Sei sulla pagina 1di 11

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

DA TEMPO MALATO DI CANCRO AI POLMONI, LOLANDESE SI ARRENDE ALLA MALATTIA ALLEt DI 68 ANNI

E' morto Johan Cruyff, avrebbe compiuto 69 anni il prossimo 25 aprile. Lex calciatore di Ajax e Barcellona
da tempo combatteva contro il cancro ai polmoni, il tragico annuncio stato dato dal suo sito ufficiale e
dal suo profilo Twitter, proprio da questo messaggio si appreso che morto nella sua casa di Barcellona
confortato dall'affetto dei suoi familiari. Il profeta del gol, come definito nel film-documentario di
Sandro Ciotti, stato il calciatore e l'uomo che ha regalato al calcio il concetto di modernit, luomo che
ha ispirato la rivoluzione del calcio totale. Da calciatore Cruyff segn 402 gol in 716 partite ufficiali, fu
premiato per ben tre volte con il Pallone d'Oro, e vinse, oltre a 9 campionati olandesi, uno spagnolo, 6
coppe dOlanda e una di Spagna, anche tre Coppe dei Campioni, una Supercoppa Uefa e una finale
Intercontinentale. Non meno piena di successi, la carriera da allenatore, primo su tutti la storica
conquista della Coppa dei Campioni 1991-92, la prima nella storia del Barcellona. Al di l dei successi, e in
campo con il suo numero 14, e in panchina Johan Cruyff si distinto per il suo assoluto e rivoluzionario
modo di essere fuori dagli schemi, intepretando il calcio in una visione che ha cambiato poi il calcio
stesso. Ci lascia luomo Johan Cruyff, non la leggenda, il suo contributo tesoro prezioso del gioco del
calcio.
Gianluca Castellano

IL PUNTO SULLA LEGA PRO


LEGA PRO GIRONE A 28^ GIORNATA: 24/03 Bassano-Pavia 1-4; Mantova-Cittadella 0-1; Alessandria-Pordenone 1-0; PadovaCremonese 2-1; Renate-Sudtirol 0-0; Pro Piacenza-Cuneo 1-1; Lumezzane-Feralpi Sal 1-1; Reggiana-Pro Patria 1-0; Giana ErminioAlbinoleffe 0-0.
CLASSIFICA: Cittadella 65 punti; Bassano 52; Pordenone 50; Alessandria 49; Feralpisalo' 46; Pavia 45; Padova e Reggiana 44;
Cremonese 40; Sudtirol 39; Renate, Giana Erminio 32; Lumezzane 31; Cuneo 29; Pro Piacenza 28; Mantova 23; Albinoleffe 19; Pro
Patria 7. Pro Patria -7 punti di penalizzazione.
LEGA PRO GIRONE B 28^ GIORNATA: 24/03 Lupa Roma-Santarcangelo 0-0; Maceratese-Prato 1-0; Teramo-LAquila 2-1; PistoiesePontedera 1-3; Tuttocuoio-Ancona 1-0; Rimini-Carrarese 1-1; Lucchese-Arezzo 0-0; Siena-Pisa 0-0; Spal-Savona 4-0.
CLASSIFICA: Spal 61 punti; Pisa e Maceratese 52; Ancona 46; Carrarese 40; Pontedera 39; Siena 38; Arezzo e Teramo 37; Tuttocuoio
33; Lucchese 31; Pistoiese, Rimini e Santarcangelo 29; Prato 26; LAquila e Lupa Roma 21; Savona 11. Savona e LAquila -14,
Santarcangelo e Teramo -6, Pisa -1 punti di penalizzazione.
LEGA PRO GIRONE C 28^ GIORNATA: 24/03 Casertana Akragas 4-0; Catania Messina 2-1; Catanzaro Lupa Castelli 2-0; Cosenza
Lecce 3-4; Ischia Paganese 0-2; Juve Stabia Benevento 0-1; Matera Martina Franca 1-0; Melfi Fidelis Andria 0-1; Monopoli
Foggia 1-3.
CLASSIFICA: Benevento 56 punti; Lecce 55; Foggia, Casertana 50; Cosenza 48; Matera 45; Messina 40; Fidelis Andria 38; Paganese 37;
Akragas 35; Juve Stabia 32; Catanzaro 30; Monopoli, Catania 29; Melfi 24; Ischia, Martina Franca 21; Lupa Ca.Romani 8. Catania -11,
Ischia -4, Akragas -3, Matera -2, Lupa Castelli, Benevento, Martina Franca e Paganese -1 punti di penalizzazione.
Alessandro Fusco

RUSSIA 2018: QUALIFICAZIONI


SUD AMERICA: Uruguay in vetta grazie al goal decisivo di Cavani che regola il Per e
permette laggancio allEcuador, sconfitto fuori casa per 3 a 1 dalla Colombia di uno
strepitoso Bacca, autore di una doppietta. Seconda posizione per lArgentina che p ilm
Bolivia per 2 a 0 grazie alle reti di Marcado e Messi, mentre stenta ancora il Brasile che non
va oltre il 2 a 2 ( in rimonta) in casa del Paraguay. Strepitosi Pinilla e Vidal nell 1-4 finale
del cile sul modesto Venezuela.

NORD E CENTRO AMERICA: Vittorie nette per Trinidad e Tobago e Usa nel gruppo C,
mentre prosegue il dominio di Costa Rica e Messico rispettivamente nei gironi B ed A.

ASIA: Spiccano le vittorie di Australia, Giappone ed Iran, Cina in netto recupero sul
Quatar.

Francesco Rosa.

QUALIFICAZIONI
COPPA DAFRICA
Nella3 e 4 giornata della Coppa dAfrica,
nel Girone A ci sono 3 squadre a 6 punti, Togo, Liberia e Tunisia, mentre rimane ultimo
con poche possibilit di qualificarsi il Gibuti.
Nel Girone B la Rep.Centroafricana in testa con 7 punti, e distanzia la RD del Congo
di un solo punto.
Il Girone C il Mali conduce con ben 10 punti, la seconda, il Benin prova a rimanere in
coda con 8 punti.
Il Girone D vede sempre 3 squadre a 6 punti, il Burkina Faso, lUganda e il Botswana,
mentre rimane in coda a 3 punti il Comore.
Nel Girone E comanda la Guinea-Bissau con 7 punti, inseguita da Rep. Del Congo e
Zambia con 6 punti.
Nel Girone F il Marocco prende il largo con 9 punti, distanziato il Capo Verde a 6 punti.
Nel Girone G queste due giornate non sono state giocate a causa della Ciad per i
problemi economici, e le partite gi disputate da esso sono state annullate.
Nel Girone H il Ghana distanzia tutti portandosi a 10 punti, a +4 dal Mauritius.
Nel Girone I comanda la Costa dAvorio con 4 punti, il Gabon che stato sorteggiato in
questo girone , giocher solo amichevoli essendo il Paese che ospiter la
manifestazione.
Nel Girone j lAlgeria sembra sicura del primato con i suoi 9 punti a +5 dalla Etiopia
seconda.
Nel Girone K il Senegal mette un abisso fra esso e la seconda, il Namibia. Il Senegal
con 9 punti e la Namibia a 3.
Nel Girone L lo Zimbabwe conduce con 8 punti a +3 dalla Swarziland.
Mentre nellultimo giorne, M, il Camerun si deve guardare le spalle dalla Mauritania
che lo insegue ad un solo punti di distanza. Infatti hanno rispettivamente 7 e 6 punti.

MARCO SORRENTINO

Spartak San Nicola, doppia vittoria

Quella trascorsa e stata una settimana favorevole per lo Spartak San Nicola del presidente DAndrea che ottiene due vittorie: una dalla giustizia sportiva per la gara di Benevento del
dicembre 2015 e laltra, sul campo, con il Futsal Parete (3-2). Il giudice sportivo, in merito alla gara giocata contro il Benevento C5, avalla lerrore tecnico dei sanniti e d ragione ai sannicolesi
con un eloquente 0-6 ! Per quanto concerne la cronaca lo Spartak San Nicola, sabato scorso, era impegnato al Pala Ilario contro il Futsal Parete, formazione in lotta per i play-off. Gara
impegnativa contro una delle squadre pi forti del campionato. Lo Spartak pero aveva lobbligo di vincere per uscire dalla zona play-out e collocarsi in una posizione di classifica pi consona
alle proprie potenzialit. I gladiatori sannicolesi infatti fanno capire sin dalle prime battute di gioco che vogliono bissare il successo della giustizia sportiva e guadagnare altri tre punti
funzionali ad una classifica ingenerosa. Brevi cenni di cronaca. Inizia la gara ed i locali si rendono subito pericolosi con Busino ma prima il portiere ospite poi il palo negano la rete ai
sannicolesi. Gli atleti di mister Panniello continuano ad attaccare ed arriva il vantaggio ad opera dello stesso Busino che dopo la pressione a tutto campo della sua squadra, ruba il tempo agli
avversari ed insacca a rete (1-0). Dopo qualche sortita ospite, neutralizzata dal portiere Palladino, arriva il raddoppio dei locali su azione di contropiede pilotata da Somaripa e finalizzata da
Brunelli (2-0). Sul doppio vantaggio Spartak si chiude la prima frazione di gioco. Il secondo tempo inizia con il Futsal Parete intenzionato a ribaltare le sorti di gioco. Gli aversani infatti
intendono recuperare lo svantaggio ed attaccano a tutto campo. Gianluca Busino per, memore degli illustri trascorsi, in grande spolvero e dopo cinque minuti di gioco realizza la terza rete
a seguito di azione personale (3-0). Gara terminata ? Neanche per sogno ! Il Parete pressa a tutto campo dimostrando di essere unottima squadra per nulla doma. Sfruttando un paio di
errori difensivi dei locali, gli aversani realizzano due reti ed accorciano le distanze (3-2). Finale di sofferenza per i padroni di casa. Il Parete, dopo alcune decisioni a favore, alcune discutibili,
ottiene un tiro libero e possibilit di pareggiare. Stavolta per la dea bendata favorisce i sannicolesi. Il tiro del possibile pareggio ospite colpisce il palo interno della porta sannicolese e sfuma
lopportunit. Dopo la chance ospite fallita si chiude la partita sul 3-2 a favore dello Spartak. Importante vittoria che fa il paio con quella ottenuta dal giudice sportivo. Nellultima settimana la
formazione giallorossa consegue sei punti utili ad alimentare una classifica che non rende giustizia ai ragazzi di mister Panniello. Soddisfatto questultimo per il gioco espresso dai suoi atleti
soprattutto per lottima prova del bomber Busino. Il presidente Nicola DAndrea, a fine gara, rilascia qualche dichiarazione alla stampa: Giustizia fatta per la gara di Benevento. Abbiamo
dovuto attendere qualche mese ma il giudice sportivo ci ha dato ragione. Il regolamento parla chiaro e non si poteva derogare. Gli organi federali hanno dimostrato grande competenza ed
elevata onesta intellettuale. La vittoria ottenuta dal giudice sportivo e quella conseguita sul parquet contro un Parete vivo e volitivo portano linfa preziosa alla classifica. La squadra si colloca
adesso in una posizione di classifica pi consona al suo potenziale. Sono soddisfatto del livello tecnico raggiunto dai miei atleti. Se terremo alta la tensione sino a fine torneo potremmo
toglierci qualche altra soddisfazione. Essere usciti dalle sabbie mobili della bassa classifica e gi un buon risultato, per coronare degnamente questo campionato dobbiamo tentare di
recuperare altre posizioni in graduatoria. Sarebbe davvero la giusta ricompensa per un gruppo che ha lavorato tutto lanno con grande impegno. Chiare e precise, come nel suo stile, le
parole di patron DAndrea. Prima di chiudere il resoconto di una proficua settimana, riportiamo il pensiero di un senatore della squadra, linossidabile Antonio Scialla: Nelle ultime quattro
gare di campionato il gruppo si ricompattato ancor pi per poter affrontare al meglio il finale di stagione. Contiamo di chiudere questo campionato nel migliore dei modi e dare qualche
altra soddisfazione ad una societ che ci ha sempre sostenuti ed incoraggiati anche quando la sfortuna ci stata avversa. In qualit di decano del gruppo ringrazio i compagni di squadra per
limpegno profuso ed a nome di tutti prometto un ottimo finale di stagione. Dalle parole del presidente e dellevergreen Scialla sevince unita dintenti per un progetto, lungimirante,
targato Spartak San Nicola.

Catello Carbone

Foto di Catello Carbone

SERENA OUT A CASA SUA


EXPLOIT KUZNETSOVA: AZARENKA-KERBER PER IL TITOLO?
Non erano mancate le sorprese ad Indian Wells, non
sono mancate neppure a Miami.
Ma in California, il botto stato sicuramente pi
fragoroso. Serena Williams stata infatti eliminata
negli ottavi di finale per mano della rediviva
Svetlana Kuznetsova, ex numero 2 del Mondo gi
vincitrice di 2 Slam, che in passato aveva pi volte
creato problemi allamericana (solo 3 vittorie in 11
confronti, ma tanti match lottati o finiti al terzo set).
La russa, attualmente numero 19 delle classifiche, si
imposta in rimonta per 6-7(3), 6-1, 6-2,
approfittando di unaltra giornata poco felice
dellavversaria, detentrice del torneo da 3 anni, ma
a secco di titoli in questa prima parte di stagione sul
cemento, un evento pi unico che raro.
Dal canto suo, la Kuznetsova (che ha un tennis da
numero 1, ma una tenuta mentale spesso neanche
da top 10) ha concretizzato questo exploit battendo
pure la Makarova nei quarti, sempre in rimonta (67, 6-4, 6-3), e centrando la semifinale in un torneo
che ha gi vinto nel 2006.

Chi, invece, non sembra intenzionata a fermarsi


Victoria Azarenka. Dopo il titolo ad Indian Wells (in
finale proprio contro Serena), la bielorussa prosegue
la sua corsa e, bench accreditata solo della testa di
serie numero 13, ha gi sbattuto fuori senza troppi
complimenti la n. 4 Garbine Muguruza (sempre pi in
difficolt) e si appresta ad affrontare la britannica
Konta in un quarto di finale pi che abbordabile.
E in rotta di collisione con Angelique Kerber, numero
2 del seeding, in uneventuale semifinale che potrebbe
anche essere considerata come una finale anticipata,
Kuznetsova permettendo.
Per il resto, solita ecatombe di teste di serie, con
Radwanska (n.3), Kvitova (n.8), Suarez (n.6), Venus
(n.10) e la gi citata Muguruza (oltre appunto a
Serena) gi eliminate tra sedicesimi ed ottavi, mentre
nella parte alta solo Simona Halep, tra le top 10, si
spinta fino ai quarti (ha perso in 3 set contro la
Bacsinszky). Nulla da fare nemmeno per Roberta Vinci
(n.9), sconfitta con un doppio 6-4 da Madison Keys nel
terzo turno.
Alessandro Testa

SI TORNA IN RIVIERA
Torna il grande tennis internazionale a
Napoli, con la Capri Watch Cup 2016. Il
torneo, promosso e organizzato dal Tennis
Club Napoli con main sponsor Fideuram
Private Banker, in programma dal 2 al 10
aprile prossimo. LATP ha ritenuto di aprire
la stagione dei challenger proprio sui campi
in terra rossa della Villa Comunale a due
passi dal golfo di Napoli . Nelledizione 2015 il
titolo and a Munoz-De La Nava, che dopo la
vittoria napoletana si spinto nel ranking
mondiale fino al n.71. In finale arriv il
talento azzurro Matteo Donati. Questanno
nella entry list troviamo almeno 5 gli azzurri:
Fabbiano, Vanni, Arnaboldi, Donati e
Giannessi. Fuori dal main draw Volandri,
Naso e Caruso. Il giovane Stefano Napolitano
ha ricevuto una wild card dagli organizzatori.
Tra i big stranieri ci saranno Robin Haase,
Marcel Granollers, Damir Dzumhur. Il
presidente del Tennis Napoli ha dichiarato
che ci sono buone possibilit che il prossimo
anno il torneo di Napoli diventi un evento
ATP 250. Nel ricco programma di eventi che
affiancano la Capri Watch Cup la prima
novit sar rappresentata da un torneo
nazionale di tennis in carrozzina, con al via gli
atleti della nazionale italiana in vista delle
Paraolimpiadi di Rio 2016.
Marco Sebastiano Zotti

Dodicesima vittoria consecutiva:


Avellino stupisce sempre pi ed
ottiene un nuovo record, 12
giornate senza subire una
sconfitta. Nel sabato santo si
impone 89-71 in casa contro
Varese e raggiunge il 3 posto in
classifica a quota 34 punti, a due
lunghezze da Reggio Emilia
seconda. Proprio Reggio laltra
protagonista (in negativo) di
giornata, complice la sconfitta
nello scontro di vertice con
Milano: al Mediolanum Forum
di Assago, i capolisti dellArmani
si
impongono
84-80,
confermando sempre pi la
supremazia
in
questo
campionato
e
distaccando
proprio gli emiliani, secondi, di 4
punti. Ora la Grissin Bon dovr
rincorrere, ma dovr anche
guardarsi le spalle dallarrivo di
una
inarrestabile
Avellino.
Cremona perde in quel di
Bologna 73-66 e si lascia
raggiungere proprio da Avellino.
Venezia
espunga
Cant,
vincendo 72-76 cos come
Caserta, che vince lo scontro
diretto di bassa classifica in casa
di Pesaro: finisce 71-72 per i
campani, che danno respiro alla
propria classifica. Speranze di
salvezza anche per Torino,
vittorioso a Pistoia 70-80, cos
come Capo DOrlando, tornato
da Brindisi vittorioso 69-70.
infine Trento batte Sassari 9381.

Carlo Sicignano

I NOSTRI SETTIMANALI ON LINE DEI CORSI DI GIORNALISMO


INVESTIGATIBO E SPORTIVO DELLATENEO PARTHENOPE DI NAPOLI

Direttore: Cristiana Barone


Editore: Antonella Castaldo
Capo Redattore: Luigi Liguori
Coordinatore di Redazione: Ferruccio Montesarchio
Editing Grafica e Copertina: Catello Carbone
Redazione: Corso di Giornalismo Sportivo - Universit
Parthenope di Napoli
FDC e FDS by Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008
del 28/02/2008
Info line: fattodisport@gmail.com
Seguici anche su Facebook : FATTO DI SPORT
FATTO CRONACA
SPYNEWS24