Sei sulla pagina 1di 2

Articolo determinativo spagnolo

(Artículo determinado)
L’articolo determinativo indica il genere (maschile/femminile/neutro) e il numero
(singolare/plurale). È abbastanza simile all’italiano e per il plurale segue la regola del plurale
spagnolo.

SINGOLARE PLURALE
MASCHILE FEMMINILE NEUTRO MASCHILE FEMMINILE NEUTRO
EL LA LO LOS LAS –

Attenzione: In maniera simile all’italiano el si fonde con le preposizioni de e a che lo precedono


dando origine alle preposizioni articolate del e al.
Esempio: El color del mar [de el] es azul (il colore del mare è blu). Todos los domingos vamos
al [a el]  cinema  (tutte le domeniche andiamo al cinema).
In alcuni casi l’articolo si omette.
Si omette davanti ai nomi geografici (continenti, stati, regioni) con eccezione se sono seguiti da
qualche determinativo che ne limita il significato.

Esempio: España es un país muy interesante (la Spagna è un paese molto interessante); La España


del siglo veinte (la Spagna del XX secolo).
Si omette quando c’è un aggettivo possessivo.

Esempio: esto es mi coche (questa è la mia macchina); esta es mi cama (questo è il mio letto).


Attenzione: è errato mettere l’articolo determinativo davanti a un aggettivo possessivo.

Articolo indeterminativo spagnolo


(Artículos indeterminados en español)
Gli articoli indeterminativi in spagnolo sono 4.

Singolare Plurale
Maschile Femminile Maschile Femminile
Un Una Unos Unas
Come si vede, è molto simile all’italiano. Ciò nonostante possono esserci significati e forme di
utilizzo diverse dalla nostra lingua.

Differenze con l’italiano: omissioni

In spagnolo l’articolo indeterminativo non si mette davanti a otro/a (altro/a), semejante (simile)


e cuarto (quando ha il significato di quarto d’ora).

Esempio: Juan se está tomando otra coca cola (Juan si sta prendendo un’altra coca cola); 
No acepto semejante propuesta (non accetto una simile proposta); 
Son las cinco y cuarto (sono le cinque e un quarto).
Attenzione: Cuarto significa sia “quarto” (numero ordinale), sia “stanza”.
Le doppie in spagnolo
 
Le doppie in spagnolo sono molto meno frequenti che in italiano.

Attenzione: non sempre, però, incontrando una doppia bisogna pronunciarla come in italiano.
Le lettere che possono incontrarsi duplicate sono: la C, la N, la R e la L.

Nel caso della N e della R, bisognerà marcare il suono, esattamente come in italiano.

Esempio: perro (cane), innato (innato).
Nel caso della C si pronuncerà con un suono non presente nella fonetica italiana (guarda la sezione
“pronuncia”),che possiamo definire K+CZ.
Esempio: acción (azione), ficción (finzione), reacción (reazione).
In fine la doppia L (da non confondersi assolutamente con la doppia LL italiana), va pronunciata
con il suono GLI/E.

Esempio: callar (fare silenzio), llave (chiave), lluvia (pioggia).