Sei sulla pagina 1di 3

REUMATOLOGIA

Spondiliti anchilosanti
una malattia infiammatoria che colpisce lo scheletro assiale:
sacro iliaca+colonnaspalla ancaarti
Epidemiologia
Linsorgenza di solito a 26 anni. Non sono infrequenti i casi di esordio giovanile mentre rari
quelli over 45.
Associata allantigene di istocompatibilit HLA-B27. Rara nella popolazione nera e
giapponese. 1% in quella bianca con prevalenza maschile.
Eziologia
Abbiamo un terreno genetico sul quale agirebbe una reazione autoimmune data dal
mimetismo molecolare di un patogeno che attiva le cellule T cross reattive la cui
infiammazione sostenuta dal TNFalfa.
Anatomia patologica
Abbiamo un processo erosivo dato dallinfiammazione a cui poi segue una riparazione con la
deposizione di tessuto fibroso che congiunge losso profondo con la porzione erosa del
legamento formando una nuova entesi. Rispetto allAR coinvolge prevalentemente le
articolazione cartilaginee che sinoviali.
Clinica
Si pu avere una fase nellet giovanile che data da 5-10 attacchi persistenti o ricorrenti di
entesie od oligoartriti degli arti inferiori.
Rachialgia con rigidit mattutina e miglioramento con lesercizio fisico dovuta:
sacro ileite
infiammazione dei legamenti posteriori del bacino
entesiti vertebrali
artriti delle articolazione interapofisarie,disco vertebrali e costo vertebrali
spasmo dei muscoli paravertebrali
a tutto ci seguono poi delle alterazioni posturali che prevedono:
verticalizzazione del sacroappiattimento lombare accentuazione cifosi dorsale e
iperlordosi compensatoria del collo
pi tardivamente abbiamo anchilosi ossea vertebrale con lintera colonna che diviene rigida e
appiattimento della spina lombare con cifosi toracica e cervicale.
Progressivamente la patologia infiammatoria dolorosa si riduce mentre permangono invece le
aterazioni funzionali.
Sintomi extrascheletrici
astenia
uveite anteriore inizialmente omolaterale ma che tende a diventare bilaterale.
Lesioni infiammatorie a livello della mucosa intestinale
Neuropatie per frattura le rachide o sublussazione spontanea anteriore atlantoassiale
Diagnosi
Laboratorio
Indici di flogosi aumentati
HLA-B27 come tipizzazione tissutale in sospetto di spondiloartrite sieronegativa
Strumentale
Ecografia per studiare le strutture enteso tendinee e le articolazioni periferiche e ci indica
il tipo e lentit della flogosi
Rx in caso di lombalgia con caratteri infiammatori anche se le lesioni spondiliti che sono
visibili sono do p mesi o anni dalla clinica
Tc per approfondire su eventuale sclerosi e erosione
RMN in grado di andare a evidenziare edema midollare osseo che nelle fasi iniziali pu
essere lunico segno dellinfiammazione per le lesioni sacroiliache e vertebrali.
Terapia
Farmacologica
FANS o COX2 a scopo sintomatico nelle forme con dolore e rigidit mattutina
Corticosteroidi per via infiltrativa nelle sedi infiammate
Anti TNFalfa che hanno grande efficacia sui sintomi e di rallentare levoluzione del danno
ma hanno molti effetti collaterali ed un elevato costo.
Chirurgica
Solo in casi di alterazioni posturali particolarmente marcate.
Fisioterapia
Nelle forme acute si possono utilizzare delle terapia fisiche per lattenuazione del dolore.
Nelle forme lievi una regolare attivit fisica come il nuoto pu essere sufficiente.
Nelle forme gravi fisiokinesi terapia per mantenere la mobilit articolare del rachide e
periferica e per contrastare lipotrofia muscolare che si ha a seguito della rigidit e dello stato
infiammatorio.

Artrite psoriasica
Epidemiologia
1% della popolazione senza differenza fra i due sessi. I famigliari hanno un rischio 40 volte
superiore alla popolazione generale per sviluppare la patologia.
Eziopatogenesi
Agente eziologico sconosciuto su un terreno geneticamente predisposto con fattori scatenanti
come traumi, infezioni o farmaci.
Scatena una risposta immunitaria con coinvolgimento delle cellule T, cellule dentritiche, sin
ovociti, cheratinociti dellepidermide e tnf alfa e interleuchina 17.
HLA B27 interessamento assiale
HLA B16 interessamento periferico
HLA DR4 forma simil reumatoide
HLA B13, B16, B17 psoriasi
Anatomia patologica
A livello articolare si riconoscono tre stadi:
Fase angiogenetica
Infiltrati linfomonocitari e fibrosi progressiva
Neoformazione di tessuto connettivo fibroso
A livello cutaneo abbiamo una notevole attvit riproduttiva dello strato basale e germinativo.
Clinica
Abbiamo lesioni in quattro distretti:
Psoriasi
Artrite periferica
Entesite
Spondilite
Dattilite
Psoriasi
Pu interessare sia la cute che le unghie. Sono delle lesioni eritrosquamose pi
frequentemente a placche (psoriasi vulgaris) che possono poi staccarsi dando vita ad una
emorragia puntiforme chiamata segno di Auspitz.
Inoltre si pu avere il fenomeno di Koebner nel quale abbiamola comparsa di placche
psoriache a livello delle zone sottoposte a stress meccanici.
Onicopatia
Alterazioni del letto e della matrice ungueale con ispessimento e ipercheratosi subngueale.
In realt si possono suddividere in cinque forme di manifestazioni cliniche che sono
abbastanza distinte allesordio della malattia ma meno distinguibili col passare del tempo (dal
pi frequente al meno frequente:
Oligoartrite asimmetrica
Poliartrite simmetrica simil reumatoide
Impegno spondilitico predominante
Impegno predominante articolazioni interfalangee distali
Artrite mutilans
Diagnosi
Laboratorio
Indici di flogosi aumentati
Iperuricemia per aumentato turnover cellulare
Ipertrigliceridemia
Ipercolesterolemia
Liquido sinoviale
Alterazioni a carattere infiammatorio senza la presenza di microcristalli
Rx
Alterazioni distruttive e proliferative e a livello periferico abbiamo aspetto a coda di pesce
RMN e TC per approfondimenti diagnostici
Terapia
Farmacologica
FANS o
Corticosteroidi per via infiltrativa o sistemica
Immunosoppressori metotrexato, sulfasalazina, ciclosporina
Anti TNFalfa che hanno grande efficacia sui sintomi e di rallentare levoluzione del danno
ma hanno molti effetti collaterali ed un elevato costo.