Sei sulla pagina 1di 2

ARALDICA ECCLESIASTICA

Laraldica ecclesiastica limitata al solo uso degli ornamenti esterni, segni di dignit, dello scudo.

Chiavi: Una doro e laltra dargento, disposte a croce di S.Andrea, la prima a destra la seconda a
sinistra, con le impugnature verso il basso, spesso legate da un nastro rosso, i congegni, foggiati a
forma di croce, verso lalto. Si pongono dietro o sopra lo scudo papale.

Corone: Non pi usate. Indicavano le sedi ecclesiastiche detentrici di un titolo nobiliare o ai


capitoli canonicali che possedevano il titolo di conte o barone per i loro membri.

Croce: La croce doppia, posta in palo dietro lo scudo, e lornamento dei patriarchi, dei metropoliti e
degli arcivescovi. La croce semplice, posta in palo dietro lo scudo, indica i vescovi.

Croce di Malta: Bianca ad otto punte. Si pone con il nastro allestremit inferiore dello scudo. Per i
professi pu essere usata come capo di Malta, il Gran Maestro la inquartata nel proprio scudo.

Croce dellOrdine del Santo Sepolcro: Patente accantonata da quattro crocette, il tutto di rosso. Si
pone dietro o a lato dello scudo. I grandi dignitari la inquartano nei propri scudi.

Croce dellOrdine domenicano: Gigliata si pone dietro lo scudo.

Mazza priorale: Bastone pastorale dritto dargento termina con un nodo che pu avere la forma di
un pomo, di un fiordaliso o di una chiesa. Simbolo dei prevosti, priori, maestri del coro o primi
cantori. E usato dai religiosi che non hanno diritto ad altri ornamenti. Si raffigura, spesso,
unitamente al rosario.

Mitra: Copricapo liturgico a forma semi-ovale o piramidale. Vi sono tre tipi di mitra a seconda
dellornamentazione: la mitra preziosa, la mitra doro (aurifregiata), la mitra semplice di colore
bianco. Due nastri del colore della mitra, bianchi o dorati, scendono verso il basso, dalla parte
posteriore, In origine simbolo del pontefice e dei cardinali fu concessa nel secolo XI ai vescovi
(aurifregiata), abati e canonici (semplice).

Ombrello basilicale: Ha la forma di un parasole aperto per met, gheronato di rosso e di oro con
lorlo degli stessi colori scambiati tra loro, il sostegno doro. Usato con le chiavi dal Collegio
Cardinalizio, dalla Camera Apostolica, dalle Basiliche.

Pallio: Nastro circolare ornato di croci nere. Ornamento arcivescovile che si colloca normalmente
sotto lo scudo.

Pastorale: Bastone con la parte alta ricurva e la bassa a punta. Simbolo di vescovi e abati. Si pone
dietro o accanto lo scudo, se ornato da un velo normalmente indica delle cariche inferiori al
vescovado.

Rosario: Circonda lo scudo dei religiosi che non hanno diritto ad altri ornamenti, spesso viene
rafigurato unitamente alla mazza priorale. Se termina con una piccola croce melitense indica i
religiosi cavalieri professi del Sovrano Militare Ordine di Malta di San Giovanni di Gerusalemme.
Viene usato anche dalle religiose e se unito ad un pastorale indica le abbadesse.
Spada temporale: Non pi usata. Si poneva dietro lo scudo e indicava il potere di comminare la
pena capitale.

Tiara: Mitra (copricapo liturgico a forma semi-ovale) guarnita di tre corone doro, di due nastri,
originariamente neri, uscenti dalla parte posteriore, di un pomello sormontato da una piccola croce
sulla parte superiore. Si pone sopra lo scudo papale.

CAPPELLO PRELATIZIO: Cappello da pellegrino con la tesa molto ampia trapassata da due
cordoni che terminano con una serie di fiocchi.

Cardinali: Cappello di colore rosso con quindici fiocchi dello stesso colore per ciascun lato.

Patriarchi e Primati: Cappello di colore verde con quindici fiocchi dello stesso colore per ciascun
lato; dietro lo scudo una croce a due braccia traverse, posta in palo.

Arcivescovi: Cappello di colore verde con dieci fiocchi dello stesso colore per ciascun lato; dietro
lo scudo una croce doppio traversa, posta in palo.

Prelati di fiocchetto: Cappello di colore violaceo con dieci fiocchi rossi per ciascun lato.

Vescovi: Cappello di colore verde con sei fiocchi dello stesso colore per ciascun lato; dietro lo
scudo una croce, in palo.

Pronotari: Cappello di colore viola con sei fiocchi dello stesso colore per ciascun lato.

Prelati donore: Cappello di colore paonazzo con sei fiocchi dello stesso colore per ciascun lato.

Abati e Prelati nullius: Cappello di colore verde con sei fiocchi dello stesso colore per ciascun
lato; pongono dietro lo scudo la croce o il pastorale con il velo.

Protonotari Apostolici onorari o titolari, Vicari generali, capitolari ed episcopali: Cappello di


colore nero con sei fiocchi dello stesso colore per ciascun lato.

Abati e Prevosti: Cappello di colore nero con sei fiocchi dello stesso colore per ciascun lato;
pongono dietro lo scudo il pastorale velato in palo, (avevano diritto ad usare anche la mitra).

Superiori maggiori degli ordini religiosi esenti: Cappello di colore nero con sei fiocchi dello
stesso colore per ciascun lato.

Cappellani di Sua Santit: Cappello di colore nero con tre fiocchi paonazzi per ciascun lato.

Canonici ordinari: Cappello di colore nero con tre fiocchi dello stesso colore per ciascun lato.

Decani e prelati minori: Cappello di colore nero con due fiocchi dello stesso colore per ciascun
lato.

Superiori maggiori degli ordini religiosi non esenti: Cappello di colore nero con due fiocchi dello
stesso colore per ciascun lato.

Sacerdoti: Cappello nero con un fiocco dello stesso colore per ciascun lato.