Sei sulla pagina 1di 2

Architettura dellOttocento

INTRODUZIONE

Nell'architettura della prima met dell'Ottocento si impone inizialmente la tendenza neoclassica, gi


presente nella seconda met del Settecento, ma, in concomitanza con il diffondersi della sensibilit
romantica e il conseguente interesse per lo storicismo, ben presto si manifestano tendenze architettoniche
che propongono il recupero di "stili" di epoche precedenti (in particolare il medioevo come presunta culla
delle identit nazionali), caratterizzate dal prefisso neo (neoromanico, neogotico ecc.), che vengono
definite anche con il termine revivalismo. L'Ottocento dunque caratterizzato da una sorta di codice:
l'eclettismo storicista, dove tutti i gusti possono essere simultaneamente presenti nell'opera complessiva di
uno stesso progettista o addirittura nello stesso edificio. Questo almeno fino all'avvento sulla fine del secolo
del movimento Art Nouveau (detto anche Liberty), che fu il primo movimento architettonico non storicista e
pertanto moderno (modernismo).

ARCHITETTURA DEL FERRO

Le nuove tecnologie rendono disponibili elementi costruttivi metallici, ma le armature metalliche sono, nella
prima fase del neoclassico e neogotico, occultate da altri materiali, fin quando non si svilupper un'autentica
poetica dell'architettura del ferro e vetro che costituir una chiara svolta con il passato. L'opera dei
protagonisti di quella che si pu definire architettura dell'ingegneria si distanzia dai vari revival e grazie
alla sua matrice tecnologica riesce a produrre forme innovative. Tale sviluppo reso possibile grazie agli
studi teorici di cui un pioniere Claude-Louis Navier che aveva scoperto la ghisa.
L'architettura dell'ingegneria ebbe tre campi di applicazione:

la produzione di ponti in ferro

la realizzazione di edifici ad armatura metallica

la realizzazione di coperture in ferro e vetro.

Gli edifici multi-piano a struttura metallica sono caratterizzati da un principio costruttivo e non tanto da un
senso architettonico, rendendosi essi disponibili ad ogni uso.

Storia dellarchitettura Architettura dellOttocento

Le tipologie edilizie che gli ingegneri sviluppano sono essenzialmente le gallerie urbane , le serre, le stazioni
ferroviarie, i grandi magazzini e le strutture per le grandi esposizioni. Tuttavia l'architettura dell'ingegneria
ottocentesca non si stacc mai dall'eclettismo storicistico. La caratteristica principale di questo filone di
opere la contraddizione tra un involucro murario ed un invaso articolato da elementi metallici, quasi
sempre coperto in ferro e vetro.
Tra le gallerie e passaggi coperti principali ricordiamo la Galerie d'Orleans a Parigi, quella Vittorio
Emanuele del Mengoni, la Galleria De Cristoforis a Milano, la Galleria Umberto a Napoli. Infine
ricordiamo le Grandi Esposizioni, tra le cui principali opere vi sono la Torre Eiffel a Parigi di Eiffel e il
Crystal Palace a Londra di Paxton.
Crystal Palace
Costruita in occasione dell'Esposizione Universale di Londra del 1851, l'opera assurge al ruolo di paradigma
perch propone i temi del progresso delle scienze, delle tecnologie. L'edificio, realizzato in soli nove mesi,
estremamente schematico: l'impianto simmetrico e fortemente longitudinale, composto da tre ordini
secondo una sezione trasversale a gradoni che determinano cinque navate interne. Il successo del progetto di
Paxton individuabile anche nell'utilizzo di blocchi modulari ripetenti, relativamente piccoli e facili da
trasportare.

Storia dellarchitettura Architettura dellOttocento