Sei sulla pagina 1di 8

Lintervento nelle organizzazioni

Analisi della domanda


Prof. Marco Vitiello
Dott. Andrea Bernetti

LEZIONE 22/10/2015

Un concetto chiave per lo sviluppo di nuovi modelli e


nuove pratiche per lintervento nelle organizzazioni

La distinzione tra Output e Outcome


Loutput lesito immediato dellazione competente:
Parla il linguaggio dello psicologo, ci che il professionista realizza in
quanto risultato dellimpiego delle proprie tecniche, delle metodologie e
delle teorie

Loutcome limpatto/valore delloutput entro il


sistema cliente: Parla il linguaggio del cliente, rappresentato nei
termini delle categorie del cliente.

Psicologia del lavoro M. Vitiello

3 modelli su cui fondare lintervento nelle organizzazioni

Modello etnografico lo sguardo


Analisi della domanda le emozioni
Intervento psicosociale lorganizzazione

Psicologia del lavoro M. Vitiello

Analisi della domanda


- Obiettivo dellintervento psicologico:

pensare le emozioni
- Le emozioni:
espressione del modo dessere inconscio della mente, nel
suo incontro con gli oggetti della realt, il tramite con il
quale la nostra mente costruisce gli oggetti della realt
- Inconscio:
modo di essere inconscio della mente con caratteristiche
diverse dal conscio: condensazione, spostamento, assenza
di negazione, di tempo, sostituzione della realt esterna
con la realt interna (Matte Blanco)
Psicologia del lavoro M. Vitiello

Alcuni concetti chiave


Emozione/Percezione: le emozioni non sono la conseguenza o
lesito della percezione; le emozioni, di contro, orientano e guidano la
percezione, determinandone lesito

Emozioni ed organizzazione: le emozioni, collusivamente


partecipate entro i sistemi sociali dappartenenza, svolgono un ruolo
essenziale nellintegrazione tra persone, gruppi, organizzazioni e
contesti sociali

Emozione agita: avviene entro una relazione a due, dove lagito


conseguenza della simbolizzazione emozionale dellaltro: la
simbolizzazione nemica dellaltro

Emozione pensata: possibile colludere con laltro nellindividuare


una cosa terza, da simbolizzare emozionalmente in una prospettiva di
sviluppo e di condivisione

Psicologia del lavoro M. Vitiello

Cos la domanda e cosa si analizza


- Domanda: una qualsiasi richiesta di intervento nei
confronti di uno psicologo, da parte di individui, gruppi o
organizzazioni. La domanda la relazione clinica.
- Analisi della domanda: esplorazione delle
simbolizzazioni affettive agite da chi pone una domanda
di intervento allo psicologo (la collusione che si crea).
- Domanda cercata/domanda trovata: molto spesso non
il cliente che trova lo psicologo, lo psicologo che
stimola la domanda del cliente. Ci non cambia per il
senso della domanda e della sua analisi, richiede solo pi
consapevolezza del proprio ruolo nella genesi della
collusione.
Psicologia del lavoro M. Vitiello

Competenze necessarie
- Conoscenza delle proprie fantasie, per evitare di agirle
- Capacit di ascolto ed individuazione delle proprie
emozioni e loro utilizzo come risorsa fondamentale per
capire la domanda del cliente
- Non sostituire laltro con le proprie fantasie
- Riconoscere la proposta collusiva del cliente ed usarla
come strumento per produrre un pensiero produttivo
- Sospendere lazione, il giudizio, riconoscendo la
dimensione simbolica e non concreta della domanda del
cliente

Psicologia del lavoro M. Vitiello

Esercitazione fase 2
Realizzate uno o pi colloqui con un referente di
unorganizzazione. Lobiettivo stimolare ed analizzare una
potenziale domanda dintervento.
Qualsiasi organizzazione va bene, laccesso deve essere
facilitato, ma meglio evitare un referente troppo amico.
Resocontare lesperienza tenendo conto di:
- Fantasie che hanno preparato lincontro
- Emozioni vissute durante il colloquio
- Le fantasie del referente ed il modo di rappresentarvi
- Nel caso in cui lorganizzazione sia la stessa della prima
organizzazione aggiornate il documento prodotto con il primo
esercizio
Psicologia del lavoro M. Vitiello