Sei sulla pagina 1di 11

MOD 3: L'ETÀ DEI TOTALITARISMI

PROGRAMMA:
M3.1: Contesto – Europa e Italia nel primo Dopoguerra
M3.2: Il fascismo in Italia
M3.3: Lo stalinismo in Russia
M3.4: Il nazismo in Germania
M3.5: USA – La crisi del '29

2
M3.1: Contesto – Europa e Italia nel primo Dopoguerra

A) EUROPA

Politica: instabilità interna ed esterna


– trattati di pace iniqui e sgangherati
– fermento per indipendenza coloniale

Società: fermento
– Biennio Rosso 1918-1920
– problema dei reduci di guerra

Economia: fine egemonia


– inflazione per debito pubblico delle commesse → Piano Dawes in Germania
– circolo virtuoso di abbassamento della produzione e disoccupazione causa mancanza fondi
– calo demografico (guerra e febbre spagnola)

B) ITALIA

– IRREDENTISMO: Trattato di Londra e mito della vittoria mutilata: Friuli Venezia Giulia, il
Trentino Alto Adige e l'Istria ma esclusa la Dalmazia (legittimo per principio di nazionalità) con
Fiume (Impresa di Fiume del 1919, d'Annunzio e Marinetti: azione di forza successiva ad una lotta interna della città, poi assediata dagli
italiani; presidente autonomista con l'elezione parlamentare del 21, poi Trattato di Rapallo ma assedio e riannessione nel 24)

– Fermento dei reduci non premiati e in difficoltà


– Biennio Rosso: febbre rivoluzionaria dopo il '17 russo, con scioperi, manifestazioni e
occupazioni; torna il governo Giolitti che paralizza i provvedimenti e si instilla la Fobia Rossa
soprattutto nel PLI per il bolscevismo, portando a una polarizzazione della vita politica

3
4
M3.2: Il fascismo in Italia: dal 1919 al 1945

Regno d'Italia: Monarchia parlamentare costituzionale con re Vittorio Emanuele III, orimo
ministro/Presidente del Consiglio Giolitti

A) L'ASCESA AL POTERE DI MUSSOLINI: 1919-1922


1919: Benito Mussolini fonda Movimento dei Fasci di Combattimento (San Sepolcrini),
antisocialisti (Fobia Rossa)
– Elezioni del 19: nessun sostegno perché movimento e violento; vince un'alleanza PSI –
PPI (32% - 20%) (Salandra – Don Sturzo) che fallisce per le ideologie anti-istituzionali del
socialismo → Giolitti
1920: Assalto a Palazzo d'Accursio (municipio) contro i socialisti, represso → inizio
squadrismo tattico
1921: Elezioni del 21: Liste di coalizione di Giolitti PNF+PLI+PPI (debole) ma 35 deputati
fascisti in Parlamento
– da Giolitti a Bonomi
– istituzione del PNF (↓ ras); patto di pacificazione con PSI;
1922: da Bonomi a Facta; debole
– creazione PSU (Partito Socialista Unitario dei riformisti) con Matteotti
– sciopero generale legalitario
– Marcia su Roma → Mussolini Presidente del Consiglio → INSTAURAZIONE DEL
GOVERNO FASCISTA (discorso del bivacco)

B) IL FASCISMO AL GOVERNO: '22-'43


La fascistizzazione:
– Riforma Gentile del ministro della pubblica istruzione
– Legge elettorale Acerbo: sistema maggioritario a collegio unico nazionale, 2/3 dei seggi
per il 25% dei voti
– Elezioni del 24: 65% per stragismo tattico → 374 su 533 seggi

– Delitto Matteotti (PSU) e secessione dell'Aventino-protesta morale e discorso del "mea
culpa" → sdegno
– Inglobazione del partito dallo Stato: Leggi fascistissime, 1925-1926
• amministrazione fascistizzata e centralizzata: al Presidente del Consiglio esecutivo +
legislativo → no divisione dei poteri
• Gran Consiglio del Fascismo
• Camera = Camera dei Fasci e delle Corporazioni
• Corporativismo
• tutti gli organi, con membri tesserati al Partito, sottomessi al Duce
• Milizia volontaria per la sicurezza nazionale, con squadristi, di ispirazione e
sovrintendenza fascista
• Polizia Segreta OVRA
• Soppressione istantanea della libertà di associazione anti-fascista, poi di associazione
generale, di espressione (censura e violenza) e di tutte le libertà fondamentali
• Persecuzione politica: Manifesto degli intellettuali antifascisti di Gentile su Il popolo di

5
Don Sturzo e Il Mondo, risposta di Croce; confini vari (Carlo Levi)
• Clima di terrore con controllo delle coscienze, pena di morte
• Controllo dell'istruzione (giuramento di fedeltà docenti, manuali statali), dei mass
media (Istituto Luce) e mobilitazione delle masse (liturgie, Mosse, storico ebreo del
periodo; mito del duce)

C) LA POLITICA ESTERA
1. Economia: Progetto di isolazionismo per autarchia e capitalismo di Stato

2. Le tre fasi della politica estera


1922-1926, pace e revisionismo: sostegno allo status quo dei trattati di pace della Prima Guerra
Mondiale, mediazione tra revisionismo tedesco e le potenze europee
– Accordo di Locarno (1925), Accordi di Stresa (1935) per il mantenimento dello status
quo contro l'espansionismo tedesco
1935-1938:
– espansionismo imperiale e colonialismo:
– Guerra d'Etiopia (1935-1936); conquista di Etiopia, Eritrea e Somalia (+ Libia dal
1911 con Giolitti, amministrazione autonoma eliminata nel '39) per risolvere la
"contrapposizione tra le potenze plutocratiche e le nazioni proletarie"
– Avvicinamento alla Germania nazista (uscita dal fronte di Stresa) con conseguente
influenza:
– 1936: Asse Roma-Berlino
– politica antisemita, 1938:
• Manifesto degli scienziati razzisti sul Giornale d'Italia per la razza
ariana
• Leggi Razziali, sulla base delle Leggi di Norimberga naziste del 1935

6
M3.3: Lo stalinismo in Russia: 1927-1953

URSS dal '22 (Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche)


Terza Internazionale Comunista o COMINTERN da Lenin, organizzazione internazionale per
il comunismo
Morte di Lenin nel '23, successore Trockji deportato poi assassinato da Stalin

A) LA POLITICA ECONOMICA
Espropriazione coatta e statalizzazione poi teorica ridistribuzione e collettivizzazione →
comunismo grezzo
Associazioni collettive dell'agricoltura, kachoz e sorchoz
Industrializzazione coatta
Dekulakizzazione '24-53, classe parassitaria di capitalisti in potenza perché hanno (e non
vogliono rinunciarvi) la proprietà privata: sospensione dei rifornimenti di viveri nelle campagne, turni
coatti massacranti
Piani economici quinquennali urbani e coatti ma statalizzati, fino alla creazione dei gulag per
lavoratori, privi di sindacati e quindi di diritti
Partito ingloba Stato: Soviet, Politburo Ufficio politico massima istituzione statale (= Gran
Consiglio Fascista)
Centralismo democratico: discutere sì, contrariare il leader no
Ateismo di Stato

Intolleranza totale per qualsiasi orientamento divergente


Corporativismo
Abolizione di democrazia rappresentativa e associazionismo dal basso

Mezzi violenti per la missione rivoluzionaria e la personalità paranoica e vendicativa di Stalin:


Cheka polizia segreta dal 1917
Polizia Politica NKVD, Commissariato del popolo per gli affari interni: purghe, epurazioni
sistematiche, crimine politico ipercontrollato e gonfiato, torture, minacce, fucilazione e deportazione
KGB: Commissione per la Sicurezza di Stato
Gulag: campi di lavoro forzato
Requisizione e ridistribuzione coatta delle terre
Pianificazione degli arresti

Propaganda martellante:
Culto della personalità di Stalin: grandissimo uomo, garante del comunismo realizzato e
unica difesa della patria; lo Stato effettivamente si arricchisce → progresso del comunismo
Stakhanovismo su modello di Alexey Stakhanov, mito del lavoro

7
B) LA POLITICA ESTERA:

Comintern dal '19


Due fasi:
1919-1934: politica di isolamento mondiale del comunismo:
– Teoria parossistica del socialfascismo → destre spaccate in tutti gli Stati europei
→ sopraffatti dalle estreme destre
– 1926 divisione socialismo/comunismo
1934-1939: Sinistra compatta:
– Fronti popolari contro il potere di Hitler → coalizioni di sinistra negli Stati
europei, es. 1936 elezioni di Francia e Spagna
– 1939, Patto Molotov-Ribentrop: non aggressione + parte segreta sulla
spartizione della Polonia

URSS patria del comunismo con missione storica: isolazionismo stalinista del Partito
Comunista dell'Unione Sovietica PCUS, il comunismo europeo si dimostra fallace con la sconfitta
della Lega di Spartaco
1943: scioglimento Comintern
1947: Cominform, Ufficio d'informazione dei partiti comunisti e operai

8
M3.4: Il nazismo in Germania

A) PRE-NAZISMO: LA REPUBBLICA DI WEIMAR, 1919-1933


I motivi del consenso al fascismo:
Contesto: Primo Dopoguerra
Economia: crisi assoluta per i debiti della Prima Guerra Mondiale
Socio-politica: fermenti conservatori-reazionari (nazionalismo, antisocialismo e
antiparlamentarismo + irredentismo, revisionismo e filo-militarismo)

Sconfitta della Prima Guerra Mondiale → fermenti rivoluzionari → abdicazione del kaiser
Guglielmo II → istituzione di una Repubblica con capo di governo Friedrich Ebert del Partito
Socialdemocratico SPD
Progressismo: Suffragio universale maschile e femminile + centralità del Parlamento con pot
legislativo + democrazia attraverso partitivismo
Paure per il crollo sociale (nazionalismo-anticomunismo-antiliberalismo pro Terzo Reich,
diffusione dell'antisemitismo e antisocialismo come capri espiatori comuni) ed economico,
disoccupazione → consensi perfino al reazionarismo
Opposizione politica: insurrezione popolare della Lega di Spartaco movimento marxista-
comunista di Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht, fucilati, succeduti da KPD vs. SPD vs. destra
comunista, con propaganda di critica, putsch e assassini → governo debole

Insurrezione popolare della Lega di Spartaco movimento marxista-comunista di Rosa
Luxemburg e Karl Liebknecht, fucilati, succeduti da KPD

1919: Elezione per il primo partito tedesco, coalizione di moderati: SPD + Zentrum (cattolici) +
liberal-democratici → Istituzione della Costituzione di Weimar: federazione democratica

1920-1922: Putsch e assassini politici:
1923: Putsch di Monaco, Adolf Hitler del Partito Nazionalsocialista dei lavoratori
NSDAP, fallito.

Nuovo governo: Gustav Stresemann, stabile contro le insurrezioni e il tracollo economico;
provvedimenti:
Economia:
• aumento dell'emissione di banconote → inflazione X
• politica economica di deflazione con basse spese statali e alte imposte
• Piano Dawes, 1922 √ ; Piano Young, 1930 X
Politica Estera: Trattato di Locarno contro il revisionismo, 1925

MA democratizzazione incompiuta: burocrazia e milizia contro principi repubblicani →


vittoria del militarismo con l'ex comandante del Secondo Reich Hindenburg, elezioni del 1925

9
B) L'ASCESA DI HITLER, 1923-1933
1923: Putsch di Monaco → carcere per un anno
1924: esce e ricostruisce l'NSDAP Nazionalfascista del lavoratori con nuova condotta
formalmente legalitaria
1925: istituzione delle SS Squadre di Protezione di Hitler + SA Squadre d'Assalto paramilitari
con servizio investigativo
Crescita propagandistica fino 1933
Sottovalutato dal resto della destra, sinistra divisa non riesce a far fronte
Crisi economica estrema: Crisi del '29 in USA → Crollo Piano Dawes
Strategia del doppio binario: violenza + via istituzionale
1933: Hindenburg affida il governo a Hitler

C) NAZIFICAZIONE: 1933-1934
– Incendio del Parlamento → colpa al KPD comunista, abolito → stato d'assedio*
– Elezioni del 1933: approvata legge per i pieni poteri a Hitler (legislativo) → no
separazione poteri
– Corporativismo, soppressione di partiti non nazisti
– SS nella polizia, istituzione GeStaPO Polizia Segreta di Stato
– pire di libri
– campagna antisemita fino aal'antisemitismo di Stato: comunità del sodalizio di sangue
ariano contro i non puri, in particolare gli ebrei che contaminavano attraverso il
cosmopolitismo della discendenza giudaica (teoria del complotto degli ebrei); Leggi di
Norimberga, 1935; Shoah e lager, con fuga degli intellettuali
– 30° giugno-1° luglio 1934: Notte dei Lunghi Coltelli: purga dei dirigenti delle SA
– Lager per oppositori politici e minoranze, non esiste la neutralità

1934: Morte di Hindenburg → Hitler Presidente del Consiglio e Führer (nuova carica:
cancelliere+presidente, culto della personalità coscienza nazionale) → Terzo Reich
Führerstat: totalitarizzazione dell'ideologia nazionale , subordinata in ogni aspetto della vita
privata all'orientamento nazista (mobilitazione delle masse: Raduni di Norimberga o Giornata
Nazionale del Nazismo, Hitlerjugend, Fronte del lavoro)
Razzismo: comunità del sodalizio di sangue ariano contro i non puri, in particolare gli ebrei che
contaminavano attraverso il cosmopolitismo della discendenza giudaica (teoria del complotto degli
ebrei); Leggi di Norimberga, 1935; Shoah e lager, con fuga degli intellettuali
Espansionismo per Lebensraum; leva militare 1935
Accordo con la Santa Sede e le Chiese protestanti: silenzio x diritto al magistero (sterminati gli
oppositori, es. Testimoni di Geova)

10
M3.5: USA – La crisi del '29

A) CONTESTO:
Socio-politica:
Da wilsonismo a repubblica isolazionista e conservatrice di Harding
Guerra fredda con Russia: ban e razzismo (KU KLUX Klan) WASP-iano, proibizionismo
→ delinquenza organizzata (Al Capone)
Conservatorismo sociale

Economia:
Nuova potenza economica mondiale postbellica, the roaring twenties → consumi di massa
secondari e american way of life (sistema capitalistico ↑)
Protezionismo

A1) L'ECONOMIA DERIVATA


Sviluppo dell'economia reale (che produce beni con un valore d'uso) e dell'economia derivata o borsa
[scambio di azioni, titoli azionari o quote (obbligazioni se di Stato) sulla base di previsioni o
speculazioni (mai oggettive)]
SPREAD: differenza tra valore delle azioni e valore dell'economia reale
BOLLA SPECULATIVA: eccesso di spread
Anche le banche [miste = deposito (fondo di denaro in affidamento) + investimento (gestisce le
transazioni)] scommettono

B) LA GRANDE DEPRESSIONE: '29-32


Sviluppo incontrollato per politica di LIBERISMO
1) Crisi di sovrapproduzione nell'economia reale: O>D
2) Giovedì nero: si dichiara il crollo dell'economia, paralisi; tutto perde valore
3) Reazione a catena: crisi delle banche senza liquidità
4) Crisi delle industrie → tagli
5) Povertà di massa (12 mil disoccupati, 75% fame) → ↓D → O>>>D
Inizia però una crisi dell'economia reale, crisi di sovrapproduzione delle industrie; nel mentre
la borsa non regolata in rapporto all'economia reale prosegue → aumenta lo spread → big crash
della bolla speculativa:
Le aziende falliscono o perdono valore → le loro azioni crollano e nessuno le compra più →
indebitamento dei proprietari → indebitamento delle masse E delle banche perché NON
REGOLATE, non hanno liquidità → non possono restituire i soldi dei clienti in difficoltà o vanno in
bancarotta
Debiti altissimi su denaro che non esisteva nemmeno

Crisi mondiale, meglio in Italia e URSS per politica di isolazionismo autarchico:


FALLIMENTO DEL LIBERISMO DI SMITH

11
Provvedimenti degli USA:
Elezioni '32 per il presidente: Roosevelt con il NEW DEAL, un programma di riforme
straordinarie E strutturali, forse legato alla TEORIA ECONOMICA DI KEYNES
Dalla teoria economica classica, la legge della domanda e dell'offerta:

O>D
 O=D
 O>D

Stimolazione Stagnazione sovrapproduzione o recessione
Nella CRESCITA, l'economia - Nei momenti di CRISI, la DOMANDA
(l'OFFERTA) deve essere controllata e deve essere sostenuta dallo Stato con
regolata dallo Stato deficit temporaneo vantaggioso a lungo
andare
Provvedimenti strutturali - Interventi di emergenza
Contro la crisi delle banche: - Contro la crisi delle banche:
• controlli rigidissimi • Prestiti alle banche
• Glass-Steagall Act: abolizione
delle banche miste
Contro la crisi di massa: - Contro la crisi di massa:
• Sindacati e diritti sindacali • Work Progress Administration e
• Welfare State o stato sociale Thennessee Valley Authority:
• Provvedimenti per minoranze creazione posti di lavoro con
svantaggiate commesse (commissioni di opere
pubbliche

Creazione di posti di lavoro con commissioni di opere pubbliche, sussidi statali, welfare state o
stato sociale: ciò manderà temporaneamente il bilancio in negativo, ma aiuterà a ristabilizzare le
condizioni della massa che potrà ricominciare a investire

Si passa dal capitalismo liberale al CAPITALISMO DEMOCRATICO