Sei sulla pagina 1di 1

METODO G.R.O.W.

Whitmore è stato una figura di primaria importanza per tutto l’universo della formazione. Tra i suoi meriti vi è anche
quello di aver contribuito ad ideare, negli anni Ottanta, il cosiddetto metodo G.R.O.W. , acronimo di GOAL – REALITY –
OPTIONS – WILL.

Questo metodo aiuta a rintracciare dentro di sé le risorse utili al raggiungimento dei propri obiettivi, fornendo le
strategie e le tecniche per diventarne consapevoli, farle emergere, svilupparle al massimo e poi applicarle alle proprie
attività quotidiane, in modo da ottenere gli scopi desiderati.
Per riuscire in questo processo, il metodo G.R.O.W. segue i 4 passaggi seguenti, durante cui porsi domande specifiche
per definire la strategia più adatta a sé e alle proprie necessità:

1. Goal: stabilire i propri obiettivi

Le domande da porsi sono:

• quali obiettivi voglio raggiungere, sia nel breve che nel lungo termine?
• qual è il primo passo che dovrei fare per raggiungerli?

2. Reality: analizzare la propria situazione allo stato attuale, per diventarne consapevoli

Le domande da porsi sono:

• in che situazione mi trovo?


• chi è coinvolto?
• chi o che cosa la influenza?
• posso controllarla o agire su di essa? In che misura?

3. Options: individuare ostacoli, opzioni e strategie per raggiungere gli obiettivi.

Le domande da porsi sono:

• quali azioni ho già messo in atto per ottenere i miei scopi?


• quali possibilità, soluzioni, opportunità mi offre la situazione in cui mi trovo?
• riesco a immaginare altre opzioni a mia disposizione?
• quali di queste opzioni sono le più efficaci ed efficienti in termini di rapporto costo/beneficio?

4. Will: delineare la strada che porterà agli obiettivi, stabilendo cosa fare, quando farlo e come sviluppare la
propria motivazione.

Le domande da porsi sono:

• posso raggiungere gli obiettivi? Attraverso quali azioni?


• in quali tempi?
• quali sono le risorse e le capacità che mi permetteranno di farlo?

Questo metodo può essere applicato con brillanti risultati tanto ad obiettivi strettamente professionali, quanto per
stimolare dei reali cambiamenti personali.

Si tratta, infatti, di istruzioni che possono apportare benefici ad ogni ambito della nostra vita attraverso lo sviluppo di
doti come la flessibilità, il controllo delle emozioni, la leadership, la cooperazione, l’organizzazione, la gestione del
tempo e dello stress, il superamento di convinzioni e paure che limitano le nostre decisioni e le nostre azioni.