Sei sulla pagina 1di 5

Lisia

Per l'uccisione di Eratostene

EXORDIUM 1-3 CAPTATIO BENEVOLENTIAE: EUFILTO CHIEDE AI GIUDICI DI GIUDICARE COME SE AVESSERO SUBTO
PERSONALMENTE L'OFFESA ARRECATA A LUI E SI DICE CERTO CHE NESSUNO IN DISACCORDO SUL FATTO CHE IL REATO COMMESSO DA ERATOSTENE SIA GRAVISSIMO: QUESTO ARGOMENTO NON NEPPURE DA PORRE IN DISCUSSIONE.

Mi piacerebbe molto, giudici, che voi mi giudicaste a proposito di questo caso come giudichereste voi stessi se aveste vissuto un'esperienza analoga: so bene infatti che, se aveste verso gli altri la stessa opinione che avreste verso voi stessi, non ci sarebbe nessuno che non proverebbe sdegno per quanto mi accaduto, anzi, voi tutti considerereste fin troppo lievi le punizioni contro chi si diletta di attivit del genere. A proposito, dunque, della gravit della punizione, penso che voi tutti abbiate la medesima opinione, e che nessuno di voi sia cos incosciente da pensare che debbano ricevere comprensione, o anche solo da ritenere meritevoli di una pena lieve, i responsabili di azioni del genere.

Propositio 4-5 Che cos !e"e !#$os%& &e E'(#)*%o +e& esse&e sso)%o: ,- che )' !')%e&#o * s% %o e((e%%#" $e.%e
co$$esso/ 0- che ) "e.!e%% .o. * s% % +&e$e!#% % 1 #. 2' .%o .o. !e&#" " ! )c'. $o%#"o +&e3&esso.

!"# P$%&&#"&#, '$%($)$, ($ (#* + ($M#"&+A+ ,% "&#: )+A&#"& ! -A A*%&# +APP#+&$ $!&$M$ )#! M$A M#'.$ .'-A " (#&&A ( -A ' &&A&# ! . ($"#!#+ $ M$ $ /$'.$ ( -A #// "# M $!&+#(%) !(#"$ $! )A"A M$A0 )- !1 /+A M .%$ )' +A A.)%!A +A'$#! ($ ($""$($#, A PA+& ,% "&A, !1 $# -# /A&&# ,% . )- -# /A&&# P + A*$($&2 ($ ( !A+#, P + ($* !&A+ +$))# (A P#* +# )+#, !1 P + A.)%! A.&+# '%A(A'!#, A. ($ /%#+$ ( ..A * !( &&A )#!" !&$&AM$ (A..A . '' .

NARRA

IO

!-"! RACCONTO

DETTAGLIATO DEI FATTI1 DAL MATRIMONIO ALL'UCCISIONE DELL'ADULTERO C4LTO IN

FLAGRANTE.

$o, dunque, vi racconter3 tutti i fatti miei fin dal principio, non tralasciando nulla, ma dicendo tutta la verit: perch4 sono convinto che l'unica via di scampo per me sia riuscire a spiegarvi le cose come stanno. bbene, o cittadini di Atene, quando io decisi di sposarmi e mi portai in casa una donna, nei primi tempi mi comportavo in modo tale da non starle troppo addosso, ma neanche da far s che dipendesse troppo da lei fare quel che le pareva, e la controllavo per quanto m'era possibile, e, com' ovvio, tenevo gli occhi aperti. Ma dopo che mi nacque un bambino, ormai mi fidavo di lei, e cos le affidai tutti i miei averi, convinto che questo nostro legame fosse estremamente saldo0 e in effetti sulle prime, o Ateniesi, era la migliore di tutte le donne: una brava massaia, gran risparmiatrice, attenta amministratrice di ogni cosa0 ma dopo che mi mor la madre, con la sua morte stata la causa di tutti i miei guai. 'i, perch mia moglie, accompagnatala alla sepoltura, stata notata da questo tizio e col tempo s' lasciata sedurre: egli infatti, facendo la posta alla serva addetta a fare la spesa e rivolgendole le sue proposte, riusc a sedurre mia moglie. #ra, tanto per cominciare, o giudici 5 perch necessario che io vi spieghi anche questi dettagli 5 io ho una casetta a due piani, che ha il piano superiore uguale a quello inferiore, rispettivamente per le stanze delle donne e per quelle degli uomini. ,uando ci nacque il bambino, lo allattava la madre: e cos , per evitare che, quando doveva fargli il bagno, corresse dei rischi scendendo dalle scale, andai io a vivere di sopra, e le donne di sotto. ormai la cosa era divenuta talmente abituale, che spesso mia moglie scendeva al piano di sotto per dormire dal bambino, per dargli il latte e perch non piangesse. le cose andarono cos per molto tempo, ed io non ebbi mai il minimo sospetto, anzi, ero cos allocco da pensare che la mia fosse la donna pi onesta fra tutte quelle di Atene. Ma qualche tempo dopo , o giudici, ritornai inaspettatamente dai campi, e dopo cena il bambino si mise a piangere e a fare i capricci, stuzzicato a bella posta dalla serva perch facesse questo: infatti l'individuo era in casa 5 pi tardi venni a sapere tutto. d io ordinai a mia moglie di scendere e di dare il latte al bambino, perch la smettesse di piangere. .ei, sulle prime, non voleva scendere, come se fosse contenta di avermi rivisto di ritorno da una lunga assenza, ma siccome io cominciavo ad irritarmi e le ingiungevo di scendere, disse: 6&utto per poterci provare nel frattempo con la servetta7 !on la prima volta che le metti le mani addosso, quando sei ubriaco.6 d io scoppiai a ridere, mentre lei, alzatasi e uscendo dalla stanza, chiude la porta, facendo finta di scherzare, e si porta via la chiave. $o, senza farci minimamente caso e senza avere sospetti, mi addormentai di gusto, perch tornavo stanco dai campi.

,uando fu quasi giorno, lei torn3 ed apr8 la porta. siccome le chiesi perch4 durante la notte le porte avessero fatto rumore, disse che s'era spenta la lampada che stava accanto al bambino, e che allora l'aveva fatta riaccendere prendendo del fuoco dai vicini. $o non dissi nulla e pensai che le cose fossero davvero andate cos8. Mi parve per3, giudici, che si fosse truccata il viso, bench4 suo fratello fosse morto da non ancora trenta giorni0 comunque, senza dire nulla neppure allora sulla cosa, uscii e me ne andai di casa in silenzio.

(opo questi fatti, giudici, quand'era gi passato un po' di tempo ed io ero lontanissimo dal sospettare le mie disgrazie, mi si avvicin3 una vecchia, mandata da una donna di cui quello era l'amante, come io seppi in seguito: costei, furiosa e convinta di essere tradita da ratostene, perch4 non si recava pi9 da lei cos8 spesso come prima, lo aveva fatto spiare finch4 non aveva scoperto quale ne fosse il motivo. Avvicinatasi dunque a me, questa persona, che teneva d'occhio la mia casa, mi disse: 6 ufileto, ti prego di credere che non assolutamente per impicciarmi degli affari tuoi che mi sono avvicinata a te: si d il caso che l'uomo che sta infangando te e tua moglie sia odioso anche a noi. (unque, se prendi la serva addetta alla spesa e alle faccende di casa e la metti sotto tortura, saprai tutto. $l colpevole aggiunse 6 ratostene di #e, che ha sedotto non solo la tua donna, ma anche molte altre: lo fa di mestiere6. (etto questo, giudici, la donna se ne and, ed io subito cominciai a sentirmi sconvolto, e mi ritornava tutto alla mente, ed ero pieno di sospetti, pensando a come ero stato chiuso in camera, e ricordando come quella notte avessero fatto rumore la porta del cortile e anche quella della strada, cosa che non era mai successa prima, e come mi fosse sembrato che mia moglie si fosse truccata. &utte queste cose mi tornavano in mente, ed ero pieno di sospetti. .ei si disse d'accordo nel fare cos8. dopo ci3 passarono quattro o cinque giorni, finch4 non colsi sul fatto l'adultero, e lo uccisi senza alcuna premeditazione, come io vi dimostrer3 con prove schiaccianti. Ma prima voglio raccontarvi gli avvenimenti di quell'ultimo giorno. "3strato era mio familiare e amico. .o incontrai al calar del sole mentre tornava dai campi. $o, sapendo che, tornando a casa a quell'ora, non avrebbe trovato in casa nulla da mangiare, lo invitai a cenare con me0 e, recatici a casa mia, saliti al piano di sopra, cenavamo. ,uando fu sazio, egli se ne and3 via ed io mi misi a dormire. A quel punto, giudici, ratostene entra, e la serva, svegliatomi subito, mi dice che in casa. d io, dopo averle detto di sorvegliare la porta, sceso in silenzio esco di casa, e mi reco da questo e quell'amico, e alcuni non li trovai in casa, altri non li trovai neppure in citt.

+adunati dunque quanti pi9 uomini mi era possibile tra i presenti, mi incamminai. , prese delle fiaccole dalla bettola pi9 vicina, entriamo, trovando aperta la porta, tenuta pronta dalla serva. "palancata la porta della camera da letto, i primi entrati di noi videro ancora lui sdraiato accanto alla donna, quelli che entrarono dopo lo videro in piedi nel letto, nudo. d io, giudici, colpitolo, lo atterrai, e, girandogli le mani dietro la schiena e legatolo, gli chiesi perch mi oltraggiasse entrando in casa mia. d egli ammetteva di essere in torto, ma mi supplicava e mi scongiurava di non ucciderlo, ma di esigere piuttosto da lui un risarcimento in denaro. $o invece gli dissi: 6!on io ti uccider, ma la legge della citt, che tu, trasgredendola, hai considerato meno importante dei tuoi piaceri0 ed hai scelto di commettere questa colpa contro mia moglie e i miei figli piuttosto che obbedire alle leggi e rispettare l'ordine6. Ar#u$entatio "%-3! P&o"e e! e)e$e.%#
( "o&e !# E'(#)*%o:

,- ERATOSTENE NON FU TRASCINATO IN CASA DALLA STRADA1 COME SOSTENGONO GLI ACCUSATORI1 N5 SI RIFUGI4 PRESSO L'ALTARE DI 6EUS: FU SUBITO COLPITO ED UCCISO IN CAMERA DA LETTO1 IN PRESEN6A DI NUMEROSI TESTIMONI. 0- LA VENDETTA COMPIUTA PERFETTAMENTE CONFORME ALLA LEGGE PER& MOI'()IA* 78 SULL'ADULTERIO-1 CHE CONSENTE L'UCCISIONE DELL'ADULTERO C4LTO IN FLAGRANTE E REO CONFESSO/ VENGONO PRODOTTE NUMEROSE TESTIMONIAN6E IN PROPOSITO. 9- LA LEGGE AREOPAGITICA PER& P(+NOU 78 SULL'OMICIDIO- ASSOLVE IN PIENO CHI UCCIDE UN ADULTERO C4LTO IN FLAGRANTE PRESSO LA PROPRIA DONNA1 PERFINO SE SI TRATTA DI UNA SEMPLICE CONCUBINA. :- LA LEGGE PER& ,I-ION 78 SULLA VIOLEN6A- COMMINA AL SEDUTTORE LA PENA DI MORTE1 MENTRE RISERVA AL VIOLENTATORE

UN TRATTAMENTO MOLTO MENO SEVERO1 CONDANNANDOLO AL SEMPLICE PAGAMENTO DI UNA MULTA/ EBBENE1 ERATOSTENE NON ERA UN VIOLENTATORE1 MA UN PROFESSIONISTA DELLA SEDU6IONE. ;- IN CONCLUSIONE: C' DA MERAVIGLIARSI CHE EUFILTO SI TROVI SUL BANCO DEGLI IMPUTATI1 VISTO CHE NON HA FATTO ALTRO CHE RISPETTARE LE LEGGI DELLA CITT<=

)#":,

'$%($)$, )#"&%$ #&& !! .A +$)#MP !"A )- . . ''$ P+ ")+$*#!# P + )-$ )#MP$ "$M$.$ M$"/A&&$, MA " !;A "" + "&A&# "&+APPA&# (A..A "&+A(A !1 "" +"$ +$/%'$A&# P+ ""# $. /#)#.A+ , )#M )#"&#+# <= $ M$ $ A))%"A&#+$> "#"& !'#!#: )#M A*+ ?? P#&%&#, *$"&# )+A "%?$&# )A(%&# A & ++A $! )AM +A (A . &&#, )#.P$&# (A M @ P#$ '.$ A* *# . 'A&# . ?+A))$A, ! ..A "&A!;A )' +A!# &A!&$ %#M$!$, A$ ,%A.$ !#! "A+ ?? P#&%&# "/%''$+ , !#! A* !(# !1 %! )#.& ..# !1 %! ?A"&#! !1 !$ !&'A.&+# )#! )%$ P#& +"$ ($/ !( + (A !#$ )+A*AM# !&+A&$. MA $# P !"#, # '$%($)$, )- A!)*#$ "APP$A& ? ! )- )-$ A'$") ($"#! "&AM !& !#! AMM && MA$ )- '.$ A** +"A+$ ($)A!# .A * +$&2, A!;$, M !& !(# '.$ "& ""# A+)-$& &&A!(# "$M$.$ M !;#'! , ) +)A ($ "%")$&A+ #"&$.$&2 $! )-$ A")#.&A )#!&+# )-$ "$ )#MP#+&A #! "&AM !& .

ARIVOLGENDOSI AL CANCELLIEREB MA A(

""#, P+$MA ($ &%&&#, (A' . &&%+A ( ..A . ''

. '' !on negava, giudici, anzi ammetteva di avere torto, e mi pregava e mi scongiurava di non ucciderlo, e si diceva pronto a versare un risarcimento in denaro. $o, per3, non accettai la sua offerta, ma ritenni di dover far valere piuttosto la legge dello "tato, e mi presi quella vendetta che voi, ritenendola sacrosanta, avete stabilito contro chi recidivo in questi reati. adesso fate salire a deporre i miei testimoni. & "&$M#!$ .
''$M$ A!),% "&A . '' &+A&&A (A..A "& . ( ..'A+ CPA'#.

. ''

*#$ " !&$& , '$%($)$, )- P +/$!# (A. &+$?%!A. ( ..'A+ CPA'#, A. ,%A. "P &&A &+A($;$#!A.M !& ( D "&A&# A//$(A&# A!)- A$ & MP$ !#"&+$ $. )#MP$&# ($ '$%($)A+ . )A%" ($ #M$)$($#, D "&A&# "P+ ""AM !& "&A?$.$&# ($ !#! )#!(A!!A+ A M#+& )#.%$ )- , A* !(# "#+P+ "# %! A(%.& +# P+ ""# .A P+#P+$A M#'.$ , "$ P+ !(A ,% "&A * !( &&A. )#! &A!&A )#!*$!;$#! $. . '$".A&#+ -A +$& !%&# )- ,% "&# P+$!)$P$# /#"" '$%"&# P + . (#!! "P#"A& , )- A!)- A P+#P#"$&# ( .. )#!)%?$! , )- "#!# ( '! ($ M$!#+ )#!"$( +A;$#! , -A "&A?$.$&# .A M ( "$MA P !A. ' )#M%!,% *$( !& )- , " A* "" A*%&# A ($"P#"$;$#! %!A P%!$;$#! P$E '+A* ($ ,% "&A P + . (#!! "P#"A& , .'A*+ ?? "A!)$&A. $!* ) , !#! P#& !(# &+#*A+! %!A P$E " * +A ($ ,% "&A P + .#+#, +$& !! '$%"&# )- .A M ( "$MA P !A *A. "" A!)- A P+#P#"$&# ( .. )#!)%?$! . MA . ''$M$ A!)- ,% "&'A.&+A . '' .

. '' *oi sentite dunque, o giudici, che la legge prescrive, nel caso in cui uno disonori con la violenza un uomo libero o uno schiavo, di pagare un risarcimento pari al doppio del danno0 nel caso in cui, poi, uno violenti una donna di quelle per le quali lecito uccidere il violentatore, la legge prescrive che sia passibile della medesima pena: a tal punto, giudici, il legislatore ha ritenuto che i violentatori fossero meritevoli di una punizione meno severa dei seduttori: ha infatti condannato a morte questi ultimi, mentre per gli altri ha stabilito un risarcimento pari al doppio del danno, tenendo conto del fatto che i violentatori sono odiati dai violentati, mentre i seduttori corrompono a tal punto le loro anime, che rendono le donne altrui pi9 legate a s4 che ai loro mariti, e tutta la casa dipende da loro, e non si pu3 sapere di chi dei due siano i figli, se cio del marito o dell'amante. Per questi motivi il legislatore ha sancito per costoro la pena di morte.

,uanto a me, o giudici, le leggi non solo hanno escluso la mia colpevolezza, ma addirittura mi hanno imposto di prendermi questa vendetta: sta a voi decidere se esse debbano ancora avere valore o non contare pi9 niente. $o, per conto mio, penso che tutti gli "tati sanciscano le leggi appunto per questo: perch4, a proposito delle situazioni su cui siamo incerti, ricorrendo ad esse possiamo sapere che cosa dobbiamo fare. le leggi, appunto, in casi del genere suggeriscono agli offesi di prendersi questa vendetta. +itengo giusto che voi abbiate la stessa opinione delle leggi: altrimenti garantirete agli adulteri una tale impunit, che inciterete anche i ladri a dire che sono adulteri, ben sapendo che, se si dichiareranno rei di questa colpa e diranno di essersi introdotti in casa altrui per questo scopo, nessuno li toccher . &utti, infatti,

sapranno che le leggi sull'adulterio bisogna salutarle, e che bisogna aver paura soltanto del vostro voto: perch evidentemente questa la suprema autorit nel nostro "tato. Re.utatio 3%-4! Co.('% >#o.e !e))e +&o"e s( "o&e !# E'(#)*%o 3#? !!o%%e ! ))' cc's :
EUFILTO ACCUSATO DI AVERE ADESCATO A BELLA POSTA ERATOSTENE PER UCCIDERLO. EGLI REPLICA CHE: ,- QUAND'ANCHE COS FOSSE1 AVREBBE AGITO A BUON DIRITTO1 PER TUTELARE IL SUO BUON NOME 7ARGUMENTATIO PER ABSURDUM-/ 0- MA COS NON : SE1 INFATTI1 L'OMICIDIO FOSSE STATO PREMEDITATO1 EUFILTO NON AVREBBE POSTO IN ESSERE UNA SERIE DI COMPORTAMENTI SCONSIDERATI1 DETTATI EVIDENTEMENTE DALLA TENSIONE NERVOSA E DALLO SHOC@ DEL MOMENTO: AN6ITUTTO NON SI SAREBBE PORTATO A CENA UN AMICO 7S4STRATO-/ PER CONTRO1 SE AVESSE COVATO L'INTEN6IONE DI COGLIERE IN FLAGRANTE L'ADULTERO1 AN6ICH5 CONGEDARE L'AMICO DOPO CENA L'AVREBBE TRATTENUTO1 PER POTERE AVERE UN TESTIMONE ED UN AIUTANTE: INVECE QUELLA NOTTE1 EVIDENTEMENTE PRESO ALLA SPROVVISTA1 EUFILTO ERA STATO COSTRETTO A CORRERE ALL'IMPA66ATA DA UNA CASA ALL'ALTRA PER TROVARE TESTIMONI1 BUSSANDO PERFINO A CASE VUOTE. DI QUESTO VENGONO ADDOTTE VARIE TESTIMONIAN6E/ 9- FRA EUFILTO ED ERATOSTENE NON PREESISTEVA ALCUNA OCCASIONE DI RANCORE1 TALE DA GIUSTIFICARE LA PREMEDITA6IONE/ AN6I1 EUFILTO SOSTIENE DI NON AVERLO MAI VISTO PRIMA DI QUELLA NOTTE/ :- INFINE1 SE PROPRIO EUFILTO AVESSE VOLUTO UCCIDERE ERATOSTENE PER MOTIVI PREGRESSI1 NON AVREBBE EVIDENTEMENTE CERCATO TESTIMONI1 PERCH5 SAREBBE STATO CONSAPEVOLE DI COMMETTERE UN REATO GRAVISSIMO1 PUNIBILE CON LA PENA DI MORTE.

+$/.

&& & , '$%($)$: M$ A))%"A!# ($ A* + #+($!A&# ,% . '$#+!# A..A " +*A ($ A&&$+A+ )A"A M$A. $!&A!&#, '$%($)$, $# + "& + $ )#!*$!&# ($ "" + ! . '$%"&# $! ,%A.%!,% M ""# . MA!$ "% ,% ..# )- A* *A " (#&&# M$A M#'.$ .

$. '$#*A! $! M#(# A* ""$

#+A, "

$# A* ""$ #+($!A&# ($ A&&$+A+.# $! )A"A M$A ,%A!(# A!)#+A +A!# "&A& /A&& ( .. " MP.$)$ P+#P#"& , MA !#! +A "%)) ""# A!)#+A ! ""%! /A&&# )#!)+ &#, A*+ $ "?A'.$A&#0 MA " .# A* ""$ "#+P+ "#, !#! $MP#+&A $! )- M#(#, ,%A!(# #+MA$ &%&&# +A "%)) ""# .%$ P$ *#.& "$ +A $!&+#(#&&# $! )A"A M$A, $# M$ +$& ++ $ P +/ &&AM !& '$%"&$/$)A&#. MA #"" +*A& )#M A!)- $! ,% "&# M !&A!#: .# )AP$+ & /A)$.M !& (A ,%A!&# "&# P + ($+*$. $!/A&&$, # '$%($)$, 5 )#"A )- ($""$ A!)- P+$MA 5, ""&+A&#, )- M$# AM$)# ( $! '+A!( /AM$.$A+$& )#! M , (#P# A* +M$ $!)#!&+A&#, ($ +$&#+!# (A$ )AMP$, * +"# $. )A.A+ ( . "#. , ) ! )#! M , ,%A!(# /% "#(($"/A&&# " ! A!( *$A. ?? ! , "$'!#+$, +$/. && & , &A!&# P + )#M$!)$A+ : " ,% ..A !#&& $# A* ""$ & "# %! A''%A&# A( +A&#"& ! , +A P + M M '.$# ) !A+ /%#+$ )A"A # P#+&A+M$ %!# A ) !A@ $! ,% "&'%.&$M# )A"#, $!/A&&$, +A&#"& ! A*+ ?? "$&A&# A $!&+#(%+"$ $! )A"A M$A. $! " )#!(# .%#'#, *$ PA+ )- $#, MA!(A!(# *$A $. M$# #"P$& , M ! "A+ $ + "&A&# "#.# "A+ $ +$MA"&# " !;A ! ""%!#, #PP%+ )- '.$ A*+ $ )-$ "&# ($ +$MA! + , P + P%!$+ .'A(%.& +# )#! M @

A!)#+A, '$%($)$: !#! *$ PA+ )- A*+ $ (A&# $"&+%;$#!$ A'.$ AM$)$ (%+A!& $. '$#+!#, )- A*+ $ )-$ "&# .#+# ($ +A(%!A+"$ ! ..A P$E *$)$!A )A"A ($ %!# ($ ""$, P$%&&#"&# )- , APP !A M ! "#!# A))#+&#, )#++ + $! '$+# ($ !#&& , " !;A "AP + )-$ A*+ $ &+#*A&# $! )A"A )-$ /%#+$@ "#!# A!(A&# (A A+M#($# (A %! A.&+# &A. )- !#! +A!# $! )$&&2 5 P +)-1 !#! .# "AP *#7 5 A.&+$ !#! .$ -# &+#*A&$ $! )A"A, M$ "#!# $!)AMM$!A&# (#P# A* + +A(%!A&# )-$ +A P#""$?$. .

?? ! , " .# A* ""$ "AP%&# P+$MA, !#! *$ PA+ )- A*+ $ P+ ($"P#"&# ( '.$ ")-$A*$ A*+ $ (A&# $"&+%;$#!$ A'.$ AM$)$ P + P#& + $# "& ""# !&+A+ ! . P$E "$)%+# ( $ M#($ 5 )- ! "AP *# " A!).%$ !#! A* *A %! P%'!A. @ 5 P + )#MP$ + .A * !( &&A $! P+ " !;A ( . MA''$#+ !%M +# P#""$?$. ($ & "&$M#!$@ $!* ) , "$))#M !#! P+ * ( *# !%..A ($ )$C )- "A+ ?? "%)) ""# ,% ..A !#&& , -# P+ "# ,% ..$ )- P#& *#. A( ""# "A.'A!# A ( P#++ $ M$ $ & "&$M#!$.

& "&$M#!$ "$'!#+$, A* &


" &+A M (

" !&$&# $ & "&$M#!$: #+A +$/. && & +A&#"& ! )$ "$A MA$ "&A&# ,%A.)-

/+A *#$ "% ,% "&A /A)) !(A, P + ) +)A+ ($ ")#P+$+ M#&$*# ($ #"&$.$&, A PA+& ,% "&#. !#! ! &+#* + &

! ""%!#. !, $!/A&&$, M$ -A MA$ A))%"A&# P%??.$)AM !& A' !(# )#M ( .A&#+ , ! -A MA$ & !&A&# ($ /A+M$ "$.$A+ , ! M$ -A MA$ $!& !&A&# P+#) ""$ P+$*A&$, ! +A M$# )#MP.$) $! ,%A.)- )A&&$*A A;$#! P + )%$, & M !(# )- "$ +$"AP "" , $# P#& ""$ ( "$( +A+ .A "%A M#+& , !, " A* ""$ )#MM ""# )$, P#& *# A"P &&A+M$ ($ +$) * + %! )#MP !"# $! ( !A+# (A ,%A.)%!# 5 P +)- ) +&$ $!($*$(%$ &+AMA!# .A M#+& '.$ %!$ ( '.$ A.&+$ P + M#&$*$ ( . ' ! + . A &A. P%!&#, (%!,% , +A*AM# .#!&A!$ (A..'A* + A*%&# ,%A.)- A.& +)#, # ,%A.)- .$& (A %?+$A)-$, # ,%A.)- A.&+# ")+ ;$#, )- $# ,% ..'%#M# !#! .'A* *# MA$ ! A!)- *$"&#, " !#! ,% ..A !#&& 7 )#! ,%A. $!& !;$#! , A..#+A, A*+ $ )#+"# %! +$")-$# ( . ' ! + , " !#! /#""$ "&A&# #// "# (A .%$ ! . P$ '+A* ( $ M#($@ $! " )#!(# .%#'#, A*+ $ /#+" )#MM ""# %!' MP$ & )-$AMA!(# $# "& ""# ( $ & "&$M#!$, ,%A!(# A*+ $ P#&%&#, " (A** +# *#. *# %))$( +.# $!'$%"&AM !& , /A+ " )- ! ""%!# * !$"" A "AP + ($ ,% "&A /A)) !(A@

EPI/O0U* F PERORA

IO

4%-51 DA QUANTO DETTO INEVITABILE CONCLUDERE CHE:


!!#&#%%'& ese$+) &e:

,- #) c s%#3o #.()#%%o ! E'(#)*%o ! E& %os%e.e * ! co.s#!e& &s# .o. so)o )e3#%%#$o1 $ sco& 33e&? #.( %%# )%&# #.!#"#!'# ! ) co$+o&% &s# co$e )'#/

0- 7co.c)'s#o.e +&o"oc %o&# -: se # 3#'!#c# .o. ) +e.s .o cosA1 % .%o " )e B&o3 &e )e )e33# "#3e.%#: 2' .%o + &e esse +osso.o %& s(o&$ &s# #. '. %& ++o) $#c#!# )e +e& #) c#%% !#.o o.es%o che 3#sce #. co.(o&$#%? ! esse. I. e((e%%# ) so) co)+ !# E'(#)*%o1 2'e)) +e& c'# o& * so%%o +&ocesso e &#sch# ) co.! .. $o&%e1 * !# "e&)e &#s+e%% %e )) )e%%e& .

$o dunque, signori, ritengo che questa vendetta non sia stata compiuta nel mio interesse privato, ma nell'interesse di tutta la collettivit: infatti gli individui che commettono bravate del genere, vedendo quali sono le ricompense che spettano ad azioni del genere, si renderanno meno colpevoli nei confronti degli altri, se vedranno che anche voi avete la medesima opinione in proposito.

Altrimenti, sarebbe molto meglio abrogare le leggi vigenti e promulgarne delle nuove, che puniscano con le loro pene quelli che custodiscono le proprie mogli e concedano la massima impunit a quelli che vogliono sedurle.

"arebbe molto pi9 giusto cos8, piuttosto che far s8 che i cittadini fossero insidiati dalle leggi, che prescrivono che, se uno coglie in flagrante un adultero, ne faccia ci3 che meglio crede, mentre poi i processi risultano pi9 pericolosi per quelli che hanno sub8to il torto che per chi disonora le donne altrui contro le leggi. $o infatti adesso sto rischiando la mia vita, il mio denaro e tutto il resto solo perch ho avuto fiducia nelle leggi dello "tato.