Sei sulla pagina 1di 23

Gli antichi Greci furono un popolo

che si stabilizzò in Grecia.


Le origini dei Greci sono datate verso la fine del II millennio a.C. .
Sul finire del XII secolo a.C., la penisola balcanica è interessata
dalla calata dei Dori. I Dori erano un popolo semi-nomade
originario della Macedonia e dell’ Illiria.
Questa invasione comporta un cambiamento radicale: spinge le
popolazione già insediate sul territorio a migrare verso le coste
occidentali dell’Asia Minore.
Tra il XII e VIII secolo a.C. la Grecia attraversa un periodo di crisi
generalizzata. In questo “MEDIOEVO GRECO” ci sono stati
numerosi conflitti. Durante questa crisi profonda, sparisce l’uso
della scrittura, la cultura e l’arte regrediscono e l’economia
regredisce agli stati primitivi.

Dopo questa lunga crisi profonda, nacque quella che noi ora
chiamiamo civiltà greca.
Da ora i Greci si chiameranno anche Ellenici, termine derivante da
Elleno, eroe mitologico del quale essi si credevano discendenti.
Ai Greci dobbiamo la nascita di attività quali:
•La filosofia
•La scienza
•La politica
•L’epica
•La lirica
•Il teatro
•La musica
•Lo sport
In questo In questo
periodo, periodo,
La calata dei Dori In questo periodo, la Civiltà inizia
avvenne la civiltà greca Greca il declino
in questo periodo Inizia a maturare ebbe della
maggior Civiltà
splendore Greca
XII – VIII secolo a.C.

Il periodo di formazione è caratterizzato dall’invasione dorica


e dagli enormi sconvolgimenti socio-economici da essa
connessi. In questo periodo si iniziano a formare le poleis.
Sono stati rinvenuti molti vasi di terracotta decorati con motivi
geometrici. Per questo motivo, il periodo di Formazione è
anche chiamato periodo geometrico. I principali motivi
geometrici sono:

Greche Losanghe Meandri Scacchi Svastiche

La rappresentazione della geometria, rappresenta una grande


intelligenza perché non esistono forme geometriche perfette
in natura.
L’anfora del lamento funebre ha
come funzione segnalare la
presenza di una tomba. Di solito, è
alta circa 155 centimetri e dentro di
essa i Greci introducevano cibo
sperando nella vita del defunto.
VII secolo – 490 a.C.

Il periodo arcaico si divide in tre periodi:

•Primo Arcaico (620 - 580/570 a.C.)


•Arcaico Maturo (580/570 – 530 a.C.)
•Arcaico Tardo (530 – 490 a.C.)

•Nel periodo arcaico si sviluppa la scultura.


La scultura greca è sempre riconducibile a due tipologie
principali di scultura: Kouroi o Korai. Entrambi i soggetti,
rappresenterebbero l’uomo o la donna ideale.

KORAI KOUROI
Il kourus (singolare di Kouroi) è generalmente raffigurato nudo
con:
•La testa eretta
•Le braccia stese lungo i fianchi
•I pugni serrati
•La gamba sinistra leggermente avanzata
La kore (singolare di Korai) è generalmente raffigurata vestita
con:
•La testa eretta
•I piedi uniti
•Un braccio stesso lungo il fianco
e l’altro ripiegato sul petto.
I vestiti che la kore portava poteva essere:

un chitone un himation
Esistono 3 correnti scultoree predominanti. Esse sono:
•La scultura dorica
•La scultura attica
•La scultura ionica
La scultura dorica si sviluppa tra il VII e il VI secolo a.C. .
Gli elementi caratterizzanti della scultura dorica sono:
•La predilezione per la figura umana nuda
•La creazione di forme estremamente semplici e squadrate
•L’adozione di proporzioni massicce
La corrente attica si sviluppa fra la prima e la seconda metà del
VI secolo a.C. soprattutto ad Atene. Nella scultura attica si tende
a armonizzare meglio tra loro le varie membra (al contrario della
scultura dorica).
La scultura ionica è contemporanea a quella attica,
però presenta:
•Una maggiore raffinatezza del modellato
•Un uso di proporzioni più dolci e slanciate
•Una più ampia libertà compositiva rispetto agli schemi
tradizionali di riferimento
Enrico Emanuele Corazzini
1°I
Liceo Da Vinci Pescara