi e in prosa, vastissima e conta quindici raccolte di poesie e trentadue tra romanzi e raccolte di racconti. I suoi romanzi pi famosi sono Peter Camenzind (1904), Gertrud (1910), Demian (1919), Siddharta (1922), Il lupo della steppa (1927), Narciso e Boccadoro (1930) Il gioco delle perle di vetro (1943). I suoi lavori rispecchiano il suo interesse per l'esistenzialismo, lo spiritualismo, il misticismo, non meno della filosofia ind e buddista. Si discusso anche dell'interessamento manifestato da Hesse nei confronti della cosiddetta Lebensreform, movimento culturale sorto a cavallo tra Otto e Novecento in Germania e Svizzera, che proponeva una riforma radicale dello stile di vita in voga nelle citt occidentali, e aveva determinato la nascita di sanatori e piccole comunit utopiche. Gi a Gaienhofen, sul lago di Costanza, Hesse ebbe occasione di frequentare artisti e intellettuali la cui esistenza si ispirava alle idee naturiste di Tolstoj e H. D. Thoreau. Risulta apprezzasse larte figurativa Jugendstil, il Liberty tedesco, e in particolare le opere di Hugo Hppener, detto Fidus, che comparivano sulle riviste Lebensreform, come Jugend. Nel 1907 Hesse soggiorn qualche settimana presso il sanatorio Monte Verit sopra Ascona, in Ticino, per seguire una terapia naturista finalizzata a disintossicarsi da uneccessiva assunzione di alcool. La cura prevedeva, oltre ad un contatto diretto con la natura incontaminata delle montagne del lago Maggiore, una rigida dieta vegetariana e quotidiani bagni di sole (elioterapia). Dagli incontri con queste comunit Hesse trasse ispirazione per personaggi di alcuni suoi racconti minori. Altri accenni sono presenti anche in Peter Camenzind e Demian. Nel complesso, pur simpatizzando con i riformatori, Hesse tenne sempre un aristocratico distacco nei loro confronti, a causa soprattutto del fanatismo che caratterizzava questi ambienti, per il quale prov sempre un certo, sincero disgusto. Salvatore Rizza

Questo mese viene dedicato dallAcit, asso-

Citt: da oggi doppio appuntamento con lACIT

S. Lucia: La grotta dei sogni dimenticati


8 aPRILE 2014, maRTED

11

n agenda per la data di domani, mercoled 9 aprile 2014, levento intitolato la grotta dei sogni dimenticati, un incontro a tema annotato per le 18:30 presso la sede dellassociazione Natura Sicula di Siracusa, in p.zza S. Lucia 24/B-C. Relatore Diego Barucco. Nel 1994 fu scoperta in Francia la Grotta Chauvet, nelle Rhne Alpes, uno dei pi importanti siti preistorici europei del Paleolitico superiore. Sulle pareti della caverna compaiono pitture rupestri incredibilmente conservate raffiguranti una grande variet di specie animali (bisonti, mammut rossi, gufi, rinoceronti, leoni, orsi, cervi, cavalli, iene, renne ed enormi felini scuri) e che in alcuni casi denotano perfino il tentativo di animare i soggetti riproducendone il movimento. La grotta Chauvet uno dei pi noti e importanti siti preistorici europei, ricco di testimonianze, simboliche ed estetiche, del Paleolitico superiore (Aurignaziano). La grotta Chauvet si

Appuntamento presso la sede dellassociazione Natura sicula nella piazza del sepolcro luciano
cide di cristalli e cupole iridescenti. Viene resa famosa dalla scoperta, nel 1994, di numerose pitture parietali risalenti all'uomo di Cro-Magnon, del Paleolitico superiore. Il nostro antenato abitava all'epoca questa zona che offriva un paesaggio simile alla tundra, ed era desolata e fredda. La grotta presenta pitture e incisioni di diversi animali quali bisonti, mammut rossi, gufi, rinoceronti, leoni, orsi, cervi, cavalli, iene, renne ed enormi felini scuri. Soli o ritratti in branco, nei colori resi disponibili dagli elementi naturali, gli animali ritratti assommano ad oltre 500 opere databili a circa 32 mila anni fa. Possiamo ipotizzare che questo luogo fosse un importante centro di culto dell'epoca. Le figure hanno un dinamismo potente e la mancanza di definizione (molte sono abbozzate, ma non terminate) contribuisce a dare all'insieme un carattere magico e quasi ipnotico. Gli animali paiono uscire dalla roccia stessa o rientrarvi a secon-

Conferenza dedicata allipogeo naturale di Chauvet in agenda per la data di domani alle 18,30

Sopra, una pittura murale nella grotta. trova in Francia, pres- ragione, che l'area poso Vallon-Pont-d'Arc, tesse dare un impornell'Ardche (regione tante ritrovamento. E della Rhne-Alpes). infatti, dopo aver scoLa sua scoperta risale perto ed esplorato pi al 18 dicembre 1994 a di venti grotte con pitopera dello speleologo ture, graffiti e reperti, e fotografo Jean-Marie ha trovato la magnifica Chauvet accompagna- grotta Chauvet. to da due amici, liette La grotta corre per olBrunel e Christian Hil- tre 500 metri all'interlaire. Chauvet ha siste- no della montagna, e maticamente esplorato fu scavata nei secoli la zona alla ricerca di dal fiume Ardche. Di grotte archeologiche, grandissima bellezza, in quanto riteneva, a ha lunghe pareti traslu-

da della prospettiva e dei giochi di luce. Questo tipo di organizzazione estetica comune a tutta l'arte visiva del Paleolitico. Nella grotta troviamo anche ossa di vari animali (non ossa umane), teschi di ursus spelaeus e una roccia che per risalto e forma pu sembrare quasi un altare primitivo, su cui tra l'altro appoggiato un teschio, quasi fosse stato offerto od utilizzato per qualche rito. Le pitture, di grande forza espressiva sono molto vicine ai nostri canoni estetici attuali, ma sul loro significato profondo possiamo solo fare ipotesi. Un'ipotesi che le pitture siano opera di individui iniziati ai culti dell'epoca, basati sull'idea che le grotte fossero luoghi di incontro con esseri mostruosi, possenti e magici. L'incontro con queste creature era legato a riti iniziatici basati su prove di coraggio contro l'ignoto, il nascosto e contro il dolore delle mutilazioni, che qualificavano la persona come adulta, abile alla caccia e a generare figli.

Una ben precisa pressa di posizione da parte di CNA a tutela del lavoro dei propri associati sul territorio

Ci vorr ancora molto tempo per-

Basta con labusivismo nellautoriparazione


inevitabili. Se poi pensiamo che centinaia di precari e disoccupati espulsi dal mercato del lavoro, cumulano il lavoro a tempo parziale, le indennit di assistenza al lavoro in nero, e se si aggiungono a questi i soggetti in cassa integrazione ed in mobilit, possiamo comprendere quanto sia fragile il nostro sistema imprenditoriale. Le imprese regolari debbono pagare le tasse, rispettare le norme cogenti con tutti i limiti della burocrazia (il cui costo in provincia abbiamo stimato di circa 35 Milioni di euro), caricandosi costi importanti al fine di garantire un sistema basato sul pieno rispetto delle regole. Pensare che su di un livello parallelo ci siano delle realt che operano abusivamente nella totale indifferenza degli enti preposti ai controlli e rubando porzioni enormi

ch il trend produttivo delle piccole imprese della nostra citt cominci una netta inversione di tendenza rispetto i dati critici degli ultimi anni. Se a questa condizione aggiungiamo la ormai triste realt di centinaia di operatori autonomi in nero, con personale in nero, operanti nel nostro territorio ed appartenenti ai pi disparati settori quali parrucchieri, estetisti, impiantisti, edili e perfino autoriparatori rischiamo seriamente di bloccare sul nascere qualunque andamento positivo di sviluppo e ripresa delle aziende artigiane. Il riferimento alla ormai consolidata prassi dellimpunit per casi di economia sommersa che svolgono la propria attivit lavorativa senza essere iscritti alla Camera di Commercio, senza alcun

controllo da parte delle istituzioni, senza rispettare le vigenti normative sulla sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro e senza versare nessun tributo operando in regime di concorrenza assolutamente sleale nei confronti di chi lotta strenuamente per contrastare la crisi e per sottrarsi a licenziamenti altrimenti

di mercato alle aziende inaccettabile. E ora che ciascuno faccia la sua parte afferma Sebastiano Armeli di Cna le istituzioni hanno la responsabilit di una inversione di tendenza nellazione ispettiva, per contrastare questo triste fenomeno che vede interessate migliaia di imprese regolari (e quindi altrettante famiglie) impegnate in un confronto impari con un sistema che si fa beffe del rispetto delle regole, dello Stato e che rischia di rompere seriamente la coesione sociale su porzioni importanti del nostro territorio. Ci impegniamo per dare lavoro al territorio, stimolando anche le Pubbliche Amministrazioni a fare investimenti e manutenzioni per dare respiro al mondo produttivo. Al contempo abbiamo la necessit che tutti rispettino le regole

Mazzette allAeroporto Anticipati i test per luniversit Ciampino per gli appalti Studenti nel caos e male informati di pubblici: sei arrestati
La manager Kehm riaccende le speranze: Fa progressi, ma la battaglia lunga Lex stella tedesca in coma dal 29 dicembre dopo lincidente sugli sci a Meribel
Tre date cambiate nel giro di pochi mesi, tre ministri con altrettante idee diverse e gli studenti che sono andati in tilt per i test dingresso nelle universit a numero chiuso pi pazzi che si siano finora visti e che a partire da marted vedranno impegnati circa 80 mila studenti. Quasi 6 ragazze e ragazzi su 10 non sapevano dellanticipo, si sono resi conto soltanto allannuncio ufficiale delle date che il test era stato anticipato ad aprile rispetto alla data tradizionale di settembre. Ma era il 27 dicembre quando il Miur comunicava agli studenti le date ufficiali. Nel pieno delle vacanze di Natale, alla vigilia di Capodanno, gli studenti pi disciplinati non hanno messo la testa sui libri prima del 2-3 gennaio. Gli altri avranno aspettato ancora un po. E, comunque, nel frattempo cera un anno in corso, gennaio con gli scrutini, lansia per i voti del primo quadrimestre che fanno media anche sul voto finale della maturit e quindi limpossibilit di distrarsi troppo. La storia dei test di questanno ancora pi disorientante di quanto non lo fosse stata lo scorso anno quando il bonus maturit aveva messo in difficolt gli studenti e fatto partire una raffica di ricorsi che hanno fatto riammettere mille esclusi. Questanno si partiti con la ministra che ha predisposto il calendario, Maria Chiara Carrozza, che ha Mazzette allAeroporto di Ciampino per gli appalti pubblici. La Procura di Roma, in collaborazione con la Squadra Mobile, diretta da Renato Cortese, e la Polizia di Frontiera allaeroporto di Ciampino, ha arrestato 6 persone. Si tratta di alcuni funzionari pubblici dellEnac, lex direttore dello scaldo di Ciampino e un imprenditore. Laccusa contesta lassociazione a delinquere finalizzata ai reati di corruzione, turbata libert degli incanti, falso e frode nelle pubbliche forniture. Figure chiave dellassociazione a delinquere sono lex direttore di Ciampino, Sergio Legnante e limprenditore Massimiliano Mantovano. Il sostituto procuratore Mario Palazzi e il procuratore aggiunto Francesco Caporale hanno aperto il fascicolo grazie a una vicenda giudiziaria nata nel 2009 dopo la una denuncia di un dipendente dellEnac su anomalie nellassegnazione degli appalti. Secondo gli inquirenti gli arrestati gonfiavano fraudolentemente i costi dei lavori eseguiti per poi dividersi assieme ai funzionari pubblici infedeli come prezzo della loro corruzione. Un sistema che andava avanti appunto dal 2009. Tra le persone arrestate tre sono finite in carcere e tre ai domiciliari. Il danno erariale ammonta a 8 milioni di euro. Per un lavori costati 80 mila euro, la fattura falsa veniva gonfiata fino a 940 mila euro. E per un appalto da 4 mila euro sono stati pagati addirittura 66 mila euro.

12

8 APRILE 2014, MARTED

Il potere dacquisto delle famiglie Brescia, diossina anche sullerba continua a calare: -1,1% nel 2013
Inquinamento provocato dallindustria chimica Caffaro: pericolosi 2100 ettari

8 APRILE 2014, MARTED

13

Giardini vietati ai bambini


Lerba cresce selvatica, nei giardini di Brescia. Folta, bella, non si pu toccare. Sembra un dono di dio, mentre il castigo degli uomini. Lerba di Brescia zeppa di Pcb e diossina. La terra avvelenata in profondit. E i veleni, anche quando sono invisibili, risalgono in superficie dentro ogni nuova forma di vita. Le bambine della scuola elementare Deledda lo sanno perfettamente. Possiamo fare ricreazione solo sulla pista di cemento, dicono. Stiamo sulle piastrelle. Quando cadi brutto. Se corriamo fuori dalla pista, la maestra ci sgrida. Mio pap mi ha detto che se tocco lerba mi sporco con qualcosa che non si pu pi lavare. Mia madre dice che mi ammalo. Lo sanno. Come lo sanno i ragazzi e le ragazze della squadra di atletica, che fino a tre

insistito perch i test precedenti si tenessero lo scorso settembre ma ha lasciato capire di essere daccordo con il suo predecessore, Francesco Profumo, che aveva anticipato i test ad aprile. In questa situazione di confusione totale lannuncio ufficiale arrivato solo durante le vacanze di Natale e non ancora finita. Il prossimo anno si annunciano altre novit, come spiega la ministra attuale dellIstruzione Stefania Giannini, in unintervista a Rai News 24: Lanticipazione in primavera dei test di ammissione alla facolt di Medicina stata una decisione assunta in precedenza al mio mandato e sulla quale io non sono intervenuta. Credo per che la compresenza dei test e della stagione finale della scuola con lesame di maturit offra

Ambasciatore italiano in Turkmenistan arrestato a Manila: Violata la legge sui minori


Daniele Bosio, 46 anni, stato anche console a New York
parte della polizia locale. A quanto si apprende Bosio, 46 anni, di Taranto, primo ambasciatore in Turkmenistan dallo scorso dicembre, si trovava nella localit termale di Laguna, 90 km da Manila, per una vacanza. Larresto scattato in seguito alla denuncia di unattivista australiana, ma sullo scenario ci sono versioni discordanti. Secondo la polizia, il diplomatico sarebbe stato trovato nella notte tra venerd e sabato con alcuni bambini - di cui ovviamente non stata resa nota let - in un appartamento. Per long filippina Bahay Tuluyan, che lavora in coordinamento con la Onlus internazionale Ecpat (End Child Prostitution, Pornography and Trafficking) e presso la quale i minori coinvolti

elementi su cui riflettere. Fanno riflettere anche le cifre pubblicate ieri dal sito Skuola.net. La stragrande maggioranza non ha preso troppo sul serio le voci che si rincorrevano dallinizio dellanno. Solo uno studente su tre ha iniziato la preparazione in vista dei test gi allavvio dellanno scolastico. Uno su tre, invece, ha addirittura iniziato a studiare solo da qualche giorno, il 10% da un paio di settimane e il 13% da circa un mese. Le materie da preparare sono molto diverse da quelle da studiare per la maturit. Sono matematica, fisica, logica, chimica e uno studente su due ha confessato che i voti a scuola sono calati per la necessit di impiegare parte del tempo a studiare anche per i test.

Lambasciatore italiano in Turkmenistan, Daniele Bosio, stato arrestato nelle Filippine, con laccusa di aver violato la legge locale sulla tutela dei minori. Il diplomatico respinge ogni accusa e da chi lo ha incontrato subito dopo larresto viene descritto come una persona turbata. Al momento si trova in un posto di polizia a sud di Manila e pu usare telefono e e-mail. Sul caso si subito attivata la Farnesina che assicura massima trasparenza e rigore. Lambasciata italiana nelle Filippine dal canto suo sta fornendo ogni assistenza legale, come si fa in tutti i casi di fermi o arresti di connazionali. E sta anche cercando di capire meglio, in raccordo con il ministero degli Esteri, le circostanze dellarresto dell ambasciatore da

sono stati portati nella notte, non si tratterebbe di un appartamento ma della stanza del resort in cui il diplomatico alloggiava. Infine c una terza versione: lambasciatore Bosio si sarebbe trovato in compagnia di bambini in un parco giochi. Quanto allaccusa, non ancora emerso quale sia il reato specifico per il quale il diplomatico stato fermato. Larresto avvenuto sulla base della legge 7610 del 1992. Un insieme di norme, in un paese in cui il turismo sessuale e lo sfruttamento dei minori sono piaghe molto diffuse, volto a fornire una maggiore deterrenza e una protezione speciale contro pedofilia, sfruttamento e discriminazione, come si legge nel titolo introduttivo.

Promettono, a Palazzo Chigi, che stavolta nel mirino finiranno i santuari rimasti nellombra. Mentre continua, a cavallo tra il ministero del Tesoro e la Presidenza del Consiglio, il lavoro di preparazione del Documento di Economia e Finanza e del decreto per abbassare le tasse sui redditi da lavoro dipendente, gli uffici di Matteo Renzi continuano il pressing per abbattere una serie di enti ed istituti che secondo il premier non hanno pi ragione di esistere. Insomma, dopo che le attenzioni

Renzi spinge sui tagli Tocca alle municipalizzate


del governo si sono rivolte alle spese della politica, con le azioni su Senato e Province si innesca una sorta di effetto domino che chiama in causa unaltra faccia della spesa come quella della pubblica amministrazione. Sotto tiro le spese - e gli sprechi - di quegli enti che nel tempo hanno mostrato la loro dipendenza dalla politica, come nel caso di molte imprese municipalizzate con la loro pletora di poltrone ed incarichi, o dei i Consorzi di Bonifica. O ancora enti che mostrano duplicazioni di funzioni,

mesi fa si allenavano sulla pista comunale. Ora sul cancello chiuso c un cartello: Sito con livello di inquinamento alto. Divieto di accesso. Zona rossa. E tutto scritto. Noto. Protocollato. La peculiarit del caso Caffaro, il pi grave caso di inquinamento ambientale del Nord Italia, forse pi grave persino di Seveso, proprio questa: la certificazione del disastro. La resa pubblica di fronte al disastro certificato.

Ogni sei mesi il Comune di Brescia firma unordinanza che inizia cos: Premesso che lAsl ha comunicato la necessit di reiterare le limitazioni allutilizzo dei suoli, in quanto sussistono ancora le condizioni sanitarie di pericolo per la salute pubblica.... Come se si trattasse di una questione di parcheggi, in maniera burocratica, dispone: Il divieto di utilizzo del terreno nelle aree di cui allallegato... Intendendo,

con questo, laratura, il dissodamento e ogni altra operazione che comporti il contatto con il terreno stesso. Vietato calpestare lerba. Vietato coltivare verdure. Vietato fare le capriole al parco. Sono avvelenati 2100 ettari di terreno, 50 chilometri in linea daria, seguendo il sistema delle rogge, dei canali di scolo e gli argini del fiume Mella. Brescia sud. Tutto quello che sta a valle dellindustria chimica Caffaro.

Il potere dacquisto delle famiglie italiane, tenuto conto dellinflazione, diminuito dell1,1% nel 2013 a fronte di una crescita del reddito disponibile dello 0,3%. E quanto rileva lIstat segnalando come nel solo quarto trimestre dellanno scorso sia risultato in lieve diminuzione rispetto al trimestre precedente (-0,1%) mentre sia aumentato dello 0,4% rispetto al quarto trimestre del 2012. In aumento invece, sempre nel 2013, la propensione al risparmio delle famiglie che e risultata pari al 9,8% (+1,4 punti percentuali rispetto allanno precedente). Nel quarto trimestre del 2013, al netto della stagionalit, stata pari al 10,2%, sostanzialmente invariata rispetto al trimestre precedente (+0,1 punti percentuali) ma in significativo aumento (+1,7 punti percentuali) rispetto al corrispondente trimestre del 2012. Nellultimo

trimestre del 2013 il reddito disponibile e risultato invariato rispetto al trimestre precedente mentre e cresciuto dell1,1% rispetto al corrispondente periodo del 2012. Nel 2013 la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici stata pari al 9,8%, registrando un aumento di 1,4 punti percentuali rispetto allanno precedente. Nel quarto trimestre del 2013, al netto della stagionalit, stata pari al 10,2%, sostanzialmente invariata rispetto al trimestre precedente (+0,1 punti percentuali), ma in significativo aumento (+1,7 punti percentuali) rispetto al corrispondente trimestre del 2012. Nel 2013 gli investimenti fissi lordi delle famiglie consumatrici sono diminuiti del 4,6% ed il relativo tasso di investimento sceso al 6,3%, con una diminuzione di 0,3 punti percentuali rispetto al 2012.

come nel caso della Motorizzazione Civile e dellAci. Saranno, se andr tutto come desidera il premier, le vittime di quello che Renzi chiama Sforbicia Italia. Si tratta di riforme, spiegano al governo, che non necessariamente hanno un effetto diretto o particolarmente significativo in termini di risparmio nella spesa pubblica. LEuropa, la tesi riportata da Palazzo Chigi, non chiede di intervenire su qualche decimale di punto di deficit/ Pil, ma di rendere il paese pi smart ed

efficiente. Ad esempio, eliminando doppioni, enti inutili, organismi che svolgono funzioni obsolete o funzioni utili ma in modo inefficiente. Delle Camere di Commercio si gi detto: lintenzione sarebbe quella di eliminare lobbligo di iscrizione al Registro delle imprese, facendo cos mancare lossigeno al sistema camerale. Per quanto riguarda il settore automobilistico, come indicato nelle schede del Commissario Cottarelli e confermato dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti Lupi, il progetto quello di fondere in un solo organismo il Pubblico registro auto-

mobilistico (Pra) controllato dallAci e lArchivio dei veicoli gestito dalla Motorizzazione Civile. Sono doppioni, assolutamente identici, dove si documenta il possesso delle autovetture: uno dei due chiaramente di troppo. Se come pare sar eliminato il Pra, allAutomobile Club italiano (unassociazione sportiva con 3000 dipendenti e 800 dirigenti ben pagati) verranno a mancare il 90% delle entrate. Stesso discorso dovrebbe valere per i Consorzi di Bonifica, enti pubblici che gestiscono le opere pubbliche idriche nei territori, e che sono finanziati da contributi dei proprietari dei terreni e

dai Comuni. Per Palazzo Chigi sono carrozzoni costosi e inefficienti, e le loro funzioni potrebbero essere attribuiti agli enti locali. Infine, le municipalizzate, le aziende pubbliche di propriet dei Comuni che spesso proliferano fuori controllo. Anche per loro in arrivo Sforbicia Italia. Renzi ne parler oggi con Cottarelli. Intanto continua lelaborazione del Def e del decreto sullIrpef per i quali il premier incontrer oggi il ministro dellEconomia Pier Carlo Padoan. Il quadro macroeconomico del Def gi definito (+0,8% Pil, 2,6% il deficit).

14

Sud est: nuovi blitz delle stazioni dellArma nel rispettivi territori di competenza nel quadro delle attivit volte al contrasto dello spaccio di stupefacenti.

8 aPRILE 2014, maRTED

Mostra di reperti trafugati ma recuperati dai Militari

SPORT Siracusa
A giudicare dallincontro vinto domenica scorsa con lAcireale ben al di l del punteggio, il Siracusa non apparso n stanco n gi di tono, e pur privo di tre elementi dellimportanza di Visone, Garrasi e Carbonaro, riuscito a tratti ad apparire persino brillante e in grande spolvero, tanto da suggerirci una diversa chiave di lettura delle due consecutive sconfitte rimediate a Scordia e a Rometta. Una chiave di lettura molto pi vicina alla realt che ci spinge ad avvalorare lipotesi che quando il Siracusa scende in campo in undici, non teme avversari. Cosa ben diversa di quando gli capitato di affrontare avversari an-

8 aPRILE 2014, maRTED

15

Rigenerante effetto di una meritata vittoria


La squadra, pur priva di quattro elementi, apparsa compatta e a tratti brillante
Siracusa-Acireale 2-0 Far Lombardo Chiariello Matinella Diop Bufalino Calabrese Figura Lentini Frittitta Petrullo Strano 6 7 6 6 6 8 6 6 6 7 6 7

E ora i play-off non fanno pi paura

Stamani 8 aprile 2014 con inizio

Cronaca: due arrestati dai Carabinieri per droga


uovo blitz delle Stazioni Carabinieri di Acate e Comiso contro lo spaccio di sostanze stupefacenti nei rispettivi territori della giurisdizione di competenza, che nel trascorso fine settimana hanno tratto in arresto due soggetti in distinte operazioni antidroga. La prima portata a termine dai Carabinieri del comune biscaro che, nel corso del controllo di un soggetto attualmente sottoposto agli arresti domiciliari per reati specifici in materia di stupefacenti, lo hanno sorpreso in possesso di 23 grammi di marijuana suddivisa in dosi. Si tratta di Saraceno Rosario, acatese classe 1974, il quale alla vista dei militari prelevava da terra un barattolo in vetro, scagliandolo fuori dalla finestra che si frantumava sulla tettoia dellabitazione adiacente. La droga ivi contenuta veniva immediatamente recuperato dai militari operanti, i quali approfondendo la perquisizione allinterno dellabitazione rinvenivano altres un rotolo di carta stagnola dello stesso tipo cui erano confezionate le dosi, un contenitore di sigarette in latta, una busta tagliata con estremit sigillata da nastro azzurro, il tutto intriso ed

Sopra, la droga, il bilancio elettronico e le banconote sequestrate dal Carabinieri.

emanante un forte odore di marijuana. A seguito della sua condotta, il Saraceno veniva immediatamente condotto presso la caserma di Via Galileo Galilei, sede del Comando Stazione Carabinieri di Acate, da dove al termine delle formalit di rito, veniva nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari. Lo stesso era gi stato tratto in arresto dai Carabinieri di Acate lo scorso novembre per il medesimo reato e condannato nel marzo 2014 ad una pena complessiva di anni 3 e mesi 4 di reclusione. Il secondo intervento stato condotto dai Carabinieri della Stazione di Comiso che, avendo ricevuto diverse segnalazioni anche sullutenza 112 di un continuo andirivieni di giovani assuntori in qualsiasi ora giornaliera presso un abitazione sita nei pressi di Corso Vittorio Emanuele di Comiso, avevano predisposto apposito servizio per verificare quanto appreso. Nello specifico, i militari, dopo aver individuato labitazione, intervenivano al suo interno rinvenendo complessivi 210 grammi di marijuana, suddivisa in diversi involucri di cellophane trasparente, nonch un bilancino elettronico

utilizzato per pesare la droga ed euro 40 in contanti, il tutto posto sotto. Per quanto sopra il soggetto Palumbo Gianluca, vittoriese cl. 89, veniva tratto in arresto e condotto presso la caserma di Via Leonardo Sciascia, da dove al termine delle formalit di rito veniva sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dellAutorit Giudiziaria, la quale provvedeva successivamente alla sua liberazione dovendo procedere alla convalida a piede libero. Entrambi gli arrestati dovranno rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel frattempo, la droga sequestrata stata gi inviata presso il Laboratorio di Sanit Pubblica dellAzienda Sanitaria Provinciale di Ragusa al fine di stabilirne leffettiva composizione e il numero di dosi ricavabili. Complessivamente, con questarresto salgono a 17 le persone tratte in arresto nellanno 2014, nellambito della lotta alla droga nella giurisdizione della Compagnia di Vittoria, con particolare riferimento alla c.d. Droga dei giovani, della quale sono oltre 3 i chilogrammi sequestrati nel 2014.

alle ore 09:30 presso laeroporto di Comiso, nel quadro delle celebrazioni previste per il bicentenario della fondazione dellarma dei carabinieri, sara inaugurata una esposizione di reperti archeologici sequestrati dallarma dei carabinieri. Il programma prevede: alle 10,00 saluti delle Autorit presso Sala riunioni Aeroporto di Comiso Dott. Rosario Dibennardo, Presidente della Soaco, Dott. Filippo Spataro, Sindaco del Comune di Comiso alle 10,30 presentazione del percorso espositivo dei reperti a cura della Dr.ssa Rosalba Panvini, Sovrintendente ai Beni Culturali di Ragusa; alle 11,30 inaugurazione dellEsposizione di reperti archeologici sequestrati dallArma dei Carabinieri di Ragusa e di cimeli. Nel diritto internazionale la regolamentazione dellobbligo di restituzione dei beni appartenenti al patrimonio culturale, rubati e illecitamente esportati oltre frontiera, rappresenta laspetto centrale della disciplina della circolazione e del regime della propriet dei beni culturali mobili. In termini generali, non esiste ancora una regola valida per tutti i paesi che obblighi a restituire le opere darte trafugate dal territorio di uno Stato a quello di un altro, tranne che in caso di beni sottratti nel corso di un conflitto armato. La lotta contro il traffico illecito viene allora combattuta attraverso lelaborazione di trattati multilaterali. Mediante ladesione a questi trattati o convenzioni lo Stato simpegna a garantire la restituzione dei beni del patrimonio culturale di un altro Stato, ma solo a determinate condizioni che variano a seconda della convenzione considerata e che, fatta eccezione per la pi recente sottoscritta a Roma nel 1995, non risultano in pratica molto incisivi. Queste alcune delle principali convenzioni multilaterali in vigore: Primo Protocollo alla convenzione dellAja del 14 maggio 1954, per la protezione dei beni culturali in caso di conflitto armato (applicabile per i beni trafugati durante la guerra). Convenzione UNESCO del 14 novembre 1970, concernente le misure da prendere per vietare ed impedire limportazione, lesportazione e il trasferimento di propriet illeciti di beni culturali. Convenzione di San Salvador del 16 giugno 1976, Convenzione Unidroit del 24 giugno 1995, sui beni culturali rubati o illecitamente esportati.

Le Pagelle di Libert

LHolimpia strapazza il Vittoria ultimo in classifica e si conferma capolista solitaria del campionato. Tutto secondo pronostico in terra ragusana, con la squadra ospite che ha dominato lincontro, imponendosi con un netto 3-0. Visto il notevole gap tecnico esistente tra le due compagini, il tecnico Santino Sciacca ha preferito dosare le energie, lasciando in panchina per tutta la durata del match la regista Noemi Spena, che stata ben sostituita dalla giovanissima Fabiana Perticone. Per il resto, pur alternandosi e non forzando troppo, hanno giocato regolarmente le esperte Laura Amore, Margherita Chiavaro e Giuliana Di Emanuele, cos come Federica Franz e Marica Caruso, reduci dallesperienza infrasettimanale di Palermo con la rappresentativa universitaria

Pallavolo B2/F. L'Holimpia vince con le seconde linee e consolida il promato


catanese, che ha partecipato (vincendolo) ad un torneo regionale. A Vittoria poco pi che un allenamento per le biancazzurre, che hanno lasciato soltanto una dozzina di punti alle avversarie nel primo set; il secondo stato quello in cui le padrone di casa hanno ottenuto il maggior numero di punti (16), mentre nel terzo si sono fermate a 13. LHolimpia ha chiuso in poco pi di unora di gioco, consolidando cos il primo posto in graduatoria. Sabato prossimo osserver il secondo e ultimo turno di riposo previsto dal calendario mentre il Palmi, che insegue a tre punti e che ieri a vinto sul campo della Pallavolo Sicilia Catania, giocher in casa contro il Gallico e potrebbe approfittarne per operare laggancio in vetta. Le calabresi riposeranno allultima giornata.

che modesti, in otto e a volte anche in sette uomini validi, buscandole di santa ragione. E se questa volta Pippo Strano ha dovuto fare di necessit virt per lindi-

sponibilit degli esclusi, in future circostanze non esiti ad applicare il vecchio detto secondo il quale meglio avvalersi di un asino in buona salute che di un dottore in condizioni precarie. Fatta questa premessa doveroso dire che lultima di campionato stata partita vera. Con un Acireale disposto da Salvo Ricca con un modulo atipico di quattro difensori e cinque centrocampisti, orchestrati dallonnipresente capitan Cordova, che alloccorrenza costituivano un muro di nove uomini, affidando in avanti al solo, fallosissimo Costa il compito di impensierire una difesa azzurra che ha presentato un Lombardo in

ottime condizioni e per nulla stanco, un attento Matinella e un Diop funambolico e sempre in palla. Anche il centrocampo, pur con un Calabrese che ha risentito del doppio compito di interdizione e di costruzione, apparso pi sciolto e pi ordinato di altre volte, sorretto dalla sponda di un Bufalino spumeggiante e incontenibile tanto da risultare il migliore in campo e da meritare la standingovation che Pippo Strano ha ritenuto di fargli giustamente tributare dai circa seicento spettatori accorsi a salutare la squadra.. Per lattacco, quasi tutto sulle spalle di Stefano Frittitta e in maniera marginale su quelle meno ampie del

giovanissimo Petrullo, piuttosto evanescente rispetto ad altre occasioni, parlano oltre alle due reti messe a segno, anche le sei,sette occasioni mancate dun soffio, che la dicono tutta sulla pressione esercitata dal Siracusa per almeno settanta dei novanta minuti. Ora la squadra entra in cantiere per prepararsi ai play-off, ma non lo fa con i dubbi sollevati dal precario rendimento delle ultime partite, bens con la riguadagnata consapevolezza della propria forza. Un viatico beneaugurante per questo Siracusa in attesa degli esami difficili ma non impossibili che lattendono. Armando Galea

Calcio a 5 A1/F. Le Formiche in formazione ridotta cadono a Locri


Nella penultima giornata di campionato, le Formiche cadono sotto i colpi del Locri e perdono il match con il risultato finale di 4 a 1 in favore degli avversari. La partita era gi difficile per la caratura dell'avversario, lo Sporting Locri, protagonista di un campionato di alto livello, macchiato appena da tre sconfitte e un pareggio. Ma l'assenza di pedine importanti come Sabrina Magliocco, Rita Trigilio, Simona Guardo e Federica Cerruto ha reso l'incontro cui erano attese le Formiche alla penultima giornata una vera e proprie impresa. A guardare il risultato finale, quindi, l'impressione che il gruppo

abbia tenuto, evitando che il passivo rimediato alla fine del primo tempo (3 a 0) si allargasse ulteriormente. Di Martina Steno su assist di Anita Zagarella la rete delle siracusane nella ripresa. Adesso, per le ragazze guidate da mister Randazzo, il match ca-

salingo di domenica prossima alle ore 16 in cui ospiteranno l'Evvai.com Ita Salandra, una formazione coriacea che rappresenter per le Formiche anche l'occasione per salutare il proprio pubblico a conclusione della prima positiva esprienza di serie A.

16

8 APRILE 2014 MARTED

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

autosport.toyota.it

Siracusa Tel.0931 759918

Aygo Edition 1.0 3P MY13. Prezzo promozionale chiavi in mano 8.350 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di 5,40 + IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 22,2 km/l, emissioni CO2 104 g/km. Solo per vetture disponibili in stock. Yaris Active 1.0 3P. Prezzo promozionale chiavi in mano 9.950 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di 5,40 +IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 18,2 km/l, emissioni CO2 127 g/km. Solo per vetture disponibili in stock. Immagini vetture indicative.

Interessi correlati