Sei sulla pagina 1di 2

MEDITAZIONE DI ESPANSIONE DELLA COSCIENZA

Mentre dirigiamo l‟attenzione verso il nostro respiro, ci concentriamo


sulla nostra visione periferica. Non importa dove ci troviamo, né se
siamo seduti o sdraiati,la posizione più comoda per voi è quella giusta.
Unica condizione di partenza è che la meditazione venga fatta in
presenza di luce perché è necessario vedere qualcosa di reale intorno
a noi. Per esempio se siete in salotto e state leggendo questo libro,
avrete sicuramente la percezione di ciò che si trova a destra e sinistra ,
un quadro, una poltrona, un mobile, il muro. Una volta acquisita quella
immagine potete chiudere gli occhi e iniziare ad espandere la vostra
immaginazione. Andate più lontano possibile da quegli oggetti che
avete memorizzato, da quegli spazi, e cercate di immaginare voi stessi
che diventate sempre più illimitati. Se volete potete immaginare di
allargare la vostra visione periferica oltre i confini della città in cui vi
trovate. Fino ad arrivare alle praterie che confinano con le città. La
vostra espansione deve continuare fino a quando avrete la percezione
di uno spazio illimitato. Fino ad un punto in cui a destra e sinistra non si
trova più niente. E quando sarete arrivati a quel punto, immaginate di
abbracciare quello spazio, rendetevi consapevoli di poter arrivare fino a
quello spazio infinito. E siate consapevoli di essere voi quello spazio
infinito, dove è contenuto tutto. Esseri umani, natura, stelle, pianeti,
universo. E tutto questo fa parte della vostra
percezione, tutto questo è lo spazio che potete toccare con la vostra
consapevolezza. Rimanete per qualche minuto in quella
consapevolezza. La consapevolezza dello spazio infinito dove tutto è
compreso, tutto si evolve, tutto esiste ed esisterà sempre. Avrete una
sensazione di pace. E questo sarà l‟indicatore del vostro stato delta.
Ognuno avrà il suo. Ognuno di voi può arrivare a quello spazio infinito
con la modalità che più preferisce. E adesso arriva il bello. Quando
avrete toccato coscientemente quello stato di apertura totale, toccate
con un dito una parte del vostro corpo. una qualsiasi. Ma vi consiglio di
trovarne una facile.per esempio unendo le dita della vostra mano. O
toccando la gamba con il dito indice della mano destra. Collegate poi a
questo contatto la percezione di quello spazio infinito. E decidete che
da adesso in poi, ogni volta che ne avrete bisogno, vi basterà toccare la
stessa parte del corpo con l‟indice della mano destra, per recuperare
quello stato di coscienza profondo e consapevole. Nella mia
esperienza ho notato che il contatto deve avvenire per circa quindici
secondi e quello stato si attiverà nuovamente nella vostra
consapevolezza.

Potrebbero piacerti anche