Sei sulla pagina 1di 14

Archeoastronomia Alcuni aspetti archeoastronomici del Duomo di

Carrara
Donatella Arch. Ambrosini Vice Presidente Associazione Architettura e Geobiologia Studi Integrati
Sergio Dr. Ing. Berti Presidente Associazione Architettura e Geobiologia Studi Integrati
Marco Arch. Galassi Consigliere Associazione Architettura e Geobiologia Studi Integrati
Abstract
A seguito delle nostre esperienze di ricerca e di studio gi effettuate sul Duomo di Carrara, dove erano emersi aspetti
archeoastronomici interessanti da investigare, stata effettuata una ricerca preliminare per comprendere la funzione
di alcune monofore dal lato della piazza e sul possibile significato ,apparentemente non comprensibile,della
simbologia presente nella lunetta della Porta Principale. Sono state ,inoltre, indagate ,dal punto di vista
archeoastronomico,i quattro simboli presenti sulla parte sinistra della facciata principale,verso il lato esterno. I risultati
ottenuti durante la ricerca hanno corroborato lipotesi che il Duomo di Carrara sia stato progettato , realizzato e
ampliato tenendo presente anche del moto apparente del Sole,delle direzioni cardinali Nord-Sud e Est-Ovest
geografiche e di alcuni parametri astronomici della Terra.
Premessa
Il Duomo di Carrara ,che il principale monumento storico che caratterizza e simbolizza la citt (
vedere Fig. 1 ) , stato gi indagato dal punto di vista delle forme della pianta di base dagli autori
della presente ricerca ( Ambrosini D.; Berti S. ;Galassi M. ; Geometria Sacra Armonia delle forme
nella pianta di base del Duomo di Carrara- 2014- www.scribd.com/sergio_berti ).Durante le
precedenti indagini,erano emersi aspetti archeoastronomici interessanti da investigare, in
particolare, per comprendere la funzione di alcune monofore dal lato della piazza e sul possibile
significato ,apparentemente non comprensibile, della simbologia presente nella lunetta della Porta
Principale.

Figura 1 Facciata del Duomo di Carrara e particolari della lunetta della Porta Principale ( Fonte : Fig.1 Sx -
Tratta da Wikipedia Duomo di Carrara ;fig.1 Dx- Sergio Berti )
Sono state,inoltre, indagate ,dal punto di vista archeoastronomico,i quattro simboli presenti sul
lato sinistro della facciata principale,verso l esterno. I risultati ottenuti durante la ricerca hanno
corroborato lipotesi che il Duomo di Carrara sia stato progettato , realizzato e ampliato tenendo
presente anche del moto apparente del Sole,delle direzioni cardinali Nord-Sud e Est-Ovest geografiche e di
alcuni parametri astronomici della Terra. Nella costruzione dell edificio ,che avvenne su un lungo arco di
tempo a partire dall XI secolo per circa trecento anni,si individuano influenze iniziali romaniche seguite da
influenze gotiche di scuola lombarda,lucchese,pisana e ligure. La piantina relativa attuale di base ,utilizzata
nella presente ricerca, raffigurata nella figura 2 dove evidente la presenza interna di tre navate.

Figura 2 :Interno e piantina di base del Duomo di Carrara ( Fonti :Foto da Wikipedia :Duomo di Carrara e piantina
estratta da G.Paoletti-Una Bibbia di Pietra.Il bestiario del Duomo di Carrara- CRC ).
Lo studio precedentemente effettuato ( Ambrosini D.; Berti S. ;Galassi M. ; Geometria Sacra Armonia delle
forme nella pianta di base del Duomo di Carrara- 2014- www.scribd.com/sergio_berti ) ha messo in
evidenza la compatibilit dell attuale piantina del Duomo con la Matrice Di Progetto Rettangolare (vedere
figg. 3 e 4 )

Schema di principio di applicazione della matrice MDPR al perimetro interno del Duomo di Carrara
Nord geografico

Figura 3 : Schema di principio di applicazione della Matrice MDPR al perimetro interno del Duomo di
Carrara ( Fonte : Sergio Berti ed elaborazioni di Sergio Berti )

Figura 4 : Applicazione quasi completa della Matrice ( MDPR ) al perimetro esterno del Duomo di Carrara (
Fonte : Sergio Berti ed elaborazioni di Sergio Berti )
L applicazione quasi completa della matrice di Progetto (MDPR ) al perimetro esterno e evidenziata in
figura 4. Si nota che le linee principali della Matrice ( MDPR ) individuano esattamente la suddivisione
interna della piantina di base del Duomo e che le proiezioni di rette da punti caratteristici del rettangolo
principale ( vertici, mezzerie,etc., ) permettono di individuare pi in dettaglio la struttura dell edificio
incluso la parte absidale ed ,in particolare, lo spessore delle pareti perimetrali. Una ulteriore elaborazione
sia per linee orizzontali che per linee verticali,incluso anche le proiezioni dai punti caratteristici perimetrali
del rettangolo principale, permetterebbe di ricavare in dettaglio tutti i particolari costruttivi basilari con
correlazioni dirette basate sul rapporto aureo o numero divino ( 1,618) ed il Pi Greco ( 3,14 ).In effetti,
come se la matrice ( MDPR ) contenesse nel suo interno tutto il progetto che solo menti e mani esperte
erano in grado di portare alla luce della realt. E ovvio che in caso di edificio maggiore ,come dimensioni, l
utilizzo della Matrice ( MDPR ) portava ad avere durante lo sviluppo forme analoghe ma con
dimensionamenti diversi dei muri, delle colonne in modo da garantire sempre la solidit necessaria. Questo
tipo di struttura ,legata principalmente al rapporto aureo, tipica del corpo umano e delle forme e strutture
della Natura ( piante, fiori,foglie,galassie, etc. , ).
Corrispondenze dellattuale piantina di base del Duomo di Carrara con le direzioni
Nord-Sud e Est-Ovest geografiche
Durante la ricerca diretta sul campo, stato pi volte verificato e documentato che il passaggio del Sole sul
meridiano locale ( Direzione Sud geografica ) ben correlato alla reale piantina di base del Duomo di
Carrara ( vedere Direzione Nord-Sud nelle figure 3,4 ).La luce del Sole,filtrante dalla prima Monofora a
meridione a lato della porta laterale di ingresso al Duomo,al passaggio giornaliero del nostro Astro sul
meridiano locale ,si posiziona,durante l anno , in punti diversi di una retta,che passa per la mezzeria della
monofora ed tangente alla sesta colonna del lato destro entrando dalla porta principale, secondo un ben
determinato ciclo calendariale annuale.
Questo allineamento,passante dalla monofora citata, rappresenta la direzione Nord-Sud geografica (
vedere figura 5 ) e va ad intercettare il muro opposto all altezza della mezzeria della coppia delle quinte
colonne, a partire dal lato della porta principale.
Il tracciamento della retta passante dalla mezzeria della prima colonna di destra(semincassata nella parete
a partire dal lato della porta principale ) con l ultima colonna di sisnistra lato altare individua
perfettamente la direzione Est-Ovest geografica.
Le direzioni cardinali geografiche mettono in relazione le porte e le altre monofore tra di loro o con
elementi strutturali ben determinati dell edificio creando una sorta di collegamento tra l edificio ed il
moto apparente del Sole e ,quindi ,un legame tra le forme basate su rapporto aureo ed il Pi greco ed il
Cosmo, attraverso il moto apparente del Sole.
Interessante la corrispondenza perfetta tra le dimensioni della porta principale e di quella secondaria ( oggi
chiusa ) sul lato destro dell abside attraverso la direzione Est- Ovest.Non facilmente spiegabile,per il
momento ,invece la forma non perfettamente rettilinea della facciata laterale destra del Duomo.
La Monofora Meridiana Principale del Duomo di Carrara indicata nella figura 6 e ,attraverso le sue forme
ed opportuno posizionamento in altezza, la luce del Sole penetra all interno del Duomo percorrendo (
andata e ritorno ) durante lanno,come gi precedentemente evidenziato,una porzione della retta che
passa dalla proiezione verticale della mezzeria della monofora sul pavimento ed tangente alla sesta
colonna del lato destro ( vedere fig. 5 ).

Figura 5 : Corrispondenze dellattuale piantina di base del Duomo di Carrara con le direzioni Nord-Sud e Est-Ovest
geografiche ( Fonte : Sergio Berti ed elaborazioni di Sergio Berti )


Figura 6 Monofora Meridiana Principale del Duomo di Carrara ( Fonte : Foto ed elaborazioni di Sergio Berti )
Il complesso Monofora-Luce del Sole ,al passaggio dello stesso sul Meridiano locale, si comporta come una Meridiana
pur non essendoci segni evidenti della stessa sul pavimento.Durante la ricerca abbiamo documentato
fotograficamente,sul pavimento del Duomo , il passaggio del Sole sul meridiano locale durante l Equinozio di
Primavera 2014 ( giorno 20 Marzo ) ed il passaggio nei giorni prossimi al Solstizio d estate 2014 ; causa condizioni
meteo avverse , non stato possibile documentare il passaggio al Solstizio invernale 2013 ( giorno 21 Dicembre ).In
figura 7 , evidente come la luce del Sole modulata dalla forma ogivale stretta della monofora , all Equinozio di
Primavera ( e quindi poi anche di Autunno ) vada ad indicare il posizionamento delle colonne di destra del Duomo e
sia tangente al corpo centrale della sesta colonna, dal lato verso la Porta principale.

Figura 7 Luce del Sole ,filtrante attraverso la Monofora Meridiana Principale,sul pavimento del Duomo di Carrara
durante il passaggio sul Meridiano Locale ( mezzogiorno vero ) all Equinozio di Primavera 2014 ( Fonte : foto ed
elaborazioni di Sergio Berti )

Figura 8 Luce del Sole ,filtrante attraverso la seconda Monofora dell ordine superiore destro ,sulla terza colonna del lato sinistro
del Duomo di Carrara ,durante il passaggio sul Meridiano Locale ( mezzogiorno vero ) all Equinozio di Primavera 2014 ( Fonte : foto
ed elaborazioni di Sergio Berti )
Al passaggio del Sole sul meridiano locale agli Equinozi ,la luce filtrante,dalla seconda Monofora dell ordine superiore del lato
destro del Duomo,va ad illuminare esattamente met del lato interno del Capitello della colonna dei Leoni ( terza colonna del lato
sinistro ) come si pu vedere dalla Figura 8.Questo evento importante per il significato medioevale dei leoni contrapposti e per il
significato astronomico dell Equinozio.Infatti, come riportato da Paoletti (G.Paoletti - Una Bibbia di Pietra. Il bestiario del Duomo di
Carrara - CRC Carrara 2000 ) : Una delle raffigurazioni ricorrenti nella scultura medioevale quella dei Leoni affrontati o in
posizione di contrasto.Si tratta di una contrapposizione di due esseri dello stesso tipo e della stessa formaNellarte
Romanica,soprattutto quando sono in gioco i Leoni,tale forma espressione di lotta tra luce e tenebra,tra bene e male,tra divino e
antidivino. Gli Equinozi ( di Primavera e di Autunno ) sono due particolari giorni dell anno in cui la lotta tra la luce del giorno e
le tenebre della notte in un momento di parit ;infatti,agli Equinozi,la durata del giorno pari a quella della notte. Quindi ,non a
caso, i Costruttori del Duomo hanno creato il gioco di luce che va ad illuminare a met il capitello di una colonna con significati
simbolici applicabili anche alla peculiarit dell evento astronomico. Inoltre, durante i giorni degli Equinozi,la luce proiettata sul
pavimento da una monofora o da un oculo si muover ,durante la giornata, secondo un percorso perfettamente rettilineo
orientato nella direzione Ovest - Est geografici. In figura 9,sono riportate le immagini del passaggio della luce del Sole sulla

Figura 9- Illuminazione della colonna equinoziale nel Duomo di Carrara al passaggio del Sole sul meridiano locale ( ore 13 12 02 OL )
il giorno dell Equinozio Autunnale 2014 ( 23 Settembre ) ( Fonte : foto di Sergio Berti )

colonna equinoziale ,al passaggio del Sole sul meridiano locale ( ore 13 12 02 OL ), il giorno dell Equinozio Autunnale 2014 ( 23
Settembre ).Come si pu notare dalla figura 9, la luce del Sole,filtrante dalla seconda Monofora dell ordine superiore di destra,alle
13 12 OL divide esattamente il capitello a met, mentre 4 minuti pi tardi lo illumina completamente. Il moto apparente del Sole in
quattro minuti compie uno percorso azimutale pari ad 1 Grado. La colonna equinoziale lunica colonna,inoltre, che viene
illuminata in tutto il Duomo al passaggio equinoziale del Sole sul meridiano locale ( mezzogiorno vero ).In figura 10 di sinistra, si pu

Figura 10-Proiezione di un circolo di luce nell ombra sul pavimento della colonna equinoziale del Duomo di Carrara,al passaggio
del Sole in prossimit del meridiano locale, durante l Equinozio di Autunno 2014 ( 23 settembre ) ( Fonte : foto di Sergio Berti )
notare un foro ,non casuale,presente sul capitello della colonna equinoziale che lascia filtrare la luce del Sole ,proveniente dalla
seconda Monofora dell ordine superiore di destra,creando un piccolo cerchio luminoso all interno dell ombra della colonna
proiettata sul pavimento . Questo fenomeno luminoso avviene qualche minuto prima del passaggio e continua ,per alcuni minuti
dopo, per poi scomparire .E un ingegnoso sistema per indicare che sta per avvenire il passaggio del Sole sul meridiano locale nei
giorni equinoziali. In figura 11, indicata la proiezione della luce del Sole , attraverso la Monofora Meridiana principale ,

Figura 11 Luce del Sole ,filtrante attraverso la Monofora Meridiana Principale,sul pavimento del Duomo di Carrara durante il
passaggio sul Meridiano Locale ( mezzogiorno vero ) nei giorni prossimi al Solstizio di Estate 2014 ( 21 Giugno ) ( Fonte : foto ed
elaborazioni di Sergio Berti )
al passaggio sul meridiano locale alcuni giorni prima del Solstizio di Estate 2014 ( 21 Giugno ).Nel giorno del Solstizio di
Estate, la luce filtrante dalla Monofora Meridiana principale si riduce al minimo,a causa dell altezza massima annuale
del Sole e della forma della Monofora stessa, e va a posizionarsi alla distanza minima annuale dalla parete ( all incirca
nella mezzeria della Navata di destra del Duomo ).In figura 12, indicato un primo piano della macchia luminosa
minima annuale.

Figura 12 Particolare della luce del Sole ,filtrante attraverso la Monofora Meridiana Principale,sul pavimento del Duomo di
Carrara durante il passaggio sul Meridiano Locale ( mezzogiorno vero ) nei giorni prossimi al Solstizio di Estate 2014 ( 21 Giugno ) (
Fonte : foto ed elaborazioni di Sergio Berti )
Nei giorni successivi al Solstizio d Estate ,la luce del Sole ,filtrante attraverso la Monofora Meridiana Principale,sul
pavimento del Duomo di Carrara durante il passaggio sul Meridiano Locale ( mezzogiorno vero ),riprende il suo
cammino con continuit,giorno per giorno , su di una porzione della retta che passa dalla proiezione verticale della
mezzeria della monofora sul pavimento ed tangente alla sesta colonna del lato destro.Al Solstizio d Inverno ( 21
Dicembre ),raggiunge su questa retta la massima distanza dalla parete che ospita la Monofora Meridiana Principale.
Ipotesi interpretativa della simbologia posta nella lunetta della Porta
Principale del Duomo di Carrara
Nella lunetta sopra la Porta Principale del Duomo di Carrara sono rappresentati tre simboli di cui due
uguali.Nella Figura 13, stata indicata una preliminare ipotesi interpretativa legata alla struttura del
Duomo, alle Direzioni Cardinali Geografiche ed ad alcuni importanti aspetti astronomici della Terra.
I due simboli uguali ai lati,secondo la interpretazione astronomica ,potrebbero rappresentare il Sole con 16
raggi ; il Sole che con la sua luce ( pietre chiare ) domina le tenebre ( pietre scure ) sia ad Est che ad Ovest.Il
perch dei 16 raggi ce lo potrebbe indicare la numerologia dove il numero 16 ( Mazzarello T.; 2011 )
riserva cambiamenti improvvisi,profondi e guida lindividuo verso obiettivi importantidona una
intuizione speciale e stimoli evolutivi positivi . Il numero 16 ,inoltre , per i Pitagorici rappresenta una
figura geometrica importante : il quadrato ed ,in particolare, un quadrato speciale con lunghezza del
perimetro pari numericamente alla superficie e ,quindi, con un bilanciamento numerico perfetto tra la
parte esterna e la parte interna e un conseguente bilanciamento allegorico tra Corpo e Spirito.
Il terzo simbolo rappresenta la sovrapposizione di tre simboli cruciformi sovrapposti, perfettamente, ad un
oculo circolare posto in alto nella mezzeria verticale della lunetta. Ipotizziamo di ruotare il simbolo di 90
verso l interno e portarlo orizzontale ,a livello di pavimento.In questa posizione,la freccia verticale della
figura 13 potrebbe rappresentare la direzione dell asse maggiore della Chiesa;mentra la freccia orizzontale
potrebbe rappresentare l asse minore.

Figura 13- Ipotesi interpretativa del simbolo centrale posto nella lunetta della Porta Principale del Duomo di
Carrara ( Fonti : foto ed elaborazioni di Sergio Berti )
Gli assi del cruciforme bianco pi interno potrebbero rappresentare,rispettivamente, le direzioni cardinali
geografiche della chiesa ( vedere anche figura 5 ).Invece ,l angolo,formato tra l asse principale e la
direzione tratteggiata con freccia,si potrebbe ipotizzare rappresentare langolo di inclinazione dell asse di
rotazione della Terra ; mentre l asse tratteggiato ,passante per il centro e perpendicolare alla linea retta
rappresentativa dell asse terrestre, potrebbe essere,invece, una rappresentazione dell Equatore
Celeste.Enrico Calzolari dopo avere documentato,studiato e commentato molti cruciformi presenti nelle
Lunigiana Storica ( Battistini L. ; Calzolari E. Lunigiana. Terra di templari Edizioni Marna-2006 ) ha
ipotizzato per primo, alcuni anni fa , la possibilit che alcuni cruciformi inclinati potessero essere collegabili
all inclinazione dell asse terrestre ( Calzolari E. Lunigiana e la rotta atlantica dei templari-Edizioni Cinque
Terre -2014 ). I suoi studi e le sue ricerche in merito sono ancora in corso , al fine , di documentare presenze
di cruciformi inclinati simili anche al di fuori della Lunigiana.
Il simbolo centrale ,in definitiva, si pu ipotizzare,in via preliminare, fosse un simbolo sinottico capace di
indicare,con angoli approssimativi ed in forma esoterica,alle persone idoneamente preparate ( iniziati ) i
contenuti di tipo astronomico presenti nell edificio sacro.Loculo centrale con la sua rotondit potrebbe
volere rappresentare la Terra, che era noto fosse sferica fin dal tempo degli Egizi e poi dei Greci.E da
notare che una circonferenza ideale esterna , in grado di circoscrivere esternamente il simbolo centrale,
verrebbe divisa dal simbolo in 16 parti uguali.
Ipotesi interpretativa della simbologia posta nel pannello esterno al lato
sinistro della Porta Principale del Duomo di Carrara
Sulla facciata, al lato sinistro della Porta Principale del Duomo di Carrara, sono riportati i simboli indicati in
figura 14. Per questi simboli si pu formulare una preliminare ipotesi interpretativa legata alla struttura del
Duomo, alle Direzioni Cardinali Geografiche, ad alcune relazioni esistenti tra le colonne delle due navate ed
ad alcuni importanti aspetti astronomici della Terra.

Figura 14- Ipotesi interpretativa dei simboli posti sulla Facciata al lato sinistro della Porta Principale del
Duomo di Carrara ( Fonti : foto ed elaborazioni di Sergio Berti )
Anche in questo caso, ipotizziamo di ruotare il pannello con i quattro simboli di 90 ,verso l interno, per
portarlo orizzontale a livello di pavimento.In questa posizione,la freccia verticale della figura 14 potrebbe
rappresentare la direzione dell asse maggiore della Chiesa;mentra la freccia orizzontale potrebbe
rappresentare l asse minore.
La freccia ,che parte dal basso del simbolo inferiore di destra, e passa per il centro del simbolo superiore di
destra rappresenta la direzione cardinale geografica Ovest-Est ; mentre la freccia ,che si ferma sulla parte d
bassa del simbolo superiore di sinistra, e proviene dal centro del simbolo superiore di destra rappresenta la
direzione cardinale geografica Nord-Sud ( vedere anche figura 5 ). Invece ,l angolo,formato tra l asse
maggiore e la direzione tratteggiata con freccia,si potrebbe ipotizzare rappresentare langolo di
inclinazione dell asse di rotazione della Terra ; mentre l asse tratteggiato ,passante per il centro e
perpendicolare alla rappresentazione dell asse terrestre, potrebbe essere,invece, una rappresentazione
legata all Equatore Celeste.
Il collegamento tratteggiato in figura 14, che collega il simbolo in basso a destra ed il simbolo in alto a
sinistra, potrebbe mettere in evidenza ,come indicato in figura 5 ,che la direzione Ovest-Est traguardabile
allinterno del Duomo tra l ultima colonna ,verso la facciata principale,della navata di destra e l ultima
colonna della navata di sinistra.
Il simbolo in basso a sinistra,diverso dagli altri,potrebbe indicare che nella Chiesa esiste una colonna
equinoziale ( colonna dei Leoni Vedere figure 8,9,10 ) dove possibile evidenziare sul lato interno il
passaggio del Sole sul Meridiano Locale ( mezzogiorno vero ) nei due giorni degli Equinozi.Questo ultimo
simbolo evidenzia un livello elevato di simmetria e di ciclicit; rappresenta probabilmente la Terra con i suoi
cicli giornalieri, stagionali ed annuali.In questo simbolo possibile ipotizzare anche l angolo di inclinazione
dell asse terrestre e la traccia perpendicolare dell Equatore Celeste.
Anche questo pannello con quattro simboli ,probabilmente, risalente alla seconda fase costruttiva del
Duomo ,in definitiva, si pu ipotizzare,in via preliminare, fosse un pannello sinottico capace di indicare con
angoli approssimati ,in forma esoterica alle persone idoneamente preparate ( iniziati ), i contenuti di tipo
astronomico presenti nell edificio sacro.Lipotesi, di fare risalire il pannello alla seconda fase costruttiva,
deriva dal fatto che nella Chiesa primigenia la Direzione Ovest-Est era tracciabile a partire dalla prima
colonna incassata,nel muro interno della facciata principale sul lato destro,e la zona dove era
probabilmente la monofora di sinistra dell Abside primigenia.L allungamento dell asse principale della
Chiesa e lo spostamento dell abside non avrebbe pi consentito l allineamento Ovest-Est simile al
precedente.Dall esame di figura 5 ,si evidenzia che l allineamento Ovest-Est nella Chiesa allungata una
retta ideale collegante la prima colonna incassata ,gi citata, e l ultima colonna sul lato sinistro della nuova
abside. Questa situazione astronomica modificata doveva essere indicata in un nuovo pannello sinottico.

Conclusioni
I risultati ottenuti ,durante le fasi di ricerca effettuate , hanno corroborato ulteriormente lipotesi
preliminare che il Duomo di Carrara sia stato progettato , realizzato e ampliato tenendo presente anche
del moto apparente del Sole,delle direzioni cardinali Nord-Sud e Est-Ovest geografiche e di alcuni
parametri astronomici della Terra. L applicazione della Matrice Di Progetto Rettangolare alla attuale
piantina di base del Duomo di Carrara,sia al perimetro interno che al perimetro esterno,mette in
evidenza che i costruttori iniziali ed i successivi ampliatori hanno operato facendo riferimento ad una
tecnica di dimensionamento e costruttiva gi utilizzata i monumenti pi antichi basata sul Rapporto
Aureo e su Pi Greco. Hanno, inoltre , legato la costruzione ,attraverso l orientamento geografico ,ai
moti del Cosmo attraverso l armonia della forme principali con il moto apparente del Sole.Possiamo
quindi affermare che il Duomo Di Carrara un mero esempio di come la costruzione degli edifici sacri,di
una certa importanza, fosse codificata per ottenere delle strutture correttamente dimensionate ,in
modo da potere sopportare le sollecitazioni d uso e quelle impreviste di tipo sismico, e tutto questo
facendo riferimento a dei parametri armonici comuni alla Natura , al Cosmo e all Uomo.La presente
ricerca ha messo in evidenza il legame del moto apparente del Sole ,attraverso la luce che penetra dalla
Monofora Meridiana Principale,con le dimensioni della struttura del Duomo .Sono state, inoltre ,
ipotizzate ,in via preliminare,funzianalit sinottiche plausibili alla lunetta posta sopra alla Porta
Principale ed al pannello presente sulla facciata a sinistra. Le ricerche e gli studi sul Duomo di Carrara
proseguiranno su questi temi ed anche sul fronte delle valenze archeoastronomiche,gi in parte
indagate, che saranno oggetto di pubblicazioni successive.Rimangono,infatti ,ancora da documentare
fotograficamente la proiezione della luce del Sole sul pavimento ,proveniente dalla Monofora
Meridiana Principale, al Solstizio dInverno ( 21 Dicembre ) e la proiezione della luce sul pavimento
,proveniente dalloculo sopra l abside, durante il periodo prossimo al Solstizio d Estate ( 21 Giugno
).Resta da comprendere anche la funzionalit astronomica delloculo volto verso Ponente,posto nella
parte superiore della lunetta della Porta Principale , attualmente non pi in grado di fare filtrare la Luce
perch oscurato e verificare se altre Chiese coeve ,nell area Lunigianese, hanno colonne equinoziali
con capitelli con leoni contrapposti.La presenza di edifici di notevoli dimensioni ed altezze
,purtroppo,non consentir di fare delle osservazioni complete ed esaustive dei possibili giochi di luce
,provenienti dal Rosone e da altre aperture presenti nelle splendida facciata, al tramontare del Sole.

Bibliografia
Battistini L. ; Calzolari E. Lunigiana. Terra di Templari Edizioni Marna-2006
Ambrosini D.; Berti S. ;Galassi M. ; Geometria Sacra Armonia delle forme nella pianta di base del
Duomo di Carrara- 2014- www.scribd.com/sergio_berti
Berti S. - Sacred Geometry-Hypothesis about the modality of project of La Vera Cruz Church in
Segovia Spain www.scribd.com/sergio_berti
Berti S.- Geometria Sacra-Matrici di Progetto a confronto nella realizzazione di Terra del Sole,citt
ideale e fortezza rinascimentale della Romagna Toscana,nei pressi di Forl-
www.scribd.com/sergio_berti
Berti S.- Geometria sacra-Confronto tra la Matrice MDPR e la Matrice Quadrilunga MDPRQ con
verifica delle congruit relative con la pianta di base del Duomo di Firenze-
www.scribd.com/sergio_berti
Calzolari E. Lunigiana e la rotta atlantica dei templari-Edizioni Cinque Terre -2014
Mazzarello T.-Numerologia Canguro Editore-2011
Paoletti G. - Una Bibbia di Pietra. Il bestiario del Duomo di Carrara - CRC Carrara 2000
Touring Editore- Estratti sul Duomo di Carrara
Wikipedia-Duomo di Carrara- www.it.wikipedia.org/wiki/duomo_di_carrara

Ringraziamenti
Un particolare ringraziamento al Monsignor Raffaello Piagentini Abate Mitrato del Duomo di
Carrara
Ringraziamenti a tutti i Soci dell Associazione Architettura e Geobiologia Studi Integrati che hanno
partecipato e stanno continuando a partecipare allo studio del Duomo di Carrara.
Speciali ringraziamenti a tutti gli Allievi del Corso Diamo vita al centro storico di Carrara
dellUniversit del Tempo Libero di Carrara-Avenza
Figure ed elaborazioni
Fig. 1 Sx tratta da WIKIPEDIA-Duomo di Carrara- www.it.wikipedia.org/wiki/duomo_di_carrara
Fig. 1 Dx- Foto di Sergio Berti
Fig.2 Foto da Wikipedia :Duomo di Carrara ; piantina estratta da G.Paoletti-Una Bibbia di
Pietra.Il bestiario del Duomo di Carrara- CRC ).
Fig.3,4,5,6,7,8,9,10,11,12,13,14 Foto ed elaborazioni di Sergio Berti

Potrebbero piacerti anche