Sei sulla pagina 1di 4

Santuario Madonna della Celletta (Argenta

...

http://santuariodellacelletta.blogspot.it/201

...

SPEZIERIA MONASTICA Come possiamo vedere da questa immagine la medaglia al centro presenta il Trigramma di
SPEZIERIA MONASTICA
Come possiamo vedere da questa immagine la medaglia al centro presenta il Trigramma di
Cristo IHS sormontato dalla Croce, attorniate dalle lettere VRSNSMV – SMQLIVB.
In un tempo non meglio precisato si pensò di unire le due medaglie così la nuova Medaglia
aveva da un lato quella del SS. Nome di Gesù con le varie lettere, mentre dall'altro lato la
Medaglia di San Benedetto con le proprie lettere.
Prodotti dalle antiche
ricette dei monaci per il
tuo benessere
SPEZIERIA MONASTICA
SU FACEBOOK
ORARI SANTE MESSE
Condividi
0
Altro
Blog successivo»
VENERDÌ 23 MARZO 2012
Ma questa primissima medaglia era destinata a subire diverse variazioni.
Infatti presumibilmente a causa della devozione al SS. Nome di Gesù diffusa da San
Bernardino, iniziò a circolare la medaglia del Santo Nome della quale ne vediamo sotto il
disegno:
Crea blog
Entra
Santuario Madonna della Celletta
(Argenta - FE)
Comunità Oblati OSB
Causa eventi sismici le S.Messe a Filo verranno celebrate nella Sala degli Angeli Custodi (Canonica) e a San Biagio nella Canonica (Sala don Rasi).
Battesimi e Riti Funebri presso il Santuario della Celletta, o all'Oratorio di Sant'Anna alla Chiavica di Legno (Filo)
Santuario della Celletta
(Argenta)
Feriali:
martedi ore 16.00 (solo se
prenotata)
giovedi ore 20 (con
Adorazione Eucaristica e
S.Rosario)
Prefestive:
ore 16.00 Vespro in canto
gregoriano - secondo il
Rito Monastico antico)
ore 16,30 S. Messa
Festive: ore 10 S. Messa
martedi ore 20.30
(S.Messa)
mercoledi ore 20.30
(S.Rosario e Adorazione
Eucaristica)
venerdi ore 19,30 vespri e
S. Messa in latino
Festive: ore 11,00
Sant'Agata (Filo)
ORARIO CONFESSIONI
Lunedi, Mercoledi,
Sabato
ore 18 / 19,00 (ora
San Biagio:
Sabato
ore 15,00 / 16
Santuario:
ore 16.00 (15.00 ora
solare) preceduta dal
S.Rosario
d'Alfonsine)
(V.Tre Pertiche - Filo
Oratorio di Sant'Anna
loc. Chiavica di Legno
Feriali:
Ogni ultima Domenica
del mese
Parrocchia di
(al Santuario della
Celletta ore 10)
Parrocchia Priorale di
San Biagio d'Argenta
Feriali:
lunedi, mercoledi ore 18
(17 ora solare)
Prefestive:
ore 18,00 (17, 30 ora
solare)
Festive
Storia della Medaglia di San Benedetto
La Croce-medaglia di san Benedetto ha un’origine antica, ma non risale direttamente al
Santo. Se ne trova notizia già nel secolo XI, in seguito alla guarigione miracolosa di un
giovane, un certo Brunone dei Conti di Egisheim-Dagsburg, che poi si fece monaco
benedettino e divenne più tardi papa san Leone IX, che ne aveva disegnato il modello.
In questa Medaglia era inciso una Croce con all’interno della stessa le lettere: CSSML –
NDSMD e ai lati della croce le lettere CSPB.

Santuario Madonna della Celletta (Argenta

...

http://santuariodellacelletta.blogspot.it/201

...

solare) ore 19/20,00 (ora legale)

solare) ore 19/20,00 (ora legale)
 
solare) ore 19/20,00 (ora legale)
 

Filo:

Venerdì ore 18,00 / 19,00

A Filo, ogni primo mercoledi del mese:

Conferenze sui

Documenti Conciliari

Ore 20,30 / 21, 30

Dopo qualche tempo le due Medaglie furono fuse una dentro l'altra mettendo quella di San Benedetto al centro di quella del SS. Nome al posto del Trigramma, il quale fu posizionato sopra tra le due serie di lettere che abbiamo visto. Nell'altra faccia della Medaglia inserirono San Benedetto.

La nuova medaglia così formata era secondo questo disegno:

 
solare) ore 19/20,00 (ora legale) Filo: Venerdì ore 18,00 / 19,00 A Filo, ogni primo mercoledi
solare) ore 19/20,00 (ora legale) Filo: Venerdì ore 18,00 / 19,00 A Filo, ogni primo mercoledi
 

Qui sotto la copia dei disegni trovate in un manoscritto del XIV secolo:

 
 
solare) ore 19/20,00 (ora legale) Filo: Venerdì ore 18,00 / 19,00 A Filo, ogni primo mercoledi
 

Ma la sua fama si diffuse in seguito a un processo per stregoneria in Baviera nel 1647. Nella località di Natternberg, alcune donne furono giudicate come streghe, e nel processo dichiararono che non avevano potuto danneggiare l'abbazia benedettina di Metten, perché era protetta dal segno della Santa Croce. Si cercò allora nel monastero e si trovarono dipinte rappresentazioni della croce, con l'iscrizione che conosciamo già, la stessa che accompagna sempre anche la medaglia.

 
 
solare) ore 19/20,00 (ora legale) Filo: Venerdì ore 18,00 / 19,00 A Filo, ogni primo mercoledi
 

Grazie a questo particolare evento la Medaglia venne diffusa sempre più in diverse taglie e forme.

Ma quelle iniziali misteriose non potevano essere interpretate, fino a che, in un manoscritto della biblioteca del monastero di Metten nel 1414, e conservato oggi nella Biblioteca Statale di Monaco (Clm 8201), si notò un'immagine di San Benedetto, con quelle parole. Un manoscritto anteriore, del secolo XIV e proveniente dall'Austria, e che si trova nella biblioteca di Wolfenbüttel (Helmst 2°, 35j), sembra essere stato l'origine dell'immagine e del testo.

 

Nel secolo XVII J. B. Thiers, erudito francese, la giudicò superstiziosa, per gli enigmatici caratteri che l'accompagnano, ma il Papa Benedetto XIV l'approvò nel 1742 e la formula della sua benedizione si incorporò al Rituale Romano.

Nel secolo XIX si verificò un rinnovato fervore per la Croce-medaglia, sviluppato in Francia grazie allo zelo di Léon-Papin Dupont (1797-1876), chiamato il "santo uomo di Tours". Uomo molto fervoroso, con molte relazioni negli ambienti ecclesiastici e dotato di gran

Santuario Madonna della Celletta (Argenta

...

http://santuariodellacelletta.blogspot.it/201

...

generosità e carità, diffuse la devozione per il Sacro Volto, e propagò anche l'uso della medaglia di San Benedetto.

Nell'opera di Dom Guéranger si riferiscono grazie e miracoli attribuiti all'invocazione del Santo ed alla medaglia. La prima edizione dello scritto dell'abate di Solesmes risale a 1862, ma è anteriore, del 1849, un'opera dell'abate di San Paolo fuori le Mura, D. Francesco Leopoldo Zelli Iacobuzzi (1818-1895), la quale, fu pubblicata in francese per l'iniziativa di Dupont e che Dom Guéranger usò nel suo proprio lavoro. In quest'opera, l'autore, che fu tra i sostenitori degli sforzi di riforma monastica nella sua patria, fa la storia della medaglia ricorrendo ad autori di fama, e questo testo ebbe influenza su coloro che scrissero sulla questione in Francia.

Però questa medaglia doveva subire ancora un ultima modifica operata nel 1880, per ordine e sotto la supervisione del Priore di Montecassino Bonifacio Krug OSB. Così come oggi la si conosce, la medaglia fu disegnata dal monaco di Beuron, Desiderio Lenz, e fatta coniare per il Giubileo benedettino del 1880. Quell'anno si celebrava il 14° centenario della nascita di San Benedetto da Norcia, e gli abati di tutto il mondo si riunirono a Montecassino, da dove la medaglia si disseminò per tutto il mondo ovunque grazie le sono state attribuite.

Nel celebrare il XIV centenario della nascita di San Benedetto si decise di “ridisegnare” la medaglia, stabilendo che da quel momento quella sarebbe stata considerata la “Medaglia di San Benedetto”.

Ecco i disegni e le foto di una delle primissime Medaglie del Giubileo:

generosità e carità, diffuse la devozione per il Sacro Volto, e propagò anche l'uso d ella

Su un lato c’è l'effigie del Santo, che regge la croce nella mano destra e la Regola nella mano sinistra;

Alla sua destra c’è una coppa da cui fugge una vipera (il veleno a cui miracolosamente scampò);

A sinistra un corvo porta via un pane avvelenato (altro episodio della vita del Santo).

Sotto al Santo si leggono le parole:

"EX S.M. CASINO MDCCCLXXX" (Dal Sacro Monte Cassino 1880).

Ai due lati "CRUX SANCTI PATRIS BENEDICTI" (Croce del santo Padre Benedetto).

Attorno all'immagine:

"EIUS IN OBITU NOSTRO PRAESENTIA MUNIAMUR" (Ci difenda nella nostra morte con la sua presenza).

generosità e carità, diffuse la devozione per il Sacro Volto, e propagò anche l'uso d ella

Sull'altro lato è rappresentata una croce dentro un doppio cerchio, al cui interno e attorno alla quale si trovano le iniziali di un'orazione in latino:

C.S.P.B.: CRUX SANCTI PATRIS BENDICTI Croce del santo Padre Benedetto
C.S.P.B.: CRUX SANCTI PATRIS BENDICTI Croce del santo Padre Benedetto

C.S.P.B.: CRUX SANCTI PATRIS BENDICTI Croce del santo Padre Benedetto

C.S.S.M.L.:CRUX SACRA SIT MIHI LUX La Santa Croce sia la mia luce

C.S.S.M.L.:CRUX SACRA SIT MIHI LUX La Santa Croce sia la mia luce

N.D.S.M.D.: NON DRACO SIT MIHI DUX Che il demonio non sia il mio capo

Santuario Madonna della Celletta (Argenta

...

http://santuariodellacelletta.blogspot.it/201

...

V.R.S.: VADE RETRO SATANA Fatti indietro, Satana!
V.R.S.: VADE RETRO SATANA Fatti indietro, Satana!

V.R.S.: VADE RETRO SATANA Fatti indietro, Satana!

N.S.M.V.: NUMQUAM SUADE MIHI VANA Non mi attirare alle vanità

N.S.M.V.: NUMQUAM SUADE MIHI VANA Non mi attirare alle vanità

S.M.Q.L.: SUNT MALA QUAE LIBAS Sono mali le tue bevande

S.M.Q.L.: SUNT MALA QUAE LIBAS Sono mali le tue bevande
 

I.V.B.: IPSE VENENA BIBAS Bevi tu stesso il tuo veleno

La croce è sormontata da "PAX", il motto dell'Ordine benedettino, tra due piccoli ramoscelli di ulivo (i benedettini vengono chiamati anche olivetani). Come possiamo vedere in questa modifica venne tolto il Trigramma di Cristo IHS e al suo posto venne inserito PAX.

Pubblicato da Arcicantore a 17:52

Consiglialo su Google

Link a questo post

Crea un link

Post più recente

Home page

Post più vecchio

V.R.S.: VADE RETRO SATANA Fatti indietro, Satana! N.S.M.V.: NUMQUAM SUADE MIHI VANA Non mi attirare alle

Powered by Blogger.