Sei sulla pagina 1di 39

il

GIORNALE UMBRIA
dell
Quotidiano di societ, economia e politica
www.giornaledellumbria.it - redazione@giornaledellumbria.it - Spedizione in abb. post. D.L. 353/03 (Conv.L.46/04) art. 1 comma 1, DCB - Fil. Perugia In omaggio con Il Gusto del Week end

Venerd 7 ottobre 2011 Anno XII numero 276

Euro 1

Orvieto Il ritorno di Cimicchi, ecco la lista per le elezioni


TOMBA PAGINA 45

Terni I debiti del Sii mettono paura ai Comuni


CARDUCCI PAGINA 39

Multe stradali

Altro colpo sugli automobilisti


Dimezzati i tempi per fare ricorso, proteste
COLETTA PAGINA 3

Curt Knox dagli Usa: Pressioni terribili per trovare comunque un colpevole. Frattini: basta polemiche

Lintervista

Meredith, Boccali allo scoperto


Il sindaco replica alle accuse: Perugia chiedeva giustizia, non un mostro
PERUGIA - La citt non aveva bisogno di scovare il mostro, non cercava un colpevole a tutti i costi, ma voleva, e vuole, solo verit e giustizia per Meredith Kercher. Il sindaco di Perugia, Boccali, replica alle affermazioni di Curt Knox, padre di Amanda, che ha parlato di una polizia sotto pressione per trovare un colpevole il pi presto possibile, cos da evitare la terribile pubblicit per la citt. Il ministro degli Esteri, Frattini, in visita allUniversit per stranieri, ha invitato a frenare le polemiche.
FIORUCCI PAGINE 4 E 5

Riforme, Sacchi: Stop bizantinismi


di PIERPAOLO BURATTINI

Universit per Stranieri, inaugurazione dellanno accademico

Da Italia e Kuwait le basi di un nuovo Ateneo

Lopinione

l piacere della chiacchierata sta nel camminare sul filo del paradosso, senza perdere di vista il terreno su cui ci si muove. Apparentemente si parte da molto lontano, poi si tira la rete dei concetti e ci si accorge che si finiti dentro quel dibattito che si voleva prendere alla larga: magari da un punto di osservazione diverso. Con il professor Sergio Sacchi, docente di Economia, Finanza e Statistica dellUniversit degli Studi di Perugia, questo metodo funziona. Tema? Le riforme, annunciate, (...)

La crisi politica e morale e il ruolo della Chiesa


di ALBERTO PROVANTINI

SEGUE A PAGINA 6

i respirava aria pura marciando sulla PerugiaAssisi. Non solo perch cera un cielo pulito, un vento leggero, un sole dolce di una domenica di fine estate. Ma perch non cerano quelli che ammorbano laria, per dirla con le parole del cardinal Bagnasco. Anzi su questa strada aperta da Capitini (...)

SEGUE A PAGINA 7

>> Il conferimento della laurea ad honorem al vicepremier del Kuwait (foto Settonce)

FOIS PAGINA 9

Terni

Perugia Colpito da infarto mentre giocava a calcetto. Atteso il rientro del padre, poi i funerali

Lotta al degrado urbano


Strade da adottare, il piano della Giunta Traffico, caos in via del Cassero
SCHILLACI, LIBEROTTI PAGINE 42 E 43

Cardiopatico il 22enne morto sul campo


PERUGIA - Era cardiopatico il 22enne camerunense morto sul campo di calcetto a Madonna Alta, a Perugia, mentre giocava una partita con gli amici. Sul corpo non stata disposta lautopsia. Per oggi atteso il rientro del padre, poi i funerali.
MAZZOLI PAGINA 8

Deruta Gratta e Vinci, caccia al vincitore dei 10 milioni di euro


PAGINA 23

Economia

Casse, poker tra Fondazioni e Comuni


Frizioni e idilli prima del vertice col Gruppo Intesa
SBARDELLA-LUCCIOLI PAGINA 28

Gubbio

Fu omicidio colposo
Bimba folgorata, condanna a 2 anni e 3 mesi per due dei tre imputati
SANTUCCI PAGINA 17

Terni presenta il conto alla Regione


Nuova legge sui trasporti, le richieste della Conca
LUCCIOLI PAGINA 30

E MORTO JOBS

Sport Lega Pro


Perugia, 5-2 alla Roma Primavera Ternana, la carica di Toscano
PAGINE 46-48

Addio Mister Apple


NEW YORK - E morto, arrendendosi alla malattia che lo aveva gi costretto a dimettersi dalla guida della Apple, Steve Jobs (nella foto), il genio che ha rivoluzionato il mondo con Mac e iPhone.
TAI PAGINA 33

Euro 2012
LItalia gi qualificata affronta la Serbia stasera a Belgrado
PAGINA 55

9 771824 650009

11007

Castello: meeting e forum per ricordare Sergio Bonelli, genio del fumetto - Pagina 37

Umbria
Venerd 7 ottobre 2011

Redazione Tel. 075 529111 Fax 075 5295162 redazione@giornaledellumbria.it

Arriva il sesto provvedimento che colpisce gli automobilisti. Consumatori in rivolta, Adoc Umbria: Tartassati senza piet, ora basta

Multe salasso, i ricorsi diventano un incubo


Dopo gli aumenti di contributi, Rc auto e Ipt, tempi ridotti della met per impugnare le contravvenzioni
di BRUNO COLETTA

PERUGIA - Sesto colpo per gli automobilisti nel 2011. Con le associazioni dei consumatori il Casper (comitato contro le speculazioni e per il risparmio), che insorgono. Il settimo colpo lentrata in vigore, da ieri, del decreto legislativo 1 settembre 2011, numero 150, che allarticolo 7 abbassa da 30 a 60 giorni i termini per presentare ricorso al giudice di pace contro le violazioni al Codice della strada. Si tratta - afferma Angelo Garofalo, presidente di Adoc Umbria - dellennesima ingiustizia a carico dei tartassati automobilisti, che ora avranno sempre maggiori difficolt ad impugnare una multa, visto che occorrono giorni perch un principiante possa capire come si fa un ricorso e se esistono i presupposti per impugnare. Per non parlare dei tempi tecnici per avere la documentazione dai vigili, dalla foto dellautovelox alla durata del giallo. Gli automobilisti - continua Garofalo sono letteralmente perseguitati dal Governo Berlusconi. Si tratta, infatti, del Governo che ha il record nella storia della Repubblica per il numero di provvedimenti presi contro gli automobilisti, pari almeno a 6. Insomma, come afferma il Casper, con questo drastico taglio dei tempi di impugnazione i ricorsi diventano un incubo.

Ed ecco lelenco dei provvedimenti che le associazioni dei consumatori e il Casper evidenziano per dimostrare come gli automobilisti, nel 2011, abbiano subito colpi a ripetizione. 1) Aumento della accise (luglio 2011), per una stangata me-

dia pari a 60 euro ad autovettura. 2) Aumento dellIva sulla benzina (settembre 2011), per una stangata pari a 19 euro ad autovettura, oltre che sull'acquisto delle auto. 3) Introduzione del contribu-

to unificato di 30 euro per i ricorsi delle multe a partire dal gennaio 2010, ricorsi che prima erano esenti da qualunque pagamento. 4) Aumenti ulteriori del contributo unificato, che prima passa da 30 a 33 euro e il 6 luglio del

2011 sale da 33 a 37 euro (per impugnare un divieto di sosta da 39 euro. 5) Aumenti esponenziali delle multe (come se inasprire le pene invece che aumentare i controlli servisse a ridurre gli incidenti stradali).

Il taglio Da ieri solo 30 giorni per contestare, in moltissimi casi non ci sono i tempi tecnici
>> Un vigile mentre scrive una
multa, nella foto piccola Angelo Garofalo (Adoc)

6) Aumento delle tasse sulle polizze rc auto. 7) Aumento dellimposta provinciale di trascrizione (Ipt). Il Casper rincara la dose: Nei lavori per la preparazione e poi nellapprovazione del decreto 150 del 2011 nessuno ha mai fatto riferimento alla riduzione dei termini per il ricorso. Un provvedimento che non ha nulla a che fare con la semplificazione dei riti civili. Il sospetto di tutti che si tratti di una misura per assicurare le entrate portate dalle contravvenzioni. Un elemento per far quadrare i conti dei Comuni in tempi di crisi. Comuni che poi, nella gran parte, non utilizzano tali entrate per aumentare la sicurezza delle strade, come invece prevede la legge.

COMUNI
sono aumentate, le cifre sono, quindi, da considerare per difetto. Il Comune che usa il pugno pi duro Montefranco (292,5 euro di entrata da multe stradali per residente) e si capisce bene perch, dato che il bilancio di questo Comune fatto sostanzialmente da incassi da contravvenzioni, che garantiscono un gettito del 138,2% rispetto a quello che deriva da tutte le imposte comunali. Al secondo posto Paciano (207,1 euro di entrate da multe per residente), dove le contravvenzioni garantiscono un gettito pari al 71,2% di quello generato da tutte le imposte comunali.

Un tesoretto da 19 milioni lanno


PERUGIA - E un tesoretto da 19 milioni di euro lanno quello che i Comuni umbri incassano dalle multe stradali. Si tratta di 51mila euro di sanzioni al giorno. Entrate che, ormai, sono diventate essenziali per far quadrare il bilancio di molti enti locali. In non pochi casi, poi, le entrate da multe rappresentano la parte preponderante del bilancio. Il quadro lo fornisce unindagine del Sole 24 Ore, che tuttavia fornisce i dati relativi al 2007. Poich negli ultimissimi anni la situazione per gli automobilisti peggiorata, nel senso che le entrate da multe per i Comuni umbri

Pensioni parasubordinati, una truffa


Manifestazione dei Radicali sotto la sede regionale dellInps
PERUGIA - Si svolto ieri il volantinaggio a cura di radicaliperugia.org di fronte alla sede dellInps di Perugia, in via Canali, per informare i cittadini sulla campagna per la restituzione dei contributi silenti. Una vicenda che, per i Radicali, la grande truffa del sistema previdenziale italiano. A guidare la protesta Andrea Maori ed Elisabetta Chiacchiella: Lo Stato italiano - affermano - un Robin Hood alla rovescia: toglie a chi sta peggio per dare a chi sta meglio. Gran parte dei contributi previdenziali dovuti alla Gestione separata dellInps dai parasubordinati, dai precari o da coloro che esercitano professioni non regolate da ordini professionali, vengono versati a fondo perduanche quando si matura il minimo di contribuzione richiesto, la pensione ottenuta non supera le poche centinaia di euro dellassegno sociale. No solo. Intanto - continuano la Gestione separata dellInps ogni anno incassa 8 miliardi di euro di contributi, ma eroga solo 300 milioni di euro di prestazioni. Per rimediare a questa situazione drammatica, e in attesa di una riforma complessiva e finalmente equa delle pensioni, i Radicalli chiedono che sia riconosciuto ai lavoratori il diritto alla restituzione dei contributi silenti, ovvero dei contributi previdenziali versati che non abbiano dato luogo alla maturazione di un corrispondente trattamento pensionistico.

>> I radicali davanti allInps


to: se non si raggiunge il minimo richiesto dalla legge per maturare la pensione (il che accade sempre pi spesso, dati i lunghi periodi di disoccupazione o lavoro nero), quei contributi vengono usati per pagare le pensioni di altri, ma non danno diritto ad averne una propria. E

Oggi incontro tra il vice presidente Casciari e il corpo diplomatico africano

Giornata di riflessione sulla schiavit


di MATTEO BORRELLI

PERUGIA - Nellambito delle iniziative promosse in occasione della V Giornata di memoria e riflessione contro le schiavit, oggi nel salone dOnore di Palazzo Donini alle 16.30 si svolger un incontro con rappresentanti del corpo diplomatico africano e dellassociazione Umbria Africa. A porgere il benvenuto, a nome della giunta regionale, e a trarre le conclusioni sar la vicepresidente Carla Casciari. Il programma prevede i saluti della vicepresidente Casciari e di Valre S. Goka Totie, per lassociazione Umbria-Africa, cui seguiranno gli

interventi di Gita Welch, direttrice ufficio regionale Undp Dakar (Senegal), di Mamadou Kamara Dekamo, ambasciatore del Congo e decano del corpo diplomatico Africano presso il Quirinale; Giancarlo Izzo, ambasciatore italiano in Costa DAvorio. Verranno consegnati riconoscimenti a personalit della societ civile. E un appuntamento molto importante su un tema che ancora oggi purtroppo allordine del giorno in molti Paesi - ha dichiarato Casciari - e proprio per questo motivo ritengo che la riflessione e il dibattito siano gli strumenti giusti per sensibilizzare e portare allattenzione questa tematica.

Umbria

il

GIORNALE dellUMBRIA

Venerd 7 ottobre 2011

Riforme Il dibattito

Procedure Limpostazione
seguita fino ad oggi credo che non sia pi di alcuna utilit

Sacchi e metodo: Stop bizantinismi


Leconomista: archiviare i vecchi riti
(segue dalla prima pagina) (...) in parte volute e forse anche contrastate. Professore, diamo i numeri sulla riforma del sistema sanitario a cui la maggioranza e la presidente Marini stanno lavorando: due Asl e due Aziende ospedaliere, ma anche una sola Azienda e due Asl. Ma anche nessuna Asl e una sola Azienda. Che ne dice? Se facciamo cos, mettiamo in piedi un dibattito al rovescio: il problema non il numero ma il risultato. La domanda come vogliamo riorganizzare il sistema sanitario regionale? Partendo da qui, segue il resto. Il resto forse il seguente: denari per tenere in piedi lo scacchiere come stato organizzato oggi, non ce ne sono pi. Forse serve metodo e decisione. Fino a ieri lintera classe dirigente aveva come punti di riferimento lefficenza e la partecipazione, oggi si aggiunta la rapidit della decisione. Troppe volte le scelte della politica arrivano in ritardo. Professore, siamo nellUmbria dei campanili: tutto si deve riformare ma nulla si deve cambiare o spostare, figurarsi un punto nascita o qualche burocrazia sanitaria. Il problema esiste ed concreto, a volte non si fanno scelte strategiche sul piano dello sviluppo industriale impiegare personale, ora questo flusso di denaro notevolmente diminuito e molto pi selettivo, ma il personale restato dello stesso numero e allora che si fa?. In unazienda privata si seguono certi percorsi nellamministrazione pubblica lei sa come funziona: dura, spostare anche un tappeto. Non dico, mandiamo tutti a casa, sarebbe demagogico. Ma, invece, si pu pensare a un modo diverso di impiegare un certo numero di persone? E torniamo da capo: le ricette e percorsi seguiti fino ad oggi non funzionano pi, non producono risultati, bisogna cambiare paradigma . I dibattito su quarantenni, nuova o vecchia classe dirigente, forse, tutto dovrebbe essere misurato sulla capacit di scantonare da vecchi percorsi e rischiare. Let anagrafica dovrebbe aiutare a intraprendere percorsi diversi e magari buttarsi alle spalle parte di quei riti che risultano essere troppo di buonsenso per produrre novit, ma poi, come lei sa, una certa impostazione non facile scrollarsela di dosso. Chiudiamo in pessimismo? Chiudiamo, dicendo che lUmbria proprio perch piccola pu essere un modello nei cambiamenti. Questo, credo, sia il punto vero della discussione. Guardi che pu sembrare un paradosso ma molto pi facile fare riforme

GLI INTERVENTI
Prosegue con Sergio Sacchi, docente di Economia, Finanza e Statistica dellUniversit degli Studi di Perugia, il dibattito de Il Giornale dellUmbria sul pacchetto di riforme annunciato dalla giunta regionale. Sono gi intervenuti il segretario regionale della Cgil, Mario Bravi, il direttore regionale della Cna, Paolo Arcelli e il consigliere regionale della Lega Nord, Gianluca Cirignoni. Inoltre, hanno detto la loro il capogruppo del Pd Renato Locchi, quello del Pdl Raffaele Nevi, il segretario regionale Uil, Claudio Bendini, il consigliere regionale Pd, Andrea Smacchi, quello dellIdv Paolo Brutti, il segretario regionale Cisl, Ulderico Sbarra, la senatrice Pd, Anna Rita Fioroni e il capogruppo dei Socialisti, Massimo Buconi e il deputato Pdl, Pietro Laffranco. in Umbria che in un regione come la Lombardia che ha un sistema economico e sociale molto pi complesso del nostro . Nota a margine: spiegare quanto e dove si interviene, il perch e quanto si risparmia, non un buon metodo per questi tempi. E un metodo, poi serve il resto.
PIERPAOLO BURATTINI

>> LUmbria alle prese con il riassetto istituzionale. Nel tondo, il professor Sergio Sacchi
perch questo o quel Comune non sono della stessa idea. E questo esempio vale in tanti altri campi, purtroppo. Forse si deve cambiare metodo? Fino ad oggi si sono fatte scelte nel solco della tradizione, oggi bisogna avere il coraggio di sparigliare e di mettere da parte certi bizantinismi che magari in passato hanno dato anche buoni risultati ma che oggi sono un freno. Per rimescolare le carte bisogna fare i conti il consenso assicurato da un certo status quo e da quello che abbiamo definito il partito dei frenatori: ampio programma, come si dice. Ci sono tutte queste cose, ma in un discorso chiaro e alla luce del sole, poi tutti sono costretti a mettere le carte in tavola e avanzare le loro proposte. I sindacati, come altre associazioni fanno il loro lavoro, il problema arrivare alla formulazione di proposte da mettere sul tavolo e poi discutere. Ma il problema, ripeto, sta nellapproccio. Facciamo un esempio di scuola? Negli ultimi anni lUmbria riuscita grazie ai fondi comunitari a fare delle cose e

Lassessore Rossi incontra poi la Cgil

Via Montane e Ati, il testo della Giunta in commissione


PERUGIA - Completare i conferimenti di funzioni per materie omogenee gi attribuite alle Province e ai Comuni, anche nelle loro forme associative, in modo da dar vita alle Unioni dei Comuni, attuando una effettiva semplificazione istituzionale. Sopprimere gli Ambiti territoriali integrati, unificare i consorzi di bonifica, abolire le Comunit montane trasferendone le funzioni alla nuova Agenzia forestale regionale. Sono queste le finalit del disegno di legge Riforma del sistema amministrativo regionale e delle autonomie locali presentato ieri in prima commissione dallassessore Gianluca Rossi. Un progetto di riforma, come spiega lassessore, mirato a realizzare, nel rispetto dei principi di sussidiariet, adeguatezza e differenziazione, il riordino delle funzioni esercitate dai vari livelli istituzionali, distinguendo quelle di carattere politico e amministrativo, che vengono conferite agli enti locali territoriali e alle loro forme associative, da quelle di carattere tecnico, gestionale ed operativo che saranno affidate ad enti strumentali regionali, tra i quali vi anche la nuova Agenzia forestale regionale, alla quale saranno affidate gran parte delle competenze gestionali oggi assegnate alle Comunit montane (che verrannocancellate). Lassessore regionale ha inoltre evidenziato che verr completato il trasferimento di funzioni alle Province, con il conferimento di ulteriori funzioni in materia di demanio idrico regionale e di viabilit e gestione del demanio stradale

>> Il consiglio regionale


regionale, ivi compresa la riscossione dei canoni concessori. Un aspetto rilevante della legge concerne la modifica delle competenze degli Ambiti territoriali integrati (Ati): questi organismi subiranno una progressiva soppressione (la Giunta presenter una apposita legge entro il 31 dicembre) e le loro competenze in materia di turismo ed integrazione socio-sanitaria saranno immediatamente conferite alle Unioni di Comuni. Decorso un anno dalla effettiva operativit di queste ultime, gli Ati saranno definitivamente soppressi. Per il riordino dei consorzi di bonifica, stato presentato un disegno di legge ulteriore che unifica i tre consorzi esistenti: il Tevere-Nera, il Valle di Chiana romana e Val di Paglia e il Consorzio di bonificazione umbra saranno dunque accorpati nel Consorzio unico di bonifica. Lincontro con la Cgil. Sempre sul tema delle riforme, ieri mattina lassessore Rossi ha incontrato Mario Bravi, segretario generale della Cgil Umbria, Sara Palazzoli, segretario generale

Flai Umbria, e Vanda Scarpelli, segretario generale Fp Umbria. Nel condividere il giudizio negativo espresso anche dalla Regione nei confronti della manovra economica del Governo nazionale che pesa in maniera molto pesante sulla situazione umbra, la Cgil ha sottolineato lesigenza di continuare ed accelerare sulla strada delle riforme, a partire da alcune scelte di valore fondamentale quali: confermare le funzioni pubbliche fondamentali nelle politiche agro-forestali e montane difendendo il lavoro pubblico e il territorio, semplificare e riqualificare il sistema istituzionale ed amministrativo della spesa pubblica, valorizzare il ruolo dei Comuni e sostenere la forma dellassociazionismo nei livelli elettivi fondamentali, stabilizzare il lavoro precario e stagionale pubblico e privato e tutelare i livelli occupazionali. In particolare, la Cgil ritiene che occorra dare una risposta certa ai lavoratori di Umbraflor e Umbria Natura cos come gi sottoscritto nellaccordo dell11 gennaio al quale va data continuit. Certezze vanno date, infine, anche allassetto dei consorzi di bonifica.

Venerd 7 ottobre 2011

il

GIORNALE dellUMBRIA
Le lettere, firmate con nome e cognome, vanno inviate a: Lettere e Opinioni Il Giornale dellUmbria, via Monteneri, 37 - 06100 - Perugia (Pg) fax: 075.529.51.62

Umbria
Oppure via E-mail: opinioni@giornaledellumbria.it foto@giornaledellumbria.it

LETTERE & OPINIONI


Salvaguardare la Terra per i giovani
Il tema della salvaguardia del creato , oggi pi che mai, urgente e imprescindibile. Lo sottolinea con parole nitide Papa Benedetto XVI nella Caritas in veritate, quando afferma che dobbiamo avvertire come dovere gravissimo quello di consegnare la Terra alle nuove generazioni in uno stato tale che anchesse possano degnamente abitarla e ulteriormente coltivarla. Come commissione diocesana preposta a questi temi e ufficio catechistico siamo profondamente convinti che la prospettiva Cristocentrica della custodia del creato e della natura pu essere la leva per una rivoluzione culturale, di pensiero e di azione, dalla quale possono scaturire concrete soluzioni alla crisi ambientale senza precedenti che stiamo vivendo a tutti i livelli. Per questo abbiamo intrapreso un percorso di approfondimento e di azioni per promuovere sempre di pi nel nostro territorio la custodia del creato in prospettiva cristiana. Due gli incontri in programma. Il primo, ldal titolo La terra: un giardino da custodire con amore. Nuovi stili di vita per una rinnovata dignit del lavoro, si svolger oggi alle 21 presso il Santuario di Rivotorto, e sar dedicato in particolare ai giovani e ai ragazzi del progetto Policoro, ma sar aperto a tutti coloro che vogliono condividere un momento di formazione e di approfondimento su queste tematiche. Il secondo, Custodire il creato: rinnovare le pratiche, che si tiene invece domani alle 10, presso la sala del Trono della Curia Diocesana in Piazza Vescovado ad Assisi, sar dedicato agli operatori pastorali, in particolare ai catechisti, a tutti coloro che operano nella societ civile, nelle associazioni e nell'insegnamento. Proprio per il forte accento posto da Benedetto XVI al tema della custodia del creato, gli incontri sono stati inseriti nel percorso in preparazione al 25 anniversario dello Spirito di Assisi con il quale la Chiesa di Assisi si prepara ad accogliere il Papa e i capi delle religioni mondiali il prossimo 27 Ottobre.
UFFICIO CATECHISTICO DIOCESANO Assisi

Linno dei vignaioli di Torgiano


Siamo i cultori di Bacco, Tabacco e Venere, dai cervelli di raro genere ed il gomito rivolto in s!. Non ci fregano gli anni, n gli acciacchi tiranni, noi spavaldi abbiamo sempre ventanni anche quando, ghignando beffarda, lanagrafe ne certifica molti di pi. Vignaioli, cantinieri, tavernieri, pensionati di domani, di oggi e di ieri brindiamo ai ricordi con lucido sguardo levando i calici colmi damore gagliardo. futile rimpiangere gli anni ruggenti, naufragio sterile la mesta rincorsa. Se gli anni passano, peggio per loro!. Ci che conta, gridiamolo in coro, non tanto aggiungere anni alla vita quanto piuttosto dar vita agli anni. Giammai dolenti, invadenti, molesti o maldestri, noi (onesti amici di Bacco) specchiamo giocondi il volto radioso nel mosto dei tini e veleggiamo verso il Mistero disarmati come bambini.
PIER LUIGI GALASSI Torgiano

incorsa in un pesante infortunio (caduta) con conseguenze evidenti sul piano fisico. Pur mantenendo perplessit sul deficit di democrazia imposto dalla legge e non sufficientemente contrastato nello Statuto, per tramite dei nostri rappresentanti abbiamo collaborato al lavoro preparatorio con emendamenti migliorativi in gran parte accolti ed espresso voto favorevole soprattutto al fine di scongiurare la pericolosissima ipotesi di commissariamento. Meglio un non perfetto prodotto locale che un pessimo prodotto romano.
CGIL UMBRIA E FLC CGIL Le segreterie regionali

SEGUE DALLA PRIMA

La crisi politica e morale e il ruolo...


(...) mezzo secolo fa si respirava il vento del cambiamento. Quando la facemmo nel 1961 con Capitini, vi parlarono cattolici come Jemolo e vi aderirono personalit democristiane come La Pira. Ma non cera la presenza ufficiale della Chiesa. Tanto meno della Dc. Solo nel 1978, quando la Regione promosse la seconda Marcia della pace, cera il sindaco Dc di Assisi, Boccacci, insieme al presidente della Regione, Marri del Pci. Le porte del Sacro Convento si aprirono a met degli anni 80, coi francescani che accolsero Berlinguer. Poi i francescani sono divenuti i promotori della Marcia, insieme a tante altre associazioni cattoliche e laiche. Ora su questa Marcia giunta la benedizione di Papa Benedetto, dopo quella di Papa Wojtyla. Ma la Chiesa era presente non solo col messaggio del Papa e le preghiere nella Basilica. Cera una Chiesa in marcia, con migliaia di giovani, a cominciare dai boy scout, come cinquanta anni fa cerano migliaia di operai e mezzadri comunisti. Marciavano insieme il sindaco di centrosinistra di Perugia, Boccali, ed il sindaco di centrodestra di Assisi, Ricci, con la presidente della Regione, Marini. Una Chiesa che scende in strada e cammina insieme a persone di tanti Paesi del mondo, di religioni, etnie, culture, idee diverse. Ma questo non un fatto isolato che si registra su questa bella strada dellUmbria. A Berlino, nelle stesse ore, il Papa parla nel Parlamento tedesco sui grandi valori etici e morali, quelli della giustizia e della solidariet. Un discorso al mondo in crisi non solo economica, ma morale e politica. E nelle stesse ore il presidente dei vescovi italiani, cardinale Bagnasco, parla dellItalia, condannando i comportamenti licenziosi, tristi e vacui che ammorbano laria, appesantiscono il cammino comune e chiede di purificare laria, perch le nuove generazioni non restino avvelenate. Pronunciamenti netti dei vescovi sulla situazione italiana. Con indicazioni precise. Tanto diverse rispetto a 10 mesi fa, quando non pass la sfiducia al Governo. Queste sono parole di pietra tombale non solo per il Governo Berlusconi, ma per il berlusconismo. Segno che la situazione grave. Che tale considerata dalla Chiesa. Che non un partito politico, che certo parla a tutti, a cominciare dai cattolici. Che questa volta indica una strada, sulla quale mette dei paletti come quello per riconoscere ai cittadini la titolarit loro dovuta in materia di rappresentanza elettorale, giudicando non sufficiente ci che si fatto per fronteggiare la crisi ed il cancro della evasione fiscale e per il sostegno alle famiglie. Altro che interferenza! Ci che sconcerta la riposta politica. Che mi fa riflettere. Se ci fosse un metro per giudicare le distanze dal passo della politica, della societ civile da quello della Chiesa, direi che, se mezzo secolo fa la Chiesa era un passo indietro in quella marcia, ora due passi avanti. A questa Chiesa in cammino con un tale passo, che esprime valori e pone domande alla politica, a tutta la politica, non si risponde col silenzio, o dicendo che quelle parole sono rivolte ad altri, o peggio rinviandole al mittente perch dica pi messe, ma non faccia prediche politiche. La Chiesa va sempre ascoltata: si condividano o meno le posizioni. La politica deve dare le sue autonome risposte. Basta richiamarsi alla Costituzione, alla laicit dello Stato ,alla autonomia della politica. Ma allora ci si misuri sul terreno politico. Trovo sbagliata la scelta di quei parlamentari della sinistra tedesca che non hanno voluto ascoltare il messaggio del Papa al Bundestag: avrebbero ascoltato parole care alla sinistra. Come trovo sbagliato il rifiuto della destra italiana di confrontarsi con quelle parole. Non si tratta di strumentalizzare nessuno, tanto meno la Chiesa. Il problema primo quello di rimuovere il macigno che sulla strada comune nel nostro paese: quello appunto che ammorba anche laria. Ed allora bisogna purificare laria. Cambiare questa politica, chi ne ha la responsabilit. Non serve aggiungere nome e cognome ed indirizzo. N si comprendono le preoccupazioni di chi agita il ritorno al passato. Bagnasco ha parlato di ci che compete alla Chiesa, di un soggetto culturale e sociale di interlocuzione con la politica, rifuggendo da nostalgie e ingenue illusioni. Un messaggio condiviso dal Papa, ha spiegato il segretario della Cei, Crociata, che ha detto: Non abbiamo partiti da promuovere o da organizzare. DAlema, giustamente, andato oltre. Non solo si tratta di ascoltare ma di sollecitare la Chiesa ad interferire, a contribuire, cio a dare risposte alla crisi morale oltre che politica ed economica. E la risposta sta alla capacit della politica. Partendo dalla consapevolezza della profondit e gravit della crisi. Che richiede una scatto di reni collettivo di tutto il Paese. Quello che invoca spesso il Presidente Napolitano. Laltro presupposto dal quale partire la radicalit dei cambiamenti che si richiedono. Radicalit che ha bisogno di unit e non di contrapposizione. Non stiamo parlando di una invenzione mediatica a base della crisi. C bisogno di un esame di coscienza collettivo, ma che non pu non partire da chi ne ha la massima responsabilit. Stiamo parlando della crisi globale e del governo del mondo. Ma stiamo parlando anche della peculiarit della crisi italiana. Se ora, da Bagnasco alla Mercegaglia, dalla Camusso a Bonanni, come sul piano politico da Bersani a Casini, si chiede di cambiare strada, a cominciare dal Governo, segno che la misura colma. Occorre perci una risposta della politica che non dettata dallinteresse di parte, ma dallinteresse generale. Andrea Riccardi, al quale era stato appena consegnato a Terni il premio San Valentino, ha commentato cosi il discorso dj Bagnasco: Si tratta di una svolta? La vera svolta la drammatica transizione di una crisi lunga e dolorosa. Ognuno deve fare la sua parte, innanzitutto la politica. La globalizzazione ,dice Bagnasco, resta non governata e tende ad agire prescindendo dalla politica . Ecco, occorre un governo nuovo della politica, che dia risposta alla crisi e che ponga fine a questa brutta transizione lunga ormai vent'anni. Su questa strada vanno fatte le riforme politiche, che spettano alle forze politiche, e le leggi, che spettano al Parlamento. Sulla strada delle riforme ci sono da fare le scelte per dare risposta alla crisi politica ed economica, ma anche a quella morale. Perci importante incontrare su questa strada la Chiesa. Dobbiamo fare una salita ripida, in uno spazio e in un tempo breve, come quello che da Santa Maria degli Angeli porta ala Basilica di San Francesco, fino alla Rocca di Assisi. Ad un mese dalla Marcia, ad Assisi Papa Benedetto torner a rinnovare il messaggio interreligioso di Papa Wojtyla di 25 anni fa. Ascolteremo un altro messaggio importante. Sar un nuovo passo lungo la strada di questa marcia del dialogo non solo tra le religioni, ma tra i popoli e le idee. Il problema se siamo capaci di far fare un passo avanti allidea fondamentale della politica per fare il bene comune, gli interessi generali, dare futuro a quelle masse di giovani che ho incontrato su questa strada dellUmbria.
ALBERTO PROVANTINI
aderente a

Meredith, escludiamo la politica dal verdetto


Rozzo ed inaccettabile il tentativo di esponenti del PdL di buttare in politica il verdetto del processo Meredith proponendo anche confronti e similitudini con vicende processuali ben diverse. Un cinismo di cui non si avvertiva la necessit ma che la dice lunga sulle difficolt di chi vi ricorre. Da respingere al mittente la classificazione di comunisti trinariciuti a chi ha voluto contestare la sentenza, respingendo ogni accusa ad una regione, lUmbria, tradizionalmente tollerante e civile e che per questo sopporta anche coloro che difficile giustificare.
MAURIZIO RONCONI Capogruppo Udc Provincia di Perugia

Senato accademico, il punto della Cgil


La rappresentante in Senato accademico dellAteneo di Perugia, notissima per sostenere sempre con determinazione il suo punto di vista anche quando scomodo, non ha frequentazioni con i mal di pancia ed era assente dalla riunione del Senato perch

C ancora onest in giro


La scorsa ero in un supermercato a fare la spesa e ho perso un braccialino a cui sono molto legata affettivamente. Me ne sono accorta soltanto perch una delle cassiere mi corsa dietro, raggiungendomi al parcheggio, e me lo ha riconsegnato. Grazie di cuore, esistono ancora persone oneste.
SIMONA Foligno

I diplomati del Capitini di Perugia si ritrovano 50 anni dopo a Palazzo dei Priori

ACCERTAMENTI DIFFUSIONE STAMPA Certificato n. 6224 dell11.12.2007

il

GIORNALE dellUMBRIA

PERUGIA - E stato un appello speciale quello formulato ieri mattina dal direttore scolastico ITC Capitini - V. Emanuele II, Isabella Giovagnoni, nella sala della Vaccara di Palazzo dei Priori. A rispondere sono stati, infatti, molti degli ex studenti che hanno conseguito il diploma di ragioniere e perito commerciale presso lIstituto Tecnico Commerciale di Perugia nellanno scolastico 1960/1961. Liniziativa, organizzata per il 50 anniversario del conseguimento del diploma dallex dipendente del Comune di Perugia Armando Alberati, stata presenziata dal vicesinda-

co Nilo Arcudi che ha dato loro il benvenuto. Questa giornata - ha detto Arcudi - richiama un momento particolare del vostro percorso personale, di studio e della storia di Perugia. Ciascuno di voi ha contribuito, per la propria parte, alla crescita economica, sociale e culturale della citt. La scuola il luogo in cui si costruisce la propria identit, si formano i valori, le idee, il luogo in cui si crea il primo passo verso lintegrazione con i cittadini stranieri. Ai presenti stato consegnato il volume Il governo democratico a Perugia, di Armando Alberati.

Direzione Direttore responsabile: Giuseppe Castellini Direttore editoriale: Luigi Palazzoni Societ editrice: Gruppo Editoriale Umbria 1819 s.r.l. Presidente: Giambaldo Traversini Vice Presidente: Giampiero Bianconi Amministratore delegato: Emanuele Mapelli Consiglieri di Amministrazione: Ernesto Cesaretti - Giorgio Ragni Direzione, redazione e amministrazione: via Monteneri, 37 Perugia - Tel. 075.529111 Fax 075.5295162 redazione@giornaledellumbria.it Redazione di Terni: Vico dei Tintori, 17 - Tel. 0744.432991 Fax 0744.409032 - e-mail: terni@giornaledellumbria.it Redazione di Foligno/Spoleto: Via F.lli Rosselli, 15 Foligno Tel. 0742.342764 - Fax 0742.345105 - e-mail: foligno@giornaledellumbria.it Redazione di C. di Castello: P.za Gioberti, 3 - C. di Castello Tel. 075.8522268 fax 075.8552693 - e-mail: castello@giornaledellumbria.it Organizzazione - Marketing - Diffusione Responsabile: Filippo Piervittori Tel. 075.5291122 - Fax 075/5291121 - marketing@giornaledellumbria.it Pubblicit: CENTROITALIA PUBBLICIT Via Monteneri, 37 - Perugia Tel .075.5291140 Fax 075.5291139 e-mail: pubblicita@giornaledellumbria.it PUBBLICIT LEGALE: Il Sole 24 Ore spa - System Ufficio Firenze Ponte Vecchio 2 - 50125 Firenze - Tel. 055.2398646 - Fax 055.2396232 e-mail: ufficio.firenze@ilsole24ore.com Registrazione Tribunale di Perugia numero 8/97 del 14.02.97 Stampa GALEATI PERUGIA INDUSTRIE GRAFICHE s.r.l., Via Pievaiola, 166 F-2 - Perugia Spedizione in abb. post. D.L. 353/03 (Conv.L.46/04) art.1 comma 1, DCB - Fil. Perugia Per abbonamenti visitate il nostro sito web o telefonate allo 075.5291153 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250

Web-site: WWW.GIORNALEDELLUMBRIA.IT

Venerd 7 ottobre 2011

il

GIORNALE dellUMBRIA Alleanza Conferita


la laurea honoris causa al vicepremier del Kuwait

Perugia

Il nuovo anno accademico

Il ministro La cerimonia
inaugurale alla presenza di Franco Frattini

Kuwait e Stranieri gemellate


Il rettore Giannini propone un Ateneo fondato assieme al Paese arabo
di ANTIOCO FOIS

PERUGIA - LUniversit per stranieri va a caccia di nuovi talenti e nuove alleanze a 24 carati. E il gemellaggio pronto, propiziato da una laurea honoris causa al vicepremier del Kuwait, Mohammad Sabah Al-Salem Al-Sabah, conferita ieri in una cerimonia patinata per linizio dellottantaseiesimo anno accademico. In platea lItalia e il Kuwait che contano, coi parlamentari di casa in prima fila e il ministro degli Esteri, Franco Frattini, a officiare la presentazione del ponte tra Palazzo Gallenga e Golfo Persico. Il pezzo forte arriva nellintervento di apertura del rettore Stefania Giannini che, fatti gli onori di casa, alza il velo da un progetto di una nuova Universit italo-kuwaitiana. Nessun particolare sullistituzione di cui ieri sono state gettate le fondamenta. Nemmeno sulla sede, ma realistico pensare che la citt candidata sia Perugia. Ateneo che potrebbe al meglio sintetizzare il comune impegno dei nostri Paesi, delle nostre comunit scientifiche e produttive, per il futuro dei nostri giovani. Proposta accolta con favore anche dal ministro degli Affari esteri, Franco Frattini, che ha ricordato il suo rapporto di amicizia e collaborazione con il vice primo ministro del Kuwait. Un paese - ha detto con cui vogliamo intessere relazioni sempre pi strette. Parafrasando, significa che le porte della Stranieri si sono spalancate allaccoglienza degli studenti del piccolo e prolifico Pese mediorientale, con la benedizione del nostro ministero degli Esteri. E su quel ponte Italia-Kuwait, di cui ieri sono state gettate le fondamenta, potranno transitare Istituzioni e soprattutto i soggetti economici umbri, per progetti di collaborazione e sviluppo. Anche il calendario gioca a favore dellintesa sovranazionale, che cade nel 150esimo anno dellUnit dItalia e nel 50esimo dellindipendenza del Kuwait. E il petrolio non centra niente? Altroch, ma

di quello che non si misura in barili, ma ha le sembianze della cultura della conoscenza, che il petrolio del futuro, assicura il ministro Frattini. Daltra parte non vero he con la cultura, con la scienza non si mangia, afferma il titolare della Farnesina, rivangando una polemica di alcuni mesi fa su una frase del ministro dellEconomia, Giulio Tremonti. Unaffermazione pronunciata nellambito di una riflessione sullenorme debito, civile, morale e storico, con le Universit, che deve essere ripagato assicurando al sistema della ricerca i necessari strumenti finanziari per il suo mantenimento. La via un nuovo umane-

simo per passare dai partenariati di convenienza a quelli di convivenza, per dare risposte alla primavera araba. Le rivolte nei Paesi arabi - ha proseguito Franco Frattini nel suo intervento a Palazzo Gallenga - hanno confermato che laspirazione alla libert e alla dignit universale. E il coraggio di tanti studenti ci ha aperto gli occhi. Abbiamo capito - ha sottolineato il mini-

stro degli Affari esteri - che la nostra stabilit ed i nostri interessi non sono incompatibili con i loro interessi. La rettora della Stranieri non si ferma e lancia al titolare della Farnesina la proposta di un progetto Erasmus che rompa i confini europei, per accogliere in Italia anche gli studenti universitari dei Paesi dellarea mediterranea. La sponda non tarda ad arrivare,

col ministro Frattini che manifesta la necessit di estendere il progetto Erasmus al mondo arabo. Da tempo ha continuato Frattini - mi batto per politiche europee meno restrittive in materia di visti di ingresso per gli studenti della sponda sud del mondo arabo e dei Paesi del Golfo. Ci attendiamo molto, accordo bilaterale Italia-Kuwait.

AD HONOREM

Un titolo che unisce due Nazioni


PERUGIA - E un titolo che unisce due Paesi la laurea honoris causa conferita ieri dallUniversit per stranieri al vice primo ministro del Kuwait. Mohammad Sabah AlSalem Al-Sabah, ministro degli Esteri dello Stato sul Golfo Persico, stato proclamato dottore in Sistemi di comunicazione nelle relazioni internazionali, dal rettore Stefania Giannini. Lo sceicco Sabah Al-Salem Al-Sabh conosciuto nel mondo per loperato svolto nei campi della diplomazia, delle relazioni economiche internazionali e intergovernative. In particolare, le sue competenze e la sua esperienza sono considerate di grande rilievo per la stabilit politica del Medio Oriente. Il protocollo di conferimento del titolo dottorale ha avuto inizio con la presentazione del candidato e dellopera politica, scientifica e diplomatica svolta. A compierla stato Antonio Capuano, consigliere del presidente del consiglio per il Medio Oriente. A Paola Bianchi De Vecchi, preside della Facolt di Lingua e cultura italiana dellAteneo, spettato il compito di tessere la laudatio in onore del laureando, il quale, dopo aver pronunziato la sua lectio doctoralis, ha ricevuto dalle mani di Stefania Giannini la pergamena recante il titolo di dottore in Sistemi di comunicazione nelle relazioni internazionali. La cerimonia inaugurale sar trasmessa in differita, in mondovisione, dalla WJapan, web tv ufficiale del ministero degli Affari esteri per gli Expo 2012, con cui lAteneo in procinto di siglare un partenariato per lorganizzazione e diffusione internazionale di eventi, attraverso le piattaforme www.streamit.jp e www.livestream.com.

Erasmus esteso Rettore e ministro condividono lidea di allargare ai Paesi mediterranei il progetto di scambio per studenti

>> Il conferi-

mento della laurea honoris causa da parte del rettore della Stranieri, Stefania Giannini, al vicepremier del Kuwait, Mohammad Sabah Al-Salem Al-Sabah A sinistra, lintervento del ministro degli Esteri, Franco Frattini Nel tondo, la platea che ha assistito allevento (fotoservizio Settonce)

La protesta dei genitori dei ragazzi della Bernardino di Betto: da Comune e Asl solo risposte formali

A scuola tra siringhe, sporcizia e insidie


PERUGIA - A scuola schivando siringhe, insidie varie e sporcizia. E quanto sono costretti a fare gli studenti della Barnardino di Betto. Una situazione di pericolo costante, per una struttura frequentata anche dai ragazzi della scuola media San Paolo. I genitori elencano i disagi: Non stato smantellato il distributore di benzina allinizio del piazzale. La struttura - ricordano - sta andando lentamente in degrado, si staccano lamiere, si riempie di spazzatura e diventa rifugio per topi, impendendo, fra laltro, il passaggio sul marciapiede dei ragazzi. Nella stessa zona - proseguono - abbiamo trovato una mattina una siringa, segno evidente della presenza di tossicodipendenti vicino a scuola. Per questo specifico problema chiediamo quindi che ci sia maggiore vigilanza da parte delle forze dell'ordine e con maggiore continuit, non solo i primi giorni di scuola. Inoltre chiediamo alla Gesenu una pulizia pi attenta del piazzale. E ancora: Le strisce pedonali non sono visibili. Il Comune ha detto che le strisce sono fatte con un nuovo materiale che di notte si vede molto bene: ma durante il giorno, quando i nostri figli vanno a scuola, le strisce sono poco visibili. Il marciapiede su cui dovrebbero camminare i ragazzi, che costeggia lingresso - aggiungono - non mai stato piastrellato ed in terra, cos nelle giornate piovose diventa impossibile utilizzarlo. La situazione del piazzale antistante la scuola e delle zone limitrofe in uno stato di tale degrado e sporcizia da rendere impossibile per i genitori lasciare andare i figli da soli a scuola. E loro stessi, la mattina, sono costretti a schivare insieme ai propri figli siringhe e sporcizia ed a fare attenzione alle insidie del percorso pedonale. Da qui la richiesta di attenzione da parte delle autorit competenti: Abbiamo mandato diversi solleciti a Comune e Asl - spiegano - ricevendo risposte formali di impegno e attenzione per il problema. Ci rendiamo conto che al momento dinizio delle scuole ile richieste di verifiche e accertamenti saranno sicuramente molte, ma chiediamo la vostra colleborazione per sollevare un problema reale che riguarda la sicurezza di centinaia di ragazzi.
La famiglia

075 395041

075 395043

nellimpossibilit di farlo personalmente ringrazia tutti

La famiglia e nellimpossibilit di farlo personalmente ringrazia tutti

coloro che hanno partecipato al suo dolore per la perdita del caro

coloro che hanno partecipato al suo dolore per la scomparsa del caro

GIUSEPPE
Perugia, 7 ottobre 2011

CARLO
Perugia, 7 ottobre 2011

LE NECROLOGIE SI RICEVONO TUTTI I GIORNI FINO ALLE ORE 17,30

12

Perugia

il

GIORNALE dellUMBRIA

Venerd 7 ottobre 2011

Sanit-Lo scenario Sul riordino del sistema sanitario Regione, Universit e schieramenti politici alla prova

>> Lassessore alla Sanit Franco Tomassoni


Al centro, personale del Santa Maria

>> Il rettore dellUniversit degli Studi di Perugia,


Francesco Bistoni

Una riforma con tanti attori


Riduzione Asl, Bistoni: Stiamo alla sostanza. Marini va sui territori
IN CONSIGLIO
di PIERPAOLO BURATTINI

LAgenzia? E destinata a scomparire

>> Palazzo Cesaroni


PERUGIA - LAgenzia Umbria Sanit destinata a scomparire. Alla fine accaduto quanto auspicato dal Comitato di monitoraggio: si va verso la dismissione dellAgenzia Umbria Sanit, e di conseguenza come organo di controllo del consiglio regionale possiamo accantonare le proposte di modifica della legge istitutiva dellAus, da noi elaborate a seguito delle evidenti difficolt gestionali emerse. Lo ha dichiarato ieri il presidente del Comitato per il monitoraggio e la vigilanza sullamministrazione regionale, Franco Zaffini (Fare Italia), al termine dellaudizione dellassessore Franco Tomassoni, chiamato a riferire sugli intendimenti della Giunta al riguardo. Tomassoni ha sottolineato, infatti, che il documento approvato dallEsecutivo sugli indirizzi per la riforma del sistema sanitario regionale prevede, fra numerose altre cose, il superamento dellAus, anche in virt del processo di semplificazione in atto. Lassessore ha convenuto con Zaffini anche sulla inopportunit del doppio ruolo che attualmente ricopre Emilio Duca, il direttore sanitario regionale che, date le contingenze, temporaneamente responsabile anche dellAus, avendo dovuto rimpiazzare la dottoressa Gigliola Rosignoli, gi direttore generale della Asl 3, che dallistituzione dellAgenzia ha ricoperto tale mansione. Nella seduta del Comitato di monitoraggio si affrontata anche la questione dei Collegi dei Revisori dei conti delle Aziende sanitarie e delle Asl.

PERUGIA - La presidente Catiuscia Marini fa di conto e comincia a mostrare le unghie perch ha compreso che, se la casa scricchiola, unintonacata non basta pi; il rettore Francesco Bistoni incassa il semaforo verde sulla convenzione e il nuovo Statuto e fa intendere che lUniversit sar nella partita ma senza indossare magliette; centrodestra e centrosinistra si muovono tra proposte da fare, interessi da conciliare e bacini di consenso da rassicurare. I sindacati, Cisl di sicuro, hanno capito che le regole del gioco sono cambiate perch i quattrini scarseggiano e razionalizzare viene prima che contrattare. Nella partita sanit, intesa come riforma delle Asl e ridisegno della mission delle due Aziende, gli attori sono molteplici. Ai nastri di partenza sembra ormai inutile disquisire sugli ospedali costruiti (Pantalla) e quelli da costruire (Trasimeno e Narni) quando tutti sanno che il pacchetto era stato deciso e sigillato nel precedente Piano sanitario. Altri tempi, altri scenari: oggi non resta che gestire al meglio quello che c e deve

venire e chiudere la prassi. Il tutto, per concentrarsi su due punti che un po tutti gli attori della partita, almeno quelli pi lungimiranti, hanno inteso: riduzione dei punti nascita (attualmente sono undici in tutta la regione e dovrebbero scendere, numeri alla mano, di diverse unit. Sul tema Regioni e Governo si stanno gi confrontando), accorpamento delle funzioni e diminuizione delle figure apicali. La sostanza della partita sta tutta qui, perch nel giro di tre anni al sistema sanitario regionale verranno a mancare qualcosa come 120 milioni di euro. O si coglie loccasione per fare anche meno ma meglio e con qualche risparmio oppure la casa destinata a scricchiolare sempre di pi. Questione di metodo. Il rettore Bistoni, ieri, alla fa-

colt di Medicina, spiegando davanti agli iscritti della Cisl i contenuti della convenzione da poco siglata con la Regione (che verser nelle casse dellAteneo sei milioni di euro), ha in qualche modo esplicitato il metodo: Non pi tempo di contrapposizioni e di magliette, bisogna far fronte comune perch le polemiche non servono. Come a dire che se la casa scricchiola perch i denari sono molti di meno, inutile perdersi dietro ai soliti giochi di schieramento e campanile: mutato il quadro, deve mutare lapproccio. Emblematico a questo proposito un passaggio che lo stesso rettore ha dedicato al dibattito che si acceso intorno alla riduzione delle Asl: La sostanza non sta nel numero ma nel modo in cui si riorganizza lintero sistema. Un buonsenso che di

questi tempi pu apparire rivoluzionario. Di sicuro lUniversit si giocher la partita con tutte le sue carte. Ma se di metodo si parla in questa partita sanit, non pu essere omessa la road map che sembrano aver ormai stilato a palazzo Donini a base di persuasione e tempi di scadenza. Sul primo versante sia la presidente Marini che lassessore Tomassoni da qui in avanti hanno messo in agenda non pochi incontri sui territori per tastare il polso dei vari campanili e cercare di disinnescare inutili guerricciole di cortile che rischiano di rallentare o magari bloccare il tutto, camuffando scontri di carattere politico sotto lo slogan non simpoverisca la nostra zona. Lopera di persuasione, almeno nellidea di palazzo Donini e di gran parte della maggioranza, sta andando

Nei piani della Giunta il disegno di legge dovrebbe essere varato alla fine del mese o al pi tardi nei primi giorni di novembre

di pari passo con una riflessione sui tempi. Dopo qualche annuncio, forse fin troppo ottimistico, Marini si sarebbe resa conto che ingenerare il balletto sui tempi di stesura del disegno di legge di riduzione delle Asl il modo migliore per alzare polveroni e suscitare frettolose attese. Per questo, salvo cambiamenti dellultimo minuto, il testo sar pronto per la fine del mese o nella prima quindicina di novembre. Prima si giocher la partita, ognuno con il suo metodo. E nella partita e con un metodo, restando allinterno del quadro politico, va segnalato il posizionamento ai blocchi di partenza sia del Pdl che dei centristi dellUdc. Segnale, anche questo, che nessuno vuole tirarsi fuori da una sfida di sistema che se riuscir ad andare in porto segner lintero quadro sanitario regionale per il futuro. La prossima settimana, siamo sul Pdl, il gruppo consiliare capitanato dal duo Modena-Nevi, insieme ai vertici provinciali, si riunir per cominciare a mettere a punto una sua proposta. Anche dal versante dei centristi qualcosa si sta muovendo. Tanti attori, una sola partita. Da seguire. Attentamente.

Sclerosi multipla, il raggiro scovato a Perugia

Falsa beneficenza, con le Iene i volontari alla ribalta nazionale


PERUGIA - I falsi volontari che chiedevano soldi per beneficenza davanti al Santa Maria della Misericordia per sostenere i malati di sclerosi multipla sono arrivati alla ribalta nazionale. Dopo il servizio mandato in onda mercoled sera dalle Iene, con un Mauro Casciari sempre in forma nello stanare casi, ora i truffatori scoperti a luglio hanno anche un volto. Uomini e donne che immortalati dalle telecamere proprio mentre sono in azione nel parcheggio dellospedale, sono apparsi su tutti gli schermi sintonizzati su Italia 1, una puntata che si pu rivedere anche sul sito internet del programma. A luglio, quando usc il caso, in circa mezzora le Iene constatarono che avevano raccolto 210 euro. I volontari del-

>> In primo piano la iena

Mauro Casciari durante il servizio girato al parcheggio dellospedale

Aism, in campo anche domani


PERUGIA - Da diverso tempo lAssociazione italiana sclerosi multipla (Aism) aveva denunciato che la raccolta fatta da associazioni diverse, non ben identificate e riconosciute, sarebbe stata una truffa. Ribadendo che nessuno degli operatori dellAism scende in campo con i metodi adottati dai falsi volontari. A chi volesse dare un aiuto, lassociazione ricorda che domani e dopodomani torner nelle piazze dItalia con la storica manifestazione di solidariet Una mela per la vita.

la Sclerosi multipla associazione europea volontari (Smaev) con sede a Roma, che da giorni presidiavano lingresso dei centri commerciali dellUmbria, chiedendo un contributo minimo di cinque euro, rilasciando anche dei tagliandi per attestare lavvenuto pagamento, sarebbero dei truffatori. Perch dietro la Onlus (cos pubblicizzata dai volontari), in realt c unagenzia di pubblicit. Un inganno portato alla luce dalle Iene: coloro che fermavano i passanti o gli automobilisti affermando di raccogliere fondi per acquistare carrozzine per i malati di sclerosi multipla non approfittavano soltanto della sensibilit delle persone. Da diverso tempo lAssociazione italiana sclerosi multipla (Aism) aveva

denunciato che la raccolta fatta da associazioni come Smaev sarebbe stata una truffa. Un presunto inganno poi confermato, portato alla luce da Mauro Casciari che si messo a fermare i due volontari che, dotati di pettorina fluorescente arancione, raccoglievano i soldi davanti allospedale durante il pomeriggio. La iena perugina si finto

Dietro la Onlus Pubblicizzata come Onlus, in realt dietro lassociazione cera unagenzia di pubblicit: nulla a sostegno dei malati

una persona qualsiasi dando il suo contributo e chiedendo lo scopo della raccolta fondi. I due hanno risposto alle domande, consegnando il tagliando di avvenuto versamento. Poi la fuga vero lufficio postale di San Sisto quando i due pseudo-volontari si recavano allo sportello, sempre con il giornalista che li seguiva, per versare i soldi raccolti fino a quel momento. Tempo pochi minuti ed intervenne sul posto una pattuglia della Guardia di finanza. Mentre i militari identificavano i due segnalati, allo scopo di condurre in un secondo momento tutti gli accertamenti del caso, fuori dallufficio postale si era alzato un grande interesse. E in diversi dissero di essere stati raggirati. Talloncino alla mano parlarono con Casciari, raccontando come e dove erano stati fermati. Liter era sempre lo stesso, una pratica che in Umbria durava da un bel po di tempo.
MARIA MAZZOLI

Venerd 7 ottobre 2011

il

GIORNALE dellUMBRIA

Citt di Castello

15

Fcu Alessio Trecchiodi boccia lidea di Verini di sfondare verso Arezzo e lancia unidea ben pi ambiziosa

Studio per una tesi di laurea

Lalta velocit passi per lAltotevere


La proposta: raddoppiare la Firenze-Roma transitando per lUmbria
di MARCO MONTEDORI

Indagine sul mobbing, punto di ascolto presso la Cgil


CITTA DI CASTELLO - E partita lindagine sul mobbing e sullo stress sul lavoro, promosso da una giovane laureanda del corso di laurea in Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro presso la sede di Villa Montesca dellUniversit degli studi di Perugia, e patrocinata dalla Cgil. Lo studio coinvolger circa 350 lavoratori e si concluder a dicembre. Le aziende sono state selezionate cercando di coprire una casistica pi ampia possibile: un ente pubblico, un'azienda metalmeccanica, aziende di altri settori, un rivenditore di grande distribuzione e negozi al dettaglio, pi alcuni luoghi individuati dal sindacato grazie a segnalazioni dei patronati o vertenze, e nei quali dunque si sospetta che il fenomeno possa verificarsi o sia sia verificato. Il questionario , naturalmente, anonimo, in modo da lasciare la massima libert di risposta ed ottenere risultati il pi possibile veritieri. Si ricorda - afferma una nota della Cgil - ai lavoratori gi in possesso del questionario di Valutazione del disagio e dello stress sul luogo di lavoro che sabato dalle 9:30 alle 11:30 sar attivo il punto d'ascolto presso la sede della Cgil in via Giuseppe di Vittorio di Citt di Castello. Il servizio sar disponibile nei giorni 22 e 29 ottobre, 5 e 12 novembre, alla stessa ora, ed ha la funzione di accogliere eventuali dubbi e difficolt dovute alla compilazione. Si sottolinea inoltre, per maggiore chiarezza, che l'indagine relativa al lavoro di tesi di laurea di Sonia Fagotti. Tale progetto ha avuto accoglimento da parte della Cgil Alta Umbria, la quale ha collaborato alla distribuzione dei questionari e alla loro raccolta mettendo a disposizione spazi dedicati presso la propria sede.

CITTA DI CASTELLO - La proposta dello sfondamento a nord verso Arezzo della Fcu, cos come avanzata dai parlamentari Verini e Mattesini e dalle Istituzioni locali, sarebbe una bufala. Ma ci sarebbe un progetto alternativo, ben pi ambizioso ma anche pi lungimirante, che potrebbe essere colto da questi territori: quello di far transitare una nuova linea di alta velocit tra Firenze e Roma per lAltotevere, attraversando tutta lUmbria. Questo, in sintesi, quanto sostiene Alessio Trecchiodi, ufficiale piloti in pensione ed esperto del sistema dei trasporti della nostra regione. Lidea lanciata da Verini e compagnia, secondo Trecchiodi, irrealizzabile per due motivi. Il primo che la linea attuale tra Firenze e Roma quasi satura (specie per quanto riguarda i treni merci), e quindi non ci sarebbe spazio per nuovi collegamenti. Il secondo che per realizzare linfrastruttura ci vorrebbero non 300 milioni, ma almeno 1 miliardo di euro. Con trecento milioni - afferma lideatore del progetto stata realizzata la tranvia Scandicci-Firenze di soli 7,5 km. Per realizzare la nuova Fabriano-Foligno, di 53 km, occorrono 2 miliardi e 64 milioni di euro, cio 37 milioni di euro al km! Per la Arezzo-Sansepolcro, dovendo avere caratteristiche analoghe, i costi dunque lieviterebbero troppo, per unopera di carattere comunque locale. Ma proprio partendo dal fatto che la Firenze-Roma si sta saturando parte linnovativa proposta di Trecchiodi, che prende spunto da quanto avvenuto in Francia per la Parigi-Lione. Dato
di MIRCO DIARENA

Il tracciato avrebbe un vastissimo bacino dutenza, dalle Marche fino allalto Lazio
>>
La stazione Fcu di Citt di Castello A sinistra, Alessio Trecchiodi

che ben presto si dovr costruire una terza linea tra le due citt (che corrisponde al corridoio 1 dellUnione europea), anzich farla correre parallela a quelle esistenti, perch non farla transi-

tare proprio per lalta valle del Tevere seguendo poi allincirca il percorso della E45? E quanto realizzato Oltralpe, con il raddoppio della Parigi-Lione avvenuto passando per Orlans.

Il tracciato umbro della nuova ferrovia avrebbe notevoli punti di forza non solo per la nostra regione, ma anche per Marche, Abruzzo e alto Lazio. Innanzitutto si potrebbe collegare con

IL DETTAGLIO

Scontro sulle cifre per la Arezzo-Sansepolcro


CITTA DI CASTELLO - Sfondamento verso Arezzo della Fcu. questa la proposta rilanciata dai deputati del Pd Walter Verini e Donella Mattesini insieme alle Province di Arezzo e di Perugia e alla quasi totalit dei sindaci dellAltotevere, da Anghiari a Lisciano Niccone, con un viaggio da Umbertide al capolinea di Sansepolcro. Linfrastruttura potrebbe, insieme al completamento della Due mari, far uscire lalta valle del Tevere dallisolamento rispetto alle grandi vie di comunicazione nazionali. Le due Province hanno annunciato anche che metteranno a disposizione i loro tecnici per lelaborazione del progetto, in maniera da rendere i costi pi contenuti. Sullentit della cifra, per, non sono tutti concordi. Secondo Walter Verini e i promotori delliniziativa servirebbero 300 milioni di euro (cio circa 10 milioni di euro al chilometro), mentre Alessio Trecchiodi sostiene che il costo sar analogo a quello della Fabriano-Ancona, vale a dire il pi del triplo. Liniziativa di Verini era stata criticata anche dal Pdl, che attraverso il consigliere regionale Andrea Lignani Marchesani laveva definita un spot pubblicitario che avviene proprio mentre la Regione taglia 1 milione di euro alle ferrovie per ripianare i debiti di Umbria mobilit.

laeroporto di SantEgidio, con indubbi vantaggi per lo scalo. Nel nuovo tracciato, poi, confluirebbero anche la Ancona-Fabriano-Foligno e la linea LAquilaRieti. Intercettando cos un vastissimo bacino dutenza che garantirebbe lesistenza stessa della linea e la sua valenza nazionale. E perci, anche la sua finanziabilit. Una nuova linea tra Firenze e Roma andr costruita anche perch lattuale collegamento non di alta velocit in senso europeo (cio 320-360 chilometri orari) ma pu sopportare velocit solo fino a 275 chilometri allora. Dunque, sostiene ancora Trecchiodi, labilit dei politici locali dovrebbe quella di cogliere al volo questa opportunit prima che venga capita da altri comprensori, come ad esempio quello senese, che potrebbero avanzare una proposta analoga.

voro Inps-Provincia di Perugia. A breve verr introdotto anche UMBERTIDE - La Provincia di uno sportello Enel. Inoltre, lo Perugia pi vicina ai cittadini di sportello polifunzionale sar anUmbertide. Pi servizi, maggioche la sede della polizia provinre velocit di risposta, consulen- finanziarie e strumentali e garanfunzionali nei principali Comuni ciale che non sar pi la classica ze immediate: sono solo alcune tire una maggiore efficacia e quadei vari comprensori. In Altote- polizia forestale che opera solo delle novit che si possono trova- lit dei servizi. Abbiamo comvere gi attivo anche lo sportel- in campagna, ma una polizia di re allinterno del nuovo Sportel- preso - ha spiegato Guasticchi aflo di Citt di Castello. In essi con- prossimit che vigila e controlla lo polifunzionale di piazza Mi- fiancato dagli assessori Aviano fluiranno molti dei servizi di sul territorio, coordinandosi con chelangelo. Rossi, Stefano Feligioni, Domecompetenza provinciale: dalla le polizie locali e le altre forze Il cittadino - ha affermato il nico Caprini e Roberto Bertini viabilit alla faunistica e alla si- dellordine. La sede umbertidese presidente della Provincia, Mar- che sempre pi importante per i smica, dalla formazione profes- anche la prima in Umbria certico Vinicio Guasticchi, durante cittadini avere degli interlocutori sionale al lavoro, fino all'attiva- ficata Zerobarriere, ovvero aclinaugurazione - ha un nuovo multibrand, in grado cio di dazione di una rinnovata e poten- cessibile da parte di tutti i cittadipunto di rifeziata centrale ni, anche re risposte a rimento. 360 gradi. Ci operativa portatori di La struttura Presso il centro Con linausiamo resi della polizia handicap. gurazione conto che anprovinciale. I nuovi la prima in Umbria di piazza Michelangelo della sede di dava creato Al fine di centri, oltre ed essere dotata sar possibile Umbertide si un modello agevolare ulad essere apre una operativo teriormente connessi alla del certificato accedere anche nuova era il cittadinorete dellEnnuovo per riper la pubdurre la diutente nel te con linzerobarriere ai servizi Inps blica ammistanza tra citrapporti con stallazione nistrazione. tadini e AmlAmminidi una postaFinita lepoca della settorialit, ministrazione. In sostanza il strazione, stata anche attivata zione internet a disposizione deinizia quella della consulenza personale dei centri assumer unimportante sinergia con lIn- gli utenti, sono dotati di un maxiglobale. sempre pi le fattezze di un conps costituendo, presso la sede di schermo sul quale poter trasmetUmbertide, lo Sportello Inps, tere informazioni, filmati e In tanti, rappresentanti istitu- sulente globale. Il progetto prezionali e cittadini, hanno voluto vede lapertura di sportelli poli- >> Linaugurazione dello sportello quale Centro integrato per il la- quantaltro. Inoltre, in un'ottica essere presenti al taglio del nadi ottimizzazione dei costi, i telestro di una struttura che fa da foni dello sportello consentono apripista al progetto di decentradi effettuare a costo zero le telemento amministrativo che prefonate da telefono fisso con i vari vede la sostituzione degli oltre 70 uffici dell'Ente utilizzando collegamenti in modalit Voip (Voice uffici territoriali con 16 centri CITTA DI CASTELLO - Le iniziative della Provincia di Perugia CITTA DI CASTELLO - Musica e cultura per valorizzare uno dei multifunzionali nei 59 comuni over internet protocol). della Provincia. Sportelli collePrima della benedizione, offiper la sicurezza sullApecchiese saranno illustrate marted alle 11 monumenti simbolo di Citt di Castello: il campanile cilindrico. Si presso il ristorante La collina di Fraccano, lungo larteria. In- intitola Notturno al campanile liniziativa lanciata dai giovani gati, da un punto di vista gestiociata da monsignor Ceccobelli il nale e organizzativo, agli uffici sindaco di Umbertide Giampiero terverranno il presidente Guasticchi, gli assessori Della Vecchia e protagonisti del progetto Distributori darte che si svolger doCaprini, Ruggero Campi dellAci, lassessore della Provincia di mani dalle 18. Si comincer con la visita guidata al campanile. A centrali dellEnte, in cui sono acGiulietti e il direttore provinciale corpati strutture e funzioni per Inps di Perugia Antonio Curti Pesaro-Urbino Massimo Galuzzi, i sindaci di Citt di Castello e di seguire aperitivo in musica nei vicini locali della residenza Antica Apecchio e i rappresentanti delle associazioni dei motociclisti. canonica, accompagnato dalle note dei Good vibes project. razionalizzare e ottimizzare hanno espresso la loro soddisfalimpiego delle risorse umane, zione per questo nuovo servizio.

Umbertide In un unico ufficio saranno a disposizione per i cittadini i tutti i servizi dellEnte

Provincia, nuovo sportello polifunzionale

Apecchiese sicura, presentazione delle iniziative a Fraccano

Notturno al campanile, serata di musica e cultura

16

Comprensori

il

GIORNALE dellUMBRIA

Venerd 7 ottobre 2011

Gualdo Tadino
Redazione Tel. 075 529111 Fax 075 5295162 redazione@giornaledellumbria.it

Gualdo Tadino Salgono le tensioni dopo la crisi che si era aperta formalmente il 16 aprile

Graciolini: un tavolo sulla crisi

Maggioranza, lo spettro della verifica


Pdl e TupG difendono loperato della Giunta Morroni, dal SM la diffida
di CHIARA GIOMBINI

Chiude unaltra fabbrica, ma a Gualdo va tutto bene


GUALDO TADINO - Non avremmo mai voluto commentare un altro dramma operaio che proprio in questi giorni si sta consumando nella nostra citt. Altre sedici persone, tra lavoratrici e lavoratori, finiscono sulla strada e senza alcunaltra prospettiva che la disoccupazione. Altre sedici persone si ritrovano senza niente a dover mantenere se stessi e la propria famiglia. Gianluca Graciolini di Per la sinistra per Gualdo, interviene in seguito alla chiusura dellazienda di ceramica UmbriaVerde. Graciolini evidenzia che il sindaco Morroni e lassessore Pompei allinizio dellestate, avevano fatto visita allopificio solo per rallegrarsi del nulla, farsi fotografare per ostentare la loro vicinanza agli imprenditori e per iniettare la solita dose di facile ottimismo. Per quanto richiamammo attenzione sul fatto che la situazione era ben diversa da quella loro fotografata, i due amministratori avevano rassicurato: solo qualche problema di accesso al credito. Se quella fabbrica chiude non certo colpa di Morroni o di Pompei, ma se quegli operai si ritrovano sulla strada solo con il beneficio della mobilit e senza ammortizzatori sociale, ebbene s, la colpa anche la loro. Ed oggi - conclude Graciolinini - cosa potrebbero fare per rimediare, anzich chiudersi in un silenzio tombale? Il sindaco e lassessore devono chiedere alla Regione e al sindacato limmediata attivazione di un Tavolo tecnico sulla crisi di questa azienda, per verificare in primis lirreversibilit della sua crisi e, in subordine, leventuale e subitanea attivazione della procedura per lattivazione della cassa integrazione in deroga.

GUALDO TADINO - Ma che sta succedendo in Comune? Questa una delle domande che sta circolando con pi insistenza a Gualdo Tadino. I colpi di scena che si susseguono in consiglio comunale o attraverso note pubbliche, evidenziano uno stato di alta tensione nella maggioranza cittadina. La crisi si era aperta formalmente il 16 aprile scorso quando il sindaco Roberto Morroni aveva aperto una verifica politica e programmatica a seguito di una serie di azioni e prese di posizione del gruppo consiliare Sandra Monacelli che hanno determinato un clima di lacerazione allinterno della maggioranza. La parola fine a questa fase di verifica lavevano messa proprio i monacelliani il 28 maggio dopo diversi incontri tra i partiti della maggioranza. Con un documento e una conferenza stampa il movimento civico Sandra Monacelli aveva ribadito la propria insoddisfazione nei confronti delle prospettive amministrative emerse e auspicato un cambio di passo. Il sostegno al sindaco Morroni era stato prorogato per mantenere gli impegni assunti nel programma ed evitare con tale decisione il commissariamento del Comune. Si era pertanto assegnata una fiducia a tempo per altri sei mesi. Ma da quel momento si registrato un periodo di relativa quiete (o calma apparente). Fino a qualche giorno fa quando, sul progetto dellamministrazione comunale per il recupero dellarea ex consorzio agrario, le problematiche sono tornate a galla. I monacelliani parlano di una maggioranza sorda ed incurante alle loro richieste di dialogo.

Il documento Il movimento civico di Monacelli aveva ribadito insoddisfazione e chiesto un cambio di passo
Gli alleati del Pdl e TupG difendono loperato dellesecutivo e riportano lagenda dei momenti di confronto avuti. Limpegno del nostro partito - hanno replicato dal Pdl - massimo affinch si agisca sempre nella massima trasparenza e condivisione, con franchezza, lealt e spirito unitario. E altres vero che si pu an-

che non essere sempre daccordo su tutto, ma non accettiamo strumentalizzazioni che volutamente distorcono la realt e la fanno apparire ci che non . Chiunque voglia maliziosamente dare una rappresentazione della situazione amministrativa attuale distorta e lontana dal vero, con il solo scopo quello di screditare il lavoro del sindaco Morroni e della sua Giunta avvertono dal Pdl trover nel nostro partito un duro avversario. A sua volta il gruppo Monacelli ha diffidato lAmministrazione comunale a continuare a governare senza una adeguata e doverosa fase di partecipazione e condivisione con tutte le forze politiche.

IL

DETTAGLIO

Il Psi al centrosinistra: No a coesioni fittizie, serve un progetto in prospettiva


GUALDO TADINO - Parlano della perdita di pezzi continua tra le fila della maggioranza i Socialisti. Siamo solo a met legislatura e il gruppo SM non pi lo stesso dellinizio. Punta di diamante di questo andamento, il balletto sulla permanenza o meno tra gli scranni del Consiglio del capogruppo di TupG, Diso. Il centrosinistra che stiamo cercando di costruire - concludono - deve fare tesoro di quanto sta accadendo e non strumentalizzarlo per sperare in un commissariamento, cercando non coesioni fittizie, ma su un progetto di citt complessivo, perch quello che sta succedendo, qualunque siano le motivazioni, non debba succedere pi.

>> Una seduta del consiglio comunale di Gualdo Tadino

IL COMITATO DEI LAVORATORI

Merloni, lacquisizione un punto di partenza


NOCERA UMBRA - Il comitato dei lavoratori A.Merloni dello stabilimento di Colle di Nocera Umbra, dopo lassemblea di fabbrica convocata dai sindacati confederali nei giorni scorsi in merito alla proposta di acquisizione degli stabilimenti umbri e marchigiani rimasti invenduti da parte della Qs Group, tiene a precisare che ritiene questa operazione un punto di partenza anche se da migliorare, a partire dalla capacit rioccupazionale. Un piano industriale che prevedrebbe la ricollocazione di soli 700 lavoratori sui 2mila300 attualmente in forza, sia largamente insufficiente. Per altro non stato ancora spiegato dai sindacati il criterio con cui verranno fatte queste scelte).Per questo, nelle proposte del comitato ci prefissati gli obiettivi di attuare una ristrutturazione della durata di 5 anni e di procedere ad una rotazione di tutto il personale senza alcun licenziamento, in tal modo da garantire gli ammortizzatori sociali a tutti.

Gualdo, il Risorgimento protagonista alla Rocca Flea

I lavori si apriranno domani, prevista anche una cena con le ricette dellantico popolo

Longobardi, a Nocera il 3 convegno nazionale


di ALESSANDRO ORFEI

>> La Rocca Flea


GUALDO TADINO - Umbria, Gualdo Tadino e il Risorgimento, il titolo di un convegno che lassessorato alla Cultura organizza per domani, alle 10, presso la sala della Citt della Rocca Flea, a Gualdo Tadino. Si tratta di uniniziativa che si inserisce nel filone di quelle avviate nei mesi scorsi nellambito di Gualdo Tadino e lUnit d`Italia. Il convegno, che sar presieduto dal giornalista Mario Anderlini, prevede interventi di Mario Tosti su Storia e Storie del Risorgimento in Umbria, Sergio Ponti su Aspetti di vita politica-sociale-economica dell800 gualdese, Daniela Menichini su Emigranti gualdsi tra 800 e 900 nonch di Jacopo Barbarito L`Eredit di Italia 150: linsegnamento di questo anniversario ai pi giovani. A rappresentare lamministrazione comunale e portare i saluti, lassessore alla cultura Simona Vitali. Il convegno si svolge in collaborazione con Isuc, Istituto di storia umbra contemporanea, associazione Libera Storia e Museo Regionale dell`Emigrazione Pietro Conti.

NOCERA UMBRA - Si terr questo week end, a Nocera Umbra, il terzo convegno nazionale La presenza dei Longobardi nelle nostre regioni. Quest'anno il merito va al gruppo archeologico Noukria di Nocera, il gruppo archeologico appennino umbro-marchigiano Gaaum di Sassoferrato, la societ friulana di archeologia e l'Universit di Perugia. Le precedenti due edizioni del convegno si era tenute negli anni passati nel 2007 a Cividale del Friuli e nel 2009 a Paestum. Lo scopo di questo convegno - spiega il presidente del gruppo archeologico di Nocera Angelo Brancaleone - quello di mettere in evidenza realt risalenti al periodo del dominio longobardo, di recuperare frammenti di vita attraverso le testimonianze legate alla storia dei singoli luoghi e sopravvissute fino ad oggi. Si intende perseguire anche - prosegue Brancaleone -la conoscenza dei luoghi, la divulgazione, la visita di testimonianze architettoniche. Levento di carattere nazionale

ha anche l'obiettivo di incrementare le conoscenze storico-culturali delle localit e degli ambienti territoriali dove la presenza longobarda ha lasciato tangibili segni ancora oggi riscontrabili. Infatti le necropoli longobarde a

Nocera sono tra le pi importanti a livello internazionale. I lavori del convegno si apriranno domani alle ore presso la Pinacoteca comunale con il saluto delle autorit e poi con la prima seduta dedicata al ducato du forum iu-

INTERROGAZIONE

UNIGUALDO

Consiglio, temi saltati


GUALDO TADINO - Lo scorso 30 settembre stata convocata la seduta del consiglio comunale con all'ordine del giorno anche la discussione di alcuni piani attuativi relativi ad iniziative private. Lassise non si per svolta per mancanza del numero legale. Nellordine del giorno della convocazione di domenica scorsa questi punti, per, non cerano. Per questo, il Partito democratico ha inviato uninterrogazione a sindaco e Giunta per conoscere le motivazioni di questa scelta.

Inaugurazione anno accademico


GUALDO TADINO - Gioved 13 ottobre, alle ore 17, avr luogo linaugurazione del nuovo anno accademico 2011-2012 dellUniGualdo presso laula magna del liceo scientifico R. Casimiri in via Don Bosco 31. Il professor Luciano Mattioli funzionario ai Beni culturali del Comune di Foligno e storico del Costume svolger unampia dissertazione sul tema Del vestire degli uomini e delle donne di antico regime. Sar presentato il programma 2011-2012.

lii, di Cividale del Friuli. Poi alle 13 pausa pranzo e si riprende nel pomeriggio con il regno e la Tuscia e la visita guidata al museo Archeologico nocerino. Evento clou sar la cena longobarda organizzata presso il centro soggiorno Le Salette di Salmata. La domenica mattina convegno dedicato al ducato di Spoleto e di Benevento. Levento sostenuto e patrocinato dal Comune di Nocera Umbra - sottolinea il sindaco Bontempi - ha lo scopo di mettere in evidenza realt risalenti al periodo del dominio Longobardo e di recuperare frammenti di vita attraverso le testimonianze architettoniche, documentarie, iconografiche, religiose e toponomastiche legate alla storia dei singoli luoghi e sopravvissute fino ad oggi. Il convegno, inoltre, consentir la divulgazione e la conoscenza dei luoghi, la visita di testimonianze architettoniche (localit ancora sconosciute al grande pubblico), ed i reperti archeologici frutto di ritrovamenti recenti e passati (presenti in vari musei) a testimonianza della civilt longobarda.

Venerd 7 ottobre 2011

il

GIORNALE dellUMBRIA

Spoleto - Valnerina

21

Il 26 e 27 novembre progetto sperimentale di Club dei piaceri, Ascom e ConSpoleto

Incontro con il Pd dellAlta Marroggia

Alla scoperta della citt con As a tourist


di SARA FRATEPIETRO

Ims, timori per i lavoratori dellindotto


SPOLETO Sulla Ims (nella foto) i timori si allargano. Oltre ai 300 lavoratori all'incirca preoccupati per la propria sorte, infatti, rischia di essere incerto anche il futuro di chi fa parte dell'indotto, circa mille persone secondo le stime, tra personale con partita Iva e piccolissime aziende che, venendo a mancare le commesse della Ims, rischiano di chiudere i battenti. Di questo, ed in generale di tutta la situazione relativa alla Industrie metallurgiche Spoleto, si parlato durante un incontro che si tenuto nei locali del circolo Pd dell'Alta Marroggia alla presenza dei rappresentanti del partito, di alcuni lavoratori dell'azienda ed in particolare dei componenti delle Rsu, oltre a Francesco Giannini della Fiom. Sono state quindi confermate le criticit presenti, l'avvenuto pagamento parziale (pari a mille euro) degli stipendi di agosto e soprattutto - spiegano dal Pd - il fatto che, nonostante

SPOLETO - Due giorni vissuti da turista nella propria citt. Si chiama As a tourist liniziativa pensata da Club dei piaceri, Confcommercio e ConSpoleto che ha lobiettivo di promuovere indirettamente la citt ed il turismo facendola conoscere prima di tutto ai propri cittadini. Un evento insolito presentato in modo altrettanto insolito dai promotori: a bordo di un pulmino lungo le vie cittadine. Quanti sono gli spoletini che non sanno quello che esiste a Spoleto oppure che lo sanno ma non si fermano mai a riflettere?. Questo linterrogativo che ha portato i presidenti delle tre associazioni, oltre ad altri cittadini, ad ideare un progetto pensato appunto per i residenti e non per i visitatori, ma che porterebbe benefici anche al turismo. Praticamente ognuno di noi - ha spiegato il presidente del Club dei piaceri Giampaolo Emili - durante lanno riceve amici che vengono da fuori; se si ha il modo di vedere com la ricettivit in citt si possono anche consigliare le varie strutture. Per questo si tratta di unopportunit pure per gli operatori turistici locali, alcuni dei quali hanno gi aderito.

Liniziativa in sostanza prevede un week end - il 26 e 27 novembre - in cui gli spoletini si

potranno trasformare in turisti. Abbandonate le loro auto, saliranno in pullman per due giorni

>> Unimmagine del centro storico di Spoleto

di visite turistiche in luoghi anche poco conosciuti del territorio comunale, pranzando e cenando nei ristoranti e dormendo in albergo. Il tutto a costi contenuti: i promotori vorrebbero far spendere ad ogni partecipante meno di 100 euro. La cosa - ha evidenziato il presidente dellAscom Andrea Tattini - nata quasi per scherzo, ma ci crediamo molto, tanto che siamo sicuri che saremo dei precursori in questo e pensiamo che altre citt potranno ripeterla. Abbiamo delle potenzialit di cui non ci rendiamo conto e questo progetto va ad accrescere la consapevolezza di quello che siamo ha aggiunto Tommaso Barbanera (ConSpoleto), che ha anche rivelato come il consorzio degli albergatori sta facendo in modo di portare nel 2012 ben 5 finali nazionali di eventi sportivi in citt, con i presidenti delle varie federazioni entusiasti della citt ducale.

LA ZTL
SPOLETO - Entreranno in funzione il 2 novembre, e non il 24 ottobre insieme alla nuova ordinanza relativa alla zona a traffico limitato, i varchi

Varchi in funzione dal 2 novembre


elettronici che multano chi accede al centro storico senza avere lapposito permesso. Lo ha stabilito il comandante della polizia municipale Vincenzo Russo attraverso una deli-

bera che stata pubblicata ieri allAlbo pretorio. Quindi slitta ancora, seppur di pochi giorni, la fine della fase di pre-esercizio dei varchi elettronici.

le continue rassicurazioni della dirigenza, la sensazione delle Rsu che non sia stato approntato alcun piano industriale per il prosieguo dellazienda. Il Pd dellAlta Marroggia dal canto suo - continua il partito oltre a ringraziare la disponibilit dei lavoratori a confrontarsi, nonostante il grave momento, sottolinea la necessit di un maggior coinvolgimento delle istituzioni a tutti i livelli ,esprime massima solidariet a tutti i lavoratori auspicando in particolare un forte impegno da parte dellassessorato allo sviluppo economico della Regione Umbria per individuare nuovi investitori nella speranza collettiva che la situazione si risolva per il meglio il prima possibile.

Norcia Lappuntamento domenica mattina, il programma

In 700 alla giornata nazionale dedicata alle vittime degli incidenti sul lavoro
di FILIPPO PARTENZI

IL

CONCORSO

Spoleto in fiore, oggi si premiano i vincitori


SPOLETO - Si terr questa mattina, alle ore 12, alla sala dello Spagna del palazzo comunale, la cerimonia di premiazione della seconda edizione di Spoleto in fiore, il concorso che ha come obiettivo l'abbellimento dei balconi, delle terrazze e delle vetrine di edifici pubblici ed esercizi commerciali con vasi, piante e fiori. Il Lions Club di Spoleto e la Monini spa, con il patrocinio del Comune di Spoleto, hanno indetto anche questanno, dopo lottima riuscita della prima edizione, il concorso al fine di valorizzare la creativit ed il buon gusto dei cittadini, rendere pi bella e godibile a tutti la propria citt, promuovere l'immagine della stessa nei confronti di chi la visita. Il tema appunto l'abbellimento dei balconi, terrazze, verande, altane, davanzali, che si affacciano su vie o piazze pubbliche del centro storico di Spoleto (allinterno delle mura urbiche). La giuria, composta da membri del Lions Club di Spoleto e della Monini spa, assegner i premi sulla base delle valutazione effettuate su tutti i partecipanti che hanno rispettato lobbligo di mantenere gli addobbi per tutto il periodo. Pi di 10 quindi i premi che saranno assegnati nella giornata odierna, con un valore che va da 200 a 1000 euro.

NORCIA Un'occasione per fare un bilancio delle attuali politiche sulla sicurezza. Avr luogo domenica, a partire dalle ore 8.45, la 61esima Giornata nazionale vittime incidenti sul lavoro, promossa dall'associazione nazionale per lavoratori mutilati e invalidi del lavoro (Anmil). L'appuntamento metter in rete e unir tutte le province dItalia, con un pogramma articolato finalizzato a ricordare le morti bianche e le urgenze inerenti le malattie professionali. Per la ricorrenza sono attese nella citt di San Benedetto 700 presenze, tra cui autorit, relato-

Stefanelli: Onorato che lAnmil abbia scelto la nostra citt per questo importante incontro
ri, sindacalisti, giornalisti, oltre che invalidi e loro familiari. Sono onorato - evidenzia il sindaco Gian Paolo Stefanelli che lAnmil abbia scelto la nostra citt per lo svolgimento di questo importante appuntamento annuale finalizzato a richiamare lattenzione collettiva su alcuni dei temi pi scottanti ed attuali della nostra societ quali quelli delle morti e degli infortu-

>> Attrezzatu-

ra in un cantiere edile

ni sul lavoro, temi verso i quali la nostra amministrazione si dimostrata da sempre molto sensibile. Penso ha aggiunto - alla collaborazione con Anmil, Inail e Cesvol, avviata due anni fa, proprio sui temi della prevenzione e della sicurezza sul lavoro,

con la promozione di un progetto e di un concorso specifico rivolto alle scuole superiori, che ha portato alla realizzazione e allinaugurazione di un monumento nei giardini di Viale Lombrici. Il ritrovo per i partecipanti sa-

r a porta Romana. Da qui prender il via un corteo a cui prender parte anche il complesso bandistico Citt di Norcia. I partecipanti, in seguito, si sposteranno nel teatro civico per assistere alla proiezione del documentario Lavoro, sicurezza e vita.

Le attrezzature dellex palestra comunale saranno trasferite alle scuole cittadine


SPOLETO E' una sistemazione provvisoria, presto le concederemo alle scuole pi bisognose. Ha risposto cos l'assessore allo sport Giancarlo Cintioli al consigliere comunale Wolfgang Bernelli (Pdl), che nel corso della seduta di ieri del massimo consesso cittadino ha chiesto lumi sulla presenza delle attrezzature dell'ex palestra comunale all'interno degli spazi del palazzetto dello sport. Sono stato avvertito da alcuni docenti - ha detto l'esponente della minoranza - e penso che anzich essere stipati l, dovrebbero essere ridistribuite nei vari plessi sparsi sul territorio, che purtroppo spesso ne sono sprovviste oppure sono costrette ad utilizzare strutture fatiscenti che non permettono la corretta attivit fisica dei ragazzi. Un appello non rimasto inascoltato. Sono stati messe nel palazzetto - ha rivelato Cintioli - perch al momento l'unico edificio risultato idoneo per ospitarle. In ogni caso, l'ufficio sport sta gi contattando le direzioni, spiegando loro che se ci sono particolari necessit provvederemo a mandare le attrezzature. Soddisfatto il vice sindaco Stefano Lisci. Questo - ha affermato - pu essere un discorso importante da portare avanti. Sicuramente un'ottima idea e cercheremo di fare tutto il possibile per aiutare le scuole.
FI. PA.

Dopo i lavori di restauro, di nuovo accessibili quelle del Sacramento e della Ss. Icone

Duomo, domenica si riaprono le cappelle


SPOLETO Verranno riascovo Renato Boccardo preperte domenica, dopo aver sieder una solenne concelesubto numerosi interventi di brazione eucaristica, al termiconsolidamento e restauro, le ne della quale sar possibile cappelle del Sacramento e visitare i due ambienti comdella santissima Icone situate pletamente restaurati. ai lati dellabside del Duomo. Ma c anche unaltra noviLe operazioni sono iniziate t nella cattedrale: il noto crocon la rimozione dalle volte e cifisso di Alberto Sotio del dalle pareti di 43 tele dipinte, 1187, il Cristo triumphans tutte riportate ora all'antico raffigurato in posa eretta e splendore. I lavori sono stati frontale, uno dei pi antichi eseguiti mediante lallesticrocifissi dipinti su tavola samento di adeguati ponteggi >> I lavori allinterno del duomo gomata, dal primo altare della che hanno permesso anche la navata sinistra stata trasferiverifica de visu dello stato di conservazione dei ta nellultima cappella della navata destra, quella supporti murari e delle superfici decorate. Diffu- posta prima del transetto, a fianco delle tombe dei sissime sono state le lesioni individuate, risanate Vescovi. Inoltre, nel primo altare della navata siin profondit e in superficie. nistra di nuovo visibile lo stemma della citt di Per loccasione, quindi, alle ore 17.30 larcive- Spoleto.

Venerd 7 ottobre 2011

Economia
Redazione Tel. 075 529111 Fax 075 5295162 redazione@giornaledellumbria.it

28

LA

RIUNIONE

Marini incontra Passera Ipotesi summit allargato


PERUGIA - Questione di giorni. La presidente Catiuscia Marini incontrer nel giro di pochi giorni il Ceo (Chief executive officer) del Gruppo Intesa Sanpaolo, Corrado Passera. Lincontro, che doveva ternersi ad inizio settembre, stato rimandato a causa dei rispettivi impegni istituzionali. Marini e Passera, comunque, sono rimasti in contatto telefonico in queste settimane in attesa di fissare una nuova riunione nelle rispettive agende. Un incontro in cui saranno annunciati i dettagli delloperazione di fusione delle quattro Casse di risparmio dellUmbria. Anche i sindaci dei Comuni interessati, Terni, Foligno, Citt di Castello e Spoleto, attendono una chiamata per essere messi al corrente delloperazione. Non escluso che possa esserci un vertice allargato.

>> Leopoldo

Di Girolamo

>> Ca de Sass, sede milanese del Gruppo Intesa Sanpaolo >> Nando

Cassa di risparmio dellUmbria I primi cittadini attendono la convocazione dal Gruppo Intesa Sanpaolo. Lo scenario

Mismetti

Mano di poker tra Fondazioni e sindaci


Frecciate di Mismetti e Di Girolamo, Spoleto e Castello vanno a braccetto
di ANDREA LUCCIOLI e MASSIMO SBARDELLA

>> Luciano

Bacchetta

>> Daniele

Benedetti

>> Catiuscia
Marini

PERUGIA Una partita di poker. Nelloperazione che porter alla nascita della Cassa di risparmio dellUmbria si intrecciano interessi contrapposti, appetiti, cos come non mancano gli sgambetti e le rivalit. Non centrano i campanili, ma i posti nella sala dei bottoni. E soldi ai territori, in un momento in cui ne circolano pochi. Cos, ora i sindaci alzano la voce. O almeno una parte di loro. Dopo lincontro capitolino tra i presidenti delle quattro Fondazioni che detengono le quote di minoranza delle Casse di risparmio umbre e i vertici del Gruppo Intesa Sanpaolo, sul progetto di fusione degli istituti, sono i primi cittadini ad intervenire. C chi guarda minaccioso Ca de Sass, chi osserva di sottecchi il proprio vicino di palazzo e chi, invece, ostenta una pax olimpica. Credo che sia doveroso da parte dei vertici del Gruppo Intesa avviare un confronto con le Istituzioni territoriali, esordisce il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo. In questa fase delle trattative le Fondazioni stanno svolgendo in pieno le loro funzioni, ma credo che sia opportuno - aggiunge - che ci sia uninterlocuzione anche con i rappresentanti dei territori in cui

operano le Casse. Di Girolamo spiega che i sindaci non hanno ancora preso visione del progetto di riorganizzazione e per questo auspicabile un maggiore coinvolgimento dei Comuni visto che le Casse sono banche a forte connotazione territoriale e noi non intendiamo che si perda questa risorsa fondamentale per il tessuto economico locale. E

fondamentale il mantenimento dellautonomia degli istituti nellerogazione del credito ai soggetti economici del territorio. Di Girolamo taglia corto: Non ci interessa una banca che cambia solo il marchio, vogliamo garanzie sul mantenimento del sistema creditizio. Il progetto di fusione delle quattro Casse va avanti spedito,

Il risiko Appetiti e interessi divergenti creano frizioni allinterno delle singole realt cittadine

ALIMENTARE

Stand umbro a Colonia

>> Corrado Passera

Oggi la tavola rotonda organizzata dal gruppo dei Giovani imprenditori di Confindustria

La Pmi umbre e i nuovi mercati africani


PERUGIA - in programma per oggi pomeriggio il convegno Aprire nuovi mercati. Pmi italiane: multinazionali tascabili in Africa? organizzato dal gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Perugia in collaborazione con Assafrica & Mediterraneo, lAssociazione del Sistema di Confindustria che rappresenta le imprese che lavorano o hanno interesse ad operare nei mercati del Mediterraneo, Medio Oriente e Africa. Il convegno, che si svolger nella sede di Confindustria Perugia a partire dalle 15.30, vuole essere unoccasione per verificare le possibilit offerte dai mercati di quei paesi africani che si affacciano sul Mediterraneo e che presentano grandi potenzialit per le Pmi italiane. Il convegno prevede la presenza di illustri ospiti. Lapertura dei lavori sar affidata ai saluti di Jacopo Morelli, presidente nazionale dei Giovani imprenditori di Confindustria e di Ernesto Cesaretti, presidente di Confindustria Perugia. Interverranno poi Elena Veschi, presidente del gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Perugia, Corrado Bocci, presidente di Afrimeds Business Development e Biagio Matranga, direttore generale di Banca Ubae, la banca nata con lobiettivo di sviluppare relazioni commerciali, industriali, finanziarie ed economiche tra l'Europa ed i Paesi del Nord Africa e del Medio Oriente. Seguir una tavola rotonda cui parteciperanno: Giovanni Ottati, presidente di Assafrica & Mediterraneo, Stefania Giannini, rettore dellUniversit per Stranieri di Perugia, Marco Claudio Vozzi, direttore centrale vicario Africa Subsahariana del Ministero degli Affari Esteri, Giuseppe Colaiacovo, vice presidente di Colacem spa, Massimiliano Rapanelli, di Rapanelli Costruzioni Meccaniche spa e Marco Rossi, di Pascucci e Vannucci spa. Concluder lincontro lintervento del presidente nazionale della Piccola Industria di Confindustria Vincenzo Boccia.

PERUGIA - Il Centro estero Umbria ha organizzato uno stand dedicato ai prodotti della regione allAnuga 2011, rassegna fieristica internazionale del settore agroalimentare che si terr a Colonia da domani al 12 ottobre. Vi parteciperanno oltre 20 aziende regionali. Nel padiglione Fine food saranno proposti olio di oliva extravergine, tartufo, pasta e farina. Altri 13 grandi marchi umbri saranno presenti ad Anuga con salumi, tartufo, prodotti da forno, servizi per il catering, food services, vino pasta, salse e sughi. Il padiglione, realizzato in collaborazione con Umbria Export, per promuovere le aziende dellagroalimentare ed il territorio, potr contare sulla presenza di uno chef umbro e di un pizzaiolo che ogni giorno prepareranno e faranno degustare i prodotti proposti dalle aziende presenti in fiera.

come riportato ieri su queste colonne, le diplomazie sono allopera e lintenzione del Gruppo Intesa Sanpaolo quella di chiudere la partita quanto prima. Limprevisto, per, dietro langolo. Va dritto al nocciolo della questione il sindaco di Foligno, Nando Mismetti: Non si chiude un progetto di questa importanza senza un confronto con i Comuni. Il richiamo non solo ai vertici di Intesa Sanpaolo: Nei prossimi giorni convocher le forze politiche e sociali per un confronto aperto. Inviteremo anche il presidente della Fondazione e della Cassa di risparmio, speriamo vengano. Parole sibilline? Non ci piacciono i percorsi al chiuso. In questoperazione ognuno deve assumersi le sue responsabilit - continua Mismetti -. La Cassa di risparmio, cos come la Fondazione, sono un patrimonio di tutta la citt. E in ballo il futuro del territorio, di certo un mancato coinvolgimento delle Istituzioni non pu essere positivo. Pi serena la situazione a Citt di Castello. Nessun corto circuito tra diplomazie. Abbiamo un rapporto costante e proficuo sia con la Fondazione che con la Cassa di risparmio - spiega il sindaco tifernate, Luciano

Bacchetta -. Di certo non possiamo dire cosa accadr, ma il Comune viene costantemente informato sugli sviluppi del progetto di riorganizzazione. Bacchetta, come i suoi colleghi, non nasconde alcuni timori. Da parte nostra lattenzione massima. Ci sono tre punti fondamentali che vanno salvaguardati. La tutela dei livelli occupazionali della banca, il perdurare di un proficuo rapporto tra listituto di credito e il territorio, e il mantenimento del ruolo fondamentale della Fondazione nello sviluppo della citt, conclude Bacchetta. Toni soft anche a Spoleto. Il sindaco Daniele Benedetti in continuo contatto con il presidente della Fondazione Carispo, Dario Pompili. C un rapporto costante - assicura il primo cittadino dei ducali - per monitorare landamento del progetto di fusione. Naturalmente ci sono dei timori, fondamentale che la futura Cassa unica sia un soggetto in grado rispondere alle esigenze di un territorio in forte crisi. Benedetti attende la convocazione del Gruppo Intesa Sanpaolo per conoscere i dettagli delloperazione, e ribadisce la necessit che il futuro istituto abbia una sua autonomia che permetta di mantenere in vita lo stretto rapporto che da sempre c tra la Cassa di risparmio e la citt.

Forme di indebitamento e swap nel seminario di Villa Umbra


PERUGIA Le forme di indebitamento, i modelli di gestione del debito: swap, Boc,i debito delle amministrazioni locali,i ricorso ai mercati finanziari da parte degli enti locali, laggiornamento sullo stato di attuazione della normativa, i limiti e carenze normative, utilizzo improprio delle risorse raccolte attraverso lindebitamento, proposte di miglioramento dellimpianto normativo relativo alle politiche di indebitamento e profili di responsabilit amministrativa e contabile. Sono gli argomenti che saranno approfonditi il 14 ottobre durante la giornata formativa organizzata dalla Scuola di amministrazione pubblica Villa Umbra. Attivit programmata per analizzare le modalit della pubblica amministrazione di autotutela rispetto allindebitamento, in seguito allevoluzione normativa avvenuta nellultimo periodo che consente agli enti di utilizzare prodotti finanziari non tradizionali. Coordina i lavori Dante De Paolis, dirigente Servizi finanziari del Comune di Perugia, coordinatore forum Dirigenti servizi finanziari di Villa Umbra. I docenti del Corso saranno: Michelangelo Nigro, docente di analisi finanziaria degli enti pubblici, presso lUniversit Carlo Cattaneo di Castellanza, ed Alberto Avoli, Consigliere della Corte dei Conti, Roma.

30

Economia Umbria

il

GIORNALE dellUMBRIA

Venerd 7 ottobre 2011

Il quadro Il monito dalla Conca: avviare i lavori sulla linea per Cesi e potenziare i servizi di base nellarea urbana e in provincia

Trasporti, Terni batte cassa in Regione


Polli e Di Girolamo dopo il via libera in Giunta alla legge: Marini rispetti gli impegni presi
di ANDREA LUCCIOLI

PERUGIA Terni batte cassa e non far di certo sconti alla Regione. Allindomani della preadozione della nuova legge regionale dei trasporti da parte della Giunta Marini anticipata ieri dal Giornale dellUmbria il presidente della Provincia Feliciano Polli e il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo partono allattacco per ricordare a Palazzo Cesaroni gli impegni presi durante le trattative che hanno sbloccato liter per il varo della legge elaborata dagli uffici dellassessore Silvano Rometti. La modifica della legge sul trasporto pubblico locale stata oggetto di un confronto lungo e serrato con la Regione che si soffermato sulle irrinunciabili esigenze di costruire un progetto complessivo di mobilit che fosse equilibrato e che integrasse in modo efficiente le varie modalit di trasporto con particolare riferimento a quello su ferro e gomma scrivono Polli e Di Girolamo -. Nel corso del dibattito si collocata, con indicazioni e impegni precisi, la lettera della presidente Marini alla Provincia e al Comune di Terni sulle questioni da noi poste in riferimento alliter dapprovazione delle modifiche di legge. Oltre ad impegni tesi ad assicurare la massima efficienza e visibilit dei territori e lequilibrio finanziario, la Marini ha assicurato garanzie e impegni sullutilizzo dei finanziamenti per il rapido completamento della rete ferroviaria nel comune di Terni con

Pdl alla carica La normativa non deve servire a recuperare le difficolt di bilancio del Minimetr
>>
La sede ternana dellex Atc Sotto, lassessore regionale ai Trasporti, Silvano Rometti

IL TESTO
Come cambia il Tpl

> La nuova legge regionale

dei trasporti inserisce per la prima volta tra i vettori del Tpl (trasporto pubblico locale), anche i sistemi di mobilit alternativa

Le risorse

> Con lintroduzione della

mobilit alternativa tra i vettori del Tpl, cambia anche la ripartizione delle risorse a disposizione per il settore che finora erano divise solo tra gomma e ferro

Liter

> La legge regionale stata

preadottata dalla giunta regionale. Ora inizia la fase partecipativa con i soggetti istituzionali interessati

lapprovazione del progetto e lavvio dei lavori della tratta Cesi-Terni da parte di Umbria Mobilit, scrivono Polli e Di Girolamo. La presidente si impegnata inoltre a promuovere uno studio

di fattibilit per lo sviluppo dei servizi ferroviari nellarea urbana di Terni, che potranno implementarsi anche sulla rete Rfi, per le aree di Terni, Cospea, Marmore, Piediluco. Insomma, la Marini si fatta

garante degli interventi, la Conca ora porge il conto. Tutto ci fanno presente Polli e Di Girolamo - stato collegato dalla presidente alla preadozione della modifica alla legge regionale sul Tpl da parte della giunta regionale ed

ora si apre ora una fase istituzionale di confronto dalla quale auspichiamo si formulino valutazioni e riscontri, anche attraverso formalizzazioni degli impegni assunti, affinch vengano affermati principi ed indirizzi che non

>> A sinistra,

Feliciano Polli e Leopoldo Di Girolamo A destra, i consiglieri regionali del Pdl Raffaele Nevi e Fiammetta Modena

penalizzino la sostenibilit finanziaria dei servizi di base e le potenzialit di sviluppo dellarea urbana di Terni e della sua provincia. Guai, insomma, a rimangiarsi la parola data, Terni chiede che gli impegni vengano messi al pi presto nero su bianco. Pdl alla finestra. Da parte nostra saremo molto attenti a valutare i particolari della nuova legge regionale che non vorremmo servisse a sanare gravissimi problemi di bilancio del Minimetr a danno dellintera regione, quanto afferma il gruppo consiliare del Pdl in Regione. I trasporti pubblici devono essere riorganizzati in modo razionale sottolinea il Pdl - al fine di assicurare servizi migliori a prezzi inferiori eliminando sprechi e percorsi inutili.

Enel, imprese Umbria Mobilit, salta la mediazione: sar sciopero e sicurezza Fumata nera nellincontro tra sigle sindacali e vertici dellazienda davanti al prefetto di Perugia
PERUGIA Oltre quaranta imprese perugine ed umbre hanno partecipato al convegno Sicurezza degli appalti. Il committente sicuro. Il caso Enel, che si svolto presso la sede di Confindustria a Perugia. Si tratta di uniniziativa importante che vede Enel al fianco di Confindustria e delle imprese per promuovere la cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro. Per tale ragione il convegno promosso da Enel stato inserito nel calendario di CostrUttiva, il Festival delledilizia organizzato da Sistema edilizia di Perugia, Ance e Confindustria. I lavori, moderati da Luciano Martelli, responsabile relazioni esterne territoriali Enel, sono stati introdotti dal presidente Ance Perugia Massimo Calzoni, che ha ribadito lattenzione che da quasi mezzo secolo Enel pone sul tema della sicurezza del lavoro. Poi le relazioni di Lucia Zingaretti della Safety Enel Corporate, Stefano Cervini, responsabile Safety area Italia/Europa Enel Green Power, Alessio Cioce dellUnit Safety Enel Gem e Francesco Fattibene, responsabile zona di Perugia Enel infrastrutture e reti. Ha concluso i lavori Alberto Merini, Dirigente alle opere pubbliche della Regione Umbria. LUmbria ha detto Alberto Merini - accoglie con grande favore questa iniziativa di Enel, che va nella direzione imboccata anche dallIstituzione regionale, ovvero quella di un coinvolgimento di tutti i soggetti per la diffusione di una vera cultura della sicurezza. PERUGIA Neanche la mediazione del prefetto di Perugia bastata. Sar sciopero allUmbria Mobilit. Il primo interno allazienda unica dei trasporti. Ieri pomeriggio anche lultima speranza di evitare lo stop naufragata. Un muro contro muro che nemmeno lintervento del prefetto riuscito a superare. Troppo distanti le parti. E stato un confronto serrato, ma estremamente rigido. I vertici dellazienda non hanno arretrato dun passo, lo stesso hanno fatto le sigle sindacali. Oltre due ore di tentativi di riavvicinamento che per non sono valsi a ricomporre la frattura delle scorse settimane. Il solco scavato, almeno per il momento, appare incolmabile. Le sigle si riuniranno a breve per calendarizzare la protesta, difficile che da qui alla data dello sciopero ci sia un riavvicinamento. Il nodo del contendere sempre lo stesso: lomogenizzazione dei contratti degli oltre 1.300 dipendenti dellazienda. La trattativa si arenata a met settembre, quando anche lultima offerta del consiglio di amministrazione di Umbria Mobilit stata respinta dalle sigle. A quanto pare il problema non sarebbe tanto relativo alla parte economica dellaccordo, quanto alla riorganizzazione dei servizi e laumento di produttivit chiesto dai vertici dellazienda. Lultima proposta, per la precisione, prevede un aumento lordo in busta paga che si aggira tra gli 80 e i 90 euro per ogni dipendente. Questo comporterebbe un finanziamento vicino al milione di euro a carico di Umbria Mobilit. Allo stesso tempo lazienda chiede autonomia nelle decisioni che riguardano la riorganizzazione dei turni di lavoro, anche nel caso di eventuali trasferimenti del personale da una sede allaltra.
A.LUC.

Cia Realizzata una guida alle strutture umbre

Servono nuove norme regionali sullagriturismo


PERUGIA - Sempre pi attrattivo l agriturismo umbro. Gli ultimi dati ufficiali, fermi al mese di luglio, e la tendenza espressa dagli operatori agrituristici per i mesi di agosto e settembre dimostrano un consolidamento del trend di crescita degli arrivi e delle presenze nelle oltre 1.200 aziende operanti su tutto il territorio regionale. Un comparto, quello agrituristico, che oggi pu vantare un offerta molto varia: non solo ospitalit e ristorazione ma anche agricampeggio, degustazione e vendita diretta di prodotti tipici e biologici, fattoria didattica, fattoria sociale, attivit culturali, sportive e ricreative e tanto altro ancora. Un paniere di beni e servizi molto ricco e composito che dimostra la vivacit imprenditoriale degli agricoltori interessati e la loro capacit di innovare valorizzando la storia, la cultura, le tradizioni, il paesaggio e le tipicit dei diversi territori. Unattivit, insomma, che merita un attenzione particolare da parte delle Istituzioni e che al contrario, a giudizio della Cia dell Umbria, continua ad essere gravata da soffocanti adempimenti burocratici, oltre che da una persistente sottovalutazione in quasi tutte le iniziative di promozione. Un passaggio importante al fine di creare le migliori condizioni per un pieno sviluppo delle potenzialit del nostro agriturismo dichiara Giampiero Rosati, presidente regionale di Turismo Verde, l associazione agrituristica della Cia - dovr essere rappresentato dalla nuova normativa di settore. Infatti sottolinea Rosati - un adeguamento della legge regionale attualmente in vigore, la n. 28 del 1997, assolutamente indispensabile per adattarla ai grandi mutamenti che hanno interessato lagricoltura negli ultimi quattordici anni ed alle leggi nazionali che, nel frattempo, sono state emanate. Dobbiamo purtroppo lamentare prosegue il presidente di Turismo Verde Umbria - che, a quasi due anni dalla

>> Un agriturismo
redazione di una prima bozza di legge regionale risalente al dicembre 2009, e nonostante le ripetute assicurazioni fornite in tal senso dalla nuova giunta regionale, a tuttoggi non stata ancora elaborata una nuova proposta di legge. Un ritardo grave che deve essere colmato con urgenza avviando la fase di partecipazione su un testo che l assessorato regionale all agricoltura deve al pi presto licenziare. In questa logica conclude Giampiero Rosati per essere presenti in un mercato sempre pi competitivo, presenteremo il 15 ottobre a Perugia, nell ambito di Eurochocolate, la nuova guida agrituristica dell Umbria.

Venerd 7 ottobre 2011

il

GIORNALE dellUMBRIA

Economia Umbria

31

La riorganizzazione Prevista la fusione della societ in house con il Consorzio Sir, Centralcom e lex Centro multimediale di Terni

Webred in ununica scatola coi privati


Lassessore Rossi: avanti con un solo polo informatico regionale e una sola governance
di LARA PARTENZI

PERUGIA - Se per vendita di Webred Spa si intende la creazione di un polo unitario dellinformatica regionale con ununica governance ed aperto al coinvolgimento dei privati, allora Webred Spa sarebbe in vendita. Il tono pungente ed ironico: lassessore regionale al Bilancio, Gianluca Rossi, si sottrae alle polemiche che sono rimbalzate in questi giorni intorno al futuro della societ a capitale completamente pubblico ( controllata per l'84,08%% dalla Regione e per il 15,92% da alcuni Comuni umbri), che gestisce i servizi informatici per la Pubblica amministrazione e la sanit locale. E mentre sorvola sul connubio che vede il nome Webred Spa legato allinchiesta sulla sanit, limitandosi a parlare di notizie completamente inesatte, puntualizza piuttosto che la Regione non vender niente ma che intende andare avanti sul processo di riorganizzazione delle societ regionali che gestiscono il sistema informatico regionale. Sono quattro, troppa frammentazione e dispersione di risorse. E dunque Rossi conferma: nei piani della Regione c il progetto di costituire ununica Newco, una nuova azienda che sorger dalla fusione di di Webred Spa, appunto, Centralcom (societ in house regionale per la realizzazione della rete pubblica di cablaggio a

larga banda), il Consorzio Sir (consorzio degli enti locali umbri per lo sviluppo del sistema informativo del territorio) e lex Centro multimediale, per il solo ramo dellinformatica. Ma si va oltre, con lapertura ai privati: Da tempo si lamenta che la presenza di una societ in house del settore dellinformatica impedisce il libero mercato? Ebbene ora andiamo incontro alle esigenze delle imprese del territorio, che intendiamo coinvolgere per la realizzazione della Newco, che nellassetto definitivo avr ununica governance.

In questo disegno, Webred Servizi - la societ controllata da Webred Spa che gestisce le attivit di Cup e data entry - dovrebbe essere scorporata e ceduta completamente alle Aziende sanitarie locali dell'Umbria, per trasformarsi in una societ in house nel settore della Sanit. Se, quanto e come si risparmier? Certo che si risparmier, al momento quantificare ancora inopportuno - prosegue Rossi ma ci che importa che si proceda ad una riorganizzazione dei servizi, e con il supporto del privato.

Ed proprio su questo punto, sullapertura ai privati, e sullo smembramento dellazienda di riferimento dellinformatica regionale, che i dipendenti della Webred spa, riunitisi in assemblea lo scorso 23 settembre, puntano il dito, sottolineando linterruzione improvvisa delle consultazioni avviate con il precedente assessore Tomassoni, nonch lennesimo incoerente e incomprensibile cambiamento di rotta dellamminstrazione regionale sulle sorti della societ in house regionale. Certo, nellambito del processo non si potr mancare di affrontare la questione della tutela del personale (110 dipendenti Webred Spa, a cui se ne aggiungono 35 complessivi delle altre realt), ma chiaro che le associazioni sindacali su questo aspetto chiederanno garanzie. C necessit di vendere, pardon, di aprire ai privati? C chi, e proprio dal sindacato, non manca di sottolineare che in una fase di ristrettezze economiche e di continue pressioni sul governo regionale per lattuazione di riforme, tagli agli sprechi e recupero delle risorse il fatto che si sbarri la strada ad un processo di riorganizzazione delle societ che gestiscono il sistema informatico regionale sembra quantomeno anacronistico, se non una rivoluzione da parte di soggetti che di rivoluzione non sembrano proprio volerne sentire parlare.

>> Verso il polo informatico; nella foto a sinistra, lassessore Rossi

Il segretario regionale della Cisl, Claudio Ricciarelli: ci sono 100 milioni di risorse che non vengono ancora spese

Oggi la manifestazione

Piano del lavoro, subito lattuazione delle misure


PERUGIA - Fuori dallimmobilismo, serve unaccelerazione. Sul piatto ci sono quasi 100 milioni di risorse complessive nel triennio (2011 - 2013) che vanno spesi immediatamente per azioni di politica attiva del lavoro. A spingere sullattuazione immediata delle misure il segretario regionale della Cisl, Claudio Ricciarelli, a fronte delle criticit che colpiscono lUmbria pi delle regioni del Centro Nord del Paese: Nel Piano annuale per il lavoro sono previste azioni specifiche per affrontare queste criticit, ma ad oggi, se si fa eccezione per lazione recentemente attivata relativa ai percorsi formativi integrati rivolti allo sviluppo di competenza per alcuni settori di interesse regionali quali la green economy, la meccatronica, il turismo e la cultura, nulla ancora si fatto di concreto. In particolare la Cisl dellUmbria chiede di attivare urgentemente le seguenti azioni previste dal Piano: aiuti e incentivi alle imprese per la stabilizzazione occupazionale degli oltre 40 mila lavoratori precari, in maggioranza giovani, assipart time di una donna disoccupata. Inoltre Ricciarelli evidenzia che necessario prevedere, sulla base delle intese nazionali, la proroga della Cig in deroga anche per il 2012 e la necessit, quindi, di garantire un sostegno al reddito per tutte quelle persone coinvolte dalla crisi di piccole imprese, anche mettendo a leva, a tale scopo, il ruolo degli Enti bilaterali Si tratta, infine, di: provvedere, da parte dellassessorato, alla redifinizione dei criteri di accreditamento e autorizzazione regionale delle agenzie formative al fine di qualificare e specializzare, anche per questa via, le azioni di formazione professionale regionale, nonch di accellerare, da parte della 3 Commissione consiliare del consiglio regionale, la discussione e lapprovazione del ddL (fermo da oltre 3 mesi in Commissione), relativo alla regolazione dei servizi per limpiego privati al fine di irrobustire e qualificare, con esso, la rete regionale dei servizi per limpiego accanto al ruolo dei Centri per lImpiego pubblici, magari meglio decentrati sul territorio.

Giornata mondiale del lavoro dignitoso


PERUGIA - NIdiL Cgil Perugia partecipa alla Giornata mondiale per il lavoro dignitoso (World Day for Decent Work), organizzata dallItuc, la confederazione internazionale dei sindacati, che si tiene oggi, come ormai da anni ogni 7 ottobre. Questanno il tema portante il lavoro precario. NIdiL Cgil celebrer durante le manifestazioni degli studenti e il giorno successivo nel corso della manifestazione dei lavoratori del pubblico impiego e della conoscenza. A Perugia oggi il corteo parte da piazza 4 Novembre alle ore 9 per snodarsi sino alla piazzetta vicino la sede della Rai locale. "La situazione in Umbria non delle pi rosee - afferma Graziano Sampaolo, segretario generale NIdiL - Cgil Perugia, sono 2.604 i lavoratori in somministrazione nel secondo trimestre 2011 trend pi alto d'Italia rispetto al secondo trimestre 2010 + 34,4%.

>> Un operaio al lavoro


curando loro anche la possibilit di avere dei vaucher formativi per sostenere i costi di formazione professionale mirati ad una prospettiva di stabilizzazione occupazionale; assegni di ricerca e borse di lavoro per linserimento al lavoro di giovani laureati e diplomati anche valorizzando listituto del nuovo apprendistato (in Umbria i giovani da 15 a 35 anni sono oltre 200 mila); promuovere incentivi al part time femminile attraverso aiuti alle imprese e alle lavoratrici che trasformano, su base volontaria, rapporti di lavoro full time con la contestuale assunzione

Abbinamento Obbligatorio CORRIERE dellUMBRIA + Corriere Nazionale = 1,20 euro

Anno XXIX n. 277 Euro 1,20* Venerd 7 Ottobre 2011

Si aggrava la posizione di Antonio Leandri. La difesa contesta i risultati e prepara il contrattacco

Feceapezziilpadre,sanodimente
Lo sostiene la perizia affidata dal giudice a tre esperti
Spettacolo hot davanti ai minorenni

Le frontiere dellenergia pulita


Michele Cucuzza

La pornostar Bulgari prosciolta dalle accuse

La Bulgari prosciolta dalle accuse E A pagina 2

PERUGIA - Quando ha ucciso e fatto a pezzi il padre Olinto, Antonio Leandri era capace di intendere e di volere. Lo ha stabilito una perizia psichiatrica. La difesa di Antonio Leandri per, gi sul piede di guerra, e, supportati dal giudizio completamente diverso del loro consulente, il professor Francesco Bruno, i legali si dicono, queste le loro parole, veramente esterrefatti. Dunque il parricida sarebbe sano di mente. A queste conclusioni sono approdati i periti di ufficio (il professor Giovan Battista Traverso, Davide Lazzari e Mauro Bacci), che hanno sondato la personalit e la psiche di Antonio Leandri, il professore, accusato di aver ucciso a colpi di martello il padre, il 30 novembre di un anno fa e di averne poi sezionato il cadavere, spargendo i macabri resti per i monti e i boschi dell'Umbria (in particolare il Monte Tezio e il Monte Peglia). A pagina 19 E Elio Clero Bertoldi

Il delitto di Perugia La vorrebbe promotrice dellazienda di film a luci rosse

Produttore hard offre lavoro ad Amanda

A pagina 3

i sente sempre pi spesso parlare di energie rinnovabili, di fotovoltaico e di riqualificazione energetica degli edifici, ma non sempre si ha ben chiaro quello che si pu fare realmente per migliorare la qualit del comfort abitativo e del fabbisogno energetico nelle nostre case. Cerchiamo di fare chiarezza, grazie all'aiuto di un interlocutore esperto in materia, larchitetto Alessandro Cal, uno dei soci fondatori della Eark, azienda romana, specializzata nella progettazione architettonica sostenibile. Le energie rinnovabili, come noto, sono inesauribili, non alterano lecosistema e non vanno a pregiudicare le risorse naturali del pianeta. Secondo stime recenti - continua larchitetto - si calcola... E Continua a pagina 12

EconoMia

Anche le agenzie di rating Mor folgorata da una scarica elettrica in uno stabilimento balneare: due condanne adessorischiano
Massimo Paoli

La piccola Sara ha avuto giustizia


Lo

SPORT

e mancate reazioni dei mercati finanziari ai declassamenti del debito italiano, ma in parte anche di quello greco e spagnolo, sanciti ad intervalli regolari da parte di Standard & Poors e poi in ultimo anche da Moodys non devono sorprendere. Come ho cercato di spiegare qualche settimana fa le agenzie di rating non dettano indicazioni ai mercati, ma solo alla parte follower (ritardataria) di questi. In realt sembra proprio che gli ordini li ricevano. E Continua a pagina 12

Conti, la Roma e il Grifo insieme per i giovani


PERUGIA - Bruno Conti, la Roma e il Grifo hanno stretto un patto per i giovani. A pagina 49 E Lorenzo Fiorucci

Assisi Luomo era uscito in bici

Muore pensionato travolto da un furgone


E A pagina 22

GUBBIO - Il giudice del tribunale di Castrovillari ha emesso due condanne per la morte della piccola Sara Mariucci, folgorata da una scarica elettrica il 5 agosto 2006 mentre era in vacanza con la famiglia. Due anni e tre mesi di reclusione sono stati inflitti alla titolare dello stabilimento balneare Stella Maris e al proprietario del gioco da cui era scoccata la terribile e letale scarica. Assolto invece laddetto alla manutenzione. E A pagina 26

PERUGIA

Arrestato scippatore
E A pagina 15
TERNI

Tavoli allaperto e telecamere


E A pagina 38

E Il ministro Frattini allinaugurazione dellanno accademico della STRANIERI - A pagina 4

4 CORRIERE

REGIONE
Laurea honoris causa al ministro del Kuwait
Universit per stranieri A destra, il magnifico rettore Stefania Giannini durante la prolusione (Fotografie G.Belfiore)

Venerd 7 Ottobre 2011

Il rettore Stefania Giannini incentra il discorso di inaugurazione dellanno accademico su cooperazione e competizione

La Stranieri culla della cultura mediterranea


Il ministro Frattini: Unimportante realt aperta al mondo
Isabella Rossi PERUGIA - Un Mediterraneo dove cultura e sviluppo dellimprenditoria parlano, sempre pi, italiano. Non un sogno, n tanto meno unutopia, ma un percorso oggettivato da importanti collaborazioni internazionali, espesso localizzatein paesi della sponda Sud del Mediterraneo, messe in atto dallUniversit per Stranieri di Perugia che ieri ha celebrato linaugurazione del suo ottantaseiesimo anno accademico. E stata il magnifico rettore, Stefania Giannini, nel suo discorso di apertura incentrato su cooperazione e competizione a presentare il bilancio di scambi e collaborazioni che negli ultimi anni hanno collegato Perugia, e con la citt la lingua e la cultura italiana, a paesi come la Libia, lEgitto, la Palestina - dove stata aperta una sede distaccata- e la Cina. Tanto per citarne alcuni. Un ruolo particolare quello della Stranieri di Perugia, per vocazione e statuto aperta alle realt del mondo ed impegnata in importanti attivit per la diffusione della lingua e della cultura italiana, come ha voluto sottolineare il ministro degli Esteri, Franco Frattini, che ha partecipato alla solenne cerimonia di inaugurazione dellanno accademico in unaffollatissima aula magna di Palazzo Gallenga. Celebrazione che ne ha ospitata una seconda: il conferimento della laurea honoris causa in Sistemi di comunicazione nelle relazioni internazionali al vice primo ministro e ministro degli esteri del Kuwait: Sabah Al-Salem Al-Sanate elettorali - quasi una ogni 4 anni - esempio di democrazia nella regione araba e non solo. E la presenza istituzionale di donne che occupano in Kuwait l8% dei seggi parlamentari. Lodi all'Umbria rinomata per la sua multiformit culturale sono arrivate da Mohammad Sabah Al-Salem AlSabah, che nella sua lectio magistralis, in qualit di collega universitario, ha sintetizzato con un proverbio arabo i principi ispiratori che uniscono ogni anno accademico, sia kuwaitiano che italiano: Cerca la conoscenza dalla culla alla tomba. Principio al quale sono da associare, a pari merito cos lo sceicco - quelli della famiglia, della religione e della patria. Molti sono i divari che il Kuwait, come Stato-Nazione - ha dichiarato il vice primo ministro kuwaitiano - chiamato a colmare: quello tra oriente e occidente, tra ricchi e poveri, tra presente e futuro, tra modernit e tradizione. Niente polemiche sul processo Meredith. Lo ha sottolineato Frattini prima dellinizio della cerimonia, rispondendo ad alcune domande sulle dichiarazioni fatte ad alcuni giornali dal padre di Amanda Knox circa leventualit che lamericana possa aver subito percosse dai poliziotti italiani. Commento al quale il ministro ha aggiunto una precisazione: La giustizia italiana ha dimostrato allintero mondo che possibile cambiare e ribaltare completamente il verdetto. Questo pone ovviamente domande sul fatto che vi siano persone che, se realmente innocenti, si sono fatte quattro anni di prigione.

Oggi la pubblicazione del bando

Contributi per la prima casa Aiuti a 160 giovani coppie


Nicola Bossi PERUGIA - Da oggi sar disponibile con tanto di pubblicazione sul bollettino ufficiale della Regione il bando per accedere ai contributi per lacquisto della prima casa per le giovani coppie e da luned sar attivo il numero di telefono per ricevere tutte le informazioni. Sar possibile chiamare dal luned al venerdi dalle 9.30 alle 12.30 allo 075.5042622 per avere chiarimenti sulla modulistica ma anche sui parametri richiesti per poter essere idonei al fondo regionale che porta in dote 4milioni 500mila euro. Una cifra che, secondo alcune stime, potrebbe aiutare 160 giovani coppie con meno di 35 anni. Lassessore Stefano Vinti ha previsto la copertura del 30 per cento dei costi di acquisto fino ad un massimo di 30mila euro. Il bando prevede un massimo di tre mesi per linvio delle domande da parte della coppie interessate. Al momento della presentazione della domanda dovr essere indicato anche limmobile oggetto dacquisto per permettere cos i necessari controlli anche da parte della Guardia di Finanza. Beneficiari del contributo saranno le coppie formate da componenti di et inferiore a 35 anni o che compiano il 35 anno di et nel 2011 che, da non pi di due anni alla data di pubblicazione del bando, sono coniugate o conviventi. La condizione di convivenza si acquisisce con liscrizione nel medesimo stato di famiglia anagrafico. Il nucleo familiare inoltre non dovr essere titolare del diritto di propriet, compropriet, nuda propriet, usufrutto, uso e abitazione su alloggi, ovunque ubicati sul territorio nazionale; non dovr aver mai usufruito di contributi pubblici per lacquisto o il recupero di una abitazione e non dovr essere titolare di un reddito il cui valore Isee sia superiore ad 23.500 euro. Lalloggio per il quale si chiede il finanziamento dovr essere adibito ad abitazione principale, far parte di un fabbricato costituito da almeno due alloggi. Ed infine non deve avere una superficie utile superiore a 95 metri quadri.

Inaugurazione Il ministro Frattini e la presidente Catiuscia Marini

bah. Una dettagliata presentazione, curata da Antonio Capuano, consigliere del presidente del consiglio dei ministri per il Medio Oriente, ha ripercorso la biografia dello sceicco, padre di quattro figli e sposato con SheikhaFeryal. A lui sono stati indirizzati affettuosi auguri per il 56 compleanno, il 10 ottobre prossimo, e vivi apprezzamenti per lopera di pace svolta,

per il suo impegno ed i risultati conseguiti in campo diplomatico e nelle relazioni economiche internazionali ed intergovernative. Di un prezioso lavoro negli ultimi 25-30 anni del Kuwait, che questanno festeggia il 50 anniversario dellindipendenza, ha parlato Capuano, ricordando che c ancora un altro aspetto a rendere il paese,in cuisi sono susseguite 13 tor-

Cooperazione internazionale Gi stipulati oltre 125 accordi


PERUGIA - (i.r.) LUniversit per Stranieri di Perugia ha attivato 125 accordi di collaborazione con universit ed istituti di ricerca e dieci accordi di cooperazione culturale, concentrati per il 23% in Asia Orientale e Meridionale, per il 20% in America Centro-Meridionale, per il 17% nell'Unione Europea, per il 12% in America Settentrionale, per il 9% in Europa Extra Ue, per l'8% in Asia Occidentale, per il 6% in Africa Settentrionale, per il 3% in Africa Subsahariana e per il 2% in Oceania.

La Cgil sprona la Regione ad agire con determinazione

Lassessore Gianluca Rossi in prima commissione regionale


Direttore responsabile: ANNA MOSSUTO Vicedirettori: STEFANO BISI - RICCARDO REGI
Sede legale: Gubbio, Corso Garibaldi, 81 - Tel. (075) 52731 - Fax 5273400/430

Avanti sulla strada delle riforme Sistema amministrativo e autonomie locali valorizzando il lavoro e il territorio Ecco tutte le novit contenute nella riforma
PERUGIA - Ieri incontro tra Cgil, insieme alla Fp e alla Flai, e lassessore regionale Gianluca Rossi per proseguire il confronto sulla riforma del sistema endoregionale. La Cgil regionale ha sottolineato lesigenza di continuare ed accelerare sulla strada delle riforme, a partire da alcune scelte di valore fondamentale: confermare le funzioni pubbliche fondamentali nelle politiche agro-forestali e montane difendendo il lavoro pubblico e il territorio; semplificare e riqualificare il sistema istituzionale ed amministrativo della spesa pubblica; valorizzare il ruolo dei comuni e sostenere la forma dellassociazionismo nei livelli elettivi fondamentali; stabilizzare il lavoro precario e stagionale pubblico e privato e tutelare i livelli occupazionali. In questo quadro - sottolinea la Cgil - va data una risposta certa ai lavoratori di Umbraflor e Umbria Natura cos come gi sottoscritto nellaccordo dell11 gennaio al quale va data continuit. E ancora: Certezza e razionalit va data allassetto dei consorzi di bonifica. Il tutto presuppone un accordo sindacale vero che dovr essere realizzato attraverso approfondimenti di categoria in un arco ristretto di tempo. Su tutti questi aspetti la Cgil si impegna a rafforzare il rapporto costante con i lavoratori nella consapevolezza che tutelare il lavoro in questo settore significa anche valorizzare il territorio e quindi realizzare una riforma nellinteresse dei cittadini. PERUGIA - Lassessore Gianluca Rossi ha illustrato in prima commissione contenuti ed obbiettivi del disegno di legge della giunta regionale sulla riforma del sistema amministrativo regionale e delle autonomie locali. Per Rossi il ddl punta a completare i conferimenti di funzioni per materie omogenee gi attribuite alle Province e ai Comuni, anche nelle loro forme associative (Unioni dei Comuni); sopprimere gli Ambiti territoriali integrati; unificare i consorzi di bonifica; abolire le Comunit montane trasferendone le funzioni alla nuova Agenzia forestale regionale. Un progetto di riforma - ha spiegato Rossi - mirato a realizzare, nel rispetto dei principi di sussidiariet, adeguatezza e differenziazione, il riordino delle funzioni esercitate dai vari livelli istituzionali, distinguendo quelle di carattere politico e amministrativo, che vengono conferite agli enti locali territoriali e alle loro forme associative, da quelle di carattere tecnico, gestionale ed operativo che saranno affidate ad enti strumentali regionali, tra i quali vi anche la nuova Agenzia forestale regionale, alla quale saranno affidate gran parte delle competenze gestionali oggi assegnate alle Comunit montane (che verranno cancellate). L'assessore ha evidenziato anche che verr completato il trasferimento di funzioni alle Province, con il conferimento di ulteriori funzioni in materia di demanio idrico regionale e di viabilit e gestione del demanio stradale regionale, compresa la riscossione dei canoni concessori.

Editrice: INIZIATIVE EDITORIALI LOCALI s.r.l. Edizioni:

UMBRIA - Perugia: Via Pievaiola, 166 F-2 - Tel. (075) 52731 - Fax 5273400/430 UMBRIA - Foligno/Spoleto: Via del Campanile, 12 - Tel. (0742) 6951 - Fax 359123 Foligno UMBRIA - Terni: Piazza del Mercato, 8 - Tel. (0744) 4441 - Fax 444400 AREZZO - Redazione: Via Petrarca, 4 - Tel. (0575) 3751 - Fax 375400 MAREMMA - Red. Grosseto: Via Oberdan, 17 int. 2 - Tel. (0564) 4361 - Fax 436400 SIENA - Redazione: Banchi di Sopra, 15 - Tel. (0577) 2501 - 530147 - Fax 250400 RIETI - Redazione: Via Centurioni, 13 - Tel. (0746) 3181 - Fax 318400 VITERBO - Redazione: Piazza della Rocca, 31 - Tel. (0761) 2251 - Fax 225400
PUBLIKOMPASS S.p.A. Perugia - Via Pievaiola, 166/F - Tel. (075) 5288741-2-3 Fax (075) 5288744 Terni - Piazza del Mercato, 8 - Tel. (0744) 426826 Fax (0744) 426996 Foligno - Via del Campanile, 12 Tel. (0742) 356667 Fax (0742) 691212 Arezzo - Via Petrarca, 4 - Tel. (0575) 401498 Fax (0575) 296524 Viterbo - Piazza della Rocca, 31 - Tel. (0761) 321312 Fax (0761) 223664 Rieti - Via Centurioni, 13 - Tel. (0746) 481606 Fax (0746) 294257 Grosseto - Via Oberdan, 17 int. 2 - Tel. (0564) 22261 Fax (0564) 421695 R.S. SERVICE - Siena - Via Fontebranda, 69 int. 13 - Tel. (0577) 531053 - Fax (0577) 533021 PUBLIKOMPASS S.p.A.
Tel. (0761) 321312 Fax (0761) 4223664 Via Nuova, 1 - Tel. (0743) 223361 e Fax Spoleto

Pubblicit

Pubblicit nazionalE

20146 Milano - Via Winckelmann, 1 - Tel. (02) 24424611 Fax (02) 24424490 Tariffe pubblicit a modulo: - Commerciale Euro 347,00 - RPQ Euro 315,00 - Legale Euro 275,00

STAMPA: GALEATI PERUGIA INDUSTRIE GRAFICHE s.r.l. Via Pievaiola, 166 F-2 - Perugia
Tariffa R.O.C. - P. I. - Sped.a.p. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art 1 comma 1 - DCB Perugia Abb. annuo (6 num. sett.) Euro 220,00 (7 num. sett.) Euro 250,00. Arretrato Euro 2,00 c/c 95047098

Registrazione del Tribunale di Perugia N. 662 del 12-3-1983


Accertamenti Diffusione Stampa

CERTIFICATO N. 6888 DEL 21/12/2010

Venerd 7 Ottobre 2011

REGIONE
PERUGIA - Da oggi entra in vigore il Decreto legislativo che ha abbassato da 60 a 30 giorni i termini per presentare ricorso al giudice di pace contro le violazioni al Codice della strada. Si tratta - scrive Angelo Garofalo, presidente Adoc Umbria - dellennesima ingiustizia a carico dei tartassati automobilisti, che ora avranno sempre maggiori difficolt ad impugnare una multa.

5 CORRIERE

Giornata di memoria e riflessione contro le schiavit Si abbassa a 30 giorni il termine per presentare Enrico Flamini (Prc - FdS): Negativo affidare Oggi incontro con il corpo diplomatico africano ricorso contro le violazioni al Codice della strada del tutto ai privati il completamento della E78
PERUGIA - In occasione della V Giornata di memoria e riflessione contro le schiavit, oggi nel Salone dOnore di Palazzo Donini (ore 16,30) si svolge un incontro con rappresentanti del Corpo diplomatico africano e dellassociazione Umbria Africa. A porgere il benvenuto, a nome della Regione, la vicepresidente Carla Casciari. Verranno consegnati anche riconoscimenti a personalit della societ civile. PERUGIA - La notizia dellinteressamento di Banca Europea e della disponibilit da parte delle societ Strabagh, Cmc e Astaldi al completamento della E78 del tutto negativa. Lo sostiene Enrico Flamini, segretario provinciale Prc - FdS Perugia, che aggiunge: Pensiamo che sia un errore e soprattutto un rischio aprire al privato per il completamento dellinfrastruttura.

Ieri mattina assemblea sindacale Cisl in facolt, a Perugia. Intervenuto il rettore

Tomassoni in commissione

Medicina verso il cambiamento


Lo status giuridico del personale e deve rimanere universitario
Sabrina Busiri Vici PERUGIA - Tutti saranno messi in gioco e dovranno dimostrare di saper fare. Nessuno potr arroccarsi su posizioni precostituite perch saranno spazzate via. E arrivato il momento delle responsabilit. Il magnifico rettore Francesco Bistoni ruota intorno al cambiamento per fotografare la realt. Il giorno dopo lapprovazione dello Statuto, lUniversit entra in una nuova fase e lo fa cercando di sistemare i punti caldi in sospeso. Da qui lincontro di ieri mattina nella facolt di medicina e chirurgia a Perugia indetto dalla Cisl Universit (Luigi Fabiani e Letizia Pietrolata) al quale intervenuto Bistoni e sulle sedie docenti, tecnici e amministrativi. Lintento del sindacato : mettere i puntini sulle i per gestire la fase di passaggio. Sul tavolo, la definizione dello status giuridico ed economico del personale docente e tecnico-amministrativo della facolt nelle sedi di Perugia e Terni attualmente in convenzione con il sistema sanitario, e per l'assetto a regime. La richiesta principale, peraltro gi avanzata in Senato accademico da Letizia Pietrolata (della Federazione Universit della Cisl) riguarda lattivazione di un tavolo sindacale per un protocollo aggiuntivo sulla costituzione dellazienda integrata. Perci di fronte al momento delle responsabilit, come ribadisce il magnifico rettore nel completare il quadro della situazione, la Cisl avanza la sua richiesta e ricerca diverse garanzie. Al primo posto c, dunque, listanza che rimanga di pertinenza dellUniversit lo status giuridico del personale universitario. Da qui si procede con riferimento alla pari dignit professionale tra personale docente universitario e ospedaliero, si passa poi al personale che svolge attivit assistenziale e a quello equiparato alla dirigenza. E ancora, il documento cita lestensione del convenzionamento ad altri comparti e la corresponsione del trattamento accessorio a unit che tuttoggi non lo percepiscono. Infine si arriva alla timbratura del cartellino con la richiesta che, solo per quanto riguarda le attivit assistenziali, sia nella fase transitoria gestita dallUniversit che - dice la Cisl - gi contabilizza le reperibilit ai fini del pagamento. Il dibattitto si sposta poi in ambito nazionale e va a finire sulla ricollocazione della facolta di Medicina e Chirurgia in ambito universitario o sanitario e Letizia Petrolata riporta una posizione chiara: La Cisl - dice - intende salvaguardare la posizione della Facolt di Medicina allinterno dellUniversit: lo status giuridico del personale e deve rimanere universitario. Per Bistoni resta comunque solo messaggio da tenere a mente: Bisogna salvaguardare i diritti acquisiti con un occhio alle nuove esigenze. Siamo di fronte al cambiamento.

LAgenzia Umbria Sanit sar dismessa


PERUGIA - Alla fine accaduto quanto auspicato dal Comitato di monitoraggio: si va verso la dismissione dellAgenzia Umbria Sanit, perci come organo di controllo del Consiglio regionale possiamo accantonare le proposte di modifica della legge istitutiva dellAus, da noi elaborate a seguito delle evidenti difficolt gestionali emerse. Lo ha detto il presidente del Comitato per il monitoraggio e la vigilanza sullamministrazione regionale, Franco Zaffini (Fare Italia), al termine dellaudizione dellassessore Franco Tomassoni, chiamato a riferire sugli intendimenti della Giunta al riguardo. Tomassoni ha detto, infatti, che il documento approvato dallEsecutivo sugli indirizzi per la riforma del sistema sanitario regionale prevede, fra numerose altre cose, il superamento dellAus, anche in virt del processo di semplificazione in atto. Tomassoni ha convenuto con Zaffini anche sulla inopportunit del doppio ruolo che attualmente ricopre Emilio Duca, il direttore sanitario regionale che, date le contingenze, temporaneamente responsabile anche dellAus. Allodg anche la questione dei collegi dei revisori dei conti delle Aziende sanitarie e delle Asl. Zaffini e Buconi hanno ribadito che necessario un cambio di attitudine e di comportamento da parte di chi viene nominato al controllo contabile delle aziende sanitarie. Pur trattandosi di eccellenti professionisti e commercialisti - hanno sottolineato - non possono avere una mentalit da spa, perch non gestiscono una qualsiasi azienda ma i vari rami della pi importante istituzione regionale, quindi viene loro richiesta non solo precisione e puntualit, ma anche una loro presenza pi stringente allinterno delle aziende.

Luigi Fabiani, Francesco Bistoni e Letizia Pietrolata (Foto Belfiore )

Lassessore Rossi: Inevitabile dopo la bocciatura dellItalia

Moodys declassa anche lUmbria


PERUGIA - Linaffidabilit dei conti pubblici dello Stato e la debolezza delle misure economiche adottate dal Governo per affrontare le crisi hanno portato lagenzia di rating Moodys a declassare da Aa2 ad A2 l'Italia e automaticamente anche gli enti locali e le Regioni come lUmbria, che passa da Aa3 a A2. Lo ha detto lassessore regionale al bilancio Gianluca Rossi che ha sottolineato come labbassamento del rating regionale sia una diretta conseguenza dellanaloga misura adottata dallAgenzia nei confronti del rating sovrano. Dopo la classificazione al ribasso della Repubblica italiana fatta nei giorni scorsi dallagenzia di rating Standard & Poors, la nuova valutazione in negativo di Moodys non ci ha colto di sorpresa. La valutazione dellAgenzia afferma Rossi in un comunicato della Regione - non fa che riconfermare il fallimento e la mancanza di prospettiva della politica economica del Governo italiano e la pi assoluta carenza di misure strutturali per contenere il debito pubblico e aiutare la crescita. Rossi ha poi ricordato che le agenzie di rating operano un monitoraggio costante del rating di tutti gli enti che si sottopongono al loro giudizio e che il rating della Regione Umbria non mai stato declassato a seguito dellesame annuale dalle agenzie Standard & Poor's e Moody's a cui stata affidata la valutazione dellente. Il rating Aa3 di Moodys - ha detto Rossi - ci stato infatti sempre riconfermato dal 2000 ad oggi. Ora - conclude ironicamente - anche noi dobbiamo ringraziare un Governo che anzich risolvere i problemi di questo Paese impegnato a trascinare con s verso il basso laffidabilit delle Regioni e degli enti locali italiani virtuosi e con i conti in ordine. Secondo Moodys infatti il deterioramento dellaffidabilit creditizia e le misure di austerit imposte dal governo centrale andranno a impattare in varia misura sugli enti locali.

Gli esami non hanno evidenziato patologie di rilievo

Brega dimesso dallospedale Continuer la terapia a casa


TERNI - Il presiLe indagini dente del Consistrumentali e di glio regionale laboratorio eseEros Brega staguite durante il to dimesso ieri ricovero - detdallospedale to ancora nella Santa Maria nota dellaziendi Terni, dove da ospedaliera era stato ricovenon hanno rilerato il 29 settemvato elementi bre a seguito di patologici di riun malore dovu- A casa Eros Brega lievo. Le condito al rialzo della zioni generali pressione. La terapia farmacolo- del paziente si sono mantenute gica impostata nel corso della buone e stabili per tutta la duradegenza - spiega un bollettino ta della degenza e ci ha contridella direzione sanitaria del- buito alla rapida conclusione lazienda - verr continuata a dell'iter diagnostico-terapeutidomicilio. co.

ECONOMIA
e-mail - economia@edib.it

Terziario Lallarme di Confersercenti che per lancia una serie di proposte: Riaprire il confronto tra le parti
PERUGIA - La crisi non ancora finita, e il 2012 potrebbe essere per l'Umbria un anno di recessione. A lanciare lallarme sono i commercianti aderenti a Confesercenti Umbria che, sulla base di una serie di previsioni, chiede un intervento immediato alle istituzioni. Secondo le nostre previsioni - si legge in una nota dellassociazione - i consumi delle famiglie che gi ristagnano sono destinati ad un'ulteriore restrizione; cresceranno dello 0,4% quest' anno per fermarsi del tutto il prossimo. La crisi ha eroso i risparmi familiari, il cui tasso sceso sotto il 10%. Enorme l'impatto sul sistema economico e distributivo: negli ultimi tre anni il 40% delle imprese di distribuzione e servizi nate nel 2007 ha

Il peggio deve arrivare: nel 2012 consumi fermi


chiuso. La situazione particolarmente pesante per gli esercizi di vicinato. Si favorita, anche in Umbria, la grande distribuzione, ora intorno a quota 70%; dilagano le attivit abusive che sfruttano gli extracomunitari e vendono merci illegali, creando concorrenza sleale e verso le quali non si applica lo stesso rigore in uso con gli esercenti. Le recenti liberalizzazioni degli orari, con i consumi fermi - aggiunge ancora Confesercenti - ridurranno ulteriormente lo spazio dei piccoli esercizi. La situazione resta grave: l'Umbria, cos come l'Italia non cresce, ha infrastrutture inadeguate e investe poco in ricerca, formazione e innovazione. Va accelerato il processo di riforma delle agenzie regionali perch c' un' articolazione istituzionale costosa, funzionale molto spesso pi alla politica che al mondo delle imprese e produce enormi sprechi. Inaccettabile l'aumento del prelievo fiscale che, come denunciato nei giorni scorsi, toccher il 44,8% nel 2013. Ma la Confesercenti dell'Umbria non vuole solo denunciare ma vuole lanciare anche delle proposte: bisogna ridurre rapidamente la pressione fiscale su famiglie e piccole e medie imprese. Non pu bastare, anche se la valutiamo positivamente, la tassazione agevolata al 5%, valida per cinque anni, per le imprese con ricavi inferiori ai 30.000 euro. infatti utile a dare respiro alle piccole imprese, non a strutturarle e ad aiutarle a restare sul mercato; un errore da non ripetere l'aumento dell' Iva, in un periodo di frenata dei consumi e senza prospettive di crescita. L'alto livello dell'Iva, inoltre, penalizza il turismo rispetto ai paesi concorrenti; la riduzione drasti-

ca dell'uso di contanti complica la vita a lavoratori e imprese. Stimolare l'uso della moneta elettronica indubbiamente favorisce la tracciabilit, ma a questo punto si dovrebbe porre fine allo scontrino fiscale e ridurre i costi di carte di credito e bancomat; occorre rivedere da subito i parametri degli studi di settore. Per questo - conclude la Confesercenti - urgente ricreare un clima di confronto, facendo prevalere il merito e non i personalismi, rafforzare la stabilit e avviare le riforme. Deve crescere la competitivit del sistema e delle imprese, e occorre sostenere la domanda favorendo il risparmio energetico, la manutenzione del territorio urbano e i centri commerciali naturali.

Terziario Le analisi dellUfficio studi di Confcommercio segnalano un deciso declino del Pil

Anche lUmbria avvolta dalla crisi


Nel decennio 2007-2017 la ricchezza pro capite caler di circa 10 punti
Nicola Savino PERUGIA - Viviamo tempi difficili e, se possibile, il futuro sar ancor pi complicato. Laggiornamento delle analisi e delle previsioni messo a punto dallUfficio studi di Confcommercio offre uno spaccato che definire preoccupante appare quasi un eufemismo. I dati, elaborati a livello regionale, consentono di affermare che i primi, timidi segnali di ripresa dopo la grande crisi del biennio 2007 - 2009 sono destinati in Italia ad un severo ridimensionamento nei prossimi anni. E nemmeno lUmbria sfugge ad un destino di (quasi) recessione, sebbene complessivamente il Centro Italia sta progressivamente aumentando la

IL PIL NELLE REGIONI ITALIANE


V.M.A. % DEL PIL PIL PRO CAPITE A PREZZI COSTANTI CORRENTE 1996-2007 2007 PIEMONTE 1,0 28.601 VALLE D'AOSTA 0,4 33.586 LOMBARDIA 1,4 33.473 LIGURIA 1,1 26.837 VENETO 1,8 30.271 TRENTINO A.A. 1,5 32.432 FRIULI V.G. 1,5 29.264 EMILIA ROMAGNA 1,6 32.142 TOSCANA 1,5 28.457 UMBRIA 1,5 24.515 MARCHE 2,0 26.526 LAZIO 1,6 30.333 ABRUZZO 1,3 21.621 MOLISE 1,5 19.969 CAMPANIA 1,3 16.924 PUGLIA 1,3 17.126 BASILICATA 1,7 18.715 CALABRIA 1,5 16.953 SICILIA 1,3 17.194 SARDEGNA 1,4 20.424 NORD-OVEST 1,3 31.436 NORD-EST 1,7 31.060 CENTRO 1,6 28.795 MEZZOGIORNO 1,4 17.707 ITALIA 1,5 26.041
Fonte: elaborazioni Ufficio Studi Confcommercio su dati Istat.

VAR. % DEI PIL A PREZZI COSTANTI 2008 -1,5 1,0 -1,7 -0,7 -0,8 0,7 -1,8 -1,5 -0,8 -1,4 -0,8 -0,4 -1,1 -0,3 -2,7 -1,4 -0,9 -3,1 -1,7 -1,2 -1,6 -1,0 -0,6 -1,9 -1,3 2009 -6,4 -4,6 -6,5 -3,5 -6,1 -3,0 -5,8 -6,1 -4,4 -6,1 -4,9 -3,5 -7,0 -3,8 -5,4 -5,2 -4,7 -2,5 -2,9 -3,8 -6,2 -5,8 -4,1 -4,4 -5,2 2010 1,5 1,1 1,8 1,1 2,2 1,4 2,0 2,0 1,3 1,1 1,0 1,1 0,3 -0,1 0,1 0,1 -0,3 -0,2 0,3 0,3 1,7 2,1 1,2 0,2 1,3 2011 0,5 0,5 0,8 0,7 0,8 0,8 0,7 0,7 0,8 0,6 0,7 0,9 0,7 0,4 0,7 0,7 0,3 0,5 0,8 0,6 0,7 0,7 0,8 0,7 0,7 2012 0,4 0,2 0,4 0,2 0,4 0,3 0,4 0,4 0,3 0,2 0,2 0,2 0,3 0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 0,3 0,4 0,2 0,2 0,3

propria incidenza nel pil nazionale tanto da passare da una quota del 21% nel 1995 al 22% di questanno. Rispetto al 2007 il pil in Umbria sceso dell1,4% nel 2008, del 6,1% nel 2009, con risalita dell1,1% nel 2010 e con una previsione di +0,6% questanno e di un misero +0,2 lanno prossimo. Sostanzialmente in linea con i dati italiani. Ancora pi preoccupante il dato relativo al pil pro capite: fatto 100 il valore in Umbria nel 1995, si nota che si era passati a 110,6 nel 2000, a 111,2 nel 2007, a 100,8 nel 2009, a 101,1 questanno per ridiscendere a 100,7 lanno prossimo. In pratica in 12 anni la ricchezza di ogni umbro rimasta inalterata: c poco da stare allegri, insomma.

Ma la situazione diventa decisamente nera se, in base ai dati di Confcommercio, si compie un esercizio di estrapolazione nel medio periodo. Fatto 100, infatti, il pil reale pro capite nel 2007, la proiezione nel 2017 per lUmbria segnala un drammatico 90,8. In Italia, peraltro, lindice complessivo sar leggermente migliore con un totale di 94,5. Tutte le regioni, insomma, sono destinate nel decennio preso in considerazione a vivere una fase di deciso declino, maggiormente marcato nel Mezzogiorno. Infine, lo scenario economico generale e il recente aumento dellIva spingono al ribasso le previsioni di pil e consumi sia per il 2011 che per il 2012. Una situazione desolante.

Sindacato Cambio nella categoria degli edili della Cisl Chimica Sempre pi vicino lobiettivo delle 5mila facce

Nuovo segretario alla Filca Per il polo ternano la foto Tosti prende il posto di Cecconi pi lunga del web quasi realt
PERUGIA - Tino Tosti il nuovo segretario generale degli edili dell' Umbria della Cisl. Con lui, in segreteria, Germano Fioriti, Enrico Borri e Emanuele Petrini. Continuit con l'operato del segretario uscente Osvaldo Cecconi, che ha militato nella categoria degli edili per oltre 15 anni (met dei quali alla guida dell'Umbria) e che a causa di nuovi impegni confederali ha dovuto lasciare. A dimostrazione di questo, la riconferma dei membri della passata segreteria. Una rappresentanza per ogni territorio, Perugia, Terni e Foligno, in una struttura fortemente regionalizzata. Una modalit di organizzazione e di lavoro che ha portato tra i molteplici risultati la Filca Cisl di Perugia a diventare per iscritti il primo sindacato. "L'unit fa la forza - ha affermato Tosti - e per questo non apporteremo modifiche alla nostra organizzazione interna, che negli anni passati -grazie alla qualit delle persone impegnate nella Filca Cisl- ha dato all'organizzazione un ruolo da protagonisti nella difesa dei lavoratori del settore e passi in avanti anche in termini di sicurezza nei luoghi di lavoro". Il segretario generale regionale Cisl Umbria Ulderico Sbarra ha ribadito la solidit e la professionalit della categoria degli edili in CiTERNI - La foto pi lunga visibile sul web" l'iniziativa dei lavoratori del polo chimico della Polymer sta per raggiungere l'ambito traguardo che gli organizzatori si erano prefissi. L'obbiettivo delle 5mila persone sulla stessa foto, impresa per il Guinnes dei primati, sta procedendo spedita. Fino a ieri sera le foto utilizzabili erano poco meno di 3mila ma, oggi, la spallata decisiva arriver dagli studenti delle scuole medie superiori che, sfruttando lo sciopero, si recheranno in massa in piazza del Popolo. La vertenza Basell si trascina ormai da 20 mesi, dal febbraio 2010, con l'annuncio della multinazionale americana-olandese di chiudere il sito di Terni. I sindacati, i lavoratori, le istituzioni, le forze politiche non sono state a guardare l'evolversi degli eventi, hanno organizzato e promosso iniziative eclatanti come la marcia di tre giorni da Terni fino in via Molise, a Roma, sotto la sede del ministero dello Svilippo Economico. A dare sostegno e solidariet sono arrivati, nella ormai celebre sala mensa dello stabilimento, i calibri da novanta del sindacato confederale Bonanni (Cisl), Camusso (Cgil) e Angeletti (Uil), oltre al ministro del Welfare Sacconi e al segretario del Partito democratico Bersani. Sembrava che si fosse aperto uno spiraglio per la vendita degli impianti alla newco capeggiata da Novamont, ma il teatrino andato avanti per tutta l'estate. Sui lavoratori, una settantina, pende la spada di Damocle della mobilit, anticamera del licenziamento che dovrebbe scattare dal 1 gennaio 2012 al termine della cassa integrazione in deroga. E' una corsa contro il tempo ma entro la fine del mese dovrebbe arrivare la risposta di Basell sull'intenzione di vendere (o non vendere) il sito alla newco. Novamont, da parte sua, ha gi presentato a palazzo Chigi e alla Regione dell'Umbria un progetto per il rilancio della chimica in piazza Donegani. Ad oggi tutto bloccato e in attesa di chiarimenti i lavoratori, dopo una riunione, hanno deciso di non procedere allo svuotamento degli impianti di Basell. L'iniziativa "metti la tua faccia sulla vertenza del polo chimico ternano" stata salutata dal plauso delle istituzioni locali e in posa, oltre a consiglieri comunali e provinciali, giocatori della Ternana e della locale squadra di rugby. "Vogliamo spostare l'attenzione della vertenza ad un livello pi alto di quello attuale, che non ha prodotto, finora, alcun risultato utile ad una soluzione positiva della vicenda" sostiene il sindacato. Intanto stata contattata la redazione dello "Show dei Record" di Gerry Scotti, che si detta interessata, ma si aspetta il raggiungimento dell'obbiettivo finale. Carlo Ferrante

Filca Segretario Tino Tosti

sl, dalla quale l'intera confederazione attinge idee, proposte e persone. "Una vera e propria ricchezza per tutta la Cisl". Le parole di Sbarra assumono maggiore valore, soprattutto alla luce della propria militanza per anni nella categoria. Gli anni della ricostruzione e dell'elaborazione del Durc lo hanno visto, infatti, alla guida con successo della categoria stessa. Sulla crescita intervenuto anche il segretario generale nazionale degli edili della Cisl Domenico Pesenti, che ha trattato, richiamando il concetto di bene comune, della necessit di porre al centro l'aspetto sociale del modello di sviluppo internazionale. Il segretario ha ribadito con orgoglio la forza del gruppo dirigente umbro.

10 CORRIERE

ECONOMIA
dente Icsim), segue la presentazione delle ricerche da parte di Mario Amendola (Universit di Roma "La Sapienza"). Paolo Severati (Isfol) intervista gli autori: Paolo Naticchioni (Universit di Cassino), Andrea Ricci (Isfol) ed Emiliano Rustichelli (Isfol). Alle 17 inizier la tavola rotonda coordinata dal direttore del Corriere dell'Umbria Anna Mossuto a cui prenderanno parte Gianluca Rossi (assessore alla Programmazione e organizzazione delle risorse finanziarie, umane, patrimoniali e semplificazione amministrativa della Regione Umbria), Giuliana Piandoro (segretario generale della Camera di Commercio di Terni), Lucia Diamanti (Cisl Umbria), Fabio Paparelli (Assessore alle politiche formative e del lavoro della Provincia di Terni), Sandro Piermatti (Assessore allo Sviluppo economico, Universit e ricerca, Politiche comunitarie, Politiche per l'occupazione, Servizi statistici del Comune di Terni), Cecilia Cristofori (Universit degli Studi di Perugia, presidente dei corsi di laurea, facolt di Scienze politiche Sede di Terni) e Lucia Rossi (Cgil Terni). TERNI - (C.F.) Per i contratti di solidariet alla societ delle Fucine, richiesti dall'ad Calderini e dal responsabile del personale Ferrucci, il sindacato vuole vederci chiaro. Ieri mattina i segretari provinciali di Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Ugl, Marcelli, Corpetti, Arca, Olimpieri e Francescangeli con i membri della Rsu (Rappresentanza sindacale unitaria) hanno fatto il punto della situazione dopo l'infruttuoso incontro con la direzione aziendale di Fucine. Per il sindacato non c' equit di trattamento tra i 211 lavoratori. Intanto per il reparto fucine l'azienda chiede 12 ore settimanali, a meccanica 6 ore e per impiegati e quadri 8 ore. "Non la stessa cosa, i sacrifici vanno divisi in parti uguali" tuonano i rappresentanti sindacali. Ormai da diversi anni la societ delle Fucine chiude i bilanci in attivo, e anche l'esercizio finanziario 2010-2011, concluso il 30 settembre, dovrebbe registrare un utile consistente. Inoltre, sempre a parere delle cinque sigle sindacali, a Fucine non scarseggiano ordini e commesse. Dall'1 gennaio dovrebbe essere ripristinato il vecchio tratta-

Venerd 7 Ottobre 2011

Occupazione Tavola rotonda dellIcsim oggi pomeriggio a Terni Meccanica I sindacati vogliono entrano nel merito del contratto

Imprese, mercato del lavoro e futuro Dubbi sulla solidariet alle Fucine
TERNI - Imprese, mercato del lavoro e qualit dell'occupazione: una nuova prospettiva per l'Italia e per l'Umbria?. E questo il titolo del convegno in programma oggi pomeriggio e organizzato dallIcsim (Istituto per la Cultura e la Storia d'Impresa "Franco Momigliano") e dal Comune di Terni presso la sala consiliare del Comune di Terni a partire dalle 16. La discriminazione delle donne sul mercato del lavoro, la diffusione della precariet, la difficolt dei giovani di trovare un'occupazione di buona qualit, i problemi del sistema produttivo. Si tratta di aspetti che la crisi economica ha esasperato, fino a rendere concreto il rischio di un futuro senza prospettive per una buona parte dei lavoratori e molte imprese, in Italia e in Umbria. Per invertire questa tendenza sono necessari interventi concreti a favore dello sviluppo economico, a livello locale e nazionale. Liniziativa vedr la presenza, oltre che degli autori delle ricerche, dei principali protagonisti dell' economia regionale. Il programma prevede lapertura dei lavori (ore 16) da parte di Franco Giustinelli (Presi-

Per lAst Le Fucine producono per Tk

mento del 60% per i lavoratori interessati al contratto di solidariet (attualmente l'80%), una decurtazione salariale non secondaria in aggiunta alla perdita delle maggiorazioni per il turno di notte. Il sindacato, infine, alza la voce per i troppi consulenti che si aggirano tra i reparti e gli uffici della direzione, mentre i lavoratori a libro matricola dovrebbero restare fuori dai cancelli. Luned 10, incontro in Confindustria.

Enogastronomia AllAnuga 2011

Agricoltura Cia a Confagricoltura insieme lanciano lallarme per questa coltura

Eccellenze umbre a Colonia


PERUGIA - La Germania il primo mercato di destinazione delle esportazioni agroalimentari italiane e i prodotti dell'Umbria, forti della loro grande qualit, sono pronti per la sfida e a confrontarsi con un mercato di assoluto livello. All'Anuga 2011, la rassegna fieristica internazionale del settore agroalimentare, tra le pi importanti a livello internazionale, che si terr a Colonia da sabato a mercoled prissimi, parteciperanno oltre 20 aziende regionali. Il Centro estero Umbria (Umbria trade agency) ha organizzato uno stand dedicato ai prodotti umbri nel padiglione Fine Food dove esporranno 11 aziende produttrici di olio extravergine di oliva, tartufo, pasta e farina. Gli altri 13 grandi marchi umbri presenti ad Anuga con stand propri e trattasi di aziende produttrici di olio extra vergine di oliva, salumi, tartufo, prodotti da forno, servizi per il catering, food services, vino pasta, salse e sughi. Il padiglione, realizzato in collaborazione con Umbria Export, per promuovere le aziende dell'agroalimentare ed il territorio, potr contare sulla presenza di uno chef umbro e di un pizzaiolo che ogni giorno prepareranno e faranno degustare i prodotti proposti dalle aziende presenti in fiera. Il Centro estero dell'Umbria partecipa a questa promozione con la realizzazione di una campagna pubblicitaria e con la partecipazione alla "Serata Italiana", cena di gala organizzata dall'Ente fiere dove lo chef Tommaso Barbanera, presidente di Conspoleto, proporr ad un selezionato pubblico internazionale di 1.500 esperti e buyers i migliori prodotti umbri. Queste le aziende umbre presenti nel padiglione Ceu: Antico Frantoio Nunzi sas; C.U.F.R.O.L. S.R.L.; Frantoio Di Spello; Geofoods di Genuardi Giuseppe; Giovagnini S.N.C.; Il Tartufo di Paolo; Industria alimentare Filiberto Bianconi 1947 spa; Molini Spigadoro; Oleificio Melchiorri Gianfranco; Pasta Julia Spa; Valnerina Tartufi Srl.

A rischio il nostro tabacco


Prezzi troppo bassi per i produttori, aziende di trasformazione nel mirino
PERUGIA - Lo spettro dellabbandono della coltura del tabacco sempre pi reale. A lanciare il sasso nello stagno dei silenzi istituzionali sono la Cia e la Confagricoltura dell'Umbria che parlano di un autunno caldo. Nei giorni scorsi - spiegano le associazioni - si tenuta a Citt di Castello, presso l'hotel Le Mura, una riunione molto partecipata di tabacchicoltori umbri; erano presenti in particolare molti soci conferitori delle Cooperative dell'Alto Tevere. Nel corso dell'incontro si discusso delle prospettive di sviluppo del settore tabacco, si sottolineato il pesante ritardo di Agea nel pagamento delle annualit 2010-2011 delle misure agroambientali del Psr e si infine trattato delle ultime novit riguardanti il comparto oltre che dell' andamento produttivo registrato quest' anno in riferimento alla imminente definizione dei prezzi. I produttori hanno tutti dichiarato che, in assenza di un adeguato prezzo di mercato, le aziende non riusciranno a far fronte al consistente aumento dei costi registrato quest'anno, mettendo pericolosamente a rischio il loro reddito e quello dell'indotto. Le imprese di trasformazione - aggiungono - dovranno quindi fornire a tutto il mondo della produzione, senza distinzioni, un segnale chiaro di disponibilit garantendo un adeguato livello dei prezzi. A tal proposito essenziale l'assunzione di responsabilit delle grandi manifatture che hanno pi volte espresso, in sede nazionale, la loro volont di sostenere l' impegno dei tabacchicoltori. Invitiamo queste grandi imprese - hanno dichiarato i dirigenti regionali di Cia e Confagricoltura a dimostrare ora la loro coerenza passando dalle parole ai fatti. Una presa di

Edilizia rurale Scaduto il termine del 30 settembre coltivatori nel caos

Alimentare Se ne parlato in un summit

Difficolt anche a Terni per le variazioni Orzo da birra? Tante opportunit delle categorie catastali dei fabbricati
TERNI - "Anche nella nostra provin- legge. Il decreto ministeriale di attuacia centinaia di agricoltori non han- zione, con la complessa ed inadeguano potuto rispettare il termine del 30 ta modulistica, stato pubblicato sosettembre per la presentazione delle lo il 22 settembre. Confagricoltura di domande di variazione delle catego- Terni ricorda che le procedure di garie catastali dei fabbricati rurali, per- ranzia fissate dallo Statuto del contrich non sono stati messi nelle condi- buente prevedono un intervallo temzioni di adempiere porale di 60 giorni le disposizioni di prima dell'applicalegge". Lo sottolizione dei provvedin e a menti di attuazioConfagricoltura di ne previsti dalla leTerni, che rimarca gislazione tributale conseguenze delria". L'unico risulla mancata prorotato della mancata ga del termine ultiproroga di avviamo, fissato al 30 re un contenzioso settembre. Nei con la pubblica giorni scorsi amministrazione. Confagricoltura Confagricoltura si Nazionale aveva Norme Sugli edifici rurali impegna ad assisollecitato pi volstere gli agricoltote il Governo di prorogare il termine ri che dalla violazione dello statuto ultimo, considerato l'esiguo tempo a del contribuente, subiranno un dandisposizione concesso agli agricolto- no ingiustificato, anche promuovenri. "La richiesta urgente non stata do azioni collettive (class action) per presa in considerazione e cos la gran contrastare ingiustificate richieste di parte degli agricoltori non ha potuto pagamento da parte delle amminiassolvere ad un preciso obbligo di strazioni competenti". posizione che era stata ribadita anche all'incontro in Regione con la II commissione Attivit produttive. "E' evidente a tutti - secondo le due organizzazioni che, senza un segnale forte da parte dell' industria di trasformazione, vi sarebbe un consistente abbandono della coltivazione di tabacco con tutte le prevedibili conseguenze sull' occupazione e sull' intera economia della nostra regione. PERUGIA - Un'alternativa ed un'opportunit. Questo sar sempre pi per l'Umbria la coltivazione di orzo da birra cresciuta in maniera esponenziale nell'ultimo triennio. Se ne parlato in un incontro organizzato da Assocereal Umbria e Confagricoltura Perugia, in collaborazione con Bavicchi spa e Saplo spa del Gruppo Birra Peroni. L'occasione il lancio della campagna orzo da birra 2011-2012 con le proposte di contratto di coltivazione previste dall' accordo Assocereal, Confagricoltura, Saplo. Una cinquantina gli imprenditori agricoli presenti all'appuntamento, un incontro tecnico che apre scenari importanti per l'agricoltura umbra. E' stato Michele Cason, direttore della Saplo, azienda leader del settore, che produce 28mila quintali d'orzo e ne lavora 500mila all'anno, ad illustrare le numerose opportunit di crescita di questo tipo di coltura. "Perch l'orzo e non il grano duro? - ha esordito Gason. "Innanzitutto perch la birra dopo il t la bevanda pi venduta al mondo, poi perch una produzione sino a qualche tempo fa da sempre considerata di "nicchia" si sta configurando come una validissima alternativa alle colture invernali tradizionali. L'orzo, dopo frumento ed il mais, puntualizza Confagricoltura Umbria, rappresenta un cereale di grande importanza per l'agricoltura umbra. La resistenza, l'adattabilit e la precocit, stato detto durante l'incontro, rappresentano i suoi principali punti di forza.

Venerd 7 Ottobre 2011

PERUGIA

17 CORRIERE

Lasta inserita nel piano alienazioni della prossima manovra. Lotta ai furbetti delle case popolari

Scatta la vendita delle quote Gesenu


Le anticipazioni del Bilancio: il 20% per ottenere 15 milioni di euro
Nicola Bossi PERUGIA - E' gi tempo di decisioni importanti, per non dire fondamentali, per mettere le basi al futuro bilancio 2012 del Comune che si annuncia tra i pi difficili della storia dopo i tagli ulteriori ai budget - altri 8 milioni all'anno - e l'innalzamento del Patto di Stabilit per fronteggiare la crisi internazionale. Luned prevista la riunione di maggioranza: allo stesso tavolo siederanno giunta e rappresentanti di centrosinistra per fare il punto sulla situazione (che sar breve per la sua drammaticit) e allo stesso tempo capire se c' una linea comune sul come e dove reperire nuovo risorse per mantenere i servizi al cittadino e un minimo di investimenti. Uno dei punti cruciali per il bilancio 2012 sar quello del pacchetto azionario del colosso dello smaltimento dei rifiuti Gesenu. Il Comune ne detiene qualcosa come il 45 per cento. L'idea quella di mettere in vendita almeno la met dei titoli di Palazzo dei Priori. Non sar un'operazione a svendere perch l'ente all'acqua alla gola, ma secondo i politici e gli uffici sarebbe una grande opportunit. Da una stima molto ufficiosa si parla di un valore almeno di 15 milioni di euro per quanto riguardo il 20 per cento delle azioni da vendere. Se l'asta andr a buon fine, c' un capitolo del governo che ai comuni virtuosi, che alienano quote di societ partecipate, consente di spendere un tot di risorse oltre la quota del Patto di Stabilit. Insomma si acquisiscono nuove risorse senza in-

Abbonamenti mensili, s allipotesi dei 50 euro

In breve

Ztl, accordo sui parcheggi a prezzo scontato: 2 ore al d


PERUGIA - Si sta allargando in queste ore la collaborazione tra l'assessore alla Mobilit Roberto Ciccone e la Sipa - societ che gestisce i parcheggi a pagamento - che ieri mattina si sono confrontate su nuove iniziative per parcheggiare a tariffe agevolate nei parcheggi ai piedi del centro storico. Tutto questo per supportare il nuovo Piano di Zona a Traffico Limitato che ha dato un ulteriore giro di vite ai veicoli in transito nell'acropoli, tagliando un migliaio di pass ai non residenti. Durante l'incontro si trovati la quadra per il parcheggio a 2 euro per colore che usufruiranno della sosta in piazza Partigiani e in piazzale Europa dalle ore 20 alle 2 (cos si compensa l'orario di chiusura al Situ previsto per le 22). La novit invece riguarda il lancio di speciali abbonamenti mensili a 50 euro per parcheggiare tutto il giorno, senza distinzione di fascia oraria, da destinare ai dipendenti di attivit dell'acropoli, ma anche alle categorie mediche e professionali (avvocati su tutti) con studio in periferia ai quali stato tolto il vecchio pass con il nuovo Ztl. Con lo speciale abbonamento i professionisti pagheranno meno di 8 euro al giorno, contro i 15 della tariffa ordinaria.
Al lavoro In Comune si discute sul bilancio

Differenziata
PERUGIA - E' stato approvato dalla giunta il progetto di integrazione della raccolta differenziata a Ponte San Giovanni e il miglioramento del servizio nel centro storico. "L'avvio del nuovo sistema a Ponte San Giovanni - ha ricordato l'assessore all'Ambiente, Lorena Pesaresi - possibile grazie al contributo finanziario straordinario della Regione.

Biomasse
PERUGIA - Ok della giunta giunta alla bozza per la costituzione dell'Associazione temporanea di scopo (Ats) per lo sviluppo di un nuovo sistema di climatizzazione di edifici artigianali in ambito urbano basato sulle fonti energetiche rinnovabili" a SantAndrea delle Fratte.

ventarsi chiss quali manovre da lacrime e sangue. Al Comune resterebbe della Gesenu un buon pacchetto di azioni che servir per continuare a vigilare sui costi del servizio in bolletta. L'azienda perugina dovrebbe essere quotata in borsa entro il 2012. Altro capitolo doloroso, ma gi ampiamente annunciato: la maggioranza dovr esprimere un'opinione definitiva sia sullintroduzione della tassa di soggiorno rivolta ai turisti ma da far applicare ai "nostri" albergatori che l'aumento dell'0,1 per cento delladdizionale Irpef. Un balzello che ha suscitato un coro di no sin dal suo annuncio: critiche che si sono replicate quando Palazzo dei Priori ha iniziato a parlarne con i toni dellufficialit.

La replica

Sistema antiportoghesi, Minimetr risponde


PERUGIA - La minimetr risponde alla lettrice che aveva criticato i venti minuti di stop del biglietto contro i portoghesi. "La procedura antielusione - scrive la societ - in vigore dal primo giugno, stata ampiamente comunicata sia attraverso i mass media locali che mediante messaggi presso le stazioni del minimetr. Cogliamo l'occasione per ricordare che tale iniziativa antielusione stata assunta da questa societ, in linea con le indicazioni fornite dall'amministrazione comunale, per contrastare il rilevante fenomeno del "passaggio" dei titoli di viaggio tra i passeggeri. In relazione a quanto segnalato dalla signora Simona Frillici che evidenzia una sistematicit di utilizzo in breve tempo del minimetr, facciamo presente che sul biglietto "multicorsa" (10 corse - validit di 1 anno dalla prima convalida) non attiva l'azione antielusione. Inoltre, tale titolo di viaggio, consente anche un risparmio economico riducendo il costo della singola corsa da euro 1,50 a 1,29 (over 65 da 1,20 a 1,11).

Se la tassa di soggiorno ormai entrata nell'immaginario collettivo e si cercher di far pagare quei turisti che possono permettersi un soggiorno con "molte stelle"; sull'addizionale Irpef non mancher dibattito. Anche in questo caso lincremento delluno per mille, su una percentuale che gi tra i massimi nazionali, non passer inosservato. Da sinistra si chiede almeno il mantenimento della fascia di esenzione che il Comune ha adottato sempre in questi anni elevandola anche oltre i redditi minimi previsti dalla legge. Si parla di 20mila persone. Su questo i partiti di riferimento daranno battaglia. Infine, caccia ai furbetti che con falsi Isee si prendono agevolazioni e case popolari.

Santucci
PERUGIA - Ricordare la grande figura di Giacomo Santucci. Oggi alle 16,30 alla sala dei Notari, il grande convegno con il sindaco Boccali, seguito da interventi dei familiari. Poi, la lettura della memoria del professor Giacomo Cives e la relazione "Giacomo Santucci: Profilo di un' esperienza educativa", tenuta da Luisa Proietti, docente di Didattica della Storia, e da Barbara Cesarolo.

RIMETTERSI IN FORMA
Non ce solo la palestra per tenersi in forma
...venite a provare

le nostre attivit

IN ACQUA!
Scuola Nuoto ADULTI
Scuola Nuoto Acquafitness e Hydrobike Nuoto libero controllato Pallanuoto amatoriale e avviamento allagonistica
A.S.D. BLUWATER
Piscina Comunale Bastia Umbra - tel. 075.8019392 www.piscinacomunalebastiaumbra.it mail: asdbluwater@com-com.it

PRIMA

DOPO

Venerd 7 Ottobre 2011

PERUGIA

19 CORRIERE

Solo disturbi border line della personalit per luomo che fece a pezzi il genitore

Il parricida sano di mente


La perizia: Leandri capace di intendere e di volere, pieno dodio per Olinto
Elio Clero Bertoldi PERUGIA - Uccise il padre per un odio profondo, che affondava, probabilmente le sue radici fin nell'infanzia, ma era perfettamente sano di mente. Nessuna malattia mentale che abbia scemato, un poco o grandemente, la sua capacit di intendere e di volere. A queste conclusioni sono approdati i periti di ufficio (il professor Giovan Battista Traverso, Davide Lazzari e Mauro Bacci), che hanno sondato la personalit e la psiche di Antonio Leandri, il professore, accusato di aver ucciso a colpi di martello il padre, il 30 novembre di un anno fa e di averne poi sezionato il cadavere, spargendo i macabri resti per i monti e i boschi dell'Umbria (in particolare il Monte Tezio e il Monte Peglia). Le conclusioni dei ctu sono state immediatamente definite "sorprendenti" dai difensori dell' imputato (gli avvocati Luca Gentili, Claudio Lombardi e Adele Lerose) e dai loro periti di parte (tra i quali il criminologo Francesco Bruno). La perizia, depositata due giorni fa, recita: "Giunti a questo punto, diagnosticato, sia in accordo con le risultanze delle conclusioni l'esame clinico che con le risultanze dei reattivi mentali di personalit e grafici somministrati, il periziando come soggetto portatore, al momento dei fatti, di un accentuato disturbo di personalit con tratgnato da cronici sentimenti di rabbia (sino al vero e proprio odio) nutriti dal periziando verso l'ormai anziano genitore e compiuto in un momento di "discontrollo" e di grande turbamento emotivo, nel corso di un litigio in riposta ad un ennesimo attacco paterno percepito dal periziando come "devastante ed intollerabile..." Ed ecco la conclusione: "Esaminati gli atti, visitato il periziando, acquisita la documentazione medica... A- al momento dei fatti Antonio Leandri era affetto da disturbo di personalit non altrimenti specificato, costituito in prevalenza da tratti afferenti al Cluster b del Dsm ivtr soprattutto narcisistico e poi borderline ed istrionici, ma anche da alcuni tratti afferenti ai disturbi schizoide-schizotipico. B- Pur conferendo valore di "infermit" al disturbo psichiatrico appena descritto, si ritiene che tale infermit, al momento dei fatti non fosse di gravit tale n da scemare grandemente, n tanto meno da escludere la capacit di intendere e di volere del periziando in relazione ai delitti commessi". "Tutto questo - replica l'avvocato Luca Gentili - si scontra con quanto affermato da tutti i familiari e i conoscenti di Antonio Leandri. E questo a parte l'evidente contraddizione tra l'uso dell'aggettivo "accentuato" e l'esclusione della gravit nelle conclusioni. I difensori, che hanno incontrato oltre trenta volte il Leandri in carcere, confortati dal giudizio del professor Bruno, sono veramente esterrefatti". Se la relazione dei ctu venisse accolta per il professore ci sarebbe un processo del tutto normale in cui ci sarebbe da calibrare e quantificare soltanto la condanna. L'insegnante di educazione fisica era stato arrestato il 12 gennaio scorso dai carabinieri del reparto operativo del comando provinciale (diretto dal colonnello Pierugo Todini e dal capitano Giovanni Rizzo). Confessando il reato al pm Claudio Cicchella, Leandri aveva dichiarato, tra l'altro: "Mi ha detto sei una nullit, sei una m..., come faceva sempre. Allora ho pensato di dargli una lezione". Poi aveva aggiunto: "L'ho colpito con una mazzetta da muratore, ma mi sono subito pentito. Non volevo ucciderlo". Tuttavia dalla camera da letto aveva trasportato il cadavere del padre nella vasca da bagno e qui lo aveva "depezzato" con un grosso coltello da macellaio. Una volta completato l'orrendo lavoro, per pi di una settimana, il professore aveva compiuto viaggi per disperderne i pezzi nei boschi. Quindici giorni pi tardi si era presentato alla polizia denunciando la scomparsa dell'anziano genitore. Solo per caso, una domenica mattina, un gruppetto di ciclisti si era imbattuto sul Monte Tezio, su alcuni pezzi del cadavere ed aveva lanciato l'allarme.

La prossima settimana il via

Eurochocolate In prefettura il piano della sicurezza


PERUGIA - In vista dell'avvio di "Eurochocolate 2011", ieri mattina in prefettura si riunito il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica allargato, oltre che agli organizzatori, a tutti i soggetti istituzionalmente coinvolti nell' evento, secondo i rispettivi ruoli. Nel corso dell'incontro presieduto dal prefetto di Perugia, Enrico Laudanna - sono stati presi in esame i diversi profili e le articolate esigenze della manifestazione e si proceduto alla coordinata attribuzione dei corrispondenti compiti operativi. Ossia il questore di Perugia, quale autorit tecnica provinciale di pubblica sicurezza ed i vertici delle altre forze di polizia, la Regione dell'Umbria, i Comandanti della polizia stradale, dei vigili del fuoco, della polizia provinciale e delle polizie municipali di Perugia e di Corciano, i rappresentanti di Anas, Umbria tpl e mobilit, Minimetr, Trenitalia, Enac, Asl, 118 e della Croce rossa. Intanto la minimetr spa comunica che, in occasione di Eurochocolate , l'orario di esercizio del Minimetr sar prolungato nei giorni di sabato 15 e 22 ottobre dalle ore 21,05 alle ore 22,45, mentre nelle domeniche 16 e 23 ottobre dalle ore 20,15 alle ore 21,15.

Parricida Leandri accusato di aver ucciso il padre

ti del Cluster B secondo il Dsm iv -tr" - sarebbero i disturbi borderline, istrionici e narcisistici di personalit - "con l'aggiunta di qualche tratto schizoide / schizotipico (il periziando appare pi marcatamente caratterizzato da tratti narcisistici con prevalenza della dimensione della "Vulnerabilit / Sensibilit: un narcisismo, dunque, del tipo "ipervigile" pi che del tipo "inconsapevole", ma anche taluni tratti "borderline" non-

ch isterico / istrionici) verosimilmente aggravato in qualche misura da una condizione depressiva collegata al "lutto" relativo alla perdita della madre", deceduta l'8 maggio 2009, ed interpretato il gesto delittuoso come sicuramente favorito, almeno in una certa misura, dalla summenzionata condizione psicopatologica, che inglobava in s, specificamente un rapporto padre-figlio da sempre gravemente conflittuale, accompa-

Ferro di Cavallo, Progetto della Cna in compartecipazione con Palazzo dei Priori la palestra del volley
PERUGIA - E' stato approvato ieri in giunta l'affidamento della gestione della palestra di via Gregorovius, a Ferro di Cavallo, all'associazione Asd Sirio Perugia Volley per la durata di un anno. "Si ricomincia con rinnovato slancio e su richiesta della ricostituita societ della Asd Sirio - ha sostenuto l'assessore allo Sport Ilio Liberati nel presentare la delibera che, prioritariamente, intende privilegiare l'attivit del settore giovanile.- E' una ripartenza analoga a quella di quaranta anni fa, della quale fu protagonista padre Aldo Falini. Tra le clausole che dovr rispettare il gestore, l'utilizzo gratuito da parte del Comune per 13 giornate l'anno e spazi a disposizione gratuita della Lambruschini e della Da Vinci. Una filiera formativa dell'eccellenza umbra per vincere sui mercati internazionali e rilanciare l'economia. Questa una delle proposte lanciate nel corso dell'affollato incontro tra gli artigiani della Cna e il sindaco di Perugia. "La crisi sta diventando insostenibile, dobbiamo urgentemente trovare misure di contrasto, e queste si possono attivare anche a livello locale". Ne convinto Fabrizio Salvanti, vice presidente provinciale della Cna, che di fronte a una sala gremita ha illustrato a Boccali e all'assessore Cardinali le proposte dell'associazione. Rivitalizzazione dei centri storici, delle aree dismesse e delle zone industriali, creazione di una 'Scuola dei mestieri artigiani', rilancio

Spunta la scuola degli artigiani

Nasce la citt solidale Venticinque anni di storie


PPERUGIA - Venticinque anni fa, mosso il convegno dal titolo "In su espressa volont dell'allora ar- ascolto della sofferenza, cammicivescovo di Perugia Cesare Paga- nando insieme per costruire una ni, la Caritas diocesana diede vita citt solidale". Il convegno si ad un'associazione con lo scopo tenuto a Perugia, ieri pomeriggio, di coordinare i vari gruppi di vo- presso l'ospedale Santa Maria dellontariato ecclesiale impegnati la Misericordia - Facolt di Medinel sostegno agli cina e Chirurgia, anziani, malati, al quale hanno Il convegno dedicato portatori di hanportatoil saluto allimpegno profuso dicap, detenuti, dallassociazione perugina l'arcivescovo e promuovere monsignor Gualdi volontariato tempi formativi tiero Bassetti e in un quarto di secolo ed essere strul'assessore alle mento di collegamento con gli en- Politiche sociali del Comune di ti pubblici presenti nel territorio. Perugia Andrea Cernicchi. "L' Stiamo parlando dell'associazio- ascolto e l'incontro con la sofferenne perugina di volontariato, me- za - spiegano i promotori del conglio conosciuta attraverso la sua vegno - nasce da un cuore che sigla: "Apv". In occasione del suo ama, da un cuore che attento "giubileo" l'Archidiocesi ha pro- alle persone.

Il sindaco, componenti di giunta e Cna a confronto

dell'universit e della cultura, lotta all'evasione e riforma fiscale: queste per la Cna le priorit su cui lavorare. E ancora: Sulle aree industriali abbiamo fatto grossi sforzi per promuovere S. Andrea

delle Fratte. Ma la riqualificazione va estesa anche alle aree industriali dei 'ponti'. Quindi la creazione, proprio col Comune, di una 'Scuola dei mestieri artigiani', a partire dalla moda.

Venerd 7 Ottobre 2011

TRASIMENO

21 CORRIERE

Magione Vigili del fuoco in azione per liberare la donna dalle lamiere

In ospedale dopo uno scontro


Pauroso frontale lungo la strada che attraversa labitato di Case Nuove Una ragazza ricoverata con fratture multiple e una prognosi di 40 giorni
MAGIONE - Momenti di paura, ieri mattina nella frazione Case Nuove di Magione per un incidente stradale che, sulle prime, ha fatto addirittura temere il peggio. Due veicoli si sono scontrati frontalmente e i conducenti, rimasti invece feriti, sono stati ricoverati presso il Santa Maria della Misericordia di Perugia. Il sinistro avvenuto pochi minuti prima delle nove, quando una Peugeot condotta da una giovane perugina ha invaso la carreggiata opposta . Dallaltra direzione proveniva il furgone guidato da un quarantenne residente in zona. Limpatto stato violento nonostante i veicoli viaggiassero a velocit moderate. Immediati i soccorsi: sul posto, oltre ai medici del 118, si sono recati i carabinieri del nucleo radiomobile di Citt della Pieve e gli agenti della polizia municipale di Magione. A causa dellimpatto, per, i veicoli sono rimasti talmente danneggiati da richiedere l'intervento dei vigili del fuoco del comando di Perugia per estrarre la donna rimasta incastrata fra le lamiere della Peugeot. I due feriti sono poi stati trasportati allospedale di Perugia, dove sono stati accolti al pronto soccorso prima e nel reparto di ortopedia poi. I traumi pi gravi sono stati riportati dalla donna: fratture multiple e scomposte giudicate guaribili in quaranta giorni. Anche il conducente del furgone ha riportato una frattura considerata guaribile in due settimane. Tutte da definire le cause dell'incidente adesso al vaglio dei carabinieri che hanno effettuato i rilievi, lauto condotta dalla donna ha invaso la carreggiata opposta forse a causa di una distrazione o per cause accidentali da stabilire. La conducente comunque risultata negativa a tutti i test di rito, non era quindi alla guida n sotto l'effetto di alcolici n tanto meno di droghe. Il traffico nella piccola frazione magionese ha subto dei rallentamenti sino alla completa rimozione dei mezzi, gli agenti della municipale si sono occupati della viabilit che tornata alla normalit intorno alle 10,30. Sara Minciaroni

Costituito ieri Consenergiagreen

La Valnestore vede il parco fotovoltaico ancor pi vicino

Limpatto La Peugeut si incastrata nel furgone

Laccordo I quattro firmatari dellintesa per il consorzio

Panicale

Domani e domenica il centro operativo sar fissato a Tavernelle

Esercitazione per i volontari della Croce rossa


PANICALE - Fine settimana di impegni per ial comitato Valnestore della Croce rossa italiana che sabato e domenica terr un'esercitazione-addestrativa di soccorso sanitario. Centro operativo sar piazzale Amendola, a Tavernelle, dove verr allestito un piccolo campo base operativo dalle 7 alle 24 che servir anche a dare fornire informazioni sulle attivit della Cri e a raccogliere adesioni per il nuovo corso base per aspiranti volontari. Sul posto si alterneranno 23 equipaggi provenienti da tutta la regione, con una presenza di otto equipaggi ogni mezza giornata, per un coinvolgimento complessivo di duecento volontari. Gli equipaggi in ambulanza dovranno effettuare il soccorso pi appropriato, riconoscere le patologie e applicare i relativi protocolli di intervento in urgenza-emergenza in pi punti del territorio, dove saranno simulate scene di emergenza. Lattivit verr svolta nei centri storici di Panicale, Piegaro e Tavernelle, presso il parco piscine intercomunali di Tavernelle, nellarea industriale Potassa, nellarea verde del santuario di Mongiovino, nellarea del lago di Pietrafitta, nell'area verde di Castiglion Fosco e nella zona Acquaiola Gratiano. Michele Marzoli

Castiglione del Lago Lappuntamento al Club velico

Pronto un progetto per valorizzare il parco


CASTIGLIONE DEL LAGO - Il Parco del Trasimeno, come gli altri parchi dell'Umbria, una risorsa di grande valore paesaggistico e ambientale, che pu essere protetta e valorizzata anche attraverso attivit sportive compatibili con il suo ecosistema. E' questa l'idea alla base dell'iniziativa "Parchi attivi", che domani approda a Castiglione del Lago, dove a partire dalle 10, presso il locale Club velico, per iniziativa della Regione e del Servizio parco della Comunit montana, sar presentato lo specifico progetto di valorizzazione riguardante il Parco del grande lago umbro, predisposto nell'ambito dell'iniziativa regionale. Il progetto, si legge in una nota, " indirizzato al potenziamento di un uso attento e consapevole delle tematiche ambientali, con finalit educative, formative e di sviluppo locale", da realizzare attraverso l'organizzazione di alcune manifestazioni dedicate a discipline sportive in sintonia con le risorse naturali e la biodiversit, vale a dire, nel caso del Trasimeno, la vela, il kitesurf, la canoa e altri sport "verdi" come il podismo, il ciclismo, il nordic walking e l'equitazione. Alla presentazione interverranno, oltre al sindaco ospite, Sergio Batino, i dirigenti regionali del Servizio aree protette, Paolo Papa, del Servizio Sport e tempo libero, Mauro Pianesi, e del Servizio Turismo, Antonella Tiranti, lo zoologo della Provincia di Perugia, Francesco Velatta. il dirigente della Comunit montana, Louis Montagnoli. Dopo la presentazione del progetto prevista alle 13 l'iniziativa "I sapori del Parco", in collaborazione con Slow food Umbria. Seguiranno, a partire dalle 14.30, gli interventi di Massimo Coltella, direttore e allenatore del Club velico castiglionese, Lorenzo Carloia, velista di chiara fama (vincitore, tra l'altro, del campionato italiano match race 2011), Enrico Cortona, presidente della Scuola di Kitesurf Asd, Luca Falchetti, presidente del Canoa club di Perugia, Giovanni Farano, refe-

Trasimeno Natura e sport a braccetto

rente per l'annuale manifestazione "Strasimeno". Parteciperanno alla giornata anche numerosi operatori turistici. Per l'occasione sar possibile anche visitare una mostra relativa ai siti "Natura 2000", cio quelli classificati a livello europeo come Sic (Sito d'importanza comunitaria) e Zps (Zona di protezione speciale). E' questo il caso del Trasimeno.

PIEGARO - Provincia, Comuni di Piegaro e Panicale e Comunit montana hanno compiuto un ulteriore passo ufficiale per lo sviluppo della Valnestore nel campo delle energie alternative e rinnovabili. Ieri pomeriggio stato costituito ufficialmente presso la sala Pagliacci della Provincia Consenergiagreen - Consorzio per lo sviluppo delle energie rinnovabili nell'area dellex Centrale Enel di Pietrafitta. Si tratta di un organismo associativo tra enti locali senza rilevanza economica che provveder a esercitare tutta una serie di attivit finalizzate al sostegno dei progetti di sviluppo nella Valnestore. A siglare ufficialmente la nascita del consorzio erano presenti il vice presidente della Provincia Aviano Rossi, il sindaco di Panicale Luciana Bianco, il sindaco di Piegaro Andrea Caporali e Andrea Marchesini in rappresentanza della Comunit montana Trasimeno-Medio Tevere. "In un momento particolarmente difficile come quello che stiamo attraversando - ha commentato il vice presidente la Provincia deve pensare a una riqualificazione che sostenga uno sviluppo che non vada solo nella direzione dellinvestimento produttivo in senso stretto, ma che tenga conto anche del rispetto ambientale. La costituzione di questo consorzio - ha continuato - un atto che nel metodo e nelle intenzioni, consente di superare quella tipologia di produzione di energia tipi-

Provincia, Comunit montana e Comuni di Piegaro e Panicale siglano laccordo

ca del territorio che non ottemperava certo alle esigenze di tutela dell'ambiente. Legittima la soddisfazione espressa dal sindaco di Panicale Bianco che ha parlato dellavvio di un progetto che oltre alla realizzazione di un impianto fotovoltaico permetter di recepire risorse economiche da destinare alla ripresa economica di tutta l'area dellex centrale Enel di Pietrafitta. Questultimo aspetto stato sottolineato anche da Caporali che nellesprimere una valutazione positiva ha parlato dellesempio fornito dal territorio nel voler procedere lungo la strada della produzione di energia da fonti rinnovabili. Positivo infine il giudizio di Marchesini, il quale ha parlato di un progetto in linea con le politiche svolte dalla Comunit montana in termini di tutela e protezione ambientale. Nel dettaglio, il consorzio tra le proprie finalit prevede anche il rafforzamento della competitivit del sistema energetico e di contribuire al raggiungimento degli obiettivi previsti dal protocollo di Kyoto, accrescendo cos l'efficienza energetica per aumentare la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili. Un insieme di obiettivi che saranno raggiunti attraverso un'organizzazione snella in cui prevista un'assemblea, un revisore dei conti e un amministratore. Ruolo, quest'ultimo che sar ricoperto dal vice presidente della Provincia, Aviano Rossi.

22 CORRIERE

ASSISI - BASTIA UMBRA

Venerd 7 Ottobre 2011

Ennio Piccardi era uscito per fare un giro ed era a pochi chilometri da casa

Muore travolto da un furgone


Impatto fatale per un uomo di 78 anni in bicicletta
ASSISI - Morire mentre tranquillamente si va in bicicletta in una calda mattina dottobre, sulla strada che da Petrignano dAssisi porta a Bastiola: successo ieri mattina, la vittima Ennio Piccardi, 78 anni (residente alle porte di Bastiola, in via Ceppaiolo), che per cause e responsabilit ancora al vaglio dei carabinieri di Assisi e Petrignano, morto nellimpatto fra la sua bici e un furgone condotto da un albanese di 39 anni, risultato negativo ai controlli per alcol e droga. La tragedia avvenuta lungo un tratto di strada pianeggiante adatto per chi, e nella zona sono molti, a prescindere dallet vuole fare una passeggiata in bicicletta. L'impatto con il furgone e la violenta caduta al suolo sono stati fatali per il settantottenne ciclista che, sbalzato dalla bici, ha fatto un volo di circa dieci metri per poi sbattere violentemente la testa sullasfalto: le condizioni delluomo sono apparse subito gravissime, i soccorritori del 118 giunti sul posto hanno cercato di rianimarlo e stabilizzarlo; tutto stato inutile, l'anziano deceduto poco dopo l'arrivo dei paramedici. Secondo i primi rilievi dei carabinieri che ora dovranno far luce sulla vicenda, sembra che luomo stesse viaggiando in sella alla bici in ordine del suo senso di marcia, allineato sul bordo destro della carreggiata: lincidente sarebbe dunque stato una tragica fatalit, ma i militari stanno per ricostruire lesatta dinamica del sinistro per individuare eventuali responsabilit: per ora lunica certezza che lalbanese alla guida di un furgone Fiat Iveco Daily in cui era presente anche la moglie, risultato negativo ai test per droga e alcol che in casi del genere sono di prassi. La morte di Piccardi riapre le polemiche sulla pericolosit di viale Indipendenza, pi volte teatro di incidenti, mortali e non, comunque tutti piuttosto gravi: una situazione insostenibile per i residenti, che nei mesi scorsi avevano firmato una petizione affinch si intervenisse per limitare la velocit delle auto e delle moto lungo quel tratto di strada (fermo restando che non chiaro se la velocit abbia qualcosa a che fare nel sinistro di ieri). Istanze non ascoltate, richieste che ieri mattina sono riemerse a pochi metri di distanza da dove un uomo ha perso la vita: i cittadini vogliono risposte alle loro sollecitazioni, chiedono che gli enti preposti - anche approfittando dell'assenza di ostacoli, visto che la strada costeggia solo terreni di propriet di concittadini che forse sarebbero disposti a cederne un po' in cambio di una maggiore sicurezza - costruiscano un marciapiede, una corsia di sicurezza o una pista ciclabile, comunque un qualcosa che metta i pedoni e i ciclisti ai riparo da pericoli, e da una conta di incidenti che, di sinistro in sinistro, aumenta sempre pi. Flavia Pagliochini

Zona industriale di Santa Maria degli Angeli

Sviluppo delle aziende e riqualificazione dellarea


ASSISI - Seduta di giunta comunale, ieri, con alcuni atti fondamentali - scritto in una nota dell'amministrazione comunale per lo sviluppo economico del territorio di Assisi. In particolare, su relazione dell'assessore Moreno Fortini stato approvato il piano particolareggiato esecutivo della zona industriale di Santa Maria degli Angeli. Si tratta spiega il sindaco Claudio Ricci di una variante di aggiustamento al fine di consentire un adeguato sviluppo delle aziende e riqualificazione delle aree, migliorando parcheggi e zone verdi e, in particolare, una maggiore flessibilit di utilizzo delle superfici non solo a fini produttivi ma, anche, a fini commerciali e servizi. Anche con questa azione concreta aggiunge l'assessore Fortini - si favorisce la nostra economia locale che, pur in una difficile situazione nazionale ed internazionale, mostra intatta la sua capacit di sviluppo ed innovazione. Non a caso - conclude l'assessore, nel congratularsi anche con la famiglia Brufani per il recente ricono-

La tragedia Il corpo delluomo stato sbalzato pi di dieci metri lontano rispetto al punto dellimpatto

La curiosit

Sindaco Claudio Ricci

Polemiche e veleni al Comune di Oratino

Sindaco non autorizzato ad Assisi


ASSISI - Un sindaco non autorizzato alle celebrazioni in onore di San Francesco dei giorni scorsi. Maurizio Varriano, ex assessore del piccolo comune molisano di Oratino, avrebbe infatti indossato abusivamente la fascia tricolore durante i festeggiamenti in onore di San Francesco che si sono tenuti qualche giorno fa ad Assisi. A denunciare l'incredibile episodio sono stati alcuni consiglieri di opposizione, secondo i quali durante gli incontri istituzionali Varriano aveva rappresentato lamministrazione comunale con tanto di fascia tricolore senza averne alcun titolo, poich era stato assessore solo per qualche settimana ed era stato sollevato dall'incarico a fine settembre (come comunicato dallo stesso sindaco); quindi prima del 4 ottobre, giorno in cui si sono tenute le solenni celebrazioni per il patrono d'Italia.

scimento avuto in occasione dei 50 anni di attivit - i tre imprenditori al vertice della Confindustria umbra (Ernesto Cesaretti, Luca Tacconi e Anna Maria Baldoni) sono espressione del nostro territorio. Su relazione dell'assessore Lucio Cannelli stato approvato il progetto esecutivo e l'indizione della gara d'appalto della riqualificazione del campo sportivo di Viole: le opere, i cui lavori dovrebbero cominciare all'inizio del 2012, includono l'allargamento del campo, la riqualificazione generale dell'impianto, l'illuminazione e il manto in erba naturale.

Il tema, tanto caro a papa Benedetto, al centro di due incontri Gita in Toscana e Liguria Far west urbanistico La Pro loco fa rotta senza la dovuta vigilanza su Lucca e La Spezia
Cianetti sul presunto abuso di Rivotorto

Custodire la terra con amore


ASSISI - Il tema della custodia del creato al centro colare ai catechisti, a tutti coloro che operano nella dei due incontri organizzati dalla commissione per i societ civile, nelle associazioni e nell'insegnamento. problemi sociali e del lavoro e la salvaguardia del Ospite di entrambi gli incontri sar il coordinatore creato e dell'Ufficio catechistico della diocesi di Assi- nazionale della rete interdiocesana sui Nuovi stili di si-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, anche in vista del vita, don Adriano Sella della diocesi di Padova. ritorno di papa Benedetto XVI ad Il tema della salvaguardia del creAssisi il prossimo 27 ottobre. ato - afferma Stefania Proietti, reL'incontro La terra: un giardino Al centro del confronto sponsabile per la salvaguardia del da custodire con amore. Nuovi sti- ci saranno le tematiche creato nella Commissione diocesali di vita per una rinnovata dignit na - , oggi pi che mai, urgente e del lavoro, in programma per dei nuovi stili di vita imprescindibile, come ricorda con questa sera alle ore 21 presso il parole nitide Papa Benedetto XVI Santuario di Rivotorto e sar dedicato in particolare ai nella Caritas in veritate. Come commissione diocesagiovani e ai ragazzi del progetto Policoro, ma sar na preposta a questi temi siamo profondamente conanche aperto a tutti coloro che vogliono condividere vinti che la prospettiva Cristocentrica della custodia un momento di formazione e di approfondimento su del creato e della natura pu essere la leva per una queste tematiche. rivoluzione culturale, di pensiero e di azione, dalla Domani alle 10 nella Sala del trono della Curia dioce- quale possono scaturire concrete soluzioni alla crisi sana si svolger invece Custodire il creato: rinnovare ambientale senza precedenti che stiamo vivendo a le pratiche, dedicato agli operatori pastorali, in parti- tutti i livelli.

ASSISI - Presunto abuso edilizio di Rivotorto, Carlo Cianetti replica all'assessore Moreno Fortini: La vicenda - scrive il consigliere di minoranza solleva l'inquietante sospetto che questa amministrazione comunale sia solita autorizzare piani di recupero senza neanche effettuare preventivi sopralluoghi. Senza la dovuta vigilanza e autorizzando a posteriori gli abusi, come stato fatto nel caso specifico di Rivotorto, si rischia di trasformare il territorio in un Far west urbanistico e si va contro gli elementari principi di legalit e corretta amministrazione, senza contare che la giunta dimostra molta trascuratezza. Sempre Cianetti plaude anche il contributo dei cittadini di Assisi - 600 firme raccolte grazie all'impegno di Sel, Idv e Sinistra Critica - al referendum per abolire l'attuale legge elettorale, segno - scrive il consigliere - che la gente vuol mandare a casa Berlusconi e il suo litigioso governo e vuole che i parlamentari vengano scelti dagli elettori e non designati dalle segreterie dei partiti, che le maggioranze siano reali e cio rappresentino la grande parte dei cittadini.

BASTIA UMBRA - Destinazione Liguria e Toscana per la gita che lassociazione Pro loco organizza per il secondo week end di ottobre. La due giorni, con partenza per la mattina di sabato 15 e rientro nella serata di domenica 16, toccher le citt di La Spezia e Lucca con un itinerario inconsueto e particolarmente interessante. A La Spezia, splendida citt che si affaccia sul mar Ligure, prevista una visita all'Arsenale militare navale, con visita guidata di un'unit navale a disposizione e del Museo tecnico navale marittimo. Nella bellissima citt toscana di Lucca, ricca di arte e storia, si visiteranno il centro storico, il museo Giacomo Puccini e la casa natale del famoso compositore, appena riaperta al pubblico. Modici i prezzi e comprensivi di tutto, per vivere insieme due giorni d'autunno all'insegna della conoscenza di altre realt territoriali e della gastronomia tipica. Per informazioni e prenotazioni: 075.8011493/335.6789383 oppure segreteria@prolocobastia.it.

Cannara Il sindaco Petrini e lassessore Trombettoni hanno pi di un motivo per essere soddisfatte

Bilancio in attivo per lattivit del museo


CANNARA - A quasi un anno dalla stipula della convenzione tra il comune di Cannara e la cooperativa Cassiopea per la gestione del museo, il sindaco Petrini e lassessore alla cCultura Trombettoni hanno pi di un motivo per trarre un bilancio lkusinghiero dell'attivit svolta. La cooperativa gestisce il bookshop e la biglietteria (da giugno 2011) con il rispetto degli orari di apertura previsti per sabato e domenica con l'orario invernale (10-18) ed estivo (9-12 e 15-20), pi l'apertura in occasione di straordinari, come per la visita pastorale del vescovo e la festa della cipolla; gli operatori presenti all'interno del Museo svolgono anche la funzione di guide e si sono impegnati nell'organizzazione di un percorso dimostratosi particolarmente utile in occasione delle aperture riservate agli studenti e ai numerosi gruppi turistici provenienti da fuori Umbria. Ai fini della promozione, tra le altre iniziative, stata creata la pagina Facebook del Museo ed stata elaborata una brochure informativa comprensiva di testo opportunamente supervisionato da Maurizio Matteini Chiari e d'impaginazione grafica curata dalla Regione in occasione della stampa realizzata grazie al consiglio regionale. Dal canto suo il Comune ha approvato il regolamento del Museo della citt e si stanno elaborando ulteriori proposte - tra cui un articolato progetto proposto dal professor Antonio Pazzaglia - volte all'organizzazione di una serie di manifestazioni
Promozione culturale Lassessore regionale Bracco fra il sindaco Petrini e lassessore Trombettoni

all'interno della struttura per promuoverne l'interesse culturale dentro e fuori dal territorio. "Da segnalare infine - commentano Petrini e Trombettoni - che essendo la Cassiopea una cooperativa sociale di tipo B pu inserire presso il Museo anche

lavoratori che il Comune, quale titolare del servizio di accompagnamento al lavoro ha nella propria banca dati, in affiancamento agli attuali opearatori, gi in possesso delle professionalit adeguate alla gestione del museo".

Venerd 7 Ottobre 2011

CITT DI CASTELLO - UMBERTIDE


sa e premiazione in piazza Scipione (la terrazza sull'alta valle del Tevere) domani alle 17,30. Il presidente della pro-loco Walter Farinelli, che assieme allamministrazione comunale con in testa il sindaco Giuliana Falaschi su questo decimo appuntamento affermano Ogni anno scegliamo un tema con cui caratterizzare levento: "pane e olio nel 2010" mentre per ledizione 2011 abbiamo scelto: Miele, Ricotta e Noci. L'iniziativa tesa alla valorizzazione diretta di alcuni prodotti agroalimentari caratterizzanti fortemente la cultura materiale ed alimentare dell'Alta Valle del Tevere. La manifestazione sar preceduta da unanteprima: la spillatura del vinsanto, l'apertura dei caratelli dopo tre anni di fermentazione. Il "sacro" rito si svolger oggi presso lazienda "La Consuma" di Eugenio Bistarelli con inizio alle 17, alle 20.30 al ristorante Le Rasse cena a tema. Nei giorni di sabato e domenica ci sar la Bisaccia del tartufaio dove verranno allestiti stand, punti di degustazione, itinerari gastronomici tra i diversi ristoranti del paese con piatti a base di miele, ricotta e noci e altro, accompagnati da momenti di approfondimento, con la presenza di produttori ed esperti e confronti pubblici su tecniche di produzione e conservazione, raccolta e caratteristiche nutritive ed organolettiche. Il via sabato alle 15, la chiusura domenica alle 20, due giorni di sapori e saperi immersi nell'antico borgo di Citerna

25 CORRIERE

Citerna Per tre giorni sapori genuini in un borgo splendido

La bisaccia del tartufaio regala emozioni


CITERNA - (p.p.) Da oggi a domenica nel bellissimo borgo di Citerna si svolge La bisaccia del tartufaio sapori e saperi dell'Alta Valle del Tevere, giunta alla sue decima edizione. Negli anni si sono cimentati nella ricerca del prezioso tubero tanti importanti personaggi, che hanno dato lustro alla manifestazione, e tanti altri e anche per questa edizione saranno presenti personaggi del giornalismo e dello spettacolo a rinnovare la singolar tenzone della ricerca del tartufo. Pe-

Bisaccia del tartufaio Da oggi si apre la decima edizione

in compagnia dell' allegria delle street band degli artisti di strada affascinati dalle ricchezze storiche

architettoniche e paesaggistiche di questo Borgo, inserito nel Club dei Borghi Pi belli dItalia.

Ieri il taglio del nastro del nuovo spazio polifunzionale dellarea umbertidese

In breve

La Provincia si fa in tre
Oltre a quelli dellente, servizi Enel e Inps in ununica sede
UMBERTIDE - Il cittadino ha un nuovo punto di riferimento a Umbertide: lo Sportello polifunzionale della Provincia. Come ha sottolineato il presidente della Provincia, Marco Vinicio Guasticchi, con linaugurazione della sede si apre una nuova era per la pubblica amministrazione: finita lepoca della settorialit, inizia quella della consulenza globale. Ufficio del lavoro, servizi Inps, Enel: tutto concentrato in unico punto. La convenzione con lInps gi stata firmata, quella con lEnel arriver nei prossimi mesi. La sede concentra anche la Polizia provinciale, che non sar pi la classica polizia forestale che opera solo in campagna, ma una polizia di prossimit che vigila e controlla sul territorio, coordinandosi con le polizie locali e le altre forze dellordine (Polizia, Carabinieri, Corpo forestale). Altro elemento essenziale laccesso: la sede di Umbertide la prima in Umbria certificata Zerobarriere, ovvero accessibile da parte di tutti i cittadini, anche portatori di handicap. La parola dordine decentramento amministrativo. La Provincia svolta e lo fa dallAltotevere, dove ieri mattina ad Umbertide ha inaugurato lo "Sportello Polifunzionale". In tanti, rappresentanti istituzionali e cittadini, sono voluti essere presenti al taglio del nastro di una struttura che fa da apripista al progetto di decentramento amministrativo che prevede la sostituzione degli oltre 70 uffici territoriali con 16 centri multifunzionali nei 59 comuni perugini. Sportelli collegati, da un punto di vista gestionale e organizzativo, agli uffici centrali dell'ente, in cui sono accorpati strutture e funzioni al fine di razionaliz-

Il sindaco riceve
CITTA DI CASTELLO - Dopo uno stop legato a impegni istituzionali riprende l'abituale ricevimento settimanale del pubblico da parte del sindaco di Citt di Castello. Pertanto domani Luciano Bacchetta sar dalle 10 alle 13 a disposizione dei cittadini nel suo ufficio del palazzo comunale.

Sportello impresa
CITTA DI CASTELLO - Anche oggi, come ogni settimana, dalle 9 alle 11 nei locali dellUfficio relazioni con il pubblico del comune di Citt di Castello funzioner lo Sportello dellImprenditoria. Questo servizio di informazione, orientamento e consulenza al cittadino gestito direttamente da Sviluppumbria.

Ginnastica in acqua
CITTA DI CASTELLO - Polisport ricorda che sempre possibile iscriversi alle diverse attivit legate al fitness e allo star bene attraverso le varie articolazioni della ginnastica in acqua praticata nellapposita terza vasca di cui si sono dotate le piscine comunali di Citt di Castello. Per le adesioni o anche per saperne di pi, specialmente per quanto riguarda strutture di corsi, personalizzazione degli orari di frequenza e agevolazioni nei pagamenti, basta contattare la segreteria (tel. 075/8550785).

Sportello polifunzionale Ieri inaugurato il nuovo spazio riservato allutenza dellarea umbertidese

zare e ottimizzare l'impiego delle risorse umane, finanziarie e strumentali e garantire una maggiore efficacia e qualit dei servizi. "Abbiamo compreso - ha spiegato il presidente della Provincia Marco Vinicio Guasticchi affiancato dagli assessori Aviano Rossi, Stefano Feligioni, Domenico Caprini e Roberto Bertini - che sempre pi importante per i cittadini avere degli interlocutori "multibrand", in grado cio di dare risposte a 360 gradi. Ci siamo resi conto che andava creato un modello operativo nuovo per ridurre la distanza tra cittadini e amministrazione. Attraverso lo sviluppo del decentramento dei servizi e delle informazioni possibile semplificare le procedure, ottimizzare i tempi di risposta al pubblico, evitare inutili spostamenti agli utenti, risparmiando in modo significativo risorse grazie al-

leliminazione di costi sociali e ambientali. Per il sindaco di Umbertide Giampiero Giulietti una simile iniziativa aumenta anche la qualit dei servizi erogati. In una fase difficile come quella attuale - ha sostenuto il primo cittadino - importante che gli enti collaborino sinergicamente tra loro. Anche per il direttore provinciale Inps di Perugia Antonio Curti si tratta di un progetto innovativo e strategico, mentre per il consigliere provinciale di Perugia (delegato dellAlta Umbria) Gianfranco Becchetti il nuovo Sportello consentir di rilanciare un territorio tra i pi avanzati dellUmbria, ma che al momento sta attraversando una grave crisi. Dello stesso tenore lintervento del consigliere regionale Andrea Smacchi per il quale oggi parte da Umbertide un segnale forte in quanto viene attivato un servi-

zio importante e le pubbliche amministrazioni tornano sul territorio. E' insopportabile quando la pubblica amministrazione non sta sul territorio, mette un muro tra se i cittadini. Questa sede la prima dimostrazione concreta di abbattimento dei muri. Il vescovo di Gubbio, monsignor Mario Ceccobelli, prima di procedere alla benedizione dello Sportello, ha voluto sottolineare la dimensione umana della struttura che privilegia il contatto diretto con gli utenti: La gente non ne pu pi di questi dischi fissi che al telefono suonano sempre la stessa musica. Una musica che non piace, perch invece di risolverli, i problemi li crea. Ben vengano strutture come queste che si propongono di invertire questa tendenza. Chi d servizi deve associare un volto alla propria funzione.

Corso volontari Pat


CITTA DI CASTELLO - La Pubblica assistenza tifernate-Croce bianca di Citt di Castello organizza il quinto corso di primo di primo soccorso per volontari soccorritori di Pubblica assistenza. Le lezioni si terranno presso la sala polivalente Garinei di Trestina, prenderanno il via il 13 ottobre e proseguiranno a cadenza bisettimanale (il luned e il gioved sera, dalle 21 alle 23). Al termine del corso verr rilasciato un attestato di frequenza legalmente riconosciuto e valido per i crediti formativi. Per informazioni ed iscrizioni ci si pu rivolgere alla Pubblica assistenza tifernate-Croce bianca (www.patifernate.org patifernate@libero.it) presso la sede di Citt di Castello (Cittadella dellemergenza, via Angelini tel. 075/8520049 - 320/9449444) e presso il Punto caldo di Trestina (tel. 075/8540919).

Lavori a Lugnano
CITTA DI CASTELLO - E un nuovo, ulteriore segnale dellattenzione che portiamo al nostro patrimonio culturale ed artistico e dellimportanza che in tale contesto assume la valorizzazione dei centri storici, non solo del capoluogo, ma anche quelli delle localit minori del nostro territorio. Cos lassessore ai lavori pubblici Massimo Massetti annuncia che lamministrazione comunale ha appaltato lopera di restauro e risanamento conservativo di parte delle mura urbiche del centro storico di Lugnano. I competenti uffici tecnici lhanno, infatti, affidata alla ditta "Novaedil" di Apecchio che rispetto a una base dasta di 75.549,09 euro (oneri della sicurezza compresi) ha effettuato un ribasso dasta del 31,130% aggiudicandosene lesecuzione per un importo contrattuale netto di 52.246,48 euro. Anche in questo caso - evidenzia ancora Massetti - come avvenuto per il restauro del portale e di alcuni elementi della facciata del palazzo comunale possiamo parlare di intervento simbolo. E evidente come questa amministrazione intende porre nella cura e promozione di quei luoghi che sono identificativi di ogni comunit locale".

Pietralunga Spese per 64mila euro San Giustino Domenica la cerimonia

Asfalto nuovo in paese Giornata del donatore e nella zona industriale LAvis premia i suoi soci
PIETRALUNGA - Il sindaco Mirko Ceci ha parlato durante lultimo consiglio comunale di Pietralunga dei lavori di risistemazione che interesseranno alcune aree del paesino. I lavori inizieranno dallabitazione di Sandro Fiorucci e arriveranno sino allhotel Tinca. Unaltra tranche di soldi verr impiegata per asfalti in via Bruno Buozzi e nella zona industriale. Poi, vedremo quanto rimarr di questi 64mila euro e come utilizzarli. Abbiamo intenzione di asfaltare via del Lavoro e via dellUnit. Gianluca Ortali del Pdl ha chiesto: Il marciapiede verr rismantellato? Il sindaco ha risposto: "No. Dai carabinieri a salire verr recuperato il porfido. Prevediamo cordoli in pietra. Si parlato poi di declassamento di strade. "S - ha detto il sindaco - ci era stata fatta richiesta da un privato della localit Caidominici, ma dovr essere realizzato un nuovo tratto di strada che lo sostituir. Stesso discorso per la localit di San FaustinoRealizzeremo un altro percorso. Ci sono pareri favorevoli dell'ufficio tecnico e di quello dei lavori pubblici, ha concluso il sindaco Ceci. Anna Maria Polidori SAN GIUSTINO - Domenica lAvis di San Giustino solennizza la 31 giornata del donatore della propria sezione. Il direttivo presieduto da Stefano Giambi ha organizzato al meglio lintera giornata, questo il programma: ore 8.45 raduno e rinfresco presso il Cva di San Giustino, ore 9.45 premiazione dei Donatori, Ore 11 Messa, Ore 12 Corteo con deposizione di Corona al Monumento dei Caduti, Ore 13 Pranzo sociale presso il Ristorante Osteria del Musicista. Queste le onorificenze che saranno consegnate ai donatori pi meritevoli: distintivo in oro con smeraldo a Barbafina Cesare; distintivo in oro con rubino a: Antimi Ivano, Belloni Romano, Lucchetti Ottavio; distintivo in oro a: Valenti Massimo; distintivo in argento dorato: Ameleti Maurizio, Bastianoni Enrico, Bettacchini Sara, Bologni Massimo, Boncompagni Floriano, Bucci Antonio, Di Vietri Antonietta, Guerrieri Daniele, Selvaggi Simone; distintivo in argento a: Boncompagni Giuseppe, Cantucci Luciana, Capanni Enrico, Crociani Luciana, Giovannini Marco, Leandri Saura, Maurizi Matteo, Pellegrini Nadia,

Avis Domenica 31 giornata del donatore

Pupita Patrizia, Renzacci Simona; distintivo in rame a: Bastianoni Maurizio, Camilletti Michela, Caroscioli Patrick, Forasiepi Diego, Giannini Miriam, Marinelli Michela, Nutrica Massimiliano, Parlani Gilda, Pecorari Lorenzo, Pierucci Antonello, Rossi Giovanni, Selvaggi Alessio, Selvaggi Jacopo, Selvaggi Roberto, Soldani Marco, Zichella Fabrizio.

FOLIGNO
Redazione: Via del Campanile, 12 Tel. 0742-6951 / Fax - 0742-695400 e-mail umbriafoligno@edib.it

In manette una bella trentenne rumena: dopo la fine della relazione pretendeva soldi da un folignate minacciando di fargli del male e rivelare segreti

Estorsione al suo ex, arrestata


FOLIGNO - I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Foligno hanno arrestato per estorsione continuata una ragazza trentenne di nazionalit rumena. La donna, dopo aver avuto una relazione sentimentale con un ragazzo folignate, alla fine della relazione aveva iniziato a chiedere del denaro al giovane che in un primo momento aveva acconsentito, consegnando i soldi per aiutare la ragazza. Successivamente con il perdurare delle richieste, il giovane si rifiutato di consegnare ulteriore denaro, ma la ragazza ha iniziato a minacciare di fargli del male e di rivelare alcuni loro segreti. Sotto pressione, il folignate ha dunque continuato a consegnare sino a mercoled uningente somma di denaro, per migliaia di euro. Il giovane, non potendo pi far fronte alle pressanti richieste e spaventato dalle minacce si

Estorsione Migliaia di euro consegnati alla donna per paura

rivolto ai carabinieri e dopo aver raccolto a fatica gli ultimi 2.000 euro in contanti, ha consegnato la busta con il denaro alla ragazza rumena, che per stata immediatamente bloccata dai militari ed arrestata per estorsione continuata. Lo scambio avvenuto in pieno centro; il denaro stato recuperato e restituito al giovane. La giovane trentenne, di bella presenza, stata associata al carcere di Perugia.

Il sindaco rivendica un giusto ruolo mentre si avvia una fase di revisione degli assetti territoriali

Nessuno pensi al bipolarismo regionale


E sul progetto del Gruppo Intesa avverte: Vogliamo vederci chiaro
Alfredo Doni FOLIGNO - La micidiale sequenza con cui questo governo ha varato le ultime tre manovre finanziarie, impone una profonda riflessione sulle prospettive degli enti locali. La premessa del sindaco che, come conseguenza, definisce improcrastinabili alcuni passaggi che avranno ripercussioni ancora da definire sulla vita di ciascun cittadino. Traspare una forte preoccupazione dalle parole di Nando Mismetti ed rivolta essenzialmente alla riorganizzazione dei servizi pubblici: A parte il discorso sulla gestione dellacqua - spiega il sindaco - che rester tale visto lesito del referendum, su tutto il resto gravano forti incognite; mi riferisco al comparto dei rifiuti, tanto per cominciare, ma anche ad altri settori che necessariamente dovranno subire profonde traNando Mismetti Il sindaco manda messaggi chiari: Foligno non ha intenzione di assistere passivamente alle scelte che stanno per essere compiute in Umbria

sformazioni. Mismetti annuncia a breve lapertura di un confronto pubblico, teso a coinvolgere lintera cittadinanza chiamata a prendere atto di una situazione molto critica in cui gli enti locali, quindi

anche il Comune, si trovano a causa delle scelte governative, basate essenzialmente sui tagli dei trasferimenti. Ma la svolta storica, cos la definisce il sindaco, non interessa solo i servizi erogati dal Comu-

ne: A livello regionale si stanno trattando importanti revisioni prosegue Mismetti - come il nuovo assetto delle Asl, delle Comunit montane e del credito bancario; ebbene, sulla necessit di rivede-

re il quadro generale siamo daccordo, ma purch tutto venga affrontato con il massimo equilibrio e rispettando i territori: se occorre un ridimensionamento, nessuno si pu sentire esentato da questo passaggio e, per essere ancora pi chiaro, non potremmo accettare un ritorno al passato quando in Umbria esisteva un marcato bipolarismo regionale. Il messaggio di Mismetti fin troppo chiaro: il territorio folignate vuole giocare un ruolo di primo piano e far pesare la consistenza della sua popolazione, delle aziende e quindi dellintero tessuto socio-economico. Un messaggio ancora pi esplicito il sindaco lo rivolge a chi in questo momento sta trattando il futuro della Cassa di risparmio di Foligno e della Fondazione: Da mesi seguiamo la riorganizzazione avviata dal Gruppo Intesa che interessa una

delle banche storiche della regione, ovvero la nostra Carifo: detto che lazienda ha il pieno diritto ad avviare percorsi virtuosi, non possiamo permettere che il progetto sia tenuto nei cassetti e venga portato avanti senza coinvolgere le istituzioni locali; una fase partecipativa deve necessariamente essere avviata prima di giungere a qualsiasi conclusione: non nego aggiunge Mismetti - la difficolt che riscontro nel comunicare con i dirigenti locali della banca e della Fondazione e non posso neppure accettare di seguire levolversi delle trattative leggendo le cronache dei giornali locali. A breve, in piena sintonia con la presidente della Regione, chiederemo ai vertici del Gruppo Intesa di aprire un confronto per conoscere i dettagli del progetto: a noi interessa conoscere le ricadute sui cittadini e sulle imprese.

Il presidente Gentili risponde a Meloni (Pdl)

I cittadini ci hanno votato per farci stare in consiglio


FOLIGNO - E' botta e risposta tra il presidente del Consiglio comunale, Sergio Gentili ed il capogruppo del Popolo della Libert, Riccardo Meloni. Oggetto della discussione: le proposte per un miglior funzionamento dei lavori dell'aula. Tema sollevato proprio dal presidente del Consiglio comunale alla luce delle ripetute occasioni in cui la mancanza del numero legale ha fatto saltare le sedute. "Ci tengo innanzitutto a precisare che, pur essendo un componente di questa maggioranza consiliare nonch un dirigente del Partito democratico, non spetta certo a me in qualit di presidente del Consiglio comunale adoperarmi per ricompattare il centrosinistra - replica Gentili - semmai questo un impegno che posso portare avanti in sedi che non siano quelle istituzionali". Poi il ragionamento entra nel merito della contesa: "Il fatto che io voti insieme al resto della coalizione di centrosinistra rientra nella prassi e nel pieno rispetto delle regole, cos come accade nei consigli provinciali e regionali ma questo - sottolinea Gentili - non incide minimamente sul mio operato e sul modo in cui mi adopero per condurre i lavori dell'aula, in maniera equa ed imparziale". E sull'invito legato alla necessit di ritrovare un clima di collaborazione e distensione, non intende fare passi indietro e anzi rilancia. "Resto convinto che la minoranza abbia tutto il diritto di far valere anche numericamente il suo peso - spiega - e quindi di ricorrere allo stratagemma di far mancare il numero legale. Ma credo altres che i cittadini di Foligno ci abbiano votato per stare in Consiglio comunale e non per disertarlo. Su molte questioni il punto di vista e le proposte dell'opposizione possono passare con la forza del convincimento e del coinvolgimento e quindi riscuotere la maggioranza dei consensi - argomenta Gentili - cos come avvenuto in occasione dell' ultima seduta, quando con il sostegno di alcuni esponenti della maggioranza, passata la richiesta di trattare urgentemente l'ordine del giorno presentato dallo stesso Meloni riguardante via Serena". Cla. Bi.

Fumata grigia per i residenti di via Serena


FOLIGNO - Fumata grigia tra l'amministrazione comunale e il comitato dei residenti di San Paolo. Nel vertice di mercoled convocato sulla questione della chiusura di via Serena, il sindaco Mismetti e l'assessore alle opere pubbliche Stella si sono impegnati a coinvolgere la Rete ferroviaria italiana in un progetto che prevede la riapertura temporanea del passaggio a livello, in attesa di stabilire modalit e tempistiche per la realizzazione di un'opera sostitutiva. A quanto pare, l'intervento necessario ad effettuare un sottopasso carrabile comporterebbe scavi impegnativi e pi costosi di quanto preventivato, visti i ritrovamenti archeologici nella zona, pertanto resta la possibilit di mantenere il passaggio a livello, a doppio senso o a senso alternato, oppure realizzare un attraversamento ciclopedonale. Quello che conta, comunque, che finalmente i residenti di San Paolo hanno avuto risposte dalla giunta in un clima di piena serenit, e anche se lontani dalla soluzione definitiva del problema, quantomeno verr ripristinata la viabilit originaria, la cui interruzione sta comportando da mesi notevoli disagi a migliaia di cittadini. Gabriele Tofi

In aula il mio ruolo di carattere istituzionale

ONORANZE FUNEBRI

0743.248 198

SPOLETO
Ufficio di corrispondenza: Via Nuova, 1 Tel. e Fax 0743-223361 umbriaspoleto@edib.it "Triumphans" raffigurato in posa eretta e frontale, uno dei pi antichi crocifissi dipinti su tavola sagomata - dal primo altare della navata sinistra stata trasferita nell'ultima Cappella della navata destra, quella posta prima del transetto, a fianco delle tombe dei Vescovi, l dove fino a pochi anni fa c'era il magazzino del Duomo. Quest'area stata rinominata Cappella del Crocifisso. Inoltre, nel primo altare della navata sinistra - quello dove era la Croce del Sotio - di nuovo visibile lo stemma della citt di Spoleto. Le Cappelle del Sacramento e della Santissima Icone sono state chiuse per lavori di consolidamento e restauro: la prima dalla fine del 2009 e la seconda dal terremoto del 1997. Gli interventi sono iniziati con la rimozione dalle volte e dalle pareti di numerose tele dipinte: 30 nella Cappella del Sacramento e 13 in quella dell' Icone, tutte accuratamente restaurate. Sono ancora da concludere i lavori di restauro nella Cappella e cripta di SantAnna e nella cripta di San Primiano; terminato, invece, quello del campanile e della cella campanaria.

ONORANZE FUNEBRI

Stefano Andreini Alberto Alimenti

Sono quelle del Sacramento e della Santissima Icone situate ai lati dellabside del duomo. Domenica, al termine della celebrazione eucaristica, visite guidate

Restituite alla citt le cappelle restaurate


SPOLETO - Quella di domenica sar una giornata speciale per l'archidiocesi di Spoleto-Norcia, ma pi in generale per tutta la citt di Spoleto: verranno riaperte le Cappelle del Sacramento e della Santissima Icone situate ai lati dell'abside del Duomo di Spoleto. Alle ore 17.30 monsignor Renato Boccardo presieder una solenne concelebrazione eucaristica, al termine della quale sar possibile visitare le Cappelle restaurate. Ma c' anche un'altra novit nella Cattedrale: la stupenda Croce di Alberto Sotio del 1187 - il Cristo

Terminati anche i lavori sulla cella campanaria e sul campanile

Interno del Duomo Terminato lintervento di restauro alle Cappelle del Sacramento e della Santissima Icone

Salta la trasferta a Perugia dei lavoratori. Per i 300 operai 8 ore di sciopero e presidio davanti allazienda

Per la Ims il giorno della verit


Questa mattina vertice in Regione, ci sar anche il patron Castiglioni
SPOLETO - Otto ore di sciopero per tutti e tre turni e un presidio organizzato davanti ai cancelli di fabbrica a partire dalle cinque e mezza di questa mattina. Cos i trecento operai della Ims, ex-Pozzi, attenderanno il responso del tavolo odierno programmato da tempo e ospitato nel palazzo della Regione. Un vertice che dovrebbe chiarire, fornendo nuovi elementi, le prospettive del polo metallurgico spoletino e quindi degli oltre trecento operai in organico. A Perugia infatti atteso di buon'ora il numero uno del CastiGroup, Gianfranco Castiglioni. La presenza del patron del gruppo varesino stata per tutta la settimana una vera e propria incognita, salvo poi essere confermata nella giornata di ieri. Ad accogliere l'industriale ci saranno le massime istituzioni regionali, a cominciare dalla presidente Catiuscia Marini e dall'assessore allo sviluppo economico Vincenzo Riommi, mentre da Spoleto arriver solo il sindaco Daniele Benedetti. Gli operai, invece, avrebbero voluto presidiare il palazzo della Regione ma alla fine, e nonostante l'annuncio fatto nei giorni scorsi dal segretario locale della Fiom Francesco Giannini, venuta

Immigrati escono dal carcere e vengono rispediti nel loro Paese


SPOLETO - L'Ufficio immigrazione della Questura di Perugia ha intrapreso da tempo una intensa attivit finalizzata al rimpatrio mediante accompagnamenti alla frontiera degli stranieri detenuti negli istituti di custodia penitenziaria di questo circondario (Perugia e Spoleto) che non hanno i requisiti per continuare a permanere nel territorio nazionale all'atto della scarcerazione. Nellambito di questa attiivit, nei giorni scorsi sono stati espulsi altri due detenuti del carcere di Spoleto. Un cittadino rumeno - G.G. di 25 anni - scarcerato per fine pena dopo una condanna per violenza sessuale di gruppo commessa a Roma nel 2009 ed espulso con provvedimento del Prefetto di Roma per motivi imperativi di sicurezza stato immediatamente rimpatriato in Romania. Mentre un cittadino albanese - K. E. di 42 anni, scarcerato per fine pena dopo avere scontato la pena di cinque anni di reclusione per Stupefacenti inflitta dal tribunale di Rimini, dal carcere di Spoleto stato accompagnato alla frontiera di Ancona dove in nave stato rimpatriato in Albania.
Ex Pozzi Questa mattina vertice a Perugia sul futuro della Ims

meno la sponda dei sindacati che hanno preferito una soluzione pi cauta e composta. Ad inizio settimana si era parlato di autobus messi a disposizione dalle sigle per la sorti-

ta dimostrativa ma poi si optato per la convocazione unitaria di uno sciopero e di un presidio davanti ai cancelli. Allo sciopero dovrebbero aderire quelle poche decine di uni-

t di lavoratori non ancora interessati alle casse integrazioni ordinarie, ad eccezione dei dipendenti dell' area amministrativa che invece sembrano abbiano scelto di recarsi

regolarmente in ufficio. Inutile dire che la tensione resta piuttosto alta e, nonostante marted siano stati finalmente consegnati gli assegni per la riscossione di un acconto di mille

euro ancora relativo allo stipendio di agosto, il quadro generale della Ims rimane decisamente delicato. Oggi a Perugia il principale nodo che le istituzioni dovranno sciogliere ha a che fare con l'ormai nota locuzione di "riposizionamento sul mercato del CastiGroup". In termini spiccioli cosa significa questa espressione per il polo metallurgico spoletino? Come si inserisce la Ims di Santo Chiodo in una manovra che interessa l'intero gruppo? Ergo: quali garanzie occupazionali ci sono per gli oltre trecento operai in organico? Saranno queste alcune delle domande su cui, questo l'auspicio, Gianfranco Castiglioni sar chiamato a fornire maggiori dettagli. Anche perch finora le parole del direttore generale dello stabilimento Massimo Santoro, che ricopre anche le cariche di amministratore delegato e di direttore dell'area commerciale, sono state piuttosto elusive e non hanno affatto contribuito ad allentare il clima di diffusa inquietudine che si respira tra gli operai. Oggi, dunque, qualche elemento in pi dovrebbe emergere. Almeno cos si augurano tutte le parti, dagli operai alle istituzioni. Chiara Fabrizi

Soggiorno in hotel e visite guidate in bus: linizitiva rivolta agli spoletini che vogliono conoscere meglio e apprezzare il proprio territorio

Vivi due giorni da turista, lultima trovata del Club dei piaceri
SPOLETO - Una vacanza di due giorni a Spoleto. Ed in piena regola. Con tanto di soggiorno in albergo, passeggiate e gite in bus. Fin qui nulla di particolarmente singolare, se non fosse che l'iniziativa, proposta da un gruppo di spoletini, rivolta agli stessi spoletini. La finalit? "Conoscere per promuovere". E' questo, infatti, in qualche modo, lo slogan che accompagner il 26 e 27 novembre prossimi l'iniziativa ideata dal Club dei Piaceri, tanto singolare quanto per utile a far scoprire anche gli angoli pi nascosti di una citt che ha peculiarit artistiche e paesaggistiche uniche nel loro genere, spesso sconosciute ai pi, per poi pro-

Un gioco-evento che coinvolge anche tutti gli operatori turistici

muoverle a chi arriva da fuori citt. Singolare come stato il modo in cui l'evento stato presentato alla stampa locale, invitata a salire su un bus per percorrere una parte del circuito cittadino. Quando il bus inizia a muoversi da piazza Carducci, il presidente del Club dei Piaceri prende il microfono ed inizia ad illustrare l'iniziativa "Vivi due giorni da turista". Sottolineando che, il tutto, potrebbe essere anche un' ottima opportunit anche per "gli operatori turistici della citt - ha detto - certo, per visitare nei minimi dettagli la citt, ci vorrebbe una settimana, ma cercheremo di fare del nostro meglio. Magari, invece di iniziare le atti-

In bus Il mezzo che porter in visita alla citt gli stessi spoletini

vit alle 14 ci organizzeremo per partire fin dalla mattina. E, perch no, dopo un salutare risveglio muscolare". Il tutto, anche se ancora da concordare con gli albergatori che fino ad ora hanno aderito (anche se gli organizzatori sperano ne aderiscano anche altri) al costo di meno di 100 euro. "Una idea che nata per scherzo - ha poi aggiunto il presidente dell'Ascom di Spoleto, Andrea Tattini un gioco-evento che pu suscitare ilarit, ma che ha in se una seriet tale da esser presa di esempio anche da altre citt". "Abbiamo un potenziale di cui forse non ci rendiamo conto", ha poi aggiunto il presidente di Conspoleto, Tommaso Barbanera. Un potenziale del quale, forse, alcuni spoletini, dopo questa iniziativa, prenderanno coscienza. Rosella Solfaroli

Venerd 7 Ottobre 2011

SPOLETO

35 CORRIERE

La sede di Federconsumatori si potenzia. E il presidente Petruzzi d subito qualche consiglio

Occhio alla truffa sul digitale terrestre


Girano Tir carichi di decoder, ma attenzione: le scatole, dentro, sono vuote
SPOLETO - La sede Federconsumatori di Spoleto si riorganizza e si potenzia. Mettendo a disposizione degli utenti anche una consulenza legale. Gi, perch le truffe, di ogni ordine e grado, sono sempre dietro l'angolo anche per gli spoletini. Un dato su tutti: allo sportello attualmente attivo a Spoleto, si presentano infatti, in media, 15 persone alla settimana. Un dato che, da solo, fa gi impressione se si pensa alle modeste dimensioni del territorio, e che, come se non bastasse, notevolmente aumentato nel corso dei questi ultimi anni. Quali i settori maggiormente a rischio per gli utenti? In "pole position" c' la telefonia, con persone che si trovano a pagare bollette per servizi non richiesti, ed a seguire, tra le altre, l'energia ed il gas, le banche e le assicurazioni dalle quali i cittadini subiscono prepotenze economiche di ogni genere. Tra cui contratti vessatori, offerte truffaldine e tassi eccessivi per credito al consumo. Ebbene, ora i cittadini di Spoleto

In Comune

Spoleto in fiore, le premiazioni


SPOLETO - Si terr questa mattina, alle ore 12, alla Sala dello Spagna di palazzo comunale, la cerimonia di premiazione della seconda edizione di Spoleto in Fiore, concorso per l'abbellimento dei balconi, delle terrazze e delle vetrine di edifici pubblici ed esercizi commerciali con vasi, piante e fiori. Il Lions Club di Spoleto e la Monini Spa, con il patrocinio del Comune di Spoleto, hanno indetto il concorso al fine di valorizzare la creativit ed il buon gusto dei cittadini, rendere pi bella e godibile a tutti la propria citt, promuovere l'immagine della stessa nei confronti di chi la visita. Il tema l'abbellimento dei balconi, terrazze, verande, altane, davanzali, che si affacciano su vie o piazze del centro storico. La giuria, composta da membri del Lions Club di Spoleto e della Monini spa, assegner i premi sulla base delle valutazione effettuate su tutti i partecipanti che hanno rispettato l'obbligo di mantenere gli addobbi per tutto il periodo. Pi di 10 i premi che saranno assegnati con un valore che va da 200 a 1000 euro.
Federconsumatori A disposizione anche con un legale

che dovessero incorrere in simili incidenti di percorso, avranno l'opportunit di rivolgersi allo sportello situato presso la sede Cgil di Spoleto di via del Tessinel-

lo dalle 16 alle 18 del marted e del gioved. E qui, su appuntamento, potranno contare anche sulla consulenza gratuita di un legale, lavvocato Iolanda Caponec-

chi. Anche lei presente ieri mattina al tavolo dei relatori in occasione della conferenza stampa svoltasi alla biblioteca "Montagne di Libri" della sede spoletina della Co-

munit Montana, insieme ad Alessandro Petruzzi, presidente Federconsumatori provinciale di Perugia, Ivan Berrettini, volontario presso sportello di Federconsuma-

tori di Spoleto e Franco Selis, segretario Cgil provinciale. Subito un ammonimento. "Non bisogna mai firmare nulla lo stesso giorno che viene presentato un contratto -ha detto il presidente provinciale di Federconsumatori - bisogna prendere tempo e leggere bene ci che si va a firmare". Ed a seguire anche un allarme. "Nei paraggi stanno girando Tir con un carico di decoder per il digitale terrestre - ha aggiunto - ma, attenzione, dentro alle scatole non c' nulla". Ed ancora, qualche esempio che riguarda il territorio spoletino e comunque tutti i Comuni che rientrano nell'ambito della Comunit Montana dei Monti Martani, Serano e Subasio. Come la truffa dei "gazebo fotovoltaici" di Energesco. Una bufala che ha coinvolto, solo in questo ambito, ben 180 persone e per la quale Federconsumatori di Perugia, dopo aver consegnato l'esposto in procura, ora proceder con una diffida nei confronti della societ. Rosella Solfaroli

Folli corse in auto di notte


In consiglio comunale affrontato il tema della sicurezza stradale
SPOLETO - Soste selvagge, corse di auto nelle ore notturne e manutenzione strade. Questi, tra gli altri, gli argomenti oggetto delle comunicazioni di inizio seduta in occasione del consiglio comunale di Spoleto di ieri pomeriggio. Andando per ordine, ad aprire gli interventi stata la presidente del consiglio comunale, in veste di consigliera, Patrizia Cristofori, che ha sollecitato gli organi preposti a "vigilare" di pi lungo il tratto di strada che dal centro sportivo Flaminio porta a San Giacomo. Una "strada dritta che invoglia gli automobilisti a correre". Controlli che, secondo il consigliere del Pdl, Wolfgang Bernelli, sarebbe necessario fare, soprattutto di notte, in prossimit della rotatoria di via Pietro Conti. Dato che "nei giorni passati, dalla mezzanotte alle 2, mi stato segnalato che ci sono corse ad alta velocit". Sottolineando che questo un problema generale, l'assessore Giancarlo Cintioli ha riferito che, comunque "il sindaco, insieme al comandante Russo, ha chiesto aiuto anche alle forze dell'ordine della citt". Poi stata la volta di Vincenza Campagnani, Gruppo misto. "Percorrendo la Spoleto-Acquasparta, mi sono accorta

Nuova seduta I lavori del consiglio comunale si sono protratti, anche ieri, fino al tardo pomeriggio

che il tratto che ricade nel Comune di Spoleto, in uno stato pietoso - sono state le sue parole - chiedo quindi che venga sollecitata la Provincia a fare i lavori per la messa in sicurezza quel tratto". Sollecito

gi fatto, come ha riferito l'assessore Cintioli. Cos come per la Spoleto-Ancaiano, attualmente "in uno stato pietoso". Auto parcheggiate davanti a palazzo Mauri e nella attigua piazza Fontana (di notte) a causa del non funzionamento dei dissuasori, stata invece la segnalazione fatta da Paolo Spedalieri del Gruppo Misto. "Ci vogliono i vigili a piedi all'interno del centro storico - ha risposto Cintioli - i dissuasori non funzionano? Ne prendo nota. Laddove fosse un guasto di carattere tecnico porremo rimedio. Ro.Sol.

Secca replica alle accuse degli ambientalisti

Biomasse, lamministrazione smonta il giallo del verbale


SPOLETO - Alla luce del comunicato congiunto inviato alla stampa dalle associazioni Legambiente, Italia Nostra e dal Comitato Rifiuti Zero, l'amministrazione comunale ritiene necessario chiarire quanto segue. Innanzitutto va sgombrato il campo dai dubbi sollevati circa l'effettiva presenza di Angelarita Antonelli in qualit di verbalizzante. La dipendente del Comune di Spoleto stata sempre presente, dal primo all'ultimo minuto dell'incontro, annotando le dichiarazioni, le diverse posizioni sulla questione e predisponendo il brogliaccio sulla base del quale, come normalmente avviene, stato redatto il verbale. Verbale che, pur non essendo una registrazione integrale, riporta fedelmente tutti i fatti salienti emersi nel corso della riunione. In secondo luogo va specificato che, ove ritenuto necessario, sar possibile presentare eventuali integrazioni che verranno esaminate ed approvate dalla commissione in occasione del prossimo incontro: proprio per questo motivo che il documento stato inviato a tutti i componenti della commissione, con l'obiettivo di avere un quadro che fosse il pi preciso possibile rispetto alle informazioni emerse durante l'incontro. doveroso aggiungere che tale aspetto era gi stato comunicato a tutti i presenti nel corso della riunione del 27 giugno 2011. Nel comunicato si parla poi di "immobilismo della commissione" e qui necessario fare chiarezza su un paio di elementi. Il primo riguarda la consegna della documentazione predisposta sia dall'Arpa, che dall' Azienda Coricelli, che dalle associazioni Legambiente e Italia Nostra e dal Comitato Rifiuti Zero, indispensabile per avere a disposizione dati e numeri da confrontare rispetto all'ipotetico funzionamento dei tre impianti di cogenerazione a Madonna di Lugo. Mentre i dati elaborati dall'Arpa e dall'Azienda Coricelli sono stati consegnati in occasione dell'incontro del 27 giugno scorso, il Comune di Spoleto, dopo ripetute sollecitazioni, ha ricevuto la documentazione prodotta da Legambiente, Italia Nostra e Comitato Rifiuti Zero solo il 19 settembre, ossia circa 3 mesi dopo la prima riunione. Questo chiaramente ha comportato un cambiamento profondo dei tempi di lavoro ipotizzati all'inizio, in quanto il confronto dei dati attualmente a disposizione dell'ufficio ambiente ha potuto avere inizio non prima di un paio di settimane fa. Se si ritiene indispensabile continuare a parlare di "immobilismo della commissione" che almeno venga fatto in termini pi corretti e veritieri.

E%

NUMERI UTILI

Comune 07432181 Vigili urbani 074349603 Carabinieri 0743232200 Polizia 074323241 Vigili fuoco 074346666 Ospedale 07432101 Gua. odontoiatrica 3319062469 Farm. Amici 074346602 Betti 0743223174 Comunale 074349804 Comunale2 0743260403 Marchese 074349703 Flaminia 074348223 Gorini 074353134 Ricciotti 0743520121 S.Giovanni 074354457 Scoccianti 0743223242 Ass. contro alcolismo 3331731901 Comune Carabinieri Farm. Loreti

SPOLETO

CAMPELLO

0743521030 0743521025 0743275388 074325281 074351121 074351114 074299110 074290120 074290125 074299128 074293191

Comune Carabinieri Farm. Zuccari Comune Carabinieri Farmacia Farchioni Vigili urbani

CASTEL RITALDI

GIANO DELLUMBRIA

Comune Carabinieri Ospedale Farm. Centrale S.Benedetto Vigili urbani Comune Carabinieri Farmacia Comune Carabinieri

NORCIA

0743824911 0743816522 07438151 0743816500 0743816271 0743824905 074375131 074371131 074376267

CASCIA

SANTANATOLIA MONTELEONE SCHEGGINO CERRETO

0743613148 074361123

Comune 074370421 Carabinieri 074370128 Farmacia Belviso 074370290 Comune Carabinieri Farmacia Comune Carabinieri 0743613232 074361123 074361210 074391231 074391210

-MSGR - 06 UMBRIA - 33 - 07/10/11-N:

(C) Il Messaggero S.p.A. | ID: 00155924 | IP: 151.12.186.133

VENERD 7 OTTOBRE 2011 PERUGIA: Piazza Italia, 4 Tel. 075/5736141 - Fax 075/5730282 TERNI: Piazza della Repubblica Tel. 0744/58041 (4linee) Fax 0744/404126

Il sole sorge Tramonta La luna sorge Cala Temperatura min. Max Umidit

7,10 18,41 16,19 2,38 14 23 68%

Beata Vergine del Rosario


Il 7 ottobre 1571, a Lepanto, la coalizione formata da Venezia, Spagna e Stato Pontificio ottiene una schiacciante vittoria contro laflotta turca.Papa San Pio V istituisce una festa di ringraziamento che prender il nome di Santa Maria della Vittoria e poi, dal 1913, Beata Vergine del Rosario.

PERUGIA Guardia Medica Pronto Soccorso Radiotaxi Enel Umbra Acque APM SULGA Aeroporto S.Egidio

075/34024 075/44444 075/5004888 800900800 075/5009474 800512141 800099661 075592141

Vigili urbani 075/5723232 Carabinieri 075/5837990 Questura 075/50621 FOLIGNO Vigili urbani 0742-330666 Carabinieri 0742-352276/350490 Polizia Ferroviaria 0742-342483 Commissariato 0742-346511 Vigili del Fuoco 0742-21212

Asl n.3 SPOLETO Polizia Carabinieri Vigili del Fuoco Vigili urbani Soccorso Aci TERNI Comune Vigili Urbani

800-211317 Asm-Guasti Taxi 0743-49788 Carabinieri 0743-23887 Questura 115 - 0743-46666; Guardia Medica 0743-218308 ORVIETO 116 - 0743-49336 Carabinieri Commissariato 0744/5491 Vigili urbani 0744/426000 Guardia medica

0744/300535 0744/428130 0744/406441 0744/4801 0744/275880 0763/341884 0763/3921 0763/343724 0763/301884

Sono in corso lavori sulla E 45 nelle zone di Citt di Castello, San Giustino, Selci, Lama, per lalta valle del Tevere. Nella media valle del Tevere interessata la zona di Balanzano.

METEO
PERUGIA

SITUAZIONE piogge e rovesci diffusi VENTI moderati da Nord

Terni

Linfinito processo per il delitto della studentessa inglese. Si riparte dalla certezza dei due coltelli

LUfficio scolastico vigila

Lottaal bullismo disagio e dipendenze Pattodiferro Pratillo:Rudynon hadettolaverit. Filmalucirosse,prima offertaadAmanda trascuolaefamiglie

Mez, ilgiallo della nuova inchiesta


di EGLE PRIOLO

di REMO GASPERINI

PERUGIA - Una morte, due coltelli e almeno tre persone nella stanza. Sono queste le uniche certezze nellomicidio di Meredith Kercher. Non sono bastati due gradi di giudizio nei confronti di Amanda Knox e Raffaele Sollecito e la condanna definitiva a 16 anni di Rudy Guede per fugare tutti i dubbi. Nessuno sa ancora cosa sia successo quella notte in via della Pergola. Solo Rudy sa la verit, ma ancora non lha detta.Con queste parole, in pratica, il presidente della Corte dassise dappello, Claudio Pratillo Hellmann, che ha assolto i due ex fidanzati, rilancia sulla riapertura delle indagini. In quale verso? Difficile dirlo, spiega Francesco Maresca, difensore con Serena Perna della famiglia Kercher. Ma il riavvio dellinchiesta lunica strada per dare giustizia alla studentessa inglese uccisa in quella notte delle streghe del 2007.
Continua a pagina 37

Atti osceni in discoteca pornostar assolta Il fatto non sussiste


FOSSATO DI VICO - Era stata arrestata, e costretta a 11 giorni di carcere, per uno spettacolo hard in una discoteca di Fossato di Vico. Ma ieri, il Gup di Perugia, lha prosciolta dai reati di pornografia minorile e atti osceni perch il fatto non sussiste. Ora la pornostar Brigitta Bulgari, finita in manette il 24 maggio dello scorso anno, chieder il risarcimento dei danni. Sotto accusa pure il titolare della discoteca e lagente che aveva fatto da tramite tra lattrice e il locale. Anche loro sono stati prosciolti. stato infangato il mio nome - tuona la Bulgari -. Scriver un libro su questa storia. Poi un pensiero ad Amanda Knox: Mi dispiace per lei - dice sottolineando che le indagini sono state svolte dallo stesso magistrato, Giuliano Mignini -. Dopo undici giorni ho faticato a trovare il mio posto nel mondo, figuriamoci lei dopo quattro anni. I tre imputati sono stati difesi dai legali Bruno Oberto, Laura Modena e Luigi Santioni.
La pornostar Brigitta Bulgari, prosciolta dal gup per lo spettacolo hard in una discoteca a Fossato di Vico
D.Fer.

Regione, rebus da cento milioni Mini bollette addio Omicidio Leandri, cade lipotesi della seminfermit mentale

La difesa: Siamo esterrefatti dai risultati della perizia. Pronti a dare battaglia

Uccise il padre: Era lucido


di DANIEL FERMANELLI

PERUGIA - Pronti via si parte. Anzi quasi. Si scalda la riforma del sistema amministrativo regionale e delle autonomie locali. Ieri faccia a faccia tra i sindacati (divisi al comunicato finale) elassessore al bilancio Gianluca Rossi. La Regione promette e il caso di Umbria Natura (ma anche di Umbraflor) diventa una bomba a orologeria piazzata sul bilancio regionale. Riusciranno i nostri eroi a stabilizzare i precari come aveva promesso la gestione Tomassoni (c un accordo del gennaio scorso, ricorda la Cgil) e come ora i sindacati chiedono a Rossi? Passaggio stretto di una strada corta visto che entro la fine dellanno la giunta Marini si impegnata, per esempio, a sopprimere gli Ati con il passaggio delle competenze ai Comuni. Gi, in Comuni. Per quelli mini bonus allaggregazione: un po di quattrini, un po di regia regionale e personale dedicato. Ma bisogna vedere quanto norme del governo e riforma regionale andranno a braccetto. Promesso anche laddio alla tripartizione dei consorzi.
Continua pagina 37

PERUGIA - Ha ucciso il padre e lo ha fatto a pezzi. Poi ha sparso i resti del cadavere nei boschi di mezza regione. Antonio Leandri, secondo i periti del gip,seppur affettoda disturbi psichiatrici, al momento del fatto era cosciente di ci che faceva. Si ritiene che tale infermit - scrivono gli esperti nominati dal giudice - al momento dellomicidio non fosse di gravit tale n da scemare grandemente n tanto meno da escludere la capacit di intendere e di volere dellindagato. I risultati della perizia sono fortemente contestati dagli avvocati Luca Gentili e Claudio Lombardi, difensori di Leandri,che sidefiniscono esterrefatti. E aggiungono: Abbiamo incontrato Leandri in carcere pi di 30 volte: n noi, n i suoi familiari concordano con lesito della perizia.
Continua a pagina 35

TERNI
Bilancio della Regione. I rumors di palazzo Donini sono concordi: ci sono degli assessorati che hanno sforato, altri che sono finiti direttamente oltre il capanno. Ma nessuno sembra preoccuparsi del buco da, almeno, 200 milioni di euro. ***** Allinaugurazione del rinnovato sportello della Provincia a Umbertide arrivato lannuncio ufficiale: lex sindaco di Umbertide Becchetti verr presto nominato pro console della Provincia per tutte le terre alte del Tevere. Per farlo vicer c ancora tempo. ***** Comune di Perugia. Inizia la stagione degli incontri di maggioranza. C chi giura che non saranno tutte rose e fiori. ***** Sar vero che a Gubbio il sindaco Diego Guerrini sta per togliere le deleghe al vice ed assessore alle finanze Maria Cristina Ercoli delfina di OrfeoGoracci? TraPd e Prc iconti non tornano.

Manifestazione degli operai Basell

Gli operai Basell agli indignados Usa Lottiamo insieme


SERVIZIO A PAG 49

PERUGIA - Disagio giovanile, bullismo, integrazione dei ragazzi stranieri, problematiche legate alle dipendenze. Non solo culturae didattica nel mondo della scuola. Essendo il ragazzo al centro del progetto, non si pu prescindere dallaspetto formativo anche se il direttore generale dellUfficio scolastico regionale Maria Letizia Melina confessa di non accettare supinamente il solito ritornello la colpa della scuola applicato a qualsiasi problematica legata agli adolescenti. A ciascuno le proprie competenze sottolinea - noi abbiamo il compito della istruzione e dobbiamo svolgerlo al meglio, ma nessuna istituzione pu sostituirsi alla famiglia. Ci non toglie che facciamo il possibile per aiutare i nostri ragazzi a crescere. Vigilando e promuovendo azioni di prevenzione insieme a famiglie e istituzioni del territorio. Cosac nelpianoprogrammatico, in concreto, che pu essere ricondotto allaspetto formativo dei ragazzi? Lo spirito di fondo del piano sar il servizio alle scuole autonome, dalle quali abbiamo avutoindicazioni circa i bisogni formativi pi urgenti Maria Letizia Melina tra cui la didattica con uso di strumenti innovativi; tecnologie e disabilit; i bisogni educativi speciali, in particolare gli alunni con disturbi specifici di apprendimento; la didattica per lacquisizione delle competenze; la valutazione degli apprendimenti, in rapporto alle rilevazioni nazionali. In questo quadro lUsr proseguir lazione di formazione di docenti che si facciano promotori nelle scuole di una didattica orientativa, la quale solleciti soprattutto la motivazione allapprendimento degli studenti. Dunque la motivazione allo studio la prima azione contro ogni forma di disagio. Nello specifico - aggiunge il direttore generale - il piano programmatico che stiamo definendo prevedr certamente anche la prosecuzione di azioni sul versante del disagio degli studenti, nelle sue varie manifestazioni, col coinvolgimento anche dei forum dei genitori, che saranno sollecitati a farsi carico delle problematiche educative insieme con la scuola e delle varie associazioni di volontariato e rappresentanti della chiesa cattolica impegnati sul territorio in azioni analoghe, nonch dei rappresentanti degli enti locali al fine di lavorare in modo sinergico al fine di ottimizzare lutilizzo delle risorse e garantire un risultato positivo degli interventi.

Coinvolti forum dei genitori e parrocchie

Continua a pagina 44

LANGOLO DEL METEO

E in alto arriva anche la neve


ON accade, fortunatamente, ogni anno di passare dallestate allinverno, ma oggi lestenuante anomalia termica positiva subisce uninterruzione. Occorre non soltanto lombrello, ma anche il maglionepesante, perch le temperature subiranno un autentico tracollo, scendendo di 10, forse anche 12-13 gradi.La dama banca cadr oltre i 1500 metri di quota. La ciclogenesi, invece, scaturir dallaria fredda che, entrando nel Meditterraneo,ancora caldo, dar luogo ad una scaramuccia intensa di maltempo. Da oggi venti dispettosi, calo delle temperature, cielo imbronciato,locali piogge o rovesci, anche temporaleschi, sin dalla mattina. Nel pomeriggio, attese altre

piogge frequenti e temporali, poi si apriranno delle schiarite. Sinceramente, avremmo preferito, dopo il caldo di questi ultimi giorni, che fosse stato lAtlantico ad accendere i riflettori sullAutunno, perch le piogge sarebbero cadute senza eccessi e con una distribuzionesenzaltro migliore.Tra domani e domenicasi dovrebbe assistere aun netto miglioramento, ma ci saranno sempre piogge e freddo. Il sole far risalire un po le temperature, specie nel valore massimo. Si porteranno verso valori pi consoni al periodo da marted, quando ritorner prepotente lalta pressione e con essa aria pi mite e nuovo rialzo termico. Oggi, assalto perturbato proveniente direttamente dallArti-

co. Nella prima parte della giornata avremo condizioni di diffuso maltempo, con precipitazioni a tratti consistenti. Miglioramento nel pomeriggio, quando cesseranno i fenomeni . In serata e durante la notte ancora molte nubi con piogge sparse, pi frequenti ed intense lungo lAppennino. Domani, colonnina di mercurio ancora in calo, abbondanti schiarite annunceranno un miglioramento, ma il clima diverr tardo autunnale grazie allafflusso daria fredda. Al mattino, attese brevi piogge e qualche nevicata oltre i 1300 - 1500 metri di quota. Durante il pomeriggio, cielo nuvoloso con possibili isolate precipitazioni in Appennino. Fiocchi di neve oltre i 1500 metri di quota.
A cura di Gilberto Scalabrini

-MSGR - 06 UMBRIA - 35 - 07/10/11-N:

PERUGIA
(C) Il Messaggero S.p.A. | ID: 00155924 | IP: 151.12.186.133

e-mail: perugia@ilmessaggero.it

fax: 075 5730282

CITT SOTTO ASSEDIO Anche ieri uno spacciatore preso dei carabineri
di LUCA BENEDETTI

POLIZIA

Strappa collana arrestato a 18 anni


Un albanese di 18 anni stato arrestato dalla squadra mobile per avere scippato la catenina a una donna che stata camminando nella zona dellElce. La polizia ha rintracciato lo straniero seduto sotto un ulivo. Alla vista degli agenti, lalbanese fuggito. Il personaledella squadra mobile lo ha bloccato anche grazie alle indicazioni fornite dai residenti che dalle finestre edai balconiosservavano linseguimento.

Padrefattoapezzi

Lultimo arresto per droga lhanno fatto i carabinieri. Hanno preso un nigeriano di 44 anni dopo una lite in un bar di via Mario Angeloni. Ha visto i carabinieri, fuggito, ma i militari dellArma lhanno preso con pi di mezzo etto di marijuana che aveva cercato di buttare in terra. Giusto per dire che non passa giornoche lestatistiche sulla droga non vengano aggiornate. Icarabinieri hanno arrestato anche due tunisini. Stavolta la droga non centra direttamente. I due hanno aggredito il titolare di una piadineria di via XIV settembre e hannodanneggiato illocale. Anche questa statistica e riapre il fronte dei rapporti con la Tunisia. Proprio la Tunisia risponde alla richiesta di aiuto del sindaco Wladimiro Boccali che nei giorni scorsi aveva scritto allambasciatore a Roma per trovare una soluzione allarrivo continuo di clandestini dal paese africano che poi si buttano nel mercato dello spaccio di droga. gi allo studio un incontrotra lambasciatore tunisino e Boccali. Lo conferma al sindaco lo stesso ambasciatore, Naceur Mestiri, con una lettera ricevuta nei giorni scorsi a Palazzo dei Priori. Nella lettera lambasciatore riconosce che lo spirito di solidariet e di accoglienza non sono parole vane nellanima della Sua citt, e che gli sforzi compiutidaPerugia hanno contribuito molto al loro inserimento (cio la comunit tunisina, ndr)) e noi Ve ne siamo grati. Mestiri aggiunge che in quanto riguarda il deplorevole fenomeno della delinquenza criminale organizzata che cos negativamente incide sullaserenit della citt deturpando allo stesso tempo limmagine della Tunisia e del suo popolo, vorrei sottolineare limportanza di una cooperazione rafforzata tra i competenti uffici dei due paesi. Lambasciatore tunisino annuncia che le autorit consolari tunisine potenzieranno i contatti con la comunit

I periti: Leandri sapeva cosa faceva


SEGUE DALLA PRIMA
di DANIEL FERMANELLI

Scene di spaccio a ridosso di Fontivegge riprese dalle telecamere della polizia durante una delle tante operazioni antidroga

Lotta alla droga, patto con la Tunisia


Lambasciatore: Collaboriamo. Il Comune chiede aiuto a Frattini
tunisina per favorirne il miglior inserimento possibile in uno spirito di massima collaborazione con le autorit cittadine. Mestiri infine accoglie linvito a un incontro a Roma, in attesa di preparare una sua visita a Perugia. Insomma, dopo il grido dallarme del sindaco, qualche cosa si muove. Ieri il caso Perugia stato riportato allattenzione del vice sindaco, Nilo Arcudi, in un colloquio avuto con il ministro degli Esteri, Franco Frattini arrivato a Perugia per linaugurazionedellanno accademico delluniversit per Stranieri. Arcudi ha parlato con il ministro dei problemi legati al traffico di stupefacenti e allimmigrazione clandestini e in particolare del fatto che a Perugia la stragrande maggioranza degli spacciatori provenga dalla Tunisia. Il ministro Frattini- ha detto alla fine del colloquio Arcudiha dimostrato grande disponibilit e di questo lo ringraziamo. Ha detto di essere stato informato della questione che sta a cuore al Comune e ai perugini, e ha assicurato immediati contatti con il nuovo governo tunisino che uscir dalle ormai imminenti elezioni politiche di fine ottobre. La questione era stata sollevata nei giorni scorsi dal sindaco Wladimiro Boccali che in una lettera inviata all ambasciatore tunisino a Roma e comunicata anche alla Farnesina, aveva affermato che molto probabile che operi una vera e propria centrale tra Tunisia e Italia, e che sia essa ad organizzare questo flusso continuo di manovalanza criminale con metodo. Da qui la richiesta allambasciatore di un aiuto con le mosse di governo e forze di polizia, affinch si trovino gliidoneistrumenti per stroncare allorigine questo fenomeno malavitoso. Ilcapo digabinetto del ministro degli Esteri, Pasquale Terracciano, aveva gi risposto al sindaco di aver avuto un colloquio con lambasciatore tunisino, che si era detto disposto a esaminare insiemeogni iniziativa utile per risolvere il problema. Una promessa mantenuta nella lettera arrivata a palazzo dei Priori e che apre un canale diretto nei rapporti tra Perugia e la Tunisia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SANIT NEL MIRINO

Donna muore per un tumore diagnosticato in ritardo tre medici finiscono sul banco degli imputati
Secondo la procura, sarebbero responsabili della morte di una donna, stroncata da un tumore. Per questo tre medici sono finiti sul banco degli imputati, davanti al giudice per ludienza preliminare del Tribunale di Perugia. Sotto accusa un addetto del servizio di senologia dellUsl 1, uno del servizio oncologico dellazienda ospedaliera e il medico curante della donna. Secondo la ricostruzione del sostituto procuratoreGiuseppe Petrazzini (titolare dellinchiesta), il primo, nel marzo del 2006, non avrebbe rilevato la presenza di un carcinoma mammario e non avrebbe provveduto a effettuare tutti gli approfondimenti del caso. Il medico del servizio oncologico, invece, nellottobre dello stesso anno, a causa di una condotta negligente o imprudente (la procura contestata anche una prescrizione in parte graficamente non comprensibile), avrebbe determinato laggravarsi della malattia e la necessit di posticipare lintervento chirurgico e i trattamenti di chemioterapia, facendo s che la malattia diventasse pi invasiva. Infine, sempre per laccusa, il medico curante, non avrebbe invitato la paziente a sottoporsi ad approfondimenti diagnostici immediati a fronte di una prescrizione contraddittoria del medico del servizio di senologia. In sede dindagine stato anche effettuato un incidente probatorio. Venne sentita la paziente, poi morta nel settembre dello scorso anno (inizialmente era contestato il reato di lesioni colpose). Ieri mattina la vicenda sarebbe dovuta finire allattenzione del Gup, ma ludienza stata rinviata a causa di un difetto di notifica. I medici sono difesi dagli avvocati di fiducia, Silvia Stancati, Maria Teresa Maiorca, Giovanna Biagianti e David Zaganelli. Tutti quanti respingono le accuse mosse ai loro assistiti. Ora toccher al giudice stabilire se sussistono elementi per rinviare a giudizio gli imputati oppure, qualora non dovesse ipotizzare profili di responsabilit penale, emettere una sentenza di non luogo a procedere. Gli imputati possono anche chiedere di accedere a riti alternativi.
D.Fer.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La relazione disposta dal gip porta la firma dello psichiatra Giovanni Battista Traverso, dello psicologo ternano Davide Lazzari e del medico legale Mauro Bacci. Nella perizia scritto che Leandri presenta alcuni tratti borderline, nonch isterico-istrionici, verosimilmente aggravati in qualche misura da una condizione depressiva collegata al lutto per la perdita della madre. Viene anLeandri che fatto riferimento a un rapporto padre-figlio da sempre gravemente conflittuale, accompagnato da cronici sentimenti di rabbia, fino al vero e proprio odio. Secondo la difesa, la perizia contraddittoria e i risultati non trovano daccordo nemmeno il consulente di parte, Francesco Bruno, che ha sostenuto la tesi della seminfermit. Il 28 ottobre,davanti al giudiceperle indagini preliminari di Perugia, verr discussa la perizia e i legali di Leandri cercheranno di far valere le loro ragioni. Lindagato, insegnante di educazione fisica, accusato di omicidio volontario e soppressione di cadavere. Era stato arrestato il 12 gennaio scorso dai carabinieri. Leandri ha confessato lomicidio: Mi ha detto sei una nullit...come faceva sempre. Allora ho pensato di dargli una lezioni. E quando ha massacrato il padre, secondo i periti, sapeva cosa stava facendo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tre medici sono finiti sotto accusa

UNIVERSIT

guerra per i primari tra Ateneo e Regione


di FEDERICO FABRIZI

Lesempio classico quello di un professore universitario che dora in poi dovr lavorare in ospedale: E timbrare il cartellinocome noi, rimarcano i colleghi ospedalieri. Si ma il badge dovr essere dellUniversit, mette i puntini sulle i la Cisl. E la proposta piace un sacco al rettoreFrancesco Bistoni. Ballano 97 docenti, 70 ricercatori e 140 tecnici e amministrativi dellUniversit che dovranno integrarsi con gli ospedali umbri. La battaglia appena cominciata. Universit e Regione per ora giocano di fioretto. Ma in palio c una posta alta: la nomina di un bel pacchetto di primari. Non solo, il duello per le regole del gioco: si discute per il sistema delle nomine che verranno. Chi sale sul ponte di comando ora destinato a restarci per un bel po. Il terreno di battaglia si chiama azienda integrata. Va-

Al centro il rettore Bistoni, accanto Luigi Fabiani e Letizia Pietrolata (Cisl)

le a dire quella cosa nuova che dovr costituire il centro della sanit umbra e sar il punto di contatto tra Universit e sistema sanitario regionale. Per verr fuori una specie di mostro a tre teste, perch dentro la nascitura azienda integrata sembrano destinate a restare vive e funzionanti ledueaziende ospedalie-

re di Terni e Perugia. In questi giorni la commissione a met tra Universit e Regione al lavoro per mettere nero su bianco il funzionamento del nuovo sistema. Il rettore Bistoni vuole chiudere la partita entro la fine dellanno. Se non si trover laccordo su tutto, entro dicembre si potrebbe addirit-

tura approvare uno stralcio parziale. Pur di non impantanare la trattativa. Ieri la Cisl ha messo i suoi paletti con unassemblea di docenti, tecnici e amministratividella facolt,ospite deccezione il rettore Francesco Bistoni. Pretendiamo lattivazione di un tavolo sindacale per un protocollo aggiuntivo sulla costituzione dellazienda integrata - rimarca Letizia Pietrolata (della Federazione Universit della Cisl) - per la definizione dello status giuridico ed economico del personale docente e tecnico-amministrativo della sede di Perugia e Terni attualmente in convenzione con il sistema sanitario, e per lassetto a regime. Pari dignit tra personale docente universitario e ospedaliero, le fa eco Luigi Fabiani (Cisl). Ma con un direttore dellazienda integrata, un rettore, due direttori di ospedale, pi lassessore alla Sanit, chi decider?
RIPRODUZIONE RISERVATA

-MSGR - 06 UMBRIA - 37 - 07/10/11-N:

IL MESSAGGERO VENERD 7 OTTOBRE 2011

PERUGIA 37
(C) Il Messaggero S.p.A. | ID: 00155924 | IP: 151.12.186.133

37

LOMICIDIO DI MEREDITH Secondo le parole del presidente potrebbero esserci altri responsabili
Claudio Pratillo Hellmann, presidente della Corte dassise dappello che ha assolto Amanda Knox e Raffaele Sollecito

Laltro processo

Immagini di Mez si torna in aula per diffamazione


Prima dellaula degli affreschi del tribunale, le immagini del corpo straziato di Meredith Kercher andarono in onda su Telenorba. Era il primo aprile 2008 e la tv pugliese le ha trasmesse su Il Graffio e sulla rubrica Tg Norba Mattino, quando le indagini erano ancora in corso. Per quella messa in onda sono finiti sotto processo (oggi ludienza), oltre a due giornalisti dellemittente, alcuni familiari di Raffaele Sollecito per pubblicazione arbitraria di atti e diffamazione. Secondo laccusa, portata avanti dai pm Giuliano Mignini e Manuela Comodi, i familiari, in possesso di quelle immagini, avrebbero agevolato la messa in onda delle immagini shock del corpo di Mez allo scopo di assicurare limpunit a Raffaele Sollecito dal reato di omicidio. Immagini (riprese durante il primo sopralluogo nella casa del delitto) impressionanti del cadavere nudo di Meredith - prosegue laccusa in modo da poter turbare il comune sentimento della morale e da poter provocare il diffondersi dei delitti, nonch offendendo, in tal modo, la reputazione della giovane. Ma il collegamento finora non stato dimostrato. Oggi in aula, al giudice per ludienza pre- Lavvocato Francesco Crisi liminare, Alberto Avenoso, sar sottoposta leccezione sulla competenza territoriale del tribunale di Perugia. A sollevarla, Francesco Crisi, Marco Brusco e Francesco Mastro, avvocati dei familiari del giovane barese, che vorrebbero il processo spostato a Bari. In base alla legge (la 223 del 1990) invocata dal pm Mignini, il giudice territorialmente competente si individua nel luogo di residenza della persona offesa. Che non pu essere Perugia, dicono in sostanza gli avvocati, perch Meredith non era residente a Perugia e non lo la sua famiglia, che si costituita parte civile. Intantoil dibattito sul garantismo offerto dalla sentenza in appello si allarga. Lavvocato Francesco Crisi non vuole entrare in merito al pronunciamento, ma sostiene in senso pi ampio: Quello del verdetto deve essere un momento di riflessione, non certo di contrasto. un modo per restituire al processo penale in generale, e in maniera garantista, la capacit di affrontare con serenit di giudizio in base esclusivamente alle prove e agli indizi. Il conseguente epilogo assolutorio si fonda infatti - sostiene Crisi - su un chiaro deficit di prove scientifiche unito a indizi non concordanti o scarsi. Perch discutere lassoluzione ogni volta ci siano questi presupposti?

Amanda assolta, ripartono i dubbi


I pm: Per noi sono loro i colpevoli. Ma Pratillo: Rudy non dice la verit
di EGLE PRIOLO

Difficile davvero dire in che direzione far ripartire le indagini - continua Maresca - Delle prove scientifiche non c pi nulla di rilevabile. E anche dal punto di vista testimoniale arduo capire dove andare a parare a questo punto. Il filo datirare per dipanare la matassa, al momento, resta Rudy. In aula, il 27 giugno, ha detto che nella casa di via della Pergola, la notte dellomicidio, cerano Amanda e Raffaele. Il presidente Pratillo dice che Rudy non ha detto ancora la verit - attacca Maresca -. La sua testimonianza stata, evidentemente, considerata inattendibile. Quel giorno poteva essere pi chiaro nel riferire della loro presenza. Forse stato ermetico. Ma per noi e i pm stato pi che sufficiente. Per il collegio non bastato. Una certezza c. Inequivocabile. Per uccidere Mez sono stati necessari due coltelli, come risulta dallesame autoptico eseguito da Luca Lalli e come confermato dallaltro medico legale Marco Bacci. Allora, due coltelli. Il primo, pi grande, per i giudici di primogrado era quello da cuci-

Film a luci rosse la prima offerta


La prima offerta di lavoro per Amanda Knox? Nel mondo del porno. Un impiego casto, solo di rappresentanza, a meno che lei non intenda andare oltre. Lofferta arriva dalla Vivid Entertainment, tramite il sito di gossip sulle celebrit dello showbiz TMZ, su cui il produttore Steve Hirsch ha detto di voler offrire (ad Amanda) lopportunit di essere la portavoce della nostra vivid.com e di rappresentarci agli eventi del settore. Questo, ha aggiunto Hirsch, non implica nudit o sesso. Naturalmente, saremmo felici di parlarne nel caso volesse proseguire in questa direzione, ma la decisione spetta a lei. Amanda non ha risposto allinvito, mentre Raffaele denuncia alla polizia postale chi ha aperto un profilo Facebook a nome del giovane barese, che invece non ne sa nulla. Lo hanno riferito due dei suoi difensori, gli avvocati Luca Maori e Donatella Donadi. Il profilo stato individuato dallo stesso Sollecito e dai suoi familiari. Allinterno figurano frasi e commenti attribuiti al giovane il quale per non ne lautore. Si tratta di una violazione gravissima della privacy del nostro assistito - ha detto lavvocato Maori - che in questo momento tiene particolarmente alla sua riservatezza.
Francesco Maresca, legale della famiglia di Meredith Kercher

Livoriano in aula: Quei due erano con me

na trovato in casa di Raffaele Sollecito, su cui la scientifica aveva individuato il dna di Meredith e di Amanda. Il secondo, pi piccolo, non mai stato trovato. Durante le indagini sono stati equiparate le ferite sul collo con i coltellini svizzeri di Raffaele, ma senza riscontri. La ferita pi grande sul collo di Mez - ricorda Maresca - era compatibile con il coltello da cucina. Le altre,

pi piccole, sono state provocate da altre lame. Da questo assunto, laltra certezza. A uccidere Meredith sono state pi persone. Lo ha stabilito la sentenza definitiva nei confronti di Rudy - prosegue lavvocato Maresca -, ma una cosa che sta nei fatti. Meredith, lo abbiamo ribadito pi volte, tra ferite e le oltre quaranta coltellate, non aveva lesioni da difesa. Qualcuno la

teneva. Rudy poteva da solo bloccarla e colpirla con due coltelli? Chiaramente no. Ci sono quindi assassini ancora in libert? Chi sono? Non saprei chi altro possa essere stato - risponde il legale dei Kercher -. Fino a luned per noi erano Amanda e Raffaele. Perch a loro due ci portavano, al di l delle prove del dna, le tracce dei piedi rilevate con il luminol nel corridoio della

casa di via della Pergola. A tal proposito, mi chiedo come superer questo aspetto la sentenza di assoluzione. Bisogna indagare da capo? Certamente. Spero davvero di non restare alla verit insoluta di cui ha parlato il presidente della Corte. In questo senso - prosegue Maresca - sono fiducioso nella Cassazione, che si trover davanti due sentenze quanto mai confliggenti. La prima sviluppata in modo enorme, preciso e puntuale. La seconda, vedremo. Credo che la Corte dicassazione aprir davvero un nuovo capitolo di questa storia. E spero anche in un processo pi snello, liberato dal peso e dallorpello delle pressione mediatica, soprattutto americana, dovuta alla misura cautelare in carcere dei due imputati. Aspettiamo le motivazioni - conclude Francesco Maresca - e poi siamo pronti per il ricorso in Cassazione a fianco della procura generale. Linchiesta, allora, riparte da qui. Dalle parole del presidente Pratillo sulla verit in mano solo a Rudy e da quelle 30.000 pagine dei fascicoli su cui si fondata lindagine. Trentamila pagine,ma inqualche modo, ripartire da zero per dare giustizia a Meredith.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Regione, soldi ai Comuni MoodysdeclassalUmbria che si aggregano Confcommercio: Per il personale rischio caos Pil peggiore del centro Italia
SEGUE DALLA PRIMA
di FEDERICO FABRIZI

C ne sar uno solo e Rossi ha lasciato intendere che le bollette sotto i venti euro finiranno in soffitta: troppo costoso riscuoterle. Ma la Regione riuscir a non far pagare chi non riceve direttamente benefici dal servizio? Per le risposte sul tema chiedere al Terni e dintorni. E poi? Visto che le Province sono destinate a morire ecco che vengono investite di competenze relative al demanio idrico regionale, alla viabilit e la riscossione dei canoni concessori del demanio regionale. Non ci saranno pi le Comunit montane, nascer lAgenzia Forestale e del nodo del personale se ne inizier a discutere la prossima settimana. Ricordando sempre che Umbria natura e Umbraflor sono due spine quasi da record. Insomma, altro giro, altro valzer e si pronosticano altre tensioni. Magari anche quando, sempre la pros- Il consiglio regionale sima settimana, toccher alla maggioranza fare una mano di conti sul riassetto regionale. Su cui si abbattono i conti della Cisl sul piano regionale per il lavoro. Che stato approvato dal consiglio regionale da pi di tre mesi ma se ne sta fermo in un cantuccio. La denuncia arriva dal segretario regionale della Cisl, Claudio Ricciarelli, che ha anche fatto un mano di conti: cos restano fermi cento milioni di euro che possono essere spesi nel triennio 2011-2013. Tirata di sveglia allassessore Vincenzo Riommi dopo la totale condivisione messa in pista, ricorda la Cisl, con il suo precedessore, Rossi. L.Ben.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Anche Moodys declassa lUmbria. A dire il vero, lagenzia aveva messo sotto osservazione i conti da un po. Ieri Moodys ha declassato il rating di trenta enti locali italiani. La decisione segue quella dei giorni scorsi sul rating italiano. Scendono a livello A2, lo stesso rating assegnato allItalia, insieme allUmbria, Basilicata, Liguria, Marche, Toscana, Veneto, e poi le province di Firenze, Milano e Torino, le citt di Milano, Venezia, Siena e anche la societ Finlombarda. Nella lista dei bocciati, pure le province di Trento, Bolzano, e poi Piemonte, Puglia, Sardegna e Sicilia. Sorpresa? A Palazzo Donini se lo aspettavano. Linaffidabilit dei conti pubblici dello Stato e la debolezza delle misure economiche adottate dal Governo per affrontare le crisi hanno portato lagenzia di rating a declassare da Aa2 ad A2 lItalia e automaticamente anche gli enti locali e le Regioni come lUmbria, che passa da Aa3 a A2 - spiega lassessore regionale al bilancio Gianluca Rossi - dopo la decisone di Standard & Poors, la nuova valutazione in negativo di Moodys non ci ha colto di sorpresa. La valutazione dellagenzia non fa che riconfermare il fallimento e la mancanza di prospettiva della politica economica del Governo italiano. Intanto ieri allarme per lUmbria anche da parte di Confcommercio, secondo lassociazione di categoria: LUmbria, insieme allAbruzzo ha mostrato le maggiori difficolt tra le regioni del Centro e del Sud per quanto riguarda il Pil prodotto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

-MSGR - 06 UMBRIA - 40 - 07/10/11-N:

FOLIGNO
(C) Il Messaggero S.p.A. | ID: 00155924 | IP: 151.12.186.133

foligno@ilmessaggero.it

fax: 075 5730282 - tel: 075 5736141

IL CASO Importanti occasioni occupazionali dal settore ristorazione


di GIOVANNI CAMIRRI

LEVENTO

Il Papa passer per Foligno


Il treno Vaticano rallenter in citt prima di raggiungere Assisi
Il Santo Padre,Papa Benedetto XVI, transiter per la stazione ferroviaria di Foligno durante il viaggio verso Assisi il prossimo 27 ottobre La Diocesi, guidata dal vescovo Gualtiero Sigismondi annuncia con gioia che il Santo Padre Benedetto XVI, in viaggio verso Assisi dove parteciper alla Giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo Pellegrini della verit, pellegrini della pace, transiter per la stazione ferroviaria. Il convoglio che condur-

Il vescovo della Diocesi di Foligno Gualtiero Sigismondi accolto dal Santo Padre Papa Benedetto XVI

C una ricetta possibile contro la crisi, ma in pochi decidono di scommetterci. Il settore quellodella ricerca occupazionale che fa incontrare domanda ed offerta. E se lincontro calibrato su ci che il mercato realmente cerca il sistema funziona ancora meglio. Lesempio viene dal centro di formazione Cnos Fap Casa del Ragazzo di via Isolabella. A raccontarne i contorni la coordinatrice, Nicoletta Marongiu. Il centro per limpiego di Foligno- spiega Marongiu -cihaprospettatolanecessit di individuare una rispostaallenumeroserichieste che aziende del settore parrucchieria avanzano in merito alla pressante necessit di personale. Attualmente esistono solo due occasioni di formazione per questo settore, uno a Perugia e laltro a Terni. Mancava, quindi, un contesto formativo per larea centrale della Regio-

Adaccoglierlo ci saril vescovo della Diocesi Gualtiero Sigismondi


r il Papa e gli ospiti dalla Stazione Vaticana ad Assisi atteso alla stazione di Foligno alle ore 10.19 e rallenter per consentire ai viaggiatori di salutare i cittadini folignati. Invitiamo - spiegano dalla

Diocesi - tutti a partecipare a questo momento, per ricevere il saluto del Santo Padre e degli ospiti, pellegrini adAssisi per ricordare il 25 anniversario della giornata mondiale di preghiera per la pace voluta dal Beato Giovanni Paolo II. Un grande evento di fede, quindi,che vedrper lennesima volta un Pontefice attraversare la citt passando per la strada ferrata che ne riassumela principale fonte dioccupazione ormai da decenni. Gi nelle precedenti occasio-

ni una grande folla s riversata in stazione per salutare il Papa e pregare durante iltransito del convoglio partito dalla Stazione Vaticana. Gente

di diverse et non ha voluto mancare a questo particolare m omento di vita spirituale. Una grande folla che, di sicuro,sar presente anche il pros-

simo 27 quando il treno Vaticano raggiunger Assisi rallentando, appunto, nel momento del passaggio in citt. Per loccasione, come sempre accade in presenza di grandi eventi, sar allestito il servizio di sicurezza allo scopo di rendere quanto pi tranquilla la visita di Papa benedetto XVI e per consentire ai tanti fedeli e curiosi che raggiungeranno lo scalo ferroviario cittadino di poter assistere allevento senza problemi.
Gio.Ca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il lavoro c, ma nessuno lo vuole


ne. Abbiamo, quindi, definito un accordo con il Consorzio Futuro, la struttura che opera su Perugia avviando quindi una partnership che attualmente sta formando una decina di ragazzi tra i 16 e la soglia dei 18 anni. La fase attuale quella degli stage presso parrucchieri della citt. Per il prossimo corso abbiamo gi 15 richieste. Non solo acconciature per dare una spallata alla caccia al lavoro. Perch occasioni importanti, grazie alle nuove tecnologie alla ristorazione e alle energie alternative, sono dietro langolo ma non tutti sembrano aver voglia di mettersi in gioco.Raccogliamo - prose-

Caccia a parrucchieri ed elettricisti con la ricetta anticrisi della Casa del Ragazzo
Con le nuovi fonti alternative si aprono scenari interessanti
Una delle fasi del corso per parrucchieri organizzato dalla Casa del Ragazzo in collaborazione col Consorzio Futuro

BOTTA E RISPOSTA

Censimento, il Comune alla Uil: tutto in regola


Il Comune ha proceduto alla selezione del bando e alla selezione delle persone per procedere al censimento in accordo con le organizzazioni sindacali. Lo sottolinea il sindaco Nando Mismetti, in replica a quanto affermato in una nota da Uil Fnp. E singolare che il Comune venga accusato di scarsa trasparenza ha detto Mismetti quando stato deciso di selezionare il personale interno attraverso il titolo di studio, proprio per evitare che venissero chiamate le stesse persone, come in passato. Peril censimento vengono impegnati complessivamente 50 dipendenti, un settimo del totale: non certo un numero ristretto di persone. Per quanto riguarda i due dipendenti assunti per il mandato della legislatura, vorrei comunicare che hanno rinunciato. Per tutte e due le graduatorie stato adottato lo stesso criterio: il titolo di studio.

gue la coordinatrice - riscontro occupazionali pi che positivi ad esempio dalla ristorazione dove dopo 2 mesi dallottenimento della qualifica trova un lavoro il 59 per cento dei ragazzi. Bene anche il comparto meccanico e quello auto. Per questultimo abbiamo 36 richieste, pari al triplo delle disponibilit. Picchi di richieste dal mondo del lavoro anche per gli elettricisti ed i termoidraulici. Questi ultimi non diverranno pi gli idraulici di un tempo, ma esperti di energie alternative.
RIPRODUZIONE RISERVATA

AMORE CRIMINALE
Un amore criminale bloccato dai carabinieri. Si pu riassumere cos larresto che i militari del nucleo operativo hanno eseguito, per lipotesi di reato di estorsione, a carico di una 30enne romena. La donna aveva intessuto una relazione sentimentale con un giovane folignate. Rapporto che poi finito. Il giovane, a quel punto, s visto rivolgere dalla sua ex continue richiestedi denaro. Sommeesorbitanti che, stando al racconto della vittima ammonterebbero a decine di migliaia di euro, forse addirittura 50mila nel-

LA CITT
operativo che lhanno arrestata per il reato di estorsione continuata. Il passaggio della busta tra la vittima e la sua carnefice avvenuto in centro storico. I duemila euro sono stati recuperati e restituiti alla vittima dellestorsione. La ragazza, invece, dopo larresto stata condotta in carcere a Perugiadove sitrova a disposizione dellautorit giudiziaria. Una brutta vicenda, quella chiusa dai carabinieri, che ha preso le mosse da un fidanzamento finito male al punto di trasformarsi in una ossessiva odissea.
Gio.Ca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il fidanzamento si rompe e lei gli estorce 50mila euro


larco di sei mesi. Il folignate, in un primo momento, avrebbe assecondato quelle richieste, consegnando denaro contante allo scopo di aiutare lormai ex fidanzata. Un atto di bont che, per, s amplificato in ulteriori richieste di esborso. Quando il ragazzo s rifiutato di metter mano al portafogli la romena ha iniziato a minacciarlo mettendolo sotto forte pressione. Minacce che sarebbero consistite in azioni diffamatorie tese a screditare lex fidanzato. Unospauracchio che evidentemente ha funzionato al punto che il ragazzo quei soldi li ha poi dati. Quando il folignate s trovato nella condizione di non riuscire pi a far fronte alle richieste della trentenne, ulteriormente spaventato dalle minacce che ha subito, ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. La trappola che ha messo fine ad un rapporto finito tra due fidanzati e divenuta una storia di amore criminale, scattata nel primo pomeriggio di gioved. Il folignate, dopo aver raccolto senza non poche fatiche gli ultimi duemila euro, li ha consegnati chiusi in una busta, alla romena. Questultima, appena scesa in strada, e con i soldi appena presi ancora al seguito stata fermata dai militari in borghese del Nucleo

d Spettacoli Multisala Politeama Ex: amici come prima (Commedia, 100 min - D-Cinema 2K): 17.30 20 22.30; I Puffi (Animazione 3D, 90 min D-Cinema 3D): 17.30 20; Lalba del pianeta delle scimmie (Fantascienza, 105 min - D-Cinema 2K): 22.30; DRIVE (Azione, 95 min - D-Cinema 2K): 17.30 20 22.30; Abduction: riprenditi la vita (Azione, 105 min - D-Cinema 2K): 17.30 20 22.30 Supercinema Final destination 5 (Thriller 3D, 95 min - D-Cinema 3D): 17.30 20 22.30; A dangerous method (Drammatico, 95 min): 17.30 20 22.30; Blood story (VM14 Thriller, 115 min

- D-Cinema 2K): 17.30 20 22.30 d Farmacia di turno: Serena, via Marchisielli 28 tel. 0742.354852 d Teatro. Le Quattro Stagioni: spettacolo a cura del Teatro Nuova Figurazione. Con Luciano Falcinelli, attore e autore dei testi, e Angelo Cicillini, violinista. Musiche di Vivaldi e Bach. Sala Rossa di palazzo Trinci alle ore 17,30 e 21,15. Biglietto 10 euro. d Arte sacra. Mostra Il Sacrificio di Cristo, patrocinata dallAssociazione dei musei ecclesiastici umbri. Museo Capitolare Diocesano in largo Carducci, venerd dalle 15,30 alle 18,30; sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15,30 alle 18,30.

CALCIO

Foligno, altro deferimento. Procura verso lappello


Documenti delliscrizione non completi, rischio penalizzazione. E si riapre lultimo processo
di SIMONE LINI

Tattini andato in gol nellamichevole che il Foligno ha giocato ieri contro la Subasio Pagliari ha provato lassetto anti Pavia

Puntuale arrivato per il Foligno il deferimento da parte della Covisoc per il ritardo nella presentazione della documentazione al momento delliscrizione. La procura federale non ha fatto sconti, anche se lennesimo deferimento non coglie di sorpresa lambiente biancazzurro. Al Foligno viene contestato di non avere depositato entro lo scorso 30 giugno, quindi al momento delliscrizione, le dichiarazioni attestanti il pagamento di Irpef e contributi Enpals fino ad aprile 2011 e la dichiarazione dellavvenuto pagamento di Iva e Irap. Che il Foligno non avrebbe avuto il perso di un solo punto

Contro la Subasio amichevole sotto tono In gol Tattini


di penalizzazione, quello gi subito, era certo e confermato pi volte. Deferimento che comunque dovrebbe essere lultimo. Ha preso il via la procedura che potrebbe portare il Folignoa quel meno tre preventivato in estate, anche se la situazionepotrebbe aggravarsi ulteriormente. La Procura federale sembra infatti intenzionata a presentare appello contro la

Tennis tavolo, partenza a due velocit


partita con il piede giusto la nuova stagione del Tennis Tavolo Foligno.Alla prima di campionato le squadre biancazzurre hanno infatti ottenuto due vittorie e una sconfitta. In serie C2 successo in casa per 5 a 0 sul San Giustino, con i punti di Marzi, Raio e Rauss. Nel girone B invece lo Sherwood Park nulla ha potuto contro il Camposentenza che ha gi penalizzato i falchetti, chiedendo un ulteriore punto in meno in classifica. Punto che, visti i precedenti di altre squadre, potrebbe venire tolto in appello e poi restitui-

maggiore Terni, una delle pretendenti al successo finale, uscendo sconfitto 5 a 0. In D1, infine, lOsteria del Vicoletto si e imposta in trasferta contro il Prepo 5 a 4 grazie ai punti di Cruciani e di Carpisassi. Nel prossimo turno lo Sherwood e lOsteria del Vicoletto saranno impegnate in casa contro il S. Erminio e il Campomaggiore.
squadra concentrata solo sulle vicende del campo. Che ieri hanno portato i falchetti a giocare unamichevole contro la Subasio, vinta solo per 1 a 0 con un goldi Tattini nella ripresa. Assente Cavagna, oggi si conosceranno gli esiti della risonanza magnetica al ginocchio destro, non ha preso parte alla gara neppure Costantini, bloccato da una contrattura ai fles-

to dal terzo grado dellarbitrato sportivo. Un motivo in pi per complicare la vigilia della trasferta di Pavia, nonostante Pagliari abbia pi volte detto che la

sori della coscia sinistra, oltre a Romano e Brunori impegnati in rappresentativa. Pagliari ha confermato lintenzione di cambiare ancora una volta pelle alla sua squadra, provando un inedito 4-3-2-1 con la linea di centrocampo formata da Castellazzi, Papa e Menchinella, avanti Testa e Tattini dietro a Guidone. Un esperimento che per la verit non ha fatto brillare particolarmente il Foligno contro un avversario di categoria (Promozione) pi bassa. Ma pi che sul modulo, Pagliari sembra ancora non riuscire a trasmettere al gruppo quella voglia e quella determinazione che mancata a Reggio Emilia e che ancora non riapparsa neppure in amichevole.
RIPRODUZIONE RISERVATA

-MSGR - 06 UMBRIA - 45 - 07/10/11-N:

IL MESSAGGERO VENERD 7 OTTOBRE 2011

UMBRIA 45 REGIONE 45
(C) Il Messaggero S.p.A. | ID: 00155924 | IP: 151.12.186.133

45

Una partita di cricket fuori dallordinario

CITT DI CASTELLO - Ultime battute per la mostra del fumetto a Citt di Castello. Levento che ha fatto il pieno di addetti ai lavori, fan, fanatici e semplici curiosi. Da oggi - fino al 16 ottobre palazzo del Podest ospiter Zagor di Galieno Ferri, una mostra di cover, disegni e tavole. Questo fine settimana, sabato e domenica a palazzo Bufalini, il Quadrilatero e Salone degli Specchi va in scena la giornata dedicata a Gallieno Ferri.

Zagor al palazzo del Podest

E da oggi alle logge di palazzo Bufalini e a piazza Matteotti tocca a Tiferno Comics, dalle 10 apre i battenti lottava mostra mercato del fumetto usato da collezione manga e cosplay. Alle 18 in programma la premiazione delle migliori cosplay, esposizioni collaterali. E poi dal 30 settembre fino al 16 ottobre alla galleria Il Pozzo, a Palazzo Lignani Marchesani il tema : Eros a fumetti di Giovanna Casotto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pakistani a Strozzacapponi con la mania del cricket


Succede a Strozzacapponi, tra Perugia e Corciano. La comunit pakistana - soprattutto i giovani - si ritrova la domenica per giocare a cricket, lo sport nazionale in Pakistan. Non si gioca sempre 11 contro 11, ma con una costante: le partite sono seguitissime e durano davvero tanto, oltre cinque ore.

Fumetti protagonisti della mostra di Citt di Castello

SERATA SALGARI Al Pavone rievocato lo scrittore e tutti i suoi viaggi assieme a Carol Andr

LE MOSTRE

di STELLA CARNEVALI

Il circolo dei lettori di Perugia ha debuttato al teatro Pavone con la Serata Salgri. Anche simbolo del centocinquantesimo dellUnitdItalia perch per oltre cento anni statoloscrittore che ha unito tutte le giovani generazioni fino agli attuali cinquantenni. Se qualcuno gli avesse potuto leggere il futuroforse avrebbe trovato la forza di non sentirsi un vintoediuccidersi facendo harakiri come uno dei suoipersonaggi con gli occhi rivolti al sol levante. Gli editori lo pagavano pochissimo costringendolo a scrivere tre libri allanno, tre pagine al giorno. Ai miei editori: a voi che vi siete arricchiti con la mia pelle mantenendo me e la mia famiglia in una continua semi-miseria o anche pi, chiedo solo che per compenso dei guadagni che io vi ho dato pensiate ai miei funerali. Vi saluto spezzando la penna. Grazie a lui per cui: Scrivere viaggiare senza la seccatura dei bagagli, cos

Tutti in Circolo attorno alla perla

I simboli religiosi di Massimo Diosono


lo sceneggiato di Sandokan, da ieri lo anche in quello dei pi giovani, la sua bellezza ha viaggiato intatta come nei romanzi di Salgri. Il circolo dei lettori di Perugia una nuova attivit del Comune per coinvolgere sulla base degli interessi i lettori di libri. La sua sede a palazzo della Penna, la coordinatrice la mitica Edy Peterle che per tanti anni ha organizzato Umbria libri. Un gruppo di esperti laffiancheranno come Alberto Mori e gli storici Giovanni e Rocco Dozzini padri del fantastico Banana republic. Stanno alacremente tramando il progetto che sar presentato a novembre. Molti testi di narrativa, saggistica, storia ed altro saranno scelti dai lettori, altri proposti. Un occhio di riguardo alle giovani generazioni ma non solo, la chiave di volta di trasformare il lettore in protagonistasia delle scelte cheallinterno dei cenacoli in cui un libro potr essere letto commentato, reinterpretato. Far nascere insomma una comunit che non legga solo quello che il mercato ha ragione di vendere, al momento gialli e noir. Genere peraltro gi contenuto nella grande letteratura in grado per di lasciare profonde tracce emozionali come Delitto e castigo di Dostoevskij per esempio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Al teatro Pavone la serata Salgri con Bruno Gambacorta e Carole Andr lindimenticabile perla di Labuan nello sceneggiato televisivo Sandokan

milioni di lettori hanno potuto sostituire leggere alla parola scrivere. Ottanta opere, duecento se si contano i racconti, quarantadue i film tratti dai suoi romanzi. Quelli sotto i cinquantanni ricordano dai robot del grande Mazinga alle avventure di Harry Potter. Ma quando gli scrittori sono grandi tornano sempre ed questo il caso realizzato in collaborazione con il circolo dei lettori di Torino. Carole Andr che nellimmaginario adulto rimasta la bellissima Perla di Labuan nel-

Foligno, va in scena la notte dei corti


FOLIGNO - Ciak, ecco il cinema. La societ Sovversioni non sospette, societ a lettura responsabile, organizza la notte dei corti. Stasera alle 21, alla libreria Carnevali, al centro culturale Cinema Astra, di via Mazzini. Liberi dentro e fuorila comunit: cortometraggi di giovani - e meno giovani creativi filmaker (Emanuele Chianella, Davide Fratini, Pietro Elisci, Ainoha Menndez, Tommaso Muzzi, Diego Trovarelli). E alle 22, 15 tocca ai vincitori del Festival internazionale del Cortometraggio Con i minuti contati. Il primo classificato Dulce di Ivn Ruiz Flore. Seconda piazza per Le storie che invento non le so raccontare, di Francesco Lettieri. Terzo classificato Stand by me di Giuseppe Marco Albano, e il premio della giuria Checkpoint di Ruben Amar. Miglior cortometraggio danimazione Training autogeno di Astutillo. Miglior cortometraggio horror The eater di Alessio Pasqua.

Massimo Diosono personale dellartista perugino alla ex chiesa della misericordia in via Oberdan a Perugia con inaugurazione sabato 8 alle 18. Una riflessione su pi livelli: la desacralizzazione di un luogo religioso e il senso della presenza, della memoria, della scomparsa di otto potenti simboli religiosi. Emidio De Albentiis: Di tutti quei simboli, che hanno cos indissolubilmente e tragicamente legato vita e morte, emozionanti illusioni e cocenti delusioni, resta un silenzio gravido di attesa: una fragile quiete sospesa tra la saggezza di chi scorge nelle cose del mondo uninutile arena da combattimento in cui cercare piuttosto un superiore equilibrio.... Ingresso libero. ***** Storie dallarte: le opere di Ivan Frenguelli e SergioSilvi fino a domenica 16 a Palazzo della Penna in via Podiani a Perugia. E il back stage di un progetto artistico. Punto di partenza le opere della Massimo Diosono: Come coppia di artisti esposte dautunno sugli alberi le foglie progressivamente nelle sale al primo piano. La mostra cambier da una settimana allaltra, e sar visitabile fino al 16 ottobre. ***** Scatti oltre la cronaca, personale fotografica di Giancarlo Belfiore fino a sabato 8 alla sala Lippi di palazzo Lippi Alessandri in corso Vannucci. Invito a palazzo alla sua decima edizione. Info 0755736458. ***** Personale di Gianni Politi fino a domenica 16 a palazzo Collicola di Spoleto. Ultimi giorni per visitare linstallazione di tre tele della nuova serie quadri bianchi la cui brutale traduzione in pittura e matita su tela mostra il sacrificio di tre mucche appese in piena putrefazione, inteso come momento sacro di restituzione dellanima allo spazio ospitante. ***** De Visu XII ritratti iperrealisti, gioielli, grattage, manufatti ceramici e installazioni fino a domenica 16 alla torre civica del palazzo del Podest in piazza Soprammuro a Gualdo Tadino. Lidea della pittrice gualdese Barbara Amadori con dodici artiste sul tema della donna: Chiara Demegni, Monia Gubbini, Silvia Lilli, Elisabetta Lupi, Rita Marianelli, Fabiola Mengoni, Giorgia Radici, Francesca Ruiz de Ballesteros, Erica Scaramucci, Monia Spinelli, Vera Volpolini. Info 0759142445. ***** Aria di casa le foto di Maurizio Dogana e i video di Z.one Cultural Crossing fino al 23 a palazzo Lucarini di Trevi. Un saggio di generazioni diverse legate da vincoli parentali, di continuit e discontinuit operative, il mutare del panorama.
Ste.Ca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

WEEK END
di FILOMENA ARMENTANO

I profumi dellautunno entrano prepotentemente in gioco questo week end. A Citerna tempo dimbracciare la bisaccia del tartufaio. In programma per oggi, giornata inaugurale, la rievocazione della spillatura. Si tratta in realt di una piccola anteprima che si svolger a Pistrino alle 17. Il rito quasi sacro perch consiste nellapertura dei caratelli dopo tre anni di fermentazione. Nei due giorni della Bisaccia (domani e domenica) verranno allestiti stand, punti di degustazione, itinerari gastronomici tra i diversi ristoranti del paese con piatti a base di miele, ricotta e noci e altro, accompagnati da momenti di approfondimento, con la presenza di produttori ed esperti e confrontipubblici su tecniche di produzione e conservazione, raccolta e caratteristiche nutritive ed organolettiche. Due giorni di sapori e saperi immersi nellantico borgo di Citerna in compagnia dellallegria delle street Band degli artisti di Strada affascinati dalle ricchezze storiche architettoniche e paesaggistiche di questo borgo, inserito nel Club dei borghi Pi belli dItalia.

Citerna, i vip a caccia di tartufi


E per il vino buono tappa obbligata al castello di Corciano
Il momento pi atteso della bisaccia previsto per domani alle 15,30 quando da piazza Scipioni avr inizio la gara Personaggi in cerca di tartufi. Negli anni si sono cimentati nella ricerca del prezioso tubero molti volti noti, da Gianni Rivera ad Anna Bottero, Davide Sassuoli, Lamberto Sposini, Giuliano Giubilei, Maurizio Mannoni, Luca Barbarossa, Neri Marcor, Gimmy Ghione, Roberta Serdoz, Andrea Vianello Zeudi Araya. Anche questa edizione non sar da meno, e si attendono in piazza per il via personaggi del giornalismo e dello spettacolo a rinnovare la singolar tenzone della ricerca del tartufo. Pesa e premiazione alle 17,30, mentre per le vie della cittadina gi dalle 16 la Maggiolino Band intratterr tutti gli altri visitatori. Alle 21 spettacolo di magia, fuochi e danze Stasiu nel bosco dal legno doro. A Pietralunga fino a domenica 24esima mostra mercato del tartufo e della patata bianca, tre giorni di degustazioni, spettacoli, mostre e convegni dedicati al tartufo bianco pregiato, detto anche trifola, e alla patata bianca. Ci sar spazio anche per la musica folcloristica, in piazza e per le vie del borgo, e per la gara nazionale di cani da tartufo, organizzata dallassociazione Tartufai Alta Valle del Tevere, domenica alle 7, inlocalit Giretone. Prima assoluta per Corciano castello di vino, percorso sensoriale itinerante rivolto a tutti gli amanti del buon vino e delle tradizioni. I visitatori potranno degustare gratuitamente i diversi vini delle sei cantine umbre che per loccasione allestiranno spazi personali, distribuiti per le vie del paese. Sar possibile, inoltre, assaporare le numerose delizie locali grazie a piccoli corner, punti di ristoro allaperto distribuiti per le vie del borgo: la bruschetta, la

Il vino ed il tartufo, saranno due dei protagonisti degli eventi del prossimo fine settimana in provincia di Perugia

forneria, la castagna, il iagliere, lmostacciolo e la pasqualina (le tappe ai corner sono a pagamento). Menu speciali nei ristoranti classici. Musiche e animazioni contribuiranno a creare unatmosfera suggestiva ed emozionante. AMigiana di monteTezio, precisamente alRomitorio, in localit Strada Colognola, bocconcini di stelle, ovvero una notte per assistere a uno spettacolo inusuale. Per domani sera, infatti, previsto uno sciame di stelle cadenti di molto superiore allo spettacolo classico della notte di San Lorenzo. Parola nientemeno che della Nasa. Lagenzia ha infatti fatto sapere che i draconidi, meteoriti che orbitano presso la costellazione del Drago, entreranno nellatmosfera terrestre creando una doccia di meteoriti. Contributo per la serata 20 euro, con prenotazione obbligatoria alla segreteria del Post (telefono 075-5736501, info www.montetezio.it). A Citt della Pieve domenica per la Giornata Bandiere arancioni alle 9,30, 11 e alle 16 visita guidata gratuita al percorso museale (Palazzo della Corgna, Oratorio di Santa Maria dei Bianchi, Museo Civico Diocesano di Santa Maria dei Servi, Cattedrale, Oratorio di San Bartolomeo).

UMBRIA
www.lanazione.it/umbria/
e-mail: cronaca.umbria@lanazione.net e-mail: spe.perugia@speweb.it
I micidialivarchinelcentrostorico di Perugia:fannomoltevittime
CONTICELLI e NUCCI Alle pagine 2 e 3

Venerd 7 Ottobre 2011

Gli irrintracciabili la fanno franca. Per gli altri resta il ricorso, salatissimo

Ztl, cento multati al giorno Ma uno su quattro non paga


BERETTA A pagina 9

Unistranieri, con Frattini

Atti osceni davanti a minorenni: prosciolta la Bulgari

Effetto-sentenza Kercher

Laureato il ministro degli esteri del Kuwait

La pornostar era stata arrestata su richiesta del pm Mignini, ma il gup lha scagionata Voglio il risarcimento

Tutti i dubbi di Maresca Ed lite Boccali-Knox


MILIANI A pagina 8

Mor folgorata a tre anni

RICCI A pagina 37 del QN

Calcetto: la tragedia

Sembrava solo un infortunio Invece morto a ventidue anni


A pagina 6

LA NUDA VER TA : LA NUDA VERIITA: INNOCENTE INNOCENTE


LA GIOSTRA
di ROBERTO BORGIONI

Due condanne per la tragedia della piccola Sara Mariucci


BEDINI A pagina 14

www.lanazione.it/umbria
LA FOTOGALLERY

OGGI su

I gemelli nel mondo Invia i tuoi scatti


IL VIDEO

Comprare in rete? Si risparmia cos


LEGGI LARTICOLO

Super13, c talento? Avete una chance

C la crisi? E allora mettiamoci un po di birra

rano una cinquantina. Tutti imprenditori del settore agricolo, di sicuro non immune dalla crisi che attraversa come una lama le nostre aziende. Si sono radunati in un incontro organizzato da Assocereali Umbria, Confagricoltura e una notissima marca nazionale di birra. Proprio la birra stata al centro dellincontro. Chi ha detto che quella tedesca, danese o irlandese deve essere per forza pi buona della nostra? Perch non

provare a lanciare la sfida del boccale? Del resto, in Umbria, la coltivazione di orzo da birra cresciuta in maniera esponenziale nellultimo triennio. Vuol dire che c il business, che il mercato tira. E allora parte una nuova campagna di produzione che, hanno detto i relatori, apre alternative, opportunit e nuovi scenari per gli operatori agricoli umbri. In tempi di ristrettezze, metterci un po di birra pu servire.

VENERD 7 OTTOBRE 2011

PRIMO PIANO PERUGIA

LODIATA IPT GLI INTROITI SULLA COMPRAVENDITA DI AUTO ANDRANNO ALLA PROVINCIA

Imposta di trascrizione: aumenti fino al duecento per cento


PERUGIA

UN ALTRO salasso per gli automobilisti perugini (ma anche quelli ternani) arriva dallimposta provinciale di trascrizione (Ipt) che si paga ogni volta che si fa la compravendita di un veicolo. Un aumento che sulla carta nel Perugino del 26 per cento e nel Ternano pari al 20. La variazione sarebbe dovuta scoccare dalla prossima settimana, ma in realt

gi operativa. Vale la pena innanzitutto ricordare che, nel 2010, sono entrati nellente guidato da Marco Vinicio Guasticchi (nella foto) 14milioni e 400mila euro grazie allIpt. Questanno, invece, si prevede una diminuzione visto il calo di compravendite nel mercato automobilisitico. La scelta della percentuale da applicare contenuta nella manovra del Governo che sta producendo dunque i primi frutti indesiderati per gli automobilisti e che li

produrr sopratutto lanno prossimo. La novit anche legata al fatto che questa imposta varia a seconda dei kilowatt dellauto. Adesso infatti, fino a 53 kw a Perugia si pagano 190 euro. Oltre quel numero, con la nuova Ipt, invece si dovr moltiplicare il numero di kilowatt per una quota fissa che rischia di far aumentare tantissimo limposta. Le auto di grossa cilindrata potranno avere rincari anche del 200 per cento.

non la paga

UN FENOMENO SOCIALE E LORO PASSANO NONOSTANTE I DIVIETI

scattate oltre 2.200 foto


LA NOVITA DIMEZZATI RISPETTO AL 2009

Ignari, figli di pap o fuorilegge con il turbo Ma chi sono gli iscritti al club del verbale verde?
di ROBERTO CONTICELLI
PERUGIA

Ricorsi sempre pi salati E le contestazioni crollano

PERUGIA

I RICORSI al giudice di pace di Perugia sono crollati nel giro di due anni. Merito dei perugini che sono pi attenti al codice della strada e dei T-red che sono stati smontati. Meriti, ma anche colpe. Come quelle del Governo che ha aumentato il costo del ricorso (adesso ci vogliono 45 euro). Nel 2008 si presentarono in 8.503 per contestare le multe stradali del Comune, la gran parte di loro si ribellavano al famigerato T-red, la fotocamera che multava - e multa ancora anche se si chiama Photo&Rev - chi passava con il rosso. Da allora sembra sia trascorsa una vita. Nel 2010, invece, quelli che hanno contestato una contravvenzione sono stati soltanto 1.558. Un crollo evidente non c che dire. Anche rispetto al 2009 quando i ricorsi, invece, furono 3.010. Da poche ore, intanto entrato in vigore il decreto legislativo 150, che diminuisce da 60 a 30 giorni i termini per presentare ricorso al giudice di pace contro le

violazioni al Codice della strada. In pratica, queste nuove norme dimezzano i tempi previsti per opporsi nel caso di multe ingiustificate ed illegittime. E lennesima ingiustizia a carico dei tartassati automobilisti, che ora avranno sempre maggiori difficolt ad impugnare una multa, visto che occorrono molti giorni perch un principiante possa capire come si fa un ricorso e se esistono i presupposti per impugnare. Per non parlare dei tempi tecnici per avere la documentazione dai vigili, dalla foto dellautovelox alla durata del giallo, dice il Casper, Comitato contro le speculazioni e per il risparmio, di cui fanno parte Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori. Senza dimenticare che fino al dicembre 2009 i ricorsi erano esenti da qualunque pagamento. Dal primo gennaio 2010 per presentarsi al Gdp servivano 38 euro; dal 6 luglio di questanno si passato a 41 per arrivare ai 45 con laumento scattato due giorni fa.

SBADATI? Indifferenti? Sbruffoni? Anarchici del volante? Qualcuno si ingegni a trovarne la definizione pi calzante. Fatto che ogni giorno che Dio manda sulla terra a quasi ventanni dallistituzione della Ztl e a dieci dallavvento delle telecamere almeno cento automobilisti privi di permesso per lingresso motorizzato sullacropoli se ne sbattono altamente di segnali, sanzioni e occhi elettronici, transitando laddove non potrebbero e beccandosi per questo la sacrosanta multa di 79 euro (pi 13 di notifica). Da verifiche effettuate si scopre, poi, che al netto di ignari e un po sconsiderati turisti (perch non informarsi prima?) e di stranieri di difficile reperibilit (e magari anche leggermente clandestini), una met del gran mucchio dei multati costituito da perugini, che in molti casi sono, guarda caso, pi o meno sempre i soliti. Come un club, una sorta di curioso Rotary della trasgressione stradale. Insomma, sia-

INDIFFERENTI A TUTTO Lidentikit degli automobilisti che se ne infischiano della sanzione di 79 euro
mo al cospetto di un vero e proprio zoccolo duro di refrattari alle norme, gente che a quanto pare vive allinsegna di quel celeberrimo motto E vietato vietare che ciascuno di noi in qualche circostanza si trovato ad auspicare per la propria esistenza, salvo dover successivamente rientrare in fretta e furia nei ranghi, sotto lalone protettivo e un po scocciante delle convenzioni sociali. C, NEL CALDERONE dei fuorilegge col turbo, e lo asseriamo a ragion veduta, il classico figlio di pap del genere passo dove e quando mi pare, tanto poi provvede lui. Ci saranno senzaltro quanti confidano in un guasto, magari anche momentaneo, o comunque nella cilecca dellimpianto video. Non mancheranno quelli che ci penseremo poi visto che il tempo galantuomo e cancella ogni pena, la multa arriva dopo mesi, poi va a ruolo e di tempo ne passa ancora. Ma il bello o il preoccupante, fate voi

che del club del verbale verde fanno sicuramente parte gli ignari, coloro che non sanno o se sapevano hanno dimenticato. La conferma arriva direttamente dal centralino dei vigili urbani perugini: ogni giorno in quella sede, infatti, giungono numerose telefonate di perugini che chiedono informazioni dettagliate sugli orari di accesso e di uscita dalla Ztl, o che in altri casi quelli pi tragici vorrebbero appurare la circostanza secondo la quale lingresso veicolare in centro storico sarebbe da qualche tempo (sic) regolamentato da precisi orari e controlli elettronici. UNO MAGARI potrebbe essere

portato a ipotizzare una qualche inefficienza del sistema di comunicazione pubblica, ma il tempo trascorso in questi casi vanamente sembra escludere tale possibilit: nonostante polemiche, articoli di giornale, servizi televisivi, battaglie civili e non, discussioni in Consiglio comunale e serrate dei commercianti, nonostante cio un dibattito che ha tenuto banco per un decennio e passa, ogni giorno qualcuno in questa citt precipita clamorosamente dalle nuvole e si pone domande alle quali ormai saprebbero rispondere correttamente in ogni parte del mondo. Seattle compresa, magari sulla scorta dei racconti di Amanda Knox.

VENERD 7 OTTOBRE 2011

PRIMO PIANO PERUGIA

LAzienda ospedaliero-universitaria va
Intanto il professor Franco Aversa lascia Perugia per trasferirsi a Parma
PERUGIA

IL PROFESSOR Franco Aversa, direttore della struttura complessa delloncoematologia pediatrica del Santa Maria della Misericordia ha ricevuto il via libera dal Senato Accademico per il trasferimento (da novembre) allospedale di Parma che da tempo gli aveva offerto di ricoprire lo stesso ruolo alloncoematologia della struttura emiliana. Intanto ieri stato fatto un passo importante (forse decisivo) verso lAzienda ospedaliero-universitaria, le due componenti della Sanit che, pur collaborando da decenni, soltanto ora stanno decidendo di integrarsi in senso pieno, riconoscendosi reciprocamente parit di diritti e di doveri. Con il coordinamento dei cislini Luigi Fabiani e Letizia Pietrolata (la Cisl il sindacato che in questa materia fortemente rappresentativo) le intese e le prospettive sono state esposte al personale docente, tecnico e amministrativo della Facolt di Medicina. Gli accordi raggiunti e i traguardi programmati

CHI RESTA E CHI... NO Il rettoreBistonidurante lassemblea a destra, e, il professor FrancoAversa

sono emersi nella relazione del Rettore, professor Francesco Bistoni. La Regione e lAteneo si stanno incamminando verso un futuro davvero pi unitario allindomani della chiusura di vecchie pendenze che rendevano pi frastagliato il loro colloquio perch debiti e pretese pregresse da troppi anni erano in sofferenza: il colpo di spugna venuto con i 6 milioni e 800 mila euro che la Regione ha riconosciuto allUniversit

LA SCOMMESSA Ogni scelta dovr essere affrontata insieme dallAteneo e dalla Regione
a titolo di rimborso per le prestazioni garantite a suo tempo dallarticolato personale dAteneo. La strada che resta da fare per affermare sul serio lAzienda integrata affidata alla capacit di

una Commissione congiunta (3 universitari, 3 regionali) che dovr definire o dettagli dellaccordo operativo. In quanto tempo? Gli scettici (suggestionati dai malumori politici, di casta e di natura territorial-ternana)) non osano immaginare soluzioni a breve; il Rettore Bistoni, invece, appare pi sbrigativo: O la chiudiamo con reciproca soddisfazione entro Natale, oppure ognuno proceder per la propria strada.

SI PARTE, comunque, da un impegno che apparirebbe ben radicato: ogni scelta di carattere ospedaliero-universitario dovr essere affrontata a due teste. Concerto pieno, dunque. Muovendo, per le esigenze economiche, dalle quote annue (nel complesso quasi 3 milioni) che la Regione verser nel fondo comune. E gi previsto che il 60% delle attivit (mediche, paramediche, tecniche e amministrative) debbano competere ai dipendenti della Facolt. Grazie anche allapporto degli specializzandi (biennio finale del Corso di Medicina) che lavoreranno in corsia, con prestazioni retribuite. ALTRA VARIANTE davvero significativa: siccome saranno decisivi i criteri della valutazione sulleffettivo apporto di ogni dipendente, conter finalmente lo ha rimarcato lo stesso Bistoni lobbligo di dimostrare cosa si fa e come lo si fa. Insomma vita pi dura per i furbetti che avessero voglia di firmare l entrata, ma non di rispondere di ci che avvenuto prima delluscita.

INCONTRI LASSOCIAZIONE PERUGINA PER IL VOLONTARIATO TRACCIA IL BILANCIO. E LARCIVESCOVO ANNUNCIA UNA NUOVA COLLETTA

Venticinque anni accanto a malati, poveri e anziani. Contro la disperazione


PERUGIA

OGGI COME IERI, oggi pi di ieri. LAssociazione perugina per il volontariato scandisce i suoi 25 anni rilanciando (con pienezza di intenti e con crescenti testimonianze) la scelta di agire per il sostegno agli anziani, ai malati, ai portatori di handicap, ai detenuti. A cinque lustri dallavvio del progetto che volle realizzare larcivescovo Cesare Pagani, lApv ha tirato le somme del passato, rilanciando fervorosi impegni per limmediato futuro. Lo ha fatto nel corso del Convegno tenuto in unaula della Facolt di Medicina, convegno coordinato dalla direttrice della Caritas

Daniela Monni e aperto dalle riflessioni dellarcivescovo Gualtiero Bassetti. Osserva la Monni: Mai come in questo momento importante farsi prossimi alle persone. Le sofferenze di oggi sono pi ampie di quelle storiche. La miseria non soltanto economica, ma a tutti disagi di una frastornante era moderna, si aggiungono la disperazione e la solitudine. Aggiunge monsignor Bassetti: Tutti debbono moltiplicare la capacit di ascolto e di soccorso. Col Fondo regionale di solidariet, i vescovi umbri hanno aiutato pi di 800 famiglie. Ed ora riprendiamo subito la raccolta. LAssociazione propone numeri che raccontano

molto: 185 volontari, 120 effettivi, otto gruppi impegnati a tempi praticamente pieno accanto agli anziani, ai disabili gravi e gravissimi, agli ospedalizzati, a chi costretto nelle carceri. Ogni anno 16 mila ore di servizio con le caratteristiche dellOnlus. E in cantiere progetti per aumentare gli incontri in prigione e nei luoghi delle pi disparate sofferenze. Per Bassetti le evenienze delle odierne realt impongono la necessit del dialogo, senza barriere. Osserva il Presule: A Perugia vivono 25 mila migranti, vengono da 136 Paesi, parlano pi di 100 lingue. Anche nei loro confronti la Chiesa non pu essere dispensata dallobbligo della carit.

VENERD 7 OTTOBRE 2011

CITTA DI CASTELLO 15
CITERNA RISISTEMATA LA VIA DI SANTA FISTA

Pistrino ha una strada nuova


CITERNA

OCCASIONE DI SVILUPPO In altoledificioche ospitagli uffici multi-funzionali A destra unmomento dellinaugurazione a Umbertide

NUOVA VIABILITA nella zona di Santa Fista, a Pistrino. Domani alle 11 si svolger linaugurazione dei lavori di sistemazione ed adeguamento delle strade rurali, alla presenza dellassessore regionale allagricoltura Fernanda Cecchini, del sindaco Giuliana Falaschi e dellassessore ai lavori pubblici Romano Colacicchi. La strada di Santa Fista spiega il primo cittadino unimportante arteria per il nostro territorio. Collega infatti Pistrino con Fighille senza attraversare il centro abitato e ponendo in diretto collegamento la strada provinciale 100 con la zona industriale di Carpiteti a sud e con Gricignano verso il confine con la Toscana a nord. Grazie a tale intervento stato possibile recuperare in pieno la funzionalit dellarteria procedendo al completo rifacimento della sede stradale, alla nuova profilazione delle banchine cos da migliorare il deflusso delle acque superficiali e migliorando e potenziando la segnaletica stradale. Limporto complessivo dellintervento stato di oltre 293mila euro, finanziato per 198 mila euro con i fondi del programma di sviluppo rurale regionale e per 94 mila euro con fondi del Comune.

Burocrazia zero, apre il maxi-sportello


Umbertide: centro per limpiego, Inps, Enel e polizia provinciale in ununica sede
di PAOLO IPPOLITI
UMBERTIDE

SEMPLIFICAZIONE

LA PAROLA dordine decentramento amministrativo. In questottica, ieri mattina ad Umbertide, stato inaugurato lo Sportello Polifunzionale della Provincia in piazza Michelangelo. Per il presidente della Provincia, Marco Vinicio Guasticchi, si apre cos una nuova era per la pubblica amministrazione per cui, finita lepoca della settorialit, inizia quella della consulenza globale. Ufficio del lavoro, servizi Inps ed Enel saranno concentrati tutti in un unico punto. La sede concentra anche la Polizia provinciale, intesa come polizia di prossimit che vigila e controlla sul territorio in coordinamento con le polizie locali e le altre forze dellordine. Elemento importante la facilit di accesso: la sede umbertidese la prima in Umbria certificata Zerobarriere, ovvero accessibile da parte di tutti i cittadini, anche portatori di handicap. La struttura di piazza Michelangelo fa da apripista al progetto di decentramento amministrativo che prevede la sostituzione degli oltre 70 uffici territoriali con 16 centri multifunzio-

Al servizio degli imprenditori


OGGI, dalle 9 alle 11, nei locali dellUfficio Relazioni con il Pubblico del comune di Citt di Castello funzioner lo Sportello dellImprenditoria. Questo servizio di informazione, orientamento e consulenza al cittadino, gestito direttamente da Sviluppumbria.

nali nei 59 Comuni perugini. Sportelli collegati, da un punto di vista gestionale e organizzativo, agli uffici centrali dellente, in cui sono accorpati strutture e funzioni per razionalizzare limpiego delle risorse umane, finanziarie e strumentali e garantire una maggiore efficacia e qualit dei servizi. Abbiamo compreso dicono il presidente Guasticchi e gli assessori Aviano Rossi, Stefano Feligioni, Domenico Caprini, Roberto Bertini che sempre pi importante per i cittadini avere degli interlocutori in grado cio di

LOBIETTIVO Consulenza globale con lo scopo di ridurre file, disagi e contenziosi


dare risposte a 360 gradi. Da qui un modello operativo nuovo per ridurre la distanza tra cittadini e amministrazione. In sostanza il personale impiegato nei centri polifunzionali della Provincia, adeguatamente formato, sar sempre pi un consulente globale. Il progetto prevede lapertura di Sportelli polifunzio-

nali, nei principali Comuni degli ambiti territoriali pi significativi, come lAlto Tevere, lEugubino, Perugia, il Trasimeno, la Media Valle del Tevere, Foligno, Spoleto, la Valnerina. In essi confluiranno molti dei servizi di competenza provinciale: dalla viabilit alla faunistica e alla sismica, dalla formazione professionale al lavoro, fino allattivazione di una rinnovata e potenziata centrale operativa della Polizia provinciale. Un decentramento a livello territoriale, ma un accorpamento nelle funzioni. Con lo scopo di migliorare i servizi e rendere pi facile la vita ai cittadini.

UMBERTIDE MENO RICHIESTE DA TESSILE, LEGNO E METALMECCANICO

Sorpresa: la cassa integrazione in calo


CASSA INTEGRAZIONE nel territorio in calo, visti i dati del 2011 pubblicati dalla Regione. Considerando i Comuni di Umbertide, Montone, Pietralunga e Lisciano Niccone, sono 40 le aziende (33 nellumbertidese) con dipendenti in cassa integrazione. Il totale dei cassintegrati di 248 unit, di cui 209 ad Umbertide. Da un raffronto con il 2010, si nota come le aziende che abbiano richiesto la cassa integrazione sono state 73, per un totale 397 dipendenti . Calano anche le risorse per sostenere la cassa inte-

grazione in deroga, passate dai tre milioni e mezzo di euro del 2010 ai due milioni e 420mila del 2011. Analizzando i settori produttivi ecco che in agricoltura sono due le aziende con 26 cassintegrati (+3 rispetto al 2010), nel tessile 7 aziende e 44 dipendenti (-7), nel settore dellestrazione tre aziende e 12 cassintegrati (-2), nel metalmeccanico 7 aziende e 45 addetti (-98), nel legno 4 aziende e 16 addetti (-11), nelledilizia 8 aziende e 66 addetti (+16), nelle riparazioni 4 aziende e 20 cassintegrati (-8).

SAN GIUSTINO APPROVATI E FINANZIATI I DUE PROGETTI DI COMUNE E ASSOCIAZIONI

Il Servizio civile assumer 21 giovani


SAN GIUSTINO

LA SQUADRA I ragazzie i tutorchelavoreranno fiancoa fianco

SERVIZIO CIVILE: 21 opportunit per ragazzi tra i 18 e i 28 anni. Lalta qualit delle proposte progettuali e una forte sinergia tra enti pubblici e del terzo settore hanno premiato due progetti di servizio civile, approvati e finanziati dallUfficio Nazionale per il tramite della Regione Umbria, che riguardano lAltotevere. Tutti fiori dello stesso giardino il progetto a favore dei bambini

(arrivato addirittura primo nella graduatoria regionale), mentre Mano nella mano rivolto alle persone anziane. Entrambi i progetti hanno potuto contare sulladesione e sulla partecipazione in partenariato di enti pubblici locali e di organizzazioni non profit. I posti disponibili sono 21: 13 per il progetto che riguarda i minori e 8 per quello a favore degli anziani. La domanda di ammissione, che pu essere presentata da ragazze

e ragazzi (con cittadinanza italiana) che hanno compiuto 18 anni ma che non hanno ancora compiuto 29 anni, deve essere consegnata a mano o spedita entro venerd 21 ottobre alle ore 14. Le sedi di svolgimento del Servizio Civile sono nei comuni di Citerna, Citt di Castello e San Giustino. I giovani volontari selezionati svolgeranno il servizio per un anno (30 ore settimanali) e avranno un compenso mensile pari a 433 euro.

Fondato nel 1859

VENERD 7 ottobre 2011 | Anno 153 - Numero 274

1,20 | 2.415.000 lettori (dati audipress 2011/I) | www.lanazione.it

Perugia

Un rifugio nellateneo di Seattle

Amanda al campus L nessuno la conosce


PIOLI Alle pagine 16 e 17
Allison Owens

Arezzo, un testimone ha visto lauto pirata che ha ucciso Allison


ROSSI A pagina 17

IL COMMENTO
di GIUSEPPE TURANI

Slitta il decreto sviluppo Bossi: Voto nel 2012

LA FORZA DEI SOGNI


RA CORAGGIOSO abbastanza da credere di poter cambiare il mondo e aveva il talento sufficiente per farlo. Questa frase probabilmente il commento pi bello sulla morte, a appena 56 anni, di Steve Jobs, e viene direttamente dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. E spiega anche le decine di migliaia di omaggi in Rete e le lunghissime file davanti agli store della Apple in tutto il mondo. Abbiamo perso qualcosa che non torner, ha detto Steve Wozniak, che nella vita di Jobs stato luomo del cacciavite, quello cio che costruiva fisicamente i congegni che laltro Steve andava inventando. Quanto allessere un tipo coraggioso, Jobs lo ha dimostrato pi volte. Intanto stato uno degli ultimi garage boys, nel senso che il suo primo computer nato effettivamente nel garage di famiglia. Insieme allamico Wozniak, il 1 aprile 1976 lancia lApple I. Cos, dal niente, i due tirano fuori il personal computer, un oggetto che tutti possono usare e che oggi anche i bambini maneggiano con grande disinvoltura. Un anno dopo lanciano lApple II, che sfonda veramente e di cui vendono milioni di esemplari. [Segue a pagina 2]

Berlusconi non molla: Con Giulio tutto ok


COPPARI e POLIDORI Alle pagine 6, 7 e 10

Lesempio di Pella

Napolitano evoca il governo di tregua


SASSANO A pagina 11

Il nome? Forza Gnocca

Battuta sul Pdl, premier sotto tiro


MASTRANTONIO e PANDOLFI A pagina 8

Il Fmi promette: compreremo Btp


COMELLI e commento di PATUELLI Alle pagine 26 e 27

Un Paese pi coeso

Montezemolo Crisi Pronti a intervenire. Borse in rialzo. Trichet: riforme ora Salviamo lItalia
BONASI A pagina 12

Assisi

E in bici: travolto e ucciso da un furgone


BAGLIONI A pagina 22
11007

Due anni e mezzo di cella, da ieri dietro il bancone

Wanna Marchi in semilibert Fa i cappuccini in un bar di Milano


WannaMarchiierial lavoronelbar
LIGABUE e FIAMMETTA A pagina 18

9 770391 686435

20 CRONACHE

IL GIORNO - Il Resto del Carlino - LA NAZIONE

VENERD 7 OTTOBRE 2011

LUmbria che unisce


UN PONTE DI PACE VERSO IL MONDO

Mohammad Sabah Al-Salem Al-Sabah anche viceprimo ministro. Durante la sua lectio ha esortato all unione tra i popoli e il mutuo beneficio

Perugia-Kuwait, amicizia e alloro


AllUnistranieri laurea honoris causa al ministro degli esteri del Paese arabo
Una serie di solenni ricorrenze nella multipla celebrazione che ieri sera ha impegnato lUniversit per stranieri di Perugia: tra queste il clou la laurea honoris causa al ministro degli esteri del Kuwait
PERUGIA

PALAZZO GALLENGA ha avviato lottantesimo anno accademico: lo sceicco kuwaitiano Mohammad Sabah Al-Salem Al-Sabah, nel ricevere la Laurea Honoris causa in Relazioni internazionali, ha rammentato i 50 anni dell indipendenza del suo Paese, e il ministro degli Esteri Franco Frattini ha colto loccasione per riflettere ulteriormente sui 150 anni dellunit italiana. In unaula gremita di rappresentanze umbre, nazionali e diplomatiche, Sabah Al- Salem Al-Sabah ha aggiunto un nuovo riconoscimento ai tanti (internazionali) che gli sono stati attribuiti da quando, lasciando la cattedra universitaria e i delicati impegni nelle ambasciate, entrato a far parte, con molteplici incarichi, del governo kuwaitiano. Oggi, a 56 anni, (li compie luned prossimo) il viceprimo ministro. LItalia, riconoscendogli, il fattivo impegno a favore delle migliori relazioni internazionali e della stabilit politica del Medio Oriente, non ha esitato (e lha fatto anche ieri con Frattini) a manifestargli stima e amicizia. Due giorni fa a Firenze, per gli apporti garantiti allarte e alla cultura, ha ricevuto il Marzocco, uno dei simboli posti sul gonfalone della citt toscana. E il 3 dicembre verr assegnato a sua sorella (Sheika Hussa) il premio Citt di Firenze, testimonianza del mecenatismo a sostegno dellarte. Nel ricevere dalle autorit accademiche di palazzo Gallenga la laurea in Sistemi di comunicazione delle relazioni internazionali, il governante del Kuwait ha tenuto una lectio doctoralis che ha ruotato attorno ad un antico proverbio arabo: Cerca la conoscenza dalla culla alla tomba. E in effetti la sua vita emblematica di un costante desiderio di traguardi politico-culturali sempre pi avanzati. Scanditi da grati applausi i suoi sforzi iniziali di rendere omaggio in italiano allItalia, allUmbria, a Perugia e in particolare (lo ha detto anche da velista) all idilliaco Trasimeno. Le riflessioni da laureando le ha riservate (in inglese) allimpegno che il Kuwait oggi garantisce per colmare i divari tra Oriente e Occidente, tra ricchi e poveri, tra presente e futuro, tra modernit e tra-

MOMENTI IMPORTANTI Lo sceiccoe ministro degliesteridelKuwait a PalazzoGallengadurante il conferimento dellalaurea

Lorodiunanazione?La saggezza
PERUGIA

IL DISCORSO LE PAROLE DELLLO SCEICCO

LA VERA RICCHEZZA di una nazione non risiede nel suo oro o nel suo argento, ma nel suo apprendimento, nella saggezza e nella rettitudine dei suoi figli: citando il grande poeta Gibran Khalil Gibran, il viceprimo ministro del Kuwait ha desiderato rilevare che per il suo Paese la comprensione della modernit e della tradizione si intrecciano strettamente. Ha chiarito: Da noi la gente associa normalmente la nozione di modernit con lapertura sul mondo, sulle diverse culture e sulle nuove idee, tanto nella sfera politica, economica e sociale. E significativo il fatto che il Kuwait nei 50 anni di indipendenza, abbia vissuto con regolarit 13 tornate elettorali, quasi una ogni quattro anni. E simbolo di democrazia araba molto particolare, i seggi parlamentari sono per l8% conquistati dalle donne. Lapplauso scrosciato quando il neolaureato ha scandito: Dio benedica lo Stato del Kuwait, Dio benedica la Repubblica italiana. dizione. Allinterno di queste auspicate prospettive si colloca da anni il Fondo per le economie dei Paesi arabi che, costituito solo sei mesi dopo lindipendenza del 1961, oggi presieduto proprio da Sabah Al-Salem Al-Sabah. Stimolanti i richiami contenuti nella parte finale della lectio: Tutti insieme noi, gli italiani, i musulmani, i cristiani, gli arabi e gli europei, orientali e occidentali siamo chiamati a costruire il ponte pi importante: l unione tra i popoli e il mutuo beneficio. I diritti umani fondamentali sono superiori a tutte le nostre differenze. La multipla cerimonia stata avviata dal discorso inaugurale (dellanno accademico) pronunciato dal Rettore Stefania Giannini che, muovendo da dati statistici molto incoraggianti, ha tracciato le pi attuali dimensioni del colloquio culturale che palazzo Gallenga intrattiene con mondo intero. Eloquente, fra gli altri, lincremento dei rapporti con la Cina che, nel giro di pochi anni, ha aumentato (da 200 a 1763) il numero dei giovani che son venuti a Perugia ad apprendere litaliano e la nostra cultura. Dintesa col ministro Frattini la professoressa Giannini ha ipotizzato un Erasmus mediterraneo ed unUniversit italo-kuwaitiana. Frattini, dal canto suo, ha indugiato su concetti fondamentali: Le Universit hanno la naturale vocazione a guardare il mondo, superando barriere politiche, ideologiche e culturali. Sono londa durto dei diritti umani e della nobile dimensione della persona. E queste ha sottolineato sono le chiavi che ci hanno spinto ad accogliere con favore la primavera araba. Prima ha scandito ci eravamo limitati ad assecondare i nostri interessi, ora abbiamo riconosciuto che quegli interessi devono convivere con laffermazione di irrinunciabili diritti. Passiamo dal partenariato della convenienza a quello della convivenza. La figura di Mohammad Sabah Al Salem Al Sabah statav dettagliatamente tratteggiata dal professor Antonio Capuano, consigliere del governo per il Medio Oriente. La laudatio del nuovo laureato stata affidata alla professoressa Paola Bianchi De Vecchi. Gianfranco Ricci

VENERD 7 OTTOBRE 2011

IL GIORNO - Il Resto del Carlino - LA NAZIONE

CRONACHE 21
Il vicesindaco Nilo Arcudi, invece, ha incontrato il ministro Franco Frattini che ha assicurato immediati contatti con il nuovo governo del paese arabo

LUmbriacheannaspa
LA BATTAGLIA PER LA LEGALITA

Tunisi-Perugia, patto anti-pusher


La lotta alla droga diventa un questione internazionale. Il sindaco ha chiesto aiuto al governo tunisino per fermare i potenziali spacciatori che arrivano dallAfrica. Ed giunto il primo segnale
PERUGIA

Lambasciatore risponde a Boccali: Collaborazione rafforzata contro i criminali

LAMBASCIATORE tunisino risponde al sindaco di Perugia e si dice pronto a un incontro a Roma, in preparazione di un successivo vertice in Umbria, per stringere e rafforzare la collaborazione che riguarda il deplorevole fenomeno della delinquenza criminale organizzata, che cos negativamente incide sulla serenit della citt deturpando allo stesso tempo limmagine della Tunisia e del suo popolo. SONO queste le parole che Naceur Mestiri, ambasciatore della Tunisia, ha scritto in una lettera a Wladimiro Boccali. Un documento arrivato ieri mattina a Palazzo dei Priori, dopo che il primo cittadino aveva scritto, affermando che molto probabile che operi una vera e propria centrale tra Tunisia e Italia, e che sia essa ad orga-

FRONTIERE & CONTROLLI Il ministrodegli esteriFranco Frattinicon il vicesindaco di Perugia, NiloArcudi

IL SUMMIT Verranno studiate le strategie per bloccare il flusso di clandestini e spacciatori


nizzare questo flusso continuo di manovalanza criminale con metodo, con la richiesta allambasciatore di aiutarci, tramite il suo governo e le forze di polizia, affinch si trovino gli idonei strumenti per stroncare all origine questo fenomeno malavitoso. E nell in-

teresse della nostra citt nel suo complesso, ma lo anche della comunit tunisina e delle persone oneste e laboriose che la costituiscono. MESTIRI, nella missiva di ieri, ha risposto che lo spirito di solidariet e di accoglienza non sono parole vane nellanima della sua citt, e che gli sforzi compiuti da Perugia hanno contribuito molto allinserimento della comunit tunisina in Italia. Con un invito e una promessa finali: linvito ad un incontro a Roma (come ave-

IL DIPLOMATICO Dobbiamo salvaguardare la nostra comunit onesta che vive nelle citt umbre
va chiesto Boccali), in attesa di preparare una sua visita a Perugia in cui approfondire ulteriormente la questione. IL SINDACO aveva girato la lettera scritta allambasciata tunisina, anche al ministro degli Esteri,

Franco Frattini, che ieri ha incontrato il vice di Perugia, Nilo Arcudi, proprio su questo delicato tema (Boccali era furoi citt, ndr). Il titolare della Farnesina ha detto Arcudi al termine dellincontro ha dimostrato grande disponibilit e di questo lo ringraziamo. Ha detto di essere stato informato della questione che sta a cuore al Comune e ai perugini ed ha assicurato immediati contatti con il nuovo governo tunisino che uscir dalle ormai imminenti elezioni politiche di fine ottobre. M.N.

VENERD 7 OTTOBRE 2011

IL GIORNO - Il Resto del Carlino - LA NAZIONE

ECONOMIA & FINANZA 29


LA CRISI I DATI-CHOC DI CONFESERCENTI

EXPORT OLTE TRENTA AZIENDE REGIONALI PER PROMUOVERE LENOGASTRONOMIA

Con Anuga i prodotti doc si mettono in vetrina a Colonia


PERUGIA

IL CENTRO estero Umbria ha organizzato uno stand dedicato ai prodotti della regione allAnuga 2011, rassegna fieristica internazionale del settore agroalimentare che si terr a Colonia fino al 12 ottobre. Vi parteciperanno oltre 20 aziende

regionali. Nel padiglione Fine food saranno proposti olio di oliva extravergine, tartufo, pasta e farina. Altri 13 grandi marchi umbri saranno presenti ad Anuga con salumi, tartufo, prodotti da forno, servizi per il catering, food services, vino pasta, salse e sughi. Il padiglione, realizzato in

collaborazione con Umbria Export, per promuovere le aziende dellagroalimentare ed il territorio, potr contare sulla presenza di uno chef umbro e di un pizzaiolo che ogni giorno prepareranno e faranno degustare i prodotti proposti dalle aziende presenti in fiera.

Distribuzione e servizi: strage di ditte giovani

LALLARME BRAVI, CGIL: BASELL, THYSSEN, MERLONI, NODI NAZIONALI

Tre vertenze umbre nella top nera


Silvia Angelici
PERUGIA

TRA LE VENTI vertenze pi rilevanti aperte sul tavolo del Ministero per lo sviluppo economico, tre sono umbre. E si tratta della Basell, del futuro del Polo Chimico ternano, dello scorporo della Thyssen, con la costituzione della Inoxum, e dell Antonio Merloni di Nocera Umbra. A ricordarlo Mario Bravi, segretario generale della Cgil dellUmbria (nella foto). Sono tre vicende di carattere diverso, perch nel caso della Inoxum, si parla di un eccellenza che dovr avere risposte per le

prospettive future, mentre negli altri due casi ci troviamo di fronte a vertenze vere e proprie. Ma il dato pi eclatante dice il numero uno della Cgil la percentuale altissima di aziende umbre in ginocchio, e tante altre che presto getteranno

la spugna, visto che la crisi industriale non accenna a diminuire: basti pensare alla vertenze della Sirap Gema di Corciano e della Trafomec di Tavernelle. Laltra faccia della recessione ce la raccontano i numeri sulla cassa integrazione e sui li-

cenziamenti: Ad agosto oltre trecento lavoratori della Ims di Spoleto (ex Pozzi), sono stati collocati in cassa integrazione ordinaria. A questi dati si aggiunge la perdita di quatttromila posti di lavoro nelledilizia e i dati sulla cassa integrazione in Umbria (oltre ventimila lavoratori interessati, di cui diecimila a zero ore). Intanto, mentre in Germania Angela Merkel difende i suoi gioielli industriali, il ministro Romani diserta lincontro sul futuro della Merloni. E a proposito di Merloni, marted stato convocato il Comitato di coordinamento dellAccordo di programma.

PERUGIA LA RECESSIONE fa senti-

re i suoi effetti anche sul fronte del commercio. Stime elaborate dalla Confesercenti dellUmbria dicono che i consumi delle famiglie che gi ristagnano sono destinati ad unulteriore restrizione; cresceranno dello 0,4% questanno per fermarsi del tutto il prossimo. La crisi ha eroso i risparmi familiari, il cui tasso sceso sotto il 10%. Enorme limpatto sul sistema economico e distributivo: negli ultimi tre anni il 40% delle imprese di distribuzione e servizi

nate nel 2007 ha chiuso. Confesercenti parla di una situazione particolarmente pesante per gli esercizi di vicinato. La direttiva Bolkestein e labusivismo mettono a rischio il commercio su aree pubbliche. Secondo la confederazione si sarebbe favorita, anche in Umbria, la grande distribuzione, ora intorno a quota 70%; dilagano le attivit abusive che sfruttano gli extracomunitari e vendono merci illegali, creando concorrenza sleale e verso le quali non si applica lo stesso rigore in uso con gli esercenti.

LA RETROCESSIONE LASSESSORE, RABBIA E ACCUSE

LAVORO LA CISL BACCHETTA PALAZZO DONINI

Scivola il rating della regione Disoccupazione e precariato Rossi: Non era mai successo Il Piano che fine ha fatto?
PERUGIA PERUGIA

SCENDE lItalia, e con lo Stivale inizia inesorabilmente anche il declassamento dellUmbria e degli altri enti locali. Linaffidabilit dei conti pubblici dello Stato e la debolezza delle misure economiche adottate dal Governo per affrontare le crisi hanno portato lagenzia di rating Moodys a declassare da Aa2 ad A2 lItalia e automaticamente anche le regioni come lUmbria, che cos passa da Aa3 a A2. E preoccupato lassessore regionale al bilancio Gianluca Rossi (foto), che ha sottolineato come labbassamento del rating regionale sia una diretta conseguenza dellanaloga misura adottata dallAgenzia nei confronti del rating sovrano. Dopo la classificazione al ribasso della Repubblica italiana fatta nei giorni scorsi dallagenzia di rating Standard & Poors, la nuova valutazione in negativo di Moodys non ci ha colto di sorpresa. La valutazione dellagenzia prosegue Rossi non fa che riconfermare il fallimento e la mancanza di prospettiva della politica economica del Governo italiano e la pi assoluta carenza di misure strutturali per contenere il debito pubblico e aiutare la crescita. Rossi ha

poi ricordato che le agenzie di rating operano un monitoraggio costante del rating di tutti gli enti che si sottopongono al loro giudizio e che il rating dell Umbria non mai stato declassato a seguito dellesame annuale dalle agenzie Standard & Poors e Moodys a cui stata affidata la valutazione dellente. Il rating Aa3 di Moodys conclude Rossi ci stato infatti sempre riconfermato dal 2000 ad oggi. Ora anche noi dobbiamo ringraziare un Governo che anzich risolvere i problemi di questo Paese impegnato a trascinare con s verso il basso laffidabilit delle Regioni e degli enti locali italiani virtuosi e con i conti in ordine.

DISOCCUPAZIONE giovanile, precariato, lavoratrici ai margini dei circuiti occupazionali, formazione inadeguata: la Cisl, con il segretario regionale Claudio Ricciarelli, suona la sveglia alla Regione, sollecitando palazzo Donini a mettere in pratica i il Piano per il lavoro gi condiviso con le parti sociali e approvato dal Consiglio regionale da oltre tre mesi. Ci sono quasi 100 milioni di risorse complessive nel triennio ( 20112013) che vanno spesi per azioni di politica attiva del lavoro. Nel Piano dice Ricciarelli sono previste azioni specifiche per affrontare queste criticit, ma ad oggi, se si fa eccezione per lazione relativa ai percorsi formativi integrati rivolti allo sviluppo di competenza per alcuni settori di interesse regionali quali la green economy, la meccatronica, il turismo e la cultura, nulla ancora si fatto di concreto. Ecco le misure da attivare: aiuti e incentivi alle imprese per la stabilizzazione occupazionale degli oltre 40 mila lavoratori precari, in maggioranza giovani, assicurando loro anche la possibilit di avere dei vaucher formativi per sostenere i costi di formazione professionale mirati a

irrobustire la propria professionalit e facilitare anche per questa via una loro prospettiva di stabilizzazione occupazionale. In Umbria i giovani da 15 a 35 anni sono oltre 200 mila, pari alle persone anziane con pi di 65 anni. Oltre un terzo di loro si ritrova ancora disoccupato e un altro terzo con lavoro precario. Capitolo donne: servono incentivi al part time femminile attraverso aiuti alle imprese e alle lavoratrici che trasformano, su base volontaria, rapporti di lavoro full time con la contestuale

CLAUDIO RICCIARELLI Ci sono cento milioni di risorse che vanno spese per azioni di politica attiva
assunzione part time di una donna disoccupata. Prevedere, sulla base delle intese nazionali, la proroga della Cig in deroga anche per il 2012. Infine, bisogna qualificare e specializzare le azioni di formazione professionale regionale e accelerare, da parte della III Commissione consiliare del Consiglio regionale, la discussione e lapprovazione del ddl, relativo alla regolamentazione dei servizi per limpiego privati.