Sei sulla pagina 1di 2

SIGMUND FREUD La vita La psicoanalisi rappresenta una disciplina nuova rispetto alla psicologia, nata dallo studio e dalla

terapia dellisteria, con lintento di indagare linconscio. La psicanalisi vede nella vita cosciente solo una piccola parte della vita psichica, alla quale si contrappone un mondo regolato da altri principi. Nato a Freiberg (oggi in Cecoslovacchia) da famiglia ebrea nel 1856. Freud studi medicina a Vienna. Divenne assistente di un importante psicologo viennese, Breuer. Recatosi a Parigi con una borsa di studio, segu le lezioni di Charcot sullisteria, che per la prima volta spostavano la ricerca dal corpo alla psiche. Sposatosi, si dedic allisteria, utilizzando prima lipnosi. Breuer gli aveva raccontato il caso di Anna O, affetta da disturbi isterici. Parlando liberamente ella rievocava episodi traumatici del periodo in cui aveva assistito il padre malato. La scarica di emozioni provocata dal ricordo determinava la sparizione dei sintomi (catarsi). Freud applic il metodo catartico ad altri pazienti e scrisse i saggi sullisteria. La rottura con Breuer avvenne perch Freud era convinto dellorigine sessuale dellisteria e della nevrosi, come resistenza ad impulsi sessuali. Nel tempo poi Freud distinguer unisteria di conversione con sintomi somatici derivati da una metafora inconscia (la cecit come rifiuto di vedere) e unisteria da angoscia, con sensazioni angosciose e fobie. Freud abbandon completamente il metodo ipnotico. La psicoanalisi nacque quando Freud pass dal metodo catartico al metodo delle libere associazioni. Agli inizi del 1900 pubblic i suoi libri fondamentali, tra cui Linterpretazione dei sogni. Si rec poi negli USA per far conoscere le sue ricerche. Negli ultimi anni si dedic ad estendere il metodo psicoanalitico al campo delle ricerche sociali, politiche e religiose. Nel 1938 lasci Vienna a causa delloccupazione nazista. Mor a Londra nel 1939. Linterpretazione dei sogni Linconscio zona prevalente della psiche, governata da una logica propria che non dominata dalle categorie di spazio e tempo. Il principio dominante della psiche il principio di piacere. La pulsione una spinta che nasce dallinconscio quando si crea una tensione. Se lio le avverte come contrastanti esse sono rimosse ma non eliminate: esse infatti si manifestano nei sintomi nevrotici. Il sintomo dunque sostituisce qualcosa che non si manifestato. Il metodo dellassociazione libera scoperto da Freud prevedeva che il paziente fosse libero di dire tutto ci che pensava, associando idee e parole, arrivando cos a rivivere quella situazione in cui al suo inconscio stata negata la soddisfazione delle pulsioni. Per guarire i sintomi dunque necessario risalire alla loro origine. Molto spesso il paziente oppone fortissime resistente. Esse sono superata con il transfert, che consiste nel legame affettivo attraverso cui il paziente trasferisce nel uso analista il desiderio insoddisfatto e cos prova piacere nel collaborare con lui. Freud si convinse che alla base di molte nevrosi ci fosse la seduzione subita da bambini da parte dei genitori o dei fratelli maggiori. Allora anchegli si sottopose ad autoanalisi, analizzando i propri sogni. Cos abbandon lidea della seduzione infantili e scopr il complesso di Edipo: il bambino prova amore per il genitore di sesso opposto e odio e rivalit per laltro. Questa esperienza viene rimossa con tuta le forze, ma svela lesistenza di una sessualit infantile. Ogni individuo diventa sessualmente maturo solo se si libera da questo complesso, stacca i suoi desideri libidici dal genitore . Linterpretazione dei sogni non solo terapia ma anche psicologia del profondo. Il sogno serve a proteggere il sonno: nel sonno sono pi deboli le resistenze dellio. Linconscio si manifesta liberamente. Il contenuto manifesto del sogno (cio quello che ne ricordiamo da svegli) lappagamento di un desiderio rimosso. Ma ci che lanalista deve interpretare il lavoro onirico che ha prodotto il sogno, risalendo al contenuto latente. Linconscio infatti sottopone gli elementi a processi di spostamento e simbolizzazione. Il sogno dunque lespressione di contenuti onirici di cui ci si vergogna e che perci vengono rielaborati per superare le censure dellio. Il suo contenuto si ricollega ad episodi che sono stati vissuti nellinfanzia e che in seguito sono stati rimossi. Linterpretazione dei sogni nello stesso tempo uno strumento terapeutico e la via per conoscere linconscio.

LEs, lIo e il Super-Io

Freud suppone che la vita sia funzione dellapparato psichico sia composta di pi parti. La pi antica istanza psichica lEs: essa comprende tutto quanto eredita con la nascita, fissato per costituzione. Una parte dellEs ha avuto uno sviluppo particolare per proteggersi dagli stimoli del mondo esterno: lIo, che ha il dominio dei movimenti volontari, accumula memoria, evita stimoli eccessivi, domina le pretese degli istinti. Nella sua attivit lIo guidato dalle considerazioni delle tensioni stimolanti: la loro intensificazione viene sentita come piacere, la diminuzione come dispiacere. Lio tende al piacere e vuole evitare il dispiacere. Un accrescimento previsto di dispiacere provoca angoscia. Nel sonno lIo scioglie i suoi legami con il mondo esterno. Nellio si forma unistanza nella quale si prolunga linfluenza dei genitori: il Super-Io. In esso agiscono anche le influenze della tradizione, della famiglia, della razza. Il Super-Io poi assimila altre figure (maestri, modelli sociali). LEs esprime i bisogno innati dellindividuo. LIo deve proteggersi contro i pericoli. Il Super-Io deve limitare gli appagamenti. Gli istinti sono le tensioni del bisogno dellEs. Essi tendono a conservare lo stato raggiunto. Esistono due istinti fondamentali: lEros e listinto di distruzione. Il primo tende a creare legami, il secondo a dissolverli e a condurre il vivente alla morte. Nelle funzioni biologiche i due istinti operano luno contro laltro o si combinano, come nellatto sessuale (che unaggressione che mira allunione pi intima). Con lo sviluppo del Super-Io molta energia distruttiva viene rivolta verso linterno provocando malattie. Principio di piacere e principio di realt. Eros e Thanatos La vita psichica appare dominata da due principi contrapposti: il principio di piacere e il principio di realt. Nella sua ulteriore elaborazione Freud ricorre ad unaltra contrapposizione, quella tra tendenze vitali, designate come Eros, e di pulsioni distruttive, designate come Thanatos. In questo modo pi estendere la teoria psicanalitica a fenomeni sociali e culturali (per es., la religione). Freud poi elabor la teoria del disagio della civilt, che si manifesta nel contrasto tra principi costruttivi (il lavoro che sottrae energie alla libido) e tendenze distruttive (come la guerra). Il prezzo da pagare per la civilt la sofferenza individuale e la rinuncia alla soddisfazioni delle pulsioni personali. Il Super-Io svolge una funzione repressiva. Freud ha anche analizzato i meccanismi dellautoritarismo: il capo carismatico devia la pulsioni distruttive verso lesterno (incitando alla guerra). La radice di tutto resta il rapporto irrisolto con la figura paterna e la natura autoritaria delleducazione familiare.