Sei sulla pagina 1di 33

GRECIA CLASSICA scultura e pittura

Scultura vol. I, pp. 78-81, 88-115 Pittura vascolare vol. I, pp. 60-64, 82-83

1200-400 a.C. Grecia classica


Periodi artistici della Grecia classica XII sec. a.C. XI sec. a.C. IX sec. a.C. VIII sec. a.C. VII-VI sec. a.C. VI sec. a.C. 400-330 404 a.C. Linvasione dei Dori, fine di Micene nasce la polis Omero scrive lIliade e lOdissea Inizio della colonizzazione del Mediterraneo Atene democratica, vasi a figure nere, nascita ordini dorico e ionico nascita dellordine corinzio regno di Alessandro il Grande Sparta sconfigge Atene

Periodo di formazione XII-VIII sec. a.C. Et arcaica VII-VI sec. a.C. Periodo classico o et delloro VI-V sec. a.C. Ellenismo IV sec. a.C.

Zone di origine, colonie e aree di influenza

SCULTURA periodi artistici

Classica VI-V sec. a.C. VIa.C.

Attica VI sec. a.C. a.C. Stile severo fine VI sec. a.C.- 479 a.C. a.C. a.C. Ellenistica dal IV sec. a.C Ionica

Dorica VII-VI sec. a.C.. VIIa.C..

Statuetta proveniente dagli scavi di Karnak, 670 a.C. ca

SCULTURA dorica VII-VI sec. a.C.


La prima statuaria greca risente di influssi egizi Concezione umanistica dellarte greca
luomo come soggetto principale il suo valore come individuo era gi stato messo in risalto nei poemi omerici nellVIII sec.

La nudit assoluta per i Greci attributo di dei ed eroi I kouros (giovani)


sono rappresentati nudi senza alcun attributo oltre alla loro naturale bellezza non rappresentano un uomo in particolare ma lUomo Non sono ritratti Gamba sinistra avanzata

Kouroi e korai sono ideali assoluti di bellezza fisica e di interiore

SCULTURA dorica VII-VI sec. a.C.


Le korai
sono sempre vestite Le vesti sono stilizzate gli attributi femminili non sono posti in risalto La femminilit sottolineata dalle vesti, dalla pettinatura e dai gioielli I visi simili a quelli dei kouroi I piedi sono uniti

SCULTURA attica VI sec. a.C.


Dal nome della regione Attica (Atene) Compare il movimento Latleta vincitore dei giochi olimpici erano eroi e il loro corpo diveniva immagine della perfezione divina Le statue divengono oggetto di offerta simbolica agli dei

SCULTURA ionica VI sec. a.C.


Contemporanea a quella attica Si ispira alla tradizione orientale
Forme pi dolci Forme pi slanciate Raffinatezza del modellato Seconda met VI sec. nudo e con la posa tradizionale dorica La testa pi piccola rispetto ai kouroi dorici Il corpo pi snello

Kouros di Milo

SCULTURA stile severo fine VI sec. a.C.- 479 a.C.


Indica un periodo di transizione tra la scultura ionica e quella classica Termina con la conclusione delle guerre persiane e la fioritura delle arti voluta da Pericle Si caratterizza
scompare il sorriso (ci d il nome di Stile severo) La testa diviene sferica e ben proporzionata le labbra divengono carnose e naturali I muscoli sono pi naturali e armoniosi Il corpo nel suo insieme comunica maggiore vitalit

Poseidon (o Zeus), 460 a.C. ca

SCULTURA stile severo fine VI sec. a.C.- 479 a.C. Oltre al marmo di utilizza il bronzo

Bronzi di Riace, 450 a.C. ca

Auriga, part, 475 a.C. ca

SCULTURA CLASSICA Policleto e Fidia VI-V sec. a.C.


Durante il governo di Pericle (495-429 a.C.) Atene raggiunge il primato sulle altre polis
si concretizza il concetto di democrazia Viene ricostruita lAcropoli distrutta dai persiani di Serse I maggiori letterari e artisti si trasferiscono ad Atene

E la scultura del Periodo classico detto anche et delloro Gradualmente la rigidit dei kouroi viene abbandonata lefebo e latleta
Posa
rilassata in azione

Rappresentazione naturale del corpo Corona di ulivo sul capo dei vincitori

Con Policleto (attivo tra 465 e 417 a.C.) inizia larte greca classica

Discobolo di Mirone, copia romana in marmo di un originale greco in bronzo del 450 a.C. ca

Doriforo di Policleto 450 a.C., copia romana Da originale in bronzo Flessione gamba sinistra, capo reclinato,

SCULTURA CLASSICA Policleto (attivo tra 465 e 417 a.C.)


Le sue opere originali erano in bronzo

Amazzone ferita, 440-4 (copia in marm

Diadumeno, 420 a.C. (copia in marmo)

SCULTURA CLASSICA Fidia (490-430 a.C. ca)


Realizza le decorazioni a bassorilievo del Partenone

Oltre la SCULTURA CLASSICA Prassitele (400 ca -326 a.C.)


Di fronte alla crisi degli ideali ellenici si assiste a un ripiegamento verso linteriorit
Quotidianit (atteggiamento confidenziale) Sentimenti (atteggiamento affettuoso di Hermes verso Dionisio) Gioco (Hermes fa giocare Dioniso con un grappolo duva)

Hermes con Dionisio bambino 330-340 a.C. ca

SCULTURA Ellenismo dal IV sec. a.C.


Periodo seguito allinvasione dei Macedoni e caratterizzato dal governo di Alessandro Magno (336-323 a.C.) Alla sua morte limpero viene spartito e nascono varie scuole artistiche

Nike (o vittoria alata) di Samotracia, II sec. a.C. ( la dea della vittoria)

Venere di Milo, II sec. a.C.

Il Lacconte, I sec. a.C., il dolore e lo sforzo provocano unalterazione del volto che si trasforma in una maschera Limpero di Alessandro Magno

I templi il pantheon greco


i Greci sono politeisti: 10 divinit pi altre minori (tra parentesi il nome romano)
1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. ZEUS (Giove) HERA (Giunone) POSEIDON (Nettuno) DEMETRA (Cerere) Cerere) APOLLO ARTEMIDE (Diana) ARES (Marte) AFRODITE (Venere) HERMES (Mercurio) ATHENA (Minerva) EFESTO (Vulcano) HESTIA (Vesta) padre di tutti gli dei e sovrano degli stessi dea della terra e della famiglia, moglie e sorella di Zeus dio del mare e della acque dea della fertilit e dellagricoltura dio della luce e del diritto, custode delle arti dea della caccia dio della guerra dea della bellezza e dellamore messaggero degli dei dea della saggezza e dellintelletto dio del fuoco e della metallurgia dea del focolare domestico e protettrice della casa
Afrodite capitolina

Poseidon, bronzo, 460 a.C

Hermes con Dionisio bambino, 340-330 a.C. ca

Athena, opera di Mirone, 450 a.C. ca

SCULTURA attributi degli dei


1. ZEUS (Giove) padre di tutti gli dei e sovrano degli stessi
1. Rappresentato con la barba 2. A volte ha fulmini in mano 3. A volte ha la vittoria alata in mano 4. Spesso seduto in trono

Ricostruzione di moneta con Zeus

Copia del I sec. A.C. ispirata a opera di Fidia

SCULTURA attributi degli dei


ATHENA (Minerva) dellintelletto dea della saggezza e

1. la protettrice di Atene e viene spesso

rappresentata con una lancia in mano

SCULTURA attributi degli dei


POSEIDON (Nettuno) dio del mare e della acque
1. Fratello di Zeus e dominatore dei mari, grande

importanza per i Greci che erano navigatori 2. Viene rappresentato con un tridente in mano

Bronzo, 460 a.C.

SCULTURA attributi degli dei


AFRODITE (Venere) dellamore dea della bellezza e

1. Si copre pudica 2. Viene rappresentata con anfore per lacqua, conchiglie, un amorino o colombe

Copia romana da originale di Prassitele, IV sec. a.C.

SCULTURA attributi degli dei


1. APOLLO dio della luce e del diritto, custode delle arti
1. Impersonificava gli ideali

ellenici di armonia, equilibrio fra corpo e mente, tra bellezza e spirito 2. Quindi viene rappresentato come un giovane bellissimo 3. In genere ha un a cetra o larco e le frecce

Apollo del Belvedere, Copia romana da originale greco in bronzo del IV sec. A.C.

SCULTURA attributi degli dei


Dionisio (divinit minore)
Dio della vite e dellebbrezza Personifica la vita istintiva e irrazionale Riconoscibile per la corona dedera, dalla coppa per il vino, dalla pelle di pantera che gli serve da giaciglio

Dal frontone est del Partenone, 438-432 a.C.

PITTURA VASCOLARE
Stile geometrico VIII sec. a.C. Stile a figure nere VII-VI sec. a.C. Sile a figure rosse dalla fine del VI sec. a.C.

Forme Anfora e lidria Cratere Coppa acqua vino per bere

PITTURA VASCOLARE soggetti

Si cominciava soprattutto con le immagini Gli oggetti duso quotidiano erano gli strumenti di comunicazione del tempo comunicazione I vasi nella Grecia classica oltre che oggetti belli e utili anche strumenti di comunicazione anche Servivano per informare, educare e dilettare Esempio di pittura narrativa (scena della guerra di Tro Struttura espressiva (linguaggio) semplice ed essenziale Soggetti
Fatti religiosi e mitologici Scene di vita quotidiana Preferenza per la rappresentazione della figura umana

fora panatenaica: anfora offerta ai vincitori dei giochi di Athena piena di olio di oliva. La decorazione era con scene sportive

PITTURA VASCOLARE Stile geometrico VIII sec. a.C.

PITTURA VASCOLARE Stile geometrico VIII sec. a.C.

Idoletto rappresentante figura femminile, 700 a.C

Anfora a decorazione geometrica, X sec. a.C.

PITTURA VASCOLARE Stile a figure nere VII-VI sec. a.C.


I vasi in terracotta rossastra vengono dipinti con vernice nera lucida Prima della cottura viene asportata la vernice attorno alla figura che si vuole rappresentare Quindi con la tecnica del graffito si aggiunge dettaglio alla figura

Anfora 550-525 a.C. ca Achille e Aiace che giocano a dadi

PITTURA VASCOLARE Stile a figure nere VII-VI sec. a.C.

Vaso Franois, cratere a volute, VI sec. a.C.

Idria a figure nere

Cratere a calice, 515-500 a.C. ca, Lotta di Eracle e An

PITTURA VASCOLARE Stile a figure rosse dalla fine del VI sec. a.C. Tecnica pi raffinata delle figure nere Si dipinge con vernice nera lo sfondo lasciando scoperte le figure che si voglio rappresentare Dopo lartista interveniva aggiungendo sottili linee nere che arricchivano il disegno

Poseidon (o Zeus), 460 a.C.