Sei sulla pagina 1di 16

ANNO V NUMERO 7 www.ildubbio.

news
1,5 EURO
VENERDÌ10GENNAIO2020

Bibbiano, il giudice: «Misure GREGORETTI


Pd e 5S provano
cautelari? Inutili, basta la gogna» a rinviare il voto
E Salvini:
SIMONA MUSCO A PAGINA 6 «Vergonatevi»

IL DUBBIO
LA PROPOSTA DI DAVIGO: L’AVVOCATO PAGHI PER L’INDAGATO
S ul caso della Gregoretti

Mascherin:«Ostacolare
la maggioranza
M5s-Pd-Iv chide il rinvio del
voto sul Salvini in Giunta
per le Autorizzazioni, atteso

la difesa è anticostituzionale»
il 20 gennaio (a ridosso delle
elezioni in Emilia-Romagna
e Calabria). «Hanno paura di
perdere la faccia, sono senza
onore e senza dignità», attac-

IlpresidenteCnf:«Nonsipuòrovesciarelapresunzionediinnocenza» ca il leader della Lega.


A PAGINA 2

ANDREA MASCHERIN LA CONDANNA Che abbaglio


tirare

A in ballo Moro...
me pare che per valutare le tesi del Consi-
gliere Davigo in tema di prescrizione, ap-
parse sul Fatto Quotidiano di ieri, si deb-
ba preliminarmente rispondere ad una doman- MARCO FOLLINI
da: e cioè se possiamo escludere la fallibilità di
pubblici ministeri e giudici. In tale caso potrem-
mo anche escludere la utilità di un giusto proces-
so, e la necessità di garantire il diritto di difesa.
A PAGINA 3
Q uella volta, in difesa
di Luigi Gui
sull’affare Lockheed,
Moro scrisse inizialmente
un testo anodino, tutto in
NORMA SOLO PER LE CONDANNE
POSTE ITALIANE S.P.A. - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N.46) ART. 1, COMMA 1 C/RM/41/2016

punta di diritto, senza


concessioni di sorta alla

Bonafede, sì controversia politica del


tempo. Fu il suo
portavoce, Corrado

alla prescrizione
Guerzoni, che era un
consigliere discreto e
influente, a convincerlo a
dare uno spessore assai

“dimezzata”
più politico e assai più
controverso alle sue
parole.
Così andò, e il giorno
dopo, viste le reazioni di

STRAGE DI BOLOGNA
ERRICO NOVI mezzo mondo, Moro ebbe
il dubbio di avere reagito
in modo troppo forte.

F inale a sorpresa: nei minuti di recupero di un vertice sulla giu-


stizia durato tre ore, il guardasigilli Bonafede accoglie la propo- ERGASTOLO Punto e a capo.
Ora, però, converrebbe
sta avanzata dal deputato di Leu Federico Conte e fatta propria dal
premier: prescrizione limitata alle sentenze di condanna. PER L’EX NAR evitare che l’eco di quelle
parole lontane riempisse

GILBERTO CAVALLINI
ALLE PAGINE 4 E 5 il vuoto della nostra
attualità politica. Infatti,
si può liberamente
decidere di affidare
LE INTERVISTE Salvini alle cure della
magistratura, oppure
FRANCO GIORGIO fargli da scudo in nome di
ROBERTI SPANGHER DAMIANO ALIPRANDI A PAGINA 13 una immunità
parlamentare che ha le
«Il blocco «Neanche GRAN BRETAGNA sue ragioni. Liberamente,
appunto. Magari senza
ISSN 2499-6009

non risolve: il fascismo Cara Meghan , confondere gli anni


Settanta con i nostri

eliminiamo potè hai sfidato giorni, e il fu presidente


della Dc con il leader

l’appello» cancellarlo» la regina sbagliata... della Lega.


Moro lanciò una sfida e
rivendicò una politica.
Non chiese complicità.

«L o stop della prescrizio-


«L a prescrizione così conge-
I tabloid inglesi la hanno già ribattezzata Megxit e Mentre oggi sembra
y(7HC4J9*QKKKKT( +z!"!#!=!"

ne fatta in questo mo- gnata è oggettivamente ha sconvolto i sudditi di Sua Maestà almeno quan- piuttosto che la ricerca
do non serve». sbagliata», è il commento del giuri- to la Brexit. Il “tradimento” dei duchi del Sussex, della complicità venga
L'ex procuratore antimafia ed sta, Giorgio Spangher, che però Harry e Meghan, che hanno scelto di fare un passo prima del ritrovamento
eurodeputato del Partito de- mette in guardia da facili scorciato- indietro dalla famiglia reale, ha mandato su tutte le della politica. Questione
mocratico, Franco Roberti, in- ie per ridurre la lentezza dei pro- furie la regina Elisabetta e scatenato le ire del Regno di tempi, e di uomini.
dica una priorità assoluta: cessi: «Eliminare l’appello signifi- Unito, che ora chiede di togliere ogni titolo all’ex ni- Basterebbe non mescolarli
«La riforma del processo pe- ca mettere in discussione le garan- pote favorito. La faida è appena agli inizi e terrà ban- per avere riguardo degli
nale». zie, i diritti e libertà». co per molto tempo, ma una cosa è certa: Meghan ha uni e degli altri.
GIULIA MERLO A PAG. 4 G.M. A PAGINA 5 sfidato la regina sbagliata. G.M. A PAGINA 10
IL DUBBIO 2

PRIMOPIANO
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

LA PROPOSTA DI GIUSEPPE BRESCIA (5S)

Nuova legge elettorale cesso sul tema dell'immigrazio-


ne a meno di una settimana
dall'apertura delle urne.

spunta il “germanicum”
L'improvvisa e imprevista deci-
sione di 6 senatori, 4 di Fi e 2
del Pd, di ritirare le firme dalla
richiesta di referendum confer-
mativo della riforma costituzio-

I l presidente della
commissione Affari
costituzionali della
ABOLIZIONE
DEI COLLEGI
tutti insieme. Noi siamo
sempre stati favorevoli
ad un mix tra
nale col taglio dei parlamentari
si muove sulla stessa lunghez-
za d'onda. Il referendum, il cui
UNINOMINALI,
Camera, Giuseppe IMPIANTO proporzionale e esito favorevole al taglio appa-
Brescia, come maggioritario». fa sapere re scontato, concederebbe sei
preannunciato ieri ha
PROPORZIONALE Antonio Tajani, mesi ai partiti per porre fine al-
LA MAGGIORANZA depositato il testo della E SOGLIA vicepresidente di Forza la legislatura e andare al voto
PUNTA proposta di DI SBARRAMENTO Italia e Presidente della prima che la riforma entri in vi-
legge di riforma NAZIONALE AL 5% Commissione Affari gore, garantendosi così una ben
A STERILIZZARE elettorale. Si tratta di un Costituzionali del maggiore rappresentanza parla-
LA DECISIONE sistema proporzionale Parlamento Europeo, a mentare. Ma questo era un ri-
DELLA GIUNTA con soglia di 5%. Soddisfatti i 5Stelle: Skytg24. Decisamente schio già presente e dunque cal-
sbarramento nazionale al preoccupata Le: «Un colato. A spostare gli equilibri è
SULLA GREGORETTI 5%. Questo è il testo della
« Il disegno di
legge presentato oggi dal sistema proporzionale però arrivata la diffusa sensa-
proposta di riforma presidente della con soglia di zione che la Consulta possa di-
elettorale appena commissione Affari sbarramento al 5 per chiarare ammissibile, il 15 gen-
PAOLO DELGADO depositato alla Camera e costituzionali, Giuseppe cento rischia di diventare naio, il referendum della Lega
presto in discussione in Brescia, è un ottimo un nuovo capitolo della per modificare la legge elettora-
commissione: «Si tratta punto di partenza per tendenza della politica le nel senso di un maggioritario
L'improvviso impazzimento di un testo semplice per avviare un dialogo, in italiana a ridurre gli spazi secco. Celebrare negli stessi
sulle date sia della convocazio- far partire il dibattito Parlamento, sulla nuova di rappresentanza tempi, pur se non nello stesso
ne della giunta che dovrà dare il parlamentare da alcuni legge elettorale», democratica nel nostro giorno, i due referendum toglie-
primo parere sull'autorizzazio- chiari punti: 1. dichiara il capogruppo Paese». rebbe alla Corte costituzionale
ne a procedere contro Salvini L’abolizione dei collegi del MoVimento 5 Stelle in Mostrano invece serenità uno degli argomenti più solidi
sia sul referendum confermati- uninominali 2. Un commissione Affari i renziani di Italia Viva: a favore dell'inammissibilità. Il
vo, pur essendo le due vicende impianto proporzionale costituzionali alla «La soglia di sbarramento referendum di Calderoli, uno
di natura molto diversa, sono 3. La soglia di Camera, Anna Macina. al 5% non ci spaventa dei pochi che in materia di rego-
ispirate dalla stessa logica e de- sbarramento nazionale al «Le regole si scrivono affatto». le si muove come un pesce
notano la medesima ossessio- nell'acqua, è infatti autoappli-
ne, non solo nei partiti della cativo. Delinea cioè una nuova
maggioranza ma anche in una legge tanto precisa da poter en-
cospicua parte di Forza Italia: trare subito in vigore. Detta leg-
evitare le elezioni anticipate, te- ge richiede però un ridisegno
nere in vita la legislatura, salva- dei collegi: di conseguenza ci
re questo governo perché altri- sarebbe una fase di vacatio le-
menti c'è il baratro del voto. La gis. L'argomento risulterebbe
sola bussola che orienta le tatti- però spuntato ove il medesimo
che dei partiti di maggioranza, ridisegno dovesse essere porta-
e spesso anche degli azzurri, è to a termine contestualmente
quella. Le divisioni, spesso, na- in seguito al rinvio dell'entrata
scono da una valutazione diver- in vigore del taglio dei parla-
sa su quel che potrebbe rivelar- mentari.
si più utile per allontanare il pa- Nel dubbio, i sei senatori hanno
tibolo, al secolo le elezioni poli- preferito ritirare le firme e il de-
tiche. posito in Cassazione, ieri, è così
Il tentativo di rinviare il voto saltato all'ultimo secondo. C'è
della giunta su Salvini ha qual- però tempo ancora fino alla mat-
cosa di clamoroso. Per legge, in- tina del 13 gennaio e il senatore
fatti, la giunta deve pronunciar- forzista, ma dell'area di Mara
si entro 30 giorni e l'aula entro Carfagna Voce libera, Andrea
60 giorni dalla richiesta di auto- Cangini è convinto che le firme
mancanti saranno sostituite in

Rinviare il voto su Salvini:


tempo. Anche in questo caso, il
ragionamento è tutto su cosa
aiuti di più la legislatura. Se in-
fatti è vero che lo spettro di un
possibile voto col maggiorita-

la paura elettorale fa 90
rio secco e con un terzo di parla-
mentari in meno potrebbe spin-
gere i leader di partito ad antici-
pare il disastro votando prima
dei referendum, è anche vero
che qualora la legislatura arri-
rizzazione a procedere. Il termi- derando il caso della nave Gre- dare la paura, anzi il terrore, di quello che si profila, la decisio- vasse indenne ai suddetti refe-
ne, per la giunta, scade il 20 gen- goretti “in continuità con quel- una sconfitta che sarebbe resa ne dei 5S di correre da soli po- rendum godrebbe poi di una
naio. La presidente del Senato lo della Diciotti, quando l'auto- ancora più esiziale dal fatto trebbe rivelarsi decisiva. “A blindatura a prova di ordigni
Casellati ha però sospeso i lavo- rizzazione fu negata. che, in un testa a testa come quel punto – confessano dal Pd, nucleari. I parlamentari, infat-
ri del Senato dal 20 al 24, come La richiesta di rinvio deriva in in forma anonima ma senza pe- ti, farebbero a quel punto l'im-
da prassi alla vigilia di prove tutta chiarezza, nonostante i rifrasi – tenere i gruppi divente- possibile per evitare uno scio-
elettorali, e i partiti di maggio- goffi tentativi del M5S di nega- E SI INCEPPA ANCHE rebbe impossibile. Andare glimento della legislatura che
ranza ne hanno approfittato per re l'evidenza, dalla paura che il IL REFERENDUM avanti nel caso che la sconfitta per moltissimi implicherebbe
chiedere lo slittamento della clamore del caso e la prevista SUL TAGLIO in Emilia dipendesse dai 5S di- il ben servito.
riunione della giunta, forti di concessione dell'autorizzazio- DEI PARLAMENTARI venterebbe impossibile fisica- Se poi abbia senso, e quanto, e
un precedente, la decisione nei ne incidano negativamente sul COL RITIRO DI SEI mente prima che politicamen- se non sia un rimedio peggiore
confronti degli ex ministri Ca- voto dell'Emilia, e di conse- FIRME. OBIETTIVO: te”. E' vero che anche l'inglorio- del male ridurre la politica a
stelli e Matteoli. Il presidente guenza sulle sorti della legisla- COME CERCARE so espediente rischia di avere il una lotta per la sopravvivenza
della giunta Gasparri, forzista, tura. Bonaccini, in Emilia-Ro- DI ALLUNGARE suo costo sul mercato del voto, di un governo a ogni costo avre-
ha già ufficializzato la richiesta magna, è in vantaggio ma di soli LA LEGISLATURA ma sempre meglio della scelta mo modo di capirlo tutti nel
di respingere la richiesta, consi- due punti. Troppo poco per se- E SOPRAVVIVERE di mandare Salvini sotto pro- prossimo futuro.
IL DUBBIO LA PROPOSTA DI PIERCAMILLO DAVIGO PRIMOPIANO 3
VENERDÌ 10 GENNAIO2020
«L’avvocato paghi
al posto degli indagati»
«O ggi tutti
propongono i
ricorsi e si perde un sacco
impugnazioni meramente
dilatorie per aumentare la
pena». «Altra cosa -
bisogna riacquisire tutte le
prove, anche se ora le
Sezioni Unite della
LA REPLICA di tempo. La sanzione prosegue - per legge, può Cassazione hanno tentato va al di là di ogni ragionevole dub-
DEL PRESIDENTE pecuniaria, 2-6mila euro a emettere la sentenza solo il di arginare questa prassi bio per giungere ad una sentenza
imputato, non spaventa giudice che ha acquisito insensata». «Io rivedrei il di condanna. Il giusto processo ri-
DEL CNF nessuno. Anzi, non la paga personalmente tutte le patrocinio gratuito a spese chiede anche la tutela della parte
quasi nessuno: lo Stato prove. Se un membro del dello Stato per i non offesa, attraverso la possibilità di
incassa solo il 4%, perché collegio va in maternità o in abbienti - propone poi far valere le proprie ragioni a mez-
ANDREA MASCHERIN gran parte degli imputati pensione o viene trasferito, Davigo - La non abbienza è zo del proprio avvocato in tempi
non dichiara redditi né ha a richiesta della difesa una categoria fantasiosa, ragionevoli.
beni al sole. Basterebbe perché molti imputati Ora, l’avvocatura per vocazione

A
me pare che per valutare rendere responsabile in SECONDO risultano nullatenenti. Così e convinzione rispetta le tesi di
le tesi del Consigliere Da- solido l’avvocato. Così, IL CONSIGLIERE lo Stato paga i loro avvocati chiunque, nella rigorosa applica-
vigo in tema di prescrizio- quando il cliente gli chiede TOGATO DEL CSM, a piè di lista per tutti gli atti zione del principio dialettico, e
ne, apparse sul Fatto Quotidiano di ricorrere, gli fa «BISOGNEREBBE compiuti, e quelli quindi anche quelle del consi-
di ieri, si debba preliminarmente depositare fino a 6 mila compiono più atti possibile gliere Davigo, che propongono
rispondere ad una domanda: e euro e poi, in caso di RENDERE per aumentare la parcella. un’idea di giurisdizione e di so-
cioè se possiamo escludere la fal- inammissibilità del ricorso, RESPONSABILI Molto meglio fissare un cietà che pare essere fondata sul-
libilità di pubblici ministeri e giu- verserà lui la somma al IN SOLIDO forfait una tantum secondo la presunzione di colpevolezza,
dici. posto del cliente». E’ una I LEGALI» i tipi di processo». sulla funzione esclusivamente
In tale caso potremmo anche delle proposte di retributiva della pena, sulla su-
escludere la utilità di un giusto Piercamillo Davigo, perfluità dell’esercizio del dirit-
processo, e la necessità di garanti- presidente della II Sezione to alla difesa.
re il diritto di difesa. Penale presso la Corte Una tesi astrattamente legittima
Per mera ipotesi, e senza voler ur- suprema di Cassazione e (magari forse costituzionalmen-
tare la suscettibilità del Consiglie- membro togato del te poco orientata) e comunque da
re Davigo, supponiamo invece Consiglio superiore della rispettare, seppur impossibile da
che il magistrato - pubblico mini- magistratura, che ha condividere da parte dell’avvoca-
stero o giudice - possa sbagliare, e lanciato da un un’intervista tura italiana, che vede ogni gior-
in tale caso quali le possibili con- a Il Fatto Quotidiano no uccisi, imprigionati, scompar-
seguenze. Diciamo subito: consi- Inoltre suggerisce Davigo, si, centinaia di colleghi che nel
sterebbero in qualche vita rovina- «nei Paesi di Common Law, mondo si battono per le libertà.
ta. c’è il reato di oltraggio alla Lo abbiamo detto tante volte. Pri-
Di esseri umani. E perfino di inte- Corte per chi fa perdere ma di far pesare le disfunzioni
ri nuclei familiari. tempo inutile. Basterebbe dello Stato sui cittadini, bisogne-
Ora vi è da puntualizzare che i no- consentire al giudice di rebbe intervenire con definitivi e
stri Padri Costituenti, probabil- valutare anche le decisivi investimenti in organico
mente condizionati da esperien- di magistrati, personale ammini-

«Il teorema del dottor Davigo:


superfluo l’esercizio della difesa»
ze autoritarie, abbiano ritenuto di per il vero moltissimi tra loro sem- I MAGISTRATI cludere che nel bilanciamento strativo, strumenti e edilizia giu-
prendere in considerazione le brerebbero ritenerlo possibile - al- POSSONO dei vari interessi e della varie tute- diziaria.
possibilità dell’errore giudiziario lora un compiuto ed equilibrato si- SBAGLIARE: le in primo luogo si dovrebbero li- Ovviamente quanto finora affer-
(inteso come condanna dell’inno- stema di civiltà dovrebbe prevede- IL GIUSTO mitare i rischi di errore giudizia- mato a sostegno del giusto proces-
cente e non viceversa); garanten- re una rigorosa applicazione del PROCESSO SERVE A rio (sempre inteso come condan- so presuppone la fallibilità, oltre
do perciò il diritto alla difesa a tut- principio di non colpevolezza, EVITARE ERRORI na dell’innocente); garantire di che degli avvocati, anche dei ma-
ti a prescindere dal censo; fissan- un altrettanto rigoroso rispetto GIUDIZIARI conseguenza il pieno rispetto del gistrati: eventualità quest’ultima
do la presunzione di non colpevo- del diritto alla difesa, un’idea di CHE GETTANO ruolo della difesa e dell’avvocato, che nelle visioni a mio avviso
lezza e riconoscendo alla pena un funzione anche rieducativa della IL PESO DELLE chiamato a custodire i diritti del non di rado provocatorie del Con-
fine anche rieducativo. pena. CONSEGUENZE cittadino accusato così come quel- sigliere Davigo, non sembra trova-
Ipotizziamo anche - sempre per Se insomma avesse ragione la Car- SULLE SPALLE li delle parti offese, e non da ulti- re cittadinanza. Ma se, discostan-
mera ipotesi - che i dati, che ci con- ta Fondamentale, dovremmo con- DEI CITTADINI mo il riconoscimento di una giuri- doci per un attimo dalle tesi del
segnano circa mille errori giudi- sdizione autonoma e indipenden- Consigliere, ipotizzassimo, sem-
ziari accertati all’anno (sempre di te da ogni potere, salvo il control- pre ed esclusivamente per amor
innocenti ingiustamente condan- lo tecnico operato dall’avvocato. di tesi, che anche i pm ed i giudici
nati), siano veritieri. Pur se è vero Tutto sommato quanto sopra par- possano sbagliare, e che dunque
che sullo sfondo di questo dato si rebbe il disegno del cosiddetto sia molto pericoloso per la nostra
profila la possibile fallibilità del- giusto processo, che comprende democrazia comprimere il dirit-
la giurisdizione. anche la ragionevole durata dello to alla difesa, allora dovremmo
Se, sempre per amor di tesi, si do- stesso, nell’interesse di tutti: im- concludere che i nostri padri Co-
vesse ritenere opportuno evitare putati, parti lese, Stato. stituenti siano stati molto lucidi e
condanne ingiuste, allora do- Giusto processo che non è fatto di consapevoli nel considerare in-
vremmo concludere che i Padri sanzioni a carico di chi si difende, violabile quel diritto.
Costituenti, considerando la pos- non è fatto di strumenti a compres- In definitiva, non va sanzionata la
sibilità di errore degli operatori sione del diritto di difesa, compre- difesa dell’imputato, come quel-
del diritto: avvocati e magistrati, so quello delle parti lese, non è fat- la della parte lesa, che al contrario
abbiano voluto costruire un siste- to di durata indeterminata e inde- vanno gelosamente tutelate trami-
ma fondato sulla presunzione di terminabile dei procedimenti, e te un sistema giustizia all’altezza
non colpevolezza, sul rispetto del- che si fonda sul riconoscimento di una democrazia evoluta, senza
la persona, sul fine anche rieduca- del ruolo costituzionale dell’av- rischiare di far pagare ai cittadini
tivo della pena. Sistema che, in ul- vocato oltre che sulla necessaria le eventuali carenze statali. Quan-
tima analisi, privilegia l’idea di autonomia e indipendenza della to appena detto presuppone che
evitare a tutti i costi la condanna magistratura. la giurisdizione debba fondarsi
ingiusta, e magari la conseguente Il giusto processo non può essere su rigorose garanzie, che la metta-
perdita di libertà di un nostro si- inteso come un percorso a ostaco- no al riparo da errori e da visioni
mile. li per la difesa, disseminato di san- giustizialiste.
Ora, noi avvocati abbiamo piena ANDREA MASCHERIN zioni processuali e pecuniarie. Certo anche questa è una tesi.
ROCCO PETTINI
consapevolezza della nostra uma- IN ALTO
Dovendosi casomai affermare la Con il dubbio però che questa sia
na fallibilità. Tuttavia qualora an- PIERCAMILLO DAVIGO necessità di un unico civile osta- la tesi fondante il nostro Stato di
che i magistrati fossero fallibili - e BENVEGNÙ E GUAITOLI colo, ovvero la necessità della pro- diritto.
IL DUBBIO 4

GIUSTIZIA
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

ERRICO NOVI

S
i comincia quasi in orario, alle 7 di sera. E
all’inizio pare che non basti. Perché al verti-
ce di maggioranza sulla prescrizione sem-
bra levarsi puntuale anche la fumata nera. Bona-
fede pare irremovibile. Nonostante gli auspici del

FRANCO ROBERTI segretario dem Zingaretti, che ventiquattr’ore


prima aveva chiesto almeno un «compromesso»,

EX PROCURATORE
sicuro che Giuseppe Conte lo avrebbe confezio-
nato. E invece nel finale di partita arriva l’apertu-
ra sulla proposta di retroguardia, ma politica-

ANTIMAFIA mente astuta, avanzata da uno dei partecipanti


tecnicamente più preparati presenti alla riunio-
ne di Palazzo Chigi, il deputato di Leu Federi-
co Conte: è sua l’ipotesi, pur subordinata
ad altre più congrue, di limitare il bloc-
GIULIA MERLO ca-prescrizione in vigore da Capodanno al-
le sole sentenze di condanna. Inizialmente
il guardasigilli non lascia intravedere nep-

«L
o stop della prescrizione fatta pure tale minimo spiraglio. Resta irremo-
in questo modo non serve a vibile sull’intangibilità della norma che
nulla». Abituato a giudi- elimina la prescrizione dopo la sentenza
zi trancianti, l'ex procuratore na- di primo grado, anche per chi è assolto.
zionale antimafia e oggi eurode- Respinge l’ennesima richiesta avanzata
putato del Pd, Franco Roberti, in- da Pd e Italia viva di introdurre una «nor-
dica una priorità impellente: ma di chiusura», per dirla con il sottosegre-
«La riforma coraggiosa del pro- tario dem Andrea Giorgis, che assicuri «comun-
cesso penale». que tempi certi ai processi». Neppure si affaccia,
Lo stop entra in vigore dal 1 tra le carte di Bonafede, la possibilità di un’altra
gennaio. Lei è contrario? pur residuale contromisura sollecitata dal Pd:
La riforma Bonafede non mi prevedere progressivi sconti di pena a chi
piace e non mi è mai piaciuta. fosse condannato in via de- finiti-
La sospensione della prescri- va dopo il trascorrere di
zione potrebbe essere accetta- un tempo eccessivo.
bile ma solo per chi è stato Niente da fare.
condannato in primo grado, Invece, dopo che si
mentre certamente non per è già consumata
gli assolti, che hanno diritto a una prima ampia
vedersi subito fissato l'appel- frazione del sum-
lo. Il punto vero, però, è un al- mit, è il presidente
tro: in assenza di una vera ri- del Consiglio a dire
forma del processo penale, lo

«Lo stop alla prescrizione


non risolve nulla,
eliminiamo l’appello»
stop alla prescrizione non farà altro che In un sistema giudiziario inefficiente, i «IL SECONDO GRADO magistratura ed inserire un filtro di am-
dilatare la durata dei giudizi, in barba al magistrati esercitano meno la loro indi- DI GIUDIZIO missibilità dell’appello, proprio perchè
principio della ragionevole durata del pendenza, che è presidio e garanzia RIMARREBBE SOLO l’obbligatorietà dell’azione penale im-
processo prevista dalla Costituzione. dell’uguaglianza dei cittadini. Io credo PER I PROCESSI SVOLTI mette nel sistema un numero di processi
La prescrizione, dunque, dovrebbe conti- però che proprio questa indipendenza, CON RITI ALTERNATIVI esorbitante.
E IN PARTICOLARE
nuare ad essere prevista come valvola in Italia, piaccia a pochi e, anzi, in molti NEL CASO DI GIUDIZIO Come giudica, oggi, il rapporto così teso
del processo penale? temano questa prospettiva: pensi a che ABBREVIATO, IN CUI tra politica e magistratura?
Partiamo da un dato: se la giustizia fun- cosa potrebbe fare, in un paese come il no- LA PROVA SI FORMA Andrebbe trovato un equilibrio. Per mol-
zionasse, la prescrizione non sarebbe af- stro, una magistratura efficiente e indi- SUGLI ATTI to tempo, la politica ha delegato alla magi-
fatto un problema e, anzi, non dovrebbe pendente. Per questo non sono mai stati DI INDAGINE» stratura le scelte, assegnandole di fatto
mai scattare. La norma nasce come pre- dati alla magistratura gli strumenti orga- maggiori spazi di intervento discreziona-
sunzione: che il decorso del tempo e l’i- nizzativi e normativi per esercitare l’auto- le, salvo poi attaccare la categoria. Que-
nerzia dello Stato facciano comportino il nomia e l’indipendenza sancite dalla Co- ultimo, per deflazionare anche la Cassa- sto ha prodotto la tensione, che non si ri-
disinteresse del sistema a perseguire stituzione. zione, il giudizio cassatorio a metà tra il solve certo con un passo indietro di tutti
quel reato, che dunque muore. Oggi, pe- E come si rende efficiente il processo pe- merito e la legittimità andrebbe riservato ma con il reciproco rispetto nell’eserci-
rò, rappresenta anche una garanzia per nale? alla Corte d’Appello. zio dei rispettivi ruoli.
gli imputati, che hanno diritto a una cele- Io penso a una riforma radicale: abolizio- Ma così non si riducono le garanzie? Lei è favorevole alla depenalizzazione
brazione rapida dei processi. Il proble- ne totale dell’appello per i processi defi- No, perchè l’imputato è perfettamente ga- di alcuni reati?
ma, però, sta qui: fatta eccezione per il niti in primo grado in dibattimento. In rantito dal processo dibattimentale di pri- Sì, è un’altra delle riforme necessarie, in-
doppio binario previsto per i reati di ma- questo caso, infatti, la prova si forma nel mo grado. Ma non si può pensare di defla- sieme alla riforma del sistema delle notifi-
fia, il processo penale non funziona e la dibattimento e con tutte le garanzie per la zionare il sistema, se si duplica il giudi- cazioni. E’ impensabile nel 2020 che si
prescrizione è il segnale di questa ineffi- difesa, dunque non ha senso replicare lo zio di merito. continuino a mandare in giro gli ufficiali
cienza. stesso processo in appello. L’appello, in- Invece di eliminare l’appello, si potreb- giudiziari.
Perchè il processo non funziona? vece, rimarrebbe solo per i processi svolti be abolire l’obbligatorietà dell’azione pe- Ha parlato più volte anche di depenaliz-
Perchè mancano strutture e regole orga- con riti alternativi e in particolare nel ca- nale. zazione delle droghe leggere...
nizzative. Servirebbero interventi drasti- so di giudizio abbreviato, in cui la prova No, perchè l’obbligatorietà dell’azione Sì, ma continua a incontrare pregiudizia-
ci, ma anche controlli efficaci sulla pro- si forma sugli atti di indagine. In questo penale è presidio del principio di ugua- li ideologiche. Invece, bisogna accettare
fessionalità dei magistrati: per il ritardo modo, inoltre, ci sarebbe un incentivo glianza e i costituenti l’hanno prevista che il contrasto alle droghe non funziona
nel deposito delle sentenze, per esempio, per i difensori al ricorso ai riti alternativi perchè temevano la discrezionalità del e anzi il consumo è in aumento. Per que-
ma anche sui dirigenti degli uffici. In una e al dibattimento arriverebbe al massimo pm. Se la si eliminasse, si attribuirebbe al sto, il mercato dovrebbe essere nelle ma-
parola, servono investimenti, perchè so- il 10% dei processi. Non solo, per evitare pm la funzione politica di scegliere quali ni pubbliche: questo renderebbe il pro-
lo così si consente alla magistratura di l’imbuto del secondo grado il giudice mo- reati perseguire, dunque dovrebbe essere dotto più controllato, toglierebbe ampi
esercitare in pieno la sua indipendenza. nocratico andrebbe previsto anche in ap- dipendente dall’esecutivo. Ecco, io prefe- spazi di mercato alla criminalità organiz-
In che senso? pello, eliminando dunque il collegio. Da risco conservare l’indipendenza della zata e darebbe profitto allo Stato.
IL DUBBIO PRIMOPIANO 5
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

AL VERTICE CON CONTE L’ACCORDO TRA M5S E GLI ALLEATI

In extremis l’intesa:
norma Bonafede
limitata ai soli
casi di condanna
delle indagini preliminari e lo Ragionando in termini giuridi-
dicono le statistiche, che mo- ci, mi sembra un paradosso.
strano come moltissimi reati Le faccio un esempio: chi sce-
si prescrivano esattamente in glie il patteggiamento accetta
questa fase. Il pericolo ora è gli esiti del processo cui si
che il pm parta dal presuppo- giunge attraverso un accordo.
che «tutti devono fare un sacri- PASSA L’IPOTESI In parte le discussioni a cui il pre- sto di portare a processo più Proprio in questo caso si rinun-
ficio» e che è lui a mettere sul ta- AVANZATA DA LEU sidente del Consiglio interviene reati possibili, perchè tanto do- cia a una parte delle garanzie,
volo il lodo: «Limitiamo l’effica- DI EVITARE LO STOP con un successo diplomatico in po il primo grado non si pre- tra le quali l’appello. Non so-
cia della nuova prescrizione al- ALLA PRESCRIZIONE extremis si consumano nell’or- scriveranno più, sia che l’im- lo, che fine farebbero senza il
le sentenze di condanna, in mo- PER CHI È ASSOLTO, gogliosa maginot costruita dal putato sia condannato, sia che grado d’appello tutti i casi in
GRAZIE AL PREMIER venga assolto. Questo cambie- cui si verificano nullità o inva-
do che, se si è assolti in primo CHE CHIEDE A TUTTI guardasigilli con le statistiche: il
grado, i termini continuino a de- «UN SACRIFICIO». numero dei processi prescritti rà l’atteggiamento del pm ed è lidità nei giudizi, oppure di
correre. Una rettifica che però RIFORMA PENALE dopo la sentenza di primo grado, molto pericoloso, perchè sarà prove sopravvenute? Pensia-
dovrà essere accompagnata da IN CONSIGLIO DEI insiste, è relativamente basso, ri- di fatto un nuovo termine del mo, inoltre, a quanti proscio-
due pilastri», prosegue Giusep- MINISTRI TRA 7 GIORNI ducibile addirittura ad appena il processo, oltre il quale non ci glimenti pieni vengono pro-
pe Conte, «il primo riguarda la 3,5 per cento rispetto al totale sarà più prescrizione. nunciati in secondo grado,
tutela degli interessi civili, per dei giudizi penali. Ma è proprio Quale correttivo propone? che sono frutto di una diversa
la parte lesa, qualora intervenga la prescrizione, il sulla lente con cui guardare a un simile dato che il Io avevo suggerito di elimina- valutazione dei fatti da parte
secondo è l’implementazione della riforma del Partito democratico è in totale collisione con Bo- re la sospensione della prescri- di un collegio.
processo penale, con tutti i meccanismi accelera- nafede. La delegazione del Nazareno, composta, zione in caso di sentenza di L’appello non va toccato, dun-
tori che in parte abbiamo già condiviso». Ci si oltre che da Giorgis, da Walter Verini, Alfredo Ba- proscioglimento. Il presuppo- que?
guarda negli occhi e si dice sì. Tutti d’accordo, a zoli e Franco Mirabelli, mette sul tavolo la seguen- sto è che per il condannato la A me pare che il giudizio d’ap-
cominciare da Bonafede che parla di «maggioran- te obiezione: «Premesso che con la riforma pena- presunzione di innocenza sia pello già si sia ridotto, grazie
za compatta» e del Pd, che già prefigura «il possi- le siamo pronti a condividere misure davvero ac- più affievolita rispetto a quel- all’introduzione della specifi-
bile arrivo della riforma penale in Consiglio dei mi- celeratorie dei procedimenti, il punto è che non è la del prosciolto, che invece è cità dei motivi di appello. Pro-
nistri la prossima settimana». Tutti con due ecce- accettabile lasciare al loro destino di sventurati i piena. Si tratta certamente di prio questo obbligo così strin-
zioni: Pietro Grasso, che fa parte di Leu come Fede- magari rarissimi imputati tenuti per troppi anni un compromesso, ma può es- gente nell’indicare le ragioni
rico Conte ma che considera inopportuno il pur lie- sotto processo: è proprio per quei remoti casi che sere che la politica possa accet- dell’appello avverso la senten-
ve cedimento del ministro, e dall’altro lato Italia va assicurata una norma di civiltà». Niente. Fino tarlo, dovendo trovare la qua- za di primo grado giustifica
viva, che parla di «tabù abbattuto» ma di passo all’over rule del premier che forse mette fine, una dratura del cerchio tra posizio- l’appello come un giudizio di
avanti «non ancora sufficiente». volta per tutte, alla telenovela. ni distanti. controllo, non come un nuovo
La prescrizione si inserisce giudizio. Questo meccanismo
può rallentare i tempi, ma for-

«L’appello non si tocca,


tifica il valore e l’affidabilità
della sentenza.
Cosa andrebbe modificato, al-
lora, dell’impianto del proces-
so penale?

nemmeno il fascismo
Non voglio certo tornare al co-
dice Rocco e al giudice istrut-
tore, ma io credo che vada raf-
forzato il giudice delle indagi-

riuscì a cancellarlo»
ni preliminari. Prima della ri-
forma Vassalli, il processo era
incardinato sulle indagini,
con un giudice istruttore forte
affiancato da un giudice debo-
le e senza poteri, che fungeva
GIULIA MERLO suale penale, Giorgio Span- si: «Eliminare l’appello signi- «ELIMINARE IL solo da controllore delle garan-
gher, che però mette fica mettere in discussione le SECONDO GRADO DI zie costituzionali. Con il cam-
in guardia da fa- garanzie dei cittadini, i loro di- GIUDIZIO SIGNIFICA bio di rito, il pm è diventato

«L
a prescrizione cili scorciatoie ritti e libertà». METTERE IN fortissimo ma il giudice delle
così conge- per ridurre la Professore, perchè lo stop alla DISCUSSIONE LE indagini preliminari è rima-
gnata è og- lentezza prescrizione dopo il primo GARANZIE DEI sto debole. Ecco, il suo ruolo
gettivamente sbaglia- dei pro- grado è un meccanismo sba- CITTADINI, I LORO va riformato e rafforzato, per
ta», è il lapidario com- ces- gliato? DIRITTI E LIBERTÀ. esempio con maggiori poteri
mento del professore Perchè in questo modo INVECE SI RAFFORZI di controllo sui tempi delle in-
emerito di Di- non si determinano IL RUOLO DEL GIP» dagini.
ritto proces- tempi certi per la cele- Ritiene che questo possa velo-
brazione dei giudizi di cizzare i processi?
impugnazione. La rifor- nel quadro della riforma del Io credo che per ottenere que-
ma Bonafede, di fatto, sistema penale e l’ex procura- sto risultato sia innanzitutto
fornisce una nuova tore nazionale antimafia, necessario risolvere i proble-
scadenza per i pm. Franco Roberti, ha ipotizzato mi dell’organizzazione degli
Cosa intende? di eliminare l’appello per ren- uffici, procedendo poi a una
Oggi il pm decide dere più il processo più effi- seria opera di depenalizzazio-
quali reati la- ciente. ne. Così si inizia a risolvere il
sciar prescri- Con tutto il rispetto che ho per congestionamento della giu-
vere nella fase Roberti, penso che non si pos- stizia, non certo eliminando
sa trattare il processo in que- l’appello.
sto modo, perchè significa an- Manterrebbe invece l’obbliga-
nullare garanzie, diritti e liber- torietà dell’azione penale?
tà. Nemmeno il fascismo riu- Mi sembra un falso problema,
scì a eliminare il divieto di re- perchè già ora di fatto l’obbli-
formatio in peius e l’appello, gatorietà non esiste. Il pm iscri-
che sono alla base della no- ve le notizie di reato ed eserci-
stra cultura giuridica. ta l’azione penale quando vuo-

GIORGIO SPANGHER
La sua tesi è di eliminare l’ap- le ed è ovvio che sia così e che
pello nel caso in cui il primo qualcosa si perda, quando un
grado si sia svolto con rito or- sostituto procuratore si ritro-
GIURISTA dinario, mentre di mantener-
lo nel caso di riti speciali.
va sulla scrivania più di cin-
quecento fascicoli.
IL DUBBIO PRIMOPIANO 6
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

IL GIP: «DISTRUTTA L’IMMAGINE DEGLI INDAGATI»

Bibbiano, il giudice:
misure cautelari?
Inutili, basta la gogna IL GIP LUCA RAMPONI

SIMONA MUSCO DEFINITA A RISCHIO un passaggio successivo del “cordone sanitario” più di qual- plotto della pedofilia», di cui gli
L’INCOLUMITÀ DELLE provvedimento, dove, appunto, sivoglia altra misura cautelare». investigatori hanno sentito par-
PERSONE COINVOLTE, la gogna mediatica assurge ad ul- Insomma, inutile preoccuparsi: lare ascoltando le intercettazio-

L
e misure cautelari? Inutili IL CUI ISOLAMENTO teriore e forse più efficace misu- accostarsi agli indagati, oggi, ni e dalla quale, ad avviso degli
quando la gogna mediatica SOCIALE VIENE ra cautelare: «i contatti (even- equivale ad una condanna a mor- indagati, bisognava salvare i
CONSIDERATO
ha già trasformato gli inda- SUFFICIENTE AD tualmente di possibile riallac- te sociale. bambini. «Il gip ha rilevato - ag-
gati in mostri, rendendoli “infet- ESCLUDERE cio da parte degli indagati) con Una sovraesposizione mediati- giunge Mazza - la preoccupazio-
ti” agli occhi dell’opinione pub- L’INQUINAMENTO il mondo politico e ideologico ca, commenta al Dubbio Olivie- ne seria, da parte dei due indaga-
blica. Una conclusione che si DELLE PROVE di riferimento - scrive il gip -, ro Mazza, difensore di Anghi- ti, della presenza di una rete di
trae leggendo le motivazioni proprio in ragione dell’ampio ri- nolfi, «che non è stata determi- pedofili operante sul territorio.
con le quali il gip Luca Ramponi salto negativo dato dai mass me- nata dagli indagati, ma dall’auto- Lo scenario iniziale parla di
ha rimesso in libertà l’ex dirigen- ti ai domiciliari. Ma è tra le righe dia alla vicenda, non avranno ve- rità procedente». La richiesta di bambini sottratti per ragioni eco-
te dei servizi sociali della val del provvedimento, nel quale il rosimilmente in concreto esiti revoca da parte del pm, ora, ren- nomiche alle loro famiglie, men-
d’Enza, Federica Anghinolfi, e gip rimarca comunque gli indizi negativi per la genuinità dell’ac- de impossibile la richiesta di tre da qui emerge che i servizi so-
l’assistente sociale Francesco di colpevolezza, che emerge tut- quisizione probatoria in un futu- giudizio immediato, per cui toc- ciali avevano motivo di ritenere
Monopoli, indagati nell’inchie- to il potere della gogna mediati- ro giudizio, posto che il timore cherà ancora attendere la chiu- che ci fosse un rischio per questi
sta “Angeli&Demoni”, per tutti, ca subita da Anghinolfi e Mono- per la propria immagine pubbli- sura delle indagini, per le quali minori. La verità di Bibbiano è
ormai, il caso Bibbiano. Nel poli assieme agli altri indagati: ca che un appoggio diretto agli il pm ha chiesto una proroga. Il ancora tutta da scrivere e il fatto
provvedimento, con il quale lo «concordemente con il pm - si indagati comporterebbe (se sco- gip ha riportato nel provvedi- che la corsa al giudizio immedia-
scorso 23 dicembre il giudice ha legge - deve ritenersi che allo sta- perto) costituirà un adeguato mento anche il cosiddetto «com- to sia stata abbandonata la dice
disposto l’interdizione per un to, proprio in ragione della di- lunga».
anno dalla professione per i struzione dell’immagine pubbli- «Si sta discutendo di diverse
due, si legge come sia per il pm - ca degli indagati, tanto che essi concezioni scientifiche sulla
che ha chiesto la sostituzione devono temere per la loro inco- credibilità del minore - sottoli-
delle misure evitando, così, la lumità», il pericolo di inquina- nea Nicola Canestrini, difenso-
scadenza dei termini di fase - sia mento probatorio «è andato via re di Monopoli -. Abbiamo da
per il giudice non sussista più il via scemando». Una conferma, una parte la comunità scientifi-
pericolo di inquinamento delle dunque, dei devastanti contor- ca delle Carte di Noto, dall’altra
prove, venendo meno, dunque, ni mediatici assunti dalla vicen- esperti che non concordano an-
l’esigenza di tenere i due indaga- da. Ma la parte più pesante sta in cora sul considerare le dichiara-
zioni dei minori sempre frutto di
possibile inquinamento. Io cre-
do che un problema del genere
LUNEDÌ AUDIZIONE PUBBLICA DEL PG vada discusso seriamente, in
uno Stato di diritto, dalla comu-

Criticò Gratteri nità scientifica, arrivando a del-


le linee guida condivise, altri-

Il Csm valuta
menti si trascina a processo chi
la pensa diversamente, che di-
venta un mostro o un criminale.

il trasferimento Non credo che in un tribunale si


possano chiarire questioni scien-
tifiche». Il problema, evidenzia

di Lupacchini però il legale, è anche un altro.


L’inchiesta contesta il fatto che i
servizi sociali della Val d’Enza
si servissero sempre degli stessi

O ra il procuratore generale
di Catanzaro, Otello
Lupacchini, rischia davvero il
Magistratura Indipendente,
preoccupati per l’intervista
rilasciata da Lupacchini a
altri uffici giudiziari»,
definendo «evanescenti»
molte operazioni della Dda di
essere artefice di uno «show»
con lo scopo di «colpire la
possibilità di Oliverio (Mario,
psicologi privati, per ovviare la
carenza di professionisti in for-
za all’Asl. «Ma le procure di qua-
trasferimento per le accuse TgCom in merito ai 330 arresti Catanzaro. «I nomi degli governatore uscente della li consulenti si servono? - si chie-
rivolte al procuratore della dell’inchiesta arrestati - aveva dichiarato - e Calabria, ndr) di ricandidarsi». de il legale - Nel 90% dei casi de-
Dda Nicola Gratteri. La prima le ragioni degli arresti li Ma ora è anche il legale di gli stessi professionisti, o magari
Commissione del Csm, abbiamo conosciuti soltanto a Lupacchini, Ivano Iai, a dei loro colleghi di studio con i
presieduta dal togato di A&I IL MAGISTRATO seguito della pubblicazione chiedere l’apertura di una quali si scambiano il ruolo dei
Sebastiano Ardita, ha deciso AVEVA ACCUSATO sulla stampa che pratica a tutela del pg. «Il periti negli stessi processi. Ho
ieri, all’unanimità, di aprire IL CAPO DELLA DDA evidentemente è molto più Procuratore generale andrà chiesto a varie procure, sulla
una pratica di incompatibilità DI NON COORDINARSI importante della procura con molta serenità lunedì a scorta del Freedom act of infor-
ambientale nei confronti del CON LA PROCURA generale contattare e sottoporsi alle domande della mation, gli elenchi dei consulen-
magistrato, che verrà GENERALE. CHIESTA informare». Per il Csm Prima commissione del Csm, ti tecnici scelti dall’accusa, pe-
ascoltato in audizione lunedì L’APERTURA DI UNA avrebbe così delegittimato alla quale ha domandato che raltro pagati da tutti noi, e la per-
alle 15 a Palazzo dei PRATICA ANCHE pubblicamente l’operato di l'audizione si svolga in forma centuale di utilizzo. Ma mi sono
Marescialli. E il legale del pg A SUA TUTELA Gratteri, macchiandone pubblica - ha affermato Iai - al stati negati, in virtù di ragioni di
ha chiesto una seduta sia l’immagine con tutta una serie fine di consentire una corretta ordine pubblico e anche perché
pubblica, per evitare la di comportamenti ritenuti informazione pubblica e la scelta di un consulente tecni-
diffusione «di notizie “Rinascita-Scott”, oggi al inopportuni. La pratica a sua tenuto conto del concreto co è un’attività giurisdizionale.
distorte» sulla vicenda. A vaglio del Riesame. tutela era stata chiesta anche pericolo di diffusione Non sapevo che un pubblico mi-
chiedere la pratica a tutela del Un’intervista durante la quale a seguito delle parole scritte mediatica di notizie distorte, nistero facesse attività giurisdi-
procuratore della Dda Nicola il pg aveva lamentato il su Facebook dalla deputata con grave pregiudizio per il zionale. Ciò vuol dire che in Ita-
Gratteri erano stati i «mancato rispetto delle dem Enza Bruno Bossio che magistrato interessato». lia non è possibile conoscere i
consiglieri di Area e regole di coordinamento con aveva accusato Gratteri di SI. MU. criteri con i quali vengono scelti
i consulenti dell’accusa».
IL DUBBIO PRIMOPIANO 7
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

IL RELATORE MICHELI (PD): «DDL CONDIVISO DA TUTTI»

«Patrocinio a spese
dello Stato, ritocchi
d’intesa con il Cnf»
ERRICO NOVI IERI ALLA CAMERA chiesto di introdurre anche il base il ddl Bonafede anche per ra- Tra le modifiche al testo base che
ADOTTATO COME TESTO principio della soccombenza nel gioni di linearità: da una parte si potrebbero arrivare con gli emen-
BASE L’ARTICOLATO processo penale. Con il suo testo, tratta di un provvedimento già damenti, spiega ancora Miceli,

B
onafede tiene molto al ddl DI BONAFEDE. cioè, ha proposto di consentire il ampiamente condiviso, dall’al- «ce ne saranno diverse con cui
sul patrocinio a spese del- SINTONIA ANCHE rimborso delle spese sostenute tra non siamo sicuri che la norma punteremo a recepire le indica-
lo Stato. È un suo testo, una SULLA PROPOSTA nel processo, e per la difesa, da
DI FI PER I RIMBORSI A CHI sollecitata dall’onorevole Costa zioni dell’avvocarura». Lo stesso
sua proposta, strutturata a partire È ASSOLTO, COMPENSI chi è prosciolto con formula pie- sia perfettamente compatibile. presidente del Cnf Mascherin,
dalle indicazioni del Consiglio PIÙ CONGRUI COME na. Ebbene, Bonafede sarebbe Eppure», aggiunge il parlamenta- nel riconoscere che, con questo
nazionale forense, che ieri alla Ca- CHIESTO DA CONSIGLIO pronto a dare il via libera. Ma da re del Pd, «il clima in commissio- ddl, Bonafede ha «mantenuto un
mera ha compiuto un notevole FORENSE E OCF ieri è chiaro che la partita si gio- ne è disteso, anche perché una leg- preciso impegno assunto con la
passo avanti: è stata adottata co- cherà tutta sulle coperture. ge del tutto affine a quella presen- classe forense», ha sempre auspi-
me testo base dalla commissione Intanto, come spiega il relatore tata da Forza Italia era stata depo- cato «ulteriori possibili migliora-
Giustizia. Ma il guardasigilli, se- un’altra sua proposta di legge del ddl sul patrocinio a spese del- sitata, nella scorsa legislatura, menti in sede parlamentare». E se-
condo quanto emerge, non sareb- punta ad abrogare la nuova pre- lo Stato, il dem Fabio Miceli, «il dal Movimento 5 Stelle». Il relato- condo Miceli «c’è piena condivi-
be affatto contrario a vedere inte- scrizione del ministro. Se il ddl 23 gennaio, giorno in cui scadrà il re del provvedimento è sicuro sione sulla necessità, per esem-
grato il “suo” provvedimento, sul patrocinio a spese dello Stato termine per gli emendamenti, fa- che «su un provvedimento in cui pio, di calibrare meglio l’entità
che tutelerebbe meglio non ab- estende, per esempio, il beneficio remo tutto il possibile per presen- si punta a tutelare i meno abbien- dei compensi per il patrocinio as-
bienti e avvocati, con un testo di alle negoziazioni assistite e rende tarci con proposte di modifica ti, si è liberi dalle tensioni che ac- sicurato nel penale in quei proce-
Enrico Costa. Ebbene sì, il “terribi- meno estenuante l’iter per la liqui- condivise». Aggiunge: «Abbia- compagnano spesso gli interven- dimenti di particolare complessi-
le” parlamentare azzurro che con dazione del difensore, Costa ha mo deciso di adottare come testo ti in materia di giustizia». tà, in cui davvero il difensore si fa
carico di un impegno gravoso.
Nelle nostre discussioni ci siamo
trovati d’accordo sul fatto che il
«ORA INTERVENGA IL PARLAMENTO» giudice, nel fissare il compenso,
debba poter compiere uno specifi-
GIOVANNI M.JACOBAZZI co apprezzamento». Proprio co-
me chiesto da Cnf e Ocf in sede
d’audizione, dunque, potrebbe
N on c’è pace per gli idonei
del concorso per
assistente giudiziario bandito
essere rivisto il rinvio al valore
medio dei parametri forensi, e do-
vrebbe in ogni caso cambiare il
nel novembre del 2016. A meccanismo che di fatto rende le
distanza di oltre tre anni, molti liquidazioni nel penale inferiori
di loro rischiano di veder a quelle nel civile. Possibile an-
sfumare aspettative coltivate che l’estensione di una delle nor-
per anni. Con l’approvazione me che Bonafede considera cen-
della legge di bilancio, entrata trali nella sua legge, ossia l’esten-
in vigore il 1° gennaio, è stata sione del beneficio alle negozia-
prevista la riduzione della zioni assistite. Al momento, ri-
vigenza delle graduatorie guarderebbe solo i casi in cui la so-
nella Pa. Le più penalizzate luzione stragiudiziale è condizio-
sono le graduatorie approvate ne di procedibilità, cioè obbliga-
nel 2017, utilizzabili fino al 30 toria. Ma Cnf, Ocf e i vertici della
settembre di quest’anno. E tra commissione, la 5 Stelle Busina-
queste c’è, appunto, quella rolo e il dem Vazio, hanno fatto
degli idonei del concorso per notare come gli scrupoli contabi-
assistente giudiziario. Tale li a riguardo siano immotivati:
graduatoria, approvata il 14
novembre 2017, era composta Assistenti giudiziari comitato - procede al
rallentatore perché si sta
estendere il patrocinio a spese
dello Stato alle negoziazioni non

Arriva l’appello
da 4.915 idonei, 3.386 dei seguendo il principio di obbligatorie vorrebbe dire incen-
quali già entrati in servizio tra assumere secondo il concetto tivare un percorso che non com-
gennaio 2018 e luglio 2019. della dotazione organica, porterebbe aggravi per l’erario,
L’11 dicembre il ministro della
Giustizia Alfonso Bonafede
aveva annunciato un ulteriore
degli idonei ormai in verità superato dalla
“riforma Madia”, che
introduce il criterio del
dal momento che della vera e pro-
pria causa sarebbe pur sempre lo
Stato a doversi fare carico.
scorrimento di 489 unità. Il 13
giugno 2019, sempre
Guardasigilli, aveva
del megaconcorso fabbisogno: sarebbe
sufficiente procedere alle
rimodulazioni delle piante
Resta da sciogliere il nodo del rim-
borso per chi è assolto. Lo stesso
Miceli difende la ratio della nor-
sottoscritto il Piano triennale organiche in base al ma: «Chi ha già subito il danno di
del fabbisogno del personale MOLTI DI COLORO conversione del decreto fabbisogno degli uffici un’accusa ingiusta non può esse-
2019/2021, prevedendo il CHE SONO IN ATTESA, “Milleproroghe” o della giudiziari e in coerenza con il re punito una seconda volta sul
completo esaurimento della RISCHIANO DI VEDER riforma del processo breve, Piano triennale di fabbisogno piano delle spese», ricorda in pie-
graduatoria e l’assunzione SCADERE MOLTO volto ad assumere in personale 2019 – 202». Fra i na sintonia con l’azzurro Costa. Il
degli ultimi idonei rimasti, PRIMA LA PROPRIA soprannumero gli idonei compiti dell’assistente quale ha articolato il suo testo, di
circa 838. Gli idonei, che si GRADUATORIA, assistenti giudiziari rimasti in giudiziari, quello di affiancare
CON UNA EVIDENTE fatto, sotto forma di delega. Ora
sono riuniti in un comitato, DISPARITÀ graduatoria». Tali idonei il giudice in udienza. Si tratta toccherà agli uffici di Montecito-
hanno lanciato in questi giorni DI TRATTAMENTO rischiano di veder scadere di professionalità qualificate rio dire se il differimento dell’effi-
un appello ai gruppi molto prima la propria anche alla gestione delle cacia consentirebbe alla proposta
parlamentari ed alle forze graduatoria, con una evidente procedure informatizzate di di essere approvata senza dover
politiche affinché asi facciano emendamento, già redatto, da disparità di trattamento. «Lo nuova generazione, come il subito ottenere dalla Ragioneria
promotori di un presentare in occasione della scorrimento - fanno sapere dal processo civile telematico. dello Stato la necessaria benedi-
zione.
IL DUBBIO 8

MUSICA
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

LIBERO, TESTARDO, INDIPENDENTE


EMARGINATO DAI SALOTTI
È STATO L’ARTISTA PIÙ ORIGINALE
DELLA NOSTRA CANZONE

FRANCESCO RUSSO

T
roppo libero e controcor-
rente per essere addome-
sticato e omologato dal si-
stema, e quindi puntualmente
punito e emarginato dall'indu-
stria culturale italiana. È una
parabola forse ancora tutta da
approfondire, quella di Ivan
Graziani, il ragazzaccio del
rock italiano morto il 1 genna-
io del 1997 e di cui in questi
giorni si ricorda la straordina-
ria figura artistica in occasio-
ne dell'anniversario. Con una
costante sempre in primo pia-
no: avrebbe meritato di più. Eb-
bene sì, perché quello che fu
sul finire degli anni ´70 l'auto-
re di immortali capolavori co-
me Lugano addio, Agnese o Fi-
renze, che riscossero un gran-
de successo anche a livello di
pubblico, a partire dagli anni
´80 viene progressivamente
confinato in una sorta di “lim-
bo” che ancora oggi grida ven-
detta. E non è un caso forse che
a restare nella memoria collet-
tiva siano state soprattutto le
già citate canzoni d'amore, ov-
vero un filone importante del
suo repertorio, ma non certo il
più peculiare. Chitarrista di
straordinario virtuosismo- tan-
to da partecipare, non ancora
affermatosi come autore, ad al-
cuni album storici di Battisti,
Dalla o De Gregori- Graziani
ha saputo raccontare come po-
chi la provincia italiana, con
tutta la sua umanità dolente e
irrisolta, ma lo ha fatto senza

Ivan Graziani l’angelo


mai prendersi troppo sul se-
rio, con le cadenze spensierate
del rock 'n' roll e non con il to-
no salmodiante del cantautora-
to classico.

ribelle (e incompreso)
Per tutta la sua carriera, ed an-
che negli anni più fortunati a
cavallo tra i '70 e gli '80, le can-
zoni di Graziani non tocche-
ranno quasi mai, almeno diret-

del rock italiano


tamente, tematiche sociali o
politiche. È forse questo il pec-
cato originale di Ivan, in anni
in cui schierarsi politicamen-
te era considerato praticamen-
te un obbligo. È in fondo la stes-
sa dittatura culturale che de-
nunciò il pur diversissimo- e bino le due passioni che lo ac- tion, scritto in inglese e pubbli- CHITARRISTA Bobby Solo o di un Little To-
peraltro lui sì più politico- compagneranno per tutta la vi- cato con lo pseudonimo di Roc- MODERNO E VIRTUOSO ny, bensì l´innesto di quella
Edoardo Bennato, che rispose ta, la chitarra e il disegno (sarà kleberry Roll. Ma è dal primo È L’AUTORE cultura e di quelle sonorità in
con la celeberrima Sono solo anche fumettista apprezzato). album in italiano, La città che DI CAPOLAVORI un contesto tipicamente italia-
canzonette ai critici duri e pu- Parallelamente alla già citata io vorrei del 1975, che comin- IMMORTALI COME no. Graziani è considerato in
ri che gli rimproverano in so- attività di strumentista per al- cia a delinearsi la grande ambi- “AGNESE”, “PIGRO”, questo senso l´inventore indi-
stanza lo spirito anarchico sce- cuni dei maggiori cantautori zione di Ivan, e cioè non una “MONA LISA”, scusso del rock nostrano.
vro da ogni casacca politica. emergenti dell´epoca, inizia la mera ripresa e “scimmiotta- “LUGANO ADDIO”, Ed è in particolare il polveroso
Nato il 6 ottobre 1945 a Tera- sua avventura da solista nel mento” del rock 'n' roll d'oltre SENZA MAI PRENDERSI mondo della provincia, con
mo, Ivan manifesta già da bam- 1973 con l´album Despera- oceano, sulla falsa riga di un TROPPO SUL SERIO piccole storie di piccoli perso-
IL DUBBIO 9
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

naggi ritratti spesso con gusto Paolina, storia di una ragazza cili per l´autore Graziani. Dal raneo. Troppo ridanciano e go- che giudicano e condannano
beffardo e boccaccesco, a costi- timida spaventata dal mondo 1981 al 1984 escono tre album, liardico per apparire un can- la malcapitata; il tutto con toni
tuire un´inesauribile fonte di e dagli uomini, o come in quel Seni e coseni, Ivan Graziani, tautore impegnato, ma anche di crudo e crudele realismo:
ispirazione. Ne La città che io piccolo trattato di psicologia Nove. Sono ancora tre album troppo sottile e spiazzante per «Vedi un po´ di coraggio e cer-
vorrei prendiamo Il campo del- costituito da Scappo di casa, di tutto rispetto, che contengo- essere pienamente commer- te puttane vanno punite, e che
la fiera, dove il protagonista è storia di un “mammone” alle- no tra l´altro alcuni superclas- ciale. E il rapporto diventa in diamine qua ci vuole sicuro
uno dei suoi tipici loser: «ed vato da una madre iper-protet- sici del suo repertorio, da Pa- questo senso sempre peggiore un po´ di moralità». Con gli im-
io, uno storpio sul mio carretti- tiva e per questo rimasto ad squa a Palla di gomma, da Il non solo con i discografici, ma mancabili occhiali rosa e il pi-
no, canto canzoni e tendo il una fase infantile nei suoi rap- chitarrista a Limiti, altro corag- anche con la stampa stessa, glio da rocker di razza, Grazia-
piattino». È solo il primo di porti con l´altro sesso e con il gioso brano dedicato all´omos- che ha appunto difficoltà a giu- ni assesta con cura un paio di
un'infinita galleria di piccoli mondo: «Mi coprirò con le essualità. dicare e a incasellare il suo la- sberle alle orecchie ben educa-
personaggi, falliti, emarginati, braccia la testa, come facevo Ma si percepisce un cambia- voro. Senza contare l´irriduc- te del palco sanremese, per poi
sconfitti, sullo sfondo immobi- da bambino» è il folgorante fi- mento complessivo del ibile indipendenza anche ca- ammansirle improvvisamen-
le e indifferente della provin- nale. Sempre a livelli altissimi sound, e in senso non certo po- ratteriale di Ivan, che conti- te in un ritornello di grande im-
cia italiana. Il successivo Bal- il successivo Agnese dolce sitivo. Alle straordinarie e in- nua a scornarsi con discografi- patto melodico, dove l’autore
lata per quattro stagioni prose- agnese del 1979, a partire dal- diavolate basi ritmiche di un ci e giornalisti- tante le testimo- riprende le redini del racconto
gue e approfondisce il discor- la celeberrima Agnese, forse la tempo si sostituiscono adesso nianze in tal senso, anche dai condannando a sua volta le ma-
so con altri ritratti di provincia più conosciuta in assoluto tra arrangiamenti certamente più più stretti familiari- tanto da ledette malelingue del titolo.
come “La pazza sul fiume”, le sue ballate romantiche. convenzionali. È come se Gra- sparire quasi dalla scena pub- E per farlo gli bastano al solito
ma risulta da un punto di vista Come sempre in agguato, pe- ziani scontasse appunto il ten- blica e dalle classifiche di ven- suo poche ma potenti parole:
musicale ancora incerto, con
testi fin troppo liricheggianti e
arrangiamenti non sempre
convincenti.
Decisamente più compiuto e
maturo l´album successivo I lu-
pi, del ´77, che contiene tra
l´altro il suo primo grande suc-
cesso commerciale, Lugano
addio. È una delle perle del re-
pertorio sentimentale di Ivan,
ma affiancata come sempre da
indimenticabili storiacce rock
come Motocross, irridente pa-
rabola di un galletto di provin-
cia convinto di aver conquista-
to una donna, ma alla fine cir-
cuito e derubato dalla stessa,
insieme ad un compare, della
sua amata motocicletta.
Ma è con l´album successivo
che Ivan Graziani inaugura la
sua stagione d´oro: tre uscite
in tre anni piene zeppe di capo-
lavori e che lo faranno conosce-
re anche al grande pubblico. Pi-
gro, del 1978, è un album prati-
camente perfetto, fatto esclusi-
vamente di tracce memorabi-
li. Così come memorabile rima-
ne anche la copertina, che ri-
trae un maiale (ovvero la no-
stra insopprimibile natura pro-
saica, secondo Ivan) nascosto
dietro due grandi occhiali dal-
la montatura rosa, che lo stes-
so Graziani porterà per tutta la IVAN GRAZIANI AGLI ESORDI CON IL GRUPPO DEI «MODERNIST’S» FOTO DA HTTP://IVANGRAZIANI.IT/
sua carriera e che diventeran-
no uno dei suoi segni distinti- rò, sono le storiacce di perife- tativo di normalizzarlo da par- dita. L´86 tocca il suo punto «Così la gente vede il male, an-
vi. Otto tracce di altissimo li- ria come Fango, discesa agli in- te dei discografici, con cui i più basso, con l'album Piknic, che dove non ce n´è».
vello, si diceva, a partire dalla feri di un ragazzo che diviene rapporti diventano del resto per poi tornare in grande spol- Trainato dalla partecipazione
celebre title track, un indiavo- suo malgrado killer, o Veleno sempre più tesi. È proprio que- vero nel 1989 con Ivan Garage, a Sanremo, l´album riscontra
lato, stupefacente riff di chitar- all'autogrill. Del 1980, invece, sto il periodo, insomma, in cui album realizzato non a caso in finalmente un buon successo,
ra spezzato solo da pochi, ta- è Viaggi e intemperie, album Ivan paga il maggior scotto al quasi completa autonomia e fa ben sperare per un ritorno
glienti versi che sbeffeggiano considerato ancora tra i suoi suo essere un irriducibile ou- creativa grazie a uno studio ri- ad alti livelli di Ivan. Ma il tem-
apertamente una figura di in- migliori anche se in realtà si in- tsider. cavato nella sua abitazione. po, purtroppo, è ormai scadu-
tellettuale “duro e puro” ma fa- travedono i primi tentativi di Completamente libera da ogni Ancora quarantenne, Ivan ten- to. Colpito da un tumore al co-
talmente distante dalla realtà: “addomesticamento” del suo casacca politica, come già det- ta lentamente la risalita con lon, Graziani muore a soli 51
«Tu sai citare I classici a memo- spirito graffiante da parte dei to, ma anche al di fuori di qual- due buoni album, Cicli e trici- anni il Capodanno del 1997. E
ria, ma non distingui il ramo discografici. Accanto alla bal- siasi schema o scuola corren- cli (1991) e Malelingue (1994), per quanto in questi anni in
da una foglia: pigro!». E poi lata Firenze (canzone triste), te, la sua musica diventa diffi- avvalendosi nel secondo caso molti si stiano prodigando per
Monna Lisa, trascinante balla- una delle sue canzone più cele- cilmente inquadrabile dal si- dell´apprezzata partecipazio- promuoverne la riscoperta, la
ta rock in cui un balordo di- bri, ci sono ancora le parabole stema discografico contempo- ne al festival di Sanremo del sua grande eredità sembra es-
strugge il capolavoro di Leo- beffarde di Siracusa, Isabella 1994. Maledette malelingue ot- sere rimasta sepolta con lui in-
nardo Da Vinci come simbolo sul treno e soprattutto Dada, tiene il settimo posto nella gra- sieme all´inseparabile chitar-
della cultura ufficiale. canzone che parla di eroina UN ARTISTA duatoria finale, ma soprattut- ra e al gilet di pelle da impeni-
Sono le storie tipiche di un con la consueta crudezza. Ma DAL TALENTO to serve a ricordare la sua clas- tente rocker.
eterno ribelle, irriverente fol- la veste musicale, come si dice- IMMENSO, MA REO se cristallina ad un grande pub- Un artista dal talento immen-
letto impegnato a distruggere va, comincia a risultare meno DI NON APPARTENERE blico che lo aveva ormai di- so, ma reo appunto di essere
ogni forma di autorità con lo immediata e graffiante, risen- A NESSUN CLAN, E IN menticato. La storia di una ra- sempre stato troppo libero e in-
spirito goliardico e ridanciano tendo probabilmente del tenta- UN PAESE SETTARIO E gazzina che ha una relazione dipendente. E in un Paese pro-
di un ragazzo di strada. Ma Gra- tivo dei discografici di edulco- FAMILISTICO COME con un uomo sposato viene rac- fondamente settario e "famili-
ziani è anche capace di straor- rare e rendere maggiormente L´ITALIA QUESTO È contata in un semi-parlato di stico" come l´Italia, evidente-
dinarie sottigliezze intimisti- “main stream” la sua musica. UN PECCATO spiccato impianto teatrale pro- mente, ciò non poteva essere
che, come nella struggente Iniziano cosi gli anni più diffi- IMPERDONABILE prio da quelle “malelingue” perdonato.
IL DUBBIO IL VOTO DI WESTMINSTER ESTERI 10

GB
VENERDÌ 10 GENNAIO2020
Addio all’Erasmus
la fuga dall’Europa
di Boris Johnson
parte dagli studenti
goglio e pregiudizio a Downtown

I l Regno Unito dice addio all’Erasmus, il famoso


programma di scambio culturale tra università
europee istituito nel 1987. Mentre i dibattiti sulle
Abbey, niente piace ai britannici
quanto il family drama con venatu-
re classiste.
modalità della Brexit sono ripresi questa settimana a Da un lato c’è il principe Harry,
Westminster, l’account Twitter della Camera dei amato da tutti come il figlio più
Comuni ha postato nella serata di mercoledì l’esito piccolo e scapestrato, nipote prefe-
del voto riguardante il celebre programma europeo rito della severa Elisabetta II e cre-
che ha consentito a decine di migliaia di studenti sciuto col trauma della morte pre-
britannici di studiare nell’Ue e viceversa. matura della madre Diana, spaesa-
Il tweet indica che la maggioranza che fa capo al to e sempre sul filo del politica-
premier Boris Johnson, con 344 voti favorevoli e 254 mente scorretto. Suo fratello Wil-
voti contrari, ha respinto la «New Clause 10» inserita liam era il suo migliore amico e
nel controverso accordo sulla Brexit. per mesi, dopo il matrimonio con
Il testo avrebbe obbligato il governo britannico a Kate, si era vagheggiato di un amo-
negoziare con l’Unione re non corrisposto proprio di Har-
Europea per poter ry nei confronti della cognata. Tra
IL PROGRAMMA DI
L’ADDIO DEI SUSSEX
continuare a lui e la famiglia reale, però, si è in-
partecipare pienamente SCAMBIO CULTURALE tromessa la borghese Meghan Mar-
al programma Erasmus TRA LE UNIVERSITÀ kle. Attrice americana di serie tele-
METTE IN CRISI anche dopo il 2020,
quando Londra uscirà
NON VERRÀ
RINNOVATO. RABBIA
visive, afroamericana, divorziata,
vegana a giorni alterni, appassio-

LA CORONA INGLESE dall’Ue. Il voto è stato E DELUSIONE DI nata di yoga e autoproclamata fem-
accolto con rabbia e GIOVANI E PRO-UE minista: tutto il contrario di Kate e
delusione da esponenti moderna Wally Simpson (che fece
pro-Ue, dagli studenti e perdere la testa e abdicare Edoar-
dagli utenti dei social media. Tuttavia ciò non do VIII). Lei ha turbato gli equili-
GIULIA MERLO Fuor di metafora, lasciare la fami- significa che la partecipazione sia stata bri di Buckingham Palace e rubato
glia reale è quasi più difficile che completamente esclusa. Il Regno Unito potrebbe il cuore del principe Harry (che si
entrare a farne parte. Il nodo prin- infatti rimanere parte dell’Erasmus+ anche quando lasciò sfuggire un «Quello che Me-

M
egxit: così passerà alla cipale, superata la vergogna, rima- non sarà più nell’Ue, come paese partner. ghan vuole, Meghan ha»), poi l’ha
storia la pugnalata al cuo- ne quello economico: Harry e Me- E vi sono garanzie che la partecipazione al sposato a tempo di record nono-
re della monarchia. E, in ghan vorrebbero tenere come se- programma continuerà almeno fino alla fine del stante le perplessità proprio di
ossequio all’epica shakespeariana conda casa il Cottage donato loro 2020, vale a dire fino alla fine del periodo di William, e ora lo ha estraniato da
tanto cara ai britannici, il colpo dalla regina e ristrutturato con 3 transizione post Brexit. tutta la famiglia. E’ durata meno di
nel petto dell’anziana regina ma- milioni di sterline dei contribuen- un anno e mezzo e un figlio, infat-
ti, la luna di miele piena di intoppi

Cara Meghan, hai sfidato


tra Meghan e la monarchia britan-
nica. Nel Regno Unito nessuno ha
dubbi: Harry, di carattere debole,
è stato traviato dalla moglie arrivi-
sta, che vuole i lussi della vita rea-

la regina sbagliata
le ma non gli oneri che comporta
far parte della nobiltà più blasona-
ta del mondo. L’addio fuori da
ogni protocollo, infatti, è stato de-
scritto come il prodotto dell’ego-
centrismo di Meghan, frustrata
dre è stato scagliato dal nipote pre- ti e continuare a venire protetti da dei duchi dalla stanza dedicata ai I TABLOID SONO TUTTI dalla rigida etichetta di corte e de-
diletto traviato dalla moglie, no- Scotland Yard, ma anche sfruttare regnanti. SCHIERATI CON siderosa di riappropriarsi della
vella lady Macbeth. autonomamente il marchio dei Du- Addirittura più che con la Brexit, ELISABETTA II: «NON SI scena pubblica fuori dagli schemi
La notizia, come tutte quelle più at- chi di Sussex, usandolo in modo li- tutti si chiedono cosa succederà: MERITAVA UN del silenzio imposti ai rampolli
tese, è arrivata come un fulmine bero per comparsate televisive, li- la monarchia inglese è uno di quei TRATTAMENTO DEL Windsor. In molti, tuttavia, sono
nel nebuloso cielo londinese: il du- bri e merchandise. Roba da far ac- miracoli fragili quanto amati, offre GENERE» E CHIEDONO pronti a scommettere che il princi-
ca del Sussex e sesto in linea di suc- capponare la pelle a ogni suddito al popolo infiniti argomenti di con- DI TOGLIERE I TITOLI pe non reggerà per molto la fuga in
cessione al trono, Harry, e la mo- britannico, oltre che alla Corona. versazione ed è il volto rassicuran- NOBILIARI A HARRY un paese straniero e l’alienazione
glie Meghan Markle hanno deciso «La regina spogli i due ingrati dei te di un’istituzione che garantisce dalla famiglia che lo ha protetto
di «fare un passo indietro come loro titoli e gli faccia pagare l’affit- decoro pubblico e solleva da quel sostentamento e da quarantotto per anni, oltre che dai lussi nei qua-
membri “senior” della Royal Fami- to», ha tuonato dalle pagine del capriccio che è la democrazia. I ta- ore lanciano un solo titolo che cen- li è cresciuto.
ly e lavorare per diventare finan- Daily Mail Piers Morgan, mentre bloid inglesi, storicamente soste- tra il cuore di tanto astio nei con- Dall’altro lato, invece, c’è la Regi-
ziariamente indipendenti», divi- già il museo delle cere Madame nitori della “Firm”, si sono stretti a fronti di Meghan: «La Regina non na Elisabetta. Sul trono della più
dendo il loro tempo «fra il Regno Tussauds ha allontanato le statue difesa della loro prima ragione di meritava questo». Del resto, da Or- antica monarchia del mondo da ol-
Unito e il Nord America». L’an- tre settant’anni, ha guidato con pi-
nuncio ha terremotato le stanze au- glio austero la famiglia e la Gran
stere di Buckingham Palace, com- Bretagna attraverso gli anni della
pletamente all’oscuro dell’inizia- recessione, un paio di guerre, l’an-
tiva dei duchi dei Sussex comuni- nus horribilis 1992 del divorzio di
cata al mondo con il meno monar- Carlo e della morte di Lady D e ora
chico degli strumenti: Instagram. sta accompagnando il Paese fuori
L’effetto è stato quello di un fiam- dalla Brexit, proprio mentre viene
mifero nel pagliaio. La regina Elisa- tradita proprio da chi le era più vi-
betta II, 93 anni e già provata dallo cino. «Gli abbiamo dato tutto, il
scandalo del figlio Andrew di matrimonio che voleva, la libertà,
York implicato nel caso Wein- la casa separata. E ancora non gli è
stein, è stata descritta come «pro- bastato», dicono siano state le sue
fondamente turbata». Il padre parole. A ferirla è stata non tanto e
Charles e il fratello William, «de- non solo la decisione, che pure pa-
bordanti di rabbia». Unica nota di reva nell’aria dopo le sei settima-
colore, i meme col sogghigno di Ka- ne dei Sussex in Canada e la man-
te Middleton, che non ha mai ama- cata partecipazione al Natale tradi-
to la cognata. All’esterno, la fami- zionale in famiglia, quanto il fatto
glia reale ha rilasciato solo uno di non essere stata avvertita.
stringatissimo comunicato nel Ora la sensazione (e la speranza di
quale parla di «discussioni col Du- tutti quelli che adorano il pettego-
ca e la Duchessa di Sussex in una lezzo) è che la faida sia solo all’ini-
fase iniziale», perchè «queste so- zio. Ma anche che Meghan si sia
no questioni complicate e richie- scelta la regina sbagliata a cui dare
dono tempo per essere elaborate». battaglia.
IL DUBBIO 11

ESTERI
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

LIBIA INTESA SUL CESSATE IL FUOCO. MA HAFTAR ATTACCA MISURATA

Serraj accetta la tregua


di Erdogan e Putin
VALERIO SOFIA DUE PARAMEDICI sca è quella di una tregua a Allo stesso tempo il capo del un cessate il fuoco in Libia.
SONO RIMASTI UCCISI partire dalla mezzanotte di dipartimento di mobilitazio- Salamé ha invitato le parti li-
E CINQUE FERITI IN UN domenica. I parlamentari ne- ne Lna ha riferito che diverse biche e tutti gli attori interna-

D
opo la Siria la Libia. I RAID AEREO mici di Haftar hanno però vo- operazioni militari sono in zionali a «rispondere positi-
protagonisti della poli- DEL GENERALE SU luto sottolineare il ruolo del corso intorno a Tripoli e nella vamente a questi appelli e a
tica mediorientale, AL-WISHKA, COLPITA generale come aggressore e in città costiera di Misurata ver- cessare immediatamente tut-
quelli capaci di farsi ascolta- ANCHE LA ZONA quanto tale chiedono che ven- so la quale le truppe di Haftar te le operazioni militari in Li-
re, sembrano ormai Putin ed DELL’AEROPORTO ga escluso da un futuro pro- stanno avanzando e che qual- bia per evitare ulteriori bagni
Erdogan. I due in teoria sono DI MITIGA A SUD cesso di pacificazione e ricon- siasi tregua«è una questione di sangue nel Paese».
schierati in Libia su fronti op- DI TRIPOLI ciliazione. su cui solo il comandante Haf- D’altro canto la stessa Tur-
posti: Ankara con la Tripolita- tar può decidere». chia non ha detto che intende
nia di Serraj, Mosca con la Ci- In effetti due paramedici so- rinunciare all’invio di propri
renaica di Haftar. Ma in prati- no rimasti uccisi e cinque feri- militari a sostegno di Tripoli,
ca si sono visti in un vertice e ti in un raid aereo su al-Wish- e anzi Erdogan ha ribadito
hanno dettato una linea di co- ka, località a sud di Misurata. che la sicurezza della Tur-
mune interesse. Le forze di Haftar con l’aiuto chia inizia lontano dai suoi
Da quell’incontro è scaturito di aerei alleati avrebbero col- confini fisici.
un appello al cessate il fuoco, pito anche la zona dell'aero- «Siamo andati in Libia per-
e le parti lo hanno accettato, porto di Mitiga, a sud di Tripo- ché e' stato chiesto il nostro
compreso il premier di Tripo- li. Quindi al momento le armi aiuto contro l'ingiustizia e
li che mercoledì aveva cancel- non tacciono, mentre comun- l'oppressione. Andremo
lato la visita a Roma proprio que l’inviato Onu per la Libia, avanti, senza alcuna esitazio-
per non incontrare il rivale Ghassan Salamé, ha accolto ne, fino alla vittoria», ha di-
Haftar. positivamente gli appelli per chiarato Erdogan.
Il Consiglio presidenziale del
Governo di accordo naziona-
le libico (Gna), quello ufficial-
mente riconosciuto dalla co- SCIOPERI E CORTEI IN TUTTO IL PAESE
munità internazionale, ha an-
nunciato di aver «accolto con
favore qualsiasi appello serio Centinaia di migliaia
nelle piazze francesi:
a riprendere il processo politi-
co e ad allontanare la guerra,
come previsto dall'accordo
politico libico e dal sostegno
al corso della conferenza di
Berlino sotto l'egida delle Na-
«Macron non tocchi
zioni Unite, in riferimento al-
le discussioni tra il presiden-
te turco, Recep Tayyip Erdo-
le nostre pensioni»
gan, e il suo omologo russo
Vladimir Putin sulla crisi libi-
ca».
La richiesta di Ankara e Mo-
I l giorno prima della ripresa delle trattative sulla riforma
delle pensioni voluta dal presidente Emmanuel Macron
che inizieranno stamane, sono di nuovo scese in strada
centinaia di migliaia di persone in tutta la Francia. Oltre ai
ferrovieri hanno partecipato agli scioperi anche
TRUMP: «GLI IRANIANI LO HANNO COLPITO PER ERRORE» insegnanti, medici e avvocati. Pure la Torre Eiffel è
rimasta chiusa al pubblico, dato che il personale del

Il Boeing caduto in Iran monumento più celebre di Parigi ha aderito alla


mobilitazione. Nella capitale si sono mosse solo due linee
della metro a guida autonoma. Tre su cinque delle tratte

abbattuto da un missile?
ad alta velocità erano in funzione, come comunicato
dall’Sncf, la compagnia delle ferrovie francesi. Chiuse
molte scuole, mentre sono stati ripetuti gli appelli a
bloccare le vie d’accesso ai
principali porti francesi,

I l Boeing 737 della Ukraine


Airlines, precipitato a
Teheran la notte dell'attacco
parte» senza però accusare
direttamente gli iraniani.
I quali, dal canto loro,
primo tra tutti quello di
Marsiglia. È da sei
settimane che vanno
iraniano alle basi Usa in Iraq liquidano le illazioni avanti gli scioperi contro il
con 176 persone a bordo d’oltreoceano come governo in un braccio di
(nessun superstite), è stato «fantasiose ipotesi». Anche il ferro che non sembra di
abbattuto per errore da un presidente Zelensky ha facile soluzione
missile anti-aereo dell’esercito evocato un attacco per errore Il leader del sindacato Cgt,
di Teheran?. contro il velivolo. Philippe Martinez, ha
È quanto sostengono il Ma fino ad ora sono tre le piste accusato il governo di
settimanale statunitense seguite dagli inquirenti ucraini mantenere una «posizione
Newsweek e l'emittente Cbs come spiegava ieri il segretario provocatoria» sulla
che citano fonti del Pentagono della Sicurezza e Difesa Oleksij questione, ed insiste per il
dell'intelligence americana e Danilov: una collisione in aria ritiro completo dei piani di
di quella irachena. Il con un drone o un altro oggetto una riforma che aumenterà
presidente Usa Donald Trump volante; la distruzione o l’età pensionabile dei
ha commentato la vicenda, ma esplosione di un motore a lavoratori francesi
stavolta in modo sibillino, causa di ragioni tecniche; seguendo un unico piano
affermando che «qualcuno può un'esplosione dovuta a un previdenzuiale.
aver fatto un errore dall'altra attacco terroristico.
IL DUBBIO 12
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

I DATI SUL RAPPORTO DEL COMITATO PER LA PREVENZIONE DELLA TORTURA

Sorpresa: anche in Danimarca


le carceri sono sovraffollate
DAMIANO ALIPRANDI un accesso più libero ai telefoni cel- PREOCCUPAZIONE Comitato per la prevenzione della informazioni raccolte durante la vi-
lulari per i migranti trattenuti. Per SULL’INTENZIONE tortura raccomanda che le autorità sita nelle carceri, suggeriscono co-
quanto riguarda le condizioni di DI APRIRE danesi adottino le misure necessa- munque che la violenza tra detenu-

U
n vero e proprio colpo di detenzione nelle carceri, il Comita- NUOVI LUOGHI rie per garantire che la prigione sia ti non costituisce un grave proble-
scena. Anche in Danimar- to ha rilevato che, nonostante le ri- DI RECLUSIONE l’ultima risorsa. Positivo che la ma. Il Comitato si compiace molto
ca le condizioni carcerarie petute raccomandazioni, non è sta- maggior parte dei detenuti hanno per la continua tendenza al ridurre
sono in via di peggioramento, no- to ancora istituito nelle carceri visi- E CRITICHE parlato positivamente del persona- il regime di isolamento. Le condi-
nostante l’opinione diffusa che nei tate uno screening medico sistema- SULLE CONDIZIONI le. Tuttavia, il Cpt ha ricevuto alcu- zioni materiali di detenzione nelle
Paesi nordici la situazione della de- tico e tempestivo all’arrivo dei de- DI VITA ne segnalazioni di uso eccessivo carceri visitate sono risultate gene-
tenzione sia buona. Si evince dal tenuti, né un sistema adeguato per DEI MIGRANTI della forza e di violenza verbale da ralmente soddisfacenti, in partico-
rapporto del Comitato per la pre- consentire ai medici di registrare e NEI CPT parte del personale carcerario. Le lare eccellenti nella prigione di
venzione della tortura (Cpt) che ha denunciare eventuali lesioni ri- Storstrøm. Tuttavia, molti reclami
invitato la Danimarca a far fronte al scontrate. La carenza di personale sono stati ricevuti da detenuti ri-
sovraffollamento delle carceri, sen- è stata riconosciuta come uno dei guardanti l’accesso al bagno (sia di
za costruirne delle nuove. Non so- principali problemi per il sistema giorno che di notte) nella prigione
lo. Il Cpt ha anche raccomandato al carcerario danese, che opera leg- di Odense Remand. Per quanto ri-
Paese nordico di migliorare le con- germente al di sopra delle proprie guarda le attività, il Comitato racco-
dizioni di trattenimento dei mi- capacità di capienza. Il Cpt ha rac- manda che a al carcere di Stor-
granti in due centri. Ha inoltre rac- comandato di incrementare il per- strøm devono essere prese misure
comandato di apportare migliora- sonale nelle carceri visitate. per offrire ai detenuti in regime di
menti in due carceri, di riformare Entrando nello specifico, la delega- massima sicurezza programmi di
le procedure per la contenzione zione ha visitato per la prima volta attività costruttive, preferibilmen-
prolungata di pazienti psichiatrici la prigione di Storstrøm. Ha anche te al di fuori delle celle, basati su
e di migliorare l’accesso agli avvo- effettuato visite di follow-up alla progetti individuali.
cati per le persone trattenute nei prigione di Odense Remand, alla Per quanto riguarda i due centri di
commissariati di polizia. A segui- prigione di Blegdamsvejens Re- detenzione per migranti, come det-
to delle sue visite in due centri di mand e al quartier generale della to, il Cpt ritiene che siano inaccetta-
trattenimento per migranti, il Cpt polizia di Copenaghen. Il comitato bile che siano simili a una prigio-
ha ritenuto inaccettabile il fatto è stato informato che il sistema car- ne, sottolineando che i migranti
che le condizioni di vita e le regole cerario danese stava affrontando li- ospiti delle strutture non sono con-
per i migranti trattenuti in entram- velli di sovraffollamento legger- dannati per nessun reato. Il Comita-
bi i centri fossero simili a quelle mente superiore al 100% della ca- to pertanto invita le autorità dane-
delle carceri, sottolineando che si pacità. si ad avviare un importante pro-
tratta di persone che non sono ge- A questo proposito, il Cpt si è detto gramma di ristrutturazione in en-
neralmente né sospettate né con- preoccupato circa l’intenzione del- trambi gli stabilimenti e sostituirli
dannate per avere commesso un le autorità di aprire nuovi luoghi di con strutture adeguate per la deten-
reato. Ha chiesto importanti ristrut- detenzione per fare fronte all’incre- zione amministrativa dei migran-
turazioni per entrambi i centri, con mento del numero dei detenuti. Il ti.

CIRCOLARE DEL DAP DOPO L’UCCISIONE DEL GENERALE IRANIANO SOLEIMANI

Crisi Usa-Iran, innalzato il livello


zabili”, i cosiddetti “followers”.
Queste tre categorie rientrano in
ordine sparso in tre livelli di aller-

di allerta negli istituti penitenziari


ta. Il terzo e meno alto è riservato
ai “followers”, il secondo a coloro
i quali durante la detenzione han-
no mostrato “atteggiamenti che
fanno presupporre la loro vicinan-

«S cenario internazionale:
uccisione del generale
Soleimani e rapporti Usa-Iran. Al-
polazione detenuta, di sentimenti
antioccidentali o comunque an-
ti-americani inserendo tempesti-
I DETENUTI
PER TERRORISMO
ISLAMICO
questo momento più coinvolti
nell'escalation della crisi in Me-
dio Oriente. Il Dipartimento di
za all’ideologia jihadista” e il pri-
mo, detto “alto”, a due tipi di dete-
nuti: i condannati, sospettati e im-
lertamento in ordine alle misure vamente le segnalazioni nell' ap- SONO SOGGETTI Pubblica Sicurezza, dopo l'ucci- putati per reati connessi al terrori-
di sicurezza e vigilanza», questo è plicativo "Eventi Critici" e trasmet- A UN REGIME sione del generale Soleimani, ha smo islamico, e i detenuti comuni
il tema in oggetto riguardante la tendo successivamente una detta- DETENTIVO quindi diramato questa circolare che hanno “posto in essere atteg-
circolare del Dipartimento gliata relazione alle articolazioni SPECIALE E in cui si chiede agli apparati di si- giamenti che rilevano forme di
dell’amministrazione penitenzia- centrali e territoriali dell' Ammi- RESTRITTIVO: curezza di alzare il livello del mo- proselitismo, radicalizzazione
ria emessa mercoledì scorso. «A nistrazione (Direzione Generale L’ALTA SICUREZZA nitoraggio su tutto ciò che riguar- e/o reclutamento”, dunque meri-
seguito della recente evoluzione dei Detenuti e Trattamento, Prov- da gli interessi di Stati Uniti e tevoli di un’attenzione particola-
degli scenari di politica interna- veditorato Regionale, Nucleo In- tuti penitenziari anche dalla man- Iran, in primo luogo, e di Israele e re.
zionale che hanno attestato l'a- vestigativo Centrale e Regionale). canza di punti di riferimento ester- Iraq. L’Associazione Antigone, nel rap-
cuirsi dei contrasti tra gli Stati Uni- Il Dap invita dunque a potenziare ni. A ciò si aggiungono, come ri- Da ricordare che il Dap ha definito porto dell’anno scorso, ha indica-
ti e l'Iran – si legge nella circolare sia i servizi di vigilanza e sicurez- scontrato più volte dal monitorag- tre categorie di detenuti a rischio e to che «secondo la categoria di ap-
-, si invitano le SS.LL., ognuno za interni ed esterni dei rispettivi gio che viene svolto quotidiana- altrettanti livelli di allerta. La pri- partenenza si ha un trattamento
nell'ambito delle rispettive com- istituti di pena, sia quelli di tradu- mente dagli uomini del Nucleo In- ma categoria comprende chi è in penitenziario diverso». I detenuti
petenze, a sensibilizzare tutto il zione e piantonamento, non tra- vestigativo Centrale della Polizia carcere per reati connessi al terro- per terrorismo islamico sono sog-
personale, affinché sia intensifica- scurando alcun segnale di perico- Penitenziaria, le condizioni di di- rismo di matrice islamica, senza getti a un regime detentivo specia-
ta l'attività di osservazione volta lo. La minaccia terroristica di ma- sagio e vulnerabilità che possono distinzioni tra condannati, sospet- le e restrittivo, l’Alta Sicurezza
all'individuazione di eventuali se- trice internazionale è ormai da incidere in maniera preponderan- tati e imputati; la seconda com- (As). Si tratta di un regime basato
gnali di criticità in ordine a tali fat- tempo accostata alla considerazio- te su "suggestioni" derivanti dalla prende i detenuti per reati comu- su circolari dell’amministrazione
ti». ne che le carceri possano costitui- propaganda jihadista. ni che “condividono un’ideologia penitenziaria e non su leggi, e per-
In particolare, si chiede di presta- re un bacino di reclutamento im- L'Italia ha alzato l'attenzione sugli estremista e sono carismatici”; la tanto soggetto a forte discreziona-
re la massima attenzione a possibi- portante, agevolato oltre che dal obiettivi sensibili presenti sul no- terza comprende i detenuti comu- lità.
li esternazioni, da parte della po- massiccio affollamento degli isti- stro territorio collegati ai Paesi in ni giudicati “facilmente influen- D.A.
IL DUBBIO 13

CRONACA
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

AVEVA POLIZIA LOCALE


OTTENUTO
LA SEMILIBERTÀ Sicurezza:
accordo
tra Viminale
DAMIANO ALIPRANDI
e Anci

G
ilberto Cavallini è stato
condannato all’ergastolo
per la strage di Bologna.
L’ex appartenete ai Nuclei arma-
I l ministro dell’Interno, Lucia-
na Lamorgese - in relazione
all’aumento della vittime degli
ti rivoluzionari (Nar), 67 anni, incidenti stradali e dell’allarme
era imputato di concorso in stra- sociale che ne è conseguito - ha
ge. Secondo la procura di Bolo- sottoscritto, ieri mattina al Vimi-
gna fornì supporto logistico agli nale, con il presidente dell’Anci,
esecutori materiali della strage Antonio Decaro, un Accordo qua-
del 2 agosto 1980. Già condanna- dro sulle modalità di coinvolgi-
to a diversi ergastoli per banda ar- mento delle Polizie municipali
mata e per gli omicidi commessi nell’espletamento dei servizi di
tra il 1979 e il 1981(di cui è reo polizia stradale sulla viabilità ur-
confesso), dopo 37 anni di reclu- bana e inviato, inoltre, ai prefetti
sione si trova ora in semilibertà. una specifica direttiva per raffor-
zare i controlli e la sicurezza stra-

Strage di Bologna,
dale. Lo comunica il Viminale in
una nota.
L’Accordo quadro assegna alle
Polizie municipali un ruolo pre-
minente nell’espletamento dei

ergastolo per Cavallini


servizi di polizia stradale sulla
viabilità urbana, comprensivo
della rilevazione degli incidenti
stradali, e prevede l’attuazione
di progetti specifici rivolti al mi-
glioramento dei servizi di con-
«Ho meritato condanne – ha det- «HO MERITATO da strage di Bologna. Vari i gradi te di collocare sul treno Taran- trollo sulla viabilità nelle aree di
to ieri Cavallini prima della sen- CONDANNE. di giudizio che si sono succedu- to-Milano, una valigia contenen- maggiori rischio. Nell’immedia-
tenza -. Ma non accetto di dover MA NON ACCETTO ti: si comincia nel 1987, poi l’ap- te lo stesso esplosivo che era sta- to, tale coinvolgimento riguarde-
pagare quello che non ho fatto, DI DOVER PAGARE pello nel 1990 che ribalta il ver- to impiegato per la strage di Bolo- rà le polizie locali delle 14 città
sia in termini carcerari sia di im- QUELLO CHE NON detto di primo grado assolvendo gna, un mitra Mab, un fucile a metropolitane e dei capoluoghi
magine. Tutto quello che abbia- HO FATTO. tutti gli indagati, finché solo il canne mozze, e due biglietti ae- di provincia in grado di organiz-
mo fatto come Nar lo abbiamo fat- NOI NAR 23 novembre 1995 si giunge ad rei intestati a cittadini stranieri: zare servizi di polizia stradale
to alla luce del sole, a viso scoper- ABBIAMO SEMPRE una sentenza definitiva della si ipotizzò che quei biglietti era- nell’intero arco delle ventiquat-
to, rivendicando ogni azione. Ci RIVENDICATO Corte di Cassazione. Alla fine no stati acquistati a Bari, da un tro ore. Per le altre amministrazio-
siamo resi conto che quello che LE NOSTRE AZIONI» vengono condannati all'ergasto- appartenente ai Nar , Giorgio Va- ni il coinvolgimento avverrà pro-
abbiamo fatto è stato inutile o co- lo, quali esecutori dell'attentato, le, ma tale ipotesi fu ben presto gressivamente a partire dagli enti
munque sbagliato». Per la strage gli ex Nar Fioravanti e Mambro. accantonata, perché rivelatasi locali con popolazione superiore
di Bologna del 2 agosto 1980 che Vengono invece condannati a 10 anch'essa artificiosamente co- ai 100.00 abitanti. Verrà istituito
causò 85 morti e 200 feriti, sono anni, per il depistaggio delle in- struita. Quindi la condanna fu un tavolo tecnico con i rappresen-
condannati in via definitiva gli dagini, l'ex capo della loggia per un depistaggio che portava- tati del Dipartimento della pub-
altri ex Nar Valerio Fioravanti, massonica “P2” Licio Gelli, l'ex no in qualche modo sempre ai blica sicurezza e dell’Anci che do-
Francesca Mambro e Luigi Cia- agente del Sismi Francesco Pa- Nar. vrà individuare le misure neces-
vardini, quest’ultimo 17enne zienza e i due alti ufficiali Pietro La condanna per la strage si reg- sarie per incrementare lo scam-
all’epoca della strage. Da sottoli- Musumeci e Giuseppe Belmon- ge soprattutto sulla testimonian- bio informativo e l’interconnes-
neare che il coinvolgimento di te, rispettivamente generale e co- za di Massimo Sparti, un ex ap- sione tra le sale operative delle
Ciavardini avvenne dopo la testi- lonnello del servizio segreto mi- partenente alla banda della Ma- Forze di polizia e delle Polizie
monianza del discutibile Ange- litare. Il caso paradossale vuole gliana. Interessante l'evento cro- municipali. L’attuazione dell’Ac-
lo Izzo, arrestato nel 1975 per il che il depistaggio consistesse nologico dei fatti: il 9 aprile 1981 cordo valorizza il ruolo e le fun-
massacro del Circeo. nell’aver divulgato alcune infor- Sparti viene arrestato, due gior- zioni delle Polizie locali e consen-
Si sono sempre dichiarati inno- mative, con le quali avevano fat- ni dopo inizia a testimoniare e tirà di liberare risorse delle Forze
centi, pur avendo apertamente to credere che la strage del 2 ago- già il 3 marzo 1982 è dimesso dal di polizia da destinare al control-
rivendicato vari altri omicidi di sto 1980 era attribuibile ad alcu- carcere di Pisa perché i medici lo del territorio, con evidente im-
quegli anni. È una vicenda giudi- ne organizzazioni terroristiche: carcerari gli hanno diagnostica- patto in termini di maggiore pre-
ziaria complicata, lenta e discus- al fine di fornire un appagante ri- to un tumore al pancreas e pochi senza di personale e anche di raf-
sa, quella per l’individuazione scontro a tale ipotesi avevano fat- giorni di vita. Visse per altri 23 forzamento della percezione di si-
delle responsabilità dell’orren- to ricorso al temerario espedien- anni. curezza da parte dei cittadini.

LA DECISIONE DEL TRIBUNALE DEL RIESAME


IL FATTO UN MESE FA ALL’AEROPORTO DI FIUMICINO
’Ndrangheta, resta in carcere
Revocata licenza al tassista lato la lite tra il tassista e un cliente all'aero-
porto "Leonardo da Vinci" di Fiumicino. Que- l’ex assessore regionale Rosso
che picchiò un cliente st'ultimo, appena sbarcato da Madrid, era
stato colpito con un pugno dopo un diverbio

"A bbiamo revocato definitivamente la


licenza al tassista che aveva aggredi-
legato all'uso del tassametro. Per lui una frat-
tura al setto nasale guaribile in 30 giorni.
La sindaca, pochi giorni dopo il fatto, aveva
L’ ex assessore della Regione
Piemonte Roberto Rosso, ar-
restato il 20 dicembre scorso resta
cautelare perché non vi è agli atti
alcun elemento che dimostri un
collegamento né in allora né tanto-
to un cliente all'aeroporto di Fiumicino. Un assicurato sul destino del tassista: «Quanto in carcere. Lo ha deciso il Tribuna- meno oggi con la criminalità orga-
gesto inaccettabile. Tolleranza zero di fron- accaduto è intollerabile. Gli uffici di Roma le del Riesame di Torino, respin- nizzata. In trent’anni di attività po-
te a ogni tipo di violenza". L'annuncio è stato Capitale hanno agito tempestivamente nei gendo la richiesta di scarcerazio- litica Roberto Rosso non ha mai
dato ieri dalla sindaca di Roma Virginia Rag- confronti del responsabile di questa brutale ne avanzata dal legale dell’ex espo- avuto nulla a che fare con la crimi-
gi sul suo profilo Twitter aggressione. Deve essere chiaro che chi si nente di Fratelli d’Italia, Giorgio nalità organizzata». Per la Procura
La vicenda è avvenuta lo scorso dicembre e macchia di questi crimini viene punito. An- Piazzese. «Rispetto ma non condi- Rosso avrebbe versato 7900 euro a
aveva avuto grande risalto mediatico. Un vi- che in questo caso non faremo sconti a nessu- vido la decisione del Tribunale personaggi vicini alla ’ndrangheta
deo, diventato subito virale, aveva immorta- no». del Riesame - commenta l’avvoca- per ottenere un «pacchetto» di vo-
to - non sussiste alcuna esigenza ti per le regionali del 2019.
IL DUBBIO 14

PENSIERI
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

SFATICATI
&PAROLE GUERRIERI
Il monopattinista, “Si vis pacem”
l’ estraneo spara per primo
giulivo su due ruote e offri la trattativa
MICHELE FUSCO città. Invece no. Un bel giorno GIORGIO CAVAGNARO privando l’Iran di un pilastro
nasce il monopattinista elettrico, tattico ed emozionale come
che è proprio una categoria a sé, Soleimani, allontanare di fat-

N L
ella scala Richter non avendo parentela alcuna con a spietata operazione con to l’eventualità bellica alme-
sciasciana, dove porreste l’uso del classico monopattino per cui Donald Trump, assu- no fino a una completa e non
l’identità del come lo abbiamo conosciuto, e che mendosene la personale re- facile riorganizzazione delle
monopattinista: uomo, pretendeva l’allegra fatica di sponsabilità, ha fatto fuori strategie militari iraniane. Il
mezz’uomo, ominicchio, spingersi avanti con un colpo di l’uomo-simbolo della sangui- tutto nella consapevolezza
piglianc... o quaquaraquà? Perchè piede quando sull’asfalto la tavola naria determinazione milita- che a pagare il prezzo dell’ira
la questione è assai spinosa, perdeva velocità. re iraniana, il generale Solei- dell’ayatollah Khamenei sa-
parlando appunto di identità Lo riconoscete al primo sguardo, il mani, è stato un pugno in fac- ranno forse sì i contingenti
culturale, e poi, a seguire ma non monopattinista elettrico, prima cia per tutti quelli che si appre- americani (valutabili in
meno importante, di ancora d’accertarvi se il suo mezzo stavano a salutare l’alba del 60/70mila unità), ma soprat-
consapevolezza tecnico-agonistica. abbia anche una minima nuovo decennio con un bricio- tutto Israele e gli stati diretta-
Noi penderemmo per mezz’uomo confidenza con la fatica del vivere. lo di fiducia nel futuro. mente coinvolti nella conflit-
(per non dir peggio), ove il mezzo L’espressione da oca giuliva, egli Le implicazioni, partendo da tualità permanente in Medio
che esiste è la ricerca di una guarda avanti come se il mondo quell’ordigno esplosivo sem- Oriente per interessi economi-
personalità, o per lo meno il suo circostante non lo riguardasse, pre innescato che è il Medio ci, orientamenti religiosi e col-
disperato tentativo, e il mezzo che scruta l’orizzonte senza neppure Oriente, sono talmente pesan- locazione geografica.
è assente è l’assoluta mancanza di valutare se il suo incedere da bella ti e complesse che nessuno Come sempre c’è da registrare
ironia rispetto al mondo che lo lavanderina possa magari può esimersi dal formulare, o l’atteggiamento a dir poco pru-
circonda. A cosa tenderebbe il schiantarsi su un povero vegliardo almeno abbozzare, un giudi- dente dell’Europa, anche di
monopattinista che già non si che pensava a una vecchiaia zio su quanto avvenuto e sulle fronte a eventi clamorosi co-
conosca, a un mondo migliore, a un ancora serena e invece se ne va sue conseguenze. Si tratta di me quello del 3 gennaio a Ba-
direttamente nell’aldilà, come a ghdad. La ragione è da ricer-
Parigi, costringendo la sindaca carsi soprattutto nelle divisio-
GUAI A PARAGONARLO Hidalgo a regole molto più rigide TRUMP RIVISITA IL MOTTO LATINO ni di ordine politico che carat-
AL CICLISTA per lorsignori. È, in buona ALLA LUCE DELL’AMERICA terizzano le opinioni pubbli-
CHE INVECE SPINGE, SUDA sostanza, un estraneo al mondo, il PREPOTENTE che di un continente poco pro-
FATICA. IN FRANCIA monopattinista. Nessuno lo E «DI NUOVO GRANDE» penso a guardare con simpa-
È GIÀ DIVENTATO paragoni al ciclista, per carità, L’EUROPA SI TRINCERA tia all’amministrazione
UN PERICOLO PUBBLICO scatterebbe una denuncia. Del NELLA SUA PRUDENZA Trump o anche alla tirannia
ciclista, egli non ha nulla. Non putiniana in Russia, ma al con-
l’attitudine alla fatica (anche tempo scosso, nell’ultimo de-
mondo più pulito, ecosostenibile, quella temperata della bici un avvenimento della massi- cennio, da pulsioni sovrani-
dove un silenzio assordante elettrica), ché i suoi piedi restano ma rilevanza, su questo gli ste e populiste tendenti a
scandisce le nostre giornate sempre inermi come ferri da stiro sulla analisti e gli esperti di geopoli- smontare l’idea stessa di unità
uguali? Se questa è la tensione tavoletta sottile, né una vera tica sono tutti concordi, diver- europea per inseguire poco
morale, il monopattinista si percezione del pericolo che la gendo però subito in modo ra- fondate suggestioni nazionali-
sarebbe già dovuto derubricare a fatica in qualche modo ti dicale perfino sulla sua defini- ste.
ciclista/ciclista elettrico/motorista restituisce. Ecco, fuor di metafora, zione etico-politica: per alcu- Sono lontani i tempi in cui la
elettrico, che tutto ricomprendono, questo è poi il punto che riguarda ni atto di guerra improvvido e cortina di ferro divideva rigi-
anche l’ebrezza di sentirsi un figo la sicurezza di tutti noi. Pedoni, illegittimo, in quanto inqua- damente le zone d’influenza
pazzesco, elemento ciclisti, motoristi, automobilisti. drato in una guerra non dichia- delle maggiori potenze nel
orgogliosamente glam che tutte Vivere sospesi su una tavoletta, rata. Per altri, provvidenziale mondo, consegnando a tutti
queste categorie oppongono e slalomeggiando tra gli umani, è intervento di chirurgia pre- una chiave di lettura ideologi-
rivendicano, anche a costo di come sentirsi in vacanza a Malibu. ventiva. ca degli eventi internazionali
rischiare la ghirba tutti i giorni Ma qui siamo nel Bronx, caro il Questi ultimi tendono insom- chiara, infallibile ed estrema-
sulle infernali strade delle nostre mio giulivo. ma ad inquadrare l’assassinio mente comoda, nelle sue di-
a freddo del generale Soleima- stinzioni manichee tra la de-
ni in una strategia, nota fin dai stra e la sinistra del pianeta.
tempi degli antichi romani e Ora, per capirci qualcosa, toc-
sintetizzata nel celebre afori- ca faticare molto di più.
sma latino “Si vis pacem, para L’impressione, sempre più
bellum”. Cioè Trump, dietro diffusa, è che con un funerale
il cipiglio guerrafondaio attri- a cui partecipano milioni di
buitogli dall’opinione pubbli- persone e in cui i morti da ac-
ca di tendenze democratiche, compagnare al cimitero au-
nasconderebbe una linea di mentano di trenta unità solo
condotta, certamente ambiva- per aver voluto essere presen-
lente e rischiosa, mirata a un ti, ci sia poco da scherzare. E
duplice obiettivo: riaffermare che il detto latino, nel corso
l’immagine prepotente dell’A- dei secoli e nell’indifferenza
merica great again su cui ha ba- generale, possa essere diventa-
sato il suo quadriennio vin- to “Si vis bellum, para bel-
cente, in chiave elettorale; e, lum”.
IL DUBBIO 15

COMMENTI
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

La nuova legge sulla class action


Direttore Responsabile:
Carlo Fusi
dà speranza per un sistema efficiente
Società Editrice:
Edizioni Diritto e Ragione srl.
BRUNO SASSANI* sie su larga scala, ma non è sem- risprudenziali non è peraltro in- cun diritto e, quindi, diecimila
(Socio Unico)
Via G. Manci, 5 - 39100 Bolzano pre chiaro se il problema sia evi- coraggiante. La Corte di cassa- situazioni di eguale sofferenza
tare un effettivo spreco di risor- zione si è più volte distinta per di disservizio non danno pari-

N
Amministratore unico el corso del 2019 ci sono se ovvero creare, attraverso l’of- l’incomprensione dei problemi menti alcun diritto (10.000 mol-
Roberto Sensi
stati moltissimi conve- ferta, una domanda altrimenti che le si ponevano: esemplari in tiplicato 0 uguale 0), che ogni
REDAZIONE gni e lavori sul tema del- inesistente. Ci si muove per sgra- tal senso le S.U. n. 2610/2017 pregiudizio che superi la soglia
Via del Governo Vecchio, 3 - 00186 la nuova Azione di classe e l’at- vare il sistema giudiziario da un che negano il ricorso per cassa- della sofferenza da disservizio è
Roma
telefono 0668803313
tenzione è ben motivata dalle eccesso di cause individuali, ov- zione contro l’ordinanza di pregiudizio individualizzato e
redazione@ildubbio.news numerose e importanti novità vero per aprire le aule di giusti- inammissibilità dell’azione col- che il diritto scaturente dalla sof-
contenute nel testo di legge, an- zia alle tante cause che (per le lo- lettiva sull’equivoco della per- ferenza di tale pregiudizio non
PUBBLICITA’
SB srl
che se non tutte positive. ro dimensioni minute) non ne manenza dell’azione individua- presenta l’omogeneità che giu-
Via Rovigo, 11 - 20132 Milano L’azione di classe risarcitoria si solcherebbero mai la soglia? le (e la nuova disciplina dell’im- stifica l’azione di classe.
colombo@sbsapie.it inserisce nel codice di procedu- Questa irresoluzione aleggia su pugnazione dell’ordinanza su Questo modello di ragionamen-
02-45481605 Fax 02-36516041 ra civile, ed arriva salutata da un una legge pur rispettabilmente reclamo resta ambigua ed inade- to non tiene conto che la stessa
PUBBLICITA’ LEGALE malcelato orgoglio, dopo la pri- impegnata a trovare ragionevoli guata). Parimenti Cass. n. distinzione tra danno materiale
INTEL MEDIA PUBBLICITA’ ma, raffazzonata legge (mai en- compromessi tra i tanti proble- 14486/2019, coeva alla nuova e danno morale assume una va-
Via Sant’Antonio, 30 - 76121 Barletta trata in vigore), e quella attual- mi che si pongono. A comincia- legge (anche se assunta nella vi- lenza sui generis una volta cala-
info@intelmedia.it mente in vigore (art. 140-bis re dal peccato originale del c.d. genza della precedente), finisce ta nella dimensione collettiva.
Tel. 0883-347995`
cod. cons.). opt-in che la condiziona renden- per trasporre meccanicamente Una dimensione in cui l’aderen-
STAMPA La legge non è perfetta, ma criti- dola una ibridazione. La struttu- soluzioni proprie del danno in- te può evidentemente scegliere
Newsprint Italia S.r.l. che radicali sarebbero ingenero- ra dell’adesione mal si presta, dividuale al danno nella dimen- (e di fatto qui aveva scelto) la ri-
Via Meucci 29
00012 Guidonia (RM)
se. Si tratta di una miscela di come sostanzialmente ricono- sione dell’azione di classe con sarcibilità al minimo riducendo
Via Campania 12 spunti positivi e negativi; le la- scono tutti gli esperti, a gestire gli ovvi problemi di rigetto nel la sua pretesa al ristoro di una
20098 San Giuliano Milanese (Mi) cune e contraddizioni non sono efficientemente l’apparato del trapianto. Il riepilogo del caso sofferenza de-individualizzata,
più di quelle riscontrabili abi- risarcimento collettivo ma è evi- dice tutto: disservizio ferrovia- cioè equalizzata ad un minimo
DISTRIBUZIONE
m-dis Distribuzione Media S.p. A, tualmente nei nuovi prodotti dentemente difficile superare il rio comprovato; azione di classe comune denominatore. Richie-
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano normativi ma questo non impe- tabù della estraneità a favore degli utenti del servizio dere l’elemento della gravità del-
Tel. 02-2582.1 disce che le aspettative restino dell’opt-out al sistema italiano. vittime del disservizio; accogli- la lesione individuale e la sua ap-
Fax 02 - 2582.5306 alte. Remore dovute all’idea di inco- mento in appello con fissazione prezzabilità seriale (parole del-
REGISTRAZIONE L’aspettativa principale è legata stituzionalità del vincolo auto- del risarcimento in € 100 pro ca- la Suprema) è contraddittorio.
Registrato al Tribunale di Bolzano all’idea che finalmente l’Italia si matico e alla sotterranea paura pite; ricorso dell’azienda per Non il migliore benvenuto alla
n. 7 del 16 dicembre 2015 sarebbe dotata di un collaudato dell’abuso di massa. L’incostitu- non omogeneità del danno non nuova legge e alla sua decantata
Iscrizione al Registro Operatori sistema giudiziale di regolamen- zionalità forse è immaginaria e patrimoniale sofferto dagli uten- funzione regolatrice del merca-
di Comunicazione Numero 26618
ISSN 2499-6009
tazione del mercato. Si suole ri- la giustificazione antropologica ti; accoglimento del ricorso per- to.
petere che l’azione di classe è non è del tutto infondata, ma ché il danno è o futile o non è *professore ordinario di Diritto
Questo numero è stato chiuso una modalità efficiente e speri- manca la volontà di superarle. omogeneo. Se ne deduce che sof- processuale civile all’Universi-
in redazione alle 20,00 mentata per risolvere controver- L’esperienza delle decisioni giu- frire un disservizio non dà al- tà di Tor Vergata

Un decalogo (senza superbia) per le Pa di promozione e autopromozio-


ne sono le più varie (dalla divulga-
zione di notizie sulla clientela, al

che devono scegliere il loro avvocato


fiorire di iniziative quali i premi
agli studi legali). Si impongono
dunque cautela e consapevolez-
za.
10. Ricordati con chi e con che co-
STEFANO BIGOLARO* 1. Decidi prima se vuoi affidare mancano insomma le basi per fis- lo per cautela (per comparare dei sa hai a che fare. L’assoluta pecu-
un appalto o un incarico di dife- sare i criteri di valutazione). La ra- preventivi), è pur sempre una ga- liarità e il rilievo costituzionale
sa o assistenza: sono due cose di- gione vera è che quello con l’avvo- ra, con tutte le conseguenze: non della posizione dell’avvocato so-

L a premessa è ben nota: abbia-


mo un problema su come de-
vono essere scelti gli avvocati da
verse. Perché ci sia un appalto di
servizi legali, deve esserci un
“quid pluris” rispetto al singolo
cato non è un rapporto contrattua-
le come gli altri. Lo ha detto con
chiarezza la sentenza della Corte
può essere fatta con disinvoltura.
6. Rispetta l’equo compenso e i
parametri. La disciplina sull’e-
no evidenti. Ed è con essi che si
confrontano altri valori quali la
concorrenza. Ma – su questo tema
parte delle pubbliche amministra- incarico di patrocinio o assisten- di Giustizia dell’Ue del 6 giugno quo compenso condiziona ogni – vengono in gioco anche la dife-
zioni. Istruzioni, indicazioni e au- za (che è un contratto d’opera in- 2019 (C 264/2018): non sono ser- affidamento. E di essa non può sa e l’assistenza dell’amministra-
torevoli consigli hanno determi- tellettuale). In un appalto le pre- vizi comparabili agli altri, perché non tener conto la Corte dei conti: zione pubblica. E quando è l’eser-
nato incertezze e prassi disomoge- stazioni legali si inseriscono in possono essere resi “solo nell'am- insomma, non può pretendere cizio di un potere pubblico ad es-
nee. Con la conseguenza parados- un servizio più articolato, di soli- bito di un rapporto intuitu perso- l’“iniquità”. sere oggetto di un contenzioso, al-
sale che sempre più spesso la dife- to reso all’amministrazione per nae tra avvocato e cliente”. 7. Considera che ogni pratica fa lora l’attività difensiva e quella di
sa nel contenzioso genera conten- un certo arco di tempo. Due mo- 3. Ricordati che deve esserci la re- storia a sè. Le cause davvero seria- consulenza si riflettono sull’agire
zioso. Sarebbe dunque una buo- delli contrattuali diversi, tra cui ciproca fiducia. La fiducia è, sem- li non sono così frequenti, e ogni amministrativo, sulle basi stesse
na cosa se ci fosse una sorta di “de- l’amministrazione deve scegliere plicemente, il fondamento di vicenda richiede una considera- dello Stato di diritto. Bisogna
calogo” fatto di regole semplici e in partenza. ogni rapporto tra avvocato e clien- zione specifica. Il modo in cui è guardare le cose anche da tale pro-
operative. E, allora, forse è il caso 2. Se dai un incarico, puoi fare te, anche se pubblico. È un ele- già stato dato un incarico non de- spettiva (ed è ciò che ha fatto la
di provarci, come in un gioco: pro- una gara oppure no: dipende da mento che il sistema non può ve essere necessariamente ripetu- Corte di Giustizia con la sentenza
vare cioè a condensare tutto in ciò che in concreto ritieni oppor- ignorare. to. 6/6/2019).
dieci frasi secche. Nulla di con- tuno. È un punto problematico: 4. Anche se non fai una gara, ri- 8. Fai un elenco se vuoi, o fai a me- In conclusione (ma è forse la cosa
trappositivo: anzi, l’intento è cer- c’è l’obbligo di fare una gara quan- spetta i principi dell’azione am- no, ma non farlo gestire da altri. più importante): l’amministrazio-
care ciò che è comune alle diverse do si dà un incarico legale al di ministrativa. Va bene la fiducia, È un suggerimento che proviene ne che conferisce un incarico non
posizioni. fuori delle ipotesi di appalto? ma un’amministrazione deve dall’Anac, quello di farsi un pro- ha a che fare solo con l’avvocato e
Nessuno si sente Mosè, natural- Ora, fare una gara certamente si comportarsi comunque da ammi- prio elenco di avvocati. Non è un con i valori costituzionali cui la
mente. Si tratta solo di mettere in- può; però non farla è un’alternati- nistrazione. Anche se non fa una obbligo e non è una panacea. Ed è funzione dell’avvocato risponde.
sieme i materiali normativi e giu- va ordinaria, non eccezionale. E gara, deve comunque acquisire il delicato se un’amministrazione Ha a che fare con se stessa.
risprudenziali disponibili; e i “co- non solo perché fare una gara tra preventivo e il curriculum per ve- deleghi a operatori commerciali *presidente dell’Associazione veneta
mandamenti” sono solo appunti legali comunque non è facile (l’i- rificarne l’adeguatezza all’incari- esterni la tenuta, la gestione e l’uti- avvocati amministrativisti
per ragionarci sopra (perché, be- ter del giudizio è aleatorio, gli co. lizzo di tali elenchi. Il “decalogo” è stato approvato
ninteso, neppure l’Anac è Jahvè). aspetti delle prestazioni da forni- 5. Se fai una gara, ricordati che è 9. Fai attenzione alle insidie di dal Consiglio direttivo dell’Unaa,
Dunque, proviamo: re non sono predeterminabili: una gara. Anche quando è fatta so- un mercato complicato. Le forme di cui l’autore è componente
IL DUBBIO 16

SINDACATO
VENERDÌ 10 GENNAIO2020

IL PUNTO CON GIGI PETTENI, PRESIDENTE INAS CISL

Pensioni: un rebus per esperti


CHIARA SENSI re un tempestivo avvio dell’atti- anticipata con circa 43 anni di
vità della Commissione di stu- contributi”.
dio sui lavori gravosi per l’ela- “Nella migliore delle ipotesi,

Q
uando potrò andare in borazione di interventi di rifor- dunque, le opzioni per andare
pensione? È questa la ma che tengano conto dell’età in pensione aumenteranno e
domanda che gli esperti anagrafica e delle condizioni una persona che magari, nella
dell’Inas, il patronato della Ci- soggettive dei lavoratori, per- vita, si è occupata di tutt’altro,
sl guidato da Gigi Petteni, si ché i lavori non sono tutti ugua- si troverà sempre di più a dover
sentono fare più spesso dalle li e alcuni incidono, più di al- valutare mille variabili, con il
persone. “La risposta alla fatidi- tri, sull’aspettativa di vita”. timore di ‘perdere l’attimo’ o di
ca richiesta - dice Petteni - non È evidente che una riflessione non ottenere l’importo che ef-
è mai scontata: con quota 100, dettagliata sul panorama previ- fettivamente le spetta e convie-
opzione donna, pensione anti- denziale non è più rinviabile: ne”, mette in guardia il presi-
cipata, per lavori usuranti o la- “Dal 2012 a oggi sono stati posi- dente del patronato.
voratori precoci, Ape volonta- tivi gli interventi messi in atto Per fare valutazioni così com-
rio e ape sociale, le strade per il per ‘raddrizzare’ gli effetti del- plesse bisogna essere ben infor-
pensionamento, negli ultimi la legge Fornero, introdotti an- mati e non affidarsi al caso. “Di-
anni, si sono moltiplicate, tan- che grazie all’iniziativa dei sin- venta fondamentale farsi dare
to da rendere il percorso per dacati. Ma ora – spiega Petteni una mano per non tralasciare
smettere di lavorare decisa- – è fondamentale pensare in nessuna delle opzioni a dispo-
mente complesso. E le novità prospettiva, da un lato mante- sizione. Per questo l’Inas è im-
non mancano mai”. nendo attive soluzioni che ren- pegnato in una campagna infor-
Anche la legge di bilancio 2020 zioni di debolezza economica, di 42 anni e 10 mesi, se uomini, dano più facile andare in pen- mativa intensa, in modo che
prevede un paio di “ritocchi- sanitaria o sociale per motivi o 41 anni e 10 mesi, se donne”, sione a chi è disoccupato, inoc- chi si chiede quando andrà in
ni” a misure già attive. “Si am- specifici”. spiega il presidente dell’Inas. cupato o vive situazioni di par- pensione, sappia che da noi
plia la platea di opzione don- Le stesse categorie di persone Poi ci sono le pensioni per i la- ticolare disagio e, dall’altro, può trovare le risposte adegua-
na, spiega Petteni, perché i re- possono accedere alla pensio- voratori addetti ad attività usu- consentendo la flessibilità nel- te. Attraverso una consulenza
quisiti ora valgono anche per ne anticipata se sono lavoratori ranti e turni notturni e le agevo- le scelte previdenziali, senza approfondita aiuteremo le per-
chi li ha maturati entro il 31 di- precoci. “Ma ci sono anche al- lazioni per chi è impegnato in trascurare il tema dell’adegua- sone a fare la scelta più giusta
cembre 2019 e non più solo per tre strade per il pensionamento attività gravose. tezza dell’importo delle pen- per il proprio futuro, accompa-
chi li ha raggiunti entro il 2018. in anticipo, ad esempio con “Su questo fronte, spiega il pre- sioni, disegnando vie d’uscita gnandole fino alla tanto sospi-
C’è poi la conferma dell’Ape so- quota 100 o se si ha un’anziani- sidente del patronato, l’Inas è parallele alla pensione di vec- rata pensione”, conclude Pette-
ciale, dedicato a chi è in situa- tà contributiva, attualmente, al fianco della Cisl nel sollecita- chiaia a 67 anni e alla pensione ni.

INAS CISL: SERVONO INCENTIVI


NEL 2020 LA STRAGE NON SI FERMA
«Previdenza complementare: Infortuni sul lavoro:
chefinehafatto?» serve subito
prevenzione
MARTA FANA viene assunto con contratti speci- mento. Nella costruzione del ca-
fici, come quello degli edili, per i
quali è previsto un accantona-
pitale, il numero di anni di ade-
sione incide molto: gli studi con- E sattamente una settimana
fa l’Inail pubblicava l’aggior-
spinge a riflettere sugli effetti de-
vastanti di queste morti ingiu-

L a legge di bilancio per il 2020


non prevede interventi a fa-
vore della previdenza comple-
mento a carico esclusivo del da-
tore di lavoro.
Tuttavia dobbiamo fare in modo
fermano che, per ogni anno di
mancata iscrizione, il lavoratore
perde parte consistente della ren-
namento sul numero di denun-
ce di infortuni sul lavoro al 30 no-
vembre 2019, segnalando una
ste, in un mondo del lavoro an-
cora troppo segnato da precarie-
tà e insicurezza. Per questo l’I-
mentare, nonostante le frequenti che tutti i lavoratori siano consa- dita finale, di gran lunga superio- diminuzione degli incidenti mor- nas lancia l’allarme anche su
richieste da parte del mondo sin- pevoli della necessità di integra- re all’importo non versato, spie- tali, scesi del 4,7% dal novem- un’altra emergenza, quella del-
dacale in tal senso. Più volte la se- re la pensione che riceveranno, gano all’Inas. bre del 2018. Già lo stesso gior- le malattie professionali, un kil-
gretaria generale della Cisl, An- spiegano gli esperti di previden- Calo demografico, aspettativa di no, però, le pagine di cronaca da- ler silenzioso che mina lenta-
namaria Furlan, ha invocato age- za del patronato Inas Cisl. vita più lunga e precarietà del la- vano notizia del primo morto mente la salute dei lavoratori
volazioni fiscali che rendano più Forte di un monitoraggio costan- voro hanno inciso sulla sosteni- sul lavoro del nuovo anno. “È or- senza che ne siano consapevoli.
“appetibile” la pensione integra- te delle richieste da parte dei cit- bilità del welfare. I lavoratori de- ribile iniziare l’anno con nuove Qui occorre agire in sinergia
tiva; lo ha fatto anche di recente, tadini, punto di riferimento per vono comprendere che queste di- vittime sul lavoro. La sicurezza con l’Inail, per mettere a frutto le
con la piattaforma delle priorità chi vuole orientarsi e aderire alla namiche si riflettono sul loro fu- deve diventare la nostra priorità risorse messe a disposizione
per la legge di bilancio presenta- previdenza integrativa attraver- turo e che è indispensabile adot- anche nel 2020”, ha dichiarato dall’istituto. Per gli esperti dell’I-
ta al Governo da Cgil, Cisl e Uil, so i fondi negoziali, al fianco del- tare misure come l’adesione alla la segretaria generale della Cisl, nas Cisl, una risorsa cruciale è
proponendo di riportare la tassa- la Cisl, l’Inas sottolinea che la previdenza complementare. Annamaria Furlan, commentan- quella della consapevolezza,
zione degli investimenti dei fon- pensione dei più giovani sarà cal- Incentivare chi lavora a iscriver- do la scomparsa di un giovane perché un lavoratore corretta-
di pensione a una aliquota non colata sui contributi effettiva- si rappresenta, in quest’ottica, di 29 anni, ad Atessa. mente informato sui rischi del
superiore all’11%. mente versati durante l’intera vi- un passaggio fondamentale: l’at- Pensare a quello che accade il proprio mestiere può trasfor-
Nella gestione delle politiche di ta lavorativa, con una riduzione tivazione di agevolazioni fiscali giorno successivo ai titoli in pri- marsi in una vita salvata: su que-
welfare purtroppo la previdenza del rapporto tra pensione e ulti- specifiche - chiedono insieme Ci- ma pagina, fa molto meno noti- sto terreno, l’azione di controllo
complementare resta una “cene- ma retribuzione e, quindi, un im- sl e Inas - deve assolutamente tro- zia: lo sanno gli esperti del patro- dovrà essere più stringente.
rentola” tra gli argomenti da af- porto pensionistico più basso. vare spazio nel processo di rifles- nato Inas Cisl, che affianca le vit- In quest’ottica Inas e Cisl, confer-
frontare con urgenza. Per questo è necessario pensare a sione per una nuova riforma del- time della mancanza di sicurez- mano la scelta di scendere in
È vero che, nel 2019, secondo la una rendita aggiuntiva nel mo- le pensioni, prospettato dal Go- za sul lavoro e, quando va peg- campo per proteggere le perso-
Covip, 9 milioni di lavoratori - in mento stesso in cui si accede al verno a partire da questo mese. gio, i loro familiari, rimasti a far ne, fornendo loro strumenti per
aumento del 3% rispetto all’ini- mondo del lavoro, spiegano gli L’auspicio è che una partita così fronte al dolore, alle difficoltà di la creazione di una vera e pro-
zio dell’anno - hanno scelto di esperti, soprattutto considerato importante non venga lasciata andare avanti. In questi casi, ac- pria cultura della sicurezza e ga-
aderire alla previdenza comple- che tale accesso avviene – sem- ancora una volta fuori dalla por- compagnare le persone nel rantendo ascolto e tutela alle vit-
mentare. pre più spesso – non da giovanis- ta e che al secondo pilastro venga complesso iter necessario al ri- time di infortuni sul lavoro e ai
Risultati importanti, questi, sup- simi. Il tempismo, dunque, è fon- finalmente fornita la giusta spin- conoscimento di supporto eco- loro familiari.
portati anche da meccanismi di damentale, considerato che è ta propulsiva, che garantisca ai nomico e di altre agevolazioni M.F.
attivazione “automatica” per chi possibile aderire in qualsiasi mo- lavoratori un futuro più sereno.