Sei sulla pagina 1di 21

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

Dopo l impresa al San Mames, il Torino batte un Napoli irriconoscibile con il gol del solito Glik. Nei primi
45 minuti di gioco,le due squadre si sono neutralizzate non producendo lo spettacolo che si aspettavano
le tifoserie. Nel secondo tempo, il Napoli prova ad aumentare il ritmo della partita inserendo Gabbiadini
al posto di Hamsik, ma,al 70esimo minuto, Glik segna il gol-vittoria con il suo sesto centro in campionato
su azione da angolo. Negli ultimi minuti di gioco, Gabbiadini, unica nota positiva napoletana, prende il
palo dopo una bellissima punizione. Game-over allOlimpico ed il Napoli di Benitez perde, ancora una
volta, la clamorosa opportunit di riaprire il campionato andando a pari punti con la Roma. Con questi 3
punti invece, il Torino acciuffa il 12 risultato consecutivo e soprattutto, conferma di essere una squadra
che ci mette sempre cuore e grinta in ogni partita.

LORENZO CASTALDO

Roma-Juve si dividono la posta in palio e i bianconeri sorridono.


Keita risponde al vantaggio iniziale di Tevez. Dal 62 Roma in 10 per lespulsione di Torosidis.
Termina 1-1 la sfida pi attesa. Un primo tempo noioso, in cui le 2 squadre fanno una
partita molto tattica. Nella seconda frazione si vive qualche emozione in pi: Torosidis
al 62 fa fallo su Vidal e riceve il secondo giallo. Dalla conseguente punizione Tevez
dipinge un traiettoria che batte De Sanctis. Il vantaggio e luomo in pi facevano
presagire una facile vittoria bianconere, invece Garcia in 7 minuti fa 3 cambi e rivitalizza
la Roma togliendo De Rossi, Ljajic e Totti per Florenzi, Iturbe e Nainggolan. I giallorossi
si rimboccano le mani e al 73 pareggiano con Keita. Si chiude cos il big match con il
campionato che non ancora chiuso ma la Roma ha sprecato unoccasione importante
restando quindi a -9 dalla Juve e con gli scontri diretti a sfavore.
Sintesi Solita formazione della Roma che scende in campo con solo 2 novit:
Torosidis e Keita al posto di Florenzi e Nainggolan. Cambi annunciati per Allegri che
ritorna al 3-5-2 con Caceres a completare il terzetto difensivo. A centrocampo con
Pirlo out, il tecnico non rischia Pogba e punta su Pereyra; in avanti ancora Morata in
coppia con Tevez. Non accade molto nei primi 45 minuti, con i portieri totalmente
inoperosi e le squadre pi preoccupate nel non prestare il fianco allavversario. Al 22
Pereyra parte in contropiede e se ne va veloce sulla destra per poi mettere in mezzo
per Morata che viene per anticipato da Manolas, in quale rischia lautogoal
sfiorando il palo. Laltra occasione degna di nota della prima frazione capita a 3
minuti dal 45 ancora alla Juve: ancora ripartenza bianconera con Pereyra
protagonista che di forza vince 3 contrasti e serve Tevez sulla destra. Lapache si fa 20
metri palla al piede e conclude a rete dal limite delarea, ma la sfera viene deviata
leggermente da Manolas in angolo. Termina un primo tempo noioso, privo di
emozioni con una Roma che fa 65% di possesso palla, sterile, mentre la Juve ci prova
solo con 2 contropiedi. Dopo 5 minuti dal rientro dagli spogliatoi subito una ghiotta
occasione per la Vecchia Signora: Ljajic perde palla a centrocampo e ne approfitta
ancora Pereyra che serve laccorrente Vidal il cui mancino per sfiora il palo alla
sinistra di De Sanctis. Al 62 arriva lepisodio che spezza gli equilibri: Tevez serve in
profondit Vidal che viene toccato da dietro da Torosidis che commette fallo e riceve
il secondo giallo lasciando cos la Roma in 10. La conseguente punizione viene
battuta da Tevez che dal limite dipinge una pennellata che supera la barriera e si
deposita in rete lasciando di sasso Morgan De Sanctis. Cambia cos il parziale
allOlimpico con la Juve in vantaggio grazie a una magia dellapache contro una Roma
in inferiorit numerica. Il tecnico Garcia prova a correre ai ripari inserendo prima
Florenzi per Ljajic al 66 e poi Iturbe e Nainggolan per Totti e De Rossi
rispettivamente al 71 e al 73. Nel mezzo la prima vera occasione dei giallorossi che
ci provano al 72 con un ottimo colpo di testa di Manolas su cui per Buffon
attento. E il preludio al goal che arriva 6 minuti pi tardi quando Keita sfrutta bene
una punizione di Florenzi e di testa firma il pareggio nonostante il tentativo di
Marchisio salvare sulla linea. Nonostante luomo in meno una Roma diversa e
all80 ci prova con Iturbe che conclude di punta ma non inquadra lo specchio. Allegri
prova a cambiare le carte in tavola inserendo Coman e Padoin per Morata e
Lichtsteiner. Non accade pi nulla e dopo 3 di recupero termina la sfida.

Vincenzo Vitale

La Lazio torna a correre e adesso la distanza dal


Napoli, terzo in classifica, di sole due lunghezze, e
il sogno Champions non un miraggio, cos come il
secondo posto ad appena sei punti. La squadra di
Pioli domina il match e batte il Sassuolo per 3-0.
Dopo molte chance sprecate da Keita, il fenomeno
Felipe Anderson, segna un gol da cineteca proprio
allo scadere del primo tempo. Nella ripresa dopo
due occasioni mancate, Klose segna il 2-0 su assist
del brasiliano. Al 77 Parolo chiude i conti dopo
unazione incasinata in area. Sassuolo mai in
partita, contro una Lazio cos perfetta era difficile
per gli uomini di Di Francesco portare punti a casa.

Palermo ed Empoli si sfidano al Renzo Barbera. Le due


squadre neo promosse, stanno dando spettacolo in Serie
A. La partita la fanno i padroni di casa, con un Dybala
super, e sfiorano il gol con una traversa di Vasquez. Ma
lEmpoli quando riparte temebili e Sorrentino compie
un miracolo su Maccarone nel primo tempo. Nel secondo
tempo tanto Palermo, ma il muro azzurro tiene e le
squadre dopo una spettacolare battaglia tornano a casa
con un solo punto. Palermo a meno due dallEuropa,
lEmpoli fa un passo importante per la salvezza

R.Agnello

La Fiorentina ferma la corsa di Mancini e si rilancia


prepotentemente in chiave terzo posto. Ancora una volta decide
Salah che sfrutta un errore di Handanovic e si regala il suo quarto
centro da quando a Firenze. Le due squadre optano per il
turnover dopo le fatiche di Europa Leaugue ma non rinunciano ad
attaccare rendendo piacevole il primo tempo nonostante lo 0-0.
Tra le azioni degne di nota si fanno segnalare soprattutto una bella
ripartenza di Babacar e un incredibile palo centrato da Guarin
dopo aver scagliato da fuori area un bolide terrificante. Il giovane
attaccante senegalese si infortuna sul finire della prima frazione a
causa di un problema muscolare e viene sostituito da quello che
sar luomo partita, Salah. Legiziano ad inizio secondo tempo
sfrutta una corta e sgiagurata respinta di Handanovic spendendo il
pallone in rete. Mancini prova a rianimare lInter con lingresso di
Shaqiri che fin da subito vivacizza lInter e di Palacio. Proprio
questultimo ha le due occasioni pi ghiotte prima di piede e poi
con un colpo di testa che chiama Neto agli straordinari. La viola
chiude eroicamente in 9 visti gli infortuni di Tomovic e Savic a
cambi esauriti, resistendo allassedio nerazzurro.
Antonio Greco

Un gol di Alejandro Rodriguez nella ripresa riaccende le


speranze salvezza del Cesena. Per ludinese di Stramaccioni
continua il momento no che coincide con la terza sconfitta
consecutiva. Troppo per il patron Pozzo che spedisce la
squadra in ritiro punitivo. Per i romagnoli ora sono soltanto
4 i punti che separano dalla zona salvezza. Nonostante una
formazione falcidiata da infortuni e squalifiche i padroni di
casa sembrano fin da subito pi in palla dei friulani. Il
primo tempo finisce a reti bianche con i guizzi di Defrel e
Brienza che creano qualche problema agli ospiti. Nella
ripresa Di Carlo indovina il cambio vincente: fuori proprio
Defrel e spazio allo spagnolo Rodriguez. Il puntero pochi
minuti dopo il suo ingresso in campo incorna in rete un
cross di uno straordinario Brienza. E lepisodio decisivo
della gara. Per il Cesena la salvezza non pi un utopia.
Antonio Greco

CHIEVO-MILAN... CHE NOIA!


AL BENTEGODI FINISCE 0-0
Ci si aspettava la rinascita del Milan dopo la vittoria
contro il Cesena e invece si rivisto il Milan delle ultime
gare, noioso e senza gioco. Il primo tempo lo si pu far
vedere alle persone che soffrono di insogna, regna la
noia pi totale. Il Milan fa quello che pu cio niente
mentre il Chievo si conferma l'attacco peggiore del
campionato. La prima azione degna di nota arriva al 25'
quando Pellissier sbatte in faccia a Diego Lopez un tiro
che capita sui piedi del malcapitato Antonelli che stava
per realizzare un maldestro autogoal. Il secondo tempo
non migliore del primo ma almeno le due squadre ci
provano, prima con Destro poi con Pellissier fino
all'azione pi pericolosa di tutta la partita quando
Honda, entrato al posto di Montolivo, colpisce la traversa
con un bellissimo tiro dalla distanza. Finisce 0-0 e i fischi
a fine gara sono tutti meritati.

L'HELLAS BATTE IL CAGLIARI E METTE NEI GUAI ZOLA


TONI, GOMEZ E CONTI FIRMANO LE RETI: 1-2
Il Verona vince e respira un p. una bella partita che vede
il Cagliari fare la partita e dominare il campo e il Verona che
punge con le ripartenze. Ed proprio cos che al 9' arriva il
primo goal del match con Luca Toni che approfitta della
dormita della difesa sarda d firma il suo decimo goal in
campionato. La reazione sarda arriva con il duo M'pokuLongo ma nulla di fatto. Nella ripresa il copione non cambia,
il Cagliari attacca, il Verona si difende e cerca di colpi in
contropiede. Lo 0-2 arriva per su calcio di punizione di
Hallfredson, il pi lesto Gomez che fa 0-2. I vari attacchi di
Longo, M'poku e Cop sono poca cosa, cos ci pensa Conti
direttamente su calcio di punizione ad accorcia il risultato,
ma ormai troppo tardi. Finisce 1-2 per il Verona.

Dario

LA SAMP RITORNA ALLA VITTORIA


Torna al successo la Samp, che batte lAtalanta in rimonta grazie alle reti di
Muriel e Okaka. Negli orobici, vantaggio iniziale firmato Stendardo.
Mihajlovic deve fare a meno dello squalificato Eder, ma vuole i tre punti e si
affida al tridente pesante: in campo per la Samp vanno Etoo, Muriel e Okaka.
LAtalanta invece si affida a Pinilla unica punta.
La partita si mette subito bene per i bergamaschi, al 16 1-0: vai in rete
Stendardo, che sfrutta un cross preciso di Dram per portare in vantaggio i suoi.
Gol che accende la sfida, lAtalanta spinge a caccia del raddoppio, Bellini e
Carmona ci vanno vicini, poi nella ripresa la Samp riesce a ribaltare tutto anche
grazie alle troppe leggerezze difensive della Dea. Al 68 Muriel centra l1-1 con un
gran sinistro ad incrociare, dopo una bella sponda di Okaka che lo libera in
area; all81, lo stesso Okaka a sfruttare un intervento maldestro di Sportiello
sul tiro di Etoo per mettere dentro il gol che decide la gara. Vittoria per la Samp,
che torna a esultare dopo cinque giornate. Sesto posto con 39 punti, e di nuovo
aria dEuropa per i liguri. Mentre i neroazzurri con questa sconfitta, restano a
quota 23, con sole 3 lunghezze sopra lo zona retrocessione.
Atalanta (4-4-1-1): Sportiello; Bellini, Stendardo, Benalouane, Dram;
Emanuelson, Cigarini, Carmona, Gomez (83 DAlessandro); Baselli (73 Boakye);
Pinilla (65 Denis). A disp.:Avramov, Frezzolini, Del Grosso, Scaloni, DAlessandro,
Bianchi, Masiello, Rosseti, Cherubin, Grassi.
Sampdoria (4-3-3): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini; Duncan,
Palombo, Acquah; Etoo, Okaka, Muriel (78 Correa). A disp.: Romero, Frison,
Mesbah, Bergessio, Rizzo, Coda, orevi, Marchionni, Wszoek, Ivan.
Alessandro Fusco

LA pagelle arbitrali
ORSATO Dirige con ordine ed efficacia una partita combattuta giocata per tratti a ritmi bassi. Poi il livello della
gara si alza e con lui anche la sua prestazione. Voto: 8
CERCELLERA Fischia poco, ma mantiene lordine in campo con una buona dose di cartellini. Qualche dubbio su un
rigore non concesso alla squadra ospite. Voto: 6
MASSA Il direttore di gara amministra con grande intelligenza e attenzione, facendo correre molto il gioco e non
interrompendo il match. Voto: 7
VALERI - Cinica ed intensa la partita, lui offre una gestione oculata e di alto livello in ogni episodio, nessun errore.
Voto: 7
RUSSO Coadiuvato perfettamente dagli assistenti, indovina tutte le decisioni pi difficili. Unico dubbio, luscita di
Consigli su Keita. Anche rivedendo lazione, permangono tante perplessit. Cala nel finale. Voto: 6
CALVARESE Poco aiutato dagli assistenti, che invertono spesso e volentieri le rimesse in gioco, causando
malumori tra i giocatori. Unico vero episodio, per, il possibile rigore su Destro per contatto su Mattiello, che
sembra tuttaltro che solare. Voto: 6
IRRATI Nonostante le polemiche da parte degli azzurri ha arbitrato con ordine e sicurezza, senza commettere
sbavature. Voto: 7
DAMATO Gara tranquilla. Un solo giallo estratto (Regini): decisione giusta. Voto: 6
DOVERI Prova a frenare i ritmi di gioco utilizzando (con scarsa parsimonia) i cartellini gialli. Tra espulsioni
mancate e rigori non concessi, la sua direzione lascia qualche perplessit. Voto: 5,5

A cura di Catello Carbone

23 nessuna sorpresa, vincono tutte le grandi, al borussia il derby della ruhr


Niente sorprese, tutto secondo i pronostici. Soprattutto la capolista, il Bayern Monaco, che con i gol di
Schweinsteiger, Ribery, Robben, Lewandowski (per gli ospiti gol della bandiera di Anthony Ujah) inanellano
la quarta vittoria consecutiva in campionato, proprio come il Borussia di Klopp, che dopo la sconfitta di
Champions a Torino, si aggiudica il Derby della Ruhr con un secco 3-0 ai danni dello Shalke 04. Ne
approfittano le aspirine che, sullonda dellentusiasmo dellimpresa europea ai danni dellAtletico Madrid,
vincono di misura con il Friburgo conquistando la quarta piazza. Non fallisce il Mgladbach grazie al 2-0
casalingo al Paderborn, non fallisce soprattutto il Wolfsburg che non molla il Bayern e continua a dare
spettacolo trascinata dal solito Bas Dost (8 gol nelle ultime tre di campionato), autore di una doppietta, nel
rocambolesco 5-3 contro il Werder. Vincono anche Hertha, Hoffenheim e Eintracht, tra Hannover e
Stoccarda lunico pareggio di giornata.
G.Castellano

27 turno: il liverpool sgambetta il city, mou ringrazia


Mentre il Chelsea era impegnato contro il Tottenham a regalare a Mou un nuovo titulo , il 21esimo totale, dopo 30
mesi di digiuno (il pi lungo nella sua carriera) con la vittoria della Coppa di Lega, il Liverpool, grazie anche a un gran gol
dellex interista Coutinho ha battuto il Manchester City e messo allallenatore portoghese la ciliegina sulla torta. Nella
corsa Champions nessuno molla, ne lo United, che si impone 2-0 sul Sunderland, ne lArsenal, che dimentica lo shock da
Champions e supera con lo stesso risultato lEverton. Perde terreno invece il Southampton che esce sconfitto dalla
trasferta in casa del West Brom che continua la propria marcia sotto la guida di Pulis, perde ancora lAston villa stavolta a
Newcastle. Bene lo Stoke e anche lo Swansea, benissimo invece il Crystal Palace corsaro 3-1 in casa del West Ham.
G.Castellano

Quarto pareggio consecutivo, tutti per 0 a 0, del capolista Carpi, questa volta in casa della Pro Vercelli. Dopo la famosa
telefonata di Lotito di un mese fa, coincidenza o meno, gli uomini di mister Castori hanno rallentato il passo,
permettendo alle dirette inseguitrici di ridurre il distacco a soli 6 punti: a proprio vantaggio per, c stata la
contemporanea sconfitta del Bologna secondo, il quale perde amaramente in casa per 0-2 contro un sempre pi
sorprendente Vicenza. Si ferma lAvellino, dopo 3 vittorie di fila, in casa contro la Ternana (in procinto di cambiare
propriet) con il risultato finale di 1 a 1: al gol su rigore del solito Castaldo, risponde Avenatti e tutto avviene nei primi
45 di gara. Vince ancora il Frosinone, che si mette alle spalle il brutto periodo trascorso a cavallo tra il vecchio e il nuovo
anno, espugnando il Massimino di Catania per 2 a 1, inguaiando e non poco i siciliani, finiti ora ultimi, a pari punti con
Varese e Crotone. Proprio il Crotone vince unimportantissima gara per 1 a 0 contro il Livorno, agganciando come detto
il Varese al penultimo posto, diventando un trio-fanalino di coda. Ritrova la vittoria anche il Bari, vincendo sul campo
del Modena per 1 a 0 grazie al gol di Boateng: questa sconfitta costa caro ai modenesi, giunti ad avere solo 3 punti di
vantaccio sugli ultimi, e soprattutto a Novellino, che viene esonerato al termine della gara. Altro successo esterno di
giornata lo spettacolare 5 a 2 del Pescara ai danni dei padroni di casa della Virtus Entella: quando giocano gli abruzzesi
quasi sempre uno spettacolo, ripercorrendo un po le orme di quel Pescara di Zeman di qualche annata fa, che
regalava emozioni, gol, dolori e tante gioie. Restando in tema vittorie in esterna, anche il Brescia fa bottino pieno a
Varese, vincendo per 2 a 1. Continua a vincere e continua a scalare posizioni il Latina di mister Iuliano, fino a qualche
giornata fa dato per spacciato e invece risollevatosi grazie alla terza vittoria consecutiva, questa volta ai danni del
Trapani con il risultato di 1 a 0. Pareggiano per 2 a 2 Lanciano e Cittadella mentre vince 2 a 1 in casa il Perugia nello
scontro diretto con lo Spezia: infatti gli uomini di mister Camplone agganciano gli avversari a 39 punti, al settimo posto
in classifica, in coabitazione con il Pescara.

Carlo Sicignano

PUNTO LIGA E LIGUE 1


Nella 25 giornata della Liga, il Bara trascinato dalla stella,
Lionel Messi, vince in casa del Granada per 1-3. Nel primo
tempo apre le marcature il neo acquisto Rakitic che al 25
minuto porta in vantaggio i blaugrana. A 3 minuti dallinizio del
secondo tempo, il Barcellona raddoppia con Luis Suarez che
sfrutta al meglio lassist di Rakitic. Il Granada riapre la partita
grazie ad un rigore trasformato da Rico. A mettere il ghiaccio
alla partita, per, ci pensa il Dio del calcio Leo Messi che
ringrazia Luis Suarez per lassist al bacio.
Altri risultati della Liga: Espanyol-Cordoba 1-0; VallecanoLevante 4-2; Almeria-La Coruna 0-0; Malaga-Getafe 3-2;
Valencia-Real Sociedad 2-0; Eibar-Ath. Bilbao 0-1; Siviglia-Atl.
Madrid 0-0; Real Madrid-Villarreal 1-1.

Nella 27 giornata della Ligue 1, il Lione, Testa di serie, perde fuori


casa contro il Lilla per 2-1. Al 3 minuto del primo tempo, il Lione
va in vantaggio grazie al gol di Tolisso. Nel secondo tempo, il Lilla
ribalta tutto, infatti, al 56 minuto trova il gol del pareggio Gueye.
Passano solo 4 minuti e la squadra di casa trova il gol del sorpasso
con Lopes su assist di Corchia.
Altri risultati della Ligue 1: Marsiglia-Caen 2-3; Tolosa-St. Etienne
1-1; Metz-Evian TG 1-2; Lorient-Bastia 2-0; Lens-Rennes 0-1;
Bordeaux-Reims 1-1; Nantes-Guingamp 1-0; Montpellier-Nizza 2-1
; Monaco-Paris Saint-Germain 0-0.

MARCO SORRENTINO

LEGA PRO: IL PUNTO SUI GIRONI


In vetta al girone A prosegue la lotta
forsennata tra le prime tre della classe, tutte
vittoriose ed appaiate a quota 53. L
.
Alessandria
regola con una rete fra le mura
amiche la Cremonese, mentre il Novara passa
col risultato di 2 a 1 sul difficile campo del
Bassano. Stesso risultato anche per il Pavia,
che tiene il passo in casa superando il
Mantova.

Nel girone B vola lAscoli corsara a Pisa ( 0 a 1


allarena Garibaldi) e tocca quota 53, +4 sul
Teramo fermato in casa sull1 a 1 dalla Spal.
Terza piazza per il Pisa e per la Reggiana che
attende in casa il Santarcangelo nel posticipo
del Luned.

Il mezzo passo falso del Benevento ( 1 a 1


casalingo contro il Barletta) riaccende i sogni
di gloria della Salernitana, che passa sul
difficile campo di Torre Annunziata e accorcia
sui sanniti portandosi a 2. Juve Stabia a
Valanga ( 0-3) nella trasferta di Messina,bene
la Casertana che vola verso la vetta battendo 1
a 0 il Lecce.
Francesco Rosa

GLI AGGIORNAMENTI: rinviata anche genoa-parma, se ne parler in assemblea di lega il 6 marzo. Spunta zanetti.
Non andremo a Genova, abbiamo chiesto che venga rinviata la partita aveva detto capitan Lucarelli. Detto, fatto. Il presidente
della Federcalcio, Carlo Tavecchio ha dato il via libera: Parma-Genoa non si gioca. un fatto estremamente grave dal punto di
vista amministrativo e non credo sia ripetibile. Mi prendo la responsabilit personale di questa decisione", ha spiegato
Tavecchio, aggiungendo che la decisione stata presa: "alla luce dello stato morale, etico e sportivo dei calciatori". Il numero
uno della Figc ha precisato che la scelta stata presa sentendo il presidente del Genoa, Enrico Preziosi. Riferendosi ai calciatori
del Parma il presidente federale ha parlato di "soggetti che sono martoriati e non in grado in un eventuale incontro di
esprimersi con la massima potenzialit". Il presidente della Figc ha poi aggiunto: Abbiamo dettato le linee guida che
prevedono grosse restrizioni e responsabilit per chi compra un club di A. Non si potr pi acquistare una societ per 1 euro. Il
Parma allo sbando - continua - ma la Figc non ha nessuna responsabilit per il default del club, n per quello che accaduto
dall'estate scorsa a oggi. In questo momento nessuno pu dare un euro ad una societ che sta fallendo, ma non ancora fallita.
Quindi, considerato lo stato d'animo dei calciatori, valutata la richiesta dell'Aic e dell'Associazione degli allenatori, rinviamo la
partita con il Genoa, ma sar l'ultima volta. Tutto mentre al Parma, o meglio a quel che resta di questa societ, venivano
portati via anche gli attrezzi per la preparazione atletica. Ad accendere una fiammella di speranza (senza esagerare) il re del
caff, Massimo Zanetti, la possibilit che avvenga un altro passaggio di mano, infatti, non viene smentita dal sindaco Pizzarotti:
In questi giorni diversi nomi interessati al Parma si sono fatti avanti - continua Pizzarotti - ma ora non voglio sbilanciarmi. Al
momento il mio unico interesse, e il mio impegno, che la societ torni in mani sicure, concrete e con fatti da presentare, e non
parole. Vedremo nei prossimi giorni, anche perch si sta avvicinando la scadenza del tribunale Intanto stata, finalmente,
nominata un assemblea di Lega per venerd 6 marzo, dove anche il soccorso economico sar discusso, a tal proposito il
presidente della Lega di serie A Beretta: la situazione molto molto complessa e va affrontata con lucidit senza cedere alle
emozioni. Se nessuno si prende le responsabilit, allora sar responsabilit delle istituzioni individuare di chi la colpa, cos
invece l presidente del Coni Malag. Lega e istituzioni finalmente, dopo esser caduti dalle nuvole, hanno accennato ad
adoperarsi, peccato che come affermato da Lucarelli, non sappiamo neanche se ci arriviamo al 6 marzo.
Gianluca Castellano

SORTEGGIO EUROPA LEAGUE


Nella giornata di venerd a Nyon si svolto il
sorteggio per gli ottavi di finale di Europa League,
sorteggio che poteva andar meglio per le italiane
che vedr opposte il Torino allo Zenit San
Pietroburgo, lInter al Wolfsburg, il Napoli alla
Dinamo Mosca e poi ci sar il derby tutto italiano
Roma-Fiorentina per la scalata verso Varsavia. Al
Torino la sfida pi difficile contro lo Zenit di Andr
Villas-Boas, squadra russa che ha eliminato il Psv
Eindhoven ai sedicesimi. I russi hanno un organico
di tutto rispetto con i vari Hulk, Danny, Witsel e
litalianissimo Criscito che daranno filo da torcere a
Quagliarella e compagni, non meglio andata
allInter che affronter i tedeschi del Wolfsburg
secondi in classifica in Germania e con i vari De
Bruyne, Dust, Luiz Gustavo e Schurrle che
promettono battaglia ai milanesi. Un p meglio
andata al Napoli che affronteranno i russi della
Dinamo Mosca terza in classifica ma non spaventa
Higuain e compagni che per dovranno tener
docchio i vari Valbuena, Kokorin e Kuranyi per
evitare sorprese. Lultima sfida il derby tra la
Roma e la Fiorentina, che si vedranno scontrarsi
ancora dopo le partite in campionato e la doppia
sfida di Coppia Italia che ha visto trionfare la
Fiorentina. A completare il quadro degli ottavi
vediamo: Everton-Dinamo Kiev, Dnipro-Ajax,
Villareal-Siviglia, Brugge-Besiktas.
Dario Vezzo

Fernando Alonso ha lasciato lospedale


di Barcellona a quattro giorni di distanza
dal sospetto malore che lo aveva colpito
mentre era alla guida della sua McLaren,
durante la sessione di test al Montmel.
Dopo lo strano impatto il pilota
spagnolo era infatti stato trasportato per
accertamenti all Hospital General de
Catalunya. In un video Alonso rassicura
tutti i suoi fan sulle sue condizioni di
salute, ma costretto al riposo nella sua
Oviedo,
ha
saltato
a
scopo
precauzionale il secondo weekend di
test in Spagna.
Fabio De Martino

Conclusa la tre giorni di Sepang


allinsegna dei soliti protagonisti:
Marquez e Lorenzo. Il campione del
mondo Honda ancora una volta fa
registrare il miglior tempo
sul
cronometro, meglio del suo rivale
Yamaha. In Malesia si rivede anche
Crutchlow che chiude la terza
giornata al terzo posto, mentre Rossi
non va oltre il quinto. Bene anche le
Ducati di Iannone e Dovizioso tra i
primi dieci. Ancora in difficolt
lAprilia di Marco Melandri: ultimo.
Fabio De Martino

Dopo lo stop imposto dalla Coppa Italia vinta da Sassari, torna il campionato di Lega A
e trionfano tutte le squadre che avevano vinto alla 19/a giornata con il solo Pistoia che
non si ripete, sostituito da Capo dOrlando. In vetta Milano dimentica la finale della
Final Eight, asfaltando unostica Reggiana, 118-68. Venezia consolida il 2posto a -6
superando Brindisi 76-71; vince anche Sassari 86-69 contro Cant. Nel posticipo del
luned, Trento batte Varese 78-65 agguantando il 5 posto. Nelle migliori 8 anche
Cremona e Bologna che continuano a vincere rispettivamente contro Caserta (81-77)
e Pistoia (90-67). Ancora male le campane, infatti Capo dOrlando espugna Avellino
65-75; continua a perdere anche la Roma, sconfitta in casa da Pesaro 76-80. Milano
dimostra di essere la pi forte dItalia ed oramai lo scudetto cosa fatta, ci che
spaventa la classifica in Eurolega, dove cos inarrestabile la squadra italiana non
appare anzi le due sole vittorie su 8 partite fa nascere qualche dubbio: se neanche il
nostro team pi forte, riesce a competere in Europa, forse non ne siamo allaltezza

MIRKO MAZZOLA

CORIC WAS BORNA


Roger Federer trionfa per la settima volta nel torneo Atp 500 di Dubai (cemento,
montepremi 2.082.605 dollari) battendo in finale Nole Djokovic con il punteggio di 63, 7-5 in un'ora e 24 minuti di gioco. Ma questa volta la vera sorpresa del torneo il
giovane croato Berna Coric classe 1996 e n 84 del circuito Atp. Il baby tennista
,piccolo diavolo del circuito nonch unico teenager insieme a Nick Kyrgios attualmente
in Top100, riuscito a portarsi a casa, dalla trasferta negli Emirati Arabi Uniti, un
bottino di 180 punti ATP e 107.830$, visto il sorprendente raggiungimento della
semifinale. Coric partito dalle qualificazioni, e se la vittoria contro Daniel Munoz-De
La Nava non ha impressionato particolarmente, il ritiro di Marcos Baghdatis,

sul (4-4) del tie-break del terzo set e la pessima prova di Andy Murray nei quarti
hanno confermato lefficacia della sua buona stella, anche se a tennis, va detto, si
gioca sempre in due, ed i suoi meriti il buon Borna li ha eccome ,nonostante lo stop
dato dalla nettissima sconfitta contro un Roger Federer troppo superiore. A fine
torneo Coric ha ammesso di "essere stato anche un p fortunato ma questo il tennis,
questa la vita", ha detto riferendosi alla sua ammissione nel torneo a seguito di
ripescaggio come lucky-loser. E noi aggiungiamo Audentes fortuna iuvat, il destino
favorisce chi osa.
Marco Sebastiano Zotti

roger federer darabia


Arriva il settimo titolo a Dubai: sconfitto Djokovic
Le vecchie abitudini sono dure a morire. E cos che
potremmo definire il rapporto tra Federer ed il torneo di
Dubai. E la settima volta, infatti, che Roger si impone nel
ricco Emirato (che, insieme ad Halle e Wimbledon, diventa
il torneo vinto pi volte in carriera dallo svizzero), peraltro
affrontando sempre avversari diversi in finale.
Questa volta, a subire la legge dell emiro Roger stato il
numero 1 del Mondo Novak Djokovic, sconfitto in due set.
Nel 6-3, 7-5 finale, risalta subito il dato sulle palle break: 7
su 7 quelle annullate da Federer, tutte da Campione, con
ace, servizi vincenti ed una vol sulla riga (che era anche un
set point), ma soprattutto 2 su 2 convertite, un dato
clamoroso se si considera la reticenza dello svizzero nello
sfruttare le occasioni in risposta.
Contro un Djokovic discreto ma meno combattivo del
solito, Federer ha messo in mostra un gran rovescio, il
solito delizioso gioco di volo ed ottima condizione fisica.
Pi di ogni cosa, per, a fare la differenza stato il fatto che
Federer sia riuscito ad imporre, per tutto il match, i suoi
schemi preferiti, e non viceversa. Infatti, gli scambi lunghi
di tutta la partita si contano sulle dita di una mano, in un
match impostato sulluno-due ed attacchi frequenti con i
piedi ben piantati sulla riga di fondo, senza dare a Djokovic
troppe occasioni per attaccare.
Inoltre, Federer stato bravo a chiudere il match in due set
nonostante sia stato Nole ad avere pi chances: il serbo
stava alzando il suo livello di gioco e se avesse vinto il
secondo parziale, probabilmente avrebbe portato a casa il
torneo per la quinta volta. Pesa tantissimo, in questottica,
il break subito nellundicesimo game, in cui conduceva per
40-0.
Praticamente perfetto, invece, Federer, in tutti i momenti
importanti della partita, che gli hanno consentito di battere
il rivale per la ventesima volta in 37 confronti diretti.
Senza contare il forfait prima della finale del Master lo
scorso anno, la terza vittoria consecutiva di Roger su
Djokovic 2 set su 3, a testimonianza del fatto che sulla

breve distanza, il numero 2 del Mondo ancora


altamente competitivo.
A tal proposito, lo stesso Federer ha affermato che a
questo punto della nostra rivalit, ognuno cerca di
proporre il suo gioco migliore, senza dover cambiare
nulla, ed alla fine il pi bravo vince.
Stavolta il pi bravo stato proprio Federer, che ha
portato a casa il titolo numero 84 in carriera, il secondo
stagionale dopo Brisbane, oltre a sfondare il muro dei
9000 aces in carriera (quarto di sempre).
Dopo una settimana del genere non vedi lora che arrivi
il prossimo torneo, ha dichiarato Roger, Sono ancora
incredibilmente giovane e la gente continua a
ripetermi quanti anni ho.
Ad agosto, per la precisione, saranno 34, ma Federer
sembra ancora non sentirli.
Alessandro Testa

Marsiglia in crisi: lontani dalla vetta


La squadra di Bielsa sbaglia ancora. un mese che il Marsiglia non porta a casa una vittoria, i
giocatori sono letteralmente addormentati, riescono al massimo a guadagnare qualche
pareggio. Questa la volta del Caen che in ligue 1 la squadra pi forte del momento, infatti
sconfigge gli uomini di Marcelo che in campo apparivano privi di forze. Il club francese ha
cercato di scherzare sul ko subito dalla squadra, con un divertente post su twitter che invita i
propri tifosi ad attendere tempi migliori. effettivamente vero che la squadra deve
svegliarsi e iniziare a combattere in campo, regalando a se stessa e ai suoi tifosi almeno una
vittoria. Ed pur vero che la speranza
lultima a morire, ma di speranza si muore! Forza ragazzi non vi demoralizzate, datevi una
mossa!

Corinne
Crescenzo

I NOSTRI SETTIMANALI ON LINE DEI CORSI DI GIORNALISMO


INVESTIGATIBO E SPORTIVO DELLATENEO PARTHENOPE DI NAPOLI

Direttore: Cristiana Barone


Editore: Antonella Castaldo
Capo Redattore: Luigi Liguori
Coordinatore di Redazione: Ferruccio Montesarchio
Editing Grafica: Catello Carbone
Redazione: Corso di Giornalismo Sportivo - Universit
Parthenope di Napoli
FDC e FDS by Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008
del 28/02/2008
Info line: fattodisport@gmail.com
Seguici anche su Facebook : FATTO DI SPORT
FATTO CRONACA
SPYNEWS24