Sei sulla pagina 1di 13

ARCHEOASTRONOMIA Ipotesi preliminari sugli aspetti calendariali

principali attualmente presenti nellAbbazia di Mirasole a Milano.


Sergio Dr. Ing. Berti ALSSA , SIA e Associazione Architettura & Geobiologia Studi Integrati

Abstract
A seguito delle esperienze di ricerca e di studio, gi effettuate, su alcuni monumenti storici,di epoche diverse,in Italia e
all estero,al riguardo dell orientamento degli edifici rispetto al moto apparente del Sole (Chiesa della Vera Cruz di
Segovia,Giardino della Villa Medicea di Quarrata, Cavaneo dello Spirito Santo Lerici,Duomo di Carrara, Chiesa
romanica di Santa Maria a Vezzano Ligure e altri ), stata eseguita una ricerca preliminare sugli aspetti calendariali
principali attualmente presenti nell Abbazia di Mirasole a Milano .La ricerca stata effettuata , in via preliminare ,
mediante l utilizzo di documentazione costruttiva reperibile in rete. I risultati, ottenuti dalla ricerca, sono stati
confrontati e correlati tra loro ed hanno permesso di corroborare lipotesi che lAbbazia di Mirasole ancora oggi,nella
configurazione attuale ,permetta in alcune sue parti di evidenziare funzioni calendariali,legate al moto apparente del
Sole,di notevole valenza. La ulteriore conferma, di quanto evidenziato, potrebbe avvenire dopo la disponibilit di copia
della documentazione costruttiva originale esistente e dalle necessarie verifiche da effettuare e documentare
fotograficamente ,in particolare , ai prossimi Solstizi ed Equinozi.

Premessa
L Abbazia di Mirasole di Opera a Milano ( vedere fig. 1 ) stata fondata tra gli ultimi anni del XII secolo
ed i primi del XIII ad opera della Comunit degli Umiliati. La storia di otto secoli dell Abbazia descritta
sinteticamente e con dovizia nel depliant del Progetto Mirasole - Spiritualit,Accoglienza,Cultura e Lavoro -
come di seguito riportato:

La grangia di Mirasole nacque tra il XII secolo e i primi anni del XIII secolo ad opera dei fratelli Umiliati,con
una comunit di soli laici. A partire dalla seconda met del Trecento, in conseguenza della crisi provocata

Figura 1 -Piantina dell abbazia di Mirasole Milano,relativamente recente, con evidenziate le principali aree
funzionali ( Fonte : Articolo di Liliana Grassi Rivista di Storia dell Arte 1958 anno III N. 2 ; Elaborazione :
Sergio Berti )
dallepidemia di peste nera,i Frati Umiliati decidono,come era usuale per gli ordini religiosi dell epoca,di
concedere ad esponenti famiglie della nobilt milanese l affitto di terre per recuperare liquidit. Nel 1571,a
seguito del fallito attentato a san Carlo Borromeo da parte di un Umiliato della casa di Brera,Papa Pio V
abrog l ordine degli Umiliati. Nel 1582 la propriet dell Abbazia pass al Collegio Elvetico di Milano : qui
termin ,dopo oltre tre secoli,la vita monastica di Mirasole e ,tranne la chiesa ed il chiostro,tutti gli edifici
abbaziali furono destinati a fittavoli e salariati. Nel 1797 Napoleone soppresse il Collegio e don lAbbazia
all Ospedale Maggiore di Milano,per compensarlo dell assistenza prestata ai suoi soldati. Dal 2013 al 2016
lAbbazia stata sede del Priorato Italiano dei Canonici Regolari Premostratensi. Il 25 luglio 2016
Fondazione Progetto Arca e Progetto Mirasole Impresa Sociale hanno fatto il loro ingresso in Abbazia.

In figura 2, riportata l immagine da satellite del complesso abbaziale con evidenziata la direzione Nord-
Sud geografica ed alcune delle principali direzioni di interesse Astronomico-Calendariale. Nel lato Nord
sono localizzati la Chiesa,il Campanile ed il Chiostro mentre il lato Sud quasi tutto occupato dalla grande
corte con le annesse costruzioni laterali che la circondano.

Figura 2 Vista da satellite dell Abbazia di Mirasole a Milano con evidenziati gli orientamenti geografici
principali degli edifici ( Fonte : Immagine da Google Earth ; Elaborazione : di Sergio Berti )

Va premesso che per la ricerca sono state utilizzate le immagini satellitari tratte da Google Earth e le piantine e
disegni di base tratti dall articolo di Liliana Grassi-LAbbazia di Mirasole ed altre grange degli Umiliati in
Lombardia ( con rilievi per restauro ) dove i rilievi ed i disegni sono stati a cura di Linda Capriolo e Gian
Maria Pasetti .L articolo citato stato pubblicato sulla Rivista di Storia dell Arte 1958 Anno III numero 2
.Gli orientamenti degli edifici indagati ,dal punto di vista astronomico-calendariale, sono stati ricavati
tramite le foto satellitari di Google Earth .

L obiettivo della ricerca stato quello di verificare ,in via preliminare,con la documentazione disponibile se
nella configurazione attuale dell Abbazia ,dopo le modifiche e gli ampliamenti subiti nei secoli ,potessero
ancora configurarsi condizioni astronomico calendariali evidenti e non casuali ,legate alla forma e
orientamento degli edifici, in relazione al moto apparente annuale del Sole.
Ricerche Astronomiche-Calendariali preliminari
Le ricerche Astronomiche-Calendariali preliminari sono state effettuate per alcuni orientamenti principali
del Chiostro e della Chiesa che sono sicuramente gli edifici di impianto pi antico, nonostante le modifiche
subite nel tempo in altezza ed in alcune forme. L obiettivo delle ricerche stato quello di verificare ,se
nello stato attuale di questi due edifici sacri, possibile mettere ancora in evidenza delle funzioni
Astronomiche Calendariali affidabili e visibili durante tutto l anno. Per la chiesa abbaziale ed il Chiostro di
Mirasole sono state utilizzate le Piantine di base tratte dall articolo di Liliana Grassi-LAbbazia di Mirasole
ed altre grange degli Umiliati in Lombardia ( con rilievi per restauro ) dove i rilievi ed i disegni sono stati a
cura di Linda Capriolo e Gian Maria Pasetti . Sono state ricavate le altezze del Sole valide durante i giorni
dei Solstizi e degli Equinozi ,per il sito dell Abbazia ,come indicato in figura 3 .Le curve dell altezza del Sole
sono state ricavate mediante lutilizzo del Calcolatore solare disponibile su Web ( www.meteo.sm ).Nella
figura 3 sono indicati anche gli orientamenti principali di interesse Astronomico- Calendariale del complesso
abbaziale ,ricavati con buona approssimazione dalle immagini satellitari di Google Earth.

Figura 3-Curve dell altezza del Sole valide per l abbazia di Mirasole Milano ( Fonte : Calcolatore solare da
www.meteo.sm ; Elaborazione : Sergio Berti )

Le direzioni principali indagate sono state le seguenti :

a) Direzione di 160,5 lato verso Sud del Chiostro ( Utilizzabile tutto l anno e con funzione gnomonica
nel limite della gronda interna e, verso il solstizio d inverno ,sulla linea del colmo del tetto )

b) Direzione di 180 lato verso Sud del Chiostro ( Utilizzabile tutto l anno e con funzione gnomonica
nell angolo di incontro di Sud-Ovest delle linee limite della gronde interne )

c) Direzione di 160,5 lato verso Sud del Chiostro ( Utilizzabile tutto l anno e con funzione gnomonica
nella struttura ad archi del corridoio del chiostro lato Nord )
d) Direzione di 160,5 relativa all asse maggiore della Chiesa dell Abbazia ( Utilizzabile tutto l anno e
con funzioni gnomoniche nella porta di ingresso della facciata e nelloculo circolare soprastante )

Altre direzioni principali di interesse sono l asse minore della chiesa ( 70,5 ) e la porta fortificata di
ingresso principale dell abbazia ; non sono state prese in considerazione ,durante la presente ricerca, per
insufficiente disponibilit di elementi dimensionali affidabili.

Direzione di 160,5 lato verso Sud del Chiostro ( Utilizzabile tutto l anno e con
funzione gnomonica nel limite della gronda interna e, verso il solstizio d inverno
,sulla linea del colmo del tetto )
In figura 4, riporta la sezione del Chiostro dell abbazia di Mirasole secondo l orientamento di 160.5.
Questo orientamento coincide con l asse del chiostro lato Sud ed il Sole lo interessa nel suo moto
apparente giornaliero durante tutto l anno. Dalla figura sono evidenti il limite di gronda interno ( lato Sud )
ed il colmo del tetto ( lato Sud ) che fungono da gnomoni parziali e complementari durante l anno solare.

Figura 4 Sezione parziale dell abbazia di Mirasole Milano,relativamente recente, comprendente il Chiostro
con evidenziate le altezze principali del Sole ,durante l anno, per l azimut di 160,5 ( Fonte : Disegno di
base dall Articolo di Liliana Grassi Rivista di Storia dell Arte 1958 anno III N. 2 ; Elaborazioni : Sergio Berti )

Dalla figura emerge che il rapporto Luce/Ombra,come indicato pi chiaramente nella figura 4, varia durante
l anno in funzione dell altezza del Sole quando transita per l azimut di 160,5 .

Al Solstizio d Estate ( SE ) , il Sole con azimut di 160,5 ha un altezza con buona approssimazione di 67 .La
zona d ombra,all interno del giardino del Chiostro , rettangolare ed in quel giorno la pi piccola di
tutto l anno ; la zona in luce ha analogamente la forma rettangolare ed la pi grande di tutto l anno.

Agli Equinozi ( EQU ) , il Sole con azimut di 160,5 ha un altezza con buona approssimazione di 43,1 .La
zona d ombra,all interno del giardino del Chiostro , rettangolare ed in quel giorno occupa la met del
giardino ; la zona in luce ha la forma rettangolare ed in quel giorno occupa l altra met del giardino.
Nei giorni degli Equinozi il rapporto Luce/Ombra,dalle verifiche preliminari effettuate e dall utilizzo delle
piantine e disegni disponibili , pari ad 1 e quindi ,quando il Sole transita per l azimut di 160,5, il giardino
del Chiostro per met in ombra al lato verso Sud e met in Luce al lato verso Nord.

Figura 5 Piantina di base del Chiostro e locali limitrofi dellAbbazia di Mirasole Milano,relativamente
recente, con evidenziato il rapporto Luce/Ombra nel giardino agli Equinozi quando il Sole transita per l
azimut di 160,5 ( Fonte : Disegno di base dall Articolo di Liliana Grassi Rivista di Storia dell Arte 1958
anno III N. 2 ; Elaborazioni : Sergio Berti )

Al Solstizio d Inverno ( SI ) , il Sole con azimut di 160,5 ha un altezza con buona approssimazione di
18,8.ll giardino del Chiostro ed anche il corridoio coperto in quel giorno dovrebbero essere
completamente in ombra ( vedere anche figura 4 ).

E Interessante notare che il giorno degli Equinozi rappresenta, in un certo senso ,l equilibrio degli Opposti.
Agli Equinozi la lunghezza del giorno con una buona approssimazione uguale alla lunghezza della notte.
Tra gli Opposti si possono comprendere : la Luce e l Ombra,Il Positivo ed il Negativo,Il Giorno e la Notte,Il
Principio Maschile ed il Principio Femminile ,Il Bene ed il Male, Il Bianco ed il Nero e cosi via.

Conoscere, con precisione, il giorno dell Equinozio di Primavera era molto importante ,nella liturgia della
Chiesa Cattolica Cristiana, perch poteva poi consentire di fissare la data della Pasqua. La domenica di
Pasqua viene, infatti , fissata nella prima domenica che segue la luna piena, dopo l Equinozio di Primavera.

Molti edifici sacri e non del passato sono stati progettati e orientati in maniera tale da potere rilevare con
precisione i giorni degli Equinozi. Un esempio molto eclatante di sistema per questa determinazione
visibile nel Duomo di Carrara ( vedere figura 6 ).

Come si pu notare dalla figura, nel Duomo di Carrara si trova una colonna ,gi oggetto di nostre ricerche,
che abbiamo denominato Equinoziale che sul capitello, sotto il pulvino quadrato ,riporta per ogni lato
dello stesso due leoni contrapposti. Nella simbologia medioevale i leoni contrapposti rappresentavano gli
elementi Opposti. Al passaggio del Sole sul meridiano locale ( mezzogiorno vero locale ) la luce filtrante da
una idonea monofora, posta sulla parete opposta in alto, fa filtrare la luce del Sole in maniera tale da
dividere esattamente in due la parte del capitello esposta. Nel capitello ,chi ha ideato il sistema di rilievo,
ha praticato un foro passante che permette di visualizzare una piccola zona luminosa perfettamente
circolare solamente agli Equinozi e nel momento del transito del Sole sull azimut di 180. Inoltre, la colonna
equinoziale l unica colonna, di tutto il Duomo di Carrara, che ha il capitello illuminato nel momento del
transito del Sole sul meridiano locale nei giorni degli Equinozi.

Figura 6 : Colonna Equinoziale del duomo di Carrara per rilevare con precisione i giorni degli Equinozi ( Foto ed
elaborazioni : Sergio Berti )

I giorni degli Equinozi nell Abbazia di Mirasole sono rilevabili dall osservazione del rapporto Luce /Ombra
nel giardino del Chiostro,nel corridoio coperto a piano terra lato verso Nord del Chiostro,sull asse maggiore
del Chiesa attraverso l osservazione della posizione sul pavimento della luce filtrante dalla Porta e della
apertura circolare presenti sulla facciata frontale. Si pu ,inoltre ,ipotizzare un sistema di osservazione pi
complesso, che poteva avvenire dal Campanile o dalla Torre sopra la Porta verso Est dell abbazia , in grado
forse in passato ,di poter traguardare il campanile dell Abbazia di Viboldone ed altre torrette presenti nel
momento del sorgere del Sole ad Est agli Equinozi. Forse e non a caso i due complessi abbaziali sono stati
allineati con buona approssimazione nella direzione Ovest-Est a circa 6000 metri di distanza. L altezza del
campanile di circa 24 metri consente,infatti , di traguardare ben oltre i 6000 metri che separano Mirasole
da Vimoldone.La funzione calendariale ,al passaggio del Sole sull azimut di 160,5, possibile osservando
come il limite tra la Luce /Ombra si correla,durante l anno solare , con la posizione delle colonne e lo spazio
tra le stesse sia verso il lato Est che il lato Ovest del Chiostro. In prossimit del Solstizio dInverno l
osservazione del limite tra Luce /Ombra deve proseguire nel corridoio coperto nel lato verso Nord del
Chiostro.

Direzione di 180 lato verso Sud del Chiostro ( Utilizzabile tutto l anno e con
funzione gnomonica nell angolo di incontro di Sud-Ovest delle linee limite
della gronde interne )
In figura 7, riporta la piantina del Chiostro dell abbazia di Mirasole con riportato l orientamento
azimutale del Sole a Sud pari a 180. Questo orientamento,nella figura, coincide con la retta con direzione
Nord-Sud geografica passante nell angolo di incontro di Sud-Ovest, delle linee limite delle gronde interne,
che ha la funzione di gnomone. Il Sole lo interessa nel suo moto apparente giornaliero durante tutto lanno.

Figura 7 Piantina di base del Chiostro e locali limitrofi dellAbbazia di Mirasole Milano,relativamente recente, con
evidenziato il rapporto Luce/Ombra nel giardino agli Equinozi quando il Sole transita per l azimut di 180 al
mezzogiorno vero locale ( Fonte : Disegno di base dall Articolo di Liliana Grassi Rivista di Storia dell Arte 1958 anno III
N. 2 ; Elaborazioni : Sergio Berti )

Al Solstizio d Estate ( SE ) , il Sole con azimut di 180 ha un altezza con buona approssimazione di 68 .La
zona d ombra,all interno del giardino del Chiostro , ha la forma di L ed in quel giorno la pi piccola di
tutto l anno ; la zona in luce ha invece la forma rettangolare ed la pi grande di tutto l anno.

Agli Equinozi ( EQU ) , il Sole con azimut di 180 ha un altezza con buona approssimazione di 44,8 .La zona
d ombra,all interno del giardino del Chiostro , ha la forma di L ed in quel giorno , con buona
approssimazione , larga dal lato Nord di due arcate a sinistra ; la zona in luce ha la forma rettangolare
complementare a quella in ombra. In figura 8 , indicato il transito del Sole sul meridiano locale alcuni
giorni prima dell Equinozio di Autunno 2017.

Figura 8 -Transito del Sole sul meridiano locale alcuni giorni prima dell Equinozio di Autunno 2017 ( Foto : S. Berti )
Al Solstizio d Inverno ( SI ) , il Sole con azimut di 180 ha un altezza con buona approssimazione di 21,2.ll
giardino del Chiostro in quel giorno dovrebbe essere completamente in ombra. Nel muro corridoio
coperto in alto potrebbe filtrare ancora delle piccole lamine di luce.

La funzione calendariale ,al passaggio del Sole sull azimut di 180, possibile osservando come il limite tra
la Luce /Ombra si correla,durante l anno solare , con la posizione delle colonne e lo spazio tra le stesse sia
verso il lato Est che il lato Nord del Chiostro. In prossimit del Solstizio dInverno, l osservazione del limite
tra Luce /Ombra deve proseguire nel muro del corridoio coperto nel lato verso Nord del Chiostro.

Direzione di 160,5 lato verso sud del Chiostro ( Utilizzabile tutto l anno e
con funzione gnomonica nella struttura ad archi del corridoio del chiostro
lato Nord )
In figura 9, riportata la sezione del Chiostro dell abbazia di Mirasole,con in evidenza il corridoio
coperto lato Nord , secondo l orientamento di 160.5. Questo orientamento coincide con l asse
del chiostro lato Sud ed il Sole lo interessa nel suo moto apparente giornaliero durante tutto l
anno.

Figura 9 - Sezione del Chiostro dell abbazia di Mirasole ,con in evidenza il corridoio coperto lato Nord ,
secondo l orientamento di 160.5( Fonte : Disegno di base dall Articolo di Liliana Grassi Rivista di Storia dell Arte
1958 anno III N. 2 ; Elaborazioni : Sergio Berti ).

Al Solstizio d Estate ( SE ) , il Sole con azimut di 160,5 ha un altezza con buona approssimazione di 67 .La
zona d ombra,all interno del corridoio del Chiostro , in quel giorno la pi grande di tutto l anno ; la
zona in luce , filtrante dagli archi invece la pi piccola di tutto l anno.

Agli Equinozi ( EQU ) , il Sole con azimut di 160,5 ha un altezza con buona approssimazione di 43,1 .La
zona d ombra,all interno del pavimento del corridoio coperto del Chiostro , ha la forma della proiezione
di quasi tutta la struttura esterna del corridoio stesso sul pavimento ( proiezione del muro,delle colonne e
della parte portante degli archi ) ; la zona in luce ha la forma della proiezione dello spazio aperto compreso
tra il muro ,le colonne e gli archi . In figura 10 , riportata una foto del rapporto Luce/Ombra nel corridoio
coperto del chiostro lato Nord alcuni giorni prima dell Equinozio di Autunno 2017.

Figura 10 - Foto del rapporto Luce/Ombra sul pavimento del corridoio coperto del chiostro lato Nord dell
abbazia di Mirasole alcuni giorni prima dell Equinozio di Autunno 2017 ( Foto : S. Berti )

All avvicinarsi del Solstizio di inverno l ombra, proveniente dal muro lato esterno del Chiostro che sorregge
le colonne e gli archi,con il ridursi dell altezza del Sole quando transita per l azimut di 160,5 invader
giorno dopo giorno tutto il pavimento del corridoio ; la luce invece incomincer ad illuminare la parete
interna sempre di pi in altezza ma riducendosi verso il basso fino alla minima luce possibile nel giorno del
Solstizio d Inverno. I disegni a disposizione , se rispondenti alla attuale configurazione del Chiostro,
farebbero ipotizzare al Solstizio d Inverno un corridoio coperto completamente in ombra anche sulla
parete interna.

Al Solstizio d Inverno ( SI ) , il Sole con azimut di 160,5 ha un altezza con buona approssimazione di
18,8.ll giardino del Chiostro ed anche il corridoio coperto in quel giorno dovrebbero essere quindi
completamente in ombra.

Direzione di 160,5 relativa all asse maggiore della Chiesa dell Abbazia (
Utilizzabile tutto l anno e con funzioni gnomoniche nella porta di ingresso della
facciata e nelloculo circolare soprastante )
In figura 11 , riportata una parte della figura 4 che riguarda la Chiesa Abbaziale di Mirasole con in
evidenza l asse maggiore della stessa con orientamento di 160.5. Questo orientamento coincide
con l asse del chiostro lato Sud ed il Sole lo interessa nel suo moto apparente giornaliero durante
tutto l anno.
Figura 11 Piantina di base della Chiesa dell Abbazia di Mirasole Milano,relativamente recente, con evidenziato il
rapporto Luce/Ombra sull asse maggiore ,durante l anno, proveniente dalla porta di ingresso e dall oculo sopra la
stessa , quando il Sole transita per l azimut di 160,5 ( Fonte : Disegno di base dallArticolo di Liliana Grassi Rivista di
Storia dell Arte 1958 anno III N. 2 ; Elaborazioni : Sergio Berti )

La luce del Sole pu penetrare all interno della chiesa dal suo frontale attraverso la Porta di Ingresso e l
oculo soprastante la stessa ( Vedere Figura 12 ).

Figura 12- La luce del Sole pu penetrare all interno della Chiesa di Mirasole dal suo frontale attraverso la
Porta di Ingresso e l oculo soprastante la stessa ( Foto : S. Berti )
Le posizioni raggiungibili ,indicate sommariamente nella figura 10, sono relative al Sole che transita per l
azimut di 160,5 e presuppongono che il disegno della piantina della chiesa sia attendibile e che la retro
porta d ingresso non crei impedimenti al passaggio della luce del Sole dalla porta esterna. Anche l oculo
pu mostrare funzioni calendari ali al transito del Sole durante l anno sull azimut di 160,5 . A solstizio d
Inverno, la luce filtrante dalloculo pu raggiungere l altare con effetti luminosi particolari da verificare.

Conclusioni
In conclusione , possiamo affermare che, se i disegni e le piantine utilizzate rispecchiano le attuali
dimensioni e forme dell abbazia di Mirasole, sono sicuramente ancora presenti funzioni di calendario
evidenti. Talvolta per ,come gi verificato in edifici antichi precedentemente analizzati, si possono
riscontrare attivit di restauro che non hanno tenuto conto delle funzioni di calendario pre esistenti . Ad
esempio : ampliamenti delle dimensioni delle sporgenze dei tetti , inserimento di gronde per un migliore
regime delle acque meteoriche,la modifica delle altezze dei colmi dei tetti e altro in grado di interferire con
la corretta proiezione della luce del Sole a fini calendariali .

Di conseguenza, la ricerca effettuata indicativa di quanto si potrebbe rilevare in pratica dall osservazione
del Sole durante l anno solare. E possibile,infatti , che dall osservazione diretta, possano emergere delle
discordanze, da quanto ipotizzato ed evidenziato nelle figure, a causa di eventuali differenze dimensionali
con i disegni utilizzati e per i restauri e modifiche apportate.

Sarebbe opportuno, per corroborare quanto ipotizzato, documentare fotograficamente le situazioni reali di
equilibrio Luce/Ombra nel Chiostro e nella Chiesa nei prossimi mesi ed, in particolare, nei periodi intorno ai
Solstizi ed agli Equinozi.

La conferma di valenze calendariali ancora evidenti e realistiche ,potrebbe iniziare a chiarire meglio la
denominazione dell Abbazia il cui toponimo gi molto eloquente ( Mirasole o meglio forse Mira Sole ).
La disposizione strategica rispetto allAbbazia di Vimoldone ed al complesso ecclesiastico di San Pietro in
Gessate confermerebbe ulteriormente un ruolo centrale di osservazione del moto apparente del Sole a fini
calendariali e di orientamento. Ricordiamo che l Abbazia di MIrasole e l Abbazia di Vimoldone sono
allineate con buona approssimazione sulla direzione geografica EST-OVEST e distano tra loro di circa 6 Km ;
l allineamento dell Abbazia di Mirasole con la chiesa di San Pietro in Gessate ,con buona
approssimazione, coincidente con la direzione geografica NORD-SUD e la distanza relativa di circa 8,5 Km.
Ne consegue che i tre siti , con buona approssimazione ,sono sui tre vertici di un triangolo rettangolo con il
cateto maggiore orientato Nord-Sud ed il cateto minore orientato Est-Ovest. Mirasole occupa il vertice
corrispondente all angolo retto. Questo stato delle cose sicuramente non casuale e ci pone degli
interrogativi vari ,di cui alcuni di natura astronomica ,ed altri legati alla possibilit di avere in zona un aiuto
all orientamento in caso di nebbia molto fitta o di notti senza luna, mediante l uso dei suoni di Corni e il
rintocco delle campane delle Abbazie e della chiesa di Gessate. Al suono di un Corno poteva rispondere il
campanile pi vicino e quindi era possibile avere indicazioni con buona approssimazione della distanza e
della direzione di provenienza del suono dal campanile ; il secondo campanile pi vicino avrebbe risposto
anche lui con indicazioni relative alla sua distanza e direzione ;la risposta del campanile pi distante
avrebbe consentito di effettuare la triangolazione per identificare ,con buona approssimazione ,la posizione
di chi aveva suonato il corno al fine di conoscere la propria posizione rispetto ai tre campanili di
riferimento; i tre campanili dovevano avere delle campane differenti e riconoscibili dal punto di vista dell
appartenenza. Nel periodo medioevale il rumore di fondo acustico antropico era molto basso e quindi era
possibile udire corni anche da distanze dell ordine di una diecina di chilometri ; erano tecniche
sperimentate e molto usate anche nella navigazione con nebbia, in particolare, nei mari del Nord da parte
dei Vichinghi.

Visto quanto esposto ,ci auguriamo di avere la possibilit di continuare a fare ricerche ,magari con l utilizzo
di documentazione pi affidabile e rispondente alla realt attuale del complesso abbaziale di Mirasole, al
fine di dare risposta ai molti interrogativi che ci siamo posti. Sarebbe ,inoltre, opportuno avere l
autorizzazione a potere effettuare rilievi fotografici per documentare le funzioni principali calendariali
prese in considerazione. Non andrebbero trascurate le funzioni calendariali secondarie ,non disponibili
durante tutto l anno ,che al momento sono state tralasciate per insufficienza di documentazione affidabile
disponibile.

Bibliografia
S.Berti-Geometria Sacra-Armonia delle forme nella pianta di base del Duomo di Carrara-
www.scribd.com/sergio_berti

S.Berti-Geometria Sacra-Ipotesi sulle modalit di progettazione della Villa Medicea La Magia a


Quarrata Pistoia -www.scribd.com/sergio_berti

S.Berti-Geometria Sacra-Armonia delle forme nella pianta di base della chiesa romanica di Santa
Maria a Vezzano Ligure La Spezia-www.scribd.com/sergio_berti

S.Berti-Archeoastronomia-Ipotesi preliminari sui moti apparenti del Sole,di Sirio e della


Costellazione di Orione in relazione con la pianta di fondazione di Terra del Sole-
www.scribd.com/sergio_berti

S.Berti ; M. Zanicchi Geobiofisica e Armonia dei luoghi sacri- Edizione AG&SI

S.Berti-Geometria Sacra-Verifica preliminare della conformit della matrice Di progetto


rettangolare MDPR con le dimensioni della Chiesa dell abbazia di Mirasole a Milano-
www.scribd.com/sergio_berti

Progetto Mirasole- Spiritualit,accoglienza,cultura e lavoro- a cura di fondazione Progetto arca e


Progetto Mirasole Impresa Sociale

Liliana Grassi-L abbazia di Mirasole ed altre grange degli Umiliati in Lombardia ( con rilievi e
disegni di L.Capriolo;G.M. Pasetti )- Rivista di storia dell arte 1958 Anno III numero 2

P.Paschini- Umiliati-Enciclopedia Italiana ( 1937)

M.T. Tolfo- Gli Umiliati alla Brera del Guercio- mariagrazia.tolfo et rcm.inet.it

Wikipedia-Umiliati https://it.m.wikipedia.org

F.Manenti Valli-Pisa : Lo spazio e il sacro- Edizioni Polistampa

Giornale storico della Lunigiana-La chiesa romanica di Santa Maria di Vezzano Ligure :Un edificio
ritrovato ATTI del Convegno di Studi Numero speciale per l Anno Giubilare 2000
M.P.Zedda Orientamento delle chiese romaniche di Sardegna,Corsica e Toscana-Atti del 3
Convegno Internazionale di Archeoastronomia in Sardegna ( 2014 )

R.Balestrieri-Lorientamento delle chiese romaniche in Liguria- Atti del 3 Convegno Internazionale


di Archeoastronomia in Sardegna ( 2014 )

Wikipedia- La chiesa romanica di Santa Maria Vezzano Ligure

Ringraziamenti
Un particolare ringraziamento a :

- Wikipedia

- Google Earth

Ringraziamenti speciali a :

- Paola Navotti Progetti Culturali -Abbazia di Mirasole Milano

- Al personale dell Abbazia di Mirasole Milano