Sei sulla pagina 1di 90

333

Carta dell'America di Giovanni Battista

Ramusio

RABY, Paolo Luigi, di Torino.


Avvocato, poeta, scrittore di teatro, membro di varie Accademie, aggregato al collegio di belle arti dell'universit. Eugenio, ossia Torino liberata [dall'assedio del 1707]. Poema [in endecasillabi] di Paolo Luigi Raby. Torino, coi nuovi tipi di Pane e Barberis, 1797. in-8, pp. (10) 171. [Ayala, p. 321].

334

RACHI, Rocco
L'esercito militare descritto sotto alcune compendiose regole e figure: demostrazione. Mantova, Osanna, 1643, in-12. [cit. unicamente da Ayala, p. 390].

RACHIO, Francesco, Piemontese


Consignore di Carpeneta e lettore della teorica nello studio di Torino La sacra impresa, e gverra di terra Santa. L'acquisito, e la perdita di Gierusalemme, e di tutti i stati di Soria: descritta da Paulo Emilio veronese [1460-1529] historico, dalle Croniche di Francia, Ridotta per ordine, vnita, e tradotta dalla latina in lingua volgare da Francesco Rachio Piemontese. Turino, Antonio de 'Bianchi, 1590, in-8, pp. 144. [Ayala, p. 407].

RAMELLI , Agostino (Ponte Tresa 1531 - 1600)


Capitano al servizio di Carlo V e poi di Gian Giacomo Medici marchese di Marignano, divenne ingegnere del duca d'Angi (il futuro re Enrico III, e fu ferito e catturato dagli ugonotti all'assedio della Rochelle.

Le diverse et artificiose machine del capitano Agostino Ramelli Dal Ponte Della Tresia Ingegniero del Christianissimo Re di Francia et di Pollonia. Nelle quali si contengono uarij et industriosi mouimenti degni di grandissima Speculatione, per cauarne beneficio infinito in ogni sorte d'operatione; Composte in Lingua Italiana et Francese. A Parigi, in casa dell'autore, 1588, in-folio, cc. (16) 338. [Ayala, p. 115]. Rist. an.: Le diverse et artificiose machine Agostino Ramelli. Westmead, Gregg international, 1970, pp. 338. A cura di Gustina Scaglia, Adriano Carugo e Eugene S. Ferguson, Milano, Il Polifilo, 1991, cc. (1&) 338, pp. 88. Lugano, Banca della Svizzera Italiana, 1992. Presentazione di Mario Schiavone. L. Maestri tipografo editore, 1981, pp. 136, tav. 50. The Various and Ingenious machines of Agostino Ramelli, a classic sixteenth-century illustrated treatise on tecnology / translated from the italian and french with a biographical study of the author by Martha Teach Gnudi ; technical annotations and a pictorial glossary by Eugene S. Ferguson. Scolar Press and John Hopkins University Press, 1976, 1987, pp. 604. Rist. New York, Dover Publication, 1994.

RAMUSIO, Giovanni Battista (Treviso 1485 - Padova 1557)


Discepolo di Pietro Pomponazzi, membro dell'Accademia Aldina, traduttore di Quintiliano e Tito Livio, cancelliere della Repubblica veneta e segretario del Consiglio dei Dieci, ambasciatore presso varie corti europee, raccolse oltre cinquanta memorie di viaggi ed esplorazioni dall'antichit all'epoca sua, pubblicate presso i Giunti in tre volumi (il I nel 1550, il III nel 1556 e il II, il cui ms era stato distrutto in un incendio, postumo nel 1558). Esperto cartografo, dipinse tra l'altro negli appartamenti dogali un portolano del Mediterraneo. A. Del Piero, "Della vita e degli studi di Giovan Battista Ramusio", in N. Archivio Veneto, ns, 4 (1902), pp. 5-112. Massimo Donattini, "Giovan Battista Ramusio e le sue 'Navigationi'. Appunti per una biografia", in Carte e Storia, 17 (1980), pp. 55-100. Marica

335

Milanesi, "Giovanni Battista Ramusios sammlung von reiseberichten des entdeckungszeitalters, "Delle navigazioni e viaggi" (1550-1559) neu betrachtet", in Antoni Maczal und Hans Jrgen Teuteberg (hgb), Reisemberichte als quellen europaischer kulturgeschichte 1982, pp. 34-44. Ead., "Cartografia per un principe senza corte. Venezia nel Quattrocento", in Micrologus: natura, scienze e societ medievali, XVI (2008), I saperi nelle corti, pp. 189-216. Andrea Del Ben, Giovanni Battista Ramusio cancelliere e umanista; con l'edizione di quarantacinque lettere a Pietro Bembo (ms. ambrosiano D 335 INF), Trieste, Edizioni goliardiche, 2006.

Primo volume, & seconda editione delle nauigationi et viaggi in molti luoghi corretta, et ampliata, nella quale si contengono la Descrittione dell'Africa, & del paese del Prete Ianni ... Aggiuntoui di nuouo la Relatione dell'isola Giapan ... Tre tauole di geographia in disegno ... Un'[sic] indice molto copioso. In Venetia, appresso gli heredi di Lvcantonio Givnti, l'anno 1550. In Venetia, nella stamperia de gli heredi di Luc'Antonio Giunti, nel mese di marzo 1554, in-folio, pp. 34 436, ill., tav. 6. Primo volume & Terza editione, 1563. Volume secondo. Nelle quali si contiene l'historia delle cose de' Tartari, & diuersi fatti de' loro imperatori, descritta da M. Marco Polo gentil'huomo venetiano; & da Hayton Armeno. Varie descrittioni di diuersi auttori, dell'Indie orientali, della Tartaria, della Persia, Armenia ... Et il viaggio della Tana. Con la descrittione de' nomi de' popoli, citta, fiumi ... Con l'indice diligentemente ordinato, delle cose piu notabili nel quale, oue si trouera questa + hassi da cercare quello che l' suo numero dimostra nella Descrittione della Sarmatia, posta in fine del presente volume. In Venetia, per gli heredi di Luc'Antonio Giunti, 1558, in-folio, pp. 28 155 ill. 1574. 1583. Aggiuntoui di nuouo in questa quarta editione la nauigatione di Sebastiano Cabota ... In Venetia, appresso i Giunti, 1606, pp. 256, 90 c. Volume terzo. Nel quale si contiene le nauigationi al mondo nuouo, a gli antichi incognito, fatte da don Christoforo Colombo Genouese, che fu il primo a scoprirlo a i re catholici, detto hora l'Indie occidentali, Gli acquisti fatti da lui, accresciuti poi da Fernando Cortese, da Francesco Pizarro, ... Lo scoprimento della gran citta di Temistitan nel Mexico ... Le nauigationi fatte dipoi alle dette Indie, ... Si come si legge nelle diuerse relationi, tradotte dal Ramusio di lingua spagnuola & francese nella nostra italiana, & raccolte in questo volume: ... Et le tre nauigationi fatte da gli olandesi, & zelandesi al settentrione, ... Con tauole di geografia, ... Et con l'indice copiosissimo di tutte le cose piu notabili in esso contenute. In Venetia, nella stamperia degli heredi di Luc'Antonio Giunti, 1556, pp. 34 453, tav. 5. In Venetia, appresso i Giunti, 1606, pp. (36) 414, ill.,.tav. 7 doppie. Delle nauigationi et viaggi raccolte da M. Gio. Battista Ramusio, in tre volumi diuise. Nelle quali con relatione fedelissima si descriuono tutti quei paesi, che da gia 300. anni sin'hora sono stati scoperti, cosi di verso Leuante, & Ponente, come di verso Mezzodi, & Tramontana. Et si ha notitia del regno del prete Gianni, & dell'Africa sino a Calicut, & all'isole Molucche. Et si tratta dell'isola Giappan ... Et nel fine con aggiunta nella presente quarta impressione del viaggio di M. Cesare de' Federici, nell'India orientale ... Volume primo [-terzo!. Con due indici, l'vno de' nomi di tutti gli auttori ... l'altro delle cose piu notabili ... In Venetia, appresso i Giunti, 1606, 3 vol. Navigazioni e viaggi. Ed. a cura di Marica Milanesi, Torino, Einaudi, 1978-1988, 6 vol., pp. 5.186. Viaggio di Giovanni Leone e le navigazioni di Alvise da Ca da Mosto, quali si leggono nella raccolta di Giovan Battista Ramusio, nuova edizione, volume unico, Luigi Plet, Venezia 1837. Ed. M. Milanesi, Torino, Einaudi, I, 1978.

336

Marco Polo, Il milione, nella edizione di Giovan Battista Ramusio, a cura di Renato Giani, Colombo, 1961, pp. 479.

RAMUSIO, Paolo, di Rimini. V. VALTURIO. RAMUSIO, Paolo (Venezia 1532 - 1600)


Figlio di Giovanni Battista, scrisse su incarico del Consiglio dei Dieci la storia in sei libri della guerra condotta dai veneziani e francesi per finanziare ,la Quarta Crociata a spese dei bizantini, adoperando come fonte principale le relazioni di Goffredo I de Villehardouin (1160-1213), comandante della spedizione e poi effimero sovrano di Messinopoli in Tracia. Pauli Rhamnusii Veneti De bello Constantinopolitano et imperatoribus Comnenis per Venetos et Gallos restitutis, 1204. Libri sex. Venetiis, apud Dominicum Nicolinum, 1604, in-4, pp. (12) 279 (37), tav. 3. Venetiis, apud haeredes Dominici Nicolini, 1609. Venetiis, apud Marc. Ant. Brogiolum, 1634. Della guerra di Costantinopoli per la restitutione degl'imperatori Comneni, fata da' signori Veneziani et Francesi l'anno MCCIV: libri sei. traduzione di Girolamo Ramusio. Venetia, per Deuchino Niccolini, 1604, in-4, pp. 205.. [Ayala, p. 324].

RANA, Carlo Andrea (Susa 1715 - 1804)


Ingegnere topografo (1738), sostituto maestro di matematica alle scuole di artiglieria (1739) e maestro titolare dal 1755 al 1780, membro del Consiglio degli Edili (1773-1779), membro del Congresso di architettura (1773), architetto civile e militare di S. M. (1780). Ferdinando Viglieno Cossalino, Carlo Andrea Rana, architetto in Piemonte, Ivrea, Fratelli Enrico, 1969. Dell'architettura militare per le regie scuole teoriche d' artiglieria , e fortificazione. Libro primo in cui si tratta della fortificazione regolare dedicato a S[ua] S[acra] R[eale] M[aest] dal cavaliere Alessandro Vittorio Papacino d'Antony, brigadiere di fanteria, ajutante generale dell'armata e direttore delle suddette scuole di teorica, e pratica. Torino, Nella Stamperia Reale, 1778, in-8. [dal ms dell'opera, nella Biblioteca Reale di Torino, Mss. Mil. 288.295, in data 1756, ne risulta per autore Carlo Andrea Rana. Il II volume, dell'attacco e della difesa delle piazze regolari opera di Ignazio Andrea Bozzolino] 1882. [BNCF - Palatino 10. 5. 2. 37. Ayala, pp. 95 e 115. Burdet, pp. 77-78]. Dell'architettura militare per le regie scuole teoriche d' artiglieria , e fortificazione. Libro quarto in cui si tratta della fortificazione irregolare del cavaliere Alessandro Vittorio Papacino d'Antonj, brigadiere di fanteria, ajutante generale dell'armata e direttore delle suddette scuole di teorica, e pratica. Torino, Nella Stamperia Reale, 1780, in8. [dal ms dell'opera, nella Biblioteca Reale di Torino, Mss. Mil. 396.419, s. d., 2 tomi, ne risulta per autore Carlo Andrea Rana. Ayala, pp. 95 e 115. Burdet, p. 78].

RANGONIO, Francesco Antonio


Trattato di architettura militare. Roma, 1647. [Cit. unicamente da Ayala, p. 115].

RASCHINI SOLIANI. V. SOLIANI. RASPONI, Rinaldo (n. 1718)


Ravenna liberata dai goti, o sia Opuscolo sulla Rotonda di Ravenna provata edifizio romano, ne mai sepolcro di Teodorico re de' goti offerto all'eminentissimo principe il signor cardinale Ignazio Crivelli ... dal conte Rinaldo Rasponi patrizio ravignano. In Ravenna. per l'Erede del Landi, 1766, in-4. [Ayala, p. 321].

REBUFFO, Bernardo Giustiniano, di Genova


Dialogo tra il re cattolico ed il duca d'Alva, descritto da Bernardo Giustiniano Rebuffo Genovese. Trattasi in esso Dialogo se sia bene et riuscibile ad esso re l'impadronirsi della citt di Genova, o almeno costruirvi una fortezza. Il Dialogo n' piacevole. 1546. [Ai ff. 76-121 del vol. ms 10047 3 Conclave di Sisto Quinto della Bibl. Reale Parigi, Marsand p. 297. Copia nella Saluzziana, Ayala, p. 116].

REGNONI, Pompilio, di Siena

337

Vercelli espugnata: poema heroico in sette canti in ottava rima del cap.no Pompilio Regnoni, gentilhuomo sanese, ingegnere del serenissimo di Mantova nello. Casale, per Pantaleone Goffij, 1620, in-4, pp. 128. [Ayala, p. 116]. Massimiliano Rossi e Fiorella Gioffredi Superbi (cur.), L'arme e gli amori, Villa I Tatti, Firenze, L. S. Olschki, 2004.

REINA, Carlo Giuseppe Maria


L' origine, corso e fine del Po: con li nomi di tutti i fiumi e acque che in esso concorrono, come anche delle citt e luoghi insigni irrigati da detti fiumi, con l'aggiunta d'un breve racconto istorico dell'ultima guerra. Milano, per Marc'Antonio Pandolfo Malatesta, 1700, in.12, pp. 284. [Ayala, p. 325]. Descrizione corografica, et istorica della Lombardia, con le notizie de' fatti piu memorabili, e militari in essa succeduti nel secolo corrente / di Carlo Giuseppe Maria Reina. In Milano : nella Regia Ducal Corte, per Marc'Antonio Pandolfo Malatesta stampatore Reg. Cam. 1714, in-12, pp. (12) 204. [Ayala, p. 325].

REPOSATI, Rinaldo
Della zecca di Gubbio e delle geste de' conti, e duchi di Urbino. Opera del prevosto Rinaldo Reposati cittadino di Gubbio. In Bologna, per Lelio della Volpe, impressore dell'istituto delle scienze, 1772-1773, in-4, 2 vol., pp. 448 + 499, ill. [Ayala, p. 325].

REQUENO Y VIVES, Vicente


Principi progressi perfezione perdita e ristabilimento dell'antica arte di parlare da lungi in guerra cavata da' Greci e da' Romani scrittori e accomodata a' presenti bisogni della nostra milizia dall'abate Requeno ... Torino, presso C.M. Briolo stamp. e lib. delle R.R. Acc. delle scienze e Societa' agraria, 1790, in-8, pp. (24) 189, ill., tav. 3 [Ayala, p. 325]. Principios, progresos, perfeccin, perdida, restablecimiento, del antiguo arte de hablar desde lejos en la guerra, 1795. Il tamburo: stromento di prima necessit pel regolamento delle truppe. Roma, dai torchj di Luigi Perego Salvioni, 1807, in-8, pp. 93.

REVERONI, Ambrogio.
L'esistenza di questo preteso Autore italiano un abbaglio di Ayala, il quale gli attribuisce (pp. 53 e 116) il trattato "Invenzioni militari e fortificanti, Milano, 1795". Abbaglio ingiustificabile, dal momento che lo stesso Ayala menziona la pagina del Marini (p. 406) in cui l'opera viene correttamente citata col suo titolo in francese (Inventions militaires, et fortifiantes, ou essai sur des moyens nouveaux offensifs, et cachs dans la guerre dfensive, Paris, 1794 ) e correttamente attribuita all'ingegnere militare francese Jacques-Antoine Reveroni Saint

338

Cyr (1767-1829), pi noto come autore di romanzi neri con perverse eroine femminili, accostato a de Sade anche per la reclusione in manicomio.

RIBELLI, Bartolino
Le Macchine Artificiose di Bartolino Ribelli, nelle quali s'insegna alla Milizia il vero modo di travagliare con moto continuato il nemico. Borcheria, Malingegni, 1684, in-4. [Haym IV, p. 169, N. 11 Ayala, p. 116].

RICCI, Giambattista
Ufficiale del Reggimento La Marina Istoria dell'ordine equestre de' SS. Mauritio, e Lazaro, col rolo de' cavalieri, e comende; fatta publica dal cavaliere D. Giovanni Battista Ricci oficiale nel regimento della marina. In Torino, nella stampa di Gio. Francesco Mairesse all'insegna di Santa Teresa, 1714, in-4, pp. 95, ill. [Ms della Saluzziana, Ayala, p. 208]

RICCI, Luca, marchese (m. 1772)


Membro della giunta dell'accademia d'artiglieria (1744), poi brigadiere e primo direttore della Reale Accademia Militare di Napoli (1769). Direttore della Fabbrica d'armi di Torre Annunziata e della fabbrica di porcellane di Portici, per ingraziarsi il re storn ingenti fondi dalla prima alla seconda. Ragguaglio degli Eserizii Militari disegnati da S. M. Il Re N. S. nell' assedio ed espugnazione d'una Fortezza fatta costruire nel Boschetto murato accanto alla Real Villa de Portici, per eseguirsi nel mese d'Ottobre del corrente anno. Napoli, R. Stamperia, 1769, in-4, pp. 45, 1 tav. rip. [Ayala, pp. 325 e 397]. Ragguaglio degli Esercizi Militari disegnati da S. M. il Re N. S. nell'assedio ed espugnazione di due fortezze fatte costruire nel boschetto murato accanto alla Real Villa di Portici. per eseguirisi nell'Autunno del corrente anno, Napoli, R. Stamperia, 1770, in-4, pp. 75, tav.

RICIUOLI,
Discorso del perch avanti la venuta di Cristo non si guerreggiasse per conto di religione [Ms della Sanese, Ayala, p. 325].

RICOLVI, Ludovico Andrea


Relazione dell'assedio della citt di Cuneo fatto dall'armata gallispana, comandata dall'infante D. Filippo, e dal principe di Conty l'anno 1744. In Torino, nella Stamperia reale, in-8, pp. (11) 87, ill., tav. 1 rip.

RIGHI, Giuseppe, da Fabriano


Breve Dichiarazione dell'Istromento ritrovato dal Capitan Giuseppe Righi da Fabriano per resistere alla Cavalleria. Pisa, Fontani, 1609, in-4. [Haym IV, p. 167, N. 8. Ayala, p. 53. Cockle N. 720].

RIGNONI, Pompilio. Svista di Ayala per REGNONI (V.). RINALDINI, Giovanni, di Ancona
Conclusione, che non si deuono fare le piazze basse nelli fianchi delle fortezze. All'illustrissimo et eccellentiss. signor conte di Lemos. ... del sig. Giovanni Rinaldini anconitano. Intrattenuto da sua maesta cathol. per le cose di fortificazioni di Rheggio, Cotrone, Lipari, e della prouinzia di Calabria ultra. E di tutte l'altre prouinzie del regno. In Messina, nella stamperia di Pietro Brea, 1610, in-4, pp. (8) 23. [Ayala, p. 116. Cockle N. 805]. Inutilit delle piazze basse ne' fianchi de' bastioni, e di dare ai medesimi la sola piazza superiore, Messina, 1644. [Ayala, p. 117]. Discorso sopra le fortezze di Sua Maest Cattolica in Toscana [nel codice della Riccardiana R. L. XLVI 2120, insieme con una relazione sul terremoto dell'Aquila del 2 gennaio 1703 e la sentenza contro i congiurati del principe di Macchia: Ayala, p. 116].

339

Sopra le fortezze di Sua Maest Cattolica in Firenze, discorso secondo, Roma, questo d primo di giugno 1604 [Codice della Riccardiana 2113. Ayala, p. 116].

RINALDUCCI, Giambattista, da Pesaro


Dell'una e l'altra guerra di Castro e successivamente degli atti di quella citt e suoi Stati, sotto li pontefici Urbano VIII, Innocenzio X, Alessandro VII, libri XII, scritti da ... ed offerti al serenissimo gran duca di Toscana Ferdinando II: libri XII (in realt undici, anni 1630-1670) [codice della Magliabechiana Cl. 24, N. 264N. Ayala, p. 326].

RIZZARDO, Giacomo
La presa di Negroponte fatta dai Turchi ai Veneziani nel 1470 descritta da Giacomo Rizzardo, autore contemporaneo, ed ora per la prima volta pubblicata con documenti e annotazioni a cura di Emanuele Antonio Cicogna- Venezia, presso Giovanni Battista Merlo, 1844, pp. 60.

ROBORTELLI, Francesco (Udine 1516 - Padova 1567)


Professore di umanit latina e greca a Lucca, Bologna, Pisa, Venezia e Padova, dove ebbe celebri le dispute col collega Carlo Sigonio (1520-1584). Primo commentatore della Retorica di Aristotele. Amico di Francesco Patrizi (v.) Franciscvs Robortellvs Vtinensis, I. de Legionibus Romanorum ex Dione lib. IV. II. De Commodis, Praemiis & Donis militaribus. III. De Poenis Militum et Ignominiis. In Thesaurus antiquitatum Romanarum congestus a Johanne Georgio Graevio, Traiecti ad Rhenum - Lugduni Batavorum, apud Franciscum Halmam - Petrum vander Aa, 1699, vol. X de Romana militia, coll. 1468-87. [Ayala, p. 53, che lo chiama "Robertello"] Ailianou Peri strategikon taxeon hellenikon. Aeliani De militaribus ordinibus instituendis more graecorum liber a Francisco Robortello Vtinensi in Latinum sermonem uersus, & ab eodem picturis quamplurimis illustratus. Impressum Venetiis, apud Andream, & Iacobum Spinellos, 1552 mense Iulij, in-4, pp. (8) 77 (27). [Segue la traduzione letterale dell'opera di Aelianus nella versione di Teodoro Gaza, col tit.: De instruendis aciebus: SBN]. Francisci Robortelli Vtinensis, Oratio in funere imp. Caroli V Augusti, in ampliss. Hispanorum collegio Bononiae habita. Cum indice, et glossulis ordinem totius orationis indicantibus iterum impressa. Bononiae, ex typographia Alexandri Benacii, & Ioannis Rubei sociorum, 1559, in-4, pp. 55. Lettera inedita di Francesco Robortello udinese intorno al modo di scrivere la storia particolarmente veneziana [a cura di Emmanuele Cicogna]. Venezia : G. B. Merlo, 1843, pp. 33.

ROCCA, Bernardino, detto "Il Gamberello" (Piacenza 1515 - Venezia 1587).


Nelle Gioje della Collana Greca pubblicate da Gabriel Giolito de Ferrari sono inclusi tre discorsi sul governo della militia (antologie tematiche di arte militare) di Bernardino Rocca, sulla strategia terrestre e navale (Imprese, stratagemmi et errori militari, 1566) e sulla preparazione (come sha da provedere ... 1570) e impiego delle forze (del modo di vincere, 1570); Imprese, stratagemi, et errori militari di m. Bernardin Rocca piacentino, detto il Gamberello. Diuise in tre libri. Ne' quali discorrendosi con essempi, tratti dall'historie de' greci, & de' romani, s'ha piena cognitione de' termini, che si possono vsar nelle guerre, cosi di terra, come di mare. Con due tauole: l'vna de' capitoli, & l'altra delle cose piu notabili. [dedicato da Piacenza, in data del 1 aprile 1567, a Sforza Pallavicino, marchese di Borgo san Donnino e di Cortemaggiore, governatore generale della Repubblica Veneta. Pubblicato a cura di Tommaso Porcacchi]. E questa, secondo l'ordine da noi posto, la quarta gioia, congiunta a l'anella della nostra collana historica. In Vinegia : appresso Gabriel Giolito de' Ferrari, 1566. 1567, in-4, pp. (60) 477. ed. Giolito in 2 voll. (1567 - 1570) di pp. (36) 232 e (28) 263. [Catalogo Floncel I, p. 121, N. 1431. Ayala, pp. 53-54. Cockle N. 534. Fantoni, p. 505] La seconda parte del gouerno della militia di M. Bernardino Rocca Piacentino: Nella qual si tratta con discorsi e con essempi de' piu' eccellenti Historici, come s'ha da procedere ne' fatti d'arme, ne gli assalti delle fortezze, ne' ripari di tutti i pericoli di guerra, e nella conseruatione degli Stati. Et questa secondo l'ordine da noi posto; [dedicata ad Alessandro Farnese. A cura di Tommaso Porcacchi] e' la sesta gioia congiunta all'Anella della nostra collana Historica. In Venetia, Appresso Gabriel Giolito de Ferrari. 1570, in-4, pp. (32) 232, ill.[Ayala, p. 54. Fantoni, p. 505].

340

La terza parte del gouerno della militia di M. Bernardino Rocca Piacentino: Nella qual si tratta del modo di vincere tutte le giornate e tutte le citt e di superar tutti i pericoli et gli accidenti improvisi, che possono occorere contra i nemici, per difesa e per conserrvation dello stato suo. In Venetia, Appresso Gabriel Giolito de Ferrari. 1570, in-4, pp. (32) 263, ill. [Ayala, p. 54. Fantoni, p. 505]. De' discorsi di gverra, del Sign. Bernardino Rocca Piacentino. Libri quattro. Doue s'insegna a' Capitani, & Soldati il modo di condurre esserciti, di far fatti d'arme, espugnare, & difender Citta, & altre cose: con gran copia d'essempij antichi, & moderni appartenenti all'arte militare. Con una tauola copiosa di tutte le cose piu notabili, In Venetia : appresso Damiano Zenaro, 1582, in-4, 2 voll. pp. (16) 268. [Catalogo Floncel I, p. 122, N. 1445. Ayala, p. 54 menziona un'edizione Bologna, 1573. Cockle N. 551. Fantoni p. 505]. Du Maniement et Conduite de l'art et faits militaires, auxquels par brve confrence et exemples tirs des histoires tant ... faict en Italie par messer Bernardin Rocque Placentin et mis en francois par Franois de Belleforest [1530-1583], Commingeois, A Paris, chez Nicolas Chesneau, 1571, in-4. Des entreprises et ruses de guerre: et des fautes qui par fois suruiennent s progrez & excution d'icelles: ou le vray pourtrait d'vn parfait general d'armee: tire de l'italien du sieur Bernardin Roque de Plaisance, par le seigneur de la Popelliniere, [Henri] Lancelot du Voesin [1541-1608]. A Paris, chez Nicolas Chesneau, rue s. Iaques, a l'enseigne de l'Escude froben, & du Chesne verd, 1571, in-4, ff. (12) 191 (= pp. 382).

ROFFREDO (DI SAORGIO?), Giacomo


L'arte della guerra, brevemente spiegata, 2 vol. in-12, con 26 tavole [Ms della Saluzziana. Ayala, p. 391].

ROFIA, Girolamo (San Miniato 1494 - )


Racconti delle principali fazioni della guerra di Siena (1554). Codice del marchese Gino Capponi, pubblicato in Archivio Storico italiano, Anno II 1842: Rotta degl'Imperiali sotto Chiusi p. 528. Passata di Piero Strozzi in Val di Nievole. p. 538. Rotta di Piero Strozzi a Scannagalli presso Marciano. p. 559. Notizie della Vittoria degl'Imperiali presso Marciano d'autore anonimo p. 585. [Ayala, p. 327]. "Relazione della presa di Golfonara [Valfenera] in Piemonte, ad Andrea degli Agli". in Archivio Storico Descrizione delle cose seguite l'anno 1529 e 1530 nella citt di Volterra nell'asedio della citt di Firenze, a ser Gio. Battista Brandini cittadino volterrano e luogotenente del serenissimo Granduca di Toscana all'offizio del fisco [codice del canonico Cateni, inedito. Ayala, p. 327].

ROGADEI, Giovan Donato (1718-1784)

341

Per l'insigne ordine gerosolimitano: in difesa della sua esenzione dalle adoe, e da' Quindenni. Napoli? post 1774? Ragionamenti del cavaliere Giandonato Rogadeo sul regolamento della giustizia, e sulle pene: drizzati a S. A. E. F. Emmanuele de Rohan, G. M. dell'ordine gerosolimitano, del Santo Sepolcro, e di S. Antonio di Vienna: principe di Malta, e del Gozo. Lucca, 1780, in-8, pp. 476. Napoli, 1783. Del ricevimento de' cavalieri e degli altri fratelli dell'insigne Ordine Gerosolimitano della veneranda lingua d'Italia. Opera del cavaliere Giandonato Rogadeo. Napoli, presso Vincenzo Orsino, 1785, pp. (22) 404.

ROMANI, Vespasiano
Trattato et modo da difendere la fantaria dalla cauallaria, et discorso sopra la fortificatione della fossa. Di Vespasiano Romani. In Napoli, per Gio: Iacomo Carlino, & Antonio Pace, 1597, in-4, pp. (12) 61, ill. [Ayala, pp. 54 e 397. Cockle N. 383].

ROMANO, Adriano
Pyrotechnia hoc est de ignibvs festivis, jocosis, artificialibvs et seriis variisqve eorvm structuris. Libri duo. Ex scriptoribvs Latinis, Italis et Germanis collecti. Francofurti, In Officina Paltheniana, in-4. [Ayala, p. 152: "Pirotecnia. Venetia 1611". Cockle N. 935].

ROMANO, Bartolomeo. V. CRESCENZIO, Bartolomeo, Romano. ROMANO, Pietro


Trattato dartiglieria Verona, 1540 [Ms Archivi di corte a Torino " scritta circa il 1530, quantunque porti la data di Verona, 1540". Ayala, p. 153].

ROMANO, Vespasiano. V. ROMANI. ROMBO, ingegnere


Relazione de trinceramenti mandati in esecuzione nelle vicinanze di Dolceacqua nel 1747 e 1748: si premette la relazione de' movimenti fatti dalle truppe austro-sarde nel 1747, dedicata a L. A. [Ms Un. di Torino, IV, 4. Ayala, p. 117. contiene una carta delle Alpi marittime].

RONCHI, Luigi. V. PUYSEGUR. RONDINELLI, Giovanni, da Firenze


Descrizione della nuova darsena di Livorno, al cardinale di Lorena, 1591. In Antonio Francesco Gori, La Toscana illustrata nella sua storia con varj scelti monumenti e documenti per l'avanti o inediti, o molto rari. In Livorno, per Anton Santini e compagni, 1755. vol. I Prodromo, p. 225. [Ayala, p. 178].

RONGETERS. Abbaglio di Ayala (p. 55) per ROUGETERRE (v.) ROSA, Pietro
La nautica rilucente o' sia Diario della nauigazione. Estratta da' voluminosi diarj formati dall'autore nel corso delle di lui nauigazioni, esercitate ne i mari oceano, e Mediterraneo. Auualorata con l'opere de' piu degni soggetti ... Quale seruira di norma a piloti, & altri condottieri de nauigli ... Con la tauola de' suoi trattati del Caualier don Pietro Rosa ... In Venezia, per Gio. Francesco Valuasense, 1700, in-4, pp. (16) 304, ill. [Ayala, p. 178].

ROSCIO, Giulio

342

Ritratti et elogii di capitani illustri che ne' secoli moderni hanno gloriosamente guerreggiato. Descritti da Giulio Roscio, monsig. Agostino Mascardi Fabio Leonida Ottauio Tronsarelli, & altri. In Roma, ad instanza di Filippo de' Rossi, nella stampa del Mascardi, 1646, in-4, pp. (8) 404. [Ayala, p. 327. Fantoni, p. 505].

ROSEO, Mambrino, da Fabriano (floruit 1544-1571)


Tre Libri della Disciplina Militare di Guglielmo Bellai ec. tradotti dalla Lingua Francese nell'Italiana (da Mambrino Roseo) Venezia, Tramezzino, 1550, in-8.[Haym IV, p. 165, N. 3.] Della Disciplina Militare di Monsig. di Lang Libri III tradotti dalla Lingua Francese nell'Italiana da Mambrino Roseo In Venetia, appresso gli heredi di Giouan Maria Bonelli, 1571, in-8, pp. (12) 223. [Haym IV, p. 165, N. 8. ] Fra Antonio de Guevara, vescovo di Mondonedo. Institutione del prencipe Christiano. tradotto di spagnuolo in lingua toscana, per Mambrino Roseo. In Roma, 15. Nuovamente stampato In Vinegia per Bartolomeo detto l'Imperadore e F. Vinetiano, 1543, pp. 358. In Vinegia, per Comin de Trino di Monferrato, 1546. In Vinegia, Per Francesco Bindoni, 1547. [Fantoni, p. 499]. Dal medesimo autore accresciuta. In Venetia, Valgrisi, 1548. 1549, pp. 360. 1559, pp. 392. Appresso Gabriel Giolito de' Ferrari, 1560. In Mantoua, per Francesco Osanna, 1578. Lo assedio & impresa de Firenze. Con tutte le cose successe: incominciando dal laudabile accordo, pel summo pontifice & la cesarea maesta, et tutti li ordini, & battaglie sequire [Composto per Mambrino Roseo ... ]. In Peroscia, per Girolamo Cartolai, 1530 alli iii. di decembre, in-4, cc. 50. [Ayala, p. 328]. L' assedio di Firenze: poema in ottava rima / di Mambrino Roseo; dichiarato con note critiche, storiche e biografiche da Ant. Dom. Pierrugues. Firenze, Giuseppe Pellas, 1894, pp. (49) 378. Editio princeps dell'assedio di Firenze, 1976 (Copia fotostatica dell'ed. In Perolcia, per G. Cartolai, 1530). V. pure FOURQUEVAUX

ROSSELMINI, Nicol, da Pisa


Il Cavallo perfetto. Trattato in cui si descrive, quali esser debbano le qualita del cavallo perfetto, e con quai mezzi si arrivi a renderlo tale: opera ... di Niccolo Rosselmini ... In Venezia, presso Giuseppe Corona, a S. Caterina, 1723, in-8, pp. (20) 324.
Apologia al cauallo perfetto stampato in Venezia l'Anno 1723 presso Giuseppe Corona ... da Niccolo Rossermini ... Dialogo tra l'autore di esso e l'illustrissimo sig. marchese Rosso Strozzi .. In Siena, ... presso Francesco Quinza, 1730, in-8, pp. 128.

Dell'obbedienza del cavallo. Trattato di Niccolo Rosselmini patrizio pisano, accademico innominato e intronato ... In Livorno, presso Marco Coltellini, all'insegna della Verita, [1764], in-4, pp. (28) 428, ill., tav. 3 rip.

ROSSETTI, Donato (Livorno 1633-1686)


Dottore in teologia, lettore di filosofia a Pisa, Canonico di Livorno, professore di matematica all'Accademia di Torino e matematico di S. A. R. Per la sua polemica con Maurizio Valperga sulla fortificazione a rovescio, v. Alessandra Ferraresi, Stato, scienza, amministrazione, saperi: la formazione degli ingegneri in Piemonte dall'antico regime all'unit d'Italia, Bologna, Il Mulino, 2004, p. 70. Micaela Voglino Davico, Architetti e ingegneri militari, p. 230. Fortificazione a rovescio di Donato Rossetti canonico di Livorno, dott. in sac. teologia, gia lettore di filosofia nell'Universita di Pisa; e or professore delle matematiche nell'accademia di Piemonte; e matematico di S. A. R. In Torino, per Bartolomeo Zappata, 1678, in-folio, pp. (12) 211.[Ayala, p. 117]. V. VALPERGA. Francesco Redi, al quale Rossetti aveva inviato il manoscritto per rivederne la lingua, gli propose invano (con lettere del 12 aprile e del 5 maggio 1678, di mutare il titolo, che gli suonava ridicolo [Opere, V, Milano, Classici Italiani N. 173, 1811, pp. 199-201].

ROSSETTI, Orlando, Veronese


Corona de bombardiere, o vero Esame diligentissimo, nel quale si scuopre ogni dubitatione desiderabile per esercitar vn Bombardiero, & redurlo atto ad ogni fattion di Guerra. Con diuersi documenti, & precetti appartenenti alla vera cognition dell'Artellaria. Ridotto in Dialogo de Orlando Rossetti Veronese, Capitano di Bombardieri della Serenissima Signoria di Venetia. Opera non solo necessarissima ad ogni Bombardiero, m utilissima qual si

343

voglia persona militare che desidera hauer cognitione della regola & prattica di esse Artellarie. In Venetia, Appresso Antonio Pinelli, Stampatore Ducale, 1620. [Ayala, p. 154. Cockle N. 694].

ROSSI, Andrea Giuseppe, da Buti


Lettere di ragguaglio di Andrea Giuseppe Rossi. Nelle quali si da relazione de' viaggi, e de' piu notabili fatti d'arme, in cui si trovato presente ... In Roma, per Gio: Zempel vicino a Monte Giordano, 1731, pp. (16+8) 182, ill., ritr. [Ayala, p. 329]. Elogj poetici Di alcuni Accademici Silvani dedicati Al Signor Andrea Giuseppe Rossi Per le sue Lettere di Ragguaglio date alla luce. [S.l. : s.n., 1713], in-8, cc. 9.

ROSSI, Baldassarre
Trattato delle fortezze, e fortificazioni, 1650 circa [Ms Biblioteca Cicogna: copia Bibl. Reale Torino. Ayala, p. 117].

ROSSI, Emmanuele Maria


Primo tenente nel Reggimento Real Italiano. Elementi di tattica combinati e disposti. Napoli, per Vincenzo Flauto, 1787, in-8, pp. 321. [Ayala, p. 56]. Osservazioni scientifiche sul presente esercizio, Napoli, 1792. [Ayala, p. 56].

ROSSI, Ferrante (Mantova 15.. - Brescia 1618)


Cavaliere di S. Stefano, serv Filippo II nelle guerre del Portogallo, e fu mastro di campo sotto don Giovanni Medici nel contingente ausiliario toscano in Transilvania. Passato al servizio veneziano, fu consigliere di guerra, generale d'artiglieria, e soprintendente alle fortezze. Lettera del 29 novembre 1606, da Verona, al doge e val senato veneziano in risposta alle obiezioni sollevate dal conte Francesco Martinengo circa l'ammodernamento delle sue artiglierie per armare le torei di Romagna [codice della Sanese L. v. 19. Ayala, p. 56].

ROSSI, Francesco, di Rettimo

344

Il ritratto del vero cittadino aristocratico o pure La vita di Gerolamo Foscarini, Procurator di San Marco, Capitano Generale da Mar di Francesco Rossi da Rettimo ... al serenissimo Giouanni da Pesaro ... Venetia, Per il Valuasense, 1659, in-4, pp. (8) 202.. [Fantoni, p. 505].

ROSSI, Gian Domenico


Successi del'armi venete in Levante. Venetia, 1684 [Ayala, p. 402].

ROSSI, Gian Giacomo de, Romano


Teatro delle guerre contro il Turco, dove sono le piante e le vedute delle principali citt e fortezze dell'Ungaria, di Morea, e d'altre province, con gli assedi e conquiste fatte dall'armi cristiane sotto il pontificato di nostro signore papa Innocenzo XI, Roma, Giangiacopo de Rossi, 1681. 1684, in-folio grande, 36 tav. [Ayala, p. 326].

ROSSINI, Gianfrancesco (? - Zara 1769)


Sergente generale di battaglia veneziano Memorie sopra il canale de' Dardanelli fatte sopra luogo nel 1762. [Ms della Saluzziana. Ayala, p. 178].

ROSTAGNO, Giovanni Battista


Viaggi dell' illustrissimo, [et] eccellentissimo Sign. Marchese [di Cigliana] Ghiron Francesco Villa in Dalmatia, e Leuante: con la distinta relatione de' successi di Candia per il tempo che f dal medemo diffesa in qualit di generale dell' infanteria della serenissima Republica di Venetia. Descritti, & occularmente osseruati dal consigliere, e secretaro di stato, e finanze di S.A.R. Gio. Battista Rostagno. In Torino, per Gio. Sinibaldo stampatore di S.A.R. ; ad instanza di Giuseppe Vernoni, 1668, in-4, pp. 416, ill., tav. 1 rip. [Ayala, pp. 117 e 329]. V. BERNI. LINCIO. MONTI. Les Mmoires du voyage de M. le Mis de Ville en Dalmatie et au Levant. Seconde partie [-Suite de l'histoire du sige de Candie, sous le commandement de M. le Mis de S. Andr Montbrun,... Troisime partie (contenant les mmoires du comte de La Feuillade, du comte de Waldeck et des ducs de Navailles et de Monfort)]. chez Henry et Thodore Boom, 1670, pp. 320.

ROTA, Giovanni Francesco, Bolognese (m. 1588)


dottore di filosofia e medicina De tormentariorum vulnerum natura, et curatione liber. Io. Francisco Rota autore. Bononiae, apud Anselmum Giaccarellum, 1555, in-4, pp. (8) 143. De Sclopettorvm Et Tormentarionvm Vvlnervm Natvra, Et Cvratione; Libri IIII. Authoribus Bartholomaeo Maggio, Io. Francisco Rota, Alphonso Ferro & Leonardo Botallo, medicis, ac philosophis praestantissimis. Nunc primum in gratiam omnium medicinae studiosorum simul coniuncti, ac in vnum volumen redacti. Denuo impressi, & diligentissime recogniti, ac repurgati ... Cum indicibus ... . Venetiis, Apud Gulielmum Valgrisium, & Jo. Alexium Socios, & Bibliopolas Bononiae, 1566, in-8, pp. 714. Francofurti, G. Corvinus, 1574, in-4. De cvrandis vvlneribus sclopetorum tractatus singulares, Alphonsi Ferrii Neapolitani, Joh. Francisci Rotae Bononiensis, Leonardi Botalli Astensis, Additus est ejusdem Alphonsii Ferrii libellus, de callo siue caruncula quae ceru[s]ici vesice innascitur. Antverpiae, Ex Officina Arnoldi Coninx, 1583. [Cockle N. 847 e 845]. De curandis vulneribus scopletorum tractatus singulares, Alphonsi Ferrii Neapolitani, Joh. Francisci Rotae Bononiensis, Leonardi Botalli Astensis. Additus esteiusem Alphonsi Ferrii libellus, De callo siue caruncula quae cerusici vesicae innascitur. Antwerpen, ex officina Arnoldi Coninx, 1583, in-4, pp. (6) 91 + (9) 128 + (10) 88.

ROUGETERRE (De), Carlo Alessandro


Il soldato a cavallo, ovvero Trattato militare del servizio attuale della cavalleria, colle differenti funzioni delle guardie del corpo, uomini d'armi, cavalleggieri, compagnie d'ordinanza, dei moschettieri e granatieri a cavallo, corazze, carabinieri, soldati a cavallo e dragoni; ed il modo facile d'istruire le truppe di nuova leva, e d'esercitare le milizie equestri secondo le diverse occasioni: il tutto esposto in piu rami che dimostrano le operazioni della cavalleria le

345

pi usitate e le pi necessarie, dedicato al serenissimo principe Gio. Gastone di Toscana, capitano di cavalleria, comandante de' carabinieri nello stato di Siena, per S. A. R. Siena, nella stamperia del sereniss. e Reverendissimo Princ. Card. Governatore : appresso Onofrio Jacobilli, 1708, in-folio, pp. (8) 71 (5), ill., tav. 15 incise da Vincent Hubert. Rist. a Siena nel 1730 con titolo pi breve (omettendo Il soldato a cavallo e la frase "colle differenti ... dragoni") e dedica "all'illustrissimo signor Cesare Doni [in occasione della sua nomina a] sergente generale di battaglia di S. A. R. e castellano della fortezza di Siena da Carlo Alessandro de Rougeterre, sergente maggiore di cavalleria comandante dei carabinieri nello Stato di Siena". [Ayala, p. 55].

ROUGIER, Pierre
capitano degli ingegneri spagnoli La militare architettura, ouero fortificatione moderna, cauata dall'esperienza, e da varie maniere piu pratticabili, con le regole principali dell'aritmetica, e dottrina de' triangoli spettante all'arte, espugnatione, e guardia delle piazze, et vn trattato dell'arte militare del capitan Pietro Ruggiero ... In Milano, appresso Lodouico Monza alla piazza de' Mercanti, 1661, in-4, pp. (12) 238, ill., tav. 15 doppie.

ROVEDA BERTOLA, Giuseppe Francesco Ignazio (Tortona 1677 - Torino 1755)


Ingegnere militare, cooper ai progetti della fortezza della Brunetta, di Susa e del forte di Exilles, redasse quelli del forte di Fenestrelle e disegn e costru il forte di Demonte. Fu fatto conte di Exilles. Libro d'architettura militare, 1733 [Ms nella biblioteca del Collegio militare di Napoli. Ayala, p. 118].

ROVERE (Dalla), v. DELLA ROVERE. RUCELLAI (ORICELLARIO), Bernardo (Firenze 1449 - 1514)
Cognato di Lorenzo il Magnifico, aperse i giardini della sua villa (Orti Oricellari) ai pi illustri letterati dell'epoca, come Trissino e Machiavelli, dando vita all'Accademia platonica. Letterato e mecenate scrisse la storia della spedizione di Carlo VIII in Italia (de bello italico) e della guerra contro Pisa (de bello pisano). Bernardi Oricellarii De bello italico [et de bello pisano] commentarius, ex authentici manuscripti apographo. Nunc primum in lucem editus. Londini, tipis Gulielmi Bowyer, impensis Joannis Brindley in vico vulgato little Britain, ubi etiam venalis prostat, 1724. in-8, pp. (6) 102. ... Iterum in lucem editus. Londini,Typis Gulielmi Bowyer, 1733, pp. (12) 110. [contiene pure il de bello pisano]. [Ayala, p. 311]. Bibliobazaar 2010. De bello italico. La guerra d'Italia. a cura di Donatella Coppini, Firenze University Press, 2011.

RUFFINO, Bartolomeo, da Chambry


Sopra la desolatione della Goletta di Tunisi, insieme la conquista fatta da' Turchi de' regni di Fezza e di Marocco, scritto in schiavit ad Algeri nel 1577 [codice dell'Universit di Torino 453-LXXV. Ayala, pp. 397 e 408].

RUFFO, Giordano, Calabrese (sec. XIII)


Forse nato a Tropea, fratello minore di Ruggero, preside del Regno di Sicilia (1235), fu maestro dei cavalieri di Federico II, castellano di Cassino (1240) e signore in Valle di Crati e Terra di Giordano. Forse collabor al trattato di falconeria composto da Federico II, al quale dedic il trattato di mascalcia apparso nel 1250 poco prima della morte dell'imperatore. [Ayala, p. 209]. Qui comenza el plogo [prologo] nel arte de cognoscere la natura de cauael & quelli regere & gouernar & le lor infirmitade cognoiscere & liberare laqual vulgar mente se chiama arte de maraschalchi composita per nuiser [miser] zordan ruffo de calabria ...[tradotto dal latino dal P. Gabriele Bruno dei minori osservanti e dedicato al conte Zaverio Brandolino, condottiero della repubblica veneta: codice 2216 della Riccardiana: a p. 68 comincia il volgarizzamento del trattato di Aristotele suill'infermit dei cavalli]. Impresso in Venetia, per maistro Piero Bergamascho, [1493?], in-4, cc. 32. Libro de la natura di caualli: & el modo di rileuarli ... Item in simel modo tratta la natura di rileuar: medicar: gouernar: & mantenir spaliuieri astori falconi & simili. &c Impressa in Venetia, per Iohane Baptista Sessa, 1502 a di 29 Zenaro, in-4, cc. 44. Libro de la natura de li caualli. Et del modo di riuelarli: medicarli: & domarli: & cognoscerli. Et quali sono boni. Et del modo de farli perfetti. Stampata in Venesia, per Malchior Sessa et Pietro de rauani compagni, 1517 adi iiii. de marzo, in-4, cc. 44. Stampato in Venetia, per Giouanne Tacuino da Trino, 1524 x. de Decembrio, in-8, pp. 68. Libro dell'arte de marascalchi per conoscere la natura de li caualli, & medicarli nelle loro infirmita, & l'arte di domarli. Composto per lo dignissimo

346

cauallier Giordan Ruffo Calaurese. In Vinegia, per gli heredi di Giouanne Padoano, 1554, in-4. pp. 43. Delle malscaltie del cauallo, del sig. Giordano Rusto Calaurese. Il quale con bellissimo ordine mostra il modo di conoscere tutte le cose pertinenti al Cauallo, e tutte le sorti d'infirmita, et da che nascano, co' rimedi di quelle. In Venetia, Per Rutillio Borgominiero, al segno di San Giorgio, 1561, pp. 88. Il dottissimo libro non piu stampato delle malscalzie del cauallo del Sig.or Giordano Rusto Calaurese. Doue con bellissimo ordine da conto di conoscere tutte le cose pertinenti al cauallo, ... Di piv, vi s'e aggionto vn Trattato di Alberto Magno dell'istessa materia, tradotto dal latino in questa nostra uolgar lingua. Et alcuni altri belli secreti di diuersi autori ... In Bologna, appresso Giouanni de' Rossi, 1561, in-4, pp. (12) 110. [Cockle N. 705]. Jordani Ruffi Calabriensis Hippiatria, nunc primum edente Hyeronimo Molin [a cura di Girolamo Molin], Typis Seminarii Patavini, 1818, pp. 121. Lo libro dele marescalcie dei cavalli: cod. 78C15 Kupferstichkabinett, Berlin: trattato veterinario del Duecento. Giordano Ruffo; a cura di Yvonne Olrog Hedvall, Stockholm, Stockholms universitet, 1995, pp. (12) 181. Nelle scuderie di Federico II imperatore, ovvero L'arte di curare il cavallo Giordano Ruffo; traduzione e glossario a cura di Maria Anna Causati Vanni. Velletri, Vela, 2000, pp. (69) 369. Libro della mascalcia, Giordano Ruffo; a cura di Pasquino Crupi; con una nota bibliografica di p. Francesco Ruffo. Soveria Mannelli, Rubbettino, 2002, pp. 150. Delle Mascaltie del cavallo del Sig. Giordano Ruffo Calaurefe. Locri, Franco Pancallo Editore, stampa 2005, pp. 65. Della domatione del poledro, del suo amaistramento, della conseruatione della sanita del cauallo, ... da incerto philosopho antichamente scritta, ... Nouamente percio venuta nelle mani del Biondo, da lui tradutta in lingua materna per uostra consolatione, & data in luce. In Vinegia, alla insegna di apolline appresso il Biondo, 1549, in-8, pp. 22.

RUGGERIO, Stefano, da Barge


Guerra del Piemonte dal 1536 al 1537. [Ms degli archivi di corte di Torino. Ayala, p. 329].

RUGGIERI, Alfonso
Opera di mascalcia [Codice della Riccardiana. Ayala, p. 209].

RUGGIERO, Pietro Paolo. V. ROUGIER. RUINI, Carlo, da Bologna

Anatomia del cauallo, infermita, et suoi rimedii. Opera nuoua, degna di qualsiuoglia prencipe, & caualiere, & molto necessaria a filosofi, medici, cauallerizzi, & marescalchi. Del sig. Carlo Ruini senatore bolognese. Adornata di bellissime figure, le quali dimostrano tutta l'anatomia di esso cauallo. Divisa in due volumi De quali questo primo, in cinque libri copiosamente dichiara tutte le cose appartenenti alla detta anatomia. In Bologna, presso gli heredi di Giovanni Rossi, 1598, in-folio, pp. (36) 295, ill. In Venetia, appresso Gasparo Bindoni, il giouane, 1599, 1602, pp.

347

(4) 235 (33) ill. In Venetia, appresso Fiorauante Prati, 1618, in-folio, pp. 247 (21), ill. Con due bellissime tauole. Venetia, appresso Lorenzo Baseggio, 1707, in folio, pp. (4) 248 ill. Ripr. facs. ed. 1598 [Bologna], Li Causi, 1983. Infermit del cauallo, et suoi rimedii. Opera nuoua ... Del sig. Carlo Ruini senator bolognese. Volume secondo. Nel quale in sei libri si tratta pienamente di tutte l'infermita del cauallo, & suoi rimedij ... Con dedica al cardinale Aldobrandini, nipote di Clemente VIII. In Bologna, presso gli heredi di Giovanni Rossi, 1598, in-folio, pp. 386 (30). [Ayala, p. 209]. In Venetia, appresso Gasparo Bindoni, il giouane, 1599. 1602. Infermita del cauallo, et suoi rimedii. Opera nuoua, degna di qualsiuoglia prencipe, & caualiere, & molto necessaria a filosofi, medici, cauallerizzi, & marescalchi. Del signor Carlo Ruini senator bolognese. In Venetia, appresso Fiorauante Prati, 1618, in-folio, pp. 300 (18). Venetia, appresso Lorenzo Baseggio, 1706, in folio, pp. 268 ill. Ripr. facs. ed. 1598 [Bologna], Li Causi, 1983.

RUSCELLI, Girolamo (Viterbo 1504 - Venezia 1566)


Erudito, poligrafo, di umili origini, fu ad Aquileia, Padova, Roma (dove nel 1541 fond l'Accademia dello Sdegno), Napoli e dal 1548 a Venezia, dove lavor presso la stamperia Valgrisi curando la pubblicazione di classici tra cui Il Decamerone, l'Orlando Furioso e la Geografia di Tolomeo. Scrisse su commissione e in proprio, pubblicando un Rimario e, con lo pseudonimo di Alessio Piemontese (Alexius Pedemontanus) o Donno Alessio vari volumi di Secreti (farmaci e rimedi). Precetti della Militia moderna, tanto per Mare, quanto per Terra. Tratti da diuersi nobilissimi ingegni e raccolti con molta diligenza dal sig. Girolamo Ruscelli, ne' quali si contiene tutta l'arte del Bombardiero, & si mostra l'ordine che ha da tenere il Maestro di campo quando vuole accampare il suo essercito. Opera non meno dilettevole che utile molto, necessaria ai principi et a tutti coloro che desiderano di apprendere compitamente la disciplina militare. Dedica di Benedetto De Bolis ad Alessandro Farnese datata 15 maggio 1568. In Venetia, appresso agli Heredi di Marchi Sessa, 1568, in-4. pp. 118, 28 xilografie [Catalogo Floncel I, p. 123, N. 1476; p. 126 N. 1495.]. 1548. 1562. 1572. [Ayala, pp. 56-57. Jhns 656]. Precetti della Militia Moderna, tanto per Mare, quanto per Terra, raccolti dal Sig. Girolamo Ruscelli, Venetia, 1583, fig. [Catalogo Floncel I, p. 123, N. 1463]. 1595. In Venetia : appresso Alessandro De' Vecchi, 1630. Per li Turrini, 1641 sotto il titolo Arte e Precetti. Trad. tedesca in due parti: I Apud L. Iennis, II Apud J. de Zetter, Francofurti, 1626, in-8, con 24 tav. num. [Cockle N. 663- Fantoni, p. 505]. Precetti della Militia Moderna, tanto per Mare, quanto per Terra, raccolti dal Sig. Girolamo Ruscelli, con l'Arte del Bombardiero. In Venetia, Alessandro de Vecchi, 1630, in-4. cc. 59. [Haym IV, p. 168, N. 8. Ayala, p. 178. Cockle 663]. Arte e precetti del guerreggiare all'uso moderno, tanto per mare quanto per terra. In Venetia, Per li Turrini, 1641. Senza il nome dell'autore. [Ayala, p. 57]. Le imprese illustri, del sig. Girolamo Ruscelli, aggivntovi nvovamente il qvarto libro di Vincenzo Ruscelli da Viterbo, con le figure di Giovanni Franco. Al Serenissimo Principe Gvglielmo Gonzaga Dvca di Mantova et Monferato . In Venetia, appresso Francesco Sanese, 1566, 1580, 1584, 1634, [Ayala, p. 209].

v. pure ANDREA, Alessandro.

348

RUSIO, Lorenzo (Roma 1288 - 1347)


Incipit Tabula omnium capittulo libri presentis de natura. electione. educatione. gubernatione. ac omnium morborum. equi. cognitione & curatione. L. Ruzonis ml'ta experientia & solicitudine edocti. In sup. magna diligentia examinati de libro Alberti magni de animalibus, etc. [In fine:] Explicit liber Marescalciae Equorum. [1485?], ff. 103. Hippiatria, siue Marescalia Laurentii Rusii ad Nicolaum sancti Hadriani diaconum Cardinalem, in qua praeter variorum morborum plurima, ac saluberrima remedia, plures quam in priore editione comodissime frenorum formae excusae sunt, vt nullum tam nouo oris vitio laborantem equum inuenias, cui non hinc occurrere facilime possis. Lutetiae : apud Christianum Wechelum sub scuto Basiliensi, 1531. 1532, in folio, pp. (8) 143, inc. di Hans Sebal Beham (1500-1550). Opera de l'arte del malscalcio di Lorenzo Rusio. Nella quale si tratta delle razze, gouerno & segni di tutte le qualita de caualli; & di molte malattie, con suoi rimedij. Con la descrittione di alcune maniere di morsi. Nuouamente di latino in lingua uolgare tradotta In Vineggia, per Michele Tramezino, 1543 del mese di Marzo, in-8, cc. 120. In Venetia, appresso Girolamo Caualcalouo, 1559, in-8, pp. 112. La mareschalerie de Laurent Ruse, ou sont contenuz remedes tres-singuliers contre les maladies des chauaux ... en laquelle y auons adiouste un autre traicte de remedes. A Paris, chez Charles Perrier, 1559. 1560. 1563. A Paris, chez G. Auuray, 1583, in-4. Le tout nouuellement reueu, corrige & augmente sur un vieil original. A Paris, chez Adrian Perier, rue Sainct Iacques au Compas d'or 1610, in-4, cc. (6) 112, ill. [Ayala, p. 209]. La mascalcia di Lorenzo Rusio; volgarizzamento del secolo 14. messo per la prima volta in luce da Pietro del Prato; aggiuntovi il testo latino per cura di Luigi Barbieri, Bologna, presso G. Romagnoli, 1867, 2 vol. [Cockle N. 705]. La Mascalcia di Lorenzo Rusio: nel volgarizzamento del codice Angelicano V.3.14. Luisa Aurigemma. Alessandria, Edizioni dell'Orso, [1998], pp. 404. Bibliobazaar, 2010, pp. 464.

RUTA, Giuseppe, da Parma


Maestro di fortificazione dei principi di Parma e del Collegio de' nobili. Tavole della fortificazione olandese, calcolate nel terzo modo, colla proporzuione sesquilatera della faccia alla cortina. Roma, 1689. Bologna 1679. [Marini, p. 155. Ayala, p. 118]. Nuova aggiunta di tavole di fortificazione moderna, Parma, 1684, in-4. [Marini, p. 155]. Tauole di fortificatione con il modo d'addoprarle per delinear le piante delle fortezze regolari, e irregolari cauate dalla maniere piu moderne, che si pratticano hoggidi con le tauole del profilo per l'elleuatione di dette ... E con vna breue aggiunta di far i fianchi alla moderna, e il modo di delinear le fortezze d' monsieur d'Vauban ... In Parma, per Ippolito, & Francesco Rosati, 1691, in-4, pp. 37. [Marini, p. 155. Ayala, p. 118]. Spectaculum fortitudinis in lucem editum [Ms cit. da Pezzana. Cfr. Ayala, p. 118].

349

Francesco imonini (1686-1753) "Cavaliere turco in battaglia", Museo di C Rezzonico, Venezia. Marcia di soldati"

350

SACCARDI, Giuseppe
Raccolta dell'Esercizio ed Evoluzioni Militari, nuovamente praticate per l'infanteria, con altre istruzioni necessarie per gl'ufficiali che pretendono d'imparare l'arte della guerra,fatta da Giuseppe Saccardi, aiutante maggiore. Piacenza, Bazuchi, 1723, in-fol. [Catalogo Floncel I, p. 124, N. 1475. Ayala, p. 391].

SAGREDO, Bernardo
La guerra turchesca fatta a' Venetiani in Historia delle tre guerre de Venetiani con Turchi [ms Biblioteca Correr, Cicogna n. 3757. A. Pertusi, Bisanzio e i Turchi, p. 61, nt. 164].

SAGREDO, Giovanni
Nerina Conigliani, Giovanni Sagredo, 1934. Relazione di messer Giovanni Sagredo, cavaliere e procuratore di S. Marco ritornato dall'ambasciata straordinaria d'Inghilterra nell'anno 1656 / [introd. di Agostino Sagredo]. Venezia,[s.n.], 1844 (co' tipi di G. Passeri Bragadin), pp. 55. Orazioni di Antonio Corraro e Giovanni Sagredo dette nel Gran Consiglio di Venezia nell'anno 1670, Venezia, dalla tipografia di Alvisopoli, 1833, pp. 68. Memorie istoriche de monarchi ottomani, di Giouanni Sagredo caualier e procurator di San Marco consacrate all'illustriss., e reuerendiss. sig. monsig. Alvise Sagredo patriarca di Venetia, e primate della Dalmatia, &c. In Venetia, presso Combi, & La Nou, 1673, in-4, pp. 1069. In Bologna, per Gio. Recaldini, 1674. Arricchite in questa seconda veneta impression della tauola delle cose notabili. In Venetia, presso Combi, & La Nou, 1677, in-4, pp. 1069. Idem, 1679, pp. 829. Con nuoua aggiunta, in Bologna, Per Giovanni Recaldini, ad instanza di Giouanni Boffini, 1681, in-8, pp. 695. In Bologna, per Bartolomeo Recaldini, e Giulio Borzaghi, 1686. In Venetia, a spese di Antonio Tiuani, 1697 Histoire de l'empire Ottoman, traduite de l'italien de Sagredo par monsieur Laurent. Tome premier (-cinquime). A Amsterdam, chez Pierre De Coup, marchand libraire dans le Kalverstraat, a l'enseigne de Cicron, 1730, in-12, 5 voll. Rycaut, Paul (1628-1700), Die Neu-eroffnete Ottomannische Pforte Bestehend: Erstlichen in einer ... Beschreibung desz gantzen Turckischen Staats- und Gottesdiensts ... Ubersetzt Aus desz ...Ricaut, in Englischer Sprach verfassten und zu unterschiedlichen mahlen ins Frantzosische gebrachten Buch. Zweytens Einer wolgefaszten Auszfuhrlichen Histori der vornehmsten Geschichten aller Ottomannischen Monarchen ... Aus desz ... Giovanni Sagredo Italianischer Beschreibung und gemeltem Ricaut ebenmassig ubersetzt ... Augspurg, Auf Unkosten Lorentz Kronigers und Gottlieb Gobels seel. Erben- Buchhandl, Gedruckt bey Johann Jacob Schonig, 1694, pp. (20) 150, 569.

SAGREDO, Nicol (Venezia 1606 - 1676)


Cavaliere e procuratore di San Marco, legato in Spagna, a Roma e a Vienna, tratt la pace coi Turchi nel 1651. Fu il 105 doge di Venezia (1675-76). Relazione per la recuperazione delle due fortezze di San Teodoro rimpetto alla Conca, 1650. [Ayala, p. 329]. Relazione sull'espugnazione di Clissa, 1650. [Ayala, p. 329].

SAGRI, Nicol (Venezia 15? - Manfredonia 1573)


Di cospicua famiglia, un cui membro era destinatario di una lettera di Giusto Lipsio. Il Chartigiatore, 1570. pp. 214. Il Carteggiatore, a cura di Dario Dell'Osa, Milano, FrancoAngeli, 2011, pp. 176. [12] Ragionamenti sopra le variet dei flvssi e riflvssi del mare Oceano Occidentale fatti da Andrea di Noblisia, Pedotto Biscaino, et Vicenzo Sabici, Nocchiero, et Ambrosio di Goze, Ragusei; raccolti da Nicol Sagri in un dialogo dall'istesso ridotti, diviso in due parti, ad utilit di ciascuno e fatti stampare da suo fratello Giovanni Maria.

351

Sagri. In Venezia, appresso Domenico e Giovanni Battista Guerra, 1574, in-4, pp. 105. [Con Andrea Nobilisia, v. Ayala, p. 177].

SAINTE MARIE, Honor de (1651 - 1729)


Dissertations historiques et critiques sur la chevalerie ancienne et moderne, seculire et regulire. Avec des Notes, par le R. P. Honor de Sainte Marie, Carme Dchauss. A Paris, chez Nicolas Pepie, & Jean-Franois Moreau, 1718. Dissertazioni storiche e critiche sopra la cavalleria antica e moderna, secolare e regolare. Con Note, e molte Figure in rame, di Onorato da Santa Maria, Carmelitano Scalzo Limosino, Da un Religioso dello stess'Ordine dal Franzese tradotte. In Brescia, dalle stampe di Giammaria Rizzardi, 1761, pp. 480. [Ayala, p. 210].

SALA, Antonio, da Brescia


cavaliere di San Giorgio La prattica, in teorica del soldato instruito in terra di Antonio Sala da Brescia cavalliere di san Zorzi. In Venezia, per Girolamo Albrizzi, 1697, in-4, pp. 40, ill., tav. 7 rip. [Ayala, p. 57]. La prattica, in teorica del soldato instruito in mare. Venetia, per Girolamo Albizzi, 1697, in-4. [Ayala, pp. 57 e 178]. Il governatore delle armi, Venetia per Girolamo Albrizzi, 1697. 1701, in-4, pp. (12), 94, ill. calcogr., tav. 5. [Ayala, p. 57]. Il sergente maggiore, di Antonio Sala da Brescia cavalliere di san Zorzi, opera nella quale con breve, ma con diligente istruttione, vengono accennate le pi importanti notizie che appartengono alla detta carica di sargente maggiore della piazza e del reggimento ne' presidii e nel campo, con molte altre notizie a chi si impiega nell'arte militare e nell'esercizio delle armi. In Venetia, per Girolamo Albrizzi, 1697. 1699, in-4, pp. 129, ill. calcogr., tav. 6 rip. [Ayala, p. 57]. Regolamenti militari, Vienna 1704. [Ayala, p. 57].. Le pontuali incombenze del capitano, e subalterni. Di Antonio Sala bresciano cavalier di san Giorgio, ... In cui si contengono tutti que' lumi, & instruttioni, che sono necessarij ad ogni soggetto, & officiale, che brama principiare, & incaminarsi per la via del merito alla gloria militare. In Venezia, per Girolamo Albrizzi, 1705, in-4, pp. (12) 68. dedicato a Giovanni Emo. Nuova invention militare, demonstratiua di tutto ci che si pu operare da un consumato battaglista. Opera consecrata al sereniss. principe di Venezia & eccellentissimo collegio. Da Antonio Sala bresciano, cavalier di S. Giorgio, e suo condotto. In Venetia, appresso Girolamo Albrizzi, 1711, in-4, pp. (8) 27, tav. 3 rip. [Ayala, p. 57].

352

SALICE, Giovanni Andrea


[Cinque] Discorsi politici utili in pace e in guerra al reggimento de' principi. Con dedica al Cardinal Cornaro da Cesena, 7 febbraio 1627. Sorivoli, Tommaso Faberii, 1627, in-8. [Ayala, pp. 375 e 391].

SALIMBENI, Leonardo (1752 - 1823)


Figlio di Giovanni (1719-1809), ultimo comandante dell'esercito veneto e poi notabile cisalpino-italico, fu a sua volta capitano del genio e professore al Veneto Militar Collegio di Verona, e durante le Pasque del 1796 difese il Castelvecchio contro i suoi compatrioti. Fu poi generale del genio cisalpino, direttore della Scuola Militare di Modena e segretario generale del ministero della guerra, incarico da cui fu destituito nel 1805. forse per aver pilotato un appalto di canapa per la marina appetito dal potente Roederer. Il figlio Giovanni (1785-1811), lui pure ufficiale del genio italiano, cadde in Spagna. Opuscoli di geometria e balistica di Leonardo Salimbeni capitano d'ingegneri e professore di matematica nelle scuole militari di Verona. In Verona, per gli eredi di Marco Moroni, 1780, in-4, pp. 120. [Ayala, p. 153]. Ricerche sull'equazioni di terzo grado, di Leonardo Salimbeni. In Verona, per Dionigi Ramanzini, 1782, pp. (8) 60. Discorso recitato nel giorno della solenne apertura delle scuole militari per l'artiglieria e le fortificazioni da Leonardo Salimbeni ... In Modena, per gli eredi di Bartolomeo Soliani, 1797, in-4, pp. 27.

SALUZZO di MENUSIGLIO, conte Giuseppe Angelo (Saluzzo 1734 - Torino 1810)


Fondatore della Societ reale, poi Accademia (1783) delle Scienze di Torino, generale d'artiglieria, cancelliere della XVI coorte della Legion d'onore. Giuseppe Grassi, Elogio storico del Conte Giuseppe Angelo Saluzzo di Menusiglio, Torino, Domenico Pane, 1813. "Memoria sulla natura del fluido elastico che si svolge dalla polvere da cannone". In Miscellanea Taurinensis. I. 1769, in-8.

SALVINI, Anton Maria, da Firenze


"Qual sia pi glorioso de' due soldati, quello che ammazza l'inimico, o quello che salva il cittadino", Discorso XI nei Discorsi accademici di Anton Maria Salvini. Firenze, appresso Giuseppe Manni, 1725, in-4. [Ayala, p. 330].

SALVINI, Salvino, da Firenze


Vita di F. Leone Strozzi, nel T. XV delle Osservazioni storiche di Domenico Manni fiorentino sopra i sigilli antichi dei secoli bassi. In Firenze, 1744. [Ayala, p. 330].

SAMMARINO, v. BELLUZZI. SANCASSANI MAGATI, Dionigi Andrea (Scandiano 1659 - Comacchio 1738)
Il Chirone in campo, o siasi un vero et sicuro modo di medicar li feriti nell'armate, e fuor d'esse. Portato dal francese [del Belloste] dal signor Dottor Dionisio Andrea Sancassani; .. dedicata all'illustrissimo ... Giulio Imperiali ... commissario apostolico nella citta di Comacchio. Aggiontovi un discorso... sopra un mostro nato in questa citt, li 4 maggio 1707. In Venetia, appresso Girolamo Albrizzi, 1708, pp. (20) 260. [Ayala, p. 38]. La chirurgia suellata, o sia continuazione dello Chirone in campo. Nella quale si contiene, una lettera, diretta al sig. Sancasssani Magati, da Iacopo Antonio Lupi, ... Un paradosso chirurgico, dedotto da una osservazione di mons. La Peyronie; con la stessa osservatione portata dal francese dal mentovato sig. Sancassani, ... Un'[|] esattissimo diario spettante all'esposta osservatione, ... Un'osservatione di M. Bellost, autore del Chirone in campo. Dedicata all'illustrissimo signor dottor Santo Steffani. Venezia, presso Girolamo Albrizzi, 1716, in-8, pp. (12) 287. Il Chirone ... aggiuntovi il Lume all'occhio [di Sancassani] per la lettura di detta opera, ed alcune Castigazioni del signor Sebastiano Melli ... accresciuto nella traduzione; ed annessavi la lettera del Sig. D. Jacopo Antonio Lupi al signor dottor Dionisio Andrea Sancassani. Tomi due. Seconda impressione. In Venezia, Appresso Giambattista Albrizzi q. Gir, 1729, in-8, 2 vol. I pp. (16) 494 e II pp. (16) 287. Il Tomo Secondo la Chirurgia svelata.

353

V. BELLOSTE.

SANCHEZ DE LUNA, Alonzo VII, 3 duca di Sant'Arpino (?- Napoli 1781)


Lo Spirito della Guerra, o sia l'arte de formare, mantenere e disciplinare la soldatesca, presto intraprendere o sostener con vigore la guerra, Opera di Alonzo Sanchez de Luna, Duca di S. Arpino, &c. In Napoli, nella Stamperia Simoniana, 1760, in-8, pp. (13) 244. [Catalogo Floncel I, p. 123, N. 1459. Ayala, p. 57]. Delle milizie greca, e romana. Della condotta de' Greci e de' Romani in fare allievi per la Guerra: de' vantaggi della Romana Milizia sulla Greca. Opera di Alonso Sanchez De Luna, Duca di Sant'Arpino. In Napoli, nella Stamperia Simoniana, 1763, in-4, pp. (16) 440. [Ayala, p. 57]. Teorica Pratica Militare, nella quale si tratta del fine dell'arte della guerra, de' doveri comuni a tutti gli uffiziali e delle funzioni proprie di ciascun grado ed impiego militare, e si aggiungono narrazioni, riflessioni e un discorso critico su le cose appartenenti alla milizia de' greci e de' Romani antichi. In Napoli, nella Stamperia Simoniana, 1762. 1769. 1772. 2 tomi. [Ayala, p. 57]. Economico provvedimento per mantenere eserciti poderosi in tempo di guerra e di pace [ms Bibl. Naz. Napoli XII B 78]. Militar disciplina. Discorso V. Sulle funzioni proprie del colonello di fanteria e di cavalleria e su quel le di tutti i suoi subordinati. [Inventario general de manuscritos Biblioteca Nacional Espaola, XII,1988, p. 125, N. 7568].

SANGALLO, Antonio da, Il Giovane (Firenze 1484 - Terni 1546)


Architetto civile e militare, dal 1520 primo architetto della fabbrica di San Pietro e dal 1536 architetto di tutte le fabbriche dello stato Pontificio. autore, tra l'altro, della Rocca di Caprarola, del Forte di Civitavecchia (1515), delle mura bastionate a merli curvi di Loreto (1518-22), della Cittadella di Ancona (1532), della Fortezza da Basso a Firenze (1534), delle fortificazioni della Citt Leonina (15), del Forte Malatesta ad Ascoli Piceno (1540-43) e della Rocca Paolina di Perugia (1540). Gustavo Giovannoni, Antonio da Sangallo il giovane, a cura del Centro studi di storia dell'architettura e della Facolt di architettura dell'universita di Roma. Roma, Tip. Regionale, 1959, 2 voll. Era nipote di Antonio da Sangallo il Vecchio (Firenze 1455-1534), a sua volta autore della Fortificazione di Castel Sant'Angelo (dal 1495), dei Forti di Civitacastellana e Nettuno, delle fortezze di Sansepolcro, Castrocaro, Medicea di Arezzo e Vecchia di Livorno, della Rocca di Montefiacone e dei rinnovi della Rocca di Nepi e delle Fortezze di Ripafratta e Verruca. The architectural drawings of Antonio da Sangallo the Younger and his circle. General editor Christoph L. Frommel; editor Nicholas Adams. New York, The Architectural History Foundation, Cambridge, Mass., The MIT Press, 1994, 2 vols. I: Fortifications, machines, and festival architecture, pp. (7) 522, ill. Relazione sullo stato delle Rocche di Romagna stesa nel 1526 per ordine di Clemente VII da Antonio Sangallo il giovane e Michele Sanmichele : manoscritto e disegni inediti, raccolta Beltrami / [pubblicati da Luca Beltrami]. Milano, Tip. Umberto Allegretti, 1902, pp. 38.

354

E. Rocchi, Le piante icnografiche e prospettiche di Roma del secolo XVI. Colla riproduzione degli studi originali autografi di Antonio da Sangallo il giovane. Torino - Roma, 1902.

SANGALLO, Giuliano (Firenze 1445 - 1516)


Pioniere nello studio delle antichit classiche, al servizio di Lorenzo dei Medici, fu pure tra i maggiori architetti militari italiani, inventore del fronte bastionato. Sue furono le fortezze di Poggio Imperiale a Poggibonsi (1488-1511), Medicea di Arezzo (1502), di Nettuno (1501) e dei Fiorentini a Pisa e le fortificazioni di Grottaferrata, Sarzana e Colle Val d'Elsa. Era fratello di Antonio da Sangallo il Vecchio e zio del Giovane. Il libro di Giuliano da Sangallo: Codice Vaticano Barberiniano Latino 4424 con introduzione e note di Cristiano Huelsen. Lipsia, Harrassowitz [poi Torino, Molfese], 1910, 2 vol. Tavole (69 c.) e Testo (pp. 59 + 103 con 106 ill. e 17 tav. aggiunte). Rist. Facs. Citta del Vaticano, Biblioteca apostolica vaticana, 1984.

SAN GIORGIO, Guido


Lettere al Duca Emanuele Filiberto e Discorsi sopra i progressi della guerra contro il Turco 1566-1571 [Archivio Storico Italiano, Appendice, Tomo III, Firenze 1846, pp. 150-152. Ayala, p. 331].

SANGIOVANNI, Antonio
La squadra mobile, l'aritmetica e l'agricoltura del signor Antonio Sangiovanni nobile vicentino. Nuova edizione corretta di moltissimi errori che nella prima v'erano, ed arricchita di varie annotazioni, ed aggiunte, particolarmente d'una Bussola agrimensoria ... inventata e costruita l'anno 1754 dal signor Giovanni Arduino ... Opera molto utile agli studiosi della geometria pratica, e dell'architettura civile e militare, come pure ad altre persone. Con varie figure. In Vicenza : appresso Giandomenico Occhi librajo in Piazza, 1759, in-4, 2 pt. (pp. (8) 152 + 40), ill.

SANGRO, Francesco di, dei principi di San Severo


La donna archibusier francese: dramma di tre atti in prosa con un discorso preliminare di Francesco Di Sangro de' principi di Sansevero, fra gli arcadi Polieno Epidotico. In Napoli, presso Donato Campo impressore reale, 1786, ion-8, pp. (8) 93. La bella delinquente o sia La donna assassina: tragicommedia di tre atti in prosa di Francesco Di Sangro de' principi di Sansevero, fra gli arcadi Polieno Epidotico. Seconda edizione napoletana. Napoli : presso Donato Campo, 1786, in8, pp. (4) 79.

SANGRO, Raimondo di, principe di San Severo (Napoli 1710 - 1771)


Famoso scienziato e alchimista, fu pure cavaliere di San Gennaro, colonnello del Reggimento provinciale di Capitanata alla battaglia di Velletri (1744) e autore di un regolamento militare. Giuliano Capecelatro, Un sole nel labirinto. Storia e leggenda di Raimondo di Sangro, Milano, Il Saggiatore, 2010. Pratica piu agevole, e piu utile di esercizj militari per l'infanteria. Scritta da Raimondo di Sangro principe di S. Severo, ... Napoli, 1747. In Roma, presso gli eredi Barbiellini a Pasquino, 1760. in-folio,, pp. 149, tav. 5 rip. [Ayala p. 58]. Vocabolario dell'arte militare di terra, vol. VI fino alla lettera "O" [Ms indicato in Domenico Martuscielli, Biografia degli uomini illustri del Regno di Napoli, 1819].

SAN MAIOLO. V. FASSOLA SANSEVERINO, Carlo Maria S. J. (Piacenza 1700 - ?)


L' Annibale cartaginese tragedia ultimamente composta e recitata in Bologna nel carnovale dell'anno 1749. In Bologna, nella stamperia di Lelio della Volpe, 1750, in-8, p. 122. L'arte della guerra, in ottava rima italiana: tratta dal poema francese del Filosofo di Saint-Souci [Federico II di Prussia] dal Sig. di San Severino. [Dedica da Parigi del 15 novembre 1760 al generale Louis-Csar de La Baume Le Blanc della Vallire.] Parigi, Piero di Lamiel, 1761. Napoli, 1761, in-8. [Ayala, p. 58]. Da non confondere con

355

Giulio Roberto Sanseverino: cfr. Wolfgang Adam, "La Italienische Biographie di Johann Georg Meusel", in Giulia Cantarutti et al. (cur.), Traduzioni e Traduttori del Neoclassicismo, FrancoAngeli, 2010, p. 25. V. DELLA TORRE

SANSOVINO, Francesco (Roma 1521 - Venezia 1583)


Letterato, figlio del grande architetto fiorentino Jacopo Tatti detto il Sansovino (1486 - 1570), all'epoca del sacco di Roma segu il padre a Venezia, dove rimase salvo un breve periodo alla corte di Giulio II. Poligrafo, traduttore, scrisse almeno 97 opere di storia, politica, grammatica, agricoltura, medicina, arti galanti. Discorso del S. Guglielmo Choul gentilhuomo lionese ... sopra la castrametatione, & bagni antichi de i Greci, & Romani: con l'aggiunta della figura del campo romano : et vna informatione della militia turchesca, & de gli habiti de soldati Turchi, scritta da M. Francesco Sansouino. Presso Altobello Salicato, 1582, pp. 216. [Ayala, pp. 58 e 331. Cockle, N. 552]. Gl' Annali turcheschi ouero vite de Principi della casa othomana di m. Francesco Sansouino. Ne quali si descriuono di tempo in tempo tutte le guerre fatte dalla natione de Turchi in diuerse prouincie del mondo. Con molti particolari della Morea, et delle case nobili dell'Albania, et dell'Imperio & stato de Greci. In Venetia : appresso Enea de Alaris, 1573, in-4, pp. (24) 224. [Ayala, p. 331]. Dell'historia uniuersale dell'origine et imperio de Turchi raccolta da m. Francesco Sansouino. Libri tre. Ne quali si contengono le leggi, gli offici, i costumi di quella natione ... Parte seconda: nella qvale si contengono tutte le gverre fatte da quella natione. Con le uite particolari de i principi Otomanni fino al tempo presente. In Venetia, 1560. In Venetia, appresso Francesco Rampazetto, 1564, in-4, pp. 457. In Vineggia, appresso Stefano Zazzara, 1567. Contiene Dell'Origine de' Tvrchi libri IIII di Andrea Cambini Fiorentino; Discorso di Theodoro Spandugino Cantacvsino, Gentilhuomo Costantinopolitano della origine de principi Tvrchi (p. 44 v. ss.); Historia della gverra di Rhodi di Iacopo Fontano (Jacob Fonteyn: p. 90 v. ss); Fatti di Solimano e Lettera d'un secretario di Sigismondo Malatesta. Historia vniuersale dell'origine et imperio de' Turchi. Raccolta, & in diuersi luoghi di nuouo ampliata, da M. Francesco Sansouino; con le guerre successe ... fino l'anno 1600. Et riformata in molte sue parti per ordine della Santa Inquisizione. ... Nella quale si contengono le leggi, gli offici, i costumi, & la militia di quella natione, ... con le vite particolari de Principi Ottomani, ... Et con la tauola di tutte le cose piu notabile, & degne. In Venezia, presso Alessandro di Vecchi, 1600, in-4, pp. 20, 657, 1 ritr. Historia vniuersale dell'origine, guerre, et imperio de Turchi. Raccolta da m. Francesco Sansouino ... Accresciuta in questa vltima impressione di varie materie notabili, con le vite di tutti gl'imperatori Ottomanni sino alli nostri tempi, dal conte Maiolino Bisaccioni. ... \Volume primo-secondo. In Venetia, presso Sebastiano Combi & Gio. La Nou, 1654 vol. 1, pp. (16) 471. vol. 2: Vite, e fatti d'alcuni imperatori ottomani aggiunteui di nuouo, cioe Selino 2. Amorathe 3. Mahometto 3. Acmate. Mustafa. Ottomano 2. Amurathe 4. Et Ibraino vltimo /Maiolino Bisaccioni, pp. 522.

356

SANTACROCE, Antonio
Segretario e teologo del re di Polonia e di Svezia, vicelegato pontificio a Viterbo (1622-25), protonotario apostolico della Congregazione de Propaganda Fide (1626-29), legato e cardinale di Bologna Frammenti istorici della guerra di Candia, di Sertonaco Anticano [Antonio Santa Croce], cioe inuasione del Regno. Resa di Canea. Successi di terra. Presa di Retimo. Morte del generale Cornaro. Successi di Mare. Morte del capitan delle naui Morosini. In Bologna, a spese di Gio. Battista, e Gioseppe Coruo. Librari in Roma, 1647, in-12, pp. (10) 368. In Milano, per Ludouico Monza, ad istanza di Francesco Mognaga, 1648, in-12, pp. (12) 333. V. Melzi, Dizionario di opere anonime e pseudonime di scrittori italiani, III, p. 59. Ayala, p. 225-26, Frammenti Istorici della Gverra in Dalmazia, di Sertonaco Anticano [Antonio Santa Croce], dedicata al Conte Cesare Martinengo Cesaresco In Venetia, Per Francesco Storti, 1649, pp. (10) 311. Ayala, p. 226 e 336,

SANTA CRUZ, Marqus de. V. FREZZA. SANTA MARIA. V. SAINTE MARIE. SANTA PAULINA, Nicola e Luigi, di Napoli

Nella Lettera al lettore, Luigi, gi cavallerizzo della regina di Svezia e attualmente dell'Accademia Delia di Padova, scrive di pubblicare postuma l'opera del padre, morto in Mantova, al quale rivendica pure la maggior parte delle

357

opere pubblicate dal suo ex-aiutante Giovanni Battista Persa (Il cavallo ammaestrato, Padova, 1688, pp. 61), accusandolo di plagio. L'Arte del cavallo, di Nicola e Luigi Santa-Paulina, divisa in tre libri. Ne primi due, che son di Nicola, si tratta l'arte di ridurre tutta perfettione il Cavallo. Nel terzo, che di Luigi, al presente Caval.zo della nobil.ma Accademia Delia di Padova, vi si aggiunge il modo di usarlo in Guerra & in Festa. Dedicati all'Altezza Serenissima di Cosimo Terzo, Granduca di Toscana. In Padova, Nella Stamperia del Seminario, 1696, pp. 208. [Ayala, p. 210]. Il cavallo ammaestrato di Gio. Battista Persa forlano, cavallerizzo maggiore dell'eminentiss. sign. cardinal Gregorio Barbarigo vescovo di Padova, &c. dedicato all'altezza serenissima di Ferdinando III De Medici gran prencipe di Toscana. In Padova, nella Stamperia del Seminario, per Agostino Candiani, 1688, in-4, pp.(8) 61 (7), ill.

SANT'ARPINO, Duca di. V. SANCHEZ DE LUNA SANTA TERESA, Joo Jose de (1658 - 1733)
Teologo e storico generale dell'Ordine, nel convento di Santa Maria della Vittoria in Roma. Istoria delle guerre del regno del Brasile accadute tra la corona di Portogallo, e la republica di Olanda Con le carte geografiche di tutto il regno del Brasile, composta, ed offerta alla sagra reale maesta' di Pietro Secondo re di Portogallo &c. dal P. F. Gio. Gioseppe di S. Teresa carmelitano scalzo. Parte prima [-seconda]. In Roma, nella stamperia degl'eredi del Corbelletti, 1698, in-folio, 2 voll. I: pp.(2) 232 (16), ill., tav. 13 rip. II: pp. 211 (21), ill., tav. 7 rip. ritr. calcogr. e ill. calcogr In Roma, nella stamperia di Antonio de Rossi, a spese di Giuseppe Sangermano Corvo, libraro a Pasquino, 1700. [Ayala, p. 331-32].

SANTINI, Giuseppe
Alcune piante della piazza di Candia, con le difese fatte in essa [Ms della Saluzziana del 1670: dieci disegni. Ayala, p. 119: "v. Oddi e Portigiani"].

SANTINI, Paolo, di Duccio in Valsesia


Ingegnere militare al servizio veneziano. De machinis bellicis [Ms membranaceo lt della Biblioteca di Parigi, Marsand II, N. 7239/704. Promis, Mem. I, pp. 2527, lo data tra il 1440 e il 1460]. Delle macchine militari [Ms della Biblioteca Saluzziana, Ayala, pp. 118-19].

SANTORO, Leonardo
Dei successi del sacco di Roma e guerra del regno di Napoli sotto Lotrech, per Leonardo Santoro da Caserta. Napoli, Stabilimento tipografico di P. Androsio, 1858. [Ayala, p. 332].

SANUDO, Federico
Descrittione della guerra contro Selim imperatore de' Turchi l'anno 1570 [ms Oest. Nationalbibliothek, Fondo exFoscarini, n. 6161. A. Pertusi, Bisanzio e i Turchi, p. 61, nt. 164].

SANUDO TORSELLO, Marino, il Vecchio (1270 - 1343)


Laiou, "Marino Sanudo Torsello, Byzantium and the Turks: the Background to the Antiturkisch League of 1332-1334", in Speculum, 45, 1970, pp. 374-92. Frank Frankfort, Marino Sanudo Torsello: A social Biography, University Microfilms International, 1981. Christopher J. Tyerman, "Marino Sanudo Torsello and the Lost Crusade: Lobbying in the Fourteenth Century", in Transactions of the Royal Historical Society, 1982, pp. 57 ss. Storia di Carlo d'Angi e della guerra del vespro siciliano, brani della storia inedita del regno di Romania scritta tra il 1328 ed il 1333 da Marino Sanudo Torsello il Vecchio, pubblicati da Carlo Hopf. Napoli, presso A. Detken, 1862, pp. 31. Istoria del Regno di Romania sive Regno di Morea composta per Marin Sanudo ne la lingua latina ed in questo manoscritto ridotta nell'idioma italiano in quattro parti [Codice Marciana Class. VII, 712].

358

Gesta Dei per Francos, siue orientalium expeditionum et regni Francorum Hierosolymitani historia, a variis, sed illius aevi, scriptoribus litteris commendata, nunc primum aut editis aut ad libros veteres emendatis... Orientalis historiae tomus primus. Liber secretorum fidelium Crucis super Terrae Sanctae recuperatione et conservatione ... cuius auctor Marinus Sanutus dictus Torsellus ... nunc primum editus. Orientalis historiae tomus secunduis. Edidit J. de Bongars. Hanoviae, 1611. Repr. Toronto 1972, avec introduction de J. Prawer. Liber secretorum fidelium Crucis super Terrae Sanctae recuperatione et conservatione, quo et Terrae Sanctae historia ab origine et eiusdem vicinarumque provinciarum geographica descriptio continetur, cuius auctor ?est? Marinus Sanutus dictus Torsellus, patricius venetus. Primum in Bongartii opere Gesta Dei per Francos intitulato editum. Jerusalem, Massada Press, 1972, pp. (19) 372, c. geogr. 4. Istoria tes Romanias / Marinos Sanoudos Torsello; eisagoge, ekdose, metaphrase, scholia Eytychia H. Papadopoulou. Athena, [s.n.], 2000, pp. (26) 337. Marin Sanudo Torsello, the book of secrets of the faithful of the cross / translated by Peter Lock. Farnham, Burkington, Ashgate, 2011, pp. (7) 475.

SANUDO TORSELLO, Marino, il Giovane


Commentarii della guerra di Ferrara tra li Viniziani e il duca Ercole di Este nel 1482, di Marino Sanuto, per la prima volta pubblicati. In Venezia, co tipi di Giuseppe Picotti, 1829, in-8. [Ayala, p. 332]. Intorno ai diarii veneti scritti da Marino Sanuto il giovane in volumi 58. Documenti per la prima volta pubblicati in occasione delle nozze Martinengo-Malipiero. In Venezia, presso Giuseppe Picotti tipografo edit., 1828, in-8, pp. 19.

SANUTO, Livio (1530 - 1586)


Geografia di m. Liuio Sanuto distinta in XII libri. Ne' quali; oltra l'esplicatione di molti luoghi di Tolomeo, e della bussola, e dell'aguglia; si dichiarano le prouincie, popoli, regni, citta; porti, monti, fiumi, laghi, e costumi dell'Africa. Con 12 tauole di essa Africa in dissegno di rame. Aggiuntiui de piu tre indici de m. Giouan Carlo Saraceni. In Vinegia, appresso Damiano Zenaro, 1588, in-folio, pp. (24) 146, tav. 24 doppie. Geografia dell'Africa. Venice 1588 / Livio Sanuto; with an introduction by R.A. Skelton. Amsterdam, Theatrum orbis terrarum, 1965.

SANVITALE, Federico S. J., da Parma


Gesuita, lettore di matematica in Brescia, autore di una dissertazione sulla comunicazione coi sordomuti. Conclusioni di pirotecnica, 1749. [Ayala, p. 153].

SANVITALE, Fortuniano, dei conti di Sala (1566 - 1626)


Anuersa conquistata di Fortuniano Sanuitali delli conti di Sala. All'illustrissimo, ... signor cardinale Farnese. In Parma, appresso Erasmo Viothi, 1609, in-8, pp. 92. [Poema in cinque libri in versi sciolti. Ayala, p. 332].

SANVITALE, Jacopo, S. J. , di Parma


Vita e campeggiamenti del serenissimo principe Francesco Eugenio di Savoia, supremo comandante degli eserciti Cesarei e dell'Imperio [dal P. Jacopo Sanvitale] In Venezia, appresso Gio. Battista Recurti, 1738. 1739 pp. 311. 1742 pp. 304. [Ayala, p. 332]. Scelta di azioni egregie operate in guerra da generali e da soldati italiani nel secolo ultimamente trascorso decimo settimo di nostra salute cio dall'ano MDC sino al MDCC e singolarmente da tre supremi comandanti di esercito Co. Mattia Galasso trentino, D. Ottavio Piccolomini sanese, Co. Raimondo Montecuccoli modenese[dal P. Jacopo Sanvitale] Venezia, Gio. Batta Recurti, 1742. Compendiose notizie dei fatti d'armi succeduti tra gli eserciti dei principi belligeranti nei primi sei anni per l'eredit della Casa d'Austria, dopo la morte dell'imperatore Carlo VI. Aggiuntavi una scelta di azioni egregie operate in guerra da generali, e da soldati italiani nel secolo ultimamente trascorso, decimo settimo di nostra salute [dal P. Jacopo Sanvitale] Venezia, A spese di G. B. Recurti, 1771, pp. 300. [Ayala, p. 333].

359

[con lo pseudonimo di Agostino Umicalia] Guerra tra Carlo VI. d'Austria Imperatore, e Acmet III. Gran Signore di Turchi col trattato, e tregua di Pasaroviz, descritta dal P. Agostino Umicalia [Jacopo Sanvitale] In Venezia, presso Gio. Battista Recurti, 1724, pp. 221. [Ayala, p. 332]. Memorie istoriche della guerra tra l'Imperiale Casa d'Austria e la Reale Casa di Borbone per gli stati della Monarchia di Spagna dopo la morte di Carlo II re austriaco dall'anno 1701 fino all'anno 1713 descritta da A. V[micalia], In Venezia, Appresso Gio. Battista Recurti, 1736. [Ayala, p. 332].

SARACENI, Giovanni Carlo


I fatti d'arme famosi successi tra tutte le nationi del mondo, da che prima han cominciato a guerreggiare sino ad hora; cauati con ogni diligenza da tutti gli historici, & con ogni verita raccontati da m. Gio. Carlo Saraceni ... Parte prima [-seconda]. In Venetia, appresso Damian Zenaro, 1600, in-4, 2 vol. I, pp. (40) 316. II [battaglie dal 69 al 1571 d. C.], pp.

SARDI, Alessandro (Ferrara 1520 - 1588)


Discorsi del S. Alessandro Sardo Della bellezza. Della nobilta. Della poesia di Dante. De i precetti historici. Delle qualita del generale. Del terremoto. Di nouo posti in luce, Venetia, appresso il Giolito, 1586, in-8, pp. (56) 208 [Ayala, p. 58].

SARDI, Pietro, da Roma (n. 1561)


Marini, pp. 66-67.
Corona imperiale dell'architettura militare. Di Pietro Sardi romano diuisa in due trattati. Il primo contiene la teorica. Il

secondo contiene la pratica. Il primo trattato si diuide in sette libri ... Il secondo trattato della pratica dimostra in figura il modo di formare con somma facilita ogni genere di fortezze, loro perfettioni, et imperfettioni. In Venetia, nella stamperia di Barezzo Barezzi, a spese dell'autore, 1618, in-folio, pp. (28) 287 (83), tav. 2. [Catalogo Floncel I, p. 122, N. 1398. Ayala, p. 119. Cockle N. 810. Carla Sodini, Soldati lucchesi, p. 58, nt. 174]. [BNCF - Nencini F. 6. 7. 1]. Nabu Press, 2010. 2011. L' artiglieria di Pietro Sardi romano diuisa in tre libri. Nel primo dei quali, si discorre sopra le macchine antiche, et armi da offendere il nemico da lontano, che usauono gli antichi. Nel secondo, si tratta, che cosa sia artiglieria, e per che cosi chiamata, i suoi fini per i quali fu da gli inuentori inuentata, i suoi generi, specie, individui, con i propri suoi particolari nomi, e come cin metodo e modo facilissimo e sicuro si deva disegnare e formare ogni genere et individuo d'artiglieria cin tutte le loro proportioni, misure, distributioni di metallo, et ornamenti convenienti e necessarie senza minimo errore; cosa che da nessuno che di tanta arte habbia sino a qui scritto, gi mai stata

360

tentata, con tutto che necessarissima sia a quegli che professione vogliono fare di architetto militare e di bombardiere; et insieme si tratta della materia genuina di essa artiglieria, e come gettati i pezzi si devino riconoscere, provare et accettar per buoni. Nel terzo libro si tratta con somma facilita et ordine chiaro dell'vso di tale artiglieria, e di tutte le regole, mezzi, modi, e strumenti necessari per poterla facilmente, e perfettamente maneggiare, per poter felicemente conseguire il fine o fini, per li quali tante macchine di artiglieria da' que' gran maestri furono inventate. Con dedica a Giacomo Cataneo. Stampata in Venetia, appresso Giouanni Guerrigli, a spese dell'autore, 1621, in-folio, ff. (12) 142, tav. 9 rip., ill. calcogr. [Cockle N. 688. Carla Sodini, Soldati lucchesi, p. 58, nt. 167]. L'Artiglieria, divisa in tre libri. Nel Primo dei quali, si discorre sopra le Macchine Antiche, et Armi da offendere. Nel secondo si tratta, che cosa sia Artiglieria ... Nel Terzo Libro si tratta con somma facilit .. dell' Uso di tale Artiglieria. Edita e incisa da Antonio Maria Orsoni, bombardiere civico con dedica al Senato bolognese. Stampato in Bologna, appresso Gio. Parisini allinsegna della Rosa, 1689, in-folio, pp. (14), 142, tav. 23 incise n.t. e 4 f. t. [Haym IV, p. 169, N. 2. Ayala, p. 154].

Lartiglieria di Pietro Sardi Romano. Parma, Albertelli, 2001, ripr. facs. delled. Venezia, 1621 Discorso di Pietro Sardi romano: per il quale con viue, e certe ragioni si rifiutono tutte le fortezze ad perpetuitatem fatte con semplice terra, in qualsi voglia forma, e modo, come inutili: e s'accettano le fortezze ad perpetuitatem fabbricate con buone, grosse, & alte muraglie, accompagnate da alti, e larghi terrapieni, come perfette, & ottime ... Stampato in Venetia, appresso Giacomo Sarzina, a spese dell'autore, 1627, in-4, pp. 66, tav. 2. [Ayala, p. 119. Cockle N. 819. BNCF - Pal. 10. 6. 4. 24]. Corno dogale della architettura militare di Pietro Sardi romano ... dedicato e consecrato al Serenisssimo principe di Venetia. In Venetia, appresso i Giunti, 1639, in-folio, pp. (20) 220, fig., tav. 8, 1 ritr. [Catalogo Floncel I, p. 122, N. 1399. Ayala, p. 119. Cockle N. 828]. [BNCF - Palatino 10. 5. 5. 39]. Il capo de bombardieri essaminato, & approuato dal generale dellartiglieria. Opera nuoua, vtile, e necessarissima a tutti que' che si vogliono essercitare, e far professione di arte tanto honorata di bombardiero, per servizio del suo principe. Di Pietro Sardi. In Fucina di Marte, Venezia, appresso i Giunti, 1639. 1641. 1646, in-4, pp. 156. [Catalogo Floncel I, p. 125, N. 1489. Haym IV, p. 169, N. 1. Ayala, p. 153. Cockle N. 698]. Discorso sopra la necessit, & vtilit dell'architettura militare. Di Pietro Sardi consecrato al sereniss.mo principe di Venetia. In Venetia, appresso Antonio Bariletti, 1642, in-4, pp. 75. [Ayala, p. 119. Cockle N. 34. BNCF - Pal. 10. 5. 2. 36]. Discorso delle macchine belliche antiche e moderne S.nt. Coronae imperialis Petri Sardi Romani erster Theil, das ist grundlicher und bestandlicher Bericht, von Fortification und Bestungsbaw, nach der wahren geometrischen Kunst ... Auss dem italienischen original Exemplar geminem Vatterlandt zum ... Durch Iohann Ludwig Gottfrieden.. Zu Franctfuuhrt und Hamburg, beij Iacob de Zetter, 1626. 1644. pp. 220.

361

Corona imperialis architecturae militaris, das ist: grunderlicher Bericht von der Fortification unnd Befestigung allerhandt ... Erstlich in Italienischer Sprach gestellet, und mit schonen Kupfferstucken geziert und ertlaret durch Petri Sardi eq. Romanum. ... Am Ende seynd auch etliche Principia Geometriae, so zur Ubung und verstandder Architecturae Militaris ... Getruckt zu Franckfurt am Mayn durch Hartmannum Palthenium, in Berlegung Iacobi de Zetter, 1623, pp. 101.

SARPI, Fra' Paolo (Venezia 1552 - 1623)


Il celeberrimo teologo, giurista, storico, astronomo, matematico, fisico, anatomista, autore della Storia del Concilio Tridentino. Scrisse in difese della sovranit di Venezia rispetto alla Chiesa e del dominio veneziano dell'Adriatico. Supplimento dell'Historia degli Vscochi di Minuccio Minucci arciuescouo di Zara. in-4, pp. 58. [Di Paolo Sarpi. Pubblicato probabilmente a Venezia nel 1617]. Historia degli Vscochi scritta da Minucio Minuci [1551-1606] arcivescovo di Zara co i progressi di quella gente sino all'anno 1602 e continuata dal p.m. Paolo dell'ordine de' Serui e theologo della Serenissima Republica di Venetia sino all'anno 1616. In Venetia, appresso Roberto Meietti, 1676-1677, 6 voll. Storia degli Uscocchi, Milano, Bettoni, 1834. Fiume, Emidio Mohovich, 1871, 2 vol., pp. 323. La Repubblica di Venezia la casa d'Austria e gli Uscocchi: Aggionta e supplimento all'istoria degli Uscochi trattato di pace et accommodamento / Paolo Sarpi; a cura di Gaetano e Luisa Cozzi. Bari, Laterza, 1965, pp. 534. Suite de l'histoire du gouvernement de Venise ou L'histoire des Uscoques. Par le sieur Amelot de la Houssaie. A Amsterdam, chez Pierre Mortier, libraire sur le Vygendam a la ville de Paris, 1695, in.12, t. 3. 1. articolo delle ragioni del dominio, che ha la Serenissima Republica di Venetia sopra il suo golfo per il ius belli videlicet Vittoria nauale contra Federico I. imp. et atto di papa Alessandro III. Proposto da Cirillo Mechele [pseud. di Paolo Sarpi] contra le scritture impugnatiue d'alcuni napolitani. Restampato, reuisto, et recorretto. In Venetia : appresso Euangelista Deuchino. In Calle delle Rasse, 1618, in-4, pp. 24. De iurisdictione serenissimae reipublicae Venetae in mare Adriaticum epistola Francisci de Ingenuis, Germani, ad Liberium Vincentium, Hollandum, adversus Ioh. Baptistam Valenzolam, Hispanum, et Laurentium Motinum, Romanum, qui jurisdictionem illam non pridem impugnare ausi sunt. Eleutheropoli [i.e. Venezia], 1619, in-4, c. 8. Dominio del Mar' Adriatico, e sue raggioni per il jus belli della Serenissima Republica di Venezia, descritto dal fra Paolo Sarpi ... Vol. VI delle Opere. In Venezia [i. e. Ginevra], appresso Roberto Meietti, 1685. 1686, in-12, 2 pt, I pp. 110, 32, 112 [20], II pp. 106. Il dominio del mare Adriatico / Paolo Sarpi. Ed. integra con una introduzione su: La politica adriatica di Venezia / a cura di Roberto Cessi. Padova, G. Tolomei, 1945, PP. (40) 92. Dominio del Mare Adriatico della Serenissima Repubblica di Venezia / di fra' Paolo Sarpi; introduzione di Tullio Scovazzi ; con il testo della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare. Torino, G. Giappichelli, 2001, pp. (8) 243, ritr. Il dominio di Venezia sul mare Adriatico nelle opere di Paolo Sarpi e Giulio Pace / a cura di Guido Acquaviva e Tullio Scovazzi. facs. delle ed. orig. Dominio del Mar Adriatico della Serenissima Repubblica di Venezia, di P. Sarpi (Almstat, per J. Mulleri, 1750); De dominio maris Hadriatici disceptatio, di G. Pace (Lugduni, sumptibus B. Vincenti, 1619) Milano, Giuffre, 2007. Per il dominio del mare Adriatico nel Seicento : una memoria napoletana contro Venezia [Ragioni fundate da Orazio da Feltro all'eccellenza del duca d'Ossuna vicer di Napoli circa l'usurpatione de' veneziani nel Mare Adriatico] / [a cura di] Gennaro Maria Monti. Estr. da: Archivio scientifico del R. Ist. sup. di sc. econ. e comm. di Bari, vol. 8 (1933-34). Bari, Cressati, 1935, pp. 26. Dai Consulti; Il carteggio con l'ambasciatore inglese Sir Dudley Carleton / Paolo Sarpi; a cura di Gaetano e Luisa Cozzi. Milano-Napoli, Ricciardi, 1969. Riprod. parziale Torino, G. Einaudi, [1979], pp. (14) 253. Dal Trattato di pace et accommodamento e altri scritti sulla pace d'Italia, 1617-1620 / Paolo Sarpi; a cura di Gaetano e Luisa Cozzi. Milano-Napoli, Ricciardi, 1969. Riprod. parziale Torino, G. Einaudi, 1979, pp. (12) 137. V. AFELTRO. PACE. ZAMBONI.

SARROCCHI BIRAGHI, Margherita (Napoli ca 1560 - Roma 1617)

362

Scrittrice e poetessa, educata a Santa Cecilia a Roma, ammirata da Beatrice Cenci, tenne a Roma dal 1585 un salotto letterario e scelse il logo del'Accademia degli Ordinati (Sole e saliera, in polemica con l'acqua dolce dell'Accademia degli Umoristi). Tra i suoi numerosi amanti, vi furono il matematico ferrarese Luca Valerio (15521618), suo convivente, e probabilmente il cosentino Scipione Pasquale (1580-1624), poeta latino e storico della guerra del Monferrato. Rimasta vedova, e lettrice entusiasta del libro di Galilei sulle Macchie Solari fu in corrispondenza con lui nel 1612-13, sottoponendogli il manoscritto del suo poema eroico su Scanderbeg. N. Verdile, Contributi alla biografia di Margherita Sarrocchi, in Rendiconti dell'Accademia di Archeologia, Lettere e Belle Arti di Napoli, 1989-1990, vol. LXI, pp.165-206. Giuliana Morandini, Sospiri e palpiti. Scrittrici italiane del Seicento, Marietti, 2001, pp. 233 ss. Russell, introduzione all'ed. 2006. Serena Pezzini, "La scoperta dell'identico: ideologia dell'a conquista, ideologia dell'accoglienza ne La Scanderbeide (1623)", in MLN, vol. 120, N. 1, January 2005, pp. 190-222 e in Alessia Ronchetti e Maria Serena Sapegno, Dentro/fuori, sopra/sotto: critica femminista e canone letterario negli studi di italianistica, Longo, 2007, pp. 101 ss. La Scanderbeide: poema heroico Della Signora Margherita Sarrocchi, dedicato all'Ill.ma & Ecc.ma Sig. D. Costanza Colonna Sforza, Marchesa di Carauaggio. In Roma, appresso Lepido Facij, 1606 [contiene solo i Canti I-IX, XII e XIV]. La versione definitiva, completata solo nel 1613 come si desume dalla corrispondenza con Galilei, fu pubblicata postuma a cura del figlio naturale Giovanni Latini, con dedica alla principessa D. Giulia da Este (15891645), figlia di Cesare, duca di Modena. In Bracciano, per Andrea Fei, Stampator Ducale, 1623, pp. 250 [23 canti]. Napoli, per Antonio Bulifon, 1701. Ed. by Rinaldina Russell, Scanderbeide; the heroic deeds of George Scanderbeg, King of Epirus, University of Chicago Press, 2006.

SARTI, Antonio, Lucchese


In una lettera del 1630, pubblicata dal figlio Paolo, dichiarava di aver servito la repubblica Veneta per 38 anni, come gi suo padre colonnello e suo fratello Paolo, caduto in battaglia dopo 32 anni di servizio. Carla Sodini, Soldati lucchesi, pp. 45-46 e 59. L' aurora dell'opere di fortificatione, e di guerra, del capitan Antonio Sarti, da Lucca. Le quali a tempo opportuno appariranno con fruttuoso seruitio de' prencipi, e de' lor ministri in tali imprese ... In Venetia, appresso Euangelista Deuchino, 1626, in-4, pp. (8) 71. [Ayala, p. 119: nella lettera sopra citata, l'autore dichiarava di aver intitolato l'opera l'Aurora militare]. I Crepuscoli del torneo delle militari auuertenze. Del capitan Antonio Sarti, gentilhuomo lucchese. Da diuersi autori, & successi di guerra de' nostri tempi raccolte, & diuise in XII libri. Ne' quali si vede per suppositione l'offesa, & la difesa d'vna citta metropoli, fortificata di reali difese in sito piano. Con vna lettera nel fine, altrettanto curiosa, quanto necessaria alla causa di questi crepuscoli ... . In Venetia, appresso Euangelista Deuchino, 1628, in-4, pp.(8) 132. [Ayala, pp. 58 e 119. Cockle N. 820]. La reale, et regolare fortificatione descritta in quesiti, & risposte dal capitan Antonio Sarti, gentilhuomo lucchese. Le quali contengono cio che s'appartiene alla fortificazione di questo genere, come piu importante d'ogn'altro. Con due discorsi non meno curiosi, che opportuni a questa materia ... Al serenissimo e gloriosissimo potentato veneto. In Venetia, appresso Evangelista Deuchino, 1630. 1634, in-folio, pp. 131, ill. [Ayala, pp. 119-20. Cockle N. 823].

SARTI, Paolo (n. 1613)


Figlio di Antonio.

363

La simmetria dell'ottima fortificatione regolare. descritta da Paolo Sarti, gentiluomo lucchese, divisa in 4. libri, con vna scrittura, altretanto curiosa, quanto gioueuole, del precettor dell'Autore In Venetia, appresso Euangelista Deuchino, 1630, in-8, pp. (8) 95, ill., tav. 7 rip : secondo google in-12, pp. 262 [Ayala, p. 120]. L'archiuio di diuerse lettioni militari, descritte da Paolo Sarti, gentilhuomo lucchese.... In Venetia, appresso Euangelista Deuchino, 1630, in-12, pp. 262 [Ayala, p. 58].

SAVARO, Giovanni Francesco, da Pizzo


Risvegliamento a principi cristiani contro il Turco, Roma, 1646. [Ayala, p. 333]. Compendio della guera memorabile fatta in Italia dal gran cardinale Albornozzo, trasportato dal latino in italiano. Bologna, 1664, in-4. [Ayala, p. 333].

SAVERIEN, Alexandre (1720-1805)


Ingegnere di marina L' art de mesurer sur mer le sillage du vaisseau. Avec une idee de l'etat d'armement des vaisseaux de France. ... Par M. Saverien, ... A Paris, quay des Augustins : chez Ch. Ant. Jombert, librairie du roi, pour l'artillerie & le genie, au coin de la rue Gille Coeur, a l'image Notre Dame, 1750, in-8, pp. (38) 262, tav. 4. Dizionario Istorico Teoretico e Pratico di Marina di Monsieur Savarien. In Venezia, nella stamperia di Gio Batta Albrizzi qm Girolamo, 1769, in-4, pp. 548. [Ayala, pp. 178-79]. Dictionnaire historique, thorique et pratique de marine. Par M. de Saverien ... Paris, chez Charles-Antoine Jombert, imprimeur-libraire du corps royal de l'artillerie & du genie, rue Dauphine, a l'image Notre-Dame, 1758. Seconde edition corrigee, & considrablement augmente. Tome premier (-second). A Paris, chez L. Cellot, rue des Grands Augustins ...,1791, in-8, pp. (24) 471 + 416, ill, tav. 4.

SAVELLI, Federico
Ragione sopra la difesa, e resa del posto della citta di Demmino, del duca Sauello prouate, & giustificate alla Maesta Cesarea, dell'Imperatore. Et a suoi commissari deputati, & con le dichiarationi, contro gl'accusatori di falsita conuinti & ripulsati. Decentemente & rettamente. Mentiti, Vienna, 1631, in-folio, pp. (34) 100 (36), tav. 1 ["1621. Ms del Mandosio". Ayala, p. 120]. Relatione del modo che il duca Fider. Savello si posto in libert della Strettezza, dove era ritenuto in Lauffenberg, li 23 marzo 1638, fatta da Giov. Schwabolmayr, suo Aiutante di Camera, 1638, in-4. Difesa del duca Federico Sauello. Contro la falsa imputatione datale da D. Fuluio Duca della Corgna nel suo manifesto. In Roma : nella stamparia della Reu. Cam. Apost., 1644, in-4, pp. 42.

SAVI, Pietro S. J.
Fatti d'arme d'Eugenio in Ungheria: volgarizzamento [dell'opera in latino del P. Guido Ferrari] di Pietro Savj della compagnia di Ges a' giovani cavalieri del Collegio de' nobili di Milano. Milano, nella stamperia della biblioteca ambrosiana, appresso Giuseppe Marelli, 1753, in-12, pp. 228. In Torino, a spese di Gioanni Martin mercante libraio sotto i portici della Regia Posta delle Lettere all'Insegna dell'Aquila, 1767.

SAVIOLO, Vincenzo, da Padova


Il pi famoso maestro di scherma italiano alla corte d'Inghilterra, amico di John Florio e protetto dal conte di Essex. Vincentio Saviolo: his Practise In two Bookes: The first interesting of the use of the Rapier and Dagger : the second, of Honor and honorable Quarrels. London, Printed by Iohn Wolfe, 1595, in-4, pp. 248. [Cockle N. 63].

SAVORGNANO, Ascanio (m. 1581)

364

Fratello di Mario. Ingegnere militare, disegn le nuove fortificazioni della Citt Vecchia di Nicosia erette dal 1567 al 1570 e scrisse una famosa relazione della sua ispezione nell'isola di Cipro. Promis. Vita di G. Maggi, p. 122. V. MARCALDI. Cipro, e svo regno, Descritta dal N. H. E. Ascanio Savorgnano con le osservaz[io]ni per fortificare e assicurare il Regno tutto. Scrittura data al Ser.mo Senato Veneto l'Anno 1571, pp. 104 [MS Riant 102. Houghton Library, Harvard University]. Copiosa discrittione delle cose di Cipro, con le ragioni in favore o contra diverse openioni, et delle provisioni che erano necessarie per quel Regno, Fatta per lo sig. Ascanio Sauorgnano gentilhuomo Vinitiano, che fu eletto dall' Ill.ma. Sig.ia di Venetia come huomo sufficientiss. e mandato nel regno di Cipro per hauer la sottoscritta information. All'Ill.mo et ecc.mo Sig.r il Sig.r Don Francesco de' Medici, principe di Fiorenza. [copia inviata a Parigi da un agente del granduca con lettera del 25 luglio 1564: Bibl. du Roi, ms prov. dalla bibl. di St Germain, N. 3. Copia "con dedica di Francesco Marcaldi al cav. Lodovico Caccialupi in data di Ferrara 10 novembre 1575": Bibl. Parigi, Marsand, Ms 10494/473, p. 528. 10068/5321. Copia "con dedica di Francesco Marcaldi al sig. Francesco Perenoti in data di Roma a' 5 di maggio 1625": codice della Bibl. comunale di Perugia. Copia nella Bibl. Un. di Torino 455. clxxxix. Ayala, p. 120]. a stampa: Copiosa descrittione ( ...) informatione innanti la guerra di detto regno. 1573, pp. 124. Discrittione delle cose di Cipro, con le ragioni in favore, contra diverse openioni, et delle provisioni, che erano necesarie per quel Regno: translated, with an introduction and notes, from the copy of 1574 of the manuscript of Ascanio Savorgnano in the Malta Public Library / by Sir Harry C. Luke. Malta, Government Printing Office, 1932, pp. 34.

SAVORGNANO, Giovanni
Raccolta di diverse composizioni dirette sopra la vittoria acquistata in Fiandra dal Sereniss. Alessandro Farnese. Duca di Parla, di Piacenza &c. In Parma, appresso Erasmo Viotto, 1586. [Ayala, p. 333].

SAVORGNANO, Girolamo
Lettere sulla guerra combattuta in Friuli dal 1510 al 1528, scritte alla Signoria di Venezia da Girolamo Savorgnano, a cura di V. Joppi, in Archivio Storico Italiano, Seconda Serie, N. 4 (II, 1855), pp. 3-62 e N. 7 (IV, 1856), pp. 13-41.

SAVORGNANO, Giulio
Nipote di Mario. Discorsi militari, con dedica al doge in data del 1562 [ms "presso il Cicogna veneziano", Ayala, p. 59: Emanuele Antonio Cicogna, Saggio di bibliografia veneziana]. Risposta ragionata: venticinque diversi quesiti intorno alle fortificazioni.["la quale opera trovasi ancora inedita in fine a due codici del Galilei posseduti dal Poggiali, ed a quello del Venturi. Aggiungiamo eziandio che nell'Ambrosiana se ne conservano tre codici separati". Ayala, p. 120].

SAVORGNANO, Mario, Conte di Belgrado (1513 - 1574)


Fu al servizio di Carlo V e di Paolo IV. Emilio Salaris, Una famiglia di militari italiani dei secoli XVI e XVII. I Savorgnano, Tip. Editrice "Roma", 1913. Arte Militare Terrestre, e Maritima, Secondo La Ragione, e l'uso de piu valorosi Capitani Antichi, & Moderni; gi descritta & divisa in quattro libri dall' illustrissimo Signor Mario Savorgnano, Conte di Belgrado; per istruttione de sig.ri suoi nepoti li conti Gieronimo, Mario, Germamico, Marcantonio et Hettore, & hora ridotta alla sua integrit & pulitezza da Cesare Campana, e da esso data in luce e dedicata all'illustrissimo et eccellentissimo signor Camillo Caracciolo principe di Avellino. Con vn essatissimo Trattato parte dell' Artiglierie; Con Vna Tauola delle cose piu notabili. In Venetia, appresso gli haeredi di Francesco de Franceschi, 1599, in-folio, pp. (20) 216 (22), ill., tav. 2 doppie, c, geogr. In Venetia, presso Sebastiano Combi, 1614, in-folio, fig. pp. 266. [Catalogo Floncel I, p. 121, N. 1432. Haym IV, p. 166, N. 8. Ayala, pp. 58 e 179. Cockle N. 587].

365

Descrizione di Osopo e dell'assedio sostenutovi nel 1514 da Girolamo Savorgnano contro le milizie imperiali. Udine, Tip. D. Del Bianco, 1896, pp 14. Kriegskunst zu Land und Wasser ...: Auss Italienischer Sprach in die deutsche ubersetzet, durch Johann Wilhelm Neumayr von Ramsla 1618 Zween Kriegs Discurs. I Ober Iulii Caesaris VIII Bcher vom Franzsischen Krieg / Herrn Iulii Caesaris Brancati. II Herrn Francisci Mariae herzogen zu Urbin / von allerhande Kriegs-Vortheilen. Und dam IV Bcher von der Kriegskunst zu Wasser und Land / herrn Marii Savorgnani, Graffen von Belgrad. Auf Italianischer Sprach in die Teutsche versetz / Durch h. Johan Wilhelm Newmayr von Ramsla. Francofurti, Sumptibus Rulandiorum, Anno 1620. Corpus Militare: darinnen das heutige Kriegswesen in einer perfecten und absoluten jdea begriffen und vorgestelt wirdt. Alles in gewissen prcepta polemica ordentlich verfasset mit beygegebenem jederm Theyl seinen Kriegsmaximis, observationibus, regulis, aviomatibus unnd sehr knstlichen. Johann Jacob Wallhausen, 1617
3 af de ovennvnte fyrster var samtidig Wallhausens arbejdsgivere: Moritz af Hessen, til hvem vrket "Kriegskunst zu Fuss" 1615 er dedikeret / Johan den Mellemste ansatte Wallhausen som leder af sin Krigsskole i Siegen 1617-18 (vrkerne "Landrettung" af Johan 1616 og Wallhausen 1621 - yderl. Johans far om "Folkebevbning" - det nassaueske folkeopbud som Johan viderefrte) / militr rdgiver for Moritz af Oranien - hans titel som vagtmester i Danzig skyldes planen om indretning af en Siegen lign. militrskole i Danzig - 1618 fyret fra Siegen, senere synes han at vre get over til "fjenden" - 1621 i rkebiskop/Kurfyrsten af Mainz tjeneste og tilegnelsen af vrket fra 1621 (haves trykt 1623) "Camera militaris" til Hertug Maximilian af Bayern (fra 1623 Kurfyrste).

SCACCO, Filippo, da Tagliacozzo


Opera di mescalzia di M. Filippo Scaccho da Tagliacozzo, doue si contiene tutte l'infermita de' caualli, cosi interiori, come esteriori, & li segni da cognoscerle, & le cure con potioni, & vntioni, & sanguigne per essi caualli. Et anco le figure ... ridotta in quattro libri. In Roma, appresso Paolo Blado stampatore camerale, 1591, in-4, pp. 208. Trattato di mescalzia di M. Filippo Scacco da Tagliacozzo diuiso in quattro libri; ne' quali si contengono tutte le infermita de' caualli cosi interiori, come esteriori, et li segni da conoscerle, et le cure con potioni, et untioni, et sanguigne per essi caualli ... opera vtilissima a prencipi, a gentilhuomini, a soldati, et in particolare a manescalchi. In Venetia, Appresso Vincenzo Somascho, 1614, in-4, pp. 151. [Ayala, p. 210]. Trattato di Mescalzia di Filippo Scacco da Tagliacozzo. Nel quale sono contenute tutte le infermit de' Caualli, cos interiori come esteriori, & li segni da conoscerle, & le cure con potioni, & vntioni, & sanguine per essi Caualli. Pubblicato in appendice alle varie edizioni del trattato di Cesare Fiaschi (v.).

SCAGLIA, Augusto Manfredo, Marchese di Caluso


Colonnello, governatore di Vercelli nel 1617, si arrese agli spagnoli.

366

Difesa del marchese di Caluso, governatore di Vercelli, per la resa di questa citt nel 1617, scritta da lui medesimo al duca Carlo Emanuele I. In Due scritture risguardanti l'assedio della citt di Vercelli nel 1617, Proposte, e Illustrate, con Avvertimenti preliminari e note , da Carlo Promis, in Archivio Storico Italiano, XIII, 518 e 519. V. BERARDO.

SCALA, conte Ercole


L'Vngheria compendiata dal sig. conte Ercole Scala, nella quale cadono scolpite all'oculare inspettione le citta, e fortezze piu rimarcabili di quel regno, come pure descritta la serie d'ogni suo regnante, ... Vienna liberata dall'assedio, & imperfettionato l'intrapreso di Buda. In Modena, nella stamparia di Demetrio Degni, 1685, in-4, pp. (12) 96, tav. 20. ... e nel fine i gloriosi progressi fatti dall'armi cesaree nel medesimo regno l'anno 1685. In Modona, nella stamperia di Demetrio Degni, 1686, pp. (12) 116, tav. 25. ... Insino all'anno 1686 ... Consecrata alla sacra cesarea real maesta di Eleonora Maddalena Teresa imperatrice de Romani .. In Venetia, appresso Leonardo Pittoni. Si vende all'insegna della Speranza, 1687, in-8, pp. (16) 170, tav. 26. Ristretto de gloriosi successi dell'Armi Auguste, nel Regno d'Vngheria, toccantegli anni 1686. 1687. e 1688. Con la Descrittione dell'intrinseco materiale di Vienna, Riti, e Costumi di quella Corte, e Leggi, con le quali si gouernano quegli abitanti. Compendiati a succinto. Dal signor Co. Ercole Scala. In Modona, Per gli Eredi Soliani Stamp. Duc., 1689, in-12, pp. 244.

SCALA, Giovanni, Romano (?)


Lezioni di geometria e di fortificazioni militari, Roma 1588 [codice Bibl. Parigi, Marsand, I, p. 13, N. 7006]. Delle fortificationi di Giouanni Scala mathematico. 1596, pp. 114. Nuouamente ristampate con agiunta di diuerse piante e fortezze. All'ill.mo & ecc.mo signore Don Taddeo Barberini. In Roma, appresso Gioseppe de Rossi, 1627, .infolio, tav. 64. [Ayala, p. 120. Cockle N. 818. BNCF - Pal. 8.9.7.4]. In Roma, appresso Calisto Ferriante, 1644, tav. 64. Delle fortificazioni e ripari d'ogni genere: sui principi di Monseig.r Vauban, 1671, pp. 240. Delle fortificationi di Giovanni Scala matematico. Roma 1696. La geometria prattica di Gio. Pomodoro Venetiano: cauata da gl'elementi d'Euclide e d'altri famosi autori, con l'espositione di Gio. Scala ... ridotta in cinquanta tauole, scolpite in rame, dalle quali con facilita si possono apprendere tutte le cose, che al buon geometra appartengono. Apresso Stefano de Paulini in Roma, 1599, pp. 116. Opera necessaria a' misuratori ed architetti, a geografi, a cosmografi, a bombardieri, a ingegneri, a soldati et a capitani di eserciti. In Roma, appresso Gio. Angelo Ruffinelli, 1624. Appresso Gio. Batta. de Rossi, 1667, pp. 118. Si stampa da Matteo Gregorio Rossi, 1691, pp. 61. Roma, A spese di Carlo Losi , Dalle stampe di Generoso Salomoni, 1772. Geometria prattica dichiarata da Giovanni Scala sopra le tavole dell'... mathematico Giovanni Pomodoro tratte d'Euclide et altri authori, Giovanni Martinelli, 1603. La Della prattica della geometria necessaria per l'architettura militare e fortificazione. In Roma, 1693, in-4. [Ayala, p. 120. Cockle N. 800]. V. POMODORO.

SCALETTI, Cesare Carlo da Faenza


Scuola meccanico-speculativo-pratica: in cui si esamina la proporzione, che ha la potenza alla resistenza del corpo grave, e la causa per la quale la suddetta potenza si estenda a maggior'attivita mediante la machina; opera molto utile all'uso civile e militare, necessaria ad ogni matematico, ingegniero, architetto, machinista e bombardiere. Autore Carlo Cesare Scaletti patrizio faentino. In Bologna, per Costantino Pisarri sotto le Scuole all'Insegna di S. Michele, 1711, in-4, pp. (16) 188, ill., tav. 13. [Ayala, p. 120]. In Venezia, presso Antonio Mora, a Sant'Apollinare, 1745, in-folio, pp. (16) 204, tav. 12. Miscellanea di architettura militare, in-8 [Ms Parmense, Ayala, p. 121]..

367

SCALETTARI, Francesco, da Gorizia


Condotta navale e vera relatione del viaggio da Carlistot a Malta dell'illustrissimo et eccellentissimo sig. Gioanni Gioseppe d'Herberstein, conte del S.R.I. Lib. Bar. di Naiperg, & Guetenhag, Sig. de Lankoviz. Della Sacra Religione Gierosolimitana Gran Priore d'Ungheria ... Generale dell'Artiglieria, e de Confini di Carlistot, Supremo Capitanio di Segna. Seguito il primo dell'anno 1686. S'uniscono l'esate, e veridiche specificationi di quanto segui sott'il suo felicissimo comando come Cap. generale delle Galere di Malta, e Pontificie. Per opera del P. Fra Francesco Scalletari da Goritia Min. Osserv. de la provincia Bosnia-Croazia... Stampata in Graz, appresso i heredi Widmanstadii, 1688, in-8, pp. 399, tav. 20 rip. calcogr. Stammbaum der Familie Herberstein. [Ayala, p. 179].

SCALFATI, Matteo, da Napoli


Tenente colonnello, poi brigadiere, governatore del convitto dell'Annunziatella e ispettore della Reale Accademia del battaglione dei cadetti. Progetto di una nuova Scienza Militare inventata da Matteo Scalfati sargente generale del corpo della reale artiglieria del re delle due Sicilie.In Napoli, nella Stamperia Simoniana, 1768, in-8. pp. 115. [Catalogo Floncel I, p. 120, N. 1418. Ayala, p. 59]. Memorie istoriche delle operazioni militari che per suo Real Divertimento e per l'Istruzione de' Suoi Eserciti fece eseguire nel Granatello il mese di ottobre 1773 sotto il suo sovrano comando il re delle Sicilie Ferdinando III. Napoli 1774, pp. 119, tav. 11. [Ayala, pp. 333-34]

SCALLA, Giovan Tommaso, da Venezia


Delle fortificazioni [Ms Bibl. Reale Torino. Ayala, p. 121].

SCAMOZZI, Vincenzo (Vicenza 1548 - Venezia 1616)


Il famoso architetto e scenografo, autore di uno dei pi importanti trattari dell'epoca, in cui tratta incidentalmente di architettura militare e fortificazione (libro X, capp. XX-XXVIII). Discorsi sopra l'antichit di Roma di Vincenzo Scamozzi architetto vicentino con 40. tauole in rame. In Venetia, appresso Francesco Ziletti, 1582. L' idea della architettura vniuersale, di Vincenzo Scamozzi architetto veneto diuisa in X libri. Parte prima -seconda, Venetiis, expensis authoris, per Giorgio Valentino, 1615, in-folio. I: Dell'eccellenza di questa facolta, degl'architetti prestanti: e precetti, inuentioni, disegni, modelli, & opere merauigliose. Le qualita de' paesi, e siti; le forme delle citta, e fortezze reali; e di tutti i generi d'edifici sacri, pubici, e priuati: antichi, e proprij dell'autore. Con i loro disegni. pp. (16) 356 (34). II: Dell'esquisitezza de' cinque ordini, e de loro colonnati, archi, modonature piu regolate, e delle materie conueneuoli all'edificare. Poi del fondare, eleuaRe finire, e ristaurare bene le fabriche; redurre in miglior stato le citta, e paesi; e costruere le machine e stromenti. Con i disegni in rame, pp. (12) 372 (20). tavv. rip. In Piazzola, nel Luoco delle Vergini, 1687. In Venezia, appresso Girolamo Albrizzi, 1694. 1714. 1717. [Ayala, p. 121]. Oeuvres d'architecture de Vincent Scamozzi Vicentin ... Contenues dans son Idee de l'architecture universelle; dont les Regles de cinq ordres, que le sixieme livre contient, ont ete traduites en francois par mr. Augustin Charles D'Aviler ... & le reste traduit nouvellement par mr. Samuel Du Ry ... Le tout revu & exactement corrige sur l'original italien. On y joint aussi plusieurs nouveaux desseins des plus beaux edifices de Rome, dont l'auteur parle dans son ouvrage, A Leide : chez Pierre Vander Aa, marchand libraire, 1713. Oeuvres d'architecture de Vincent Scamozzi Vicentin, architecte de la Republique de Venise, contenues dans son idee de l'architecture universelle; dont les regles des cinq ordres, que le sixieme livre contient, ont ete traduit par mr. Samuel du Ry ... avec les planches originales: le tout revu & exactement corrige sur l'original Italien. La Haye, chez Pierre de Hondt, 1736, in-folio, pp. (14) 276. Oeuvres d'architecture de Vincent Scamozzi, architecte de la Republique de Venise. Nouvelle edition. Revue & corrigee exactement sur l'original italien. A Paris : chez Jombert, Librairie du roi pour l'artillerie & le genie, a l'Image Notre-Dame, 1764, in-8, pp. (32) 240, ill., tav. 60. L' idea dell'architettura universale / di Vincenzo Scamozzi ; pubblicata per cura di Stefano Ticozzi [1762-1836] e dell'ingegnere Luigi Masieri. Torino, C. Schiepatti, 1838, vol I, pp. (20) 773. vol. II Atlante di trentotto tavole in rame dell'Idea dell'Architettura Universale di Vincenzo Scamozzi / disegnate ed incise da Costantino Gianni, cc.

368

73, tav. 38. Milano, coi tipi di Borroni e Scotti successori a Vincenzo Ferrario, 1838. Rist. an. Ridgewood, Gregg, 1964, I "Dell'eccellenza di questa facolta", pp. 409. II "Dell'esquisitezza de' cinque ordini" (libri IV-VIII), pp. 409. Sala Bolognese, Forni, 1982. Verona, Colpo di fulmine edizioni; Vicenza: Centro internazionale di studi di architettura Andrea Palladio, c1997. The idea of a universal architecture / Vincenzo Scamozzi; introduction! Koen Ottenheym; translation and editing Henk Scheepmaker, Patty Garvin; edition compiled by Wolbert Vroom. Amsterdam,: Architectura & Natura Press, 2003.

SCAMPOLI, Vincenzo
Discorso apologetico in difesa della milizia ecclesiastica. Foligno, A. Alterij, 1644, pp. 231. [Ayala, p. 334],

SCARABELLI MANFREDI PEDOCCA, conte Angelo (Mirandola 1742 - Parma 1812)


Ingegnere militare e generale maggiore estense, governatore di Mirandola e di Carpi, poi capobrigata della legione cispadana, e infine dell'artiglieria cisalpina, deputato al corpo legislativo cisalpino e ministro residente a Parma. Fu professore di architettura civile e militare nell'universit di Modena. F. Ceretti, Notizia bibliografica sul generale conte Angelo Scarabelli Pedocca di Mirandola, Mirandola, Cagarelli, 1873. Lezioni di architettura civile e militare, dettate all'universit di Modena [Paradisi, Elogio di Montecuccoli. Ayala, p. 121].

SCARNATO, Cesare, da Tocco


Curioso dialogo della precedenza delle lettere et arme tra l'accademico Ardente et Fortunato con suoi definitori Mercurio et Marte, del dottor ... Cesare Scarnato. In Chieti, presso Ottauio Terzani e Bartolo Pauese compagni, 1628, in-4, pp. 56.

SCETTI, Aurelio, da Firenze


Condannato al remo perpetuo per commutazione della pena di morte per uxoricidio, fu scarcerato dopo dieci anni, Le vittoriose imprese delle galere del serenissimo gran duca di Toscana, fatte ne' viaggi dell'anno 1566 per tutto il 1576. ["Era il codice 99 della Naniana". Ayala, p. 334]. Galee toscane e corsari barbareschi: il diario di Aurelio Scetti, galeotto fiorentino (1565-1577), a cura di] Luigi Monga. Fornacette (PI), CLD, c1999, pp. 163. The journal of Aurelio Scetti: a Florentine galley slave at Lepanto, 1565-1577. translated and edited by Luigi Monga. Tempe, Arizona Center for Medieval and Renaissance Studies, 2004, pp. (8) 177.

SCHIAPPALARIA, Stefano Ambrogio, Genovese (m. 1578)

369

Osseruationi politiche, et discorsi pertinenti a gouerni di stato trattati insieme con la vita di Caio Giulio Cesare dal sig. Stefano Ambrogio Schiappal'aria genouese. Con vn sommario di quanto e successo nella repub. romana dal principio suo fino al proconsolato di Cesare, & due tauole copiosissime. In Verona, appresso la Compagnia de gli Aspiranti, 1600, in-4, pp. (24) 480.

SCHIARA, Antonio Tommaso, di Asti (m. 1718)


Padre domenicano, consultore del S. Uffizio in Torino. Theologia bellica, omnes fere difficultates ad militiam tum terrestrem tum maritimam pertinentes complectens; atque canonice, juridice, moraliter, nec non historice dilucidans; in octo libros distributa. Quorum quatuor in hoc primo tomo: reliqui vero in secundo continentur. Opus ... cum triplice indice. Auctore P.D. Antonio Thoma Schiara Astensi ... Tomus primus -alter. Romae, ex Typographia Joannis Francisci de Buagnis, 1702. Romae, Typis, & Fusoria Cajetani Zenobii Typographi, & SS. Domini Nostri Scalptoris, ad Magnam Curiam Innocentiam, 1703. Post editionem Romanam, prima in Germania. Augustae Vindel. & Dilingae: apud Joannem Casparum Bencard, 1707, 2 vol., I, pp. (36) 330 (78). II, pp. (24) 384 (48). [Ayala, p. 334]. Additamentum ad theologiam bellicam, discussionis theologico-iuridicae controversiae circa administrationem ecclesiastiorum sacramentorum inter locorum ordinarios, & capellanos majores exercituum belli ac pacis tempore crebro excitatae ... elaboratum ... ab Antonio Thoma Schiara ... Romae, typis Rocchi Bernabo, 1715, in-folio, pp. (36) 462. Conatus Turcarum per christianae reipublicae reges, ac principes reprimendus ratiocinio theologico-juridico, atque historico, iterum exponitur variis, perutilibus, scituque dignis cum additionibus, ab Antonio Thoma Schiara ... Romae, typis Rocchi Bernab, 1717, in-8, pp. 175.

SCHIATTI, Carlo
L'ufficio di capitan generale [codice della Marciana, scritto verso il 1630. Ayala, p. 59].

SCHIAVINA. V. GENTILINI. SCHULENBURGH (von der), Conte Mattias Johann (Emden Magdeburgo 1661 - Verona 1747)
di famiglia brandeburghese, nel 1687-88 combatt contro i Turchi in Ungheria, nel 1699 comand un reggimento alemanno al servizio sabaudo. Ferito nel 1701, nel 1702 pass al servizio sassone contro Carlo XII di Svezia e fu sconfitto a Klissow e Wschowa (Fraustadt). Nel 1707 combatt sotto il principe Eugenio a Oudenaarde e Malplaquet. Difensore di Corf nel 1716 fu premiato con una statua e una pensione di 5.000 ducati. La vittoria fu celebrata dall'opera di Vivaldi Juditha triumphans. Riformatore dell'esercito veneziano, mecenate e collezionista di opere d'arte fere dipingere sontuosamente la sua residenza veneziana di Ca' Loredan. Leben und Denkwrdigkeiten Johann Matthias, Reichsgrafen von der Schulenburg (1834).

Esercizio militare e regola universale dellInfanteria della Serenissima Repubblica di Venezia suggerito da S. E. il FeltMarechal Mattias Gio. Co. di Schulembourg, Generale in capite [1724] stampata per ordine dell'Illustrissimo Sig.

370

Sebastian Zustinian Savio di Terra Ferma alla Scrittura in esecuzione al Decreto dell'Eccellentissimo Senato de' d 24 Ottobre 1735 Zuanne Querini Savio di Terra Ferma alla Scrittura. Venezia, Figliuoli del qu. Z. Antonio Pinelli, 1735. in-4. pp. (3) 296. Testamento di Sua Eccellenza il Signore Mattia Giovanni Conte del S.R.I. di Schulemburg, Feld-Marescial e General in capite della serenissima republica di Venezia. Venezia, 1747

SCHWENDI, Lazarus von (Mittelbiberach 1522- Ehrenkirchen 1583)


Citato dagli ambasciatori veneziani (1559 e 1575-76) come uno dei tre "principali colonnelli tedeschi" al servizio imperiale, fu dal 1546 al servizio di Carlo V e poi di Filippo II. Protestante, studioso dei Discorsi di Machiavelli, fu il primo comandante della nuova piazza strategica belga di Philippeville e combatt a San Quintino e Gravelines. Sotto l'imperatore Massimiliano II, nel 1564-66 combatt in Ungheria come capitano generale delle truppe tedesche e poi comandante in capo imperiale; prese Satu Mare, Tokay e Munkcs e riport a Huszt una grande vittoria. Consigliere di guerra dal 1568, fu in seguito diplomatico e statista irenico, impegnato a risolvere la discordia religiosa in Germania. Alfonso de Ulloa, Le Historie di Europa, p. 6 ("Lazaro Suendi Capitano valoroso"). Ernst Martin, Lazarus von Schwendi und seine Schriften, J. Bielefeld, 189. E. von Frauenholz, Lazarus von Schwendi, der erste deutsche Verknder der allgemeinen Wehrpflicht, Hamburg 1939. Lina Baillet, "Schwendi, lecteur de Machiavel", in Revue d'Alsace, 112 (1986), pp. 119-197. Zum 400. Todestag des Lazarus von Schwendi und zum 350. Jahrestag des Todes der 300 Bauern von Kirchhofen, Ehrenstetten und Pfaffenweiler: 1583 : 1633 ; 27. Mai 1983. Gemeinde Ehrenkirchen, 1983.

Mein Lazarus vo[n] Schwendis [et]c. Warhaffter vnd vnwidersprechlicher bericht, was ich, die niderwerffung vnd fencknu, Weyland Sebastian Vogelsperger, belangend, gehandelt, vnnd gethon habe. Nolt, 1548. Newe zeitungen welcher massen Herr Lazarus von Schwendi Ritter, vnd ... Oberster im Zips, die Trcken vnd Tartern, zum andernmal erlegt, geschlagen, etliche Schlsser erobert: Vnd was die Trcken gegen beyden Stetten vnnd Vestungen Gula vnd Ziget, weiter frgenommen haben. Geyler, 1566. Kriegs discurs von Bestellung dess gantzen Kriegswesens und von den Kriegsamptern, weilandt dess... Lazarussen von Schwendi,... Zum andern Mal an Tag geben. Gedruckt in Franckfurt am Mayn, in Verlegung Andree Wechels seligen erben, Claudi de Marn und Johan Aubri, 1593. 1594, in-8, pp. (10) 310. Marne & Aubry, 1605. Herrn Lazari von Schwendi, Freyherrn zu HohenLandsberg &c. ..., Kriegs Discurs, von Bestellung des gantzen Kriegswesens, und von desselben Aembtern: vermehrt und verbessert, mit ntzlichen, aus vieler kriegenden Potentaten und Republiquen Kriegs-Rechten, auch aus bewehrten Authoribus ... In Verlegung Martin Gabriel Hbners, 1676, pp. 493. Consilivm, Oder Bedencken An Kaiser Ferdinanden, wie de Papsts zu Rom Pij V. unbillichem anmassen wider Ihrer Kays. Majest. ordentliche Wahl durch die Churfrsten de H. Rmischen Reichs ohne de Bapsts Consens und Bewilligung geschehen, zu begegnen sey: Bedenken an Kaiser Maximilian den Andern von Regierung des H. R.

371

Reichs, und Freystellung der Religion: gestellt durch Lazarum von Schwendi, im J. 1574. Kopff, 1612, pp. 158. 1782. Lazari Suendii, quomodo Turcis sit resistendum consilium, 1564. Parere del S. Lazaro Svendi Alemanno come si possa resistere a' Tvrchi. In Ferrara, appresso Vittorio Baldini, 1600, in8, cc. 22 = pp. 44 [Ayala, p. 63: " in continuazione dell'opera del sig. Della Nove tradotto da Naselli". Catalogue de la premire partie de la Bibliothque de M. le marquis Costabile de Ferrara, Bologne, 1858, p. 255, N. 2833]. Avvisi delle cose pi notabili seguite nuovamente in Transilvania et Ongaria circa il gran combattimento che ha fatto il S. Lazzaro Suendi con la presa di due fortezze, e la partenza, che lui ha fatto, et numero de caualli, fanti con artiglieria di pi sorte, et altre cose che seguirono. Et con il suo lamento. Padoua, 1567, in-8. [Catalogue de la premire partie de la Bibliothque de M. le marquis Costabile de Ferrara, Bologne, 1858, p. 212, N. 2400]. Die kriegswissenschaftlichen Schriften, 1939.

SCIABAN, Luigi. V. CHABAN. SCIENCE (La) de la guerre . V. NICOLIS. SCORDILLI. V. PALAZZOLI. SECONDO, Giuseppe Maria (Lucera 1715 - Napoli 1798)
Governatore e storico di Capri (1750), Giudice della Gran Corte della Vicaria. Traduttore del Cicerone di Middleton e della Cyclopaedia di Chambers, pubblicata in 8 tomi col titolo Dizionario universale delle arti e scienze. Storia della vita di Cajo Giulio Cesare tratta dagli autori originali da Giuseppe Maria Secondo, Giudice della Gran Corte della Vicaria. Tomo primo [-terzo]. In Napoli, presso Vincenzo Mazzola Vocola impressore di S.M., 1776, in-8, 3 vol. ill., I pp. 454, II pp. 718. III (1777) pp. 784. Tomo primo [-quinto]. Prima edizione veneta ricorretta ed emendata. In Venezia : appresso Francesco Sansoni, 1782, in-12, 5 vol. ill. I pp. (36) 427. II pp. 381. III pp. 384. IV pp. 358. V pp.347.[Ayala, p. 335]. Kessinger Publishing, 2010, III pp. 794.

SENESE, Alessandro, di Bologna


Il vero maneggio di spada d'Alessandro senese, gentil'huomo bolognese. In Bologna, per l'herede di Vittorio Benacci, 1660, in-folio, pp. (16) 70. [Ayala, p. 210].

SENOFONTE. V. DOMENICHI. GANDINO. STROZZI. SERAO, Francesco. V. PRINGLE.

372

SERDONATI, Francesco (Firenze 1540-1603)


De fatti darme de Romani, libri tre. Ne quali si tratta di tutte le battaglie et imprese fatte da Romani dalla edification di Roma sino alla declination dell'Imperio: raccolti da Tito Livio, Plutarco, Dione, Macrobio, Volterrano, & altri grauissimi historici, In Venetia, Appresso Giordan Ziletti e compagni, 1572, pp. 170. Costumi de' Turchi e modo di guerreggiarli: ragionamento inedito, tratto dall' autografo esistente nella Magliabechiana, Faenza, a spese di G. Battrandi librajo, co' tipi di Angelo Marabini, 1853, pp. 42. De' Vantaggi da pigliarsi da' Capitani di Guerra contro i nemici superiori di Cavalleria di Francesco Serdonati, dedicato a Filippo III di Spagna con lettera da Roma 31 marzo 1608. Roma, Appresso Carlo Vullietti, 1608, in-4. [Haym IV, p. 167, N. 7. Ayala, p. 60]

SERENO, Bartolomeo (Roma 15.. - Cassino, post 1604)


Di umili e oscure origini, ma cavaliere, milit nella spedizione pontificia in Francia contro gli Ugonotti e combatt a Moncontour (1569), poi assold su incarico del duca di Sermoneta 8 compagnie di 200 fanti, assemblate a Corneto, e partecip alla battaglia e di Lepanto (1571), dove comand la galera Grifona al posto di Onorato Gaetani. Prese pure parte alla spedizione di Tunisi sotto don Giovanni d'Austria (1573). Nella dedica dei Trattati al principe di Venafro, l'editore Cesare Alberini scrive che l'autore, tornato in patria nel 1604, si fece monaco benedettino col nome di Zaccaria. La biografia premessa ai Commentarii retrodata l'arrivo a Montecassino al 1574. Trattati ... dell'vso della lancia Cauallo. Del combattere a piede Alla Sbarra. Et dell'imprese, et inventioni Caualieresche. In Napoli, Gio. Battista Gargano & Lucretia Nucci, 1610, in-4. [Ayala, p. 210. Cockle N. 728]. Commentari della guerra di Cipro e della Leg dei principi Cristiani contro il Turco, di Bartolomeo sereno, ora per la prima volta pubblicati da Ms autografo con note e documenti per cura de' monaci della Badia Cassinese. Pe' tipi di Monte Cassino, 1845.

SEREPEZ, capitano Dimitri


Commentario del Regno di Canda con le sue citt, fortezze, castelli et spiagge come per ordine si traggono, dedicati al Molto Ill.re sig. Giulio Menegatti sopraintendente...1641 [Codice della Parmense. Ayala, p. 336. Pietro Gribaudi, Inventario dei manoscritti geografici della R. Biblioteca Palatina di Parma, 1907, p. 20 N. 35: " quasi certo che i disegni del Serepez non sono che una riduzione, con qualche variante, delle carte dell'Oddi e del Corner. Ne ho trattato in una comunicazione alla sezione IV (storica) del VI Congresso Geografico di Venezia"].

SERGIULIANI, Giambattista
Breue trattato delle moderne fortificazioni cauato dagl'originali del p. f. Gennaro Maria d'Afflitto [dal capitano Gio. Battista B. Sergiuliani, con dedica del 14 agosto 1665 al Granduca Cosimo III]. In Firenze, all'Insegna della Stella, 1665. 1667. in-8, pp. (8) 279, tav. 5. [Ayala, p. 122]. V. AFFLITTO.

SERSALE, Anton Maria, da Catanzaro


Padre Teatino Cit. erroneamente da Ayala (p. 336) col titolo Epistola militare, Messina, 1657, ma non ha alcuna attinenza con questioni militari. Si intitola in realt Lettera guerriera. Oratione recitata dal m. r. p. d. Antonio Maria Sersale Chierico Regolare, nel duomo della nobile, & esemplare citta di Messina nel giorno della solennissima festa della Lettera scritta da Nostra Signora a' messinesi ... Stampata per ordine dell'illustrissimo Senato della medesima citt. Messina, per gli her. di Pietro Brea, 1657, in-4, pp. (12) 42.

SERVILIO, Giovanni. V. STROZZI, Francesco. SESTI, Giovanni Battista, di Milano


Ingegnere militare al servizio spagnolo, autore di un progetto (1678) per la cittadella di Messina (ribellatasi nel 167478), era tenente colonnello e ingegnere maggiore a Milano nel 1685 e tenente generale nel 1706.

373

Plano de las obras que a juicio del ingeniero Juan Bautista Sesti era necessario hacer para convertir en ciudadela el sitio llamado Tierranueva en la Ciudad de Messina, dejando dentro el Palacio Real. Messina, 6 de mayo de 1678 Piante delle citta, piazze, e castelli fortificati in questo stato di Milano con le loro dichiarazioni. Date alle stampe dal tenente generale & ingegnere militare don Giovanni Battista Sesti. Dedicate all'altezza serenissima del signor Prencipe Eugenio di Savoia, e Piemonte, aggiontovi gli Attacchi dell'Armi delle MM. Sarda e Cristianissima. In Milano, per Francesco Agnelli scultore, e stampatore, 1707. 1708, 1711, 1718, in-4, pp. 23, tav. 46. Facs. Milano, Cisalpino-Goliardica, 1972. Milano, Insubria, 1978, pp. 92, c. geogr. rip. Piante delle citta, piazze e castelli fortificati in questo Stato di Milano / di Giovanni Battista Sesti (ed. 1734). Presentazione a cura di Luciano Roncai. Cremona, Turris, 1991.

SFRENATI, Leonardo, di Pisa


giureconsulto. Michele Lupo Gentile, Sul de bello Italico di Leonardo Sfrenati. Firenze, Tipografia Galileiana, 1903 (estr. dall'Archivio storico). Codice nella Parmense. [Ayala, p. 336].

SIGISMONDO, Onofrio, da Chieti


Relazione di quanto seguito nella presa di Buda. Bologna, 1686. [Ayala, p. 336].

SIGONIO, Carlo (Modena 1520 - 1584)


Storico, antiquario, traduttore di classici, autore tra l'altro dei Historiae de regno Italiae ab anno 570 ad annum 1200 libri XX . P. Cornelii Scipionis Aemiliani Africani Minoris, ac Numantini vita, vel eius dispersae potius reliquiae ex multis probatissimorum auctorum scriptis collectae, et in ordinem, et modicum quoddam corpus redactae, per Antonium Bendinellium Lucensem. Addita praeterea sunt quaedam, ... Accessit quoque rerum memorabilium index. Lucae, apud Vincentium Busdracum, 1568, in-4, pp. (16) 153. Caroli Sigonii De vita, et rebus gestis P. Scipionis Aemiliani liber. Adiectis in fine, vnde historia sumpta sit, locis. Index rerum memorabilium. Bononiae : apud Ioannem Rossium, 1569, in-4, pp. 40. Vita di Publio Cornelio Scipione Emiliano scritta dal Sigonio e volgarizzata dal professore Giuseppe Seletti con annotazioni. Milano, dalla Tipografia di Angelo Bonfanti, 1824, pp. 93. [Bendinelli] Quae inter Antonium Bendinellium et Carolum Sigonium non conueniant, in libro de vita, et rebus gestis P. Scipionis Aemiliani. Lucae, apud Vincentium Busdracum, 1569, in-4, pp. 34. De vita et rebus gestis Andreae Auriae, Melphiae Principis, libri duo. Hanoviae, typis Wechelianis : apud Claudium Marnium, & heredes Ioannis Aubrii, 1604

374

Della vita et fatti di Andrea Doria, principe di Melfi, libri due, tradotti dal latino di Carlo Sigonio [De vita et rebus gestis Andreae Auriae, Melphiae Principis, libri duo] nella nostra volgar lingua da Pompeo Arnolfini. In Genova, appresso Giuseppe Pauoni, 1598, in-4. [Ayala, pp. 336 e 400].

SILVA, Cristoforo. V. TESAURO. SILVA, marquis de (1727 - 1796)


Figlio del console spagnolo a Livorno, consigliere di guerra del Re di Sardegna Penses sur la tactique et sur quelques autres parties de la guerre, par M. le marquis de Silva. A Paris, chez CharlesAntoine Jombert, Libraire du Roi pour le gnie et l'Artillerie, 1768. Penses sur la tactique et la stratgique ou vrais principes de la science militaire / par le Marquis De Silva officier dans l'tat major de l'arme du Roi de Sardaigne. - Turin, de l'Imprimerie Royale, 1778. [Ayala, p. 391].

SILVESTRANI BRENZONE, Cristoforo (m. 1608)


Vita et fatti del valorosiss.mo capitan Astorre Baglione, da Perugia. Descritta dal r.p. Christoforo Syluestrani Brenzone Carmelitano, dottore in Theologia, con la Guerra di Cypro. Al Sereniss. Prencipe Don Carlo d'Austria, Marchese del Sacro romano Imperio. In Verona, appresso Sebastiano dalle Donne, 1591, in-4, pp. 98. Venezia, Combi, 1645, in-4. [Ayala, p. 336].

SIMEONE, Gennaro Ignazio de, da Laureana


alfiere del Reggimento Dragoni della Regina, tenente commissario appuntatore, poi capitano commissario ordinario d'artiglieria, docente di tattica e di storia militare alla brigata dei cadetti della Nunziatella Avvertimenti militari, ovvero istruzione del novello soldato, Napoli, 1780. [Ayala, p. 60].

SIMEONI, Gabriello (Firenze 1509 - Torino 1572/75?)


Umanista, poeta, traduttore, astrologo, teorico militare, fu alla corte di Francesco I (1528) e di Cosimo I de Medici (1538). Rifugiatosi in Francia per sospetto di eresia, e tornatovi a pi riprese, vi introdusse l'erudizione antiquaria. Dal 1560 si stabil a Torino. Cesar renovvell. Par les observations Militaires du S. Gabriel Symeon. A Paris, pour Iean Longis, Imprim Paris, par Benoisl Preuost, 1558, in-8. livre Ier, contenant 61 chapitres. Rimprim Lyon, par J. Saugrain, en i566, avec le second livre compos par Franois de Saint-Thomas. Livre premier de Caesar renouvelle par le S. Gabriel Simeon Florentin, reveu et corrig avec le second de nouveau adjoust par Francoys de S. Thomas. Lyon, Jean Savgrain Commis. Imprim par Iean Marcorelle, 1570, deux part, en 1 vol. in-8 [Cockle N. 522]. Livre second de Caesar renouuell. A Monseigneur de Mandelot, Lieutenant general pour Sa Majest au Pays de Lyonnois et Beauiolois ... par Franois de Saint Thomas. A Lyon, chez Iean Saugrain, commis. Imprim par Iean Marcorelle, 1570. Deux Parties en un Vol., in-8. Discorso sopra la castrametatione, et disciplina militare de romani, composto per il S. Guglielmo Choul, gentilhomo Lionese, Consigliero del Re, & Presidente delle Montagne del Delfinato [Guillaume du Choul, 1496-1560]. Con i Bagni, & essercitij antichi de Greci, & Romani, et tradotto in lingua Toscana per M. Gabriel Symeoni. [Dedica al re Enrico II]. A' Lione, appresso Gvglielmo Rovillio, 1555, in-folio, 2 pt, pp. (8) 122 e 38 (10), ill. di Pierre Eskrich (1530-1590), 1 tav. rip. Id., 1558. 1569. 1571. Discorso della religione antica de Romani, composto in franzese dal S. Guglielmo Choul gentilhuomo lionese & bagly delle montagne del Delfinato, insieme con vn'altro simile discorso della Castramentatione & bagni antichi de Romani, tradotti in toscano da M. Gabriel Simeoni fiorentino. In Lione : appresso Gugl. Rouillio, 1559, in-folio, 2 pt. (248, \8!; \8!, 102, \2!, 38, \10! p.). ill. Discorso del S. Guglielmo Choul gentilhuomo lionese Consigliero del Re & Bagly delle Montagne del Delfinato sopra la castrametatione & bagni antichi de i Greci & Romani. Nouamente reuisto & ricorretto dall'istesso auttore. Con l'aggiunta della figura del campo romano. Padova,appresso Marc'Antonio Olmo, 1559, in-8, pp. 80, ill. c. 28, tav. 1 rip..

375

Discorso del S. Guglielmo Choul gentilhuomo lionese ... sopra la castrametatione, & bagni antichi de i Greci, & Romani: con l'aggiunta della figura del campo romano : et vna informatione della militia turchesca, & de gli habiti de soldati Turchi, scritta da M. Francesco Sansouino. Ib Vinegia, Presso Altobello Salicato, 1582, in-8, pp. 80, ill. c. 28, tav. 1 rip.. Id. 1600. Dialogo dell'imprese militari et amorose di Monsignor Giovio... et del S. Gabriel Symeoni... con un ragionamento di M. Lodovico Domenichi, nel medesimo soggetto. appresso G. Rouillio, 1574.

SIMONCELLI, Belisario, di Orvieto


Fratello del cardinale Girolamo e soldato in Fiandra per dieci anni.. Giornale della guerra del 1597, e sopra un nuovo modo di formar battaglie ["codice prezioso della Saluzziana", venuto nel 1833 da Firenze. Ayala, p. 337]. Avvertimenti politici e militari, 1597[codice scritto in parte a Boldves nel 1599 e in parte a Bruxelles nel 1600]

SIMONETTA, Giovani, da Caccuri (m. c. 1491)


Sfortiade fatta italiana de li gesti del generoso & inuitto Francesco Sforza, qual per propria vertu diuenne duca di Milano, distinta in lib. 30. / del Simoneta. Oue s'ha l'intera cognitione de li fatti in Italia da gl'anni 1424. fin'al 1444. Con vn breue ragguaglio de la vita de costumi, de la statura de Francesco Sforza, di Nicolo Picinino, di Filippo Maria Duca di Melano, d'Alfonso re d'Aragona e d'altri, tratto de l'historie di papa Pio secondo. In Venetia, per Curtio Troiano di Nauo al Leone, 1543 (In Vinegia, per Venturino Roffinello, 1544), in-8, pp. 440. [Traduzione italiana dei Rerum Gestarum Francisci Sfortiae Mediolanensium Ducis libri XXXI, di Giovanni Simonetta da Caccuri, il cui nome scorrettamente omesso da Fausto. Ayala, pp. 277 e 337].

SIMONINI, Francesco (Parma 1686 - Venezia/Firenze 1755/53)


Allievo a Parma, con Ilario Spolverini, di Francesco Monti detto Il Bresciano o Il Brescianino delle battaglie, lavor a Firenze (dove per i Piccolomini copi 24 quadri del Borgognone), Roma, Bologna (1721) e Venezia (1727). Nel 1744 dipinse quadri con battaglie, paesaggi, fortezze, combattimenti per decorare una grande Sala di Casa Capello. Divenuto pittore ufficiale del maresciallo Schulemburg, lo segu nelle sue campagne militari dipingendo un gran numero di scontri di cavalleria. . Fu suo allievo il paesaggista e pittore di battaglie veneto Giuseppe Zais

SIRI Vittorio
Il politico soldato monferrino, overo discorso politico sopra gli affari di Casale. Del Capitano Latino Verit Monferrino [Vittorio Siri], con la relatione dello soccorso introdotto in Casale dal generale Arcurt. Casale di Monferrato, per Claudio Pinetto [ma Venezia, per Gio. Ant. Giuliani],1640. in-4, pp. [4] 96. [G. Melzi, Dizionario di opere anonime o pseudonime, II, p. 68. Ayala, pp. 346-47]. Lo scudo e l'asta del soldato monferrino, impugnati alla difesa del suo politico sistema. Contro L'historico politico indifferente, Cefal, appresso Ataboliga Leontino, 1641. in-4, 3 parti pp. 194-44-275.

376

V. BIRAGO AVOGADRO. COLLENUCCIO NICOCLEONTE.

SMITMER, Franz Paul von


Catalogo della biblioteca del Sagro militar ordine di S. Giovanni Gerosolimitano oggi detto di Malta, compilato da Fra Francesco Smitmer, Commendatore dello stesso Ordine, e Canonico della Chiesa Metropolitana di Vienna in Austria, 1781. Parte Prima Storia (1). Parte Seconda Legge (133). Parte III Liturgia (181). Parte IV Topografia (193).

SNARDI, conte Giambattista (m. 1761)


Nuovi strumenti per la descrizione di diverse curve antiche e moderne, col progetto di nuove macchine per la nautica. Brescia, 1759, in-4. [Ayala, p. 179].

SOBRA, Antonio
Esercizio dartiglieria e maneggio del fucile Venezia, 1703.

SOCINI, Pier Antonio


L' assedio di Valenza del Po dell'anno 1656. Descritto, e tradotto dal francese in italiano dal dottor Pier Antonio Socini sacerdote secolare, dedicato all'illustriss. et eccellentiss. sig. il signor di Baa's tenente generale all'arme di S. Maest Christianissima in Italia. In Modana, per Bartolomeo Soliani, 1657, in-4, pp. 58. L'assedio di Valenza Po dell'anno 1656, descritto e gia stampato senza data dal dottore Pier Antonio Socini sacerdote secolare, all'eminentissimo sig. Cardinale Mazarini. Torino, Modena, Ristampato in Torino, per Bartolomeo Zauatta, in-4, pp. 110. [Ayala, p. 122]. Successi del mondo: gazette del sig. Pietro Antonio Socini. Torino, Gio. Antonio e Giuseppe Antonio Figliuoli del fu Carlo Gianelli. Descrizione basata sul n. 11 novembre 1660. La periodicit e l'editore variano nel corso della pubblicazione.

SOFFIA, Girolamo. V. SOZZINI. SOLARO della MARGHERITA, Conte Giuseppe Maria (Mondov 1666 - Torino 1719)
Tenente generale dell'artiglieria sabauda e comandante di quella della piazza di Torino durante l'assedio del 1706. A. Manno. Pietro Micca ed il generale Conte Solaro della Margarita, ricerche terze sull'assedio di Torino del 1706 in Miscellanea di Storia Italiana, vol XXI, stamperia reale di Torino, 1883.

377

Journal historique du Sige de la ville et de la citadelle de Turin en 1706 avec le rapport officiel des oprations de l'artillerie par le comte Solar de la Marguerite, lieutenant gnral d'artillerie, commandant celle de la place pendant le sige, dition rvue sur les originaux, augmente de lettres indites, orne de deux plans et du portrait de l'auteur. Turin, Imprimerie royale, 1838, pp. (12) 354, ill., tav. 7. [Ayala, pp. 337 e 122: " questa la 5. edizione: le altre quattro furono pubblicate anonime e fuori d'Italia: la prima ad Amsterdam nel 1708]. Journal historique du siege de la ville et de la Citadelle de Turin l'anne 1706 / Giuseppe Maria Solaro conte della Margarita; traduzione del manoscritto originale e confronto con l'edizione del 1708 di Ciro Paoletti. Torino, Omega, 2006, pp. 153, 14 cc sciolte e 1 c. topogr.

SOLDANI, Fedele
Lettera critica al signor abate Prospero Conti, rettore del seminario di Pistoia, accademico fiorentino e socio colombario, circa il luogo della sconfitta e morte di Totila re de' Goti, in risposta a ci che ne ha scritto il signor cav. Lorenzo Guazzesi. In Pistoia, per Atto Bracali, 1758, in-8. [Ayala, p. 337].

SOLDATI, Iacopo, di Milano


Architetto e cosmografo del duca di Savoia. In un suo codice Promis (Dell'arte, p. 115) trov la prova che l'opera attribuita ad Ascanio Centorio in realt di Castaldo (v.). B. Signorelli, "L'architetto Iacopo Soldati e l'antica pianta di Torino", in Edilizia, XV, 1969. Discorso del modo di difendere la citt di Vercelli dal fiume Servo et Sesia, Torino, 1 aprile 1580 [Fondo Saluzzo: Promis. Ayala, p. 122]. Su le fortificazioni di Udine [Fondo Saluzzo: Promis] Discorsi intorno al fortificare la citt di Torino, 1590 [Ms dei Regi archivi di corte. Ayala, p. 122].

SOLDO (DA), Cristoforo, da Brescia


Memorie delle guerre contra la signoria di Venezia, dall'anno 1437 sino al 1468, tradotta dal bresciano in toscano da Pietro Ercole Gherardi, nel XX vol. dei Rerum Italicarum Scriptores di L. A. Muratori. [Ayala, p. 338].

SOLIANI RASCHINI, Antonio.


Cavaliere, nobile modenese e reggiano, conte di Gottano, Cesoia e Groppo, matematico ducale e direttore primario delle fortificazioni e delle fabbriche di S. A. S. Francesco III d'Este.

378

Trattato di Fortificazione moderna pe' giovani militari italiani all'Altezza Serenissima di Francesco III d'Este Duca di Modena, Reggio, Mirandola ec., dal cavaliere Antonio Soliani Raschini, suo Mattematico, e Direttore Primario delle Fortificazioni, e delle Fabbriche dedicato. In Venezia, presso Luigi Pavini, 1748, in-8, pp. 382. [BNCF Palatino 8. 10. 6. 12]. [Ayala, p. 115]. Dizionario militare Istorico Critico il quale oltre i Vocaboli Antichi e Moderni appartenenti all'Arte della Guerra, contiene un Trattato di essa in compendio del cav. A. Soliani Raschini Conte di Gottano, Cesola e Groppo, nobile modenese, reggiano ecc. all'Altezza Serenissima del Principe Eredit. di Modena Ercole Rinaldo d'Este. Venezia, per Luigi Pavini, 1759, in-4, pp. 579. [Ayala, pp. 116 e 375].

SOLIS Y RIVADENEYRA, Antonio de (Alcal de Henares 1610 - Madrid 1686)


Storico ufficiale delle Indie di Carlo II. Historia de la conquista de Mexico, poblacin, y progressos de la America septentrional, conocida por el nombre de Nueva Espana. Escriviala don Antonio de Solis, secretario de su magestad, y su chronista mayor de las Indias. ... Barcelona, en la imprenta de Ioseph Llopis, impressor de libros; y a su costa. Vendese en su casa, en la calle de Santo Domingo, 1691, in-folio, pp. (20) 548 (16). Histoire de la conqute du Mxique, ou de la nouvelle Espagne par Fernand Cortez, traduite de l'espagnol de Dom Antoine de Solis, par l'auteur du Triumvirat. A Paris, par la compagnie des libraires, 1704in-12, Tome 1 -2, pp. (36) 412 + (12) 379. Istoria della conquista del Messico, della popolazione e de' progressi dell'America settentrionale, conosciuto sotto il nome di Nuova Spagna, scritta in castigliano da D. Antonio de Sols, segretario dio Sua Maest Cattolica e suo Primo Istoriografo dell'Indie, e tradotta in toscano da un accademico della Crusca [Filippo Corsini]. Firenze, nella stamperia di S. A. S. per Gio. Filippo Cecchi, 1699, in-4. Bruxelles, 1704, in-4. In Venezia, per Andrea Poletti, 1704. 1733. [Ayala, p. 338]. The history of the conquest of Mexico: by the Spaniards. In two volumes. Translated into English from the original Spanish of Don Antonio de Solis, ... by Thomas Townsend, Esq; ... The whole translation revised and corrected by Nathanael Hooke, ... printed for John Osborn, 1738,

SORA. V. GARZOTTO. SORANZO, Giovanni

379

L'idea del cavaliero: in due parti diuisa. Nella prima si favella dell'origine del cavaliero in generale; nella seconda s'instituisce un perfetto cavaliero. Dialogo. In Milano, appresso Pietro Martire Locarni, 1609, in-8, pp. 392. [Ayala, pp. 60 e 210-11].

SORANZO, Lazzaro
L'Ottomanno del Signor Lazaro Soranzo, dove si d pien raggvaglio non solamente della potenza del presente signor de' Turchi Mehemeto III, De gl'interessi, ch'egli h, con diuersi Prencipi, & di quanto machina contra el Christianesmo, & di quello che all'incontro si potrebbe suo danno oprar da noi; Ma ancora di varij Popoli Siti, Citt, e viaggi, con altri Particolari di Stato necessarij sapersi nella presente guerra d'Ongheria. Alla S.t di N. S. Clemente VIII. In Ferrara, per Vittorio Baldini, stampatore camerale, 1598, in-8, pp. (27) 127 (10). 1599, pp. (32), 191 (17). In Milano, nella stampa del quon. Pacifico Pontio, ad instantia di Pietro Martire Locarno, & Gieronimo Bordone, 1599, in-8, pp. (32) 191 (17). Qvarta editione. Con aggiunta di nouo e copiosissimo Indice. In Napoli, nella Stamperia Porta Reale, Per Costantino Votale, 1600, pp. 202. In Ferrara, per Vittorio Baldini, stampator camerale, 1607, pp. (32), 191 (17). 1617. Kessinger Publishing, 2010, pp. 228. ["Codesta opera fu abbozzata in Ischia nel 1596, poich vi prendeva i bagni". Ayala, p. 338]. Ottomannus, Lazari Soranzi patricii veneti, Sive de Rebvs Tvrcicis liber unus, in tres partes diuisus. Continens exactissimam descriptionem non modo potentiae Mahemetis III Tvrcarvm Imper. hodie regnantis, & quo nomine cum aliis Principibus obstrictus; quidve contra Christianos machinetur, quave ratione hi ipsi nocere possint, verum etiam plurimorum Populorum, Regionum, Vrbium et Itinerum, aliarumq. rerum ad cognitionem belli, quod nunc in Hungaria geritur, necessarium. Nunc primum Latio donatus. Ad Clementem VIII. Pontif. Roman. Excudebat Guilielmus Antonius, Anno 1600. Tvrca niktos, hoc est, De Imperio Ottomanico evertendo: et bello contra Tvrcas prospere gerendo, consilia tria Lectione & cognitione valde digna; Cum Indice copioso. [Jacob Geuder von Heroldsberg, Lazzaro Soranzo e Achille Tarducci]. typis Wechelianis, apud Claudium Marnium & heredes Io. Aubrii, 1601, pp. 389. Ottomannvs: Von zustandt, mache und gewalt, auch andern verbor genen heimlichen sachen, des Ottomannischen Trckischen Reichs. B. Hrnigk, 1601, pp. 127. Btger, 1601. The Ottoman of Lazaro Soranzo: VVherein is deliuered aswell a full and perfect report of the might and power of Mahamet the third, great Emperour of the Turkes now raigning: together with the interestes and dealinges which he hath with sondrie other princes, what hee is plotting against the state of Christendome, and on the other side what we may practise and put in execution against him to his great damage and annoyaunce. As also a true description of diuers peoples, countries, citties and voyages, which are most necessarie to bee knowen, especially at this time of the present warre in Hungarie. Translated out of Italian into English, by Abraham Hartvvell. Imprinted by Iohn Windet, 1603, pp. 214. Tvrcici imperii statvs. seu discursus varij de rebus Turcarum. Ex officina Elzeviriana. Anno 1630 [Johannes de Laet. G. B. Montalbani. Lazzaro Soranzo. Johannes Leunclavius. Ogier Ghislain de Bousbecq. Giulio Belli di Capodistria]. V. TARDUCCI.

380

SORRA, conte Antonio (Panzano 1667 - 1739)


Sovrintendente alle Artiglierie venete. Esercizio dell'Artiglieria e maneggio del fucile, fatto da Antonio Sorra. Venetia, 1703, in-4. [Ayala, p. 155].

SORRA GARZOTTO. Equivoco di Ayala (p. 155) per GARZOTTO-SORRA. SOVER, Bartholomaeus, Friburgensis (1577-?)
Professore di matemarica a Padova dal 1624 Curui ac recti proportio a Bartholomaeo Souero Friburgensi in Gymnasio Patauino matheseos professore promota libri sex. Patauii, ex typographia Varisci Varisci, 1630, in-4, pp. 428. Architectura defensionis et offensionis [Ms Lat. Marciana, Ayala, p. 122].

SOZOMENO, Giovanni, di Pisa


Comandante dei guastatori ciprioti sotto Astorre Baglioni (12526-71) nella guerra di Cipro (1570-73), fu fatto prigioniero a Famagosta. Narrazione della guerra di Nicosia fatta nerl regnbo di Cipro da' Turchi l'anno 1570. Bologna, per Bignami, 1571, in4.

SOZZINI, Alessandro di Girolamo


Diario delle Rivoluzioni seguite nella citt di Siena dall'anno 1550 al 1555 scritto da Alessandro di Girolamo Sozzini, coi racconti di Girolamo Soffia sulla Rotta degli Imperiali sotto Chiusi, in Archivio Storico Italiano, II, Firenze, 1842. [Prima guerra fino al 23 settembre 1553. Seconda guerra sino ai 28 giugno 1555]. [Ayala, p. 338].

SPACCIO, Alessandro, da Palmanova


Teatro del Belgio, ossia descrizione delle diciassette province, con le piante delle citt e fortezze principali disegnate elevate in prospettiva, Parma, 1676, in-4, con 120 disegni. Ms della Parmense. [Ayala, p. 338]. V. GUALDO PRIORATO, Teatro del Belgio, Francfort, [s. n.], 1673, in-folio. Disegni di varie fortezze. Tre vol. in-4 ms nella Parmense [Ayala, p. 129].

SPADONI, N.
La caccia da schioppo Bologna, 1673

SPANHEIM, Friedrich. V. BELLANDA. SPANNOCCHI, Tiburzio (Siena 1543 - Madrid 1606)


Ingegnere militare al srrvizio di Marcantonio Colonna, capitano generale della squadra pontificia e poi vicer di Sicilia, esegu un'ispezine delle fortezze pontificie (1575) e lavor all'urbanistica e alla fortificazione di numerose citt del Meridione e alla difesa costiera della Sicilia (1577-79). Chiamato in Spagna nel 1580 e naturalizzato spagnolo, fu nominato da Filippo II architetto della Corona. Cavaliere gerrosolimitano, mor forse suicida. Discorso et essortazione per l'Impresa d'Inghilterra al Serenissimo Re Catholico [Filipo II di Spagna], del cavalier Spannocchi. In Lodovico Ricci, Continuazione del Teatro Politico, in Bologna, presso gli eredi di Giovanni Rossi, 1603. Ed. a cura di Carlo Toli. In Biblioteca Rara pubblicata da G. Daelli, vol. VII: Imprese Navali. Milano, G. Daelli e Comp. Editori, 1863, pp. 48-62. In Miscellanea di storia italiana, Torino, Fratelli Bocca, 1874, XIV Descripcin de las Marinas de todo el Reino de Sicllia. Con otras importantes declaraciones notadas por el Cavallero Tiburcio Spanoqui del Abito de San Juan Gentilhombre de la Casa de su Magestad. Dirigido al Prcipe Filipe

381

Nuestro Seor en el ao de MDXCVI. (Biblioteca Nacional de Madrid,. Ms n 788). Ed. Marine del Regno di Sicilia. A cura di Rosario Trovato. Ordine degli architetti della provincia di Catania. 1993. La Sicilia di Tiburzio Spannocchi : una cartografia per la conoscenza e il dominio del territorio nel secolo XVI (a c. di Corradina Polto) - Istituto geografico militare, Firenze 2001.

SPERANDIO, Tomaso, di Fano


Breue compendio dell'arte militare con sentenze, et essempi di molti autori, diuiso in tre parti. Nella prima si tratta delle qualita, che deue hauere vn capitano. Nella seconda dell'elettione de' soldati, e cio che ad essi conuenghi fare. Nella terza delli varij accidenti, che occorrono nel guerreggiare, con alcune considerationi, & fattioni, nelle quali l'autore si e ritrouato in fatto. Composto da Tomaso Sperandio gentil'huomo da Fano. In Venetia, appresso Antonio Pinelli stampator ducale, 1628, in-4, p. 102. Breve compendio dell'arte militare, con sentenze et esempi di molti autori, diviso in tre parti. Venezia, 1725, in-4.[Ayala, p. 392].

SPERONI Degli Alvarotti, Sperone (Padova 1500 - 1588)


Filosofo aristotelico, professore di logica a Padova, fu a Roma dal 1560 al 1564. Protagonista di una polemica con G. B. Giraldi Cinzio sui principi del teatro, membro dell'Accademia degl'Infiammati e amico di Torquato Tasso, si occup della revisione della Gerusalemme Liberata.

Dialoghi del sig. Speron Speroni nobile padouano, di nuouo ricorretti; a' quali sono aggiunti molti altri non piu stampati. E di piu l'Apologia de i primi. Appresso Roberto Meietti, 1596, pp. 604. Discorsi del Sig. Sperone Speroni nobile padouano della precedenza de' principi e della militia. Venetia, appresso Giouanni Alberti, 1598, in-8. [Ayala, pp. 60 e 338].

382

Ragionamento contro il duello, intitolato Dell'honore ["frammento di 5 pp pubblicato dal Muratori. Ayala, p. 211].

SPINELLI, Carlo, da Napoli


Informazione su la guerra combattuta in Portogallo nel 1579 [Codice dell'Ambrosiana, in Milano. Ayala, p. 339].

SPINO, Pietro
Historia della Vita, e fatti, dell'Eccellentissimo Capitano di guerra Bartolomeo Colione, scritta da Pietro Spino. In Venetia, appresso Gratioso Perchacino, 1569. Nuovamente ristampata coll'aggiunta di due orazioni funebri Una delle quali era inedita, e del ramo della sua Famiglia provato con autentici documenti, ed antichi, e riguardevoli fregi. Dedicata all'Illustrissimo Sig. Pietro de' Conti, conte di Calepio, e delle Terre attenenti. In Bergamo, Presso Giovanni Santini, 1732, pp. 325. [Ayala, p. 339].

SPIRITO, Lorenzo, da Perugia


Altro Marte

SPONTONE, Ciro (Bologna 1552 - 1610)


Segretario episcopale a Ravenna e Citt di Castello, poi a Torino del duca di Nemours e del marchese di Sassuolo, segu il duca di Savoia all'impresa di Ginevra. Segretario del marchese di Castiglione delle Stiviere, pass nel 1593 alla corte di Vincenzo I Gonzaga e lo segu come foriero alla guerra di Ungheria e pubblic poi le opere di Giorgio Basta. Tradusse i dialoghi di Plutarco sul Giusto. Dal 1601 fu primo segretario dele senato di Bologna. G. Fantuzzi, Notizie degli scrittori bolognesi, VIII, 1790, pp. 32-34.

La Corona del Principe, di Ciro Spontone. In Verona, presso Girolamo Discepolo, 1590, pp. 278. Il Sauorgnano ouero Del guerriero nouello. Dialogo del sig. caualier Ciro Spontone bolognese. In Verona, 1590, in-8. In Bologna, per Vittorio Benacci, 1603, in-8, pp. 77. [Ayala, pp. 60-61: "il dialogo prende la sua denominazione da Germanico Savorgnano, nipote di Mario". Cockle N. 568]. Dodici libri del gouerno di Stato del caualier Ciro Spontone. In Verona, [Angelo Tamo] ad instanza di Gio. Battista Pigozzo, & Andrea de' Rossi, 1599, in-4, pp. (48) 397. Raguaglio fedele, et breue del Caualier Ciro Spontone del fatto d'arme seguito nell'Africa tra D. Sebastiano Re di Portugallo, et Mulei Auda Malucco per riporre ne' Regni di Marocco, di Fetz, di Giafilet, et di Sus, Mehemet il Seriffo. Narrasi la morte de' tre Re: si riferiscono gli appariti prodigi non solamente d'allhora; ma que' di due mille anni, passati. Si racconta la fauola dal principio fino ad hora, di colui, che sfacciatamente ancor hoggi si publica Re

383

di Portugallo. Et si mostrano i disegni de' sue esserciti; & della battaglia parimente. In Bologna, presso Vittorio Benacci, 1601, in-4, pp. (8) 64, ill., tav. 2. Il mastro di campo generale di Giorgio Basta conte d'Hust. Generale per l'imperatore nella Transiluania: ... In Venetia, appresso Gio. Battista Ciotti senese all'Aurora, 1606, in-4, pp. (26) 146 (22). pubblicato a cura di Spontone, autore della prefazione e della dedica a Ettore Savorgnano. Auuertimenti della historia additati dal caualiere Ciro Spontone a' serenissimi principi il Principe di Piemonte et il Principe Gran Priore di Castiglia. E dallo stampatore dedicati all'illustrissimo sig. Roberto Auogadro conte delle Mezzane. In Bergamo, per Comin Ventura, 1608, in-8, pp. 12, c. 28. Il Gran Capitano Bartolomeo Coleone d'Angi, e di Borgogna, e il Generale Francesco Martinengo suo Antenepote, delineati dal Cavaliere Ciro Spontoni. Osservationi politiche & militari, All'illustrissima Citt di Bergamo (codice del conte Giuseppe Beltramelli di Bergamo. Fantuzzi). [Ayala, p. 339]. Historia della Transiluania raccolta dal caualier Ciro Spontoni e registrata dal caualier Ferdinando Donno. In Venetia, appresso Giacomo Sarzina, 1638, in-4, pp. (32) 351. [E' l'esposizione delle campagne di Giorgio Basta, v.].

STEFANO, Cavalieri di Santo


Statuti, capitoli, et constitutioni dell'Ordine de' caualieri di santo Stefano fondato & dotato dall'illustriss. & eccellent. s Cosimo Medici, duca secondo di Fiorenza, e di Siena. Riformati dal sereniss. don Ferdinando Medici terzo duca di Toscana, gran maestro di detto ordine. Et approuati, & pubblicati nel capitolo generale di detto ordine, l'anno 1590. Con le faculta, indulti, & priuilegi concessi dalla santita di papa Pio $. & da n.s. Sisto papa 5. & dal sudetto fondatore. Con la tauola delle materie, e capitoli. In Fiorenza, nella stamperia di Filippo Giunti, 1590, in-4, p. 194.

STELLA, Antonio
Antonii Stellae, clerici veneti, elogia Venetorum navali pugna illustrium. Venetiis apud Vincentium Valgrisium, 1558, in-8.

STIGLIOLA, Modestino
Discorso sopra la militia con alcune osservationi e repliche (tredicesima scrittura del codice della Sanese L. v. 19 intitolato Arte della guerra di vari ). [Ayala, pp. 61 e 122. Cockle N. 610]. Ptoposta di ordinar battaglie conforme alla vera disciplina degli antichi Greci e Romani, accomodata all'uso dell'armi che hora si costumano, nella quale si prpmettono infiniti vantaggi, oltre la maniera osservata da moderni. In Napoli, per Gio. Domenico Roncagliolo, 1610 [annunciato da un manifesto incluso nel codice precedente, ma di cui non risulta esservi copie- Ayala, pp. 61-63. Cockle N. 610].

STIGLIOLA, Nicola Antonio, (Nola 1546 - Napoli 1623)


Architetto, matematico, filosofo, medico, astronomo e astrologo, enciclopedista, costruttore di un telescopio, dal 1580 collabor col padre Federico e col fratello minore Modestino (v.), alla descrizione cartografica del Regno di Napoli a spese del Real Patrimonio, realizzando una carta purtroppo perduta. Professore di matematica e astronomia nei palazzi nobiliari di Napoli, nel maggio 1595 fu arrestato dall'inquisizione con l'accusa di irreligione e di simpatizzare per Enrico di Navarra, per cui era inquisuito pure Giordano Bruno: detenuto a Roma nelle carceri del S. Uffizio, fu rilasciato nel 1597, probabilmente dopo un'abiura. Perduto l'incarico di cartografo, ebbe poi quello di ingegnere della citt di Napoli, ascritto ai Lincei nel 1612. I tentativi dei Lincei di procurare i ms delle sue opere inedite presso iln figlio Domenico andarono falliti, provocando la dispersione della sua opera, di cui resta soltanto Delle apparentie celesti. Manzi, "Un grande Nolano obliato: Nicola Antonio Stigliola", in ASPN, voi. XI, 1973, pp. 287-312. Saverio Ricci, Nicola Antonio Stigliola: enciclopedista e linceo, con l'edizione del trattato Delle apparenze celesti, Roma, Accademia Nazionale dei Lincei, 1996. Il Telescopio, over specillo celeste di Nicola Antonio Stelliola linceo. Pubblicato dal figlio Gio. Domenico e dedicato al Cardinale Barberini. In Napoli, per Domenico Macarano, 1627, in-4, pp. 142 [Ayala, p. 122].

384

Opere di interesse militare elencate nel catalogo di FabioColonna, in calce alla sua Seconda lettera al Principe de' Lincei (stampata dai fratelli Pagliarini nel Giornale de Letterati 1749) Della fortificatione de' siti. Della perizia militare. Della ragione delle Lance armate e disarmate [Ayala, p. 122]. ["Nella Brancacciana di Napoli evvi una relazione in data del 1609 sopra le fortificazioni del Molo". Ayala, p. 122].

STOPENRO, Adriano
Avertimenti svpra l'istoria della Germania inferiore di Giacomo Conestaggio, l'anno 1617. 1619, pp. 119. ["Non vi la citt in cui fu stampato questo libercolo, il quale non che una critica intorno al Conestaggio, e fu pubblicato ad istanza del signor marchese N. principe del Sacro imperio, tradotto dal francese in italiano da C. B.". Ayala, p. 339]. V. CONESTAGGIO.

STORIA delle operazioni militari eseguite dalle Armate delle Potenze Belligeranti in Europa durante la Guerra
cominciata lanno MDCCLVI. Dedicata a Guglielmo Graeme, generale della Serenissima Repubblica di Venezia Amsterdam, Pietro Bassaglia, 1758-1763, in-4, 6 vol., vol. I: XVI, 247 p.; vol. II: XXIV, 320 p., 2 p. n. n., 7 tavole; vol. III: XVI, 321 p.; vol. IV: XII, 340 p.; vol. V: VIII, 245 p., 3 p. n. n.; vol. VI: XVI, 240 p. In tutto 36 tav. incise in rame ed acquerellate leggermente.

STRADA, Famiano S.J., Romano (1552-1649)


Gesuita, docente di retorica al Collegio Romano, fu tra i principali officianti della retorica romana sacra del Seicento, Famiani Strade Romani... De bello belgico decas prima [et secunda]ab excessu Caroli V usque ad initia praef. Alexandri Farnesi Parma ac Placentia ducis, add. hominis illustrium ... . [Ad finem: Romae, Svmptibus Hermanni Schevs, Typs Vitalis Mascardi, 1640]. Romae, Scherus, 1648, 2 voll. in-16, pp. 520, 637, 18 tav. incise in rame. Mediolani, Ex Typ. Jos. Morelli, 1733, 2 voll., in-16. I pp. (16) 655. II pp. (8) 728. 22 tav. [Ayala, p. 340]. Della guerra di Fiandra Deca seconda, composta da Famiano Strada della Compagnia di Ges, e volgarizzato da Paolo Segneri da Nettuno, della medesima compagnia. [Dedicata a Ranuccio Farnese duca di Parma e Piacenza]. Roma, per gli eredi del Corbelletti, 1648, in-4. In Segneri, Opere, Napoli, Dalla Stamperia del Vaglio, 1858, vol. X. [Ayala, p. 340].

STRATICO', Antonio
Figlio del tenente generale Simone, capitano d'artiglieria, fu autore di vari progetti tecnici, tra cui il disegno di una batteria galleggiante e nel 1760 diresse il rilievo topografico di Cefalonia. Primo colonnello del nuovo Reggimento Artiglieri (1770), poi Sergente maggiore di battaglia e sovrintendente generale dell'artiglieria, nel 1791 propose la riforma del reclutamento, immettendo le cernide nelle truppe regolari. Coadiuv poi Nani nella stesura del piano di difesa di Venezia. Il 10 luglio 1797, in Zara, presiedette alla cerimonia di addio alle insegne di San Marco ammainate dalla cittadella. Ordini militari per il Reggimento degli Artiglieri, suggeriti dal co. Antonio Stratico colonnello del Reggimento, proposti dal Magistrato eccellentissimo all'Artiglieria. Venezia, Pinelli, 1775, in-4.[Ayala, p. 155].

385

.
Ordinanza intorno le uniformi degli uffiziali d'infanteria italiana. Venezia, Pinelli, 1790. [Ayala, p. 64].

STRATICO',
Relazione dell'Assedio di Corf successo nell'anno 1716 scritta dal Generale Strattico in quei tempi, che ritrovavasi Ufficiale Aggiutante appresso il Maresciallo nel contingente dello stesso Assedio, e perci la pi veridica relatione, perch cavata dal giornale del medesimo Maresciallo. [Leopold von Ranke Manuscripts Collection of Syracuse Collection, 1983, p. 288: Ms 20, vol. II, ff. 59r-100r. Altri doc. su Corf nel vol. I]. Relazione dell'assedio di Corf fatto da Turchi l'anno 1716., particolarizzandosi dalli 5. luglio, ch'arrivorono a' questo Canale fino li 22 agosto, che partirono. [Fondazione Querini Stampalia, Cl. IV Cod. 38/3 (1229), cc. 144-181]. Relazione dell'assedio di Corf fatto da Turchi, sostenuta la difesa dall'eccellentissimo signor conte di Schulembourg Felt Maresciallo e Generale in Capite della Serenissima Repubblica di Venezia principiando da gli otto luglio 1716 giorno in cui sbarcarono nell'isola sino li 22 agosto che presero la fuga [Lonato, Biblioteca della Fondazione Ugo da Como, Ms 313].

STRATIOLA,
Lettera al marchese Mariano di Legn. Napoli 1778. ["Cotesta lettera fu pubblicata con altre del Simeoni su cose militari di Napoli, ai tempi di Carlo III e Ferdinando IV". Ayala, p. 340].

STROZZI, Filippo (Firenze 1489 - 1538)


Figlio dell'omonimo banchiere (1428-1491), letterato e studioso di autori greci e latini, come di filosofia e di astrologia, fu pure uomo politico di spicco. Tesoriere pontificio a Ferrara (1513), commissario di Pistoia (1515), storico rivale dei Medici, promosse nel 1527 la "terza cacciata". Nel 1537 approv l'uccisione del duca Alessandro e capeggi l'esercito dei fuoriusciti. Battuto a Montemurlo dagli ispano-medicei e catturato, fu rinchiuso nella Fortezza da Basso, dove sub aspre torture ma ebbe pure modo di attendere alla traduzione del frammento militare del libro VI di Polibio. Nel luglio 1538 ne scriveva a Pier Vettori, ma il 18 dicembre, presagendo la decisione di Cosimo I di farlo giustiziare, si tolse la vita. Suo figlio Piero (1510-58) prosegu la lotta antimedicea combattendo per la Francia e la Repubblica di Siena contro Carlo V e divenne maresciallo di Francia.

Del modo dell'accampare / Polibio tradotto di greco per M. Philippo Strozzi. Calculo della castrametatione di messer Bartholomeo Caualcanti. Comparatione dell'armadura, & dell'ordinanza de Romani & de Macedoni di Polibio tradotta dal medesimo. Scelta de gli Apophtegmi di Plutarco tradotti per M. Philippo Strozzi. Eliano de nomi, & degli ordini militari tradotto di greco per M. Lelio Carani In Fiorenza, [appresso Lorenzo Torrentino impressor ducale, 1552, in-8, 2 pt, pp. (16) 184 + 127. [Ayala, pp. 59 e 260].

386

Epistolario di Filippo Strozzi con Pier Vettori [sul volgarizzamento del trattato degli Ordini della Romana Milizia di Polibio, in Filippo Strozzi. Tragedia di G.-B. Niccolini, corredata d'una Vita di Filippo e di documenti inediti, Firenze, Felice Le Monnier, 1847, pp. 343-357 [contiene pure una lettera del 20 settembre 1538 ad Alessandro Vitelli].

STROZZI, Francesco di Soldo


Gli otto libri di Thucydide Atheniese, delle guerre fatte tra popoli della Morea, et gli Atheniesi, nuouamente dal greco idioma, nella lingua thoscana, con ogni diligenza tradotto, per Francesco di Soldo Strozzi fiorentino. L'annotatione, & dichiaratione di tutti i luoghi difficili, con la tauola copiosissima di tutte le guerre, le paci, gli accordi, ... posti tutti per ordine dell'alphabeto. In Venetia, appresso Vincenzo Vaugris, al segno d'Erasmo, 1545. In Venetia, appresso Baldassar de Costantini, al segno di S. Giorgio [1545?]. In Vinetia, al segno del Laocoonte!, 1550, in-8, pp. 440. et di nuouo ristampato con la tauola copiosissima di tutte le cose notabili, & con le postille. In Vinegia, appresso Giolito de' Ferrari, 1564, in-4, pp. (40) 463. Tucidide istorico greco, Delle guerre fatte tra i popoli della Morea e gli ateniesi. Tradotto dal greco per Francesco Di Soldo Strozzi fiorentino nuovamente co' testi greci riveduto e dagli errori emendato, colla vita dell'autore descritta da Tomaso Porcacchi, ... con una tavola di geografia antica di Christoforo Cellario. ... Parte prima [-seconda]. E questo e il terzo anello della Collana istorica greca. In Verona, appresso Dionigi Ramanzini, 1735-36, in-4,. 2 vol. Le Guerre de'greci scritte da Senophonte, nelle quali si continoua l'historia di Thuccydide, & ui si contiene la presa della gran citta di Athene, la destruttione delle muraglie di detta, la mutatione dello Stato, & principio della tyrannia. Con la correttione nel fine, de gli errori, fatti da chi per prima tradusse el libro. Nuouamente, & fedelmente tradotte, dall'idioma greco, nell'italiano, per Francesco di Soldo Strozzi. Venezia, Niccolo Bascarini!, 1550. Tradotte dal greco, nell'italiano, per Francesco Di Soldo Strozzi. Con la tauola delle cose notabili. In Vinegia, appresso Gabriel Giolito de'Ferrari, 1562, in-4, pp. 202. La congiuratione de Gheldresi contra la citta Danuersa [!] composta da Giouanni Seruilio [pseud. di Jan Knaap] e volgarizzata per Francesco Strozzi. Con le guerre fatte ne le Fiandre ne l'anno 1542. Per fino al di d'hoggi. In Vinegia, per Giouanni Britto intagliatore, 1543. Nel mese d'ottobre, in-8, pp. 40 (= 80). [Ayala, p. 336].

STRUZZI (STRUCCIO), Alberto (Parma ca 1560 - Madrid 1638)


Fu gentiluomo di corte di Alessandro Farnese e dal 1603 al 1614 fu in Fiandra. Ebbe poi incarichi di corte a Madrid. Miguel Angel Echevarria Bacigualupe, Alberto Struzzi: un precursor barroco del capitalismo liberal, Leuven U. P., 1995. Alberto Struccio. Imgen de la Milicia , y de un Exercito firme con el favor del Marqus Spinola, Maestre da Campo general de su Magestad en los Estados de Flandes, y con la industria de Alberto Struzo, Gentilhombre de la Casa de Sus Altezas Serensimas, y con ayuda de Juan van der Elst, Gentilhombre de la Artilleria, formada, ordenada y compuesta en Bruselas, por Roger Velpio y Huberto Antonio, Impressores de sus Altezas, cerca de Palacio, ao de 1614, in-folio, ff. 12. [Almirante. Cockle N. 619].

SUSIO, Giovanni Battista (Mirandola 1519 - 1583)


Medico e filosofo. I Tre Libri di messer Giouan Battista Susio. Della ingiustizia del dvello, e di coloro, che lo permettono. In Vinegia, appresso Gabriel Giolito de Ferrari, 1558, in-4, pp. 192. [Ayala, p. 211. Cockle N. 886]. Risposta del dottor Gio. Battista Susio al signor Mutio Iustinopolitano. [1563], in-4, pp. 35.

SVENDI, Lazzaro. V. SCHWENDI.

387

Mappa dell' assedio di orino nel 1706 (Foto Georgius LXXXIX, Wikipedia)

388

TACCOLA, Mariano di Jacopo (Siena 1382-1458)


Conte palatino, segretario dello Studio di Siena. Frank D. Praeger, Giustina Scaglia, Mariano Taccola and his book De ingeneis, MIT Press, 1972. Promis 1841, pp. 23-25.

De Machinis libri decem Manoscritto Biblioteca San Marco, Venezia mns 1499. De machinis - BSB Clm 28800, 1491, pp. 166. Mariano Taccola De machinis: the engineering treatise of 1449. Introduction, Latin texts, descriptions of engines and technical commentaries, by Giustina Scaglia. Facsimile of Codex latinus monacensis 28 800 in the Bayerische Staatsbibliothek, Mnchen. With additional reproductions from Codex latinus 7239 in the Bibliothque Nationale, Paris; from MS 136 in the Spencer Collection, New York Public Library; from Codex latinus 2941 in the Biblioteca Nazionale Marciana, Venezia. Dr. Ludwig Reichart Verlag, 1971- I Texts pp. 181. II plates.

389

De ingeneis: Liber primus leonis, Liber secundus draconis, addenda [1419]. Facsimile Reichert, Frank D. Prager 1984 [a cura di Giustina Scaglia], pp. 274. Liber tertius de ingeneis ac edifitiis non usitatis / Mariano di Jacopo detto il Taccola ; a cura di J. H. Beck. Facs. del ms. P.766 della Biblioteca nazionale centrale di Firenze. Milano, Il Polifilo, c1969, pp. 155. De rebus militaribus: De machinis, 1449 / Mariano Taccola; mit dem vollstandigen Faksimile der Pariser Handschrift herausgegeben, ubersetzt und kommentiert von Eberhard Knobloch. Baden-Baden, Koerner, 1984, pp. 504.

TADINO, Gabriele (Martinengo, BG, 1480ca - 1543)


Ingegnere militare e commendatore Gerosolimitano, prese parte alla difesa di Rodi (1522) dove fu gravemente ferito a un occhio. Ebbe in ricompensa il priorato di Barletta e fu generale dell'artiglieria di Carlo V. Giambattista Gallizioli, Memorie per servire alla Storia della Vita di Gabriele Tadino, Bergamo, 1783. Promis 1841, pp. 76-78. Andrea Masotti, "Gabriele Tadino e Nicol Tartaglia", in Atti dell'Ateneo di scienze, lettere er arti di Bergamo, 38, 1973-74, pp. 361-74. Guido Tadini, Gabriele Tadino priore di Barletta, Ed. Bolis, 1986. Assai autorevole fra gli ingegneri militari dell'epoca, compare come interlocutore nei Quesiti di Tartaglia (V.).

TAFURI, Angelo, da Nard


Historica descriptio belli Veneti adversus Gallipoliitanos, Neritonenses, aliosque populos Hydruntinae provinciae [anno 1484]. Incominzia et ragionamento [Descrizione] della Guerra de' Veneti contro Gallipoli, Nard, e altri Popoli della Provincia d' Otranto , scritta da Angelo Tafuri, con note di Gio, Bernardino Tafuri, in Muratori, Rerum Italicarum Scriptores, T. XXIV. [Ayala, p. 341].

TAGLIAZUCCHI, Girolamo, (Modena 1674 - Torino 1751)


Abate, professore di eloquenza all'universit di Torino. Trattato di fortificazione ["La qual opera stata smarrita, siccome dice il Mazzucchelli, e venne dettata verso il 1760 (sic!) per istruzione del Papacino e del Tignola. V'era nella Sanese, ma oggi vi manca". Ayala, p. 123]. Orazione e poesie per l'instituzione dell'accademia del disegno, della dipintura, scoltura e architettura militare e civile. Torino 1735, per Gianfrancesco Mairesse, in-8. [Ayala, p. 123].

TAGLIONI, Carlo, da Torino


Celebre danzatore nel genere italiano, lavor dal 1782 sino all'inizio dell'Ottocento a Venezia, Roma, Vienna e Udine. Due dei suoi figli furono altrettanto celebri: Filippo T. (1777-1871) e Salvatore (1789-1868). L' amor fra l'armi, ballo militare inventato e diretto dal sig. Carlo Taglioni da rappresentarsi nel Teatro dei nobili signori fratelli Prini di Pisa la primavera dell'anno 1794. In Pisa : per Francesco Pieraccini, [1794], pp. 8 La Sorpresa dei Ribelli Vallacchi, balletto rappresentato a Firenze nell'aprile 1790.

TALPI, Conte Glemogilo. V. PLATI, Guglielmo. TARDUCCI, Achille, da Corinaldo


Nipote di un soldato di Carlo V e figlio di Pier Antonio (capitano di Cosimo I contro Siena, sotto Francesco Maria II della Rovere a Lepanto, al servizio imperiale a Giavarino, poi contro Otto Truchsess von Waldburg e infine in Croazia), ebbe un fratello maggiore caduto in Fiandra, mentre la sorella Pentesilea, rifugiatasi in un castello presso Vienna per sfuggire al marito, divenuto protestante, fu difesa dalla guarnigione italiana. Al servizio di Sigismondo Bathory, divenne nel 1595 tenente generale dell'artiglieria transilvana. Colpito da una contrazione permanente alle mani mentre dirigeva la fortificazione di Oradea, partecip nondimeno nel 1597 alla battaglia di Vaccia (Vac) con gli ausiliari pontifici comandati da Aldobrandini. Trasferitosi nel 1599 a Vienna e nel 1601 a Praga, attese a scrivere i suoi libri (aiutato dall'amico e compagno d'armi Pompeo Floriani, che ne tracci i disegni) e a raccogliere opere antiche e moderne di arte e storia militare. Ammiratore di Giorgio Basta, ironizz sugli scrittori, come Giulio Cesare Brancaccio, che pretendevano di dar lezioni puramente libresche sul modo di fare la guerra. Secondo il primo biografo (Vincenzo Maria Cimarelli, Storia di Corinaldo, 1643) Tarducci sarebbe stato nominato da Rodolfo

390

II consigliere di guerra, tenente generale delle artiglierie e ingegnere supremo, e sarebbe morto nella fortezza di Luano (?) mentre la metteva in stato di difesa. Promis, p. 67. v. pure Wikipedia, s. v. L'ingegnero. Opera smarrita, menzionata dallo stesso autore a p. 29 del suo trattato Delle macchine (v. infra). Il Tvrco vincibile in Vngaria, Con mediocri aiuti di Germania. Discorso Appresentato i tre Supremi Capitani dell'Esercito confederato contra il Tvrco. E doppo mandato alli suoi amici d'Italia Da Achille Tarducci da Corinaldo della Marca Anconitana. Diuiso in tre parti principali, & ciascuna in pi capi, come dimostra la carta seguente. In Ferrara, per Vittorio Baldini, stampator ducale, 1597, in-8, pp. (16) 174, tav. 1 rip. In Ferrara, per Vittorio Baldini, Stampatore Camerale, 1600. [Dedicato a Massimiliano III d'Austria, con lettere a Gian Francesco Aldobrandini e Filippo Paleologo]. [Ayala, p. 341]. Turca niktos, hoc est; de imperio Ottomannico euertendo, et bello contra Turcas prospere gerendo, consilia tria, lectione & cognitione valde digna: 1. Lazari Soranzii, ... quod Ottomannum, siue de rebus Turcicis: 2. Achillis Tarduccii: quod Turcam vincibilem inscribere placuit: 3. Anonimy cuiusdam dissertatio, de statu imperii Turcici, ... Nunc primum ex Italico idiomate in Latinum conuersa a Iacobo Geudero ab Heroltzberga. Cum indice copioso. Francofurti : typis Wechelianis, apud Claudium Marnium, & heredes Io. Aubrii, 1601, in-8, pp. (16) 389 (27). Successo delle fattioni occorse nell'Ungaria vicino a Vara nel 1598, e la battaglia fatta in Transilvania contro il Valacco nel 1600 dal signor Giorgio Basta generale dell'armi in Ungaria. Venetia 1601. [Ayala, p. 341]. Delle machine, ordinanze, et qvartiere antichi et moderni. Come quelli da questi possino essere imitati senza punto alterare la soldatesca de i nostri tempi. Discorsi d'Achille Tardvcci di Corinaldo della Marca d'Ancona. Aggiuntoui dal medesimo le fattioni occorse nellOngaria vicino a Vaccia nel 1597, et la battaglia in Transiluania contra il Valacco 1600. Fatte dal sig. Giorgio Basta Generale dell'Armi nell'Vngaria Superiore, con la vera effigie del medesimo [disegnata da Johann Von Achen, inciso da Lucas Kilian e stampata da Dominicus Custos] e con una tavola di tutte le materie nell'opera contenute. [Dedicato a Carlo barone di Lichtenstein]. In Venetia, appresso Gio: Battista Ciotti Sanese all'Aurora, 1601. 1631, 2 pt, pp. (12) 203, 40, 1 tav., 1 ritr. calcogr. [Ayala, pp. 63 e 155. Cockle N. 675],

TARIZZO, Francesco Antonio, di Favria (Canavese)


prete e maestro di scuola Ragguaglio istorico Dell'Assedio, Difesa, e Liberazione della Citt di Torino. Opera di D. Francesco Antonio Tarizzo, dedicata Agl'Illustrissimi Signori Sindici, e Consiglieri dell'Illustrissima Citt di Torino. In Torino. per Gio. Battista Zappata Stampatore dell'Illustriss. Citt, 1707, pp. (12) 103. [rist. anast. a cura di Guido Amoretti, 1974; a cura di Fabio Galvano, Torino, UTET, 2005]. [Ayala, pp. 123 r 341].

391

TARTAGLIA, Antonio
Raccolta degli ordini, regole ed esercizi per le milizie, con alcune istruzioni militari, ed un ricordo in materia d'economia puramente militare. Corf, 1720 [Ms nella Saluzziana. Ayala, p. 392].

TARTAGLIA, Nicol (Brescia 1499-Venezia 1546)


Nacque da una famiglia poverissima. Durante la presa di Brescia da parte dei francesi nel 1512 il padre fu ucciso e lui stesso ferito alla mandibola e al palato. Dato per morto, sopravvisse grazie alle cure della madre, ma gli rimase una evidente difficolt ad articolare le parole. Per questo ebbe il soprannome "Tartaglia" che accett e lui stesso utilizz tutta la vita per firmare le sue opere. Non pot frequentare alcuna scuola da giovane ed era molto fiero di essere autodidatta. Nei suoi scritti, si vanta infatti di essere andato a scuola di scrittura solo per 15 giorni, all'et di 14 anni. Grazie alla sua abilit, pot comunque guadagnarsi da vivere a Verona, dove fu insegnante di matematica dal 1521 e risolse l'equazione cubica o equazione di terzo grado. In realt la formula era gi stata trovata, ma non pubblicata, da Scipione Dal Ferro nei primi del 1500. Essa fu dunque nuovamente individuata dal Tartaglia una ventina di anni dopo, mentre sullo stesso problema lavoravano anche il professore Gerolamo Cardano e il suo discepolo Ludovico Ferrari. Nel 1534 si rec a Venezia, dove pubblic nel 1543 la prima traduzione italiana degli Elementi di Euclide e visse fino alla morte. Noti sono i suoi studi di balistica, che pubblic nella Nova Scientia e di cui si interess anche in Quesiti e invenzioni diverse. Promis 1841, pp. 69-72.

Curve balistiche di Tartaglia in una edizione del 1606

Nova scientia inventa da Nicol Tartalea B[resciano]. In Vinegia, per Stephano da Sabio, ad instantia di Nicol Tartalea brisciano il qual habita a san Saluador, 1537. in-4, ill. Inventione nuovamente trovata da N. Tartalea brisciano, utilissima [pro] ciascuno speculativo matematico bombardiero e altri intitolata Scientia nova, divisa in cinque libri. Venezia, 1537. La Noua scientia de Nicolo Tartaglia con una gionta al terzo libro. Stampata in Venetia, per Nicolo

392

de Bascarini a istantia de l'autore, 1550, in-4, cc. 32, ill. In Vinegia, 1558. In Venetia, appresso Camillo Castelli, 1583, in-4, cc. 33.[ Ayala, p. 156. Cockle N. 658]. [Diego de Alaba y Viamont, Nueva sciencia de la Artilleria, Madrid, Pedro Madrigal, 1590, in-folio: "What Tartaglia promised to do in the summary of the intended Fourth Book of the 'Nuova Scientia' was performed by Alaba in this treatise, which forms Books III. to VI. (sigs. T8-Kk2 in eights) of the "Perfetto Capitan". It is strange that he should be so constantly overlooked; Rieffel seems to have been ignorant of his existence". Cockle N. 665]. La nova scientia sulla gravit e cadenza dei corpi per l'artiglieria. Vinegia, 1562, in-8 [Ayala, p. 156] Quesiti et inventioni diverse de Nicol Tartaglia, sopra gli Tiri delle Artiglierie, & altri suoi varii Accidenti. [Dedicato a Carlo VIII re de Anglia]. Brescia, 1528. In Vinegia, per Venturino Ruffinelli, ad instantia et requisitione et proprie spese de Nicolo Tartalea Brisciano, Autore, Nel mese di Luio L'anno di nostra salute 1546, pp. 256 [Ayala, p. 155]. In Venetia, per Nicolo de Bascarini ad instantia & requisitione & a proprie spese de Nicolo Tartaglia Autore, 1550. in-4, cc. 128, 1 ritr. Quesiti et inventioni diverse de Nicol Tartaglia, sopra gli Tiri delle Artiglierie, & altri suoi varii Accidenti. Venetia, per Venturino Ruffinelli, 1551, in-4. fig.[Catalogo Floncel I, p. 125, N. 1490. ]. Quesiti et inventioni diverse de Nicolo Tartaglia. Di novo restampati con una gionta al sesto libro, nella quale si mostra duoi modi di redur una citt inespugnabile. In Venetia, per Nicolo de Bascarini, ad instantia et requisitione et a proprie spese de Nicolo Tartaglia autore, nell'anno di nostra salute 1554. in-4, ill., ritr. Di nouo restampati con vna gionta al sesto libro, nella quale si mostra duoi modi di redur una citta inespugnabile. ... In Vinegia, per Curtio Troiano dei Nau, 1562,in-4, cc. 94. Carpi, 1620. [quest'ultimo menzionata solo da Ayala, p. 156. Cockle N. 660]. Quesiti et invenzioni diverse: pubblicazione celebrativa del quarto centenario della morte di Niccolo Tartaglia, Ripr. facs. dell'ed.1554. Brescia, [La nuova cartografica], 1959, pp. (85) 128. ["Nel 1 trattasi Delli tiri et effetti delle artiglierie secondo le varie elevationi, et secondo la varia positione delle mire, et altre sue particolarit. 2 Della differentia che occorre fra i tiri e gli effetti con balla di piombo, di ferro ovvero di pietra, con altre particolarit circa la proportione, peso et misura delle dette balle. 3 delle specie di salnitri et delle varie compositioni della polvere, et altre particolarit. Gli altri libri vertono su fortificazione, meccanica, aritmetica, geometria e algebra". Ayala, p. 156]. Regola generale da sulevare con ragione e misura non solamente ogni affondata nave: ma una torre solida di metallo trouata da Nicolo Tartaglia, delle discipline mathematice amatore intitolata La travagliata inventione. Insieme con un artificioso modo di poter andare e stare per longo tempo sott'acqua a ricercare le materie affondate, & in loco profundo. Giuntovi ancor un trattato di segni delle mutationi dell'aria Stampata in Venetia, per Nicolo de Bascarini, a istantia de l'Autore, 1550 [Dedicata al doge Francesco Donato e occasionata dall'affondamento di una nave a Malamocco. Ayala, p. 180]. Ragionamenti de Nicolo Tartaglia sopra la sua Trauagliata inuentione. Nelli quali se dechiara uolgarmente quel libro di Archimede Siracusano intitolato. De insidentibus aquae, con altre speculatiue pratiche da lui ritrouate sopra le materie, che stano, & chi non stano sopra lacqua. Stampata in Venetia, per Nicolo Bascarini a instantia & requisitione & a proprie spese de Nicolo Tartaglia autore, nel mese di maggio 1551, in-4, cc. 24. Supplimento de la trauagliata inuentione de Nicolo Tartaglia. Nel quale se mostra ... un modo ... di sapere afferrare & imbragare ogni naue affundata ... Giuntoui anchora in fine alcuni modi di condurre un luminoso focho nel fondo dun'acqua. [Venezia, 1551?]. Regola generale di solevare ogni fondata Naue & Nauilii con ragione: primo libro di Archimede de insidentibus aquae dechiarata in volgare. In Vinegia, per Curtio Troiano de i Nau, 1562. Ripr. facs dell'ed. in Vinegia, 1562, con prefazione di Luciano Governali.. Palermo, OIDA, 1985, cc. 34. Three bookes of Colloquies concerning the arte of shootimg in great and small pieces of artillerie, variable randges, measure, and waight of leaden, yron, and marble stone pellets, minerall saltepeeter, gunpowder of diuers sortes, and the cause why some sortes of gunpowder are corned, and some sortes of gunpowder are not corned: Written in Italian, and dedicated by Nicholas Tartaglia vnto the Royall Prince of most famous memorie Henrie the eight, late King of England, Fraunce, and Ireland, defender of the faith. &cc. And now translated into English by Cyprian Lvcar Gent, who hath also augmented the volume of the saide Colloquies with the contents of euery Colloquie, and with all the Corollaries and Tables, that are in the same volume. Also the saide Cyprian Lvcar hat annexed vnto the same three bookes of Colloquies a Treatise named Lvcar Appendix collected by him out of diuers Authors in diuers language ... Printed at London by John Harrison, 1588. [Cockle N. 38]. Opere del famosissimo Nicolo Tartaglia [edite da Giovanni Battista Manassi] cioe Quesiti, Trauagliata inuentione, Noua scientia, Ragionamenti sopra Archimede. Nelle quali copiosamente si spiega. L'arte di guerreggiare, cosi in mare, come in terra, ... In Venetia, al segno del Lione, 1606, in-4, pp, 286, 48, 72, 52, ill., tav. 2 rip. [Ayala, p. 156].

393

Tutte le opere: edizioni originali a cura di Pierluigi Pizzamiglio. Brescia, Biblioteca di storia delle scienze Carlo Vigano; Bergamo, Synergy solutions, c2000. 3 vol. 1: Nova scientia; Quesiti et inventioni; Cartelli di sfida matematica; Travagliata inventione; Opera Archimedis; Archimedes; Jordanus Nemorarius; Tutte le opere d'arithmetica. 2: Euclide Megarense. 3: General trattato: tomo 1. ... [3.]

TASSO, Ercole (Bergamo, notizie dal 1556-1613),


Filosofo, poeta, letterato, politico, vissuto a lungo a Bologna, parente di Torquato Tasso e noto per un'opera misogina. Della realt, & perfettione delle Imprese di Hercole Tasso con l'essamine di tutte le openioni infino a qui scritte sopra tal'arte. .... In Bergamo, per Comino Ventura, 1612. 1614, in-4, pp. (28) 426. [Ayala, p. 211]. Rist. facs. 2010.

TASSONI, marchese Alessandro (Modena 1565 - 1635)


Letterato e Accademico della Crusca, autore del famoso poema eroicomico La secchia rapita, fu segretario del cardinale Ascanio Colonna in Spagna e poi di Carlo Emanuele I di Savoia a Roma.

Variet di pensieri divisa in IX Parti nelle quali per via di quesiti con nuovi fondamenti , e ragioni si trattano le pi curiose materie naturali, politiche, civili, {storiche, ed altre facolt che sogliono venire in discorso fra Cavalieri e Professori di Lettere. Modena, Verdi, 1612. 1613. [Ayala, p. 63 e 123: "nel libro ottavo fa l'autore questi quattro quesiti: Se i ministri di guerra debbano eseguire i comandamenti de' principi, quando veggono di ruinar l'impresa ubbidendo. - Che sia pi essenziale nella guerra, o la buona elezione, o la presta esecuzione. - Se i denari sieno il nerbo della guerra. - Se le fortezze sieno utili. Poi nel libro dice ancora: Perch fosse ignominioso a' soldati romani quando il capitano faceva lor trar sangue dalla vena"]. Scritti inediti: Enrico, Discorso in biasimo delle lettere, Pro episcopis Venetis apologia, Annotazioni al vocabolario della crusca, Genealogia, Guerra di Valtellina, Testamento / Alessandro Tassoni; a cura di Pietro Puliatti. Modena, Aedes Muratoriana, 1975, pp. 295, tav. 10.

TAVORA (DE) E NORONHA, Fray Felipe (m. a Lisbona, 1716)

394

Balio di Lea e capitano generale delle galere di Malta Regolamento per le galere di Malta. [codice della Marrucelliana, C. CLXXV. Ayala, p. 211].

TEDESCO, Francesco, da Messina


Il cavalier della lancia del signor Francesco Tedesco baron del casale. Oue s'insegna a i nobili giouanetti scolari la disciplina di ben esercitarsi a cauallo .. In Catania, nel palazzo dell'ilustriss. Senato. Per Vin. Petronio, 1649, in-4, pp. 136, tav. 4. Il cavalier della lancia del signor Francesco Tedesco baron del casale... / Francesco Tedeschi. a cura di Maria Concetta Calabrese. Rist. an., Catania, CUECM, 2008, pp. (56) 136, ill., tav. 4.

TEGRIMI, Nicolao (Lucca 14.. - 1527)


Primo biografo di Castruccio Castracani. Vita Castruccii Antelminelli lucensis ducis ab 1301-1328, auctore Nicolao Tegrimo equite et iureconsulto lucense: una cum etrusca versione Georgii Dati nunc primum vulgata, Lucae, typis Sebastiani Dominicis Capei, 1742, in-4, ritr. Il testo latino fu pubblicato a Modena nel 1496. [Ayala, p. 341]. Vita di Castruccio Castracani Antelminelli principe di Lucca, composta in lingua latina et tradotta nella volgare fiorentina da Giuseppe Dati [Ayala, p. 341]. Vita del Duca Castruccio Castracan Signore di Lucca, scritta da Messer Nicolao Tegrimi Cavaliere e Giurisconsulto della Citt di Lucca [Ms della Biblioteca Naniana, CXIII]. Le vite di Castrvccio Castracani de gl'Antelminelli Principe di Lucca, di M. Niccolao Tegrimi Lucchese E del Minore Scipione Affricano, di M. Antonio Bendinelli da Lucca, Tradotte da Giusto Compagni da Volterra. In Lucca, [per Vincenzo Busdrago], 1556, in-8, pp. 251. [Ayala, p. 239]. Kessinger Publishing (Nov 2009), pp. 258. TEMPIA, Felice La redenzione degli schiavi sudditi di S. S .R. M. fatta in Algeri, Tunisi e Tripoli da' PP. trinitarj scalzi detti di S. Michele ... colla orazione recitata in tale occasione dal priore Felice Tempia ... nella chiesa metropolitana di S. Gioanni. Torino, presso Giacomo Giuseppe Avondo, impressore arcivescovile, e dell'illustrissima citta, [1765], in4, pp. 20. Il modello d'un soldato secondo lo spirito del vangelo, proposto alle persone di guerra nella vita del cavaliere Gio. Angelo Sclarandi, colonnello del reggimento Savoia cavalleria. Torino, 1761, in-8. [Ayala, p. 376].

TENSINI, Francesco (Crema 1579/81 - 1638)


Soldato a 17 anni, combatt nelle guerre di Fiandra, Juliers, Alsazia, Boemia, Piemonte e Friuli, partecipando a 18 assedi e a 4 difese di piazzeforti. Tenente generale dell'artiglieria del duca di Baviera col de Groote suo discepolo, poi del re di Spagna e dell'imperatore Massimiliano, e infine ingegnere militare al servizio della Serenissima, di cui riform le fortificazioni dopo il 1617. Condusse 18 assedi e 4 difese. Mor assassinato a Crema. J. R. Hale, "Tensini on the Defence of the Terraferma (1618-1632)", in L'architettura militare veneta del '500, Milano, Electa, 1988. La Fortificatione, Gvardia, Difesa, & Espvgnatione delle Fortezze, Sperimentate in diverse guerre, del Caualiero Franc.co Tensini da Crema, Caualiero, Ingegnero, Capitano e Luogotenente Generale dell'artiglieria del duca di Baviera, del Re di Spagna e dell'imperatore Rodolfo II e ora personaggio condotto dalla Serenissima Repubblica di Venezia [tav. disegnate da Odoardo Fialetti, Verona 1573 -Venezia 1638]. In Venetia, appresso Euangelista Deuchino, 1624, in-fol. fig. [Catalogo Floncel I, p. 119, N. 1412. Ayala, p. 123. Cockle N. 813]. In Venetia, appresso Antonio Bariletti e fratelli al Segno del Mondo, 1630, 1635. In Venetia, appresso Francesco Brogiollo, 1655, in-folio, pp. 83, 128, tav. 47. Ripr. facs. dell'ed. In Venetia, presso Evangelista Deuchino, 1624. Crema. Leva artigrafiche, c2008, stampa 2007. Trattato del Cavalier Francesco Tensini sopra delle citta e fortezze che possede la Serenissima Signoria di Venetia in Terra Ferma / a cura di Francesca Berardi ... [et al.]- [Crema], Edizioni della biblioteca comunale di Crema, 2007, pp. 141.

TERZONE, Giovanni Angelo, da Leonessa


Monaco Francescano

395

Codice militare vaticano degli Urbinati. "E' senza titolo e comincia con una dedica: Al davidico et christianissimo re de Franza et de Cicilia e Neapoli. In fine leggesi: Tabula de la terrena militia posta sotto la celestiale militia dell'ordine de s. Michele. E' diviso in quattro libri: il 1 parla della milizia antica; il 2 degli accampamenti; il 3 dell'offesa e difesa delle citt; il 4 della milizia navale,. e un'appendice su le artiglierie". Ayala, p. 63]

TESAURO, Emanuele, conte di Salmour (Torini 1591/2-1675/77)


Tragediografo, storico, erudito, trattatista, teorico del barocco

De' campeggiamenti di Fiandra descritti dal conte d. Emanuel Tesauro caualier gran croce de' santi Mauritio & Lazzaro volume quarto ... l'anno 1638. In Iurea, apresso S. Francesco, 1646, in-folio, p. 39. Sant-Omero assediato da Francesi, et liberato dal principe Francesco Tommaso di Sauoia nell'anno 1638. Volume quarto De' Campeggiamenti di Fiandra. Di d. Emanuele Tesauro conte di Salmor. In Torino, per Alessandro Federico Caualleris. Libraro di S.A.R., 1639. 1640, in-folio, pp. 103.[Ayala, p. 342]. De' Campeggiamenti del Piemonte: descritti dal Conte D. Emanuel Tesauro. cavaliere Gran Croce de' Santi Maurizio & Lazzaro. Volume secondo il qual contiene La riuoluzione della fortuna per l'assedio di Casale. Et Torino assediato e non soccorso. L'anno 1640. In Torino, per Alessandro Federico Cavalleris, 1640, in-folio, pp. 218, tav. 3. De'campeggiamenti del Piemonte descritti dal conte d. Emanuel Tesauro caualier Gran Croce de'Santi Mauritio e Lazzaro. Volume terzo. Il qual contiene gli assedij d'Ivrea, Ceva, e Cuneo, et le loro diuersioni, l'anno 1641. In Torino, per Alessandro Federico Caualleris, 1641, in-folio, pp. 101. In Iurea, 1645. Campeggiamenti, overo Istorie del Piemonte descritte dal Conte D. Emanuele Tesauro, Cavaliere Gran Croce de' Santi Mavritio, e Lazaro, All'Illustris. Sig. e Padron Colendiss. il Signor Marchese Cornelio Lambertini, Marchese del Poggio, e Suoi Vniti. In Bologna, per Giacomo Monti, 1643, in-4, pp. 144. In Venetia, apresso Marco Garzoni, 1643, in-4, pp. (8) 136. S. Francesco, 1645. Risposta del Sargente Maggiore Cristoforo Silva alla antecedente lettera informativa [del conte Emanuele Tesauro], s. d. s. n., pp. 127. Riflessi del foriere di corazze Hieronimo Crema sopra la scrittura intitolata Risposta del sargente maggiore Cristoforo Silua alla lettera informatiua del conte Emanuele Tesauro. In Torino, per Bartolomeo Zapata, 1671, in-12, pp. 115. In Torino, per Bartolomeo Zapata, et in Milano, per Lodouico Monza, 1672, in-12, pp. 122. Contrariflessi del Sargente Maggiore Cristoforo Silua alli antecedenti riflessi. In Milano, nella stampa di Lodouico Monza, 1673, in-12, pp. 247.

396

Origine delle guerre civili del Piemonte in seguimento de' Campeggiamenti del principe Tomaso di Savoia descritti dal conte & caualier gran croce D Emanuele Tesauro, che serve per apologia contra Henrico Spondano. In Colonia, appresso Giacomo Pindo, 1673. in-4, pp. (10) 136. Campeggiamenti del ser. Principe Tomaso in Savoia. descritti dal Conte, e Cauaglier Gran Croce d. Emanuele Tesauro patritio torinese. In Bologna, per Giacomo Monti, 1647, in-4. In Torino, Zapatta, 1674, in-folio, pp. 112, 12, 123. [Ayala, p. 341].

TESSARI, Niccol
Chirurgo primario all'ospedale dei SS. Pietro e Paolo, detto "dei feriti". Manuale del chirurgo d'armata ovvero Istruzione del chirurgo militare intorno il trattamento delle piaghe, (intendesi ferite) e specialmente di quelle d'arma da fuoco; con il metodo d'estrarre da queste piaghe li corpi stranieri, ... opera ... di m. [Pierre-Franois] Percy ... Trasportato dalla lingua francese nell'idioma italiano dall'eccellente Niccolo D. Tessari ... In Venezia, appresso Francesco Andreola, 1799, in-8, pp. 263. [Ayala, p. 211].

THETI (TETI), Carlo, da Nola (Nola 1529 - Padova 1589/1601)


matematico e ingegnere militare: dopo gli studi a Napoli, fu al servizio imperiale e lavor alle fortificazioni di Yjvar (Ersekujvar), di Canisa (Nagykanizsa) e Comorra (Komorn) in Ungheria; in Italia fu al servizio dei Savoia, degli Estensi e dei Medici lavor alle fortificazioni di Bergamo e Verona. I suoi Discorsi delle Fortificazioni furono raccolti dalle conversazioni avute con Prospero Colonna e col fratello Pompeo duca di Zagarolo, e stampati a Roma a sua insaputa mentre "si trovata alla corte di Cesare". Ci lo risolse poi a pubblicare una seconda edizione accresciuta e corretta. L''umanista padovano Gian Vincenzo Pinelli (1535-1601) dett l'epigrafe sulla lapide tombale nella Basilica di Sant'Antonio di Padova. (Girolamo Tiraboschi, Storia della letteratura italiana, Venezia, 1796, VII, 2a, p. 514.). Ciro Robotti, "Girolamo Cataneo, Francesco de Marchi e Carlo Theti: teorici e progettisti nell'arte nuova di fortificare", in Luci tra le Rocce, Atti del convegno internazionale svoltosi a Salerno il 20-30 aprile 2004, Firenze, Alimnea, 2005, I, pp. 299-311. Istruzione per i Bombardieri edita a Carmagnola, 1584.[con dedica del 1 gennaio 1581 da Bourg en Bresse al duca Carlo Emanuele. E' opera di Gabriello BUSCA.]. Dell'espugnazione e difesa delle fortezze. In Torino, 1585. .[con dedica del 1 gennaio 1581 da Bourg en Bresse al duca Carlo Emanuele. E' opera di Gabriello BUSCA.]. Discorsi delle Fortificazioni, del Sig, Carlo Tetti napolitano. Roma, per Giulio Accolto, 1564. in-4, ill. [BNCF - Misc. 1013.4]. Roma, 1569, in-4, c. 30. [Ayala, p. 124. Cockle N. 776]. Discorsi delle Fortificationi, del sig. Carlo Tetti. Oue diffusamente si dimostra, quali debbano essere i siti delle fortezze le forme, i recinti, fossi, baloardi; castelli & altre cose a loro appartenenti, con le figure di esse. Hora di nuouo da lui medesimo ricorretti, & ampliati del secondo libro. Con gli elenchi di tutti i capitoli; & tauola di tutte le materie, che in essi si trattano ... In Venetia, Bolognino Zaltiero, 1575, in-4, fig., pp. 119. [Catalogo Floncel I, p. 123, N. 1463. Ayala, pp. 123-24. Cockle N. 776]. Discorsi delle fortificationi di Carlo Theti. Divisi in libri quattro. In Venetia, appresso Nicolo Moretti, 1588, in-folio, pp. 86, 70, ill., tav. 20. Discorsi delle fortificationi, espugnationi, & difese delle citta, & d'altri luoghi. Di Carlo Theti. Diuiso in libri otto. ... Hora di nuouo da lui medesimo ricorretti, & ampliati. Con gli elenchi di tutti i capitoli; & tauola di tutte le materie, che in essi si trattano. In Venetia, appresso Francesco de Franceschi senese, 1589, in-folio, pp. 47, 86, 70, ill., tav. 9 rip. [Catalogo Floncel I, p. 119, N. 1405. Cockle N. 776. BNCF - Magl. 1. 1. 164.] Discours sur le faict des fortifications ...par A. Blanc, 1586. pp. 124. Discours sur le faict des fortifications ...B. Vincent, 1589. Discorsi delle Fortificazioni, espugnazioni, & difese delle Citt, & d'altri luoghi diviso in otto libri, del sig. Carlo Tetti. Oue diffusamente si dimostra, quali debbano essere i siti delle fortezze le forme, i recinti, fossi, baloardi; castelli & altre cose a loro appartenenti, con le figure di esse. Vicenza, Ad instanza di Giacomo de Franceschi, 1617, in-folio. pp. (4) 210. [Ayala, p. 124. Cockle N. 776].

397

THOMASSINO, Filippo. V. CAPRIOLI. THUILLERIO, Gasparo. V. BELLANDA. TIEPOLO, Antonio


Sumario della militia Turchesca [Ms dell'Univ. di Torino, dalla libreria del Denina. Ayala, p. 408].

TIEPOLO, Paolo
Storia della guerra di Cipro (1569-1574) [ms Bibl. Marc. lt. VII 224, N cat. 8309. A. Pertusi, Bisanzio e i Turchi, p. 61, nt. 164].

TIGNOLA, Gaspare
"Era un capitano, maestro nelle scuole di artiglieria e fortificazione col Papacino, il quale aveva anche il dono della poesia". Ayala, p. 156. Dell'artiglieria pratica per le Regie Scuole Teoriche d'artiglieria, e fortificazione, o sia incumbenze degli artiglieri negli arsenali, e nelle fortezze in tempo di pace libro primo (-secondo) dedicato a Sua Sacra Reale Maesta da Gasparo Tignola ... Torino, nella Stamperia reale, 1774-1775, in-8, 2 vol. I pp. (8) 263, tav. 13 rip. II (dal cavaliere Alessandro Vittorio Papacino D'Antonj), pp. (8) 425, tav. 9 rip. [Ayala, p. 156].

TIRAMANI, Tommaso (Parma 1698 - 17..)


Istorie delle guerre di Europa, cominciando dall'anno 1730 fino alla pace generale del 1740 [Ms della Parmense. Ayala, p. 342]..

TIZZONE DI POFI, Gaetano


Vegezio Flavio De l'Arte Militare, ne la comune lingua nuovamente tradotto [per M. Tizzone di Pofi Gaetano]. Venezia, per Bernardino di Vitale, 1524, in-8, pp. 200. Venezia, Gregorj, 1525, in-8. Venezia, Ravani, 1528, in-8. Venezia, per Comin de Tridino [de Monferrato], 1540, in-8, cc. 8-87. [Haym IV, p. 164, N. 5. ] Vegezio Flavio de l'Arte Militare tradotto per M. Tizzone di Pofi. Vinegia, 1540, in-12. [Catalogo Floncel I, p. 120, N. 1416].

TOALDO, Giuseppe
Professore a Padova Saggio di studi veneti. Venezia 1782, in-8,.fig. [I: Del merito de' veneziani verso l'Astronomia con la confutazione d un passo del sig. di Bailly. II Latitudine geografica di varj luoghi dedotta dalle osservazioni Astronomiche dell'Eccellentissimo Bailo Gio. Battista Domato. III Lettera all'Eccellentissimo Signor K. Giacopo Nani sopra un'antica Regola Veneziana di Pilotajo]. [Ayala, p. 180].

TOGGIA, Francesco (1752-1827)


Professore di veterinaria a Torino. Direttore del servizio veterinario dell'Armata Sarda. Trattato delle malattie esterne del cavallo, Vercelli, 1786. Relazione della visita fatta ai cavalli del reggimento Dragoni di Piemonte dal cittadino Francesco Toggia ... nel giorno 20 settembre 1798 d'ordine del cittadino di Verzuolo ispettore generale della Cavalleria Nazionale. In Torino, dal Mairesse, 5 nevoso (25 dicembre) anno VII [i.e. 1799], in-8, pp. 35. Analisi critica ragionata del rendiconto clinico delle sperienze tentate sopra i cavalli delle regie truppe per la cura del moccio ... Torino, Baricco ed Arnaldi, 1848, pp. 74.

TOMASI, Tomaso Placido (Pesaro o Ripatransone 1608 - Roma 1658)

398

Creduto a torto mero pseudonimo di Gregorio Leti. Ecclesiastico, Accademico Incognito. Agente sabaudo e toscano in Roma, docente alla Sapienza. Luigi Fass, Avventurieri della penna del seicento: Gregorio Leti, Giovanni Gerolamo Arconati Lamberti, Tomaso Tomasi, Bernardo Guasconi, Firenze, Le Monnier, 1923. L'antibacinata: overo apologia per la mossa dell'armi di N. S. Papa Urbano Ottavo contra Parma. In Macerata, per Agostin Grisei, 16?? s. d., pp. 62 [Ayala, p. 295]. di Leopardo LEOPARDI (V.) ma attribuito al Tomasi da Brusoni, p. 24. La vita del Duca Valentino descritta da D. Tomaso Tomasi crocifero, alla Maest di Luigi XIV (f. 168-288). [Giuseppe Mazzatini, Inventario dei manoscritti italiani delle biblioteche di Francia, 1886, pp. 113-114]. La Vita del Dvca Valentino descritta da Tomaso Tomasi e consecrata all'Altezza Serenissima di Vittoria Della Rovere, Gran Dvchessa di Toscana. In Monte Chiaro, Appresso Gio. Bapt. Lucio Vero [Holl. Elzevir], 1655, pp. 303. Vita del Dvca Valentino, detto il tiranno di Roma. Descritta da Tomaso Tomasi, Nuovamente ristampata con vna aggiunta considerabile, e con vn'ampia Tavola, per maggiore commodit del Lettore. Il Tvtto Raccolto Dalla diligenza e cvra Di G[regorio] L[eti]. In Monte Chiaro, appresso Gio. Batt. Lvcio Vero [= Joan Blaeu I], 1670. Parte I pp. [48] 305. Parte II pp. [22] 305. Vita di Cesare Borgia detto poi il Duca Valentino 1671, in-12, pp. 425. Vita di Cesare Borgia detto poi il Duca Valentino, descritta da Tommaso Tommasi, con aggiunte. Parte Prima. Parte Seconda. [Firenze], 1789. Vita di Cesare Borgia detto il Duca Valentino, scritta da Gregorio Leti, con prefazione e note di Massimo Fabi. Milano, per Borroni e Scotti, 1853, pp. 476 [sull'ed. Elzevir 1671 e con biografia di Leti, pp. xi-xvi]. Bibliobazaar 2010. V. TOMASI. La vie de Cesar Borgia, duc de Valentinois, par Thomas Thomasi, Montechiaro [Holl. Elzevir], 1671, in-12. La vie de Cesar Borgia appell du depuis le duc de Valentinois, descrite par Thomas Thomasi, Enrichi de belles figures en Taille douce. Traduit de l'Italien [par le protestant Frechot?]. A Leide, Chez Theodore Haak, 1712, pp. 499. Memoires pour Servir A L'Histoire De Cesar Borgia, Duc De Valentinois, Fils Du Pape Alexandre VI.: Contenant diverses choses trs-remarquables concernant l'Histoire de ce Pape, & de son Pontificat [et]c. Mortier, 1733, pp. 324. La Vie De Cesar Borgia, Duc De Valentinois, Fils du Pape Alexandre VI: Remplie d'Evnemens extraordinaires qui ont tonn toute l'Europe. Avec une Preface O le Traducteur explique les Droits qu'avoit Charles VIII. Roi de France, dans sa fameuse Entreprise sur le Royaume de Naples. Amsterdam, J. Schreuder & P. Mortier le jeune, 1756, vol. I, pp. 324. Gli ultimi tratti di una penna che muore dialogo fra Tomaso Tomasi e la sua Penna [fondi Magliabechiani della Biblioteca Nazionale di Firenze, VI 42, a c].

TONSI, Giovanni
De vita Emmanvelis Philiberti Allobrogorvm dvcis et Svbalpinorvm Principis Libri Duo, Ioannis Tonsi Patricii Mediolanensis. Mediolani, Ex Typographia q. Pacifici Pontij, & Io. Baptistae Piccalei sociorum, Impressorum Curiae Archiepiscopalis, 1602.

TORALTO, Gasparo, da Napoli


Discorsi cavallereschi, ne' quali, oltre gli esercitii equestri, si ragiona di tutte le discipline che si ricercano in un compito cavaliero. Napoli, Cacchi, 1571, in-4. [Ayala, p. 211].

TORCIGLIANI, Giovanni, Lucchese


bombardiere lucchese, fratello del fonditore Geronimo. Carla Sodini, Soldati lucchesi, p. 42. Discorso militare di Gio. Torcigliani cittadino lucchese, nel quale si mostra con una teorica pratica i veri principij della professione dell'Arte del Bombardiere. Lucca, Pellegrino Bidelli, 1636. [riprodotto in C. Sodini, op. cit., pp. 8793].

TORELLI, Carlo
Lo splendore della nobilta napoletana, ascritta ne' cinque seggi; giuoco d'arme. Esposto a somiglianza di quello, intitolato Le chemin de l'honneur. Da D. Carlo Torelli. Dedicato all'altezza serenissima di Gio. Luigi principe di

399

Analth.. In Napoli : appresso Antonio Bulifon, all'insegna della Sirena, 1678, in-8, pp. (8) 6 (7), ill., tav. 1 rip. [Ayala, p. 212]. [Milano], Orsinidemarzo.com, [2003], pp. 88.

TORELLI, Pomponio, conte di Montechiarugolo (1539 - 1608)


Tragediografo Trattato del debito del Caualliero, di Pomponio Torelli Conte di Montechiarugolo, nell'Academia de' sig. Innominati di Parma, il Perduto. In Parma, nella stamperia di Erasmo Viotti, 1596, in-4, pp. 192. In Venetia, appresso Giouan Battista Ciotti senese, al segno dell'Aurora, 1596, in-8, pp. (24) 166 [Ayala, p. 212].

TORNAQUINCI, Mario
Sergente generale, cavaliere dello Speron d'Oro. Governatore civile e militare di Portoferraio dal 1687 al 1701. Alcune particolarit toccanti le fortificazioni di Portoferraio nel tempo del suo governo, dal 1688 al 1698 Ms in-folio colorato ["Era nella biblioteca Rinucciniana, in vendita nell'anno 1852". Ayala, p. 124].

TORRICELLI, Evangelista (Faenza 1607 - Firenze 1647)


Segretario e poi successore di Galileo Galilei come matematico di corte a Firenze e professore all'Accademia. Costruttore di lenti, telescopi e cannocchiali, invent il barometro e scrisse sul moto dei gravi. Fabio Toscano, L'erede di Galileo: vita breve e mirabile di Evangelista Torricelli, Milano, Sironi, 2008. Sul moto dei gravi naturalmente cadenti e dei proietti, in Opere Scelte, a cura di L. Belloni, UTET, Torino, 1975 p. 155
Opere di Evangelista Torricelli / edite in occasione del III centenario della nascita col concorso del Comune di Faenza da Gino Loria e Giuseppe Vassura. Faenza, G. Montanari, [poi] Lega, 1919-1944, 4 voll. (il I, Geometria, in 2 tomi)

TORTOLETTI, Girolamo, di Verona


Poeta e drammaturgo, fratello del poeta marinista Bartolomeo (1560-1648), autore di un poema latino su Giuditta. Se l'Italia habbia forze sufficienti d'abbattere l'armi turchesche: discorso accademico di Girolamo Tortoletti. Al serenissimo Ferdinando II. gran duca di Toscana. In Roma, per Lodouico Grignani, 1628, in-4, pp. 30.[Ayala, p. 343]. Il santo sepolcro prigioniero lettera di Gierusalemme scritta Roma. Di Girolamo Tortoletti. .. In Roma, appresso Lodouico Grignani, 1625, in-8, pp. 36. Teatro di stratagemmi militari ["E' un'opera a penna riportata dal Mandosio", Ayala, p. 64].

TOZZI, Giovanni Antonio Tommaso, da Firenze


La nobilt e la virt che ha in s la virtuosissima professione del vero archibugiere , composta per suo divertimento, mentre risedeva vicario nel castello di Lari l'anno 1714, dedicata al marchese Ottaviano Acciaiuoli, con l'autoritratto dell'Autore raffigurato con una pistola fra le mani [Codice della Magliabechiana CCCLXXV - Ayala,

400

p. 156. Gerrare N. 352, equivocando dal luogo di composizione, lo attribuisce a un "Cartello De Lari", sic, con la data del 1740]. Il trattato di archibuseria di Giovanni Antonio Tozzi. a cura di Carlo de Vita. Sarzana, Czerny's International Auction House, 2000, pp. 61, ill.

TRAMAGLIA, Raffaele Maria, da Napoli


Avvocato, membro della Commissione consultiva di stato (1815) Apologia sul nuovo collegio militare, Napoli, 1784.

TRENCA, Tommaso, di Angri


Capitano di fanteria
Poesie del signor capitan Tomasso Trenca. Napoli, nella stampa di Roberto Mollo, 1639, in-4, pp. 28. [Ayala, p. 343].

Diporto delle muse nova poesia. del signor capitan Tomasso Trenca. Napoli, nella stampa di Roberto Mollo, 1639, pp. 39.

TREVISAN, Marco
I gesti heroici di Geronimo Foscarini Procurator di San Marco e Capitano General da Mar della Serenissima Repubblica di Venetia descritti da Marco Trevisan l'amico heroe ec. [Con lettera di Trevisan ai nipoti di Foscarini, Nicol e Sebastiano]. In Venetia, Alessandro Zatta, 1665.[Fantoni, p. 499]. Hirronimi Foscareni senatoris gesta, nel Mercurii Tripoda Benedicti Gallici, 1666.

TRISSINO, Gian Giorgio (Vicenza 1478 - Roma 1550)


Umanista, poeta e tragediografo, diplomatico pontificio, amico di Palladio, tradusse il De vulgari eloquentia di Dante. La Italia liberata da Gotthi del Trissino Stampata in Roma, per Valerio e Luigi Dorici a petizione di Antonio Macro Vincentino, 1547. di maggio, in-8, pp. 368. In Venetia, per Gianicolo, 1547, in-8, 3 vol. L' Italia liberata da' Goti di Giangiorgio Trissino. Riveduta, e corretta per l'Abbate Antonini. Parigi, appresso Cavelier nella strada di S. Giacomo. Cailleau, alla piazza di Sorbona. Brunet il figlio, al palazzo di S. Giacomo. Bordelet, nella strada di S. Giacomo. Henry, nella strada di S. Giacomo, 1729, 3 vol. Londra, si vende in Livorno presso Gio. Tom.o Masi e Comp., 1779, in-12, 3 vol. In Orleans, da' torchi di L. P. Couret de Villeneuve, stampatore regio, 1787, in-8, 2 vol. Venezia, Giuseppe Antonelli, 1835, pp. (8) 358, ritr. Lettere di principi e capitani del secolo XVI a Giangiorgio Trissino / [Luigi e Giuseppe Saccardo]. Schio, Tip. Marin, 1880, pp. 25. "Lettere inedite di G. G. Trissino e di Paolo Giovio" / Benedetto Croce, in Scritti di Storia di filologia e d'arte, pubblicati per nozze Fedele-De Fabritiis. Napoli, Ricciardi, 1908, pp. 76-79.

401

TRIVULZIO. V. MOLES. TROIANO, Massimo, da Napoli


Gentiluomo, poeta, compositore, musico dell'orchestra di corte del duca di Baviera, document gli spettacoli musicali allestiti dai fiorentini a Monaco di Baviera e ai quali partecip come attore. Dovette poi fuggire nel 1570 dopo aver ucciso con un'archibugiata il collega Giambattista da Cremona, suonatore di viola. Discorsi delli triomfi, giostre, apparati, e [|] delle cose piu notabile fatte nelle sontuose nozze, dell'illustrissimo ... duca Guglielmo. Primogenito del generosissimo Alberto Quinto, ... , nell'anno 1568, a 22. di febraro. Compartiti in tre libri, con vno dialogo, della antichit del felice ceppo di Bauiera. ... . Di Massimo Troiano da Napoli. .. In Monaco, appresso Adamo Montano, 1568, in-4, pp. (8) 181. [Ayala, p. 212]. Die Mnchner Furstenhochzeit von 1568: Massimo Troiano Dialoge : italienisch/deutsch : Zwiegesprache uber die Festlichkeiten bei der Hochzeit des bayerischen Erbherzogs Wilhelm V. mit Renata von Lothringen, in Mnchen, im Februar 1568 : ein ausfhrlicher Bericht uber die geistlichen und weltlichen Zeremonien und Feiern, uber Aufzuge, Turniere und Tanze, uber die Prunkgewander, die Musik, das grosse Festmahl mit allen Speisen und uber die Hochzeitgeschenke : mit einer Abhandlung uber den Stammbaum und die Geschichte des Hauses Bayern und uber die bluhende Hofmusik unter Orlando di Lasso / im Faksimile herausgegeben, ins Deutsche bertragen, mit Nachwort, Anmerkungen und Registern versehen von Horst Leuchtmann. Munchen, Salzburg, Katzbichler, 1980, pp. 493.

TROILI, Giulio, da Spilamberto, detto "Paradosso"


Paradossi per pratticare la prospettiua senza saperla, fiori, per facilitare l'intelligenza, frutti, per non operare alla cieca. Cognitioni necessarie a pittori, scultori, architetti ed a qualunque si diletta di disegno; dat'in luce da Giulio Troili da Spinlamberto detto Paradosso, pittore dell'Illustriss. senato di Bologna, dedicati a gl'illustriss.mi & eccellentiss.mi sig.ri li sig.ri marchesi Guido, e Filippo suo figliuolo Rangoni, baroni di Pernes, signori di Spinlamberto, marchesi di Roca Bianca, e Gibello, conti di S. Cassano, e Cordignano & c. In Bologna, per Gioseffo Longhi, 1672. 1683, in-4, 2 pt, pp. 120 e 64, ill. [Ayala, p. 124: "Nella seconda sezione d un breve trattato dio fortificazione, tolto dall'opera di Valeriano Buonvicini, veronese].

TROMBA, Francesco, da Gualdo di Nocera


Opera noua chiamata la Dragha de Orlando innamorato: doue si contene de molte battaglie: innamoramenti: & come Renaldo si concio con Plutone in lo inferno. / [Francesco Tromba da Gualdo de Nucea]. In la citta de Perusia, stampato per me Bianchino del Lione & Francescho Tromba da Gualdo de Nucera, adi 15 de marzo 1525, in-4, pp. 89. Rinaldo Furioso. Il primo libro di Rinaldo Furioso, di Francesco Tromba da Gualdo di Nucea. - Nouamente impresso. - 1542 (Stampato nella inclita citta di Vinegia, per Augustino di Bendoni, 1542. Trabisonda historiata con le figure alli soi cti: nelaquale se ctiene nobilissime battaglie con la vita [e] morte de Rinaldo: nouamte corretta, 1536, pp. 282. Trabisonda nella quale si tratta di nobilissime battaglie, con la vita, e morte di Rinaldo. Di Francesco Tromba da Gualdo di Nocera. Di nuouo ristampato, e con somma diligenza ricorretto. In Venetia, appresso Domenico Imberti, 1611. In Venetia, appresso Lucio Spineda, 1616, in-24, pp. 142. In Venetia, appresso Ghirardo, & Iseppo Imberti, 1423 i.e. 1623. In Venetia, appresso Zaccaria Conzatti, 1682. Guerre battaglie nuovamente fatte in Provenza, a Marsilia et a Oses, con la rotta che ha dato il Signor Renzo da Cerre col signor Federico da Bozza agli Spagnoli per mare e per terra, et della venuta del re insino a Milano & altre terre della Lombardia, con una profezia apparsa al re di Bertagna, la qual manifesta molte cose de questo anno che ha davenire mai pi udite. composto per Francesco Tromba da Gualdo de Nugea traslatato dalle ultime croniche de lo istoriografo Sigimberto et. In ottava rima. In Perosia, ad instantia di Niccol [Zoppino] librero, nell'officina di Girolamo Cartolari, 1525, in-8. [Ayala, p. 344].

TRUTTA, Giovanni Battista


Novello giardino della pratica, ed esperienza / di Gio: Battista Trutta napoletano divisa in tre libri, nel primo de' quali si tratta della generazione, e nobilta del cavallo con i segni buoni e cattivi del medesimo ..., nel secondo descritto in dialoghi tra maestro, e discepolo s'insegna il modo, e vera maniera di ridurre il cavallo all'esercizio cavalleresco ...,

402

nel terzo si vede come si generano i vitelli ... In Napoli, Nella Stamperia, ed a spese di Gaetano Castellano, 1770, in-4, pp. 370, 82, 75, tav. 3 calcogr. Napoli, presso i fratelli Raimondi, 1834, pp. 273, 120. [Ayala, p. 212].

TUCIDIDE. V. STROZZI. TULLIANO, Curzio. V. NATALI. TURINI, Pietro


Allievo del Veneto Militar Collegio del Castelvecchio di Verona, poi tenente degl'ingegneri. Fabbrica ed uso di un nuovo strumento per servire nella pratica dellartiglieria al getto delle bombe ed al tiro dei cannoni . Venezia, Modesto Fenzo, 1778, in-4. [Ayala, p. 156].

TURPINO, Giovanni. V. CAPRIOLI TURZANO, Francesco


De Caroli octavi Francorum regis in Italiam adventu et de ruina Lodovici Sfortiae [Ms Biblioteca Univ. di Torino, M. XLIV, vol. II, fol. 338. Ayala, p. 344].

TUTUCCIO, Antonello
Francesco Bacone barone di Verulamio, Considerazioni politiche per muover guerra contro la Spagna, traduzione dal francese in italiano di Antonello Tutuccio, Torino, 1641, in-8, pp. 49.

Giannizzero

Turco, 1489-91 (disegno di Gentile Bellini, 1429 - 1507)

403

Carta dell'

Ungheria nel 1550 (by User Fz22 at English Wikipedia)

UBALDINI, Petruccio (Firenze 1524? - 1600?)


Esule in Inghilterra per motivi religiosi, fu al servizio di Edoardo VI e poi di Elisabetta I, con una breve parentesi a Venezia. Storico e miniatore. Giuliano Pellegrini, Un fiorentino alla corte d'Inghilterra nel Cinquecento: Petruccio Ubaldini, Alla Bottega d'Erasmo, 1967. La Vita di Carlo Magno imperatore, scritta in lingua italiana, da Petrvccio Vbaldino... Londra, appresso Giouanni Wolfio inghilese, 1581, in-4, pp. 125. & di nuouo corretta & ristampata da Petrvccio Vbaldino, 1599. [Ayala, p. 344]. Descrittione del Regno di Scotia, et delle Isole sue Adjacenti. di Petruccio Ubaldini. Antwerp, 1588, pp. 54. Ristampato in Edimborgo, 1829. Bibliolife, 2009, pp. 84. Nabu Press, 2010, pp. 118. A discourse concerninge the Spanishe fleete inuadinge Englande in the yeare 1588 and ouerthrowne by Her Ma[ies]ties nauie vnder the conduction of the Right-honorable the Lorde Charles Howarde highe Admirall of Englande. (1590), by Petruccio Ubaldini. EEBO Editions, Proquest, 2010. A Genuine and Most Impartial Narration of the Glorious Victory Obtained, by Her Majesty's Navy, ... Over the ... Armada ... Translated from the Italian, written by Petruccio Ubaldini.... by A. Ryther ... Printed for R. Montagu in London, 1740. 2010, pp. 130.

404

La disfatta della flotta spagnola, 1588: due commentari autografi inediti / Petruccio Ubaldini; a cura di Anna Maria Crino. Accademia toscana di scienze e lettere La Colombaria; 93. Firenze : L. S. Olschki, 1988, pp. 155. Scelta di alcune attioni, et di varii accidenti occorsi tra alcune nationi differenti del mondo; cauati della selua dei case diuersi. Di Petruccio Vbaldino Fiorentino ...published in London by R. Field 1590. Militia del Gran Dvca Di Thoscana Capitoli, Ordini & Priuilegij Della Militia, & Bande Di Sua Altezza Serenissima Prima Cosi Ordinati Dalla Buona, & Felice Memoria Di Cosimo Primo Gran Duca Di Thoscana et di poi corroborati da i successor i suoi figliuoli. Con l'aggiunta de i nuoui capitoli, & priuilegi concessi dallo illustrissimo & eccellentissimo Signor Don Francesco principe di Fiorenza, & di Siena pur suo figliuolo alla nuoua Militia de i Caualli armati all leggiera sino dall'anno 1566. (Dedicato alla Regina Elisabetta da Londra "il 1 dell'anno 1597"), published [in London] by R. Field 1597, in-4. [Cockle N. 584]. EEBO Editions, Proquest, 2010, pp. 76.

UBERTI, Marco, da Pavia


Della vera maniera del vincere il Turco: discorso di don Marco Uberti Correggiaio da Pavia, Bianteo, academico Affidato, & canonico regolare Lateranense. Padova, 1571, in-8 [Ayala, p. 345].

ULLOA, Alfonso
L' Asia del s. Giouanni di Barros [1496-1570], consigliero del christianissimo re di Portogallo: de' fatti de' portoghesi nello scoprimento, & conquista de' mari & terre di oriente. Nella quale oltre le cose appartenenti alla militia, si ha piena cognitione di tutte le citta, monti, & fiumi delle parti orientali, con la descrittione de' paesi, & costumi di quei popoli. Nuouamente di lingua portoghese tradotta. Dal s. Alfonso Vlloa. In Venetia : appresso Vincenzo Valgrisio, 1561, in-4, 2 pt, pp. 200 + 228. Vita del Valorosissimo e Gran Capitano Don Ferrante Gonzaga, Principe di Molfetta. Venetia, Da Nicol Bevilacqua, 1552. [Fantoni, p. 497]. Vita del valorosissimo e gran capitano don Ferrante Gonzaga, principe di Molfetta, &c., descritta dal signor Alfonso Vlloa. Nella quale oltre i suoi fatti, & di molti altri principi & capitani si descriuono le guerre d'Italia, & d'altri paesi. Cominciando dall'anno 1525, doue il Guicciardini finisce le sue Historie, fino al 1557. In Venetia, appresso Nicolo Beuilacqua, 1563, in-4, pp. 187. [Ayala, p. 345]. Vita dell'inuittissimo, e sacratissimo imperator Carlo V. descritta dal s. Alfonso Vlloa. Con l'aggionta di molte cose vtili all'historia, che nelle altre impressioni mancauano. Nella quale si comprendono le cose piu notabili, occorse al suo tempo: incominciando dall'anno 1500. insino al 1560. Di nuouo ristampata, & con molta diligenza ricorretta. Con una copiosissima tauola delle cose principali, che nella opera si contengono. ... In Venetia, appresso Vincenzo Valgrisi, 1562. 1566, in-4, pp. 344. In Venetia, appresso Camillo, & Francesco Franceschini fratelli, 1565, in-4, pp.

405

(32) 431. In Venetia, appresso gli heredi di Vincenzo Valgrisi, 1573. In Venetia, appresso gli heredi di Vincenzo Valgrisi, 1574. In Venetia, dalla bottegha d'Aldo, 1575. In Venetia, appresso gli heredi di Francesco Rampazetto, ad instantia di Lorenzo Pichi, 1581. In Venetia, appresso Domenico Farri, 1589, in-4, p. 344. In Venetia, appresso Alessandro Vecchi, 1606. Vita del Potentissimo e Christianissimo imperatore Ferdinando Primo descritta dal Sig. Alfonso Ulloa. Nella quale vengono comprese e trattate con bellissimo ordine le guerre di Europa co fatti de i Prencipi Christiani. Cominciando dall'anno 1520 fino all'anno 1564. All'Invittissimo Imperatore Massimiliano Secondo. In Venetia, Appresso Camillo & Francesco Franceschini Fratelli, 1565. Le Historie di Evropa, del Sig. Alfonso Vlloa, Nuouamente mandate in luce. Nelle quali principalmente si contiene la guerra vltimamente fatta in Vngheria tra Massimiliano Imperatore de' Christiani, & Sultan Solimano Re de' Turchi. Et ui s'ha cognitione di molti altri auenimenti occorsi in diuerse parti del mondo fino all'anno MDLXVIII. Con la Tauola delle cose pi notabili, che nell'opera si contengono. In Venetia, appresso Bolognino Zaltieri, 1570, in-4, pp. (16) 176. Successo de la iornada que se comenco para Tripol ano de 1559. y se acabo en los Gelues el de 1560 ... Nueuamente publicado por Alonso de Vlloa. Impresso en Venetia : en casa de Iuan Griffo, 1562, in-8, pp. (8) 78 (10). La Historia dell' impresa di Tripoli di Barberia, della presa del Pegnon di Velez della Gomera in Africa, et del successo della potentissima armata turchesca, uenuta sopra l'isola di Malta l'anno 1565. La descrittione dell'isola di Malta. Il disegno dell'isola delle Zerbe, & del forte, fattoui da christiani, & la sua descrittione. 1566. La historia dell'impresa di Tripoli di Barbaria, fatta per ordine del sereniss. Re catolico, ... Con le cose auenute a Christiani nell'isola delle Zerbe. / Alfonso Ulloa. Nuouamente mandata in luce. In Venetia, appresso Francesco Rampazetto, 1566, in-4, pp. 88. In Venetia, appresso gli heredi di Marchio Sessa, 1569. [Prato], Istituto culturale e di documentazione Lazzerini, Fondo antico Lazzerini, 2010, ripr. an. su CD-room. [Ayala, p. 345]. Comentarios del S. Alonso de Vlloa, dela guerra, que ... don Hernando Aluarez de Toledo duque de Alua, y capitan general del rey don Felippe N.S. ha hecho contra Guillermo de Nansau Principe de Oranges ; ... Iuntamente con lo que ha passado entre la reyna de Inglaterra, y el embaxador catolico ... Con la venida del gran turco Soliman en Vngria, y su muerte sobre Cegues el ano 1566. En Venecia, en casa de Domingo de Farris, 1569, in-4, pp. (8) 74. Commentari del sig. Alfonso Vlloa, della guerra, che il sig. don Fernando Aluarez di Toledo duca d'Alua, et capitano generale del serenissimo re catolico ha fatto contra Guglielmo di Nansau principe di Oranges ... nelli Paesi Bassi, che comunemente si chiamano Fiandra. L'anno 1568. In Turino, appresso Gio. Criegher, 1569, in-8, pp. (16) 63. ... Insieme con le cose occorse tra la reina d'Inghilterra, l'ambasciatore catolico appresso quella maesta, & il sopradetto duca d'intorno all'arresto fatto di alcune naui ... Et quel, che piu auuenne fino alla morte del principe di Conde in Francia questo anno 1569. In Venetia, appresso Bolognino Zaltieri, 1570, in-4, pp. (16) 99. [Ayala, p. 345]. Commentaire premier du seig. Alphonse d'Vlloe, contenant le voyage du Duc d'Alba en Flandres, auec l'armee espagnole ... En Anuers, par Iaques Maercelin, 1570, in-8, cc. 70. Commentaire premier et second du seign. Alphonse d'Vlloe, contenant le voyage du duc d'Albe en Flandres, auec l'armee espagnole ... A Paris, par Iean Dalier, marchant libraire demourant sur le pont sainct Michel, a l'enseigne de la Rose blanche, 1570, in-8, pp. 102. Geronimo Ximenez de Urrea, Cavallero de la orden de Sant-Iago, i Virrei de la Pulla, Dialogo de la verdadera honrra militar, que tracta como se ha de conformar la honrra con la conscientia. Venegia, Ioan Griso, 1566, in-4. Dialogo del vero onore militare nel quale si diffiniscono tutte le querele, che possono occorrere fra l'uno e l'altr'huomo. Con molti notabili esempij d'antichi, & moderni. Composto dall'illustre sig. Don Geronimo di Vrrea... Et nuouamente tradotto di lingua spagnuola da Alfonso Vlloa. [dedicata a Giacomo Ragazzoni]. In Venetia, appresso Gli heredi di Marchi Sessa, 1569, in-8, pp. (20) 191. [Ayala, pp. 54 e 212. Cockle N. 894]. Historia dell'Indie orientali, scoperte & conquistate da' Portoghesi, [su] commissione dell'Inuittissimo Re Don Manuello, di gloriosa memoria. Nella quale, oltre alle strane vsanze, maniere, riti e costumi di quelle genti si uiene anco in notizia di molte guerre fatte in quei paesi et di molte prouincie, isole, citta, castelli, fiumi, monti, laghi, mari, minere di metalli, perle, gioie, animali, droghe d'ispecierie, et di molte altre cose degne di merauiglia. Distinta in libri 7. Composti dal sig. Fernando Lopes di Castagneda. Et nuouamente di lingua portoghese in italiana tradotti dal signor' Alfonso Vlloa. Parte prima [-seconda]. Con le sue tauole copiosissime. In Venetia, appresso Giordano Ziletti, 1577. 1578, 2 vol. in-4, pp. 518 + 365.

406

Historie del signor d. Fernando Colombo. Nelle quali s'ha particolare, & vera relatione della vita, e de' fatti dell'ammiraglio. D. Christoforo Colombo suo padre, ... Nuouamente di lingua spagnuola tradotte nell'italiana dal signor Alfonso Vlloa. ... In Venetia, appresso Francesco de' Franceschi sanese, 1571. In Venetia, appresso Appollonio Zamboni, 1685, in-12, pp. 492. In Venetia, per il Lovisa, 1728. In Venetia, appresso Iseppo Prodocimo, 1773. Londra, Dulau, 1867. Historie della vita e dei fatti dell'ammiraglio don Cristoforo Colombo / Fernando Colombo; traduzione dall'originale spagnolo di Alfonso Ulloa; introduzione, appendici e cura di Rinaldo Caddeo. Bolsena, Massari, 2006, pp. 225.

UMICALIA, Agostino, Pseudonimo di SANVITALE, Jacopo URREA, Geronimo de. V. ULLOA. URTICA, v. ORTICA.

407

Roberto

Valturio, De re militari, Lib. XI, ed. 1534, p. 297

408

VALDES, Francisco de. V. GALLUCCI. VALENTINI, Giovanni Battista Cantalicio (Cantalice 1450 - Roma 1514?)
Umanista abruzzese, grammatico, precettore di Luigi Borgia che, divenuto cardinale, lo fece vescovo di Atri e Penne nel 1503. V. Encarnacin Sanchez Garca, "La imagen del Gran Capitn en la primera mitad del 'Cinquecento': textos latinos, espaoles y italianos", in Npoles - Roma 1504. Cultura y literatura espaola y portuguesa en Italia en el quinto centenario de la muerte de Isabel la Catlica. Universidad de Salamanca, 2005, pp, 139-162. De bis recepta Parthenope. Gonsalvia libri quatuor: praeclarum ac perrarum poema [in verso eroico latino]. Neapolis, Mair, 1506. Raccolta di tutti i pi rinomati scrittori dell'istoria generale del regno di Napoli, a cura di Tristano Caracciolo, vol. VI, 1769. Le historie di monsig. Gio. Battista Cantalicio, vescouo d'Atri, et di Ciuita di Penna; delle guerre fatte in Italia da Consaluo Ferrando di Aylar, di Cordoua, detto il gran capitano, tradotte in lingua toscana dal signor Sertorio Quattromani, detto l'Incognito Academico cosentino. A richiesta del sig. Gio. Maria Bernaudo. In Cosenza, per Luigi Castellano, 1595. In Napoli, appresso Gio. Giacomo Carlino, ad istanza di Henrico Bacco, alla libraria dell'Alicorno, 1607, in-4, pp. (12) 126 (26). [Ayala, p. 254]. Napoli, nella stamperia di Giovanni Gravier, 1769, in4, pp. (12) 128.

VALERIO, Giangiacomo
Discorso se sia lecito per far qualche impresa passare per lo stato altrui senza licenza [Ms Ambrosiana A. 14. Ayala p. 63].

VALIANTE, Tommaso, da Salerno


Istituzioni di guerra, o sia brevissimo saggio sull'avvedutezza militare, ricavato dagli antichi autori, disposto con ordine ed arricchito di riflessioni. Napoli, stamperia di Nicola Russo, 1791, in-12. [Ayala, p. 63].

VALIERO, Andrea (Venezia 1615 - 1691)


Historia della guerra di Candia [1644-69] di Andrea Valiero senatore Veneto. In Venetia, presso Paolo Baglioni, 1679, in-4, pp. (8) 751 (27). [Ayala, p. 345]. Trieste, Colombo Coen, 1859, 2 vol., I pp. (20) 281. II, pp. 388. Per la gloriosa vittoria ottenuta contro turchi dall' illustrissimo, et eccellentissimo signor Giacomo Riua capitano delle naui della serenissima Republica veneta. Canzone allo stesso. D' Andrea Valiero. In Venetia, per Francesco Valiero, 1649, in-4, pp. 8.

VALLERO, capitano
Scielta di varie cose spettanti all'artiglieria del capitano Vallero, 1690 [Codice della Saluzziana,Ayala, p. 157].

VALLO. V. DELLA VALLE. VALMARANA, Giulio Cesare (1541 - 1621)


Modo del far pace in via caualeresca, e christiana per sodisfattion di parole, nelle ingiurie fra priuati. Del signor Giulio Cesare conte di Valmarana, e caualier del senato. In Vicenza, appresso Dominico Amadio, 1619. In Padoua, per Paolo Frambotto, 1648, in-8, pp. (24) 178 (14). Dedicato ... Bartolomeo Aresi. In Milano, per Filippo Ghisolfi, 1649. [Ayala, p. 212].

VALPERGA, conte Antonio Maurizio, da Torino (m. post 1686)


ingegnere e architetto militare e civile, fu maresciallo di campo al servizio francese. Catturato dagli spagnoli a Piombino, fu prigioniero a Napoli, e infine divenne primo ingegnere sabaudo. Alessandra Ferraresi, Stato, scienza, amministrazione, saperi: la formazione degli ingegneri in Piemonte dall'antico regime all'unit d'Italia, Bologna, Il Mulino, 2004, p. 20, 70. Micaela Voglino Davico (cur.), Architetti e ingegneri militari in Piemonte tra '500 e

409

'700, Regione Piemonte, Centro Studi e Ricerche Storiche sull'Architettura Militare del Piemonte, Torino, Omega Edizioni, 2008, pp. 261-62 (Valperga) e 230 (Rossetti). Breve discorso dell'avantaggio, e disavantaggio delle due piazze di Piombino et isola dell'Elba, et la nuova fortificatione d'essa per resistere ad ogni attacco, o insulto nemico, et delle gran conseguenze che ne attribuisce la Corona et la Francia insieme. Piombino, 28 novembre 1649,Ms in-8, pp. 26. [Marsand, I, p. 494, N. 10461/433. Ayala, p. 125]. Essercitio Militare A Beneficio Del Nuovo Soldato Nel quale si tratta del modo di squadronare, e porre in battaglia ogni sorte di militia. Composto Da Ant. Maur. Valperga della Citt di Torino, Maresciallo Di Battaglia Per Sua Maest Cristianissima.[Dedicato al principe Maurizio di Savoia da Napoli il 10 novembre 1653] In Napoli, per Domenico Maccarano, 1653. 16deg., due parti in un vol. [8] c. 238 [6] p. e [9] c. 238 [3] c. front e ill. [Haym IV, p. 169, N. 4. Ayala, p. 63]. Indrizzo del nuouo Soldato Diuiso in due parti. Nella prima si tratta della geometria prattica ... E nella seconda del modo di peruenire alla dimensione d'ogni superficie ... Con un breue trattato di Trigonometria ... il tutto arricchito di molte figure, per maggior intelligenza. D'Ant. di Maurizio Valperga. In Napoli, Per Ettore Cicconio, Ad instantia di Gio. Alberto Tarino,1655, in-8, pp. (16) 312 (46), ill., tav. 1 [Haym IV, p. 169, N. 5. Ayala, pp. 63 e 125: "il libro fu scritto nel Castelnuovo, perocch l'autore vi era prigioniero di guerra nel 1653, maresciale di battaglia per sua maest cristianissima, che il dedicava al re di Sardegna"]. La fortificazione reale difesa dal Conte Antonio Maurizio Valperga Barone di San Marsanotto, Primo Ingegnere delle AA. RR. di Savoia, divisa in pi dialoghi, data in luce a beneficio comune, e particolarmente della nobile giovent piemontese, contro la fortificazione a Roverso, Torino 1678 [scritto in polemica contro l'opera di Donato Rossetti, V. Ayala, p. 125].

VALTRINO, Giovanni Antonio S. J. (Roma 1556 - Loreto 1601)


Agiografo e biografo della Compagnia, redattore delle Annuae Litterae, a Siviglia dal 1587 al 1591, docente di Sacra Scrittura presso il Collegio Romano (1596, 1599-1600). Ioannis Antonii Valtrini, Romani, Societatis Iesv, De re militari veterum Romanorum libri septem. Coloniae Agrippinae, in Officina Birckmannica, sumptibus Arnoldi Mylii, 1597, in-8. pp. (14) 506 (18). 1616. [Ayala, p. 345. Cockle N. 582].

VALTURIO, Roberto, da Rimini (Rimini 1405 - 1475)


Della famiglia "Valtri" o "de Valturibus" o ancora "Valturribus"), oriunda di Macerata Feltria, segu la carriera paterna di insegnante. Fu lettore di retorica e poesia a Bologna (1427-37), segretario della Curia Romana (1438-46) e poi

410

membro del consiglio privato di Sigismondo Pandolfo Malatesta. La sua biblioteca fu ereditata dal convento di S. Francesco, dove and poi dispersa. Il suo trattato militare una compilazione di testi precedenti in onore di Sigismondo, celebrato come unico condottiero dei suoi tempi comparabile per virt ai grandi uomini d'armi dell'antichit. In casa dell'erudito riminese fu allestito uno scriptorium da lui stesso diretto, che si avvalse in parte dell'attivit del copista Sigismondo di Niccol Alemanno. Del De re militari si conoscono oggi almeno 22 esemplari, alcuni dei quali recano dediche a personaggi illustri del tempo: Maometto II, Mattia Corvino, Francesco Sforza, Malatesta Novello, Jacopo Zeno. Gi dopo appena una ventina d'anni dalla composizione, caso forse unico di utilizzo immediato di un nuovo media (la stampa in Italia era stata introdotta intorno al 1465) per l'opera di un autore ancora vivente, il trattato fu dato alle stampe. del 1472, infatti, l'editio princeps (veronese) del De re militari. Si tratta non solo di uno dei primi libri stampati a Verona, ma anche del primo libro illustrato che la storia della nascente tipografia nel mondo occidentale registri e della prima opera a stampa di argomento tecnico. Un esperimento straordinario che accoppiava le abilit del compositore e del tipografo, a quelle dell'illustratore e dello xilografo, in un prodotto che, da un punto di vista della realizzazione tecnica, non aveva precedenti. Per non dire della scommessa imprenditoriale legata ad un libro la cui richiesta sul mercato doveva essere foriera di un buon successo. Altro caso assolutamente singolare, la riedizione avvenuta appena 11 anni dopo, il 13 febbraio 1482, sempre a Verona, di una nuova versione a stampa, con nuove illustrazioni xilografiche. Riedizione dovuta alle cure editoriali di un tipografo dalmata (Bonino Bonini) e di un "editor" riminese che in quegli anni era presente a Verona: Paolo Ramusio. Se non bastasse, a pochi giorni di distanza dalla seconda edizione, ecco apparirne una nuova, datata nel colophon 17 febbraio 1483, con il testo tradotto in volgare e con le stesse xilografie. A conferma della grande fortuna incontrata dall'opera di Valturio, vennero realizzate altre due edizioni latine nel secolo successivo: furono entrambe stampate a Parigi, da Christian Wechel nel luglio 1532, nel settembre 1534 e nel 1535 (si tratta in realt di una ristampa identica della precedente), edizioni in cui lo xilografo utilizz in modo speculare i prototipi dell'edizione del 1483); nel 1555 fu edita sempre a Parigi una traduzione in francese a cura di Louis Meigret. Solo dopo 524 anni, nel novembre del 2006, l'opera vede nuovamente la luce in edizione facsimilare corredata da un volume di saggi critici e da un DVD contenente 2 diverse copie dell'editio princeps, la traduzione in volgare del Ramusio e il Codice Uribinate latino 281 (Rimini/ Milano, Guaraldi-Y.press). [Voce Wikipedia]. Promis 1841, pp. 34-37. S. Rodakiewicz, "The Editio princeps of Roberto Valturio's De Re Militari", in Relation to the Dresden and Munich Manuscripts, in Maso Finiguerra, Milano, V (1940), XVIII-XIX, fasc. 1-2, pp. 15-82. Sergio Ricossa, Guido Amoretti, Pier Luigi Bassignana, Le Macchine di Valturio: nei documenti dell'Archivio storico AMMA, Allemandi, 1988.

De Re militari libri XII ad Sigism[undum] Pandolfum Malatestam, Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Inc. 2.10 Johannes ex Verona oriundus ... artis impressoriae magister hunc de re militarium librum sua patria impressit [Verona], Johannes Nicolai de Verona 1472 [ill. attribuite a Matteo de' Pasti, oppure a fra' Giocondo Veronese o anche allo stesso editore]. [. Cockle N. 501]. Turris tormentaria et alia mirabilis machla Verona, 1472 Opera de facti e precepti militari di lo excellente misier Roberto Valturio Ariminese gia inscripta in latin a lo illustre signor Sigismondo Pandolpho Malatesta principe di Arimino et hora traducta in uulgar a nome et gloria del

411

magnanimo capitano e sempre felice in le bataglie signor Roberto di Aragonia di san Severino general loco tenente del serenissimo et iustissimo Senato uenetiano. ([Verona] : di Roberto Valturio di Arimino opera de larte militare finisse traslata per el spectabel doctor misier Paulo Ramusio di Arimino et. impressa cum industria di Bonin di Boninis da Ragusi inla magnifica cita di Verona, 1483 adi xvii. de februario), in-folio, cc. 314, ill. Valturius de Re Militari tradotto in Italiano per Paolo Ramusio da Rimino Verona, per Bonino de' Bonini, 1483 in-fol. figg. [Haym IV, p. 164, N. 3. Ayala, p. 63] En tibi lector Robertum Valturium ad Illustrem Heroa Sigismundum Pandolphum Malatestam Ariminensium regem, de re militari libri XII multo emaculatius, ac picturis quae plurimae in eo sunt, elegantioribus expressum, quam cum Veronae inter initia artis chalcographicae Anno M.cccclxxxiii. invulgaretur Parisiis, apud Christianum Wechelum,sub insigni scuti Basiliensis, 1534, mense Septembri, in-folio, pp. (12) 383, ill.

VALVASONE, Erasmo (1523-1593)


La caccia. Ricorretta e di molte stanze ampliata In Bergamo, per Comin Ventura, 1593. Venezia, per Franc. Bolletta, 1602. Milano, Dalla Societ de' Classici italiani, Contrada di Santa Margherita, n. 1118, anno 1808. Udine, Del Bianco, 1961

VANDELLI, Francesco, di Modena


Abate, matematico del duca di Modena, professore di architettura militare nell'istituto di Bologna De pulvere pyrico Bologna, 1757.[Ayala, p. 157]

VANELLI, Pietro
Intorno al riconoscer provincie, passaggi e fortezze d'ogni sorte, [145 aforismi dedicati al marchese di Pianezza]. [Ms della Saluzziana, Ayala, p. 125].

VANNUCCI, Atto, da Prato


Documenti del sacco dato a Prato dagli Spagnoli nel 1512. Firenze, pe' tipi della Galileiana, 1841, in-8. [Ayala, p. 346].

VANTINI, Zenone, da Portoferraio


Ragion di stato militare. Del modo di fare una fortezza. Dell'uso dell'artiglieria, con dedica a Cosimo de Medici, da Portoferraio nel 1609 [Codice della Sanese L. V 19. Ayala, pp. 66 e 157].

VARCHI, Benedetto (Firenze 1503 - 1565)


Umanista, poeta e storico di Firenze. Orazione funerale sopra la Morte del Signor Giambattista Savello, luogotenente generale di tutte le genti di Cosimo de' Medici duca di Firenze. di Benedetto Varchi. In Firenze, per gli Eredi di Bernardo Giunta, 1551, in-4. [Ayala, p.

412

346]. Nella Raccolta di prose fiorentine, Parte Prima, vol. VI, contenente orazioni, nella stamperia di S. A. R. per li Testini e Franchi, 1731, Orazione I, pp. 1-18. Oratione funerale per la morte di Stefano Colonna da Palestrina, capitan generale del duca di Firenze. Firenze, Torrentino, 1548, in-8. [Ayala, p. 346]. Storia delle guerre della repubblica fiorentina, aggiuntavi la vita di Filippo Strozzi. Leide, in-folio ["Libro rarissimo, nella Biblioteca Reale di Torino". Ayala, p. 346]. Potrebbe essere una confusione con il Ms di Gherardini (V.)

VASARI, Giorgio il giovane


Libro di fortificazioni. Ms., cart., sec. XVI-XVII, cc. I, 76, mm. 410x275, BNCF - II. I. 529

VEGETIUS, Flavius Renatus. v. TIZZONE. FERROSI. VELASCO, da Torino.


Essendo irreperibile il Ms citato da Ayala, il nome "Velasco", non altrimenti testimoniato in quel contesto, farebbe pensare a uno dei frequenti errori del bibliofilo napoletano, e a Carlo Francesco Vergnasco, disegnatore e poi ingegnere topografo a Torino (M. Voglino, Architetti e ingegneri, p. 312). Ma Vergnasco fu militarizzato solo nel 1794 come capitano di fanteria addetto ai guastatori, mentre Ayala attribuisce al suo Velasco il grado di "maggiore di fanteria e ingegnere". Saggio sulla storia dell'antica e moderna fortificazione, Torino, 1787, 6 voll. Ms [Torino, Biblioteca Reale. "l'ultimo volume contiene gli scrittori di fortificazione dall'anno 1750 al 1779". Ayala, p. 125].

VELLAIO, Nicol, da Bologna


La guerra Cretense Tr la Sereniss. Republica di Venetia e Sultano Hibrain Imp. de' Turchi. Di D. Nicol Vellaio. All'Illustrissino Sig. il Sig. Girolamo Lvcatelli Tesoriero di Romagna. In Bologna, Per Carlo Zeneto, 1647, pp. 299. [Ayala, p. 346].

VENEROSI, Brandaligio (Pisa 1676 - 1729)


Le imprese militari della gran lega operate in sostenere i diritti di Carlo VI. ... Scritte in canzoni dal conte Brandaligio Venerosi pisano ... In Modena, per Antonio Capponi, 1717, pp. (11) 152. [Ayala, p. 346].

VENTURA, Giacomo

413

Descrizione di una macchina levatrice di nuova invenzione, immaginata dall'abate D. Giacomo Ventura , matematico della Repubblica di Venezia. 1764. [Stratico, p. 189. Ayala, p. 180]. Nuova tromba da estrarre 1' aria (macchina pneumatica ) di nuova invenzione , con cui mantenere il cambiamento dell' aria nei vascelli , immaginata e descritta da Giacomo Ventura, matematico pubblico nell' arsenale di Venezia, 1766 [Stratico, p. 189. Ayala, p. 180].

VENTURA DE LA SALA, Y ABARCA, Francesco


Despues de Dios la primera obligacion, y glosa de ordenes militares. .. D. Francisco Ventura da la Sala, y Abarca cauallero del Orden de Santiago, Teniente de Maestro de Campo General, y Natural de la Ciudad de Iacca, Montaas del Reyno de Aragon. En Napoles, por Geronimo Fasulo, 1681, in-4,. pp. (32) 490. Regolamenti militari con la loro glossa, tradotti dallo spagnolo per Giuseppe de Zamora. Viena, Vanghelen, 1734, in-4. [Ayala, p. 392].

VENUSTO, Michelangelo, da Roma


Professore di matematica Precetti sulla fortificazione, 1606. [Ms posseduto dal Marini, poi nella Biblioteca dell'Accademia militare di Torino. Ayala, p. 126].

VENUTI (DE), Filippo


Vita del capitano Francesco Laparelli da Cortona. Livorno, per Gio. Paolo Fantechi all'inseg. della verita in via Grande, 1761, in-4, pp. (8) 55, ritr. [Ayala, p. 126].

VERA FIGUEROA Y ZIGA, Jean Antonio de (1588-1658)


La vittoria di Norlinga conseguita a 6. di Settembre 1634. Dalla maesta del re d'Ungaria, et dalla Real altezza dell'infante don Ferdinando descritta nelle lingue spagnuola , e italiana. Dall'eccellentiss. sig. conte della Rocca ... In Milano, per Gio. Battista Malatesta, stampatore regio, e camerale, 1638, in-12, pp. 219. [Ayala, p. 326 s. v. Della Rocca]. Intrichi del nostro tempo o vero, Ecceptioni politiche contro le regole euangeliche, autore Vox Populi dedicato a Giusto, e Pastore, stampato nel Cuore de Fedeli si troua ben corretto all'Insegna della Fede. 1635, in-4, pp. 61 [British Library, Catalogue of seventeenth century Italian books, v. 2 p. 951 e Palau y Dulcet, Manual del librero hispanoamericano, v. 26 p. 135].

VERANZIO, Fausto [Faust Vrani], Dalmata (1571 - 1617)


Segretario nella cancelleria dell'imperatore Rodolfo a Praga, poi vescovo di Canadi

414

Machinae novae Fausti Verantii Siceni. Venezia, 1595. Cum declaratione latina, italica, hispanica, gallica, et germanica. Venetiis, [1615 ca], pp. 100, tav. 49 doppie. Munchen, Heinz Moos, c1965. Milano, Ferro, 1968. Ripr. facs. dell'ed. Venetiis, 1615-1616. Prefazione di Mario Schiavone, Milano, L. Maestri tipografo, 1983.

VERDIZZOTTI, Giovanni Maria (Venezia 1525-1600)


Tre canzoni sopra la guerra turchesca, et sopra la vittoria, nuouamente contra quella natione ottenuta. In Venetia, appresso Domenico, & Gio. Battista Guerra, fratelli, 1571, in-4, c. 8. In Venetia, appresso Giorgio Angelieri, 1571. Nouissima canzone al sereniss. sig. d. Giouanni D'Austria generale dell'armata della santissima lega sopra la vittoria seguita contro l'armata Turchesca il 7. giorno di ottobre 1571. Con tre sonetti ... Domenico Guerra & Giovanni Battista Guerra!, 1571, in-4, c. 8.

VERGANI, Paolo (Piemonte 1753 - Parigi 1820)


Economista politico, scrisse sulle riforme fiscali di Pio VI e del Tesoriere Fabrizio Ruffo (1791) Dell'enormezza del duello / [Paolo Vergani]. In Milano, appresso Giuseppe Galeazzi regio impressore, 1776, in-8, pp. (12) 255.

VERGNASCO, Carlo Francesco. V. VELASCO. VERITA', Latino. V. SIRI, Vittorio. VERNINO, Alessandro
Della historia Delle Guerre di Dalmatia, sotto il generalato di Leonardo Foscolo. Libri dvoi. D'Alessandro Vernino, Ne' quali si descrivono le attioni seguite dal principio dell'attacco di questa provincia fino all'espugnatione di Clissa. All'illustrissimo Signor, il Signor Giouanni Garzoni. In Venetia, presso Gio. Giacomo Herz, 1648, in-8, pp. (16) 157 (19).

VERRAZZANO, Giovanni
Comunicazione fatta alla Colombaria di Firenze da G. dav. Sul cannone detto di S. Paolos.n.

VESCOVO, Giovanni
Nuovo compendio di pratica militare, per ci che riguarda la formazione, maneggio delle armi, evoluzioni e fuochi prescritti nella Real Ordinanza del 1716. Napoli 1774.[Ayala, p. 67],

VEZZANI, Antonio, di Modena


Maestro di spada, picca e bandiera nel collegio dei nobili di Parma

415

L' esercizio accademico di Picca d'Antonio Vezzani modonese, consacrato all'altezza serenissima di Ranuccio Farnese ... In Parma, nella stamperia ducale, 1688, in-8, pp. 108. [Ayala, p. 212].

VICO, Giambattista (Napoli 1668 - 1744)


Il grande filosofo e storico, autore della Scienza Nuova, scrisse pure, su commissione del duca di Traetto, la biografia del maresciallo Antonio Carafa (Torrepaduli 1642 - Vienna 1693), zio del duca. Ambasciatore imperiale presso il re di Polonia Giovanni Sobieski, e prese parte con costui alla liberazione di Vienna (1683) e prosegu la guerra contro la Turchia, tra l'altro conquistando Buda e Pest (1685). Joh. Baptistae Vici De rebus gestis Antonj Caraphaei libri quatuor excellentissimo domino Hadriano Caraphaeo Trajectinorum duci Forolivensium Dom. XIII S. R. I. Comiti Hispaniaum Magnati amplissimo inscripti. Neapoli, excudebat Felix Musca, 1716, in-4, pp. 501, tav. 2, ritr. Opere di G. B. Vico, ordinate ed illustrate da Giuseppe Ferrari, II. J. B. Vici Opera Latina, T. I, Mediolani, 1735, pp. 147-354. Le imprese di Antonio Carafa: libri quattro pubblicati a Napoli da Felice Mosca 1716 / Giambattista Vico; prima traduzione italiana, introduzione, note a cura di Enrico De Falco. Napoli, Athena mediterranea, 1978, pp. 389, tav. 2. Le gesta di Antonio Carafa / Giambattista Vico ; a cura di Manuela Sanna. Napoli, nella sede del Centro di studi vichiani: A. Guida, 1997, pp. 672. Vol. ", 2 delle Opere. Canzone in morte del signor conte D. Antonio Caraffa generale delle armi imperiali nella Vngheria di Gio. Battista de Vico, Napoletano, Tr gli Accademici Vniti di Napoli il Raccolto. Allo eccellentissimo Signore, il signor D. Tomasso d'Aqvino, Prencipe di Feroleto, Conte di Martorano, &c. Napoli, 1693. In appendice all'ed. Guida.

VIERI (DE), Francesco, di Firenze (floruit 1547-1590)


Compendio della ciuile, et regale potest, con alcune notitie dell'arte militare, e di quella degli oratori, fatto da m. Francesco de' Vieri ... In Fiorenza, appresso Giorgio Marescotti, 1588, in-9, pp. 76. [Ayala, p. 67].

VIGNOLA. V. BAROZZI. VILLAFRANCA, P.A.


Esamine della polvere Torino, 1763

VILLAROEL, Pietro, da Stilo


Poeta francescano. Echinadum naumachia, in qua B. Virginis precibus de innumera Turcarum classe insignis diuinitus est reportata victoria. Auctore R. P. F. Petro Villaroele Stylitano ... Cum indice rerum notabilium. Neapoli, ex typographia Lazari Scorigij, 1614, in-8, pp. 688. [Ayala, p. 348].

416

VINCENTI (DE), Antonio Felice. V. DE VINCENTI. VINCENTI


L'arte della fortificazione ["Ms nella libreria Cicogna. E'scritto verso il 1640". Ayala, p. 126].

VINCENTI, Pietro, da Ostuni (n. 1570?)


Teatro de gli huomini illustri, che furono protonotarij nel Regno di Napoli. Composto dal dottor Pietro Vincenti della citta d'Ostuni. Cominciando da gli re normandi sino a gli austriaci con vn breue discorso di alcune famiglie, notate nella seguente carta, & indice delli protonotarij, & de l'altre cose notabili. In Napoli, nella stampa di Gio. Battista Sottile : per Scipione Bonino, 1607, in-12, pp. 175. Teatro de gli huomini illustri, che furono grand'ammiragli nel Regno di Napoli. Composto dal dottor Pietro Vincenti della citta d'Ostuni. Cominciando da gli re normandi, sino a gli austriaci. Con l'indice de grand'ammiragli. In Napoli, per Gio. Domenico Roncagliolo, 1628, in-4, pp. (8) 134.[Ayala, p. 180].

VINCIOLI, Giacinto, da Perugia


Memorie istorico-critiche di Perugia a ritratti di 24. uomini illustri in arme, e di 24. cardinali della medesima citta da Giacinto Vincioli poste insieme. In Foligno, per il Campana stampat. vesc. camer. e pubbl., 1730, in-8, pp. 151 .[Ayala, p. 348].

VIOTTI
Ordini e privilegi della milizia di Parma. Parma, 1595. [Ayala, p. 392].

VISCONTI, Ruggiero
Leges pro novo militiae genere [Ayala, p. 376].

VISO, marchese del.


Difesa dell'eccell.mo sig.r Marchese del Viso capitan generale delle Galee de' Regni di Spagna, sopra i carichi datigli nel gouerno dell'armata di mare nell'assedio di Messina. 1735, pp. 71 [Ayala, p. 392].

VIVENZIO, marchese Giovanni, da Nola


medico di corte e direttore degli ospedali militari napoletani Memoria intorno alle cautele, e mezzi per conservar la salute di un'armata tanto in accantonamento, che accampata di Giovanni Vivenzio patrizio nolano, ... Palermo, dalla Reale stamperia, 1800, in-folio, pp. 42. [Ayala, pp. 67 e 213].

VIVENZIO, Nicola, da Nola


Avvocato fiscale e fratello di Giuseppe Del servizio militare de' baroni nel tempo di guerra di Nicola Vivenzio avvocato fiscale del regal patrimonio. Edizione seconda dall'Autore medesimo riveduta. Napoli, nella stamperia Simoniana, 1796, in-4, pp. 64. [Ayala, pp. 67 e 348]. Del servizio militare de' baroni nel tempo di guerra / Nicola Vivenzio. Epistola ovvero riflessioni critiche sull'opera dell'avvocato fiscale Signor D. Nicola Vivenzio intorno al servizio...o/ Antonio Capece Minutolo principe di Canosa [Napoli, 1796, in-4]. Rist. an., Sala Bolognese, A. Forni, stampa 1987, pp. 60, 68. [Ayala, p. 348].

VIZZANI DAL MONTONE, Angelo, di Bologna

417

Lo schermo d'Angelo Viggiani Dal Montone da Bologna: nel quale per uia di dialogo si discorre intorno all'eccellenza dell'armi, & delle lettere: intorno all'offesa & alla difesa: & s'insegna uno schermo di spada sola da filo ... Con vna copiosissima tauola di tutte le cose principali, che nell'opera si contengono. in Vinetia: appresso Giorgio Angelieri, 1575, pp. (12) 84, ill. [Ayala, p. 213].

VOLO, Nicol, Candiota


Ingegnere militare e colonnello veneto Docvmenti Militari del colonnello Nicol Volo cretense, consacrati all'immortal merito dell'illmo & emo sig: Alvise Molino cavalier. In Padova, Mattio Bolzetta detto Cadorin, 1668, in-8, pp. 208, tav. 18 rip. [Haym IV, p. 169, N. 7. Ayala, p. 348].

418

WACQUIER DE LA BARTHE, Casimiro


Capitano pontificio, fratello di Filippo, canonico e arcade Saggio elementare di tattica pratica. Dedicato "al ceto militare pontificio" da Ferrara il 20 giugno 1793. In Venezia, dalla nuova stamperia presso Antonio Fortunato Stella, 1794. [Ayala, p. 67].

WAELCKEREN, Johann Peter


Vienna a turcis obsessa, a Christianis eliberata, sive Diarium obsidionis Viennensis . . . Avthore Joanne Petro a ... Vaelckeren Bruxella, Marchaut. Vienne assige par les turcs et delivre par les Chrestiens, ou Journal du sige de Vienne, Bruxelles. Lambert. Marchaut, 1684. Wien von Trcken belagert, Linz, Joh. Rdlmayer. Vienna assediata da' Turchi, e liberata da'Cristiani, ouuero Diario dell'assedio di Vienna. Dal di sei di maggio insino al di quindici di settembre. Del sig. Giovanpiero Vaelckeren In Vienna, e in Firenze, per Antonio Navesi, 1683, in-4, p. 124, ill., tav. 1 rip. Vienna assediata da Turchi, & liberata da christiani, o sia Narratione giornaliera dell'assedio di Vienna incominciato da 6 di maggio sino alli 15 settembre 1683. Dato in luce in idioma latino, dal signor Gio. Pietro Velcheren ... Nouamente tradotto in lingua italiana da Dorotheo Alimaro, dedicata ... Carlo Vincenzo Giouanelli ... In Venetia, al Nome di Dio dietro la chiesa di S. Giuliano \Girolamo Albrizzi, 1684, in-4, pp. (12) 80, tav. 7, c. topogr. e 5 ritr. calcogr.

WARREN, Odoardo
Raccolta di piante delle principali Citt e Fortezze del Granducato di Toscana levate d'ordine di Sua Maest Imperiale dal Colonello Odoardo Warren, Direttore Generale dell'Artiglieria... 1749, Archivio di Stato di Firenze, Segreteria di Gabinetto. F. 695. 30. Pubblicata con introd. di Francesco Gurrieri e nota biografica di Luigi Zangheri, Firenze, SPES, 1979. Firenze, Studio per edizioni scelte, 1991, p. 435 (13), ill. [L. Rombai, cur., Imago et descriptio Tusciae. La Toscana nella geocartografia dal XV al XIX secolo, Marsilio, Venezia 1993].

WIDMANN, Carlo Aurelio (Venezia 1750 - )


Governator di nave (1771), patrona delle navi (1777), capitan delle navi (1783), Provveditore generale da mar (1794) La nave ben manovrata, ossia Trattato di manovra: 1773 / Carlo Aurelio Widmann; presentazione, glossario e trascrizione di Alvise Chiggiato. Venezia, La Malcontenta, 1995, pp. (15) 192, ill. [Ms conservato in biblioteca privata, di202 facciate numerate e un indice finale]. Dispacci da Corf, 1794-1797 / Carlo Aurelio Widmann, provveditore generale da mar; a cura e con una premessa di Filippo Maria Paladini. Venezia, la Malcontenta, 1997, 2 vol. I (luglio 1794-febbraio 1795), II (marzo 1796 - 31 maggio 1797). Discorso apologetico scritto dal nobil uomo s. co. Carlo Aurelio Widmann provveditore generale da mar nell'isole del Veneto levante con l'aggiunta di alcune illustrazioni e documenti relativi. luglio 1799, in-8, pp. (14) 480.

419

ZAIS, Giuseppe (Canale d'Agordo 1709 - Treviso 1781)


paesaggista e pittore di battaglie

ZAMBELLI, Leone (1582 - 1656)


Il sauio industrioso nella politica militare di difesa di fra Leone Zambelli Piacentino. In Bologna, presso Clemente Ferroni, 1635, in-4, pp. (4) 171 (29). [Ayala, p. 126]. Il sauio industrioso nella politica militare d' offesa di fra Leone Zambelli piacentino Min. oss. & c. dedicato all' a.s. sig. duca di P.P. etc. Odoardo 1. Farnese ..., In Bologna, presso Clemente Ferroni, 1625. 1635, in-4, pp. (4) 139 (25). [Haym IV, p. 168, N. 9. Ayala, p. 67]. Globo celeste, e politico della vita del prencipe in tempo di pace, e di guerra. Di fra Leone Zambelli, piacentino, minore, osseruante ... [Parte prima-seconda]. In Venetia, appresso Marco Ginammi, 1642, in-4, 2 voll. I, pp. (24) 190. II, pp. (32) 180 [28]. [Ayala, p. 68]. Vita del prencipe nella pace, e nella guerra, autenticata da tutti i segni del cielo. Del dottor Zambelli piacentino. Parte prima [-seconda]. ... / [Leone Zambelli]. In Venetia, per li Ginammi, 1655, in-4, 2 vol. I, pp. (4) 190. II, pp. (4) 180 (28).

ZAMBONI DE SILVII, Francesco, da Vicenza


Del dominio del mare Adriatico, ouero golfo di Venezia. Discorso di Pietro Zambone giurisconsulto vicentino. In Vicenza, per Francesco Grossi, 1620, in-4, pp. 38. Del dominio del mare Adriatico, ouero Golfo di Venetia discorso del dottor Francesco Zamboni de Siluii vicentino. Dedicato al serenissimo Aluise Contarini prencipe di Venetia, et ecc.so Conseglio di X. In Venetia, appresso Giacomo Zattoni, 1676, in-4, pp. (8) 59. [Ayala, p. 180]. Il dubbio chiarito intorno al dominio del mare Adriatico o sia Ragionamento politico, in cui si fa manifesto ... ch'il dominar'e l'imperio del detto mare sia a poco fondamento preteso dalla Sereniss. Repubbl. di Venezia ... operetta abbozzata primo in latino dal molto illustre signor, Augusto di Bergher [Johann August von Bergher, 1702-1770]; ora pero volgarizzata [da J.B. Houwens de Gardein], e chiarita in varii luoghi, aumentata anche e divisa in diversi capitoli, che prima non fu ... - 1725. V. AFELTRO. PACE. SARPI.

ZANCHI (De), Giovanni Battista, da Pesaro


Promis 1841, pp. 104-106. Philippe Bragard, "A propos de l'dition franaise du trait de fortification de Giovanni Battista Bonadio De Zanchi (1556)", in Marino Vigan (cur.), Architetti e ingegneri militari italiani all'estero dal XV al XVIII secolo, Istituto Italiano dei Castelli, Livorno, Sillabe, 1994, pp. 137-151. Del modo di fortificar le citt. Trattato di M. Gio. Bat. de' Zanchi al serenissimo et invittissimo re Massimiliano d'Austria, re di Boemia. In Venetia, per Plinio Pietrasanta, 1554, in-4. fig. per Domenico e Cornelio de' Nicolini da Sabio, 1556. Girolamo Ruscelli, 1560, pp. 63 [Catalogo Floncel I, p. 123, N. 1462. Ayala, p. 126] [BNCF -Pal. 10. 5. 2. 32]

420

Delle offese et diffese delle citta, et fortezze di Giacomo Lanteri bresciano. & di Gieronimo Zanco da Pesaro: Con due discorsi d'architettura militare d'Antonio Lupicini fiorentino. Ove si vede con bellissimo modo, & ordine quanto a questa professione si appartiene. In Venetia, Appresso Tomaso Baglioni, 1601, in-4, pp. 219, ill. [Ayala, p. 126. Cockle 767 e 783. Venetia, Roberto Maletti, 1601, in-4. fig. [Catalogo Floncel I, p. 119, N. 1406.] La manire de fortifier villes, chasteaux, et faire autres lieux forts, mis en franoys par le seigneur de Broil, Franoys de La Treille, commissaire de l'artillerie, publi Lyon, chez Guillaume Rouill, 1556 [erroneamente attribuito a La Treille]

ZANE, Pietro
Descrizione di tutta l'Isola di Candia, di tutte le citt sue, castelli, ville, monti, fiumi principali, antiquit, et molte altre cose notabili, per il clar.mo Leonardo da Quirini, all'ill.mo et ecc.mo signor et padrone mio osservandissimo il signor Pietro Zane, capitano generale nel regno di Candia [Ms. Bibl. du Roi, N. 92, in-folio].

ZENER, Gabriel
Capitano delle ordinanze al servizio veneto L' artiglieria per principj, e per raziocinio. Trattato, che contien la descrizione, e l'uso delle diverse bocche da fuoco, e i principali mezzi, che si sono adoperati per perfezionarle, la teoria, e la pratica delle mine, e del getto delle bombe ... Opera del sig. Le-Blond [Jean Baptiste Alexandre 1679-1719]... tradotta dal francese ... da Gabriel Zener ... e dedicata a S. E. Niccolo Foscarini ... Tomo primo [-secondo]. In Venezia, presso Antonio Locatelli, librajo a Santa Sofia, all'insegna dell'Albero d'oro, 1772, in-8, 2 vol. [Ayala, p. 158]. Memorie metafisico-militari sulla meravigliosa esistenza, ed attivita dei corpi d'armata, con delle opportune riflessioni che possono servire di guida a quelli che aspirano all'onorevole posto di generale. Del capitan Gabriel Zenner. In Venezia, presso Antonio Curti q. Giacomo, 1799, in-8, pp. (28) 164, tav. 1 rip. [Ayala, p. 392].

ZEN, Anania
Il cauallo di razza riconosciuto dal segno de' marchi delle pi perfette razze del Veneziano, Lombardia e parte della Romagna. Raccolta fatta per Anania Zen, a commodo de' professori, e diletanti di cavalli . In Venetia, per il Valuasense, ad instanza di Bartolomeo Federici, 1658. in-16.[Ayala, p. 213].

ZENO, Jacopo [Gianjacomo Feltrense],


In Libros Vitae Morum Rerumque Gestarum Caroli Zeni, ad Pium Secundum Pontificem Maximum Iacobi Feltrensis et Bellunensis Antistitis Praefatio, ed. a cura di Gasparo Zonta, in L. A. Muratori, Raccolta degli Storici Italiani, Bologna, N. Zanichelli, 1941, XIX, VI. Bottega d'Erasmo, 1968, pp. 167. La vita del magnifico Carlo Zeno, egregio e valoroso capitano della repubblica venetiana,descritta dal Rev. Giov. Giac. Feltrense et tradotta in volgare per M. Francesco Quirino. In Venetia, per Francesco Brucioli, 1544, in-12. La vita de Carlo Zeno: gran capitanio della serenissima republica di Venetia. Descritta dal rever. Gio. Giacomo Feltrense. Et tradotta in volgare dal clarissimo signor Francesco Quirini. Di nuouo ristampata. Appresso gli Heredi di Domenico Farri, 1606, pp. 252. La vita di Carlo Zeno, gran capitanio de' Veneziani scritta da Jacopo Zeno suo nipote, volgarizzata nel secolo XVI da Francesco Quirini. Venezia, dalla Tipografia di Alvisopoli, 1829. [Ayala, pp. 173 er 277].

ZENO, Nicol (Venezia 1515 - 1565)


Dei commentarii del viaggio in Persia di M. Caterino Zeno il K. & delle guerre fatte nell'imperio Persiano, dal tempo di Vssuncassano in qua. Libri due. Et dello scoprimemnto dell'isole Frislanda, Eslanda, Engrouelanda, Estotilandia, & Icaria, fatto sotto il Polo Artico, da due fratelli zeni, M. Nicolo il K. e M. Antonio. Libro vno. Con vn disegno particolare di tutte le dette parte di tramontana da lor scoperte. In Venetia, per Francesco Marcolini, 1558, c. 58, tav. 1. [Ayala, p. 349]. Storia curiosa delle sue avventure in Persia tratta da antico originale manoscritto, ed ora per la prima volta pubblicata da Vincenzio Formaleoni / Pietro Caterin Zeno (1662-1732), In Venezia, presso l'Autore, 1783, in-8, pp. 118.

ZIANI, Pietro Andrea (1620-1684)

421

L'amor guerriero. Prologo./ Amor,due Nereidi,e l'Aurora. Ms Venezia, Ss.Gio.E Paolo, 1663. Dal catalogo dei Codici Musicali Contarini:Sinfonia al principio,sinfonie per mutazione di scena,arie.

ZIGNAGO, Lorenzo
Scuola pi moderna dell'infanteria, o verro trattato del modo do formare, governare, disciplinare et adoptare la fanteria, secondo lo stile nuovamente introdotto, divisa in tre parti. Genova, 1695, in-12. [Ayala, p. 68]. Instituti, et ordini militari da osservarsi dalle truppe della ser.ma Republica di Genova stabiliti, e deliberati dall'illustriss., et eccellentiss. magistrato di guerra ... formati dal colonello Lorenzo Maria Zignago stampati l'anno 1710, e di nuovo ristampati l'anno 1722. In Genova, per Gio. Battista Casamara, nella piazza delle cinque lampade, in-8, pp. (14) 262.

ZONCA, Vittorio
Nouo teatro di machine et edificii per uarie et sicure operationi con le loro figure tagliate in rame e la dichiaratione e dimostratione di ciascuna. Opera necessaria ad architetti, et a quelli, che di tale studio si dilettano, Di Vittorio Zonca architetto della magnifica communita di Padoua ... All'ill.mo ... Ranuccio Gambara conte di Virola Alghisi, In Padoua, appresso Pietro Bertelli, 1607, in-8, in-folio, pp. 115, ill., tav. 3. In Padoua, appresso Francesco Bertelli, 1621. 1627. 1656. Roma, Edindustria, 1960. Novo teatro di machine et edificii: 1607 / Vittorio Zonca. Acuto, Aedes acutenses, stampa 1969. Presentazione di Erminio Caprotti. Milano, L. Maestri tipografo editore, 1979. A cura di Carlo Poni. Milano, Il polifilo, [1985], pp. (58) 115. [Ayala, p. 158].

ZONTA, Camillo
Capitan d'artegliaria, opera non ancora d'altro avtore trattata. Diuisa in dve libri. Nel primo si contiene la carica del capitano. Nel secondo del sopraintendente di quella. Necessarijssima a qual si voglia professor d'arteglieria... Composta da Camillo Zonta padouano, & dedicata all'ill.mo ... sig.or Antonio Ciurano, senator veneto ... In Venetia, appresso Gio. Antonio Giuliani, 1628. 1640, in-4, pp. (12) 57.[Ayala, p. 158]. Compndioso trattato della militar geometrica professione diuiso in due libri: Nel primo si contengono gli ordini del fortificare in offesa, & difesa. Nel secondo si d il modo, & l'ordine di condurre esserciti, & combattere; assalire fortezze, accampare, & alloggiare. L'ordine de gli approcci, & di riconoscer la fortezza, di assalirla per via di Belloardi, & la maniera di far le mine con l'aggiunta di 25. capitoli di fortificatione. Opera non ancora data in luce da auttore alcuno, ne antico, ne moderno. Gio: Pietro Pinelli, 1644, pp. 64. [Ayala, p. 127].

ZUANNE de Stefano, da Michel Viceproto


De' marangoni, e regole per fabbricare ogni sorte di navi, galee, galeozze, galeotte, caicchi, felucche ed ogni altro bastimento solito fabbricarsi tanto nella stessa casa che fuori, con li disegni e dichiarazioni per formare li testi e portigiani per fabbricare, ed un discorso sull'uso delle altre nazioni tanto per le navi che per le galere, con una descrizione delle misure degli alberi ed antenne, come pure sulla differenza del governo dei timoni alla ponentina da quelli alla faustina. Si descrive anche la qualit e grossezza dei legnami che si adoperano in ciascun bastimento, con gli avvertimenti ai maestri delle cose essenziali. Si avverte essersi l'autore accostato al decreto

422

dell'eccellent.mo senato et all'uso sin qui praticato e che tuttavia si pratica. Opera d'applicazione e fatica, descritta e disegnata di sua mano. Venezia, 1686. [Ayala, pp. 180-81].

ZUCCOLO, Gregorio, da Faenza


I discorsi di m. Gregorio Zuccolo nobil Fauentino All'illust. et eccell. signore il sig. Giacomo Buoncompagno. Ne i quali si tratta della nobilta, honore, amore, fortificationi, et artiglieria, e con opinioni per lo pi di tutti gli altri che hanno scritto sin qui per avventure diverse. In Venetia, appresso Giovanni Bariletto, 1575, in-8, pp. 386. [Ayala, pp. 127 e 213].

ZICA, Jos de
Epitome historica dell'illustriss.ma religione, et inclita caualleria di Calatraua, la sua antichit, e grandezze fra le militari di Spagna, ... Per il maestro di campo don Giuseppe De Ziga, caualiere, e visitatore generale di essa ne i Regni di Napoli, e Sicilia, preside per S. M. nella prouincia di Terra d'Otranto. ... In Lecce, per Pietro Micheli, 1668, in-4, pp. (8) 82. [Ayala, p. 213].

Interessi correlati