Sei sulla pagina 1di 24

SpwLlaafakjpail.ir.

l/'m
JUÈm

%^^^a4ìU!
Anno 88;n. 255 * Lire 600 Quotidiano del Partito Socialista Italiano Domenica 20/Lunedi 29 Ottobre 1984 ,

Si prepara il dibattito sulla legge finanziaria Il comgno in ricordo di Lombmdi


Una concreta
Ora va consolidata strategia
di riforme per
laripresa,economica tlii messaggio di Pertini - Il saluto
la sinistra
250 mila occupatf ih più nei primi sette mesi ^84
di Saragat - Un discorso di Martelli
Risultati positivi sui proUemixoncre- Interventi dì Teodori, Tortorella,
ti, mentre le manovre divei^wi^pun- Borgogllo e Di Donato
tano a liquidare la stabilità politica Le conclusioni di Signorile
Martedì va in aula alla sara un occasione per ripor­ Nel ricordo della figura romano per la seconda e
Camera la legge finanziaria tare l'attenzione d i forze po­ dell'opera di Riccardo conclusiva giornata di lavori
e si spera (come avvenne litiche e opinione pubblica Lombardi esprimo l'auspi­ del convegno sul tema «Per
l'anno scorso per la prima sui problemi reali, concreti cio che il confronto delle i- Lombardi. Le strade nuove
volta dopo molti anni) dì po­ del Paese. Soprattutto, il dee e delle esperienze apra del socialismo». Tra gli ospi­
terla approvare entro di­ problema centrale è quello nuovi orizzonti di sviluppo ti d'onore, particolarmente
cembre, così d a dare certez­ di consolidare la ripresa e- democratico nell'interesse applaudito è stato l'ex pre­
za e chiarezza a tutta la conomica in atto, e di conti­ del Paese e della Repubbli­ sidente della Repubblica,
macchina dello Stato. Men­ nuare il risanamento. I dati ca». Con questo telegram­ Giuseppe Saragat, che ha
tre scandalismi e manovre venuti in questi giorni alla ma, a lungo applaudito dalla pronunciato un breve di­
diversive di ogni genere ribalta sono confortevoli. platea, il presidente della scorso. «Parlare oggi di go­
sembrano voler compromet­ Come osservava Craxi ve­ Repubblica Sandro Pértini verno con i comunisti - ha
tere la stabilità politica, òhe nerdì' a Udine, è probabile ha inviàiò i r suo saluto alla detto Saragat - mi pare im­
è stata presupposto agli im­ che alla line dell'anno sia sinistra lombàrdiana del possibile. Non bisogna
portanti risultati economici raggiunto l'obbiettivo di ri­ PSI, riunita ieri in un hotel
portare l'inflazione al sotto S E G U E A PAGINA 20
raggiunti nel 1984, anche il
dibattito sulla fìnanziaria SEGUE A PAGINA 2

Pertini i Giustizia
così va rafforzata una svolta posi­
tiva L'abbraccio Ribadito
{a pagina 3) di Ravenna l'impegno
• FRANCESCO FORTE: al Presidente socialista
con queste cifre si è usciti dalla Migliaia di persone hanno L'impegno dei socialisti
accolto a Ravenn^ sotto una sui problemi della giustizia è
crisi^ pioggia battente, il presiden­ stato confermato nel corso
te Pertini in occasione della
(a pagina 3) sua visita ufficiale nella città
di un incontro che il respon­
romapnola. Una visita che è sabile del PSI per le questio­
coincisa con le celebrazioni ni istituzionali, Salvo Andò,
m OTTAVIANO DEL TURCO: del 40. anniversario della ha avuto con la giunta del­
battaglia del Senio, momen­ l'Associazione nazionale
il sindacato inizi il negoziato sul
salario
Buscetta: Greco era il «capo» to di unione fra le forze che
hanno partecipato alla Resi­
magistrati. Nel eorso del col­
loquio si sono registrate con­
stenza. Lungo tutto il per­ vergenze di opinioni su nu­
(a pagina 7) Deponendo ieri come teste, nel carcere ro­ sue responsabilità Michele Greco, indicato
corso del corteo presidenzia­
le i ravennati hanno scandito
merose tematiche al centro
mano di Rebibbia, sull'assassinio del boss Pie­ come capo della potente cosca di Ciaculli, che dell'attenzione dell'opinioiie
il nome di Pertini il quale ha
tro Marchese, Tommaso Buscetta ha fatto ieri all'epoca dei fatti presiedeva il supremo orga­ avuto con i cittadini una se­ pubblica. Ribadita la neces­
• FRANCESCO TEMPESTDMI: precise affermazioni sulle gerarchie mafiose. no della mafia. rie di simpatici scambi di sità di accelerare l'iter di al­
le nuove regole del buon governo «Don Masino» ha detto che l'omicidio fu deci­ A pagina 24 un'intervista battute. cune iniziative legislative.
so dalla «commissione» e ha inchiodato alle di SALVO A N D O ' SERVIZIO A PAGINA 23 N O T I Z I E A P A G I N A 23
(a pagina 3)

La versione «ufficiale»: è un «complotto antisocialista» Polonia Da stasera


Rabbiosa reazione bulgara Forse ancora Gli autonomi
ai rinvio a giudizio di Antonov vivo l'abate
Popieluszko
bloccano per
24 ore i treni
Le rabbiose reazioni bul­
gare alla notizia del rinvio a
L'ambasciatore italiano a Sofìa convocato al «dedicato alla pace». Manco
a dirlo, tutti si pronunciano
Jerzy Popieluszko, il sa­
cerdote polacco vicino alle
Da questa sera il traffico
ferroviario subirà ritardi an­
giudizio dell'ex capo scalo ministero degli Esteri bulgaro «per comunicazioni» per l'innocenza di Antonov. posizioni del disciolto sinda­
che consistenti e cancella­
cato libero rapito una setti­
della «Balkan Air», Sergei Qual è stato il ruolo di Olar Celik? Il giornalista turco Ugur
Mumcu, considerato uno mana f a da agenti in borghe­ zioni di treni a causa dello
Antonov, per l'attentato al
se dei servizi di sicurezza sa­ sciopero di 24 ore, dalle 21
Papa del maggio 1981, è specialista nello studio del
«consorella» agenzia sovieti­ La BTA ha espresso, inoltre, Come accade nelle cose rebbe ancora vivo. E' quanto alla stessa ora di domani lu­
culminata con la convoca­ «caso Agca» (è stato tra ha dichiarato ieri ai giornali­
zione dell'ambasciatore ita­ c a TASS). Per la BTA, co­ pesanti apprezzamenti sulla dei paesi dell'Est, la tesi primi a denunciare il com­ nedi 29, proclamato dal sin­
«ufficiale» è stata ripresa ed sti occidentali un ex dirigen­
liano a Sofia al ministero me per la TASS, «non si magistratura («difficilmente plotto e a rivelarne i mecca­ dacato autonomo dei ferro­
te di Solidarnosc, Seweryn
degli Esteri «per comunica­ tratta più di un errore giudi­ ci si potrà attendere obietti­ enfatizzata dai singoli orga­ nismi) interrogato dalla Jarworski citando fonti «de­ vieri FISAFS-CISAL.
zioni». Non si conosce il te­ ziario, bensì di un complotto vità e imparzialità dalla giu­ ni di stampa i quali hanno «France Presse» non soltanto gne di fede». L'ex sindacali­ L'ufficio stampa del mini­
nore delle «lamentele» bul­ politico contro la Bulgaria e stizia italiana») e su impre­ fatto a gara nel ricercare ha confermato la sua opi­ sta ha sostenuto inoltre che
«pezze d'appoggio» alla tesi stero dei Trasporti ha comu­
gare - considerato il tradi­ il socialismo»; viene denun­ cisati «circoli dell'ammini­ nione sulla fondatezza della l'abate si trova ancora nelle
strazione italiana che non ha del «complotto antisociali­ mani delle forze di sicurezza nicato che, nel periodo del­
zionale riserbo diplomatico ciata «la mancanza di ri­ tesi del complotto, ma ha ri­
esitato a unirsi alla campa­ sta». L'organo ufficiale del e che il rischio è ora che l'astensione dal lavoro, l'a­
in tali occasioni - ma non si spetto» da parte delle auto­ P C bulgaro «Rabotnicesko chiamato l'attenzione su al­
gna di villipendio» contro la venga portato «all'estero». zienda FS metterà in atto
va lontani dalla realtà se si rità italiane «delle fonda­ Bulgaria e i paesi socialisti. Delo» ha addirittura condot­ tri elementi della vicenda. L'agenzia ufficiale PAP ha
Per Mumcu il principale or­ tutti i possibili accorgimenti
afferma che esse avranno in mentali norn'H.. di condotta In proposito sono stati to un «sondaggio d'opinione» intanto accusato esponenti di
nelle relazioni internazionali ganizzatore dell'attentato per assicurare la continuità
sostanza ricalcato le «tesi» chiamati in causa «esponen­ tra alcuni sconosciuti scrit­ Solidarnosc di star organiz­
sfornate dall'agenzia uffi-' e la grossolana violazione ti di questi circoli che occu­ tori presenti a Sofia ad un (su commissione dei servizi zato «provocazioni». del servizio ferroviario.
ciale bulgara BTA (e dalla delle leggi diplomatiche», pano alti posti di governo». congresso internazionale S E G U E A PAGINA 22 A P A G I N A 20 A PAGINA 4
Pagina 2 /
Domenica 28/jLunedì 29 Ottobre 1984 XifiiùanU.! economia/lavoro
Assieme al bilancio deve essere votata entro l'anno Precisazione del ministro De Michelis
Da martedì la Camera «I decimali
discute la finanziaria di scala mobile
vanno pagati»
iVo« superati il saldo netto da finanziare e la previsione del settore
pubblico allargato - Dichiarazioni di Sacconi e Tiraboschi
Dopo l'approvazione, in di G I U L I O S C A R R O N E t o miliardi in più rispetto ai Per il governo le imprese devono pagare i di arrivare ad una proposta unitaria. «Anche
sede referente, d a parte della millenovecento già previsti. decimali di scala mobile. Gianni De Michelis, per ! problemi del Mezzogiorno - ha detto il
commissione bilancio della netto d a finanziare e quindi mento della spesa. pubblica. La copertura può essere tro­ ministro del Lavoro, ieri si è espresso chiara­ segretario generale della C G I L in un'intervista
Camera, la legge fìnanziaria la previsione del settore pub­ Una valutazione globale del­ vata in diversi modi, come ad mente: come già a suo tempo disse Vincenzo alla Gazzetta del Mezzogiorno - è necessario
per 1*85 sarà d a martedì all'e­ blico allargato. la legge finanziaria, alla vigi­ esempio nel settore tributario Scotti (dando l'interpretazione autentica del­ aprire finalmente una trattativa con la Confin­
same dell'aula di Montecito­ Rispetto alla proposta del lia della sua discussione alla dove le entrate sono state sot­ l'accordo del 22 gennaio '83) le frazioni di dustria, solo che non posso andare a sedermi a
rio. La discussione della fi­ governo, si erano manifestate Camera, è stata data dal vi­ tostimate. punto di contingenza vanno recuperate. Il quel tavolo da solo». Poi una considerazione su
delle maggiori esigenze, ri­ compagno De Michelis smentisce di aver rila­ cui CG I L , CISL, UIL sono concordi: al nego-,
nanziaria, congiuntamente al cepresidente dei deputati so­ Una valutazione comples­
bilancio di previsione, s'inter­ guardanti richieste aggiunti­ cialisti, Maurizio Sacconi. siva della situazione politica sciato una dichiarazione in cui avrebbe parlato ziato con le aziende non si può sostituire una
ve degli enti locali valutate in dì una lettera di Vittorio Merloni al presidente nuova trattativa centralizzata con il governo.
romperà giovedì 1. novem­ Il provvedimento - ha det­ è stata fatta dal capo della La presa di posizione del ministro Goria, se­
bre, in coincidenza con i la­ 250 miliardi, maggiori spese t o Sacconi - è stato confer­ segreterìa dei partito, Angelo del Consiglio Craxi con l'impegno della Con-
vori del congresso radicale, in conto capitale nel settore mato nelle sue grandezze fi­ Tiraboschi, il quale ha detto findustria a pagare i decimali. «Esiste una let­ condo cui il governo non deve stare alla fine­
per i quali, com'è consuetu­ sanitario per l'assistenza psi­ nanziarie e nell'obiettivo del che si riaffacciano piccole e tera di Craxi a Merloni - precisa il ministro stra in caso di mancato accordo fra le parti so­
chiatrica e ai tossicodipen­ grandi manovre contro il go­ del Lavoro - ma è del novembre dello scorso ciali, ha provocato la reazione negativa del
dini, ci .sarà un'interruzione fabbisogno e si è ulteriormen­
denti valutate in altri 250 mi­ anno, quando si avviò la trattativa. Nella lette­ sindacato. «Se la finalità di Goria è quella di
dei lavori parlamentari. L a t e qualificato per il Mezzo­ verno Craxi. Riferendosi alle
liardi, ohe sono state soddi­ ra oltre ad informare il presidente della Con- favorire un accordo fra le parti sociali, la cosa
Camera tornerà a d occuparsi giorno, la politica industriale recenti dichiarazioni di N a t ­
sfatte con il riaggiustamento findustria dell'apertura del negoziato (quello non è disdicevole. M a se dietro questa mossa si
dei documenti contabili dello e la nuova occupazione, oltre ta, Tiraboschi ha affermato
delle previsioni di spesa in che portò all'accordo antinflazione del 14 feb­ nasconde l'ipotesi di un intervento autoritario
che per la finanza locale e la che un governo che sta deci­
Stato lunedi 5 novembre.
conto interessi. braio, ndr) Craxi ribadiva l'interpretazione di del governo, sappia il ministro del Tesoro che
Nel rispetto della «sessione sanità. samente risanando il Paese e non solo saremo contrari, ma anche noi in tale
U n altro aspetto positivo Scotti sui decimali».
di bilancio» - c h e dovrà con­ Rimane aperto - ha ag­ che ha imboccato la strada eventualità non staremo alla finestra», ha detto
del testo di legge finanziaria Nel frattempo proseguono le discussioni del
sentire l'approvazione della giunto il vicepresidente dei giusta per la ripresa e lo svi­ all'Agenzia Italia il segretario confederale
approvato dalla commissione sindacato se aprire o no le trattative con gli in­
finanziaria e del bilancio en­ deputati socialisti - il grosso luppo c'è già ed è quello pre­ Mario Colombo. Dello stesso tenore una di­
bilancio è costituito dal ca­ dustriali sulla riforma del salario. Di questo
t r o la fine dell'anno, così problema di dare adeguata sieduto da Craxi. chiarazione del segretario confederale UIL,
rattere di sostegno all'appa­ tema sì parlerà dopodomani nella segreteria Giampiero Sambucini. «Siamo assolutamente
com'è avvenuto n e l l ' s i - ai copertura alla perequazione Non sono nuove - ha ag­ C G IL, CISL, UIL, che si occuperà anche di
rato produttivo, che recupera dei trattamenti pensionistici giunto - le imprese della contrari - ha detto - a ogni ipotesi di interven­
vari gruppi polìtici sono già tra l'altro a favore del Mez­ fisco, occupazione e pensioni. Ma mentre su
stati assegnati i tempi d'in­ dei dipendenti pubblici e pri­ squadra «guastatori» compo­ to del governo su uifa materia - quella della
zogiorno tremila miliardi in queste ultime tre questioni c'è un sostanziale scala mobile e della struttura del salario - che
tervento nella discussione: vati e alla rivalutazione delle sta da quanti mal sopportano accordo fra le confederazioni, sul riordino del­
termini di autorizzazioni di è competenza esclusiva delle parti sociali. Si
ventidue ore in tutto che si pensioni dell'INPS, con par­ la stabilità politica e deside­ le buste paga continuano le divisioni. La C I S L
cassa, garantendo in tal inodo tratterebbe quindi di una interferenza grave
aggiungono alle due ore per il necessario livello di; flussi ticolare riferimento ai sog­ rano lavorare per creare con­ infatti sostiene l'impossibilità di varare una quanto inuile, ma anche dannosa perchè pro­
gli interventi introduttivi dei finanziari alle aree meridio­ getti bisognosi. fusioni e precarietà. II P S I - proposta comune dei sindacati in presenza di vocherebbe guasti politici forse irreparabili. Il
relatori e del governo e al nali, attraverso il canale del­ A questo fine - h a conclu­ h a concluso Tiraboschi - più questi contrasti e quindi di aprire il negoziato problema principale però non è solo quello di
tempo necessario per le repli­ l'intervento straordinario. so Sacconi - i socialisti han­ che mai conferma la validità con la Confindustria. C G I L e UIL, pur ricono­ riformare la struttura del salario ma anche di
che. Nel complesso si può dire no presentato un emenda­ di una esperienza di governo scendo l'esistenza di divergenze, evidenziano realizzare - in questo sì il governo può e deve
Con l'approvazione della c h e ói sia stata d a parte dei mento che punta ad unificare che ha conseguito risultati lo «spazio» per iniziare a trattare. Pierre Cami­ intervenire - una politica seria di difesa del­
finanziaria in sède referente gruppi parlameiitari - ed an­ tutti i trattamenti pensioni­ che nessuno poteva prevede­ ti in sostanza sostiene l'impossibilità di un con­ l'occupazione, di equità fiscale. Per quanto ri­
da parte della commissione che questo è un altro dato po­ stici con la proposta di uno re. Valga per tutti la possibi­ fronto con gli imprenditori in presenza del re­ guarda il salario, del resto, il governo potrebbe
bilancio è stato ottenuto un sitivo - la comune consapevo­ stanziamento complessivo di lità a fine anno di f a r rientra­ ferendum del P C I sulla scala mobile che ipo­ solo intervenire non sulla struttura ma sulla
primo risultato positivo: non lezza della necessità di avvia­ duemila e cinquecento mi­ re l'inflazione al di sotto del techerebbe i risultati del negoziato. , dinamica, e cioè con un'altra predeterminazio­
sono stati superati il saldo r e concretamente il conteni­ liardi, il che significa seicen­ 10%. Luciano Lama ieri ha ribadito la necessità ne. E a questo siamo nettamente contrari».

Nulla autorizza comunque


ad allentare l'impegno politico
I problemi Voto palese sulle mozioni Orava per andare avanti su questa
strada. Anzi. Come indicano
m a bancario, anche mediante
amministrativi
Domani pomeriggio co­
mincerà al Senato il dibattito
Domani al Senato opportune iniziative legislati­
ve. L a mozione della maggio­
conso­ gli ultimi dati ISCO, c'è il ri­
schio che, in mancanza di ade­
discussi
sulle quattro mozioni e le due
lidata guate iniziative, là ripresa ral­

coni
interpellanze riguardanti la
vicenda Sindona-Andreotti.
Probabilmente introdurrà la
la discussione ranza impegna il governo a
completare gli accertamenti
delle responsabilità sulla ab- la
lenti nel 1985 e rinfiazione
non scenda sino al 7 per cento,

regionali discussione il presidente del


Consiglio Bettino Craxi. Re­
sul caso Sindona se anche di quanto è emerso
0 potrà emergere dopo le ripresa
come è negli obbiettivi del go­
verno. La partita, come sem­
pre, è tutta da giocare. «Con i
plicherà, poi, il ministro del conclusioni della Commissio­ socialisti - come dice lo slogan
Sui problemi amministra­ Tesoro, Goria. Il voto non si tà del presidente del Consi­ dipendenti di sinistra, Eliseo ne parlamentare di inchiesta delle manifestazioni di partito
tivi del partito sono in corso avrà prima della tarda serata glio e del ministro del Tesoro Milani e Massimo Riva, e a trarne le necessarie con­ Gira dalla prima in questi giorni - il Paese è u-
riunioni di tutti i comitati di martedì 3 0 ottobre. all'epoca dei fatti, e, conse­ chiede al governo di trarre le seguenze politiche ed ammi­ de! 10 e forse anche del 9 per scito dalla crisi». Con i sociali­
regionali e di tutte le federa­ Come è noto, dopo il pare­ guentemente, a d assumere la dovute conseguenze «com­ nistrative. cento. Lo sviluppo dell'econo­ sti, e con il concorso delle forze
zióni provinciali, con la par­ necessaria decisione in ordine Una delle due interpellan­ democratiche e di categoria, è
re della giunta del regola­ piendo tutti gli atti necessari mia è stato al di sopra di ogni
tecipazione del compagna necessario adesso consolidare e
mento del Senato, fatto pro­ all'attuale direzione del mini­ a rassicutàre il Parlamento e ze è firmata dal radicale Si­ previsione (per il 1984 si calco­
Vincenzo Balzano, segreta­ sviluppare i risultati raggiunti.
prio dal prèsidente Cossiga, stro degli Affari esteri». L a il Paese in ordine alla incom­ gnorino. Anch'egli chiede di la ormai un 3 per cento in più, In questo quadro, si inseri­
rio amministrativo. le mozioni delle opposizioni mozione comunista reca in­ patibilità tra incarichi di go­ conoscere se il presidente del mentre lungo tutto l'anno l'ini­ sce l'annuncio, dato ieri al sot­
Sono già state svolte le saranno votate per appello nanzitutto le firme di Chia- verno e compromissioni per­ Consiglio «non intenda solle­ ziale ipotesi dell'1-1,5 per cen­ tosegretario alla presidenza del
riunioni riguardanti Valle nominale. romonte e Pecchioii, tra l'al­ sonali nelle vicende esamina­ citare le immediate dimissio­ to ha dovuto gradatamente es­ Consiglio Amato, di un possi­
d'Aosta, Piemonte, Liguria, Il documento della mag­ tro, impegna il governo «a t e dalla Commissione parla­ ni del ministro degli Affari e- sere corretta al rialzo). Persino bile, Imminente vertice dei
Lombardia, Toscana, Emi­ trarre, dall'insieme dei fatti, mentare di inchiesta». steri. nel settore dell'occupazione, partiti della maggioranza, allo
gioranza impegna il governo
lia-Romagna, Veneto, Friuli, le necessarie conseguenze per L'ultima delle qauttro mo­ La seconda interpellanza quello che desta le maggiori scopo di esaminare la situazio­
a f a r proprie le richieste e i
Trentino, Marche, Abruzzo, preoccupazioni, per la prima ne politica generale e i pro­
suggerimenti della Commis- quel che riguarda la posizio­ zioni è quella firmata dal d e infine è firmata dai liberali
Uinbria, Molise e Lazio. volta dopo molti anni si vedono blemi urgenti che impegnano
sioriè parlamentare di inchie­ ne dell'on. Andreotti, anche Mancino, dal socialista Fab­ Malagodi e Bastianin). Essi segni positivi: 250 mila posti di le forze politiche della coali­
Da domani a mercoledì si
sta sùlpaso Sindona. o allo scopo di consentirgli di bri, dal repubblicano Gual­ chiedono al governo di «ap­ lavoro in più nei primi 7 mesi zione.
svolgeranno l e riunioni che
Là prima delle quattro affrontare i dibattiti relativi tieri, da! socialdemocratico profondimento la definizione dell'anno rispettò ai primi sette
interesseranno Calabria, Pu­ Da segnalare infine che il
glia, Basilicata, Campania, mozioni è firmata dai senato­ a sue responsabilità politiche, Schietromà e dal liberale delle responsabilità politiche mesi déll'83. Quanto ài salari, ministro del Lavoro De Miche­
ri missini Crollalànza, Ra- morali e giudiziarie, libero Malagodi.. T r a l'altro impe­ ed amministràtivè». è Ormai noto che, nonostante le lis, dopo la presa di posizione
Sicilia e Sardegna, con il se­
strelli^Marchio ed altri. Essa dai condizionamenti connessi gna il governo a fare proprie Le due interpellanze, «marce su Roma» che lamen­ della Confindustria che ha sol­
guente calendario: lunedì 2 9
Calabria; martedì 3 0 Puglia impegna il governo ad assu­ alla carica di ministro e allo le richieste e i suggerimenti com'è noto, non possono esse­ tavano drammatiche decurta­ levato una dura reazione sin­
e Basilicata; mercoledì 31 mere immediatamente la scopo di garantire la piena della Commissione parla­ re poste ai voti, m a richiedo­ zioni, essi sono in verità, sia dacale, ha espresso la convin­
Campania, Sicilia e Sarde­ propria valutazione «in ordi­ limpidezza di tali dibattiti». mentare di inchiesta e a raf­ no soltanto una risposta del pure di poco, e contrariamente zione che i decimali di contin­
gna. ne alle eventuali responsabili­ Anche la mozione degli in­ forzare la vigilanza sul siste­ governo. al resto d'Europa, aumentati. genza debbano essere pagati.

La legge 9 ottobre 1971, n. teva lentamente in ginocchio dro dell'amministrazione nei dinaria varietà di qualifica­
825 che conteneva la delega l'erario. Una proposta di legge presentata dal gruppo socialista suoi t r e aspetti essenziali: zione del personale dipenden­
legislativa al governo per la L a stessa mancata appli­ l'ordinamento degli uffici te dall'Amministrazione fi­
riforma tributaria, aveva in­
dicato (art. 11) le disposizio­
ni da emanare per adeguare
cazione della legge 825 ha
fatto si che la delega al go­
verno per emanare le norme
La ristnitturazione della centrali e periferici, lo stato
giuridico del personale, gli
strumenti materiali e le pro­
nanziaria, attualmente e-
spressa in 69 ruoli, si propon­
gono nuove qulìfiche funzio­
l'ordinamento ed il funzio­
namento dell'amministrazio­
intese ad edificare le nuove
strutture organizzative del fi­
amministrazione finanziaria cedure necessarie all'azione
amministrative.
T r a l'altro, dalle attuali 11
nali dando particolare rilievo
a peculiari profili professio­
nali non ravvisabili in altre
ne finanziaria alla stessa ri­ sco decadesse e le conse­
forma. In tal modo, una rin­ guenze disastrose di tale in­ di F R A N C E S C O COLUCCl* direzioni generali, attraverso amministrazioni dello Stato,
novata efficienza ed un mi­ curia costituiscono oggi la il raggruppamento di funzio­ per i quali si propongono re­
gliore rendimento degli uffici principale fonte di guasti, formativi. commissione dì Vigilanza dimento che, sulla scorta di ni omogenee, si perviene alla tribuzioni più adeguate e
preposti all'accertamento e delle contraddizioni e delle Ricordo ancora, a questo pubblicò dal 1976 al 1980, nuove esperienze ed ade­ proposa di istituire 5 sole di­ particolari incentivi.
alla riscossione, avrebbero ingiustizie che concorrono a proposito, l'impegno e l'at­ per avere una chiara visione guandosi alle esigenze più re­ rezioni di cui una, quella del­ Il nostro augurio é che il
fornito un contributo concre­ rendere precario il delicato tenzione prestati dalla com­ delle continue denunce fatte centi e più pressanti, rappre­ l'imposizione al centro, che Parlamento possa entro breve
t o e duraturo alla lotta all'e­ meccanismo dell'imposizione missione di.Vigilanza sull'A- al Parlamento ed al governo senta un modello di ingegne­ estende la sua competenza al­ tempo esaminare ed approva­
dei redditi. nagrave Tributaria, da m e al­ dirette a richiamare la sua ria organizziva e strutturale le imposte sul reddito, alla re tale schema di proposta
vasione fiscale.
E ' appena il caso di ram­ lo rapresieduta, per seguire i attenzione su quei problemi tale da assecondare fattiva­ imposta sul valore aggiunto, nella consapevolezza che solo
M a già notevoli difficoltà e
primi pàssi di questo impor­ la cui mancata soluzione - mi mente la riforma. alle tasse ed alle imposte in­ un'amministrazione finanzia­
rilevanti contraddizioni si mentare c h e già nel 1976, al­
riferisco segnatamente ai In tal senso, a nome del dirette sugli affari, ai tributi ria efficiente e ristrutturata
profilavano nei primi anni di lorché ci si trovò di fronte al tante organismo e con quanta
problemi strutturali - aggra­ mio gruppi, ho già sollecitato locali ed alle entrate speciali.
vita della riforma, allorché, a fallimento della prima ana­ delusione tornavamo dalle vi­ la presidenza della commis­ potrà consentire di superare
vano ulteriormente l'attuale
fronte dei nuovi tributi e del­ grafe tributaria, il famoso site agli uffici centrali e peri­ N e consegue, in periferia, la le tensioni sociali in atto, at­
stato delle cose. sione Finanze e Tesoro della
le procedure da attivare, si «progetto Atena», f u necessa­ ferici del ministero delle Fi­ Per tali motivi il Gruppo camera ad inserire nel calen­ istituzione dell'ufficio tribu­ traverso una giusta ed equa
profilava a gestirli una strut­ rio, per varare l'indispensabi­ nanze dopo aver constatato lo Socialista della Camera sin dario dei lavori della com­ tario unico che amministra distribuzione del carico tri­
tura organizzativa anacroni­ le sistema elettronico fiscale, stato di -disorganizzazione, la missione stessa nei prossimi tutti i tributi trattati al cen­ butario tra le varie categorie
dal 26 gennaio '84, ha pre­
stica e fatiscente, i cui quadri ricorrere alla stipula di una penuria di mezzi, il disagio sentato una proposta di legge giorni la nostra proposta di tro dalla stessa direzione ge­ del mondo del lavoro e del­
dirigenti e direttivi si assotti­ convenzione con una società morale ed economico in cui si che rinnova al governo la de­ legge (atto Camera n. 1196), nerale dell'imposizione. l'imprenditoria.
gliavano di giorno in giorno del gruppo IRI che ancora dibatteva il personale. lega per la ristrutturazione I principi ed i criteri diret­ Inoltre, nell'intento di ri­
ed il cui esodo, favorito da oggi è affidataria della ge­ Basterebbe leggere le varie dell'amministrazione finan­ tivi contenuti nello schema di durre ad unità, nella misura *Vice Presidente del Gruppo
alcune discutivili leggi, met­ stione operativa dei centri in­ relazioni annue che quella ziaria, Si tratta di un provve­ legge, indicano il nuovo qua­ maggiore possibile, la straor­ socialista delta Camera
' Pagina 3
economia/lavoro Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 198'4

Ld legge finanziaria *85 Confrontando i dati annuali


Consofidamento L'economia italiana sta u-
scendo dal tunnel. Man ma­
no i segnali, positivi si com­
Le cifre danno ragione connesso abbassamento
costo del denaro sono -
entrambi gli o b i e t t i v i / d e -

di una svolta binano f r a di loro a delinea­


re il quadro positivo. Ab­
biamo visto, qualche giorno
fa, il dato della discesa del­
alia maggioranza terminanti. Preoccupa la
stima dell'Iseo per il 1985
per cui, in assenza di Inter- '
venti correttivi, il tasso di
L'allarmismo danneggia i lavoratori e giova
in positivo l'inflazione attorno al livello
del 9,2 per cento in ottobre,
il che - se novembre e di­
cembre non ^ r a n n o turbati
solo a chi vuole maggiori restrizioni
inflazione sarà deir8,S per
cento con una tendenza a sa­
lire nella seconda parte del­
l'anno, suscettibile di toglie­
di V I N C E N Z O BALZAMO da manovre e tensioni al­ Andamento del mercato del lavoro migliaia di unità re le basi per la ripresa eco­
nomica. Preoccupa anche la
larmistiche - ci consentirà
di arrivare al dicembre al 9 Anni Occupati Disoccupati Forza di lavoro Disoccupati
stima dell'Iseo per cui il
L a discussione parla­ «rispetto» p e r gli interessi per cento e molto probabil­ prodotto nazionale che que­
1977 20.052 1.545 21.607 7,17 st'anno cresce del 2,8 per
m e n t a r e della legge finan­ delle corporazioni più forti mente anche al di sotto del 9
1978 20.159 1.571 21.720 7,23 cento (contro la previsione
ziaria 1985 deve essere e scaricano le emergenze per cento. A proposito della
l'occasione p e r sottolineare di bilancio sui ceti più de­ curva dell'inflazione va 1979 20.377 1.698 22.075 7,69 del 2 per cento) crescerà
la volontà politica delia boli e sulla stessa politica smentita l'affermazione se­ 1980 20.675 1.696 22.372 7,58 l'anno prossimo solo del 2,5
maggioranza di proseguire indilstriale. condo cui essa è «in risalita». 1981 20.751 1.913 22.684 8,43 per cento data l'esigenza di
In settembre, abbiamo avu­ una politica monetaria cau­
con coerenza nell'azione di L a manovra varata dal 1982 20.678 2.068 \ 22.748 9,09
ta, connessa alla mancata
contenimento del disavan­ governo Craxi, al contra­ to una riduzione dello 0,5 1983 20.704 2.278 22.982 9,91 soluzione dei problemi dei
zo e d i rientro dall'indebi­ rio, h a rifiutato questa lo­ per cento rispetto allo stesso 1984* 20.896 »2.327 23.233 *•10,01 meccanismi di indicizzazio­
t a m e n t o dello Stato. gica e h a scelto d i incardi­ mese dell'anno precedente e
* gennaio luglio ne. Frattanto osservo che
L a finanziaria ' 8 5 rap­ narsi su riforme d u r a t u r e e così pure in ottobre. Il fatto **assumendo una forza lavoro del 41% anziché del 41,211 disoccupati del 1984 scendono a 2.281.000 pari al chi, in questa materia, per­
presenta infatti la conti­ strutturali dei meccanismi che quest'anno settembre e 9,83% della forza lavoro che diminuisce a 23.187. segue la linea dura, sta og­
nuazione e il consolida­ di spesa, c h e garantiscano ottobre sono andati meglio Fonte ISTAT gettivamente sorreggendo le
m e n t o della svolta impres­ la tutela dei gruppi sociali dell'anno scorso decisivo, in banche nella politica del de­
sa dalla Finanziaria ' 8 4 , più deboli e rispettino le e- ciò, è stato il decreto del go­ Le previsioni economiche per il 1984-85 naro caro. A tale politica dà
con la quale il governo sigenze della politica indu­ verno che ha bloccato l'equo 1984 1985 un vistoso contributo anche
Craxi h a bloccato e inver­ striale, c h e deve spostare canone e moderato le tariffe la campagna di una ben no­
VARIAZIONI PERCENTUALI
tito la tendenza degli anni risorse verso gli investi­ dei pubblici servizi. I salari ta parte della stampa, se­
Quantità Prezzi Quantità Prezzi
precedenti, nei quali l'au­ menti e l'innovazione tec­ reali, a causa del favorevole condo cui l'inflazione «è ri­
andamento dei prezzi salgo­ Prodotto interno lordo 2,8 10,7 1,5 6,5
m e n t o del fabbisogno e d e l nologica. presa»; non è vero c h e l'in­
Importazioni 7,2 10,7 5,0 6.5
debito progrediva con rit­ U n altro fondamentale no, anche ai netto delle im­ flazione è scesa sotto il 10
Esportazioni 8,0 10,1 5,0 6,5
m i s e m p r e più accelerati. strumento della manovra poste, mentre va ricordato Domanda interna 2,0 11,1 2,4 8,7 per cento e sta per scendere
S i e r a in presenza d i u n a di risanamento finanziario che senza il decreto del feb­ Consumi della famiglia 2,0 10,1 2,0 8,5 sotto il 9 per cento; non è
vera e propria perdita d i è l a leva fiscale, c h e per­ braio e con tutti i punti di Consumi collettivi 1,0 12,9 0,0 9,6 vero che il raffreddamento
scala mobile che esso ha tol­ Investimenti fissi lordi 2,2 10,2 4,0 8,3
controllo della finanza m e t t e d i contenere il defi­ dei nostri prezzi dipende d a
pubblica, le cui dinamiche cit agendo sul lato delle to era prevista una riduzione Fonte: ISCO meriti dell'azione del gover­
impzzite ponevano u n a pe­ entrate. dei salari reali netti di impo­ no, ma solo da effimeri fat­
s a n t e ipoteca sulla possibi­ ste quasi dell'I per cento! di F R A N C E S C O F O R T E tori internazionali. Al con­
Il pacchetto d i rnisure
lità d i operare con succes­ tributarie elaborate dal L'aumento del reddito nel- trario, questi ci hanno negli
1*84 sfiora il 3 per cento. M a proprio per questo ci trato sull'offerta femminile) investimenti e della occupa­
so p e r il rilancio dello svi­ governo e a t t u a l m e n t e in ultimi mesi danneggiato, ma
Dobbiamo ora anche segna­ preme sottolineare il primo e già era salita nel 1983 ed è zione produttiva; secondo, il
luppo. discussione in P a r l a m e n t o per merito dell'azione di go­
lare una significativa ripresa successo della politica del questo che fa sì che, nono­ miglioramento del bilancio
G i à nel 1984 il governo .costituisce u n aspetto della stante l'aumento dell'occu­ verno sì è rafforzata la di­
occupazionale. L'ultima ri­ governo Craxi su quésto pubblico nei settori di spre­
Graxi h a impresso u n a manovra complessiva, di fronte, dopo anni assai diffi­ pazione, la percentuale dei co e la riduzione dell'onere scesa dell'inflazione, sicché
levazione trimestrale delle disoccupati sulla forza lavo­ il traguardo di un livello in­
svolta, manovrando sia sul riequilibrio dei conti dello cili. Dobbiamo anche ag­ di interessi sul debito pub­
forze del lavoro ha fatto e- giungere che «il tasso di at­ ro non sia diminuita. Alla blico, che consente di dedi­ feriore al 9 per cento a fine
piano delle entrate c h e d a Stato, in q u a n t o momento
mergere, per i primi sette tività cioè la percentuale di nuova offerta di lavoro e a care maggiori risorse per la anno è in vista. L'allarmi­
quello delle uscite, d i mo­ rilevante dell'azione del
mesi del 1984, un aumento popolazione che è occupata quella arretrata occorre cor­ occupazione nel pubblico smo (interessato) non può
d o c h e il disavanzo pub­ governo p e r combattere di occupazione di 250 mila 0 cerca una occupazione, os­ rispondere con una adatta impiego: notando che ab­ negare la fuoriuscita dal
blico è diminuito q u a l e l'evasione e l'elusione fi­ unità rispetto al 1983. Non sia che f a parte della offerta politica di cui fanno parte: biamo oltre 200 mila posti tunnel. Ora però bisogna
q u o t a del prodotto i n t e r n o scale. saremo certo noi a sottova­ di lavoro, è aumentata dal­ primo, il consolidamento di ruolo vacanti nella pub­ guidare il convoglio, per
Lordo; la Finanziaria ' 8 5 Tali misure sono certo quello sviluppo, per cui ab­
lutare la gravità del feno­ l'anno scorso dello 0,2 per della ripresa che comporta blica amministrazione. La
proseguirà questa azione perfettibili nella loro cento (l'aumento è concen- aumento del reddito, degli lotta contro l'inflazione e il biamo tutti i titoli.
meno della disoccupazione.
d i riduzione dell'incidenza strumentazione tecnica m a
d e l fabbisogno statale sul non possono esserne snatu­
P U L , nella prospettiva an­ rati gli obiettivi e la so­
c h e di una progressiva stanza; uno «svuotamento»
contrazione della spesa
stessa q u a l e percentuale
del pacchetto fiscale costi
tuirebbe, t r a l'altro, oltre Per uscire dalla stagione dell'emergenza
d e l prodotto lordo. c h e u n insulto a l senso d i
S i a m o d u n q u e in pre­
senza di u n a manovra arti­
colata nell'arco di alcuni
equità e al bisogno d i giu­
stizia diffusi nella società
italiana, u n ostacolo alla
Dal 1973 a d oggi l'in- Le nuove regole c h e in termini d i schiera­
mento, devono essere pre­

di buon governo
realizzazione della mano­ fiazione a d u e c i f r e in Ita­
anni, f o n d a t a sulla rimo­
lia h a rappresentato u n cisati e chiariti proprio d a
zione \ e sul ridimenziona- vra d i risanamento della
f a t t o d i vita quotidiana, un questo punto d i vista.
m e n t o delle ragioni strut­ finanza pubblica.
elemento dello scenario Semplificando u n po', si
turali dell'aumento inòon- Occorre infine sottoli­
c h e a parole tutti esorciz­ p u ò dire c h e è d a i tempi
trollato della spesa. neare c o m e la Finanziaria di F R A N C E S C O T E M P E S T I N I
zavano m a di f r o n t e a cui del «Piano del lavoro»
U n aspetto decisivo di ' 8 5 sia coerente con u n di­
nessuno sembrava avere in C G I L dei primi anni '50
quest'azione di montaggio segno di sostegno della ri­
tasca la ricetta in g r a d o di il P a e s e e a d allontanarlo d o c h e siano m a t u r i i tem­ esser controbilanciata dal c h e il P C I si è a t t e n u t o a d
dei meccanismi impazziti presa economica in a t t o e ridimensionarla. Oggi, d a ­ dal novero di quelli più in­ pi perchè le forse politiche convincimento - basato sui una linea di espansione
d i spesa è l'intervento d i modernizzazione della vanti alla realtà d i u n indi­
dustrializzati e progrediti, e quelle sindacali compia­ fatti e non sulle declama­ generalizzata della spesa
normativo, " c h e si affian­ base industriale; si sposja-
c e dei prezzi c h e p e r la m a in u n a sorta di riffa cui no uno sforzo serio e con­ zioni - c h e sia possibile f a r pubblica, quale unico pos­
cherà nei prossimi mesi al­ n o infatti risorse verso gli
prima volta dopo undici tutti partecipavano volen­ creto d i adeguarsi alla m u ­ attecchire, non dirò il «cir­ sibile sbocco p e r una poli­
la Finanziaria '85. S i mo^ investimenti, in u n a pro­
anni scende al d i sotto del tieri nella speranza di ve­ t a t a realtà, facendosi pro­ cuito virtuoso» vagheggia­ tica rivendicativa che
dificheranno così le n o r m e spettiva di riequilibrio dei
10%, le reazioni dell'opi­ nir beneficiati, tagoniste di lina stagione t o dagli economisti, m a troppo spesso h a cavalcato
c h e regolano l'erogazione conti delle imprese pub­
nioni giornalistica m a an­ E ' questa cultura del­ nuova nella storia del si­ certo nuove regole, nuovi senza b a t t e r ciglio l e ver­
pubblica delle risorse in bliche e di impegno finan­
c h e quelle d i f f u s e in setto­ l'inflazione c h e p e r m e a d i stema politico italiano. valori, cui a n c h e i grandi tenze e le pretese più di­
alcuni settori fondamenta­ ziario per la diffusione del­ verse, contraddittorie e in­
ri non secondari dell'opi­ sè, a ben guardare, g r a n Questo obiettivo è forse partiti e gli stessi sindacati
li, quali la previdenza o la le nuove tecnologie. L'im­
nione pubblica sembrano parte delle piattaforme ri- oggi meno lontano d i dovrebbero esser interessa­ conciliabili t r a d i loro, e
sanità; è qui c h e l'impiego pegno del governo è per la
testimoniare di u n ritardo, vendicative sindacati, delle q u a n t o possa sembrare. ti a fornire il proprio con­ soprattutto incompatibili
delle risorse mostra gravi sempre più coerente riqua­
quasi u n a riluttanza o politiche corporative e ca­ P e r la prima volta, dopo senso. con la difesa sostanziale
sacche d i inefficienza e lificazione dei flussi di un'incredulità rispetto alle tegoriali protese a quanti­ u n a lunghissima e p e r mol­ C ' è u n rischio elettorale dei livelli di occupazione.
d'uso irrazinale, nel qua­ spesa pubblica, c h e devo­ buone notizie. L a lotta al­ ficare con la lente di in­ t i versi buia stagione, ap­ nell'accettare la regola del L a via per uscire dal
d r o d i dispositivi automa­ no articolarsi nel q u a d r o di l'inflazione h a avuto suc­ blocco del sistema politico
grandimento le posizioni p a r e oggi possibile uscire gioco europea del passo
tici di crescita degli impe- u n progetto complessivo di cesso prima nella realtà italiano, dal suo paradosso
sostegno dell'innovazione guadagnate e quelle per­ dair«emergenza»; u n con­ tasso d'inflazione e conse­
. gni pubblici. concreta, nell'andamento della «stabilità nell'instabi­
produttiva. d u t e nella, g a r a ingaggiata cetto divenuto ormai quasi guentemente di uno S t a t o
L a riforma d i questa vo­ dei prezzi al consumo, c h e lità» e deir«emergenza
f r a i diversi gruppi e strati un- abito mentale, c h e f a più efficiente e meno assi­
ci d i spesa, c h e sarà f a t t a L a finanziaria ' 8 5 rap­ non nella coscienza d i f f u ­ permanente» sta proba­
sociali, economici e pro­ t u t t ' u n o con la cultura del­ stenziale? P u ò darsi. M a
coniugando ricerca dell'ef­ presenta, perciò, u n a tap­ sa. bilmente proprio qui. Le
p a d i g r a n d e importanza fessionali per ricavare il l'inflazione di cui h o parla­ l'alternativa è l'accentuar­
ficienza e garanzia d i qui- politiche necessarie a ri­
M a il punto" vero è u n massimo beneficio, p e r to. E ' quell'atteggiamento si del già alto g r a d o di p a ­
t à , permetterà u n a b b a t ­ nell'azione del governo condurre l'inflazione a li­
altro. Si è f o r m a t a con gli precedere gli altri neir«or- c h e scoraggia a g u a r d a r e ralisi politico-istituzionale
timento d u r a t u r o della craxi per il risanamento e anni u n a vera e propria vello europeo possono of­
dine d i beccata». più di tanto al d i là del del nostro sistema. E ' un
c u r v a di crescita nominale lo sviluppo dell'economia «cultura dell'inflazione», f r i r e la chiave d i volta del­
T u t t e le politiche riven- proprio naso, a progettare nodo c h e va sciolto in pri­
delle spese. italiana; i socialisti si im­ lo sblocco. S a r e b b e un
c h e dopo i t r a u m i iniziali è dicative e categoriali ten­ il futuro, vuoi d i u n a fami­ m o luogo nella sinistra.
V a sottolineato il carat­ pegnano a f f i n c h è la di­ giunta impercettibile a grave errore perdere l'oc­
dono a d a r e per scontato il glia vuoi di u n a comunità L a posizione del P C I su
t e r e organico e mirato del­ scussione p a r l a m e n t a r e si considerare la corsa dei casione c h e si o f f r e oggi,
perdurare dell'inflazione, intera. questo t e m a , a d esempio,
l'azione d i contenimento concluda con u n a appro­ prezzi come il m a l e mino­ grazie ai risultati tutt'altro
c h e alimentano e d a cui L a stagione dell'emer­ al di là delle polemiche
delle uscite, c h e intende vazione della legge nei c h e trascurabili già conse­
re, u n a sorta di faut de traggono alimento secondo genza è d u r a t a così a lun­ contingenti sui meriti d e
ristrutturare i dispositivi tempi previsti, p e r d a r e la guiti. A questo scopo è tut­
mieux, acconciandosi à una logica ineluttabile. go perchè i grandi partiti i- governo Craxi per il consi­
c h e sottostanno alle singo­ conferma delia-volontà po­ cercar d i ricavarne il mas­ tavia necessario - il f a t t o
Ecco perchè oggi non si talianì - m a forse sarebbe stente risultato conseguito,
l e voci d i spesa. S i evitano litica di procedere- con simo d i vantaggi possibili. d i averlo ripetuto tante
sentono tanti sospiri di sol­ più giusto parlare delle credo debba cominciare a
così q u e i tagli indiscrimi­ fermezza e coerenza n d l a volte non lo rende meno
Con. il passare degli anni lievo in giro, nel momefito. quasi totalità - hanno qua­ confrontarsi per davvero
nati che, troppo spesso, al­ manovra di politica eco­ vero - c h e u n a moderna
l'obiettivo sempre enun­ in cui la tanto vituperata si sempre a f f i d a t o le pro­ con i requisiti d i u n a cul­
la resa dei conti .mostrano nomica. ciato - m a in passato assai prie sorti a d u n a pluride- t u r a di governo adeguata a cultura di governo si a f ­
corsa dei prezzi sembra
poco praticato - della lotta davvero rallentare il passo. cennale politica rivendica- u n Paese moderno, alleg­ f e r m i più di quanto sino a d
all'inglazione diveniva S a r e b b e forse impreciso zionistica. gerito almeno in parte dal oggi non sia avvenuto nella
In seguito ad uno sciopero delia tipogrnfia di Milano,
meno credibile, e l'infla­ parlare di «orfani dell'in­ O r a lo scenario può for­ differenziale inflazionisti­ sinistra (e non soltanto in
l'odierna edizione dell'Araiift' esce largamente in­
zione stessa si trasformava flazione», tanto più c h e se cambiare. Innanzi t u t t o c o rispetto agli altri paesi essa). E ' su questo punto
completa nelle notizie e nei servizi. C e ne scusiamo
con i nostri lettori. non in u n a spirale perver­ nessuno è disposto a rico­ perchè la cultura dell'in­ industrializzati. 1 contenu­ c h e vale la pena di riaprire
sa, destinata a impoverire noscersene figlio; m a cre­ flazione può a poco a poco ti dell'alternativa, prima il dibattito.
Pag^ 4
Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984 affùanU!

Gli iscrìtti CGIL-CISL-UIL non aderiscono De Michelis scrive ai sindacati


Caos per le ferrovie Per le pensioni
Da stasera lo sciopero bisogna fare presto
degli autonomi FISAFS Il ministro chiede a CGIL CISL UIL «chiarezza»
e un «giudizio complessivo sulla riforma»
D a stasera treni nel cao- d u t o lo scorso dicèmbre, il tazione del percorso, per stato preannunciato sin da l Il ministro del Lavoro, Fissazione di regole eguali probabile il raggiungimen­
s. I ferrovieri autonomi Fi- riordino delle pensioni alcuni treni, anche in pre­ 2 ottobre, «un preavviso Gianni D e Michelis, .ha in­ per tutti; equilibrio fìnan- to dell'obiettivo finale del
safs non demordono; dalle (che f a p a r t e della discus­ cedenza all'inizio dello molto più lungo d i quello viato una lettera ai segreta­ ziario del sistema. Seguen­ riordino, e nella consapevo­
21 parte lo sciopero c h e sione generale affrontata sciopero». previsto dal codice di au­ ri generali di C G I L , C I S L , do questa linea è stato de­ lezza che la situazione at­
per 24 ore sconvolgerà l'in­ negli incontri f r a governo e Secondo la Fisafs, i toregolamentazione», nes­ U I L , per puntualizzare la finito - ricorda - uno tuale richieda chiarezza af­
tera rete nazionale. L'agi­ sindacati). maggiori disagi saranno suno dei problemi alla ba­ posizione del governo sul schema di disegno di legge finchè ciascuno assuma la
tazione, a cui non parteci­ L'azienda ferroviaria f a avvertiti, t r a le 21 di do­ se della vertenza sia stato riordino del sistema pen­ che dovrebbe costituire la propria posizione, sento la
pano C G l L - C l S L - U I L , si sionistico nella consapevo­ base per il necessario con­ necessità di invitarvi - ag­
sapere c h e «metterà in a t t o mani e l a stessa ora di lu­ affrontato.
concluderà domani sera. I lezza che ogni ulteriore in­ fronto nella sede parlamen­ giunge De Michelis - ad e-
tutti i possibili accorgi­ nedi, principalmente sui T r e sono, i motivi alla
dugio nella sua definitiva tare ed essere aperto ad o- sprimere un giudizio com­
treni dunque non si ferme­ menti per assicurare la lunghi percorsi, come a d base delia protesta; «ri­
approvazione d a parte del gni possibile aggiustamento plessivo sulle linee della ri­
ranno m a si prevedono pe­ continuità del servizio fer­ esempio t r a Torino e Pa- forma dell'azienda ferro­ Consiglio dei ministri, coerente con le linee di forma.
santi disagi. Cassio Pie- roviario» durante lo scio­ lermoi Reggio Calabria, viaria; rinnovo del contrat­ comporta - afferma De fondi), Nello stesso tempo - ri­
trangeli, segretario genera­ pero. Peraltro, i disdagi R o m a , Bari e Lecce; t r a t o dei ferrovieri, scaduto il Michelis - crescenti perico­ «Nella convinzione che leva ancora il ministro del
le della Fisafs, h a indicato non mancheranno. Ù n co­ Siracusa, Palermo, Reggio 31 dicembre 83; no al peg­ li per il conseguirnento de­ un diverso metodo ispirato Lavoro - occorre sia «ri­
tre motivi della protesta; municato del ministero dei Calabria, Roma, Genova, gioramento della normati­ gli obiettivi di riforma. alla ricerca dell'unanimità cercare ulteriori posizioni
la riforma dell'azienda Fs Trasporti informa, infatti, Torino, Parigi; t r a Nizza e va pensionistica dei ferro­ «Tale riforma - sottolinea dei consensi, oltre che sui di convergenza, sia prose­
(su cui il ministro dei T r a ­ che, «in relazione alle di­ Milano; e tra Milano, Bari vieri, d a sempre ispirata al il ministro - si fonda sui principi di fondo, su ogni guire il confronto nel corso
sporti Signorile h a presen­ verse situazioni locali, po­ e Lecce. rapporto atipicità del lavo­ seguenti elementi di fondo particolare aspetto del dei lavori parlamentari per
t a t o u n disegno d i legge), trebbe rendersi necessaria L a stessa Fisafs, nel no­ ro ferroviario - pensione irrinunciabili: separazione riordino - finirebbe per quanto attiene ad aspetti
il contratto d ì lavoro sca­ la soppressione, o la limi­ tare come lo sciopero sia professionale». tra previdenza e assistenza: rendere estremamente im­ particolari».

m i Irli E' stato detto a un convegno svoltosi a Torino


<^agli» per sanare la
siderurgia piemontese
T O R I N O , 27 - L e pro­ t o regionale a l Lavoro e al­ economiche. Accanto a di M I N O LORUSSO indispensabile la creazione Darida, nel suo intervento, Per il Piemonte ciò si­
spettive per la siderurgia l'Industria, c h e h a regi­ questo è importante verifi­ di attività sostitutive sia h a sottolineato l'opportu­ gnifica una riduzione dei
piemontese a partecipa­ strato, oltre alla presenza C E E per la difesa della si­ all'interno c he all'esterno nità di «inquadrare la real­ posti di lavoro negli stabi­
care come intendono muo­
zione statale sono tùtt'al- derurgia nazionale. Una del settore siderurguco. In tà della siderurgia a parte­ limenti LAS, UAI, l A S e
di amministratori locali e versi le Partecipazioni sta­
difesa - h a aggiunto - svi­ conclusione Tapparo ha cipazione statale in Pie­ S E C O S I D . L'intero setto­
tro òhe incoraggianti; en­ forze sindacali, gli inter­ tali ed il governo potendosi
luppata a partire dai centri monte nel pili ampio con­ r e siderurgico, a detta de­
tro breve tempo, infatti, venti dei ministri Darida e ritenere valida solo un'o­ precisato c he d u e sono le
a ciclo integrale, soprat­ testo del settore a livello gli esperti, viene messo co­
saranno attuati ulteriori Romita (bilancio e pro­ peratività c he tenga conto condizioni necessarie «per
tutto come difesa di un mondiale e nazionale)!. sì in seria discussione.
«tagli» e, secondo alcuni grammazione) e quella del degli interressi complessivi proseguire, evitando il ri­
segmento importante e «Del resto - ha precisato il Giuliano Amato, infine,
dati forniti dal ministro sottosegretario A m a t o O - del sistema economici si- fluire s u posizioni immobi­
strategico del nostro si­ ministro - in un settore co­ ha messo in evidenza che
delle Partecipazioni statali biettivo del convegno, co­ ciale». listiche e puramente difen­
stema industriale, m a an­ sì complesso, le singole «il ruolo delle Partecipa­
Darida, in futuro, nel m e ha sottolineato nel suo Prima di procedere a d c h e come attenzione ai sive»; d a u n lato «la via
realtà locali debbono esse­ zioni statali non è quello di
comparto siderurgico ci intervento di apertura l'as­ una analisi sulla situazione drammatici problemi so­ della modernizzazione e
re compatibili con le esi­ gestire aziende in perdita.
saranno circa 850 posti d i sessore regionale al Lavoro delle varie sedi produttive. ciali di importanti aree del della necessaria trasfor­ genze generali di risana-, Abbiamo bisogno di un si­
lavoro in meno. Questo, in Giancarlo T a p p a r e, «quel­ T a p p a r e h a sottolineato Paese». mazione», dall'altro «la so­ mento della siderurgia ita­ stema efficiente, produtti­
sostanza, è quanto è emer­ lo di accertare s e esistono «l'impegno solidale preso Per l'assessore regionale lidarietà della comunità liana, così come questa, vo di prodotti e di profit­
so nel corso del convegno le volontà di scendere su con le altre regioni con in­ il Piemonte h a pagato fino piemontese attorno a d u n nel suo insieme, deve uni­ to». P e r quanto riguarda il
«Ruolo e prospettive della un terreno d i valutazioni sediamenti siderurgici, ri­ a d ora degli oneri elevati - settore basilare per il no­ formarsi alle tendenze ed Piemonte «noi abbiamo la
siderurgia a partecipazio­ c h e rifuggano d a munici­ fuggendo d a ogni scelta il tasso d i disoccupazione stro sistema produttivo e ai vincoli che scaturiscono responsabilità, come im­
n e statale in Piemonte», palismi e dal prevalere del­ campanilistica e tenendo nell'area torinese è del 15 per la nostra economia». dal mercato internaziona­ presa pubblica, di dosare
organizzato dall'assessora­ le emotività sulle ragioni conto delle compatibilità per cento - e per questo è D a pa rte sua il minstro le». la smobiltazione».

Giugni sulla sentenza FIAT Scioperi a Bologna e Reggio Calabria Il 31 prossimo a Bologna l'assemblea
«1 pretori sbagliano Gli uomini radar Fisco, pensioni, occupazione
ma lo Statuto sono in agitazione Il sindacato ritesse la tela
ormai va rivisto»» Chiedono maggiore «sicurezza nei servizi» della strategia unitaria
Fra qualche settimana il il senatore socialista, di dare BOLOGNA, 27 - Le organizzazioni sindacali C G I L , Fisco, pensioni, occupa­ le, si organizza una manife­ zatori di pezzi di classi so­
tribunale di Torino dovrà pro­ ai lavoratori la garanzia di un C I S L e U I L dei controllori al traffico aereo dell'aeropor­ zione; tre temi di strettis­ stazione unitaria dopo la ciali - prosegue Cazzola -
nunciarsi su una sentenza del «giusto procedimento». In al­
tre parole, dice Giugni «inve­ to di Bologna, hanno annunciato una serie di agitazioni sima attualità; tre argo­ rottura del 14 febbraio; ed il sindacato deve f a r sentire
pretore Edoardo Denaro c h e
ha annullato un accordo sin­ c e di entrare nel merito degli programmate dal 31 ottobre al 17 novembre. menti sui quali si accentra è significativo che ciò av­ la sua vóce sulla base di un
dacale ordinando alla F I A T di accordi sindacali i pretori do- Dopo un minuto di sciopero simbolico previsto per il 31 l'attenzione (ma anche la venga in una regione in cui progetto che, sul fisco, re­
riassumere 6 2 cassintegrati a vi'ebbero accertare s e la pro­ ottobre, l a prima agitazione (dalle 7 alle 21) è in pro­ la lotta politica contro il cuperi una linea complessi­
cedura adottata è quella giu­
polemica) delle forze poli­
zero ore. S e i giudici confer­ va di riforma che assuma
meranno la decisione del pre­ sta». gramma per lunedì 12 novembre. tiche e sociali. Ebbene, decreto antinflazione è sta­
« No n spetta al pretore - h a Seguiranno d u e intere giornate di sciopero proclamate queste t r e grandi questioni t a molto aspra. Ciò nono­ certamente l'obiettivo di
tore, l a F I A T h a annunciato
precisato Giugni - stabilire dalle 7 di mercoledì 14 alla stessa ora di mercoledì 15 e stante - aggiunge Cazzola un'equità fiscale anche nei
c h e risponderà con il licen­
c o m e i sindacati e le aziende
saranno al centro della ma­
ziamento di tutti i suoi dipen­ dalle 7 di venerdì 16 alla stessa ora di sabato 17 novem­ - tutti abbiariio cercato di confronti dei grandi patri­
devono usare la cassa integra­ nifestazione unitaria che
denti a zero ore (circa dieci­ bre. Saranno comunque garantiti i servizi di collegamento salvaguardare al meglio moni e delle rendite finan­
mila). zione. Il loro compito è quello C G I L , C I S L e UH orga­
di verificare s e quell'accordo da e per le isole, una rete di relazioni unita­ ziarie, ma che, nello stesso
«L^ sentenze dei pretori di nizzeranno al Palasport di
Milano e Torino non stanno
risponde o no alla volontà del­ I motivi dell'agitazione - informa una nota - vanno ri­ rie che oggi abbiamo ritro­ tempo, sappia tenere duro
ta maggioranza dei lavorato­ Bologna il 31 ottobre pros­
giurìdicamente in piedi. Gli cercati nella chiusura manifestata dalla direzione azien­ vato». anche nei confronti di que­
accordi sindacali sulla cassa
ri». simo. gli strati sociali intermedi
N e l l o Statuto - sottolinea dale sui problemi di una migliore organizzazione del lavo­ Prestigiosi gli interventi «In secondo luogo con
integrazione sono del tutto re­
Giugni - ci sono altre cose che tanto pesano sull'eva­
golari. M a il problema esiste». ro, di un migliore utilizzo degli impianti, della sicurezza (tra gli altri quelli di Lu­ questa manifestazione -
c h e non vanno. «C'è anzitutto sione fiscale».
Lo afferma Gino Giugni in nello svolgimento dei servizi. ciano Lama, Franco Marini precisa Cazzola - inten­
un problema di incertezza ap­ «Non possiamo lasciare
un'intervista c h e comparirà plicativa, per cui è sempre Anche a Reggio Calabria i controllori di volo sono in a- e Giorgio Benvenuto), In­ diamo portare al centro la piazza alla destra - am­
sul prossimo numero del meno chiaro in quali casi lo gitazione e lunedì effettueranno una giornata di sciopero trodurrà i lavori il segreta­ dell'impegno dei lavoratori
Mondo. Statuto vale e in quali no».
monisce Cazzola - C e ne
«Abbiamo fatto tanto -
organizzata dai sindacati confederali della categoria e dal rio generale C G I L dell'E­ le questioni del fisco, delle pentiremmo amaramente
«La soluzione più equilibra­ sindacato autonomo A N P C T A .
prosegue il "padre" dello Sta­ la - ha concluso Giugni - è milia Romagna, Giuliano pensioni e dell'occupazio­ ed indeboliremmo l'azione
tuto dei lavoratori - per stabi­ quella di trovare un punto di I controllori garantiranno la loro assistenza soltanto ai Cazzola, che illustra alVA- ne, in un momento in cui di quelle forze politiche
lire c h e si p u ò licenziare solo incontro a metà strada. Si voli di Stato, di emergenza e militari. vanti! i tanti motivi che questi tre temi, e soprattut­
per giusta causa o giustificato stabilisce c h e lo Statuto si ap­ che intendono agire sul se­
Lo sciopero è stato organizzato in segno d i protesta hanno spinto il sindacato to la problematica della ri­ rio e mortificheremmo
motivo. M a non abbiamo pre­ plica alle aziende con 2 5 di­
visto nessuna garanzia per i pendenti e si fa piazza pulita contro la mancata attivazione della nuova torre di con­ all'iniziativa, forma fiscale, hanno acqui­ quelle forze sociali che so­
cassintegrati. Eppure oggi i di tutte le complicazioni. Con trollo dell'aeroposto, completata d a tempo e mai entrata «Si tratta - dice Cazzola stato una reale priorità nel no disponibili ad accettare,
licenziamenti passano soprat­ una sola ecce:?!one, quella del in funzione, la chiusura di un semaforo della pista e la ir­ - di un'iniziativa molto im­ dibattito politico e nello con tutta la gradualità ne­
tutto attraverso la cassa inte­ volume del fatturato, Chi su­ regolare ubicazione del radar dello scalo aeroportuale, portante per diverse ragio­ scontro sociale».
grazione». pera un certo giro d'affari non cessaria - conclude Cazzo-
Questa lacuna per Giugni può pretendere di sottrarsi al­ che non consente, secondo i controllori di volo, l'osservan­ ni. Innanzitutto è la prima «Nella lotta tra corpora­ la - una politica di equità
va colmata. S i tratta, secondo. le regole dello Statuto». za delle adeguate garanzie per la sicurezza del traffico. volta che, a livello regiona­ zioni, interessi e sponsorizr fiscale».
Pagiiia S
economia/lavoro K f f ù c u i U ! Domenica 28/Lunedì 29 Ottone 1984

Lo propone Francesco Forte Fruttuosa visita a Mosca del presidente ENI


Un ruolo più Reviglio in URSS a
incisivo per «caccia» di affari
l'ECU europeo Procede tuttavia con lentezza il processo dì riequilibrio del nostro interscambio con
l'Unione Sovietica: resta ancora troppo elevato il disavanzo commerciale dell'Italia
Il ministro per il Coordi­ to all'area comunitaria qua­ l'approvazione di tale legge M O S C A , 2 7 - Il presiden­ confermato a tutti i livelli «Sappiamo anche che ci a questo proposito di non
namento delle politiche co­ li, ad esempio, quelli appar­ delega in materia doganale t e deir«ENI» Franco Re­ e i miei interlocutori han­ sono dei tempi tecnici e esser venuto a Mosca per
munitarie on.le Francesco tenenti all'OPEC. e mediante l'ordine del viglio ha concluso a Mosca no dato prova di ampia di­ che le commesse di grandi discutere solo degli affari
Forte è intervenuto al Con­ Il ministro Forte ha so­ giorno presentato in sede di tre giorni di intensi collo­ sponibilità. Di fatto, però, impianti non trovano un ri­ deir«ENl», m a di aver
vegno sui problemi valutari stenuto che il mercato del­ approvazione della stessa al­ qui con i responsabili eco­ si è lontani dal raggiunge­ flesso immediato nelle sta­ parlato per conto dell'inte­
e sugli scambi internazionali l'eurodollaro, con qualche la Camera e fatto proprio nomici sovietici nel corso re l'obbiettivo e i tempi tistiche sull'interscambio. ra «Azienda Italia».
tenutosi nei giorni scorsi a accorgimento, potrebbe di­ dal governo, il ruolo di dei quali ha espresso - an­ con cui l ' U R S S prende le Proprio per questo, però, Circa r « E N I » , Reviglio
Lugano. ventare, in larga misura, Chiasso non solo rimarrà in­ che a nome delle autorità sue decisioni (di spesa) c ' è bisogno di misure ur­ ha precisato che a Mosca
Dopo aver ricordato It, re­ dell'Euroecu. Anche a tal variato, ma subirà un impul­ di governo - la «grave non sono sufficienti». genti e d è necessario che si si è parlato di alcuni grossi
strizioni che tuttora per­ fine il ministro ha dichiarato so anche nel quadro della preoccupazione» per il Reviglio - c he era ac­ arrivi entro pochi mesi a progetti di impianti «chia­
mangono alla libera circola­ che bisogna ottenere per rinnovata collaborazione I- permanere di un pesante compagnato d a un'impor­ un "pacchetto" di ordini vi in mano», d a uno per la
zione dei capitali, il ministro l'ECU lo status di divisa talo-Svizzera. In tale ambito deFicit nella bilancia tante delegazione di cui d a annunciare pubblica­ produzione di materie pla­
mediante la sua quotazione si potranno anche risolvere i commerciale italiana verso facevano parte il presiden­ mente». stiche che potrebbe avere
Forte ha sostenuto che oc­
ufficiate anche nei Paesi problemi edilizi legati a l ' U R S S e ha chiesto «con t e della «Nuovo Pignone» Secondo Reviglio, per le stesse dimensioni di
corrono nuovi progressi per attuare gli impegni presi
Bassi, in Germania e in questa dogana, per i quali è molta fermezza» ai suoi in­ Franco Ciatti, quello della quello della «FIAT» di To-
superare la separazione fra i d a l l ' U R S S nei confronti gliattigrad a un complesso
Grecia ove ancora non è utile la collaborazione tra o- terlocutori di «fare il mas­ «SNAM-Progetti» Duilio
mercati finanziari che tutto­ dell'Italia sono necessari per la produzione di capi
ra caratterizza l'Europa e ne ammesso. Ha invitato la peratori pubblici centrali e simo sforzo» per tener fede Greppi e il direttore del-
locali e operatori privati. tre tipi di decisioni: a bre­ ,d'abbigliamento, dalla
frena lo sviluppo economico. Comunità finanziaria elveti­ agli impegni presi di giun­ r«ENI» per i rapporti con
ve termine, un contributo partecipazione italiana al­
Ciò richiede da una parte i- ca a dedicare maggiore inte­ gere quanto prima a un l'Estero Raffaele Santoro
al riequilìbrio della bilan­ lo sviluppo del grande gia­
niziative dei singoli governi resse all'ECU. riequilibrio della situazio­ ~ ha visto tra gli altri il
• BILANCIO CEE; L'I­ cia commerciale può esse­ cimento di gas di Kara-
a favore della liberalizza­ Il ministro si è quindi sof­ ne. ministro sovietico per il re d a t o a d acquisti di pro­
NIZIATIVA ITALIA - Par­ chaganakh. A l progetto -
zione e dall'altra l'emana­ fermato sui problemi ri­ Conversando con i gior­ Commercio Estero Nikolai
te dall'Italia un'iniziativa dotti f i n i t i l e qui i sovietici che è il più concreto di tut­
zione da parte della C E E guardanti l'eliminazione de­ nalisti a conclusione della Patolicev e il suo primo
per evitare il riesplodere di si sono mostrati disponibili ti e per il quale si dovreb­
delle direttive previste, ma gli ostacoli doganali allo svi­ sua visita. Reviglio ha ri­ «vice» Nikolai Komarov, il in particolare nei settori a-
conflitti tra le istituzioni b e arrivare a una decisione
non ancora predisposte, ai luppo degli scambi interna­ cordato che quando venne ministro per l'Industria del limentare, della siderurgia
della Comunità su problemi entro l'anno - per il grande
fini della creazione di un o- zionali ed in particolare sul­ firmato in maggio il con­ G a s Vassili Dinkov, i re­ e dei prodotti petrolchimi­ carbonodotto che dovrà u-
di bilancio, adesso che la
mogeneo mercato europeo le iniziative che in tale am­ copertura del buco per il tratto per le forniture ad­ sponsabili del dicastero ci deir«ENI» stessa che, nire i giacimenti di Bielo-
dei capitali. bito si stanno adottando in 1984 è stata appena garanti­ dizionali di gas naturale della petrolchimica e quel­ per la parte di sua compe­ vo, in Siberia, a Novosibir-
Il ministro Forte ha altre­ sede comunitaria. A tale siberiano, l ' U R S S si e r a li di vari enti commerciali. tenza, conta di raddoppia­ sk con un tracciato di 260
ta e che stanno per entrare
sì messo in luce che l'inte­ proposito ha illustrato la impegnata a spendere per Un accordo di coopera­ re dagli attuali 6 0 milioni chilometri.
nel vivo le discussioni sul
grazione finanziaria della legge delega, che presentata documento finanziario acquisti in Italia l'intero zione è stato firmato con il di dollari all'anno le forni­ Altro aspetto positivo
Comunità potrà progredire su sua iniziativa, è stata ap­ 1985. In una lettera del sot­ provente del metano e a comitato statale per la ture di propri prodotti al­ della visita è stato l'inte­
effettivamente solo con il provata proprio in questi tosegretario al Tesoro Carlo dimezzare entro il 1985-86 scienza e la tecnica e col­ l'URSS). resse mostrato dai sovietici
supporto di una maggiore i- giorni al Senato in via defi­ Fracanzani alla presidenza il disavanzo corrente della loqui si sono svolti al «Go- Il secondo aspetto è per un eventuale finan­
dentità monetaria europea. nitiva. Tale provvedimento di turno irlandese del Con­ bilancia com~fnerciale ita­ splan», l'ente sovietico per quello delle commesse or­ ziamento in «ECU» (inve­
A questo scopo è necessario riguarda l'attuazione della siglio comunitario, si ribadi­ liana nei confronti dell'U­ la pianificazione economi­ mai mature e che si po­ c e che in dollari) dei nuovi
incoraggiare una sempre direttiva C E E 83/643 rela­ sce l'esigenza di consulta­ nione Sovietica (2.600 mi­ ca. trebbero definire entro impianti, una novità che
maggiore utilizzazione del- tiva ad agevolazioni dei con­ zioni tra Consiglio e Parla­ liardi di lire nel 1983, de­ «Ci rendiamo conto - ha breve tempo e il terzo potrebbe risolvere il pro­
l'ECU e la sua assunzione a trolli doganali e il drastico mento europeo, prima di stinati quest'anno ad au­ detto il presidente del- quello dei futuri progetti blema dei tassi di interesse
rango di divisa, quale mezzo snellimento delle formalità giungere a decisioni sulla di­ mentare fino a 3.000 mi­ r « E N l » - c he l'impegno d a coordinare con il nuovo agevolati che Mosca ha
di pagamento diretto ed uni­ amministrative nei trasporti sciplina di bilancio, cioè su liardi). complessivo chiesto ai so­ piano quinquennale sovie­ sempre insistito per avere
tà di conto per le operazioni merci tra stati membri. In­ un insieme di norme per ac­ «Questo impegno politi­ vietici è di spendere in Ita­ tico per il periodo 1986- e che, pili volte in passalo,
di «clearing» da compiersi fine il ministro Forte ha crescere il rigore delle spese co - ha detto il presidente lia ben un miliardo di dol­ 1990. hanno messo in difficoltà
anche con paesi terzi rispet­ messo in evidenza che. con della CEE. deir«ENI» - mi è stato lari all'anno. Revìglio h a sottolineato le imprese italiane.

GINEVRA, 27 - Vigilia in­


Domani la conferenza straordinaria esempio, ha pressanti neces­
certa per la conferenza
straordinaria convocata dal-
rOPEC a Ginevra, da lune­
OPEC, è crisi profonda sità in termini di introiti in
valuta pregiata e nulla la­
scia intravvedere una situa­
ICE!
dì, per discutere le misure Come arginare la frana continua dei prezzi del greggio? zione di minor pressione al­ ISTITUTO
COOPCRAZIONE
da adattare per contrastare meno nel breve termine. ECONOMICA
l'indebolimento dei prezzi West non ha voluto mini­ dell'Energia indonesiana terzo trimestre», stima che L'ironia della sorte vuole INTERNA2aONALE
petroliferi conseguente alle mamente sbottonarsi su Subroto, l'indicazione emer­ si aggira fra i 18,5 e i 19 mi­ che la riunione di Ginevra si
riduzioni decise recente­ quella che sarà la sua linea sa dai primi contatti fra al­ lioni di barili/giorno. Con­ tenga in un momento del­
mente da Norvegia e Inghil­ alla riunione. cuni ministri del cartello pe­ fermando la disponibilità l'anno che tradizionalmente
terra, due paesi non OPEC, Più loquace è stato il mi­ trolifero in vista della confe­ indonesiana a ridurre la dovrebbe registrare aumenti
produzione come mezzo per di prezzo in relazione alla
Martedì 30 ottobre 1984 - ore 21
e sulla scia dei due, dalla nistro del Petrolio indone­ renza straordinaria che si a-
Nigeria, uno dei membri più siano Subroto che ha chia­ pre lunedì a Ginevra. difendere i prezzi petroliferi maggiore domanda inverna­
importanti del cartello pe­ ramente espresso la disponi­ «Sono queste le cifre di attuali, il ministro ha detto le. Ma appunto l'aumento REAGAN versus
dì non sapere se vi siano della domanda, come so­
trolifero.
L'incertezza è legata so­
bilità di Giacarta a tagliare
la produzione rilevando ne],
cui si parla - ha detto anco­
ra Subroto Si tratta co­
paesi O P E C contrari ai tagli stengono i fautori dei tagli ONDALE
produttivi, tagli che, ha sot­
prattutto alla posizione ni­ contempo che i contatti pre­ munque di scambi di vedute produttivi con in testa il mi­
tolineato, saranno comun­ Tavola rotonda
geriana rispetto all'orienta­ liminari fra alcuni ministri preliminari e nulla di speci­ que limitati ad alcuni mesi nistro saudita Ahmed Zaki sulle elezioni statunitensi
mento emerso nei contatti hanno indicato in valori fico è stato deciso». Alla in quanto si prevede un ri­ Yamani, può essere la leva con proiezione
preliminari dei giorni scorsi compresi fra i 2 e i 3 milioni domanda se i tagli produtti­ torno all'equilibrio entro la giusta per ottenere un raf­ su grande schermo
fra alcuni ministri O P E C e di barili/giorno i tagli pro­ vi saranno fatti rispetto al fine dell'anno. forzamento del mercato.
dei dibattito televisivo
non OPEC in favore di un duttivi ritenuti indispensabi­ tetto ufficiale O P E C di 17,5 Per quanto riguarda la Non sarà certamente un di­ Reagan - Mondale
taglio della produzione co­ li per difendere i prezzi. milioni di barili/giorno, Su- Nigeria, molti danno per battito indolore. Ma gli os­ sulle politiche <
me mezzo per sostenere i Un taglio alla produzione brolo ha risposto che «que­ scontata una decisa resi­ servatori non propendono
prezzi. Al suo arrivo a Gi­ OPEC fra i 2 e i 3 milioni di sto è l'orientamento perchè stenza a l taglio della produ­ per il catastrofismo di chi
nevra, il ministro del Petro­ barili al giorno; è questa dobbiamo anche tener conto zione. Lagos, al pari di altri ha parlato di possibile «sfa­
lio nigeriano David Tam- dunque, secondo il ministro della domanda stimata per il paesi come il Venezuela ad scio» del cartello petrolifero.
Partecipano:
Alan FRIEOMAN
Corrispondente in Italia
Un'inizìativa per ridurre l'inquinamento da detersivi del Rnancìal Times
E' stato presentato un pro­
getto di legge per la riduzione
graduale del contenuto di fo­
Bianco il inicato più grave e più recente del­
l'inquinamento' delle acque
dei nostri laghi e mari, in par­
Umberto GIOVINE
Direttore della rivista
sforo nei preparati per lavare,
promosso dalia Cooperazione Azzurro il mare ticolare dell'Alto Adriatico.
La riduzione del fosforo dei
detersivi non è un'azione riso­
"Relazioni Intemazionali"

aaudio PETRUCaOU
di consumatori aderente alle Deputato, Commissione Esteri
tre Centrali cooperative, con nologici e produttivi tali da Il 75% è disposto ad usare un la iniziativa. Al tempo stesso è lutiva, nè l'unica da compiere,
garantire un'ejevata capacità detersivo che garantisca il pu­ previsto un massiccio invio di bensì realizzabile senza costi della Camera
il sostegno della Federazione
nazionale consumatori. Lega lavante dei detersivi vietando lito anche se non dà il «bianco cartoline indirizzate al presi­ eccessivi e nel breve periodo:
l'uso di prodotti quali l'acido più, bianco». dente della Camera e succes­ altre iniziative dovranno ri IMIchele ACHILU
per l'ambiente - WWF - Italia
Nostra - Federnatura - Lega nitrilotriacetico (NTA) so­ E' su questa disponibilità sivamente al presidente della guardare un più razionale uso Presidente dell'ICEI
consumatori ACLL La legge, spetti di cancerogenicità. L'i­ chiaramente espressa dai ri­ Commissione competente in dei concimi a base di azoto e
della quale il primo firmatario niziativa si è basata su un'in­ sultati delle indagini che le appoggio alla proposta. La fosforp, al fine di garantire un
e Giorgio Nebbia, porta le dagine, realizzata dall'Abaeu- organizzazioni promotrici Cooperazione di consumatori equilibrio tra produzione a.-
s, che ha coinvolto oltre traggono lo spunto sia per ha realizzato un audiovisivo in gricola e rispetto dell'ambien­
firme di oltre trenta deputati numerosissime copie per e-
dell'arco costituzionale. Dal 10.000 consumatori, sull'uso, un'ampia mobilitazione dei te naturale, compromesso da
slendere il più possibile l'in­
1. gennaio 1986 il contenuto la scelta, le proprietà, i perìco­ consumatori sulla proposta di un uso eccessivo di concimi:
formazione sull'argomento
di fosforo nei preparati per la­ li inquinanti e la pubblicità legge sia per avviare un va­ con particolare riguardo al azioni per ridurre gli scarichi
vare non dovrà superare il dei detersivi. Una larghissima stissimo programma di edu­ mondo scolastico. degli allevamenti di animali;
2.5% (attualmente la legge maggioranza degli intervi-stati cazione e di informazione sul­ Questa iniziativa rappre­ la costruzione e il corretto Salone iCB - Via Salvini 3 (MM Palestre)
ammette fino al 5%) e dal 1. ha dichiaralo di preferire un l'argomento. Nei prossimi senta un importante contribu­ funzionamento di depuratori
gennaio 1988 r i % . La gra­ detersivo che contenga meno mesi si terranno centinaia di delle acque di fogna urbane, il 20122 IMilano - Tel. 784.723 - 799.144
to alla campagna nazionale
dualità prevista è basata spilla sostenze chimiche anche se assemblee in tutto il territorio sul problema dell'eutrofizza­ controllo degli scarighi degli
necessità di adeguamenti tec­ non dà il massimo del bianco. nazionale organizzate dalle zione che costituisce l'aspetto insediamenti produttivi, ecc.
associazioni che aderiscono al­
Pagina 6
Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984

Fresco di Biennale, lo
Al Teatro di Roma sono i momenti in cui bea­
«Carmen»
spettacolo di Luca Ronconi
ha aperto la stagione del
Teatro di Roma davanti a Meraviglie
tamente si fann9 luce il laz­
zo, la parodia, il gesto in­
congruo, la calata dialettale,
di Gades
un pubblico che, senza
troppe diserzioni, ha atteso
del seicento
insomma il vecchio arma­
mentario comico che, attra­
e rituali
che il sipario fìnalmente ca­
lasse, all'una e mezza della
verso i secoli, ci arriva sem­
pre e tuttora intatto. Ed è in balinesi
notte, sulle Due commedie
in commedia del seicentesco
recuperate questi squarci di vitalità che
gli interpreti possono porge­ di scena
Giovan battista Andreini: o-
pera che nemmeno ai tempi
suoi dovette considerarsi
da Luca Ronconi re il loro migliore biglietto
da visita, a incominciare da
Valeria Monconi, adorabile a Torino
capolavoro ma che indub­ avventuriera che esce con
biamente ci perviene, al di Pino Micol e
Warner Bentive^ bella grinta dai labirinti del­
TORINO, 27 - La stagione
là degli intrinseci valori, di GHIGO DE CHIARA la vicenda, e accanto a lei
nel lavoro di Andreini della danza è nel suo pieno.
come testimonianza esau­ un Pino Micol piacevolmen­
Al Regio «Carmen» di e con
riente dei modi coi quali molteplici interessi (opere testo di agnizioni, rivelazio­ Diappi, le musiche sapien­ drammaturgia del 17. seco­ te stralunato e zelante nei
edificanti, pastorellerie e Antonio Gades e la splendi­
venne concepita la dramma­ ni, avventure, ca-si incredibi­ temente curate da Paolo lo. Del resto, che le inten­ panni di /Rovenio e un War­
scherzi sollazzevoli) l'An- li. Il seicentesco gusto del damente gitana Cristina
turgia nell'età barocca, Terni e, soprattutto, attra­ zioni di Ronconi fossero ner Bentivegna delizioso nel­
dreini visse sulla propria meraviglioso è servito ma va verso una spettacolare di­ Hoyos. Al Nuovo per il VI
momento di burrascoso prevalentemente didattiche la senile figurina d'una sorta
pelle questo scontro: e Le riconosciuto che, escluso da mostrazione di machinerie (e, in questo, f a centro) re­ Festival Internazionale «Il
scontro tra la non ancora e- di factotum di palazzo. De­
gesto e l'anima» danze ri­
due commedie in commedia una partecipazione di inte­ barocca (le scene sono di sta dimostrato dal fatto che
saurita vocazione profana gli altri, che sono tanti, dob­
tuali balinesi di I IVfade
dei comici dell'Arte e la re­ ne sono chiarissimo saggio. resse a tanto aggrovigliata Margherita Palli), recupe­ davvero non gli sarebbe sta­
Riferirne nei dettagli il matassa, lo spettatore o- biamo limitarci a citare Lu­
Djimatt. Nel primo spetta­
staurazione controriformi­ rando - dicevamo - un «sen­ to impossibile (adattando,
soggetto è praticamente im­ dierno può ammirarne tut- timento del tempo» di filo­ rielaborando, riducendo) e- ciano Virgilio come esube­
colo il tipico iberico, la for­
stica di un teatro incline a possibile: basterà ricordare t'al più (e con una curiosità rante Zelandro, Gian Campi
logica attendibilità. strarre da tanto stravagante te componente passionale
moraleggiare al riparo delle che le due recite (l'una ple­ scientifica da laboratorio) Sicché il pubblico che as­ che offre bella corposità ru-
e torrenziale materiale una dell'Andalusia, trovano sul
innocenti convenzioni d'Ar­ bea e l'altra accademica) l'erudita valenza di docu­ siste alla lunga rappresenta­ recita più assimilabile. Va zantesca all'oste, Virgilio
cadia. Erede di una illustre legante armonico bizetiano
incluse nel testo partono da mento d'epoca: e proprio al­ zione deve soprattutto pre­ detto tuttavia che, nonostan­ Zernitz come tronfio acca­
dinastia di commedianti er­ un'occasione cerimoniale - i l'essenzialità cruda. Una
la specificità della docu- disporsi a una circostanziata te l'accanimento pedagogi­ demico, Roberto Alpi spas­
rabondi fra piazze paesane e festeggiamenti di un Rove- niientozione si appoggia Lu­ lezione dalla quale uscirà, se spogliazione progressiva del
co, durante le quattro ore e sosissimo Lelio e poi il Pan-
corti aristocratiche, attore nio, veneziano, per l'amico ca Ronconi recuperando at­ non divertito, sicuramente mezzo di rappresentazione «folclore» per assurgere ad
nullo, il «pedante» Parmeg-
(sembra) di notevole virtù e Zelandro reduce dal Levan­ traverso gli elaborati e fan­ edotto dal vivo sulle dimen­ qualche risata (o almeno espressività teatrale nuda,
giani, il Visentin, la Mar­
scrittore infaticabile dai t e - e si scoprono come pre­ tasiosi costumi di Carlo sioni iperboliche di certa qualche sorriso) ci scappa: e intensa, fatta di purissimi
gherita, il Mezzera, il Prati.
gesti, movimenti corali e
rimbalzi di passi a due, in
alternanze piene di figura­
zioni che dell'ispano-anda-

FERRARA, 27 - Con il «Re Lear» di Shakespeare nell'edi­


Al Comunale di Ferrara iuso colgono il nocciolo, il
punto focale del cadenzato,
sentenzioso ed astuto, o con raffinati aforismi e metafore in­
zione della compagnia di Glauco Mauri, magnifico inter­ tellettuali, cabarettistiche, con sarcasmi espressionistici alla e dal flamenco tendono ad
prete e attento regista di un allestimento che si avvia a ri­
sultare tra i più importanti e significativi della stagione, il Il ^ R G L G 3 I ^ Karl Valentin; una prova di attore eccezionale, quella di
Roberto Sturno, per abilità scenica, che dialoga, come ven­
un'anima tersicorea euro­
pea. Al Nuovo dopo Carol-
Teatro Comunale di Ferrara ha festeggiato nella maniera triloquo, con un pupazzo a mano, e tenuta scenica da prota­ yn Carson, l'anima induista
più felice possibile, considerato anche l'esito trionfale della
serata e la sala pieno di un piibblico calorosissimo, un dop­
pio avvenimento: il ventennale della riapertura del teatro e
l'inaugurazione di un cartellone di prosa intelligente, impe­
con Mauri gonista. Indimenticabile. Naturalmente fra gli attori rilievo di riti propiziatori deir«at-
assoluto a Glauco Mauri nella parte ovviamente di Lear, tore che danza» 1 Made
che svela sul suo volto i tratti di un'ilare cosmica infelicità Djimatt in un raffinato gio­
(«sono il buffone del mio destino»), dell'assurda condizione co minimo di movenze cor­
gnativo e molto accurato nelle proposte di spettacolo. " umana del dolore inseparabile dalla realtà, con stati d'ani­ porali col supporto teatrale
di GIUSEPPE LIOTTA
Attraverso la lucida e penetrante regia di Glauco Mauri mo inquieti e profondi («ho una crepa nel mio cervello») ora di maschere fisse.
il grandioso e complesso testo shakespeariano acquista una collerici ora dolci, teneri e infantili o terribili e angoscianti, Due culture a raffronto:
scena del «soffiate venti...» esse si muovono senza sosta,
chiarezza e una vitalità sorprendenti, un'evidenza rappre­ totalmente insicuri («dov'è il mio matto»). la movenza araba fortemen­
rumori che giungono volutamente artificiali come per bloc­
sentativa, scenica, scoperta, sottratta agli insondabili miste­ Eccellente la scena dell'ingresso con sulle spalle il corpo te ritmata sulle anche e sui
carne lo strepitoso effetto, piuttosto che per esaltarlo. Infat­
ri e alle molteplici ambiguità che sono la caratteristica di ti per Glauco Mauri il «Re Lear» shakespeariano rappresen­ inanimato di Cordelia, con le mani che pendono davanti garretti per «Carmen», la
questa tragedia, m a caricata tuttavia di una profonda se­ ta soprattutto un tracciato di molte verità. Ciascun perso­ come quelle di un manichino, ma anche gli altri personaggi minimalità induista dei pas­
greta angoscia esistenziale niente affatto intimidatoria, ma naggio ha una sua privata insensatezza, insomma si tratta di appaiono marionette senza fili di un unico destino che tiene si a piedi à plat e della si­
secca, essenziale, contagiosa, esplicativa fino a ricordare un incontro-scontro di tante solitudini. per mano questi personaggi. Fra gli attori dobbiamo assolu­
certi drammmi didattici di Brecht, ma soprattutto allusiva, nuosità di mani, spalle nella
L'idea più straordinaria e originale della rappresentazio­ tamente ricordare l'eccellente Edgar di Massimo De Rossi,
come in soglio, sospesa sulla tempesta delle vicende umane, fissità terribile dei grandi
ne è riservata alla figura del Matto, artefice dello spettacolo uri Amleto in più, l'Edmond volitivo, cattivo di Giorgio
legata ad una poetica dell'assurdo, in una parola beckettia- che si rappresenta (o meglio egli rappresenta) davanti ^i no­ Tausani, e il Bloster a cui Vittorio Franceschi dà i toni tenui occhi bianchi delle masche­
na, che certamente aumenta e rende attuale il fascino origi­ stri occhi. Viene fuori all'inizio dalla buca centrale come un e accattivanti della sua bravura attorica. Delle donne in ri­ re. Due anime in gesti dal
nario e sconvolgente dell'opera e dei suoi innumerevoli per­ folletto dalle viscere della terra e vi rientra alla fine, a spet­ lievo Orietta Notari (Cordelia), Nunzia Greco (Regana), differito rituale dell'uso del
sonaggi. Un mondo dove la natura è lontana, affidata a tacolo concluso, dopo averlo teatralmente condotto e com­ Adele Pellegatta (Gonnerilla). Le scene di Mauro Carosi, i corpo e dello spazio sceni­
quelle macchine sceniche mosse a vista che in qualche mo­ mentato, facendo persino uso di una lanterna magica, come costumi di Odette Nicoletti, le musiche di Sergio Liberovi- co.
do la simulano, ma come per distanziarla. Nella famosa poetico giullare, come Clovehamm in «Finale di partita». G.S.B.

Nel film di Verdone e Arena


Storia di cuori Televisione 1 / 2 / 3 - Circuiti nazionali
OGGI
in piena allegria
20.30 Storie d i u n italiano 19.30 D a l l a s - T e l e f i l m
21.35 P e r a m o r e e p e r onore - Teìefilm 20.25 VVisitors-TelefiJm
22.25 T G 2 - Stasera 22.25 Love Boat. Telefilm
22.35 T G 2 - T r e n t a t r è Settimanale
Rete 1 23.05 I) brivido deirimprevlsto
2 3 . 2 5 A n c h e gii uccelli uccidono • Film

23.30 T G 2-Stanotte
«Cuori nella tormenta» di t r e occasioni, che il suo
13.00 T G L'una
Retequattro
Enrico Oldini con Corlo personaggio di bambinone 13.30 TGl-Notizie. Rete 3
Verdone e Lello Arena. velleit'àrio, mammone e so- 14.00 Domenica in 11.30,. T r e cuòri in a f f i t t o - T e l e f i l m
14.40 Discoring 8 4 / 8 5 13«00 U n a fa,mi(jlla americana,-Telefilm .•
I cuori sono nella tòr- gnatOTe, è ricco di non po­ 17.15 Fantastico Bis 12.15 FicBtasGfandes 14^00 L a squadriglia delie pecore nere - Telefilm
menta, è vero, m a poiché i ch e sfumature. Walter e il 18.50 C a m p i o n a t o d i Calciò 12,45 C a n t a m a r e : Musica i n o n d a 'fi4 I5.<W L a peda^nerar Film . •
20.30 ; Progettò Atlantide - Film- 14.50 U n a vóce: U n rnito Aureliano Pertile 17.20 VegasT-Telefilm.
due protagonisti srch'iaitia- cuòco' di bòr^ó, Aferia, 22,25 Telcgio.rnaie ; 15.10 T G 3 : diretta sportiva 18.15 Q u o Vadiz, replica
no Carlo Verdoìie è Lello 22.35 La domenica sportiva 17.05 American G r à f f i t i - Film
vengòrio riuniti dal caso 19.00 TG 3
19i30 Arabesque-Telefilm
2030 Prima pagina - Film ^
Arena (torna un'«àc'coppia- sotto'lo stesso cielo e incon­ 19.40 In t o u r n é e - S c i a l p i 22/30 Casablanca-Telefilm •
ta» regionale tipica del ci­ 20.30 Domenica gol
trano 'e si inriarnorano,' l'u­ Rete 2 22.05 TG 3
23.30 Inno d i battaglia - Film

nema italiano, vi sarete su­ no all'insaputa dell'altro, 22.30 Campionato calcio Serie «A»
bito fatti la giusta idea che galeotto il caso di cui so­ 13.00 T G 2 - O r e tredici
Italia 1
tanta tempesta non può es­ pra, della medesima fan­ 13.25
14.30
T G 2 - C ' è d a salvare
C o m m e d i e in diretta - « C
Canale 5
13.00 Sport: G r a n d Prix
sere dipinta che in «alle­ ciulla. I- Diretta Sport 14.00 Deejay Television
Cosa succederà, quando 17.50 Campionato d i Calcio 10.00 L a regina delle piramidi - Film
gria», o almeno in colori 18.20 D u e rulli d i comicità 12.00 Sport: Football americano
16.40 Hazzard - Telefilm
17.40 S u p e r c a r - T e l e f i l m
pastello. E Enrico Oldini, a poco a poco si disvelerà ai 18.40 T G 2 G o l Flash 14.00 Kojak - Telefilm 18.40 A-Team - Telefilm
18.50 Due e simpatia -Odissea» 15.00 La valle delle bambole - Film
regfsta alla sua opera pri­ loro occhi l'intero pastic­ 19.50 T G 2 telegiornale 17.00 Frontiere a Nord-Ovest - Film
2 0 . 2 5 Drive in
22.10 M a n h a t t a n Baby - Film
ma, m a sperimentato sce­ cio? Tormenta (come meta­ 20.00 T G 2 - Domenica sprint 19.00 I Jefferson 24.00 II rapimento d i A n n a > Film
neggiatore, non manderà fora di tormento) per tre
deluse le vostre aspettative: cuori e tutta una serie di al­
a cominciare dallo scenario lontanamenti, delusioni, ri­ DOMANI 20.20
20.30
T G 2 - lo sport '
T G 2 d i tasca nostra.
2 2 . 4 5 L ' u o m o e l'avventura, con Ambrogio Fogar
2 3 . 2 5 Sport: Golf
prescelto - una Porto Ve­ conciliazioni, rancori, gelo­ 21.25 Colombo. Telelìlm 0 0 . 2 5 Sezione sterminio. Film - Giallo
23.35 T G 2 stasera
nere fotografata nei suoi sie, esaurimenti e persino Rete 1 22.10 Protestantesimo
congeniali, romantici gri­ follie. Finché di tormenta 23,40 T G 2 stanotte Retequattro
23.45 D S E : artisti allo specchio
gio-azzurri invernali - per in tormenta non si arriverà 12.00 T G 1 n a s h
12.05 Prontb Raffaella? 12.00 Febbre d ' a m o r e - Telefilm
finire al modo garbato, al a «Tradimento», film con 13.30 Telegiornale Rete 3 12.45 Alice-Telefilm
sorriso gentile con cui con­ cui la S u m a sposa la causa 13.15 M a r y TyJer Moore - Telefilm
14.00 Pronto Raffaella? Ultima 13.45 T r e cuori in a f f i t t o - T e l e f i l m
duce l'intera vicenda. del cinema, sciogliendo de­ 16.30 Lunedì sport 15.50 Calcio. Serie «A» e «B» 14.15 Fiore selvaggio'Telenovela
finitivamente la vicenda. I 17.00 T G 1 flash 18.15 L'orecchiocchio. 14.IH) Bill, sei grande!. Film
Certo la sceneggiatura 18.00 L'Italia del P o 5 «Dove nasce il Po>> 19.00 TG3 17.30 F e b b r e d'amore. T e l e f i l m
non è sempre probabile, d u e ex contendenti si ritro­ 18.30 Dubay 19.M S p o r t regione del lunedì 18.45 S a m b a d ' a m o r e . Telenovela
20.00 Telegiornale 20.30 Italian Style (4. p a r t e ) 19.30 M ' a m a non m ' a m a , gioco
tradisce ripensamenti a fa­ veranno, tempo dopo, sotto 20.30 Progetto Atlantide (2.) " 21.30 TG 3 20.30 II principe e la ballerina. Film • M . Monroe
10 schermo dove si proietta 22.35 Telegiornale 21.40 D S E : la p r i m a e t à ,22.45 Vegas. Télefilm
vore del clichè, del «mo­ 22.50 Speciale T G - I . A c u r a d i Alberto L a Volpe 22.10 11 processo dei lunedi 23.45 Buonanotte avvocato!, Film
mento» più che dell'insie­ 11 di lei film, in un nostalgi­ 23.45 T G 1 n o t t e - o g g i al Parlamento 23.15 TG3 1.20 Hawaii S q u a d r a C i n q u e Zero. Telefilm

me; la prestazione di Lello co «come eravamo», che è


Arena è nei Hmiti della «tormento» e «tormentone» Rete 2 Canale 5 Italia 1
buona caratterizzazione e implicito ed esplicito di
13.00 T G 2 ore tredici 12.10 Bis, gioco a q u i z condotto d a M i k e Bongiorno 12.00 AgenziaRockford-Telefilm
Marina S u m a è solo un'ac­ tanto cinema italiano e la 13.25 T G 2: C ' è d a vedere 13.00 Agenzia Rockford, Telefilm
12.45 f i pranzo è servito
dice forse lunga sul perchè 13.30 Capitol. Telefilm (129. puntata) 13.00 Chips. Telefilm
cattivante graziosa presen­ 13.25 Sentieri • Sceneggiato
14.35 T a n d e m . In diretta dallo studio 3 d i Roma. 14'00 Deejay Television
14.25 General H o s p i t a l - T e l e f i l m
za. M a di contro. Verdone, continuiamo a poter ap­ 16.55 D u e e simpatia (6. p.) 15.25 U n a vita d a vivere - Sceneggiato
14.30 La famiglia Bradford. Telefilm
15.30 Giorno p e r giorno. Telefilm
nei panni del sottufficiale prezzare solo piccoli passi e 17.30 TG2na8h 17.00 Galactica-Telefilm 17.40 Wonder W o m a n . Telefilm
J7.35 Bombey e figlio Telefilm (6.) i8:oo Tarzan-Telefilm
di marina Walter (pronun­ mai un deciso salto in avan­ 18.20 TG2sportsera 19.00 l Jefferson - Telefilm
18.40
20.25
Charile's Angels. Telefilm
Progetto Genesi. Film
ti. 18.30 L'ispettore Derrick. Telefilm 19.30 Z i p Z a g , gioco a q u i z 22.15 Bit
cia Uolter) ha modo di di­ 19.45 T G 2 Telegiornale 20.25 Prigioniero della seconda strada. Film 23.00 L a fontana della vergine. Film
mostrare, meglio che in al­ A.L.
supplemento
z i o n e in f a b b r i c a , d e l rinchiudersi n e l l e zione dei rapportit r a sindacato e potere e-
t r i n c e e a r i t e m p r a r e le f o r z e i n a t t e s a d i secutivo attraverso cui garantire u n a par­
t e m p i ( l u n g h i ) migliori c h e c o n s e n t a n o tecipazione, u n controllo e d eventualmen­
u n a ripresa dell'azione in c a m p o aperto. t e u n consenso alle politiche di governo,
A n c h e questa scelta comporta u n a c a d u t a sui t e m i dell'occupazione, delle riconver­

T r a le t a n t e r a g i o n i c h e s p i n g o n o v e r ­ d i rappresentatività e di ruolo rispetto alle sioni produttive, d e l fisco, della s p e s a


possibilità d i intervento e d i condiziona­ Q u e s t a s e m b r a f r a n c a m e n t e un'esage­
s o u n a riforma del salario e della p u b b l i c a e dello s t a t o sociale...
m e n t o d e l sindacato nel governo dell'eco­ r a z i o n e e come d i c e il c o m p a g n o B e n v e ­
s t r u t t u r a c o n t r a t t u a l e si p u ò c o ­ Q u e l giudizioh a poi a v u t o conseguenze
n o m i a e q u i n d i nelle decisione d i politica n u t o ormaii « a n c h e i sassi» s a n n o c o s a si­
minciare d a quella apparentemente più sino al 14 febbraio al p u n t o c h e quell'e­
dei redditi e dell'occupazione. g n i f i c a q u e s t a p r o p o s t a p e r la C G I L e p e r
banale;d a alcuni a n n i la politica salariale sperienza 0 l a possibilità d i u n a c c o r d o
I n effetti s e riflettiamo sull'esperienza il s u o g r u p p o d i r i g e n t e . C e r t a m e n t e n o n si
h a c o m e obicttivo fondamentale e prima­ n o n si è e f f e t t i v a m e n t e r i p e t u t a nonostan­
degli ultimi d u e anni, dall'accordo Scotti t r a t t a d i u n a p r e g i u d i z i a l e ne i c o n f r o n t i
rio l a difesa del valore reale dei salari. In­ t e c h e l a t r a t t a t i v a c o n il g o v e r n o si d e f i ­
f a t t i s o n o m u t a t e le c a r a t t e r i s t i c h e d e l ci­ d e l g e n n a i o ' 8 3 a d oggi, n o n o s t a n t e q u e l l o del governo e della Confindustria, m a di
n i s s e nel 1 9 8 4 , a n c o r a p i ù e s p l i c i t a m e n t e ,
clo economico e questo m u t a m e n t o è av­ c h e è s u c c e s s o , si p u ò r a g i o n e v o l m e n t e ri­ u n e l e m e n t o i m p o r t a n t e c h e si d o v r à risol­
c o m e u n a sperimentazione d i politica d e i
venuto d o p o lunghi anni d i inflazione a t e n e r e c h e il s i n d a c a t o u n i t a r i o h a c o n s a ­ vere nel complesso della trattativa.
r e d d i t i , d i c o n t r o l l o d i tutti i redditi
d u e c i f r e e di ristagno dello sviluppo. E ' pevolmente rivendicato e gestito u n a pro­ Altrettanto esplicite appaiono le indica­
(prezzi amministrati e tariffe,equo cano­
posta d i politica d e i redditi; u n a politica zioni r e l a t i v e a l l a r i f o r m a d e l l a s c a l a m o ­
e n t r a t o i n c r i s i il m e c c a n i s m o t r a d i z i o n a l e ne, scala mobile, fisco, ecc...) rispetto a d
d i formazione e distribuzione delle risorse d e i r e d d i t i c h e n o n si è r i s o l t a b r u t a l m e n t e bile; u n a r i d u z i o n e d e l l a p r e s s i o n e f i s c a l e
u n obiettivo d'inflazioneprogrammata.
e conseguenzetemente, q u e s t a crisi distri­ s u i s a l a r i . In p a r t i c o l a r e c o n l ' e l i m i n a z i o n e
butiva h a messo i n discussione l e politiche a u t o m a t i c a d e l fiscal-drag, p o t r e b b e con­
r i v e n d i c a t i v e e d il s i s t e m a d i r e l a z i o n i i n ­
d u s t r i a l i c h e i n u n v e n t e n n i o si e r a n o v e ­
Una proposta unitaria perneutralizzare s e n t i r e d i p o r t a r e la cadenza della scala
mobile a sei mesi i n u n c o n t e s t o d i politi­
c h e dirette a contenere l'inflazione attorno
n u t e consolidando nel nostro Paese.
P a r a f r a s a n d o il t i t o l o d i u n f i l m , p o ­ il referendum PCI sulla scala mobile a l 10 p e r cento. C o n q u e s t a impostazione
il g r a d o d i c o p e r t u r a nominale non è p i ù
t r e m m o dire c h e oggi siamo qui a discute­
r e d i riforma del salario e della contratta­ u n feticcio, m a , correttamente a n c h e p e r
z i o n e travolti d a l l a c u l t u r a e d e l l a i d e o l o ­ la C G I L , d i v e n t a u n a v a r i a b i l e c h e d i f a t ­
gia dello sviluppo.
A questa ragione obiettiva bisogna ag­
giungere le ragioni soggettive c h e hanno,
p e r a l t r o verso, contribuito a d a g g r a v a r e
n sindacato non vuol t o d i p e n d e d a l livello d i i n f l a z i o n e ( s e q u e ­
s t o livello si r i d u c e , si a m p l i a il g r a d o d i
copertura).
Coerentemente con questo orientamen­

perdere? Tnizi
l a crisi della contrattazione. D a l l a , f i n e t o p o l i t i c o d i riduzione e c o n t r o l l o d e l l ' i n ­
d e g l i a n n i ' 5 0 l a s t r u t t u r a e il s i s t e m a f l a z i o n e e d e l l a s c a l a m o b i l e , si p u ò p r e ­
n o r m a t i v o c o n t r a t t u a l e si s o n o a n d a t i s v i ­ vedere u n a limitata differenziazione del
l u p p a n d o , a c c u m u l a n d o e s e d i m e n t a n d o i- punto diretta a salvaguardare i parametri
s t i t u t i , n o r m e , livelli, s e n z a l a c a p a c i t à , salariali collegati alla professionalità e a
c o m e g i u s t a m e n t e r i l e v a T r e n t i n , d i ri­
formare loro stessi.
Questa sommatoria, queste aggiunte
successive d i pezzi d i c o n t r a t t a z i o n e col­
lettiva c h e d i p e r s è costituiscono innova­
a trattare sul salario salvaguardare u n a strategia rivendicativa
p e r settori e aziende.
L e p r o p o s t e , gli o r i e n t a m e n t i , in o r d i n e
alla riforma d e l salario e delle indicizza­
zioni q u i n d i n o n m a n c a n o ; c i ò c h e c o s t i ­
zioni importanti d e l sistema rispetto a l tuisce u n p r o b l e m a è la possibilità d i ri­
di OTTAVIANO DEL TURCO
m u t a r e della organizzazione d e l lavoro, trovare su~questi-temi u n a capacità d i
dei rapporti di lavoro e quindi delie scelte nella predetermianzione d e l salario con­ confronto e d i discussione t r a C G I L , C l -
M a il p r o b l e m a r e s t a c o m e è d i m o s t r a t o
d i politica rivendicativa, h a n n o determi­ S L , U I L e qtieste difficoltà non sono t a n t o
trattuale e nel r a f f r e d d a m e n t o della scala dalle vicende successive e in particolare
n a t o u n assetto contrattuale confuso, cón- riferite a l m e r i t o , q u a n t o a d u n c l i m a d i
m o b i l e ,m a h a i n v e s t i t o a s p e t t i r i l e v a n t i d i d a l difficile e t o r m e n t a t o percorso di rico­
traddittorio i n c u i è difficile districarsi, politica fiscale e d i politiche e à sostegno rapporti unitari ancora influenzato nega­
struzione di u n a proposta unitaria C G I L
definire u n ordine o u n a priorità t r a i di­ t i v a m e n t e d a g l i e f f e t t i d e l 14 f e b b r a i o e
dell'occupazione (contratti d i solidarietà, sulla riforma del salario e della contratta­
v e r s i livelli, s t a b i l i r e u n a s e q u e n z a l o g i c a ancor più dall'iniziativa referendaria del
o r a r i , m e r c a t o d e l l a v o r o , e c c . ) .N è si p u ò z i o n e , I n f a t t i nel d o c u m e n t o c o n c u i il d i ­
e coerente d i politica rivendicativa. Ride­ PCI.
dimenticare c h e proprio i n virtù d i quel­ rettivo della C G I L a p p r o v ò la cosiddetta
finire quindi u n a struttura contrattuale, Q u e s t o clima, questa situazione di im­
l ' a c c o r d o c o n il g o v e r n o s i è s b l o c c a t a u n a p o p o s t a L a m a - D e i T u r c o si d i c e c h e l a
u n a s t r u t t u r a d e l salario e d e l c o s t o d e l la­ passe non p u ò d u r a r e a lungo senza c o m ­
situazione d i paralisi c o n t r a t t u a l e c h e «modifica degli indirizzi d i politica eco­
v o r o ; m a in f u n z i o n e d i q u a l e p o l i t i c a ri­ p r o m e t t e r e d e f i n i t i v a m e n t e la possibilità
coinvolgeva d a mesi tutti i settori dell'in­ n o m i c a e d e l l ' i n t e r v e n t o p u b b l i c o è l'asse
vendicativa? , d i u n n e g o z i a t o - c o n la C o n f i n d u s t r i a e
dustria. strategico s u c u i v a n n o r i d e f i n i t e l e politi­
U n a nuova struttura contrattuale e sa­ quindi a n c h e la ripresa d i iniziativa con­
Quell'esperienza, positivamente conclu­ c h e c o n t r a t t u a l i e s u c u i v a ricostruito u n
lariale non p u ò essere pensata in astratto, t r a t t u a l e e - rivendicativa d e l s i n d a c a t o .
s a , a v e v a m e s s o i n e v i d e n z a l a c r i s i d e l si­ più forte ruolo contrattuale del sindaca­
c o m e u n a scatola vuota, c o m e u n a costru­ U n a alternativa a l negoziato non esiste,
s t e m a contrattuale e dell'assetto delie re­ to».
z i o n e g i u r d i c o - f o r m a l e s e n z a c h e si s a p p i a a n z i l o s t e s s o c o n f r o n t o c o n il g o v e r n o s u l
lazioni industriali. L ' a s p e t t o p i ù rilevante N e l l o stesso t e m p o q u e s t o d o c u m e n t o
prima oi n corso d'opera, di quali contenu­ fisco e sull'oc cupa zione rischia d i avviarsi
c h e emergeva d a quell'accordo in m o d o e- precisava c o m e la questione fiscale fosse
ti rivendicativi, determinaizoni e proposi­ m a l e e di impantanarsi in u n a situazione
splicito, e r a d a t o dalla incompatibilità t r a u n a condizione p e r l a riforma del salario e
zioni s a r à r i e m p i t a . senza sbocchi. •
u n sistema d i indicizzazione ( c o m e quello della contrattazione; insomma nonostante
I n primo luogo u n a riforma della con­ I n q u e s t o _ m o d o si c o n s e n t i r e b b e c h e l a
concordato" nel 1975) e u n a struttura b a ­ il 1 4 f e b b r a i o , l a C G I L r i b a d ì u n a n i m e n t e
trattazione comporta u n cambiamento s c i a g u r a t a iniziativa del r e f e r e n d u m di­
s a t a s u p i ù livelli d i c o n t r a t t a z i o n e s a l a r i a ­ il n e s s o e l a i n t e r d i p e n d e n z a t r a p o l i t i c a
della n a t u r a della politica contrattuale s p i e g h i gli e f f e t t i p e g g i o r i s u t u t t i i p r o t a ­
t r a d i z i o n a l e e u n a riflessione a p p r o f o n d i t a li ( n a z i o n a l e - a z i e n d a l e ) . S i è t r a t t a t o i n fiscale e salariale e q u i n d i l'esigenza o- gonisti delle v i c e n d e sindacali e politiche.
delle esperienze d i contrattazione é d i fondo d i dedicere quanta p a r t e della re­ biettiva d i ripartire d a u n a trattativa col Q u e s t e conseguenze sono avvertite dalla
concertazione t r a sindacato e governo, dei tribuzione dovesse crescere nel 1983 i n g o v e r n o s u l f i s c o ( a n c h e ai f i n i d i u n a lot­ C o n f i n d u s t r i a a n c h e s e la disponibilità al
rapportit r a sindacato e Stato. ragoine dell'inflazione e q u a n t a p a r t e in t a all'inflazione), c o m e condizione p e r negoziato r i a f f e r m a t a dal s u o presidente,
virtù della contrattazione. l'avvio contestuale di u n a trattativa c o n l a
A p p a r e in questo senso c o m e u n a ten­ non nasconde ITSifficoltà derivanti dalle
d e n z a oggettiva u n processo d i relativa A differenza delle vicende sindacali d i Confindustria sulla riforma del salario e
posizioni d i - m e r i t o a s s u n t e ( b a s t i p e n s a r e
centralizzazione dei rapporti contrattuali altri paesi europei l'indicizzazione non ve­ della scala mobile.
a l t e m a degli orari d i lavoro, e a i problemi
c o n il p a d r o n a t o e il g o v e r n o ; a n z i q u e s t a n i v a e l i m i n a t a o b l o c c a t a , m a v e n i v a ri­ L a proposta politica della C G I L for­
connessi alle ristrutturazioni in corso, alla
t e n d e n z a d i v e n t a u n a necessità e u n a esi­ d i m e n s i o n a t a d i c i r c a il 1 0 - 1 5 p e r c e n t o m a l m e n t e assunta d a l direttivo d e ! m e s e
riapertura dello scontro sui decimali).
g e n z a p e r gli s t e s s i o b b i e t t i v i p r i o r i t a r i nel g r a d o di copertura e q u e l r a f f r e d d a ­ d i luglio, ristabilisce esplicitamente u n
C i sono l e condizioni p e r u n a ripresa u-
dell'azione sindacale, p e r u n a ripresa m e n t o v e n i v a compensato con misure di p u n t o f e r m o sulla strategia del sindacato,
nitaria e p e r u n a soluzione t u t t a sindacale
( m o d e r a t a ) dello sviluppo e p e r u n a politi­ politica fiscale c h e garantivano grosso n o n o s t a n t e t a n t e p o l e m i c h e a r t i f i c i o s e sul­
c h e n e u t r a l i z z i gli e f f e t t i d e l r e f e r e n d u m .
c a d i rientro dall'inflazione. N o n c ' è d u b ­ m o d o la t e n u t a dei salari reali. D a q u e l l a centralizzazione e sul neocorporativi­
Q u e s t a eventualità, questa ragionevole
b i o c h e i n q u e s t a t e n d e n z a c ' è il r i s c h i o momento, in u n a p a r t e importante del smo; almeno in questa fase, per l'iniziati­ possibilità, n o n p u ò essere sottovalutata
della codificazione d i u n rigido sistema d i sindacato, m a t u r ò la convinzione e la scel­ va del sindacato è impossibile prescindere c o m e s e s l a r a t t a s s e d i t o g l i e r e «le c a s t a ­
relazione industriali t r a sindacato, gover­ t a d i c o n s i d e r a r e q u e l l ' a c c o r d o «irripetibi­ da un rapporto con il governo. A n z i è d a l
g n e d a l f u o c o » p e r il P C I ; a n z i , s e s i p e r d e
no, p a d r o n a t o c h e p u ò m e t t e r e in crisi l a le» s i a n e l l a f o r m a c h e n e l l a s o s t a n z a , c o ­ divenire di questo rapporto e dalla f o r m a
l ' o c c a s i o n e u t i l e p e r ritessere u n d i f f i c i l e
rappresentatività e la democraìicità del m e s e a q u e l l ' a c c o r d o il s i n d a c a t o f o s s e specifica c h e questo rapporto h a in qual­
rapporto unitario, p e r riprendere gra­
sindacato. stato costretto d a u n a sfavorevole con­ c h e m o d o assunto negli ultimi d u e anni, d u a l m e n t e l'iniziativa politica e contrat­
C ' è u n rischio o p p o s t o , p e r ò , c h e il t i ­ g i u n t u r a politica. c h e p u ò venire u n a risposta allo sviluppo t u a l e , è p i ù g i u s t o c h i e d e r s i ; c h i t o g l i e r à le
m o r e e il r i f i u t o i d e o l o g i c o d i u n a c o n t a ­ C i ò c h e veniva messo in discussione, dell'azione e dell'iniziativa c o n t r a t t u a l e c a s t a g n e d a l f u o c o p e r il s i n d a c a t o ?
minazione dell'azione sindacale p u ò pro­ c h e s i t e n t a v a d i r i m u o v e r e e r a l a novità del sindacato.
vocare: è quello del ritorno al m i t o dell'a­ politica più importante d i quella espe­ L a riproposizione c h i a r a d i q u e s t o p u n ­
* Segrelarirrgenèràte aggiunto delia CGIL
r i e n z a ; in p a r t i c o l a r e c h e il g o v e r n o ( l o t o ( o «asse s t r a t e g i c o » , p e r u s a r e il lin­
S t a t o ) p e r la p r i m a volta n o n avesse agito g u a g g i o della C G I L ) non p u ò essere sot­
d a semplice mediatore.o arbitro tra le par­ tovalutata o diminuita con una polemica
t i , m a si f o s s e c o i n v o l t o d i r e t t a m e n t e , c i c h e rischia d i a p p a r i r e «pretestuosa» sulla
a v e s s e m e s s o «del suo» e a l l a f i n e r i s u l t a s ­ questione del recupero dei quattro punti
s e u n a p a r t e contraente decisiva.I n effetti tagliati dal decreto. Qualcuno è arrivato a
c o n q u e s t o g i u d i z i o d i «irripetibilità», si d i r e c h e q u e s t a richièsta d e l l a C G I L p u ò ,
negava u n a esigenza d i fondo, sottolineata a v e r e , c o m e il r e f e r e n d u m d e l P C I , u n e f ­
all'inizio, d i u n a r i f o r m a delle s t r u t t u r e f e t t o abrogativo s u u n a ricerca e u n a di­
contrattuali, d e l sistema d i relazioni indu­ scussione p e r la definizione di u n a propo­
s t r i a l i e contestualmente d i u n a ridefini­ s t a unitaria sulla r i f o r m a d e l salario.

Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 198-


intervista

Alberto Moravia ha che Kafka è impegnato? nista nel mondo moderno. ne è solo una meravigliosa
rilasciato alla rivista
Fiera la prima intervi­
Beh, sì, ma in un senso
molto lato. C'è chi ha volu­
ìf E questa situazione non è
stata accettata dal popolo
natura, molto molto bella,
questo sì. E' un piccolo po­
sta dopo la sua elezione to vedere nei romanzi di italiano, soprattutto dalla polo, la mongolia esterna,
a parlamentare euro­ Kaflta, come in quelli di piccola borghesia che ne è con un milione e mezzo di
peo, nella quale si sof­ Musil, un documento del tuttora la parte più inquie­ abitanti, e un territorio
ferma a parlare del suo crollo dell'impero austro­ ta e più aggressiva. grande tre volte la Francia.
rapporto con la politica ungarico, chi ci ha scorto Dalla Controriforma, ai Sono molto diversi dai
e di ciò che definisce addirittura una prefigura­ Carbonari, dal fascismo al russi? Che cosa c'è di vero
«male italiano», attri­ zione del nazismo. In realtà terrorismo di oggi, al di là in quella frase di Block,
buendone le cause alla Kafka è più universale, mi delle differenze ideologi­ quando parlando dei russi,
frustrazione degli ita­ sembra, esprime soprattut­ che, all'origine dei tentativi dice: «Noi siamo i Mongoli,
liani nel confrontarsi to il disagio esistenziale del» di rinnovamento della so­ con gli occhi a mandorla»?
con la grandezza del l'uomo moderno, smarrito cietà italiana c'è questa No, i mongoli sono più
proprio passato. Oltre nei meccanismi della socie­ frustrazione di una egemo­ vicini ai cinesi, sarebbero
all'intervista con Mora­ tà autoritaria, ma anche ne! nia culturale perduta... cinesi se non fossero più
via, l'ultimo numero di labirinti della sua «coscien­ Secondo lei si può parla­ forti, più robusti e più alti.
Fiera pubblica una in­ za inquieta». IVIa anche il re di una responsabilità de­ I mongoli hanno dominato i
tervista con lo scrittore suo mi sembra un impegno gli intellettuali in qu^ta si­ russi, per tre secoli appar­
Norman Mailer e tre che va al di là della adesio­ tuazione? tenevano alla cosidetta Or­
racconti inediti di Ed­ ne particolare a un partito... Beh, io devo dire una co­ da d'oro. Naturalmente c'è
gar Allan Poe. Non è così? sa a questo punto. Tutti se stata una forte mescolanza
Fiera, mensile di at­ No, certo non si può dire la prendono con gli intellet­ razziale, nella psicologia
tualità e cultura diretto che io sia impegnato più di tuali. Oggi gli intellettuali dei russi c'è qualche cosa
da Claudio Angelini, Kafka o di Baudelaire. sono gli unici personaggi di asiatico, non si può ne­
propone inoltre in que­ Non mi può dire per esem­ che si sono salvati dal disa­ gare. 11 confine tra mongoli
sto ultimo numero un pio che Baudelaire è impe­ stro totale. Non si è salvato e russi non è del tutto pre­
ampio dossier sull'av­ gnato; i problemi morali, e- il politico, non si è salvato ciso; i russi a suo tempo so­
ventura curato da Si­ tici, esistenziali preoccupa­ il militare, il capitalista, il no stati asserviti dai mon­
mone Gozzano con in­ no sia Kafka che Baudelai­ capo politico di sinistra; goli, e ora li dominano. A-
terventi di Walter Bo-
natti. Folco Quilici e
re, ma l'impegno politico in
senso specifico non c'è. Nella prima intervista rilasciata dopo l'intellettuale è l'unico che
si è salvato un po', e allora
desso la Mongolia è un ba­
locco in mano ai russi. Co­
Crepax, e nuovi raccon­ Questa parola «impegno», gli si chiede molto. Oggi
ti degli scrittori Mario
Pomilio, Aldo Rosselli,
estremamente sgradevole
secondo me, riguarda la po­
la sua elezione al P arlamento europeo c'è una sopravvalutazione
della cultura, addirittura
me un protettorato: anche
se i mongoli sono molto af­
litica. Tale la vedeva Sar­ fezionati ai russi, perchè li
Giorgio Saviane e Anto­ come mito. proteggono dai cinesi.
nio Ghirelli. tre che l'ha tirata fuori. A- Vuol dire che in Italia c'è Hanno paura dei cinesi.
Pubblichiamo qui di vevo discusso questo pro­ una sopravvalutazione del­
blema con Sartre e con al­ La Mongolia ha alcune
seguito il testo dell'in­ l'importanza della cultura e
singolarità: è uno dei po­
tervista con Moravia, a tri, molti anni fa. lo ero del suo peso effettivo sulle
chissimi popoli dediti alla
cura di Francesco Mei. contro r«engagement» nel sorti della società?
senso sartriano. O r a mi so­ pastorizia, che è un modo
No, questo è il parados­
di vita arcaico. D'altra par­

L ei è stato appena e-
letto al Parlamento
europeo e ha dichia­
rato in proposito che inten­
de avvalersi del suo manda­
no reso conto in 'questa oc­
casione che sono impegnato
molto relativamente; infatti
ho scritto un libro col titolo
Impegno controvoglia. Tut­
« I»
so. Da una parte c'è li mito
dell'intellettuale, a cui si
chiede di risolvere anche i
problemi che sfuggono alla
sua capacità di intervento,
te è il solo paese al mondo
dove si va a cavallo. Ci so­
no più cavalli che persone,
calcoli tre cavalli per per­
to soprattutto per favorire te le volte, molte non lo ne­ sona. La gente va a cavallo
di FRANCESCO MEI dall'altra invece c'è poca
la campagna ecologica e go, che mi sono occupato di dappertutto. E ' molto bella
cultura. All'atto pratico la
scongiurare il pericolo di un politica, l'ho fatto sempre la Mongolia; una cosa che
trova nella Romana, nel la sensazione che la realtà, odiano un po', si disprezza­ cultura viene messa in di­ mi colpì molto è l'altopiano
conflitto nucleare. A parte con un sottofondo di scon­ Conformista... la realtà sociale in cui vi­ no. E', una cosa che non esi­ sparte. Sono due cose anco­
questo, pensa di svolgere tento, con un senso di in­ a duemila metri. Ci sono
Secondo lei, in quanto e- viamo," è insufficiente per ste in nessùn altro paese, ra abbastanza legate. delle grandi praterie, bian­
qualche altra azione politi­ sufficienza, ecco, cioè di i- sprime una rivolta politica . Ho visto il suo libro sul­
le esigenze dell'uomo. Ho Gli italiani si disprezzano che, immense, bianche
ca? Sì ritiene uno scrittore nadeguatezza. Però questo che nasce soprattutto da fatto una descrizione del perchè si confrontano con i l'Africa con bellissime fo­ perchè sono tutte coperte
impegnato, come lo defini­ non toglie che la politica una rivolta psicologica, da tografie. Alcune Afriche
reale: è come una coperta loro antenati. S a che molti di edelweiss, che qui è così
scono molti? sia una realtà. una crisi morale, la sua o- che ha curato col regista
Non è mica tanto vene Vuol dire che la politica corta; se la tiri ai piedi sco­ stranieri me lo dicono? Gli raro.
pera si può collocare nel­ italiani si autodenigrano. Andermann e che in un cer­
che sono uno scrittore im­ esiste nei suoi romanzi solo pri il petto, s e la tiri al pet- Dà un senso di grande
to senso è la continuazione
pegnato. In occasione di in quanto condiziona nega­
l'alveo dell'esistenzialismo? -to scopri i piedi. Questa è Insomma sono scontenti dì del suo volume precedente solitudine, non ci sono
Sì, direi che anche la la condizione umana - nel se stessi. Sembra strano, A che tribù appartieni? strade; ma soltanto piste, il
questa candidatura al Par­ tivamente la vita privata, mia opera, come quella di nostro secolo almeno. perchè a prima vista l'ita­ comunismo ha rappresen­
lamento europeo, mi sono cioè rappresenta un ostaco­ Kafka, di Sartre e di Ca­ Nelle culture primitive vede
accorto che non sono abba­ lo alla piena realizzazione Questo suo senso di ca­ liano pare un popolo con­ una alternativa alla crisi tato un progresso per la
mus rientra nella corrente renza della realtà nasce da tento, invece non lo è. Gli i- Mongolia. Anzi, le dirò di
stanza impegnato, psicolo­ dell'individuo. La politica dell'esistenzialismo... E' della civiltà, oppure condi­
gicamente, cioè. In altri intesa insomma soprattutto un pessimismo assoluto sul­ taliani sono scontenti di se vide l'opinione di Levy- più: è il solo paese comuni­
una corrente che all'origine la condizione umana o è sa­ stessi perchè, come ho det­ sta che ho visitato che è ve­
termini: essere impegnati come rivolta del personag­ Strauss sui Tristi tropici"!
nasce da Dostojevskj, cioè io un pessimismo storico, to una volta, insieme con ramente contento del co­
vuol dire, in qualche modo, gio? No,- assolutamente, non
da quando nel romanzo non
prendere sul serio la politi­ Sì, anche se non sempre che non esclude l'utopia del gli ebrei fanno parte dei c'è d a aspettarsi nulla, tan­ munismo, il solo. Per la ra­
si rappresenta piiì tanto il futuro? popoli che rimpiangono: gli gione che il comunismo in
ca, perchè l'impegno, che appare così esplicito, quasi rapporto individuo-società to è vero che queste culture
mira ai grandi problemi tutto quello che ho scritto è M a non parlerei neanche ebrei rimpiangono il regno primitive stanno diventan­ Mongolia ha risolto pro­
quanto il rapporto dell'in­ di Salomone, gli italiani blemi secolari. Il primo
dell'umanità, in fondo non nato da un atto di ribellio­ di, pessimismo in senso as­
dividuo con se stesso. Per l'Impero romano ed il Ri­ do rapidamente una cultu­ problema era il monache­
è un impegno politico nel ne. Non a caso anche un soluto, è un malessere, un ra di periferia occidentale;
esempio, in Delitto e Ca­ nascimento. M a è vero simo. In una popolazione di
senso specifico, voglio dire. romanzo come La vita inte­ disagio. E ' una crisi esi­ il Terzo Mondo si sta im­
stigo, il delitto è meno im­ questo, alla base del fasci­ seicentomila abitanti c'e­
O r a io alia politica mi sen­ riore che apparentemente stenziale vissuta ora per o- smo c'era questo, era lino pregnando di motivi occi­
portante del rimorso... Ve­ rano centocinquantamila
to molto molto indifferente, non tratta di politica è sta­ ra. lo sono pessimista come dei motivi principali. E lo dentali. Le culture autoc­
d e perciò la politica nella monaci. Praticamente la
purtroppo. Cioè non m e la to sequestrato più vblte. tutti gli artisti. L'ottimismo scontento degli italiani an­ tone si disperdono sempre
mia opera c'entra Tmo a un Mongolia si stava estin­
sento tanto di credere nella Nei miei libri il fatto ses­ nell'arte è un'invenzione che oggi, il loro attaccarsi a più. Le culture autoctone
cèrto punto. Il mio impe­ guendo, i monaci erano dei
politica, tanto è vero ch e io suale è una metafora per il gno, nel senso pili propria­ dell'Ottocento, della bor­ delle cose, vedi i mundial sono molto belle quando
l'ho sempre detto, l'ho det­ fatto sociale. Non è il sesso ghesia. Non esiste artista di calcio, viene fuorL da sono viste sul luogo ma feudali, sfruttavano questo
mente politico, è davvero paese in una maniera tre­
to a tutti quanti; mi sono in quanto sesso, ma il sesso un impegno contro voglia... che in qualche modo non questa ansietà di egemonia valgono solo lì, non si pos­
portato candidato, cioè in quanto rivolta, profana­ sia pessimista. Non solo che non possono più soddi­ sono esportare. Sono un po' menda. Poi la Mongolia era
Voglio dire che in fondo il immensamente arretrata.
rappresentante politico, per zione, distruzione. Il tema Leopardi, anche Tolstoj.. come le armi, le serpi, le
mio vero impegno è stato sfare, e che esisteva invece Prima del comunismo non
dimostrare che la bomba a- della rivolta comincia con solo letterario. S e fossi sta­ Tornando alla politica, in epoche passate. La cul­ penne di certe tribù indi­
tomica non è un problema Gli indifferenti, che pre­ come definirebbe in poche tura italiana è stata ege­ gene che si trovano nei mu­ c'erano città stabili, solo
to impegnato nella politica città di tende. 1 mongoli e-
politico, m a è un problema corre di dieci anni Lo stra­ parole il male italiano? sei: sul luogo sono bellissi­
nel senso di adesione in­ monica almeno d u e volte: rano dei nomadi che si in­
etico-ecologico, se si vuole niero e nauseò di Ca­ mi, nei musei sembrano co­
condizionata a un'ideologia durante l'epoca latina e du­ sediavano per qualche
metafisico. Facendo questa mus, come espressione di se povere e smorte.
particolare forse avrei rante il Rinascimento.
esperienza negli anni mi un disagio esistenziale, che
scritto dei libri molto più Esso nasce, Quindi, a suo parere,
Adesso ha in progetto un giorno in un posto, poi par­
sono accorto che i problemi si traduce in impotenza ad altro libro analogo per la tivano a cavallo e lasciava­
che mi interessano non so­ agire, tossicità di fronte al
brutti di quelli che ho scrit­ dice lo questo scontento deriva da Mongolia? no il vuoto. Adesso i russi
to. Detto questo, ammetto una frustrazione?
no quelli politici, dunque condizionamento ambienta­
che la mia concezione della scrittore, Sì, la Mongolia è molto
Sì, l'italiano secondo me interessante anche se non
hanno collaborato con i
non sono tanto impegnato. le, cinismo... quésto tema mongoli a creare 24 città,
L'impegno al di fuori della continua con La disubbi~ letteratura non è soltanto dal confronto è frustrato; e anche per ha la ricchezza dell'Africa. chè tante sono le province,
letteraria, almeno non nel questo è un po' demoraliz­ E ' vero che l'Impero mon­
politica è un'altra cosa vo­ dienza e con Agostino, che
senso intimista, formale, fra passato zato, in qualche modo. Un
24 centri abitati fissi; è un
glio dire; vuol dire essere fi­ anticipanò i motivi della golo è stato una cosa colos­ paese che cresce, anche se
losofo, un mistico, ch e vuo­ contestazione giovanile del calligrafico...questo no... e presente popolo deve attenersi a
sale, ma non ne rimane è un paese solitario, molto
le c'he le dica. Lei direbbe secondo dopoguerra. Si ri­ Il concetto di «indiffe­ quello che è, non a quello
quasi niente. Ciò che rima­ isolato. -
renza», di «noia», che ricor­ Ci ho pensato molto, il c he è stato o a quello che
re così spesso nei suoi libri male italiano nasce dal vorrebbe essere. E per
si può ricollegare air«An- quello che è, il popolo ita­
confronto f r a passato e pre­
gst» esistenziale? liano è un popolo come tut­
sente. Cioè la società ita­
Beh, sì, la «noia» per m e ti gli altri. M a per quello
liana sente, magari incon­
è una forma di angoscia. che è stato, e che vorrebbe
sciamente, che ha avuto un
La chiamo noia, indiffe­ ancora essere, è in pratica
renza per modestia, per passato enorme, e che il un popolo emarginato. Non
non presumere, per non presente è completamente è colpa di nessuno, ma è
darla a vedere, m a in realtà inferiore, non è alla sua al­ così. Dopo il Seicento il
è una forma di angoscia, tezza. popolo italiano non ha svol­
come ho detto nella Noia, è Gli italiani insomma si to più un ruolo di protago­

Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984


economia

U n anno d'oro questo


1984 per le compa­
gnie aeree statuni­
tensi, un anno all'insegna di
lauti profitti e di un rilancio
K M
m singole compagnie la possi­
bilità di fissare la frequenza
dei voli, le tariffe e le rotte.
Dietro proposta della Air
UK, della British Airways,
dell'industria dei voli senza della British Caledonian e
precedenti. della KLM Royal Detch
Si fanno sentire, dunque, Airlines, il biglietto di anda­
i primi effetti d e i r a W i n e j ta e ritorno Londra-Amster­
deregulation act, un prov­ dam è passato da 49 sterline
vedimento preso dal governo (62 dollari) a 40 sterline (50
americano sei anni fa, che dollari).
ha decretato la liberalizza­ Anche un'altra compa­
zione del mercato dell'avia­ gnia aerea britannica, la
zione civile, permettendo - Virgin Atlantic, la cui popo­
come ha sottolineato il sot­ larità arriva negli Stati Uni­
tosegretario dei trasporti ti, ha chiesto e ottenuto il
degli Stati Uniti, la signora permesso dall'aviazione civi­
Elizabeth Dole, durante la le di collegare Londra a
visita compiuta in Europa in Maatrich ad un prezzo pari
settembre - «da un lato di a 20 sterline (25 dòllari), so­
sgravare la spesa pubblica lo per l'andata.
(sono stati risparmiati dal La Dan Air ha invece
'78 ad oggi nelle telecomu­ stabilito tariffe convenienti
nicazioni 10 mila miliardi di e concorrenziali per voli da
dollari), dall'altro di incen­ Amsterdam a Bristol, e
tivare e dare impulso al set­ Cardiff e Newcastle.
tore aeronautico». L'Italia presenta, invece,
La deregolarizzazione di un quadro generale molto
questo specifico sistema ha più complesso e variegato.
stimolato una reazione a ca­ In senso astratto si parla di
tena di dinamiche economi­ deregulation. M a il termine
che nuove, determinando si carica di significati cultu­
con la nascita di un folto ralmente lontani da quello
gruppo di compagnie aeree reaganiano di pura e sem­
la fine della logica monopo­ plice liberalizzazione del
listica. Il processo di eman­ mercato, connotandosi in­
cipazione da ogni forma di nanzitutto, come spiega Gir
controllo ufficiale e dallo no Giugni su là Repubblica .
lATA (International air del 10 settembre, come «e-
traffic association, un orga­ rosione dei vincoli normativi
nismo a! quale gli Stati Uni­ che, sviluppatisi lungo il
ti avevano aderito nel 1953 corso del secolo, hanno ge­
e che stabilisce le condizioni nerato quella che è stata de­
dei voli) non è avvenuto pe­ finita la law driven society,
rò ex abrUptu, m a è stato la società guidata dalla leg­
graduale. ge; la società, cioè, in cui ar
Si è . passati, infatti, d a gli spontanei equilibri del
una condizione iniziale for­ mercato si sostituiscono o d
temente caratterizzata dalla affiancano quelli determina-'
presenza formale del CAB ti da interventi pubblici, di­
(Givil aeronautics board),
una commissione che era Lauti profitti nel 1984per le compagnie aeree americane retti à realizzare obiettivi di
giustizia sociale o di miglio­
stata preposta a fissare le rare allocazione delle risor­
tariffe in relazione alle rotte se, o anche meno nobili o-
e ai costi medi dell'indu­ biettivi a difesa di interessi
stria, ad una assenza totale corporativi».
di intervento sia sui prezzi M a ritornando al settore
che sui budgets, attraverso aeronautico, viene sponta­
una fase transitoria esclusi­ neo chiedersi se è ipotizzabi­
vamente dedicata a verifi­ le una realtà deregolarizzata
che di tipo tecnico degli improntata non già al mo­
stàndards di sicurezza. dello americano, ma almeno
E i risultati cominciano a a quello inglese. «Assoluta­
concrl^tizzarsi in cifre, men­ mente no, - risponde il dot­
tre le grandi compagnie, do­ tor Broglia delle C G I L
di VELIA lACOVINO
po anni di tracollo e di defi­ F L I T - e i motivi non sono
cit, si riprendono, affiancate soltanto rintracciabili in una
da una miriade di aziende, Reazione stata allargata, in cambio di
u n forte taglio sul costo dei
Diminuendo il prezzo del
biglietto, a d esempio. L e ta­
situazione aerea in Europa,
dove solo due linee intercon­
Risposte diversa evòluzione della sto­
create dal nulla, come la
Pacific Express, la People
a catena lavoro, operazione compiu­ riffe più basse sono quelle tinentali non sono legate a d europee ria economica e politica del
Paese, ma sono rinvenibili
ta, in primo luogo, dai grup­ accordi con i governi, la Bri-
Express, la Muse, la Mid- di nuove pi entranti, che hanno radi-
della People Express per il
momento. E infatti l'azienda, tish Caledonian e la Fran-
al rilancio anche in una diversa situa­
way e Isi Jet America. zione territoriale e geografi­
La formula del successo
iniziative calménte invertito là ten­ ha registrato la presenza, a ce's U T A e dove il modello qmericario ca: le rotte inteme sono
denza all'aumento dei salari bordo, nel mese di giugno, americano della • deregula­
non è certo uh segréto. M a è in seguito seguita dalle due megacom­ di 754.428 passeggeri, . i l tion d a u n ' l a t o affascina e sono già troppo brevi per prevedere
legata; come scrive il seUi- un eventuale mercato for­
manale inglese «The ecotio^ pagnie, la T W A e la Eastè'r-' 65% in più del giugno delr dall'altro spaventa, creando inatto mato da più concorrenti.'Pe'r
ri, che hanno elevato gli sti­ diffidenze e= insieme gene^
inist» del 25 agosto; essen- (deregulation» pendi tra il 1979 è il 1983,
r83, mettendO;in crisi, da,
questo punto di , vista, la Ea­ randó speranze. (come dimostra, quanto concerne gli stipendi
ziàlmente a tre paràmetri: poi, bisogna dire > c h e sono
ossia al consolidamento del del mercato rispettivamente, del 48,6% e stern, che ha delle rotte si­ • iChe cosa sta facendo il ad esempio, già molto bassi per poter es­
del 69,7%. ' mili. M E O a riguardo?
mercato, alla definizione dei di tutta N e l marzo dello scorso Prezzi più bassi, m a non Per il momento h a costi­ la Gran sere tagliati. Toccarli signi­
prezzi in relazione alla do­ ficherebbe la fame, visto
manda e alla offerta, e alla l'aviazione anni, infatti la American solo, anche una maggiore tuito una commissione che,
particolarmente dietro la
Bretagna che alcuni non arrivano al
Airlines h a siglato un ac­ frequenza dei voli, stabilita
concorrenza. Fattore, que­ civile cordò con la Trasport Wor- secondo orari comodi e
spinta inglese, h a avanzato mentre piii tetto di un milione».
st'ultimo, al quale soprattut­ delle proposte per una poli­ «Ma qualche altra cosà SÌ
to, secondo le analisi degli Quali sono kers Union, accordo noto un'immagine complessiva­
tica di mercato più lìberistì- complesso potrebbe fare - ha prosegui
come two-tter deal, in base mente confortevole, sullo
esperti, si deve l'impressio­ i «perchè» al quale è stato assunto nuo­ sfondo di uno staff prepara­
ca. è il caso to il compagno sindacalista
nante incremento della pro­ U n primo segnale di posi­ - oltre quello che è già stato
duttività, che è stato del del successo? vo personale, m a con salari to e selezionato qualitati­
tiva accettazione e assimila­ Italia) realizzato, come l'istituzio­
24% in sei anni. del 50% inferiori a quelli vamente. ne della tariffa verde per la
zione è venuto dalla Gran
Sono state rinnovate le preesistenti. Atto che è stato E ancora, agevolazioni Bretagna, che h a cominciato domenica. Mi riferisco al
rotte, gli aeromobili sono di­ subito imitato, dall'United, per quanto riguarda le pre­ a introdurre forme di con­ potenziamento del cosiddet:
ventati più confortevoli dalia Detta e anche dàlia notazioni, per tre quarti correnza all'interno delle to «terzo livello»,. un'inizia
molti capitali sono stati Eastern. Si calcola di conse­ computerizzate e all'avan­ rotte' nazionali e di quelle tiva che consiste nell'am
reinvestiti nelle nuove tecno­ guenza che, proseguendo di guardia, che collegano il Paese cori pliare i rapporti tra i van
logie. questo passo, quest'anno il E , infine, una buona Hongk-ong, aeroporti italiani, miglio­
La base occupazionale è settore arriverà a dare lavo­ strutturazione della rotta. Il «Come iri America, i ser-, rando la frequenza dei voli»
ro a 14 mila assistenti di vo­ no-stop Service è stato sosti­ vizi sono migliorati di molto
lo e a circa 5 mila piloti, il tuito da collegamenti satelli­ e i prèzzi promozionali han­
9% in più rispetto al 1965, te d a punto a punto, detti no spinto tantissima gente a
anno in cui l'industria rag­ spokes, aventi un riferimen­ viaggiare», così scrive il se­
giunse il record delle assun­ to centrale, hub. gretario di stato dei traspor­
zioni. L a People Express h a ti Nicholas Ridley sul Wall
M a , al di là dell'abbas­ come hub Newark. La Street Journal del 26 set­
samento dei costi, le com­ Piedmont ha il suo hub a tembre, ricordando anche la
pagnie di navigazione aerea Charlotte in concorrenza decisione dell'United Kin-
si fanno concorrenza, ser­ con la Eastern che lo h a a gdom presa il 20 giugno di
vendosi delle armi più di­ Miami. quest'anno con l'Olanda e la
sparate. Molto diversa è invece la Germania di lasciare alle

Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984


mezzogiorno
Al dilldellaconsueta impostazione
al ritmo di interventi straordinari
L a tendenza a discutere dei Mezzo­
giorno come d i u n settore o u n seg­
mento territoriale, a f f l ì t t o d a pro­
blemi economici e d i bisogno, perpetua e
r a f f o r z a l'errore, in conseguenza, del quale
a n c h e l'intervento straordinario, come
strumento tecnico e finanziario aggiuntivo,
proprio p e r risalire dalle particolarità verso
l'ordiriario e per elevare le grandi potenzia­
lità u m a n e e territoriali a fattore di svilup­
u n a vicenda storica, c h e è t u t t a politica, è p o democratico nazionale.
s t a t a praticamente ridotta a d u n a questione Napoli intende risolvere i suoi problemi
giusnaturalistica e tecnica; e questo spiega
a n c h e il lungo cimento dello S t a t o e delle
forze meridionaliste (?) nella ricerca d i u n
f a t t o r e tecnico-strategico c a p a c e d i corri-
,spondere alla d omanda - diritto d i egua­
riformistica c o m e città dell'Europa, la Calabria propo­
n e esigenze p e r liberare le sue energie, p e r
vincere storiche inadempienze e p e r modi­
ficare le politiche generali, a cominciare d a
quelle d e l l ' E N E L p e r fìnire a quelle delle
glianza - delle popolazioni interessate. partecipazioni statali e del credito. Nella
E ' la impostazione d i c h i h a f a t t o coinci­ realtà meridionale si è incubata un'ansia di
d e r e la questione meridionale cori l'inter­ cambiamento ch e'n o n è solo di ordine ma­
vento straordinario, vale a d i r e i | problema teriale, m a attiene al modo di vivere, di
con gli strumenti p e r risolverlo. consumare, di produrre e d i concepire lo
L a posta era ed è più a l t a . Attiene agli e- dì CARMELO CONTE* Stato. L a gente si pone i problemi d i un'al­
quilibri democratici, economici e sociali. t r a idealità, non ricerca schieramenti; muo­
dell'Italia, rispetto ai quali e d entro i quali c o m e ricambio periodico di dirigenti, come condizioni per la ripresa democratica. . ve dal vecchiò equilibrio democristiano alla
vanno reimpostati almeno t r e ordini d i pro­ rafforzamento e specializzazione d i mezzi e C) Quelli occupazionali e della produ­ ricerca di nuove e diverse certezze.
blemi. d i uomini, nella ricerca di u n divèrso equi­ zione, c h e rappresentano la vera frontiera N o n si riconosce più nella D C c o m e par­
A ) Quelli istituzionali, in riferimento sia librio dei poteri p e r evitare a d u n pretore d i degli anni '80. C r e a r e nuovi posti d i lavoro tito delle istituzioni e neanche nella conce­
alle funzioni degli enti locali, ridotti a meri diventare governatore e per impedire a d u n p e r il S u d è il primo obiettivo democratico zione togliattiana del partito comunista,
strumenti di arricchimento p e r il ceto di «u- amministratore pubblico d i diventare oltre c h e sociale e d economico; nessuna de­ come strumento di organizzazione sociale
tenti Imprenditori» e a centri d i controllo a l'amministratore delegato di interessi d i generazione (!) sociale può essere a ffr o n ta­ di opposizione e di denuncia.
nuove f o r m e di plebeismo; e sia all'articola­ parte. t a e vinta se oltre il 10% della popola'zione N a s c e a n c h e d a qui la esigenza di una
zione dei poteri dello S t a t o , c h e si sono in­ B) Quelli della delinquenza organizzata non lavora e non h a speranza d i lavorare. nuova legittimazione politica dei partiti, in
nervati nelle realtà territoriali a sostegno d i c h e nel S u d non supera p e r intensità quella E ' u n obiettivo c h e può essere coniugato q u a n t o quelli del governo non rappresenta­
u n a logica di protezione degli equilibri. E - d i altre realtà democratiche, m a h a assunto e va coniugato con la esigenza della produt­ n o gli elettori anche se n e ricevono il voto e
m e r g e la esigenza d i u n a nuova e più alta i connotati inquietanti di potere a sanzione, tività. S i t r a t t a di integrare saldamente il quelli di opposizione non hanno attratto, fi­
governabilità c h e richiede; il rilancio del violenta, nella gestione dell'illecito arric­ nuovo intervento straordinario con le politi­ n o a questo momento, la vera opposizione
regionalismo di legiferazione e d i pro­ chimento; d i forza economica nelle attività c h e ordinarie, promuovendo l'avvio d i òpe­ politica, m a solo i filoni della propria ideo­
g r a m m a , incidendo nella riforma degli sta­ lecite p e r investire il bottino, e d i organiz­ r e di risanamento urbano, d i sviluppo del­ logia, della propria azione nella società e
tu ti, nella organizzazione degli uffici, nella zazione del consenso e della corruzione nel l'ambiente e d i servizi per l'impresa, c h e della propria organizzazione.
capacità di progettazione produttiva e d i diretto controllo delle istituzioni. determineranno d a u n lato immediata oc­ E t u t t o questo nel Mezzogiorno è più e-
spesa; la revisione del sistema delle auto­ E ' u n fenomeno rispetto al quale, nel cupazione e dall'altro u n nuovo indotto in­ vidente e più pronto, o oserei dire più ma­
nomie locali nella funzione d i imprese ero- m e n t r e si avvia u n a terapia sulle cause, al­ dustriale. I n tal modo le imprescindibili e- t u r o in q u a n t o più mobile, rispetto alla sta­
c u n e delle quali sono proprie della società sigenze delta produttività e della trasfor­ bilità d i convenienza economica del N o r d .
gatrici d i servizi, nella gestione del bilan­
cio, nella formazione degli organi di gover­ moderna e d a l t r e sono endogene al Mezzo­ mazione tecnologica si incroceranno con E su questo nodo strutturale si p u ò innesta­
no, prevedendone la scelta a n c h e à i d i fuori giorno, si pone la scelta d i uno sforzo quelle occupazionali. r e una sfida socialistica e riformista, con
degli eletti, nell'esercizio del controllo de­ straordinario d i risanamento, c h e il governo Sono considerazioni c h e partono dalla l'intento di guidare la ricerca di nuove inte­
mocratico c h e in alcune realtà (come Pa­ Craxi h a già dimostrato d i saper produrre, diversità delle esigenze e dei mezzi neces­ se, di nuove convenienze democratiche e d i
lermo) diventa prevalente rispetto alle stes­ p e r recidere connivenze e protezioni. sari, m a postulano la unitarietà del proble­ altri equilibri p e r il paese.
s e prerogative istituzionali, la riorganizza­ D a l risultato d i questa azione discenderà m a politico di fondo, c h e coinvolge la tenu­
zione della presenza dello S t a t o , c h e si pone l'avvio dì u n a nuova legittimazione politica t a democratica ed economica dell'Italia nel *dell'Esecutivo nazionale del PSI
d i tutti i partiti nel Mezzogiorno, vincendo più vasto scenario dell'Europa. N e l Mezzo­
la tendenza alla reciproca criminalizzazio­ giorno vi è d o m a n d a di S t a t o e d i azioni or­
ne, al polverone indistinto e ricostituendo l e ganiche nazionali. T r a queste va collocato

I - 11 Mezzogiorno, dopo gli gresso tecnologico, c h e de­


L'ottica per affrontare la questione correnza» predisponendo le va riguardata la legislazione,
anni della Repubblica e do­ termina a u m e n t o di produt­ economie esterne e le con­ meridionalistica che, scadu­
p o trent'anni d i intervento
straordinario si è trasforma­
t o in una realtà diversificata
e nuova, f a t t a di zone ricche
tività, m a produce disoccu­
pazione.
11 secondo riguarda l'enti­
tà crescente della spesa
pubblica, volta a creare
Fattore dello dizioni ambientali; creare
posti d i lavoro per i disoc­
cupati d i esubero (dovuti al­
la innovazione tecnologica)
e per i nuovi disoccupati,
t a alla fine del 1980, solo
dopo t r e anni e sette proro­
g h e è s tata interessata d a
u n primo stralcio di riforma
(la legge 651 dell'l-l2-B3).
e di zone povere, d i ambiti a
f o r t e vitalità economica e di nuova occupazione per f a r c h e sono i nove decimi di P u r importante, questo
a r e e emarginate; c ' è la dor­ fronte alla disoccupazione quelli nazionali. provvedimento rischia però
sale adriatica e ci sono le ( r 8 0 % dei nuovi posti di la­ A queste specifiche fina­ d i non produrre gli effetti
zone in(erne; iijjiportanti in­ voro creati in Italia negli ul­ lità dovrà essere destinato il sperati se non sarà comple­
diminuire l'-faccupazione nei rio N o r d / s u d si potrà at­ problemi; d i u n a moderna
frastrutture sono s t a t e rea­ timi cinque anni sono stati nuovo intervento straordi­ t a t o con la legge di riforma
settori tradizionali, m a for­ tuare attraverso le nuove politica industriale, nel­
lizzate 0 stanno p e r realiz­ sopportati esclusivamente nario, in piena integrazione degli strumenti di interven­
nirà le basi per l'estensione frontiere tecnologiche sul l'ambito della quale dovrà
zarsi; la industria di base è dal bilancio pubblico). con le politiche nazionali. t o c h e si fondi su alcune
della do ma nda di servizi e più vasto scenario dell'Eu­ trovare compatibilità il fat­
s t a ta creata, a n c h e se h a in­ Si t r a t t a di obiettivi in­ scelte prioritarie; pieno
quindi d i nuovi posti d i la­ ropa. tore Mezzogiorno; d i u n ri­
contrato difficoltà d i «am­ I l i - L a vera sfida degli an­ terdipendenti; l'avvio di u n coinvolgimento delle regioni
voro sulle attività terziarie. lancio del regionalismo, c h e
bientazione» e risente della ni ' 8 0 è essenzialmente que­ flusso di azioni dirette al e delle autonomie locali
E ciò potrà favorire la socie­ IV - Sono gli elementi di è s t a t a la g r a n d e scommessa
crisi generale; u n a impren­ sta: coniugare il ^progresso recupero dei centri urbani, promuovendone la capacità
t à dei mille mestieri, pro­ tendenza di una nuova pro­ perduta dal S u d p e r gestire
ditorialità minore e d i f f u s a tecnico, necessario per la all'organizzazione dei servi­ progettuale e tecnica, ge­
pria del localismo meridio­ spettiva economica e politi­ la propria integrazione na­
produttività e p e r la concor­ zi sociali e d allo sviluppo stionale e d attuativa; mag­
h a preso corpo a pelle di nale nella quale è difficile c a per il Mezzogiorno, c h e zionale e d europea; di u n a
renza del mercato, con l'al­ dell'ambiente determinerà giore spazio a i servizi reali e
leopardo; i consumi pro-ca­ individuare una professione sono a fondamento anche revisione del sistema delle
largamento della base oc­ occupazione produttiva e agli interventi c h e favori­
pite si vanno allineando a o u n a classe rappresentativa della s u a mobilità elettora­ autonomie locali, c h e uni­
cupazionale. Allargamento f a r à incubare l e condizioni scono i processi di innova­
quelli medi europei, m a il di tutti e c h e rifiuta lo le, c h e tende a muovere dal t a m e n t e ai poteri periferici
c h e deve riguardare in par­ per u n tessuto industriale zione tecnologica; differen­
divario N o r d / s u d permane schema tradizionale, c h e dello Stato, si sono trasfor­
ticolare la società meridio­ vecchio tronco democristia­ indotto e coerente. ziazione degli • interventi e
inalterato (62,5%). poneva di front e imprendi­ m a t e in u n a macchina di
nale, o v e occorrono nel no per a nda re alla ricerca di Sorgerà, così, una nuova delle f o r m e di incentivazio
Sicché la questione meri­ tori e lavoratori dipendenti controllo, di degradazione e
prossimo decennio circa 9 0 0 una sponda di cambiamento d o m an d a di industrializza­ n e in rapporto alle diverse
dionale festa; a n c h e se sono e d in mezzo, c o m e cuscinet­ d i acquisizione del consen­
mila nuovi posti di lavoro senza farsi bloccare o irreti­ zione che, opportunamente situazioni c h e si riscontrano
cambiati i connotati dei t o 0 a i margini, gli altri sog­ so; e di emancipazione isti­
solo per mantenere gli at­ r e del t u t t o nel ruolo di de­ corrisposta con l'offerta di nel Mezzogiorno; liquida­
suoi problemi. getti sociali. E ' u n a s f i d a , tuzionale sociale e d econo­
tuali livelli. nunzia e di propaganda del incentivi, di servizi reali e di zione della C A S M E Z e isti
c h e il Mezzogiorno p u ò so­ mica dalla delinquenza or­
E ' u n a condizione dalla partito comunista. nuove tecnologie, si a n d r à a tuzione di u n a autorità cen­
stenere, basandola su t r e ganizzata.
II - L e nuove prospettive quale il Mezzogiorno può u- E su questo nodo struttu­ saldare alle altre iniziative, trale con esclusivi compiti
vanno riguardate, avendo grandi punti di forza; la stimolando il-mercato e in­ di coordinamento, di verifi­
scire Solo se valorizzata co­ rale deve innestarsi la sfida
ben chiari d u e elementi già domanda di u n m e r c a t o po­ V I - L'intervento straordi­ novando in maniera omoge­ c a tecnico-finanziaria e di
m e f a t t o r e d i sviluppo na­ riformista, avendo chiara la
tenziale di circa 21 milioni nario è, tuttavia, ancora ne­ nea il territorio. controllo attuativo, sulla
emersi alla C o n f e r e n z a di zionale. L a risposta p u ò ve­ percezione c h e si è aperta
di persone) come quello me­ cessario. E d infatti, mentre
Rimioi. nire proprio dalla innova­ u n a questone di fondo per b a s e di t r e parametri; costi,
ridionale, il cui livello di il Paese nel suo insieme, h a benefici, occupazione.
i l primo riguarda il pro­ zione tecnologica, c h e f a r à gli equilibri democratici, V I I - C o n queste coerenze
consumo è in costante au­ solo problemi di «crescita e-
dalla quale può discendere conomica», consistenti nel­
mento e tende verso gli in­
l'avvio di u n processo di tra­ l'allargamento della base
dici europei; il valore stra­
sformazione 0 la ripresa di produttiva e della capacità
tegico della collocazione
territoriale rispetto ai mer­ u n fenomeno di ricomposi­ d i concorrenza internazio­
cati medio-orientali e afri­ zione. nale; il S u d ha ancora ed
cani; la nuova realtà della a n c h e il problema del suo
C E E , c h e tende a d unifor­ V - L a questione meridio­ «sviluppo economico» c h e si
m a r e e a d allargare l'area nale non si identifica con p u ò ricondurre a d u e obiet­
degli scambi. l'intervento . straordinario. tivi: attrezzare il territorio
11 superamento del diva­ L a posta è più alta e pone per gli investimenti di «con­

Domenica 28/Lune(lì 29 Ottobre! 984 10


mezzogiorno
Impegni e spese deUa CASMEZ dal 1950 al 31-7-84 Occupazione presente per circoscrizi<Hii al 1951 e al 1980
Infrastnitture (i) Miliardi di (Lire 1984) Settori Valori assoluti Variazione VariazkNié
lire migliaia di uniti assoluta %mA.
Acquedotti e fognature 17.215 13.205 1951 / 1980 1951-1980 1951-1980
Opere Stradati . 11.675 8.870 Mezzogiorno
Opere Ferroviarie e linee traghetto 1.690 1.535 Agricoltura 3.667,7 1.498,2 2.169,5 3,0
Porti e Aeroporti 1.865 1.385 Industria 856,4 1.095,4 239,0 0,9
Ospedali 2.630 1.535 Costruzioni 389,5 699,8 310,3 2,0
Agricoltura (2) • 21.710 18.715 Servizi vendibili 1.036,6 1.800,4 763,8 1,9
Industria O) 9.800 6.235 Servizi non vendibili 564,3 1.123,2 558,9 2,4
Case Lavoratori 460 205 (Totale settori extragricoli) (2.846,8) (4.718,8) 1,8
Turismo 2.465 1.915 Totale 6.514,5 6.217,0 0,2
Aree di particolare depressione 5.200 3.445 Centro Nord
Zone terremotate delia Sicilia ' 165 130 Agricoltura 4.826,7 1.261,8 3.564,9 4,5
Interventi urgenti in zone terremotate 1980 180 140 Industria 3.401,6 4.751,6 1.350,0 1,2
Progetti Speciali . 34.340 15.760 Costruzioni 755,0 1.039,2 284,2 I.l
Nuova legge speciale per Napoli 340 220 Servizi vendibili 2.951,8 4.991,6 2.039,8 1,8
Totale infrastrutture 109.735 73.295 Servizi non vendibili 1.183,3 2.316,8 1.133,5 2,3
ì} Enti Concessionari: n. 3.500 (Totale settori extragricoli) (8.291,7) (13.099,2) (4.807,5) 1,6
2}SuperJìci rese irrìgue già in esercizio: circa 500.000 ha., che entro H1985 diverranno circa I milione di ha. Totale 13.118,4 14.361,0 1.242,6 0,3
3} Sono stati realizzati ed organizzati 126 agglomerati industriali interessanti una superfìcie di circa 69.000
ettari. Italia
.il- Agricoltura 8.494,4 2.760,0 5.734,4 3,8
Questa la Industria 4.258,0 5.847,0 1.589,0 1,1
Situazione al 30 settembre 1984 situazione Costruzioni 1.144,5 1.739,0 594,5 1,5
N . progetti Impegno e i risultati Servizi vendibili 3.988,4 6.792,0 2.803,6 1,9
(in milioni) raggiunti Servizi non vendibili 1.747,6 3.440,0 1.692,4 2,4
1) Lavori approvati e non appaltati 585 1.971.442 (Totale settori extragricoli) (11.138,5) (17.818,0) (6.179,5) 1,6
dalla CASMEZ Totale 19.632,9 20.578,0 945,1 0,2
2) Lavori appaltati in corso d'opera:
Erogato 12.620.472 fino ad oggi
Da erogare
Impegnato
5.8Ì66.952
5.800 18.487.422
Le cifre
3) Lavori Ultimati
con cui deve
Erogato 10.205.717 fare i conti
Da erogare
Impegnato
573.720
23.285 10.779.435
la legislazione
31.238.299 meridionalisti­ Prodotto ùitemo lordo al costo dei fattori al 1951 ed al 1980
Totale
Cantieri aperti per lavori in corso; n. 5.500 con mano d'opera direttamente ed indirettamente Impiegata: circa
ca scaduta alla Settori di attività economica Mezzogiorno Centro-Nord
I milione di unità fine del 1980 (Composizione 1'o calcolata su valori a prezzi correnti)
e sottoposta 1951
Incentivi al primo Agricoltura 33,1 19,1 1,73

Industria; stralcio di Industria 18,4 34,2 0,54


Costruzioni 6,6 4,8 1,38
contributi in conto capitale 16.200 11.955 riforma solo
contributi in conto interessi 24.920 9.395 Servizi vendibili 27,8 32,5 0,86
dopo tre anni Servizi non vendibili 14,1 9,4 1,50
Altri settori:
agricoltura 5.400 4.170 e sette (Totale settori extragricoli) (66,9) (80,9) (0,83)
turismo 245 225 proroghe Totale 100,0 100,0
artigianato 630 570 1980
pesca 625 530 Agricoltura 12,2 5,2 2,35
progresso tecnico e sviluppo civile 2.710 2.230 Industria 20,6 36,2 0,57
credilo agrario 1.935 1.585 Costruzioni 10,0 6,4 1,56
credito alberghiero e turistico 2.585 2.135 Servizi vendibili 39,0 40,5 0,96
interventi creditizi con fondi cassa - -
Servizi non vendibili 18,2 11,7 1,56
per progetti speciali 455 240 (Totale settori extragricoli) (87,8) (94,8) (0,93)
partecipazioni 1.080 1.115 Totale 100,0 100,0
interventi creditizi con fondi esteri 7.900 7.545
Fonte: valutazione SVIMEZ
Totale incentivi . 64.685 41.695
Altri impegni 7.015 7.005
Totale generale 181.435 121.995
Iniziative industriali finora agevolate oltre 16.600 per un incremento complessivo di circa 22.000 miliardi di
lire'83.\
Occupazione creata con l'incentivazione industriale: 322.000 unità lavorative. Sintesi della situazione GEPI in area CASMEZ
Complessivamente (legge 184 più leggi speciali), a d oggi, le società in carico alla G E P !
sono 148 per 23.702 addetti; di queste, 60, per complessivi 6.755 addetti, hanno u n partner
Iniziative industriali le cui pratiche di incentivazione privato. L a situazione delle società attualmente in carico è riassunta nello specchietto se­
erano in corso di istruttoria al 31/7/84: guente.

N. Investimenti Addetti Incentivi 1


previsti (miliardi) | 1 . Società in carico Totale di cui con partner
N.
(miUardi) n. soc. n. add. n. soc. n. add.
Piccole, medie e grandi industrie 1.816 2.970 22.759 1,845 1 1 - operative o in fase di avvìo 76 11.321 52 5.555
Centri di ricerca 8 " 28 256 1. - di reimpiego 54 12.081 1 1.200
1
Leasing 1.529 152 210 83 j 1 - non operative 18 300 • 7 —
Totale 3.353 3.150 23.225 1.946 1 1 Totale 148 23.702 60 6.755

Per quanto riguarda infine la situazione relativa agli impegni occupazionali derivanti
dalle leggi speciali, va detto che, in aggiunta alle 25 nuove società costituite, sono state de­
Domande in istruttoria presso gli istituti al 31-7-84 liberate dal C.d.A. O E P l 11 nuove iniziative (le cui società sono però ancora in fase di co­
stituzione) c h e prevedono a regime un'occupazione di 644 unità. La situazione complessiva
N. Investimenti a d oggi delle iniziative deliberate dal C.d.A. G E P I per il reimpiego del personale delle leg­
(miliardi) gi speciali può così essere riassunta:
Piccole, medie e grandi industrie 5.143 7.115
Centri di ricerca 19 123 Iniziative deliberate per il reimpiego del personale delle
Leasing 660 204 «leggi speciali»
Totale S.822 7.442

n. iniziative Addetti a regime


Domande pervenute dopo il 31-7-84 - deliberate e costituite al 3 0 / 6 / 8 4 25 3.544
- deliberate al 3 0 / 6 / 8 4 e in fase di costituzione 8 528
N. Investimenti
Alla Cassa 89 86 - deliberate dopo il 3 0 / 6 / 8 4 e in fase di costituzione 3 116
ArIì Istituti 537 741 36 4.188

11 Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984


satira

« M r ato ribelle ri­


torno ribeile.
Levo in alto il
raglio contro il mondo bir­
bone dei ricchi, dei potenti.
Sferro calci contro tutte le
lantara disegnò la testata
del giornale - il corsivo con
il punto esclamativo - an­
cora oggi usata), il Becco
giallo di Alberto Giannini,
oltre al tedesco Der Wahre
iniquità. Agguanto col mio Jacob e al francese/lMie»e
morso sano e forte l'ingiu­ au Beiirre: la satira al pote­
stizia per la cuticagna e la re, l'antimilitarismo (in oc­
sbrano e ne scopro le visce­ casione della guerra di Li­
re carognose. Vedete com'è bia, scoppiata nel .settem­
brutta. Socialisti d'Italia, bre del 1911, ebbe a scrive­
io sono tornato a voi. Voi re: «Tengo a dichiarare una
tornate all'Asino!». Così volta per sempre a chi non
Gabriele Galantara si pre­ mi conosce che la mia ope­
sentava ai lettori, questa ra è stata e sarà sempre
volta in veste di direttore, contro tutte le commedie e
nel primo numero della • gli atti di volgare brigan­
nuova serie del settimanale taggio che il naiioiialismo
satirico L'Asino, che ri­ di qualunque paese compie
prendeva le pubblicazioni, all'ombra di una falsa civil­
dopo una interruzione di tà»), l'anticlericalismo.
tre anni; venne stampato
nella sede milanese dell'/l-
Rievòchiamo l'esperienza del primo Specie nei primissirtii anni
del secolo la satira di Ga­
5
vanii!, in Via Settàla, fino
al 1925, quando, dopo non periodico satirico socialista italiano lantara (che tra l'altro an­
notava piintigliosamente
poche devastazioni dei fa­ tutti i fattacci di cronaca
scisti alla sua redazione, che vedevano coinvolto il
venne definitivamente sop­ clero) si espresse in una
presso con la fine di ogni forma da molti giudicata
libertà di stampa. Sono pa­ volgare e rozza di anticleri­
role che sintetizzajio in calismo, divenendo sempre
modo quanto mai incisivo, più il tema preminente nel­
e «visivo» (Galantara si e- le colonne e nelle vignette
sprimeva con il disegno sa­ specie de L'Asino, popolate
tirico e con la caricatura), d a cardinali arroganti, pre­
la natura, l'impegno politi­ ti lussuriosi e beoni, proca­
co, il modo di essere e di ci perpetue. Un anticlerica­
comunicare di una singola­ lismo, però, che sarebbe
r e figura di combattente è storicamente inesatto ad­
di socialista, la volontà di debitare a Galantara come
riaffermare, in un momen­ becera e cieca avversione
to particolare della sua in­ di carattere personale, ma
tensa attività, un impegno che aveva invece ragioni
di coerenza duro ed onesto, profonde e complesse, co­
del resto mai venuto meno m e in un saggio molto il­
in tutto l'arco della sua esir luminante h a spiegato
stenza. Giorgio Candeloro, e che
M a non può sfuggire il aveva, oltre ad un carattere
tono da |«autocrilica» di prevalentemente : «difensi­
questa diciiiarazione; men­ vo» contro là campagna
tre il partito socialista si cattolica oltranzista verso i
era schierato, nei confronti
della prima guerra mondia­
La vicenda de «L'Asino» nella mostra socialisti, la funzione (svol­
ta con successo, date le alte
le, per un neutralismo in­ allestita dalla cooperativa tirature raggiunte in parti­
transigente, Galantara a-
veva abbracciato la causa
dell'interventismo demo­
cratico di Leonida Bissola-
<<I1 laboratorio» all'Università di Roma
colare dall'/4j/no) di rende­
re accessibile, con una
forma di comunicazione vi­
siva di cui Galantara f u ec­
m
ti, mettendosi di fatto fuori cezionale inventore e mae­
del partito e ritrovandosi- di MICHELE DE LUCA stro, anche agli analfabeti
sulla stessa linea politica di la polepiica anticlericale e
Guido Podrecca, direttore differente alla campagna primo numero era uscito il centenario dell'Esposizione antiborghese.
interventista, e, dopo l'en­ 27 novembre del 1892), |n Bologna». Il primo nu­ La mostra ha, l'indubbio
e con lui fondatore del pe­
trata dell'Italia in conflitto, che nei periodi d i maggior mero venne annunciato, il merito di aver sollevato il
riodico, suo «fratello sia­
alla propaganda d i guerra successo aveva raggiunto 10 marzo 1888, con un
mese», dopo sempre piìi velo di oblio in cui^ ingiu­
(famose le caricature di centomila copie di tiratura, manifesto a colori firmato
frequenti ed insanabili con­ stamente è rimasto avvolto
«Cecco Beppe» e di «Gu- oltre ad un'enorme popola­ d a Rata Langà, disegnato-,
trasti. Molte sono le «giu­ il lavoro enorme d j un arti­
glieliTione»). rità, grazie all'abilità gior­ re allora sconosciuto; lo
stificazioni», o almeno le sta come Galantara, finora
Alla decadenza del pe­ nalistica di Goliardo e al firmava, come direttore.
attenuanti, con cui è stata a molti sconosciuto, e che
riodico che si registrò in talento grafico di Rata Guido Podrecca. Da un'i­
spiegata questa «eresia» di
quégli anni non solo per le Langa (gli pseudonimi con spirazione tipicamente go­ invece rappresenta un vero
Galantara, d a sempre ac­
posizioni politiche assunte cui abitualmente si firma­ liardica (rna il periodico ha patrimonio della cultura
canito antimilitarista e pa­
in ordine al conflitto mon­ vano Guido Podrecca e G a ­ una «personalità» grafica socialista e della storia del
cifista, come tante delle
diale, m a anche per uno lantara). Vicenda di un set­ che lo distingue nettamente nostro paese, L'allestimen-
sue vignette testimoniano;
scadimento qualitativo dal timanale (ma anche di un d à analoghi tentativi gior­ tp di questa prima retro­
si ricorda un certo disorien­ nalistici) già ad un anno di spettiva vuol essere non sol­
punto di vista più stretta­ «giornalismo») e del suo più
tamento che nei militanti
mente giornalistico, per illustre rappresentante, che vita comincia ad affrontare tanto un doveroso omaggio,
aveva giocato l'indecisione
non dire di sopraggiunte una mostra realizzata dalla temi politici e sociali. Ga­ ma il tentativo di avviare
e l'ambiguità dei confratel­
difficoltà economiche, fa­ Cooperativa «il Laborato­ lantara e Podrecca parteci­ un lavoro di recupero, che
li partiti socialisti europei,
rio» e presentata (purtrop­ pano a manifestazioni di ci si augura possa approda­
ceva seguito, dopo l'inter­
la simpatia di Galantara
po soltanto per una setti­ lavoratori; il 1. maggio del re ad un risultato di siste­
ruzione c h e si è detta, u a
per la Francia, il suo sde­ '91, scesi in piazza con i matica e completa rico­
periodo nuovo, e d a molti mana) presso l'Aula Ma­
gno per il tradimento d a dimostranti finiscono in struzione di tutta l'espe­
considerato il più felice, gna dell'Università di Ro­
parte dei socialisti tedeschi carcere, e, appena fuori, rienza politica ed artistica
dell'ideale internazionali­ per il settimanale e per la ma, col patrocinio dell'As­ di Rata Langa. Forse una
raccontano sul Bononia,
vena satirica di Galantara, sessorato alla Cultura della
sta; ma soprattutto si è vo­ con il solito tono satirico, la fruizione migliore del ma­
che rifà il verso al fascismo Provincia, ci fa rivivere.
luto sottolineare come egli disavventura vissuta intito­ teriale esposto sarebbe sta­
individuasse nell'impero sottolineandone le assurdi­ Attraverso una scelta, lando «Le nostre prigioni». ta assicurata da una conte­
austro-ungarico il covo, nel t à e svelandone il lato grot­ che non^ può essere stata M a il Bononia resterà forse stualizzazione delle singole
cuore dell'Europa, del cle­ tesco; oggetto della sua mi­ che esti-emamente laborio­ famoso per il ruolo non se­ vignette e dalla stampa di
ricalismo e della reazione, cidiale matita divennero la sa, oltre che obbligata, dal­ condario che svolse nella un catalogo, indispensabile
irriducibili nemici del so­ grinta del Duce, la goffag­ la difficile reperibilità del contestazione di un mostro in mostre dèi genere. Dato
cialismo. Certo è che G a ­ gine di Giovanni Gentile e materiale, delle più signifi­ sacro come , Giosuè Car­ che la mostra è destinata
lantara, con le sue vignette dei- maggiori gerarchi; tan- cative vignette di Galanta­ ducci, che f u sonoramente a d «itinerare», sarà certa­
sii L'Asino, che allora aveva t ' è c h e il settimanale ebbe r a ne viene ripercorsa, e ri­ fischiato il 10 marzo del mente possibile, ai volonte­
ancora larga diffusione, vita sempre più dura (ri­ proposta, l'intera attività di 1891 dagli studenti, accu­ rosi organizzatori, trovare
diede un contributo non in- cordiamo che Galantara disegnatore satirico, che sato di aver abbracciato la gli opportuni rimedi.
scampò a d un attentato di non si esaurì nell'Asino, an­ bandiera monarchica.
Amerigo Dumini, l'assassi­ che se questo periodico as­ I «filoni» più significativi
no di Matteotti, e, arrestato sorbì la parte più prepon­ della satira di Galantara
nel 1926, f u condannato al derante e sostanziosa del sono visualizzati dalla mo­
confino per cinque anni) suo lavoro. Gli anni dell'u­ stra in altrettante specifi­
fino a chiudere definitiva­ niversità a Bologna sono che sezioni, attraverso i di­
mente nella primavera del rappresentati attraverso al­ segni apparsi nelle diverse
1925. cune gustose vignette ap­ testate cui collaborò, tra
Si concludeva così l'e­ parse su Bononia ridet, un cui La rana, VAvantU, di
sperienza del primo perio­ giornaletto satirico che si cui divenne disegnatore uf­
dico satirico socialista du­ presentava come «organo ficiale con quotidiane vi­
rata quasi trent'anni (il (non ufficiale) dell'VlIl gnette (ricordiamo che G a ­
m
Qui accanto, una f o t o della
prima redazione
dell'/4lvaR/f/:
il primo in basso a
sinistra è il disegnatore
G a l a n t a r a . Nel
disegno sopra li titolo
un autoritratto. Nelle
altre illustrazioni,
vignette t r a t t e
dalla vasta produzione
di Galantara.

Anticòlo

Prufurattirc dpi Ri*, alla dcnun/ià ili Furto di conto lire


un furio di inc/./a pai^notta

4 ^0''':
HW^

Furto di ci-niumila lire. Svaligiamt-ntu dell erario pubblico.


Psicologia giudiziaria, "l'Asino," 1905.

....•••VV..•• .
.

Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984


storia

S i è svolto a Finale
Emilia e a Modena
con il patronato del
- presidente della Repubbli­
ca, u n convegno d i studi s u
disoccupazione -r sono t u t ­
ti aspètti d i u n modo di
concepire l'esistenza e i
rapporti sociali c h è affon­
d a n o in u n a coscienza pro­
«Gregorio Agnini e la So­ mmm f o n d a sulla funzione della
cietà Modenese», organiz­ «parte» in cui si. milita p e r
zato dalla Provincia d i ragioni c h e vanno al d i là
Modena, c h e h a voluto co­ .3--' • ''i d i un'adesione a d u n grup­
sì sottolineare il significato mkSwM
Msmm p o formatosi temporanea­
• c h e l'azione del primo so­ mente. Così, q u a n d o so­
cialismo emiliano h a avuto praggiungono i pericoli
!per lo sviluppo d i quelle c h e non vengono solo dallo
zone. sforzo degli interessi pa­
C o m e h a sottolineato IKik dronali di impedire la libe­
nella prolusione G a e t a n o r a e progressiva ascesa del
Arfè, la ricerca storica sui mondo del lavoro m a an­
movimenti sociali e politici c h e dall'esaltazione mitica
si va liberando d a quelle Al 1 della violenza a d o p e r a di
pregiudiziali ideologiche settori maggioritari nel
c h e hanno spesso impedito P i i s i partito, la scelta di chi h a
u n approfondimento criti­ f c o m b a t t u t o e creduto nella
co. Così è possibile studia­ possibilità d i emancipa­
r e a n c h e l e radici del so­ zione d i lavoratori non p u ò
cialismo italiano non c o m e essere c h e accanto a chi
espressione solo di gruppi c o n f e r m a quella s c e l t a con
dirigenti bensì c o m e u n una linea ed una proposta
momento di crescita della ancorate alla gradualità
società italiana. L'incontro democratica. Abbandona­
modenese h a costituito r e questa strada signifi­
una verifica d i questo mo­ c h e r e b b e cedere alle ten­
d o di intendere l'interpre­ tazioni peggiori e favorire
tazione storiografica, co­ chi vuole la distruzione del
m e è apparso evidente dal­ movimento organizzato
l e varie relazioni, tenute dei lavoratori.
d a A l d o Berselli, Pietro Alla tragica conclusione
Albonetti, M a r i o Pecora­ del ciclo del fascismo e
•'Vi'v ì ,4 . i-«s ,
ro, Giuliano Muzzioli, della guerra, ritroveremo
Maurizio Degl'Innocenti, "4L' Gregorio Agnini presiden­
T o m m a s o Detti ed altri t e d i quella Consulta N a ­
studiosi. zionale c h e f u la p r i m a as­
Agnini f u u n pioniere semblea della rinata de­
delle lotte d i quelli c h e al­
lora si chiamavano gli «o- Ilmondobracciantiletrasviluppoeconomicoeculturale mocrazia italiana. L a s u a
presenza a quel seggio e r a
perai braccianti» per favo­ il simbolo d i u n a fedeltà
rire l'organizzazione e il a d u n patrimonio d i idee e
miglioramento delle con­ d i esperienze c h e h a per­
dizioni d i vita e d i lavoro messo in t u t t a l'Emilia
in un mondo agricolo nel come in t a n t a p a r t e d ' I t a ­
quale a i bassi livelli d i sus­ lia la valorizzazione dei
sistenza si accompagnava­
no la pellagra e d altre m a ­
lattie. Certo, nel percorre­
r e oggi le s t r a d e e le c a m ­
pagne d i quella provincia,
del socialismo emiliano
convinzione c h e soltanto l a zione a v r e b b e potuto svi­ r a n n o quindi risultato del­ del Socialismo italiano
lavoro e u n a serie di con­
quiste concrete c h e supe­
r a n o tempi, correnti e par­
titi, c o m e dimostra proprio
l'insieme delle positive
di CARLO VALIAVRI
c h e h a attualmente, il red­ U n i t à e la solidarietà m a ­ luppare u n a nuova società le l o t t e agrarie e delle ini­ p r i m a della esplosione c h e realizzazioni conseguite
dito p r ò capite più alto t r a t u r a n o nei lavoratori la lo­ civile. P e r c h è questi pio­ ziative d i c a r a t t e r e asso­ portò alle grandi eresie, attraverso quelle opere og­
t u t t e le province italiane, r o redenzione economica e nieri del socialismo, c h e
Un convegno ciativo per l a bonifica e fuori dell'alveo proprio gi spesso dimenticate ben­
non si possono scorgere i civile, respingendo rigoro­ sono rimasti con il partito a Modena su contro la disoccupazione della tradizione socialista. c h é siano all'origine della
segni di un'antica miseria s a m e n t e - sono parole d i per u n lunghissimo a r c o d i Gregorio Agnini (Degl'Innocenti). M a in­ Piegati d a u n a durezza crescita economica.
0 d i u n a f a s e così lontana. Berselli - la tattica d i co­ storia non condividendo tanto si erano a n d a t i a f ­ d i vita oggi inconcepibile, Il Presidente della Pro­
E ' a n c h e vero p e r ò c h e l e loro c h e predicavano l a ri­ posizioni ambigue, si e le prime f e r m a n d o quei virgulti del d a u n itinerario di fatica, vincia d i M o d e n a , Giusep­
trasformazioni avvenute - volta e scambiavano l'i­ preoccupavano d i distin­ lotte sociali socialismo municipale, c h e di stenti, d i sacrifici, i la­ pe Nuara, che ha aperto i
trasformazioni produttive, stinto d i ribellione delle guersi n e t t a m e n t e d a ogni in Emilia lia s a r à u n a delle più a l t e te­ voratori si e r a n o resi gra­ lavori del Convegno, c o m e
tecniche, organizzative, masse contadine, l'ira e la politica f o n d a t a sulla tat­ stimonianze del contributo dualmente conto c h e le o r e il Presidente della G i u n t a
persino d'ambiente - non tica della «penetrazione» evidenziato d e l movimento dei lavora­ trascorse sui campi per a -
disperazione, p e r autentica regionale L a n f r a n c o Turci,
sono casuali m a sono il f e d e socialista. «Là dove con l'accettazione dei rit­ il ruolo svolto tori all'innalzamento non rare, seminare, trebbiare o l'assessore provinciale alla
f r u t t o di u n a serie di even­ c ' è il proletariato più biso­ m i di sviluppo del liberali­ dai socialisti d i u n a classe sola, m a del-^ nelle fabbriche p e r taglia­ C u l t u r a Giuliano Barboli-
ti c h e gli uomini, con il lo­ gnoso» occorre «l'opera del s m o capitalista? l'intera popolazione. L a re, costruire, confezionare ni e il Sindaco di Finale
ro operato costante e tena­ Essi vedevano b e n e c h e per l'evoluzione conquista dell'Ammini­ 0 nelle case p e r accudire i
partito»: questo il fonda­ Emilia nei loro interventi
ce, hanno contribuito a de­ m e n t o delle battaglie c h e
un'opera profonda d i risa­ di quelle zone strazione locale avveniva giacigli e preparare le mi­ h a n n o illustrato le ragioni
namento, a cominciare dal all'insegna della bandiera nestre calde, avevano in
terminare. u n «intransigente» c o m e
riassetto territoriale e dal­
Gli interventi di u n Convegno c h e - co­
E ' significativo peraltro rossa m a si connotava con c o m u n e u n destino c h e si m e h a sottolineato nelle
come proprio nella provin­
Agnini condurrà nella s u a
la bonifica nella Bassa ri­ di Gaetano Arfè u n o schieramento a p e r t o poteva c a m b i a r e solo at­
t e r r a per poi sottoporre al­ conclusioni il preside della
cia di Modena, nel primo l'attenzione del Parlamen­
chiedeva u n impegno c h e ed altri studiosi a d esigenze più vaste e c h e traverso l'organizzazione facoltà di scienze politiche
decennio del secolo, prese­ non poteva esaurirsi in ri­ spiega i larghi consensi p e r conseguire risultati po­
t o - t r a i primissimi depu­ di Firenze, Luigi Lotti, -
ro piede le correnti rivolu­ medi provvisori m a impli­ c h e andavano alle liste so­ sitivi nei rapporti contrat­
tati socialisti, dopo Costa h a o f f e r t o u n rilevante
cava u n a più intensa azio­ cialiste. Con le lacerazioni tuali, nelle relazioni con
zionaria e intransigente, - le necessità delle classi contributo alla compren­
n e per modificare le spe­ successive il partito perde­ l'imprenditore, con i rap­
pur essendo f o r t e e consi­ più umili p e r sollecitare sione di quell'intreccio t r a
requazioni esistenti e d ot­ r à la sua funzione di guida presentanti del potere
stente una tradizione mo­ provvedimenti a tutela sviluppo economico e civi­
tenere f a t t i agrari m e n o o- a n c h e perchè m u t a n o i pubblico.
derata. d'interessi sacrificati. l e e d azione politica e cul­
nerosi per i coloni. Q u i n d i termini della battaglia po­ L a lotta per "una remu­
In effetti Agnini aveva L'organizzazione eco­ t u r a l e c h e h a m a r c a t o po­
rifiutò dei cedimenti m a litica. nerazione più a d e g u a t a a i
partecipato al g r a n d e mo­ nomica e r a il presupposto sitivamente la storia del
disponibilità a trattare. C ' è d a chiedersi però bisogni essenziali, le ini­
vimento rivendicativo nel­ e la base della politica so­ socialismo italiano t r a f i n e
Gli intervènti repressivi c o m e mai u n «intransigen­ ziative p e r congiungere al­
le c a m p a g n e nella f e r m a cialista, u n r a d i c a m e n t o ' 8 0 0 all'inizio d e l ' 9 0 0 .
delle autorità segnarono in te», quale indubbiamente le rivendicazioni specifi­
diretto con i lavoratori, più t u t t a la pianura P a d a n a in f u Agnini, confluì nel ' 2 2 c h e del singolo «mestiere»
valido d i qualsiasi tentati­ quell'epoca l'increccio t r a t r a i socialisti riformisti d i richieste riguardanti il
vo d i «primato» ideologico difesa della Hbertà demo­ T u r a t i e M a t t e o t t i . L a ri­ complesso della vita - e
d i u n a corrente. R i f i u t o cratica e rivendicazione sposta al quesito non p u ò quindi la disponibilità fisi­
quindi d i ogni spinta sov­ del lavoro, c h e caratteriz­ venire c h e d a u n ripensa­ ca, la salute, la tutela dei
versiva e nel contempo zerà la storia del sociali­ m e n t o del significato sto­ fanciulli e delle donne, i
consapevolezza c h e solo la s m o italiano. rico dell'azione socialista e casi di infortunio, la previ­
politica di pressione sui L e trasformazioni c h e si d a u n a riflessione sui con­ denza e il soccorso per le
detentori del potere pub­ realizzeranno nel primo tenuti antropologici e cul­ malattie, poi p e r la vec­
blico e dei mezzi d i produ­ quindicennio del secolo sa- turali dei «comportamenti» chiaia, non ancora per la

Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984


costume
Un fenomeno da non sottovalutare
Nediscutonopolitologiefilosofi
L g a s t r o l o g i a è u n a cosa seria. Capisco che, b u t t a t a
giù cosi su queste pagine, un'affermazione del
Pretesto per un dibattito cosi esteso e d inquietante è
stato l'imminente passaggio sulla terra, d o p o una lonta­
genere può suscitare equivoci. G i à m i vedo d a ­
vanti il vecchio compagno pragmatista e razionale c h e
protesta; m a come, l'àstrologia u n a cosa seria? E lo si
scrive qui, &\i\VAvantl!, sul quotidiano socialista! M a no,
lasciatemi finire. A p a r t e il f a t t o c h e ciascuno h a il dirit­
Astrologia: milioni n a n z a d u r a t a 75 anni, della cometa di Halley, il miste­
rioso corpo celeste c h e gli antichi chiamavano la «verga
d i Dio» per la straordinaria lunghezza della s u a coda (ol­
t r e o t t a n t a milioni d i chilometri) m a anche perchè a ! suo
apparire associavano punizioni divine, lugubri fantasie
t o d i considerare serio ciò c h e vuole, l'astrologia è u n a
cosa seria perchè milioni di persone se n e occupano,
molti credendoci, altri meno, tutti comunque con evi­
dente interesse. E q u a n d o u n fenomeno coinvolge u n a
massa così estesa d i individui merita per forza di cose
di persone popolari e presagi per lo più infausti.
L a f a m a jettatoria dèlia cometa e d i numerosi prece­
denti storici enumerabili a conferma della s u a vocazione
catastrofica hanno reso a tratti agghiacciante il dibatti­
to, soprattutto q u a n d o dallo zodiaco si è spostato a con­
considerazione. N e l senso c h e non lo si può liquidare con
la facile ironia o la saccenteria della ragione con la «R»
maiuscola, quella c h e gli illuministi avevano con scarso
raziocinio divinizzato, p e r intenderci, in luogo delle di­
vinità c h e credevano d i avere definitivamente atterrato.
d credono Perchè? siderazioni terrene, indulgendo sulla obiettiva pericolosi­
t à della situazione mondiale. In tal senso, assai più cata-
strofisti degli astrologi puri sono stati gli storici e i poli­
tologi, molto più restii dei primi a d intr^vvedere ipotesi
di speranza nella realtà attuale del pianeta terra. E va ri­
Va d a sè, del resto, c h e anch'essa - quella ragione così levato, a d esempio, con quanto realismo u n sacerdote
intransigente d a sfiorare a s u a volta l'irrazionalità - è di FRANCO CVOMO particolarmente attento a i problemi sociali come padre
oggi p e r molti aspetti un tantino fuori moda. Ernesto Balducci, presente a n c h e lui al convegno di a-
C h e poi l'astrologia sia qualcosa che, come f a t t o d i strologia, h a senza esitazioni a f f e r m a t o c h e non c ' è biso­
costume, v a oggi al di là dei ghetti esoterici per suscitare gno di tirare in ballo la cometa di Hallej per dire c h e
curiosità e partecipazione nelle fasce d i opinione più di­ l'umanità è alle soglie dell'autodistruzione. Assai più
sparate è in p a r t e dimostrato dalla larga diffusione delle possibilisti, i lettori delle stelle sono apparsi invece o-
pubblicazioni specializzate m a a n c h e dalla varietà delle rientati verso previsioni rassicuranti, sostehendo c h e sì, è
angolazioni culturali sotto cui possono essere di volta in vero, la cometa h a u n a pessima reputazione, m a non è
volta a f f r o n t a t e le questioni inerenti la materia-. N e h a d e t t o c h e debba necessariamente portare cattive notizie.
f a t t o f e d e in questi giorni il congresso internazionale d i C o m e dire che, insomma, quasi tutto dipende dagli uo­
astrologia indetto a Riva del G a r d a dalla rivista /istra, mini. Astri permettendo.
c h e ha visto riuniti intorno allo stesso tavolo non soltanto T u t t o questo discorso, naturalmente, non ci impedisce
m a g h i e astrologi, m a a n c h e politologi quali Giorgio di a m m e t t e r e c h e qualche volta la «lungimiranza» astro­
Galli (della cui relazione pubblichiamo u n a m p i o stral­ logica puù superare d i diverse lunghezze le soglie del
cio), filosofi quali Emanuele Severino, e perfino u n e- possibile. C o m e nel caso di certe bizzarre previsioni a
sperto di cose militari come Falco A c c a m e . Il c h e si breve scadenza: svecchiamento dei vertici sovietici entro
spiega a n c h e con l'argomento in discussióne, cioè l'inter­ il 1985, ritorno dei Borboni sul trono di Francia e grandi
rogativo intorno a q u a n t o il destino riserva All'umanità mutamenti geografici in prossimità dell'Italia, tali d a
in f a t t o di g u e r r a e pace. trasformare addirittura l'Adriatico in un lago.

D a quando i movimen­
ti pacifisti ed ecolo­
gisti hanno assunto
peso politico nelle società
mento, fermata d a Aristote­
le, che di nuovo si muove
con Newton e Einstein; la
teoria comparsa con Demo­
«streghe») perdono definiti­
vamente la loro battaglia.
M a la loro sfida ha provoca­
to anche una risposta positi­
essere valutati in termini
corretti dalla scienza uffi
ciale, pare almeno un mo­
mento di questa fenomeno­
occidentali, si parla di una
«cultura della pace» che si
contrappone alla «cultura
della guerra». Le riflessioni
che seguono sono un contri­
crito, scomparsa per millen­
ni, riapparsa negli ultimi
decenni.
Si può quindi avanzare
l'ipotesi che alcune delle
Segno di pace va: la scienza moderna (Ke­
plero era figlio di una «stre­
ga», per la cui difesa si im­
pegnò a fondo); e lo stato di
diritto della democrazìa
logia.
Appunto questo riaffac­
ciarsi delle culture sconfitte
nel momento (tre secoli fa)
nel quale vince la «cultura
buto all'analisi del rapporto culture sconfitte nel passato rappresentativa. della guerra», può essere vi­
di GIORGIO G4LU
c h e esiste tra questa possibi­ possano riapparire: l'augurio A tanti secoli di distanza, sto come l'inizio di un per­
le «cultura, della pace» e le è che ciò si verifichi nel cor­ frammenti delle culture corso che può portare alla
Dal punto di vista politi­ sposta ~ negativa (sterminio della guerra».
«culture alternative» che so di una elaborazione che sconfitte riappaiono sulla «cultura della pace».
co, lo Stato moderno nasce dopo il quale il conflitto non Questa sintetica esposi­
vennero sconfitte nella con­ possa sfociare nella «cultura scena culturale di un siste­ Questa esige un ampio
dal superamento, di questa è possibile) se ne aggiunge zione richiederebbe una
tesa culturale che si svilup­ della pace». f ma mondiale caratterizzato ricco retroterra culturale.
sorta di guerra civile per­ una positiva; l'esperienza di puntualizzazione con le op­
pò tra il 1400 e il 1600, dalla tensione che potrebbe Non può derivare soltanto
Perchè queste riflessioni manente (è l'asse del pensie­ questo conflitto drammatico portune citazioni di teorici
Tra le culture sconfitte - sfociare nella catastrofe dall'angoscia e dalla paura.
non appaiano una improvvi­ ro di Hobbes). M a la guerra , (che è anche e soprattutto della politica (da Bodin a termonucleare. Il femmini­ Non può prescindere dal­
la stregoneria, l'alchimia, sazione, preciso che viene sostituita all'interno dello un conflitto tra il «maschile» Hobbes e a Grozio), nei qua­ smo degli anni Settanta - in l'emozione, ma non può la­
l'ermetismo figura anche qui esposta in forma neces­ Stato dal conflitto controlla­ e il «femminile» delia «stre­ li è percepìbile lo stretto parte trasferitosi nei movi­ sciare ai cultori del realismo
quella astrologica. Non si sariamente sintetica e quin­ to attraverso una legittimità ga») suggerisce anche una rapporto tra ostilità, rifiuto menti pacifisti ed ecologisti politico il monopolio della
può dire che esse fossero di per taluni aspetti apodit­ da tutti riconosciuta (la risposta positiva, nel senso e polemica nei confronti del­ - si riappropria, ovviamente ragione.
«culture di pace», ma si può tica un'analisi che sto svi­ rappresentanza) si espone che questo scontro così le culture alternative e con­ in termini culturali, della Un'accumulazione cultu­
supporre che l'elemento del­ luppando da tempo e che massicciamente all'esterno: drammatico sollecita la ne­ tributo alla formazione del tradizione ribelle delle rale non si inventa e non si
l'aggressività umana fosse e- troverà più adeguata esposi­ i conflitti tra gli stati assu­ cessità di evitarne altrettan­ pensiero politico moderno «streghe». improvvisa, E non bisogna
laborato diversamente e in zione in-due libri in prepa­ mono una ampiezza e una to drammatici in futuro. che media i conflitti nel­ La cultura ermetico-gno- mai dimenticare che dietro
forme meno pericolose di razione e che riguardalo violenza sconosciute nel Occorre inventare una l'ambito dello Stato, ma non stica viene parzialmente re­ la cultura della guerra vi è
quelle che si sono espresse specificamente la disciplina Medio Evo (guerre imperia­ «macchina» che controlli riesce a mediarli nei rappor­ cuperata attraverso la popo: una forte e ricca tradizione
nella vittoriosa cultura della alla quale lavoro, la scienza li tra Spagna, Francia, In­ l'asprezza del conflitto, che ti inter-statali. Si tratta di larizzazione di Jung e si fa culturale (che oggi ritiene di
rivoluzione scientifica. politica. ghilterra; guerra dei tren- la riduca in termini accetta­ teorici che scrivono tra gli strada nella terminologia poter controllare il fenome­
Il pensiero illuminista di L'ipotesi di lavoro è che t'anni che deprime la Ger­ bili. Questa «macchina» è la ultimi decenni del '500 e i persino nei santuari della no dei conflitti interstatali
questo sorcio di secolo e di l'organizzazione dello Stato mania per un secolo; guerre democrazia rappresentativa, primi del '600, nei quali la scienza più avanzata. mantenendolo al livello delle
millennio credo possa cor­ moderno fondato sulla rap­ di successione; guerre napo­ parlamentare, che è la for­ cultura alternativa più dif­ La stessa astrologia si f a guerre convenzionali e limi­
reggere l'errata impostazio­ presentanza (democrazia leoniche; guerra di indipen­ ma tipica di Stato moderno fusa e quindi temuta (quella strada sino al cuore dei mass tate, che servono da deter­
ne iniziale (quella del Sette­ rappresentativa) come mez­ denza e unificazione nazio­ della cultura occidentale si­ detta delle «streghe») viene media della società detta rente alla guerra termonu­
cento degli Enciclopedisti), zo specifico di mediazione nale nell'Ottocento; infine no ai nostri giorni (sia pure perseguitata e distrutta con post-industriale. I fenomeni cleare globale).
con la quale reputò superata dei conflitti e di controllo prima e seconda guerra con l'interruzione di regimi spietata violenza. paranormali collegati alla e- L'accumulazione cultura­
la questione delle culture delle tensioni sociali, non è mondiale). autoritari, ultimo esempio i Ma mi pare utile trala­ sperienza delle «streghe» le che oggi può rafforzare la
sconfitte. Dobbiamo ricor­ senza rapporto col grande La «cultura della guerra» «fascismi storici» degli anni sciare citazioni specifiche vengono difesi, sia pure in e- cultura della pace esiste,
dare l'utile monito di Feye­ conflitto culturale che si svi­ è il frutto di questi tre secoli tra le due guerre). per avviarmi alla conclusio­ spressioni minoritarie, con­ può essere rintracciata ed u-
rabend che sottolinea come luppò tra il XV e, il XVI1 di stragi e di paura. Se sintetizziamo il ragio­ ne del ragionamento: è in­ tro la massiccia confutazio­ tilizzata. negli aspetti
teorie che appaiono definiti­ secolo tra quella che si af­ S e collochiamo questo namento, possiamo dire che fatti nel corso di questo stes­ ne scientista. meno conflittuali e meno
vamente sconfitte ricom­ fermò come scienza vittorio­ sviluppo politico nel più lo Stato moderno è un pro­ so periodo, mentre Grozio Lo stesso desiderio della aggressivi (chè pure questi
paiono in seguito sul cam­ sa e le altre gnoselogie di cui ampio sviluppo culturale e dotto di quella stessa cultu­ scrive «De jure belli et paci- parte più seria (e non di erano presenti) delle culture
mino della conoscenza: la ho detto (tra le quali l'astro­ se tentiamo di interpretarlo ra scientifica cTie ha vintola- s» e Hobbes il «Leviathan» speculazione sulla credulità) alternative sconfitte negli
terra già pensata -in movi­ logia). con la citata dinamica sfida- sfida con le culture alterna­ (che è un mostro biblico di dei cultori dell'astrologia, di scorsi secoli.
risposta, abbiamo questo tive. M a è un prodotto (una sesso femminile, che egli
quadro: la sfida delle cultu­ macchina) che funziona solo trasforma in simbolo del
re .alternative (l'ampia dif­ nei rapporti interni tra gli moderno potere statuale,
fusione della cosiddetta stati (fine della guerra civile con singolare capovolgimen­
«stregoneria» tra il 1400 e il permanente). Non funziona to di sesso, dato che in que­
1600) provoca la risposta nei rapporti internazionali sto S.tato le donne sono un
della cultura che sta diven­ (scoppio di conflitti sempre «nulla» politico e otterranno
tando egemone in termini di più ampii e spietati). E ' in il diritto di voto solo tre se­
spietata repressione (la questi rapporti che si de­ coli dopo) che le culture al­
«caccia alle streghe»). terminano condizioni che ternative (alchimia, ermeti­
M a nel contempo alla ri­ danno origine alla «cultura smo, astrologia; oltre le

Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984


nuove nviste

I l sistema politico a-
mericano si trova a
fronteggiare una va­
sta crisi di fiducia che può
essere superata soltanto con
l'apatia attuale, una rivita-
lizzazione dei due partiti;
una serie dì riforme costitu­
zionali e, soprattutto, una
ricerca di leadership morale
declino dei partiti. Come già
aveva teorizzato Harold In-
nis fìn dalla fìne degli anni
'40, le trasformazioni nel si­
litica americana in questi
ultimi anni» ma, secondo
lui, la graduale dissociazio­
ne dei candidati dai partiti
stema di comunicazioni, e ha notévolmente ridotto la
il tipo più raro di leadership capace di riattivare questo soprattutto la nascita di loro rappresentatività e la
. Le radici della crisi sono «potenziale di massa» at­
da ricercare nei problemi
strutturali emersi fin dalle
origini del sistema due seco­
tualmente inerte. M a non è
tanto la sua ricetta che qui
interessa quanto la diagnosi
:{ nuovi mezzi di comunica­
zione, finiscono per trasfor­
mare gradualmente ogni a-
risposta non può venire altro
che dal ristabilimento di un
rapporto più chiaro e difetto
spetto della vita sociale e, in tra chi aspira ad una carica
li fa; i suoi sintomi sono i- del malessere che trova con­ questo caso, si può osservare pubblica ed il partito a cui
dentificabili nelle forme at­ ferma in una letteratura il fenomeno studiando la po­ si richiama in modo che l'e­
tuali di disgregazione politi­ sempre più vasta sull'argo­ litica elettorale nei suoi più lettore possa compire con
ca, di paralisi istituzionaliz­ mento, anche se sempre recenti mutamenti. Siamo chiarezza la sua scelta.
zata e di inettitudine ed im­ meno nostalgica del tipo di dinanzi ad una nuova «tec­ E ' attorno a questi temi e
potenza governativa». Così partitismo affermatosi nel nologia politica» - per usare problemi che si sviluppa
esordisce in The Power to periodo del New Deal. Mar­ le parole di Charles Roll,' ormai da anni il dibattito in
Lead lo studioso liberale tin P. Wattenberg, professo­ autore di uno dei due saggi corso sul sistema politico a-
James MacGregor Burns in re di scienze politica all'uni­ - che renderà sempre, più mericano e su quella che
un saggio dal sottotitolo si­ versità di California (ma difficile la ricostruzione del molti percepiscono come la
gnificativo: La crisi della della generazione successiva sistema bipartitico. Al con­ sua crisi, ma nell'ultima e-
presidenza americana. Bio­ a quella di Burns), concorda trario il futuro sembra muo­ dizione del loro ormai popo­
grafo di Roosevelt e di John con una parte dell'analisi versi nella direzione opposta lare Almanac of American
ed Edward Kennedy, già svolta dal suo collega e in secondo le previsioni di Ri­ Politics, Michael Barone e
presidente della American The Decline of the American chard N . Neustadt in Poli­ Grant Ujifusa inseriscono
Politicai Science Associa- Politicai Parties non ha dif­ tics and the New Media anche un altro elemento che
tion, vincitore del Premio ficoltà ad accettare, fin dal (Communications and the da tempo ha richiamato l'at­
Pulitzer e del National Book titolo, il dato di fatto essen­ Future). Egli ci ricorda, f r a tenzione degli studiosi: le
Award, MacGregor Burns ziale; la crisi e il declino dei l'altro, che «il passaggio del trasformazioni, cioè, avve­
persegue in questo nuovo li­ partiti politici. Attraverso potere dai partiti politici a nute nel corso dell'ultimo
bro il filone di ricerche ini­ un minuzioso studio, anche più limitati gruppi dì pres­ ventennio nel tessuto sociale
ziate nel 1949 con Congress statistico^ del periodo tra il sione, è già in corso da de­ americano ed il fatto che «le
on Trial e riprese nel 1963 1952 ed il 1980 dimostra in cenni. La Radio e la TV regole che governavano la
con The Deadlock of Demo- quale misura tutto il proces­ hanno dato ai candidati la politica americana negli an­
cracy dove già individuava il sò politico americano si sìa possibilità di parlare diret­ ni '40 ed anche '60 non val­
malessere del sistema bipar­ modificato negli ultimi tren- tamente agli elettori, senza gono più». La nazione è in­
titico americano. Ma oggi, t'annì. dover passare attraverso le dubbiamente cambiata. Ba­
alla vigilia di un'altra ele- «I partiti - scrìve Wat­ organizzazioni di partito,, rone e Ujifusa ritengono che
ziorte presidenziale, questo tenberg - che erano un tem­ rendendo i candidati ancora gli americani siano diventati
spregiudicato storico delle i- po l'elemento guida del più dipendenti dal denaro». più simili non solo economi­
stituzioni affronta in maniè­ comportamento degli eletto^ Per Neustadt, tuttavìa, la camente, ma anche etnica­
ra specifica - così come a- ri sono ormai oggetto di prospettiva non è così inco­ mente e regionalmente. Essi
veva fatto in modo più gene­ quasi completa indifferenza raggiante come sembrava sono rimasti tuttavia diversi
rale nel suo recente Leader­ d a parte dì un largo settore indicare Alvìn Toffler. nel culturalmente e l'emergenza
ship - il problema della so­ dèlia popolazione». M a ciò suo ultinio libro The Third di quelli che èssi chiamano
pravvivenza stessa di un si­ soprattutto perchè agli oc­ Wave. una «politica della varietà
stema che, secondò lui, mo­ chi del pubblico ì p ar titisi Toffler era del parere che culturale» potrebbe avere
stra segni allfirmanti di lo­ sono rivelati sempre meno la nuova tecnologia avrebbe grandi implicazioni per i r
goramento sia al vertice che importanti nel processo poli­ creato «un nuovo sistema dì futuro. Scomparsi i vecchi
alla base. tico; di conseguenza il com­ democrazìa semi-diretta» blocchi elettorali nati sulla
La tesi di fondo di Mac­ portamento elettorale è di­ legando più direttamente i scìa della esperienza roose-
Gregor Buriis è che per la venuto sempre più volatile e cittadini a coloro che devo­ veltìana, se ne potrebbero
prima volta; nella storia de­
gli Stati Unki sia i leaders
nazionali e locali che i citta­
meno prevedìbile. Uno degli
elementi caratteristici della
nuova situazióne, creata in
Nascita di un nuoVQperiodico no rappresentarli, ma anche
Curtis B. Gans sembra di
formare dei nuovi; nuovi al-
lineampnti i cut contorni so­
parere diverso. Questo e- no ancora diffìcili da defini
dini invece di difendere o gran parte dall'intervento sperto di comportamenti e- re. Uno di questi, recente-'
criticare il sistema, lo stan­ sempre più vistoso dei nuovi lettoirali, che dirìge a Wa­ mente, è .stato indicato con
nò letteralmente «abbando­ grandi mezzi di comunica­ shington il Committee for la formula del Gender Gap
nando»: ovvero il livello di zione nel processo politico the Study of the American quando si è scoperto che
partecipazione polìtica ha stesso, è costituito ad esem­ Electorate, ha chiarito mol­ improvvisamente le donne
raggiunto ormai il suo limite pio dalla graduale e crescen­ to perentoriamente il suo presentano caratteristiche e-
critico. «Questa diserzione - te personalizzazione delle

m
pensiero nel suo contributo léttorali diverse da quelle
secondo Burns - assume la campagne elettorali dei al volume collettivo Beyond degli uomini. O si tratta di
sua forma più dramniatica candidati a tutti i livelli, Reagan in cui si analizzano vedere come si configure­
nella massiccia incapacità sempre meno dipendenti le prospettive per gli anni ranno nel futuro i milioni di
di 'milioni di americani a dalla promozione dei loro ri­ '80. Secondo Gans, «non è nuovi immigrati (|atino-a-
prendere parte anche alle e- spettivi partiti e sempre più

su «L'Indice»
un caso che la partecipazio­ mericani o asiatici), il cui
iezioni più importanti». legati, invece, alFimmagine ne elettorale sia diminuita peso ancora non si è avverti­
Molte sono state le ragioni che di se stessi cercano di dopo che la televisione è di­ to nella vita politica ameri­
attribuite al declino della trasmettere al pubblico at­ venuta il mezzo principale cana. Il sistema, insomma,
partecipazione al processo e- traverso i media. Watten­ di comunicazione per gli a- così come lo abbiamo cono­
lettorale ma, secondo Burns, berg fa notare, a d esempio, mericanì e lo strumento sciuto appare oggi in crisi e
«occorre abbandonare ogni che nei resoconti .elettorali principale di propaganda in trasformazione.
illusione: la gente sta a casa sulla stampa o alla televisior di GIANFRiNCO CORSINI politica». Ili sostanza, «il cit­ James MacGregor Burns,
il giorno delle eleizioni non ne l'attenzione si è spostata tadino è diventato Un con­ The Power to Z,eai/, Simon
perche ha difficoltà ' regi­ ormài'sempre più sulla per­ ara in librerìa alla fìné del mese uh ci non,' una sentenza della Cassazione, con sumatore di. politica, .invece and SChuster, New. lYòrli
strarsi, perchè gli orah del sóna'dei candidati; alltìnta- .nuovo^rìò'dico la cui pestata non ìa'-' il computo delle virgole e l'indicazione delle di partecipante direttamen-; 1984, pp.i288 - doli. 16,95. ,
votò sono-scomodii o perchè nandbsi contemporaneamen­ 'scia Spazio a dubbi; Sijchiama pene per abuso di punti esclamativi, ma te coinvoltoi e di conseguen­ Martin ,P. Wattenberg.
è un giofno feriale; la gente te dalla tradizione che, nel dicee si occupa esclusivamehte di libri. A l'invito a che' «l'esposizione del contenuto za ciò ha qontribuito a ren­ The Deci ine, of American
sta a casa compiendo un at­ passato, tendeva a metteré dirigerlo é scriverlo sarà un nutrito comita­ abbia la centralità che gli spetta»; come di­ dere la pqlitica americana politicai Parties; 1952-
to consapevole di rifiuto». in evidenza, invece, il parti­ to di redazione (direttore responsabile Fi­ re che finalmente sapremo, da una recen­ più atomizzata ed egoistica» 1980, Harvard University
Quando un partito vale l'al­ to a cui i candidati apparte­ lippo Maone) che si avvarrà di volta in volta sione, di che cosa parla un libro e iion leg­ privilegiando le opinioni e Press, Cambridge 1984, pp.
tro, i presidenti deludono, il nevano. gli interessi dell'individuo su 160-doli; 15.
di collaboratori esperti e prestigiosi. E sul geremo esclusivamente giaculatorie «sulla
Congresso è al suo livello Nei saggi The Decline of quelli della comunità men­ Beyottd Reagan, Edited
più basso di prestigio nei Politicai Parties e Private numero uno, tanto per citare a caso, scri-< malignità dei tempi e l'impotenza della
tre, sull'altro versante, «il by Alan Gartner, Colin
sondaggi e i candidati non Opinion Polis, apparsi in un vono Aldo Natoli, Paolo Murialdi, Massi­ scienza».
personàggio centrale non è Greer & Frank Riessman,
sono più chiaramente identi­ simposio della Academy of mo Severo Giannini e Cesare Cases. La verità tutta la verità: e il recensore, più il candidato o il partito, Harper & Row, New York
ficabili ideologicamente o Politicai Science (The In apertura un doppio editoriale di pre­ che non deve essere falsamente concettua­ ma il consulente politico (il 1984,pp. 345-doli. 6,95.
politicamente, vengono me­ Communications Revolu­ sentazione: uno rivolto ai lettori, l'altro ai le, usare sindacalese e giornalese, deve so­ Media adviser), \\ cui solo The Communications Re­
no, secondo Burns, le moti­ tion in Politics), questo pro­ recensori e dal tono pare di capire che la prattutto saper fare dei bei riassunti e per fìne è vincere per dimostra­ volution in Politics, Edited
vazioni essenziali alla parte­ cesso viene chiaramente il­ redazione si fidi piìi . dei primi che dei se»: di più scritti chiaramente. Infine, una ulti­ re la sua efficienza e con­ by Gerald Benjamin, The A-
cipazione. lustrato e direttamente col­ condì. Ai lettori infatti si presenta gentil-. ma ma non trascurabile indicazione e scel­ quistare altri clienti e nuovi cademy of Politicai Science,
L'alternativa proposta legato ai mutamenti avvenu­ mente pronta a smentire ogni terrorismo ta «a priori»: non usare il giornale per e- intròiti». New York 1982, pp. 205
dallo studioso del Williams ti in questi ultimi anni nel sia pure supposto. ... ^temporanee è feroci stroncature come pia­ Anche Wa.ttenberg con­ doli. 6,95.
College si riallaccia alla sua sistema di comunicazioni Non siamo come quél giudice deli'Arìzo^ ceva tanto alla furente critica marxiana corda che «la terribile cre­ Communications and the
formazione democratico-li- americano, e si comprende na che ha condannato un ragazzo, diventa­ d'altri tempi ma fare - è scritto sempre nel­ scita dei media è stato in­ Future, Edited by Howard
b'erale e, con ottimismo pro- meglio da queste analisi to ladro per aver visto troppi telefilm, a le istruzioni per il recensore - «di norma», dubbiamente uno dei più F. Didsbury Jr World Futu
babilmiente fuori luogo, egli quale sìa una delle ragioni leggere un certo numero di pagine a setti­ «critique des beautès», come dire, recensire importanti fattori nella tra­ re Society, Bethesda 1982,
suggerisce, come risposta al­ importanti del cosiddetto mana - si legge nell'editoriale dedicato ai un libro perchè piace. E chi non sarà sul!' sformazione della scena po­ pp. 350 - doli. 14,50.
lettori - ma siamo un gruppo di lettori d i . Indice potrà facilmente capire perchè.
professione che considerano i libri come Dal primo numero, per gentile c o n c i ­
strumenti di conoscenza e fonti di piacere. sione dell'editore, pubblichiamo qui di se­
Spazio aperto dunque a schede e rMen- guito una «plurirecensione» di Gianfranco
sioni: saggistica, letteratura, scienze, ma­ Corsini. Chi sa l'inglese potrà capire che
nuali ma anche, sia pure raramente, libri di cosa c'è dietro le elezioni presidenziali a-
puro divertimento, e infine il «top», il libro mericane e chi non lo sa potrà risparmiarsi
del mese che non sarà «un piccolo premio la lettura dei cinque testi indicati da Corsi­
letterario» ma avrà il senso dell'editoriale ni; quel che dice «riassumendo chiaramen­
del numero. te» (!) il recensore, basta e avanza.
Per i recensori un decalogo: intendiamo­ Paola Cacianti

Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984


medio oriente
sempre stato pronto a d ac­ riera. Esattamente il con­ Nel frattempo dall'este­
cettare qualunque ruolo, trario di quello c h e l'Ara­ ro, contro la persecuzione
qualunque politica e ad al­ bia Saudita aveva richiesto dei cristiani, arrivava al
learsi con qualunque fazio­ per effettuare investimenti. presidente, immediata e in­
ne. Dopo aver flirtato con il L'amalgama dei fattori pe­ ferocita, la protesta del
comunismo, con il naziona­ troliferi, religiosi, etnici e Consiglio Mondiale delle

I l presidente sudanese nelle 3 preesistenti provin­ stato di confusione in cui invece in questi mesi, è
lismo nasseriano e con le nazionalistici, in un effetto Chiese, seguito a ruota da­
Nimeiri ha usato l'oc­ c e coloniali d i Equatoria, sarebbe caduto il paese, al- piombato in clima di incer­
varie gamme del socialismo perverso, servì invece ad u- gli U S A c h e oltre tutto a-
casione della Conferen­ Bar Al-Ghazal e Upper Ni- 'Occidente non era ancora tezza e di miseria molto
arabo, è arrivato alla con­ nificare la popolazione me­ vevano l'ingrato compito di
za Internazionale per l'ap­ le, la cui autorità veniva ri­ ben chiaro chi avrebbe po­ maggiore di quello prece­
clusione c h e il revival isla­ ridionale c h e prima era di­ far digerire all'impressio­
plicazione della Legge I- dotta al livello di quella tuto succedergli. Poi per­ dente la svolta ideologica
mico era quello c h e più fa­ visa da contrasti tribali e nata opinione pubblica a-
slamica, che si è svolta a delle altre regioni del pae­ chè non si poteva permette­ presidenziale: l'inflazione è
ceva al caso suo. E per uno ambizioni politiche. Im­ mericana, un alleato così
Kartum a fine settembre, se. Il che equivaleva a dire re alla Libia, ancora una al 40%, il tasso di disoccu­
c h e per convenienza, aveva provvisamente, dissidenti sconcertante. La tenzione
per uscire dal «cui d e sac» nessuna. volta, di adoperare la pra­ pazione altissimo, il cibo
accettato tutte le opzioni, di varia estrazione e di di­ tra Kartum e Washington
in cui si era cacciato. Nel Nimeiri era arrivato alla tica terroristica come a r m a scarso, la benzina raziona­
decisione certo per indebo­ l'Islam era l'unica che non verse motivazioni, che non salì alle stelle quando i ser­
corso della cerimonia di politica e infine (e soprat­ ta, il mercato nero diventa­
lire il turbolento e indipen­ avesse ancora provato». erano mai riusciti a riconci­ vizi segreti americani in­
chiusura, infatti, ha annun­ tutto), perchè il complotto to un'istituzione tollerata
dente Sud m a soprattutto Anche se non si vuole liarsi da! tempo dell'accor­ formarono l'Amministra­
ciato la fine dello «stato prevedeva di f a r saltare in dalle autorità e i salari as­
mettere in dubbio l'auten­ do di Addis Abeba, si ri­ zione Reagan c h e il gover­
d'emergenza» imposto sul per motivi economici. In­ aria anche l'ambasciata a- solutamente insufficienti
ticità della fulminea con­ trovarono d'accordo a no sudanese per stanare i
Sudan dallo scorso aprile e fatti; la spartizione del ter­ ad assicurare la sussistenza
versione religiosa del presi­ combattere fianco a fianco, ribelli meridionali, con mericana a Kartum.
la prossima soppressione ritorio meridionale non a- All'interno della compa­ di una famiglia media. Per
vrebbe più consentito al dente, certamente le moti­ sotto un'unica bandiera, il grande disinvoltura, stava
delle Corti giudiziarie spe­ gine governativa, con il la ricorrenza del Bajram, la
governo autonomo di poter vazioni della forzata isla- governo centrale. Persino il usando le a r m i americane
ciali che, durante questi passare del tempo, si rivol­ festività di Abramo che è
mesi, hanno condannato al­ impedire il controllo del tarono contro il presidente la massima festività del
l'amputazione degli arti 58 governo centrale sulla poli­ persino gii antichi sosteni­ mondo islamico, lo scorso 6
ladri confessi. tica petrolifera della regio­ tori, sempre più esigui tra settembre, molte famiglie
«Oggi il Sudan è libero
dalla corruzione e dall'im­
ne, destinata in f u t u r o a un
grande sviluppo. N e l 1974, Prospettive del Sudan di Nimeiri l'altro, perchè lui nei 15
anni del suo mandato, ave­
sudanesi non hanno potuto
permettersi il tradizionale
moralità - ha dichiarato la compagnia statunitense va f a t t o fuori o imprigiona­ agnello che mediamente
nel consueto tono enfatico Chevron, incaricata dal go­ t o o esiliato tutti gli uomini costava 107 dollari. Mentre
- quindi presto le Corti di
giustizia potranno essere
chiuse e potranno essere in­
trodotti cambiamenti radi­
cali del sistema giudizia­
verno di effettuare prospe­
zioni petrolifere, proprio
nel Sudan meridionale, nel­
la zona di Bentiu, aveva
accertato l'esistenza di va­
Religione di governo che potevano
diventare potenziali rivali.
Così tutti i suoi tentativi di
far passare la legge indi­
spensabile a trasformare il
la gioventù emigra in mas­
sa, alla ricerca di opportu­
nità, verso i Paesi del Golfo
in Sudan dilagano l'assen­

e petrolio
teismo, il degrado sociale e
rio». sti giacimenti di greggio di Sudan in Repubblica Isla­ il disamore verso il governo
Si è trattato del secondo buona qualità e di facile e- mica, vennero nettamente centrale.
gesto conciliante c h e il pre­ straibilità. K a r t u m così, respinti in Parlamento d a Sotto la spinta di tutte
sidente ha compiuto in po­ come massimo progetto di un'altissima maggioranza queste pressioni, Nimeiri a
chi giorni. Il 22 settembre, sviluppo del paese, decise

miscela esplosiva
di deputati in altre occa­ fine settembre, nella ciclo­
in un discorso diffuso via di costruire una pipeline sioni molto più docili. pica cerimonia di chiusura
radio in tutto il paese, ave­ c h e avrebbe collegato i Nimeiri neppure poteva della Conferenza Islamica
va anche annunciato l'in­ pozzi di Bentiu al termina­ contare sull'appoggio delle con la partecipazione del
tenzione di ritornare sulla le petrolifero di Marsa forze a r m a t e dato che, ne­ boxeur americano
sua decisione che aveva di­ Nimeiri (anch'esso d a co­ gli ultimi due anni, attra­ Muhammad Ali quale stel­
viso in 3 separate province struire sul M a r Rosso a 23 di OmELL4 DEL GUASTO verso purghe continue non la d'attrazione a d a r e l'im­
la grande regione semiau- km d a Porto S u d a n ) d a do­ aveva fatto altro che sosti­ primatur cosmopolita, è
tonpma meridionale, abita­ ve il greggio sudanese sa­ tuire gli uomini-chiave del­ tornato sui suoi passi: le 3
t a in prevalenza d a cristia­ rebbe stato convogliato in le sue milizie. province meridionali sa­
ni e dall'etnia Dinka. «Alla direzione del porto petroli­ Mese dopo mese, Nimei­ rebbero tornate a fondersi
fine del periodo di transi­ fero saudita di Yanbu. Il mizzazione del Sudan fu­ popolo della provincia e- appena ricevute in base al­ ri ha finito così con il tro­ in un'unica regione e i cri­
zione (che scadrà il 4 di­ gigantesco progetto, del co­ rono molto più prosaiche. quatoriana, ai confini dello l'accordo di assistenza mili­ varsi sempre più isolato stiani non sarebbero più
cembre)'!'cittadini del Sud sto di 2 miliardi di dollari, A Kartum occorreva ur­ Zaire e dell'Uganda, che è tare. Sordo a ogni ragio­ mentre centinaia di soldati stati sottoposti forzatamen­
potranno liberamenté sce­ a partire d a l 1986, avrebbe gentemente una nuova i- stato sempre u n acceso so­ namento, Nimeiri si difen­ dell'esercito regolare rima­ t e alla Shari'a. E non ha
gliere se vogliono divise o assicurato un'esportazione deologia che distraesse l'at­ stenitore della spartizione, deva su tutti i fronti: la nevano uccisi negli scontri f a t t o più cenno al suo vec­
unite le 3 province». di 100.000 b g (di cui il tenzione pubblica dalle per abbattere l'egemonia Shari'a era espressione di con i ribelli. Scontri che nel chio progetto di voler tra­
Nimeiri si è così arreso 30% del ricavato sarebbe: crescenti difficoltà politi­ delia tribù rivale dinka sul­ libertà e democrazia... il Meridione avevano ormai sformare il S u d a n in Re­
alle violente pressioni c h e andato alla Chevron inca­ che, economiche e sociali la politica regionale, si ag­ Sud èra parte integrante assunto la portata di guerra pubblica Islamica e di vo­
gli sono arrivate non solo ricata della costruzione) del paese. M a soprattutto, gregò contro il presidente. del paese e quindi doveva civile, coinvolgendo non so­ lerne diventare l'Imam,
dall'interno ma anche dagli c h e certamente avrebbe l'Arabia Saudita aveva la­ Intanto, i più recenti rap­ sottostare alle sue leggi... lo i locati m a anche i tecni­ cumulando così potere poli­
alleati esteri come U S A , molto alleggerito il pesante sciato capire a Nimeiri di porti dal S u d riportavano mai erano state adoperate ci stranieri che lavoravano tico e potere spirituale.
Egitto, paesi scandinavi e fardello del deficit com­ essere disposta ad allargare la notizia di centinaia di armi made in U S A nel Me­ ai grandi progetti di svi­ Comunque il presidente
paesi arabi, rimasti a dir merciale del Sudan. la borsa se il Sudan avesse giovani dinka c h e stavano ridione... «E' vero che uno luppo del paese, alcuni dei non si mostra eccessiva­
poco esterrefatti della sua Secondo le indiscrezioni, dato garanzie di stabilità. abbandonando l'Università dei due bombardieri F-5 è quali sono stati fatti prigio­ mente inquieto dell'avveni­
improvvisa e radicale «con­ Nimeiri sarebbe stato pe­ Ryad era interessata all'o­ di J u b a per andare ad in­ precipitato nel Sud, m a so­ nieri e uccisi. Così, la Che­ r e economico del Sudan.
versione religiosa». santemente sollecitato alla perazione innanzi tutto grossare le fila dei guerri­ lo a causa del maltempo, e vron la scorsa estate, decise Infatti, sa perfettamente
La regione meridionale spartizione regionale anche perchè il paese, in un'epoca glieri. i fucili adoperati contro i l'immediata sospensione che, nonostante le pecche
divenne semiautonoma nel dalla potente lobby islami­ di conflitti religiosi, poteva La situazione diventò via ribelli sono i vecchi G-3 della costruzione dell'oleo­ del suo regime, i munifici
1972, nell'ambito dell'Ac­ ca, con crescente influenza diventare ufi ponte di dif­ via talmente incontrollabile comprati 10 anni f a dalla dotto e un portavoce della alleati continueranno di
cordo di Addis Abeba che nel governo centrale che, fusione de! sunnismo in A - che il presidente f u costret­ Germania Federale e non, compagnia dichiarò c h e buon grado a d elargire aiu­
suggellò la fine dei 17 anni nell'indebolimento del S u d frica e poi, perchè alcune to a dichiarare lo «stato come ci hanno accusato, gli non sarebbe stata ripresa ti. 11 Sudan, stretto tra Li­
di guerra civile del Sudan. cristiano, vedeva finalmen­ imprese di stato sudanesi d'emergenza p e r c h è il Su­ americani M-16». , fino a che il governo suda­ bia, Egitto, Etiopia, Ciad,
Abitata d a un popolo che, t e la possibilità di potersi (tra cui la Sudan Airways) dan era sconvolto d a nemi­ Anche Arabia Saudita e nese non avesse garantito la Uganda, Zaire, Kenya e
sia pure con le consuete di­ lasciare dietro le spalle 6 0 avrebbero potuto essere ci interni ed esteri». Paesi del Golfo reagivano sicurezza dei lavoratori, Repubblica centro-africana
visioni tribali africane, è anni di colonialismo inglesÈ privatizzate attraverso gli Intanto, lo zelo islamico con irritaziorie alle pratiche nonostante la minaccia di è troppo importante per le
per razza, lingua e religio­ durante i quali il proseliti­ investimenti sauditi. non risparmiava nessuno. barbariche e invitavano Nimeiri di toglierle la con­ potenze occidentali e me­
ne nettamente diverso d a smo islamico e la cultura a - La mutazione ideologica Ad esempio, tra gli altri, la Nimeiri sia a moderarsi cessione. Sempre per moti­ diorientali, per cui un
quello del nord la regione, raba erano stati drastica­ di Nimeiri f u quindi entu­ scorsa primavera un prete nell'applicazione della leg­ vi di sicurezza venivano cambiamento brutale di
c h e racchiude t r a l'altro le mente banditi dal Meridio­ siasta e applicata, come cattolico italiano f u frusta­ ge, s i a a riconciliarsi con i anche sospesi i lavori del regime potrebbe essere
maggiori risorse naturali ne. suo consueto, senza sfuma­ to in pubblico perchè tene­ meridionali. Con una situa­ gigantesco canale di Jon- molto più pericoloso per lo­
del Sudan, ha sempre avu­ A rendere più incande­ ture: la stretta osservanza va in casa alcune bottiglie zione sudanése molto vici­ glei che dal Sud, avrebbe ro che sopportare l'attuale.
to tendenze secessionisti­ scente la situazione, a otto­ della Shari'a avrebbe com­ di birra. Il 3 settembre poi, na alla guerra civile, più o dovuto raddoppiare le ac­ «Nimeiri è un tattico in­
c h e e d è diventata il centro bre '83, venne la decisione portato indistintamente per incappò nei rigori della meno egoisticamente, tutti q u e del Nilo destinate al­ telligente, non uno stratega
di raccolta della principale di Nimeiri di estendere la tutti i cittadini sudanesi le legge persino il gen. Ma- gli alleati erano molto l'agricoltura del Nord. a lungo termine - ha detto
organizzazione degli oppo­ legge islamica, la Shari'a, a punizioni islamiche, cioè la moun Awad Abu Zeid, uno preoccupati della stabilità . Con il paese in rivolta e cinicamente un diplomati­
sitori del regime. tutto il popolo sudanese, flagellazione pubblica per dei 7 ufficiali c h e prepara­ futura del paese data la sua con la sospensione dei due co occidentale c h e vive in
N e l marzo 1983, Nimei­ musulmani e non. l'uso degli alcoolici-, la pena rono il colpo di stato che delicatissima posizione progetti c h e rappresenta­ Sudan - e quindi poiché la
ri decise iniprovvisamente Di Nimeiri, gli analisti di morte per gli adulteri e portò al potere Nimeiri. Il strategico-geografica. Era vano la sola speranza di sua principale preoccupa­
di non tenere più conto del­ dicono: «E' un camaleonte l'amputazione degli arti generale venne sorpreso a tale ormai la preoccupa­ reale sviluppo del paese, zione è come restare a galla
l'Accordo di Addis Abeba politico e solo per questo è per i ladri confessi. Secon­ un party in cui venivano zione dell'Occidente che, l'Islam in Sudan h a quindi per i prossimi 3 mesi, logi­
e abolì unilateralmente (e riuscito a restare a galla in d o i calcoli occidentali, nel­ serviti liquori e a nulla val­ quando lo scorsi luglio i fallito sul duplice obiettivo camente se ne infischia di
incostituzionalmente) la un paese travolto da. una l'arco di questi mesi, le sero i suoi trascorsi: il pre­ servizi segreti americani e di assicurare la stabilità po­ quello che sarà o potrebbe
regione reintroducendo la- crisi economica e sociale Corti speciali di giustizia sidente ordinò c h e venisse inglesi vennero a conoscen­ litica e di risolvere i pro­ essere il Sudan tra 20 an­
spartizione del territorio cronica. P u r di restarci, è hanno ordinato l'amputa­ degradato e c h e gli fosse za di un complotto libico blemi economici. 11 paese ni».
zione della mano destra di tolta la decorazione di «be­ per assassinare Nimeiri c h e
almeno 58 ladri confessi e nèvolo figlio del Sudan», la aveva f a t t o arresatre 10
per 12 di questi, colpevoli massima onorificenza del membri del Comitato rivo­
di recidività, anche quella paese. Chi conosce il gene­ luzionario sudanese, U S A e
del piede sinistro. Un buon rale, sostiene c h e la deci­ Gran Bretagna furono se­
numero dei puniti è risulta­ sione f u per lui infinita­ riamente combattuti sul­
t o di religione cristiana. mente più drammatica del­ l'opportunità di informarlo.
Con le decisioni di Ni­ la pubblica fustigazione La salvezza di Nimeiri di­
meiri, il Sud penalizzato perchè amava il suo lavoro pese dal ragionamento c h e
nel nazionalismo e nella re­ e il Sudan più di qualunque se il presidente fosse stato
ligione divenne una polve­ altra cosa al mondo. ucciso, oltre al pericoloso

Iv, j Domenica 28 / Lunedì 29 Ottobre 1984


Ps^n
ìa 18
Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984 Milano/Lombardia
Oggi al Nuovo con Martelli, Finetti e Manzi Si svolge questa mattimi alle ore 10, al Teatro Nuovo di Mi­
lano (p.za San BabUa) là manifestazione dei socialisti lomliardi
con il vicesegretario nazionale del PSI, Claudio Martelli. L'as­

Pieno impegno del PSi lombardo semblea sari aperta da una relazione del segretario regionale,
Ugo Finetti, e presieduta dal segretario della Federàzio«e di
Milano, Giovanni Manzi. Si tratta della prima delle manifesta­

nella campagna di chiarificazione zioni regionali per la campagna di chiarificazione nazionale


promossa dalla Segreteria del PSI. «Con i socialisti il dopoH;risi
i cominciato»: la manovra di risanamento dell'economia avviata

e di verità sui temi dell'economia dal governo Craxi con gii accordi del 14 febbraio, ha raggiunto
in un anno obiettivi frammentali. La lotta all'inflazione è stata
condotta con successo; i salari reali sono stati difesi; l'impegno
« contenere il deficit dello Stato nel 1984, è stato mantenuto; la
La manifestazione avrà inizio alle ore 10- La ripresa economica e il dopo- crisi ripresa economica è in atto. Ora si deve procedere sul terreno
del recupero dell'evasione fiscale e della realizzazione di un
saranno al centro dell'esame dei risultati raggiunti dal governo Craxi maggio equilibrio e di una maggiore equiti.

Inaugurato a Monza Nas a Walter Tobagi Ecologia Giovanni Manzi al congresso AGLI
«Un riformista caduto Convegno Il principio di solidarietà
per il suo coraggio» del PSI è sempre un valore comune
Alla manifestazione sono intervenuti Finetti eAmasi alle Groane per cattolici e riformisti
Con una vasta partecipazione d i compagni si questa barbarie hanno affrontato e ci hanno «Ambiente e sviluppo»: Il segretario della Fe­ p a c e e d a l lavoro. c o n s u m u s m o , noi p o s s i a m o
è svolta ieri a Monza, nei locali del deposito permesso di vincere. q u e s t o il t e m a clie sarà e - derazione milanese del A n c h e s e pleonastico, u n i r e t u t t o c h i a r i s c a e re­
ATM, l'inaugurazione del nuovo N A S dei di­ N o n si può sfuggire a un senso di rabbia im­ saminato in un convegno PSI, Giovanni Manzi, forse, c r e d o sia utile ricor­ c u p e r i i valori d e l solida-
pendenti, dedicato a Walter Tobagi. Alla ma­ potente e di indignazione di fronte a questo organizzato dal Comitato ha portato il saluto dei d a r e c h e u n o dei pregi del r i a m o sia nella accezione
nifestazione sono intervenuti l'on. Aldo Aniasi, «ribaltameno dei ruoli»: d a u n Iato i terroristi regionale lombardo a C a ­ socialisti al Congresso centro sinistra f u proprio c a t t o l i c a c h e i n q u e l l a ri­
vicepresidente della camera dei Deputati e il come personalità complesse, dall'altra le vitti­ s a t e il 1 0 novembre. provinciale delle ACLI, quellod i intaccare prima e formista; dell'attenzione -
segretario regionale del P S I lombardo, Ugo m e come persone grigie e sostanzialmente C o m e h a ricordato il s e ­ che si è svolto in questi d i a b b a t t e r e poi g l i «storici titpica delle A C L I - a i
Finetti. simboli astratti. gretario regionale, U g o giorni a Milano s t e c c a t i » f a i c a t t o l i c i e so­ problemi delia persona con
Aniasi, nel suo intervento ha, voluto in parti­ Considero questa manipolazione un'«onda Finetti, n e i presentare i l cialisti: b a r r i e r e c h e - c o ­ l a solleciturdine, caratteri­
colare sottolineare come la figura d i Tobagi lunga» proprio di certa cultura irrazionalistica progetto d i una «Carta del­ M e n t r e , a n o m e d e i socia­ m e e b b e a d i r e T u r a t i ri­ s t i c a d e socialsiti r i f o r m i ­
«rappresenta per i socialisti un esempio di rigo­ che h a avvelenato, inquinato e offuscato la l'ambiente», «la politica e - listi, invio u n s a l u t o a l 2 1 . volgendosi a i P o p o l a r i in s t i , p e r i d i r i t t i civili; d e l ­
re e di coraggio nella lotta al terrorismo; una formazione di tanti giovani spingendoli verso i c o l o g i c a deve in questi anni Congresso delel A C L I M i ­ u n memmorabile discorso l'impegno alla t u t e l a della
indicazione di come si deve operare per il rin­ luoghi comuni e i clichè che portano alla cul­ uscire dalla difensiva, m a lanesi - h a e t t o - c o l g o alla C a m e r a del 1924 - a vita q u a l e valore assoluto
novamento della società con una azione rifor­ tura della violenza. tradursi in una concezione t u t t o possono s e r v i r e f u o r ­ (patrimonio in v id ia b ile
l'occazione p e r elencare
mista e democratica». Gli alessandrini, i Tobagi, i Marangoni non della tradizione cristiana)
d i governo c h e riguarda u n a s e r i e d i riflessioni p a r ­ c h é a l a c a u s a dei lavorato­
Finetti, dopo aver ricordato anch'egli la fi­ sono pali della luce, uomini-simbolo, personali­ c o n q u e l l o - socialista -
l'urbanistica c o m e i tra­ t e n d o d a l t e m a della loro ri.
gura e l'opera di Walter Tobagi, si è poi sof­ t à grigie e impersonali - abbattuti per caso. d e l l a l o t t a p e r migliori
sporti, deve cioè essere un assise provinciale. Sulla scia d i quell'espe­
fermato sul tema dei pentiti e dei dissociati. N è erano gli uomini del «sistema». Nessuno condizioni d i vita della
modello dello sviluppo». E ' o r a m i a s s o d a t o , fi­ r i e n z a - c h e p e r noi n o n
«Quel che infastidisce e che suscita ripulsa - dei loro nomi è in un elenco di qualche P 2 e d o n n a e degli emergianti.
A l convegno interverrà il n a l m e n t e , c h e distinzioni volle s i g n i f i c a r e n è n e l l e s u
ha detto - è c h e spesso in questo dibattito si sono caduti perchè erano superiori, personalità M i rendo contoc h e que­
sindaco d i Milano, C a r l o d i f o n d o non esitono più origini i s p i r a t o n e n è n e l s t e riflessioni s o n o p i ù a -
smarrisce ogni proporzione: non c ' è più «pietà decisive nei propri posti di lavoro e che sono
state tradite. Tognoli, membro della t r a c h i impegna s e stesso s u o decorso, m e r a conge­ n u n c i a t e c h e svolte: i n f a t ­
per i giusti».
commissione per l a difesa n e l l e f i l e d e l P S I e c h i , nel­ stione del potere con l a t i , l a p r o p o s t a c h e il P S I f a
Impressiona come soprattutto d a parte dei E ' u n fatto che dal mio punto di vista consi­
dero «immorale» che proprio certa cultura cat­ dell'ambiente e dei consu­ l'ambito della comunità D C - oggi ci riproponiamo alle A C L I Milanesi è c h e
«mass media» si tenda a mettere in rilievo e a
tolica lasci cadere nel limbo dell'oblio veri cri­ matori del parlamento e u ­ ecclesiale, s i p r o d i g a p e r l a come naturali, anzi conna­ - n e l l a r e c i p r o c a distinzio­
enfatizzare l a «complessità», la «problematici­
tà» dei terroristi presentati come «giovani» e stiani (che anche grazie alla propria fede in ropeo, Finetti, M a n z i , N a ­ p a c e , p e r il d i r i t t o a l alvo- turali interlocutori delle n e d i ru o li e c o m p e t e n z e -
«intellettuali» che volevano in definitiva «cam­ Dio hanno avuto la forza morale di affrontare tali, Luise, P o l i , Ricotti, r o inteso c o m e diritto a d A C L I Milanesi. s i possono s v o l g e r e insie­
biare il mondo» in nome di «ideali» di libertà e la barbarie terroristica e sono stati punti di ri­ Zaccaria, M a s s a , Cutrere, u n a esistenza u m a n a , e Agli sforzi quotidini p e r m e , a livello p r o v i n c i a l e ,
ferimento «morale» in quei momenti terribili) e Torsani, D e l l a Briotta, E - quindi per l a democrazia d a r e u n a dimensione più p r o p r i o q u e s t i t e m i c h e so­
di giustizia.
Per contro dirimpetto a questa scenografia si preoccupi di glorificare e riabilitare come «i- scobar. Lodigiani, Gentili essendo, -ques'ultima, e giusta e d u m a n a a d u n a n o patrimonio unitario e
zuccherosa delle individualità terroristiche, si tinerarium mentis» in Deurn «un miserabile Tedeschi, Solari, Ascani e concettualemente e nella società a n c o r troppo impe­ d e i m i t a n t i aclisti e q u e l l i
tende a sfocare e a ricacciare nell'oblio quanti mercato di delazioni e di omissioni». Pini. r p a s s i indiscindibile d a l l a gnata dall'anarchia del socialsiti.

Turrini in segreteria cittadina Presentata da Schemmari in Consiglio a Milano Donne SOGEMI


Dialogare di più Una concreta risposta La battaglia Intervento
con la città al dramma della droga continua del PSI
Indetta dalla segreteria cit­ po Consiliare d i Palazzo M a ­ P r i m o c o m u n e in Italia, Milano h a avvia­ m u n a l e - a b b i a m o t e n u t o presente c h e c u ­ Le donne socialiste ipilanesi Intervenendo a nome
tadina si è svolta in federazio­ rino, dovremo perciò ripren­ t o u n a c a m p a g n a antidroga articolata in 10 r a r e i giovani drogati significa a n c h e , conte­ rivendicano la legittiini{tà poli­ d e l G r u p p o P S I n e l l a se­
ne una riunione dei coordina­ dere in tutte le zone della cit­ punti. C o n u n investimento congiunto d e l stualmente, agire p e r t r a s f o r m a r e in pro­ tica della lotta svolta cOn tutto d u t a del Consiglio c o m u ­
tori di zona della città per una t à l'iniziativa «Fatti e Idee per C o m u n e e della Regione d i circa 5 miliardi fondità l a qualità della vita e d e i rapporti il movimento delle donne per II
raggiungimento di una legge n a l e d e l 17 o t t o b r e 1 9 8 4
messa a fuoco degli impegni e la t u a zona» convinti che ab­ l ' a r e a milanese vedrà svilupparsi, i n u n a sul territorio; significa accostarsi a l proble­ d e d i c a t a a l l a S O G E M I , il
delle iniziative del partito nel­ biamo buoni impegni mante­ che sancisse la fine della vio­
s t r e t t a collaborazione t r a C o m u n e , Provve­ m a p r e n d e n d o i n e s a m e le s u e interrelazioni lenza sessuale. vicecapogruppo avv. D o ­
le prossime settimane. nuti e buone proposte d a f a r ditorato e P r e f e t t u r a , u n a serie impegnativa c o n le caratteristiche strutturali della socie­ Non saranno a fianco del m e n i c o Bellantonih a valu­
L'incontro è stato aperto d a conoscere e da pubblicizzàre. d i iniziative c h e p u n t a n o s u d u e obiettivi d i t à ; significa sollecitare gli adulti, le famiglie Comitato Promotore per la t a t o p o s i t i v a m e n t e l a re la ­
un intervento del segretario Lavoro costruttivo e maggiore fondo: a d u n a riflessione su s e stessi, a d u n esarne legge di iniziativa popolare che zione del prof. Michele
Guido Turrini, il quale h a det­ politicizzazionedel nostro in­ 1) realizzazione u n a generale mobilita­ d i coscienza «sui proprio ruolo». manifesterà sabato pomeriggio Burnengo, amministratore
t o tra l'altro: «E' d i fatto av­ tervento devono essere il filo «In quest'ambito si presenta d i g r a n d e ri­ in P.zza Duomo perchè da
zione nella prevenzione e nella rieducazio­ u n i c o d e l l a S O G E M I , ri­
viata la mobilitazione in vista conduttore anche dei prossimi sempre diversa è la nostra po­
ne, m a a n c h e u n a rnobilitazione della co­ lievo il potenziale contributo della scuola
delle, elezioni della prossima congressi delle zone c h e cele­ sizione sulla «procedibilità di l e v a n d o t a n t o il c a r a t t e r e
breremo nella metà del prcfe- scienza collettiva c a p a c e d i p e n e t r a r e in o-; laddove ci sia l a possibilità reale d i svolgere
primavera». L a segreteria cit­ ufficio» - art. 9. Siamo a fian­ p u n t u a l e d e l l ' a n a l i s i quan-r
tadina ha messo a fuoco un simo mese di novembre. S i gni m o m e n t o della v i t a sociale e perciò d i u n lavoro serio d i informazione e non si f a c ­
co di tutte le donne per la ri­ t o l ' a v e r t e n u t o f e d e all'o­
programma di attività diretto tratta di approfittare di que­ oper are u n sostegno e d u n r a f f o r z a m e n t o cia p u r a improvvisazione o sr s t e n d a a ri^
conquista degli art. 4 e art. 10 biettivo d i fondo, costitui­
ad impegnare te nostre' strut­ sta occasione di mobilitazione della condizione giovanile nella nostra so­ muovere il problema droga negandone l'esi­ che con la loro caduta hanno t o d a l voler d o t a r e M i l a n o
ture e a qualificare il lavoro del partiti) in città per realiz­ cietà. stenza». snaturato parti qualificanti di u n a struttura moderna
del partito in città nei termini zare u n approfondimento sulle 2) D a r e risposte i m m e d i a t e e precise alle «Questi programmi operativi, q u e s t o la­ della legge.
voro - h a d e t t o S c h e m m a r i - rischiano d e d e f f i c i e n t e p e r l a d is tri­
di una maggiore capacità di caratteristiche del lavoro del esigenze poste dalle migliaia d i tossicodi­ Riteniamo che il nuovo testo
pendenti presenti nella città d i M i l a n o e d al­ non avere l'auspicata efficacia s e non viene approvato dalla Camera dei b u z i o n e all'ingrosso.
proposta e di presenza. Si partito nelle zòne, nei rapporti
con le sezioni d a u n lato e l'at­ le loro famiglie. contestualmente sviluppata u n a massiccia deputati con l'astensione del B e lla n to n i h a c o n c l u s o
tratta di impostare una azione
politico-programmatica di ap­ tività dei consigli di zona dal­ S u questi t e m i e sulla b a s e d i questi pre­ opera d i vigilanza e di repressione dello PSI già largamente motivata, lodando l'atteggiamento
profondimento e di iniziativa l'altro. Cosi come sarà questa supposti l'Assessore all'Assistenza e Sicu­ spaccio. comprenda importanti innova­ della G i u n t a c h e h a dimo­
esterna attorno a d alcune que­ la sede per cominciare a d im­ rezza Socilae del C o m u n e d i Milano, c o m ­ L'impegno delle forze d i polizia in questi zioni, non solo culturali, ma di strato «capacità d'inter­
stioni fondamentali: la que­ postare le proposte program­ pagno Attilio S c h e m m a r i h a f a t t o nei giorni ultimi tempi si è molto sviluppato cogliendo salvaguardia degli interessi vento, attitudini e serietà
stione dell'ambiente e dell'e­ matiche per la vita dei quar­ delle donne. imprenditoriali» nel perse­
scorsi u n a m p i o r a p p o r t o sul p r o b l e m a dr(> a c h e significativi successi: occorre f a r e d i
cologia, la questione della ter­ tieri in vista del prossimo rin­ Fermo h il nostro impegno a
g a e sul piano operativo d e l C o m u n e d i M i ­ piii e p e r questo occorre c h e il governo d i a g u i r e q u e s t o obiettivo, a n ­
novo delle circoscrizioni del continuare nité la battaglia
za età, la questione della lotta lano. più mezzi e più uomini in questa d u r a lotta t e p o n e n d o «rigore e t r a ­
che avrà come prima scadenza
contro la droga, la questione decentramento. Occorre in­ «Nella predisposizione d e l p i a n o - h a det­ c h e vede in c a m p o antagonisti criminali so­ s p a r e n z a » a soluzioni d ila ­
la discussione in Senato delia
dei giovani e dell'occupazio­ somma una piena consapevo­ t o il c o m p a g n o S c h e m m a r i in Consiglio co­ stenuti d a grandi interessi fianziari». legge stessa. torie di comodo.
ne, la questione della casa e lezza d a parte dei compagni
del rilancio edilizio. S u questi che occorre avviare una fase
temi dobbiamo mettere a fuo­ nuova e piii impegnativa d i
co idee e programmi concreti lavóro politico in città. Gli
e adeguati ai problemi della impegni e le difficoltà che
Milano che cambia in coeren­
za con una tradizione in città
dobbiamo fronteggiare ri­
chiedono u n partito c h e sia Ricordata a Milano la figura Vita ^
di partito di governo e di pro­
posta.
pronto a sviluppare un'azione
politica molto intensa attorno del compagno Riccardo Lombardi Partito
Riformismo e concretezza a progetti e a proposte legate
programmatica devono essere al vivo dei problemi della gen­ Commossa partecipazio­ colare ricordare «il deter­ r e la via della libertà e del • Lunedì 5 novembre al­
i capisaldi della nostra inizia­ te». • n e alla cerimonia di com­ minante contributo di riscatto nazionale». l e o r e 1 7 , p r e s s o il P a l a z z o
tiva in questi mesi. In vista memorazione della figura Lombardi, antifascista mili­ H a poi preso la parola il d e l l e S t e l l i n e d i M i l a n o , si
delle prossime elezioni dob­ di Riccardo Lombardi nel tante» e dirigente nazionale sen. Arialdo Banfi che h a t e r r à l'attivo d e i sindacali­
biamo essere capaci di svolge­ E ' convocato per trigesimo della sua scom­ della Resistenza. ricordato di Lombardi, «la s t i socialisti. I n t r o d u r r à l a
re un'azione di valorizzazione martedì 3 0 ottobre alle parsa. Alla manifestazione, «Egli apparteneva - h a capacità d i cogliere sempre riunione, Giovanni M a n z i ,
del lavoro e delle realizzazioni ore 18, in Federazione, c h e h a avuto luogo venerdì detto - a quella schiera di i segni dei cambiamenti del­
dei socialisti al governo della segretario provinciale del
il Comitato direttivo cit­ scorso presso l a sede pro­ giovani c h e immediatamen­ l e situazioni politiche» e il PSI.
città al centro come alla peri­ vinciale dell'ANPI, sono in­
tadino. All'ordine del t e reagirono all'avvento del suo rammarico perchè il
feria, L'intuizione di organiz­ • L a sezione d i L i m b i a -
giorno i problemi della tervenuti, assieme a una regime fascista. Sono stati movimento dei lavoratori,
zare nelle zone dei momenti
riorganizzazione del folta delegazione d i sociali­ questi indomiti combattenti nel suo complesso politico e t e , in c h i u s u r a d e l l a 24.
di confronto con i cittadini
partito in città e i temi sti milanesi, l'on. Aldo A- - h a proseguito Aniasi - sindacale, fosse quasi sem­ F e s t a A v a n t i ! , ha, v e r s a t o
per un bilancio e un rendicon­
della prossima campa­ niasi e il sen. Arialdo Banfi. c h e hanno consentito alla pre in ritardo e quindi in s o m m a di lire 800.000
to sull'attività amministrativa
di questi anni, si è rivelata gna amministrativa. Aniasi ha voluto in parti­ mia generazione d i sceglie­ posizione difensiva. all'Associazione ) Amici
giusta. Di intesa con U Grup­ à e i r Avanti!
A»»»!»
viSf-t/sv-
P a ^1 9
Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984

Novità per il 1988? laido: giornata di grossi impegni e di spettacolo


I Giochi A Milano il primo dei derby
olimpici A Torino c'è Juventus-Roma
e la Corea Previsto un nuovo record per quanto riguarda il montepremi del Totocalcio
Jorse sopra i 19 miliardi) - La capolista Verona ospita la Fiorentina
diC A R L O MARCUCCI Sulla tavola del c a m ­ di G I O R G I O N A R D I u o m i n i d i L o r e n z o . 11 N a ­
p i o n a t o c ' è oggi p e r gli poli i n r i p r e s a n u t r e f o n d a ­
S e sono vere le voci c h e n a u f r a g ò e successivarhente sportivi u n a s s o r t i t o m e n ù . t e s p e r a n z e d i u s c i r e in­
circolano d a qualche giorno gli atleti tornarono a rappre­ C e n ' è per t u t t i i gusti: denne dal terreno dell'Ata-
negli ambienti del C o m i t a t o sentare la parte della Ger ­ quelli d a l p a l a t o f i n o e l a n t a , m e n t r e l'Avellino
olimpico internazionale ( e mania alla quale appartene­ quelli d i b o c c a b u o n a . Il c h e ospita l'Udinese h a
non c ' è alcun motivo p e r vano. D ' A l t r a p a r t e i pro­ p r o g r a m m a odierno, infat­ c o n c r e t e possibilità d i pie­
non ritenerle tali) sarebbero blemi di intese politiche e-
t i , m e t t e f a c c i a a f a c c i a le g a r e la r e s i s t e n z a d è i f r i u ­
in corso d a t e m p o contatti rano resi ancor più comples­
cosidette grandi, quelle lani. L ' A s c o l i a C o m o c e r ­


t r a l a Corea d e l N o r d e si dai criteri di selezione del­
c h e sono appollaiate ai c h e r à d i rompere la serie
quella del S u d p e r dirottare le s q u a d r e tedesche dalle
vertici della classifica e n e g a t i v a c h e d u r a dall'ini­
a Pyongyang (capitale della quali dovevano essere tratti
C o r e a del N o r d ) a l c u n e g a ­ gli atleti candidati alla for­ c h e sperano di confermare zio d e l torneo.
r e dei Giochi olimpici del mazione della squadra uni­ l e loro aspirazioni d i p r i ­ I n serie B spicca t r a tut­
1988 c h e il C . I . O c o m e si c a . T r a l'altro si ricorse a d m a t o ; poi, d a a p p e t i t o s o ti l ' i n c o n t r o t r a B a r i e G e ­
ricorda h a a f f i d a t o a Seul, una bandiera particolare c o n t o r n o , s e g u o n o gli a l t r i noa, d u e formazioni c h e
capitale della C o r e a del c h e insieme ai colori tradi­ i n c o n t r i c h e interessano il n o n n a s c o n d o n o le l o r o
S u d . N o n solo; m a sarebbe­ zionali (nero, rosso, oro) l i m b o d e l l a classifica, p a r ­ ambizioni di promozione,
ro: riprese le t r a t t a t i v e p e r portasse come simbolo d i u- tite c h e p e r ò non sono d a m e n t r e il P i s a c h e o s p i t a il
arrivare alla formazione di nificazione i cinque cerchi c o n s i d e r a r s i inferiori in Lecce dovrebbe conferma­
u n a s q u a d r a coreana unica. olimpici e per l'inno d a ese­ q u a n t o a d interesse. r e il p r i m a t o in c la s s ific a .
T u t t o ciò potrebbe sblocca­ guire in occasione delle vit­ Gli scherzi de! compu­ D i rilievo a n c h e gli in c o n ­
r e u n a situazione estrema­ torie degli atleti si pescò nel­ t e r sono davvero impreve­ tri Triestina-Padova e Va-
m e n t e difficile non solo p e r la vasta produzione d i Lud­ dibili. M a c o n motivi d i in­ rese-Cagliari, dove i p a ­
il P a e s e orientale m a p e r lo wig v a n Beethoven. teresse della classifica s e droni di casa godono dei
stesso f u t u r o dei Giochi o- L'esempio della s q u a d r a n e intrecciano altri c h e se favori del pronostico a n c h e
limpici c h e potrebbero rice­ unica tedesca non o f f r e , p u r n o n p r e v a l e n t i , ri­ s e non è d a escludere c h e
vere u n colpo quasi m o r t a l e quindi, prospettive esaltanti; chiamano attenzione e cu­ sia i p a d o v a n i c h e i s a r d i
se si dovesse arrivare, d o p o m a l'idea d i consentire c h e riosità. P r o b a b i l m e n t e og­ possono g u a d a g n a r e u n ri­
quelli di Montreal, Mosca e alcune g a r e della X X I V O- gi ci s a r à u n altro salto del s u l t a t o u t i l e . Il P e r u g i a a t ­
Los Angeles, a u n t e r z o boi­ limpiade si possano disputa­
Totocalcio. N e l l e ultime t e n d e con u n a c e r t a preoc­
cottaggio. re, oltre c h e a S e u l , a n c h e
t r e settimane l'ammontare c u p a z i o n e l a visita d e l Bo­
Il Co m i ta t o olimpico in­ nella capitale della C o r e a
delle giocate è a u m e n t a t o l o g n a , m e n t r e il T a r a n t o o -
ternazionale non f e c e davve­ del N o r d è suggestiva per­
notevolmente, superando s p i t a il pericoloso P e s c a r a .
r o u n a scelta felice desi­ chè, t r a l'altro, è realizzabi­
le e non contrasta con le re d o m e n i c a s c o r s a i 18 mi­ C h i u d o n o il p r o g r a m m a l e
g n a n d o Se u l c o m e s e d e del­
la X X I V Olimpiade, cioè gole olimpiche c h e , talvolta, liardi. O g g i p r o b a b i l m e n t e partite Catania-Arezzo;
m a n d a n d o i Giochi in u n a sono f e r r e e e anacronistiche. s a r à s f o n d a t o il t e t t o d e i Cesena-Empoli, Parma-
L ' a r t . 34 del regolamento 19, l i m i t e f i n o r a m a i r a g ­ Karl Heinz Rummenigge (a sinistra) Insieme all'allenatore dell'Inter Castagner. Il tedesco potreb­ Monza e Sambenedettese-
c i t t à capitale d i u n o S t a t o
g i u n t o (il m a s s i m o è s t a t o be essere determinante per il derby milanese Campobasso.
diviso in conseguenza d i u n a del C . I . O è abbastanza a -
g u e r r a quasi dimenticata dattabile al caso Corea: in d i 18 m i l i a r d i e 6 6 2 milio­ 11 p r o g r a m m a c ò n gli
dendo quello spazio c h e a- a l t o rilievo. C ' è l a capoli­ s e , p e r u n i n c o n t r o c h e po­
m a c h e h a lasciato p r o f o n d e detto articolo si precisa, in­ n i il 2 8 g e n n a i o d e l 1984). a r b i t r i (inizio a lle 14,30):
vrebbe potuto consentire a sta Verona che attende la t r e b b e d e f i n i r s i d e l l a veri­
tracce tutt'altro che sanate f a t t i , c h e l a c i t t à organizza­ A q u e s t i motivi c h e in­ Serie A : Atalanta-Napoli
trice «può dividere il privi­ qualche giovane talento d i Fiorentina. U n a partita t à e c h e a m b e d u e n o n pos­
(tra Corea del N o r d e C o r e a t e r e s s a n o gli s c o m m e t t i t o ­ ( L a n e s e ) ; Avellino-Udine­
legio con a l t r e c i t t à o regioni a f f e r m a r s i . B e a r z o t si t r o ­ s c o r b u t i c a p e r i viola d o p o sono perdere p e r continua­
del S u d non esiste n e p p u r e ri, bisogna aggiungerne u n se (Pairetto); Como-Ascoli
u n t r a t t a t o di pace): a p r ì , in dello stesso Paese, in accor­ v a in u n circolo chiuso. la n o n b u o n a p r o v a o f f e r t a r e la l o r o r i n c o r s a n e i con­
altro c h e riguarda Beàrzot. (Redini); Juventus-Roma
d o c o n il C o m i t a t o olimpico Come Diogene cerca mercoledì contro i belgi f r o n t i d e l V e r o n a . C ' è in­
sostanza, l a p o r t a a i motivi E ' a l l e p o r t e l ' i n c o n t r o in­ (Casarin); Lazio-Cremo­
p e r u n tèrzo boicottaggio in internazionale». E non c ' è l ' u o m o o gli u o m i n i p e r ri­ dell'Anderlecht e delicata fine lo s c o n t r o t r a S a m -
ternazionale con la Svizze­ nese (D'Elia); Milan-Inter
q u a n t o n è l ' U R S S n è i paesi chi non veda - a n c h e d a solvere i p r o b l e m i d e l l a p e r g l i scaligeri intenzio­ pdoria e Torino, d u e com­
r a (si g i o c h e r à s a b a t o (Bergamo); Sampdoria-
dell'Europa orientale ( e p a r t e dei rigidissimi tutori n a z i o n a l e , e m e r s i in f o r m a nati a confermare le loro plessi a i vertici d e l l a clas­
prossimo 3 novembre) par­ s i f i c a e d in g r a d o d i o f f r i r e Torino (Paparesta); Vero-
chissà se nel 1988 l a R o m a ­ dell'idea olimpica c h e sie­ m a c r o s c o p i c a d o p o l a con­ ambizioni di primato e a
tita c h e dovrà fornire al m a n t e n e r e l a loro i m b a t t i ­ agli spettatori u n o spetta­ na-Fiorentina (Ciulli). Se­
nia s e la sentirà d i ripetere dono a Losanna - c h e la Co­ q u i s t a d e l m o n d i a l e del- r i e B: B a r i - G e n o a (Esposi­
t e c n i c o indicazioni sugli e - bilità. c o lo d i g r a n livello.
lo «sgarbo» a M o s c a ) inten­ rea, a n c o r c h é divisa in d u e , 1*82. L a s u a ricercafinora
lertienti validi p e r il f u t u r o A l « M e a z z a » c ' è il d e r ­ D o p o q u e s t i i n c o n t r i il to); Catania-Arezzo ( G r e ­
deranno m a n d a r e le loro è u n solo Paese. è stata vanificata d a una
della squadra azzurra. b y tra Milan e Inter. Re­ calendario propone con­ c o ) ; C e s e n a - E m p o l i (Pelli-
s q u a d r a a Seul, capitale d i Auspicare c h e le proposte realtà c h e davvero non
S c e l t e d i f f i c i l i viste l e c a ­ c o r d d i incasso, d i s p e t t a ­ fronti c h e m e t t e d i fronte canò); P a r m a - M o n z a (Bal­
u n o S t a t o filoamericano, so­ d i estendere le g a r e a l N o r d
renze d i giocatori d i spicco consente in prospettiva di tori e speriamo a n c h e di le formazioni di centro e lerini); Perugia-Bologna
stenuto e incoraggiato dagli della C o r e a e d i f o r m a r e
e tecnicamente dotati. essere o t t i m i s t i , visti i m a ­ s p e t t a c o l o visto il v a l o r e b a s s a c la s s ific a . A l l ' O l i m ­ (Magni); Pisa-Lecce (Le­
U S A . ^ e , tuttavia, i contatti u n a s q u a d r a unica coi-éana
C o n l'invasione degli gri risultati ottenuti recen­ e d il p o t e n z i a l e t e c n i c o pico la Lazio cercherà di ni); S a m b e n . - C a m p o b a s s o
e d i tentativi d i unificazione per i Giochi del 1988 abbia­
n o u n esito positivo ci sem­ s t r a n i e r i c h e n e i rispettivi temente dall'undici azzur­ c h e possono e s p r i m e r e i guadagnare i d u e punti ai (Gabbrielli); Taranto-Pe-
dovessero a n d a r e a b u o n fi­
ne, allora l a maggior p a r t e b r a più c h e ovvio. Soprat­ club occupano quasi tutti ro. d u e complessi. J u v e n t u s e danni della Cremonese, s c a r a (Boschi); T r i e s t i n a -
dei contrasti potrebbero sa­ t u t t o p e r c h è non solo si sal­ l e posizioni-chiave della Il c a m p i o n a t o , c o m e s i è R o m a saranno faccia a tutt'altro c h e intenzionata Padova (Lombardo); Va-
narsi e i Giochi olimpici po­ verebbe l'edizióne di S eul f o r m a z i o n e , si s t a c h i ù - detto,o f f r e u n a giornata di faccia al C o m u n a l e torine- a l a s c i a r e v i a l i b e r a agli rese-Caglia (Pezzella).
t r e b b e r o ascrivere a loro m a a n c h e la stessa Olimpia­
merito il f a t t o d i essere riu­ de. E tornerebbe g r a n meri­
sciti a rimettere assieme, t o allò sport d i f a y e r risolto,
c ò m e territorio e c ó m e po­
polazione, u n PàeSé divisò
seppure in modo episodicp
e,-purtroppò, soltanto per ufi
Nel corso di una cerimonia che si è svolta giovedì al CONI
Sono stati consegnati i Premi
dalle conseguenze ' d i u n a breve periodo,t le conse­
guèrra. guenze d i u n conflitto lad-
L'esperimento d i u n a , dovè la grandé*'politica in-
s q u a d r a unica f o r m a t a còh • ternàzionale si % dimostrata
elementi appartenenti a u n
Paese diviso in d u e non è
nuovo. S i ebbe, per la p r i m a
volta, nel 1956, q u a n d o , a
vana. M a il C o m i t a t o olim­
pico internazionale ha da­
vanti a s è ben altri compiti
oltre quello di salvare l'ap­
letterari e di giornalismo
Cortina d'Apezzo, ai Giochi p u n t a m e n t o di Seul: d a Los G i o v e d ì m a t t i n a , nel s a l o n e v o l u m e «I g r a n d i m a t c h » ( p r i m o P e r il R a c c o n t o s p o rtiv o s o n o lievi e C l a u d i o G r e g o r i e x a e q u o
invernali, si presentò u n a so­ Angeles è giunta notizia c h e
d ' o n o r e d e l F o r o I t a l i c o , si è svolta premio) e Claudio Bertieri p e r r i s u l t a t i t r e vincitori e x a e q u o e per la Tecnica; Giacomo" C r o s a
la s q u a d r a tedesca f o r m a t a i Giochi americani hanno
la cerimonia d i premiazione del «Gli a t l e t i d i c a r t a » (2. p r e m i o ) ; cioè Michele Accadia, Luciano per la radio; C l a u d i o leardi p e r la
d a atleti della R e p u b b l i c a f r u t t a t o 150 milioni di dol
X V I I I Concorso letterario, del p e r la S e z i o n e t e c n i c a : R i n o M i n e r v a e C a r l a Pilolli e il vinci­ televisione.
Democratica e d i quella Fe­ lari, cioè quasi 300 miliardi
X I I I C o n c o r s o n a z i o n a l e p e r il T o m m a s i p e r l a «Storia d e l t e n n i - t o r e d e l P r e m i o G i o v a n i c h e è ri­ I n f i n e Luigi G i a n o l i è s t a t ò il
derale. T a l e esperimento si di lire. A n c h e queste c i f r e
danno^prospettive b e n diver­ r a c c o n t o sportivo e d e i P r e m i s» ( 1 . p r e m i o ) e D a n i e l a S t a b i l e sultato Giuseppe Gironacci. p r i m o vincitore d e l T r o f e o « U n a
rinnovò q u a t t r o anni dopo, a
se d a quelle tradizionali del U S S I 1983. p e r « P a t t i n a g g i o a rotèlle» ( 2 . P e r q u a n t o r i g u a r d a il P r e m i o P e n n a ' p e r lo sport» d i n u o v a isti­
R o m a , ai Giochi d e l l a X V I I
Olimpiade m a non e b b e ec­ C I O . S a r e b b e il caso di e- I vincitori d e l c o n c o r s o l e t t e r a ­ premio); p e r la Sezione narrativa: U S S I s o n o s t a t i scelti G i a n c a r l o t u z i o n e . Il T r o f e o è c o s t i t u i t o i n
cessiva f o r t u n a p e r c h è nel saminarle e di t r a r n e le op­ r i o s o n o risultati: p e r l a S e z i o n e A lessio B r e n n a p e r «Pudore» ( 2 . Baccini p e r la Cronaca; L u c a A r ­ u n a s c u l t u r a in b r o n z o , o p e r a d e l
1964, a Tokio, l a f o r m u l a portune conseguenze. s a g g i s t i c a : L a m b e r t o A r t i d i p e r il premio). gentieri p e r l'Inchiesta; Pino Al­ m a e s t r o M a r i o Rossello.

Il 3 0 o t t o b r e prossimo, i n o c c a s i o n e d e l M a r i o Pescante.- I l m o n d o d a l b a s e b a l l è
A fine mese 9 0 . Consiglio n a z i o n a l e d e l C O N I , v e r r à s t a t o m e s s o a r u m o r e , o l t r e c h e dall'invio Società sportive Originale corsa
nominato u n commissario straordinario a l C O N I , a i giornali e p e r s i n o a l presi­
commissario p e r l a F e d e r a z i o n e i t a l i a n a b a s e b a l l e sof- d e n t e d e l C onsiglio d i u n a d o c u m e n t a z i o ­ dentro il CSI giovedì aii'EUR
t b a l l . L a d e c i s i o n e è s t a t a p r e s a l ' a l t r o ie­ n e d a p a r t e del vicepresidente della Lazio
nominato ri d a l C O N I c h e h a p r e s o a t t o d e l l e di­ b a s e b a l l , d a l l a successiva r i m e s s a d i vo­
Il Centro sportivo italiano (CSI) a chiusura
dell'anno associativo 1983/84 ha comunicato
Nel quadro delle manifestazioni relative alla
VI edizione della «Tavola nel mondo» in pro­
missioni r a s s e g n a t e d a l l a m a g g i o r a n z a luminosi dossier a t t r a v e r s o i q u a l i , c o n ri­
dal CONI d e i consiglieri f e d e r a l i (il c h e h a c o m p o r ­ produzioni d i documenti, viene resa pub­
che le società sportive affiliate al Centro han­
no raggiunto le 8.643 unità, con ben 591 socie­
gramma da lunedì 30 ottobre al 6 novembre
prossimi al Palazzo dei Congressi dell'EUR, si
t a t o l a d e c a d e n z a d e l l ' i n t e r o Consiglio blica la gestione della Federazione base­ volgerà, giovedì 1. novembre, una originale ga­
perla federale) e della decisione d e l presidente b a l l c h e gli stessi consiglieri dimissionari
tà in più rispetto all'anno precedente che già
aveva fatto registrare un record nella crescita ra gastronomico-podistica che si snoderà lungo
d e l l a F I B S , B r u n o B e n e c k , d i n o n eserci­ non a v r e b b e r o g i u d i c a t o r e g o l a r e . T r a associativa. Sempre secondo un comunicato le vie del quartiere su di un percorso di cinque
Federazione t a r e il m a n d a t o f i n o a l l ' a s s e m b l e a eletti­ l ' a l t r o v i e n e a c c u s a t o a n c h e il C O N I d i del C SI, le regioni con un maggior numero di chilometri. Verranno toccati cinque esercizi
va. non avere esercitato in modo attento i ne­ società sono: la Lombardia (1995), l'Emilia- (ristoranti e pasticcerie) dai quali dovranno es­
baseball P e r q u a n t o r i g u a r d a il c o m m i s s a r i o cessari controlli a t a l e g e s t i o n e . I dossier Romagna (1220), il Veneto (776), la Toscana sere ritirati piatti già pronti. Il contenuto dovrà
essere consumato e la gara sarà vinta dalla
s t r a o r d i n a r i o negli a m b i e n t i d e l C O N I si r e c e n t e m e n t e inviati a l l a s t a m p a s o n o (650), il Piemonte (553), il Lazio (551), la
f a il n o m e d e i s e g r e t a r i o g e n e r a l e , d o t t . c o m p o s t id a u n c e n t i n a i o d i p a g i n e . Campania (515) e la Sicilia (462). squadra (cinque elementi) con il minor tempo.
. 20
Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984 ^ffùanU! nel mondo
Nell'URSS Secondo Jaworski, ex dirigente di Solidarnose Un convegno a Roma
l'economia
non va, «L'abate Popieluszko Afghanistan:
convocato dalle parole
fra un mese
il Soviet
è ancora vivo»
Il sacerdote sequestrato venerdì scorso si troverebbe nelle mani
agli aiuti veri
Supremo dei servizi di sicurezza e potrebbe essere portato all'estero
Cinque ami di occupazione armata sovietica
Messaggi di solidarietà di Pertirii e Craxi
MOSCA, 27 - Gli ultimi VARSAVIA, 27 - Le so tempo si defìnisce que­ di A L B E R T O N I N O T T I
dati statistici pubblicati og­ drammatiche parole dell'ex- st'atto «totalmente estraneo
gi a Mosca hanno conferma­ vicepresidente di «Solida^ alla cultura polacca». S'invi­ Può anche darsi che ganizzazioni della Resi­
to un'accentuata tendenza nosc» della regione di Var­ t a quindi a trarre «conclu­ l'Afghanistan sia soltanto stenza, e h a chiesto infine
al rallentamento dei tassi di savia Seweryn Jaworski te­ sioni, comprese quelle per­ u n sassolino negli ingra­ l'invio di una commissione
sviluppo dell'economia so­ stimoniano come in Polonia sonali», lasciando intendere naggi dell'infallibile mac­ d'inchiesta nei campi-pro­
vietica. cresca la tensione nell'attesa che per quello che viene de­ china sovietica. P u ò darsi, fughi afghani in Pakistan.
I due principali indici - di conoscete la sorte d i pa­ finito «delitto provocatorio» m a non è proprio detto. E Altre proposte sono venute
quello della produzione in­ dre Jerzy Popieluszko, rapi­ potrebbero essere coinvolte in ogni caso è un sasso che dal radicale Rutelli, in par­
dustriale e quello della pro­ to il 19 ottobre scorso, j a ­ persone di primo piano del­
duttività del lavoro -- sono h a rivelato come quella ticolare per u n massiccio
worski in una dichiarazione l'apparato dei servizi dì si­ macchina non sia assolu­ aiuto italiano al popolo a f ­
ancora al di sopra di quanto che ha suscitato scalpore h a curezza. Lo stesso primo se­ tamente infallibile. Q u a t ­ ghano, ai profughi soprat­
previsto dal piano quin­ affermato, citando fonti im­
quennale, ma la loro ten­ gretario del P O U P e primo t r o anni, eravamo nell'SO, tutto, ricavandolo dagli
precisate m a defmite atten­ ministro, generale Wojciech Gromiko rispedì a casa in imponenti fondi affidati al­
denza al ribasso già delinea­
tasi in agosto è stata con­ dibili, che padre Popielu­ Jaruzelski, h a sentito la ne­ quattro e quattr'otto il mi­ la gestione del Dipartimen­
fermata dai dati relativi a! szko è vivo, che si trova nel­ cessità di condannare in nistro degli Esteri britanni­ to per gli aiuti alla Coope­
mese di settembre, resi oggi le mani dei servizi di sicu­ prima persona «questo atto c o dell'epoca. Lord Carrin- razione del ministero degli
noti dalla Pravda. rezza, che c ' è il rischio che pericoloso di banditismo» gton, il quale si e r a per­ Esteri, mentre il socialde­
venga portato fuori del pae­ che va «contro i dirigenti del messo di andarlo a trovare mocratico Cariglia, d'ac­
Allo stesso tempo, l'orga­
se. Nello stesso tempo il Paese». a Mosca, a nome e per con­ cordo sull'aumento degli
no ufficiale del P C U S h a
detto che uno dei settori sindacalista chiede che si Nello stesso tempo un aiuti - l'Italia eroga in me­
t o dell'intera Comunità eu­
chiave dell'economia, quello faccia luce sull'eventuale commento dell'Agenzia go­
ropea, per sollecitare dia 2 miliardi l'anno per gli
del petrolio, continua non responsabilità dei servizi se­ vernativa polacca «PAP» nel
l ' U R S S a u n negoziato c h e afghani, la Germania fede­
solo ad essere in ritardo ri­ greti sovietici sul rapimento. quale si afferma che «forse
la facesse uscire in tempo rale 35 - ritiene preferibile
spetto agli obiettivi di cre­ L a chiesa di San Stani­ padre Popieluszko è stato
dalla trappola afghana. c h e siano preceduti d a un
scita fissati dal piano, m a è slao Kostka è stata visitata ucciso» è dedicato a mettere
in guardia la popolazione Gromiko, nel respingere dibattito parlamentare che
addirittura in calo rispetto ieri dal primate della Polo­
nia, cardinale Jozef Glemp, d'invitare alla calma ed alia d'andarsene» e che si rende dal seguire coloro che ven­ con fastidio quell'intrigan­ assicuri il pili vasto appog­
all'anno scorso. te, gli disse 0 gli f e c e capire gio politico possibile all'i­
Secondo i dati statistici, che ha pronunciato una di­ moderazione. conto che «tutto ciò non è gono definiti i «maestri della
chiarazione che da una par­ Che qualcosa non vada ovviamente approvato dalla provocazione». Per la prima chiaramente che: primo, niziativa.
la produzione di petrolio nei tempo d u e o t r e mesi, sei al Alla manifestazione
primi nove mesi del 1984 è te riapre qualche speranza e nei rapporti tra la chiesa di chiesa in quanto f a peggio­ volta da una settimana dal
dall'altra fornisce notizie San Stanislao e l'arcidiocesi rare i rapporti tra lo Stato e rapimento si fa un duro at­ massimo, il problema del­ hanno aderito tutti i partiti
stata pari a 461 milioni di
preoccupanti per lo stato di di Varsavia è testimoniato la Chiesa». tacco all'opposizione - ven­ l'Afghanistan l'Unione So­ democratici: tutti, tranne il
tonnellate, con una diminu­
salute del giovane sacerdote da quanto lo stesso Jaworski Consapevole del momento gono citati i nomi dello stes­ vietica lo avrebbe sicura­ P C I che si è limitato a
zione dello 0,4 per cento ri­
spetto allo stesso periodo prima del rapimento. La vi­ ha rivelato oggi: «Ieri il delicato il comitato centrale so Jaworski, di Kuron e di mente risolto coi propri si­ mandare un osservatore.
dell'anno scorso. sita nella chiesa che è diven­ primate mi h a detto perso­ del P O U P ha emesso ieri sul altri leader del disciolto sin­ stemi e in maniera finale; Per la D C c'era invece Sil­
II soviet supremo è stato tata il punto di riferimento nalmente che occupiamo rapimento Popieluszko una dacato - avvertendo: «Le secondo, se qualcuno vole­ via Costa, p e r i liberali
convocato per il 27 novem­ dei fedeli tra i quali padre una parte della canonica e dichiarazione senza prece-* autorità garantiranno la va proprio sciupare il suo Giorgio Ferrari, per i re­
bre proprio per esaminare il Popieluszko era molto jjopo- che c'è il pericolo che venga denti nella quale s'invita ad calma. Resterà solo di sape­ tempo coi negoziati per pubblicani Paolo Ungari, il
piano d i sviluppo economico lare nella sua strenua difesa la polizia». Subito dopo il identiFicare «gli autori diret­ re se bisognerà pagare di l'Afghanistan, c h e si rivol­ quale h a confermato c h e la
e sociale del paese e il bilan­ in favore di «Solidarnose», sindacalista ha precisato che ti ed eventualmente indiretti nuovo per questa calma un gesse a Kabul, all'indirizzo Commissione p e r i Diritti
cio del 1985. ha avuto anche lo scopo il primate «non ha chiesto di questo reato». Nello stes­ prezzo elevato». di Babrak Karmal, c h e ne dell'Uomo creata recente­
era il capo legale. mente dal Consiglio dei
Sono passati cinque anni ministri ( e della quale è
- lo saranno f r a d u e mesi - presidente) verrà promossa
dall'irruzione dell'Armata t r a breve a d agenzia, e co­
Rossa in Afghanistan, e m e tale potrà inviare nei

Quotidiano
Gira dalla prima
Altemativa politiche e parlamentari che
il PCI sta conducendo da
t u t t o dimostra c h e Gromi­
k o si era sbagliato, e con lui
campi profughi una dele­
gazione di-studio finalizza­

riformista
del Partito Socialista Italiano si era sbagliato l'intero t a a decisioni concrete del
Sezione deirintemazionale qualche mese contro questo Cremlino. Q u a n t o all'infal­ governo. U n annuncio che
Socialista chiudere però le porte all'av­ governo?».
Direttore venire. Bisogna lavorare con libilità della diplomazia so­ h a f a t t o d a risposta positiva
Della D C Signorile ha det­ vietica: primo, la soluzione alla sollecitazione fatta al­
UGOINTINI i comunisti , in modo che il to che essa «deve misurarsi
P C I possa evolvere nel senso deir«affare» Abouchir - il l'inizio del dibattito dal
Vicedirettori
comunisti hanno scoperto nei altri in una politica di man­ sul terreno dell'alternativa giornalista francese con­ rappresentante in Italia dei
della vera democrazia. Sono
FRANCESCO GOZZANO
ROBERTO VILLETTl confronti dei commercianti». tenimento delle cose come riformista perchè ha troppe dannato d a u n tribunale mujahddin afghani, Hamid
grato al compagno Craxi per , stanno: si è arrivati al punto responsabilità di governo e
Il vicesegretario socialista ha afghano a 18 anni d i carce­ Naimi, affinchè dalle paro­
quello che ha fatto. H o l'im­
poi ricordato altri «errori» - ha concluso - di voler tra­ da troppo tempo: troppi inte­ re, m a subito liberato per
Amministratore unico pressione che sia sulla via le di sostegno alla Resi­
VINCENZO BALZAMO del PCI: le critiche al prov­ sformare una solidarietà po­ ressi da difendere e da modi­
giusta. Tutti i partiti laici, ordine di Mosca in seguito stenza si passasse ai fatti,
vedimento per consentire air litica in una strategia e addi­ ficare, per potersi dichiarare
Direttore amministrativo salvo quello socialdemocrati­ rittura in una solidarietà mo­ estranea a un tipo di propo­ alle pressioni di Parigi - andando ben oltre le attuali
le TV private di proseguire le
SERGIO VALENTE co, vogliono sbarrargli la trasmissioni; la richiesta di rale». sta che coinvolge l'intero si­ dimostra c h e il signor briciole.
strada e far cadere il gover­ un voto di sfiducia «sleale a Felice Borgoglio, dell'ese­ stema politico italiano». Karmal è soltanto u n fan­ L a garanzia c h e vi sa­
Direzione, redazione e ammini-
stnuioBe: 00186 Roma, Via no. Non facciamo - ha pro­ scrutinio segreto», la propo­ cutivo socialista, ha afferma­ «Questo non significa con­ toccio dei sovietici, e con ranno iniziative politiche e
Tomacelli, 146 - Telefono seguito - questo errore. sta di un referendum «per il to che in vista dei nuovi equi­ dannare la D C ad un ruolo di lui sono fantocci i suoi a- umanitarie l'hanno data al
6782491 - 6786341 {con ricer­ Quello che ha fatto Craxi rilancio dell'inflazione», «Bi­ libri che la sinistra deve pre­ conservazione statica o di a- mici di regime, giudici d i convegno un messaggio di
ca automatica) - Telegrammi merita di essere favorito e
TE/6782491 - Casella postale sogna liberare la società ita­ parare «progetto e alleanze stratta centralità, ma ricono­ tribunale compresi. L a li­ Pertini e una lettera di
480. Redazione lVllla»Q: Piazza assecondato». liana - ha concluso Martelli , politiche e sociali devono scere in essa un soggetto at­ berazione d i Abouchir, Pa­ Craxi. «Credo sia doveroso
Cavour, 2 - Telefono 701541 - Dal canto suo il vicesegre­ - dall'ingessatura partitocra­ stare alla base dell'azione dei tivo e complesso, pieno di rigi l'ha negoziata diretta­ - dice f r a l'altro il messag­
Amministrazione Telefono
701542 - Casella postale
tario socialista Claudio Mar­ tica dalla quale neppure i socialisti, i quali devono re­ contraddizioni e di tendenze mente con Mosca, e Mosca gio del c a p o dello Sitato -
10591-20111 Milano-Isola.
tèlli, intervenendo l'altra sei, comunisti possono chiamarsi spingere i tentativi di ingab­ divergenti. Dopo questo go­ l'ha decisa. Kabul l'ha sa­ sostenere i principii di in­
UAvantit è un giornale murale.
ra in chiusura della prima fuori». biarli in formule che non verno, sia chiaro per chi ne puto soltanto a cose fatte. dipendenza e autodetermi­
Autorizzazione n.5899 regola­ giornata, aveva rilevato f r a M a torniamo alla giornata hanno prospettiva, ma solo suona la campana a morto, T u t t e le fonti, ufficiali e nazione dei popoli, di dife­
mento stampa periodica h.5738 l'altro che il convegno è stato conclusiva del convegno. Il c'è la ripresa - ha concluso -
valore contingente». giornalistiche, lo confer­ sa dei diritti umani, ovun­
Tribunale di Roma. tutto centrato sui temi politi­ radicale Massimo Teodori ha A sua volta Giulio Di Do­ di libertà dei socialisti da
Abbonamenti Italia: spedizione ci coinvolgendo «non una nato, anch'egli dell'esecutivo vincoli e alleanze che stiamo mano. Secondo, l'iniziativa q u e questi sacri valori ven­
. in abbonamento postale gruppo sostenuto l'esigenza che i so­
parte ma tutto il PSI». Mar­ cialisti «pongano a! centro del rél, ha sostenuto f r a l'al­ onorando con lealtà e sacrifi­ europea condotta d a Lord gano subdolamente minac­
1/70 con consegna decentrata.
Anno L I 10.000, semestre telli è poi passato all'analisi della loro lòtta, se vogliono tro che la contrapposizione cio: e il discorso politico ri­ Carrington, contrariamente ciati o apertamente calpe­
L.60.000, spedizione in abbo­ dei maggiori problemi del davvero riaprire la speranze frontale e un'opposizione du­ comincerebbe daccapo». a quanto pensava Gromiko, stati». «Noi sappiamo bene
namento postale. Estero: anno nostro Paese, sottolineando Ai lavori della giornata era stata opportuna, sensa­
L. 180.000, semestre L.95.0GO dell'alternativa, la questione ra e aspra del P C I al governo - a f f e r m a a propria volta
Versamento a mezzo C / C po­ come soprattutto nel Meri­ partitocratica e la questione a guida socialista, «favorisce conclusiva del convegno ha t a e tale d a offrire ai sovie­ Craxi nell'ultima frase del­
stale n. 2348S006. dione la «macchina pubbli­ morale, che è questione isti­ il disegno demitiano di an­ assistito la vedova del leader tici la possibilità di uscire la sua lettera - c h e l'indif­
Pubblicità: SIpra - 10122 To­ ca» sia quasi sempre inade­ tuzionale». Secondo il par­ nullare il valore di questa e- storico socialista, Ena Lom­ decentemente - negozial- ferenza, il silenzio, l'oblio
rino, Via Bertola, 34 Te). guata alle esigenze sociali. lamentare del PR, «la crisi sperienza, logorandola pro­ bardi. mente - dall'Afghanistan.
57531 - 20124 Milano, Piazza su quello c h e avviene in
Martelli ha a questo punto della Repubblica nasce dal gressivamente, e di recupe­ Sul convegno e sulle sue
IV Novembre, Tel. 67531 - E ' dunque opportuno c h e Afghanistan eqiiivale a
00196 Roma, Via degli Scialo-
difeso l'azione del governo a trasferimento del conflitto rare per la DC centralità ed conclusioni va intanto regi­
guida socialista, riconoscen­ strato un commento di Mi' l'Europa la riprenda, e l'i­ rendersi complici di questa
ja, 23, Tei. 369921 - In colla­ politico dalle sedi istituziona­ egemonia».
do tuttavia che c'è «grande niziativa spetta ora all'Ita­ grave violazione dell'ordine
borazione con Nuova Edit. A- li a quelle occulte, e in que­ Applauditissimo è stato chele Achilli in cui fra l'altro lia, alla quale per sei mesi internazionale. Per questo
vanti! S.p.A. Direzione 00186 distanza tra le aspettative, la
Roma Via Tomacelli, 146, tele­ sto c'è una responsabilità di l'intervento di Claudio Si­ egli afferma che «una appro­ toccherà, a partire dal 1
volontà di misurarsi con i tutti i partiti, compreso il gnorile, che ha concluso il fondita valutazione dei fatti ribadiamo la piìi ferma
fono 6782491 - 6786341 - Mi­
lano, Piazza Cavour, 2, telefo­ problemi e la possibilità rea­ convegno. «A me pare chiaro nuovi non è pili rinviabile: gennaio, la presidenza della condanna dell'occupazione
PCI». «I socialisti, che sono
no 782528 - 40122 Bologna. le di risolverli completamen­ pili vittime che artefici di - ha detto - che la strategia ecco perchè - ha proseguito Comunità. sovietica, e confermiamo la
Vìa'Riva di Reno 4, Telefono Proprio questa è stata la
552247 - 57100 Livorno c / o
te». L'azione di rinnovamen­ questa degenerazione, devo­ della sinistra italiana sarà Achilli - sono utili i conve­ solidarietà morale e politi­
Feder. PSl, Via Verdi 105, Te­ to dei socialisti alla presi­ no scrollarsi di dosso - ha l'alternativa riformista, che gni, promossi dalle correnti, proposta c h e il vicepresi­ c a al popolo afghano che
lefono 22134. denza del Consiglio trova concluso - i'condizionamenti non è e non può essere pura­ ma a condizione che in essi si dente del Comitato inter­ lotta per a f f e r m a r e il suo
Tariffe valide per l'Italia (Iva continue resistenze - ha ag­ del potere occulto e porre il mente e semplicemente l'al­ affrontino le situazioni con- nazionale d i solidarietà con legittimo diritto a determi­
18% in più) a modulo mm. 38 giunto il vicesegretario del tema del diritto e della dife­ ternativa di sinistra intesa crete ed attuali, non limitan­ la Resistenza afghana, C a r ­
di base per mm.-25 di altezza; nare in piena sovranità il
Ediz. naz. gg. feriali L.40.000 -
PSI - non solo nella D C ma sa istituzionale come primo come mera proposta di dosi a divagare, parìando di lo Ripa di Meana, h a avan­ proprio destino».
gg. festivi L.48.000 - Pubbl. fi­ anche nel PCI. «Le diver­ presupposto di ogni dialogo schieramento». «Proporre al temi generali ed astratti, zato ieri mattina nel corso
nanziaria naz. L.3.S00 il mm. genze tra socialisti e comuni­ per l'alternativa». Paese l'alternativa riformista come f a il convegno di "So­ del convegno dedicato al­
col. redazionale, legali, senten­ sti - ha detto - non dipendo­ Per Aldo Tortorella, della significa chiedere ai comuni­ cialismo Oggi" promosso da
ze L. 3.000 il mm. c o l • Necro­ l'Afghanistan c h e si è tenu­
logie L. 1.000 per parola - Par­ no soltanto dalla nostra col­ segreteria comunista, «la dif­ sti - ha proseguito Signorile Claudio Signorile. Ciò non t o a Roma nella Sala del
tecipazioni L. 1.400 per parola. laborazione di governo con la ferenza di collocazione tra le - di tradurre questa loro tanto perchè non occorra una Cenacolo della C a m e r a dei 1 compagni del N.A.S. I-
Sovrapprezzi: per formati a DC, ma hanno origine in forze di sinistra non deve grande e importante forza riflessione della Sinistra ita­
pagina intera e mezza pagina questioni e scelte di fondo politica e organizzata in un liana nel suo complesso, su deputati per iniziativa dello T A L T E L di Milano parte­
20% in più, posizioni speciali impedire nè il dialogo, nè lo
ben pili remote». sforzo comune ovunque sia momento di cambiamento e questa tematica, ma perchè stesso Comitato e della ri­ cipano al dolore del comp.
20% in più.
Dopo aver chiesto ai co­ possibile, nè l'impegno al­ di rinnovamento, sapendo è prioritario sapere se si vuo­ vista Confronto con l'Est. Domenico La Rizza per la
Vicedirettore responsabile munisti di «uscire dall'atteg­ l'approfondimento teorico che è difficile muoversi con le appunto, con coraggio e Ripa di Mea^ia, c h e rap­ scomparsa della madre
FRANCESCO GOZZANO giamento polemico nei con­ dei temi politici e program­ passo veloce, ma sapendo lungimiranza, costruire una presentava anche il P S I , h a
fronti dei socialisti». Martelli matici». . pure che questa è la strada forza socialista che dichiari inoltre proposto una sorta OLIMPIA
Tipografìa e stampa: ha detto di essere rimasto Sempre secondo Tortorel­ per una nuova qualità della apertamente la sua disponi­ d i riconoscimento «sui ge­ ZAVETTIERI
ITALPRINT Roma.
sbalordito dall'articolo di la «nell'attuale governo di­ democrazia. Sono una rispo­ bilità ad affrontare, con le neris» dell'Italia, - e la sua
Stampa In fac - simile: S.A.G.E.
Reichlin sull't/m'rà Jper venta pressante il bisogno sta a questo - si è chiesto poi altre forze della sinistra, il ospitalità ai loro uffici di
Milano, 2 8 / 1 0 / 8 4
Pademo Pugnano (MI).
l'improvvisa sensibilità» che i della D C di coinvolgere gli Signorile - le miopi battaglie cammino dell'alternativa». rappresentanza, - alle or­
hélmoiido %i94ùantt!
P a g h u2i 1
Domenica 28/Lùnedì 29 Ottobre 1984
/

Conclusa a Roma la riunione delVUEO Una denuncia della conferenza dei vescovi
Reagan
Un passo avanti Corruzione e brogli smentiWBA
Shultz
verso l'Europa dei regime per le sull'uso
preventivo
della difesa elezioni in Brasile della fona
di FRANCESCO G O Z Z A N O BRASILIA, 27 - le denunce ormai quoti­ to per la scelta dei delegati che comporran­ WASHINGTON, 27 - Il
diane di pressioni e di tentativi da parte del no il collegio elettorale che dovrà eleggere il presidente Ronald Reagan e il
governo di conquistarsi con ogni mezzo la- presidente. La manovra mira evidentemen­ vicepresidente George Bush
«Estremamente inc(^ nute, mentre Hoseltine h a si di un allargamento del­ vittoria nelle elezioni presidenziali indirette te, a garantirsi la possibilità di conquistare hanno clamorosamente preso
raggianti» sono stati defi­ sottolineato come la ri­ l'UEO, si è preso a t t o del­ del prossimo 15 gennaio hanno'indotto la un maggior numero di voti. Ora il regime - le distanze dal segretario di
niti dal ministro degli E- strutturazione del comita­ la richiesta portoghese di chiesa prendere posizione pubblicamente sostengono gli oppositori - starebbe addirit­ stato George Shultz il quale
steri tedesco Genscher, to p e r gli armamenti po­ adesione e s e ne parlerà in sull'attuale momento politico brasiliano. tura progettando di modificare la norma co- aveva parlato della necessità
presidente di turno del trebbe avere anche riflessi una prossima riunione. In una nota diffusa dalla conferenza dei stituzonale che prevede il voto per appello di attacchi preventivi USA
Consiglio ministeriale del- politici. Il lungo documento vescovi brasiliani - ed anticipata ieri dalla nominale nello steso collegio elettorale. contro il terrorismo nei quali
Entusiastico il commen­ pubblicato al termine della radio vaticana - è detto che «è giunto il Siccome gli episodi di dissidenza in seno anche innocenti avrebbero po­
r U E O , i lavori compiuti in al partito di governo riguardano proprio il
questi due giorni a Roma; to del ministro tedesco del­ sessione, oltre ad indicare momento di difendere coraggiosamente la tuto andarci in mezzo inav­
legalità» e che qualsiasi tentativo di rottura candidato ed i suor metodi, il regime po­ vertitamente.
incoraggianti perchè dalle la difesa Woerner secondo gli scopi dell'UEO (raffor­ trebbe temere che delegati del partito de­
il quale si sono compiuti zare la pace e la sicurezza; della nostra ancor debole democrazia deve «Non sono d'accordo», ha i-
discussioni è emersa la vo­ mocratico sociale e altri acquisiti alla mag­
importanti passi avanti per promuovere l'unità e inco­ essere respinto per patrottismo, rispetto del nizialmente detto Bush, poi
lontà dei sette paesi mem­ gioranza, non abbiano il coraggio di pro­
bri di rafforzare la coope­ l'unificazione europea, raggiare la progressiva in­ popolo e della legge e per amore alla dignità ha cercato di attenuare le sue
nunciare il nome di maluf davanti alla na­ divergenze con Shultz. Al
razione europea e l'allean­ mentre più prudente è a j ^ tegrazione dell'Europa; nazionale».
Il documento dei vescovi aggiunge: «I so­ zione. per questo sarebbe in esame la possi­ contrario, Reagan ha prima
za atlantica; «questo è il parso Cheysson secondo il più stretta cooperazione bilità di introdurre il voto palese, ma per i-
vero segnale politico ch e quale i sette non hanno f r a gli Stati membri e le spetti, riferiti dai giornali, di settori militari detto «Non c'è nulla di nuovo.
civili che tramerebbero azioni sovversive scritto: cioè indicato in una scheda dove ci E' la nostra linea politica».
viene da Roma», h a detto. ancora le stesse concezioni alte organizzazioni euro­ sia anche il nome del votante.
pèe) sottolinea la necessità devono esssere chiariti alla luce del giorno, In proposito la nota dei vescovi è assai Ma successivamente, durante
L'obiettivo di fondo ch e sui problemi della difesa
senza riunioni segrete, senza cospirazine. dura: respingiamo i n nome dell'etica e della una tappa elettorale, ha ag­
i sette hanno conseguito è m a ch e comunque lavore­ di «continui sforzi per pre­
Una nazione che si considera cive non può legge di dio la corruzione, le promesse, l'ac­ giunto: «Non era una dichia­
stato dunque quello d i da­ ranno per giungere a posi­ servare la pace, rafforzare accettare «golpes». razione programmatica. Vole­
re concretezza alla ipotesi zioni comuni anche sulla la deterrenza e la difesa e quisto di voti, le equivoche affermazioni di
Il riferimento della conferenza dei vesco­ fedeltà partitaria, le pressioni ingiuste e mi- va solo dire che vanno consi­
di una «identità europea» questione della limitazione consolidare così la stabilità vi riguarda le denunce di questi giorni se­ derati tutti quei fattori. Shul­
tale d a aumentare il peso degli armamenti, compresi attraverso il dialogo e la naccose sui componenti il-collegio elettora­
condo le quali elementi del regime avrebbe­ le, la violanzione delle regole del gioco, le tz intendeva dire che non si
politico dell'Europa in se­ quelli utilizzabili nello cooperazione». ro provocato incidenti durante i comizi del può escludere la possibilità
no alla N A T O e di mette­ spazio. L'accento viene poi menzogne.
candidato dell'opposizione, Tancredo neyes, Intanto cresce la tensione - gli alti co­ che vengano uccisi degli inno­
re a punto posizioni comu­ M a il ministro degli fi- messo sul contributo del­ per cercare di destabilizzare il quadro poli­ centi. Non voleva dire di aver
l'Europa occidentale alla mandi militari brasiliani hanno organizzato,
ni su problemi concreti steri francese h a messo tico e le asserite offerte di denaro (si è par­ nelle ultime settimane, diverse conferenze, intenzione di farlo».
connessi alla difesa: i paesi bene in chiaro ch e su u n comune difesa di tutti lato anche di somme equivalente a 300 mi­ Nel suo discorso di giovedì
riservate ai loro ufficiali, sul problema del
d e i r U E O , insomma, in­ punto il suo paese non in­ paesi dell'alleanza atlanti lioni di lire) fatte dal candito del partito di l'eversione. Sempre in questi giorni sono sera a New York, il segretario
tendono d a u n lato raffor­ tende cedere: e cioè sul ca, auspica un più stabile governo, Paulo maluf per garantirsi i voti stati arrestati decine di appartenenti del di Stato aveva detto senza
zare la cooperazione nel f a t t o che «non prevediamo rapporto t r a Est e Ovest dei delegati del collegio elettorale. - partito comunista brasiliano e perquisite se­ ambiguità che gli USA «de­
campo della produzione in alcun caso ch e in seno incrementando il dialogo e Le denunce non si fermano qui. Il gover­ di di giornali di sinistra, vono essere pronti a usare la
bellica e dall'altro espri­ a l l ' U E O possa esservi un la cooperazione, e indica no sta anche nuovamente tentando di modi­ Il regime brasiliano giustifica queste ini­ forza» sia per rappresaglia
mere i loro punti di vista in comando e un sistema in­ ch e compito dei ministri è ficare le regole previste dalla costituzione ziative con una ripresa dell'attività di grup­ contro atti terroristi che per
t e ma di negoziati per il tegrati», azzerando così le quello di «cercare di ar­ per le elezioni presidenziali. pi che considera eversivi. I partiti di opposi­ raid preventivi. «L'opinione
controllo e la limitazione velleitarie speranze di monizzare le loro idee sul­ Nei giorni socrsi i senatori del partito zione reagiscono sostenendo che, in realtà, il pubblica deve capire che c'è il
degli armamenti. qualche democristiano ita­ le specifiche condizioni democratico sociale, al potere, hanno deci­ governo vole usare questo spauracchio per rischio potenziale che i nostri
L a traduzione in concre­ liano. della sicurezza in Europa» so, in una riunione convocata all'insaputa adottare misure che modifichino il cammi uomini perdano la vita, così
to di questi compiti sarà Soddisfatti anche An- in cinque specifici settori: dell'opposizione, di introdurre il voto segre­ no preso dalla successione presidenziale. come degli innocenti».
affidata ai due organismi dreotti e Spadolini: il mi­ 1) questioni della difesa;
tecnici dell'UEO; il . comi­ nistro degli Esteri h a sol­ 2) controllo degli a r m a
tato per gli armamenti lecitato gli europei a d una nenti e disarmo; 3 ) effetti
(per quanto riguarda la maggiore integrazione os­ dello sviluppo delle rela­
servando che non si può zioni Est-Ovest sulla sicu­
produzione) e l'agenzia
per il .controllo degli ar­ f a r e eterno affidamento rezza dell'Europa; 4 ) con­ Si teme un sanguinoso «regolamento di conti» tra faziqni
mamenti che, perduta la sugli altri per la nostra di­ tributo dell'Europa al raf­
sua funzione originaria
(verificare che il riarmo
tedesco avvenisse entro i
fesa, e insistendo sul f a t t o
l ' U E O non deve essere vi­
sto come sostitutivo del
forzamento della alleanza
atlantica, tenendo conto
dell'importanza delle rela­
zioni transatlantiche; 5)
Tensione in Libano in vista
del ritiro israeliano dai Sud
limiti fissati dal vecchio rapporto euro-americano,
Trattato di Bruxelles) si m a caso mai rafforzativo, sviluppo della cooperazio­
occuperà soprattutto delle Spadolini h a messo l'ac­ ne europea nel campo de­
prospettive del disarmo. cento sul «ruolo prezioso» gli armamenti rispetto ai
Sul piano politico si è de­ c h e l'agenzia per il con­ quali l ' U E O può conferire milizie cristiane un'altra
BEIRUT, 27 - Il governo li­ dal villaggio di Araya, che è altre migliaia rimasero senza
ciso di intensificare le riu­ trollo degli armamenti può uno slancio politico. grossa concessione; la chiusu-
banese si è riunito oggi per a un tiro di schioppo dal pa­ tetto.
nioni del consiglio ministe­ svolgere «come foro tecni­ Da notare c he il d o c u lazzo, c i drusi dalla loro base Secondo fonti vicine al -ra dei porti clandestini, che
far fronte alla minaccia di
riale '^che vedrà assieme co di studio, di proposta e mento, per quanto insista a nuovi massacri nelle province di Swif. presidente Gemayel viene sottraggono allo stato ogni
d u e volte l'anno i ministri di verifica europea per i lungo sulla .cooperazione meridionali dalle quali Israe­ Secondo la radio falangi­ presa in considerazione la anno tre miliardi di lire liba­
degli Esteri e della difesa, problemi del disarmo»: f r a gli alleati in seno all'al­ sta, che cita fonti diplomati­ proposta di far ritirare le mi­ nesi (circa 800 miliardi di li­
le sembra volersi ritirare, e
e di rafforzare le relazioni toccherà poi a i ministri leanza atlantica e sulla in­ per sostenere l'economia che che, Israele avrebbe promes­ lizie cristiane dall'Iqlim re italiane) di diritti dogana^
con l'assemblea parlamen­ tradurre su u n piano poli­ divisibilità della sicurezza per la prima volta dopo dieci so agli Stati Uniti di aspetta­ Kharrub, dove si erano inse­ li.
t a r e (che si riunirà domani tico tale verifica, anche con l'area nord-atlantica, re fino alle elezioni del 6 no­ Il direttore del più grande
anni di guerra civile è seria­ diate nel 1982 grazie alla lo­
sempre a Roma) al fine di lei negoziati per la ridii- non citi m a i una volta mente in crisi. vembre prima di ritirarsi uni­ ro alleanza di allora con I- di tali porti, quello di Dbaye
sviluppare u n pili intenso rione degli armamenti, spressamente gli Stati U Alta riunione di emergenza lateralmente dal Libano, ma sraele, se i drusi dessero ga­ a nord di Beirut, era nel 1976
dialogo con l'opinione compresi quelli nucleari. ^ niti: naturalmente d a qui a convocata dal presidente A-" non molto oltre. La possibili­ ranzie sufficienti per la sicu­ un piccolo proprietario ter­
pubblica suT problemi del­ Il ministro della difesa dire c he è prevalsa un'otti­ min Gemayel non partecipa tà del ritiro sarà discussa rezza dei civili. In questo ca­ riero amico dell'allora mini­
la sicurezza e della difesa. h a insistito anche sulla c a «autonomista» rispetto però il capo dèi drusi Walid domani dal consiglio dei mi­ so la strada phe porta da Bei­ stro dell'Interno Camille
Soddisfazione generale, importanza della coopera­ a quella «atlantica» c e n e Jumblatt, ministro dei Lavori nistri a Gerusalemme. rut, al Sud, bloccata dalle mi­ Chamoun, dal quale ottenne
o quasi, quindi, quella e- zione in campo industriale corre, m a è comunque u n a Pubblici, che si trova a Da­ Il governo libanese, para­ lizie cristiane, potrebbe esse­ l'autorizzazione di aprire un
mersa ieri mattina nella per correggere il pauroso omissione d a non sottova­ masco sulla via del ritorno da lizzato dai dissensi interni, ri­ re riaperta e l'esercito po­ nuovo molo per sostituire il
conferenza stampa conclu­ squilibrio esistente con gli lutare. U n passetto avanti un viaggio a Mosca e Praga. schia quindi di trovarsi con trebbe avanzare verso i terri­ porto di Beirut in fiamme.
siva: anche gli inglesi han­ Stati Uniti. I quali sono forse non soltanto seman­ 1 guerriglieri di Jumblatt e l'acqua alla gola. Nella pro­ tori che Israele si prepara a Oggi Joseph Abboud, mana­
no affermato per bocca di tenuti informati - h a pre­ tico, per giungere alla i soldati fedeli a Gemayel vincia dell'Iqlim Kharrub, evacuare per portare un mi­ ger di Dbaye, possiede un ae­
Howe di condividere pie­ cisato Genscher alla do­ dentificazipne di una «Eu­ hanno continuato anche que­ che confina con il territorio nimo di ordine. reo personale, una Rolls
namente l'impostazione m a n d a di un giornalista ropa della difesa» che cer­ sta notte a combattere a me­ oggi occupato da Israele, le La prospettiva di un ac­ Royce, è principale azionista
della «dichiarazione d i americnao - di quanto c a di mettere in evidenza no di dieci chilometri dal pa­ milizie cristiane e druse sem­ cordo fra drusi e cristiani tut­ di varie imprese industriali e
Roma» che ha suggellato l ' U E O f a , così come ven­ soprattutto le sue esigenze lazzo presidenziale di Baab- brano aspettare il ritiro per tavia non sembra imminente compagnie marittime, dà la­
la riunione auspicando la gono informati gli altri e quindi la necessità di una da dove oggi si riunisce il go­ regolare i conti, come fecero mentre il tempo stringe. voro a 6000 persone e dichia­
traduzione in pratica delle paesi europei dell'alleanza più stretta cooperazione verno. Le artiglierie dei mili­ un anno fa nello Chouf dove Il presidente Gemayel sta ra un reddito pari a mille mi­
indicazioni in essa conte­ atlantica; quanto all'ipote­ integrazione. tari cristiani facevano fuoco moriròno centinaia di civili e già cercando di ottenere dalla liardi di lire italiane l'anno.

-MANAGUA, 27 - La carenza di ti ribelli, appartenenti alla «forza a quattro colonne, a metà ottobre. nel paese. «Si tratta di un problema
carta igienica è divenuto un pro­ democratica del Nicaragua», hanno «Debbo confessare - affermava l'e­ concernente una domanda che noi
Dura denun­ blema addirittura politico in Nica­ lanciato carta igienica sull eprovin­ ditorialista - di aver visto carta i- stessi abbiamo creato tramite mi­
glioramenti in campo sanitario e in
gienica in molti paesi del mondo,
cia delia ragua, dove la sinistra al potere nel
paese, sta lottando su due fronti
ce settentrionali di Inotega e mata-
galpa, al fine di «persuadere» la po­ ma in nessun paese credo che si par­ quello dell'educazione igienica».
Così affermano questi funzionari,
opposizione: contro i ribelli appoggiati dagli Sta­
ti Uniti, Mentre il paese si prepara
polazione a unirsi alla lotta contro il
governo. Arturo Cruz,, uno dei lea­
li tanto di questo materiale come in
Nicaragua..La carta igienica è di­ aggiungendo che «sotto la dittatura,
la maggioranza dei nicaraguensi Studio Immobiliare
a Managua alle elezioni presidenziali previste
per il 4 novembre prossimo, il go­
der dell'opposizone, durante una
conferenza stampa tenuta di recente
venuta un fattore politico di
prim'ordine». Funzionari del mini­ non sapeva neppure che la carta i-
gienìca esisteva, ora la gente la usa
Dott. E. FelicettI
manca verno viene aspramente criticato dai
suoi oppositori politici per aver
a San Jose di Costarica si è lamen­
tato per ciò che egli ha definito
stro del commercio ammettono a-
pertamente che la carta igienica anche nelle zone rurali». Come è no­
to, i sandinisti rovesciarono la ditta­
Praia a Mare (Cs)
tel. 0985-72903/73379
la carta mancato di fornire il paese di suffi­
ciente carta igienica. Questo sca­
mancanza di libertà democratica in
Nicaragua.
spesso caraseggia, ma affermano di
ritenere che non si tratti di un pro­
tura, (appoggiata dagli Stati Uniti)
di anastasio somoza nel luglio 1979
VENDE
igienica! broso argomento è stato oggetto di
editoriali da parte dei giornali e di
Per appoggiare alcune aserzioni
secondo le quali il paese si trova an­
blema di grande importanza in pa­
ragone con la lotta contro i ribelli e
e attuarono una serie di riforme -
tra cui alcune ritenute esemplari
Ville, appartamenti
e terreni
ritornelli elettorali, tra i critici del che sulla via della rovina economi­ la mancanza di rifornimenti più complessi turìstico
anche dai nemici del governo.
governo, nessuna discussione è ca, Cruz ha aggiunto che «anche gli fondamentali, come il cibo e il car­ Dal 1979, i sandinisti hanno aper­ alberghieri
completa senza un accenno alla car­ articoli fondamentali scarseggiano, burante.. 1 funzionari del ministero to 300 ambulatori medici rurali e Tirreno-lonio-Siia
ta igienica. tra cui la carta igienica». considerano il problema della carta stanno organizzando istituzini sani­ Roma-Napoli
Negli ultimi mesi, secondo quan­ Da parte sua, il giornale filo-go­ igienica con occhi diversi da coloro tarie in zone dove raramente si tro­ Salerno-Cosenza
to hanno reso noto fonti del ministe­ vernativo «el nuevo diario», ha pub­ che criticano il «fronte di liberazio­ vava in precedenza un medico o una e resto d'Italia - Spagna
ro dell'interno, aerei guidati da pilo­ blicato sull'argomento un editoriale ne nazionale» (sandinista), al potere infermiera.
Pagina
2 2
Donienicà 28/Lunedì 29 Ottobre 1984 %>fùa4tU! in Italia
Buscetta interrogato come teste a Rebibbia Interrogato
li giordano Caso Antonov:
La «commissione» decise elle ila rabbiosa
l'omicidio di IMarchese sparalo ai
diplomatico
reazione
Il boss pentito ha inchiodato alle sue responsabilità Michele
Greco, che all'epoca era a capo del supremo organo della mafia arabo
delia Buigaria
Per Tommaso Buscetta si è t r a t t a t o qui. Esattamente come aveva f a t t o po­ secondo la versione di Tomma s o Bu­ N o n o s t a n t e u n lieve a c ­ nei denunciare gli autori e i
di uno degli impegni meno problema­ chi minuti prima, al momento dell'in­ scetta, e r a nella logica della guerra di cenno al miglioramento Gira dalla prima mandanti del complotto,
tici d a quando h a deciso di mettersi a gresso nell'aula, Tommaso Buscetta è mafia c h e li vedeva come «traditori p e r m a n g o n o a n c o r a g r av i probabilmente non solo cit­
bulgari) è O r a i Celik, ap­
disposizione della giustizia italiana. tornato a ripararsi il volto con u n paio della loro "famiglia". Questo perchè l e condizioni d i s a l u t e d e l tadini bulgari», e a ! presi­
partenente all'organizzazio­
«Don Masino» è rimasto tredici minuti di occhiali scuri e , scortato d a d u e ca­ essi si erano legati, erano anzi «intimi diplomatico a r a b o M o h a - dente del Consiglio di riferi­
ne di estrema destra turca
soltanto davanti a i giudici della corte rabinieri, è rientrato nella sua cella di amici», a i capi della cosca avversaria, m e d A l Suweidi, ricovera­ re al Parlamento e al paese
«Lupi Grigi», alla quale a -
d'Assise di Palermo, in trasferta a massima sicurezza. gente come Salvatore Inzerillo e Ste­ t o a i c e n t r o d i rianimazio­ sulla capacità effettiva e
deriva anche Ali Agca, in­
Roma per raccogliere le dichiarazioni Durante l a breve deposizione f a t t a fano Boutade. n e dell'ospedale S a n C a ­ sull'efficienza, allora e oggi,
criminato con questi dal
del «boss» mafioso. N o n fosse stato per come teste, Buscetta h a risposto senza E di Filippo Marchese, cosa s a «Don millo. Il m a g i s t r a t o q u e s t a dei nostri servizi segreti per
Masino»? Buscetta h a ricordato solo m a t t i n a si è r e c a t o nel c a r ­ giudice Ilario Martella c h e
il gran numero di giornalisti e fotografi esitazioni a d alcune domande del pub­ fronteggiare nuovi eventuali
c e r e d i R e g i n a Coeli p e r h a individuato in luì il se­
presenti alle sue spalle nell'aula bun­ blico ministero Domenico Signorino. c h e «era u n uomo d'onore» e «era a ca­ complotti.
i n t e r r o g a r e il g i o r d a n o a c ­ condo uomo c h e sparò con­
ker degli edifici giudiziari del carcere Elegantissimo, in u n completo spezza­ po della famiglia di corso dei Mille».
c u s a t o dell'omicidio. L a tro il Papa in piazza S a n
di Rebibbia, Buscetta avrebbe potuto t o con giacca blu e pantaloni grigi, S i è parlato anche di u n altro imputato • SERVIZI SEGRETI:
«Pippo Cambino». N o n sapevo - h a a f ­ polizìa scientifica i n t a n t o è Pietro., Celik, che attual­
dire di aver assolto oggi a d una sem­ «Don Masino», 5 6 anni, h a d e t t o c h e mente vive in G r a n Breta­ VALIDI O R U I N I C A T T U ­
fermato Buscetta - c h e «Pippo» fosse riuscita c o n u n procedi­ RA - Sono pienamente vali­
plice formalità. Pietro Marchese apparteneva alla stes­ gna, è il personaggio c h e ri­
un uomo d'onore, m a recentemente in m e n t o c h i m i c o a d eviden­ di gli ordini di cattura con i
Dell'uccisione d i Pietro Marchese, sa famiglia mafiosa dei Greco di Cia­ spondeva «politicamente» a d
carcere u n amico m i h a detto c h e an­ ziare i numeri d i matricola quali il pubblico ministero
assassinato il 2 5 febbraio d i d u e anni cuili capeggiata d a don Michele. Sol­ Antonov e c h e «attivava»
c h e lui faceva e f a parte della famìglia della pistola u s a t a d a l l ' a t ­ Domenico Sica fece arresta­
f a nel carcere dell'Ucciardone nell'e­ lecitato dal presidente della corte di tentatore per poter quindi Agca, nei confronti del qua­
«perdente» dei Bontade, o meglio era re il generale Pietro Musu­
terna lotta t r a le cosche rivali, Buscet­ «boss pentito» h a nuovamente ribadito risalire al proprietario. le conduceva una vera e
legato a S t e f a n o Bontade perchè solo il meci, il colonnello Giuseppe
t a ha potuto infatti d i r e ben poco. H a che nessun delitto p u ò avvenire nelle L ' a r m a , u n a « L l a m a ex­ propria operazione di «pla­
capo f u perdente e non il resto della Belmonte e la dipendente
confermato comunque c h e f u u n delit­ zone controllate dalia mafia senza il tra» c a l i b r o 9 , è s t a t a f a b ­ gio».
famiglia c h e si è alleata con le cosche dell'Italcable Adriana Avi-
t o deciso dalla «commissione», l'organo preventivo accordo dei capo famiglia bricata in Spagna. Sempre L a notizia del rinvio a
vincenti tradendo il capo». Un'ultima co, coinvolti nell'inchiesta
manoso più in alto di grado e compo­ c h e formano la «commissione». «Ogni nella g i o r n a t a d i ieri il pre­ giudizio h a avuto ampio ri­
b a t t u t a d i Buscetta per dire d i non a- giudiziaria sulle presunte
sto dai «capo famiglia». Il delitto, na­ t r e «famiglie» r h a aggiunto Buscetta ver mai conosciuto altri d u e imputati. s u n t o killer è s t a t o sotto­ salto sulla stampa italiana
turalmente, aveva però il nulla osta di - dispongono di u n loro rappresentante deviazioni del S I S M I . Lo ha
L o Presti e L o Bocchiaro. pos t o a l l ' e s a m e del g u a n t o ed è stata argomento di al­
Michele Greco, c a p o della potente fa­ all'interno della commissione. E ' que­ stabilito il tribunale della li­
L a corte d'Assise rientrerà nel po­ di paraffina. cuni commenti anche in
miglia di Ciacuili e ritenuto, insieme sto il capo mandamento delle t r e fami­ Gli Emirati Arabi Uniti bertà respingendo i ricorsi
meriggio a Palermo. L a deposizione dì ambienti politici. Secondo il
che contro il provvedimento
con Filippo Marchese, cugino della glie territorialmente contigue. N o n c ' è Buscetta, anche lui trasferito subito h a n n o i n t a n t o invitato il vicesegretario del P L I , Pa- erano stati presentati dai di­
vittima, il m a n d a n t e dell'omicidio. dubbio c h e l'uccisione di Marchese f u dopo l'interrogatorio nel carcere di governo italiano a d inda­ tuelli, «il complotto interna­ fensori dei t r e imputati. C o n
«So tutto questo ~ h a spiegato decisa dalla "commissione" nella qua­ massima sicurezza a poca distanza d a g a r e sui «reali motivi» del­ zionale per uccidere il P a p a le loro impugnazioni i pena­
Tommaso Buscetta al presidente delia le era anche come capofamiglia Mi­ Roma, è stata f a t t a come audizione di l ' a t t e n t a t o c o n t r o il vice­ evidenzia t r a m e di terrori­ listi avevano sostenuto, in
corte Vincenzo Maurici - perchè sono chele Greco». u n teste a domicilio p e r motivi d i sicu­ console a R o m a M o h a m e d s m o internazionale c h e han­
A l S u w e i d i . L a richiesta particolare, c h e le motiva­
anch'io u n uomo d'onore e come tale L a «caccia» a Pietro Marchese e al rezza e all'udienza non erano presenti no collegamenti stretti con
d e l governo d i A b u D h a b i zioni addotte dal giudice a
facevo parte dell'associazione». T u t t o cognato Giovanniello Greco, sempre nè gli imputati n è i loro difensori. la Bulgaria». Patuelli chiede
è c o n t e n u t a in u n messag­ sostegno dei reati d i asso-;
al governo di prendere ini­
g i o c h e il mi ni s t ro d i S t a t o d a z i o n e per delinquere, pe­
ziative di protesta e di o^ae-
p e r gli A f f a r i Esteri d e l culato, interesse privato,
rare «per evitare c h e in Ita­ non erano sufficienti.
paese del Golfo, Rashed lia possano circolare indi­
Abdullah, h a consegnato
Serrato impegno delle for­ Sequestrate armi, droga e refurtiva tonino Rosaci, di 45 anni; oggi a l l ' a m b a s c i a t o r e ita­
sturbate bande criminali in­
ternazionali c o m e quella
• PROCESSO PIAZZA
ze dell'ordine nella lotta al Leo Zappia di 28; Annunzia­ l i a n o L u c a D a n i e l e Biola­ F O N T A N A A BARI: S U
crimine organizzato. I n due
vaste operazioni che hanno
Lotta al crimine: to lamonte di 28; Giovanni
Zavettìeri di 46; Annunziato
to. Secondo fonti ufficiali
A b d u l l a h h a insistito p e r ­
c h e h a compiuto l'attentato
al Papa». D a t a la contempo­
raneità dei fatti, «c'è poi d a
RICHIESTA RINVIO S I
PRONCUNCERA' LA
interessato alcune regioni del
Nord e l'intera Calabria, i
carabinieri hanno arrestato in
210 arresti dei CC Trapani di 51 anni.
A loro e ad altre due per­
sone, Santo Crea, di 32 anni,
c h è si osservino «misure d i
s i c u r e z z a p i ù rigide p e r
garantire l'incolumità dei
chiedersi - a f f e r m a Patuelli
- se i servizi di informazione
C O R T E - B A R I , 27 ~ L'i­
stanza di rinvio del processo
per la strage di Piazza Fon­
totale 205 persone, molte del­
le quali in flagranza dì reato,
ai Nord e in Calabria ed Edoardo Sgrò, già in car­
cere, vengono addebitati due
diplomatici degli E m i r a t i
A r a b i Uniti» nella c a p i t a l e
e sicurezza italiani effettua­
rono t u t t a la vigilanza ne­
cessaria in quel tragico
tana presentata dall'avv.
Vincenzo Azzariti Bova, pa­
omicidi, fatti nella primavera italiana. trono di parte civile, non è
e hanno sequestrato armi, maggio 1981 o se erano
mo, Mantova, Milano, Pado­ in particolare nella provìncia dello scorso anno: quelli di L ' a t t e n t a t o e r a s t a t o ri­ ancora giunta alla Corte di
droga e refurtiva. Inoltre, in v e n d i c a t o venerdì a P a r i g i troppo impegnati nelle ille­
va e Treviso e h a visto impe­ di Catanzaro, a conclusione Francesco Crea, di 41 anni, Assise di Appello di Bari;
un'altra operazione c h e ha gnati circa duemila militi. di migliaia dì perquisizioni, d a u n g r u p p o autodefinito­ cite trattative con le Brigate non trattandosi però di u n
ucciso il 7 aprile, e di Fran­
interessato la sola Calabria Gli arresti sono stati 128, le controlli e posti di blocco. si «Brigate rivoluzionàrie Rosse e la camorra per il ca­ caso eccezionale, su d i essa
cesco Panièra, d i 34 anni,
ancora i carabinieri hanno persone denunciate a piede Tra il materiale sequestrato arabe». I l g r u p p o h a m e s s o so Cirillo, p e r poter vigilare non si pronuncerà subito il
ucciso il 31 maggio. Alla
assicurato alla giustizia cin­ libero 164; sequestrate armi e figurano, oltre a refurtiva e in g u a r d i a gli E m i r a t i A - a sufficienza sugli alti rischi presidente della Corte m a
banda vengono attribuite i-
que presunti mafiosi colpiti munizioni, recuperate auto auto rubate, 52 armi dà fuo­ noltre alcune t r u f f e fatte ai r a b i U n i t i e gli a l t r i S t a t i c h e correvano l'Italia e il l'intera C o r t e c h e la esami­
d a ordini di cattura per omi­ rubate e refurtiva per 400 co. danni di aziende del Nord I- d e l G o l f o d a l «continuare nerà, assieme alle altre que­
cidio. milioni; contestate 2050 con­ Per quanto riguarda i cin­ talìa, alle quali venivano l a l o r o politica l e g a t a agli L a sen. Anselmi in Un in­ stioni preliminari, nella,
L'operazione c h e è dispie­ travvenzioni al codice della que presunti mafiosi, essi so­ commissionate forti partite di a m e r i c a n i e al m o v i m e n t o terrogazione parlamentare prima udienza del processo
gata al Nord, si è svolta nelle strada. Gli altri 77 arresti so­ no stati presi in provincia di merce che, poi, non venivano sionista, e ostile agli a r a b i chiede al ministro degli fi- fissato per il 12 dicembre
province di Brescia, Berga- no .stati eseguiti in Calabria e Reggio Calabria. Sono: An­ pagale. e a i palestinesi». steri «la massima fermezza prossimo.

GARE E APPALTI
L'ex capo di «Settembre nero» all'«Espresso» Lorivela un settimanale
«L'OLP non l i a m a i Pertini era nel CITTA'DI COLLEGNO
. (Provincia dlTorlno)
mirino dei
dato armi alle BR»
AVVISO DI GARA
«servizi» deviati? APPALTO LAVORI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E
COSTRUZIONE 4. LOTTO BLOCCHI LOCULI E CELLET­
TE NEL CIMITERO COMUNALE.
L ' O L P smentisce d i a - Ayad respinge le « N o n è vero. A l t r i pro­ R O M A , 27 - Il «Superesse», il servizio segreto parallelo Importo L. 553,932.517.
v e r fornito a r m i alle Briga­ b l e m i d i q u e s t o g e n e r e so­ guidato dal generale Pietro Musumeci e d a Francesco Pa­ Aggiudicazione lavori; art. 1 lettera a) L. 2/2/1973, n. 14.
t e rosse.
accuse che sono n o s t a t i risolti in q u e s t i zienza, tentò anche una provocazione contro il presidente Le richieste di invito, corredate d a copia del certificato di I-
alla base del della Repubblica S a ndro Pertini. scrlzlone all'A.N.C. (Cat. 2), che non saranno vincolanti per
I n un'intervista all'«E- anni. Q u a n d o sono s t a t i
L o rivela L'Espresso in u n servìzio pubblicato n e l nume­ l'Amministrazione, dovranno pervenire alla Segreteria Ge­
arrestati in Italia elementi
spresso», A b u A y a d , f o n ­ mandato di a r a b i , a n c h e s e a r m a t i so­ ro in edìcola lunedì prossimo^ E ' stato Alvaro Giardini, u n o nerale entro I 13/11 /1984.
d a t o r e d i « S e t t e m b r e nero» IL SEGRETARIO GENERALE IL SINDACO
e c a p o d e i servizi d i sicu­ cattura per Arafat n o s t a t i rilasciati s e n z a dei componenti di questo gruppo, a raccontare c h e Pazienza
chiese all'ex capo della polizia francese u n dossier sugli an­ Prof. Comm. D. De Petris Luciano Manzi
rezza d e i r O L P respinge le processo. E q u e s t o è giu­
ni in cui Pertini e r a fuoriuscito in Francia. D a l documento -
accuse formulate contro l a sto, p e r c h è il p r o b l e m a e r a
legale. E ' u n a v e r g o g n a . scrive L'Espresso - sarebbe emerso c h e in quegli anni Per­
s u a organizzazione c h e politico e c o m e t a l e a n d a ­ tini avrebbe lavorato coi sovietici.
N o i c i a s p e t t i a m o c h e il
h a n n o p o r t a t o il g i u d i c e g o v e r n o italiano risolva p o ­
v a ^ risolto. P e r c h è n o n si Secondo il giudice Domenico Sica il «supergruppo» sa­ COMUNE DI CESENATICO
s e g u e l a stessa s t r a d a og­ rebbe stato creato su direttive dèi servizi segreti americani.
veneziano C a r l o M a s t e l l o - liticamente questa faccen­ (Provincia di Porli)
gi? I l g o v e r n o italiano p u ò L'Espresso pubblica a questo proposito anche la testimo­
ni a spiccare u n m a n d a t o d a . N o i c o n s i d e r i a m o il
c h i e d e r e a i suoi servizi se­ nianza del questore Federico U m b e r t o D ' A m a t o , ex c a p o
d i c a t t u r a in tern azionale g o v e r n o italiano responsa­ AVVISO DI GARA
g r e t i q u a n t o noi a b b i a m o dell'ufficio a f f a r i riservati del ministero dell'Interno, secon­
c o n t r o Y a s s e r A r a f a t e lo bile d i q u e s t o a f f a r e . S e c o n t r i b u i t o i n que s t i a n n i d o il quale «va messo in evidenza u n momento forse non co­ Questa Amministrazione comunale indirà una licitazione
stesso A y a d . n o n interviene p e r risolve­ alla s i c u r e z z a dell'Italia. nosciuto della storia dei rapporti t r a Italia e Stati Uniti. U n privata per l'appalto dei lavori:
«Io c r e d o - s o s t i e n e A y a d r e l a questione, noi r i t e r ­ momento d i singolare, stranissimo vuoto di rapporti f r a l'a­ Ristrutturazione del piano terreno «ex Villa Romagno­
F o r s e oggi, d o p o l'arresto
- c h e quel g i u d i c e sia s t a t o r e m o il governo i t a l i a n o d i Giovannone,' i servizi merica di Reagan, appena eletto, e l'Italia». li» per ricavarne una scuola materna a due sezioni.
mfluenzato dalla propa­ c o m p l i c e degli S t a t i U n i t i segreti n o n p a r l a n o p e r c h è G i ò perchè - secondo D ' A m a t o - l'ambasciatore G a r d n e r Base d'asta lire 206.292.500.
g a n d a israeliana, c r e d o e d i Israele, M i m e r a v i g l i o h a n n o p a u r a . M a , lo ripe­ non sarebbe stato molto gradito a Reagan. I n quel periodo, Per l'aggiudicazione dei lavori si procederà con licita­
quindi c h e il p r o b l e m a sia c h e le a u t o r i t à d i R o m a to, il g o v e r n o i t a l i a no h a il sempre secondo le parole di D ' A m a t o , «in u n certo senso i zione privata ai sensi dell'art. 1 lett. a) della legge 2-2-
politico e c o m e t a l e d e v e tollerino q u e s t e a c c u s e rapporti tra la classe politica italiana, il governo italiano e il 73, n. 14, senza ammissione di offerte in aumento.
preciso d o v e r e d i interve­
essere risolto. I nostri a m i ­ c o n t r o A r a f a t , c h e solo nuovo gruppo al potere in America, erano tenuti d a Pazien­
nire. Il c a s o è c h i a r o , n o n Gli interessati alla gara, possono presentare domanda in
c i italiani c i h a n n o consi­ za e Mike Ledeen, u n giornalista c h e si è sempre occupato carta legale.
l ' a n n o scorso si è i n c o n t r a ­ c ' è l a m i n i m a b a s e d i veri­ di questioni italiane e c h e puantava disperatamente alla vit­
gliato d i i n t r a p r e n d e r e t o i n v a t i c a n o c o n il P a p a » t à . B a s t a c h e q u a l c u n o di­ Le domande non sono vincolanti per l'Amministrazione.
toria di Reagan; l'ambasciata americana non faceva nulla,
un'azione legale c o n t r o M a in I t a l i a il g o v e r n o c a : h o visto A b u A y a d , h o erano tutti bloccati, anche la CIA». Secondo D ' A m a t o - La categoria per l'idoneità tecnica è la n. 2 della tabella di
quel magistrato, m a noi n o n h a nessun p o t e r e d i in­ il s u o n u m e r o d i telefono, scrive ancora L'Espresso- Pazienza e il «Superesse» riusci­ cui al D.M. 770 del 25-2-1982 ex n. - legge 57/62.
non s i a m o d ' a c c o r d o , p e r ­ tervento almeno dal p u n t o p e r a c c u s a r m i ? Via, è ridi­ rono a guadagnare la fiducia dei servizi americani grazie al­ IL SINDACO
c h è riteniamo c h e si t r a t t i d i vista f o r m a l e sulla m a ­ colo, a s s o l u t a m e n t e ridico­ l'operazione di provocazione contro l'allora presidente U- Dissoni architetto Giovanni
d i u n a f f a r e politico e n o n gistratura. lo». S A , C a rt e r, denominata «Billygate».
in Italia Pagiiia
2 3
Domenica 28/Lunedì 29 Ottobre 1984

Momento significativo della visita in Romagna Dibattito al PSI torinese


Oggi a Bologna, .
Pertini a Ravenna tra Riforma pensioni! si chiude la 2.
i lavoratori impegnati una garanzia edizione del «SUN»
nello sviluppo dei per il futuro Nel quartiere fieristico di
Bologna si conclude oggi
appuntamento di un pre­
ciso arco merceologico

Paesi del Terzo Mondo dei lavoratori la seconda edizione di


«SUN» salone dell'arredo
per esterni, tende da sole,
tessuti ed accessori,
che, prima dell'avvento dì
questa manifestazione fie­
ristica, vedeva produttori
e operatori dispersi in di­
La nebbia e una pioggia insistente non hanno a qualche decine di metri da Pertini: si stava al­ T O R I N O , 27 - Presso la Rammentato quanto fosse «SUN», nato su richiesta verse occasioni dì incon­
smorzato l'abbraccio caloroso con cui la gente lontanando al braccio di Arrigo Boldrini per federazione del PSI, Salone importante scindere l'assi­ tro.
delle aziende produttrici,
di Ravenna ha circondato Sandro Pertini che ha prendere posto sulle auto del seguito presiden­ Matteotti, si è svolto ieri e stenza dalla previdenza e Rispetto alla partecipa­
ziale. Pochi minuti dopo, in prefettura, il sena­ propone un incontro au­
compiuto una visita ufficiale alla città ed è poi oggi u n incontro dibattito quanto corretto fosse pensa­ zione degli anni scorsi, e
intervenuto ad Alfonsine alle celebrazioni del tore DC è stato avvicinato dal giornaliti che gli tunnale con agenti, gran­
hanno chiesto se aveva sentito la frase pronun­ sulla riforma delle pensioni, re a forme integrative indi­ d e distribuzione e rivendi­ questo è il dato saliente
40esimo anniversario della battaglia del Senio, del «SUN» *84, si è regi­
momento di unione di tutte le forze della resi­ ciata da Pertini. «Non ho sentito niente - si è presieduto dai vicesegreta­ viduali o collettive, purché tori nel periodo dell'anno
stenza. Lungo il percorso dall'aeroporto di Porli schernito Zaccagnini - sono cose che non esi­ rio Salvatore Gallo. Inter­ realmente volontarie e non a ideale per presentare le strata una sostanziosa e
al centro storico di Ravenna, migliaia di persone stono». venti di rilievo quelli dell'on. carico nè del datore di lavo­ novità e per verificare i qualificata adesione di
hanno scandito il loro affetto al presidente Dall'aeroporto - dove l'aereo ha rischiato di Agostino Marianetti e dei- ro, nè dello Stato, Marianet­ produttori di mobili da
programmi e le tendenze
chiamandolo per nome. La folla, i cartelli di non poter atterrare per la nebbia - Pertini ha per il 1985. giardino e ciò h a arricchi­
Fon. Gabriele Salerno, vice­ ti, ha detto che è urgente
benvenuto, le scolaresche con le bandierine sono raggiunto il centro di Ravenna facendo compie­ to il panorama merceolo­
ormai una costante delle visite di Pertini alle re al corteo presidenziale un lungo giro per le presidente della commissio­ aumentare le pensioni socia­ Sono presenti al «SUN» gico. La contemporaneità
città italiane ma a Ravenna le manifestazioni di vie della città. In Prefettura ha salutato le auto­ ne parlamentare. H a portato li e questo si può fare a con­ produttori di mobili d a del SAIE, uno dei grandi
affetto verso Pertini si sono accompagnate in rità di governo e locali, poi ha preso posto su un un saluto al dibattito il se­ dizione ohe il quadro politi­ giardino, fabbricanti di saloni internazionali del­
più di una occasione ad un incitamento, spesso palco eretto in Piazza del Popolo, gremita dì fol­ gretario provinciale Marza- co non si deteriori e si possa tende da sole, tessuti ed l'edilizia, consente un
gridato, a restare al Quirinale. Il tem£ del pros­ la, dove il sindaco Giordano Angelini gli ha por­ no. procedere nella direzione accessori e di aziende che ampliamento di interesse
simo settennato è stato l'argomento ricorrente to il saluto della città accennando anche ai pro­ Marianetti ha posto l'ac­ che ha portato a ridurre di
dei numerosi, improvvisati dialoghi tra Pertini e blemi attuali di quella che negli anni '60 veniva producono attrezzature anche da parte di un pub­
cento sulla strumentalizza­ cinque punti l'inflazione e a per località turistiche, blico di architetti e pro­
la gente e, poi, di un breve botta e risposta con i chiamata la «Dallas italiana». Poi una visita alla
giornalisti. «Ti vogliamo ancora al Quirinale, Baisilica di San Vitale, poi ancora una tappa zione e sull'atteggiamento guidare la ripresa. «SUN» è un particolare gettisti italiani ed esteri.
Sandro». Gli ha gridato un giovane davanti alla nell'immenso capannone della OMO, la coope­ terroristico tenuto da alcune L'on. Salerno, vicepresi­
basilica di San Vitale. «Se lo dici a Roma ti lin­ rativa muratori cementisti che ha in appalto la forze politiche nei riguardi dente della Commissione
ciano» gli ha risposto subito il presidente ripe­ costruzione di una diga in Mozambico, dove il delia proposta del ministro Speciale per il riordino del
tendo una battuta delle sue. «Tiene duro, San­
dro» gli ha detto una anziana signora. «Sai - le
lavoro italiano sembra essere nel mirino della
guerriglia. Preoccupazioni, per la. tensione esi­
D e Michelis. sistema previdenziale, nelle
Questa riforma, però, con conclusioni ha comunicato
RICERCA DI PERSONALE
ha replicato Pertini sorridendo - tneere duro a stente nei cantieri di Mozambico, è stata e- tutti i contributi del caso, è che il PSI, in sede di legge
Roma ce ne vuole». spressa dai dirigenti della OMC, i quali hanno
necessaria - ha detto il par­ finanziaria, ha presentato
Più tardi, dopo la visita al porto, lo scambio
di battute con i giornalisti sullo stesso tema.
anche però manifestato l'impegno di proseguire
i lavori iniziati. Nell'applauso fragoroso di 1500 lamentare socialista - vuoi un emendamento tendente CITTA' DI TORINO
Domanda: Molti le hanno gridato che la voglio­ operai a Pertini è stato fatto dono di un oggetto perchè è un impegno della ad elevare i minimi delle AZIENDA ENERGETICA
no ancora al Quirinale, d'argento, una cazzuola che ha subito consenti­ maggioranza, vuoi per dare pensioni sociali. Al termine
Pertini: «Ah, non dirle queste cose perchè ti to al presidente di riandare indietro nel tempo garanzie e certezze ai lavo­ del dibattito, il vicesegreta^
MUNICIPALE TORINO
fai dei nemici, non dirle». quando, fuoriuscito dall'Italia, lavorò còme ma­ ratori per il loro futuro. Essa rio Gallo, ha ribadito che i
Domanda: Ma ha sentito la gente? novale in Francia. In fine mattinata, la visita al
Pertini: «Al Quirinale mandiamo Zaccagnini, porto di Ravenna al secondo posto in Italia per introduce maggiore equità, socialisti con questa inizia­ L'Azienda Energetica M^inicipale di Torino bandisce 1 se­
come no. Un ex partigiano, onesto, bravo: Zac­ traffico merci. I problemi del porto, soprattutto eliminando precarietà e forti tiva, hanno voluto iniziare guente concorso, per titoli édI esami,
i per l'assunzione
cagnini». quelli reaitivi all'adeguamento tecnologico nei squilibri oltre che differen­ un confronto nella città e
Zaccagnini, che pili tardi avrebbe pronuncia­ trasporti marittimi, gli sono stati esposti dal ze, pur leigittime, al di fuori nella regione sul problema N. 1 Geometra (età non superiore/ al 35 anni).
to uno degli interventi ufficiali ad Alfonsine, era presidente della SAPIR, Pierino D'Attore. della liceità. delle pensioni. Le domande di partecipazione al concorso dovranno
pervenire entro e non oltre le ore 12 dei giorno 13 no­
vembre 1984 al seguente Indirizzo:
AZIENDA ENERGETICA MUNICIPALE DI TORINO
Casella Postale n. 533 - TORINO

Presso la direzione del


Incontro di Andò con la giunta ANM inizia a muoversi e che bi­
Il bando di concorso ed II relativo modulo di donnanda - e-
manato tenendo presente quanto previsto dalla legge 2/4/
1968 n. 482 - potrà essere ritirato presso l'A.E.M. di Via
P S I si è svolto un incontro
t r a giunta dell'Associazio­
n e Nazionale magistrati
Giustizia; ribadito sogna aiutare ed agevolare
questo processo riformato­
re in corso. Infatti il mi­
Bertela n, 48 - Torino, dalle ore 9 alle ore 11,30 e dalle ore
14 alle ore 16 - sabato e festivi esclusi.
Alla domanda dovrà essere allegata ricevuta del vaglia
stale intestato alla A,E.M. (Azienda Energetica Municipa­

l'impegno dei PSI


guidata dal presidente Cri- gliore funzionamento degli le, Vìa Bertola n. 48 - Torino), con riferimento al concorso
scuoio -e l'on. Salvo Andò, uffici giudiziari costituisce stesso e comprovante l'avvenuto pagamento della tassa di
responsabile del diparti­ un efficace antidoto nei concorso di L. 7.500 dovuta al sensi del Decreto Legge 28
mento per le questioni isti­ confronti di talune spinte febbraio 1983 n. 55 convertito in Legge 26/4/1983 n. 131.
tuzionali de! partito. Sono t e dal Parlamento possano lità del magistrato che si ziativa politica sui temi del a d una politicizzazione esa­
stati tra l'altro affrontati i sperata e preoccupante del­
essere approvate al più pre­ configurano come mecca­ processo civile, che sono
temi della modifica della nismo a completamento stati un po' emarginati sul
la magistratura. In questo AZIENDA MUNICIPALIZZATA
sto. A n d ò h a sottolineato
legge elettorale del C S M senso il presidente Criscuo- SERVIZI NETTEZZA URBANA
come sia necessario che ri­ delle scelte legislative già recente dibattito sulla giu­
nonché le questioni relative lo h a dichiarato che l'at­
forme tanto attese non si.. fatte. stizia, soprattutto impegna­
agli adempimenti necessari
Si è poi raggiunta una t o a rimuovere molti dei
tenzione e l'impegno mani­ FIRENZE
traducano in grandi delu­ festo d a l l ' A N M verso i te­
per attuare puntualmente
sioni o in veri e propri significativa convergenza detriti accumulatisi a cau­
ed in fretta il pacchétto di m i dei riformismo giudizia­
traumi d a parte dei citta­ t r a P S I e magistrati sulla sa della legislazione penale rio costituisce il miglior an­
riforme proposte dal go­ La Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 20-10-
dini e come sia necessario recente legge sulla carce­ di emergenza. Il processo tidoto contro le divisioni i-
verno e già approvate dal 1984 pubblica II bando di concorso pubblico per titoli ed
Parlamento. Si è registrata incrementare le risorse de­ razione cautelare. Appare civile c h e non d a risposte e deologiche e verso ogni esami per la copertura di un posto di
una convergenza in ordine stinate alla giustizia. P e r fondata la preoccupazione non li d a in tempi giusti a - preconcetto politico. La DIRIGENTE DEL SERVIZIO
a molte delle soluzioni pro­ conseguire gli obiettivi vo­ c h e approssimandosi la limenta fatalmente l'inter­ riunione si è conclusa con INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE
spettate dai magistrati. D a luti. E ' necessario accelle- scadenza di febbraio ven­ vento controversi si autori­ l'impegno assunto dal PSI presso l'ASNU, con inquadramento a livello funzionale
parte socialista si è ribadito rare l'inter parlamentare di gano messi in libertà peri­ t à non legittimata e certa­ e dai magistrati di realizza­ immediatamente Inferiore a quello previsto per il Diret­
l'impegno convinto del P S I iniziative legislative quali colosi criminali nonostante mente non riconducibili e i re pratiche d i consultazio­ tore Generale ai sensi del C.C.N.L. per dirigenti, delle
a d operare in t u t t e l e sedi la migliore volontà dei giu­ poteri statuali. Magistrati e ne recìproca sulle grandi Imprese di servizi pubblici degli enti locali del 15 di­
quelle c h e riguardano il
affinchè le riforme struttu­ dici a definire i processi en­ P S I concordano che in m a ­ questioni della giustizia al cembre 1981.
giudice di pace, la rotazio­
rali e d ordinamentali rese n e dei magistrati negli u ^ t r o questa d a t a . E ' stata teria di giustizia finalmen­ fine di verificare per tèmpo Scadenza di presentazione delle domande: 19-11-1984.
necessarie dalle leggi vara- fici direttivi, la responsabi­ convenuta u n a grande ini­ t e qualcosa di importante le rispettive posizioni.
Età richiesta: non ififeriore agli anni Ì 8 e tion superiore agli
anni 45, oltre i benefici di legge.
Titolo di studio: laurea in Informatica; matematica, fisica, e-
conomia e commercio o ingegneria.
A Roma dal 31 ottobre al 4 novembre Firmato a Milano l'accordo tra Stato e Regioni Per ogni altra informazione rivolgersi direttamente all'ufficio
personale dell'ASNU, Via Baccio da IWontelupo, 52 - Firen­
il XXX congresso Una normativa unitaria ze, nei giorni; martedì, giovedì e sabato dalle ore 8 alle ore
13.

dei radicali per la politica turistica AZIENDA MUNICIPALIZZATA


«La politica radicale si c h e intende seguire anche Un accordo è stato firmato a Milano, nel­ alcuni testi preparatori elaborati dalle Re­
la sede della Regione Lombardia dal mini­ gioni in una serie di conferenze interregio­
SERVIZI NETTEZZA URBANA
colloca nel deprimente sce­ nel futuro. L e proposte ra­
nario partitocratico come dicali si riassumono in stro del Turismo Lagorio e gli Assessori al nali e dal Ministero del Turismo, FIRENZE
quelle c h e d a anni sono le Turismo delle regioni italiane. Lagorio si è dichiarato molto soddisfatto
l'unico sbocco praticabile per il risultato raggiuto che - ha detto -
L'accordò prevede che la riforma del tu­
alla crisi del regime e no­ tradizionali battaglie con­ «rapopresenta un contributo concreto di
rismo, varata con la legge-quadro di Signo-
nostante la sproporzione dotte dal partito sia fuori, rello della primavera 1983, sarà applicata in grande rilevanza per il rafforzamento della La Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 20-10-
delle forze riusciamo a d in­ sia dentro il Parlamento; la politirca turistica in italia». 1984 pubblica il bando di concorso pubblico per titoli ed
tutte le regioni secondo una interpretazione
cidere imponendo, come f a m e nel mondo, l'aumento uniforme che è stata ora concordata col mi­ Il ministro ha ringraziato le Regioni per esami per la copertura di un posto di
nel caso della giustizia, dei minimi pensionistici, la nistro del Turismo, la loro collaborazione e per la loro volontà DIRIGENTE DEI SERVIZI
processi di inversione ri­ riforma della giustizia, Si tratta di un «codice di comportamen­ costruttiva. TECNICI PRESSO L'ASNU
l'autofinanziamento, l'an­ to» al quale tute le regioni ispireranno la lo­ L'assessore regionale della Lombardia,
spetto alla barbarie antico­ con inquadramento a livello funzionale immediatamente
timilitarismo, la lotta alla ro legislazione. Picciotto Crisafulli, che è il coordinatore
stituzionale». I n questa di­ inferiore a quello previsto per il Direttore Generale ai
Ciò consentirà di avere un Italia, nelle delle regioni per il turismo, ha sottolineato
chiarazione del segretario partitocrazia e alle conse­ sensi del C.C.N.L. per dirigenti delle imprese di servizi
materie piii importanti della politica turisti­ l'importanza dell'intesa e la capacità dimo­
del partito, Roberto Cic- guenti lottizzazioni, l'abo­ strata dalle Regiotli di perseguire unitaria­ pubblici degli enti locali del 15 dicembre 1981.
ca, una normativa unitaria.
ciomessere, deputato, pub­ lizione del canone RAI-TV, mente un disegno politico di interesse tia Scadenza di presentazione delle domande; 19-11-1984.
Le Regioni, che in questi ultimi tempi
blicata d a «Notizie Radica­ l'abolizione della commis­ hanno già avviato la elaborazione di loro zionale,
sione parlamentare inqui­ Età richiesta: non inferiore agli anni 18 e non superiore agli
li» in un articolo per la pre­ leggi attuative della riforma 1983 verifiche­ • SCALFARO CHIEDE AUMENTO anni 45, oltre i benefici di legge.
sentazione del 3 0 / m o con­ rente, l'antinucleare. ranno adesso la conipatiilità delle loro pre­ ORGANICO.PS E C C - Il ministro dell'In­
M a primario resta l'im­ visioni con il «codice di comportamento» Titolo di studio: laurea in ingegneria con abilitazione all'e­
gresso nazionale c h e si terno Oscar Luigi Scalfaro proporrà al con­
pegno radicale nella lotta sottoscritto col ministro e, dove necessario, sercizio della professione.
siglio die ministri di assumere al più presto
svolgerà a R o m a d a l 31 ot­ allo sterminio per f a m e nel apporteranno le modificazioni opportune al­ 20 mila nuovi uomini tra polizia e carabi­ Per ogni altra informazione rivolgersi direttamente all'ufficio
tobre al 4 novembre pros­ mondo e quindi la proposta le proprie leggi. nieri per migliorare l'organizzazione del
simi, è la sintesi della linea di legge che prevede inter­ personale dell'ASNU, Via Baccio da Morttelupo, 52 - Firen­
L'accordo Stato-Regioni è stato raggiun­ controllo del territorio nazionale. La notizia,
venti urgenti per i popoli ze, nei giorni: martedì, giovedì e sabato dalle ore 8 alle ore
strategica c h e il partito ra­ to a conclusione di un ampio lavoro di ap­ anticipata in una intervista pubblicata su un
profondimento e di discussione sulla base di 13
dicale h a finora seguito e minacciati. quotidiano è stata confermata al Viminale,
« a InikNBMr
F i

EnciclopMHa (tona rfcwea b a r tcnrola c a l d a


e (tona Mopwta - UHim sola Intemà
Vandlta rateate ROMA
! Via PasuMo 11 - 00196 Roma VIA SFORZA rAUAVlClia. It/ll
mirommiww
ui.ot-3iim

«Lf a mafia in queste ultime settima­


ne è stata duramente colpita dal-
il'azione paziente e coraggiosa
delle forze dell'ordine e della magistratura,
ma questi risultati positivi non vanno enfa­
ciale perseguita, verificare le condizioni nel­
le quali diviene interlocutoria della Pùbbli­
ca Amministrazione. Se determinate proce­
dure concorsuali appaiono discutibili, una
trattativa privata appare concessa in forme
tizzati pur rappresentando un segnale di in- sospette; se si realizzano condizioni contrat­
coraggiarriento importante a favore del tuali di privilegio, se nonostante gare for­
buon lavoro svolto dagli investigatori». malmente ineccepibili sono sempre gli stessi
Salvo Andò responsabile problemi dello organismi ad avere una quota fissa di com­
Stato in seno all'esecutivo del PSI non ha messe, evidentemente siamo di fronte ad
dubbi sulla importanza della nuova fase a- una situazione irregolare, siamo di fronte ad
pertasi un mese f a con le «rivelazioni» di amministrazioni che certo non praticano la
don Masino Buscetta, che giorno dopo gior­ trasparenza, anche se hanno la migliore
no aggiunge segmenti di verità al grande immagine di questo mondo o se favoriscono
mosaico criminale. Dalle fila della delin­ organismi cooperativi.
quenza organizzata spuntano «confessioni» Bisogna evitare sempre, in sostanza, che
e collaborazioni, l'ultima maturata nei gior­ vi siano enti o soggetti economici che siano
ni scorsi. Si è avviato un effetto psicologico al di sopra di ogni sospetto, che lo siano a
che può rivelarsi decisivo perchè si accen­ prescindere dalle scelte, dalle attività che
tuano e si moltiplicano - spiega Andò - si­ concretamente compaiono.
tuazioni di disfacimento per rancori o per La durezza dello scontro politico sta met­
paura all'interno dei vari clans. La «piovra» tendo in luce, facendo affiorare vicende an­
non è più inattacabile, delle maglie si sono che poco recenti della vita economica, in or­
rotte, per l'azione dello Stato, che ora di­ dine alle quali era finora prevalsa una sorta
venta incalzante, inizia a produrre squarci di collettiva regola del silenzio. Sì assiste a
nelle varie organizzazioni malavitose. Sem­ verità e a personaggi «significativi» coinvolti
pre più chi vede cadere i propri familiari o duramente colpiti anche dalle vicende degli
sotto il piombo dei sicari di altri «famiglie» ultimi tempi che contribuiscono a facilitare
sceglie come «vendetta» la legge. E ' un questo affioramento in superficie di verità da
meccanismo che va stimolato adeguatamen­ troppo tempo occultate.
te, anche se una sua codificazione deve pre­ Qual è la valutazione di questi fatti?
vedere delle garanzie di controllo per il cit­ Certamente la collaborazione di Buscetta si
tadino data la delicatezza delia materia sta rivelando preziosa.
trattata, come aveva suggerito lo stesso ge­ Sta traducendo in certezze intuizioni che
nerale Dalla Chiesa prima del suo assassi­ prima si presentavano nei termini di vere e
nio. proprie ipotesi di lavoro. Appare sempre più
L'efferato eccidio di Piazza Scaffa a Pa­ evidente come sono mutati gli obiettivi fon­
lermo, come quello precedente a Torre An­
nunziata raffreddano un po' gli animi degli
Voffensiva della giustizia damentali delle organizzazioni mafiose: ieri
si trattava di guadagnare organizzando una
entusiasti di questi blitz. Tu come valuti que­ serie di attività malavitose; oggi il problema
sti atti di vero e proprio terrorismo mafioso?
Non condivido mai da un lato l'ottimismo •
eccessivo, e dall'altro il pessimismo esaspe­
rato; ogni fatto va inserito in un contesto
La piovra-mafia fondamentale è quello di spendere e di
spendere profitti sempre più cospiqui; da
ciò l'esigenza di percorrere le molte piste
del Nord già individuate, di indagare all'in­
generale in cui valutarlo obiettivamente. Lo
Stato è al contrattacco dopo un periodo
troppo lungo della storia repubblicana, di­
stratto e sotto tono nell'impegno contro le
non è più terno dei nuovi collaboratori della mafia re­
clutati dai colletti bianchi soprattutto col
compito di riciclare denaro sporco; di indi­
viduare ancora quel terzo livello che agevo­
«centrali» malavitose. I due episodi citati
sono indubbiamente gravi e preoccupanti e
dimostrano come l'euforia sia spesso cattiva
compagna. Il ripetersi di positive azioni an-
ti-mafia testimoniano l'accentuarsi degli
inattaccabile la con la propria autorità questa circolazio­
ne di capitali illeciti verso obbiettivi leciti.
La Guardia di Finanza in questo senso sta
dimostrando notevole capacità professiona­
le, notevole coraggip, abbandonando magari
sforzi e dei successi per arrivare a «santua­ Grosse falle si aprono nelle organizzazioni antiche prudenze, cauteelé, che recenti
ri» fino ad ora inviolati al «terzo livello» e al­ scandali hanno rivelato in tutta la loro com-
le connessioni con ambienti di spregiudicato malavitose - Pagata duramente l'assenza dello pelssità. Certo c'è il rischio che una Guar­
affarismo nazionale ed internazionale. Stato - Contro la cultura del «sospetto unilaterale» dia di Finanza impegnata in modo così con­
Titoli di scatola sui giornali per Ciancimi- sistente nella lotta contro la criminalità e-
no che ha rappresentato a Palermo un modo conomica, trascuri molte delle attività^ isti­
ed uno stile di far politica degli anni '50 fino tuzionali, non faccia cioè le verifiche fiscali
a periodi piìi recenti, non rappresentano for­ di DOMENICO BRUNO
contribuendo per tal via alla creazione di
se una personalizzazione troppo spinta di un probabili zone franche dal punto di vista
fenomeno più complesso ed articolato? istituzioni. terminate società 0 imprese cooperative in­
dell'evasione fiscale.
Certo, Ciancimino è stata uno degli ar­ La criminalità con cui abbiamo a che fa­ tendano privilegiare non tanto una conve­ M a c'è anche dell'altro che ha favorito
chitravi di un sistema di potere e dì una re oggi è una azienda.condotta in modo md- nienza economica o una capacità professio­ queste rivincite dello Stato. C'è una mag­
mentalità chei era divenuta egemone nel nageriale che rastrella i propri proventi in nale, ma soltanto tacitare una parte politica. giore copertura politica sull'attività degli
modo di far politica in Sicilia e nel Mezzo­ modo illecito e violento ma li investe in atti­ Va appurato se in questa materia si è defini­ organi inquirenti.
giorno. Nonostante infatti i diversi canali vità edilizie, in BOT, in apparati industriali tivamente affermato un sistema di lottizza­ Prima magari c'erano le leggi ma le si
strutturali della organizzazione mafiosa o e commerciali. , ~ zione all'interno del quale trovano soddisfa­ applicavano con molte esitazioni.
para-mafiosa, i diversi traffici amministrati, La lotta alla mafia richiede inoltre un zione i partiti di maggioranza e di opposi­ Adesso vediamo che in questo senso c'è
la diversa consistenza dei profitti, c'è un da­ migliore funzionamento degli uffici giudi­ zione, pena il mancato raggiungimento di o- più determinazione, basta pensare ai molti
to che accomuna vecchia e nuova mafia. Da ziari, più mezzi e uomini professionalmente gni possibile accordo. Se questi infatti sono decreti di confisca dei beni già emanati, e
un lato la complicità del potere ufficiale, o più capaci, precisi accordi garantiti anche gli obiettivi è chiaro che procedura, regole e basta pensare ai soggetti illustri ai quali i
di frange (ora questa àrea si è ristretta) di dalla legge tra uffici giudiziari che agiscono controlli sono fatti su misura per favorire un beni sono stati confiscati.
esso, senza cui la criminalità non può trova­ in zone criminali omogenee. Il problema accordo, se non l'interesse generale, e il con­
M a c'è soprattuto da sottolineare una
re la possibilità di espandersi su città e terri­ non è solo quello di riformare istituti e strut­ testo in cui le amministrazioni si muovono
mobilitazione della società civile che non ha
tori. A fianco e intorno alla galassia malavi­ ture del processo penale, ma anche il pro­ diventa generalmente e fatalmente omerto- precedenti.
tosa si è consolidato un consenso sociale che cesso civile. Non c'è dubbio che la difficoltà' so e tendenzialmente malavitoso. I giovani e i cittadini che sfilano sotto la
ora con sforzo lo Stato cerca di erodere. Il di recuperare un credito e di risolvere facili «Taluno ha indicato nel PCI una delle casa dei Greco imprecando contro la fami­
Sud ha una economia che reca in alcune a- controversie civili agevoli il ricorso a orga­ parti, insieme alle altre forze politiche, di glia del potente boss rappresentano un fatto
ree i segni profondi del sottosviluppo, per nizzazioni mafiose o illegali per salvaguar­ questi grandi accordi. La cosa ha destato rivoluzionario se raffrontato ad antiche one­
questo i ragazzi di Corso dei Mille o di Ot­ dare diritti ai quali invece dovrebbe prov­ sorpresa proprio per gli atteggiamenti mani­ stà.
taviano rappresentano le profonde radici di vedere la legge. festati dal PCI in questa materia. Occorre L'immobilismo amministrativo, il non go­
una criminalità che si avvale sempre di piìi A questo punto della sua analisi Salvo però evitare, sia da una parte che dall'altra, verno non ti sembrano un buon «aiuto» alla
di una «cintura» di minori o giovanissimi. Andò affronta una polemica di grande at­ che ci si lanci solo manciate di fango, e in­ criminalità in colletto bianco?
Non è un caso che nel momento in cui si ac­ tualità; la ramificazione della criminalità vece valutare i fatti e non i sospetti. Devo Una regione che funziona, amministra­
centua la pressione delle forze di polizia sul­ con il mondo economico e l'inflazione nei dire che sono fastidiose talune reazioni dei zioni comunali che riescono a spendere bene
le bande organizzate mafiose, la micro-de- partiti. Dice convinto: «Trovo strumentale, comunisti allorché, chiamati in causa, anzi­ e in fretta le risorse di cui possono disporre
linquenza diventa più aggressiva e violenta, dannoso per l'immagine stessa delle istitu­ ché smentire e replicare alle accuse si com­ risolvendo problemi antichi della collettivi­
il che dimostra l'insediamento sociale su cui zioni e per il perseguimento di finalità tra­ portano come se fosse grande peccato il solo tà, creano una grande alleanza contro la
la criminalità trova appoggi e consensi. sparenti della lotta alla mafia, criminalizza­ dubitare della parola del PCI. La stessa vi­ mafia tra i cittadini ed amministratori pub­
A proposito della vecchia mafia, Sciascia re per intero la società siciliana, o far ad­ cenda De Luca, le reazioni manifestatesi al­ blici, una grande solidarietà. E per conse­
scriveva che «il mafioso di allora funzionava densare sospetti generali ed ingiustificati la denuncia fatta dal deputato liberale alla guire questo obbiettivo bisogna lavorare con
come giudice di pace, ed in questo ruolo la sul mondo imprenditoriale isolano o comun­ Camera, la singolare vicenda dell'autoriz­ convinzione e con fermezza. Esistono nel
gente Io conosceva, era possibile incontrar­ que su tutti coloro che hanno trovato lavoro zazione a procedere negata confermano Sud troppe amministrazioni in crisi da sem­
lo». Era l'esempio più concreto che il boss in Sicilia. questo strano modo di intendere la questio­ pre, paralizzate da anni, che producono
era il vero Stato in assenza di una presenza «L'equazione; imprenditoria siciliana = ne morale da parte comunista». vuoti di potere spaventosi al cui interno la
di Roma. Siamo ancóra, %tuo parere, lontani attività mafiosa e paramafiosa non solo of­ Non ti sembra che questa rigidità del PCI mafia impone le proprie regole e la propria
da una nuova statualità che faccia dimenti­ fende gli imprenditori perbene ma finisce sìa sicuramente indicativa di una pregiudizia­ arrogante invadenza. Rendere viva la de­
care certe latitanze dello Siato? per creare uno stato di confusione tra la le che offusca la capacità di analisi del fe­ mocrazia e partecipazione del Mezzogiorno,
Ci sono delle aree di non-presenza delle i- gente di cui si può valere solo chi pesca nel nomeno mafioso? trovare terreni comuni di iniziativa politica
stituzioni, di radicamento difficile in fasce torbido. E questo discorso vale anche per le Sì, abbiamo segnalato con preoccupazio­ fra amministrazioni pubbliche e comunità
territoriali in cui Roma è solo rappresentata cooperative, rosse, bianche o gialle che ope­ ne il fatto che gli impreditori chiacchierati costituisce una scelta obbligata capace di
dalla più vicina stazione di carabinieri, ma rano in Sicilia. Vi è una polemica su questo hanno conseguito credibilità illimitata se as­ immunizzare la società siciliana e meridio­
su cui manca una struttura articolata di terreno della quale bisogna cogliere le fina-, sociati a organismi cooperativi o a impren­ nale rispetto a certi fenomeni infettivi, con­
rappresentanza e di controlli d a parte delle lità ultime. Non trovo sospetto il fatto che ditori progressisti. A mio giudizio una seria tagiosi.
una grande organizzazione cooperativa la­ azione di rinnovamento delle istituzioni, nel­
vori a Palermo o Catania così come lavora a le zone interessate alla lotta alla mafia non
Roma 0 Bologna. Il problema è diverso. Si tollera distinguo strumentali nè nominalisti­
tratta - specifica il dirigente socialista - di che garanzie di trasparenza. Occorre, con
capire se amministrazioni che sono al di sot­ riferimento a qualunque soggetto economi­
to di ogni sospetto conferendo appalti a de­ co, qualunque sia la finalità più o meno so­