Sei sulla pagina 1di 3

MALATTIE DEL MOTONEURONE

SLA

la forma classica colpisce il 1 e il 2 motoneurone; esistono poi diversi sottotipi

Charcot Marie Tooth

colpisce a liv periferico neuroni motori e sens=> debolezza e deficit sensibilit

Paraplegia spastica ereditaria degenerazione assonale di neuroni del tratto cortico-spinale con spasticit

Atrofia muscolare spinale degen 2mn del mid.sp che pu causare atrofia nei muscoli prossimali e distali

SLA= sclerosi laterale amiotrofica

(negli USA: Malattia di Lou Gehrig)

Scoperta da Charcot nel 1869, una malattia neurodegenerativa progressiva fatale. Si sviluppa con GLIOSI del
fascio LATERALE cortico-spinale e quindi del 1 e del 2mn, con conseguente atrofia dei muscoli innervati
(amiotrofica). Rappresenta l85% delle malattie del motoneurone.
Eziologia: 90% sporadica, 10% familiare (nel 2% mutazione SOD1. Altre mut VAPB, ALSIM..)
Le due forme (sporadica e fam) sono indistinguibili dal punto di vista clinico.
Eziopatogenesi: non vi ancora certezza, sono state sviluppate alcune ipotesi:
il gene SOD1 mut non riduce pi lo ione superossido, quindi c aumento de radicole che causa
degenerazione del MN;
i pazienti con SLA presente nel sangue e nel liquor presentano livelli di GLUTAMMATO pi alti della
norma, questo genererebbe eccitotossicit e degenerazione del nervo

proabilmente leccesso di glutamato dovuto a ridotta ricaptazione da parte degli astrociti;

possibile influenza negativa di fattori tossici ambientali o contagiosi.

Per evitare che il paziente abbia istinto suicida quando gli si diagnostica la SLA occorre chiamarla malattia del
MN e spender del tempo per spiegare la malattia.
La SLA una malattia rara (1-3/100.000/anno). Esistono 4 cluster geografici: Pacifico Occidentale, penisola di
Kii in Giappone (espansione ripetuta di C9ORF72), Nuova Guinea e Golfo di Carpentaria in Australia.
Rapporto M:F=1,5:1. Et esordio: 50-70 anni.
Clinica: 4 forme di SLA
1) CLASSICA

colpisce il 1 e il 2MN e porta a morte nellarco di 3-5 anni

2) ESORDIO BULBARE

colpisce il 1 e il 2 MN BULBARE s.t. disfonia, disartia, disfagia.

(paralisi bubare progressiva)

Il paziente entro 1 anno.

3) ESORDIO 1MN

colpito il 1MN, una forma LENTA. Il pz muore dopo 10-15anni.

4) ESORDIO 2MN

colpito il 2MN, una forma LENTA. Il pz muore dopo 10-15 anni.


1 di 3

SEGNI CLINICI

1MN
Spasticit (ipertono spastico, non rigido come nel Parkinson)
ROT aumentati
Riflessi patologici (Babinski, Hoffmann)
Segni pseudobulbari (segno del muso = batti il dito sulle labbra del paziente, osservi una protrusion labbra;
s. palmo-mentoniero=contrazione del mento se si stimola il palmo della mano alla base del pollice)
2MN
Fascicolazioni (diffuse, molto freq, associate a stanchezza e atrofia, associate a EMG anormali)
Atrofia
Crampi
Ipostenia mm. Respiratori
SEGNI COMUNI 1 e 2 MN
Ipostenia
Disartria
Disfonia
Disfagia
Fatica
Il paziente con SLA non deve presentare disturbi sfinterici, sensitivi, neurovegetativi, extrapiramidali. Se mostra
disturbi cognitivi e segni di SLA, si tratta di DemenzaFrontoTemporale, che si pu associare a SLA.
Non esiste un biomarker tipico di SLA, la dx s.t. clinica e spesso una vera Odissea diagnostica.
Criteri diagnostici per la SLA (1994)
1. segni clinici e EMG di degenerazione 2MN
2. segni clinici i degenerazione 1MN
3. diffusione dei segni clinici in +distretti muscolari (corticale, bulbare, cervicale, toracico, lombosacrale)
4. assenza segni clinici o EMG che possano def la degenerazione neuronale di altra natura (SM)
5. assenza altri processi patologici che possano esser causa di segni clin ed EMG rilevati.
2 di 3

A confronto i segni di SLA e MG: nella SLA


non ci sono debolezza muscolare e segni oculari (fattori principali di MG)
segni importanti: atrofia lingua, fascicolaz, segni lesione 1MN, potenz fibrillazione allEMG (assenti nella MG)
in nessuna delle due: alterazioni della velocit di conduzione delle vie sensitive.
Per la conferma diagnostica di SLA: esami strumentali (EMG, RMN encefalo-colonna, Biopsia muscolo-nervosa,
dosaggi orm.tiroidei, esame LCR->no bande oligoclonali nella SLA, A.P.post-mortem->atrofia radici ant).
X capire lEMG: nella SLA il danno del 2MN causa rimaneggiamento dellunit motoria le fibre muscolari
denervate sono reinnervate da un altro MN, la nuova unit motoria pi grossa, con fibre di tipo 1 e 2.
EMG
-

a riposo

in contrazione: potenziali giganti (per le grosse unit motorie generatesi)

: potenziali di fibrillazione (rappresentativi della re-innervazione)

e nelle miopatie? In contrazione i potenziali sono piccoli e polifasici. Es. distrofia muscolare, c
necrosi e rigenerazione delle fibre muscolari e ci porta ad aumento molto elevato delle CPK
nel siero (fino a migliaia di unit). Non avviene nella SLA dove c raggruppamento tipologico (x
re-innervazione) e le CPK aumentano solo di poco.
Terapia
Nella SLA lunico farmaco che abbia beneficio, seppur marginale il RILUZOLO, antagonista del glutamato. La
terapia generalm sintomatico e non curativa, quando appaiono i sintomi gi troppo tardi per intervenire.
Terapie alternative:
neuroprotezione: neuroni sani per bloccare il danno citotossico/ossidativo
rigenerazione: di MN alterati con laiuto di fattori neurotrofici per via sistemica o intratecale (ad oggi non fx)
sostituzione: di neuroni distrutti con neuroni rigenerati con iPS staminali pluripotenti indotte (provato su animali)

3 di 3