Sei sulla pagina 1di 56

Sigmund

Freud
La
rivoluzione
psicoanalitica
VITA 1
1856 – FREIBERG (Rep. Ceca).
Famiglia ebrea.
Cresce a Vienna. Brillante negli
studi. Laurea in Medicina.
A 29 anni prof. Universitario.
Vuole indipendenza economica:
sceglie la pratica clinica.
VITA 2
Amicizia con Breuer e Charcot
(Parigi). ISTERIA: da ipnosi a
“associazioni libere”.
Si sposa: ha sei figli.
Grande fumatore: cancro alla
mascella.
1938 a Londra: dopo l’Anschluss.
1939: muore. La guerra è iniziata
Freud e la
figlia Anna
Sigmund Freud con
sua moglie, Martha
Bernays
Attivo fino
alla fine
Opere di Freud
Studi sull’ isteria
L’interpretazione dei sogni
Psicopatologia della vita quotidiana
Introduzione alla psicoanalisi
Al di là del principio del piacere
L’avvenire di un’ illusione
Il disagio della civiltà
“Flectere si nequeo
superos, Acheronta
movebo” (Virgilio, Eneide)

“Se non riesco a piegare le


potenze del cielo, muoverò
quelle dell’inferno”
(Interpretazione dei sogni)
Sigmund Freud (1856-1939)
 Uno schiaffo, una ferita, un’umiliazione:

Copernico, Darwin, Freud, Einstein.


Enorme rivoluzione con influenze in tutti
gli aspetti della cultura moderna.
Riguarda tutti.
Volgarizzazioni, semplificazioni,
fraintendimenti.
Importanza dei primi anni, della
sessualità e dell’inconscio.
«Non siamo mai
così privi di
difese, come nel
momento in cui
amiamo.»
«Una domanda alla quale
non sono riuscito a
rispondere, nonostante 30
anni di ricerche sull'animo
femminile, è:
"Cosa vuole
una donna“?
Casa
Freud
COS’E’ LA
PSICOANALISI:
- Metodo di indagine
dell’inconscio
- Metodo
terapeutico per
disturbi nevrotici
Il famoso divano di Freud,
conservato al museo di
Londra
LA PSICOANALISI
Freud ha introdotto nei confini della
scienza umana, come Colombo, un
nuovo continente: l’inconscio.
Riflessi sulla ragione:

1– non tutto è razionale


2 – con la ragione si possono indagare le
regioni oscure della mente.
La cura delle malattie psichiche

Medicina ottocentesca
Approccio positivistico-materialistico
Interpretazione somatica dei disturbi
della personalità (lesioni organiche).
Charcot/Breuer/Freud: ipnosi come metodo
terapeutico (Isteria di Anna O.)
richiamare alla memoria avvenimenti penosi
dimenticati. Metodo catartico
provocare una scarica emotiva

(abreazione)
La scoperta dell’inconscio
 Eziologia (studio delle cause) delle malattie psichiche: conflitto fra forze
psichiche inconsce


non vogliamo ricordare ciò che abbiamo rimosso
(perché temibile, doloroso, vergognoso)
 La realtà psichica primaria (profonda) è l’inconscio

 Il conscio è solo la manifestazione superficiale


dell’inconscio (punta dell’iceberg)
 L’inconscio è il punto di vista privilegiato da cui
osservare l’uomo.
I luoghi della psiche
(prima topica – Interpretazione dei sogni)
Conscio(Cs)
Preconscio (Pcs - il dimenticato)
 Contenuti psichici che, pur essendo momentaneamente inconsci, possono divenire

consci tramite uno sforzo dell’attenzione. - Inconscio (Ucs


- il rimosso)
 Contenuti psichici stabilmente inconsci, mantenuti tali dalla forza della rimozione, che
può essere aggirata solo tramite tecniche apposite
Le associazioni libere
Metodo per eludere le
resistenze della rimozione e
accedere all’inconscio
 rilassarsi (divano)
 abbandonarsi al corso dei
propri pensieri senza alcuna
remora o censura dovute alla
logica o alla morale.
Transfert (traslazione)
Grande importanza: condizione
Senza transfert, senza
preliminare al successo dell’analisi.
questo rapporto di
Tutto deve essere messo al servizio
della cura: competenza e prudenza.
assoluta
Trasferimentofiducia e dello
sulla persona stima
tra medico e paziente,
psicanalista di stati d’animo
ambivalenti (amore e odio) provati
nessuna
durante l’infanzia analisi è delle
nei confronti
possibile.
figure genitoriali.
I luoghi della psiche
(Seconda topica - dal 1920)

La psiche è un’unità complessa, costituita da tre dimensioni (con
funzioni diverse) in rapporto tra loro:

Es: polo pulsionale della personalità

Io: parte organizzata e cosciente della personalità, che deve

fare i esigenze dell’Es, del


conti con le
Super-Io e del mondo esterno
3Super-Io:
padroni severi coscienza morale
La terapia psicoanalitica
 Far riemergere alla coscienza il conflitto psichico rimosso (cioè allontanato dalla

“Dove era ES
coscienza perché spiacevole o doloroso).

deve diventare IO”


 Tecniche per superare le resistenze che impediscono al rimosso di accedere alla
coscienza:

Ipnosi
Libere associazioni
Interpretazione dei sogni
ICEBERG
L’iceberg

Io
angoscia

Es
Es:
polo pulsionale della personalità
Forza impersonale e caotica
 in tedesco è il pronome
personale neutro (soggetto)
della terza persona singolare.
 è affine alla volontà di
Schopenhauer e Nietzsche
Es
•Presente alla nascita, ma è modificabile.
“Calderone di impulsi ribollenti”.
•Non conosce né bene né male, ma è governato
solo dal principio del piacere. E’
amorale.
•Supera il principio di non contraddizione: vuole
contemporaneamente cose contrastanti.

•È la fonte della libìdo: energia sessuale


L’Io: parte cosciente e organizzata della
personalità

 Ha il compito (con opportuni compromessi) di


trovare un equilibrio tra le pressioni dell’Es, del
Super-Io e del mondo esterno (per lo più in
contrasto fra loro). Tre padroni severi
 Personalità normale
 riescea padroneggiare abbastanza bene la situazione
(appagare le diverse esigenze)
Personalità nevrotica
 Comportamenti asociali e proibiti (delinquente o perverso)
 Super-Io troppo debole
 Sintomi nevrotici (tipo complessato)
 Super-io troppo rigido
Io
scopre, spesso a sue spese, che “la
vita principio
non è
È governato dal
facile”

della realtà
(rendersi conto che non tutti i bisogni
possono essere soddisfatti e che il dolore
non sempre può essere evitato)
Super-Io:
la coscienza morale
Norme sociali (comandi e divieti)
instillate nell’individuo con la violenza
(fisica o psicologica) fin dall’infanzia e
quindi da lui interiorizzate.
Successore e rappresentante dei
genitori, degli educatori, del gruppo.
super-ego paterno diventa un
Il

super-ego sociale.
Lo sviluppo
affettivo
Le radici del modello psicoanalitico

Per la psicoanalisi
nell’apparato psichico sono
presenti forze inconsce.
Anche filosofi come Shopenhauer e
Nietzsche sostenevano che la mente
è governata da pulsioni profonde,
dinamicamente attive,
ma inconsapevoli
Prove dell’inconscio
• lapsus
• dimenticanze
• tic Psicopatologia
della vita
• sogni
quotidiana
Psicopatologia della vita quotidiana

Nella nostra mente nulla avviene in modo casuale. Tutto ha un
significato.
Lapsus linguae, lapsus calami, errori,
dimenticanze, incidenti banali
Apprezzo la sua spogliatezza
Voglio i cioccolattoli

Noi dimentichiamo certi nomi o


oggetti perché sono collegati a
sentimenti spiacevoli.
Il sogno
“Via regia” per penetrare nell’inconscio
Appagamento camuffato di
un desiderio rimosso
Contenuto manifesto (scena onirica, racconta
per immagini)

Contenuto latente (desiderio censurato perché


inaccettabile; origine: stimoli sensoriali esterni, residui diurni, materiali inconsci.)
Il sogno

ermeneutica
Necessità di una
psicoanalitica, per cogliere i
messaggi segreti dell’Es.
(Psicoanalisi = arte interpretativa)
 Ripercorrere a ritroso
il processo di trasformazione del
contenuto latente in quello manifesto.

“Dove era Es deve diventare Io”


SESSUALITÀ PRIMA DI FREUD

Aspetto più dirompente,


famoso e controverso
della teoria di Freud.
Accusa di pansessualismo
Prima di Freud si
identificava la sessualità con
la genitalità e l’unico fine era
la procreazione.
procreazione
Pulsioni e forze
contrastanti
Sono espressione di energia psichica (pulsioni):

La libido (Eros, spinta sessuale, istinto di


conservazione)

L’istinto di distruzione (Thànatos,


aggressività, istinto di morte)

L’uomo normale è colui che ha qualcosa da fare


e ciò che fa gli procura piacere.
LE PULSIONI
 Presenti contemporaneameante


Pulsioni di vita
(èros): conservare ed unire

Pulsione di morte
(thànatos): distruggere e
annientare
SESSUALITÀ CON FREUD
 Nell’uomo esistono tendenze psicosessuali che non hanno come fine la
procreazione:

Sessualità infantile
Sublimazione: trasferimento di una
pulsione originariamente sessuale su
oggetti non-sessuali e socialmente ed
eticamente di maggiore valore (lavoro,
arte, scienza)
Perversioni: attività sessuali non
finalizzate alla procreazione
Michelangelo

Tre Pietà
Sublimazione
SESSUALITÀ CON FREUD
“Chiamiamo
Sessualità: “libido”
energia -o
di tipo
desiderio
sessuale sessuale
(libido - la forza
) suscettibile
di psichica
dirigersi che rappresenta
verso le mete più
l’istinto
diverse sessuale
e sugli oggetti epiù
la
disparati
consideriamo analoga alla forza
della
zone fame o alla volontà
erogene di
(generatrici
dipotenza e ad altre simili
piacere erotico)
tendenze dell’Io.”
LA SESSUALITÀ INFANTILE

Il bambino non è un


angioletto asessuato, ma
persegue anche lui il piacere
indipendentemente da scopi
riproduttivi (perverso)
mediante i più diversi organi

corporei (polimorfo)
FASI DELLA SESSUALITÀ
Fase orale (bocca/poppare)
Fase anale (ano/defecare)
Fase genitale (genitali/coito)
Fase fallica: scoperta del pene e
complesso di castrazione. Differenza
tra bambino e bambina: “invidia del
pene”.
Periodo di latenza
Fase genitale vera e propria
STADI DI SVILUPPO 
 
       Orale (0 - 18 mesi)
 
       Anale (18 mesi – 3 anni)
 
       Fallico (3 – 5 anni) complesso di Edipo
identificazione sessuale
 
       Latenza (5 – 12 anni)
 
       Genitale (12 – 18-20 anni) maturità sessuale
conservazione della specie
COMPLESSO DI EDIPO

Edipo Re (tragedia di Sofocle)


Attaccamento libidico verso il genitore di
sesso opposto. La mamma sempre
disponibile.
Atteggiamento ambivalente
(affetto/identificazione e
ostilità/gelosia) verso il genitore dello
stesso sesso.
Il papà un rivale. Il bambino è
combattuto tra avversione e
identificazione.
Pasolini e Edipo e Giocasta
sua mamma
Il destino di Edipo ci scuote soltanto
perché avrebbe potuto diventare
anche il nostro, perché prima della
nostra nascita l'oracolo ha
pronunciato ai nostri riguardi la
stessa maledizione. Forse è stato
destinato a noi tutti di provare il
primo impulso sessuale per nostra
madre, il primo odio e il primo
desiderio di violenza per nostro
padre; i nostri sogni ce ne
convincono.
Il poeta, portando alla
luce la colpa di Edipo, ci
costringe a conoscere il
nostro proprio intimo,
dove, anche se repressi,
questi impulsi pur
tuttavia esistono.
Come Edipo viviamo
inconsapevoli dei desideri
che offendono la morale;
quando ci vengono svelati,
probabilmente noi tutti
vorremmo distogliere lo
sguardo dalle scene
dell'infanzia.
Religione: “Avvenire di un’illusione”

Illusione: appagamento dei desideri più


antichi e più forti dell’umanità
Protezione contro i pericoli della vita
Padre celeste (amato e temuto):
proiezione psichica dei rapporti
ambivalenti con il padre terreno. Bisogno
di sentirsi protetti, di vivere in un mondo
giusto, di essere immortali…
Parricidio originario e adorazione del totem.
La religione:
nevrosi ossessiva universale
Nevrosi ossessiva: bisogno
insopprimibile di ripetere
determinati atti
parallelismo tra atti religiosi e atti
nevrotici
nevrosi ossessiva: forma di religiosità
individuale
religione: nevrosi ossessiva collettiva
Il disagio della civiltà
 La civiltà protegge dai mali provenienti
 dalla natura esterna, dal proprio corpo, dagli altri
 La civiltà produce un disagio, perché
 chiede un sacrificio pulsionale
 prestazioni sociali e lavorative
 comandi e divieti (super-io collettivo)
 Lasofferenza e l’aggressività sono componenti
strutturali della vita

“Principio del piacere” contro


“principio della realtà”
Il disagio della civiltà
La civiltà impone costrizioni
Una civiltà non repressiva è impossibile.
La civiltà non deve permettere
repressioni inutili ed eccessive, fonti di
angoscia e sofferenze.
La speranza di Freud:

Portare il livello di restrizioni al più


basso livello possibile, altrimenti
scatta la nevrosi.
Principio Principio
del piacere della
realtà
Principio del Principio
piacere della realtà
Critica alle idee di Freud sulla
religione

Dio = illusione L’ateismo di


equivale a Freud non si
fonda sulla
Dio = proiezione
di Feuerbach
psicoanalisi,
ma la
Teorie non
rigorosamente
precede
fondate e giustificate
Psicanalisti sulla religione

Frankl:
Jung: Fromm:
“L’uomo se non
trova in Dio il
“la mancanza senso della vita,
“La psicoanalisi farà quello che
di una non si trova in fanno gli altri
religione opposizione
(conformismo) o
viva è la inconciliabile con
quello che gli altri
causa di una religione
desiderano che
numerose autenticamente
egli faccia
umanitaria”
nevrosi” (totalitarismo)