Sei sulla pagina 1di 12

DOMANDE

PSICOMETRIA

BLOCCO #1:

32 domande prese da un compito fotografato molto simile a quelle dellappello del


28 aprile 2015.

BLOCCO #2:

15 domande prese da un documento Word caricato su un gruppo Facebook.

BLOCCO #3:

8 domande prese da un documento Word caricato su un gruppo Facebook. Alcune


domande e alcune risposte sono INCOMPLETE.

BLOCCO #4:

5 domande prese da un documento Word caricato su un gruppo Facebook.

BLOCCO #5:

5 domande prese da un documento Word caricato su un gruppo Facebook. Sono


riportate solo le presunte risposte esatte.

BLOCCO #6:

8 domande prese da un compito fotografato.

BLOCCO #7:

10 domande prese da vari compiti fotografati. Alcune domande sono INCOMPLETE.

NB: Le risposte evidenziate in giallo sono quelle date da Lara e Marco, le risposte evidenziate in azzurro
sono quelle date dagli utenti che hanno caricato il file o quelle pi incerte.

PSICOLOGIA E SALUTE BLOCCO #1 - ESAME DI PSICOMETRIA DEL 28 APRILE 2015 (ANTONUCCI)


1.

IN UNA SCUOLA ELEMENTARE VIENE SVOLTA UNINDAGINE PER VALUTARE LE ABILIT DI LETTURA EI BAMBINI E
RILEVARE LA PRESENZA DI POSSIBILI DEFICIT. TUTTI I BAMBINI SONO SOTTOPOSTI AD UNA PROVA DI LETTURA NELLE
QUALE SI RILEVANO IL NUMERO DI ERRORI E IL TEMPO IMPIEGATO. QUALI SONO LE VARIABILI PRESE IN CONSIERAZIONE
NELLINDAGINE?
Una variabile indipendente et ed una variabile dipendente lettura
Una variabile indipendente lettura e due variabili dipendenti errori e tempo
Una variabile et e una variabile dipendente deficit di lettura
Una variabile errori e una variabile tempo

2.

IL LIVELLO DI MISURA DELLE VARIABILI CONSIDERATE :


Nominale
Ordinale
Intervalli
Rapporti

3.

NEL GRAFICO (vedi sopra) SONO RIPORTATI GLI ERRORI EFFETTUATI DALLINTERO GRUPPO DI BAMBINI:
Una distribuzione di frequenza
Una matrice di correlazione
Una frequenza cumulata
Un diagramma di dispersione

4.

I BAMBINI FANNO IN MEDIA 5 ERRORI CON UNA DEV ST DI 2. QUANTI ERRORI HA FATTO UN BAMBINO CHE OTTIENE UN
PUNTEGGIO z DI -0.5?
5
4
3
6

5.

LE DISTRIBUZIONI DEL Chi2 E DI F:


Prevedono sia valori positivi sia valori negativi
Sono utilizzabili solo in caso di campioni appaiati
Sono utilizzabili solo su campioni con N > 100
Sono asimmetriche

6.

IN UN MAZZO DI CARTE DA POKER IL CALCOLO DELLA PROBABILIT DI OTTENERE UN FANTE ALLA PRIMA ESTRAZIONE E
UN ASSO ALLA SECONDA ESTRAZIONE CON REINSERIMENTO PREVEDE LUSO:
Del principio della somma
Di eventi disgiunti
Del principio del prodotto
Della regola della somma per eventi congiunti

7.

SE, PER LO STESSO ESEMPIO, LESTRAZIONE SENZA REINSERIMENTO LA PROBABILIT UGUALE A:


.0059
.15
.06
.038

8.

LA MEDIA DELLA DISTRIBUZIONE CAMPIONARIA DELLE MEDIE :


Uguale alla media della popolazione
Una buona stima della media della popolazione
Uguale alla radice quadrata della media della popolazione
Uguale alla media della popolazione corretta per la numerosit campionaria

9.

NELLA SCALA NOMINALE I NUMERI SONO ASSEGNATI ALLE CARATTERISTICHE DEGLI OGGETTI IN MODO CHE:
Un numero pi alto venga assegnato agli oggetti che presentano una quantit maggiore della stessa caratteristica
Un numero pi basso sia assegnato alla categoria con meno frequenze
Numeri uguali siano assegnati a elementi della stessa categoria
Le differenze tra i valori numerici siano equivalenti per tutti i valori della scala

10.

UNA DISTRIBUZIONE BINOMIALE ASIMMETRICA POSITIVA QUANDO:


La probabilit del successo uguale a quella dellinsuccesso ma il numero di eventi molto piccolo
La probabilit del successo superiore a quella dellinsuccesso
La probabilit del successo inferiore a quella dellinsuccesso
La probabilit totale inferiore a 1

PESO
GENERE

SPORT

SOTTO

NORMA

SOPRA

NO

SI

NO

SI

11. STATA VALUTATA LA RELAZIONE TRA PRATICA SPORTIVA, GENERE E PESO. I RISULTATI SONO RIPORTATI NELLA
TABELLA (vedi sopra). SI TRATTA DI UNA TABELLA:

2x2x3

2x3

4x3

2x4
12.

TRA LE FEMMINE CHE NON PRATICANO SPORT QUALE PERCENTUALE HA UN PESO NELLA NORMA?
Il 15%
Il 20%
Il 43%
Il 60%

13.

VOLENDO VERIFICARE LIPOTESI CHE NON VI SIA DIFFERENZA DI PESO TRA I MASCHI QUALE TEST ANDREBBE UTILIZZATO?
t di Student
Chi2
F di Fisher
Mann-Whitney

14.

LA SEGUENTE FORMULAZIONE DI IPOTESI:


Se lipotesi alternativa mono-direzionale
Solo se lipotesi alternativa mono-direzionale destra
Solo se pu essere definita la direzione dellipotesi alternativa
Se lipotesi alternativa bidirezionale

ESPRESSA IN MODO CORRETTO:

15. SE DA UNA POPOLAZIONE CONDISTRIBUZIONE RETTANGOLARE SI ESTRAGGONO TUTTI I POSSIBILI CAMPIONI DI


AMPIEZZA n LA DISTRIBUZIONE CAMPIONARIA DELLE MEDIE AVR FORMA:

Rettangolare

Asimmetrica

Simile alla normale

Binomiale

16.

IL LIVELLO DI SIGNIFICATIVIT RAPPRESENTA:


La probabilit di rifiutare unipotesi nulla vera
La probabilit di rifiutare unipotesi nulla falsa
La probabilit di rifiutare unipotesi alternativa vera
La probabilit di rifiutare unipotesi alternativa falsa

17.

ALLAUMENTARE DI n LAMPIEZZA DELLINTERVALLO DI FIDUCIA DELLA MEDIA:


Aumenta
Diminuisce
Aumenta se la popolazione infinita
simile a quello della popolazione

18.

LATTENDIBILIT DI UNA MISURA PU ESSERE DEFINITA COME:


La percentuale di X che dovuta al punteggio vero
La capacit di rilevare il costrutto
La misura reale rilevata dallesaminatore
La percentuale di X che dipende dallerrore

19. IN UNO STUDIO VOLTO A VERIFICARE LIPOTESI CHE LE PAROLE PI CORTE VENGANO DIMENTICATE PI VELOCEMENTE
DI PAROLE PI LUNGHE, IN 20 SOGGETTI STATA FATTA LEGGERE UNA LISTA COMPOSTA DA 10 PAROLE CON PI DI 7
LETTERE. IL NUMERO DI PAROLE CHE GLI STESSI SOGGETTI RICORDAVANO STATO MISURATO DOPO UN MINUTO E
DOPO 15 MINUTI DALLA SOMMINISTRAZIONE. QUALI SONO LE VARIABILI INDIPENDENTI PRESE IN CONSIDERAZIONE?

Il numero e la lunghezza delle parole

La lunghezza delle parole e il momento del ricordo

Il gruppo e la lunghezza delle parole

Il numero di parole ricordate e la lunghezza delle parole


20.

E LA VARIABILE DIPENDENTE?
Il numero e la lunghezza delle parole
La lunghezza delle parole
Il gruppo e la lunghezza delle parole
Il numero di parole ricordate

21. VOLENDO CONFRONTARE IL NUMERO DI PAROLE RICORDATE DAI DUE GRUPPI DI SOGGETTI, QUALE TEST SI RITIENE PI
ADEGUATO?

Una media di punti z

Il test t di Student

Il test U di Mann-Whitney

Un chi2
22. IN UN TESTO DI LIVELLO COSTITUITO DA 20 DOMANDE A SCELTA MULTIPLA CON 4 ALTERNATIVE, DELLE QUALI UNA
CORRETTA, LA MEDIA ATTESA DI RISPSOTE CORRETTE SAR:

10

23. IN UN GRUPPO DI BAMBINI SONO STATI RILEVATI IL TEMPO DI REAZIONE (TR) E IL NUMERO DI ERRORI IN UNA PROVA
DI RICONOSCIMENTO DI LETTERE. I RISULTATI SONO RIPORTATI NEL GRAFICO (vedi sopra). IL GRAFICO RAPPRESENTA:

Una distribuzione di frequenze

Un diagramma di deviazione

Un diagramma a dispersione

Le risposte medie del gruppo


24.

SI DEFINISCE CASUALE UN ERRORE:


Che non dipende dalla quantit misurata
Che dipende dalla imperfetta taratura dello strumento
Che dipende unicamente dallunit di misura
Che non si compensa in misurazioni successive

25.

LA RETTA DI REGRESSIONE :
Una delle possibili rette che definiscono la relazione tra x e y
La migliore retta interpolante per esprimere y in funzione di x
La migliore retta interpolante per definire una relazione positiva tra x e y
La retta che tra tutte ha il coefficiente di regressione pi basso

26. NEL PROCEDIMENTO DI VERIFICA DELLE IPOTESI SULLA DIFFERENZA DELLE MEDIE, LACCETTAZIONE DELLIPOTESI NULLA
INDICA CHE UNEVENTUALE DIFFERENZA TRA LE MEDIE:

significativamente diversa da zero

Ha una probabilit p<05

attribuibile alla manipolazione dello sperimentatore

dovuta al caso
27. SI VUOLE VEDERE SE I PAZIENTI CON DIAGNOSI DI DEPRESSIONE MAGGIORE RICEVANO MAGGIORI BENEFICI DALLA
TERAPIA SE TRATTATI DA UN TERAPEUTA UOMO. A QUESTO SCOPO 32 PAZIENTI MASCHI CON DEPRESSIONE MAGGIORE
SONO STATI ASSEGNATI CASUALMENTE A DUE TERAPEUTI, UN UOMO E UNA DONNA, CHE SEGUONO LO STESSO
PROTOCOLLO DI TERAPIA. QUAL LA VARIABILE INDIPENDENTE PRESA IN CONSIDERAZIONE?

Il sesso dei terapeuti

Il tipo di disturbo (depressione maggiore=

Il sesso dei pazienti

Il tipo di terapia
28. DOPO 6 MESI DI TERAPIA TUTTI I PAZIENTI VENGONO SOTTOPOSTI AD UNA BATTERIA STANDARDIZZATA PER LA
VALUTAZIONE DELLA DEPRESSIONE. QUALI PUNTEGGI ANDREBBERO CONFRONTATI PER VERIFICARE LIPOTESI? I
PUNTEGGI:

Dei pazienti maschi e quelli delle pazienti femmine

Dei pazienti depressi e quelli dei soggetti di controllo

Dei pazienti trattati dal terapeuta uomo e quelli dei pazienti trattati della terapeuta donna

Dei pazienti pi gravi


29. ALLINIZIO DELLANNO SCOLASTICO UN INSEGNANTE DI GINNASTICA SOTTOPONE AD UNA PROVA DI ABILIT MOTORIA
I RAGAZZI A LUI AFFIDAT. SULLA BASE DEI RISULTATI COSTITUISCE 4 SQUADRE DI LIVELLO COMPARABILE CHE ALLA FINE
DELLANNO RAPPRESENTERANNO LA SCUOLA IN UNA CORSA CAMPESTRE ORGANIZZATA DALLA PROVINCIA. PRIMA
DELLE GARE VALUTA I TEMPI IMPIEGATI DALLE 4 SQUADRE NELLA CORSA. I RISULTATI VENGONO SOTTOPOSTI AD
UNANALISI DELLA VARIANZA. IL DISEGNO UTILIZZATO :

Per misurare ripetute

Per campioni indipendenti

Multivariato

Misto

30.

QUANTI GRADI DI LIBERT HA LA VARIANZA TRA GRUPPI?


4
2
1
3

31. I GRADI DI LIBERT DELLA VARIANZA ENTRO I GRUPPI SONO 15; SI OTTIENE F=4.35 E SI DECIDE DI RESPINGERE LIPOTESI
NULLA. QUESTA DECISIONE:

sbagliata

corretta se =.005

corretta se =.05

corretta se =.01
32.

IL RISULTATO CONSENTE DI AFFERMARE CHE:


I gruppi hanno avuto prestazioni simili
C differenza nella prestazione dei gruppi
La variabilit non omogenea nei diversi gruppi
I gruppi possono considerarsi estratti dalla stessa popolazione

DOMANDE DEGLI ANNI PASSATI DELLESAME DI PSICOMETRIA BLOCCO #2 (ANTONUCCI)


33. QUATTRO GRUPPI DI PAZIENTI TRAUMATIZZATI CRANICI (10 MASCHI GIOVANI, 10 MASCHI ANZIANI, 10 FEMMINE
GIOVANI, 10 FEMMINE ANZIANE) SONO STATI SOTTOPOSTI AD UN TEST DI ALLERTA PER VALUTARE LA CAPACIT DI
ATTENZIONE SOSTENUTA. IL COMPITO DEI PAZIENTI ERA QUELLO DI PREMERE UN PULSANTE ALLA COMPARSA DI UNO
STIMOLO CRITICO: PER LANALISI STATISTICA SONO STATE PRESE IN CONSIDERAZIONE SOLO LE RISPOSTE CORRETTE. LE
VARIABILI INDIPENDENTI PRESE IN CONSIDERAZIONE SONO:

Genere

Et e risposte corrette

Genere ed et

Et
34.

LA VARIABILE DIPENDENTE CONSIDERATA PRECEDENTEMENTE RAPPRESENTATA DA:


Genere
Numero di risposte corrette
Et
Numero di risposte errate

35.

LA REGIONE 1- DEFINISCE:
La probabilit di commettere un errore di II tipo
La probabilit di accettare lipotesi nulla quando falsa
La probabilit di accettare lipotesi alternativa quando vera
La probabilit di rifiutare lipotesi nulla quando vera

36.

NELLUSO DI UNO STRUMENTO DI MISURA IMPLICITA LA PRESENZA DI ERRORI CASUALI, SI PRESUPPONE CHE QUESTI:
Diventino sistematici
Diminuiscano con la ripetizione della misura
Si compensino via via che si ripete la misurazione
Possano essere sottratti dai punteggi in fase di elaborazione dati

37. IN UNA DISTRIBUZIONE BINOMIALE, RELATIVA AD UNO SCHEMA A DUE ALTERNATIVE, LA PROBABILIT CHE SI VERIFICHI
FAVOREVOLE UGUALE A 3/5. QUAL LA PROBABILIT CHE TALE EVENTO NON SI VERIFICHI?

Mai

Solo quando la distribuzione simmetrica

Sempre

Solo quando la distribuzione ha varianza =1

38.

IL PUNTEGGIO STANDARD T OTTENIBILE DAL PUNTEGGIO STANDARD Z:


Mai
Solo quando la distribuzione simmetrica
Sempre
Solo quando la distribuzione ha varianza =1

39.

LUSO DEI QUANTILI RICHIEDE CHE LA VARIABILE SIA MISURATA


Almeno su scala ordinale perch deve essere calcolata la mediana
Almeno su scala ordinale perch necessaria una distribuzione ordinale
Su scala a intervalli per poter calcolare le distanze tra le posizioni
Solo su scala di intervalli e a rapporti

40.

PERCH NELLA DISTRIBUZIONE CHI SONO PRESENTI SOLO VALORI POSITIVI?


Si tratta di gradi di libert
Si tratta di rapporti
Sono valori al quadrato
Sono valori assoluti

41.

LA DISTRIBUZIONE T DI STUDENT UNA DISTRIBUZIONE:


Asimmetrica
Monodirezionale
Che varia tra 0 e (infinito)
Unimodale

42.

CHE VARIA IN FUNZIONE:


Del numero di gradi di libert
Del numero di campioni
Dellampiezza della media
Del livello di scelto

43.

LA MEDIANA DA PREFERIRE ALLA MEDIA


Quando si lavora su scale a rapporti
Quando i punteggi raccolti presentano punteggi estremi aberranti?
Se la media maggiore dei punteggi estremi
Mai

44. LINTERVALLO GENERATO DA Q- Q PERMETTE DI DIRE:

Che la distribuzione normalizzata

Q1-Q3 indica i limiti e/o lestensione dellintervallo di valori che comprende il 50% centrale dei valori della distribuzione dei punteggi
RISPOSTA MANCANTE
RISPOSTA MANCANTE

45.

QUALE STATISTICA ANDR UTILIZZATA PER VERIFICARE SE C UNA DIFFERENZA?


Correlazione
Chi2
Analisi della varianza
Una T di Student

46.

IL PUNTEGGIO STANDARD T ATTENDIBILE DAL PUNTEGGIO STANDARD:


Mai
Sempre
RISPOSTA MANCANTE
RISPOSTA MANCANTE

47.

CLASSIFICARE I SOGGETTI IN BASE ALLO STATO CIVILE UN ESEMPIO DI SCALA:


Nominale
Ordinale
A intervalli equivalenti
Razionale

DOMANDE DEGLI ANNI PASSATI DELLESAME DI PSICOMETRIA BLOCCO #3 (ANTONUCCI)


48.

LA VERIFICA DELLE IPOTESI NEL CASO DI DUE CAMPIONI, CONSENTE DI PROVARE LIPOTESI:
Solo conoscendo almeno una delle medie delle due popolazioni
Senza conoscere la media nelle due popolazioni
Solo conoscendo la media delle due popolazioni
Conoscendo la media e la varianza di almeno una popolazione

49.

UNA DI QUESTE MISURE UTILIZZA LA STESSA MISURA DELLA (PAROLA MANCANTE)?


Moda
Deviazione standard
La varianza
La varianza e la devianza

50.

DATA LAFFERMAZIONE GLI OBESI FANNO PI ERRORI (DOMANDA INCOMPLETA) CORPOREA. DEFINISCE:
Ipotesi nulla
Ipotesi alternativa monodirezionale
Ipotesi alternativa bidirezionale
Ipotesi composita

51. SI VUOLE VERIFICARE QUALE DI DUE METODI PER SMETTERE DI FUMARE PI EFFICACE. UN GRUPPO DI (TOT.) PERSONE
VIENE SOTTOPOSTO AL PRIMO METODO X, ED UN GRUPPO DI 11 VIENE SOTTOPOSTO AL SECONDO METODO Y. LA
VARIABILE DIPENDENTE MISURATA SU UNA:

Scala a rapporti

Scala a intervalli

Scala ordinale

Scala nominale
52.

E LA VARIABILE INDIPENDENTE?
Scala a rapporti
Scala a intervalli
Scala ordinale
Scala nominale

53. SI VUOLE VERIFICARE SE DUE CAMPIONI A E B, DEI QUALI SI HANNO I SEGUENTI DATI, PROVENGONO DA POPOLAZIONI
CON LA STESSA MEDIA. IN QUALE MODO DEVE ESSERE FORMATO?
MEDIA A = 60
MEDIA B = 65
DS A = 6
DS B = 10
N A = 16
N B = 18

H: 60=65

H : media A = media B

H : A B

H: A = B
54.

NELLA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA DI UNA CURVA NORMALE SULLASSE DELLE ASCISSE SONO RIPORTATI:
Le frequenze di ciascun punteggio
Il numero dei soggetti
Tutti i valori della variabile
I punteggi Z

55. SECONDO LA LEGGE DEI GRANDI NUMERI, ALLAUMENTARE DELLAMPIEZZA CAMPIONARIA DI N LA VARIABILIT DELLA
DISTRIBUZIONE CAMPIONARE DIMINUISCE. QUINDI:

Pi ampi sono i campioni, pi alta la probabilit che la loro media (PAROLA MANCANTE)

Pi ampi sono i campioni, pi bassa la probabilit che la loro media (PAROLA MANCANTE)

La probabilit di stimare correttamente i parametri della popolazione (PAROLA MANCANTE)

La media della popolazione uguale a zero

RISPOSTA CORRETTA: Per la legge dei grandi numeri la media di una sequenza migliora avvicinandosi a quella della
distribuzione normale quando n cresce e tende allinfinito.

DOMANDE DEGLI ANNI PASSATI DELLESAME DI PSICOMETRIA BLOCCO #4 (ANTONUCCI)


56.

NEL LANCIO DI 2 DADI QUALE LA PROBABILIT DELL EVENTO SOMMA=2?


0.5
1
1/36
0.027

57. SE IN UNA GRADUATORIA DI 10 SOGGETTI SI ATTRIBUISCE RANGO 8.5 A 2 DI LORO (RISULTATI PARI MERITO) IL
SOGGETTO ULTIMO CLASSIFICATO AVR RANGO?

10

9.5

Non si pu dire
58.

COME SI INDICA LA PROBABILIT TOTALE DEGLI EVENTI MUTUALMENTE ESCLUDENTESI?


P (AoBoC)
P (AeBeC)
P(A) x P(B) x P(C)
P(A) + P(B) + P(C)

59.

SE AGGIUNGO DEI PUNTEGGI ESTREMI LA MEDIA RISPETTO ALLA MEDIANA :


Pi sensibile
Maggiore
Dipende dai punteggi
Non si pu sapere

60.

SE HO 10 SOGGETTI E ATTRIBUISCO A 2 LO STESSO RANGO 8.5, IL SOGGETTO ULTIMO ARRIVATO AVR RANGO?
10
9
Non si pu sapere

DOMANDE DEGLI ANNI PASSATI DELLESAME DI PSICOMETRIA - BLOCCO #5


RISPOSTA ESATTA) (ANTONUCCI)
61. IN UN ANALISI DELLA VARIANZA SE LA DEVIANZA BETWEEN PARI A 128 E QUELLA WITHIN A 206 LA DEVIANZA
TOTALE SAR:

334
62. NELLA SCALA A RAPPORTI EQUIVALENTI LUNICO ASPETTO ARBITRARIO :

Lunit di misura adottata


63. IN UN GRUPPO DI BAMBINI BILINGUI SI MISURA IL NUMERO DI PAROLE LETTE CORRETTAMENTE IN UN TEST DI
LETTERATURA CHE HA MEDIA 12 + - 5, NELLA LINGUA UTILIZZATA A SCUOLA. SU QUALE SCALA MISURATA LA
VARIABILE?

Rapporti equivalenti (M = 12; s = 5)


64. QUANTI ERRORI HA FATTO UN BAMBINO CHE OTTIENE Z = 0.75?

8.25
65. CHE PROPORZIONE DI CASI SI TROVA TRA LA MEDIA E UN VALORE DI 15 PAROLE LETTE SENZA ERRORI?

22.58 %

(SOLO

DOMANDE DEGLI ANNI PASSATI DELLESAME DI PSICOMETRIA BLOCCO #6 FOTO COMPITO


(ANTONUCCI)
66.

I COSTRUTTI:
Sono variabili latenti
Costituiscono la variabile indipendente
Sono grandezze estensive
Costituiscono il comportamento osservato

67.

LATTENDIBILIT DI UNA MISURA PU ESSERE DEFINITA COME: (DOMANDA 18)


La proporzione del punteggio rilevato che non riflette lerrore sistematico
La capacit di misurare il costrutto di interesse
La proporzione del punteggio rilevato che non riflette lerrore casuale
La capacit di rappresentare il comportamento misurato

68.

NELLA SCALA A RAPPORTI EQUIVALENTI LUNICO ASPETTO ARBITRARIO COSTITUITO DA (DOMANDA 62)
La posizione dello zero
La presenza di valori negativi
Lunit di misura adottata
Nessuno

69.

NEL GRAFICO (vedi a destra) RAPPRESENTATA:


La gravit della patologia
Una distribuzione di frequenza
Una proporzione relativa
Una distribuzione di frequenze cumulate

70.

IL LIVELLO DI MISURA DELLE VARIABILI RAPPRESENTATE :


Nominale
Ordinale
A intervalli
A rapporti

71. VOLENDO RAPPRESENTARE GLI STESSI DATI IN UN GRAFICO A TORTA, QUALE DELLE SEGUENTI AFFERMAZIONI
CORRETTA?

L80% sono fobici

Il 20% sono schizofrenici

Il 50% sono nevrotici

Il 20% sono paranoici


72.

IN UNA DISTRIBUZIONE ASIMMETRICA POSITIVA:


La media minore della mediana
Media e mediana coincidono
La media maggiore della mediana
La media non coincide con il valore che presenta la frequenza pi elevata

73. I DATI NORMATIVI DI UNA PROVA DI VERIFICA DELLE ABILIT DI LETTURA PER LA SECONDA ELEMENTARE RIPORTANO
MEDIA = 32 E S= 4 PER QUANTO RIGUARDA IL NUMERO DI RISPOSTE CORRETTE. UN BAMBINO CHE OTTIENE UN
PUNTEGGIO Z = 50 QUANTE RISPOSTE CORRETTE HA DATO?

16

30

34

28

DOMANDE DEGLI ANNI PASSATI DELLESAME DI PSICOMETRIA BLOCCO #7 FOTO COMPITI VARI
(ANTONUCCI)
74. ESTRAENDO TUTTI I POSSIBILI CAMPIONI PER VARI VALORI DI N DALLA STESSA POPOAZIONE, ALLAUMENTARE DI N
LERRORE STANDARD DELLA MEDIA:

Aumenta

Tende a diminuire

Rimane lo stesso

Dipende dalla distribuzione


75. SE A UN INSIEME DI 150 PUNTEGGI CON DEVIAZIONE STANDARD 15 SI SOTTRAE 5 DA CIASCUN PUNTEGGIO, COME
CAMBIERANNO I VALORI DI MEDIA E DEVIAZIONE STANDARD?

Cambier la deviazione standard, ma non la media

I valori resteranno gli stessi

Cambier la media ma non la deviazione standard

Cambieranno entrambi i valori


76. SE LA RELAZIONE LINEARE TRA DUE VARIABILI X E Y NEGATIVA, QUANDO IL VALORE DI Y AUMENTA IL
CORRISPONDENTE VALORE DI X:

Aumenta

Tende a 0

Resta invariato

Diminuisce
77.

LA DISTRIBUZIONE CHI2 COMPRENDE VALORI


Che variano tra infinito e + infinito
Che variano tra 0 e + infinito
Con 2 gradi di libert
Bidirezionali

78. SI CONSIDERI UN CAMPIONE DI 200 PUNTEGGI CON MEDIA 60 E DEVIAZIONE STANDARD 4.5. CON UNA PROBABILIT
DEL 93% CHE LA POPOLAZIONE ASSUME UN VALORE TRA?

47.5 e 50.0

60 e 64.5

59.37 e 60.62

55.5 e 64.5
79. SI VUOLE VERIFICARE QUALE DI DUE METODI PER SMETTERE DI FUMARE PI EFFICACE: A TALE SCOPO UN GRUPPO DI
(TOT.) PERSONE VIENE SOTTOPOSTO AL PRIMO METODO ED UN GRUPPO DI 11 AL SECONDO. VIENE RILEVATO IL
DOSAGGIO DI NICOTINA. LA VARIABILE DIPENDENTE MISURATA SU UNA: (DOMANDA 51)

Scala a rapporti

Scala a intervalli

Scala ordinale

Scala nominale
80.

E LA VARIABILE INDIPENDENTE? (DOMANDA 52)


Scala a rapporti
Scala a intervalli
Scala ordinale
Scala nominale

81.

QUALE STATISTICA ANDR UTILIZZATA PER VERIFICARE SE C UNA DIFFERENZA TRA I DUE METODI?
Una correlazione
Un chi2
Unanalisi della varianza
Una di t di Student

82.

NELLA VERIFICA DELLE IPOTESI RITENERE INESISTENTE UN FENOMENO CHE ESISTE IDENTIFICA:
Alpha
Un errore di II tipo
Un errore di I tipo
1-alpha

83.

LA STATISTICA F :
Un rapporto tra varianze
Un rapporto tra devianze
La radice quadrata della t di Student
Il rapporto tra devianze e gradi di libert