Sei sulla pagina 1di 16

Oggi su Alias Su Alias Domenica L’ultima

UCCIARDONE Il progetto «L’arte della ROBERTO BOLAÑO, incompiuti fra RIACE Nel paese dell’accoglienza
libertà» ha portato l’arte contemporanea dubbio e vuoti di memoria; l’Enea riapre l’ambulatorio sociale,
all’interno del carcere con laboratori di Giorgio Caproni; Giudici-Dante; con Mimmo Lucalo e Pietro Bartòlo
per detenuti e operatori penitenziari Picasso, i Tableaux magiques Silvio Massinetti pagina 16

oggi con
quotidiano comunista ALIAS

 CON LE MONDE DIPLOMATIQUE


+ EURO 2,00

SABATO 8 FEBBRAIO 2020 – ANNO L – N° 34 www.ilmanifesto.it euro 2,50

all’interno

Coronavirus
Scontro tra Roma
e Pechino sui voli
Trump: «Aiuteremo»
L’italiano tra i 56 alla Cecchi-
gnola in buone condizioni,
un nuovo caso sospetto a
Chieti. Telefonata Trump-Xi.
In Cina aperta un’indagine
sulla morte di Li Wenliang

Simone Pieranni
A PAGINA 9

Yemen alla fame


Drone Usa uccide
il capo di al Qaeda
Assalto al cibo Onu
II Mentre si aggrava la crisi
umanitaria Wahsington an-
«Siamo rifugiati, non criminali»: l’Ungheria respinge centinaia di migranti al confine con la nuncia la morte di Qassim
al-Rimi, leader della potente
al Qaeda nella Penisola arabi-
Serbia e il governo serbo accusa le ong di «incitare le persone ad attraversare la frontiera». ca (Aqap).

L’Europa, chiusa nel suo muro del silenzio, gioca con il fuoco della rotta balcanica pagina 7 Chiara Cruciati
A PAGINA 9
Serbia, bambini migranti alla frontiera con l’Ungheria foto Ap/Marko Drobnjakovic
Guatemala
GIUSTIZIA
Il deputato gay

Sfida sulla prescrizione, Renzi frena e la ribelle india


Poste Italiane Sped. in a. p. - D.L. 353/2003 (conv. L. 46/2004) art. 1, c. 1, Gipa/C/RM/23/2103

sfidano Giammattei
Il nuovo presidente guate-
II Non vogliamo far cadere il una terribile gaffe scrivendo su tre, ma è in difficoltà per trova- ZEDDA: BENE UN PD APERTO MA NON BASTA malteco ha lo "stato d’emer-
governo, precisa Renzi il gior- twitter: «Non chiedetemi se so- re il «veicolo», decreto legge o
no dopo lo strappo con 5 Stelle, no garantista o se sono giusti- emendamento al «milleproro- «Serve una forza di sinistra» genza" facile e punta tutto
sul controllo del territorio.
Pd e Leu sulla prescrizione. E zialista. Sono contrapposizioni ghe» nel quale inserire, nelle in- Ma nel nuovo Parlamento c’è
Zingaretti lo incalza: la sua po- manichee». Poi deve precisare: tenzioni già lunedì, la riforma II «Guardo con interesse al Cagliari. «Ma per noi, per ora, chi gli darà filo da torcere
sizione ambigua sta diventan- «È chiaro che dobbiamo essere della Bonafede. Non si esclude percorso che sta facendo il Pd. il discorso è prematuro. Ci con-
do insostenibile. Una mano al tutti per tutte le garanzie costi- il disegno di legge ordinario: Zingaretti ha parlato di un ri- fronteremo, del resto lo stia- Claudia Fanti, Carlos Reza
leader di Italia viva la dà però tuzionali».Il governo intende avrebbe una corsia preferenzia- pensamento profondo». Parla mo già facendo da tempo» A PAGINA 8
proprio Conte, che incappa in andare avanti sull’accordo a le. FABOZZI A PAGINA 2 Massimo Zedda, ex sindaco di DANIELA PREZIOSI A PAGINA 3

GIUSEPPE GRAVIANO SANREMO 70


Povera Roma
Le «rivelazioni» del boss La truffa dello specchietto e il consenso della destra Amadeus e Fiorello,
«Incontrai Berlusconi» la supercoppia
egli ultimi anni a Roma CHRISTIAN RAIMO e chiamare i vigili e l’altro si agite-

N almeno una volta al mese


mi è capitato qualcuno
che mi volesse fare la truffa dello
le posteriore della sua macchina.
Poi ti quantifica il danno: sarebbe-
rà e finirà per andare via borbot-
tando.
Ormai mi è capitata così tante
specchietto. Mentre sei al volante ro 300 euro, ma visto che non gli volte la truffa dello specchietto
senti uno stonk su una fiancata, sembri una cattiva persona e an- che mi viene da ridere quando
qualcuno dietro ti lampeggia. Ral- che la sua macchina è ridotta così sento lo stonk o provo pena quan-
lenti, ti fermi, scendi dalla mac- così e non c’è tempo di chiamare i do vedo le facce dei bambini sul
china, il guidatore della macchi- vigili, ne bastano 150 e va bene sedile assistere a quella che per
na dietro fa lo stesso. In genere ti così; non ce l’hai?, anche 100 van- loro sarà l’ennesima pantomi-
II Deponendo nel processo «’Ndrangheta aggredisce, ma può essere più cau- no bene, non ce l’hai spicce?, ti ma. Ma soprattutto mi fa pena II Ascolti alle stelle, il Festival conquista
stragista», il boss Giuseppe Graviano (diversi to, ti mostra una strusciata sulla accompagno a uno sportello del una città che si sta riducendo co- pubblico e critica. In nome dell’amicizia Ti-
ergastoli sulle spalle tra l’altro per le stragi fiancata o uno specchietto rotto. bancomat. Non ci vuole molto a sì: a campare di espedienti, a pro- ziano Ferro e lo showman catanese si ricon-
di Capaci e via D’Amelio) rivela di «aver in- Ti rimprovera: «Non si guida con cavarsela per evitare la truffa, ba- vare a monetizzare persino il ciliano. E quella che doveva essere l’edizio-
contrato Silvio Berlusconi da latitante per al- il cellulare!, non mi hai visto!, ho sta proporre un Cid, e l’altro già si traffico, il casino, la distrazione, ne delle donne ne ripropone la solita imma-
meno tre volte, l’ultima nel dicembre del dei bambini dietro!». Perché ci ritirerà a miti consigli. Basta affer- il senso di colpa. gine di vittime o brave fidanzate. Vince le
’93», poco prima che il patron di Fininvest sono sempre dei bambini sul sedi- mare di non avere nessuna fretta — segue a pagina 15 — nuove proposte Leo Gassman con «Vai be-
scendesse in politica. MARSALA A PAGINA 4 ne così» CRIPPA, ERMINI, MIANITI A PAGINA 12
2 la notizia del giorno sabato 8 febbraio 2020

GIUSTIZIA
Sfida sulla prescrizione
Il «malinteso» di Conte,
difficoltà sul decreto
Regge il patto a tre (5S, Pd, Leu) ma si studia come tradurlo in legge
Renzi isolato ora frena. Il premier: io né garantista né giustizialista

Roma

II Ci mancavano i «malinte-
si», come li definisce il presi-
dente del Consiglio, che di mat-
tina afferma di non essere né
garantista né giustizialista per-
ché «sono contrapposizioni
manichee» (ci era già cascato) e
nel pomeriggio corregge, anzi
«precisa», che «chiaramente
dobbiamo essere per tutte le
garanzie costituzionali». Nel
Pd devono mordersi la lingua.
Non tutti: Orfini scrive su twit-
ter - lì dove Conte aveva distilla-
to la perla - «pensa di essere fur-
bo? O che siamo fessi noi?». Ma
sulla prescrizione il malinteso
più grande è dietro l’angolo.
Giovedì sera, consumata la rot-
tura con Italia viva e firmato il
patto a tre (5S, Pd, Leu), velocis-
simo Bonafede aveva annun- Matteo Renzi foto LaPresse Giuseppe Conte foto LaPresse
ciato per lunedì un Consiglio
dei ministri straordinario nel gli assolti in primo grado. Se sioni della camera. Riformu- I tecnici sono al lavoro. Pro- sufficienti per mandare sotto prescrizione. Restano intatti
quale approvare sia il disegno fosse riconosciuta l’urgenza di lando il tema della prescrizio- prio perché potrebbe essere il governo. gli «effetti devastanti», e cioè il
di legge delega con la più volte modificare la riforma della pre- ne nel «milleproroghe» il go- un Consiglio dei ministri di rot- Potrebbe tentarci al senato, concreto rischio che i processi
annunciata la riforma del pro- scrizione entrata in vigore da verno avrebbe anche il vantag- tura, con le due ministre ren- almeno così continua a dichia- di appello possano durare in
cesso penale sia un decreto leg- appena un mese, la conclusio- gio di superare, senza metter- ziane Bellanova e Bonetti con- rare, ma ieri il leader di Italia eterno, senza più la prescrizio-
ge per correggere la riforma ne logica dovrebbe essere quel- lo ai voti, l’emendamento ren- trarie - si vedrà in che formula - viva è sembrato accusare il col- ne a dettare le urgenze delle
della prescrizione con il conte- la di sospenderne l’applicazio- ziano che insiste sullo stop di il provvedimento deve essere po dell’accordo a tre sulla pre- udienze. «Oscura» secondo l’av-
nuto del nuovo accordo. Ieri il ne. Come in effetti chiede Ita- un anno alla riforma, il punto solido. E in questo senso l’uni- scrizione, che lo ha escluso. Ha vocato Caiazza, presidente del-
ministro ha fatto i conti con lia viva e come piacerebbe an- è che non può farlo senza pro- ca garanzia potrebbe darla un continuato ad attaccare Conte la camere penali, la nuova nor-
qualche difficoltà imprevista. che al Pd, ma Bonafede non porre un’altra proroga. Anche disegno di legge ordinario, me- e Bonafede, ma ha soprattutto ma che consentirebbe solo
«Stiamo riflettendo, il decre- vuole sentirne parlare. Pur- molto breve, altrimenti ri- no rapido ma con la corsia pre- spiegato che non è sua inten- agli assolti in secondo grado di
to legge è una delle ipotesi», ha troppo per lui, anche la secon- schierebbe di incappare nell’i- ferenziale spianata proprio zione far cadere il governo. Zin- recuperare il tempo trascorso
detto, Non la più semplice, pe- da strada che il governo sta stu- nammissibilità. dal fin qui temutissimo dise- garetti lo ha incalzato: «Chi pic- ai fini della prescrizione. «Se
raltro: i decreti legge soprattut- diando per approvare rapida- gno di legge Costa che puntava cona il governo si colloca in l’imputato viene assolto - si è
to in materia penale devono es- mente l’accordo a tre sulla pre- a cancellare di un colpo la rifor- una posizione politicamente chiesto ieri - che interesse ha a
sere solidamente fondati su ra- scrizione dovrebbe passare
Il segretario Pd: ma Bonafede. Il 24 febbraio, in ambigua che sta diventando in- recuperare la prescrizione?
gioni di necessità e urgenza, per la sospensione della sua la posizione questo modo, in aula alla came- sostenibile». Per farsene cosa?». Si tratta pe-
tanto più se come in questo ca- legge di riforma. Perché il prov- ra potrebbe andare in votazio- Con l’ex presidente del Con- rò dello stesso meccanismo
so diversi giuristi denunciano vedimento «veicolo» si chiama ambigua di Italia ne anche la proposta di mag- siglio restano però gli avvocati previsto dalla riforma Orlan-
l’incostituzionalità dell’accor- appunto «decreto milleproro- viva sta diventando gioranza oltre a quella di Forza penalisti, che rapidamente do, che la cancellazione della
do raggiunto diversificando le ghe» e tra lunedì e mercoledì Italia (e alle altre già abbinate). hanno già bocciato anche la Bonafede riporterebbe in vigo-
posizioni dei condannati e de- sarà approvato dalle commis- insostenibile Senza che Renzi abbia i voti nuova versione del «lodo» sulla re. a. fab.

LA TATTICA DEL RINVIO PERMANENTE RISCHIA DI DIVENTARE UNA TRAPPOLA Pensioni, tavolo
su 14esima e tasse
Torna a galla anche il nodo Mes, accantonato in autunno Secondo tavolo
governo-sindacati sulle
pensioni. Cgil, Cisl e Uil
ANDREA COLOMBO di prima che arrivino al pettine. infatti un aumento, sia pur se- gresso a cielo aperto che si pro- colari della riforma complessi- hanno chiesto di aumentare
La sensazione, al contrario, è lettivo, dell’Iva. Non ci vogliono lungherà per mesi: al termine va: questione più di anni che di platee e importi delle
II Come finirà il braccio di fer- che quei troppi nodi «accanto- doti profetiche per indovinare del quale il M5S, e dunque la mesi. Ieri fonti di Bruxelles han- 14esime, tornare
ro sulla prescrizione è impossi- nati» rischino invece di arrivare come reagirà a un disegno del maggioranza, saranno comun- no fatto filtrare la decisione, in all’indicizzazione piena per
bile dirlo oggi. La strada è lunga al maledetto pettine tutti insie- genere Renzi. que diversi da quel che sono og- realtà già ampiamente annun- gli assegni fino a 7 volte il
e per il momento il leader di Iv è me, in una situazione di preca- Ma ancora prima il governo gi e forse i 5S non saranno nep- ciata, di chiudere con le firme minimo (circa 3.600 euro
interessato soprattutto a tenere rietà permanente che trasfor- dovrà affrontare scelte non più pure più un soggetto unitario. in aprile. Il governo italiano lordi al mese), ridurre la
il governo sulla corda, accusan- ma in chimera il miraggio di rinviabili. Il nodo delle conces- Ciascuna di queste trappole l’ha presa malissimo: il varo del- pressione fiscale sugli
do il Pd di essere succube della una Fase 2 nella quale, retorica sioni autostradali, che conti- disseminate sulla strada del go- la riforma del Mes senza chia- assegni. I sindacati hanno
cultura giustizialista dei 5S. In a parte, già non crede più nessu- nua a slittare. Il dramma dell’Il- verno è il risultato di qualche rezza sugli altri capitoli signifi- chiesto al governo di chiarire
realtà nella maggioranza, come no. Del resto, colonna vertebra- va, dove resta inevaso il punto rinvio che ha spesso finito per cherebbe riaprire la guerra nel- a breve le disponibilità
sul Colle, viene considerato alta- le della nuova fase dovrebbe es- dolente degli esuberi. Infine la ingigantire i problemi e comun- la maggioranza. Il ministero economiche per la prossima
mente improbabile che si arrivi sere una riforma fiscale che, al lacerazione dei 5S. Lo sforzo que non li ha mai risolti. Da que- dell’Economia assicura che la legge di Bilancio e per quelle
a una crisi che in questo mo- contrario, minaccia di rivelarsi congiunto di Conte, dei mini- sto punto di vista è eloquente la faccenda non sarà all’odg nella che seguiranno. Nei
mento nessuno vuole. Ma que- ulteriore fattore di instabilità. stri pentastellati e, sia pur tira- tempesta che si è scatenata ieri riunione dell’Eurogruppo di prossimi incontri il governo
sto relativo ottimismo non ba- L’obiettivo ambizioso di ridise- to un po’ per i capelli, di Crimi intorno al Mes, la riforma del febbraio. Conte conferma: «Il presenterà le stime sui costi
sta ad abbassare la tensione gnare per intero, con forte ispi- ha costretto Di Maio a derubri- Fondo salva Stati che già aveva Mes non è stato neppure sca- delle proposte sindacali così
che, in una certa misura, pre- razione progressiva, le aliquo- care la manifestazione contro tenuto sulla corda il governo in denzato (sic) per la riunione di da far partire il confronto
scinde dall’esito della sfida sul- te, abbassando l’Irpef, implica il governo, inizialmente convo- autunno. Anche in quel caso la febbraio. Non c’è nessuna novi- vero e proprio. Per il
la prescrizione in sé. In questi cata per sabato di fronte al Se- strettoia era stata superata gra- tà». La decisione di arrivare alla segretario generale dello Spi
giorni si è infatti già dispiegato nato, in una protesta circoscrit- zie a un rinvio fondato sull’am- firma in aprile, in effetti, tutto Cgil Ivan Pedretti «sono
un disastro politico che segna il
Bruxelles ricorda ta ai vitalizi nella molto meno biguità, con Bruxelles che ave- è tranne che una novità: un proposte serie per
fallimento della tattica adottata che la riforma simbolica piazza san Silvestro. va detto chiaramente di non vo- guaio che il governo fronteg- rispondere ai bisogni di
sin qui da Conte, fondata su Ma nessuno nella maggioranza ler rinviare la firma del nuovo gia, come sempre, puntando milioni di pensionati a lungo
equilibrismo e rinvio perma- andrà firmata in si illude che si tratti di qualco- trattato oltre aprile e Roma che sul rinvio e sulla rimozione del inascoltati. È del tutto
nente, sulla fiducia nel tempo aprile. Il governo sa in più di una tregua. La mos- fingeva di credere invece in una problema. È una tattica che evidente che servono dei
come elemento capace di stem- sa di Di Maio ha comunque sorta di rinvio sino a quando non ha pagato sin qui. Difficil- risultati o la disillusione sarà
perare tensioni e sciogliere no- prova a frenare inaugurato una sorta di con- non saranno chiari tutti i parti- mente pagherà in futuro. molto alta».
sabato 8 febbraio 2020 la notizia del giorno 3

Non molte strade per cambiare in corsa la riforma L’ex sindaco di Cagliari: c’è già una classe dirigente
Bonafede, non si esclude il disegno di legge ordinario nuova, Elly Schlein è stata votata per la sua coerenza
DANIELA PREZIOSI

II Il voto in Emilia Romagna ha


ridato slancio all’idea di coalizio-
ne di un centrosinistra plurale che
alcuni esponenti della sinistra, di
generazioni diverse, hanno incar-
nato da tempo. Massimo Zedda, ex
sindaco di Cagliari e oggi capo
dell’opposizione progressista alla
regione Sardegna, l’ha proposta
già alle politiche del 2018, con Giu-
liano Pisapia. Alla guida del Pd c’e-
ra Renzi, non se ne fece niente.
Zedda, il tempo è galantuomo?
In realtà Pisapia l’aveva già propo-
sta a livello nazionale e poi realiz-
zato nel 2011 a Milano. E noi a Ca-
gliari. E con successo. È l’idea della
costruzione di un centrosinistra
nuovo, cioè rinnovato nei temi,
coerente rispetto ai programmi
presentati. E che soprattutto sap-
pia andare oltre il Pd. Ora in Emi- Massimo Zedda foto LaPresse
lia Romagna il Pd ha ottenuto un
ottimo risultato, ma per vincere so- MASSIMO ZEDDA (PROGRESSISTI)
no state necessarie altre liste, co-
me «Coraggiosa», quella del presi-
dente e le altre che compongono
un centrosinistra plurale che ha
«Bene un Pd aperto, ma serve
dato uno spazio anche gli elettori
delusi. L’obiettivo non è «solo» la
vittoria ma il buongoverno del ter-
anche una forza di sinistra»
ritorio che ci si candida ad ammini-
strare. con le altre realtà. Isola le istituzio- politiche ambientali. Non signifi- giorno determina l’eliminazione
Oggi la destra nazionalista ha il ni, isola le persone. Noi dobbiamo ca ‘solo’ tutela dell’ambiente. In- dei sospetti reciproci. L’altro ele-
vento in poppa. Un’idea di coali- essere capaci di declinare il nostro tendiamoci, c’è chi lo devasta, ma mento, per noi di sinistra, è la rico-
zione larga è l’ultima chiamata senso di appartenenza all’oppo- le leggi italiane sono tra le più noscibilità. In particolare i 5s della
per non farla straripare? sto: i problemi sono comuni, la so- avanzate al mondo. Oggi il tema è prima ora, quelli nati sull’ambien-
Non so se si può parlare di ultima lidarietà è un elemento di forza basare lo sviluppo sull’ambiente, talismo e sulla trasparenza nella
chiamata. Anche in aeroporto do- per tutti, l’unità di intenti, di for- cioè sulla conversione, sulle rinno- pubblica amministrazione, sanno
po l’ultima chiamata può succede- za, di relazioni, fa crescere tutto e vabili. È elemento fondamentale come abbiamo governato Cagliari.
re che qualcuno perda il volo. Mi la- tutti. Non l’interesse particolare. Il per abbattere la spesa sanitaria: il Oggi spesso facciamo insieme le
sci dire fuor di metafora: oggi il vo- problema del lavoro non riguarda 70 per cento dei tumori è legato a battaglie d’opposizione in regio-
lo lo stanno perdendo i sardi. È sal- un solo individuo ma milioni di fattori ambientali e alla qualità del- ne. Ovviamente ci sono differenze
TRIBUNALE DI MILANO tata la ‘continuità territoriale’: in persone. Servono politiche unita- la vita. Investire in bonifiche, inno- caso per caso, e nel resto del paese
Sardegna con il presidente leghi- rie che guardino a tutto il territo- vazione, ricerca scientifica signifi- regione per regione. In alcuni po-
Ex Ilva, ultimo rinvio sta, anche se lui si definisce sardi-
sta, da un mese non si può prenota-
rio nazionale. E invece la destra si
disinteressa del meridione, lo con-
ca creare nuovi posti di lavoro.
Il centrosinistra governa con i 5
sti il dialogo è più avanzato, in al-
tri meno. Ma la tendenza c’è.
Ma Mittal si allontana re un volo per Roma o Milano do-
po il 16 aprile. Le ho fatto questo
cepisce come un bacino di voti,
non investe sul suo sviluppo. È l’e-
stelle. Nella sua regione c’è la
possibilità di un avvicinamento?
Zingaretti ha lanciato un congres-
so o, meglio, una conferenza pro-
esempio per dire che la nostra ne- lemento che genera la paura sul Sta accadendo. Non dall’oggi al do- grammatica ‘aperta’ anche a chi
MASSIMO FRANCHI nuova società, «Greenco», che cessità non è quella di fare un’al- quale loro fondando il consenso. mani. Ed è possibile perché dall’i- sta fuori dal Pd. È interessato?
dovrebbe montare e gestire for- leanza per vincere, ma per non Immagina una lista «Coraggiosa» nizio manteniamo una disponibili- Siamo dell’idea che nel centrosini-
II Il terzo rinvio, l’ultimo con- ni elettrici per il preridotto a consentire a questa destra di deva- a livello nazionale? tà al confronto, che giorno dopo stra ci sia il bisogno di creare una
cesso dal giudice del tribunale Taranto. stare il paese. Non mi sono appassionato mai ai coalizione ampia e non un unico
di Milano Claudio Marangoni. Il nodo più difficile rimane Lunedì pomeriggio a Cagliari con nomi. Il senso delle prossime ini- partito che ricomprenda tutti. Alle
La vertenza Ilva si trascina nel- quello dell’occupazione: Mit- Fratoianni e Elly Schlein discute- ziative è stare insieme, in alcuni ca- regionali bisogna presentare delle
la trattativa fra governo e Mit- tal aveva individuato 5 mila rà di obiettivi comuni e autono- si anche tornare insieme. Il nome liste, e così alle comunali. Alle poli-
tal. Ieri le parti - commissari ex esuberi, il governo vuole scen- mia. Come ha fatto ieri a Sassari. verrà, di nomi ne abbiamo tirato tiche vedremo quale sarà la legge.
Ilva e multinazionale indiana - dere a 1.500, da riassorbire en- L’autonomia che vuole la destra fuori anche troppi, quando dietro Guardiamo con interesse al percor-
hanno chiesto di avere più tem- tro il 2023. E ci sono ancora i no- viene è la libertà di fare azioni con- quei nomi c’erano poche cittadine so del Pd, penso che sia opportuna
po, confidando nel riuscire a di del finanziamento con i suoi tro le leggi e senza controllo. Ab- e cittadini. questa apertura sui temi. Vedre-
trovare un accordo entro fine tempi e con l’ingresso di Cassa biamo iniziato una serie di incon- La sinistra è segnata da fratture
Serve una coalizione ampia mo che cosa accadrà, Zingaretti ha
febbraio per proseguire insie- depositi e prestiti o di Invitalia. tri sul territorio con le candidate e in alcuni casi antichissime. C’è il e plurale, come in Emilia. parlato di un ripensamento pro-
me. Diversamente il 6 marzo - Preoccupata per «l’«ulterio- i candidati e con tante cittadine e problema di una nuova classe diri- fondo, forse un cambio di nome.
«termine ultimo» - partirà la re fase di incertezza» la Fiom cittadini che hanno sostenuto il gente che chiuda con l’eterna pul- Con Pisapia l’abbiamo già Ma la mia opinione è che per noi,
causa civile sul recesso del con- che ricorda «i 2.331 lavoratori centrosinistra alle regionali del sione alle divisioni? praticata. Guardiamo con per ora, il discorso è prematuro. Se-
tratto - ora nella fase cautelare - in cassa integrazione straordi- 2019. Lunedì parleremo anche di Credo che una classe dirigente guiremo il dibattito con attenzio-
avviata dopo che la multinazio- naria (1.978 ex Ilva, 341 in Sa- quello che sta accadendo in Regio- nuova ci sia già, e lo dimostra per interesse al percorso dem. ne, ci confronteremo, del resto lo
nale aveva manifestato con tan- nac e 12 in Taranto Energia) e i ne. Il punto è questo: qui la destra esempio il voto a Elly Schlein: è sta- Ci confronteremo, del resto stiamo già facendo da tempo. Ma
to di atto di citazione la volon- 1.273 in cassa integrazione or- nazionalista interpreta l’autono- ta riconoscibile per l’elettorato del- continuo a pensare che nel paese
tà di lasciare la guida dell’accia- dinaria a Taranto, prorogata da mia con la paura, la chiusura in sé la sua regione, che chiede alla sini- lo stiamo facendo da tempo manchi una forza organizzata di si-
ieria con base a Taranto. giugno 2019» e chiede «che il e senza volontà di competizione stra maggiore coerenza. Penso alle nistra vera, forte, coerente.
Un ulteriore rinvio che pre- Mise convochi i sindacati per
occupa i sindacati anche per le conoscere l’effettivo stato del-
indiscrezioni sui passi avanti la trattativa», dicendosi «non di- I DEM SI ‘APRONO’ MA DI GRAN FRETTA, RIPARTE ‘PIAZZA GRANDE’
nella trattativa. Il più eclatante sponibile a gestire gli effetti di
sarebbe la possibilità per Mit-
tal di uscire comunque a no-
possibili accordi che mettano
in discussione gli impegni e i Zingaretti lancia il congresso «tematico». E si blinda
vembre pagando 500 milioni vincoli occupazionali dell’ac-
di penale. Una prospettiva che cordo del 2018» e annunciando
dimostra la poca credibilità che «se il tavolo non sarà convo- II Un congresso negato, rivelato, re le (rare) contestazioni interne il 25 la direzione il regolamento. A come, si vedrà - nel «Manifesto per
dell’operazione. Una possibili- cato nelle prossime ore sarà ne- poi di nuovo negato. Negli ultimi cambiando anche formalmente la marzo, a Firenze, assemblea di l’Italia» che verrà votato dall’as-
tà non smentita dagli avvocati cessario ricorrere alla mobilita- giorni consigliato pubblicamente linea politica verso la nuova fase, apertura dei lavori. Il 18 -19 aprile semblea finale.
delle parti. In più Mittal si sa- zione generale del gruppo». da Goffredo Bettini. Ieri con una la possibile alleanza con i 5 stelle. la chiusura. In mezzo, in poco più Tutto questo attivismo dovrà
rebbe già chiamata fuori dalla Stessa richiesta di convocazio- mossa (quasi) a sorpresa Nicola E soprattutto di blindarsi prima di un mese, Zingaretti propone mobilitare l’elettorato in vista del-
ne da parte di Fim e Uilm. Zingaretti ha annunciato il con- delle regionali di maggio. Che non «10mila assemblee, una per ogni co- le regionali, per le quali il leader
REGIONE LAZIO Giovedì l’associazione Peace- gresso «straordinario» del Pd. Ma sono un pranzo di gala: ad ora del- mune», «almeno». Si riapre «Piazza auspica accordi con M5s, «regione
Ente Appaltante: Regione Lazio – Direzione Cen-
trale Acquisti – Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – link in una lettera a Conte ha stavolta niente gazebo. Debutta le sei regioni al voto solo la Tosca- Grande», la rete anche esterna al Pd per regione». In Campania e in Pu-
00145 Roma; sito: www.regione.lazio.it. Oggetto
della gara: Gara Comunitaria a Procedura aperta
denunciato «un peggioramen- un istituto nuovo di zecca, inserito na sembra a portata di vittoria. che gli ha fatto a vincere le prima- glia allo stato sembrano improba-
per l’affidamento del Servizio di assicurazione ri- to delle emissioni inquinanti ad hoc fra le recenti modifiche allo La road map è complicata. Il 22 rie, abbozzo del nuovo Pd «aperto». bili. Sperando che nel frattempo
schio infortuni per gli alunni di scuole statali e pari-
tarie private di ogni ordine e grado, nonché per il negli ultimi tre mesi con un pic- statuto. Un appuntamento «tema- febbraio l’assemblea nazionale ap- Ma qui la faccenda si complica. però il governo regga. Zingaretti e
personale adibito alla sorveglianza degli stessi du-
rante il trasporto, ai sensi dell’art. 22 della L.R.
co di benzene cancerogeno» e tico» che nelle vecchie liturgie cor- proverà il congresso straordinario, A Firenze, spiega il responsabile or- i suoi sono certi di aver messo Iv
29/92.”. Importo complessivo posto a gara: € un «paradosso»: «Mittal vuole risponde a una «assemblea pro- ganizzazione Stefano Vaccari, il nell’angolo con l’accordo sulla pre-
1.740.000,00 IVA esclusa al netto delle imposte, va-
andare via e sta per spegnere grammatica». Niente «conta», vie- congresso partirà su un documen- scrizione. Ma non si fidano. Renzi,
lore determinato sulla durata contrattuale di 36 mesi.
Termine e luogo presentazione offerte: entro le ore gli impianti pericolosi, inqui- ne spiegato con sollievo. Tradotto:
Da marzo a aprile to da discutere nei circoli dem ma attacca, «piccona gli alleati e non
il leader chiede
16:00 del giorno 16.03.2020, utilizzando il Sistema
per gli Acquisti Telematici della Regione Lazio nanti e fallimentari ma il gover- non si elegge un segretario. anche in assemblee di esterni che gli avversari». Fino all’accusa espli-
(S.TEL.L@), disponibile all’indirizzo:
no la costringe a produrre, Per essere il momento dell’an- «potranno nascere anche sponta- cita: «Non c’è spazio per un terzo
www.regione.lazio.it/centraleacquisti. Responsabile
del procedimento: geom. Giovanni Occhino. Data esponendo la popolazione a un nunciata «rifondazione» del Pd, 10mila assemblee neamente». L’ambizione è aprirsi polo che si dichiari decisivo tra de-
spedizione alla GUUE: 03.02.2020. Bando integrale:
disponibile sul sito www.regione.lazio.it rischio sanitario inaccettabi- dell’apertura al civismo, ha tempi con civici e sardine al civismo, in primis le sardine. Di stra e sinistra. Tutti quelli che non
Direzione Regionale Centrale Acquisti
le». E annuncia una manifesta- curiosamente stretti. Consentono certo c’è l’«attenzione» di Art.1. I ne sono consapevoli fanno l’inte-
Il Direttore
Dott. Salvatore Gueci zione il 26 febbraio a Taranto. però al segretario di mettere a tace- L’invito ad Art.1 contributi di tutti confluiranno - resse delle destre». d.p.
4 politica sabato 8 febbraio 2020

IL PADRINO CHE PARLAVA POCO


Le «rivelazioni» del boss
Giuseppe Graviano:
«Incontrai Berlusconi»
«Lo vidi a Milano per affari, sapeva che ero latitante». Il mafioso
parla nel corso di un processo: «La mia famiglia in società con lui»

ALFREDO MARSALA mi di denaro. Tanti miliardi. «Ne-


gli anni '70 mio nonno aveva
II «Giuseppe Graviano ha sem- messo i soldi nell'edilizia al
pre un asso nella manica» poten- nord, era una persona abbastan-
do «in ogni momento conferma- za ricca. Era un grande commer-
re le dichiarazioni» sui suoi rap- ciante di ortofrutta. Il contatto è
porti con Silvio Berlusconi. Era il col signor Berlusconi, glielo dico
9 febbraio di nove anni fa. A par- subito», spiega Graviano al pro-
lare così era il pentito Gaspare curatore aggiunto Giuseppe
Spatuzza nel processo a Firenze Lombardo.
sulle stragi del '93. Di quei pre- «Parole totalmente e plateal-
sunti rapporti d'affari ne hanno mente destituite di ogni fonda-
parlato tanti collaboratori di giu- mento», replica Nicolò Ghedini,
stizia, ma ora sembra che Giu- storico avvocato di Berlusconi.
seppe Graviano, all’ergastolo e Perché Graviano parla solo ades-
muto per trent’anni, abbia deci- so? E' un messaggio? E a chi sa-
so di calare quell'asso. rebbe rivolto? Alla politica? A un
IL BOSS, che sta scontando il gli chiede se l'ex Cavaliere fosse pezzo delle istituzioni? E a quale
41bis, per la prima volta rivela al corrente di stare a tavola con scopo? Per quale interesse? Pro-
dettagli, tutti fa verificare, sui un latitante, Graviano risponde: teggere l'immenso patrimonio
suoi rapporti con Berlusconi. Lo «Non lo so, penso di sì. Lo sapeva accumulato dalla famiglia Gra-
fa in modo dirompente. E clamo- come mi chiamavo. Io ho condot- viano? Interrogativi, ai quali si
roso. Deponendo in video confe- to la mia latitanza nel milanese cercherà di dare delle risposte.
renza nel processo «’Ndranghe- tra shopping in via Montenapo- MENTRE Graviano parla, nell'au-
ta stragista» in corso davanti alla leone e teatri, insomma facevo la di giustizia il silenzio è tomba-
corte d'assise a Reggio Calabria la bella vita». le. «Venti miliardi di lire con il
dove è accusato dell'omicidio di MA È QUANDO racconta degli affa- venti per cento. Mio nonno si ri-
due carabinieri, fa rivelazioni ri che fa rilevazioni che lasciano volge a mio papà e mio papà di- Il boss Giuseppe Graviano foto Ansa. A sinistra Silvio Berlusconi
che rimbombano come un terre- di sasso. Parla del nonno mater- ce: io non faccio queste cose.
moto. E' un fiume in piena Gra- no, Filippo Quartararo, che Quando è morto mio padre, mio mio nonno mi dice: c'è sta situa- «Ho incontrato Berlusconi all'ho- do occulto. E quegli investimen-
viano. «Da latitante ho incontra- avrebbe affidato i suoi soldi nonno mi prese in disparte e mi zione, io sto andando avanti. tel Quark a Milano». Chi c'era, ti sarebbero poi stati ereditati da
to Berlusconi almeno per tre vol- all'imprenditore di Arcore. Fiu- disse 'Io sono vecchio e ora te ne Tuo papà non vuole che mi rivol- domanda il pm? «Mio cugino Sal- lui e dal cugino. «Per adesso va
te», dice il boss di Cosa nostra; devi occupare tu’. Poco dopo go a voi. Io e mio cugino Salvo ab- vatore, mio nonno Quartaro Fi- bene, però noi dobbiamo entra-
l'ultima risalirebbe al dicembre mio nonno, che aveva più di 80 biamo detto: ci pensiamo. Ci sia- lippo». Berlusconi era da solo? re scritti che facciamo parte del-
del 1993, poche settimane pri-
Per capo di Cosa anni, morì». Il vecchio Quartara- mo consigliati col signor Giusep- «Sì», risponde Graviano, aggiun- la società. Noi vogliamo essere
ma che venisse arrestato e che il nostra 20 miliardi ro muore nel 1986, Michele Gra- pe Greco. E abbiamo deciso di sì gendo: «Poi io casco latitante, partecipi, però questa cosa si an-
patron della Fininvest scendesse viano, padre di Giuseppe nel e siamo partiti per Milano. E mio quindi la situazione la comincia dava procrastinando», racconta
in campo con Forza Italia. «Con di lire sarebbero 1982. In quei quattro anni Giu- nonno ci ha presentato al signor a seguire mio cugino Salvatore». il boss, facendo intendere che la
Berlusconi abbiamo cenato in- stati investiti seppe Graviano sostiene di aver Berlusconi, abbiamo capito cosa Insomma secondo Graviano, il condizione «occulta» dell'investi-
sieme, è accaduto a Milano 3 in avuto contatti con Berlusconi. era questa società». Incalzato dal nonno aveva investito il denaro mento doveva essere poi regola-
un appartamento». E al pm che nell’immobiliare «Dopo la morte di mio padre, pm, il boss entra nei dettagli: nelle società di Berlusconi in mo- rizzata. «I nomi di quei soggetti
non apparivano», dice riferendo-
si al fatto che i soci occulti
DEVE SCONTARE DIVERSI ERGASTOLI dell'imprenditore di Arcore non
comparivano nelle partecipazio-
Da Capaci a via D’Amelio, ni societarie. Ma aggiunge un
particolare che se provato sareb-
le stragi di «Madre natura» be deflagrante: «C'era una carta
privata che io ho visto, la copia di
mio nonno, l'ha mio cugino Sal-
II «Madre natura», lo chiama- re affari nella gestione di attivi- vatore Graviano». Era il cugino,
no dentro Cosa nostra. Perso- tà operanti nei settori delle sostiene Giuseppe Graviano, ad
naggio dai tanti misteri, Giusep- scommesse, della ristorazione, avere i rapporti assidui con Berlu-
pe Graviano, 57 anni, è quello della rivendita di tabacchi e del- sconi. «Io al massimo tre volte
che probabilmente conosce i se- la vendita al dettaglio di carbu- l'ho incontrato». L'ultima nel di-
greti più oscuri della Cupola. rante. Proprio in quest'ultimo cembre del 1993. «C'è una riunio-
Custode degli intrecci tra l'orga- settore i fratelli Graviano aveva- ne a Milano, si è arrivato alla con-
nizzazione mafiosa, la politica, no investito ingenti capitali, ac- clusione che si regolarizzava que-
gli apparati deviati dello Stato e quisendo, sin dai primi anni sta situazione. E si fissa un appun-
parte del mondo della finanza. '90, aree di servizio di rilevanti tamento nel febbraio del 1994».
Coinvolto nelle stragi che dimensioni. Numerosi gli erga- È DURANTE quell'incontro che il
sconvolsero il Paese tra il ’92 e stoli che Giuseppe Graviano sta boss sostiene di essersi seduto a
il ’93. Assieme al fratello Filip- scontando. E' stato condannato Capaci il giorno della strage il 23 maggio del ’92 tavola con l'ex premier: «È suc-
po è stato a capo della storica fa- per la strage di Capaci dove fu- cesso a Milano 3, è stata una ce-
miglia di Brancaccio, quartiere rono uccisi il giudice Giovanni glia di Brancaccio avrebbe avu- stra. Nel luglio scorso, la Cassa- Brancaccio ancora in libertà, na. Ci siamo incontrati io, mio
periferico di Palermo, dove il Falcone, la moglie Francesca to con Silvio Berlusconi e con zione ha ritenuto legittima la corroborando il giudizio di per- cugino e Berlusconi. Discutiamo
clan, fedelissimo dei corleonesi Morvillo e gli agenti della scor- Marcello Dell'Utri. Altri due er- proroga del regime detentivo sistente pericolosità sociale». di formalizzare le società». Il pm
di Totò Riina, ha costruito il suo ta; ma anche per la stagione del- gastoli, Giuseppe Graviano li speciale del '41 bis' respingen- Di recente la Procura di Paler- incalza il mafioso: «Quando vi in-
impero economico con omici- le stragi del '93 a Firenze, Roma ha rimediati per due omicidi do il ricorso presentato dal ca- mo ha disposto indagini sulle contrate a Milano 3, ricava la cer-
di, droga, estorsioni. Arrestato e Milano. che, come le stragi del '92, han- pomafia di Brancaccio. intercettazioni, nel 2016, tra tezza che i 20 miliardi sono stati
a Milano nel '94 dopo una lun- Nel processo per la strage di no sconvolto l'opinione pubbli- Per i giudici della Suprema Giuseppe Graviano e il suo investiti e tra i 20 miliardi c'era
ga latitanza, sta scontando il 41 via D'Amelio è stato condanna- ca: l'assassinio del prete di Bran- Corte, Graviano non ha mo- compagno di ora d'aria, Um- Milano 3?» «Tutto ciò che aveva
bis nel carcere di Terni. Secon- to all'ergastolo, con l'accusa di caccio don Pino Puglisi e quello strato «alcun atteggiamento di berto Adinolfi, camorrista di fatto, c'erano le televisioni, Ca-
do gli inquirenti, ancora oggi avere premuto il telecomando del piccolo Giuseppe Di Mat- resipiscenza rispetto al suo vis- San Marzano sul Sarno. Duran- nale 5», risponde il boss. Che fa
Giuseppe Graviano gestirebbe che azionò l'autobomba che fe- teo, il ragazzino di 13 anni se- suto criminale e assumeva un te quelle discussioni in carce- un'altra rivelazione: «Già nel
gli affari del mandamento rite- ce saltare in area il giudice Pao- questrato per costringere il pa- atteggiamento ostile o comun- re, Graviano riferì al camorri- 1992 Berlusconi annunciò a mio
nuto tra i più potenti del capo- lo Borsellino e gli agenti della dre pentito a ritrattare e sciolto que scarsamente collaborativo sta che durante la detenzione, cugino Salvo che voleva entrare
luogo siciliano, grazie a un pa- scorta. A incastrarlo fu un suo nell'acido dopo 25 mesi di pri- nei confronti dell'autorità pe- al carcere duro, aveva avuto in politica». Specificando un pas-
trimonio che in buona parte fedelissimo, Gaspare Spatuzza: gionia. Per entrambi gli omici- nitenziaria». Non solo, risulta rapporti sessuali con la moglie saggio cruciale per gli inquiren-
non è ancora stato intercettato. il pentito più volte ha parlato di, Graviano è stato ritenuto il «ancora interessato a mettersi tanto da avere concepito suo fi- ti: «Nel 1992, no come dicono
Secondo gli inquirenti la fami- del bosso mafioso anche per i mandante assieme ad altri in contatto con gli esponenti glio proprio in carcere nel 1993. Prima della strage di
glia di Brancaccio continua a fa- presunti rapporti che la fami- esponenti di spicco di Cosa no- del mandamento mafioso di alfredo marsala Capaci».
6 società sabato 8 febbraio 2020

REVISIONISMO
Foibe, a Basovizza
le destre nostalgiche
riscrivono la storia
Lunedì prossimo a Trieste per il «giorno del ricordo» arrivano
nel sacrario dell’eccidio Gasparri, Meloni, Salvini e le loro truppe

MARINELLA SALVI che questa è una terra misti- sanno nulla di cosa sono state
Trieste lingue dove si vuole, e si può, le guerre di occupazione ita-
vivere in pace. La frontiera è liane, dalle colonie alle con-
II C’era stato il grande Con- luogo privilegiato di scambi, quiste "imperiali" fino alla Ju-
certo dell’Amicizia con il mae- di commistioni, di arricchi- goslavia, quelli che pensano
stro Muti in Piazza Unità a mento reciproco: questo an- che nei campi di sterminio so-
Trieste, con il presidente Na- drebbe ricordato e tutelato no stati mandati soltanto gli
politano fianco a fianco, per sempre. Invece, anno dopo ebrei e soltanto da quei pazzi
la prima volta, con i presiden- anno e con furia crescente, in dei nazisti tedeschi e sempre
ti di Slovenia e Croazia. Assie- Italia si è cominciato a tenta- di più quelli che cominciano
me, avevano voluto testimo- re di riscrivere la storia e di a dare per scontato che nelle Il sacrario della foiba di Basovizza in ricordo dell’eccidio
niare «la ferma volontà di far rialzare i muri. foibe del Carso ci siano davve-
prevalere quel che oggi ci uni- NON C’È CONTESTO, non c’è ri- ro i resti violati di decine di so, alle cerimonie per il «gior- far suonare un nuovo campa- 10 febbraio e a un paio di asso-
sce su quel che ci ha dolorosa- spetto per la storia ma è un migliaia di «italiani solo per- no del ricordo» lunedì prossi- nello d’allarme in Slovenia e ciazioni degli esuli istriani (si
mente diviso in un tormenta- canto di sirene che sta diven- ché italiani» e che tutti gli ita- mo, con l’effetto scenografico in Croazia. Meglio non si po- accettano scommesse per
to periodo storico». Era il tando mainstream. Il risulta- liani d’Istria siano dovuti del Sacrario alla foiba di Baso- trebbe scegliere per ferire an- quale rappresenta con mag-
2010 e sembrava che final- to è che sono sempre di più scappare per non essere infoi- vizza, arriva a Trieste un tris cora una volta gli sloveni, ma gior vigore la destra nazionali-
mente tutti avessero capito quei connazionali che non bati dalle orde slavo-comuni- d’assi: Maurizio Gasparri, Gior- anche quei triestini che qui vi- sta). Come dire che solo l’oste
ste. Finisce così che non solo gia Meloni e Matteo Salvini. vono da sempre. può dichiarare la bontà del
si tradisce la verità ma si fan- Difficile non immaginare che INTANTO IN CONSIGLIO regiona- proprio vino. Il massimo che
Ciampino antifascista: «No a Cappellari» no crescere nostalgiche ideo- si sentirà odore di intolleran- le la maggioranza leghista riesce a fare l’opposizione pid-
logie revansciste pericolose za e contrapposizione interet- propone una legge che affida dina è chiedere che si possa
La Ciampino antifascista si mobilita contro la presenza di per ogni vivere civile, come il nica, il contrario di quel che sa- la diffusione della conoscen- aggiungere qualcuno che di
Pietro Cappellari, «scrittore dichiaratamente secolo breve dovrebbe avere rebbe necessario e giusto. za delle foibe e dell’esodo mestiere studia e insegna la
fascista», chiamato dall’amministrazione della città laziale in insegnato. SAREBBE NECESSARIO chieder- istriano esclusivamente alla storia ma i sodali di Fedriga so-
occasione della «Giornata del ricordo». La Rete Ciampino MA VALLO A SPIEGARE a chi pen- si perché quando si onorano Lega Nazionale, al Comitato no irremovibili.
Antifascista chiama a raccolta la cittadinanza democratica, sa di costruirsi un successo po- le vittime del nazifascismo si SULLA TORTA DI QUESTO 10 feb-
per oggi alle 16 davanti alla Sala consiliare dedicata al padre litico gridando «Italia!» men- pensa al superamento dei con- braio del ricordo, a 75 anni
costituente Pietro Nenni, per impedire la presenza di quella tre guarda verso Fiume con la flitti e alla pace mentre le vitti-
Un convegno dalla fine della guerra, c’è
che, dicono, è «una figura non adatta a trattare un tale mano appoggiata sulla testa me delle foibe sono onorate sul Narodni Dom una ulteriore ciliegina, non
argomento in un luogo istituzionale, proprio in virtù delle sue della statua di D’Annunzio con tricolori teschiati, saluti bastasse il terzetto di parla-
posizioni protese al revisionismo nei confronti della lotta di messa in una delle più belle romani e tutto l’armamenta- attribuisce mentari presenti a Basovizza,
Liberazione in Italia». In caso contrario, avvertono, saremo piazze di Trieste (architettoni- rio tipico del suprematismo agli sloveni inevitabilmente attorniati da
presenti anche il giorno stesso dell’iniziativa del 10 febbraio». camente proprio asburgica, da sempre guerrafondaio. Me- molteplici divise e gonfaloni,
Sempre pacificamente e «senza simboli di partito». se si volesse guardare). E ades- glio non si potrebbe fare per l’incendio fascista compreso quello della X Mas
che ormai da mesi fa la spola
tra Trieste e Gorizia. Il Comu-
IN DIFESA DEI PARTIGIANI DELLA BANDA TOM ne del capoluogo giuliano ha
pensato bene di patrocinare

Casale Monferrato si difende dai neofascisti: oggi corteo dell’Anpi un Convegno che presenterà
un vero scoop: il Narodni
Dom, la casa degli sloveni dei
croati e dei cechi di Trieste
MAURO RAVARINO davanti alla targa per le Vittime che ospitava in un unico gran-
delle foibe, «per la commemora- de edificio l’albergo Balkan,
II Prima l’attacco ai partigiani zione ufficiale in ricordo dei tra- le banche, le sedi delle asso-
della Banda Tom da parte di un gici eventi del confine orientale ciazioni e delle organizzazio-
circolo vicino a Casa Pound, che che toccarono anche chi aveva ni sportive e culturali, la bi-
ne ha paragonato il crudele ecci- la sola colpa di essere italiano, blioteca ecc, incendiato dai fa-
dio a «una brillante operazione pagando il clima d’odio scatena- scisti capeggiati da Francesco
di polizia», poi il «raduno interre- to dalla follia dell’invasione nazi- Giunta nel luglio del 1920, in
gionale» di Forza Nuova in occa- fascista». realtà sarebbe stato dato alle
sione del Giorno del Ricordo per A fine gennaio, il Circolo San- fiamme … dagli sloveni. Non
celebrare le vittime delle foibe. dro Guaschino – Casale Tricolo- c’è limite allo scempio. Ma
Tutto questo succede a Casale re, vicino a Casapound, aveva at- questa iniziativa, ospitata in
Monferrato, 35 mila abitanti in taccato, sulle pagine del giorna- una sala pubblica e pubbliciz-
provincia di Alessandria, nota so- le locale Il Monferrato, le celebra- zata dalle locandine fatte pub-
prattutto per la strage silenziosa zioni della Banda Tom, la briga- blicare dal Comune, è pro-
dell’Eternit (ormai oltre i 2.500 ta partigiana che il 15 gennaio prio paradossale: il 13 luglio
morti). Una città, però, anche 1945 venne trucidata dai nazifa- prossimo, a cento anni esatti
dalla fiera memoria di Resisten- scisti. Accusando la politica di dall’incendio, alla presenza
za, che, in questi giorni, ha deci- «propaganda» e derubricando del nostro presidente della Re-
so di reagire alle molteplici pro- Casale Monferrato, commemorazione della Banda Tom, Brigata partigiana trucidata dai nazifascisti nel ’45 l’accaduto a un’operazione di po- pubblica Mattarella e del pre-
vocazioni neofasciste condensa- lizia portata a compimento, ci- sidente Sloveno Borut Pahor
tesi nelle ultime settimane. «Chiamiamo a raccolta tutte della dichiarata discendenza fascismo e della Costituzione», tando a proprio favore una sen- si terrà la cerimonia di restitu-
La sezione locale dell’Anpi ha le donne e gli uomini, tutte le for- ideale dal nazifascismo». non è voluto entrare nel merito tenza del 1956 della Corte d’Assi- zione alla comunità slovena
convocato una «manifestazione ze politiche, civiche, sindacali e Il sindaco di Casale, Federico della questione. «Non spetta a se di Chieti. dell’edificio, per diritto di pro-
pacifica, democratica e antifasci- sociali del territorio che – sottoli- Riboldi, di Fratelli d’Italia, a cui è me impedire manifestazioni di La Banda Tom è stata una del- prietà e per correttezza stori-
sta» per oggi pomeriggio alle ore nea la sezione Anpi di Casale stato chiesto dall’Anpi e dal Pd questo tipo il cui permesso è sta- le più coraggiose brigate della zo- ca «viste le ottime relazioni bi-
15 in piazza Martiri della Liber- Monferrato, guidata dal presi- di prendere posizione contro la to dato dagli organi competenti. na, capitanata da Antonio Olea- laterali ed i forti legami sul
tà, vicino ai giardini antistanti dente Gabriele Farello – si rico- presenza in città di forze che «si Se lo facessi, incorrerei in denun- ro, detto Tom, medaglia d’oro. I piano politico economico e
via Roma per dire «No ai fascisti noscono nei valori sanciti nella chiamano fuori dalle regole de- ce». Alla manifestazione antifa- suoi membri furono fucilati do- culturale e le amichevoli rela-
in città». Hanno aderito, tra gli al- Costituzione Repubblicana, a op- mocratiche e dai valori dell’anti- scista parteciperanno la presi- po essere stati fatti sfilare nella zioni contraddistinte da un
tri, i sindacati Cgil-Cisl-Uil, il Pd, porsi democraticamente all’ac- dente nazionale dell’Anpi Carla neve con il fil di ferro ai polsi. elevato livello di cooperazio-
Casale Bene Comune, Legam- creditamento di ogni formazio- Nespolo, Marco Revelli, politolo- Erano tredici come racconta l’in- ne», come recita il comunica-
biente, Libera, le Sardine ales- ne inequivocabilmente fascista.
All’iniziativa go, firma de il manifesto, nonché tenso brano degli Yo Yo Mundi a to ufficiale.
sandrine, il Comitato Unitario La lealtà alla Costituzione della anche Cgil Cisl Uil, figlio dello scrittore e partigiano loro dedicato. Enumerati uno do- EFFETTIVAMENTE È da un bel
Antifascista, l’E-Forum e me.dea Repubblica Italiana, la Costitu- Nuto, Daniele Borioli presidente po l’altro, Tom era panettiere. po’ che a questo confine orien-
che gestisce il centro antiviolen- zione del nostro Stato, porta con Ps, Legambiente, Associazione Memoria della Be- «Sette faceva il pane, otto aveva tale d’Italia sarebbe il caso di
za di Casale. Perché, dicono, sé il rifiuto della violenza, del Sardine, Libera e nedicta e Sergio Favretto, stori- tanta fame, nove sognava un prestare attenzione perché
«non possiamo dichiararci neu- razzismo, dell’antisemitismo, co. L’Anpi dà poi appuntamento mondo di pace e comunista, die- vien da pensare che c’è qualcu-
trali ed equidistanti». del negazionismo della Shoah, altre associazioni a lunedì mattina, in viale Giolitti ci parlava inglese». no che rimesta nel torbido.
sabato 8 febbraio 2020 europa 7

PORTE CHIUSE
ALESSANDRA BRIGANTI Slitta a marzo la sorte
II È abortito sul nascere il
della missione Sophia
tentativo di oltre duecento Si fa sempre più difficile la
migranti assiepati al confine possibilità di riuscire a
serbo-ungherese di raggiun- trovare un accordo sulla
gere l’Europa. muova missione europea
Intrappolati da mesi lungo Sophia in tempo per il
la rotta balcanica, i rifugiati vertice dei ministri degli
avevano organizzato una pro- Esteri del 17 febbraio.
testa al valico di frontiera di Anche ieri, infatti, una
Kelebija, Serbia settentriona- riunione straordinaria del
le. Una manifestazione nata Comitato politica e
su un gruppo Facebook che sicurezza non ha portato a
ha portato al confine centina- nulla per l’ostruzionismo di
ia di migranti da tutte le par- Austria e Ungheria
ti del Paese. Erano arrivati a contrarie alla possibilità di
Kelebija giovedì per chiedere rafforzare la missione con
di varcare la frontiera e pro- assetti navali, come
seguire il loro viaggio in Eu- vorrebbero molti Paesi
ropa. Siriani, afghani, maroc- europei, in modo da
chini, palestinesi. Tra loro an- rafforzare il controllo
che tanti bambini. sull’embargo di armi alla
«SIAMO RIFUGIATI, non crimina- Libia. Vienna e Budapest
li», «fuggiamo dalla guerra, temono che le navi possano
non dalla fame», «i nostri bam- rappresentare un fattore di
bini meritano di meglio»: que- attrazione per i migranti e si
sto si leggeva sui cartelli bran- rifiutano di partecipare alla
diti dai migranti che avevano distribuzione dei profughi.
preso parte al sit in di prote- Tutto potrebbe adesso
sta. Sfidando le autorità serbe slittare al prossimo
ed ungheresi e il gelido inver- consiglio dei ministri
no balcanico, i profughi ave- previsto per marzo.
vano piazzato delle tende al In coda per il cibo in una fabbrica dismessa di Sid, al confine tra Serbia e Croazia foto Darko Vojinovic/Ap
confine, decisi a resistere fino

«Fuggiamo dalla guerra»


all’apertura delle frontiere. ro viaggio verso l’Europa. No-
Ma i loro appelli sono rimasti nostante l’accordo tra Unione
inascoltati. Le autorità unghe- europea e Turchia siglato per
resi hanno prima ordinato la contrastare la crisi dei mi-

L’Ungheria li blocca al confine


chiusura del valico e rafforza- granti del 2015-2016, la rotta
to poi i controlli aumentando balcanica non è stata mai real-
la presenza di polizia e guar- mente chiusa. Negli ultimi
die di frontiera lungo la bar- mesi, anche per via dell’offen-
riera metallica e di filo spina- siva della Turchia contro i cur-
to fatta costruire nel 2015 dal di nel Nord della Siria, i flussi
premier Viktor Orban per ar-
ginare i flussi migratori in en-
Le autorità di Belgrado hanno trasferito i 200 migranti nei centri di accoglienza locali hanno conosciuto una ripre-
sa, sebbene ancora lontana
trata dalla Serbia. nei numeri dalla crisi di cin-
ALL’ALBA DI IERI L’EPILOGO. Le ziotto di frontiera ungherese ca mille migranti al giorno ché sigillato. Secondo il nel report che cita stime que anni fa.
autorità serbe hanno provve- aveva sparato tre colpi di av- cercano di oltrepassare il con- World Report 2020 di Human dell’Unhcr, sarebbero detenu- Secondo gli ultimi dati a di-
duto al trasferimento dei mi- vertimento in aria mentre il fine serbo per raggiungere Rights Watch «le autorità un- te più di 300 persone, di cui sposizione dell’Unhcr nella
granti ammassati al confine gruppo tentava di entrare nel l’Europa. Nel solo mese di gen- gheresi hanno continuato a li- 170 minori. I respingimenti sola Serbia il numero dei mi-
in alcuni centri di accoglien- Paese. Episodi questi sempre naio l’Ungheria avrebbe regi- mitare il numero dei richie- collettivi e indiscriminati da granti sarebbe quasi raddop-
za in Serbia, nella vicina Subo- più frequenti negli ultimi me- strato un picco di 3.400 tenta- denti asilo a una o due fami- parte delle autorità unghere- piato: dai 3.400 presenti
tica e poi a Sombor, Bosile- si, come sottolinea il rappor- tivi di attraversare la frontie- glie di rifugiati a settimana». si (e croate) rendono di fatto nell’agosto dello scorso anno
grad, Presevo. Il valico di fron- to della Ong serba Asylum Pro- ra illegalmente. Eppure il con- Nelle due zone di transito, impossibile a migliaia di rifu- ai 6.750 registrati nel gennaio
tiera è stato riaperto dopo lo tection Centre secondo cui cir- fine ungherese resta presso- serba ed ungherese, si legge giati il proseguimento del lo- 2020.
sgombero dei migranti. Il tut-
to si è svolto senza incidenti,
come sottolineato dal Com- ONG NEL MIRINO DI CETNICI E POLIZIA storicamente adatto», com- trettanti componenti del grup-
missario serbo per le migra- menta l’attivista. Uno degli uo- po di nazionalisti e le dichiara-
zioni e i profughi Vladimir Cu-
cic. La Serbia, ha dichiarato
Serbia, vietato aiutare i migranti. mini ha dato fuoco a un telo di
nylon e a una tenda dentro la
zioni di questi credute. «Il fo-
glio di via è una decisione chia-
Cucic, intende difendere i di-
ritti dei migranti ma al tempo Violenze e fogli di via contro i volontari quale c’era Bottke, una delle at-
tiviste, riuscita miracolosa-
ramente politica, e oltretutto
si basa su falsità», sostiene Pa-
stesso garantire la stabilità in- mente a scappare. I tre, raccon- renti, che continua: «Ora stia-
terna nel Paese. ta Parenti, si sono allontanati, mo combattendo per annullar-
Sul luogo si era recato an- TOMMASO MEO ad alcune tende nei dintorni ne attiviste sono state spinte». ma Neumann, l’altra ragazza lo. L’avvocato dice che ci vorrà
che il ministro della difesa ser- della fabbrica abbandonata di La polizia, contattata il gior- tedesca che stava riprendendo almeno una settimana per una
bo Aleksandar Vulin temen- II In Serbia chi aiuta i migran- Grafosrem, quando è avvenu- no seguente, aveva rassicurato la scena, è stata colpita con un decisione». Nel frattempo cosa
do che la situazione potesse ti non è il benvenuto. Lo han- to l’incidente. «Il sabato prece- i volontari invitandoli a infor- petardo e il suo telefono di- farà? «Starò qui a Šid, aiutando
andare fuori controllo. Il mi- no constatato a proprie spese dente (25 gennaio, ndr) erano marli se si fossero presentati si- strutto con un manganello. i ragazzi finché mi è legalmen-
nistro ha dichiarato che Bel- tre attivisti dell’Ong No Name già arrivate queste persone ve- tuazioni analoghe. Lo scorso sa- Una volta arrivata, la polizia te possibile. Poi uscirò dal pae-
grado «non vuole problemi Kitchen che opera dal 2017 lun- stite militarmente, ufficial- bato mattina, lo stesso gruppo, ha però portato gli attivisti in se, ma resterò nelle vicinanze,
con i suoi vicini» ed è poi pas- go la rotta balcanica. Il 1 feb- mente per fare pulizia nella bo- che ha issato sul tetto della fab- caserma, da cui sarebbero usci- con la speranza di tornarci a
sato ad accusare diverse ong braio i tre, tra cui l’italiano scaglia. Avevano dato fuoco al- brica una bandiera serba e ti solo all’una di notte con l’or- breve».
di aver manipolato i migranti Adalberto Parenti, dopo essere le pile di vestiti che trovavano - quella cetnica, è tornato. «Era- dine di lasciare il paese. Duran- Parenti non è però stupito
e di averli incitati ad attraver- stati aggrediti da un gruppo di spiega - e quando abbiamo cer- no venuti per continuare la te un veloce processo i tre sono del comportamento della poli-
sare la frontiera. Una dichiara- nazionalisti cetnici, sono stati cato di salvare il possibile, alcu- “pulizia”. Un termine anche stati messi a confronto con al- zia serba e racconta che loro
zione quella di Vulin contro trattenuti dalla polizia che li non sono i primi attivisti di No
le ong che giunge a pochi gior- ha accusati di disturbo della Nel centro di transito per rifugiati di Sid foto Ap Di Maio a Belgrado Name Kitchen ad avere avuto
ni dalla decisione di espellere quiete pubblica, oltre che di problemi. «Chiunque aiuti i mi-
dalla Serbia tre volontari non avere i permessi in regola.
per l’«integrazione» granti qui prima o poi è ostaco-
dell’associazione umanitaria Parenti, 37enne bolognese, in Il ministero degli Esteri lato, per usare un eufemismo»,
No Name Kitchen. Serbia da ottobre, e la sua colle- della Serbia lo annunciato dice. Secondo l’attivista, come
I tre volontari erano stati ga Leonie Sofia Neumann sono nei giorni scorsi: il titolare la Croazia, pagata dall’Ue, at-
aggrediti da alcuni membri stati condannati a una multa della Farnesina, Luigi Di tua respingimenti illegali di
dell’organizzazione naziona- di quasi 200 euro, mentre Maio, sarà in visita persone verso la Bosnia, anche
lista serba Sokoli in una fab- un’altra attivista tedesca, Mari- ufficiale a Belgrado lunedì le autorità serbe devono mo-
brica abbandonata a Sid, cit- na Bottke, è stata assolta dalle 10 febbraio per incontrare strarsi intransigenti nei con-
tà al confine con la Croazia, accuse. A tutti è stato però con- il ministro degli Esteri fronti dei migranti se vogliono
dove alcuni migranti aveva- segnato un foglio di via dalla serbo Ivica Dacic. Scopo sperare di entrare nell’Unio-
no trovato riparo. polizia serba: entro oggi do- della visita, favorire «un ne.
Momenti di tensione al con- vranno lasciare il paese. ulteriore sviluppo delle Intanto Parenti racconta di
fine serbo-ungherese si erano I membri dell’Ong operava- relazioni bilaterali e della aver ricevuto dall’Italia molta
registrati alla fine del mese no a Šid, nel sud-ovest della Ser- cooperazione, alla luce solidarietà. «Ho anche avuto
scorso quando una sessantina bia, vicino al confine con la del proseguimento del rassicurazioni dalle istituzioni
di migranti aveva cercato di Croazia. Come racconta Paren- sostegno dell'Italia nel italiane e da qualche politico»,
forzare le recinzioni a un al- ti, i volontari stavano rifornen- percorso di integrazione racconta l’attivista. «Speriamo
tro valico di frontiera, quello do i migranti che si trovano europea della Serbia e qualcosa si muova. Noi segui-
di Horgos-Reszke. fuori dai campi d’accoglienza della regione dei Balcani mos luchando (continuiamo a
In quell’occasione un poli- ufficiali e che dormono dentro occidentali». lottare)».
8 internazionale sabato 8 febbraio 2020

GUATEMALA
Giammattei, il presidente
CLAUDIA FANTI «Nuovamente chiedo la vostra
collaborazione affinché insie-
II Pugno di ferro contro la cri- me si possa lavorare alla cattu-
minalità (ma non contro la cor- ra di quanti hanno rubato la

dallo stato d’assedio facile


ruzione) e certezze giuridiche pace ai guatemaltechi. Oggi
per i megaprogetti estrattivi- continuiamo a costruire un
sti: questi gli impegni annun- paese diverso in cui la delin-
ciati dal nuovo presidente del quenza non abbia il control-
Guatemala, l'ultra conservato- lo», ha spiegato nel suo mes-
re Alejandro Giammattei, inse- saggio alla nazione.
diatosi alla guida del paese lo
scorso 14 gennaio.
Dopo il comico Jimmy Morales, l’ultraconservatore che punta su estrattivismo e sicurezza Il 24 gennaio era già toccato
al municipio di Villa Nueva e il
Difficile, in ogni caso, che po- 17, appena tre giorni dopo l'in-
trà fare peggio del predecesso- sediamento, ai municipi vicini

51°
re Jimmy Morales, il famoso co- decretare lo stato di assedio in campagna elettorale del 2015. ra a lungo. Neppure divergono alla capitale di Mixco e di San
mico televisivo che aspirava a vari municipi: ufficialmente Che poi Giammattei possa molto dal precedente governo Juan Sacatepéquez, quest'ulti-
diventare il miglior presidente per combattere il narcotraffi- fare molto meglio di lui è tutto i metodi riguardo alla lotta alla mo segnato da una lunga storia
della storia del paese e sarà in- co, ma in realtà per soffocare le da vedere. Già solo rispetto alla criminalità, certamente fun- di resistenza delle comunità ka-
vece ricordato come uno dei proteste contro i progetti composizione del suo governo, zionali al controllo del territo- qchiquel-maya contro l'indu-
più odiati: tra le sue imprese, la estrattivisti. non ci sono dubbi che l'oligar- rio in difesa degli interessi del- Alejandro Giammattei è il 51mo stria di cemento dell'impresa
più degna di nota è quella di es- E di certo si ricorderà anche chia, dopo aver prosperato in- le multinazionali: dal suo inse- presidente del Guatemala. Cementos Progreso. Quanto al-
sersi sbarazzato della Commis- la fretta con cui, dopo aver ce- disturbata nei quattro anni pre- diamento, il nuovo presidente Tra le sue priorità il controllo del la corruzione, Giammattei si è
sione internazionale contro duto il potere a Giammattei, cedenti, si prepari a trascorrer- ha proclamato già tre volte lo territorio e salvaguardia dei ben guardato dal richiamare la
l'impunità in Guatemala (Ci- ha raggiunto l’altro lato della ne altri quattro in perfetta tran- stato di prevenzione - una ver- privilegi storici delle oligarchie Cicig, progettando di sostituir-
cig), colpevole di minare, con città per prestare giuramento quillità. E tutto indica che gli in- sione appena un po' più morbi- la con una commissione nazio-
le sue indagini sulla corruzio- come parlamentare, garanten- digeni poveri del Guatemala, da dello stato di assedio -, l'ulti- nale anticorruzione dai contor-
ne, potenti interessi politici e dosi così l’immunità di fronte per i quali ha promesso una ma delle quali appena merco- ni assai vaghi. Che non si tratti
imprenditoriali. Ma notevole è all'accusa di aver ricevuto fi- «crociata alimentare» contro la ledì scorso, in tre municipi del- di una sua priorità appare fin
stato anche il suo impegno nel nanziamenti illegali durante la fame, dovranno aspettare anco- lo stato di Chimaltenango. troppo evidente.

Il neo-deputato del movimento Winaq, Aldo Davila. Primo eletto gay e dichiaratamente sieropositivo Il neo presidente del Guatemala, Alejandro Giammattei

ALDO DAVILA nità discriminate e vulnerate. Ci VICENTA JERÓNIMO


tiene a ribadire la sua autonomia

La lotta ai machisti di opinioni e non è un caso che


una delle sue prime dichiarazio-
La deputata indigena
ni sia stata di voler proseguire il
che rifiuta il pranzo
della politica lavoro iniziato da una deputata
di un altro partito ma con una
storia alle spalle di lotte per i dirit-

si fa in Parlamento ti. Si tratta di Sandra Moran, la


prima attivista lesbica - pubblica-
mente dichiarata - a entrare in
C. F.

II Agli occhi dei parlamenta-


proposta ai colleghi, lo scorso
3 febbraio, di spostare le riu-
nioni dei capigruppi dalle 12
Parlamento alle precedenti con- ri guatemaltechi, il crimine di alle 14, «affinché - ha detto - il
sultazioni nelle file di Conver- cui si è macchiata la deputata Congresso non debba pagare il
CARLOS REZA pubblica è riconosciuta dalle gencia, uno di quei partiti che indigena Vicenta Jerónimo è nostro pranzo».
organizzazioni che si battono hanno corteggiato Davila prima di quelli che non si possono ac- Apriti cielo. Sulla deputata
IIAldo Davila è un attivista per i diritti umani nel Paese. di questa tornata elettorale. cettare: aver messo in cattiva indigena, in meno di un atti-
guatemalteco che il 14 gennaio Per questa ragione diverse LE ISTANZE SOCIALI in Parlamen- luce i colleghi con la sua con- mo, sono piovute accuse di po- L’onorevole Vicenta Jerónimo
scorso è diventato il primo par- forze politiche gli hanno pro- to. Aldo Davila è una piccola spe- dotta esemplare e austera. E in pulismo e offese di carattere
lamentare sieropositivo - pub- posto di candidarsi e lui stesso ranza dentro quell’involucro più averlo fatto come donna e razzista e sessista. Il più infu-
blicamente dichiarato - nella ha dichiarato di aver scelto l’u- classista e razzista che è il Parla- come indigena. riato è apparso il presidente
storia del Guatemala. Aldo Da- nico partito che gli garantiva, mento guatemalteco. Una voce Aveva iniziato subito male, del Congresso Álvaro Arzú, del
vila è anche omosessuale e da inserendolo come prima opzio- colorata che un esercito nero – la deputata maya mam, rinun- partito Unionista, figlio dell'o-
molti anni si batte per difende- ne nelle liste, reali possibilità conservatore, reazionario e mili- ciando al 50% del suo stipendio monimo ex presidente distin-
re i diritti della popolazione di essere eletto. Si tratta del tarista – cercherà di soffocare. per destinarlo alla formazione tosi nell'opera di privatizzazio-
Lgbtqi. Essere sieropositivo, movimento politico Winaq, lo Dagli Accordi di Pace ad oggi, politica dei militanti del suo ne delle imprese pubbliche
Mi ha candidato il popolo,
omosessuale e attivista per i di- stesso partito che nel 2011 ha per non parlare delle violazioni Movimiento para la Liberación del paese: «Noi parlamentari sono la sua voce nel
ritti umani sono tre elementi candidato alla presidenza del- del regime militare, le istituzio- de los Pueblos. Ma non si era fer- veniamo a lavorare, non a
che da soli gli garantiscono uno la repubblica la premio Nobel ni preposte all'esercizio del pote- mata qui: aveva rifiutato i pran- mangiare», ha dichiarato gron- Congresso. Per rispetto nei
status di eccezionalità nel pano- per la pace Rigoberta Menchú, re legislativo, esecutivo e giudi- zi serviti dal Congresso, l'assicu- dando indignazione e dando confronti dei 6 abitanti su
rama istituzionale guatemalte- risultando ampiamente mino- ziario non hanno garantito la di- razione da deputata, metà de- implicitamente alla deputata
co e allo stesso tempo gli assicu- ritario nelle preferenze. A di- fesa dei diritti umani nel Paese. gli assistenti parlamentari, il della fannullona. «Se vuole ri- 10 in condizioni di
rano un trattamento speciale, mostrazione delle difficoltà, Quello che Sandra Moran ha computer e persino il rimborso nunciare al suo seggio, lo fac- povertà non dovremmo
condito di criminalizzazione e anche con una candidata di pe- cercato di fare dal 2015 a oggi, e delle spese telefoniche. Tutto cia pure, è nel suo diritto», ha
discriminazione, da parte di so come Menchú, di incidere quello che Aldo Davila cercherà questo per rispetto - un fatto aggiunto sprezzante. avere i pasti pagati
una classe politica machista e in maniera significativa sul di fare dal 2020 è riempire inaudito all'interno del Parla- E dopo un'ora di acceso di-
indifferente alla protezione de- processo elettorale del Paese. quell'involucro provando a inse- mento - nei confronti dei 6 abi- battito, l'unica a votare a favo-
gli attivisti e delle attiviste. AUTONOMIA E DIRITTI UMANI. Si rire nell'agenda politica la que- tanti su 10 che in Guatemala si re della sua proposta di soppri- gresso, tuttavia, Vicenta «non
DALLA STRADA AL PALAZZO. La può dunque facilmente evince- stione dei diritti umani e trasfor- trovano in situazione di pover- mere i pranzi pagati è stata lei. è sola». Con lei, hanno scritto
sua storia è fatta di strada e as- re dai suoi interventi pubblici mandosi in megafono delle lotte tà e dei 5 bambini su 10 con me- Né la Unidad Revolucionaria le comunità che la sostengo-
sociazionismo, solidarietà e che l'impegno di Aldo Davila sociali. È una sfida impari, ad ar- no di cinque anni che soffrono Nacional Guatemalteca, l'ex no, vi sono «i popoli in resisten-
lotte sociali. Per anni è stato at- non è tanto legato all’apparte- mi impari, ma che risponde alla di denutrizione. guerriglia trasformatasi in par- za impegnati a fecondare mol-
tivista e direttore di Gente Posi- nenza al partito quanto più a por- necessitá di una lotta trasversale, «Mi ha candidato il popolo, tito politico, né il movimento te altre Vicenta Jerónimo dal
tiva, un'associazione che so- tare dentro al Palazzo le istanze anche in un territorio insidioso e sono la sua voce all'interno del Winaq, il partito indigenista cuore della loro ribellione an-
stiene e accompagna le perso- dei movimenti sociali, della co- restio al cambiamento come il Congresso», ha spiegato. E poi di sinistra, hanno approvato la ti-neoliberista, anti-patriarca-
ne Hiv positive e la sua figura munità Lgbtqi e di tutte le comu- Parlamento del Guatemala. l'imperdonabile affronto: la mozione. Al di fuori del Con- le, e anti-imperialista».
sabato 8 febbraio 2020 internazionale 9

YEMEN ALLA FAME, ASSALTO AL CIBO ONU


brevi&brevissime

Divieto di viaggio
Drone Usa uccide il capo
per i familiari dei
prigionieri sauditi
della al Qaeda più potente
La denuncia, scrive
Arab21, è partita su Twitter: CHIARA CRUCIATI detto saudita lì addestrato, Mo-
attivisti sauditi fanno così hammed Alshamrani, aveva
conoscere al mondo l’ultimo II Qassim al-Rimi, leader di al ucciso tre marinai americani.
abuso della monarchia Qaeda nella Penisola arabica NELLE PAROLE SPESE da Trump
dei Saud, il divieto di viaggio (Aqap), sarebbe stato ucciso da per felicitarsi dell’eliminazio-
all’estero per i familiari dei un drone statunitense prima ne del leader qaedista c’è un ri-
detenuti politici. Un modo, del generale iraniano Soleima- ferimento alle «violenze senza
aggiungono, per impedirgli ni. Il presidente Trump ne ha scrupoli commesse contro i ci-
di parlare della repressione però reso nota la morte solo ie- vili yemeniti». Molto simili a
e della situazione dei ri. Per esserne certo, dicono quelle subite per mano saudi-
prigionieri politici nel regno. fonti Usa ad al Jazeera. ta: bombe ininterrotte ma an-
Tra le famiglie interessate Aqap è tra le "filiali" qaedi- che fame e malattie figlie di
dal divieto quelle del noto ste più potenti, responsabile un’operazione che sta per en-
religioso Salman al-Awdah e di numerose operazioni nel trare nel suo sesto anno. Quel-
di Lujain al-Hathloul, attivista Golfo, in particolare in Ye- la che l’Onu ha più volte defini-
dei diritti delle donne. men, dove al-Rimi (sulla cui te- to la peggiore crisi umanitaria
sta pesava una taglia da 10 mi- al mondo non accenna ad arre-
L’ultima barriera lioni di dollari) è stato elimina- trare. Tre giorni fa ad Hajjah,
di Gaza: muro to probabilmente a dicembre. una delle province più colpite
dell’Egitto in mare Capace di assumere il control- dall’aviazione saudita, sotto il
lo delle regioni ovest del paese controllo Houthi, la popolazio-
L’Egitto starebbe sotto operazione militare sau- ne ha preso d’assalto un ma-
costruendo un nuovo muro dita dal marzo 2015, Aqap ha gazzino delle Nazioni unite,
intorno Gaza. Stavolta amministrato le comunità ye- sperando di trovarci del cibo.
in mare, come già fatto da menite con il beneplacito di tri- Ne hanno trovato, sì, ma ava-
Israele lo scorso anno, per bù locali e governo ufficiale ye- riato, dicono i presenti. Tanto
impedire il contrabbando menita, in esilio in Arabia sau- da venire bruciato sotto gli oc-
di beni verso l’enclave dita da cinque anni, che ha usa- chi disperati di chi muore di fa-
palestinese sotto assedio to i miliziani qaedisti per strap- me. Diversa la versione del
israeliano dal 2007. A riferirlo pare la città di Aden al control- World Food Program: una fon-
sono fonti locali nella lo dei ribelli sciiti Houthi. te interna dell’agenzia ha det-
Penisola del Sinai al sito The VERREBBE DA DIRE quasi un al- to a Middle East Eye che gli aiuti
Veglia funebre a Hong Kong per il medico Li Wenliang deceduto nella notte di giovedì a Wuhan foto Ap New Arab: l’esercito avrebbe leato indiretto degli Stati uni- umanitari non erano stati di-
ti, per interposta potenza, stribuiti per evitare che finisse-

Botta e risposta
avviato la costruzione di una
barriera marittima lunga Riyadh, che i qaedisti li ha fi- ro in mano ai ribelli Houthi.
sei km nelle acque al confine nanziati e utilizzati in più di E ieri la buona notizia del 3
con Gaza, già monitorate sia uno scenario (vedi la Siria). Ma febbraio è stata messa in stand
dalla marina egiziana che da Aqap è da anni nel mirino del- by: su un aereo dell’Organizza-

tra Cina e Italia sui voli


quella israeliana. Un’ulteriore la guerra dei droni americani, zione mondiale della Sanità, 23
chiusura imposta dal regime rilanciata in grande stile da malati avrebbero dovuto esse-
di al-Sisi, acerrimo nemico Obama e poi ripresa da re portati da Sana’a ad Amman.
di Hamas e dei Fratelli Trump. Al-Rimi aveva rivendi- Una prima, seppur piccola,

Trump: «Aiuteremo»
musulmani: negli scorsi anni cato la sparatoria alla base na- breccia nel blocco aereo impo-
Il Cairo ha distrutto centinaia vale Usa di Pensacola in Flori- sto da Riyadh. Ma non sono an-
di tunnel con cui i gazawi da del 6 dicembre scorso: un ca- cora partiti: «Motivi tecnici».
importavano beni di prima
necessità, cemento e armi.
GUERRA IN SIRIA, LA DENUNCIA RUSSA
Cinque giorni dopo
Pechino annuncia la ripresa della tratta aerea ma la Farnesina
smentisce. Aperta un’indagine sulla morte di Li Wenliang
Sanders e Buttigieg
si litigano la vittoria
Mosca: «Israele utilizza
Cinque giorni dopo il aerei civili come scudo»
primo caucus democratico,
S. PIE. contagiati, gli italiani sulla na- misure già attivate nelle ultime l’Iowa non ha un vincitore.
ve stanno bene secondo quanto settimane. Lo ha confermato la O meglio, ce l’ha ma MICHELE GIORGIO israeliano – ha denunciato –
II L’italiano che era in quaran- comunicato. task force sul coronavirus riuni- il secondo lo tallona che utilizzano jet passeggeri
tena alla Cecchignola e trasferi- IN TUTTO IL MONDO, intanto, si tasi questa mattina al ministero ed entrambi rivendicano la II Sul terreno prosegue la bat- per coprire o bloccare il fuoco
to allo Spallanzani di Roma per- stanno esaurendo le mascheri- dopo che in mattinata la porta- vittoria: con il 100% dei seggi taglia di Idlib con l’esercito si- di risposta dei sistemi missili-
ché positivo al test «è in buone ne e altri strumenti di protezio- voce del ministero degli Esteri finalmente scrutinati e dopo riano che ieri ha preso la città stici siriani stanno diventando
condizioni generali», secondo ne dall'epidemia di coronavirus. cinese aveva riferito di una aper- la richiesta di riconteggio strategica di Saraqeb al termi- un tratto tipico dell’aeronauti-
quanto riportato dal bollettino L'allarme è stato lanciato dal di- tura dell'Italia sui collegamenti mossa dal presidente ne di duri combattimenti con i ca israeliana».
medico. Un altro italiano, rien- rettore generale dell'Oms, Te- dopo l'incontro tra il vice mini- del partito democratico miliziani jihadisti sostenuti Poco più di un anno fa i russi
trato in Italia, a Chieti, dalla Ci- dros Adhanom Ghebreyesus: «Il stro Qin Gang e l'ambasciatore Tom Perez, l’ex sindato dalla Turchia. I cieli della Siria accusarono i piloti dello Stato
na il 28 gennaio, è in ospedale mondo deve fare fronte ad una italiano Luca Ferrari». Pete Buttigieg ha ottenuto però sono nelle mani dell’avia- ebraico di aver usato come co-
per accertamenti, mentre la carenza cronica di equipaggia- PECHINO non aveva preso molto il 26,2% dei voti contro zione israeliana che ha appena pertura un loro aereo da tra-
coppia cinese allo Spallanzani è mento per la protezione perso- bene la decisione italiana e c’è il 26,1% del senatore Bernie compiuto un nuovo attacco sporto in fase di atterraggio
ancora in terapia intensiva. nale», ha spiegato da Ginevra. da credere non apprezzerà Sanders. Terza la senatrice con missili contro presunte ba- causandone l’abbattimento da
Mentre scriviamo le vittime in Ieri è stata anche la giornata granché neanche la precisazio- Elizabeth Warren con il 18% si di gruppi filo-Iran nei pressi parte di missili terra-aria siria-
tutto il mondo sono 638, con ol- del confronto piuttosto acceso ne di Speranza. Fonti della Far- e quarto l’ex vicepresidente di Damasco. Un raid che avreb- ni sparati per respingere l’at-
tre 31.500 contagiati, con 4.800 tra Pechino e Roma sui voli da e nesina all’Agi hanno però rife- Joe Biden che supera be potuto provocare l’abbatti- tacco israeliano. Morirono 15
in gravi condizioni, mentre ieri per la Cina. Nella mattinata, in- rito che «il profondo legame di la soglia di "sbarramento" mento, da parte della contrae- militari russi. Israele negò le
la Cina ha sottolineato sia un ca- fatti, Pechino aveva comunica- amicizia tra Italia e Cina, già del 15% per un misero 0,8%. rea siriana, di un aereo civile accuse, ma l’accaduto causò
lo delle morti sia un aumento, to la riapertura dei voli tra i due manifestato attraverso molte- con 172 persone a bordo. A de- una crisi nei rapporti tra i due
uno dei più alti degli ultimi gior- paesi, ma la Farnesina ha smen- plici attività avviate proprio Kashmir, estesi nunciarlo è stato ieri il ministe- paesi risolta solo mesi dopo da
ni, delle persone guarite: «In to- tito. Come riporta l’Ansa, «i voli dal governo italiano a sostegno arresti domiciliari ro della difesa russo spiegando un incontro tra Putin e il pre-
tale 1.540 persone infette sono tra Italia e Cina resteranno chiu- del paese asiatico in un momen- per due ex leader che i caccia israeliani hanno mier israeliano Netanyahu.
state curate e dimesse dagli si così come previsto dall'ordi- to delicato e complesso». usato l’Airbus come «scudo», Le forze armate siriane, im-
ospedali a partire da giovedì 30 nanza firmata dal ministro del- Sul fronte cinese, invece, ieri Le autorità indiane hanno «pratica comune», ha aggiunto, pegnate dal 2015 a sostegno
gennaio nella battaglia cinese la Salute, Roberto Speranza, il è stato il giorno della rabbia sui esteso gli arresti domiciliari da parte dei piloti di Tel Aviv. dell’esercito del presidente Ba-
contro il virus», ha affermato 31 gennaio 2020 e si continuerà social di tanti cinesi, scossi dal- di due ex chief minister L’AEREO, UN AIRBUS A320 della shar Assad, in più di un’occa-
Guo Yanhong, funzionaria del- a lavorare per implementare le la morte del dottor Li Wen- kashmiri, Mehbooba Mufti e compagnia Cham Wings in vo- sione hanno denunciato i raid
la Commissione sanitaria nazio- liang, divenuto l’esempio di chi Omar Abdullah, detenuti dal lo da Teheran a Damasco, è sta- dell’aviazione israeliana ma
nale in una conferenza stampa. aveva detto la verità ed è stato 5 agosto quando New Delhi to costretto a un atterraggio di non sono mai intervenute con
UN'ANALISI DI ESPERTI - riporta bloccato dalle autorità. Il suo de- ha revocato al Kashmir lo emergenza in una base milita- i loro sistemi avanzati di difesa
Agenzia Nova -è stata commissio- cesso ha aumentato la dispera- statuto speciale. Avrebbero re russa in Siria, dopo aver antiaerea installati nel paese.
nata dalle autorità su oltre 500 zione di tanti cinesi, chiusi in ca- dovuto essere rilasciati «scampato di poco l’ingresso SUL PIANO POLITICO e diplomati-
casi curati, sia con sintomi lievi sa e impossibilitati a condurre giovedì. A operare è la Legge nella zona letale dello scambio co in ogni caso i rapporti sono
sia gravi. Alcuni pazienti aveva- una vita normale. Le autorità di Pubblica sicurezza che a fuoco della contraerea», ha eccellenti. Putin e Netanyahu
no anche condizioni complica-
C’è una grande hanno annunciato l’apertura di permette al governo indiano detto il portavoce del ministe- si incontrano di frequente dal
te, ha sottolineato Guo. disciplina in Cina, un’indagine. Ieri, infine, telefo- di Modi di detenere ro della difesa russo Igor Kona- 2015 per definire i limiti delle
Il tempo medio di ospedaliz- nata tra Xi e Donald Trump. Se- un individuo fino a due anni shenkov. «Solo grazie alle rapi- rispettive strategie in Medio
zazione degli oltre 500 pazienti il presidente Xi guida condo il presidente americano senza accuse ufficiali. de azioni dei controllori di vo- Oriente. Nei giorni scorsi la
guariti è di circa dieci giorni, ha vigorosamente quella «C'è una grande disciplina in Ci- Sarebbero migliaia i detenuti lo all’aeroporto di Damasco, Russia, a differenza di altre par-
riferito la funzionaria Sul fron- na, in quanto il presidente Xi politici kashmiri (attivisti, l’Airbus è stato scortato dalla ti internazionali, ha usato toni
te del contagio fa impressione che sarà un’operazione guida vigorosamente quella politici, ma anche uomini zona di pericolo e aiutato ad at- morbidi nei confronti dell’Ac-
la situazione sulla nave Dia- di grande successo che sarà un'operazione di gran- di affari) dallo scorso agosto, terrare con successo presso la cordo del secolo, il piano di «pa-
mond Princess della Carnival Ja- de successo. Stiamo lavorando molti dei quali imprigionati base di Khmeimim», ha detto ce» di Trump respinto dai pale-
pan in quarantena nella baia di Donald Trump a stretto contatto con la Cina in carceri fuori dalla regione. Konashenkov. «Le operazioni stinesi perché apertamente
Yokohama: a bordo ci sono 61 per aiutare» militari dello stato maggiore sbilanciato a favore di Israele.
10 culture sabato 8 febbraio 2020

FANTASMAGORIE
Eugène Frey, il mago
dell’illusione sospesa
tra ombre e luci
A Monaco, una mostra sul pittore e scenografo belga
in dialogo con il contemporaneo João Maria Gusmão

to una collezione di oltre trecen-


to lastre in vetro decorate
dall’artista belga e, dopo un la-
voro preparatorio durato due
anni, offre ora la possibilità di
scoprirne una porzione cospi-
cua. L’idea dell’esposizione mo-
negasca è duplice: da una parte,
ricostruire l’immaginario di
Frey e calarne l’opera nel conte-
sto storico e tecnico dei teatri
d’ombra, delle lanterne magi-
che, del cinetoscopio e delle fan-
tasmagorie di Méliès; dall’altra,
mettere in dialogo i progetti di
Frey con la sensibilità dell’arti-
sta contemporaneo João Maria
João Maria Gusmão+Pedro Paiva «Green Orange» e «Sunset» Gusmão che, da solo o con Pe-
dro Paiva, ha reinterpretato i
SILVIA NUGARA Frey lavorò all’Opéra di Mon- décors lumineux e alcune inven-
tecarlo dal 1904 al 1938 chiama- zioni ottiche coeve attraverso
II «Nei décors lumineux nulla è to dal direttore Raoul Gun- nove installazioni.
inerte, tutto è variazione e mo- sbourg che nel 1900 all’esposi- APPASSIONATO di media analogi-
vimento», scriveva il pittore, zione universale di Parigi era ri- ci sperimentali, Gusmão ha con-
scenografo e performer Eugène masto estasiato di fronte ai suoi gegnato per l’occasione delle
Frey (Bruxelles 1864 - Courbevo- décors lumineux à transformations. proiezioni multiple di diapositi-
ie 1942) a proposito di quel com- In quel lasso di tempo, l’artista ve o pellicola chiamate «minia- Alphonse Visconti e Eugène Frey, maquette per «Les Fêtes d’Hébé», ca.1914 foto di François Fernande
plesso sistema scenografico di adattò la sua invenzione, inizial- ture cinematografiche a luce
sua invenzione costituito da mente concepita per il Palais de continua»: un faro con il suo rag- smo della lanterna magica in maquettes, diorami, fotografie es d’ombres di Caran d’Ache, il
pannelli dipinti, immagini foto- la Danse di Parigi, alle esigenze gio di luce in movimento, il ca- cui il convergere di diverse si- e illustrazioni di scena, manife- commovente teatro meccanico
grafiche, giochi di luce, proie- della struttura realizzata a Mo- dere della neve nella notte, un lhouettes colorate ha come ri- sti di spettacoli realizzati da dell’orologiaio Emmanuel Cot-
zioni fisse e mobili che stupì le naco da Charles Garnier e colla- sole che sorge e tramonta, una sultato un viso di tre quarti alla Frey tra i quali La damnation de tier nonché le coreografie lumi-
platee di alcuni tra i maggiori borò con lo scenografo Alphon- mitica caverna, un’arancia che finestra che ricorda un’illustra- Faust di Berlioz a cui è dedicata nose di Loïe Fuller la cui leggen-
teatri d’opera e music hall della se Visconti per dare forma a matura e marcisce, un tartan zione contenuta ne L’analisi delle una sala intera che omaggia al- daria Serpentine Dance fu immor-
Belle Époque. quell’ideale che Wagner chia- multi-cromatico con geometrie sensazioni (1886) di Ernst Mach. tri adattamenti del mito, da Mél- talata nel 1896 dai fratelli Lu-
AL GENIO VISIONARIO di Frey, il mava Gesamtkunstwerk, ovvero variabili in loop. Spesso, nelle In Zebra, Gusmão ironizza affet- iès all’opera comica Faust Magi- mière.
Nuovo museo nazionale di Mo- un’arte totale, capace di riunire composizioni entrano in gioco tuosamente sulle monumenta- cien di Georges Auric e Jean Hu- UN OCCHIO DI RIGUARDO è per le
naco (Nmnm) dedica ora una in un teatro di forme e colori ar- figure riprese non solo dal cor- li cavalcate realizzate da Frey go, con materiali provenienti tecniche del cinema d’anima-
mostra dal titolo Variations - Les ti plastiche, musica, dramma- pus Frey ma anche da studiosi, per Walkiria e, riprendendo l’i- non solo dal Nmnm ma anche zione, dalle silhouettes di Lotte
Décors lumineux d’Eugène Frey prés- turgia, poesia, danza. Frey rea- filosofi della scienza e speri- dea del cavallo al galoppo im- da Cinémathèque française, vil- Reiniger alla pinscreen animation
entés par João Maria Gusmão (fino lizzò a Monaco numerosi allesti- mentatori di inizio Novecento mortalato nelle cronofotogra- la Noailles e Société des Bains di Alexandre Alexeïeff e Claire
al 20 maggio) curata da Célia menti wagneriani tra cui la te- con lo scopo di ricostruire una fie di Eadweard Muybridge, rea- de Mer di Montecarlo. Parker. Al maestro dell’anima-
Bernasconi presso la splendida tralogia L’anello del Nibelungo che genealogia di richiami tra scien- lizza l’immagine animata di IL PERCORSO ESPOSITIVO mette a zione Michel Ocelot è dedicata
Villa Paloma (boulevard du Jar- entusiasmò la critica dell’epoca za, arte e tecnologia. Per esem- una zebra le cui linee sul corpo confronto alcuni progetti deco- una sala che raccoglie dodici ta-
din Exotique 56) la cui terrazza per la «fantasmagoria delle sce- pio, Window è un mosaico di sa- rinviano alla segmentazione rativi di Eugène Frey con le crea- vole realizzate nel 1989 per i
affacciata sulla costa da sola va- nografie». gome che si compone progressi- del movimento e del tempo. zioni di altri innovatori dagli corti Il castello della strega e Il man-
le già il viaggio. Nel 2000 il Nmnm ha acquisi- vamente secondo il meccani- La mostra raccoglie progetti, inizi del Novecento a oggi: i pièc- tello della vecchia signora poi riuni-

RASSEGNE

Sissi, l’abito e la sua dimensione psichica. Un feticcio simbolico del tempo che si vive
TERESA MACRÌ del tempo che si vive, che lo anti- per progettualità coincide con al tempo stesso, la visionarietà mance Abitare l’altro che l’artista
cipa o lo insegue come un crono- l’opera d’arte. Nel corso degli an- dell’oggetto che deborda dalle inscena su un lungo palco bian-
II Vestimenti è la mostra di Sissi metro che ne misura la linearità ni, molti sono stati gli artisti che oscillazioni della moda e del co. Simile a un atelier sartoriale,
che si snoda nei sotterranei di Pa- temporale. È soprattutto una si sono cimentati nella magnifi- comportamento. I suoi abiti so- in cui svettano dei rotoli di stof-
lazzo Bentivoglio di Bologna (a estrinsecazione del sé, lo ma- ca fusione che accorpa l’opera no sculture che decostruiscono fe colorate, il tavolo con una
cura di Antonio Grulli, visitabile schera o lo denuda, spesso dele- d’arte alla moda (Salvador Dalì, il conformismo del gusto, che macchina da cucire e vari carta-
fino al 19 aprile). Nel suo sinuo- gando a esso l’identità che si vuo- Lucio Fontana, Jana Sterbak, Jan scavalcano le imposizioni delle modelli realizzati in legno dalle
so e architettato percorso offre le mostrare all’esterno. Fabre, Raymond Pettybon, Chri- tendenze e si generano dalla fu- forme biomorfe e agganciati ad
allo sguardo dei visitatori un uni- L’abito, a tutti gli effetti, è una stian Marclay, Sterling Ruby per sione di materie vegetali e inor- un appendiabiti, la performan-
verso di abiti-sculture dall’ap- sorta di passaporto identitario esempio). Sissi scavalca il concet- ganiche come pagliette metalli- ce si protrae, in silenzio, per cir-
peal sorprendente, che ricapito- che muta, si trasforma, si modu- to di moda, deviando dai feno- che, rafia e corde, passamanerie ca una ora.
la la ventennale ricerca dell’arti- la interagendo tra sé stessi e il gu- meni legati ad essa come il fa- da tappezzeria, nastri, fili metal- IN QUESTO ARCO DI TEMPO, l’arti-
sta sulla fenomenologia corpo- sto collettivo, quindi il mondo. shion victimism, la brandizzazio- lici, tele dipinte, carte cerate, ra- sta, inguainata in una tuta color
rea di cui l’abito, con la sua valen- Al tempo stesso è anche uno stru- ne, il trend eccetera, poiché è in- mi, legni di mare, reti da pesca, carne, segue la processualità tipi-
za simbolica e identitaria, è il mento di differenziazione per di- teressata all’abito come dimen- festoni natalizi, tovaglie di pla- ca del couturier nello scegliere
centro ispirativo. staccarsi dalle imposizioni cor- sione psichica e metaforica cor- stica, trecce di capelli sintetiche. la stoffa, riporla sul cartamodel-
ATTRAVERSO le varie performan- renti. Assumendo tali molteplici porea. SPESSO, NELL’ARDITEZZA delle «ONme», foto di Alessandro Trapezio lo, tagliarla e poi cucire a macchi-
ce, i video, le sculture in cerami- caratteristiche, l’abito ha innu- «IL CORPO È UNA CASA e gli abiti lo composizioni, Sissi rimarca l’a- na con scioltezza. Passa poi al fit-
ca, i magnifici disegni, le fotogra- merevoli coniugazioni e, spesso, abitano», pensa Sissi. Comporre natomia corporea, evocando or- infatti, dalle linee proposte dai ting più volte per definire il vesti-
fie, Sissi persegue una indagine, l’abito per lei è una attitudine gani come arterie e vene, realiz- fashion stylist e acquistano uni- to che alla fine si plasmerà in
unica in Italia, che trasferisce il quasi fisiologica, nel suo ideare, zati in stoffa rosa, inanellati co- cità come oggetto artistico, poi- opera (peraltro offerto a un for-
filosofico concetto di corpo co-
La personale tagliare i cartamodelli, cucire a me lunghe collane che adorna- ché contengono quasi la stessa tunato spettatore).
me Leib e Körper, descrivendo- «Vestimenti» macchina quasi quotidianamen- no l’abito e che rimandano all’in- insubordinazione degli oggetti La rassegna è accompagnata
ne la sua potenzialità semanti- te ed esperirlo come una visiona- teriorità, come nel caso di Legger- creati dall’artista Meret Oppen- dal catalogo edito da Corraini,
ca, soprattutto nell’epoca con- a Bologna, ria scultura che assimila la me- si dentro, 2014. heim negli anni Trenta. con testi di Mariuccia Casadio,
temporanea. L’abito non è mai presso Palazzo moria infantile e il suo gioco, il I suoi capi peraltro sono porta- La mostra bolognese è una Antonio Grulli e un dialogo tra
solo ciò che copre e riveste un sentimento, il recupero del gu- bilissimi, e si caricano addosso il estesa costellazione di abiti in- Sissi e l’artista Christian Hol-
corpo. È un feticcio simbolico Bentivoglio sto del tempo e della materia e, suo stesso vissuto. Debordano, credibili, più video e la perfor- stad.
sabato 8 febbraio 2020 culture 11

Con le sue proiezioni fisse e mobili stupì le platee Molti registi e drammaturghi hanno guardato
dei teatri d’opera e music hall della Belle Époque al suo idioma epico e alle premesse politico-poetiche
FRANCESCO FIORENTINO

II Si è sempre tentato di inchio-


dare Brecht alle opinioni politi-
che che le sue opere esprimereb-
bero. Ma l’arte non è uno stru-
mento per comunicare opinioni.
Tanto meno la sua, che cercava
invece l’arresto, l’interruzione
del giudizio e del senso, come
scrisse una volta Pasolini. Lo stes-
so Adorno ammise che è «diffici-
le appurare che cosa intenda l’au-
tore anche solo nel Galilei o nell’A-
nima buona di Sezuan». Riportare
queste e altre opere a un presun-
to messaggio ideologico è stata
una strategia di difesa dalla loro
dirompente complessità politica
e poetica. A est e a ovest.
A est, Brecht è stato sempre so-
spetto al potere, protetto dalla
sua fama mondiale, celebrato,
ma anche avversato per le ten- Bertolt Brecht
denze «formaliste» del suo tea-
tro. A ovest, l’accettazione della « SCRITTI SULLA LETTERATURA E SULL’ARTE» DI BERTOLT BRECHT
sua opera è avvenuta al prezzo
della sua depoliticizzazione. Un
modello di neutralizzazione che
ha funzionato fino a oggi, anche
Il potere della tecnologia
in Italia, è quello che oppone il
poeta all’ideologo Brecht. La sua
scrittura acquista una potenza
nel plasmare i destini umani
poetica proprio perché impre-
gnata di politica. do di maneggiare i concetti che primi a comprendere che prassi
LO SI COMPRENDE leggendo Me-ti. tiene conto del loro significato e teoria estetiche sono variabili
Il libro delle svolte, recentemente ri- mutevole a seconda degli spazi, dipendenti delle tecnologie me-
proposto dalla casa editrice L’or- dei tempi e degli ordini sociali in diali. Considerò gli «apparati»
ma e splendidamente curato da cui vengono utilizzati. Perciò parte integrante della materia
Marco Federici Solari (ne ha scrit- non si tratta di trasmettere co- del reale: l’artista deve lavorare
to Marco Bascetta su Alias della noscenze o produrre convinzio-
Gli esperimenti criticamente per produrre un
domenica il 6 ottobre 2019). È un ni, ma di esercitarsi in questa con i media che lo scrittore rinnovamento dei bisogni che
libro rimasto incompiuto che modalità critica del pensare indirizzano la percezione, i pen-
Brecht scrisse negli anni dell’esi- che sa lasciarsi spaesare dalle portò sulla scena sieri, i desideri. Brecht sapeva
lio, facendosi ispirare dall’opera svolte della vita e dalle contrad- tra il 1928 e il 1933 che il potere della tecnologia
di Mo Di, il filosofo cinese del V dizioni dell’esperienza. Oltre consiste nel fatto che essa per-
secolo a.C., che lo affascinava so- questo non c’è nulla. esploravano pratiche de presto il suo carattere di
prattutto per il suo pragmati- LA DIALETTICA non è una stazione di resistenza contro un estraneità per diventare una se-
ti nel film a episodi Principi e cui condurre oggi un’indagine smo. Per Brecht, quel pensiero la- di passaggio verso una sintesi da conda natura.
principesse (2000): sono lastre di sulla consistenza ottica dell’im- sciava perdere la questione del- raggiungere, ma è il risultato, la processo di assuefazione GLI ESPERIMENTI con i media che
vetro dipinte su cui il regista fa magine e sul suo essere allo stes- la verità per considerare le idee soluzione, il fine ultimo. È l’uni- portò sulla scena tra il 1928 e il
muovere marionette di carta ne- so tempo esito e innesco di un in base alla loro efficacia, agli ef- ca cosa che può essere opposta a 1933 esploravano pratiche di re-
ra dalle articolazioni in fil di fer- processo proiettivo. fetti che possono sortire in un un movimento di omologazione mito borghese dell’autonomia sistenza contro questo processo
ro. Con un interruttore posto ac- ALLA MOSTRA si affianca anche determinato contesto, alla possi- che toglie ogni spazio all’impre- dell’individuo. di assuefazione, secondo moda-
canto a ciascuna tavola si accen- un calendario di conversazioni e bilità di essere adoperate come visto, all’indeterminato, che ren- In alcuni suoi testi, si affac- lità che poi saranno riprese e svi-
de la retro-illuminazione e per proiezioni pubbliche in sale cine- armi o utensili. de gli esseri umani ben definiti cia anche l’idea che l’indivi- luppate in molte forme del tea-
qualche minuto è magia. matografiche e teatrali di Mona- Brecht è un pensatore della per poterli controllare. Quel che duo sia stato sostituito da un di- tro contemporaneo - da Robert
LA CURATELA di Variations ricono- co con film d’artista quali Le av- prassi, è interessato a proporre so- conta nella dialettica è la produ- viduum, da un singolo divisibile Wilson ai Gob Squad, dal Woo-
sce dunque ai dispositivi pre-ci- venture del principe Ahmed di Lot- luzioni a problemi concreti. Ma le zione dell’ingovernabile. che deve la sua particolarità ster Group a Heiner Goebbels.
nematografici un’autonomia te Reiniger, la performance The soluzioni che propone non sono Brecht fu uno dei primi a co- all’appartenenza a più colletti- Dagli anni ’60, generazioni di re-
espressiva capace di aprire spa- Mirror di Vicki Bennet sul tema massime o insegnamenti, bensì gliere la portata transideologica vi; in altri, è già formulata l’idea gisti e drammaturghi - spesso an-
zi di indagine e produzione este- della maschera e dello spec- atteggiamenti del pensiero tesi dell’automatizzazione dei pro- foucaultiana di dispositivo. Bre- che quelli che hanno preso le di-
tica ancora stimolanti, basti chio o opere di creatori contem- ad ampliare le possibilità di agire, cessi sociali. «Considerata dal cht lo chiama Apparat e intende stanze da lui per il suo supposto
pensare alle creazioni di poranei come Ernst Schmidt Jr, di disporre delle proprie facoltà punto di vista tecnico - afferma- non solo un’apparecchiatura didatticismo semplificatorio -
Hans-Peter Feldmann e Lourdes Morgan Fisher, Peter Miller, mentali, sensoriali, creative. va nel 1928 - la fabbrica fordista tecnica: è l’insieme di pratiche, hanno fatto propri l’idioma epi-
Castro che trovano nel rappor- Willian Raban sulla figura del Questo pensiero lo chiama dia- è una organizzazione bolscevi- istituzioni, leggi e discorsi che co e le sue premesse politiche e
to tra luce e ombra il mezzo con proiezionista. lettico e lo definisce come un mo- ca», in grado di mettere fine al sono legati al suo uso. poetologiche.
COSÌ, IN UN TESTO del 1931, forni- Ma l’azione di Brecht non ri-
va un’analisi illuminante e pre- guardò solo il teatro. Al suo mo-
«COME VIGNAIOLI ALLA FINE DELL’ESTATE», PER DERIVEAPPRODI corritrice del dispositivo cine- dello di scrittura politica si pos-
ma: si intitola Il processo dell’Opera sono ricondurre alcuni film di
L’urgenza di vivere la natura in modo alternativo da tre soldi ed è apparso in italia-
no negli Scritti sulla letteratura e
Godard e di Kluge, di Hans-Jürg-
en Syberberg, di Jean-Marie
sull’arte, scelti e introdotti da Ce- Straub e Danièle Huillet. Di
sare Cases nel 1973 e ora ripre- ascendenza brechtina è anche
MAURIZIO SILVESTRI coltore che vede la natura cam- to climatico. Non manca un’op- mondo ideale che unisce le teo- sentati da Meltemi (pp. 460, euro l’arte di Beuys, la saggistica del
biare giorno dopo giorno». portuna autocritica all’apatia rie sociali del mondo vegetale 24) con una postfazione di Marco Barthes dei Miti d’oggi o quella
II Corrado Dottori è un vigna- Un saggio nell’originale for- che sembra avvolgere anche il di Stefano Mancuso alla poesia Castellari. Questa silloge propo- dell’Enzensberger mediologo.
iolo inquieto che non si accon- ma di un quaderno di campa- mondo del vino naturale italia- di Giacomo Leopardi, che trova ne molti scritti ancora oggi di Col tempo, il riferimento di-
tenta di fare vini tra i più buoni gna, nel quale Dottori accompa- no che si è infilato «in un abisso sostanza nei lavori di sociologi grande interesse, come per venta via via meno evidente.
d’Italia e a distanza di sette anni gna il lettore per un intera anna- incolmabile tra il desiderio di dell’ultima generazione come esempio quelli sui media: gli in- Elementi della scrittura brech-
dalla pubblicazione di Non è il vi- ta lavorativa (da ottobre fino al sostenibilità, di naturalezza e Jason W. Moore. terventi sulla radio e, appunto, tiana riappaiono in altri conte-
no dell’enologo, titolo divenuto novembre dell’anno seguente), una prassi quotidiana fatta di PROPRIO DALLA TESI di quest’ulti- il Processo dell’Opera da tre soldi, sti, caricati di un senso nuovo,
nel tempo un vero e proprio ma- in tutto il percorso di lavoro che comunicazione costante, consu- mo in base alla quale «la questio- che è un testo cruciale: docu- utilizzati per riflettere su condi-
nifesto dei vignaioli naturali ita- arriva fino alla vendemmia, dal- mi e investimenti. In fondo, in ne agraria è anche la questione menta un’azione sotterranea, zioni diverse del mondo. Que-
liani, torna a pubblicare con De- la potatura invernale fino all’as- questi anni siamo finiti a creare della Natura, quindi anche la non percepita eppure essenzia- sta sopravvivenza dispersa - e
riveApprodi un saggio di gran- saggio dei campioni di vino nuo- prodotti per un mercato globa- questione delle crisi ecologiche le della riflessione brechtiana. È non di rado inconsapevole - era
de lucidità critica sul tema della vo, rendendolo partecipe della le fatto principalmente dai ric- nel mondo moderno», Dottori una descrizione della condizio- per Brecht l’unica forma di vera
crisi ambientale. delicatezza di ogni passaggio. chi del pianeta». arriva al termine della narrazio- ne mercificata dell’arte, del suo efficacia storica.
Come vignaioli alla fine dell’estate SEGUENDO IL BATTITO delle sta- L’autore muove i suoi passi ne alla consapevolezza della ne- declino nel consumismo univer- Già negli anni Venti del secolo
(pp. 222, euro 17) rappresenta gioni, ora incalzante della pri- da una critica decisa e circostan- cessità di un rinnovato e più de- sale, la cui influenza sul saggio scorso aveva visto divenire labile
una chiamata alla presa di co- mavera e dell’estate, ora dilata- ziata al sistema economico at- ciso ambientalismo per supera- di Walter Benjamin sulla ripro- e problematico il concetto di pro-
scienza ecologica e all’azione to dell’inverno, le osservazioni tuale e col trascorrere delle sta- re la crisi attuale e arrivare a ducibilità dell’opera d’arte è an- prietà intellettuale, e aveva di fat-
più urgente che compete a tut- acute e non prive di ispirata poe- gioni prende corpo tra le righe una ricongiunzione con la natu- cora tutta da indagare, mentre to propugnato la morte dell’auto-
to il mondo dell’agricoltura e in sia della natura che lo circonda, il disegno di un altro mondo an- ra «attraverso vigne e campi di sono palesi le consonanze con il re: già allora l’arte era per lui una
particolare al mondo del vino la meraviglia di ciò che accade cora possibile, che ha come pa- grano come zattere di salvatag- capitolo sull’industria culturale pratica collettiva, in cui l’autore
naturale, che ha la responsabili- nell’ecosistema in una piccola dri spirituali il chimico e am- gio nel mare universale del capi- nella Dialettica dell’illuminismo di diviene irrilevante e può conti-
tà nel fare e nel comunicare vigna delle Marche, un luogo ap- bientalista Enzo Tiezzi, che già tale». Una battaglia che vede gli Adorno e Horkheimer. nuare a vivere soltanto sparendo
una visione di tutela dell’am- parentemente al riparo dagli ec- nel 1984 in un saggio seminale agricoltori giocoforza schierati Secondo Günther Anders, Bre- in un processo in cui si conserva
biente: «Ho scritto questo libro cessi climatici, sono lo spunto aveva anticipato la frattura tra i sulla linea del fronte, ma che in cht era l’unico scrittore del suo solo chi riesce a farsi riusare per
con tutta l’urgenza che un mon- per riflessioni di respiro globa- tempi storici e i tempi biologici, realtà ci vede tutti coinvolti nella tempo a considerare gli esseri costruire bisogni diversi. La vera
do arrivato al capolinea può ge- le, di ordine politico, economi- Alex Langer e la sua visionaria ricerca di un modo alternativo umani come esseri plasmati dai sopravvivenza è frammentaria e
nerare. Con gli occhi di un agri- co e ecologico, sul riscaldamen- «Costituente ecologica». Un di vivere la natura. loro media. In effetti, fu uno dei senza nome.
12 visioni sabato 8 febbraio 2020

SANREMO 70 Ascolti ancora alle stelle, la «formula» di Amadeus


piace alla critica e monopolizza il pubblico televisivo
Ariston
Fate le brave,
state
al vostro posto
MARIANGELA MIANITI

così, quello che dove-

E va essere un Festival
che attacca la violenza
sulle donne, è diventato la
dimostrazione di quanto la
divisione dei ruoli per sesso
sia ancora incarnata nel pen-
siero profondo del maschio
medio. Va bene continuare
ripetere che si è contro la
violenza, ma nei fatti le die-
ci ospiti di Sanremo70 sono
state incasellate in schemi
consueti. A parte la testimo-
nianza di Rula Jebreal, il re-
sto sono state parole di circo-
stanza destinate a non la-
sciare segno.
Si è dato alle donne il compi-
to di portare il messaggio di
vittima, ma non si è mai par-
lato dei carnefici. Ci fosse
Amadeus e Fiorello stato un uomo a dire, che
so, «Siamo noi gli stronzi» il
peso della rieducazione sa-

Il Festival degli amici conquista l’Italia rebbe stato più equo perché
suddiviso fra chi simbolica-
mente la violenza la subisce
e chi la fa. Invece i due con-
duttori si sono prodigati in
Leo Gassman vince le nuove proposte, mentre Fiorello fa pace con Tiziano Ferro siparietti da amiconi dove
uno fa il finto tonto e l’altro
il ganzo. Sembrava di essere
in una gita scolastica o all’o-
STEFANO CRIPPA deus e Fiorello travestito da coni- sera. Noi parliamo tanto di cyber- Clerici che venerdì ha affiancato le poltrone ancora in corso. ratorio.
Sanremo glio che canta un azzardato med- bullismo e non valutiamo le con- alla conduzione Amadeus: «Tro- Da Gabbani, che nella serata Intanto, a lato, c’erano le
ley dove sovrappone Montagne seguenze? C'è un vigile che si è vo che sia una bestemmia che dei duetti si è esibito sulle note donne che facevano il lavo-
II Dai sosia di Liz Taylor e Pava- verdi di Marcella a Generale di De suicidato in questi giorni per gli non sia presente su Rai1 da un de L’Italiano di Toto Cutugno, l’in- ro loro assegnato, chi bene e
rotti, passando alla vamp di bian- Gregori - proclama vincitore Leo attacchi sul web». E aggiunge: po’ di tempo: è una donna non no nazional popolare per eccel- chi in modo poco credibile
co vestita con una stravagante Gassman. Annunciato anche il «Se non volevi fare qualcosa do- solo legata a un registro ludico, lenza, travestito da astronauta - se non irritante. Vogliamo
composizione di cd montati su Premio della Critica Mia Martini, po ti deve dispiacere, perché sca- ma anche donna autorevole, e e accogliendo sul palco nel fina- parlare del dimenticabile
un baschetto viola, tanti curiosi sempre nella categoria Nuove teni violenza, abbiamo delle re- quindi credo che debba tornare le del pezzo un gruppo di ragaz- monologo di Diletta Leotta
e fan a caccia dell’ultimo selfie Proposte, dove si sono affermati i sponsabilità nei confronti dei no- nei volti, nelle conduzioni, nei ri- zi di varie etnie - arriva il messag- sulla bellezza? Ora, perché
con i cantanti che escono dal tea- torinesi Eugenio in via di Gioia stri figli, c'è gente debole, che si ferimenti delle persone». Il sipa- gio che non ti aspetti: «Non è invece di far finta che tutto
tro dopo le prove. Sanremo bruli- (40 voti), seguiti da Gassman (25) butta dalla finestra, io sono io, rietto – suggellato dalle lacrime una vera presa di posizione poli- quel bendiddio sia dono del-
cante di folla e security apposta- e Tecla (18) che si aggiudica il Pre- non me ne frega niente, però c'è in diretta tv dall’ex conduttrice tica ma è il mio modo di intende- la natura non racconti che
ta ogni dieci metri, attende stase- mio Lucio Dalla. chi non regge. Tiziano deve capi- della Prova del cuoco - è chiara- re il senso di libertà e il fatto che «Sì, mi sono ritoccata que-
ra l’atto conclusivo della settan- La giornata però è stata carat- re, deve crescere anche lui. Io so- mente indirizzato alla Lega che siamo tutti cittadini del mondo. sto e quello e ne vado orgo-
tesima edizione del festival, ba- terizzata dalla polemica tra Fio- no stato male per gli insulti». Ma l’aveva messa in naftalina, ma è Senza distinzioni né razze, mi gliosa perché è così che mi
ciata anche nella puntata dei rello e Tiziano Ferro che l’aveva siamo a Sanremo e tutto non anche il segnale di una lotta per sembrava giusto segnalarlo pro- piaccio». È dal difendere le
duetti da grandi ascolti: più di 8 accusato in diretta tv di aver ri- può che finire a tarallucci e vino: prio sul palco del festival». proprie scelte che comincia
milioni di spettatori con un pic- tardato la sua esibizione merco- al termine delle prove Fiorello e DIODATO - tra i favoriti con Fai ru- la piena libertà, anche di
co di oltre 14 durante i quaranta ledì sera, lanciando un hashtag: Tiziano Ferro hanno posato per more - di politica invece parla di- rifarsi le tette se una vuole.
minuti del monologo di Beni- «Non è giusto darmi del permalo- una foto abbracciando, al cen- rettamente. L’artista pugliese Vogliamo poi parlare del
gni. Favoriti per i bookers Gabba- so come se mi fossi arrabbiato tro, Amadeus con l’hashtag #fa- da tre anni è fra gli organizzato- pistolotto di Laura Chimen-
ni, Le vibrazioni e Piero Pelù, ma per nulla, accetto le critiche, ma tevenarisata, e insieme hanno ri del Concertone del 1 maggio ti su quanto è bello e fatico-
molte scommesse si vanno con- Tiziano Ferro ha fatto una cosa cantato Finalmente tu. a Taranto ribadisce: «È un even- so essere madre e insieme
centrando nelle ultime ore su che non si fa. Dopo che ha lancia- RAI 1 raccoglie il successo e ragio-
Il primo maggio a Taranto to che serve per parlare dell’Il- fare un lavoro che piace? A
Elodie e Diodato. to sul palco l'hashtag #fiorello- na sul futuro - un affarone dal è un evento che serve per va, come una grande cassa di ri- parte il fatto che tutte noi lo
La penultima serata è stata stattezitto, ho ricevuto insulti punto di vista pubblicitario con sonanza. L’intento è quello di sappiamo già, perché quella
all’insegna delle nuove proposte tremendi per 24 ore» si sfoga Fio- una raccolta da record. Si parla parlare dell’Ilva, l’intento è far sentire i tarantini meno in- roba lì non l’hanno detta
che hanno visto Tecla (8 marzo) rello con Selvaggia Lucarelli che di bis ma il neodirettore della re- quello di far sentire visibili: che siano artisti che sia- Amadeus o Fiorello? In fon-
prevalere su Marco Sentieri (Billy pubblica la conversazione in un te Stefano Coletta frena: «Ci in- no politici o che siano persone do anche loro hanno figli. O
Blu) e Leo Gassman (Vai bene così) articolo su «Tpi News». «Tiziano contreremo a Roma dopo il festi- i tarantini meno invisibili, importanti tu ti senti un po’ si occupano della prole solo
superare per una infinitesimale Ferro tu lanci un hashtag dal pal- val, e capiremo bene il da farsi». di non lasciarli calpestare più considerato e forse non ac- le gentili consorti? Perché,
percentuale (50,1) il trapper Fa- co di Sanremo e sai cosa scateni, La nuova governance di Rai1 si ri- cetti di farti calpestare in quel per fare un altro esempio,
sma (Per sentirmi vivo). Il televoto come se poi fosse colpa mia se ci specchia anche nell’exploit del- Diodato modo. Lo rifarò anche quest’an- non hanno invitato un ma-
– dopo un siparietto tra Ama- sono 50mila ospiti e si fa tardi la lo stesso Coletta verso Antonella no, non ho dubbi». schio a dire che la prostitu-
zione è un mercato orribile
inventato dal maschio per il
INCONTRO CON IL RAPPER ROMANO municazione, anche se forse «il perché di ’moda’. Avendo dei ge- le oggi come domani. Rappresen- proprio personale egoti-
rischio è che a volte il contenuto nitori che vengono da parti di- ta la scelta e il cambiamento ine- smo? Ma no, non spettinia-
Rancore, dal deserto alle montagne può mettere in secondo piano la verse ho girato molto, dall’Italia vitabile dopo di essa». moci troppo, restiamo nel
musicalità. A volte ti accorgi che all’Egitto, paesi ricchissimi dal MELA che ha attraversato la sto- sicuro e diamo in pasto al
il viaggio di parole e musica il significato che cercavi, sul qua- punto di vista storico e naturale. ria, anche culturale, da Gugliel- pubblico delle belle fidanza-
le hai ragionato in maniera logi- Dal deserto alle montagne, e la mo Tell a Biancaneve fino a Il fi- te di sportivi famosi, così
CECILIA ERMINI verse possibilità di interpretazio- ca, magari non porta con sé tut- cosa mi ha portato a viaggiare so- glio dell’uomo di Magritte: «Ogni attiriamo nell’audience un
Sanremo ne: «Abbiamo diviso il mondo in to il suono che vorresti. Non so- prattutto nei testi. Questo mi è ri- canzone porta uno studio e po’ di tifosi.
milioni di termini. Entrare in no solo lettere su un foglio di car- masto musicalmente del mio ap- una ricerca. Cerco intorno a Se davvero la Rai avesse vo-
II «La musica e le parole sono una parola, trovare tutte le cose ta ma segni messi in musica. Il partenere a più culture». me e come un detective ho inse- luto mostrare che crede in
un modo per entrare nelle cose. che fanno rima con essa e fare mio obiettivo è esprimermi con La sua Eden concepita insieme guito la mela in giro per la Sto- quello che dice avrebbe do-
Le parole le usiamo per definire, una rima significa romperla. La un’estetica dei contenuti ma an- a Dardust, col quale si è esibito ria. Ma la domanda che volevo vuto invitare una donna a
per dare un nome a qualcosa». natura è un mistero, anche noi che con quella del suono». nella serata della cover con Luce farmi e fare a chi mi ascolta è presentare Sanremo e dirle
Rancore, all’anagrafe Tarek Iur- lo siamo e il linguaggio è uno dei MADRE EGIZIANA e padre croato, il di Elisa – insieme al duo La rap- ’Che faremo adesso?’ Credo «Fai come ti pare». Le uniche
cich, inizia così a raccontare la modi per iniziare a scoprire qual- métissage, non solo anagrafico, presentante di lista – è letteral- che nel 2020 il presente e il fu- a condurlo da sole sono sta-
sua prima volta da solo a Sanre- cosa del mistero del mondo. È la lo ha anche portato, inconscia- mente frutto della suggestione turo si siano mischiati. Il pre- te Loretta Goggi nel 1986,
mo, dopo l’exploit dello scorso parte forse più ’superficiale’, più mente, a lasciarsi ispirare, in pri- di un sogno. Cardine del brano, sente è diventato già il futuro. Raffaella Carrà nel 2001,
anno insieme a Daniele Silvestri immediata ma allo stesso tempo mo luogo dagli spazi: «Non sono una mela che rotola attraverso Le scelte che faremo da oggi in Simona Ventura nel 2004 e
con Argentovivo. Il rapper roma- la più profonda». Per Rancore pe- mai stato quello che cercava le epoche dell’umanità. «La me- poi sono cruciali e possono dav- Antonella Clerici nel 2010.
no entra subito nel merito del rò i pericoli e le distorsioni del ’contenitori’. Non voglio fare la è un simbolo che ritorna, qual- vero determinare il futuro, in Quattro volte su 70 edizioni
suo «ermetic hip hop» ovvero te- linguaggio non sono certo un una base araba solo perché sono cosa di immortale, quasi un ar- maniera forse anche più gran- fa il 5,5%, più meno.
sti come scatole cinesi e dalle di- ostacolo al suo desiderio di co- arabo ma spesso accade ad altri chetipo. Talmente antico che va- de rispetto ad altre epoche».
sabato 8 febbraio 2020 visioni 13

Oscar, la mancanza cioè di regi-


Quest’anno sti african american dopo la
si è discusso meno campagna #OscarSoWhite del
2016 che aveva fatto correre ai
di Netflix, lo studio ripari l’edizione successiva.
con più L’Oscar in questo contesto sarà
sempre «So White» per le stes-
nomination, 24 se ragioni che lo rendono «So
Male», ovvero la disparità di
GIOVANNA BRANCA gender che non regola solo la
CRISTINA PICCINO relazione donna/uomo ma de-
termina la posizione di ogni
II Chissà se la cerimonia de- componente sociale messa sto-
gli Oscar vedrà (finalmente?) sa- ricamente ai bordi. Anche per i
lire sul palco del Dolby Thea- registi african american ci so-
tre, domani, Joaquin Phoenix, no disparità di accesso - que-
per ritirare la statuetta del mi- st’anno c’era un solo film «pa-
gliore attore, un riconoscimen- pabile», Us, troppo poco per co-
to sfiorato all’ultima Mostra struire una «gara» equa - e qual-
del cinema di Venezia, e poi siasi cambiamento non può
svanito a sorpresa per noi e pro- che partire da qui.
babilmente anche per lui per- RISPETTO all’anno scorso inve-
ché il nominatissimo Joker de- ce è stata meno centrale nelle
ve molto della sua scommessa - diffuse analisi pre-Oscar la
e della sua «seduzione» - alla «questione Netflix», nonostan-
presenza dell’attore nel ruolo te la piattaforma streaming
del protagonista. Nella catego- con le sue 24 nomination - fra
ria ci sono però nomi importan- cui due per miglior film: The
ti, come Antonio Banderas - Irishman e Storia di un matrimo-
molto amato per la sua perfor- nio - sia lo studio con il mag-
mance in Dolor y Gloria, autobio- gior numero di candidature.
grafia sentimentale del suo au- Il dibattito in merito si è svol-
tore, Pedro Almodovar - o Greta Gerwig durante le riprese di «Piccole donne» to tutto intorno al film di Scor-
Adam Driver meraviglioso in sese, che ha più volte difeso la
Storia di un matrimonio di Noah sua scelta di lavorare con Net-
Baumbach, tra i titoli top ten
dell’anno - così come dovrebbe
avere un Oscar per lo stesso
film Scarlett Johansson, il duet-
Le certezze degli Oscar 2020, flix per poter realizzare il film
«come l’avevo immaginato».
Un segno questo - l’assenza di
polemiche «plateali» - che la
to dell’amore sbriciolato tra i
due è lancinante e ritmicamen-
te perfetto.
PROPRIO PER QUESTO l’assenza
sempre «bianchi» e «maschili» potente outsider avversata da
Spielberg e boicottata da mol-
te catene cinematografiche
per le uscite limitate che con-
di Baumbach nella categoria cede ai propri film, è dopotut-
del miglior regista appare visto- Domenica prossima la cerimonia, fra immancabili polemiche e pronostici to stata accolta nel «gruppo».
sa perché cosa altro è l’equili- Lo dimostrava d’altronde la
brio di questo film tra scrittura sua ammissione alla Motion
e narrazione filmica se non la nella regia, e non tanto (o non femminile che sarebbe stata dustria non dà loro accesso, te perché siamo donne. In tanti Pictures Association of Ameri-
regia? Nessuno però nelle mol- solo almeno) per le qualità del ugualmente irrisoria ma avreb- rende più difficile avere finan- si sono scandalizzati per l’e- ca, lo scorso gennaio, poco pri-
te polemiche che stanno come suo Little woman ma perché sen- be tranquillizzato la «macchi- ziamenti, non scommette sulle sclusione di Greta Gerwig, ma ma che gli Academy Awards
sempre precedendo questa edi- za di lei non vi figura alcuna na» del #MeToo? Ovviamente registe e però, visto che il #Me- forse il suo non è stato percepi- premiassero con la statuetta
zione degli Oscar sembra aver- donna. Come è possibile dopo la risposta è no. I problemi im- Too coincide col «politicamente to come uno dei film più forti alla miglior regia e al miglior
ci fatto troppo caso probabil- il #MeToo e gli sforzi di mette- posti all’attenzione dal #Me- corretto» - in una declinazione dell’anno. Il cambiamento de- film straniero uno dei suoi tito-
mente perché discutere dei re in discussione una realtà Too, parità di salari, eguaglian- dal retrogusto sempre un po’ ve cominciare dal basso verso li: Roma di Alfonso Cuaron. E
film, del loro «valore» non è che ancora oggi, nel 2020, ap- za di trattamento ecc. - in que- ipocrita - ci si rammarica dell’as- l’alto: più registe donne. E ci de- quest’anno Netflix potrebbe
prioritario, quando si parla di pare riguardo alla parità di gen- sti giorni tra l’altro è in corso il senza di Gerwig o di quella di vono venire dati gli stessi bud- ambire appunto a miglior
Academy funzionano meglio der estremamente discrimina- processo a Weinstein - sono sta- un film non memorabile, non get, lo stesso tempo, le stesse at- film, anche se viene dato per
altre categorie di lettura. Così toria? Rispetto ai due film, ti nel tempo e mediaticamente meglio di altri cioè come The Fa- trezzature: la maggior parte favorito 1917 di Sam Mendes.
se la sorpresa (anche se un po’ Baumbach dimostra un talen- troppo spesso offuscati da cam- rewell di Lulu Wang. dei candidati a miglior film so- Come l’anno scorso - quan-
annunciata) èa stata la nomina- to registico molto più raffinato pagne contro questo o quell’al- LO HA BEN spiegato in un’inter- no grandi produzioni, come do l’impossibilità di trovare un
tion - oltre che nella categoria di Gerwig - i due erano fantasti- tro (il caso Woody Allen per vista al «Guardian» Rachel Mor- 1917, C’era una volta a Hollywood conduttore per la serata aveva
del miglior film internaziona- ci insieme ai tempi di Frances esempio) lasciando in secondo rison, l’unica direttrice della fo- e Joker». tenuto banco per mesi, ma poi
le - di Parasite come regia e film, Ha - ma il punto non è questo. piano il fatto più importante, tografia nominata all’Oscar in La parità di gender è dunque aveva premiato in termini di
lo «scandalo» è esploso con la La domanda che dobbiamo por- che questa assenza è cioè «siste- tutta la loro storia, nel 2018, fondamentale, e riguarda an- ascolti - la novantaduesima edi-
mancata nomina di Greta Ger- ci è invece: si può delegare alla mica. Perché ci sono pochi film per Mudbound di Dee Rees: che l’altra questione che sem- zione degli Oscar si svolgerà
wig - in corsa in altre categorie - sola Greta Gerwig la presenza diretti da registe? Perché l’in- «Non credo nel venire nomina- bra caratterizzare questi senza un presentatore.

«VENEZUELA» DI OHAD NAHARIN I film «banditi»


dallo streaming
Morte, guerra e pace. Il rapporto Raramente Netflix
comunica i dati sui film e le
della danza con l’etica universale serie che offre in streaming
(fra cui il numero di
visualizzazioni), ma ieri la
FRANCESCA PEDRONI re a saltelli, senza quasi che stra entrano in sei, portano piattaforma ha annunciato
Vicenza ce ne accorgiamo in scena so- di profilo bandiere di stoffa quali titoli della sua libreria
no diventati sedici. La musica bianco-écru, una sull’altra, sono stati vittima della
II Un gruppo stretto di dan- è sempre la stessa. Un danza- cadono a terra, per ognuno censura in vari paesi del
zatori di spalle in abiti neri è tore guarda il pubblico con ce ne è una. Le bandiere sono mondo. Il più recente è «The
la prima immagine di Venezue- un microfono in mano, gli al- battute contro la terra in una Last Hangover» del gruppo
la, potente spettacolo del co- tri in fila orizzontale conti- danza collettiva, al centro, comico brasiliano Porta
reografo Ohad Naharin per la nuano a marcare il ritmo sal- sdraiato, un solo uomo verrà dos Fundos (che di recente
Batsheva Dance Company di tellando. Adesso al microfo- sepolto sotto le bandiere e è stato censurato e poi
Tel Aviv con cui lavora da no sono in due. Nel canto gre- poi svelato da una donna co- «Venezuela» di Ohad Naharin foto di Ascaf «riabilitato» dalla corte
trent’anni. Titolo scelto senza goriano si infila, violento, il me in una Pietà. suprema brasiliana anche
rimandi dichiarati a nulla, rap. La canzone è Dead Wrong ALTRI UOMINI, altre donne ora di baciare un uomo. Buio. no tanti, compresi quelli del- per «The First Temptation of
pur se il debutto del pezzo in di The Notorious B.I.G., parla sono a terra, reclini. Il canto si Sono passati quaranta mi- la Palestina, se pur mischiati Christ»), rimosso dalla
Israele risale alla fine del di sbagli, deboli e forti, fumo apre all’ora pro nobis. Morte, nuti. La luce ritorna, un tono in modo immaginario. Riecco libreria della piattaforma a
2017. In Italia Venezuela è arri- di pistola, sesso, soprusi. La guerra, pace. In scena sono di più caldo di quello dell’aper- la battaglia a colpi di bandie- Singapore, il paese con il
vato ora, visto nella stagione cantano tutti, di nuovo in un nuovo in otto. Ognuno si muo- tura spettacolo. Otto danzato- ra che ora ci sembra più reali- maggior numero di censure.
di danza del Comunale di Vi- gruppo sulla base costante ve solo, una dichiarazione di ri di spalle. Tutto ricomincia, stica nella testa, come il resto, Ha infatti bandito anche
cenza nella settimana della del gregoriano. La scena cam- sé, salti, cadute. Un moto pro- ma la musica è cambiata e an- i corpi per terra, la Pietà, le «L’ultima tentazione di
giornata della memoria, tap- bia, ora sono in dieci. Le don- pulsivo dall’interno del cor- che i danzatori. Si inizia con danze singole delle persone. Cristo» di Scorsese, «The
pa della tournée della Batshe- ne a cavalcioni sugli uomini po: i danzatori crescono con il The Wait di Ólafur Arnalds e i OGNI SPETTATORE ripercorre a Legend of 420», lo show
va partita dal Valli di Reggio a quattro zampe. Una passeg- metodo Gaga, inventato da passi di tango, le relazioni, suo modo, con la sua storia, la «Cooking on High» e la serie
Emilia e chiusa al Grande di giata lenta, regale, come a Naharin, danzare è un flusso già prendono un altro colore, sua memoria, i suoi credo, i tv «Disjointed». Vittima della
Brescia. dorso di cammello. Da sini- di energia diretta che esplode altre sfumature. Riparte la suoi dolori, ciò che vede per censura anche lo stand up
I DANZATORI iniziano a cammi- dal corpo in miriadi di sfuma- corsa, il cerchio, il ritmo si è la seconda volta per altri qua- comedian Hasan Minhaj: un
nare verso il fondo della sce- ture verso una consapevolez- fatto sordo, Dead Wrong è più ranta minuti. Naharin alcuni episodio della sua serie è
na, lentamente si separano.
Lo spettacolo za di se stessi. La danza è sem- violento di prima sulla sua anni fa: «Non penso che noi ar- stato vietato in Arabia
La musica è un canto gregoria- della Batsheva pre più battente, focosa, vir- musica originale, l’impatto tisti abbiamo un ruolo specia- Saudita. «Full Metal Jacket»
no. I danzatori sono otto, si se- tuosistica, personale. Un ur- più diretto. La camminata nel le. Abbiamo il ruolo che han- di Kubrick è vietato in
parano, ballano in coppie, Dance Company, lo. Il canto gregoriano è impa- deserto ha la sensualità di no tutti: trovare una relazio- Vietnam e,
movimenti di tango, ricompo- un racconto stato in un rumore sordo fino una canzone hindi e ci porta ne con l’etica universale». E lo sorprendentemente, «La
sizione in un largo cerchio a sparire. I movimenti si fan- verso le bandiere: ora non so- spettacolo regala questo mes- notte dei morti viventi» di
che si intreccia con un danza- del mondo no lenti. Una danzatrice cerca no più tutte uguali, i colori so- saggio da portare a casa. Romero in Germania.
14 community sabato 8 febbraio 2020

Otto Max Simone Togneri

direttore responsabile
Verso il gran finale del nostro concorso
Norma Rangeri
Una nuova matita s’avvicina
condirettore
Tommaso Di Francesco
***
direttore editoriale e web
Matteo Bartocci
are matite, avete risposto con passio-
capiredattore
Marco Boccitto, Micaela Bongi,
Massimo Giannetti, Simone Pieranni,
Giulia Sbarigia
C ne e impegno al nostro appello, rega-
landoci generose valanghe di vignet-
te. Avete acceso una forte corrente di com-
consiglio di amministrazione menti disegnati che ci aiutano a riflettere
Andrea Fabozzi (presidente), sui fatti del giorno. A volte con dialoghi tra
Matteo Bartocci (vice), Alessandra Barletta,
Luigi D’Ulizia, Simone Pieranni coppie di personaggi, goffi o stilizzati, oppu-
re con soggetti ogni volta diversi, colori e
il nuovo manifesto
società cooperativa editrice
voci, riflessioni am are o divertite perché
redazione, amministrazione non bisogna rassegnarsi alla tristezza del
via Angelo Bargoni 8, 00153, Roma
fax 06 68719573, tel. 06 687191
presente e la satira ha mille frecce al suo ar-
e-mail redazione co. Molto gettonate le sardine, ma anche
redazione@ilmanifesto.it Trump, Salvini, Conte, Di Maio e Zingaretti.
e-mail amministrazione
amministrazione@ilmanifesto.it Gli immigrati, il clima, il lavoro, la trabal-
sito web Paolo Marengo lante situazione politica. Avete inviato de- Danilo Maramotti
www.ilmanifesto.it
cine di vignette ogni giorno e scegliere non
iscritto al n.13812 del registro stampa è facile perché meriterebbero tutte (o qua-
del tribunale di Roma
autorizzazione a giornale murale si) di essere pubblicate sul manifesto . Né il
registro tribunale di Roma n.13812 nostro compito sarà semplice ormai a ini-
La testata fruisce dei contributi
diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs 70/2017 (ex L. zio d’anno, quando dovremo decidere la
250/90)Pubblicazione a stampa: vincitrice o il vincitore del concorso per
ISSN 0025-2158
Pubblicazione online: trovare l’erede di Biani. (Care ragazze, in-
ISSN 2465-0870 viate meno vignette dei colleghi maschi,
abbonamenti postali per l’italia quindi per questo gran finale, cercate di
annuo 270 € - semestrale 140 € accorciare in qualche modo le distanze).
versamento con bonifico
bancario presso Banca Etica
Approfittate di questi ultimi giorni e scate-
intestato a “il nuovo manifesto natevi perché la satira, strumento indi-
società cooperativa editrice”
via A. Bargoni 8, 00153 Roma
spensabile nel commento quotidiano, è
IBAN: un'arma di combattimento dell’intelligen-
IT 84E 05018 03200 0000 11532280 za che va affilata ogni giorno, per rendere
copie arretrate il piatto dell'informazione sempre croccan-
06/39745482 - arretrati@redscoop.it te e più ricco di sapori diversi.
STAMPA
RCS PRODUZIONI SPA via A. Ciamarra
351/353, Roma - RCS Produzioni
Milano Spa via R. Luxemburg 2,
Pessano con Bornago (MI) Pensione,
raccolta diretta pubblicità favoloso aumento Ricordo vacciati in un angolo della terra e io, in modo malaccor- nizzare una cena per entram-
tel. 06 68719510-511, fax 06 68719689 Vorrei che mi aiutaste a far classe gremita ad ascoltare. to, accennai a quello che ave- bi nella sua bellissima Villa
e-mail
ufficiopubblicita@ilmanifesto.it conoscere a molti italiani il Quella sera, fama Prima di venire mi chiese che vo sentito con poca precisio- L’Apparita, nei pressi di Siena.
indirizzo favoloso aumento di 9 cosa pensavo del suo italiano. ne, e cioè che Mussolini, pri- La cena fu squisita come ogni
via A. Bargoni 8, 00153 Roma
centesimi che ho ricevuto dal
e grazia in trattoria Risposi che lo trovavo ‘creati- ma di allearsi con Hitler, si gesto e parola del padrone di
tariffe delle inserzioni
pubblicità commerciale: 368 €
primo gennaio. Il fatto si ripete
da oltre vent'anni, da quando
con George Steiner vo’, ma non sembra per fortu-
na che questo lo scoraggiasse.
era rivolto a Churchill per av-
vertirlo del pericolo che rap-
casa e degli ospiti, solo che si
svolse su due tavoli, uno capeg-
a modulo (mm43x11)
pubblicità finanziaria/legale: 450 € il liberismo selvaggio domina Non ricordo l’anno, ma so che presentava; e che Churchill giato da me e Steiner, l’altro
a modulo finestra di prima pagina:
in ogni campo grazie il tema furono le Sirene, su non lo aveva ascoltato (sem- da Silvia e Hillman, così che i
formato mm 60 x 83, colore 4.550 €
posizione di rigore più 15% all'appoggio massiccio di GINEVRA BOMPIANI cui stava lavorando. Era venu- bra invece che sia stato Ciano due non poterono scambiare
pagina intera: mm 278 x 420
mezza pagina: mm 278 x 199
quasi tutti i mass media. to accompagnato, se non capi- e non Mussolini, con la media- una parola.

L
Inutile dire che mi sento a morte di George Stei- sco male, proprio dalla perso- zione di un principe siciliano, Rimediammo la sera dopo con
diffusione, contabilità, rivendite, schiaffeggiato, umiliato da ner mi coglie di sorpresa. na che non nomina nella sua come racconta Ottavia Casa- una più modesta trattoria,
abbonamenti:
Reds, rete europea distribuzione e servizi questo Stato che sa essere Sono tanti anni che non intervista, e che non nomine- grande); Steiner mi fulminò ma quella cena rimase un
viale Bastioni Michelangelo 5/a 00192 Roma forte coi deboli e debole coi lo vedo e forse non lo penso, rò neanch’io, e con la quale vi con una rabbia rovente, che esempio di come la letteratu-
tel. 06 39745482, fax 06 83906171
forti, ma questo non ma ora, leggendo la sua inter- era un’intesa di una dolcezza ancora brucia un po’. ra, la fama e la grazia si posso-
certificato interessa, per esempio, a quei vista postuma, il suo soggior- pacata. Questo fatto mi relegò Ma ho ricordi più lieti. Silvia no incontrare nella leggerez-
n. 8452
parlamentari che non no senese riaffiora all’improv- fra le conoscenze che non Ronchey, che insegnava a Sie- za e tessere più un incanto
del 21-12-2017
vogliono rinunciare ai vitalizi viso. Quando insegnavo all’U- avrebbe potuto incontrare a na come me, invitò in quello che una conversazione.
chiuso in redazione ore 22.00 assurdi che si sono regalati, niversità di Siena, lo invitai Cambridge. Ma le chiacchiera- stesso periodo James Hillman Vorrei ricordarmi di più, ma
tiratura prevista 34.000 commettendo un vero abuso per qualche settimana a tene- te, le passeggiate, le cene furo- e i due non vedevano l’ora di sembra chi gli incontri siano
di potere. Un euro di aumento re alcune lezioni. Fu un perio- no un piacere quasi ininterrot- incontrarsi una sera per parla- sempre l’origine di un rim-
all'anno a dieci milioni di do bellissimo. Gli studenti se- to. Quasi, perché fui una sera re insieme. pianto, e mi colpisce che
pensionati e cento milioni per devano in un silenzio affasci- vittima di uno dei suoi furori La vita notturna di Siena, e Steiner, nella sua intervista
ogni F35 che ci viene venduto nato. I docenti per lo più lo veloci come un tuono. Parlava buona parte di quella diurna, postuma rammenti tanto gli
da quelle belle personcine ‘snobbarono’, come gli capita di Mussolini, Hitler e Chur- era allora sotto il regno felice errori commessi, le occasio-
Inviate i vostri commenti su che salvano il mondo con le di fare, ma ricordo Romano chill e di quello che lui e tanti del politalentuoso notaio Nan- ni mancate.. Ma che altro è
loro armi. Che dire? Questa è Luperini e Laura Barile acco- come lui dovevano all’Inghil- ni Guiso, che propose di orga- la vita, dopo tutto?
www.ilmanifesto.it
la democrazia bellezza!
lettere@ilmanifesto.it
Angelo Casamassima Annovi
si difende. Mi limiterò a citare legge viene applicata con la plastica non riciclabile. fatto l'inganno. E l'ambiente
Disinteresse che è in vigore da qualche distribuzione di sacchetti a Mentre nei mercati continuerà ad essere
ambientale anno una legge che "norma" che però, è bene continuano a fare la loro sacrificato in nome del
Si fa un gran parlare di difesa dovrebbe mettere fine alle precisare, sono composti per presenza in grande quantità profitto e dell'incoscienza.
dell'ambiente, però nei fatti orrende borse irriciclabili di il 60% di materiale riciclabile le borse fuorilegge. Quindi se Aldo Passarella Villanova
l'ambiente con le parole non plastica. Nei market questa e del rimanente 40% di ho ben capito, fatta la legge, Marchesana (RO)

‘ripetizione’. Sono parole ritorno perenne di un trau- ti», l’illusione che è perma- e contro la morte, spieghino ce. Ho detto ‘incerta’: ogni
che, a seconda di come si ma che comprime il deside- nenza. Vedrei nell’accordo la loro alternanza anche nel essere senziente può decide-
Verità nascoste usano, possono esprimere rio e diventa una struttura tra galoppo e ritornello la campo del femminile e del re per sé. Gli animali non
idee opposte. Il senso della ortopedica, una prigione. congiunzione tra maschile maschile - non altrettanto possono; di qui la mia incer-
Contro ‘distruzione’ cambia insie- Ma può anche essere, come e femminile dentro e fuori lo sono per quel che riguar- tezza.
me all’opposto con cui si re- fai notare con Deleuze, di noi. Disgiunti, il primo da la distruzione. La distru-
la distruzione, laziona. Contro la ‘produtti- "nuovo dono del nuovo, del cavalca solitario verso la zione, per me, è una delle 
un’ala nera vità’, può significare la desi-
stenza dall’agire automati-
possibile". Tu leghi distru-
zione e ripetizione nel gioco
morte, il secondo gira impo-
tente su se stesso».
tre ali nere che fanno om-
bra al nostro tempo - insie- Non voglio dire che si
co, meccanico e allora è la dei bambini. I bambini di- me alla punizione e alla mi- tratti di un libro ‘settario’,
SARANTIS THANOPULOS produzione ad essere di- struggono i giocattoli nella  stificazione. Non mi interes- che difende la propria tesi.
GINEVRA BOMPIANI struttiva. Opponendosi alla loro concretezza per riaver- sa darle uno spazio: per que- Non è un libro a tesi, ma di
‘conservazione’ può trovar- li nella loro potenzialità, Ginevra Bompiani: «Il sto c’è già la morte, la rovi- esplorazione, e nel suo viag-

S
arantis Thanopulos: si sua alleata (come quando usarli in modo personale, mio libro è anche un libro na, la decadenza, il tempo... gio esplorativo in una selva
«Ginevra, ne L’altra abbattendo un "ecomostro" sperimentale. Ripetendo il politico, perciò non tende La distruzione aggiunge a oscura, a colpi di accetta
metà di Dio (Feltrinelli) si restituisce al paesaggio la gioco, padroneggiano la lo- alla moderazione e alla con- queste figure la mano per sfoltire il sentiero, cer-
racconti l’atto della soppres- sua polisemia). Opposta alla ro apertura al mondo, radi- ciliazione, ma si batte per dell’uomo (sì, soprattutto ca la strada per uscire da
sione della civiltà al femmi- ‘costruzione’ può diventar- cano in sé la meraviglia. Mi qualcosa e contro qualcosa. dell’uomo), ha fretta di azze- queste ombre, le ombre
nile, la sua cancellazione ne il complemento necessa- piace la tua metafora musi- Così, mentre con il tuo rare, di fare tabula rasa, di oscure della selva: cerca tre
dalla nostra memoria a par- rio, la ‘decostruzione’. cale dell’accordo tra il galop- secondo esempio posso esse- cancellare. Io sono sempre vie d’uscita. Non vuole dare
tire dalla cosmogonia miti- po (il cavallo) e il ritornello re d’accordo, e cioè che la incerta, sia per l’umano che una piccola pacca sulla spal-
ca, il lato divino della narra-  (il canto degli uccelli). Il pri- corsa del ritornello e del ga- per l’insetto morente, se sia la a nessuna delle tre. Le ve-
zione delle nostre origini. Il mo spinge il presente verso loppo, le due forme musica- meglio affrettarne la morte, do come tre invasioni, e io
libro inizia con un’analisi La ‘ripetizione’ può esse- il futuro, il secondo è la «ron- li evocate da Deleuze, che si privandolo della sua agonia, voglio liberarmene, non
della ‘distruttività’ e della re ‘coazione a ripetere’, il da dei passati e dei presen- avvicendano verso la morte o lasciargliela vivere in pa- accettarle».
sabato 8 febbraio 2020 community 15

Referendum
La sinistra va
a rilento sul taglio
dei parlamentari
FABIO VANDER

II La riduzione della rappre-


sentanza parlamentare giusti-
ficata con argomenti tipo i ri-
sparmi di spesa rischia effetti-
vamente di rendere “irreversi-
bile” la crisi della nostra demo-
crazia. Del tutto condivisibile
l’appello sul manifesto dei “gio-
vani attivisti” per il No al refe-
rendum. Ci sono però alcuni
gravi problemi politici, che
non c’erano ad esempio al tem-
po del referendum del 2016,
vinto dal No alla ‘riforma’ Ren-
zi-Boschi.
Il Pd è sempre lo stesso, ma
continua a servire cause che
danneggiano la rappresentan-
za e la democrazia. Prima con-
trario al taglio dei parlamenta-
ri, lo ha poi accettato per op-
portunismo. Cuperlo lo ha can-
didamente ammesso sul mani-
Il traffico di Roma foto di Cecilia Fabiano-LaPresse festo: «Con il M5S il taglio dei
parlamentari era la premessa
del confronto». Insomma han-

La truffa dello specchietto no agito sotto ricatto. La demo-


crazia come merce di scambio,
o comunque da sacrificarsi
“per far nascere il governo”. E
dire che qualcuno nel 2007 pre-

metafora della povera Roma sentò il Pd come “partito della


nazione”.
Il punto è che però stavolta
manca anche la sinistra radica-
le. Tutto tace sul fronte del re-
ferendum sul taglio (sull’auto-
CHRISTIAN RAIMO nomia differenziata, sul man-
tenimento dei decreti sicurez-
— segue dalla prima — sare di andare da una parte non ha privilegi. L’anno scor- ra urbana si arriva anche al 20 gli abitanti – ha una ragion za...) per opportunismo. Basti
all’altra della città, gestire i so le domande di rottamazio- per cento, al centro storico al d’essere non solo perché la ri- pensare che nessuno dei parla-
II È facile immaginare per- propri lavori precari, andare ne delle cartelle esattoriali so- 6. E anche i modi di sfangarla, chiesta delle sostanze a Roma mentari ha firmato la richiesta
ché mi sia capitata così tante a prendere i figli a scuola, fare no state 80mila nella capitale. magari affittando la propria è in crescita, ma perché l’al- di referendum. Se oggi il popo-
volte la truffa dello specchiet- consegne senza lasciare la Più che un condono, la richie- casa di proprietà o una stanza ternativa allo spaccio qual è? lo italiano potrà dire la sua con
to. Passo nel traffico una macchina dove si può, sulle sta di un’indulgenza plena- su airbnb non valgono più: co- La succursale del clan Moran- un referendum è grazie alla de-
quantità di tempo quotidiano strisce, in doppia fila? Come ria. Qualcuno si stupisce per- me in tutte le altre città euro- do (21 arresti qualche giorno stra. Complimenti a tutti.
spropositato: due ore? tre si può pensarlo con una rete ché la città vota sempre più a pee la speculazione di airbnb fa) garantiva introiti a San Ba- Anche l’attività del Coordi-
ore? Non sono un’eccezione. del trasporto pubblico così ca- destra? Soprattutto quella ha tolto decine di migliaia di silio per 15mila euro al gior- namento per la Democrazia
Da qualche giorno è uscito un rente? Sedici minuti di media che non vive nel primo e nel case dagli affitti lunghi per no, con compensi da 100 a Costituzionale sembra muo-
report Inrix che mette Roma di attesa e cinquantadue mi- secondo municipio? Anche i darle al turismo mordi e fug- 150 giornalieri anche alle versi a rilento, è stato costitui-
al secondo posto al mondo do- nuti di media sul percorso (da- tassi di disoccupazione sono gi, ma al contrario di tutte le semplici vedette. Come non to un Comitato nazionale per
po Bogotà per tempo medio ti moovit) vuol dire che ogni polarizzati: vicino alla cintu- altre città europee questo si vede tutto questo? Servizi il No, ma con ritardo e senza
trascorso nel traffico: 254 ore corsa che facciamo dura di non ha nemmeno portato a sociali distrutti da una priva- un’attiva promozione dei Co-
annue (rilevazioni 2018, più media un’ora e otto minuti. un’inversione di tendenza tizzazione selvaggia, patrimo- mitati locali. Giustificarsi con
16 per cento sull’anno prece- Certo Roma è una città gigan- nel mercato immobiliare. La nio pubblico delle case popo- il fatto che il governo non ha
dente). Tenendo conto che ci tesca, ma sono numeri supe- crisi rimane crisi. Airbnb è or- lari diventato un’azienda do- ancora comunicato la data del
sono persone che possono riori a qualunque città euro- mai è in mano a grossi affitta- po la trasformazione dello Ia- referendum è un errore politi-
permettersi di non prendere pea. E la ragione sta anche camere con cento o duecento cp in Ater, più di diecimila co. La tensione che si respirava
la macchina, vuol dire che mi- nell’aver pensato di popolare appartamenti a testa; e chi persone che vivono per stra- nel 2016 sembra lontana. L’im-
lioni di persone invece ogni la cintura urbana senza co-
Il traffico ci classifica dopo vuole affittare la propria stan- da, il malessere cittadino tra- pegno di intellettuali, costitu-
anno passano nel traffico l’e- struire un’adeguata rete di Bogotà. 1mln e 200 mila za per sopravvivere non rie- bocca dalla dimensione priva- zionalisti, sindacati, associa-
quivalente di un mese e mez- trasporti. Le nuove centralità sce più a farlo. ta a quella pubblica. Il recente zioni di società civile stenta a
zo. Allo stesso modo questa inaugurate dalla giunta Vel- multe di cui 650mila Non si capisce come sta regolamento urbano immagi- riprodursi.
condizione disumana si river- troni si sono rivelate uno dei per la doppia fila. cambiando la criminalità se na di intervenire con l’aumen- Abbiamo imparato in questi
bera sulle multe. A Roma so- disastri peggiori che poteva- non si riconosce come l’eco- to delle sanzioni: più multe, decenni che “con questi diri-
no più di un milione e due nel no capitare a chi vive qui. 80mila cartelle esattoriali nomia cittadina sia sempre più daspo. Ma gli abitanti chie- genti della sinistra non vince-
corso dell’anno, di cui più del- È una città che distrugge solo in città. E le periferie più povera. Il modello San Ba- dono, implorano l’ammini- remo mai”, ma senza neanche
la metà, 650mila, per aver la- l’umore anche a quelli con le silio – un quartiere in cui l’in- strazione a Roma soltanto di la società civile non solo non
sciato la macchina in doppia migliori intenzioni e allena vanno alla deriva dotto dello spaccio permette una cosa: stare un po’ meglio, vinceremo il referendum, ma
fila. Del resto come si può pen- all’illegalità soprattutto chi di campare al 15 per cento de- un sollievo, sopravvivere. saremo perduti senz’altro.

le pronunciate a Davos da ce International, l’insieme provvisamente, propone la dollari di investimenti su cesso che persino la rigidissi-
James Dimon, amministra- delle 24 banche più grandi svolta ’verde e sostenibile’ il carbone, petrolio e gas. ma Unione Europea, che sul-
Nuova finanza pubblica tore delegato di JP Morgan del pianeta ha complessiva- minimo che bisognerebbe Come appare evidente, i la trappola del debito ha co-
Chase, una delle più potenti mente investito sui combu- fare è guardarsi alle spalle. grandi interessi finanziari, struito il suo telaio, improv-
Il clima banche del pianeta: «Il cam- stibili fossili ben 1.400 mi- Un esempio per tutti riguar- dopo aver assunto per de- visamente scopre che il pat-
biamento climatico è una liardi di dollari. da il più grande fondo d’in- cenni l’ambiente come con- to di stabilità potrebbe esse-
non è sfida globale che ha presen- Se a questo aggiungiamo vestimento del mondo, Blac- dizione, gratuita e infinita, re rivisto, escludendo dallo
neutro tato, e continuerà a presen-
tare, rischi per le imprese e
i 26 miliardi di dollari inve-
stiti sui fossili da tre grandi
kRock, il cui valore di asset
gestiti ha superato i 7.000
del processo di valorizzazio-
ne economica, sono passati
stesso gli investimenti «ver-
di».
per le comunità in tutto il fondi pensione (Ontario Tea- miliardi di dollari. da tempo -e ora più che mai- La crisi climatica non è un
MARCO BERSANI mondo». cher’s Pension Plan, Canada Sempre a Davos, l’Ad Lar- a considerarlo come elemen- meteorite giunto a noi dallo
Peccato che, dagli accordi Pension Plan Investment ry Flink, dichiarando la fi- to diretto della produzione spazio, ma il frutto di un si-

C
ome per la crisi del di Parigi del 2015 sulla ridu- Board e PensionDanmark) e nanza come migliore amica di profitti. stema economico fondato,
debito pubblico, an- zione dei gas serra, l’uomo le coperture fornite ai flussi di Greta, ha promesso un’in- Dal capitalismo grigio in una prima fase, sulla pro-
che la crisi climatica della strada abbia continua- di denaro dai colossi assicu- versione di rotta e ha annun- che utilizzava la natura gra- duzione indotta di bisogni e
viene raccontata come to a cercare di sbarcare il lu- rativi (AIG, Prudential, Som- ciato un investimento di tuitamente a monte, con sulla sovrapproduzione di
un’oggettiva emergenza, nario, mentre la banca di po, Tokio Marine e Lloyd’s), 100 milioni di dollari (sic). l’estrazione di materie pri- merci destinate a “soddisfar-
rispetto alla quale siamo tut- James Dimon abbia investi- il quadro, comunque incom- Peccato che, nel frattempo, me, e a valle, con lo smalti- li” e, in una seconda fase,
ti parimenti responsabili e to sulle industrie di combu- pleto, risulta più che eviden- BlackRock finanzi le ener- mento dei rifiuti, stiamo sulla finanziarizzazione
condividiamo tutti lo stesso stibili fossili qualcosa come te: se anche fossimo tutti gie fossili per 87 miliardi di passando al capitalismo ver- dell’economia, della socie-
destino. 195.633 miliardi di dollari. sulla stessa barca, c’è qualcu- dollari e che, assieme alle de che mette direttamente tà, della vita e della natura.
È così che l’angoscia di Peraltro, in buona compa- no al ponte di comando che sue due “sorelle” della spe- l’ambiente -e la sua finta sal- Di crisi climatica ne parla-
fronte ad un incerto futuro gnia, visto che, secondo il macina profitti giganteschi culazione finanziaria, Van- vaguardia- al centro della no gli indegni e ne parlano
dell’uomo della strada trova rapporto «It’s the finance cercando di farla affondare. guard e State Street, abbia valorizzazione economica. gli indignati. Occorre sce-
rispecchiamento nelle paro- sector, stupid!» di Greenpea- E se quel qualcuno, im- raggiunto i 300 miliardi di E’ per favorire questo pro- gliere da che parte stare.
16 l'ultima sabato 8 febbraio 2020

A RIACE
È TORNATO
DOTT.JIMUEL

In alto a destra l’ex nella sanità pubblica vige «la ce, di sanità per tutti. C’è l’eu-
ambulatorio metodologia del disservi- roparlamentare dem Pietro
multietnico zio». I livelli di erogazione ri- Bartòlo, l’ex presidente della
di Riace. mangono molto al di sotto Calabria Mario Oliverio. Ol-
Sopra un’immagine degli standard. Non c’è gior- tre a chi fa gli onori di casa,
di Mimmo Lucano no che non venga denuncia- Mimmo Lucano ed Enzo In-
quando era sindaco ta qualche criticità. I pronto fantino della fondazione «E’
di Riace soccorso non accolgono i pa- stato il vento». La sede com-
zienti per mancanza di letti- pletamente ristrutturata, e
ghe, le barelle sono utilizza- pienamente agibile dopo me-
te impropriamente per effet- si di lavori che parevano in-
tuare esami urgenti. terminabili, avrà tre reparti:
NEGLI OSPEDALI PERIFERICI pediatria con la dottoressa
vengono chiusi importanti Trufio, ginecologia con il dot-
servizi. A Corigliano da mesi tor Muttari e cardiologia con
è chiuso il reparto di cardio- il dottor Commisso.
logia. A pochi chilometri da A SIDERNO UNA PRESTIGIOSA
Riace, a Locri l’ospedale è in struttura radiologica e dia-
fase di smobilitazione. Lo gnostica ha garantito esami
stesso destino per il nosoco- e diagnosi gratuiti. «E’ una
mio di Castrovillari. La rete giornata di rinascita per tut-
ta Riace - spiega Infantino - si
SILVIO MESSINETTI
Riace Nel paese dell’accoglienza riapre l’ambulatorio dell’emergenza-urgenza mo-
stra i segni indelebili di un respira un’aria di festa, gra-
zie all’impegno del dottor
malfunzionamento dovuto
II C’è il sole a Riace. I raggi alle continue riparazioni a Napoli e alla tenacia ancora
illuminano una giornata di
festa per gli ultimi, per i biso-
sociale. Un’eccellenza sanitaria in una regione cui sono sottoposte le ambu-
lanze con chilometraggi che
una volta di Lucano il cui so-
gno di una Riace multietnica
gnosi, per coloro che non superano i quattrocentomi- e solidale è più vivo che mai.
hanno un centesimo per cu-
rarsi. E da queste parti ci si è
vittima, come denunciano i sindacati, la. E mentre la sanità pubbli-
ca muore, quella privata in
Quella di oggi è stata un’a-
pertura simbolica, necessi-
sempre presi cura di loro, mi- Calabria naviga nell’oro. E tiamo ancora di risorse. Ma
dovevamo dare il segnale di
granti e autoctoni. Anche
quando l’ambulatorio socia- della «metodologia del disservizio» pretende, insaziabile, altri
fondi dallo Stato. Qualche una ripartenza a dispetto del-
la nuova amministrazione le-
le Jimuel è stato chiuso dal giorno fa i dignitari delle cli-
nuovo sindaco, Tonino Trifo- niche calabresi hanno chie- ghista che ci ha osteggiato in
li, la continuità delle presta- cride. La nuova giunta aveva lazione italiana non ha ac- lo, noi vogliamo provarci ad sto 20 milioni in più alla re- tutti i modi. La cura degli ulti-
zioni sanitarie, gratuite e ottusamente pensato male cesso alle cure del servizio invertire la tendenza». gione «per garantire la so- mi qui non si ferma».
pubbliche, è stata comun- di chiuderlo. Credevano, i sanitario. L’impoverimento È UN AMBULATORIO sociale pravvivenza delle strutture RIACE PROVA COSÌ a ripartire
que garantita. neoleghisti di Calabria, di crea queste sacche enormi perché cura tutti, non solo i accreditate» dicono. Sono le dai bisogni degli indigenti.
QUESTA È LA MISSION della far un torto a Lucano. In real- di disagio e di bisogno. La sa- migranti. «Anzi in questi an- famiglie della sanità privata: Le botteghe artigiane sono
Riace delle origini, quella di tà, lo facevano a tutta la Lo- nità pubblica e gratuita è ni sono stati molti di più gli i Citrigno, gli Scorza, i Caro- quasi tutte riaperte. Anche
Mimmo Lucano e della Asso- cride. E anche a loro stessi. uno dei pilastri della demo- abitanti della zona ad essersi selli, i Garro, i Poggi, i Siclari. il frantoio popolare è attivo
ciazione Città Futura. Que- «La salute è un bene inalie- crazia come il diritto all’i- rivolti a noi» rimarca Napoli. SONO RIUNITE nell’Associazio- e produttivo. Nonostante i
sta è la ragione di vita del nabile, è un diritto costitu- struzione e il diritto al lavo- Qui accorrono da tutte le zo- ne ospedali privati, presiedu- decreti Salvini (che hanno
«medico dei poveri» Isidoro zionale che non può venir ro. Non possiamo girarci ne dello Jonio catanzarese e ta dall’immarcescibile Enzo tagliato il progetto Sprar)
Napoli, per tutti Sisì. Oggi è sacrificato sull’altare di logi- dall’altra parte, l’Italia non reggino: da Camini, da Mona- Paolini. La nuova giunta re- siano ancora pienamente
euforico. Perché dopo 4 lun- che politiche - dice prima può ridursi come gli Stati sterace, da Caulonia, da Sti- gionale di destra non rimar- operativi e non siano stati
ghi mesi riapre il presidio dell’inaugurazione ufficiale Uniti dove solo chi è ricco è gnano. Davvero un’eccellen- rà indifferente a questa ri- cancellati dal governo». Ria-
medico. E’ felice per aver fi- il dottor Napoli - secondo tutelato. Nonostante le criti- za di solidarietà e mutuali- chiesta e altro denaro pubbli- ce si autorganizza. Sullo Jo-
nalmente recuperato questo uno studio del Politecnico cità del Ssn, specie di quello smo in una regione dove, de- co verrà drenato. Nel men- nio soffia ancora il vento del-
bene comune di tutta la Lo- di Milano il 15% della popo- calabrese, nel nostro picco- nunciano i sindacati di base, tre, qui a Riace si parla, inve- la speranza.

FERRARA
MARTEDÌ
COSENZA
SABATO
SONDRIO
SABATO
100
CENE
per
25 FEBBRAIO 29 FEBBRAIO 29 FEBBRAIO
Scaccianuvole Enoteca Provinciale Circolo Culturale “Il Forno”
pizzeria ristoreria Palazzo della provincia Piazza XV Marzo Via Ginnasio 10, Ponte in Valtellina
Via Arturo Casoli, 49 (zona GAD)
Per incontrarsi e sostenere un giornale libero, da
20.30
Più rompi più liberi

20.00 Cena/incontro con: sempre dalla parte di chi non ha voce. Saranno con noi: 20.00 Cena con
Luciana Castellina Chiara Cruciati
Chiara Cruciati
Norma Rangeri direttirice de il manifesto della redazione de il manifesto
e Alessandra Pigliaru
della redazione de il manifesto Battista Sangineto, Luigi Pandolfi,
Tonino Perna e Enzo Paolini Polenta e montone - Alternativa vegetariana
compreso bevande e dolci: 25 euro
costo 25 euro compresa sottoscrizione info e prenotazioni: Egidio 3381346228
per prenotare: Sergio 348 5985435 per prenotare: 340 9978634 335 6491710 Franco 3293443498