Sei sulla pagina 1di 84

E

se Twitter si rivelasse una cosa troppo se-


ria per noi italiani? A seguire i dibattiti
che nascono e muoiono sul social
network pi popolare del momento, il so-
spetto ogni tanto viene. E cresce quando ar-
rivano notizie che si trasformano in psicodram-
mi collettivi, subito seguiti dalle consuete teorie della
cospirazione. Un copione che si ripetuto non appena
si scoperto che Fiorello ha deciso di cancellare il pro-
prio profilo da Twitter. Niente pi rassegne stampa dal-
lamico edicolante, niente pi foto del volto stravolto
dello showman al risveglio. Svanito il tesoretto
dei circa 600 mila followers che aveva accumu-
lato in sette mesi.
Twitter nel mondo viene usato per informar-
si, per diffondere dati riservati, per gestire
campagne presidenziali. Dalla rivoluzione
iraniana alle primavere arabe, si trasfor-
mato in una straordinaria piattaforma per i
diritti umani. Celebri universit ne studiano luso e al
Dipartimento di Stato americano diventato uno stru-
mento essenziale per la nuova diplomazia. Vogliamo
provare a usarlo seriamente anche noi?
Aumenti recordper lelettricit: il rincarosfiorer il 10%. Suanche il gas: +1,8%. Per le famiglie uncostoinpi di 49 euro
Bollette, stangata di primavera
Redditi, un italiano su 2 sotto i 15 mila euro. Irpef sconosciuta per 11 milioni
Ieri ha cancellatolaccount che aveva apertosolosette mesi fa
IPesanti aumenti in arrivo
per le bollette di luce e gas. A
partire da aprile, riferisce lAu-
torit per lenergia, lelettricit
rincarer del 5,8% a cui si ag-
giunger, a maggio, un altro
+4%. Su anche le tariffe del gas
il cui incremento sar dell1,8%.
Redditi, un italiano su due di-
chiara meno di 15 mila euro.
Grassia e Mastrobuoni ALLE PAG. 2E 3
SCATTALALINEADURA DEL GOVERNOCINESE: 20 MILAUOMINI E SEMI-LEGGE MARZIALE SULLALTOPIANO
CarloBertini APAGINA10
Camera, Casini
rinuncia ai benefit
Fulvia Caprara APAGINA37
Rosi: conta solo
la verit giudiziaria
Ruotolo e Trinchella ALLE PAGINE21 E 23
Sciolta nellacido
sei ergastoli
A
ncora un monaco tibetano che
muore dopo essersi dato fuoco
per denunciare il pugno di ferro
della Cina contro il popolo e le tradizio-
ni religiose tibetane. Ancora un giro di
vite di funzionari ed esercito per con-
trollare, prevenire e reprimere espres-
sioni di dissenso che scaturiscono dai
monasteri buddisti.
Tagli ai privilegi
Lexpresidentescrive aFini:
hosoltantoservitoil Parlamento
Violante: lafieradellipocrisia
Monti ricuce coni partiti
Dal 2013 tornano i politici
Fornero: per gli esodati una soluzione entrogiugno
Il premier in Cina: il fondo Cic potrebbe investire da noi
Giovannini, Magri, Martini, Rampino, Semprini E IL TACCUINODI Sorgi DAPAG. 4 APAG. 9
Il ritorno del cinema civile
Dai Taviani aVicari, daMontaldo
aGiordana, i registi raccontano
di nuovoi vecchi mali dItalia
Fiorello lascia 600 mila orfani di Twitter
Nicoletti e Taddia APAGINA25
Collaboratrice di giustizia
Condannati i carnefici, tracui anche
lexcompagno, di LeaGarofalo
Calabria, arrestatadonnacapoclan
Troppe tutele
frenano il Paese
LadFiat: bisogna
saper cambiare
Teodoro Chiarelli APAGINA7
ILCASO
Cern, si dimette
il fisicoche
sfidEinstein
BARBARA GALLAVOTTI
Tibet, i commissari di Pechino nei monasteri
Il Fondo salva-Stati
MA LITALIA
RESTA IN BALIA
DELLOSPREAD
FRANCO BRUNI
I
fisici sono abituati a
tentare nuove strade:
lo fanno quando formu-
lano teorie, quando co-
struiscono strumenti, e ul-
timamente anche nella co-
municazione con il grande
pubblico.
Lesempio pi eclatan-
te di ieri con lannuncio
delle dimissioni di Anto-
nio Ereditato, coordinato-
re dellesperimento Ope-
ra che lo scorso settem-
bre aveva messo in discus-
sione la Teoria della Rela-
tivit di Einstein, attribu-
endo ai neutrini una velo-
cit maggiore di quella
della luce. Tesi poi smenti-
ta da autorevoli scienzia-
ti.
Il Cern di Ginevra sta-
to un capofila della strate-
gia della massima traspa-
renza, trasformandosi in
una casa di cristallo.
LASTAMPA
IL FUOCODEI MONACI
NEL BUIODEL MONDO
ENZO BIANCHI
L
e decisioni dellEu-
rogruppo di ieri av-
vicinano la creazio-
ne del fondoperma-
nente per il contra-
sto delle crisi dei debiti pub-
blici dellarea delleuro: il
Meccanismo europeo di stabi-
lit (Mes), finanziato dai go-
verni. E ora pichiara la rela-
zione fra il Mes e i fondi prov-
visori gi utilizzati per aiuta-
re lIrlanda, il Portogallo e la
Grecia. Nellinsieme raggiun-
gerannouna capacit di inter-
vento di 800 miliardi di euro.
I governi hanno anche deciso
di accelerare il versamento al
Mes del capitale sulla base
del quale potrindebitarsi sui
mercati globali e intervenire
afavore dei Paesi indifficolt;
vi poi limpegno dellEuro-
gruppo a ulteriori contributi
a favore degli interventi anti-
crisi del Fmi, che collaborer
col fondo europeo.
opinione diffusa che il
Mes non aggiunga abbastan-
za alla dimensione potenziale
degli interventi anti-crisi.
Speriamo che i mercati si con-
vincano invece che la dimen-
sione sufficiente a rafforza-
re la stabilit dellarea delleu-
ronel mediotermine.
LERIFORMEDELPROFESSORE
MARCO BARDAZZI
CONTINUAAPAGINA35
CONTINUAAPAGINA35
CONTINUAAPAGINA35
MARCHIONNE
QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867
Passa la linea Merkel
La ciambella
si ferma a 500 miliardi
Marco Zatterin
APAGINA12
Valentina ArcovioAPAGINA24
IAveva 7 mila euro di
spese al mese tra costi e tasse
e ha deciso di non pagare pi
nessuno. Nonapriva neanche
pi la posta. Ma il mutuo alla
banca lha sempre versato.
la testimonianza della vedo-
va di un carrozziere di Me-
stre che nel settembre scorso
si ucciso perch non riusci-
va pi a portare a casa lo sti-
pendio. Vallin APAG. 7
Artigiano a Mestre
Mio marito
si ucciso
schiacciato
dalle tasse
Sottoassedioil cuorebuddista tibetano: nella foto, ungruppodi monaci inesilio De Michelis e Sala ALLE PAGINE14 E 15
AFP PHOTO/LOBSANGWANGYAL
*


O
g
g
i

c
o
n

L
a

S
t
a
m
p
a


*
SABATO 31 MARZO 2012 ANNO 146 N. 90 1,20 IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04) ART. 1 COMMA 1, DCB - TO www.lastampa.it
R T1 T2PRCVCNNOVBAL AT VCBI AO
RINCARI ETASSE
LEFAMIGLIEALLOSTREMO
Prezzi allins
LUIGI GRASSIA
Limpoverimento delle fami-
glie italiane non passa solo
dai licenziamenti e dal lavoro
precario ma anche e soprat-
tutto dallaumento del costo
della vita. Ieri bruttissime no-
tizie per le bollette: da aprile
lenergia elettrica coster il
5,8% in pi ma da maggio la
stangata potrebbe addirittu-
ra salire al 10% mal contato
(gli zero virgola sono ancora
da definire).
In giornata sono arrivati
aggiornamenti preoccupanti
anche sul gas (+1,8%), sulla
benzina (c un ulteriore av-
vicinamento ai 2 euro al li-
tro), sul carrello della spesa
(lIstat per marzo calcola al
4,6% il rincaro dei beni di
consumo acquistati pi di
frequente) e sulla forbice tra
i prezzi e i salari a febbraio
(alla massima ampiezza dal
1995). Ma di tutte le batoste -
gi subite o in arrivo - la pi
pesante quella sulla luce.
Il costo dellelettricit in
Italia un bubbone che scop-
pia, una cosa che potrebbe (e
dovrebbe) rimettere in di-
scussione tutta la politica
energetica nazionale. Ieri
lAutorit per lenergia ha do-
vuto aggiornare le bollette
del trimestre aprile-giugno
2012 con un aumento del 5,8%
che scatta domani, ed gi
moltissimo, ma in pi ha mes-
so in giro lavviso: sulle fami-
glie dal mese di maggio in poi
pende la minaccia di un altro
4%di rincari (non ancora sta-
ta deliberata la cifra precisa)
che graver sulle bollette elet-
triche oltre al 5,8%, e questul-
teriore peso dovuto ai pi ge-
nerosi incentivi alle fonti rin-
novabili e assimilate. Il 5,8%
pi un 4% vuol dire 9,8% e per
quanto lAutorit abbia preci-
sato che non si possa fare ades-
so unaddizione cos meccani-
ca questo che ci aspetta, o
qualcosa di molto simile.
Il problema che per il
2012, come spiega il garante
del settore, Guido Bortoni, gli
incentivi diretti alle fonti rin-
novabili e assimilate salgono a
circa 10 miliardi di euro, oltre
ai costi indotti. Le energie
verdi non sono economicamen-
te sostenibili se non sostenute
da forti sovvenzioni, che pa-
ghiamo tutti noi in bolletta. So-
no 10 miliardi di euro che esco-
no dalle nostre tasche per sov-
venzionare lenergia fotovol-
taica, leolica, quella da bio-
masse eccetera. Il costo medio
extra per questa voce di 70
euro per famiglia allanno. Ora
lAutorit sente lesigenza di
dare un segnale, chiaro e con-
creto. Il tempo di un mese
(col rinvio a maggio dellulte-
riore aumento) potr servire
ai decisori delle politiche ener-
getiche per operare le migliori
scelte, con modalit sopporta-
bili per i cittadini e le imprese,
a cui si sta gi chiedendo uno
sforzo titanico vista la con-
giuntura economica.
In realt non che si possa
intervenire davvero su quel
+4% in arrivo, o quanto sar:
ormai quelli sono diritti acqui-
siti dalle aziende che generano
lenergia verde. Ma secondo il
Garante urge che la politica in-
tervenga, altrimenti da qui in
poi sar sempre peggio per le
famiglie gi tartassate. Non si
tratta di fare marcia indietro
sulle energie verdi: Come ab-
biamo gi espresso in numero-
se segnalazioni a parlamento e
governo dice Bortoni effi-
cienza energetica e fonti rinno-
vabili non sono in discussio-
ne. Per occorre creare le
condizioni per reinserire la
programmazione degli incenti-
vi in un percorso di coerenza
generale a tutela sia dei consu-
matori sia dei soggetti attivi
nella green economy. Eh gi,
ma come si fa a quadrare il cer-
chio? Il Garante suggerisce
che si ridistribuiscano meglio
gli incentivi fra le diverse fonti
alternative, in particolare l
dove osserva che il costo indi-
cativo cumulato annuo degli
incentivi fotovoltaici ha rag-
giunto i 6 miliardi di euro, per
una potenza installata da im-
pianti fotovoltaici intorno a 13
GigaWatt. Questo significa
che dei 10 miliardi di incentivi,
6 vanno al fotovoltaico, che fra
le varie fonti la pi costosa.
Una correzione possibile. Il
garante Bortoni esclude inve-
ce che il peso degli incentivi
possa essere spostato dalle
bollette alla fiscalit generale.
Al di l delle decisioni stra-
tegiche da prendere ci sono al-
cune cose definite in modo
quasi automatico come il rin-
caro dellelettricit del 5,8% in
vigore da aprile. LAutorit
spiega che laumento dovuto
soprattutto al prezzo del pe-
trolio che cresciuto del-
l8,5% solo nellultimo trime-
stre. Gi questaumento del
5,8% comporter in media per
le famiglie maggiori costi di 27
euro su base annua. In pi ieri
lAutorit ha dovuto aumenta-
re le bollette del gas dell1,8%e
per quanto questaumento sia
modesto rispetto ad altri com-
porta sulla famiglia tipo una
maggiore spesa su base annua
di 22 euro. Piove sul bagnato.
LAutoritcalcolache
il rincarodellelettricit
del 5,8%comporter
inmediaper lefamiglie
maggiori costi di 27euro
subaseannuaequello
dell1,8%del gas una
maggiorespesadi 22euro
Questolaggraviosubto
inmediadaogni famiglia
italianaacausa
dellesovvenzioni
alleenergieverdi
LAutoritdi settore
avvertechelecosesono
destinateapeggiorare
Il rincarodel metano,
i cui prezzi sonolegati
al petrolio, elacrescita
degli oneri di sistema
avrebberocomportato
unrincarodel 2,2%
Mail Garantelohalimato
Linflazione
Il carrello della spesa
ci costa il 4,6%inpi
Il potere dacquisto
Divario fra i listini e i salari
mai cos ampio dal 1995
I carburanti
Benzina, inundistributore
tocca 1,998 euro al litro
I numeri
+49
euro per utente
su base annua
70
euro extra
per le rinnovabili
+1,8
per cento
da aprile sul gas
U
Salasso
Per alcuni
settori della
popolazione,
come
i pensionati,
i nuovi rincari
dellebollette
possono
rappresentare
unproblema
di bilancio
moltograve
Stangata inbolletta
Lelettricit verso
un aumento del 10%
Dadomani +5,8%e amaggio inarrivounulteriore +4%
Pesano le sovvenzioni alle energie verdi: 10 miliardi di euro
LAutorit di settore:
Lapoliticafaccia
scelte sopportabili
per i cittadini
Il problema piserio
sonoi 6miliardi
destinati al fotovoltaico
Spesadaredistribuire
A svuotare le tasche dei consumatori non sono
solo le bollette di luce e gas. LIstat segnala a
marzo un balzo del 4,6%nellindice dei prezzi al
consumo dei beni del carrello della spesa,
cio di quelli che vengono acquistati pi di fre-
quente dalle famiglie. Il dato dei rincari quello
tendenziale (cio su base annua, rispetto al
marzo 2011). Lo scatto in avanti dovuto so-
prattutto ai rialzi dei carburanti che si riper-
cuotono sulla filiera di molti altri prodotti. Net-
to anche laumento dellindice dei prezzi con-
giunturale, cio su base mensile (da febbraio a
marzo): risulta dello 0,6%. Lincremento ten-
denziale del 4,6% il pi alto dallottobre 2008.
A livello congiunturale gli aumenti pi forti ol-
tre che ai beni energetici non regolamentati
(+3,0%) sono riconducibili ai tabacchi (+1,6%) e
ai prezzi dei servizi di trasporto (+1,4%).
0,6
per cento
Questo
il rincaro
mensile
del carrello
dellaspesa
Il potere dacquisto delle famiglie italiane subi-
sce contemporaneamente laumento dei prezzi
e la stasi dei salari. Cos la forbice fra le due
grandezze ai massimi dallagosto 1995. LIstat
ragionando sulla base dellindice ordinario din-
flazione, che a febbraio stato del 3,3% su ba-
se annua, lo paragona allincremento dell1,4%
delle retribuzioni contrattuali orarie (sempre
su base annua) e facendo la sottrazione certifi-
ca che c un divario di 1,9 punti percentuali, il
valore pi alto in tredici anni. Da notare che lo
spread a danno dei lavoratori sarebbe anco-
ra pi ampio se anzich usare lindice dinflazio-
ne ordinario si usasse quello del carrello della
spesa (vedi box qui a sinistra) calcolato sem-
pre dallIstat con criteri pi aderenti ai consu-
mi delle famiglie. Il risultato che le buste paga
nonriescono a tenere il passo con il caro-vita.
1,9
punti
Ottenuti
sottraendo
linflazione
del 3,3%
ei salari 1,4
I prezzi della benzina e del gasolio per auto con-
tinuano a salire. Ieri nei distributori della Q8 la
benzina rincarata di 0,7 centesimi al litro
mentre la Tamoil ha aumentato i listini sia della
verde (+0,3 centesimi) che del carburante
diesel (+0,2). Il movimento generale di tutte le
compagnie porta le reti ordinarie ad avvicinar-
si al record di 2 euro al litro di benzina (che in
alcuni punti vendita gi stato toccato lungo le
autostrade). Il massimo di giornata si regi-
strato nelle Marche con 1,998 euro/litro. Ades-
so si temono nuovi rincari a ridosso dellesodo
di Pasqua. I benzinai della Figisc Confcommer-
cio avvertono che nei prossimi tre o quattro
giorni, considerate le quotazioni internazionali
del petrolio e dei carburanti, i prezzi medi al di-
stributore dovrebbero aumentare nellordine
di un altro centesimo al litro. [LUI. GRA.]
1
centesimo
Laumento
al litroin
3o4giorni
previsto
dallaFigisc
2 Primo Piano
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012

I dati resi noti oggi
dal ministerodelle Finanze
sonoleterna raffigurazione
della vergogna
dellevasione fiscale
Pier Luigi Bersani
Segretario nazionale del Pd
I contribuenti
Dichiarazioni del 2011 (riferite al 2010)
Reddito medio dichiarato
nel 2010 per zona
La regione con il reddito medio complessivo
pi elevato la Lombardia con 22.710 euro.
La Calabria ha il reddito medio pi basso
con 13.970 euro.
Centimetri - LA STAMPA Fonte: Mef (Finanze)
41.600.000
49%
Sotto i 15.000
20.385.000 51%
Oltre i 15.000
21.220.000
33%
Sotto
i 10.000
13,8 mln
416.000
Oltre i
100.000
1%
25,7%
Imposta 0:
non pagano
10,7mln
30.590
Oltre i
300.000
0,07%
Nord
Ovest
Centro Nord
Est
Isole Sud
21.836
20.285 20.252
15.779 15.463
19.250 euro
Reddito medio
annuo
(dipendente: 19.810;
imprenditore: 18.170)
Elaborazione
-La stampa su dati Ministero dell'economia e delle Finanze
4.840 euro
Imposta
netta media
sui redditi 2010
urgente spostare
il caricofiscale
dai dipendenti
e dalle imprese
alle rendite e ai patrimoni
Luca Montezemolo
Presidente Ntv
N
el 2010 un contribuente
italiano su due ha dichia-
rato al fisco meno di 15
mila euro. Si tratta di
20,2 milioni di persone,
delle quali 14 milioni - un terzo del to-
tale - si mettono in tasca ogni anno ad-
dirittura meno di 10 mila euro. Un al-
tro 30 per cento dice di guadagnare
tra 15 e 26 mila euro e il 20 per cento
arriva a 100 mila. Soltanto lo 0,07 per
cento degli italiani che arriva a compi-
lare la dichiarazione dei redditi incas-
sa pi di 300 mila euro: si tratta di ap-
pena 30 mila persone Ma tra i dati for-
niti ieri dal ministero dellEconomia,
non sono questi a far cascare la ma-
scella, simili peraltro a quelli degli an-
ni precedenti, ma quelli che riguarda-
no le singole categorie di lavoratori.
Anzitutto, desta un lieve sospetto
anche il livello medio di stipendio de-
gli italiani: 19.250euro. Ma se si va poi
nel dettaglio delle tipologie di reddito,
i paradossi diventano lampanti: i lavo-
ratori dipendenti guadagnano pi de-
gli imprenditori. Mentre gli autonomi
guadagnano in media 41.320 euro e
sulla carta sono i pi ricchi, i dipen-
denti possono contare su neanche me-
t di quella cifra, 19.810 euro e dichia-
rano pi dei loro padroni, degli im-
prenditori, che si fermano a 18.170 eu-
ro. I pensionati hanno un assegno che
annualmente totalizza 14.980 euro
mentre il reddito medio da partecipa-
zione di 16.500 euro.
C di pi. Quasi 11 milioni di italia-
ni, il 10,7 per cento del totale dei con-
tribuenti, dichiara zero, non paga un
centesimo di Irpef. Si tratta di contri-
buenti a basso reddito che possono
contare sulle soglie di esenzione o la
cui imposta lorda si azzera con le nu-
merose detrazioni del Fisco.
Quanto alla distribuzione territo-
riale, la Lombardia la regione con
reddito medio complessivo pi elevato
(22.710 euro), seguita dal Lazio (21.720
euro), mentre la Calabria ha il reddito
medio pi basso con 13.970 euro.
Un aspetto positivo che la crisi
non ha impedito a 915 mila italiani di fa-
re donazioni alle onlus, alle organizza-
zioni senza scopo di lucro. Ed altret-
tanto importante notare, come emerge
da un dossier preparato dal ministero -
che c stato un aumento del numero
dei contribuenti (+18 mila circa) che ha
sostenuto spese per addetti allassi-
stenza personale (badanti), con un in-
cremento del 21,8%dellammontare to-
tale di tali spese. Un altro dettaglio in-
teressante che gli sconti Irpef hanno
consentito di dedurre o detrarre dalle
tasse ben 50 miliardi di euro. Gli oneri
deducibili - quelli che vengono tagliati
dallimponibile complessivo - sono sta-
ti pari a 22 miliardi di euro, mentre gli
oneri detraibili - quelli cancellabili una
volta ottenuta limposta - hanno pesato
per 28 miliardi. Infine, il fisco rende no-
to che c stato un forte aumento del-
le spese per la riqualificazione energe-
tica detraibili al 55%(+23%) e delle spe-
se per il recupero edilizio detraibili al
36%(+12%).
Numerose le reazioni dal mondo po-
litico e sindacale. Il presidente della Re-
pubblica Giorgio Napolitano ha osser-
vato che indispensabile mettere in
campo nuove politiche per la crescita
e lo sviluppo e favorire cos loccupa-
zione. Ma soprattutto non si deve esi-
tare a proseguire nel cammino delle ri-
forme, ma sempre con la necessaria
severit fiscale.
Molto dura la reazione di Pier Luigi
Bersani, che ha parlato delleterna
raffigurazione della vergogna delleva-
sione fiscale. Secondo il segretario
del Partito democratico resta il punto
principale per riprendere la strada del-
la crescita. Cisl e Uil hanno chiesto un
provvedimento per abbassare le tasse
ai lavoratori e ai pensionati mentre Lu-
ca Montezemolo ha chiesto di spostare
il carico fiscale dal lavoro e dalla pro-
duzione alle rendite e ai patrimoni.
twitter @mastrobradipo
I consumatori
I dati sui redditi
sono uno scandalo
il caso
TONIAMASTROBUONI
II dati sui redditi degli ita-
liani resi noti ieri dal ministero
dellEconomiaportanoalla lu-
ce un vero scandalo che da de-
cenni si perpetua in Italia sul-
lentit dei redditi percepiti
dai lavoratori dipendenti e dai
lavoratori autonomi, per cui i
primi percepirebberoun reddi-
tosuperiore a quellodei secon-
di. il commentodel segreta-
riogenerale di Adiconsum, Pie-
tro Giordano, secondo il quale
i numeri evidenzianolevasio-
ne e lelusione che scarica su-
gli onesti lonere di unapres-
sione fiscale record.
Gli imprenditori dichiarano
menodei lorodipendenti
MEDIABASSA
Gli italiani si mettono in tasca
neanche 20 mila euro allanno
11 milioni non pagano lIrpef
Euncontribuente sudue dice di guadagnare unacifrasottoi 15 milaeuro
SABATO31 MARZO2012 Primo Piano 3
LA STAMPA

LAVORO
I NODI DELLARIFORMA
Se davverononera
nelle intenzioni
del governo, allora
si cambi la norma
perch cos com
permette facili
licenziamenti
Nessunalicenzadi licenziare
Fornero: gran parte del provvedimento oscurato dalle discussioni ideologiche sullarticolo 18
C necessit assoluta
di dare impulso
a politiche di crescita
sviluppoe occupazione
tenendoconto
delle situazioni
socialmente difficili
U
LA REPLICA
FRANCESCO SEMPRINI
ROMA
Nessuna licenza di licenziare
nellariforma del lavoro. Il mini-
stro Elsa Fornero respinge an-
coraunavoltaleaccusedi voler
portareavanti unaleggeche av-
vantaggi i datori e penalizzi i la-
voratori. Sul banco degli impu-
tati c larticolo 18 in particola-
re il nodo sui licenziamenti per
motivi economici. Nessuno
vuole dare licenza di licenzia-
re, puntualizza la Fornero nel
corsodi unintervistaradiofoni-
ca, sottolineando che sul tema
della flessibilit in uscita cera
laccordo di tutti meno che la
Cgil. Lobiettivo della riforma
secondo il ministro conferire
lapossibilitdi aggiustamento
di manodopera per numeri pic-
coli, ma anche contrastare la
precariet ovvero aiutare i gio-
vani, in linea con lappello for-
mulato dal presidente della Re-
pubblica, Giorgio Napolitano.
La Fornero vuole inoltre scrol-
larsi di dosso limmagine di
fredda tecnocrate: Mi stupi-
scoquandovengodescrittasen-
za cuore, non lo sono. Tenta di
darne prova parlando dei dei
due cittadini che si sono dati
fuoco a causa di troppi debiti o
mancanza di lavoro. Lidea
che ci sia tanta tensione sociale
e disperazione fino ad arrivare
a gesti estremi mi crea ango-
scia, dice aggiungendo che
spaccare il Paese lultimaco-
sa che vogliamo fare. Poi laf-
fondo alle parti sociali quando
interviene a sorpresa al con-
gresso dellUgl: L80% e pi
della riforma stato sommerso
da una discussione in parte ide-
ologica in parte simbolica sul-
larticolo18. Punta infine a raf-
forzare il consenso rosa:
Unodei problemi di questoPa-
ese che le donne lavorano
troppo poco, mentre il gover-
no vuole che abbiano le stesse
chanceoccupazionali, di carrie-
ra, di retribuzionee progressio-
nechehannogli uomini.
Arisponderle SusannaCa-
musso che si chiede come mai
se nelle intenzioni del governo
non c quella di conferire la li-
cenza di licenziare nonsi cambi
la norma, visto che cos com
consente licenziamenti facili.
Il segretario della Cgil ostenta
fiducia su eventuali modifiche
alla riforma: Ci giocheremo la
partitainParlamento, conlano-
stramobilitazione. Esullipote-
si di un faccia a faccia paventa-
ta dallo stesso ministro del La-
voro dice: Ci sono state occa-
sioni, altre ce ne saranno. Il
sindacato rimane cos arrocca-
tosulleproprie posizioni: Biso-
gna smetterla di fare una di-
scussione per ipotesi. Abbiamo
dettoche la sanzioneper i licen-
ziamenti illegittimi il reinte-
gro, a prescindere dalla tipolo-
gia o dal nome che gli si da, ri-
badisce la Camusso che poi av-
verte: Finchnoncunnuovo
testosi faunadiscussione fanta-
scientifica, non seria. A farle
daspondail segretariodel Pd,
Pier Luigi Bersani: Tutto si
pu cambiare - ironizza - anche
lo Statuto dei lavoratori del
1970 ma la Gasparri sembra
scritta sul bronzo. Esulle indi-
screzioni in merito a modifiche
del licenziamento per motivi
economici chiosa: Bastadiscu-
tere di ipotesi anche perch
dobbiamoancoravederelanor-
ma del governo. Non si pu
semprediscuteredi ipotesi.
Proprioinqueste ore i tecni-
ci dellesecutivo sono al lavoro
per presentare al rientrodi Ma-
rio Monti dal Roadshow in
Oriente (luned sera), un testo
picompiutoe organico. Inpar-
ticolare stanno cercando solu-
zioni sulla stesura giuridica de-
gli aspetti pi controversi, con
il ministro della Giustizia, Paola
Severino, impegnata a curare il
capitolo dei processi in materia
di lavoro.
Aconfrontoincorsoarrivail
richiamo allordine di Napolita-
no: C la necessit assoluta di
dare impulso a nuove politiche
per crescita, sviluppo e occupa-
zione tenendo conto delle situa-
zioni socialmente difficili e criti-
che che si vanno determinan-
do. Eper questo- prosegue- bi-
sogna andare assolutamente
avanti nel processo di riforma
masempreaccompagnatodal-
lanecessariaseveritfiscale.
Susanna Camusso
LEADER DELLACGIL
LAPPELLO DI NAPOLITANO
Giorgio Napolitano
PRESIDENTE DELLAREPUBBLICA Il ministrodel Lavoro, ElsaFornero, respingele critiche sullamodificadellarticolo18
Le donne lavorano
troppopoco, vogliamo
che abbianole stesse
chance degli uomini
MAXMARA.COM
4 Primo Piano
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012

Taccuino
MARCELLO SORGI
L
a lite tra Fornero e i
sindacati sugli eso-
dati - termine di nuo-
vo conio che sta a indicare i
lavoratori che avevano per-
so il lavoro ma sarebbero
arrivati alla pensione gra-
zie ad accordi sulla mobili-
t, e sono invece rimasti fre-
gati dai nuovi parametri in-
trodotti dalla riforma e dal-
lo spostamento in avanti
dellet pensionabile - ha
vieppi appesantito il clima
che s creato attorno al go-
verno durante il viaggio di
Monti in Asia. Il presidente
del consiglio ieri corso ai
ripari con una lettera al
Corriere della Sera in cui
spiega di essere stato frain-
teso e il suo intervento giap-
ponese, percepito come un
nuovo attacco ai partiti, in
realt doveva avere il signi-
ficato opposto. Ma sta di fat-
to che allinterno della mag-
gioranza e tra la maggioran-
za e il governo le cose non
vanno. Lavoro e articolo 18
sono solo uno dei problemi.
In Parlamento bloccata
da quasi un mese anche la
legge anticorruzione, sulla
quale Alfano era arrivato a
far saltare un vertice con
Bersani e Casini, e che mal-
grado gli impegni presi suc-
cessivamente fatica a fare
passi avanti. Anche sulle ri-
forme istituzionali e sulla
legge elettorale i partiti so-
no ben lungi dal trovare
unintesa. Lannuncio dei
tre segretari della decisio-
ne di rilanciare tutto il pac-
chetto ha provocato grandi
mugugni allinterno di Pd e
Pdl, non placati neppure da-
gli incoraggiamenti di Na-
politano e Schifani.
Fornero in unintervista
a Radio anchio s impe-
gnata a risolvere entro giu-
gno il problema degli esoda-
ti - calcolati in trecentomila
- e ha usato toni concilianti
con i sindacati, nel frattem-
po passati tutti insieme a
fiancheggiare la Cgil nella
lotta contro i licenziamen-
ti facili. Ma chi le vicino
giura che la ministra pre-
occupata e contrariata da
quanto sta accadendo e
non sa darsi pace per quel-
lo che considera il voltafac-
cia di Bersani. Il leader del
Pd, secondo questa versio-
ne, prima, in tutte le fasi
della lunga trattativa sul
mercato del lavoro, avreb-
be rassicurato la ministra
sulla tenuta della riforma
anche senza laccordo con
la Cgil. Ma successivamen-
te, dopo lannuncio dello
sciopero generale da parte
di Camusso, avrebbe inve-
ce cambiato posizione, inau-
gurando una fase di resi-
stenza e premendo per mo-
difiche radicali al testo che
finirebbero ad annullare gli
effetti della riforma.
Cos anche il deteriora-
mento dei rapporti persona-
li, dopo quelli politici e sin-
dacali, fa temere che sar
molto complicato per Mon-
ti, al ritorno a Roma, ripren-
dere il filo che s spezzato
venerd scorso a Palazzo
Chigi. Laccelerata che il
premier vorrebbe imporre
alle nuove misure anche in
campagna elettorale po-
trebbe rivelarsi impossibile
da realizzare.
Sonoi lavoratori (esodati) chedopo
aver persoolasciatoil posto, invista
dellapensionesi sonotrovati regole
cambiatedalla riformaFornero
il caso
ROBERTOGIOVANNINI
ROMA
R
ischiadi diventareunvero e
proprio macigno sulla stra-
da del governo. Parliamo
del caso degli esodati, i la-
voratori che dopo aver per-
duto o lasciato il proprio impiego pen-
sando di andare tranquillamente inpen-
sione, si sono trovati le regole cambiate
dalla riforma previdenziale Fornero.
Decine di migliaia di persone che ades-
so dovranno aspettare 4, 5 o pi anni
per poter incassare lassegno. Ma che
nel frattempo certo non possono riave-
re il vecchio posto di lavoro, e per i quali
- data la crisi economica, e la loro et re-
lativamente elevata - praticamente im-
possibile trovarne uno nuovo. Una situa-
zione drammatica di incertezza che ri-
guarda 350-360mila persone, dicono gli
addetti ai lavori. Ma Inps e ministero
del Lavoro non sono in grado di dire
quanti siano esodati, in mobilit, in pro-
secuzione volontaria onerosa e inseriti
nei Fondi di solidarietdi categoria.
Ieri il ministro Elsa Fornero ha am-
messo che al momento di varare la rifor-
ma non si tenne conto del problema.
Abbiamo fatto una riforma delle pen-
sioni seria e severa - ha detto ieri a Ra-
dio Anchio - si sono creati problemi.
Gli esodati sono uno dei problemi: me
ne faccio carico, non li ho dimenticati.
Sono di pi dei conti che abbiamo fatto,
troveremo una soluzione equa. Dire
faremo...faremo... e lasciare decine o
centinaia di migliaia di persone nellan-
sia non va bene. Il governo acceleri e
trovi una soluzione, le ha risposto il lea-
der Cgil, SusannaCamusso.
Per Giuliano Cazzola, deputato Pdl e
grande esperto di previdenza, dimentica-
re il problema degli esodati fu una scelta
esplicita del governo. Probabilmente si
voleva dare unsegnale forte e di grande ri-
gore nei confronti dei mercati e dellEuro-
pa- spiega- ma statauna sceltadel tutto
irragionevole. Bisognava pensare una
transizione pi graduale. Anche il suo
contraltare nel Pd, lex ministro Cesare
Damiano, ritiene sbagliatissima la scelta
del ministro. Cheingennaiosolodopouna
forte pressione parlamentare accett di
inserire nel decreto milleproroghe una
norma che avrebbe salvato circa 65.000
esodati, quelli stimati dal ministero. Ma
sono molti di pi - insiste Damiano - ed
letteralmente incredibile che a quattro
mesi di distanza lInps ancora non sia in
grado di dire quante sono le persone coin-
volte. In effetti, nel corso di una recente
audizione parlamentare, il presidente
Inps Antonio Mastrapasqua ha fatto
unimbarazzantescenamuta.
C chi dice che allInps invece quanti
siano gli esodati lo si sappia, ma non lo si
dica per ragioni di opportunitpolitica. Al-
tri esperti spiegano invece che calcolarli
tecnicamente complicato per ragioni bu-
rocratiche e procedurali. Certo nella lista
ci sono i lavoratori coinvolti da accordi sin-
dacati-impreseche prevedevanodimissio-
ni col passaggio in mobilit o pensione (a
volte con incentivi) e molti ex-dipendenti
delle Poste e della scuola. Uno dei tanti pa-
radossi che in molti casi (circa 5000per-
sone, dalla Fiat di Termini Imerese alla
Whirlpool, dalla TelecomallAlitalia) le in-
tese di esodo sono state firmate al mini-
sterodelloSviluppoeconomico.
Sulla carta una soluzione per il proble-
ma degli esodati (tagliando fuori quelli
dimessi dopo il 4 dicembre 2011, e non so-
no pochi) ci sarebbe gi. Il milleproro-
ghestabilisce una strada benprecisa. En-
tro il 30 giugno prossimo il ministro For-
nero dovr infatti emanare un decreto mi-
nisteriale per stabilire come derogare
alla sua stessa riforma. Sulla carta si pos-
sono salvare quasi tutti (non quelli post
4 dicembre). Ma non detto, perch spet-
ta al ministro dividere tra sommersi e
salvati; e ieri Fornero ha fatto capire
che non intende provvedere per tutti gli
esodati, ma solo per quelli con pi diffi-
colt. E sempre in base alla legge - che
non assegnava risorse aggiuntive - gli ine-
vitabili maggiori costi saranno coperti au-
mentando le aliquote pagate per gli am-
mortizzatori sociali. Cio aumentando la
spesa pensionistica, e facendo pagare di
pile imprese.
Per Monti ora
sar pi difficile
accelerare
O
gni tanto torno a parlare di re-
cessioneperch bisognaparlar-
si chiaro: e per uscirne dobbia-
mo sapere da dove veniamo. Insiste,
CorradoPassera, sullapesantesituazio-
ne economica del Paese, incurante di
chi, nel migliore dei casi, lo accusa di
gufare, se non di terrorizzare i citta-
dini. Anzi, parlando al Forum di
Confagricoltura di Taormina, il mini-
stro dello Sviluppo Economico rafforza
ulteriormenteil concetto. Leimprese-
sottolinea - hanno circa 100 miliardi di
indebitamento forzoso per i non paga-
menti tra i privati, circa la met, e da
parte delle pubblica amministrazione,
per laltra met. Abbiamo preso limpe-
gno di risolvere la situazione. Dobbia-
mo farlo, ma nonpu essere incoerente
congli obiettivi di finanzapubblica. Per-
ch se il costo del credito e lo spread
vannoallestelle, tuttoil restoinutile.
Passera rivendica il grande sforzo
prodotto dal governo (Il presidente
Mario Monti ha fatto un miracolo in
termini di recupero di credibilit sui
mercati internazionali), ma poi ag-
giunge: Sappiamo di dover partire da
un Paese che da troppi anni non cre-
sce, che ha problemi strutturali. E noi
li dobbiamo affrontare parlandoci, pe-
r, chiaro. Tutti gli uffici studi ci danno
in recessione tutto lanno. Se vogliamo
accorciare il pi possibile questa fase,
nonc cheunaricetta: bisogna accele-
rareleriforme.
Davanti allaplateadellorganizzazio-
neagricolaguidatadaMarioGuidi (rap-
presenta 500 mila aziende per un giro
daffari di 23 miliardi di euro lanno), Pas-
sera parla con cautela (un argomento
che spetta al ministro Elsa Fornero e al
presidente Mario Monti) della riforma
del lavoro: una grande riforma, un
grande sforzo che statofatto e che deve
essere portato fino in fondo con le carat-
teristicheadeguate. Manonrinunciaco-
munque a sottolineare che il disagio oc-
cupazionale il problema dei problemi,
nel nostro Paese pi accentuato che in
altri: fondamentale la crescita e va af-
frontata rimuovendo tutte le cause che
hanno zavorrato lItalia per tanto tem-
po. Poi ci sono i provvedimenti a cui bi-
sognamettere mano per rilanciare setto-
ri chesonopiombati inpienocaos norma-
tivo. Nel decretoministeriale sul fotovol-
taico in via di emanazione, vi la volont
di correggere le storture che avevano fi-
nora assegnato al fotovoltaico - spiega il
ministro - un livello di incentivazione
enormemente pi alto rispetto a resto
dEuropa. Passera aggiunge che oltre al
decreto sul fotovoltaico in arrivo un ul-
terioreprovvedimentosullealtreenergie
rinnovabili. Si punter, dice, su biogas e
biomasse spingendo su questa filiera
molto rilevante essendo legata partico-
larmente allagricoltura, pi ricca e vera
di altri settori comeil fotovoltaico.
Di investimenti energetici legati al-
lagricoltura viene a parlare al forum
Confagri il presidente dellEnel, Fulvio
Conti, che con Guidi firma anche un ac-
cordo quadro. Il nostro obiettivo - dice -
raggiungereinItaliaduemilamegawatt
dainvestimenti inagricoltura.
A Passera e al ministro delle Risorse
agricole, Mario Catania, Confagricoltura
presenta a Taormina una ricerca del-
lUniversit di Bologna, richieste e criti-
cit segnalate dalle aziende agricole: ta-
gliodellaburocrazia, che per unimpresa
su due impegna oltre 60 giorni lanno;
miglioramento dellaccesso al credito
che resta difficile per 6 imprese su 10, le-
gato soprattutto alla difficolt delle ban-
che a valutare correttamente il rating
aziendale; stabilizzazione delle relazioni
contrattuali con i soggetti della filiera;
miglioramentodellalogistica.
Il 70% del campione ha fatto doman-
da per interventi cofinanziati sui pro-
grammi di sviluppo rurale, anche se ol-
tre il 15% giudica lattuale configurazio-
ne delle misure nonadeguataalle esigen-
ze dinvestimento delle aziende. E par-
lando di risorse, va sottolineata la part-
nership fra Confagricoltura e Bnl, con la
bancadel gruppoBnpParibas che mette
a disposizione delle imprese agricole 1
miliardo di euro attraverso una piatta-
forma articolata di soluzioni, servizi e
prodotti finanziari.
Retroscena
TEODOROCHIARELLI
INVIATOATAORMINA(MESSINA)
Le imprese italiane
hanno100miliardi
di debiti forzosi
360
mila
nel limbo
Al forum
di Confagri
Il ministro
delloSviluppo
Economico
Corrado
Passeraieri
aTaormina
al forum
di Confagri
IL RINVIO
La questione venne accantonata
per fare colpo sui mercati e sullUe
Ora va risolta entro il 30 giugno
Esodati, paganole aziende
La soluzione possibile del Milleproroghe: maggiori costi per gli imprenditori
Lavoratori nel limbo: hannolasciatolimpiego, ma la pensione slittatainavanti
Passera: Non cresciamo da troppi anni
IL DISAGIOOCCUPAZIONALE
il problema dei problemi
Bisogna rimuovere
la zavorra del Paese
SABATO31 MARZO2012 Primo Piano 5
LA STAMPA
R
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA6
Bisognasaper cambiare
troppe tutele frenanolItalia
Marzo stato
orribile, calo
dei volumi
del 40%inItalia
Sonosofferenze
umane, specchio
di una situazione
insostenibile
La storia
ELEONORAVALLIN
MESTRE
N
on il Sergio Marchion-
ne che ti aspetti quello
che ieri era al convegno
a porte chiuse alla Bocco-
ni di Milano organizzato
dallAlumni, lassociazione degli ex al-
lievi delluniversit.
Elogia il premier Mario Monti
(Siamo tutti molto riconoscenti per
quelloche sta facendoper il Paese), ri-
vendica il risanamento di Fiat e Chry-
sler, ripercorre il proprio personale
percorso formativo, ma poi difende il
Sessantotto, si schiera contro le delo-
calizzazioni, spiega che tempo di ri-
pensareil nostrowelfare e parlainma-
niera accorata dei suicidi che in questi
tempi di crisi hanno accomunato ope-
rai, artigiani e imprenditori. Concetti
che in parte riprende nel pomeriggio a
Torinodoveaccompagna LucaMonte-
zemolo (Sono qui solo perch un
mio amico e voglio ascoltarlo) al con-
vegnodi ItaliaFutura.
Fiat e soprattutto Chrysler, sul sal-
vataggio della quale, ricorda, nessuno
negli Usa avrebbe scommesso uncent.
Fiat e Chrysler - dice ora - devono vi-
vere e crescere insieme come ununica
famiglia. Devonosentirsi liberee stimo-
late nel mettere in comune le cose che
sanno, conlacoscienzachelunicavia
per impararne di nuove. Due culture
che si uniscono e che costituiscono la
migliorgaranziadel nostrosuccesso.
Due culture, ununica strategia.
Che porta il gruppo a espandersi con
nuovi impianti inCinaeinRussiaeadi-
fendere a denti stretti la posizione di
leadership in America Latina (Brasile
intesta) per compensare le difficolt di
unmercatoeuropeochenonhaavutoil
coraggio di ristrutturarsi come gli Sta-
ti Uniti. Ma questo non significa, spie-
ga, trasferire altrove le produzioni.
Delocalizzare le attivit industriali,
misura di difesa spesso usata per af-
frontare la guerra sui prezzi, credo sia
una strategia molto pericolosa. Chi la
segue deve essere consapevole degli ef-
fetti che provoca sul territorio di origine
in termini di perdita di posti di lavoro, di
competenzeestabiliteconomica. Eag-
giunge, rispondendo evidentemente ai
detrattori cheloaccusanodi voler lascia-
relItalia. Tutti quanti dovremmoricor-
dare lobbligo morale che collegato al
fare impresa, e il dovere che abbiamo di
contribuire al disegno di crescita dei no-
stri Paesi. Questo limpegno che abbia-
mopresoconlaFiat, inItalia, econChry-
sler negli Stati Uniti. Un impegno che
vuol dire rispettare la storia delle nostre
due aziende e delle comunit che le han-
novistenascereenehannoaccompagna-
tolosviluppo.
Certo, in un mondo globalizzato biso-
gnaanchesaper cambiare. Avolteacca-
de che le grandi conquiste portino ad
avere effetti diversi da quelli attesi e cos
sta succedendo con il nostro welfare sta-
te- diceai bocconiani - Unsistemadi pro-
tezione del lavoro e dei lavoratori pensa-
to per aiutare i pi deboli, che per molti
anni stato indicato e preso a esempio,
hapersolasuaefficacia. Leregoledi oggi
nonci proteggonodallacrisi enonhanno
la capacit di gestire i cambiamenti a li-
vellomondiale.
Inevitabilelastoccata. Se continuia-
moaviveredi soli diritti, di diritti morire-
mo. LAddi Fiat ricordail Sessantottoe
lo definisce un movimento di lotta pie-
namente condivisibile che ci ha permes-
so di compiere enormi passi avanti nelle
conquiste sociali e civili. Cos, sostiene
Marchionne, oggi viviamo nellepoca
dei diritti: al posto fisso, al salario garan-
tito, al lavoro sotto casa, a urlare, sfilare
e pretendere. Diritti sacrosanti, che
vanno tutelati, ma se continuiamo a vi-
vere di soli diritti, di diritti moriremo.
Perquestoil managerinvitaatornarea
unsanosensodel dovere, allaconsapevo-
lezzacheper averebisognaanchedare.
Questononsignificarimanereindiffe-
renti ai profondi squilibri di questi tempi
difficili. I tragici episodi di suicidio, ge-
sti drammatici che hanno coinvolto in
modo indistinto operai, artigiani e im-
prenditori. Per Marchionne sono lo
specchio di una situazione insostenibile:
si tratta di sofferenze umane legate al
mondo del lavoro, quel lavoro su cui
fondata la nostra Repubblica e che sta
scomparendosottoi colpi dellacrisi.
Nonostante tutto, dice ai giovani
bocconiani, sono qui a parlarvi di spe-
ranza. La morale? Abbiate sempre il
coraggio di cambiare voi stessi: cam-
biare idea, approccio, punto di vista.
Perch anche lunico modo per cam-
biare le cose che non vanno e rendere
la vostra vita migliore.
A Torino lAd Fiat ritorna allattuali-
t. Spiega che il mese di marzo stato
orribile e che il calo dei volumi di auto in
Italiasi aggira intornoal 40%e non col-
pasolodelloscioperodellebisarche. Ag-
giunge che bisogna fare la riforma del
lavoro, non c alternativa. Come? Lo
decide Monti e il suo governo, abbiamo
grandissima fiducia in lui come persona
e come gestore. Non potevamo avere di
meglio, facciamolo gestire. stata tradi-
zione del sistema italiano trovare sem-
precompromessi, oraquestononfunzio-
na. E per lennesima volta proclama:
Mai epoi mai scenderinpolitica.
il caso
TEODOROCHIARELLI
Q
uella mattina sono uscita
per prima, alle sei del matti-
no. Di norma lui aspettava
che le ragazze andassero a scuo-
la. Ma usc presto. Ha salutato i
suoi genitori che abitano nello
stesso condominio, un piano sotto
il nostro appartamento. Ma non si
trov, come tutte le mattine, con
lamico al bar di fronte alla car-
rozzeria per bere il caff. Quando
si sono accorti che non era passa-
to e che aveva rotto quellabitudi-
ne, sono andati a chiamarlo sul la-
voro. La porta era spalancata e
lhanno trovato
impiccato.
Valentina Sca-
ramuzza una
mamma e unim-
prenditrice, tito-
lare di un bar a
Mestre. Il 26 settembre dello scor-
so anno rimasta vedova. Oggi la-
vora tutto il giorno senza pause
cos il tempo passa - dice e ne
dedico poco a me stessa.
Mauro De Vincenti aveva 47
anni quando il 26 settembre del
2011 ha deciso di togliersi la vita.
Ha lasciato un biglietto davanti alla
foto della moglie e delle sue due fi-
glie, Jessica di 15 anni e Veronica
di 13: Chiedo scusa a tutti. Sono
un fallito.
Mauro aveva
una carrozzeria a
Mestre. Mio ma-
rito faceva que-
sto lavoro fin da
quando era ragaz-
zino ricorda Valentina era sem-
pre stato dipendente, poi tre anni
fa ha deciso di mettersi in proprio.
Lentusiasmo era tanto e lho ap-
poggiato. Ha chiesto prestiti e de-
vo ancora oggi ringraziare Confar-
tigianato per laiuto e il supporto
che ci ha dato.
Mauro ha assunto due dipen-
denti e ha creato un gioiello di
carrozzeria. Poi a marzo dello
scorso anno qualcosa cambiato.
Aveva 7mila euro di spese al me-
se tra costi e tasse e ha deciso di
non pagare pi nessuno. Non apri-
va neanche pi la posta. Ma lei,
Valentina rimasta alloscuro di
tutto. Lui amava la vita, sorride-
va, era solare e sono convinta che a
tanti amici non ha fatto mai pagare
nulla. Diceva: Un periodo di alti
e bassi, ma ce la faccio. Era una
maschera, credo abbia sofferto
tantissimo, erano mesi che non
portava a casa lo stipendio. Era or-
goglioso, non era il tipo da cadere
in giri strani, tipo usura. La lettera
che ci ha lasciato dice tutto, si sen-
tiva un fallito. Il mutuo per lha
sempre pagato precisa con forza
anzi la banca mi ha detto: se ci
avesse chiesto di intervenire
lavremmo fatto.
E dopo il gesto drammatico, che
Valentina definisce la morte pi
veloce e sicura, dopo il dolore e il
confronto con una vita quasi scono-
sciuta, i problemi aumentano.
Tutto resta in carico alla fami-
glia spiega sei distrutta, ti sem-
bra di aver buttato via una vita. Mi
sono affidata a un legale per la ge-
stione della liquidazione della car-
rozzeria, ed stato nominato un cu-
ratore. Ho due
figlie femmine e
io mi occupo
daltro, non ho
mai pensato di
tenere lazienda
anche se sono
stata combattu-
ta perch vole-
vo che il suo so-
gno continuasse
anche dopo la
sua morte. Ero
fragile e laiuto
di un avvocato
esterno stato fondamentale. Ab-
biamo portato il fardello in due.
Bisogna agire subito per me
stato troppo tardi denuncia oggi
sono situazioni queste in cui la fami-
glia spesso alloscuro di tutto, un
intervento psicologico potrebbe
aiutare e anche salvare.
E le figlie? Sono adolescenti,
unet complicata ma anche bella
perch estrania dal dolore. Allini-
zio avevo pensato di nascondere lo-
ro il gesto del padre, avevo paura
che davanti a un problema potesse-
ro pensare: Facciamo come lui.
Poi per ho cambiato idea.
Domenica prossima Valentina
partir per lEgitto con Jessica e
Veronica. Mi sono detta: dobbia-
mo fare qualcosa insieme, noi don-
ne. Abbiamo scelto di regalarci un
po di felicit.
Valentina
Scaramuzza
U
Marchionne: Risanata la Chrysler, cresceremo come ununica famiglia
LA CRISI DELLAUTO
Vedova di un imprenditore: Ci vuole un aiuto psicologico
I TRAGICI SUICIDI
LAVORO
DRAMMI EDISAGI
Marchionne
allaBocconi
Elogiodel 68
ecritiche
versochi
trasferisce
leimprese
allestero
allaricerca
di costi
del lavoro
pibassi
UNDISAGIOSOLITARIO
Non apriva pi la posta
Aveva 7mila euro di spese
al mese e non lha mai detto
LERRORE DI DELOCALIZZARE
Chi segue questa linea deve
essere consapevole degli effetti
che provoca sul territorio
Scusate, sonounfallito
Cos si ucciso mio marito
oberatodatasse e mutui
SABATO31 MARZO2012 Primo Piano 7
LA STAMPA

FABIO MARTINI
INVIATOAPECHINO
Dopo tre giorni di esternazio-
ni pi esplicite del solito, Ma-
rioMonti tornatoal suo lessi-
co famigliare: conciliante nella
forma, irremovibile nella so-
stanza. Eil professorelohafat-
toconalcune concessioni al-
le regole della comunicazione,
un tempo impensabili per un
uomo del suo aplomb. Mentre
in Italia erano le tre di notte,
davanti ad un hotel di Tokyo,
con le autobl della delegazio-
neitalianaincarrozzateepron-
te a partire per laeroporto, i
giornalisti sul pulmino, arri-
vatoil contrordine: il Presiden-
te vuole parlare. In piedi, nella
hall del Grand Hyatt, men-
tre passavano i turisti, Monti
si rivolto ai partiti, ai quali
tre giorni fa aveva detto che il
loro consenso pi basso di
quello del governo: Alcune
miefrasi inItaliasonostate let-
te in modo da generare unnon
fondatodibattito, dandounim-
pressione esageratamente op-
posta dalle mie intenzioni,
perchlItaliasi starinnovan-
do sotto lazione di tre fattori
che operano sinergicamente:
il governo, le forze politiche
che stanno cercando un rinno-
vamento al loro interno e, fat-
tore pi importante di tutti, i
cittadini che stanno dando
grande prova di maturit. E
ancora: Dopo le elezioni cre-
do, anzi... devostareattentoal-
le parole, sono sicuro che tor-
nerannogoverni politici e ci sa-
r una politica che, davanti ad
una opinione pubblica pi esi-
gente, trover nuove regole
di ingaggio.
Il messaggio ai partiti, in
primabattuta, rilassante. Ma
Monti restaMonti, tieneil pun-
to anche quando vuole essere
conciliante. E dunque sulla ri-
forma del mercato del lavoro,
in una lettera al Corriere del-
la Sera, ma anche nelle sue
esternazioni, dice che in giro
per il mondo la riserva, com-
prensibile, questa: con quali
tempi il Parlamento approve-
r la riforma proposta dal go-
verno?Lasuaportatariforma-
trice verr mantenuta sostan-
zialmenteintegraoverrdilui-
ta?. E ancora: Allestero c
molta attesa su quello che ac-
cadr in Parlamento. Come
dire, ed il messaggio pi im-
portante della giornata: caro
Bersani, il mondo ci guarda.
Ma Monti, pur con toni pi
soft, continuaarivolgersi atut-
ti i partiti e non solo al Pd, rife-
rendo il sentito dire dai suoi
interlocutori stranieri: C il
dubbio che il nuovo corso pos-
sa essere abbandonato quan-
do, dopo le elezioni parlamen-
tari, torneranno governi
politici. Finch la percezione
errata e il dubbio non saranno
dissipati, la fase attuale verr
considerata come una interes-
sante parentesi, degna forse
di qualche investimento finan-
ziarioabrevetermine.
E comunque, il tema dei
partiti come erano e come po-
trebbero essere sembra esser
diventato un autentico leit-mo-
tiv, Monti (evidentemente solle-
citatodagli interlocutori) ne par-
la sempre e ovunque e il tema
sembra affiorare anche quando
si discute daltro. Il Giappone?
Purtroppo la presa della politi-
ca caratterizzata da lentezza,
incapacitdi individuare una di-
rezione strategica, da un tra-
sformismo non ideologico, da
gruppi di potere, da una palude
che fanno apparire niente affat-
to male lEuropa e lItalia. E ci
sar ancora Monti nel dopo-
Monti? Il premier usaunatermi-
nologia pi risoluta del solito:
Torneranno governi politici,
come naturale e perfino in
Giappone ho dichiarato che il
sottoscritto sparir e che il
montismo nonesiste!.
Nel dialogo a distanza con i
partiti c un messaggio impor-
tante per lopinione pubblica:
Il pareggio di bilancio nel 2013
resta lobiettivo che verr per-
seguito senza la necessit di
nuove manovre, anche perch
abbiamo introdotto nelle misu-
re di dicembre molti margini
cautelativi, come il non aver
conteggiato i benefici attesi per
la lotta allevasione e aver sti-
mato i tassi di interesse al livel-
lo che cera a fine novembre e
quindi pi alti di quelli di ades-
so. Afine giornata, dopo la pre-
cisazione di Monti sulle sue
esternazioni dei giorni prece-
denti, restava il dubbio: chi ha
capito male? Difficile dirlo, an-
che perch Monti hariconosciu-
to ai giornalisti al seguito di
non essersi macchiati di una
forzatura o di una traduzione
sbagliata delle sue parole, consi-
derando che due giorni fa, alla
conferenza di Tokyo, il premier
aveva parlato in inglese. Dice
Monti: Non stata unlost tran-
slation, le frasi sono state cor-
rettamente riportate.
il caso
DALLINVIATOAPECHINO
N
elle ultime 48 ore c stato un
scatto, un upgrading nella
visita di Mario Monti in Cina.
Dopo le impegnative parole, pronun-
ciate marted dal numero uno del re-
gime cinese Hu Jintao (Dir di inve-
stire in Italia), quello che era un
passaggio pur significativo a Pechi-
no del presidente del Consiglio, ha
preso i crismi della visita di Stato,
tanto vero che dalle autorit cinesi
sono state approntate formalit non
previste: picchetto donore allaero-
porto, corteo con blocco del traffico,
foto opportunity allAssemblea na-
zionale del popolo, in occasione del-
lincontro con il primo ministro Wen
Jiabao. Come fa notare Romano Pro-
di, lultimo premier italiano a venire
a Pechino, un beniamino da queste
parti, non c pi un semaforo ros-
so, dopo il progressivo distacco pro-
vocato da Berlusconi.
Naturalmente il verde non ba-
sta a dire che le porte della Cina si si-
ano spalancate allItalia. Certamen-
te, nel lungo viaggio in Estremo
Oriente del presidente del Consiglio,
i tre giorni previsti a Pechino e nel-
lisola di Boao (dove si svolge un Fo-
rum che una sorta di Davos asiati-
ca), rappresentano il momento pi
significativo. E non soltanto perch
la Cina la pi grande potenza emer-
gente e perch vanta le maggiori ri-
serve al mondo. La grande scommes-
sa della missione di Monti non quel-
la di portare a casa contratti o com-
messe, ma semmai riuscire a convin-
cere i cinesi a comprare il debito ita-
liano e, come sostiene Prodi che li co-
nosce bene, potranno farlo solo se
sanno che lItalia stabile e la sca-
denza per i Bpt sar rispettata.
Negli ultimi mesi, nonostante
lascesa a Palazzo Chigi di Mario
Monti, la fiducia dei cinesi nellItalia
sembrerebbe essersi appannata. Co-
me dimostra una notizia che risale a
ieri: la Bank of China ha annunciato,
presentando il bilancio 2011, di non
detenere alcun titolo di debito emes-
so da Grecia, Irlanda, Portogallo,
Spagna e Italia. Il colosso cinese ne-
gli ultimi mesi del 2011 ha chiuso di-
verse posizioni nella zona euro e tra
queste, seppure per ultima, anche
quella dellItalia.
Un segnale di segno opposto ve-
nuto invece al termine del primo in-
contro di Monti a Pechino, quello con i
vertici della Cic, il quarto fondo sovra-
no a livello mondiale per disponibilit,
che di circa 400 miliardi di euro. Al
termine dellincontro, durato unora e
venti minuti, il presidente del Consi-
glio ha sostenuto che la Cic sta valu-
tando una serie di investimenti in Ita-
lia. Monti ha spiegato di avere avuto
con il presidente della Cic, poderoso
gruppo finanziario che fa investimen-
ti sia finanziari sia industriali, una
discussione approfondita sullItalia,
Paese che questa societ di investi-
mento ha considerato varie volte in
passato, anche se finora il gruppo ha
avuto delle esitazioni ad un mag-
gior impegno. Eufemismi che celano
una realt: finora - e per tre volte - la
Cic ha preso in considerazione e poi
scartato lidea di investire in Italia.
Dietro questi dubbi - ha spiegato
Monti - gli stessi nodi affrontati dal
governo nel suo programma: la pre-
occupazione per i conti pubblici; il te-
ma dellevasione fiscale che persi-
no per gli investitori cinesi un pro-
blema; la complessit del sistema
amministrativo, affrontato dal gover-
no con le semplificazioni e liberaliz-
zazioni; e infine il nodo del mercato
del lavoro che finora li aveva disin-
centivati. Insomma, ha spiegato
Monti, dalla scarsa presenza in pas-
sato del quarto pi grande fondo al
mondo verso l'Italia si passati alla
decisione odierna di creare un grup-
po di lavoro, che per destinato a
mettersi in movimento immediata-
mente: il 12 aprile i cinesi saranno in
Italia con due scopi: esplorare possi-
bilit di partecipazioni finanziarie ci-
nesi ad iniziative italiane, in partico-
lare nel campo delle infrastrutture,
delle abitazioni, del private equity.
Laltro, quello di rimuovere gli osta-
coli finora incontrati dagli investito-
ri cinesi in Italia. [FAB. MAR.]
Sonolepartecipazioni
detenuteintuttoil mondo
dal Fondodi Pechino
Il pareggiodi bilancio
nel 2013verr perseguito
senza la necessit
di nuove manovre
Ladisponibilitdel gigantesco
fondodi investimenti
Chinainvestment Corporation
I numeri
Il fattore piimportante
nel rinnovamentosono
i cittadini che stannodando
grande prova di maturit
Paesi
buoi
e
Il premier prova a rettificare un non fondato dibattito
44
societ
400
miliardi di euro
GOVERNO
LAVISITAAINCINA
L
ufficio di presidenza di Fini ha
deciso che i benefit degli ex
presidenti della Camera (e
quelli dello stesso Fini) si estinguono
nel 2023 (da subito per la Pivetti e
Ingrao, perch ex parlamentari).
Casini, che a met fra la volpe e la
faina, ieri ha detto: rinuncio! Violante
ha spiegato che gli pare tutta ipocrisia
e decider lanno prossimo. Bertinotti
invece si rimette alle scelte
dellistituzione. EFini? Lui, a differenza
degli altri, nonha detto nulla. Era
troppo impegnato a studiare il suo
nuovo slogan: Fini for ex president!.
DI MATTIA
FELTRI
IL PROFESSORE DELLULIVO
Prima cera stato
un progressivo distacco
da Berlusconi
Monti ricuce coi partiti
Dal 2013 tocca ai politici
Esulla riforma del lavoro: allestero molta attesa su ci che far laula
Il viaggio inCina
Il premier MarioMonti, conla moglie Elsa,
arrivaal Capital International
Airport di Pechino
La missione del premier
Il fondocinese valuta
investimenti inItalia
Prodi: non c pi semaforo rosso per noi
U
8 Primo Piano
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012

S
ette giorni fa erano tutti e
tre a Cernobbio, dai com-
mercianti; stamane eccoli
di nuovo insieme, Alfano
Bersani e Casini, dagli agri-
coltori a Taormina. Altro pubblico di-
battito condotto con la solita civilt
dei toni, ciascuno conoscendo gi a
memoria gli argomenti e le battute
degli altri due, come in ogni compa-
gnia di giro che si rispetti. Poi, prima
di ripartire, si infileranno in una stan-
za per quello che un tempo sarebbe
stato definito pomposamente dai me-
dia vertice di maggioranza, ma or-
mai quasi affettuosa routine (di
Pierluigi e di Angelino ieri Pier Ferdi-
nando confidava cose stupende, ho
il grande privilegio di collaborare
con queste due personalit importan-
ti che dimostrano
quotidianamente di
tenere la barra drit-
ta, nonostante sia
nel Pdl sia nel Pd c
chi vorrebbe torna-
re allantico...).
Nemmeno sicuro che il loro col-
loquio si protrarr a lungo, tra lal-
tro avendo tutti i cronisti dietro la
porta. Eppure, politicamente, sar
un passaggio da non perdere. C da
riannodare il filo spezzato prima dal-
lo scontro sullarticolo 18, poi per il
grande scandalo suscitato dal giudi-
zio di Monti sui partiti. Nessuna
agenda precisa, ma i temi sono quelli
l: legge elettorale, giustizia, lavoro.
Tutto si tiene per un gioco di equilibri
dove nessuno pu rimetterci la faccia
(tra un mese si vota in 27 Comuni ca-
poluogo). E allora, come procedere?
Da dove ricominciare?
Sulla riforma del Porcellum non
sembra difficile. Limpianto deciso,
restano in sospeso un paio di questioni
molto da addetti ai lavori (recupero dei
resti e assegnazione dei premi) su cui
non detto che i se-
gretari sappiano o
vogliano cimentar-
si. In compenso po-
tranno decidere se
rivedersi a stretto
giro per chiudere
laccordo, magari a cavallo di Pasqua.
Escluso che i tre litighino sulla giusti-
zia. O perlomeno, non oggi. La miccia
che prima o poi dar fuoco alle polveri
stata allungata e di tanto dal ministro
Severino, la quale proceder dora in
avanti col metodo dei colloqui separati,
come usa con arabi e israeliani; dun-
que confesser i partiti a uno a uno
prima di tirare le sue conclusioni. Cos
stato deciso ieri nellincontro coi ca-
pogruppo, da cui sono uscite voci le pi
allarmistiche, segnali di grande tensio-
ne, come se l dentro fosse successo
chiss che. Niente di tutto questo, se si
d retta al capogruppo Fli Della Vedo-
va, persona attendibile. E stata una
discussione molto seria e senza fronzo-
li, mi sembra che nessuno avesse inten-
zione di far saltare il banco.
Il vero nodo che i leader non posso-
no eludere si chiama
lavoro. Qui la situa-
zione parecchio se-
ria. Non sul piano
tecnico dove un pa-
pocchio sempre si
troverebbe, e chi se
ne intende conferma che basterebbe
poca scienza per venirne a capo. La dif-
ficolt tutta politica, per lesattezza
di immagine. Perch da una parte Ber-
sani non pu apparire come colui che
cede sui diritti dei lavoratori laddove,
ha denunciato ieri il segretario Pd,
nemmeno si riesce a scalfire una legge
come quella Gasparri sullemittenza ti-
v. Dallaltra parte Monti non pu
uscirne, nella considerazione dei mer-
cati e degli investitori stranieri, come
un presidente del Consiglio a sovranit
limitata, dal prestigio calante. Con
grande sollievo stata accolta nei Pa-
lazzi la lettera di Monti al Corsera,
garbata retromarcia nelle critiche ai
partiti. Molto ci tenevano sul Colle pi
alto, perch al rientro del Professore
luned dallAsia quantomeno si potr
discutere al netto degli equivoci e, for-
se, senza strascichi
nei rapporti persona-
li. Ma la sostanza re-
sta un macigno, e
Monti lha ribadita:
urge fare in fretta,
senza passi del gam-
bero. Lipotesi di una fiducia, fin qui
smentita, resta nellaria. Cosicch le
esigenze confliggono. Se vince il Prof
perde Bersani, e viceversa. La stampa
anglosassone (vedi il Financial Ti-
mes) gi sente lodore del sangue. La
speculazione in agguato. Come salva-
re capra e cavoli? La soluzione, ammet-
te un segretario della maggioranza, an-
cora non stata trovata, per cui a Ta-
ormina bisogna che ne parliamo.
T
enacemente voluto da Franco
Frattini, che si era rivolto a Ma-
rio Monti allindomani dei casi
dei mar sequestrati in India e dell'
ostaggio italiano ucciso in Nigeria in
un'operazione inglese di cui l'Italia era
stata tenuta all'oscuro, si infine tenu-
ta ieri la prima riunione della consul-
ta tra il ministro degli Esteri e i rap-
presentanti dei partiti. Un'ora e mezza
a porte chiuse, fortemente voluta pure
da Mario Monti, che ne aveva parlato a
Terzi di Sant'Agata invitandolo all'ulti-
mo vertice di maggioranza. C'era dun-
que Franco Frattini. Poi, un Pier Ferdi-
nando Casini di gran buon umore: Ra-
gazzi, solo un verticino, mica possia-
mo arrivare in massa..., aveva detto
stoppando le ansie partecipative del re-
sto del Terzo Polo, Italo Bocchino (finia-
no) e Francesco Rutelli (Api). La politi-
ca estera d lustro e fa gola a tutti, ma
Pier arrivato al meeting, ha dichiarato
quello che dicono Pdl e Pd va benissi-
mo anche a me, e dopo una mezzoret-
ta ha preso la porta. Aveva altri impe-
gni. Pierluigi Bersani invece, non poten-
do inviare Massimo DAlema, sarebbe
stato inopportuno trattandosi del presi-
dente del Copasir in carica, ha anche
evitato a Terzi di dover discutere con
ben due ex ministri degli Esteri, e ha
mandato Lapo Pistelli.
Il meglio della riunione arrivato alla
fine, quando quasi sulluscio della porta
si posto il tema della sostituzione del
segretario generale della Farnesina. Sti-
matissimo da tutti, nella sua lunga car-
riera di grand commis dtat, Giampiero
Massolo non ha un buon rapporto col mi-
nistro in carica. Si sa che sia Bombassei
che Squinzi, prima della nomina del pre-
sidente, gli hanno chiesto la disponibilit
a ricoprire il ruolo di direttore generale
della Confindustria. E dunque dato in
uscita. Se cos, hanno detto i rappre-
sentanti della maggioranza a Terzi, si
pu procedere. Ma il punto il nome del
successore, nella rosa ci sono unpo tutti
gli ambasciatori desperienza, ma svetta-
no quello a Berlino, Michele Valensise
che della stessa cordata politico-diplo-
matica dellattuale ministro, e Zanardi-
Landi, attualmente a Mosca, che invece
con Terzi ha in comune pi o meno solo i
quarti di nobilt. Il via libera sul nome
per, quando sar lo daranno A-B-C. E
l'aria che tira bene un cambio, se ser-
ve, ma di certo il ministro non potr sce-
gliersi il direttore generale. Come , pe-
raltro, istituzionalmente ovvio.
Frattini, Casini e Pistelli hanno ap-
prezzato lesposizione dei principali dos-
sier svolta da Terzi. Ma lo hanno sprona-
to a spingere il tema della crescita a Bru-
xelles, e Terzi non ha potuto che rispon-
dere riferir a Monti. Si parlato a
lungo di Medio Oriente, e il consiglio
stato prudenza, prudenza, prudenza.
Anche in Libia, dove la posizione dellIta-
lia salda ma il quadro politico ancora
fortemente destabilizzato, e pure in Isra-
ele, dove Monti si recher a Pasqua: oc-
corre che lItalia offra sponda a posizioni
le piequilibrate possibile.
Ciliegina sulla torta, limpegno ad
aprire il vaso di Pandora della riforma
della cooperazione. Il ministro Andrea
Riccardi vuole un mandato pieno, ebbe
in consiglio dei ministri un paio di mesi
fa uno scontro con Terzi, che difendeva
quello che anche a termine di legge
uno strumento essenziale della politica
estera italiana, dunque non resta che ri-
formare la legge 49 del1987. Entro il
2013, naturalmente. Il seguito, alla pros-
sima riunione.
Farnesina, casoMassolo
Il segretarioinuscita
Hanno detto
Retroscena/2
ANTONELLARAMPINO
ROMA
FRANCESCA SCHIANCHI
ROMA
La lettera di Monti al
Corriere della Sera segna
una differenza profonda dal-
la linea fortemente discutibi-
le della battuta dellaltro
giorno, giudica il capogrup-
po del Pdl alla Camera Fa-
brizio Cicchitto.
Il governo ha consenso e i
partiti no.
Era pericolosa anche per la
stabilit del governo.
Addirittura?
Il governo ha in s due po-
tenzialit: affrontare lemer-
genza e poi riconsegnare alle
forze politiche lo scettro,
oppure diventare in corso
dopera un soggetto politico.
Se emergesse questa ipotesi
si aprirebbe una conflittuali-
t che potrebbe mettere in
crisi il governo. Ma la lettera
ineccepibile e mi pare si at-
testi verso la prima ipotesi,
quindi il problema rientra.
Il premier si chiede i tempi
della riforma del lavoro...
Non essendo stata messa la
decretazione durgenza, ed
essendoci un dissenso, il
provvedimento suscettibile
di tutte le lentezze di un ddl
in Parlamento... Ci sono diffi-
colt non da poco: non vengo-
no per dalla mia parte politi-
ca, ma dal Pd.
Il Pdl per potrebbe fare le
barricate sulla Rai...
La situazione non equipa-
rabile col lavoro: il bilancio
Rai non in passivo, c solo
un dissenso delle forze politi-
che. C una legge, chiedia-
mo che venga attuata.
Sulla giustizia riuscirete a
trovare un accordo?
Sul tema c storicamente
la maggiore distanza col Pd.
Il confronto va preparato,
mediato, perch si pu deter-
minare un contenzioso che
vogliamo evitare.
Non rischia di diventare la
giustizia per voi come lar-
ticolo 18 per il Pd?
Se il ministro non ha la per-
cezione precisa di cosa pen-
sano le forze di maggioran-
za, si pu andare al buio ver-
so incognite parlamentari.
Vorremmo evitarlo.
E la legge elettorale, si far
secondo lei?
E una sfida difficile, ma se-
condo me pi probabile che
si faccia che non si faccia. Ho
un temperato ottimismo.
Retroscena/1
UGOMAGRI
ROMA
Nessuna divisione nel Pdl
50ex Anhannomanifestato
la piena solidariet adAlfano
Ignazio La Russa
coordinatore del Pdl
Alfanoe Bersani tengonola barra
dritta, anche se nel Pdl e nel Pd
c chi vuole tornare allantico
Pier Ferdinando Casini
capo dellUdc
domande
a
Fabrizio
Cicchitto
Dal 2013deve tornare la politica
ma per ora dobbiamosostenere
intuttoquestogoverno
Luca Cordero di Montezemolo
presidente della Ferrari
Politica e tecnica devono trovare
unequilibrioper portare
il Paese fuori dalle secche
Pierluigi Bersani
segretario del Pd
Il ritodei vertici atre
Mail verorebus resta
lariformadel lavoro
7
Il ministrodegli Esteri Terzi di SantAgata
Lesecutivo
sulle forze
politiche ha
cambiato linea
INDISCESAGLI ALTRI NODI
Sulla fine del Porcellum
la strada tracciata
con una rinnovata intesa
LAGIUSTIZIA
Tema in teoria spinoso,
ma Severino lo derubricher
con faccia-a-faccia separati
Alfano-Bersani-Casini, ancora fumata nera sullarticolo 18
SABATO31 MARZO2012 Primo Piano 9
LA STAMPA

CARLO BERTINI
ROMA
Veleni, recriminazioni, scam-
bi di colpi ai pi alti livelli:
questo lascia sul terreno il
day after della delibera gale-
otta della Camera (ormai de-
stinata ad esser riveduta e
corretta) che proroga di 10
anni dal 2013 i benefit - non
pi a vita - agli ex presidenti
Casini, Violante, Bertinotti e
Fini; tagliando fuori solo la
Pivetti e Ingrao. La corsa a ri-
pararsi dal vento anti-Casta
scatta a mezzogiorno, quan-
do il leader Udc scrive a Fini
di voler rinunciare da subito
a tutti i privilegi legati al suo
status: cominciando a fare
gli scatoloni per liberare le
quattro stanze dellaltana di
Montecitorio con terrazza e
affaccio sui tetti di Roma, in-
vidiate da tutti i big e peones.
Questione ben pi delica-
ta, la sorte dei quattro colla-
boratori, assunti su rapporto
fiduciario in base al cosiddet-
to decreto interno, che as-
segna gli addetti ai graduati
del Palazzo. Casini ha prima
informato i suoi della poco
lieta novella, ma non intende
scaricarli, facendo fronte al-
le spese con i fondi da depu-
tato o con quelli appannag-
gio del gruppo Udc, dove tra-
sferir il suo ufficio. Intanto sa-
luta le principesche vedute ca-
pitoline (simili a quelle di cui
gode Tonino Di Pietro dallal-
tana proprio di fronte, dove ha
sede il gruppo Idv), rinuncia al
forfait di 150 euro per telefo-
no, al carnet di viaggi gratis e
alluso dellauto blu. Insomma,
si sfila, mettendo cos in serio
imbarazzo Bertinotti e Violan-
te. Sollecitati dai dipietristi a
seguire il buon esempio, per
rimediare alla vergognosa de-
cisione della Camera.
Loro reagiscono in modo di-
verso, non allineandosi a Casi-
ni. Bertinotti non commenta,
ma fa sapere che si adeguer
come sempre alle decisioni
dellIstituzione; Violante ge-
lido contro la fiera dellipocri-
sia e gli esibizionismi e rinvia
la sua decisione tra un anno, a
fine legislatura. E va da s che
laria si infuochi e che scattino
le curiosit nel Palazzo sul per-
ch Fini e i questori abbiano
assecondato una delibera di-
versa da quella del Senato, che
non ha destato scandalo. In ca-
so di simmetria tra le due Ca-
mere, infatti, Bertinotti e Vio-
lante avrebbero dovuto lascia-
re i propri uffici lanno prossi-
mo insieme alla Pivetti e In-
grao, in quanto non rieletti nel
2008. Casini invece avrebbe
dovuto lasciare nel 2016, 10 an-
ni dopo la fine del suo manda-
to da Presidente.
Insomma nasce un giallo:
dalle parti di Fini si tiene a pre-
cisare che la delibera stata
concordata dai questori e che
comunque si potr rivedere e
ridiscutere alla prossima riu-
nione. Nel frattempo, dalle
stanze del Palazzo fioccano
battute caustiche, del tipo: chi
saranno da domani i destinata-
ri dei locali di Casini? Oppure:
a che titolo Bersani e Berlusco-
ni hanno diritto ad un loro stu-
dio personale, quello dove si
svolto il vertice a tre di ABC?
Io e Ingrao siamo stati col-
piti perch siamo fuori della
Casta, si scatena intanto la Pi-
vetti, difendendo anche lanzia-
no leader comunista. Il quale
proprio ieri ha compiuto 97 an-
ni, festeggiato in sua assenza
con una cerimonia, non alla
Camera, bens dal Senato.
IL CASO
Nuove minacce
al responsabile
riforme del Pd
Nonhomai
partecipatoa fiere
dellipocrisia e non
intendocompiere
esibizionismi
Rinuncio, coneffetto
immediato, ad
ogni attribuzione
e benefit connesso
al miostatus
IMinacce di morte a
Luciano Violante. In
due giorni diversi. La
prima apparsa tre
giorni fa, dentro il suo
palazzo, in un muro vici-
no allascensore. Com-
pare la sigla Fai (Fe-
derazione anarchica in-
formale) e incisa nel mu-
ro la frase Violante
morte. Gioved una
nuova minaccia. Sem-
pre dentro al palazzo in
cui abita il responsabile
riforme del Pd, stato
scritto: Nar e ancora
una volta incisa la mi-
naccia: Violante mor-
te. Solidariet da tutto
il mondo politico. Rena-
to Schifani, presidente
del Senato: Ogni intimi-
dazione, ogni episodio di
intolleranza va stigma-
tizzato con fermezza.
Cos Casini e Violante
Pier FerdinandoCasini, leader dellUdc
Giallosulladifferenza
traCamera e Senato
Pivetti: ioe Ingrao
siamofuori dallaCasta
U
COSTI DELLAPOLITICA
POLEMICAINPARLAMENTO
Casini: Rinuncioai privilegi
Il leader Udc scrive a Fini: basta con i benefit. Bertinotti: rispetto le leggi. Violante: fiera di ipocrisie
10 Primo Piano
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
R
PAOLO COLONNELLO
MILANO
Non posso sopportare di es-
sere considerato un ricettato-
re, devo assolutamente parla-
re con un magistrato. Cos si
lamentava con gli amici il gior-
no dopo il suo licenziamento
Emilio Fede. Una vera osses-
sione: al punto che mentre si
trovava asserragliato nel suo
ufficio, ancora incredulo per
la lettera di licenziamento ri-
cevuta la sera prima da Media-
set, ha alzato la cornetta e ha
telefonato personalmente al
magistrato per chiedere di es-
sere sentito. Ed stato subito
accontentato: ieri mattina ha
ricevuto un invito a comparire
a carattere urgente.
Ma non dalla Procura di
Roma, che nei giorni scorsi ha
aperto un fascicolo per ricetta-
zione sulla strana storia della
valigetta con due milioni e mez-
zo di euro che l'ex direttore del
Tg4 avrebbe tentato di deposi-
tare in una banca svizzera - ben-
s dalla Procura di Milano. Che
da tempo ha iscritto sul registro
degli indagati Emilio Fede per
concorso in bancarotta fraudo-
lenta insieme a Lele Mora in re-
lazione ai due milioni e 850 mila
euro versati da Silvio Berlusco-
ni all'ex impresario televisivo -
ormai silenziosamente in carce-
re da quasi 9 mesi - e spartiti
da questi con l'ex direttore nel
pieno dello scandalo sul bunga
bunga. In tutto un milione e
180 mila euro che Fede, nell'
aprile scorso, vers in parte sul
conto Succo d'Agave della
banca Bsi di Lugano, come ac-
certato successivamente da
una rogatoria. Si trattava del-
la restituzione di un prestito,
si difeso l'Emilio nazionale.
No, stata un'estorsione, lo
ha accusato Lele Mora. Di fatto
non si mai capito bene a che ti-
tolo Silvio Berlusconi avesse da-
to quel denaro a Mora, posto
che le intercettazioni racconta-
no di una sorta di stangata
all'ex Premier. Forse, sospetta-
no in Procura, perch i due era-
no i comprimari pi importanti
dell'inchiesta su Ruby. E'
chiaro che le due storie, questa
di Fede e Mora e quella, pi re-
cente, della valigetta piena di
soldi che qualcuno avrebbe ten-
tato di depositare in una banca
Svizzera (Fede giura che non
stato lui), hanno pi di un punto
in comune. Se non altro perch
se davvero Fede avesse prova-
to, alla fine di dicembre, a porta-
re all'estero due milioni e mez-
zo di euro, si tratterebbe di un
tentativo di sottrazione di dena-
ro da ricondurre alla bancarot-
ta della L&M management. Di-
fatti, nei ragionamenti di Fede,
proprio questo il punto di for-
za: Sarei stato un pazzo sapen-
do di essere indagato. No, qui
c' qualcuno che ha tentato di
fregarmi. La cosa desta per-
plessit anche al magistrato
che ha firmato il provvedimen-
to, il pmEugenio Fusco.
L'interrogatorio di Fede
avrebbe dovuto svolgersi gi ie-
ri pomeriggio alle 15, ma in mat-
tinata i legali del giornalista si
sono presentati in Procura chie-
dendo di spostarlo a luned per-
ch l'ottantenne giornalista,
che pure aveva tanto insistito,
era andato un po' a riprendersi
dagli stress della settimana a
Forte dei Marmi. Un rinvio di
48 ore che somiglia tanto a un ri-
lancio di poker. Sia in vista dell'
interrogatorio di luned, dove
chiaro che il pm non si accon-
tenter di fumose spiegazioni,
sia per il futuro stesso di Fede
cui non dispiacerebbe tornare
in video con una trasmissione. I
suoi legali ieri facevano notare
che il licenziamento del loro
cliente forse stato un po' fret-
toloso. Di certo Fede ha vissu-
to come un colpo basso il fatto
che probabilmente la nuova di-
rezione del Tg4 far piazza puli-
ta delle sue creature: le meteo-
rine e Sipario, l'intermezzo
gossipparo affidato alla
protg storica di Emilio, Raf-
faella Zardo. La partita insom-
ma, appena incominciata.
I FONDI DELLAMARGHERITA
Lusi nonconvince la Procura
Rutelli e Bianco saranno sentiti
ILe dichiarazioni di Lui-
gi Lusi non convincono e
per questo gli inquirenti vo-
gliono sentire la versione
dei dirigenti del partito. Sfi-
leranno come testimoni ne-
gli uffici di piazzale Clodio,
Francesco Rutelli, Enzo
Bianco e Gianpiero Bocci,
che per anni hanno lavora-
to con lex tesoriere e che
oggi respingono con fer-
mezza ogni ipotesi sparti-
toria degli oltre venti mi-
lioni di euro spariti dalle
casse della Margherita.
Fede va dai pm
Vi racconto
tutta la verit
Lexdirettore: qualcunohatentatodi fregarmi
LaProcuraloaccontenta: invitoacomparire
EmilioFede, ex direttore del Tg4
U
LE INCHIESTE
POLITICAEAFFARI
.
8 EDIZIONI
5 SETTIMANE IN TESTA ALLE CLASSIFICHE
435.000 COPIE VENDUTE
LAUTORE PI AMATO DELLANNO
UN LI BRO DI CHI LO LEGGE
SI ETE TANTI SSI MI . GRAZI E
Neanche
ti accorgi di aver gi nito di leggere.
Una storia dolcissima, e vera.
ANNA
Non riesco
a togliermelo di dosso.
un libro bellissimo...
Grande Gramellini!
LUCIA MAD
Grazie Massimo.
Mi hai fatto riettere sul senso
della vita e sul valore dei nostri genitori.
Dobbiamo goderceli sempre.
RICCARDO
Solo: grazie
Massimo.
Vittoria
Dritto al cuore
e con le lacrime agli occhi...
FRANCESCA
Il libro pi bello letto ultimamente.
Ha dentro qualcosa che parla
allessere umano di oggi. Ve lo consiglio.
Lorenzo Jovanotti
Un libro potentissimo,
che ti spacca il cuore.
Luciana Littizzetto
Quelle storie
che sulla pelle bruciano
ma sulla carta hanno il respiro
della speranza...
Elisa
Letto tutto d un ato.
Non saprei descriverlo
se non con una bomba
di emozioni.
Alessandro C.
Emozionante,
commovente
e lucido.
Silvia B.
Libro scritto
con semplicit ed ironia,
il che lo rende
toccante e diretto.
Cri 78
Grazie!!
Le sue parole mi danno
delle grandi emozioni.
Marco C.
Un libro che colpisce
nel profondo,
con semplicit.
FABIO
Acquistato e letto
in 24 h :) SUBLIME.
Chiara C.
SABATO31 MARZO2012 Primo Piano 11
LA STAMPA

LACRISI
LEUROPAINAFFANNO
Il fondo salva-Stati
si ferma a 500 miliardi
Al viadaluglio, passalalineadei tedeschi contrari allaumento
I numeri
MARCO ZATTERIN
INVIATOACOPENHAGEN
LEuropa annuncia di aver por-
tatoil fondosalvastati a800mi-
liardi, ma unillusionecontabi-
le, un giro di valzer politico nel-
la sala degli specchi. Al di l dei
giochi coi numeri, se ci fosse un
altro paese da salvare il club di
Bruxelles potrebbe disporre al
massimo di 500 miliardi, cifra
ritenuta generalmente insuffi-
ciente qualora nella rete della
speculazione cadesse un pesce
grosso come la Spagna. Ger-
maniaeFinlandiasi sonobattu-
teperchnonsi arrivasseaquo-
ta940miliardi discussi allavigi-
lia, ha detto una fonte Ue.
passata la linea della Merkel,
anzi quella dei sondaggi sugli
elettori tedeschi.
Pu essere una mossa peri-
colosa in questi tempi di insta-
bilit. Con qualche alchimia
contabile gli sherpa di Bruxel-
les avevanoimbastitouna ricet-
ta che ieri svanita, anche se
tutti dicono che la soluzione
equa, la Commissione, la Bce, i
francesi e anche lItalia: Deci-
sione condivisa, siamo assolu-
tamente inlinea, assicura il vi-
ceministroper lEconomia, Vit-
torio Grilli. Sostiene gli sforzi
dellFmi per aumentare le ri-
sorse disponibili a beneficio di
tutti, giura la direttrice del
Fondo, Christine Lagarde.
LEuropa spera che Washin-
gton possa partecipare allim-
presa e che il G20 si decida a
dare pisoldi aWashington.
vero? I numeri dicono al-
trimenti. Dopo un breve con-
fronto al Bella Center di Cope-
naghen, i ministri economici
dellEurozona hanno spiegato
com che la santabarbara anti-
crisi salea 800miliardi. Al tota-
le si arriva coi 500 miliardi del
fondo permanente che decolla
da luglio (Esm); i 200 gi impe-
gnati per Grecia, Portogallo e
Irlanda dal fondo non perma-
nentechescadeamet2013(Ef-
sf, 440 miliardi di dote totale); i
100 che fanno capo ai fondi eu-
ropei e ai prestiti bilaterali per
laGrecia. Le ultime due poste,
chiaro, sonogiassegnate.
Rispetto alle indiscrezioni
della vigilia, sparita la possibi-
lit di contare su 240 miliardi
che lEfsf ha ancora in pancia,
sommache - unavolta aggiunta
ai 200miliardi chehannogiun
destinatario e ai 500 dellEsm -
avrebbe portato il valore totale
delloperazione salvastati a 940
miliardi. Tedeschi e finlandesi
hanno detto no. Gli altri hanno
capito che il lasciare sarebbe
statopeggiodel prendere.
I 20 miliardi che avanzano
dallEfsf restano per tempora-
neamente in gioco per fare leva
finanziaria allEsm. Gli stati co-
minceranno a versare le quote
in luglio. Lo faranno ad un rit-
mo accelerato, eppure ci vorr
tempoper andarearegime: al de-
collo questestate lEsm avr in
tasca solo 32 miliardi. Poich il
rapporto fra capitale versato e
emissioni possibili del 15%, al-
linizio la possibilit di copertura
sarebbe solo di 213 miliardi. Se in
questa fase si richiedesse un sal-
vataggio, allora si potrebbe fare
leva con i 240 miliardi dellEfsf,
per consentire di sviluppare un
fuocoeffettivoda500miliardi.
Ieri i mercati sono saliti alla
notizia ufficiale dellaumento del-
ladotazione. Ci vorrunpocoper
digerirla. Aiuter la comprensio-
ne del piano di rigore spagnolo e
della tenuta di quello italiano. I
tecnici dei tesori temono che lo
stallodellacrescitae/odel conso-
lidamentopossaportareal conta-
gio. Sedovesseaccadere, baster
una cifra gonfiata a cambiare le
sorti della battaglia? Nel giorno
in cui la discussione sulla nomina
di YvesMerschal consiglioesecu-
tivodellabancacentrale saltata
a causa dellirritazione del lus-
semburghese Jean-Claude Junc-
ker verso la collega austriaca
Fekter (colpevole di avergli bru-
ciatolaconferenzastampaantici-
pando ai giornalisti il compro-
messo raggiunto), il tedesco della
Bce Joerg Asmussen dice di s,
ma aggiunge: Nessunfondo pu
sostituirsi al consolidamento dei
conti ealleriforme.
Ai 500miliardi
del Meccanismo
di stabiliteuropeo
vannoaggiunti
i 200miliardi del fondo
salvastati Efsf
e100miliardi
di unfondooriginario
europeoEFSM
per laGrecia
ecrediti bilateral
Sonoil restodel fondo
Efsf (20miliardi), acui
si aggiungonoleprime
tranchedel nuovofondo
permanenteEsm
garantitedallequote
promessedai singoli Paesi
Rispettoalladotazione
inizialedi 440miliardi,
il fondohagistanziato
circa200miliardi
per i piani di salvataggio
di Grecia, Irlanda
ePortogallo
questalacifratotale
dellaqualesi eradiscusso
primadellincontro
frai ministri delleFinanze
europei aCopenhagen
Rispettoalleindiscrezioni
dellavigiliasparita
lapossibilitdi contare
sul 90%dei 240miliardi
ancorainpanciaallEfsf
800
i miliardi annunciati
da Bruxelles
32
i miliardi disponibili
dallinizio di luglio
240
i miliardi ancora
in pancia allEfsf
940
i miliardi previsti
prima del vertice
U
Il ministrodelle Finanzne tedescoWolfangSchuble
LitigiofraJuncker
ela collegaaustriaca
Salta lanomina
di MerschallaBce
12 Primo Piano
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012

Intervista
,,
il caso
GIANANTONIOORIGHI
MADRID
T
anto tuon che piovve.
Dopo aver promesso
da mesi una Finanzia-
ria molto, molto auste-
ra, il governo popola-
re (centro-destra) del premier
Rajoy, sotto il costante pressing di
Ue e spread, ha varato ieri il mag-
gior taglio del post-franchismo:
27,3 miliardi di euro. Sommandolo
a quello di fine dicembre, quando
lEsecutivo conservatore entra-
to in carica con maggioranza asso-
luta, la stangata totale di 42,3 mi-
liardi in appena 100 giorni. Una
mazzata bestiale, per un Paese in
recessione e con una crescita ne-
gativa prevista per questanno di -
1,7%, che per ha gi convinto i
mercati. Lo spread con i bund teu-
tonici, che in mattinata era balza-
to a 371 punti basici, sceso a quo-
ta 354 (meno 2 %).
Cera molta attesa per los Pre-
supuestos generales del Estado
2012. Laltro ieri i sindacati aveva-
no convocato un riuscito sciopero
generale di 24 ore contro la rifor-
ma del mercato del lavoro e si te-
meva leffetto frenata sul governo.
Ma Rajoy, nonostante goda del tri-
ste primato Ue della disoccupazio-
ne, che al 23%, ha mantenuto la
parola data a Bruxelles per ridur-
re il deficit dall8,5% del Pil nel
2011 al 5,3% questanno. Uno sfor-
zo erculeo mentre i senza lavoro
previsti a fine 2012 passeranno da-
gli attuali 5,3 a 6 milioni.
La sforbiciata stata annuncia-
ta, con la sua aria da studentessa
secchiona, dalla vice-premier,
Senz de Santamaria, subito dopo
il Consiglio dei ministri: Siamo in
una situazione limite con i conti
pubblici e la disoccupazione. un
momento che esige grandi sforzi e
questo governo metter in moto
tutte le misure necessarie per cre-
scere. Poi ha sottolineato, pensan-
do ai mercati (e alla Merkel): Man-
terremo la promessa di ridurre il
deficit al 5,3%, tagliando il 3,5%nel-
la Amministrazione centrale e
l1,5%nelle regioni.
La mazzata, come quella di di-
cembre ( quando ha aumentato lIr-
pef a tutti, ma di pi ai ricchi) un
p socialdemocratica. Niente au-
mento dellIva (al 18%), le indicizza-
zioni delle pensioni vengono mante-
nute, per non colpire le fasce debo-
li e il consumo. Scure invece sui di-
pendenti statali, che continueran-
no a percepire gli stipendi congela-
ti nel 2011 dallex premier socialista
Zapatero. Ma, a parte laumento
della luce del 7% e del 5% del gas,
c anche laltra parte della meda-
glia: le grandi imprese (che fanno i
soldi soprattutto in America latina,
come Santander o Telefnica) paghe-
ranno l8%degli utili rimpatriati.
Un colpo al cerchio e uno alla bot-
te, insomma. Los Presupuestos pre-
vedono che le aziende dovranno pa-
gare di pi allerario con una regola-
rizzazione fiscale che riduce, tranne
per le piccole e medie imprese, del
30%le deduzioni dellutile lordo (Ebi-
tda). Nuovi introiti pari a 19,5 miliar-
di. Ma anche unamnistia fiscale per
cui lEsecutivo vuol far affiorare 25
miliardi, allestero o in patria, con
una penale del 10% (incasso previsto
2,5 miliardi). Per saranno conserva-
ti i sussidi alla disoccupazione.
stato il ministro delle Finanze e
Pubblica Amministrazione, Monto-
ro, a snocciolare le cifre. La stangata
colpisce soprattutto i ministeri, i cui
budget vengono tagliati in media del
16, 9%. Quello degli Esteri, per esem-
pio, viene massacrato con una ridu-
zione del 54,4%, Industria, Turismo
ed Energia del 31,9%, Pubblica Istru-
zione, Cultura e Sport del 21, 2% ( ma
vengono salvate le borse di studio).
La Finanziaria una equa divisione
dei tagli e degli sforzi - ha sintetizza-
to la vice-premier - Ed abbiamo co-
minciato a far quadrare i conti nei di-
casteri. Montoro ha sudato 7 cami-
cie per assicurare che compatibile
un maggior sforzo contro levasione
fiscale e lamnistia per il dinero ne-
gro. Ma la mazzata stata apprez-
zata sia a Bruxelles che a Francofor-
te.Gli sforzi della Spagna per il con-
solidamento fiscale sono vitali. Ci
congratuliamo per la determinazio-
ne del suo governo, ha lodato Rehn,
commissario Ue allEconomia. Do-
vete applicare la Finanziaria il prima
possibile perch produca effetti nel
2012, gli ha fatto eco Asmussen, rap-
presentante tedesco nella Bce.
Leconomista
francese
MARCOALFIERI
MILANO
P
rofessor Fitoussi, qualche setti-
mana fa il presidente della Bce,
Mario Draghi, indicava la luce
in fondo al tunnel. Da qualche
giorno, invece, in Europa torna-
to il pessimismo: lo spread sale,
la crescita langue e le Borse sof-
fronosullondadel rischioconta-
gio spagnolo. Perch questa vo-
latilit?
Nessuna sorpresa. La radice della
crisi europea costituzionale. Non
c una autorit politica e finanzia-
ria dietro la moneta unica, capace
di fare policy mix.
Quali rischi vede nel mediotermi-
ne? Nouriel Roubini, qui dal
Workshop The European House -
Ambrosetti, ha dipinto lennesi-
mo quadro apocalittico.
Il problema delleurozona il ri-
schio avvitamento. Il tasso di disoc-
cupazione viaggia oltre il 10%. In
Spagna siamo al 22. Mentre lalto
debito impone manovre di austeri-
t. Tutti i governi stanno varando
riforme ma non hanno pi spazio.
Non corretto farle?
Forse rassicurano i mercati, ma
si creano problemi sociali enormi.
La domanda : tutto questo so-
stenibile? La situazione perico-
losa, si possono scatenare disordi-
ni gravi.
I Brics (Brasile, Russia, India e Ci-
na) crescono meno di prima, dice
Jim ONeill di Goldman Sachs; i
consumatori americani restano
convalescenti:
qualesaril nuo-
vo driver del-
leconomiamon-
diale?
Dipender molto
dallEuropa. Di
fronte ad una crisi di questa porta-
ta, la soluzione strutturale sono gli
eurobond. Ma chi dice eurobond di-
ce governo unico: ci vuole una gran-
de sovranit. Se ne gioverebbe tut-
to il mondo.
Ci arriveremo mai agli Stati Uniti
dEuropa?
Non lo so. Questo salto lo auspico
dalla fine degli Anni 90, ma non
mai arrivato. La crisi fa crescere i
nazionalismi. Epoi....
E poi?
Oggi lEuropa schizofrenica.
Gli stati nazionali non hanno pi
sovranit macroeconomica: non
abbiamo una banca centrale na-
zionale, non abbiamo una politica
del cambio e con il fiscal com-
pact non abbiamo una politica fi-
scale. Ma non c nemmeno un ve-
ro potere sovrannazionale. Per
questo la malattia dellEuropa
costituzionale, politica.
Teme una rottura delleuro?
Leuro non mai stato il proble-
ma, anzi: oggi la moneta unica
troppo forte. Il problema di gover-
nance europea.
E la nuova Italia di Mario
Monti?
Monti ha fatto quello che non pote-
vano fare altri prima di lui. Ma lIta-
lia vincolata a queste politiche di
austerit, finch non muta il qua-
dro costituzionale.
Nel giorno del-
la visita a Pe-
chino, Bank of
China ha an-
nunciato di
aver venduto
negli ultimi
mesi del 2011 tutti i titoli di debi-
to dei Paesi periferici dEuropa,
Italia compresa, per un valore di
2,8 miliardi di dollari. Non un bel
segnale per Monti
I cinesi sono pragmatici. Con loro
gli scambi sono sempre parzialmen-
te politici. Non a caso a Pechino
vanno in missione i Capi di Stato,
anche solo per negoziare le com-
messe industriali. Ma se capiscono
che un determinato investimento
pu aumentare la loro sfera din-
fluenza, potrebbero farlo.
Tobin Tax
Scontro allEcofin
Londra contraria
JeanPaul Fitoussi, 70anni,
si occupadi teoriedellinflazione,
disoccupazioneepolitiche
macroeconomiche. Fapartedel cda
di TelecomItaliaedel consiglio
di sorveglianzadi IntesaSanPaolo
I di nuovoguerra allEcofinsul-
la politica fiscale. Il britannicoGeor-
ge Osborne ha bocciato senza mez-
zi termini la proposta del ministro
tedesco Wolfgang Schuble di una
tassa europea sulle transazioni azio-
narie come primo passo per un in-
tervento pi ampio che coinvolga
obbligazioni e derivati. C un limi-
te che il Regno Unito non intende
oltrepassare, ha indicato ai colle-
ghi dellEcofin. Il confrontopolitico-
tecnico sul dossier subisce cos una
accelerazione. Non ci sono state
tensioni particolari, ma evidente
che il no britannico apre una fase
nuova (e difficile) nelle discussioni
allEcofin. La proposta Schuble
prevede un processo a due gradi: il
primoriguarda una tassa sulle tran-
sazioni azionarie disegnata sulla
scorta dellimposta di bollo pratica-
ta proprio nel RegnoUnito, il secon-
do gradino riguarda lestensione
dellimposizione alle obbligazioni e
ai prodotti derivati.
Lavicepremier spagnola Sorayade Santamaria condue colleghi di Governo
JeanPaul Fitoussi ieri aCernobbio
Italia
Spagna
Due Paesi a confronto
21.310
27.300
Effetti manovra
per il 2012
(milioni di euro)
Decit 2012
previsto
(% pil)
-5,3
-1,2
Decit 2013
previsto
(% pil)
-3,0
0
FISCO
IVA: nessun aumento per non nuocere ai consumi
Aumento delle accise sui tabacchi
Aumento delle imposte sulle grandi societ
e riforma delle deduzioni
Condono scale per i redditi e i capitali non
dichiarati, che saranno tassati al 10% (la misura
dovrebbe fruttare circa 2,5 miliardi di )
Lotta allevasione scale (previsto recupero
di 8 miliardi di nel 2012)
IVA: dal 1 ottobre 2012 aumento di due
punti percentuali delle aliquota ridotta (che
sale a 12%) e ordinaria (che arriva a 23%)
IMU: reintroduzione della tassa
sulla prima casa
Aumento delle accise sui tabacchi
e sui carburanti
Lotta allevasione scale
(tracciabilit dei pagamenti)
LAVORO
Licenziamenti per motivi economici
(calo del fatturato per 9 mesi) pi facili,
veloci e convenienti, con labolizione
dellautorizzazione preventiva degli ufci
per il lavoro
Varo di un piano da 35 miliardi di
per il pagamento dei fornitori
della pubblica amministrazione
Blocco degli stipendi pubblici
Introduzione dellassicurazione per chi perde
il lavoro che dal 2017 sostituir i trattamenti
di disoccupazione ordinaria e di mobilit
Il contratto a tempo determinato diventa
pi costoso in modo da scoraggiarne
lutilizzo
Riforma dellarticolo 18: cade lobbligo
di reintegro in azienda in caso
di licenziamento per motivi economici
Fonte: elaborazione
Centimetri-LA STAMPA
COSTI
DELLA POLITICA
Taglio medio
del 16,9%
delle spese
dei ministeri
Innalzamento dellet
pensionabile dei deputati
Riduzione del 10%
dellindennit per i deputati
titolari di incarichi istituzionali
Ipotesi di riduzione
del numero di deputati
e senatori
Effetti manovra
per il 2012
(milioni di euro)
Decit 2012
previsto
(% pil)
Decit 2013
previsto
(% pil)
FISCO LAVORO COSTI
DELLA POLITICA
PREVIDENZA
Et pensionabile:
elevata in modo
graduale a partire
dal 2013 da 65
a 67 anni, con 37
anni di contributi
Et pensionabile:
a regime
(dal 2018)
si potr andare
in pensione
a 67 anni di et,
con almeno 20
anni contributi
LANALISI
La crisi europea politica
Senza un governo unico
rischiamo lavvitamento
Fitoussi: Situazione
pericolosa, crescono
i nazionalismi
In Spagna una manovra da 27 miliardi
Congelati gli stipendi degli statali e maxi-tagli ai ministeri. Bruxelles: fate le riforme con i decreti
SABATO31 MARZO2012 Primo Piano 13
LA STAMPA

14
.
PrimoPiano
.
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
R
U
TIBET
LAREPRESSIONE
Tutti i monasteri
sottoil controllo
del governocinese
Pechinoinvia20milauomini perparlareconlepersone
Malatensionecrescente: altri duemonaci si dannofuoco
Il tetto del mondo in fiam-
me: ieri, altri due giovani ti-
betani si sono immolati, be-
vendo cherosene e poi dan-
dosi fuoco. Sono Thenpa
Dhargyal, di 22 anni, e Chi-
me Palden, di 21, entrambi
monaci al monastero di Kir-
ti, nella regione di Ngaba
(Aba in cinese) parte delle
zone tibetane del Sichuan.
Mentre bruciavano, secon-
do quanto dichiarato da te-
stimoni che hanno inviato
informazioni a gruppi di ti-
betani in esilio in India, i
due hanno gridato slogan
anti-cinesi e chiesto il ritor-
no del Dalai Lama. La trage-
dia di ieri ha portato a 33 le
immolazioni, iniziate lo
scorso anno. Altri due tibe-
tani, invece, si sono dati fuo-
co in India, un rituale che si
ripete ormai sempre pi fre-
quentemente e che lascia
sbigottiti, ma che non sta
avendo altro risultato se
non quello di falciare giova-
ni vite.
Da parte dei quadri diri-
genti cinesi la risposta alle
immolazioni sembra essere
solo quella di una linea an-
cora pi dura per il control-
lo capillare dellaltipiano e
dei suoi templi. Le poche
persone che sono riuscite
ad evadere i controlli e ad
arrivare nelle regioni cinesi
del Tibet parlano di uno sta-
to di semi-legge marziale,
con poliziotti armati agli an-
goli delle strade e da qual-
che mese, dotati anche di un
estintore. Avere notizie pre-
cise, verificabili, e costanti
dal Tibet divenuto ancor
pi difficile che averle dalla
Corea del Nord. Ma linsi-
stenza con cui Pechino rifiu-
ta alla stampa e agli osser-
vatori internazionali di re-
carsi sullaltipiano per vede-
re con i propri occhi quello
che vi sta avvenendo la pi
grossa ammissione del fatto
che la situazione sia grave.
Le statistiche mostrano
che lo scorso anno quasi 9
milioni di turisti si sono re-
cati in Tibet, ma si tratta
quasi esclusivamente di tu-
risti cinesi.
Secondo notizie riportate
da Human Rights Watch, da
marzo tutti i templi sono
stati messi sotto al controllo
diretto di funzionari gover-
nativi, che per la prima vol-
ta nella storia non sono pi
gestiti dai monaci stessi.
Dalla violenta rivolta anti-ci-
nese scoppiata poco prima
dei Giochi olimpici di Pechi-
no, nel 2008, ad oggi, i templi
avevano unautonomia ridot-
ta, e i monaci dovevano accet-
tare un regolamento imposto
dalle autorit, ma la gestione
nominale delle istituzioni reli-
giose restava loro. Non pi. Ci
sono 1787 monasteri autoriz-
zati ad operare in Tibet (sia
nella Regione Autonoma che
nelle zone tibetane sotto altre
regioni, quali il Qinghai, il Si-
chuan, lo Yunnan e il Gansu),
e i controlli in tutti questi so-
no ormai divenuti parte della
vita quotidiana. E fonti uffi-
ciali hanno anche confermato
linvio di 20.000 membri del
Partito e del governo in 5.000
villaggi tibetani per parla-
re con le persone e capire i
loro problemi, secondo gli
uni, per aumentare i controlli
e rendere ancora pi insop-
portabile la situazione, secon-
do gli altri.
La stampa cinese intanto,
tutta sotto il controllo di vari
organi di governo e ministeri,
sembra funzionare in un uni-
verso parallelo, e riporta
giorno notizie positive dal
tetto del mondo: i tibetani fe-
steggiano lanniversario della
liberazione dei servi e la
fine del feudalesimo, ovve-
ro, il 53 anniversario della
fine della teocrazia in Tibet.
Leconomia cresce, i nomadi
di ieri sono i motociclisti di
oggi. E i giovani che si danno
alle fiamme sono terroristi,
istigati dalla cricca del Da-
lai (per una forma di spregio
tutta sua, la propaganda cine-
se non usa la parola lama
parlando della massima cari-
ca spirituale tibetana, in esi-
lio in India dal 1959).
Intanto, Pechino continua
a cercare di stimolare leco-
nomia tibetana, convinta che
lo scontento sar sopito dalla
materialit. Una politica por-
tata avanti a tappeto, come
sono solite fare le autorit ci-
nesi, e che ha risvolti perfino
divertenti: Mio padre un
alto funzionario nel ministero
delle ferrovie nel Xinjiang,
dice una giovane cinese che
lasceremo anonima, e ha ri-
cevuto una direttiva che ri-
chiede a tutti di sostenere
leconomia tibetana. Cos, per
Capodanno cinese, il ministe-
ro delle ferrovie ha regalato a
tutti i suoi dipendenti una
cassa di birra del Tibet.
Ma per i 33 giovani che
hanno preferito labbraccio
delle fiamme alla vita sotto il
controllo cinese, la prosperit
economica dellaltipiano ha
un prezzo troppo alto.
I principali monasteri
REGIONE AUTONOMA
DEL TIBET
Xinjiang
CINA
Qinghai
INDIA
BUTAN
NEPAL
INDIA
Sakya
Tsurphu
Jokhang
Sera
Yushu
Ganden
Drepung
Golmud
Dunhuang
Deqin
LASA
Rigaze
Leh
Katmandu
AREE CON STATUS
AUTONOMO TIBETANO
Gli antichi templi
Sottoassedio
il cuorebuddista
Laculturadi Statocontroquellareligiosa
D
a quando il Buddhismo dive-
nuto la religione ufficiale del Ti-
bet, nellottavo secolo, la vita
monastica ha rivestito unimportanza
capitale nellaltipiano tibetano. Prima
dellinvasione cinese, nel 1959, il Tibet
contava molte migliaia di monasteri,
mentreoggi nerestanoattivi 1787, dato
chetutti devonoessereautorizzati dalle
autoritcentrali, che per il momentoal-
menononnericonoscealtri.
Nella tradizione buddhista tibetana,
anche detta lamaista, ogni famiglia
mandava i figli in un monastero a sette
anni, dato che una delle funzioni pi im-
portanti delle istituzioni religiose tibe-
tanequellaeducativa. Inquestosenso,
il monastero pu essere paragonato a
un collegio: la vita scandita da una di-
sciplina piuttosto dura, si impara (e so-
prattutto si imparava, dato che oggi il
controllo delle autorit su quello che
pu essere studiato ai templi limitan-
te) aleggereeascrivere, arecitarelesu-
tra (scritture sacre) e a meditare, a stu-
diare lintero canone del buddhismo tibe-
tano, adibattereeadavvicinarsi ai rituali,
cheregolanolecerimoniereligioseequel-
le legate al passare delle stagioni e degli
anni. Anchelamedicinatradizionaletibe-
tana veniva insegnata nei templi, dove
eranoanchepreparatelemedicine. Poi, ci
sono tutte le attivit pratiche, legate al
funzionamento del tempio, dalla pulizia
alla cucina, che vengono portate avanti
dai monaci odallemonache.
Chi decide di diventare monaco anche
una volta terminato il periodo di studi
deve votarsi al celibato, e non pu dun-
queaverefigli. Pertanto, unodei compi-
ti dei monaci giovani, quello di occu-
parsi dei monaci anziani, che non han-
nodiscendenti diretti chepossanoassi-
sterli. Il tempo trascorso in un tempio
non solo consente ai ragazzi e alle ra-
gazze di farsi uneducazione, ma anche
di accrescere i meriti indispensabili
per migliorare il propriokarma, e quel-
lodellapropriafamiglia. Mandareunfi-
il caso
HONGKONG
33
Immolazioni
Dallinizio
delle proteste
partite
lo scorso
anno, sono
gi 33
i monaci
tibetani
che si sono
dati fuoco
Lineasemprepidura
controleimmolazioni
Gli edifici sacri
inmanoai funzionari
Lesecutivocerca
di stimolareleconomia
dellaregioneper
fermareloscontento
5
mila villaggi
Sono stati
messi sotto
il controllo
diretto dei
funzionari
inviati
dal governo
di Pechino
59
Lesilio
Nel 1959
la rivolta
del popolo
tibetano fu
repressa da
Pechino:
il Dalai Lama
fugg in India
Drepung
Fondato nel 1416, il pi grande.
soprannominato Mucchio di riso
Ganden
All inizio del 900 ospitava seimila
monaci: fu bombardato nel 59
I piimportanti luoghi di culto
ILARIAMARIASALA
HONGKONG
Il Palazzo del Potala a Lhasa, residenza principale del Dalai Lama prima dellesilio in India
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
.
PrimoPiano
.
15
R
Centimetri - LA STAMPA
Gansu
Ningxia
Chongqing
Guizhou
Yunnan
Serta
Dzogchen
Kirti
Rebgong
Labrang
Jiayuguan
Deqin
Muli
Litang
Ganzi
din
Chengdu
Lanzhou
Xining
I turisti che nel 2011
hanno visitato il Tibet,
quasi esclusivamente
cinesi
9 milioni
6 milioni
LA POPOLAZIONE TIBETANA
7 milioni
I COLONI CINESI
I monasteri tibetani
autorizzati
1.787
TUS
ONOMO TIBETANO
glioounafigliainmonastero, infatti, un
sacrificiochebeneficialinterafamiglia.
Oggi, vista la supervisione delle auto-
rit, lostudioreligiosoperi minorenni in
Cina molto limitato: secondo la legge
vigente inCina, infatti, si pu accedere a
uneducazione religiosa solo raggiunta
la maggiore et, una condizione che mo-
dificainmodofondamentalelarelazione
fralasangha(lacomunitmonastica) ei
laici chevivonoal di fuori dal tempio, pur
restando devoti al Buddha. Ci nono-
stante, viste le particolarit del buddhi-
smo tibetano e, inmolti casi, lassenza di
altri istituti educativi sullaltipiano, mol-
teeccezioni vengonofatte. Cos, i bambi-
ni tibetani hanno accesso ai templi, e
possonoportareatermineinquesteisti-
tuzioni religiose la loro scolarizzazione:
oggi, per, fra le materie di studio, ci so-
no anche gli studi patriottici, che pre-
vedono anche la regolare denuncia del
Dalai Lama, descritto come unterrori-
staeunseparatista. [I. M. S.]
Tsurphu
Ricostruito nel 1980, si trova
a 4.300 metri daltezza
Sera
Fino al 1959 ospitava 5.000 monaci
ora soltanto poche centinaia
Hacker inazione
Anonymousattacca
i siti webgovernativi
1La Cina ha annunciato
larresto di sei persone con
laccusadi aver fabbricatoo
diffuso voci su internet. Se-
condo lagenzia di stampa
ufficiale Xinhua, le autorit
cinesi hanno chiuso sedici si-
ti internet per aver diffuso
indiscrezioni su veicoli mili-
tari entrati a Pechino e qual-
cosa di anomaloincorsonel-
la capitale. Gli arrestati so-
no accusati di aver fabbrica-
to e diffuso le voci, in parti-
colare conmessaggi susiti di
microblogging. Dopo il silu-
ramento della star politica
Bo Xilai a met marzo, infat-
ti, voci su un colpo di stato a
Pechino hanno iniziato a cir-
colare su internet.
Proprio ieri gli hacker di
Anonymous hanno annun-
ciatosuTwitter cheil loromo-
vimento nato anche in Ci-
na, rilanciando i link ai siti
del governocineseattaccati e
modificati dai pirati informa-
tici. Inquesti anni il governo
cinese ha sottoposto il pro-
prio popolo a leggi ingiuste e
processi malsani. Carogover-
no cinese, non sei infallibile:
oggi i siti web sono stati hac-
kerati, domani sar il vostro
vile regime che cadr, recita
unodei messaggi inseriti.
Batteremoil nemico
senzacombattere
Dharamsala, il Dalai Lama resta il simbolo politico
del suo paese anche se si ritirato: ora dormo meglio
R
ide, il Dalai Lama. Ri-
de di gusto. Il suo viso
rotondo, bonario,
ciondola a destra e si-
nistra, come fanno i
monaci tibetani in preghiera. Poi
lo sguardo si fa pi intenso, pro-
fondo, penetrante: La mia non
stata unesistenza facile. Il sorri-
so non si spegne neanche quando
ricorda i suoi 53 anni in esilio, a
Dharamsala, nel nord dellIndia. Il
10 marzo del 1959 ha dovuto ab-
bandonare la sua residenza dora-
ta, le mille stanze del palazzo di
Lhasa (il trono di Dio, in tibeta-
no) capitale del Tibet. E fuggito, e
con lui migliaia di tibetani. Da al-
lora gode della protettiva ospitali-
t dellIndia, culla del buddismo.
Mentre loda la tenacia dei tibetani
impegnati a preservare la loro
cultura dagli attacchi dei cinesi,
dietro la tenda socchiusa si indo-
vina locchio attento e discreto
delle guardie indiane. Non lo ab-
bandonano mai.
A Tenzin Gyatso, leader spiri-
tuale tibetano e dal 1989 Premio
Nobel per la Pace per la resisten-
za nonviolenta contro la Cina,
lIndia garantisce una protezione
pari a quella delle quattro pi al-
te autorit dello Stato, anche se
un anno fa ha rinunciato a tutti
gli incarichi politici. Da allora
dormo meglio, garantisce. E ri-
de, di gusto.
Sua Santit, XIV incarnazione
del Buddha, ha cambiato un siste-
ma che si tramandava da pi di
tre secoli, passando dalla teocra-
zia alla democrazia. E dire che i
tibetani sono quasi tutti buddisti
e un terzo di loro sono monaci.
Ora il suo popolo in esilio (150 mi-
la persone, di cui 100 mila in In-
dia) vota Parlamento e governo.
Dharamsala (casa di riposo,
in hindi) diventata la sede del
governo tibetano, anchesso in
esilio ovviamente. Il Parlamento
ed i ministeri sono a Mc Leod
Ganji. Poco pi su, in cima ad una
vetta di 1750 metri, la casa e il
tempio del Dalai Lama. Davanti,
la catena dellHimalaya, alle spal-
le la sconfinata pianura dellHi-
machal Pradesh, India settentrio-
nale. Confusione indiana e sven-
tolio di bandierine di preghiera ti-
betane, aromi di incenso, sandalo
e mulini di preghiera con i mantra
che girano, spinti da mille mani di
passaggio.
Il Tibet abbraccia gran parte
della catena dellHimalaya, un ter-
ritorio sconfinato (otto volte la su-
perficie dellItalia, un quarto del
territorio cinese, a unaltezza me-
dia di 4900 metri) con soli sei mi-
lioni di abitanti. Una cultura seco-
lare, quella dei tibetani, che deve
fare fronte allinvasione della Ci-
na. Dal 2006 un treno collega Pe-
chino con Lhasa, ma soprattutto il
governo di Pechino incentiva i ci-
nesi ad andare a vivere in Tibet e
reprime ogni manifestazione di cul-
tura tradizionale.
Dal Tibet arrivano testimonian-
ze di monasteri distrutti, monu-
menti violati, divieto di qualsiasi
manifestazione. La Cina ha grandi
interessi rispetto al tetto del mon-
do: da qui si controllano le fonti dei
fiumi che bagnano vari Paesi della
regione, fra cui la stessa Cina e lIn-
dia, e poi vi sono foreste con legna-
me pregiato (in gran parte gi de-
vastate) e ampi spazi dove pare sti-
ano depositando rifiuti di ogni ge-
nere. Tutte informazioni che per
difficile verificare. La libert di
stampa un lusso che al Tibet non
viene concesso.
Quel che certo che negli ulti-
mi tre anni, trenta tibetani si sono
immolati per la libert del loro Pae-
se. Lultimo caso risale a pochi
giorni fa, il 17 marzo. Un agricolto-
re 43enne, Sonam Dhargye, ha be-
vuto benzina e si dato alle fiamme
invocando il ritorno dallesilio del
leader spirituale tibetano. Tre
giorni prima, nella stessa regione
del Qinghai, si era immolato un mo-
naco di 34 anni. Le ultime rivolte di
massa contro i cinesi in Tibet risal-
gono al 2008, avrebbero causato ol-
tre cento vittime.
LAmbassador bianca attende il
Primo Ministro allingresso del Pa-
lazzo. In India la usavano come taxi,
ma per il governo tibetano in esilio
lauto presidenziale. Lobsang
Sangay, il capo del governo, in uf-
ficio. Alle sue spalle, incombe un
enorme ritratto di Sua Santit. Il
premier ha 42 anni, sorride ricor-
dando il suo precedente impiego: ri-
cercatore allUniversit di Har-
vard. Moglie e figlia sono rimaste
negli Stati Uniti. Lui ora guadagna
250 euro al mese, come gli altri sei
ministri del governo (due sono don-
ne). E poco pi del doppio dello sti-
pendio di un insegnante. Solo tre
dei sette membri del governo sono
stati in Tibet. Gli altri, lagognata
patria, lhanno vista solo in cartoli-
na, o nei film.
Non lOceano di saggezza pe-
r, il Dalai Lama, che pure ha tra-
scorso in Tibet solo i suoi primi 23
anni. Alla Cina propone la politica
della via di mezzo: il Tibet conti-
nuerebbe a far parte del territorio
cinese, ma con unautonomia parti-
colare. A Pechino non lo ricevono,
ma lui non dispera, avvolto nella
sua tonaca rossa come la compas-
sione e gialla come la saggezza.
Ciondola, sorride e si avventura in
unaffermazione degna del pi con-
vinto leader pacifista: Non vince-
remo tutte le battaglie, ma sconfig-
geremo il nemico senza aver mai
combattuto.
Reportage
DAVIDE DEMICHELIS
DHARAMSALA (INDIA)
Premio Nobel per la Pace
Tenzin Gyatso, XVI Dalai Lama, vive dal 1959 a Dharamsala, nel Nord
dellIndia, dove ha sede il governo tibetano in esilio
Il Parlamento e i ministeri sono invece a Mc Leod Ganji
GOVERNOINESILIO
Il primoministrohastudiato
adHarvard, adesso
prende250dollari al mese
RIFUGIOINDIANO
Soltantotremembri
del governosonostati inTibet
gli altri lohannovistoinfoto
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA16 W
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
.
Estero
.
17
R
RETATAIERI ALLALBA. DECAPITATI I VERTICI DI FORSANE ALIZZA, IL GRUPPOGISCIOLTODAUTORITLOSCORSOFEBBRAIO
Francia, arrestati 19islamisti
Sarkozymostrail pugnodi ferro: Tolosail nostro11 settembre
Dopo il macello di Tolosa,
Nicolas Sarkozy laveva an-
nunciata e puntualmente al-
lalba di ieri scattata la
grande retata fra i gruppi
islamisti radicali francesi.
In particolare uno: Forsa-
ne Alizza, cio I cavalieri
della fierezza, gi sciolto
dautorit dal ministro degli
Interni, Claude Guant, il 29
febbraio scorso. Bilancio del
blitz, condotto fra Nantes,
Tolosa e la regione parigina:
19 arresti, 17 dei quali tra-
sformati in fermi che, grazie
alla legislazione antiterrori-
smo, possono durare fino a
96 ore.
Le autorit dicono e ripe-
tono che non c nessun lega-
me fra i cavalieri della fierez-
za e il killer di Tolosa, Moha-
med Merah, ma chiaro che il
giro di vite manda un segnale
allestremismo islamista.
Sarkozy lha implicitamente
confermato parlando alla ra-
dio: Quello che bisogna capi-
re che il trauma di Montau-
ban e di Tolosa stato profon-
do nel nostro Paese. Un po,
ma non voglio paragonare gli
orrori, un po come il trauma
provocato negli Stati Uniti e a
New York dalla vicenda dell11
settembre 2001.
Il pesce pi grosso finito
nelle reti della polizia pro-
prio il capo di Forsane Alizza,
Mohammed Achamlane, am-
manettato a Bouguenais, vici-
no Nantes, dopo che in casa
gli erano stati trovati tre ka-
lashnikov, una granata e una
pistola. In tiv, i vicini si dico-
no come al solito stupefatti:
nessuno sospettava che po-
tesse essere lennesimo terro-
rista della porta accanto. In
possesso di altri cavalieri
cerano fucili, pistole e giub-
botti antiproiettile.
Achamlane un personag-
gio ben noto, pi volte intervi-
stato dalle tiv e star integra-
lista della Rete sotto il nome
di Abou Hamza, lo zio del
Profeta, che si attribuito. Fi-
nora si era sempre limitato
alle parole, pesanti per come
pietre, e ad azioni truculente.
Lui e i suoi amici hanno bru-
ciato pubblicamente il Codice
penale, tentato il boicottaggio
di un McDonalds (considera-
to filo-israeliano) a Limoges,
lanciato appelli per la lapida-
zione delle peccatrici e la pe-
na di morte agli omosessuali,
fra molte invocazioni per la
trasformazione della Francia
in un califfato e linstaurazio-
ne della sharia. Dettaglio cu-
rioso: quando, nellottobre
scorso, i cattolici integralisti
inscenarono a Parigi delle ru-
morose manifestazioni contro
la rappresentazione della
pice di Romeo Castellucci
Sul concetto di volto del fi-
glio di Dio, i cavalieri scese-
ro in piazza insieme a loro.
Adesso gli inquirenti vo-
gliono capire se Achamlane e
soci avessero davvero linten-
zione di passare dalle parole
ai fatti. Sark promette che
ci saranno altre operazioni.
E sicuramente altre polemi-
che su come stata gestita
quella di Tolosa e sul ruolo
dei servizi francesi, poich ci
sono forti dubbi che Merah
potesse essere un informato-
re sfuggito di mano.
Una commissione del Se-
nato, controllato dalla sini-
stra, aveva chiesto di sentire
Erard Corbin de Mangoux e
Bernard Squarcini, capi ri-
spettivamente della Dgse e
della Dcri, i servizi dinforma-
zione esterno e interno. Pro-
prio ieri il governo ha rifiuta-
to laudizione. Risultato: i
dubbi aumentano e le polemi-
che anche.
Blitz
Poliziotti dei
corpi
speciali con
uno dei 19
arrestati
esponenti di
gruppi
radicali
islamici
I raid contro
Forsane
Alizza sono
scattati
a Nantes,
Tolosa
e nella
regione
parigina ieri
allalba
1Lex calciatore Eric Can-
tona ha assicurato di aver
raccolto le 500 firme neces-
sarie per poter correre per
lEliseo. Cantona ha sfidato i
candidati allEliseo sulla crisi
degli alloggi denunciata dal-
la Fondazione Abb Pierre.
Famoso per le sue provoca-
zioni, avevasuscitatoscalpo-
re a gennaiolanciandosi nel-
la corsa alle 500 firme. Lo
scopononeralacandidatura
quantoporreil temadegli al-
loggi sotto i riflettori della
campagnaelettorale.
Presidenziali
Cantona:mi candido
IL CASOMAR
EnricaLexie
Il Keralaferma
il rientroinItalia
dellapetroliera
LEnrica Lexie, la petroliera
italiana bloccata da un mese
e mezzo con lequipaggio e
quattro mar al largo delle
coste del Kerala, non potr
tornare inItalia. Accogliendo
il ricorso dei familiari dei due
pescatori uccisi, una sezione
di appello dellAlta Corte del
Kerala ha sospeso lordine
giunto gioved da un giudice
di primo grado e ha deciso di
riesaminare il caso, fissando
una seduta per luned.
Ieri inoltre stata per len-
nesima volta rinviata la deci-
sione sul ricorso sulla giuri-
sdizione. I tempi della batta-
glia legale dellItalia per il ri-
conoscimento a giudicare i
due mar Massimiliano La-
torre e Salvatore Girone, in-
criminati per lomicidio di
due pescatori, con le proprie
leggi, quindi, si allungano. Ri-
mane inoltre ancora linco-
gnita sulla perizia sulle armi
usate che dovrebbe fare un
po di chiarezzanellavicenda.
Ieri il ministro della Difesa
italiano Giampaolo Di Paola
ha incontrato il suo omologo
A.K. Antony a New Delhi per
ribadire la posizione italiana
sullillegittimit dellarresto
dei due militari italiani inser-
vizio antipirateria.
E oggi arriver a New
Delhi il sottosegretario agli
Esteri Staffan De Mistura.
Nel carcere di Thiruvanan-
thapuram incontrer i due
mar detenuti. [P. DM.]
ALBERTOMATTIOLI
CORRISPONDENTE DA PARIGI
KOCHI
FERRECTRATTENUTODAI DIPENDENTI PERSETTE ORE DURANTE UNARIUNIONE
Parigi, il capodellaFnac
ostaggiodei lavoratori
Ormai in Francia, in caso di
trattative sindacali difficili, il
sequestro del dirigente da
parte dei dipendenti diven-
tato, pi che leccezione, la re-
gola. Lultimo episodio an-
che uno dei pi clamorosi,
perch il sequestro durato 7
ore e nonsi tratta di industria
pesante, ma della Fnac, i
grandi magazzini della cultu-
ra, chevendonosempremeno
libri, cd, dvd, videogiochi e
sempre di pi la tecnologia
per goderseli.
Questultimavicendainizia
gioved alle 14 nella sala riu-
nioni nel sotterraneo dellho-
tel Ibis della rue des Plantes,
quattordicesimo arrondisse-
ment di Parigi. Da una parte,
Bruno Ferrec, direttore dei
nove magazzini Fnac di Pari-
gi, considerato particolar-
mente tosto dai dipendenti, e
il suo direttore delle risorse
umane, Florent de Monpezat.
Dallaltra, i sindacalisti e, arri-
vati noninvitati emoltoarrab-
biati, 150dipendenti insciope-
ro del gruppo. I punti di par-
tenza della trattativa non po-
trebbero essere pi distanti: i
dipendenti chiedono un au-
mento del salario dei neo-as-
sunti da 1.414 a 1.700euro, i di-
rigenti offrono15euroal mese
di pi per gli stipendi pi bas-
si, quelli inferiori ai 1.500euro.
Ma per trovare un accordo, per
quanto improbabile, bisogna
parlarsi e Ferrec rifiuta di farlo
davanti ai lavoratori. Questi ul-
timi gli chiedono almeno un
no nelle dovute forme per le
lororisposte. Nessunarisposta.
Alle 16, Ferrec cerca di an-
darsene. Glielo impediscono. E
comincia unincredibile faccia a
facciafrai lavoratori eil diretto-
re, che senza fare una piega n
perdere la calma manda mes-
saggi sul suo telefonino. Alle 19
un fattorino dellhotel si accor-
ge che la riunione sindacale
quantomeno strana, alle 20.30
arriva la polizia che d un ulti-
matumdi mezzora e alle 21, do-
po sette ore di assedio, Ferrec
se ne pu andare, uscendo dal-
lhotel sotto i fischi e gli impro-
peri dei suoi dipendenti. Il peg-
gio, per, probabilmentestato
sentirli urlare: Non finita, ci
ritroveremo!.
La Fnac non attraversa un
momento facile e sta anche me-
ditando se chiudere i suoi ma-
gazzini inItalia. Il giro daffari
diminuitodel 3,2%nel 2011 eil 13
gennaio scorso il gruppo ha an-
nunciato un piano di economie
da 80 milioni di euro. In pro-
gramma, anchelasoppressione
di 310posti di lavoro. [ALB. MAT.]
DALCORRISPONDENTEDAPARIGI
Parigi, impiegati Fnac parlano col direttore regionale (fuori vista)
18
.
Estero
.
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
R
GranBretagna
Ustionatadallabenzina
dellescorteanti-sciopero
1Unadonnadi York rimastagra-
vemente ustionata in Gran Bretagna
mentre maneggiava una tanica di
benzina acquistata su consiglio del
governo in vista di un possibile scio-
pero dei camionisti che assicurano i
rifornimenti alle pompe. Diane Hill,
46anni, aveva portatola tanica incu-
cina per travasarla in un contenitore
pipiccolodadareallafiglia. I fornelli
erano accesi e la benzina ha preso
fuoco, ustionandola. Orainospeda-
le, incondizioni gravissime. Il premier
Cameron dichiara: successa una
cosa terribile, faremo tutto il possibi-
le per aiutare la signora. Ma intanto
il suo governo nella bufera, e sono
statechiesteledimissioni del sottose-
gretarioMaude, che mercoled aveva
invitato gli inglesi a fare scorte e
conservare un po' di carburante in
garage in una tanica, anche se
leventuale agitazione programma-
ta solo per dopo Pasqua. Il panico
statopertaledagenerarecodeeris-
se ai distributori, alcuni poi i chiusi
dalla polizia per precauzione.
N
el nome di Allah, dei di-
seredati, dei marginali
e delle inquiete mino-
ranze musulmane del
Regno Unito, lex parla-
mentare laburista George Galloway,
invecchiatoragazzocattivodellapo-
litica britannica, cacciato con infa-
mia dai suoi nel 2003 per la crociata
contro lintervento in Iraq voluto da
Tony Blair, ha riconquistato un seg-
gio alla Camera dei Comuni, trion-
fando con il 55,9%dei consensi nelle
elezioni suppletive di Bradford
Ovest, dal 1974 inattaccabile rocca-
forte del suo ex partito. Il verdetto
arrivato dallo Yorkshire, dove i La-
bour sono stati umiliati e Tory e Lib-
demspazzati via, destinato a cam-
biarelagendadellapoliticanaziona-
le. Unventodi protestachesoffiadal
basso come una rivoluzione nella
settimana pi difficile per il governo
del Robin Hood nero David Came-
ron, messo sotto pressione dallo
scandalo delle lobby e accusato, do-
po la presentazione del budget, di
rubare ai poveri per dare ai ricchi.
Ma neppure il disagio diffuso ba-
stato a rilanciare la sinistra di un di-
sorientato Ed Miliband. Inutile par-
lare dei liberaldemocratici. Unine-
sistenza incoerente schiacciata sul-
le scelte feroci dellesecutivo. La for-
bice tra Palazzo e ordinary people
non mai stata cos larga e ha tra-
sformato limperscrutabile isola si
Sua Maest inuna riottosissima ita-
lietta qualunque.
Per volont di Dio abbiamo otte-
nuto la pisensazionale vittoria nel-
la storia delle elezioni britanniche.
Mezzanotte passatadapochi minuti
quando sul palco del Richard Dunn
Sport Centre George Galloway, un
cinquasettenne scozzese che non ha
mai nascosto le proprie simpatie per
Hamas echedieci anni fadefin assas-
sini i suoi compagni di partito soste-
nendo che uccidere Blair sarebbe
moralmente giustificabile, arringa
la folla in delirio. Giacca e camicia ne-
ra, ciglia bianche luciferine, annuncia
che la Primavera di Bradford co-
minciata. Allude alle rivolte arabe,
promette un pianeta migliore. Si
presentato alle elezioni per Respect,
partito pacifista, quando la laburista
Marsha Singhha rinunciato al seggio.
Sembrava una corsa impossibile. I
bookmakers lo davano uno a dieci. Ha
fatto la campagna elettorale - durata
solotresettimane- evitandoi quartie-
ri bianchi, concentrandosi sulle co-
munitmusulmane(il 38%dellapopo-
lazione) e sulluniversit. Voleva voti
nuovi. Cercava voti giovani. Via dal-
lAfghanistan. Basta con limperiali-
smo. E diventatounastar ei suoi co-
mizi concerti con migliaia di grou-
pies. Ha preso 18.341 preferenze, con-
tro le 8.201 del candidato Labour Hi-
mran Hussain, che allannuncio del
risultato ha spalancando la bocca
senza dire niente, rimanendo cos,
sbilenco, incredulo e tremante. Lo
scozzese Galloway era sul palco a gri-
dare Allah grande nel cuore ope-
raio della comunit urbana del nord
inunirreale teatro degli specchi dove
gli attori sembravano essersi scam-
biati le parti. Ed Miliband, strasci-
cando le parole come se pesassero
chili, si limitato a dire che andr a
Bredford per imparare la lezione.
Questa sconfitta un campanello
dallarme. No. E molto di pi.
Dopo una notte insonne, ieri Gal-
lowaysi presentatodavanti allasede
del partito con occhiali neri da Blues
Brothers. Aveva addosso un benesse-
reillocalizzabiledasbronza. Eai com-
mentatori che lo accusavano di incen-
diare le minoranze per ambizione
personaleharisposto: Sonostati i la-
bour a presentare un candidato mu-
sulmano di origine pakistane. E poi
che cosa volete dire? Che i musulmani
sono cittadini di seconda classe che si
muovono come pecore? Che il loro vo-
to vale di meno?.
Cos, mentre un gruppo di sosteni-
tori gridava ancora una volta al cielo
Allah grande, era facile indovina-
re che dietro gli occhiali da sole le sue
pupille sprizzavano la pericolosa alle-
griadi chi nonhadimenticatountorto
e nonha certo voglia di fermarsi qui.
Personaggio
ANDREAMALAGUTI
CORRISPONDENTE DA LONDRA
George Galloway: la vittoria pi sensazionale nella storia politica britannica
Il reproboGalloway
schiaffeggiail Labour
Londra, cacciatodal partitotrionfanellaperiferiaislamica
UNFEUDOPERDUTO
Milibandchoccatohadetto
cheandrnel quartiere
Per impararelalezione
VENDETTAABRADFORD
Erastatoallontanatoper lasua
opposizioneallaguerrainIraq
volutadaBlair, oratornato
h
e
n
r
y
c
o
t
t
o
n
s
.
i
t
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
.
Estero
.
19
R T1 CV PR T2
N
on mai troppo tardi,
avvertiva una fortunata
trasmissione della Rai
condotta dal maestro
AlbertoManzi, chenegli
anni Sessanta insegn a leggere e
scrivere a centinaia di italiani analfa-
beti. Tardi quanto James Arruda
Henry, per, nonselosarebbesogna-
toneppureManzi. James, infatti, un
pescatoredi aragosteanalfabeta, che
ha imparato a leggere e scrivere a 92
anni. Noncontento, a98hapubblica-
to un libro di memorie, In AFisher-
man's Language, che diventatoun
casonegli Stati Uniti.
Questa storia comincia quando
non era neppure iniziata la Prima
Guerra Mondiale. Allora James ven-
ne al mondo, in una famiglia porto-
ghese che viveva alle Azzorre. Come
molti altri poveri, emigrarono in
Americaesi stabilironoaMystic, sul-
lacostadel Connecticut.
Miopadre- raccontaJames- era
violentoealcolizzato. Quandoavevo
otto anni, costrinse me e mio fratel-
lo a lasciare la scuola, perch voleva
che lavorassimo per lui. Facevamo
di tutto: raccoglievamo limmondi-
zia, costruivamo mattoni, vendeva-
moil mais. Laprimavoltachemi pa-
g, era la festa del 4 luglio. Mi diede
un dollaro e io ero felicissimo: com-
prai un bicchiere di latte, una fetta
di tortaallemele, ungelatoedei fuo-
chi dartificio che sparai subito.
James eradispiaciutodi aver lascia-
to la scuola, e si vergognava davanti ai
suoi excompagni perchnonavevaim-
parato a leggere e scrivere. Quindi de-
cise di tenere per s questo segreto.
Continu ad arrangiarsi facendo i me-
stieri piduri, compresoil pugile, finoa
quando scopr il mare. Inizi a fare il
pescatore di aragoste e non smise pi.
Mi sposai, ma allinizio non dissi nep-
pure a mio moglie Jean che ero analfa-
beta. Se ne accorse dopo due anni di
matrimonio, quando le spiegai perch
non potevo andare a pagare le bollet-
te. Jean mantenne il segreto, nascon-
dendolo anche alle due figlie avute con
James. Quando andavano al ristoran-
te, lui non riusciva a leggere il men.
Perci aspettava che qualcun altro or-
dinasse, e poi chiedeva la stessa cosa.
Senessunoparlava, restavadigiuno.
Il truccofunzionfinoal 2005, quan-
doJeansi ammal. Aquel puntoJames
fu costretto a chiedere aiuto alle figlie,
esvelareil suosegreto. Unanipoteallo-
ra gli port unlibro di George Dawson,
Life is So Good, in cui raccontava la
storiadel figliodi unoschiavoneroche
aveva imparato a leggere e scrivere a
98anni: Diavolo, pensai, se ce lha fat-
talui possoriuscirci ancheio. Il nipote
Bobbyfacevail maestro, magli dissedi
non chiamarlo mai: Scrivimi una let-
tera, lunico modo in cui sono dispo-
stoacomunicareconte. Jameslapre-
se bene: Era la sfida di cui avevo biso-
gno. Si mise a lavorare: Stavo sui li-
bri finoamezzanotte, quandomi cade-
vano a terra perch mi addormentavo
sulla sedia. Nel frattempo, per, la
malattia di Jean si era aggravata, fin-
ch mor: Smisi di fare qualunque co-
sa e mi misi a letto. Volevo lasciarmi
morire, come quando mio cugino cad-
dedal peschereccioeaffog. Lenipoti
gli trovaronounacasanuovaeuntuto-
re, lex maestro Mark Hogan: Per un
po restai inunangolo, poi decisi di fini-
re quello che avevo iniziato. Impar a
leggere e scrivere, e la cosa gli piacque
cos tanto che disse a Hogan: Ora vo-
glio scrivere un libro, ho un sacco di
storieintestadaraccontare.
Il restostoria, appunto. AFisher-
man's Language stato stampato in
proprio da James, ma diventato un
caso. Col progettoPorttoPortgiran-
do le scuole, per ispirare i ragazzi alla
lettura, e una volta visitato il cinquan-
tesimo stato lo manderanno al presi-
dente Obama affinch lo firmi. Non
sar un professore - dice James - ma
sto ancora imparando. E chi lo sa? Se
vivo abbastanza a lungo, magari lo di-
venter.
Il pescatoredi aragoste
daanalfabetaascrittore
LamericanoJames Henryhaimparatoaleggere a92 anni
Lastoria
PAOLOMASTROLILLI
INVIATOA NEWYORK
CAMUFFAMENTI
Al ristoranteaspettavache
qualcunoordinasseepoi
chiedevalostessopiatto
AUTORE A98 ANNI
H
Hostudiatotantoemi
venutavogliadi raccontare
lestoriecheavevoinmente
James Arruda Henry riceve un bacio da una fan mentre autografa la sua autobiografia A Fishermans Language
Strettasul petrolio
DaObamavialibera
anuovesanzioni allIran
1Il presidente americano Ba-
rack Obama ha dato il via libera alle
nuove sanzioni petrolifere contro
lIran, giudicando che il mercato
mondiale del greggio abbastanza
forte da tenere al riparo da even-
tuale penuria i consumatori ameri-
cani. La decisione del presidente
americano era attesa dallo scorso
dicembre, quando fu approvata la
legge che vincola ladozione di
nuove sanzioni a una valutazione
entro il 30 marzo, e poi semestrale,
della solidit del mercato petrolife-
ro in relazione al flusso di greggio
iraniano. C sufficiente petrolio
proveniente da nazioni diverse dal-
lIran - ha spiegato la Casa Bianca
in una nota - per consentire una si-
gnificativa riduzione del volume
acquistato da quel Paese.
RINFORZATI I CONFINI CONSIRIAE LIBANO
Giornatadellaterra
Gaza, uccisopalestinese
Scontri aGerusalemme
Decine di migliaia di palesti-
nesi a Gaza, a Geusalemme,
in Galilea, nel Neghev, in Ci-
sgiordania, inLibano, inSiria
e in Giordania hanno parte-
cipato ieri ad una giornata di
mobilitazione nazionale nella
ricorrenzadel 30marzo: lan-
niversario delluccisione da
parte della polizia israeliana,
nel 1976, di sei dimostranti
arabi che protestavano con-
trolaespropriazione di terre.
Negli scontri stato ucciso
un dimostrante ucciso a Ga-
za: decine i feriti in Cisgior-
dania e secondo la Mezzalu-
na Rossa sono almeno 300
le persone rimaste intossica-
te da gas lacrimogeni.
Nelle intenzioni degli or-
ganizzatori doveva essere
una marcia globale, di un
milione di persone, al di l dei
reticolati di confine, verso
Gerusalemme. Israele aveva
elevato lo stato di allerta ed
inviato rinforzi lungo le linee
di prevedibile frizione. In
particolare destavano preoc-
cupazione informazioni di in-
telligence relative alla pre-
senza di attivisti pachistani,
afghani ed indonesiani giunti
via Teheran nel Libano del
Sud, a ridosso della Galilea.
Gli incidenti pi gravi si
sono verificati al posto di
blocco di Kalandya (fra Geru-
salemme e Ramallah) dove
dimostranti palestinesi e re-
parti dellesercito israeliano si
sono confrontati per diverse
ore e al valico di Erez, fra
Israele e Gaza, dove i militari
hanno aperto il fuoco per re-
spingere un gruppo di palesti-
nesi che sembravano in pro-
cinto di attaccare il terminal.
In questa circostanza rima-
sto ucciso il ventenne Mah-
mud Zaqut, di Gaza.
Ma al di l delle violenze sul
terreno apparso evidente
che, per motivi svariati, la ma-
nifestazione palestinese sta-
ta imbrigliata dalle forze ar-
mate regolari in Libano, in Si-
ria e in Giordania, dove i mili-
tari di re Abdallah hanno bloc-
cato un corteo di 14 mila pale-
stinesi mentre puntava verso
le linee israeliane. In Cisgior-
dania i servizi di sicurezza di
Abu Mazen hanno agito con
eguale fermezza e anche a Ga-
za Hamas ha fatto il possibile
per impedire alla folla di rag-
giungere le postazioni israelia-
ne. Il tutto in base a una tacita
intesa tesa a limitare qualsiasi
motivo di tensione.
ALDOBAQUIS
TEL AVIV
Leforzedi sicurezza
hannopresidiato
i confini temendo
unassaltodegli attivisti
TURCHIA, NUOVALEGGE
Corano
nellescuole
Sindacati
inpiazza
Con 306 s su un totale di
391 seggi, il parlamento turco
ieri ha dato il via libera a una
controversa riforma scolasti-
ca proposta dal governo, che
introduce per la prima volta
corsi facoltativi sul Corano e
sulla vita del profeta Mao-
metto. La riforma ha scate-
nato unaccesa polemica nel
Paese e in parlamento, dove
si sono registrate anche risse
tra deputati: le forze di oppo-
sizione hanno accusato il go-
verno, guidato dal partito
islamico Akp, di voler inde-
bolire limpianto laico dello
Stato turco. La riforma per-
mette infatti agli studenti
delle scuole medie e superio-
ri di iscriversi a corsi di reli-
gione, mentre finora il siste-
ma scolastico turco era im-
prontato al principio della
laicit degli insegnamenti.
Nei giorni scorsi i sindacati
scolastici erano scesi in piaz-
za contro la riforma, scon-
trandosi con le forze dellor-
dine, che avevano usato
idranti e lacrimogeni. Chi
non vuole seguire i corsi li-
bero di non farlo - ha detto il
premier Recep Tayyip Erdo-
gan condannando le proteste
- . Non costringeremo nessu-
no a seguire questi corsi,
quindi non capisco queste re-
azioni. [M. VER.]
ANKARA
GIORGIO MORANDI
MUSEO DARTE LUGANO 10.3-1.7. 2012
Informazioni:
www.mda.lugano.ch
+41 58.866.72.14
Prenotazioni:
www.vivaticket.it
call center 899.666.805
TONY CRAGG
NEGLI STESSI GIORNI A LUGANO
UN MAESTRO DELLA SCULTURA CONTEMPORANEA
VILLA CIANI LUGANO 31.3-12. 8. 2012
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA20
GIOVANNA TRINCHELLA
MILANO
Fine pena mai. Ergastolo per i
sei che rapirono, torturarono,
uccisero e poi sciolsero in cin-
quanta litri di acido Lea Garo-
falo, inascoltata testimone di
giustizia calabrese. I giudici
della Prima corte dAssise di
Milano hanno accolto e in par-
te superato la richiesta del pm
di Milano Marcello Tatangelo,
che al termine della sua requi-
sitoria, aveva invocato giusti-
zia per la donna scomparsa
tra il 24 e il 25 novembre del
2009 a Milano mostrando la
sua foto ai giudici. Denise, fi-
glia della vittima e figlia e nipo-
te degli assassini, ha ascoltato
il presidente della corte Anna
Introini condannare il padre
Carlo e lo zio Vito Sergio al-
lergastolo e a due anni di iso-
lamento diurno, gli altri impu-
tati Giuseppe Cosco, Massi-
mo Sabatino, Carmine Ventu-
rino, lex fidanzato, Rosario
Curcio dovranno scontare
lergastolo e lisolamento diur-
no per un anno. Prima del ver-
detto qualcuno degli imputati
rideva spavaldo, un attimo do-
po laula gremita di parenti,
amici, giornalisti sembrava
un deserto di silenzio.
Con Denise, a due passi dal-
laula, cerano don Luigi Ciotti,
sacerdote anti mafia, e lavvo-
cato Enza Rando, teste del pro-
cesso e difensore di parte civi-
le di una ragazza coraggiosa,
che la sera della scomparsa in
pratica denunci la sua fami-
glia paterna e che da oggi an-
cora pi orfana. In un bigliet-
to, scritto dopo la sentenza e
affidato ai legali, c tutto lor-
goglio di Denise, sembra di
sentirla parlare come quando
in aula come voce ferma ha
raccontato la vita di due don-
ne perennemente in fuga, sot-
to protezione e poi sole; La co-
sa importante che una ragaz-
za abbia trovato il coraggio di
testimoniare e di rompere
lomert segnando una pagina
di giustizia e verit.
I giudici hanno stabilito per
lei una provvisionale di 200 mi-
la euro, 50 mila per la madre e
per la sorella di Lea, 25 mila per
il Come di Milano, e deciso che il
risarcimento sar stabilito in se-
de civile. Gli imputati sono stati
interdetti dai pubblici uffici e
hanno perso la potest genito-
riale. Il verdetto dovr essere
pubblicato tra gli altri anche sul
sito del ministero di Giustizia.
Che da ieri per Denise non solo
una parola. Ero l con lei. Ab-
biamo restituito dignit, verit e
giustizia alla sua mamma. Gra-
zie al lavoro dei magistrati e dei
Carabinieri. Questa sentenza
dice don Ciotti con le lacrime
agli occhi - entra nella storia del
nostro paese, dobbiamo inchi-
narci davanti a questa ragazza
che ha rotto i cerchi mafiosi,
lomert. Per lei ed stata una
ferita e un dolore dover cercare
giustizia. Per Roberto DIppoli-
to, difensore di parte civile della
sorella e della mamma di Lea,
partito di corsa da Firenze per
ascoltare la sentenza che dove-
va essere pronunciata il prossi-
mo 3 aprile, giustizia fatta.
una sentenza severa che dimo-
stra la gravit e latrocit della
morte di Lea.
Gli avvocati degli imputati
avevano chiesto tutti lassoluzio-
ne perch per la difesa Lea quel
giorno di novembre scomparve
da Milano per rifarsi una vita in
Australia, abbandonando la fi-
glia che pure amava moltissimo.
Prima della camera di consiglio,
durata cinque ore, Carlo Cosco
ha hiesto la parola: Il pm ha al-
zato un polverone. Ci ha definito
vigliacchi. Sei uomini che ucci-
dono una donna sono vigliacchi.
Infatti noi non siamo vigliacchi
perch non abbiamo ucciso una
donna, non labbiamo fatto.
Lea arriv a Milano su invito del-
lex compagno, con cui per anni
non aveva avuto rapporti, per-
ch il padre potesse regalare al-
la figlia dei vestiti. La sera pri-
ma di ripartire la donna accett
linvito di Carlo a cena, mentre
Denise avrebbe passato la sera-
ta con i parenti paterni. Era una
trappola; Carlo consegn la don-
na ai complici che la torturaro-
no per sapere cosa aveva rac-
contato su un omicidio della co-
sca. Da quella sera Denise e Lea
non sono riviste mai pi. La pri-
ma diventata il primo caso di
lupara bianca a Milano, la secon-
da la giovane donna che riusci-
ta a darle giustizia e verit.
GRAZIA LONGO
TERAMO
Suona come un colpo di sce-
na, ma non lo . Il gup Marina
Tommolini vuole conoscere il
Dna dei due operai macedoni
che il pomeriggio della scom-
parsa di Melania Rea lavora-
vano in un cantiere a Colle
San Marco.
E l che, secondo la versio-
ne del marito Salvatore Paroli-
si - sotto processo con laccusa
di omicidio volontario pluriag-
gravato - Melania sarebbe spa-
rita nel nulla, il 18 aprile 2011,
per essere ritrovata senza vita
due giorni dopo nel bosco di Ri-
pe di Civitella, nel teramano.
Uno dei cani molecolari si
avvicin allauto dei due mace-
doni che vennero subito inda-
gati per consentire gli esami di
rito. Furono interrogati e la lo-
ro auto venne controllata.
Nessunrisultato utile allin-
dagine. Ma, allaltezza di un go-
mito, sul giubbotto di ecopelle
che indossava la dolce Melania
- mamma di una bambina di 18
mesi - venne individuata una
traccia di Dna maschile. Non
era quella del marito (il cui
Dna sul corpo della vittima e
dentro la sua bocca), ma la
consistenza era talmente ri-
dotta, talmente infinitesimale,
da non poterne consentire la
mappatura. In altre parole, se-
guendo la logica, potrebbe ri-
salire a molto tempo addietro.
Com accaduto per il Dna
femminile trovato sotto unun-
ghia della mano di Melania: ap-
partiene allestetista che le fe-
ce la manicure due settimane
prima del delitto.
Ma il giudice vuole elimina-
re ogni possibile dubbio. Ai
due macedoni verr chiesto,
durante la prossima udienza
del 30 maggio, se sono disponi-
bili a sottoporsi allesame. Per
il 13 luglio invece prevista
ludienza in cui i periti super
partes nominati dal gup ri-
sponderanno ai quesiti sui
tempi e le modalit della mor-
te di Melania.
Erol conDenise
Abbiamorestituito
dignit, verit
e giustizia
alla sua mamma
Don Luigi Ciotti
fondatore
di Libera
TERAMO
Delitto Melania
Test del Dna
per due
macedoni
Lultima
immagine
LeaGarofaloripresa
dalletelecamere
il 24 novembre 2009
aMilano:
pochi minuti dopo
salirsullautodi
CarloCoscoesparir
MILANO, LAFIGLIAVENTENNETESTIMONE CHIAVEDELLACCUSA
Sciolta nellacido
Sei ergastoli
per i suoi carnefici
Trai condannati lexcompagnodi LeaGarofalo
La donna era diventata collaboratrice di giustizia
.
SABATO31 MARZO2012 Cronache 21
LA STAMPA

MARCO ACCOSSATO
TORINO
Da luned prossimo arriva
sugli scaffali delle farmacie
italiane la pillola dei cin-
que giorni dopo. Approva-
ta lo scorso novembre dal-
lAgenzia Italiana del Far-
maco (Aifa), ellaOne ap-
proda anche nel nostro Pae-
se dopo violente polemiche
e ricorsi al Tar, malgrado
sia gi in commercio in al-
tre 27 nazioni europee.
A base di ulipristal aceta-
to, se utilizzata entro le pri-
me 24 ore dal rapporto ses-
suale tre volte pi efficace
delle vecchie pillole del
giorno dopo a base di levonor-
gestrel. Un farmaco pi simi-
le al mifepristone, il principio
della Ru486 - cio la pillola
dellaborto - che potr essere
quindi somministrato soltan-
to dopo un test di gravidanza
negativo: baster un esame
del sangue o delle urine, que-
stultimo possibile attraver-
so uno stick disponibile sem-
pre in farmacia.
Il farmaco non un aborti-
vo: agisce nel periodo che in-
tercorre tra il rapporto non
protetto (o concluso col falli-
mento della protezione) e
lovulazione, prima che av-
venga limpianto nellutero.
Non infatti al momento
del rapporto - ricordano i gi-
necologi - ma quando avviene
lovulazione, che si rimane in-
cinta. Presa entro le 12-14
ore dal rapporto diminuisce
del 90 per cento la probabili-
t di rimanere incinta. Proba-
bilit che al terzo giorno scen-
de al 40 per cento circa, ma
comunque ancora efficace ri-
spetto allaltra pillola.
Per ottenere lulipristal ace-
tato necessaria una ricetta
medica non ripetibile: farmaco
non mutuabile, venduto a
34,89 euro a confezione. Se-
guendo le indicazioni del-
lAgenzia italiana del farmaco
- rassicura il ministro della Sa-
lute, Renato Balduzzi - non ci
sar alcun pericolo per la salu-
te. La stessa Hra Pharma ha
fatto sapere che dagli studi
condotti su circa 5 mila donne
emerso che il principio attivo
non d normalmente proble-
mi, con un profilo di sicurezza
e tollerabilit sovrapponibile a
quello della vecchia pillola anti-
concezionale di emergenza gi
in commercio. Lappello del
ministero come del direttore
della Clinica Ostetrica dellUni-
versit di Cagliari, Gian Bene-
detto Melis, di non rivolger-
si al web per acquistarla, poi-
ch i farmaci venduti online
non hanno alcuna garanzia di
sicurezza: se da un lato si ri-
schia di assumere un prodotto
senza principio attivo e quindi
inefficace, dallaltro il pericolo
di acquistare sostanze diver-
se da quelle indicate, potenzial-
mente nocive.
Nei mesi scorsi la notizia
dellapprovazione dellAifa ave-
va alimentato immediate pole-
miche: si teme soprattutto pos-
sa spingere gli adolescenti a
rapporti facili. Lucio Roma-
no, co-presidente dellassocia-
zione nazionale Scienza & Vi-
ta, aveva addirittura com-
mentato larrivo della pillola
dei 5 giorni dopo come lulti-
mo atto di una progressiva ba-
nalizzazione dellaborto. Il
Movimento per la vita aveva in-
vece presentato ricorso al Tar.
Unopportunit a met, se-
condo diversi ginecologi:
Lobbligo di presentare una
ricetta - commenta gi pi
duno - non previsto in nes-
sun altro Paese dove la pillola
gi disponibile. Da un lato si
offre unopportunit in pi -
un altro commento condiviso -
dallaltra si rende tutto diffici-
le. Anche il fatto che ellaO-
ne sia registrato in fascia C,
cio a carico della donna, susci-
ta perplessit.
marco.accossato@lastampa.it
ILa Fondazione S. Lu-
cia di Roma, una delle
strutture sanitarie di ec-
cellenza pi importanti
del Centro Sud, non in
grado di far fronte al pa-
gamento degli stipendi
gi da questi giorni. Loco-
municainunanotala dire-
zione della struttura, che
ha annunciato uniniziati-
vaper oggi. LaRegioneLa-
zio deve alla Fondazione
SantaLucia, sullabasedel-
le proprie delibere, un
importocomplessivodi ol-
tre 43 milioni di euro.
MARIA CORBI
ROMA
Un limbo che avvolge quasi 25
mila persone (dal 1974) Luni-
verso degli scomparsi. Chi un
giorno ha salutato i suoi cari, o
ha solo chiuso la porta di casa
ed sparito, nel nulla. Ogni
giorno ci sono 25 denunce, 24
persone vengono ritrovate ed
una si aggiunge a quella lista
spettrale. Un fenomeno in con-
tinuo aumento, come spiega il
commissario straordinario
per le persone scomparse, Mi-
chele Penta, illustrando lotta-
va relazione semestrale davan-
ti al ministro dellInterno An-
namaria Cancellieri. Nel 2011
gli scomparsi sono stati 9.707
(+9,67% rispetto al 2010), i ri-
trovati 8,971 (+11,77%), quelli
da ricercare 736 (+3%).
Dei 24.912 fantasmi,
9.280 sono italiani e 15.632
stranieri; 14.593 i maggioren-
ni, molte le persone anziane
(1.566 ultrasessantacinquen-
ni). Al totale vanno sommati
poi gli italiani sicuramente
scomparsi allestero e ancora
da rintracciare, in tutto 137. Le
Regioni al top per il numero
du scomparsi sono il Lazio
(6.245 le persone ancora da ri-
cercare), la Lombardia
(3.303), la Campania (2.997), la
Sicilia (2.349) e la Puglia
(1.710). I motivi di tale concen-
trazione - spiegano gli autori
del rapporto - sono da indivi-
duare nella maggiore densit
della popolazione residente e
nellelevata presenza di cittadi-
ni immigrati e di comunit no-
madi nelle grandi aree urbane,
dove si registrano sempre pi
consistenti fenomeni di disagio
e di mancanza di integrazione
nel tessuto urbano. In Sicilia si
registra il maggior numero di al-
lontanamenti da istituti e comu-
nit (si tratta quasi esclusiva-
mente di minori extracomunita-
ri non accompagnati) e, nel se-
condo semestre dello scorso an-
no, il maggior numero di scom-
parsi possibili vittime di reato
(16, uno in pi in Calabria).
Poi ci sono i casi di sottrazio-
ne al coniuge, in aumento. Sono
in tutto 42 i casi di minori sot-
tratti da un coniuge, seguiti dal-
la struttura del commissario
straordinario del governo per le
persone scomparse. Ventinove
tra questi, tutti di et compresa
tra un mese e 15 anni, sono stati
rintracciati in vita. un feno-
meno che continua a crescere -
ha spiegato il commissario, Mi-
chele Penta - legato soprattutto
alla diffusione dei cosiddetti ma-
trimoni misti. Pi difficile indi-
viduare la causa della scompar-
sa degli adulti (nel 71 per cento
dei casi non determinato) a
meno che non ci siano problemi
psicologici, o neurologici, come
lAlzheimer, alla base. Tra le
possibilit anche laver subito
un reato. importante rileva-
re quante delle persone scom-
parse sono donne, ha detto.
Nella stesura del rapporto, ci
siamo chiesti quanti dei minori
che si allontanano dagli istituti o
dalle comunit sono di sesso
femminile, e abbiamo scoperto
che si tratta in prevalenza di ma-
schi. Questi dati possono aiutar-
ci a capire landamento di diver-
si fenomeni, come quello del-
labuso domestico.
Il ministro Cancellieri ha
sottolineato come questi dati
emozionano a parlarne, per-
ch dietro ognuno di questi no-
mi c una famiglia, c una
persona e ci sono storie tristi,
drammatiche.
Lapillolasarinvenditanelle
farmacie, al costodi 34,89euro
aconfezione, previalaprescrizione
eduntest di gravidanzanegativo
cheil medicodovreffettuare
Anovembrearrivata
lapprovazionedellAifa allapillola
dei 5giorni dopo: il nostroPaese
si aggiuntocos ai 27Stati
europei nei quali incommercio
Il medicinaledovressere assunto
entro120ore
daunrapportosessuale
nonprotettoodal fallimento
di altrometodocontraccettivo
Anziani
arischio
Moltedelle
personeche
scompaiono
sonoultra
sessantacin-
quenni malati
di Alzheimer
LAPPELLODEL MINISTERODELLASALUTE: NONACQUISTATELASUINTERNET
Pilloladei 5 giorni dopo
infarmacia tra le polemiche
Sar in vendita da luned. Bocciati i ricorsi al Tar per bloccarla
Santa Lucia
La Regione non paga
Niente stipendi
Dati in crescita
del 9%: dal 1974
in 25 mila non sono
tornati a casa
34,89
euro
per confezione
27
Paesi europei
che la vendono
I numeri
di
ellaOne
120
ore il tempo
massimo
Vialibera: ellaOne stataapprovatadallAgenziaItaliana del Farmaco
IL MINISTROCANCELLIERI: MIGLIAIADI DRAMMI
Venticinquedenunce
di scomparsa al giorno
Lesercitodei fantasmi
Per ottenere il farmaco
bisognapresentare
unaricettamedica
nonripetibile
22 Cronache
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
W R
S
i scrive Nella Serpa, ma si
potrebbe leggere Rosetta
Cutolo. Per dire che esi-
stono donne che hanno
avuto il carisma e anche
un ruolo di comando, in certi fran-
genti della vita della onorata socie-
t. Rosetta, sorella di don Rafele,
di Raffaele Cutolo, non era una ri-
serva del clan di Ottaviano, Napoli,
ma fu un capo a tutti gli effetti. E
Nella, che ha preso le redini della co-
sca di Paola, Cosenza, dopo lelimi-
nazione del fratello Pietro, non
stata da meno. Donna determinata,
spietata, crudele. Che partecipava
alle spedizioni di morte, ai ricatti
estorsivi. Mandante di agguati e di
traffici nello stesso tempo.
Certo, in questo caso, Nella det-
ta a bionda, rappresenta una
doppia anomalia, essendo la prima
donna reggente di una ndrina. Se
uno pensa alla ndrangheta, infatti,
non pu che coniugare al maschile
tutto ci che le appartiene. Dai riti
di affiliazione ai traffici, dalla vio-
lenza alla perpetuazione di una cul-
tura propria di una societ maschi-
lista e arcaica. Ma negli ultimi me-
si stanno emergendo nella storia
della ndrangheta figure di donne,
eroine positive.
Prendiamo Giuseppina Pesce,
che ha deciso di collaborare con la
giustizia e ha fatto arrestare anche
sua madre e una sorella. O Cetta
Cacciola, costretta a suicidarsi con
lacido muriatico, povera donna
confinata nel limbo del purgatorio,
tra voglia di pentimento e ricatto
per i figli. O la storia di Lea Garofa-
lo, la testimone di giustizia sciolta
in cinquanta litri di acido, che pro-
prio ieri ha avuto una prima defini-
zione processuale con la condanna
allergastolo dei suoi carnefici.
Nella Serpa, eroina negativa. Ie-
ri finita in carcere con unaltra
sessantina di mafiosi (le donne in
tutto sono 4), nella retata del Co-
mando provinciale e del Ros dei ca-
rabinieri e della procura antimafia
di Catanzaro che ha ricostruito
trentanni di storia di ndrangheta
della alta fascia tirrenica calabrese.
Una quindicina tra omicidi e tentati
omicidi (complessivamente sono
250 gli indagati). Sette le cosche col-
pite e hanno un valore di 15 milioni
di euro i beni sequestrati.
Va subito detto che nelle tremila
pagine dellinchiesta si accenna an-
che al possibile movente, dietro al-
cuni omicidi, degli appalti pubblici.
Che in sostanza sono due: i lavori
per il riammodernamento della sta-
zione ferroviaria di Paola (causale di
un omicidio, la tangente di 50.000 eu-
ro) e limmancabile raddoppio della
Salerno-Reggio Calabria, che attra-
versando tutta la regione ha coinvol-
to tutte le cosche della ndrangheta
che fino a non molti anni fa si pensa-
va fosse relegata solo alla provincia
di Reggio Calabria ma che pentiti ed
esiti giudiziari hanno documentato
essere radicata in tutta le province.
Certo, i soprannomi in questan-
golo di territorio di onorata societ
non hanno nulla a che fare con il su-
premo, per dire Pasquale Condello,
o u tiradrittu, Giuseppe Morabi-
to: Bella bella, u strippune,
scricchio, Gianni pantera. E
Pastasciutta. Se non fosse vera, la
storia di pastasciutta sarebbe una
gag formidabile. Agli atti della in-
chiesta: Verso le ore 19,30 del
19.12.2002 Giancarlo Gravina detto
Pastasciutta mentre faceva rien-
tro presso la propria abitazione... su-
biva un agguato, a seguito del quale
riportava ferite prodotte da arma da
fuoco. Secondo agguato, Gravina ri-
mane nuovamente ferito poich at-
tinto da colpi di arma da fuoco.
Conversazione registrata in carcere
una settimana dopo: Ha detto che
poi dopo andato a parlare con.
con Ulisse? No. (a bassa voce)
Con pastasciutta?. Eh! Che m si
chiama scolapasta....
Nella dal 2003 al comando della
ndrina di Paola.
Morto il fratello Pie-
tro, un cugino, Ma-
rio, in semilibert in
Sardegna. E lei uffi-
ciale di collegamen-
to tra la cosca e Ma-
rio. Solo che giorno dopo giorno Nel-
la diventa sempre pi forte afferman-
do una sua leadership. Tiene i contat-
ti con la cosca egemone di Cosenza, i
Bruni, con gli altri clan, anche con
quelli della camorra, come i Verde di
SantAntimo, provincia di Napoli.
Tanto era potente e temuta quan-
to ingombrante. Al punto tale che un
pentito, Bruno Adamo, racconta di
avere avuto lordine di ammazzarla
dalla cosca Scofano-Martello-La Ro-
sa. Ma Nella alle spedizioni di morte
ha partecipato in prima persona. Co-
me quella contro Luciano Martello.
Ne parla un cugino pentito, Giuliano
Serpa: A casa di Nella Serpa cera
un gruppo di fuoco. Un ragazzo avvi-
s Nella che Martello stava mangian-
nu pressu u ristorante da Luigino.
Dal gruppo di fuoco qualcuno disse:
Mo chine ni ci por-
ta? (chi ci porta al
ristorante? ndr) Nel-
la Serpa si offerta
e li ha accompagna-
ti direttamente al ri-
storante....
Lei spietata? Ecco cosa dice in
una conversazione con Mario Serpa:
Oggi ho unanima morta... che ho ap-
preso una notizia sul giornale...che
non mi tanto piaciuta. uscito quel
pisciaturo che ha ammazzato a mio
fratello Pietro... uscito Ditto... agli
arresti domiciliari... lo so che mala-
to... me la piglio con la giustizia, non
con lui, perch chi non fa niente con-
dannato a morte.
MONTEROTONDO, DENUNCIATOUN27ENNE
Musulmane aggredite
Si cercauncomplice
il caso
GUIDORUOTOLO
ROMA
La reggente
MONTEROTONDO (Roma)
Una vergogna che macchia
la coscienza della citt. Il sin-
daco lha scritto bello grande
anche sulla pagina Facebook
del Comune. Monterotondo
fa i conti con il razzismo, con
unaggressione a due donne
tunisine, mercoled, una delle
quali, Nadia Azzabi, 38 anni,
da venti vive nella cittadina a
pochi chilometri da Roma. La
sorella Neila, invece, 35 anni,
picchiata perch aveva il cha-
dor, arrivata da poco. Mus-
sulmane di m..., kamikaze,
bombardatevi da sole, torna-
te al vostro Paese. Levati il ve-
lo, qui in Italia non lo devi por-
tare, ha urlato laggressore,
un operaio italiano di 27 anni. I
carabinieri che lhanno rintrac-
ciato e denunciato stanno cer-
cando unaltra persona, forse
un amico, che potrebbe avergli
dato manforte. possibile che
avessero bevuto qualche birra
di troppo. La lite sarebbe nata
per motivi banali tra la folla
dello struscio pomeridiano,
con insulti e spintoni recipro-
ci, poi sarebbe degenerata in
aggressione razzista. Il giova-
ne, accusato di lesioni persona-
li, percosse e delitti contro i
culti ammessi nella Repubbli-
ca, non legato ad alcun movi-
mento di estrema destra, se-
condo gli investigatori.
Maxi-blitz a Catanzaro: 60 arrestati, 250 indagati e sequestri per 15 milioni
Lagguato nel 1991
Il boss assolto
a 21 anni dallomicidio
Nellaabionda al comando
dellaguerradi ndrangheta
Succeduta
al fratello
Dopoleliminazionedel
fratelloPietro, nel 2003
NellaSerpacomincialasua
scalataal vertice della
coscadi Paola(Cosenza)
Iniziacomeufficiale
di collegamento
trasuocuginoMario, in
semilibertinSardegna, e
lacosca. Poi stringelegami
persinoconlacamorra
IL BUSINESS
Dietro gli omicidi anche
laffare del raddoppio della
Salerno-Reggio Calabria
INPRIMALINEA
Ha guidato un commando
per uccidere un rivale
al tavolo di un ristorante

Allet di anni 102 ha serenamente
concluso la sua lunga esistenza
Maria Mosca Lozzi
A esequie avvenute ne danno il dolo-
roso annuncio i igli Gilberto e Bruno
con le rispettive famiglie.
Torino, 31 marzo 2012
Alessandro, Simona, Paolo, Lucia e Cri-
stina prendono intensa parte al dolore
del prof. Gilberto Lozzi per la scom-
parsa della madre
Maria Mosca
Torino, 31 marzo 2012
Lo studio Benessia Maccagno parteci-
pa con tanto affetto al dolore dellav-
vocato prof. Gilberto Lozzi e della
sua famiglia per la scomparsa della
MAMMA.
Angelo e Cristiana partecipano con
tanto affetto al dolore di Gilberto e
dei suoi cari per la scomparsa della
MAMMA.
Roberto e Gabriella Macchia sono vi-
cini al prof. Lozzi per la perdita della
cara MAMMA.
Francesco e Gabri Caprioli partecipa-
no con affetto al dolore di Gilberto
Lozzi.
Giovanni Conso e Marcello Gallo sono
pi che mai vicini allamico Gilberto
Lozzi e alla sua famiglia nel dolore per
la scomparsa della mamma, signora
Maria Mosca Lozzi
Torino, 29 marzo 2012

Improvvisamente mancato
Ugo Borgis
anni 74
Lo annunciano moglie, igli e famiglie,
parenti tutti. Funerali in Collegno lu-
ned 2 aprile ore 15,30 parrocchia San
Lorenzo.
Collegno, 29 marzo 2012
La Direzione, i soci e i gestori del Cir-
colo Sociale sono vicini alla famiglia
del loro
presidente
Ugo Borgis
Collegno, 31 marzo 2012
Il condominio Loft Uno perde limpor-
tante competenza sempre data dall
ing. Mario Fantozzi
e si unisce con profondo cordoglio al
dolore della sua famiglia.
Torino, 31 marzo 2012

Serenamente mancato
Danilo Fabris
anni 77
Lo annunciano: la moglie Nella, le i-
glie Daniela e Silvia, i generi e nipoti
tutti. Funerali sabato 31 ore 14,30
chiesa parrocchiale di Castiglione To-
rinese.
Castiglione, 30 marzo 2012
O.F. Cima - Gassino

E mancato un uomo buono
Luigi Amedeo Oberto
Lo pensano nella luce del Signore la
moglie Annamaria, le iglie Grazia con
Paolo, Donatella con Giancarlo, Simo-
ne e Celeste e parenti tutti. Non iori
ma opere di bene per le missioni.
Torino, 30 marzo 2012
rinGrAZiAMenti

I familiari del compianto
Filippo Pomati
commossi per le dimostrazioni di sti-
ma e di affetto tributate al loro caro,
nellimpossibilit di farlo personal-
mente, ringraziano tutti coloro che
con iori, scritti o presenza hanno vo-
luto onorare la memoria dellindimen-
ticabile congiunto.
Desana, 30 marzo 2012
AnniversAri
2003 2012
Mario Benassi
uomo saggio e pugnace. Ciao Tato.
2001 2012
Franco Valle
Nei pensieri di ogni giorno. I tuoi cari,
con amore.
2010 2012
Carlo Denicola
Ricordandoti sempre. Lilliana e Silvio.
2006 2012
Pierferdinando Sirotti
Mi restano di te i ricordi pi belli e si-
gniicativi che ti hanno fatto amare e
rispettare nella vita. Ri.
2005 2012
Nel settimo Anniversario della scom-
parsa del
dott. Giorgio Giovando
Cavaliere del Lavoro
Laura, Cristina con Giorgio, Guido con
Emanuela, Giacomo, Laura, Anna e
Giorgia lo ricordano nel pensiero di
ogni giorno.
Torino, 31 marzo 2012
Cinquantadei sessanta arrestati nella maxi operazione controle ndrine calabresi
A21 anni dal delitto, la Corte dAssi-
se di Bari ha assolto Giuseppe Mon-
tani, boss del clanomonimo, accusa-
to dellomicidio di Vincenzo Di Leo,
ucciso a Bari in un agguato di mafia
il 31 dicembre del 1991. Il processo
di primo grado alla Corte dAssise di
Bari iniziato il 10 ottobre scorso. Il
lungo iter giudiziario cominciato
nel 93, quandoMontani fuprosciol-
to, scagionato da un testimone ocu-
lare. Nel 2005 il caso fu riaperto sul-
labasedelledichiarazioni di uncolla-
boratore di giustizia. Nel 2008, un
nuovo processo in Corte di Assise. Il
difensore dellimputato present
uneccezione che ha riportato il di-
battimento alla fase delludienza
preliminare. Quindi il processodi pri-
mo grado, che ha assolto Montani.
SABATO31 MARZO2012 Cronache 23
LA STAMPA

24
.
Societ
.
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
W R
il caso
Sette mesi Unaseriedi test eunclima
semprepiteso, mentresvaniva
il sognodi smentireleteoriedi Einstein
Il GranSassoAltremisurazioni
verrannoeffettuategiafineaprile
conlacollaborazionedel Cern
Il super-neutrino
unflop: si dimette
il fisicoEreditato
Nuove smentite: Non piveloce della luce
I
n meno di sette mesi
passato dallessere il
nuovo Einsteinal dimis-
sionario di uno dei pi
importanti incarichi al
Cern di Ginevra. Antonio
Ereditato, ormai ex portavo-
ce dellesperimento Opera,
harassegnatole sue dimissio-
ni dopo mesi di tensioni allin-
terno del suo stesso gruppo,
culminati qualche settimana
fa con la presentazione uffi-
ciale, da parte di alcuni mem-
bri di Opera, di una mozio-
ne di sfiducia nei confronti
del fisico italiano. Nonostante
la mozione non sia passata, la
situazione diventata tal-
mente pesante da costringe-
re Ereditato alle dimissioni.
Tutto iniziato lo scorso
febbraio, quando sono saltate
fuori le prime anomalie che
avrebbero confutato lesi-
stenza dei superneutrini pi
veloci dellaluce. Mail colpodi
grazia arrivato mercoled
scorso, quando, in occasione
di un seminario organizzato
dallIstituto Nazionale di Fisi-
ca Nucleare, sono stati pre-
sentati i dati di due esperi-
menti. Il primo quello Ica-
rus, diretto dal Nobel Carlo
Rubbia, il secondo lesperi-
mento Lvd, coordinato da
Antonio Zichichi. Entrambi
gli esperimenti, in maniera
indipendente luno dallaltra,
hanno confermato lerrore
dovuto alle anomalie negli
strumenti del rilevatore di
neutrini di Opera.
E cos che pezzo per pez-
zo andato in frantumi il so-
gno che covano tutti i fisici:
un Nobel per la Fisica e la fir-
ma di una scoperta che
avrebbe potuto riscrivere la
storia della fisica moderna e
smentire uno dei colossi del-
la scienza, Albert Einstein.
Ma le dimissioni di Eredi-
tato hanno un significato ben
pi profondo, che esula il de-
stino della carriera di un sin-
golo scienziato. Significano,
infatti, un ritorno alle origini
della collaborazione, quando
il superneutrino non era una
priorit. Il nuovo leader, in-
fatti, dovr ridare nuova linfa
al gruppo. LInfn auspica
che la collaborazione Ope-
ra possa ritrovare unit e
nuova leadership nel perse-
guire il suo primario obietti-
vo specifico, quello di osser-
vare la comparsa di neutrini
di nuovo tipo a partire dai
neutrini di tipo mu prove-
nienti dal Cern, commenta
Antonio Masiero, vicepresi-
dente dellIstituto Nazionale
di Fisica Nucleare.
Non lo studio della velocit
del neutrino, quindi, ma quello
delle oscillazioni dei neutrini.
E questo infatti lo scopo di
Opera ribadisce Lucia Vo-
tano, scienziata che dirige i la-
boratori Infn del Gran Sasso
ed giusto non perdere di vi-
sta lobiettivo.
Tuttavia la faccenda dei su-
perneutrini tuttaltro che ar-
chiviata. Ricordiamo che ul-
teriori e definitive misure della
velocit dei neutrini sottoli-
nea Masiero - saranno effet-
tuate nei laboratori del Gran
Sasso da quattro esperimenti,
quando il Cern invier un nuo-
vo fascio di neutrini a pacchetti
gi alla fine del mese di aprile.
A rilevarle saranno gli esperi-
menti Opera, Borexino,
Icarus e Lvd. Sar un ca-
so eccezionale e mi auguro - ha
concluso Votano - che la misu-
ra sulla velocit dei neutrini fi-
nisca nei libri di testo.
Inoltre, a breve dovrebbero
essere pubblicati i risultati dei
test e delle verifiche effettuate
in altri laboratori sparsi per il
mondo. In primis, quelli ameri-
cani, partiti subito dopo il semi-
nariochehafattotantodiscute-
re la comunit dei ricercatori.
Per il momento, nei libri di
storia la vicenda sar archivia-
ta tra i grandi abbagli che ogni
tanto a uno scienziato capita di
prendere.
I laboratori sotterranei del Gran Sasso dove si sono svolti gli esperimenti sui neutrini
Professor Ereditato, lei si
dimessodopoesserstatosfi-
duciato dai suoi colleghi.
Non pensa che sia il giusto
prezzo per gli errori com-
messi conquellafamosami-
sura, cheavrebbedovutori-
scriverelafisicamoderna?
Si parlatodi errori, bufalee
flop quando n io e n i miei
colleghi abbiamo mai annun-
ciato una scoperta. Quando a
settembre
riportammo
la misura
della ano-
malia che
ha destato
tanto scal-
pore, abbia-
mo detto
che il nostro
scopodal in
poi sarebbe
stato quello
di dimostra-
re lesisten-
za di un pos-
sibile effetto
strumenta-
le o metodo-
logico che
p o t e s s e
permettere
di interpre-
tarlo.
Pursenzaunapubblicazione
scientificaufficiale,sietesta-
ti voi adiffondere lanotizia.
Non conveniva accertarsi
primadeglierrori?
Il nostro approccio era in li-
nea con la metodologia scien-
tifica, che impone la comuni-
cazione di risultati, anche im-
previsti, e la conseguente ri-
chiesta di scrutinio della co-
munit scientifica. Gi lo
scorso settembre sapevamo
che la misura dellanomalia
sulla velocit dei neutrini
avrebbe destato scalpore, non
solo tra i colleghi. E per questo
abbiamo organizzato un semi-
nario per confrontarci con tut-
talacomunitscientifica.
Lei parlaal pluraleincludendo
i colleghi: perch stato co-
strettoalledimissioni?
Linteresse mediatico susci-
tato dal nostro lavoro ha sotto-
posto il gruppo di Opera ha
unanomala pressione. Quando
ho capito che le tensioni ester-
ne avevano superato il livello di
guardia e si erano materializ-
zate in critiche esplicite, ho
preferito offrire le mie dimis-
sioni per favorire unpidiffuso
consenso.
Ma la sfiducia non partita
dallinterno?
In un gruppo di 150persone le
tensioni si trasmettono in fret-
ta anche al-
linterno. La
dialettica ne
pu soffrire, il
risultatoche
si possano
perdere di vi-
sta gli obietti-
vi scientifici e
le sfide di un
esperimento
di puntaquale
Opera.
Pensa di esser
stato il capro
espiatorio?
Nonhodetto
questo: se sei
responsabile
di un gruppo
come Opera
hai lobbligodi
mant ener e
pi sereno
possibile lambiente. In questo
senso le mie dimissioni rappre-
sentano una manifestazione di
sensibilit.
Smetter di dare la caccia ai
fantomaticisuperneutrini?
Da fisico sperimentale cre-
do in quello che misuro. Con
Opera abbiamo sviluppato
un metodo molto accurato
che continuer a essere ap-
plicato ad altre misure. Quel-
lo che verr dopo ce lo dir la
Natura. [V. ARC.]
Troppecritiche
malericerche
continueranno
Intervista
Lo studioso
italiano
AntonioEreditatoprofessore
allUniversitdi Berna
edirettoredel Laboratory
forHighEnergyPhysics
dellacittsvizzera
VALENTINAARCOVIO
ROMA
LAVORO OFFERTE
Impiegati
AZIENDA in Avigliana cerca contabile
con esperienza maturata anche presso
studi. Preferibilmente in mobilit. e-mail:
studiosabatino@studiosabatino.com
INGEGNERE elettronico max 32 anni.
Esperienza in programmazione software,
disponibile a trasferte estero. Contratto
a progetto 18 mesi. Ambosessi. Inviare
curriculum a: info@xintesy.com
SEGRETARIA corrispondente in lingue
estere, inglese, francese, tedesco, et
max 35 anni. Ambosessi inviare curri-
culum via e-mail: bigastor@tin.it o fax
011.6063924.
Agenti e rappresentanti
AZIENDA Rival Spa (www.rival.it per ve-
dere i prodotti) seleziona 5 venditori/trici
monomandatari automuniti per zone libe-
re nelle provincie di TO- CN -VC. Offronsi:
zona in esclusiva, valide provvigioni pi
interessante concorso spese commisurato
ai risultati pi premi di vendita. Enasarco.
Tel. 0332.458338 - Fax 0332.457664.
LAVORO DOMANDE
Personale pubblici esercizi
CUOCO pensionato, esperto pesce,
cucina tradizionale, disponibile anche ne
settimana. Tel. 349.1619558.
IMMOBILIARE VENDITA
Liguria
ALASSIO Centralissimo, in piccolo con-
testo signorile, offriamo un solo ed ese-
cutivo appartamento con box 770.000.
Classe B - IPE 59,25. Tel. 0131.234592
- 335.5454531
ANDORA primo entroterra, costruiamo
ampi bilocali e trilocali da 118.000
terrazzati con piscina. Tel 3472628618.
DIANO MARINA zona centrale vendiamo
grande trilocale al piano terra di villa bifa-
miliare con giardino e posto auto. Classe
G. Prezzi interessante. Tel 3356449807
LAIGUEGLIA Rara opportunit, soleggia-
tissimo attico fronte mare, 85 m., vista
incantevole, grande terrazza, solarium.
Casasy Tel. 0182.555627 - 348.8098152.
NOLI Fronte mare trilocale con ampia
terrazza sul golfo. Pezzo unico. Ace G.
Fondocasa Noli Tel. 019.7499034.
SAVONA 20 metri spiaggia mono e bilo-
cali, fronte mare, ristrutturati con balconi.
Riscaldamento autonomo. Ideali casa
vacanze! A partire da 155.000. Classe
D. Afliato Fondocasa Tel. 019.823833.
AUTOVEICOLI
AUTO GILLIA acquista autoveicoli ogni
tipo, massima valutazione e seriet. Corso
Casale 464 Torino - 011.8903777.
AUTOTORTONA acquista vetture e fuori-
strada ogni tipo, max seriet. Corso Torto-
na 9. Tel. 011.8171643 - 011.889664.
VIAGGI E VACANZE
Alberghi, pensioni, residences
SANREMO albergo centralissimo vicino
mare, conduzione famigliare, camere,
bagno, tv, 50 pensione completa.
Tel.0184.501460.
VARIE
A.A. GIOIELLERIA M.C. 011.334832
acquista oro, argenteria, monete, gioielli,
in contanti. Corso Peschiera 163 - Torino.
OREFICERIA GE.MA. 011.6502212 ac-
quista: oro, argenteria, monete, preziosi.
Via Madama Cristina 42 - Torino.
SPAZIO AFFARI
>
PREZZI A PAROLA DELLE RUBRICHE (IVA ESCLUSA)
1 Affari e Capitali, 2 Attivit Commerciali, 5 Immobiliare Vendita, 6 Immobiliare Acquisto Euro 2,84 /// 3
Lavoro Offerte, 7 Aftti Offerte, 8 Aftti Domande, 9 Autoveicoli, 10 Viaggi e Vacanze, 11 Matrimo-
niali, 12 Investigazioni, 13 Varie Euro 2,61 /// 4 Lavoro Domande: - operai, autisti, fattorini, personale
pubblici esercizi, impiegati, personale domestico, baby sitter, lavori vari e part-time, assistenza sanitaria,
formazione e lavoro Euro 0,91 /// tecnici Euro 1,59 /// altre domande Euro 2,61
Avvisi urgenti, data ssa, o neretti: il doppio. Neretti urgenti, data ssa: il quadruplo. Urgentissimi: il
triplo. Elementi aggiuntivi: Fondino colorato: +25%; Keyword: 5,00; A.: 3,17; Logotipo: 23,00
Per uno speciale accordo intervenuto con INTESA-SAN PAOLO e con UNICREDIT, gli avvisi possono essere
ordinati presso tutte le Sedi o Dipendenze di tutte queste Banche esistenti in Italia. In tema di offerte
di impiego o lavoro, lEditore ricorda che la legge 9.12.1977 n 903 vieta discriminazioni sul sesso e la
legge 10.9.2003 n276, vieta la pubblicazione di avvisi effettuati in forma anonima, e linserzionista
impegnato a rispettare tali leggi.
Gli avvisi si ordinano presso: TORINO, via Monte di Piet 2, t. 011.6665252/259 - via Marenco 32,
t. 011.6665211/258; MILANO, via Winckelmann 1, t. 02.24424611; ALESSANDRIA, Borgo Citt
nuova 72, t. 0131.445522; AOSTA, piazza Chanoux 28/A, t. 0165.231424; ASTI, corso Dante 80,
t. 0141.351011; BARI, via Amendola 166/5, t. 080.5485111; BIELLA, via Colombo 4,
t. 015.2522926-8353508; BOLOGNA, via Parmeggiani 8, t. 051.6494626 r.a.; CATANIA, corso Sicilia
37/43, t. 095.7306311; CATANZARO, piazza Serravalle 9 int 38, t. 0961.724090-725129; COSENZA,
via Monte Santo 39, t. 0984.72527; CUNEO, corso Giolitti 21bis, t. 0171.609122; FIRENZE,
via Turchia 9, t. 055.6821553; LECCE, via Trinchese 87, t. 0832.314185; MESSINA, via U. Bonino
15/c, t. 090.6508411; NAPOLI, via dellIncoronata 20/27, t. 081.4201411; NOVARA, Corso Cavour
17, t. 0321.393023-442387; PADOVA, via Strada Battaglia 71b 35020 Albignasego (PD),
t. 049.8734717; PALERMO, via Lincoln 19, t. 091.6235100; REGGIO CALABRIA, via Diana 3,
t. 0965.24478-24479; ROMA, via C. Beccaria 16, t. 06.69548111; VERBANIA, Piazza San Vittore 82,
t. 0323.405057-581858; VERCELLI, via Balbo 2, t. 0161.503148-211795; GENOVA, Piazza della Vit-
toria 11 int. 9, t. 010.5959909; SAVONA, corso Italia 20/4, t. 019.8429950; SANREMO, via Giacomo
Matteotti 178, t. 0184.507223; oltrech per corrispondenza presso lo sportello di TORINO, via
Monte di Piet 2.
Il prezzo delle inserzioni deve essere corrisposto anticipatamente per contanti o vaglia. Esso risulta
dal prodotto del numero di parole (minimo 15) per la tariffa della Rubrica, con laggiunta dei diritti
ssi e delle imposte pari al 21% globale.
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
.
Societ
.
25
F
iorello lascia Twitter. La
notizia ha colto come un
fulmine a ciel sereno i
suoi 600 mila fol-
lowers che ora conti-
nuano a mandare messaggi dispe-
rati, come vedove inconsolabili. Il
profilo della star della tv scom-
parso, lasciando aperte tutte le ipo-
tesi. Gli utenti che lo seguivano si
sono scatenati nel commentare
quello che paradossalmente di-
ventato un evento. E molti stanno
invocando adalta voce: Ma gli altri
vip quando se ne vanno?.
Naturalmente il messaggio va
letto come lespressione di un timo-
re: cosa mai sarebbe Twitter senza
personaggi celebri che accettano di
contaminarsi con i digitalmente
plebei? Ora c che chi avanza lipo-
tesi che Fiorello non ce la facesse
pi ad arginare le reazioni dei
troll, che sono i personaggi spe-
cializzati nellantagonismo bieco e
fine a se stesso, soprattutto nei con-
fronti dei vip. Sembra, comunque,
unipotesi contestabile, visto che
Fiorello sa bene che sono queste le
regole del gioco su Twitter. pi
probabile che sia unintelligente
operazione di marketing, forse per
annunciare una sua nuova avventu-
raartistica(magari inradio). Mac
un altro indizio che potrebbe spie-
gare il gesto: la nascita, pochi giorni
fa, del social network fondato da
Claudio Cecchet-
to: Faceskin. E
allora oltre allo
showman siciliano
potrebbe salutare
Twitter per lo
stesso motivo an-
che Jovanotti.
Di sicuro a lui si
deve il merito di
aver modificato i
canali di comuni-
cazione tra un
personaggio noto
e il suo pubblico. A
differenza di tutti i
twittatori famosi
che a lui sono seguiti, lui aveva mes-
so a punto un suo format. Non si
mai limitato alla sola frase arguta
estemporanea che per tanti anco-
ra la massima espressione del twit-
ting da celebrit; piuttosto Fiorello
ha tentato di comprimere e rein-
ventare le modalit dello spettacolo
proprie del mondo antico, declinan-
dole in una riscrittura digitale.
Fiorello ora ha individuato il
momento giusto per unuscita
trionfale che suggellasse la sua
leadership e provocasse nei suoi
accoliti unimmagine, quasi epica,
della sua fuga dal mondo di Twitter.
un po la caratteristica del me-
dium del momento, per, quello di
produrre realt interstiziali. Il per-
sonaggio scrive una frase in cui
esprime un parere su una qualsiasi
vicenda, subito migliaia di scono-
sciuti dicono la loro accodandosi, lo-
dando genuflessi,
rilanciando vellei-
tari, insultando per
puro cattivismo di
maniera. La diffe-
renza sar che i
giornali e i telegior-
nali il giorno dopo
riporteranno quella
frase, perch co-
munque chi l ha
pronunciata ha un
seguito. Il meccani-
smo per usurato.
Gli uccellini vo-
lano, questo Twit-
ter mica chi lha vi-
sto!: Beppe Severgnini frena cos
le ansie per lo scomparso. Strano -
ironizza il rapper Frankie hi Energy
- sarebbe lunico Fiore che scompa-
re a primavera. Massimo Bernar-
dini, conduttore di Tv Talk, invece
trova necessario giustificare la sua
minore assiduit twittante: Fuga
da Twitter? No assenza data da su-
perlavoro. Ecco quindi nascere un
primo effetto post Fiorello: dora in
poi sar dobbligo il distinguo per
chi non volesse essere considerato
un twittatore terminale.
PERSONAGGI ESOCIALNETWORK
Fabio Volo
Il suo account @Fabiovoloo
(con due o), ha pi di 300 mila
follower e ha twittato 1315 volte
Lady Gaga
Su Twitter @ladygaga,
ha quasi 22 milioni di follower
e ha twittato solo 1336 volte
Barack Obama
@BarackObama ha 13 milioni
e mezzo di follower e oltre 3000
tweet allattivo
Fiorello: Bastacinguettii
ElaReterimaneorfana
Cancellalaccount Twitter: Forse lavoreral social networkdi Cecchetto
Jovanotti
Su Twitter @lorenzojova,
ha oltre 800mila follower
e ha allattivo quasi 4000 tweet
C
ome si fa a uscire da Twit-
ter?. Squilla il telefono gio-
ved sera, il solito Fiorello:
diretto, immediato, spontaneo. E
assolutamente deciso. A sette mesi
esatti di distanza da quando aveva
chiesto cosera questa cosa con la
quale si poteva comunicare usando
140 caratteri e come si faceva a en-
trarci, ecco la cancellazione dellac-
count @sarofiorello. Inutile cercare
dietrologie, immaginarsi chiss
quali strategie di marketing o pen-
sare a una fuga dai quasi 600 mila
followers. Fiorello ha lasciato
Twitter. Punto.
Proprio lui che suo malgrado ha
reso popolare il social network in
Italia, facendolo conoscere a colpi di
cinguettii in cui raccontare le
proprie giornate, rispondere ai fan,
dialogare live con i colleghi del mon-
do dello spettacolo, trasformarlo in
occasione di show in chiave innova-
tiva, come le mitiche rassegne
stampa nelledicola romana di Ce-
sare che hanno accompagnato in
questi mesi il risveglio di migliaia di
italiani. Fino ad arrivare con #ilpiu-
grandespettacolodopoilweekend a
usare un hashtag (cio un argo-
mento di discussione di Twitter) co-
me titolo di un programma di prima
serata su Rai Uno.
Chi conosce Fiorello, e lavora al
suo fianco, sa della sua curiosit istin-
tiva a scoprire e a sperimentare i me-
dia: dal karaoke in poi stato sempre
il primo a buttarsi in nuove avventu-
re, cos come stato con la radio o con
la parentesi su Sky, trovando il corag-
gio sia di provarci sia di dire basta an-
che allapice del successo.
E cos stato per Twitter, con il
quale era pure stato amore a prima
vista. Si buttato e si divertito met-
tendosi in gioco in prima persona.
Gustandone tutti i pregi e prendendo
consapevolezza anche dei tanti difetti
del mezzo, amplificati dalla popolari-
t, che ti portano ad essere il bersa-
glio privilegiato di critiche, invidie e
strumentalizzazioni. Caso emblema-
tico quello relativo al rapimento della
sarda Rossella Urru, per la quale Fio-
rello era stato uno dei principali pro-
motori della campagna per portare a
conoscenza la sua storia, e del suo ce-
lebre messaggino il caso di dire
hip hip urruuuuuu, aveva scritto a
ridosso della diffusione della notizia
di una possibile liberazione. Un met-
terci la faccia che ha scatenato in Re-
te centinaia di messaggi pro e contro
lazione dello showman.
Attorno allhashtag#freefiorello da
ieri si stanno concentrando i commen-
ti del popolo della Rete: dalla delusio-
ne di chi ha perso la possibilit di spia-
re, o almeno sentirsi parte, della quoti-
dianit di Rosario Fiorello, a chi un po
si sentito tradito da questa uscita di
scena repentina e senza un ultimo cin-
guettio di saluto, forse per aderire alla
nuova iniziativa multimediale di Clau-
dio Cecchetto: un nuovo social
network che si chiama Faceskin.
In Rete c chi ipotizza clamorosi ri-
torni e chi semplicemente ne prende at-
to, comprendendo che oggi se si vuole
prendere una pausa per se stessi non
basta non apparire pi in radio o suoi
giornali, manecessariostaccareanche
(se nonsoprattutto) dai social network.
Il retroscenadi settemesi di vitavirtuale
Unatelefonataepoi il colpo
di scenachestupiscei fan
600
mila
followers
Sonocoloroche seguono
FiorellosuTwitter
e che ora continuano
a mandare messaggi
disperati come vedove
inconsolabili
il caso
GIANLUCANICOLETTI
ROMA
Mattatore
CATANESE, 52 ANNI,
ROSARIOFIORELLO
TRA I PERSONAGGI PI
VERSATILI
DEL PICCOLOSCHERMO:
IMITATORE,
CONDUTTORE, COMICO,
CANTANTE. IN UNA
PAROLA: SHOWMAN
FEDERICO TADDIA
MILANO
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA26 T1T2 PRCV
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
.
Societ
.
27
R
Montichiari
Fieradi Vita
inCampagna
1Dal 30 marzo al 1 aprile
a Montichiari (Bs) si tiene la
seconda edizione della Fiera
Vita in Campagna (www.la-
fiera.vitaincampagna.it) che
offre formazione, opportuni-
tdi acquistodi prodotti spe-
cializzati e intrattenimento
sumisuraper chi si dedicaalla
campagnanel propriotempo
libero. La superficie espositi-
va aumentata a 20mila mq.
S
tasera la foto pibella
del mondo, letteral-
mente, la scatter
lolandese Andr Kui-
pers. Dalla Stazione
spaziale ritrarr il globo spe-
gnersi per Lora della Terra e
poster su Twitter ci che ve-
dr. Ovvero un po di inquina-
mento luminoso in meno. In
Italia , stasera tra le 20,30 e le
21,30, spegneranno le luci 350
Comuni e posti come il Quirina-
le a Roma, SanPietro inVatica-
no, laScaladi Milano, laMoledi
Torino, piazza San Marco a Ve-
nezia, Palazzo Reale a Napoli.
Levento organizzato dal
Wwf ha una dimensione mon-
diale ed un passaggio impor-
tante del percorso che le asso-
ciazioni ambientaliste stanno
costruendo verso la conferenza
Onu sul clima dal 20 al 22 giu-
gno a Rio de Janeiro. Lobietti-
vo arrivare a una governance
sullambiente, attribuendovi un
valore centrale superando il
concetto di pil. Proprio ieri a
Roma Achim Steiner, direttore
del programma ambiente del-
lOnu, ha anticipato i temi di
Rio: In un mondo di 7 miliardi
di persone, che diventeranno 9
nel 2050, non si pu pi scinde-
re il profitto dallequit sociale
e dalla tutela dellambiente.
twitter @rigatells
I 10gesti quotidiani
chesalvano
il nostroPianeta
Oggi scattaLoradellaTerra organizzatadal Wwf
Spente milioni di luci invistadel summit sul clima
C
he qualcosa stia cam-
biando nei costumi
specie dei giovani lo si
capisce andando in giro per
Milano. SarlAreaColapri-
mavera o la neosobriet, ma
lostileCoronainBentleytra-
monta per un ciclismo che
movimentalacitt. Non so-
lobikesharingcomunale, an-
cora insufficiente: anche i
condomini dellezonepicre-
ative si dotano di bici con un
fondo comune per la manu-
tenzione. Se in questo cam-
biaMilano, cambialItalia.
Arriva il bike sharing
e la citt cambia volto
C
resce il numero di lo-
cali adavanzi zero. Sui
siti ilbuonocheavan-
za.it e doggy-bag.it se ne tro-
vano alcuni esempi. Lidea
di lasciare al cliente ci che
rimane. Altra possibilit di
rifornire le mense dei poveri
con leccedente. Come fa Al-
ce nero caff di Bologna, an-
che ristorante dalle tova-
gliette di cartariciclatae che
serve acqua del rubinetto fil-
trata. In collaborazione con
Last minute market, societ
specializzatanellantispreco.
Tutti al ristorante
dove non si butta niente
O
ltre alle lampadine a
risparmio energeti-
co, allattenzione al-
le fasce orarie per luso de-
gli elettrodomestici, ai pan-
nelli solari utilizzati so-
prattutto per lacqua calda,
le ultime novit per una ca-
sa veramente bioclimatica
sono tetti e pareti verdi
piantumati, che facilitano
la pulizia dellaria e rinfre-
scano. Per questo tipo di
costruzioni sono desempio
molti lavori della provincia
di Bolzano.
Dalle luci ai pannelli
la casa green
L
a sala lavatrici al piano
terra unimmagine
da film americano, ma
potrebbe diventare realt
anchequi. Lideaunpo nel-
la logica del cohousing, del
mettersi insieme il pipossi-
bile. Ecco allora gli elettro-
domestici in comune, per di-
videre costi, manutenzione,
consumo di energia e sfrut-
tare anche a pieno regime
macchinari altrimenti pi
spessofermi nellenostresin-
golecasecheutilizzati. Ema-
gari fare pure quattro chiac-
chiere nellasaladattesa.
Gli elettrodomestici
sono elettrocomunitari
A
Forl e Cesena la pro-
vincia ha regalato dei
buoni allefamiglieper
acquistare pannolini riutiliz-
zabili. Il risparmio di oltre
700 mila pezzi in tre anni. I
pannolini sono tra gli oggetti
meno riciclabili, come il car-
tone del latte, fatto di carta,
plastica e alluminio, o i piatti
e le posate di plastica, nonri-
ciclabili perch la normativa
italianaprevedecometali so-
logli imballaggi quali labusta
dellinsalata o la bottiglia
dacquaenonlestoviglie.
Ogni beb si merita
i pannolini lavabili
N
egli uffici delle gran-
di aziende o dei
principali studi le-
gali o commerciali, dove si
stampano centinaia di
scartoffie ogni giorno, di-
venta sempre pi comune
luso di stampanti comuni,
anche per i dirigenti, e di
una password finale. Si in-
via il documento in stampa
e allultimo si conferma
quali file stampare, cos in
caso di ripensamenti o di
errori non si costretti a
sprecare fogli in eccesso.
Stampante con il codice
per risparmiare carta
N
on serve un cortile
per organizzare un
piccolo orto. E, a sor-
presa, neppure tanto sole.
Basta un balcone, dei vasi,
lattrezzatura necessaria,
pollice verde e un calenda-
rio per programmare le sta-
gioni. E per chi avesse dei
dubbi, intanto c da sapere
che molti parassiti in balco-
ne non arrivano e poi tra pe-
tunie e geranei bella, gra-
devole e soprattutto gusto-
sa una spolverata di zucchi-
ne e di fragole
Lorto emigra in giardino
e anche sul balcone
P
i che il bio a tutti i
costi, nei supermerca-
ti un dettaglio da cer-
care con attenzione la pro-
venienza dei prodotti. Che si
tratti di frutta o di pesce, se
arrivano da troppo lontano
meglio lasciar perdere. Un
po perch avranno perso il
sapore originale, e poi per
disincentivare alla lunga chi
lha fatto arrivare l. Meglio
prediligere prodotti del ter-
ritorio, anche per il minor
inquinamento causato dal
trasporto.
La spesa si fa con i cibi
del proprio territorio
S
embra banale, ma
chiudere il rubinetto
del lavandino e della
doccia mentre ci sinsapona
osi lavanoi denti una lezio-
ne per molti ancora da im-
parare. Poi c il doppio pul-
sante della toilette. E lidea
del riciclo delle acque bian-
che e piovane per innaffiare
i giardini. Infine lacqua ora
si riutilizza anche al posto
dei condizionatori, facendo-
la passare nelle pareti, per
abbassare la temperatura,
un po come facevano i mori
e gli arabi con le fontane.
Mai aprire troppo
i rubinetti dellacqua
N
elle ultime autovet-
ture esistono diversi
accorgimenti ecolo-
gici. Uno dei pi innovativi
il sistema start andstop, che
spegne il motore al semafo-
ro inserendo il folle e lo riac-
cende al solo spingere il pe-
dale. Poi aiuta a consumare
meno benzina gonfiare bene
le gomme, non sgasare inu-
tilmente, rinunciare a cari-
chi superflui e, soprattutto,
fare unbel corso di guida co-
s da sapere condurre age-
volmente la vettura.
Anche lauto sa essere
ecologica e pulita
FRANCESCORIGATELLI
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA28 T1T2 PRCV
FRANCESCO MANACORDA
MILANO
Il titolo FonSai? Per la Prema-
fin, che ha il 36% del capitale
della compagnia assicurativa
vale3,95euro controgli 1,07eu-
ro della chiusura in Borsa ieri i
7,4 euro a cui era finora in cari-
coalla stessa holdingdei Ligre-
sti. Nel progetto di bilancio
2011 della Premafin, approvato
ieri dal Cda, il pacchettodi azio-
ni FonSai viene svalutato com-
plessivamente per 436,5 milio-
ni sulla base dellimpairement
test condotto da PriceWate-
rhouse e da Maurizio Dalloc-
chio. Il valore di 3,95 euro, pi
chetriplorispettoallaquotazio-
ne di Borsa, spiega un comuni-
cato, deriva da analisi condot-
te sui dati del gruppo FonSai
comprensivi delle previsioni
2012-2014 ed quindi in pro-
spettiva il valore recuperabi-
le del titolo. Anche se la pro-
spettata fusione con Unipol
nondovesseavvenire.
Con la svalutazione del pac-
chetto FonSai, comunque, il ri-
sultato di bilancio di Premafin
chiudeconunaperditadi 440,3
milioni, contro il rosso di 102,8
milioni di unannoprima. Non
una sorpresa per i soci Prema-
fin, che si trovano con patrimo-
nio netto civilistico sceso dai 581
milioni di fine 201 a 141 milioni. In
ogni casolastradasceltaper il ri-
sanamento del gruppo quella
dellarticolo 67 del decreto legge
35/2005 che esenta gli atti dal-
lesame del Tribunale e viene
adottato per crisi che si presup-
pongonotransitorie, conlobietti-
vo finale della fusione con Uni-
pol. Con laccordo delle banche
creditrici di Premafinormai otte-
nuto, infatti, ora Unipol potr
sottoscrivere laumento di capi-
tale riservato da 400 milioni. A
questofinePremafinhaconvoca-
to lassemblea straordinaria per
deliberare laumento il 17 mag-
gio. Solo dopo si potr procedere
con laumento di capitale da 1,1
miliardi di FonSai e poi con la
successivafusione a quattro, che
coinvolger anche la Milano As-
sicurazioni. Proprio la prospetti-
va della fusione porta in luce i
concambi tra le azioni interessa-
te: qui si aprir un nuovo capito-
lo perch Unipol, ovviamente,
non valorizza le azioni FonSai
3,95 euro luna come ha appena
fattoPremafin.
DaGiuliaLigresti, che di Pre-
mafin presidente e ammini-
stratore delegato arriva intanto
una dichiarazione distensiva:
La convocazione dellassem-
blea straordinaria un impor-
tantetassellonel pianodi risana-
mento dei Premafine ci consen-
te di proseguire nel percorso in-
trapreso per la realizzazione del
progetto di integrazione con
Unipol. Parole che di sicuro fa-
rannopiacere a Mediobanca, re-
gistadella fusione conlacompa-
gniadelleCoop.
Se questo il fronte finanzia-
rio, le vicende del gruppo Ligre-
sti continuano intanto a interes-
sare anche lautorit giudiziaria.
Ieri il pm milanese Luigi Orsi ha
ascoltatocome personainforma-
ta dei fatti il vicedirettore gene-
rale dellIsvap, lorganismo di vi-
gilanza sulle assicurazioni, Fla-
viaMazzarella. Gli inquirenti cer-
cherebbero risposte sulleffica-
cia dei controlli Isvap negli anni
passati.
Non finiscono di stupire, in-
tanto, le clausole di salvaguardia
per chi inquesti anni ha gestito il
gruppo. Nellaccordoper lafusio-
ne tra Unipol e Premafin - di cui
la compagnia bolognese ha rive-
lato alcuni aspetti su richiesta di
Consob - prevista come spesso
accade inquesti casi, una manle-
va che esenta gli amministratori
di Premafin, FonSai e Milano da
eventuali azioni di responsabilit
o da altre iniziative giudiziarie
per atti compiuti negli ultimi cin-
queanni. Maoltre aquesto pre-
visto che agli amministratori di
Premafin- destinati a dimettersi
nei prossimi mesi - vengano co-
munque corrisposti gli emolu-
menti che avrebberodovutoper-
cepire fino alla naturale scaden-
za del mandato, cio lassemblea
dellaprile 2013. In modo simile
per sei dirigenti di FonSai, di cui
nonsi fail nome, previstaunin-
dennitdi fine mandato che arri-
verebbenel complessoa7,1 milio-
ni sefosserolicenziati dallasocie-
te5,4sesi dimettessero.
Oro
ECONOMIA
FINANZA
Petrolio
FTSE/MIB
FTSEItaliaAll Share
&
IL BILANCIOCHIUDE CONUNAPERDITADI 440 MILIONI. ASSEMBLEAPER LAUMENTODI CAPITALE IL 17 MAGGIO
Premafinsvaluta FonSai per 436 milioni
Per la holding il titolo vale 3,95 euro contro 1 euro in Borsa. Via al piano di riassetto
Euro-Dollaro
DOWJONES(NewYork)
NASDAQ(NewYork)
DAX(Francoforte)
FTSE(Londra)
In Italia
1,3356
TORINO
La Fondazione Mps comple-
ta il piano di dimissione della
banca per abbattere il maxi-
debito. di ieri sera lufficia-
lizzazione della cessione di
un ulteriore 3,25% del Monte-
paschi che porta la Fondazio-
ne ad aver alienato comples-
sivamente l11,45%, raggiun-
gendo sostanzialmente cos
lobiettivo prefissato.
La Fondazione ha infatti
comunicato che stata ce-
duta una quota complessiva
pari a circa l11,45% del capi-
tale sociale di Mps ad un
prezzo medio di circa
0,365. Si tratta di un ulte-
riore 3,25%, dopo la cessio-
ne dell8,2% definita la scor-
sa settimana. LEnte - si
legge in una nota - ritiene di
aver sostanzialmente raggiun-
to lobiettivo prefissato di ce-
dere tutte le azioni libere da
pegno (pari a circa il 12,99%
del capitale di Mps) in vista
della definizione del piano di ri-
bilanciamento con i creditori
finanziari.
Archiviato il gioved nero
dei conti in rosso, il Montepa-
schi volta pagina e mette a se-
gno un importante tregua con i
sindacati in vista della mano-
vra taglia-costi da 80 milioni di
euro. Il tutto mentre sul fronte
proprietario le diplomazie, in
primis quelle della famiglia dei
neo-azionisti Aleotti, sono a la-
voro per sciogliere il rebus liste
che dovranno essere deposita-
te entro luned prossimo in vi-
sta dellassemblea per il rinno-
vo dei vertici del 27 aprile.
Ieri mattina, quindi, il diret-
tore generale del Monte, Fabri-
zio Viola, ha ricevuto le rappre-
sentanze di categoria per far lu-
ce sul piano. Il banchiere avreb-
be, quindi, sgombrato il campo
da equivoci, garantendo che
sul tavolo non c lipotesi di li-
cenziamenti collettivi. Per
questo motivo i sindacati han-
no fatto sapere che ci sono i
presupposti per una sospen-
sione delle iniziative di lotta in-
dette, tra cui gli scioperi, e la
possibilit di proseguire il con-
fronto con Montepaschi.
Sullo sfondo, poi, ci sono i
soci di minoranza. I legali stan-
no lavorando per la messa a
punto delle liste di candidati
per i sei posti a loro riservati
in Cda. Dopo la formazione
presentata dalla Fondazione,
che nominer sei consiglieri
capitanati da Alessandro Pro-
fumo come presidente al posto
di Giuseppe Mussari, adesso
la parola spetta alla famiglia
Aleotti - da una settimana
azionista col 4% -, Unicoop Fi-
renze (2,42%) e Axa (2,05%).
Lipotesi su cui si sta lavoran-
do i legali sarebbe quella di fa-
re una lista unica. Fonti assicu-
rano che la situazione resta
fluida e che la partita si chiu-
der luned stesso. Intanto, in
Borsa il titolo Mps ha conti-
nuato a perdere quota (-1,65%
a 0,31 euro). [R. E.]
CAMBIO
dollari/barile 103,20
IProseguono i lavori
per individuare il succes-
sore di Dieter Rampl al-
la presidenza di Unicre-
dit. Luned in program-
ma un vertice delle Fon-
dazioni per ulteriori ap-
profondimenti e per arri-
vare ad un candidato
condiviso.
Intanto lex presidente
di Borsa Italiana, Ange-
lo Tantazzi - indicato tra
i papabili - si detto di-
sponibile per lincarico.
Sono stato contattato,
ho dato la mia disponibi-
lit al dialogo e al con-
fronto, ha spiegato par-
lando a margine del
Workshop Ambrosetti a
Cernobbio. Sempre ieri,
a Torino, ha fatto capire
di essere pronto per la
poltrona di Piazza Cor-
dusio anche Gian Maria
Gros Pietro finito in pi
di unoccasione nel toto-
nomine. Tra i nomi cir-
colati per la banca di
Piazza Cordusio anche
quello di Giuseppe Vita.
UNICREDIT
Parla Tantazzi
Sono disponibile
per la presidenza
C la tregua
con i sindacati
che sospendono
gli scioperi
AllEstero
S
Patron
Salvatore
Ligresti
acapo
dellaholding
Premafin
checontrolla
lacompagnia
assicurativa
FondiariaSai
+0,45%
+0,47%
euro/grammo 40,4752
GiuliaLigresti: Bene
i passi sul risanamento
Possiamoproseguire
la fusione conUnipol
Il pmLuigi Orsi ascolta
MazzarelladellIsvap
sui rapporti passati
traautorit e gruppo
LACESSIONE SERVEADABBATTEREIL MAXIDEBITO
Mps, laFondazione senese
vende l11,4%dellabanca
.
+0,50%
-0,12%
+1,04%
+0,46%
R
SABATO31 MARZO2012 29
LA STAMPA
R
ROSARIA TALARICO
ROMA
Dopo mesi di stoccate sui gior-
nali e di ostruzionismo vero o
presunto, stavolta Mauro Mo-
retti, amministratore delega-
to di Ferrovie dello Stato, ha
giocato la carta del fair play fa-
cendo gli auguri al concorren-
te: Benvenuto Italo, che sia
una buona sfida a favore dei
clienti finali. Il 28 aprile de-
butta infatti il treno pi mo-
derno dEuropa, come lo de-
finisce Ntv, loperatore ferro-
viario privato che offrir col-
legamenti ad alta velocit. Si
parte intanto con la linea: Na-
poli-Roma-Firenze-Bologna-
Milano. Poi i collegamenti
verranno gradualmente in-
crementati, fino a completa-
re entro fine anno lofferta
sulle due tratte Salerno-Tori-
no e RomaVenezia, quando
sar disponibile lintera flotta
di 25 treni. Naturalmente do-
po gli auguri arrivata anche
loffensiva di Moretti che ma-
liziosamente ha ricordato lof-
ferta di Trenitalia a 9 euro su
diverse tratte. Ormai lalta
velocit la stiamo facendo da
qualche anno con una qual-
che soddisfazione dei clienti
ha minimizzato Moretti, spo-
stando poi il discorso sul set-
tore aereo siamo gi in con-
correnza con altri vettori, gli
aerei, che stanno facendo
una politica di pricing molto
aggressiva. E proprio que-
sto biglietto a 9 euro aveva
fatto sbottare lamministrato-
re delegato di Ntv, Giuseppe
Sciarrone: Concorrenza slea-
le, uno sgambetto il biglietto
Frecciarossa a 9 euro.
Quanto costeranno invece
i biglietti su Italo si scoprir il
12 aprile, mentre dal 15 saranno
acquistabili online (www.italo-
treno.it), al contact center
(060708) e nelle stazioni.
Ma la conquista dei passeg-
geri non passa solo dal prezzo,
ma anche attraverso servizi e
tecnologia a bordo come televi-
sione in diretta, cinema con film
anche in prima visione e collega-
mento wi-fi gratuito. Ferrovie
per ora fa buon viso e assicura
che si aprir questa nuova sfi-
da, unica al mondo nel suo gene-
re. Sar una sfida leale, nellinte-
resse dei clienti. Nuovo tra-
sporto viaggiatori (la societ
che vede nellazionariato anche
Luca Cordero di Montezemolo
e Diego Della Valle) pronta a
partire: Con la liberalizzazione
del trasporto ferroviario, per la
prima volta al mondo sulle linee
dellalta velocit un operatore,
con un investimento interamen-
te privato di un miliardo di eu-
ro, porta la concorrenza in Ita-
lia. Adesso lultima parola
spetter ai passeggeri.
DOPOLACCORDOSEPARATO
Scontro tra Adr e Filt Cgil
sulle cessioni dellazienda
ANNA MASERA
Gli utenti del sito Internet de
La Stampa (www.lastampa.
it) continuano a crescere a
doppia cifra e nello scorso me-
se di febbraio secondo gli ulti-
mi dati AudiWeb sono saliti
del 10,21 per cento rispetto al
febbraio 2011: sono esatta-
mente 369.418 persone che
tutti i giorni nel corso del me-
se ci hanno seguito online, sfo-
gliando oltre 2 milioni di pagi-
ne al giorno e passando in me-
dia pi di 4 minuti al giorno a
testa a leggerci, guardarci,
ascoltarci, scriverci. Nella
crescita ci batte solo Il Sole
24 Ore, che in temi di crisi
economica va a gonfie vele
(+28,26% gli utenti unici). Il
Corriere della Sera registra
-6,05 per cento, La Repubbli-
ca in stallo con - 0,04 per
cento. La scommessa, per
tutti, la transizione al digita-
le, che il futuro ma ormai an-
che il presente.
Secondo AudiWeb, nel me-
se di febbraio 2012 sono stati
27,7 milioni gli utenti che si so-
no collegati a Internet almeno
una volta da computer, il 50,7%
della popolazione dai due anni
in su, con una crescita del 9,2%
in un anno. E laudience online
nel giorno medio registra una
crescita del 7,3%, con 13,8 milio-
ni di utenti attivi che hanno na-
vigato per 1 ora e 26 minuti,
consultando 166 pagine per
persona. La sfida per tutti i
giornali aumentare il tempo
medio speso da ogni utente sul
loro sito, ottenere la loro atten-
zione in mezzo al mare ma-
gnumche Internet.
Le donne crescono di pi de-
gli uomini, si riduce la forbice:
la popolazione online rappre-
sentata per il 55% da uomini
(7,6 milioni, +5,4% in un anno)
e per il 45%da donne (6,2 milio-
ni, +9,6%). Per quanto riguarda
let, sono principalmente
35-54enni (6,6 milioni, il 48,1%),
seguiti da 25-34enni (2,6 milio-
ni, il 18,9%). E laccesso ormai
quasi paritario tra Norde Sud.
Luso di Internet nelle diver-
se fasce orarie del giorno me-
dio spalmato durante tutta la
giornata, con una concentrazio-
ne della popolazione online nel-
le fasce pomeridiane e serali.
Dalle 9 del mattino sono gi 6
milioni gli utenti attivi, che di-
ventano 7 milioni dalle 12 in
poi. Il picco dellaudience per
si registra tra le 18 e le 21 con
7,5 milioni di utenti online, per
poi scendere a 5,5 milioni tra le
21 e la mezzanotte, fascia ora-
ria in cui si registra una mag-
giore attivit online sia in ter-
mini di tempo speso (36 minu-
ti), che di pagine viste per per-
sona (68).
www.lastampa.it/masera
ILaccordo prevede 90
assunzioni a tempo indeter-
minato e in pi conclude una
procedura che consente di
costituire tre Newco al 100%
Adr. quanto precisa Aero-
porti di Roma replicando alla
dichiarazione rilasciata dalla
Filt Cgil che aveva definito
un grave errore e un enor-
me rischio per tutti i lavora-
tori del trasporto aereo lac-
cordo separato nellambito
della procedura di cessione
di ramo aziendale da parte di
Aeroporti di Roma per le atti-
vit retail, parcheggio e secu-
rity sottoscritto da Fit Cisl,
Uiltrasporti e Ugl.
Lazienda ribadisce che ne-
gli ultimi quattro anni, a dif-
ferenza di altre societ che
operano nel settore del tra-
sporto aereo, ha assunto a
tempo indeterminato circa
150 persone lanno. E preve-
de di assumerne oltre 500 a
tempo indeterminato entro
il 2015. Oltre tutto ci, Adr
manterr comunque la quo-
ta di circa 450 persone lan-
no con contratto a tempo de-
terminato.
Adr, infine, confida che
con lapprovazione del nuo-
vo contratto di programma
si creer ulteriore sviluppo
e occupazione (saranno cir-
ca 230.000 i nuovi occupati
previsti).
ENTROFINE ANNOI 25 CONVOGLI DELLAFLOTTA SARANNOSUI BINARI. A BORDOTV, CINEMAE WIFI GRATIS
DebuttaItalo, il treno
adaltavelocitdi Ntv
Il 28 aprile il primo Napoli-Milano, seguir Salerno-Torino
Prezzi
Il costo
dei biglietti
dei nuovi treni
superveloci
sarresonoto
il 12aprile
mentre
dal 15saranno
acquistabili
onlinesul sito
italotreno.it
Gli auguri di Mario
Moretti (Trenitalia):
Speriamochela sfida
favoriscai clienti
IL NUMERODEI VISITATORI UNICI SALEDEL 10%
LaStampa, boom
di utenti per il sito
LaStampa online raggiunge unnuovorecord
.
Global Select Sicav
FUND COMPARTMENT CCY NAV
GLOBALSELECT Sub-FundVIII USD 1144,1034
GLOBALSELECT Sub-FundXXX USD 639,0807
GLOBALSELECT Sub-FundXXXI EUR 615,0893
GLOBALSELECT Sub-FundXXVIII EUR 1485,7774
GLOBALSELECT Sub-FundL USD 1040,1003
GLOBALSELECT Sub-FundXLI USD 1096,0093
GLOBALSELECT Sub-FundXLII EUR 1112,5633
Funds data as per 28/03/2012
AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE AGRIGENTO
Avviso di gara in unione di acquisto
tra AA.SS.PP e AA.OO. Agrigento, Caltanissetta, Trapani, Palermo
Azienda capofila: Azienda Sanitaria Provinciale Agrigento - sede legale: Viale della Vittoria 321, 92100
Agrigento - Indirizzo internet www.aspag.it. Aziende consorziate: A.S.P. di Trapani, A.S.P. di Palermo,
A.S.P. di Caltanissetta, A.O. Villa Sofia Cervello Palermo, A.O. Policlinico Universitario Giaccone
Palermo, A.R.N.A.S. Palermo. Punto di contatto presso il quale sono reperibili ulteriori informazioni e la
documentazione di gara: Servizio Provveditorato Viale della Vittoria n. 321 Agrigento - Italia.; Deno-
minazione dellappalto: Procedura aperta per la fornitura in somministrazione triennale di protesi orto-
pediche, sistemi per osteosintesi, materiale per traumatologia, sistemi di cementazione e materiale
vario per ortopedia necessari alle UU.OO. di Ortopedia delle Aziende facenti parte della unione dacqui-
sto Codice CPV 33183200-8 N. gara 4045580 - 67 lotti. Entit totale: importo a base dasta Euro
170.723.212,98 iva esclusa, per anni 3. Durata dellappalto: 36 mesi oltre il diritto di opzione gratuita
tipo call, per ulteriori 12 mesi. Scadenza fissata per la ricezione delle offerte: entro le ore 9,00 del
22/05/2012. Modalit di apertura dei plichi-offerte: alle ore 10,00 del giorno ventidue mese di maggio
dell'anno 2012 negli uffici del Servizio provveditorato - Viale della Vittoria 321 Agrigento. Sono ammes-
si a presenziare alla seduta i rappresentanti delle imprese partecipanti muniti di regolare procura. Infor-
mazioni Complementari e modalit di partecipazione alla gara e di ammissione della offerta sono ripor-
tate nel disciplinare di gara. Per ogni chiarimento tecnico necessario prendere contatto con lAzienda
Capofila. Il bando di gara, il disciplinare di gara, lo schema di offerta, il capitolato tecnico, le griglie di
valutazione qualitativa, capitolato speciale d'oneri, dovranno essere scaricati dal sito dellAsp n. 1 di
Agrigento www.aspag.it (link: Bandi e Gare).
IL COMMISSARIO STRAORDINARIO A.S.P. AGRIGENTO
dott. Salvatore Roberto Messina
Via G.G. Winckelmann, 1 - 20146 MILANO - Tel. 02.244.24.611 - Fax 02.244.244.90
Via Marenco, 32 - 10126 TORINO - Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00
Per la pubblicit su:
Questi
e molti altri avvisi
li puoi trovare
anche su internet
Consulta i siti
www.legaleentieaste.it
www.lastampa.it
FONDI SICAV
30 Economia
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1T2 PRCVAL ATCNNOVBVCBI
(Traduzioni a cura del Gruppo Logos)
Pechino, frenoallosfruttamento
nelle fabbriche degli smartphone
il caso
PAOLOMASTROLILLI
INVIATOANEWYORK
LIrlandahaottenutopoco
dallaccordoconlaBce
sulle obbligazioni
U
n occhio nero per
la Apple, ma for-
se anche unocca-
sione per iniziare
a cambiare una
volta per tutte le condizioni
del lavoro in Cina. Si pu leg-
gere con questa doppia lente
il rapporto della Fair Labor
Association, che accusa il
principale fornitore del-
lazienda fondata da Steve
Jobs di trattare i suoi dipen-
denti al limite dello schiavi-
smo. Infatti tanto la Apple
quanto la Foxconn, oggetto
dellinchiesta, hanno rispo-
sto che entro lestate mute-
ranno tutto.
La compagnia di Cuperti-
no stata sempre molto ri-
servata sullidentit dei suoi
suppliers, che in pratica co-
struiscono allestero circa il
90% dei suoi prodotti. Si sa-
peva che la Cina era il cen-
tro principale per la realizza-
zione degli iPod, iPad, iPho-
ne, eccetera, per le ovvie ra-
gioni che spingono molte
aziende alloutsourcing: co-
sti del lavoro minimi, rispet-
to alla ottima qualit del ri-
sultato. Negli ultimi mesi,
per, le pressioni sono diven-
tate troppo forti per resiste-
re, e quindi anche Apple ha
cominciato a rivelare la lista
dei suoi oltre 150 fornitori. Il
90% dei prodotti viene as-
semblato in Cina, da aziende
come Quanta e Pegatron.
Per la Foxconn, nota anche
come Hon Hai Precision In-
dustry, ha la parte maggio-
re, con circa il 40% dei gad-
get. Inoltre lavora per altre
aziende importanti come la
Dell e ha 1,2 milioni di dipen-
denti, la maggior parte in Ci-
na, nonostante il suo quartier
generale sia a Taiwan e la pro-
priet appartenga al miliarda-
rio Terry Gou.
Nei mesi scorsi sono co-
minciate a circolare voci che
denunciavano le condizioni di
lavoro negli stabilimenti Fo-
xconn, dove sono avvenuti di-
versi suicidi. Quindi lazienda,
daccordo con la Apple, ha ac-
cettato di sottoporsi allispe-
zione della Fair Labor Associa-
tion. Per circa tre settimane
gli inviati della Fla hanno par-
lato con 35.000 dipendenti,
nelle tre fabbriche di Shen-
zhen e Chengdu. Il risultato,
pubblicato proprio mentre il
nuovo Ceo di Cupertino Tim
Cook si trovava in Cina, sta-
to molto negativo. I turni di la-
voro spesso superano le 76 ore
settimanali, senza straordina-
ri adeguati per compensarle.
Il riposo salta quasi regolar-
mente, e in molti casi si lavora
undici giorni di seguito prima
di avere una pausa. Due ope-
rai su tre hanno detto di aver
visto qualche genere di inci-
dente, e gli ispettori hanno ri-
scontrato anche problemi di si-
curezza e sanit. Il 64,3% dei
dipendenti, poi, ha dichiarato
che il salario ricevuto non
sufficiente a soddisfare i biso-
gni basilari.
Apple e Foxconn hanno chi-
nato la testa, senza sollevare
obiezioni. Han-
no detto che la
forza lavoro la
loro risorsa prin-
cipale, e quindi
metteranno su-
bito mano alle ri-
forme necessarie. Per realiz-
zarle dovranno assumere mi-
gliaia di nuovi dipendenti, ma
nello stesso tempo hanno pro-
messo che non abbasseranno i
salari di quelli gi in organico.
Quindi i costi di produzione
cresceranno sensibilmente, e
si trasformeranno in aumenti
dei prezzi dei prodotti al detta-
glio, a meno che Cupertino
non accetti di assorbirli per-
dendo profitti. Le prime rifor-
me dovranno essere operative
entro luglio, e nel frattempo la
Fair Labor Association conti-
nuer le sue ispezioni nelle al-
tre aziende che riforniscono la
Apple. La scoperta di queste
condizioni di lavoro non una
sorpresa, ma gli aggiustamen-
ti che dovrebbe produrre han-
no la potenziali-
t di cambiare
non solo la vita
degli operai cine-
si, ma anche i
rapporti di con-
venienza nei pro-
cessi delloutsourcing. In altre
parole, le condizioni dei lavora-
tori locali finalmente comince-
ranno a salire verso i livelli dei
colleghi occidentali, per que-
sto render le fabbriche della
Repubblica popolare meno
convenienti rispetto a quelle
americane edeuropee.
L
Irlanda ha ottenuto ben poco dallaccordo con la Bce.
Dublino sta presentando come un trionfo lautorizzazio-
ne a iniettare 3,06 miliardi di euro nel sistema bancario
con un bond a lungo termine anzich con finanziamenti liquidi.
In realt, il complicato accordo non fa che rinviare il problema
di un anno. Il governo voleva comprensibilmente evitare un
esborso in contanti per i 30,6 miliardi di euro in note promisso-
rie destinati a rafforzare il capitale dellIrbc (Irish Bank Recon-
structionCorporation). Pur avendo ricevuto finanziamenti suf-
ficienti da Ue e Fmi per il pagamento, Dublino preferiva con-
servare la maggior parte di questi fondi per i tempi difficili. Ma
analizzando le complesse condizioni dellintesa, il vantaggio
non appare cos evidente: Dublino consegna un nuovo bond al-
lIbrc, che interamente di propriet dello stato. LIbrc lo uti-
lizza per acquistare pronti contro termine dalla Bank of Ire-
land, una banca per buona parte privata. Boi, a sua volta, usa il
bond per acquistare pronti contro termine dalla Bce. Nel frat-
tempo, lIbrc utilizza il contante per ripagare il fondo di liquidi-
t di emergenza Ela ricevuto dalla banca centrale irlandese.
Tre ragioni per non entusiasmarsi, per Dublino. Primo, il rifi-
nanziamento garantito solo per un anno. Se a quella data il
paese non avr risolto il suo problema con le note promissorie,
lIbrc dovr cercare di ricollocare il bond per acquistare nuovi
pronti contro termine. Insecondoluogo, il deficit aumenterdi
90 milioni, perch la cedola sul bond sar pi costosa del tasso
di interesse che il governo avrebbe pagato se, in alternativa,
avesse semplicemente contratto un prestito con Ue e Fmi. Ter-
zo, la Bce ha assunto un atteggiamento rigoroso, insistendo
perch lIbrc rimborsasse lEla entro il termine previsto. In
pi, lIbrc non pu usare il nuovo bond per acquistare diretta-
mente pronti contro termine dalla Bce. Serve lintermediazio-
ne della Boi che, in cambio, trattiene per s un margine del-
l1,35%. Dublino ha senza dubbio guadagnato tempo. Ma la pos-
sibilit di strappare un buon accordo sulla ristrutturazione
complessivadelle note promissorie appare remota. [HUGODIXON]
Conil contributo del
Parte larivoluzione
di Apple inCina
A
pple ha segnato un punto impegnandosi a migliorare le
condizioni di lavoro degli operai cinesi che sfornano gli
iPhone e gli iPad. Una mossa inevitabile. vero che
stata Apple a commissionare l'indagine su Foxconn, ma i pro-
blemi riscontrati nelle fabbriche della societ taiwanese in Ci-
na erano noti. Pu darsi che Apple abbia semplicemente gioca-
to d'anticipo, adottando volontariamente misure che le sareb-
bero comunque state imposte. Fatto sta che sfuggir a even-
tuali sanzioni di Pechino, imponendo a Foxconn finalmente il
rispetto delle leggi sul lavoro cinesi. Ma l'aumento del benesse-
re, la carenza di manodopera semi-qualificata e la crescente in-
soddisfazione per le disuguaglianze hanno convinto Pechino
che i lavoratori devono partecipare maggiormente ai benefici
della crescita.
Finora il modello cinese, dipendente dalle esportazioni, si
basava sulla soppressione della valuta nazionale al gonfiarsi
del surplus commerciale; il paese ha accumulato 1.300 miliardi
di dollari di riserve estere a spese del potere d'acquisto dei la-
voratori. Di fronte al crescente malcontento, le autorit cinesi
stanno ora cercando di spostare la crescita dagli investimenti
ai consumi. Un processo che ha determinato in alcune provin-
ce un netto incremento dei salari. Cos alcune aziende cinesi si
stanno spostando in paesi pi economici. Ma gli stabilimenti hi-
gh-tech, inclusi quelli di Foxconn, sono meno facili da trasferi-
re delle fabbriche tessili. Produce il 40%dei dispositivi elettro-
nici mondiali con un margine di appena l'1,5%. Apple e gli altri
clienti, come Dell e Hewlett-Packard, non avranno altra scelta
se non quella di assorbire direttamente i maggiori costi di ma-
nodopera. Le dimensioni di Foxconn - e la sua necessit di au-
mentare il personale - costringeranno anche i concorrenti pi
piccoli a distribuire buste paga pi pesanti. Considerando l'al-
to profilo del suo marchio, Apple riuscir probabilmente a con-
vincere i suoi clienti a partecipare all'aumento dei costi dovuto
alle norme pi rigorose sul mercato del lavoro in Cina e al mi-
glioramentodelle condizioni dei lavoratori. [WAYNEARNOLD]
LESTERNALIZZAZIONE
Il 90%dei prodotti
assemblato
da aziende di Pechino
LINCHIESTACHOC
Gli operai lavorano
76 ore a settimana senza
straordinari adeguati
NEW YORK
Research in Motion, la societ
produttrice del Blackberry,
valuta le proprie opzioni stra-
tegiche, fra le quali la vendi-
ta. Una decisione che arriva
dopo un quarto trimestre, il
quinto consecutivo, deluden-
te: Rim ha venduto 11,1 milioni
di Blackberry, sotto le attese de-
gli analisti e il 21% in meno ri-
spetto al terzo trimestre, per ri-
cavi di 4,19 miliardi di dollari e
una perdita di 125 milioni di dol-
lari. Lamministratore delegato
del gruppo, Thorsten Heins, nel
corso di una conferenza stampa
non ha escluso la vendita della
societ anche se non la prin-
cipale direzione che si sta se-
guendo.
A caccia del rilancio, dopo
che il Blackberry una volta lea-
der del mercato ha perso quote
nei confronti di Apple e Google,
la societ annuncia anche cam-
bi ai vertici, con Jim Balsillie,
che si dimesso dal consiglio di
amministrazione dopo essere
stato nella societ per 20 anni
ed aver ricoperto il ruolo di co-
amministratore delegato fino al-
linizio dellanno. Lannuncio di
una revisione delle opzioni stra-
tegiche arriva a soli due mesi
dalla nomina di Thorsten Heins
alla guida della societ che, allo-
ra, aveva dichiarato che non
cera bisogno di un cambio radi-
cale. In seguito allennesimo ri-
sultato deludente, con le vendi-
te scese del 25% nellultimo tri-
mestre, e a una dettagliata revi-
sione della societ e delle sue at-
tivit, Heins torna invece sui
propri passi. Fra i nomi circo-
lati per lacquisizione di Resear-
ch in Motion c - secondo quan-
to afferma Forbes - quello di
Amazon e Microsoft, ma secon-
do alcuni analisti altamente
improbabile che Redmond de-
cida di procedere. [R. E.]
PERFORBES TRAI POSSIBILI ACQUIRENTI CI SAREBBEROAMAZONEMICROSOFT
Blackberryversolavendita
Foxconn
Lazienda
il principale
fornitore
di Apple
inAsiaeha
acconsentito
amodificare
il contrattoper
i suoi 1,2
milioni
di dipendenti,
migliorando
compensi,
orelavorate
esicurezza
LE CONSEGUENZE
Cresceranno i costi
e quindi potrebbero
aumentare i prezzi
Lad Cook: pi assunzioni e diritti per i lavoratori
Per approfondimenti: http://www.breakingviews.com/
LaRim, produttoredel Blackberry
il quinto trimestre
di fila deludente
Le vendite
sono calate del 25%
SABATO31 MARZO2012 Economia 31
LA STAMPA

SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA32 T1T2 PRCV
MERCATI QUOTAZ. VAR.%
TITOLI PUBBLICI REND. TITOLI PUBBLICI REND.
VALUTA EURO
PER. TA.360 TA.365 PER. TA.360 TA.365
RENDIMENTI ESTERI
A
A.S. Roma 0,491 +1.03 0,494 nr 0,488 0,551 13017 66
A2A 0,602 +0.67 0,599 0,036 0,599 0,793 17103030 1876
Acea 4,768 +1.71 4,708 0,280 4,319 5,370 350563 1003
Acegas-Aps 3,268 -0.06 3,217 0,180 3,217 3,704 5284 177
Acque Potabili 0,800 -1.23 0,792 nr 0,644 0,877 16851 29
Acsm-Agam 0,641 -2.66 0,651 0,060 0,605 0,714 10100 50
AdF-Aeroporti Firenze 9,030 -1.95 9,149 0,080 8,514 10,000 504 83
Aedes 0,129 -0.54 0,127 nr 0,055 0,138 1306320 92
Aicon 0,122 0.00 0,122 nr 0,122 0,122 0 13
Alerion 4,040 -0.25 4,016 0,011 3,828 4,431 22547 177
Ansaldo Sts 7,440 +0.95 7,425 0,280 7,176 7,918 1278543 1040
Antichi Pell 0,176 -2.33 0,177 nr 0,149 0,221 86582 8
Apulia Pront 0,302 -0.33 0,302 nr 0,295 0,305 1150 71
Arena 0,005 0.00 0,005 nr 0,005 0,006 9408092 8
Arkimedica 0,088 +1.16 0,088 nr 0,079 0,111 626683 8
Atlantia 12,450 +0.65 12,501 0,355 11,395 12,854 1810188 7879
Autogrill 7,915 +1.02 7,898 0,240 7,378 8,494 885656 2009
Autostrada To-Mi 5,155 -1.53 5,021 0,240 5,021 7,700 410118 442
Autostrade Mer. 16,380 +0.55 16,271 0,800 15,286 18,484 193 71
Azimut 8,145 +2.71 8,099 0,250 5,624 8,329 1122785 1160
BB&CSpeakers 3,146 +0.77 3,130 0,160 2,702 3,447 7224 34
Banca Generali 10,060 +0.75 9,901 nr 6,600 10,540 270328 1106
Banco Popolare 1,422 +0.71 1,418 nr 0,855 1,672 21305768 2501
Basicnet 2,170 -1.18 2,182 nr 1,916 2,269 39426 133
Bastogi 1,044 +4.19 1,028 nr 0,865 1,146 5036 18
Bca Carige 0,984 -1.60 0,994 0,070 0,994 1,559 5939607 2161
Bca Carige r 1,800 0.00 1,800 0,090 1,800 1,985 0 5
Bca Intermobiliare 2,844 -1.25 2,844 nr 2,631 3,452 10 444
Bca Pop.Milano 0,417 +4.61 0,407 nr 0,262 0,527 87652989 1316
Bca Pop.Spoleto 2,052 0.00 2,034 0,030 1,668 2,118 0 61
Bca Profilo 0,300 +0.03 0,298 0,005 0,239 0,341 180437 202
Bco Desio-Brianza 2,942 +1.87 2,957 0,105 2,762 3,232 45962 346
Bco Desio-Brianza rnc 2,948 -0.41 2,905 0,126 2,313 3,014 6286 38
Bco Popolare w10 0.00 nr 0
Bco Santander 5,805 +2.74 5,793 0,119 5,497 6,603 11395 52582
Bco Sardegna rnc 7,200 +0.42 7,201 0,150 5,697 7,615 4143 48
Bee Team 0,330 -2.91 0,328 nr 0,272 0,432 48983 23
Beghelli 0,501 +0.93 0,496 0,020 0,429 0,537 62306 99
Benetton Group 4,530 +0.35 4,543 0,250 2,892 4,696 896476 830
Beni Stabili 0,466 +1.99 0,459 0,022 0,313 0,478 2528078 880
Best Union Co. 1,098 0.00 1,070 nr 0,870 1,180 0 10
Bialetti Industrie 0,261 -2.13 0,262 nr 0,244 0,310 39856 20
Bioera 0,397 -2.55 0,398 nr 0,366 0,435 58004 14
Boero Bartolomeo 22,300 0.00 22,300 nr 20,000 22,300 0 97
Bonifiche Ferraresi 19,700 -1.50 19,680 0,120 19,017 21,996 7773 111
Borgosesia 0,889 0.00 0,858 nr 0,805 0,936 0 39
Borgosesia rnc 1,320 0.00 1,320 nr 1,318 1,358 0 1
BPM09-13 w 0,520 +1.96 0,495 nr 0,135 1,303 2316 0
Brioschi 0,094 +0.11 0,093 nr 0,077 0,124 165748 73
Buone Societ 0,270 +4.98 0,251 nr 0,204 0,317 18560 3
Buzzi Unicem 8,795 -1.01 8,946 nr 6,929 9,392 1647493 1479
Buzzi Unicemrnc 4,450 -1.77 4,549 0,030 3,420 4,666 547626 185
CCaleffi 1,490 -1.00 1,490 nr 1,448 1,663 1350 19
Caltagirone 1,539 -1.16 1,619 0,080 1,260 1,648 72866 195
Caltagirone Editore 1,029 -2.09 1,017 0,050 0,809 1,089 97747 127
Cam-Fin 0,351 -0.28 0,350 nr 0,217 0,380 852811 274
Camfin 09-11 w 0.00 nr 0
Campari 5,105 +0.10 5,077 0,060 5,077 5,701 2826018 2949
Cape Live 0,063 -4.55 0,063 nr 0,063 0,087 151554 3
Carraro 2,140 +2.10 2,107 nr 1,376 2,390 75539 97
Cattolica As 15,170 +1.27 15,088 0,900 14,132 16,601 20286 816
CDC 1,029 +3.89 0,998 0,120 0,888 1,187 1255 12
Cell Therap 0,976 +0.72 0,975 nr 0,805 1,212 1001850 221
Ceramiche Ricchetti 0,195 -0.81 0,192 nr 0,164 0,216 59946 16
CHL 0,089 +1.72 0,088 nr 0,075 0,103 123902 14
CIA 0,260 +5.65 0,248 nr 0,232 0,274 5050 23
Ciccolella 0,400 0.00 0,394 nr 0,246 0,468 13885 71
Cir 1,061 +0.19 1,059 0,025 1,059 1,303 1376594 840
Class Editori 0,250 +1.34 0,249 nr 0,216 0,280 70341 26
Cofide 0,517 -2.46 0,524 0,010 0,524 0,591 763989 377
Cogeme Set 0,048 0.00 0,049 nr 0,047 0,053 0 3
Conafi Prestito' 0,616 +0.24 0,607 0,080 0,570 0,705 11874 28
Cred. Artigiano 1,195 -0.83 1,202 0,080 0,797 1,366 141459 469
Cred. Bergamasco 18,730 +0.16 18,629 0,900 18,629 19,888 1383 1150
Cred. Emiliano 3,550 -1.39 3,599 nr 2,352 4,001 186497 1196
Cred. Valtellinese 1,763 -2.43 1,781 0,120 1,693 2,597 296320 481
Crespi 0,038 -2.29 0,039 nr 0,029 0,046 473104 6
Csp 0,877 +0.46 0,876 nr 0,699 0,925 24274 29
DDanieli 20,540 +2.24 20,444 0,330 16,433 21,399 131632 836
Danieli rnc 11,140 +2.01 11,107 0,351 8,367 11,598 217049 449
De'Longhi 9,270 +1.48 9,257 0,146 6,309 9,494 66374 1384
Delclima 0,590 -0.51 0,593 nr 0,453 0,975 73692 89
Diasorin 21,850 +1.16 21,874 0,400 18,742 24,606 259332 1221
EEdison 0,858 +0.06 0,857 nr 0,813 0,868 2878424 4438
Edison r 0,780 +1.30 0,781 nr 0,775 0,825 12035 86
Enel 2,712 +0.15 2,701 0,280 2,701 3,297 75057264 25395
Enel Green Pw 1,425 -0.35 1,426 0,027 1,393 1,659 7640953 7128
Enervit 1,920 -1.54 1,943 0,035 1,821 1,979 4319 35
Eni 17,590 +0.86 17,520 0,500 16,157 18,635 10896186 70173
Erg 6,645 -2.42 6,703 0,400 6,703 8,821 422328 1008
Ergy Capital 0,282 +0.36 0,275 nr 0,188 0,334 25482 26
ErgyCapital w16 0,085 +6.13 0,085 nr 0,062 0,111 5000 0
Exor 18,930 +0.91 18,889 0,310 15,538 20,155 430891 3027
Exor priv 15,490 +2.45 15,500 0,362 14,341 16,709 11616 1190
Exor risp 14,750 -0.67 14,551 0,388 13,224 15,736 7522 133
FFerragamo 15,540 -0.32 15,497 nr 9,939 16,251 610282 2610
Fiat 4,408 +0.14 4,425 0,090 3,637 4,838 20919149 4835
Fiat Ind. priv 5,565 +1.64 5,576 nr 4,652 5,872 86319 576
Fiat Ind. risp 5,820 +1.39 5,805 nr 4,830 6,107 114369 464
Fiat Industr. 8,000 +1.27 7,970 nr 6,733 8,390 6281383 8705
Fiat prv 3,916 +0.41 3,933 0,310 3,146 4,275 802975 406
Fiat rnc 4,112 +0.54 4,136 0,310 3,332 4,543 298685 330
Finarte C.Aste 0.00 nr 0
Finmeccanica 4,060 -0.78 4,065 0,410 2,772 4,231 17260898 2350
FNM 0,370 +2.86 0,367 nr 0,271 0,387 606081 91
Fondiaria-Sai 1,068 +4.40 1,073 nr 0,566 1,749 5122654 394
Fondiaria-Sai rnc 0,535 +2.88 0,536 nr 0,349 0,700 2076827 68
Fullsix 1,930 -0.41 1,930 nr 1,845 2,200 1000 22
GGabetti 09/13 w 0,017 -4.62 0,017 nr 0,012 0,067 40696 0
Gabetti Pro.Sol. 0,096 -3.70 0,099 nr 0,042 0,137 1617766 25
Gas Plus 5,500 0.00 5,481 nr 4,465 6,445 1300 246
Gemina 0,643 +0.31 0,640 nr 0,544 0,664 1523960 940
Gemina rnc 0,800 0.00 0,800 nr 0,741 0,840 0 3
Generali 11,640 -0.09 11,605 0,450 11,605 13,493 7632467 18067
Geox 2,450 -0.49 2,456 0,180 2,055 2,775 500890 637
Greenvision 5,670 +0.71 5,670 nr 5,556 5,855 10 33
Gruppo Ed. L'Espresso 1,060 +1.44 1,045 0,074 0,968 1,132 129870 429
HHera 1,070 +1.61 1,061 nr 1,002 1,150 1614958 1183
I I Grandi Viaggi 0,655 -2.17 0,641 nr 0,605 0,710 7819 29
Il Sole 24 Ore 0,762 -1.30 0,771 nr 0,655 0,820 18814 33
Immsi 0,597 -1.24 0,598 0,030 0,543 0,652 96247 205
Impregilo 3,000 -1.83 3,012 nr 2,362 3,147 3386858 1212
Impregilo rnc 11,990 0.00 11,990 nr 7,136 12,068 302 19
Indesit 4,674 +4.56 4,649 0,030 3,842 4,723 668091 528
Indesit rnc 3,950 +5.22 3,786 nr 3,620 4,192 100 2
Industria e Inn 1,732 -1.03 1,668 nr 1,414 1,800 1328 39
Intek 0,385 -0.70 0,387 0,060 0,365 0,410 25240 50
Intek r 0,665 +2.31 0,675 0,060 0,650 0,710 3002 4
Interpump 09/12 w 0,651 0.00 0,661 nr 0,411 0,747 0 0
Intesa Sanpaolo 1,344 -0.37 1,344 0,080 1,135 1,612 180094255 20840
Intesa Sanpaolo rnc 1,157 -0.09 1,161 0,091 0,891 1,353 5356746 1083
Invest e Svil w09 0,002 +5.88 0,002 nr 0,001 0,004 1213000 0
Invest e Sviluppo 0,067 +3.54 0,065 nr 0,060 0,313 3089978 1
Iren 0,643 -2.36 0,647 0,085 0,647 0,833 1698986 764
Italcementi 5,210 -1.42 5,316 nr 4,509 5,977 720928 941
Italcementi rnc 2,440 +0.41 2,462 0,120 1,880 2,692 470655 260
Italmobiliare 17,360 -0.91 17,273 nr 14,672 19,604 2281 383
Italmobiliare rnc 10,540 -1.77 10,470 nr 9,621 12,508 22467 171
Italy 1 Invest w 0,620 +3.16 0,620 nr 0,430 0,657 50 0
Italy 1 Invest. 9,900 -0.50 9,854 nr 9,501 10,008 555 148
J Juventus FC 0,205 +2.70 0,204 nr 0,149 0,309 2627775 205
KK.R.Energy 0,029 -2.36 0,029 nr 0,019 0,036 925671 92
Kerself 1,824 -2.62 1,835 nr 1,499 2,107 40084 32
Kinexia 1,130 +2.91 1,121 nr 0,856 1,203 28802 24
KME Group 0,318 -0.34 0,323 0,011 0,303 0,350 545446 144
KME Group rnc 0,488 -0.20 0,491 0,072 0,475 0,590 89635 21
L Lazio 0,490 +0.10 0,493 nr 0,413 0,534 168885 33
Lottomatica 14,240 +0.42 14,176 nr 11,349 14,440 263475 2440
Luxottica 27,150 +1.46 27,045 0,440 21,770 27,400 644522 12663
MM&C 0,202 +2.28 0,198 nr 0,197 0,207 160936 94
Maire Tecnimont 0,635 +0.95 0,643 0,058 0,626 1,081 3459899 207
Marcolin 3,920 +0.67 3,906 0,100 3,096 4,178 21891 243
Mediacontech 1,392 -3.67 1,418 nr 1,363 1,560 6719 26
Mediaset 2,068 +2.17 2,062 0,350 2,055 2,553 11349041 2435
Mediobanca 4,404 -0.99 4,418 0,170 3,923 5,083 4297098 3804
Mediolanum 3,564 +0.56 3,536 0,070 2,806 3,717 2254419 2595
Meridiana Fly 1,950 -1.52 2,100 nr 0,861 3,129 123276 12
Meridie 0,093 -2.21 0,092 nr 0,073 0,124 244640 5
Mid Industry Cap 8,360 0.00 8,424 nr 8,415 9,480 600 32
Milano Ass. 0,238 -1.49 0,242 nr 0,214 0,354 12221970 470
Milano Ass. rnc 0,230 -1.62 0,238 nr 0,183 0,321 669237 24
Mirato 0.00 nr 0
Mittel 1,469 +1.94 1,460 0,100 1,458 1,741 22044 128
MolMed 0,464 +0.85 0,464 nr 0,444 0,520 337247 98
Mondadori 1,301 +0.08 1,302 0,170 1,272 1,559 291719 321
Monrif 0,303 +0.56 0,303 nr 0,280 0,334 5752 45
Monte Paschi Siena 0,316 -1.65 0,316 0,025 0,196 0,427 401744763 3529
Montefibre 0,101 0.00 0,103 nr 0,095 0,135 48310 13
Montefibre rnc 0,208 0.00 0,203 nr 0,155 0,229 0 5
Moviemax 0,379 +10.88 0,399 nr 0,346 0,577 1692015 8
NNoemalife 5,430 +0.56 5,390 nr 4,919 5,851 2641 23
Novare 1,080 0.00 1,080 nr 1,080 1,090 0 15
OOlidata 0,303 +4.45 0,295 nr 0,273 0,332 64012 10
PParmalat 1,873 +2.80 1,865 nr 1,333 1,887 3069719 3278
Parmalat w15 0,768 +4.42 0,770 nr 0,331 0,778 158884 0
Piaggio 2,204 +1.75 2,208 0,070 1,787 2,276 364791 821
Pierrel 1,320 -1.86 1,309 nr 0,695 1,611 25270 21
Pierrel 08/12 w 0,058 0.00 0,045 nr 0,033 0,085 0 0
Pininfarina 3,778 -1.10 3,874 nr 3,018 4,545 96344 117
Piquadro 1,614 +0.62 1,621 0,100 1,232 1,740 25320 81
Pirelli &C. 8,920 +1.36 8,933 0,165 6,588 9,172 3883172 4250
Pirelli &C. rnc 5,810 0.00 5,846 0,229 4,283 5,971 19195 72
Poligrafici Editoriale 0,378 +0.48 0,378 0,017 0,270 0,405 7913 50
Pop Emilia 01/07 0.00 nr
Pop.Emilia Romagna 5,405 +1.60 5,394 0,180 4,989 6,649 1645052 1795
Pop.Sondrio 5,500 +1.66 5,510 0,210 5,467 6,761 408068 1698
Pramac 0,710 -0.91 0,708 nr 0,708 0,842 15336 22
Prelios 0,152 -3.12 0,154 nr 0,071 0,185 10281886 129
Premafin Finanziaria 0,282 -1.23 0,290 nr 0,196 0,498 2047522 119
Premuda 0,324 +6.16 0,308 0,030 0,303 0,572 336404 58
Prima Ind 09/13 w 2,450 +8.31 2,385 nr 0,840 2,520 5850 0
Prysmian 13,180 +0.30 13,269 0,166 9,837 14,171 1932103 2845
RR. Ginori 1735 0,120 -6.98 0,123 nr 0,101 0,261 1972617 6
Ratti 2,040 +1.49 2,096 nr 1,603 2,234 2922 57
RCF 0,662 0.00 0,662 0,030 0,556 0,668 0 21
RCSMediaGroup 0,645 +0.55 0,638 nr 0,638 0,768 295609 468
RCSMediaGroup risp 0,445 -5.30 0,448 nr 0,444 0,555 26704 13
Recordati 5,700 +0.71 5,692 0,200 5,507 6,129 214185 1190
Retelit 0,369 +4.95 0,363 nr 0,300 0,382 394335 58
Retelit w08-11 0,074 -1.33 0,070 nr 0,067 0,100 123176 0
Rich Ginori 11 w 0,007 -10.98 0,007 nr 0,005 0,030 1494500 0
Risanamento 0,119 +3.48 0,118 nr 0,078 0,167 192595 96
Rosss 0,900 0.00 0,921 nr 0,750 0,947 0 11
SSadi 0,370 +3.10 0,361 nr 0,308 0,406 85104 33
Safilo Group 4,738 -0.71 4,759 nr 4,553 5,862 257955 270
Saipem 38,730 +2.16 38,471 0,630 33,234 39,511 3546889 16976
Saipemrisp 30,000 0.00 30,000 0,660 30,000 30,000 0 4
Saras 1,003 0.00 0,997 nr 0,965 1,233 2041268 948
Sat 8,590 0.00 8,514 0,130 8,153 9,350 0 84
Save 6,400 +0.55 6,397 0,325 6,224 7,064 21949 354
Screen Service BT 0,292 -1.15 0,291 0,022 0,271 0,470 164320 40
Seat PG 0,048 +2.78 0,048 nr 0,024 0,068 27698474 92
Seat PGr 1,025 +0.49 1,025 nr 0,930 1,360 346 1
Seteco International 0,299 0.00 0,299 nr 0,299 0,299 0 8
SIAS 5,740 +1.15 5,726 0,160 5,248 6,196 147609 1303
Sintesi 2,300 +4.55 2,052 nr 0,941 2,694 7455 2
Snai 1,550 +0.65 1,542 nr 1,460 1,972 211146 180
Snam 3,606 +0.39 3,579 0,100 3,222 3,711 12879769 12783
Sol 4,204 -1.27 4,232 0,095 3,766 4,456 56415 384
Sopaf 0,034 -0.59 0,034 nr 0,019 0,037 572029 14
Sorin 1,405 +1.37 1,396 nr 1,207 1,499 782903 668
Stefanel 0,305 +1.67 0,300 nr 0,275 0,344 101740 25
Stefanel risp 167,500 0.00 167,500 nr 167,500 167,500 0 0
STMicroelectronics 6,140 +0.74 6,110 0,100 4,641 6,352 5593759 5564
TTamburi 1,570 +0.64 1,561 0,035 1,432 1,579 13262 212
Tas 0,519 -1.05 0,524 nr 0,455 0,587 12917 22
TelecomIT 0,892 -0.94 0,886 0,058 0,773 0,923 89158935 11882
TelecomIT Media 0,165 +0.61 0,163 nr 0,152 0,192 887678 235
TelecomIT Media rnc 0,200 0.00 0,200 nr 0,165 0,265 259 1
TelecomIT rnc 0,737 -0.20 0,733 0,069 0,634 0,752 30759657 4415
Tenaris 14,300 0.00 14,347 0,130 14,347 15,879 2481068 16937
Terna 3,014 +1.62 2,991 0,080 2,662 3,031 7567004 6011
Tiscali 0,042 +1.45 0,042 nr 0,032 0,049 25319524 79
Tiscali 09/14 w 0,002 0.00 0,002 nr 0,001 0,002 845623 0
Tod's 84,350 +1.44 83,972 2,000 62,108 84,914 179405 2570
Trevi Finanziaria Ind. 4,442 -1.07 4,453 0,130 4,453 6,531 337795 313
UUBI Banca 3,178 +2.12 3,140 0,150 2,830 4,016 6551463 2832
Uni Land 0,504 0.00 0,504 nr 0,504 0,504 0 80
Unicredit 3,756 -0.11 3,786 0,030 2,362 4,570 104528182 21910
Unicredit risp 12,600 -1.49 12,702 0,045 4,672 17,276 2128 31
Unipol 0,234 -3.26 0,236 nr 0,172 0,313 8881962 498
Unipol 2013 w 0,010 -2.04 0,009 nr 0,004 0,020 435270 0
Unipol pr 0,136 -2.58 0,137 nr 0,114 0,197 13064854 179
Unipol prv 2013 w 0,008 -6.25 0,007 nr 0,004 0,019 6311413 0
VValsoia 3,850 +0.10 3,850 0,180 3,331 4,040 8 40
Vianini Industria 1,205 -0.41 1,187 0,020 1,174 1,285 3551 36
Vianini Lavori 3,540 +1.26 3,517 0,100 3,169 3,649 10206 154
WwCr Val 2010 0.00 nr 0
wCr Val 2014 0,176 +3.53 0,168 nr 0,060 0,200 33416 0
War Tamburi 2013 0,120 +3.46 0,104 nr 0,070 0,140 115888 0
Warr Aedes 14 0,017 -1.19 0,016 nr 0,006 0,021 840000 0
Warr Kre 09/12 0,012 0.00 0,012 nr 0,002 0,020 80000 0
Z Zucchi 0,106 +1.14 0,106 nr 0,094 0,129 999409 19
Zucchi 11/14 w 0,009 -4.26 0,009 nr 0,009 0,012 139000 0
Zucchi rnc 0,220 -0.36 0,219 nr 0,219 0,271 32020 1
STAR
Acotel Group 31,270 +2.19 30,866 nr 17,132 39,597 128 129
Aeffe 0,672 +0.90 0,673 nr 0,569 0,740 43542 72
Amplifon 3,870 +0.16 3,877 0,033 3,090 3,924 345524 861
Ascopiave 1,136 +0.18 1,125 0,100 1,121 1,468 65111 264
Astaldi 5,975 +1.79 5,934 0,150 4,930 6,255 147124 584
Banca Ifis 4,600 -0.86 4,578 0,060 3,718 4,701 6943 246
BBBiotech 61,600 -0.32 61,474 nr 50,310 62,723 1720 907
Bca Finnat 0,270 -4.15 0,274 0,010 0,270 0,309 185467 99
Bca Pop.Etruria Lazio 1,244 0.00 1,226 nr 0,965 1,445 58888 92
Biancamano 1,311 +1.39 1,316 0,040 1,271 1,424 12391 45
Biesse 3,592 +0.28 3,584 nr 2,771 3,970 65733 98
Bolzoni 1,744 +1.99 1,744 nr 1,697 1,919 5 45
Brembo 8,590 -1.21 8,636 0,300 6,729 9,290 183531 577
Buongiorno 1,392 +4.04 1,385 nr 0,986 1,385 1903133 147
Cad It 3,972 +1.07 3,935 nr 2,959 4,445 6759 35
Cairo Communication 3,522 +3.59 3,504 0,150 2,786 3,651 88771 274
Cembre 6,085 +0.75 5,951 0,260 5,400 6,912 9453 101
Cementir Hold 1,720 -0.06 1,720 0,060 1,485 1,895 18578 274
Centrale Latte Torino 1,851 0.00 1,851 nr 1,639 1,997 0 19
Cobra 0,530 -0.19 0,540 nr 0,300 0,692 6586 52
D'Amico 0,501 +2.24 0,504 nr 0,438 0,597 29700 76
Dada 2,324 +0.52 2,323 nr 2,081 2,475 16321 38
Damiani 0,985 +2.07 0,985 nr 0,788 1,006 18009 81
Datalogic 7,025 +0.14 6,990 0,150 5,385 7,200 25356 409
Dea Capital 1,367 +1.33 1,348 nr 1,239 1,480 97087 413
Digital Bros 1,280 +0.79 1,278 nr 1,263 1,601 3768 18
DMail Group 1,765 -1.84 1,783 nr 1,283 2,988 26441 14
EEMS 0,636 -0.70 0,647 nr 0,560 0,768 86622 28
I Towers 19,080 +0.79 19,062 nr 15,519 20,653 20783 539
El.En. 11,350 -1.48 11,443 0,200 10,009 11,971 1599 55
Elica 0,849 -0.70 0,868 0,025 0,700 1,009 30906 55
Emak 0,545 -0.91 0,547 nr 0,488 0,642 45732 90
Engineering 21,100 +1.15 21,019 0,646 20,733 23,194 1111 263
Esprinet 3,894 +1.41 3,872 0,175 2,682 4,375 26443 203
Eurotech 1,284 -3.09 1,297 nr 1,187 1,506 212672 46
Exprivia 0,680 -1.16 0,685 0,040 0,638 0,771 34814 36
Falck Renewables 1,021 +8.33 0,996 0,012 0,731 1,018 2597424 290
Fidia 3,110 -2.32 3,145 nr 2,584 3,466 2631 16
Fiera Milano 3,860 -0.16 3,859 nr 3,427 4,191 4774 163
Gefran 3,730 +3.04 3,698 0,150 2,783 3,822 9129 53
IGD 0,913 +1.67 0,902 0,075 0,667 0,943 299052 279
Ima 14,000 +1.45 13,948 0,900 12,759 14,244 26276 514
Interpump 6,395 +0.39 6,369 0,110 5,258 6,502 126477 622
Irce 1,934 +0.26 1,890 0,060 1,800 2,000 806 53
Isagro 2,492 -0.56 2,506 0,300 2,227 2,764 14296 44
IT WAY 1,089 -2.77 1,104 nr 1,027 1,280 9542 9
La Doria 1,690 -1.74 1,695 0,090 1,599 1,774 4826 53
Landi Renzo 2,048 -0.58 2,046 0,055 1,234 2,093 174471 230
MARR 8,460 +1.20 8,418 0,500 6,410 8,603 49545 560
Mondo Tv 1,522 -10.47 1,660 nr 0,684 1,752 442217 7
Mutuionline 3,410 +0.59 3,380 0,370 3,239 3,596 16789 134
Nice 2,900 +0.69 2,892 0,074 2,335 2,926 8027 335
Panariagroup 1,000 -1.77 1,000 nr 0,921 1,183 5911 45
Poligrafica S.Faustino 4,300 -2.32 4,339 nr 4,000 5,042 1900 5
Poltrona Frau 1,000 0.00 1,006 nr 0,859 1,022 104703 141
Prima Industrie 10,430 +3.57 10,264 nr 6,688 10,550 11939 89
Reno de Medici 0,149 -5.71 0,151 nr 0,129 0,165 117884 57
RDB 0,287 +2.24 0,282 nr 0,282 0,431 42435 13
Reply 17,550 -0.34 17,428 0,450 15,921 17,841 6001 161
Sabaf S.p.a. 12,680 +1.44 12,501 0,800 11,035 14,295 4214 144
Saes 8,280 0.00 8,349 0,200 6,448 8,531 14658 122
Saes rnc 5,550 +1.56 5,593 0,200 3,845 5,852 45831 41
Servizi Italia 3,460 +0.29 3,437 0,250 3,098 3,847 16682 56
Sogefi 2,150 -1.65 2,164 0,130 1,798 2,487 116918 252
TerniEnergia 2,572 +0.31 2,588 0,190 2,316 2,694 13950 72
Tesmec 0,448 +1.13 0,445 0,028 0,355 0,465 85551 48
TXT e-solution 10,680 +0.38 10,652 nr 7,921 10,700 2637 29
Vittoria Assicurazioni 4,860 -0.16 4,844 0,170 2,978 4,951 45075 326
Yoox 11,910 +1.28 11,778 nr 7,341 12,421 228764 652
Zignago Vetro 5,095 +0.99 5,065 0,300 4,414 5,375 110857 405
Dollaro Usa 1,3356 1 0,7487 -0.63
Yen giapponese 109,5600 100 0,9127 -0.32
Sterlina inglese 0,8339 1 1,1992 0,23
Franco Svizzero 1,2045 1 0,8302 0,05
Corona ceca 24,730 100 4,044 0,19
Corona danese 7,440 10 1,344 -0.04
Corona islandese 100
Corona norvegese 7,604 10 1,315 0,37
Corona svedese 8,845 10 1,131 -0.01
Dollaro australiano 1,284 1 0,779 -0.05
Dollaro canadese 1,331 1 0,751 -0.30
Dollaro Hong Kong 10,370 1 0,096 -0.63
Dollaro neozelandese 1,625 1 0,615 0,23
Dollaro Singapore 1,678 1 0,596 -0.42
Fiorino ungherese 294,920 100 0,339 -0.19
Lat lettone 0,700 1 1,428 0,06
Leu rumeno 4 10000 2282,063 -0.03
Lev bulgaro 1,956 1 0,511 0,00
B IMI giu17 Eur TV Minim 89,14
B IMI nov14 Top10 BP II 107,54
B Intesa 04/14 98,95
B Intesa/14 STEuro 99,86
B Pop lg14 Sc Eur 102,20
B Pop lg17 Mc Eur 102,53
Barclays dic15 eur 4.4% 105,66
Barclays gen25 MT eur 91,50
Barclays ST13 It Inf 101,46
Bei /19 Eu. St. B. 105,48
Bei 96/16 Zc 91,31
Bei 98/18 Fix Sticky Fix 125,17
Bei/20 EIBE CMS 95,93
Bei/20 EIBFB 93,78
Bers /24 Sd Life 125,59
Cr.Suisse ago15 MC eur 106,63
Dexia Cr giu 12 F. to C 99,30
Dexia Cr/15 ST Gen05 81,94
Dexia Cred. Ap 12 Sc.R 100,53
EBRD/17 100,44
EMMediob DC15 TV Eur 96,78
Enel 07/15 Eu 5.25% 106,05
Enel 07/15 Ind 96,50
Enel 10/16 TV Eur 95,33
Enel Feb16 Eur 3.5 100,34
Enel feb18 TF 4.439%Eur 100,85
Enel feb18 TF 4.875%Eur 101,88
Eni giu 15 4%Eur 104,63
Eni giu 15 Eurib 6m+0.89 99,42
Eni ott 17 4.875 106,77
Goldman S-13 Rel BP 95,92
IMI fb15 Bposta MC Eur 102,31
Imi mar18 StepUp 99,80
IMI st14 Bposta MC Eur 100,50
Intesa 12 Rel 3 BP IV 98,94
Intesa/12 Rel 3 BP V 98,63
Med Lom/18 Rf C 75 100,11
Medio dic17 Zc Eur 77,31
Medio giu21 TV 4to Atto 93,73
Medio mag20 Eur 4.5 97,91
Medio nov 14 Eur 2.65 98,01
Medio Nv 20 Eur 5 97,77
Medio Nv14 Eur 3 98,96
Medio Nv14 TV Eur 94,99
Medio/12 Inf.Link 101,28
Medio/13 Rend Pr 100,11
Medio/14 Rend TP 99,57
Medio/15 MC Eur 106,90
Medio/15 Plus BP II 104,50
Mediob 14 BP1 Rel3 99,42
Merrill 12 BP3 Rel 3 99,32
Merrill 12 BP5 Rel 3 94,29
Morgan GN13 CMS10 97,72
Morgan ST13 Rel BP 96,45
Morgan STE AP 13 102,54
Morgan STE MZ 13 100,33
Mps nov17 Stepbystep 5% 102,89
MPS ot17 Mc Eur 101,40
MPS set17 MC Eur 102,14
MS 12 Rel 2 BP2 99,56
Pop Bg CV/12 tv 99,64
Rbs 01-15 MC 100,50
Rbs 04-19 5.5% 100,23
Rbs 06-16 zc 82,27
Rbs 07-14 MC 100,52
Rbs 09-16 4.3% 99,22
RBSgen17 TMBcoPosta 98,04
RBSGN20 Eur 5 97,52
Soc Gen AG15 TV Eur 95,37
UBI giu14 Tasso Misto 95,86
UBI giu14 TF eur 4.5% 100,52
UBI giu15 Tasso Misto 98,71
UBI lug14 Tasso Misto 94,10
UBI nov15 LowT2 Amor 92,46
UBI St12 Eur 2.15 99,61
UniCr mag 13 BP R3 96,86
UniCr mar 13 BP Reload3 97,16
UniCr/15 LT 97,27
UniCr/16 LT 98,13
UniCr/16 LT 2 95,84
TITOLI DI STATO
BoT 11-16/04/12 A 99,98
11-30/04/12 S 99,95
11-15/05/12 A 99,93
11-31/05/12 S 99,90
12-31/05/12 S 99,87
11-15/06/12 T 99,86
11-15/06/12 A 99,88
12-21/06/12 S 99,88
12-29/06/12 S 99,82
11-16/07/12 A 99,75
12-31/07/12 A 99,74
11-15/08/12 A 99,64
12-31/08/12 S 99,58
11-14/09/12 A 99,57
12-28/09/12 S 99,45
11-15/10/12 A 99,36
11-15/11/12 A 99,20
11-14/12/12 A 99,12
Il MercatoAzionario del 30-03-2012 Dati forniti da IL SOLE 24 ORE - RADIOCOR.
I dividendi indicati si riferiscono allanno solare corrente o a quello precedente.
BORSE ESTERE
EURIBOR
FUTURES SUFTSE MIB
MONETEAUREE
1 sett 0,3160 0,3203
1 mese 0,4190 0,4248
2 mesi 0,5830 0,5911
3 mesi 0,7770 0,7877
4 mesi 0,8860 0,8983
5 mesi 0,9830 0,9966
6 mesi 1,0780 1,0929
7 mesi 1,1520 1,1680
8 mesi 1,2120 1,2288
9 mesi 1,2620 1,2795
10 mesi 1,3130 1,3312
11 mesi 1,3630 1,3819
12 mesi 1,4160 1,4356
SCADENZA GIORNI PREZZO TASSO%
SCADENZA APERT. CHIUS. MIN. MAS.
OROCHIUSURE
(Prezzi vendita in $ per oncia). Unoncia Troy=gr. 31,1035.
Giu12 15745 15745 15560 15820
Set12 - 15620 15480 15670
Dic12 - 15500 - -
USA10 anni 1,980%
CAN10 anni 2,060%
UK10 anni 2,140%
GER10 anni 1,940%
FRA 10 anni 2,940%
ESP 10 anni 5,320%
HOL 10 anni 2,260%
SVE 10 anni 1,870%
GIA10 anni 0,980%
INDICE BORSA
MERCATI QUOT. X EURO %
QUOTAZIONI BOT
CAMBI VALUTE
OBBLIGAZIONI 30-03-2012
il punto
LUIGI
GRASSIA
ENERGIA PER SAIPEM E TERNA
BENE LE POPOLARI BPM E BPER
P
iazza Affari chiude con un rimbalzino una seduta mol-
to volatile, allindomani dello scivolone che aveva bru-
ciato pi del 3% del valore del listino milanese. Lindi-
ce Ftse Mib ha segnato un +0,45% a 15.980 punti, mentre
lAll Share ha guadagnato lo 0,71%.
Fra gli istituti di credito in rialzo Bpm (+4,61%), Ubi
(+2,12%) e Bper (+1,60%), invece calano Mps (-1,65%), Me-
diobanca (-0,99%), Intesa Sanpaolo (-0,37%) e Unicredit
(-0,11%). Nellenergia poco sopra la parit Enel (+0,15%), be-
ne Eni (+0,86%), toniche Saipem (+2,16%) e Terna (+1,62%).
Gi Telecom (-0,94%), bene Mediaset (+2,17%). Pirelli chiu-
de in rialzo (+1,36%). Fuori dal Ftse Mib, bene Fonsai
(+4,40%), in calo gli altri titoli della galassia Ligresti e Uni-
pol. Molto nervoso anche il differenziale di rendimento
(spread) tra Btp decennali italiani e Bund tedeschi equiva-
lenti: ha chiuso in calo a 322 punti dopo aver toccato 351.
LEGENDA.
AZIONI: il prezzo ufficiale rappresenta il prezzo medio dellintera quantit di titoli trat-
tata nella seduta. Il prezzo di riferimento costituito dal prezzo medio dellultimo 10%
di titoli trattati. La capitalizzazione espressa in milioni di Euro. EURO 50: selezione
dei 50 titoli pi significativi quotati in Europa. Prezzo con variazione percentuale sul
precedente. OPZIONI: call il prezzo di chi acquista; put quello di chi vende. Sono
indicati: il mese di scadenza dellopzione; la base del prezzo del titolo; il prezzo, cio il
premio da pagare; il volume dei pezzi negoziati; linteresse aperto, riferimento per i
future. EURIBOR: il tasso interbancario comune delle piazze finanziarie dellarea eu-
ro: lettera il prezzo di chi vende; denaro quello di chi acquista.
Sterlina (v.c) 292,940 - 329,480
Sterlina (n.c) 296,910 - 333,120
Sterlina (post.74) 296,910 - 333,120
Marengo Italiano 229,820 - 248,390
Marengo Svizzero 224,610 - 247,430
Marengo Francese 224,610 - 245,320
Marengo Belga 224,610 - 245,320
Marengo Austriaco 224,610 - 245,320
20 Marchi 283,440 - 312,980
Amsterdam(Aex) 323.51 +0.75
Bruxelles (Bel 20) 2324.05 +1.20
Francoforte (Dax Xetra) 6946.83 +1.04
Hong Kong (Hang Seng) 20555.58 -0.26
Londra (Ftse 100) 5768.45 +0.46
Madrid (Ibex 35) 8008.00 +1.23
Parigi (Cac 40) 3423.81 +1.26
Sydney (AllOrd) 4419.97 -0.05
Tokio (Nikkei) 10083.56 -0.31
Zurigo (Smi) 6235.51 +0.96
NewYork (DowJones) 13211.66 +0.50
Nasdaq 3091.57 -0.12
MERCATI 30-03-2012 29-03-2012 EURO
Londra 1662,50 1657,50 1244,7589
Milano (Euro/gr.) 40,4752 40,5511 -
Argento (Euro/Kg.) 820,0700 808,0598 -
Fondi su LaStampa.it
I fondi di investimento sono on line su LaStampa.it.
Per consultarli lindirizzo www.lastampa.it/fondi
VALORI DI MILANO 30-03-2012 VAR%
FTSE MIB 15980,07 +0.45
FTSE Italia All Share 16999,18 +0.47
FTSE Italia Mid Cap 18584,97 +0.46
FTSE Italia MIB Storico 13233,15 -0.95
FTSE Italia Stars 11036,60 +0.59
FTSE Italia Small Cap 16415,99 +0.12
D.J.Eurostoxx 50 2477,28 +1.00
TITOLI PREZZO TITOLI PREZZO TITOLI PREZZO
Prezzo Differ. % Ufficiale Minimi Massimi Quantit Prezzo Differ. % Ufficiale Minimi Massimi Quantit
AZIONI Riferim. Riferim. Euro Divid. Anno Anno trattate Capitalizz. AZIONI Riferim. Riferim. Euro Divid. Anno Anno trattate Capitalizz.
16/04/12 13 99,976 0,000
15/05/12 42 99,927 0,370
15/06/12 73 99,883 0,320
16/07/12 104 99,747 0,440
15/08/12 134 99,642 0,610
14/09/12 164 99,567 0,460
15/10/12 195 99,360 0,760
15/11/12 226 99,201 0,570
14/12/12 255 99,115 0,560
14/01/13 286 98,848 1,140
27/12/12 268 99,068 1,000
14/02/13 317 98,706 1,230
20/12/12 261 99,319 0,790
14/03/13 345 98,448 1,490
Moviemax +10,88%
0,3792
Mondo TV -10,47%
1,522
IL MIGLIORE IL PEGGIORE
Ven Mar Mer Gio Lun Ven Mar Mer Gio Lun
Prezzo Differ. % Ufficiale Minimi Massimi Quantit Prezzo Differ. % Ufficiale Minimi Massimi Quantit
AZIONI Riferim. Riferim. Euro Divid. Anno Anno trattate Capitalizz. AZIONI Riferim. Riferim. Euro Divid. Anno Anno trattate Capitalizz.
Mercati
SABATO31 MARZO2012 Borsa 33
LA STAMPA

Al votoscegliamo
valori, nonaccordi
IAproposito di politica,
di elezioni, di campagne
elettorali, di primarie e di
congressi di partito. C una
leadershipfondata sui valori
e c una leadership fondata
sugli accordi che
prescindono dai valori. C
chi si propone con la forza
delle proposte e c chi si
propone con la forza dei
compromessi. C chi lavora
per il bene della collettivit e
chi lavora per il bene
personale. C poi chi
possiede carattere e senso
critico per riconoscere la
verit e c pure chi per
ingenuit, per debolezza o
per convenienza si priva
della propria libert per farsi
condizionare. Aciascuno la
sua scelta ! Il voto ne la
diretta conseguenza.
VITTORIOGERVASI
Regioni speciali,
modificarelart. 116
ISi parla tanto di
modifiche alla Costituzione.
Una domanda ai nostri
politici: prevista qualche
modifica allart. 116, che
riguarda le Regioni a
statuto speciale? Quando
verranno aboliti certi
privilegi ormai senza alcuna
giustificazione?
ROBERTONATA
Megliocoi soldi
di DellUtri
IVoglio ringraziare
Marcello DellUtri per
essersi, con la sua generosa
offerta, aggiudicato i
volantini delle brigate rosse.
Cos facendo ha salvato i
contribuenti italiani
dallennesimo spreco di
denaro pubblico, questa
volta impiegato per
acquistare ci che, per me,
solo carta straccia.
GIUSEPPEMARCHISIO
Bustepagaleggere
enti pesanti
IAproposito di buste
paga e pensioni leggere ,
tutti o quasi si dimenticano
di mettere in evidenza le
responsabilit del governo
tecnico per il via libera alle
addizionali Irpef alle regioni
e ai comuni. Una decisione
legata alle esigenze di
bilancio di questi enti, anche
se non abbiamo mai
verificato sperperi e sprechi
di questi stessi enti, cos
solerti nel battere cassa. A
volte si fa un gran parlare
(abolire le province) e poi
tutto come prima. La classe
politica italica si consola
prima con la Grecia e adesso
con la Spagna, per non
cambiare nulla o quasi.
GIOVANNI ATTIN
Conquestetasse
ci sarpocacrescita
ISi sostiene ormai che per
risolvere il problema del
lavoro occorre una crescita
economica pi sostenuta.
Sembra per che il Governo
sia orientato verso soluzioni
un po diverse poich
aumentando le tasse come sta
avvenendo e sommate queste
alla crisi del lavoro, si
favorisce con questo sistema il
calo dei consumi e di
conseguenza limpoverimento
di gran parte del nostro Paese.
LETTERAFIRMATA
Lafalsaimmagine
dei centurioni
ICenturioni via dal
Colosseo. Finalmente.
Secondo un assessore
torneranno. Speriamo non
accada perch tutte le
persone che conosco, qui in
Belgio e Olanda, si lamentano
di questi antichi romani.
Unaltra immagine negativa
del nostro Paese.
NICOW.
Scenedi ordinario
cattivoesempio
IFacolt medica di una
grossa citt meridionale.
Dinanzi allo sportello della
segreteria di una delle
strutture cliniche del
policlinico alcuni candidati
alla ospedalizzazione sono in
attesa del proprio turno. Nella
stanza al di l dello sportello
due signori di una certa et, in
camice bianco (insomma: due
professori) si fronteggiano in
una disputa da taverna,
sembra per divergenza su un
turno di guardia. Ogni tanto
passa nel corridoio antistante
lo sportello qualche giovane
studente. Siamo, infatti, in una
scuola. Mi venuto da
pensare alla logomachia in
corso sullarticolo 18, alle
modifiche che si vorrebbero
apportare quanto a
licenziamenti per motivi
disciplinari. Ma i dipendenti
pubblici sono fuori dalla
logomachia. Sono blindati.
Nella scuola di medicina
possono continuare
tranquillamente a dare il loro
esempio comportamentale ai
giovani aspiranti medici.
GABRIELEMAZZACCAEMERITO
DELLAUNIVERSITFEDERICOII, NAPOLI
Cchi dice
soloesempreno
Isempre accaduto, nel
corso della storia, che ci fosse
qualcuno che caparbiamente
si opponeva a ogni tipo di
innovazione per convinzione,
per principio o, spesso, per
incapacit di accettare
qualsiasi genere di
cambiamento. Questi
conservatori nostalgici e
utopistici ad ogni novit
hanno sempre contrapposto
un passato immaginario (che,
a detta loro, sarebbe pi
vicino alla natura) essendo
incapaci di accettare le
trasformazioni e tanto meno
di proporre qualsiasi cosa in
positivo - una lunga serie di
no, dunque, su tutta la linea:
no tav, no tangest, no grandi
opere in generale, no centri
commerciali, no negozi aperti
di domenica, no tutto
soltanto una vita boschifera
passata a sgranocchiare
nocciole e a catturare
scoiattoli con la fionda!
In un mondo sempre pi
interconnesso e (parolaccia!)
globalizzato, in unEuropa
sempre pi dinamica e ad
alta velocit ed in un Paese
(lItalia) noto allestero per la
carenza ed inadeguatezza
delle infrastrutture (cosa che
va a discapito di tutta
leconomia e non favorisce gli
investimenti) questi
anacronistici negatori di ogni
novit peccano, a mio avviso,
di arcaismo e provincialismo. -
Vorrei dunque ricordare loro
un paio di cose: che il buon
selvaggio era soltanto un
mito gi ai tempi di Rousseau
e (cosa pi importante) che c
gi stato qualcuno, nel
passato, che ha provato a far
vivere gli italiani
nellautarchico isolamento dal
resto del mondo con i
disastrosi risultati che tutti
noi conosciamo.
ENRICAROTA
Gli 80anni di Fede, e
lItaliagerontocratica
IIn questi giorni di Fede
tradito da Mediaset mi sono
pi volte chiesto come far
mio figlio, oggi sedicenne, e
come lui tanti altri ragazzi a
trovare un lavoro alla fine
degli studi se alla guida di un
telegiornale possibile che ci
sia una persona di 80anni
(senza nulla voler togliere alla
carriera del buon Emilio
Fede). Credo che alla sua
veneranda et una persona in
salute dovrebbe dedicarsi al
volontariato ( in Italia non
mancano le occasioni ).
Il nostro stato ha allungato
let pensionabile come se
fosse il rimedio a tutti i
prblemi che affliggono il
nostro paese, ma, senza voler
parlare delle pensioni della
classe politica, credo che pi
allunghiamo il tempo del
lavoro pi i vecchi
occuperanno i posti di lavoro
dei giovani che non potranno
cos pagare i contributi per la
loro pensione e neppure
iniziare ad avere un redditto
per crearsi una loro vita
autonoma.
C stato un onorevole
che ha avuto la bella idea di
dire che chi vive con 1200 euro
al mese uno sfigato; ha
perfettamente ragione lei caro
onorevole, a cui noi
paghiamo uno stipendio da
favola, siamo tanti poveri
sfigati noi italiani che viviamo
con uno stipendio cos misero
nonperch non guadagniamo
come lei, ma perch da gente
come lei siamo rappresentati
in parlamento. In molti altri
paesi sono successe le cose
che stanno succedendo qui da
noi e purtroppo la soluzione
non mai stata indolore per
nessuno, soprattutto quando
la gente arriva
allesasperazione .
FABIOCHIRONNA
Fermiamolaumento
dellabenzina
IEla benzina sale. Sempre
pi su, a sfiorare le stelle.
Milioni di persone si affidano
alla propria auto per andare al
lavoro o in vacanza o al picnic
una volta tanto.
Quanto potr durare
questa inarrestabile ascesa
del prezzo della benzina?
Forse fino a quando noi
automobilisti non sapremo
dire basta. In modo
democratico. Intanto ci si pu
organizzare. Quattro per
macchina anzich quattro
macchine. Poi si pu fare uno
sciopero. Se, invece, si star
zitti, becchiamoci gli aumenti
e amen.
FABIOSCARI
Trovareil tempo
moltoimportante
ILeggo sempre con
attenzione la pagina delle
lettere al direttore e desidero,
tramite voi, inviare il mio (e
nonsolo mio in quanto ne ho
fatto partecipi diversi amici),
apprezzamento per larticolo ,
sulla Stampa del 27 marzo,
intitolato Troviamo il
tempo. Desidero fare i
complimenti allimpiegato
bancario di Favria che ha
saputo esprimere cos bene
sentimenti che purtroppo oggi
sono dimenticati.
ASSUNTABRIZI
MARIO
CALABRESI
LASTAMPA
Quotidiano fondato nel 1867
m
DIRETTORE RESPONSABILE
MARIO CALABRESI
VICEDIRETTORI
MASSIMO GRAMELLINI, CESARE MARTINETTI
LUCA UBALDESCHI
REDATTORI CAPO CENTRALI
FLAVIO CORAZZA, MARCO BARDAZZI (DIGITAL EDITOR)
LAURA CARASSAI
(RESPONSABILE EDIZIONI PIEMONTE E VALLE DAOSTA)
DARIO CORRADINO (WEB EDITOR), ANNA MASERA (SOCIAL MEDIA EDITOR)
CAPO DELLA REDAZIONE ROMANA
PAOLO BARONI
CAPO DELLA REDAZIONE MILANESE
MICHELE BRAMBILLA
RESPONSABILE EDIZIONI LIGURIA
ALESSANDRO CHIARAMONTI
ART DIRECTOR CYNTHIA SGARALLINO
REDAZIONI
GIAMPIERO PAVIOLO ITALIA, FRANCESCA SFORZA ESTERI,
MARCO SODANO, GIANLUCA PAOLUCCI ECONOMIA E FINANZA,
RAFFAELLA SILIPO SPETTACOLI, GUIDO BOFFO SPORT,
GUIDO TIBERGA CRONACA DI TORINO
m
EDITRICE LA STAMPA SPA
PRESIDENTE JOHN ELKANN
AMMINISTRATORI
LUCA CORDERO DI MONTEZEMOLO, JAS GAWRONSKI, ANTONIO MARIA MAROCCO,
LODOVICO PASSERIN DENTRVES, GIOVANNA RECCHI, LUIGI VANETTI
DIRETTORE GENERALE LUIGI VANETTI
RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DEI DATI (D. LGS.196/2003):
MARIO CALABRESI
m
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE E TIPOGRAFIA: VIA MARENCO 32 - 10126 TORINO, TEL. 011.6568111
STAMPA IN FACSIMILE:
LA STAMPA, VIA GIORDANO BRUNO 84, TORINO
LITOSUD SRL, VIA CARLO PESENTI 130, ROMA
ETIS 2000, 8
a
STRADA, CATANIA, ZONA INDUSTRIALE
RCS QUOTIDIANI, VIA ROSA LUXEMBURG 2 PESSANO CON BORNAGO (MILANO)
LUNIONE EDITORIALE SPA, VIA OMODEO, ELMAS (CAGLIARI)
2012 EDITRICE LA STAMPA S.P.A.
REG. TRIB. DI TORINO N. 26 14/5/1948 CERTIFICATO ADS 7201 DEL 14/12/2011.
LA TIRATURA DI VENERD 30 MARZO 2012 STATA DI 401.039 COPIE
LETTERE AL DIRETTORE
Editrice LaStampa
REDAZIONE
AMMINISTRAZIONETIPOGRAFIA10126Torino, viaMarenco32, tel. 011.6568111, fax 011.655306;
Roma, viaBarberini 50, tel. 06.47661, fax06.486039/06.484885; Milano, viaPaleocapa7, tel. 02.762181,
fax02.780049. Internet: www.lastampa.it.
ABBONAMENTI 10121Torino, viaMontedi Piet 2, tel 011.56381, fax 011.5627958. Italia6numeri
(c.c.p. 950105) consegnadec. posta anno 290; Estero: 746. Arretrati: unnumerocostail doppio
dellattualeprezzodi testata. UsaLa Stampa(Usps 684-930) publisheddaily inTurinItaly, $Usa745
yearly. Periodicals postagepaidat L.I.C. NewYorkandaddress mailingoffices. Sendaddress changes to
LaStampac/ospeedimpex Usa inc.- 350248thavenue- L.I.C. NY11101-2421.
SERVIZIOABBONATI Abbonamentopostaleannuale6giorni: 290. Per sottoscriverelabbonamento
inoltrarelarichiestatramite Faxal numero0115627958; tramitePostaindirizzandoa: LaStampa, viaMontedi
Piet2, 10121Torino; per telefono: 011.56381; indicando: Cognome, Nome, Indirizzo, Cap, Telefono.
Formedi pagamento: c. c. postale 950105; bonificobancariosul conton. 12601IstitutoBancarioS.
Paolo; Cartadi Creditotelefonandoal numero011-56.381oppurecollegandosi al sito
www.lastampashop.it; pressogli sportelli del SaloneLaStampa, via Montedi Piet 2, Torino.
INFORMAZIONI ServizioAbbonati tel. 01156381; fax0115627958. E-mail abbonamenti@lastampa.it
CONCESSIONARIAPERLAPUBBLICITA PUBLIKOMPASSSPA. Direzione: Milano20146via
Winckelmann1, tel. 0224424.611, fax 0224424.490. Torino10126via Marenco32, tel. 0116665.211,
fax 0116665.300. Bari viaAmendola166/5, tel. 0805485111. BolognaviaParmeggiani 8, tel. 051
6494626. Albignasego(Padova) viaStradaBattaglia71/B, tel. 0498734711. CataniacorsoSicilia 37/43,
tel. 0957306311. Firenzevia Turchia9, tel. 0556821553. PalermoviaLincoln19, tel. 0916235100.
Romavia C. Beccaria16, tel. 0669548111, fax 0669548245. Napoli via dellIncoronata20/27, tel. 081
4201411. Messinavia UbertoBonino15/c, tel. 0906508411.
DISTRIBUZIONEITALIATO-DIS S.r.l. via Marenco32, 10126Torino. Telefono011670161, fax 011
6701680.
Asta volantini Br
Specchio dei tempi
non accetta lofferta
PREMIOIGORMAN
.
C
ome era stato annunciato dalleditore Guido
Bolaffi, lamministratoredelegato Maurizio
Piumatti ha confermato gioved al termine
dellasta milanese nella quale sono stati venduti
per 17 mila euro diciassette volantini delle Briga-
te rosse che una parte del ricavato sarebbe stata
devoluta a Specchio dei tempi per iniziative bene-
fiche. La Fondazione La Stampa-Specchio dei
tempi, pur apprezzando lintenzione umanitaria
dellofferta, ha per deciso di nonaccettare.
Le ragioni sono due.
Innanzitutto, come avevamo espresso in un com-
mento il giorno stesso in cui era stata annunciata
lasta, ritenevamo e riteniamo tuttora inopportuna
la commercializzazione di documenti che toccano in
modo cos doloroso la vita di tanta gente: vittime, pa-
renti delle vittime, vedove, orfani.
In secondo luogo La Stampa il giornale di Carlo
Casalegno, il vicedirettore del nostro quotidiano as-
sassinato dalle Brigate rosse nel novembre del 1977
proprio perch voce libera che contrapponeva alla
ferocia dei sicari brigatisti lesercizio quotidiano del-
la ragione e della critica.
Ci pare insomma che non sia ancora venuto il mo-
mento di trattare come originali e ricercati docu-
menti da collezionista quei volantini ingialliti che re-
cano tuttora in modo leggibile i proclami di una guer-
ra unilaterale e feroce. Non sono gli autografi di Na-
poleone o di Garibaldi che si trovano spesso in que-
ste aste frequentate da appassionati ma anche da fe-
ticisti dellautografo.
Allora li dicevamo proclami farneticanti, ma
non lo erano affatto. Dietro ogni nome tra i tanti che
vengono indicati in quei diciassette volantini come
nemici del popolo c del dolore vivo. Non erano
farneticazioni, ma un lucido e disumano piano di de-
stabilizzazione della nostra societ e dello Stato re-
pubblicano che si attuato attraverso la destabiliz-
zazione della vita di lavoratori, esseri umani colpiti
alle spalle, indifesi.
Naturalmente quei fogli che uscivano dai ciclosti-
li clandestini dei brigatisti sono documenti storici,
come tali vanno conservati e studiati. Ma nelle sedi
proprie: musei, archivi, biblioteche. Oggi dopo che
secondo la naturale meccanica delle aste, il prezzo
dei volantini salito a 17 mila euro (dai mille e 700
iniziali) consideriamo questa operazione quanto mai
inopportuna e sbagliata.
Paolo
Manzo
.
Il premio Igor Man, il riconoscimento dedi-
cato alla memoria del Vecchio Cronista
che la direzione de La Stampa attribuisce
al giornalista che pi si messo in eviden-
za nel corso della settimana, questa volta
va a Paolo Manzo, collaboratore dal Sud
America, per il reportage sullinferno di
Potos, la miniera degli schiavi bambini in
Bolivia, dove centinaia di ragazzini di 10-12
anni lavorano per 10 ore in cambio di appe-
na quattro euro al giorno.
In edicola con La Stampa
8,90 IN PI 9,90 IN PI 9,90 IN PI
GRANDI ARTISTI ITALIANI
LIVE COLLECTION
7 uscita:
FRANCESCO GUCCINI
21/12/2012
ALLE ORIGINI
DELLA PROFEZIA MAYA
di Pierluigi Baima Bollone
Dal 31 marzo
35 BORGHI IMPERDIBILI
Itinerari di scoperta
in Piemonte
e Valle dAosta
Dal 31 marzo
LA CUCINA
DALLA A ALLA Z
12 uscita:
PIZZE & TORTE SALATE
2,90 IN PI
34 Lettere e Commenti
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012

S
olo allora la speculazione sar
scoraggiata e gli interventi ef-
fettivamente necessari saran-
no minori di quelli possibili. Ma
lattenzione dei politici, degli
operatori e dellopinione pubblica si fi-
nora concentrata troppo sulla questione
del volume di fondi a disposizione, trascu-
rando altri importanti aspetti del Mes.
Guardiamone due, uno positivo, laltro
negativo.
In positivo va detto che il Mes concre-
tizza un vero e proprio meccanismo di so-
lidariet fra i governi dellarea delleuro.
Essi mettono a rischio i soldi dei loro con-
tribuenti per acquistare quote di capitale
di un singolo, grande intermediario, che
aiuter gli stessi governi quando avranno
difficolt nel rifinanziamento dei loro de-
biti. E un rischio che i governi corrono
congiuntamente e senza che siano prede-
terminati i futuri beneficiari degli aiuti.
Chi pi grande rischia di pi: la Germa-
nia verser pi di un quarto del capitale
del fondo, la Francia un quinto, lItalia il
18%. Non solo: se un governo avr difficol-
t a versare la sua quota, gli altri suben-
treranno temporaneamente al suo impe-
gno. Il principio di solidariet, indispen-
sabile per la stabilit finanziaria europea,
non si mai concretizzato in modo cos
esplicito. Occorrer prima o poi andare
oltre, fino a organizzare un grado di ac-
centramento delle decisioni di finanza
pubblica che consenta lemissione di veri
eurobond. Ma la costituzione del Mes
un passo politicamente cruciale. Ancor
meglio sarebbe se almeno parte dei pre-
stiti del fondo non godessero del privile-
gio di essere rimborsati prima dei credi-
tori privati nel caso di default dei gover-
ni: infatti il privilegio attenua la solidarie-
t e aumenta il rischio dei titoli pubblici
in mani private.
Fra gli aspetti negativi del Mes viene
troppo poco discusso il fatto che il fondo
potr intervenire solo in supporto di sin-
goli governi le cui crisi debitorie mostri-
no specifiche debolezze e che prendano
limpegno di correggerle. Non potr inve-
ce decidere interventi di sua iniziativa a
sostegno di titoli di Stato di Paesi le cui
difficolt non derivino tanto da loro man-
chevolezze quanto da turbolenze specula-
tive che colpiscano i mercati internazio-
nali nel loro insieme, cio un sistema mol-
to interconnesso dove la stabilit di tutti
dipende da quella di tutti gli altri.
Questo aspetto particolarmente im-
portante per lItalia. Supponiamo di riu-
scire ad annullare presto il nostro deficit
e a mantenere disciplina di bilancio: cio-
nonostante lammontare di debito pubbli-
co italiano rimarr ingente per pi di un
decennio. I nostri titoli restano perci fra
quelli acquistati meno volentieri quando
nel mondo succede qualcosa che fa dimi-
nuire la propensione al rischio degli inve-
stitori. Gli speculatori possono allora esa-
sperare laumento del nostro spread.
Anche senza alcuna nostra colpa: per
esempio, se il Portogallo si avvicina al de-
fault, se la Francia litiga con la Germania
sui Trattati delleuro, se ci sono violente
uscite di capitali dallEst Europa, se falli-
sce una banca inglese, se la politica Usa
mette in crisi il dollaro, se precipita la
congiuntura cinese, e cos via.
AllItalia servirebbe un fondo autoriz-
zato, sulla base di una sua analisi dellin-
trecciarsi dei rischi internazionali, a in-
tervenire a sostegno dei nostri titoli pub-
blici, senza che il nostro governo, per ipo-
tesi virtuoso e coi conti in ordine, debba
far la figura del debole indisciplinato chie-
dendo aiuto al Mes promettendo chiss
quale maggior virt. Invece il Mes potr
concedere linee di credito preventive, ma
in forme inadeguate ad affrontare tempe-
stivamente le turbolenze sistemiche.
Contro le quali rimane dunque solo la
Bce. Ma lo scopo del Mes anche quello
di sollevare la Bce dal compito improprio
di pagare i conti dei governi. Il problema
che, per aver poteri di iniziativa autono-
ma, il fondo dovrebbe essere un organo
sovrannazionale con un profilo di autono-
mia simile a quello della Bce. I politici de-
gli Stati membri non sono ancora pronti
a questo genere di delega, che impliche-
rebbe lamministrazione di capitale ver-
sato con soldi dei contribuenti. Speriamo
che ci non significhi sacrificare anche
lautonomia della Bce obbligandola a met-
tere i problemi sotto il tappeto col trucco
della creazione di moneta.
franco.bruni@unibocconi.it
L
a scelta stata adottata con
molta decisione nel 2009, dopo
lincidente che ha messo fuori
uso lacceleratore LHC appena
inaugurato. In quella situazio-
ne difficile, proprio lapertura al dialogo
ha permesso di consolidare la fiducia ver-
so la ricerca del Cern, e ha bloccato il dila-
gare di paure (come il famigerato rischio
che i fisici creassero un buco nero in gra-
do di inghiottire il mondo).
Le decisioni coraggiose per hanno
dei rischi, e oggi qualcuno rimpiange il
rilievo che le pareti trasparenti hanno
contribuito a dare alla vicenda dei neu-
trini pi veloci della luce.
Tutto cominciato a settembre, quan-
do nel corso di un seminario al Cern i ri-
cercatori di Opera hanno comunicato i
risultati del loro esperimento al Gran
Sasso. Nessuno in realt ha cercato in
modo particolare lattenzione della stam-
pa, ma proprio i rapporti ormai strettis-
simi che legano giornalisti e scienziati
hanno fatto s che chi segue la scienza
fosse al corrente dellevento. E inevitabil-
mente, la notizia che forse la Teoria del-
la Relativit andava riscritta ha conqui-
stato le prime pagine di tutto il mondo.
Ora, come sappiamo, lipotesi appare
largamente smentita e qualcuno suggeri-
sce che inquesta occasione le pareti di cri-
stallo andassero oscurate, scoraggiando i
giornalisti dalloccuparsi dei neutrini su-
perveloci fino a quandononsi fosse stati si-
curi del risultato. In realt quella della tra-
sparenza una scelta da cui non si torna
indietro: noi giornalisti ci saremmo co-
munque accorti del dibattito scientifico e
degli articoli pubblicati, e poich la vicen-
da era interessante lavremmo racconta-
ta. Piuttosto necessario fare crescere an-
cora di pi il dialogo fra pubblico e scien-
ziati. Nonsono solo pile scoperte adesse-
re sotto i riflettori, ma anche la loro produ-
zione: dunque pi che mai importante
mostrare il modo di procedere della ricer-
ca, cos che nessuno si stupisca del fatto
che i primi risultati debbano essere confer-
mati, e eventualmente smentiti. E neppu-
re del fatto che unsingoloscienziato possa
sbagliare, perch per questo che la co-
munitvigila suogni possibile scoperta.
Di profilo
CHIARA BERIA
DI ARGENTINE
MALITALIA
RESTAINBALIA
DELLOSPREAD
Centopassi sul violino
dalla Colombia al Veneto
A
ncora una volta le fiamme dellimmola-
zione che non riescono ad accendere la
solidariet di quanti potrebbero e do-
vrebbero alzare la voce in difesa degli
indifesi. Diventiamo sempre pi sordi
e muti di fronte alloppressione operata dal pi for-
te, dal troppo forte contro il pi debole, il troppo
debole, linerme. Eppure, la disarmante testimo-
nianza di chi usa violenza contro se stesso per de-
nunciare quella compiuta quotidianamente contro
il proprio popolo non cessa di gridare: con pi si
cerca di soffocarla e con pi la brace coperta dalle
ceneri lascia sprigionare lardore di chi sa di bat-
tersi per una causa giusta.
Eper la medesima causa si battono anche i tan-
tissimi giovani che, senza arrivare allimmolazio-
ne finale, non cessano di ingrossare le fila dei mo-
nasteri buddhisti in Tibet. Cosa li spinge, per un
periodo di tempo o per la vita intera, in luoghi sor-
vegliati come prigioni e in condizioni di vita duris-
sime? Cosa anima la loro ricerca interiore, cosa la
tiene in comunione profonda con lanelito di un po-
polo? Il desiderio di vivere secondo il sentiero bud-
dhista, una via monastica nella sua essenza e
struttura, sognando la sopravvivenza e la rinasci-
ta di una societ dove tutti dovrebbero poter in-
contrare sul proprio cammino i monaci che, in si-
lenzio, nella fiducia e nellabbandono alla generosi-
t dellaltro, chiedono quotidianamente per strada
una ciotola di riso, nutrimento per loro s, ma so-
prattutto occasione per il donatore di perseguire
la rettitudine della propria vita. Anche quando
questo rapporto con il popolo coartato e reso im-
possibile, in realt la relazione si mantiene viva: i
tibetani sanno di poter contare sui monaci, sulla lo-
ro capacit di soffrire anche per gli altri, di tener
desta una lingua e una cultura, di gridare con voce
pi forte del silenzio loro imposto, di dare la vita
per gli altri fino alle estreme conseguenze.
Per questo i monaci incutono sempre timore ai
potenti di turno; per questo sono controllati, osteg-
giati, oppressi; per questo si fan sparire le tracce
del loro sacrificio, si nega al monastero di apparte-
nenza o ai parenti il corpo di chi si immolato, si
cerca in ogni modo di spezzare il legame di solida-
riet tra monaci e popolazione della regione. Il mo-
nachesimo, non solo quello buddhista, da sempre,
per sua natura elemento che si colloca ai margini e
al cuore della societ in cui vive: separato nei luo-
ghi e nei modi di vivere, ma unito a tutti nella ten-
sione spirituale, nella ricerca di senso, nella lotta al
dolore, nella libert di porsi al servizio dellaltro.
Noi, storditi pi che distratti da interessi econo-
mici e politici, vorremmo che calasse il buio sul
martirio del popolo tibetano, che nessuno distur-
basse i manovratori, che non troppa luce illumi-
nasse la negazione dei diritti umani. Il silenzio
orante dei monasteri e le grida in fiamme delle tor-
ce umane squarciano questo buio, disturbano i no-
stri affari, illuminano la nostra meschinit. Anco-
ra una volta chi pi appare fuori dal mondo ce ne
narra la realt pi scomoda.
S
ullo schermo scorre-
r un video girato nel-
lincantata foresta del
Cansiglio mentre sul
palco Jhon William
Castao Montoya, giovane mu-
sicista colombiano, suoner il
brano 100 Pasos (Cento Pas-
si) ricreando il suono del ti-
ple, una sorta di chitarra, con
il pizzicato del suo violino. Tre-
viso, Fondazione Benetton, 13
aprile, concerto di Castao
Montoya, 32 anni, di Pereira,
Colombia, per presentare El
Viaje (Il Viaggio), il suo album
desordio prodotto da Fabrica,
il centro di ricerca sulla comu-
nicazione del gruppo di Ponza-
no Veneto.
Tango e hip hop, violino e be-
at elettronici: che curioso mix!
E cosa centra il Cansiglio con
la Cordillera? La natura come
la musica un linguaggio uni-
versale, risponde Jhon nella
sua buffa parlata ispanico-vene-
ta. Poi, spiega: Ho composto
questa canzone pensando al la-
voro dei campesinos nei campi
di caff. Ma ho pensato anche ai
100 passi che, ogni giorno, face-
va mio padre dalla nostra casa
a Pereira al suo piccolo negozio
di alimentari; senza mai perde-
re un solo giorno di lavoro per
assicurarci da mangiare. Da
piccolo Jhon (Da noi si usa da-
re nomi americani; il mio lhan-
no storpiato!) voleva fare
lastronauta: non a caso sintito-
la Allunaggio una sua dolce
ninna nanna. A 11 anni per fre-
quentando dai preti le lezioni di
musica volute per i bambini di
Pereira dal vescovo e futuro
cardinale Castrillon sinnamor
del violino: Non avevo mai vi-
sto questo strumento, fu un ve-
ro colpo di fulmine. E, per rea-
lizzare il suo vero sogno, il com-
positore-violinista ha fatto un
lungo e non facile viaggio, attra-
verso un Oceano, lavorando an-
che come commesso e imbian-
chino. Sorride Jhon: Ora si
parla tanto della crisi, in Colom-
bia la crisi la normalit. Siamo
abituati a reinventarci. Non si
vendono pi i pomodori? Pro-
viamo con gli ananas! Certo, la
crisi fa soffrire di pi quelli che,
come certi giovani italiani, ave-
vano uno standard di vita alto.
Lauto, il mutuo per la casa, le
vacanze: sono tutte cose che
mettono sotto pressione. Ma
solo questione di mentalit;
quando vanno a lavorare in altri
Paesi scoprono presto che tutto
ci non ha importanza. Limpor-
tante il viaggio. Chiamato a
Fabrica dal direttore creativo
Eric Ravello, grazie a una borsa
di studio al Dipartimento di mu-
sica (lavora con Geremia Vinat-
tieri e Francesco Novara, giova-
ni e ottimi musicisti) Jhon ha
cambiato vita. Ha potuto infine
lasciare il lavoro di commesso a
Blockbuster, con due suoi amici
ha affittato un appartamento a
Treviso, suona nellOrchestra
dArchi del Veneto, reduce da
una tourne in Cina con lOrche-
stra sinfonica di Milano (Altro
che il sole di Pereira! In certe
citt i cieli erano sempre grigi;
mi sono sentito lontano dal
mondo) e ha trovato pure una
ragazza, italiana. Eppure, tutto
ha inizio da una vera mazzata.
Dopo gli studi a Pereira ero en-
trato nellOrchestra sinfonica
Del Valle di Santiago de Cali.
Repertorio vastissimo, gran
pubblico. Ero felice; avevo una
casa, una fidanzata, tanti amici.
Nel 2001 il governo ci tagli i
fondi: in un attimo con il lavoro
ho perso tutto. La mia ragazza
emigr a New York; io decisi di
raggiungere mio fratello Jaime
che, venuto in Italia a suonare
cumba e merengue, si era trova-
to cos bene da non tornare pi
in Colombia. Mio padre mi pag
il biglietto aereo. Sono arrivato
in Italia senza un soldo. Avevo
solo il mio violino e la mia colle-
zione di cd di musica classica.
In Veneto il giovane trova
presto lavoro come imbianchi-
no. Si perde e, per quasi 3 anni,
non suona pi lamato violino.
Un giorno - non una favola -
Franco Fava, un conoscente
che conosce la sua storia, lo
presenta a suo fratello Giorgio,
violinista. E il maestro Fava -
senza chiedergli un solo euro -
ricomincia a farlo studiare.
Un angelo caduto dal cielo!
Grazie a lui ho ritrovato con il
violino la mia anima, dice Ca-
stano Montoya. Tutto il resto
El Viaje, molto pi di un cd
con 8 canzoni; il viaggio di un
giovane che non ha mai fatto
una vacanza ma non ha mai ri-
nunciato a sognare.
CERN, SI DIMETTE IL FISICOCHE SFIDEINSTEIN
BARBARA GALLAVOTTI
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
ENZO BIANCHI
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
IL FUOCO
DEI MONACI
NEL BUIO
DEL MONDO
FRANCO BRUNI
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

.
SABATO31 MARZO2012 Lettere e Commenti 35
LA STAMPA

SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA36 T1T2 PRCV
LASTAMPA
SABATO 31 MARZO 2012
.
37
R
L
a primavera del cinema
civile italiano iniziata
sotto la neve di Berlino,
durante lultimo Fil-
mFest, quando Cesare de-
ve morire dei fratelli Taviani ha vin-
to lOrso doro e Diaz di Daniele Vi-
cari si aggiudicato il Premio del
Pubblico. Qualche settimana prima
era arrivato nelle sale Lindustriale
di Giuliano Montaldo, con Pierfran-
cesco Favino manager in crisi, sullo
sfondo di una recessione economica
che stravolge affetti e rapporti
umani. Ora tocca a Romanzo di una
strage di Marco Tullio Giordana, e
al Primo uomo di Gianni Amelio,
tratto dal libro di Camus sulla guer-
ra in Algeria. Intanto, a Roma, Mar-
co Risi ha appena finito di girare il
suo nuovo film (titolo ancora da de-
finire) scritto con Andrea Purgatori
e Jim Carrington, interpretato da
Luca Argentero, Claudio Amendola
e Pippo Delbono. Al centro del
giallo politico, la figura di un ex-
poliziotto dal passato oscuro. Nel
mare delle cinecommedie sbanca-
botteghino si intravedono, per la
prima volta dopo anni, segnali di
cambiamento. LItalia torna a par-
lare di se stessa, lo fa attraverso le
voci di autori appartenenti a gene-
razioni diverse, con linguaggi diffe-
renti, con opere che non hanno
niente in comune se non la voglia di
mettere il dito nelle piaghe aperte.
Una voglia antica, che un tempo si
chiamava denuncia.
C una classe di autori - dice
Purgatori - che non ha mai smesso
di pensare che bisognava racconta-
re i misteri di questo Paese. Sono
sommerso da soggetti, suggerimen-
ti, proposte, che hanno a che fare
con le nostre storie vere. Eppure
sul grande schermo, per un bel po,
se ne sono viste poche: Nelle sale
continua a funzionare soprattutto
la commedia, pi banale o pi co-
struita, ma comunque commedia, e
i produttori continuano a puntare
su quella. Ma non tutto: Laltro
giorno mi capitato di presentare a
una platea di studenti Indagine su
un cittadino al di sopra di ogni sospet-
to, un film di una potenza straordi-
naria, per me quello resta il para-
digma, lesempio da rifare. Petri de-
scriveva la degenerazione del pote-
re, e il coraggio con cui, in quegli
anni, raccont quel disagio, lo port
allOscar. Eppure se uscisse oggi e
finisse in un multiplex, avrebbe
molte difficolt ad essere visto. Il
grande ostacolo che questo genere
di film si trova a dover superare sta
nella progressiva cancellazione dei
cinema di citt, proprio quelli fre-
quentati dal suo pubblico ideale.
Poi c un altro problema: Per
troppo tempo le nostre sono state
storie ripiegate su noi stessi, insom-
ma, o si supera il confine dellauto-
referenzialit oppure non se ne
esce. Il divo di Sorrentino vince a
Cannes perch trasforma Andreot-
ti in un caso emblematico, dietro la
sua faccia ci pu essere chiunque,
anche un inquilino del Cremlino...
Salvatore Giuliano dirompente
perch esce in un Paese in cui ancora
nessuno si azzardava a parlare in
quel modo di mafia.
Cera una forza, una maniera te-
meraria di fare arte. In seguito, dice
Vicari, si affermato il principio del-
lauto-censura: I film che parlano
della contemporaneit non sono
amati dai produttori, il nostro un
mercato ristretto e molto legato alla
politica, certi temi sono considerati
indigesti, e cos successo che lo svi-
luppo di certe storie, ancora prima di
vedere la luce, sia stato bloccato da
freni potentissimi. Questo vale per i
registi affermati, figuriamoci per i
pi giovani. Oggi, per, qualcosa
cambiato: La realt socio-politica
torna ad essere interessante, parlan-
done si ristabilisce il rapporto con il
pubblico e, a volte, come sta accaden-
do in questo periodo, la verit irrom-
pe, i temi simpongono. Una cinema-
tografia che non affronta argomenti
profondi inutile. Diaz (in uscita il
13) il frutto di queste convinzioni:
Le polemiche non mi spaventano -
dice Vicari -, lunica cosa inaccettabi-
le sarebbe il silenzio, il film nasce
proprio con lobiettivo di romperlo.
Dobbiamo abituarci ad affrontare le
cose che ci accadono, se si lascia mo-
rire tutto, se le vicende si chiudono
con la prescrizione, continueremo a
trovarci nel disastro in cui stiamo vi-
vendo.
Il cinema civile serve a questo, te-
nere sveglie le coscienze: Abbiamo
vissuto per troppo tempo dentro una
specie di reality-show, sotto una cap-
pa pesante di moralismo generico, in
un clima anti-culturale, anti-filosofi-
co, tutto questo servito a mettere
da parte la naturale conflittualit di
un sistema sociale. Un sonno ottuso,
che il cinema pu interrompere.
Laprimavera
del cinemacivile
Dai Taviani a Vicari, da Montaldo a Giordana
i registi tornano a raccontare i mali dItalia
FULVIA CAPRARA
ROMA
Diaz
Il filmdi Daniele Vicari racconta i tragici
fatti del 2001 al G8 di Genova. Con Elio
Germano e Claudio Santamaria
IL PROBLEMADEL PUBBLICO
Purgatori: Nei multiplex
funzionasololacommedia
scompaionolesaledessai
LAUTOCENSURA
Vicari: I filmsullattualit
nonsonoamati dai produttori
perchcausanoproblemi
Cesare deve morire
Il filmdei fratelli Taviani girato nel carcere
di Rebibbia con detenuti attori ha vinto
lOrso dOro al Festival di Berlino
Lindustriale
Giuliano Montaldo racconta la storia di
un manager in crisi, sullo sfondo di una
recessione economica che stravolge vite
Il cratere della bomba di Piazza Fontana cos come appare nel film Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana
G
rande padre di un cinema ci-
vile applaudito ben oltre i
confini nazionali, Francesco
Rosi, classe 1922, ha ricostruito, at-
traverso opere celebri come La sfi-
da e Salvatore Giuliano, Il caso
Mattei e Le mani sulla citt, al-
cune fra le tappe pi salienti della
storia dItalia. E questo senza per-
dere mai la luce dellispirazione au-
toriale, lo stile vivido e personalissi-
mo, la distanza da qualunque ap-
piattimento documentaristico.
Per molti anni questo tipo di cine-
mastatoassentedai nostri scher-
mi. Adessoassistiamoaunritorno,
comelogiudica?
Il cinema va sempre a caccia di epi-
sodi che risveglino lemozione dello
spettatore su fatti che riguardano la
vita del Paese. E sempre stato cos, a
partire dal neo-realismo. E siccome
abbiamo vissuto una vita pubblica
estremamente travagliata, naturale
che la voglia di raccontare lItalia con
il mezzo cinematografico, sia presen-
te e torni ad esserlo. A me quella vo-
glia venuta varie volte.
Eppure sempre difficile affrontare
questo genere di argomenti. Lo di-
mostrano, inquesti giorni, lepolemi-
che intorno a Romanzo di una stra-
ge di MarcoTullioGiordana. Lei che
cosanepensa?
Certo, non cosa facile toccare
certi temi. Io penso solo quello che
ho fatto.
Cio?
Quando si trattano avvenimenti ri-
guardanti la nostra vita pubblica,
lunica cosa che bisogna tener pre-
sente la verit giudiziaria, bisogna
procedere senza mai perderla di vi-
sta.
I suoi film, per, nonhannomai avu-
to, neanche lontanamente, il sapore
di fredde ricostruzioni giudiziarie. Le
emozioni che provocano aiutano a
capirei fatti eapenetrarnelessenza.
Limportante il taglio che si d al
racconto. Credo di aver fatto i film
che volevo fare e, in effetti, molti,
rivisti oggi, anticipano discorsi tut-
tora attualissimi, che toccano la re-
alt di questo Paese. Me ne sono ac-
corto con luscita del dvd di Mani
sulla citt e anche con Cristo si
fermato a Eboli, ancora pienamen-
te in linea con la questione meridio-
nale. [F.C.]
Intervista
FrancescoRosi
Lunicacosacheconta
laveritgiudiziaria
Il grande padre dei filmdimpegno
CULTURA
& SPETTACOLI
VeronicaPivetti aBookstore
Bookstore, lapprofondimentoculturaledi La7
condottodaAlainElkann, tornastamattinaalle10.
Gli ospiti dellapuntatasonoVeronicaPivetti
(autricedi Hosmessodi piangere), VincenzoPaglia,
chehaappenapubblicatoCercandoGes, Melania
Mazzucco, autricedi Limbo, eGiovanni Malag,
cheparlerdi Storiedi sport, storiedi donne.
38
.
Spettacoli
.
T1 CV PR T2
Kiarostami: trameeFellini
lapoesiadellasemplicit
Il regista iraniano premiato al Bifest: Nel mio prossimo
filmuna studentessa prostituta e il suo docente cliente
A
bbasKiarostami lorivela
senza falsi pudori, il ca-
so adaverlo portato al ci-
nema, la curiosit legata
a un insieme accidentale
dieventifortunati. Unoslidingdoorsdi
porte chiuse e aperte inunpaese diffi-
cile, in una societ complicata. Lauto-
rediSottogliulivi, Ilsaporedellaciliegia,
Il ventoci portervia, Copiaconformeha
i modi di un gran signore del passato
che si incanta anche davanti a un bel
tramonto, parlavolentieri coni ragazzi
del Bifest di Bari, il Festival che gli ha
assegnatoil premioFellini 8emezzo. I
suoiraccontisonofittidiparticolaries-
senziali in storie che lui ritiene inin-
fluenti. Il primo filmche ho visto era
della Metro Goldwin Mayer. Avevo 11
anni e il leone mi spavent immensa-
mente, mafuTot, qualcheannodopo,
a illuminarmi sul significato del cine-
ma. Lovidi inlinguaoriginale. Nonca-
pivomaeradiversodagli altri. Nonan-
davaacavallo, nonuccidevaenonspa-
rava. Assomigliava a un mio vicino. Li
immaginai comeunasolapersona. Re-
alizzai che esistono due cinema: uno
realistico legato alle vicende che vedi,
unofittodi eventi fantastici. Echesono
piacevoli tutti edue.
Kiarostami, lei inrealt avrebbe vo-
lutofareil pittore, hastudiatoallAc-
cademia delle Belle Arti, per questo
nel suo cinema le immagini sono
tantoimportanti?
Ero pazzo di Van Gogh, pensavo
che se lui, male in arnese e povero ce
laveva fatta, anchio potevo avere
qualche chance. Ma la mano non mi
seguiva, eradeboleconi pennelli.
In che cosa si riconosce come cine-
asta?
Nellacuriosit. Findapiccoloero
interessato alle relazioni tra esseri
umani . La curiosit basilare. Vede,
un cineasta non lo solo quando fa ci-
nema, lo 24ore al giorno, il suo sonno
dacineasta, i suoi sogni sonodifferen-
ti. Guardi larealtpiintensamente.
HavintoilpremioFellini8emezzoed
statoquel filmafarlepensarecheil ci-
nemaamericanononlepiacevapi.
Che nonlavrei pivisto, s. Dicono
che io sia lerede del neorealismo so-
speso, un po come era il suo, tra il rac-
contodellarealtelapoesiadellasem-
plicit. Mi piace. Troppoonore.
Lei ha unfilminpost produzione che
haottimeopportunitdandareal Fe-
stival di Cannes. Likesomeoneinlove
ipotetico sequel di Copia conforme.
Piconosciutocome Theend. Perch
hacambiatoil ti-
tolo?
Ho fatto il mio
primo viaggio in
Giappone per rac-
contarelinusualere-
lazione tra una stu-
dentessa che lavora come prostituta per
pagarsi gli studi eunbrillantequantopi
anzianodocentecheunodei suoi clienti.
TemevocheTheendpotesseesserefrain-
teso, far pensare che in mezzo ci fosse la
mortediunodeipersonaggi.
ECannes?
Il filmora nel mio studio. Poi par-
tirperParigi. Spe-
ro sia pronto per
tempo. Altrimenti
saraVenezia.
Lei ha anche detto
che il governoirania-
no non ha relazione
conilsuocinema.Chenonneinteres-
sato.Possibile?
Un mese fa hanno proiettato Shi-
rin, unmiofilmdi 15anni fa, moltopar-
ticolare e personale, difficile per uno
spettatore. Ovviamente non ha avuto
successo. Ho il sospetto che labbiano
fatto vedere per far capire al pubblico
cheil miocinemanonpiacevole.
Comedefinirebbeil suorapportocon
lIran,sospeso?
Tutti hanno un rapporto sospeso
conil governoiraniano, tranne lentou-
rage stretto. Gli intellettuali nulla pos-
sono. Diversa la mia relazione con il
Paese. Comecineastaesottolineocine-
asta, penso di vivere in un posto dalle
immense capacit, colori, stagioni, et-
nie, temi, climi. Da uomo soffro nel ve-
dereladifferenzachectrai tantoric-
chi ei troppopoveri.
Leifacinemapolitico?
Il cinema politico non esiste cos
appesoasestesso. Unbuonfilmsem-
pre politico. La nostra responsabilit
quelladi offrirelaconsapevolezza, non
decidere dove il bene e dove il male,
questo un lavoro di Dio se fatto bene,
dei politici sefattomale.
GodardeScorsesediconocheleiabbia
toccatoi pialti livelli di poesianel ci-
nema.Belladimostrazionedistima.
Tanta ammirazione sarebbe forse
pi appropriata se espressa dopo la
miamorte.
Intervista
MICHELATAMBURRINO
INVIATA A BARI
Cineasta
curioso
Ad Abbas
Kiarostami,
lautore di Sotto
gli ulivi, Il sapore
della ciliegia, Il
vento ci porter
via, Copia
conforme
il festival Bifest
di Bari ha
assegnato
il premio
Fellini
8 e mezzo
IL RAPPORTOCONIL SUOPAESE
sospeso: dauomosoffro
nel vedereleingiustizie
dacineastanevedoi colori
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
.
Spettacoli
.
39
T1 CV PR T2
Com rock la danza
La danza - dice Vasco Rossi - si avvicina al rock perch
trasmette provocazione e sensualit. E richiede passione
C
he convalescenza effer-
vescente. Tornato nel-
locchio dei media dopo
9 mesi durante i quali
sulla sua salute si det-
to di tutto, Vasco Rossi divertito,
eccitato, spiritoso e a volte sarca-
stico. Dopo lanteprima del balletto
Laltra met del cielo, la conferenza
stampa vorrebbe seguire canoni
consolidati, ma lui ha urgenze non
trattenute. I critici di balletto stor-
cono il naso, gli scaligeri sono pre-
occupati. La scena si articola es-
senzialmente nello scambio fra Va-
sco che chiama bad girl la coreo-
grafa Martha Clarke, e la medesi-
ma che definisce invece lui, bad
boy. Si sono piaciuti, ma il rocker
chiede con decisione che si alzi il
volume alla rilettura del suo abbon-
dante universo creativo femminile
che fa da colonna sonora alla pice.
Albachiara, Silvia e Susanna
cambiano pelle nel trascorrere del-
le 13 canzoni con laiuto di questo
album, Laltra met del cielo, per il
quale Celso Valli ha riscritto con sa-
pienza le partiture in chiave classica.
Vasco canta le sue storie di sempre
con un piglio vivace, come faceva nei
primi dischi. A volte sembra stia re-
citando: Questo per non un disco
di Vasco Rossi - ammonisce - un
disco classico, di Celso Valli e del bal-
letto. Che io non ho potuto vedere
bene, perch stavo in fondo: e non
posso neanche venire alla prima del
3 aprile, perch non ho il biglietto e
dovrei stare in piedi. In fondo sa-
rebbe, per la cronaca, il palco presi-
denziale. Vabb. Confessa di essersi
molto emozionato: ma pi che altro
appariva tenero, con quella sua aria
simpatica da provinciale rock arri-
vato primo nel tempio nazionale del-
la lirica. La capi-
gliatura avara gira
verso lalto (Ho
un diavolo per ca-
pello, e li ho voluti
cos) mentre
scherza con i Tg:
Ieri la notizia era laddio di Fede,
oggi dovrebbe essere Vasco Rossi al-
la Scala, sempre se non beccano
Confalonieri con la valigetta.
Poi, richiesto di raccontare final-
mente a voce, dopo tanto Facebook,
lannus horribilis, erompe: Sono
stato sei mesi in clinica, io che non
sono mai stato malato per pi di due
giorni. Ho scoperto che la polmonite
dura un mese, ho fatto quattro mesi
di antibiotici che mi hanno spezzato
le reni: senza difese immunitarie, ho
preso tutte le malattie che passava-
no. Poi mi sono chiuso nello Stupido
Hotel, per incidere questo album. Il
riferimento alla residenza lavorati-
va che si scelto negli ultimi due
piani di un hotel bolognese, dando
origine a una micidiale sventagliata
di ipotesi che lo davano di volta in
volta come depresso o malato termi-
nale. I medici mi hanno detto che ci
vorr un anno di convalescenza. Il
direttore della clinica Villalba mi ha
organizzato uno dei periodi pi belli
della mia vita, ho conosciuto un sac-
co di gente e, male a parte, sarei sta-
to benissimo.
I problemi semmai sono (guarda
un po, pure lui) economici: Un
giorno la mia commercialista mi ha
detto: Siamo in crisi di liquidit.
Stiamo dunque ristrutturando
lazienda, che molto complessa
perch autosuffi-
ciente. Ora la ri-
duco e ridivento
artista, ci penser
la Emi a organiz-
zare tutto. Gi,
perch anche lal-
tra favola metropolitana, che il si-
gnor Rossi si ritira, viene pienamen-
te smentita: Ho detto che mi dimet-
to da rockstar, perch non mi diver-
to pi al palco sempre pi grosso.
Non smetto di far canzoni n dischi,
anche la Scala segno della mia
nuova vita. Sono un istintivo, ho sco-
perto Facebook per caso, posso dia-
logare con 2 milioni 800 mila perso-
ne anche se Tania (la sua press-
agent, ndr) mi mette in crisi.
Si scopre che fra le nuove possibi-
lit non esclude il cinema: Di sicuro
il regista, ma anche recitare: pensa-
vo che Tom Cruise fosse un pirla, ma
Intervista
MARINELLAVENEGONI
MILANO
VascoRossi: eadesso
vorrei farelattore
AllaScalaLaltrametdel cielo, il ballettosui suoi brani
Torneracantare, sonoil pibravo, mapensoaunfilm
CI SARANNOANCORASTADI
Maancheil cinema: voglio
fareil registaeimpararedalle
star arecitareconil corpo
in Protocollo Fantasma bravissimo,
e cos pure Di Caprio. Ho imparato a
stare sul palco guardando, ora sono
il pi bravo. Ma adesso che ho tempo
voglio imparare dagli attori america-
ni, a recitare con il corpo.
Le offerte non gli mancano: Mi
hanno chiesto di cantar dal vivo alla
Scala, ma non esiste. Se ci fossi io
guarderebbero me e non le mie don-
ne. Che ora sono indipendenti, e van-
no loro nei teatri come qualcuno vor-
rebbe far fare a me. Io resto nelle
cantine, nei bar, negli stadi. Sorride
disarmante: Non mi sento cambia-
to per niente, sono contento di esse-
re lartista Vasco Rossi e continuo a
scrivere canzoni.
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA40
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
.
Spettacoli
.
41
Programmi tv
Dal satellite
Rai 1 Rai 2 Rai 3 Canale 5 Italia 1 Rete 4 La 7
6.00 Euronews
6.10 Da da da in musica
6.30 UnoMattina in famiglia
Attualit
9.30 Tg1 L.I.S.
10.05 Settegiorni Attualit
10.55 ApriRai Attualit
11.05 Che tempo fa
11.10 Unomattina Storie Vere
12.00 La prova del cuoco
13.30 Telegiornale
14.00 Mix ItaliaAttualit
14.40 Le amiche del sabato
Variet
17.00 Tg 1. Che tempo fa
17.15 A Sua immagine
17.45 Passaggio a Nord Ovest
Documentari
18.50 LereditGioco
20.00 Telegiornale
20.30 Tg Sport
20.35 Affari tuoi Gioco
22.50 Tg1 60 Secondi
0.30 Di che talento sei?
1.15 Tg 1 Notte
1.25 Che tempo fa
1.30 Cinematografo
2.30 Il mio amico giardiniere
Film (comm., 2007)
7.00 Cartoon Magic Cartoni
9.50 Lola e Virginia
10.15 Sulla via di Damasco
10.45 Meteo
10.55 Quello cheAttualit
11.35 Mezzogiorno in famiglia
13.00 Tg 2
13.25 Dribbling
14.00 London Live 2.0Musicale
15.40 La libreria del mistero -
Segreti e nostalgie
Film-tv
17.05 Sereno Variabile
Attualit
18.00 Tg 2 Flash L.I.S.
18.05 Sea Patrol Telefilm
18.50 Lisola dei famosi - La set-
timanaReality show
19.35 Lisola dei famosi Reality
show
20.25 Estrazioni del lotto
20.30 Tg2 20.30
21.50 Body of Proof Telefilm
22.40 Sabato Sprint
23.25 Tg 2
23.35 Tg 2 Dossier Attualit
0.20 Tg 2 - Storie. I racconti
della settimana
Attualit
11.00 Tgr BellitaliaMagazine
11.30 Tgr Prodotto Italia
12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie
12.25 Tgr Il Settimanale
12.55 Tgr Ambiente Italia
14.00 Tg Regione.Tg Regione
Meteo
14.20 Tg 3
14.45 Tg3 Pixel Attualit
14.50 Meteo
14.55 Tv TalkAttualit
16.50 Tg3 L.i.s
16.55 Istituzioni - Il Senato
della Repubblica
17.45 Magazine Champions
League
18.10 90 Minuto serie BSport
18.55 Meteo 3
19.00 Tg 3.Tg Regione.Tgr
Meteo
20.00 BlobVideoframmenti
20.10 Che tempo che fa
23.30 Tg 3.Tg Regione
23.50 Amore criminale
Attualit
0.50 Tg 3
1.00 Tg3 Agenda del mondo
1.15 Tg3 Sabato Notte
Magazine
I programmi settimanali completi delle principali tv satellitari, del digitale terrestre e delle radio su: www.lastampa.it/programmi
0.30 Mai dire Grande Fratello
Variet satirico con Gia-
lappas Band. Regia di
Massimo Fusi
1.15 Tg 5 Notte. Meteo
1.45 Striscia la notiziaVariet
satirico
10.05 Yu Gi Ho! 5Ds Cartoni
10.30 Gaiking - Legend of
Daiku-MaryuCartoni
10.55 Scooby-Doo e la leggen-
da del vampiroFilm . .
12.20 Maledetti scarafaggi
Cartoni animati
12.25 Studio Aperto. Meteo
13.00 Studio Sport
13.40 I SimpsonCartoni
14.10 Ritorno al futuro parte III
Film (fant., 1990)
16.15 Zoo rangers in Sud Ame-
ricaFilm-tv
18.00 Bau Boys Magazine
18.30 Studio aperto - La gior-
nata
19.00 Bugs BunnyCartoni ani-
mati
19.25 La tela di CarlottaFilm
(comm., 2006) con
Dakota Fanning
23.10 Rudy maialino dispetto-
so 2Film (comm., 2007)
con Sebastian Koch,
Sophie von Kessel.
Regia di Peter Timm
1.05 Studio Sport XXL
2.05 Poker1maniaSport
7.15 Magnum P.I. Telefilm
8.35 Vivere meglioAttualit
9.35 LItalia che funziona
9.50 Carabinieri Telefilm
10.50 Ricette di famiglia
Magazine
11.30 Tg4 - Telegiornale
12.00 Detective in corsiaTF
13.00 La signora in gialloTF
14.05 ForumAttualit
14.55 Ieri e Oggi in TVVariet
15.15 Perry MasonTelefilm
Nato dallimmaginazio-
ne dellex procuratore
Erle Stanley Gardner nel
1933, uno dei pi
grandi successi telelvisivi
degli anni 60.
17.00 MonkTelefilm
18.55 Tg4 - Telegiornale
19.35 Tempesta damoreSoap
Opera
23.50 La vera ereditFilm-tv
1.35 Tg 4 Night News
2.00 Ieri e Oggi in Tv - Raffael-
la Carr ShowVariet
3.30 La donna della lunaFilm
(dramm., 1987) con
Greta Scacchi
6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo.
Traffico
6.55 Movie Flash
7.00 Omnibus Magazine
7.30 Tg La7
10.00 BookstoreAttualit
11.10 Prossima fermata
11.25 I men di Bendetta
Variet
12.25 Superbike: Qualifiche -
SuperpoleSport
13.30 Tg La7
14.05 Cuochi e fiammeGioco
15.00 Superbike: Round 1 -
SuperpoleSport
16.10 J.A.G. Avvocati in divisa
Telefilm
17.55 Movie Flash
18.00 Lispettore Barnaby
Film-tv
20.00 Tg La7
20.30 In ondaAttualit
24.00 Tg La7
0.05 Tg La7 Sport
0.10 M.O.D.A. Attualit
Moda, Opinioni, Desi-
deri, Atmosfere: le ten-
denze del nuovo millen-
nio
8.05 Mad MenSerie
8.50 The Cleaner Serie
9.35 HavenSerie
10.20 Lost Serie
11.00 FarscapeSerie
11.50 A Testa AltaFilm
13.15 StregheSerie
13.55 Game Of DeathFilm
15.30 Wonderland 2012
15.50 Dead ZoneTelefilm
16.35 Survivors Serie
17.20 HavenSerie
18.05 FarscapeSerie
18.55 Battlestar GalacticaSerie
19.40 SanctuarySerie
21.10 Desperate Housewives
Serie
22.50 UnthinkableFilm
0.30 Senza Apparente Motivo
Film
21.10
Ballando con te
VARIET. Conduce Milly Car-
lucci. Protagonisti del pro-
gramma, i sei concorrenti usci-
tivincitoridellesfideacuihanno
partecipato nel corso di Bal-
lando con le stelle
21.05
Castle
TELEFILM. Con Nathan Fillion.
CastleeBeckettsonosullascena
di un crimine avvenuto duran-
te un matrimonio. Rick si accor-
ge che la sposa una sua ex
fidanzata
21.30
Ulisse: Il piacere
della scoperta
DOCUMENTARI. Graziearicostruzio-
ni filmate, testimonianze e docu-
menti di repertorioAlbertoAnge-
laciportaabordodelTitanic,iltran-
satlanticopifamosodellastoria
21.10
Amici
REALITYSHOW. Maria De Filippi
conduce la prima puntata del-
lXI edizione del talent show. Le
musiche, interamente dal vivo,
sono eseguite dallOrchestra di
Peppe Vessicchio
21.10
Striscia, una zebra
alla riscossa
FILM.(comm.,2004)conBruceGre-
enwood,HaydenPanettiere.Regia
di Frederik Du Chau. La zebra Stri-
scia,adottatadaunfattore,sicrede
un cavallo purosangue
21.15
The Mentalist
TELEFILM. Con Simon Baker.
Patrick Jane aiuta gli agenti del
Cbi a risolvere un caso che vede
vittima un famoso consulente
finanziario, assassinato nella
propria villa
21.30
The Show must
go off
VARIET. Un programma di
satira, musica, intrattenimen-
to, talk e spettacolo condotto
da Serena Dandini, affianca-
ta da Dario Vergassola
I film
15.05 Innocenti bugie Una
donna incontra un
uomo misterioso, quel-
lo dei suoi sogni o dei
suoi incubi SKY MAX
15.40 The Truman Show Da
30 anni Jim Carrey
linconsapevole prota-
gonista di una soap-
opera SKY HITS
15.50 Qualcosa di speciale Il
vedovo Aaron Eckhart
ha scritto un libro su
come affrontare il lutto
SKY PASSION
15.55 A proposito di Steve
Nonostante la sua
mente brillante, Mary
Horowitz ha una scarsa
vita sociale SKY CINEMA 1
Cammina, non correre
Olimpiadi 64: Cary Grant
e Jim Hutton si dividono
lappartamento di una
ragazza SKY CLASSICS
16.30 Prima vittoria Vicende
pubbliche e private di
militari americani nella
Seconda Guerra
Mondiale MGM
Il computer con le scar-
pe da tennis Dexter
viene colpito da una
scarica elettrica mentre
sta usando il computer
SKY FAMILY
16.55 The Fan - Il mito Un
giocatore di baseball
(Wesley Snipes) diventa
lidolo di Robert De
Niro SKY MAX
17.25 Tutta colpa dellamore
Unaffermata stilista
deve convincere il mari-
to a concederle il divor-
zio SKY HITS
17.40 Skyline Un gruppo di
amici deve sopravvivere
a una forza ultraterre-
na SKY CINEMA 1
Segreti fatali Julia, una
donna molto attraente,
divorziata e in carriera,
vive una vita da sogno
SKY PASSION
17.50 Gandhi La vita del
Mahatma da giovane
avvocato a propugna-
tore dellindipendenza
indiana SKY CLASSICS
19.05 Scandalo a Filadelfia
Dopo aver divorziato
da Cary Grant,
Katharine Hepburn
decide di risposarsi MGM
19.10 Ratatouille Remy, topo-
lino di campagna, si
trasferisce nel centro di
Parigi. Animazione SKY
FAMILY
Carissima Me Sophie
Marceau, donna in car-
riera, rimette in discus-
sione le sue scelte di
vita SKY PASSION
19.15 Gioco a due Il ladro
miliardario Crown
(Pierce Brosnan) ruba
un Monet dal
Metropolitan SKY HITS
19.20Nessuno mi pu giu-
dicare La vita di Paola
Cortellesi cambia
quando il marito
muore in un incidente
SKY CINEMA 1
21.00 Furia Spencer Tracy
viene accusato ingiusta-
mente di sequestro di
una ragazzina MGM
Il mio cane Skip Willie,
nove anni, e il suo cane
Skip, crescono insieme
dividendo gioie e dolo-
ri SKY FAMILY
Il federale 1944: Ugo
Tognazzi, delle Brigate
Nere, conduce a Roma
un filosofo antifascista
SKY CLASSICS
Un incantevole aprile
Quattro donne, tra fru-
strazione e solitudine,
si concedono una
vacanza in Italia SKY
PASSION
Rendition - Detenzione
illegale Storie intreccia-
te nella guerra contro il
terrorismo dopo l11
settembre SKY MAX
21.10 Forrest Gump Lex para-
plegico Tom Hanks rie-
sce a diventare un vin-
cente. Sei premi Oscar
SKY HITS
The next three days La
vita di una coppia
stravolta quando la
donna viene accusata
di omicidio SKY CINEMA 1
22.40 Quel pazzo venerd
Tess e la figlia si ritrova-
no luna nel corpo
dellaltra. Con Jamie
Lee Curtis SKY FAMILY
Piccolo dizionario amo-
roso Borneo, 1937: gio-
vane ufficiale inglese
conosce una bellissima
ragazza indiana SKY
PASSION
22.50 Custer, eroe del West Il
generale Custer cerca la
gloria combattendo
contro cheyenne e
sioux SKY CLASSICS
23.10 Saw VI Sesto capitolo.
Stavolta loggetto delle
indagini loperato di
Hoffman SKY MAX
23.30 Tutti al mare Un giorno
al mare di un gruppo di
villeggianti, tra sogni e
delusioni SKY CINEMA 1
23.35 Luomo nellombra Lex
primo ministro britan-
nico Adam Lang vive su
unisola negli Stati Uniti
SKY HITS
Rai 4
6.15 Virus 2011
6.30 CineItalia
6.50 I due figli di Trinita Film
8.20 Il meraviglioso paese
Film
10.30 If onlyFilm
12.10 SolsticeFilm
13.45 Arrivederci ragazzi Film
15.30 Il fantasma dellOpera
Film
17.50 Fantozzi subisce ancora
Film
19.20 Il tulipano doroFilm
21.00 Cose da pazzi Film
22.40 La mia pistola per Billy
Film
0.20 Scandalo internazionale
Film
2.20 The Grudge 3Film
3.50 Hellraiser Film
Rai Movie
14.50 Notiziario TG Sport Mila-
noSport
15.00 Calcio: Campionato Ita-
liano Serie D Francavilla -
Internapoli (secondo
tempo) Sport
15.50 Ginnastica Artistica:
Incontro Internazionale
Nazionale Femminile
18.30 Tg Sport FlashSport
18.35 Basket Disabili: Campio-
nato Italiano Elecom
Roma-Santa Lucia Roma
20.25 Calcio: Qualificazione
Campionato Europeo
Femminile Italia-Bosnia
Sport
22.30 Bocce: Campionato Ita-
liano Ciar Colbordolo-La
PinetinaSport
Raisport 1
17.55 Da Qui - Gentullio Cam-
pagnolo
18.00 Res Gestae Fatti
18.55 Da Qui - Ivrea un micro
cosmo illuminato
19.00 Res Gestae Personaggi
19.25 Da Qui - Punti di svolta -
Sergio Rubini
20.00 Art News
20.30 Visioni Private: Gian Luigi
Rondi
20.55 da Qui - Punti di svolta -
Vittorio Sermonti
21.00 Dixit 150 anni: Italia cri-
minale:dal bandito Giu-
liano alla uno bianca
23.00 Istituzioni - il Senato
della Repubblica
24.00 Anteprima Mille Papave-
ri Rossi
Rai Storia
8.30 Solocalcio ReplicaSport
9.30 Hlts Ligue1Sport
10.30 Build Up Barca TvSport
11.00 Barcelona Tv Champions
Quarti Finale Milan - Bar-
celonaSport
13.00 Summary Barca TvSport
13.30 Magazine Primavera
14.00 Primavera Tim Milan Vs
Atalanta Diretta 14.00
16.00 Primavera Tim Chievo Vs
Inter Diretta 16.00Sport
18.30 Lega Pro Avellino Vs
BeneventoSport
20.30 Anteprima Serie BSport
21.00 Ligue Nancy-Paris Sg
Diretta 21.00Sport
23.00 Speciale Serie B Diretta
Sport
Sportitalia
7.33 Ti Racconto Un Libro
8.07 Doppio SegretoMinise-
rie
9.49 Prof. Dott. Guido Tersilli,
primario della clinica
Villa CelesteFilm
11.43 Le comicheFilm
13.29 Il cavaliere di Lagardre
Film
15.44 Ritratto di signoraFilm
18.30 LagguatoFilm
20.56 Suspect - Presunto colpe-
voleFilm
23.07 SevenFilm
1.26 VidocqFilm
3.05 Roberto SuccoFilm
5.05 Un solo grande amore
Film
Iris
21.00 Law & Order: Unit
Speciale FOX CRIME
Ghost Whisperer FOX
LIFE
Ghost Whisperer FOX
Primeval JIMMY
21.55 Law & Order: Unit
Speciale FOX CRIME
Ghost Whisperer FOX
LIFE
Ghost Whisperer FOX
22.45 Sex Education Show
FOX LIFE
Sex Education Show
FOX
22.50 Law & Order: Unit
Speciale FOX CRIME
23.40 Bones FOX LIFE
Bones FOX
23.45 Whitechapel - Jack lo
Squartatore FOX CRIME
0.20 Earth: Final Conflict
JIMMY
Intrattenimento
20.15 Pattinaggio figurato:
Campionati del
Mondo EUROSPORT 1
20.25 Calcio: Qualificazione
Campionato Europeo
Femminile Italia-
Bosnia RAISPORT SAT
20.40 Calcio: Serie A SKY
SPORT 1
21.15 Rubrica: Studio NBA
SKY SPORT 2
21.30 Basket: NBA SKY SPORT
2
22.30 Biliardo: China Open
EUROSPORT 1
Bocce: Campionato
Italiano Ciar
Colbordolo-La
Pinetina RAISPORT SAT
22.45 Rubrica: Sky Calcio
postpartita SKY SPORT 1
23.15 Memoria Rai Sport
RAISPORT SAT
Sport
16.00 Diretta
Premium Serie
B 2011/12 Sport
16.54 Serie B Live
2011/12 Sport
17.08 Studio Hi -
Lites Serie B
2011/12 Sport
17.30 Serie A Live
2011/12 Sport
17.45 Serie A Live
2011/12 Sport
18.00 Calcio Serie A:
Catania -
Milan Sport
19.55 Serie A Live
2011/12 Sport
20.45 Calcio Serie A:
Parma - Lazio
22.41 Serie A Live
2011/12 Sport
6.38 Colpevole
domicidio
Film
8.27 Formula per
un delitto
Film
10.32 Jonah Hex
Film
11.59 Due cuori e
una provetta
Film
13.43 Le 3 Ore
Cortometraggio
14.07 Ti presento un
amico Film
15.52 Parto col folle
Film
17.34 Tre allimprov-
viso Film
19.35 Faccio un salto
allAvana Film
11.40 Hollywood
Collection:
Jack Lemmon
12.10 La banda di
Jesse James
Film
13.40 7 Dicembre
Film
14.15 Armato per
uccidere Film
15.55 Mississippi
Burning - Le
radici del-
lodio Film
18.05 Superman Film
20.40 Chi ti credi di
essere?
Documentari
21.15 Dogma Film
23.30 Focus: John
Belushi Variet
JOI MYA STEEL
14.17 Er-Medici In
Prima Linea
Telefilm
16.52 V Telefilm
17.33 Joi On Air 12:
Aprile Variet
17.49 The Mentalist
Telefilm
18.37 Trust Me
Telefilm
19.27 Dr. House -
Medical divi-
sion Telefilm
20.09 Joi On Air 12:
Aprile Variet
20.23 Royal Pains
Telefilm
21.15 Suits Telefilm
22.06 Sex & Law
Telefilm
22.47 Joi On Air 12
11.39 Close To Home
I-Giustizia Ad
Ogni Costo
Telefilm
12.28 Friends Telefilm
14.04 Man Vs
Minivan
Cortometraggio
14.28 Domani Mi
Sposo Film
16.07 Smash Telefilm
17.49 Ugly Betty
Telefilm
19.32 Weather Girl -
Perturbazioni
damore Film
21.15 Pretty Little
Liars Telefilm
22.07 Gossip Girl
Telefilm
22.54 Smash Telefilm
9.15 R.I.S. Roma
Delitti
Imperfetti
Telefilm
11.15 I nuovi eroi
Film
13.00 Supernatural
Telefilm
14.35 Le Furie
Umane Del
Kung-Fu Film
16.20 Doa: Dead Or
Alive Film
17.50 R.I.S. Roma
Delitti
Imperfetti
Telefilm
19.35 4400 Telefilm
21.15 Nikita Telefilm
22.00 Rookie Blue
Telefilm
P. CALCIO P. CINEMA S. UNIVERSAL
Joy+1, Mya+1,Steel+1 ripetono la programmazione Joi, Mya, e Steel posticipati di unora
6.00 Tg 5 Prima pagina
7.55 Traffico
7.57 Meteo 5
8.00 Tg 5 Mattina
8.50 LoggioneMusicale
9.45 Finalmente arriva Kalle
Telefilm
11.00 Al momento giustoFilm
(comm., 2000)
13.00 Tg 5. Meteo 5
13.40 Riassunto Grande Fratel-
loReality show
14.10 Amici Reality show Con-
duce Maria De Filippi
15.30 Verissimo - Tutti i colori
della cronacaAttualit Il
programma dedicato
alla cronaca, allo spetta-
colo, allattualit
18.50 The Money DropQuiz
20.00 Tg 5. Meteo 5
20.30 Striscia la notizia
TV&TV
ALESSANDRA
COMAZZI
T
ra i produttori
c anche Spiel-
berg, che deve
sentirsi tanto orfano di
Jurassic Park. The River
va in onda su Sky Uno
con il suo gruppo di te-
levisionari che filmano
chi filma, in quel gioco
en abi^me praticato
da Velasquez nella pit-
tura, la bambina che si
specchia e vede una
bambina che si spec-
chia, e via e via allinfi-
nito. Un esploratore fa-
moso per i suoi pro-
grammi naturalistici
scomparso da mesi,
laggi in Amazzonia.
La moglie e il figlio or-
ganizzano una missio-
ne di recupero e soc-
corso. Ovviamenteafa-
vore di telecamera, co-
me in un reality. Sono
giovani e belli. Nelle se-
rie Usa pazzesco co-
melemadri dimostrino
sempre due o tre anni
pi dei loro figli. Come
siano costantemente
tutti aitanti e magri. Se
contano qualche lustro
in pi, devono comun-
que essere eccezional-
mente simpatici o ge-
niali, vedi gli anatomo-
patologi di CSI Las Ve-
gasodi NCIS. Gli inglesi
sono diversi: inserisco-
no figure pi credibili.
Edonne che nonporta-
no botox e tacchi a spil-
lo. I salvatori di The Ri-
ver devono vedersela
condellespeciedi mor-
ti viventi indigeni che
forse simboleggiano il
loro inconscio. E la ne-
cessit di affrontare le
paure pi profonde.
Sembra meno stram-
palato di Lost, la tecni-
ca para-documentari-
sticaottima.
Torino - Via Petitti, 3/A/B/D - Tel. +39 011 6313635 - Fax +39 011 6966814
dreamcar@dreamcar.to.it
Mercedes GLK 220 CDI 4 matic
Modello Sport
Colore: grigio tenorite metallizzato Interno: pelle artica perla
Accessori: cambio automatico 7 G trtonic, sensori parcheggio ant. e post.
Audio 50 APS navi cartografico, ruota scorta, eco start, serbatoio maggiorato, pacchetto
specchietti, pacchetto sportico, antifurto volumetrico perimetrale. Estensione garanzia 3/4 anno
Listino su strada: Euro 52.434
Scontata su strada con promozione: Euro 37.200
Possibilit di finanziamento totale con anticipo ZERO
Rate mensili da Euro 676
E per chi approfitter del finanziamento:
Compreso nel prezzo, fornitura completa di gomme da neve.
Mercedes GLK 250 CDI 4 matic
Modello Sport 204 hp
Colore: argento palladio metallizzato Interno: tessuto sportivo Boston nero
Accessori: volante e leva del cambio in pelle, cambio automatico 7 G tronic,
multifunzione, pacchetto specchietti, antifurto volumetrico. Estensione garanzia 3/4anno
Listino su strada: Euro 50.850
Scontata su strada con promozione: Euro 35.610
Possibilit di finanziamento totale con anticipo ZERO
Rate mensili da Euro 647
E per chi approfitter del finanziamento:
Compreso nel prezzo, fornitura completa di gomme da neve.
Mercedes GLK 220 CDI 4 matic
Modello Sport
Colore: nero metallizzato Interno: pelle artica perla
Accessori: cambio automatico 7 G tronic, audio 50 aps navi cartografico, pacchetto sportivo,
antifurto volumetrico, pacchetto specchietti, eco start. Estensione garanzia 3/4 anno
Listino su strada: Euro 50.000
Scontata su strada con promozione: Euro 35.450
Possibilit di finanziamento totale con anticipo ZERO
Rate mensili da Euro 644
E per chi approfitter del finanziamento:
Compreso nel prezzo, fornitura completa di gomme da neve.
Mercedes GLK 220 CDI 4 matic
Modello Sport
Colore: bianco calcite Interno: pelle artica perla
Accessori: sensori di parcheggio anteriori e posteriori,
cambio automatico 7 G tronic, audio 50 aps navi cartografico, pacchetto
specchietti, pacchetto sportivo, antifurto volumetrico
Estensione garanzia 3/4 anno
Listino su strada: Euro 51.397
Scontata su strada con promozione: Euro 35.450
Possibilit di finanziamento totale con anticipo ZERO
Rate mensili da Euro 658
E per chi approfitter del finanziamento:
Compreso nel prezzo, fornitura completa di gomme da neve.
Mercedes GLK e Dreamcar
non sono solo un punto di vista
Sconti fino al 30% incondizionatamente
C
o
n
s
u
m
i
c
ic
lo

c
o
m
b
in
a
t
o

(
l/
1
0
0
)

6
,
1
-
5
,
7

-

E
m
is
s
io
n
i
d
i
C
O
2
(
g
/
k
m
)

1
5
9
-
1
4
9
F
o
rm
u
la
fin
a
n
z
ia
ria
: T
A
N
1
2
,5
0
T
A
E
G
1
3
,9
0
- S
o
n
o
s
e
m
p
re
d
a
c
o
n
te
g
g
ia
rs
i a
p
a
rte
: im
m
a
tric
o
la
z
io
n
e
, m
e
s
s
a
s
u
s
tra
d
a
, K
it s
ic
u
re
z
z
a
p
e
r E
u
ro
1
.6
0
0
,0
0
.
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA42 T1T2 PRCV
Intervista
,,
MASSIMILIANONEROZZI
TORINO
Alessandro Matri, ultimo gol 35
giorni e sei partite fa: le manca?
Un po s, ma normale, facendo
lattaccante viene automatico. Vi-
viamo di gol. Allora ci penso, e se
nonlo faccio, me lo ricordate voi.
La prendono in giro nello spoglia-
toio?
Se per questo di battute me ne
faccio anche da solo.
Magari il numero: di solito si ru-
ba quello di grandi bomber, lei
scelse il 32 perch era di Brocchi.
Era anche quello di Vieri. Comun-
que vero, Cristian (Brocchi) un
mio amico: mi aveva preso in simpa-
tia fin da quando stavo nella Prima-
vera del Milan. E mi sempre stato
vicino, anche quando le cose non an-
davano benissimo.
La Juve cerca un grande attaccan-
te: le d fastidio?
No, penso che sia nelle cose: con
pi obiettivi c bisogno di campio-
ni. Piuttosto mi fanno ridere quan-
do mi paragonano a Ibrahimovic,
perch nonsono stupido: ho giocato
a Cagliari fino allanno scorso.
Un mese fa, al netto dei rigori,
Ibra aveva due soli gol in pi: le
chiedono troppo?
Chiaro che credo in me, e anchio
chiedo a me stesso sempre di pi,
ma di Ibra, fino a poco tempo fa, si
parlava del Pallone doro. Ibra
Ibra: per questo ci vuole un grande
attaccante.
Ma la concorrenza fa davvero be-
ne?
Io lho sempre avuta, ci sono abi-
tuato, perch nessuno mi ha mai re-
galato nulla. Sono sempre andato in
squadre dove il posto non ce lave-
vo.
Una volta che rimasto fuori e s
arrabbiato?
La partita di San Siro, chi non
lavrebbe voluta giocare? Ma non
arrabbiarsi nel senso di litigare.
che ogni volta che uno non gioca si
arrabbia. Ognuno che finisce in pan-
china si arrabbia.
Una volta che ha giocato e non se
laspettava?
Quando venivo da partite in cui
non segnavo e neppure facevo be-
ne, e il mister mi ha schierato lo
stesso.
Gioca con il Napoli?
Lo spero, ma con il mister non lo
sappiamo mai fino allultimo.
Conte ha detto: Cambio perch
non ho un attaccante che si stac-
ca dagli altri. Eppure lei lunico
in doppia cifra.
Diciamo che come caratteristiche,
forse sono pi giocatore da area ri-
spetto agli altri.
Il gol pi bello?
Contro il Milan
Bruciando Thiago Silva: il nemico
pi duro?
Il pi forte che
c.
Con il turno-
ver davanti ha
paura di man-
care gli Euro-
pei?
La vivo serenamente, ma c la vo-
glia di fare bene anche per andare
in Nazionale, un mio obiettivo.
Cosa invidia a Cavani?
Sicuramente ha qualit fisiche
non indifferenti, corre per tutta la
partita. Una condizione che pochi
hanno: sono tre anni che va come un
matto e arriva lucido davanti alla por-
ta.
La stessa cosa che le chiede Conte?
Il nostro un gioco di squadra e un
solista farebbe pi fatica. I molti gol
dei centrocampisti ne sono la dimo-
strazione.
Buttate la palla
avanti, tanto Ale
corre pi di tut-
ti, diceva il suo
primo allenato-
re: qui cosa cam-
bia?
Devo migliorare nelle sponde e nel
gioco con gli altri: non era nelle mie
caratteristiche.
Quanti gol vuol fare ancora?
Pi di quelli che ho.
Lascorsa stagione, 9 reti in16parti-
te, ora 10 in 26: che succede?
Che ci sono anni in cui va meglio, e
lo dicevo anche la stagione scorsa,
quando li facevo. Ma non un proble-
ma, la vivo abbastanza bene. So che
capitano questi momenti.
La sua fidanzata la deve ancora
chiamare cinque volte prima di
ogni partita?
Ma no, ero io che
la chiamavo. Co-
munque no. Ho so-
lo piccole scara-
manzie, non sono
ossessivo.
Lultima?
(sorriso). un mese che le cambio.
Vediamo quando segno.
Pirlo e Vucinic: chi il passatore mi-
gliore?
Lo fanno in zone diverse, ma sono
due con piedi perfetti. A me ne ha
fatto qualcuno Mirko, ma Andrea
il centrocampista pi forte del
mondo.
Che significa lesultanza, con la ma-
no a becco di gallina?
La facevo con Lazzari, a Cagliari.
Non si pu dire.
Avete chance scudetto?
Ci crediamo, mancano nove giorna-
te e 4 punti sono po-
chi. E poi il Milan
ha la Champions.
Ho visto la partita
con il Barcellona,
spero vadano avan-
ti: se si stancano di
pi e perdono punti meglio ancora.
Esprima un desiderio personale.
Arrivare a venti gol adesso dura:
ma se succede, vuol dire che vincia-
mo lo scudetto. Per anche alzare la
Coppa Italia non sarebbe male: e per
me, una novit.
Oggi in tv
Posticipo con il Napoli
Come allandata
Conte cambia
e sceglie il 3-5-2
Quella segnata
controi rossoneri
a SanSiro: hobruciato
ThiagoSilva, il piforte
difensore incircolazione
Rete da incorniciare
GIANLUCA ODDENINO
TORINO
Altro che scurdammoce 'o passato.
A Napoli Antonio Conte diede forza e
vita al 3-5-2, che gli ha permesso di co-
struire l'imbattibilit bianconera, ed
un girone dopo il modulo alternativo
torna ad essere protagonista nella Ju-
ve. Domani sera il 4-3-3 lascer spa-
zio ad un sistema di gioco che allo
stesso tempo permette di sfruttare
maggiormente le corsie e limitare la
manovra della squadra di Mazzarri.
Ieri, a Vinovo, sono state fatte le pro-
ve generali di 3-5-2, ma Conte ha an-
cora qualche dubbio da sciogliere ed
avendo tutti a disposizione, preferi-
sce mantenere i giocatori nella giusta
tensione. In attacco il ballottaggio
coinvolge la spalla di Vucinic: Matri
favorito, ma Borriello ha buone possi-
bilit di partire titolare. Acentrocam-
po il trio Vidal-Pirlo-Marchisio non si
tocca, mentre potrebbero esserci del-
le novit sugli esterni. A destra Cace-
res se la gioca con Lichtsteiner (che
torna dalla squalifica), mentre a sini-
stra De Ceglie duella con Estigarri-
bia. In difesa, invece, verr ricompo-
sto il trio Barzagli-Bonucci-Chiellini,
che ha permesso di sigillare la Juve.
Se abbiamo la miglior difesa e abbia-
mo giocato tante partite senza venire
sconfitti - commenta Giorgio Chiellini
a Juve Channel - perch ognuno di
noi ci ha messo del suo ed abbiamo
una grande organizzazione grazie a
Conte. Dopo due anni difficili un
vanto non avere mai perso, ma non
abbiamo ancora fatto nulla. La possi-
bilit di aprire un ciclo vincente for-
te nella nuova Juve. Sta crescendo
un'ottima squadra - conferma il difen-
sore - e per carattere sembra quella
di Capello. Noi siamo pi giovani e all'
inizio, ma abbiamo tutto per farcela.
Lavversario di domani
Cavani ha qualit fisiche
nonindifferenti. Sono
tre anni che va come
unmattoe arriva
lucidodavanti alla porta
SPORT
AntonioConte, 42anni
DASEI PARTITE SENZAGOL
So che certi momenti
capitano, ma un mese
che cambio scaramanzie
Matri: NonsonoIbra
mainareaci sofare
EdicoforzaMilan
Il bomber Juve: Pi avanzano in Champions pi si stancano...
AUTOCRITICA
Devo migliorare nelle sponde
e nel gioco con gli altri: non
era nelle mie caratteristiche
Indoppiacifra
AlessandroMatri, 27anni,
hasegnatoinquestastagione
10reti in26partite. Nelloscorsa,
conlaJuve, nefece9in16
13,00Golf. SicilianOpen Sky Sport 2
15,00Superbike. SuperpoleGpItalia La7
15,30Calcio. Norimberga-Bayern Sky Sport 3
16,00Basket. Teramo-Cant La7d
16,00Calcio. Man. City-Sunderland Sky Sport 1
18,00Calcio. Catania-Milan Sky Calc. 1-Premium
18,1090minutoSerieB Raitre
18,20Pattinaggio. Mondiali fem. Rai Sport 2
18,30Calcio. AstonVilla-Real Madrid Sky Sp. 3
20,30Calcio. Italia-Bosniafem. Rai Sport 1
20,30Volley. Busto-Galatasarayfem. Sportit. 2
20,45Calcio. Parma-Lazio Sky Sport 1-Premium
22,00Calcio. Barcellona-A. Bilbao Sky Sport 3
22,40Sabatosprint Raidue
0,10Basket. Ncaa: Kentucky-Louisville Sky S.2
2,50Basket. Ncaa: Kansas-OhioState Sky Sp.2
SABATO31 MARZO2012 43
LA STAMPA

Retroscena
LAURABANDINELLI
MILANO
N
eppure il tempo
di rifiatare che
c gi un aereo
pronto per una
nuova sfida. Dalla
musichetta della Champions
League allinno del Catania, il
Milan passa da una competi-
zione allaltra senza neppure
riuscire ad assorbire critiche
ed elogi. C poco tempo per
pensare e molto da fare. Massi-
miliano Allegri, mister pratici-
t, si preoccupa solo di fare la
conta dei giocatori a disposi-
zione e con grande soddisfazio-
ne inizia a ritrovare pedine im-
portanti: oggi torner Abate,
mentre Pato potrebbe essere
la grande novit di Barcellona-
Milan. Il brasiliano oggi atterre-
r a Malpensa dagli Usa con ri-
sposte importanti sui suoi guai
muscolari. Frederick Carrick, il
luminare esperto in neurologia
che in questi giorni ha spulciato
i suoi esami, gli ha consegnato
un nuovo piano di lavoro che do-
vrebbe avere una funzione pre-
ventiva. Pato gi prima di parti-
re era abile e arruolato, ma non
aveva la sua di-
sponibilit a gio-
care perch im-
paurito da ci
che gli capitato
in questi ultimi
due anni. Il collo-
quio con Carrick lo ha rassicura-
to, quindi da domani torner a
disposizione dellallenatore che
dovr valutare le sue condizioni.
Allegri sa di aver bisogno di tut-
ti per riuscire a tenere il passo
della Juventus e centrare lim-
presa di eliminare il Barcellona.
La sfida contro i marziani di
Guardiola stata dispendiosa,
quindi oggi ci saranno degli ac-
corgimenti nella formazione.
Nesta e Seedorf sono rimasti a
casa per riposare, cos come
Van Bommel che per lamenta
qualche acciacco alla schiena. Il
pasticcio commesso con Thiago
Silva finalmente ha fatto scuola.
I prossimi 4 giorni possono deci-
dere la stagione: Bisogna di-
menticare la Champions, il risul-
tato di Barcellona sar una logi-
ca conseguenza della sfida con il
Catania. Sar
una settimana
particolare ma bi-
sogna pensare a
un obiettivo per
volta - racconta
Allegri -. Catania
un crocevia importantissimo,
paragonabile alla sfida della Fio-
rentina dellanno scorso. Alle-
gri protetto da Galliani mentre
negli ultimi tempi ha dovuto sen-
tire con pi frequenza al telefo-
no Silvio Berlusconi, molto atti-
vo nel dare consigli e tentare di
imporre il proprio credo. Il livor-
nese non lascia trapelare nes-
sun fastidio: Con il presidente
mi confronto sempre perch
giusto cos, devo dargli delle
spiegazioni. Il nostro un con-
fronto sereno, io gli dico quello
che penso e lui fa altrettanto.
Anche Lady Barbara ha raccon-
tato che suo padre vorrebbe un
Milan simil Barcellona, ma Alle-
gri realista: Sappiamo che
giochiamo contro la squadra pi
forte del mondo e in alcuni mo-
menti dobbiamo soffrire. In Ita-
lia per il possesso palla siamo
primi, in Europa il Barcellona fa
meglio di noi, ma questo non
vuol dire che non possano perde-
re. Per restare impermeabile
alle critiche, Allegri ha ununica
soluzione: continuare a vincere,
anche se Galliani ieri scherzan-
do raccontava: Noi critichiamo
i nostri allenatori ma non li cac-
ciamo a differenza di altri che
stanno pure zitti. Lobiettivo
pi alla portata del Milan sem-
bra essere lo scudetto, ma il
buon Max lancia un avvertimen-
to: La Juve vuole cercare di vin-
cere a tutti i costi questanno
perch sa che la prossima sta-
gione sar pi difficile.
Infortunio in nazionale?
Rimborsoai club
C laccordoconlaFifa
il caso
SIMONEDI SEGNI
ROMA
IAlla vigilia hanno tenu-
to banconumeri, percentuali
e ambizioni. Parma-Lazio -
appuntamento alle 20,45 -
equivale alla centesima pan-
china in serie A per Donado-
ni, un risultato utile pu dire
tanto in chiave salvezza per i
giallobl, mentre il clubdi Lo-
tito vive la sfida come croce-
via per la Champions: Servi-
r il 110%, avvisa lallenato-
re dei ducali. Il presidente
biancoceleste chiede il
101% e lo spirito giusto per
nove finali. A Reja, orfano
ancora di Klose, basterebbe
vedere i suoi al 100%.
Laltro anticipo
L
a notizia un segnale
importante: la Fifa ha
annunciato che dal 1
settembre provveder a ri-
sarcire i club in caso di infor-
tunio in Nazionale. Le socie-
t esultano, anche se l'antido-
to non d garanzie di coper-
tura totale: l'indennizzo scat-
ter nei casi di stop superiori
ai ventisette giorni e sar
elargito fino a un anno dopo
l'incidente. Quanto alla misu-
ra del rimborso, il tetto fis-
sato a 6,5 milioni di euro lor-
di: il conto di volta in volta
semplice, baster rapporta-
re lo stipendio del giocatore
ai suoi giorni di assenza e
l'assegno fatto.
C' da giurarci, ci saranno
altre circostanze in cui le so-
ciet torneranno a piangere
per ossa e muscoli versati
dai propri tesserati durante
gli impegni con le rispettive
Nazionale (tanto per rimanere
in tema, la Fifa ha istituito l'ob-
bligo di concedere gli Under 23
per le Olimpiadi di Londra):
certi forfait probabilmente non
avranno mai prezzo, immagina-
te l'arrabbiatura del dirigente
di turno che dovesse rinuncia-
re per infortunio a un top
player in un match che pu de-
cidere una stagione. Per di pi,
se il campione dovesse restare
ai box per un semplice proble-
mino muscolare o per una qua-
lunque grana risolvibile in me-
no di quattro settimane, di in-
dennizzo non si potrebbe nean-
che parlare.
La soluzione in ogni caso fa
rallegrare i club e le federazio-
ni stesse, perch la moneta non
uscir dalle casse di queste ulti-
me ma direttamente da una
compagnia di assicurazioni. La
Fifa verser a tal fine circa 100
milioni di dollari ogni 4 anni, i
termini della copertura assicu-
rativa dovranno essere appro-
vati dal Congresso dell'organi-
smo mondiale, che si riunir a
Budapest il 24 e 25 maggio.
L'anticamera dellimportante
novit, tuttavia, va cercata nel-
la Eca (European Club Associa-
tion), l'associazione presieduta
da Rummenigge che raccoglie
pi di 200 club europei, ricono-
sciuta da Fifa e Uefa. Proprio
con il palazzo europeo, la scor-
sa settimana, stato siglato un
memorandum valido fino al
2018 che prevede lo stesso mec-
canismo: in realt l'estensione
alla Fifa era nell'aria, cos il pat-
to firmato a Istanbul servir a
coprire gli Europei di Polonia e
Ucraina, in attesa dell'entrata
in vigore dell'accordo pi am-
pio. Si tratta di un importante
passo in avanti nei rapporti tra
club e Fifa, proseguiremo nelle
negoziazioni la soddisfazio-
ne di Umberto Gambini, diret-
tore organizzativo del Milan e
vicepresidente Eca.
Catania Milan
(4-3-3) (4-3-1-2)
SKYC. 1- PREMIUMC. 2- ORE18
20 Carrizo Abbiati 32
11 Motta Abate 20
6 Legrottaglie Bonera 25
3 Spolli Mexes 5
12 Marchese Antonini 77
13 Izco Aquilani 18
10 Lodi Ambrosini 23
4 Almiron Nocerino 22
28 Barrientos Emanuelson 28
18 Bergessio Ibrahimovic 11
17 Gomez El Shaarawy 92
ARBITRO: BERGONZI
ALL: MONTELLA ALL: ALLEGRI
IFabrice Muamba torna a sorridere, ringraziando
tutti su Twitter per laffetto dimostratogli. Sono pas-
sate solo due settimane dallarresto cardiaco del
23enne zairese del Bolton durante la partita di Coppa
dInghilterra contro il Tottenham e per i medici un
recupero miracoloso: il suo cuore aveva infatti ripre-
soa battere solodopo15 interventi di defibrillazione.
FOTOERINGRAZIAMENTI SUTWITTER
Muamba torna a sorridere
Per i medici un miracolo
IUnquipe di dieci spe-
cialisti (quasi come unasqua-
dradi calcio) sottoporrlune-
d Antonio Cassano alla tan-
to attesa visita di idoneit.
Dellacommissionefannopar-
te Maurizio Casasco (presi-
dente della Federazione Me-
dico Sportiva Italiana), Paolo
Zeppilli (Coordinatore dei Di-
rettori delle Scuole di Specia-
lizzazione in Medicina dello
Sport), luminari di cardiolo-
gia, radiologia, angiologia e
malattie tromboemboliche e
un medico legale. Se la loro
valutazione esprimer pare-
re positivo si proceder, nei
giorni successivi, alliter me-
dicolegislativoper la definiti-
va certificazione di idoneit
agonistica presso listituto di
Medicinadello sport dellFM-
SI di Milano. [L. BAN.]
Cassano, luned
Maxi commissione
per il test idoneit
Fino a 6,5 milioni lordi per stop di almeno 27 giorni
Fuori 6mesi
Nicolas
Burdisso
dellaRoma
hasubto
ungrave
infortunio
loscorso
15novembre
conlArgentina
inColombia
Milan, quattrogiorni di fuoco
Ecol BaralasorpresaPato
GUAI MUSCOLARI
La visita negli Usa
d un esito positivo:
il Papero arruolabile
Carico
MassimilianoAllegri, 44anni,
havintoloscudettoallaprima
stagionesullapanchina
del Milan. Oracercail bis
Capolista oggi a Catania, Allegri: Crocevia fondamentale
Parma Lazio
(3-5-2) (4-2-3-1)
SKYSPORT1-PREMIUMC.1ORE20,45
83 Mirante Marchetti 22
5 Zaccardo Konko 29
29 Paletta Biava 20
6 Lucarelli Dias 3
7 Biabiany Radu 26
17 Valdes Ledesma 24
24 Musacci Matuzalem 11
8 Galloppa Mauri 6
23 Modesto Hernanes 8
10 Giovinco Gonzalez 15
11 Floccari Rocchi 9
ARBITRO: GIANNOCCARO
ALL: DONADONI ALL: REJA
30 GIORNATA
ROMA-NOVARA
arbitro: Romeo
Sky sport 1 - Premium calcio 2
DOMANI ore 12,30
JUVENTUS-NAPOLI
arbitro: Orsato
Sky sport 1 - Premium calcio 1
ore 20,45
BOLOGNA-PALERMO
arbitro: Gervasoni
Sky calcio 4 - Premium calcio 3
CAGLIARI-ATALANTA
arbitro: Rocchi
Sky calcio 3 - Premium calcio 4
FIORENTINA-CHIEVO
arbitro: Rizzoli
Sky calcio 5 - Premium calcio 1
INTER-GENOA
arbitro: Valeri
Sky calcio 1 - Premium calcio 2
LECCE-CESENA
arbitro: Banti
Sky calcio 6
SIENA-UDINESE
arbitro: Tagliavento
Sky calcio 2
ore 15
CATANIA-MILAN
arbitro: Bergonzi
Sky calcio 1 - Premium calcio 2
OGGI ore 18
PARMA-LAZIO
arbitro: Giannoccaro
Sky sport 1 - Premium calcio 1
ore 20,45
Classifica
Milan
Juventus
Lazio
Napoli
Udinese
Roma
Catania
Inter
Atalanta*
Bologna
*Penalizzata di 6 punti
63
59
51
48
48
44
42
41
37
36
Palermo
Chievo
Cagliari
Genoa
Siena
Fiorentina
Parma
Lecce
Novara
Cesena
36
36
34
34
33
33
32
27
24
18
44 Sport

* Una partita in pi
A
nnusa la trappo-
la e stuzzica i
suoi, Ventura.
Se vogliamo cre-
scere dobbiamo
farlo ora. Questa partita
una verifica importante, ser-
vir per capire quanto dob-
biamo ancora lavorare. Fino-
ra labbiamo fatto bene, ora
il momento di diventare
bravissimi. Non il tab del
Castellani ad agitare il con-
dottiero granata: zero vitto-
rie in dieci precedenti di
campionato, ultimo successo
28 anni in Coppa Italia con
gol di Junior. N lobbligo
morale di cancellare lultima
cartolina da trasferta, la me-
lina di Castellammare. Apre-
occuparlo sono i blackout
della squadra dopo presta-
zioni e risultati eccezionali.
capitato dopo il 4-2 al Pe-
scara: sconfitta a Modena. Si
ripetuto contro il Verona
dopo il 3-0 a Grosseto. In mi-
sura minore anche dopo il
bel successo allOlimpico
contro la Sampdoria: 1-0 a
Brescia. vero ammette
il tecnico il rischio di scivolo-
ni esiste. Ma per diventare
una squadra con anima e ca-
rattere non devi farti coinvol-
gere dall1-4 subito in casa, n
dal 6-0 rifilato all avversario
la volta dopo.
Eallora qual il Toro vero?
N luno n laltro, quelle due
partite non fanno testo, sono
state casuali, assicura Ventu-
ra. Che prima avvisa i suoi na-
viganti. Non voglio vedere
colpi di tacco, dobbiamo pen-
sare solo a produrre calcio e
imporre il nostro gioco. Poi
diventa psicologo. Il vero pro-
blema : abbiamo capito come
si migliora? Questa squadra
ha cuore, sa lottare: vicina a
tornare il Toro, ma manca an-
cora qualcosa. Dopo un mese
di risultati pazzi, per il Torino
lora dellesame di maturit.
Ma non quella della fuga.
Siamo in quattro e almeno
in tre terranno il passo fino al-
la fine, questo campionato si
decider allultima giornata.
La serie B cos, non d mai
certezze. Se abbassi la guar-
dia, paghi. Ma se rimani sul
pezzo e sei determinato e con-
sapevole dei tuoi mezzi puoi
avere tutto.
Contro lEmpoli rientrano
Iori e Stevanovic. Le azioni del
serbo sono in ascesa dopo il
turno di riposo: se la gioca con
Surraco (a casa rimasto Vi-
ves). In preallarme c Di Cesa-
re: Ogbonna stanco ed in
mancanza di Pratali (infortu-
nato, come Sgrigna) tocche-
rebbe a lui. Angelo andato
sempre al massimo, ma un
essere umano. Se mi d garan-
zie, gioca: ma non posso ri-
schiare di bruciarlo. In attac-
co, Meggiorini potrebbe soffia-
re il posto ad Antenucci, nono-
stante la doppietta al Gubbio.
Pasquato partir dalla panchi-
na. Si tolto un peso, il suo
campionato deve ancora inizia-
re, cos Ventura sull'ex Juve.
Invece quello del Toro potreb-
be essere alla svolta decisiva.
Retroscena
FRANCESCOMANASSERO
TORINO
Classifica
TORINO 66 JUVESTABIA(-4) 40
VERONA* 63 CITTADELLA* 38
SASSUOLO 62 MODENA 37
PESCARA 62 LIVORNO 35
PADOVA 53 CROTONE (-1) 34
VARESE 52 EMPOLI 31
BRESCIA 49 ASCOLI (-7) 29
SAMPDORIA 48 VICENZA 29
REGGINA 46 GUBBIO 27
BARI (-4) 42 NOCERINA 25
GROSSETO 41 ALBINOLEFFE 25
Torocontroil tab
Ventura: vero
il rischio scivolone c
IVO ROMANO
Come una maledizione. Atleti
(o ex atleti) traditi dal cuore,
uno dopo l'altro. Nel giorno in
cui le foto di Muamba in fase
di ripresa fanno il giro del
mondo, l'Italia del calcio pian-
ge la scomparsa di Francesco
Mancini, stroncato da un in-
farto. Appena 43 anni, troppo
pochi per andarsene. Una car-
riera chiusa da poche stagio-
ni. Un'altra avviata subito do-
po, animato dalla passione per
il calcio. Portiere prima, alle-
natore di giovani colleghi poi.
E un comune denominatore:
Zdenek Zeman. Non il suo uni-
co tecnico, ma quello che pi
gli ha dato, lanciandolo da por-
tiere ai tempi della Zemanlan-
dia foggiana (col duplice balzo
dalla C1 alla A, prima delle sta-
gioni d'oro), chiamandolo a in-
segnare quel ruolo dopo aver
appeso i guanti al chiodo, an-
cora a Foggia, ora a Pescara.
Il club abruzzese, sotto choc,
ha provato a ottenere il rinvio
della partita di oggi col Bari,
che si detto disponibile. La
Lega di B non ha per accolto
la richiesta per la mancanza
dei tempi tecnici necessari.
Una lunga carriera, numeri
importanti, quelli di Mancini:
217presenzeinA, 138inB. Fog-
gia, soprattutto. Il posto che lo
rese famoso. Quella squadra
mirava allo spettacolo ancor
pi che ai risultati. Al portiere
non restava che adeguarsi. Il
numero 1 in pectore (Rosin)
non ci riusc, lui s. Calcio d'at-
tacco, difesa altissima, lui a
sdoppiarsi, portiere e libero,
balzofelinoepiedi buoni, prero-
gative che anni doposarebbero
state richieste a ogni estremo
difensore di livello. Mancini fu
il precursore, gli altri lo avreb-
bero poi imitato. Glielo chiede-
va Zeman, croce e delizia per i
suoi portieri, sempre esposti al
rischio. Superato il muro difen-
sivo, toccava a lui, agile e speri-
colato, neutralizzarelepunteri-
vali, chegli si paravanodinanzi.
Mica facile, ma lui sembrava
un gatto. Di gol ne prendeva,
anche tanti (quasi uno a partita
di media, col Foggia). Manesal-
vava pure, e non pochi. Tempo
dopo, sarebbe stata dura:
avrebbe visto tanti rossi. Va-
langhedi gol, catervedi miraco-
li. E rendimento eccellente,
malgradoi numeri nella casella
delle reti subite. Dietro i grandi
del tempo, c'eralui.
Dopo di allora, un mezzo gi-
ro d'Italia, passando (tra le al-
tre) per Lazio, Napoli, e Bari.
Da calciatore a tecnico, ancora
con Zeman. Prima a Foggia,
ora a Pescara. La sua esperien-
za al servizio dei portieri. Fin-
ch il destino gli ha tirato lo
scherzopeggiore, imparabile.
Bwin: granata a Empoli dove non vincono dall84
FrancescoMancini aveva 43 anni
Empoli Torino
(4-3-1-2) (4-2-4)
SKYCALCIO5EPREMIUMCALCIO1 ORE15
1 Dossena Benussi 99
24 Busc Darmian 36
32 Ficagna Glik 25
21 Stovini Ogbonna 6
30 Gorzegno Parisi 28
68 ZEduardo Basha 4
5 Moro Iori 11
12 Coppola Surraco 33
22 Saponara Bianchi 9
20 Maccarone Meggiorini 69
14 Dumitru Guberti 22
ARBITRO: CALVARESE
ALL: AGLIETTI ALL: VENTURA
INellanticipo della 33 di B:
Verona-Cittadella 3-2. Oggi (ore
15): AlbinoLeffe-Vicenza, Empoli-
Torino, Grosseto-Sassuolo, Gub-
bio-Livorno, J. Stabia-Varese, Mo-
dena-Ascoli, Padova-Crotone, Pe-
scara-Bari, Samp-Nocerina. Lune-
d ore 20,45: Reggina-Livorno.
Verona secondo
Unacarriera legata
al boemo: incampoa
Foggia, poi aPescara
adallenare i numeri 1
Meggiorini e Bianchi: oggi potrebberopartire entrambi titolari
INFARTOA43ANNI
Addio a Mancini
portiere-libero
cresciuto
a Zemanlandia
Sport 45
R W
L
a
f
o
t
o
g
r
a
f
i
a

p
u
r
a
m
e
n
t
e
i
n
d
i
c
a
t
i
v
a
-
o
f
f
e
r
t
a
v
a
l
i
d
a
e
s
c
l
u
s
i
v
a
m
e
n
t
e
s
u
l
l
e
v
e
t
t
u
r
e
i
n
p
r
o
n
t
a
c
o
n
s
e
g
n
a
.
*
*
P
r
e
z
z
i
a
l
n
e
t
t
o
d
e
l
l
o
s
c
o
n
t
o
r
o
t
t
a
m
a
z
i
o
n
e
.
P
R
E
Z
Z
O
P
R
O
M
O
Z
I
O
N
A
L
E
E
S
C
L
U
S
O
V
O
L
T
U
R
A
.
M
A
R
.
4
P
e
r
f
i
n
a
n
z
i
a
m
e
n
t
i
d
o
c
u
m
e
n
t
a
z
i
o
n
e
p
r
e
c
o
n
t
r
a
t
t
u
a
l
e
i
n
c
o
n
c
e
s
s
i
o
n
a
r
i
a
.
C
o
n
s
u
m
i
e
d
e
m
i
s
s
i
o
n
i
d
i
o
g
n
i
v
e
t
t
u
r
a
p
r
o
p
o
s
t
a
s
o
n
o
d
i
s
p
o
n
i
b
i
l
i
i
n
c
o
n
c
e
s
s
i
o
n
a
r
i
a
.
FINO AL 38% DI RISPARMIO
DAL PREZZO DI LISTINO SU 300 AUTO
KM ZERO E AZIENDALI IN PRONTA CONSEGNA
PI CORTESIA - PI ASSISTENZA - PI CONVENIENZA
APERTI DAL LUNED AL SABATO TUTTO IL GIORNO ORARIO 9-12.30/15-19.30
DOMENICA APERTO ORARIO 15-19.30
CORSO FRANCIA 341 - Tel. 011.4030361 - Torino
VENDITA AUTO NUOVE, AZIENDALI E OCCASIONI (PARCHEGGIO DI FRONTE) METR STAZIONE MARCHE
CENTRO ASSISTENZA VIA F. DE SANCTIS 15 (ang. piazza Massaua) Tel. 011.713320 - Torino
UNICA SEDE
www.autofrancia.it
SIAMO
APERTI
7GIORNI SU 7
2 COL. DISP.
KM ZERO
FIAT GRANDE PUNTO3P
CLIMATIZZATORE 2 AIRBAG RADIO CD MP3
8.900
**
GPL
DISPONIBILE ANCHE 5 PORTE
2 COL. DISP.
FIAT PANDA1.2 DYNAMIC
AZIENDALE
CLIMATIZZATORE 2 AIRBAG
RADIO MP3
FENDINEBBIA
BARRE
FASCE PARACOLPI
7.800
**
GPL
3 COL. DISP.
LANCIA MUSA1.3 MJT 95CV S&S
AZIENDALE
CLIMATIZZATORE
6 AIRBAG CERCHI IN LEGA
NAVIGATORE SATELLITARE
RADIO CD
FENDINEBBIA
VERNICE METALLIZZATA
11.700
**
FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI ANCHE SENZA ANTICIPO
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA46 T1T2 PRCV
Kostner va a caccia della medaglia doro. Parte dal terzo posto, poi potrebbe decidere di ritirarsi
Reportage
GIULIAZONCA
INVIATAANIZZA
O
ggi arrivano il pap Erwin (tecnico
del Val Gardena hockey) e il fidanzato
Alex Schwazer. La madre e la zia
sono gi qui, le hanno tenuto compagnia
nella giornata buca tra le due sessioni di
gara. Obiettivo: tenere la testa sgombra.
Carolina d il meglio quando da sola, sente
la pressione e non ha mai voluto tra il
pubblico la famiglia al completo, ma che qui
ci sia lintera claque potrebbe essere un
indizio di futuro: se questa davvero la sua
ultima gara logico che voglia il suo mondo
vicino. Lei dice di nonavere ancora deciso
qui ma evidente che la tentazione c e la
tourne di spettacoli gi
programmata sa molto
di fine carriera.
A
guardarla bene questa la gara ideale per Ca-
rolina Kostner. Viene dalla stagione perfet-
ta, come lei stessa lha definita, e soprattutto
viene da 14 medaglie internazionali, tre Mon-
diali, quindi da una carriera splendida. Questa
non la gara in cui deve dimostrare di essere diversa o to-
sta o talentuosa, ha gi fatto vedere che sa stare in piedi,
rinascere e resistere. Ha vissuto due Olimpiadi deprimenti
e le ha messe da parte, ci ha scritto sopra talmente tante
alternative che non le ricorder con rimpianto solo come
giornate storte: prove da dimenticare che alla fine non han-
no compromesso la sua storia. Ha gi spiegato e provato
quanto vale, questa non la notte
delle rivincite, quella in cui si de-
ve prendere delle soddisfazioni.
Ha un programma cucito addosso
come la tuta di strass che sfoggia sul ghiaccio, ha delle scel-
te da fare perch a 25 anni sa che il fisico chiede il conto e
che forse ora di smettere, prima per c una medaglia da
prendere. Le condizioni sono le migliori possibili, non c
neanche il primo posto in classifica che distorce le prospet-
tive. Carolina in attivo, si trat-
ta di aggiungere un extra e
dimenticare i fantasmi.
Claque speciale
Alex e la famiglia
per lultima recita?
K
ostnerscendeinpistaal-
le21.59edla
terzultimadel
programma. Nellapesca
dellordinedi partenzastata
fortunata, lei pattinadopola
russaLeonovaelagiapponese
Murakami chelestannodavanti
inclassificaeancheprimadi
MaoAsada,
attualmente
quartamaancora
larivalepi
temibile. Kostner
ha3,61 punti di
distaccodaAlenaLeonova
(64,71). Laposizionestrategica
dopodi lei, lasolaancorain
corsaperlavittoriaAkiko
Suzuki (adessoquinta). Chiude
laltrarussa, KseniaMakarova,
sestaabbastanzadistante.
Carolinanonguardale
avversariemalospeakerche
gridail punteggiosi sente...
Carolina insegue la gara perfetta
14 medaglie Vinte in competizioni
internazionali: due Olimpiadi deprimenti
messe da parte, campionessa europea
Difficolt
Pochi calcoli
e incognita resistenza
S
iamo alla fine di una stagione tirata,
Carolina da 15 giorni convive con un
affaticamento muscolare alla gamba
destra. Per non acuirlo ieri ha deciso di non
allenarsi, ha fatto solo del lavoro in palestra,
in albergo, e ha preferito tenersi lontana dal
palazzetto per non accumulare
tensione. Il programma va in
crescendo e gi nelle gare
migliori arrivata sempre al
limite. Agli Europei lunica
sbavatura si vista nella
combinazione di chiusura, degradata proprio
perch era rimasta senza energie. Se fosse
stata in testa avrebbe potuto alleggerire
qualche salto per non rischiare di finire
sfinita (il problema muscolare un minimo la
limita), ma parte dal terzo posto e non pu
fare troppi calcoli. In pi non le piace
improvvisare quindi far modifiche solo se
necessario.
Giudici
Esigenti e poco seducibili
D
i solito affascinati, quasi sedotti dal suo modo di
pattinare, nel programma corto sono stati piuttosto
sostenuti. Spesso Kostner bilancia i punti persi negli
errori (questanno rari) con elementi strapagati.
Qui a Nizza la giuria piuttosto asciutta, non si
lascia emozionare e pretende parecchio. Il libero
oltre ad avere una decina di salti (almeno nella
versione presentata agli Europei) d molto pi
spazio alle sequenze di passi, pezzo forte di
Carolina. Si parte subito con il triplo loop fino a gioved il suo
salto cassaforte, quello che riesce sempre e nel corto si
inceppato: gli rimasto doppio, fregandola.
L
a tuta luccicante che si
disegnatadasolaha
fattoil suoesordionella
finaleGrandPrixdi dicembree
havistosolosuccessi. Primo
postoinCanadaeoroanche
agli Europei di Sheffield. Fatta
sumisura, ritaratapivolte
perchnonrisultassetroppo
pesante, tenuta
nellarmadioal
debutto
stagionale
quandoancorail
programmaera
inrodaggio, venutafuori solo
quandoKostnersi sentita
abbastanzasicuradaosare.
Ormai il simbolodel
cambiamenti di Carolina: da
cerbiattoapantera. Aggressiva
eaudace. Il costumeandr
comunqueinpensionedopoil
liberodi Nizzachearrivi di
nuovoincimaal podioomeno.
Vestito
La tuta
portafortuna
Sorteggio
Uscir dopo
le prime due
Lamore
Alex
Schwazer,
27anni
Laltoatesino
campione
olimpico
incarica
nella50km
di marcia
Mondiali di pattinaggio Sul ghiaccio
di Nizza (Raisport alle 18,30) lazzurra
cerca limpresa per coronare la carriera
Il programma
Oggi la finale uomini
Coppie, oro tedesco
ISegnali positivi da Con-
testi, sparito nelle ultime sta-
gioni, reduce da un Europeo
pessimo e qui 11 dopo un
corto nuovo messo in piedi in
un mese. Davanti se la gioca-
no a colpi di quadrupli Chan
(in testa, nella foto), Brezina,
Takahashi e Joubert. Oggi la
finale dalle 13 mentre la gara
femminile inizia alle 18,30
(Rai Sport). Nelle coppie delu-
si Berton-Hotarek per l11po-
sto (168,16), Della Monica-
Guarise 15(137,31). Il podio:
1)Savchenko-Szolkowy (Ger)
201,49; 2)Volosozhar-Lario-
nov (Rus) 201,38; 3)Tkahashi-
Tran (Jpn) 189,69.
aperti domenica
1 aprile
Alessandria
dalle 9 alle 14
corso Borsalino
Asti
dalle 9 alle 20
corso Casale
Biella
dalle 9 alle 20
via Lamarmora
Borgomanero (NO)
dalle 9 alle 14
viale Kennedy
Castelletto
Ticino (NO)
dalle 9 alle 20
via Sempione (loc. Tre Strade)
Quaregna (BI)
dalle 9 alle 20
via Martiri della Libert
Rivalta (TO)
dalle 9 alle 14
via Torino (ang. Via Gozzano)
Tortona (AL)
dalle 9 alle 20
corso della Repubblica
Valenza (AL)
dalle 9 alle 20
viale della Repubblica
(ang. via Brescia)
Verbania
dalle 9 alle 20
Pallanza, viale Azari
SABATO31 MARZO2012 Sport 47
LA STAMPA
T1 T2PRCVCNNOVBAL AT VCBI AO
P
ete Sampras, luo-
mo che nel tennis
moderno ha vinto
pi titoli di tutti a
Wimbledon sette,
dal 93 al 2000 con leccezione
del 96 odiava giocare suller-
ba. Non unillazione, ma una
confessione: stato Pistol Pete
in persona a raccontarlo in una
intervista alla Cnn. Provate a
pensarci: comeseunleonerive-
lasse al National Geographic di
aver semprepreferitoil sushi al-
lantilope, oRoccoSif-
fredi di aspirare
segretamente
alla castit. In-
vece proprio
cos. Lerbanon
mi piaceva per
nulla, ha detto
davanti alla tele-
camerail quaran-
tenne ex-numero 1
del mondo, recuperando fra i
riccioli ormai diradati il ricordo
dellanticoastio.
La prima volta che mi ci
trovai sopra scoprii di odiare la
superficie. Per dueotre anni fa-
ticai tantissimo. Mi irritavo, in
campo sembravo apatico. Ave-
vo limpressione che Wimble-
don non facesse proprio per
me. Okay. Con quella cammi-
natadacowboyipotesoeil linguo-
neapenzoloni Samprasraramen-
testatoil ritrattodel furoreago-
nistico, matutti avevamosempre
pensatoche si trattassedi unain-
clinazionenaturale, nondi unaal-
lergia al vegetale. Invece dietro a
gesti che parevano perfetti per il
lawntennis, nel backstagemen-
taledi quel serve&volleyspieta-
to ed entusiasmante si nascon-
deva la stessa convinzione che
prima e dopo di lui avevano ma-
turato, fra i tanti, Ivan Lendl e
Marat Safin: lerba buona per
pascolarci le mucche. Una rive-
lazione. Condita dal sospetto che
nei dintorni della clamorosa am-
missione ci sia il tentativo, maga-
ri inconscio, di pareggiare il con-
toconlanticorivaleAndreAgas-
si, che nella sua fortunatissima
aubiografia Open sostiene (a
posteriori) di aver detestato non
solo lerba, ma il tennis tout-
court, e con Serena Williams che
ha confessato apertamente di
non sapere perch diventata
unatleta.
veroche casi di rigetto pio
meno violento non sono inusuali
fra i campioni dello sport, a parti-
re da Federica Pellegrini e Laure
Manaudou. Becker e Noah furo-
no trasportati sullorlo del suici-
dio dallenorme notoriet - che
pure attraverso il tennis avevano
inseguito - Niki Lauda, dopo il ro-
go del Nurburgring nel 76 prov
per la prima volta terrore verso
ladrenalina della Formula 1. Ro-
berto Duran nel match con Su-
gar Ray Leonard disse no mas
al mestieredi prenderle; laprima-
tista del mondo degli 800 metri
Vera Nicolic, dopo leliminazione
ai Giochi del 1972 usc sullo slan-
cio dallo stadio e fu recuperata al
volo mentre tentava di buttarsi
da un ponte, mentre Paolo De
Chiesaprimadi usciredal cancel-
letto per uno slalom sospettava
che il pubblico attendesse solo di
vederloinciampareinunpaletto.
Alla fine, per, intolleranze e
ansie i fuoriclassi veri sanno do-
marle, superarle, trasformarle in
motivazioni aggiuntive. Quando
un anno raggiunsi le semifinali
haconclusoquel vegetarianocon-
vertito di Sampras ruppi lin-
cantesimoe cominciai aimpadro-
nirmi di Wimbledon. Restiamo
inattesadi scoprire, fraundecen-
nio, che Nadal ha sempre e solo
volutogiocareacricket.
CRISI (POSTUMA) DI RIGETTO
Da Agassi alla Williams:
quando rinnegare
il passato va di moda
METAMORFOSI
Mi irritava il campo,
mi sentivo apatico
Poi ruppi lincantesimo
La storia
STEFANOSEMERARO
Odioil tennis,
loodioe lho
sempre odiato
conuna oscura
e segreta passione
Andr Agassi
EXN.1
DEL MONDO
Sampras choc
Odiavolerba
di Wimbledon
In breve
Il rivale di sempre
7
I titoli vinti daPistol PeteaLondra
Lamericanodominsullerba per quasi
undecennio, dal 1993al 95, edal 1997al 2000
Basket, Eurolega
Siena ko: eliminata
IQuarti, gara 4: Olympia-
cos Atene-Mps Siena76-69, si-
tuazione3-1, Sienaeliminata.
Volley, finale intv
Busto per lEuropa
IStasera (20,30 Sportita-
lia 2) Busto Arsizio-Galatasa-
ray il ritorno della finale di
Cev (andata 1-3). LItalvolley
rischia di chiudere dopo 30
anni senza eurocoppe.
Tennis, Murray infinale
Nadal si ritira
IA Miami, Rafa Nadal si
ritira: problemi al ginocchio.
Andy Murray vola in finale.
Superbike, Imola
Smrz ok in qualifica
IIl ceco Smrz (Ducati)
stato il pi veloce nelle quali-
fiche di Superbike a Imola.
Golf, SicilianOpen
Fuori Manassero
IMatteo Manassero (98,
144 colpi) non ha passato il
taglio del Sicilian Open.
Per il nuovopresidente
Fisi: elezioni a
Modena
IOggi elezioni Fisi, candida-
ti: Roda, Conci, Noris, Ghilardi.
Dramma AstonVilla
Petrov ha la leucemia
IChoc in Premier: Stilian
Petrov, 32 anni, capitano del-
lAston Villa, stato colpito
da una leucemia acuta.
Difende la compagna
La rissa di Maradona
IRissa a Riad tra Diego
Maradona e i tifosi che in-
sultavano la compagna Ve-
ronica in tribuna.
Tennis, lex n. 1 del mondo si confessa
Quella superficie non era adatta a me
CON CHEVROLET FARE TUA LA CITT
COSTA MENO.
AVEO
10 ANNI GRATIS
DI FURTO E INCENDIO
5 ANNI A INTERESSI 0
SENZA ANTICIPO
TAN 0% - TAEG 1,98%
5 PORTE, CLIMA,
COMPLETA DI TUTTO
DA 9.600
SPARK
LA CITYCAR 5 PORTE, 5 POSTI,
6 AIRBAG, EURO 5
DISPONIBILE ANCHE GPL,
UN PIENO SOLO 21
10 ANNI GRATIS
DI FURTO E INCENDIO
DA 6.950
www.chevrolet.it
Messaggio pubblicitario con finalit promozionali. Esempio finanz. Aveo 1.2 70cv LS clima prezzo speciale, chiavi in mano, IPT esclusa 9.600. Anticipo 0. 60 rate/mese da 174,46 TAN 0% fisso, TAEG 1,98%. Durata contratto 60 mesi. Spese istruttoria 275; imposta di bollo 14,62;
spese di incasso rata 3; spese invio rendiconto 1,20 oltre bollo. Importo tot credito 10.467,50 comprensivo di copertura assicurativa del credito (IPT non finanziata); importo tot dovuto 10.677,27. Coperture assicurative opzionali. Max finanziabile 10.573,50, inclusa copertura assicurativa del
credito. Salvo Approvazione Fiditalia Spa. Offerta valida per le sole Aveo benzina e GPL disponibili in stock. I Concessionari operano quali intermediari del credito in regime di non esclusiva con Fiditalia Spa. Spark benzina base prezzo speciale chiavi in mano, IPT esclusa. Pieno Spark 24,8 litri, prezzo
calcolato in base al prezzo medio nazionale GPL 0,848 /litro, (fonte Min. Sviluppo Economico al 5/3/12). Assicurazione Furto e Incendio gratis solo su Spark benzina. Condizioni di Polizza su chevrolet.it. Offerte valide fino al 31/3/12 dai Concessionari aderenti. Immagini inserite a scopo illustrativo.
Consumi (ciclo combinato l/100km): Spark da 5 a 7; Aveo da 3,6 a 7,4. Emissioni CO2 (g/km): Spark da 110 a 119; Aveo da 95 a 159.
011.4368573
Cell. 393.3313836
48 Sport
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1T2 PRCV
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA49 T1 T2PRCV
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA50 T1T2 PRCV
Nuovo modello Nasci-
ta delle Federazioni, ri-
classificazioni degli ospe-
dali: saranno gli assi por-
tanti della sanit piemon-
tese. Le prime opereran-
no sul fronte sei servizi
per conto delle Asl. Gli
ospedali saranno divisi
in tre categorie: di riferi-
mento, cardine, territo-
riali. Molti, non essendo
ritenuti necessari, ver-
ranno riconvertiti.
ACCORDOCONVENARIA: NASCEIL POLODELLE REGGE
I nodi Tra i pi ingarbu-
gliati c quello del perso-
nale, con riferimento alla
mobilit tra Asl e Asl e
tra ospedali e ospedali
conseguente alla riorga-
nizzazione del sistema:
contratti di lavoro diver-
si, diversi incentivi e di-
versi stipendi. La soluzio-
ne affidata a un tavolo
assessorato-sindacati.
Accossato e Mondo
ALLE PAGINE52-53
Conto alla rovescia
Marted, salvo colpi di
scena, il Consiglio regio-
nale sdoganer dopo no-
ve sedute la riforma so-
cio-sanitaria fortemente
voluta dalla giunta-Cota:
piano controverso, ogget-
to di critiche da parte del-
la politica e degli operato-
ri sanitari, che per con-
tiene una serie di elemen-
ti di novit con cui tutti
noi dovremo fare i conti.
Ecco i punti salienti.
LanuovaSabauda
LORADELLATERRA
LaMole oggi si spegne per unora
Fumata nera
Salta lintesa
sugli asili
No alla gestione
affidata dei 15 nidi
da chiudere a luglio
Servizio
APAGINA57
Diario
F
edericaDi Monda, inV
liceolinguisticoal Regina
Margherita, nonvasoloa
scuolaaSanSalvario. San
Salvarioperlei sinonimodi
casa, di origine, di cittdel
cuore. Sonocresciutaqui -
racconta-, alloratoriodella
parrocchiaSanti PietroePaolo
primahogiocatoioeorafaccio
animazione.
Anchegli amici
sonosoprattutto
delloratorioe
del quartiere.
SanSalvario,
conil Valentino,
lesuebotteghe,
lascuolaManzoni, lhosempre
trovatovivo, positivo. Enon
capiscochi inpassatone
parlavanegativamente. Iosono
cresciutaallaManzoni, hofatto
esperienzebellissimeconi miei
compagni arrivati daogni parte
del mondo. Enontolleroi
pregiudizi. Federicanonsa
ancoracosafarlanno
prossimo. I genitori - pap
artigianoemammainfermiera-
lainvitanoaragionarebenesu
cicheamadavvero. Ame
piaccionoi bambini eil teatro.
Potrei diventareinsegnante
elementareoppurestudiare
Psicologiainfantile....
ITorino partecipa alla
grande manifestazione mon-
diale Earth hour lora del-
la Terra organizzata dal
WWf, che prevede di spegne-
re le luci per un ora in una zo-
na simbolo o comunque isti-
tuzionale. Cos Torino spe-
gner il monumento la Mole
Antonelliana e a quattro
ponti sul Po, il Balbis, Piazza
Vittorio Emanuele, Ponte Um-
berto I e Ponte Regina Isabel-
la. Tra le tante iniziative pro-
mosse per loccasione da Wwf
Italia c anche il premio Rein-
ventiamo le citt andato a
nove citt che hanno presenta-
to progetti di buone pratiche.
Nellelenco delle citt segnala-
te c anche Torino per il servi-
zio di bike sharing ToBike. Og-
gi TOBike conta su 72 stazioni
attive con 720 biciclette,
16.000 abbonati e una media
di circa 3.000 prelievi al gior-
no: nei prossimi anni, grazie ai
finanziamenti gi stanziati, il
servizio sar ampliato a 200
stazioni.
I DOSSIERDELLASTAMPA IL PIEMONTE DIVISOINSEI AREE TERRITORIALI
ComecambialaSanit
Ospedali, dipendenti, federazioni: che cosadice lariforma
Marted il s definitivoinRegione, il pianoaregime intre anni
I disabili
contro
la tassa
sul taxi
Novit per la Ztl
Una linea Star
in via Roma
Emanuela Minucci
APAGINA57
Come sono i diciottenni a To-
rino? Ottimisti, preoccupati,
senza frontiere. Ogni saba-
to raccontiamo le loro storie
e le loro speranze.
a
n
n
i
1
8
Lauto (blu) collettiva
S
iamo la citt italiana do-
ve il car-sharing (il ser-
vizio di auto collettiva
in affitto) funziona meglio.
Marted per, andr in scena
una novit che spedir Tori-
no in testa alle citt che asse-
stano una bel taglio alle spe-
se della Casta. Gi perch
dal momento che si inaugure-
r una stazione di car-sha-
ring proprio in piazza Palaz-
zo di Citt, il sindaco Fassino
ha pensato bene che potr so-
stituire un bel po auto blu
con una sola: collettiva, di-
screta, equa e pop, in grado
di sfilare davanti alla gente
senza provocare un filino di
nausea. Scelta dimmagine? Si
direbbe di no, perch, a ben
guardare, a consigliare di ri-
durre il parco auto riservate a
giunta e direttori sono stati
proprio i conti di Palazzo Civi-
co. Con il car sharing si arriva
a risparmiare un bel po di eu-
ro, e si continua sul solco di
quella tradizione cominciata
durante il Chiamparino bis,
che aveva persino dotato il cor-
tile del Burro di un bel parco
di biciclette giallo Comune.
Qualcuno dice che le due ruote
siano rimaste a chilometri ze-
ro. Ma la divisione Malignit.
Letizia TortelloAPAGINA56
*
MARIA TERESA MARTINENGO
EMANUELA MINUCCI
*
*
ANTIQUARIATO IN TORINO
Arredi antichi, Dipinti Italiani, Francesi e Fiamminghi dal 500
all800; Tappeti vecchia manifattura e antichi; Preziosi e Argenti
dEpoca; Sculture lignee, bronzo e marmo ecc.
Provenienze da abitazioni e ville: eredit.
ASTA:
oggi ore 16.00
domenica 1 aprile
ultima tornata ore 16.00
a cura IFIR Piemonte Istituto Vendite Giudiziarie
Via Bonzanigo 16 - Zona P.zza Statuto - Torino
Tel 011/482822 - 485338
CATALOGO IN SEDE SITI www.astagiudiziaria.com
www.torino.astagiudiziaria.com e-mail ivgcommissionarie@ifir.it
Sino a domenica 1 Aprile
orario 10-12,30 15-19,30
www.torino.aci.it
TORINO
Via Marenco 32, 10126 Torino, tel. 011 6568111 fax 011 6639003, e-mail cronaca@lastampa.it fspecchiotempi@lastampa.it fquartieri@lastampa.it
LASTAMPA
M
A
X
M
IN
(
C
)
21.4
8.3
26.4
9.0
25
9
IL TEMPO IN CITT
Oggi Ieri Un anno fa
.
Il dentista
che nonsar
mai dentista
Lavora da 30 anni
ma rifiuta
di iscriversi allalbo
MassimilianoPeggio
APAGINA63
Ogni mese
cercano lavoro
incinquemila
Inchiesta: le iniziative
dei Comuni
contro la crisi
Giuseppe Legato
APAGINA68
*


D
o
m
a
n
i

c
o
n

L
a

S
t
a
m
p
a


*
51
SABATO31 MARZO2012
T1 T2
La spesa sanitaria
passata dai 6 miliardi e
68 milioni del 2002 agli 8
miliardi 697 milioni del
2010, con una
progressione costante. Il
Piemonte, unica regione
del Nord soggetta al
piano di rientro del
debito, paga i fornitori a 300 giorni.
Paolo Monferino, assessore alla
Sanit, scartabella numeri e grafici,
poi afferma: Ocostruiamo un nuovo
modello sanitario o sar la
bancarotta. Il nuovo modello
rimanda alla riforma che
marted sar approvata
dal Consiglio regionale:
entrer a regime fra tre
anni. La bancarotta
evocata da cifre di fronte
alle quali non c piano di
rientro o eccellenza che
tenga. Senza misure
strutturali - premette
lassessore -, anche i 100
milioni risparmiati tra 2010 e 2011
saranno un semplice tampone.
Senza entrare nei giudizi,
controversi, di politici e operatori
sanitari, ecco una sintesi delle
principali novit del piano sanitario.
gg
Dossier / Marted il s definitivo, eccolenovit
Il trasferimento a Settimo (al-
lHopital du Piemont) del-
lAmedeo di Savoia tramon-
tato. Ma il destino dellospeda-
le per malattie infettive da
definire: Una struttura che
costerebbe oltre 60milioni per
essere messa a norma - dice
Monferino - e ad ogni alluvione
dobbiamo sgombrare i pazien-
ti. Gli infettivologi preoccupa-
ti per le nuove malattie infetti-
ve legate a parassiti e insetti
provenienti dallAfrica - figli del-
le temperature sempre pi alte -
renderanno necessari pi cen-
tri di intercettazione di queste
malattie, pi che un unico gran-
de ospedale monospecialistico.
Sar garantito un sofisticato la-
boratorio di ricerca.
LOftalmico resta dov fin-
ch non sorger la Citt della
Salute: a quel punto la struttu-
ra di via Juvarra chiuder e na-
scer nei confini della Citt del-
la Salute un Istituto Oftalmolo-
gico.
Il Valdese verr riconvertito
subito. Non perde nessun po-
liambulatorio, ma il resto sar
una struttura per la riabilitazio-
ne. Verranno ricoverati i pazien-
ti che possono essere dimessi,
ma non ancora mandati a casa,
da Molinette, Cto, e dagli altri
ospedali della stessa area. Pen-
so ai pazienti operati a femore o
anca - dice Monferino - oppure
alla riabilitazione cardiologica.
La senologia trasloca completa-
mente alle Molinette per crea-
re ununica Breast Unit che rag-
gruppi i 600 interventi del Val-
dese agli 800 del SantAnna e ai
600delle Molinette.
8
miliardi
nel 2010
Niente reparti inutili
per garantire ovunque
la sicurezza maggiore
La centralizzazione delle atti-
vit di servizio, insieme alla
riclassificazione degli ospe-
dali, uno dei pilastri della ri-
forma.
Lo strumento sono le 6 nuo-
ve Federazioni sanitarie, gui-
date da direttori con profilo
manageriale scelti tramite
bando (rester aperto dal 5 al
20 marzo, le nomine saranno
comunicate il 25) e finalizzate
a gestire le attivit di servizio
per conto delle Asl di riferi-
mento: uffici, logistica, acqui-
sti, magazzini. Un nuovo model-
lo organizzativo di carattere ge-
stionale, senza interferenze con
la programmazione e la spesa
sanitaria, che archivia il quadro
attuale: oggi ciascuna Asl opera
in maniera autonoma. Obietti-
vo: minor impegno di strutture
e di personale, uguale abbatti-
mento dei costi; acquisti dimen-
sionati su volumi maggiori, con
possibilit di concordare prezzi
pi convenienti; uniformit dei
codici dei vari prodotti, diversi
da ospedale a ospedale (vedi le
siringhe). Tanto per rendere
lidea dei volumi interessati, og-
gi gli acquisti complessivi delle
20 Asl piemontesi sono pari a
1,3 miliardi lanno: 60 milioni
ciascuna. Non ultimo: riduzione
degli stoccaggi nei 106 magazzi-
ni di farmaci in Piemonte, che
in prospettiva saranno ridotti a
uno solo. Un regalo agli operato-
ri della logistica, pronti a inter-
venire sul fronte della distribu-
zione? Monferino scuote il ca-
po: Quando lavoravo in Iveco
avevamo tre magazzini in tutto
il mondo: due erano gestiti da
Iveco, il terzo da Kuehne-Nagel,
un grande marchio della logisti-
ca. In proporzione, costava me-
no rispetto agli altri. Lunico
modo per resistere in un mondo
sempre pi difficile e competiti-
vo, preservando lofferta,
scomporre la catena delle varie
attivit nel migliore dei modi.
Se il caso, affidando servizi a
operatori esterni specializzati.
I super-manager
accentrano gli acquisti
e abbattono i costi
Il costodel sistema
sanitarioinPiemonte nel
2010: landamentostorico
registraunaumento
costante dal 2003
Spazio alla riabilitazione
e una sola senologia
Il Piemonte sar diviso in 6
aree territoriali, tre delle quali
a Torino citt: Sud-Est, Nord,
Ovest. Ogni area avr almeno
un ospedale di riferimento,
cio una struttura che abbia al-
meno un reparto di Cardiochi-
rurgia, uno di Neurologia, un
Centrotrapianti di organi o cel-
lule e un pronto soccorso di se-
condo livello. Nella tabella a
centro pagina (estratta dal
nuovo Piano) sono indicati tut-
ti gli ospedali torinesi, divisi
per categoriae zona.
Molti degli ospedali di terri-
torio saranno riconvertiti: in
Cap (Centri di assistenza pri-
maria, con presenza anche di
medici di famiglia in associa-
zione), poliambulatori (in gra-
do di eseguire Tac ed esami ra-
diologici), in centri di riabilita-
zione o di lungodegenza. Oggi
- dice Monferino - non essendo-
ci questa gerarchizzazione, in
molti ospedali si ha pi di quan-
to necessario. Il nuovo mo-
dello significher inevitabil-
mente la chiusura di alcuni re-
parti in qualche ospedale, con
trasferimento o accorpamento
altrove. Tanto per far capire la
necessit di riconvertire, las-
sessore cita un esempio con-
creto: Ad Avigliana, in pronto
soccorso si contavano settemi-
la passaggi lanno: 6600
codici bianchi e verdi, soltan-
to 400 codici rossi e gialli.
Non aveva alcun senso, n ga-
rantiva sicurezza, tenere aper-
to un pronto soccorso con que-
sti numeri, quando a 7 chilome-
tri di tangenziale, 5 minuti in
ambulanza, si arriva allospe-
dale di Rivoli.
Nellelenco degli ospedali si
cita anche una struttura priva-
ta, Villa Maria Pia: continueran-
no qui gli interventi di Cardio-
chirurgia del San Giovanni Bo-
sco. La territorialit col Maria
Vittoria garantir la presenza
di tutte le specialit nella mede-
sima area, materno-infantile
compresa.
Come cambiano gli ospedali
Le Federazioni
Amedeo di Savoia, Valdese, Oftalmico
Tra tre anni il nuovo Piano regionale andr a regime
Ridisegnati posti letto, ambulatori e organizzazione
Il Piemonte
diviso in sei
grandi aree
territoriali
Sanitannozero
Che cosacambia
conlariforma
I nuovi organi
serviranno le Asl
senza interferire
con la spesa
MARCO ACCOSSATO
ALESSANDRO MONDO
52 Cronaca di Torino
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1T2 PRCV
E uno dei nodi che stanno
scatenando le maggiori pole-
miche, soprattutto in seno al-
la maggioranza: la giunta re-
gionale e la Lega vogliono ag-
gregare il Mauriziano al San
Luigi di Orbassano; parte del
Pdl favorevole a sposarlo
con il San Giovanni Bosco; il
Pd lo vedrebbe bene con il
San Luigi, attribuendo al nuo-
vo polo sanitario anche la pri-
ma, seconda e terza circoscri-
zione di Torino. Ancora ieri
Massimiliano Motta, consiglie-
re regionale in quota Pdl, ha
stigmatizzato con un comuni-
cato la marcia indietro di 4
primari del Mauriziano - han-
no chiesto di collocare il presi-
dio sanitario nellarea organiz-
zativa Torino Ovest - rispet-
to alla posizione inizialmente
assunta da 24 primari dello
stesso ospedale (favorevoli a
inserire il Mauriziano nel-
larea Torino Nord). Se per
questo, anche Agostino Ghi-
glia, vicecoordinatore degli
azzurri, ha manifestato
perplessit verso il ticket
Mauriziano-San Luigi.
Monferino, al contrario,
convinto che unire il destino
dei due ospedali sia la soluzio-
ne ottimale. E questo, nono-
stante ricadano nel territorio
di Comuni diversi. I motivi so-
no spstanzialmente due: la di-
stanza in linea daria tra Mau-
riziano e San Luigi inferiore,
seppur di poco, a quella tra
Mauriziano e San Giovanni Bo-
sco; Mauriziano e San Luigi so-
no complementari in termini
di servizi erogati.
g
Piauto sul territorio,
Elisoccorso attivo
anche durante la notte
E la vera nota dolente della ri-
forma sanitaria: quella che
prospetta le resistenze pi ac-
canite.
La premessa la riclassifi-
cazione degli ospedali piemon-
tesi. Secondo lassessore, pro-
vocher inevitabilmente
aree di esubero di persona-
le, preziose nella misura in
cui permetteranno di compen-
sare gli ambiti attualmente a
corto di operatori (impossibile
derogare al blocco del turn-
over).
Il problema garantire la mo-
bilit sulla base di unorganizza-
zione del lavoro rigida e non
sempre coerente. Sembra in-
credibile ma ogni Asl ha il suo
contratto di lavoro - spiega las-
sessore -. Gli spostamenti av-
vengono su base volontaria. Nel
caso si tratti di garantire servi-
zi essenziali, possono essere
comandati solo per esigenze
specifiche e per una durata di
25 giorni. Diversi i contratti, di-
versi gli stipendi e gli incentivi
sedimentati nei decenni da si-
tuazione a situazione. Il che -
osserva Monferino - chiama in
causa lequit oltre allorganiz-
zazione del lavoro.
Ce n abbastanza per imbal-
lare la riforma sul nascere. Non
a caso, la giunta ha aperto un ta-
volo con i sindacati per vedere
di trovare la quadra. Dati i tem-
pi, presumibilmente non brevi,
e il peso di una partita che si
preannuncia un rompicapo an-
che per le rappresentanze sin-
dacali, Monferino ragiona su
due ipotesi potenzialmente in
grado di traghettare il sistema
dal vecchio al nuovo corso: Do-
ve le differenze da contratto a
contratto non sono cos signifi-
cative, si potrebbero pareggia-
re gli stipendi. Dove risultano
pi marcate, lunica strada il
trasferimento del personale sul-
la base delle vecchie condizioni.
I nuovi assunti, invece, suben-
treranno con i contratti nuovi.
Partita aperta.
Strutture differenti
servizi complementari
Mauriziano e San Luigi: destino comune
Allo studio incentivi
per la mobilit
tra Asl e ospedali
Lo stesso Monferino ammette
che su questo fronte la giunta
ha fatto un passo indietro: E
vero. Resto convinto della
bont del nuovo assetto ini-
zialmente previsto per il servi-
zio 118, ma non intendevo cer-
to mettere a repentaglio linte-
ra riforma sanitaria per un ca-
pitolo indubbiamente impor-
tante ma non centrale.
Ad archiviare lo schema
messo a punto dalla giunta re-
gionale, quattro centrali go-
vernate da una sola azienda
di nuova costituzione, le ripetu-
te obiezioni sollevate durante
il dibattito in Consiglio regio-
nale dal Pd e tra i ranghi dello
stesso Pdl.
Eadesso? Lassessore non lo
dice esplicitamente, ma quelle
obiezioni sono state dribblate
con una soluzione diversa nella
forma pi che nella sostanza.
In sintesi, le quattro centrali
del 118 faranno riferimento e
saranno coordinate da una
struttura centrale nellassesso-
rato di corso Regina Margheri-
ta: Il fatto di non far dipende-
re il 118 da unAsl nasce dalla
volont di sottrarlo al governo
dei singoli campanili.
In ogni caso, ed questo
quello che interessa ai piemon-
tesi, il 118 aumenter il suo
peso specifico: potenziate le
vetture sul territorio (oggi so-
no 80); potenziati i margini di
azione degli elicotteri, quelli
nuovi, dotati di sistemi tecnolo-
gici in grado di volare nelle ore
serali e notturne.
Il rilancio comporter un au-
mento dei costi di cui lassesso-
rato perfettamente consape-
vole: da 100 a 140-150 milioni
lanno di spesa. Una delle po-
che voci sulle quali Monferino
disposto ad aprire con con-
vinzione il portafoglio: Afron-
te di un servizio di questa im-
portanza, un aumento del 50%
sostenibile. E poi lo compen-
seremo intervenendo su altre
voci di spesa.
Il soccorso del 118
Ricadute sul personale
Il futuro
degli ospedali
N
S
O E
Centimetri-LA STAMPA
Fonte: Regione Piemonte
OSPEDALI DI RIFERIMENTO: i pi attrezzati
in termini di offerta. Dispongono di almeno
un reparto di cardiochirurgia, uno di neurologia,
un centro trapianti di organi o cellule e un Dea
di secondo livello
Ospedale
Molinette
Infantile
Regina Margherita
Dermatologico
San Lazzaro
San Giovanni
Antica Sede
Moncalieri
Carmagnola
SantAnna
Martini
Chieri
CTO
Maria Adelaide
Evangelico
Valdese
AREA TORINO
SUD-EST
AOU S. Giovanni Battista Molinette - CTO - OIRM/SantAnna,
ASL TO 1, ASL TO 5
Centimetri-LA STAMPA
San Giovanni
Bosco
Gradenigo
Maria
Vittoria
Ivrea Cuorgn Castellamonte
Lanzo Chivasso Ciri Cottolengo
AREA TORINO
NORD
ASL TO 2,
ASL TO 4
OSPEDALI CARDINE: sempre strutturati.
Dispongono di almeno un reparto
di anestesia-rianimazione, terapia intensiva,
Dea di primo livello
OSPEDALI DI TERRITORIO: tutti gli altri.
Dispongono di un punto di primo intervento,
non di alta specialit, e offrono servizi standard
OSPEDALI DA RICONVERTIRE:
non essendo pi ritenuti necessari, saranno
trasformati in poliambulatori, centri
di riabilitazione, centri di lungodegenza, Cap
N
S
O E
San Luigi Gonzaga
Orbassano
Pinerolo
Mauriziano
Umberto I
Susa
Avigliana
Giaveno
Pomaretto
Rivoli
Venaria
Torre Pellice
IRCC Candiolo
AREA TORINO
OVEST
AOU San Luigi Gonzaga di Orbassano,
AO Mauriziano Umberto I, ASL TO 3
N
S
O E
Trattativa in corso
con i sindacati,
ogni ospedale ha
il suo contratto
Quattro centrali
saranno governate
da una struttura
in assessorato
SABATO31 MARZO2012 Cronaca di Torino 53
LA STAMPA
T1 T2PRCV
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA54 T1T2 PRCV
Il futurodi Torino
si giocanel mondo
P
osso dirvi una cosa?
Sono un po intimo-
rito. Perch fare
lambasciatore di-
plomaticodi unaTo-
rino che si vuole sempre pi in-
ternazionale a fianco di un sin-
daco come Fassino sar diffici-
lissimo: bastato sentire ades-
so come si destreggia sul tema
per capire che sar una sfida
chepistimolantenonpotr.
Lascommessa
Che giornata, ieri, per Turin.
S, come minimo dora inpoi bi-
sogna cominciare a parlare in
inglese: bastava infatti dare
unocchiata al foyer del Regio
dove il sindaco Fassino ha pre-
sentato ufficialmente Franco
Giordano, il nuovo consigliere
diplomatico che lavorer al
fianco del primo cittadino per
promuovere la citt in uno sce-
nario globale, per capire che
lamministrazionee lintera cit-
tfannosul serio. Ceranotutti:
poteri forti, fondazioni cultura-
li, atenei, autorit civili e milita-
ri, Camera di commercio, ex
sindaci, esperti di import
export e trattative internazio-
nali. Da Salza a Maria Luisa
Coppa, da Benessia a Barberis,
da un giovane assessore come
Gallo a Valentino Castellani. E
poi la nuova squadra che, sotto
ladirezione di Anna Martina la-
vorer per potenziare al massi-
mole attivitinternazionali del-
la citt. Perch proprio in
momenti di crisi - ha spiegato
lambasciatore Giordano, che fra
laltro nato a Torino e non ha
mai smesso di avere casa qui -
che va giocata lacarta dei legami
virtuosi economici e culturali
conaltri Paesi.
Gli accordi internazionali
E siccome Torino is always on
the move come recita lo slogan
che sorveglia ogni mossa del Co-
mune, il sindaco Fassino non ha
mancatodi far notare che inque-
sti otto mesi ha gi incontrato
ben 60 ambasciatori di altre na-
zioni. Lultima ieri mattina, pro-
prio insieme con Giordano: a Pa-
lazzo civico stato ricevuto lam-
basciatoredIsraele.
Nel corso dellanno Torino
raggiunger la quota di quasi 50
accordi di partnership con citt
in tutto il mondo - ha detto il sin-
daco - una collaborazione inter-
nazionale che si inserisce nella
volont di internazionalizzazio-
ne della citt perch conla globa-
lizzazione ormai non c questio-
ne che possa essere risolta solo
in una dimensione locale o nazio-
nale: qualsiasi problemasi inseri-
sceinunadimensione internazio-
nale.
Il futuro
E ha aggiunto: Questo vale an-
che e soprattutto per una citt
che deve saper guardare e gesti-
re il suo futuro in spazi pi gran-
di, europei e mondiali. Il primo
cittadino ha poi illustrato i pro-
grammadelle attivitinternazio-
nali per il 2012 e ha presentato il
nuovo accordo di programma
con il Ministero degli Affari este-
ri, siglato gioved alla Farnesina,
conil quale Torinopotravvaler-
si del sostegno della rete diplo-
matico-consolare, degli istituti di
cultura e degli enti economici e
commerciali per la promozione
della citt e delle sue eccellenze.
Per questo il capoluogo piemon-
tese dispone da oggi anche di un
consigliere diplomatico, lamba-
sciatoreFranco Giordano, affian-
cato da una nuova Direzione per
leattivitinternazionali.
Lobiettivo
Il fine proiettare Torino nel
mondo ha concluso Fassino
spiegando che in questo modo
la citt avr pi chances e potr
cogliere le opportunit di lavo-
ro, economiche, di relazione,
creando cos le condizioni per
una crescita pi ampia.
il caso
EMANUELAMINUCCI
Il sindaco presenta lambasciatore diplomatico
Franco Giordano
Nonpotevaesserepifitta e compositala plateache ha
accoltoieri il nuovoambasciatore diplomatico
INPLATEA
Vertici delle fondazioni
bancarie gli ex sindaci
e tutta la societ civile
T
H
E
S
P
A
C
E
c
i
n
e
m
a

T
o
r
i
n
o
V
i
a

L
i
v
o
r
n
o

a
n
g
o
l
o

v
i
a

T
r
e
v
i
s
o
,

T
o
r
i
n
o
w
w
w
.
p
a
r
c
o
c
o
m
m
e
r
c
i
a
l
e
d
o
r
a
.
i
t
e

o
l
t
r
e

4
0

n
e
g
o
z
i
i n p u t / T O R I N O
P
I
C
C
O
L
I

P
A
S
T
I
C
C
E
R
I
D
E
C
O
R
A
N
O

L
A

T
U
A

P
A
S
Q
U
A
!
D
a
l

1

a
l

7

a
p
r
i
l
e
p
o
r
t
a

i
l

t
u
o

b
i
m
b
o

a
l
l
a

C
a
s
e
t
t
a

d
i

M
a
r
z
a
p
a
n
e
:

c
o
n

i

n
o
s
t
r
i

m
a
s
t
r
i

p
a
s
t
i
c
c
e
r
i

d
e
c
o
r
a
t
o
r
i
d
e
l

c
i
o
c
c
o
l
a
t
o
,

p
o
t
r


d
i
v
e
r
t
i
r
s
i

a

d
e
c
o
r
a
r
e

i
l

s
u
o

u
o
v
o

e

p
o
r
t
a
r
l
o

a

c
a
s
a

c
o
n

u
n

p
i
c
c
o
l
o
c
o
n
t
r
i
b
u
t
o
,

c
h
e

v
e
r
r


i
n
t
e
r
a
m
e
n
t
e

d
e
v
o
l
u
t
o

a

s
o
s
t
e
g
n
o

d
e
l

T
E
L
E
F
O
N
O

A
Z
Z
U
R
R
O

O
n
l
u
s
!
1
,

5
,

6

e

7

a
p
r
i
l
e

d
a
l
l
e

0
9
:
3
0

a
l
l
e

1
2
:
3
0

e

d
a
l
l
e

1
6
:
3
0

a
l
l
e

1
9
:
3
0
,
2
,

3

e

4

a
p
r
i
l
e

d
a
l
l
e

1
6
:
3
0

a
l
l
e

1
9
:
3
0
.
S
a
b
a
t
o

7

a
p
r
i
l
e

d
a
l
l
e

o
r
e

1
7
:
0
0
R
o
t
t
u
r
a

e

d
e
g
u
s
t
a
z
i
o
n
e

d
e
l

M
A
X
I

U
O
V
O

d
i

c
i
o
c
c
o
l
a
t
o
:

p
e
r
c
h


a
l

P
a
r
c
o

D
o
r
a

l
a

P
a
s
q
u
a


d
a
v
v
e
r
o

M
A
X
I
!
Unlettorescrive:
IInvito qualcuno dei no-
stri rappresentanti politici are-
carsi dalle ore 07:00 alle ore
08:00 in via Monginevro n. 130
aTorinopressolasededell'Asl.
Avr modo di verificare come
giornalmente un centinaio di
personesonocostretteastazio-
nare sul marciapiede in attesa
dell'apertura, inqualsiasi condi-
zione meteorologica. Il motivo
dellacalcaunasortadi nume-
rochiuso, percui sesi arrivaan-
che solo qualche ora dopo
l'apertura si rischia di non tro-
vare pi numeri. Ora se consi-
deriamo che tra di essi vi sono
anche persone anziane con va-
rie patologie non difficile im-
maginare cosa accade all'aper-
tura della porta. Nonvoglio ad-
debitareresponsabilitadalcu-
no, chiedosoltantosec'unaso-
luzionechepossaovviareadini-
ziare una giornata secondo la
legge della giungla. Dimentica-
vo: cos damesi.
LUCIANORIAGAGLIA
Unlettorescrive:
ITorino e il Piemonte non
devonorinunciareai WorldMa-
sters Games 2013: valutati i pro
e i contro, perdere l'opportuni-
tdi realizzare l'evento a causa
del possibile passo indietro del
ComuneedellaProvinciadi To-
rino costerebbe tantissimo alla
Regione, siaintermini economi-
ci siad'immagine.
La giunta Bresso, infatti, a suo
tempo sottoscrisse un contratto
conlasocietImga, chedetieneil
format dei World Masters Ga-
mes. Contratto che, in caso di
mancata realizzazione della ma-
nifestazione, comporterebbe a
carico della Regione una penale
di circa 3 milioni di euro, che an-
drebbe ad unirsi alla difficolt, in
futuro, di ricandidareil Piemonte
anuovi eventi di levaturainterna-
zionale. Pertanto, ritengo sia ne-
cessario e importante, per il Si-
stemaPiemonte e l'economiadel
nostro territorio, procedere alla
realizzazione dei World Masters
Games 2013, a prescindere dalla
presenzadellaProvinciaedel Co-
mune di Torino, magari cercan-
do la collaborazione di altre Pro-
vinceeComuni piemontesi.
MASSIMILIANOMOTTA
Unlettorescrive:
INell'articolo apparso su
La Stampa del 21 marzo, pag. 63,
il vicesindaco Dealessandri di-
chiara a parole di nonvoler igno-
rare le proteste dei cittadini, ma
nei fatti, almeno in base alla mia
esperienza, questa amministra-
zionesi comportapropriocos.
Senza aver ricevuto alcuna co-
municazione preventiva in meri-
to, nellasettimana del 16gennaio
u.s., l'accessoallasepolturadi cui
sono concessionario presso il Ci-
mitero Monumentale, che fre-
quento settimanalmente avendo
l sepolto anche mio figlio, mi
statoimpeditodaunosteccatoin
rete metallica su cui un cartello
segnalava una durata di circa un
annoperlavori nonmeglioidenti-
ficati. Peraverequalcheinforma-
zionesicura, hocontattatotelefo-
nicamentelasegreteriadel sinda-
co, che mi ha fatto chiamare da
una funzionaria del settore, la
quale, tuttavia, di questi lavori
nonsapevanulla. Hoalloralascia-
toi miei riferimenti telefonici e di
posta elettronica, ricevendo la
promessadi unarispostaabreve
atuttelemiedomande, chesono:
perch nessuno mi ha avvertito;
qual la reale natura dei lavori;
quale sar la loro durata; per
quanto tempo non potr accede-
reallasepoltura; qual l'ammon-
tare della spesa di questi lavori;
esisteunadeliberacomunaleche
li haautorizzati.
Trascorse tre settimane senza
alcunsegnodi vita, horicontatta-
tolafunzionariadi cui sopra, che,
questa volta, mi ha sbrigativa-
mente rinviatoalla chiamata che
mi avrebbe fatto un non meglio
identificato architetto. Natural-
mentenessunosi fattovivo.
Ho allora scritto direttamente
al sindaco, indata15febbraio, ma
atutt'oggi ancora nessuna rispo-
sta. Vi sembra questo il modo di
tenere in conto le istanze dei cit-
tadini?.
EMILIOALLIA
LUfficioRelazioni col pubblico
di Enel Spa scrive:
II riferimenti contenuti nel-
laletteradel signorBonzi (7mar-
zo) purtroppo nonconsentono di
effettuare tutti gli accertamenti
necessari. Si coglie comunque
loccasione per informare che le
tariffe sono aggiornate ogni tri-
mestreequindi i clienti titolari di
forniture di energia elettrica ge-
stite inservizio di maggior tutela
risentono dellandamento e del-
lapplicazione di tali aggiorna-
menti tariffari rilevati nellarelati-
va fatturazione. Chi sceglie inve-
ce unofferta sul libero mercato
pu ottenere un prezzo indipen-
dente dagli aggiornamenti tarif-
fari. Enel Energia offre diversi ti-
pi di prodotti, e cerca anche di
aiutare i clienti a capire qual il
pi conveniente rispetto al loro
profilooalle loroesigenzedi con-
sumo. Le offerte biorarie ad
esempio convengono a chi con-
centra il 70% o pi del consumo
di energianelleoreserali/nottur-
ne o nei weekend. Una famiglia
chehaesigenzedi sapereconcer-
tezza quanto pagher pu sce-
gliere offerte che permettono di
scegliere la taglia di consumi pi
adattaal propriofabbisogno.
MARIAAUCIELLO
specchiotempi@lastampa.it
viaMarenco32, 10126Torino
Forumlettere su
www.lastampa.it/specchiotempi
m
Asl via Monginevro: la legge della giungla - S ai World Master Ga-
mes, coneventi magari dadistribuire intuttalaRegione- Amministra-
tori sordi alle istanze del cittadini - LEnel su tariffe e bollette
m
Specchiodei tempi
m
SABATO31 MARZO2012 Cronaca di Torino 55
LA STAMPA
T1 T2PRCV
La storia
LETIZIATORTELLO
M
oderna, tecnolo-
gica, immersa
in una luce tut-
ta nuova, che
esalta le tele in
mostra. E' larinnovataGalleria
Sabauda. Il tesoro pittorico dei
Savoia trova dimora nel rialle-
stimentoallamanicadi Palazzo
Reale che d suvia XXSettem-
bre. Per vederla nel suo aggior-
natosplendoredi stucchi emar-
mi non bisogner aspettare il
2014, quandosarcompletatoil
recuperodefinitivodel PoloRe-
ale, contantodi giardini.
Gioved lapertura
Un primo, significativo assag-
gio lo potremo avere la prossi-
ma settimana, con linaugura-
zionedellamostraI quadri del
Re, esposizione di cento tra le
pi importanti tele della colle-
zione della Galleria. Visitando
lamanicadi PalazzoRealesi ca-
piscesindoraquel chesartra
due anni: unpolochespira afa-
re concorrenza alle regge e ai
musei delle grandi capitali eu-
ropee, chesi estendeper 50mi-
lametri quadri (lastessasuper-
ficie del Prado, poco meno del
Louvre). Mercoled 4 aprile la
presentazione, gioved lapertu-
ra al pubblico. Con lorgoglio di
ripresentare in unaltra corni-
ce tele di Beato Angelico, Man-
tegna, Rubens, Van Dyck, per
fare qualche esempio. La mo-
stra durer fino a settembre e
sardoppia: allaSabaudae alla
Venaria Reale (con la collezio-
nedel PrincipeEugenio).
Sistemaintegrato
Laccoppiata delle due regge
nonsceltaacaso. Rappresenta
unpuntodi arrivochesi attende-
vadapidi ventanni: lacreazio-
ne di un sistema integrato delle
dimore dei Savoia. Dopo tanti
progetti, partiamo davvero con
la valorizzazione delle residenze
reali della cintura - spiega las-
sessore regionale alla Cultura,
Michele Coppola -. Si inizia dalla
VenariaedaPalazzoReale, si pro-
seguir con le altre dimore, come
Racconigi eStupinigi. Unpatrimo-
nio che ha un potenziale culturale
e turistico enorme. Eche condivi-
der, da qui in poi, i servizi per un
migliore funzionamento e unotti-
malepromozione.
Lavvio
Il dado tratto: cos come la Loi-
ra ha i suoi castelli, il Piemonte
inaugura la rete delle regge. La
notizia stata data ieri, durante
un sopralluogo di
Coppolaal cantie-
re della Sabauda.
Una passeggiata
di circa unora,
concordata allul-
timominutoconil
direttore regionale dei Beni Cul-
turali Mario Turetta, allo scopo
di definire gli ultimi dettagli del-
laccordo tra Regione e Ministe-
ro. Saranno infatti questi gli enti
istituzionali, attraverso il gi esi-
stente Consorzio della Venaria
cheli unisce, agestireil matrimo-
nio tra i due gioielli architettoni-
ci. Ora, Venaria e Polo Reale, sa-
ranno integrati intutto: unico bi-
glietto, medesima comunicazio-
ne, sistema di prenotazione, per-
sonalecondivisoeviadicendo.
Un passo avanti che Coppola
e Turetta hanno salutato come
unamezzarivoluzione. Echeil di-
rettoredellaVenaria, AlbertoVa-
nelli, commenta cos: Se il 2011
stato lanno del 150enario, sono
convinto che il '12
sarquellodel col-
lezionismo della
pittura sabauda.
Lalleanza parte
concretamente
con I quadri del
Re. Unavoltainauguratalacol-
laborazione, nessunoci fermapi
- continuaVanelli -: la ricchezzae
lunicit delle regge sotto gli oc-
chi di tutti.
Lapertura della rinnovata ala di Palazzo Reale inaugura la rete con Venaria
Lappello
Nosiglia: a Torino
troppe case sfitte
ITra i tanti temi collegati
allenuove povertdi cui hanno
ragionatoieri monsignorCesa-
re Nosiglia e lavvocato Stefa-
no Gallarato, nel corso dellin-
contro promosso dallUfficio
Pioperil cicloQui si fannomi-
racoli, c stato anche quello
della casa. Larcivescovo ha ri-
chiamato lattenzione sulle de-
cine di migliaia di case sfitte e
sulle crescenti necessit di abi-
tazioni, auspicando di definire
un progetto con il Comune per
daregaranzieai proprietari.
Toponomastica
Fassino: la citt
ricordi Rostagno
IDa sempre mi adopero
perchnessunovengadimenti-
cato. Ecomesindacodi unacit-
t che ha segnato la storia nel
Paese sento profondamente il
dovere di onorare i tratti che
hanno caratterizzato il sentire
comune. Penso quindi sia giu-
sto ricordare Mauro Rostagno
attraverso lintitolazione di un
luogo della citt. Morale del-
linterventodi Fassino?Il socio-
logo e giornalista ucciso a 46
anni dalla mafia potr dare il
suo nome a un ponte o ad una
via. Nonostante la commissio-
neToponomasticasi fossedivi-
sasulladecisione.
Gerbaudopresidente
Confcooperative,
Fatturato +25%
IIl cuneese Giovenale Ger-
baudostatoriconfermatoieri
nel corso dellassemblea regio-
naleallapresidenzadellaconfe-
derazione che raggruppa pi
di mille cooperative bianche
e 220 mila soci. Negli ultimi
quattro anni ha spiegato il
presidente Gerbaudo nella re-
lazionesui quattroanni di man-
dato appena trascorsi abbia-
mo registrato un aumento del
17,4 per cento dei soci, del 9,4
degli occupati e del 25,3 del fat-
turato. Una crescita contro-
tendenza trainata dal settore
agricoloedallebanchedi credi-
tocooperativo [A. CIA.]
Meccatronica
Le aziende del Mesap
al salone di Parma
ISono30leaziendemecca-
troniche piemontesi in mostra
al Mecspe fiera internazionale
delle tecnologie di produzione
in corso a Parma. A queste
aziendesi aggiungonounadeci-
nafraDipartimenti del Politec-
nicoecentri di ricercaorganiz-
zati dal Mesap.
In breve
Acollaborazione
avviata nessuno
ci ferma pi: lunicit
delle regge sotto
gli occhi di tutti
Alberto Vanelli
direttore
della Venaria Reale
Dopotanti progetti
partiamodavvero
conla valorizzazione
delle residenze reali
della cintura
Michele Coppola
assessore regionale
alla Cultura
LaGalleriaSabaudasi svela
e lanciail Polodelle Regge
Ultimi ritocchi
Laperturadella mostra I quadri del Re al pubblico, nella rinnovataGalleria
Sabauda, fissata agioved 5aprile
Tesori da riscoprire
Lenorme patrimoniopittoricodei Savoia
sarallestitonella manica di PalazzoReale
LADIMENSIONE
Grande come il Prado
con i suoi 50 mila
metri quadrati
Da Mantegna a Rubens
Trai capolavori della collezione dei Savoia
anchetele di VanDyck eBeatoAngelico
Autostrada TO-AO uscita S. Giorgio Canavese
Tel-Fax 011 8129790 www.bancoantiquario.it
Organizzazione
ASTA
sabato 31 marzo - domenica 1 aprile
ore 15.30
MOBILI - DIPINTI - ARGENTI - GIOIELLI
OROLOGI - BRONZI - COLLEZIONI - TAPPETI ANTICHI
Dal XVII al XX sec.
Catalogo in Sede con descrizione e base dAsta di tutti i Lotti
Esposizione: tutti i giorni escluso luned ore 10 - 13 / 15 - 19
INGRESSO LIBERO
Lotto 5796
Cristo porta croce
sc. Philippe de Champaigne
inizi 700
56 Cronaca di Torino
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1T2 PRCV
EMANUELA MINUCCI
Sono tutti felici in citt
(tranne ai piani alti di Gtt do-
ve - nel caso di tram e bus
gratis in centro - si dovr ri-
nunciare a una fetta di in-
troiti). Ma nel day after del-
lannuncio dellassessorato
alla Viabilit, che fa di Tori-
no una capitale anche della
mobilit pulita e attenta alle
esigenze di risparmio dei cit-
tadini, le reazioni sono un co-
ro di consensi. E si comincia
proprio da quei commer-
cianti che ieri hanno incon-
trato lassessore ai Traspor-
ti Claudio Lubatti e quello al
Commercio Giuliana Tede-
sco per rivedere la mobilit
allinterno della Ztl. Per una
volta, grazie anche allan-
nuncio di una mobilit pub-
blica gratuita allinterno del
centro, sono usciti tutti con
il sorriso sulle labbra. Dal-
lAscom (che ha proposto
anche pi attenzione per gli
eventi culturali) alla Confe-
sercenti (che plaude lidea
che non si allarghi ulterior-
mente la Ztl) sino Christian
Volkhart (presidente di via
Carlo Alberto).
Bus gratis
Mezzi pubblici acostozeroin
centro?Unasplendidaidea, ti-
pica delle citt pi avanzate
hannocommentatoi commer-
cianti. Ehanno tiratounsospi-
rodi sollievoquandolassesso-
re ha escluso loro che in tempi
brevi laZtl si allargher.
Vieriservate
Unora di sconto per le vie ri-
servate al mezzo pubblico che
resteranno vietate dalle 7 alle
20anzich fino alle 21: si tratta
di via XXSettembre, via Arse-
nale, via Rossini, via Pietro
Micca, San Francesco da Pao-
la. AltranovitlegataaviaPie-
tro Micca: sar percorribile da
piazza Solferino per gli auto-
mobilisti diretti al parcheggio
sotterraneodi piazzaCastello.
NavetteStar
I minibus elettrici passeranno
anche in via Roma, via Pietro
Micca, e via Vanchiglia: strade
salotto dello shopping che
verranno molto pi apprezza-
te dai cittadini.
ViaVanchiglia
Il Comune ha anche accolto la
richiesta dei negozianti di eli-
minare la telecamera Ztl di via
Vanchiglia (direzione piazza
Vittorio): un muro che bloc-
cava afflusso anche di chi non
doveva entrare in centro.
Sostascontata
Da mesi i negozianti chiedeva-
no al Comune uno sconto (da
girare ai propri clienti) sulle
strisce blu o sui biglietti dei
mezzi pubblici. Tratteranno la
questione con gli uffici di Gtt.
Protestadei disabili
Non piaciuta ad alcune asso-
ciazioni di disabili (Consulta
per le persone in difficolt,
presidente Paolo Osiride Fer-
rero) la delibera approvata
due giorni fa sul nuovo regola-
mento di trasporto per i por-
tatori di handicap. Le perso-
ne con disabilit che utilizza-
no i buoni taxi dovranno paga-
re una tassa che sar stabili-
ta in base allIsee. Le casse co-
munali piangono? E allora
mettiamo mano al portafogli
dei disabili!. Risponde las-
sessore Lubatti: Questa deli-
bera proprio lo strumento
per poter continuare a garan-
tire la mobilit a chi non pu
usufruire del mezzo pubblico.
Gli obiettivi? Ridurre la spesa
del servizio facendo efficien-
za nel sistema con la lista di
attesa che oggi conta 1600
persone senza trasporto. Pen-
so sia ingeneroso parlare di
diritto negato visto che anche
per i redditi pi alti (sopra gli
80.000 euro) sar garantito
un seppur minimo contributo
a carico del pubblico.
E durata oltre due ore - e
non si trovata la soluzione -
la riunione di ieri sera sul fu-
turo dei 15 nidi comunali da
riorganizzare entro settem-
bre. Al vertice hanno parteci-
pato lassessore ai Servizi
educativi Maria Grazia Pelle-
rino, quello al Bilancio Gian-
guido Passoni e il sindaco
Fassino. Gi al mattino cera
stata unaltrettanto calda
riunione in commissione. Sul
tavolo, varie ipotesi di affida-
mento della gestione di que-
sti nidi che il Patto di stabili-
t obbliga a rivedere al netto
di nuove assunzioni: la prima
quella del comitato che da-
rebbe luogo a una fondazio-
ne composta dagli stessi inse-
gnanti precari
e genitori. La
seconda quella
dellaffidamen-
to a un ex Ipab:
un escamotage
per aggirare le
limitazioni imposte dal tetto
finanziario. La riorganizza-
zione per mantenere il servi-
zio a partire dal prossimo
settembre indispensabile.
In commissione lassessore
ha parlato di una rivoluzio-
ne nella gestione del sistema
educativo. Necessit urgen-
te perch i mesi a disposizio-
ne sono davvero pochi.
Per ora si tratta di ipotesi,
ma nelle prossime settimane
lamministrazione comunale
dovr decidere. Una prima
idea sulla quale sta lavoran-
do Pellerino, in collaborazio-
ne con lavvocatura del Co-
mune e lassessorato al Per-
sonale, una soluzione pon-
te per la gestione degli asili
nidi dellanno 2012/2013. Se
lipotesi venisse confermata,
per le strutture comunali
che non saranno pi coperte
con lattuale personale, si sta
valutando un partnerariato
tra un Ipab gi esistente e il
Comitato Zero-Sei. Una solu-
zione per mantenere un servi-
zio pubblico essenziale, ha
spiegato Pellerino. Una strut-
tura che continuer ad avva-
lersi di personale competente,
selezionato con un bando di ga-
ra al quale potranno partecipa-
re gli ex dipendenti comunali
degli asili nido.
Per il futuro, come si det-
to, due sono le ipotesi al va-
glio: la Fondazione di parteci-
pazione o lAzienda pubblica
speciale. La costituzione di
una Fondazione (istituita di
recente dal Comune di Mode-
na) rappresenterebbe la na-
scita di un nuovo soggetto giu-
ridico, finanzia-
to in parte dal
servizio educa-
tivo comunale
e, in parte, da
uno sponsor
privato.
LAzienda pubblica garanti-
rebbe la messa in sicurezza
del servizio ha spiegato las-
sessore ma i vincoli normati-
vi in materia di patto di stabili-
t sono stringenti: non si sa,
ad esempio, se nel 2013 si po-
tr andare in deroga al patto
per tali aziende.
Per ora, comunque, tutte le
ipotesi restano in piedi. E che
non ci fosse aria di soluzione
ieri lo si capito dal fatto che
la riunione fra i sindacati, il
primo cittadino e gli assessori
(richiesta dai Confederali) non
si tenuta ed slittata alla
prossima settimana.
Intanto negli asili cresce la
preoccupazione e sono comin-
ciate le assemblee con il perso-
nale. Lesperimento inedito.
Potrebbe risolversi in un cla-
moroso flop o aprire una stra-
da che nessuno in Italia finora
ha percorso. [M. T. M.]
Comune
Fumata nera per i nidi
Salta laccordo
sulla gestione affidata
IIeri abbiamo svelato il
progetto dellassessorato
alla Viabilit di sperimenta-
re bus e tram a costo zero
per i cittadini allinterno
del centro storico.
I tramgratis cambianolaZtl
Mentre il Comune studia come garantire il trasporto a costo zero (e Gtt si preoccupa) il centro cambia volto
NavetteStar inviaRomaeviaMicca, lestradeoff limits per leautoaprirannoalle20. Escoppialarivoltadei disabili
I bus elettrici
Sonofrale chicche piapprezzate dai pendolari del centroe dagli ecologisti. Orail
problema di Gtt di tipoorganizzativo. Lubatti vorrebbepartire inautunno
LESPERIMENTO
Lidea inedita di dare
la gestione degli asili
a una fondazione
LaConsulta
per le persone
indifficolt: no
allatassaper i taxi
Sulla Stampa
La Piazzetta
La tua casa in corso vittorio
Corso Vittorio Emanuele II, 192/4 - www.residenzalapiazzetta.com
A 5 minuti a piedi dal nuovo Tribunale e dalla Metro
Prezzi a partire da 3.000 euro al metro
Atti notarili gratuiti
Via Aleri, 24 - 10121 Torino - Italia - Tel. +39 011 5627566 - info@gedim.com - www.gedim.com
Mono - Bi - Trilocali da 40 a 100 mq
Appartamenti e attici con terrazzi
e bowindow vetrati - Box auto
Finiture di pregio
Pagamenti garantiti da dejussione
Mutui fondiari - Classe Energetica B
Consegna Dicembre 2012
UFFICIO VENDITE IN LOCO
Dal luned al venerd dalle ore 14 alle 18 - Sabato su appuntamento
Vi aspettiamo
oggi in cantiere
dalle ore 10 alle 18
SABATO31 MARZO2012 Cronaca di Torino 57
LA STAMPA
T1 T2PRCV
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA58 T1T2 PRCV
LASTORIA
Intervista
,,
Se ci volgiamo in-
dietro, noi che la-
voriamo con le
parole, con le in-
formazioni, con i
dati, con i nume-
ri, con i bit, tro-
viamo sempre
un momento di
incontro con la materia; se guardiamo al no-
stro passato, alla nostra storia, al mestiere dei
nostri padri, troviamo la terra, la pietra, l'ar-
gilla dei mattoni, il ferro della fonderia, l'olio di
motori. Nel mio caso, la materia la farina,
quella di mio nonno panettiere e la materia il
legno, quello del mio bisnonno e della sua fab-
brica di cornici. Il legno segna l'inizio e la fine
delle fortune del cavalier Luigi Martini, nonno
di mio padre; l'inizio quello del giovane che, ne-
gli ultimi anni dell'Ottocento, gira per le case a
"ballare" i palchetti, a lucidarli con i piedi; la fi-
ne quella dell'uomo ormai maturo che, una
notte, dopo aver riempito il magazzino di legna
fortunosamente sottratta alla guerra, vede la
sua fabbrica distrutta da uno spezzone incen-
diario inglese. Il legno d e il legno toglie, il le-
gno costruisce e il legno brucia, ma ogni volta
che le mie dita toccano la superficie scabra di
una tavola appena piallata, si
scatena in me qualcosa di pri-
mordiale. Ed ecco perch,
quando entro per la prima vol-
ta nella bottega di El Houicine
Bourzrour mi sento immedia-
tamente a casa; la fabbrica del
mio bisnonno, immortalata
nei ricordi familiari, sembra rivivere nel polve-
roso laboratorio di via Malone 23, tra le lame
dentate e l'odore delle vernici. Appoggiati a una
parete, una ventina di pannelli lavorati a mano
compongono il nascente puzzle di un soffitto a
cassettoni in stile marocchino: il capolavoro at-
tende che il maestro termini una "stagera" che
qualcuno gli ha ordinato. In mezzo alle serrande
abbassate di via Malone e di via Monte Rosa, la
piccola falegnameria un cuore che pulsa: il le-
gno toglie e il legno d; chiss che questa volta
non dia nuova vita a un vecchio quartiere.
LanostraBarriera
hapersole catene
S
N
el corso degli ulti-
mi lustri, il quar-
tiere Barriera di
Milano finito
non di rado sui
giornali per fatti di cronaca
pio meno nera, e per le lette-
re inviate a Specchio dei tem-
pi da tanti residenti che han-
no visto cambiare in meglio le
vie e le piazze del centro e in
peggio le loro. Ma domenica
sera, a partire dalle 20,30, allo
Spazio 211 di via Cigna si cele-
bra proprio Barriera di Mila-
no. L'idea, partorita dai dj e in-
trattenitori di Soulful Gran
Variet, collezionisti di 45 giri
vintage ma non solo, nasce
dalla constatazione che pro-
prio in Barriera, dove fino al-
limmediato dopoguerra si
parlava ancora piemontese,
nata la neolingua che ascoltia-
mo oggi per strada: frutto del-
la comparsa nel paesaggio ur-
bano del famoso cosiddetto ta-
marro. Tra le voci partorite
dalle parti della Barriera che
saliranno sul palco del locale
capace di accreditare la Bar-
riera nel mondo, ci sar Riz
Samaritano. Ma non solo. Ne
ho incontrate unpaio che chis-
s, forse proprio allo Spazio
211 si uniranno.
GipoFarassino, Johnson Ri-
gheira: solo la Barriera po-
teva riuscire a farvi calcare
lo stesso palco.
JR. Sono nato in Borgo Vit-
toria, e quando sono arrivato
in Barriera avevo otto anni.
Ci sono cresciuto ascoltando
le canzoni di Gipo: racconta-
vano un mondo che non esi-
steva gi pi, e un tempo che
non ho avuto la fortuna di vi-
vere. Mia madre era nata nel-
le case popolari di via Lauro
Rossi, dove abitava anche il
bandito Cavallero. Mio padre,
di origini toscane, stava in via
Candia, dietro piazza Foroni,
detta piazza Cerignola. Mi sen-
tivo di zona, bazzicavo anche
Borgo Dora e Borgata Aurora.
Eancora oggi se mi trovo a Mi-
rafiori mi perdo.
GF: Io, nato in via Cuneo, per
molti anni ho sentito la Barrie-
ra come un destino, in senso
negativo. La Barriera era una
catena, un muro, e io come tan-
ti sognavo di evadere, conosce-
re il mondo. Ma poi, girando il
mondo, ho fatto tesoro di quel-
lo che avevo imparato in Bar-
riera, e ho capito: mio nonno
era magazziniere alla Venchi
Unica, mia nonna aveva un
banco al mercato di Porta Pa-
lazzo, e quelli erano i miei quar-
ti di nobilt. Il mare l'ho visto
per la prima volta a tredici an-
ni, a Sampierdarena, dove vive-
va uno zio.
Che ricordi avete della vo-
stra adolescenza in Barriera?
GF: La guerra era finita da po-
co, c'era voglia di lasciarsela al-
le spalle. In Barriera i poveri
abitavano nelle case di ringhie-
ra, ma con dignit. Ci si cono-
sceva tutti, e si andava a balla-
re nelle balere di periferia. Al-
luscita bisognava scegliere: o
si prendeva l'ultimo tram, o si
accompagnava a casa la ragaz-
za di turno, nella speranza che
ci scappasse qualcosa. Erava-
mo tutti impasticcati di filmco-
me Gilda e Casablanca, e delle
loro musiche. Da mio padre
avevo ereditato una chitarra.
Avent'anni mi sono innamora-
to dei primi dischi di Johnny
Cash, non mi piaceva Luciano
Tajoli. Quando uscito il film
Bellezze al bagno con Esther
Williams l'ho rivisto diciotto
volte, per via delle musiche: im-
perava il boogie-woogie, e noi
si partecipava a gare di ballo.
All'Arsenale c'era una sala con
tanto di orchestrina, d'estate
si ballava nel dehors e si finiva
per fare a cazzotti con i ragaz-
zi che frequentavano il Parigi
dalle parti di via Valprato.
JR: In Barriera ho fatto a bot-
te due o tre volte, e mi andata
bene solo in terza elementare.
In via Lauro Rossi giocavo a
pallone in cortile, senza grandi
risultati. La mia Barriera era
gi un'altra cosa rispetto a
quella di Gipo, e per questo la
sua aveva ai miei occhi un'aura
quasi mitologica. Facevo le me-
die quando ho ascoltato per la
prima volta Sangon Blues.
L'ho amata subito, mi dava un
senso di appartenenza, e l'im-
magine di questa Torino di pe-
riferia e allo stesso tempo bal-
neare mi entrata nel cuore.
Anni dopo, quando in Barriera
ho scritto Vamos a la playa o
Lestate sta finendo, avevo
ancora dentro la canzone di Gi-
po. Il verso mi venuto perch
una sera, a bordo del 3, ho vi-
sto i gabbiani sorvolare la Do-
ra.
GF: A proposito di Sangon
Blues: a Rivoli cera una sab-
bia finissima, e rocce belle
grosse, ma l'acqua era bassa.
Cos se ti volevi tuffare dovevi
centrare i punti in cui erano ca-
dute le bombe, altrimenti face-
vi la fine di Gatto Silvestro.
Com' ai vostri occhi la Bar-
riera oggi?
JR: A me sembra di cogliere
piccoli segnali di rinascita, a
cominciare dalla volont di
riappropriarsi degli spazi. Per
molti anni me ne sono andato
da Torino, e sono vissuto a Mi-
lano e in Veneto. Ma poi, quan-
do ho sentito il richiamo di ca-
sa, sono tornato a stare dalle
mie parti, dietro il Cottolen-
go.
GF: La Barriera come la fa-
miglia, puoi parlarne male solo
se nei fai parte. Certo adesso
come adesso siamo proprio
nella emme. La mia speranza
che venga riscoperta. Poco pi
di un anno fa sono stato in via
Feletto all'inaugurazione della
libreria di Italo Cossavella, la
Todos Contentos, e ho visto
che tutti i negozianti di quel
tratto di corso Vercelli erano
partecipi della cosa, chi offriva
un bicchiere di rosso, chi ta-
gliava una fetta di salame. So
che vogliono pedonalizzare e
riqualificare piazza Foroni,
speriamo.
Gipo Farassino e Johnson Righeira, generazioni a confronto
Alluscita delle balere
bisognava scegliere
osi prendeva il tram
osi portava
a casa la ragazza
Gipo Farassino
IoinBarriera
hofattoa botte
due otre volte
Mi andata bene
soloalle elementari
Johnson Righeira
Domani la festa e il concerto
Si chiama Soulful GranVariet-Viva Barrieradi Milano, ed la celebrazioneinmusica di unquartieretorinese. Sul palcodi
Spazio211, presentati daMao, salirannoGipoFarassino, gli El Tres, Riz Samaritano, la Soulful Orchestra e JohnsonRigheira
Lavista dallabottegadi viaMalone 23
DISEGNODI DOMENICOSORRENTI

Il progetto La storia continua nato nel-
lambito del programma Urban Storytel-
ling organizzato dal Comune. Venti scrittori
torinesi hanno scritto un racconto breve am-
bientato a Barriera di Milano. La Stampa
pubblicher cinque racconti sul giornal e lin-
tera raccolta sul sito www.lastampa.it.
La storia continua
Come araba fenice
Il legno toglie e il legno d
ALESSANDRO PERISSINOTTO
SABATO31 MARZO2012 Cronaca di Torino 59
LA STAMPA
R T1 T2PRCV
ALBERTO GAINO
Vanno condannati, per il pm,
dieci dei 14 imputati per la terri-
bile morte di Martino Audibert
al Regina Margherita: piegato
dal doloreper tre eterni giorni, il
busto rannicchiato sul bacino
fratturato.
Il gonfiabile
Avevaottoanni einunadomeni-
ca di sole e vento fortissimo, al
terminedi unagaradi sci - di cui
erauncampioncino- aBielmon-
te(Biella) fusbalzatodaunpallo-
ne gonfiabile allaltezza di 2-3
piani e per mezzo campo di cal-
cio, 50 metri in lunghezza. Ne
usc miracolosamente con alcu-
ne fratture ma nessun medico,
aggravandosi le sue condizioni -
ha sottolineato ieri nella requisi-
toria il pmCesare Parodi - si po-
se il problema che nonera cadu-
to di bicicletta e indag a fondo
su quella postura anomala, sul
dolore sempre pi forte, visiva-
mente percepibile, la nausea, il
vomito, ledifficoltdi evacuazio-
ne. Il 5marzo2008, quandoMar-
tino peggior improvvisamente,
unmedico brillante conuna Tac
avrebbe capito... non dimenti-
chiamo che venne prescritta
una consulenza psicologica per
lui e la mamma, tanto quel dolore
fucos pocoapprofondito.
Lerrore dei medici
Il pmhachiestolacondannadi tre
dei 4 chirurghi che visitarono il
bimbo, del medico otorinolaringo-
iatra (reparto dove fu incredibil-
mente trasferito dopo la rianima-
zione) chepiloebbesottogli oc-
chi e dellanestesista che lo vide
fra gli ultimi. Spiega: Ho caden-
zatole richieste di pena inbase al-
la progressione temporale del-
lagonia di Martino. In sostanza,
chi lovisitallafinemerita, perPa-
rodi, la pena pi alta: un anno e
mezzo (Alberto Pineschi); 15 mesi
(lotorinoAnnalisaEnrico); unan-
no a testa lanestesista Emanuela
Tagliettoeil chirurgoNicolaTom-
masoni, 10mesi per StefanoGam-
ba.
Sonoinvecedaassolvereil pri-
mario otorino Paolo Tavormina e
i medici PatriziaMagroeAlessan-
dra Conio. Cos, come del primo
troncone di imputati, vanno con-
dannati 5 dei sei biellesi a giudizio
per il pallone gonfiabile male an-
corato al terreno fradicio di neve,
spazzato via dal vento. Il pm fa
eccezione per Michele Gilardi,
giovane volontario che sembra-
vapoterfaredacaproespiatorioe
invece va assolto. Laccusa ha
chiestounannodi penaperValter
Bertuolo, 10 mesi per Simone Di
Battista e Giampiero Orleoni, 8
mesi per Alberto Buongiorno e
LauraZegna.
Perizie contrapposte
Richieste di condanna sotto la so-
glia della condizionale. Ci che
conta laffermazione di respon-
sabilit per lorganizzazione di
unospedaleconsideratodi eccel-
lenza. Epoi il pmsapevadi dover-
si misurare con due perizie dia-
metralmente contrapposte. La
prima, firmata dal professor Ma-
rio Morino, rappresenta il miglior
argomento di difesa e laccusa ha
in un certo senso processato le
tesi del noto docente universita-
rio: Lacerazione massiva e im-
provvisa del diaframma che ha
traslocatolevisceri inunpolmo-
ne. Ma alla fine Morino si con-
traddettoehatrascuratotestimo-
nianze e diario infermieristico.
Le parti civili hanno chiesto una
provvisionale - come anticipo del
risarcimento civilistico - di un mi-
lionee350milaeuro.
La procura presso la Corte dei
Conti ha avviato unistruttoria
per danni erariali e dimmagine
sul giallo della valvola sparita e
del trapiantodi cuoreche, secon-
do i magistrati dellaccusa in se-
de penale, sarebbe stato effet-
tuato solo per cancellare le trac-
cedi unprecedenteerroremedi-
co. I pm che hanno ottenuto il
rinvio a giudizio per omicidio
preterintenzionale, peculato e
frode processuale del professor
Mauro Rinaldi e del suo pi
stretto collaboratore Massimo
Boffini, hanno gi trasmesso gli
atti ai colleghi della Corte dei
Conti.
Lospedale
Le Molinette sono considerate
parte lesa anche nellindagine
contabile. Lo pure in quella
penale, tanto che i magistrati,
con la richiesta di rinvio a giu-
dizio ne avevano informato la
direzione generale consideran-
do lazienda sanitaria parte
offesa. Cos come la Regione
Piemonte e lo stesso ministero
della Salute. Nessuno dei tre
enti si costituito parte civile
alludienza preliminare n ha
inviato osservatori in vista di
una successiva decisione. Gio-
ved, lette le notizie di agenzia
sul caso, il senatore e chirurgo
Ignazio Marino, presidente del-
la commissione di indagine sulla
Sanit, ha invitato il ministero a
costituirsi parte civile.
Il processo
Sar la prima sezione di Corte
dAssise a giudicare - dal 2 otto-
bre - i vertici della cardiochirur-
gia universitaria presso le Moli-
nette, ancora una volta sprofon-
data in un ciclone giudiziario. E
che per la prima volta a Torino
siano anche sei giudici popolari
a doversi pronunciare su un ca-
so di responsabilit medica con
queste connotazioni accosta
suggestivamente il processo al
modello americano.
Tanto pi in un caso compli-
cato per definizione: i quattro
periti nominati dal gip Andrea
Natale diedero ragione agli inda-
gati, anche sulla base di un esa-
me che era stato, si scoperto
poi, modificato in senso difensi-
vo da Boffini. Laccusa aggiunge
un altro tassello per definire su-
perato il loro lavoro: I periti
avevano stabilito che la signora
Pasqualina Amodeo era trapian-
tabile sulla base delle condizioni
cliniche del 24 maggio 2008.
Condizioni che invece suggeriro-
no a Rinaldi di bloccare la richie-
sta di un cuore: due neurologi
avevano visitato la paziente e an-
notato in cartella clinica che
non era trapiantabile. Le condi-
zioni della signora peggiorarono
nei giorni successivi quando fu
effettuato il trapianto. [AL. GA.]
Molinette, Regione
e ministero
non si sono ancora
costituiti parte civile
LATRAGEDIADEL 2008 ABIELMONTE SBALZATOCONLAGIOSTRADAL VENTO, MOR DOPO3 GIORNI DAGONIA
Per lamortedi Martino
il pmchiededieci condanne
Il sopralluogo
Gli accertamenti tecnici sul castellogonfiabile, a Bielmonte,
allindomani dellincidente costatola vita al piccoloMartino
Su 14 imputati
assolti 3 medici
e un giovane
volontario
Martino
Audibert
Aveva8anni
Inospedale
vennero
sottovalutati
i suoi forti
dolori
Danni erariali
Trapianto fasullo
La Corte dei Conti
apre uninchiesta
P R O M O Z I O N E A R M A D I
anzich 2.885,00 euro
L. 307 cm in nitura texture Delav.
1.950,00 euro
CASSETTI A PORTATA DI MANO!
SENZA APRIRE LE ANTE.
6 cassetti esterni invece di 9 interni.
Il 33% di contenimento in pi
DESIGN PRATICO
step
Emporio degli Armadi
corso Sebastopoli, 194 Torino tel. 011 3272631
corso Sommeillier, 33 Torino tel. 011 505109 www.emporioarmadi-torino.it
60 Cronaca di Torino
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1T2 PRCV R
FIAT
LOUNGE
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA61 T1 T2PRCV
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA62 T1T2 PRCV
A
busivo per princi-
pio. Per quasi
ventanni il dottor
Mario Marcellino,
medico chirurgo
specialistainodontoiatria e pro-
tesi dentariadaoltretrenta, tito-
lare di uno studio dentistico a
Torino, ha inseguito i giudici
chiedendo di essere processato
conlaccusa di esercizio abusivo
della professione. Questa volta
ce lha fatta. Ieri mattina com-
parsodi fronteal giudiceGiusep-
pe Casalbore. Imputato. Final-
mente - dice - potr dimostrare
le aberrazioni che ha partorito
lalbo professionale degli Odonto-
iatri, svilendo la professionalit
dei medici specialisti.
Abusivoconi titoli
Il dottor Marcellino si rifiuta di
iscriversi a quellalbo. Eppure, se-
condolalegge che nel 1985ha cre-
ato la professione odontoiatrica,
senzaquellaiscrizionesarebbe un
abusivo, come
uno senza titoli.
Ma la sua non
una questione di
denaro: poco pi
di 100euro. Anche
se il giudice lo ha
invitatoarisolvere il caso pagan-
do, lui nonnevuolesapere. Vuole
essere processato, bench abbia
qualifichedavendere. unaque-
stione di principio, non accetto le
ragioni corporative. E aggiunge:
Per intenderci come costringe-
re un ingegnere a iscriversi allal-
bodegli architetti: leprofessionali-
tsonodifferenti. Io, comemedico
specialista, mi rifiuto di essere
equiparatoacolleghi chenonhan-
no mai fatto i dentisti e si sono
iscritti allalbo degli odontoiatri.
Cos si crea confusione e si favori-
sconogli abusivismi.
Laleggedel 1985, natasusolle-
citazione di direttive Cee, stata
introdottaper regolare la materia
euniformarelaprofessionealivel-
loeuropeo. Lanor-
ma, rivoluzionan-
do il settore, ha
provocato intoppi
interpretativi, sot-
traendo ai medici
(apparentemen-
te) lacompetenzaesclusivaacura-
rei problemi dellabocca.
LaConsulta
Nel 1989 intervenuta la Corte
Costituzionale che ha introdotto
la doppia iscrizione per chi cu-
ra i denti: albo dei medici e albo
degli odontoiatri. Per il dottor
Marcellino, Don Chisciotte in ca-
mice verde, la sentenza ha crea-
to un aborto giuridico. La corte
ha sbagliato? Certo. La doppia
iscrizione viene meno al princi-
pio che lesame di stato abilita al-
lesercizio di una sola professio-
ne e in pi danneggiala fede pub-
blica, conferendo un titolo pseu-
dospecialistico a persone che
non ce lhanno. E aggiunge: Il
paradosso? Quando si vota per il
rinnovo del consiglio dellOrdine
i dentisti, grazie alla doppia iscri-
zione, valgono di pi degli altri
medici. Alla faccia della demo-
crazia. Decideril tribunale.
il caso
MASSIMILIANOPEGGIO
Alessandria
Tramonta
alle ore 19,59
Culmina
alle ore 13,33
Situazione e avvisi meteo
Foschie o nubi basse in Liguria, pi
compatte sul Genovese con qualche
piovasco e parziali schiarite nelle ore centrali
della giornata; mare poco mosso. Ben
soleggiato su Piemonte e Valle d'Aosta
salvo modeste velature; clima molto mite,
zero termico ben oltre i 3000 metri.
Si sta per concludere la lunga fase di tempo soleggiato e con temperature a tratti quasi
estive e gi da ieri il cielo tornato pi nuvoloso in Liguria per foschie o nubi basse.
Domani sera l'irruzione di aria pi fresca sulla Pianura Padana accentuer la variabilit
anche in Piemonte, con i primi isolati rovesci o temporali tra le pianure pedemontane e i
primi tratti vallivi, mentre il tempo si manterr pi instabile e fresco la prossima
settimana con piogge probabilmente pi diffuse da marted.
Ancora soleggiato nella prima parte della
giornata, salvo nubi basse in Liguria. Si
accentua la variabilit dalle ore centrali con
annuvolamenti cumuliformi su rilievi e
pianure pedemontane piemontesi e della
Valle d'Aosta orientale; verso sera possibile
qualche isolato rovescio o temporale.
A cura di www.nimbus.it
Alessandria
Sorge
alle ore 7,08
IL SOLE
A TORINO
FRANCIA
SVIZZERA
AOSTA
Biella
TORINO
Novara
Pavia
Vercelli
Cuneo
Imperia
Savona
MILANO
GENOVA
Verbania
Asti
La Spezia
Gap
Grenoble
Nizza
FRANCIA
SVIZZERA
AOSTA
Biella
TORINO
Novara
Pavia
Vercelli
Cuneo
Imperia
Savona
MILANO
GENOVA
Verbania
Asti
La Spezia
Gap
Grenoble
Annecy
Nizza
OGGI DOMANI
Annecy
MIN MAX CITT
AOSTA
VERBANIA
BIELLA
NOVARA
VERCELLI
TORINO
ASTI
ALESSANDRIA
CUNEO
MILANO
GENOVA
SAVONA
IMPERIA
Temperature C
7
10
8
9
8
9
10
9
9
10
11
10
11
22
24
23
24
24
25
25
24
23
25
20
21
23
MIN MAX CITT
AOSTA
VERBANIA
BIELLA
NOVARA
VERCELLI
TORINO
ASTI
ALESSANDRIA
CUNEO
MILANO
GENOVA
SAVONA
IMPERIA
Temperature C
7
10
9
9
9
9
8
8
7
10
11
11
12
21
22
21
23
23
23
24
24
22
23
19
20
22
Il tempo:grigio in Liguria, soleggiato altrove. Variabile da domani, torna la pioggia marted
MARE AGITATO MARE CALMO POCO MOSSO MARE MOSSO SOLE COPERTO TEMPORALE NUVOLOSO VARIABILE PIOGGIA DEBOLE-
MODERATA
PIOGGIA INTENSA NEVE VENTO NEBBIA POCONUVOLOSO
Si leva alle ore 12,48
Cala alle ore 3,12
Fasi Lunari
LA LUNA A TORINO
Centimetri-LA STAMPA
13 APR 6 APR 21 APR 29 APR
ASPETTANDOIL CINESE
De Tomaso,
paura
al presidio
infabbrica
Rifiuta per principio di iscriversi allalbo
.
La soluzione
dei giochi di ieri
3
6
5
4
1
8
9
7
2
7
2
8
9
5
6
4
1
3
1
9
4
2
7
3
5
6
8
6
8
9
5
3
2
7
4
1
2
1
7
8
6
4
3
9
5
5
4
3
1
9
7
8
2
6
4
7
1
3
2
5
6
8
9
9
3
6
7
8
1
2
5
4
8
5
2
6
4
9
1
3
7 M
e
d
i
o
D
i
f
f
i
c
i
l
e
Junior Sudoku
Junior 1 Junior 2
Il sudoku
Il gioco consiste nel riempire tutte le caselle in modo tale che
ogni riga, ogni colonna e ogni settore contenga tutti i numeri
senza alcuna ripetizione: negli junior sudoku sono in gioco
i numeri da 1 a 6, nel sudoku medio e difficile i numeri da 1 a 9
8
5
3
7
1
4
3
9
7
3
8
2
6
5
1
3
2
5
3
5
9
4
8
5
4
6
Medio Difficile
5
8
3
2
1
6
4
8
7
3
5
1
3
2
4
7
6
1
8
5
3
9
8
6
1
2
Junior 2
Junior 1
3
1
5
9
6
8
2
4
7
5
7
3
6
8
1
9
2
4
9
8
1
4
2
7
5
6
3
6
2
4
5
9
3
7
1
8
8
5
6
3
4
9
1
7
2
1
3
9
7
5
2
4
8
6
7
4
2
8
1
6
3
5
9
2
9
8
1
7
4
6
3
5
4
6
7
2
3
5
8
9
1
3
1
1
4
1
1
4
2
5
3
4
3
1
2
5
3
2
6
2
5
4
3
6
1
5
2
1
2
5
3
4
6
3
4
1
2
6
5
6
1
3
5
2
4
2
5
4
6
3
1
5
6
2
4
1
3
4
2
5
3
1
6
6
5
2
1
3
4
2
4
1
5
6
3
5
6
3
4
2
1
3
1
6
2
4
5
1
3
4
6
5
2
Il giorno dopo laccordo per la
cassa per crisi i lavoratori del-
la De Tomaso si sono ritrovati
al presidio di fronte alla fab-
brica. La fiducia nel futuro
sembra calare ogni giorno di
pi anche perch non ci sono
notizie sullinvestitore cinese.
Inoltre circolano notizie sui si-
ti su un possibile esposto alla
magistratura da parte del Mi-
nistero dello Sviluppo Ecomo-
nico sui fondi che lazienda ha
ottenuto per la formazione e
che ora stata sospesa. Ma
sia il Mise sia il Ministero del
Lavoro negano di aver avvia-
to alcun esposto in magistra-
tura. E anche Gian Luca Ros-
signolo nega che ci sia un in-
tervento della magistratura.
Certo che esiste un note-
vole scetticismo anche al Mi-
se per i materiali prodotti dal-
lavvocato milanese del grup-
po cinese che dovrebbe rileva-
re l80% della De Tomaso e
che non appaiono convincen-
ti. I prossimi giorni sono fon-
damentali per il futuro della
De Tomaso: se l'investitore ci-
nese non comparir si rischia
il declino del progetto indu-
striale.
Mario, il dentista
che nonvuole
essere dentista
ABUSIVO PER SCELTA
Non voglio associarmi
a colleghi che non hanno
mai fatto lodontoiatra
Lavora da trentanni
MarioMarcellinonel suostudio: La doppiaiscrizione annulla
il principioche unesame abilitaa una sola professione
.
S
u
d
o
k
u
PIAZZA
BENGASI
VICINISSIMO
AL NUOVO
MERCATO
VENDESI
BOX/MAGAZZINO
DI 80 MQ
A EURO 45.000
CON EURO 17.000
DI RECUPERO
FISCALE
TELEFONO
338/3546591
SABATO31 MARZO2012 Cronaca di Torino 63
LA STAMPA
T1 T2PRCV
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA64 T1T2
Invia Monte di Piet
Banca Prossima
apre la prima filiale
IApre nella storica sede
di Sanpaolo Imi di via Monte
di Piet la prima filiale torine-
se di Banca Prossima che da
quattro anni sostiene il no
profit. Anche i suoi 290 addet-
ti sono stati scelti tra i dipen-
denti di Intesa-Sanpaolo che
operano nel volontariato. La
Banca - partecipata dalla
Compagnia - ha 1358 clienti in
provincia di Torino con un in-
cremento del 35% rispetto al 2010. Dice il presidente del
consiglio di gestione di Intesa-Sanpaolo, Andrea Beltratti:
La nuova sede un segnale per Torino che vanta una vita-
lit del nonprofit tra e pi alte in Italia. Il presidente della
Compagnia, Angelo Benessia ha ricordato che il 73% delle
erogazioni della Compagnia andata a attivit del privato
sociale. Marco Morganti ad di Banca Prossima ha spiega-
to che Torino rappresenta un decimo dei clienti della ban-
ca. Il sindaco intervenuto alla inaugurazione della filiale.
Il candidato della Provincia
Gros Pietro: laCompagnia
noncedaapressioni esterne
ITono pacato, parole chia-
re: La Compagnia di San Pao-
lo deve fissare degli obiettivi,
senza cedere a finanziamenti a
pioggia sulla base di pressioni
esterne. Cos GianMariaGros
Pietro: torinese, economista e
candidato proposto da Antonio
Saitta per la nomina nel Consi-
glio generale. Ieri si presenta-
toaPalazzoCisterna. Ideechia-
re anche sulleterna disfida fra
Torino e Milano: La concorrenza bella se ci sono possibilit
di vincerla. Torino, per varie ragioni, non pu vincere. N ha
sensolacontrapposizonetraduecittchedasolenonpossono
reggere le sfide del mondo globale. Meglio pensare a una real-
t economica in cui Torino pu far valere le sue competenze:
in primis la buona gestione e la solidit del sistema finanzia-
rio. Lultimaereditdel vecchioSanpaolo.
ANTONELLA MARIOTTI
Lultimadomandalaprimano-
tizia. Si candida nel 2013? Per
ora penso alle mie aziende ma
alla chiusura del governo tecni-
co, bisogner aprire una pagina
nuovanel rapportofrapoliticae
cittadini. Poi Luca Cordero di
Montezemolo parla sei suoi tre-
ni Ntv (Alta velocit): Abbia-
moassuntopidi 800personee
ne assumeremo altre. Con
lapertura delle tratte regionali
c la possibilit di altre avven-
ture imprenditoriali. Questa
la concorrenza. E cos ha salu-
tato i giornalisti, ma prima delle
immancabili due domande, ne
aveva dette di cose su politica,
welfare e imprese al convegno
di ItaliaFuturasullaSussidia-
riet(welfaredel volontariato).
Il noprofit
Nella sala di Torino Incontra
ieri pomeriggio alle sei solo po-
sti in piedi, per ascoltare il rap-
porto 2011 di Sussidiariet al-
lincontro La citt di chi la
abita: dati e i numeri su come
il no-profit riesce a fare ci che
troppo spesso non fanno le isti-
tuzioni. Al tavolo con Luigi La
Spina, editorialista della
Stampa, Giorgio Vittadini
della Fondazione per la Sussi-
diariet e Paola Garrone, do-
cente di economia al Politecni-
co di Milano.
Un discorso - quello di Monte-
zemolo- cheamolti parsounma-
nifesto elettorale. In prima fila
ceranoanche Sergio Marchionne
e il sindaco Piero Fassino. Dalla
legge elettorale da cambiare e
poi approvare dopo un referen-
dum confermativo, e listituzione
del recall cio richiamare lelet-
tosenonfaquelloper cui hapreso
il voto, e riportare il cittadino al
centro della politica allaffondo
sullex governo ma come fanno a
stupirsi adesso delle condizioni
del Paese, dove sono stati finora
suMarte? Ai nostri politici manca
sempre lassunzione di responsa-
bilitapplausi. Elovazionepro-
seguita sui temi dello spreco nella
spesapubblica, sui troppi privilegi
per la politica, sullimportanza
che il paese giochi in attacco
perch finita lera del one man
show. Chiss a chi si riferiva an-
che quando ha detto si deve pas-
sare dalla retorica dei ristoranti
semprepieni aquelladegli investi-
menti dallestero. Questo il tema
caro al ministro Elsa Fornero che
proprio ieri mattina ne ha parlato
aRadiouno. Coincidenze.
Il Fisco
Unpassaggiosulletassepoi ci vole-
va dopo che ieri Attilio Befera, di-
rettore dellAgenzia delle entrate
ha dichiarato di aver recuperato
dallevasione fiscale 13 miliardi di
euro: I nostri collaboratori paga-
noil 50%di tasse, leaziendearriva-
noancheal settanta. Vabenepuni-
regli evasori perchsonoladri, pe-
r- hadettoil presidentedellaFer-
rari - ci devonodire, devonodire ai
cittadini cosanefannodi questi sol-
di, come li vogliono spendere. Se
poi nonci sonogli asili, e spessoso-
nogli imprenditori adoverli costru-
ire, e non ci sono le carceri. Ma
necessarioche il carico fiscaleva-
da spostato dal lavoro e dalla pro-
duzione alle rendite e ai patrimo-
ni. Poi lintervento di Vittadini su
aziende che possonocreare occu-
pazione ed economia con il no pro-
fit. Chiusi i lavori alle sette e mez-
za devo andare a Maranello. Ma
primadi salireinautounbrevecol-
loquio conGianluigi Gabetti, presi-
dentedonoredi Exor.
GianMaria Gros Pietro
AndreaBeltratti
Diario
IL PROGETTO CANDIDARMI? PERORAPENSOALLEAZIENDE
Montezemoloai politici
Oradovetecambiare
Addio a sprechi e privilegi. Eserve una nuova legge elettorale
Marchionne inprima fila
Politici eimprenditori inprima fila per linterventodi
MontezemoloaLa citt di chi la abita
HOVER 5 LUXURY GPL A PARTIRE DA 15.800
15.800
15.800
SABATO31 MARZO2012 Cronaca di Torino 65
LA STAMPA
T1 T2
F
antasmi di loro
stessi, gli ex merca-
ti generali stanno
l, come gusci vuoti
in mezzo alla citt.
Abbandonati da troppo tem-
po, si trasformano giorno do-
po giorno in monumenti al-
linutilit.
Sospesi tra un passato ric-
co di vita prima sede dei
mercati allingrosso, poi cen-
tro pulsante dei Giochi olimpi-
ci e un futuro fatto solo di in-
certezze. Cittadella del ghiac-
cio, si era detto a gennaio del-
lanno scorso. Poi, con lavvi-
cendarsi delle stagioni, anche
politiche, in estate era spunta-
ta lipotesi cittadella dei gio-
vani. Per ora, nulla di fatto.
Unica novit nellimmobi-
lismo generale, la richiesta
formale di concessione, avan-
zata laltroieri dalla Federa-
zione italiana sport sul ghiac-
cio. La Fisg ha chiesto agli as-
sessori Gallo e Passoni le sei
arcate a nord dellingresso
principale in via Giordano
Bruno 181. Miraggio o oasi
nel deserto?
Oggi quella distesa desola-
ta di pietre e cemento non
pi un luogo sicuro: chiunque
pu entrare allinterno delle
sale vuote, nonostante i cate-
nacci agli ingressi e a dispetto
del nastro nero messo a sigillo
di porte in realt aperte. Pro-
va ne sia la razzia degli arredi
interni rimasti dopo le Olimpi-
adi e i pezzi che compaiono
o scompaiono nelle stanze in
base ai giorni. I costosi im-
pianti ignifughi sono in parte
rotti; le porte delle vetrate,
bloccate con catene, si posso-
no attraversare; gli interni
delle sale a vetri, vandalizzati.
Le sedie rubate, i telefoni rot-
ti, le luci staccate. Ovunque,
unatmosfera da nuovo West:
i lunghi corridoi coperti, disse-
minati di immondizia e resti
bruciati. Un silenzio assordan-
te percorre oltre 40 mila metri
quadri di superficie.
Nellultima arcata verso la
ferrovia il nastro nero che ser-
rava la porta allaccesso 4 sta-
to strappato e dentro una luce
accesa anche di notte. Lingres-
so, per chi vuole, libero. Chi
abita nel quartiere ha visto di
notte dei movimenti strani vici-
no ai container abbandonati
verso il lato confinante con il ri-
fugio antiaereo. Alla luce del so-
le appaiono come tanti scatolo-
ni blu di latta, sistemati allin-
terno per un ricovero improvvi-
sato. Sempre nellultimo corri-
doio stata costruita una pista
per Bmx con il cancello divelto
che avrebbe dovuto chiudere
gli ingressi.
La gente del quartiere or-
mai non si interroga pi sulla
destinazione futura dellex Moi
se mai ci sar -. Chi passa di
fronte alle sale di vetro ha in te-
sta una sola, cocciuta, doman-
da: Ma adesso lex Moi di chi
?. Per sapere con chi pren-
dersela o, forse, per capire a chi
indirizzare lennesimo appello
per far rinascere quel pezzo di
borgata vicino alla ferrovia, che
oggi sembra risucchiare nelle
sue sabbie mobili lintero quar-
tiere. Lamministrazione comu-
nale, pi volte sollecitata, ri-
sponde: Le arcate ex Moi sono
di propriet della Citt e non so-
no in vendita. Una parte consi-
stente di esse data in conces-
sione trentennale alla Fondazio-
ne XX Marzo 2006 (Top). E
chiarisce: Un anno fa venne
presentato un progetto di loro
utilizzo come area per lo sport
della Fisg e successivamente
non confermato per mancanza
di risorse finanziarie da desti-
nare ai lavori di adeguamento.
Palazzo civico poi precisa: Per
il momento, le manifestazioni
di interesse pervenute e relati-
ve alla concessione delle arcate
non si sono trasformate in pro-
poste concrete.
Un ricco calendario di appuntamenti
allinsegna della legalit. partita ieri
sera dalla Circoscrizione 3, con una
video-inchiesta sulla ndrangheta al
Gruppo Abele, liniziativa In
viaggio... con Giovanni, organizzata
dallassociazione La Bonaventura nel
ventesimo anniversario delluccisione
di Falcone. Spettacoli teatrali, letture
e dibattiti, tutti ad ingresso libero, che
andranno avanti fino al 20 maggio,
con tappe anche nella Circoscrizioni 5
e 9. Abbiamo pensato anche un
percorso in parallelo che si struttura
nelle scuole, spiega il coordinatore
della 3, Casciola. Il Museo del Cinema
partner del progetto. Il programma
sul sito www.la-bonaventura.it.
[F. ASS.]
Vive solodi notte il deserto
dellexvillaggioolimpico
Reportage
ELISABETTAGRAZIANI
Tempi lunghi e poche speranze
concrete di mettere la parola fine alla
spartizione di via Fattori. Pidi unanno
fa residenti e commercianti avevano
chiesto conuna petizione
labbattimento del muro dal lato di corso
Brunelleschi, addossato a una vecchia
cascina, e lapertura della via. Il muro
infatti allunga il tragitto per arrivare
alle poste o allospedale Martini. La
richiesta era stata appoggiata dalla
Circoscrizione 3 ed stato redatto il
progetto preliminare. Stiamo
valutando lentit delle spese che
deriverebbero dagli espropri spiegano
dallassessorato alla Viabilit -: se i costi
per la Citt saranno elevati,
rinunceremo al progetto. [F. ASS.]
Untempo fabbriche, case, ville patrizie:
oggi ruderi e rovine che nessuno vede.
Sono i soggetti immortalati negli scatti
di C. Reger, fotografo, architetto,
grafico torinese, che inaugura oggi la
mostra Soul Ruins - tracce per una
mappa dellinvisibile, alle 17,30alla
cooperativa Borgo Po e Decoratori di
via Lanfranchi 28. Luoghi introvabili
sulle cartine diventano luoghi
dellanima: lobiettivo punta fuori, sul
disastro del mondo, per guardare
dentro di noi. La selezione, visitabile fino
al 30aprile, tratta dal progetto esposto
al Photo Contest Manege di San
Pietroburgo nel settembre 2011. Il
catalogo disponibile alla libreria
A-Zeta di via Saluzzo 44. [P. ITA.]
Nizza Millefonti
San Paolo
Inizia il percorso
nella legalit
Filadelfia
Borgo Po
Se ruderi e rovine
finiscono in mostra
Pozzo Strada
Troppo alti i costi
per abbattere il muro
Le arcate abbandonate sono vittime di razzie, vandalismi e furti
ANDREA CIATTAGLIA
Aiuole adottate dai residenti
del quartiere, detto fatto. Sono
bastate quarantottore perch
la proposta avanzata in Circo-
scrizione Nove di destinare
temporaneamente le piccole
aree verdi abbandonate al de-
grado ai condomini degli stabili
adiacenti o a persone del borgo
che scelgano di prendersene cu-
ra, avesse i primi seguaci. Alcuni
cittadini di corso Maroncelli non
hannopersotempo: convanghee
picconi hanno dissodato la terra
attornoadungrande tiglioallan-
goloconviaCanelli.
Lo spazio di terra battuta, di-
ventata compatta e sterile come
cemento, finoaieri servivapico-
me ulteriore zona di parcheggio
che come zona destinata a prato
e magari alla crescita di qualche
fiore. Invece, ora che abbiamo
smosso la terra, laiuola pronta
per la semina dellerba: uno spic-
chio di natura che fa piacere ave-
re sotto casa, dice guardando il
suo lavoro Doriano Marconi, set-
tantanni passati, marchigiano
genuino per una vita operaio alla
Fiat. giustoche chi pufrai re-
sidenti si prenda cura dello spa-
zio comune spiega Antonia
Mancuso. Per me unaquestio-
ne di rispetto della cosa pubbli-
ca. Lei, tuta lill indosso e vanga
in mano, sminuzza il terreno at-
torno al grosso albero e da buona
conoscitrice della terra fa il pro-
gramma degli interventi: Biso-
gna bagnarla unpo e lasciarla ri-
posare. Domani seminiamo ler-
ba: con questo caldo verr su alla
svelta. Alcuni passanti la guar-
danoincuriositi, poi si avvicinano
perchiedereinformazioni.
Le reazioni in Circoscrizione
non si sono fatte attendere: per
Cesare Carbonari, consigliere di
maggioranza che ha presentato
la proposta Adotta unaiuola,
questi gesti fanno capire che i
cittadini vogliono un quartiere
migliore e sono disposti ad impe-
gnarsi. Commenti positivi an-
che dal coordinatore della com-
missione ambiente, Rosario Bo-
rello, anche se formalizzando il
progetto punterei a fare riferi-
mento alle associazioni per cura-
reegestiregli interventi.
I container diventanocase
Q
Il curling
Arrivano i fondi
per lo stadio
Ladistesa desolata di cementoe acciaiodellex VillaggioOlimpico
Al lavoro
Antonia
Mancuso
(asinistra)
eDoriano
Marconi
si occupano
di una
dellearee
Adottate le prime aiuole del quartiere
Cos curiamoil bene comune
Dopo la proposta
della Circoscrizione
si mobilitano
i contadini urbani
LACITTNASCOSTA
Le porte sono state
forzate e la sera
molte luci sono accese
Lapropriet
Learcate
exMoi sono
di propriet
dellaCitt
enonsonoin
vendita
Unaparte
data
inconcessione
alla
Fondazione
XXMarzo
2006(Top)
Per il
momento
nonc
nessuna
proposta
concretaper
laconcessione
delleArcate
Ogni giornosi trovanoresti di nuove razzie
PAGINEACURADI
MONICAPEROSINO
Per le vostresegnalazioni quartieri@lastampa.it
IUn intervento da pi
di mezzo milione di euro
quello necessario per tra-
sformare le sei arcate del-
lex Moi in stadio del cur-
ling, con 4 piste verso via
Giordano Bruno, servizi e
unarea destinata al patti-
naggio sul lato di via Zino
Zini. Una cifra che la Fede-
razione italiana sport sul
ghiaccio ha detto di non
avere, ma che la Federa-
zione internazionale di-
sposta a finanziare in par-
te con un prestito agevo-
lato. Il resto dei 500 mila
euro verrebbe coperto, in
modo proporzionale, dal-
le societ di curling del
Piemonte. Sono in tutto
una dozzina e si accolle-
rebbero anche la gestio-
ne. Se laffare andasse in
porto, lo stadio del cur-
ling di Torino sarebbe il
secondo in Piemonte do-
po quello di Pinerolo, og-
gi frequentato anche da
scolaresche torinesi tutto
lanno dalle 9 alle 23.
[E. GRA.]
66 Quartieri
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1T2
Crocetta
MADONNADI CAMPAGNA
Al via il restyling delle strisce
Attraversare sar pisicuro
La scuola si autofinanzia e pen-
sa alla solidariet. Torna oggi
dalle 12 alle 18 per il terzo anno
consecutivo Laltro uovo, il
mercatinodi Pasquaorganizza-
todallascuolamediaFoscolodi
corsoRosselli angoloviaPiazzi,
frequentata da 660 studenti.
Uniniziativa sul modello del
collaudato mercatino natalizio
del circolo didattico Coppino, a
cui partecipano anche i com-
mercianti della zona. A fare da
cerniera sono i genitori degli
istituti, riuniti nellassociazione
Scuola&Futuro. Duei benefi-
ciari delliniziativa della Fosco-
lo, che lanno scorso permise di
raccogliere 7 mila euro. Da un
lato la scuola: si cercher di co-
prire i costi del cablaggio dellin-
tero istituto, per permettere la
connessione Internet alle lava-
gne interattive. Al tempo stesso
aiuteremo le famiglie meno ab-
bienti apagareai figli lattivitdi-
dattica extra, come laboratori,
corsi di teatro, gite scolastiche,
spiega la vicepreside Maria Lui-
sa Mairano. Dallaltro, la solida-
riet, con ladesione al progetto
di riciclo dellinvenduto dei mer-
cati afavoredi chi nonriesceafa-
re la spesa. Lassociazione Ter-
za settimana che se ne occupa,
che nata da un gruppo di inse-
gnanti, aveva bisogno di un nuo-
vo furgoncino. Grazie al merca-
tino riusciremo ad affittarne uno
per un anno intero, racconta
Maddalena Antonioli, una delle
mamme, presidente del consiglio
distitutodellaFoscolo. Sulleban-
carellei lavori preparati dagli stu-
denti insieme agli insegnanti di
arte e tecnologia, dalle cornici ai
vasetti decorati, oltre a giochi,
piante aromatiche, oggetti per la
casa. Ci saranno anche laborato-
ri di creativit, giardinaggio, tor-
nei ebuffet.
IGli operai hanno inizia-
to da Madonna di Campa-
gna, ma nel giro di qualche
settimana copriranno tutte
le zebre della Circoscri-
zione 5. Quartiere per quar-
tiere. Un restyling a tappe-
to delle strisce pedonali per
evitare incidenti e aumenta-
re la sicurezza in tutti i bor-
ghi. Dalle Vallette a Lucen-
to, passando per Madonna
di Campagna e Borgo Vitto-
ria: mai pi strisce invisibili
cancellate dalle intemperie
e dal traffico. Abbiamo
chiesto al Comune di rifare
tutte le strisce pedonali per-
ch molte erano sbiadite,
dice il coordinatore alla Via-
bilit della Circoscrizione 5,
Rocco Florio. Le realt pi
critica sui grandi corsi e
sulle strade pi trafficate,
dove attraversare pu di-
ventare molto rischioso. Co-
me in corso Grosseto, via
Borgaro e via Sansovino.
Ma non solo. Agli operai sa-
r chiesto uno sforzo in pi,
dipingere anche delle stri-
sce nuove di zecca. Per co-
minciare in piazza Nazario
Sauro. E tra i marciapiedi
del maxi-incrocio che prece-
de largo Giachino. Un cro-
cevia intricato tra via Cardi-
nal Massaia, via Roccavio-
ne e via Vib. [PA. CO.]
PAOLO COCCORESE
Dopocinqueanni ufficiale: en-
tro maggio torneranno i ban-
chi del mercatoinlargoGottar-
do. Un piccolo punto spesa per
un numero di commercianti li-
mitato. Massimo sei, aperto
dal luned al sabato. Niente a
che vedere con il vecchio mer-
cato. Ma dopo tante polemiche
seguite allesodo forzato verso
corso Taranto, nella piccola
piazza di Regio Parco ritorne-
ril commercioambulante.
Sono state accolte, almeno
in parte, le richieste degli am-
bulanti che allinizio di marzo
decisero di occupare con i loro
camion lo spazio di largo Got-
tardo. Una manifestazione or-
ganizzataper chiedereunritor-
no al passato. A quando i ban-
chi eranosistemati apochi pas-
si dal Trincerone, allangolo
con via Bologna. Un piccolo
mercato di quartiere, che ven-
ne cancellato con la nascita del
mercato metropolitano di
corso Taranto che doveva atti-
rare clienti anche da Settimo e
San Mauro. Un progetto da
quasi 2 milioni di euro che si
trasformato in un flop. Poco
passaggio, affari in crisi e tanti
commercianti arrabbiati.
per questo che i vecchi ambu-
lanti di largo Gottardo hanno
chiesto di tornare da dove era-
nopartiti.
Abbiamo deciso di venire
incontro alle richieste - dice
lassessore al Commercio, Giu-
lianaTedesco-. InlargoGottar-
do nascer un Punto spesa
conunmassimodi sei posti che
sarannooccupati dachi sceglie-
rdi traslocaredacorsoTaran-
to. In largo Gottardo potran-
no tornare solo una manciata
di banchi come regolamentato
dallaleggeregionale.
Con una consultazione tra
gli ambulanti di corso Taranto
capiremo quanti sono gli inte-
ressati a tornare in largo Got-
tardo, aggiunge il presidente
della Circoscrizione 6 Nadia
Conticelli. Ma questa non luni-
ca proposta fatta agli ambulanti
di corsoTaranto.
In primis si provveder a ri-
compattare la disposizione dei
banchi. Poi si varier il percor-
so di alcuni pullman per miglio-
rare i collegamenti. Il 57 po-
trebbe lasciare via Cravero al
passaggio del 27 e posizionare
le sue fermate direttamente in
corso Taranto.
Ma non solo. Con lassesso-
re Passoni stiamo ragionando
sullariduzionedellaCosapperle
aree mercatali in crisi, aggiun-
ge la Tedesco. Sgravi fiscali che
potrebberodareunpo di ossige-
noagli ambulanti di corsoTaran-
to. Un gruppo che per appare
diviso sulla proposta di un ritor-
noinlargoGottardo. Il mercato
deve essere rilanciato, non divi-
so, dice il pescivendolo Giusep-
peReale. Per questo, trale ipote-
si c quella di un nuovo bando
per rinforzare lofferta commer-
ciale del mercato. Nuovi banchi
e nuovi commercianti. Una pro-
posta ancora da vagliare perch
si scontra con il presente di crisi
e un futuro sempre pi incerto
per tutto il commercio ambulan-
tedellacitt.
Tornail mercatorionale
inlargoGottardo
farmacie
Regio Parco
Alla Foscolo il mercatino
che aiutalascuola
Orario7-19,30
Farmacia Comunale 25, AtrioStazio-
ne Porta Nuova, corso Vittorio Ema-
nueleII 53.
Orario9-15
corso Traiano 158; via San Donato
55.
Orario9-19,30
via Mosca 1; via Porpora 27; via Ci-
gna 44; corso Peschiera 244/A; cor-
soCasale 110; piazza Massaua 1; via
Tripoli 58; piazza Pitagora 9; via G.
Borsi 114; via S. Francesco dAssisi
14; via Nizza214; viaBerthollet 10.
Di sera(19,30-22,30)
via Foligno 69; via Sempione 112;
viaSanRemo37.
Di notte(19,30-9)
corso Belgio 151/B; via Nizza 65;
piazza Massaua 1; via O. Vigliani
55/G.
Info
www.farmapiemonte.org
Lestrisce pedonali sbiadite
Accolte le richieste
degli ambulanti
scontenti della sede
di corso Taranto
Lascuola Foscolo
Unpasso indietro
Il mercatodi quartiere vennecancellatoconla nascitadi del mercatometropolitanodi corsoTaranto
chedoveva attirareclienti ancheda Settimoe SanMauro. Unprogettoda quasi 2milioni di euro
LIVE EVENTS
2012
SEGUICI ANCHE
SU FACEBOOK
LELENCO COMPLETO DI TUTTI I CONCERTI E DELLE PREVENDITE LO TROVI SU:
WWW.SETUPLIVE.COM
PRENOTAZIONE PARKING:
+39 011 616.49.71
PALAOLIMPICO.TORINO
26.05.2012 BIAGIO ANTONACCI
PALAOLIMPICO.TORINO
24.04.2012
BOB SINCLAR
+ LOCAL DJ
TEATRO COLOSSEO.TORINO
07.05.2012 PINO DANIELE
TEATRO COLOSSEO.TORINO
17.05.2012 SAMUELE BERSANI
TEATRO COLOSSEO.TORINO
10.05.2012
ROBERTO
VECCHIONI
PALAOLIMPICO.TORINO
17.05.2012 TIZIANO FERRO
PALAOLIMPICO.TORINO
18.05.2012 NEGRAMARO
STADIO OLIMPICO.TORINO
24.05.2012 COLDPLAY
PALAOLIMPICO.TORINO
20.04.2012
PALAOLIMPICO.TORINO
21.04.2012
LITFIBA
ANTONELLO
VENDITTI
PALAOLIMPICO.TORINO
04.04.2012
FIORELLA
MANNOIA
SABATO31 MARZO2012 Quartieri 67
LA STAMPA
T1 T2
P
ensare di sconfigge-
re la disoccupazio-
ne in un periodo di
crisi galoppante
utopia. Le statisti-
che sono impietose e certifica-
no che, in provincia di Torino,
lesercito dei senza lavoro
cresciuto di 17 mila unit dal
2010 al 2011. Per si pu prova-
re ad arginare il fenomeno, con
nuovi strumenti che possano
far fronteallemergenzaimme-
diata. Dispositivi di sostegno al
reddito, percorsi di orienta-
mento, tirocini e borse lavoro.
Gocce in un oceano, ma i primi
frutti cominciano a vedersi.
Nel primobimestredel 2012, in-
fatti, il numero complessivodei
torinesi in cerca di occupazio-
ne sceso da 163 mila a 160 mi-
la. Unbuonrisultato, masi trat-
ta di statistiche parziali che
nondevonotrarreininganno.
I nuovi disoccupati
Anche se il numero totale dei
disponibili al lavoro sceso,
sono comunque pi di 5 mila i
nuovi disoccupati che ogni me-
se si rivolgono ai 13 centri per
limpiego della provincia. La
concentrazione maggiore si re-
gistra nella fascia di et com-
presa tra i 20 e i 40 anni e, so-
prattutto, nei soggetti in pos-
sesso esclusivamente di diplo-
ma di scuola media inferiore. In
questa classifica davvero poco
invidiabile le donne superano
gli uomini, anche se i casi pi a
rischio sono ancora tra i ma-
schi. Famiglia monoreddito, tra
i 45 e i 55 anni, fino a ieri certi
del posto fisso e improvvisa-
mente catapultati in una nuova
realt da crisi e licenziamenti.
Troppo giovani per andare in
pensione, troppo vecchi per tro-
vare un nuovo impiego. In pi -
a differenza dei trentenni - che
rappresentano circa il 15% del
totale non sono temprati da
anni di precariato e non cono-
scono nemmeno gli strumenti
che possono attivare.
I numeri dellacrisi
Larea che pi di tutte ha visto
aumentare il numero dei senza
lavoro quella di Ivrea, con 7
mila disoccupati a fine 2011 e un
18,3% in pi rispetto al 2010.
Percentuali molto simili per
Moncalieri, che conta 12.739
unit contro le 11 mila dellanno
precedente e Chivasso, passata
ufficialmente aperto lecocentro di
via Lurisia a Moncalieri, destinato ad
ospitare i rifiuti ingombranti e
speciali depositati dai cittadini.
Realizzato dal Comune con una spesa
di 567 mila euro (di cui 50 mila
finanziati dalla Provincia),
lecocentro ha una superficie
complessiva di 4.750 metri quadri e
rimarr aperto sette giorni su sette,
dal luned al sabato dalle 8 alle 12 e
dalle 14 alle 18, mentre la domenica
sar accessibile esclusivamente al
mattino dalle 8 alle 12. una struttura
attesa da tempo - spiega lassessore
allAmbiente Nicol Coriolani - che
permetter di migliorare la raccolta
differenziata dei rifiuti. [G. LEG.]
il caso
FEDERICOGENTA
MASSIMOMASSENZIO
Si sono aperti, in diversi punti della
citt, i cantieri per la realizzazione
delle isole ecologiche interrate, nelle
quali saranno raccolti i rifiuti. I lavori,
che dovrebbero durare circa un mese,
sono stati affidati alla ditta
Chiambretto di Druento. Durante
questo periodo si potrebbero creare
dei problemi alla viabilit ammette
lassessore allAmbiente del Comune
di Venaria, Mimmo Dellisanti
chiediamo un po di pazienza agli
automobilisti. In molte zone della
citt sono stati istituiti divieti di sosta
e di transito. I provvedimenti saranno
in vigore ogni giorno, festivi esclusi,
dalle 8 alle 18. [G. GIA.]
Moncalieri
Rifiuti ingombranti
aperto lecocentro
Inchiesta
Ogni mese in5 mila
bussano per unlavoro
Venaria
Isole ecologiche
al via i cantieri
Aumentano i nuovi disoccupati: le iniziative dei Comuni
160
milainattesa
il totale
inprovincia
di Torino
afine
febbraio:
tremesi
faerano
163mila
Centimetri-LA STAMPA
Gli iscritti ai centri per limpiego
DATI AL 29 FEBBRAIO 2012
(tra parentesi la variazione
percentuale 2011 su 2010)
Fonte: Provincia di Torino
TORINO
73.055
37.648 (+10,3%) 35.407 (+12%)
MONCALIERI
12.574
7.210 (+14%) 5.364 (+16,3%)
RIVOLI
9.375
5.451 (+12,2%) 3.924 (+12,3%)
ORBASSANO
8.008
4.664 (+12,1%) 3.344 (+12,2%)
SETTIMO
7.518
4.459 (+12,3%) 3.059 (+13,3%)
VENARIA
5.690
3.338 (+12,9%) 2.352 (+14,5%)
CHIERI
5.313
3.095 (+9,2%) 2.218 (+10,7%)
Donne Uomini
M
PATRIZIO ROMANO
Una procedura alquanto irri-
tuale. A Collegno le querele
vengono trasmesse per cono-
scenza al Comune. Tant che
delle due querele per diffama-
zione a mezzo stampa verso il
consigliere comunale di Civi-
ca, Giovanni Lava, per articoli
apparsi sul suo blog, da parte
della societ Collegno 2000 e
del direttore del Cidiu Marco
Lo Bue e del dirigente della
stessa societ Lorenzo Destefa-
nis, stata data informazione
al presidente del Consiglio Mi-
chele Mellace. Perch a me?
Non lo so, confessa candida-
mente Mellace. Mentre il consi-
gliere Lava spiega: Io di quere-
le non ne ho ancora vista nessu-
na. Intanto ha incassato la soli-
dariet di tutto il Consiglio.
Collegno
Le querele al consigliere
arrivano prima inaula
Giovanni
Lava
Consigliere
di Civica
Schianto mortale, ieri matti-
na, a Sommariva Bosco, in pro-
vincia di Cuneo. Il nichelinese
Angelo Demichelis, autotra-
sportatore di 54 anni, ha per-
so la vita al volante del suo fur-
gone sulla provinciale 29 per
Ceresole dAlba. Ancora da
chiarire la dinamica del sini-
stro, ma sembra che Demiche-
lis, alla guida di un Fiat Duca-
to carico di pneumatici, abbia
perso il controllo del mezzo e
sia finito fuori strada. Limpat-
to stato devastante e il nicheli-
nese morto praticamente sul
colpo. Demichelis, originario di
Brozolo, non era sposato e vive-
va da molti anni a Nichelino:
Siamo sconvolti, era una per-
sona splendida raccontano i
familiari . Era sempre allegro
e generoso, molto attivo nel vo-
lontariato. [M. MAS.]
Nichelino
Schianto nel Cuneese
Muore autotrasportatore
PAGINEACURADI
MONICAPEROSINO
Per le vostresegnalazioni metropoli@lastampa.it
Via Po, 59 - Torino
(Cortile Palazzo Accorsi)
Tel. 011.812.59.88 Cell. 339.8480873 www.tappetiantichichanteh.com
LArte Antica del Tappeto
RESTAURO IN SEDE
E LAVAGGIO TRADIZIONALE
DOMENICA 1 APRILE
IN OCCASIONE DEL
MERCATINO
DI ANTIQUARIATO
APERTI CON
ORARIO CONTINUATO
Kami vi aspetta
per farvi scoprire
la migliore esposizione
di tappeti antichi
della citt.
68 Metropoli
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1T2 PRCV
da 4895 a 5584 lavoratori in at-
tesa di collocamento. Le zone
che riescono a contenere la cri-
si sembrano essere quella ciria-
cese (+7,9%) e Cuorgn
(+6,7%). Sotto i 10 punti percen-
tuali anche il Chierese.
Lassist dellaProvincia
Per Chiara Zavattaro, respon-
sabile del centro per limpiego
di Orbassano, importante for-
nire agli utenti uno spazio di ac-
coglienza: Occorre parlare
con loro, sentire la loro dispera-
zione e spesso anche la rasse-
gnazione verso una crisi che
sembra non finire. Ma si pu
reagire. Per aiutare lorienta-
mento nei periodi di transizio-
ne lavorativa la Provincia ha
scelto di svolgere sul territorio
unazione di coordinamento tra
Comuni, privati e agenzie per il
lavoro. In questa direzione si in-
seriscono gli interventi per la ri-
collocazione dei cassintegrati e
le borse per i soggetti gi in
carico ai servizi sociali. Senza
dimenticare gli inserimenti in
tirocinio per i giovani, nella fa-
scia 18-29 anni.
I Comuni incampo
AChieri la citt prova a investi-
re senza aspettare finanziamen-
ti esterni. Entro aprile partir
Chieri Attiva, un piano di in-
tervento studiato insieme a Ca-
mera di Commercio e Cna. Lo-
ro metteranno a disposizione
un fondo da 80 mila euro, noi lo
completeremo con altri 360 mi-
la - conferma il vicesindaco, Lui-
gi Sodano -. Per le casse comu-
nali sar un impegno importan-
te, ma necessario per chi non
pu beneficiare degli ammortiz-
zatori sociali.
A Beinasco per i cantieri di
lavoro, che hanno una durata
massima di 130 giorni, sono sta-
ti erogati quasi 400 mila euro
cofinanziati da Regione e Pro-
vincia dal 2009 al 2012. Finora
i beneficiari sono stati 75, ma
lobiettivo del prossimo anno
superare quota 100. Inoltre,
con il progetto Reciproca soli-
dariet e lavoro accessorio
della Compagnia di San Paolo,
verranno coinvolti altri 14 citta-
dini con un contributo previsto
di 33 mila euro. Un euro per
ogni beinaschese, per un totale
di 19 mila euro, verranno infine
stanziati dal Comune nellambi-
to del programma Insieme
per il lavoro.
Venaria
GIANNI GIACOMINO
I commercianti di Venaria
attaccano la Reggia. Perch,
sostengono, dovrebbe occu-
parsi di promuovere la cultu-
ra e invece, anche per il 2012,
organizzer eventi enoga-
stronomici, come cene e me-
rende sinoire, tutte allinter-
no del complesso sabaudo.
Di pi. Durante il Consi-
glio comunale di domani se-
ra il consigliere del Pd Salvi-
no Ippolito presenter unin-
terrogazione urgente con
cui chieder allamministra-
zione, guidata dal sindaco
Giuseppe Catania, se i verti-
ci del Consorzio che gestisce
il polo internazionale di cul-
tura hanno richiesto alla cit-
t le autorizzazioni per orga-
nizzare le manifestazioni. E
se queste, che dovrebbero es-
sere saltuarie, incidono sul
bilancio degli esercenti del
centro storico. Insomma, gli
attriti tra Venaria e la Reg-
gia continuano.
Lo scorso anno per i fe-
steggiamenti dei 150 anni
dellUnit dItalia abbiamo
chiuso un occhio, ma adesso
basta avverte Alberto Al-
beretto, il responsabile di
Confesercenti : se nella Reg-
gia o nella Cascina Medici del
Vascello i turisti possono an-
che fermarsi e consumare
pranzi, cene e merende o ac-
quistare prodotti tipici, i ne-
gozianti che lavorano fuori
dai cancelli della palazzina co-
me possono difendersi?.
Quindi arriva la chiosa: Il tu-
rismo commerciale deve ri-
manere alla citt.
Il tutto mentre nata unal-
tra associazione che raggrup-
pa gli esercenti delle vie don
Sapino e Montello e di corso
Matteotti, ubicati allingresso
della Reggia che raccoglie i vi-
sitatori in arrivo da Savonera.
Vogliamo essere considerati
e interpellati nelle scelte che
coinvolgono il nostro settore,
prosegue Alberetto. Ormai il
bubbone esploso. Luned
prossimo il direttore del Con-
sorzio La Venaria Reale, Al-
berto Vanelli, si incontrer
con gli amministratori di Ve-
naria e con la presidente pro-
vinciale dellAscomMaria Lui-
sa Coppa per iniziare un giro
di faccia a faccia.
I commercianti inrivolta
No alle cene alla Reggia
Per dareuncalcioallacrisi il Co-
mune di Beinasco, in rete con
Bruino, Orbassano, Piossasco,
Rivalta e Volvera, ha realizzato
ImPrendiamoci Bene, un pia-
no di promozione dellautoim-
prenditorialit giovanile. Uno
dei tre vincitori il beinaschese
FabioDi Falco, 25anni, cofonda-
toredellaneonataCaos Eventi.
Ma come si pu pensare di
avviare unimpresa di questi
tempi?
Grazie a que-
sto progetto ab-
biamo ricevuto
un finanziamen-
to di 15 mila eu-
ro. Altrimenti
non avremmo
mai potuto ini-
ziare.
C quindi
una speran-
za per i giovani imprendito-
ri?
S, per me un sogno che si
realizza. Ho sempre avuto la
passione per lorganizzazione
di eventi, mostre e fiere. Pri-
ma lo facevo come hobby, ma
adesso diventata la mia pro-
fessione.
Il periodonon certofavore-
vole, lazienda riuscir a resi-
stere?
Credo fortemente in quello
che faccio e sono certo che ce
la faremo.
[M. MAS.]
domande
a
Fabio Di Falco
imprenditore 3
Quegli eventi
ci danneggiano:
lindotto del turismo
resti alla citt
Fabio
Di Falco
Interrogazione inComune
Nellafoto, uneventoenogastronomicoalla Reggia. Domani
serail PdinConsigliochieder contodelle autorizzazioni
Con un aiuto
ce lho fatta
ad aprire: cos
si batte la crisi
*Il buonononddirittoaresto, nonrimborsabileocumulabileconaltri buoni incorso. Nonutilizzabileperlacquistodi prodotti Bose, protezioni assicurativeCarrefour, periodici, quotidiani eriviste(ai sensi del D.LGSn. 170/2001),
libri di testo, buoni regalo, Donocard, GrattaeVinci, ricariche(telefoniche, satellitari odigitaleterrestre), i prodotti dellaparafarmacia, i farmaci dabancoei carburanti.
Il rimborso sar effettuato con un buono sconto utilizzabile sul totale della spesa* con carta SpesAmica dal 2 al 7 aprile.
Solo domenica 1 aprile
ti rimborsiamo il
50%
su tutte le colombe
e le uova di cioccolato.
carrefour.it
Verificagli orari di apertura
consultandoil nostrosito.
@carrefournews Seguici su
Negli ipermercati di:
CHIVASSO(TO) COLLEGNO(TO) GRUGLIASCO(TO) LEIN (TO) MONCALIERI (TO)Portedi MoncalieriC.soSavona
MONCALIERI (TO)ViaVittimedi Bologna NICHELINO(TO) PINEROLO(TO) RIVALTA(TO) TORINOC.soBramante
TORINOC.soGrosseto TORINOC.soMonteCucco TROFARELLO(TO)
Negli ipermercati Carrefour
la Pasqua costa meno.
SABATO31 MARZO2012 Metropoli 69
LA STAMPA
T1 T2PRCV
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA70 T1T2 PR
ENRICO CAMANNI
Il 20 luglio 1970 don Oreste
Camera, parroco di Cerret-
to Langhe, confida a Nuto
Revelli: La vita cambiata
troppo in fretta. Io non so co-
me sar lavvenire. Lopera-
io prende la paga ogni mese,
il contadino prende la paga
una volta lanno, tutto lan-
no a guardare il sole, ad
aspettare le nocciole, le
uve... E le spese sono sem-
pre pi grosse. Nove mesi
dinverno, tre mesi destate
in cui bisogna ammazzarsi
di lavoro da unAve Maria al-
laltra, e poi il pericolo della
grandine, e pu arrivare
una disgrazia nella stalla al
pari della tempesta, tante
avversit e alla fine dellan-
no poco profitto, e allora i
contadini non fanno che ar-
rendersi e andare in citt. I
giovani lavorano ormai qua-
si tutti in fabbrica....
Aspasso con il magnetofono
una delle centinaia di in-
terviste che Revelli con
magnetofono, complicit e
pazienza raccolse tra le
Langhe e le valli alpine del
Cuneese negli anni del
boom economico e che furo-
no pubblicate nel 1977 da Ei-
naudi nel volume Il mondo
dei vinti. Fu molto pi di
un libro, fu il manifesto vi-
vente di quella che Pasolini
aveva definito la devasta-
zione antropologica del No-
vecento, cio il traumati-
co, troppo rapido passaggio
dalla societ del pane alla
societ dei consumi.
Nel giro di pochi decenni
si dissolse un mondo contadi-
no che aveva nel risparmio il
suo limite e la sua forza, e i
giovani emigrarono verso le
fabbriche, le citt e i super-
mercati lasciando i villaggi ai
vecchi e ai ricordi.
Fine di una civilt
Era la fine di una civilt so-
pravvissuta per secoli a guer-
re, epidemie e carestie, ma so-
prattutto era il tramonto di
unidea di montagna non infe-
riore ma complementare alla
citt, talvolta superiore per
istruzione, mobilit e capacit
creativa, comunque fiera della
sua storia e della sua cultura.
Trentacinque anni fa, con
Il mondo dei vinti Revelli fo-
tografa la resa della montagna
al modello consumistico urba-
no, cos forte da calamitare i
giovani valligiani verso la pia-
nura, cos persuasivo da uni-
formare terre basse e terre al-
te a uno stile di vita radical-
mente opposto alla frugalit
che orientava la dignitosa au-
tosussistenza dei montanari.
La montagna diventa sinoni-
mo di mondo vecchio e perdu-
to, romantica mta per cittadi-
ni nostalgici oppure asettico
palcoscenico per turisti e spor-
tivi a caccia di emozioni.
Isolati dal mondo
Nelle Valli Maira, Varaita,
Po scrive Revelli le situa-
zioni e i problemi si ripetono
con una monotonia drammati-
ca. Le comunit che si sfran-
giano, le scuole che chiudono,
la posta che si ferma al capo-
luogo, lisolamento che cresce
giorno dopo giorno. Nelle no-
stre valli non sono in funzione
le camere a gas, cos limmagi-
ne del genocidio appare forse
eccessiva alla folla dei
benpensanti..., ma i fatti par-
lano, e dicono che non c pi
spazio per gli ignoranti, per i
mediocri, per le furbizie elet-
toralistiche. lultima volta
che il problema della monta-
gna si ripresenta come scelta
di civilt.
Aveva ragione, ma non po-
teva prevedere che di l a tren-
tacinque anni il mondo sareb-
be cambiato unaltra volta.
Dove sono oggi i vinti e
dove i vincitori? La preca-
riet economica che ridico-
lizzava la montagna nei con-
fronti della citt sta purtrop-
po invadendo ogni settore,
ogni presidio, ogni territo-
rio. Ci che sembrava sepol-
to il risparmio, ladatta-
mento creativo, lautosuffi-
cienza ridiventa attualissi-
mo alla luce della crisi con-
temporanea, e non c posto
pi adatto delle Alpi per ten-
tare di liberarsi da alcuni
cappi della globalizzazione.
Se parafrasando Hawthor-
ne un vinto pu esistere solo
in un mondo di vincenti, allo-
ra ci stiamo certamente avvi-
cinando a una visione della
montagna di nuovo comple-
mentare e non subalterna alla
citt, laboratorio di esperi-
menti inediti, fucina di valori
innovativi. Un mondo capace
di futuro.
ICosa successo nella montagna del Pie-
monte? Dove si possono intravedere i segnali
della ripresa dopo il drammatico spopolamento
degli anni Cinquanta e Sessanta? Su cosa si pu
poggiare una rinascita economica della monta-
gna del Piemonte? Quali sonoi segnali del ritor-
no ai piccoli borghi delle Terre Alte? Le risposte
potranno emergere dalle riflessioni allinterno
del convegno Il mondo dei vinti 35 anni dopo
che si tiene oggi a Cuneo, nello Spazio Incontri
della Fondazione CRC (via Roma 15), dalle 9.30
alle 13.
M
ontagna
PAGINA A CURA
DI GUIDO NOVARIA
CONVEGNODELLUNCEMACUNEO
Finito lesodo raccontato dallo scrittore-partigiano
11Corsoavanzatodi escursionismo
ISi aprono luned prossimo alla Segreteria del
Cai di Torino,via Barbaroux 1 (segreteria@caitori-
no.it Tel. 011-546031 - Fax 011-539260)
le iscrizioni al corso, riservatoagli allievi del prece-
dente corso base risultati idonei. L'obiettivo for-
nireall'allievole nozioni fondamentali per muover-
si in sicurezza lungo le vie normali di alta monta-
gna. Organizzazione: Scuola Ezio Mentigazzi.
flash
TrentoFilmFestival
350 pellicole
ILa sessantesima edizio-
ne del TrentoFilmFestival sa-
r presentata marted prossi-
mo, alle 11,30, presso la sede
centrale del Club alpino ita-
liano, in via Petrella 19, a Mi-
lano. L'edizione di quest'an-
no, in programma dal 26 apri-
le al 6 maggio, presenter
350 opere cinematografiche
e ospiter per il 26 anno
MontagnaLibri, la rassegna
dell'editoria di montagna
con la pi recente produzio-
ne internazionale di libri e ri-
viste sul tema.
Al Benevolo
Nuovo gestore
IDal 24 marzo il rifugio
Gian Federico Benevolo
(2285 metri, Alpe Lavassey,
Rhmes-Notre-Dame)
aperto per la stagione sci al-
pinistica; il rifugio chiuder
a met maggio per poi riapri-
re per la stagione estiva da
met giugno a met settem-
bre. Il nuovo gestore la gui-
da alpina Mathieu Vallet.
Per contatti: 339 8539158 - in-
fo@rifugiobenevolo.
RifugioGravio
Per Pasqua
II gestori del rifugio Geat
Val Gravio del Cai Torino,
propongono un piacevole
soggiorno al rifugio per fe-
steggiare Pasqua e Pasquet-
ta. Per ulteriori informazio-
ni: rifugio 011-9646364 - Ma-
rio Sorbino 333-8454390.
Valsoana
La valle fantastica
INatura... la primavera,
sport & escursioni per tutti:
dai semplici quattro passi
sui Sentieri Natura alle
escursioni pi impegnative.
E per i pi avventurosi: pale-
stre di roccia a Piamprato e
nel Vallone di Forzo. Senza
dimenticare i sapori nelle
trattorie e negli agriturismi
locali. Per saperne di pi si
pu visitare il sito www.valle-
soana.it/ www.pngp.it o scri-
vere a uff.turistico-ronco@li-
bero.it o le pagine Facebook
delle Associazioni della Val-
soana.
RifugioTorino
Posti letto scarsi
IA causa del cantiere per
i lavori di costruzione della
nuova funivia del Monte
Bianco possibile che scar-
seggino i posti letto al rifugio
Torino Vecchio (il Nuo-
vo riapre in estate). Si pre-
ga pertanto di verificare con
anticipo l'effettiva disponibi-
lit contattando il gestore: in-
fo@rifugiotorino.it 340
2270121 - 0165 846484
A35anni dalluscitadel volumedi NutoRevelli il ruolosubalternoversolacittnonesistepi
ALESSANDRO PREVIATI
La sede del Parco nazionale
Gran Paradiso potrebbe la-
sciare Torino entro l'estate.
E' l'auspicio espresso ieri dal
deputato della Lega Nord,
Walter Togni, membro della
commissione ambiente della
Camera, dove la proposta di
trasferire le sedi in uno dei Co-
muni dell'area protetta passa-
ta all'unanimit. La commis-
sione chieder al governo la
possibilit di lavorare con la
procedura legislativa - spiega
Togni - in questo modo la pro-
posta, una volta licenziata dalla
commissione, non avr bisogno
del passaggio nei due rami del
Parlamento. Si lavora sull'
abrogazione di una deroga alla
legge quadro sui parchi che ha
permesso al Gran Paradiso di
trasferire le proprie sedi a Tori-
no e Aosta. Abrogata quella
deroga, i Comuni avranno un
tempo limitato per individuare
le nuove sedi legale e ammini-
strativa - aggiunge Togni - in
commissione sono gi stati mes-
si agli atti i pareri favorevoli dei
presidenti delle due Regioni.
Togni aveva presentato in Par-
lamento una prima proposta
per lo spostamento della sede
nel luglio 2011, ripresa da due
colleghi valdostani lo scorso au-
tunno. Sarebbe una scelta di
buon senso - conclude - perch
permetterebbe di risparmiare
ed una richiesta del territo-
rio. Certo, non sar facile tro-
vare una location adatta, dal
momento che serve uno stabile
con almeno 600 metri quadri a
disposizione. Stiamo lavoran-
do con buon senso per essere
pronti nel giro di qualche setti-
mana - dice Giovanni Bruno
Mattiet, sindaco di Locana e
presidente della Comunit del
parco - le notizie che arrivano
da Roma sono molto positive.
I tredici sindaci dei Comuni del
Gran Paradiso presenteranno
le candidature subito dopo Pa-
squa. Bruno Mattiet spezza
una lancia in favore dei piccoli
paesi di montagna: Nonostan-
te le difficolt stiamo facendo
di tutto per ottenere questo
spostamento. A Torino, invece,
nessuno ha rilanciato. Segno
che non sono interessati al Par-
co. In Valle d'Aosta gi batta-
glia. Il comitato promotore del
trasferimento ritiene che la se-
de debba trovarsi all'interno
del territorio del Parco, non ai
confini. Quindi, sul versante val-
dostano, per forza di cose a Val-
savarenche.
Il futuro delle Terre Alte
Non una montagna di vinti
Gran Paradiso
Cercasi sede del Parco fuori Torino
Locana inpole positionper ospitarla
Viadella
Rocca
Ladirezione
dellEnte
Parco
ospitata
daanni
al numero47
di unelegante
palazzo
inuna
delleviepi
esclusivedi
Torino: una
targhetta
nesegnala
lapresenza
S della commissione
ambiente della Camera
al trasferimento da Torino
degli uffici direzionali
SABATO31 MARZO2012 Cronaca di Torino 71
LA STAMPA
T1 T2PRCV
ELENA DEL SANTO
Fortunello Messer Tulipa-
no. E bastata una manciata
di giorni con temperatura
primaverile per anticipare -
di gran lunga rispetto alle
previsioni - la massiccia fiori-
tura dei bulbi. Dunque, il bel
tempo ha fatto miracoli e gi
da oggi, data di inaugurazio-
ne, nel parco del Castello di
Pralormo si potr godere ap-
pieno dello spettacolo offerto
dalla natura, un tappeto dove
si rincorrono 75 mila tra tuli-
pani e narcisi: il taglio del na-
stro, stamane alle 10,30; pa-
drona di casa, Consolata Pra-
lormo a cui, come sempre, si
deve lattenta regia. Tante le
novit della XIII edizione del-
la mostra che questanno ag-
giunge, al percorso classico,
un inedito focus su orti e or-
chidee.
Il percorso
Una volta varcato il cancello,
ci si imbatte subito in una in-
stallazione a stella compo-
sta da vasi colmi di viole le
cui nuances vanno dal bianco
al blu scuro, a simulare lac-
qua. E al centro, una fontana
zampillante. Sulla sinistra
saprono i viali, con linfilata
di tulipani in fiore: e proprio
questo punto dosservazio-
ne privilegiato, quello che of-
fre la migliore prospettiva
cromatica. Si accede poi alla
cappella del 700 ornata da
aiuole di grano a evocare lan-
tico gesto delle monache che
un tempo, in attesa della Pa-
squa, seminavano grano allin-
terno dei luoghi di culto. Da ve-
dere: un grande rosario fatto
concastagne dacqua.
Le orchidee
L Orangerie accoglie variet
rare e curiose raccontate at-
traverso aneddoti e riferimen-
ti letterari; la serra francese di-
venta habitat ideale per le or-
chidee Vanda, quelle che cre-
scono in alto sugli alberi della
giungla a sud dellHimalaya, In-
dia e sud della Cina. Con le
Vanda, il floral designer Mar-
co Segantin ha realizzato 12
cappelli: esposti in mostra, sfi-
leranno durante linaugurazio-
ne. Novit, la Garden Orchid:
resiste al freddo e si coltiva in
giardino. Solo questo fine setti-
mana - poich molto delicata -
si pu ammirare la Paphiope-
dilum Rotschildianum dai pe-
tali gialli e marrone scuro:
tra le pi rare al mondo.
I tulipani
La primizia, opera dehliibrida-
tori olandesi, si chiama Shir-
ley: cambia colore, nasce
bianco e piano piano - parten-
do dai bordi dei petali - si tinge
tutto di viola.
Orti e frutteti
Gli angoli potager diventano
decorativi, si sviluppano in ver-
ticale, gli ortaggi si coltivano
dentro tavoli-orto. Cassette di
frutta disposte a mo di pirami-
de fannod a cornice a piante di
melo, pero, susino e arbusti di
piccoli frutti.
Il pollaio
Cresciuto il numero degli ospi-
ti, lo spazio stato ampliato:
anatroccoli, maialini, chioccia
con la covata dei pulcini, mam-
ma coniglia con dieci cuccioli e
galline ovaiole.
Il castello
Le visite condotte dai giovani
di Pralormo, partono ogni 15
minuti: si vedono saloni, cuci-
ne, stirerie, dispense e altri lo-
cali di servizio. La residenza
appartiene ai conti Beraudo di
Pralormo da 400 anni. Mission
della famiglia tuttora la tute-
la e conservazione delledifi-
cio: tutti i proventi vengono im-
pegnati nel restauro.
Lo shopping
Possibilit di ordinare diretta-
mente dallOlanda tutte le va-
riet di tulipani piantate nel
parco. Nel bookshop si trova-
no i ricettari tratti dall'archi-
vio del Castello; shopper,
grembiuli e strofinacci decora-
ti con la corona blu (colore del-
lo stemma dei Pralormo, assie-
me al rosso). Poi, shopper in te-
la con decoro tulipani e vasi da
fiore olandesi per contenere i
bulbi.
Le golosit
Il ristorantino interno propo-
ne piatti botanici a base di
erbe; men da 12 a 18 euro. La
domenica in paese si svolge
Cascine in piazza con ban-
chetti dei produttori locali.
G&N
Giorno&Notte
LUCA INDEMINI
Nella musica e nel cantato si
riconoscono Paolo Conte e
Vinicio Capossela; nei testi
emerge quellironia illumi-
nante che fu di Giorgio Ga-
ber. Il tutto viene centrifuga-
to e amalgamato con un piz-
zico di scanzonata solennit
e un tocco surreale.
Il risultato la Banda Ela-
stica Pellizza, che approda
questa sera alle 22, sul palco
di Maison Musique (ingres-
so 8 euro), per presentare in
anteprima assoluta il secon-
do album, Oggi no, in usci-
ta luned prossimo. Il quin-
tetto capitanato da Daniele
Pellizzari, autore di testi e mu-
sica, accoglier sul palco un
ospite prezioso, che li ha ac-
compagnati anche in studio,
Antonio Marangolo al sax, gi
al fianco di artisti quali Ivano
Fossati, Francesco Guccini e
Paolo Conte. possibile la
presenza a sorpresa di altri
ospiti, non mancheranno im-
magini suggestive ad accom-
pagnare la musica, ma soprat-
tutto ci saranno loro: Aramu,
Bati, Pellizza, Rigotto e Sicu-
rella (detto lantifurto), che
come spiega Daniele: Suone-
ranno canzoni di entrambi i
dischi, ma pi dellultimo.
Un disco che si fatto at-
tendere - sono trascorsi pi di
tre anni dal primo La parola
che consola -, ma non ha de-
luso le aspettative. Anzi. Il
compito era difficile. Il disco
desordio aveva mietuto con-
sensi entusiasti, da pubblico e
critica. Inciso nello studio di
registrazione di Maison Musi-
que, dopo la presentazione al
FolkClub, La parola che con-
sola ha iniziato un cammino
entusiasmante. Arriva la Tar-
ga SIAE/Club Tenco come mi-
glior autore emergente del-
lanno, nel 2008; lanno suc-
cessivo tutto un susseguirsi
di apparizioni prestigiose: dal-
lomaggio a De Andr di Ra-
dio1, al Carterraduno di Ra-
dio2 a Senigallia, di fronte a
9.000 persone, fino al Festi-
val NoDalMolin di Vicenza.
Dopo una genesi lunga e
sofferta arriva finalmente il
nuovo lavoro ed una piace-
vole conferma. Nuovamente
sponsorizzato da FolkClub e
Maison Musique, il disco esce
per letichetta Incipit e viene
distribuito da Egea Music.
Tredici tracce ispirate, liro-
nia che emerge a sorpresa dal-
le tinte cupe, i giochi di paro-
le, a volte leggeri, che cedono
il passo allimpegno civile, alla
satira e a una forma alternati-
va di cronaca. A partire dalla
title track, Oggi no, che non
vuol essere tanto un pigro ri-
mandare a domani, quanto il
tentativo di scrollarsi di dos-
so routine scontate: Oggi mi
fermo, mi prendo il mio tem-
po, vado a funghi sul balcone,
chiacchiero con le cimici,
esco dallingranaggio, spie-
ga ironico Pellizzari.
Per chi non ha ancora
ascoltato la BEP loccasione
di quelle da non perdere, o
per dirla ancora con Pellizza:
Un concerto a cui rinuncia-
re soltanto per gravi motivi
familiari o febbre sopra i 54
gradi.
Maison Musique
Rivoli, via Rosta 23
Tel. 011/95.61.782
PAGINE A CURA DI
ANTONELLA AMAPANE E ANTONELLA TORRA
IMesser Tulipano
aperto tutti i giorni da sa-
bato 31 marzo al 1mag-
gio; dal luned al venerd
ore 10-18; sabato, dome-
nica e festivi 10-19. Ingres-
so a 7,5 euro; 6 euro per
gruppi prenotati di alme-
no 15 persone; 4 euro da
4 a 12 anni; gratis fino a 4
anni. Visite guidate al ca-
stello ogni 15 minuti. La
Provincia mette a disposi-
zione una navetta gratui-
ta tutte le domeniche, il 9
e il 25 aprile e il 1maggio
da Torino a Pralormo (tel.
011/814.09.81). [E.D.S.]
Il castellodi Pralormo
Castello di Pralormo
Fiorituradafavola
per lapertura
di Messer Tulipano
Il caldo record ha fatto sbocciare i bulbi
Passione botanica
Lungoi viali del parcoallinglesesboccianomigliaiadi tulipani: sfrangiati, stellati e persino
cangianti; gli orti si sviluppanoinverticale e diventanoelementi decorativi
Maison Musique
Unfrullato solenne e surreale
di Gaber, Conte e Capossela
Biglietti e orari
Copricapofiorito
Operadel flower designer MarcoSegantin,
realizzatoconorchideeVandae farfalledi seta
La Banda
Elastica Pellizza
Approdaquesta sera alle 22,
sul palcodi MaisonMusique
per presentareinanteprima
il secondoalbum, Oggi no,
inuscitaluned prossimo
.
72 Giorno e Notte
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1T2 PRCV
T
occante,
divertente, amaro:
ecco The History
Boys, affresco
pedagogico di Alan
Bennett messo in scena
da Ferdinando Bruni e
Elio De Capitani
approdato alle Fonderie
Limone di Moncalieri
dove rester fino a
domani. Siamo in un
college di Sheffield. Gli
allievi dellultimo anno si
preparano a sostenere gli
esami dammissione alle
universit simbolo
dellInghilterra classista:
Oxford e Cambridge.
Hanno un professore,
Hector, che la
quintessenza
dellanticonformismo.
Nemico dellovvio,
impone lo studio a
memoria dei poeti, le
scene-madri di
Shakespeare o i passaggi
dei filmpi famosi da
utilizzare come salutari
deviazioni logiche. Hector
lesatto contrario dei
suoi colleghi; di Irwin per
il quale la storia altro non
che giornalismo; di Miss
Lintott, unica donna in
questo universo maschile.
Hector soprattutto il
nemico giurato del
preside, che briga per
farlo fuori poich il
professore ha il vizio di
portare in moto gli allievi
e di allungare le mani su
di loro.
Commedia di
caratteri? Certo. E
meraviglioso il modo in
cui Bennett tratteggia i
personaggi della sua
History: non solo il
gigione incantatore
Hector, ma anche gli altri,
anche gli otto allievi,
ciascuno dei quali colto
nellaspetto essenziale del
suo essere, delle sue
tendenze, delle sue paure.
Quel che pi conta per
il discorso sulla cultura,
sullapprendimento, sul
rapporto tra
conformismo pedagogico
e conformismo sociale. Ne
emerge una fotografia di
storture, fragilit e
minuscoli eroismi che
elevano lopera a
documento esemplare.
Linterpretazione della
compagnia assicura
allimpresa il massimo
della densit e
dellespressivit. A
cominciare da Elio De
Capitani che fa di Hector
un personaggio grandioso
nella sua carica
affabulatrice e nei
disastri. Gli danno man
forte Ida Marinelli, il
preside di Gabriele
Calindri, il tortuoso Irwin
di Marco Cacciola e gli
otto formidabili studenti.
In sala molto entusiasmo.
Recensione
Lacattedra
delle vanit
aSheffield
A CURA DI
SILVIA FRANCIA
Parco Dora
Citt pisicure
per pedoni e ciclisti
MAURO BARBERO
La fioritura dei ciliegi un
appuntamento a cui non si
pu mancare se si ama la na-
tura. Il paesaggio primaveri-
le si svela con una fioritura
che trasforma le colline, pun-
teggiandole di bianchissime
nuvole.
Questo evento viene cele-
brato domani alle 10 - a Pe-
cetto - con lormai classica
Camminata gastronomica
tra i ciliegi in fiore: un itine-
rario che si snoda lungo i sen-
tieri della collina raggiungen-
do i punti pi suggestivi del
territorio comunale. Non si
tratta di una gara podistica
(anche se non mancano atleti
con tanto di cronometro) ma
di una manifestazione non
competitiva, un happening al-
laperto la cui partecipazione
adatta a tutti: giovani e anzia-
ni, e anche cani (tenuti al giun-
zaglio). Liscrizione costa 8 eu-
ro, gratis fino ai 12 anni.
Lungo il tracciato, di circa
otto chilometri, si incontrano
sei punti di ristoro. Le pause
durante la passeggiata sono
loccasione per gustare ciocco-
lata calda, te, bevande fre-
sche, frutta, tartine e - in vista
del traguardo - i pi sostanzio-
si panini con salame o acciu-
ghe al verde accompagnati da
un bicchiere di vino.
Allarrivo ancora te caldo e
la famosa bruschetta di Nan-
do, preparata sul putage a le-
gna.
Dopo la camminata premia-
zione e sorteggio dei numeri di
pettorale che si aggiudicheran-
no gadget e regali di vario ti-
po. Si pensato anche a chi ha
problemi di celiachia con un
cestino di alimenti appropria-
to. E necessario prenotarlo al
numero 339/3553852 e ritirar-
lo al momento della partenza.
ventiquattrore
Fattoria Pro-polis
Cos nasce
un parco
alle 14,30
Corso Regio Parco
La psicologia
tra sport e arte
RadioLondra
ISabato sera al Folk Club, via
Perrone 3 bis, con il concerto spe-
ciale di Radio Londra di Enzo Zi-
rilli che con Alex Garnett al sax (fo-
to) si presenta in scena con i The
Italian Job, insieme a Alberto Mar-
sicoe la norvegese Frode Kjekstad.
Ore 21,30. Ingresso 15 euro. [D. CA.]
alle 16
AuditoriumRai
Filme musica
dentro lEroica
alle 17
Basic Village
Maroni, il sax
dellex ministro
Museo Ambiente
La luce
una scatola
magica
alle 11
alle 20,30
Pecetto
Passeggiata golosa
tra i ciliegi della collina
Tango
Alezione
sullarte
dellabbraccio
Per leGiornateindifesadi pedoni e
ciclisti sicurezzastradaleincitt, alle11,
allIpercoop-ParcoCommercialeDora
(viaLivornoangoloviaTreviso), incontro
su: Muoversi incittpisicureevivibili.
Guidaprudenteemaggioretutelaper
pedoni eciclisti. Intervienelassessore
allaMobilitClaudioLubatti. Sinoalle19,
inoltre, proveconunsimulatoredi guida,
proiezionedi cartoni animati intemae
laboratori per bambini.
Dalle14,30, allaFattoriaDidattica
Pro-polis, inStradadel Nobile86/92, in
programmaUnalbero, duealberi, un
parco. Avvicinamentounpo giocoso, ma
moltoscientifico, ai colossi verdi del
parco, per laseriedi laboratori I sabati
del naturalista, dedicati allascopertae
allosservazionedellanaturainmodo
scientificoedivertente. Per bimbi e
ragazzi da5a11anni. Costo: 8euro; tel:
011/660.15.91; www.fattoriapropolis.it
Alle16, al TramDiogene (Rotonda di corso
RegioParcoangolocorsoVerona) si tiene il
primoappuntamentodi Collecting
people2012/ Apnea, serie aingresso
liberodedicata al confrontotra
preparazione psicologica sportiva e
attitudine artistica. Protagonista, la
poetessaEliana DeborahLangiu, che
parlerdel rapportotra ladisciplina del
poetry slamelapratica sportiva agonistica.
Appuntamento dedicatoaBeethoven, per
I sabati dellAuditorium, conlOrchestra
Sinfonica della Rai. Alle17, allAuditorium
Rai, conlaproiezione del
film-documentario DentrolEroica, dalla
serie Cmusica e musica di Luciano
Berioper la Rai nel 1972. Protagonista
dellesecuzione musicale dal vivoinvece
il giovane direttore dorchestra spagnolo
SergioAlapont. Tel: 011/810.46.53.
Dalle20,30, al Basic Village di corso
RegioParco39, anchelex ministro
RobertoMaroni sarsul palcoconi suoi
Distretto51 nellaseratabeneficaper
laFondazioneCrescereinsiemeal
SantAnna, organizzata
dallAssociazioneArchetipo. Presenta
JacopoMorini delleIene. Il ricavato
andrallaristrutturazione della
neonatologiadellospedale.
OSVALDO GUERRIERI
Giuliani e Bosso
IIl Jazz Club Torino, piazzale
Valdo Fusi, propone stasera alle
21,30 il concerto del contraltista
RosarioGiuliani Tribute toOrnet-
te Coleman con il suo quartetto
e un ospite di eccellenza quale il
trombettista Fabrizio Bosso (fo-
to). Ingresso a 15 euro. [D. CA.]
AnticaOfficina dei Miracoli
IE in programma questa se-
ra al teatro SanGiuseppe, via An-
drea Doria 18, il concerto dellAn-
tica Officina dei Miracoli arricchi-
ta per loccasione dal cantautore
Bungaro (foto) e dal chitarrista
Michele Ascolese. Sinizia alle 21.
Il biglietto costa 15 euro. [D. CA.]
Lorchidea pirara
Fioregialloemarrone scuro, viene
espostasoloquestofine settimana
Molto pi di un museo. Un luo-
go da scoprire divertendosi
dove possibile toccare, inte-
ragire, giocare e imparare tan-
te cose nuove. A come Am-
biente, lo spazio di corso Um-
bria 90, una sorta di conteni-
tore meraviglioso al quale, so-
prattutto i pi piccoli, si posso-
no avvicinare per curiosarci
dentro e sperimentare in pri-
ma persona quanto sia impor-
tante la tutela dell'ambiente.
Tra le molte mostre ospitate e
con un calendario di eventi
pensati per coinvolgere le fa-
miglie, il fine settimana sem-
pre ricco di novit.
Oggi e domani dalle 14,30al-
le 19,30 in programma La
scatola magica, un percorso
ludico sul tema della luce, del
risparmio energetico e sulle
corrette modalit di raccolta
e smaltimento delle lampade
fluorescenti. Protagonista as-
soluto Flu, la nuova mascotte
del museo nata dalla penna di
Paolo Mottura che accompa-
gner i bambini allinterno di
un inedito viaggio interattivo
e multimediale. I piccoli visita-
tori, infatti, grazie a un illusio-
nista verranno introdotti at-
traverso giochi di prestigio e
magie nel misterioso mondo
delle lampade fluorescenti
nuove e in fin di vita, di quello
delle loro antenate e di ci che
ci riserva il futuro con il led.
[F. CAS.]
Museo Acome Ambiente
Corso Umbria 90
Tel: 011/070.25.35
Lapasseggiata a Pecetto
La passione, la sensualit e la
musica invadono piazza Carlo
Alberto. Questo fine settima-
na i ballerini si appropriano di
uno dei pi bei spazi del cen-
tro per una due giorni no-stop
dedicata allarte dellabbrac-
cio. In attesa di entrare nel vi-
vo dellInternational Tango
Torino Festival, la manifesta-
zione firmata da Marcela Gue-
vara e Stefano Giudice che ve-
dr la capitale Subalpina tra-
sformarsi in unenorme milon-
ga, oggi e domani, sono in pro-
gramma lezioni gratis per av-
vicinarsi alla danza argentina.
Lappuntamento in piazza
Carlo Alberto dalle 16 con un
corso di approccio al ballo se-
guito dalle 17 alle 20 da una fe-
sta danzante. Si prosegue poi
da luned 2 a mercoled 4 dalle
20 alle 21 (e anche da marted
10 a gioved 12) al Club Alma-
gro in via Perugia 20, dove si
potr imparare a muovere i
primi passi guidati da abili ma-
estri, sempre gratis. La ker-
messe entra nel vivo gioved 5
con linaugurazione al Teatro
Nuovo, dove alle 21 andr in
scena Magia de Tango,
show con lEnsemble Hype-
rion e stelle internazionali, se-
guito da una milonga -dalle
22,30- al Club Almagro. Nei
giorni successivi ci si sposter
all8 Gallery del Lingotto con
appuntamenti e maestri inter-
nazionali. [F.C.]
International Tango
Torino Festival
Tel: 338/74.79.239
U
SABATO31 MARZO2012 Giorno e Notte 73
LA STAMPA
T1 T2PRCV
Oggi e domani, due giornate da vivere
naturalmente grazie alla XXIV edi-
zione di Ortoflora & Natura, (con un
nuovo logo regalato dallartista Nino
Vitale), una delle pi importanti rasse-
gne delle produzioni del settore floro-
vivaistico e orticolo e delle attrezzatu-
re ed arredi da orto e da giardino, che
si svolge nel Parco della Cascina Vi-
gna, a Carmagnola.
Anche per questanno la mostra mer-
cato Ortoflora & Natura stata rico-
nosciutadalla Regione Piemonte conla
qualifica di manifestazione a carattere
regionale, permettendole di crescere
ulteriormente come numero di esposi-
tori e nella qualit dei prodotti.
Nel parco cittadino sono allestiti
stand e aree destinate a espositori che
provengono da Piemonte, Liguria, To-
scana e Sicilia. Piante verdi e da fiori,
sementi e piantine, erbe aromatiche,
fiori di montagna, tappeti verdi, arre-
do da giardino e parco, attrezzatura ed
impiantistica per orti e giardini, im-
piantistica e arredo per verde urbano,
alimenti naturali e letteratura sullam-
biente, intrattenimenti musicali.
Il programma: oggi e domani, V edi-
zione di Ravanin e porro, dallorto al
pinzimonio presso il Cortile Cascina
Vigna, con laboratori gratuiti; inoltre,
una mostra-mercato di piccoli animali
e passeggiate a cavallo (2,50 euro). Per
gli amanti della mountain bike, adulti
e bambini, ci sono i percorsi della MTB
dei Fiori 2012. Lassessore Letizia Albi-
ni (attivit produttive, commercio, ma-
nifestazioni, Museo di storia naturale),
sottolinea limportanza, in particolare
di due iniziative: il concerto ecososteni-
bile degli Element da piola, prodotto
dalle pedalate su biciclette collegate a
una dinamo (domani, dalle 15 a cura
dellA.s.d. Terzano Cicli Carmagnola) e
i laboratori organizzati con studenti e
professori dellistituto agrario, dedica-
ti a compostaggio e alla creazione dell
orto sul tuo balcone. Due iniziative -
evidenzia lassessore - che ci parlano
concretamente di ecosostenibilit e av-
vicinano semplicemente tutti a un te-
ma importante come questo, oggi pi
che mai. Altre iniziative: domani (area
antistante il Parco Cascina Vigna): dal-
le 11 alle 15,30, raduno di Fiat 500;
aperto fino al 1 maggio il Museo di sto-
ria naturale sulla biodiversit, con
WWf di Piemonte e Valle dAosta
Altre info: www.comune.carma-
gnola.to.it
Soprendetevi e sorprendete gli amici
con un tuffo nelle dolci prelibatezze
di cioccolato (e non solo!), che vi pro-
pongono il pasticciere Roberto Iabo-
ni insieme con a sua moglie Catia,
che da ventanni svolgono la loro
professione nella pasticceria (Nani)
Catia e Roby, in via Sestriere 61 a Ca-
scine Vica, Rivoli.
Qui troverete professionalit, genti-
lezza nel servizio e, in vista della pros-
sima Pasqua, un vastissimo assorti-
mento nella produzione per questa fe-
stivit. Proprio la fantasia, la qualit e
la grande perizia nel modellare il
cioccolato hanno consentito alla pa-
sticceria di ottenere ben tre premi di
eccellenza artigiana dalla Regione Pie-
monte. Attestati, questi dei grandi ri-
sultati raggiunti grazie allesperien-
za, alla professionalit e alla passione
di Roberto Iaboni e della moglie Catia
per il loro lavoro.
Per la Pasqua, la pasticceria propo-
ne i classici, come le colombe, il sa-
lame quaresimale, la pastiera di gra-
no e gli agnelli in pasta di mandorle,
ma sono senzaltro da gustare anche
le specialit della casa: le carezze
di Rivoli al rhum, limoncello, caff
e curacao, la torta ripulae (il dolce
di Rivoli), il torrone al pistacchio,
mandorle e nocciole e le praline di
ottima qualit confezionate in scato-
le personalizzate.
Un esempio del livello di raffina-
tezza raggiunto dalla pasticceria Ca-
tia e Roby dato dalluovo (nella fo-
to): 25 chilogrammi di puro cioccola-
to fondente (chiamato La casa di
Hello Kitty), ventesima scultura
che ha la firma del pasticciere Rober-
to Iaboni, che ha gi riprodotto la
Torre Eiffel, il castello di Stupinigi,
la Mole Antonelliana, un veliero, lo
Stadio delle Alpi e persino il tempio
degli antichi egizi di Abu Simbel.
Sempre di propria
produzione, la pastic-
ceria Catia e Roby of-
fre un vasto assorti-
mento di pasticceria
fresca, secca e salata.
Infine, importan-
te ricordare che la pa-
sticceria specializ-
zata nelloffrire il
proprio servizio per
qualsiasi cerimonia:
dai battesimi alle co-
munioni e alle cresi-
me, dalla preparazio-
ne di (indimenticabi-
li) torte nuziali e ga-
rantisce massima
professionalit e qua-
lit per lorganizza-
zione di vari eventi,
come i coffee break
aziendali. Insomma,
non resta che andare
ad assaporare le bon-
t della pasticceria
Catia e Roby.
Pasticceria Catia e
Roby (Nani), via Se-
striere 61, Cascine
Vica, Rivoli; tel.
011/959.684.2
Tre premi di eccellenza
artigiana della Regione
ne attestano la qualit
e la professionalit
OGGI E DOMANI A CARMAGNOLA LA XXIV EDIZIONE
Ortoflora&Natura
unmondoverde
A CASCINA VICA, RIVOLI
PasticceriaCatiae Roby
dolci sorprese di Pasqua
2
U
W
R
I
O
R
U
D
1
D
W
X
U
D

2
U
W
R
I
O
R
U
D
1
D
W
X
U
D

14 MO$TRA
MERCATO REGIONALE
Orario: 9,00-19,30
INGRE$$O 1,$0 - Gratuito fino a 11 anni
&LWWjGL&DUPDJQROD
$VVHVVRUDWRDOOH0DQLIHVWD]LRQL
$JULFROWXUD &RPPHUFLR
3UR/RFR&DUPDJQROD
2UWR*LDUGLQR3DUFR 2UWR*LDUGLQR3DUFR
&LWWjGL&DUPDJQROD
$VVHVVRUDWRDOOH0DQLIHVWD]LRQL
$JULFROWXUD &RPPHUFLR
3UR/RFR&DUPDJQROD
&RQLO3DWURFLQLRGL &RQLO3DWURFLQLRGL
3I hlI0
I llI0 20I2
&$50$*12/$
PAPCO CASC|NA v|GNA
3I hlI0
I llI0 20I2
&$50$*12/$
PAPCO CASC|NA v|GNA
HOOHGL $UWL *UDILFKH &DUPDJQROD
,1)2
Te|. O11.972427O/222
Ce||. 334.3O4O338
www.comune.carmagno|a.to.lt
,1)2
Te|. O11.972427O/222
Ce||. 334.3O4O338
www.comune.carmagno|a.to.lt
SOLESA S.r.l.
Tecnologie dal sole
Headquarter:
Piazza Vittorio Veneto 12
10123 Torino (IT)
www.solesa.eu
TORINO - Via Giordano Bruno, 70 - Tel. 011 3153411
TORINO - Via Reiss Romoli, 130 - Tel. 011 2253311
GRUGLIASCO - C.so Allamano, 70 - Tel. 011 4066511
VIA SESTRIERE, 61
TEL. 011.9596842 - RIVOLI (TO)
Pasqua che passione!!
Il mastro pasticciere
propone la casa di
Hello Kitty!
74
PUBLIKOMPASS
SPECIALE EVENTI E PASQUA SERVIZI PROMOZIONALI
T1T2 PR
LIBRI
Contro la violenza
Alle 14, Eve Ensler, gi autrice
de I monologhi della vagina,
presenta il libro da lei curato,
Se non ora quando? Contro
la violenza e per la dignit del-
le donne, edito da Piemme.
Interviene Chiara Saraceno,
modera Valeria Gennero, let-
ture di Daniela Pieperno.
Circolo dei Lettori
via Bogino 9
SPETTACOLI
Babuin
Per la stagione di SantiBrigan-
ti, oggi e domani alle 21, Mauri-
zio Bbuin presenta Adam
Eterno da Patrick Mc Cabe.
Riduzione, adattamento e re-
gia di Maurizio Bbuin e Su-
sanna Garabello. Musiche ori-
ginali Marco Trivellato.
Settimo, Teatro Garybaldi,
via Garibaldi 4
MUSEI
Luccichio lunare
In occasione della mostra Sa-
cro alla luna, alle 11 in pro-
gramma Luccichio lunare: vi-
sita e conversazione con Gian-
franco Fina, curatore dellespo-
sizione. Tel: 011/837.68.85.
Museo Accorsi-Ometto
via Po 55
Cioccolato
Alle17si inauguraLaRoccanel-
luovo di Federico Bregolato. Il
giovane artista ha realizzato un
mezzouovopasquale di cioccola-
to, del peso di un quintale e alto
quasi unmetro, che racchiude al
suo interno una fedele riprodu-
zioneincioccolatodellaRocca.
Borgo Medievale
Cucine reali
Dalle 10 alle 17,30, visite guida-
te a cura dellassociazione
Amici di Palazzo Reale, dal ti-
tolo: Alla scoperta delle cuci-
ne reali e dellappartamento di
Madama Felicita.
Palazzo Reale
piazzetta Reale
VARIE
Bridge
Sono aperte le iscrizioni al tor-
neo di bridge benefico a coppie
libere, organizzato dal comita-
to femminile della Croce Rossa
Italiana di Torino per luned 2
aprile al Circolo di via Magen-
ta 19. Tel: 011/244.54.27; iscri-
zioni anche in sede di gara.
Vita di corte
Dalle 10,30 alle 12,30 e dalle
15,30 alle 17,30, laboratorio
per famiglie proposto dedica-
to al rito del banchetto. Traen-
do ispirazione dallallestimen-
to della Rocca, i bambini sco-
priranno i segreti della prepa-
razione della tavola e modelle-
ranno stoviglie come ciotole o
brocche decorandole secondo
il gusto medievale. Costa 4 eu-
ro; tel: 011/443.17.01.
Borgo Medievale
Caccia al tesoro
Dalle 10,30, Il grande gioco
del lumpi lumpi, con lettura
di storie e caccia al tesoro. Per
bambini dai tre anni. Tel:
011/819.63.86.
Libreria Borgop
Via Ornato 10
Disegno
Dalle 17 alle 19, Disegno For-
ma Colore: corso per bambi-
ni da 6 a 11 anni, condotto dal
grafico Stefano Sassi. Costo:
12 euro. Tel: 011/853.670 o
348/764.39.16.
Green Box, via SantAnsel-
mo 25
Danze
Dalle 10 alle 12,30, workshop
di danze irlandesi aperto a tut-
ti; tel: 338/476.98.76.
Oratorio S. Felice
via Giusti 8
Uova benefiche
Sono in vendita uova e ovetti
di Pasqua di Guido Gobino: il
ricavato sosterr le attivit a
favore delle famiglie con bam-
bini malati. La vendita si svol-
ge oggi dalle 15 alle 19 e dal lu-
ned al venerd dalle 9 alle 19 (il
6 aprile solo in mattinata).
CasaOz
corso Moncalieri 262
acura di Silvia Francia
giornonotte@lastampa.it
DO LU MA ME GI VE SA
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
:
31
Panini Tour
Loscambiodi figurine
riunisce padri e figli
In piazza Vittorio lappuntamento per appassionati e collezionisti
Marzo
TIZIANA PLATZER
Tutti pronti, pollici ben olia-
ti e destrezza nelle mani per
far correre i volti e le maglie -
a volte pi quelle che le facce -
come i migliori croupier: via,
si torna al tavolo del celo-celo-
manca. S, perch riecco in
piazza Vittorio, oggi e domani
dalle 10,30 alle 19,30, il Pani-
ni Tour, che arriva a Torino
dopo una cinquantina di date
in tutta Italia e dunque con un
bottino da far diventar matti
gli appassionati delle figu
calcistiche. Attorno al grande
stand, che altro non avrebbe
potuto essere se non una sca-
tole di bustine gigante, si d
appuntamento il concentra-
mento di tifosi da album, dai
ragazzini fino agli over senza
limiti anagrafici, perch alle fi-
gurine dei calciatori non c
et che sappia resistere.
Come funziona
Il sistema della Panini sem-
plice, pensato per divertirsi,
oltrech essere un perfetto
meccanismo promozionale
per il lancio di Calciatori
2011-2012, ovvero la 51 edizio-
ne della mitica collezione sul
campionato di calcio nostra-
no: basta presentarsi al tavolo
con dieci figurine doppie per
richiedere, e ottenere fino ad
esaurimento, quelle che man-
cano a chiudere lalbum. Puro
e esclusivo baratto, con
lazienda e con tutti quelli che
si incontrano in piazza. Occa-
sione piuttosto unica avere a
disposizione la scelta dei 744
francobolli formato gigante
sui giocatori di Serie A e B, I e
II divisione di Lega Pro, Serie
D e Serie A femminile, tutto
da raccogliere in 128 pagine.
Non basta, lultima collezione
ha puntato anche sulla squa-
dra degli arbitri, sulle azioni
pi spettacolari di 10 protago-
nisti in campo e su 16 campio-
ni che negli ultimi dieci anni di
A sono risultati i migliori. Ce
n per tutti i cuori, e in ogni
citt toccata dal tour il popolo
tifoso delle figurine sceglie il
suo mito, quotazioni in rialzo da
Totti a Del Piero. Nuova pure la
proposta di un corner per scam-
biare le figurine dedicate agli
animali di Zampe & Co, e qui
bambine e ragazzine avranno
spazio pifacile.
Giochi e quiz
La due giorni avr una cornice
di gioco con animatori dai pie-
di doro per offrire agli spalti
di piazza azioni a rete e mirabi-
lie con la sfera, inoltre il pubbli-
co potr mettersi alla prova
con i quiz dai premi in gadget e
domani, fin dal mattino, inter-
valli con le esibizioni di un free-
styler. Gli adulti con lo sguardo
da bambini e i bambini in pa-
ziente fila con i grandi potran-
no scambiare gli introvabili e
i numeri uno seduti ai tavoli at-
torno allo stand, aria perfetta
per pap e figli.
ISfida a colpi di carte e
magie, ma non un semplice
gioco, una vera prova di abili-
t a suon di tattica, strategia,
astuzia e concentrazione: og-
gi e domani, dalle 10, al Lin-
gotto Fiere (padiglione 5, via
Nizza 230) si anima il Grand
Prix Magic : The Gathering, la
tappa del torneo europeo del
gioco di carte fantasy. Solo
per dare unidea, sono segna-
lati 12 milioni di giocatori nel
mondo e 12 miliardi le carte
vendute nei 67 paesi in cui il
gioco diffuso nelle 9 lingue
in cui tradotto. Per questo il
torneo uno degli appunta-
menti pi attesi, in Italia che
seconda solo agli Stati Uniti
con oltre 100 mila giocatori e
9000 tornei organizzati ogni
anno. Al Gp torinese, aperto a
tutti, c un montepremi di 30
mila dollari e i primi 4 classifi-
cati avranno laccesso alla
prossima data, oltrech possi-
bilit di scambio e tornei ama-
toriali per i principianti. [T.PL.]
Sab. 31
Lingotto Fiere
Grand Prix Magic con le carte fantasy
Finire lalbum
Bastapresentarsi al tavolocondieci figurinedoppieper e ottenere, finoa
esaurimentodellescorte, quelleche mancanoper completarelaraccolta
blocknotes
SABATO31 MARZO2012 Giorno e Notte 75
LA STAMPA
T1 T2PRCV
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA76 T1T2 PRCV
S
port
ENRICO ZAMBRUNO
Sei punti da difendere in sei
giornate. Questa la missio-
ne che ha in testa la Banca
Reale Yoyogurt Giaveno,
che nel tardo pomeriggio
odierno parte per Crema,
dove domani (ore 18) affron-
ter lIcos, sua diretta inse-
guitrice. Le valsangonesi
hanno 62 punti, le lombarde
56: lo scontro diretto, vali-
do per la 25 giornata di se-
rie A2 femminile, in chiave
promozione fondamenta-
le. Perch, in caso di vitto-
ria, Luciani e compagne da-
rebbero un ulteriore segna-
le al campionato, fino ad
ora perfetto.
La gara difficile. Cre-
ma, che ha spesso tantissimi
soldi per allestire la squa-
dra, non si aspettava di arri-
vare al big-match da insegui-
trice. Perch se puoi dispor-
re di giocatrici come Togut,
Secolo, Rondon e Paolini hai
solo un comandamento: vin-
cere. Giaveno, oltre che per
la classifica, oggi scende in
campo anche per vendicare
il ko dellandata (2-3), luni-
co interno della regular sea-
son. Nei match a seguire, le
biancoazzurre non hanno
(quasi) mai sbagliato niente.
Merito anche di una condi-
zione fisica eccellente, impo-
stata dal preparatore atleti-
co Silvano Cosentino, cunee-
se ex Fenerbahce ed Eczaci-
basi Istanbul.
Bruno Napolitano con-
sapevole della difficolt del-
la sfida. Andiamo a Crema
consci del nostro valore. Af-
fronteremo una squadra
fortissima, costituita da signi-
ficative individualit, ma
sbarchiamo in terra lombar-
da con lintenzione di dire la
nostra. Finora abbiamo otte-
nuto risultati straordinari,
che stanno andando ben ol-
tre pi ogni rosea aspettati-
va. Dobbiamo mantenere al-
ta la concentrazione.
Anche Michela Molinengo
positiva. Con la coesione e
la grande determinazione sia-
mo riuscite a conquistare la
leadership, che a inizio stagio-
ne non era cos sicura. A Cre-
ma per serve unaltra super
prestazione globale.
PAGINA A CURA
DI SILVIA GARBARINO
Sono cominciati nel migliore
dei modi i Campionati italia-
ni primaverili giovanili per le
nuotatrici torinesi. Ad aprire
le danze stata Beatrice Fas-
sone (Rari Nantes Torino),
pi veloce di tutte nei 50stile
libero tra i Cadetti (25"57).
Sul podio di Riccione anche
Eleonora Costa (Centro Nuo-
to Torino), terza in 25"79.
Nei 100 rana Junior anno
1997, titolo italiano in
1'09"59 per la promettente
Silvia Guerra (Rari Nantes
Torino). Un successo arric-
chito dal terzo posto nei 200
misti, chiusi in 2'18"36. Fe-
steggia anche Simona Paul
(Centro Nuoto Torino), vinci-
trice per distacco dei 200 far-
falla col tempo di 2'15"54.
Bronzo per Francesca Cristet-
ti (Rari Nantes Torino) nei
400 stile libero in 4'18"47.
A completare il quadro, ci
hanno pensato le staffette
4x200 stile libero. Tra i Ca-
detti, primo posto per la Rari
Nantes (DAmato, Corapi,
Rucci, Fassone) davanti al
Centro Nuoto (Lupi, Costa,
Palmieri, Barbieri). Per la Ra-
ri Nantes (Cristetti, Nata,
Dalla Riva, Lanzillotti) anche
un terzo posto nella catego-
ria Juniores. Oggi (ore 9): 100
do, 200ra, 4x100 sl. Pomerig-
gio (ore 16:30): 100 fa,
400mx, 200 sl. [A. DOL.]
Per le vostre
segnalazioni scrivete a
sporttorino@lastampa.it
DOMENICO LATAGLIATA
A Matera, nella citt dei sassi
dichiarata nel 1993 dallUne-
sco Patrimonio dellUmanit,
la ZeroUno Torino potrebbe
stasera avere la certezza ma-
tematica del secondo posto
nella divisione Nord Ovest del-
la DNA: a due giornate dal ter-
mine della stagione regolare,
infatti, i torinesi hanno due
punti in pi rispetto a Trevi-
glio nei cui confronti vantano
anche il vantaggio degli scon-
tri diretti. Vincere oggi, con-
tro una formazione che quin-
ta nel proprio gruppo, equivar-
rebbe quindi a festeggiare in
anticipo di un turno il raggiun-
gimento di una posizione cer-
tamente vantaggiosa nei
playoff che metteranno in pa-
lio tre posti nella prossima Le-
gaDue. Per loccasione, Tori-
no dovrebbe essere al comple-
to anche se un po acciaccata:
Giadini soffre ancora di mal di
schiena, Fon-
tecchio con-
vive con una
tendinite al
ginocchio e
Conti ha le
caviglie un
po' ballerine
da dieci gior-
ni a questa
parte. Senza
stravizi, sapendo che eventual-
mente ci sar ancora limpe-
gno casalingo contro San Se-
vero per mettere in cassaforte
la seconda piazza, dovrebbero
per essere tutti della partita
e poter dare una mano.
La partita - come tutte
quelle di Dna, Dnb e Dnc -
prender il via con due azioni
di protesta (palla lasciata a
met campo da entrambe le
formazioni) volte a esprimere
il dissenso di tutte le societ
della Lega Nazionale Pallaca-
nestro nei confronti dellenne-
sima riforma dei campionati
voluta dalla Fip.
IUn altro dei segreti dei
successi valsangonesi Stefa-
no Caire, vice di Bruno Napo-
litano. Torinese doc, ex palla-
volista e beacher, da poche
settimane ancheil nuovoal-
lenatoreinsecondadella Bul-
garia. Far il vice a Marcello
Abbondanza, attuale tecnico
di Villa Cortese. Per Caire si
tratta della prima esperienza
a livello internazionale. So-
no molto feli-
ce - spiega -,
un traguardo
importante e
presti gi oso.
Ora per sono
concentrato
solo su Giave-
no. Domani comincia il rush
finale, alla Bulgaria ci pense-
r una volta finito il torneo
cadetto. [E. ZAM.]
I numeri della Dinamica Tori-
no, fino a questo momento, so-
no impressionanti. Trenta
punti in classifica, con 10vitto-
rie in altrettante gare, com-
presa quella pesantissima a
Piacenza. Miglior difesa con
53 reti subite, a fronte del se-
condo attacco con 118 gol. Tut-
to questo vale il primo posto
in serie C maschile, che giun-
ge oggi all11 giornata. Alla pi-
scina Monumentale (ore 18; in-
gresso gra-
tuito) lasqua-
dra allenata
da Garibaldi
ospita lOsio,
gi travolto
al l andat a
14-3.
Un match
sulla carta
semplice, da
vincere a tutti i costi per tene-
re laltra candidata di spicco
alla promozione - Piacenza - a
distanza di sicurezza, finora
di 6 punti.
Quella della Dinamica s
una bella favola, ma soprat-
tutto una bella realt. Oltre a
capitan Daniele Staiano, ex
Regalidea Torino '81 e vero e
proprio faro della squadra, la
rosa rossobl formata da
atleti che viaggiano nella fa-
scia di et tra il 1988 e il 1993,
ai quali si aggiungono altri
tre 1994. Fino ad ora, alla pi-
scina Monumentale, nessuna
formazione riuscita a met-
tere in difficolt il settebello
subalpino. I risultati parlano
chiaro: dopo il 19-3 alla Boc-
coni, sono seguiti i 10-3 alla
Farnese, 9-5 al Monza, 10-8
alla Canottieri Bissolati e
10-2 al Treviglio.
Sempre, o quasi, passeg-
giate di salute. E cos, se i ri-
sultati continueranno ad es-
sere questi, il prossimo an-
no Torino potrebbe ritro-
varsi con una squadra in A2
e laltra in B. Non succede
da anni. (E.ZAM)
Molinengo lexdi turno
Michela Molinengo, ruololibero, cuneese, 33anni, hagiocatola scorsa stagioneallIcos
Cremaprima di approdare aGiaveno. Ha ungrande esperienza dellacategoria.
Volley, A2 femminile
GiavenocercaaCrema
unadolce vendetta
Valsangonesi prime, lombardesecondea-6. Lunicostopbruciaancora
Nuoto, tricolori giovanili
Fassone e Guerra
bracciate vincenti
sportflash
Bocce: CoppaItalia, inizia la sfida a Ivrea
IChiuse le porte al Campionato di societ con la vittoria del
B.R.B. Ivrea, si aprono quelle della Coppa Italia Ovest. Ed proprio
la squadra eporediese, con la collaborazione del comitato tecnico
territoriale Canavesano che organizza la 1 prova con 31 quadret-
te partecipanti. Oggi dalle 14 alle 19,30 sui bocciodromi di: Salas-
sa, Rivara, San Giorgio C.se fino agli ottavi. A seguire i quarti
(21,30-24) a Salassa. Domenica 1aprile semifinali (9,30-12) e fina-
le (15-17,30). La seconda prova a Perosa Argentina (21/22 aprile).
Personaggio
Caire, vice coach della Bulgaria
Basket, Dna
Pms a Matera
per ipotecare
i playoff
Parente
Pallanuoto, serie C
Dinamica
nonvuole
perdere ritmo
Primavera
Juve ospita Sassuolo
ITorna in campo la Prima-
vera della Juventus, dopo il ko
in Coppa della scorsa settima-
na. I bianconeri oggi alle 15, sul
campo del Chisola, ospitano il
Sassuolo. Il Torino impegnato
aGenovacontrolaSampdoria.
Sci, Italiani Children
Podi dei torinesi
IA Tarvisio, nel gigante
Allievi terzo posto per il val-
susino Mirko Vallory (Bardo-
necchia), nel superGRagazzi
secondo posto per Matteo
Franzoso (Sestriere).
Atletica leggera
Occhio a Quazzola
IOggi e domani, allo sta-
dio Nebiolo, riunione di catego-
rie giovanili e assolute. Da te-
nere docchio Italo Quazzola
(Atl. Piemonte) nei 3000 me-
tri e Laura Oberto (Atl. Cana-
vesana) nellalto e giavellotto.
Calcio, Eccellenza
Risultati
ITurno infrasettimanale:
Borgaro-Gassino 2-3; Aira-
schese-Libarna 1-0; Chera-
schese-Pinerolo 0-2; Mirafiori-
Castellazzo 1-3; Rivoli-Lucen-
to 0-5; Saluzzo-Chisola 0-0.
Calcioa cinque, serie B
Ultime chance
INella 25 e penultima gior-
nata (ore 15), al PalaWave il
Rosta Torino ospita il Caglia-
ri, il CLD Carmagnola impe-
gnato a Genova.
Football americano
Rivoli esordio in casa
IDoppio impegno per le to-
rinesi: i Rivoli Blacks, che han-
no perso il primo incontro,
esordiscono oggi (ore 21, viale
Radich a Grugliasco) davanti
al pubblico amico contro i Le-
gnano Frogs; i Giaguari Tori-
no, ancora imbattuti, fanno vi-
sita ai Mastini Verona per lo
scontro al vertice del girone.
Hockey inline, serie A2
Draghi sfida clou
II Draghi Torino affronta-
no stasera (ore 20, via Trecate
46) la Polisportiva Molinese in
una sfida cruciale per salire in
A1: i toscani, primi nella poule
promozione hanno un punto di
vantaggio sui ragazzi di Vacca-
rino, a tre giornate dalla fine.
Softball, serie A
La Loggia a S.Marino
ILe ragazze del Rhibo La
Loggia giocano alle 16, fuori ca-
sa, contro il San Marino, dopo
la vittoria dello scorso week
end contro il Legnano.
Basket
Pfp impegno duro
INel 10 turnodi ritorno, im-
pegno proibitivo per la Officine
Gaudino Pfp. Le piemontesi so-
no di scena al PalaDozza (ore
18) controlacapolistaBologna.
Rugby
La Drola vs Beinasco
IOggi (ore 15,30) presso la
Casa circondariale Lo Russo
e Cutugno La Drola-Beina-
sco, terzultima contro ultima.
Caire
Campobasso
.
SABATO31 MARZO2012 Sport Cronaca 77
LA STAMPA
T1 T2PRCV
78
.
Doveandiamo
.
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1 CV PR T2
Eventuali errori e variazioni nei programmi
sono causati dalla non tempestiva comu-
nicazione delle emittenti.
TELESTAR 13.30 Tg 9 Telegiornale; 20.00 Tg
9 Telegiornale; 1.30 Tg 9 Telegiornale;
TELECUPOLE 13.30 Ballando Le Cupole - Re-
plica; 16.00 Informazioni Commerciali; 17.00
Car Show; 18.30 Agrisapori; 19.00 Coming
Soon; 19.15 Biettivo Agricoltura; 20.30 Tine-
rari Viaggio Nel Bel Paese; 21.00 Scacciapen-
sieri; 23.00 Tg4 Notiziario; 23.30 Piemonte
Notizie; 1.00 Coming Soon; 1.30 Dimensione
Vintage - Fuori Strada In Video;
TELECITY 19.00 Tg 7; 19.30 Diretta stadio;
20.00 Superboy; 23.30 Film;
VIDEOGRUPPO 7.00 Shopping; 12.00 Auto-
moto Channel; 14.30 Shopping; 19.30 Qsvs
Sabato; 23.00 Tl Motori; 24.00 Shopping;
PRIMANTENNA 13.35 Primanews - Magazi-
ne; 13.50 Mosaico; 14.00 Primantenna Shop-
ping; 19.20 Primanews - Magazine; 20.00
Lappetito Vien Cantando; 21.30 La Vetrina
Della Musica; 23.00 Bazar; 23.30 Peperine
Show; 23.55 Autoccasioni; 0.30 La Notte Di
Primantenna;
QUARTA RETE 14.30 Baumiao; 15.00 Affari
doro; 17.00 K2; 19.00 Porte Aperte A Palaz-
zo Lascaris; 19.15 Le Teorie Di Darwin; 19.45
Tg Events; 20.00 Tie Break; 21.00 Zenzero;
22.15 Ciau Bale; 22.30 Balon 24; 23.00 Antro-
pos; 24.00 Le auto della settimana; 0.30 Pec-
cati Di Gioventu; 2.00 Affari doro;
TELETIME 9.00 Film; 12.00 Film; 14.30 Film;
22.30 Film;
QUINTA RETE 14.30 Pomeriggio con Quinta-
rete; 19.00 Videoricette Gusto Tv; 19.25 Il
vangelo tra la gente; 19.40 Rotocalco + Paesi
in festa; 20.10 Girovagando; 20.40 Patrimo-
nio dellumanit; 21.00 Rotocalco; 21.30 Le
meraviglie del cosmo; 23.00 Latin lover;
23.30 Enjoy tv; 24.00 Classifica Exito Latino;
QUADRIFOGLIO - TV14.00 Sport; 16.00 Spe-
ciale cinema; 16.30 Approfondimenti; 17.45
Speciale cinema; 18.00 Videoone; 18.30 Un
libro per amico; 19.00 News Asl; 19.30 Pie-
monte Oggi; 20.00 Documentario; 20.30 Gi-
rovagando; 21.00 Musica; 22.00 Cos casa;
23.00 Piemonte Oggi; 24.00 Blu Italia;
RETE CANAVESE 20.00 Telenovela; 20.30
Azzurro cielo; 22.30 Telegiornale; 23.00 Le
auto della settimana;
G.R.P. 7.00 Territorio; 12.30 Le Auto della
Settimana; 13.00 Monitor 7 gg.; 16.00 Music
cocktajl; 18.30 Monitor 7 gg; 20.30 Oltre la
rete; 21.30 Notte Cabaret;
RETE 7 19.00 Tg Informa 7; 19.30 La tv dei ra-
gazzi; 20.45 Il figlio di Django; 23.00 Agrisa-
pori; 23.30 Shopping;
INTV 15.00 Programmi Telepace; 19.00 Tg;
20.15 Coming soon; 20.30 Programmi Tele-
pace; 22.45 Rubrica dauto;
TELESUBALPINA-TORINO 7.00 Tg Roller;
8.00 Rassegna Stampa Storia Tra Le Righe;
8.30 Santa Messa; 13.00 Vie Verdi; 13.30 Il
Giorno del Signore; 13.45 Tg Flash; 14.00
Mucco Pallino; 18.15 Mapper; 19.00 Il Giorno
del Signore; 19.15 Tg Notizie Diretta; 23.30
Tg Notizie;
TELESUBALPINA 2 8.00 Chiesa nella citt;
13.00 Documentario natura; 18.00 Mondo
Agricolo; 19.45 Novastadio;
VIDEONORD20.00 Meteo - Lotto in salotto -
Cartoni animati - Rond - Soldi - 6 con Di
Pietro; 22.30 Shopping - Redazionali; 23.30
Meteo;
MOTORITV 6.00 Tg Motori; 6.30 Hard trek;
7.00 Autoccasioni; 7.30 Hard trek; 8.00 Tg
Motori; 8.10 La vetrina dellauto; 9.00 Tg
Motori; 9.15 La vetrina dellauto; 10.00 Hard
trek; 10.30 Autoccasioni; 12.00 La vetrina
dellauto; 14.30 Aggiudicato a; 20.00 Au-
toccasioni; 20.30 La vetrina dellauto; 21.35
Hard trek; 24.00 Autoccasioni; 0.30 La vetri-
na dellauto; 2.00 Notte motori;
TELESTUDIO 12.30 A gentile richiesta; 13.35
Rotocalco dinformazione; 14.00 Rotocalco +
meteo + oroscopo; 14.30 Classifica Bj Zone;
15.30 Pomeriggio con Telestudio; 18.35 Vi-
deoricette Gusto tv; 18.45 Il vangelo tra la
gente; 19.00 Rotocalco + Paesi in festa; 19.30
Racing team; 20.00 Hard trek; 20.30 Rotocal-
co; 21.00 Pianeta Salute; 21.30 Incontri; 22.00
A tambur battente; 23.00 Infinito Planetario;
23.30 Latin lover; 24.00 Turbo Channel; 0.30
Racing team; 1.00 Radio santec; 2.00 Lunga
la notte
Proposte culturali
ALFA TEATRO TORINOViaCasalborgone, 16/I -
10132 Torino (To) - Tel. 011.8193529 -
011.19504896. Fax 011.19503077 - Mob. +39
333.7064407.
Sono aperte le pre-iscrizioni per il Corso prope-
deutico di teatro della stagione 2012/2013. Il
corso rivolto in modo particolare a tutti
quelli che amano il teatro. Le materie affron-
tate: recitazione, improvvisazione, brevi cen-
ni di dizione, portamento e carattere. Il corso
ha cadenza settimanale, il luned, dalle 20.00
alle 23.30 da ottobre a fine maggio. Lezioni
da 3 ore e 30 minuti ciascuno. Direttore del
corso sar Marco Grilli. Corso di teatro per
bambini: rivolto ai pi piccoli, di et compresa
tra i 7 e i 12 anni. E particolarmente adatto
per sviluppare le capacit comunicative ed
espressive. Le materie affrontate: recitazione,
espressione corporea e improvvisazione. Il
corso ha cadenza settimanale, il marted, dal-
le 17.00 alle 19.00, da ottobre a maggio (alle
16.30 merenda tutti insieme). Il laboratorio
tenuto da Marco Grilli e Katia Bonifaci.
ASSOCIAZIONE CULTURALE A.G.S.T. pro-
pone un Laboratorio Teatrale presso lAu-
ditorium della Cascina Marchesa in C.so Ver-
celli 141, Torino il luned dalle 18,30 alle 20,00
a partire dal 16 ottobre per 25 incontri ed
aperto a tutti senza limiti di et. Il laboratorio
sar condotto da Augusto Grilli, attore e regi-
sta. La partecipazione prevede uniscrizione
del costo di euro 50,00. Per informazioni e
iscrizioni tel. 011.8197259.
EIKONTEATRO (Via Bertola 57 - Torino Tel.
0119703785). Aperte iscrizioni ai corsi tenuti
da Ivo De Palma: doppiaggio, adattamento
dialoghi, recitazione radiofonica, re-
citazione cine-televisiva e Voce in Azione.
www.eikonteatro.com Iscrizioni: infocor-
si@eikonteatro.com.
OASI (Via Saluzzo, 23 - Torino tel. 011
669.95.94) oasi@oasitopos.eu. eu. Sabato e
domenica 21 e 22 aprile e 5 e 6 maggio, Inpub-
blico, corso di public speaking (con Silvia Ian-
nazzo, 24 ore, h. 10-17). Da fine maggio ad ini-
zio luglio, stages di Recitazione cinetelevisiva
(con Tatiana Lepore, 32 h. Intensive nei
weekend, livelli intermedio e avanzato). Tutto
presso Topos, in Via Pinelli 23 a Torino.
SANTIBRIGANTI TEATRO (Via Artisti, 10 - To-
rino, Info 011.643038 (da Lun. a Ven. 10-13 14
18) - www.santibriganti.it). Residenza Munici-
pale di Caraglio, Busca, Valli Grana e Maira sta-
gione201213aprileore21MaurizioBbuinin
AdamEterno da Patrick Mc Cabe. Informazioni
tel.011.643038 (da Lun. a Ven. 10-13 1418).
TEATRANZARTEDRAMA (Via Palestro, 9,
Moncalieri (TO) tel. 011 645.740 - www.tea-
tranza.it). XXV Anno Corsi di Formazione Tea-
trale 2011/2012 prossimamente seminari su
commedia dellarte, avvicinamento al teatro,
dizione ed uso della voce, parlare in pubblico
CineLAB il sabato dalle 10 alle 15; informazioni
ed iscrizioni www.teatranza.it tel.011.645740
(luned venerd 14 18).
TANGRAM TEATRO(Via Don Orione 5 Torino
tel. 011.338698) Sono aperte le iscrizioni al
Corso di dizione ed uso della voce del Tangram
Teatro Torino 16 incontri a cadenza settima-
nale in orario serale. Informazioni e costi al n
011/338698 dal luned al venerd (9-13 e 15.30-
19). www.tangramteatro.it
TOPOS (Via Pinelli, 23 - Torino tel. 011
76.00.736 - topos@oasitopos.eu). Oggi e 21
aprile, Vedere bene senza occhiali (seminari di
consapevolezza visiva con il Metodo Bates,
condotti da Amalia Gorni, h. 10 - 18.30). Do-
menica 1 aprile, giornata di Costellazioni fa-
migliari (con Daniella Conti, h.10-18.30). Do-
menica 22 aprile, Stress senza stress (semina-
rio di kinesiologia con Chiara Mattea, h.9.30 -
18.30). Da venerd 4 maggio, percorso d for-
mazione professionale in Touch for health
(con Chiara Mattea, 80 h, un weekend al me-
se). Da venerd 4 maggio, Yoga per il benesse-
re femminile (con Francesca Magnone, 4 In-
contri di 75', venerd 18.15-19.30). Domenica
6 maggio, Inner Sun(giornata esperienziale di
Coscienza solare, con Manuela Zavan) Per
informazioni pi dettagliate: www.oasito-
pos.eu.
LeTVprivate
RITROVI
AMERICA 011.4477171 I Lollypops.
BOLERO MUSIC HALL ore 15,00 -
ore 21,00.
CLUB 84 tel. 011.6699560. Ore
15,30 & 21 Veruska.
GARDEN 15 - 21 Gino e Diversi.
LE ROI ore 15 Piero Buscemi. Ore
21 Gran Sabato cav. Euro 15,00 -
dama omaggio. Via Stradella 8
(To) - Tel. 011.2409241.
PIPER VIGONE tel. 011.9801402
ore 21 liscio & revival con Orch.
Luca Frencia, disco latino ameri-
cani - 2 sale.
TANGO grande serata di ballo con
Orch. Bandanas h. 21.
GALLERIE
PIRRA Maggie Taylor.
ASSOCIAZIONE LIGURE
E PIEMONTESE GALLERIE
DARTE MODERNA
E CONTEMPORANEA
CARLINAPersonale di Park Eun Sun.
LA MIGLIORE COMMEDIA DELLA STAGIONE
REPOSI - UCI LINGOTTO - UCI MONCALIERI
ROMANO - DUE GIARDINI - F.LLI MARX
UCI LINGOTTO - UCI (Moncalieri)
Per le proiezioni scolastiche
chiamare il numero verde 800 59 26 00
Un film fatto per la Meglio Italia
Alberto Crespi - LUnit
Mastandrea e Favino memorabili
Fabio Ferzetti - Il Messaggero
Narrato col distacco di chi non si lascia prendere
dalla superficie dei fatti Dario Fo - LEspresso
PER LE SALE CONSULTARE LELENCO DEI CINEMA
NAZIONALE
IN ESCLUSIVA
IL FILM UN VERO GIOIELLO
Corriere della Sera
VACANZE
SPORTIVE
2012
www.summersport.it
C
o
m
in
g
S
o
o
n
TORINO
S T O R E
SCAVOLINI STORE
TORINO LINGOTTO
Via Spotorno, 1 (ang. Via Biglieri)
Tel. 011.676373
EROTIC SHOW
LAP DANCE
ADDII AL CELIBATO
CENE SEXY
SAMARAS SHOW ORIGINS
Via Camerana 11 Torino
tel. 011.562.3574
APERTOTUTTI I GIORNI 22.30 - 04.30
ANCHE POMERIGGIO 17.00 - 19.00
4 e 5 Aprile
la duchessa
del porno
LUANA
BORGIA
4 e 5 Aprile
la duchessa
del porno
LUANA
BORGIA
c.so Casale, 52 10131 Torino Tel. +39 011.819.89.74 Associato F.I.M.A.A.
www.professioneimmobiliare.eu
SCEGLI IL CINEMA
Dove c' fantasia
per la tua fantasia.
205
PER LE SALE CONSULTA LELENCO DEI CINEMA
PER LE SALE CONSULTARE ELENCO CINEMA
CITYPLEX MASSAUA - GREENWICH - IDEAL
REPOSI - THE SPACE - UCI LINGOTTO
PER LE SALE IN 3D CONSULTA LELENCO DEI CINEMA
CITYPLEX MASSAUA - ELISEO - GREENWICH
IDEAL - REPOSI - THE SPACE - UCI LINGOTTO
CASTELLO DI PIEA (AT) CASTELLO DI PIEA (AT) CASTELLO DI PIEA (AT)
IL NARCISO INCANTATO 3
a
EDIZIONE
Eccezionale fioritura di oltre
25.000 NARCISI ed altre variet
floreali nel Parco del Castello
Proposta: Menu RISVEGLIO DI PRIMAVERA
(su prenotazione)
+ visita guidata al Castello Euro 20,00
Valido anche per Pasqua e Pasquetta
Ingresso Parco Euro 5,00
Castello + Parco Euro 9,00
Orari: da luned a venerd 14,30 - 19,00;
sabato e domenica 10,30 - 19,00
Per informazioni: Tel. 0141.901641 / 392.6194165
Piazza Italia, 3 Piea (AT) www.castellodipiea.com
REPOSI - MASSIMO - AMBROSIO
F.LLI MARX - DUE GIARDINI - UCI (Moncalieri)
SEVEN MOTORS
10099 San Mauro (TO) - strada Settimo, 336/A
10024 Moncalieri (TO) - corso Trieste, 96
www.seven-motors.it
C.SO TASSONI, 56 - TORINO
Tel. 011.437.77.70
www.santagostinoaste.it
SCEGLI
IL CINEMA
Dove si viaggia
su comode
poltrone
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA79 T1 T2PRCV
Il successo inarrestabile
del francese Quasi amici
I
f
i
l
m
ASIMPLELIFE
Drammatico. Regia di Ann
Hui, ConAndy Laue Deanie Ip. Du-
rata: 117 minuti. Per sessantanni
donna di servizio della famiglia
Leung, Tao decide in seguito a un
malore di lasciare il lavoro per tra-
sferirsi in una casa di cura: Roger,
erede dei Leung, cerca di aiutarla.
Dauna storiavera.
BUONAGIORNATA
Commedia. Regia di Carlo
Vanzina, con Christian De Sica e
Diego Abatantuono. Durata 97
minuti. Dal mattino alla sera di
una qualsiasi giornata italiana,
sette episodi in cui sintrecciano
bizzarri personaggi sparsi per la
Penisola.
CESAREDEVEMORIRE
Drammatico. Regia dei fra-
telli Taviani. Durata: 76 minuti. Gi-
rato nell'arco di sei mesi nella se-
zione di Alta Sicurezza del carcere
romanodi Rebibbia, il filmraccon-
ta la messa in scena del Giulio Ce-
sare di Shakespeare da parte dei
detenuti. OrsodOroaBerlino.
COSAPIOVEDAL CIELO?
Commedia drammatica.
Regia di Sebastin Borensztein,
con Ricardo Darn e Huang Sheng
Huang. Durata: 93 minuti. Segna-
to dallesperienza come soldato
nella guerra delle Falkland, lintro-
verso e spigoloso Roberto il pro-
prietario di un negozio di ferra-
menta. Un giorno entra nella sua
vita un cinese, appena arrivato in
Argentina in cerca dellunico pa-
renteancora vivo.
17RAGAZZE
Commedia. Regia di Delphi-
ne e Muriel Coulin, con Louise
Grinberge Juliette Darche. Durata
87 minuti. In una piccola citt
francese sullAtlantico, diciasset-
te ragazze dello stesso liceo pren-
dono una decisione eclatante: ri-
manere incinte tutte insieme, nel-
larcodi poche settimane.
E NATAUNASTAR?
Commedia. Regia di Lucio Pel-
legrini, conLuciana Littizzettoe Roc-
co Papaleo. Durata 95 minuti. Una
coppia di genitori, lei insegnante e
lui impiegato, scopre che il figlio
unattore porno. GiratoaTorino.
LAFURIADEI TITANI 3D
Avventura. Regia di Jonathan
Liebesman, con SamWorthington e
Ralph Fiennes. Durata: 99 minuti.
Nellantica Grecia il valoroso Perseo
ritorna a combattere per liberare il
padre prigioniero. Secondo capito-
lodellasaga.
GHOSTRIDER- SPIRITOF...
Azione. Regia di Mark Neveldine
eBrianTaylor, conNicolas Cage eCia-
ran Hinds. Durata 95 minuti. Ritorna
Johnny Blaze, il cacciatore di taglie
del diavolo: il leader di un gruppo di
monaci ribelli gli chiede di salvare un
bambino. Nel cast, ViolantePlacido.
HUGOCABRET
Avventura. Regia di Martin
Scorsese, conAsa Butterfielde Chloe
Moretz. Durata: 130minuti. Negli an-
ni Trenta il dodicenne Hugo Cabret
unorfanochevivenascostonellasta-
zione di Parigi e per vivere riparaoro-
logi: la giovane Isabelle lo porter a
conoscereil registaGeorgeMelies.
INTIME
Azione. Regia di AndrewNic-
col, con Justin Timberlake e Aman-
da Seyfried. Durata: 109minuti. Nel-
la Los Angeles del futuro il tempo
denaro: la vecchiaia stata sconfit-
ta, ma solo i ricchi possono vivere a
lungo. Accusato di aver ucciso il suo
benefattore, Will Salas inseguito
dalla polizia. Dirige lo sceneggiato-
re di The TrumanShow.
JOHNCARTER
Fantasy. Regia di AndrewStan-
ton, conTaylor Kitsche LynnCollins.
Durata: 132 minuti. Un veterano
della guerra civile americana si tro-
va improvvisamente su Marte, nel
mezzodi unconflitto. Da unroman-
zodi Edgar Rice Burrough.
MAGNIFICAPRESENZA
Commedia. Regia di Ferzan
Ozpetek, con Elio Germano e Beppe
Fiorello. Durata: 105 minuti. Giova-
ne aspirante attore siciliano a Roma
in cerca di fortuna, Pietro comincia
a lavorare in un forno facendo cor-
netti e affitta a poco prezzo una
grande casa che si riveler straordi-
naria. Dallautore de Le fate igno-
ranti e Mine vaganti.
MARIGOLDHOTEL
Commedia. Regia di John Mad-
den, con Judi Dench e Tom Wilkin-
son. Durata: 123 minuti. Lautore
del premio Oscar Shakespeare in
love descrive la vacanza in India,
nel lussuoso Marigold Hotel, di set-
teattempati signori inglesi.
ILMIOMIGLIOREINCUBO
Commedia. Regia di Anne Fon-
taine, con Isabelle Huppert e Benoit
Poelvoorde. Durata: 99minuti. Le vi-
te assai distanti dellalgida intellet-
tuale borghese Agathe e del rozzo
Patrick sintrecciano.
PARADISOAMARO
Commedia drammatica. Re-
gia di Alexander Payne, con Geor-
ge Clooney e Shailene Woodley.
Durata: 110 minuti. La vita di Matt
King, avvocato di Honolulu, viene
sconvolta dallincidente della mo-
glie, ora in fin di vita: dovr pren-
dersi cura per la prima volta delle fi-
glie, scoprir che la consorte vole-
va chiedere il divorzio.
POSTI INPIEDI INPARADISO
Commedia. Regia di Carlo Ver-
done, con Verdone e Pierfrancesco
Favino. Durata: 119 minuti. Costret-
ti a versare quasi tutto quanto gua-
dagnano alle ex mogli, tre padri se-
parati sincontrano durante la ricer-
ca di una casa in affitto e decidono
di andareavivere insieme.
QUASI AMICI
Commedia. Regia di Olivier
Nakache e Eric Toledano, con
Franois Cluzet e Omar Sy. Durata:
112 minuti. Da una storia vera, il
rapportoche nasce tra il benestante
Philippee Driss, ragazzodi periferia:
dopo un incidente di parapendio
che lo ha reso paraplegico, il primo
assume il giovane come badante
personale. FenomenoinFrancia.
ROMANZODI UNASTRAGE
Drammatico. Regia di Marco
TullioGiordana, conValerioMastan-
drea e PierfrancescoFavino. Durata:
129minuti. Lautore de I centopas-
si e La meglio giovent ricostrui-
sce una triste pagina di storia italia-
na: la strage di piazza Fontana a Mi-
lano, il 12dicembre 1969.
LASORGENTEDELLAMORE
Commedia drammatica. Re-
gia di Radu Mihaileanu, con Lela
Bekhti, Hafsia Herzi. Durata: 125
minuti. In un villaggio rurale ai con-
fini tra Nord Africa e Medioriente,
le donne devono compiere un im-
pervio percorso per prendere lac-
qua: Leila si ribella e convince le
amiche a mettere in pratica lo
sciopero del sesso. Dallautore
de Il concerto.
THEARTIST
Commedia. Regia di Michel
Hazanavicius, con Jean Dujardin e
Brnice Bejo. Durata: 100 minuti.
Divo del muto nella Hollywood de-
gli anni Venti, George Valentin si
trova a fronteggiare lavvento del
sonoroe lascesa di unattrice.
THELADY
Drammatico. Regia di Luc
Besson, con Michelle Yeoh e David
Thewlis. Durata 135 minuti. Lauto-
re di Nikita e Il quinto elemento
ricostruisce la storia di Aung San
Suu Kyi, leader birmana premio No-
bel per la pace 1991 che si oppone
al regimeoppressivodi Rangoon.
THERAVEN
Thriller. Regia di James McTei-
gue, con John Cusack e Luke Evans.
Durata: 111 minuti. Nella Baltimora
del 1849 un serial killer prende
spuntoper i suoi omicidi dai raccon-
ti di Edgar Allan Poe: lo scrittore vie-
necoinvoltonelle indagini.
N
O
N
V
I
S
T
O
N
V
B
R
U
T
T
O
*
M
E
D
I
O
C
R
E
*
*
I
N
T
E
R
E
S
S
A
N
T
E
/
D
I
V
E
R
T
E
N
T
E
*
*
*
B
E
L
L
O
*
*
*
*
A... COME AMBIENTE (corso Umbria 90, telefono 011.070.25.35). Mostra: La scatola magica Viag-
gioalla scoperta della lampadina . Sabatoe domenica 14,3019,30.
ACCADEMIA ALBERTINA DI BELLE ARTI-LA PINACOTECA (v. Accademia Albertina 8, tel. 011 889
020). Orario: dal lun. a sab. 10-18, dom. chiuso.
ARCHIVIODI STATO(piazzaCastello209, tel. 011540382). Mostra: Vietatononsfogliare. Libri speciali in
mostra, fino al 4/4. Orario: da luned a venerd 9-17, sabato e domenica chiuso. Ingresso libero. Sala studio
di piazzaCastelloe viaPiave21. Or.: dal luned al venerd 8,30-18,30; sabato8,30-14, domenicachiuso.
ARCHIVIO STORICO DELLA CITTA (via Barbaroux 32, tel. 011 4431811). Mostra: Torino sotto la ne-
ve, fino al 27/4. Orario: da lun. a ven. 8,30-16,30, sab. e fest. chiuso. Ingresso libero.
ARMERIA REALE (piazza Castello 191, telefono 011 543889). Orario: da marted a domenica e festivi
8,30-19,30; luned chiuso.
BASILICADI SUPERGAE REALI TOMBE DI CASASAVOIA(strada Basilica di Superga 75, telefono 011
8997456). Orari chiesa: luned-venerd 9-12; 15-18; sabato, domenica e festivi 9-12; 15-19. Orari Tom-
be Reali dei Savoia e Appartamento Reale: sabato, domenica e festivi 9,30-19,30. Visite alla Cupola, gio-
ved, venerd e sabato dalle 21,30 alle 0,30.
BIBLIOTECANAZIONALE (piazza Carlo Alberto 3, telefono 011 8101111). Orario: dal luned al venerd
8,30-18,30; sabato 8,30-13,30, domenica chiuso.
BIBLIOTECA REALE (piazza Castello 191, telefono 011 543855). Orario: luned, marted e mercoled
8,15-18,45; gioved e venerd 8,15-13,45; 14-18,45; sabato 8,15-13,45.
BORGOE ROCCAMEDIEVALE (v.le Virgilio- Parco del Valentino, tel. 0114431701). Or.: la Rocca, damar.
adom. efestivi 10-18. Ultimoingresso45minuti prima; luned chiuso. Borgo: Or.: tutti i giorni 9-20.
FONDAZIONEACCORSI OMETTO- MUSEODI ARTI DECORATIVE(via Po 55, telefono 011 8376883).
Mostra: Sacro alla luna. Argenti sabaudi del XVIII secolo, fino al 3/7. Orario: da marted a domenica
10-13; 14-18. Luned chiuso. Solo visite guidate.
FONDAZIONE SANDRETTORE REBAUDENGO(viaModane 16, tel. 011379.76.00). Mostra: Press play.
Larteei mezzi dinformazione, finoal 6/5. Orario: giov. 20-23, ingressogratuito, ven., sab. dom. 12-19, lun.
mart. merc. chiuso.
GALLERIASABAUDA(via Accademia delle Scienze 6, telefono 011 547.440). Chiuso.
GAM(via Magenta 31, tel. 011 4429518). Collezioni permanenti. Domenica ore 16 visita guidata.
Mostra: Strangers. Tra Informale e Pop dalle collezioni GAM . Or.: da mar. a dom. 10-18. Lun.
chiuso. La biglietteria chiude unora prima; primo marted del mese ingresso gratuito. Visite guida-
te su prenotazione 011 4429546/7.
MAO- MUSEODARTE ORIENTALE(via San Domenico 11, telefono 011 4436927). Orario: tutti i giorni
10-18, luned chiuso. La biglietteria chiude mezzora prima. Domenica ore 16 visita guidata.
MUSEO DELLA FRUTTA F. GARNIER VALLETTI (via Pietro Giuria 15, tel 011 6708195). Orario: tutti i
giorni 10-18, dom. chiuso, mer. ingresso gratuito.
MUSEODELLASINDONE(via San Domenico 28, tel. 011 436.5832). Tutti i giorni 9-12; 15-19.
MUSEODI ANATOMIA L. ROLANDO(c.so Massimo dAzeglio 52, tel. 011 6707883). Or.: tutti i giorni
10-18, dom. chiuso, mer. ingressogratuito.
MUSEO DI ANTICHIT (via XX Settembre 88/c, telefono 011 5212251). Orario: tutti i giorni
8,30-19,30. Domenica ore 16 visita guidata gratuita.
MUSEODI ANTROPOLOGIACRIMINALE CESARE LOMBROSO (via P. Giuria 15, tel. 011 6708195).
Orario: da lun. a sab. 10-18, dom. chiuso.
MUSEODIFFUSODELLARESISTENZA(corso Valdocco 4/A, telefono 011 4361433). Allestimento per-
manente: Torino 1938-1948. Dalle leggi razziali alla Costituzione. Orario: tutti i giorni 10-18, gioved
14-22. Luned chiuso.
MUSEODIOCESANO(piazza San Giovanni, tel. 011.5156408). Orario: ven., sab., dom. 9,30-18, ultimo
ingresso17.30; www.diocesi.torino.it/museo.
MUSEO EGIZIO (via Accademia delle Scienze 6, telefono 011 5617776). Orario: tutti i giorni
8,30-19,30, luned chiuso. Ultimo ingresso unora prima.
MUSEO NAZIONALE DELLAUTO (c.so Unit dItalia 40, tel. 011 677666). Or.: luned 10-14, marted
14-19, mercoled, gioved, domenica 10-19, venerd e sabato 10-21. La biglietteria chiude unora prima.
MUSEO LE NUOVE (via Paolo Borsellino 1, tel. 011 3090.115). Orario apertura 15-17. Tutti i giorni
visita guidata ore 15; 2 e 4 dom. del mese ore 9, ore 10,30S. Messa.
MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA ALLA MOLE ANTONELLIANA (via Montebello 20, telefono 011
8138560). Orario: tutti i giorni 9-20, luned chiuso. La biglietteria chiude unora prima.
MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA (p.le Monte dei Cappuccini, 7, tel. 011 6604104). . Mostra:
Le innamorevoli donne delle nevi Montagne e seduzione in copertina 1880-1940, fino all11/11. Dal
Garda alle Dolomiti Incanti fotografici, fino al 20/5. Or.: da marted a domenica 10-18, luned chiuso.
MUSEONAZIONALE DEL RISORGIMENTO PALAZZOCARIGNANO(piazza Carlo Alberto8, telefono
0115621147). Orario: da marted a domenica 9-19, ultimoingresso ore 18, luned chiuso.
MUSEOPIETROMICCA(via Guicciardini 7a, telefono 011 546317). Orario: 10-18. Luned chiuso. Visite
guidate: sabato 10,30-14,30-16,30; domenica 10,30-14,30- 15,30-16,30.
MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI (via Giolitti 36, telefono 011 4326354). Museo storico di
zoologia. Mostre permanenti: Museo storico di zoologia e Arca, Mineralia 2, Il Museo in evoluzio-
ne, di Giorgio Celli. Mostre temporanee: Bulloni e farfalle 150 anni di ambiente in Piemonte, fino 6/7,
Modus vivendi. Microcosmo italiano-viaggio in Italia in trentacinque Societ, dal Piemonte alla Sicilia
fotografia di Mario Cresci fino al 9/4, Memorandum Festival di Fotografia Storica fino al 29/4, Barag-
gia, Bessa e Burcina finoal 10/4, LoZoodi legno finoal 6/5. Orario: tutti i giorni 10-19, marted chiuso.
PALAZZOBAROLO(via Delle Orfane 7, telefono 011 43603119). Visita appartamenti storici. Orario: da
luned a venerd 10-12,30; 15-18,30; sabato e domenica 15-18,30.
PALAZZOMADAMA - Museo civico di arte antica(piazza Castello, telefono 011 4433501 - www.pa-
lazzomadamatorino.it). Mostra: Doni di Pace. Gli argenti Tiffany di Palazzo Madama. Orario: tutti i
giorni 10-18; domenica 10-20, luned chiuso.
PALAZZO REALE (piazza Castello, telefono 011 4361455). Orario: tutti i giorni 9-19,30, luned chiuso;
sabatovisite guidate dalle 9,30 alle 18,10.
PAV - Parco Arte Vivente (v. Giordano Bruno 31, tel. 011 318.22.35, www.parcoartevivente.it). Mo-
stra: Tales of a sea cow personale di Etienne de France, fino al 24/6. Orario: da mercoled a venerd
13-18; sabatoe domenica 12-19. La biglietteriachiude mezzora prima.
PINACOTECA GIOVANNI E MARELLA AGNELLI (Lingotto, 8 Gallery - via Nizza 230, telefono 011
0062713 - www.pinacoteca-agnelli.it). Orario: da marted a domenica 10-19, luned chiuso.
PROMOTRICE BELLE ARTI (viale Crivelli 11, telefono 011 6502833). Mostra: Dinosauri. Orario: tutti i
giorni 9,30-19,30, luned chiuso.
Provincia
CASTELLODI MONCALIERI (piazza Baden Baden, Moncalieri, telefono 3665992861). Mostra: Vita al
Castello. Difesa, loisir, politica e presidio nellappartamento della principessa Maria Letizia. Orario: da
mercoled a domenica 10-18.
CASTELLO DI RIVOLI - MUSEO DARTE CONTEMPORANEA (piazza Mafalda di Savoia, telefono 011
9565220/22). Orario: da marted a venerd 10-17, sab. e dom. 10-19, luned chiuso.
CASTELLODI MIRADOLO(v. Cardonata 2, San Secondo di Pinerolo, Tel. 0121 502761). Mostra: Orso-
la Maddalena Protagoniste Caccia. Storia singolare di una monaca pittrice dimenticate fino al 29/7. Ora-
rio: da merc. a ven. 14-18,30 (mattino suprenotazione), sab., dom. e lun. 10-19, mart. chiuso.
FORTE DI EXILLES (Exilles, telefono 0122 58270). Orario: marted e venerd 10-14; mercoled, gioved,
sabatoe domenica 14-18, chiuso luned.
FORTE DI FENESTRELLE. Orario: da gio. a lun. 10-17; chiuso mart. e mer. Prenotaz. 0121 83600.
MUSEO DELLO SPAZIO E PLANETARIO DIGITALE (via Osservatorio 8, Pino Torinese, telefono 011
8118640, www.planetarioditorino.it). Orario: da marted a venerd 9,30-17,30, sabato e domenica
14-19,30, luned chiuso. Ultimo ingressounora prima.
MUSEOSTORICODELLARMADI CAVALLERIA(v.le Giolitti 5, Pinerolo, tel. 0121 376344, www.muse-
ocavalleria.it). Or.: mar. e gio. 9-11,30; 14-16, dom. 10-12; 15-18.
PALAZZINADI STUPINIGI (Stupinigi, telefono 0113581220). Orario da luned a domenica 10-17. Solo
suprenotazione 800329329.
PARCOREGIONALELAMANDRIA- APPARTAMENTI REALI (viale CarloEmanuele II 256, Venaria. Tel.
011 4993381). Visite solo guidate ven. sab. e dom. 10,30-11,30-14-15-16. Da lun. a gio. visite guidate
per gruppi e scuole.
REGGIA DI VENARIA REALE (piazza Repubblica, Venaria, telefono 011 4992333; www.lavenaria.it.)
Reggia, da marted a venerd 9-17, sabato e domenica 9-20. Giardini 9-19, luned chiuso. La biglietteria
chiude unora prima. cesare.vai@mailbox.lastampa.it.
.
T
R
A
M
E
A
C
U
R
A
D
I
D
A
N
I
E
L
E
C
A
V
A
L
L
A
La classifica dei filmpi visti
Anche in una serata poco cinematografica com or-
mai il gioved ha divertito 712 spettatori, superando net-
tamente la concorrenza: la commedia francese Quasi
amici si conferma anche questa settimana in testa alla
classifica dei filmpi visti a Torino con 12528 spettatori.
Al secondo posto buon esordio nelle sale (8032 presen-
ze) per E nata una star? con Luciana Littizzetto e
Rocco Papaleo che scoprono di avere un figlio attore
pornografico, cinema italiano anche in terza posizione
(6361 biglietti venduti) con la commedia onirica Magni-
fica presenza girata con la consueta accuratezza da
Ferzan Ozpetek (Le fate ignoranti, Mine vaganti).
Completano la top five il filmdazione il nuovo Ghost
rider con Nicolas Cage e Posti in piedi in paradiso.
Per il resto, consensi per gli eccellenti The Lady e
Cosa piove dal cielo?. [D. CA.]
.
M
u
s
e
i
T
e
a
t
r
o
AGIESSE - ALFA TEATROvia Casalborgone
16/I, tel. 011 81.93.529. Sabato 31 marzo
ore 21, Donnedagliocchigrandidi Anna Ra-
dici, prima nazionale, replica Domenica
1 aprile ore 16. Gioved 5 aprile ore 21.30
ultimo appuntamento di Zelig Lab con The
best of Zelig lab on the roaddalle ore 20.30.
Per la stagione dedicata alla Grande Ope-
retta la comp. Stabile di operetta Alfa Fo-
lies presenta: Il pipistrellodi J.Strauss, Sa-
bato 14 ore 21, Domenica 15 ore 16, sot-
to i 12 anni gratis. Prenotazioni operette
0118197259 grilli@operette.it. Sono aper-
te le pre iscrizioni per la scuola di teatro
E.Macario stagione 2012/13
ALFIERI piazza Solferino 2, tel. 011
56.23.800. Stasera ore 20.45 e fino al 1 apri-
le, in scena Le allegre comari di Windsor,
di W. Shakespeare, con L. Gullotta, regia
di F. Grossi. Si prenota per GiuliettaeRomeo
live in 3D, in scena dal 13 al 15 aprile. Ven-
dita abbonamenti e biglietti singoli nei
Teatri Erba, Alfieri e Gioiello. Biglietteria
fino al 1aprile: lun dalle 14 alle 20 da mar
a sab dalle 11 alle 22.30 dom dalle 14
alle 20. info@torinospettacoli.it
ARALDO via Chiomonte 3, tel.
34.56.101.583. Sabato 31 marzo ore 21 e
Domenica 1 aprile ore 16 e ore 21 Finale
a sorpresacon Kamelot, thriller
AUDITORIUM GIOVANNI AGNELLI LINGOT-
TOvia Nizza 280.. ConcertoLe Concert Lor-
rain, Nederlands Kamerkoor. Direttore Ch-
ristoph Pregardien. Musiche di Bach. Mar-
ted 3. Ore 20.30
AUDITORIUM RAI p.zza Rossaro, tel. 011
81.04.653. I Sabati dellAuditorium. Con-
certoSergio Alapont direttore, musiche di
Beethoven. Ore 17
CARIGNANO/TEATRO STABILE TORINOpiaz-
za Carignano 6, tel. 011 51.76.246. Stase-
ra ore 20.45, The Coast of Utopia (La spon-
da dellUtopia) Salvataggio, di Tom Stop-
pard, regia Marco Tullio Giordana. Pro-
segue la vendita on-line e in biglietteria
degli abbonamenti e dei singoli biglietti
stagione TST. Biglietteria dalle ore 13.00
alle ore 19.00, domenica e luned riposo.
CASA TEATRO RAGAZZI E GIOVANI corso
G. Ferraris 266/C, tel. 011 19.740.280. Sa-
la Grande: Fondazione TRG onlus presenta
Aquarium. Ore 21; dom. ore 16.30.
Inf. e pren. dal marted alla domenica
ore 15-19 - www.casateatroragazzi.it
CAVALLERIZZA/TEATRO STABILE TORINOvia
Verdi 9, tel. 011 51.76.246. Dance, Dance,
DanceC. EgriBiancoDanza, coreografia di
Raphael Bianco. Iinfo e prenotazioni
3664308040. Ore 21.
Prosegue la vendita on-line e in bigliet-
teria degli abbonamenti e dei singoli bi-
glietti stagione TST. Biglietteria dalle ore
13.00 alle ore 19.00, domenica e luned
riposo - www.teatrostabiletorino.it
COLOSSEOvia M. Cristina 71.. Sempre pi
convintodi e con Maurizio Battista. Ve-
nerd 13 e Sabato 14 aprile. Ore 21. Peter
Pan il musical di J.M. Barrie, musiche di
Edoardo Bennato, con Manuel Frattini.
Dal 20 al 22 aprile. La biglietteria e aper-
ta da luned a sabato in orario 10-13/15-19
- www.teatrocolosseo.it
CONSERVATORIO GIUSEPPE VERDI piazza
Bodoni.. Concerti per le scuole. Jazz
musica del mondo. Luned 2. Ore 10.30.
Unione Musicale. ConcertoPietro De Ma-
ria pianoforte. Bach Il clavicembalo ben
temperato. Mercoled 4. Ore 20.30.
London BaroqueBach. LOfferta Musica-
le. Luned 16. Ore 21. Info 0115669811
DON BOSCO DIG. cascine Vica - Rivoli, tel.
011 95.08.908. La morsadi L. Pirandello,
con Sandro Lombardi, Arturo Cirillo e
Sabrina Scuccimarra. Luned 2. Ore 21
ERBA corso Moncalieri 241, tel. 011
66.15.447. Oggi ore 15.30 e ore 21 e fino
al 1 aprile, in scena Il giorno della civettadi
L. Sciascia, con S. Somma e la partecipa-
zione di O. M. Guerrini, adattamento G.
Aronica, regia di F. Catalano. Si prenota per
Giorni scontati, in scena dal 10 al 15 apri-
le.Vendita abbonamenti e biglietti singoli
nei Teatri Erba, Alfieri e Gioiello. Bigliet-
teria fino al 1 aprile: lun chiuso (opera-
tiva dalle 14 alle 20 la biglietteria del T.
Alfieri) da mar a gio dalle 15 alle 22.30
ven eccezionalmente aperto dalle 11
alle 22.30 - dom dalle 14 alle 20
GARYBALDI TEATROvia Garibaldi 4 - Set-
timo Torinese, tel. 011 643.038. Sabato
31 marzo e 1 aprile ore 21 Maurizio B-
buin in Adam Eterno. Informazioni e pre-
notazioni (da Lun. a Ven. 10-13 1418)
tel 011.643038 www.santibriganti.it
GIANDUIA TEATROvia S. Teresa 5, tel. 011
530.238. Domenica 15 aprile ore 17.30 la
Compagnia Marionette Lupi presenta Il
gatto con gli stivali al Teatro Giulia di Ba-
rolo, P.zza S. Giulia 2/bis. Spettacoli per
scuole o gruppi su prenotazione
GIOIELLO TEATROvia Cristoforo Colombo
31bis, tel. 011 58.05.768. Si prenota per
gli spettacoli Lo voglioin scena dal 12 al
15 aprile e Cheek to Cheek, in scena dal
17 al 29 aprile. Apericena (prima dello spet-
tacolo) acquistabile a prezzo scontato
alla cassa del teatro (entro il giorno pre-
cedente). Vendita abbonamenti e biglietti
singoli nei Teatri Erba, Alfieri e Gioiello. Bi-
glietteria: dal 19 marzo al 9 aprile: chiu-
so. Riapertura: 10 aprile con orario 15-
20. Operativa la biglietteria del T. Alfieri
lun e dom 14-20, da mar a sab 11-22.30 e
la biglietteria del T. Erba da mar a sab 15-
22.30, dom 14-20
GOBETTI TEATRO/TEATRO STABILE TORINO
via Rossini 8, tel. 011 51.76.246. Stasera ore
20.45, La bottega del caff una storia di in-
trighi e veleni, di Luca Scarlini da La bot-
tega del caff di Carlo Goldoni, con Elia
Schilton, Beppe Rosso, Riccardo Lom-
bardo, Cinzia Span, Paolo Giangrasso, Or-
nella Balestra, regia di Beppe Rosso. Pro-
segue la vendita on-line e in biglietteria
degli abbonamenti e dei singoli biglietti
stagione TST. Biglietteria dalle ore 13.00
alle ore 19.00, domenica e luned riposo
I CONCERTI DEL POMERIGGIOpiazza Sol-
ferino 4.. Prelazione e rinnovo abbona-
menti posti numerati per stagione 2012-
2013 presso Teatro Alfieri Tel. 0115623800.
Biglietteria: feriali 11-20, festivi 15-20.
Inaugurazione stagione: Luna tu... Sele-
zione di arie da: La vedova allegra, La prin-
cipessa della czarda, La danza delle libel-
lule,Cin-ci-l,Ilpaesedeicampanellicon Su-
sy Picchio soprano, Fulvio Massa baritono,
Massimiliano Brizio pianoforte
LAVANDERIA A VAPOREc. Pastrengo an-
golo via Tampellini (Collegno), tel. 011
08.12.411. Stagione di Danza 2011/12.
Wayne McGregor/Random Dance di Lon-
dra Entityideazione, direzione, coreo-
grafia Wayne McGregor. Gioved 5. Ore 21.
Compagnia Aldes / Roberto Castello Car-
ne TritaQuintetto per voce e danza pro-
getto, regia, coreografia Roberto Ca-
stello. Gioved 19. Ore 21.
LBT- LA BOTTEGA TEATRALEcorso Racco-
nigi 48, tel. 011 56.91.400. Domenica 15
aprile ore 16 la Compagnia Ditta gioco fia-
ba di Milano presenta Lisola del tesoro,
spettacolo con attori per i bambini dai 3
anni in poi. Le Scuole possono prenotare
lo spettacolo in Teatro LafamediArlecchino
il 23/04 - www.labottegateatrale.it
MONCALIERI LIMONE FONDERIE TEATRA-
LI/TEATRO STABILE TORINOvia Pastrengo
88, tel. 011 51.76.246. Stasera ore 20.45,
TheHistoryBoysdi Alan Bennett, uno spet-
tacolo di Ferdinando Bruni e Elio De Ca-
pitani, Teatridithalia. Prosegue la vendita
on-line e in biglietteria degli abbonamenti
e dei singoli biglietti stagione TST. Bi-
glietteria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, do-
menica e luned riposo
MONTEROSAvia Brandizzo 65, tel. 011
23.04.153. Camera da lettodi A. Ayck-
bourn. Compagnia Extranei. Sabato 31.
Ore 21.
La casetta della Pimpadi Francesco Tul-
lio-Altan. Domenica 1 aprile. Ore 16.
Invito alloperadi e con Daniela Vende-
miati. Marted 3 aprile. Ore 15.30. Bi-
glietteria per info. e prevendite: dal Mar-
ted al Venerd ore 10-12 e 17-19, al sa-
bato ore 17-19
TEATRO NUOVOcorso M. DAzeglio 17,
tel. 65.00.200. Il gesto e lanima sono in
vendita abbonamenti e biglietti.
Sabato 31 ore 21 e domenica 1 aprile ore
16 Sonics in DuuM. Info 0116500205 -
www.teatronuovo.torino.it
OFFICINA CAOS piazza E. Montale 18 A
www.stalkerteatro.net, tel. 011 73.99.833.
Il mistero di Madame Tussauds musical
della Compagnia del Caff. Ore 21
PICCOLO REGIO GIACOMO PUCCINI. I Con-
certi Aperitivo. Biglietti in vendita per il
concerto di domani ore 11 al Teatro Regio:
Orchestra e Coro del Teatro Regio diretti
da C. Fenoglio. Musiche di J.S. Bach e A.
Vivaldi. Biglietteria (ore 10.30-16) - Tel.
011.8815.241/242. Info 011.8815.557
PICCOLO TEATRO PEREMPRUNER- Gruglia-
sco, tel. 011 787.780. Prima personaCom-
pagnia Sanpapi. Marted 3. Ore 21. Info
0117808717-787780
SALATEATROMURIALDOpiazza Chiesa del-
la Salute 17/b, tel. 011 22.15.161. Le allegre
sorelle Godettedi Niko Ferrucci. Compa-
gnia Campotheatro. Ore 21
SOLFERINOpiazza Solferino 2, tel. 011
56.23.800. Tornano le rassegne low cost
Solferino di mattina, Mezzogiorno a tea-
tro e Solferino di sera! Si prenota per lo
spettacolo comico Mi povr om, me mort
la vacain scena dal 16 al 20 aprile per la
rassegna del Mezzogiorno a teatro. Ven-
dita abbonamenti e biglietti singoli nei
Teatri Erba, Alfieri e Gioiello. Biglietteria
Alfieri fino al 01 aprile: lun dalle 14 alle
20 da mar a sab dalle 11 alle 22.30 dom
dalle 14 alle 20
TANGRAM TEATROvia Don Orione 5, tel.
011 338.698. Stasera ore 21, Amanti
Lamore perduto e ritrovato nella com-
media dellarte a cura di Costanza Frola,
con Enrico Bosca, Vanessa Depetris, Sara
Ibrahim, Elena Maria Olivero, Carlotta
Pansa, Daniela Pisci, Fabio Pulina, Cosi-
mo Sgobio, Simona Uccheddu
TEATRO AGNELLI via Sarpi 111, tel. 011
61.92.351. Per informazioni sulle attivit
di Assemblea Teatro tel. 0113042808,
www.assembleateatro.com
TEATRO ASTRAvia Rosolino Pilo 6.. Stase-
ra ore 21, Larte della commedia, di Eduar-
do De Filippo, regia di Michele Sinisi. Info
e Biglietteria dal marted al sabato dalle
ore 16 alle ore 19 - tel. 011 5634352
TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011
655.187. Dalla Musica al Silenzio dram-
ma musicale per due attori/strumenti te-
sto e regia di Monica Luccisano Affetti so-
nori. Gioved 5 aprile. Ore 21.
Il funeraledi Olivia Manescalchi, regia
Olivia Manescalchi e Giancarlo Judica Cor-
diglia. Mercoled 18. Ore 21
TEATRO CARDINAL MASSAIAvia Sospello
32, tel. 011 257.881. Domenica 1 aprile ore
16, per la rassegna Teatro in Famiglia Ti-
ta Giunta presenta La leggenda dellisola
di Capo Verde. Dal 13 al 15 aprile Anto-
nello Costa in Tutto Costa ancora di pi.
Venerd 20 aprile ore 21 Orchestra Filar-
monica Italiana presenta Nabucco
TEATRO DI DIONISOvia Manzoni 3, tel.
011 51.72.826. Luned 2 aprile ore 21,
per la stagione in residenza Parole
dArtista Un tram che si chiama desiderio
con Laura Marinoni e Vinicio Marchioni,
Elisabetta Valgoi, Giuseppe Lanino, An-
nibale Pavone, Rosario Tedesco, regia An-
tonio Latella. Presso Teatro Alfieri - Asti.
Info e biglietti 0141399057
TEATRO MARCHESAcorso Vercelli 141,
tel. 338 87.06.798. Sabato 7 aprile, ore
21, quarto appuntamento de: Il Salotto
del Sabato Culturale Incontri per cono-
scere Poeti, Scrittori, Ballerini, Cantanti,
musicisti e altre personalit della Barrie-
ra di Milano e della Citt di Torino. A cu-
ra della Compagnia di Danza LAraba
Fenice. Ingresso Gratuito. Tel. 3388706798
TEATRO REGIO. Ore 11 e ore 15.30 Al Re-
gio dietro le Quinte, visite guidate. Il 18/4
ore 20 Pinocchio, opera di P. Valtinoni. G.
Laguzzi direttore. Regia di L. Valentino.
Orchestra del Regio. Coro di voci bian-
che del Regio e del Conservatorio
TEATRO SUPERGApiazzetta Macario - Ni-
chelino www.teatrosuperga.it, tel. 011
62.79.789. Stagione di prosa: Pro Patria -
Senza prigioni, senza processi Compa-
gnia Fabbrica. Di e con Ascanio Celestini.
Mercoled 18 aprile. Ore 21.
TEATRO VITTORIAvia Gramsci 4, tel. 011
51.76.246. Unione Musicale. ConcertoCar-
lotta Conrado e Cecilia Ziano violini, Lu-
ca Ranieri viola, Claudio Pasceri violon-
cello, Antonio Valentino pianoforte.
Musiche di Mozart. Ore 20. Info
0115669811
U
80 Dove andiamo
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
T1T2 PRCV
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
.
Doveandiamo
.
81
T1 CV PR T2
I
f
i
l
m
ALFIERI piazza Solferino 4, tel. 01156.23.800. Prezzi: 6,50 int.; 4,50
rid. over 60, under 26; 2,50 abb+CVC
Hysteria Solferino 1 o=P 18.00-20.00-22.00
Paradiso amaro Solferino 2 o=P 17.40-19.50-22.00
AMBROSIO CINECAFcorso Vittorio 52, tel. 011540.068. Prezzi:
7,00 int.; 5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari; 4,00 over 60;
4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass
The Lady Sala 1 o=P 15.00-17.30-20.00-22.30
Magnifica presenza Sala 2 o=P 15.15-17.45-20.15-22.30
A simple life Sala 3 o= 15.15-17.45-20.15-22.30
ARLECCHINOcorso Sommeiller 22, tel. 01158.17.190. Prezzi: 7,00
int.; 5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari; 4,00 over 60; 4,20
Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid.
8,00
Marigold Hotel Sala 1 o=P 15.30-18.00-21.00
The Lady Sala 2 o=P 15.30-18.00-21.00
CENTRALE ARTHOUSEvia Carlo Alberto 27, tel. 011540.110. Prezzi:
7,00 int.; 5,00 universitari, militari, Aiace; 4,00 over 65, under 18
I colori della passione = 16.00-20.00
I colori della passione VO = 18.00-22.00 (sott.it.)
CITYPLEX MASSAUApiazza Massaua 9, tel. 01177.40.461. Prezzi:
7,50 int.; 5,50 under 18, universitari, militari; 4,00 over 60; abbonamento Agis
accettato. Proiezioni in 3D: 10,00 int., 8,00 rid.
Buona giornata! o=P 15.00-16.50-18.40-
20.30-22.30
Ghost Rider: Spirito di vendetta o=P 15.20-20.10
Ghost Rider: Spirito di vendetta 3D o=P 17.40-22.30
nata una star? o=P 15.00-16.50-18.40-
20.30-22.30
La furia dei Titani 3D o=P 15.30-17.40-20.10-22.30
Quasi amici o=P 15.30-17.50-20.10-22.30
DUE GIARDINI ARTHOUSEvia Monfalcone 62, tel. 01132.72.214.
Prezzi: 7,50 int.; 5,00 universitari, militari, Aiace; 4,00 over 65, under 18
Romanzo di una strage Sala Nirvana o=P 15.10-17.35-20.00-22.20
Magnifica presenza Sala Ombrerosse o=P 15.45-18.00-20.10-22.20
ELISEOp.zza Sabotino, tel. 01144.75.241. Prezzi: 7,00 int.; 4,50 Mili-
tari, Under 18, Universitari; 4,00 over 60
Marigold Hotel Eliseo Grande = 15.00-17.20-19.40-22.00
Quasi amici Eliseo Blu =P 15.30-17.50-20.00-22.00
nata una star? Eliseo Rosso =P 15.00-16.50-18.40-
20.30-22.20
ERBAcorso Moncalieri 241, tel. 01166.15.447. Prezzi: 6,50 int.; 4,50
rid. over 60, under 26; 2,50 abb+CVC
The Iron Lady Erba 1 o=P 17.40-19.50-22.00
Vedi Teatro Erba 2 o=P
F.LLI MARX ARTHOUSEcorso Belgio 53, tel. 01181.21.410. Prezzi:
7,50 int.; 5,00 universitari, militari, Aiace; 4,00 over 65, under 18, Aiace
Romanzo di una strage Sala Groucho o=P 15.10-17.35-20.00-22.20
Magnifica presenza Sala Chico o=P 15.40-17.55-20.10-22.25
Quasi amici Sala Harpo o=P 15.45-18.00-20.15-22.30
GREENWICH VILLAGEvia Po 30, tel. 01183.90.123. Prezzi: 7,00 int.;
5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari; 4,00 over 60; 4,20 Abb. Una
sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
La furia dei Titani 3D Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
Buona giornata! Sala 2 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
nata una star? Sala 3 o=P 16.00-18.00-20.30-22.30
IDEAL - CITYPLEXcorso Beccaria 4, tel. 01152.14.316. Prezzi: 7,50
int.; 5,50 militari, under 18, universitari, Agis, Aiace, Soci Fnac; 4,00 over 65
fino alle 17.55; 54,00 Cinecard 12 ingr.; Abb. Agis accettato; Proiezioni 3D: int.
10,00, rid. 8,00
La furia dei Titani 3D o=P 15.30-17.50-20.10-22.30
Buona giornata! o=P 16.00-18.10-20.20-22.30
Ghost Rider: Spirito di vendetta 3D o=P 15.45-18.00-20.15-22.30
nata una star? o=P 16.00-18.10-20.20-22.30
Quasi amici o=P 15.15-17.40-20.05-22.30
LUXgalleria San Federico, tel. 01156.28.907. Prezzi: 7,00 int.; 5,00
ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari; 4,00 over 60; 4,20 Abb. Una sera
al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
The Help Sala 1 o=P 15.30-20.00
Buona giornata! Sala 1 o=P 18.00
The raven Sala 1 o=P 22.30
Quasi amici Sala 2 o=P 15.30-18.00-20.15-22.30
Buona giornata! Sala 3 o=P 16.00-20.30-22.30
The Help Sala 3 o=P 18.00
MASSIMOvia Verdi 18, tel. 01181.38.574. Prezzi Massimo 1 e 2: 7,00
int.; 5,00 Aiace, stud. univ.; 4,00 over 60. Massimo 3: 6,00 int.; 4,00 rid.,
Aiace; 3,00 over 60. Proiezioni 3D 10,00 int.; 8,00 rid.
Il mio migliore incubo! Massimo 1 =P 16.30-18.30-20.30-22.30
Magnifica presenza Massimo 2 =P 16.00-18.10-20.20-22.30
Looney Tunes - Il meglio di Daffy Duck & Porky Pig
Massimo 3 =P 15.00
Segreti di famiglia Massimo 3 =P 16.30
Unaltra giovinezza Massimo 3 =P 18.45
Jack Massimo 3 =P 21.00
NAZIONALEvia Pomba 7, tel. 01181.24.173. Prezzi: 7,00 int.; 4,50
Under18, universitari, militari; 4,00 over 60
Cosa piove dal cielo? Nazionale 1 = 16.00-18.00-20.00-22.00
La sorgente dellamore Nazionale 2 = 15.15-17.40
The Artist Nazionale 2 = 20.00-22.00
REPOSI via XX Settembre 15, tel. 011531.400. Prezzi: 7,50 int. serale;
5,50 int. pom., under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 anziani; 27,00 abb.
6 ingressi; 51,00 abb. 12 ingressi; abb. Arthouse accettato. Proiezioni 3D: int.
10,00, rid. 8,00
La furia dei Titani 3D Reposi 1 o=P 15.30-17.50-20.10-22.30
Buona giornata! Reposi 2 o=P 15.30-17.50-20.10-22.30
Quasi amici Reposi 3 o= 15.00-17.30-20.00-22.30
The raven Reposi 4 o= 15.00-17.30-20.00-22.30
Magnifica presenza Reposi 5 o= 15.15-17.40-20.05-22.30
nata una star? Reposi 6 o= 15.30-17.50-20.10-22.30
Ghost Rider: Spirito di vendetta
Reposi 7 o= 15.00-17.30
Posti in piedi in paradiso Reposi 7 o= 20.00-22.30
ROMANOgalleria Subalpina, tel. 01156.20.145. Prezzi: 7,00 int.;
4,50 under 18, universitari, militari; 4,00 over 60
Marigold Hotel Sala 1 =P 15.00-17.15-19.30-22.00
Romanzo di una strage Sala 2 =P 16.00-19.00-21.30
17 ragazze Sala 3 =P 16.00-20.00
Cesare deve morire Sala 3 =P 18.00-22.00
THE SPACE CINEMA TORINO - PARCO DORAsalita Michelangelo Garo-
ve 24, tel. 892111. Prezzi: 8,00
Buona giornata! Sala 1 o=P 14.40-17.10-19.45-
22.25-0.50
La furia dei Titani 3D Sala 2 o=P 15.00-17.25-19.50-
22.20-0.50
Paranormal Xperience Sala 3 o=P 17.25-22.30-1.00
The raven Sala 3 o=P 14.45-17.45
Quasi amici Sala 4 o=P 14.35-19.50-22.30
John Carter 3D Sala 5 o=P 15.30-18.35-21.35-24.00
nata una star? Sala 6 o=P 15.30-17.50-20.10-
22.25-0.40
Ghost Rider: Spirito di vendetta 3D
Sala 7 o=P 14.40-17.15-19.50-
22.30-1.00
Laltra faccia del diavolo V.M. 14
Sala 8 o=P 15.15-17.30-19.50-
22.30-0.50
UCI CINEMAS LINGOTTOvia Nizza 262, tel. 01166.77.856. Prezzi:
8,00 int.; 6,30 studenti; 5,80 bimbi fino a 8 anni; 6,00 over 65; 8,00 nottur-
no. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 9,00, acquisto occhiali 3D 1,00
Viaggio nellisola misteriosa 3D o=P 15.00-17.20
Posti in piedi in paradiso o=P 20.00-22.40
John Carter 3D o=P 14.25-17.25
Paranormal Xperience 3D o=P 20.20-22.35-0.50
Marigold Hotel o=P 14.15-17.00-19.50-22.35
Quasi amici o=P 14.15-17.10-19.40-
22.10-0.40
nata una star? o=P 15.15-17.35-19.55-
22.15-0.35
La furia dei Titani 3D o=P 14.50-17.20-20.00-
22.30-1.00
Buona giornata! o=P 15.10-17.35-20.00-
22.25-0.45
Laltra faccia del diavolo V.M. 14 o=P 14.00-16.10-18.20-
20.30-22.40-0.50
Romanzo di una strage o=P 14.10-16.55-19.40-22.25
The raven o=P 14.30-17.10-19.50-22.35
Ghost Rider: Spirito di vendetta 3D o=P 15.20-17.45-20.05-
22.25-0.45
AGNELLI via P. Sarpi 111/a, tel. 01131.61.429.
Riposo
CINE TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011655.187.
A.C.A.B. 20.30
CINE CARDINAL MASSAIAvia Sospello 32, tel. 011257.881.
Riposo
CUOREvia Nizza 56, tel. 01166.87.668.
Benvenuti al Nord 17.00-21.00
ESEDRAvia Bagetti 30, tel. 01143.37.474.
Almanya 21.00
MONTEROSAvia Brandizzo 65, tel. 01123.04.153.
Riposo
VALDOCCOvia Salerno 12, tel. 01152.24.279.
Riposo
Cinema: Torino e altre visioni
Cinema aperti: Area Metropolitana e Provincia
BARDONECCHIA
SABRINA012299.633.
Buona giornata! 17.00-20.30
La furia dei titani 18.40-22.15
BEINASCO
THE SPACE CINEMA BEINASCO - LE FORNACI via G. Falcone, tel.
892.111. Prezzi: 8,50 intero; 5,00 over 65. Proiezioni 3D: 11 intero dal lun.
al ven. dopo le ore 18, sab. e dom. tutto il giorno, 9 rid. dal lun. al ven. prima delle
ore 18, ragazzi fino 10 anni, anziani sopra i 60 anni
Quasi amici Sala 1 14.50-17.20-19.50-22.10-0.35
La furia dei Titani 3D Sala 2 15.00-17.30-20.00-22.20-0.40
Ghost Rider: Spirito di vendetta 3D
Sala 3 14.45-17.25-19.55-22.15-0.35
Ti stimo fratello Sala 4 14.45-20.00-0.50
John Carter Sala 4 17.20-22.10
The raven Sala 5 14.40-17.20-19.55-22.20-0.40
Buona giornata! Sala 6 14.00-16.05-18.15-20.25-22.35-0.45
Paranormal Xperience 3D Sala 7 19.50-22.00-0.05
Viaggio nellisola misteriosa
Sala 7 14.45-17.20
nata una star? Sala 8 14.05-16.05-18.05-20.15-22.20-0.25
Laltra faccia del diavolo V.M. 14
Sala 9 15.00-17.50-20.10-22.20-0.20
CASCINE VICA - RIVOLI
DON BOSCO DIG. 01195.08.908.
The Iron Lady 21.15
CHIERI
SPLENDOR01194.21.601.
Buona giornata! 20.10-22.10
CHIVASSO
POLITEAMA01191.01.433.
Buona giornata! 20.10-22.05
CUORGN
MARGHERITA0124657.523.
Buona giornata! = 21.30
GIAVENO
SAN LORENZO(Giaveno), tel. 01193.75.923.
Magnifica presenza 21.00
IVREA
ABC CINEMA DESSAI corso Botta 30, tel. 0125425.084.
Romanzo di una strage 19.45-22.15
BOARO0125641.480.
nata una star? 20.15-22.15
POLITEAMA0125641.571.
Buona giornata! 20.20-22.15
MONCALIERI
UGC CIN CIT 45 Nvia Postiglione, tel. 899.788.678. Prezzi: 7,50
int.; Abb.: Carta UGC5 5 posti a 20,90; Carta UGC7 5 posti a 27,50 o=P
Viaggio nellisola misteriosa 15.10-17.20
The Lady 19.30
Safe House - Nessuno al sicuro 19.50-22.35-1.00
Il mio migliore incubo! 14.55-17.20-19.45-22.10-0.35
Paranormal Xperience 3D 14.00-16.05-18.15-20.20-22.35-0.50
Quasi amici 14.00-16.45-19.25-22.05-0.45
Romanzo di una strage 14.00-17.00-19.45-22.40
Posti in piedi in paradiso 14.10-17.00-20.00-22.45
nata una star? 15.40-18.00-20.15-22.30-0.55
Ghost Rider: Spirito di vendetta 3D 15.00-17.25-19.55-22.20-0.50
La furia dei Titani 3D 15.00-17.30-20.00-22.30-0.55
Buona giornata! 15.10-17.40-20.10-22.35-0.55
John Carter 3D 13.50-16.50-19.45
In Time 22.45
Ti stimo fratello 15.10-17.30
Magnifica presenza 22.20-1.00
Marigold Hotel 14.45-17.15-19.50-22.20-0.40
Buona giornata! 14.30-19.30
La furia dei Titani 3D 17.00-22.00
Laltra faccia del diavolo V.M. 14 16.10-18.20-20.30-22.40-0.50
The raven 14.35-17.15-20.00-22.40
NONE
CINEMA EDEN01199.05.020.
Magnifica presenza 21.00
PIANEZZA
LUMIERE01196.82.088.
La furia dei Titani 3D 16.00-18.00-20.30-22.30-0.30
Ghost Rider: Spirito di vendetta 3D 16.30-22.30-0.15
Quasi amici 18.30-20.30
nata una star? 16.00-18.00-20.30-22.30-0.30
Buona giornata! 16.00-18.00-20.30-22.30-0.30
PINEROLO
HOLLYWOOD0121201.142.
Buona giornata! 20.30-22.30
MULTISALA0121393.905.
nata una star? Italia 200 20.30-22.30
La furia dei Titani 3D Italia 500 20.30-22.30
RITZ0121374.957.
Quasi amici 20.15
Ghost Rider: Spirito di vendetta 3D 22.30
PIOSSASCO
IL MULINO01190.41.984.
Quasi amici 21.15
RIVOLI
BORGONUOVO01195.64.946.
Posti in piedi in paradiso 21.15
SAN MAURO TORINESE
GOBETTI via dei Martiri della Libert 17, tel. 01103.75.408.
Posti in piedi in paradiso o P 21.15
SAUZE DOULX
SAYONARA0122859.652.
La furia dei Titani 3D 17.00
Quasi amici 18.40
Buona giornata! 21.15
SESTRIERE
FRAITEVE.
La furia dei Titani 3D P 16.45
Quasi amici P 18.30
Buona giornata! P 21.15
SETTIMO TORINESE
PETRARCAvia Petrarca 7, tel. 01180.07.050.
La furia dei Titani 3D Sala 1 15.10-17.30-19.50-22.15
nata una star? Sala 2 15.30-18.00-20.15-22.40
Quasi amici Sala 3 20.00-22.30
Ghost Rider: Spirito di vendetta 3D
Sala 3 15.40-17.40
VALPERGA
AMBRA0124617.122.
La furia dei Titani 3D Uno 21.30
nata una star? Due 20.30-22.30
VENARIA
SUPERCINEMA01145.94.406.
nata una star? o=P 15.00-17.30-20.00-22.30
La furia dei Titani 3D o=P 15.00-17.30-20.00-22.30
Buona giornata! o=P 15.00-17.30-20.00-22.30
VILLAR PEROSA
NUOVO0121933.096.
Viaggio nellisola misteriosa 21.00
VILLASTELLONE
JOLLY01196.96.034.
Ti stimo fratello 21.00
VINOVO
AUDITORIUM DIGITAL01196.51.181.
Posti in piedi in paradiso 21.00
AVIGLIANA AUDITORIUM E. FASSINO - BEINASCOBERTOLINO - BOR-
GARO TORINESE ITALIA - CESANA TORINESE SANSIPARIO- COLLEGNO
UNIPLEX LUCE - COAZZEPALAFESTE - LEIN AUDITORIUM - SUSACENI-
SIO - TORRE PELLICETRENTO - VENARIATEATRO DELLA CONCORDIA
Cinemachiusi oggi
DA SABATO 7 APRILE CON LA STAMPA A 8.90 EURO IN PI
NELLE EDICOLE DEL PIEMONTE, AL NUMERO 011.22.72.118, SU WWW.LASTAMPA.IT/SHOP
PRENOTALO SUBITO!
Monasteri, abbazie, santuari, pievi, sacri monti... provincia per provincia un percorso che tocca
arte, architettura, storia, tradizioni del Piemonte. Unoccasione di conoscenza che al di l dellaspet-
to devozionale permette di scoprire il patrimonio storico e culturale di una regione sorprendente.
ABBAZIE, MONASTERI, EREMI E SANTUARI
52 Luoghi dello Spirito in Pemonte,
provincia per provincia
SABATO31 MARZO2012 LASTAMPA82 T1T2 PR
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
.
83
W
MARE AGITATO MARE CALMO POCO MOSSO MARE MOSSO SOLE COPERTO TEMPORALE NUVOLOSO VARIABILE PIOGGIADEBOLE-MODERATA PIOGGIA INTENSA NEVE VENTO NEBBIA POCO NUVOLOSO
MIN C MAX C MIN C MAX C OGGI CITT OGGI CITT
LA TENDENZA DELLE
TEMPERATURE
Si sta per concludere la lunga
parentesi soleggiata e calda.
Domani pomeriggio l'irruzione
di aria pi fresca da est
accentuer la variabilit al
nord e sulle regioni centrali
adriatiche, mentre le Isole
Maggiori verranno lambite da
una depressione sul nord-
Africa. Pi instabile ovunque la
prossima settimana.
Temperature stazionarie,
ancora molto miti. Massime
sui 24-25 C al nord, 22-24 C
al centro-sud.
Assenti salvo pioviggine o locali piovaschi in
Liguria.
Nessuna allerta.
Foschie o nubi basse in
Liguria, pi compatte sul
Genovese con possibilit di
pioviggine o locali piovaschi;
schiarite parziali nelle ore pi
calde della giornata, mare
poco mosso. Altrove ben
soleggiato salvo velature, pi
estese al nord-est;
addensamenti in serata sulle
zone alpine di confine con
l'Austria.
Addensamenti o foschie
sull'Alta Toscana e, nel primo
mattino, lungo le coste
tirreniche. Ben soleggiato
altrove con cielo generalmente
sereno salvo nubi isolate sui
rilievi nelle ore pomeridiane.
Venti di Libeccio sul Tirreno,
Scirocco sull'Adriatico; mosso
il Mar di Sardegna, mari poco
mossi altrove.
Residui passaggi nuvolosi
tra la notte e il primo
mattino in Sicilia, specie su
Ragusano e Siracusano, per
il resto giornata ben
soleggiata con cielo
generalmente sereno salvo
nubi isolate sui rilievi nelle
ore pomeridiane. Maestrale
sul Canale di Sicilia,
Libeccio sullo Ionio, Scirocco
sull'Adriatico.
Maltempo e
temperature in calo
sull'Europa centro-
orientale con piogge
pi intense tra la
Polonia, la
Bielorussia e
l'Ucraina; neve tra il
Baltico e la Russia.
Passaggi nuvolosi
sulle Isole
Britanniche, rovesci
tra Portogallo e sud
della Spagna;
soleggiato e mite
sul Mediterraneo e
in Francia.
22
10
23
38
19
37
30
26
9
30
19
14
19
24
25
24
11
25
26
25
18
34
34
32
19
30
29
28
7
28
6
36
17
18
30
17
15
10
6
11
25
11
20
19
18
-3
22
14
8
11
10
19
21
4
15
17
11
8
23
21
22
9
25
15
19
1
17
4
18
3
7
25
5
7
4
9
10
7
3
5
4
4
9
5
1
8
5
-3
10
10
6
6
8
-4
2
5
10
3
5
9
5
-5
7
2
-3
9
1
4
0
5
8
21
19
17
7
15
15
10
16
14
6
12
9
0
16
18
11
24
19
2
8
16
22
9
6
23
19
-1
14
4
0
20
6
13
4
21

6 18
10 21
11 21
10 23
9 22
11 20
9 25
7 22
10 25
11 25
9 24
9 22
10 24
9 22
8 20
9 23
7 22
10 24
10 21
7 20
11 24
12 22
9 21
10 22
SITUAZIONE CENTRO NORD SUD
LE PREVISIONI DI OGGI
Le precipitazioni attese oggi
Vigilanza meteo di oggi e domani
IN EUROPA
Tempo e temperature previsti nel mondo e in Europa
Cagliari
Alghero
Catanzaro
Reggio Calabria
Bari
Potenza
Napoli
Campobasso
LAquila
Ancona
Perugia
Firenze
Bologna
Genova
Venezia
Trieste
Trento
Milano
Torino
Aosta
Palermo
Catania
Foggia
Roma
La Luna
Il Sole
Culmina
alle ore
13 e 14
minuti
Tramonta
alle ore
19 e 37
minuti
Sorge
alle ore
6 e 52
minuti
LUNA PIENA
06-apr
Cala
alle ore
2 e 42
minuti
Si leva
alle ore
12 e 37
minuti
MARE AGITATO MARE CALMO POCO MOSSO MARE MOSSO SOLE COPERTO TEMPORALE NUVOLOSO VARIABILE PIOGGIADEBOLE-MODERATA PIOGGIA INTENSA NEVE VENTO
DEBOLI MODERATE FORTI MOLTO FORTI
NEBBIA POCO NUVOLOSO
NESSUNA MODERATA ELEVATA ESTREMA














A cura di Centimetri-LA STAMPA www.nimbus.it









































































Maggior variabilit con qualche rovescio su
Prealpi, zone appenniniche di Abruzzo e Molise
e in serata in Piemonte.
Variabile e pi fresco, rovesci dal pomeriggio in
Sardegna e al nord-ovest; pi soleggiato sul
versante adriatico.
DOMANI
DOPODOMANI
AMSTERDAM
ATENE
BARCELLONA
BELGRADO
BERLIN
BERNA
BRATISLAVA
BRUSSELS
BUCAREST
BUDAPEST
COPENHAGEN
DUBLIN
EDIMBURGO
HELSINKI
ISTANBUL
LISBONA
LONDRA
LUBIANA
MADRID
MOSCA
OSLO
PARIGI
PODGORICA
PRAGA
REYKJAVIK
ROMA
SARAJEVO
S. PIETROBURGO
SOFIA
STOCCOLMA
TALLINN
TIRANA
VARSAVIA
VIENNA
VILNIUS
ZAGABRIA
ALGERI
ANKARA
BAGHDAD
BANGKOK
BEIRUT
BOMBAY
BRASILIA
BUENOS AIRES
CALGARY
CARACAS
CASABLANCA
CHICAGO
CITT DEL CAPO
CITT DEL MESSICO
DAKAR
DUBAI
FILADELFIA
GERUSALEMME
HONG KONG
IL CAIRO
JOHANNESBURG
KINSHASA
LA MECCA
L'AVANA
LOS ANGELES
MANILA
MELBOURNE
MIAMI
MONTREAL
NAIROBI
NEW YORK
NUOVA DELHI
PECHINO
SHANGHAI
SINGAPORE
TOKYO
WASHINGTON
Sabato Al mercato
il tempodellafave, buoneconi salami
maancheconil pecorinoromano
T
rai primi prodotti di primavera
spiccano le fave novelle, quelle
da consumare verdi e crude,
senza neanche sbollentarle. Le varie-
t estive necessiteranno della cottu-
ra, maunpiattodi favecrudeepecori-
no, come si fa in Lazio, e di fave e sala-
me, come avviene inLiguria, uno dei
modi migliori per salutare labellasta-
gione. Tolta la Liguria (nella piana di
Albenga e nel Genovese), al Nord sia-
mo appena agli inizi della produzione
emoltoprobabilmentesarannounpo
pi care, ma al Centro e al Sud ci sono
gi da qualche settimana, con prezzi
chestannotendendopiai dueeuroal
chilo che nonai tre di inizio raccolta.
La fava uno dei legumi di pi anti-
co consumo dEuropa: per anzianit
pare seconda solo alla lenticchia. Si
sono addirittura trovate fave tra i re-
sti di villaggi neolitici in Svizzera, ma
anche negli scavi di Troia e Creta. Il
primoascrivernefuOmeronellIliade
e c una curiosit legata a Pitagora, il
quale ne proib luso ai propri seguaci.
Non si sa bene perch: forse per moti-
vi religiosi che dipingevano la fava co-
me un cibo impuro o forse perch Pi-
tagoraeraaffettodafavismo, unintol-
leranza grave che pu portare a crisi
emolitiche anche di letale entit. Per
questo bene approcciarsi con atten-
zione alle fave: il favismo pu insorge-
re anche in et avanzata e cogliere
completamente di sorpresa chi ne
affetto. Prima di farsene unabbuffata
forsemeglioaverequalchecertezza.
Ma la maggior parte di noi ora pu
davvero gioire di questo prodotto che
vaconsumatoappenacolto, nel girodi
24 ore. Per questo si presta a un con-
sumo soprattutto locale. Vista la sua
diffusione su tutto il territorio nazio-
nale non sar un problema, al limite
sar necessario aspettare qualche
tempo inpi, perch conla variabilit
dei climi che attraversano il Paese,
non tutte le maturazioni sono sincro-
nizzate. Questanno sembra esserci
unabuonaqualitdiffusa, dallaSicilia
passando per la Calabria, Puglia e La-
zio, fino al Nord. Le ultime saranno le
valdostane, per fare il fav: una ri-
cetta che prevede una base di sugo
con fave novelle appena sbollentate e
pomodoro, e poi un rimestamento
energico aggiungendo pasta (ditalini)
e fontina che dovr filare per essere
guarnita infine da pane nero fritto nel
burro. Tipica di Cogne e del compren-
sorio del Gran Paradiso, una delle
pochissime ricette tradizionali valdo-
stane che prevedano luso della pasta.
CARLO BOGLIOTTI
Il tempo Ultime ore di caldo tardo primaverile, variabile e pi fresco da domani
84+12
.
LASTAMPA
SABATO31 MARZO2012
W R
Lumache Apollinaire come il fi-
losofo greco Socrate dava insegna-
menti al di fuori di ogni scuola, per
la strada, camminando lungo i bou-
levards o in uno studio di pittore, o,
pispesso, ai tavolini di uncaff, del
Coupole soprattutto. Lui parlava e
noi ascoltavamo. Quando saccor-
geva che latmosfera si faceva trop-
po seria rompeva tutto dicendo:
Vado a mangiarmi un piatto di lu-
mache. Gli piacevano moltissimo i
vecchi clisteri, quelli delle comme-
die di Molire, e a casa ne aveva di-
versi, l, tra un quadro di Picasso e
una maschera africana. La sua casa
era come un santuario. Era piena
degli oggetti del suo culto (Unga-
retti).
Roma Guglielmo Vladimiro Ales-
sandro Apollinaire de Kostrowitzky,
natoaRomainviaMilano19il 25ago-
sto 1880 da Angelina o Angeliska o
Alexandrina o Angelica Olga de Ko-
strowsky, entreneuse e giocatrice. E
da padre incerto, secondo Apollinai-
re un cardinale o addirittura il Papa
(in questo caso si sarebbe trattato di
Leone XIII, quellodellaRerumnova-
rum) pi probabilmente da un Fran-
cesco Camillo Flugi dAspromonte,
gi ufficiale borbonico, siciliano, che
picchiavalamadreespar prestoalla
voltadelleAmeriche.
Scarafaggi Ogni mese mia ma-
dre mi sottoponeva al supplizio degli
scarafaggi, li raccoglievanonsocome
inunvecchio barile, poi mi chiamava
a vedere, versava lacqua bollente su
quelle infelici creature, io assistevo
rapito ai contorcimenti, alle corse, ai
salti disordinati che precedevano la
morte.
SuicidioIl piccolo Guillaume, scel-
toinpiazzaNavonaper estrarrei nu-
meri del lotto, vede un signore che,
avendopersotutto, si sparainbocca.
Lingue Parlava polacco, russo (lin-
guedellamadre), francese(imparato
incollegio), italianoeromanesco. Mi-
schiavapoi tutto.
PrimepoesieMort de Pan, prima
raccolta poetica, pubblicata nel 1907
conlopseudonimodi Macabre.
Laurencin Tra i suoi primi amori
MarieLaurencin, mascolina, lui stes-
so le insegnava come portarsi per es-
ser pisimileauntravestito.
LoulouLa contessa Louise de Coli-
gny-Chatillon detta Loulou gli rac-
conta per lettera le sue masturbazio-
ni, lui le risponde che a quel modo di-
venter nevrastenica, lei insiste su
quelle pratiche feroci, lui ruggisce di
desiderio e, essendo sotto le armi, la
informa dei soldati che lo fanno in
pubblicooppuretutti insiemesottole
coperte cercando di venirsene al-
lunisono
Moglie Sognava in realt una mo-
glie serena, che gli facesse regolar-
mentedamangiare(Rouveyre).
Serate Sarah Bernardt si d per
1.500franchi aserata(Apollinaire).
PicassoStudio di Picasso al Bateau-
Lavoir, in rue Ravignan: Un tavolo
bianco, una stufa, una bacinella e un
secchio per la toilette, una sedia di pa-
glia e un baule di legno come poltrona.
Dietro una tenda, la camera da letto.
Latelier eraghiacciatodinvernoebol-
lente destate, la luce proveniva dalla
lampada a petrolio e ci si riscaldava
conunastufaacarbone. Linsiemeave-
va un odore irrespirabile e un giorno
Apotentdi lavarei pavimenti conlac-
quadi colonia.
Nudi Picasso e Apollinaire sorpresi
insiemenudi daMaxJacob.
SessualitSessualit incerta, forte-
mente anale, i romanzi sono zeppi di
culi maschili e femminili, un po omo e
un po etero, quasi sempre impotente.
Vedi le sue fantasie erotiche e forte-
mente escrementizie ne Le undicimila
verghe, secondo Picasso il suo capola-
voro. InThrselaprotagonistadiven-
ta uomo e suo marito si trasforma in
femmina. Poi partorisce.
Cucina Rimproveri a Marie perch
non sa fare il risotto alla bolognese e
vuole cominciare il pranzo dal des-
sert. Meritarte, protagonista di Le
Pote assassin, pretende unarte
culinaria che soddisfi anche lintel-
letto. Quindi, per esempio, banchetti
comici con zuppe madrilene gelate,
testine di vitello e cosciotto al san-
gue. Lirici: minestra di vermicelli,
uova alla coque, insalata di lattuga
con fiori di cappuccina, formaggio
burroso constufato dagnello. Filoso-
fici: ossa di bue, teste di coniglio.
Drammatici: zuppa funebre, carni al
sangue, funghi, insalata Rachel. Sfi-
d a duello un giornalista che aveva
scritto di bere acqua Apollinaris.
Cocktail carabin: porto, grog, as-
senzio, succo di limone.
MorteMorto poi di spagnola, il 9 no-
vembre 1918. Severini: Nella grande
stanza rosa dove lavorava e dove tante
volteeravamostati assieme, egli giace-
vasereno, tenendotraleditail crocifis-
sochegli avevamessoMadameFaure-
Favier. Appesoal muro, al suocapezza-
le, era uno dei pi recenti quadri di Pi-
cassoedei pibelli.
Notizietratteda: RenzoParis,
LabandaApollinaire,
HaccaEdizioni, 14euro.
GIORGIO DELLARTI
UNLIBRO
IN800PAROLE
Lostravagante
Apollinaire
P
R
E
Z
Z
I
T
A
N
D
E
M
,
N
E
L
L
E
A
R
E
E
D
I
D
I
F
F
U
S
I
O
N
E
I
N
D
I
C
A
T
E
S
U
L
G
I
O
R
N
A
L
E
L
O
C
A
L
E
;

1
C
O
N

L
A
V
O
C
E
D
I
M
A
N
T
O
V
A

P
R
I
M
O
P
I
A
N
O
M
O
L
I
S
E

L
A
T
I
N
A
O
G
G
I

1
,
2
0
C
O
N

L
A
G
A
Z
Z
E
T
T
A
D
E
L
M
E
Z
Z
O
G
I
O
R
N
O

I
L
C
O
R
R
I
E
R
E
D
I
R
O
M
A
G
N
A

I
L
C
O
R
R
I
E
R
E
M
E
R
C
A
N
T
I
L
E

L
A
G
A
Z
Z
E
T
T
A
D
E
L
L
U
N
E
D
I

.
P
R
E
Z
Z
I
E
S
T
E
R
O
:
F
R
A
N
C
I
A
,
M
O
N
A
C
O
P
.
,

2
,
0
0
;
I
R
L
A
N
D
A

2
;
S
L
O
V
E
N
I
A

1
,
3
4
;
C
.
T
I
C
I
N
O
F
R
S
.
3
,
0
0
;
S
V
I
Z
Z
E
R
A
F
R
A
N
C
E
S
E
F
R
S
.
3
,
0
0
;
S
V
I
Z
Z
E
R
A
T
E
D
E
S
C
A
F
R
S
.
3
,
0
0
.