Sei sulla pagina 1di 15

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

Ultimi verdetti: Napoli in Champions, Roma ai preliminari, Carpi in B


Lultima giornata di campionato ha regalato gli ultimissimi verdetti: il Napoli conquista il secondo posto, che permette
laccesso diretto alla fase a gironi di Champions League 2016/17. La Roma chiude cos al terzo posto e dovr
partecipare ai preliminari per poter accedere anchessa alla fase a gironi. Per lEuropa League, il sorprendente Sassuolo
chiude al sesto posto ed con un piede e mezzo nella competizione europea. Lunico ostacolo per gli uomini di Di
Francesco la finale di Coppa Italia in programma sabato 21 Maggio, che vedr affrontarsi i campioni dItalia della
Juventus e il Milan di Cristian Brocchi. Come oramai da anni, il vincitore della coppa nazionale ha diritto allaccesso
allEuropa League nellanno successivo. Quindi se la coppa venisse vinta dalla squadra rossonera, saranno loro ad avere
il pass per lEuropa, ai danni proprio del Sassuolo, visto il sesto e ultimo posto valido per la qualificazione. In caso
contrario e quindi con la vittoria della squadra di Allegri, sar la squadra emiliana ad accedere per la prima volta nella
sua storia al torneo continentale. Lultima giornata determina anche lultima retrocessione ancora da definire, dopo
quelle matematiche delle settimane scorse di Verona e Frosinone: sar il Carpi a scendere nuovamente nella serie
cadetta dopo solamente un anno di massima serie. Ma la trentottesima di campionato non ha regalato solo questi
verdetti, ma ha sancito un nuovo leader della classifica marcatori di tutti i tempi nel campionato Italiano: parliamo di
Gonzalo Higuain, che con i suoi 36 centri in 35 partite disputate, ha siglato il nuovo record di maggior numero di gol
realizzati in un solo campionato, superando il record di Nordahl che resisteva da 60 anni, realizzato nel campionato
49/50 con la maglia del Milan. Questo primato conferma il centravanti argentino come uno dei pi forti attaccanti in
circolazione e, in prospettiva di una sua permanenza allombra del Vesuvio, auspica unagguerrita lotta al titolo nel
prossimo anno, dove la Juventus andr a caccia dellennesimo record (sesto scudetto di fila, mai nessuno prima), il
Napoli sar chiamato a migliorarsi dopo quanto di buono fatto vedere questanno, la Roma (con Spalletti dallinizio) dir
la sua e le varie Inter, Milan e Fiorentina saranno chiamate ad una reazione dopo anni amari e privi di soddisfazioni.

Carlo Sicignano

Cade il Crotone che cos perde la vetta. Il Trapani, ormai sicuro dei play-off,
batte 3-0 i calabresi. Ruba il primato il Cagliari che con un 3-0 alla
Salernitana si riprende la vetta e lascia ai campani solo unultima speranza
per lultima giornata di campionato. Incredibile tonfo dello Spezia che a
Como perde 4-0, e adesso deve conquistare almeno un punto per i play-off.
Il Livorno vince 1-3 in casa dellAscoli e spera in un miracolo. Non gira bene
al Modena che viene abbattuta dal Pescara di Lapadula con un tennistico 25. LEntella asfalta lAvellino con un sonoro 4-0. Cesena batte 1-0 Novara che
adesso dovr per forza vincere per sperare di volare ai play-off. Brescia-Bari
2-3, Latina-Vicenza 2-1. Nellanticipo del venerd, la Pro Vercelli vince a
Perugia per 1-2.
Classifica:
CAGLIARI 80
Ternana 50
CROTONE 79
Avellino 49
PESCARA 71
Vicenza 48
TRAPANI 70
Ascoli e Pro Vercelli 46
BARI 68
Latina 45
CESENA E Spezia 65
V. Lanciano 43
V.Entella 64
Modena e Salernitana 42
Novara 62
Livorno 41
Brescia e Perugia 54
COMO 33

R.Agnello

Higuain: Semplicemente un mostro


Unico,immenso,meraviglioso,epico.

Con questi quattro aggettivi possiamo definire la splendida


stagione di Higuain.Unico perch l' unico giocatore del
campionato ad aver siglato in 35 partite di campionato(togliendo
le tre di squalifica)36 gol superando di un gol Nordahl.Immenso
perch un giocatore completo,non gli manca nulla.Forte
fisicamente,forte
tatticamente,un
vero

proprio
trascinatore.Meraviglioso il suo terzo gol in rovesciata battendo
entrando cos nella storia.Epico perch dopo una stagione
eccellente,riporta il Napoli di nuovo in Champions League con i
suoi
gol
e
la
sua
qualit
calcistica.
Il Napoli ha vissuto una stagione meravigliosa,stando fino alla
notte dello Stadium prima in classifica.Una stagione di record
fantastici come il miglior rendimento in casa e soprattutto i 36 gol
di un mostro.

L. Castaldo

SUAREZ FA 40, LA SCARPA DORO SUA


Nella giornata che ha sancito i verdetti ufficiali dei campionati di
mezza Europa, particolare interesse era dedicato alla corsa del
titolo individuale pi prestigioso della stagione: la scarpa doro
2015/2016. Il vincitore il chiacchieratissimo attaccante del
Barcellona e dellUruguay Luis Suarez, che grazie alla sua
spaventosa media realizzativa ( 40 goal in 38 partite) lascia tutti
a bocca asciutta e porta a casa l ambto premio. Alle sue spalle,
Gonzalo Higuain, trascinatore del Napoli nella lotta per il
secondo posto, che chiude con 36 reti in 35 partite e pu
recriminare per le tre giornate di squalifica che ha dovuto
scontare proprio nel momento cruciale della rincorsa ai titoli ( di
squadra ed individuale). Al Pipita , resta comunque il
riconoscimento di aver battuto il record di reti in una stagione in
un campionato difficile come quello italiano. Terzo gradino del
podio per Cristiano Ronaldo, in una stagione che nonostante le
difficolt lo consacra come uno degli attaccanti pi forti al
mondo a cui il Real non vorr rinunciare, nonostante le insistenti
voci di mercato che lo vorrebbero lontano da Madrid
nellimmediato futuro.

Francesco Rosa.

IL PUNTO SULLA LEGA PRO


PLAYOFF LEGA PRO 2015-2016, QUARTI DI FINALE
Domenica 15 maggio
LECCE-Bassano 3-0 - 13' rig. Moscardelli, 56' Salvi, 93' Caturano
PISA-Maceratese 3-1 - 38' L. Crescenzi (P), 65' Mannini (P), 82' M. Altobelli (M), 86' Peralta (P)
PORDENONE-Casertana 1-0 - 85' Pederzoli
FOGGIA-Alessandria 2-0 - 68' Sarno, 82' Iemmello
SEMIFINALI (22 e 29 maggio)
Foggia-Lecce
Pordenone-Pisa
Gi promosse in Serie B: Cittadella, Spal e Benevento.

Alessandro Fusco

La serie A resta a Napoli. Lollo Caff corsara a


Roma. Mister Cipolla: Ci abbiamo sempre
creduto e ce la siamo meritata
Gara perfetta degli azzurri che giocano con intelligenza e chiudono la partita della ripresa approfittando di una Lazio sbilanciata alla
ricerca della vittoria. Oltre cento tifosi al seguito della squadra.
La cronaca Mister Cipolla lascia fuori dalle rotazioni Pedrito e si affida a Rotella, Bolo, Botta, Vega e Fornari. Lavvio degli azzurri di
grande sagacia tattica. La Lazio prova a giocare, ma il Napoli resta ordinato. La prima occasione i padroni di casa la creano con
Sachet ma Rotella decisivo. Gli azzurri rispondono con un break di Milucci, arginato da Patrizi. Il Napoli quando crea ficcante:
Bico sfiora soltanto la rete del vantaggio, non sbaglia Bolo che, liberato da una gran giocata di Botteghin, trova lo 0-1 all8. La Lazio,
come allandata, spreca presto il bonus falli, imitata dal Napoli al 14. Rotella, ancora lui, allenta la pressione sulle conclusioni di
Gioia ma al 14 non pu nulla su una conclusione velenosa di Juninho che termina in rete. Al 16 gli abritri valutano falloso un
anticipo deciso di De Bail e accordano il tiro libero alla Lazio. Entra per battere lo specialista Tiziano Chilelli ma Rotella, come
allandata su Escosteguy, decisivo e abbassa la serranda. Il portiere calabrese super anche su Daniele Chilelli, poi il finale del
Napoli con Perri che salva a porta vuota su De Bail e Patrizi che difende il pari sugli sviluppi di un calcio dangolo.
Nella ripresa gli azzurri completano il capolavoro. La Lazio prova subito a salire ma senza pungere pi di tanto. Al minuto 8 il Napoli
rimette la freccia. Merito di Milucci che riceve da Fornari e batte Patrizi. Mannino, allora, va all in e mette il portiere di movimento
quando mancano nove minuti alla fine. Il Napoli gestisce in modo perfetto linferiorit in fase di non possesso e alla prima occasione
utile sigla il tris con De Bail, bravo a rubare palla e segnare con la porta sguarnita. E il gol che spegne definitivamente la Lazio,
mentre il settore ospite comincia a debordare di entusiasmo con i cori dei tifosi arrivati da Napoli. Al 12 sale in cattedra Javi
Rodriguez che salta netto il marcatore e fa poker. Passano due minuti e lo spagnolo si ripete, stavolta deve solo spingerla in rete
dopo una traversata di De Bail. Finisce 1-5, con gli azzurri superiori in entrambi i confronti e capaci di cogliere una strameritata
salvezza.

Catello Carbone

Foto di Catello Carbone

38 turno: IL CITY AI PRELIMINARI DI CHAMPIONS, PER LO UNITED PACCO BOMBA ED EUROPA LEAGUE. BEFFA WEST HAM
Ultima giornata e ultimi verdetti in Premier League. Con l1-1 rimediato in casa dello Swansea, il Manchester City
salva una deludente stagione scippando, grazie alla differenza reti, il quarto posto e i preliminari di Champions agli
odiati cugini dello United. Ai red devils, infatti, andr la magra consolazione Europa League, nonostante la vittoria per 31 nella gara col Bournemouth, disputatasi marted a causa di un allarme bomba che ha costretto le autorit ad evacuare
lOld Trafford e a posticipare lincontro. Dopo l'esplosione "controllata", in serata arrivata l'ammissione della polizia: il
pacco trovato altro non era che un dispositivo utilizzato in un'esercitazione anti-terrorismo dei giorni scorsi eseguita da
una compagnia privata. Champions assicurata per Arsenal e Tottenham con il 4-0 dei Gunners ai danni dellAston Villa e
il sorpasso in classifica proprio agli Spurs, sconfitti clamorosamente 5-1 in casa del Newcastle, gi retrocesso. Finale di
campionato amaro per il West Ham, autore di una grande stagione, ma beffato allultimo giro di giostra dal
Southampton che va in Europa League. Pell e compagni asfaltano 4-1 il Crystal Palace approfittando del passo falso
degli Hammers, sconfitti 2-1 in casa dello Stoke, scalzandoli cos dal 6posto. Per sperare in un posto in Europa, la
squadra di Bilic dovr quindi sperare in una vittoria dello United nella finale di FA Cup contro il Crystal Palace.
Era tutto gi deciso invece in coda, con le retrocessioni di Newcastle, Norwich e Aston Villa.
Gianluca Castellano

BUNDESLIGA
Il Bayern non ha rivali!
Nella sua ultima partita allAllianz Arena, Pepp Guardiola
schiera i titolarissimi contro lHerta Berlino, vincendo per 31, con i gol di Lewandowski e la doppietta di Mario Godze,
poco utilizzato in questa stagione ed oggetto di mercato di
molte squadre, anche Italiane.
La seconda della classe, il Borussia Dortmund, pareggia per
2-2 contro il Koln con le reti di Castro e Marko Reus.
Questultimo che ha dichiarato amore eterno ai colori gialloneri, potrebbe lasciare il club se arrivasse un offerta
superiore ai 50 milioni. Le squadre pronte a strappare il
gioiellino tedesco dalle mani del Dortmund sono sempre le
stesse, il Manchester City, che con larrivo di Guardiola ha in
servo alcuni regali di benvenuto. Il Paris Saint-Germain che
dice addio a Ibra e forse anche a Cavani, quindi punter si ad
una prima punta, ma sappiamo che lo Sceicco non bada a
spese. Lultima squadra sarebbe il Manchester United che
dopo unannata deludente ha bisogno di risollevarsi
immediatamente ed andare in Champions League gi
dallanno prossimo.

MARCO SORRENTINO

IL PUNTO SULLA LIGA..


Il colpo di scena non c stato, il Barcellona si riconferma
campione di Spagna al termine di una Liga dominata e
virtualmente chiusa dai blaugrana nella prima parte della
stagione, e poi improvvisamente riaperta a 4 giornate dalla fine,
tanto da decretare il vincitore solo dopo lultimo turno. Gli
uomini di Luis Enrique passano sul campo del Granada e
spazzano via qualunque speranza madridista grazie alla tripletta
del fenomenale Suarez ( scarpa doro con ben 40 reti), che vale i
91 punti finali ed il titolo di campioni di Spagna per la
ventiquattresima volta. Il Real batte il deportivo la Coruna con
una doppietta di Ronaldo e chiude al secondo posto a quota 90,
rimpiangendo forse i troppi punti lasciati per strada durante l
era Benitez, ma con lopportunit ghiotta di aggiudicarsi l
undicesima Champion s League della sua storia. Grandi
rimpianti anche sull altra sponda di Madrid, vista la sconfitta
del penultimo turno contro il Levante con cui l Altletico ha
dovuto dire addio ai sogni di vittoria; agli uomini di Simeone,
non resta che concentrarsi totalmente sulla rivincita della finale
di Champions contro i blasonati cugini del Real, per inseguire un
sogno sfumato gi una volta clamorosamente 2 anni fa.

Francesco Rosa.

LA NUMERO 1 CONQUISTA GLI INTERNAZIONALI DITALIA


Si diceva che avesse un calo di motivazioni. Si diceva
che non era pi cos irraggiungibile per le avversarie.
Si diceva che il suo regno vacillava.
E invece Serena Williams zittisce tutti a Roma.
La numero 1 del Mondo centra il primo titolo
stagionale (a maggio, questa si una rarit) agli
Internazionali e rilancia le sue ambizioni per
limminente Roland Garros, di cui campionessa in
carica.
Serena si fa trovare pronta in un torneo che tutte le
altre big steccano, o quasi, va detto, ma anche
tornata a mostrare grande solidit mentale, quella che
forse le era mancata in alcune fasi di una stagione
giocata a singhiozzo finora (solo 4 tornei disputati).
Il match pi delicato stato forse proprio lultimo,
quello in finale contro la connazionale Madison Keys,
21 anni, non compresa tra le teste di serie ma
vincitrice della Muguruza (n.3) in semifinale e della
Kvitova (n.5) nel secondo turno.
Un primo set che ha visto la Keys inizialmente in vantaggio,
complice un break a zero in avvio subito da Serena, ma
nonostante i 6 aces in 2 turni di battuta, la meno esperta
americana si fatta raggiungere sul 3-3. Nel tie break,
Serena a farsi rimontare dal 5-3 al 5-5, ma qui trova due
vincenti (uno di dritto e uno col servizio) a chiudere il set.
Non a caso, nel momento topico venuta fuori la
Campionessa. Il secondo parziale una girandola di break
e controbreak, con la Williams che per non ha mai
veramente rischiato di perdere. Il 7-6(5), 6-3 finale suggella
il titolo numero 70 per Serena, il quarto in unedizione
nuvolosa e fredda degli Internazionali, il primo in assoluto
dopo ben 9 mesi di astinenza (Cincinnati ad agosto).
Mi sento molto felice di aver vinto questo torneo, ha
dichiarato la numero 1, soprattutto perch sulla terra
rossa. Il che rimanda subito al grande appuntamento del
Roland Garros, al via il prossimo 22 Maggio.
A tal proposito Serena si detta in forma e gi proiettata
a Parigi. Per due volte non sono riuscita a difendere il titolo,
ma stavolta sento che diverso, sono pi tranquilla e meno
stressata.
Insomma, Serena suona la carica e va a caccia del terzo
alloro in Francia. Per il Roland Garros, c anche lei.
Alessandro Testa

HAPPY BIRTHDAY ANDY


Non poteva farsi regalo migliore Andy Murray per
il suo 29mo compleanno. Lo scozzese vince per la
prima volta in carriera gli Internazionali Bnl
d'Italia, dodicesimo titolo Masters 1000 della
carriera e secondo sul rosso. Nel remake della
finale di Madrid, Murray batte in finale il numero
uno al mondo e campione uscente a Roma, Novak
Djokovic, con il punteggio di 6-3, 6-3 in un'ora e
35 minuti .Una partita a senso unico che ha visto lo
scozzese giocare con disinvoltura e tenere sempre
sotto controllo il match. Una finale
non
eccezionale. Qualche bello scambio e qualche
accelerazione dei due raccolgono applausi convinti,
ma oltre questo non c molto altro. Chi si
aspettava la boxe tennistica fra i due rimasto
deluso. Murray chiude il primo set 6-3 in 46
minuti, un lasso di tempo in cui non si vista una
vole e nel quale lunico colpo giocato sopra la
testa uno smash chiuso da Murray. La storia si
ripete nel secondo set .Piove sul centrale il serbo si
lamenta con larbitro quando scivola per la seconda
volta sulla riga del servizio. troppo (f-word)
pericoloso, dice. Non voglio giocare pi ma
sospendere la partita scatenerebbe le proteste del
centrale. Troppo nervoso Nole che ha pagato in
termini di stanchezza, la lottata semifinale contro
un grande Nishikori , e vinta solo al tie break
del terzo set. Nellaltra semifinale invece tutto
facile per Murray che in solo 59 minuti, al netto
delle interruzioni dettate dalla pioggia, si sbarazza
di Pouille, numero 52 al mondo e arrivato in
semifinale da ripescato. Non c mai stata partita:
Murray ha condotto dalla prima palla senza
concedere possibilit di break a Pouille, apparso
nettamente inferiore allavversario. Per Nole stata
la settima finale a Roma , la terza consecutiva. Con
questa vittoria, Murray ha messo fine al duopolio
nell'albo d'oro, degli ultimi 11 anni, della coppia
Nadal-Djokovic.

Marco Sebastiano Zotti

Verstappen: nata una stella?


Il diciottenne trionfa in Spagna. Podio Ferrari.
Spiazzati tutti, dalla Ferrari alla Mercedes, il mondo F1 regala una nuova
promessa per il futuro: il diciottenne olandese Max Verstappen vince il
GP di Spagna davanti a Raikkonen e Vettel, non bravi ad approfittare del
tutto del disastro Mercedes. Il giovanissimo pilota Red Bull, subentrato
a Kvyat, passa dunque alla storia per essere il pi giovane pilota in
assoluto ad aver vinto un Gran Premio nella storia della Formula 1. Lo fa
sul circuito di Barcellona, agevolato dal crash di inizio gara tra Hamilton
e Rosberg, interrompendo la lunga striscia di vittorie delle frecce
dargento. Questa gara oltre a celebrare un nuovo talento, assottiglia il
distacco in classifica tra i piloti di testa rendendo il campionato ancor
pi avvincente. Prossimo step previsto per Domenica 29 Maggio nel
Principato di Monaco per il prestigioso GP di Montecarlo.

Fabio De Martino

Lorenzo le magnifique
Jorge vince a Le Mans. Rossi secondo.
Jorge Loreno vince il Gran Prix di Francia e balza in testa alla classifica
mondiale con 90 punti. Il pilota spagnolo conduce la gara in solitaria e
stacca per primo il traguardo con sufficiente distacco dai rivali. A Le
Mans doppietta Yamaha con la rimonta di un determinato Valentino
Rossi, agevolato anche dalle cadute di Marquez, Dovizioso e Iannone.
Questi ultimi due oramai diventati degli habitu nellassaggiare
lasfalto: la Ducati ha ancora molto da dover riflettere. Primo podio per
Vinales che sale sul terzo gradino davanti a Pedrosa e i due fratelli
Espargaro. Settimo posto per Danilo Petrucci ad interrompere un lungo
elenco spagnolo con Barbera e Bautista giunti alle sue spalle. La
prossima battaglia si combatter in Italia: appuntamento Domenica 22
Maggio per il GP del Mugello!

Fabio De Martino

I NOSTRI SETTIMANALI ON LINE DEI CORSI DI GIORNALISMO


INVESTIGATIBO E SPORTIVO DELLATENEO PARTHENOPE DI NAPOLI

Direttore: Cristiana Barone


Editore: Antonella Castaldo
Capo Redattore: Luigi Liguori
Coordinatore di Redazione: Ferruccio Montesarchio
Editing Grafica e Copertina: Catello Carbone
Redazione: Corso di Giornalismo Sportivo - Universit
Parthenope di Napoli
FDC e FDS by Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008
del 28/02/2008
Info line: fattodisport@gmail.com
Seguici anche su Facebook : FATTO DI SPORT
FATTO CRONACA
SPYNEWS24