Sei sulla pagina 1di 4

G.F.

Händel Air: Ev’ry Valley Shall Be Exalted

Models for Style Analysis

Timeline

z 4 3 tipi di tecnica vocale


z2 30

z3 64
z4 79
GENERALE: aria per tenore con accompagnamento orchestrale; si avvicina alla forma classica di aria da concerto, eccetto che
per la mancanza del segno di ritornello finale. Mettere in risalto gli affetti del testo è una prerogativa di Handel: ne risulta una
grande magniloquenza affermativa. Trattamento efficace delle parole con "ingenuità biblica" (vale a dire con un appeal
universale): exalted 20, made low 26, cooked 27, plain 30. Realismo: cooked (accidentato-scosceso) = scomodo vocalmente.

LARGE


Shape
Movement

L’ efficace gestione delle risorse crea varietà e


Il mantenimento di livelli sonori coerenti (solo, S direzionalità: l'orchestrazione aggiuntiva
tutti, archi tutti, speciali texture dei legni)
supporta il crescendo implicito delle ripetizioni
fornisce chiarezza strutturale ed enfasi.
(4-7, 79-84), raffinato contrasto dei legni (8);
naturale enfasi sulla voce (a 10 entra
completamente sola; oppure con suoni
posizionati strategicamente in “buchi"
orchestrali su be 14, -alt 19; le note di climax
arrivano ineluttabili dopo lunghe sequenze 19,
range non estremo - SOL#4)
H
Il logico piano tonale contrappone le aree Tensione strutturale: la modulazione al V
principali: ritornello (I), esposizione del solo (I- fornisce una logica al resto del pezzo. Basso
V), sviluppo (IV), e riprese (I-I). meno attivo rispetto al tipico stile tardo
barocco. Il ritmo degli accordi dà il profilo a
molte frasi (63-68:

= azione/riposo/azione

Le note lunghe ben posizionate offrono


Ripetuti picchi del tenore nell’esposizione M l'opportunità di esporre le qualità vocali,
(SOL#4) generano un locale forte impulso dinamiche, ornamenti.
(range classico più ampio).

Voce differenziata da attività aggiuntiva e note R Tipiche figure barocche di azione/riposo


lunghe (spettro R più ampio).

anche nella lunghezza della misura

Classico = parabola riposo/azione/riposo).

G Trattamento più ampio in passaggi analoghi


Coordinamento dei motivi tematici: Ev’ry della ripresa: cfr. plain 40-41 vs. 67-70;
valley e crooked sul V (25-26). ripetizione della semifrase Ev’ry
più unificata: cfr. i motivi separati (10-13) con
la linea continua di 53-56.

SMALL

S L’effettiva imitazione (2) è contrappunto


drammatizzato, orientata al suono più che alla
linea. (Antifonale)

Le frasi vocali si sviluppano con la ripetizione


motivica e l'accumulo per enfasi ed effetti di
climax nell’esecuzione

Sottili attivazioni della frase attraverso cambi alla Crooked diventa più accidentato, 27 vs 33; Plain
fine della catena sequenziale: 18 elimina il diventa più piano, 30 vs 36. (madrigalismi)
ritardo, 23 comprime anche il modulo

Coloratura* tematica: espansione sequenziale di


exalted (13 vs 15-19).

Eccitante tensione della tipica melodia a due livelli:


*La variazione ornamentale, spesso improvvisata dal il livello inferiore sale, il superiore tiene (ripetendo il
cantante, praticata nel bel canto a base di vocalizzi, MI) e costruisce tensione, per poi spegnersi
gorgheggi e preziosismi vocali. (56-58).

Controllo avanzato del contorno di frase e della punteggiatura mediante il coordinamento degli elementi: l’onda iniziale
(1-2) M/R è confermata dal ritmo accordale:

Punteggiatura della semifrase 27-28: coordinazione di nota lunga, pausa; IV-i6 più stabile di ii6-i6.
Schema delle conclusioni

0. Introduzione (da Osservazioni generali)

I. Controllo dell'intero pezzo in molti parametri


(a) Coordinamento preclassico del piano tensionale tonale con le principali divisioni
del pezzo sui tre motivi tematici fondamentali (x: Ev’ry valley; y: exalted; z: crooked).
(b) Significative punteggiature confermate da contrasti insolitamente ben
diversificati del livello di suono: solo, tutti, archi tutti, duetti dei legni, timbri misti.
(c) Tipico finale händeliano, univoco ed efficace: fermata con corona, note lunghe,
magnifici salti nell’Adagio. (Molte opere barocche non mostrano finali particolari e
ripetono semplicemente il ritornello.)1
d) L'alta energia dell'esposizione del tenore (brillante coloratura in semicrome, picco
al SOL#4) crea slancio alle sezioni successive (tende a creare climax in ogni
sezione).

II. Rafforzamento direzionale del materiale ricorrente piuttosto che ripetizione/variazione


di routine
(a) Tensione strutturale di base della modulazione col V per crooked.
(b) Innalzamento piramidale di blocchi orchestrali = crescendo costruiti ispessendo la
texture (4-7, 79-84).
(c) Strategici “buchi” orchestrali permettono al tenore di risaltare (14-19).
Note lunghe ben posizionate incoraggiano la messa in evidenza del suono vocale e
della tecnica di improvvisazione.
(d) Le riprese di passaggi analoghi ricevono un trattamento più esteso (vedi Osservazioni).

III. Il profilo delle frasi utilizza diversi parametri


(a) Punteggiatura evidenziata dalla stabile azione combinata di: nota lunga, pausa, IV-I
(27-28).
(b) La sequenza barocca azione/riposo penetra sia nel motivo sia nella frase;
ritmo accordale = forza determinante della forma
(c) Maggiore enfasi dalla ripetizione e dalla messa in sequenza dei motivi.
(d) La coloratura è tematica: espansione sequenziale di exalted (cfr. 13 vs. 15-19).

IV. La spinta emerge deriva dai dettagli del movimento:


(a) Le parti finali delle colorature ricevono ulteriori azioni: a 18 sono eliminati i ritardi; 23

comprime anche il modulo: da a

(b) Le ripetizioni di parole si intensificano: crooked diventa più accidentato, 27 vs 33;


plain diventa più piano, 30 vs 34.
(c) Melodia divisa a più livelli: il livello inferiore sale; il livello superiore tiene la nota,
aumenta la tensione, infine s’interrompe, 56-58.
(d) Concinnità avanzata dell'azione della frase (vedi Osservazioni - Small G).

TESTO

Every valley shall be exalted, Ogni valle sia colmata,


and every mountain and hill shall be made low; the ogni monte e collina spianati;
crooked straight, il terreno accidentato si trasformi in piano,
and the rough places plain. e quello scosceso in pianura.

1 Cadenza del ritornello introduttivo ritorna solo alla fine delle principali divisioni (42-43, 71-72, 83-84)