Sei sulla pagina 1di 22

Cuscinetti a rotolamento

Tipologie, caratteristiche funzionali e


criteri di montaggio

Francesca Curà, Graziano Curti


1 - Norme generali per il montaggio isostatico dei cuscinetti

 I cuscinetti si devono poter montare (e smontare).

 Il complesso dei cuscinetti che regge un albero deve essere in grado di


sopportare le forze che nel funzionamento possono agire sull’albero.

 Le forze trasmesse dai cuscinetti debbono ripartirsi in modo univocamente


determinato sui cuscinetti stessi.

 I cuscinetti debbono essere adatti alle forze che debbono trasmettere.

 Albero e involucro debbono essere previsti con spallamenti necessari per


tenere in posizione i cuscinetti.

 Il bloccaggio di forza dei cuscinetti, sull’albero e sull’involucro, deve impedire


soltanto il movimento dei cuscinetti corrispondente alla forza che essi debbono
sopportare (vincoli di forza).

Gli spallamenti debbono essere adeguati alle forze che trasmettono.


2- Sequenza di scelta e di calcolo dei cuscinetti per un albero sopportato in modo
isostatico

 Definizione dello schema funzionale di ancoraggio e sopporto dell’albero.

 Calcolo delle spinte (reazioni) sugli appoggi.

Analisi dei tipi di cuscinetti disponibili (caratteristiche).

 Scelta del tipo di montaggio (a due o più cuscinetti).

 Ripartizione delle forze assiali e radiali sui vari cuscinetti.

Scelta del tipo di cuscinetti.

 Disegno dello schema completo definitivo di sopporto dell’albero ( con i vari cuscinetti, i relativi
spallamenti, i dispositivi di ripresa del gioco …ecc).

 L’anello del cuscinetto sul quale si agisce per effettuare la ripresa del gioco assiale deve
possibilmente essere montato con accoppiamento libero.

 Il montaggio dell’anello girevole rispetto il carico deve possibilmente essere di tipo


leggermente forzato, cioè con leggera interferenza radiale.
 Negli alberi soggetti a dilatazione differenziale rilevante rispetto all’involucro, le forze assiali in
entrambi i sensi debbono essere sopportate alla stessa estremità dell’albero.

 Nel caso di alberi montati su supporti il cui allineamento non è facile o che sono soggetti a
disallineamenti per cedimenti della struttura o del terreno o altra ragione il montaggio deve
consentire l’oscillazione (orientamento) delle estremità.

 Le molle assiali si utilizzano normalmente nei cuscinetti assiali o obliqui utilizzati come assiali
per mantenere a contatto l’anello scarico del cuscinetto.

 L’anello del cuscinetto assiale che è solidale all’albero in rotazione deve essere montato
rispetto a questo senza gioco radiale; l’altro anello deve invece essere montato con gioco
radiale.
3- Tipi di cuscinetti
 disegni da sito SKF ( • Per forze radiali e assiali (Misti)
http://www.skf.com) b1 - universali (per forze di
•Per sole forze radiali (Radiali) direzione qualsiasi)
(SKF: Cuscinetti a rulli cilindrici aperti) b1.1 - rigidi
• SKF: Cuscinetti a sfere

b2.2 - oscillanti b 1.2 - oscillanti


•SKF: Cuscinetti orientabili a rulli (rulli a botte) • SKF: Cuscinetti orientabili a sfere
b2 – obliqui • SKF: Cuscinetti orientabili a rulli
b2 – obliqui
b2 – obliqui b2.1 - rigidi
b2.1 - rigidi •SKF: Cuscinetti a rulli conici
•SKF: Cuscinetti obliqui a sfere •

•Per forze assiali (Assiali)


a)SKF: Cuscinetti assiali a sfere a semplice effetto

•SKF: Cuscinetti assiali a sfere a doppio effetto


Montaggi a due cuscinetti

I - Bloccaggio assiale separato

A - Divergente
A2-
A2- Divergente
A1 - Divergente incrociato (in genere a
indipendente sbalzo)

4 3 4 3

2 1 1 2
4 4
B - Convergente

B1 – Convergente indipendente B2 –Convergente incrociato

3 4
4 3

1 2 1 2
4 4
II - Bloccaggio assiale concentrato
C1 – Cuscinetto assialmente scarico: universale
(che può sopportare spinte radiali e spinte assiali)
bloccato sull’albero

4 3

1 2 5 6

4 3 7 8
C2 – Cuscinetto assialmente
scarico: universale bloccato
sull’alloggiamento
1 3

4 3 7 8

C3 – Cuscinetto assialmente scarico:


1 2 5 6
radiale (che può sopportare solo spinte
radiali) bloccato sull’albero e
sull’alloggiamento
Tipi di spallamento
• Rigidi, non smontabili né regolabili
- variazione di diametro
• Smontabili, ma non regolabili
2-a Anello elastico (spaccato), Seeger
2-b Flange di estremità
2-c Collari con grano di fissaggio
• Smontabili e regolabili
3-a Ghiera
3-b Fittizi
DL

RE RE
HYDRAULIC
PUMP BEVEL
IDLER

IDLER OIL
FUEL PUMP
PUMP

IDG

INPUT
STARTER
Z6
Z1
Z5

Accoppiamenti
scanalati
Cuscinetti
Max. extracted
torque
(Shear-neck
failure condition)
Riduttore commerciale OUT

Z1

Z2

Z3 Z4

IN

Potrebbero piacerti anche