Sei sulla pagina 1di 44

2

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI


IL TABELLONE DEGLI OTTAVI
andata ritorno

il Film
Sneijder e Milito che occasioni! Mandanda bravo e fortunato
8 primo tempo Occasionissima olandese Sneijder ha subito sul destro la palla che metterebbe in pari il conto della sfida, ma trova Morel e Mandanda a dirgli di no ANSA 11 primo tempo Paratona di Mandanda sullargentino Cross al bacio di Sneijder, Milito arriva in anticipo sul primo palo e gira di petto, Mandanda si supera in due tempi AFP

BENFICA - Zenit Arsenal - MILAN APOEL - Lione BARCELLONA - B. Leverkusen Inter - MARSIGLIA BAYERN MONACO - Basilea oggi Real Madrid - Cska Mosca Chelsea - Napoli

2-3 0-4 0-1 3-1 0-1 0-1 1-1 1-3

2-0 3-0 5 - 3 dcr 7-1 2-1 7-0 GDS

Marsiglia-beffa anche a San Siro Il gol oltre il 90, applausi daddio


I nerazzurri si sbloccano con Milito, vengono puniti da Brandao. chiudono sul 2-1 su rigore

Inter, tutto
ALBERTO CERRUTI MILANO

Pochi applausi per una grande beffa. I tifosi nerazzurri, che finalmente riempiono San Siro, alla fine capiscono quanto sia stregata questa stagione dellInter e la salutano cos, battendo le mani come si fa con chi ha dato tutto ma non ha raccolto niente. Perch questo il triste addio di una squadra a fine ciclo e ora anche a fine Champions, battuta a tempo scaduto, come allandata, mentre stava per sognare la qualificazione nei supplementari. L1-0 firmato da Milito a un quarto dora dal termine non vale pi nulla, quando il portiere del Marsiglia smarca

con un lunghissimo rinvio lultimo arrivato Brandao, che al 92 anticipa Lucio e infila Julio Cesar, come aveva fatto al 93 A.Ayew al Velodrome. Non c pi tempo per segnare altri due gol, ma c tempo per aggiungere unaltra beffa da consegnare al tabellino perch Mandanda, gi ammonito, si fa espellere commettendo un fallo da rigore e Pazzini, a tempo strascaduto, firma dal dischetto il gol pi inutile della sua carriera. Peccato, perch lInter pur non giocando mai da Inter poteva e doveva qualificarsi contro un Marsiglia modesto come allandata, arrivato a San Siro dopo quattro sconfitte consecutive, senza aver segnato nemmeno un gol. Anche se, proprio ripensando al basso livello dei fran-

cesi, questa una beffa quasi cercata per i gol incredibilmente sbagliati nel primo tempo da Sneijder e Milito, e per lincapacit di mettere al sicuro prima la qualificazione.
Andamento lento Contrariamen-

LInter avrebbe dovuto regolare prima i conti contro i modesti francesi Troppi errori soprattutto nel primo tempo. E il ciclo sembra al capolinea

re. una serata da andamento lento in cui si attende invano uninvenzione di Sneijder, che invece delude come e pi degli altri.
Marsiglia indisponente In una

te alle previsioni, Ranieri esclude Cambiasso, preferendo rilanciare Nagatomo sulla fascia sinistra. Con Poli davanti al giapponese e Stankovic in mezzo, capitan Zanetti avanza sulla destra in unInter che presenta soltanto 8 ex campioni dEuropa, con Forlan al fianco di Milito. Lo spirito, per, non quello di due anni fa. Mancano velocit, grinta e anche la personalit di Cambiasso, che viene rimpianto in fretta, perch Poli non sa mai dove anda-

gara di grande sofferenza, bene o male lInter regge in difesa grazie alla sicurezza di Samuel, con le ripartenze di Zanetti, pi intraprendente di Maicon. E anche se il primo tiro in porta di Valbuena, le occasioni migliori capitano ai nerazzurri nel giro di 3. Prima Sneijder a sfiorare da pochi passi il gol con un tiro respinto da Morel e dal portiere, poi Milito a deviare di petto lunico vero assist di Sneijder costringendo Mandanda allintervento pi difficile del primo

tempo. Potrebbe essere la miccia che accende loperazione rimonta e invece lInter non si avvicina pi al gol, andando al riposo tra il pessimismo generale. Di fronte a questa squadra vittima dei suoi limiti recenti, il Marsiglia si accontenta di chiudere gli spazi con i due buttafuori Mbia e Diarra a protezione della difesa a quattro, in cui i due centrali Diawara e NKoulou non devono fare gli straordinari per anticipare Milito e soprattutto Forlan. Ma appena possono i francesi ripartono, cercando di smarcare il rientrante centravanti Remy. E quando non possono, perdono tempo perch a turno si buttano tutti a terra, fingendo gravi infortuni, con larbitro che abbocca puntualmente

CHAMPIONS LEAGUE Mercoled 14 marzo ore 20.45


le quote potrebbero subire variazioni

CHELSEA - NAPOLI
TUTTI I NUMERI

PER GIOCARE IN ATTACCO.

1 1.80

X 3.75

2 4.00

GOL NO GOL 1.65 2.05


Gol squadra ospite

PARI 1.80

DISPARI 1.90

Gol squadra casa

Under/Over 2.5

SI 1.15

NO 4.30

SI 1.43

NO 2.50

UNDER 2.00

OVER 1.70

La pianificazione degli eventi live potrebbe variare secondo il Programma Ufficiale Aams.

NON PERDERTI

Scopri tutti gli eventi e le quote

VUOI SCOMMETTERE ?
SU SKY SPORT HD GIOVED ALLE 23.00

PUNTI VENDITA
1.200 TRA CORNER E AGENZIE BETTER

WEB
PORTALE INTERNET www.better.it

MOBILE
PORTALE MOBILE www.better.it

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13 secondo tempo Il k.o. di Wes Doveva essere la sua partita, ma lo sconsolato Wesley Sneijder uscito malconcio: eccolo dopo il cambio BOZZANI

30 secondo tempo Guizzo del Principe... esplode San Siro Su azione da calcio dangolo lInter crea la mischia giusta per il vantaggio: Milito trova il guizzo per l1-0 LAPRESSE

47 secondo tempo Brandao... fine della corsa Nel corso del secondo minuto di recupero, a un passo dai supplementari, arriva la pugnalata di Brandao LAPRESSE

51 secondo tempo Pazzini, un rigore amaro Il Pazzo si guadagna il rigore (causando lespulsione di Mandanda per doppia ammonizione) e poi lo trasforma FORTE

INTER

MARSIGLIA

2
(4-3-1-2) Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Nagatomo; J. Zanetti, Stankovic, Poli (dal 29 s.t. Cambiasso); Sneijder (dal 13 s.t. Obi); Milito, Forlan (dal 13 s.t. Pazzini). PANCHINA Castellazzi, Ranocchia, Faraoni, Zarate. ALLENATORE Ranieri. ESPULSI nessuno. AMMONITI J. Zanetti, Samuel e Stankovic per gioco scorretto. GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORI Milito (I) al 30, Brandao (M) al 47, Pazzini (I) su rigore al 51 s.t. ARBITRO Proena (Portogallo).
NOTE spettatori 62.632 per un incasso di 1.945.122,00 euro. Angoli 7-4. In fuorigioco 3-0. Recuperi: p.t. 2, s.t. 3.

1
(4-2-3-1) Mandanda; Azpilicueta, Diawara, NKoulou, Morel; Mbia, A. Diarra; Amalfitano; Valbuena (dal 31 s.t. Cheyrou), A. Ayew (Bracigliano dal 50 s.t.); Remy (dal 43 s.t. Brandao). PANCHINA D. Traor, Kabor, J.Ayew, Fanni. ALLENATORE Deschamps. ESPULSI Mandanda per doppia ammonizione al 49 s.t. AMMONITI Diawara per gioco scorretto.

clic
ANCORA UNA VOLTA DESCHAMPS FERMA LA CORSA CHAMPIONS DI RANIERI: NEL 2004 TOCC AL CHELSEA

POSSESSO PALLA

PASSAGGI RIUSCITI

INTER 48% TIRI IN PORTA

MARSIGLIA 52%

INTER 75,3% TIRI FUORI

MARSIGLIA 75,4%

finito
2
alle loro antisportive e indisponenti manfrine.
Mossa obbligata Unora di

IIIIII
INTER 6 MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 1 Valbuena in corsa, Julio Cesar blocca. 8 Sneijder calcia da pochi passi, Morel e il portiere respingono.

III IIII
MARSIGLIA 3 INTER 4

IIII
MARSIGLIA 4

SECONDO TEMPO c GOL! 30 Milito ribatte da pochi passi un pallone calciato da Pazzini su Morel.

c GOL! 47 Brandao, su rilancio del portiere,


beffa Lucio e infila di sinistro.

11 Milito devia di petto un cross di Sneijder, Mandanda ribatte. 37 Morel con un diagonale da destra, fuori.

c GOL! 51 Pazzini trasforma il rigore per fallo


commesso sullo stesso da Mandanda.

La storia si ripete, inesorabilmente. Come evidenzia la vignetta di Frosini, Ranieri esce ancora una volta a testa bassa da una sfida di Champions contro Deschamps. Nel 2004 il suo Chelsea perse in semifinale contro il Monaco: 3-1 in Francia, 2-2 a Londra

i gol in questa Champions per Milito: in totale 9 reti in 22 gare con i nerazzurri

50

vittorie dellInter in Champions escludendo i preliminari; 11 le partecipazioni

(non) gioco, senza nemmeno un gol, costringe Ranieri a cercare soluzioni alternative, anche se luscita di Sneijder al 13 della ripresa una scelta obbligata perch lolandese, rilevato da Obi, chiede il cambio per infortunio, mentre Pazzini sostituisce il confusionario Forlan. Ridisegnata con il 4-4-2, in cui Zanetti e Obi fanno gli esterni tra Stankovic e Poli, alle spalle del nuovo tandem Milito-Pazzini, lInter cerca invano di aumentare il ritmo, puntando pi sui nervi che sul gioco. Nessuno spinge, nessuno inventa e cos le due punte rimangono isolate, senza alcun tiro in porta, per-

ch lunico tentativo una punizione di Stankovic, alta. E allora, a un quarto dora dalleliminazione, i primi applausi della serata sono per Cambiasso che entra al posto dellimpalpabile Poli. Mossa portafortuna perch subito dopo Pazzini fallisce la deviazione da pochi passi calciando addosso a Morel, ma Milito pronto a buttarsi sul pallone deviandolo in rete da pochi passi. Primo tiro in porta della ripresa e primo gol che vale almeno i supplementari. Ma, a 1 dalla fine, Mandanda rilancia sul nuovo entrato Brandao che anticipa Lucio e firma l1-1 della qualificazione. E il resto non conta pi, perch il rigore di Pazzini il triste gol daddio ai sogni di gloria.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Moviola
di FABIO LICARI

Samuel: giallo dallarbitro di porta. Milito, il gol okay


In Inter Marsiglia ci sono due episodi simbolici delle questioni regolamentari di questi giorni post Board: 1) il primo arbitro di porta, De Sousa, segnala lo spintone di Samuel in area marsigliese prima di un calcio piazzato e chiama giustamente lammonizione; 2) il fallo di Mandanda su Pazzini nel recupero: rigore e giallo, non rosso, perch lattaccante va largo e non verso la porta. Comunque la seconda ammonizione per il portiere la prima per perdita di tempo : quindi espulsione. Ammonizioni Giusti anche gli altri gialli: Zanetti (gioco duro), Diawara (su Poli), Stankovic (fallo tattico su Cheyrou). Gol Milito ok Milito in posizione regolare quando gli arriva la palla. Comunque anche al replay per un

po il dubbio resta: sarebbero in ogni caso millimetri non visibili a occhio umano, figurarsi per un guardalinee. Gestione Proena non commette errori gravi. Ogni tanto, per, sembra si lasci ingannare da gesti e cadute, sbagliando in qualche occasione: nel finale, per esempio, Diawara non aveva fatto fallo su Maicon; Poli (su Diarra) e Mbia (su Sneijder) potrebbero essere da giallo; e infine il portoghese concede al Marsiglia la possibilit di perdere troppo tempo, bastava unammonizione prima per impedirlo.

IL MIGLIOR MOTORE DI RICERCA PER TUTTI I SITI CHE VUOI VISITARE.


NUOVO FIAT FREEMONT AWD. TUTTE LE AUTO CHE VUOI. IL 4X4 CON CAMBIO AUTOMATICO.
FIAT FREEMONT DA 24.900. TUTTO DI SERIE.
7 posti veri e 32 configurazioni dei sedili Radio CD MP3 Touch screen da 8,4 e Bluetooth Motori Multijet II Cerchi in lega Clima automatico trizona

Offerta valida su Freemont Urban 2.0 Multijet 16V 140 CV prezzo promo 24.900 (IPT escl.) con il contributo dei concessionari no al 27 Marzo 2012.Consumi ciclo combinato da 6,4 a 11,3 (l/100km). Emissioni CO2 da 169 a 262 (g/km).

www.fiat.it/freemont

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

Ilcaso LA FINE DI UN CICLO

no tutto suo faceva anche robe da campione tipo Balotelli. Facile, oggi, dire che certa gente manca, facile e non avrebbe senso oltre il fatto di citarli e basta. Per adesso serve gente cos. Col futuro addosso.
Chi rester? Perch di certo

2 anni dopo Madrid...

7 STAGIONI 15 TROFEI

La storia si ribalta Dal Triplete doro allInter zero tituli


Sono stati 2.463 giorni comunque segnati da scudetti e trofei. Ora cala il sipario. Ranieri e vecchia guardia escono di scena, si guarda al futuro nel segno di Villas Boas, Blanc o...
va tutto. Ad inizio gara Moratti aveva parlato di coraggio, cattiveria e gol. Era meglio il detto di Sacchi occ, pazenza e bus de cul. Morale: zero tituli.
Applausi e Highlander Il popolo
MATTEO DALLA VITE MILANO

E dopo 2463 giorni di gloria e baldoria, lInter esce dal gruppo. Il gruppo dei vincitori e dei vincenti, perch se vero - com gelidamente vero - che la Champions se ne va, ecco, altrettanto assodato che per questanno e dopo 7 stagioni di trionfi lInter non vincer pi, la festa finita e tanti amici se ne andranno. LInter ne fa due ma lOM ne piazza uno su oscenit difensiva e allora diciamo che fra le occasioni mancate da Sneijder e Milito allinizio e quel gol allultimo secondo al Velodrome, b, la sfiga questanno ci vede benissimo. Sfiga e anche sciocchezze, nel calderone ci

di San Siro (dopo aver fischiato le uscite di Sneijder e Forlan) ha applaudito lInter alluscita dal campo: una sorta di addio alla squadra che ha vinto tutto e ribaltato il mondo, un tributo che tocca anche a chi perde perch prima aveva vinto tutto il possibile. Gi, perch quel tutto era cominciato in Gara-2 della finale di Coppa Italia contro la Roma: era il 15 giugno 2005 quando lInter di Mancini alz il suo primo trofeo di questa parentesi dorata e che lha portata anche al Triplete e in cima al mondo. Ie-

ri, 13 marzo 2012, il Ciclo finito. Esattamente 2463 giorni dopo battaglie e guerre pi vinte che perse. E pace. E anche lacrime questa volta di sconforto e rabbia e nervi di chi ha dimostrato che gli Highlander non esistono.
Rivoluzione subito In un certo

qualche mossa vera andr fatta: serve gente di qualit e forza, giovani gi adulti coi quali rimettere in piedi un Nuovo Ciclo. Non a caso si fanno i nomi di Lavezzi o Palacio, di MVila, ma il nodo dei nodi sar cosa succeder a tanti senatori: ieri sera ci hanno messo un impegno assoluto, ma i quarti li ha visti il Marsiglia. Contano i risultati, senn lInter del Triplete e di Abu Dhabi non avrebbe aperto una storia grandiosa. Storia che adesso si chiusa e nella quale la Vecchia Guardia forse saluter: da Cambiasso a Zanetti (pi il primo del secondo), da Julio Cesar a Maicon, anche Samuel che chiss se rinnover il contratto. Poi c anche il capitolo-Sneijder: lui non vuole andarsene da Milano, lha twittato anche Yolanthe. Ieri sera non ha preso per mano la squadra, si fatto male e la gente ha fischiato la sua uscita da San Siro. Lultima?
Villas Boas o Blanc Poi, ultimo ma non ultimo, c il capitolo-Ranieri: ha fatto tanto e fatto poco allo stesso tempo, solo un terzo posto pu salvarlo ma il terzo posto come sognare California, oggi. Quindi? Quindi il Nuovo Ciclo ripartir al 90% con un altro tecnico: Villas Boas in cima alla lista, poi c Laurent Blanc e poi due tecnici italiani che piacciono. Moratti sta decidendo. Da oggi pu e deve farlo. Da oggi per, mentre i Campioni di Tutto salutano. Dissolvenza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LInter nelle ultime 7 stagioni ha sempre vinto almeno un trofeo: 15 in totale. 2004-05 Coppa Italia 2005-06 Scudetto (a tavolino); Coppa Italia; Supercoppa Italiana 2006-07 Scudetto; Supercoppa Italiana 2007-08 Scudetto 2008-09 Scudetto; Supercoppa Italiana 2009-10 Scudetto; Coppa Italia; Champions League 2010-11 Coppa Italia; Supercoppa Italiana; Mondiale club
Sono passati due anni dalla magica notte di Madrid, eppure sembra passata una vita. In alto Zanetti alza al cielo la Champions 2009-10 vinta contro il Bayern Monaco 2-0, con doppietta di Milito. In basso la disperazione di Stankovic (a terra) e Samuel ieri sera ANSA

senso ma non certo un fatto consolatorio la Rivoluzione comincer anche prima. Perch Rivoluzione sar e soprattutto dovr essere. C gente che si dimostrata troppo leggera e inadatta al calcio europeo, e questo lo dovranno capire gli uomini del mercato. Gi, il mercato: perch impossibile non rimpiangere chi c stato e che per qualche ragione se n andato, chi ti risolveva come Etoo o chi nel casi-

IL REFERENDUM

Gazzetta.it
Gazza

Il Numero 1 torna domani su Gazzetta.it


Il referendum Vota il numero 1 della Champions meno incerto della Champions vera. Qui lApoel non si fa largo tra le grandi: domina Messi, e basta cos. Il sondaggio di Gazzetta.it e Marca.com arrivato allottava giornata con il ritorno degli ottavi. Il meccanismo semplice: ogni mercoled le due redazioni scelgono i migliori dieci giocatori del turno di Champions, che possono essere votati sul nostro sito da mezzanotte alle 20 di gioved. Domani, quindi, riaprir il seggio virtuale. Intanto, giusto sapere che, dopo sette turni, questa la top 10 della classifica generale: Messi (Barcellona) 69.934 voti, Zanetti (Inter) 33.207, Callejon (Real) 30.473, Ronaldo (Real) 27.763, Kak (Real) 23.096, Benzema (Real) 22.299, Pato (Milan) 14.925, Xavi (Barcellona) 14.925, Ribery (Bayern) 12.147, Cavani (Napoli) 12.139.

T f v

Walter Mazzarri, 50 LAPRESSE

INTER, LE INTERVISTE DEL DOPO MARSIGLIA E PARLANO I TIFOSI


Inter, guarda le interviste con i protagonisti nel dopopartita. Scopri come i tifosi hanno reagito al risultato. Milan, ecco cosa ne pensa El Shaarawy di Ibrahimovic. Brasile: la nuova stella del Flamengo ha 17 anni e si chiama Baggio

NAPOLI, LE EMOZIONI DI MAZZARRI E CAVANI LA NOTTE DI DI MATTEO


Ore di grande concentrazione per il Napoli: guarda le nostre interviste a Mazzarri e Cavani. Le emozioni di Di Matteo, tecnico italiano del Chelsea. Basket: la top ten dellAll Star Game e la nuova puntata di Be Bop a Basket. Rugby, parlano gli azzurri Lo Cicero e DApice

6
#

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI


LO SPETTACOLO INTORNO AL CAMPO

LEffetto Mou non basta E guai a toccare Cambiasso


MILANO Tutto esaurito proprio no, c'era qualche buco nella massa nerazzurra, ma in compenso tutti carichi a pallettoni. L'Inter lo aveva invocato in settimana, l'effetto Mou che ti fa giocare in 60.000, e San Siro ha risposto. Gi 2 ore prima dell'inizio, fischi ai marsigliesi che mettevano piede in campo. Cambiasso non si fischia, si ama, recita uno striscione. Per il resto sugli spalti

ironia (Bucato Marsiglia) e tensione. Poi la coreografia della Nord, autoreferenziale e di grande impatto: CN69 e una pinta di birra, fatta con i cartoncini. Di fronte, quelli del Marsiglia: circa 5.000, bengala e mortaretti. Qualcuno scoppia vicino alle teste di quelli seduti sotto, che battibeccano e cambiano posto. San Siro si fa sentire, specie quando quelli del Marsiglia restano a terra troppo

spesso: quasi ci manca che fischino l'Inter perch fa la cavalleria di restituire palla. Nel secondo tempo la curva se la prende con Platini dandogli del buffone (dalla tessera del tifoso allo sterminio dei cani, le motivazioni sullo striscione), e lo stadio mugugna. Escono Forlan e Sneijder, e sono fischi, per Cambiasso applausi. Era la svolta emotiva che serviva: due minuti e segna Milito. L'Inter ci va vicina, poi quel pari nel recupero. Ma San Siro applaude i suoi ragazzi.
g.d.f.

Da sinistra la curva Nord e lo striscione di un bimbo con linvito al premier Monti a regalare Messi allInter IPP

Se mi cacciano, dir grazie lo stesso


Ranieri Questa squadra di pi non poteva fare. Io vado avanti, mi vedrei bene nella rifondazione
LUCA TAIDELLI MILANO

dice Ranieri . Domani vado ad allenare sereno. E comunque mi vedrei bene nella rifondazione, ma decide la societ.
Fotografia di una stagione Ma

Non c due senza tre. Claudio Ranieri incassa unaltra sberla in salsa francese dopo quelle con il Napoli (fuori al secondo turno della Uefa 92-93 per mano del Psg) e con il Chelsea, quando fu eliminato dal Monaco di Deschamps ella semifinale Champions del 2004. Ieri unaltra stilettata pesantissima, perch questo beffardo 2-1 chiude un ciclo per lInter ma anche per il tecnico romano, che malgrado un contratto sino al 2013 e le frasi di circostanza sa che a giugno sempre che non gli venga di farlo prima Moratti cambier tanto. Panchina compresa, appunto. Se il presidente mi cambia, lo ringrazier lo stesso ,

per questa notte rimane lamarezza di uneliminazione tra gli applausi di un popolo che ha visto i giocatori buttare il cuore oltre lostacolo di tanti limiti. Questa partita fotografa alla perfezione la nostra stagione attacca Ranieri . Avevamo giocato meglio anche allandata, ma era arrivato un gol nel recupero malgrado le occasioni migliori fossero state le nostre. In 180 abbiamo subito tre tiri in porta... Ma nel calcio vince chi fa gol, quindi complimenti al Marsiglia. Deschamps mia bestia nera? Nel 2004 mi aveva eliminato con un gol di mano... LInter ha dato tutto quello che

aveva, lo hanno detto anche Moratti e Tronchetti che sono venuti nello spogliatoio a fine gara. Pure i tifosi sono stati meravigliosi. Tanta sfortuna, ma resta il fatto che per la prima volta dopo anni lInter non porter a casa alcun trofeo e il rischio che vengano a mancare gli stimoli in campionato. Non deve succedere. Dobbiamo continuare a lottare contro la sfortuna, la stessa che ci ha impedito di segnare a inizio partita, che ci ha portato a sbagliare un rigore e prendere una traversa contro il Chievo. Diamo tutto in campionato e vediamo dove saremo alla fine. Al terzo posto crediamo, ma deve cambiare il vento. E speravo fosse successo a Verona... Non possiamo mollare. Squadra da rivoluzionare? No, da rifondare. Ma la societ lo sapeva anche prima di

E Forlan non gli d la mano

stasera. La rosa questa e sto facendo il possibile.


Sbagliano anche i campioni Poi si passa allanalisi della partita. Ho preferito Poli a Cambiasso perch mi dava pi freschezza. E Cambiasso poteva essere un cambio di lusso a gara in corsa. Poi ho messo Obi perch riuscivamo a spingere solo a destra, mentre con lui abbiamo riequilibrato la situazione. Nel primo tempo volevamo essere pi corti, ma loro facevano girare bene la palla e non riuscivamo a innescare le nostre punte. Per questo nella ripresa ho chiesto a Sneijder di abbassarsi per prendere in mano il centrocampo, ma poi si fatto male. E sul loro gol non doveva saltare Lucio, ma Samuel. Succede anche ai campioni di sbagliare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

Zanetti, missione 3 posto Ora guai ad arrendersi


o
Il capitano dellInter: La sfida stata decisa nei recuperi Contrattura alla coscia per Sneijder: oggi sosterr gli esami
MATTEO DALLA VITE MILANO

HANNO DETTO

A
S

MARSIGLIA LA GIOIA DEL TECNICO

Deschamps E Brandao disse entro e segno


LUCA TAIDELLI MILANO

Ancora gli ultimi minuti di gioco che ti... giocano uno scherzo orrendo. A parte Verona - balzo nel deserto - ecco che come al Velodrome lInter crolla quando il sorriso sembra qualcosa di fatto. Invece niente. Niente nemmeno stavolta. E dopo 7 anni di trionfi sar unannata piena di cose pensate e non fatte. Dispiace tantissimo - fa Zanetti -, ci tenevamo a passare il turno, ed entrambi abbiamo fatto una partita combattuta. Dopo l1-0 la qualificazione era aperta, abbiamo tentato in tutti i modi e con limpegno di fare il secondo il gol, ma alla fine ci arriva questo pari che non ci stava. La squadra non lo meritava per quello che aveva fatto. In tutte e due le partite hanno segnato nei recuperi. Appunto.
Grazie San Siro Nelluscita dal

di Brandao, e la gente che credeva alla Rimonta ha guardato il rigore calciato da Pazzini come fosse un programma televisivo poco gradito. Per, i tifosi, alla fine hanno applaudito tutti. Purtroppo - riprende il capitano Zanetti - siamo stati penalizzati soprattutto questa sera, per bisogna rialzarsi e lapplauso pi grande va al nostro pubblico che ci ha sostenuto fino alla fine e che, come capitano, voglio ringraziare sempre.
Missione terzo posto E adesso?

Andrea Poli Nello spogliatoio c unatmosfera triste. Abbiamo dato tutto ma purtroppo il 2-1 non basta, siamo fuori. Siamo molto rammaricati

Chiamiamolo Did lingrato. Perch Didier Deschamps ha gabbato ancora una volta lItalia. Labbiamo ospitato a Torino per cinque anni e con la Juventus ha vinto tre scudetti, una Coppa Italia e una Champions. La stessa Coppa che nel 93, quando giocava proprio nel Marsiglia, ha soffiato al Milan. A livello di nazionale invece ci ha beffato sia nel Mondiale 98 sia nella finale dellEuropeo 2000. E ieri Did ha completato il bottino facendo fuori lInter e negando allItalia Napoli permettendo un tris ai quarti di Champions che ci mancava da anni.
Bravi a chiudere tutto Deschamps, che da bianco-

campo, raccontano che Nagatomo sacramenti contro loccasione mancata e che Dejan Stankovic abbia gli occhi lucidi perch dura crederci, soprattutto di essere fuori da ogni cosa che sia un Titulo. Julio Cesar rimane aggrappato al palo dopo il gol

Adesso bisogna pensare al campionato e cercare di fare il meglio possibile - fa Zanetti -. Sappiamo che non sar semplice, perch questo stato un colpo molto duro, ma dobbiamo provarci fino alla fine. Questa una stagione che si mostrata complicata dallinizio, e ora cercheremo di finirla nel miglior modo possibile. Poi vedremo cosa succeder in futuro. Wesley Sneijder? Ha accusato una contrattura alla coscia, speriamo che domani dalle analisi non emerga nulla di grave.
Mistero Wes, Guarin torna?

S
Javier Zanetti Ora pensiamo al campionato: non sar semplice, perch questo stato un colpo molto duro, ma non dobbiamo mollare fino alla fine

La delusione di Stankovic, 33 anni, Samuel, 33, e Nagatomo, 25 LAPRESSE

Mistero sulle condizioni dellolandese, Guarin pronto al rientro per il finale di stagione

Sneijder che uscito dallo stadio anzitempo e a piedi. Almeno - contro lAtalanta o al massimo contro la Juve - dovrebbe tornare Fredy Guarin, dovreb-

be essere pronto per la volata finale in campionato quel giocatore che Ranieri non ha mai avuto. Certo Ranieri ha avuto poco dal mercato di gennaio, poi cha messo anche del proprio nel non dare a Palombo qualche chance in pi di quelle (comunque mal sfruttate) date. La chiosa che vale, in fondo, quella di un tifoso doc e vip. Si chiama Valentino Rossi che twitta Comunque e sempre Forza Inter. Almeno quello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

nero a San Siro non aveva mai perso, sa che gli andata di lusso e lo ha dimostrato festeggiando allinfinito prima in campo e poi nello spogliatoio, da cui si sentivano urla di ogni tipo. Dopo 19 anni il Marsiglia del resto torna nei quarti di Champions. Infatti questa qualificazione per noi un exploit attacca Did lingrato . Non era certo prevedibile che eliminassimo lInter. I miei giocatori sapevano che il gol dellandata ci dava un vantaggio che non poteva bastare. stata una partita molto complicata, abbiamo avuto poche occasioni. Siamo stati bravi a chiudere gli spazi ai loro attaccanti. Potevamo sfruttare meglio la profondit, ma abbiamo lottato e questo per noi qualcosa di straordinario. Perch alla fine dei conti lInter resta una big europea, mentre noi non siamo certo nellelite internazionale. Dopo un momento molto difficile in campionato (quattro sconfitte di fila, senza segnare, ndr), qualificarci ai quarti di finale una gioia immensa. Brandao quando entrato mi ha detto: "Mister, ora entro e segno". Adesso non ricordatemi il precedente del 93. In corsa ci sono squadre superiori, come le due spagnole, il Bayern e lo stesso Napoli. Saranno felici i milanisti...
RIPRODUZIONE RISERVATA

SCOPRI LE FILIALI P VICINE

10
#

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI


le Pagelle
di ANDREA ELEFANTE

INTER ZANETTI A TESTA ALTA, POLI DISORIENTATO omossa tattica La


Il cambio obbligato di Sneijder fa tornare Ranieri al suo vecchio 4 4 2, con Obi esterno sinistro (e Pazzini punta pi pura di Forlan): lInter guadagna in spinta e tenuta in mezzo.

E DOV FINITO IL VERO FORLAN? 6 h 6,5 Zanetti Allenatore Ranieri Il migliore


Si fidato troppo del risultato di Verona, senza ricordare che Nagatomo e Forlan avevano zoppicato. Non c controprova, ma con Cambiasso e Pazzini subito, chiss... Se il migliore ancora il capitano, buon per lui ma non una bella notizia per lInter. Inizia col turbo, finisce a testa alta: dimostra di averne pi degli altri, anche a livello mentale.

Due beffe a tempo scaduto, ma segna poco per quanto costruisce. E come si fa a prendere un gol al 92 su rinvio del portiere?

6
Julio Cesar
Non serata da discorsi, e neanche da straordinari. Una parata su Diarra e poco pi, il resto un tuffo alla disperata, quanto inutile, su Brandao. Resta un dubbio: a volte sembra che non riesca a capirsi, o a sentirsi, con i compagni.

6
Maicon
Il gioco nerazzurro pende clamorosamen te dalla sua parte, anche perch lunico uomo di fascia che va, o pu andare. Nel primo tempo sono galoppate pi ragionate, nella ripresa pesta la fascia di rabbia: e la rabbia non sempre fa rima con precisione.

5
Lucio
Non tipo da stare rintanato e gli capitano faccia a faccia con Remy al quale dice pi o meno una cosa tipo: devi passare sul mio corpo. Scomposto, generoso, anche sfortunato sull1 1, ma vivaddio: uno come lui quel rinvio di Mandanda non doveva farlo passare.

6,5
Samuel
Nel primo tempo succede quasi tutto lontano dalle sue zone di competenza, ma se spiovono palloni una garanzia: di testa ci arriva lui. Il problema che quando il pallone delladdio ai sogni arriva a Brandao, lui non ci pu arrivare pi.

5
Nagatomo
Era stato lanello debole gi venerd a Verona, e le cose non vanno meglio, anzi: fa una fatica bestiale con le sovrapposizioni di Azpilicueta e Amalfitano, che lo mandano in confusione anche se si tratta di ripartire. Un po meglio nella ripresa, ma solo un po.

5,5
Stankovic
Corre e si sbatte, ma non ha pi 20 anni e, se lo accompagnano poco, il risultato che deve pensare pi a rinculare per evitare gli sfondamenti del Marsiglia che a impostare e ad aprire il gioco: cos, quando lo fa finisce per sbagliare anche tanto.

5
Poli
Aiuta Nagatomo, o meglio dovrebbe: preso in mezzo da Azpilicueta e Amalfitano, a volte anche da Valbuena, ci ha capito poco da subito e ha vagato disorientato, quasi sempre in ritardo, soprattutto nei primi 45. (Cambiasso 6 Gli rimbalza male la palla del 2 0)

5
Sneijder
Braccato da giganti come Diarra e Mbia, paga la fatica di un centrocampo troppo statico nelluscire per fargli arrivare palloni da riciclare. Per lerrore dopo 8 un macigno: tiro da alzare, non da calciare con rabbia, e poteva nascere unaltra partita.

4,5
Forlan
Allandata perlomeno era andato vicino al gol, stavolta neanche quello: non fa male quando attacca, tutto sommato aiuta anche pochino, sbaglia tanto, fino a diventare addirittura indisponente. Un colpo di testa morbido e stop: ma dov finito quel Forlan?

6,5
Milito
Dodici gol nelle ultime 13 partite, la zampata di rabbia con il vecchio istinto di chi respira larea. Ci si chiedeva: poteva far meglio su quel cross di Sneijder dopo 11? Onestamente, prenderla con il petto era la soluzione pi rapida, e logica: bravo Mandanda.

6,5
Obi
Si sa quello che pu dare, e lo d: gamba fresca e sfrontatezza quanto basta, come chi non ha nulla da perdere. Sulla fascia e fa un po di tutto: difende, rincorre, recupera palloni, assalta e i francesi un po in riserva lo soffrono, altro che.

6
Pazzini
Generosit premiata, ma cos la beffa doppia. Va a prendersi palloni a centrocampo e anche falli dappertutto, oltre che un rigore poi trasformato. Certo, se Milito non avesse segnato chiss per quanto si sarebbe parlato di quellerrore subito prima.

Gioca meglio in trasferta e si sapeva, ma in definitiva fa pochino per meritare i quarti di Champions che gli mancavano dal 1993.

MARSIGLIA MANDANDA TIMBRA LA QUALIFICAZIONE, AYEW PREZIOSO, DIAWARA CHIUDE IL LUCCHETTO 6 h 7,5 o
La mossa tattica Allenatore Deschamps
Azpilicueta si sovrappone ad Amalfitano a destra, dove spesso sconfina anche Valbuena: si forma cos un trio che mette in inferiorit Poli e Nagatomo da quella parte. Ranieri sbagliava: il vento non gira. Lui che non aveva mai perso a San Siro da giocatore, lo elimina ancora una volta: con la coppia Diarra Mbia fa soffrire il centrocampo nerazzurro.

Il migliore Mandanda

Allandata il suo marchio su Forlan, stavolta timbra ancora pi forte: paratona su Sneijder dopo 8, paratissima su Milito subito dopo. Espulso, nei quarti mancher, ah se mancher.

6,5
Azpilicueta
A Marsiglia per un po si era costretto a limitare Zarate, stavolta ha strada liberissima per costruire un asse di ferro con Amalfitano: discese, cross e mal di testa per Nagatomo. Gli tocca star l un po di pi solo quando entra Obi, e un po lo soffre.

6,5
Diawara
Mette il piedone su Sneijder ed il primo giro di chiave, non lunico, al lucchetto del cancello davanti a Mandanda: luomo delle ultime chiusure (e quella su Obi spezza in gola a San Siro lurlo per il contropiede del 2 0). Ammonito su Poli, fuori alla prossima.

5,5
NKoulou
Milito se lera bevuto una volta gi nel primo tempo e lo frega anche sull1 0, a dimostrazione del fatto che deve ancora mangiare qualche pagnotta di esperienza. Lui si beve pi o meno sempre Forlan, ma in realt non ci voleva granch.

6,5
Morel
LInter prova a sfondare quasi sempre dalla sua parte, ma spesso lui ci mette una pezza: un recupero su Poli, liberato da Samuel, e lintervento o la va o la spacca su Pazzini prima del gol di Milito sono la foto di un grande secondo tempo in fase difensiva.

6
Diarra
Deschamps lo sceglie al posto di Cheyrou per dare ancor pi chili e centimetri ed il primo a far capire che aria tirer. Non lontano dall1 0 a sorpresa, di testa, ma alla fine per stanchezza perde lucidit: un fallo ingenuo su Maicon poteva costare pi caro.

6
Mbia
Puntare forte su di lui significa avere una certezza: se c una palla vagante, tranquilli che lui ci si butta. La sua sostanza la carta di credito per un possesso palla che soprattutto per unora per lInter diventa da mal di testa.

6,5
Amalfitano
Primo tempo dedicato a Blanc: la recente convocazione in nazionale non stata un regalo. Su quella fascia un martello, i sincronismi fra lui e Azpilicueta sono ossigeno e benzina per il Marsiglia. Peccato sia ancora discontinuo: cala molto alla distanza.

5,5
Valbuena
Gioca mezzora, a fare lelastico per diventare il terzo lato del triangolo completato da Azpilicueta e Amalfitano. Poi come se si sgonfiasse, non trova pi spunti e perde anche un pallone pericolosissi mo: buon per lOM che Sneijder decida di sprecarlo.

6,5
A. Ayew
Una volta un inserimento, una volta unaccelerazio ne, una volta un fallo subto (parecchi): sbuca ogni tanto ed prezioso per abbassare quando salgono le ondate interiste: quasi un centrocampista in pi, e fa comodo. (Bracigliano s.v.)

6
Remy
Il Grande Assente dellandata non ha grandi chance per far vedere come sa annusare la porta (ma comunque il primo a cercarla, di testa), ma siccome non gli piace fare la boa darea, in compenso si sposta un po ovunque, anche sulla fascia, e crea spazi per tutti.

6
Cheyrou
Di solito fa lago della bilancia del Marsiglia: si alza e si abbassa per dare equilibri. Stavolta Deschamps sceglie un centrocampo pi muscolare, quando entra lui il momento di adeguarsi agli altri per sacrificarsi e tamponare qua e l: si adegua.

6,5
Brandao
Alla prima palla buona fa malissimo: legge alla grande il rinvio di Mandanda e lesitazione di Lucio, si infila come un killer nel varco che si apre. Il Marsiglia non faceva gol dalla gara di andata con lInter: ha aspettato la sera giusta per risvegliarsi.

TERNA ARBITRALE: PROENA 5,5 Concede troppo al Marsiglia e alle sue perdite di tempo, mentre allInter per un po non perdona nulla. Solo poi si mette a dare cartellini ai francesi. Miranda 6; Santos 6,5

LA PARTITA AI RAGGI X

DUE TREQUARTISTI SOTTOTONO, MA AI PUNTI VINCE VALBUENA

Sneijder solo 59 minuti poi un infortunio


MANLIO GASPAROTTO twitter @manliogas

jder

NTER
contrasti vinti

cross

21
palle giocate

MARSIGLIA
78
45

Valbuena

Due tiri in porta Sneijder stato

Ci ha provato, ma non ci riuscito. E dopo unora di gioco Ranieri lo ha tolto dal campo con la complicit di un infortunio. Wesley Sneijder non riesce a incidere nel futuro della sua Inter. Un dato su tutti certifica il k.o. dellolandese, 14 passaggi nella sua oretta (58 minuti) sul campo, nulla in confronto ai 47 di Mathieu Valbuena nello stesso periodo: il centrocampista dellOM arriver a 54 in coda ai suoi 76 minuti, sostituito per Cheyrou dopo il vantaggio dellInter.

inizialmente il pi attivo tra i suoi, arrivando anche due volte al tiro, ma questo non maschera limprecisione che emerge dai 14 passaggi, che diventano 10 calcolando quelli positivi. Appena il 78,5% contro il 90,7% del rivale che pure si spento lentamente. Solo nei cross il francese ha lo stesso rendimento dellolandese arrivando a 6 palloni messi in area su 11 tentativi. A Sneijder ne sono bastati 9. Poi arrivato linfortunio e la necessit del cambio, un altro guaio muscolare. Un altro problema in una stagione tribolatissima.
RIPRODUZIONE RISERVATA

32 2
TIRI PALLON

26
10
PASSAGGI POSITIVI DRIBLING RIUSCITI

619
cross

29
TIRI

20

PASSAGGI POSITIVI DRIBLING RIUSCITI

palle giocate contrasti vinti

670

GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

11

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

Moratti con Ranieri: Non lo cambio


In serate come questa non ha senso parlare di colpe, semmai della fortuna di Deschamps
GIULIO DI FEO MILANO

Moratti ne ha viste tante, e lo sa bene: di battaglie belle non ce ne sono. Magari il colpo giusto arriva quando tutto sembrava perso, e nemmeno l puoi stare sereno perch dietro langolo c sempre qualcosa che pu capovolgere le sorti. Quella stoccata di Milito a un quarto dora dalla fine, per esempio, sapeva di vecchia Inter. Quella coraggiosa, piena di buona volont, continua, instancabile fino allultimo minuto, come laveva definita lui nel prepartita uscendo dallo spogliatoio, prima di recarsi in tribuna per assistere alla battaglia. Poi lombra dei supplementari, la grin-

ta, la spinta di San Siro e quegli ultimissimi minuti balordi che hanno regalato allInter uno dei successi pi amari degli ultimi tempi: vinci e sei fuori, la beffa delle beffe.
Tensione Appena uscito dagli spogliatoi nel prepartita, Moratti appariva teso ma fiducioso. Con lui cera pure Fredy Guarin, il gioiello del mercato invernale che per in campo ancora non s visto. Non era serata da appelli o consigli, non quando in campo ci vanno otto di quelli che appena due anni fa scalavano la vetta dellEuropa, e poi la sera prima erano stati a cena insieme. Ma comunque un modo per far sentire la presenza ai ragazzi. Alla squadra non ho chiesto nulla ha detto , i

ragazzi sanno da soli cosa devono fare. Conoscono limportanza della partita. Speriamo che vada tutto per il verso giusto. La differenza? La faranno i gol. Moratti aveva anche colto col sorriso la mano tesa di Mourinho, che nella sua conferenza stampa prepartita aveva puntato sullInter: pi forte del Marsiglia, ma sar dura. Tifer come al solito per loro. Il presidente ricambia: Mou ci sempre molto vicino, ci fa piacere.
Sfortuna e futuro Moratti va a

Lincredulit in tribuna del presidente Massimo Moratti, 66 anni ANDREOLI

trovare i suoi ragazzi anche a fine partita insieme a Marco Tronchetti Provera, quasi a unirsi idealmente allapplauso finale tributato da San Siro. Il leit motiv? Sfortuna. La solita sfortuna. E delusione per leli-

minazione. Esce a mezzanotte passata, parla, e in sostanza conferma Ranieri: In una serata cos ha detto non mi pare proprio il caso di discuterlo. Non ho visto sue colpe, semmai la fortuna del collega. Avessimo perso 4-0 sarebbe diverso, ma per come sono andate le cose non se lo merita proprio. Anche i giocatori, hanno fatto il loro. Serve per uno sguardo al futuro perch, fuori dalla Champions e con una lotta durissima per il terzo posto in campionato, occorre pianificare. Tanti i fronti caldi: panchina, rinnovamento, strategie. Prima per occorre prendere questa beffa e buttarsela alle spalle. Facile, dopo 180 minuti cos, non .
RIPRODUZIONE RISERVATA

Taccuino

Timo Konietzka, nato nel 38 AFP BUNDESLIGA

Addio a Konietzka Suo il 1 gol nel torneo


(m.di.) Segn il primo gol del la Bundesliga a girone unico, il 24 agosto 63 nel Borussia Dortmund contro il Werder Brema. Timo Ko nietzka, lautore di quel gol dopo 35 secondi di gioco, morto allet di 73 anni. Malato di cancro alla cisti fellea ha posto volontariamente fi ne alla sua esistenza in Svizzera, dove viveva dal 67, scegliendo la morte assistita che Oltrape le gale. Luned, nella sua casa di Brun nen, ha bevuto la bevanda prepara ta dai medici dellassociazione Exit. Konietzka il cui nome di battesi mo era Friedhelm aveva pubblica mente detto di voler essere lui a de cidere il momento della sua uscita terrena. Aveva anche scritto per sonalmente il proprio necrologio. Da calciatore era stato un golea dor di razza: 72 reti in 100 partite nella prima divisione tedesca. Due volte campione di Germania con il Borussia nel 63 e con il Monaco 1860 nel 66. In Svizzera, aveva avuto grandi soddisfazioni come al lenatore: tre volte campione (74 75 76) con lo Zurigo FC, una volta con i Grasshopper (82). Nel 77 port lo Zurigo alla semifinale di Coppa dei Campioni.

AMICHEVOLE

Brasile-Giappone
Il Giappone di Zaccheroni af fronter il Brasile in amichevole il 16 ottobre a Wroclaw in Polonia.

ZIDANE-MATERAZZI

Testata opera darte


La testata di Zidane a Mate razzi nella finale del Mondiale di Germania 2006 diventa unopera darte. Lo scultore algerino Abdes semed ha realizzato una statua esposta alla galleria Zwirner a New York.

FIFA

Teixeira resta
Ricardo Teixeira si dimes so dalla presidenza della Federcal cio brasiliana, ma resta in carica come membro del Comitato esecu tivo della Fifa.

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

MIGLIORI
Gomez 8,5 (Bayern) Quattro gol, supera i suoi limiti: segna gol facili, spinge il pallone lavorato da artisti come Ribery, ma sempre al posto giusto. E' abituato a grandi exploit (tripletta anche al Napoli e all'Hoffenheim) e a grandi cadute. Di nuovo in ascesa.

h C un altro
S

PEGGIORI
Park 4 (Basilea) C' ampia scelta, nel Basilea: l'esterno sinistro per fra i primi a cedere. Forse non doveva nemmeno giocare per un problema al polpaccio che lo aveva tenuto fuori sabato, ma dalla sua parte il Bayern trova la sbarra sempre alzata

i
S

SuperMario Il Bayern a valanga


Sette gol, Gomez ne fa 4 e sfiora il record di Messi Che umiliazione per il Basilea
BAYERN MONACO BASILEA 7 0
DAL NOSTRO INVIATO

S
Robben 8 (Bayern) Se la gioca con il Ribery della ripresa, che disegna tre inviti per Gomez. L'olandese va segno due volte e serve l'assist del raddoppio: era pi difficile liberarsi nella prima met quando ancora il Basilea cercava un minimo di opposizione

S
Mario Gomez, 26 anni, al Bayern dalla stagione 2009-2010, segna il gol del 4-0 contro il Basilea REUTERS

PIERFRANCESCO ARCHETTI MONACO DI BAVIERA (Germania)

GIUDIZIO 7777 PRIMO TEMPO 3-0 MARCATORI Robben al 10', Muller al 42', Gomez al 44' p.t.; Gomez al 5', al 16', al 22', Robben al 36' s.t BAYERN (4-2-3-1) Neuer s.v.; Lahm 7, J. Boateng 6,5, Badstuber 7, Alaba 6,5; Luiz Gustavo 7, Kroos 7; Robben 8 (dal 37' s.t. Timoshschuk s.v.), Mller 7,5 (dal 24' s.t. Schweinsteiger 7), Ribery 8 (dal 34' s.t. Pranjic s.v.); Gomez 8,5 PANCHINA Butt, Contento, Petersen, Olic. ALL. Heynckes 7 BASILEA (4-4-2) Sommer 4,5; Steinhfer 4 (dal 25' s.t. P. Degen 5), Abraham 4,5, Dragovic 4,5, Park 4; Shaqiri 5 (dal 35' s.t. Zoua s.v.), Cabral 4, G. Xhaka 4, F. Frei 4 (dal 16' s.t. Stocker 5); A.Frei 4, Streller 4,5.PANCHINA Colomba, Kovac, Huggel, Yapi. ALL. Vogel 5 ARBITRO Clattenburg (Ing) 6 AMMONITI Streller (Bas), Cabral (Bas), J. Boateng (Bay) NOTE spett. 66 mila, incasso nc. Tiri in porta 16-1. Tiri fuori 6-5. In fuorigioco 1-1. Angoli 7-5. Recuperi 2' p.t., 2' s.t.

E mancato soltanto un autogol, altrimenti il Bayern avrebbe replicato in pieno il 7-1 di sabato allHoffenheim, quando i rossi segnarono anche la rete degli altri, con Luiz Gustavo. Stavolta Neuer esce imbattuto, mentre lo stadio completo urla: finale oh-oh. Fin dallestate scorsa, a Monaco hanno infilato la data del 19 maggio in qualsiasi discorso: quel giorno si assegner la Champions allAllianz Arena e sembrava quasi un obbligo per il Bayern parteciparvi. E successo poi che a forza di puntare lobiettivo lontano, stava quasi sfuggendo quello immediato e la coppia Rummenigge-Hoeness ha istituito una

specie di silenzio stampa riguardante il calendario: vietato citare la data fatidica in pubblico, in privato e forse anche in sogno. Anche adesso che passata la grande paura delleliminazione agli ottavi, pensiamo al prossimo turno dove tutte sono di alto valore, come dice lallenatore Jupp Heynckes, mentre a Lahm non dispiacerebbe incontrare unitaliana piuttosto che una spagnola. Ma tutto lambiente fatica a contenere lesaltazione dopo il pi largo successo dei rossi in Champions.
I motivi La ripresa, iniziata sul 3-0, una serie di bellezze stilistiche senza per i rivali. Vale di pi la prima parte, dove, per cancellare l1-0 dellandata il Bayern propone una demolizione immediata. Dieci

minuti ed gi davanti con Robben; 44 ed ha gi insabbiato il timore del golletto rovina stagione (vincendo 2-1 sarebbe stato cacciato) con la sequenza del tris Mller-Gomez. Al Basilea non riesce qualsiasi tipo di fase difensiva: inizia con quella alta, del genere non abbiamo paura e vi pressiamo in area vostra. Ma un paio di palloni regalati portano a due contropiedi da urlo, allora spostamento indietro. Per anche quando si mettono corti davanti allarea, gli svizzeri non riescono a evitare gli errori: Cabral suggerisce a Ribery lazione del raddoppio, tutta la linea schierata su una punizione si fa bucare per lassist di Badstuber a Gomez. Il Bayern spadroneggia nel primo tempo sulla destra, con lasse Lahm-Robben (doppietta per lui). Nel secondo, quasi per in-

vidia, laltro lato a far nascere i boati: Ribery costruisce il quarto, il quinto e il sesto gol sempre con Gomez, che rincorre il Messi della settimana scorsa e raggiunge con il poker quota 11, preliminare incluso: largentino a 12.
Finale triste Il Basilea non va ri-

cordato soltanto per unuscita cos indecorosa: ha tolto dalla competizione il Manchester Utd, ha fatto tremare il Bayern per il tempo trascorso dal primo match a questo. Viene sconfitto dopo 17 risultati utili, si ripresenter in Champions, ha il titolo svizzero gi in tasca. E magari ritrover il Bayern: le gerarchie sono nette ma nella stagione scorsa perse due volte; stavolta una, e dimentichiamo la somma del punteggio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cabral 4 (Basilea) Anche lui divide il giudizio, nel caso con il collega di reparto Xhaka. E' fondamentale un suo errore per per spianare la strada del raddoppio al Bayern, proprio quando il Basilea stava tenendo dignitosamente dopo la bufera iniziale.

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

SI QUALIFICA SE...

Pu anche perdere con un gol di scarto


Dopo il 3 1 del San Paolo (accanto in foto i gol degli azzurri) il Napoli per accedere ai quarti si pu permettere di perdere, ma con

un solo gol di scarto: col 2 0, infatti, passerebbe il Chelsea in virt del gol in trasferta, mentre col 3 1 si andrebbe ai supplementari. Una sconfitta con due gol di scarto, ma con due reti realizzate, premierebbe lo stesso il Napoli (esempio 4 2), cos come un pari o una vittoria.

Su il sipario a Stamford Bridge

Shakespeare-Eduardo Che commedia a Londra


La bisbetica-Lampard, Otello-Terry, i Tre Tenori milionari: Chelsea-Napoli pu essere scritta dai grandi drammaturghi
DAL NOSTRO INVIATO

LUIGI GARLANDO LONDRA

S
William Shakespeare stato il pi grande drammaturgo, scrittore e poeta inglese

Ogni uomo attore e tutto il mondo palcoscenico, diceva William Shakespeare. Eduardo De Filippo la pensava uguale: Nel teatro si vive sul serio quello che gli altri recitano male nella vita. Fossero qui non si sarebbero persi la grande rappresentazione di Chelsea-Napoli. Shakespeare in viaggio da Stratford a Stamford. Eduardo su un charter del popolo che stato il cuore della sua opera. Ci sarebbero stati senzaltro a Londra per i due atti unici che incendieranno il teatro e magari, prima, avrebbero condiviso un t alle faiv o cclocc, come scrive Eduardo nella commedia Il the delle 5. Potremmo perfino indovinare le loro parole. Il Bardo mette subito in guardia il collega citando la Tempesta: Linferno vuoto, tutti i diavoli stanno qui. Cio a Stamford Bridge, dove il pubblico sar una bolgia e dove il Chelsea in questa Champions ha vinto tre volte su tre, segnando 10 gol senza prenderne. Eduardo, che la Tempesta lha tradotta in napoletano, non si spaventa. E risponde sereno: Saddaspett, Ama. Add pass a nuttata. Magari non tutta. Solo i primi venti minuti, quando il Chelsea tenter laggressione intimidatoria. Se il Napoli resister solido, i diavoli si raffredderanno parecchio: Molto rumore per nulla. Forte dellerroraccio di Cannavaro allandata, Shakespeare ci conta sulla commedia degli errori nellarea napoletana. Davanti a De Sanctis servir massima concentrazione e massima pulizia. Ma Eduardo ha fiducia cieca nel capitano Paolo, figlio del popolo. nel mare grosso che si riconosce il vero comandante: Quanno buono o tiempo, ognuno marenaro. Anche il Bardo punta forte sui suoi capitani: Lampard (la bi-

sbetica domata) e Terry, che nellOtello farebbe un figurone e magari insulterebbe il moro. Ce lavevano entrambi col borioso Villas Boas, che ha dimostrato una sorta di alacrit nellandare a fondo. Impacchettato il portoghese, i due senatori, che hanno uninfinita esperienza di Champions, vogliono ora guidare limpresa storica per rigiocarsi una finale. Come allandata, ancor pi della fisicit di Drogba, il pericolo verr dal talento di Mata di sgusciare tra le linee. Fondamentale lo sbarramento sincronizzato di Gargano e Inler. Come insegna Mazzarri, il Napoli dovr difendersi da squadra, solidale e compatto. Dice bene Eduardo: Chi lavora egoisticamente, non arriva a niente. Chi lavora altruisticamente si ritrova il lavoro gi bello e fatto.

esperienza e disciplina tattica. Shakespeare deve riconoscerlo: Lordine la virt dei mediocri. Eduardo ha gioco facile a ribadirlo: Con la tecnica non si fa teatro. Si fa teatro se si ha fantasia. Nessuno degli attori stasera in campo a Stamford Bridge porta nel sangue il copione di classe che Lavezzi replica distinto in ogni teatro. Il Pocho viene da 6 gol nelle ultime 5 recite. lartista al culmine della carriera, che aspetta il palcoscenico pi nobile per lacuto indimenticabile. Il Napoli, lanciato da 6 vittorie di fila, gli assomiglia. Vuole raggiungere una riva mai toccata: i quarti di Champions League. Lo attende un altro poderoso esame di maturit. Chi lo sa meglio di Eduardo? Non finiscono mai. Il Bardo lo ha capito bene: questa squadra italiana color del cielo fatta della stessa sostanza dei sogni. E battere un sognatore, anzi un popolo intero di sognatori, sempre unimpresa ardua. Il Chelsea ricco, ma con Lavezzi e Cavani, Napoli si sente milionaria. Servir tanta fortuna, pensa linglese, perch la fortuna guida dentro il porto anche le navi senza pilota. Con tutto il rispetto per Di Matteo. Un rimpallo, un autogol, un Torres che si sveglia, una svista arbitrale... Qui per Eduardo fa notare opportunamente che se gli inglesi puntano forte sulla fortuna, i napoletani conoscono da secoli lantidoto della scaramanzia, perch essere superstiziosi da ignoranti, ma non esserlo porta male. Sfuma tra i sorrisi il t delle faiv o cclocc. Poi tutti al teatro di Stamford Bridge per la Grande Recita: Chelsea-Napoli. The Chaaaampiooons...
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Eduardo De Filippo stato il pi grande drammaturgo, poeta, attore, regista napoletano

Ogni uomo attore e tutto il mondo palcoscenico... Linferno vuoto, tutti i diavoli stanno qui...
WILLIAM SHAKESPEARE COME VI PIACE E LA TEMPESTA

Saddaspett, Ama. Add pass a nuttata... Con la tecnica non si fa teatro. Si fa teatro se si ha fantasia...
EDUARDO DE FILIPPO NAPOLI MILIONARIA

Occhio anche al lavoro largo del rampante Sturridge, ma sulle fasce il Napoli dovr riuscire a imporre la sua legge, soprattutto in ripartenza. La mediana a 3 inglese infatti fatica spesso a coprire il campo. Maggio e Zuniga possono trovare caselli sguarniti sulle autostrade laterali. E poi naturalmente il gran teatro di Napoli dovranno farlo i tre Tenori, forti di 43 gol stagionali, scatenandosi negli spazi. Il Chelsea non ce lha una compagnia del genere, ricca di tecnica, fantasia, potenza. Il Chelsea soprattutto forza,

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15

QUI CHELSEA

Fuori Cahill, c Luiz Fiducia a Drogba


LONDRA (bold) Fuori Gary Cahill, dentro Daviz Luiz: dovrebbe essere questa lunica novit nel Chelsea. Di Matteo

dovrebbe schierare dallinizio anche Sturridge, escluso dai titolari contro Birmingham e Stoke City. In attacco, fiducia a Drogba, mentre Torres dovrebbe accomodarsi in panchina. In tribuna ci sar Abramovich. Stadio esaurito: lo Stamford Bridge sar una bolgia.

QUI NAPOLI

Zuniga per Dossena Davanti i 3 tenori


LONDRA Non ha dubbi, Mazzarri, sulla formazione . Ci saranno tutti i titolarissimi, con Zuniga preferito a Dossena,

perch ipotizzabile che il Chelsea spinger molto sugli esterni. E lui ha una migliore attitudine per la fase difensiva. In attacco, il tridente titolare, con Lavezzi sulla stessa linea di Cavani ed Hamsik in mediana. Pandev, dunque, aspetter in panchina il suo momento.

Napoli, lEuroccasione
COS IN CAMPO ORE 20.45 (In diretta su Rai 1; Sky Sport 1 HD, Sky Calcio 1 HD; Premium Calcio, Premium Calcio HD2)

GAZZETTA DELLO SPORT

Avanti, Cavani: la storia a un passo


Il Matador carico, si riparte dal 3-1, il Chelsea ha cambiato guida: quarti mai cos alla portata
DAL NOSTRO INVIATO

ALESSIO DURSO LONDRA

Sia bellissimo il finale. Da Edinson Cavani a Cavani Edinson, sempre unattesa emozionante. E il Matador lo immagina pieno di gloria, lepilogo allo Stamford Bridge: come in Nazionale, nel Napoli. Lultima volta in Inghilterra stato un trionfo personale in casa del Manchester City, stasera lattaccante uruguaiano vuole ricollocarsi al centro dellEuropa, con una voglia dellaltro mondo, con tutti gli occhi addosso e accompagnato da una sfilza di complimenti.
Ambizione In Premier League

ropa e del 13 gol continentale. E laccesso ai quarti di finale certificato da un suo acuto costituirebbe il vero salto di qualit: Il nostro obiettivo passare il turno, abbiamo una carica eccezionale, non molleremo fino alla fine e siamo convinti di potercela fare. Non mi aspetto un Chelsea diverso rispetto alla sfida dellandata, contro cui ho pure segnato, sappiamo quello che abituato a fare. Sar partita difficile e dura, abbiamo visto Arsenal-Milan, ci ha aperto gli occhi: questi sono veri campioni che possono girarti una partita gara in qualsiasi momento, anche in cinque minuti.
Ammiratori Chelsea e Manche-

nale. Ora noi del tridente siamo in vetrina, ma abbiamo vissuto anche momenti difficili. Certo, nel calcio pu succedere di tutto, puoi restare 5 anni o anche andartene....
Nel mito Lappuntamento con la storia qui. Il Napoli agita lo spauracchio Cavani. Che allandata al San Paolo ha gi colpito i Blues. Sar la sua partita, la partita numero 200 da quando in Italia, E la vivr entrando pian piano dentro alla sfida, che fondamentale, soltanto alla fine sar una gara in pi per me. Perch Edinson cos: gli piace sentirsi al centro degli sguardi di tutti, compresi quelli inglesi, vivere di clamori e momenti epici. Lultimo suo gol, quello che lo avviciner agli eroi Maradona e Careca, non stato ancora raccontato: E io ho sempre cercato di lasciare il segno come Diego e Antonio, sul treno della Champions voglio salirci a tutti i costi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il gruppo guidato da Walter Mazzarri durante la rifinitura svolta ieri sera allo Stamford Bridge AFP

potrebbe trovar casa in futuro, ma per il momento la sua campagna europea prevede solo unaltra affermazione da nuovo opinion leader azzurro. E lui il capopopolo a caccia della consacrazione in Eu-

ster City, con cui Edinson ha gi segnato 4 gol, osservano con vivo interesse. Piace il Matador, eccome: la prossima estate potrebbe aprirsi unasta dagli esiti imprevedibili. E in fondo al cuore pure

I gol che Cavani ha gi segnato in Champions alle inglesi: 3 al City e 1 al Chelsea

lattaccante nutre mire espansionistiche, come qualsiasi giocatore di livello mondiale: Lunica cosa a cui pensare guardare oltre le voci di mercato, dobbiamo concentrarci su questa sfida cos importante, io penso a fare il massimo,

a dare il contributo pi efficace possibile, il resto si vedr a lungo termine... Ho lonore di giocare con questi compagni, con il Napoli ho trovato un gruppo splendido, tutti mi hanno fatto sempre sentire a casa, come giocare in Nazio-

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI


LA PARTENZA DA NAPOLI... ISTRUZIONI PER LUSO DAI VECCHI CAMPIONI
Salvatore Bagni I mediani del Napoli, in particolare Gargano, sono pi dinamici di quelli inglesi. Bisogner aggredire i portatori di palla del Chelsea gi nella loro met campo per poi ripartire. Occhio a Meireles, dotato di un ottimo tiro da fuori area.
In alto a sinistra, larrivo del pullman del Napoli a Capodichino. A destra, Lavezzi e Cavani che entrano in aeroporto MILESTONE E REPORPRESS

Marco Baroni I palloni alti la maggior preoccupazione: il Chelsea ha una fisicit spiccata sia nelle punte che nei difensori. Occhio a Terry nelle palle inattive. Pioveranno tanti palloni in area, meglio non schiacciarsi troppo

Giuseppe Bruscolotti Per fermare Drogba non devi dargli spazio, uno che sbuca quando meno te lo aspetti. E ti pu rubare il tempo. Devi subito fargli capire che per lui sar dura. Cannavaro deve marcarlo a uomo, come un tempo

Andrea Carnevale Il Chelsea ha difensori forti. Luiz per un po lezioso. Lavezzi deve puntarlo: in velocit pu metterlo in difficolt. Magari meglio che si sacrifichi di pi Cavani in copertura, lasciando il Pocho centrale per le ripartenze

QUI CHELSEA

I NUMERI DA GIOCATORE SUCCESSI E UN GOL CONTRO I PARTENOPEI

QUI NAPOLI

SQUALIFICA CONGELATA IL TECNICO IN PANCHINA

Di Matteo 4 su 4 Vince sempre lui


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Mazzarri ci sar Nati per stupire


DAL NOSTRO INVIATO

STEFANO BOLDRINI LONDRA

Provarci perch in fondo non costa niente e il guadagno pu essere notevole: accesso ai quarti di finale, stagione raddrizzata e, perch no, anche un bel gruzzolo di denaro. I piani del Chelsea sono questi: attaccare il Napoli, metterlo alle corde dal primo secondo, confidare nel supporto del pubblico e giocare con giudizio in difesa. Ma in una vigilia che doveva essere nel segno della Champions si materializzato, dopo una lunga assenza, John Terry, in silenzio dai giorni del rinvio a giudizio per gli insulti razzisti rivolti ad Anton Ferdinand, costati la fascia di capitano dellInghilterra e motivo delladdio di Fabio Capello alla nazionale. Terry ha monopolizzato lattenzione dei media. Non c stato confronto tra lui e Di Matteo: 10-1 per il difensore dei Blues.
Il capitano Terry un diluvio di parole:

Capello Lufficio stampa del Chelsea ha vietato domande a Terry relative alla nazionale, ma il capitano dei Blues ha parlato di Capello: sempre stato con me. Mi ha aiutato in campo e fuori. Ho cercato di dargli una mano con il mio rendimento in campo. Da lui ho ricevuto tanto rispetto e lho ricambiato con un profondo rispetto, per luomo e per il manager. Villas Boas Il portoghese stato esone-

MIMMO MALFITANO LONDRA

rato dieci giorni fa. Si parlato e scritto molto sui pessimi rapporti con la vecchia guardia del Chelsea. Terry per

Terry: Cerchiamo una delle notti pi grandi del Chelsea. Dobbiamo partire forte e trascinare il pubblico
smentisce: Non vero che lo spogliatoio ha giocato contro di lui e non vero che i vecchi comandano. stato il board a prendere questa decisione per via dei risultati. Il resto speculazione giornalistica. vero per che abbiamo sbagliato tutti e vogliamo reagire.
Di Matteo Lallenatore del Chelsea ha

S
Roberto Di Matteo, 41 anni REUTERS

Cerchiamo una delle pi grandi notti del Chelsea. La tattica giusta quella di partire forte, trascinare il pubblico, creare le stesse atmosfere della gara dellandata. Sappiamo che il Napoli una grande squadra con attaccanti che possono giocare nei migliori club del mondo e per questo motivo dovremo essere molto solidi in difesa. La Champions ci ha regalato momenti importanti, ma anche delusioni come la finale persa a Mosca. Ribaltare il risultato dellandata potrebbe rappresentare una delle pagine storiche del Chelsea. Lannata non finita: possiamo vincere la Coppa dInghilterra e andare avanti in Champions.

S
Walter Mazzarri, 50 anni LAPRESSE

Se la giocher senza impedimenti questa sfida. Il Tas, infatti, ha congelato la squalifica di Walter Mazzarri, cos comera stato richiesto da Mattia Grassani, il legale del Napoli. Il ricorso avverso le due giornate di squalifica (una lha gi scontata), sar discusso prossimamente e solo allora si sapr se la sanzione gli verr abolita. Ci speravo tanto, perch con Grassani ci siamo sentiti ed avevamo valutato due soluzioni. Considerati i tempi brevi, abbiamo puntato sul congelamento, perch sarebbe stato importante poter essere in panchina. andata bene, ha osservato il napoletano che s soffermato sullimportanza della sua presenza. In certi momenti lallenatore un punto di riferimento. Con me in panchina ci sar qualcosa in pi, sicuramente. I ragazzi non sottovaluteranno la partita, anzi potrebbe esserci il rischio che per fare risultato facciano cose che non sono abituati a fare. Dovremo essere in 11 quando loro hanno il possesso di palla ed essere sciolti quando toccher a noi impostare.
Risultato aperto Qualche preoccupazio-

esponenziale ed ha acquisito esperienza internazionale. Oggi, siamo una squadra apprezzata da tutti, la vera rivelazione di questa Champions. Probabilmente, sar cos se lApoel di Nicosia uscir ai quarti ed il Napoli dovesse battere il Chelsea e qualificarsi per le semifinali. Nella discussione del pre partita s soffermato molto sullaspetto mentale, Mazzarri. Ai suoi giocatori ha chiesto concentrazione e tranquillit Quando stiamo bene, siamo in grado di schiacciare lavversario nella propria met campo. Non so cosa succeder in campo, ma di sicuro non ci faremo condizionare dal

De Laurentiis risponde a Platini: Parla come a scuola, ma io lho finita. Speriamo non mi mandi un arbitro cattivo
valore del Chelsea. Ormai, siamo abituati a stupire, a fare cose straordinarie. Gi essere qui un successo importante e se verr altro sar un di pi. Ai ragazzi ho detto di stare tranquilli e di giocare in scioltezza, ha concluso Mazzarri che stasera potrebbe raggiungere un traguardo che inimmaginabile e che la conseguenza di un lavoro intenso.
Polemiche Intanto De Laurentiis risponde a Platini che lo aveva pizzicato (quando diventer presidente Uefa decider lui): Parla come se stessimo a scuola, ma io la scuola lho finita da un pezzo, deve capire che non si pu giocare al ribasso. Ed ora speriamo che non mi mandino un arbitro cattivo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

incontrato quattro volte da giocatore il Napoli e ha sempre vinto. Ha segnato anche un gol, il 5 maggio 1996. I numeri sono un inno allottimismo: Il Napoli gioca bene ed la rivelazione della Champions, ma noi abbiamo lesperienza giusta per affrontare queste gare. Siamo fiduciosi. Speriamo che per noi sia una grande notte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ne c nellambiente napoletano, soprattutto dopo lavvento di Di Matteo. Ed stato lo stesso Mazzarri a parlarne: Qualcosa cambiato, ma ci non ci porta vantaggi. Ci sono giocatori forti, di talento, ed questaspetto che mi preoccupa di pi. Ma se la mia squadra giocher come sta facendo da un mese e pi, sono certo che verr fuori una partita affascinante ed aperta a qualsiasi risultato. Il Napoli ha avuto una crescita

MERCATO I BUONI RAPPORTI TRA LE DUE SOCIETA POTREBBERO PORTARE A UN NUOVO AFFARE

Le mani di De Laurentiis su Cuadrado: asse coi Pozzo


Il Napoli davanti a Inter, Juve e Psg per lesterno del Lecce di propriet dellUdinese
CARLO LAUDISA twitter@carlolaudisa MILANO

Aurelio De Laurentiis ha messo le mani su Juan Guillermo Cuadrado, il turbo colombiano del Lecce. Il presidente del Napoli ne ha gi parlato con la famiglia Pozzo, proprietaria del cartellino dellester-

no che (insieme a Muriel) sta tenendo su le speranze-salvezza dei salentini. Arrivato a Udine nel 2009 Cuadrado ha giocato in tutto 20 gare con i friulani. Una partita pi importante di altre, il 17 aprile scorso. Quel giorno lUdinese vinse 2-1 al San Paolo e Cuadrado nella ripresa fu uno stantuffo spesso imprendibile. Nellattuale stagione sta facendo il resto: tre gol, ma soprattutto un rendimento eccellente. E ci ha calamitato linteresse delle grandi. E non solo in Italia. Il Paris Saint Germain lo sta seguendo ogni giornata ed pronto a fare unofferta. Ma si sono fatte vive sia lInter che la Juventus e la stessa Roma

pronta ad entrare in scena. Ma il Napoli ha preceduto tutti, aprendo il canale di riferimento sul mercato. Beh, non un mistero che i due club fanno affari volentieri. Dopo Denis e Domizzi in direzione Friuli, la scorsa estate toccato a Inler traslocare in Campania.
La richiesta Nellapproccio con

pi disponibilit per Cuadrado. Certo, la quotazione di 15 milioni di euro. Magari con linserimento di una parziale contropartita tecnica, vale a dire quanto era accaduto la scorsa estate per Inler, appunto.
Appuntamento Il vertice s concluso con il reciproco impegno di riaffrontare pi avanti questo discorso. Anche perch il Napoli sta valutando lidea di ascoltare le proposte per Zuniga che ha molto mercato soprattutto allestero. Insomma, il Napoli si sta portando avanti per la prossima stagione. E il vantaggio acquisito per Cuadrado non da poco.
RIPRODUZIONE RISERVATA

i Pozzo il presidente del Napoli ha fatto un sondaggio anche per lattaccante Muriel, ma su questo fronte s dovuto arrendere subito; lUdinese non intende cedere il gioiellino colombiano e pregusta la sua definitiva affermazione in maglia bianconera. Invece De Laurentiis ha trovato molta

Juan Guillermo Cuadrado Bello, 23 anni, colombiano, in questo campionato a Lecce, ma di propriet dellUdinese LAPRESSE

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

pareri raccolti da Gianluca Monti

...LARRIVO A LONDRA

Nando De Napoli Sar dura, classica partita allinglese col centrocampo spesso superato dai palloni alti. Ecco perch Inler dovr dare ordine alla manovra del Napoli e provare a rallentare i ritmi. Attenti agli inserimenti di Lampard.

Moreno Ferrario Campagnaro e Aronica non devono farsi portare fuori zona dalle punte esterne, ma proteggere in mezzo Cannavaro. Mata e compagnia sono rapidi nelluno contro uno, bisogna far valere il fisico e non farli girare.

Giovanni Francini Zuniga unarma tattica importante. Pu sorprendere coi suoi rientri sul destro e saltare il rivale. Rispetto ad Ivanovic o a Bosingwa ha meno potenza, ma pi qualit nelluno contro uno.

Claudio Garella De Sanctis, occhio a Drogba, pericoloso anche sui calci piazzati. Serve massima concentrazione. E nelle mischie la difesa non deve schiacciarsi troppo per evitare un eccessivo traffico in area piccola

Francesco Romano Lampard, Mata e Drogba i pi pericolosi, ma temo soprattutto lavvio. Il Napoli deve essere bravo a ripartire. Sar decisivo Hamsik. Se trova la posizione giusta, pu essere prezioso da collante.
Ezequiel Lavezzi e Hugo Campagnaro sorridono in aereo. A destra, lo sbarco del Pocho a Gatwick FOTOCUOMO

Lintervista

Bianchi rivede lazzurro I Blues? Sono ex grandi


Il tecnico di scudetto e Uefa: Gli inglesi stanno in piedi con i cerotti E su Maradona: Basta confronti con Messi, bisogna solo goderseli
DAL NOSTRO INVIATO

HA DETTO

d
S

A LONDRA IN CINQUEMILA

Le invasioni napoletane: da Stoccarda a Stamford


ELISABETTA RUSSO

NICOLA CECERE LONDRA

Guardate che foto storica


intorno a Diego Armando Maradona, lallora presidente Corrado Ferlaino a destra, e a sinistra il diesse Luciano Moggi, lallenatore Ottavio Bianchi e il famoso massaggiatore del pibe de oro, Salvatore Carmando. Sotto Bianchi, che oggi ha 68 anni; col Napoli di Maradona e Careca vinse scudetto e coppa Uefa

periodo di calo dovuto alla necessit di andare a mille allora per superare il tremendo girone di qualificazione.
Anche il suo Napoli dovette affrontare il Bayern Monaco.

Ottavio Bianchi lunico allenatore del Napoli ad aver alzato al cielo un trofeo continentale, la coppa Uefa. E il clima di euforica attesa che regna qui a Londra fra la tifoseria somiglia molto a quello che si respirava a Stoccarda la sera del 17 maggio 1989. Era una manifestazione simile allattuale Champions League, perch alla coppa dei Campioni prendeva parte solo la vincitrice del campionato. Quellanno giocarono lUefa quattro italiane, cio noi, Roma, Inter e Juve, contro cui dovemmo scontrarci nei quarti.
Passaste ai supplementari, gol di Renica. Era il Napoli di Maradona, quindi...

sul Napoli E un ottimo collettivo, una squadra ormai esperta e matura. E arriva a questa sfida al momento giusto: ha recuperato la migliore condizione fisica

Vincemmo 2-0 allandata e al ritorno pareggiammo 2-2. Fu un torneo di spessore tecnico elevato, ricordo perfettamente che quando poi conquistammo il trofeo a Stoccarda, i tedeschi ci applaudirono e si complimentarono. Insomma riconobbero i nostri meriti: fu una notte straordinaria sotto molteplici aspetti
Un aneddoto inedito?

S
su Maradona Con lui era un Napoli sbilanciato in avanti. Facevamo un 4-2-4 ante litteram, uno dei centrocampisti si sganciava a supporto del tridente

Sbilanciato in avanti. Facevamo un 4-2-4 ante litteram, uno dei tre centrocampisti si sganciava a supporto dei tre attaccanti
Calcio spettacolo, in stile Barcellona

Beh, sei hai Diego o se hai Messi, per forza


A proposito, meglio il suo argentino o questo?

p che avevamo bisogno della sua fatica e le cose andarono bene


Il Napoli di oggi soprattutto Lavezzi e Cavani?

LA CURIOSITA

Ah no, per carit. Trovo ingiusto un paragone fra campionissimi di due ere cos distanti: applaudiamoli e godiamoceli per come sono e per come sono stati. Posso solo aggiungere che Messi se si perde palla in attacco rientra a coprire uno spazio, Maradona non lo faceva. Del resto se quelli del Bara non si sacrificassero in una certa misura, Guardiola non potrebbe mettere assieme tanti giocatori con vocazione offensiva. Fateci caso, nessuno di loro resta sul colpo.
Lei cosa si invent, allepoca, per dare un po di equilibrio?

E un ottimo collettivo, invece, una squadra ormai esperta e matura. A inizio stagione lo avevo pronosticato da scudetto, dopo il terzo posto pensavo proprio che potesse farcela. Peccato abbiano perso dei punti per strada perch la Juve dei pareggi non ha il passo di chi vince il campionato e lo stesso Milan stato discontinuo.
Quindi a Stamford Bridge povero Chelsea.

E larcivescovo anticipa di unora la catechesi


(d.c.) Come da tradizione, l'arcivescovo di Napoli vedr la sfida a casa. E ha deciso di anticipare di unora, alle 19 l'incontro di catechesi per la Quaresima. Non ho esitato un attimo, per rispetto verso i fedeli che vogliono esprimere la loro passione per la squadra spiega Crescenzio Sepe alla Gazzetta . Io stesso, come tutti i napoletani, aspetto con trepidazione la sfida col Chelsea. Questo evento una grande opportunit di ritorno del Napoli e della citt sulla scena internazionale. I giocatori diventeranno ambasciatori di una nuova Napoli che deve risorgere grazie agli uomini di buona volont.

Tolsi Careca al 70 mettendo in campo Bigliardi, un difensore. Quando usc gli dissi "Antonio scommetto che stavi vedendo due palloni" e lui meravigliato "come ha fatto ad accorgersene mister?" "Perch capitato anche a me di giocare con la febbre". Careca aveva vissuto i tre giorni precedenti al match con quaranta di febbre, il massaggiatore Andrea Di Meo gli cambiava le lenzuola del letto ogni due ore tanto erano sudate. Al mattino della gara era sfebbrato ma fu una decisione delicata. Per aveva fatto gol allandata... Decisi di metterlo dentro e meno male perch segn il 3-1.
Fin 3-3 quella sera, il pareggio che serviva dopo il 2-1 del San Paolo. E qui a Londra come finir?

La missione prima della partenza era la seguente: far rimbombare anche a Stamford Bridge, sulle note di Tony Britten, quel The Chaaampioooons urlato a squarciagola al San Paolo. Uno spettacolo da brividi. Da ieri, Londra diventata allimprovviso un po meno grigia e un po pi azzurra. Saranno almeno 5mila i sostenitori che seguiranno la squadra di Mazzarri, non solo allo stadio ma anche nei pub. Come a Fitzrovia, Tottenham, al Napoli Fans Club London. Le storie di questa invasione azzurra sono tante e chiss quante se ne possono raccontare: c Roberto, il commercialista che ha affittato un appartamento per 12 amici, dai 25 ai 69 anni; c Francesco che ha passato 6 ore davanti al pc per comprare il biglietto; c Pietro che ha speso 650 euro dai bagarini, ma per la storia ne vale la pena.
Passione infinita Nelle grande occasioni i tifosi del Napoli non tradiscono. Si armano di entusiasmo, pazienza, allegria e partono per seguire la squadra che pi del cuore non ce n. Sin dai tempi di Maradona, dalle sfortunate apparizioni in Coppa dei Campioni dell88 a Madrid (a porte chiuse) e Ujpest e Mosca nel 1990. Nella vittoriosa cavalcata Uefa 88-89 arrivarono le pacifiche invasioni di Bordeaux (ottavi), Monaco (semifinale) e Stoccarda (finale). Per capirci, lo scorso agosto per il Trofeo Gamper, prestigioso, ma pur sempre unamichevole, le Ramblas di Barcellona somigliavano a Mergellina e Plaa della Catalunya a piazza dei Martiri. Per restare agli ultimi anni (siamo allEuropa League 2010-2011), perfino la lontana Elfsborg in Svezia stata presa dassalto dai napoletani. E poi Utrecht, Vila-Real, e Liverpool, con Anfield pieno di italiani, circa 3000 in citt. E in questa Champions, impossibile dimenticare ancora Vila-Real, Manchester tinta di azzurro, e soprattutto Monaco, dove ottomila tifosi avevano riempito Marienplatz, e per un giorno lAllianz Arena stata pi azzurra che rossa. Ma stasera saranno tutti a Londra: i 6 milioni di cuori che battono dalla Nuova Zelanda a Brooklyn.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
su Careca Fu un azzardo fargli giocare 70 minuti nel ritorno della finale Uefa con lo Stoccarda. Aveva avuto la febbre a 40. Solo che allandata aveva segnato

Convinsi Andrea Carnevale a coprire una fascia per aiutare i centrocampisti. Andrea ca-

Beh, io sono di parte, vedo solo azzurro... Tentando di essere obbiettivo dico che il Napoli arriva a questo appuntamento al momento giusto perch ha recuperato la migliore condizione generale dopo un

Ah non ho il minimo dubbio, passa il Napoli... Un ottimismo totale dettato anche da una considerazione tecnica: il Chelsea una ex ottima squadra. Quando cambi spesso allenatore significa che il gruppo ha perso consistenza. E vero che gli inglesi fuori casa non sono degli eroi e in casa di trasformano ma un Chelsea che sta in piedi con i cerotti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

Ronaldo a Berlusconi Io faccio altri sogni


Cristiano piace al presidente rossonero: Ma la A non il campionato dove vorrei andare. Sto bene al Real
COS IN CAMPO A MADRID, ORE 20.45

LA STORIA INFINITA

4
S

SI INTENSIFICANO LE VOCI SUL PORTOGHESE

NEL 2008 Dopo aver vinto il terzo scudetto con lInter, il 29 maggio 2009 Roberto Mancini viene esonerato. Al suo posto arriva Jos Mourinho

S
NEL 2009 Dopo aver risolto consensualmente il contratto con lInter, il 19 dicembre 2009 Mancini approda al Manchester City

Mou-bis in Premier pi di un tam tam Attenzione, Mancini


alzare un trofeo. E allora, ecco pronto Mourinho. Dato al Sun quel che del tabloid pi potente e diffuso del Regno Unito, bisogna aggiungere che non si tratta di unisolata speculazione giornalistica. C del vero, pare. E questa fetta di vero che Mancini condannato a vincere se vuole restare a Manchester e prolungare il contratto, in scadenza nel 2013. Mancini deve conquistare la Premier dopo 44 anni per una serie di ragioni. Primo: lo sceicco Mansour ha speso molto e il rosso dellultimo bilancio di 195,9 milioni. Secondo: dopo essere stato in testa da agosto a marzo, chiudere al secondo posto sarebbe una beffa atroce. Terzo: i tifosi del City hanno ormai fatto la bocca al titolo e le lacrime del fan beccato dalle telecamere dopo la sconfitta di Swansea dicono pi di mille parole. Mourinho sarebbe la soluzione gradita a tutti: dirigenza, tifosi e, naturalmente, allo stesso portoghese, affascinato dallidea di poter ripetere nel City i successi ottenuti a Porto, Londra, Milano e Madrid. Sarebbe un remake del 2008 allInter: via Mancio, dentro Mou.
Derby: Liverpool okay Intanto, nel recupero del 26 turno di Premier League, ieri sera il Liverpool si aggiudicato il derby con lEverton con un netto 3-0, con tre gol, i primi due molto belli, di Steven Gerrard. Questa la classifica: Manchester United 67 punti; Manchester City 66; Tottenham 53; Arsenal 52; Chelsea 49; Newcastle 44; Liverpool 42; Sunderland 37; Everton 37; Fulham 36; Swansea 36; Norwich City 36; Stoke City 36; Wba 35; Aston Villa 33; Blackburn 25; Bolton 23; Qpr 22; Wolves 22; Wigan 21.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il tecnico del City rischia di non vincere il titolo e c chi vede Jos al suo posto. Come S NEL 2010 nel 2008 allInter
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Cristiano Ronaldo, 27 anni, al Real Madrid dal 2009 AFP


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

DARCO

FILIPPO MARIA RICCI MADRID

Sogna, Cristiano Ronaldo. Tanto, dice lui. Ma non il Milan n la Serie A. Non sono sogni calcistici, confessa ammiccante con i capelli alla Rodolfo Valentino e lo sguardo che vorrebbe non essere da meno. Sogna altre forme, il portoghese. Con buona pace, e grande rispetto, per i sogni di Silvio Berlusconi, che sostiene di vederselo apparire nel sonno con discreta frequenza. Ronaldo fa la sua apparizione nella sala stampa di Valdebebas dopo oltre un anno e mezzo e fa rimpiangere la sua prolungata assenza. Perch il portoghese sincero, e dice alcune cose, oltre al tema onirico, di sicuro interesse.
Niente Serie A Ma partiamo dal

che rispetto come i sogni. Nessuno sa cosa ci riserva il futuro per ora sto molto bene dove sto. Insomma, il nostro calcio al calciatore pi pagato del globo non interessa pi di tanto. Incassiamo e andiamo avanti.
Silvio Berlusconi, 75 anni, ha ammesso la sua passione per la stella del Real
Mourinho rimane al Real E parlia-

sueo di Silvio: Anche io sogno tanto, per non sono "sueos" legati al calcio, sogno altre cose... Rispetto i sogni altrui ma io sto bene qui e qui voglio continuare. E poi, se devo essere onesto, la Serie A non esattamente il campionato dove pi mi piacerebbe giocare Anche se l ci sono grandi giocatori e squadre molto forti,

mo di futuro. Ronaldo si sbilancia su quello di chi ieri sedeva alla sua sinistra, Jos Mourinho. Resta qui, resta qui, ripete con una risata che da una parte vuole tranquillizzare il madridismo e dallaltra ripararlo dallo sguardo immoto dellinteressato. Mou resta impassibile, Ronaldo pare sicuro di ci che dice. E tra i due, chi pi importante nel Real Madrid? Listituzione, il club, questo il Real Madrid. Domanda che arriva sulla scia della dichiarazione di Messi, che aveva detto che al Bara Guardiola pi importante di lui.

Che cosa penso di Cristiano Ronaldo? Ormai lo sogno tutte le notti...


SILVIO BERLUSCONI PATRON DEL MILAN

Il duello Leo, presenza costante e ingombrante nella vita di Cristiano. Che anche ieri ha ascoltato un paio di domande tendenti allacido sullargentino, che se in Liga dietro (32 gol a 30), in Champions molto avanti (12 a 4) cos come a livello stagionale (50 a 40). Non minteressa ci che fanno gli altri, ma solo quello che faccio io e che fa la mia squadra. Se segno, bene. Se no fa lo stesso. Fare 5 gol in una sola partita? Sono contento per Messi, una cosa che fa bene al calcio, e spero di farli anche io un giorno. Con chi ai quarti? Visto che andata bene col futuro di Mou, ci si riprova. Con la Champions: rivincita col Bara, o magari un quarto di finale col Benfica? Prima bisogna vincere col Cska, perch altrimenti non ci sono i quarti. Col Benfica s sarebbe bello giocare, ma non va bene considerare gi superato lostacolo Cska. Anche se sono convinto che al Bernabeu faremo una grande gara e passeremo. Perch Ronaldo onesto e non riesce a far finta di preoccuparsi dei russi. Che poi sogni un quarto col Benfica, col Barcellona o col Milan, quello non lo sappiamo. Perch lui sogna altre cose.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo due scudetti e una Coppa dei Campioni vinti con lInter, il 28 maggio 2010 Jos Mourinho passa al Real Madrid

STEFANO BOLDRINI LONDRA

S
Roberto Mancini, 47 anni, allena il Manchester City dal 2009

Non ti guardare le spalle, Roberto. Con la foto di Mancini e, dietro di lui, limmagine di Jos Mourinho, il Sun ha cominciato a tirare ieri la volata al ritorno dellallenatore portoghese in Inghilterra, destinazione Manchester City. Il commento di Ian Wright, ma dietro c pi di una semplice opinione. Sono in tanti a volere di nuovo Mourinho in Premier, dai dirigenti che intendono ridare lustro al campionato in vista della trattativa per i diritti televisivi dove potrebbe affacciarsi a suon di miliardi Al Jazeera -, ai procuratori, passando per gli allenatori e i tifosi in adorazione dello Special One. Ma cominciata anche lopera di demolizione di Mancini. Lo stesso Sun illustrava ieri quanto ha speso lallenatore italiano da quando guida il City, confrontandolo con i colleghi. Mancini ha acquistato per un totale di 175,95 milioni, Mourinho al Real costato 98,5 milioni, Ferguson ha investito 55,6 milioni, Guardiola si limitato a 33,91 milioni e Wenger vanta addirittura un attivo di 12,93.
Retroscena La morale del Sun

molto semplice: Mancini uno spendaccione che rischia di chiudere la stagione senza

DUE GRANDI EX DITALIA LATTACCANTE BRASILIANO CAMBIA ANCORA SQUADRA, LARGENTINO RACCONTA UN SUO DRAMMA

Ciao Corinthians Adriano pronto al s al Flamengo


MAURICIO CANNONE RIO DE JANEIRO

S
In alto a destra Adriano, 30 anni. Lex bomber dellInter aveva firmato con i brasiliani del Corinthians il 28 marzo 2011. Lanno prima aveva giocato con la Roma, ma il contratto era stato risolto consensualmente dopo soli nove mesi

Finisce il matrimonio di Adriano col Corinthians. Prossima fermata? Forse il Flamengo, dove lImperatore potrebbe ritrovare Vgner Love, con il quale aveva giocato nel 2010. Adriano aveva firmato con il Corinthians il 28 marzo 2010, ad aprile si era infortunato al tallone dachille, per questo aveva debuttato solo il 9 ottobre. In totale, ha collezionato otto presenze e due gol. Gi venerd

scorso lallenatore del Corinthians, Tite, aveva annunciato che lex centravanti dellInter avrebbe saltato le partite in programma oggi e sabato. Non si impegnato negli allenamenti, ha commentato, molto arrabbiato. Poi la goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso: lattaccante si sarebbe rifiutato di salire sulla bilancia. In unintervista recente, Adriano ha detto di pesare 100 chili e che il suo peso ideale sarebbe 98. Cresciuto al Flamengo prima di approdare in Italia, lex di Inter, Parma, Fiorentina e Roma era tornato al rubro-negro di Rio nel 2009, vincendo lo scudetto e segnando 19 reti. Le porte del Flamengo sono aperte per lui, dice Paulo Csar Coutinho, il vicepresidente. Ma dobbiamo sapere se vuole essere lAdriano del 2009.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Batistuta rivela: Non camminavo Ho avuto paura


S
In basso a sinistra, Gabriel Batistuta, 43 anni. Lex bandiera di Fiorentina e Roma ha smesso di giocare nel 2004. Recentemente stato nominato direttore sportivo del Colon di Santa Fe
Sono stato malissimo, non potevo quasi pi camminare. la rivelazione choc che Gabriel Batistuta ha affidato a unintervista pubblicata dal settimanale francese France Football. Lex attaccante della Fiorentina - con i viola ha segnato 152 gol in Serie A -, e campione dItalia con la Roma, racconta di non poter pi correre, ma di aver rischiato molto di pi. Non posso pi giocare a pallone perch non posso pi correre - spiega Batigol -, ma adesso cammino abbastanza bene. E quando il giornalista francese

gli chiede se la colpa possa essere attribuita a un eccesso di infiltrazioni, lui prosegue: S, ma non pi di tanto. Giocavo sempre. Su una stagione da 70 partite ne facevo 65. E davo sempre tutto fino in fondo. Non riuscivo ad accettare di restare fuori per un infortunio. Ma poi ammette: Se tornassi indietro, forse starei pi attento a me stesso, ma certamente poi nemmeno troppo. Mi piaceva fare gol, sentire il pubblico. Lex attaccante argentino, 43 anni, ha terminato la sua carriera nel 2004 dopo una stagione in Qatar. Di recente stato nominato direttore sportivo del Colon di Santa Fe. E a proposito dei suoi rimpianti confida: Avrei vinto il Pallone d'oro se avessi giocato nel Barcellona o nel Manchester. Ma io volevo vincere con la Fiorentina.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19

SERIE A

TUTTI I TANDEM

Tiro a segno Milan


La coppia di punte pi forte della A? Ibra e... Nocerino
Con 9 reti il centrocampista unottima spalla dello svedese che gli ha dato 3 assist: 28 gol in 2
LE PERLE DI ANTONIO DA DOVE SONO PARTITI E DOVE SONO FINITI I SUOI TIRI

ILLUSTRI PRECURSORI

A
S

MILAN Ibrahimovic Nocerino 28 (19+9) NAPOLI Cavani Lavezzi 24 (16+8) UDINESE Di Natale Basta 23 (18+5) LAZIO Klose Hernanes 21 (13+8) ATALANTA Denis Moralez 20 (15+5) GENOA Palacio Jankovic 19 (14+5) INTER Milito Pazzini 19 (14+5) PALERMO Miccoli Budan 17 (11+6) FIORENTINA Jovetic Cerci 16 (12+4) JUVENTUS Matri Marchisio 16 (10+6) ROMA Borini Osvaldo 16 (9+7) SIENA Calai Destro 16 (11+5) BOLOGNA Di Vaio Acquafresca Ramirez 14 (9+5) CATANIA Lodi Bergessio 14 (8+6) PARMA Giovinco Biabiany/ Floccari/ Modesto 13 (10+1+1+1) LECCE Di Michele Muriel 12 (7+5) CAGLIARI Larrivey Conti 10 (7+3) CESENA Mutu Candreva/ Eder 9 (7+1+1) CHIEVO Thereau Moscardelli/ Paloschi/ 9 (5+2+2) NOVARA Rigoni Morimoto 9 (6+3)

Liedholm 18 gol E il record assoluto per un centrocampista in Serie A. Lo stabil nel 1949-50 con il Milan. Nel 1950-51 ne realizz 13

S
Matthus 16 gol Il tedesco al secondo posto di questa speciale classifica. Le 16 reti le mise a segno con la maglia dellInter nel 1990-91
GDS

Zlatan Ibrahimovic, 30 anni, insieme ad Antonio Nocerino, 22 REUTERS

MARCO PASOTTO MILANO

Nessuno tocchi Nocerino. Se qualcuno ci prova in campo interviene Ibrahimovic e volano schiaffoni. Se qualcuno si azzarda ancora a farlo a parole, provando a rimpicciolirlo, interviene direttamente Galliani. In sette mesi di Milan Antonio diventato una via di mezzo fra Calimero e Superman. I compagni lo prendono in giro per alla fine gli riconoscono i superpoteri. Perch ci sono periodi in cui tutto gira bene, ma se questo avviene senza interruzioni dallautunno alla primavera non pu essere un caso.
Premiata ditta Assieme a Ibra,

p Antonio di pochissimi centimetri e alla.d. rossonero piace pensare sia gol del suo giocatore. Comunque per il momento ne bastano pure 9 perch, uniti ai 19 di Ibra, sono sufficienti per proclamare il Noce e Zlatan la coppia gol pi prolifica del campionato. Ventotto reti: ovvero pi della met di quelle totali rossonere, che sono 55. Gli altri attaccanti vengono tutti dopo: al Milan la premiata ditta del gol composta per met da un centrocampista.
Funzionalit La firma di Noceri-

lomaggio

zio di sganciarsi la ricetta perfetta per il tecnico rossonero. Il Noce, poi, dove lo metti sta. Meglio a sinistra, lo sa lui stesso come il suo allenatore, ma anche a destra se la cava. Dipende dallaltra mezzala: con Muntari gioca a destra, con Emanuelson e Aquilani a sinistra, con Seedorf dipende. Ora c anche Prandelli che sta pensando a lui come incursore con licenza di partire qualche metro pi avanti rispetto alla classica linea mediana.
Gol in coppia E allora magari ci

S
Curti 15 gol Largentino del Padova ha segnato tantissimo nel 1949-50 e si ripetuto nella stagione successiva: 13 reti

Antonio il giocatore rossonero con pi continuit di rendimento. E ora a un passo dal decimo gol, traguardo non richiesto a un mediano. In realt ha fatto 9 gol e mezzo, ama ricordare Galliani con riferimento allautorete di Pisano a Cagliari: il difensore rossobl antici-

Antonio Nocerino, 26 anni, arrivato al Milan lestate scorsa dopo tre stagioni al Palermo
PHOTOVIEWS

no domenica scorsa col Lecce particolarmente esaustiva: Antonio si inserito con tempi perfetti, Ibra lo ha servito in torsione praticamente senza guardarlo. Tutto molto semplice da vedere, ma la gestazione non casuale. Se lo fosse, quello di Zlatan non sarebbe il terzo assist stagionale dedicato ad Antonio. Fa parte del suo new look tattico: arretrare o allargarsi per far spazio ai compagni porta anche questi effetti. Al resto ci pensa Allegri, con la sua filosofia di gioco incardinata sugli inserimenti della mediana. Avere un centravanti che apre gli spazi e un centrocampista col vi-

Dal Milan 19 rose per la Spadini


Adriano Galliani (con Ibra nella foto EPA) ieri aveva promesso rose per chiudere lo spiacevole episodio e rose sono state. Ieri pomeriggio a Milanello la giornalista di Sky Vera Spadini, che domenica era stata offesa da Zlatan Ibrahimovic dopo la gara con il Lecce (Cazzo guardi, vai a cucinare), ha ricevuto un mazzo di rose arancioni con un bigliettino firmato AC Milan. Curiosit: le rose sono 19 come i gol segnati in questa stagione da Ibrahimovic...

potr essere qualcuno che continua a storcere il naso, che vede il Noce come un giocatore non abbastanza nobile per calpestare il Camp Nou. Al Milan se ne infischiano. Antonio si rivelato lacquisto pi azzeccato della scorsa estate e quando va in gol con Ibra garanzia di successo. In questo campionato capitato gi cinque volte: con Parma, Genoa, Siena, Cagliari (senza Pisano sarebbe successo anche allandata) e Lecce. Il Noce fa il fenomeno in campo, poi quando esce da San Siro i compagni lo prendono a scappellotti sulla testa. A lui non dispiace essere un po Calimero, perch sotto sotto sa di avere la tuta da Superman.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Brugnera 13 gol Con il Cagliari and a segno 13 volte nella stagione 1966-67. Lanno successivo conquist lo scudetto con la squadra sarda

IERI LA RIPRESA VERSO LA TRASFERTA DI SABATO

aMilanello
S
Allegri 12 gol Anche il tecnico rossonero stato un centrocampista cannoniere. Questa quota lha raggiunta nel 1992-93 con il Pescara

Maxi Lopez e Seedorf vicini al rientro: in panchina a Parma


FABIANA DELLA VALLE MILANO

Operazione Parma. Il Milan ieri tornato a lavorare per preparare la trasferta in Emilia di sabato pomeriggio. Tutti presenti ma nessuno dei giocatori attualmente indisponibili per infortunio (dieci in totale) ancora rientrato in gruppo. Lavoro mattutino per Boateng e Flamini, che stanno proseguendo nel loro programma di recupero, allenamento personalizzato pomeridiano per Nesta, Maxi Lopez, Pato e Seedorf. I pi vicini al

rientro sono Maxi Lopez e Seedorf, che sabato a Parma potrebbero anche sedersi in panchina. Per gli altri bisogner aspettare almeno la gara di marted 20 con la Juventus (Boateng potrebbe farcela) o quella con la Roma di sabato 24. Migliorano le condizioni di Nesta (allunghi e corsa per lui), che per viene valutato giorno per giorno. Anche Cassano prosegue nel suo programma di recupero, mentre Gattuso, che ha gi avuto lidoneit sportiva, per poter avere lokay della procura antidoping deve smaltire la quantit di cortisone che ha in corpo.

Aquilani titolare? A Parma po-

tremmo rivedere in campo dal primo minuto Aquilani: il centrocampista ha giocato due spezzoni di partita contro Arsenal e Lecce e potrebbe prendere il posto di Muntari, apparso non brillantissimo domenica. In difesa mancher ancora Mexes, che deve scontare lultima giornata di squalifica: accanto al totem Thiago Silva (che ieri ha svolto lavoro personalizzato ma non ha alcun problema fisico) molto probabile la riconferma di Bonera, che ha fatto bene nelle ultime partite.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il cantante Tel balla con i brasiliani


Visita a sorpresa ieri a Milanello: il cantante brasiliano Michel Tel, che domenica si esibito in concerto a Roma, ha fatto tappa al centro sportivo rossonero per salutare i connazionali Thiago Silva, Pato e Robinho. I tre lhanno accolto con grande entusiasmo e si sono voluti esibire insieme a Tel nellormai celebre balletto BUZZI

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

SERIE A
ANDAMENTO LENTO LA PARABOLA BIANCONERA: DAI 4 GOL AL PARMA ALLO 0-0 DI GENOVA

DARCO

Juve, caccia al gol


Solo 39 reti su 172 tiri nello specchio
Conte lavora per risolvere il problema. A Firenze forse tocca a Borriello, a secco da maggio
DAL NOSTRO INVIATO

Quagliarella Un paio di gol,

G.B. OLIVERO VINOVO (Torino)

Sarebbe sbagliato ridurre il problema del gol della Juve al rendimento del centravanti. La squadra di Conte gioca un calcio moderno in cui tutti vanno al tiro e la prima punta non aspetta la palla in area con lunico scopo di fare gol. La Juve la squadra che ha tirato pi in porta sinora, 172 conclusioni. Da cui ha estratto 39 reti. evidente che in attacco qualcosa non va e non a caso Conte cambia spesso la prima linea. Se Pepe fondamentale per il lavoro sulla fascia e Vucinic il genio da cui non si pu prescindere, il centravanti il ruolo che pi fa riflettere allenatore e dirigenti. E se per il futuro si cerca un top-player, per il presente Conte deve trovare una soluzione affidabile. Perch i continui cambi denotano la ricerca della formula ideale e anche la difficolt ad individuare un titolare. Per la partita di sabato a Firenze sono in risalita le quotazioni di Borriello, che potrebbe prendere il posto di Matri e non solo per una sera. Quagliarella e Del Piero, invece, attenderanno il loro momento in panchina.
Matri I numeri difendono Ales-

Matri a Genova stato deludente, Marco il pi adatto per giocare con Vucinic
messo pressione a Matri, non felicissimo dellarrivo di Borriello. Che adesso potrebbe soffiargli il posto.
Borriello Marco non ha ancora

fatto un gol nella Juve e non segna da maggio. Perch Conte dovrebbe lasciare in panchina Matri per inserire lui? Innanzitutto perch la storia degli attaccanti fatta cos: allimprovviso la ruota gira e i gol fioccano. E poi perch Borriello unisce alle qualit in area anche un utilissimo lavoro di sponda per i compagni, a cui pu aprire spazi per gli inserimenti, e sembra molto adatto anche ad assecondare lestro di Vucinic. Ultimo particolare da non trascurare: Matri tira la carretta da settembre, Borriello decisamente pi fresco e sembra molto vicino al top.

qualche rara apparizione e la sensazione di precariet. Per tornare sui livelli dellautunno 2010 Fabio avrebbe bisogno di giocare con continuit senza paura di sbagliare. Invece in una squadra che lotta per lo scudetto e in cui c concorrenza il tempo un lusso che nessuno pu permettersi. A Bologna, quando entrato nel momento migliore della Juve, Quagliarella sembrato impacciato. Ci non toglie che abbia delle qualit (una per tutte: il tiro improvviso) che possono servire. Ecco perch, piuttosto che linutile e disordinato Elia, non sarebbe stato folle inserire lui nel finale di Marassi.
Del Piero Per quanto riguarda il capitano, infine, il discorso non solo tecnico o atletico. Domenica a Genova Del Piero ha giocato male i pochi minuti che ha avuto a disposizione. Ma non quello il punto. Per la prima volta Ale sem-

LE RETI DELLE PUNTE

DARCO

MEDIA-VOTO GAZZETTA

5.62
Borriello
Lex Roma arrivato a gennaio: 13 pre senze

sandro: 10 gol in questo campionato, 19 in 40 partite da quando arrivato alla Juve. E senza rigori. Eppure Matri in discussione: nelle ultime sei partite stato titolare tre volte e solo contro il Chievo rimasto in campo per novanta minuti. Evidentemente Conte non completamente soddisfatto del suo lavoro e in effetti a Genova stata deludente. Probabilmente la concorrenza ha

6
Matri
La media voto dellex Cagliari, che in campionato ha giocato 24 gare

5.94
Del Piero
La media voto del capitano, che finora ha collezionato 15 presenze

5.86
Quagliarella
La media voto di Fabio: anche lui ha giocato fino ad ora 15 partite

brato vuoto, privo di gioia, quasi estraneo alla realt della sua squadra. E nonostante il suo vicino addio alla Juve, questo sorprende perch Del Piero si allena sempre con una seriet e una professionalit impressionanti. Anche ieri, prima di segnare due bellissimi gol in partitella, si sottoposto a un durissimo lavoro atletico per migliorare la brillantezza e la reattivit. Non in discussione il suo impegno. A livello inconscio, per, pu darsi che qualcosa si sia rotto. E inutile adesso cercare di capire perch o attribuire delle responsabilit. Meglio guardare avanti perch in una squadra oggettivamente povera di classe la qualit (anche part-time) di Del Piero e le sue capacit balistiche possono comunque essere preziose. E a proposito del part-time, storicamente Ale fatica a entrare rapidamente in gara. Nonostante abbia lavorato anche su questo aspetto, gli riesce difficile fare la differenza in dieci minuti: meglio schierarlo mezzora o lasciarlo del tutto in panchina. Ma qui torniamo al punto di partenza, alla ricerca della formula magica. Conte conosce bene i suoi giocatori e il capitano meglio degli altri. Cos a volte preferisce correre il rischio di non vederlo entrare in partita nella speranza che gli basti comunque una giocata per far vincere la squadra. Perch con il Del Piero di qualche anno fa in testa alla classifica ci sarebbe la Juve, ma il tempo lunico avversario davvero imbattibile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

domande a...
JOSE ALTAFINI ex attaccante
Commentatore Sky

Il tecnico deve puntare forte sullattaccante pi in forma


Jos Altafini, 73 anni, brasiliano di origini italiane, stato un grande attaccante degli Anni 60 e 70. Ha giocato con Palmeiras, Milan, Napoli, Juventus. Attualmente commentatore tv.

1 Perch la Juventus segna cos poco ultimamente? Semplice: perch non ha luomo che risolve. Il Milan ha Ibrahimovic, lInter ha Milito, anche allestero grandi squadre come Real e Barcellona hanno Ronaldo e Messi. 2 Non pu essere anche una questione di condizione atletica? Di lucidit, pi che altro. La Juve produce una massa di gioco impressionante, ma non la mette dentro. Limpressione proprio che gli attaccanti siano poco lucidi sotto porta, anche perch a volte sbagliano gol clamorosi, che giocatori di quella qualit non sbagliano. La Juve gioca con lidea che debbano correre e segnare tutti. Ma chi gioca di punta dovrebbe correre di meno, tornare meno indietro... Poi certo, forse in questo periodo subentra anche un po di nervosismo. 3 La soluzione qual , visto
che a questo punto il grande bomber non si pu acquistare? Se fossi lallenatore, prenderei lattaccante pi in forma che ho e gli direi: adesso ti faccio giocare quattro partite di fila, non ti tolgo neanche un minuto e vediamo quanto segni. Io non sono molto daccordo con questo entrare-uscire, con questo continuo ricambio di attaccanti.

FIORENTINA GI ESAURITI I BIGLIETTI PER LA CURVA FIESOLE

A FIRENZE SARA MEINI

Amauri segna, lha promesso


Mencucci ha
fiducia, ma teme per Jovetic che lavora e prova a recuperare
ALESSANDRA GOZZINI FIRENZE

Radio Rai lancia unaltra donna radiocronista


(ro.pe.) A 24 anni di distanza dalla prima volta di Nicoletta Grifoni e a 13 da quella di Gabriella Fortuna, Radio Rai lancia sabato unaltra donna per una radiocronaca di Serie A. E Sara Meini, 33 anni, fiorentina, in forza alla Tgr Toscana, che commenter Fiorentina Juventus assieme a Giuseppe Bisantis. Meini, gi volto di Novantesimo minuto e Stadio Sprint, ha anche un passato come calciatrice (ha esordito in A con lAcf Firenze). Sono onorata ed emozionata spiega Sara . Sono cresciuta ascoltando "Tutto il calcio", realizzo un sogno. Tra laltro in una partita cos importante.

Da solo Jo-Jo vale met Fiorentina, appena tre delle otto vittorie in campionato sono state agganciate senza il suo piede, sabato arriva la Juve e anche per questo lattaccante ha ripreso il lavoro dedicando quattro ore alle cure per il ritor-

no-flash. Un sesto della giornata passato a scalare la tabella di recupero: Jovetic ha segnato il 44% dei gol della squadra, lattenzione puntata sulle possibilit di rivederlo in campo dunque logica conseguenza dellinfluenza che ha sul gruppo. Ieri Jo-Jo si presentato al centro sportivo intorno allora di pranzo, per uscirne alle cinque e trentacinque: oltre quattro ore di fisioterapia per tentare la totale riattivazione dei muscoli.
Cautela Un super-impegno solitario dallincerta riuscita: noto invece lesito degli esami di Jo-Jo, che nove giorni fa evidenziarono una lesione di primo grado al bicipite femorale, con

prognosi di un paio di settimane. Luscita contro la Juve, ultima tappa a cui la piazza tiene, incoraggia la voglia di accelerare i tempi, e non deve allarmare il fatto che nellamichevole di oggi (aperta al pubblico) Jove non si mostrer. Contrariamente alle previsioni fatte fin qui di fronte a un dubbio sul suo utilizzo (ottimista la Fiorentina, pi cauto il giocatore) le sensazioni sono ora ribaltate: Jovetic spinge ed ha buone sensazioni, dal club non si espongono e chiedono altro tempo per le verifiche. Tipo la.d. Mencucci a Sky: Non sappiamo ancora se ci sar, ma se anche non ci fosse, avremo comunque modo di godercelo a lungo, dichiarazio-

ne utile a ribadire lincedibilit del gioiello.


Entusiasmo Altra nota contraria

alle ultime esibizioni, la Fiorentina avr intorno una massiccia presenza di tifo: la curva Fiesole gi esaurita. Ancora Mencucci: Saremo anche provinciali, ma per noi la Juve la Juve, e Amauri mi ha promesso un gol; prima di mettere tra virgolette una preoccupazione gi fatta filtrare: E la seconda volta che ci capita di incontrare una squadra che si lamentata per gli arbitraggi, non vorremmo ci fosse un condizionamento psicologico per errori avvenuti altrove.
RIPRODUZIONE RISERVATA

4 Conte ha dato sempre unopportunit a tutti. Ma non unopportunit se uno gioca una partita e se non segna quella dopo va in panchina. Piaccia o no, si sceglie uno, il pi in forma, e gli si d fiducia.

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

Il momento delicato dei bianconeri

LUdinese a caccia di benzina Pi pasta per tutti


MASSIMO MEROI UDINE

LUdinese in riserva. Urge fare un bel pieno di carburante, per riprendere a correre. Ma gli impegni infrasettimanali ci impediscono di fare un certo tipo di lavoro, spiega il preparatore atletico Adelio Diamante. Per questo dieci giorni fa Guidolin (nella foto) si inalber per le amichevoli delle nazionali stabilite dalla Fifa: Chi stila questi calendari capisce poco di calcio, si lament. LUdinese avr a disposizione una settimana tipo da luned prossimo, il guaio che tra

domani e domenica i bianconeri si giocheranno una bella fetta di futuro. Prima la gara di ritorno con lAz Alkmaar in Europa League (si parte dal pesante 2-0 dellandata a favore degli olandesi) e poi domenica sera il faccia a faccia per il terzo posto con il Napoli, che avr un giorno di recupero in pi dalle fatiche europee essendo impegnata stasera a Londra con il Chelsea. Chi gioca la Champions avvantaggiato sostiene Guidolin , se scendi in campo venerd, mercoled e domenica come far il

Napoli, il tempo per allenarti ce lhai. Se la scansione domenica-gioved-domenica, invece no. E allora in questi casi si punta sul recupero delle energie. Per il reintegro del glicogeno muscolare spiega il professor Diamante necessario alimentarsi con carboidrati entro e non oltre trenta minuti la fine dellimpegno agonistico. Ecco perch nello spogliatoio bianconero vengono serviti puntualmente piatti di pastasciutta...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Genoa
FILIPPO GRIMALDI GENOVA

Marino alla ricerca di un altro zero


Contro la Juve difesa imbattuta: non accadeva dall11 dicembre
Fuori dal tunnel? A Pegli ne sono quasi convinti. La gara con la Juve andata in archivio con due note liete per il Genoa: la prima volta senza reti al passivo sotto la gestione-Marino (Coppa Italia compresa). E pure la prima gara con zero gol subti dopo 11 partite: Frey non rimaneva imbattuto dal giorno della vittoriosa trasferta di Siena, l11 dicembre scorso.
Strano, ma vero Certo, rimane quel numero terribi-

Gli arabi a Palermo Creata una societ


Palermo
FABRIZIO VITALE PALERMO

Roma
MASSIMO CECCHINI ROMA

La Roma pensa gi al futuro: Mondo Italia di Dubai pianifica con Zamparini E il presidente avvisa Mutti: Se perde ancora... Pedro e Destro
quando c stata la prima apparizione a Palermo di Ahmed Al Zubeidi, lintermediario tra Zamparini e gli imprenditori arabi.
Societ a Dubai Non stato ancora ufficializzato il primo investitore (come era stato annunciato a febbraio), ma stata creata una societ a Dubai che servir a trovare i partner da portare al Palermo. E stata costituita una settimana fa nel pi alto grattacielo del mondo - spiega Al Zubeidi -. Si chiama Mondo Italia e servir per trovare gli investitori che vogliono entrare in affari con Zamparini. Ci sono gi dei nomi, ma non li faremo. Qualunque investitore, quando investe grosse cifre di denaro, vuole capire i suoi benefit, vuole capire ci che gli ritorna da questo investimento. Le strategie sembrano gi delineate, cos come i capitali da investire. E il fatto che fosse presente anche Asher Schon, vice presidente del gruppo Schon Properties di Dubai con cui Zamparini sta realizzando il progetto del porto turistico di Grado, fa presupporre che uno degli investitori potrebbe essere proprio lui. L'obiettivo investire 200 milioni di euro nellarco di cinque anni continua Al Zubeidi . Gli investimenti nel Palermo ci saranno, solo che prima va fatto un piano. Ci stiamo lavorando. Zamparini ha gi in mente cosa fare con laumento di capitali: Il Palermo potrebbe coprire il disavanzo e fare un mercato diverso sostiene -. Spero di continuare a scovare giovani talenti e di tenerli, invece di venderli. Vorrei avere un bilancio come quello del Napoli che supera quello del Palermo di almeno 50 milioni. Mutti Dal futuro prossimo al presente, che si chia-

le (48) nella casella delle reti prese da inizio stagione (nessuno ha fatto peggio in A), ma il paradosso di avere pure il secondo miglior numero uno del campionato (per Frey la media-voto gara 6,38: davanti a lui solo Benassi 6,50) si spiega con i mille problemi avuti fin dallestate nel reparto arretrato. Colpa di molte recidive (Kaladze, ora rientrato) e assenze lunghe (Bovo e Antonelli su tutti). Il cauto ottimismo in tal senso nasce anche dal fatto che domenica i rossobl hanno affrontato il 5 miglior attacco della A. Luned per Carvalho-Kaladze lesame a Roma. Infine una pillola di mercato: nel mirino Edinson Flores, 94, peruviano, compagno di Andy Polo gi preso dal Genoa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mattia Destro, 20 anni, attaccante del Siena AFP

Totti si fermato: oggi gli esami. In arrivo laccordo con la Disney


Premesso che nella famiglia Disney si vive sempre felici, logico che ci sia differenza tra lessere Topolino oppure Clarabella. E allora, nel giorno in cui il presidente ombra James Pallotta festeggia il suo 54 compleanno, i tifosi della Roma si scoprono a sperare che alla luce dellimminente accordo con il colosso dellentertainment internazionale il magnate si dimostri presto Zio Paperone. Magari a convincerlo ci penser il d.g. Franco Baldini, visto che si trova ad Austin (Texas) alla convention della Raptor di Pallotta, per poi puntare verso Orlando (Florida) alla sede Disney e ufficializzare un accordo che, in attesa di specifiche (partnership commerciali, campus in stile accordo Chelsea 2008, parco giochi allOlimpico, eccetera), ha fatto salire ieri il titolo in Borsa di quasi il 3%.
Totti & De Rossi stop Restando in tema Disney, giova ricordare che, nella storia del Topolino italiano, nel 2008 un giallorosso ha gi legato il suo nome al record di vendite. Si tratta di Papertotti, ovvero del fumetto ispirato al capitano della Roma. Insomma, il biglietto per la Disney c gi. Peccato che proprio ieri Totti si sia fermato per una contrattura al flessore della coscia sinistra che oggi sar valutata con una ecografia. Non sembra nulla di grave, ma meglio essere prudenti. Stessa cosa per De Rossi, che ha fastidio a un tallone. In ogni caso un problema di poco conto, che pu essere ovviato anche grazie allutilizzo di una scarpetta contenente una imbottitura speciale. Da valutare domani anche le condizioni di Rosi. Pedro, Destro & Palacio Gran parte dellattenzione dei tifosi, per, gi concentrata sul mercato che verr. E allora rimbalzano gi tre nomi che paiono interessare al club giallorosso: Pedro (Barcellona), Destro (Siena) e Palacio (Genoa). Il primo con larrivo di Sanchez ha visto i propri spazi ridursi e cos potrebbe accettare la corte di Luis Enrique che lo conosce bene (occhio per al Milan). Il secondo, in compropriet col Genoa, piace parecchio e si sposa bene con Borini (occhio per alla Juve). Il terzo era gi un pallino del d.s. Sabatini nello scorso mercato e non escluso che la Roma torni alla carica. Daltronde, una volta entrati nelluniverso Disney, sognare diventer pi facile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ahmed Al Zubeidi e Maurizio Zamparini GETTY

Gli arabi si avvicinano al Palermo. E a fine campionato potrebbero entrare nel pacchetto azionario rosanero. Parola del presidente Zamparini. Continua il dialogo tra il mondo imprenditoriale mediorientale e il patron rosanero, cos come le visite nel capoluogo siciliano. Loccasione stata linaugurazione del centro commerciale del presidente friulano La Conca dOro.
Met percorso Gli uomini daffari di Dubai sono

Kaka Kaladze, 34 anni, e Sebastien Frey, 32 TANOPRESS

Cagliari
FRANCESCO VELLUZZI MILANO

Una strada in citt per gli eroi del 70


La chiede un gruppo su Facebook: in consiglio comunale la proposta
Il Cagliari attuale delude e cambia allenatori. Che fare? Meglio consolarsi con quello che vinceva ed entusiasmava. Altri tempi. Il 12 aprile saranno passati 42 anni dallunico scudetto del Cagliari di Gigi Riva e Manlio Scopigno. E un gruppo di nostalgici, capeggiato dal giornalista de La Nuova Sardegna Enrico Gaviano, pensa di intitolare una strada della citt al Cagliari campione dItalia.
In Comune La mobilitazione su Facebook ha coin-

tornati in citt per vedere da vicino lultima opera di Zamparini. Li ho invitati allinaugurazione del centro commerciale spiega il numero uno rosanero -, poi torniamo insieme in Friuli dove abbiamo altri investimenti e stiamo parlando anche di calcio. Stiamo lavorando per trovare la formula giusta. Entro la fine della stagione spero che tutto vada in porto. Percentuali di riuscita? In altri settori siamo gi al 100 per cento, nel calcio direi che siamo al 50 per cento. Qualcosa si mosso rispetto a un mese mezzo fa,

ma Lecce, da dove il Palermo deve ripartire per scongiurare la quarta sconfitta consecutiva. Mutti non dovrebbe rischiare anche se Zamparini si dice preoccupato: Voglio che il nostro allenatore rimanga fino alla fine della stagione. Certo, se dovesse perdere altre 2-3 partite di fila... Tutto per dipende dai giocatori, parler con loro perch quella di Lecce una partita difficilissima. Avrei preferito incontrare l'Inter e non i pugliesi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lazio
STEFANO CIERI ROMA

Rivelazione Alfaro Medico e titolare


In campo un tipo tosto, fuori uno studente modello: Reja lo lancia
Da oggetto misterioso a quasi titolare. Da carneade su cui fare una facile ironia a elemento che pu diventare utilissimo nella volata finale. E la curiosa parabola di Emiliano Alfaro, luruguaiano arrivato alla Lazio in sordina a gennaio e scoperto dopo un paio di mesi da Reja e dallintero gruppo biancoceleste.
Combattente Una vera rivelazione, in campo e

lermo. Ma quella era la sua prima partita dopo due mesi e mezzo. E, soprattutto, era sceso in campo con pochi allenamenti sulle gambe, causa un infortunio muscolare rimediato al suo arrivo a Formello. Un mese dopo apparso pi tonico, pi in sintonia col resto della squadra e soprattutto tosto, uno di quegli attaccanti che i difensori non amano affrontare. Lesatto contrario di ci che fuori dal campo. Alfaro infatti un ragazzo pieno di interessi, che ama la lettura e che sui libri trascorre parecchie ore al giorno. Studia Medicina, iscritto allUniversit di Montevideo e ha in programma di conseguire la laurea.
Verso Catania Nel frattempo cercher di essere promosso dal professor Reja. Il tecnico sta seriamente pensando di lanciarlo titolare domenica a Catania. Con Alfaro al fianco di Klose Reja potrebbe infatti tornare al 4-3-1-2, il modulo con cui aveva affrontato pi di messo campionato prima di convertirsi al 4-2-3-1 un paio di mesi fa. Per Catania, tra laltro, lallenatore goriziano dovrebbe recuperare almeno tre infortunati: Brocchi, Radu e Rocchi, che ieri si sono allenati regolarmente. Anche Cana sta molto meglio, ma lui dovrebbe tornare disponibile dalla successiva sfida col Cagliari, mentre resta incerta la situazione di Konko: ieri ha lavorato a parte, ma per Catania potrebbe farcela.
RIPRODUZIONE RISERVATA

volto pi di 500 persone. Non unenormit. Ma un consigliere comunale dellItalia dei Valori, Ferdinando Secchi, lha presa sul serio e proprio l11 aprile presenter la proposta in consiglio al sindaco Massimo Zedda che, peraltro, tifosissimo da quando era bambino. Il comune di Portotorres nel sassarese ha dedicato nel 2001 una piazza ai rossobl. E non lo pu fare la citt che ha vissuto quel miracolo? In attesa di news, la squadra ha ripreso ieri a lavorare con Massimo Ficcadenti, richiamato dopo lesonero di Ballardini. Lobiettivo uno solo: battere il Cesena.
RIPRODUZIONE RISERVATA

fuori. Domenica contro il Bologna stato uno dei pochi a non volersi arrendere, nonostante la doppia inferiorit numerica. E piaciuto al pubblico e ai compagni di squadra per la sua voglia di lottare e anche per due piedi che non sono apparsi poi cos male, come era invece sembrato dopo la precedente (e unica) apparizione, un mese fa a Pa-

SEGUI LA TUA SQUADRA tutte le notizie in tempo reale su

www.gazzetta.it/Calcio

22

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

SERIE A
la scheda
STEFANO PIOLI 46 ANNI ALLENATORE BOLOGNA

giudizio del Tombo


DI DANIELE TOMBOLINI

Stefano Pioli nato a Parma il 20 ottobre 1965. Da giocatore, difensore, le grandi gioie le ha avute con la Juve (1984-87) vincendo scudetto, Coppa Campioni e Intercontinentale. E stato in Nazionale Under 21. Da allenatore ha cominciato con le giovanili di Bologna e Chievo. La prima B a Salerno: si salva. Debutta in A a Parma, la sua citt, nel 2006. Via dopo 23 gare. Poi altra B a Grosseto Piacenza e Sassuolo. Torna in A al Chievo nel 2010.

Brighi e De Marco volano Rizzoli stecca malamente


Il nostro top male in Genoa-Juve: non vede rigore e gol bianconero. Peruzzo e Damato, che errori
27 GIORNATA
PARTITA ARBITRO BONUS ERRORI PUNTI

Stefano Pioli, 46 anni, allena il Bologna da 22 turni: esonerato dal Palermo prima del via, subentr a Bisoli ANSA

CHIEVO-INTER NAPOLI-CAGLIARI GENOA-JUVENTUS MILAN-LECCE LAZIO-BOLOGNA NOVARA-UDINESE PALERMO-ROMA CESENA-SIENA ATALANTA-PARMA CATANIA-FIORENTINA

MAZZOLENI BRIGHI RIZZOLI DE MARCO GUIDA PERUZZO BANTI DAMATO GERVASONI DOVERI

2 1 2 2 2 2 2 2 2 1

-5 -5 -3 -

2 1 -3 2 2 -3 2 -1 2 1

Super Pioli
Da mastro Trap a Magic Ramirez Cos fermo le big
A Torino ho imparato ad allenare, a Bologna schiero ragazzi che mi ricordano i Lakers
ANDREA TOSI BOLOGNA

CONTRO LE GRANDI

LEGENDA Bonus Gara facile 0, gara insidiosa 1, gara difficile 2, gara difficilissima 3; Errori su un gol -3, su un rigore -2, su unespulsione -1

CLASSIFICA GENERALE
ARBITRO GARE PUNTI

BOLOGNA-MILAN 2-2 11 dicembre 2011 Il Bologna ferma il Milan sul 2-2. Un pareggio raggiunto con un bellissimo gol di Alessandro Diamanti ANSA

fare una telefonata. Quando risal in auto, disse che erano cambiati i piani e il percorso. Ero stato ceduto alla Juve.
L svoltata la sua carriera?

A un anno di distanza dallultima volta, il Bologna tornato a occupare la parte sinistra della classifica. Il merito di Stefano Pioli che dal nono posto (sarebbe il settimo guardando alla sua gestione di 22 partite) vede la salvezza vicinissima. A 47 anni, lallenatore del momento.
Pioli, com nata la sua passione per il calcio?

Sicuramente. Nei miei tre anni a Torino ho frequentato tanti campioni ma soprattutto ho potuto godermi le lezioni del marted di Trapattoni, maestro di calcio e di vita. Ascoltando lui ho imparato a distinguere e a rispettare i ruoli.
Ha giocato ad alto livello per 11 stagioni. Qualche rimpianto?

Buono anche se ho subto tre esoneri. Riconosco solo quello di Parma, mi ha fatto male perch allenavo la squadra della mia citt. A Modena mi hanno richiamato dopo tre giornate e siamo andati ai playoff. Lultimo di Palermo non lo considero neppure.
Zamparini dice che si mangiato i genitali per averla mandata via...

BERGONZI DE MARCO ORSATO TAGLIAVENTO CELI GUIDA DAMATO GERVASONI BANTI MAZZOLENI DOVERI ROCCHI RIZZOLI GAVA BRIGHI MASSA RUSSO ROMEO GIACOMELLI CALVARESE VALERI TOMMASI TOZZI PINZANI GIANCOLA OSTINELLI NASCA PERUZZO GIANNOCCARO

14 13 12 12 12 14 14 12 13 13 13 11 13 10 13 3 12 11 2 3 13 3 1 1 1 2 1 12 12

24 23 20 18 16 15 14 12 11 11 9 8 7 7 7 6 6 5 5 5 4 4 1 1 1 1 1 0 0

Segnali di miglioramento. Da sottolineare il trend di crescita di Brighi che dopo un avvio disastroso sta recuperando. Molto in palla il sorprendente De Marco che insidia il primato di Bergonzi. Sono invece Damato, Peruzzo e Rizzoli, i tre tenori, che steccano. A Cesena, il gol di Brienza era da annullare per fuorigioco (-3) sugli sviluppi del rigore parato da Antonioli; a Novara era da convalidare il gol di Danilo (-3) e la trattenuta di Garcia a Di Natale valeva un rigore (-2). A Genova, infine, inciampa addirittura il top Rizzoli che prima non fischia il penalty per la strattonata in area di Carvalho su Matri (-2) e poi, male assistito da Cariolato, cancella alla Juve il gol di Pepe, in linea col genoano Moretti (-3).

NAPOLI-BOLOGNA 1-1 16 gennaio 2012 Il Bologna mette tanta paura al Napoli che riesce a pareggiare il gol di Acquafresca con Cavani su rigore LAPRESSE

Taccuino
SIENA

La Classifica
SQUADRE PT PARTITE G V N P RETI F S

Brkic, intera seduta DAgostino a parte


SIENA (a.l.) Allenamento po meridiana oggi a Colle val dElsa per il Siena. Brkic ha svolto lintero alle namento con i compagni, differen ziato per Bolzoni, DAgostino e Gon zalez.

Giocando nella Coop NordEmilia, la polisportiva del quartiere Pablo dove sono cresciuto a Parma. Ho iniziato a nove anni, accanto ai miei fratelli, il pi grande Leonardo e Danilo. Ero Pioli II, anche mio padre Pasquino faceva parte della squadra come dirigente e un anno anche come allenatore. Con noi cera sempre mamma Maria Luisa, la pi competente ed esigente della famiglia in fatto di pallone. Io nel week-end facevo sempre la doppia: il sabato coi Giovanissimi, la domenica con gli Allievi regionali.
Aveva ambizioni da ragazzo?

Dopo la Juve, ho fatto due anni a Verona e sei a Firenze. Ma troppi infortuni mi hanno fre-

Con lui ho avuto un ottimo rapporto, diretto e competente. Mi ha voluto fortemente. Sullesonero stato consigliato male.
Adesso il suo Bologna davanti alla Fiorentina di Rossi e al Cagliari di Ballardini (esonerato): due che avevano rifiutato la panchina rossobl prima di lei. Ci pensa?

CAGLIARI INTER-BOLOGNA 0-3 17 febbraio 2012 Il Bologna umilia lInter a San Siro segnando tre gol. Il protagonista Marco Di Vaio, due gol FORTE

Dossena, che botta Clavicola fratturata


CAGLIARI (m.f.) Brutta bot ta per il Cagliari: il centrocampista Dessena ha riportato la frattura del la clavicola destra.

Quando vedo Gaston e Diamanti mi sembra di allenare Magic Johnson e Worthy Abbiamo fatto tanto, ma abbiamo 35 punti. Io ora penso soltanto al Chievo

Penso solo che stiamo facendo bene. Ma a 35 non siamo salvi e ci aspetta una sfida durissima col Chievo.
Lei ha visto giusto. E cos?

MILAN JUVENTUS LAZIO NAPOLI UDINESE ROMA INTER CATANIA BOLOGNA PALERMO CHIEVO ATALANTA* GENOA SIENA FIORENTINA PARMA CAGLIARI LECCE NOVARA CESENA

57 53 48 46 46 41 40 38 35 34 34 33 33 32 32 31 31 25 20 17

27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27

17 13 14 12 13 12 12 9 9 10 9 9 9 8 8 7 7 6 4 4

6 14 6 10 7 5 4 11 8 4 7 12 6 8 8 10 10 7 8 5

4 0 7 5 7 10 11 7 10 13 11 6 12 11 11 10 10 14 15 18

55 39 42 50 37 40 38 35 29 39 22 31 35 32 27 33 26 30 22 16

22 17 33 28 24 33 36 35 31 44 33 29 48 28 28 42 35 44 46 42

DONNE

Lazio k.o. in casa Oggi Venezia-Roma


(f.sal.) La Lazio perde 0 1 il re cupero della 14a giornata contro Fi renze. Oggi Riviera di Romagna Tor res (ore 15) e Venezia Roma (16).

CHAMPIONS PRELIMINARI CHAMPIONS EUROPA LEAGUE RETROCESSIONE


La classifica tiene conto di questordine preferenziale: 1) punti; 2) a parit di partite giocate, la differenza reti; 3) numero di gol segnati. *Atalanta ha sei punti di penalizzazione

Agli inizi per me il calcio era solo un gioco. Per sostenni due provini con club di A: il Bologna mi scart, il Milan mi voleva prendere ma avrei dovuto fare avanti e indietro in treno tutti i giorni, da casa mia a Milanello. I miei genitori non erano convinti e cos venni arruolato dal Parma.
A 19 anni arriv la chiamata della Juve. Come la prese?

nato. Nel 90 ero nel pieno della maturit quando mi sono rotto il crociato in coppa Uefa, un incidente che ha avviato il mio declino. Ho smesso a 34 anni perch volevo subito allenare e ci sono riuscito proprio grazie al Bologna che mi affid gli Allievi nazionali.
I compagni pi forti con cui ha giocato?

Ero convinto che lorganico avesse buone qualit, ora ne siamo tutti consapevoli. I giocatori hanno dimostrato grande disponibilit nei miei confronti e attaccamento alla maglia. Guardate Krhin: nessuno sfiduciato. Il gruppo cresciuto insieme.
Lei segue il basket Nba. Ci sono analogie col calcio?

28a Giornata
Sabato 17 marzo PARMA MILAN (ore 18) FIORENTINA JUVENTUS (20.45) Domenica 18 marzo, ore 15 CAGLIARI CESENA (ore 12.30) BOLOGNA CHIEVO CATANIA LAZIO INTER ATALANTA LECCE PALERMO SIENA NOVARA UDINESE NAPOLI (ore 20.45) Luned 19 marzo, ore 20.45 ROMA GENOA

BOLOGNA-JUVENTUS 1-1 7 marzo 2012 Il Bologna ferma anche la Juventus nel recupero al DallAra. Segnano il solito Di Vaio e Vucinic FIORENTINI

PRIMAVERA

(1-4) (1-2) (1-1) (1-0) (1-1) (1-1) (0-2) (1-1) (0-2) (1-2)

Si gioca il recupero Cesena-Vicenza


Oggi alle 15 a Villa Silvia di Liz zano si gioca Cesena Vicenza, recu pero 4a giornata.

Fu una sorpresa, con un colpo di scena. Era il febbraio dell84. Dopo un derby con la Reggiana, il nostro ds Ricky Sogliano mi disse: domani fatti trovare al casello autostradale con tuo padre, andiamo a Milano a firmare con lInter. Durante il tragitto, Sogliano si ferm per

Platini, Baggio e Batistuta.


Gli allenatori che pi lhanno influenzata?

Trap, Bagnoli e Ranieri.


Il suo ruolino da tecnico gi corposo. Il bilancio?

Tifavo per i Lakers dello showtime. Ricordo le sfide epocali coi Boston Celtics. Nel calcio lo showtime lo fa il Barcellona con un gioco veloce, semplice, incalzante. Guardiola un grande a prescindere dal materiale di cui dispone. Nel nostro piccolo vogliamo provarci. Abbiamo due giocatori che possono spaccare la partita facendo spettacolo. Ramirez e Diamanti sono come Magic Johnson e James Worthy. I miei idoli di quei Lakers.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SECONDA DIVISIONE

Orlando e Materazzi entrano nel Treviso


TREVISO (g.p.z.) Dopo il d.s. Mauro Traini, il Treviso aggiunge al tri tre manager: Massimo Orlando, ex calciatore di Milan, Juventus e Fiorentina, si occuper degli osser vatori e delle p.r.; Beppe Materazzi, ex allenatore, responsabile del larea tecnica; Ivano Reggiani, con sulente del Boca Juniors, il nuovo d.g. Mercato: dovrebbe firmare il di fensore Gigi Panarelli.

Marcatori
19 RETI: Ibrahimovic (6) (Milan); 18 RETI: Di Natale (3) (Udinese) 16 RETI: Cavani (2) (Napoli) 15 RETI: Denis (3) (Atalanta) 14 RETI: Palacio (2) (Genoa); Milito (3) (Inter) 13 RETI: Klose (Lazio) 12 RETI: Jovetic (4) (Fiorentina) 11 RETI: Miccoli (1) (Palermo); Calai (4) (Siena) 10 RETI: Matri (Juventus), Giovinco (4) (Parma) 9 RETI: Di Vaio (1) (Bologna)

LAZIO-BOLOGNA 1-3 11 marzo 2012 Il Bologna annienta la Lazio allOlimpico con un secco 3-1. Nella foto la rete di Krhin, la terza ANSA

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

controCorrente
di DANIELE MICCIONE

LA PROPOSTA AUDI ALLA DUCATI PU ESSERE UNA BELLA OCCASIONE


di marchi decotti non si contano. Gli inglesi hanno venduto tutto: Jaguar e Land Rover sono finite in India, la Mini deve il suo rilancio ai tedeschi di Bmw. La svedese Volvo diventata cinese. Il caso della Ducati diverso. Si tratta di unazienda in crescita, che vende 40 mila moto in tutto il mondo, ha il 10% del mercato delle sportive e una bacheca infinita di vittorie e Mondiali. Adesso deve fare il salto di qualit. Ma come ha detto il proprietario Andrea Bonomi: Ci vuole il supporto di un partner industriale di rilevanza mondiale. E in questo momento probabilmente non c niente di meglio di Volkswagen. Saranno rispettosi dellanima italiana della Ducati? S perch in questo caso lidentit business, nessuno compra un marchio mitico per privarlo della storia. La Volkswagen talmente consapevole del valore aggiunto che pu dare lItalia in questo campo che ha dato tutto lo stile del Gruppo in mano a un comasco, Walter de Silva, ha comprato due anni fa lItaldesign di Giugiaro, e rilanciato litalianissima Lamborghini lasciando a SantAgata Bolognese posti di lavoro, centro stile e progettazione. Per questo, in attesa della prima vittoria di Rossi (foto Epa), possiamo guardare con fiducia al futuro Ducati. Anche se la bussola dovesse puntare verso la Germania.
RIPRODUZIONE RISERVATA

tratta lacquisto Ducati: ci L Audimarchio simbolodellaper portaresarebbero 850 milioni sul tavolo in Germania un del nostro motorismo. Sgombriamo subito il campo dagli equivoci. Una Ducati italiana piace a tutti. Lauto e la moto sono stile, tecnologia, prestigio e posti di lavoro. Nessun Paese ci rinuncia volentieri. Fatta la premessa, ragioniamo su quello che successo nellindustria a quattro e due ruote negli ultimi anni. Le acquisizioni

dallaPrima

laPuntura
di ROBERTO PELUCCHI

sigarotoscano
di MARCELLO LIPPI

STATA UNA BEFFA CRUDELE MA ORA BISOGNA CAMBIARE TUTTO


di FRANCO ARTURI

f
Il Vaticano ha tolto il patrocinio alla Clericus Cup per colpa di suore, preti e seminaristi indisciplinati come ultr. Ecco quello che succede quando si invita chi senza peccato a scagliare la prima pietra.

lacrime, lacrime. Da Cambiasso a L acrime, fino ai tifosi. Edopo una serata coRanieri ingeneroso entrare nello spogliatoio dellInter s per stilare bilanci brutali. Si vorrebbe avere rispetto della fatica, della delusione e anche del dolore. Di chi ci ha creduto fino al 92 e ha dato davvero tutto. La dimensione beffarda delleliminazione (dalle due occasioni pazzesche sbagliate allinizio fino allesecuzione finale di Brandao) pesa come unEverest sulle spalle di Maicon e dei suoi compagni. Un complotto del destino per soffrire oltre ogni limite. Ma dopo aver reso pieno merito al valore, losservatore esterno ha il dovere di chiamare le cose come stanno: questa la stagione del fallimento. Tecnico e di programmazione. Il pasticcio Forlan, un allenatore licenziato al primo soffio di vento contrario, un mercato in entrata senza luce (da Castaignos ad Alvarez), la cessione di Etoo, veterani spremuti, un gioco anonimo, perso in una selva di numeretti senza senso: 4-4-2, 4-3-1-2 e le tante inutili varianti. Se mettiamo in fila tutto questo perfino miracoloso che il sogno di una svolta improvvisa si sia prolungato fino a met marzo. Quanto al nor-

malizzatore Ranieri, si limitato a gestire quel che restava nei muscoli dei suoi. Difficile addebitargli colpe specifiche, ma di certo non ha saputo o potuto inventare nulla. LInter dominatrice della Champions due anni fa uscita dagli ottavi per mano di una modesta squadra francese, ancora pi in crisi dei nerazzurri, come dimostrano le ultime quattro sconfitte consecutive. E vero, Moratti ha visto dare tutto ai suoi nella notte pi importante. Il problema gigantesco che quel tutto davvero poco, al momento. Questa pattuglia di ex dominatori non oggi in grado di proporre un uomo che salti lavversario in dribbling, che crei superiorit numerica, che vada sul fondo a crossare. Uno c stato, in verit, a pochi minuti dal fischio iniziale. Si chiama per Javier Zanetti, anni 38, non precisamente capitan Futuro. Bisogna accettare la realt in tutta la sua crudezza perch lunica strada per non sbagliare anche la prossima stagione. Molti hanno ricordato come il rinnovamento sarebbe dovuto cominciare un secondo dopo il fischio finale di Madrid, che sanciva un miracolo glorioso e irripetibile. Pura teoria: non c riuscito nessuno nella storia del calcio. Il primo problema stato a nostro avviso un altro, quello di vivere nel culto della memoria, in particolare di Jos Mourinho: in quel momento lambiente ha perso la sua capacit di innovare e ha preparato la strada verso un ribaltamento totale della storia. Milito, Maicon, Cambiasso, Zanetti stesso: li ricordiamo, in questo anno orribile, soprattutto nelle loro espressioni di impotenza dolente. Sneijder no: ha unaltra faccia, anche se la conclusione della vicenda stata la stessa. Sarebbe dovuto essere licona di questInter di passaggio, diventa limmagine della sconfitta. Impressionante, solo pochi giorni fa, la dichiarazione del suo allenatore che ricordava di aver visto il vero Sneijder solo allultima partita, circa otto mesi dopo il via della stagione. Non ci sar un domani per questo gruppo. Per lInter naturalmente s, ma cambiando tutto, proprio tutto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli credici! A Londra devi giocare come sai


Cuore, organizzazione e fantasia: sono le carte vincenti da usare contro il Chelsea

laVignetta
di STEFANO FROSINI

Ezequiel Lavezzi ed Edinson Cavani: gli uomini gol del Napoli PHOTOVIEWS

TwitTwit

ci sia zarri, stasera Stamford bello chevivereaanche MazBridge, per insieme ai suoi azzurri questa splendida favola, costruita con abilit, entusiasmo, saggezza e tanta competenza in pochissimi anni. Perch s, il Napoli pu andare avanti in Champions: i quarti sono alla portata. Il Napoli un bel mix: fantasia, cuore, organizzazione, generosit e un pizzico di spregiudicatezza che lo dimostrano Manchester, Monaco, Villarreal gli consente di affrontare partite del genere, dentro o fuori, con il piglio giusto. Senza timori reverenziali. E con la consapevolezza di possedere le armi giuste per vivere 90 (o pi) minuti totali, fatti di difesa attenta, di grandi parate di De Sanctis, di interdizione e rilancio velocissimo in mezzo al campo con la rapidit di Maggio, Lavezzi, Cavani e Hamsik. Il Chelsea non sar troppo diverso da quello dellandata. Il cambio di allenatore, da Villas Boas a Di Matteo, non porter a stravolgimenti tecnici. Ma attenzione la voglia della vecchia guardia (avversaria del portoghese) di dimostrare qualcosa, di mettersi alle spalle il recente passato difficile, influir sullaspetto psicologico. Si tratta comunque di una squadra forte, di grande esperienza internazionale, abituata a certe emozioni. Il Napoli non dovr cambiare approccio, strategie o quadro tattico: partite del genere, partite che valgono una stagione, si giocano con la stessa impostazione tecnica, tattica e psicologica che ti ha portato fin qui. Difesa a tre, mediana compatta, tridente atipico. Il Napoli ha armi importantissime che, pian piano, sono cresciu-

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

te con i grandi risultati e con unautostima sempre maggiore. Senza dimenticare levidente crescita atletica delle ultime giornate, frutto di una preparazione mirata. A centrocampo, dove si giocher tanto della sfida, sar importante che Inler e Gargano mantengano posizione e feeling: sono due giocatori straordinari e complementari. Inler, superato il problema di ambientamento iniziale, tornato sui livelli abituali: un grande giocatore che fa pressing insistito. La ricchezza del Napoli che anche Gargano pressa con la stessa intensit. E poi, recuperata la palla, lo svizzero resta in posizione e luruguayano riparte in velocit verso lattacco dei tre straordinari atipici: Hamsik, Lavezzi e Cavani. Li vedi davanti e poi dietro, Cavani a difendere sulla bandierina, Lavezzi a inseguire e ripartire a testa bassa, Hamsik a dare profondit. Segna un po meno? Non importa, il gioco che conta. Sono tutte componenti decisive che possono essere riproposte senza problemi a Londra. Pi che il vantaggio dellandata, conta il fatto di come il Napoli sia riuscito ad ottenerlo: con un gioco superiore, con intensit e personalit. Il Chelsea, trovandosi davanti al suo pubblico, convinto di poter ribaltare il risultato. Drogba, siamo tutti daccordo, un grande attaccante. Ma io starei attentissimo a Sturridge che tecnico, ha giocate improvvise e invenzioni. Oltre che a Mata, piccolo e sveltissimo. Prepariamoci ad assistere a una partita comunque fantastica. Con la speranza che ancora una volta, alla fine, il San Paolo possa cantare in coro O surdato nnammurato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MARK CAVENDISH
Campione del mondo di ciclismo

Eccitatissimo per aver trovato Internet in albergo. In Italia raro come trovare qualcuno senza occhiali da sole...
@MarkCavendish

Walter Samuel si dispera a fine partita LAPRESSE

ALDO SERENA

ilCaso

Commentatore, ex dellInter

TESSERA, FIDELITY CARD E POLEMICHE TANTO RUMORE PER (QUASI) NULLA


di RUGGIERO PALOMBO

#Milito, Milito abbassati un tantino e metti la Capoccia..... non con il petto di pollo
@Aldito11

n diluvio di parole. La tessera del tifoso sparisce, si materializza la fidelity card e il dibattito sinfiamma. Seconda puntata con il contributo del ministro Gnudi, quello riveduto e un po corretto dellex ministro Maroni, e quello di Giuseppe Marra, consigliere della Roma e direttore di Adnkronos, lagenzia che ieri ha veicolato sul tema di tutto e di pi. Prima di dare spazio alle tre voci, una opportuna puntualizzazione. Larchitrave della tessera del tifoso poggia su una doppia funzione: necessaria per andare a vedere in trasferta le partite nel settore riservato agli ospiti, ed soprattutto necessaria per andare in trasferta a vedere le partite soggette a restrizione, quelle cio che losservatorio del Viminale definisce a rischio (oggi davvero poche), dove senza tessera il non residente non pu acquistare il biglietto in nessun settore. Cosa cambia con la fidelity card? Assolutamente nulla. Queste due misure restano invariate. Ed bene sia cos. Per quanto ci riguarda, non la chiamavamo schedatura prima, figurarsi adesso che la fidelity consentir ai club non di lucrarci sopra (come qualche societ aveva fatto dando alla tessera una valenza di carta di credito obbligatoria) ma di usare tanta fantasia per dare al tifoso il

valore aggiunto di iniziative promozionali. Detto questo, la parola ai protagonisti di giornata. Maroni, che luned ci era andato gi duro (Hanno vinto le tifoserie ultr e violente), ha precisato: Ho preso atto che il direttore della Figc annunciando un cambiamento di rotta ha detto che ci saranno meno controlli e questa non di certo una buona notizia, riferendosi a un flash dagenzia in cui lestrema sintesi delle dichiarazioni di Antonello Valentini poteva avere generato un qualche equivoco. Il problema della violenza c ed quello che purtroppo ha fatto svuotare i nostri stadi ha dichiarato il ministro Gnudi replicando cos allintervento di Marra (Dare fiducia agli individui, agli appassionati di calcio, sottrarli a schedature pregiudiziali e nominalmente quasi denigratorie ci sembra un primo passo almeno sotto laspetto psicologico, un atto di fiducia nelle capacit di autoregolamentare i propri comportamenti...), che si spinto oltre. Auspicando la convocazione di una sorta di Stati generali del calcio per risolvere il problema degli stadi inadeguati. Calcolando che gli ultimi Stati generali del calcio sono stati a fine gennaio 2006, e lunico segno che hanno lasciato stato, quattro mesi dopo, lesplosione di Calciopoli, non si sa se prenderla come una promessa o una minaccia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NICOLA SAVINO
Conduttore di Radio Deejay

Eh niente, me li porto tutti allIsola dei famosi. #amala


@NicoSavi

DAN PETERSON
Leggendario coach di basket

Raquel Welch avr pure 72 anni ma stata votata al 2 posto (dietro la Jennifer Anniston) come la donna pi calda di sempre. Amen
@therealcoachdan

LUIGI DATOME
Ala della Virtus Roma di basket

Ragazzi! Il TW su Daniel Mvp a Pesaro stato ripreso dalla #Gazzetta (su carta)! Che potenza mediatica il gigio...
@GigiDatome

24

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

Il Novara e gli 007 contro il tarocco Cos scopriremo se qualcuno bara


Una societ belga controller le gare del club Il patron De Salvo: Chi sbaglia deve pagare Credo ai miei giocatori, ma bisogna vigilare
DAL NOSTRO INVIATO

SISTEMA ANTIFRODE

Controllo su Live e flussi anomali Si parte il 16 aprile


Dal 16 aprile il sistema antifrode del Novara sar attivo. Spiega lavvocato Cesare di Cintio: Liniziativa serve a scoraggiare e isolare in futuro condotte illecite, ma serve anche al club per mitigarne le responsabilit oggettiva in un eventuale processo sportivo. Aver tentato in tutti i modi di prevenire un tarocco una attenuante. La segnalazione sui flussi anomali (compreso il pericoloso Live) sar girata, oltre che alla Procura federale, anche alle due squadre. Come dire: giocatore avvisato...

Il patron del Novara Massimo De Salvo, 35, col tecnico Tesser ANSA-BOZZANI

FRANCESCO CENITI NOVARA

La responsabilit oggettiva esiste e va rispettata. Un club sa che pu pagare un conto per il comportamento dei suoi tesserati. Il fenomeno delle scommesse preoccupante: va affrontato di petto. Far finta di nulla aumenta il rischio. In gioco c la credibilit del calcio. Se la perdiamo, e c questo pericolo, lintero sistema crolla. Ecco perch quando sono iniziate le inchieste della magistratura e il nome del Novara finito negli atti, mi sono domandato che cosa potevamo fare di concreto per combattere le combine. E sia chiara una cosa: chi ha sbagliato paghi duramente, fosse anche uno dei nostri. Non voglia-

mo amnistie: il segnale allesterno deve essere di una giustizia severa, uguale per tutti. Dallultimo dei panchinari in Lega Pro a chi gioca in Nazionale. Non esistono figli e figliastri. Il "calcio pulito" non pu essere solo uno slogan. Senza scomodare J.F. Kennedy (Non chiederti cosa il Paese pu fare per te...), la strada intrapresa da Massimo De Salvo, patron e amministratore delegato del Novara, di sicuro innovativa e controcorrente in un mondo, quello del calcio, abituato agli arrocchi e ai bizantinismi pur di difendere lindifendibile. Da domenica ogni gara della squadra piemontese sar monitorata da una societ belga (la Federbet): in caso di flussi anomali sar subito allertata la Procura federale che attraverso i suoi ispettori

potr fare opera di controllo preventivo sui giocatori.


De Salvo, si fatta unidea su quello che potrebbe accadere con le inchieste in corso?

La scorsa estate qualcuno aveva battezzato il tutto come una burletta. A distanza di mesi si capito che non cos. Ho fiducia nella magistratura e dobbiamo ringraziarli per il lavoro che stanno svolgendo. Ora tocca a noi fare altri passi.
Ci sono due partite del Novara giudicate sospette, diversi tesserati indagati e altri che dovranno dare delle spiegazioni alla Procura federale. Teme possa avere dei calciatori infedeli?

sono tranquillo. Le spiego il perch: ho guardato i miei giocatori negli occhi, chiedendogli conto delle voci. Mi hanno giurato di essere estranei ai fatti. Gli credo. Detto questo, se gli inquirenti dimostreranno il contrario sar il primo a denunciarli. Anche in sede civile. Chi sbaglia paga.
Spesso le societ decidono di fare il contrario per evitare le sanzioni. Per non parlare dellomert tra compagni...

sulle scommesse. Stiamo parlando di un reato. E il principio deve valere a maggior ragione per i dirigenti.
Si aspetta le sentenze sportive su questo campionato?

pagati. Dobbiamo fare qualcosa di concreto per prevenire il fenomeno. Io mi sono interrogato e alla fine siamo arrivati a questa scelta: credo possa davvero essere un buon argine.
Al di l delle scommesse, spera ancora nella salvezza sul campo?

Non posso avere certezze, ma

Le regole devono valere anche per i dipendenti-calciatori. Se tradisco la fiducia del datore di lavoro, c il licenziamento. I giocatori hanno il dovere di denunciare le mele marce allinterno del gruppo. Posso capire se coprono un compagno per una serata in discoteca, ma inammissibile

Certo, deve essere cos. E siccome il Novara non escluso dalle inchieste, nessuno ci pu accusare di voler approfittare della situazione. Ci vuole la certezza della pena, senza troppi tentennamenti. Se non si fa questo, allora un imprenditore potrebbe anche ripensare alla scelta dinvestire risorse nel calcio.
C in Italia una mentalit sbagliata che favorisce le combine?

Forse cos, ma non una giustificazione. Come gli stipendi non

Certo, ed proprio il motivo dellesonero di Mondonico. Lavevo scelto perch serviva una scossa e non per altre vicende. Ho richiamato Tesser perch la squadra mi sembrava rassegnata a un atteggiamento passivo in campo. Non potevo accettarlo. La vittoria sullUdinese stata la risposta che volevo. Come quella che spero di dare contro le combine.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LINCHIESTA SPORTIVA

Ventola da Palazzi: Non centro nulla Garrone jr: C rischio di mele marce
Ieri la Procura federale ha diramato il nuovo calendario delle audizioni e ascoltato Nicola Ventola per le ammissioni fatte da Gervasoni, e probabilmente confermate da Carobbio, su Novara Chievo di Coppa Italia. Uscendo dopo unora e mezza ha detto: Sono estraneo a questa vicenda. Pi che querelare tutti non posso fare altro. arrabbiatissimo perch stava cominciando unaltra vita per me, come commentatore tv. Zamperini ha deciso di non andare da Palazzi fino a quando non sar sentito dai magistrati. Intanto il vicepresidente della Sampdoria, Edoardo Garrone, si sente assolutamente sereno, anche se le mele marce possono esistere ovunque, di un eventuale coinvolgimento della sua societ nellinchiesta. Garrone parla anche di responsabilit oggettiva: Manca la giusta proporzione tra il rischio della societ e il rischio di chi commette lillecito. Questo non corretto. Se un giocatore colpevole paga per se stesso, ma la societ viene penalizzata due volte: per il danno commesso dal giocatore e perch il giocatore stesso perde valore. Infine, dovrebbero sbarcare oggi alle 7 al porto di Ancona Vinko Saka e Alija Ribic, gli slavi raggiunti da ordine di cattura il 19 dicembre, ma il loro arrivo non dato per certo, potrebbe slittare di qualche giorno.

TRIBUNALE CIVILE

De Santis-Inter, niente conciliazione Avanti col processo, udienza a ottobre


MILANO (m.b.) Niente conciliazione, il processo intentato dallex arbitro De Santis allInter prosegue. Ludienza di ieri mattina al tribunale civile di Milano davanti al giudice Dorigo non ha portato ad alcuna soluzione. Per lInter cera il legale rappresentante Ghelfi, vicepresidente della societ, con gli avvocati Beretta e Trupiano. De Santis era accompagnato dai legali Gallinelli e Lucarelli. Ghelfi avrebbe ribadito che la societ non ha mai dato ordine di pedinare De Santis e di averlo saputo soltanto attraverso la stampa. I legali dellex arbitro hanno invece ribadito lintenzione di chiedere un risarcimento allInter che sarebbe stata la

mandante dellindagine di Cipriani (fatta di foto, intercettazioni, esame anche dei suoi conti correnti). La quantificazione del danno stata rimessa al giudice, ma gli avvocati chiedono che sia parametrato con quello (eventuale) di Vieri che sta intentando un processo per lo stesso motivo. LInter ha ribadito lestraneit dei fatti (se anche fossero veri sarebbero da rimandare alla Pirelli) e linammissibilit della richiesta perch tardiva. Ci si aggiorna il 29 aprile per le memorie autorizzate, poi fino al 15 giugno c spazio per le repliche e il 24 ottobre ci si ritrover in tribunale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

SERIE BWIN DOPO LIMPRESA DI LUNEDI

Modello Verona In volo verso la A grazie al low cost


Lunica spesa stata il riscatto di Hallfredsson Debiti e budget ridotti: e poi c Mandorlini
NICOLA BINDA

La squadra Il Verona quello

Un allenatore e un direttore sportivo che non si parlano. Ci pu stare, succede nelle migliori famiglie: genitori separati in casa, figli che crescono bene. Limportante che ognuno faccia il suo dovere. Sembra un paradosso la situazione del Verona, ma i risultati fanno felici tutti: la squadra in corsa per la Serie A, la societ ha i conti a posto. Giocatori, propriet e tifosi, invece di essere vittime, festeggiano. E se Andrea Mandorlini e Mauro Gibellini si ignorano, amen.
I conti Quando il presidente

che ha vinto la Prima divisione: lunica spesa stata fatta in estate per riscattare Hallfredsson (350mila euro) dalla Reggina. Gomez e Jorginho, oggi stelle di valore assoluto, sono costati 60mila e 35mila euro (li prese anni fa lex d.s. Prisciantelli insieme al portiere Rafael per

Juanito Gomez Taleb, 26 anni, argentino da 7 gol LIVERANI

120mila) e sono rientrati dai prestiti rispettivamente a Gubbio e Sambonifacese. Tachtsidis, playmaker rivelazione, arrivato in prestito dal Genoa (come Doninelli): lHellas lo pu riscattare per 700mila euro, se no torna in Liguria per 200mila. Lepiller in prestito dalla Fiorentina e DAlessandro dalla Roma: la met dei due cartellini pu essere riscattata per 200mila euro luno. Mareco, un leader, era svincolato dal Brescia, come il secondo portiere Frattali, che tra laltro lunico della rosa che va a scadenza di contratto. E Bjelanovic, pallino di Mandorlini, stato svincolato dallAtalanta: aveva un anno di contratto, se il Verona si salva avr il rinnovo, che quindi a questo punto scontato.
I risultati La forza nel gruppo:

I NUMERI

Taccuino
TORINO

mila euro: il costo del riscatto di Hallfredsson dalla Reggina. E lunica spesa del Verona fatta dopo la promozione in B

350

In campo Pasquato con la benda


TORINO La squadra di Ventura si lecca le ferite e guarda avanti. Dopo i quattro gol incassati dal Verona lunedi sera, ieri mattina tutti in campo sotto gli occhi del d.g. Comi e del d.s. Petrachi. In gruppo anche DAmbro sio, Masiello e un Pasquato in versione pirata, con la bandana a proteggere locchio sinistro.

SAMPDORIA

Presentato progetto multimediale


GENOVA La novit pi gustosa unapplicazio ne ad hoc (e gratuita) scaricabile per iPad e iPhone con tutte le notizie sulla Sampdoria, di oggi e del passato. Ma la nuova piattaforma multimediale, nata ufficialmen te ieri, comprende pure il canale tematico Samp Tv (po tenziato con 24 ore di programmazione settimanale), una nuova veste del sito, la newsletter inviata a 30 mila utenti e, infine, lo sbarco su Twitter e su Facebook, con un dialogo continuo con i tifosi e, in tempo reale, la cro naca di tutte le partite dei blucerchiati. Soddisfatto il vicepresidente vicario Edoardo Garrone: Siamo luni ca squadra italiana con una propria tv gratuita. Il nostro futuro? Per scaramanzia sto zitto, ma limpressione che ho avuto ultimamente che la Samp adesso possa vincere qualunque partita, mentre prima accadeva il contrario.

clic
ALTRI CORI RAZZISTI: ARRIVA MAXI MULTA 40.000 EURO E DIFFIDA
Altra multa per il Verona. E che multa: 40mila euro (con la diffida per il Bentegodi) per cori razzisti rivolti luned sera, in due occasioni, a giocatori del Torino. E la sesta sanzione questanno al club ed cos alta per la reiterazione e per una precedente diffida. In totale le ammende allHellas per cori razzisti o di discriminazione territoriale ammonta a 73mila euro, pi altri 13.500 per varie intemperanze. Pi volte il presidente Martinelli ha fatto appelli ai tifosi, ma invano.

Martinelli ha rilevato il club dal conte Arvedi, il Verona era in Prima divisione sullorlo della retrocessione e del fallimento. Nel giro di tre anni e mezzo si gioca la Serie A, ha una gestione normale per la B, ha quasi ripianato i debiti e ha un parco giocatori che se non ci fosse la crisi varrebbe milioni e milioni di euro. Questo campionato costa quasi 10 milioni, a fronte di entrate superiori ai 9. Il monte stipendi di 5,6 milioni, quasi tutti sugli 80mila euro a parte un paio di eccezioni (Bjelanovic e, meno, Mareco).

facile da dirsi, difficile da realizzarsi. Novara e Varese la stagione scorsa hanno insegnato che la continuit paga dice il saggio Gibellini, il cui contratto scade a giugno. Mandorlini invece legato al Verona anche per le prossime due stagioni. Uno dei motivi di frizione con Gibellini stato il mercato di gennaio: il d.s. non voleva toccare lorganico e ha proposto Pasquato come ritocco, il tecnico ha rilanciato con pezzi pi consistenti (e costosi) come Paulinho, Ricchiuti, Bonazzoli o Jeda. La societ non ha voluto andare oltre, il budget era quello e quello doveva restare. Alla fine abbiamo preferito rientegrare Mancini e andare avanti cos taglia corto Mandorlini, che ha messo in piedi ugualmente una macchina perfetta e si rivalutato alla grande. Il colpaccio di Torino ha tolto il velo alla candidatura per la A. Verona ci crede, qualcuno potrebbe anche tornare allassalto del club di Martinelli. LHellas adesso interessa, il presidente potrebbe cedere. Il prodotto adesso vale. Eh gi: i genitori si ignorano, ma hanno fatto proprio un bel lavoro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

milioni: il monte stipendi del Verona. La media per i giocatori di circa 80mila euro netti (il top Bjelanovic con circa 150mila)

5,6

mila euro: il costo dei cartellini di Gomez (60mila euro alla Triestina) e Jorginho (35mila euro a una scuola calcio brasiliana)

95

IL GIUDICE SPORTIVO

Due turni a Pederzoli (Ascoli)


MILANO Oltre allammenda al Verona, il giudice sportivo ha squalificato per due giornate Pederzoli (Ascoli); per una Alfageme (Grosseto), Juan Antonio e Gastaldello (Sampdoria), Cosenza (Reggina), Nwankwo (Gubbio), Perticone (Modena), Rea (Nocerina) e Stoian (Bari). Allenatori: una giornata a Iachini (Sampdoria) e Salvioni (AlbinoLeffe). Altre ammende: 3.000 euro al Crotone, 1.500 al Bari, 1.000 a Torino e Vicenza.

LA SITUAZIONE

le squadre oggi in A dopo due promozioni di fila: Cesena (2008-10), Fiorentina (2002-04), Genoa e Napoli (2005-07) e Novara (2009-11)

Lanticipo Padova-Varese
Questa la classifica in Serie B dopo 30 giornate: Pescara p. 61; Torino 59; Verona 57; Sassuolo 56; Pado va 52; Varese 48; Brescia 45; Sampdoria 44; Reggina 43; Bari ( 4) 41; Grosseto 40; Juve Stabia ( 4) 38; Citta della 37; Livorno 34; Modena 33; Crotone ( 1) 30; Vicen za 29; Empoli 28; Gubbio 26; Ascoli ( 7) e AlbinoLeffe 25; Nocerina 22. Il programma del prossimo turno. Ve nerd (ore 20.45): Padova Varese (0 3). Sabato (ore 15): AlbinoLeffe Sassuolo (0 1), Empoli Bari (0 1), Gros seto Cittadella (0 2), Gubbio Crotone (1 2), Juve Sta bia Torino (0 1), Modena Nocerina (1 1), Reggina Livor no (2 0), Sampdoria Ascoli (2 1), Verona Vicenza (1 2). Luned (ore 20.45): Pescara Brescia (3 0).

PRIMA DIVISIONE Il personaggio

Ternana, talismano Danti Con Toscano pu fare tris


Insieme hanno gi vinto nel Cosenza. La punta: Si corre tanto. E il tecnico: No, qui si vola
NICOLA BERARDINO

IL GIUDICE SPORTIVO

IL CAMBIO

OGGI IN CAMPO

Lunghe inibizioni a presidente e d.s. del Lumezzane


FIRENZE Lunghe inibizioni al presidente e al d.s. del Lumezzane dal giudice della Lega Pro che ha squalificato 32 giocatori di Prima divisione. Il d.s. Nember stato inibito fino al 31 dicembre perch al termine del primo tempo, bench squalificato, entrava negli spogliatoi con fare minaccioso, sferrava calci e pugni alla porta dello spogliatoio arbitrale e colpiva con uno schiaffo un addetto federale. Il presidente Cavagna stato invece inibito fino al 31 agosto perch entrava con forza nello spogliatoio arbitrale e rivolgeva frasi offensive e minacciose. Giocatori espulsi: quattro giornate a Mateos (Bassano), espulso per offese a un guardalinee e per offese all'arbitro ; due a Capua (Avellino), Kolawole (Latina) e Caciagli (Bassano, una per recidivit in ammonizioni); una a Drudi (Bassano), Federici (Frosinone), Citro (Latina), Sosa (Taranto), Mengoni (Barletta), Ardizzone (Reggiana), Bianchi (Spezia) e Filippi (Trapani). Non espulsi: una giornata a Bonetto (Bassano), Papa (Foligno), Farina (Latina), Baiocco e Spinelli (Siracusa), Pirrone (Trapani), Masiero e Schetter (Barletta), Cori e Gaeta (Carrarese), Semenzato (Cremonese), Stefani (Frosinone), Luciani (Lumezzane), Biso e Tiboni (Monza), Coletti (Pergocrema), Bertoncini (Piacenza), Ginestra (Sorrento), Godeas (Triestina), Suagher (Tritium). Allenatori: una giornata a Dionigi (Taranto). Ammende: 750 euro Foggia, 700 Como.

Il Bassano svolta Tocca a Brucato con La Grotteria


BASSANO (Vi) Beppe Brucato, 52 anni, il nuovo tecnico del Bassano al posto di Jaconi, esonerato luned. Toccher allex tecnico del Taranto provare a salvare i veneti, ultimi nel girone B. Brucato avr come vice La Grotteria, fresco di patentino e passato in pochi mesi da calciatore alla scrivania di dirigente e ora di tecnico. LA SITUAZIONE GIRONE A Ternana p. 56; Taranto (-3) 49; Pro Vercelli 47; Carpi 44; Sorrento (-2) 43; Benevento (-2) 41; Foggia (-2) e Lumezzane 36; Avellino 35; Tritium 34; Pisa 31; Como (-2) 30; Reggiana (-2) 28; Monza 25; Spal (-4) 24; Viareggio 22; Pavia 20; Foligno (-4) 16. Cos domenica (ore 14.30): AvellinoFoggia (1-1); Carpi-Sorrento (1-2); Foligno-Pro Vercelli (1-0); PaviaTernana (2-2); Pisa-Reggiana (0-1); Spal-Monza (1-3); TarantoBenevento (venerd, ore 20.30; 1-2); Tritium-Como (2-1); Viareggio-Lumezzane (0-1). GIRONE B Trapani p. 50; Siracusa (-5) 44; Spezia 42; Cremonese (-6), Lanciano (-1) e Pergocrema (-2) 39; Carrarese 38; Barletta 37; Alto Adige 36; Portogruaro 35; Frosinone 33; Triestina 31; Prato 29; Piacenza (-6) 28; Latina 26; Andria e Feralpi Sal 24; Bassano 22. Cos domenica (ore 14.30): Andria-Latina (2-5); CarraresePiacenza (3-0); Feralpi SalBarletta (1-0); Frosinone-Trapani (2-2); Lanciano-Cremonese (luned, 20.45; 0-2); PergocremaTriestina (2-3); PortogruaroSpezia (2-0); Prato-Alto Adige (2-2); Siracusa-Bassano (2-1).

Coppa: semifinali Quattro recuperi in Seconda B


Si gioca oggi landata delle semifinali di Coppa Italia. Il progrmma: Tritium-Pisa (ore 20.30): Aureliano di Bologna. Foggia-Spezia (ore 14.30): Rocca di Vibo Valentia. RITORNO Le gare di ritorno sono mercoled 28 (entrambe alle 20.30). Le finali 11 e 25 aprile. Oggi anche quattro recuperi del girone B di Seconda: ecco programma e arbitri (ore 14.30): Giulianova-Normanna (a porte chiuse): De Faveri di San Don. L'Aquila-Milazzo: Adduci di Paola. Fano-Campob.: Pezzuto di Lecce. Melfi-Fondi: De Meo di Foggia. CLASSIFICA Perugia p. 68; Catanzaro* 66; Vigor Lamezia* 63; L'Aquila* 57; Paganese 53; Chieti* 51; Gavorrano 49; Aprilia* 45; Arzanese* 42; Normanna** (-1) 39; Fano** (-5) 38; Fondi** 36; Campobasso*** (-2) e Giulianova* (-2) 34; Milazzo* 32; Vibonese (-1) 31; Neapolis (-2) 29; Melfi** (-4) 28; Isola Liri* (-2) 27; Ebolitana* (-1) 25; Celano* 16. (un * per ogni gara in meno). ARRESTI A POGGIBONSI Con l'accusa di traffico illecito di rifiuti pericolosi e associazione a delinquere sono stati arrestati Antonello Pianigiani, presidente del Poggibonsi (Seconda A) e la moglie Antonietta Panarelli, vicepresidente. SAVONA SALVO A dieci minuti dalla chiusura dell'asta, Aldo Dellepiane ha presentato un'offerta di un euro (oltre ad un assegno di cinquemila a titolo di garanzia), rilevando il Savona che era fallito e rischiava di ritirarsi.

La Ternana che vola verso la B ha tutto: anche un talismano che segna e fa segnare. Ecco Domenico Danti, 23 anni, due promozioni a Cosenza con Mimmo Toscano, il tecnico dellattuale capolista del girone A di Prima divisione. Domenica, lattaccante arrivato a gennaio dal Vicenza, ha firmato la prima rete della vittoria sullAvellino e poi ha ispirato il raddoppio di Bernardi. Ho colto loccasione per mettermi in mostra. Ero alla mia seconda gara da titolare dopo quella di luned scorso a Pisa. Danti a Terni: unidea dellultimo mercato. Ci serviva un elemento per integrare lattacco senza metterne a rischio gli equilibri spiega Toscano conosco bene le doti tecniche di Danti, ma soprattutto ho puntato sulla sua umilt.
Primo giorno Un mese e mezzo

Domenico Danti, 23 anni GRECO

un connubio che fa strada alla buona sorte nella corsa degli umbri verso la B. S, qualcuno ha tirato fuori la storia che potrei essere il portafortuna di Toscano, ma sarebbe vero anche il contrario. E infatti Danti a Terni cerca il rilancio verso la serie cadetta dopo le esperienze, troppo fugaci, con Reggina e Vicenza. A Reggio nel passato campionato ho giocato poco (7 presenze e un gol, ndr). A Vicenza ho avuto problemi alla schiena a inizio stagione, poi ho faticato a trovare spazio. La B ora di nuovo nel suo orizzonte. Abbiamo 7 punti di vantaggio sul Taranto, ma presto per fare conti e tabelle
Lavezzi e Baggio Nel tridente dattacco Danti trova posto da esterno. Domenica a destra, nella gara precedente a sinistra. Ma con Toscano ho fatto anche il trequartista a Cosenza. E con la Ternana posso crescere ancora. Due idoli. Mi piace Lavezzi. Da ragazzo impazzivo per Roberto Baggio. Il futuro con un auspicio. Sono in compropriet tra Siena e Vicenza. A Terni sono in prestito, ma vorrei restarci: mi trovo benissimo. Un talismano che segna e fa segnare va conquistato: la Ternana di Toscano ha fatto anche questo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

fa, primo allenamento in rossoverde per lattaccante cosentino, che al rientro degli spogliatoi va verso il tecnico con una domanda intrisa di sorpresa. Ma quanto si corre? una curiosit ancorata alle stagioni di Cosenza con Toscano e al riscontro di una velocit superiore negli schemi provati dalla Ternana. Il tecnico ha la risposta pronta: Qui si deve volare. Danti sorride ripercorrendo quella scenetta. E il tono diventa pi forte quando sbuca letichetta di talismano. Due promozioni di fila a Cosenza (dalla D in Prima divisione, tra il 2008 e il 2009) con Toscano:

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

FORMULA 1 DOMENICA GP AUSTRALIA


DIARIO ONLINE LE SENSAZIONI DELLO SPAGNOLO
MELBOURNE

Alonso: Ci sar da stringere subito i denti


Pochi sei giorni di test prestagionali. Ma un calciatore fa sei allenamenti e poi va al Mondiale?
Fernando Alonso, 30 anni, alla terza stagione in rosso ANSA

Fernando Alonso impaziente di cominciare a fare sul serio. E affida le emozioni a uno strumento che pu apparire inconsueto per un pilota, incline alladrenalina pi che alla riflessione: il diario. Scrive lo spagnolo negli appunti personali pubblicati dal sito Ferrari: Non vedo lora di iniziare, Sono arrivato ieri (luned, ndr) sera a Melbourne. il viaggio pi lungo dellanno e il primo obiettivo quello di adattarsi al pi presto al fuso orario diverso. Questanno ho avuto ancora meno tempo a disposizione per guidare la vettura, visto che i test precampionato sono stati ulteriormente accorciati: sei giorni non sono

sufficienti per soddisfare la mia voglia di guidare! Lho detto diverse volte in passato: il nostro lunico sport dove vietato allenarsi. Mica si chiede a Nadal di provare una nuova racchetta solo per sei giorni o a un calciatore di allenarsi sei volte prima della Coppa del Mondo!.
I test Fernando scrive della dif-

re, dobbiamo vedere dove siamo e dare il massimo per portare a casa pi punti possibile in questa fase iniziale.
Massa Felipe Massa continua a essere un filo pi ottimista: Lho gi detto la settimana scorsa a San Paolo: nella mia testa c lidea che possiamo lottare per il podio, ma questo non vuole dire che non condivida quello che ha detto il d.t. Pat Fry a Barcellona. So perfettamente che i test non sono andati come speravamo perch avevamo degli obiettivi molto ambiziosi in termini di prestazione. Abbiamo avuto dei problemi a far funzionare nella maniera migliore il sistema degli scarichi che avevamo scelto e siamo dovuti andare su una soluzione di ripiego.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ficolt nel trarre conclusioni nelle prove prestagionali: Ognuno lavora seguendo il proprio programma e non si possono fare confronti. Sicuramente dobbiamo adattare il pi possibile lo stile di guida ad una macchina che, con il carico aerodinamico perso sul retrotreno e le nuove gomme Pirelli, un po pi difficile da guidare. Certo, ci sar da stringere i denti in queste prime ga-

Luomo del miracolo


ANDREA CREMONESI

IL RECUPERO

Non ha ancora 39 anni (l festegger il 16 novembre) ed gi da sette al timone della Red Bull, che diventata nelle ultime due stagioni la scuderia da battere. E dopo i trionfi del 2010 e 2011 si presenta in Australia ancora con i pronostici dalla propria parte.
Signor Horner, inizia il Mondiale. Che sensazioni ha dopo questo inverno?

Riecco Kubica A Montecatini sul kart elettrico


Robert Kubica non si nasconde pi. Domenica pomeriggio il pilota polacco stato ospite della pista MyKart di Montecatini Terme, la struttura al coperto riservata ai kart elettrici, dove ha girato insieme ad un gruppo di amici. Robert parso in buona forma e non ha avuto alcun problema ad impugnare il volante del piccolo kart elettrico, divertendosi lungo il tracciato di 400 metri con il fondo in resina. La scorsa settimana il polacco aveva sostenuto un test a Rovegno, nellentroterra genovese, con la Skoda Fabia WRC che aveva acquistato e dato in gestione al team Erreffe, affiancato da Giuliano Manfredi, il copilota con cui aveva diviso l'abitacolo al Rally del Ciocchetto con una Renault Clio Williams di Gruppo A. Kubica ha potuto girare senza accusare alcun problema a riprova che la sua guarigione sta procedendo.

E sempre difficile individuare i rapporti di forza dalle prove invernali. Ma siamo ragionevolmente contenti dei test. Abbiamo potuto lavorare bene in molte aree, ma ovviamente solo a Melbourne quando gireremo in condizioni simili si potr capire dove siamo.
E come vedete le rivali?

La McLaren sembra forte, la Mercedes ha fatto un passo avanti. E la Ferrari... beh sarebbe stupido sottovalutarla, sono un team molto capace.
Voi avete dato una dimostrazione incredibile, gettando nella mischia una nuova monoposto negli ultimi due giorni di collaudi. Un bel rischio.

Chris Horner, 38 anni, team principal Red Bull, parla con Seb Vettel, 24 GETTY IMAGES

Per i tecnici sono molto contenti per i dati raccolti, il passo avanti sembra migliore di quello che sembra e abbiamo deciso di portarla in Australia.
E pi importante tenere un ingegnere del calibro di Adrian Newey o un pilota come Sebastian Vettel?

Snobbare la Ferrari sarebbe stupido


Horner, 38 anni, artefice della scalata Red Bull: Vettel parla spesso di loro, ma vuole restare con noi
la scheda
STATO PILOTA IN F.3000 FONDATORE DELLA ARDEN E POI BABY MANAGER IN F.1

HA DETTO

d
S

Taccuino
PER I BOOKMAKER

Schumi si gioca a 26
Facile direte. Per i book maker il favorito del GP dAustralia di domenica sempre Sebastian Vettel. Liridato in carica della F.1 dato a 2.40, poi la coppia McLaren formata da Jenson Button e Lewis Hamilton, entrambi a 6.00. Si gioca a 8.00 la vittoria dellidolo di casa Mark Webber, mentre sale a 9.00 quella del ferrarista Fernando Alon so. Altre quote: Rosberg a 17.00, Schumacher e Raikkonen a 26.00, Massa a 51.00.

Si lavora come una squadra: puoi avere il miglior portiere del mondo e il miglior attaccante ma se non hai buoni difensori e centrocampisti non vinci. Abbiamo tanti punti di forza, il reparto tecnico diretto da Adrian ha tanti esponenti validi... Se osserviamo le performance 2011 eravamo forti in pista e in pit-lane.
Avete lasciato la Fota. Questo che cosa significa? Che vi sentite liberi di spendere?

No, perch laccordo sul taglio dei costi continua a far parte del Patto della Concordia. Siamo usciti perch non ci piaceva la direzione che la Fota aveva preso. Ora siamo tornati padroni del nostro destino anche per ci che riguarda i guadagni. Stiamo bene cos.
La Ferrari sta spingendo per allargare la finestra dei test, lei che ne pensa?

Christian Horner nato a Leamington Spa (Gb) il 16/11/1973. Ha corso in F.Renault, F.3 e F.3000. Nel 97 (a 24 anni) fonda il team Arden, in qualit di pilota e manager. Due anni dopo comincia la carriera di talent scout: lancia Liuzzi, Kovalainen, Buemi e Bruno Senna. Nel 2005 la Red Bull lo chiama in F.1, lanno dopo il primo podio a Montecarlo.

Che dobbiamo stare attenti perch se torniamo ai test liberi i costi finiscono fuori controllo. Credo che quello di questanno sia un buon compromesso. Uno dei pi grossi tagli che abbiamo prodotto stato proprio quello di estinguere la squadra prove.
Vettel parla spesso di Ferrari: questo vi d fastidio?

Lewis Hamilton ha flirtato voi. Lo vedremo un giorno sulla Red Bull o privilegerete i giovani?

Sebastian ama davvero guidare per noi, fa parte di questa famiglia da quando aveva 12 anni. Ovviamente la Ferrari attraente per chiunque lavori nel mondo dei motori. Ma questo non significa che uno poi ci vada. Seb impegnato con questo team per alcuni anni...

Primo: noi siamo contenti con il lavoro che sta facendo Mark Webber. Credo che sia pronto per una stagione di alto livello. Secondo: abbiamo due ragazzi molto interessanti in Toro Rosso. Al momento non c ragione di guardarci attorno e Lewis ha un contratto con la McLaren.
La Lotus paga il 70% dei motori e voi?

su Hamilton Flirt col pilota McLaren? No, siamo contenti di Webber. E Lewis ha gi un contratto...

CUPOLINI E BENEFICENZA

Ducati per Dynamo


Si chiude domani (alle 9) lasta benefica dei cupolini delle Du cati Gp11 di Valentino Rossi e Nicky Hayden a favore dellassociazione Dynamo Camp Onlus. Il ricavato servir per accogliere gratuitamen te bambini affetti da patologie gra vi e croniche per periodi di vacan za e svago al Dynamo Camp nel corso del 2012. I cupolini saranno consegnati dai piloti il 19 marzo, giorno di presentazione del Desmo sedici GP12 che si terr nellAudito rium Ducati a Borgo Panigale.

S
su Newey Il suo reparto tecnico ha tanti esponenti validi... Nel 2011 eravamo forti in pista e nella pit-lane

Noi abbiamo una collaborazione con la Renault. Il nostro un rapporto differente.


RIPRODUZIONE RISERVATA

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

CICLISMO 47a TIRRENO-ADRIATICO


lAnalisi
dal nostro inviato LUCA GIALANELLA

I NUMERI

Questo Vincenzo ci ricorda Gimondi


Kreuziger ha perso la sfida nel riscaldamento: era sudatissimo, sfinito. Tanto che Nibali, che ha corso 5 anni con il ceco e lo conosce come fosse il suo gemello, ha detto: E nervoso?. Il siciliano ha vinto la 47 Tirreno-Adriatico dopo neanche un chilometro, quando sbucato dalla quarta curva in 800 metri con la lingua tra i denti, come se si fosse anche lui sorpreso per il rischio preso: un missile a pochi millimetri dal marciapiede. Allintermedio (km 4,9 su 9,3) il leader della Liquigas indossava gi la maglia di leader: nel tratto pi veloce, col vento alle spalle, aveva 11" su Horner e 13" su Kreuziger, che al via lo precedevano di 6" e 5". Volava a 55 orari. Al traguardo, 9, ha ceduto solo 20" a Cancellara. Il vincitore della Corsa dei Due Mari non poteva che venire dal Tirreno (Nibali nato a Messina), e sullAdriatico ha concluso con una crono capolavoro un inseguimento durato una settimana. Iniziato dopo la disastrosa cronosquadre di San Vincenzo, in cui aveva ceduto 25" a Kreuziger e 38" a Horner. Sembra un secolo fa. Perch, giorno dopo giorno, Nibali si messo in testa lelmetto della responsabilit. Ha affrontato con carattere il compagno Sagan dopo lo strappo di Chieti, e la squadra lha seguito. Ha saputo gestire la tensione da campione, adesso tra i primi cinque al mondo, spiega il d.s. Stefano Zanatta, commosso mentre il suo pupillo sale sul podio. Dietro un grande capitano ci sono sempre grandi gregari, non si vince da soli. Il terzo posto al Giro 2010 stato una sorpresa (Nibali doveva correre il Tour, non la corsa rosa); il trionfo alla Vuelta 2010, su avversari per modesti, la conferma di un anno di grazia. Questa Tirreno-Adriatico fa entrare il siciliano in una dimensione diversa. In sette giorni, Vincenzo ha sublimato lesperienza di un grande giro. Non ha sbagliato nulla. Un pirata allarrembaggio, senza sbavature, implacabile nella sua maturit. Perch ha vinto una corsa di 7 tappe contro i campioni dei giri e sul terreno dei cacciatori di classiche. Perch la qualit della partecipazione alla classica Gazzetta inferiore soltanto a quella del Tour de France. Aveva 27 anni anche Indurain quando vinse il primo Tour. Nibali ha aggiornato il libro del ciclismo italiano. Con il trionfo a San Benedetto cambiano le gerarchie. E lui il numero uno, lui che potrebbe ridarci in poco tempo anche la Grande Boucle. I brividi che ha regalato si sposano con la composta emozione della fidanzata Rachele, che lo seguiva in silenzio, quasi nascosta dietro gli occhialoni da sole. Si fondono con la discrezione che accompagna Vincenzo, il rispetto per la sua professione, leducazione, la cura nellabbigliamento, il rispetto per il pubblico e per i suoi tifosi. Incarna la parte vera, autentica del ciclismo, e ci riporta al giovane Felice Gimondi, al quale assomiglia anche tecnicamente. Pi sostanza che proclami. Ha avuto ragione chi ha investito su di lui senza fretta e ha aspettato. Ricordiamo ancora i sorrisini di quanti dicevano questo Nibali bravino ma non vince mai, sempre piazzato. La Liquigas ha coltivato Vincenzo come il fiore pi pregiato del suo giardino. E nellottica di un contratto da rinnovare, sar molto, molto difficile lasciarlo partire verso una formazione concorrente. Ma adesso andiamo a Sanremo: sabato c il Mondiale di primavera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

i successi italiani alla TirrenoAdriatico in 47 anni: il primo fu Dino Zandeg nel 1966, ledizione dapertura

23

Lo Squalo dei Due Mari


Nibali fa un capolavoro Le sfide mi gasano: penso gi a Sanremo
Il siciliano vince dopo una grande rimonta nella crono finale Nel riscaldamento avevo capito che era il mio giorno
DAL NOSTRO INVIATO

le crono conquistate da Cancellara: il 66% dei suoi 71 successi. Contro il tempo, lo svizzero ha vinto 4 Mondiali e loro olimpico a Pechino 2008

47

le gare a tappe vinte da Nibali. Il siciliano ha conquistato: Giro del Trentino nel 2008; Tour de San Luis, Giro di Slovenia e Vuelta nel 2010; TirrenoAdriatico nel 2012

CLAUDIO GHISALBERTI SAN BENEDETTO DEL TRONTO (Ap)

pu affermare che il peso specifico di questa vittoria sia superiore.


Nibali, concorda? Tirreno-Adriatico 2012 meglio della Vuelta 2010?

cronosquadre della Liquigas era stata negativa. Poi?

le doppiette Solo il belga Roger De Vlaeminck (1973), Giorgio Furlan (1994) e lo svizzero Fabian Cancellara (2008) hanno vinto nello stesso anno la TirrenoAdriatico e poi la Sanremo

i vincitori a Sanremo usciti dalla TirrenoAdriatico nelle ultime 16 edizioni: solo Andrei Tchmil (1999) e Matthew Goss (2011) avevano partecipato alla Parigi-Nizza prima di conquistare la Classicissima

14

Questa Tirreno-Adriatico stata come una commedia. E cominciata male, ma finita bene. Vincenzo Nibali trova la battuta giusta per spiegare una settimana incredibile. Ieri gli sono bastate tre curve, i primi 1000 metri, per staccare Roman Kreuziger (alla partenza gli rendeva un secondo) e recuperare tutto lo svantaggio, 6 secondi, a Chris Horner. Poi, quando in rettilineo ha rilanciato e s messo in posizione, filato a conquistare il pi importante successo in carriera. Come, il pi importante? E la Vuelta, che lha visto trionfare nel 2010 ed il terzo grande giro a tappe? Per il livello tecnico degli avversari (in Spagna finirono 2 Mosquera, poi positivo, e 3 Velits, qui invece cerano Evans, Scarponi e se volete Gilbert), e per il modo con cui lo Squalo ha vinto la corsa dei due mari, cio rientrando in classifica dopo una pessima partenza, si

Non so. Sulla carta, la Vuelta un gradino sopra. Per, come qualit della gara ed emozione, visto che la prima grande vittoria in Italia, siamo almeno sullo stesso livello.
Nella cronometro finale ha chiuso al 9 posto in 1056", a 20" da Cancellara. E ha rifilato 20" a Horner e 27" a Kreuziger. Si aspettava una prestazione cos buona?

E stata una settimana intensa e difficile, anche perch eravamo partiti con una prova inferiore alle nostre attese e alle nostre capacit. Recuperare uno svantaggio mette pressione. Con i compagni siamo stati bravi a non soffrirla, muovendoci ogni giorno da grande squadra.
Ha dato limpressione di essere sempre molto tranquillo. Eppure, dopo la cronosquadre, arrivato il pasticcio di Chieti con Sagan.

sicuro non ho mai avuto fortuna. A fine anno abbiamo fatto il punto e siamo tornati alla programmazione 2010, rivedendo alcuni dettagli. Il 2012 lho preso pi di petto, in inverno mi sono allenato meglio. E di sicuro ho anche una maggiore tranquillit interiore, perch le cose a livello personale vanno molto bene.
Nel programma 2010 cera solo il Tour. Poi venne chiamato allultimo momento a correre il Giro e arriv 3. Niente Francia, e a settembre vinse la Vuelta. Potrebbe ripetersi unannata simile?

Ho unottima condizione, e lavevo dimostrato anche luned a Offida. Nel riscaldamento su strada ho detto ad Agnoli che la giornata era quella giusta. In corsa non stato facile, perch prima cera vento contrario o laterale cos forte che mi spostava la ruota anteriore.
Questa Tirreno-Adriatico per lei era cominciata in salita. La

Con Peter, ragazzo doro, ci siamo chiariti immediatamente. La vittoria di Prati di Tivo stata importantissima ma i 6 secondi recuperati a Offida forse sono stati fondamentali. I miei avversari hanno subto un colpo psicologico, mentre per me stato un toccasana. Cos, prima del via della crono, ero assolutamente tranquillo. Del resto dopo lo stress dello scorso anno sono temprato.
Che importanza ha questo successo per le gerarchie della squadra?

Attualmente nel mio piano

il primo grande successo in Italia: per qualit ed emozione vale la Vuelta 2010 Ho preso di petto il 2012: in inverno mi sono allenato meglio e sono molto pi sereno Io e Sagan, che coppia per la Sanremo: io so che per vincere dovr inventare

I miei compagni sanno come mi preparo per gli appuntamenti importanti. Non ho bisogno di dimostrare chi sono.
Questi sforzi potrebbero pesare in vista Milano-Sanremo?

Assolutamente no. Esco da questa corsa solo con benefici. Il pi importante che ho il morale alle stelle. Un giorno di riposo e star meglio di prima.
Quale lavversario pi pericolo per la Classicissima?

Gazzetta.it
GLI HIGHLIGHTS E LE INTERVISTE SONDAGGIO NIBALI: PER I LETTORI PU VINCERE ANCHE LA SANREMO
Nello speciale Tirreno gli highlights di tutte le tappe e la videointervista a Nibali, che parla anche dei suoi progetti per la Milano-Sanremo. In pi i commenti dopo la crono conclusiva di Kreuziger, Cancellara, Bennati e Nocentini. Nel sondaggio sulla Classicissima, che Gazzetta.it trasmetter in diretta video streaming, il 52% dei lettori convinta che lo Squalo possa vincere

Vincenzo Nibali con la maglia azzurra e il trofeo della TirrenoAdriatico


BETTINI

Sagan (sorride, ndr). No, scherzo. Io e Peter siamo una grande coppia. Lui si giocher le proprie carte in volata e dovr essere molto bravo per battere Cavendish. Io dovr studiare qualcosa prima. Bisogner fare la corsa il pi possibile dura, ma sono convinto che trover alleati in questo. Certo, sono consapevole che per vincerla dovr inventarmi qualcosa ma le sfide difficili mi gasano.
Come cambiato Nibali rispetto al corridore che nel 2011 non aveva mai vinto?

La stagione 2011 non stata bruttissima. Sono sempre stato ad alto livello, forse senza mai avere il picco di forma. Di

c il Tour, ma ho gi stravolto i programmi due anni fa e i risultati mi pare ci abbiano dato ragione. Faremo il punto dopo la Liegi del 22 aprile. Intanto, da domenica 25 all11 aprile lo Squalo andr sul Teide, a Tenerife, per un periodo di preparazione in altura con il gruppo Giro della Liquigas. Stefano Zanatta, sullargomento, dice che bisogna battere il ferro finch caldo. Ivan Basso, il capitano designato, ha chiesto di averlo in squadra. Se tre indizi fanno una prova... Il passo decisivo probabilmente legato al contratto. Limpressione questa: se Vincenzo rinnova con il team di Amadio, sar al via della corsa rosa. Io vorrei rimanere, questa la mia squadra. Qui casa mia e forse da nessuna altra parte mi vorrebbero cos bene. Tra noi, per il rinnovo, c stato un grosso riavvicinamento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

Vincenzo Nibali, 27 anni, in azione nella crono: ha rifilato 20" a Horner e 27" a Kreuziger
BETTINI

LA SCHEDA AMA MODELLISMO E GRANITE

Re della Vuelta 2010 Due podi al Giro: 2 e 3


Vincenzo Nibali nato a Messina il 14 novembre 1984, stesso giorno e mese di due grandi campioni del ciclismo: Vittorio Adorni e il francese Bernard Hinault. FAMIGLIA Pap Salvatore e mamma Giovanna vivono a Messina. Vincenzo ha un fratello, Antonio (corre tra i dilettanti con la Mastromarco) e una sorella, Carmen. fidanzato con Rachele e dopo tanti anni in Toscana si trasferito di recente a Viganello, vicino a Lugano (Svizzera). Tra i suoi hobby il modellismo, in particolare i fuoristrada radiocomandati. Ama le auto sportive e ha un debole per la granita al caff con panna. GLI INIZI Nelle categorie giovanili ha conquistato due bronzi mondiali, entrambi a cronometro: da junior nel 2002 e da under 23 nel 2004. Pro dal 2005 con la Fassa Bortolo, dal 2006 alla Liquigas. 23 SUCCESSI La prima vittoria tra i grandi il 22 marzo 2006 alla Coppi&Bartali. La prima in una corsa a tappe al Trentino 2008. Settimo al Tour 2009, lanno dopo esploso col 3 posto e 3 giorni in rosa al Giro (sotto nella foto Scanferla) e il trionfo alla Vuelta, che lItalia non vinceva dal 90. Nel 2011 rimasto a secco ma arrivato di nuovo 3 al Giro (poi 2 per lo stop a Contador). Tre i centri 2012: successo in salita al Giro dellOman, tappa e classifica alla Tirreno-Adriatico.

HANNO Una settimana DETTO di grandi vincitori S


Horner stata una settimana fantastica. Questa non una corsa adattissima a me, quindi essere sul podio un ottimo risultato, soprattutto dopo lincidente al Tour 2011

firme nobili

Goss primo leader


Laustraliana GreenEdge domina la cronosquadre: primo centro europeo. Matthew Goss, re di Sanremo 2011, il leader BETTINI

S
Kreuziger Mi criticate per la posizione e perch ho corso con la borraccia? I test dicono che cos sono pi aerodinamico. Purtroppo la verit che non ho avuto grandi gambe, davvero un peccato

Cavendish show
Larcobaleno sfreccia a Indicatore. Trionfa liridato Mark Cavendish, su Freire e Farrar: un aperitivo di Sanremo BETTINI

la guida

Ottimo Bennati: 2 a crono Sul podio finale Horner (a 14") e Kreuziger (a 26")
CLASSIFICA CRONOMETRO: 1. Fabian CANCELLARA (Svi, RadioShack-Nissan) km 9,3 in 1036", media 52,641; 2. Daniele Bennati (RadioShack-Nissan) a 12"; 3. Cameron Meyer (Aus, GreenEdge) a 16"; 4. Tuft (Aus); 5. Boaro; 6. Roulston (N. Zel.) a 17"; 7. Stannard (Gb) a 18"; 8. P. Velits (Slk) a 20"; 9. Nibali; 10. Pinotti a 21"; 11. P. Sagan (Slk) a 23"; 12. Tjallingii (Ola); 13. Garzelli a 24"; 14. Steegmans (Bel); 15. Christensen (Dan); 16. Cataldo a 25"; 17. Malori; 18. Montaguti; 19. Amador (C. Rica) a 26"; 20. Bodnar (Pol); 21. Koren (Slo); 22. Poels (Ola) a 27"; 23. Millar (Gb); 24. Pineau (Fra); 25. Rasmussen (Dan) a 29"; 26. Devolder (Bel) a 30"; 34. Nocentini a 34"; 36. Coledan a 35"; 38. Ballan a 36"; 40. Tiralongo; 45. Horner (Usa) a 40"; 49. Evans (Aus) a 44"; 53. Kreuziger (R. Ceca) a 47"; 66. Di Luca a 55"; 68. Scarponi; 83. Pozzato a 101"; 129. Battaglin a 126"; 136. Modolo a 144"; 143. Farrar (Usa) a 210". Partiti 148, non partiti Van Avermaet, Freire, Paolini, Greipel, Gallopin. Arrivati 143. CLASSIFICA FINALE: 1. Vincenzo NIBALI (Liquigas-Cannondale) km 1062 in 29.3808", media 35,835; 2. Chris Horner (Usa, RadioShack-Nissan) a 14"; 3. Roman Kreuziger (R. Ceca, Astana) a 26"; 4. Nocentini a 53"; 5. Hoogerland (Ola) a 1; 6. J. Rodriguez (Spa) a 116"; 7. Scarponi; 8. Poels (Ola) a 125"; 9. Riblon (Fra) a 131"; 10. Meyer (Aus) a 133"; 11. Pozzovivo a 141"; 12. Tiralongo a 145"; 13. Di Luca a 150"; 14. Gusev (Rus) a 211"; 15. P. Velits (Slk) a 213"; 16. Izaguirre (Spa) a 301"; 17. Moreno (Spa) a 324"; 18. Failli a 338"; 19. Montaguti a 404"; 20. Herrada (Spa) a 425"; 21. Kruiswijk (Ola) a 440"; 22. Gia. Brambilla a 509"; 23. Sorensen (Dan) a 656"; 24. Intxausti (Spa) a 726"; 25. Carrara a 906". 27. Garzelli a 1022"; 30. Pinotti a 1219"; 32. Evans (Aus) a 1255"; 35. Codol a 1425"; 36. Agnoli a 1429"; 43. P. Sagan (Slk) a 1702"; 44. Betancur (Col) a 1719"; 63. Battaglin a 2457"; 67. Visconti a 2540"; 68. Ballan a 2545"; 89. Pozzato a 3524"; 98. Cancellara (Svi) a 3823"; 110. Bennati a 4626"; 122. Modolo a 5520"; 143. A. Rasmussen (Dan) a 1.1616". ALBO DORO (recente): 1989 e 1990 Rominger (Svi), 1991 Diaz Zabala (Spa), 1992 R. Srensen (Dan), 1993 Fondriest, 1994 Furlan, 1995 Colag, 1996 Casagrande, 1997 Petito, 1998 Jaermann (Svi), 1999 Bartoli; 2000 Olano (Spa), 2001 Rebellin, 2002 E. Dekker (Ola), 2003 Pozzato, 2004 Bettini, 2005 Freire (Spa), 2006 T. Dekker (Ola), 2007 Klden (Ger), 2008 Cancellara (Svi), 2009 Scarponi, 2010 Garzelli, 2011 Evans (Aus), 2012 Nibali. Plurivittoriosi: 6 R. De Vlaeminck (Bel); 2 Saronni, Moser, Rominger (Svi), R. Srensen (Dan).

S
Bennati Mi ha battuto solo un grandissimo Cancellara, sono contento. Nelle cronometro brevi so di potere ottenere risultati. Preparare i Giochi di Londra? Non sarebbe male

Boasson Hagen ok
A Terni continua il dominio di Sky: Cavendish si fa da parte nel finale e d il via libera al suo scudiero Boasson Hagen BETTINI

S
Boaro Sono partito troppo forte e nellultimo chilometro ho sofferto come una bestia. Il traguardo non arrivava pi. Ora sono curioso di vedere cosa sapr fare nella mia prima Sanremo

Lacuto di Sagan
Lo strappo di Chieti: Nibali attacca nel finale, ma il compagno Sagan lo rimonta, vince e trascina Kreuziger al 2 posto BETTINI

LO SVIZZERO DOMINA CONTRO IL TEMPO E METTE NEL MIRINO LA CLASSICISSIMA GI SUA NEL 2008

Cancellara: S, ho ottime sensazioni


DAL NOSTRO INVIATO

Lassolo di Nibali
Prati di Tivo si rivela una salita da Giro: Nibali se ne va a 4 km dallarrivo, trionfa e si porta a soli 12" dal leader Horner BETTINI

SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Come da pronostico ha dominato, a oltre 52 orari, la cronometro di chiusura. Soprattutto, in vista della Sanremo, Fabian Cancellara dimostra di avere le gambe del 2008 quando nella Classicissima sferr un tremendo k.o. nel finale. E sempre bello avvicinarsi alla Sanremo con una vittoria in tasca ammette Spartacus . La mia condizione, come ho gi fatto vedere alla Strade Bianche, molto buona, le sensazioni ottime. Per sabato saranno 300 km, tutta unaltra storia. Sono contento anche

per il mio compagno di camera Bennati. Bel risultato per me, per lui, per la squadra. Mi spiace solo per Horner che non riuscito a tenere la maglia.
Bennati&Boaro Alle spalle dello

Fabian Cancellara: domenica compir 31 anni LAPRESSE

svizzero, Bennati ha conquistato infatti il 2 posto. Che laretino abbia corso una grande crono non una sorpresa. Lo scorso anno vinse contro il tempo al Circuito della Sarthe battendo specialisti come Millar e Zabriskie. Unaltra ottima notizia arriva dal giovane vicentino Manuele Boaro. Gi 2 lo scorso anno al Tricolore di specialit, ieri ha chiuso 5 a 16" da Spartacus. Limpressione, per, che se avesse distribuito

meglio lo sforzo (dopo 4,9 km aveva il miglior tempo con Cancellara) forse Boaro avrebbe ottenuto qualcosa in pi. Ora, vista lopaca prestazione di Pinotti, 10 a 21", e la brutta prova di Malori, solo 17 a 25", bisogna chiedersi se in prospettiva olimpica Bennati e Boaro non siano da tenere in considerazione. Ultima annotazione per Kreuziger. Perdere da Nibali 27" su 9,3 km davvero tanto. Il ceco dice che non ha avuto le gambe, ma forse ha inciso anche la sua posizione in sella: troppo alto e avanzato, alla fine anche Cancellara gli ha dato alcuni consigli per il futuro.
c.ghis.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Colpo Rodriguez
Finale vibrante sul circuito di Offida: contropiede vincente di Rodriguez, Nibali 2 su Di Luca e si porta a 6" dalla vetta BETTINI

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

CICLISMO 47a TIRRENO-ADRIATICO: LE PAGELLE FINALI

Cavendish-Sagan da applausi
Bene Boaro, Nocentini ritrovato e Scarponi rimandato. Gilbert indisponente

LA 103a EDIZIONE

Nibali, piglio da campione

h 9.5

Sabato Sanremo: 298 chilometri, al via in 200


Sabato in programma la 103 edizione della Milano Sanremo: la Classicissima, che Rcs Sport organizza per conto della Gazzetta, la prima classica monumento della stagione. IN GARA 25 TEAM Sono iscritti 200 corridori (8 per ognuna delle 25 squadre). I team del World Tour sono 18: Ag2r, Astana, Bmc, Euskaltel, Fdj, Garmin, GreenEdge, Katusha, Lampre, Liquigas, Lotto, Movistar, Omega Quick Step, Rabobank. RadioShack, Sky, Saxo Bank. Vacansoleil. Le squadre invitate sono 7: Acqua e Sapone. Colnago, Colombia Coldeportes, Farnese, Project 1t4i, Type 1, Utelnsilnord. GUIDA Operazioni preliminari: venerd alle 14.30 al Castello Sforzesco. Sabato, ritrovo di partenza sempre al Castello alle 8.25. Incolonnamento e sfilata cittadina alle 9.45, partenza da Via della Chiesa Rossa alle 10.10. Con 298 km la corsa pi lunga: percorso tradizionale con il Passo del Turchino, le Mnie (dal 2008), i Capi (Mele, Cervo, Berta), la Cipressa e il Poggio. Arrivo sul Lungomare Italo Calvino.

Vincenzo Nibali
La vittoria pi bella col piglio del campione, quello che sale in sella per vincere, fa la corsa, non la subisce e va a studiarsi anche i particolari decisivi del tracciato. Per tutto il 2011 Nibali aveva inseguito il successo disperatamente, senza riuscirci. La rabbia si trasformata, in inverno, in una super motivazione per partire fortissimo e scalare le gerarchie. La crono al Tour de San Luis in Argentina, 2 dietro Leipheimer, gli ha dato conferme; poi Vincenzo andato apposta in Oman per vincere sullarrivo in salita. E la TirrenoAdriatico stata la ciliegina sulla torta della maturit. Il desiderio del Giro, le sirene del Tour: solo lui pu decidere. FOTO BETTINI
a cura di Luca Gialanella

8,5 Cancellara
Non vorremmo essere Tony Martin, perch Cancellara non dimentica il modo in cui il tedesco lha umiliato a crono nel 2011. Spartacus tornato grande per riprendersi il suo regno nellanno olimpico. E vuole tutto, a iniziare dalla Milano Sanremo IPP

8,5 Cavendish
Peccato per il ritiro nella tappa di luned, ma il campione del mondo ha onorato e illuminato la corsa Gazzetta. Non solo la vittoria a Indicatore: linglese va forte in salita. E con lui lo squadro ne di Sky e Boasson Hagen, primo a Terni: il norvegese pi di un apripista LAPRESSE

8 Sagan
Ha umiliato Nibali a Chieti, ma il siciliano lha costretto alle scuse pubbliche e ha vinto la sfida psicologica. Pace fatta, e questo formidabile slovacco, diventato gregario fedele, gli ha servito la corsa. In caso di volata, Nibali pronto a ricambiare la lealt a Sanremo LAPRESSE

7,5 Kreuziger
Il ceco, 25 anni, ma anche lamericano Horner, 40 (merita 7,5 pure lui) hanno reso molto dura la vita a Nibali. Se Horner pu essere soddisfatto, Kreuziger un po meno: ha fallito ancora il grande salto di qualit, ma va detto che aveva nelle gambe due soli giorni gara LAPRESSE

7 Boaro
Vedere un ragazzo di 24 anni, alla 2 stagione da pro, arrivare 5 a 16" da Fabian Cancellara nella crono finale di una corsa durissima fa davvero ben sperare. E non un fuoco di paglia. Manuele adesso non deve smettere di investire nella cronometro BETTINI

7 Nocentini
Finalmente, Noce. Tre anni dopo gli 8 giorni in giallo al Tour, il 2 italiano in classifica (4) alle spalle di Nibali. Il gravissimo incidente del 2010 (tibia e perone rotti) dimenticato: occhio allaretino per la Milano Sanremo di sabato, perch non ha paura di nessuno BETTINI

5,5 Scarponi
Lontanissimo dal marchigiano che viveva per questa gara, che era diventata il suo giardino: primo, secondo e terzo negli ultimi tre anni. Michele per cresciuto nel finale: unulteriore conferma del fatto che gli sono proprio mancati giorni di corsa nelle gambe BETTINI

3 Gilbert
Indisponente, sin dalla vigilia, quando il belga rispondeva con sorrisi quasi di scherno alle domande sulla sua condizione fisica. Smascherato poi dalla strada. Un campione come lui, dominatore del 2011, non si pu presentare alle gare in questo modo BETTINI

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

BASKET LA SOCIET CHIUDER SENZA UNA NUOVA PROPRIET

Treviso, c una luce Zago dopo Benetton


Limprenditore: Mi hanno chiesto se sono interessato a un progetto per salvare il club, da trevigiano non mi tiro indietro
ALBERTO MARIUTTO TREVISO

LA REYER ORA 5A
Domenica si gioca l8a di ritorno.

4
S

IL RECUPERO 4A DI RITORNO

Clark non basta Montegranaro piega Venezia


MONTEGRANARO-VENEZIA 93-88
(23-22, 49-43; 71-58) FABI SHOES MONTEGRANARO: Di Bella 10 (1/3, 2/4), Zoroski 17 (3/4, 2/7), Karl 19 (2/3, 3/7), Ivanov 15 (4/11, 0/1), May 14 (6/8); Mazzola 6 (3/4, 0/2), McNeal 8 (3/7, 0/2), Nicevic 4 (2/3), Piunti, Vallasciani. N.e.: Perini. All.: Valli. UMANA VENEZIA: Clark 31 (3/6, 6/7), Young 5 (1/5, 1/1), Slay 12 (4/10, 1/4), Bryan (0/4), Szewczyk 17 (4/4, 2/3); Allegretti (0/1, 0/1), Magro 2 (1/1), Meini 4 (0/1), Rosselli (0/1, 0/1), Bowers 17 (5/7, 1/2). N.e.: Causin, Tomassini. All.: Mazzon. ARBITRI: Cicoria, Begnis, Martolini. NOTE T.l: Mon 24/34, Ven 19/22. Rimb.: Mon 35 (Ivanov 9), Ven 36 (Slay, Bryan 8). Ass.: Mon 18 (Di Bella 5), Ven 12 (Clark, Slay 3). Progr.: 5 15-15, 15 37-32, 25 58-52, 35 79-70. Usc 5f.: Szewczyk 3119", McNeal 3905", Slay 3923". Spett.: 3210 per 24.200 euro. AARON PETTINARI ANCONA

lAnalisi
di LUCA CHIABOTTI

Il basket a Treviso si pu salvare, anche dopo l'addio dei Benetton. Non una certezza, ma ci sono molte speranze. C' un nome, ed la prima volta che qualcuno si espone in prima persona: Bruno Zago, presidente del gruppo Pro-Gest. Un uomo del territorio, com'era nei piani della societ trevigiana. Non il nuovo compratore, ma un ottimo punto di partenza per disegnare il futuro della Pallacanestro Treviso: probabile l'ipotesi di una cordata, che coinvolga pi imprenditori locali.
Buzzavo Questa notizia di sicu-

il primo passo di una bella storia


E sempre un gran giorno per il basket quando un imprenditore di prestigio dice di essere interessato a farne parte. Lo ancora di pi se la posta in palio la salvezza di un club che ha scritto la storia, non solo per i risultati ma per quello che ha rappresentato limpegno sempre innovativo di Benetton. E ancora: Bruno Zago, come gi Gilberto Benetton, Valter Scavolini, Giorgio Armani, se entrer nel basket lo far non per prendere o ottenere vantaggi, non ne ha bisogno, ma per ridare qualcosa a un territorio sul quale lui, come Benetton, ha costruito la sua fortuna. Sono le storie pi belle e di successo. Incrociamo le dita sperando che la trattativa si perfezioni e che lultimo atto di Benetton da grande proprietario di altri tempi, cessione gratuita di un club sanissimo, abbia il successo che merita. E che altri imprenditori che hanno a cuore la loro citt, partecipino a questa avventura. Treviso sta gi facendo la sua parte: nellanno pi difficile, gli spettatori sono aumentati del 22%. Ora aspettano una buona notizia.

CLASSIFICA Siena (17-6) 34; Cant (14-8), Sassari (14-8), Bologna (14-9) 28; Venezia (13-9), Milano (13-9) 26; Pesaro (12-9), Varese (12-11), Avellino (12-11) 24; Biella (11-12) 22; Caserta (10-12), Roma (10-13) 20; Treviso (9-13), Montegranaro (9-13) 18; Cremona (8-15) 16; Teramo (7-16) 14; Casale (6-17) 12.

ro avrebbe voluto darla Enzo Lefebre, che negli ultimi mesi della sua vita ha sacrificato ogni energia per questa causa. Il compito spettato invece a Giorgio Buzzavo, a.d. di Verdesport: La famiglia Benetton non ha cambiato idea: si chiude a giugno 2012 con il basket e il volley a livello professionistico. Verdesport ha messo gratuitamente a disposizione i diritti sportivi, in questi mesi abbiamo parlato con numerosi imprenditori del territorio: oggi abbiamo riscontrato un interessamento da parte del signor Bruno Zago, per salvare la pallacanestro. Ora un gruppo di lavoro valuter la possibile nascita di una nuova societ. Non sar facile: dobbiamo stare con i piedi per terra. Fondamentale sar il ruolo del vicepresidente, Claudio Coldebella: Ringrazio il signor Zago per averci dato fiducia. Avevamo bisogno di una notizia incoraggiante. Sono convinto che la sua presenza e il suo entusiasmo spingeranno altre realt ad unirsi al progetto di una nuova compagine societaria, che sar guidata dal gruppo Pro-Gest, coadiuvato da un consorzio di aziende. Ma chi Bruno Zago? Uno dei pi importanti imprenditori trevigiani: il gruppo Pro-Gest, hol-

E Montegranaro ad aggiudicarsi con merito il recupero. AllUmana non basta uno strepitoso Clark (31 punti e 6/7 da 3) con la Sutor attenta in difesa in area e precisa dalla lunetta nel finale. Alla fine anche Mazzon costretto ad ammettere di aver perso contro una squadra che ha disputato una grande gara. Loro ci hanno messo qualcosa in pi nei momenti clou mentre noi siamo mancati nelle piccole cose, dal taglia fuori a un canestro da sotto sbagliato. Dall'altro lato della panchina non pu che essere soddisfatto coach Valli: Venezia tosta, di talento e il suo ritmo ci ha impegnati notevolmente. La chiave del match stata averli tenuti sotto il 50% da due perch da tre impossibile limitarli.
Cinque falli Luscita per falli dopo appena un mi-

nuto del 4o periodo di Szewczyk avr sicuramente aiutato sotto questo aspetto anche se proprio da quel momento Venezia ha costruito la rimonta da -13 a -2 a 55 dalla fine. Dopo un avvio equilibrato, Mazzon mette in difficolt la Fabi con la zona e Bowers sigla 6 punti in fila (23-28). Karl firma il 14-0 che vale il +9 al 15. Clark riporta i suoi a -3, ma Karl trova i canestri del 69-56. Nel finale Mazzon, senza Szewczyk, abbassa il quintetto imponendo un pressing a tutto campo per la rimonta. Dalla lunetta per la squadra di Valli non sbaglia pi e porta a casa i due punti.
Bruno Zago: ha fondato la Pro-Gest nel 1973
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marcus Goree, 34, tornato a Treviso con cui ha vinto il titolo 2006 LAPRESSE

ding di propriet della famiglia, conta dopo 40 anni di attivit 19 aziende e pi di mille dipendenti. leader in Italia nel settore della carta, e tra i maggiori player in Europa nel comparto del riciclo.
Zago Bruno Zago si dimostra determinato, ma prudente: Ho parlato prima con Lefebre, poi con Coldebella. Mi hanno chiesto se fossi interessato ad un progetto per salvare la pallacanestro professionistica a Treviso: da trevigiano, non mi tiro indietro. Ma sia chiaro che io non ho comprato la squadra. La real-

t che c' un'azienda che rimarr senza titolari dal primo luglio: qualcuno deve trovare una soluzione, per non lasciarla senza direzione. Mi hanno chiesto di partecipare al salvataggio e io ho detto: "Ok, vediamo come si evolvono le cose". Ma siamo appena agli inizi di questo progetto: manca tantissimo all'arrivo. Oggi non c' ancora una squadra pronta a prendersene carico. Io mi sono reso disponibile a valutare quali sono le necessit e a prendere visione delle ipotesi di una futura gestione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFORTUNIO PER IL PIVOT

Fletcher lascia Caserta Al suo posto c Kudlacek


(l.b.) Kevin Fletcher lascia la Otto e il suo posto da comunitario sar preso dal ceco Jacub Kudlacek, che lo ha sostituito nelle ultime due giornate, saltate a causa di una caviglia gonfia: il pivot dovr operarsi, a Caserta in 18 partite sulle 23 giocate dalla squadra di Sacripanti, viaggiava a 9,7 punti e 4,3 rimbalzi di media. LEGADUE (m.i.) Giancarlo Sacco il nuovo allenatore di Barcellona. Prende il posto di Vanoncini, che per due settimane aveva sostituito il dimissionario Pancotto.

NBA DUNCAN (35 ANNI) E GINOBILI (34) A CACCIA DI UN ALTRO ANELLO

RISULTATI

Resistenza Spurs: i vecchietti non mollano


A sorpresa San Antonio 2a a Ovest Fondamentale il contributo delle riserve
MASSIMO ORIANI twitter @massimooriani

Knicks, 6o k.o. in fila a Chicago Melo si lamenta


New York gioca bene ma perde la 6a in fila a Chicago, con malumori crescenti per Melo, che prende un solo tiro nei primi 11 del 4 periodo. Charlotte segna solo 73 punti (punteggio pi basso dal 2008 per una squadra vincente) ma batte gli Hornets di Belinelli (12 punti con 4/15). Risultati: New Orleans-Charlotte 71-73 (Jack 15; Henderson 15); New Jersey-Milwaukee 99-105 (Humphries 31; Jennings 34); Chicago-New York 104-99 (Rose 32; Anthony 21); San Antonio-Washington 112-97 (Parker 31; McGee 21); Utah-Detroit 105-90 (Jefferson 33; Stuckey 29); Phoenix-Minnesota 124-127 (Dudley 28; Love 30); Clippers-Boston 85-94 (Pierce 25; Griffin 24).

che lanno scorso chiusero la stagione regolare con 61 vittorie, testa di serie n.1 nella Western Conference, salvo perdere al 1o turno con Memphis. Vero, ma proprio per questo, con la stagione compressa e un anno in pi sulle gambe, che sorprende ritrovarli l.
Segreto Come ci riescono? Diversamente dal passato, lattacco a fare la differenza, prima che la difesa. Gli Speroni viaggiano infatti a 100 punti di media (4i nella lega), concedendone 96 (15i). Ma la gestione oculata dei minutaggi da parte di coach Popovich che ha permesso agli Spurs di arrivare a quasi due terzi di campionato con 27 vittorie e 13 sconfitte, bilancio che li piazza dietro ai soli Thunder (32-9) a Ovest. Il caraibico gioca 28 a partita (minimo in carriera), largentino 22 (battuti solo dai

21 nellanno da matricola). Il decano tra i tecnici dei quattro sport pro Usa (guida gli Spurs dal 96) ha battezzato qualche partita in questo folle calendario, preferendo tenere i suoi veterani a sedere e rinunciando in pratica a vincerla, pur di non rischiare infortuni.
Svolta La svolta della stagione arrivata il 29 gennaio a Dallas. Sotto di 18 nel 3o periodo, Popovich decide di dar spazio alle riserve. Con un quintetto composto da Daniel Green, James Anderson, Tiago Splitter, Gary Neal e Matt Bonner, gli Spurs rimontano e agguantano il supplementare. A quel punto, o forse anche qualche minuto prima, qualsiasi altro allenatore avrebbe rimesso sul parquet i titolari. Non il 4 volte campione Nba (99, 03, 05, 07), che ha invece lasciato che i panchinari giocassero anche

Lesempio ce lhanno davanti: lAlamo e la resistenza di Davy Crockett e altri 184 texani contro il generale messicano Santa Anna. Nel 1836 fin malissimo, gli Spurs sperano che la metafora si fermi allo spirito combattivo e alla voglia di provarci, unultima volta, sino in fondo. San Antonio, la squadra dei vecchietti Duncan (35 anni) e Ginobili (34), oltre che del 29enne Tony Parker, 2a a Ovest. Direte voi: ma an-

tutto lovertime, perdendo di un punto ma trasformandoli in fedelissimi pretoriani. Nel famoso sistema degli Spurs, dove linsieme conta pi dei singoli ed esprime pi forza della somma del talento individuale (un po il concetto di Ubuntu dei Celtics, ma applicato pi allaspetto tecnico che a quello motivazionale), sono diventati fondamentali giocatori come lex trevigiano Gary Neal (9.4 punti di media col 39% da 3), il brasiliano (ex Vitoria e Valencia) Splitter (9.2 col 60% dal campo), o lex messinese Matt Bonner (45% da 3). Lunica preoccupazione, al momento, lennesimo infortunio di Ginobili (indurimento alla coscia, ma non pare grave) e il ritiro di TJ Ford, play di riserva, che potrebbe riportare gli Spurs sul mercato. La resistenza continua.
Tiago Splitter, 27 anni AFP
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

SCI ALPINO FINALI COPPA

A SCHLADMING

Oggi 9.30 discesa uomini, ore 11 donne


Programma (diretta Tv Rai Sport ed Eurosport). Oggi: discesa uomini. Ore 9.30 (Paris, Innerhofer, Fill). Ore 11 Discesa

donne (Merighetti, E. Fanchini, Schnarf, Recchia). Seguiranno SuperG (domani); Team Event (venerd); slalom donne e gigante uomini (sabato); slalom uomini e gigante donne (domenica) DISCESA MASCHILE (ore 9). Pettorali: 10 Paris, 11 Hudec (Can), 14 Innerhofer, 15 Puchner

8Aut), 16 Baumann (Aut), 17 Clarey (Fra), 18 Cuche (Svi), 19 Reichelt (Aut), 20 Kroell (Aut), 21 Feuz (Svi), 22 Guay (Can), 23 Fill. Coppa discesa (9 pr.): 1. Kroell (Aut) p. 569; 2. Cuche (Svi) 521; 3. Feuz (Svi) 518; 13. Paris 212. Prova ieri: 1. Cuche (Svi) 150"70; 2. Paris a 91/100; 3. Reichelt (Aut)

96/100; 10. Fill 1"40; 17. Innerhofer 2"19; 20. Feuz 2"91. DISCESA DONNE (ore 11). Pettorali: 6 Schnarf, 13 Fenninger (Aut), 15. E. Fanchini, 16 Merighetti, 17 Weirather (Lie), 18 Riesch (Ger), 19 Mancuso (Usa), 21 Goergl (Aut), 22 Vonn (Usa), 25 Recchia.

Coppa discesa (8 prove): 1. Vonn (Usa) p. 590; 2. Riesch (Ger) 359; 3. Goergl (Aut) 355; 5. Merighetti 243. Prova ieri: 1. Weirather (Lie) 150"26; 2. Mancuso (Usa) a 29/100; 3. Vonn (Usa) 1"01; 7. Mrighetti 2"40; 8. Schnarf 2"47; 9. E. Fanchini 2"49.

Lotta aperta per il trono


1064 PUNTI
Il favorito. Lo hanno isolato in hotel per evitare i tifosi di casa. Attaccher in gigante
Per sua fortuna Marcel Hirscher non sta soffrendo di problemi fisici, gode del vantaggio di essersi potuto allenare nelle ultime due settimane sulle piste di Schladming, ma ha sulle spalle un fardello che non semplice da sopportare. In un paese dove lo sci alpino popolare quanto da noi il calcio, ha infatti concentrate su di s le attese di otto milioni e mezzo di austriaci e per un ragazzo di 23 anni non facile. La federazione austriaca lo ha isolato con il resto della squadra in un hotel un castello fuori Schladming perch per Marcel sarebbe impossibile uscire per le strade della cittadina della Stiria senza essere travolto dalla passione. La pressione riesco a sopportarla, afferma, ma domenica ha commesso un grave errore nello slalom di Kranjska Gora inforcando, quando con una condotta pi accorta avrebbe potuto arrivare alle finali in testa alla classifica.
Talento Hirscher, insieme al francese Alexis Pinturault, senzaltro il maggior talento arrivato sulla scena mondiale negli ultimi anni. Atleta esplosivo ed acrobatico, rischia nei prossimi anni, se il francesino lo permetter, di monopolizzare le prove tecniche. Pur giovane, ha superato in classifica la soglia dei 1000 punti solo con slalom (560) e gigante (605) pi i 30 del parallelo di Mosca, una marcia alla Tomba. Non si ancora allenato per le prove veloci gli manca solo la confidenza con i 100 allora perch i fondamentali tecnici sono solidissimi. Le possibilit Proprio per la salute di cui gode, Marcel appare il favorito in questa corsa alla sfera di cristallo, sempre che non buchi come a Kranjska. Stamane non parteciper alla discesa nonostante ne avrebbe diritto in conseguenza del superamento della soglia dei 500 punti e solo allultimo momento decider se essere in pista nel superG. Vedr in ricognizione il disegno della gara - spiega -: se vedo che ho la possibilit di realizzare qualche punto parto (punti in finale solo ai primi 15 classificati - ndr), senn torno in albergo. Lattacco lo sferra sabato e domenica in gigante (dove insegue anche la coppa di specialit) e slalom.
pa.m
RIPRODUZIONE RISERVATA

1250 PUNTI

HIRSCHER

FEUZ

Lo svizzero, 4 volte vincitore tra discesa e SuperG, ha un problema a un ginocchio


DAL NOSTRO INVIATO

KOSTELIC
IVICA KOSTELIC
(Cro) 32 anni
Discesa SuperG Gigante Slalom

La rivelazione Punta tutto sulle prove di velocit

1195 PUNTI
LAustria lo spinge Non sento la pressione

Pi indietro Ma sono qui e voglio provarci


E il pi completo polivalente ma ha saltato nove gare per unoperazione al ginocchio
Senza quellinfortunio al ginocchio nello slalom della combinata di Sochi a met febbraio che lha costretto pochi giorni dopo a farsi operare a Basilea, Ivica Kostelic avrebbe vinto di nuovo senza problemi anche questa Coppa del Mondo, arrivando alle finali, come lo scorso anno a Lenzerheide, semplicemente per raggiungere la certezza matematica. In Svizzera chiuse con 400 punti secchi di vantaggio su Cuche e tanti sorrisi con pap Ante che lanciava lo slogan: Solo contro il mondo. Ora invece vive un calvario e se ancora in corsa lo deve solo agli errori e le occasioni perse dai suoi due giovani contendenti. No, non ci speravo pi, ma visto che sono qui.... Lintervento chirurgico lha costretto a disertare nove gare di Coppa. E rientrato nel Circo Bianco lo scorso fine settimana a Kranjska Gora, ma subito si visto che non era pi quello di gennaio, le sue cosce avevano perso un terzo della massa e quindi di potenza. Non si qualificato per la seconda manche del gigante e nello slalom, su una pista che nei giorni migliori avrebbe mangiato, si piazzato solo sedicesimo.
Completo Ivica Kostelic senza dubbio in que-

PIERANGELO MOLINARO SCHLADMING (Austria)

BEAT FEUZ
(Svi) 25 anni
Discesa

SuperG

Gigante

Slalom

Poche volte la Coppa del Mondo maschile approdata alle finali senza aver fornito verdetti (solo la coppetta della combinata assegnata a Kostelic), ma la corsa dei possibili pretendenti alla vittoria della classifica generale sembra tanto quella claudicante di Dorando Pietri negli ultimi passi della maratona olimpica di Londra 1908. Tutti e tre i candidati hanno problemi. Lo svizzero Beat Feuz senza dubbio la rivelazione nella stagione della velocit. Aveva vinto la prima gara alla fine della scorsa stagione a Kvitfjell, ma questanno ha mostrato una solidit tecnica e una continuit incredibili. Almeno sino al parallelo di Mosca. Lo svizzero, nato nella valle dellEmmenthal e che ama il poker (Mi serve per allenare la concentrazione, spiega), ha vinto in stagione due discese (Wengen e Sochi) e due superG (Val Gardena e Kvitfjell) salendo sul podio altre 5 volte, ma in quella benedetta sera moscovita un colpo contro il palo di una porta ha risvegliato un dolore al ginocchio sinistro che in queste ultime gare lha parecchio condizionato. Solo decimo e ventesimo nei 2 superG, ha preso la testa della classifica a Kvitfjell, ma in piena sofferenza. Ieri nellunica prova qui a Schladming si piazzato ventesimo a 2"91 dal compagno di squadra Cuche. Ha gi deciso che questo ginocchio, che lamenta una lesione alla cartilagine sotto la rotula, lo far operare il 23 aprile.
Possibilit Chiaramente Feuz punta tutto sul-

MARCEL HIRSCHER
(Aut) 23 anni
Discesa

SuperG

Gigante

Slalom

le gare veloci, discesa e superG, quindi oggi e domani, poi aspetter Hirscher. Sullaustriaco ha prima dellinizio delle finali 55 punti di vantaggio e 186 su Ivica Kostelic. Ma rischia di vedersi portare via punti importanti proprio dal compagno di squadra Cuche, deciso come non mai a conquistare lultima discesa della carriera e forse lennesima coppetta della specialit. In gigante il miglior piazzamento stagionale il 16 posto a novembre a Beaver Creek, Lo slalom lo ha disputato, e bene, solo nella combinata, ma ora dice che non sarebbe in condizione di farlo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

sto momento il pi completo polivalente del circuito, come dimostra pure la vittoria gi in tasca della coppetta della combinata. Capace di prendere punti anche in discesa e superG, ha comunque nelle prove tecniche e soprattutto nello slalom i suoi punti di forza. In questa stagione prima dellinfortunio in slalom il peggior piazzamento stato il quinto posto in Alta Badia, con tre vittorie (Beaver Creek, Flachau e Wengen), un secondo, due terzi posti ed un quarto. Una costanza incredibile in una specialit rischiosa come questa.
Le possibilit Le speranze di Ivica

sono al lumicino visti i 186 punti di distacco da Feuz ed anche in questi giorni deve affidarsi pi agli errori degli avversari che alle sue imprese. Pap Ante dice sconsolato: La condizione ormai evaporata. Oggi Kostelic non sar al via della discesa e difficilmente domani parteciper al superG. Potr forse raccogliere qualche punto sabato in gigante per cercare di attaccare domenica nello slalom, sempre che il ginocchio tenga.
pa.m.
RIPRODUZIONE RISERVATA

34

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

NUOTO FEDERICA SEMPRE IN PRIMO PIANO

La Pellegrini olimpica si getta nella mischia


Dopo lAll Star Game di basket vorrei vedere una partita di rugby Lo Cicero simpatico, sogno un gran pubblico pure nel nuoto
TIZIANA BOTTAZZO ROMA

I SUOI IMPEGNI

TRIALS AUSTRALIANI IL VIA AD ADELAIDE

Pronta per il tris, cio anche gli 800?

Federica e i suoi uomini. Lex bicampione del mondo Filippo Magnini, giacca di pelle liscia, tirato, defilato. Giovanni Malag, padrone di casa nel suo Circolo Aniene, gremito allinverosimile per festeggiare luscita del libro Storie di sport, storie di donne proprio nel giorno del compleanno. Federica sul palco, tra Gianni Letta e Luca di Montezemolo, Malag e Paola Protopapa, una delle 17, campionessa olimpica anche senza un braccio. Filippo osserva dietro la vetrata, Federica accarezza dintesa Giovanni quando Gianni Letta cita proprio dal capitolo che Malag le ha dedicato: Ci siamo conosciuti, ci siamo annusati. Io ho creduto in lei. Federica ha creduto in noi. Ed diventata la Pellegrini. Una delle 17, grande protagonista. Scarpe doro, tacco strepitoso, completo pantalone nero, ombelico al vento. Bella, felice, rilassata. Oggi parte per Tenerife, raduno collegiale con Filippo: S, ho bisogno di sole. Proprio a Tenerife lanno scorso svolt la sua vita. Una delle tante svolte.
Se pensa adesso ai Giochi di Londra...?

Decider al momento. Ho gi detto e ripetuto che li avrei portati allOlimpiade. Punter a centrare il tempo di qualificazione al Settecolli o ai campionati a squadre. Agli Europei no, sarebbe mettere troppa carne al fuoco. Poi vediamo allOlimpiade di Londra.
Il suo prossimo palcoscenico...

Domenica a Pesaro per lAll Star Game cera un mare di persone. Magari fosse cos anche per le gare di nuoto. Mi spiaciuto arrivare tardi, avrei voluto godermelo quello spettacolo. Ma stavo girando il nuovo spot dellEnel. Fortuna che si sono sbrigati.
E i 70 mila previsti allOlimpico per il rugby?

Filippo Magnini e Federica Pellegrini, sotto Giovanni Malag con Fede GRANDI

Da oggi al 29 marzo Federica Pellegrini sar impegnata con un gruppo di 25 azzurri nel collegiale a Tenerife (non ci sar Marco Orsi, dimesso dallospedale e a riposo per 15 giorni, da venerd Fabio Scozzoli, reduce da febbre e colpito da virus intestinale) 14 aprile Campionato a squadre a Novara. 21-27 maggio Europei vasca lunga a Debrecen (Ungheria) 14-16 giugno Trofeo Settecolli a Roma 28 luglio-4 agosto Olimpiade di Londra

Mistero Thorpe e un Magnussen col colpo in canna


STEFANO ARCOBELLI

I Trials dellaltro mondo, ad Adelaide, scattano nella notte italiana reclamando le prime verit: come sta davvero Ian Thorpe? Come attaccher il record del mondo dei 100 sl il campione del mondo James Magnussen, ventunenne lanciato ? Riusciranno a prendersi lOlimpiade gli ultratrentenni Geoff Huegill e Michael Klim? Torner a brillare la stella dello sprint Libby Trickett? Sta davvero male la rana letale Leisel Jones? Si riprenderanno una volta per tutte gli ex fidanzati Eamon Sullivan e Stephanie Rice? E le Seebohm e Coutts?
Attacco al record La prima risposta delle selezioni

Cavolo, mi piacerebbe vedere una partita. Conosco bene Lo Cicero, lo incontriamo spesso allAcquacetosa, una simpatia unica. Sar per unaltra volta. Che dire alla vigilia di un incontro cos importante? Di dosare la concentrazione perch porta via molta energia. Rilassati fino allultimo e concentrati soltanto allultimo. Regola preziosa.
Ci parla anche del caso ceretta sollevato da qualche organo di stampa?

Pochi pensano al lavoro e ai tanti problemi di noi donne. Malag ha creduto in me

Londra? Ho sensazioni positive. Non vedo lora.

Divertita: Un caso su delle chiazze rosse sulle gambe per la naturale dilatazione dei ca-

pillari. Ma che stupidaggine. Io comunque la ceretta continuo a farla tutti i giorni. Distaccata, superiore. Over. Microfono in mano, Federica esordisce cos sul palco: Per i giornalisti tutto di noi scontato. Pochi si soffermano sul lavoro che c dietro, sui nostri problemi da donne. Giovanni riuscito a raccontare la nostra storia sentimentale, le paure, le debolezze, la nostra forza. Si, vero: tra me e Giovanni c un rapporto a pelle. Ha creduto in me. Mi ha portato a essere la Pellegrini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

australiane offerta dallo stesso iridato della specialit, che concede il tributo a Thorpe non finito, vedrete che sta meglio di quello che si pensa, lo rispetto molto per le grandi cose che ha fatto, e non si nasconde per la finale di luned: un anno fa nuotava i 100 sl in 47"49, sotto carico ha stampato 48"05 ma chiaro che il velocista punti subito a cancellare il 46"91 di Cielo a Roma 2009, in pieno delirio-body. Realisticamente potrei arrivare al massimo a 47"2.... Insomma, le premesse sono assai promettenti per il re di Shanghai, che ridimension Cielo in 47"63. Nei 100 verr definita la staffetta veloce, cui aspira soprattutto il ventinovenne pentaolimpionico rientrato un anno fa dopo il lungo stop, e finora espostosi a figure tuttaltro che convincenti, Riccione compreso. Poi Ian prover a dare tutto se stesso nei 200 sl di cui stato olimpionico, iridato e primatista mondiale in 144"06: ma oggi si presenta con un modesto 150"74. E pi probabile che fallisca in questa operazione la linea pessimistica di questa vigilia. E stato finora tutto frustrante ha ammesso Ian, sempre difeso dal d.t. australiano Nugent, che s fidato del lavoro del russo Touretski a Tenero. Pur con uninfezione ad un orecchio, la Jones a 26 anni cerca ancora gloria, lei che gi cera quasi come mascotte nello squadrone di Sydney 2000: Ho provato tutte le emozioni possibile, ma mai questa vigilia cos rilassata. Il primo verdetto nei 400 misti, riguarder domani la Rice, 3 ori a Pechino e poi sempre e solo star fuori dallacqua. Sar rilancio vero?
RIPRODUZIONE RISERVATA

TENNIS IL TORNEO SUL CEMENTO DI INDIAN WELLS ENTRA NEL VIVO

Del Potro, estasi e brividi Ma ora proprio tornato


Dopo un primo set super, salva 6 set point a Verdasco. Vinci travolta
VINCENZO MARTUCCI twitter@vincemartucci

Il ring del tennis come la vita: giudichi luomo nelle difficolt. Dopo un primo set troppo facile, con l80% di punti con la prima di battuta (16/20), Juan Martin Del Potro salva quattro set point sul 6-2 4-5, e altri due sul 2-6 del tie-break, picchiando duro sui nervi di Fernando Verdasco. Cos, in unora e tre quarti, si sbarazza per la terza volta in 4 duelli del terzo mancino di Spagna (dopo Nadal e Lopez), evita i rischi del terzo set sotto il sole della California e avanza agli ottavi del primo Masters 1000 della stagione, sul prediletto cemento allaperto di Indian Wells. Dove trova a sorpresa Denis Istomin, il numero 51 del mondo che coglie il primo successo in carriera contro un top ten, eliminando il 5, David Ferrer, finora con 19 vittorie in 20 match con 3 titoli (Auckland, Buenos Aires e Acapulco). Mentre non riesce il colpo a Roberta Vinci: lultimo azzurro in gara in singolare cede a Maria Sharapo-

va, come gi nellunico precedente, agli Us Open 207, come da pronostico di classifica (n. 22 contro 2 del mondo) e specializzazione sul cemento americano. Dopo un primo set con tre break iniziali, ma la seconda di servizio della tarantina troppo sotto pressione (1/12 punti!) e un secondo senza storia, per il 6-2 6-1 in 72 minuti.
Bentornato Delpo, Palito,

La torre di Tandil, chiamatelo come volete. Di sicuro, Del Potro davvero tornato in alto, con tutta la sua potenza, a cominciare dal famoso servizio, e la pressione da fondo. Ma, soprattutto, con la continuit e la sicurezza ad alto livello. Cos dice il bilancio di questi primi 2 mesi e mezzo dellanno (18-4) dellargentino, con una prima sconfitta allesordio 2012 (contro Baghdatis) e tre contro Federer, ma soprattutto lacuto del decimo titolo in carriera, a Marsiglia. Segnali che loperazione al polso di due anni fa smaltita e che lomone (1.98 per 97 chili) allenato da Franco Davin, pu riguadagnare il 4 del novembre 2010 (da 9 di oggi).

Servizio Perci, nel terzo turno di Indian Wells, Delpo non pu fermarsi contro Verdasco. Che, invece, non riesce a recuperare la condizione di tre anni fa, quandera 7 della classifica, e deve accontentarsi del numero 19, appena quinto spagnolo nellinvincibile armata (orgogliosa di 12 rappresentanti fra i primi 92). Ma, dopo unora e un quarto, Nando alza il livello anche della sua prima di battuta, con 3 aces, sale 5-4. Fra rispostone e schiaffi violenti, si vede negare tre set point da Delpo e un quarto dal net, che benedice con un veemente Puta (Puttana) in mondovisione. Sembra crollare gi l. Come contraccolpo psicologico dopo la grande occasione sfumata. Epper, fra errori e vincenti salva due volte il 5-6 e, al tie-break vola sul 6-4. Sprint A quel punto, lo spagno-

I NUMERI Anche Kvitova

4
1 1

la guida e Davydenko k.o. per il virus


Si allunga il bollettino dei colpiti dal virus che falcidia il torneo di Indian Wells: Vera Kvitova rinuncia al doppio e Nikolay Davydenko d via libera a Bellucci. Aggregandosi a Francesca Schiavone, Vera Zvonareva, Gael Monfils, Philipp Kohlschreiber, Andreas Seppi, Magdalena Rybarikova, Bethanie Mattek e Vania King. Singolare, maschile, 3 turno: Djokovic (Ser) b. Anderson (S.Af) 6-2 6-3; Berdych (Cec) b. Roddick (Usa) 6-3 4-6 6-2; Ebden (Aus) b. Fish (Usa) 6-3 6-4; Isner (Usa) b. Monaco (Arg) 7-5 7-5; Almagro (Spa) b. Giraldo (Col) 4-6 6-2 7-6 (2); Simon (Fra) b. Wawrinka (Svi) 6-4 6-4; Andujar (Spa) b. Ramos (Spa) 7-6 (5) 6-4; Harrison (Usa) b. Garcia-Lopez (Spa) 6-4 7-5; Istomin (Uzb) b. Ferrer (Spa) 6-4 6-3; Del Potro (Arg) b. Verdasco (Spa) 6-2 7-6 (6); Bellucci (Bra) b. Davydenko (Rus) per rinuncia; Tsonga (Fra) b. Stepanek (Cec) 6-7 (2) 6-3 6-2. Singolare femminile, ottavi: Sharapova (Rus) b. VINCI 6-2 6-1; A. Radwanska (Pol) b. Hampton (Usa) 6-3 4-6 3-0, rit; Azarenka (Bie) b. Goerges (Ger) 6-3 6-1; Kerber (Ger) b. McHale (Usa) 6-3 3-6 7-6 (4); 3 turno: Sharapova (Rus) b. Halep (Rom) 6-3 6-4; Wozniacki (Dan) b. Arvidsson (Sve) 3-6 7-5 6-2; Ivanovic (Ser) b. Pervak (Kaz) 6-7 (8) 6-3 6-2; Kirilenko (Rus) b. Domnguez Lino (Spa) 6-2 4-6 6-4. Doppio, femminile, 2 turno: ERRANI-VINCI b. Azarenka-Kvitova (Bie-Cec) per rinuncia. DALLAS AZZURRA Fra Indian Wells e Miami (da marted), Bolelli, Seppi, Starace, Cipolla e Fabbiano (qualificato) giocano il Challenger di Dallas (Usa, 95.000e, cemento).

gli Slam vinti da Del Potro, agli Us Open 2009, in finale su Federer.

successi Istomin con top ten e anche le sconfitte 2012 di Ferrer fino a ieri: 19 successi in 20 match!

lo sembra padrone del campo, per la felicit di pap e dellavvenente fidanzata, la modella Jarah-Evelyn Makalapua Mariano di sangue hawaiano e coreano. Peccato che, da giocatore di carattere, esperienza e qualit, Del Potro metta gi un servizio e un rovescio imparabili, cancellando gli ultimi due set point. E sfaldi letteralmente Verdasco, gi condannato a un equilibrio instabile dai nervi e dal gioco tutto di rischi, e quindi allimprovviso disposto a regalare il terzo doppio fallo e poi lennesimo, decisivo, rovescio. Delpo tornato.
Juan Martin Del Potro, numero 9 del mondo EPA
RIPRODUZIONE RISERVATA

vittorie di fila di Azarenka il miglior inizio di stagione Wta dal 2003, di Serena Williams (21); record 45: Graf 87 (lu.mar.)

20

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

PALLAVOLO LA LOMBARDIA SOGNA IN DUE SERATE

Busto IN NUMERI

Busto in rimonta piega Urbino Monza chiede strada a Mosca


qui Monza

Carlo Parisi (52) arrivato sulla panchina della Yamamay Busto nel 2004 IERI Andata semifinali Coppa Cev femminile: Yamamay Busto ArsizioChateau dAx Urbino 3-1, ritorno sabato nelle Marche. Oggi Constanta (Rom)-Galatasaray Istanbul (Tur), ritorno sabato. FINALI Andata il 27 o 28 marzo, ritorno il 31 marzo i 1 aprile. 1 COPPA Busto Arsizio ha visto la Cev Cup nella stagione 2009-10 COPPA ITALIA In questa stagione la Yamamay ha gi conquistato la Coppa Italia e terminato la stagione regolare con un record di 19 vittorie e una sconfitta soltanto

S qui Busto

E la coppia ceca facilita il recupero


MATTIA LUALDI BRAZZELLI BUSTO ARSIZIO

Occhio alla Dinamo di Yuri Cherednik


ALESSANDRO ANTONELLI

Emanuele Zanini, 46 anni, alla prima stagione alla guida di Monza OGGI Andata semifinali Coppa Cev maschile: Acqua Paradiso Monza-Dinamo Mosca (Rus), ritorno domenica 18, Resovia (Pol)-Lubiana (Slo), ritorno domenica 18. FINALI Andata il 27 o 28 marzo, ritorno il 31 marzo il 1 aprile 2 COPPE DELLE COPPE Monza non ha mai vinto una Coppa continentale mentre Montichiari ha vinto 2 Coppe delle Coppe nel 1990-91 e 1991-92 11 ANNI Tanti ne sono passati dallultima semifinale europea, nel 2001 (a.a.)

Dal successo in rimonta nel derby di campionato contro Villa Cortese, al successo sempre in rimonta e (ancora 3-1) nel derby italiano della semifinale di andata della Coppa Cev contro Urbino. Busto conferma il suo momento magico, anche se per avere ragione della squadra di Salvagni deve impegnarsi per quattro set.
Vittoria numero 31 E pensare che per la Yamamay, alla vittoria numero 31 in questa favolosa stagione, la gara era iniziata in salita: linfortunio (ginocchio) sul 15-12 della schiacciatrice serba di Urbino, Djerisilio aveva paradossalmente cambiato linerzia del primo set: la statunitense Faucette, dal suo ingresso, non sbagliava infatti un colpo (100% in attacco) firmando 7 punti, con cui la Chateau Dax, attenta in ricezione, si portava a condurre. La reazione della Yamamay non si faceva per attendere: la mano pesante di Havlickova (8 punti) lasciava il segno su Garzaro (buona la sua prova) e compagne, permettendo alle bustocche di pareggiare i conti. Lequilibrio, sovrano nel terzo parziale in cui brillavano Marcon e Faucette, si frantumava al contestato 24-20 con cui la solita Havlickova consentiva alla Yamamay di mettere la freccia. Per Busto, devastante a muro (11) e ficcante in battuta (10 punti, 4 di Havelkova), non cera pi storia, con la top scorer Havlickova a dominare. Privo della belga Van Hecke e con Djersilio infortunatasi in avvio, il tecnico di Urbino Francosi Salvagni non ha nascosto un legittimo rammarico: Faucette ha fatto benissimo, ma avrei preferito confrontarmi con la Yamamay disponendo di tutte le giocatrici. La versione di Parisi: Dovremo abituarci a gestire e convivere gli alti e bassi, tipici di una fase in cui ci troveremo a giocare anche 3 volte in una settimana.
BUSTO ARSIZIO-URBINO

Lultima semifinale europea questa societ (quando ancora abitava a Montichiari) lha giocata addirittura undici anni fa, il 17 marzo 2001 contro Macerata, a San Sepolcro. Poi tanti sogni sfiorati fino alla gara di questa sera (ore 20.30, al PalaIper, a Monza) contro la Dinamo Mosca, una fetta della storia del volley russo (e sovietico prima), affidata a Yuri Cherednik e Oleg Antonov, entrambe vecchie conoscenze dei nostri campionati.
Regia russa Sulla loro strada troveranno lAcqua Paradiso Monza di Zanini: Non c dubbio che questa per noi una gara particolarmente sentita nella stagione - ha ripetuto pi volte in queste settimane il tecnico mantovano -. La Coppa Cev lobiettivo del nostro club. Sappiamo che la squadra russa fa un gioco moderno poggiato sulla velocit del suo regista (il titolare anche della Nazionale, Grankin, ndr) e che ha attaccanti molto forti. Cercheremo di fare il nostro gioco, chiude il tecnico della squadra reduce da 4 sconfitte consecutive in campionato (le ultime due al tiebreak) e che nel cercare nuove soluzioni offensive ha alternato Gavotto e Conte nel ruolo di bomber della squadra. Molte le frecce allarco della squadra di Mosca dove spicca qualche volto noto in Italia, come il centrale campione olimpico americano, Lee o lungherese Veres.

DONNE OGGI E DOMANI SU RAI SPORT1

Via ai playoff a singhiozzo Modena insidia Piacenza


(m.l.) Spalmati su due giornate (e in mezzo alle finali di Coppe) scattano con gara 1 (al meglio delle 3) i quarti playoff del campionato femminile. Oggi ore 20.30: Rebecchi Nordmeccanica PiacenzaLiu Jo Modena (diretta RaiSport 1); MC Carnaghi Villa CorteseScavolini Pesaro. Domani ore 20.30: Chateau dAx UrbinoNorda Foppapedretti Bergamo; Yamamay BustoAsystel Novara. Sabato e luned
NON PAGATI Al contrario di quanto annunciato

3-1

(20-25, 25-21, 25-21, 25-14) YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Marcon 10, Bauer 9, Lloyd 5, Havelkova 16, DallOra 5, Havlickova 27; Leonardi (L), Majners, Lotti, Caracuta, Pisani 1, Bisconti. All. Parisi. CHATEAU DAX URBINO: Tirozzi 5, Garzaro 12, Djerisilo 2, Blagojevic 10, Crisanti 7, Skorupa 7; Sirressi (L); McNamee, Faucette 21. N.e. Van Hecke, Devetag, Gentili. All. Salvagni. ARBITRI: Dusan Hodon e Kiril Stoyanov NOTE Spettatori 1624. Incasso: 9620 euro. Durata set: 28, 27, 26, 23; totale 104. Yamamay: battute sbagliate 7, vincenti 10, muri 11, 2 linea 4, errori 15; Chateau DAx: b.s. 10, v. 5, m. 4, 2 l. 2, er. 21.

In alto Aneta Havlickova supera il muro di Urbino. Sotto passaggio del testimone: Helena Havelkova ha vinto la sua semifinale, stasera tocca al fidanzato, Facundo in Monza-Dinamo TARANTINI

nella famosa cena con il presidente Mezzaroma, i giocatori di Roma non sono ancora stati pagati. I ritardi nei pagamenti adesso assommerebbero a 4 mesi sia per i tecnici che per gli atleti.

IPPICA IL CAVALLO ITALIANO AL FESTIVAL INGLESE DEI SALTI

Poco Hurricane, Cheltenham dice no


MICHELE FERRANTE

battibile Sprinter Sacre (B. Geraghty-8/11) era risultato tale nellArkle Trophy (steeple, m 3200) lasciando a 7 lunghezze Cue Card.
Lucy Ci ha provato anche Lucy ALexander, lastro nascente delle fantine dostacoli, ma nulla ha potuto in sella a un cavallo a 40/1 (Riquez Dance) nellhandicap in steeple sui 4900 metri vinto da Alfie Sherrin. A Cinders and Ashes (J. MAguire) il Novice Hurdle (sipei m 3300), a Balthazar King (R. Johnson) il Cross Country (m 6200) , a Quevaga (R. Walsh) il Mares Hurdle (steeple, m 4000) e a Hunt Ball (H. Scollfield) il Novice Handicap (steeple m 4100.) Oggi Queen Mother Chase (steeple, m 3200) e il bis di Sizing Europe a 4/5 fa tremare i bookmakers.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL FALLIMENTO

Stop al sogno italiano nel tempio inglese dei salti. Nella prima giornata del Festival di Cheltenham (si chiude venerd) i soliti 50.000 spettatori e i soliti fiumi di sterline indirizzato soprattutto sui grandi favoriti, fra i quali anche Hurricane Fly (4/6 la quota) il campione allevato dallitaliano Giovanni Caiani che tentava di raddoppiare il successo di 12 mesi fa nel Champion Hurdle (siepi, gr. 1-) sui velocissimi 3300 metri.
Poco Hurricane Ma oggi la versione era poco Hurricane e cos l8 anni allenato da Willie

1 Rock on Ruby (a sinistra) vola verso la vittoria nel Champion Hurdle AFP 2 Le decine di bookmakers a Cheltenham REUTERS 3 La principessa Zara Phillips nipote della regina Elisabetta REUTERS

Mullins non mai riuscito a inserirsi nella lotta per la vittoria e finisce solo terzo e alla fine Mullins bacchetta il fantino Ruby Walsh Forse il cavallo stato tenuto troppo lontano dalla testa del gruppo, un paio di posizioni pi avanti sarebbero state meglio per affrontare la fase finale. Perfetta invece linterpretazione di Noel Feihly in sella al vincitore (a 11/1) Rock on Ruby, in testa dal via e infine capace di lasciare a quasi 4 lunghezze Overturn (20/1), quindi Hurricane Fly e il controfavorito (4/1) Binocular. Un riscatto per i bookmaker, che avevano subito ingenti perdite poco pi di unora prima, quando lim-

Quint non vinto Jackpot? 7.660 e


Ieri nessun vincitore per il quint e jackpot di soli 7.660 euro. Cos lippica muore. A Trieste (m 1660): 1 My Gengy Nap (A. Raspante) 1.15.7; 2 Iari; 3 Manolo Zs; 4 Le Roux; 5 Falcone Rob; Tot.: 2,90; 2,02, 3,00, 3,41 (56,11) Quint 3 14 8 11 7 n.v. Quart e 1.383,60. Tris e 313,76. OGGI AVERSA QUINTE (ore 18,30, inizio 15.25). In 15 sul mi glio del Cirigliano, indichiamo Nievoz (10), Isaia Epi (6), Gucci (1), No More Lf (12), Noble As (2), Nina Moric (4). ANCHE Gal.: Groseeto (14.25), Napoli (14.50). Tr.: Roma (14.35), Torino (14.35).

Monza IN NUMERI
S

5 Assalto allEuropa 5

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

37

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Pallanuoto POSILLIPO FUORI

Euro Cup, Savona in finale perdendo


NAPOLI (d.p.) In finale di Euro Cup ci va il Savona, che rischia grosso alla Scandone, ma passa in virt dell8-4 allandata. Eppure il Posillipo stato anche in vantaggio di 6 reti (9-3). Furioso Silipo a fine gara per la direzione arbitrale: Gli arbitri vengono qui a Napoli in gita, comprano la mozzarella e se ne tornano a casa.

Rugby OGGI IL XV ANTI-SCOZIA. RECUPERATA LA FRATTURA AL COSTATO

Atletica Zhang Wenxiu martello a 75.72


(si.g.) Record asiatico della cinese Zhang Wenxiu nel martello a Chengdu (75.72). Donne. Giavellotto: Lu Huihui 63.78. A LAvana (Cuba). Uomini. Disco: Fernandez 66.05 (mpm 12). Donne. Triplo: Alcantara 14.40 (+0.9). Disco: Caballero 65.60; Barrios 64.38. A Norwalk (Usa). Donne. Asta: Pena (Irl) 4.50 (r.n.). A Mersin (Tur). Uomini. Disco: Olgundeniz 64.80. A Loughborough (Gb). Donne. Martello: Hitchon 70.40 (r.n.). Giavellotto: Sayers 62.18. A Mayaguez (P.Rico). Donne. 100 (+3.3): Caocedo (Col) 1126. LANCI ITALIA (si.g.) A Montebelluna (Tv), 74.55 di Leonardo Gottardo nel giavellotto, miglior lancio stagionale in Italia. A Pisa. Allievi. Martello (kg 5): Neri 68.20. DOMINGUEZ RECORD (pe.m.) Al rientro dalla maternit e dopo i problemi legati al coinvolgimento nella Operacion Galgo, Marta Dominguez ha siglato la miglior prestazione nazionale sui 10 km, correndo a Laredo in 3144". LAGO MAGGIORE (m.m.) Ottimi risultati alla mezza del Lago Maggiore a Verbania. Uomini: 1. Bedede Belaya (Eti) 1h0059"; 2. E. Kipyego (Ken) 1h0111"; 3. Waweru (Ken) 1h0218". Donne: 1. J. Jelagat (Ken) 1h0835"; 2. Mogire (Ken) 1h1011"; 3. Mukurenzi (Ken) 1h1144". MEZZA CONSOLE (m.m., d.m.) Nel weekend dellattivit italiana su strada, 1h1605" di Rosalba Console nella mezza di Civitanova Marche (Mc). Mezza Citanova (Mc). Uomini: Yego (Ken) 1h0320". Donne: Console 1h1605"; Mancini 1h1907". Mezza Pieve di Cento (Bo). Uomini: 1. Kiprop (Ken) 1h0323"; 8. Montorio 1h0747". Donne: Chepkorir (Ken) 1h1459"; 3. Ricotta 1h1559". A Brescia. Maratona. Uomini: Kipserem (Ken) 2h1302". Donne: 1. Vrajicic (Cro) 2h5406". Mezza. Uomini: Tiberti 1h0949". Donne: Magro 1h2043". A Colico (Lc). Maratona. Uomini: Armuzzi 2h2522". Mezza. Uomini: Nasef (Mar) 1h0745".

Hockey pista
SERIE A-1 Oggi il recupero della 18 giornata, Molfetta-Sarzana (ore 20.45). Classifica: Lodi 48; Viareggio 46; Valdagno 42; Forte dei Marmi 40; Bassano, Giovinazzo 35; Breganze 31; Follonica 20; Prato 19; Sarzana* 16; Molfetta*, Trissino 15; Matera 11. (*: una in meno)

Italia, c Castro: Sto bene


ROMA

Nuoto
ATTESA PER CIELO (al.f.) Cesar Cielo da oggi a domenica sar impegnato ai campionati sudamericani di Belem (Bra). Dal brasiliano campione olimpico e mondiale, attualmente 29 nel ranking mondiale stagionale, attesa la risposta a Phelps nei 100 sl di venerd. SPRINT AMERICANO (al.f.) A Greensboro (Usa). Uomini: 50 sl Schneider 2240, Brunelli 2266, Jones 2275; 100 do Thoman 5374. A Federal Way (Usa). Donne: 50 sl Joyce 2549.

| POSILLIPO-SAVONA 11-8
(3-2, 4-1, 3-3, 1-2) POSILLIPO: Negri, Paskovic 2, Buonocore, Gallo 1 rig., Minguell 3, Baraldi, Saccoia 3; Perez, Gi. Mattiello, Bertoli 1, Renzuto Iodice, A. Calcaterra 1. N.e.: Antonino. All. Silipo. CARISA SAVONA: Volarevic, Petrovic, Rizzo 2 (1 rig.), M. Janovic 1, Angelini 1, Aicardi 1, G. Fiorentini 2; Alesiani, Damonte, L. Bianco, G. Bianco, F. Mistrangelo 1. N.e.: Zerillo. All. Pisano. ARBITRI: Alexandescu (Rom) e Stavropoulos (Gre). NOTE: sup. num. Posillipo 8 (3 gol), Savona 10 (4). Usc. 3 f. Bertoli 1836, Petrovic 2749. CHAMPIONS Oggi, alle 19, andata dei quarti di Champions tra Budva (Mng) e Ferla Pro Recco, con diretta su SportItalia 2. Le altre sfide: Jug (Cro)-Vasas (Ung), Primorje (Cro)-Jadran Herceg Novi (Mng), Mladost (Cro)-Szeged (Ung). In Coppa Campioni donne, la Final Four del 4-5 maggio sar a Kirishi, in Russia: semifinali Orizzonte-Pro Recco e Kirishi-Vouliagmeni (Gre).

Castro non molla, vuole esserci a tutti i costi. Litaloargentino che sta cercando di recuperare a tempo di record dalla frattura scomposta alla costola rimediata contro lInghilterra vuole essere presente sabato allOlimpico con la Scozia (ore 13.30) e ieri rilanciava cos su twitter: Mischie fatte senza problemi, io sto bene, speriamo che la risonanza e i dottori non rompano. In allenamento infatti ieri il c.t. Brunel gli ha fatto provare ingaggi al mattino e un po di contatto nel pomeriggio. Stamani dir la parola definitiva sulla presenza del pilone destro nellultima gara del Sei Nazioni. E sarebbe una bella Martin Castrogiovanni lanno scorso in Scozia. A sinistra Richie Gray FAMA iniezione di fiducia per gli azzurri a caccia della vittoria del Torneo, con i gallesi War- tuni patiti sabato, lestremo per evitare lultimo posto nel burton, Lydiate, Cuthbert e Stuart Hogg, lala Max Evans, torneo. Sar disponibile an- Philips, i francesi Malzieu, Ma- il n. 9 Mike Blair e il flanker che Botes: verificato che le estri e Harinordoquy, gli irlan- John Barclay ieri si sono allecondizioni della spalla non so- desi Sexton e Ryan e gli scoz- nati; il centro Nick De Luca no preoccupanti, giocher zesi Denton e Rennie. Si vota che viene dato in recupero. Il con una fasciatura di protezio- fino a mezzanotte di domeni- c.t. Robinson ha comunque ca sul sito www.rbs6na- chiamato nel gruppo il centro ne. tions.com. Lanno scorso i tifo- Alex Grove, lestremo-ala Il migliore Intanto c anche si premiarono Andrea Masi. Jack Cuthbert e lestremo-cenSergio Parisse tra i candidati tro Peter Murchie. RIPRODUZIONE RISERVATA al titolo di miglior giocatore La Scozia Nonostante gli infor-

Pallavolo
EMIGRANTI (a.a.) Lo Jastrzebski di Bernardi e Lasko si porta sull1-1 nelle semifinali polacche. Dopo il 3-0 di gara-1, sempre in casa del Bydgoszcz simpone 2-3 (perdeva 0-2) con 33 punti di Michal Lasko. Il 21 e 22 marzo si giocano due gare in casa dello Jastrzebski. Il Cannes di Centoni (MVP, 17 punti) e Cardullo ha vinto la Coppa di Francia superando 3-0 il Mulhouse. LAgeo Medics Saitama di Fiorin (14 e 3) ha chiuso al secondo posto la challenger giapponese dietro allHitachinaka.

Rugby
TORNA OBRIEN (ro.pa.) Gi fatta lIrlanda che sabato a Twickenham sfider lInghilterra (ore 18) nellultimo turno del Sei Nazioni. Un solo cambio: come flanker torna Sean OBrien, fuori contro la Scozia per uninfezione cutanea a un piede, con OMahony che torna in panchina. MORTO HOBBS In un ospedale di Wellington morto ieri Michael Jock Hobbs, 52 anni, 21 volte All Black tra il 1983 e il 1986, quattro delle quali da capitano, e presidente della federazione neozelandese tra il 2002 e il 2010. Era malato di cancro. Artefice principale del Mondiale 2011, nel 2010 aveva dovuto lasciare ogni incarico per la malattia. Aveva commosso il mondo ovale il 27 settembre scorso, mettendo sul capo di Richie McCaw il cap speciale per le cento presenze del capitano. RECLAMO PRATO (ri.te.) Prato presenter reclamo al giudice sportivo contro Mark Burman (Mogliano), per un presunto stamping su Dion Barryman domenica scorsa a Prato, non rilevato dalla terna arbitrale.

Baseball
RIMINI SCATENATO (m.c.) Rimini ufficializza il lanciatore straniero, Francisco Alberto Cruceta, un 31enne dominicano approdato in Major con tre organizzazioni, Cleveland nel 2004, Seattle 2006 e Detroit 2008, ma ha militato anche in Corea e Nicaragua. Sostituisce Ramon Ramirez, che ha fatto dietro front e ha scelto il Messico. LIDDI (m.c.) Scende a 333 (5/15) la media battuta di Alex Liddi nello spring training con Seattle. Luned sera il terza base rimasto a secco, 0/3, nella vittoriosa gara (6-4) con i Texas. Per Alex lottava gara precampionato.

Atletica IL SESTO DI SEMPRE

SPORT INVERNALI

Mezza dellAia Kibet fa 5854"

Festa per i cento anni dello sci club Courmayeur


A

SC

Stephen Kibet, 25, al traguardo AFP

(d.m.) Domenica il 25enne keniano Stephen Kibet in 5854" ha vinto la 38esima edizione della mezza maratona di LAia (Olanda), con cinque atleti sotto il minuto e sette dei primi otto al personale, anche grazie al meteo ideale (sole, 13, niente vento). Kibet si piazza al sesto posto delle liste mondiali di sempre. Lazione decisiva arrivata allultimo km, quando ha staccato il connazionale Maiyo (5902"). Nella gara femminile, successo della keniana Chepkoech in 1h11"20.
Uomini: 1. S. Kibet (Ken) 5854"; 2. Maiyo (Ken) 5902"; 3. Kipkemoi (Ken) 5911"; 4. Kipsang (Ken) 5926"; 5. V. Kipchirchir (Ken) 5931"; 6. Birke (Eti) 1h0014". Donne: 1. J. Chepkoech (Ken) 1h1120"; 2. Hahn (Ger) 1h1250"; 3. De Knegt (Ola) 1h1431".

Lo sci club Courmayeur Monte Bianco festeggia i cento anni di attivit. La ricorrenza cadeva venerd 9, ma sar celebrata fino a sabato con una mostra di fotografie, esposte in paese e sulle piste. Celebrati i protagonisti che hanno animato la vita del club dal 1912 a oggi: dal primo presidente e factotum, Mario Sincero, fino agli atleti che negli anni hanno vestito lazzurro, come Matteo Belfrond, Richard Pramotton, Glorianda Cipolla e Marcella Biondi. I festeggiamenti culmineranno sabato al Jardin de lAnge con una festa aperta a tutto il paese, durante la quale saranno estratti i pettorali per la finale di Coppa Europa di slalom uomini e donne.

CARPABIRE La Procura antidoping, a seguito dellindagine conoscitiva avviata in relazione alla vicenda disciplinare di Joseph Carpabire e considerando leventuale applicazione del codice Wada, ha ritenuto di non procedere, non rinvenendo elementi sufficienti per il riconoscimento in Italia della sanzione della Mlb (50 turni di squalifica per doping).

Scacchi
CARUANA VINCE Appena salito al numero 7 del ranking mondiale, Fabiano Caruana ha vinto il torneo di Reykjavik (Islanda), dove aveva il miglior rating.

GO

GO

Sci nautico A MELBOURNE

Pentathlon STAGIONE AL VIA

Sci di fondo OGGI STOCCOLMA

Moomba Masters Coppa. Petroni Allais secondo 11o a Charlotte


(m.l.) Prestigioso risultato per lazzurro Carlo Allais che in Australia, nella 52 edizione dei Moomba Masters (a invito), il classico appuntamento dapertura della stagione con in gara i migliori atleti al mondo, si piazzato secondo in slalom (2.50 a 10.75). Sulle acque del fiume Yarra nel centro di Melbourne, il 29enne torinese Allais (unico azzurro presente) primo degli europei, ha dovuto inchinarsi solo allo statunitense Smith Nate, mentre il neozelandese Aaron Larkin si piazzato terzo per una peggiore eliminatoria rispetto allazzurro. Il secondo europeo, lo svedese Johan Efverstrom, arrivato soltanto 12. (g.l.g.) Si conclusa a Charlotte (Usa), la prima prova di Coppa del Mondo. Erano quattro gli azzurri in gara: il migliore, Pier Paolo Petroni, ha chiuso 11, con Riccardo De Luca 13, Federico Giancamilli 33 e Nicola Benedetti 34. La gara stata vinta dal russo Frolov con 5884 punti, davanti allucraino Tymoshchenko a 5860, e al russo Lesun a 5832. Tra le donne, vittoria allolimpionica Lena Schoneborn (Germania) con 5492 punti, seconda la britannica Spence a 5456, terza la bielorussa Prokopenko con 5416. Cos le azzurre: 19 Cesarini 5172; 25 Crognale 5064; 26 Bonessio 5052; 34 Mancini 4844.

Finali di Coppa Ultima sprint


Oggi con la sprint classica di Stoccolma (15.45, Eurosport e Rai Sport 2) scattano le finali della Coppa del Mondo di fondo, che proseguiranno da venerd a domenica a Falun (Sve) col prologo di 2.5 e 3.3 km tl, 15 e 10 km tc e tc in linea partendo ad handicap. Oggi in gara F.Pasini, Pellegrino; donne: De Martin e Brocard.
Uomini. CdM: 1. Cologna 1900; 2. Kershaw (Can) 1214; 3. Northug (Nor) 1199; 20. CLARA 353.C. sprint: 1. Peterson (Sve) 571; 2. Morilov (Rus) 460; 17. PELLEGRINO 173. C. distance: 1. Cologna 956; 2. kershaw 701; 15. CLARA 269. Donne. CdM: 1. Bjoergen 2349; 2. Kowalczyk (Pol) 2211; 45. BROCARD 135. C.,sprint: 1. Randall (Usa) 628; 2. Falla (Nor) 493; 35. VUERICH 61.C.distance: 1. Bjoergen 1358; 2. Kowalczyk 1234. 37. DE MARTIN 67.

Golf DOPO IL RITIRO A MIAMI

Tiger, tendine ok Posso giocare


Tiger Woods tira un sospiro di sollievo. Il problema al tendine di Achille che lo ha indotto a fermarsi nellultimo giro del Wgc di Miami domenica scorsa non niente di grave, tanto che lex n.1 potrebbe gi tornare nell'Arnold Palmer Invitational a Bay Hill dal 22 marzo. Buone notizie dal dottore ha scritto Tiger su Twitter solo un problema leggero al tendine di achille della gamba sinistra. Nel weekend posso tornare a giocare.

CA

N I U E

Sport invernali
PITTIN OPERATO Intervento riuscito per Alessandro Pittin. Lazzurro di combinata nordica stato operato al Galeazzi di Milano dal dottor Herbert Schoenhuber, in collaborazione con il dottor Pacelli. Al campione carnico stata suturata in artroscopia la lesione al cercine della spalla sinistra infortunata durante la caduta del 17 febbraio dal trampolino di Klingenthal con l'applicazione di due chiodini in titanio. Pittin verr dimesso oggi e osserver un periodo di rieducazione di un mese. SNOWBOARD A CHIESA Iniziato a Chiesa Valmalenco (So) lultimo weekend di Coppa del Mondo. Nelle qualificazioni del cross, Perathoner quarto, con Leoni 14, Schiavon 22, Matteotti 27, Visintin 29 e Cordi 43, tutti ammessi al tabellone di oggi (dalle 12; run a 6, si parte dagli ottavi). Tra le donne qualificata Raffaella Brutto, 14: si parte dai quarti. Diretta RaiSport 1 dalle 12.15, differita Eurosport 2 dalle 14. COPPA EUROPA (s.f.) Ieri a Pila (Ao) nelle prime crono della discesa delle finali di Coppa Europa, Lisa Agerer ha siglato il miglior tempo su Bailet (Fra) e Mowinckel (Nor), neo iridata junior di gigante; 9 la Borsotti. A La Thuile Casse il pi veloce, davanti a Varettoni e Ferstl (Ger); 5 Plank. Oggi seconda prova, domani le due gare.

Boxe
VECCHIETTO PER WLADIMIR (r.g.) Mentre per Vitali Klitschko (44-2) 40 anni, campione Wbc, prosegue la trattativa per affrontare David Haye (25-2), il fratello Wladimir (57-3), 36 anni, metter in palio la cintura Ibf contro lo sfidante ufficiale Tony Thompson (Usa 36-2), 40 anni, in estate. Nel luglio 2008 lucraino si impose ad Amburgo (Ger) ko 11. SQUALIFICA (r.g.) La Wbo ha comunicato di aver squalificato per un anno il piuma portoricano Juan Manuel Lopez (31-2), ex iridato supergallo e piuma, tra il 2008 e il 2011, sconfitto sabato a S. Juan per ko 10 dal messicano Orlando Salido (38-11-2), per le dichiarazioni offensive nei riguardi dellarbitro Roberto Ramirez. LIDOLO PASSA (r.g.) Il thailandese Manus Boonjumnong, 32 anni, campione superleggeri ai Giochi di Atene e argento a Pechino, dopo essere stato estromesso dalla squadra che disputer le qualificazione per Londra al torneo di Astana (Kaz), per motivi disciplinari, ha annunciato il passaggio al professionismo negli Usa. Genio e sregolatezza, il pugile thailandese pi popolare. TORNA DI GIACOMO (r.g.) Il mediomassimo abruzzese Lorenzo Di Giacomo (41-5-1), 33 anni, professionista dal 1997, torna a combattere in Germania: il 31 marzo a Kiel affronta sui 10 round il tedesco Henry Weber (15-1-1) di dieci anni pi giovane. Ad agosto, litaliano era stato battuto ai punti da Eduard Gutknecht per lEuropeo.

Varie
CAROVANA AICS Lassociazione italiana cultura sport (Aics) festeggia i 50 anni con due tour, partiti da Firenze e Siracusa, che si congiungeranno sabato 24 a Roma. Le due carovane portano nelle citt i manifesti storici dellassociazione, su temi quali la pace, leducazione e la lotta contro la droga. Prossime tappe: oggi a Potenza, domani Padova, Forl e Foggia sabato e Torino e Napoli domenica, giorno in cui si svolger CorrItalia il 50 citt italiane.

Cricket
ITALIA OK (c.b.) Buon avvio degli azzurri alle qualificazioni mondiali di Dubai: OmanItalia 8990 (Di Venuto 42, Petricola 39). Azzurri perfetti al lancio e fielding.

Hockey ghiaccio
SEMIFINALE MILANO (m.l.) Serie A-2. Oggi lH. Milano Rossoblu torna allAgor (scontata la squalifica) per giocare gara-3 (su 7) delle semifinali playoff. Ore 20.30: Milano Rossoblu-Appiano (serie 1-1); Egna-Gardena (serie 0-2).

Vela
COPPA SVEDESE (r.ra.) A Sagunto (Spa) il team svedese di Coppa America Artemis ha provato per la prima volta lala rigida di 260 mq, alta 38 metri. La vela stata testata sul trimarano Orma acquistato dal sindacato scandinavo per le prove in mare poich il regolamento vieta ai team di varare il multiscafo della Coppa prima del 1 luglio di questanno.

Hockey in line
SERIE A-1 (m.l.) Cos la 20 giornata: Monleale-Cittadella 10-7; Latina-Milano 5-17; Empoli-Arezzo 1-3; Edera Trieste-Asiago 11-3. Classifica: Edera Trieste* 45; Milano 38; Monleale* 36; Vicenza* 33; Asiago 27; Cittadella 18; Padova* 15; Arezzo 10; Latina* 8; Empoli* 6 (*una in meno).

Tutta RCS Sport e il Giro d Italia, colpiti dal grande vuoto lasciato dalla scomparsa di

Claire Campagne
si stringono alla sua famiglia in questo momento di dolore. - Milano, 13 marzo 2012.

38

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

ALTRI MONDI
un anno che lopposizione siriana ha chiesto al presidente Assad riforme e democrazia e da allora sono state ammazzate, secondo lOnu, 8 mila persone e tra queste molti bambini e donne. Per lopposizione siriana i morti ammazzati sono 9 mila. Il presidente dellAssemblea generale, Nassir Abdulaziz al-Nasser, ha dichiarato: In Siria le violazioni dei diritti umani sono diffuse e sistematiche.

PAESE STRATEGICO I SUNNITI MAGGIORANZA

LA WALT DISNEY

A Terzi attacca
SI MUOVE ANCHE LA UE

I nostri mar sono vittime di un inganno

S
Veterani assunti Atto di patriottismo della Walt Disney che assumer almeno mille veterani dellesercito americano di ritorno dai vari fronti di guerra tra cui lAfghanistan, dove previsto il ritiro graduale delle truppe nei prossimi anni (nella foto un marine). Lo ha annunciato il colosso dellintrattenimento nellincontro con gli azionisti. Verranno fatti anche alcuni investimenti per appoggiare le organizzazioni non profit a sostegno dei veterani

1 su internet, si sono viste Ieri,


delle fotografie tremende.

S, i cadaveri di almeno 25 o 26 bambini e di 21 donne. Mutilati, bruciati, torturati prima di essere finiti a colpi di mitra. Le foto li fanno vedere a mucchi, malamente nascosti dalle coperte colorate. Alcuni sono stati identificati, la maggior parte no. Hanno il cranio spaccato, le mani bucate, a quello manca un occhio e gli esce materia cerebrale, c quellaltro con la gola tagliata, quel terzo col buco in testa Ripeto: donne e bambini, ridotti cos durante la presa di Homs, caduta due settimane fa dopo un assedio di 27 giorni. Si sapeva che i governativi, una volta entrati a Karm az Zeitun uno dei quartieri a maggioranza sunnita -, serano dedicati alla caccia alluomo, ma si pensava che non fossero riusciti a sopprimere pi di 17 ribelli, tant vero che la Croce rossa era potuta entrare in citt e soccorrere i 4 mila abitanti che non erano scappati, che erano rimasti tappati in casa. E invece

Un medico estrae una pallottola dalla mano di una bimba ferita durante lattacco a Homs, in Siria REUTERS

DARCO

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELL'ARTI gda@gazzetta.it

Il ministro Giulio Terzi al Senato ANSA

Perch in Siria continua la strage di civili indifesi e il mondo non fa nulla?


Russia e Cina dicono no allintervento, Assad garantisce che il Paese non cadr sotto linfluenza Usa. E non solo gli sciiti sono dalla sua parte
timento di Stato: Il voto per un parlamento che non altro che una camera di registrazione, nel mezzo delle violenze cui stiamo assistendo in tutto il Paese, ridicolo.
Una protesta contro il sanguinario regime siriano di Bashar Al-Assad: nel cartello il presidente paragonato a Hitler AFP

2 di Assad hanno dato I soldati


la caccia a donne e bambini?

Evidentemente, s. Si prefiggevano lobiettivo di terrorizzare la popolazione attraverso la diffusione delle foto e dei video. Lagenzia governativa Sana sostiene che il massacro stato compiuto da terroristi, i quali avrebbero poi mandato le immagini alle tv panarabe al Jazeera e al Arabiya. Suppongo che gli uomini di Assad definiscano con la parola terroristi tutta lopposizione.

4comunit internazionale La
non pu intervenire?

3 mai in un anno non si Come


riusciti ad aver ragione di quel regime sanguinario?

Non solo non si riusciti a rovesciarlo, ma lo scorso 26 febbraio i siriani hanno approvato mediante referendum la nuova Costituzione, nella quale si ammette la pluralit dei partiti politici e si indicono elezioni entro 90 giorni. Le elezioni dovrebbero tenersi il 7 maggio. Gli americani le hanno subito definite ridicole. Le parole testuali di Victoria Nuland, portavoce del Dipar-

C lopposizione di Cina e Russia, a cui non garba che un rovesciamento di Assad consegni agli Usa una postazione strategicamente essenziale, e che oggi fortemente sostenuta dallIran. Sciiti a Teheran e sciiti a Damasco, sia pure nella versione minoritaria costituita dagli alauiti. Non c questione di petrolio, di cui la Siria poco provvista. A parte il fatto che una risoluzio-

ne Onu che autorizzasse lintervento dei caschi blu per metter sarebbe un pericoloso precedente: Pechino e Mosca, quando gli pare il momento, non esitano certo a massacrare i loro. C adesso per un tentativo di mediazione di Kofi Annan, incaricato dallOnu e dalla Lega araba. Annan ha incontrato Assad e gli ha chiesto la fine della violenza e lapertura di corridoi umanitari, attraverso cui mettere in salvo i feriti e favorire lesodo di chi vuole andarsene. Sarebbe un primo segnale di buona volont. Ma mi pare impossibile che Damasco possa accettarlo. Finora i siriani fuggiti sono 230 mila. Assad ha fatto minare i confini con Libano e Turchia per scoraggiare le fughe. La Bbc ha intervistato uno sminatore professionista, il quale ha sostenuto di aver di-

sinnescato 300 ordigni nellarea di Hasanieih.

5 la verit: il Paese tutto Dica


contro Assad, il quale sta in piedi solo grazie alla resistenza di un pugno di uomini ferocissimi e armati fino ai denti.

LItalia forza i tempi nella speranza di risolvere al pi presto il caso dei due mar, detenuti in India con laccusa di aver ucciso due pescatori scambiati per pirati. Il premier Mario Monti ieri a Bruxelles ha incontrato il capo della diplomazia europea Catherine Ashton che lo ha informato dei contatti che la Ue ha gi avviato con le autorit indiane. Il ministro degli Esteri Giulio Terzi, sempre ieri, ha parlato della delicata posizione di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, confermando che lItalia si era opposta alla discesa a terra dei due militari dalla Enrica Lexie, giunta nel porto di Kochi per decisione dellarmatore. Non avevo n il titolo n lautorit per modificare la decisione del comandante, ha detto Terzi, che ha poi spiegato che la nave stata invitata a entrare in porto con un sotterfugio della polizia locale. Hanno detto che dovevano contribuire al riconoscimento di alcuni sospetti pirati.
Caso Lamolinara Il ministro ha commentato a lungo anche la morte di Franco Lamolinara in Nigeria, rassicurando il Senato sulla non intenzionalit della tardiva comunicazione da parte delle autorit inglesi del blitz. Terzi ha aggiunto che il ritardo non stato dettato dal timore che lItalia potesse opporsi, ma soltanto dalla situazione sul terreno. Sui rapitori dellingegnere ucciso ha poi detto che non si trattava di una banda di criminali ma di una costola di terroristi legati al gruppo estremista Boko Haram, collegato ad Al Qaeda. Infine su Lamolinara: Non voleva fare leroe, apparteneva a quella schiera di italiani che fa onore al nostro Paese.

No, non cos. Anche se qui si vede unaltra versione della lotta tra la maggioranza sunnita e la minoranza sciita, il 70% del Paese starebbe ancora con Assad. Cos scrive da ultimo il New Yorker, nel servizio da laggi firmato da Jon Lee Anderson. Laggi non solo questione di sciiti e sunniti, ci sono 47 etnie e un buon 10% cristiano (e sta di preferenza con Assad). Tra i ribelli si sono infiltrati i fondamentalisti di al Qaeda e i Fratelli Musulmani. Quindi, unaltra delle ragioni per cui lOccidente pur esecrando la carneficina esita a far cadere Assad questa: che il prossimo regime potrebbe esser peggio dellattuale.

40

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

ALTRI MONDI

INTERCETTAZIONI ILLEGALI

Rebekah arrestata e poi rilasciata


Di nuovo in manette (e poi in serata rilasciata su cauzione) Rebekah Brooks (nella foto Reuters) per ostruzione alla

giustizia nellinchiesta sulle intercettazioni illegali a vip e politici che lha gi portata in carcere una volta. La Brooks lex direttrice del News of the world chiuso nel luglio scorso dal proprietario Rupert Murdoch dopo lo scandalo. Rilasciato anche il marito.

IL SUPERENALOTTO

Ancora senza sei In palio 73,6 milioni


Anche ieri non c stata nessuna vincita con il 6 e neppure con il 5+ al Superenalotto. Cos, il jackpot sale a

73,6 milioni di euro. In tutto ci sono stati undici fortunati che con punti 5 hanno vinto poco pi di 34 mila euro; tredici le vincite nella categoria 4 stella da 39 mila euro ciascuna. Ecco la combinazione vincente di ieri: 15, 17, 53, 67, 75, 81; numero Jolly 37; numero SuperStar 18.

lafrase DEL GIORNO

Tasse da record Onesti bastonati


La Corte dei Conti accusa: Penalizzato chi le paga tutte. E il Garante per la privacy: Siamo sudditi

IL VERTICE ROMANO

Monti ha lok della Merkel Superata la fase critica


Dopo due rinvii ieri il presidente del Consiglio Mario Monti e la cancelliera tedesca Angela Merkel si sono incontrati a Roma per parlare di Eurozona, lavoro e riforme senza dimenticare la Siria e il nucleare. Un summit infarcito di complimenti reciproci con lEuropa al centro della discussione. Monti ha detto: In questa fase in cui la crisi pi acuta sembra decisamente superata, non ci si pu rilassare. Occorre che lUE presti attenzione alloccupazione, soprattutto quella giovanile. I due leader hanno poi espresso il comune interesse affinch nei nostri rispettivi parlamenti venga ratificato il fiscal compact, meccanismo di stabilit europeo. La Merkel ha poi aggiunto: Abbiamo seguito con molta attenzione le riforme coraggiose che lItalia ha attuato. LEuropa nei prossimi anni si dovr concentrare su tre punti: la competitivit, nei confronti di potenze come Cina e India, i posti di lavoro e il consolidamento fiscale.

d notizie Tascabili
Lo ha deciso il Tribunale di Milano

Unipol-Bnl, processo unico per i Berlusconi


Silvio e Paolo Berlusconi, entrambi imputati per concorso in rivelazione di segreto dufficio, relativo alla presunta fuga di notizie dellintercettazione Fassino-Consorte ai tempi della scalata di Unipol alla Bnl, saranno processati in un unico dibattimento. Lo ha deciso il presidente del Tribunale di Milano Livia Pomodoro. Questultima ha anche respinto la richiesta di astensione del giudice Oscar Magi, che presiede il collegio davanti al quale cominciato il processo al fratello dellex premier, per incompatibilit, avendo Magi gi assolto il giornalista che pubblic il contenuto delle intercettazioni.

La Corte dei Conti allapertura dellanno giudiziario con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ANSA
VINCENZO DI SCHIAVI

Attacco a tenaglia della Corte dei Conti e dellAuthority al governo Monti. La prima accusa lesecutivo di mantenere una pressione fiscale troppo elevata, che costringe il contribuente fedele a pagare fino al 45% di tasse: un livello che ha pochi eguali al mondo. Il Garante per la privacy Francesco Pizzetti boccia invece alcuni aspetti dei decreti sulle liberalizzazioni e Salva Italia, in quanto le nuove norme sulla trasparenza amministrativa nei controlli fiscali rappresentano strappi forti allo Stato di diritto.
Corte dei Conti La picconata pi clamorosa arriva dal presidente della Corte dei Conti Luigi Giampaolino che denuncia un accanimento eccessivo nei confronti dei contribuenti onesti: La pressione fiscale ha raggiunto un livello che ha pochi

eguali al mondo. Se a ci si aggiunge unevasione fiscale nellordine del 10-12% del prodotto, ne consegue che il nostro sistema disegnato in modo tale da far gravare un carico tributario sui contribuenti fedeli sicuramente eccessivo. Allentare la morsa fiscale diventa oltre che un dovere, anche una necessit sul fronte dello sviluppo: Una volta attenuatesi le condizioni di emergenza prosegue il presidente Giampaolino , per poter aprire lo spazio a una riduzione della pressione fiscale che aiuti il rilancio delleconomia ma non comprometta il riequilibrio di bilancio, necessario lavorare con tenacia e determinazione

alla riduzione della spesa.


Garante LAuthority invece

45%

la pressione fiscale Secondo la Corte dei Conti il livello raggiunto dalle imposte ha pochi eguali al mondo

martella sul tema dei controlli fiscali considerando la nuova normativa troppo invasiva e impropria di uno Stato democratico: proprio dei sudditi essere considerati dei potenziali mariuoli. proprio dello Stato non democratico pensare che i propri cittadini siano tutti possibili violatori delle leggi. In uno Stato democratico, il cittadino ha il diritto di essere rispettato fino a che non violi le leggi, non di essere un sospettato a priori. in atto, a ogni livello dellamministrazione, e specialmente in ambito locale, una spinta al controllo e allacquisizione di informazioni sui comportamenti dei cittadini. Un fenomeno che, unito allinvocazione della trasparenza declinata come diritto di ogni cittadino di conoscere tutto, pu condurre a fenomeni di controllo sociale di dimensioni spaventose.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DELLUTRI E FORZA ITALIA DellUtri un ambasciatore di Cosa Nostra nel mondo imprendi- Ora il decreto legge va al Senato toriale e S alle Semplificazioni finanziario milanese, ma il governo va sotto un tre volte a Montecitorio portatore di interessi della mafia. Lidea di Forza Italia del senatore DellUtri ed anche nellinteresse della mafia. Berlusconi ha detto che DellUtri ha sofferto 19 anni Dl semplificazioni: la votazione alla Camera ANSA di gogna? Iter tormentato per il decreto legge sulle Poteva semplificazioni che ieri passato alla Camera accorciare (442 s e 52 no) ma con il governo battuto su tre i tempi ordini del giorno (due del Pdl e uno della Lega). Il dei processi primo stop arrivato sulla necessit di un piano invece di rilancio del Polo energetico e industriale del ha fatto Sulcis: lesecutivo aveva dato parere contrario. andato sotto su un della il contrario Poi il governochiedeva la riduzione odg50% Lega in cui si del
ANTONIO INGROIA
PROCURATORE AGGIUNTO DI PALERMO

Monti (68) e la Merkel (57) ANSA

dellImu in caso di figli gravemente disabili a carico. Infine la Camera ha approvato con 413 s, 77 no e 16 astenuti il testo sulla vendita dei giornali al di fuori delle edicole.

LO SCANDALO I FONDI SOTTRATTI DALLEX TESORIERE

LALT APERTA INDAGINE SUI BLOCCHI DI MET GENNAIO

Travolta sulle strisce pedonali

Caso Lusi, la Margherita La rivolta dei tassisti chiede 10 milioni di danni LAuthority: Illegittima
passato pi di un mese dallo scandalo che ha travolto Luigi Lusi, lex tesoriere della Margherita accusato di aver sottratto, dal 2008 al 2011, almeno 20 milioni dalle casse del partito. Adesso gli ex dirigenti della Margherita hanno deciso di denunciarlo per diffamazione e di chiedergli un risarcimento in sede civile. Tutta colpa dellintervista che la settimana scorsa Lusi ha rilasciato in tv a Servizio Pubblico: il politico aveva, di fatto, tirato in ballo i vertici della Margherita (Eseguivo ci che mi veniva detto).
Risarcimento Nel mirino degli

Treviso: bimba di 9 anni uccisa da un furgone


Una bambina kosovara di 9 anni, G. Z., morta ieri travolta da un furgone, ad un semaforo pedonale sulla circonvallazione di Treviso. La bimba era in compagnia della sorella di 11 anni e del fratellino pi giovane. Alla guida del furgone, che viaggiava a velocit sostenuta, un trevigiano di 60 anni ora in stato di choc. La piccola kosovara, in Italia da sei mesi e figlia di immigrati regolarmente residenti in citt, stata subito trasportata su unambulanza ma deceduta durante la corsa in ospedale a causa delle gravi lesioni toraciche patite nellimpatto con il mezzo che lha travolta.

Il senatore Luigi Lusi LAPRESSE

avvocati della Margherita non solo le dichiarazioni espresse durante la trasmissione di Michele Santoro, ma anche i contenuti di un articolo pubblicato da Libero. Nei prossimi giorni, i legali presenteranno la richiesta di risarcimento che dovrebbe ag-

girarsi attorno a una decina di milioni di euro. Finora il senatore espulso dal Pd il partito nato dalla fusione di Margherita e Ds nel 2007 ha ammesso di avere sottratto complessivamente circa 13 milioni, ma si detto disposto a restituirne cinque. Lusi ha chiesto inoltre di patteggiare una pena non superiore a un anno di carcere, con la sospensione della pena.

Sembra che non labbiano passata per niente liscia i tassisti che a met gennaio hanno dato vita ai blocchi selvaggi per protestare contro le liberalizzazioni volute dal governo Monti. Ieri, infatti, si venuto a sapere che lAutorit di garanzia sugli scioperi avrebbe deciso di aprire un procedimento sulle principali associazioni di categoria dei taxi. Lindagine, relativa ai blocchi che hanno interessato alcune citt italiane tra 12 e 19 gennaio scorso, si fonda su segnalazioni fornite dalle Prefetture e dagli utenti. Ora le associazioni dei taxi rischiano sanzioni da 2.500 fino a 25mila euro. I sindacati replicano cos: una decisione inopportuna nei tempi, perch a scoppio ritardato, e anche nel merito sembra che questa categoria non possa essere lasciata in pace: siamo dei perseguitati, ha tuonato il responsabile

A due mesi dal dramma Concordia


I taxi durante i blocchi EMBLEMA

del settore taxi della Fit Cisl, Marino Masucci. Esultano, invece, i consumatori del Codacons: Sulla vicenda avevamo presentato un esposto, evidenziando il mancato preavviso di 10 giorni deciso dalla Commissione di garanzia, che va rispettato anche in caso di sciopero spontaneo o di sciopero proclamato da soggetti diversi dalle organizzazioni sindacali.

Domnica: Non ho mai baciato Schettino


A due mesi dal naufragio della Costa Concordia emergono nuove indiscrezioni. Secondo Domnica Cemortan, la moldava che era in plancia con Schettino, potrebbe essere stato un errore di trasmissione degli ordini a causare il disastro. La giovane ha aggiunto al settimanale Oggi: Non ho mai detto di amare Schettino. Il bacio? C stato, ma solo su una mano. Ieri la Prefettura di Grosseto ha comunicato il riconoscimento ufficiale di 7 vittime, tra cui la piccola Dayana Arlotti e suo padre William. Oltre a loro tre cittadini tedeschi e una coppia di fidanzatini francesi. Sono ancora sette i dispersi.

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

41

ALTRI MONDI

IL 24 E 25 MARZO

Primavera del Fai: luoghi darte aperti


Anche questanno torna la Giornata di primavera organizzata dal Fai: il Fondo Ambientale Italiano sabato 24 e

domenica 25 marzo festeggia la ventesima edizione (www.giorna tafai.it). I beni aperti al pubblico, tra palazzi, ville, monumenti e luoghi darte, molti solitamente chiusi al pubblico (nella foto Ansa, il palazzo della Banca dItalia a Milano), saranno 670 in 256 localit tra le 20 regioni coinvolte.

UN GESTO DI SOLIDARIET

Lotta contro la Sla: un sms per la ricerca


La Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, una malattia neuro degenerativa di cui non si cono scono ancora le cause: solo in

Italia si contano ben 5 mila malati. Fino al 26 marzo chiamando da rete fissa o inviando un sms al 45505, con soli 2 euro, si pu contribuire a finanziare la ricerca scientifica grazie alliniziativa Prendi il tuo posto nella Lotta contro la SLA lanciato dalla fondazione AriSla.

REPORTAGE AL CELLULARE TRE SERATE A


1

NEW YORK, POI WEST COAST


4

I CIMELI DEL BOSS

IN TV LA FICTION SULLA MALA DEL BRENTA

Faccia dangelo Un bellesordio tra le polemiche

1 Autoscatto di Jovanotti durante le prove alla Music Hall di Williamsburg a Brooklyn; 2 Smartphone puntati su Lorenzo a Miami; 3 La prima tappa newyorchese; 4 Jovanotti e il suo amico-bassista Saturnino

S
Il museo di Springsteen fatto dai fan Spille, vecchi biglietti dei concerti, copertine di giornale, libri, articoli, poster, adesivi e persino carte da gioco: oltre 15 mila cimeli provenienti da 44 Paesi che hanno come protagonista Bruce Springsteen. La mega collezione, che racconta la carriera del Boss, stata allestita alluniversit di Monmouth, nello stato del New Jersey. Un lavoro di ricerca a cui hanno collaborato migliaia di fan: adesso lesposizione aperta al pubblico in una delle sale del campus americano
Elio Germano nella miniserie Faccia dangelo

Lorenzo lo yankee: Twitter e sound


Tourne americana per Jovanotti, locali pieni e quasi un diario online. Fatto di immagini, sensazioni e musica
ELISABETTA ESPOSITO

ma si parla anche di una sua partecipazione al Coachella, festival tra i pi importanti degli Stati Uniti.
Musica globale fichissimo

negli States e va avanti a botte di sold out. Ma in fondo Jovanotti non sembra poi cos distante. Merito soprattutto di Twitter su cui ogni giorno compaiono impressioni, immagini e tanti suoni direttamente da Miami o New York. Dopo la tappa in Florida ci sono stati i primi due concerti nella Grande Mela, luned alla Music Hall of Williamsburg a Brooklyn, ieri al Bowery Ballroom nel Lower

East Side dove si esibir anche oggi prima di andare in Texas e California. Tutto coinvolgendo in continuazione i suoi oltre 780 mila followers. Le foto si sprecano, i video sono imperdibili (quello di Miami con Saturnino che fa ginnastica in spiaggia stravisto) e la musica ovviamente domina. Lorenzo trasmette in diretta prove e soundcheck e quello che emerge la passione fortissima sua e dei suoi compagni di viaggio per quello che fanno, il desiderio di volersi rinnovare ancora, la

voglia di confrontarsi con realt diverse sul palco e fuori. Tanto da essere considerati musicisti dimportanza internazionale: per dire, ieri sera Jovanotti prima del concerto si esibito alla Carnegie Hall durante la serata tributo ai Rolling Stones, in cui ha cantato una versione italiana di You Cant Always Get What You Want. Lorenzo piace parecchio, a maggio uscir negli Usa una sua raccolta con letichetta indipendente Ato Records. A giugno sar in Canada, ad agosto nella West Coast

suonare qui, facciamo le cose che fanno quelli veri e poi io da sempre quando qualcosa ci viene bene dico che vero sound newyorchese. A parlare via Skype dal suo albergo del Lower East Side Saturnino, da 21 anni bassista di Jovanotti. Noi non ci siamo mai rapportati alla musica in modo locale e alla fine non sono solo gli italiani a considerarci cool. Ai concerti c gente di tutto il mondo, nella nostra prima serata qui ho visto tre giapponesi ballare come pazzi, anche se non capivano una parola. Poi la rete ha liberato anche la musica: le vendite sono crollate ma ti ascoltano molte pi persone. In Italia abbiamo quintuplicato il pubblico, allestero ci conoscono in tanti. Quindi ringraziamo le nuove tecnologie. A partire da Twitter.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ascolti record per il satellite. Ma la critica insiste: Manca il lato nero del boss Maniero
Le polemiche esplose nei giorni scorsi sullopportunit di trasmettere Faccia dAngelo, la fiction con Elio Germano sulla vita di Felice Maniero (lex boss della mala del Brenta) sembra abbiano fatto bene agli ascolti: luned sera, la prima puntata della miniserie (la seconda andr in onda luned prossimo su Sky Cinema 1) stata vista da oltre 660 mila spettatori medi, per una share dell1,9%, un record per una serie autoprodotta dalla tv satellitare. Era stato proprio il vero Maniero una settimana fa, da una localit segreta, dopo aver visto solo il promo, a sentenziare: Questa fiction stravolge la verit. A spegnere le polemiche era intervenuto pure Francesco Saverio Pavone, giudice del Tribunale di Venezia che allepoca dei fatti coordin le indagini sulla Mala del Brenta: Non ho visto nessuna deificazione di Maniero, che era e rimane un criminale. Ma dopo la messa in onda la stampa a criticare Maniero privo di carisma, il Nordest assente titola Il Gazzettino, principale quotidiano del Veneto. E ancora: la fiction diretta da Andrea Porporati tradisce molto le aspettative per lepifania di un personaggio controverso.

LA CURIOSIT IN AFFITTO LINTERO ULTIMO PIANO

A FIRENZE LOK DEL MINISTRO ORNAGHI

E Vasco vive in hotel a Bologna Per farsi un po i cavoli suoi


Stupido Hotel cantava Lui. Ma ogni tanto utile, se non fondamentale, per sopravvivere e per farsi i cavoli propri. Da qualche mese Vasco Rossi ha affittato lintero ultimo piano del Boscolo Hotel, albergone quattro stelle alla periferia sud di Bologna. Ma incontrarlo quasi impossibile. Privacy protetta con le unghie dal personale e dalla direzione della struttura: la zona ovviamente off limits agli estranei. In citt le case non mancano a Vasco. Perch lhotel? Dopo tutto una rockstar e voleva lavorare in pace spiega la portavoce Tania

L Hotel Boscolo, rifugio di Vasco

Sachs . L ha stabilito una sorta di quartier generale, ma non sta sempre in albergo. Va in ufficio, o a casa, fa la sua vita normale, un po come gli pare. Un vezzo se lo potr pur concedere... Sta creando per i suoi fans e chiede solo un po di pazienza: quando ha bisogno di spazi per se stesso, per creare o perch ha lavori in casa, si rifugia da qualche parte, magari in barca, i posti di sicuro non gli mancano.

Caccia al Leonardo perduto Avanti, ma niente danni


La caccia allepico scontro di cavalli nella Battaglia di Anghiari, laffresco perduto di Leonardo Da Vinci, pu andare avanti. Unequipe di ricercatori supportati dal National Geographic, infatti, sostiene che sarebbe nascosto da unopera del Vasari, in una parete del Palazzo Vecchio, a Firenze. Ieri il ministro per i Beni culturali Lorenzo Ornaghi ha dato il via libera per proseguire le ricerche, per ha avvertito: Avanti coi lavori a patto che lopera non venga rovinata.

Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24 allindirizzo internet: oppure tutti i giorni feriali a: MILANO : tel.02/6282.7555 02/6282.7422, fax 02/6552.436. BOLOGNA : tel. 051/42.01.711, fax 051/42.01.028. FIRENZE : tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34. BARI : tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126. NAPOLI : tel. 081/497.7711, fax 081/497.7712.

www.piccoliannunci.rcs.it

Si precisa che tutte le inserzioni relative a ricerche di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile sia femminile, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle modalit di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attivit. Linserzionista impegnato ad osservare tale legge.

IMPIEGATA / segretaria 46enne, pluriennale esperienza presso societ commerciali e studi professionali offresi per impiego parttime/full-time, disponibilit immediata. Cell. 349.67.42.330. PROGRAMMATORE rpg 400/ile, con esperienza pluriennale, offresi. E-mail: salvab@libero.it Tel. 338.12.01.286. RAGIONIERE 40enne autonomo, esperienza pluriennale, buon inglese, conoscenza import-export, Enasarco. Telefonare a: 02.93.06.068. SEGRETARIA alta direzione, office manager, pluriennale esperienza anche all'estero, dotata iniziativa, riservata. Inglese, francese. Esamina proposte. Cell. 338.66.91.875 TRENTENNE offresi per lavori ufficio, piccola contabilit, ottimo pc, inglese, receptionist. 388.79.84.916.

IMMOBILI RESIDENZIALI COMPRAVENDITA

5
5.2

NIZZA pochi passi Place Massena, palazzo d'epoca, completamente ristrutturato, splendido bilocale piano alto da 210.000 euro. ISIT 800.77.75.10 per altre proposte visita www.isitimmo.com

VENDITA MILANO HINTERLAND

ADIACENZE Melegnano villetta 250 mq signorile. 350.000 euro. CE: E - IPE: 155 kWh/mqa. 335.68.94.589.

IMMOBILI COMMERCIALI E INDUSTRIALI

8
8.1

VENDITE ACQUISTI E SCAMBI

18

PALESTRE SAUNE E MASSAGGI

21

ACQUISTI

5.4

OFFERTA
ALBRICCI

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

OPERAI

1.4

AUTISTA direzione 45enne, ex maresciallo carabinieri, esperienza, offresi aziende o privati, professionalit. Tel. 347.32.39.328. OPERAIO addetto alla manutenzione di impianti meccanici di climatizzazione su presidio fisso (Milano). 02.45.81.996 349.09.70.263.

IMMOBILI RESIDENZIALI AFFITTI

6
6.1

affittansi uffici completamente ristrutturati e cablati da mq. 50 a mq. 500 box. CE: G - IPE: 68,90 kWh/mca. Cogeram 02.76.00.84.84.

ACQUISTIAMO ORO Argento, Monete, Diamanti. QUOTAZIONI:

OFFERTA
CAPPUCCIO

AZIENDE CESSIONI E RILIEVI

12

ORO USATO: euro 26,65 / grammo ARGENTO USATO: euro 405,00 / kg - MISSORI MM DUOMOCurtini, via Unione 6 Gioielleria
02.72.02.27.36. - 335.64.82.765.

COLLABORATORI FAMILIARI

1.6

1
OFFERTE DI COLLABORAZIONE

IMPIEGATI

1.1

AMMINISTRATIVA 41enne, esperienza presso societ di servizi, lavori segreteria, contabilit generale, clienti/fornitori, banche uso P.C. 334.53.33.795 - currlav@libero.it CONTABILE esperta inglese francese anche part-time Milano est. 366.31.61.695. DISEGNATORE Autocad impiantistica (carpenteria, macchine, piping), perito meccanico, autonomo, offresi. Tel. 320.19.70.734

CERCO lavoro come domestico, custode villa, cameriere. Possesso patente B. Tel. 333.18.11.289. COLLABORATRICE domestica italiana con esperienza offresi da luned al venerd per 3/4 ore pomeridiane a Milano lungo tratta metro gialla. Cell. 347.58.36.106.

affittansi prestigiose abitazioni mq. 200-290-320. Posti auto. CE: G - IPE: 181,20 kWh/mqa. Cogeram. 02.76.00.84.84.

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business services 02.29.51.80.14.

GIOIELLI ORO ARGENTO


PUNTO D'ORO

18.2

A AABAA Naturalmente relax. Piacevoli massaggi rilassanti. www.tantrabodymassage.it 02.29.40.17.01 - 366.33.93.110. ABBANDONATI ai massaggi ayurvedici, percorsi di bellezza scontati del 20%. Info: 02.91.43.76.86. AMBIENTE elegante ti propone massaggi rilassanti antistress per le tue pause di relax. 02.39.40.00.18. CENTRO benessere, ambiente raffinato, massaggi olistici. 50,00 Euro un'ora. Milano 02.27.08.03.72. DEJA VU centro italiano esclusivo, massaggi rilassanti, olistici. Zona San Siro. 02.39.56.67.75. IDRORELAX centro climatizzato, ambiente elegante, raffinato, massaggi olistici, rilassanti. Zona fiera. 02.33.49.79.25. MANZONI benessere abbandonati massaggi rilassanti, ayurvedici. Personale qualificato. Ambiente classe. Promozioni. 02.39.68.00.71.

16
AVVENIMENTI RICORRENZE

compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 - Milano. 02.58.30.40.26.

24
CLUB E ASSOCIAZIONI
CERCHI nuove amiche intriganti? Lasciati guidare dalla scoperta. 02.99.71.99.00. Solo adulti. CERCHI over 40 single? Non mai stato cos facile! 02.99.71.99.02. Solo adulti. CONTATTO piccante 899.03.08.10. Esibizioniste 899.11.14.84. Euro 1,25 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 Arezzo. TRASGRESSIVA Amanda 899.012.335 Ramona 899.003.412. Euro 1,80min/ivato. Solo adulti. Futura Madama31 Torino. TROVA centinaia di amiche della tua citt! Non resterai deluso. 02.99.71.99.01. Solo adulti.

7
IMMOBILI TURISTICI

19
AUTOVEICOLI

2
RICERCHE DI COLLABORATORI

COMPRAVENDITA

7.1

IMPIEGATI

2.1

A Milano impieghiamo full-time 3 ambosessi per gestione clienti e back-office. 02.24.30.28.51.

LAGO GARDA Desenzano nuovo trilocale giardino privato garage piscina 189.000. CE: A - IPE 20 kWh/mq. 335.24.56.65. MENTONE Unico! Appartamenti nuovi da 43.000 Euro + rata mutuo compensabile con affitto. italgestgroup.com 0184.44.90.72.

COMPIE OGGI CENTO ANNI


VEZZONI la festeggiano con amoIDAla figlia Valeria con il marito Tiziano re e la nipote Simona con il marito Andrea.

AUTOVETTURE
ACQUISTIAMO

19.2

automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89.50.41.33 02.89.51.11.14.

42

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8 24/8 - 22/9

Ariete 7+
La Luna facilita il lavoro e i rapporti con persone e posti lontani. Premi e consensi arrivano, il sudombelico risorge, ma tituba un cicinn.
23/10 - 22/11

Toro 6
Impedimenti e rischio-raggiri aleggiano: occhio. La fatica fa poi emergere il bovide mannaro che abita in voi. Ma lattivit suina salva.
23/11 - 21/12

Gemelli 6
La Luna opposta. Cos, gli zebedei compiono unorbita intorno alla Terra: non cedete allira, pianificatevi, state su. Lamor rassicura.
22/12 - 20/1

Cancro 6Il lavoro vi strozza pi duna Finanziaria, voi siete stanchi e acidini. State calmi, per, e non mangiate nessuno. Sudombelico accidioso.
21/1 - 19/2

Leone 8
IL MIGLIORE La fortuna, unita alle vostre capacit, vi fa conseguire ci nel quale confidate. Anche la vostra creativit allapice, il suino in voi osa e ottiene
DANIELE DE ROSSI

Vergine 5,5
Le energie precipitano. E con esse i rapporti sociali, un po il lavoro, di sicuro il sudombelico. Ussignr, state su. Noie e ansie in casa.
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
23/9 - 22/10

Bilancia 7+
Esperienza, fiuto e charme, oggi, vi fanno spiccare nel lavoro. Anche un colloquio e le p.r. sono a forma di glutei, in senso di fortuna. Uau.

Scorpione 7
Alla paciosit dei ritmi lavorativi, si aggiungono good news di soldi. Gli ormoni, poi, sono trasversali e si divertono senza preclusioni.

Sagittario 7+
La Luna attacca il marchio del successo al lavoro, il vostro benessere fisico cresce. Ma il sudombelico in silenzio stampa, come la Juve.

Capricorno 6
Siete soli contro tutti. Ma tanto chi vammazza? Nessuno. Ignorate per le amebe biliose, riposate e fate i suini, ch aiuta il metabolismo.

Acquario 7+
Giornata sotto legida del successo, specie nel lavoro, nel quale, leader o gregari che siate, vi evidenziate per faccia di glutei. Amore ni. Il centrocampista della Roma e della Nazionale nato nella capitale il 24 luglio 1983 e ha sempre vestito la maglia giallorossa

Pesci 5,5
Gli zebedei sfigopenzolano fino a sostituirsi alle vostre stringhe. E tutto stenta, oggi. Ussignr state su: i problemi si possono risolvere.

Televisioni in chiaro
RAIUNO
8.00 9.35 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.45 22.45 23.30 1.05 1.35 TG 1 LINEA VERDE METEO TG 1 OCCHIO ALLA SPESA LA PROVA DEL CUOCO TG1 VERDETTO FINALE LA VITA IN DIRETTA TG PARLAMENTO TG 1 L' EREDIT TG1 CHELSEA - NAPOLI Champions League RAI SPORT 90 MINUTO CHAMPIONS PORTA A PORTA TG 1 - NOTTE CHE TEMPO FA

Gazzetta.it
RAITRE
AGOR DIECI MINUTI DI... LA STORIA SIAMO NOI APPRESCINDEREI TG3 DIARIO ITALIANO LA STRADA PER... TG3 - TGR LASSIE GEO & GEO TG3 - TGR - BLOB STANLIO E OLLIO UN POSTO AL SOLE CHI L'HA VISTO? Attualit 23.15 GLOB SPREAD 0.00 TG3 LINEA NOTTE 0.10 TG REGIONE 1.00 METEO 3 1.05 RAI EDUCATIONAL 8.00 9.50 10.00 11.00 12.00 12.45 13.10 14.00 15.05 15.55 19.00 20.15 20.35 21.05

RAIDUE
CARTONI ANIMATI TG2 INSIEME I FATTI VOSTRI TG 2 - GIORNO MEDICINA 33 ITALIA SUL DUE TELEFILM TG 2 FLASH L.I.S. RAI TG SPORT TG 2 GHOST WHISPERER L'ISOLA DEI FAMOSI TG2 LA STORIA SIAMO NOI Attualit 23.10 TG 2 23.25 PRESUNTO COLPEVOLE 0.25 L'ISOLA DEI FAMOSI 1.10 TG PARLAMENTO 1.20 THREE RIVERS 8.15 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.10 17.45 17.50 18.15 18.45 19.35 20.30 21.05

CANALE 5
8.00 8.40 8.50 11.00 13.00 13.40 14.45 16.15 16.55 18.45 20.00 20.30 21.10 23.20 1.30 2.00 2.45 4.15 TG5 - MATTINA LA TELEFONATA DI BELPIETRO MATTINO CINQUE FORUM TG5 SOAP UOMINI E DONNE AMICI POMERIGGIO CINQUE THE MONEY DROP TG5 STRISCIA LA NOTIZIA 6 PASSI NEL GIALLO GEMELLE Film MATRIX TG5 - NOTTE STRISCIA LA NOTIZIA UOMINI E DONNE AMICI

ITALIA 1
CARTONI ANIMATI SETTIMO CIELO EVERWOOD STUDIO APERTO CARTONI ANIMATI CAMERA CAF TELEFILM BAU BOYS TRASFORMAT STUDIO APERTO TUTTO IN FAMIGLIA I SIMPSON C.S.I. MIAMI KILLERS Film 23.10 HITMAN L'ASSASSINO 1.05 THE SHIELD 2.10 PRISON BREAK 3.00 STUDIO APERTO 8.00 8.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.15 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10

RETE 4
8.20 9.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 18.55 19.35 20.30 21.10 0.15 0.25 0.30 1.30 HUNTER CARABINIERI SLOW TOUR TG4 DETECTIVE IN CORSIA LA SIGNORA IN GIALLO I FORUM FLIKKEN COPPIA... TELEFILM TG4 TEMPESTA D'AMORE WALKER TEXAS VIAGGIO A ... Cultura I SALUTI DI VIAGGIO A... I BELLISSIMI DI R4 EROE PER CASO TG4 NIGHT NEWS

LA 7
TG LA7 COFFEE BREAK LARIA CHE TIRA I MEN DI BENEDETTA TG LA7 VENGA A PRENDERE... ATLANTIDE RELIC HUNTER I MEN DI BENEDETTA GDAY ALLE 7 SU LA7 GDAY TG LA7 OTTO E MEZZO UN DUE TRE STELLA Show 23.45 TG LA7 23.50 TG LA7 SPORT 23.55 MOANA 2.15 (AH)IPIROSO 3.10 MOVIE FLASH 7.30 9.45 11.00 12.30 13.30 14.05 16.00 17.05 18.00 18.55 19.25 20.00 20.30 21.10

IL SONDAGGIO Dopo la Tirreno Nibali pu vincere anche la Sanremo?


Il siciliano una delle nostre speranze per la Classicissima di sabato: per il 52% dei lettori pu vincere

IL BLOG Marsiglia e Psg Un occhio rivolto al calcio francese

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
9.00 AUSTRALIA - IRAQ
Qualificazioni Olimpiche Eurosport 2

PREMIUM
13.15 LA MATASSA PREMIUM CINEMA 13.20 LA FORZA DELL'AMORE MYA 15.00 PRIDE AND GLORY IL PREZZO DELL'ONORE PREMIUM CINEMA 17.00 MAMMA MIA! MYA 17.15 LA VITA FACILE PREMIUM CINEMA 19.10 TI VA DI BALLARE? PREMIUM CINEMA 21.15 DOMANI MI SPOSO MYA 21.15 SEGUI IL TUO CUORE PREMIUM CINEMA 23.00 FACCIO UN SALTO ALL'AVANA PREMIUM CINEMA

BASEBALL
18.00 DETROIT TIGERS NEW YORK METS
MLB. ESPN America

SCI DI FONDO
15.40 COPPA DEL MONDO
Sprint Tecnica classica maschile e femminile Da Stoccolma, Svezia Rai Sport 2 e Eurosport

20.30 MONZA - DINAMO MOSCA


Coppa CEV Sportitalia 2

BASKET
23.30 LAMAR CARDINALS VERMONT CATAMOUNTS
Torneo NCAA ESPN America

13.30 COREA DEL SUD - QATAR


Qualificazioni Olimpiche Eurosport 2

SNOWBOARD
12.00 COPPA DEL MONDO
Cross. Da Valmalenco, Italia. Eurosport 2

SKY SPORT 1
9.00 CALCIO: BAYERN MONACO - BASILEA
Champions League

17.45 FFC TURBINE POTSDAM FC ROSSIYANKA


Champions League femminile Eurosport

1.00 2.00

CHICAGO BULLS MIAMI HEAT


NBA. Sky Sport 2

TENNIS
18.45 MASTERS 1000 INDIAN WELLS
Sky Sport Extra

20.45 CHELSEA - NAPOLI


Champions League Rai 1, Sky Sport 1, Sky Calcio 1, MP Calcio e MP Calcio 2 HD

CALIFORNIA GOLDEN BEARS - SOUTH FLORIDA BULLS


Torneo NCAA ESPN America

11.00 CALCIO: INTER MARSIGLIA


Champions League Highlights

15.30 CALCIO: FAN CLUB ROMA 16.00 CALCIO: FAN CLUB INTER 16.30 CALCIO: FAN CLUB LAZIO 17.00 CALCIO: FAN CLUB NAPOLI 17.30 CALCIO: FAN CLUB JUVENTUS 0.45 CALCIO: CHELSEA - NAPOLI
Champions League

14.00 BASKET: MEMPHIS GRIZZLIES - LOS ANGELES LAKERS


NBA

16.45 RUGBY: GALLES ITALIA. Sei Nazioni 21.00 BASKET: MEMPHIS GRIZZLIES LOS ANGELES LAKERS
NBA

In Sotto la Tour Eiffel le reazioni della stampa francese dopo Inter OM e le notizie sul Psg (nella foto Carlo Ancelotti)

IL FORUM

SKY SPORT 3
8.00 CALCIO: INTER MARSIGLIA
Champions League

21.30 WTA INDIAN WELLS


Eurosport

11.30 CALCIO: BAYERN MONACO - BASILEA


Champions League Highlights

SKY SPORT 2
7.30 GOLF: CADILLAC CHAMPIONSHIP
Da Doral Stati Uniti

Tutti i retroscena sui grandi club del calcio europeo


Champions, Liga, Premier e altro. Leggi e discuti di calcio internazionale su Esterofilia, il forum di Paolo Cond

20.45 REAL MADRID CSKA MOSCA


Champions League Sky Sport 3, Sky Calcio 2 e MP Calcio 1

SCI ALPINO
9.30 COPPA DEL MONDO
Discesa libera maschile Da Schladming, Austria Rai Sport 1 e Eurosport

VOLLEY
20.25 REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA LIU JO VOLLEY MODENA
Playoff quarti Serie A femminile Rai Sport 1

12.00 CALCIO: INTER MARSIGLIA


Champions League Highlights

11.00 CALCIO: BAYERN MONACO BASILEA


Champions League

2.00

CRUZ AZUL CORINTHIANS


Coppa Libertadores Sky SuperCalcio

11.00 COPPA DEL MONDO


Discesa libera femminile Da Schladming, Austria Rai Sport 1 e Eurosport

15.00 CALCIO: FAN CLUB MILAN

11.30 RUGBY: IRLANDA - SCOZIA


Sei Nazioni

14.00 CALCIO: INTER MARSIGLIA


Champions League

www.gazzetta.it

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
2 3 3 10 2 7 5 4 3 9 4 5 11 9 6 1 8 7 6 5 5 2 18 13 16 13 18 21 7 13 23 19 9 17 16 15 16 7 14 19 18 24 15 15

Oggi
Ultimi addensamenti tra Campania, Basilicata e Calabria settentrionale con basso rischio di piovaschi in mattinata. Sul resto del Sud prevalenza di sole con nubi sparse di passaggio e Trieste venti moderati settentrionali. Buono e mite altrove.
Venezia
4 18 4 16

Domani
Alta pressione in estensione a tutta l'Italia con cieli sereni o poco nuvolosi ovunque. Qualche velatura o foschia dense al primo mattino, specie in Val Padana, sulla Liguria e sui litorali del Centrosud. Temperature primaverili ovunque.

Dopodomani
Ennesima giornata stabile e soleggiata su tutto il territorio nazionale. Solo qualche nube bassa o foschia lungo i litorali tirrenici e sulla medio-alta Val Padana al mattino. Venti deboli variabili e temperature fin verso i 20 C nel pomeriggio.

Trento Aosta
5 18 6 20

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
6 18

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
6 19 8

Bologna Genova
16 5 18

Ancona

Firenze
4 18

Perugia
3 15

14

LAquila
1 13

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
4 17

Campobasso
3 10

Bari Potenza
3 8 8 14

Napoli
5 15

Cagliari
7 16

Catanzaro
2 14

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
3 16 7

Reggio Calabria
4 15

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
13

6:36

18:28

6:22

18:15

6:34

18:29

6:21

18:16

22 feb.

29 feb.

8 mar.

15 mar.

MERCOLED 14 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

43

TERZO TEMPO
GazzaFocus

LETTERE

Una giornata speciale in redazione allinsegna di ricordo e solidariet

PortoFranco
A CURA DI FRANCO ARTURI Fax: 0262827917. Email: gol@rcs.it Twitter: @arturifra

Fondazione Simoncelli ad Haiti con la Gazzetta


Consegnati ai genitori di Marco 300.000 e del libro Ciao Sic Serviranno per costruire un ospedale per i bambini disagiati

Maradona contro Messi e loperazione nostalgia


Messi-Maradona? Sarebbe opportuno far vedere alle nuove generazioni di giornalisti e tifosi qualche filmato di Diego: come lui nessuno mai. Giovent, non fatevi abbagliare dallo scoiattolino Lionel; forte, per carit, il migliore dell'epoca attuale, ha classe immensa, sgusciante. Ma Diego era unaltra cosa. Le traiettorie che sfidavano la legge di gravit, angoli della porta mai raggiunti da un pallone, la ruvidezza di un Pasquale Bruno, di un Kholer, di un Franco Baresi, di un Tarzan Annoni: tutte queste cose la Pulce non le ha mai provate. E' facile vincere in Spagna... E non parliamo poi del carisma di Diego. Bestemmiare peccato.
Salvatore Ledda

Non ho ancora unopinione mia sul duello ma lettere cos mi fanno propendere per Messi. Ne ho lette tante in questi decenni: quelli che ritenevano sacrilego paragonare Maradona a Pel, Meazza a Rivera, Van Basten a Ibrahimovic. Il passato nel quale ci formiamo come tifosi e appassionati spesso ci ingabbia e non ci lascia godere del nuovo. Che poi Messi non incontri sulla sua strada difensori pi forti e ruvidi di Annoni, non se ne abbia a male, un tocco umoristico. Ridicolo? Forse persino offensivo, direi. Non tanto per la rigidit di un regolamento che nemmeno un giapponese naturalizzato tedesco applicherebbe nella circostanza. Quanto perch nei nostri stadi entra di tutto, e lo abbiamo verificato spesso. Tutto tranne che un neonato, la cui sola presenza terrebbe tranquilla una bella fetta di tribuna. Ma molto pi semplice bloccare ai tornelli una mamma con poppante che non un bel plotone di ultr. Correggetemi se sbaglio.

Bergamo: no al poppante
Rossella e Paolo Simoncelli nella Sala Palumbo. A destra, con gli amici della Gazzetta, il direttore Monti consegna lassegno da 300.000 e ANDREOLI

FILIPPO FALSAPERLA MILANO

Marco Simoncelli una presenza viva. Anche se il suo sorriso si fermato in Malesia, il 23 ottobre. Rossella e Paolo, genitori coraggio e ora anima della Fondazione Marco Simoncelli (la mamma il presidente), lo testimoniano giorno per giorno. Ci chiamano nelle scuole dice Paolo i ragazzi si fanno dei gran pianti, ci consoliamo a vicenda. bellissimo lepisodio di una scuola di Perugia che sorge in una zona "disagiata": sui muri faranno dei graffiti con il volto di Marco, cos sono sicuri che nessuno li roviner.
Visita Piccolo miracolo di una ragazzo che era un simbolo. Perch faceva una cosa che lo divertiva, ma con grande impegno, ha detto il direttore Andrea Monti accogliendo a Casa Gazzetta, insieme a Giacomo Catano, direttore divisione, i genitori di Marco. Che era nostro grande amico, sempre collaborativo. Per questo ci era sembrato un giusto omaggio dedicargli un libro Ciao Sic a cui giornalisti e fotografi hanno lavorato gratuitamente, con intero ricavato girato dalla Rcs devoluto alla Fondazione. Kate Il libro ha avuto un suc-

INCIDENTE A SEPANG
Marco Simoncelli era nato a Cattolica il 20 gennaio 87 ed era arrivato nel Mondiale nel 2003, in 125, salendo poi in 250 (2006), e MotoGP (2010) Campione Sic in totale ha vinto 14 GP con 15 pole. Ha vinto il titolo 250 nel 2008 Destino Lincidente fatale avvenuto il 23 ottobre 2011 in Malesia, sulla pista dove si era laureato campione. scivolato con la Honda del Team Gresini alla curva 11, ma la moto rientrata in pista e Marco stato travolto da Edwards e Rossi

conguaglio) che servir per le prime operazioni. Stiamo diventando operativi racconta Rossella e con noi ci sar anche Kate. Si licenziata dalla Vr46 (societ del merchandising di Valentino Rossi e anche di Marco, n.r.d.) perch vuole stare vicino alla Fondazione: andr anche ai gran premi, con uno stand per raccogliere le adesioni.
Mattone Paolo pensa allopera-

EMOZIONE ALLA PRESENTAZIONE

E Gresini cambia colore alla MotoGP Per rispetto di Sic


(lu.pe.) Parte il filmato e vedi Marco Simoncelli in uno dei suoi spot, a pelare patatine assieme ad Aoyama. Poi il tributo da brividi di Valencia, con i petardi e il pianto di Schwantz. Per non c tristezza in sala, ma sorrisi. Come se il Sic ci fosse ancora con la sua simpatia. Il 2012 della Honda Gresini comincia dal ricordo. Nella galleria del vento del Politecnico di Milano vengono presentate moto e piloti: lo spagnolo Alvaro Bautista (MotoGP, al centro nella foto) e gli italiani Michele Pirro (su una Crt) e Niccol Antonelli (sulla nuova Moto3 quattro tempi). La livrea, tranne che nella classe inferiore, nero opaco. Per rispetto a Marco spiega il team manager Fausto Gresini . Non stato facile continuare. Ma lui avrebbe voluto cos. arrivato Bautista, Pirro salito di categoria (comincer a girare da venerd a Imola), Antonelli la scommessa. Gresini se lo coccola: Mi ricorda i miei inizi. E in questo momento ci voleva. (FOTO MILAGRO)

cesso clamoroso - quasi 55 mila copie e ieri stata consegnato alla Fondazione un assegno da 300 mila euro (pi avanti ci sar anche un piccolo

tivit. Purtroppo ci siamo scontrati con la burocrazia, che ancora dopo mesi, non ci d lo status di onlus: non possiamo nemmeno mandare le tessere. Siamo a oltre 3000 adesioni. La prima cosa reale stata comprare un microscopio, da 15 mila euro, per Semi di Pace, chirurghi oculisti che operano in Africa. I soldi Gazzetta andranno nella Repubblica Dominicana, insieme alla Fondazione Francesca Rava (una ragazza morta in un incidente stradale, n.d.r.). Con 250 mila euro costruiremo un ospedale a San pedro de Macoris, accanto al villaggio dove ci sono tantissimi bambini di Haiti. Si chiamer Marco Simoncelli e dovrebbe essere finito per Natale: andremo ad inaugurarlo. E poi tante altre iniziative, come il trofeo di Muggi, organizzato dal Fan Club Gattuso (ieri ha consegnato a Paolo la tessera del club) a met giugno, e in giro ci sono decine di impianti sportivi dedicati a Marco. Ma anche il reparto di biomeccanica a Cattolica. Marco vive.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Della serie quando le regole sono rigide, forse un po' troppo. Accade cos che un bimbo di sei mesi, in braccio alla mamma, venga bloccato all' ingresso dello stadio. Dov' il suo biglietto? Non ce l'ha. Ma il tagliando serve: e il pap corre ai ripari. accaduto domenica a Bergamo, in occasione di Atalanta-Parma. Mamma con figlioletto, e zia, si presentano al cancello d'ingresso: due biglietti regolarmente pagati per assistere al match. Ma gli steward fermano le signore: dov' il tagliando del bimbo? Senza non pu entrare. Le regole sono regole. Giro di telefonate, si avvisa il pap: neppure lui, che ha una rivendita dove si staccano i biglietti per il Comunale, sapeva di questo obbligo. Ordina il biglietto al sistema, e arriva un'altra sorpresa: il biglietto per il pargolo, forse il pi piccolo tifoso di domenica allo stadio, costicchia. Il conto di 13 euro. Corsa allo stadio: ma, a futura memoria, il biglietto non basta. Serve anche un documento, che il piccolo non ha. Questa volta stato sufficiente il tesserino sanitario... L'Atalanta spiega: la norma legata a una questione di sicurezza. Se ogni mamma si portasse il pargoletto (non pagante) non si saprebbe quante persone ci sono all'interno dello stadio. Non trova un po assurdo tutto ci? Un bimbo di 6 mesi sta in braccio alla mamma e non occuperebbe nessun posto aggiuntivo
Mario Perucchini (Bergamo)

Liquidi a San Siro


E' inconcepibile come il terzo anello di San Siro, che dovrebbe avere una capienza all'incirca 19.500 posti, abbia solo 3 bagni tra l'altro sempre inagibili causa file improponibili come normale che sia viste le cifre che ho appena fornito. Quindi la gente si riversa per espletare i propri bisogni sia sulle rampe laterali che sulle scale interne causando un degrado incredibile con urina che gocciola ai piani inferiori. Un'indecenza visto il blasone della Scala del calcio. Il degrado porta alla degenerazione e alla rovina. Pensiamo a sistemare questo grave problema di incivilt.
Luca Tognani (Melegnano)

Rubo la battuta al ministro Riccardi: che schifo! E non credo che ci sia da chiedere scusa. Vede: c qualcuno che vorrebbe far credere a me e a lei che sia necessario attendere la legge sui nuovi stadi per mettere riparo a queste vergogne. Ci prendono per scemi.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Piergaetano Marchetti VICE PRESIDENTE Renato Pagliaro AMMINISTRATORE DELEGATO E DIRETTORE GENERALE Antonello Perricone CONSIGLIERI Raffaele Agrusti, Roland Berger, Roberto Bertazzoni, Gianfranco Carbonato, Diego Della Valle, John Elkann, Giorgio Fantoni, Franzo Grande Stevens, Jonella Ligresti, Giuseppe Lucchini, Vittorio Malacalza, Paolo Merloni, Andrea Moltrasio, Carlo Pesenti, Virginio Rognoni, Alberto Rosati, Giuseppe Rotelli, Enrico Salza DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Giulio Lattanzi

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2012

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520

INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

COLLATERALI * Con la Leggenda del Rally N. 8 e 12,19; con Ballando con le Stelle N. 9 e 9,19 - con Supereroi N. 45 e 11,19 - con Soldatini dItalia N. 40 e 11,19 con Linomania N. 29 e 11,19 - con Bear Grylls N. 21 e 11,19 - con Lupin III Film Collection N. 20 e 11,19 - con Indistruttibili N. 19 e 11,19 - con ET Predictor card e 11,19 - con i Miti del Calcio ai Raggi X N. 38 e 4,19 - con Alberto Sordi N. 11 e 11,19 - con Mai Dire story N. 12 e 11,19 - con Paperinik N. 6 e 11,19 - con Star Trek N. 4 e 9,19 Capolavori delle grandi Civilt N. 3 e 11,19 - Holly e Benji N. 2 e 7,19 - con SportWeek e 2,70

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7334 DEL 14-12-2011

< PROMOZIONI ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

La tiratura di marted 13 marzo stata di 344.301 copie

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 7,00; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

44

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 14 MARZO 2012