Sei sulla pagina 1di 18

Il rofogramma : una tecnica innovativa strumentale di indagine sulle interazioni

geobiofisiche umane
Sergio dr. Ing. Berti Associazione Architettura & Geobiologia Studi Integrati e Docente di Geobiologia all Accademia ANEA

Cristiana Mura Studentessa dell Accademia ANEA della sede di Cagliari

Abstract
A seguito della sperimentazione con successo delle tecniche cardiologiche di rilievo e analisi Heart Rate Variability (
HRV ), per indagare le interazioni geobiofisiche umane attraverso l utilizzo del cuore come sensore, stato deciso di
indagare anche altre nuove metodologie strumentali di rilievo e tra queste sembrata molto promettente quella di
impiegare un dispositivo che permette di effettuare test dello stato funzionale ed emozionale delle persone. Dispositivi
simili sono nati e sono stati usati nella medicina spaziale per la valutazione del livello di salute dei cosmonauti. Il
dispositivo utilizzato il Rofes E01C ,della Inferum Ekaterinburg Russia , e preleva i dati dal punto biologicamente
attivo MC-7, che si trova nel polso della mano sinistra, ed il suo scopo quello di controllare i cambiamenti dello stato
funzionale del corpo umano. L impiego da noi effettuato stato quello di fare si, che la persona in esame possa stare
in una sorta di stato meditativo, senza influenze antropiche esterne dirette e volontarie, ma solo soggetta alle
influenze di tipo geofisico , di inquinamento elettromagnetico o acustico antropico. Questa metodologia di protocollo
ha permesso di verificare che i soggetti in esame ,nella condizione meditativa e quindi di quiete, mettono in evidenza
nel tempo delle condizioni funzionali che sembrano influenzate principalmente da fattori di tipo ambientale locali sia
naturali che artificiali ( ad esempio : inquinamento elettromagnetico ).

Premessa
Una delle caratteristiche principali che interessano gli organismi viventi l omeostasi che prevede il
mantenimento di un ambiente interno al corpo relativamente costante. Mantenere un ambiente costante
in tutto il corpo umano ,ad esempio, un processo complesso che comporta un controllo continuo di molti
differenti fattori e la capacit di una rapida attivazione di sistemi di difesa. Questo comporta la
partecipazione all omeostasi di tutti i sistemi di organi ( o apparati ) presenti. Ci sono negli animali ed
anche nell uomo ( vedere Fig. 1 ) due sistemi principali di controllo: il sistema endocrino ed il sistema
nervoso .

Figura 1 Il sistema nervoso dei vertebrati tra cui l Homo Sapiens ( fonte : Curtis ; Barnes - Le scienze biologiche - Edizioni
Zanichelli -fig. 29.11 pag . 453 ; foto e adattamento di Sergio Berti )
Il sistema endocrino ,in termini molto generalizzati, responsabile dei cambiamenti che si verificano in un
periodo relativamente lungo, da minuti a settimane, mentre il sistema nervoso ha tempi di risposta
dallordine dei millisecondi fino a qualche minuto. I due sistemi operativamente sono strettamente
collegati. Come si pu osservare da figura 1 nel sistema nervoso vi sono altre suddivisioni strutturali e
funzionali. Infatti una di queste ,il sistema Somatico innerva la struttura scheletrica mentre il sistema
Autonomo ,detto anche involontario,innerva la muscolatura liscia,il muscolo cardiaco e le ghiandole.
Questultimo ulteriormente diviso nella componente Simpatica e nella componente Parasimpatica che
interagiscono ,tra di loro, in un delicato sincronismo di controlli ed equilibri. La componente simpatica
pi attiva nei momenti di stress o di pericolo. La componente parasimpatica svolge un ruolo fondamentale
nel sostenere le attivit quotidiane come la digestione e l escrezione. I sistemi di integrazione e controllo
del corpo umano agiscono in modo caratteristico attraverso meccanismi a feedback ,detti anche a
retroazione, sia negativi che positivi ( Vedere Figura 2 ).

Figura 2 Schema dei sistemi di controllo a Feedback che regolano praticamente tutti i processi fisiologici ( fonte : Curtis ; Barnes -
Le scienze biologiche - Edizioni Zanichelli - fig. 29.12 pag . 454 ; foto e adattamento di Sergio Berti )

I processi che si possono attivare possono essere diversi ( per il tipo di stimolo percepito,le regioni del
sistema nervoso attivate,gli ormoni liberati ed i tessuti bersaglio del controllo nervoso ed endocrino ) ma il
principio di base rimane sempre lo stesso. La produzione di molti ormoni regolata da complessi sistemi di
regolazione a feedback negativo che coinvolgono lipofisi e lipotalamo ( vedere Figura 3 ).

Figura 3- La produzione di molti ormoni regolata da complessi sistemi di regolazione a feedback negativo che coinvolgono lipofisi
e lipotalamo ( fonte : Curtis ; Barnes -Le scienze biologiche - Edizioni Zanichelli - fig. 36.5 pag . 561 ; foto e adattamento di Sergio
Berti )
Lipotalamo controlla la secrezione ipofisaria di ormoni tropici e questi ,a loro volta,stimolano la secrezioni
di ormoni nella tiroide,nella corteccia surrenale e nelle gonadi (testicoli e ovaie ).Quando aumenta nel
sangue la concentrazione di ormoni prodotti da queste ghiandole bersaglio,lipotalamo riduce la sua
produzione di fattori di liberazione,lipofisi diminuisce la sua produzione ormonale rallenta anche la
produzione di ormoni da parte delle ghiandole bersaglio. Tramite lipotalamo,che riceve informazioni da
molte aree del cervello,la produzione ormonale regolata anche in relazione a cambiamenti dell ambiente
interno ed ambiente esterno. Importante lo schema di relazione del sistema nervoso autonomo ( vedere
figura 4 ).

Figura 4 Schema sintetico del sistema nervoso autonomo con in evidenza la componente Simpatica e la Componente
Parasimapatica ( fonte : Curtis ; Barnes -Le scienze biologiche - Edizioni Zanichelli - fig. 37.7 pag . 575 ; foto e adattamento di Sergio
Berti )

Come da figura 1 ,il sistema nervoso delluomo pu essere suddiviso secondo criteri anatomici,fisiologici e
funzionali. La suddivisione pi ovvia quella in sistema nervoso centrale ( encefalo e midollo spinale ) ed in
sistema nervoso periferico (le vie sensoriali e motorie che trasmettono o ricevono dal sistema nervoso
centrale ). Le vie motorie sono ulteriormente divise in sistema somatico ( che stimola i muscoli scheletrici )
ed in sistema autonomo,che trasmette segnali ai muscoli lisci,al muscolo cardiaco e alle ghiandole. Il
sistema autonomo a sua volta suddiviso nei sistemi simpatico e parasimpatico ( vedere figura 4 ) .Lunit
funzionale del sistema nervoso dell uomo il neurone ,una cellula nervosa caratterizzata da un corpo
cellulare,un assone e ,spesso, da molte dendriti.

La suddivisione del sistema nervoso autonomo nella componente simpatica e nella componente
parasimpatica comporta anche una distinzione tra le due componenti dal punto di vista
anatomico,fisiologico e funzionale. Le principali differenze anatomiche e fisiologiche tra le due componenti
sono :

a) Gli assoni del sistema simpatico si originano nella regione toracica e lombare del midollo
spinale,mentre quelli del sistema parasimpatico fuoriescono dalle regioni cranica e sacrale del
midollo spinale

b) Nel sistema nervoso autonomo c sempre un sistema di associazione di due neuroni che collegano
tra loro il sistema nervoso centrale con l organo effettore. Questi neuroni formano delle sinapsi a
livello di gangli. Nel sistema simpatico i gangli sono di solito molto vicini al sistema nervoso
centrale;quindi l assone pre gangliare ,generalmente, corto,mentre quello post gangliare
lungo. Nel sistema parasimpatico si verifica l opposto.

c) Le terminazioni del nervo pre gangliare di entrambe i sistemi liberano lacetilcolina come
neurotrasmettitore. Le terminazioni del nervo post gangliare dei due sistemi utilizzano
neurotrasmettitori differenti;quello liberato da gran parte delle terminazioni del nervo simpatico
post gangliare la noradrenalina,mentre quello liberato da tutte le terminazioni parasimpatiche
acetilcolina .

I due sistemi simpatico e parasimpatico dal punto di vista funzionale sono antagonisti. Dalla figura
4, si pu mettere in evidenza che gran parte degli organi interni innervata dagli assoni di ambo i
sistemi,i quali operano in stretta collaborazione l uno con l altro e con gli ormoni secreti dalle
ghiandole endocrine per far si che il corpo abbia una regolazione omeostatica pi precisa.

Il sistema parasimpatico coinvolto soprattutto nelle attivit di recupero del corpo. La stimolazione
parasimpatica rallenta il battito cardiaco,aumenta i movimenti del muscolo liscio intestinale e
stimola la secrezione delle ghiandole salivari e delle ghiandole digestive dello stomaco.

Il sistema simpatico ,invece,prepara il corpo all azione. Le caratteristiche fisiche della paura
derivano dall aumento degli impulsi neuronali del sistema simpatico che provocano la contrazione
dei vasi sanguigni della pelle e del tubo digerente,favorendo il ritorno del sangue al
cuore,aumentando la pressione consentendo cos ai muscoli di ricevere pi sangue .Il cuore batte
pi in fretta ,aumenta la velocit di respirazione,le pupille si dilatano e si contraggono i muscoli
connessi ai follicoli peliferi della pelle.

La stimolazione simpatica spinge la porzione midollare del surrene a secernere adrenalina che
,insieme ad altri ormoni, stimola il fegato a liberare nella corrente sanguigna grandi quantit di
glucosio che rappresenta per i muscoli una ulteriore fonte energetica. Ne consegue che l intero
corpo pronto per un comportamento del tipo combattere o fuggire.

Da figura 4 , importante notare che la ghiandola surrenale non soggetta a feedback negativo da
parte del sistema parasimpatico e quindi possibile , sia per ragioni interne che per ragioni
esterne, possa subire incrementi o riduzioni di attivit senza la controreazione parasimpatica.

Lorganismo umano attraverso l omeostasi tende al mantenimento di un ambiente interno


relativamente costante nonostante la variazione delle condizioni interne ed esterne al corpo stesso.

Attraverso il sistema endocrino ed il sistema nervoso l organismo umano tende a controllare, in


modo abbastanza preciso,la costanza dei seguenti parametri corporei principali :
a) La temperatura interna del corpo controllata dallipotalamo, che si comporta come un
termostato sofisticato, che raccoglie le informazioni da un certo numero di recettori
sensoriali,le integra,confronta i risultati con i suoi dati standard e dispone una serie di risposte
adeguate per mantenerla nell intervallo normale previsto.

b) Il mantenimento del volume sanguigno costante. Questa funzione legata ,per molti
aspetti,alla regolazione della velocit a cui l acqua presente nella corrente sanguigna viene
prelevata dai reni. L ormone antidiuretico ( ADH ),prodotto dallipotalamo e rilasciato dall
ipofisi agisce sui tubuli dei reni per fare diminuire l escrezione di acqua. I recettori sensoriali
del sistema circolatorio,soprattutto del cuore, misurano la pressione del sangue e
,indirettamente, il suo volume attraverso il controllo della produzione dell ormone
antidiuretico ( ADH ).Quando la pressione del sangue sale,l attivazione di questi recettori
inibisce la produzione di ADH, e ,di conseguenza,viene escreta una maggiore quantit di acqua
per ridurre il volume sanguigno. Appena la pressione del sangue scende,diminuisce il segnale
da parte dei recettori,aumenta la produzione di ADH,l acqua viene trattenuta dai reni e
aumentano la pressione ed il volume del sangue.

c) Controllo e mantenimento della concentrazione degli ioni Calcio nel sangue entro limiti
stringenti. Normalmente il Calcio presente nel sangue umano in una concentrazione di circa 6
milligrammi ogni 100 millilitri . Un aumento o una diminuzione di pi di 2 o 3 milligrammi per
100 millilitri pu provocare disturbi nella coagulazione del sangue,nella contrazione muscolare
e nella funzione nervosa tanto gravi da provocare la morte in poche ore. La regolazione del
Calcio nel sangue avviene attraverso un meccanismo,finemente sincronizzato, che utilizza l
ormone paratiroideo ( paratormone prodotto dalle ghiandole paratiroidee ) e l ormone
calcitonina ( prodotto dalla tiroide ).

d) Nella regolazione del livello del glucosio ematico sono coinvolti almeno sette ormoni differenti :

- L ormone della crescita ( somatotropina prodotto dal lobo anteriore dell ipofisi ) che
influisce sul metabolismo del glucosio inibendo l assorbimento e l ossidazione del glucosio
da parte di alcuni tipi di cellule;stimola anche la scissione di acidi grassi conservando in
questo modo glucosio.

- Il Cortisolo ( prodotto dalla corteccia surrenale ), che si ritiene che sia il glicorticoide pi
importante per gli esseri umani ,promuove , insieme agli altri glicorticoidi ,la formazione di
glucosio da parte di molte cellule,escluso quelle del cuore e del cervello. I glicocorticoidi
lavorano insieme al sistema nervoso simpatico e la loro produzione aumenta durante i
periodi di stress.

- L adrenalina e la noradrenalina sono liberate nella corrente sanguigna dalla porzione


midollare del surrene. Questi due ormoni , noti anche come epinefrina e norepinefrina
accelerano e potenziano il battito cardiaco,aumentano la pressione sanguigna,stimolano la
respirazione e dilatano le vie respiratorie; aumentano,inoltre, la concentrazione di glucosio
ematico. La midollare del surrene stimolata dalle fibre nervose del simpatico per cui
agisce come rinforzo dell attivit simpatica.

- L insulina,il glucagone e la somatostatina sono ormoni prodotti dal pancreas. Linsulina


secreta in risposta ad un aumento dello zucchero ematico o della concentrazione di
amminoacidi ( dopo un pasto ); abbassa la concentrazione dello zucchero nel sangue sia l
assorbimento cellulare e lutilizzo del glucosio sia la conversione di esso in glicogeno. Il
glucagone determina un aumento dello zucchero nel sangue ,in quanto stimola la
demolizione del glicogeno in glucosio nel fegato e la demolizione dei grassi e delle
proteine,reazione che fa diminuire lutilizzo del glucosio. La somatostatina viene rilasciata
dal pancreas, durante la digestione di un pasto, ed esercita numerosi effetti inibitori sul
tratto digestivo che aiutano a regolare la velocit di assorbimento nella corrente sanguigna
del glucosio e di altre sostanze nutritive.

In figura 5 riportata la regolazione ormonale del glucosio ematico.

Figura 5 Regolazione ormonale del glucosio ematico ( fonte : Curtis ; Barnes - Le scienze biologiche - Edizioni Zanichelli - fig. 36.10
pag . 565 ; foto e adattamento di Sergio Berti )

Quando la concentrazione di glucosio ematico nel sangue bassa,il pancreas libera glucagone, che
stimola la demolizione del glicogeno e la liberazione del glucosio dal fegato. Quando la concentrazione del
glucosio ematico alta,il pancreas libera insulina,che elimina il glucosio dalla corrente sanguigna
aumentandone l assorbimento da parte delle cellule e promuovendo la sua conversione in glicogeno,la
forma di accumulo .In condizioni di stress lormone adenocorticotropo ( ACTH ),prodotto dall ipofisi,stimola
la corteccia surrenale a produrre cortisolo e ormoni omologhi,che facilitano la demolizione delle proteine e
la loro conversione in glucosio nel fegato. Allo stesso tempo la midollare surrenale libera adrenalina e
noradrenalina,che fanno anchesse aumentare il livello del glucosio ematico. ( fonte : Curtis ; Barnes -Le
scienze biologiche - Edizioni Zanichelli - fig. 36.10 pag . 565 ).

Da quanto esposto, evidente che il processo di omeostasi va ad interessare tutto l organismo umano a
partire dalle cellule pi elementari fino ai sistemi pi complessi incluso anche il sistema nervoso ( vedere
figura 6 );questo sistema formato da fasci di neuroni che si comportano come un cablaggio ,di tipo
bioelettrico, dove si muovono impulsi di natura elettrica con una certa logica e sequenza.
Figura 6 Sistema nervoso umano ( fonte : Curtis ; Barnes -Le scienze biologiche - Edizioni Zanichelli - fig. 37.5 pag . 573 ; foto e
adattamento di Sergio Berti )

E noto che il territorio emette radiazioni elettromagnetiche naturali in campo biocompatibile ( Radiazione
Infrarossa pi radiazione visibile pi radiazione ultravioletta ), particelle con carica elettrica,particelle senza
carica elettrica,altre radiazioni elettromagnetiche di bassa frequenza e altissima frequenza. Tutto ci per
cause naturali dovute ,principalmente, alla situazione idrogeologica e tettonica , alla litologia,all attivit
solare, al campo magnetico terrestre,alla radioattivit naturale locale,alla presenza del gas radon,alla
radiazione elettromagnetica di fondo proveniente dallo spazio. Una struttura di natura bioelettrica ,come
quella del sistema nervoso umano, potrebbe essere influenzata,in maniera rilevabile , per la presenza nel
territorio di possibili fattori di influenza naturali alterati e comportare, di conseguenza, riflessi funzionali
anomali nell organismo esposto. In particolare, questi fattori naturali alterati potrebbero andare ad
influenzare maggiormente il funzionamento dalla ghiandola surrenale (corteccia surrenale pi midollare
surrenale ) per il fatto che non presente nella stessa la controreazione del sistema Parasimpatico ( vedere
figura 4 ).Anche fattori di influenza di natura meccanica ,come gli Infrasuoni e gli Ultrasuoni, sia naturali che
antropici, possono interferire sul sistema nervoso ed endocrino e altri sottosistemi specifici creando
alterazioni funzionali rilevabili ,a seguito delle sollecitazioni meccaniche possibili in corrispondenza delle
rispettive frequenze di risonanza. Analogamente per le influenze di tipo elettromagnetico antropico ( Campi
Elettrici e Magnetici alla frequenza di rete,Radio Frequenza,Micro Onde,Segnali Radar e di altro tipo
presenti normalmente nell ambiente elettromagnetico antropico ).

La Geobiologia Scientifica si occupa di rilevare ed ,ove possibile, misurare, anche con metodologie di misura
semplici , gli effetti sugli organismi umani dovuti ai fattori di interazione naturali ed antropici sopracitati.

Le tecniche di misura finora usate sono state : la misura della forza con il dinamometro e ,successivamente,
l analisi Heart Rate Variability ( HRV ) .

Attualmente ,stiamo sperimentando la tecnica di rilievo delle interazioni con i rofogrammi ;questa tecnica
sembra dare delle ulteriori indicazioni complementari a quelle ricavabili dalle tecniche di misura
precedentemente indicate ,permettendo di avere cos un quadro pi ampio dello stato interattivo con
indicazioni interessanti relativamente ai sistemi ed organi coinvolti.

Misura della forza con il dinamometro


Attraverso lutilizzo di semplici strumenti come i dinamometri ( vedere Figura 7 ) possibile verificare
come il territorio in grado di influenzare un organismo umano. Nellipotesi,ormai corroborata da alcuni
anni che il territorio in grado di influenzare il livello di attivit simpatica, il dinamometro si dimostrato
uno strumento molto semplice ed efficace per avere delle risposte in tal senso. Si individuano normalmente
nell area da indagare dei punti equidistanti ( ad esempio : distanti tra loro di un metro ed orientati secondo
la direzione Nord-Sud magnetico ) e si effettuano sugli stessi misure di forza con il dinamometro su di un

Figura 7 Esempio di dinamometro utilizzato nella pratica geobiologica scientifica ( fonte : Sergio Berti )

campione di persone di ambo i sessi. I dati ricavati vengono elaborati separatamente ,in funzione del sesso,
e ricavate le curve di livello della forza relative al luogo indagato ( vedere esempio in figura 8 ).

Figura 8 Esempio di utilizzo di dinamometri per la misura della forza,esercitata in condizioni controllate,in vari punti
opportunamente scelti dell area da indagare ( fonte : Associazione AG&SI e Sergio Berti )
La forza esercitata,come si pu notare dagli esempi di figura 8, differente tra uomini e donne ( non solo in
valore assoluto ) ed correlabile facilmente alla situazione idrogeologica e tettonica presente nel territorio.

Con questa semplice tecnica di misura , possibile identificare ,in una zona relativamente ampia ,le aree
che tendono a stimolare o meno il sistema simpatico con la possibilit,quindi , di effettuare migliori scelte
per l utilizzo funzionale delle stesse da parte di un organismo umano anche in funzione del sesso relativo.

Analisi HRV ( Heart Rate Variability )


Il cuore uno degli organi tipici che rispondono al bilanciamento tra Simpatico e Parasimpatico ( vedere
figura 4 ).Nel cuore la capacit del ventricolo di generare pressione controllata dal sistema nervoso
Simpatico e lormone che maggiormente contribuisce alla contrattilit ventricolare ladrenalina. Il
sistema Parasimpatico invece ha effetto deprimente sul cuore: esso rallenta la conduzione dellimpulso e
cos diminuisce la velocit di contrazione del cuore e la forza di contrazione cardiaca. Infatti lacetilcolina,
secreta dai neuroni parasimpatici, rallenta la conduzione dei potenziali dazione e la frequenza cardiaca.

Il cuore pu essere, quindi, un organo da utilizzare come sensore per comprendere come lambiente

esterno in grado di influenzare lorganismo umano attraverso lequilibrio tra sistema Simpatico

e Parasimpatico .

Mediante la misura dell Heart Rate Variability ( HRV ) ed altre analisi relative possibile valutare lo stato
reciproco di attivit Simpatica e Parasimpatica del sistema nervoso autonomo. Per la misura dell HRV si
utilizza una apparecchiatura dotata di sensore fotopletismografico, applicato al dito indice o medio della
mano,in grado di rilevare le variazioni cicliche di conduttanza conseguenti alla prevalenza di uno dei due
sistemi. L apparecchiatura si avvale di un sistema di condizionamento & elaborazione segnali e di un
software relativo. In figura 9, evidenziata la metodologia di rilievo e analisi HRV con la persona ,sotto test,
seduta comodamente ed in condizioniMetodologia
meditative per
di ridurre
Rilievoale massimo altre possibili interferenze esterne
Analisi HRV
( interferenze visive,rumore acustico,etc. , ).

Sistema di amplificazione e
trattamento segnale

Sensore

PC + SW

Figura 9 Metodologia di rilievo e analisi Heart Rate Variability ( HRV ) ( Fonte ed elaborazioni : Sergio Berti )

In figura 10 indicata la risposta ,di un soggetto sotto test, in un ambiente che gli stimola il bilanciamento
tra sistema simpatico e sistema parasimpatico.
Figura 10 Diagramma Simpatico/Parasimpatico di un soggetto sotto test in condizioni di bilanciamento tra i due sistemi ( Fonte ed
elaborazioni : Sergio Berti )

In figura 11 indicata la risposta ,di un soggetto sotto test, in un ambiente che gli stimola predominanza del
sistema simpatico .

Figura 11 Diagramma Simpatico/Parasimpatico di un soggetto sotto test in condizioni di predominanza del sistema Simpatico (
Fonte ed elaborazioni : Sergio Berti )

In figura 12 indicata la risposta ,di un soggetto sotto test, in un ambiente che gli stimola predominanza del
sistema parasimpatico .
Figura 12 Diagramma Simpatico/Parasimpatico di un soggetto sotto test in condizioni di predominanza del sistema Parasimpatico (
Fonte ed elaborazioni : Sergio Berti )

Tramite questa metodologia di rilevazione ed analisi,quindi, possibile avere indicazioni al riguardo della
influenza ambientale del luogo ,dove viene effettuata l analisi, sul soggetto sotto test ( ad esempio :
unarea edificabile,la camera da letto,il luogo di lavoro,la scrivania ) in modo strumentale oggettivo e
ripetibile. E interessante mettere in evidenza ( vedere figure 10,11 e 12 ) come l ambiente esterno in
grado di modificare la forma ,l ampiezza e la frequenza del segnale cardiaco in funzione dello stato di
bilanciamento o meno delle due componenti del sistema nervoso autonomo.

Analisi delle interazioni ambientali mediante rofogrammi


Attualmente ,stiamo sperimentando una metodologia di rilievo delle interazioni mediante rofogrammi.
Questa tecnica sembra dare delle ulteriori indicazioni complementari a quelle, ricavabili dalle tecniche di
misura precedentemente indicate ,permettendo di avere cos un quadro pi ampio dello stato interattivo, e
con indicazioni interessanti relativamente ai sistemi ed organi coinvolti. Lidea di impiegare,per la
valutazione delle interazioni ambientali, un dispositivo, che permette di effettuare test dello stato
funzionale ed emozionale delle persone, ci sembrata molto interessante e promettente. Dispositivi simili
sono stati concepiti per utilizzi speciali come ,ad esempio, nella medicina spaziale per la valutazione del
livello di salute dei cosmonauti. Il dispositivo da noi utilizzato per la sperimentazione ambientale il Rofes
E01C ,della Inferum Ekaterinburg Russia , che preleva i dati dal punto biologicamente attivo MC-7, che si
trova normalmente nel polso della mano sinistra, ed il suo scopo quello di controllare i cambiamenti dello
stato funzionali del corpo umano. L impiego da noi effettuato stato quello di fare si che la persona in
esame possa stare in una sorta di stato meditativo, senza influenze antropiche esterne dirette e volontarie,
ma solo soggetto alle influenze di tipo geofisico o di inquinamento elettromagnetico o acustico antropico.

Il punto biologicamente attivo MC-7 ,anche noto come PC-7 ,secondo la Medicina Tradizionale Cinese fa
parte del meridiano Ministro del Cuore. Efficace ed importante la descrizione che il Lingshu fa del
meridiano Ministro del Cuore (citata da E. Rochat De La Vallee, La Medicina Cinese, Jaka Book):

"La circolazione propria agli involucri e alla rete delle connessioni del Cuore (xin bao luo) Jueyin della mano,
Maestro-Cuore, inizia al centro del petto (tanzhong) esce e fa atto di vassallaggio agli involucri di protezione
e alle connessioni del Cuore, scende al diaframma, passa in successione dai Tre Riscaldatori, collegandoli tra
loro. Un ramo percorre il torace ed esce alle coste, discende sino ad arrivare a tre pollici sotto le ascelle
(regione di tianchi PC-1), risale per raggiungere l'ascella e discende lungo il lato interno del braccio (regione
di tianquan PC-2) tra il Taiyin ed il Shaoyin. Raggiunge la met del gomito (regione di quze PC-3) e discende
all'avambraccio tra i due muscoli ( regione di ximen PC-4; di jianshi PC-5; di neiguan PC-6 e di daling PC-7).
Arriva poi al centro del palmo (regione di laogong PC-8) e percorre il dito medio per uscire alla sua estremit
(regione di zhongchong PC-9). Un ramo si separa al centro del palmo e percorre l'anulare per uscire alla sua
estremit (regione di guanchong TE-1)" ( da E. Rochat De La Vallee, La Medicina Cinese, Jaka Book).

Figura 13 Punto biologicamente attivo MC-7 ,noto anche come PC-7, del Meridiano Ministro del Cuore secondo la Medicina
Tradizionale Cinese ( Fonte : Rochat De La Vallee, La Medicina Cinese, Jaka Book ;elaborazioni di Cristiana Mura )

Il Cuore il Sovrano rappresenta la nostra vita, la sua salute ne il fondamento, la sua potenza nascosta,
ma tramite il suo Maestro che si dispiega la sua forza e la sua grandezza. Il Cuore la mente e le emozioni
dell'uomo, esso connesso col nostro corpo attraverso il suo Ministro. Il Sangue il suo liquido. ( da E.
Rochat De La Vallee, La Medicina Cinese, Jaka Book).

Nella Medicina Tradizionale Cinese,il medico utilizza il senso tattile e dall esame dei polsi pu trarre
informazioni sullo stato dello Yin e dello Yang della persona ,il loro movimento e l energia di tutti i principali
organi .Ogni zona del polso corrisponde a due organi in funzione del fatto che il polso sia palpato
superficialmente o profondamente. Nel polso sinistro palpabile il cuore attraverso il punto biologicamente
attivo MC-7 , che si trova al centro della piega di flessione del polso, tra i due tendini flessori e che permette
di auscultare anche condizioni psicologiche,insonnia e disturbi bipolari che hanno una potente influenza sull
individuo ( tratto da : C.Mura- Note di Medicina Tradizionale Cinese : La diagnosi in medicina cinese
attraverso la palpazione dei polsi- ).

Il metodo dei rofogrammi basato sulla stimolazione del punto biologicamente attivo MC-7 ( Daling ) che,
come si pu notare anche dalla figura 13, si trova nella parte interna del polso sinistro. Attraverso questo
punto, il dispositivo ROFES E01C invia micro impulsi elettrici agli organi di interesse provocando una
reazione di risposta. Ogni organo del corpo ha un suo proprio ritmo con precise risonanze. Le risposte di
ritorno,come una eco,sono registrate da ROFES e poi confrontate con tabelle statistiche di
riferimento,presenti nel programma,di persone in buona salute della stessa et e sesso ( vedere figura 14 )

Figura 14- Dispositivo ROFES E01 C collegato a Personal Computer ( Fonte : INFERUM LLC Ekaterinburg Russia ; Elaborazione : Sergio
Berti )

I risultati sono presentati in quattro diverse valutazioni ( vedere figura 15 ) :

-Livello generale dello stato di salute

-Stato funzionale di organi e sistemi

-Risorse di energia di organi e sistemi e loro responso adattivo ai vari carichi

-Stato psico - emozionale

Figura 15 Sintesi dei risultati del dispositivo ROFESE01 C ( Fonte : Vincenzo Canoro di Alimentazione Vibrazionale;Elaborazione di
Sergio Berti )

I risultati dei test sono rappresentati da un sistema cromatico & numerico ( con scala da 1 a 5 )
contrassegnato da colori appropriati. La rappresentazione di figura 15 o simile stata denominata
rofogramma .Il dispositivo ROFES E01 C non nato con lo scopo di fare :auto diagnosi,conferma di
diagnosi cliniche,prevenzione,trattamento e riabilitazione malattie,ricerca medica,cambiamenti nella
struttura o nelle funzioni fisiologiche del corpo. Uno degli scopi principali del dispositivo quello di
controllare i cambiamenti dello stato funzionale del corpo. Questo uno dei motivi per cui stato scelto
per la sperimentazione di come particolari situazioni di interazione ambientale possono influenzare lo stato
funzionale del corpo, con la possibilit con il tempo di creare delle situazioni favorevoli all instaurasi di
patologie specifiche. Il dispositivo stato principalmente sperimentato, nella fase iniziale e su pi persone
di sesso diverso , per valutare situazioni dovute a fattori di disturbo presenti sul piano di giacitura di letti. In
figura 16 , sono riportati due rofogrammi acquisiti nell intervallo di 25 minuti, su un soggetto femmina di
56 anni, che mettono in evidenza che il piano di giacitura del letto sotto test particolarmente perturbato.
Il primo rofogramma stato acquisito con la persona ,proveniente dall esterno, che si sdraiata sul letto
ed stata rapidamente monitorata per acquisire i dati relativi. Il rofogramma elaborato non ha messo in
mostra particolari criticit nello stato funzionale del corpo della persona appena sdraiata sul letto. Il
secondo rofogramma stato acquisito ed elaborato dopo 25 minuti circa che la persona rimasta sdraiata
sul letto. Il rofogramma relativo mette in evidenza notevoli criticit nello stato funzionale del corpo ,dovute
con probabilit ,allo stato interattivo eccessivo presente sul piano di giacitura del letto.

Figura 16 Rofogrammi relativi ad un soggetto femmina di 56 anni dopo essere stata sdraiata sul letto per 25 minuti ( Fonte ed
elaborazione : Sergio Berti )

In Figura 17, sono riportati quattro rofogrammi acquisiti, su di un soggetto femmina di 49 anni ,durante la
permanenza di circa unora e mezzo sul piano di giacitura di un letto non perturbato. Il primo rofogramma
della sequenza stato ricavato immediatamente dopo che il soggetto sotto test si sdraiato sul letto. Il
secondo stato ricavato dopo circa 25 minuti di permanenza distesa sul letto. Il terzo stato ricavato dopo
circa 50 minuti di permanenza distesa sul letto ed il quarto dopo ulteriori 25 minuti circa nelle stesse
condizioni di permanenza. Il soggetto sdraiato sul letto ha mantenuto uno stato di quiete fisica e mentale
,tale da favorire principalmente le influenze dovute a fattori ambientali di natura idrogeologica e tettonica.
Come si pu osservare dalla sequenza dei rofogrammi, il luogo ha influenzato il soggetto sotto indagine in
maniera tale da permettere ,dopo circa unora e mezza,il recupero totale di tutte le funzionalit corporee
che inizialmente mostravano dei deboli segnali di squilibrio.

Figura 17 Rofogrammi relativi ad un soggetto femmina di 49 anni dopo essere stata sdraiata sul letto per unora e mezza circa (
Fonte ed elaborazione : Sergio Berti )

In figura 18 ,sono riportati due rofogrammi di un soggetto maschio dopo circa 45 minuti di lavoro al PC con
modem e touch pad attivi.

Figura 18 Rofogrammi relativi ad un soggetto maschio di 69 anni dopo circa 45 minuti di lavoro al PC con modem e touch pad
attivi ( Fonte ed elaborazione : Sergio Berti )
Come si pu osservare dalle figure 16, 17 e 18 l analisi delle interazioni ambientali ,mediante rofogrammi
,sembra molto promettente e potente per comprendere come certe influenze ambientali ,anche non
percepibili dal punto di vista sensoriale ,possano influenzare notevolmente il nostro sistema neuro-
endocrino con possibilit di creare fattori di stress importanti su certi organi,ghiandole e sistemi pi
complessi.

Conclusioni
Tutte le tecniche di misura da noi utilizzate presuppongono che la persona in esame possa stare in una
sorta di stato meditativo, senza influenze antropiche esterne dirette e volontarie, ma solo soggetta alle
influenze di tipo geofisico o di inquinamento elettromagnetico o acustico antropico. Questa metodologia
di protocollo ha permesso di verificare che i soggetti in esame ,nella condizione meditativa e quindi di
quiete mentale e fisica, tendono a mettere in evidenza nel tempo delle condizioni funzionali psico-fisico
che sono influenzate, principalmente, da fattori di tipo ambientale locali sia naturali che artificiali ( ad
esempio : influenze di natura geofisica o inquinamento elettromagnetico ).

La misura della forza con un dinamometro una metodologia di rilevo molto semplice e molto efficace che
permette di mettere in evidenza se in determinati punti sono presenti dei fattori di interferenza ambientali,
tali da influenzare il bilanciamento tra sistema simpatico e sistema parasimpatico. E possibile effettuare
rilievi attendibili su superfici limitate ( ad esempio : una stanza da letto ), adottando una suddivisione della
stanza con punti di rilievo di forza equidistanti tra loro, e poi sottoponendo i risultati ad elaborazione ,con
tecniche di interpolazione in grado di ricavare le curve di livello della forza sulla superficie di interesse, in
modo da potere identificare le zone in cui predomina il bilanciamento del sistema simpatico dalle zone in
cui predomina il bilanciamento del sistema parasimpatico. L analisi delle curve di livello pu consentire una
migliore distribuzione delle attivit funzionali da potere esercitare nella stanza ( ad esempio :
posizionamento del letto,della scrivania o di una postazione di lavoro ).

L analisi HRV pi complessa, da mettere in pratica, perch richiede dei tempi di esecuzione pi lunghi ed
un impegno pi gravoso per i soggetti sotto test ; pi adatta per verifiche funzionali puntuali ,piuttosto
che su aree estese, ma permette di avere in evidenza ,in modo sperimentale e ripetitivo, come un
determinato punto di un area pu influenzare il soggetto sotto test in un tempo dell ordine di mezzora
circa. Si nota che lorganismo del soggetto sotto test tende a reagire alle interferenze ambientali fino a
stabilizzarsi nel tempo di mezzora. L analisi ci pu indicare in modo molto chiaro e con dei valori multi
parametrici come il soggetto sotto test raggiunge l equilibrio dinamico nel punto indagato. Pu essere
molto utile per indagare il comportamento di persone sdraiate su di un letto,postazioni di studio o di lavoro
ma limitandosi ad indicare il bilanciamento tra il sistema simpatico e parasimpatico ed evidenziando
solamente alcuni parametri funzionali cardiaci del soggetto in prova.

Lanalisi delle interazioni ambientali mediante rofogrammi ,dai primi dati sperimentali elaborati , sembra
dare una visibilit maggiore di come un organismo umano reagisce alle interazioni ambientali nel
tempo,individuando anche gli organi e sistemi maggiormente coinvolti nel processo. Il dispositivo ROFES
E01C analizza ,infatti ,la condizione funzionale di diciassette principali organi e sistemi e permette di
osservare come il loro lavoro influenzato da diverse forme di carico, incluso anche le interazioni di tipo
ambientale. Il programma di elaborazione dati mostra come l intero organismo ed ogni sua parte del corpo
reagiscono e si adattano a queste influenze. E molto importante che il soggetto sotto test mantenga una
condizione meditativa per ridurre eventuali influenze psico-fisiche contingenti e sia solamente soggetto alla
influenza dei fattori di interazione ambientale. Allo scopo, sar necessario proseguire nella sperimentazione
, nella raccolta dei dati e nell analisi dei rofogrammi ricavati, per mettere a punto un protocollo di rilievo
pi adatto e generalizzabile. Le esperienze gi effettuate ,in vari luoghi e condizioni sul territorio nazionale,
e con soggetti sotto test di varia et e sesso fanno ben sperare. Questa metodologia di misura potrebbe
essere molto utile nella applicazioni pratiche di rilievo delle interazioni che interessano la Geobiologia
Scientifica. Pu essere utilizzata, infatti , per indagare il comportamento di persone sdraiate su di un
letto,postazioni di studio o di lavoro evidenziando maggiormente le modalit di adattamento nel tempo di
numerosi organi e sistemi del soggetto sotto test, che potrebbe essere anche la persona interessata ad
usufruire funzionalmente del luogo indagato.

Bibliografia principale
Curtis, Barnes Le scienze biologiche- Edizioni Zanichelli

S. Berti e A.A.V.V. I segreti di palazzo- Marna Editore

S. Berti;M. Zanicchi Geobiofisica ed armonia dei luoghi sacri- Associazione AG&SI

Inferum LLC- Manuale di istruzione e uso ROFES E01 C- Ekaterinburg,Russia

E. Rochat De La Vallee- La Medicina Cinese- Jaka Book

C.Mura- Note di Medicina Tradizionale Cinese : La diagnosi in medicina cinese attraverso la


palpazione dei polsi-

S. Berti-Misure dellHeart Rate Variability (HRV) come indicatore attendibile dell interazione tra
uomo e ambiente Associazione AG&SI

Elemaya - Heart&Emotion - Manuale di uso e manutenzione strumento per misura HRV-

S. Berti- Il rilievo geologico-geobiologico del Palazzo Ducale di Urbino:un approccio scientifico


Convegno presso lAbbazia Benedettina di Praglia PADOVA 24 Novembre 2007

S. Berti- M. Zanicchi - Metodologie operative per la esecuzione di determinazioni strumentali nell


ambito dei rilievi geologico-geobiologici - Convegno presso la Fiera ENERGETHICA GENOVA 08
Marzo 2008

S. Berti D. Ambrosini- I rilievi strumentali applicati alla geobiologia - Terzo Convegno Nazionale
Bioarchitettura&Geobiologia&Legno Riomaggiore LA SPEZIA 20 Giugno 2008

S . Berti- Misura dellHeart Rate Variability (HRV) come indicatore attendibile delle interazioni tra
uomo e ambiente- 4 Salone delle energie rinnovabili e sostenibili ENERGETHICA 2009 Fiera
Genova

S . Berti- Medicion de la variabilidad de la frecuencia cardiaca como indicador fiable de la


interaccion del ser humano con el medio ambiente-GEA Asociacion De Estudios Geobiologicos

S. Berti Metodologie innovative di indagini biofisiche sperimentali Quarto Convegno Nazionale


Bioarchitettura&Geobiologia&Legno EXPO LA SPEZIA 19-20 Giugno 2009
E.Silvestre Fortea-Geobiologa y Biohabitabilitad:la salud a travs del hbitat-Cuadernos
monogrficos GEA 1.

S. Berti - Geobiologia e geobioedilizia : Metodologie innovative di indagini biofisiche sperimentali e


geologico-geobiologiche- Lezioni effettuate per il Corso di perfezionamento in GEOLOGIA MEDICA
dellUNIVERSITA degli STUDI di URBINO

Ringraziamenti
All Associazione Architettura & Geobiologia Studi Integrati ed al suo Presidente Marco Arch.
Galassi

All Accademia ANEA ed al suo Direttore Harry Tallarita

Un particolare ringraziamento al Sig. Vincenzo Canoro di Alimentazione Vibrazionale

Ringraziamenti speciali a Donatella Arch. Ambrosini , Beatrice Giardino, Patrizio Geom. Mezzani e
Marco Dr. Geol. Zanicchi

Ringraziamenti a Tutti coloro che durante la ricerca si sono gentilmente sottoposti ai test con
ROFES E01C

Figure ed Elaborazioni
Figure 1 ,2,3,4,5,6 - Fonte : Curtis ; Barnes - Le scienze biologiche - Edizioni Zanichelli ; foto e
adattamenti di Sergio Berti

Figura 7 Fonte : Sergio Berti

Figure 8,9,10,11,12,16.17.18 - Fonte ed elaborazioni : Sergio Berti

Figura 13 - Fonte : Rochat De La Vallee, La Medicina Cinese, Jaka Book ;Elaborazioni di Cristiana
Mura

Figura 14 - Fonte : INFERUM LLC Ekaterinburg Russia ; Elaborazione : Sergio Berti

Figura 15 - Fonte : Vincenzo Canoro di Alimentazione Vibrazionale;Elaborazione di Sergio Berti