Sei sulla pagina 1di 9

Geometria Sacra Armonia delle forme nella pianta di base del Duomo di Carrara

Donatella Arch. Ambrosini Sergio Dr. Ing. Berti Marco Arch. Galassi Consigliere Associazione Architettura e Geobiologia Studi Integrati Presidente Associazione Architettura e Geobiologia Studi Integrati Consigliere Associazione Architettura e Geobiologia Studi Integrati

Abstract
A seguito delle esperienze di ricerca e di studio gi effettuate su alcuni monumenti storici,di epoche diverse,in Italia e all estero,al riguardo dell armonia delle forme di base relative (Chiesa della Vera Cruz di Segovia,Chiesa di Eunate,Cappella Templare di Laon,Giardino della Villa Medicea di Quarrata, Cavaneo dello Spirito Santo Lerici e altri ), stato effettuato lo studio della pianta attuale di fondazione del Duomo di Carrara.E stata verificata la conformit con la Matrice di Progetto Rettangolare ( MDPR ) e con le direzioni cardinali geografiche. I risultati ottenuti sono stati confrontati ed hanno corroborato lipotesi che il Duomo di Carrara sia stato progettato , realizzato e ampliato facendo riferimento ai canoni di armonia basati sul rapporto aureo e sulle direzioni Nord-Sud e Est-Ovest geografiche.

Premessa
Il Duomo di Carrara il principale monumento storico che caratterizza e simbolizza la citt, essendo completamente realizzato in marmo, e con uno splendido rosone sulla facciata principale ( vedere Fig. 1 ) ; dedicato a Sant Andrea Apostolo ed ,infatti, quasi interamente rivestito da un abbagliante marmo bianco ,di grande pregio, che venne estratto nelle vicine cave marmoree. Si presenta come costruzione romanico-gotica (sec. XI-XIV) con facciata di tipo pisano, cinta in basso da arcature del sec. XII, con un bel portale romanico scolpito, una loggetta e un ricco rosone gotico, entro una cornice quadrata a cassettoni; notevoli pure il portale romanico sul fianco destro, l'abside coronata da loggetta e il campanile a polifore.Il severo interno (restaurato), a tre navate su colonne dai bei capitelli, conserva alle pareti marmi vari e resti di affreschi dal '200 al '500.

Figura 1 Facciata del Duomo di Carrara ( Fonte : Tratta da Wikipedia Duomo di Carrara )

Nella costruzione dell edificio ,che avvenne su un lungo arco di tempo a partire dall XI secolo per circa trecento anni,si individuano influenze iniziali romaniche seguite da influenze gotiche di scuola lombarda,lucchese,pisana e ligure. La piantina relativa attuale di base ,utilizzata nella presente ricerca, raffigurata nella figura 2 dove evidente la presenza interna di tre navate.

Figura 2 :Interno e piantina di base del Duomo di Carrara ( Fonti :Foto da Wikipedia :Duomo di Carrara e piantina estratta da G.Paoletti-Una Bibbia di Pietra.Il bestiario del Duomo di Carrara- CRC ).

Sulla fiancata meridionale del Duomo ( vedere fig. 3 ),alla sinistra della prima monofora,si trova un interessante orologio solare con datazione che dovrebbe aggirarsi intorno alla fine del XVIII secolo e inizio del XIX. Durante la ricerca,si notato che attualmente le ore indicate non sono corrette,probabilmente a causa dello gnomone non pi perfettamente dritto e verticale alla parete. In particolare,durante lequinozio di primavera 2014 ( 20 di marzo ) l ombra della punta dello gnomone non ha seguito la linea equinoziale ( vedere figura 3 SX ) come previsto dal corretto funzionamento.

Linea equinoziale

Lo gnomone visibilmente deformato e non indica pi l ora correttamente

Linea mezzogiorno vero locale

Agli equinozi l ombra della punta dello gnomone si deve muovere sulla linea equinoziale. Per le coordinate geografiche del duomo di Carrara ,il mezzogiorno vero il 20 Marzo 2014 ( equinozio di Primavera ) deve essere alle 12 :27 :12 circa

Figura 3 : Vista laterale verso la piazza dove presente l orologio solare ( Fonte : Foto ed elaborazioni di Sergio Berti )

All attuale pianta di base ,indicata in figura 2, stata sovrapposta durante lo studio la Matrice Di Progetto Rettangolare ( MDPR ) nella versione pi semplice con solamente gli elementi di riferimento principali ( vedere figura 4 ).
Matrice Di Progetto Rettangolare ( MDPR ) B1 F E

A1 C2 G E2 F1 O

C1 A2 D F2 E1

A AC = OB * 1,618 AE = AB * 3,14

A C C1 A1 = E F F1 E1 = Quadrati A C A2 = C A C2 = E F E2 = F E F2 = Triangoli Pitagorici 3 - 4 - 5

Figura 4 : Matrice Di Progetto Rettangolare ( MDPR ) e relazioni geometriche principali relative ( Fonte : Sergio Berti ed elaborazione di Sergio Berti )

La Matrice ( MDPR ) basata su di un rettangolo con ben definite relazioni geometriche ed, in particolare,come indicato anche in figura 4 , le principali sono : AC = OB * 1,618 AE = AB * 3,14 ( circa ) Sono inoltre riportati i Triangoli Pitagorici 3 , 4 , 5 ed i Quadrati con dimensioni pari al lato minore del rettangolo principale. Nelle ricerche precedenti effettuate su monumenti antichi , si notato una corrispondenza tra le linee principali della Matrice e gli elementi portanti della struttura dell edificio. Elaborazioni geometriche pi complesse,mediante il tracciamento di linee verticali al lato minore ed orizzontali al lato maggiore integrate anche da proiezioni da vari punti del perimetro del rettangolo principale, possibile ricavare tutti i punti caratteristici della piantina di base ed individuare completamente le forma ed il dimensionamento delle pareti e delle colonne.

Applicazione della Matrice Di Progetto Rettangolare ( MDPR ) alla attuale piantina di base del Duomo di Carrara
Lapplicazione della Matrice ( MDPR ) stata effettuata all attuale piantina di base del Duomo di Carrara sia al perimetro interno che al perimetro esterno. Nella figura 5 riportato lo schema di principio di applicazione della Matrice (MDPR) al perimetro interno.

Nord geografico

Schema di principio di applicazione della matrice MDPR al perimetro interno del Duomo di Carrara

Figura 5 : Schema di principio di applicazione della Matrice MDPR al perimetro interno del Duomo di Carrara ( Fonte : Sergio Berti ed elaborazioni di Sergio Berti ) Si pu notare dalla figura 5 che il posizionamento delle colonne,la distanza tra le stesse,la lunghezza della chiesa sono legate alle dimensioni della Matrice (MDPR ) ricavabile prendendo come lato minore, del rettangolo relativo , la dimensione minore del perimetro interno. E ipotizzabile ,inoltre , una dimensione iniziale in lunghezza minore di quella attuale ed un successivo ampliamento,solamente in lunghezza, sempre in accordo con i canoni costruttivi legati alla dimensione iniziale della Matrice. L applicazione quasi completa della matrice di Progetto (MDPR ) al perimetro interno e evidenziata in figura 6. Si nota che le linee principali della Matrice ( MDPR ) individuano esattamente la suddivisione interna della piantina di base del Duomo e che le proiezioni di rette da punti caratteristici del rettangolo principale ( vertici, mezzerie,etc., ) permettono di individuare pi in dettaglio la struttura dell edificio incluso la parte absidale. L applicazione quasi completa della matrice di Progetto (MDPR ) al perimetro esterno e evidenziata in figura 7. Si nota , anche in questo caso ,che le linee principali della Matrice ( MDPR ) individuano esattamente la suddivisione interna della piantina di base del Duomo e che le proiezioni di rette da punti caratteristici del rettangolo principale ( vertici, mezzerie,etc., ) permettono di individuare pi in dettaglio la struttura dell edificio incluso la parte absidale ed ,in particolare, lo spessore delle pareti perimetrali. Una ulteriore elaborazione sia per linee orizzontali che per linee verticali,incluso anche le proiezioni dai punti caratteristici perimetrali del rettangolo principale, permetterebbe di ricavare in dettaglio tutti i particolari costruttivi basilari con correlazioni dirette basate sul rapporto aureo o numero divino ( 1,618) ed il Pi Greco ( 3,14 ).In effetti, come se la matrice ( MDPR ) contenesse nel suo interno tutto il progetto che solo menti e mani esperte erano in grado di portare alla luce della realt. E ovvio che in caso di edificio maggiore ,come dimensioni, l utilizzo della Matrice ( MDPR ) portava ad avere durante lo sviluppo forme analoghe ma con dimensionamenti diversi dei muri, delle colonne in modo da garantire sempre la solidit necessaria. Questo tipo di struttura ,legata principalmente al rapporto aureo, tipica della struttura del corpo umano e delle forme e strutture della Natura ( piante, fiori,foglie,galassie, etc. , ).

Figura 6 : Applicazione quasi completa della Matrice ( MDPR ) al perimetro interno del Duomo di Carrara ( Fonte : Sergio Berti ed elaborazioni di Sergio Berti )

Figura 7 : Applicazione quasi completa della Matrice ( MDPR ) al perimetro esterno del Duomo di Carrara ( Fonte : Sergio Berti ed elaborazioni di Sergio Berti )

Corrispondenze dellattuale piantina di base del Duomo di Carrara con le direzioni Nord-Sud e Est-Ovest geografiche
Durante la ricerca diretta sul campo, stato pi volte verificato e documentato che il passaggio del Sole sul meridiano locale ( Direzione Sud geografica ) ben correlato alla reale piantina di base del Duomo di Carrara ( vedere Direzione Nord-Sud nelle figure 5,6,7 ).La luce del Sole,filtrante dalla prima monofora a meridione a lato della porta laterale di ingresso al Duomo,al passaggio giornaliero del nostro Astro sul meridiano locale ,si posiziona,durante l anno , in punti diversi di una retta,che passa per la mezzeria della monofora ed tangente alla sesta colonna del lato destro entrando dalla porta principale, secondo un ben determinato ciclo calendariale annuale. Questo allineamento,passante dalla monofora citata, rappresenta la direzione Nord-Sud geografica ( vedere figura 8 ) e va ad intercettare il muro opposto all altezza della mezzeria della coppia delle quinte colonne, a partire dal lato della porta principale. Il tracciamento della retta passante dalla mezzeria della prima colonna di destra(semincassata nella parete a partire dal lato della porta principale ) con l ultima colonna di sisnistra lato altare individua perfettamente la direzione Est-Ovest geografica. Le direzioni cardinali geografiche mettono in relazione le porte e le altre monofore tra di loro o con elementi strutturali ben determinati dell edificio creando una sorta di collegamento tra l edificio ed il moto apparente del Sole e ,quindi ,un legame tra le forme basate su rapporto aureo ed il Pi greco ed il Cosmo, attraverso il moto apparente del Sole. Interessante la corrispondenza perfetta tra le dimensioni della porta principale e di quella secondaria ( oggi chiusa ) sul lato destro dell abside attraverso la direzione Est- Ovest.Non facilmente spiegabile,per il momento ,invece la forma non perfettamente rettilinea della facciata laterale destra del Duomo.

Conclusioni
L applicazione della Matrice Di Progetto Rettangolare alla attuale piantina di base del Duomo di Carrara,sia al perimetro interno che al perimetro esterno,mette in evidenza che i costruttori iniziali ed i successivi ampliatori hanno operato facendo riferimento ad una tecnica di dimensionamento e costruttiva gi utilizzata i monumenti pi antichi basata sul Rapporto Aureo e su Pi Greco. Hanno, inoltre , legato la costruzione ,attraverso l orientamento geografico ,ai moti del Cosmo attraverso l armonia della forme principali con il moto apparente del Sole.Possiamo quindi affermare che il Duomo Di Carrara un mero esempio di come la costruzione degli edifici sacri,di una certa importanza, fosse codificata per ottenere delle strutture correttamente dimensionate ,in modo da potere sopportare le sollecitazioni d uso e quelle impreviste di tipo sismico, e tutto questo facendo riferimento a dei parametri armonici comuni alla Natura , al Cosmo e all Uomo.Le ricerche e gli studi sul Duomo di Carrara proseguiranno su questo tema ed anche sul fronte delle valenze archeoastronomiche,gi in parte indagate, che saranno oggetto di pubblicazioni successive.

Figura 8 : Corrispondenze dellattuale piantina di base del Duomo di Carrara con le direzion i Nord-Sud e Est-Ovest geografiche ( Fonte : Sergio Berti ed elaborazioni di Sergio Berti )

Bibliografia
S.Berti- Sacred Geometry-Hypothesis about the modality of project of La Vera Cruz Church in Segovia Spain www.scribd.com/sergio_berti S.Berti- Geometria Sacra-Matrici di Progetto a confronto nella realizzazione di Terra del Sole,citt ideale e fortezza rinascimentale della Romagna Toscana,nei pressi di Forlwww.scribd.com/sergio_berti PG.Lovotti- Lorologio solare del Duomo di Carrara - XIII Seminario Nazionale di Gnomonica 2005 G.Paoletti - Una Bibbia di Pietra. Il bestiario del Duomo di Carrara - CRC Carrara 2000 Touring Editore- Estratti sul Duomo di Carrara Wikipedia-Duomo di Carrara- www.it.wikipedia.org/wiki/duomo_di_carrara

Ringraziamenti
Un particolare ringraziamento al Monsignor Raffaello Piagentini Abate Mitrato del Duomo di Carrara Ringraziamenti a tutti i Soci dell Associazione Architettura e Geobiologia Studi Integrati che hanno partecipato e stanno continuando a partecipare allo studio del Duomo di Carrara. Speciali ringraziamenti a tutti gli Allievi del Corso Diamo vita al centro storico di Carrara dellUniversit del Tempo Libero di Carrara-Avenza

Figure ed elaborazioni
Fig. 1 , Fig. 2 sx tratte da WIKIPEDIA-Duomo di Carrarawww.it.wikipedia.org/wiki/duomo_di_carrara Fig.2 dx Estratta da G.Paoletti-Una Bibbia Di Pietra-Il bestiario del Duomo di Carrara-CRC Carrara 2000 Fig. 3, 4 ,5,6,7,8 Elaborazioni di Sergio Berti

Interessi correlati