Sei sulla pagina 1di 15

Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine

(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )


Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Ruote dentate

Elementi di Costruzione e Disegno di


Macchine
ECDM Ruote dentate 1

Sommario

Organi di trasmissione del moto

Ruote dentate

Rappresentazione convenzionale

Designazione

ECDM Ruote dentate 2

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 1
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Organi di trasmissione del moto

Trasmettono il moto tra due diversi organi meccanici (conduttore, condotto).


Possono convertire le caratteristiche del moto (velocit di rotazione, moto rettilineo/rotatorio)
ECDM Ruote dentate 3

Organi di trasmissione del moto

Una delle funzioni pi comuni nelle macchine la trasmissione del


moto tra un albero motore ed uno condotto, con una diversa velocit
per questultimo.

Qualora i due alberi siano relativamente distanti


possibile adottare una trasmissione flessibile con
utilizzo di cinghie o catene (pi rumorose, ma con
potenze elevate)

Diversamente la soluzione pi vantaggiosa la


trasmissione rigida con lutilizzo di ruote
calettate sui due alberi in grado di garantire un
moto pi regolare

ECDM Ruote dentate 4

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 2
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Organi di trasmissione del moto: Ruote a frizione

La forma pi semplice di trasmissione si pu ottenere calettando sui


due alberi due ruote tangenti tra di loro e opportunamente premute
luna contro laltra: in tali condizioni la trasmissione del moto avviene
per frizione od attrito

Ruote di frizione

ECDM Ruote dentate 5

Trasmissioni rigide: Ruote dentate


Le ruote di frizione presentano il notevole inconveniente di non poter
trasmettere elevate potenze (slittamento). Si pu per pensare di
munire le ruote di denti di forma opportuna, intervallandoli con un
angolo costante. In questo modo il moto viene trasmesso per spinta
anzich per attrito.

ECDM Ruote dentate 6

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 3
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Ruote dentate a denti dritti


La trasmissione avviene per spinta dei denti della ruota motrice su
quelli della ruota condotta. Il profilo dei denti deve garantire
luniformit del movimento e ed evitare perdite di potenza. Per
questa ragione i denti hanno un profilo ad evolvente di cerchio

ECDM Ruote dentate 7

Ruote dentate: levolvente

La curva descritta da un punto di una retta che rotola senza strisciare su una
circonferenza (cerchio base). Si pu dimostrare che dal punto di vista cinematico il moto
pu essere descritto come moto di puro rotolamento tra due circonferenze
primitive poich queste non slittano.
ECDM Ruote dentate 8

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 4
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Modellazione dellevolvente

P OT = Rb
B
PT = BT = OT = Rb
Rb T

O Coordinate del punto P:

ECDM Ruote dentate 9

Modellazione dellevolvente
Distanza del punto P dal centro:
P
B

Rb T

O

Rte2
1 = 1
Rb2
ECDM Ruote dentate 10

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 5
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Modellazione dellevolvente
YR
Y

P X
YR


Y
X

O XR XR

ECDM Ruote dentate 11

Modellazione dellevolvente
R2 X P = Rb sin( 2 ) Rb 2 cos( 2 )
2 = 1
Rb2 YP = Rb cos( 2 ) Rb 2 sin( 2 )

3
= 3
2
2
P

3 /2
/2

ECDM Ruote dentate 12

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 6
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Ruote dentate: taglio del dente

Utensile di forma

Creatore Utensile per dentatrice

ECDM Ruote dentate 13

Ruote dentate: taglio per inviluppo

Sottotaglio

ECDM Ruote dentate 14

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 7
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Ruote dentate: la rappresentazione

Il disegno delle ruote dentate (UNI EN ISO 2203) eseguito in modo


convenzionale: frontalmente non appaiono i denti, rappresentando il
cerchio primitivo ed il cilindro di testa

In sezione si rappresentano i denti non sezionati e considerati dritti.


In alcuni casi si pu disegnare un dente o due per precisarne la
posizione

ECDM Ruote dentate 15

Ruote dentate: la rappresentazione

Nelle viste laterali il tipo di dentatura pu essere individuato con


simboli

ECDM Ruote dentate 16

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 8
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Ruote dentate: la rappresentazione

Nelle viste frontali di due ruote dentate in condizioni di ingranamento,


nessuna delle due ruote deve coprire la parte in presa dellaltra, se gli
assi di entrambe giacciono nel piano di rappresentazione

Nella sezione un dente


sovrapposto a quello dellaltra
ruota

ECDM Ruote dentate 17

Ruote dentate: la rappresentazione


Nella rappresentazione di due ruote dentate in condizioni di
ingranamento, se gli assi di entrambe non giacciono nel piano di
rappresentazione la ruota anteriore copre quella posteriore

Nelle ruote coniche preferibile disegnare completamente i coni


primitivi
ECDM Ruote dentate 18

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 9
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Ruote dentate: modulo

Poich il valore di m standardizzato sar necessario identificare


allinterno della tabella, il valore di m a quello valutato durante il
dimensionamento meccanico
0,5 2 5
1 2,5 6
1,25 3 8
1,5 4 10

D1 = m*z1
D2 = m*z2

ECDM Ruote dentate 19

Ruote dentate: le dimensioni della dentatura

Grandezza Simbolo Definizione


Modulo m
Numero di denti z
Passo p p = m
Addendum ha ha = m
Dedendum hf hf = 1,25 m
Altezza del dente h h = 2,25 m
Diametro primitivo d d = mz
Diametro di testa da da = d + 2m = m(z +2)
Diametro di fondo df df = d - 2hf
Angolo di pressione ( = 20)
Diametro di base db db = d cos
Rapporto di trasmissione = z2/z1 = n1/n2
Interasse delle ruote I I = m (z1 + z2)/2

Tabella integrativa da inserire a disegno


ECDM Ruote dentate 20

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 10
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Ruote dentate elicoidali: gli elementi della dentatura

Grandezza Simbolo Definizione


Modulo normale mn
Numero di denti z
Passo normale pn pn = pc cos = mn
Angolo dellelica ( = 4 30) tan = d/pe
Modulo circonferenziale mc mc = d/z = mn/cos
Passo circonferenziale pc pc = mc = pn/cos = d/z
Addendum ha ha = mn
Dedendum hf hf = 1,25 mn
Altezza del dente h h = 2,25 mn
Diametro primitivo d d = mc z = mn z/cos
Diametro di testa da da = d + 2mn
Diametro di fondo df df = d - 2hf
Angolo di pressione norm. n (n = 14,5 - 17,5 - 20)
Angolo di pressione c tanc = tann/cos
Diametro di base db db = d cosc
Passo dellelica pe pe = d/tan = mc z/tan
Rapporto di trasmissione = z2/z1 = n1/n2
Interasse delle ruote I I = mn (z1 + z2)/2 cos

Tabella integrativa da inserire a disegno


ECDM Ruote dentate 21

Gli elementi delle ruote coniche a denti dritti

Nelle ruote dentate coniche a denti dritti, utilizzate per la trasmissione del moto tra assi incidenti, la
superficie primitiva costituita dal cono primitivo.

ECDM Ruote dentate 22

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 11
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Gli elementi delle ruote coniche a denti dritti


Grandezza Simbolo Definizione
Modulo m
Numero di denti z
Larghezza dei denti b
Passo p p=m
Diametro primitivo d d=mz
Angolo primitivo tan1 = z1/z2 tan2 = z2/z1
Angolo fra gli assi = 1 + 2
Addendum ha ha = m
Dedendum hf hf = 1,25 m
Altezza del dente h h = 2,25 m
Diametro di testa da da = d + 2 ha cos
Diametro di fondo df df = d - 2 hf cos
Raggio generatore R R = d/(2 sen)
Raggio complement. r r = d/(2 cos)
Modulo medio mm mm = m(1 b/2R)
Diametro medio dm dm = mm z
Angolo addendum a tana = ha/R
Angolo dedendum f tanf = hf/R
Angolo di testa a a = + a
Angolo di piede f f = - f
Rapporto di = z2/z1 = n1/n2
trasmissione
Tabella integrativa da inserire a disegno
ECDM Ruote dentate 23

Ruote dentate: la rappresentazione

ECDM Ruote dentate 24

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 12
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Ruote dentate: la rappresentazione

ECDM Ruote dentate 25

Ruote dentate: la rappresentazione

ECDM Ruote dentate 26

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 13
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Vite senza fine / ruota elicoidale : la rappresentazione

ECDM Ruote dentate 27

Vite senza fine / ruota elicoidale : la rappresentazione


Grandezza Vite Ruota elicoidale
Numero di denti ruota z1 = principi z2 = denti
Modulo m
Passo assiale vite pa pa = m
Passo circonf. ruota pc pc = m = pa
Passo normale ruota pn pn = m = pa cos
Passo apparente vite pz = pa z 1 -
Angolo delle eliche tan = m z1/dm1 = z1/q
Coefficiente di forma q q = dm1/m -
Interasse a a = mx + (dm1 + d2)/2
Fattore del profilo x = a - 0,5(dm1 + d2)/m
Diametro medio vite dm1 dm1 -
Diametro primitivo ruota d2 d2 = m z 2
Diametro di testa da da1 = dm1 + 2ha1 da2 = d2 + 2ha2
Diametro di fondo df df1 = dm1 - 2hf1 df2 = d2 - 2hf2
Addendum ha ha1 = m ha2 = m(1 + x)
Dedendum hf hf1 = 1,2 m hf2 = m(1 - x) + 0,2m
Angolo di pressione n = 14,5 25
normale n
Angolo di pressione tana = tann/cos
assiale a
Lunghezza vite b1 = 2,5m z2 + 1
Larghezza dente ruota b2 = 2m (0,5 + q + 1)

ECDM Ruote dentate 28

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 14
Politecnico di Torino Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine
(Tit. Proff. T. Berruti , E. Brusa )
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale e della Produzione

Misura delle ruote dentate

Misura della corda Misura Wildhaber

ECDM Ruote dentate 29

ECDM Ruote dentate


Versione del 29/09/12
Autori: S.Moos. E. Bonisoli 15