Sei sulla pagina 1di 5

SHIATSU

È un distretto
corporeo
che contiene
una quantità
sterminata
di strutture
anatomiche,
ma anche di
riferimenti a
innumerevoli
modelli culturali.
Quindi, una
altrettanto
vasta gamma
di possibilità
di rendere
l’approccio al
trattamento
molto complesso

Il potere del collo


S
A cura di David Hirsch copo dell’articolo non è sottolineare oppure ci affidiamo ad esperienza, capacità
che ogni pressione che faccio sul percettive e partiamo fiduciosi che qualcosa
collo si riflette su ogni altra parte riusciremo ad organizzare? Lo Shiatsu è la cosa
del corpo, ma che, ogni pressione io più semplice e naturale del mondo, siamo
faccia, in qualunque parte del corpo di uke, noi che abbiamo la necessità di complicarlo,
ha comunque risonanza dappertutto in una forse, per poterci credere di più! Ho deciso
fitta rete inestricabile, inspiegabile e mai di trattare l’argomento del collo perché da
schematizzabile di stimoli che solo la capacità solo riesce a rispecchiare questo aspetto; un
di auto-organizzarsi di ogni individuo può distretto corporeo che contiene una quantità
collocare, liberandoci inesorabilmente da ogni sterminata di strutture anatomiche, ma anche
possibilità di ‘esaltazione’ del nostro ego da di riferimenti ad innumerevoli modelli culturali,
terapista. Quando ci apprestiamo a fare un quindi, una altrettanto vasta gamma di
trattamento siamo soliti pianificare l’intervento, possibilità di rendere il nostro approccio molto

24 Discipline bio naturali n. 5 settembre 2012


altre vertebre. La sua forma particolare del tatto, della temperatura e della
permette l’inclinazione antero- posizione dalla parte esterna del
posteriore e laterale della testa. braccio al midollo spinale e al
La seconda vertebra, epistrofeo o cervello;
axis, ha adottato il corpo vertebrale • fra 5a e 6a vertebra, passa la 6a
dell’atlante. L’atlante e l’epistrofeo radice cervicale che innerva il
nella loro interazione eseguono muscolo bicipite e dell’estensore
dei movimenti come quelli sopra radiale e consente la sensibilità
un’emisfera dando libertà di dell’avambraccio (pollice e indice);
movimento alla testa in tutte le • fra 6a e 7a vertebra, passa la 7a
direzioni. La settima vertebra cervicale radice cervicale che innerva il
sporge più di tutte le altre e la sentiamo muscolo tricipite, i flessori della
sulla schiena tra tronco e collo come mano e gli estensori delle dita,
una gobba: per questa caratteristica consente la sensibilità cutanea del
complesso. Il collo rappresenta una viene chiamata ‘prominens’. dito medio;
zona di collegamento e di scambio La colonna cervicale è avvolta • fra 7a vertebra cervicale e 1a
fra superficie e profondità, istinto da legamenti forti, che tengono dorsale passa l’8a radice cervicale
e razionalità, conscio e inconscio, assieme i singoli segmenti vertebrali, che innerva i muscoli interossei
materia e spirito, ad esso va attribuito ed è circondata da un apparato che allargano e approssimano
un ruolo di passaggio fra istinto muscolare che sostiene e muove in le dita della mano e i flessori
animale e intelligenza umana. coordinazione ed armonia la colonna delle dita, consente la sensibilità
Un concetto cinese del periodo Song e la testa. Il collo contiene, inoltre dell’avambraccio e della mano
descrive il collo come: “una scala a nervi e ghiandole (tiroide), tutti in esterna (anulare e mignolo).
pioli lungo cui si realizza il passaggio uno spazio molto ristretto e in una Tutti i mammiferi hanno 7 vertebre
dell’uomo nella sua crescita spirituale funzione e interattività meravigliosa. cervicali, questo significa che la giraffa,
verso il cielo”. La regione cervico-occipitale è l’uomo e il topo hanno lo stesso
caratterizzata dalla presenza di numero di vertebre cervicali.
UN INCROCIO ENERGETICO molte radici nervose, di seguito
Cominciamo con un breve escursus sinteticamente schematizzate: I MERIDIANI NELLA MEDICINA CINESE
‘tecnico’ sul collo. È la struttura • fra 4a e 5a vertebra, passa la 5a Andiamo adesso a vedere cosa
più vulnerabile del corpo umano, radice cervicale che innerva il possiamo trovare sul collo solo
vi si trovano gruppi muscolari muscolo deltoideo e del bicipite rimanendo in un ambito che in
che consentono alla testa infiniti e consente la sensibilità cutanea qualche modo ci compete, ovvero
movimenti, fondamentali per le
interazioni sociali dell’essere umano. Le
prime due vertebre cervicali hanno, poi,
la caratteristica di permettere alla testa
una grande mobilità, rendendo questa
regione uno dei complessi articolari più
mobili e delicati del corpo. Secondo
la Medicina Tradizionale Cinese il collo
è un importante incrocio energetico,
delimitato in basso dalla clavicola,
dietro dalla colonna cervicale e al
centro dall’osso ioide. Il tratto cervicale
è composto da 7 vertebre, delle quali
3 sono atipiche: la prima vertebra
o atlante (perché sostiene la sfera
del cranio allo stesso modo in cui il
personaggio mitico Atlante sosteneva
sulle sue spalle il globo terrestre) è
conformata come un anello. Racchiude
il midollo spinale che passa dalla testa
alla colonna vertebrale e non possiede
un corpo vertebrale come tutte le

n. 5 settembre 2012 Discipline bio naturali 25


SHIATSU

agopuntura, con numerosi riflessi in


funzione di localizzazione e meridiani
di appartenenza. Per quanto attiene ai
meridiani distinti, la loro circolazione
energetica avviene sia per gli arti
inferiori che superiori, dalla periferia
verso la testa. Il meridiano distinto
penetra in profondità, entra nel tronco
e arriva all’organo corrispondente, si
porta al viscere accoppiato, quindi
passa dal collo per arrivare alla
sommità del capo.
I meridiani straordinari (o curiosi) sono
otto e tutti, tranne il Dai Mai (vaso
cintura), passano dal collo.
Le mappe ufficiali della scuola istituita
dal M° Tokugiro Namikoshi riportano
una serie di punti la cui localizzazione
quello relativo allo Shiatsu, alla prescinde dal tradizionale decorso di
filosofia orientale e alle tecniche meridiani e/o punti di agopuntura, ma
strettamente connesse. tiene conto delle inserzioni muscolo/
I meridiani cui si riferisce la medicina scheletrico e tendinee, nonché del
cinese sono essenzialmente distribuiti in: sistema nervoso del corpo umano.
• 12 Jing Mai o meridiani principali; Come si può vedere in Figura 1 e 2
• 12 meridiani tendino-muscolari, jing jin; (a pag. 28), sul collo sono presenti
• 12 meridiani distinti, jing bie; numerosi punti in corrispondenza con
• 8 meridiani curiosi, qi jing ba mai. il muscolo sternocleidomastoideo,
degli scaleni e del trapezio che
Questi meridiani assicurano la insistono sull’area di pertinenza di
distribuzione “energetica”, a vari livelli numerosi nervi craniali, tra i quali,
e con diverse attinenze, dal momento forse il più noto è il nervo vago
del concepimento dell’essere a quello (pneumogastrico), responsabile
della sua morte. di numerose funzioni di grande
Dei 12 jing mai, i 3 yang del braccio e importanza.
i 3 yang della gamba transitano dal
collo, lo stesso si può dire dei relativi DAL COLLO A TUTTO IL CORPO
tendino-muscolari. Il M° Masunaga, nella sua visione
Ovviamente nell’area del collo sono ‘estensiva’ della distribuzione dei
presenti una quindicina di punti di percorsi energetici sul corpo umano,

fa transitare dal collo tutti i dodici


meridiani. Premessa la complessità di
individuare i singoli distretti corporei
di ogni meridiano in tale area, un
trattamento accurato del collo è assai
probabile che vada a stimolare tutti gli
organai e visceri correlati
Fasce di Meiso Shiatsu. Definite
anche ‘fasce comunicanti’,
rappresentano uno dei modi di
trattamento sviluppati dal maestro
Yuji Yahiro e coprono orizzontalmente

26 Discipline bio naturali n. 5 settembre 2012


SHIATSU

punto passa un meridiano che ‘lavora’


su un organo differente, senza contare
che per la tecnica Namikoshi stiamo
premendo muscoli, tendini, nervi e
così via. Questa visione, per così dire
ampia, la si può estendere, anche se
con minor rappresentatività, a tutto il
resto del corpo, quindi diventa assai
complesso impostare una qualsiasi
Figura 1 Figura 2 strategia di intervento, a monte del
trattamento, che prescinda dalla
tutto il corpo creando possibilità nel petto per avere un riflesso sul capacità di Tori di entrare in sintonia
di comunicazione fra aree diverse. diaframma e stimola il movimento con il lavoro e percepire quale è il
Indipendentemente dalla metodica dei 4 arti. Secondo alcuni autori riflesso più appropriato alla coppia
di trattamento e ai riferimenti ad l’azione di questi punti può creare Tori/Uke del momento.
essa collegati, anche in questo caso una finestra di opportunità di modo Ne consegue che, strumento
troviamo delle zone di pertinenza che ci sia lo stimolo a cambiare le fondamentale per un buon operatore
‘energetica’ dei 5 organi proprie modalità di pensiero e di Shiatsu, non è tanto la conoscenza
Punti Finestra Del Cielo. Sono punti comportamento. approfondita di tutte le regole
descritti per la prima volta nel ‘Cardine Quando faccio una pressione in esistenti, comunque utili a confortare
Spirituale’ (testo antico di agopuntura): una qualsiasi zona del collo, sto culturalmente Tori, ma la capacità
tranne P 3 che è sul braccio e MC 1 sul stimolando un collegamento di di entrare in relazione con Uke e la
torace, sono tutti localizzati nella zona volta in volta diverso a seconda capacità di portare pressioni di buona
di giunzione tra testa e busto. della filosofia cui mi avvalgo, la zona, qualità che siano efficaci e stimolanti.
In genere questi punti sono messi microzona o punto sono i medesimi, Questo sposta un po’ l’attenzione
in relazione con i meridiani ‘distinti’ e ma per la medicina cinese ci transita della formazione verso la
al modo in cui il corpo trae il Qi dal un meridiano collegato ad un ricerca di una miglior qualità
cielo attraverso gli organi di senso determinato organo, mentre per la possibile nell’esprimere la nostra
(orifizi del cielo). Questo Qi passa mappa di Masunaga, in quello stesso pressione-perpendicolare-costante. dbn

MAGAZINE
Saggezza orientale
“Mentre Confucio contemplava sul monte Lu-liang le acque
che precipitavano da un’altezza di trenta canne e la schiuma
che scorreva per quaranta li, tanto che le testuggini, i sauri, i
pesci e le tartarughe non potevano nuotarvi, vide un uomo
che vi nuotava. Lo prese per uno che, avendo dei dispiaceri,
volesse darsi la morte e ordinò ai suoi discepoli di correre al-
la sua altezza e di afferrarlo. Ma costoro avevano fatto alcune
centinaia di passi quando quello uscì dall’acqua e se ne andò
a passeggiare lungo l’argine, con i capelli sciolti sulle spalle
cantando una canzonetta. Confucio lo seguì e l’interrogò di-
cendo: “Ho creduto che tu fossi un fantasma, ma esaminandoti
vedo che sei un uomo. Mi permetto di chiedere se hai una Via
per avventurarti nelle acque”.
“No, non ho nessuna Via - disse l’uomo -. Ho cominciato con
lo stato nativo, ho progredito con le qualità naturali, mi sono nativo, ho progredito con le qualità naturali, mi sono perfe-
perfezionato con il decreto celeste. zionato con il decreto celeste?”
Entro insieme al flusso ed esco insieme al riflusso. Seguire il “Che io sia nato sulla terra e mi trovi bene sulla terra è stato
modo di comportarsi dell’acqua senza averne uno mio pro- nativo - rispose l’uomo -, Che abbia progredito nell’acqua e
prio: questo e il modo con cui mi vi avventuro”. mi trovi bene nell’acqua è qualità naturale, che io faccia in un
Chiese Confucio: “Che significa: ho cominciato con lo stato certo modo senza sapere il perché è decreto celeste”.

28 Discipline bio naturali n. 5 settembre 2012