Sei sulla pagina 1di 76

5 UNITA DIDATTICA

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Modello di eliminazione

Contenuti
Modello di eliminazione

Sezione del modello: Eliminazione intestinale


Assistenza alla persona con problemi relativi alleliminazione
intestinale:
Stipsi;
Stipsi percepita;
Diarrea;
Incontinenza fecale*.

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Sezione del modello: Eliminazione urinaria


Assistenza alla persona con problemi relativi alleliminazione
urinaria :
Incontinenza urinaria (da sforzo, da urgenza, funzionale, riflessa*,
da rigurgito*);
Ritenzione urinaria*.

Premessa
Leliminazione dei liquidi di rifiuto una funzione essenziale
del corpo umano

La comprensione dellanatomia e della fisiologia del


sistema urinario e dei fattori che possono influenzare una
normale eliminazione urinaria importante per
linfermiere che deve individualizzare lassistenza al
paziente

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Linfermiere ha un ruolo fondamentale per promuovere una


funzione urinaria ottimale e prevenire complicanze urinarie

Funzione urinaria normale


Una panoramica della funzione urinaria normale
comprende:
Le strutture del tratto urinario
La funzione dellapparato urinario
Le caratteristiche dellurina normale
Il modello normale di eliminazione urinaria
Considerazioni legate alle fasi della vita
Dott.ssa Spigolon Elisabetta







Funzione urinaria normale


Strutture del tratto urinario
Le strutture del tratto urinario comprendono:
I reni, dove si formano le urine
Gli ureteri, che connettono i reni con la vescica
La vescica, che raccoglie le urine
Luretra che permette alle urine di uscire dal corpo

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Il processo di eliminazione consta di due parti:

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

 La formazione delle urine


 La loro escrezione dal corpo

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Formazione delle urine
La funzione principale del rene la regolazione del volume e
della composizione del liquido extracellulare (LEC) del corpo

La formazione delle urine avviene attraverso i processi di


filtrazione, riassorbimento e secrezione

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Il rene attua questa funzione selezionando la quantit di acqua e


altre sostanze da ritenere ed eliminando lacqua e le altre
sostanze indesiderate nelle urine

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Eliminazione delle urine

Negli adulti, lo svuotamento della vescica di solito si verifica


quando questa piena o distesa con circa 250-400 ml di
urina (la pressione stira il detrusore e la contrazione provoca
maggiore tensione e pressione ed a questo punto che la
persona percepisce il bisogno di urinare)

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Per descrivere il processo di escrezione delle urine dal corpo


si usano molti termini, fra cui eliminazione urinaria,
svuotamento e minzione

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Eliminazione delle urine
La persona pu coscientemente decidere di posporre la
minzione trattenendo lo sfintere esterno

Quando la persona decide che il momento e il luogo sono


consoni per urinare, lo sfintere esterno pu essere
coscientemente rilassato, permettendo alle urine di defluire
dalla vescica
Lo svuotamento della vescica coinvolge anche la
contrazione dei muscoli addominali e il rilassamento dei
muscoli del pavimento pelvico

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Questo trattiene le urine efficacemente fino a quando viene


rilasciato

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Caratteristiche dellurina normale
Le caratteristiche comuni dellurina comprendono
il volume o la quantit
il colore
la limpidezza
lodore

Molti fattori possono produrre variazioni fra le diverse persone,


o anche variazioni in momenti diversi per la stessa persona

Dott.ssa Spigolon Elisabetta






Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Volume
Il volume medio di urine da eliminare per un adulto
approssimativamente di 250-400 ml, ma 5-10 ml di urina,
di solito, rimangono in vescica

Un paziente cateterizzato dovrebbe drenare un minimo di


30 ml di urina allora
Una diuresi inferiore pu indicare un inadeguato flusso
ematico ai reni

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

La diuresi pu variare in modo sensibile, in base


allassunzione e alla perdita di liquidi

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Colore
Il colore delle urine varia dal giallo chiaro al giallo pi
scuro, fino al giallo marrone, chiamato ambra
Lo stato di idratazione della persona altera il colore (meno
colorate se sono diluite, pi scure se sono concentrate)

Se la donna mestruata, le urine possono apparire di colore


rosso scuro o marrone, o striate di sangue

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Anche i farmaci possono alterare il colore delle urine

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Limpidezza
Le urine sono normalmente trasparenti

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Le urine che sono state svuotate in un vaso o in un dispositivo


di raccolta e che vi sono rimaste per unora o pi normale
che possano apparire torbide, a causa della separazione dei
costituenti urinari

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Odore
Lodore delle urine fresche tipicamente descritto come
aromatico
In genere, pi le urine sono diluite, meno forte lodore. Pi
sono concentrate, pi forte lodore

I farmaci o certi cibi possono alterare lodore delle urine


Uninfezione delle vie urinarie pu dare un odore forte e
sgradevole

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Le urine raccolte e rimaste esposte allaria per molto tempo


hanno un forte odore di ammoniaca

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
Modello normale di eliminazione urinaria

Variazioni nelle abitudini di assunzione dei liquidi hanno un


effetto diretto sui modelli di routine di minzione

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Molte persone hanno un modello routinario di eliminazione


urinaria e possono eliminare con la frequenza da quattro a sei
volte al giorno (mattino, appena ci si alza dal letto, allora dei
pasti e prima di andare a letto)

Funzione urinaria normale


Funzione fisiologica normale del sistema
urinario
La quantit totale di urine eliminate durante le 24 ore
normalmente tra i 1200 e 1500 ml
Ogni minzione, normalmente, ha un volume che va da un
minimo di 200 ml a un massimo di 500 ml

ETA
Neonato-2
2-5
5-8
8-14
14 e oltre

DIURESI (ML)
500-600
500-800
600-1200
1000-1500
1500

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Normali range di diuresi quotidiana nelle fasi della vita:

Assunzione di liquidi
Perdita di liquidi corporei
Nutrizione
Posizione del corpo
Fattori psicologici
Ostruzione del flusso di urina
Infezioni
Ipotensione
Danni neurologici
Ridotto tono muscolare
Gravidanza
Chirurgia
Farmaci
Derivazioni urinarie

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Assunzione di liquidi
E il fattore pi importante nel determinare la diuresi

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Questa relazione controllata dagli ormoni. Il pi importante


dei quali, lormone antidiuretico (ADH) secreto
dallipotalamo ha un ruolo significativo nel riassorbimento di
acqua a livello dei tubuli nel nefrone

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Perdita di liquidi corporei
Quando una persona perde una grande quantit di
liquidi corporei, i reni aumentano il riassorbimento di
acqua dal filtrato glomerulare = diminuzione della
diuresi

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Un aumento delle perdite di liquidi corporei pu verificarsi a


causa di vomito, diarrea, eccessiva sudorazione secondaria a
febbre o esercizio, eccessivo drenaggio di una ferita, ustioni
estese o perdite di sangue legate a traumi o chirurgia

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Nutrizione
Se la dieta contiene unalta percentuale di cibo con elevato
contenuto dacqua il volume delle urine sar maggiore
rispetto a una dieta povera di questi alimenti
Se si assumono grandi quantit di cibi salati, senza
aumentare contemporaneamente lassunzione di acqua, la
diuresi diminuir e sar pi concentrata

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Alcol o cibi che contengono caffeina contengono un


diuretico e aumentano la diuresi (possono irritare la vescica)

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Posizione del corpo
La posizione del corpo assume un ruolo importante nellabilit
di svuotare la vescica
Nelluomo la posizione tipica del corpo per leliminazione
urinaria quella in piedi

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

La posizione normale per la minzione nella donna quella


seduta

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Fattori cognitivi
Il danneggiamento delle funzioni cognitive interferisce con la
capacit di mantenere la continenza urinaria

Luso di farmaci o gravi malattie possono provocare,


soprattutto nei pi anziani, una confusione temporanea
chiamata delirio

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Malattie neurologiche possono ridurre la capacit della


persona di percepire la pienezza vescicale o la capacit di
ritardare la minzione per il tempo necessario a
raggiungere la toilette

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Fattori psicologici
Lo stress o lansia possono avere effetti sulleliminazione
urinaria
In una situazione stressante o ansiogena, una persona pu
provare una forte urgenza di urinare

I muscoli di una persona diventano cos tesi che il


rilassamento dei muscoli perineali non si verifica, inibendo
cos lo svuotamento

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Lo stress pu anche causare problemi inversi, di ritenzione


urinaria

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Fattori psicologici
La privacy per la minzione unimportante fattore
psicologico da considerare
Molte persone non sono capaci di rilassare i muscoli
perineali se non si sentono a loro agio

Versare acqua calda (attenzione alla temperatura) sulla


parte interna della coscia, o sullarea perinale di un paziente,
pu stimolare leliminazione

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Il sentire il rumore dellacqua che corre, pu intensificare il


bisogno di urinare

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Ostruzione del flusso delle urine
Lostruzione urinaria pu essere causata da anomalie
strutturali del tratto urinario, da tumori urinari o da altri
tumori che comprimono il tratto urinario, da calcoli urinari,
oppure da dilatazioni prostatiche

Una delle complicanze dellostruzione del sistema urinario


lidronefrosi (distensione della pelvi renale a causa dellurina
provocata da ostruzione al normale flusso di urine
Le urine stagnanti sono un buon terreno di crescita per i
microrganismi che determinano cos lo sviluppo di infezioni
delle vie urinarie

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Lostruzione pu anche verificarsi quando il paziente ha un


catetere o un drenaggio in sede per drenare le urine, ed esso
piegato

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Infezioni del tratto urinario
I microrganismi comunemente responsabili delle UTI
sono varie specie del gruppo delle Enterobacteriaceae, fra
cui lEscherichia coli, la Klebsiella, e il Proteus

Le uretriti e le cistiti sono classificate come UTI basse,


mentre le infezioni degli ureteri (uretriti) e della pelvi renale o
del sistema dei tubuli sono classificate come UTI superiori

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Questi microrganismi spesso accedono al sistema urinario


attraverso il meato uretrale, perci le pi comuni UTI sono
infezioni delluretra (uretriti) e della vescica (cistiti)

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Infezioni del tratto urinario
Di solito il tratto urinario sterile, a eccezione del meato
uretrale

Le donne sono pi suscettibili a UTI delle basse vie a causa


della ridotta lunghezza delluretra femminile e della prossimit
della vagina e dellano al meato urinario
Altri fattori che possono aumentare lincidenza di UTI sono: una
scorretta igiene perineale, i rapporti sessuali, le procedure
invasive

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Le infezioni si verificano quando i microrganismi dallarea


attorno al perineo o allapertura anale trovano una via verso il
meato uretrale e ascendono luretra

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Infezioni del tratto urinario
Pi a lungo un catetere rimane nella vescica, maggiore la
possibilit di infezioni ospedaliere
Leliminazione delle urine diventa dolorosa e pi frequente

Se linfezione risale al rene, pu verificarsi danno renale con


possibile insufficienza renale

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Le urine diventano anomale, possono contenere pus (piuria)


e sangue (ematuria)

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Ipotensione
Per assicurare la formazione delle urine importante mantenere
unadeguata perfusione di sangue ai reni per determinare la
filtrazione glomerulare

Quando la diuresi scende al di sotto dei 30 ml allora, per 2


ore consecutive, deve essere sospettata una diminuzione
della perfusione di sangue ai reni e agli altri organi vitali

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Una riduzione del volume circolante pu verificarsi dopo


interventi chirurgici, traumi o quando lassistito ha subito gravi
perdite di liquidi, come in caso di diarrea o vomito

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Danni neurologici
I danni neurologici dopo un ictus o un trauma del midollo
spinale possono causare interruzione dei normali modelli di
eliminazione urinaria
Una persona pu sperimentare uneliminazione urinaria
riflessa, che determina incontinenza

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Oppure la vescica pu riempirsi senza percepire lo stimolo


di contrarsi, determinando una ritenzione urinaria

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Diminuito tono muscolare
La debolezza delladdome e dei muscoli perineali possono
alterare le contrazioni vescicali e il controllo dello sfintere
urinario esterno
I muscoli addominali e perineali possono indebolirsi a causa di
obesit, gravidanze multiple, insufficiente dilatazione
durante il parto, atrofia da menopausa dovuta al calo di
estrogeni e costipazione cronica

Dopo la rimozione del catetere alcuni pazienti sperimentano


gocciolamento e difficolt di controllo urinario
Di solito questa condizione temporanea e dura fino a quando
non ritorna il tono vescicale

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Anche un drenaggio vescicale continuo con catetere pu


causare una diminuzione del tono vescicale

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Gravidanza
Durante la gravidanza pu esercitarsi una pressione sulla
vescica che la causa pi comune di aumento della
frequenza della minzione nella donna gravida

Le infezioni del tratto urinario sono pi comuni durante la


gravidanza, a causa dei cambiamenti ormonali correlati nelle vie
urinarie

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

La compressione della vescica da parte dellutero pu anche


portare a ostruzione del flusso urinario e a incompleto
svuotamento vescicale

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Chirurgia
I pazienti che hanno subito un intervento chirurgico

Le difficolt di minzione che si presentano nel


postoperatorio possono essere dovute a:
 Tipo di intervento
 Agenti anestetici che rallentano la velocit di filtrazione
glomerulare e che alterano il sensorio e gli impulsi motori che
controllano la minzione
 Limitata assunzione di liquidi
 Perdita di sangue e liquidi durante lintervento
 Posizione obbligata nel postoperatorio
 Effetto collaterale di alcuni farmaci usati per il controllo del
dolore

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

dovrebbero riuscire a urinare entro 10 ore dallintervento

Fattori che influiscono sulleliminazione


urinaria
Farmaci
I farmaci classificati come diuretici sono somministrati per
aumentare la diuresi
Il loro effetto riguarda il riassorbimento del sodio e dellacqua
nei tubuli del nefrone

Alcuni farmaci possono cambiare il colore delle urine

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Le persone con edema o una propensione a sviluppare edema


possono essere candidate alla terapia diuretica

Disuria
Poliuria
Oliguria
Urgenza
Frequenza
Nicturia
Ematuria
Piuria
Ritenzione urinaria
Incontinenza urinaria
Enuresi

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Alterazioni della funzione urinaria

Alterazioni della funzione urinaria


Disuria: minzione dolorosa. Il dolore spesso associato con
ITU ed percepito come una sensazione di bruciore durante
leliminazione urinaria

Oliguria: formazione ed escrezione di una diminuita quantit di


urine = diuresi < a 500 ml nelle 24 ore. Lanuria la formazione
ed escrezione di meno di 100 ml di urine nelle 24 ore

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Poliuria: formazione ed escrezione di uneccessiva quantit di


urine (in assenza di un contemporaneo aumento dellassunzione
di liquidi) = diuresi > di 2500-3000 ml nelle 24 ore

Alterazioni della funzione urinaria

Frequenza: minzione a intervalli ravvicinati, la frequenza


che non associata ad un aumento dellassunzione di liquidi
pu essere correlata a fattori quali ITU o la pressione da
gravidanza da vescica. Spesso lurgenza e la frequenza si
verificano insieme (vescica iperattiva)

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Urgenza: sensazione soggettiva di essere incapaci di


ritardare volontariamente la minzione causata ad esempio da
infiammazione, infezione delluretra o della vescica,
debolezza del muscolo perineale, stress

Alterazioni della funzione urinaria

Ematuria: presenza di sangue nelle urine; pu essere macro


o occulta. Pu essere causata ad esempio da ITU, tumori del
tratto urinario, calcoli renali, chirurgia del tratto urinario o
della prostata
Piuria: urine che contengono pus, le urine possono assumere
un colore torbido e spesso un odore sgradevole. Si verifica in
presenza di UTI

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Nicturia: minzioni durante le ore normali di sonno. Le


persone con patologie quali lo scompenso cardiaco possono
provare nicturia (quando giacciono supine, gli edemi
diminuiscono e i liquidi entrano in circolo, questo aumento
del flusso ematico ai reni determina un aumento della
filtrazione glomerulare e della diuresi. Lingestione di grandi
quantit di liquidi prima di andare a letto possono
promuovere la nicturia

Alterazioni della funzione urinaria


Ritenzione urinaria: incapacit di vuotare la vescica
(percepire il riempimento vescicale e/o rilasciare il collo
vescicale e lo sfintere uretrale esterno) dovuta ad esempio ad
alterazioni neurologiche o nel postoperatorio

La vescica pu mantenere solo un certo grado di


sovradistensione prima che leccesso di urine sia eliminato
in piccole quantit (sovraflusso)
Le complicanze includono la perdita del tono vescicale, stasi
di urine che predispone a UTI e a sviluppo di calcoli,
idronefrosi

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

I reni continuano a formare urine, il volume della vescica


cresce fino a contenere, in casi estremi, 2000-3000 ml di
urine. La distensione vescicale oltre i 600 ml pu essere
spesso palpata nellarea sovrapubica

Alterazioni della funzione urinaria

Sono stati identificati cinque tipi di incontinenza urinaria:


da stress, da urgenza, riflessa, funzionale e totale
 Incontinenza da stress: perdita improvvisa e involontaria di
una piccola quantit di urine in seguito ad un improvviso
aumento della pressione intraddominale (tossire, ridere,
starnutire, sollevare pesi o saltare). I fattori associati
comprendono: debolezza dei muscoli del pavimento pelvico,
elevata pressione intraddominale, effetti collaterali di farmaci,
trauma diretto

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Lincontinenza urinaria consegue a perdita o mancata


acquisizione della capacit di controllo del riflesso minzionale
ed definibile, secondo lInternational Continence Society,
come:
lemissione involontaria di urina in luoghi e tempi
inappropriati, oggettivamente dimostrabile e di grado tale
da costituire un problema igienico e sociale

Alterazioni della funzione urinaria

Incontinenza riflessa: perdita involontaria di urine che si


verifica a intervalli predicibili, quando stato raggiunto un
volume vescicale specifico. La persona incapace di
percepire la pienezza vescicale a causa di alterazione
neurologica e la vescica semplicemente si svuota quando ha
raggiunto un certo grado di distensione

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Incontinenza da urgenza: perdita involontaria di urine


dopo un forte senso di bisogno ad urinare. La persona
incapace di percepire una vescica piena e di trattenere
simultaneamente le urine fino a che raggiunge il bagno. E
spesso accompagnata da frequenza, disuria e nicturia. I
fattori associati comprendono: UTI, luso di diuretici,
consumo di liquidi contenenti caffeina o alcol, labitudine al
fumo e un aumento dellassunzione di liquidi, dopo aver
portato un catetere vescicale a permanenza

Alterazioni della funzione urinaria

Incontinenza totale: continua, involontaria, imprevedibile


perdita di urine da una vescica non distesa (non riguarda
altre categorie di incontinenza e non risponde ai normali
metodi di trattamento dellincontinenza). I fattori associati
comprendono: lesione neurologica specifica nel cervello o
nel midollo spinale, danni chirurgici dellarea genitiurinaria
o malformazioni congenite del tratto urinario o del midollo
spinale

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Incontinenza funzionale: incapacit o mancanza di volont


di una persona con una vescica normale e capacit di
controllo sfinterico di raggiungere il bagno in tempo per
urinare. Possono contribuire: le barriere ambientali
(spondine laterali, campanello fuori portata, poca luce, una
stanza disordinata), il disorientamento o le limitazioni
fisiche

Alterazioni della funzione urinaria

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Enuresi: perdita involontaria di urina, senza una


sottostante origine fisiopatologica, dopo let in cui di
solito si raggiunge il controllo vescicale. Lenuresi oltre i 5
anni tipicamente notturna. I fattori associati includono
una scarsa capacit vescicale, un sonno profondo, lo stress
e lansia a casa o a scuola, le UTI e la storia familiare di
enuresi notturna. Si pu verificare anche nelle persone
anziane

Accertamento
Laccertamento della funzione urinaria comprende la
raccolta dei dati:

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

 Soggettivi
 Oggettivi

Accertamento
Dati soggettivi

Identificazione del modello funzionale


Domande specifiche possono riguardare:
Quando stata lultima minzione
Quante volte al giorno urina?
Il volume di urina ad ogni minzione?

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

La raccolta dei dati soggettivi include la valutazione del modello


di eliminazione normale della persona, lidentificazione dei
rischi e lidentificazione delle disfunzioni

Identificazione dei rischi


- Dovrebbero essere raccolte informazioni relative a precedenti
problemi del tratto urinario (insufficienza renale, calcolosi
renale, UTI), come sono stati trattati e risolti
- Precedenti interventi chirurgici genitourinari
- Problemi medici acuti e cronici (scompenso cardiaco o danni
neurologici)
- Recenti cambiamenti nella routine quotidiana (esercizio,
cibo, assunzione di liquidi)
- Farmaci che possono alterare leliminazione urinaria o la
funzione
- Disfunzione motorie o cognitive
- Alterazioni visive
- Difficolt di comunicazione

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Accertamento
Dati soggettivi

Identificazione delle disfunzioni


Ha notato qualche problema di minzione negli ultimi tempi?
Ha dolore o bruciore quando urina?
Di che colore sono le sue urine?
E in grado di svuotare completamente la vescica quando
urina?
Perde urina quando starnutisce o tossisce?
Ha difficolt ad iniziare o bloccare il suo getto urinario?
Quando si necessita di informazioni dettagliate
sulleliminazione urinaria, pu essere utile chiedere alla
persona di tenere un diario delle minzioni (almeno tre
settimane)
Si devono documentare modelli anomali di minzione
(poliuria, oliguria ), quando iniziato il problema e quanto
durato
Se presente un problema cronico di funzione urinaria,
linfermiere dovrebbe chiedere informazioni sulla gestione
individuale del problema e accertare il sistema di supporto
dellassistito

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Accertamento
Dati soggettivi

Accertamento
Dati oggettivi

Accertamento delle urine


Laccertamento delle urine include lispezione visiva di:
Colore
Limpidezza
Presenza di sangue o muco
Odore
Quantit ad ogni minzione e/o nelle 24 ore

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

La raccolta dei dati oggettivi include laccertamento delle


urine, laccertamento delle entrate e delle uscite,
lultrasonografia vescicale, lesecuzione dellesame fisico,
delle procedure e degli esami di laboratorio

Accertamento
Dati oggettivi

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Accertamento delle entrate e delle uscite


- Possono variare di 200 300 ml in un periodo di 24 ore
- Lassenza di eliminazione in un periodo di 8 12 ore o
leliminazione di piccole quantit di urina (50 100 ml)
ritenzione urinaria (accertamento fisico del basso
addome)

Accertamento fisico
Ispezione:
 In posizione supina si osserva il basso addome sopra la sinfisi
pubica: quando una vescica contiene 500 ml non presente
gonfiore, si pu osservare e rilevare gonfiore in direzione
dellombelico se la vescica contiene pi di 700 ml
 Linfermiere pu ispezionare il meato urinario mentre esegue
ligiene perineale. Segni anomali nellispezione del perineo
sono: arrossamenti, cute infiammata attorno al perineo e
drenaggio purulento

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Accertamento
Dati oggettivi

Accertamento fisico
Percussione:
 Luso di dispositivi ad ultrasuoni ha diminuito luso della
percussione
 Dovrebbe iniziare dallombelico e procedere in direzione
della sinfisi pubica
 Se la vescica distesa si sentir un suono soffocato
 Se la vescica vuota, o contiene meno di 150 ml, si sentir un
suono sordo

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Accertamento
Dati oggettivi

Accertamento
Dati oggettivi

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Accertamento fisico
Palpazione:
 Normalmente la vescica non palpabile
 Si possono palpare i bordi della vescica quando contiene pi
di 150 ml di urina
 La palpazione va effettuata con le punte delle dita di entrambe
le mani e con delicatezza (per evitare disagio al paziente)

Accertamento
Dati oggettivi
Linfermiere responsabile di raccogliere e supervisionare i
campioni di urine per gli esami di laboratorio prescritti

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Raccolta di campioni di urine:


Campione standard o casuale
Campione pulito o di mitto intermedio
Campione delle 24 ore
Campione da catetere
Raccolta urine dai bambini

Accertamento
Dati oggettivi
esame urine
I pi comuni esami di laboratorio sulle urine includono:

Strisce reagenti
Analisi delle urine
Coltura delle urine e antibiogramma
Analisi delle 24 ore per i diversi costitutivi urinari
Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Accertamento
Dati oggettivi
esami del sangue
I pi comuni esami ematochimici includono:

Azotemia
Creatinina sierica

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Accertamento
Dati oggettivi
indagini diagnostiche
Ultrasonografia vescicale
Esami radiologici (addome in bianco, urigrafia endovenosa)
Cistoscopia
Studi urodinamici

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Accertamento
Dati oggettivi
Interpretazione dei valori di laboratorio dellesame urine
pH

Principali alterazioni
range: 4,6-8,0

<: dieta ricca di carne o di alcuni frutti,


acidosi metabolica, acidosi respiratoria
>: dieta ricca di frutta e verdure,
batteriuria, alcalosi metabolica,
prolungata terapia diuretica, alcalosi
respiratoria

Il peso specifico range:1,0031,035

<: aumento dellapporto di liquidi,


terapia diuretica, diabete, malattie
renali
>: diminuzione dellapporto di liquidi,
aumento delle perdite (vomito, diarrea,
febbre, )

Proteine
assenti o sino a
8mg/100 ml

Malattie renali, sforzi fisici e/o emotivi


stressanti, elevata introduzione con la
dieta

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

misurare

Accertamento
Dati oggettivi
esame urine
Principali alterazioni

Glucosio

non presente

Presente in caso di diabete,


introduzione di molti carboidrati con
la dieta

Chetoni

non presenti

Presente in caso di diabete,


chetoacidosi, digiuno

Globuli rossi
campo

range 0-5 per

>5 per campo

Globuli bianchi
campo

range 0-4 per

>5 per campo

Batteri

non presenti

piuria

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Misurare

Diagnosi infermieristiche/PC
Incontinenza urinaria da sforzo
Definizione: stato in cui un individuo sperimenta unimprovvisa
perdita di gocce di urina con lo svolgimento di attivit che
aumentano la pressione addominale

Incontinenza urinaria funzionale


Definizione: lincapacit di una persona, di solito continenete, di
raggiungere il bagno in tempo per evitare una perdita
involontaria di urina
PC: ritenzione urinaria
Definizione: stato in cui un individuo presenta uno svuotamento
incompleto della vescica
Enunciazione diagnostica (metodo PES)

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Incontinenza urinaria da urgenza


Definizione: stato in cui un individuo sperimenta uninvolontaria
emissione di urina che si verifica subito dopo una forte
sensazione di urgenza minzionale

Possibili diagnosi infermieristiche correlate

Compromissione dellintegrit cutanea


Deficit del volume di liquidi
Ansia
Coping inefficace della persona
Disturbo del modello di sonno
Deficit di conoscenze (si pu verificare quando sono
necessari nuovi regimi di trattamento per prevenire o
adattarsi a problemi di eliminazione urinaria)

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Il paziente con alterazioni delleliminazione urinaria pu


presentare altri problemi, come:

Identificazione degli obiettivi e pianificazione

Criteri di risultato
Il paziente rinforzer o manterr un adeguato controllo dei
muscoli perineali
Il paziente dichiarer di aver compreso le procedure necessarie
per promuovere unottimale funzione urinaria
Tempi .

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Obiettivo
La persona migliorer lincontinenza da

Attuazione
Promozione della salute
Educazione dellassistito
Promozione dellassunzione di liquidi
Prevenzione delle infezioni del tratto urinario
Promozione di un tono muscolare ottimale

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Attuazione

La malattia e lospedalizzazione possono alterare le abitudini di


eliminazione urinaria di una persona
Oltre a promuovere un adeguato apporto di liquidi, ci sono
numerose misure che un infermiere pu adottare per
promuovere leliminazione urinaria e aiutare il paziente a
mantenere il suo modello normale:
- provvedere a un ambiente privato per la minzione
- concedere un tempo adeguato
- incoraggiare a urinare ogni 4 ore
- alleviare i disagi fisici
- aiutare il paziente ad assumere una posizione comoda

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Misure per promuovere la minzione:

Attuazione

Interventi sul comportamento


Modifiche delle abitudini di vita:
- regolare lintroduzione di liquidi
- perdere peso
- seguire una buona dieta
- evitare liquidi con effetto diuretico
- evitare la nicotina
Esercizi programmati di svuotamento
Esercizi per la muscolatura del pavimento pelvico

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Interventi infermieristici nei casi di alterazioni della funzione:

Attuazione

Cateteri esterni e indumenti assorbenti


Catetere esterno per i maschi incapaci di controllare la minzione
(catetere condom): consiste in un condom adeso al pene
attaccato a un deflussore che va a inserirsi dentro una sacca di
raccolta chiusa. Possono esserci complicanze della cute. Vi
minor rischio di ITU rispetto al cateterismo a permanenza
Indumenti assorbenti per donne incapaci di controllare la
minzione: sono prodotti monouso, resistono allacqua, sono
sagomati e morbidi e fatti con materiale assorbente. Attenzione
allinsorgenza di dermatiti

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Interventi infermieristici nei casi di alterazioni della funzione:

Attuazione
Interventi infermieristici nei casi di alterazioni della funzione:

Cateterizzazione urinaria
Riguarda linserimento di una piccola sonda, chiamata
catetere, attraverso luretra fino alla vescica, per permettere
alle urine di essere drenate allesterno. Quando un catetere
rimane in sede definito catetere a permanenza, quando un
catetere inserito temporaneamente per svuotare le urine dalla
vescica, e poi rimosso, definito cateterismo estemporaneo, se
la cateterizzazione estemporanea viene eseguita di routine
secondo un programma prestabilito si parla di cateterizzazione
intermittente

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Igiene dellarea perineale


Usare acqua e detergenti specifici asciugando bene la cute al
termine della procedura. Applicare una crema protettiva

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Attuazione

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Attuazione

Attuazione

Cateterizzazione urinaria
Possibili indicazioni per la cateterizzazione urinaria:
- Ritenzione urinaria
- Accurato accertamento della diuresi (trauma, intervento
chirurgico.)
- Chirurgia urologica per irrigazioni o instillare farmaci
- Per raccogliere campioni di urine
- Per accertare quante urine rimangono in vescica dopo che una
persona ha urinato
-

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Interventi infermieristici nei casi di alterazioni della funzione:

Attuazione

Cateterizzazione urinaria
Tipi di cateteri:
- Di solito sono di lattice, silicone
- Con un solo lume per cateterismo estemporaneo
- Doppio lume (catetere Foley) per cateterismo a permanenza:
presente un lume per drenare le urine e un altro pi piccolo per
gonfiare un palloncino che tiene il catetere in sede in vescica
- Triplo lume per la somministrazione di farmaci o lirrigazione con
liquidi (chirurgia urologica)
- Sono disponibili in varie dimensioni, sono misurati in base ai
numeri della scala French, che si basa sul diametro del lume (>
la dimensione del lume, pi alto il numero di French)
- Dimensioni per gli adulti vanno da 12 a 22, le pi usate comprese
tra 14 e 18 F

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Interventi infermieristici nei casi di alterazioni della funzione:

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Attuazione
Catetere Foley

Attuazione

Cateterizzazione urinaria
Cateterizzazione
- Per evitare di introdurre microrganismi nel sistema urinario, che
sterile, quando si inserisce un catetere urinario devono essere
usate delle tecniche asettiche
- La compromissione della sterilit determina il rischio di infezioni,
un catetere a permanenza ha > probabilit di causare infezioni
- Un catetere a permanenza deve essere connesso a una sacca di
drenaggio chiusa, per prevenire la migrazione di microrganismi
verso lalto fino alla vescica
- Un altro rischio il trauma ai tessuti uretrali, soprattutto negli
uomini per la curvatura e la lunghezza delluretra maschile
- Per ridurre il disagio dellinserzione del catetere si raccomanda di
utilizzare una piccola quantit di Lidocaina al 2% in gel da
stendere sul catetere o da cospargere sul meato urinario

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Interventi infermieristici nei casi di alterazioni della funzione:

Attuazione

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Materiale necessario
(Vedi procedura)

Attuazione

Cateterizzazione urinaria
Assistenza ai pazienti con cateteri a permanenza:
- Il catetere, il tubo di drenaggio e la sacca costituiscono un sistema
di drenaggio a circuito chiuso che preferibile rimanga tale se
non per sostituirlo con un altro sistema a circuito chiuso. La sacca
di raccolta dovrebbe essere vuotata, attraverso la valvola nella sua
parte inferiore, ogni 8 ore, o pi spesso se necessario (lurina
uneccellente terreno di crescita per i microrganismi)
Il catetere dovrebbe essere fissato al corpo del paziente (attenzione a
possibili lesioni della cute) per tenerlo in sede in modo sicuro
- La sacca di raccolta e il tubo dovrebbero essere tenuti al di sotto del
livello della vescica per prevenire reflusso (anche se i cateteri
dovrebbero essere muniti di valvola antireflusso): dovrebbe essere
fissata ai bordi del letto
- Larea perineale e il catetere dovrebbero essere puliti in modo
appropriato pi volte al giorno

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Interventi infermieristici nei casi di alterazioni della funzione:

Attuazione

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Mantenere il circuito
chiuso e sterile

Attuazione
Interventi infermieristici nei casi di alterazioni della funzione:

Dott.ssa Spigolon Elisabetta

Cateterizzazione urinaria
Rimozione di un catetere a permanenza (vedi procedura):
- Deve essere posta attenzione per evitare traumi delluretra e
disagi per il paziente
- Registrare lora di rimozione del catetere
- Accertare le entrate e le uscite del paziente
- Notificare al medico se il paziente ha difficolt nello stabilire il
controllo volontario della minzione