Sei sulla pagina 1di 14

. ' '•' ' .

'' • - •

Quotidiano / spcd. abb. postai* / L. 50 Anno XLIII / N. 156 "/ Venerdì 10 giugno 1966

A pagina 3

I Per un sorpasso un // lesto degli interventi dì


Nilde lotti e Giancarlo Paletta
uomo ucciso a calci a Tribuna elettorale
In cronaca i particolari
ORGANO DEL PARTITO COMUNISTA ITALIANO Martorio jr. ha deciso:
l « romani de Roma » do-
podomani voteranno PCI
Battistrada Concludendo la battaglia elettorale del Partito a Roma

del padronato
§_j INTERSIND ha ripetuto ai sindacati e ai metal-
lurgici la celebre frase di Moro: « Abbiamo detto no e
diremo ancora no ». Così ha provocato la nuova rottura
unitaria delle trattative, a sei mesi dalla precedente,
e la massiccia ripresa immediata della lotta, a un
mese dalla sospensione degli scioperi. No a che cosa?
Longo stasera a San Giovanni
Alle rivendicazioni FIOM-FIM-UILM. presentate otto
mesi fa al padronato privato e alle aziende pubbliche.
I sindacati hanno dimostrato molto, moltissimo senso
di responsabilità: al contrario del governo. Hanno
ascoltato per settimane un interminabile elenco di
rifiuti. No al loro potere di contrattare nella fabbrica
i tempi, gli organici, gli incentivi, l'ambiente, le qua-
lifiche: aspetti fondamentali del rapporto di lavoro.
Comizi del PCI I 42 cattolici fiorentini Ribadendo i motivi di fondo del conflitto politico

No al loro diritto di operare nella fabbrica mediante


le riunioni, la propaganda, la sede: aspetti qualificanti
della democrazia sul luogo di lavoro.
E ancora. No alla parificazione del trattamento
normativo fra operai e impiegati. No a un'effettiva
riduzione dell'orario. No a un sostanzioso aumento dei
salari. Insomma, un no che prima era globale e adesso
è circostanziato, su tutti i cinque punti delle richieste
in tutta Italia replicano con fermezza
comuni dei metallurgici: quelle che sono state accolte
dalla Conrapi e che costituiscono il perno delle ver-
tenze aperte nell'industria, per tre milioni di lavo-
ratori.
r
I socialisti
i La manifestazione avrà
inizio alle 18,30 - Di-
scorsi di Amendola a
alle ingiurie della DC
zìm\^F_v&ft-sr&sYT$&;&2fm mm^&mmssmmssm&mssi&Bi
Dunque, l'Intersind ha ripetuto il no detto da Moro Bari, Alicata a Pisa, Il gruppo ha distribuito
ai lavoratori, a nome del centro-sinistra. Era già e l'egemonia Pecchioli a Genova, In- davanti alle chiese l'ap-
chiaro nell'ultima assemblea delle aziende a parteci-
pazione statale. E anche prima, quando si trattava
di applicare il vecchio contratto: quando si colpivano
con rappresaglie gli operai dell'Alfa Romeo e ftal-
C-7 siamo precipitali
grande e favorevole
culi
interes-
se a leggere il corsivi* del-
maggioranza della classe opn- |
caia! Questa, dunque,
do /'Avutiti! — e anche se- I
secon-
grati a Velletri, Gian-
carlo Pajetta a Rimini,
MOTTA HA VINTO IL GIRO pello a non votare per il
partito di maggioranza
sider quando la seconda circolare del ministro Bo e /'Attuili! ili ieri mattina in- conilo il compagno lìrodoli- Terracini a Firenze I timori dei dirigenti de
i reiterati appelli del sottosegretario Donat Cattin. titolalo: a Un'egemonia
va spezzata n Finalmente! —
clic ni, se abbiamo bene inteso I
il suo discorso di ieri sera '
I n$
cadevano nel vuoto. Era chiaro già nel repulisti alla Alla mezzanotte di oggi si
ci siamo fletti Ira noi — fi- alla TI' — sarebbe dunque I conclude la campagna eletta ^alla nostra redazione
Finsider, Finmeccanica. Fincantieri e relative imprese nalmente anche l'estrema ile- «l'egemonia» che il PSI sen- \
rale pubblica nei Comuni e nel
del gruppo IRI. Quella che VAvanti! definisce « un'in- stra ilei PSI ha preso co le l'urgente bisogno di spez- > FIRENZE, 9.
le Province dove si voterà do L'im itu alla cittadinanza
scienza del significato poli znre! Questo l'ostacolo che il I
versione di tendenza » era per noi chiara, nient'affatto tiro che Un assunto la cam- PSI sente come il
menica e lunedì. Il nostro Par
principale (lei quarantadue elettori catto-
« sconcertante T>, come sembra al quotidiano socialista. tito sarà presente ovunque, con lici fiorentini a negare il voto
pagna elettorale della DC. da abbattere sul cammino del Icomizi e manifestazioni popò
Basta guardare ai metallurgici, categoria e situazione con il suo appello irrazio- rinnovamento democratico e alla DC per la sua svolta a
lari, che a centinaia sono stati destra e per la eliminazione
di punta. nale a a far hlocco ». in no- socialista dell'Italia! Quali I
convocati nei centri grandi e dalla lista di tutti i gruppi
me dell'anticomunismo, in- i idee chiare » ' — per ado- I
torno allo vini n crociato:
piccoli interessati alhi consul della Minstia de e cattolica,
perare lo = lnL';m adottalo i
con il suo dìspczzo. oro dai repubblicani
ta/.ione.
in qnesin I ha «uscitalo una violenta rea-
[ \ ELLA precedente battaglia del 'G2-T>3. l'Intersind Spicca, fni queste centinaia zione da paite della DC lio-
piò tacilo ora piò palese <-ampaglia elettorale
si staccò quasi subilo dalla Confindustria e firmò un contro il l"sl fa I ossia trat-
di manifesta/inni, quella di Ro- icntma. I.i quale ha pubblica-
Per fortuna che le idee I ma. in piazza San Giovanni tra
contratto apposito per le a/.iende a partecipazione sta- talo addirittura da a servo o dei lavoratori, anche socia-
to — in un pmpi io loglio —
tale. Ora l'Intersind ha provocato per prima le due sempre pronto a mordere la di/.ionale luogo di incontro del un aihrnlo <1,11 titolo i L'ora
listi. sono davvero chiare I
Partito con i cittadini romani
mano del padrone, la PC di Giuda i-.
rotture di trattativa, e vorrebbe tornare a un con- Essi sanno che il PCI è un I E come sempre sarà il segre A que.sta nota, pelò, dal to-
che ali dà da mangiare' ) e punto di riferimento Ìndi- •
tratto unico per tutta la categoria. In effetti, ai sin- contro ali altri suoi allenii tario generale del PCI. compa no inusitatamente rabhioso e
spensahile per quanti in Ita- |
gno Luigi Longo. a tenere il di
dacali capita di sentirsi dire gli stessi no in due sedi del centrosinistra: con la sua Un vogliono lottare contro intollerante, hanno prontamen-
diverse. Lo sganciamento dell'IRI dalla Confindustria, sfacciata pretesa ad imporre scorso di chiusura Prima di lui te replicato i firmatari del do-
il monopolio politico della I
non tanto un'eaemo'iin (nel- parlerà Renzo Trivelli, segreta- cumento. con una lettera nella
la nascita delPIntersind. sembra oggi un risultato DC, contro questo bastione
rio della Federazione romana. quale si risponde con serietà,
la quale è sempre presente del moderatismo e della I
remolo, che il centro-sinistra ha trovato bell'e fatto un momento di capacità Un recital di canzoni popolari Ienne/za e senso di responsa-
conservazione F sanno che I
senza saperlo o volerlo utilizzare: l'involuzione del- ideale di conquista del con sulla forza del PCI non si •
e rivoluzionarie darà l'avvio. bilità. alle % t alunnie » ed alle
l'Intersind è l'involuzione del governo. Non c'è miglior senso) quanto un monopolio esprime una egemonia
alle 18.30. alla manifestazione
Milln | insinuazioni contenute nell'ar-
prova dell'allineamento politico fra padronato privato politico ha*alo sull'uso spre- classe operaia, mn si e.spri- . A Bari, nella stessa piazza, ticolo dell'auen/ia di stampa
giudicato di tulli ali stru- me la volontà subito dopo Moro e prima di
della classe I della DC fiorentina, pubblicato
e padrone di Stato. Lo hanno denunciato tanto la menti di potere di mi essa Nenni. parlerà il compagno questa mattina dal Giornale
operaia di diventare forza
FIÒM quanto la FIM. nella quale (come nelle ACLI) dispone egemone. forza Giorgio Amendola della Dire
dirigente. del mattino La precisazione
vi sono forze che respingono la subordinazione delle Ma In nostra illusione è nella lolla per il rinnova- zione. mentre a Pisa, a piazza dei quarantadue cattolici dice.
imprese pubbliche agli interessi e alla linea dei mo- stala di poca durata. AV/ mento dtmncratico Carrara,
e socia- terrà un discorso il infatti, cosi*
corsivo dell'\vanti! c'è in- lista del paese, e si esprime.compagno Mario Alicata. Ter « I firmatari del documento
nopoli. in primo luogo e soprattut- racini sarà con Fabiani in piaz- all'elettorato cattolico di Fi-
fatti un hreve. fuggevole,
Ma non si tratta soltanto di allineamento e di subor- pauroso cenno alla DC. ma to. la volontà di za della Signoria a Firenze.
autonomìa ren?e. ampiamente commen-
dinazione. L'Intersind sta facendosi battistrada dei subito il colpo è rivolto con- della classe operaia nei con- Pecchioli parlerà a Genova Pe- tato nella cronaca cittadina del
grandi gruppi capitalistici, nel cui interno tra l'altro tro l'egemonia del PCI che fronti di tutte le altre gli e a
forzeGenova-Teglia. Giancar Giornale del mattino il gior-
avrebbe il grave torto di politiche e di classe Io Pajetta a Rimini. A Foggia no 8 giugno e il 9 giugno fat-
non tutto è pacifico, di fronte al grandioso scontro di raccogliere il consenso tìella concluderà il sen. Luigi Con to oggetto di risposta da parte
*
classe in corso. L'Intersind sta diventando lo stru- I
te. ad Ascoli l'on. Marino Cai della segreteria provinciale
mento col quale Moro porta avanti presso la classe varesi. Membri della Direzio- de. .smentiscono nel modo più
operaia la linea di Costa, dopo aver annunciato fin ne e del Comitato centrale e assoluto oani legame e accor-
della Commissione di controllo do con il PCI. o con altri
dall'anno scorso che il governo avrebbe dato l'esem- Per rastrellare i voti d i destra saranno impegnati nei comizi gruppi o forma/ioni politiche.
pio ai padroni, in fatto di intransigenza sulle richieste di chiusura in numerosi centri: Gianni Motta si è aggiudicato il 49. Giro d'Italia impiegando il tempo di 111 ore 10*19". Secondo e « Dichiarano, che le insinua-
dei lavoratori. Oggi in particolare troviamo l'Intersind Bufalini ad Artena. Chiaromon- giunto Zilioli con un distacco di 3*57" terzo Anquetil a 4'40". L'ultima lappa è slata vinta in volata zioni fatte dal suddetto gior-
che fa marcia indietro rispetto alla contrattazione te a Marano. Di Giulio a Civi- da Bariviera (J pagina 10 ampi servizi) nale in tal ••enso sono prive
tavecchia. Ingrao a Velletri. La di 0'j.ni fondamento e sono
aziendale: son lontani i tempi in cui il ministro Sullo
polemizzava con Costa che non voleva riconoscerla.
Costa, per controllare i salari e pianificare i diritti,
Nei discorsi della DC Torre a Petralia Sottana. Ma-
caluso a Cerignola. Napolitano
a Torre Annunziata. Natta a
espressione di spregiudicata
strumentalizzazione elettorali-
stica. in quanto non appoggia-
te da nessun argomento con-
teorizza oggi una gabbia che. se liquida i poteri del Castellammare di Stabia. Sche- Nuovo attacco a l diritto di sciopero
sindacato nella società, li annulla del tutto nella fab-
brica. E l'Intersind. come la Confindustria, prospetta
appunto un contratto il quale riconosca la fabbrica
solo appelli isteria da a Pratola Peligna. Tortorel-
la a Cologno Monzese.
E' un incontro quello del Par-
creto e consistente. Fanno no-
tare che il documento non è
stato pubblicato integralmen-
t e perciò non può essere ciudi-
tito con milioni di elettori, che
rato obiettivamente dal let-
quale regno del profìtto, in una repubblica del capitale.
all'anticomunismo è prima di tutto espressione di
un legame politico che si è an-
dato via via consolidando nel
corso della battaglia elettorale,
Denunciata l'intera C I . tore.
re
* Dichiarano di non accoclie-
le gravi e gratuite offese
L i A SECCA REPLICA unitaria FIOM-FIM a Costa loro rivolte dalla segreteria
che ha visto il PCI protagoni-
ha pertanto lo stesso valore della rottura unitaria alla Penose esibizioni propagandistiche di Moro sta della polemica che. proprio provinciale de: esse sono evi-
Intersind. E' una rottura che — data la posizione della dentemente escandescenze in-

dei netturbini genovesi


per l'iniziativa nostra, è uscita
Confindustria — può aprire una reazione a catena: Scaifaro rinnova gli attacchi ai sindacati - Fal- dagli angusti confini municipa-
controllate. estranee al costu-
me democratico e al sereno
infatti in due giorni sono già state rotte tre trattative, sificazioni anticomuniste di Nenni a Roma listici e puramente amministra-
tivi. per investire i problemi
confronto delle idee.
fra cui quella dell'Alitalia, nella quale governo e nodali del Paese che sono un
< Tengono a precisare un
Intersind portano tutta la responsabilità, come per fatto- la loro sola qualità è
Ondata di comizi ieri, nel- do che gli scioperi • minac- tutt'uno con quelli, certo assil- Ù*£^S5K33553K3
i metallurgici e la SOGHME. Durante questo mese, la giornata festiva, con la ciati o fatti esclusivamente lanti. delle nostre città. Pro- Mandato di comparizione quella di elettori cattolici che
si espongono in prima perso-
dopo l'intesa interconfederale. si doveva tentare di partecipazione di quasi tutti per fare sciopero « sono « ag- blemi aggravati dalla politica
sulla base di articoli del na e che non hanno mai vo-
sbloccare le vertenze aperte. Lo sfruttamento e i pro-
fitti sono aumentati: il costo del lavoro e il pessi-
i leaders della coalizione di gressioni alla libertà e alla conservatrice del governo, im-
centro-sinistra, e con il con- democrazia », ed ha insistito perniata sul contenimento del- PSDI: C.P. relativi a « pubblici quello
luto vantare alcun particola-
re peso politico al di fuori oM
sueto ricorso della DC all'an- sullo « Stato forte », com'era la spesa pubblica (misura che derivante dal voto Af-
mismo congiunturale sono diminuiti. Ma il padronato ticomunismo apocalittico, che quello ai cui tempi, ministro ha colpito in primo luogo, pa- ufficiali» e «apparte- fermano che il loro solo obiet-
non ha sbloccato la propria intransigenza, e nem- ha com'è noto il preciso sco- degli Interni il suo patrono ralizzandone ogni iniziativa, le
meno il governo con gli statali e gli agrari con i
braccianti.
po di rastrellare i voti con- Sceiba, si sparava sui lavora- amministrazioni locali), sul
servatori. In questa squallida tori. blocco dei salari, da un Iato. né socialismo polizia» — Le respon- che
tivo era e rimano la testimo-
nenti a corpi armati di nianza ài una raggiunta auto-
nomia nelle scelte politiche
bisogna si è distinto l'on. Ru- Per quanto riguarda la DC, e. per contro, sul sostegno del permette loro di trarre
Non s'illudano però i capitalisti: se durante la
tregua hanno accumulato scorte, gli operai hanno
accumulato combattività. Specialmente i metallur-
mor, durante una delle sue un cenno a parte merita poi grande padronato e nell'acquie-
e visite > alle sezioni perife- certamente l'esagitato esibi- scenza alla speculazione più
riche della DC romana- Il de- zionismo elettorale dell'ono- retriva.
n dibattito ha dovuto quindi
né democrazia
Il PSDI chiede il voto del lavoratori in nome del socia-
sabilità dell'amministra- non accusabili
zione di centrosinistra
conclusioni pur discutibili, ma
di faziosità.
* Questi sono i fatti* ogni il-
putato vicentino ha fra l'altro revole Moro, che sembra aver lazione specialmente su altre
gici, che pure hanno già scioperato per circa 100 ore. accusato i comunisti di « po- perduto completamente, in incentrarsi sulle prospettive po- lismo democratico. E' un inutile appello perché I lavoratori
Infatti, nelle aziende IRI-EM, la lotta riprende più sanno benissimo che persone che li abbiano mos-
lemica disgregatrice » cercan- questa occasione, il senso del- litiche ed economiche che il Dalla nostra redazione
forte e più dura. Dopo il no di Moro e di Costa, quello do nello stesso tempo di ne- la misura, e trascorre ormai movimento in atto pone all'at- il PSDI è sorto nel 1947 ne antioperaia) cercando tri. I .
dei lavoratori — metallurgici, edili, ferrovieri, alimen- gare l'evidente spostamento intere giornate passando d i tenzione del Paese, sui guaiti non per volontà del la- sempre i suoi nemici a GENOVA. 9
L'attacco al diritto di scoperò (Segue a pagina 11)
taristi e così via — sarà all'altezza della posta in gioco. a destra che dà il tono alla inaugurazione in inaugurazio- provocati dall'azione di gover- voratori ma di forze sinistra, cioè fra I lavo-
campagna elettorale della DC. ne, a un ritmo che ha dell'in- no e del centro sinistra, sempre estranee al movimento ratori; segna una nuota cniciale stolta
operaio (De Gasperi e il PSDI si * nutrito — ed a Geno\a: in questi giorni ali m
Aris Accomero riflesso a sua volta della ge- credibile e probabilmente più diviso al suo intemo. Dal- è sopravvissuto — nel i.rtìciah giudiziari hanno recapi-
nerale involuzione governa- l'altro Iato, il PCI ha ripropo- gli americani) con la so-
sottogoverno e nella con- tato <JI membri delia commis-
tiva; egli ha poi rinnovato al non trova riscontro se non sto con estrema forza il proble- la funzione (fallita!) di
dividere la classe ope- quista delle poltrone del -.one interna dei netturbini dei-
V Edison
PSI e agli altri partiti « al- nell'età degasperiana delle ma di un'azione e di un'inizia- la città un inandato di compari-
rai» in nome dell'anti- piccolo e del grosso po-
leati » l'invito a partecipare « prime pietre ». Citiamo al- tiva autonoma dell'Italia per tere; 7,one che contempla accuse in
comunismo;
alla crociata, dicendosi dispia- cune delle sue fatiche di ieri, favorire il processo di disten- il PSDI contrariamente a ba-e asii articoli .'-J0 e Hi del Co-
d.ce penale: «per avere agito.
acquista
ciuto del fatto che i liberali a Bari: inaugurazione del sione intemazionale, la scon- il PSDI, allontanandosi molti partiti socialdemo-
1 CENTROSINISTRA E LAVORATORI: attacchino cosi aspramente Monte dei Paschi e annesso fitta deH'imnerialismo e la pa-
dalle stesse tradizioni ri-
formiste, si è fatto per-
cratici europei, costitui-
sce tuttora la punta
qjale componente deità coro-
ni.s-,one interna dell Azienda la Sfonda
(a parole) la DC. disturban discorsetto; intervento al con- ce nel Vietnam. manente strumento e pun- estrema dell'oltranzismo mun.cpaj.zzata della N'.U. di Ge- L'Edison ha e-quistafo |«
dola nel sacro compito che si vegno di studio sulla « ristrut- IL PARTITO MOBILITATO - tello della DC nella re- atlantico e della solida- nova. in occasione des?h scioperi
Le tappe della lunga lotta è assunta. Resta così chiari- turazione professionale nella Se aUa mezzaiwje. co-ne stabi- 6 staurazione capitalistica rietà coi crimini dell'im- indetti nell'anno 1965 e nei primi maggioranza del pacchetto
azionario della Sta oda, en-
to, ancora una volta, che la agricoltura »; \isita ad una lisce la .egse. v:en povo term.re e nell'attacco alla demo- perialismo americano (co- meM del 1966. cui partecipava trando cosi in forze anche
a:ia provianda e estema» (co- n-r«onalmcnte. con arbitrane di-
dei metallurgici « delimitazione della mangia zona della Fiera; inaugura crazia (legge truffa, di- me dimostrano le parole
-posizioni sulle modalità del di- zione. nel campo della distribu-
ranza », nell'interpretazione zione di una nuova ala della •n.71. afL."K>ne dj mamfe*:;. caro-
vane pjbbiictarie di cui soprau
scriminazione, repressio- di Tanassi sul Vietnam).
ritto di sciopero e con abu«o del
de, non deve essere altro che casa di riposo « Vittorio Ema •irto 3 Roma hanno abbondvo i I L MOVIMENTO OPERAIO HA RIFIUTATO LA SOCIAL- diritto stes?o > Ci troviamo, dun- L'operazione è stata faci-
litata dalla Mediobanca. Ne-
Una cronistoria degli attacchi la vecchia, faziosa e rovinosa miele II », alla presenza del card-dati « personali » della DC e DEMOCRAZIA PERCHE' VUOLE I L SOCIALISMO que. di fronte a un attacco di- gli ambienti economici e fi-
discriminazione a sinistra. Il l'arcivescovo e del presidente 1?i partiti di destra), non deve PER UNA NUOVA AVANZATA SULLA VIA DEL RINNO- retto alle forme organizzative del- nanziari di Milane si parla
portavoce di Sceiba, Scaifaro, dell' amministrazione provin- TT> alcjn modo r.tenersi che la VAMENTO SOCIALISTA la lotta sindacale e indirizzato. ora con insistenza della pros-
alle libertà operaie s'incarica di ribadirlo; anche ciale. Tutto questo nella sola macchina elettorale si arresti, e .
» t a volta, contro una categorìa sima fusione fra i gruppi
operaia, contro la quale, per la
ieri, dopo alcune ridicole in- mattinata; ma per il pome ri g qundi debba venir meno l'im- prima volta in Italia, viene rie- Rinascente-Agnelli e Standa-

A pagina 4 cursioni nel campo ideologi- gio erano previste visite in Decno dei commisti. Da quei mo-
co, il ministro dei Trasporti « alcuni » comuni della pro- elettorale
ha sferrato u n nuovo grave ni. g h .
mento si entra nella fase pre-
più delicata, nella qua-
VOTA COMUNISTA g. m.
Edison.
(a pag. 2 il nostro
mmmmmmmmmm attacco ai sindacati, afferman- (Segue a pagina 11) (Segue a pagina 11) B (Segue a pagina 11)
' V \ ~ ; ' 1 i' q i'-

x
ì
•' • . i - , -'-•V - '
^v&fc/..-
';. J . *•. >t+ *

PAG. 2 / v i t a i t a l i a n a l ' U n i t à / venerdì 10 giugno 1966

A l comune di Milano in una atmosfera di crisi Denunciando l'asservimento del partito alle mire della DC Dibattito PCI-DC a Firenze
a,

Il bilancio del centrosinistra 320 iscrìtti al PSI E in crisi


# •

approvato col voto chiedono a Crotone un l'oltranzismo


m, n
I COMIZI
DEL P C I . dell'ex missino congresso straordinario
Oggi In tutte le città e paesi
dove domenica si vota, si svol-
Lamls: Baldina Di Vittorio;
Rignano: Baldina DI Vittorio; Il 41.mo consigliere
Manifesto alla cittadinanza - Il dirigente socialista Regalino spiega in
un comizio le cause che lo hanno costretto a dimettersi dal PSI - Intanto
anticomunista
gono centinaia di corniti del Lesina: Palermo; Poggio Im-
P C I di chiusura della campa- perlale: M. Florio; Torremag-
ha permesso alla ago- il centrosinistra in pieno sfacelo ha portato il commissario al Comune Sono intervenuti i comunisti Gnlluzzi, Se-
gna elettorale. Ne pubblichia- giore: De Simone e Ricciar Convegno su
mo qui di seguito un parziale delli; S. Paolo: Grimaldi;
elenco: Serra Capriola: P. Panico; nizzante giunta di tira- l'inquinamento Nostro corrispondente tito. Gli stessi sottoscrittori. si sono riflesse nel PSI gua- roni, Biechi e i de Sullo, Beusi e Zoli
O l i e n t i : Amoroso; Sannlcan- con un manifesto pubblico. stando il gruppo dirigente il
Pisa: Alleata dro: M a n o l o ; Cagnano: Ma CROTONE. 9
B a r i : Amendola scolo; Celcnza: Dell' Osso; re ancora avanti — Lo delle coste Kstremamente significativi,
hanno chiarito alla popolazione quale, sostenendo le scelte del-
stica. regioni, ecc.) hanno re-
A r t e n a : Bufallnl Carpino: Jannone; Ischilella: alla conclusione di questa cam
le cause che hanno determinato la DC nell'amministrazione di Dalla nostra redazione
la spaccatura del partito. plicato agitando i motivi più
M a r a n o ( N a p o l i ) : Chlaromon-
te e Glarrusso
Carmeno; Vico: Carmeno; Ro-
d i : Bonnilo; Vieste e Peschi
stato di crisi ammesso e del mare pagna elettorale, sono gli svi-
Nel manifesto vengono de-
Crotone, ne ha condiviso le re
sponsabilità di cui oggi il PSI KIRENZE. 9. triti e vetusti della propaganda
Civitavecchia: D I Giulio
luppi della crisi che il falli- ne risente il colpo. I/anticomuni.Miio tipo 18 apri de, Rausi e Zoli. I due ora-
c i : Kuntze; S Marco Laca nunciati gli attuali dirigenti
V e l l e t r l : Ingrao tota: Dell'Osso; Lucerà: DI dagli stessi esponenti ABBAZIA. 9.
Le i, usure da prendere per evi-
mento del centro-sinistra ha
per aver asservito il PSI alle Questi fatti nuovi sono una le, rilanciato con veemenza tori, uno più forsennato dell'al-
Petralla Sott. ( P a l e r m o ) : La Gioia; Pietra: Jannantuonl; causato nel PSl di Crotone. Le dalla DC è un non senso. tro, hanno riproposto la runio-
tare I inquinamento del mare e mire e alle ambizioni smodate conferma e una testimonianza
Torre
Cerignola: Macaluso
Castelnuovo: Cicchetti; Casal-
nuovo: Gentile; Casalvecchlo:
della maggioranza delle m i e costiere con nafta ed dimissioni di Regalino, l'uomo
più rappresentativo del PSI degli uomini della DC. del danno che la DC ha a r r e stride con la realtà del pae riana * eterna opposizione » fra
altri materiali abbandonati dalle cato a Crotone al PSI il quale se. è incapace di arrestare il PCI e cattolici, affermando che
T o r r e Annunziata: Napolita- Gentile; Alberona: Papa; Ro-
navi, costituiscono il tema di un hanno provocato una forte rea- Lo stesso dimissionario Re
selo: Papa; Volturino: Posti- per venti anni aveva retto as i dialogo » che matura sui prò (Rausi) <t la realtà locale e in-
no, Abenanle e Matrone convir< rio intemazionale comin zione di tutta la sinistra socia- galino. come risposta alle as-
Castellammare di 5tabla: Nat- glione; Carlantino: Consiglio. Dalla nostra redazione eiato oggi ad Abbazia. lista, la quale, indignata, vuo surde e ridicole accuse che gli sieme ai comunisti una animi blemi di portala internazionale ternazionale non si è mutata dal
ta e Carrese lustrazione popolare. Ma ormai e sulle questioni nazionali, tra '48 ad oggi! >.
MILANO. 9 Al convegno, che è stato orga le far sentire la sua voce e erano state mosse, ha tenuto
R i m i n l : G.C. Pajella F E D E R A Z . DI BARI i partiti della coalizione sono le forze della sinistra e vasti <• La DC - ha detto Galluz-
Il bilancio *G6 del comune di [lizzato* dall'Istituto adriatico del pesare sul destino del PSI lo un comizio nella grande piazza
Genova - Seslrl: Pecchioll AdeIfin Canneto: Scanaglia lacciifliiuwi jugoslava di arti e con l'acqua alla gola. Dopo il settori del mondo cattolico: il zi — si presenta alle elezioni
Mihiiio è passato ieri sera con cale. Già 320 iscritti, che rap- Municipio, di fronte a sette naufragio del meschino accor
Genova - Teglia: Pecchioll e D a m i a n i ; Adelfia Montro- SCIPMA- nell'ambito delle celebra contributo dei comunisti per lo
i voti dei consiglieri di centro presentano la maggioranza del- mila persene, nel corso del con un rilancio massiccio del
Pratola Poligna ( A q u i l a ) : ne: S e I o n i I; Snnnicandro: /ioni [IXT il centenario (Iella sua do col MSI per rilanciare il sviluppo della nostra democra-
Scheda .sinistra rafforzati dal qunran la sezione, hanno sottoscritto quale ha precisato le cause che l'anticomunismo e con la pa-
D a m i a n i ; Risceglie: Simone; fonda Mone. partecipano esperti centro sinistra, anche Crotone zia, non può (.--siie ignorato:
Cotogno Monzese: Torlorella Bitonlo: Marinelli e Ligi; tunc-Mino voto di un ex missino. un comunicato nel quale è detto lo hanno spinto alle dimissioni avrà il commissario prefetti rola d'ordine o il centro sini-
del «-(tttore jugoslavi e di altri con il PCI bisot'iia fare i con
Firenze: Terracini e Fabiani Canosa: Matarresc e Basi- diventato « indi)>endente % un paesi. che intendono arrivare al con- dal suo partito. Le forme di zio. ma dopo il 12 giugno a ele- stra o il commissario. Io non
Cesena: Barca e Bucci le; M o l l e t t a : Fiore; Bari - anno fa. su sollecitazione del- gresso straordinario per evita- clientela e le aspirazioni a ti. in modo serio e responsa- nego alla DC il diritto di usa
Dunnte il convegno, i cui la- zioni finite.
Vlllanova - Bngnacavallo: Bol- Torre di M a r e : Piccone; Ba- la IX'. | X T consentire alla re un ulteriore aggravarsi del- posti di sottogoverno che sono bile. Queste, in sintesi le con re eli argomenti che crede,
vori si concluderanno sabato, ver-
drinl
Genova - S. Quirino: P. Cola-
ri-Carbonara: Assennalo; Ba-
ri - Cecilie: M. Ranieri; Bari
coalizione, minoritaria, di su ranno presentate sei relazioni. la crisi all'interno del loro par- tipiche della DC. egli ha detto. Tino Ferraro clusioni del dibattito svoltosi [TOSSO semmai rilevare la scar
Palese: Maiorano e D. Ra- pcraro lo scoglio dei mutui per ieri sera, al piccolo teatro di sa fantasia e il JXICO buon
Janni
nieri; Bari • S. Spirilo: Basile. i quali occorre la maggioran- via dell'Orinolo, di fronte ad gusto di una propaganda che
Ascoli Piceno: Calvarcsi
za assoluta. Approfittando del- un pubblico foltissimo, tra rap d.i venti anni ricalca schemi lo
Pome/la: Cnnullo
FEDERAZ. DI LECCE la presenza in aula dei 41 vo- presentanti del PCI e della DC. euri e sorpassati. Ma. i casi so
Foggia: Conte
Tulli ( C a g l i a r i ) : Cardia Casarano: C o n c h i g l i a ; ti necessari, il sindaco ha mes- La concentrazione monopolistica investe la distribuzione 1,'nn. Fiorentino Sullo, che ca no due: o l'anticomunismo della
Lanuvlo ( R o m a ) : Laura Diaz Squinzano: Ventura; Trepuz- so in votazione, a tarda notte, poggiava la deleua/ione della DC è un espediente elettorale
Castellammare del Golfo: De zi: Casalino; Galotina: Ghl- subito dopo il bilancio, l'as- DC. non ha infatti po'uto con pi r rccii|MT.iie voti a destra,
Pasquale renli e Legno. sunzione di due mutui di 5 e traddire le « tesi » esposte dal la patto cioè di quel trasfor
Vernola ( L e c c e ) : Foscarlnl

L'Edison assorbe la Standa


10 miliardi. Tra bilancio e compagno on. Hallu/zi. ih Ila di iiiismo che imita la DC ad ac
S. Sofia e Galeata ( F o r l ì ) : FED. DI BRINDISI mutui la giunta ha ottenuto
Flamlgnl Mesagne: F e r r u c c i ; Lalla- rcz.ione del PCI. ciica il valore co"liere nelle proprie liste eon-
quanto le basta per tirare democratico della nostra piv sit'lieri monarchk i e missini:
Casfrocaro: Guidi no: S a r l i ; Erchle: La Corte.
Gambeltola: Giadresco
avanti sino al momento in cui. senza, della nostra politica. e allora non si può aver fi
San Mauro Pascoli: Nlves FED. DI PALERMO di fronte alla disgregazione della nostra ricerea teorica. (lucia in un partito che è pronto
Ges.sl Gnngi: C a r d i o ; Castellana: della formula e alla pressione a cambiare con disinvoltura al-
« Il comunismo italiano — ha

ed entra nei supermercati


Formiglne ( M o d e n a ) : Guer- Carapezza; Collesano: Roma- della realtà cittadina, i par- le anze. programmi e imposta-
zonl s Bulgarelli titi non si decideranno a pren- ammesso l'esponente democri
no; Sciara: Dardo; Caccamo: zioni; o l'anticomunismo è una
Lavello ( M e l f i ) : Jacoviello Corrao; Cinisi: Caputo; San dere atto della crisi che im- stiano — è cambiato* non è più
Genova: Lnconl quello del '4H. Esso è un'alti a vocazione di fondo deiln DC -
Cipirello: Scaturro. mobilizza la civica ammini- e allora non si può votare per
Anzio: Ledda c::.a dal comunismo come ci
Valledolmo (Palermo): Li strazione nell'impotenza to- un partito vecchio e reazio-
FED. DI FIRENZE tale. si presenta sullo scacchiere
Causi nario i'.
Montelupo: Cecchi. internazionale ». * Il mio noti
Sedlni (Sassari): Lorelll
Cerveteri: Magnani
Il voto sul bilancio è avve-
nuto. infatti, in una palese at-
Prossime fusioni tra gruppi Rinascente-Agnelli e Standa-Edison ? comunismo — ha detto ancora Ma i tempi sono profonda
FEDER. DI FORLÌ' Sullo, replicando a (lallu/zi —
Villaspeciosa ( C a g l i a r i ) : M a - mosfera di crisi. Gli accenti mente cambiati, ha aggiunto
Roncofreddo e Borghi: T a -
meli
Civitella ( F o r l i ) : G . Pajella laccl; Borello: M i n g o / z i ; Pre- fortemente critici contenuti Dalla nostra redazione spetto ai titoli offerti da Bor-
letti. In sostanza gli Agnelli en-
è perciò un anticomunismo ci- Galluzzi, la scomunica contro
dapplo A l l a : Piazzi; Meldola: negli interventi di consiglieri vile i. Ma ha subito aL'u'iunto. i comunisti non ha più alcun
Cuseroli: G. Pajetta MILANO. 9. trarono nella distiibuzione assu-
quasi ;i rimediare le < ose di t
S. Severo: Pistillo Strada; Pietrezio: Raffaelll:
Premilcuore: Raffaelli; S. An-
della stessa maggioranza si
sono ritrovati nelle dichiara-
La responsabilità per la I.a Edison ha rilevato il pac- mendo il controllo della Rina-
chetto di maggioranza della Stan- scente. Ed ora? te. che la sua non è - una voce
senso- ormai un (IÌM-OIMI CO
iiume fra comunisti e cattolici
Slnlscoln ( N u o r o ) : I . Pirastu
gelo e Galteo: Marzocchi; zioni di voto e nella stessa re- da. Essa dispone di una vasta Negli ambienti economici mi diversa e dissenziente da quel
Aprlcena: Pistillo Crocetta: Sacchetti; Capanna è in atto, m Italia e ni 1 mondo.
rete di maga/./iui di vendita in lanesi si prevede qi.anto prima
Dovadola ( F o r l i ) : Piva
Bagno di Romaqna: Romano
Guzzi: Suzzi.
plica del sindaco. Il prof. Bu-
ca lussi ha infatti riconosciuto
crisi dei trasporti diverse città italiane. L'opera- una fusione fra il gruppo Rina
la della DC v e che culi porta
qui. nel dibattito, la linea
K' un problema questo che muo
zinne è stata conclusa da un scente-IFI-Agnelli e quello Stan- ve dalla n aita di oggi, dalla
S. Piero Bagni: Romano FED. DI CATANZARO
che la situazione è * deli- torte grupix) (in.inziario capeg- da-Valerio Edison. Tale concen della D C esistenza di ihu- grandi lorz»1
Modigliana: Roffl cata t e che il problema allo giato dall'ing. Giorgio Valerio. trazione sembra rientri nella cor-
M a i d a : P o e r I o; Tiriolo: mondiali ( hi non possono — se

La Federtram
Genova - S. Fruttuoso: Sec- ordine del giorno c quello di il massimo esponente del gruppo rente logica delle grandi con- Non dubitiamo della sua sin
chia Paone.
nuove convergenze al gover- Edison. Acquistato circa il (50 centrazioni, Una successiva con cerila ma il tatto è che la DC hanno a cuore ì grandi prò
Rocca di P a p a : Scarpa
FEDER. DI R I M I N I no della città. |>er cento del pacchetto della contrazione del settoie distribu si pi esenta, a Firenze e nel blenn dell'umanità — né igno
Misano Monte ( R i m i n i ) : Standa la Eoison ha fatto la tivo [xitrebbc sviluoparsi con paese, con il triste volto delio rarsi né combattersi, ma devo
Trebbi Saludecio: Accreman; Mo- Per i socialisti, il capogrup- sua entrata nel settore della di- l'assorbimento o l'assunzione di
po avv. Greppi, ha definito il scelbismo e all'insegna del no trovale un tei reno d'm'esa

contro la circolare stribuzio.ie. I.'opcrazione-super- partecipazioni di controllo in al


Mondaino (Rimini): Vespi- rano: Zaffagninl; S. Arcan-
gnani
gelo: A l i c i ; Gerasolo: Nico- voto a favore del bilancio un inercati prelude ad una vasta tre società rhe operano nel set- l'anticomunismo più foisennato. di collaborazione pei affron
letto; Villa Verrucchio: Pa- « prudente e comprensivo ri- operazione di concentrazione del tore dei grandi magazzini. In Le sue parole non riescono per tare e risolvere i grandi prò
Blccari ( F o g g i a ) : Villani
g l i a r a n i ; Riccione A l b a : Cec- conoscimento di una situazio- settore sotto l'egida di alcuni fra sieme a quello della Standa il ciò a nascondere la grav ita blemi del genere umano Noi
caroni. i più grandi gruppi finanziari ita- peso della Rinascente, il cui va riteniamo che il mondo catto-
FEDERAZ. DI FOGGIA ne di necessità ». sulla quale, lore è slimato ai corsi di nor.^a della scelta a destra della DC- lico iespinga il salto indietio
di Taviani liani.
Carapelle: Colangelo; Or FEDER. DI NAPOLI a tempo opportuno, sarà chie- intorno ai 150 miliardi, divente- sono piuttosto il scjirio del pro-
sta * una verifica severa del- Ter il controllo della Standa rebbe preponderante. L'alta fi- fondo imbarazzo, del disagio della DC. la tendenza a met
tanova: Di Biase; Storna- erano scesi in lizza una finanzia- nanza
Brusciano: Gomez e T r a - si muove quindi all'assalto che anche qualificati esponenti fere ai margini quei gruppi de
rella: Giannini; Stornara:
vaglino; Quagliano: Valenzi;
la volontà di ciascuno ». Di ria de] giuppo Edison e ia Rina- della distribuzione.
Giannini; Ordona: Ciampo-
Pomigliano: Coppola e Ora- crisi ha parlato anche il ca- scente, passata recentemente sot- del partito provano nel soste e cattolici d i e si orientano in
lillo; Castellucclo S.: Piz- pogruppo socialdemocratico. Nelhi recente assemblea gè- ' e vedi prof/etto per la creazio- to il contiolln degli Acnelli. Il Secondo una recente indagine nere la linea <r oltranzista i as modo nuovo: i cattolici icspin
tlno; Palma Campania: V I -
zolo; S. Ferdinando: V a n i a ;
preoccupalo per la « preca- nerale della Federazione azien- J ne di « società a partecipazione gruppo capeggiato dalling. Va- dell'Istituto per il commercio genuino l'anticomunismo con
T r i n i t a p o l i : Del Negro; Mar-
viani; Bacoli: Conte, Di Ro- sunta dal partito di Rumor.
berto e Martino; Cardilo: rietà della situazione », anche de municipalizzate di traspor- locale >) lerio ha avuto la meglio. Esso estero l'Italia occupa, fra i pae
gherita: Fracassi; Manfredo- cui la DC cerca di coprire gli
Palermo e Esposito; Acerra: se le sue prospettive non van- to. i consiglieri hanno approva- Comunisti, socialisti, e una dispone ormai d; cirja il 6fl per si della Comunità economica eu- Il dibattito, promosso dai
nia: Magno; Zapponetla: Te-
parte dei de si sono battuti te- cento del pacchetto di maggio ropea. il terzo posto nella difTu- gruppi aziendali comunali del errori e le col|x- della sua pò
deschi; Monte S. Angelo: Va-
Geremicca e De Chiara; Car.
no oltre una riconferma della to un cadine del giorno nel qua
ditello. Esposito e Petrella; le si atiferma che in via predo nacemente contro la circolare ranza della Standa. Oltre il 30 sione dei suiiermcrcati. FI nostro litica. Per questo occorre sai
lentina Kuntze; M a t t i n a t a : M .
Marigliano: Bronzuto. Stellato fallita formula del centro-si per tento del restante pacchetto paese ne conta 475. contro i 71!) PCI e della DC. aveva per tare lo * steccato i del centro
M e l e ; T r o i a : Pasqualicchìo; minante la crisi del trasporto del ministro degli Interni; della Standa è finito nel portafo della Germania oce. e i 500 della tema f le elezioni a Firenze t.
nistra.
Orsara: Crocella; Bovino:
e Spera.
urbane è dovuta al « disordina l'unità di queste forze in seno gho della Rinascente: ossia è Francia. Su 475 suiiermercati esi- Vi hanno partecipato per il sinistra, che si vuole « rigido
Accenti di duro richiamo de-
G r e z z i ; Delìcelo: Carmela Pa-
FED DI FROSINONE gli alleati alla corresponsabi- to sviluppo urbanistico e della all'assemblea ha finora respin- nelle mani della famiglia Acnelli stenti in Italia. Ita dispongono di PCI. i compagni Galluzzi. a sinistra e flessibile a destra i
nico; Accadia: S. Stefano;
Veroli - San Francesco: Pie- lità della situazione hanno ca- circolaaione stradale > nonché to il progetto di t irizzazione » o dell'Istituto finanziario indu- reparti di vendita di piodotti ah Adriana Scruni e Vasco Micchi : e che si può reggere soltanto
S. A g a t a : DI Stefano; Monte-
trobono : Veroli - C a s t e l l a s s i - alle « mancate riforme dell'isti e di ristrutturazione delle mu- striale UFI) cui fj capo la mentari. La rete dei supermer- per la DC. l'ori. Sullo e gli ex con l'appoggio liberale. Per
leone; Andreanl; Ascoli: Ros- ratterizzato il discorso del ca- nicipalizzate in i società a par- FIAT. cati è in fase di rapida espan
si; Candela: Caporizzo; Roc- mo: Compagnoni; Veroli - S. pogruppo de. il «basista» Gra- tuto dflla municipalizzazione e sione. Fra il 11*01 ed il \9d-~t .sono assessori Luciano Natisi e Gian- questo è necessario un nuovo
chetta: Colella; S. Giovanni Angelo: Cittadini; Vcroti-San della finanza locale ». II docu- tecipazione locale ». obiettivo Secondo valutazioni correnti stati allerti fi'J nuovi supermer- carlo Zoli. « moderatore s il schieramento di forze.
nelli. tutto teso a difendere in questo che la DC di Roma ha alla borsa di Milano l'opei azione cati con 9 reparti per la vendita
Rotondo: M e r l a ; S. Marco in Cipirlo: Compagnoni. blocco la DC. la sua politica. mento, sottolinea quindi che il prof. Giacomo Devoto. Sullo ha replicato sottolinean
t mezzo) pubblico di trasporto riproposto nel !tun programma Standa si aggira intorno ai 10(1 dei prodotti alimentari.
le sue scelte. Il che. oltre ad miliardi di lire.
elettorale, sostenendo la « revi- diata dalla Mediobanca, il no'oE-,sa è stata me Alla denuncia — seria e ar- do la scelta -.volontaria» del
irritare gli alleati, non ha co- resta rtrumento insostituibile » In questo contesto procede l'o centro sinistra, ha riproposto
sione della struttura istituzio- istituto di ci edito pubblico che perazione supermercati delle gomentata — dei compagni
munque cancella'n ì non |x> e denuncia che i finora nessu-
nale dell'Aloe e della Stefer ». ha fra l'altro fatto recentemen- grandi finanziarie. Nuovi» posmo Adriana Sernni e Ricchi delle la " sfida i» democratica nei
chi attacchi veni.ti alla giun- na manifestazione concreta di
provvedimenti adeguati in fa e successivamente la redazione te da tram'le anche per la fu ni di dominio monopolistico inve- pesanti responsabilità della DC confronti del PCI — di cui ha
ta r alla politica del centro romana de * L'Avvenire d'Ita- '-ione fra la Edison e la Monte- stono la distribuzione e minac- l>er la crisi apertasi a Kirtuze detto le cose già citate — ma
NEL N. 2-1 DI sinistra d a d i stessi consiglie- vore dei trasporti pubblici ur
lia » si è incaricata di chiarire catini. Ancora una volta la ban- dei ciano di ripercuotersi a danno e nel paese, per lo «tato di di^ ha taciuto sul fallimento del
bani * *• stata i palesata dagli consumatori qualora il go
ri democristiani.
organi centrali, e che. anzi. scrivendo che e bisogna fare ca di «tato ha facilitato la con-
centraz.one privatistica. DO|K> la verno iinunci al'e necessarie im sesto finanziano in cui è stato ce ntio sinistra sull'appoggio che
pulizia » delle aziende munici- fusione Mont.Edi-.on. che assidi- su re di controllo. gettato il comune, per la ri ad e c t o danno i liberali.

Rinascita
Spappolato. di\ iso profonda alcune iniziative assunte di re-
mente sulle soluzioni da dare j pali nei bilanci comunali. la al supermonopolio il controllo nuncia ad ogni a/ione rifonna
cente a indicano < una non an- Mnrcello Lazzerini
ni problemi più importanti ! cora matura comprensione dei Infine vogliamo rilevare il ri- del <~ .» per cento della produzione Marco Marchetti trice 'finanza localo, urbani-
della città (politica urbani- chimica e petrolchimica italiana
problemi che assillano il set- chiamo alla necessaria convo- ed il là per cento di quella del
stica. programmazione, poli- tore ». cazione della conferenza trian- Merca'o comune, è la volta della
eccezionalmente da oggi - venerdì - nelle edicole tica dei trasporti), il centro-
sinistra milanese, da molti Di conseguenza, l'assemblea golare sui trasporti, che il mi- grande distribuzione.
mesi agonizzante, attende, con ha impegnato il nuovo comitato nistro scelbìano Scalfaro non L'appetito del gruppo Edison Invitando la cittadinanza ad una « tavola rotonda »
vuole tenere sembra ine->aur;bilc. Mentre si
preoccupazione, il voto di do diretti\» « a rafforzare l'azio-
ne intrapresa in collaborazione Riguardo ai problemi di ca- attende che una apposita commi'-
menici. Anche se sa che. qua- rattere sindacale, l'ordine del si sione e li ministero dell'Industria
con l'A'N'CI e la Confederazione
Il quarantunesimo (editoriale)
Dibattito elettorale e crisi del centro sinistra
(di Renzo Lapiccirella)
lunque sia il risultato, esso do
vrà fare i conti con la propria
impotenza e con il vuoto crea-
to dal suo immobilismo, la coa-
municipalizzate ».

L'ordine del giorno che ab-


pronuncino = all'esenzione fisca-
giorno presenta dei limiti e le per In fusione Montecatini-
dei condizionamenti sui quali Edison. che ammonta ad oltre
i sindacati avranno certamente 30 miliardi, la Edison estende il
una parola da dire, tuttavia *uo controllo sulla grande distri-
Personalità della cultura
La nostra propaganda e quella degli altri (di lizione di centro sinistra teme biamo riassunto è stato votato non può sfuggire il valore del- buzione. Il crupjxi car/eiciato dal-
Alessandro Curzi)
PSDI e PSI nel Mezzogiorno (di Aniello Cop-
pola)
che l'elettorato delle grandi
città italiane dia un voto che
lo seppellisca, finalmente e ra-
all'unanimità alla recente as-
semblea generale della Feder-
tram. Si tratta di un atto po-
litico sindacale di notevole ri-
l'impegno
t intraprendere
dell'assemblea

con le organizzazioni
le
ad l'in.c. Valerio di'-non e evidente-
mente di grandi d.spon.bilità fi-
trattative nanziarie. Tanto grandi (in con
sindacali sentirgli di n-o!vcre i grandi
firmano a Messina un
pidammte. dei lavoratori per il rinnoiy) problemi finanziari connessi alla
Val d'Aosta: assalto alla « petite patrie » (di
Pier Giorgio Betti)
Il congresso socialdemocratico di Dortmund
lievo ciche denunciando le vere
cause d'ella crisi del settore dei
trasporti pubblici urbani, re-
spinge la circolare Taviani
dpi contratto nazionale ». cosa fusione nel sot'ore chimico con
questa contestata nel documen la Montecatini e da permetterji:i
io sindacale del COM. in omag- nel contempo una massiccia en-
trata nel settore dei grandi ma-
gio alla * politica dei redditi ». gazzini. Non si vede quindi la
manifesto per il Vietnam
(di Sergio Segre)
Oggi il
« allo scopo di garantire la ne-
cessaria autonomia delle azien-
e che nella sostanza trova an- ragione di procedere ad abbuoii I « Desideriamo esprimere l'impegno di pace che ci accomuna » - 55 firme
Gran Bretagna: marittimi fermi (di Eric J. cora forti resistenze anche in fiscali del tipo di ouelli annun-
Hobsbawn) de ». (mitico l'impotenza del go- alcuni settori della Federtram ciati dal eoverno per la ftisiont
La lotta politica del partito cinese (di Emilio CC della verno é-i centro-sinistra « per le
mancate riforme dell'istituto
(è di questi giorni il rifiuto Mont-Edison.
MESSINA. 9. sempre p.u nvi-.t r"-< e qua li . i m e al Rettore dell'Uni-
della DC e del PSDI ad inclu- Dicevamo all'inizio che l'opera-
Sarzi A m a d è ) della municipalizzazione e del- dere un rappresentante comu- z.or.e supermercati del gruppo Cinquantacinque persona- liticate che «mcr. v.t gli Sta versità (• ai professori che
l e elezioni di San Domingo (di Renato Sandri) Federbraccianti la finanza locale ». e per l'as- nista nella commissione sinda- Edison prelude ad una massiccia lità della cultura messine- ti Unti d'America si prò mtroiurrdnn) ;i dibattito
senza Si provvedimenti atti a cale della Federtram), se hanno firmato un mani- nunciano cor'.ra la pro-< cu nella -t tavola ro'onda ». un
La terza generazione delle calcolatrici elettro- Si riunisce oggi a Roma il Co- concentrazone dei settore sotto festo apparso sui muri del- nutrito grupp») di docenti e
favorire la priorità dei traspor- l'egida dell'alta finanza. L'acqii- zio-.e di 11 :.•::• rvtr.Vi milita-
niche (dì U g o Farinelli) mitato centrale della Federbrac- 1 comunisti nello spirito della sto della Standa è stato possibile
cianti C(ìlL all'indomani di un ti pubblici urbani.
la città, per la pace nel re ne! V : (!nam. rrr la fino assisti iti universitari, tra
L'Università in Parlamento ( d i Giuseppe Chia- politica delle autonomie (delle per i contrasti interni intervenuti Vietnam. riti bombardami r.ti •• l'av- cui i professori Filippo Bar-
nuovo incontro negativo col pa- organizzazioni sindacali e de- nella famiglia Mnnz:-o e per la
rante) drenato sol rinnovo dei contratti Positivo infine è il richiamo A conclusione del manife- vio di trattativ» di pace: tolone. Giuseppe Bcmbara.
dei salariati e braccianti acri alle criiretlire tracciate da gli Enti locali) a cui si sono crisi finanziaria che ha colio d sto i firmatari invitano la e noi desideriamo Orazio RiiLCisano. Fabio
Denaro per la scuola (di Edoardo Perna) coli (un milione e mezzo di lavo- tempo \ncl " libro bianco " e sempre costantemente richia- uruppo in fase di espansione. Se- cittadinanza a partecipare — esprimere ì'imptgno di C.mziani. Franco De Fran-
Biblioteche in Sicilia (di Giorgio Frasca Polara) ratori). A d'.ie mesi dall'inizio nella mozióne conclusiva del mati. hanno sottolineato il valo- condo stirpe corirr.ti il capitale ad una * tavola rotonda * pae e cr.t ci acconvina. p'ir co. Nic.-la De Pasquale.
del!.» vertenza la situazione si re dell'autonomia sindacale. rieila S'anf.a è attualmente di
Pubblica lettura in Toscana ( d i Giovanni Lem- cnnvegvo tenutosi m Campido- seguila da un dibattito puD mila d i v i n i t à de ile n'i-Ve ì mbt :'.(, I^anza. A n d n a
bardi)
presenta as-ai inasprita da un glio > rei novembre del '65: hanno respinto la politica del 7»"«5 milioni. Nel 19-S4 :1 fattura- bheo che si terra sabato 11 I.i-, ialdi. Ti miM«»c le Marti-
attestamento padronale diretto to della società si e agjrira-o in Co.-.vìl.Z.'^li idi ali, n Il^i-i
decisiom queste che non sono blocco dei salari, sì soro oppo- tomo ai 175 miliare d. lire. 1^ alle ore 18.30 nel ridotto dì in s. NK olao Me rke r. Aldo
Il barocco in Boemia ( d i A n t o n i o Del Guercio) a respingere o:mi sostanziale mi- sti alla regolamentazione del di- Standa non e quotata in bors-i. se e pol/iche;
glioramento. Tutta ina «erie di state tmute presenti da coloro lai teatro cittadino Intro Nigro. Antonino Pino Balot-
Modena: « Il punto » sul libro economico (di ritto di sciopero, rilevando lo Essa sareobe stata pipala ICO mi- — rivolgere il n >stro a p
incontri con i! padronato sono che har.tv) elaborato e appro durranno la d i s c u s s i l e , sot- ta. Mano Russi. Kmil; ) Vuo
stretto ncìsr, esistente tra pò liardi. Circa due terzi del pac- p» Ilo alla bvior.a » iliii'.i 'ìi
Mario Spinella) «tati ded.cati a definire appetti j rato la noia circolare Taviani to la pri.s.denzd del Retto
tU'iC le p/Tt! r . \ ..--.ite t„ lo. \ i figurano p«ii le firme
tnarcinali dei contratti mentre j inriafa ai prefetti il 10 feb- litica rirendicativa e politica chetto di irasjcurar.za so-o nel- re dell'L'mv rsità prof. Sai
La commedia dello zemstvo ( u n inedito d i Vla- la piattaforma rivendicati'.-;» d n di riforme, e quindi nella re le mani di una delle finanziar,? avanzare la nostra rornine degli avvocati Ficarra e Vi-
j farcito. con l'obicttivo nnn solo valore Pugiiatti. i prefes ta™ Ili del Consiglio 'Ml'Or
d i m i r I. Lenin) sindacati non è stata nemmeno nproca ou'o^omia realizzando iella Edison: un terzo circa ne!
sori Franco B a l a n i , docen. richiesta: (he I T a ' i a noi
j di subiadiriare la politica sala portafoglio Celia Rmascente- sia m alcun medi» comvo! dire dtgli avvocati di Mes
Note, commenti e critiche di Ottavio Cecchi, disni<?a r.n temi centrali. I! il massivo di unità nelle lo* te di fisica. Adriano Ossi
rinvio al 1\ grismo di una risno riale delle imprese pubbliche a Acr.elli. ta nel ronfi.ito vietnamita s.'.a. etti clutter .ìuda. di
Luigi Pestalozza e Gianni Toti quella della Confindustria, ma te e negli obiettivi tra lavora Un'altra grande catena di ma cini. docente di psicologia.
sta in merito al!e richieste pnn tori e amministratori per lo svi rra rifiuti ogni solidarietà rettore rìcll'osp- ''ale d ì-o-
cinali si presenta. al!o stato dei di riajfferriate una linea di zizzmi. !a Rinascente, è finita e Rosario Villari. docente
h/pno dell'istituto della munì com'è noto qualche rresc fa. v>t- verso la proteo-./, .r.e e la lan:t tit > cunr.ir..-'':' e d- I dot-
neo centralismo statale, dietro di stona.
fatti «ostanzialmente dilatoria cipalizzazirme e dei servizi 'o il controllo della famiglia estensione de Ila guerra, e tor V.'"'ilio finsfa priT.eno
Il manifesto dice-
OSSERVATORIO ECONOMICO poiché le posizioni assunte dal la maschera della filosofia del-
la effkwenza aziendale e dello per migliorare la e condizione acnelli e deil'IFI. Ancne la Ri- < Allarmati per il perdu attivami r.ti si ar'. ; x n af^n dell' ri-p-.-ca'e (it il' \.-ci.\.n
padronato in tutta Italia non la- onerala » e sviluppare la demo uscente avrebbe incontrato dif che ad tss-> s;a p.>sto fine frate rn.ta eii i i' i»»:. di in
sciano alcun dubbio sul propo- sviluppa tecnocratico, per ap rare dei conflitto vicinami
Guido Carli programmatore crazia e l'autonomia per i la .".colta finanziane per la sua
ta. per i ricchi di una «uà nel naffttmato rispetto de gruppo di m.e i-.:r it: tra
sito di mantenere un sostanziale prodau allo svilimento delle •spansior.e ed il suo massimo f cui Antonino Ardiz/one, Già
Quanto ci costa l'Europa verde: gli effetti degli blocco contrattuale. A Catanza- voratori e per le aziende nel azionista. Borktti, si sarebbe ri- estensione fino a proporzio gli accordi di Gir vra f nel
autonomie locali e al soffoca diritto di ì popoli a dispor- corno Fischietti. Carlo Sgro
ro è stato fatto saltare un accor- quadro di una politica econo volto agli Agnelli per realizzare ni irreparabili per i ventila-
accordi di Bruxelles sull'agricoltura italiana do provinciale praticamente eia mento della municipalizzazione mica democratica di program re liberamente ekl proprio e i sostituti Procuratori Al-
con la penetrazione del capita- ina parie del pacchetto azio- ti propositi di coinvolgere
RDT: un'economia socialista compete sui mer- fatto e nel rinnovo del contratto mozione. nario. A quanto risulta gli Agnel- in esso paesi europei: destino ». do Cavallari e Salvatore Di
por i lavori in risaia il padro- le privala (tedi nota aggiuntiva .: avrebbero comprato in Boria . Giacomo.
*•
cati occidentali « solidali con le forze Tra i firmatari figurano.
nato non ha accettato alcuna ri- al pianti Pieraccini per la « iriz- .a quota di controllo sulla Rina-
chiesta sostanziale. ra;ione:> delle municipalizzate Cesar» Fredduzzi scente ad un prezzo minore ri- M ^ M . M ^ ^ ^ ^ i ^ B M t ^ B * v » ^
l ' U n i t à / venerdì 10 giugno 1966
-»> c»~
PAG. 3 / a t t u a i i t a

I compagni Nilde Jotti e G.C. Pajetta a «Tribuna politica »

MARFORIO JR HA DECISO:
I «romani de Roma» dopodomani voteranno PCI
Al « cartello dei no » del governo
«Damoje addosso
rispondiamo con il voto al PCI
a 'sta gentaccia trista
JOTTI: Attraverso il voto la ri-
l chiesta di una politica di pace che eia ' ridotto Roma
PAJETTA: Battere la DC, far
avanzare il PCI per aprire una
un gran bordello...»
Bisogna reagire al grande inganno dell'offensiva cartacea degli scomposti candidati DC, PLI, PSDI
strada nuova all'Italia (nonché del PRI e del PSI) — Ma che vuole questo Giovanni Amati ? — Nistri deve andare a
Cape Kennedy — Le » masse » liberali di Delti Santi in dubbio — Da Caradonna padre al figlio:
3 sempre la stessa musica — Un socialdemocratico (tale Gesualdi) tenta di farsi passare per Ga-
ribaldi (si chiamano entrambi Giuseppe) — Perchè Petrucci e Pala non li fanno generali ?
ira Ieri il PCI ha rivolto agli elettori, dagli schermi TV, l'ultimo appello della campagna elettorale.
Con la DC è tornata pure l'UNPA !
Anche liberali, socialisti e democristiani hanno partecipato con uguali tempi alla trasmissione. Ecco
i testi dei due discorsi televisivi della compagna Jotti e del compagno G. C. Pajetta. Marfuno }r. ù depresso. < Il Tempo > s.i.-io vitalizio dell'.\.S Roma -'> E non {Ini e alinno e avi ovato u. .se preferite,
In ha beccalo, ita scoperto che se la b ista. E' anche presidente della Se avvocato alpino) e preoccupato perche
prende con i candidati che si auto :u>iie Roma Nuoto, « alla (piale ha ini ha paura che la nenie si sconti di lui.
tiasli tra America. Unione So il potere, si tratti ilei palli uni, quelli che hanno seguito l tu munica non colpisce chi vota ni momento del 1 olo (Quindi, accanto
JOW \ ittica e Cina, le grandi pò
lenze c h e dominano la scena
si tratti della Democrazia cri-
stiana che ai padroni e alla
aerali del poveto compagno
Paolo Rossi ucciso all'Unix cr
comunista; la scomunica non
colpisce chi è iscritto al Par-
fotografano
si scrivono
con lo sguardo
addosso
bello e colto, votatemi ». .si
dicendo
efficiente
t sono
dichiara
presso vigore e slancio » A questo pini
to. dopo una intera giornata passata a
intimo colloquio (non voluto) con (ilo
alla sua fotoni afta che lo effigia
>ie eljicieuteniente fa finta di
meii
telefo
C'ari tclespettatoii. awcle internazionale. (Ili americani destra vuole dare ogni garan sita, dove Pompei organizzava tito comunista ». E allora? A- ilare ha i//e.wj H;J balbetto ni citi dice
no sempre «. più » di qualcun altro e vanni Amati. Marforio ir. non ne può
letto anche voi sui giornali rie sono nel Vietnam del Sud in zia. Quindi, prima di tutto, è le squadre fasciste. A Napoli. desso che non c'è piti la seti che <- confidando che Lei aderisca al
lo gridano, lo strillano, lo comuni più, e medita % Sarai Giovanni, sai ai
gli ultimi giorni la noti/i.i che virtù di patti militari che an necessario vederci chiaro. Il il quarantunesimo sarebbe do mimica del Santo Uffizio, vo
cono, lo telegrafano, lo appiccicano Amati, sarai operoso, sarai pure spor l'idea mietale, le chiedo il suo voto pre
nove monaci buddisti. Ira cui che noi ben conosciamo. Quan- centro sinistra è stato boccia- vuto e s s e r e un monarchico gliamo fare quella del centro
con la colla sui muri. Ciò è bello, dice tivn e nuotatore. Ma vammoriammuz- ferenziale >- Però, dice Delti Santi. « in
d u e suore, si sono bruciati vivi te volte a v e t e sentito parlare to anche all'esame di aritme convertito in questi giorni alla sinistra, la scomunica di Mo
« /l Tempo»: e Marforin jr. è »n roz zato! A. caso affermativo la nrego di volere sin
p e r protesta contro il d o v e r del Patto Atlantico. La D e m o tica: a Firenze, a Genova, in Democrazia cristiana Per for ro. di Rumor? Ma no! Noi v o
zo bolscevico die vuole tutto e Uvei d'ora attaccare questo biglietto al suo
no del Generale Ky. l'oppres cra/ia cristiana, anzi, afferma provincia di Homa. in quella luna un compagno socialista gliamo un voto nuovo, un voto
lare •* e « appiattire ». Non gli piac certificato elettorale per non diluenti
s o i e del Vietnam elfi Sud. Fa
natismo. dirà qualcuno. Ma
che esso ha salvato la pace.
Kppure è proprio lì la radice
di Forli. non c e la fanno più
neppure con i numeri; non
ha detto n no. basta, è trop
pò v e, contro il parere della
che apra la strada, per il pio
grosso di tutti, alla discussio ciano gli <i individui » a Marforia jr . NISTRI rare, comi' s-pr.w» rapito ni momento
Iella votazione, il nome del candidato
provate un po' a immaginare
quale sufTcrcn/.a sia cospar
della inquieta situa/ione del
mondo Al Patto Atlantico ha
hanno una maggioranza, uem
meno risicata. Kd è forse vero
federazione socialista, ha ri
liutaio questo compromesso
ne, al confronto delle idee, al
lavoro comune; un voto che
dice < / ' Tempo *.
L'ulNTEGRATORE» prescelto >> Le m r i . w ilellisantitine stia
fatto seguito inevitabilmente il Noi comunisti siamo contro mi dunque accorte abbiano ti nome del
g e r e il proprio corpo di ben dia coraggio a chi l'ha perso e
/.ina e accendervi il luoco e Patto di Varsavia e cosi è c o
che non è possibile trovare
una strada nuova, un'altra questa politica di acquisto al che scoraggi davvero la De I CAPELLI L n'altra personalità
la (piale — col permesso
prorompente
del « Tem
del loro 1 leader •> non solo nel cuore,
anche attaccato con la colla al fertili
ma
lasciarsi bruciare vivi in quo minciata la spaccatura del dettaglio, di sottobanco. Sia mocrazia cristiana che crede
s t o rogo! Dovrete chiedervi mondo in blocchi e la corsa
maggioranza, una soluzione pò
litica con i comunisti? K' ve- ino disposti a tratiare con tilt s e m p r e di trovare negli allea- DI BUCCIARELLI pò * — faremmo tutti lolentieri
no, è il signor Paolo Emilio Nistri.
a me
an
calo Sennò se lo dimenticano
•i perdiamo il biglietto'.', chiedono
Ma se
an
quale disperata volontà espri- agli armamenti; poi. c o m e in ro che non c'è altra alterna ti. ma non a qualsiasi combi ti un paio di stampelle per che lui de. Da certi volantini appren
una reazione a catena, i pat- nazione. Lo sanno gli studenti continuare a zoppicare per la Alt! A Marforio jr. non è che non siose le masse dellisaittiaue Allora —
m a questo gesto Quei monaci tiva possibile? No. K' vero prò piacciano gli individui: si limita a diamo che pure riucsto qui ha una fi dice Morforio - attaccatecela al collo,
vogliono una sola c o s a : la ga- ti militari si sono moltiplicati. e i professori con i quali ab strada per la quale si è m e s glia. Dato che la cosa rischia di la
prio il contrario. Se non si disprezzarne alcuni Come si fa, di scrivetecelo in fnotte (pici nome, sacro
ranzia della libertà e della pa- il mondo è c o m e chiuso da una biamo combattuto contro il fa sa. E allora? AI cartello dei sciarci del tutto indifferenti. Nistri ci
fanno i conti con i comunisti. damo la verità, a prendere sul serio, si. ma terribilmente abitabile, dato che
morsa e gli Stati Uniti, in no- seismo. Lo sanno i tecnici, lo « no » del Governo, rispondia- fa sapere che non solo ha una figlia ma
c e per il loro P a r s e . La liber- c e solo la paralisi della demo- per esempio, uno che per farti vo- non sainifiea assolutamente nulla.
m e della loro supremazia — sanno gli operai, i m e t a l m e c mo noi. AI « no » di Moro agli che lui è anche • Consigliere di Animi
tà dagli oppressori interni e crazia, il m a r a s m a al Gover- tare per lui ti manda in regalo una
e della loro s e t e di dominio. canici, i muratori con i quali operai; al « no » del Presidente nist razione dell' Associazione industrie
dagli stranieri. Nessuno ilice- no. tutto è bloccato. C'è il car- cuffia di « nylon » con un biglietto su
crediamo noi — sono presenti combattiamo e lavoriamo: Io della Confindustria Costa ai sin-
c h e si tratta di comunisti; so
no buddisti e rappresentano il
con le loro basi in tutto il
tello dei « no » alzato dai pa-
droni contro i sindacati, tutti
sanno gli artigiani, i pensiona- d a c a t i : al « n o » del Governa- cui c'è scritto:
pelli vi ricorda
« Un omaggio
Bucciarelli
sui ca-
{PIA) ->?
aerospaziali»,
rito della Repubblica
"commendatore al me
», oltreché <* meni
GARIBALDI
!)0 per cento della popolazione
mondo: in Italia, in Francia.
in Germania, in Asia, in i sindacati. C'è il « no > di Mo-
ti. gli statali, i disoccupati:
sanno c h e non abbiamo mai
tore della Banca d'Italia, Car-
li. ai Comuni e alle Provincie; Marforio jr. sarà rozzo, ma questo bro della Commissione
per (udite, udite lavoratori!)
Nazionale UC1D
<• la iute
O GESUALDI?
del loro P a e s e . Ma allora, gli America Latina. E interven- ro agli operai: il « no » di Pre- <iui lo vorrebbe davvero vedere ap
fatto soltanto questione di par- al « no v del Ministro Preti agli graziane del lavoratore nella impresa ,.
americani, c h e cosa difendo gono ogni volta c h e qual- ti agli statali e c'è il « sì » di piattito. Appiattito, magari, allo stes I u nome che è tutto un pi agi anima,
tito. E Moro d i c e : « Mai, è im- Statali e ai pensionati, rispon
no con i loro niarines e le loro l'ietro Nettili a quelli c h e di- so livello di quest'altro che dice « Non II lavoratore e avvertito Se vota Ni invece. Marforio lo M / . e non lo dimen
che anelito dei popoli alla possibile una nuova maggio- d i t e con il " sì » di chi vuole
bombe nel Vietnam del Sud? cono di no. E' proprio impos- date un brutto voto: votate Bcllis stri. Nistri lo < integra nell'impresa v tica. E' tinello di uno che si chiama
libertà minaccia la loro supre- ranza ». Ma guardate a Bolo c h e l'Italia sia di tutti gli ita
La libertà e I» democrazia. sibile col voto comunista eleg- sima (MSI) ». E perché ]>oi, uno do- // che non vuol dire che lo mette nel litiasi come Garibaldi, e ci marcia. Co
mazia. Altro che s a l v a r e la gna. in provincia di Milano. liani. E alla rassegnazione di
dicono i governanti americani. gere una giunta, discutere un vrebbe commuoversi, cadere in prò Consiglio di amministrazione: vuol di me si chiamava Garibaldi.' Si chiama
pace nel mondo! Del resto nella provincia di Firenze. For Pietro Nenni, c h e si accontenta
e i nostri governanti, espri programma, scegliere un Sin fonde meditazioni etico-morali e cor re che lo caccia a pedate sii! lastrico va Giuseppe Garibaldi E invece (pie
un grande Pontefice. Giovanni s e c h e non amministriamo con del Commissario, rispondete
ineiirio compi elisione alla pò daco? Ma il 2 giugno abbiamo rere a votare un suo simile die non se non sta buono e non impara a dire sto qui si chiama Giuseppe Gesucìdi.
XXIII. nel suo ultimo solenne i compagni socialisti? Il mon con la fiducia di chi sa c h e un
litica di intervento degli Sta commemorato la Repubblica solo si chiama Renato Cini di Porto - Si. signor Nistri. Signor N'vsfri si. si Siamo li. come si vede. E il suo motto
m e s s a g g i o , diceva che non è do cambia. In Finlandia, i so Partito comunista più forte può
ti Uniti, affermano anche essi che è di tutti e credo che tutti cannone ma. come se non bastasse, al liguri... io l'aumento'.' Per carità, M e anch'esso leggendario, austero, rico-
pace quella c h e si basa sul cialdemocratici hanno detto fare avanzare uniti i lavora
la libertà e la democrazia: an ci siamo ricordati c h e i voti termine di un'autobiografia in cui si gnor Nistri... chi lo vuole'.' lo volevo la il Risaigimento. « Nel Partito l'Idei*.
l'equilibrio del terrore. E" duo tante volte « mai. è impossibi tori. Bisogna battere la prepo
zi i la nostra libertà e la no dei comunisti sono serviti a rivela che lui è al tempo stesso « au- solo lustrarle le scarpe T. E allora an nel Voto l'Uomo V"tate quest'Uomo
quo alla radice che il m a l e va le » e a d e s s o governano da tenza della Democrazia cri-
stra democrazia ?. c o m e ha qualcosa di più c h e ad elegge- todidatta », amico dei giovani carce che questo Nistri quarantunenne, con perchè la vo.stia Idea divenga Azione.
colpito Hisogna combattere qualche giorno con i comuni- stiana. piegarne la testardag-
rati, « avveduto e quotato operatore figlia, tute « aerospaziali » e altre bai
detto alla Camera il socialde contro i patti militari |x i r il re un assessore all'Anagrafe. sti. s e hanno voluto governa gine. A quelli che si ostinano Firmato: Giuseppe Gesualdi v. Certo
m o c n i t i c o Tanas.si. Deve e s E allora? Del resto, in queste economico nazionale e internaziona le del genere, lasciamolo perdere Se è che se era firmato Garibaldi, sarebbe
superamento dei blocchi con re. In Francia. Guy Mollet. il insegnate l'aritmetica e a colo
s e r e una libertà ben strana ultime settimane il Governo le •>, (insomma ci ha un sacco di " aerospaziale s> .ve ne vada a Cape Ken andato meglio Ma tant'è. che ci volete
frapposti, per la pacifica coesi- c a p o dei socialisti, ha detto ro c h e credono di nascondere
e una democrazia ben segreta « grana ». fatta chissà come, pure al nedii. e ci lasci in pace fare: il PSDI di Garibaldi non ne ha:
stenza Non bisogna perciò in non voleva l'amnistia; l'amni- tante volte: « . l a m a i s . impos il loro fallimento con l'ingiu-
s e per ottenere le elezioni sta c o r a g g i a r e quelli c h e incorag- stia c'è stata col voto dei co- sible •». Ebbene, adesso, per ria anticomunista, ritornando l'estero) ti rivela di coljm. come boi ha solo Gesualdi. Gli tocca arrangiarsi
ta finale, che « recentemente è stato
bilite dodici anni fa dal trat
tato di Ginevra, si è costretti
giano gli americani a continua
re la guerra. Bisogna affer-
munisti. La Democrazia cri-
stiana non voleva estenderla
combattere il potere personale
di De Gaulle. per fare sciope-
alle crociate di un tempo, ri
cordategli il calendario. Il 1948 insignito dalla Sacra Congregazione dei RIECCO come può. fidando sull'assonanza
fatto — ancora da dimostrare
e sul
f>ern —
ad una atroce guerra c i v i l e ;
s e per ottenere la promessa.
mare una |)olitica di pace, per
il Vietnam e per noi. per la
ai partigiani: la maggioranza
si è formata contro la D e m o
rare tutta la Francia, c o m e
ha scioperato, deve tener con-
è passato e lontano. Nel 1!)66
per andare avanti, per sbloc-
Seminari e delle Università
di del titolo di Membro
degli stu
Benemerito L' UNPA ! che con Gesualdi l'Idea si fa Uomo e
l'Uomo si fa idea, con una sola botta.
non ancora la realtà, di una v ita e la pace dei figli del Viet- crazia cristiana, con il « sì » to dei comunisti. Persino in c a r e la situazione, bisogna ne - della Pontificia Opera delle Vocazioni
Ecclesiastiche»? Sarà .avveduto -. Marforio. benché )i.. e 1 cecino. \ ce-
normale vita democratica, ci nam. per la vita e la pace dei dei comunisti. K quanto ab- Germania, al di qua e al di g a r e il voto alla Democrazia
si lascia bruciare v i \ i e si nostri figli. Ricordate queste
cose, cari telespettatori, (man-
biamo faticato per la giusta là del muro, c'è qualcosa di cristiana; rifiutarsi di votare sarà «• emerito », s a r ò < membro •*. ma
quel che è certo è che e anche un
chissimo, e si ricorda tutto. Si ricorda
perfino l'UNPA. die durante la guerra LE «IDEE NUOVE»
c o m b a t t e disperatamente c o causa nei licenziamenti, per nuovo. Avremo dei comizi, del- per chi aiuta la Democrazia
m e a Da N.ing e l i n e : s e si do darete il vostro voto. la difesa della dignità del pò le polemiche, ma è impossibi cristiana. Nel liMWì si vota c o buffone. era la Unione Nazionale
tiaerea cioè la co^a del fascismo
Protezione An
che
DEL PRI
sopportano torture, porsecu/io sto di lavoro! Non solo abbia- le dire: « mai. non ci sono ». munista. per il Partito di To faceva più ridere, tonferà ridicola. // solo difetto, riflette Martorio, e che
ni. distruzioni, massacri e mo detto si. ma con le lotte E la Chiesa? Il cardinale Otta gliatti. per il Partito che vuole
mutile, sgangherata. Ora l'UNPA non
bombardamenti. Ma allora, s e nelle fabbriche, nel P a e s e , ab- viani, c h e presiede il Santo c h e gli italiani, insieme, apra- CARADONNA c'è più, c'è l'ANEPPA: e una cosa che
l'Idea si dilania PSDI. e l'Uomo Ge-
non difendono la libertà e la
democrazia, c h e ci stanno a
f a r e gli americani nel Viet
PAjtm biamo fatto dire di si anche
agli altri. Bisogna sbloccare la
situazione, far funzionare la
Uffizio, ha dichiarato: « La sco- no una strada nuova all'Italia.
« 1NFROCIA » ìia pure la carta intestata
scritto che l'ANEPPA
in cui c'è
è l'ex UNPA, e
sualdi: due co.-e che. entrambe
pena, t non attaccano •-,. Ma a propo-
sito di <•• idee », sapete quali sono quelle
fanno

Starno in un momento di cri- ha anche un {'residente Nazionale, il veramente nuove? Sono ipielle del PRI.
nani, a diecimila chilometri democrazia. Oggi il centro si- Ma a proposito di buffoni, arriva
si Ce lo dicono le c o s e lontane Gr. Uff. Ulderico Verger. Ulderico (da il quale ha fondato tutta la sua cam-
dal loro P a e s e ? Qualcuno di nistra non c e la fa più nem- Caradonna. Nella famiglia Caradonna
c o m e quelle v i c i n e : una crisi non confonderai con Ulderico il Re pagna elettorale su una scoperta mollo
\ o i può pensare: - Sono c o s e meno con i numeri. Il centro- gli « slogan» sono una specialità an
nella quale stanno per inter della Bottiglia, a l'onte Milvia) è de-
\ÌA*
c h e non ci riguardano; che non
riguardano la nostia vita di j venire cinque milioni di italiani
sinistra non offre nessuna al-
ternativa. A Roma, ha fatto
Gli altri partiti alla TV tica. Il padre
mandante > della
di questo, ch'era
« cavalleria
1 co
x squa
mocristiano e ci fa sapere, con una
semplice che alle masse era
ma di cui Martorio si e accorto
sfuggita
- Le
che vouliono dare un giudizio arista nel 1922. faceva galoppare i suoi lettera, che lui invita a votare Mani idi e nuove della Mni->ti<t 1. dne il PRI,
italiani *. Chi pensasse co>i perdere due anni alla Prov in- sco. Lucisano e Palombmi. tutti demo
s b a g l i e r e b b e e non solo per e a m o i a più vogliono sbloc cia |>erché non voleva ricono cavalieri al grido ritmato di e Por sono quelle del PRI Cioè c'è una sini
ca M... I noi siamo i cavalieri I dì cristiani come lui Li dovremmo votare -tra senza idee e un PRI che ili idee
c h é il mondo intiero in HL;III c a i e una situazione difficile. scere che venti è meno della perché hanno reso possibile far fini

Anticomunismo
istante è minacciato «la un con |H\santc. respingere la pre|x> metà di quarantacinque -\ Ce Giuseppe Caradonna! .. Il riaìm. non ne ha da tendete \iloia eoe >' deve
va a cavallo (pesa 137 kg , nudo) ma zimiaie presso la .*cde dell'As.-ociazvt fare'.' Si pi'ilin la *>t,i-ir-im t,li -,/ ri.-f-
fiuto c h e rerule piò acuti i con ì U n / a «li coloro che detengono nova, c o m e a Roma, non han ne ANEPPA ini uff aio di assistenza
no voluto discutere un prò m treno. * Sul locomotore del MSI. ir toito le idee del PRI e d t/ioco e fatto.
* che, grazie a Mani.-vo, Lucisano e Pa
•••••••••••••••••»••»••••••••••••••••» granirmi, avanzai e una pruno testa al treno dell'anticomunismo,
una guida sperimentata: Caradonna
c'e
\ tombini, ha distribuito anche f,j pal-
Semplicissimo Solo che le « idee 11110
sta. E Pietro Nenni continua •e 1 del PRI pnt che idee i.uove sem-
dice un suo volantino. Sarà una <• gui- lili dono*. Non si sa rVne a cln siano inano a Martoriti idee f i w \nzi una

SPECIALE
a dire: e meglio l'alleanza con
la lista democristiana prepara-
ta dal Presidente della Con-
tìndustria Costa o il Commis
e molte promesse da », s a r ò « sperimentata
sta locomotiva

a
ha * infrociato
Roma.
umana,
». Ma

brutto ». come si dice


que
all'Università
stati dati questi
si sa che Ulderico,
PA (CT UNPA)
per Manisco.
IÌ.'I pacdii
il capo
ci consiglia
perché è Medaglia
dono:
dell'ANEP-
di
ma

votare
d'oro.
.sola idea fis.^a: .stare,
M-mpre al governo e sempre con la DC.
E la chiamano
Comunque,
una < idea nuova *'
adesso Marforio
conchnhes-ia.

;r si è
In tutte sa rio ». E a Forli? Con 13 c o per Liicisano. perché è capitano di
-faticato Gira per la sua città, naviga
munisti e uno del l'SIUP. i due
Silenzio assoluto del PSI, DC, PLI sulla complemento, e per Palombint perchè
le edìcole socialisti potevano fare una
amministra/ione di sinistra. I
BASTA CON e bersagliere. Una specie di « carica
affannosamente
di carta di propaganda
fra tonnellate di pezzi
t individuale *
Lire 120 compagni socialisti hanno pre pace e la politica estera QUESTO AMATI! dei C0<) *. insomma.
gere un Consiglio Comunale
Ma dobbiamo
o lo Stato
elei)
e riflette. Martorio crede alle elezioni.
ferito rifiutare il voto del com alla lotta politica, allo scontro delle
Maggiore? Noi amiamo i capitani di
ivigno del l'SIl.'P e c h i a m a r e A dire la verità, anche questo Ciò idee: per questo è nauseato da questa
De proolere Cella v.ice e lUUo tiratura - • ; -,:-.i.iu la t aura complemento e ì bersaglieri: ma se
il Commissario. Ma chi paga vanni Amati (DC) sta cominciando a indecente <r fiera delle vanità i , da gite
Itdhl'ca estera italiana. '.-ori è deH':nte'.'t t'uaì'- comunista •*! prende piede questa usanza di fare per
la discriminazione, il rilutto di .stata fatta parola ria nessuno di - t-riv; •». r.,') F <r/ ìr.^oana i.darsi: * infrociare ». Infatti ha proprio rol s'a org,a di automcensamenti cirtocei
forza consiglieri comunali 1 guerrieri.
discutere? Chi paga le [virali aU altri numerosi oratori inter- 'I t per-cnU/ comunista rimine •. to le scatole. Va bene la propaganda. di chi. non avendo m realtà mente da
perché non dovrebbe valere anche il

UN REGNO si? Le pagano tutti gli elettori.


i cattolici, t socialisti, che a
Firenze, per esempio, si sono
sentiti dire c h e era meglio un
ri nuti ieri sera a nome del PIA.
del PSI e della DC. E anche
questo è un segno della i w n s i
hihtà e miopia rfi quei
Tutti l'ircce. da Malaaoii a Uro
part.u
\iUiTr.linenU-> c'e la < d'aa » uni
ca e m-->,;t twlalc: la DC. Il s.n-
daco di Poma Petrucci <i\ cui
-\>.::>*i eleyorale r t Petrucn
c'-cau -') ha avuto inni accorati
ma questo

Vai al cinema
Amatt

resto e un foglietto
— come dicono
Roma — * ce lo sta facendo a fette ».
e la cassiera
in cui c'è
ti dà il
scritto
e criterio contrario?

tende che Petrucci


le (magari dell'UNPA)
Se ognuno non deve
stare al prjsto suo. allora Marforio
venga fatto
e Pala, al mi
pre-
genera-
dire, due il suo nulla con cxre
rea. speiuUndo
tire. E allora Marforio
milioni per farsi
}HT
voterà, e farà votare, contro 1 simboli
stento
sen-
punizione

SUL VULCANO Commissario c h e un Sindaco rìnli'ì;. si sono ?n'o prcoccu;-ali « Il 12 Giugno fai centro! Vota Amo di questo • spreco -, rìt questo incre-
',uando ì a • -o"l,:o d-cendn: i . i r r nimo. colonnello Un vantaaqio alme
c o m e il cattolico I-a Pira e un di aa'tare una compiano di ir r, ;>r>ro p.'t di quaranta anni r ti! ». Sollevi lo sguardo smarrito, e dibile e a-surd'ì bailamme scatenato
cantto anticomunismo, fondato *n no d sarebbe: ce li leveremmo dai
v n e sindaco c o m e il sociali r 'Te il t-ndaco di Poma po~e l'occhio ti fa centro sul capace senr, dalla DC. dal PIA. dal MSI. dal PSDI
« irrmunc.ao li ? ;> eo ud-z-.ah, Po piedi entrambi e loro potrebbero, inno
Ma Agnolotti. .Millanto perche •':•1 7ro---? '•to^l^m- •» Faceva della e mascherina •*: * Io roto Amati 1 e andie dal PRI e dal PSI Sono tanti
e'.e p-iT.Je sul ionio mai fatto •,~o;,r n venire roa'"i di d-re' ci leggi sopra, in un bel disch^tt', diamente, giocare ai soldatini invece di
ma dicono tutti una stessa ^fregnaccia*.
Dal nostro inviato ne! sud-est asiatico ci volevano i voti eomunbti o von fatta dal centro sin-s'.ri ( l ' v r amolo da tanti prrthlem< blu. Ti rivolti e. vicino alle <• recla fare guai m una città che di guii ite
ce l'hanno tutti con i comunisti E al
Kppure urgono i problemi, c h e invece molte promesse. ila tarlato incic d Scorciar,o ha avuti qià tanti (compresa l'UNPA).
L'n inserto a colori sulla Thailandia -•ino i problemi di tutti: quel me s di un film su Papa Giovanni le.] loro Marforio jr., per • mandare in
\lalaandi ì< 7 denir.cia'n con Fren;e. Ruini, quello che gi che. Giovanni Amati * ha l'onore
b d i l l a c a s a , del traffico del toni da Apocal.ssc « la m nere a bianco t tutti questi palloni gonfiati.
',7 • fitto f'.or* ? IJI p,ra S' è
di presentare il film su Papa Giovan
l'assistenza, del modo come si
pagano le t a s - e e. purtroppo.
comunista* et.. d centra sin s'.ra
~ apre ]f porte "> Sn'i lo dor<> : o
van'-.to dell'-in ;->-e:i: < \ Fircn-
-e nhh T>~n trc-ITo la manorri ni ». Esci dal cinema depresso, e fai LA MEMORIA voterà contro i simboli e i partiti
li fanno volare.
che

l L'Esercito per un matrimonio «it I IIKKIO c o m e non le paga


no tanti cne dovrebbero pa
• a esempli'e~:'o
rcra-r.cr'.'
f i 'li cu ! n
;.:•;-:• g .:'. i^que *
c',"-r.n-~'i ,-'•"< • • H M ' I * I »
r,*-i'nre de. d ^tS'a.eiretarn
J
l'it'mo
V •
un salto: hai evitato di un pelo
carovana luminosa,
un'auto
con a u d i o e \ide-«i
DI DELLI SANTI Roma e antica. Roma è saqqin.
, la terra in cui i palloni qonfinti
Roma
han-
forma. Ha attaccata equa- ".e • ::-t c'' '.a r',nun<-'i'n t /"" u' .•tempre innestati. Campeggia sul Hit
• C o n t ì n u a la nostra inchiesta sugi' narle. II fallimento del centro mete la r-'erna u''.in -' cn. Vtortono. giunto a dne giorni dui.e no sempre fatto - bum ». Sotto romani.
l ••! di Virare rcr -/ PCI -• Sa'ti to la mascella volitiva e l'occhio ege
• alti gradi dello S t a t o M a g g i o r e MiuMr.i che va al di là della c\el'.i ^,ì-.far a. 'e Rea cr.\. li avera z,re:fnti'o i suoi amici co elezioni vorrebbe riposare: ma non e dunque, diamogli una bella lezione a
;.jv> -irr.yr."ìa:-one. me ' la m.o- i reneraziore dei manico di Giovanni Amati. Vai a casa tutti e 'sti buzzurri ».
di mine ia di H'aritmetica. di facile perché gli stimoli a meditare sono
ca'to^iei de-H^r.-.i-c - • rr.a è < 1 e nella cassetta delle lettere trovi un Er voto nostro è 'r voto più sicuro
vinta un compromesso d e t o n o Per t -r,on.'-:i ineccc tutta t 7 t.ir.ti. C'r d pre-sante mi ito. per esem
a non' e re'r ; r <;:v alla p~c 'a i,nn !eiu--ie .-•; ve no alle eie biglietto del Sen. Avv Umberto Tu nun è voto marcerto e quilibrista
u . UH oracela le forzo di d e pio. di un certo Delli Santi. iPLU ci,e
' ',ni i d'~ r ". 'ino *em;.re c<,me
l Tra Viareggio e Pisa | «•tra. a v v i l i r l e la democrazia
Chi è il quarantunesimo consi
*--\:a r.YJ p s j Q] }<V erno >"•> re
1 -y. ile' e rr'r 'cr-a *CCo
Rn>1ol'\i. e parche ;cr<is',e x h
s>.\/-a
V'iti che ti ordina di votare per Gio
vanni Amati 11 giorno dopo, da uu
invia in quo un biglietto sereiccrtante.
III cui si apprende che Delli Santi è un
de chi te spigne a sta tra l'uscio e 'r
[muro.
Pc- tutti D'I ardori de'la DC altro volantino che ti cosca addosso
ubere che a Milano tiene in tipo veramente eccezionale: egli e na Er nostro è un voto vero de sinistra
• speculazione da dieci miliardi [ piedi i! centro sinistra? L'n mis
sino, acquistato all'ultima ora
eaemnn,a comun --r.: .-«I mov.
metto dei lai orate-, •> Per Pie
racemi li ]tro irammazTine è co
e del PSI poi € non ci sono alter.
native al centro sinistra * e i
vo'i comunisti sono «rtV> « roti
da un'altra
Giovanni
carovana
Amati
apprendi
è t cattolico, sempre
che
to alla Spezia nel 1022 e a Roma
1925. Marforio ne ha viste tante:
nel
ma
Damoje addosso a 'sta gentaccia trista
che eia ridotto Roma un gran bordello:
sensibile ad opere umanitarie, è spo
s •• E a Roma? A Roma il consi <a fatta e (c.tta bene (e invece
ne *:ano ben lantani e è fatta
del muauino* (che peraltro dcrc
suonare come un toafo alle loro
sato e padre di tre bambine ». Dop^t uno nato una volta a La Spezia e una scopamio via sto centro de sinistra
• Ccmp'etano il numero nume-resi altri artieri e Sfirv!:! di atualita • gliore Pompei, denunciato per altra volta a Roma, non lo aveva visto votando PCI, farce e martello.
male). o-ecch e). D T scanalare infine questi importanti argomenti politici, sai
2 • le c o m e t e rubriche della soenja e tecnica, letteratura, teatro, apologia di fascismo e adesso anche che è e appassionato sportivo, mai. Forse si tratta di un < refuso ».
m 1 democristiant si *ono es'hiti qualche rd'cola speculazione snl Marforio jr.
[z
M cinema, fetocra*'», motori, filatelia, moda, arredamento, TV, • in lista nella Democrazia cri- forse no: comunque questo Dell'i Santi
i'i uno < shoic > a più voci. Sono caso dì Aosta fatta dai de. che
• c»cci« • pesca, *pert. cruciverba. 5 stiana per il centro sinistra. ~t~*
%
2 ..V. .*«.•... S"——*l I. — *J~.«<* m lanna rem detto una parola
. Il.l ( f f ',(* 44 f ' . t ' I. f i l i l i 'ile tll n<>
ilov rebbe costituii lo insieme a c'ic < nel c -cna come nella lei- <nTlc loro j cinte diff<ciìi ».
PAG. 4 / e c o n o m i a e l a v o r o I* U n i t à / venerdì 10 giugno 1966

Lotte più acute e rappresaglie contro gli scioperanti ecco i risultati del centro-sinistra

Metallurgici: dura da 14 mesi È cresciuto ogni giorno


la battaglia contro il blocco l'attacco alle libertà
€ Si a v v i c i n a i l momento della l'esecutivo della F I O M : respin- nelle aziende p r i v a t e e a parte- 7 A P R I L E - L a C G I L propone posizioni comuni t r a padroni e Ieri sono stutt spiccali man ce. licenziamenti, bastonale. e governo hanno capito che la operai perchè non scioperino,
v e r i t à per o l t r e t r e m i l i o n i d i la- giamo le p i c g i u d i / i a l i della Con cipazione statale. A l l a F I A T la lo sciopero generale contici i l governo. dati di comparizione a carica Quest'ultime piovute anche mi contestazione al sistema dilayu fino alla richiesta della Genti
v o r a t o r i » aveva s c r i t t o «• I l Mes- lindustria cosi basale: 1) pretesa p a r t e c i p a / i o n e sale a 05 m i l a . blocco c o n t r a t t u a l o . 9 M A G G I O — L'esecutivo d e l l a dei membri della commissione capo dell'on. Gino Bertoldi, d? nel Paese superando i tradizio lini di Roma alla propria CI.
saggero », i l q u o t i d i a n o della bor- di e s a u r i r e p r e v e n t i v a m e n t e le F o r t i g r u p p i d i i m p i e g a t i e tet- 12 A P R I L E - FIOM. FIM e F I O M giudica p o s i t i v o e f r u t t o
t r a t t a t i v e intoi confederali sulle nici p a r t e c i p a n o a l l a b a t t a g l i a U I L M decidono una fase d i in-
interna dei netturbini «enuresi pututo del l'Sl, ad opera delle nati confini fra i partiti e han di rilasciare una dichiaraztone
ghesia r o m a n a , il 7 r i m e m b r o della crescente partecipazione dei
dello bcorso anno. A l l a testa d i Commissioni interne e poi p i o contrattuale. Prima manifesta- t e n s j i i c a i i o n c d e l l a l o t t a : otto o r e l a v o r a t o r i alle lotte lo sblocco per gli scioperi dei mesi scor « SS in borghese » (le quadre no agito di conseguenza. giurata di r rinuncia allo scio
questi l a v o r a t o r i ' e d i l i , alimen- cedere all'esame contrattuale: zione p u b b l i c a a M i l a n o : sei c o r s e t t i m a n a l i lino a nuovo disposi- contrattuale stabilito a livello in si. Si estende cosi, anche noi» di pulizia che agiscono a Ho Licenziamenti arbitrari, per pero J . dalla richiesta della
t a r i s t i . m i n a t o r i ecc.) i m p e g n a t i 2) |uetesa d i discutere p r i m a la tei d i l a v o r a t o r i convengono a l z i o n i ; scioperi nazionali di set- l e r c o n f e d e r a l e . O r a si attende la spazzini i [concetto di <* milita ma), il quale *. incautamente v cosse, denunce, condanne pio FIAT MIRAFIORI alla l)C di
c o n t r o i l blocco a c o n t r a t t i e sa- situazione economica generale e Lirico. t o r o decisi per i l 19. 2 1 , 2'.\ (poi convocazione da p a r t e degli in- rizzazione v del servizio già s'intratteneva con i lavoratori cono su vhiuiuiue dice no al provvedere ad * civS-.s-iciiniro iinn
l a r i sostenuto da Confindustria e poi la p i a t t a f o r m a d e richieste 19 F E B B R A I O — Convegno uni- spostati al 27. 29. .*t> nella side d u s t r i a l i m e c c a n i c i ; solo a l l o r a applicato per incriminare, sem- delle assicurazioni che manife- centro sinistra e alla Confindu grande presenza di polizia da
da aziende a p a r t e c i p a / i o n e sta- tengono già conto della situazione t a r i o a Genova sui < colletti bian r u r g i i i e per i l 20 nei c a n t i e r i v e r r a n n o sospesi g i i scioperi i n pre a Genova, numerosi vinili stavano in corteo per le vie
economica generale). L'esecutivo
stria, su chi guida, spinge i vanti ai cancelli delle fabbi,
t a l o erano e sono un m i l i o n e e chi v. g l i i m p i e g a t i e t e c n i c i : i l navali. t o r s o : c o m u n q u e ' si vogliono le urbani e i loro dirigenti sin-
F I O M annuncia conio più f a v o
della Capitale. Protestò il pai propri compilimi di lavoro nella che nei giorni dello sciopero*.
duecentomila t r a o p e r a i , impie- c o n t r a t t o è anche per l o i - i (nel 14 A P R I L E — V e n t i m i l a mani- t r a t t a t i v e senza p r e g i u d i z i a l i .
g a t i e tecnici m e t a l m e c c a n i c i - La revolo i l p r i m o incontro con l ' I n 1964 nelle 200 m a g g i o r i aziende
dacali. lamentale; si ebbe le scuse dei lotta. alle sospensioni arbitrarie 'l<
festano a B r e s c i a . 10 M A G G I O - V Intersind -
lunga lotta u n i t a r i a condotta con t e r s i m i A S A P (fissato per il 4 gen- i n d u s t r i a l i si è avuto u n aumento 18 A P R I L E — L a Confìndustria A S A P accetta l ' i n i z i o delle trat- Sette operai sono stati licen questore. Se protestano gli ope Un attacco senza precedenti 146 operai, e ai licenziameli!!
crescente c o m b a t t i v i t à i n questi naio) dopo la « seconda * c i r c o del .'10'i d e g l i i m p i e g a t i e t e c n i c i a c c e t t a d i U r i n a r e l'accordo c o n t a t i v e p e r i l 17. ziati mercoledì a Lecce, per rai c'è l'arresto, processo ? è stato sferrato nel 1965, dallo di diciassette fra membri di
mesi ha costretto per p r i m i i pa- laro del m i n i s t r o alle partecipa- e un calo d e l l ' I ' ó degli operai). le Confederazioni sulle Commis- 11 M A G G I O — I l Consiglio ge- aver dato vita, nel corso della condanna -L per resistenza e ot Stato padrone proprio contro > CI. e attivisti sindacali, alia
d r o n i delle aziende mctalmc<<°a zioni s t a t a l i Ho in relaziono ai 24 F E B B R A I O - P r i m o punto sioni interne Viene annunciato nerale della F I M - C I S L si pronun- lotta dei metallurgici, al sin t raggio ». pubblici dipendenti: più di i n denuncia del segretario proviti
nichc a Modero al t a v o l o dello r a p p o r t i sindacali nelle f a b b r i c h e . f e r m o nella lotta dei metallur- un i n c o n t r o por il 27 a p r i l e at- dacata FIOM CGIL. Il giorno viale della CISL a Terni, i//c
cia a sua volta p o r t r a t t a t i v e Nella logica della difesa del ve lavoratori al giorno dentili
t r a t t a t i v e . Si è co.-i e n t r a t i in 29 D I C E M B R E - Lo agenzie g i c i : le aziende m i n o r i associato t o r n o alla prospettiva d i uno senza p r e g i u d i z i a l i . A t a r d a sera prima un operaio, attivista sin profitto ad ogni costo, c'è la ciati, molli condannati. Un lo «rro.sfo di I operai a Vimer
' uria Taso d e l i c a t a , seguita nelle t r a s m e t t o n o le d i c h i a r a z i o n i dei a l l a Confapi (150 m i l a mecca sblocco delle vertenze. la Conflndustria i n v i a un telo
fabbriche dalla vigilante mobili- n i c i ) f i r m a n o un accordo che 19 A P R I L E - L a C I S L revoca dacale della Polgmer di Terni. violenza. S'ori si può teorizzare. tale di oltre tremila dipendenti cale con la solita imputazione
diligenti FIOM. F I M e F I L M : g r a n i t i l a per convocare le t r a t -
tazione dei l a \ o r a t o r i accoglie t u t t i e cimino i punti lo sciopero generale già prospct t a t i v e al 20 maggio. Cariche della
cacciato dalla fabbrica ner come Ita ripetutamente fatto dello Stato e ITU dirigenti sin di x violenza privata aggrava
viene posto in luce, t r a l ' a l t r o .
Ci sembra utile a questo punto il nesso t r a la b a t t a g l i a dei lire della p i a t t a f o r m a r i v e n d i c a t i v a . ta!« polizia c o n t r o i meccanici anche aver sostenuto lo sciopero Sa Moro, la necessità di respin ducali, compresa l'intera se tu •>, alla condanna a S anni di
— m e n t r e le t r a t t a t i v e sono a n t u l l t i r g i c i e la crescita economica K" una p r i m a f r a t t u r a nel f r o n t e 20 A P R I L E — Sciopero na/.io a N a p o l i . L a lotta dogli operai bato scorso due dirigenti sin gere le rivendicazioni di mìlio greteria nazionale dei ferrovie- reclusione di 10 operai della
r o r a in corso nel settore p r i v a t o e d e m o c r a t i c a nel l'aedo d i f r o n t e dei p a d r o n i : d i m o s t r a che le r i naie dei n a v a l m e c c a n i c i nei can- ilei r e p a r t o « t o r n e r i e c i l i n d r i » ducali arrestati a Salerno al ni di lavoratori, operai, brer; ri allibati alla CGIL. Pellizzuri di Vicenza per t non
e si p r e p a r a lo sciopero Hello alle t r a s f o r m a z i o n i i n d u s t r i a l i e chiesto dei sindacati si possono t i e r i n a v a l i . I meccanici m i l a - delle F e r r i e r e - F I A T si è con termine di un'assemblea di la cianti. pubblici dipendenti, pei meno soliti « blocco stradale >
accogliere A M i l a n o si f a più in- nesi iniziano le i n i n t e r r o t t e ma- elusa con successo.
Sei l'Jim è cominciata la
aziende pubbliche - r i a s s u m e r e al crescente prepotere monopo- voratori dei laterizi in lotto stonati, mutilati, senza poi in- e " ingiuria a pubblico uffi
lo p r i n c i p a l i tappe della b a t t a cisiva i n questo periodo l'azione n i f i / i a z i o n i presso la 44" F i e r a « caccia all'uomo ». che si è
listico. 13-14 M A G G I O - Il Comitato per il contratto. dicare a Costa e alla Confìn- ciole Ì
g l i a che ha visto i n p r i m a (ila a r t i c o l a t a : 50 scioperi a l giorno campionaria. c e n t r a l e della F I O M dà m a n d a t o
rincrudita negli ultimi mesi in
M o r o d i c h i a r a a l e Globo > : Ecco i segni distintivi dei dustria la strada per piegai e
r o m e protagonisti i lavoratoti ' A b b i a m o buoni m o t i v i per com- 25 F E B B R A I O - M i g l i a i a i n 21 A P R I L E — Uno sciopero allo p r o p r i o delegazioni d i an occasione dell'inasprimento del L'attacco s-/ sviluppa in pio
m e t a l m e c c a n i c i , la più forte oa piacere i del costante s v i l u p p o corteo a L a Spezia. T a v o l a r o c o n t r o due t r a s f e r i m e n t i blocca d a r e alle- t r a t t a t i v e senza aocet « nuovi rapporti > realizzati dal la resistenza e prevenire Val le lotte contrattuali Selle fab urcssionc iieometrtca In mag
• tegoria del m o v i m e n t o operaio economico o sociale •>. tonda F I O M F I M F I L M a T o il ropaito .' l o r n e r i e cilindri» t a r e p r e g i u d i z i a l i , f o r t i del ' p r ò centro sinistra- carcere, daini. tocco dei lavoratori Padroni briehe la cr>ndi:ione operaia •'• ilio, a Roma, in un solo timi no
italiano 11 !%">. d i i a n n o poi lo stati l i n o . I l C o m i t a t o c e n t r a l e della allo Ferriere F I A T cosso ascensionale » delle lotto drammatica, più pesante, ver tengono feriti 2:'> operai .jmit
8 M A R Z O 1965 - La Confili stiche. ha r e g i s t r a t o : un c a l o F I O M si pronuncia su nuovi pos 22 A P R I L E - Colloqui t r a In oper aio molti aspetti, clic ai tempi bui
t e r s i m i e sindacati metalmecca- tro uniscono in ospedale ipiat
riustria chiedo che i c o n t r a t t i d e l l ' 1 . 5 ' ! del monte s a l a r i in t e r sibili sviluppi dell'unità f r a i t r e 18 M A G G I O — Costa risponde della reazione scelbina. vi me
vengano r i n n o v a t i m u t a n d o solo sindacati che superi anche l'in- n i c i : d i m o s t r a n o una r i n n o v a t a tro arrestati snno lineili Iella
mini r e a l i : un aumento del :W>"< por conto del presidi rito del Con dia /.'{ lavoratori ogni gio'nn
la copertina I I vecchio c o n t r a t t o dei profitti e u t i l i distribuì*!': un tesa nell'azione — già s t a b i l i t a preclusione a l l a t r a t t a t i v a da sigliti a M a c a r i o che aveva
SOG FAI E. ancora oggi in lotta;
dei m e t a l m e c c a n i c i p o i t a la d a t a aumento del rendimento dei lavo con f o r m o nuovo e o r i g i n a l i a p a r t e delle aziende d i Stato, sot- se-ritto una >- l e t t e r a aperta •» a
hanno •minto o violenze o m il gìoruo dopo a Pozzuoli circa
del 17-2-liH>:i: è costato 10 g i o r n i l a t o r i del lf>.H'< Savona. T o r i n o . Venezia e M i - toposte a pressioni d i esponenti M o r o , riproponendo l'impossibi bitri o denunce o condanne. .'<" lenti e coutil*!, il segreta
fli sciopero «olo nelle aziende p r i - 4 G E N N A I O 1966 - P r i m o i n lano — affrontando p r o b l e m i d i g o v e r n a t i v i (si profila una t ma- iità d i a c c e t t a r e lo richiesto dei OTTO C.I.I KPISOD1 KKG1 no della Cdl. e bastonato a
v a t o . sei mesi d i t r a t t a t i v e . contro con l l n l e r s i n d A S A P e r i n - sviluppo economico e a l t r i p i ù novra moderata > Costa - Moro» s i n d a c a t i . Iniziano lo t r a t t a t i v e STRATI IN GENNAIO dalla sangue, (iiutsi un » regalarne1!
28 L U G L I O - La F I O M di- vio al 12 gennaio. generali (autonomia e c c . ) . 23 A P R I L E - Costa propone con l ' I n t e r s i n d A S A P senza pro-
una centralizzazione dei c o n t r a t t i
denuncia dell'intera segreteria to di conti « fra questurini e
sdetta il c o n t r a l t o . 5 GENNAIO - I metallurgici 28 F E B B R A I O - Il Consiglio g i u d i z i a l i e r i n v i o a l 24 2 i . compartimentale del SPI CGIL dirigente sindacale; a Firenze
31 O T T O B R E - Scade il con- sono m o b i l i t a t i . A M i l a n o i t r e generalo d e l l a F I M C I S L si d i - e una contrattazione complessiva 20 M A G G I O - - I n i z i o delle trat-
tratto. sindacati organizzano c o m i z i e c h i a r a d ' a c c o r d o s u l l ' u n i t à «indu- del costo economico, con p r ò t a t i v e con la C o n f ì n d u s t r i a : r i n
al licenziamento di sette diri la Corte d'assise condanna p:>r
manifestazioni u n i t a r i e con la pa- cale ( p u r sollevando p r o b l e m i e grammazione decennale della v i o a l 24 25. A F i u g g i inizia un
METALLURGICI - Dopo la l i o n i hanno g'à p r o v o c a t o l,i genti sindacali e membri di direttissima un edile a IO mesi
10 N O V E M B R E - Intesa co nuova r o t t u r a delle t r a t t a t i
m i m e F I O M - F I M U I L M sulle rola d ' o r d i n e : o si t r a t t a o si d i l l i c n l t à da superare) L'azione p a r t e n o r m a t i v a . L a Conflndu- convegno — s e m p r e della Con r o t t u r a delle t r a t t a t i v e . I n o - CI. (all'OM-FIAT di Brescia. e '20 giorni di carcere, aveva
lotta. L'esecutivo della FIOM dei m e t a l l u r g i c i spingo a v a n t i nel s t r i a r i n u n c i a a l l ' i n c o n t r o (issato (Industria — per u n r i l a n c i o della ve, provocata due g i o r n i fa tre, per le acque e bevande I alla Innocenti di Milano, ecc.). protestalo contro le conche
rivendicazioni contrattuali: au
pone in luco la positiva diffe Paese la lotta delle a l t r e t a t e con lo Confederazioni pei- il 27 « p o l i t i c a dei r e d d i t i » Prende d a l l ' I n t o r s i n d , i 150 m i l a me- gassate d e l Sud è >n prò- all'aggressione dei lavoratori della polizia: a Lugo la poh
mento dello paghe e crescita del
reuzia/inno d e l l ' I n t e r s i n d A S A P gorie e i l processo u n i t a r i o pò protendendo una * t r e g u a « p i o per p r i m o la parola i l prof. P a p i . t a l l u r g i c i d e ! ' e aziende d i g r a m m a uno sciopero m e i - I
potere c o n t r a t t u a l e sono a l c e n t r o delle valine di Margherita li zia chiamata dagli agrari si
nel p r i m o i n c o n t r o L o aziende d i nemio un f o r t e ostacolo a l l a i p o v o n t i v a negli scioperi, respinta noto p o r essere stato c o s t r e t t o a Stato r i p r e n d o n o la lotta •*• c o l e d i ; pro.-egm- l'agitazione |
dello richieste.
dai sindacati t o n d o il p r o g r a m m a s t a b i l i
Savoia (tre feriti di <-in uni scontra con i mezzadri uniti
•' K' p r e v e d i b i l e che su questo Stato hanno d i m o s t r a t o di non tesi del sindacato d i c e n t r o sinj d i m e t t e r a i da r e t t o r e d e l l ' U n i v e r di pastai e m u g n a i , nelle
donna), ai sei arresti e alle IH si, fermati denunciati •> Ho
punto n o r m a t i v o ( d i r i t t i sinda-
c a l i - n . d . r . ) . non meno che su
voler contestare l'autonomia con
t r a t t u a l c della c a t e g o r i a " n e l l ' i n
s t i a ( S t o r t i ) o socialista ( V i g l i a
nesi) F o r t e manifestazione dei
27 A P R I L E - Q u a r t o sciopero
nazionale Alla F I A T ( q u i n t o scio
poro) è stata condotta una in
sita d i Roma
26 M A G G I O - Le t r a t t a t i v e
to da F I O M . F I M e U I L M
«o'ixMisionc sin da ieri delle
ore straordinarie; SCÌOIKTO
c e n t r a l i eie! latto m u n i c i p a
lizzato, negli a l i m e n t a r i va
r i . nei v ini o a c e t i , nei v i n i
I denunce di operai del tabacchi
fieni di Pontecaiinano per min
ma e Imola nello stesso / m
no. vengono caricali i O-CCK
g l i a l t r i aventi n.itara stretta contro del 12 gennaio si e n t r e r à m e t a l m e c c a n i c i ad Ancona prendono una b r u t t a piega L ' I n
mente economica, l i u t o con g l i nel m e r i t o dei ? cinque p u n t i * 2 MARZO - Continuano le tensa c a m p a g n a por diffondere t o r s i n d - A S A P ha assunto i e r i una di 72 ore da m a r t e d ì a giovo e l i q u o r i , dei dadi od cstr.it sciopero dell'anno primo sori tecnico piatici che non •<>
12 G E N N A I O - Voltafaccia azioni a r t i c o l a t e Terzo sciopero la notizia d i u n presunto accordo presa d i posizione negativa sul di; astensioni articolate a t i . dei m a n g i m i s t i e r i s i e r i gliono perdei e il posto e ; )>ra<
i m p r e n d i t o r i sarà d u r o p e r i l r i
c o n t r a t t u a l e e la partecipazione
NOVE QUELLI REGISTRA
fiuto che questi o p p o r r a n n o > (da delle aziende d i Stato ( I n t e r s i n d alla F I A T : la partecipazione è p r i m o punto d e l l a piattaforma p a r t i r e d a l 20. p e r un totale eccetera. cianti in lotta contri. <)lt Htn
non è p a r a g o n a b i l e a quella de- d i 12 ore s e t t i m a n a l i . Per il
TI A FEBBRAIO, con bombe
« I l Messaggero >). ASAP) nel secondo i n c o n t r o : i n i in crescendo. I t r e sindacati sta r i v e n d i c a t i v a « 24 O r o » s c r i v e . chi degli agrari al contratto a
possibile e n t r a r e nel m e r i t o delle hiliscono una seconda fase d i g l i scioperi precedenti ( n o n si è m i l i o n e d i m e t a l l u r g i c i delle
A L I T A L I A — Anche per i! lagrimogene e manganelli fin
11 N O V E M B R E - H a luogo i l in p o l e m i c a con D e M a r t i n o , se personale a t e r r a d e l l ' A l i t a I Palermo vengono arrestali .il
liehieste. L a Conflndustria (con i lotta a r t i c o l a t a : 24 o r e da «spen- c o m u n q u e t o r n a t i a l 19fìl: la g r e t a r i o del P S I : * P e r i l r i s p e t t o aziende p r i v a t e g l i u l t i m i in dentro gli uffici postali di Ho
p r i m o i n c o n t r o t r a le Confede- Ha l ' I n t e r s i n d ha causato con I operut della Piaggio per t ir
razioni ( C G I L . C I S L e U I L ) e suoi a l l e a t i nel governo d i con- dere T> a l i v e l l o p r o v i n c i a l e fino r e a l t à F I A T r i m a n e d i v e r s a da che a b b i a m o anche p e r i l sacco c o n t r i t r a s i n d a c a t i e Confai ma ferrovia, con la denuncia a
t r o - s i n i s t r a ) ha pesato d i p i ù al 5 a p r i l e e sciopero nazionale ciucila precedente il T<2). A M i - della d o t t r i n a socialista dobbia- dustria avverrano martedì e
la sua ottusa intransigenza . Genova di Hi marittimi e 4 rii bìlruria occupazione % del'a
Conflndustria e I n t e r s i n d - A S A P la r o t t u r a i m m e d i a t a delle I
per l'accordo sullo Commissioni d r l m i n i s t r o Ho nei c o n f r o n t i d e i il l f i m a r z o lano m a n i f e s t a n o 50 m i l a l a v o r a - m o e s p r i m e r e la convinzione che m e r c o l e d ì : sino a questo m o rigenti sindacali colpevoli del fabbrica; nottetempo a Mngn-i
t o r i (con g l i a l i m e n t a r i s t i ) . F o r t e t r a t t a t i v e . ! sindacati debbo- ' no del Cardinale vengono nm
i n t e r n e . A proposito d e l l a aper- d i r i g e n t i dello f a b b r i c h e p u b b l i - 3 M A R Z O - A M i l a n o dieci- q u a l c h e cosa d i m e g l i o possa mento F I O M . F I M e U I L M f delitto di sciopero -,, con la
m a n i f e s t a z i o n e anche a Bologna. no deciderò sulla r i p i e s a del
t u r a della vertenza dei mecca- che. L e t r a t t a t i v e vengono r o t t e : m i l a meccanici m a n i f e s t a n o i n u s c i r n e . Anzi " debba " u s c i r n e . hanno d a t o u n g i u d i z i o ne ia lotta. rappresaglia alt'FSEL, a Ro manettatt operaie e ìavorato'i
n i c i . « 24 O r e * s c r i v e : « L a bat- viene d i c h i a r a t o l o sciopero p e r piazza Castello. Nessuna t r e g u a 28 A P R I L E — P r i m o i n c o n t r o . per r a p p o r t o , al d i l à delle " c o n - g a t i v o sulle posizioni padro- conservieri (frodati da sempe
sui p r o b l e m i d e l l ' u n i t à , f r a le ma. che toglie un giorno di pa-
t a g l i a sindacale è allo v i s t e : si il IK gennaio i n t u t t e le aziende ai p a d r o n i : questo i l senso del d a n n e " e delle " l o t t e " , che l'eco- nali. M I N A T O R I — Per i 40 m i l a I del salario contrattato) oer
a partecipazione s t a t a l e . t r e Confederazioni C G I L . C I S L n o m i a d e l Paese aspetta d a t u t t i
ga per due ore di sciopero; "'è
t r a t t a i n u l t i m a analisi d i mot c o m i z i o unitarie}. Salta l ' a c c o r d o m i n a t o r i le t r a t t a t i v e non nari- | manifestazioni di SPI unni wi
t o r o a l l e p i o v e la p o l i t i c a dei 17 G E N N A I O - Ha inizio In interconfederale sulle C o m m i s - e U I L . L a Confìndustria accetta e q u i n d i anche d a l nuovo socia M I L A N O - Domani a Mila-
no a v u t o un inizio positivo.
la protesta, ma la polizìa arre
serie dello r a p p r e s a g l i e . A l l a I n - u n i n c o n t r o p e r i l fi m a g g i o sui no a v r à luogo u n a g r a n d e sta quattro operai e un diri- ma K potremmo continuare a
redditi *. sioni i n t e r n e : la Confìndustria l i s m o ». Un a l t r o i n c o n t r o è p r e v i s t o
nocenti d i M i l a n o un operaio p r o b l e m i dello sblocco c o n t r a t - 27 M A G G I O — N u o v i i n c o n t r i manifestazione regionale sul !XT i'j 20 21 gente sindacale, fino al licen lungo.
19 N O V E M B R E - F I O M . F I M pretendo garanzie per i m p e d i r e
* U I L M presentano ai p a d r o n i viene licenziato e duo sospesi. un possibile f u t u r o i n t e r v e n t o le- tuale. con l a Confindustria sono s t a t i l'attuale momento di 'otte ziamenta di un membro della
I padroni p r e p a r a n o cosi i l ter- 29 A P R I L E — Sciopero nazio- fissati p e r i l 7-8 g i u g n o e p e r i l s i n d a c a l i , nel corso della qua C E M E N T I E R I - Per i 20 m: I Costa, intanto, ha tlzato il
una p i a t t a f o r m a * unica » d i r i - gislativo sull'accordo. L'Intersind CI. della HIV di Villar Pe prezzo per dimostrare •: com
chieste. L'esigenza d e l l ' u n i t à d e l reno a l l ' i n c o n t r o d e l l ' i n d o m a n i . si differenzia p u r condividendo nale d e i s i d e r u r g i c i . 10 m i l a i n 14-15 g i u g n o : q u e s t ' u l t i m a r a p - le p a r l e r à i l s e g r e t a r i o gorre la c e m e n t i e r i i p a d r o n i (\A- \
corteo a Genova. D i r e t t i v o della r a l e della CGIL, Agostino ranno una r i s p o - t a comples-
rosa. prensione J> verso il centro siiti
m o v i m e n t o sindacale è salita 18 G E N N A I O — Secondo incon- « t u t t e le considerazioni e le presenta una data c o n c l u s i v a , l i -
d a l l e f a b b r i c h e a i d i r i g e n t i : Con- preoccupazioni espresse dalla C G I L : o lo sblocco a i c o n t r a t t i m i t e u l t i m o per a c c e r t a r e le po- N o v e l l a . Alla manifestazione siva allo richieste dei sinda- VENTUNO QUELLI i ) | MAR stra. La polizia moltiplica i
t r o con la Conflndustria che si
f l n d u s t r i a o I n t e r s i n d non po- a l l i n e a , nel r i f i u t o a l l a t r a t t a t i v a . Confìndustria ». o l o sciopero generale. sizioni c o n f i n d u s t r i a l i . i n t e r v e r r a n n o de'egaziorri d i c a t i giove-li e v e n e r d ì . ZO. a Hiìina, Pont edera. Por suoi interventi contro operai e
t r a n n o p i ù g i o c a r e sulla presenza con le aziende d i Stato Ha luogo 9 MARZO - I l d o t t o r Costa 30 A P R I L E - M o r o a F o g g i a : 4 GIUGNO - FIOM. FIM e m e t a l l u r g i c i , e d i l i , alimenta- AUTOFERROTRANVIERI - dettone. Torino, Napoli. Milano. lavoratori, ma lascia che delìn
d i richieste d i v e r s e . L a piatta- il p r i m o sciopero dei meccanici t o r n a a g u i d a r e la Conflndustria no a l l e richieste dei l a v o r a t o r i . U I L M decidono u n u l t i m o incon- r i s t i . e d i t u t t e !e a l t r e ca Dopo un d i f f i c i l e i n i z i o Io Forlì. La Spezia: dalla scheda (pienti fascisti uccidano un ,/in
f o r m a è stata d i b a t t u t a e f o r m o in t u t t o lo aziende I R T - K N I : la e attacca a r r o g a n t e m e n t e i d i - 2 M A G G I O — Continuano g l i t r o con l ' I n t e r s i n d - A S A P p e r mer- tegorie i n l o t t a , da ogni con t r a t t a t i v e per i 120 m i l a autrv tura degli operai della « Lom-
s c i o p e r i a r t i c o l a t i d i o t t o o r o set
vane universitario rnman-i.
l a t a t r a ojierai e i m p i e g a t i , nel partecipazione è a l t i s s i m a E' l a ritti operai. coledì 8 giugno Sembra i n f a t t i t r o della L o m b a r d i a Ferrotranvieri r i p r e n d o n o il bordini ». alla polizia che oc
l i m o n a l i , p a r t i c o l a r m e n t e intensi che le aziende d i Stato, dopo i
Paola Rossi
v i v o delle lotto d e l "64 "(15 con- p r i m a f o r t e testimonianza c i » 1 e l i 12 M A R Z O — Imponente mar-
E D I L I — Un m i l i o n e d i e d i l i 22 Per i 40 m i l a delle autev cupa le fabbriche metallurgi
t r o g l i a t t a c c h i p a d r o n a l i a sa o n e r a i , m a l g r a d o l'anno d i m o i l e c i a d i protesta a Pontedcra con- a Milano <- no t p r o n u n c i a t i sui v a r i p u n t i linee p r i v a t e Io t r a t t a t i v e si I In Parlamenti il gu> ci n,, U
3 M A G G I O - Sciopero nazio- della p i a t t a f o r m a r i v e n d i c a t i v a . sciopera di nuovo mercoledì che in sciopero, alla serrata tende l'operato della poltzn.
l a r i e occupazione, a g l i stessi I9(vi sono decisi a r i p r e n d e r e t r o i l i c e n z i a m e n t i d i rappresa- sono uià rotte Per g l i sjx? I
a c c o r d i c o n t r a t t u a l i , i n un i n o glia d e c r e t a t i d a l c r u p p o P i a g g i o . nale d e i s i d e r u r g i c i . siano disposte a m o d i f i c a r e le A Genova a v r à luogo una dell'ltalsider di Piombino, alle con un linguaggio desolili/, e.
l'offensiva grande man'festazione re d i z i o r r e n e i c o r r i e r i ì sin-
monto d i profonde trasformazioni 19 G E N N A I O - I t r e sindacati 16 M A R Z O — T e r z o sciopero 4 M A G G I O — Dopo lo r a p p r e p r o p r i e posizioni. L ' i n c o n t r o av- dacati h i r r n o decido un m i o e ferie coalte * all'ltalsider di grigi", con accenti provocatori
saulie e g l i a p p e l l i a l l a rassp v e r r à c o n la presenza, anche, d e i aionale c u i p r e n d o r a n r o p a r Bagnoli per spezzare lo scio
nell'industria italiana. d i c h i a r a n o lo sciopero generale n a z i o n i l e 21 manifestazioni a M i - vo sciopero d : 4)t o r e d a l l e 20 La versione »•. come tempie,
Coazione. ecco g l i i n t e r v e n t i della dirigenti confederali C G I L . CISL te. o l t r e agli e d i l i genovesi pero; dal licenziamento di un
20 N O V E M B R E - - Quello r e n a z i o i r i l e d i tutta la c a t e g o r i a . lano M a n i f e s t a z i o n e anche a To- li domenica 19 quella dello pulizia Senni Dm
polizia. C a r i c h e furioso a M i e U I L . I l Comitato centrale delia che hanno a t t u a l o 12 g i o r n a t e
contemento scaduto f u u n con nello aziende p r i v a t e e pubbliche. r i n o dove la F I A T » t i e n e * (con
di sciopero con astensioni
membro della CI all'OSA di la di ' sfortunate coincidenze ».
llessione a l l a M i r a f i o r i ) . Metal- l a n o : e l i o p e r a i rispondono con F I O M a f f e r m a la volontà d i r i - T I P O G R A F I - Sono r i t i r a r
t r a t t o l a r g a m e n t e i n n o v a t o r e ed por i l 1° f e b b r a i o , c o m e p r i m a
l a n c i d i s a s s i : decine d i f e r i t i del 9 V r . gli e d i l i d i L a S;K? martedì «-co-so !c t r a t t a t i v e
Stura (Torino), al licenziameli Son un solo membro lei'n
ebbe a m p i ridessi su m o l t e a l t r e risposta al blocco dei c o n t r a t t i m e c c a n i c i i n corteo anche a Me- p r e n d e r e i m m e d i a t a m e n t e l'azio-
e d i f e r m a t i . I t r e sindacati de no se I n t e r s i n d - A S A P non mute- zia. Savona o I m p e r i a T e r t>cr i p o i - g r a f i c i dei q a o ' i to dell'intera maestranza della orimgenciz/.it.. delegazione lei
categorie di lavoratori dell'indu- e ilei s a l a r i stre. Bologna e i n decine d i a l t r e vetreria Lusvardt di Milano.
cidono una r i s a t a generale. r a n n o r a d i c a l m e n t e le p r o p r i e ranno un c o m i z i o Claudio diani. PSI dissocia le responsabib'u
s t r i a . special n lente per q u a n t o 20 G E N N A I O - l a Confinriu- città
riguarda I * introduzione, nella 24 M A R Z O — M e t a l m e c c a n i c i . 5 M A G G I O — Sciopero d i mez- posizioni. C i a n c a , s o g r e i a r i o della F I L
FORNACIAI - - I sindacati
per ? aver scioperat i *-; dalla per il ritorno dei metodi di
stria (cosi testimonia una circo- LEA-CGIL. Stclvio Ravizza I
prassi sindacale, d e l l a contrat- l a r e i n v i a t a n i p r o p r i associati) a l i m e n t a r i s t i , e d i l i (mezzo m i - z'ora d - i '."-.-centomila m e c c a n i c i 7 GIUGNO - R i p r e n d o n o le debbono (icc'dere si sui nuovi * aggressione al segretario so Sceiba che ogqt condiziona >l
m i l a n e s i n e r respingere g l i inter- s e g r e t a r i o della F I L C A C I S L io vi
tazione a r t i c o l a t a , a v a r i l i v e l l i . lancia una sottoscrizione p o r so- lione d i l a v o r a t o r i i n sciopero) t r a t t a t i v e con la C o n f i n d u s t r i a : scio;>ori degli 80 mila ror i cialista della Camera del La goternn
v e n t i della polizia e p e r riaffer- le risposte sono sostanzialmente e Sergio Serena, segretario foi-
d a (inolio nazionale a q u e l l o azien stenere u l t e r i o r m e n t e la c a m p a - m a n i f e s t a n o a M i l a n o i n piazza
m a r e l a volontà dei l a v o r a t o r i . provinciale della FeXEAL naciai. | varo di Monza perche t parla Son è passato molto temito
d a l e . e la istituzione dei p r e m i gna antjsindacale del Duomo. a l l i n e a t e a quelle dello aziende va » ai lavoratori in sciopero
o r m a i a l l ' o f f e n s i v a , p e r conqui- d i Stato. G l i i n c o n t r i proseguono UIL. C A V A T O R I — F." in corso Io . dal trascinante impegno t an
d i produzione » ( d a l * C o r r i e r e 1° F E B B R A I O - P r i m o scio 30 M A R Z O — Corteo imponente funri dei cancelli della Candij,
stare più alti «alari e maggior d o m a n i e i l 14-15. sciopero a r t i c o l a t o d i AH ore I
della sera ?). poro nazionale nelle aziende p r i - a L a Spezia ALIMENTARISTI - Quasi da a t t u a r s i e n t r o i' r
alle sospensioni di i) attivisti diamo al governo perche tutu
31 M A R Z O — M e t a l m e c c a n i c i .
potere c o n t r a t t u a l e 8 G I U G N O - Rotte le t r a t t a - il "2G. - ^riti• '
siano più liberi >. ma e bastato
27-28 N O V E M B R E - H a luogo vate e pubbliche. Sessantamila t u t t i i 600 m i l a a l i m e n t a r i s t i 70 mila c a v a t o r i . all'Alfa Romeo di Milano, tre
a M i l a n o , a l l a presenza d i m i - non e n t r a n o a l l a F I A T (nel 1962 edili, alimentaristi manifestano a 6 M A G G I O — I n c o n t r o t r a lo t i v e c o n I n t e r s i n d A S A P . I me- a far crollare ugni illusione, a
sono d i nuovo i n agitazione dei <piali vengono licenziati
g l i a i a d i l a v o r a t o r i , i l lancio s i m i l e r i s u l t a t o e r a staio ottenuto Reggio F.milia. Con fede razioni d e i t r e sindacati t a l m e c c a n i c i delle aziende d i FERROVIERI - Ferv e la •
Stato r i p r e n d o n o l a l o t t a . F I O M .
per i c o n t r a t t i : solo per i lat marcare duramente le respun
della « piattaforma » rivendica solo a l t e r z o sciopero). * I mec- 1" A P R I L E — A M i l a i m «con d e i l a v o r a t o r i e Confìndustria. preparazione d e g l i SCÌO,K.TI • VENTICINQUE QUELLI di
I n t o r W n d - A S A P Accettazione pa F I M e U I L M decidono una p r i m a
t r e n i c a - e a r i . per i dipondon
programmati: g l i assuntori |
sabìlitù del centro sinistra di
t i v a p o r i l contratti», a conclu- c a n i c i hanno dato fiducia ai l o r o dono nel c e n t r o della c i t t à i la- t i delle c e n t r a l i del latte o r i aprile a Pavia, Terni, La Spe
sione del consiglio nazionale v o r a t o r i delle aziende a n a r t e c i d r o n a l o d i una possibile npor f o r t e risposta con t r e d ' o r n i d i si a s t e r r a n n o lunedì, e dalle Moro • Scetha • Senni e Costa
sindacati e a l l a loro intesa uni- vate, no.- i d o l c i a r i e L'I) zia, Roma. Milano. Torino. Vi
della F I O M C G I L . Eguale m a n i taria » fTrentin). nazione s»a*ale ( A l f a . Siemens. t u r a dello t r a t t a t i v e r e l a t i v e a l ' o sciopero r i a f f e r m a n d o l'impegno ore zero i l i o 24 d i m a r t e d ì s : I questo prolitorio attacci r.Ve
u n i t a r i o mantenuto e r a f f o r z a t o i d r o t e r m a l i sono :D prog~a'n increate. Padova. Vicenza. libertà, alla dignità e. q>es;o.
festazione aveva a v u t o luogo. \*y 7 FEBBRAIO - I t r e sjnda- Salmoiratfhii. div o r - o categorie All'assemblea f e r m e r a n n o i 180 m i l a Ter I
ni.i i n c o n t r i con ì paH'cni
chi giorni p r i m a , a cura della c a t i decidono una p r i m a fase d i 3 A P R I L E — Manifestazione d e l l ' I n t e r s i n d si r e e i s t r a n o atteu in questi me>i Nuovo discorse»
(ris;>-;;j\ .invn'.e: il lunch r o v i e r i d i tu'.'e lo c a t e - ' o r c , Brescia con arresti e percosse nll'intenritti ii-mirn dei '.jiora
FIMCLSL. lotta a r t i c o l a t a : Ifì o r e d i scio- c o n t r o lo rappresaglie a T o r i n o tfiamenti i n s u l t a n t i nei c o n f r o n t i di M o r o a F o g c i a : d i f e n d e i l di dirigenti dei metallurgici, tori
g o v e r n o e i l blocco s a l a r i a l e e m a r t e d ì , il 20. i l 1G 17. m o r P O S T E L E G R A F O N I C I - Per |
20 D I C E M B R E — P r i m o i n pero. c o n i n i z i o d a l l f i f e b b r a i o . 5 A P R I L E — Sciopero n a z i o dei d i r i g e n t i dei sindacati m e t a l
co'.edi). Per le acquo e bc sabato e prevista una deci-
con l'aggressione degli assicu Il centro sinistra dovrà p' pa
c o n t r o c o n In Cnnfìndustria. I pa- « s p o s o » c o n decisioni a l i v e l l o naie nel settore della s i d e r u r g i a . m e c c a n i c i : espulso d a g l i o r g a n i c o n t r a t t u a l e . «• 24 Ore'» indica rotori in lotta per il contratto
d r o n i p r i v a t i m o s t r a n o una posi- provinciale Q u a r t o sciopero alla F I A T ( u n s m i d i r i g e n t i G o r g h i d e l l a sini una •• v i a a m e r i c a n a > a l l a « po- vande gas.-aie A l t a I t a l i a e sione dopo l ' i n c o n t r o dei s:n I re anche per questo. A comin
l i t i c a dei r e d d i t i -». per !c conservo a n . m a l i i pa dacati C G I L e U I L . • (vecchio di 5 anni), il * seque- ciare da domani.
zione r i g i d a . K" lìssato u n m i m o 16 F E B B R A I O — I n i z i a la p r i c a l o nella partecipazione i l p r i - «tra de * Lettera aperta v di
M a c a r i o , s e g r e t a r i o della F T M . a
stro di persona * della Galbani
i n c o n t r o p e r i l 18 gennaio l'JGb". m o g i o r n o e u n recupero i l se-
21 D I C E M B R E - Si r i u n i s c e
ma fase d i lotta a r t i c o l a t a c o n
i l secondo SCÌOIKTO nazionale condo g i o r n o ) . M o r o c o n f o r t e denuncia d e l l e Bruno Ugolini | | che fa dormire in fabbrica al' I Silvestro Amore

GIORNATA e MOSTRA CONVEGNO


DELLA FILATELIA

ANNULLO SPECIALE

do e 2
2 8 MAGGIO - 12 GIUGNO " ° " ' RISTORANTE PICAR con orchestra
l ' U n i t à / venerdì 10 giugno 1966 PAG. 5 / a t t u a l i t à
Undici morti a Cuba per,il ciclone Alma Riprese da Surveyor e Luna 9

Ore di incubo ma anche USA e URSS Perchè


questa
zione e dell'emigrazione
mo sempre
me l'ile, consiaeriamn
voratori emigrati
stati nelle

come
i la
sia-
pri-

una
Inchiesta sui salari
nelle industrie

si scambiano nei paesi del MEC


parte integrante della clas-

rubrica se operaia
liano costretti,
e del popolo
obbligati,
ita-
a U n a nuova i n c h i e s t a sui s a
cercare in terra straniera Ititi n e l l e industrie dei paesi
L e numerose sullecitazin del .MfcX e stata propoMa

di generosa solidarietà foto lunari


ni. pervenuteci da lettori o n c i diritto al tarara e ad
«falla Comunità economici
emigrati nei paesi dell'Eli una vita civile che sono e u r o p e a . A tult'oetii s o n o sta-
rapa occidentale, ci hanno stati loro negati in patria. te e f f e t t u a l e , in m a t e r i a , sei
•>pnitn a presentare aitai Operiamo dunque e ci prò i n c h i e s t e , c i a s c u n a d e l l e qua-
poniamo di operare per raf- li e r a pi-io i e l a t i v a a d un
(mesta nuova rubrica setti
n u m e r o limitato di rettori in-
manale, nella (piale vorrem- forzare. estendere e conso- d u s i i u d ì La nuova inchiesta
mo trovassero posto non lidare i legami dell'emigra-
Oasi soffici e foreste di rocce sul nostro sa- \olo lettere seguite da ri zione italiana e con le lotte
d o v r e b b e e s s e r e jilobalc. a v e
ii- una trequenzti tr ie nnale
s'po.sfe ma anche note, coi della classe operaia e del e c o m p r e n d e ) e lutti i settori
tellite — Sporcizia cosmica sulla Gemini 9 siri e informazioni su tutto popolo per rinnovare la s-o
industriali in un d e t c r m i n a t o
anno
l'arco dei problemi enneer cietà italiana Sello stesso
nenti l'emigrazione italiana tempo, e senza alcuna con Sii'iondo il pi i n f i a m m a p i e
Nostro servizio d a l l a T o n a . h a c h i u s o il p r ò
prio obiettivo e d ha o s s e r v a t o
Fare di questa lubrica una traddizione. operiamo e vo-
visto la prilliti inducila
loiiiplet,! iluvictihc e s s e i e l e a
W A S H I N G T O N . !) cosa vira e interessante non gliamo operare per inserite
u n p e r i o d o di « r i p o s o • m c o n i li/zatti nel l!"i7. ni b.i-t ai
Stati Uniti e U n i o n e S o v i e t i c a saia facile, poiché, com'è positivamente gli emigrati dati dei l'JGii. a t t i a v e r . i o un
c i d e n z a c o n la f a s e p i ù c a l d a
noto, il fenomeno dell'emi- Minti.titillo u à li i i n p i e i i in
si s o n o s c a m b i a t i fotografie d e l della giornata lunare c h e cima italiani nel movimento di
grazione è compie*^) ed in riluti iati t h e o c c u p a n o a l m e
la s u p e r t i c e l u n a r e r i p r e s e n dodici giorni terrestri a c a u s a classe e nelle lotte sociali
reste, da un lato, pressoché no .ili l a v o r a t o l i KMI M
s p e t t i v a m e n t e d a i s a t e l l i t i Sur d e l l e n t o m o t o di r i v o l u z i o n e .' politiche che si sviluppa- gnaulerà, ai pai t i t o l a l i ' , i
tutti gli aspetti della v'Ha
vet/nr e Luna D. J o h n s o n lui d e l s a t e l l i t e . In q u e s t a f a s e M no nei paesi d'immigrazio- t o s t i dei -alari e d i telativi
economica, sociale e politi
t r a s m e s s o l e f o t o g r a f i e ai c a p i raggiungono « t e m p i l a t o r e da ne e a livello europeo Di miei i impi i-nclito) mi) none In
co dell'Italia e. 'ìoll'altio, il icritlito iraK- rifidi iipeiai
di S t a t o d i 140 p a e s i , c o m p i e fusione f. qui la complessità dei no
gli sriluppi e gli indirizzi e rifili iii)|>ic-iati
sa l'UUSS. Un |)ortavoce della D a U o s t o n . i n t a n t o , si a p p r e n stri campiti e le difficoltà
economici e politici seguiti
C a s a B i a n c a h a a n n u n c i a t o <>u d e e In l ' i n g e g n i l e d e l l a N A S A . obbiettive clic stanno di
dai paesi d'immiarazione
pi c h e il p o v e r i n i s o v i e t i c o h a William U'ood. ha r i l e v a t o al Sono cin g '2 milioni i la fronte a noi Con la pre Aumenta l'emigrazione
inviato al p r e s i d e n t e d e p h Stati l ' i n t e r n o d e l l a c a p s u l a (lemmi '•> sente rubrico ci proponici
I oratori italiani emigiati nei
Uniti u n a s e r i e di fotoprahe ti;i < parti s p o r c h e » ( p o h e i e , g i a s paesi eia apri in gran par ino di foie un pissn ovanti italiana nei paesi
s m e s s e d a l Luna 'J. s o e p a r t i c e l l e varie-) c h ' e g l i ri te impiegati nei settori nell'informare e nell'arieti
I.e f o t o t r a s m e s s e d a l Sui tieni- si s i a n o p r o d o t t e n e l l a chiave dell'economia del- lare i lavoratori emigrati della C.E.E.
ve'jar s o n o a t u t t ' o p p i A IM)2 i n a c a b i n a d u r a n t e l ' u s c i t a eli t ' e i l'Europa occidentale le loto famiglie e i nostii
V'i |)l l'Ili .Hill .in -. .Il 1
non tutte, p e r ragioni di t e m p o nan q u a n d o l'oblò è r i m a s t o lettori su tutti i problemi re l!H>.> i|iia>i 1W u n a u i i o u t l o
Per i gruppi dirigenti del
e d i « b i l a n c i o >.. v e n g o n o tr.i aperto per due t u o lutivi all'emigrazione Var- il italiani -.onu etili -li ali 'ii'-t i
capitalismo italiano e per
d o t t e in i m m a g i n i v i s i v e e n C e r n a n h a p i n e i i f e n i o di iati mo che questa rubrica a.tn P a e v le, vi 1-. I , , e
la DC — partito che Ita go
m a n g o n o allo s t a d i o di s e g n a l i diventasse >/n ponte per col (inali I di 11 • nella Kep i>>i>..
a v e i a v v e r t i l o a t t r a v e r s o la tu vernato e continua a gover-
in c o d i c e . T u t t a v i a l ' a b b o n d a n legare più saldamente gli i a F e d e i a i l e te»e.t 1.1 un
ta s p a z i a l e il c a l o r e d e l s o l e nare, anche col centro siui ai a/.oi t itali.in i ut-i ,i tesi
t e d o c u m e n t a / i o n e 1 in q u i rac- cnntpati alla icalta itaha
c o l t a h a c o n s e n t i t o di t r a c c i a t e
che lo ha IIKSMI in difficolta slra. nell'interesse della del \ l K <. .. : s p e t t o allo Me»
no e. contemporaneamente ni 'lei ut In tei Itltil t iiiau n
un p a n o r a m a non del tutto r a s La c a p s u l a h a l i p u i l a t o - c a i grande borghesia — l'emi-
uno strumento efficace pei t ita li v i l i .i il ili ' lt' i^'-l:
TOPEKA (Kansas) — Un uomo, una donna e un bambino fuggono per mettersi al riparo mentre sta per scatenarsi il tornado. s i c u r a n t e p e r la f u t u r a d i s c e s a si d a n n i n e l r i e n t r o s u l l a T e r grazione di massa è stati.
aiutare gli emigrati a coni •iati -i) io -tati t o ' l ' i . n an.i
(Teli-loto A N S \ < l ' I m i t a >-) degli uomini sulla Luna. ra: u n o specchio rollo ed una ed è un mezzo per ridurre 1
e.az'oiie. l ul.i (. o 111111^,11111
a m m a c c a t u r a attiibuita all'urto piendere le differenti real
Il d i r e t t o r e d e l l a s e / . i o n e di la pressione politica e di della C K h in-t il 'in-: 1.1:0
c o n t r o la s u p e r t i c e d e l l ' a c c u l a là dei paesi d'nnmigrazio
(lasse dei disoccupati e dei ne IIVOIO . s e n'idii lo -teiMi
geoastrologia della stazione c o ne Ma siamo convinti che
durante l'ammaraggio I conta Jiteii'l'Oilto. I".I t .111 dei "'li, 1
smica di P a s a d e n a . Kupenc sottoccupati italiani e per non potremo raggiuntici e
tori p o r t a t i a d d o s s o d a g l i a s t r o liei P a e - i lei M M ( -i ii'-ti
S h o e m a k e r h a r i f e r i t o , in u n a realizzare la valida pregia- tpiesti risultati senza il con
n a u t i d u r a n t e il v o l o n o n h a n n o - t r a v a n o lilli -mia pi>»ti di 1.1
i n t e r v i s t a a l AVie York Times. ta delle rimesse Ver il pò corso la collaborazione e , i»''o -etipe' ' 1 1 o~l r.,> t, l'tl
r i v e l a t o ale inni r a d i a / i o n e D o
c h e la s o n d a a m e r i c a n a s i e polo italiano, per le popò l'appoggio critico e costrut- Ii7(l Hi.la 11 l ù " man a iX 11
r a n t e la I m o p e i m a u e n / a n e l l o
pomata in u n a z o n a d i t e r r e n o s p a z i o , Staffoici e C e r n a n h a n lozioni del Mezzo/pomo, del tivo degli emigrati stessi e d e n t a l e . I II -mia 'il (), 1:1 la.
p o c o c o m p a t t o e piuttosto fria Veneto e di altre regioni di tutti coloro — dirigenti ili mila 11 Kiaih',,1 i tMiii 11
no c o n s u m a t o c o c a la m e f a
bile, c o m e un c a m p o appena l l i ' L . u i' (.SU nel l . n - - e itti 1 -ta
degli alimenti sistemati a bor l'emiiirazinne di massa è del portilo. sindacalisti.
La Comni ~- IMI- p ' e v e li 'Ut
a r a t o . T u t t a v i a si notano parti do della c a p s u l a . inni piaga, una sorta di parlamentari, consiglieri re nel eo'-i> de l'Hid i l t n .VII
c e l l e s o l i d e d e l l o s p e s s o r e di epidemia contagiosa che (ponali. p'ovtnctnli e conni mia 'tal. 1:11 -1 ino d i - p o ì 1 '),.
pochi millimetri, piccole pietre. s. e. corrode e altera la società itali — che sono più i n un pei e n e i i i 111 ne .Mi I li 1 P a e
icicce e grandi blocchi. Su q u e agli emigrati e alle loro -' (le, \I l'I < ti a ' |ii.i 1 • 1 t
civile, e impone soci itici,
sto t e r r e n o gli astronauti Lisce Intingile e che causidciano nula UHI i;,)et 1 - >tviai!//,t!i
distacchi e rotture die in a 'iuaiitie.1' li) idi' n.iiiav 1.1
rebbero le proprie o r m e ma il fenomeno dell'cui igraz io
ridono profondamente staili - , > e c i a i i / / l ' i e ìli IHMI rn.ui'iv ali
non affonderebbero. P o c o di ne come, iti effetti deve
affetti più cari e intimi del- coiiitim o l'otini'iii 1 e « ma'ii»
s t a n t e d a l Survegor è s t a t a ri- Rovereto le famìglie
essa e considerato, min dei dopei a v e n e r i c i «
lev a t a p e n i u n a <• f o r e s t a d i problemi più grarì della (Jue-li d i t i co-ilei m a n o c h e
r o c c e » s u l l a q u a l e la s o n d a Koi comunisti, che nelle nostra vita nazionale. l'Italia continua ari e - - e i e
a v r e b b e potuto infrangersi e lotte per il lavoro e contro l'unico p a e s e del M E C clic
rimanere completamente
strutta. E ' s t a t a u n a v e r a for-
di- Dinamite in le piaghe della disoccupa- * esporta manodopera

tuna c h e l'allunaggio s i a avve-


n u t o i n u n a d e l l e <r o a s i sof-
fici s . h a d e t t o S h o e m a k e r .
una Giulia:
Queste caratteristiche del suo
lo l u n a r e , h a c o n c l u s o Io s c i e n
z i a t o U S A , p o r r a n n o il p r o b l e -
i CC evitano Ci scrivono da
m a di a t t c r r a g g i
quando si invaeranno uomini sul
di precisione
un massacro Svizzera Incendo loro accettare
la produttività,
ritmi di lavoro,
l'anniento
l'inteiisiticazimie
la dimiiuuione
del
dei
dei
satellite naturale della Terra. R O V E R E T O . !l. cottimi e dei premi, il hìoccn de-
TOPEKA (Kansas) — Una donna gravemente ferita viene soccorsa da alcuni uomini Tutt'intorno c a s e letteralmente rase
al suolo dalla furia del tornado. ( T e l e f o t o A N S A - * l ' U n i t à >) I n t a n t o Surveyor, su comando C'erano t r e n l a q u a t t r o candelot II governo salari,
Tale
la diminuzione
attacca colpisce
delle
soprattutto
lene
1
ti di d i n a m i t e , n e l l a Giulia n i
bata alla q u a l e i c a r a b i n i e r i a v e - ili centro sinistra lavoratori
stagionali
straniai
per t guati non c'è
e. Irci loro, ali
scelta:
Dal nostro corrispondente Alma
avanzata
ìi'i accelerato
nelle giornate
la
di mar-
sua v a n o i n t i m a t o l'alt, in piena Tren-
non vuole fastidi r o lavori secondo queste remile o
L ' A V A N A . 9. to. F u g a d a l l ' a u t o , i n s e i i u i m e n t o altrimenti parli t. Di fatto la minaccio
tedì e mercoledì, sì che. quan- fino a C a s t e l l a n o ( R o v e r e t o ) , dovi- eon i padroni svizzeri del licenziamento e della perdila ni

Tornado sconvolge il Kansas:


Il primo ciclone di (piest'an- diritto di soggiorna vuole imporre ai
do l'Avana ha cominciato ad la Giulia è finita c o n t r o un a l b e r o
nu. il primo anche che pausa Cara Unità. i'ii oratori imininrali salari imi lxis-i
essere scossa da raffiche di II g u i d a t o r e si è l a n c i a t o a c o r s a
xull'Aruna dopo la Rivoluzione. c o m e s a p r a i , e c o m e tu s t e s s a hai s c n t - aumento da ritmi di lai oro. nutrì
j vento, che soffiavano a 120 chi- folle p e r i b o s c h i , a piedi, d o p o
Iia provocalo 11 vittime (7 mor- più lunula, ore supplanentari senza
lometri l'ora, molti dormivano. to. le decisioni del Consiglio federale
ti e 7S feriti soltanto nella ca- a v e r a b b a n d o n a t o la v e t t u r a . A pagamento delle percentuali di muti
Il ciclone aveva già superato s v i z z e r o d i r i d o n i - la m a n o d o p e r a slra otorazione. eliminazione di qualsiasi
bordo è r i m a s t a s u a m o g l i e c h e .

quindici morti e seicento feriti


pitale) ed ha lasciato tracce n i e r a in q u e s t o p a e s e h a p r o v o c a t o v i v a c i
risi» d e P i n o s . era entrato nel- a l l ' a v v i c i n a r s i d e i c a r a b i n i e r i , ha diritto sindacale
talvolta aravi sugli edifici più r e a z i o n i l i i c l i i b b i a m e n l e q u e s t i n u o v i prov
l'Isola grande, presso Port Ba- 1 lavoratori stranieri sono gtnndi
alti della città. I danni mag- c e r c a t o di s a l t a r e in aria c o n
t a l i a n o , e sopraggiungeva spo- v e d i m e n t i d a n n e g u i a n o d u r a m e n t e noi i t a considerati dal padronato svizzero
giori li hanno subiti le cetra loro, f a c e n d o esplode) e un cande-
standosi a più di 20 chilometri l i a n i . c h e q u i in S v i z z e r a d e t e n i a m o d tn.-tc come massa di manovra, da similare
te di alberghi come H a b a n a Li lotto. P n o d e i militari h a *>fon e basta, senza il ricorso al itati nul-
l'ora. p r i m a t o m l a t t o di e m i g r a z i o n e ( d i c o I n
b r e e C a p r i , il palazzi* Scguro l O P H K A . !). Lt. ;>er»one : a l i a s t e >ÙU/.J tet- p a r t i c o l a r m e n t e la città di St. d a t o c o n un pillino i m o d e i v e t n lismo usato per 1 taioratori svizzeri
Tale velocità è stata provvi ste. p e r c h é purtroppo e s s o significa che
M e d i c o dove ha sede l'agenzia Mentii- le stazioni m e t e o r o l o - to f l u i t a n o es-sere a l n i e n o 4500. P e t e r s b u r g c o n r a f f i c h e d i ven- dell'auto, r i u s c e n d o a s t r a p p a r e l'er ali stagionali rio significa In crea
deliziale: l'Avana avrebbe su hi n o s t r a p a t r i a n o n e c a p a c e eli d a i c i none di un clima di nisictirc*,'i di
di stampa l ' i e l i s a L a t i n a e il siiiiie aiiii.'."''.\iiie s t a v a n o s e g u e n - In un so'.o qu.irtiere r e s . i l e n z i a i e to a 150 k m . l'ora. D u e i morti di m a n o a l l a donna l'c-plosivu.
bito danni ben maggiori se u n l a v o r o a c a s a ) . P e r ò vi e d a « c u n a paura, clic rende possibile ogni torma
grattacielo di abitazione l-'ocsa. do e o a ;>-tHKVii;>.iz.o:ie .1 p a s - di Topoka c i r c i c e n t o abitazioni finora: un u o m o a n z i a n o colto Si tratta di Rita Antoninlli. J(i
avesse dovuto sopportare il -•aizg.o d e ! c i c l o n e Alma attra- unifamiliart - o n o s t a t e d i s t r u t t e da c o l l a s s o e u n r a d a z z o folgo- lare anche questo fatto: e cioè c h e a d di arbitrio, di persecuzione, di discri
tutti nel centro. anni, m o g l i e di G i a n c a r l o Fruet. e s s e r e dannejZ'iiati s o n o a n c h e fili i n d o turnazione, di violazione dei conttatti
vento ciclonico per più tempo u r - o la K.'ond.) iciovt-, ;>er for- o u r n v e i n e n t e danne.cgi.ite. T r e rato d a un c a v o e l e t t r i c o c h e
Xellc campagne risultano di S a r c h i l e q u e s t ' u l t i m o il fujmitivo. -triali i quali si v e d o n o privati di m a n o di lavoro, delle clausole pm impur
di quello che è bastato ad o b •.uiia. le coiiM'guenze - o n o s t a t e stabili s o n o crollati l e t t e r a l m e n t e era p i o m b a t o s u l l a s t r a d a .
strutti circa ;> (Kit) ettari colti m o l t o .il di Mi'to d e l i e r>rev i- in pezzi, t i r a v i i danni a n c h e a d i a t t u a l m e n t e ricercati) da p a t t o doperà c h e a loro fa c o m o d o F.ri è ti- tanti dell'accordo italo svizzera sui
T r o m b e d'ari.ì n i r t i c o l a r m e n t e
vati a banane: si lamentano battere centinaia di piante, an
tio.-ui -ano t ; i a v e n : o - o -orna.Io ha edifìci e a'-lli impianti dell'Uni- forti «WK> s t a t e s e g n a l a t e a n c h e .«die di c a r a b i n i e r i e a.'enti r e i ni n d o c o n t o di c i ò c h e . <t m i n a v v i s o , il
l'emigrazione, in tiarticolare dello ^(u
anclie altre perdile consideri' che molto robuste, e a man lido dei lavoratori stuoeinali. della li
- c o n i a l t o la *t i!<> del K a n s a s , v e r s i t à W a i h b u r n . Alberi, t u l i , in- a C h i c a g o d o v e una b-rnha è mor- b o - c l n c i i t K - t a i i t i il liio<_o della u o v o r n o itali.-ino d o v i e h b e f i n a l m e n t e f a i
dare in frantumi le ampie ve fieri circolazione da lai oratori, 'lei
voli ma non aravi. lontano o.tre IHfHf ciulnnietri. s e g n e m . i c c i o n o luimo l e s t r a d e ta e d i eci i>ersone s o n o r i m a s t e fima s e n t i l e la s u a v o c e e d e t t a r e c o n d i z i o n i -
Irate dc<jh alberghi come se ricnnoiiinmviento delle t'iinuiliu. duoli
Dopo quarantotto ore di leu
fossero veli di carta. (^ae-ta - i v o n d . i c a l a m i t à ha dei centri investiti. Reparti de!- ferite. 1-a vittima d e ! c i c l o n e M In tutto, nell auto, e V i a n o 4 chi- o l ' e m i d i atei i t a l i a n o v i e n e t r a t t a t o b e n i illwigi ecc
tissima avanzata, l'altra notte colpito ìoi.-attti'to la c a p i t a l e j l ' e - e r i i t o e della polizia, in s t a t o t r o v a v a nella roulotte dei sieniton I, e !KM) g r a m m i di d i n a m i t e . J0O e n o n c o m e u n o s t i a c c i o c h e si p u ò b u t Debolissimo P %t(ila tinaia In (va
d ciclone A l m a M" è messo ini Gli ospiti dell'ex Hotel Hillnu To;K-ka. Mia a n c h e le Città di di enien-tenza. i n c r o c i a n o p e r evi- c h e si è r o v e s c i a t a . metri di m i c c i a e H-J d e t o n a t o l i t a r e v i a q u a n d o n o n M-rve p i ù . o p p u r e *-! .ione 'tei 'inverno di cenlin sonila
provvisamente a correre, l'in oggi I L i l i a n a L i b r e , .sono stati M ì.ih.itt.in. Lan-nj;. W a l c o o t . t a r e episodi di s i c c h e g g i o . Il piccolo aerojxirto P a u l W a u - contenuti in una s c a t o l a di u n a p r e n d e r a n n o p r o v v e d i m e n t i i x - r c h ò s i a ri gualche timida protesta 0 omposiio
cera da parecchi (dami e da destati dalle telefoni-te le qua .I.irtialo •• lì.iv-shore. p r o - . o c a n d o S e c o n d o il s i n d a c o di T o p e k a .
k e e . p r e s s o C h i c a g o , è s t a t o for- fabbrica di esplodivi di C o l o n i a . d o t t a d r a . - t u a m e n t e l"< miLtiazinnt • e d m da soprusi e delle violenze i n ennte
un mese un caldo soffocante. li avvertivano gentilmente che i c o m p l e s s i v a m e n t e 15 morti e 600 C h a r l e s Wriaht. i danni nella sola temente danneggiato. A Cape alle Iront'cte. mn ne.ssmia iniziatilo
E' probabile quindi c h e M li atti tal c a s o s e n t i r e s t e idi - D i l l i d< idi i n d ù
prematuro opprimeva Cuba. l'amministrazione aveva deci I fer.'.i. Lo >t|aadre di ^occorso città a m m o n t a n o a d a l m e n o c e n t o seria per ottenere l'alnogmione a.
milioni d i dollari. N e l l o S t a t o l e K e n n e d y è s t a t o s m o n t a t o un Gi- di m a t e r i a l e fatto p e r v e n n e in - t r i a l i s v i z z e r i c h i n o n s a p n . b b i <c> p i o
so di far evacuare tutti ; pia l s t a n n o i;iOt)*a r i m u o v e n d o l e m.i- guaiito meno, la soppressami- Utile
Sella giornata di martedì tut g a n t e s c o prototipo del r a z z o S a - Italia da q u a l c h e o r g a n i z z a z i o n e c o m e far andare avanti le loro f a b b n c h e '
ni considerando le abitazioni I i.er.e, p e r o a . non è e.-claso c h e c a s e distrutte o g r a v e m e n t e d a n - misure, inammissibili, nei rapporti ira
lo ciò che poteva estere fatto 1 n u m e r o d e l l e Vittime possa neggiate sarebbero duemila. turno p e r sottrarlo a l l a furia degli n e o nazista. I c a r a b i n i e r i s t a n n o 1 due paesi II tatto è che il (inverno
F o r s e vi è u n p o ' d i i n g e n u i t à in q u e - t o
per difendersi dalla minaccia poco sicure.
lamentare. In F l o r i d a l ' A l m a ha c o l p i t o elementi. ora i n t e r r o g a n d o l a Antoniolh. {aliano non ha una politica organica
Hiltoii aveva fatto costruire mio ragionamento, m a s e ci pensate beni
dell'uraliano era stato fatto sot- dell emigrazione: e quel che più conia
Valbereto, appartenente alla no v 1 a c c o r p e r e t e c l i c a n c h ' e s s o h a la s u a
to la iiuida del Partito e attra- non vuole avere fastidi con il governo
tissima catena, secondo criteri validità. Colpo l'occasione per chiedervi svizzero, in nunlo da poter spedire
verso i mille rami delle orga
giudica'"! p o r o meditati dall'at q u a l c h e d e l u c i d a z i o n e c i r c a l a posizione- come merce, altre deca,e di miglia-a
nizzazioni di inasta e ammini- r
ciel c o v e r n n i t a l i a n o d o p o 1 p r o v v e d i m e n t i /i cittadini italiani *u;.'i laioro.
strative
sto
locah.
le perdile
Anche p e r que-
non som) pm
tuale
zioni.
ministero
Inaugurato
delle
un anno
Costru-
pri Messina: centinaia di milioni di debiti p r e s i d a l C'onsiulio f e d e r a l e

pravi. Oltre UHI OtHÌ persone "tei della vittoria della Uivoln LKTTERA FIRMATA Calabria
(Losanna . Svizzera)
erano slate evacuate in '21 ore zinne castrista. l'edificio non
dall'esercito nelle zone mag- aveva mai dovuto subire, finn
Pr,ir.a di tutto vorremmo Drcci^are
ra. la pressione di venti furio Il voto al PCI
Arrestati per bancarotta: dovevano
giormente minacciate. che la decisione del 001 crno elreticn
si enne anelli dei giorni senr 'li ridurre m due anni rie! I0"r la
Martedì
verso
il ciclone
l'isla d e Pinns;
avanzava
l'ultimo si H a b p n a L i b r e «"• un edificio •rani. doperò ^ f r a n / e r i è ;>arficofor- «Ielle donne e
dava al'n p:ù di <•) metri a forma di nxerilf iianifjcotim al fii.c di valutare
bollettino della seta ne
pirallelepinedn- <errhra un mu "i nin-iane ótlnLirln ai lavoratori un dei giovani di Maida
per certo il paesaggio sull'Ava •'••arai, (in grnr.r:.- mnari'nianzn ila
na. ma prevedeva clic sareb m gujan'escn
qiieitn *rvrr> il
Hit faida
ventn ha
contro
aper
'onl '.';•' Datlrniiiitr, ' 'hi are errn è 1111 «no» aHYmi«rrazioiir

costruire il ponte sullo Stretto


be avvenuto nella notte tra • n f i t ' i l'rr^etita'tao li rihu-imr c>rric
In brecce in alcune vetrate sn Cara L'iuta.
mercoledì e travedi Poi. però. ,n •>.<:'i'"i:n rniK'-'i 'ìnOe difficoltà - ' i o
periorì. <n;)raitvttn al venticin a M a n i a , riti c l a n u n / 1 0 un m e - e fa
•.anici ^ r cono unii:rih dell'i Cnnfe
que-itro p:avo Volte stanze «> ••Tizr.r.r Eirct;a ;i <" ••r-lnto. ai . d i a c a m p a g n a e l e t t o r a l e p e i il r i n n o v o
no --'.'ire snazza'e dal ciclone: 'V.n li 1 GlnrlTf e l i r t icccttnro al- eicM'Amminìsti.izioiìe locale. I oipam//a
Reggio Calabria orini,' f.'-v't». sirnvivilc danli in
1 ; .e n - n < - ) . ; . re.-.xn-Nib..' j i •jZA'T.e .:i - ..a O . o o 1-1 e o < - . « . t i t x di Ct\v r*i j , j . m.^txu
' ojintur (• r.'ihhhco (ICOQI lai (/rotori z i o n e d e l P a r t i l o -1 e t r o v a t a d i f i o n i e
I c'v-t-i dcT'dhprnn. colavano sui svizzeri) ta tesi r'»f lo '.nu^'i nrir,ci u n p r o b l e m a c o m u n e a tutti 1 p.i«-ij d e l
vieila - o c . e t à c h e . . v r e b b e dov.ito s-a-o ir.tine <o-r>~cs*> r*?La s e d e I . i O R o ò r - o e F liv o l>>'tt Zi T i ' e nelle difficolta at>jeìr*e r'-ìl eco
tetti f.V-T \ rana Mezzogiorni 'pot>tlati dall'frnipra/ion« •
w\»st r.jtrt- u rv*i'f s i j o s"rt.-;» -•>niana ri.'l.a 5 \ S S L M a kxizo:;? •.e.— trino scortati fino j M e s s . n j
Ragazzo morto Xcllr
binavano
rie della
piante
capitale
sradicate
tur
ed
Presso Le Puy -ii Me-.--ria -^"«IO s-at i r ' e - ' a t i e r i
a Roma d a i c a r a b n . e r . . per
> e e P r a i 17. L . n 2 e a w [>oren
z; e r a i n v e c e n c a s a . :n v;a
ipj".n,i pa?.- bile. Amr>ed ie . v « w
s t . r : infatti *o"topois:t recente
• nrrnn svizzera
••coronila
'ini capitale
e pobiici
no*. , tirati

fivanzia^.n
mino^ti
smzcrn
al
indirizzi
pne<
e 1*7
e-si^tono a n c o r a r a p i o n i v a l l i l e p e r c h e lt
d e c i n e d e i n o s i r i c o m p a g n i che- l a v o r a n o
b 3 r c 3 r o " j fr.vjA>;enia per ccnti- l'io De C a r o l a X: .iv<. e a n : e " o n t i eh.rj-z.ic. e .e tsrnazKejilc. ma rcìln pre-er.za *ii a l l ' e s t e r o o n e l l e c i t t a d e l norel. r i t o r n i n o

e tre feriti: nonetti


nttn uomini,
di nani tipo. Squadre
ferendosi a
di
cate-
r u ; j di m-.IkTii. s^y.raz^^ie di a t -
t i v o e m a n c a t a v n r a d: corra
l-a S - v t e t à per .a c a s r - j z . o n ; -
riel potate s-.i'lo s t ' t - v o fu cost:-
. o - o co-viiz'en; di vai r e h a n r o
-:<TII ; ?.t.To ! ' . a n \ v i , j ' . i :ra<i iz o^
'ìrand
Una tesi.
rr.a'-e
:
<p:c ia.
di tarnra'.nr-
aecrert'tnta
*irarr.pri
anr^r
epa a v o t a r e c o m u n i s t a ? S o n o p r o f o n d i
1 l e n a m i c h e . a t t r a v c i s o l e l o t t e , il P a r -
na. pattugliavano dovunque
Un altro b-.Iità e dt libri sociali. S' ' r a t t a t i.ta n e . l ^ U c^n un c j p t a . e r-e. P»'* o - a . q i.oni. ~nr>o o^ri t; iall'lnvr.nc S.r.dacalc Sr zzerà Si ri."- tito ha saputo c r e a r e fra questi lavora

giocavano con pronte


l'esercito
grandi
ad intervenire,
erano
incroci
apvo<tate
là dove
auto del
nei
renna
ti, ri . e nor^Tna^^i n » t o r*r.\. sta
nare per d v e r - : mot .vi. Il p n -
r^>. p-e-:drn'e d-?l C^TTIS:;. o di
a: 40 m 1 »T».:. e . e . u t . .s.jcee--:
/j-i.<r."é a 4<>0 m-.:<n.. Sj.'.'attr. i à
<.V..'.mpre.sa f a fatta una ?ran
• - l.'.-tTia C«>.:. L r._A~ri^: E z
iiher. c h e è di naz'onalità sviz-
/<..-). e r.cerca o. ,s. t-.-c. .-ìe c n e
'e. c<ce.
zero
n'.Umi anni
irjimare
'.n pr,i>i*o reni-irir^
w,r, sv lupjrt
che. se la Sri;
vn quo'ti
econnm.co
lori ormai lontani e i n u m e r o s i problemi
d e l n o s t r o c e n t r o ? Molti n o s i n c o m p a t t i l i

bombe a mano srad'rito


\ ni della
un nlf)crn
r-w-rra
oli i.o";i
accorrevano
Mistère m i i n l s t - a z i e r o ridila A ' e ' à . è
. ' n ' O - i n e r F : v - o i y i ' - n z - . r>vo
•ie n ìbbl c i t a e n o n e f - c . i s o cn;-
i 'a s-ia f^m ì I T I T » I I 3 " I a b b an«i
>"i-.-.' "."•>".ars. arwxra a K o n a .
TÌ • T C J V d e c.i'.ìb n ••-- è 31
! z a ;v!-":v> v r ].i b i T J 3 V . . a
<TnT'CtitOsom P. deve
rcrr, acn'n ivin-.mrnti.
j'ii'- 'i'fi tallirli.
tr.'.iTi'tniln al la
rri zz'> rrt 1 r,-r? cri
(i'".~ e o que-lo
-aranno impossibilitati a rientrare perche
p a r t i t i s o l o d a p o c h i m c i i : a l t r i perchè-
nr,n p o s s o n o a b b a n d o n a r e il p o s t o eh la
cor le c7^^^- ver sfrondarlo e o«*.Ti:t"o*e <HÌile e r t n s e. .^-e ri' • »i • b i M a •? T, "yer.-."3T.i22i » l
KKCfi'O C \ L \ K ! < ! \ !i •ITIT. n . s ; - a z t x i e ri' n n v r o - e a.- . . ' t . - .s.c ' .-ni « n h v . n i M .•» : TI» -i r>-r^..i rlie ii f , T ; : l . t-'f- ~l'rilrih.liU, <trenerò ut ri.ri.-ri; iz'Q; voro. m a a tutti, n o i . a n o m e d e l P C I .
r
l T n r,.z.iz:^ t :r.*~:<> e : a . : - : ver r;<fi;n;>';rr d tragico, dm e llei li le di sVizz-'ri *JT iv.lulr, covi
"t? M > M - , r . i - : : ft—:i. :*•>- 'o
' , o w o -I. " v ' v i ' v .1 n;.i ".'•>
•in u )"•>•) V'-ni'-n trascinato
vcn'n le ;>:•••. al'e -i
oal
orecipita
precipita •-e :rn"»"e~e. L"a.* - o
^ • n o - a . e ie.',.-\ S \ S S I \ |
i - e *o _ ?
S.>r.e*à
I T ! . r ; * . i i e - - . n > i v o ri^.o s-ret
4
i . i S W S I M av-ebr>' d.iv r o c i
*a e. o t r e a . firr-i—> ^ * i : e «••»
•I ,.i o !*>i a - ~ r . > . -• , i , i
. ' • . • i ' i i ' i i * , , i SXS^IM s s a £ <s
- , f i_ aro A.\ «-s-oro
I. j"re.-"o •'••:•: n .t- . ' A ' - > r K ì 3 i ;
: :er" uia 1 ti'oi ii.z.nis
bar.coiare ais. » Inori
<r.riile>.
r>u
in
pcsnit,
a b b i a m o r i v o l t o Io - i e - - < ' a p p e l l o a vi
i u r e a d a r e il v o t o p-. r c h e -I n o - t r o C i
mime tyv.ta avere una nuova amministra
e i e a v e . a r t - --•>>.!.• p.-r c i - » ! varn in <-iccnr*o 1 iz'.l'* dn-lr n '• ".(\'i nnr c-t \'ni e or
t.i ri- M' -.-1 ,i e o - • : . ! > » .ri ,: -:•-".'. a v""0.:/t» t •: / . » o : J *. • j -•* t ,i •_• . i ii->"
/ione, possa riconquistare la m a g g i o r a n z a
n camp i z * i I.K PV\ . . i i-:-:a t i o . \ ! ' / M : .i"iit)i t !"av - „• o"-' i' S .' ' .. •« a. >,--j-i r-f. .".ce h.v,r.o Zi-f.r.n •in ~VT">T' rX.-'t "t'J.'ft(Q' * .': HTpZiO't
l'r.n 'ete di e mi di'ecdera erto i — o l u t a elei c o n - m l t i ri
\ l r o \ ! i - - T . ; i ; ; . » • ' '.. V n I>ip«l 1.1 -Cl.lillir.l l i t i *-t'l Jet -i- r •• z • - i v i ,• . i • ' - ,;~.":ir& nr.iì.t r,ii >i t e'h "n-iadi ','••
..I'-Ì'O l'.i ii 11 n -M .i.-i , rr t- • " • r : t r?.c : - -, e . . . - \ - t . - i .
. < i / o \ . , v > ' :i : J P . ì - i 1 L C la v a d< t'.'ti, t.na fvj'i-D.'c f>r 1 ;irr.••'.-J ori l i i / i - n ! , » V i p i attutiti il n o - | i " t t v t i r . . e - i a t o n v o l
fi.iiH-iM m Spanna, un altro •Ji Co-te i'.i-i'» .ti :n .>.»i-«»..- •- e -'.: o t.r '.i ii s. , ->,.» i - . , . ; '•. \ .i -1 '• : . t • • a i.i,.»
I„i i\o-.i e l i .-•.•> n L o : .i >: 'janiz' fi .ne <• s'erev: 'a '-;f«,7 "i "i ; >"> :-N - • a>i[> r,1 r.t ile t o a l l e f a r m i ; ! . e de-uli e m i g r a l i : l e d o n n e .
.'•/i/-f<re è p r i - c i p i t n t o o s i c i , n o n •i-.v.i:.-»; - i rt . '. r •'•-•: i - o ri.( (tn i, a •!. T,,<('. . --«--• s\r :'T--* l a . a i »•";- l'a r •fi TP •< f-d ti c
lfl .in.i.. - - . ' . . i v i li- ,n I L . o agnredita dr.l ctclmie Dalle -1-- — n- i a ir» t>-.j • ".-• T i r • ; ranni11. ir, )• ' .ern.i- 5 ' .'•(. .l
s 1 1. f,'l 1 c i o v a n ' . r l i e n a n i " - il m a n t o il f r . i H l l o .
> 1 I 10--.1 • ! . C 1 s.l ; ,-^j ,> f _ v . i ->.••• . - . a Vii-Te I) s.. .i ••>•. e i
v.-L •.! n > i .o r . . \ i i.ì.,.1 - \ i ' o prime ranche i - i v r r,r\ -:i /_""'» I >nt.mo d ; L e Pti> . - u u n a i n o n sl)'(l '1,1 ii\n:-< se. ÌITt '. l'i ' 1 ca;n
tj l - . t n ' e ti j R i i j . i - o '/,Jni-.io tit.^i- i i V f v>. o < o -> sriit» i e "e Lt.",lsS.-. ri- -IÌ 1..3 1 > 1 1 il p a c h e a l i e s t e r o , - a r m o ci;»- il toro vnt'.
:e ;.:- ; r .i A. T . : . " . ' ' V . Ì cf:ilo"<cfr, l'ore al - T - O - V ; ' , ,1, / i
-a d e r ».v: 7:u ~.^~ 'T}in • -> r , "li n
tacti.i. (alitando la m o r t e d e l : « • i i I O . M t ì i i".i -. V i v ' v r.>i T •••- r i ' r c . - . r . r M .1 ' t - . \ : , ; \" lt « • • • - - >«i . : i > > ••> dt-vt i - H i c eh c o n d a n n a al p o l i t o d e l l a
- i...i I: it i ^ . I . . I T t> . . . a.i i \ il •r, '1, " ( r ", /' ìi'l fisi., ;>t"'i
la rei:'! "a r :1-" i. c'',e 'co c i " p.l.r.i su,,;;,),, || i.,niunii,'tii -^,1 CtJi- i « - e t ' o ' t _: I M .-"e. .- o f,>>i . - . , l ' / . i i - t , t v - a i-e •TI -T o •• t i - - . • .i i " ' -. • a i
;
•'
IX" e ai - n o i a l i t a l i eh u n t di u c c s II
t f . t» >:'.•• - v i t> - . . - i l i l
senti'o i le-;:>f vi >'.te-vct''! >\S"M\1 r;eit> - Dir r K::V- » -;«.'.i t«>i • . -~ .-r./t i * i. i r*i . s \ ~ - s ! \ ! •- I \ ,-• I I.i • - - qi.e-•la id<Ui-t ti 1 7, a i '«ri Olii ve
' ' • - - • ) :it i v-- ,: . i.i 1..I-.! . • ' iiir.mi.Uo dal.t .lUiont.'i m i l i t a r i I V I a t t e n d i - o p r a t l u t t e . il v o t o d i q u e s t i
- ' . i d i ^ •'u.c. r . t •' - l> ,t t ' t i 1' ' » ( t
•ti i v ,i . s u o ì i .. > • i i , . ' i' ' - v per hi '.ao,-"hern de: retf'i »vf » a t' • i i . v . i ' o ni..*i!i o -li ^.i' .! •: w"-<' I 4 i-i v- ' ì k . - i i - ,1, 1 , )•» vi >•. a II 'j •>-. L . 1 11-.", . .
d o n n e , d i q u e s t i Giovani che- n o n vo^l.otto
sulla z o n a i e r a i : i a fìtta n e h -ITWÌICI'I •• i. •* s.. 1 ^ ' - I . T r. nin i-
>> ii K i .i: i :•> - V i / i ; e ì :.• - , /«• vie dell' \rara. w - o lra.-<\>r a i i a .. a-o:es.s,T)_--a e .rzepe '."i.r,ro>i a .S>\,vd\! fa.!.-a i. I . ' ' : i i : - i / ti-v- , r. « ' • 1 - - .'. p m v v d t r partire- i l o r o c a r i e v o g l i o n o
'•.Ilenia l :ccu-li di ruiu.it,r<. dell'i
t>'..'ti e.. ,. i ( v , i - i ». : . a * . : . i " t <e quattro ore e vezzo Ore dì bia -.')•. e 10 a . i n e «corso e o v r . r e o i . o e - jn.'i.M i . a U> s - . j j - , , -te.... f.a^utnj^ ra strcnnra re ri anno, a<>c 1 h e q u i . .1 M a t d a . s o r c i n o p e r tutti n u o v i
1 r.'^a//i ì.i 1:1.1 , v , . . m e a t o in Ci.i a "resti - o n o s-;,;i e s e ^ a . » ra l ' e s a m e ilei l . b n c o n t a b . . , -lei.a i v e'à c h e a v r e b b e « i o . r o ria
tneubo r:a anche di risibile co !.*• . i p p a r i x i h i a t u r e d i Iwrdti. n.-ati dal p i Iranno ver lar pjssire fonti d i l a v o r o
a:\.i J . Ì o : : .* i.. .>-o»tvaa.:o.ie tiai o a r a b r eri del N ic.eo d: P. -oe.e"à V e r n o c i v i tj^z, c h e i
ragqio. di straordinaria dedi - a r e 99 arxr. si nroztUKijt nfa: a propria linea di aumento dello
lo M I n o comunque, avi ebbero dovuto (i. 1i R O T - 1 s a o _ ti n e de.,,i b. .'nei de.Li S \ S S I M rn>a e r a n o
sfruttamento e di at'icco alle cor.di- LUIGI SCICCHIT.ANO
zinne, di altruismo e. snprattut mai stat: pro.seatat: e c h e i s r i t. .a C I V T J Z O V ri; Mnte e t a i ' o
M.ir.t) M i " . i - . ì è t r o t t o .].ia'.- inniiitUTc a l p i l o t a ci] m a n t e Procura delia Repubblica di consigliere uscente del PCI

J
tn. di perfetta organizzazione imnor\an:i o p e r e p j b b . . c h 2 c h o z.om di cita e di lavoro di tuffi 1

L
i t i e ora d o s i .1 r cov o r o L'Al- M e s s i n a , c n e ha s v o l t o le inda tlaci o r a n o s t a l i p.ù v o . t e sosti- lavoratori, sia del paese sia stranieri. (Maida - Catanzaro)
collettiva. n e r e l'altitudine n e c e s s a r i a p e r
v a r o v e r a :n tr.w. c v i . l z.iw., ^ r u 5u!»a s t r a n a contabilità d e i - tu.ti s e n z a c h e g l i a::i r e c a s s e r o c o n t a l i : c o n la- clas.se d i r i g e n t e
non finire sulla montagna. E' la .-oc-età. L ' a v v o c a t o R o b . n o è t r a c c i a dogli a v v i c e n d a m e n t i , n s i c i l i a n a e c o n a l c u n : partiti ap-
m f . i t . o .:!•, a l ; - , d . i e h a n n o r ; \ i . -
• s t o fé. ito noti p r e w e a p a n t . . Saverio Tutino in c o r s 0 un'inchiesta. i t j t o c e r c a t o u v a i i o nella 5iM d e f l c t a c c e r t a t o , c o m e ti è d«tto. paiono q.tanto m o n o probabili.
<t* W
ffifcr..
éfj.
f.-r/*
,f}t
f H*, ) <+, >

1
t4'
k1- ' PAG. 6 / r o m a 1* U n i t à /venerdì 10 giugno I960

,30: TUTTI A SAN GIOVANNI AL COMIZIO DI LONGO E TRIVELLI!


Successo delle manifestazioni di
ieri — Scoccimano inaugura la
nuova sezione Cassia: 100 per 100
nel tesseramento — 88 comizi
nella provincia — Visite agli elet-
tori con i fac-simile delle schede
Oggi, con la grandr, tradizionale manileslaiione di p i a n a San
Giovanni, si chiude la campagna elettorale del PCI per il Campi
doglio e la Provincia Altre manifestazioni si terranno, nella tarda
serata, in tutti i centri della provincia, come annunciamo in altra
parte del giornale Complessivamente, si svolgeranno oggi in provincia
di Roma 88 cornili del Partito, da quello grandioso di San Giovanni,
nel corso del quale parleranno Longo e Trivelli, a quelli che rlguar
deranno i centri più piccoli, i paesi più sperduti.

Si tratta di una « chiusura » imponente. Anche ieri si sono svolli


decine di comizi (particolarmente riusciti quello di Primavall»,
dove ha parlalo Alicata, e quello di Centocelle, dove la campagna
elettorale e stata conclusa dal capolista del P C I , Natoli), e insieme
ai comizi, assemblee popolari, riunioni di caseggiato, visite agli
elettori con i fac slmili di schede alla mano per l'insegnamento pm
minuto e capillare di come deve essere espresso il volo per il PCI
Tra le manifestazioni di ieri, di particolare significalo quella
che si e svolta alla Tomba di Nerone, dove il compagno Scocci
In (|iit sii u l t i m i g u a n i si i inti IISIIK ,it,i I i n i z i a t i v a d i l l i ^ i / i o n i d i l l e I s i b i l n / i . i t i v i viv H I ni IIMU.III sii;nili< i i t i v e ( I n l i . i n n o f a t t o s p i n o n i ll.i d i l l a si / i o n i \ l \( i MI u n a di i > M u n c a v a l l o i In l i , u n i u n a u t o b u s marro ha Inauguralo la nuova sede della se/iont Cassia, In via
11 Utili* dt i i oniil,iti di z o n a pi i u n . i p i ù i n t i n s e , i t t i \ i t a n> i ( | i i < i i t i i i i i itt.i i n v a s a d.ill o n d a t a d i ( a t t i v o g u s t o d i l l a d i s p t n d i o s . i ( . i m p a g l i a e h i dell I / I I u d a ( o m u n i l i » li suiti i < npi t a / n m i t i a s p o i t i di I i i n t i o
Poggio Bustone La sezione ha ragiunto il 100 per cento nel tes
nelle boi nati < s u i Inumili d i l i v o r i ) pi i il s i n l e s s o d i l l i l i s t i d e l I V I t o i a l c di i n u l i a i d aail ii d( i l i b e i i i l i \l'Ila fitto a s m i s f r c i r l o i n p a g n i d i ì s i n i s t i a * i l l u s t i a n o i l i u t t i d i i | i i a t t i o a n n i d i p o l i t i l a ( a p i t o l m a pi i cjti.inli
il 12 g i u g n o S p i SMI d i n i n i / / i l i u n n z i n i i a m b i IIHKII s t i s o n o s t a t i p o s I i . i s t t v i t e i h e I nini o i g a r u z z a t o u n a s l i l a t . d i b a r t h i \ d e s f i r i li a u t o l ' i g u a i d a I \ ' l \ C e la S T K F K K ) seramento

Sono state violate le norme di legge Davanti alla moglie sulla via Pontina

Strani anche i collaudi Ucciso a calci durante


per il «sottovia d'oro» la lite per un sorpasso
»« Stile via Olimpica » — In realtà, sono gli automobilisti | f L'aggressore, uno studente, è stato arrestato — Con lui viaggiavano le sorelle, che l'avreb-
a collaudare il viadotto — Interrogativi per il Comune Come le scarpe di Lauro bero incitato nella lite — Ha colpito prima ancora che la vittima uscisse dalla sua vettura
1

« A t u t t i gli a u t o n i u b i l M i al p i n p o - i t o e i i p e l i i t e a M . I I I S O ili itali su ( p u s t o i n n i Simo s i a t i I •ViiHiedi'o < n i a l i n e n a t o d m a n t i a c c o m p a g n a t o il t o r n a n d o di via

L'ultima
II'KI liti pei un - o i p a s v » u n mipit P o i ì u e n - e dovt e s t a t o i n t e r n i
ten/ione! S l a t e < oIlHiiilaiulo il <(|IIIVIHI m i (apitolato (lappai dalo X ito e mot t u it 11 - t i a stili a u t o .tato n i - i e m i a J b a l t ' i t e - t n o t i
viadotto P I O L I ili l e ( u n < aliti- lo s u l l a b a s i di I q u a l i la di IH .ita I p.ili ( h e s o i i c a m i n o il v i a ( h e lo ' i a s | x e t i v a in osjit-daU l i ! t i n i ' l ' i e,) -od o • \i fi a (d
la ' • Q u e s t o ( . t i t i l l o ii (iii.iloi ( o-tiiiziunt- i -.tata <il'Iid.it.1 a l l e dotto a v i e h h e i o dovuto essere Molto n i o b i l i i ' i n e n t e t st i t o IH '. M» ima \ttitlla — -1 i (lift- o
s a d i Minile d o v i i b b e e - s i it if
(isso b e n e ni v i - l a Ititi—**» il |>( i
d i t t e Silvi s i n i C n / / a n i
mi lui a <ln In li - p i i di ( oliali
\ i ni s o t t o p o s t i a p i o v e di c a i n o i (fi
l i m i t a d a i (pia t h e ni f a t a n t e I IMI ri 1 n i ( l'i a i s i i i rato.lli a l 1 im\ i n e d iv i n ' i ,1! t n i j - t o t e

vergogna de
.1 ut li c o n i -Mein i v mli nz t d il S.1J11 1 o — pt r tpu to I Im }nr
( i n s o d e l sottili i i ili ( 01-ii il II i ilo i i .iiiu a • ai ii <• il* Hi d m ditti sei e. la i i s i s t t i v . i ' p i n n a n.i s u o iv vi i - a n o io ' u d ì i'i di 1 hiti'a \1111 in 'i aio di jaitiì ma
Itti Q u e s t a i n t a t t i I i n t i m i novi ( untimi,i < ••-.! ,\d .ninnili i I n a i s i tiil allnt lite, d i l l a n i a i n u a azioni v e n i inni sp.dIeg141.1to d a l l e -01 eI h. di ut lutei lo ( era stala miti
t a i f a m o s i ' p a l i il <• (incili sul v i a d o t t o * t u t t o d O H I * u n l a e d e l l a e n t r a t a in h i n / i o n i di 1
li 11 g r a v i s s i m o c p MKI'O e av tii*t ustione per un mio M-rp-is<-n
die- il C o m u n e h i p a u ito il t i r i ii ii di ai i n-< tali ( I n i l minilo - o t l o v i a S f i o n d o li p u n s e di
veri ito | X K O p u n i i d i l l e J l Milla ma tra ''"itti < 10 s f a r ò fi r ri
Ilio (li ( p i a n t o li i m p n - i appai a s n i d o s t a I attr-!'-,iaiii< n t o d e l - p o - i / i o n i d e l t a p i t o l a t o il a p p a i
via P o n t i n a , i t i i o ' - a ilalliii'tii f tirine quando Ilio stillilo t)f
l a t r i t i n o n a b b i a n o -pt - o ( ini I \ u u m n i ti a / i o n i < o m n n a ' e « it«- lo i lip si i i f . i n n o a l t i li 4Ue in
- o t i a t f i t o d e ! i n t t ' o in 1 t t a h uh te una MI/I Ila uhi allotti
u n o s p i t i o d i i ii( a n i c / / n nuli.ti linoi.i h a il p o - t o p o t o »• m a l e p i o p o s i t o i m a n a t a nt-l I'1 li
La v i t t i m a - 1 Inani iv t I v a n F e i I ho pre 11 a pinmi e t ah
(in n o n s a i e b b i i o -t,ii> ( o l i a t i a l u t t i eli mti t i o . : itivi posti d i l d i t t e a v i t l i h t ' i o d o v u t o fai e - e
(lati a (Inveii st t o n d o li p i i ( i la st in p i di mi ti .i si i il M •Mine . u n a p i o v a di ( a m o pi i i i ' / \ hi \/<vflivi\ (.ft/sr/tvv riiu a v e v a !1 a m i ' a b i t a v a in . S f i o n d o lo s t u d e n t e I v a n K e -
oi^'ii ( i n t o p a h - d i d'i ( i n t i m i v ,1 V i n o M I M O 1 I n o r a v a ni raìi «M s i r e b l ì e rifi i t a l o a ] ut •<»
«r n o n n e d t t t . i U il.ili,i \> •-A< in li ri/io a - - o l n t o di J i alti i , H M
t u di diami t i o e o m o III pali . M n - ' c i ò delle l'u-'i K -t ito p> • ( li lo IH t r i di d a i L'i stili la
d a IJO t e n t i m e l i i di i l i t m e t i o • u c i - o u a v a n l i i l ' a Miopie \n 11 ,1 o. i t ' e n lo a v t IIK ' a 1 1
i I blu n e l i ( uni li - o n e è ( l a (YI.IÌM MX.II.Sl'K 11.1 M a t i a l'.zzuii 11 n i p u ' i d o 'o ' - - Mia — IH ( o 1- n'it j b 1' j
i ousji il < - o t t o v i i d o r o v in v a n n i i I t i t - a D e S i m u n e alla -ii*pa- o * 1 w, teila inulti -o ,
I f u n z i o n e m a a p i x ila d u e t oli.m l O f t n i i a \ o v e l l a Deiui ti i o l i 1 no nw-iitn ti stipi rarln inumimi n |
Problemi del Campidoglio d sii M e n t a p ' e v - t i s o n o - iti
i ffi t t u iti pi i | p i a d a 1)0 ( ( nt
(inali a Ixiido d e l l a - u à (•>". fi ma e -.tato una inaimi rn thf |
Iti ili I'o'hi istanti dopo la *.•»•" !
- e i a s a l o a i -! t 1 i Sab.i idi 1
I m e t r i d, d i m t n o < n a e a t i <l il mi ho siiiififi'ii iiwn amente e *r, I
I Coiiiiine 17 foli l a . - e i oinrii , --. , o
INVITO I. t a - i ' e s - o i e si < h i . i m a \iueo
ha str,ttu a <ie-f'H, lostruunnaii 1
Hemarenni u n Giovane < OIOSMJ
' n a t i d i a S \ ( II" d a l l e d i e d i ' t i - M ti ,\ l ' O L U O N A mi a Ui nnrt \e e ic o l'uomo I

VENTURA: URGENZA
( e a i ' o p m di u n n u t r o e 1(0) ( h e
t p p tlt.iMu i |H r - n ' i <ì u n i i I m > a b i t a in \ ' i ' e Kett 'ìa M a i - . ' b e n i iilibiimo 1 munii ato a d \intt \
| e l u s s u r i a p r o v a e s r a ' a fa'*.» f * r •a Iti1) 1 t h e t o r n i v a a m b e ini re Dopo 111 po' stillinola tu,lo \
I r i - t o d e l l a * f o n - t i di p i l i - \ Imi : l \ n \l , i (.11 i . \ t » |OMv _ • la u n i g i t i in ( o n i p a g r i i a d i l l i lauto, m stai o pei risnliri (pian j
j ( h e i n - I ' t u i - i o n o ' e food inient i lo ho udito una Ira 1 o'tiayoiosa
- o ' e l . e \ . i n 1 M a r i a e F i o r i I! 1
\nwti
DI UNA SCELTA PER LE
j d e l V i i d o t t o Si n e d e v e (lodili Gioì anni ler^ii ma or, Un 1 >u ira 11 tei
n - . , > * t t i \ . I T I riti- di ÌA e _! » inni
! ri t h e li p r o v e di ' e n t i t à di i|u»" 1 entità nella hit Mlnra ho l'ti*
I t.l (.OiO--..lìl OiM'ia s.|l i (| I 111 K ( ninnici.ito tutto -ce o n d o l'nnfo t
p a - s . m o d e i u n di rnmli li i d i (lutilo ( h e 1 - t a t o po-s|hile a i
Ianni ai -HOT tt'irpr distribuirà uria quantità di s<ar/H- i e t t a r e p e r u n s o i p . i s v U ( | , . | |{« f \kt1111 i l m a I'O'I o b i l i s t i t r a
a u t o il K i o : r o le s ' i n n o t m n
;n-r il p u r / e ">w>fro \>ramrlt< min di r o m p / e f o r c ri p'iin art

AZIENDE COMUNALI ilo p r o p i io I m o ^ i u i ' o n'»l> i -ti ii.irdim a v v i m i t o a l l ' a l t i zza d e l 1 (piali il ( . U H I lliere ( l e d a l ' r e
eli min aiii'imt*' Srmbraia aiqua jm^mtu Kpi\oiii tinUnati • a r a o r M11 i i e ' e L e o n a r d i e l i
S e si di vi f i l e 'in p il a g o n i il ni uiirjiiKa jin-.-forn a drilli piiliticti No. i n t e c c Kico In l>( ( h i l o m e t i o 4"> n e i p r t - s i di I ' o
p e n - i ro u -libito ni u n a l t r i romana the li r/poitd ni aupc. che racconlie nella pattumu n i inezia e g i u d i c a l o ir i t ^ o l a n d.d - ignora i t t i ( . i M o i e h a n n o . 1 -
• o n e r a d e l ri J. mt d e m o t r i - - i dellt ( O M - n •sfinite dalla cn\cwn~a democratica dtl l'atee il I t h i 1-0 I v a n o h e r i ini -avrtblit - i - t i ' o ali e, 1'040 d e l l a T a i l e d i 1
no » l i via O I i ' i i p c i ( h e ( o n e iinttirdn dilla \t arpa sin ••tra J E quella tolta noi M tratta t o - l sti|»el.tto a s u i v o l t a la e si M»V> p r i s t n t a ' i 'il o - p e d a e
e rui'ii -i n d u > - e n e l sliro di |M» i eppure di un pino ili -rrrrpe. l'in di un ì olonri^^ivin ini ito ,>i r ufo in i r - i s il'i ( . i n d i / i K i ' di
' teO » d e l l o -tildi 111 ( o t i u i g t r i
I h e - e t t m a n - id un i *p"< '*' d 'il lineimi In ho distribuito 4iruif/, naturalmente il indi ir I v a n l ' t ' i i i i i < ,n ' n f i n r t e 1 1 1*1
Al i oinpanim liti mm \ intimi dolo a ft.inuii-1 |n 1 • I n a i n e 1
•rabal'atite i o l a b r o l o so*to l i dono IMI-S ilei lineino poterò per il h*ca ira r/n/iii'iiwi to a v v a l i t i VIMO V - i u l l d o 10 o e
candidalo al l un mi o i ni.iu uh iniitiv 1 dt I divi rb.11 Ni 1 1 I ' . I
i v i - . - i i i i ' e di ,ìt v e l t - u e — e lì ipin< ili> w tintla ih imitatine la o ira jiìihìil ritnr a della i ol III-^ - . l ' i b b i ' o f i l i t i pi ' i m i 1 Ivan Ferrini
abituimi) ili esto wi imi i a -t-f litui v i v a t i il.-< 11--,o t i i n i
le p r o - p i f i n e i.i i dui Ì o i d mi i i t . e i o m o ' ' o ì i n o n-i'tie il tritìi i In tltuii litn portarlo n ( ainjtitloijlin le io1 ( oniii d .1 1 -u ' i i\ 1 in o t a t n f 1 t u il il
e — i In- I . I ' Ì m ' o ' i r ' o l ' ' i tini',n i ni l ti ; . r ino' i i 'ti all'i lo 'a digitatilo \mati d i t o p lli'o UHI (Itili o l i in liti
Qt'ìtinnt di Ih il n n '< « ini i • i' ioli.il'la I I t e i i a r t i 111 e le -«>-
o io i- i • nr i in Uri l)( n ovai» ti i p n »u .i i .tic 1 I 1
Ini n it i p iV i i .ti fon io l ..t ll'M .IV ll)!l"[ll a ^ ^ n i ' o
I* i I L O i' i > i '• i <>~ ii a h in i lo 'i-i/* i / i n i ' i • ift-rt'- - a più ite i - i tri let'nri - h-'.u dt II iinp.i k..no • t 1.iitt 1 i'i
- 11 h a d e t t o \ t n* i a - u n i - iti t o .' l - . T ' , l t *ll -I s.l**tb'it
/ o n e t a t itti N -< i iti - i i - n i e' f li 'IMI M - T i / ti ' . t I->,*I i I i
— ilo u 'in'ini tit liiiofi e della UC hanno o ti in niente rio' 1 li - L I 1,1 1 1 lt 11 F i n a l li 1
ii i a l .T't'e doni in li- "w^iliè iti. I-II 1 - 1 1 lt 11 iaila - . 1 vi ;
sia (li ( .inatti ti m i i ei ' t ' i n I'I* iti un oiudi* o Iti, pretino — il tpic lare di Homi •/ quale . d ' o i 1 a p i i t o lo spoitL-llo pi r
' il 1 su 11 fi.1,11 et e 11 ta d e i e i l " 1
c h e di * . u . i t t i *i I I I I I H I I man ' • ' ) - o \ i - rnin - o n n -* l'i ll'M lo'tl tirnpro din a m ni In hi distribuito alla 'ampi i.n fiero - ( i n d i l e m a si 1 ! u , \ i ' o . n ' i . o -
:u a v e . a m n ' u n i t o a p endi.it
n i - t r . i / n v u ni i m a ' d i d o v r à IM sdirvi -*ate t r . i M i i - i t e d I " I d ">• t rumina ato -ad mancalo rispetto, da parte di non ben indi - o . t o m e u n a f u r i a . A n g e l o H* r a c a l c i l i ' - u i au*e» € Ma non ha
fatti d e i idi r e in/i'u"o i li » i ilfatr i i o d i ! 1 i I re/ m e iiduati candidali delle rarrne per la prnpaoanda elettorale r t a r d i n i . c h e dojx» . i v e r i o s t o r d i t o aiuto ni ppuie ri feritoci di ->ceri
aziende i oman d do i.iii'o .Ili- •,•,-—i ile, l a v o n ' ' K r>'r n u l i A l'etnica, micce *i potrebbe chiedere: è con questo sporca. c o n a l c u n i puj.ni lo h a c o l p i t o
: r u n a f n n / m n e .intimorii i •' li • o^tn-no ai i dente bnilu-tlo ila licita che la IH' > presenta tlere — h a n n o ' . f e r ' o 1 t e - e r n o
* r^ OHI e - - e - d ' i o -.'iti t r i s - f a al ba-si» v e n t r i c o n tiri v i o l e n t o
m i n i lite in Ila v .la di I ò n i . . la -i Homo di ah a' nr 10 ,"* in — \p, , n 1 a; erto Iti Mx-rf. /
. *e e v e r o e i v r e l i le.'_*e ' ( - t a l l i o Ivan t - i r n n i . -otto 1 tnlpi
t i a r e s«» d o . r a n n o
•.trumt n t o d m '• • t i M •» i
e--eit ino -.1 n i f i m i , i r e i . - i r n « t h e f
v t t a ' o a-MK'Ci " a r e t • ro - i
L"_l' 1 -v» n,ilo 1 - i « a ( ( i < ia*o a
!t..-.. 1 Ut trattili -p. vintati
10 •! a ) aio' a mi e p uinhnp)
a l'io* o pti v . t ti'lu o a puj'o e
VIZIO ll-llll M ' l li - - I p I l (io i r e t •".in- *o HÌ n*i l ( n - l n i ' o n lei h a n n o s o c c e r - o e a n a c i a t o s u a talli. I. altro e -re-unti/ . 'il
* a l e si.i p« r li .t/ e n d t ton^'irt" ' a ' o > .ni i d i o - i ,n a u t o d i p a s - a ~ ^ i o u i e d a t a d d loro i ahr/Kiiru) y(n.corso 1 atti
stt-n'i ^'.i IN r (i n-.b » In doV I HI Dialo .11 un nulo a pa si, i n .
'Hi ( - - t 11 i o ' i n e > (. i e M.
«.ati (li IH r . i ' i i
• i*a «^xiiiet'.i i ,>'(>-. i • ' 5* i - e
i u t v i fri tt i di ' ìa i : r . r
,i*'ov i 'I o'o > ,i • 1 1 e"i
TACCUINO ELETTORALE - c t . o ' K m ci» d i « r i d i n e " ! L i \ r .
ti ,.1 l . i 1 1 _ e ; t n t o il S r i.it i n o \\H II I ( l l t . t l ili 1 .1 V ' liti 1
i.t .1 1 ti f u i t__a i - - m i n li.inno
1 M t r o (i vt ii'i 11 inti'i 1. 1 |it 1
S nor.i 1 .ni 'in i - . ' i o ii i .*- i*»l"i ] J'' i r •*<ir' i ( i '. I LO O 1 1 1 u n ' *i> .ti I » I '11 di 1». ii/,,i 1!. ;
I il p e l a t o • r a t r o p p o t. ivi.
i l a i t o -i n z a e - ' i'it> i i r e i > i i i a ' !-• et I H M * i t ' i O-, JTj ,| | | \ u i I.1-1 , • 1 ..
' a y x i r i d a a.ti ri i' \ i . «il i r ) DA OGGI AL 13 GIUGNO • aiuto i i n tv t ' o 111 ibi s i'i t t a
1 o V o ' - e 'e »**o' i ->i », i'e Ili pfOll'o -I1IOI-II If.l ^1 p. " t i r 1! i,i, l i ii ! >.• 1 1.1
-ni*.iti .1 I l'ti In. I- (| e - ' o ' n . i ite i k>,>o Co e i n e t' d b tiftii i c o m u n a l i r t s t a n o a p o r t r anche ÌICI qiorm fetu t. nullo k ' i n t ' 1 - ' a ' o 1 11 1-0 Iv.in l ' i r
1 n d r i z z o i ht li w i - - t . t t ' i v t * ì n i i . o a s ; « " T o d e " o sr.Ti 1 i ii e 1 e 1 1 .itn tari iv rt a Vt .ot ,1.1 1 n.ntl.i
ti*o d a l U H I e » . !.' il i^.io r d a l l e o r i 1 a l l e 1 7 . e d il l u n e d i ìli g i u r i n o d a l l e o r e 9 a l l e 14 p e r Ix> ->'jiieii e 1 - t u . u fi r n.i <• ,ro
• • • a v ' s t r i o e c o r n o tze "i n ^ i il M . m p ' r n m t n d e l l e o p e r a 7 i o n i r e - l a m e a l n l a ^ c i o d n r c r t i f w a t i chi , n n rt. ( i o , o 11 t'a»*t ì.a a i i H i i i i 11.1 - t r u l l i d.i u n ai ni i
q u e - t e SOIM» ie 'i.>-*re prò,».» *t ! Il compagno Luciano V e n t u r a i
i n c i l e il m n s'e-*o d i ' I i v o - i •ina [k.it* .X. a d e Li S ' r a 1 1 < 1 — ( 1 t'id 0 i> d z t r 1 1 - il VII .it..t
U .ir I M li 1 : . ! - , > • > ' o l u . r i i i K t t o r . i I i (i d t i d t . p i n a t i I»II e l e t t o r i p o s s o n o n t i r a r e i c e r t i f i c a t i
P b b ' - r - <hr h a affi r i i ' o a l ' i di 1 *i .11 l o . o q u i - t . t.t -ol.» [ K r u
n o f - - e r e n - o " ( . a e il ili a ' t n l't (t **e7nvie < i i - i v n n ' e re' ' a o ' i MM i i l i t t o r a h ('a oit!:! i r d u p l i * a t i d a d o m a n i
**a'o r.illtmi n ' P ' e 101 Mia i*i!t <.» i - T • i vi 11» ii » r"o n i ' ' l -• u n 1 fa I - i » .'-OH > ('ci r . fr 1
comrniss o " e .ìrr>i- * i ti li . 1 . ri nti» f I T I ' ..1 o ri - o r
t u a u r b a n i * ' i c i di 1 t ' i f t a f e di i ( t i t ' i ' e u t ! !.t* i t t o t 1 K r t e OGGI, VENERDÌ'
l i n ' i ' i i i i ' i ' i ii ' - i >ii r u l i t l i ' i ' i \ e ' t i »- t h e !»- . n ' i M i i l i l i « a p i - ti (e I il 1.Insù (1 . U ' i ' i ti , . 1 i
l a \ o n pahblic, i u f u i i p-iv i
It-re M J I t r a - p o r t o e i t ' . v i ni di il •t r i n n o v i t i » i ' n . r . i i ^ u e in t - i r o r.e! v , * i d o " o d ("o -o il I* i \ m t / 7 . i n o t t e e i s s a l a f a c o l t à d i t t n t r e c-omrzi r n u n . o m d i u n i i ! i i , i r a g a 7 7 r sì s,irt I>'H - , ••"
li i in ì m i ' IÌIV.I- S»*~ b i
tra-portu iVi'nlm h i •• .'ov r.i .i s t o u » i -*. ' i i e i n "i n i t e p i i p )i*and.i e h t t o r a l e d i r i t t a o i n d i r e t t a i n l u o g h i p u b b l i c i o t.i c i Imi s t r i n o u r i n i l o i ^ b •
<>>-er<* f i t t o t»i".i 1 io Ì ; ' I ai e i s-i • I'. i l \ t i il -l'iti (t - - . i t o !• i i -' ' . l ' i o 111 è Mi» >- ti '*! l*| ' •-' I l'
ii-erti al p u b b l i c o Mia s t i - s a o r a « c a d o n o ì t e r m i n i p e r 1 a f t - ili **U!liZ II l'i I F l l ' i * ! V i l i | n l
d r ' .1 u r a r s V i t i i tr i i i >i > , ini i" o ' i i _ . . o'i t e a i i i c o ' l t " M" 2 o*~l '. ' "'« ' l - *1C I - i 3 1
- m n e ( i t i m . v i i f i s t i M H t a b e Urini i l e t t o r a l i I e --ozi ' n i d e l l a • t t t a tp « - ' . ! 1 1 p e L . r o 11 > t i ' - a - 1.
b Ii^t Ca i l i ii " i^ i i ' V t io di>\ i J i - (V.e 1 i'i c u
1
e- 1 i d t l l a p r i m r u ì a i u r i n o e b r p e r e p i e l l o r a i n t u t t i r n o - t r i «^pt/i v.. • 1 - Ì ' I .is-.ito | a u t o ( 1 . _ 11
U SThht-i: ' i - t . *».i | i i ' e ; i i o a') i ' i .H'II a v .-i» i !i l t ' O l i C I. Il II . ii
- l a r o a ( h s - i i s i m b o l i i t t i P i r t i t o e i r n a m f i - t i e o i !« l ' d ' f a z m ' i . a 1 li i« t ar no 1 1 in 1 p < ' t -I n i
t , ( i ' • i . . ' . i n e n . t - n < a ìzui ir I —i"oi .i * l l ' M F 111 I i •
trnzia' t . ii. e i/ i i 11 il 'r i
di Ut* p r e f e r ì n z e v p . ' . l n n d o a f l i r . e h e n e l l e d u e n o ' t a ' e t r a \ e r n r c i \ i I t m 0 I'I il 1 t.i 1 1-- n • t r i
, n
r p i l i - t . i ' . i e 1 1 il < i ' o , * i ' a i (li i z i ( ì i e*M i \ n e d e , l ' o • i
sporto ex raij*')» a a ìvel 11 hi r r ni t 10 -Ii.i'i n i - 1 1 !» •
>; i u ' i p od i * » i i f i'i ',t Y i di r ( i o *s ' r t i — t i < " i l li ' n i * s.it»i»ti e ilunii m t , ' r t m M a n o r i c o p e r t i P e r a c c o r d o i n t e r v e n u t o .
V o ' i i l t m :i o o o d i rt a d •-• r i
l Oll-O' / I ' I 1 s) pi e e o T i - e I eli in i 'NI - i n t.tbt Unni n ' s t g n n t i ,il n o - t r o P a r t i t o c h e t v t r t u ^ l x i . c r . i i f o s i t ' t r v t n . i u n i e» i't -or» .1 i l i
p-tto e d a ^ e v o e i. M - j i i U n r i
! o p o r n a i t r o dt i i i " a d i , • ! l'i i ni ' i . n i " , ivi v e n d i l o | ' a . i» — d ,i . i o o ,i MI • i \ i - i r ò r t i o p e r t i ( ori n i a n i f e - t i d i a l t r i p a r t i t i o r w i l t . » < s e n a n i ^ L n 1 ii 1 1 r . - i (!i ni rv 1 u n l i l n ;• o
t e d i c h i v i v e f I.»'I di i - - i .I.I'IZZI' e , i . o ni li-,ii i- i n . i- I 'il-.»•.'. I i i l u t i ' » ;x r i t '.i m a t a l a r m - t r a p r o p a g a n d a e p o s s i b i l e a f f i j i c e r e i rhi-«tn s m i K i ì i t 1 11 11 i i i ' i r t lo «-p1»*;! Il 1 ('' •
L \CF.\ v I A ' « ni f MI 111 ipa . ,t i1 ( u n i i n i b , ' f - i il i<vn I .1 i i i i i - n ' i i ' — i n e i.l n'>» . i t i n o a l l e o ' t 7 d i d o c n t n i i a \1 I 1**1,111 g . i ' o - - .1 o , - i ' i r o i v >
I 77.1'a dt I . . a - . - u v a n o v I ' O iz i'i--o !i 'i - t i/ii -idi o i ' i i f i l i - " e i r t e ' i I - . i i " " ; i i i ' o l i - li v a M e i i . t i » p - o p ' i n pt . n i
7.irr .1 p t " i» a n i I • i \<,\ ** iz • a t. i 'in i ii m 1 ni inu .p i't i i a s i I v i H o ' t o - e ' i z OM • v<i li n i t.iii 1 : t 1,— 1 - o i - t r Tkii.ii n i
d e f o r i i f ' i t d n i r . ' n irni . - ' i ,^ i ' l i p • i" I'I v ( n o n2i* e ni • n i ' i I ' t - ' i .! i i ili ' o ì i l ii DOMANI, 11 GIUGNO ini *it • ri . . - i n S rt> frati i " 1
. r |>e" . . 1 / o •• i I e > - i i*> r iiei.i - " i ; .i i uni . ì n' i d p n..i i*n i i i u i • li,»»' i r t n i i i ' t -i i K m dille p n i t n o n d t l m a t t i n o t u t t e le «e/ioni « o r o m i x Oli, p »•*• I, 'o — ( - I f] t 'ti t.o 1
ftdVt'V •!•"• ' ivo-ti I m-edii t li l i , i s-i ^ IM ! - | n i^ itj, , r . j o o n i i -.i ' i. i -ii ti u n a t i a d u i u a i i i z / a r e u n a l a r p a diffusione: d e l l ' I " r u t a n e i q u a r t i t r i . -1 1 . r i i i ' i t - - t rv 1 d u b b i — c o r ' r n
M i a ' o (l a ..i < i 'iv ''•• p o t i "l u H r i i • is i- i 1 i I 'i i - . ' i t ! i e').» i •• . ì i 'i - in i i ^ i ' I 11 [ni 1 in.11 .0 11 la 1 Tal 1 1 M t
m i ("omiini t in p a r t i c o l a r i M J I l u o u h i d i l a v o r o C o m e e n o t o
ve ni .la ni.* i i . " a 1 i ' i i n o 1«l i t. ili I i .. I l) . l'i o . r i .1 i ì u t e 111 " i T o i ii ì . i - i ' » 1. I V 11 1 rn» -Vt "ili l
I l Mita p u b b l t b t i . t il ( t . s t o elei d i s c o r s o c h e il c o m p a g n o I . U I L I
«(•yettiv.i ( ì i . i r . r . <• • - i ' t • lT • > t ' / o l i i l il i l ' i i l 1 1 fi I I 1 - » -tt u n » a i a n i **o e h ti »i » Il . I H l o - ' a 't n ' t e t. •') it 1 ; 1 0 - I'I 1
* tati aiflit i p o i t ni 'el i n ' I l'O ( iKl' ' . i , ,M-'ll d ' i I t i ( O . fr i 1 a t m e u n d t . i . . , ti ) I>»n_'o p r o i u i i H i r.i <\ S ( G i o v a n n i a c h i u s u r a d e l l a c a m p a g n a
i lt M o r a l e I II.IICO C i c l i i.tìlC l.lll ( i t i l a pi» I
l i z / a 7 i o K d i . . e \ i i o a IJo n i » h e l i - ' i - s i -•*ada n . n i i n a l i t h e provoca • ^ ^ i i ' e - i h i n-oi
p o t-v-rr, - f i - i i r i (| l a ' t r o voi tizia s t r a d a t e d e a r c o r a in s t a t o
V. i m i k i v r a i s - e r i t . r t o O,),HI ,*b' nelle zetie i n n x - d i I \ Ì m i o ( ) n Iti i i s t i t u z i o n e d*-i s i g i l i e l e t t o r a l i
ti ( o ' i - i . t . ' vi i IH*K h : n i e - i d. a t t . g u e il -o:tov i d i ( i i ' s i d l ' a 1, f i r m o ni g è utlici dì v i a I ' o .
nenJo-i n ehi \ o r r e b t n ni i u t e
titn-i Solo d o m i n i , dojio a v e r
n c r r » R o m a o - i I n s t v a m e n t r .1 i - ' . i n / ì s o ' o p e t h e le a z i e n d e h a C<riie a d i r i » a d o , - e . ia"oo AUTO CON EMBLEMI DI PARTITO a - c o l t a t o gli a l t r i t e s t i m o n i d e l l a
c a r a t t e r e di centro antnnnistra nuriKip-ìli non -ono c a p a r , n e m !o si q u o t o v i a d o t t o , m a c o n
tl\0 t r e n o di l o o ' d i n a r c la o r d i n a r i a guidi/io e mmlcr.iziono' > In l.e macchine contrav-egnate con emblemi di Partito possono t r a g e d i a «.ara p r e « o u n p r o v v e
L'Azienda M u m c i p a ' e M e r c a t i m a n t i t c n n o n e d e i loro i m p i a n t i . atte«« che \entra collaudato nrcolarr fino alle ore 23 di domani, sabato Angelo Bernardini, l'aggressore d i r r e n t o nei nuot confronti L'aggressore mentri v i e n e condotto in q u e s t u r a

v
^ r - . k_ ^ ,
l ' U n i t à . / ventrdì 10 giugno 1966 PAG. 7 / r o m a

CAMPIDOGLIO E PROVINCIA: i

Vota
questi i candidati del P.C.I. P.C.I.

i
La lista per il Comune FACSIMILE
ELEZIONI PROVINCIALI
12 • 13 giugno 1966
Collegio di

t i l t
• I . I I I
I I I I t 1
• l k • « I l
tv., 111
.\ k i • I 1 . I
« • I t i l a i *
«fc« • » » • . « t
. - , ,^. « • « « « ! l . l t
' I l l l l l l l l l t t t t ft^t \ K \ * 1 • > • 1 I
t l l l l l t l l l t l l l l l t t l l t l l 111
i > i i i . i t a i i i i i u i i \ M i i • i l
I I I I I I I I I I I I I I I K V / t i I • • *
I I I U U K I t l t l l K I 7 > t « • • 1
>
Aldo Natoli Renzo Trivelli l t l M I I I \ l l i | U I 1
l l l l l l l i i l l l l l l l ' .
<_/ •
7'.» I l l l
••»»»»! l l l t l l l »%• . \ / . « » • • I I
* * » * « * • » « » » % » * » fc.^V • » • * 1 1 1 *
O t K l M >«••»« VS. » 4 • 1 1 t I •
' " ' " " l l l i l k V i l l l l I * » •
« »• l . • l u l t t t . V ' , , t i t v • « •
,
«« « « »' » • » » » • , . \ . » I l . l t I t i *
• » • • . m i n f y \ n » # « 1 1t I I I
" I t i l l H 7 l > « i i i i n i l i t i
» » • * « « « » » • 7 i i i i i i t n » I II
m i i i i n r . . « • • < t i t t > % «,•
m i m i l J . i t i i i t i k - i 1 1 1
• « • « • • • ^ v ^ l é t » i » » v i » t1 • 1 •
* » » » • • , ^ > - u i i i l l i i i i i I I I .
1 1 1 1
»»»<• • / , \ i t l l l I l K I D I 1 1 1 -
» t \ \ \ »^V l l l l i i n i i i i i • v * •
»
» »! »» »
» »» •• » 1- %
> *« iI ct i i * »T , * . i . i !# , « . «. t, a,
l l t | | t 1 l l | | | | | | | | ( I l , t | 1 1 I I
• I t t l t l l i n U t l l l l ' l i l . • f % I
• t t » t l » i » t » i t t « i u » , % I i 1 1 1 .
l l t l l l i l t l l l l l i i l i t i n , I l i *
l U t l l l l . l t t l i i l l l l l t i i 1 1 1 .
I t l l l l l l l I M l l M l l l ' I H 1 1 • I
l l l l l l l l l I M l l l i I t l l l l l « * « t
I t l t l l l l l l K I I f f l I l l i l « I I I
• l l l l t l l l l l l i u i i i l i t . l I t t i
l l l l l l l l l l l l l l l l l l l t l l l » » » I
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 , 1 1 . ) . , , • 4 t f

• t i t i l l i• « i t il i t i i i i i i m i i
m i m i • m il u i • i i i i i i i i ,
m i l i t i t n i i m i n i t t t m i
i l l u n i i m i
i n t i i ni n i * l i
n«•**n i » l i t i
n m n n i n
i t t t i n i i • t * it i l t i t i u n i i i
i l • t t t 1 1 n
llllllll t i l
n i
t
****
i n n i
* • V** m t m t «
l i t i
1 IIt V t i t 1 1 1 n
Luigi Gigllotti Eduardo Salzano I t i l i 1 1 1
* 1 » ** * m
l i t i i n i
i * * % i
* m * i
l i t i 1 1 1 1•
1 * 1 1 1 1 * 1
m
****-* « * * *
* m i n i
* 1 1 1* * * > * m
n i
n i
J ) Natuli Alilo 10) Guìila Itaimontlo l l l l l l l l i m i
I l « I l I I » t i t
m i
nn i
* * * * i m t t
i1 * * * * * 1 • n
deputato, precidente del Gruppo capi segretario provinciale del sindacato m i n t i
t i n t i l i 111
• t i l t• i l in * i m i t i
n *i * i t * * * i i i i i i
tubini del PCI bancari FIDAC • » i i • » 11•
I t i l i !
m i • • 1 1t * « * n
I l u l t i m i * * t t m m
t i l t

l l l l l l l l T i t t i t i » t i n i n i i n
2 ) Trivelli R c n / n I I ) Ippoliti Franco t i l t . I l i » t i * i « t i i • n i m i n
m i n t i l i t i » m i m i m i t i
segretai io della Fedei azione tinnii medico chirurgo • t t t t i i i 4 i « * • m i i t i n i u n
i i i n t u • * • L • l i t i i • i i m i t i
insta rumami 12) .(avicoli Itolierlo i t t t i i i i i t t i » . » 1 1n t i i t m t
t i t » «i 1 1 1 t i t t i t i i i i t i m
3 ) Giunti Alilo medico chirurgo, consigliere usi ente
i n
t * * i « m ***** ***» * * * « * * * i « t

segretario della Laniera del IMI aio 1 3 ) L a p i e e ì r e l l a Y i n c e n / . o .Mario


'I) Giglioni Litici Alherli» professore di liceo, cons uscente
avvocato, senatore, consigliere co 11) Ledi Marcello
miniale uscente • • — ' studente universitario, dirigente del Questa è la *-thoda per l'rlc7ionc drl
3) Sul/mio Fduardo la FGCj Consiglio provinciale di Roma. Il Min
bolo del PCI si tiova al primi) poi-to.
PER LA PROVINCIA
in(jc()iiere (indipendente) 15) Leoni Antonio
Per votare comunista occorre tracciare
6) Angeli Otello segretario Federazione provinciale
una croce sul simbolo clic si trova nel primo spazio della scheda. Per la Provincia
segretario laroraturi dello spettacolo chimici
non si danno prelerenze.
7 ) Aquiliuio Salvatore 16) Liherturei Francesco

<
del sindacato tassisti, consigliere scultore
tisi ente 17) Lotti Pietro -n« »*• nnxtiTvn "*a scheda per l'ele/ione del Consiglio
8 ) M a g l i o n i Luì^'i dirigente della sezione Valmclaina
segretario regionale della FID\T Ut) Luciani Feruanilo
9 ) Itanliuì Sergio del direttivo dipendenti ESPDEP P E R I L COMUISJbi comunale di Roma. II PCI si trova al
impiegato, segretario della sezione 19) Macera Felice Cecili» ^ ^ ^ . i ^ « • • — w « • _ M » J primo posto il voto si esprime trac
del PCI Partuensv Villini bracciante della •£ Maccarese v ciundo un segno di croce sul simbolo.
30) M a n c i n i .Mario Nello stesso spazio, a fianco, è facoltà dell'elettore esprimere cinque voti di pre
1 0 ) R e m - i n i (Giulio ferenza (scrivendo i nomi dei candidati oppure i numeri corrispondenti) Oltre
spretano della sezione ferrai irti medico odontoiatra
che a Roma si vota per il rinnovo dei consigli comunali anche a Bracciano. Piano
I I ) Iteriamo Stello 31) Manonì Gustavo Romano. Carpineto. Ponzano e Velletn. Nel rt^to della provincia si vota solo per
pruno cameraman della 71 edile, segretario sezione Settecamtm Palazzo Vakntini.
12) Butta Lucio 32) Marconi Pi,,
statale, .segretario della zona Caldina segretario della FGCI romana
13) Galaliria Kiinio 33) Martino Camillo
pitture medico, s-eareiario sezione Monte
1 I) Cantili» l e u verde Vecchio
del Comitato Centrale del PC / 31) Mieltetti M a r i a A n t o n i e t t a
l.">) Capitoni Rino consigliere uscente
segretaria Federazione Commercio 33) Moile-li Vimelo
16) C a p r i n i S t e l i in operaio, della C I della Romana Gas
presidente della \.ss-nciazione Ambi. 36) Montagna lilrana
Uniti, consigliere uscente commerciante ROMA 2 (Castro Pretorio. Esquilino. Ludovisi. Sallustia parelli, presidente della Lega provinciale cooperative Compagina ix>rtualc.
17) Ca-tellu/zo Vinccn/.o 37) Morelli R o l a n d o no): Piero Della Seta, consigliere comunale uscente.
ari 'icato operaio, segretario della C I. della ROMA 12 (Ardcatino. Eur. Giuliano Dalmata. Ostiense B. COLLEGIO 27 (Civitavecchia 2>: Giovanni Ranalli, consi-
IH) Cecilia R c n / o « Apollun » ROMA 3 (Nomentano. Pietralata): Claudio Cianca, depu gliere provinciale uscente.
Aciha. Castel di Decima. Castelfusano. Castel di Leva,
impiegato, segretario sezione Gar 38) Nieolini Renato tato, segretario nazionale della FILLEA.
Castel Porziano. Cccchignola, Ponte Ostiense. Mezzo
tkitc'ln studente universitario COLLEGIO 28 (Colleterio): Mario Rosciani, segretario della
ROMA 4 tfPrenestmo. Labicano B. Tiburtino): Luciana cammino. Tor de' Cenci. Tornilo, Tor di Valle. Valichi-
19) («Trina Spartani 39) Pampiuliouc Silvio FIOM provinciale.
Bergamini, della segieteria del sindacato Italcablc. no): Vincenzo Mano Lapiccirella, professore di liceo
arrltt'ctto libero docente all'Università
20) riolìari Luigia 60) Picchetti Santino COLLEGIO 29 (Frascati >: Andremo Rossi, assistente edile.
ROMA 13 (Lido di Ostia e di Casteifusano. P o r t o r i c o
-r'ir--utrn del w J . r t J f o p ìtroraio segretario della FIOM proi melale Angiolo Marroni, avvocato, presidente dell Alleanza [irò
M oUlS'll o 61) Pra-ca Giuliano COLLEGIO 30 iGinzaio)- Gino Cesaroni, consigliere prò
v melale contadini. vmelale u-cente.
21) < iotli r i r r i n o nubblieista. dirigente l'ISP
della Ftdera.'a.e de ali elet'r-t i 62) P r o c o p i o l haldo ROMA 14 (Gianicolense): Camillo Martino, medico chi COLLEGIO 31 (Guid'iiiia Monteceho;: Giovanni Ranalli,
22) Coarclli >eralin„ avi orato. <enretario della sezione di rurgo, segretario della sezione del PCI di Munteverde consigliere provinciale uscente.
del sindaca*1! jicnsionatt autoierro San Lorenzo Vecchio.
tranvieri {indipendente) 63) Propcr/i Vldo COLLEGIO 32 (Manno): Felice Armati, consigliere prò
23) Conti R e n a l o della Confederaztor.e dell'Ai t'gianafì ROMA 15 (Regola. Trastevere. Aurelio): Renato Venditi., vinciale uscente.
drilli C f del Poltgra'wo dello Stato 61) Ouer/é Franco giornalista.
21) (imitili Franco medico chirurgo COLLEGIO 33 (Morterotondo): Malo Maderchi, consigliere
operaio, segretario della sezione di 63) Raparelli Franco ROMA 16 (Primavalle. Aurelio. Trionfale. Maccarese, Kre provinciale uscente.
Pnrinvulle precidente Federazione Cooperative gene. La Giustimana. Tomba di Nerone, Isola Farne-e.
2.1) IV \ i r o - l i n i 1 o r e u / n 66) Reali Paolo Cesano. Polline e Polline Martignano. La Storta. Otta COLLEGIO 34 (Nettuno): Malo Maderchi, consigliere prò
rou^i'iberc cì-\unn'e iisici.'c della C I. dell'ospedale S Giacomo via. S Maria Galena, Castel di Guido. Cdsalotti. Tori e vinciule u-cer.te.
2(i) IT M i — - a n d r ò G i u s e p p e 67) Ru-lichclli R e m o in Pietra. Palidoror Mario Pochetti, segretario deliri
.segretario M T - T e di Torp anattara impiegato. <egretarto sezione \urclui COLLEGIO 35 (Olovan •>: Primo Feliziani, segretario na
Camera del lavoro
27) Oc F e o Kii/n 68) >accueei Vdolfo zioiutlc d-Al,i Fcderazioit itaiiana l.'a sport a tori artigiani.
operaio, segretari ( / FATVt •^cardani Federaezzadri provinciale ROMA 17 (Trionfale Della Vittoria): Nadia Gallico vedova
2tt) Della Seta P i e r o 69) " D a n i e l l a Itriina in R o c c i a Spano, segretaria dtll'Assoaazione per 1 rapporti cui COLLEGIO 36 <Pale-trina>: Angiolo Marroni, consigliere
cor.<ialiere enTurale !/-Tf;'r d--l direttivo provinciale bancari turali tra l'Italia e la Cecoslovacchia provmaale u-cen;<_-, precidente dell'Alleanza dei con^
29) IMiranti > c l l „ 70) Signorini Knnio tarimi.
*earclarin della sezioi.e p<\<telcjra- Geometra, segretario sezione Torre Il compagno ROMA 18 (Flaminio, Della Vittoria): Ugo Velere, segre
• onici Maura Fernando Di tar.o nazionale della Federstatah COLLEGIO 37 (Palombara): Mario Pochetti, segretario
30) F i m o Alni-in 71) Soldini Nello Giulio, pre- provinciale della Camera del lavoro
ìvr ves'den'e c
e : n * e mi il d: di sidente del
segretario del sindacato a\!oierro gruppo consi- ROMA 19 (Borgo. Campo Marzio. Panone. Ponte, Prati).
e,'.erra tranvieri. conigliere uscente COLLEGIO 38 (Rocca di Papa - Zagarolo): Gustavo Ricci,
liare uscente. Paolo Alatri, deputalo, docente universitario.
31 ) 1 :i//i I.tieiano 72) S o i i n ì u o F.iiucnin «indaco di Ger.azz.no
ii ve: ito. "earetar-i sczw.e Tir n*<i<tente univ^iiano ROMA 20 iPanoh, Pmciano. Salano. Tor di Quinto. Grot !
ROMA 5 (Ale^mdrino. Collntiro. Ponte .Mammolo. S Ba COLLEGIO 39 (Segni;- Ugo Calva no, segretario della Ca
f.'iCX* 73) >pui:nini Italo taros^a. Laoaro. Prima Porta): Franco Funghi, pub
MI'O. L*ingho77a. Seìteca.miru. Tor Cervara. Tor Sapien nnra del Idvoro di Collcfe-rro.
32) Fiorini! Riccardo autt<ta. secretano CI C<v.. C->la bliri-ta. -cgrtlano della z*)na Salaria dU PCI
/.i Ai qua Vergine. San Vittorino): Fernando Di Giulio,
segre'ir,a Federazione p~"v:.:a .'e 71) MaHìeri Rruno COLLEGIO 40 'Subiaco): Bianca Bracci Torsi, giornalista.
ver- iv.ali precidi rie del crupro consiliare u-ecnte
dirigente della sezione Li Rustica ROMA 21 'Tr.t-stc)- Maria Antonietta Michelti, eiDn-igheri
33) Mori- Paolo 73) To7/clfi Aldo ROMA 6 iPreiiL-tinoCentoctHe. Prene5tino I>abit.ai.-o C j . COLLEGIO 41 (Tivoli l i : Olivio Mancini, segretario della
comunale usctr.tc.
edile d-ngente cellula à; \ r,r... Ai .r pres'dcn'e Consulte popilar-, co".<i Emo Modica, con>iglicre comunale uscente. zona di Tivoli del PCI.
•W'J oliere uscente ROMA 22 (Monte Sacro. \ alme lama, Castel Giubileo. Mar
31) Fredda Uherlo 76) Trnmhadori Antonello ROMA 7 l Prere^tipo Labicano A. Tu«co!ar.o A ) ' Pio Mar- cighana. Casal Boccone. Tor S.m Giovanni): Mirella COLLEGIO 42 (Tivoli 2»: Olivio Mancini, se-gretano della
icgrcUiri'ì a, ila FILLF. \ proi n\ -a e redattore dell'* Unità *. n c c i . '.a di coni, ^eixretano della FGCI d. Roma. D'Arcangeli, re-ponsabile della commissione femminile zona di Tivoli del PCI
3 3 ) Hìcillile V i n c e n z o araer.to della Resista; i della Federazione del PCI
-enrelnr-o della CdL di O'T. Le'-* ROMA 8 (Tu<co!ano B): Franco Raparelli, prtjidcntc del COLLEGIO *3 ( \ c l i c t n 1) Tito Ferretti, dell'Alleanza prò
77) \ aiarello Giu-cppe la L«.ga provu.cu.lc dille Ct>iptrativt
3 6 ) Cj.i'^i Ciulian.i <r in. ihs'a COLLEGIO 23 (Albano Laziale): Gino Cesaroni, tonM^l.cre vmelale contadini
i <> ì*'<)l •Te r" >"ir..*ifi'c .'..-^ t\..v 78) Ventura Luciano ROMA 9 ( Appio Claudio. Appio PignaUlh. Don Bu-to provinciale u-cente.
37) Cìuliilei Renzi ni i occJ'o Atroporto Gampino. Bi)rahes>iana. Capannelle. Ca-al COLLEGIO 44 (Wlletn 2;: Francesco Velletri, consigliere
Morena, Torre Angela. Torre Gaia. Torre Maura. Tor COLLEGIO 24 (Bracciano): Remo Martella, dottore coni provinciale uscente.
segretario C I Centrale del Lette 79) N etere l s o
merciahsta. della presidenza dell'Associazione nazionale
!
311) C o r v i G i o r g i o segretario Federazione nazionale re Nova. Torre Spaccata. Tomcola): Giovanni Berlin-
cooperative di consumo, assessore al Comune di Brac COLLEGIO 45 (Vtcovaro Arsoli): Giuseppe Trenini,, sin-
sin- |

-J
del direttivo provinciale FIDAC statali guer, medico chirurgo, docente universitario, consiglio
re provinciale uscente. ciano. daco di Vicovaro.
3 9 ) Granelli Primo 80) Vitali Giuli»
dirigente della sezione di Prima Porta segretario provinciale del SACE
<'^»^x>^v^^^»^VlV^lAvti^£vccc»w^
PAG. 8 / c u l t u r a l ' U n i t à / venerdì TO giugno 1966 <|

la scuola
< V ^ W W W V W « V < ' i .«ttHHIIIIMIIIIIIIIIHIIIIMIIHIIIII

Nell'Ateneo della capitale studia, in condizioni intollerabili, \


un quinto della popolazione universitaria italiana. L'Ateneo $
scoppia, ha bisogno di articolarsi in modo razionale e moderno: \ BOLOGNA: si sono concluse le manifestazioni
del « Febbraio Pedagogico »
EDITORI RIUNITI

Quale deve essere il volto Una intera città ha Marx, Engels


OPERE SCELTE
A cura di Lucutili Gruppi
« I classici del iHirxisino»

discusso di
pp 1 290 L 4 Oik)
Dopo il s u c c e s s o «.Ielle « O p e -

della nuova Università di Roma?scuola e educazione


re d i Lenin » in un solo vo-
lume, la p i ù a m p i a a n t o l o g i a
cicali scritti d i i\lar\ e d Hn-
geli

Editori Riuniti
L'assurdo « piano » (semiclandestino) di Papi per il riassetto edilizio — Una concezione autoritaria Istituto Gi'amsci
e burocratica che va respinta — L'opinione del professor Aldo Visalberghi e dell'on. Luigi Berlinguer « Referendum » nei quartieri sui temi del dibattito • La partecipazione Della Volpe, Garaudy.
dei lavoratori - La collaborazione tra genitori e insegnanti Kosik. Luporini Markovic,
P o c o prinifi chi- IÌI p r o t e s t a u n i t a r i a e c o m p a t t a d e g l i s t u - Parsons, Sartre, Schaff
denti e dei docenti d e m o c r a t i c i c o n s e g u e n t e a l l ' a s s a s s i n i o di MORALE
P a o l o H o s s i lo c o s t r i n g e s s e a d i m e t t e r s i , il p r o f e s s o r Papi.
Rettore d e l I T n n e r s i t a di R o m a , a v e v a l i c e n z i a t o a l l e s t a m p e
E SOCIETÀ'
( m a i v o IWiG") u n f a s c i c o l o — c h e . a d i r e il v e r o , h a a v u t o u n a . N u ' » j hihhoii'i.i di u i l i u u »
Pt> lf-o 1. I mi»
d i f f u s i o n i ' •> s e m i c l a n d e s t i n a »• c h i s s à , f o r s e s i v o l e v a n o e v i
Li r.ului della vita inorai",
t a r e , a l s o l i t o , le d i s c u s s i o n i , s e m p r e « f a s t i d i o s e » p e r a u t o c r a t i
la l o i i i t v i o u i ' 111.11 \ i v t a d e l
e « baroni » a c c a d e m i c i ? — nel q u a l e veniva e s p o s t o , c o n a n i
l'individuo. Li i n t a t t a , IOIU*
p i c / . / a . u n * p i a n o » p e r il n u o v o a s s e t t o d e l l ' A t e n e o d e l l a c a p i
della pei sona nella boeieTi
t a l e , d o v e s t u d i a o r m a i , in c o n d ì / i o n i a s s o l u t a m e n t e intolle
-OlÌ.lllM.1
r a h i l i s o t t o il p i o t i l o d e l l a f u n z i o n a l i t à p e d a g o g i c o d i d a t t i c a
e scientifica u n q u i n t o d e l l ' i n t e r a |K>pol;i/.i<i[u» u n i v e r s i t a r i a
'taliana Arzumanian, Barjonet
T a l e » piano * - p a t r o c i n a t o a q u a n t o si s a soprattutto d a l Basso, Benard,
i attuale direttore amministrativo. Ruggeri — e r a stato eia Oobb, Timofeev.
b o r a t o i n s e d i r i s t r e t t i s s i m e , a l d i fuori d i o g n i c o n s u l t a z i o n e Trentin, Vitello
eon e s p e r t i , a s s o c i a z i o n i u n i v e r s i t a r i e e c o n quanti alla s o l o TENDENZE
/ione del problema sono direttamente interessati
DEL CAPITALISMO
Un simile metodo, oltre a costituire un'ennesima prova del
.irattere autoritario e burocratico, profondamente antidemo
EUROPEO
•latico. d e l R e t t o r a t o P a p i , h a d a t o , c o m ' è n a t u r a l e , d e i risul .. .N'um.i hiMn'Kt.i ili n . ' u i r i »
pp 8 5U 1 \ VO
ali c h e f o r s e s a r e b b e e u f e m i s t i c o a n c h e d e f i n i r e d i s c u t i b i l i
1 nuovi sviluppi del capiti-
Abbiamo, oggi, voluto sentire i pareri del professor Aldo
IIMIIO m o d e r n o iu-11'Kutopa
vistillici ghi. o r d i n a n o d i P e d a g o g i a alla F a c o l t à di L e t t e r e e
o i u d c i i i a l c e le p i o s p e t t u e
«lei c o m p a g n o o n L u i g i R e i l m g u e r . m e m b r o d e l l a C o m m i s ' i o n e
ilei m o v i m e n t i * soci ili»ta
P I d e l l a C a m e r a Ci p r o p o n i a m o d i p o r t a r e a v a n t i il d i s c o r s o
a t t r a v e r s o altri c o n t r i b u t i T u t t a v i a , g i à q u e s t i i n t e r v e n t i indi
"ann c o n c h i a r e z z a a noi s e m b r a l'importanza e l ' u r g e n z a d e l Nostro tempo
n r o b l e m a e . a l t e m p o s t e s s o , la s u a c o m p l e s s i t à , c i ò r e n d i
ancora più evidente — e ci auguriamo c h e un avvìo positivo
•n t a l s e n s o v e n g a f i n d a m a r t e c i p r o s s i m o c o n l ' e l e z i o n e d e l Madelcine Riffaud
n u o v o R e t t o r e — la n e c e s s i t à d i l i q u i d a r e i m e t o d i di d i r e CON I PARTIGIANI
/.ione d e l p a s s a t o e d i i s t i t u i r e n e ! m a g g i o r e A t e n e o i t a l i a n o
un c l i m a n u o v o : di s t u d i o e di d i s c u s s i o n e r e s p o n s a b i l e e s e r e n a .
DEL VIETCONG
di f e c o n d a e l a r g a c o l l a b o r a z i o n e . pp 1"") I Mk)
L'cice/ionalc iepnrtai;e ili
U n a m a n i f e s t a z i o n e dui,itile i l F e b b r a i o Pedaqog co uoiognest una giornalista fi.intese c h e
11> ha VI^HM pei due nicM io'l
H O H H ; \ \ (viumo -i, C l i n a i icata 'li liiiio-.tr.iie ittn u Il il l-l c u l.l
1 g l i e l i . e h t l 1 i.cll.1 j'.i'in^'l 1.

L'idea del «secondo campus»


bl :UIHJ c o n c l u s e in questi min l'iH.iod. p e . - . i i o e i i i b i C i i u i i i i t> - A., vii q a j . I L L \ l a .a -.i i
ni te m a n i f e s t a z i o n i d e l « V F e b - n o a c h e punto e s s i a n d a s s e r o influenza bi v a e s t e n d e n d o a >
braio p e d a g o g i c o b o l o g n e s e ». pro- al c u o r e della s o c i e t à naziona c h e tra I lavoratori o r g a n i z z a t i
mosse dall'assessorato comunale le. Si pensi s o l t a n t o alla « c o i n N e è un s e g n o il fatto o h e n.i Giorgio Amendola
a l l ' i s t r u z i o n e , c h e si s o n o svilup- c i d e n z a » t r a il f a t t o c h e men- merosi periodici di fabbrica e
p a t e n e l l ' a r c o di c i r c a un tri- tre a B o l o g n a in d e c i n e di a s - di c a t e g o r i a h a n n o d a t o r . - a l CLASSE OPERAIA E
to ai p r o g r a m m i d e l l e m a m l r
€ Mentre lo Stato ha già concesso | le facoltà troppo numerose l'insegna- terprelazionc Gut. Può significare più
mestre.
La caratterizzazione specifica
s e m b l e e p u b b l i c h e si d i s c u t e v a .
con p a s s i o n e i n t e l l e t t u a l e e ci- «'.azioni e ai contenuti dei 1' PROGRAMMAZIONE
L'espansione crescente degli iscritti
dell'Università di Roma (passati da nuovi posti di ruolo per il raddoppia- mento diventa comunque, per forza di sensatamente e in accordo con molte assunta q u e s t ' a n n o d a l « Feb- vile. d e l l a e d u c a z i o n e alla d e batt ti DEMOCRATICA
b r a i o » n e l p o r t a r e a v a n t i il di- m o c r a z i a a t t r a v e r s o la s c u o l a , Il d o p o l a v o r o t c r o . a/.o 'la
oltre 54.000 a oltre 60.000 dallo scorso mento d e i p i ù importanti insegnamen- cose, spersonalizzato e spersonaliz- interessanti esperienze straniere, un PP <>n L 2000
battito p u b b l i c o s u i problemi edu- a l l ' U n i v e r s i t à di R o m a acca- organizzato addirittura in un
anno al presente) impone una scelta ti clinici, in considerazione dell'ingerì zante. Se poi tali facoltà vengono secondo aggregato di facoltà, e soprat- c a t i v i , c i s e m b r a c o n s i s t a in un 1 temi della politica n o n o
d e v a n o i fatt) c h e tutti s a p p i a c i n e m a del c e n t r o un dibatt io
non più dilazionabile fra diverse al te aumento della popolazione scola spazialmente separate, i contatti fra tutto di moderni e efficienti collegi, a p p r o f o n d i m e n t o e nell'ulteriore ( d e d i c a t o ai g e n i t o r i ) - u un
m o , c o s i c o m e 1 dibattiti s u l l o m i c a c o m u n i s t a d a l 1 ° 5 9 .il
ter native di intervento. Le due p i ù ov- stica. la Facoltà non può disporne la docenti e studenti di diverso indirizzo cui si acceda quasi unicamente per e s p a n s i o n e d e l s u o i m p i a n t o de- s c o t t a n t e a r g o m e n t o d e i rapporti film w e s t e r n a c a i h a n n o p a r
mocratico. s i a nel metodo c h e nel 1%5
vie sono quella del « trapianto » di copertura per mancanza di locali ove si fanno difficili o impossibili, tanto merito (sempre secondo la proposta tra i s e s s i si s o n o «volti m e n t r e a t c c i p a t o u n o p s i c o l o g o , un ,>e
dovrebbero trovar sede i suddetti in in sede didattica che ricreativa o della Commissione d'indagine) La l ' i n d i v i d u a / i o n e d e i contenuti M i l a n o l ' i n c r e d i b i l e p r o c e s s o ai daitogi.-dj e un s a c e r d o t e i n - e Alvo Fontani
alcune facoltà e quella della creazio
A l l ' i n i / i a t i v a h a n n o difatti par- liceali d e l P a n n i s c u o t e v a Topi g n a n t e di una -.cuoia ni. 14.
ne di una seconda università. Esiste segnamenti » Infatti Medicina ha an sportiva o d i semplice convivenza E nuova università avrebbe cosi garanti
poi una terza alternativa che a pare- Cora quei set posti dì ruolo scoperti. con ciò l'Università cessa di essere la una popolazione studentesca scie
tecipato organicamente e con con
tinuità i c o n s i g l i di q u a r t i e r e .
nione pubblica d e l p a e s e -trale LA GRANDE
R i m a n e d i a g g i u n g e r e a >i ie
re di molti evita gli inconvenienti gra- e non tanto perché manchi lo spazio formativa sotto un profilo qualitativo zionuta. ciò che varrebbe ad una sua i qu.ll) s> •'oiio a f f i a n c a t i ai c o L'iniziativa d e l t F e b b r a i o p e
d a g o g i c o » t r a e la propria vita sto proposito, c h e il m o v i m e n t o MIGRAZIONE
vissimi della prima e quelli non tra- fisico, quanto perché i clinici non vo essenziale, quello della sua tradizio rapida qualificazione ed affermazione mitati g e n i t o r i - i n s e g n a n t i p e r or- dei comitati gerì.lori indegna.)"
Iito da q u e s t o s u o e s s e r e l e g a t a pp. Ifr'. L I 20»
scurabili della seconda, ed è rappre- gliono istituti policattedra Ma ora ri naie e larga interdisciplinarità. anche sul piano scientifico, giacché i g a n i z z a r e , in c o l l a b o r a z i o n e re- (il q u a l e ha c o s t i t u t o d. r e c i i i
ciproca. l e t a v o l e rotonde, l e ai problemi reali, d a l fatto di La p r i m a analisi completa
sentata dalla soluzione cosiddetta del schiano di vedersi mettere a concorso Ma se la soluzione Papi è da re giovani docenti di valore ambirebbero te. c o m e o r g a n o d coor 1 n 1 *iu n
c o n f e r e n z e . i d i l e t t i t i , gli in e s s e r e nello «te»so t e m p o e « p r e s del f e n o m e n o migratorio c h e
« secondo campus •». dal Ministro quei posti di ruolo, e spingere, bisogna optare per la solu- di insegnare in un simile centro. to il s u o e c o n - u t l i o c i t t a d i n o 1.)
contri c o n i genitori e i c i t t a -.ione e s o d d i s f a z i o n e di u n bi
probabilmente troveranno obtorto collo zione Già di una seconda università, nei q u a i t i e n d o v e n.u m i r r a t a ha c o i n v o l t o o l i r e d u e m i -
La soluzione del « trapianto * conni Esistono difficoltà anche per questa dmi. le proie/.om cinematogra s o z u o — p'ii l a r g a m e n t e senti
ricca di parecchie facoltà? Anch'essa e la pre-enz.i d e l l e fab'ine.ii lioni di italiani. I proble-
ste nel trasferire le facoltà scientifi qualche soluzione per metterli invece soluzione, si tratta di studiare e di fiche, tutte le m a n i f e s t a z i o n i , in to di quel c h e s p e s - o a p p a i a al
sta p r e n d e n d o contatti c o n l e
a trasferimento, soluzione che com si presta a numerose critiche: perché «omnia, c h e h a n n o c o s t i t u i t o la la s u p e r f i c i e — dt c o n o s c e n z a m i p o s t i ilal p r o c e s s o d i u r -
che in sede diversa dalla città univer- dibattere accuratamente il problema. c o m ni««a>m m ' e - n e Ma q i e - : o
porterà, in un modo o nell'altro, una mai raddoppiare o quasi le spese ge- struttura d e l « F e b b r a i o » P . ù e di c o n v i n z . o n e . hani//.i/ione e «lai nuovo
sitaria, dando ad esse spazio per una Quel die sembra certo é che la solu e un d i « c o r - o ( h e ci IH» ' e e V v
reduplicazione di cliniche e di istituti nerali, ciò die probabilmente avver- di un c e n t i n a i o s e ne sono t e Abbiamo detto degli apport. r a p p o r t o l i a t i t t a e taiii-
ulteriore espansione, e lasciandone per zione escogitata dall'ex rettore della mite, d i - t n b u . t e nell'intera cit- inalano
Cosi stando le cose uno sdoppiamento rebbe oggi che i servìzi sono mecca- c h e il e F e b b r a i o » ha r i c e v u t o p.ign.i.
quella delle facoltà umanistiche. Un
di Facoltà appare meno macchinoso nizzati o in via di meccanizzazione?
Università
ampia
di Roma,
consultazione
senza
e nessun
nessuna
dibatti
ta. in s c u o l e , centri r i c r e a t i v i . qjest'anno oltre c h e dai comi Luciano Vandelli
documento a stampa del Rettorato. c a s e del popolo sedi di c o n
e drammatico! Anche la presenza a E le biblioteche come raddoppiarle in to approfondito, e ignorando le conclu- -igli di q u a r t i e r e
del marzo
zione.
scorso,
mostrando
illustra
ài ignorare
questa solu
ogni al-
Roma di una Facoltà di medicina del breve lasso di tempo? E come farvi sioni cui era pervenuta la C o m i s s i o n e La s c o l t a dei temi da discu- Orientamenti
la università cattolica del Sacro Cuore. affluire, senza antipatiche coazioni. d ' i n d a g i n e , cioè un ordine collegiale t e r e e s t a t a fatta m t r e m o d i :
tra possibilità Alla possibilità di uno in a l c u n , quartieri si sono in
a numero chiuso di studenti, può aver un numero sufficiente di studenti? democratico, è l'unica da respingersi
sdoppiamento si accenna, in quel do-
corroborato questo orientamento (nel Queste obiezioni cadono peraltro in detti r e f e r e n d u m tra la popola
MEDIA UNICA Evghenij V. Tarle
cumento, solo per la Facoltà di medi nettamente Restano m piedi le altre z o n e , in altri c i si e riallac-
cina Ciò è quanto meno curioso, per-
Ministro, invece, ha provocato la rea gran parte se. anziché di una seconda due. seconda università e « secondo c i a t i . p e r svilupparli, altri argo- STORIA D'EUROPA
zione opposta: Medicina non è con università, si prospetta l'opportunità campus » E' tempo di approfondirle menti c h e a v e v a n o concentra
ché la Facoltà di medicina è una delle T u d i r i n n r ili A l l e n i i l Jipucìla
facoltà
studenti,
m e n o numerose
contro diecimila dt
(circa 4000
Economia
templata
nella seconda
fra le Facoltà
università
da istituirsi
romana).
di un secondo

della e creazione
* campus
s i o n e d ' i n d a g i n e aveva
di nuovi
». La C o m m i s
infatti
centri
parlato
uni
sotto
aspettiamo
re,
ogni

nominando
aspetto,
vorrà
ed è quanto
fare il nuovo
apposite
ci
Retto
commissioni
t o l ' i n t e r e s s e d e l p j b b l i c o nel-
l'edizione p r e c e d e n t e , infine ci
sono stati ì s u g g e r i m e n t i d e l l e
Mezzo milione di ragazzi P P . W s ; o L » ivx>
La l o t t a p e r l ' e g e m o n i a t r j
e commercio. 8 000 di Giurisprudenza, In effetti, se è giusto sdoppiare le versitari accanto a quelli esistenti, in c o m m i s s i o n i p a r i t e t i c h e costitui- le grandi p o l e n t e d c i r i ' u t o -
di studio e promuovendo il dibattito
6.500 di Ingegneria.
gistero. come di Lettere
Ma v'è un passo,
6 000 circa
e di
nello stesso
di Ma-
Scienze).
rappor-
Facoltà
mila
quando
al di sopra
studenti,
i docenti
dei tre
non lo è certo
si rifiutano di
quattro
solo
colla-
alcune sedi con sviluppo
la popolazione
non vuol dire
studentesca
necessariamente
abnorme
^. « Centro *
del-

nuova
a tutti i livelli.
t e tra c o n s i g l i di q u a r t i e r e e
c o m i t a t i genitori i n s e a n a n t i . Que-
ste ultime hanno altresì pro-
alla soglia dell'esame pa o c u d e n t a l e e i principali
personaggi ilclla storia euro-
p e a t r a l ' o t t o e il n o v e c e n t o ,
to, che può forse spiegare l'arcano: borare in istituti policattedra. In t u t t e I università indipendente, secondo l'in
Aldo Visalberghi posto gli o r a t o r i e d e s i g n a t o i
moderatori p e r le t a v o l e ro- nella magistrale e serr.'.ta
tonde. Commissioni, materie e «profili» degli stu- analisi d e l granile storico
Oltre d u e c e n t o sono stati I
c o n f e r e n z . e r i e ) r e l a t o r i : do- denti • Non si tenderà a « selezionare » i can- «ovictito.
centi d e g l i i s t i t j t i di p s i c o l o g a .
didati, ma a sondare il loro processo di matu-

La seconda Università
p e d a g o g i a e fia.ca deU'L'niver-
s.tà di B o . o g n a e di a i t r e e t t à . Enciclopedia
i n - e g n a n t i . p r e - i d . . genitori, pe- razione e di formazione • La prova (scritta e tascabile
diatri. s p e c i a h . - u di v a r i e di-
s c i p l i n e . t'itte p e r s o n e di d i f f e orale) di latino è obbligatoria solo per coloro
reati c o m p e t e n z e e o r i e n t a m e n - Michel Rouzé
ti ideali. e J a n c n e relia osi, i m che intendono iscriversi al Liceo Classico
L'articolo 2 del disegno dt ai (iO.OOO studenti complessivi, di governo dell'università, per vecchio: cosi hanno ragionato forma, nelle sue strutture mu- pesnati nel mondo della scuo.a
e in q j e l l o della c h . e - a
OPPENHEIMER
legge governativo sulla rifor- ai tremila che dovrebbero se- tutti gli aspetti scientifici e gli inglesi, t francesi, i tede rarie. e quindi nel suo ordi- l.a pro-Mina ••(ttimana c o m m L A T I N O - I. p ^ r i c di In'i'.i,
ma universttaria prevede, sia guire il corso di un solo pra didattici. Anzi, chiediamo al schi, persino gli spagnoli. Che namento didattico, nelle attrez- I t e m i di dibattito ricor*: più c r r a n n o in tutta Italia eli e^a "M-nt'o e o r a l e ) e ohbli'.'alnr io ; E LA BOMBA
freqjenteme.Te. e attorno J I mi di h t a t o per la l u c n / a rutili,,
pure con un pericoloso tenta fessore E ric