Sei sulla pagina 1di 25
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzioni di dentatura L'utilizzo delle ruote normali può portare ad
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzioni di dentatura
L'utilizzo delle ruote normali può portare ad avere alcuni problemi,
tra i quali si segnalano:
interferenza di funzionamento per assicurare un determinato
rapporto di trasmissione t;
(per ovviare ciò si può aumentare l'angolo di pressione a, ma
aumenta la forza sulla dentatura a parità di coppia trasmessa;
lo spessore alla radice del dente è insufficiente per resistere
alle sollecitazioni;
lo strisciamento specifico è troppo elevato,
è necessario imporre un interasse non nominale per esigenze
costruttive (ad es. gruppo cambio).
Si ricorre allora alle ruote dentate normalizzate corrette.
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
1
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzioni di dentatura Si è visto che una ruota normalizzata
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzioni di dentatura
Si è visto che una ruota normalizzata può essere realizzata tramite
la dentiera generatrice normalizzata.
Il processo di costruzione può essere riassunto in due fasi
successive:
1. Si parte da un tondo pieno di diametro esterno pari al diametro di troncatura
esterna della dentatura. L'utensile dentiera si muove, in questa prima fase,
parallelamente all'asse della ruota e si addentra gradualmente
nel corpo della ruota fino a che la linea di
riferimento non diventa tangente alla primitiva
della ruota in corso di costruzione.
La linea di riferimento della dentiera è quella
linea ideale per la quale lo spessore del dente
è uguale al vano fra due denti: spessore = vano
= passo/2 = pm 0 /2
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
2
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzioni di dentatura 2. il moto della dentiera (moto di
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzioni di dentatura
2. il moto della dentiera (moto di alimentazione) si trasforma in quello che
sarà il moto di accoppiamento tra ruota e dentiera; la ruota gira con
velocità angolare w e la dentiera trasla con velocità v = w r.
(Più propriamente ad un passo DJ della ruota la dentiera utensile avanza di
Ds = DJ r).
Questo procedimento corrisponde al
taglio normale (ruote zero della
normativa tedesca).
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
3
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzioni di dentatura Per ottenere le ruote corrette si esegue
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzioni di dentatura
Per ottenere le ruote corrette si esegue un taglio con spostamento.
Nella prima fase di costruzione la dentiera utensile si arresta (in
direzione radiale!) in una posizione diversa da quella che
caratterizza il taglio normale:
la circonferenza primitiva di taglio della ruota non sarà più
tangente alla linea di riferimento della dentiera, ma alla linea di
taglio, spostata rispetto alla prima.
Si chiama spostamento v la distanza tra la linea di riferimento e
la linea di taglio (tangente alla circonferenza primitiva di taglio
della ruota).
Viene infine definito lo spostamento relativo x, altrimenti detto
coefficiente di spostamento:
v
x =
m
0
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
4
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzioni di dentatura Per convenzione si dirà che lo spostamento
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzioni di dentatura
Per convenzione si dirà che lo spostamento v è positivo quando
la linea di riferimento della dentiera è esterna alla circonferenza
primitiva di taglio della ruota.
In tal caso il tondo di partenza dovrà avere un diametro esterno
più grande di quello corrispondente ad un taglio normale:
occorre infatti sommare a questo la quantità 2v.
pignone "normale"
pignone corretto
linea di
linea di
riferimento
e di taglio
riferimento
xm
o > 0
linea di
taglio
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
5
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzioni di dentatura Si dirà che lo spostamento v è
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzioni di dentatura
Si dirà che lo spostamento v è negativo quando la linea di
riferimento della dentiera è interna alla circonferenza primitiva
di
taglio della ruota .
In
tal caso il tondo di partenza dovrà avere un diametro esterno
più piccolo di quello corrispondente ad un taglio normale:
occorre infatti sottrarre a questo la quantità 2v.
ruota "normale"
ruota corretta
linea di
linea di
riferimento
e di taglio
riferimento
xm
o < 0
linea di
taglio
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
6
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Parametri caratteristici della dentiera generatrice, della ruota “normale” e di
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Parametri caratteristici della dentiera generatrice, della ruota
“normale” e di quella “corretta”
parametro
Dentiera
Ruota normale
Ruota corretta
Modulo
m o = p o /p
m o = p o /p
m o
Angolo di pressione
a
a
a
o
o
o
Passo (sulla linea di
riferimento)
p
= pm o
p
= pm o
p
= pm o
Raggio primitivo
r
= z m o /2
r
= z m o /2
Spessore (sulla circonf.
primitiva di taglio)
s=vano=pm o /2
s=vano=pm o /2
s
vano pm o /2
addendum
h
a = 1.25 m o
h
h
a = m o
a1 m o
dedendum
h
h
f = 1.25 m o
h
f1 1.25 m o
f = m o
altezza del dente
h
= 2.25 m o
h
= 2.25 m o
h
= 2.25 m o
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
7
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzioni di dentatura Il taglio con spostamento : non altera
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzioni di dentatura
Il taglio con spostamento :
non altera il numero di denti della ruota
quindi il raggio della primitiva di taglio ed il passo sulla primitiva
restano gli stessi della ruota normale
viene invece alterata la forma del dente
in particolare uno spostamento positivo provoca un aumento
dello spessore alla base del dente ed una diminuzione dello
spessore alla punta del dente stesso
Si ricorda che per un corretto funzionamento durante
l'ingranamento di due ruote, la somma degli spessori sulle
circonferenze primitive di funzionamento deve essere uguale al
passo.
Ciò garantisce che non si verifica né interferenza né gioco tra i
denti durante la trasmissione del moto
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
8
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzioni di dentatura Nel caso di ruote normali si ricorda
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzioni di dentatura
Nel caso di ruote normali si ricorda che l'interasse di
funzionamento (interasse normale) è:
z
+
z
1
2
i
=+=
r
r
m
1
2
0
2
infatti, in corrispondenza delle circonferenze primitive di
taglio delle due ruote di z 1 e z 2 denti, gli spessori sono:
p
m
p
m
0
0
s
=
s
=
s
+
s
= p
m
= passo
1
2
1
2
0
2
2
allora le circonferenze primitive di taglio sono anche
circonferenze primitive di funzionamento, o di lavoro.
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
9
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzioni di dentatura Nel caso di ruote corrette ingrananti fra
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzioni di dentatura
Nel caso di ruote corrette ingrananti fra di loro si avrà in
generale:
p
m
p
m
0
0
s
s
1
2
2
2
si possono verificare due casi:
1)
s
+ s
= p m
1
2
0
caso della correzione simmetrica in cui l'interasse di
funzionamento i’ è uguale all'interasse normale i
2)
s
+ s
p m
1
2
0
caso della correzione non simmetrica o a variazione di
interasse:
i¢ i
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
10
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzione simmetrica Si ha correzione simmetrica quando: + x =
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzione simmetrica
Si ha correzione simmetrica quando:
+ x
= 0
x 1
2
Il pignone (ruota 1) è tagliato con spostamento x 1 > 0;
la ruota (2) con lo stesso spostamento in valore assoluto, ma di
segno opposto x 2 = - x 1 .
In tal caso lo spessore s 1 sulla circonferenza primitiva di taglio
del pignone è uguale al vano misurato sulla circonferenza
primitiva di taglio della ruota 2.
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
11
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzione simmetrica Posto x 1 = x e x 2
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzione simmetrica
Posto
x 1 = x
e x 2 = -x
gli spessori del pignone e della ruota
sulle primitive di taglio risultano:
p
m
p
m
0
0
s
=
+
2
xm
tan
a
s
=
-
2
xm
tan
a
1
0
0
2
0
0
2
2
s
+ s
= pm
1
2
0
a
a
o
o
linea di taglio
ruota
s
2
linea di
pm o /2
pm
/2
m
riferimento
x 2
o
o
s
x 1
m o
linea di
1
riferimento
linea di taglio
pignone
pignone
ruota
pignone e ruota: linee di taglio e riferimento
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
12
Ingranaggi cilindrici a denti dritti r b 2 r 2 dentiera di taglio della ruota
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
r
b
2
r
2
dentiera di taglio
della ruota
dentiera di taglio
del pignone
ruota
a o
=
linea di
riferimento
=
linea di
xm o
taglio
r b1
pignone
r
1
condizioni ingranamento correzione simmetrica
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
13
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Principali dati di una dentatura normale e di una dentatura
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Principali dati di una dentatura normale e di una dentatura corretta
con correzione simmetrica
Dentatura normale
Dentatura corretta simmetrica
Pignone e Ruota
Pignone
Ruota
addendum
h
h
a1 = m o + v
h
a2 = m o - v
a = m o
dedendum
h
f = 1.25 m o
h
f = 1.25 m o - v
h
f2 = 1.25 m o + v
altezza del dente
h = 2.25 m o
h =
2.25 m o
h =
2.25 m o
Interasse
i = m o (z 1 +z 2 )/2
i = m o (z 1 +z 2 )/2
Angolo di pressione
a
a o
o
La variazione di spessore, in valore assoluto, sulla circonferenza
primitiva di taglio e sulla circonferenza di base delle due ruote è:
primitiva di taglio
circonferenza di base
Ds = 2xm tana
0
0
Ds
=
2
xm
sin
a
b
0
0
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Antonio Gugliotta
14
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzione non simmetrica Si ha correzione non simmetrica quando: x
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzione non simmetrica
Si ha correzione non simmetrica quando:
x
+ x
0
1
2
Il pignone (ruota 1) è tagliato con spostamento x 1 > 0;
la ruota (2) è tagliato con uno spostamento x 2 che sia diverso
da - x 1 .
In tal caso lo spessore s 1 sulla circonferenza primitiva di taglio
del pignone 1 è diverso dalla larghezza del vano e 2 misurato
sulla circonferenza primitiva di taglio della ruota 2.
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
15
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzione non simmetrica Poste le correzioni rispettivamente uguali a x
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzione non simmetrica
Poste le correzioni rispettivamente uguali a x 1 e x 2 gli spessori del
pignone e della ruota sulle primitive di taglio risultano:
p
m
p
m
s
= 0
+ m
2
x
tan a
s
= 0
+
2
x
m
tan a
10
1
0
0
20
2
0
0
2
2
p
m
p
m
e
= 0
- m
2
x
tan a
e
= 0
-
2
x
m
tan a
10
1
0
0
20
2
0
0
2
2
a
a
o
o
linea di taglio
ruota
s
2
linea di
pm o /2
pm
/2
x
m
riferimento
o
2
o
s
m
x 1
linea di
o
1
riferimento
linea di taglio
pignone
pignone
ruota
pignone e ruota: linee di taglio e riferimento
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
16
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Correzione non simmetrica Poste le correzioni rispettivamente uguali a x
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Correzione non simmetrica
Poste le correzioni rispettivamente uguali a x 1 e x 2 , la somma degli
spessori del pignone e della ruota sulle rispettive primitive di taglio
risulta:
p
m
p
m
0
0
s
+
s
=
+
2
x m
tan a
+
+
2
x m
tan a
=
10
20
1
0
0
2
0
0
2
2
p
m
+
2
(
x
+
x
)
m
tan
a
0
1
2
0
0
Che è chiaramente diversa dal valore del passo p m 0 se la
correzione operata non è simmetrica
Ad evitare un ingranamento con gioco (dato da x 1 + x 2 < 0) o una
compenetrazione fra i denti (condizione impossibile data da
x 1 + x 2 > 0 ) è necessario spostare i centri delle due ruote
avvicinandoli o allontanandoli (cond. di lavoro)
17
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Ricordando la relazione per il calcolo dello spessore del dente
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Ricordando la relazione per il calcolo dello spessore del dente a
raggi diversi da quello della primitiva di taglio
Ê
s
ˆ
r
Á
01
s
=
+
2 ev
(
a
-
ev
a
)
˜
1
1
Á
0
1
˜
r
Ë
p 01
¯
Ê
s
ˆ
Á
02
s
=
r
+
2 ev
(
a
-
ev
a
)
˜
2
2
Á
0
2
˜
r
Ë
p 02
¯
s
+
s
=
p
1
2
A questa prima condizione occorre aggiungere la condizione che gli
angoli di pressione di lavoro a 1 ed a 2 devono essere uguali fra di
loro a l , sebbene diversi dall’angolo di pressione di taglio a 0
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
18
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Ricordando inoltre la relazione fra il passo ed il numero
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Ricordando inoltre la relazione fra il passo ed il numero dei denti
z
p
z
p
1
1
1
r
=
=
1 l
Sulle circonferenze primitive di lavoro
2
p
2
p
r 1l e r 2l
z
p
z
p
2
2
2
r
=
=
2 l
2
p
2
p
p
=
p
=
p
1
2
Perché le due dentature possano
ingranare fra loro
Sostituendo e semplificando si ottiene la relazione fondamentale per il
calcolo dell’angolo di pressione di lavoro
x 1 x
+
2
ev
a
=
ev
a
+
2 tan
a
l
0
0
z
+
1 z
2
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
19
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Trovato ora l’angolo di pressione di lavoro a l ,
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Trovato ora l’angolo di pressione di lavoro a l , si possono ricavare i
valori dei raggio primitivi di lavoro
r
= cos a
r
/
1
l
b
1
l
r
= cos a
r
/
2
l
b
2
l
cos a
(
)
0
i
=
r
+
r
=
r
+
r
interasse di lavoro
1
l
2
l
p
10
p
20
cos a
l
2
r
2
r
cos a
1 l
2
l
0
m
=
=
= m
modulo di lavoro
l
0
z
z
cos a
1
2
l
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
20
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Quali sono gli effetti che si possono conseguire da una
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Quali sono gli effetti che si possono conseguire da una operazione di
taglio delle dentature a profili spostati
1 – numero minimo di denti tagliabile senza interferenza
2 – spessore del dente nella zona di massima sollecitazione di
flessione
3 – strisciamenti specifici
4 - interasse
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
21
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Con quali criteri scegliere i valori delle correzioni x 1
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Con quali criteri scegliere i valori delle correzioni x 1 e x 2 con cui
eseguire il taglio delle due ruote ?
Ovviamente in base agli effetti che si vogliono ottenere
Le normative ISO, AGMA, DIN, BSS offrono delle guide per la scelta
dei valori x 1 e x 2 delle correzioni da operare, ciascuna di tali
normative è orientata a privilegiare un effetto in particolare
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
22
Profilo dei denti per un ingranaggio N = 13 correzione BSS No interferenza !! x
Profilo dei denti
per un ingranaggio
N = 13
correzione BSS
No interferenza !!
x = 0.34
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
Ingranaggi cilindrici a denti dritti Profilo dei denti per un ingranaggio spessore del dente nella
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
Profilo dei denti
per un ingranaggio
spessore del dente nella zona di
massima sollecitazione di
flessione
N = 20
correzione BSS
x = 0.24
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
24
Ingranaggi cilindrici a denti dritti grafico dello strisciamento specifico per una coppia di ingranaggi N
Ingranaggi cilindrici a denti dritti
grafico dello strisciamento specifico
per una coppia di ingranaggi
N = 20
N’ = 50
con correzione BSS
Senza correzione
x 1 = + 0.24
x 2 = - 0.24
Costruzione di macchine – ruote dentate - a. a. 2010/2011 – Giovanni Belingardi
25