Sei sulla pagina 1di 31

y(7HA3J1*QTTKLP( +z!=!"!#!

&

Mercoledì 14 ottobre 2020 Direzione, Redazione, Amministrazione 00187 Roma, piazza Colonna 366,tel 06/675.881 - Spedizione in abbonamento postale – D.L. 353/2003 DIRETTORE FRANCO BECHIS
(conv. in L. 27/02/2004 n.46) art.1 comma 1, DCB ROMA - Abbinamenti: a Latina e prov.: Il Tempo + Latina Oggi €1,50- a Frosinone e prov.: Il Tempo + Ciociaria Oggi €1,50
Anno LXXVI - Numero 284 - € 1,20 a Viterbo e prov.: Il Tempo + Corriere di Viterbo €1,40 - a Rieti e prov.: Il Tempo + Corriere di Rieti €1,40 - www.iltempo.it
S. Callisto I Papa a Terni e prov.: Il Tempo + Corriere dell'Umbria €1,40 - nella Riviera Tirrenica (da Follonica a Monte Argentario): Il Tempo + Corriere di Siena €1,40 - ISSN 0391-6990
e-mail:direzione@iltempo.it

L’ULTIMA FOLLIA

Il governo accusa le famiglie


Non volendo fermare la scuola e le imprese di trasporto, Giuseppe Conte entra nelle case italiane
Sostiene - ma è falso - che il boom di contagi avviene fra le mura domestiche dove vieta inviti a cena
DI FRANCO BECHIS
Il Tempo di Oshø er la prima volta nella storia in un testo

Il Covid non fa sconti e ferma pure Ronaldo P legislativo - l'ultimo dpcm firmato ieri da
Giuseppe Conte - è stata inserita una spe-
cie di norma, che è soprattutto una ramanzina
fattaagli italiani sui propri comportamentiden-
tro le mura di casa. Ecco la perla: «Con riguardo
alle abitazioni private, è fortemente raccoman-
dato di evitare feste, nonché di evitare di riceve-
re persone non conviventi di numero superiore
a sei». (...)
Segue a pagina 3

Emergenza trasporti
Tutti a debita distanza
ma non sui mezzi pubblici
Carta a pagina 5

La manovra in Senato
Anche il premier la butta lì
«Dal 2021 avremo meno tasse»
Ventura a pagina 6

L’ente del turismo


Altro che lockdown, all’Enit
si aumentano gli stipendi
Caleri a pagina 6

La coppia e il figlio conteso


Pieretti a pagina 4
Nina Moric pubblica
Allarme nella Capitale: in molti ospedali aumenta il personale contagiato
un audio choc di Corona
Medicieinfermieripositivi,ècaostamponi
«Voglio ammazzarti»
••• Dall’Umberto I fino al San Filippo Neri è
Fermata dalla Finanza a Milano allarme su medici e infermieri contagiati dal Oggi la manifestazione
Covid. Solo ieri all’Umberto I sono stati riscon-
Arrestata la «dama» trati sette casi di nuovi positivi tra il personale
e anche all’ospedale sulla via Trionfale ci sa- Forze di polizia in piazza
rebbero già diversi episodi tra operatori del
del cardinale Becciu Pronto soccorso e Medicina d’urgenza. contro le aggressioni
a pagina 11 Sbraga a pagina 15 Giorni a pagina 10 Di Pietro a pagina 10

Il diario
o sentito in televisione un alle-
I gioielli di H vatore di pecore, un po’ in am-
basce, in quanto un branco di
lupi aveva aggredito le pecore e, mal-
Moira Orfei di Maurizio Costanzo grado i cani, avevano fatto strage.
Capisco il disappunto di quell’alleva-
Asta Speciale:
tore che ha visto il proprio lavoro
Giovedì, 29 ottobre 2020,
distrutto in pochi minuti, ma capisco
ore 16:30 anche che il lupo, se vede una pecora,
non può girare il muso dall’altra par-
Esposizione Gioielli / Mostra Fotografica: te. È una storia antica se si pensa che
Taci. 8 – 28 ottobre, dal lunedì al venerdì si usa dire: «La pecora fa beee e il lupo
10:00 - 18:00 se la mangia». Insomma, il lupo è
Il condominio tradizionalmente un animale che
ti ascolta. Piazza del Monte di Pietà 32/A, Roma aggredisce e non va tanto per il Via Pontina km 31,500
Inventeranno sottile. Mi chiedo solo perché ci 00071 Pomezia (RM)
Catalogo disponibile online sul sito:
il bonus spia affide.it
sia un augurio che recita: «In Tel. 06 910 4359
bocca al lupo!». Siamo sicu- www.pegasoflex.it
ri?
1.844.000 Lettori (Audipress 2020/I)

Anno 162 - Numero 284 QN Anno 21 - Numero 284

MERCOLEDÌ 14 ottobre 2020


1,60 Euro Firenze FONDATO NEL 1859
www.lanazione.it

La Nazione in viaggio sui convogli L’incidente nel Senese

La paura svuota i treni Battaglie


Pochi pendolari di perizie
e controlli sporadici su Zanardi
Baroni, Bocchini, D’Anzeo e Ulivelli alle pagine 12 e 13 Valdesi a pagina 14

Boom di ricoveri, allarme ospedali


Altri 62 pazienti in terapia intensiva, 41 vittime. I medici: «Se la corsa dei contagi continua, in due mesi siamo al collasso» Servizi
Ma in questa seconda ondata non conosciamo ancora l’età dei deceduti e le patologie pregresse. Il problema dei trasporti pubblici da p. 3 a p. 9

Per non bloccare la ripresa


INFETTATO CRISTIANO RONALDO IN RITIRO COL PORTOGALLO, STA BENE DALLE CITTA’

E ora subito TREMANO GLI AZZURRI: «CONTAGIATO EL SHAARAWY». MA È FALSO POSITIVO Firenze

il Recovery Fund Franci e Femiani a pagina 3


Allarme anziani
(e pure il Mes) Nuovo focolaio
Cristiano in una rsa
Raffaele Marmo Ronaldo,
35 anni 35 contagiati
A lla «ripresa a U»
dell’economia nella
seconda metà dell’an-
Ulivelli in Cronaca

no o agli inizi del 2021 è stato


difficile, per non dire impossibi- Firenze
le, credere in momenti non so-
spetti. Ma sarebbe bastato al-
meno poter fare affidamento
Sconto sulla Tari
su quel «rimbalzo» del Pil tra
l’estate e l’autunno più volte
Bollette tagliate
pronosticato dal Ministro
dell’Economia. I numeri e le
per i commercianti
previsioni sulla curva dei conta- Servizio in Cronaca
gi che abbiamo sotto gli occhi,
però, ci fanno temere che, co-
me in primavera, non «andrà
tutto bene». Il nuovo clima psi- Firenze
cologico dentro il quale, ora do-
po ora, stiamo entrando rischia
Scontro tra moto

ANCHELUI
di far deragliare il fragile treno
della ripartenza che mese do-
po mese, da giugno a settem-
e betoniera
bre, abbiamo cominciato a ve-
dere in cammino. Muore a 59 anni
Continua a pagina 2 Nistri in Cronaca
y(7HA3J1*QSQPTQ(| +z!=!”!#!&

Cecilia Marogna è accusata di peculato Strumenti diversi: l’influencer annoia

Il Vaticano fa arrestare Ferragni, ascolti flop


la manager di Becciu La televisione non è il web
Fabrizio a pagina 15 Degli Antoni a pagina 17
Mercoledì 14 Ottobre 2020
Nuova serie - Anno 30 - Numero 242 - Spedizione in A.P. art. 1 c.1 L. 46/04, DCB Milano
Uk £ 1,40 - Ch fr. 3,50
Francia € 2,50 €2,00

IN EDICOLA CON
De Magistris candida sindaco a Napoli una sua assessora IN EDICOLA CON

di 33 anni mentre Bassolino, Pd, si scalda i muscoli


Stefano Albamonte a pag. 6

www.italiaoggi.it

Disponibile anche sul sito


QUOTIDIANO ECONOMICO, GIURIDICO E POLITICO Disponibile anche sul sito
www.classabbonamenti.com www.classabbonamenti.com

Stop alle festicciole in casa


Il governo entra per la prima volta tra le mura domestiche degli italiani e
raccomanda la massima prudenza nelle relazioni sociali. Massimo sei ospiti
Da domani Il governo entra per la prima volta COME DICEVA IONESCO

al via la cessione
nelle case degli italiani raccoman-
dando prudenza nelle relazioni La Lega di Salvini si appresta ora
sociali che stanno diventando la
a cambiare pelle un’altra volta L’elettore blandito
dei crediti prima occasione di contagio. La
mascherina è vivamente consi-
con promesse
gliata anche nella propria abita-
d’imposta zione in presenza di persone non
conviventi. Le feste a casa andreb-
di Pierluigi Magnaschi
farlocche diventerà
per i bonus bero evitate e se proprio si vuole
invitare gente non si dovrà andare
La Lega, stimolata, all’interno, da
personalità politiche come il gover- un devoto
fiscali sulla casa oltre il numero di sei persone non
conviventi.
natore della Regione Veneto, Luca
Zaia e dal vice segretario del par- Magno a pag. 6
Poggiani a pag. 31 tito, Giancarlo Giorgetti e,
Cerisano a pag. 29 dall’esterno, da politici liberali
sopra la mischia come l’ex presi- PIATTAFORME E-COMMERCE
INPS PERSINO RENZI E CALENDA dente del Senato, Marcello Pera,
sta cambiando pelle un’altra volta.
L’iscrizione Il vento adesso
L’operazione, a lungo sotto traccia,
dove si sviluppava in borbottii con-
Maurizio Martina:
alla gestione tira a sinistra,
tenuti e in prese di distanza appe-
na accennati, adesso è emersa
Poste può
commercianti tutti puntano
chiaramente in superficie e sta
diventando un esplicito terreno di diventare
non è obbligata al Pd
dibattito anche perché la risolutez-
za di Salvini è stata nel frattempo l’Amazon italiana
Delli Priscoli a pag. 34 continua a pag. 8
Maffi a pag. 8 Chiarello a pag. 21

BILANCI Via libera del garante privacy all’ultimo tassello dell’operazione. Premi anche agli esercenti dal 2021 CLASS EDITORI

Ammortamenti,
la sospensione Lotteria scontrini al raddoppio Al via oggi
la terza edizione
deve essere Arrivano le estrazioni speciali del-
DIRITTO & ROVESCIO LO DICE BENTIVOGLI, EX SEGRETARIO CISL METALMECCANICI di Belt&Road
sempre motivata la lotteria degli scontrini per chi
paga con carta e altri mezzi elet- Initiative
Liburdi-Sironi a pag. 32
tronici. Premi aggiuntivi per il
cliente ma anche per l’esercente.
La situazione è drammatica ma
non seria. Stupisce che un governo
L’Italia è un paese a-industriale a pag. 16
Con il via libera del Garante priva-
cy ieri a questo ultimo tassello del-
guidato da un giurista come Con-
te combini dei pasticci palesi ed
inquietanti contro la Costituzione.
Quando non anti-industriale CON GRANDI CAMPAGNE
C
SU WWW.ITALIAOGGI.IT
la lotteria degli scontrini il quadro Nella bozza del dpcm distribuita ai «Siamo un Paese anti-industria-
giornalisti si prevedeva infatti che
Covid - Il dpcm con normativo e attuativo è completo
«per assicurare il rispetto del nume-
le quando non a-industriale, con
La gdo sceglie
per l’avvio, dal primo gennaio, del- ro massimo di partecipanti alle feste una classe politica che non cono-
gli allegati le estrazioni con vincite in denaro sce di cosa parla. Il reddito di
per chi conserva lo scontrino fisca-
private gli incaricati della pubblica
autorità potranno in qualsiasi mo- cittadinanza? Una riforma di la comunicazione
Cassazione - La le dei suoi acquisti con mezzi di mento chiedere l’accesso e procedere
all’identifi cazione dei soggetti pre-
welfare elettorale, che dà bene-
per spiegare
pagamento elettronici fici a chi spesso lavora in nero e
sentenza sul saldo e senti nell’immobile». Contro questa che farà crescere la disoccupa-
stralcio
Bartelli a pag. 28 ipotesi, che faceva carta straccia
dell’art. 14 della Costituzione, sono zione». Marco Bentivogli, 50 la sostenibilità
insorti, non i grandi media, ma la anni, ex segretario della Fim, la
FENOMENI LETTERARI gente del web. Per cui nella stesura federazione dei metalmeccanici Capisani a pag. 16
Gestione commer- definitiva, Conte ha fatto marcia della Cisl, oggi con Carlo Cotta-
cianti - La sen- In Germania indietro e ha sostituito il tutto con
una «forte raccomandazione». Ma
non si usa un decreto per le racco-
relli e Luciano Floridi ha fonda-
to Base Italia, «non è un partito
PARLA ABRIL (VIACOMCBS)
PA

ttenza sui con- il libro boom mandazioni. Insomma Conte ci ha


provato in base al motto: «Se la va,
ma ha l’ambizione di innalzare
il livello del dibattito politico, di PlutoTv
ttributi Inps
dell’anno la va!». Ma se la norma anticipata
non aveva l’avvallo di Conte deve
saltar fuori chi l’ha scritta. Per po-
dare voce alle competenze». I
nodi del Paese? «Sono sempre gli debutterà
F
Fondo perdu- è un romanzo terlo destinare ad altre attività. Nel-
stessi, burocrazia e giustizia,
in Italia
la redazione dei decreti, costui è un fisco e investimenti. Il resto è
to - La risposta
a interpello
in versi pericolo pubblico. Non può restare al
suo posto. Se ci fosse un’opposizione
propaganda».
nel 2021
costui salterebbe fuori. Marco Bentivogli Ricciardi a pag. 5
Giardina a pag. 14 Plazzotta a pag. 17

Con «Il superbonus e le altre detrazioni edilizie» a € 6,00 in più; con «La riforma del no profit» a € 8,90 in più
Mercoledì 14 ottobre 2020 · Anno 2° numero 208 · € 2,00 · www.ilriformista.it · Quotidiano · ISSN 2704-6885 Direttore Piero Sansonetti

La mossa del cavallo

PROPOSTA
RIFORMISTA
AGLI AMICI
DEL PD:
SCIOGLIETEVI
Fausto Bertinotti

M
entre il centrodestra è investito dal altro modo di sbloccarlo che quello di produrre
tema della sua ristrutturazione, il in esso una rottura: si deve “autosciogliere”. Si
Pd è risultato, per via di un proces- tratta di rompere un vincolo che impedisce di
so prevalentemente alimentato da prospettare il futuro di una soggettività politica
fattori esterni, il centro dell’attuale fase del- che, sempre con qualche forzatura, chiamiamo
la governabilità, un centro immobile. È quindi riformista.
risultato vivo elettoralmente, ma resta muto e Da tempo c’è una metafora, quella della mos-
Poltrone
privo di incidenza politicamente. La causa pri- sa del cavallo, cui si ricorre troppo spesso. In

Davigo, primo no
ma risiede proprio in se stesso, nella sua forma questo caso il ricorso ad essa sarebbe però
concreta e nella sua sostanza politica. La lunga pertinente. La mossa aprirebbe una diversa
parabola discendente della sinistra l’ha ridotto prospettiva, brucerebbe ogni rendita di posi-
alla sua materiale e fisica esistenza, e il gover- zione, compresa quella degli attuali gruppi di-

del Csm (ma alla


no l’ha ingoiato. rigenti; impedirebbe di sostituire alla ricerca di
In esso vivono anche esperienze interessanti, una linea politica la ricerca delle alleanze per
militanti impegnati, dirigenti rispettabili. Non governare. Restituirebbe infine a tutti coloro

fine vincerà lui)


cambia niente. Il partito resta muto politica- che volessero partecipare a quel processo la ti-
mente e immobile. La ragione di fondo è che tolarità delle scelte politiche costituenti. Solo lo
la sua traiettoria e il suo attuale esito ne han- scioglimento del Pd potrebbe aprire a tutti i ri-
no dettato l’intera costituzione materiale, sic- formismi e a tutti i riformisti la via di una costi-
ché il Pd è diventato irriformabile. Non vedo tuente per un nuovo soggetto politico.

Alle pagine 4 e 5 Angela Stella a pagina 5

Negata l'autorizzazione a Radio Radicale L'intervista


Guzzetta: «La gestione
Se c'è Scarpinato dell'emergenza come nove mesi
fa: paura e dpcm. Parlamento ko»
il processo è segreto Claudia Fusani a pagina 2
Piero Sansonetti

L
unedì, ad Avezzano, inizierà un pro- ti di aver chiesto loro conto dell’archiviazio- Il libro 1920
cesso nel quale io sono imputato ne del dossier mafia e appalti cui lavorava
insieme al mio collega Damiano Ali-
prandi, del Dubbio. Il processo è per
Paolo Borsellino. Radio Radicale ha chie-
sto l’autorizzazione a mandare in onda, ma
Don Sardelli, Così Giolitti
diffamazione. I presunti diffamati sono due è stata negata. La motivazione è il Covid. Ma il maestro ruvido convinse
magistrati famosi: Roberto Scarpinato e la sensazione è piuttosto che Scarpinato ab-
Guido Lo Forte. Damiano e io siamo accusa- bia diritto a un processo riservato. dolce coi deboli gli operai
A pagina 3 Eraldo Affinati a p. 9 G. Cazzola a p. 10
€ 2,00 in Italia 01014
Redazione e amministrazione
solo per gli acquirenti edicola via di Pallacorda 7 – Roma – Tel. 06 32876214
e fino ad esaurimento copie Sped. Abb. Post., Art. 1, Legge 46/04 del 27/02/2004 – Roma
9 772704 688006
2 mercoledì 14 ottobre 2020

INTERVISTA AL COSTITUZIONALISTA
GIOVANNI GUZZETTA: «NON SONO NEGAZIONISTA»

«COVID: PARLAMENTO
A BAGNOMARIA,
DEMOCRAZIA
Claudia Fusani due: la proporzionalità delle misu-
re che presuppone un’analisi chia-
ra dell’emergenza e dei rischi e non

P
rofessor Giovanni Guzzetta, solo un fanatico principio di pre-
costituzionalista, abbiamo cauzione; il principio di legalità,
rischiato di trovarci i po- cioè le decisioni devono essere as-

CALPESTATA»
liziotti in casa a contare le sunte dai rappresentanti dei citta-
presenze nei domicili privati? dini, dai Parlamenti, e non blindati
Abbiamo evitato il punto di non ri- da voti di fiducia.
torno. Un rischio che ha aleggiato
per quasi 48 ore. Bisogna ringraziare S fid a i n teress a n te p er u n
chi ha evitato questo scempio. costituzionalista?
In realtà è un dramma. La cultura li-
Addirittura… quale scempio? berale e delle libertà che è a fonda-
Che fossero cannibalizzate con lo mento delle moderne democrazie
strumento del Dpcm almeno tre si misura proprio in vicende come
norme fondamentali della nostra queste. Dobbiamo recuperare il sen-
Carta: l’articolo 17 sulla libertà di ri- «I poliziotti a casa? Un rischio che è aleggiato per quasi 48 ore. so dei valori fondanti della nostra
unione, l’articolo 14 sulla libertà di convivenza. Altrimenti, se andiamo
domicilio, l’articolo 18 sulla libertà Dobbiamo ringraziare il Quirinale che ha evitato questo scempio avanti così, potremo anche salvarci
di associazione. ma saremo ricoperti dalle macerie.
della Costituzione» Tanto più che noi stiamo transitan-
Lo hanno proposto un paio di mi- do dall’emergenza sanitaria all’e-
nistri, a cominciare dal titolare mergenza economica con gli stessi
della Salute. Si è opposto il Qui- strumenti. Concetti come linee gui-
rinale con la tradizionale moral da, protocolli, stato d’emergenza, or-
suasion. E a quel punto anche il dinanze, tutto questo armamentario
premier Conte. viene traslocato sulle questioni eco-
Ecco, appunto, dobbiamo ringrazia- nomiche: anche questo settore sta
re sentitamente entrambi. La cosa diventando oggetto di una gestione
preoccupante è che alcuni ministri emergenziale. E questo durerà non
non abbiano avuto alcuna remo- fino al vaccino, ma per i prossimi
ra nel proporre una cosa del genere. vent’anni. La verità è che stiamo di-
Così tanto da anticiparla addirittura segnando il profilo del governo del-
in tv la sera prima. Questo dimostra, le società per i prossimi vent’anni. E
a dir poco, scarsa consapevolezza tutto questo senza lo straccio di un
dei principi costituzionali. E il fat- dibattito.
to che agiscono solo con la logica
del fine che giustifica i mezzi quan- Professore, lei si sta cucendo ad-
do l’efficacia del fine non è chiara e i dosso l’abito del negazionista.
mezzi non sono proporzionati. E no, non ci sto. Un conto è nega-
re l’esistenza di un problema. Altra
Lunedì sera nella riunione dei ca- cosa è volerlo affrontare in maniera
pidelegazione c’è stato uno scon- diversa.
tro importante nella maggioranza.
La ministra Bellanova (Iv) avreb- Eppure il ministro della Salu-
be lasciato la riunione se quella te Speranza, che aveva proposto
norma fosse entrata. I governato- i controlli in casa, viene dalla si-
ri hanno detto no. Il punto è che nistra, da una cultura di grandi li-
la proposta è stata avanzata pro- bertà democratiche.
prio dal ministro della Sanità che Forse. Ma in quella cultura, lo Sta-
ha in mano i dati sull’evoluzione to ha una funzione paternalistica: sa
Assistiamo in tutta Europa, pur
del contagio e sa che il 75% dei
casi sviluppa proprio in casa e nei
inserisce un elenco infinito di poteri,
che equivale a una delega in bianco. Il
Troppa confusione nella diversità dei vari ordina-
cosa è bene per il cittadino anche a
dispetto di quello che pensa il citta-
rapporti familiari. La paura e la Parlamento approva e i Dpcm scelgo- «L’errore è trovarci menti, ad un dibattito intenso sul dino stesso.
tutela della Salute possono giusti- no fior da fiore. A seconda dei setto- tema della violazione dei dirit-
ficare una limitazione dei diritti? ri, il ministro o il capo della protezione oggi, dopo nove mesi, ti fondamentali. Recenti senten- Se la sua analisi è corretta, pos-
Oppure anche lei va iscritto nella civile negoziano, sottoscrivono proto- come se il virus fosse ze in Spagna, Francia, Germania siamo ancora correggere?
lista dei negazionisti? colli, pescando qua e là, in una logica hanno bocciato provvedimen- Credo e spero di sì. Quello che è cer-
Sui negazionisti vorrei fare un discor- entropica caotica e indescrivibile in
esploso ieri. Gli strumenti ti di chiusura decisi dai governi. to è che la degenerazione dei sistemi
so a parte. Secondo me la domanda cui il controllo dell’opinione pubblica e la gestione sono Dunque il problema non è solo in democratici può avvenire in tem-
non è questa. La domanda è: esisto- è assente. Una gestione dell’emergen- identici esattamente Italia. pi molto brevi. La ricostruzione, in-
no nell’ordinamento strumenti per za à la carte. In realtà vediamo quotidianamente vece, richiede tempi lunghi perché
far fronte a situazioni inaudite come a nove mesi fa: mi lo scontro tra un diritto, quello alla bisogna rifondare la cultura istitu-
quella che stiamo vivendo? Tutta la Ha dimenticato un passaggio im- riferisco alla gestione salute, contro tutti gli altri... La con- zionale. Ora siamo in quella fase in
costruzione giuridica che abbiamo portante: ogni decisione viene as- fusione è generalizzata. Siamo in cui la politica del terrore arriva così
visto in questi mesi – stati di emer- sunta sulla base del parere di un politico-istituzionale una situazione estrema in cui vengo- all’estremo da costruire la catego-
genza, Dpcm, ordinanze, protocol- Comitato tecnico scientifico, su dell’emergenza. no messe in gioco questioni eterne ria del negazionista per chi dissen-
li - nasce dal presupposto che non fatti oggettivi e non valutazioni. come il problema dei limiti al pote- te, comunque, perché non si allinea.
esistano altri strumenti per affronta- Il Cts vive nella penombra per non
La confusione re. Anche a fin di bene, non c’è dub- Com’è nella tradizione totalitaria, chi
re l’inaudito che stiamo vivendo. In- dire nell’ombra. Unico elemento le- è generalizzata» bio. Il costituzionalismo è un bene affronta una questione in modo di-
vece gli strumenti ci sono purché sia gittimante e unificante è la paura. che condiziona la qualità della no- verso è subito un eretico o un nemi-
rispettata l’essenza delle democrazie, Con un piccolo dettaglio: sul livel- so ieri. Gli strumenti e la gestione stra vita tanto quanto la questione co del popolo. Il negazionista di oggi
ovverosia che queste misure estreme lo di paura giustificata, neppure gli sono esattamente identici a 9 me- biologica. è l’empiriocriticista di ieri, l’epite-
siano decise dal Parlamento in colla- scienziati sono d’accordo. si fa. to di Lenin per epurare Ernst Mach,
borazione con il governo. Cioè? solo perché non accettava lo scienti-
Dunque l’errore madre è sempre Questo non è vero: il sistema sa- Se la gente si salva dal virus ma ri- smo materialista.
E invece? lo stesso: aver prorogato lo stato nitario e i protocolli terapeutici schia di morire di fame, oggi non Al centro
Viceversa, il Parlamento resta sempre di emergenza? hanno fatto passi da gigante. è considerato un limite. Nelle de- Giovanni Guzzetta, avvocato
a bagnomaria a ratificare; il governo No, l’errore è trovarci oggi, dopo 9 Mi riferisco alla gestione politico-i- mocrazie costituzionali, i palet- cassazionista e professore ordinario di
costruisce atti generali, i decreti, in cui mesi, come se il virus fosse esplo- stituzionale dell’emergenza. ti invalicabili sono sempre e solo Istituzioni di diritto pubblico+++
mercoledì 14 ottobre 2020 3

PROCESSO A PORTE CHIUSE


Piero Sansonetti

L
unedì, ad Avezzano, inizierà un pro-
cesso nel quale io sono imputato
insieme al mio amico e collega Da-
miano Aliprandi, del Dubbio. Il pro-
cesso è per diffamazione. I diffamati - i
presunti diffamati - sono due magistrati fa-
mosi: Roberto Scarpinato e Guido Lo Forte.
Scarpinato è il Procuratore generale di Pa-
lermo, è un personaggio televisivo noto, è
un commentatore piuttosto abituale del Fat-
to Quotidiano. Lo Forte è in pensione, ma
è stato un Pm famoso anche lui. Damia-
no e io siamo accusati di aver chiesto con-
to dell’archiviazione del dossier mafia e
appalti, proposta da Scarpinato e Lo Forte.
Tra qualche riga proverò a spiegare meglio
i termini della questione, prima però devo
dirvi della decisione della Corte di Avezza-
no di “secretare” - se mi passate questo ter-
mine - l’udienza. Cosa è successo? Radio
Radicale - come fa spesso - ha chiesto l’au-
torizzazione a seguire il processo e mandar-
lo in onda, rendendo in questo modo vivo il
principio costituzionale della pubblicità del
dibattimento. A Radio Radicale questa auto-
rizzazione è sempre stata concessa. Stavolta
invece il giudice ha deciso di vietare la tra-
smissione via radio. Perché? La motivazione
è il covid. Francamente non si capisce cosa
c’entri il Covid. L’impressione - magari mi
accuserete per questo di “sospetteria mo-
lesta” - è che Scarpinato abbia diritto a un
processo riservato.
Lasciamo stare la mia posizione di imputa-
to, che mi pare ormai largamente compro-

SHHH... NON PARLATE


messa. Provo ad esaminare la situazione da
giornalista e da osservatore. Ci sono due
magistrati molto celebri che accusano due
giornalisti fastidiosi di essersi occupati di
cose che non li riguardano. E li querela-
no. Ci sono un Gip e un Gup che danno ra-
gione ai propri colleghi, anche se nessuno

DEL DOSSIER MORI


può capire in cosa consista la diffamazio-
ne (ammenochè, a sorpresa, non si scopra
che l’archiviazione non è stata mai chiesta
e ottenuta). E ora si svolge un processo - un
pochino surreale - nel quale è evidente la
ragione dei due giornalisti ma è anche evi-

SENNÒ I PM SI INCAZZANO
dente il fatto che - chiunque conosca queste
cose ve lo può confermare - le possibilità
che dei magistrati perdano una causa con-
tro dei comuni cittadini, o addirittura dei
giornalisti, sono vicine allo zero. È un fatto
statistico. Se poi questi magistrati sono fa-
mosi, potenti, ben inseriti nel meccanismo
delle correnti, coccolati dal sistema dei me-
dia più importanti, a partire dal Fatto e da
alcune Tv, le possibilità per i poveri impu- Lunedì la prima udienza del processo avviato dal Procuratore generale di Palermo Roberto
tati di non soccombere svaniscono del tutto. Scarpinato contro di noi. Ci accusa di esserci impicciati dell’archiviazione del dossier Mafia-
Ora vi racconto bene in cosa consiste questo
processo. Esisteva, tanti anni fa, il famoso Appalti. Il giudice ha respinto la richiesta di Radio Radicale di rendere pubblico il dibattimento
dossier mafia-appalti. Era una super-inchie-
sta sulla mafia, avviata da Giovanni Falcone,
condotta dai Ros guidati dall’allora colon- Borsellino riteneva che questo dossier fos- che un pentito sta parlando, chiede una riu- quale - paradossalmente - Mori, cioè il carabi-
nello Mario Mori, e che avrebbe dovuto fi- se fondamentale. Anche Antonio Di Pietro, nione ad hoc nei giorni successivi. Nessuno niere di fiducia prima di Dalla Chiesa e poi di
nire nelle mani di Paolo Borsellino. Questa da Milano, ne aveva sentito parlare ed era sa - o dice - che è stata già firmata la richie- Falcone e Borsellino, è imputato, e la tesi è che
inchiesta, realizzata all’inizio degli anni No- molto interessato e ne aveva discusso con sta di archiviazione. 19 luglio: la mattina molto Borsellino sia stato ucciso perché sapeva della
vanta, stava scoprendo tutti i legami tra la Borsellino. presto Giammanco telefona trattativa e voleva fermarla.
mafia siciliana e una rete di imprese e di po- Benissimo. Arriviamo al lu- Silenzi a Borsellino. Secondo la te- Ha un qualche interesse il confronto tra que-
tenze economiche del continente. Falcone glio del 1992. Seguite le date. stimonianza della moglie di ste due tesi? Ha un qualche peso il fatto che
ci teneva moltissimo. Anche Borsellino, che Giovanni Falcone, che ave- Eppure è una Borsellino, gli assicura che la prima tesi sia supportata da molti elemen-
aveva cercato in tutti i modi va dato il via al dossier, vie- ti certi? Damiano e io avevamo posto queste
di potersene occupare e ne ucciso il 23 maggio. Non
discussione importante. ilavrà lui la delega per seguire
dossier. Alle due del pome- domande, e chiesto a Scarpinato e Lo Forte
che - poche settimane è escluso che il dossier pos- Si tratta di capire perché riggio Borsellino viene ucci- perché avessero archiviato. Non ci hanno ri-
prima di morire - pare sa essere stato la causa del- fu nascosta a Borsellino so e la sua scorta sterminata. sposto: ci hanno querelato. E la querela, come
che avesse ottenuto la sentenza di morte emessa vi ho già detto, è approdata a un vero e proprio
la possibilità di es- da Cosa Nostra contro Fal-
la richiesta di mandare Tre giorni dopo, il 22 luglio, la
richiesta di archiviazione del processo che si svolgerà, di fatto, a porte chiu-
sere effettivamente cone. Il 13 luglio Roberto a monte l’inchiesta dossier viene formalmente se, in violazione della Costituzione.
incaricato di seguire Scarpinato e Guido Lo Forte, del colonnello Mario depositata. L’iter è velocis- Beh, ammetterete che la lezione da trarre è tri-
l’inchiesta. improvvisamente, firmano simo: il 14 agosto, giorno nel ste e chiara. In Italia esiste la libertà di stam-
la richiesta di archiviazione
Mori, promossa da quale da due o tre secoli la pa ma ha un limite invalicabile: la critica alla
del dossier-Mori. Il 14 luglio Giovanni Falcone. Ma Procura non ha mai lavorato, magistratura. O almeno, la critica a quel pezzo
- cioè il giorno dopo - il di mafia è meglio che avviene l’eccezione: qualcu- potente di magistratura che, solitamente, noi
Procuratore di Palermo, no lavora e l’archiviazione è chiamiamo il partito dei Pm. Quella non è am-
Giammanco, convoca
parlino solo loro... accolta e definitiva. Il dossier messa. È vilipendio, è lesa maesta.
una riunione con tut- scompare.
ti i sostituti e gli aggiunti, per discutere Voi capite che questa vicenda è molto inquie-
di varie questioni. C’è pure Borsellino. tante. Anche perché se non abbiamo sbagliato
Scarpinato non c’è. Borsellino chie- qualcosa in questa ricostruzione, è ragione- In alto
de notizie del dossier, vole il dubbio che la vera ragione dell’uccisio- La strage di via D’Amelio, attentato di avvenuto il
esprime il dubbio che ne di Borsellino sia stato il suo interesse per 19 luglio 1992, nel quale persero la vita il magistrato
sia in corso una sot- il dossier-Mori. Ipotesi diametralmente oppo- italiano Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta
tovalutazione del lavo- sta a quella che viene sostenuta nel processo A sinistra
ro dei Ros, accenna al fatto sulla cosiddetta trattativa Stato -Mafia, nella Il magistrato Roberto Scarpinati
4 mercoledì 14 ottobre 2020

L’APERTURA DI UNA COSTITUENTE PER UN NUOVO SOGGETTO

LA MOSSA DEL CAVALLODEI RIFORMISTI


AMICI DEL PD: AUTOSCIOGLIETEVI
Una nuova linea politica al posto della governabilità
Fausto Bertinotti

L
a politica italiana, dopo le recenti tor-
nate elettorali, conferma la sua insta-
bile stabilità. La risposta alla domanda
su quale dei due termini dell’ossimoro
è destinata ad affermarsi nel prossimo futuro
è affidata alla piega che prenderà l’incertez-
za che, del resto è la cifra che connota questa
ormai lunga e opaca fase politica tipica dell’I-
talia, ma non solo di essa. L’assoluta centra-
lità del governo, ora allargata ai governatori
regionali, ha fagocitato ogni dinamica partiti-
ca sul terreno istituzionale e l’ha desertificata
nel Paese reale. Gli schieramenti e le allean-
ze tra i partiti si contendono il governo, esau-
rendo nella contesa ogni altro elemento della
politica, fino alla scomparsa sulla scena degli
elementi fondamentali, come gli aspetti ideo-
logici, programmatici e addirittura gli elemen-
ti che connotano la natura di una formazione
politica. Chi sta al governo lo fa per continuare
a rimanerci e chi sta all’opposizione lo fa per
giungervi. Tutto qui.
Il quadro europeo, nella sua nuova conforma-
zione assunta nel contrasto al Covid, rafforza il
processo in atto. Il declino della tendenza poli-
tico-culturale vincente sino a ieri - una nuova
destra fondamentalista, populista e reaziona-
ria - sposta ulteriormente il baricentro della
contesa sul governo, sempre più, a sua volta,
sequestrato nella sfera amministrativa. Se il
populismo voleva la fine della contesa classi-
ca tra destra e sinistra, il primato dell’ammi-
nistrazione, che ad esso sembra subentrare
quale tendenza prevalente, concorre allo stes-
so fine. È più precisamente la fine della politi-
ca per come si era venuta affermando in tutta
la modernità.
Nel campo del governo, nel nostro Paese, si
sono venuti affermando due propensioni di-
verse, ma convergenti. Alla crisi del populismo
di destra, in parallelo ad essa, si è aperta in ter- I dem escono dalle ultime elezioni potendo vantare una tenuta, se non una
mini ancora più esplosivi la crisi del populi-
smo trasversale, quello personificato da Grillo inversione di tendenza. Proprio l’immobilità ha favorito la conservazione del
e poi vissuto nei Cinque Stelle. Mentre il cen-
trodestra è investito dal tema della sua ristrut- consenso popolare. Un argine rispetto alla minacciosità salviniana
turazione, il Pd è così risultato, per via di un
processo prevalentemente alimentato da fat-
tori esterni, il centro dell’attuale fase della go-
vernabilità, un centro immobile. L’immobilità e tendenza. Dunque, proprio l’immobilità ha fa- strazione. Sappiamo bene che la sua rinascita abbiano dettato l’intera costituzione materia-
persino una certa sua afasia sono proprio quel- vorito la conservazione del consenso popola- batterà strade ora sconosciute e che l’impre- le, sicché il Pd è diventato irriformabile. Tutto
lo che consente la tenuta elettorale del Pd, nel- re. Il declino dell’estrema destra salviniana non visto da cui essa scaturirà alloggia in ogni ca- il campo, che in termini mal definiti possiamo
la morte però della politica. Le previsioni di un ne ha cancellato la minacciosità e il Pd ha finito so nel corpo del conflitto sociale, piuttosto che chiamare “riformista”, vi fa riferimento anche
suo dissolvimento, con la condivisione della in ogni caso per rappresentare, rispetto ad es- nel cielo della politica. Ma quel che accade nel- criticamente, e in ogni caso, soggetti quandan-
sorte toccata al Partito socialista francese, sono sa, un argine rassicurante. La centralità assunta la politica-politica, anche nel tempo della sua che separati organizzativamente non possono
state smentite dai fatti. Il rischio si era reso evi- nelle contese regionali, dai presidenti divenuti grande crisi, non è del tutto trascurabile né ri- prescindere dalla sua esistenza elettorale. Lo
dente con il crollo di molti dei capisaldi storici sul campo governatori, ha opacizzato la conte- spetto alla questione democratica, così acu- stallo investe così l’intero campo riformista.
che gli avevano garantito il consenso elettora- sa tra i partiti, già radicalmente ridimensionati tamente aperta, né sui problemi di società, a Non vedo altro modo di sbloccarlo che quel-
le, a cui era seguita quel che è stata chiamata nel ruolo pubblico e nella percezione popolare. partire da quello decisivo delle diseguaglian- lo di produrre in esso una rottura, una rottura
“la nuova contendibilità” delle sue grandi case- Il Pd si è fatto il sostenitore meno problema- ze. Il Pd è risultato vivo elettoralmente, ma re- che non potrebbe che investire in primo luogo
matte regionali. La storia politicamente e cul- tico delle candidature presidenziali, a partire sta muto e privo di incidenza politicamente. La la sua forza principale, il Pd, la forza immobi-
turalmente devastante ha condotto, anche in da quelle rivelatisi vincenti. I residui degli in- causa prima risiede proprio in sé stesso, nella le. La parola che la esprime è forte, ma credo
quelle realtà, da una condizione caratterizzata sediamenti storici, le tracce rimaste, incontra- sua forma concreta e nella sua sostanza politi- che sia indispensabile alle forze riformiste per
da un popolo innervato sul Pci e sulle istituzio- no il terzaforzismo nascente di ciò che Thomas ca. La lunga parabola discendente della sinistra tornare ad essere un soggetto politico protago-
ni del Movimento operaio ad aggregati infor- Piketty ha chiamato «la sinistra intellettua- l’ha ridotto alla sua materiale e fisica esistenza, nista della storia politica del Paese. La parola
mi di individui-cittadini. Essa ha reso possibile le benestante». Da noi, le zone ztl sono ormai e il governo l’ha ingoiato. Nel dopoguerra, pri- è “autoscioglimento”. Può sembrare una beffa
quel gigantesco smottamento e ha fatto avan- diventate una categoria della politica. Ma è il ma della rottura storica, la sinistra è stata parti- perché scioglimento è il recupero, su tutt’altro
zare anche l’ultimo rischio. Anche senza far teatro dei morti che camminano. La loro inci- to di lotta, poi nella transizione, partito di lotta terreno, di un termine che mise fine alla sto-
ricorso alla massa di saggi storici e sociologi- denza sulla vita delle persone, sulle dinamiche e di governo, infine, partito di governo e del ria di un grande partito e non è stato l’inizio di
ci sul tema, basta la lettura dell’ottimo lavoro del conflitto sociale di classe, sulle scelte di po- governo. Questo esito ha connotato il Pd nel quell’altra storia che i suoi sostenitori avevano
di Mario Caciagli sul Valdarno, Addio alla pro- litica economica, che contribuiscono a costrui- profondo, in esso vivono anche esperienze in- annunciato. La discontinuità tra le due storie
vincia rossa, per farsene una ragione, seppure re il futuro del Paese e dell’uomo, sui rapporti teressanti, militanti impegnati, dirigenti rispet- è radicale e definitiva. Si tratta ora di altro. Si
drammatica. tra i popoli e i Paesi del mondo è pressoché tabili. Non cambia niente. Il partito resta muto tratta di rompere un vincolo che impedisce di
Ma il Pd esce dalle ultime elezioni potendo nulla. Così la politica esce dal vissuto del po- politicamente e immobile. La ragione di fondo prospettare il futuro di una soggettività politica
vantare una tenuta, se non un’inversione di polo e muore mutandosi in semplice ammini- è che la sua traiettoria e il suo attuale esito ne che, sempre con qualche forzatura, chiamiamo
mercoledì 14 ottobre 2020 5

IL 19 ULTIMA PAROLA AL PLENUM


riformista. Da tempo c’è una metafora, quella
della mossa del cavallo, cui si ricorre troppo
spesso. In questo caso il ricorso ad essa sareb- LA COMMISSIONE DEL CSM:
«DAVIGO VIA DAL CONSIGLIO
be però pertinente. La mossa aprirebbe una
diversa prospettiva, brucerebbe ogni rendita di
posizione, compresa quella degli attuali gruppi
dirigenti; impedirebbe di sostituire alla ricerca
di una linea politica la ricerca delle alleanze per

DOPO LA PENSIONE»
governare; manderebbe in soffitta le immagini
dei padri scelti per avvallare una politica, quel-
la di centrosinistra, immagini tra le tante, an-
che più pericolosamente promettenti, di una
storia conclusa ma a cui si sarebbe potuto at-
tingere. Restituirebbe infine a tutti coloro che
volessero partecipare a Per la decadenza si sono espressi due membri su tre,
quel processo la titolari-
tà delle scelte politiche Il campo anticapitalista astenuto il laico 5s. È probabile che il plenum ribalti questo
costituenti. Solo lo scio-
glimento del Pd potrebbe Resta fuori da questo orientamento ma la riunione prevista per oggi è slittata.
aprire a tutti i riformismi schema il campo di chi
e a tutti i riformisti la via
si dichiara apertamente
Tacciono le correnti, tranne Md, in attesa delle elezioni Anm
di una costituente per un
nuovo soggetto politico. anticapitalista, che però
Due potrebbero essere,
in prima approssimazio- non è per nulla fuori Angela Stella sta base che Davigo sostiene di avere il diritto di restare, anche
ne, gli orizzonti tra cui la dalla contesa e che dalla da pensionato, sino alla fine del suo quadriennale mandato. Il
costituente dovrebbe av- Consiglio di Stato tuttavia, in una sentenza del 2011, attenta ai

I
viarsi. Una più interna al-
nascita di un nuovo l consigliere Piercamillo Davigo dovrà lasciare il Csm valori e ai principi costituzionali, ha sancito che l’appartenenza
la storia politica europea, soggetto riformista quando, tra qualche giorno, compirà 70 anni, l’età massi- alla magistratura è «condizione sempre essenziale e impre-
l’altra debitrice da espe- potrebbe rilanciarsi nella ma per la permanenza in magistratura: è la conclusione scindibile per l’esercizio della funzione di autogoverno» svolta
rienze d’oltreoceano. La alla quale è giunta ieri la maggioranza (2 componenti su dai consiglieri, non limitabile al solo accesso al Csm. E proprio
prima potrebbe essere di ricostruzione di una 3) della Commissione Verifica Titoli del Csm. A favore della a quella sentenza si rifà l’Avvocatura dello Stato nel parere che
scuola neo-mitterandia- contesa storica con l’ultimo proposta della maggioranza hanno votato la presidente Lo- ha costituito la base della pronuncia della Commissione.
na, la formazione cioè di redana Miccichè e la consigliera Paola Braggion, entrambe Se l’elemento certo è dunque, finalmente, la data in cui si deci-
una nuova forza sociali- capitalismo di Magistratura Indipendente, la corrente derà il destino di Davigo, ci si chiede il per-
sta, ma di questa ipote- di cui è stato un esponente lo stesso Da- ché di questo slittamento. Una possibile
si non se ne scorgono neppure i segni lontani vigo prima di fondare il gruppo di Auto- Il parere secretato ragione potrebbe essere che da domenica
nell’intero campo riformista; la seconda po- nomia e Indipendenza. Non ha espresso 18 a martedì 20 ottobre si terrà contempo-
trebbe guardare più all’America di oggi, con un voto contrario ma si è astenuto il con- Davigo dovrebbe raneamente la tre giorni per l’elezione del
la configurazione di un grande campo libe- sigliere laico del M5S Alberto Maria Be- lasciare anche secondo parlamentino dell’Associazione Naziona-
ral-democratico, aperto a destra ai fruitori del nedetti: «Mi sono astenuto soprattutto le Magistrati: sbaglieremmo a pensare che
primato del mercato e a sinistra fino alle for- perché la questione è complessa e me- l’Avvocatura dello dunque il rinvio potrebbe essere dettato
ze in grado di riusare il termine socialista. Due rita di essere approfondita - dice inter- Stato, ma il suo parere, dal timore di qualcuno di perdere consen-
orizzonti tra i tanti che solo una costituente di pellato dall’Ansa - e la complessità della so elettorale in base alla decisione su Da-
popolo e di ricerca potrebbe restituire vivi nel questione non riguarda soltanto ragioni reso su richiesta della vigo? Non è irragionevole, anzi, ipotizzare
campo dei riformismi. Una costituente sareb- giuridiche ma anche ragioni diverse sul Commissione Verifica che la scelta finale del plenum del Csm
be il banco di prova della possibilità di vita, pe- funzionamento del Csm, la messa in si- potrebbe spostare consenso da una par-
raltro nient’affatto scontata nell’attuale realtà curezza dei suoi provvedimenti e della
Titoli del Csm, era te o dall’altra all’interno dell’Anm, sempre
del mondo ed europea, di una forza riformista loro validità. C’è una valutazione com- rimasto secretato che l’Anm rimanga integra, considerate le
nell’attuale fase storica. Essa dovrebbe lavo- plessiva che mi ha indotto in questa fa- per diversi giorni... ipotesi di scissione che stanno circolando
rare alla definizione di una sua ideologia - se se, quella della Commissione, a tenere in questi giorni.
la parola non spaventa - a una propria strate- un atteggiamento di astensione. Mentre Diciamolo chiaramente: c’è poca voglia di
gia, a un proprio programma, a una propria e in plenum naturalmente potrei anche decidere di votare in esporsi sulla questione Davigo, terreno troppo scivoloso per
originale forma di organizzazione. Se il campo un senso o nell’altro». molti, come lo è stato il caso Palamara, archiviato per il mo-
politico fosse quello di tutti i riformismi, quel- A propendere per la decadenza di Davigo dal Csm anche mento alla velocità della luce. I tatticismi hanno prevalso sul-
lo sociale sarebbe da costruire sia nella defini- il parere reso dall’Avvocatura dello Stato su richiesta del- la trasparenza, fatta eccezione per Magistratura Democratica
zione dei soggetti sociali privilegiati, fuori della la Commissione Verifica Titoli, parere che era stato rimasto che ha preso una posizione esplicita, chiara grazie all’inter-
falsa retorica secondo cui lo sarebbero i citta- stranamente secretato per diversi giorni. vento del Presidente Riccardo De Vito sulla rivista Questio-
dini tutti, sia nella individuazione delle prassi È molto probabile che l’orientamento fin qui emerso venga ne Giustizia per cui «occorre essere ben avvertiti, infatti, del
politiche e sociali da adottare con essi e in rap- ribaltato dal plenum di Palazzo dei Marescialli, previsto non gravissimo pericolo che si corre nel gettare a mare la rappre-
porto ad essi. “Vaste programme”, avrebbe det- più per oggi o domani bensì per lunedì 19 ottobre a partire sentatività democratica del Consiglio superiore per sostenere
to il generale Charles De Gaulle. E ancora, resta dalle ore 15, proprio alla vigilia del settantesimo complean- la tesi della permanenza in carica di un consigliere non più ap-
fuori da questo schema il campo di chi si pro- no di Davigo. Altre due sedute di plenum sono state convo- partenente all’ordine giudiziario», aggiungendo che «la deci-
fessa dichiaratamente anticapitalista, un cam- cate nei due giorni successivi: il 20 alle 9,30 con eventuale sione che il plenum dovrà assumere rappresenta un banco di
po che tuttavia non è, in particolare nelle realtà prosecuzione pomeridiana e il 21 alle 10. Il giorno decisivo prova per il governo autonomo».
sociali, tutt’altro che fuori dalla contesa, e che resta comunque il 19. Posizioni pilatesche sono invece giunte da Area Democrati-
anzi potrebbe rilanciarsi proprio nella ricostru- La questione da sciogliere non è affatto semplice, anche dal ca per la Giustizia che auspica «che il plenum del CSM possa
zione di una contesa punto di vista giuridico. L’articolo 24 della legge 195 del 1958 adottare la deliberazione finale attraverso un dibattito pubbli-
storica con l’ulti- istitutiva del Csm stabilisce che per essere eletti consiglieri co e un voto palese affinché le ragioni del voto e delle relative
mo capitalismo. togati bisogna essere magistrati in servizio, ma il successi- posizioni siano il più possibile intellegibili e trasparenti»; e da
Ma questo è un vo articolo 37 non prevede il collocamento a riposo quale Magistratura Indipendente che chiede «scelte tecniche e non
altro discorso… esplicita causa di decadenza di diritto dalla carica. È su que- politiche».

In alto nella pagina a


fianco
Nicola Zingaretti
alla prima
Assemblea
nazionale
da neo-segretario
del Pd

A sinistra
Fausto Bertinotti

A destra
Vignetta di Sergio
Staino per
Il Riformista
6 mercoledì 14 ottobre 2020

LA APP DEL GOVERNO SUSCITA DIFFIDENZA

IL FLOP DI IMMUNI?
NON È INDISCIPLINA
MA PAURA DEL TROJAN
Alberto Cisterna conversazioni o a prendere nota dei si apre e si chiude la cronaca giudi- zialmente l’armamentario norma- belli, ascoltino pure. Ora, a parte il
luoghi o delle persone che frequen- ziaria di questi ultimi due decenni. tivo e tecnologico a disposizione fatto che mafia e malaffare prospe-
ti. Sospetto o convinzione del tutto La divulgazione di frasi, mezze frasi, dell’inquisitore lo consentirebbe e rano a dispetto di migliaia e miglia-

A
dire la verità la garbata infondati, sia chiaro, stando alme- sospiri e silenzi su giornali e media questo incute di per sé timore, ri- ia di intercettazioni indicate come
polemica a distanza tra il no alle rassicurazioni pubbliche. in generale sembra aver sedimen- trosia, se non paura. Perché, sia indispensabili e irrinunciabili (co-
Quirinale e il premier in- Ma non è questo il punto. C’è da tato nella gente comune, anche nel- chiaro, a volerlo, nulla potrebbe me gli stessi adoratori del control-
glese Johnson sull’afflato chiedersi, infatti, come sia cresciu- la più lontana dalle leve del potere, impedire intercettazioni su larga lo di massa devono sostenere per
di libertà di italiani e inglesi meri- ta e da cosa sia stata alimentata la il timore di essere ascoltati, la pau- scala (v. Echelon e gli altri scandali) giustificare sempre più intrusioni),
terebbe qualche piccola postilla al- l’argomento dimostra quanto sca-
la luce di quanto sta accadendo in dente sia il livello della riflessione
Italia all’applicazione Immuni. Mal- che viene messo in campo. Il ti-
grado il governo abbia moltiplicato more di essere intercettati non può
a dismisura i propri sforzi, solleci- La divulgazione di mezze frasi, sospiri e silenzi su giornali essere confuso con il timore di rive-
tando giornali e telegiornali a com- lare verità nascoste e inconfessabi-
piere una vera e propria campagna e media ha sedimentato negli italiani il timore di essere ascoltati: li. La libertà di conversare senza la
pubblicitaria perché i cittadini ino- paura di essere ascoltati - dovreb-
culino sui propri cellulari l’applica- del resto oggi ci sono tutti gli strumenti per monitorarci h24 bero saperlo tutti - non ha nulla a
tivo per il tracciamento dei contatti, che vedere con la volontà di delin-
la risposta è onestamente fiacca. quere. Il segreto che tutela le con-
Anche ammesso che 7 milioni di versazioni precede quello circa il
telefonini abbiano scaricato al pro- loro contenuto. Non vi sarebbe al-
prio interno i logaritmi di Immu- cuna libertà di parola o di opinione
ni è sempre poca roba rispetto ai se pensassimo che le nostre frasi
43.600.000 di smartphone a dispo- possano essere ascoltate, registrate
sizione degli italiani (elaborazione e, se pare utile all’apparato inquisi-
Censis su dati Auditel, 2019). Si po- tore, divulgate.
trebbe dire che gli italiani amino la La minaccia dell’ascolto è già di
libertà, se non più almeno quanto i per sé una lesione, viva e con-
sudditi di Sua Maestà. Il Colle aveva creta, del diritto costituzionale di
ragione, verrebbe da dire. comunicare.
Dando un’occhiata più da vicino al- E qui torniamo alla “perfida Albio-
la questione, però, non si può fare ne” e al suo premier. Questa paura,
a meno di constatare che si tratta foss’anche una mera ritrosia, è di-
dell’unico, vero e significativo epi- venuta un profilo di quella che i te-
sodio di disobbedienza civile su
larga scala messo in atto da un po-
polo che da marzo in poi ha, prati- Demagogia
camente nella sua totalità, obbedito
a tutte le indicazioni fornite dalle I fanatici dell’ascolto di
autorità per combattere la peste vi-
rale, inclusa l’autoreclusione. massa sostengono
Su queste pagine l’avevamo scritto che chi non ha niente
che il tracciamento all’italiana non
avrebbe dato risultati e che la sor-
da nascondere
veglianza elettronica dei cittadini non ha paura di essere
sarebbe stata, sostanzialmente, uno intercettato.
spreco di tempo e di risorse. Né im-
porla a colpi di multe sarebbe ser- Ma la segretezza
vito a qualcosa, posto che nessuno delle conversazioni
è in condizione di poter controllare
il telefonino di ciascun cittadino per non ha niente a che vedere
verificare se Immuni sia stata scari- con la volontà di delinquere
cata e se funzioni davvero. Una falla
non da poco nella rete di protezio-
ne che si sarebbe dovuta stendere orici - da Costantino Mortati in poi
per impedire la seconda ondata di - definirebbero la Costituzione ma-
contagi che, entro novembre, a oc- teriale del paese. Il reale e profon-
chio e croce, potrebbe bloccare di do convincimento di essere esposti
nuovo il paese. o di essere potenzialmente esposti
Invocare l’atavico ribellismo de- all’ascolto di Stato ha inciso in ra-
gli italiani o la loro spiccata insof- dice sul modo stesso in cui la più
ferenza alla disciplina servirebbe importante e decisiva delle libertà
a poco. Questa volta si intravede fondamentali viene percepita e, di
qualcosa di più profondo e radi- conseguenza, esercitata da milioni
cato nella coscienza collettiva che di cittadini. In questo scenario pre-
non riesce proprio a mandare giù il cario a farne le spese, questa volta,
trojan di Stato, sia pure a fin di be- è la sfortunata Immuni e con essa
ne. In fondo, ma non troppo, a que- la vita e la salute degli italiani. Un
sta diffidenza verso la sorveglianza paura della sorveglianza, il timore ra del grande orecchio, l’idea di vi- anche in Italia e con un raggio d’a- popolo che ama la libertà e che è
sui contatti sociali v’è il sospetto – del controllo, anche in capo a per- vere in una gigantesca agorà, in una zione praticamente illimitato. Una troppo serio per non sospettare del
in certi casi la convinzione – che sone che nulla hanno o avrebbero piazza mediatica che ti può chiede- possibilità che genera diffidenza. potere.
qualcuno bari e che l’app autoi- da temere. Forse una spiegazione la re conto di ogni tua parola pronun- La tesi degli adoratori del Panop-
noculata nel cellulare dal ligio cit- troveremo nell’inarrestabile pubbli- ciata al telefono, in auto, in strada ticon, della sorveglianza ossessiva
tadino possa servire, prima o poi, cazione di conversazioni e brandel- o persino tra le mura domestiche. e capillare è nota: se non hai nul- Al centro
ad altro. Magari ad ascoltare le tue li di conversazioni con cui, spesso, Non che sia vero ovvio, ma poten- la da temere perché ti agiti e ti ri- Il ministro degli esteri Luigi Di Maio
mercoledì 14 ottobre 2020 7

QUEL VIZIETTO DELLA STAMPA PROGRESSISTA

Sputate su Trump!
L’antico hobby liberal
della caccia al mostro
Paolo Guzzanti “Pagliaccio”, “indifendibile”, “imbarazzante”: i media democratici riservano a The Donald
gli stessi epiteti dedicati a Nixon (che chiuse la guerra in Vietnam), a Bush padre e a Bush figlio (che ci

I
eri, prima di partire per la Florida, liberarono di Saddam), a Reagan (che chiuse la guerra fredda). Meriti? Zero. Pessimi a prescindere
Donald Trump ha annunciato così
il suo arrivo: «Vengo per abbrac- tembre e l’America aveva bisogno di tuo popolo. Gorbaciov sorrise, abbat- Hillary metteva a tacere, tanto da di- spesa tecnologica e sta presidiando
ciarvi e baciarvi tutti, grandi uomi- dare una risposta distruttiva a un set- té il muro (i berlinesi gridavano “Gor- ventare – Hillary – il bersaglio prefe- – nella tradizione anche inglese ol-
ni e bellissime donne della Florida». tore del mondo islamico e scelse un by! Gorby!!”, pazzi di lui) e quando rito delle femministe americane. Che tre che americana – la libertà di na-
Euforico, ma più che altro challen- vecchio nemico della comunità inter- dovette lasciare l’incarico accettò di cosa ha ottenuto finora Trump? Non vigazione calpestata dalla Repubblica
ging, sfidante, naughty, disobbediente nazionale già condannato dall’Onu farsi fotografare sempre con una bor- soltanto il miglior rendimento dell’e- popolare cinese nel mare cinese del
e mandando in scena lo spettacolo di con molte risoluzioni, uno che aveva sa Vuitton. Di Nixon, non parliamo. Il conomia americana dopo un taglio Sud che ha “soprelevato” centinaia
un presidente al settimo cielo che an- usato gas tossici in una guerra di ag- vecchio Ricky Tricky Dicky (imbro- drastico delle tasse che ha provocato di barriere coralline immerse trasfor-
ziché dal Covid sembra uscito da una gressione contro l’Iran durata dieci glione e testa di pene) fu trascina- il boom, ma anche la massima cresci- mandole in campi d’aviazione milita-
Spa. E Anthony Fauci, il più celebra- anni in cui morirono tutti gli adole- to dalle folle per i piedi e bruciato in ta dei posti di lavoro degli afroame- re e pretendendo di spostare il limite
to virologo e pandemiologo del pia- scenti. Ma ebbe il torto eterno, Dàbliu, effige dopo lo scandalo Watergate, il ricani, latinos e stranieri in generale, delle acque territoriali in un braccio
neta, ha commentato con sarcasmo: di accreditare la storia delle armi chi- che va benissimo. Tuttavia – mio giu- statistiche alla mano. Poi è arrivato di mare in cui passa più della metà
«Questo significa andarsele a cerca- miche che Saddam aveva usato con- dizio personalissimo e odioso – fu quello che lui chiama “il virus cine- dell’intero commercio mondiale e del
re». Motivo per cui immediatamente tro l’Iran ma che poi non furono mai uno dei più grandi presidenti ameri- se” e ha preso iniziative discusse e di- petrolio.
tutti i telegiornali, siti e quotidiani del trovate. Il buuuh mondiale era giusti- cani perché chiuse la guerra del Vie- scutibili. Ma non fatevi intortare con Non dimentichiamo che l’Italia di
mondo si sono messi sulla stessa sin- ficato, ma concentrato soltanto sul- tnam aperta dal divo democratico la storia che gli Usa hanno il record “Giuseppi” è considerata dalle statisti-
tonia per dire buuuh!, vergogna, che la storia delle armi chimiche: chi se John Kennedy e aprì alla Cina comu- dei morti per Covid mentre noi siamo che economiche più o meno una pro-
idiota arrogante, incompetente. Vor- ne frega se Saddam fosse uno dei più nista di Mao Zedong che nel frattem- i primi della classe: noi italiani abbia- vincia cinese. Questo è anche uno dei
rei partire da qua: dall’unanimismo terribili assassini di suoi compatrio- po minacciava la guerra all’Unione mo finora 36mila morti con 60 milio- motivi per cui in Italia se ti azzardi a
della caccia allo stregone. Sintonizza- ti, tanto che da loro fu portato in giu- Sovietica. Minimo comun denomi- ni di abitanti e gli Usa hanno sei volte dire che forse Trump non è un mo-
tevi sui canali, i social, i siti e vedre- dizio secondo le leggi del suo Paese, natore? Tutti repubblicani. Un candi- la popolazione dell’Italia con la stessa stro, non è sempre imbarazzante e
te accendersi questa aurora boreale condannato e impiccato scandalo- dato repubblicano è sempre, prima di percentuale di morti. La brutale per- comunque sa fare il suo mestiere, ri-
dello sdegnato anti trumpismo. Ma: è samente davanti ai cellulari che dif- tutto impresentabile, imbarazzante e dita dei posti di lavoro è stata quasi schi il linciaggio o comunque il cono
forse qualcosa di nuovo? No, assolu- fondevano il video virale della sua non adatto alla sua funzione. Se tra- interamente già colmata e Wall Street d’ombra, un luogo invisibile che ren-
tamente. È un vecchio e automatico disperazione. Vogliamo parlare di Ro- sferite lo stile in Italia, vedrete che tut- fra alti e bassi sceglie gli alti. È merito de invisibili e che si può frequentare
riflesso condizionato. Dove l’abbiamo nald Reagan? Un attorucolo di film ti coloro che si sono presentati sulla suo? Le opinioni sono varie e diverse. anche senza mascherina. E poi an-
già visto? Ricordate le scorse elezio- cora, il boombastico Trump, l’odioso
ni del 2016? Gli anchorman americani imbarazzante incompetente, ha ritira-
svenivano in diretta quando doveva- to quasi tutte le truppe americane da
no ammettere che Trump aveva vin- ogni angolo della terra e quasi conclu-
to: «Non posso crederci, ditemi che so la pace con i talebani dell’Afghani-
non è vero…», mormoravano molti. stan. Non è un vero mostro? Certo, ha
Negli studi televisivi italiani, dove mi questo peccato non troppo originale
sforzavo di mostrare senza conati di dell’ “America First” che tutti fanno
vomito perché Trump avrebbe pro- finta di capire alla rovescia. A prescin-
babilmente vinto, mi trattavano come dere dal fatto che è stato il motto di
un miserabile provocatore. E questo è quasi tutti i presidenti che ponevano
perfettamente normale. Prima di lui i problemi del loro Paese in testa ai lo-
i due presidenti Bush, padre e figlio,
ebbero lo stesso trattamento. Il pri-
mo fu trattato con gelida condiscen- Scomode verità
denza. Uno che ha comandato la Cia
ed è stato vice di Reagan: che cosa vi Il tycoon ha portato
potete aspettare? Bush padre affron-
tò l’annessione del Kuwait da parte di
l’economia americana
Saddam con impeccabile calma, rac- a livelli record: mai così tanti
colse una coalizione di Stati arabi co- afroamericani occupati
me l’Egitto, si procurò un mandato
delle Nazioni Unite, lasciò a Saddam
tutto il tempo e le occasioni per riti- ro programmi. Quelle due parole così
rarsi, gli mandò il suo segretario alla odiate vogliono dire che l’America si
Difesa a Bagdad e fece ricevere a New è rotta le palle di fare la badante al
York il ministro degli Esteri iracheno mondo libero, il nostro, che banchetta
Tarik Aziz che rifiutò sdegnosamen- con i soldi risparmiati dalla spesa mi-
te una sua lettera personale. Bush si litare, sapendo che tanto alla peggio
procurò il consenso dell’Unione So- verranno a salvarci i marines e a far-
vietica che ancora esisteva e si chia- si seppellire nei nostri cimiteri, come
mava Gorbaciov. Poi chiamò Colin hanno già fatto nelle due guerre mon-
Powell, un afroamericano venuto dai diali e nella guerra fredda, che hanno
ghetti e che aveva nominato coman- odiosamente vinto anche se non si
dante in capo di tutte le forze arma- western, un perfetto cretino, un guer- scena come antitetici alla sinistra fin- E ovvie. Quel che è certo è che il flus- deve assolutamente dire. Queste cose,
te americane e gli dette la green light rafondaio che porterà il mondo alla to-liberal rappresentata dal Pci, Craxi so di consensi afroamericani cresce giuste o sbagliate che siano, non ven-
per sloggiare Saddam, rifiutandosi guerra e l’umanità all’estinzione. Non e Berlusconi, Cossiga, Forlani e perfi- per Trump e scende per i democrati- gono mai fuori durante i dibattiti, nel
però di inseguire il dittatore e libe- era forse imbarazzante? Non era im- no De Gasperi, sono stati sottoposti ci. La catena televisiva Fox è piena di corso dei telegiornali in cui il servizio
rarsi di lui. Fu la più grande operazio- presentabile? Non era forse inadat- alla prova del disprezzo. Allora, tor- intellettuali neri, conduttrici nere, fi- consiste nell’isolare l’ultima puttanata
ne militare per quantità e qualità, dal to all’incarico? Come sia andata la niamo a Trump che esibisce dei ter- losofi di ogni colore e sono tutti tru- detta o attribuita a Trump e sputarci
D-day del 1944. Non un applauso dal- storia lo sappiamo: Reagan, insieme ribili difetti caratteriali: è “boombastic” mpisti scatenati. I media liberal, dal sopra ripetendo: imbarazzante, in-
la stampa liberal che prese nota con all’altra odiatissima Margareth Tha- cioè chiassoso e provocatore e come New York Times alla Cnn e Washin- competente, incapace, speriamo che
aria distratta. tcher a Londra, misero l’Urss e Gor- sempre ha fama di donnaiolo proba- gton Post è sempre furiosa con lui, ma lo caccino.
Poi venne Bush figlio, George W., det- baciov di fronte a una scelta: o butti bilmente non usurpata. Un peccato, questo è normale, in America, dove il
to brevemente “W”, Dàbliu, che fu giù quel muro e quell’apparato mili- questo, che la sinistra liberal ha affet- gioco politico è sempre duro, spieta-
trattato subito come un pagliaccio tare aggressivo o oppressivo, oppure tuosamente condonato a Bill Clinton to, senza sconti, come noi neanche ce Al centro
forsennato. Dàblu finì il lavoro di suo ti metteremo di fronte a una corsa al- il quale non si faceva soltanto adorare lo sogniamo. E ancora: mentre da noi Donald Trump in campagna elettorale
padre andando a prendere Saddam a la tecnologia che non ti puoi permet- in ginocchio da una stagista, ma ave- nessuno o quasi ne parla, l’America di dall’aeroporto internazionale
casa, perché c’era stato l’Undici Set- tere e che affamerà ulteriormente il va una collezione di ricattatrici che Trump si è riarmata con una enorme di Orlando Sanford
8 mercoledì 14 ottobre 2020

JOHNSON IN CRISI DI POPOLARITÀ: PARLA BILL EMMOTT

«SFIDUCIA E RISENTIMENTO
All’inizio di questa crisi pandemi-
ca, si è detto e scritto in ogni do-
ve che nulla sarà più come prima.
Ma questo nulla non rischia di tra-
sformarsi in peggio?

IL COVID SMASCHERA BOJO»


Non è detto e, comunque, non è un
destino già scritto, ineluttabile. Per-
ché esiste la possibilità di adattarsi
e soprattutto di trasformare una crisi
come quella che il mondo sta viven-
do in un’opportunità per ripensare il
lavoro, le relazioni sociali e umane,
il rapporto con l’ambiente... Lo spi-
rito di adattamento non è altra cosa
Umberto De Giovannangeli Il virus avanza e Downing Street brancola: «C’è ignoranza, incompetenza, dallo spirito di sopravvivenza. È an-
che fantasia, creatività, coraggio di
improvvisazione. Ministri scelti per la lealtà alla Brexit e non per le capacità», innovare. Il problema in Gran Breta-

«B
oris Johnson paga il fat- accusa il giornalista. «Gli italiani si fidano del governo molto più degli inglesi» gna è che l’attuale Governo quanto
to di aver dato vita a un a “spirito di adattamento” è davve-
Governo i cui membri ro scarso. Se guardiamo ad un oriz-
sono stati scelti in base zonte più ampio, planetario, sia nei
alla lealtà alla Brexit e non per capa- paesi ricchi che in quelli poveri, la re-
cità ad affrontare situazioni di gran- azione pubblica alle privazioni e alle
de difficoltà come quella determinata disuguaglianze economiche può es-
dal coronavirus». Ed oggi, di fronte al- sere il principale pericolo. Se le pri-
la crisi pandemica, questo nodo è ve- vazioni economiche si combinano
nuto drammaticamente al pettine. Un con il risentimento e la rabbia per le
esecutivo di impreparati non può che mancanze dei governi nella gestione
annaspare in questa situazione”. A so- della crisi sanitaria, il mix che ne ri-
stenerlo, in questa intervista a Il Ri- sulta potrebbe rivelarsi esplosivo. Il
formista, è Bill Emmott, giornalista e rischio principale di questo tipo nei
scrittore britannico. Emmott è stato di- paesi democratici può sorgere do-
rettore dell’Economist dal 1993 al 2006 po che la crisi sanitaria ha superato il
portando il giornale a più che raddop- peggio. In Europa e in Nord America,
piare la distribuzione rispetto al perio- e presto anche in Giappone, le eco-
do precedente. Dal 2013 si occupa di nomie e le società sono state messe
The Wake Up Foundation, un’associa- in una sorta di parziale ibernazione
zione no profit, fondata insieme alla che i cittadini sono chiamati ad ac-
regista italiana Annalisa Piras, che ha cettare per tutto il tempo che viene
lo scopo di documentare e informa- ritenuto necessario, per protegge-
re sul declino delle società occidentali. re la propria salute. Ma le restrizioni
«Quanto a credibilità e fiducia verso il al lavoro e ai movimenti sociali si ri-
Governo e le amministrazioni regiona- veleranno più difficili da eliminare in
li – rimarca Elmott, profondo conosci- modo graduale di quanto non sia sta-
tore della realtà italiana – l’Italia è oggi to finora. Il diritto alla salute è sacro-
messa molto meglio del Regno Unito». santo, letteralmente vitale, ma alla
lunga non può essere contrapposto
Il premier Boris Johnson ha pre- ad altri diritti che sono a fondamento
sentato in Parlamento un sistema a di regimi democratici. E se la storia
tre livelli che prevede diverse misu- è magister vitae, allora l’Europa do-
re a seconda del numero dei conta- vrebbe trarre una lezione da una sto-
gi, Cosa c’è dietro questa politica a ria recente...
“strati”?
C’è una divisione, che non è leggibi- A cosa si riferisce?
le con le chiavi politiche tradiziona- Un errore fondamentale commes-
li, tra una parte dell’opinione pubblica so soprattutto in Europa dopo la cri-
che crede che il Governo dovrebbe si finanziaria del 2008 è stato che i
fare di più, agire con più forza e chia- rientante. E a ciò si aggiunge la scar- locali. Molti commentatori accusa- A proposito di spaccatura tra programmi di stimolo fiscale del go-
rezza, e un’altra parte che non crede sa competenza dimostrata in questo no Johnson di avere agito esclusiva- Nord e Sud dell’Inghilterra. La verno per le loro economie sono sta-
in un lockdown severo. Johnson sta drammatico frangente dal Governo nel mente negli interessi di Londra e di deputata Lisa Nandy, ministro ti interrotti o tagliati troppo presto.
in mezzo, e cerca di arrangiarsi senza suo insieme e dai suoi singoli mem- avere utilizzato due pesi e due mi- degli Esteri ombra e dirigente di Le forze politiche populiste si sono
avere una visione d’insieme, una stra- bri. Un esempio di questa manifesta sure. È un’accusa fondata? spicco del Labour, ha sostenu- rafforzate sulla base del risentimen-
tegia per far fronte ad una crisi che non incompetenza è la vicenda dei test to che «il governo sta lavoran- to che, mentre i banchieri venivano
è solo sanitaria ma che sta avendo pe- dei tamponi. Sia il Primo ministro che do contro gli interessi del Nord». salvati, la gente comune veniva fatta
santissime ricadute sul piano sociale il suo ministro della Salute, Matt Han- I rischi del dopo Nandy rappresenta il seggio di soffrire. Lo stesso potrebbe accadere
ed economico. È questo suo continuo cock, si sono avventurati in promesse, Wigan, una periferia di Manche- di nuovo durante il periodo di ripresa
oscillare tra rassicurazioni e pugno di disattese, sulla rapidità con cui sareb- «Se le privazioni ster, e testimonia di non avere dalla pandemia. Questa volta, l’atten-
ferro che hanno minato la credibili- bero stati messi a punto i test. Qui l’i- economiche «mai visto una rabbia simile nei zione principale del sostegno fiscale
tà sua e del suo esecutivo. A rendere gnoranza della materia si è intrecciato confronti del governo da quando governativo si è concentrata sui pa-
ancora più problematica la situazio- con un patriottismo fuori luogo, con si combinano con la sono cresciuta qui negli anni Ot- gamenti del welfare sia ai singoli che
ne, c’è il braccio di ferro in corso tra il tanto di proclami sulla rapidità con rabbia per le mancanze tanta». È una rabbia forte quella alle imprese, in modo da aiutarli a
Governo centrale e le autorità locali. A cui l’industria britannica avrebbe for- che sta montando nel Nord del sopravvivere al letargo economico. Il
scontrarsi sono interessi divergenti tra nito dispositivi di tracciamento e pro- dei governi nella paese? modo in cui questo welfare viene ri-
Downing Street e gli amministrato- tezione individuale e ventilatori per la gestione dell’epidemia Non parlerei tanto di rabbia quanto tirato potrebbe rivelarsi decisivo per
ri di città del Nord dell’Inghilterra co- terapia intensiva. Le cose sono anda- il risultato potrebbe di una mancanza di fiducia. La colpa stabilire se in alcuni Paesi le conse-
me Manchester e Liverpool. A pesare te diversamente, il messaggio ha finito del Governo centrale non è, a mio guenze della pandemia porteranno a
è anche il fatto che il governo di Boris per alimentare confusione e incertez- rivelarsi esplosivo. avviso, quello di fare le cose contro un cambiamento politico radicale o
Johnson è oggi molto meno popolare za nell’opinione pubblica e così la po- Il rischio nei paesi gli interessi del Nord, ma è una col- se torneranno alla normalità.
di quanto lo fosse prima del coronavi- polazione non ha grande fiducia nel pa di ignoranza, di mancanza di co-
rus. L’impressione Governo. Il contrasto con l’Italia è im- democratici può noscenza di quella realtà, oltre che In questo contesto cosa ha rappre-
generale è che la pressionante e forte. L’impressione sorgere quando la fase un colpevole ondeggiamento nelle sentato e rappresenta la Brexit?
comunicazio- che si ha è che la popolazione ita- varie fasi del Covid. Un elemento di grande distrazio-
ne di ciò che è liana abbia una certa fiducia nel peggiore della crisi ne. Un problema di questo Gover-
la situazione Governo di Roma e in quelli re- sanitaria sarà superata» Cosa significa, non solo da un no è che i suoi membri sono stati
e delle misu- gionali per il rigore con cui è sta- punto di vista sociale ma anche scelti per la lealtà sulla Brexit e non
re adottate per ta affrontata questa emergenza. In dal punto di vista del costume, sulla competenza necessaria per af-
affrontare la Inghilterra questa fiducia non c’è. Direi di sì. Gli interessi politici del per una realtà quale quella bri- frontare situazioni così gravi e com-
pandemia, sia Il numero dei pazienti negli ospe- Partito conservatore sono concen- tannica la chiusura dei pub? plesse come quella che stiamo
inconsistente, dali cresce molto rapidamente trati a Londra e a Westminster, negli Bella domanda...Chiaramente i pub attraversando.
se non diso- e ciò che preoccupa molto è anche la ambienti politici e finanziari londi- sono i luoghi della vita sociale in
reazione sociale che sta montando. nesi. Ufficialmente la strategia del Gran Bretagna. È qualcosa di pro- In alto
governo Johnson, nel suo nasce- fondamente diverso dai caffè o dai Il primo ministro britannico Boris
In precedenza, hai re, è stata quella di non determina- ristoranti. Nei pub si formano aggre- Johnson durante il briefing sul
fatto riferimento al re squilibri tra Nord e Sud del paese. gazioni, si sviluppano relazioni so- Coronavirus
braccio di ferro in Ma ciò non è avvenuto nella crisi ciali, si creano comunità. Chiudere i
atto tra Downing pandemica. Le parole sono diverse pub significa una chiusura della vita In basso a sinistra
Street e le autorità dai fatti. sociale, soprattutto nel Nord. Il giornalista Bill Emmott
mercoledì 14 ottobre 2020 9

ESCE PER DONZELLI “DALLA PARTE DEGLI ULTIMI”


Eraldo Affinati

Sardelli, il prete ruvido


C
inquant’anni fa poteva

che amò solo i diseredati


accadere a Roma che un
ragazzino finisse ucci-
so mentre giocava lungo
i binari della ferrovia, come oggi
capita nelle periferie delle metro-
poli asiatiche o africane. Dentro

La baracca 725 e la scuola per i poveri


le povere abitazioni cresciute al-
la maniera di piante rampicanti
sui ruderi antichi dell’Acquedot-
to Felice non c’era energia elettri-
ca, né impianti idraulici. Quando
pioveva si gettava un’incerata sul so troppo diplomatico durante la
tetto in eternit, senza sapere che trasferta brasiliana. Perfino Madre
fosse cancerogeno, nella speran- Teresa di Calcutta, vedendolo così
za che tenesse. Le persone che vi- battagliero, se ne ritrasse quasi in-
vevano in quelle condizioni erano timorita. Insomma una persona-
migranti italiani, in maggioranza lità tagliente, eppure amatissima
provenienti da Villavallelonga, un dal suo popolo: «Mi volevano be-
comune in provincia dell’Aquila, ne. Ma anche se mi avessero vo-
ma anche da Calabria e Sardegna. luto male, io non faccio la scuola
Quando Mohamed e Lucinda era- perché mi vogliano bene, questo
vamo noi. lo può fare un mercante, ma non
Proprio accanto all’insediamen- un educatore. Un educatore de-
to, che venne smantellato nel 1973, ve anche essere duro e procurarsi
nel momento in cui gli abitanti fu- il male che gli vogliono i ragazzi-
rono “deportati” a Nuova Ostia, ni». Ai quali non si era limitato a
sorge ancora oggi la grande Chie- togliere il calcio spingendoli alla
sa di San Policarpo (all’epoca so- lettura critica dei quotidiani. Abi-
prannominata “il panettone”, e “la tando insieme alle famiglie, era
centrale nucleare”). Fu dalla ter- diventato uno di loro. La sera an-
razza dell’edificio religioso che dava da Upim a comprarsi il pesce
don Roberto Sardelli, giovane pre- surgelato che consumava bollito
te appena nominato vice parroco, con un filo d’olio e del prezzemo-
vide per la prima volta lo scem- lo. Tutti lo vedevano. E capivano
pio posto accanto ai fascinosi pini che non poteva esserci “vacanza”,
della Via Appia, con le reggie abu- né “ricreazione”, perché la scuola
sive dei nuovi palazzinari. Era un era la vita. Don Milani docet. Dal
ex funzionario di banca che, do- 1968 al 1973 furono cinque anni
po aver preso i voti, aveva gira- terribili e meravigliosi. Quando
to un po’ in Europa, forse perché morì Clelia, non c’erano soldi per
i suoi superiori credevano potes- la cerimonia funebre. Allora Ri-
se intraprendere una carriera ec- ta, la vecchia prostituta, le portò
clesiastica nei ranghi vaticani e il suo vestito più bello. E don Sar-
avesse quindi bisogno di impara- Comprò la sua capanna per pochi soldi da un prostituta, e ne fece un polo delli celebrò il funerale davanti a
re le lingue. In Francia gli capitò didattico per i dimenticati dell’Acquedotto Felice. Divenne uno di loro. Ma tutto il quartiere. Aveva innesca-
di incontrare in una colonia estiva to così in quei poveri diseredati la
alcuni ragazzi di Barbiana, i qua- non era tenero: «Mi vogliono bene? Non faccio assistenza, creo coscienza» consapevolezza del bene comune.
li lo invitarono a conoscere il pri- Forse intendeva questo quando
ore, loro maestro. Don Roberto si sime non faceva per lui. E così, mentazioni sociali più avanzate, una contiguità troppo stretta coi disse: «Io non faccio assistenza,
appassionò allo stile educativo di dopo una forte crisi interiore, so- riuscì a fare a don Roberto prima poteri forti, Giuseppe Dossetti, che ma creo coscienza».
don Lorenzo Milani, superando in matizzata con varie conseguen- della sua scomparsa avvenuta a gli aveva chiesto quando faces-
un battibaleno certe sue asprezze ze fisiche, era stato mandato a San Pontecorvo, in provincia di Frosi- se catechismo, Tullio De Mauro, In alto
caratteriali. Policarpo dove tuttavia rischiava la none, paese natale, il 18 febbraio il quale avrebbe voluto che i suoi Baraccopoli dell’Acquedotto Felice
Al ritorno nella capitale venne as- medesima sorte. Fu la baraccopoli 2019. Qui riportiamo l’essenziale: scolari continuassero ad espri-
segnato in una parrocchia di Vi- a salvarlo. Perché don Sardelli non la famosa baracca 725 diventò una mersi in dialetto, e anche coi Papi, In basso
tinia, non distante dal mare, ma si limitò a frequentarla dall’ester- scuola per i ragazzini cresciuti lì compreso Bergoglio, a suo avvi- Don Roberto Sardelli
presto egli comprese di non tro- no. Alla maniera di Pietro, quando attorno, pochi metri quadri di vul-
varsi a suo agio nelle vesti canoni- vede Gesù risorto sul lago di Tibe- canica attività didattica e non solo.
che che gli proponevano: limitarsi riade (Giovanni, 21, 1-14), ci si but- In quel piccolo ambiente venne-
ad amministrare battesimi e cre- tò dentro a corpo morto, andando ro composte, secondo il metodo
ad abitare nella baracca 725. Gliela della scrittura collettiva elaborato
Antidiplomatico cedette a pochi soldi Rita, una pro- a Barbiana, “La lettera al Sindaco”
stituta, che continuò a praticare la e “La lettera ai cristiani di Roma”
Don Roberto lo chiarì: sua attività pochi metri più in là. che, pubblicate sui giornali, Paese
Cosicché all’inizio, quando i clienti Sera in primo luogo, provocarono
«Non sono interclassista» bussavano alla porta e, invece del- una serie di conseguenze a catena,
Gli interessavano solo la donna, vedevano un uomo bar- sia all’interno della Chiesa, sia nel-
buto, restavano di sasso. le istituzioni pubbliche.
gli emarginati. Polemizzò Chi voglia sapere come andò a fi- Don Sardelli, come disse lui stes-
con i salesiani vicini nire tutta la storia dovrebbe leg- so, non era “interclassista”, il che
ai poteri forti, con gere Dalla parte degli ultimi significa che prendeva consape-
(Donzelli, pp. 197, 25 euro, pre- volmente le parti dei più svan-
De Mauro e con Dossetti. fazione e significativo contribu- taggiati contro chi stava meglio,
E anche Madre to di Alessandro Portelli), un libro senza curare, diciamo così, gli
che raccoglie alcune interviste che equilibri. Non aveva peli sulla lin-
Teresa rifuggì la sua Massimiliano Fiorucci, pedagogi- gua. Non esitò a polemizzare coi
tempra indomita sta da sempre attento alle speri- salesiani, ai quali rimproverava

Romeo Editore srl unipersonale Registrazione n. 24 del 29/05/2019 Concessionaria per la pubblicità per Tutti i diritti sono riservati.
Nessuna parte di questo quotidiano può essere
Centro Direzionale IS. E/4 Tribunale di Napoli l’edizione di Napoli: riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici
Via Giovanni Porzio n.4 Bonsai Adv Srls o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma
di legge.
Quotidiano 80143 Napoli Sped. Abb. Post., Art. 1, Legge 46/04 Via Dante Alighieri, 53 Procida (NA)
P.IVA 09250671212 del 27/02/2004 – Roma 081 5515254

Redazione e amministrazione Stampa


Via di Pallacorda 7 - 00186 Roma News Print Italia Srl Raccolta diretta e pubblicità
Via Campania 12, 20098, San Giuliano pubblicita@ilriformista.it
Email redazione Milanese, Milano Chiuso in redazione alle ore 21.00
redazione@ilriformista.it
Direttore Responsabile Trattamento dei dati personali Abbonati su
Email amministrazione Responsabile del trattamento
Piero Sansonetti
amministrazione@ilriformista.it dei dati Dott. Piero Sansonetti, in www.ilriformista.it
Vicedirettrice adempimento del Reg.UE 679/2016 e
Sito Web www.ilriformista.it del D.Lgs.vo 101/2018 © COPYRIGHT ROMEO EDITORE SRL
Angela Azzaro
10 mercoledì 14 ottobre 2020

500 MILA OPERAI OCCUPARONO LE FABBRICHE


E IL 19 SETTEMBRE GIOLITTI CONVOCÒ LE PARTI SOCIALI

La lotta e l’accordo:
così nel 1920 vinse
la strada riformista
La discussione tra massimalisti e riformisti fu accesa. Sull’Avanti Giacinto Menotti Serrati attaccò il “concordato”:
«Il conquistato controllo delle fabbriche non potrà che rappresentare una mistificazione...».
Gli rispose Filippo Turati: «La rivendicazione del controllo operaio è esso stesso una rivoluzione»
In foto ni dopo l’accordo) Giacinto Menotti Serrati, leader e il suffragio universale, in quanto incide direttamen-
Giuliano Cazzola Filippo Turati della maggioranza massimalista, iniziò l’offensiva te il diritto di proprietà, nella sua preminente matrice
(Canzo, 26 critica. Partendo da un apprezzamento del risultato capitalistica». «Scopi immediati della riforma voglio-
novembre dal punto di vista sindacale, per quanto riguardava no essere – in linea con le ripetute dichiarazioni della

I
l 19 settembre del 1920 Giovanni Giolitti convoca- 1857 – Parigi, gli aspetti economici e normativi, Serrati sostenne Confederazione Generale del Lavoro (allora salda-
va le parti sociali a Roma, al Viminale allora sede 29 marzo che il concordato non fosse soltanto una vittoria dei mente diretta dai socialisti riformisti, ndr) – rendere
della Presidenza del Consiglio, con l’intento di rag- 1932), politico, metallurgici, ma anche di Giovan- il lavoratore partecipe della ge-
giungere un “concordato” che ponesse fine all’oc- giornalista, ni Giolitti. Le critiche più severe, stione dell’azienda, elevare la sua
cupazione delle fabbriche (che era in corso, in alcune tra i primi tuttavia, afferivano alla problema- Passo storico dignità, imparargli a conoscere i
e più importanti
aree del Paese, da una ventina di giorni e che quin- tica del controllo operaio. «Il con- congegni amministrativi dell’indu-
di durò meno del “maggio francese” del 1968). Lo leader
quistato controllo delle fabbriche, Scriveva il leader dei stria, evitare di questa le degenera-
del socialismo
statista liberale si era rifiutato – nonostante le pres- quando pure riuscisse a funziona- riformisti su Critica zioni speculazionistiche, ridestare
italiano e tra i
sioni degli industriali – di usare la forza per libera- re non potrà che rappresentare una nel lavoratore la spinta al lavoro,
re le fabbriche dagli occupanti. Aveva intuito che
fondatori,
mistificazione o una corruzione. Il Sociale: «La riforma intensamente e gioiosamente pro-
a Genova
l’unica possibilità di una soluzione incruenta risie- nel 1892, controllo – proseguiva l’esponen- rende il lavoratore duttivo». E da qui partiva la parte
deva nel riuscire a riportare la vertenza sul terreno te del Psi - è di per se stesso col- politica del ragionamento di Turati:
sindacale da cui era nata, sbandando nell’escala-
dell’allora
laborazione. Se fatto veramente sul
partecipe della gestione «La futura graduale socializzazio-
Partito
tion delle forme di lotta: gli operai avevano adottato dei Lavoratori serio conduce inevitabilmente a dell’azienda, eleva ne delle industrie è condizionata
metodi di ostruzionismo a cui gli imprenditori ave- Italiani trasformare gli operai in aiuti inte- la sua dignità e gli fa a questi risultati più prossimi». A
vano risposto con la serrata e i sindacati avevano di ressanti della gestione borghese». un secolo di distanza non siamo in
conseguenza ordinato l’occupazione delle fabbri- E di nuovo: «L’ora critica della vi- conoscere i congegni grado di giudicare la buonafede di
che metallurgiche (poi estesa anche ad altri settori ta nazionale non si chiude con un amministrativi Turati ovvero se fosse davvero con-
dell’industria e non solo). In pochi giorni il movi- concordato di puro carattere sin- vinto – pur sostenendo un indiriz-
mento aveva coinvolto 500 mila lavoratori, con pic- dacale»; aggiungendo poi un au- dell’industria» zo politico corretto e condivisibile
chetti armati sui cancelli degli stabilimenti. Giolitti spicio visionario: «Non passerà – che la Commissione paritetica
era convinto che gli stessi dirigenti della Cgl e del- lungo tempo – saranno forse poche settimane – che avrebbe portato a compimento l’incarico. È invece
la Fiom, da veri socialisti riformisti, lavorassero per una nuova lotta si ingaggerà indubbiamente», perché palese la malafede di Serrati. Come disse un espo-
la sua stessa prospettiva, essendo consapevoli che «la borghesia italiana non si salva con la firma appo- nente socialista milanese a commento della sessione
proseguendo in quella lotta – all’inseguimento della sta dai signori industriali al concordato imposto da della Direzione del Psi che mise all’ordine del gior-
chimera della rivoluzione - la classe operaia sarebbe Giovanni Giolitti». Gli rispose Filippo Turati su Criti- no la rivoluzione: «Noi sentivamo che la rivoluzione
stata condotta al massacro. ca Sociale (il quindicinale dei riformisti). «La riven- non si sarebbe fatta, perché la rivoluzione non si fa
All’incontro, nella sala del Consiglio dei Ministri al dicazione del controllo operaio, mantenuto nei limiti convocando prima un convegno dove si deve andare
Viminale, erano presenti - scrive Paolo Spriano – ol- in cui oggi è possibile e fruttuoso esercitarlo, è essa a discutere se si dovrà fare o non fare la rivoluzione.
tre a due prefetti (Lusignoli e Taddei) – D’Aragona, stessa una rivoluzione, la più grande, dal punto di vi- Questa è roba da Messico che si è voluto trasportare
Baldesi e Colombino per la Cgl, Marchiaro, Raineri sta socialista, dopo il conquistato diritto di coalizione nel nostro Paese».
e Missiroli per la Fiom; Conti, Crespi, Olivetti, Falk,
Ichino e Pirelli per la Confederazione dell’Industria.
Giolitti presiedeva la riunione e volle accanto a sé
D’Aragona. Dopo sei ore di discussione il concorda-
to venne sottoscritto. I suoi contenuti economici e
normativi rappresentarono un successo per il sin-
dacato, tanto che, il testo, sottoposto a referendum,
fu approvato dalla grande maggioranza dei lavorato-
ri. Ma, in quella stagione di miraggi, anche i sindaca-
listi riformisti non potevano evitare di misurarsi con
l’obiettivo della socializzazione dei mezzi di produ-
zione e di scambio; occorreva essere, quindi, convin-
centi e competitivi con quelli che promettevano di
“fare come la Russia”, attraverso la scorciatoia della
rivoluzione. In sostanza, non sarebbe bastato un ri-
sultato importante sul piano sindacale se non fosse
stato considerato una tappa nella marcia del “prole-
tariato” verso il socialismo. Così nel “concordato” la
Cgl e la Fiom dovettero trovare una soluzione anche
per la questione del “controllo operaio” (che era la
“bestia nera” degli industriali) quale alternativa a chi
prometteva i Soviet. Giolitti aveva sbloccato lo stallo
mediante un decreto legge – scrive Paolo Spriano -
che istituiva una “Commissione paritetica di 12 mem-
bri, incaricandola di formulare quelle proposte che
possono servire al governo per la presentazione di
un progetto di legge”. Anche allora vi era la consape-
volezza che le Commissioni servissero per accanto-
nare delle questioni difficili, sia pure attribuendo ad
esse un valore fittizio rispondente sulla carta ai de-
siderata delle organizzazioni sindacali. Fatto sta che,
in sede politica, la questione del controllo operaio
divenne la cartina di tornasole del rilievo (o meno)
dell’intesa. Sull’Avanti! del 21 settembre (due gior-
mercoledì 14 ottobre 2020 11

INTERVENTI

Annamaria Parente*
Tempo scaduto: l’Italia
L
e risorse decise dall’Unione Europea

ha bisogno del Mes


per alleviare gli immani danni arre-
cati dalla diffusione del Covid-19 so-
no il segno della volontà di ripresa
del cammino di solidarietà e coesione so-
ciale della nostra casa comune. I singoli Sta-
ti europei devono collettivamente cogliere le
opportunità derivanti da questa terribile pan-
demia. Anche se il negoziato per il Recovery
In questa fase le risorse europee sono fondamentali per incrementare il processo
Fund sembra aver subito, in questi ultimi di tracciamento del virus, rafforzare il personale delle Asl e di tutta la medicina territoriale
giorni, una battuta d’arresto, rimane solida la
nostra fiducia nella responsabilità della clas- linea di credito dell’Eurogruppo perché con- ria precipiti per correre ai ripari, ciò signi- In tema di rete ospedaliera, si dovrebbe va-
se politica europea che saprà valutare, deli- sentirebbe al nostro Paese di acquisire subi- ficherebbe avere la memoria corta rispetto lutare l’opportunità di rivedere gli standard
neare e attuare nelle prossime ore l’iter di un to liquidità, limitando nello stesso tempo la alle valutazioni che si devono trarre dal disa- definiti dal DM 70/2015, al fine di ridurre il
grande “piano di ripresa e resilienza” del no- spesa per interessi. Occorre sempre eviden- stro sanitario ed economico causato dall’ini- sovraccarico attuale degli ospedali e permet-
stro continente. ziare che l’Italia è tra quei Paesi che soffrono zio dell’epidemia a marzo. Il rischio di nuovi tere ai servizi territoriali e di telemedicina di
Nel frattempo l’Italia ha, hic et nunc, ne- grandi criticità relative agli alti tassi di inte- lockdown e il documento mettere efficacemente a
cessità di accedere ai Fondi del Mes. Come resse e all’elevato debito, per cui il Mes sani- per la ripresa dell’econo- Tempistiche regime la propria attività,
sappiamo, il documento approvato dall’Eu- tario è quanto mai indispensabile. Abbiamo mia sono dietro l’angolo. anche in considerazione
rogruppo, in data 8 maggio 2020, apre una immediatamente bisogno di aumentare la Con le risorse del Mes po- È fondamentale decidere del fatto che l’Italia, come
nuova linea di credito denominata Pandemic capacità di risposta ed efficienza del nostro tremmo innanzitutto in- in fretta come utilizzare ha ulteriormente eviden-
Crisis Support, nell’ambito del vigente Mec- sistema sanitario, soprattutto in conside- crementare il sistema di ziato la recente emergen-
canismo Europeo di Stabilità. Il prestito am- razione del fatto che i contagi si stanno dif- tracciamento del virus, le risorse della nuova za sanitaria, si colloca fra
monterebbe al massimo al 2% del Pil il 2019 fondendo in zone del Paese dove le strutture evitare le code dei citta- linea di credito i Paesi europei che han-
e, dunque, per l’Italia si tratterebbe di 35, 74 sociosanitarie risultano più carenti o non suf- dini ai drive-in, abbattere no il più basso numero di
miliardi, per la durata di 10 anni, con un tas- ficientemente attrezzate. i tempi di attesa delle ri- dell’Eurogruppo, posti letto in rapporto alla
so di interesse vicino allo 0% (0, 35% il pri- Il ministro Gualtieri ha dichiarato che l’Italia sposte ai test, soprattutto il nostro Paese acquisirebbe popolazione.
mo anno e 0,15% per gli anni successivi) con non ha bisogno di liquidità per il buon anda- di chi ha sintomi, raffor- E infine a noi servono im-
assenza di condizionalità, fatta salva la de- mento recente delle aste dei titoli di Stato e zare il personale delle Asl
subito liquidità evitando mediatamente risorse per
stinazione dei fondi per le spese “dirette e in- che si possono acquisire risorse sui merca- e dei laboratori di micro- di pagare troppi interessi la medicina territoriale
dirette di salute pubblica, cura e prevenzione ti finanziari. «Ma se gli ospedali dovessero biologia, non rischiare di con la costituzione di task
legate alla crisi da Covid-19” e con disponibi- andare sotto pressione - continua il Mini- rimanere a corto di reagenti e sostenere la ri- force composte da professionisti diversi che,
lità quasi immediata. stro dell’economia - state sicuri che se fos- cerca per l’attendibilità e validazione dei test mantenendo la propria autonomia, siano in
Il fattore tempo è fondamentale per deci- se strettamente necessario lo useremo». Se rapidi. Per i disservizi del sistema non si può grado di lavorare in équipe, per portare cu-
dere di utilizzare queste risorse della nuova attendessimo però che la situazione sanita- più tollerare che un cittadino, come sta avve- re preventive e repentine a casa, con l’ausilio
nendo, debba pagare il tampone per tornare dei sistemi digitali, per seguire i pazienti an-
al lavoro. che a distanza.
L’Italia inoltre ha urgenza impellente di finan- Se il sistema Paese sarà in grado di guarda-
ziamenti per istituire una rete nazionale inte- re alla realtà così come essa è e a chi spetta
grata in Europa, di centri dedicati allo studio, prendere le decisioni lo fará senza precon-
alla messa a punto di soluzioni terapeutiche, cetti o retro pensieri, sarà imprescindi-
diagnostiche e preventive, per combattere bile decidere di usare la linea di credito
questa e altre eventuali minacce pandemi- dedicata del Mes per far fronte immediata-
che, nel quadro coerente di un incremento e mente all’emergenza e gettare le basi per raf-
potenziamento delle capacità industriali del forzare il sistema sanitario nella direzione
Paese. della prevenzione, della prossimitá, dell’im-
È fondamentale in questa fase assegnare ri- plementazione di sistemi di rete tra Aziende
sorse agli enti locali per mettere in sicurezza ospedaliere e territorio, mettendo in atto una
i trasporti verso la scuola e le sedi di lavo- vera e reale integrazione socio sanitaria.
ro, coinvolgendo se ciò lo richiedesse, an- La salute bene assoluto, individuale e comu-
che ditte private e servizio pubblico di taxi ne, da tutelare e promuovere, deve guidare,
soprattutto per lo spostamento delle perso- all’interno della nostra casa comune, le scel-
ne più fragili. È vitale, inoltre, rafforzare il si- te politiche, e non meno la capacità di gestire
stema sanitario per non trascurare pazienti e fruire di tutte le risorse Europee per questo
affetti da altre patologie, come purtroppo sta obiettivo.
avvenendo, a cominciare da quelli cardiopa-
tici e oncologici, e vigilare affinché i cittadini *Senatrice Italia Viva - Presidente
permangano nei loro piani terapeutici. Commissione permanente di Igiene e sanità

C’è una malavita giudiziaria


me tanta brava gente si sottomette al potere
mafioso: perché non c’è lo Stato a imporre il
diritto e a proteggere i diritti, e al suo posto
imperversa la violenza di un potere arbitra-

e la politica ha tanta paura


rio e anch’esso armato visto che può infie-
rire con altrettanta violenza sui beni e sulla
stessa vita dei cittadini. E il paragone non
indigni nessuno: l’intimidazione giudiziaria
non è meno forte rispetto a quella della cri-
minalità solo perché non minaccia pallotto-
le ma l’inferno del carcere, la distruzione di
Il caso Palamara conferma un sistema marcio: quelle che comandano sono cosche giudiziarie un’impresa, la devastazione di una famiglia,
armate della minaccia del carcere, con quasi tutti i giornali alleati. E i partiti non reagiscono lo rovina della reputazio-
ne personale.
I diritti delle perso-
Iuri Maria Prado portamenti della magistratura deviata. Biso- necessità di non sottomettersi alla prepoten- ne sono i beni che la
gna concedere che la classe politica (non c’è za intimidatoria del mostro togato, avrebbe classe politica do-
destra, non c’è sinistra, non c’è centro: tutta ben potuto almeno provare a interrompere il vrebb e proteggere .

S
i è detto giustamente che lo sapeva- la classe politica) potesse aver timore di de- dominio della malavita giudiziaria. Che cosa Sono i beni che inve-
no anche i sassi: non c’era bisogno nunciare e intervenire: per- faceva la piovra delle manet- ce la classe politica
della rivelazione delle sessantamila ché quelli ti fanno a pezzi, ti La polemica te: li arrestava tutti? Anche lascia esposti all’u-
chat di Palamara per scoprire ciò che sbattono in galera, mentre il perché se la classe politica surpazione di una
appunto conoscevano già tutti e cioè l’im- giornalismo alleato (anche Il paragone con la avesse reagito come di do- magistratura che li
mondezzaio delle nomine, dei traffici, del- qui: praticamente tutto) fa il criminalità non indigni vere c’è da star sicuri che la offende ogni gior-
le cospirazioni nel sistema di governo della suo sporco lavoro di demo- parte non corrotta della ma- no mentre si go-
magistratura corporata. Ma il fatto che quel lizione con tre mesi di prime nessuno: l’intimidazione gistratura, che è ampia per verna nel modo
dispositivo di potere corrotto funzionasse pagine alla notizia dell’arre- dei giudici non è meno quanto senza voce, avrebbe illecito che tutti
risaputamente in modo incensurato denun- sto e col trafiletto non si sa condiviso quell’opera di ri- conoscono.
cia una responsabilità ulteriore, e se possi- dove alla notizia dell’asso- forte solo perché non usa chiamo all’ordine costituzio-
bile anche più grave: la responsabilità della luzione. Ma una classe po- le pallottole nale. Tanti bravi magistrati
classe politica che, pur sapendo, ha taciuto. litica finalmente compatta sono a loro volta i soggetti
E soprattutto: che, pur potendo intervenire, nel reclamare il ripristino dello Stato di di- passivi dello strapotere delle cosche giudi- A lato
nulla ha fatto per ricondurre a legalità i com- ritto, e capace di qualche convinzione sulla ziarie, e vi si sottomettono esattamente co- Luca Palamara
R

Vaticano Beni di lusso con i soldi dei fedeli Springsteen Il Boss e le elezioni americane
w
Arrestata la manager del cardinale Becciu w
“Trump perderà e finirà il lungo incubo”
DOMENICO AGASSO JR E MONICA SERRA — P. 11 INTERVISTA DI LUCA DONDONI — P. 24

‹‹‹∞>Vµ’>i¤>∞àÃ
LA STAMPA MERCOLEDÌ 14 OTTOBRE 2020 ‹‹‹∞>Vµ’>i¤>∞àÃ

QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867


1 , 5 0 € II ANNO 154 II N. 282 II IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) II SPEDIZIONE ABB. POSTALE II D.L.353/03 (CONV.INL.27/02/04) II ART. 1 COMMA 1, DCB-TO II www.lastampa.it

stretta del governo: per la ristorazione danno da 300 milioni al mese. fmi: nel mondo si perderanno 28mila miliardi la sindaca di torino
Ogni SABATO e DOMENICA in REGALO un giallo d'autore !

Covid, rischio 100 morti al giorno Appendino lascia


“Non mi ricandido”
E apre la strada
Nuovo boom di contagi. Gli ospedali temono il collasso in due mesi. Conte: “Mai la polizia nelle case”
Aumentano i contagi: ieri quasi sei-
al patto M5S-Pd
L’ANALISI mila. Il rischio è di 100 morti al LO SCONTRO SULLA SCUOLA
GLI INTERVENTI IMMEDIATI PER L’ECONOMIA giorno tra due settimane. Dopo le GLI INVESTIMENTI E IL SOSTEGNO MANCATI IL RUOLO DECISIVO DELLE RELAZIONI SOCIALI ANDREA ROSSI
polemiche, il premier Conte rassi-
I 5 DOSSIER cura sul Dpcm: «Non manderemo
le forze di polizia nelle abitazioni
GLI STUDENTI QUEI LEGAMI
DECISIVI private». Nel caos il trasporto loca-
le per le poche corse e i troppi as-
IN ULTIMA FILA NATI IN CLASSE
PER IL PAESE sembramenti. Mentre per la scuo-
la la soluzione è scaglionare gli in-
CHIARA SARACENO MICHELA MURGIA

MARIO DEAGLIO gressi. La stretta anti-Covid pesa


sulle imprese: alla ristorazione co- D i nuovo la chiusura delle scuo-
le viene avanzata come solu- L’ unica notizia vera del Dpcm
è che le scuole staranno aper-

M
oltissimi italiani stanno cer- sta 300 milioni al mese. Allarme zione a problemi che esulano dal- te. La soppressione della catego-
cando di capire se, in base Fmi: il virus brucerà 28mila miliar- la scuola stessa, questa volta la ca- ria spirituale del compagno di ban- ANSA
al recente decreto del pre- di dal 2020 al 2025. SERVIZI – PP. 2-6 renza di trasporti. – P. 21 co è scongiurata. – P. 21 Chiara Appendino — P. 9
mier, nei prossimi 30 giorni i loro fi-
gli potranno continuare a giocare a
“calcetto”, se i mezzi pubblici saran- OGGI LA SENTENZA SU JUVE-NAPOLI LA STORIA
no più o meno frequenti e quante
persone potranno essere invitate a
un matrimonio. Dal canto suo, il go-
Positivo anche Ronaldo, il calcio mondiale stravolto dal virus I COMMERCIANTI SI RIBELLANO ALLE COSCHE

FALCONE, BORSELLINO
verno, con l’audizione parlamenta-
re del ministro Gualtieri, ha subito E IL NO ALLA MAFIA
allargato gli orizzonti prospettan- DI BORGO VECCHIO
do uno scenario di riforme fiscali
che dovrebbero, nei prossimi anni, FRANCESCO LA LICATA
alleggerire il fardello dei contri-
buenti e restituire al Paese la cresci-
ta perduta da ben 25 anni. Tra il fu-
turo immediato e quello lontano,
L a mafia di Borgo Vecchio, anti-
co quartiere alle spalle del Poli-
teama, pieno centro di Palermo, si
c’è però un tempo economico inter- era data da fare per riprendersi da
medio di cui si parla poco. una precedente ondata repressiva.
Si tratta di un insieme di 5 “dos- E aveva riproposto il vecchio copio-
sier”, consistenti in decisioni singo- ne della richiesta del pizzo camuffa-
le o di settore che potrebbero avere to da contributo per la festa rionale
un peso determinante su che cosa in onore della Madre Sant’Anna.
succederà all’economia italiana CONTINUA A PAGINA 13
nell’incerto decennio appena ini-
ziato. Il primo di questi “dossier” è
IL DRAMMA DI AMELIA
vecchissimo e comincia per A, co-
me Alitalia, l’esempio da manuale NEL GIORNO DEL DICIOTTESIMO COMPLEANNO
di una “società zombie”, mantenu-
ta in vita da banche e creditori con SE PER MARIA CHIARA
Italia in Giallo

costi elevatissimi. Nei cieli, resi se-


mivuoti dal Covid, è stata raggiun- LA DOSE DI EROINA
ta da altre celebri compagnie di È UN DONO D’AMORE
ogni Paese, diventate anch’esse
“zombie”, con perdite complessive ANSA/INSTAGRAM GIANLUCA NICOLETTI
pari a più di un miliardo di euro alla Cristiano Ronaldo con i compagni della nazionale portoghese la sera prima del tampone positivo
settimana. Naturalmente, nessuno
sa bene come si risolve un simile
problema, ma di certo non serve
NEL RITIRO DEL PORTOGALLO TUTTI A TAVOLA NON DISTANZIATI ANTONIO BARILLÀ N on pensiamo che Maria Chia-
ra debba appartenere a una
stirpe aliena, proviamo a immagi-
A CENA SENZA MASCHERINE
I
più il salvataggio, temporaneo e a l Covid 19 colpisce Cristiano Ronaldo. La clamorosa no- nare come una nostra figliola la ra-
caro prezzo, di posti di lavoro a cari- tizia sfugge nel primo pomeriggio al riserbo della Cida- gazza di Amelia morta per la dose
co della collettività.
CONTINUA A PAGINA 21
POI LA FOTO SU INSTAGRAM de do futebol di Oeiras, dove il Portogallo consuma la
vigilia della sfida di Nations League con la Svezia. – P. 28
d’eroina che aveva chiesto come
«regalo» per i suoi 18 anni. – P. 15

MATTIA
BUONGIORNO L’autocefalo FELTRI

Il professor Alessandro Meluzzi, che a me è sempre stato luzzi lì, ha concesso un’intervista per sostenere che il Covid
molto simpatico, e si intende lo psichiatra, criminologo, già fa parte di una strategia complessiva di reset nel quadro del-
massone del Grande Oriente d’Italia, giovanissimo comuni- la mondializzazione e della globalizzazione del governo
sta, poi giovane socialista, poi parlamentare di Forza Italia, delle élite finanziarie mondiali che intendono cancellare la
poi all’Udr di Francesco Cossiga, poi a Rinnovamento italia- famiglia tradizionale fatta da padre, madre e figlio e sosti-
no di Lamberto Dini, poi ai Verdi, poi all’Udeur europeista tuirla con monadi leibniziane senza finestre, cioè consuma-
y(7HB1C2*LRQKKN( +z!=!"!#!&

di Clemente Mastella, oggi con accese simpatie sovraniste, tori isolati alla mercé di una casta finanziaria tecnocratica
convertito al cristianesimo, salito a diacono cattolico di rito mediatico globale, alla quale serve un essere umano senza
greco-melchita, poi a presbitero della Chiesa ortodossa ita- genere, né maschio né femmina, coi figli da concepire artifi-
liana autocefala, e sottolineo autocefala, infine primate me- cialmente e da consegnare alle droghe, e in questa scia si in-
tropolita e arcivescovo della medesima chiesa con il nome quadra l’afroislamizzazione d’Europa, a cominciare dall’Ita-
ecclesiastico-patriarcale di Alessandro I (non ho idea di lia, il tutto progettato da Bill Gates. Mi pare una ricostruzio-
quello che sto scrivendo, copio da Wikipedia), cioè col no- ne precisa e puntuale, specialmente tenendo conto che Me-
me d’arte uguale al nome di battesimo, insomma quel Me- luzzi è autocefalo.
.
01014

€ 2,50* in Italia — Mercoledì 14 Ottobre 2020 — Anno 156°, Numero 283 — ilsole24ore.com *in vendita abbinata obbligatoria con i Focus de Il Sole 24ORE (Il Sole 24ORE € 2,00 Poste italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003
conv. L. 46/2004, art. 1, C. 1, DCB Milano
+ Focus € 0,50). Solo ed esclusivamente per gli abbonati, Il Sole 24 Ore e Focus, in vendita separata
9 770391 786418

Risparmio I Focus del Sole


Tutto quello Bilanci e bonus:
che c’è da sapere oggi la guida
sul mercato alle novità fiscali
delle obbligazioni del decreto Agosto
— un inserto —a 0,5 euro oltre al quotidiano
estraibile
alle pagine
19-22

Fondato nel 1865


Quotidiano
Politico Economico Finanziario Normativo

FTSE MIB 19558,69 -0,81% | SPREAD BUND 10Y 123,30 +1,90 | €/$ 1,1787 -0,10% | ORO FIXING 1891,30 -1,78% | Indici&Numeri w PAGINE 36-39

Asta BTp, il triennale va sottozero PANORAMA

CONCESSA L’ESCLUSIVA

Atlantia-Cdp,

L’Europa proroga gli aiuti di Stato accordo a un passo


su Autostrade
L’accordo tra i Benetton e il Governo
è a un passo. Atlantia concede a Cdp
Asta da record ieri per il Tesoro, che secondario sono stati ritoccati i re- un periodo di esclusiva fino al 18 ot-
MERCATI per la prima volta ha potuto indebi- centi minimi storici a 0,64%. L’in- DIS POS ITIV I ANTI M ETEORITE PRODOTTI DALLA S ALERNITANA TES I tobre per trovare un’intesa. Il cda di
tarsi sulla scadenza triennale of- certezza comunque continua a re- Atlantia lunedì aveva già preso atto
Il rendimento del titolo frendo zero cedole ai sottoscrittori gnare sui mercati, con Wall Street della ripresa dei contatti con Cdp sul
a tre anni scende a -0,14% e portando a casa un rendimento che frena sui primi bilanci trime- riassetto di Aspi. L’ipotesi allo studio
(-0,14%) lontanissimo dai livelli di strali. La Commissione europea in- è la cessione dell’88% di Aspi a Cdp e
Decennale ai minimi marzo (+2,44%). Elevata la doman- tanto cerca di facilitare il sostegno a una cordata di investitori da lei in-
da: 5,24 miliardi contro i 3,75 collo- all’economia da parte dei vari go- dividuata. —a pagina 18
La Ue prolunga il regime cati. Solida anche quella per il BTp verni: ieri ha prolungato di tre-sei
che consente ai governi a 7 anni, con un rendimento allo mesi il regime straordinario relati-
0,34%, e quella per il titolo trenten- vo alle regole sugli aiuti di Stato e ha AMMINISTRATIVE
di aiutare le aziende in crisi nale, che ha spuntato un tasso di in- autorizzato la mano pubblica a sob- Appendino non si ricandida
teresse dell’1,48%; quanto al rendi- barcarsi i costi fissi delle aziende in come sindaco di Torino
Edizione chiusa in redazione alle 22 mento del decennale, sul mercato difficoltà. —Servizi alle pagine 2 e 3
Chiara Appendino (M5S) ha annun-
ciato che non si ricandiderà a sinda-
co di Torino. Tra i motivi la recente
L’OUTLOOK: RAFFORZARE GL I ST IMO L I E C O N O MIC I condanna a 6 mesi per falso ideolo-
gico inflitta al processo Ream con

Fmi, migliorano la stime di Eurozona e Italia


l'accusa di un’errata imputazione a
bilancio di 5 milioni. —a pagina 9

Gianluca Di Donfrancesco —a pag. 26

Gianfelice
Rocca.

Test rapidi dai medici, un flop


Presidente di
Techint e
Humanitas

Conte: eviteremo il lockdown SERVONO INVESTIMENTI


PUBBLICO
E PRIVATO
EMERGENZA COVID ALLEATI
Contagi a quota 5.901
PER LA SALUTE
In vigore le restrizioni, Gianfelice Rocca —a pag. 25
protesta delle categorie
GIOVANI IMPRENDITORI
Con la ripresa dei tamponi tornano
a crescere in Italia i nuovi casi di Cristiano Ronaldo, Di Stefano: il futuro dipende
coronavirus: 5.901 in 24 ore fuoriclasse portoghese, è da formazione e innovazione
(+1.282) con 112.544 test (+27mila). attaccante della Juventus
In deciso aumento i ricoveri (5.076, Nel post crisi da covid formazione e
255 più di ieri), i pazienti in terapia innovazione sono fondamentali. Lo
intensiva sono 514 (+62), i decessi
41. E il piano per far arrivare i tam-
Calcio Londra Aerospazio. Cygnus, il veicolo da rifornimento della Nasa, monta gli scudi anti meteorite Tesi spiega Riccardo Di Stefano, presiden-
te dei Giovani imprenditori di Confin-
poni rapidi negli studi di medici di Casi in Serie A: Il sindaco dustria che venerdì e sabato svolge-
famiglia ancora non è partito ma
già rischia di arenarsi. Intanto con- positivo anche Khan avverte: Dal Cilento gli scudi spaziali per la Nasa ranno l’annuale meeting titolato «Fu-
turi, pronti all’impresa». —a pagina 11
tinuano le polemiche dopo il varo
delle nuove restrizioni, con le cate-
gorie colpite sul piede di guerra, in
Cristiano nuova stretta Tesi, società con sede a Cicerale (Salerno) e
specializzata nel settore aeronautico, sta spin-
scudi antimeteorite per Cygnus, il veicolo non
pilotato della Nasa. Un comparto promettente,
testa ristorazione e trasporto loca-
le. Il premier Conte: puntiamo a
Ronaldo inevitabile gendo sulla diversificazione anche per resiste-
re all’impatto negativo della pandemia sulla
tanto che il ceo Luigi Punzo ha dichiarato: «Nel
prossimo futuro il 60% dei nostri ricavi (circa
evitare un altro lockdown e a tute- —a pagina 8 —a pagina 8 sua attività. E lo fa accelerando nel comparto 25 milioni nel 2019) arriverà proprio da spazio
lare l’economia —alle pagine 6 e 8 aerospaziale, dove gà produce tra l’altro gli e nuovi prodotti». Vera Viola —a pag. 12

Manovra da 40 miliardi in arrivo:


Rimadesio Velaria pannelli scorrevoli,
Eos mensole.
17 da fondi Ue, 15 vanno al lavoro DOMANI IN EDICOLA

Design Giuseppe Bavuso


«Come funziona
CONTI PUBBLICI BANCHE S PORT il cibo», secondo
manuale per
La manovra 2021, che sarà sul ta-
volo del Consiglio dei ministri ve-
UniCredit, Diritti Tv, capire il mondo
nerdì, ammonterà a circa 40 mi-
liardi, 17 dei quali dagli aiuti Ue.
l’ex ministro la Lega attorno a noi
Priorità al lavoro: ben 15 miliardi Padoan di serie A
saranno destinati al prolunga-
mento delle misure per l’occupa- verso sceglie Al costo di 12,90 euro oltre il
prezzo del quotidiano
zione. Vertice in serata sulla legge
di bilancio. Il ministro Gualtieri: ri-
la presidenza la cordata Cvc
forma Irpef nel 2022. Luca Davi —a pag. 16 Biondi e Festa —a pag. 23
Rogari e Trovati —a pag. 5

NAS CE «NORM E & TRIBUTI PLUS DIRITTO»


LA GESTIONE

Avvocati, notai di Fabio Tamburini chi esercita le professioni legali DEL CAPITALE
UMANO
a ogni livello, si pone più obiet-

e magistrati:
I Alain Dehaze
l Gruppo 24 ORE rilancia la tivi. In primo luogo «Norme &
sfida sul fronte dell’informa- Tributi Plus Diritto» vuole

una nuova
zione legale. Nasce, infatti,
«Norme & Tributi Plus Dirit-
diventare, con l’autorevolezza
che deriva dal marchio Sole 24
(Adecco): in futuro
to», che raccoglie il testimone Ore, un punto di riferimento per più lavoro remoto
informazione del «Quotidiano del Diritto». Il
prodotto, un vero sito dedicato a
tutto il mondo legale.
—Continua a pagina 32 Giorgio Pogliotti —a pag. 33
LaVerità

y(7HI1B4*LMNKKR( +z!=!"!#!&
Anno V - Numero 284 O Quid est veritas? O www.laverita.info - Prezzo in Italia euro 1,30

QUOTIDIANO INDIPENDENTE n FONDATO E DIRETTO DA MAURIZIO BELPIETRO Mercoledì 14 ottobre 2020

IL DECRETO ANTI COVID È UN CONCENTRATO DI CONTRADDIZIONI

CONTE CI FA PAGARE I SUOI ERRORI


l Vietato giocare a calcetto, però in palestra si può andare l Perché 30 persone a un matrimonio e 200 a un concerto? l Ristoranti
e bar rispettano le regole, quindi vengono puniti con disposizioni assurde l Corse senza mascherina sì, passeggiate no: qual è
il senso? l Inviti contati in casa, poi ci ammassano sui mezzi pubblici l E il premier sfotte: «Affollamenti inevitabili ma io monitoro»
di MAURIZIO BELPIETRO NO ALLA LEGGE ZAN
n Per dirla con
le parole di An-
Arrestata Sabato andiamo
in piazza
drea Crisanti:
«Ci sono ragioni
che ci sfuggo-
la dama per difendere
no». Sì, proprio
come il virologo diventato fa-
moso in questi mesi di pan-
del cardinale la nostra libertà
demia per aver suggerito più
tamponi per tutti, anche noi
facciamo fatica a compren-
dere. Il professore lo ha detto
Becciu di MASSIMO GANDOLFINI

n La vergogno-
a proposito del divieto per un IGNAZIO MANGRANO sa valanga con-
gruppetto di amici di giocare a pagina 13 tro la vita, la fa-
una partita a calcetto. Certo, miglia e la liber-
in casi di emergenza si può tà educativa non
evitare di scendere in campo conosce sosta.
e sgambettare dietro a un Purtroppo come avevamo
pallone. Tuttavia, non si ca- previsto, il connubio Pd-M5s
pisce perché impedire un sta avanzando giorno dopo
esercizio fisico (...) giorno sulla strada della cul-
segue a pagina 3 tura della morte e dell’ab-
bandono di chi è più fragile
ed ha maggiore bisogno di
L’EDITTO DI GIUSEPPI difesa e di aiuto. Dopo l’infa-
me circolare sulla Ru 486 che
Invito a cena segna a suo «merito» due vit-
time in più (il bambino, che
con delitto può essere eliminato fino al-
la nona settimana di vita ge-
E ci sposeremo stazionale, e la mamma ab-
bandonata (...)
uno alla volta segue a pagina 13

Giorgetti: «Ecco che farà la Lega in Europa»


di MARCELLO VENEZIANI

n Invito a cena
con delitto. Un
delitto premedi-
tato perché gli «Svolta centrista? Sciocchezze. Ma l’interesse nazionale viene prima di tutto. Siamo pragmatici, attenti a quel
invitati sono ot-
to ed io sarei che succede nella Cdu. Se la Bce fa da prestatrice da ultima istanza è una nostra vittoria. E sul Recovery...»
l’ottavo. Non c’è nemmeno
l’alibi che il limite di sei per- di GIORGIO GANDOLA
sone riguardi gli invitati e IL CAMPIONE È ASINTOMATICO DOMANI PARTONO LE CARTELLE
dunque è possibile che il pa- n Alternativi al
drone di casa sia il settimo.
Se sei ottavo non hai scuse,
modello cinese e
venezuelano. Ronaldo Colpo di grazia
sei colpevole di oltraggio al
Covid, vilipendio della pan-
Sull’altra spon-
da del fiume ri- positivo: del fisco
demia, tentata strage e con- spetto al Pd, al
tagio doloso. Criminale an-
che la padrona di casa che ci
governo delle quattro sini-
stre, al globalismo più perva-
il titolo sulle imprese
ha invitato in eccedenza, cri-
minali gli altri ospiti per con-
sivo. «Ma sempre con una
stella polare, il supremo inte-
della Juve va a rischio
corso in strage e associazio-
ne a delinquere perché non
resse dell’Italia».Giancarlo
Giorgetti ha detto questo e
giù in Borsa di chiusura
solo non hanno denunciato il molto altro nell’incontro con
misfatto, la padrona (...) i 28 europarlamentari (...) GABRIELE GAMBINI a pagina 7 DANIELE CAPEZZONE a pagina 11
segue a pagina 5 segue a pagina 9

L’EX PREMIER STAREBBE STUDIANDO UNA CORDATA CON PESSINA

«Il Foglio del Bullo»: il sogno editoriale di Renzi


di CAMILLA CONTI
Péguy, il genio che comprese n A Firenze cir-
che la società moderna colano voci se-
condo cui Mat-
puntava a sostituirsi a Dio teo Renzi sta-
rebbe valutando
l’ipotesi di met-
di FRANCESCO BORGONOVO ter su una cordata editoriale.
Ci sarebbero già stati contatti
n Esce - per Cantagalli e a cura di Pigi Colognesi - con Vittorio Pessina, ex se-
una grande antologia dei testi in prosa di Charles natore di Fi che si occupa di
Péguy, gigante della letteratura francese. Un genio pubblicità e progetti edito-
precursore, che intuì nello scientismo moderno riali, per far nascere un fo-
una tentazione di fuga dal dato di realtà. glio del Bullo. Che non è detto
CATTOLICO Charles Péguy, 1873-1914 a pagina 21 sia con la effe minuscola.
a pagina 8
9 771124 883008
01014
il Giornale
MERCOLEDÌ 14 OTTOBRE 2020
DAL 1974 CONTRO IL CORO
Quotidiano diretto da ALESSANDRO SALLUSTI Anno XLVII - Numero 244 - 1.50 euro* G www.ilgiornale.it
ISSN 2532-4071 il Giornale (ed. nazionale-online)

L’EX ANM ALLE «IENE»


ALLARME ECONOMIA Trame, Csm
e intercettazioni
CHIUSI E MAZZIATI
Nessun aiuto a bar e ristoranti e il bonus assunzioni non arriva
L’ultima verità
di Palamara
di Stefano Zurlo

Pil peggio del previsto, intanto crescono le terapie intensive


S
assi e sassolini. Luca Pa-
lamara si concede alle Ie-
ne, in un’intervista anda-

IL GOVERNO RIFIUTA IL MES, MAGGIORANZA SPACCATA ta in onda ieri sera su Italia1, e


alza il sipario sul mercato del-
le nomine. È da mesi che l’ex
Il premier Conte illustra il nuovo Dpcm E AL GIRO LASCIANO DUE INTERE SQUADRE componente del Csm spiega
per fermare la seconda ondata del Co- IL «NO» AGLI AIUTI EUROPEI che nessuna poltrona impor-
vid-19: «Misure adeguate e proporziona- tante veniva assegnata dal
te». Ma dimentica che non è stato destina- Ronaldo «positivo e isolato» La scelta suicida di Conte: Consiglio superiore della ma-
to alcun risarcimento alle attività costrette gistratura senza l’accordo fra
a chiudere. Così come il bonus assunzio-
E trema anche la Nazionale alla guerra senza scudo le correnti.
ni, promesso a febbraio, e ancora blocca- Ora, però, il quadro è cam-
to. I nuovi contagi sfiorano quota 6mila. di Augusto Minzolini a pagina 10 biato: Palamara è appena sta-
Domenico Latagliata a pagina 25 to radiato dalla magistratura
servizi da pagina 2 a pagina 11 dopo un processo lampo e
L’ANALISI non ci sta a portare sulle spal-
le in solitudine tutto il peso di
CHI TIRA LA CINGHIA Autorità, cittadini confusi quelle trame. Così apre nuovi
fronti: non c’era solo la guerra
E CHI TIRA LA CORDA
e l’errore di comunicazione al coltello fra le diverse (...)

di Pier Luigi del Viscovo a pagina 2 segue a pagina 13


di Alessandro Sallusti

U
n gradino alla volta il virus sta
risalendo la scala, ovvio serrare IL FUTURO DEL CARROCCIO
le fila. Nell’ultimo decreto Con-
te, si restringe di nuovo il peri-
metro d’azione di alcune attività commer-
ciali (bar e ristoranti) e di servizi. Il pre-
Salvini «modera» la Lega:
mier ne ha facoltà, se si tratta di mosse
giuste per contenere l’epidemia lo scopri-
remo nelle prossime settimane. Ma, anco-
basta con Putin e i No euro
ra una volta – è così dall’inizio dell’emer- Paolo Bracalini
genza –, il governo non prevede di pagare RISIKO BANCARIO
il conto delle sue imposizioni. Nel nuovo Il cambio di gruppo in Europa al momento è
provvedimento non c’è, infatti, traccia di rimandato: «Non sono abituato a tradire». Il Unicredit punta
indennizzi per chi è costretto a limitare la leader della Lega Matteo Salvini è stato chiaro,
propria libertà di impresa, che in pratica passare dai sovranisti alleati della Le Pen a com- sul Pd Padoan
significa perdita di fatturato. ASINTOMATICO Cristiano Ronaldo con la maglia del Portogallo pagni della Merkel nel Ppe sarebbe un ribalto-
Limitare i consumi negli esercizi pubbli- ne troppo arduo da spiegare all’elettorato. Ma Sarà presidente
ci ed alcune attività (per esempio lo sport
ricreativo), tra l’altro non colpisce soltan- Mandiamo avanti il business la direzione è quella disegnata da Giancarlo
Giorgetti: la Lega sarà più moderata, filoatlanti- Cinzia Meoni
to gli operatori diretti interessati, ma va ad
incidere su tutta la filiera del settore, coin- Ma non chiamiamolo sport ca ed europeista per accreditare il Carroccio
con l’establishment di Bruxelles. Sarà l’ex ministro Pd Pier
volgendo nella contrazione di reddito mi- Carlo Padoan a presiedere
gliaia di piccole aziende e decine di miglia- di Riccardo Signori a pagina 12 Unicredit nel prossimo trien-
ia di lavoratori probabilmente già in diffi- nio, in quella che a tutti gli ef-

M
coltà per il lungo stop primaverile. Ma ettiamoci anche Cristiano Ronaldo, così l’album delle fetti si preannuncia come una
non solo: mentre con una mano il gover- figurine Covid sarà a prova di collezionista. E il cal- stagione ricca di sfide e di
no nega gli aiuti economici, con l’altra cio-business giocherà il suo asso sul piatto dei lamen- I GUAI GIUDIZIARI E IL PATTO CON IL PD grandi manovre per la secon-
riavvia l’infernale macchina del fisco. Ve- ti. Calcio? No, quello è già abolito. Resta il business. Ci voleva da banca italiana. Ieri l’ex mi-
nerdì l’Agenzia delle Entrate farà infatti un colpo di testa, troppo chiedere un colpo di genio ai signori La Appendino molla Torino nistro del Tesoro nei governi
partire nove milioni di cartelle esattoriali di Uefa e Fifa, per capire che il pallone di questa stagione Renzi e Gentiloni è stato coop-
(tasse e multe) bloccate da marzo. Mi chie- andava riprogrammato, anzi programmato con meno miopia. «Non mi ricandido sindaco» tato nel cda del gruppo di Piaz-
do: perché, se l’emergenza sanitaria rima- Invece la dirigenza ha ignobilmente, che fa rima (...) za Gae Aulenti.
ne alta e le misure per contrastarla pure, si segue a pagina 25 Di Sanzo a pagina 13
dà per finita l’emergenza economica delle a pagina 18
famiglie, rimaste intrappolate nel Covid e
nel lockdown? Qual è la logica di tutto
ciò?
*IN ITALIA. FATTE SALVE ECCEZIONI TERRITORIALI (VEDI GERENZA)

Gli errori fatti nei mesi scorsi, evidente- IMBOTTIVA LA RIVALE D’UFFICIO DI ANSIOLITICI: LICENZIATA
SPEDIZIONE IN ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) - ART. 1 C. 1 DCB-MILANO

mente, non sono serviti a dare una sve-


glia: se limito la libertà di impresa, devo
compensare immediatamente e con pro-
Se l’invidia fra colleghi profuma di caffè
cedure chiare ed efficaci. Se così fosse, e
se fosse necessario, i ristoranti – per fare Nadia Muratore va dove entrambe lavoravano. Ver-
un esempio – potrebbero anche chiudere sando le benzodiazepine nella be- SCANDALO IN VATICANO
alle due del pomeriggio e nessuno avreb-
be di che recriminare. Ma soprattutto tutti
avrebbero di che mangiare.
A volte è proprio vero che il male
si nasconde nei dettagli, e può
mimetizzarsi nei gesti più comuni.
vanda calda, la 52enne sperava che
la rivale, imbambolata dai farmaci,
potesse cadere in un errore così, ad
Caso Becciu
Conte e i suoi devono stare molto attenti È stata condannata a 4 anni di carce- essere licenziata, sarebbe stata lei. e fondi spariti
a tirare la corda un pezzettino alla volta, re l’impiegata di 52 anni di Bra (Cu- La vittima, insospettita, ha sporto
così da non dare nell’occhio. Perché pri- neo) che per un lungo periodo di querela nei confronti della collega Arrestata
ma o poi l’occhio di tanti italiani cascherà tempo ha «corretto» il cappuccino che ogni mattina le porgeva la be-
sulla lettera di licenziamento o sull’estrat- di una collega con degli ansiolitici. vanda. E i carabinieri l’hanno sor- la dama nera
to conto sottozero della banca. E allora Il movente sarebbe da ricercare nel presa mentre aggiungeva qualcosa
non basterà più l’invito a fare i bravi, a timore della dipendente di perdere in una tazzina sul vassoio... Fabio Marchese Ragona
portare la mascherina e stare distanziati. il lavoro, per un taglio del personale a pagina 17
Covid crescente o calante che sarà. annunciato dall’agenzia assicurati- a pagina 16
Quotidiano gratuito online Le notizie di martedì 13/10/2020

POMERIGGIO
Edizione chiusa alle 17

Salvini si sposta al centro... così alla fine


il centrodestra si ritroverà nel Pd

di Nico Perrone del leader. Adesso è arrivata Fratelli d'Italia non staranno Dem, "si impunta, decide di
la svolta, per qualcuno pic- a guardare, con il rischio di fare da solo, beh metterà il
ROMA - Dai e dai, alla fine cola, epocale per chi cono- ingaggiare una gara a chi è Pd con le spalle al muro e
Giancarlo Giorgetti è riuscui- sce il mondo leghista. Oggi più di centro... "alla fine in- noi dovremo reagire. Roma è
to a far ragionare Capitan Salvini ha riunito tutti i suoi crociando il Pd", scherza un fondamentale, a quel punto
Salvini. Dopo la figuraccia europarlamentari e alla fine parlamentare Dem. Per toccherà al segretario o a un
della Lega alle ultime tornate ai giornalisti ha annunciato il quanto riguarda l'altra parti- big nazionale, che in quel ca-
elettorali, Giorgetti era uscito lieto evento: "L'Unione euro- ta, quella Capitale, il Pd sta so non potrà dirci più no. Al
dalla grotta dove si era rin- pea sta cambiando... io e cercando in tutti i modi, co- ballottaggio ci andrà Zinga-
chiuso da mesi per chiedere Giorgetti faremo un tour nel- me ci dice un big Dem, "di retti o Gualtieri non Calenda,
un cambio di passo, che la le capitali europee". E Gior- far ragionare Carlo (Calen- Carlo farà la fine di Marchini,
Lega si spostasse più su po- getti ha subito aggiunto: "Il da). Deve capire che se vie- lo ricorda qualcuno?". Altro
sizioni moderate. Prima di mondo cambia, cambiamo ne con noi in coalizione, se scenario, insiste il big Dem,
tutto a livello europeo, la- anche noi". Il dato politico è si fida della parola data, alla "ma non credo sia possibile,
sciando stare Putin e compa- che la Lega ha deciso di fine con il CoVid le primarie e che il M5S riesca a rimuo-
gnia, abbracciando presto spostarsi più al centro dello non si faranno e sarà netta- vere il masso Virginia Raggi.
Merkel e Partito popolare. schieramento politico, mente lui il candidato più for- In quel caso troveremo subi-
Poi è arrivato Pera Marcello, schiacciando Giorgia Meloni te. Calenda con la coalizio- to un candidato comune, una
e pure lui piano piano è riu- sempre più a destra e, di fat- ne di centrosinistra è già sin- figura più civica... tipo il retto-
scito ad insufflare qualcosa to, inglobando ciò che resta daco di Roma". Se invece, re della Sapienza, per capir-
di più liberale nel pensiero di Forza Italia. Chiaro che i prosegue il ragionamento ci".
ISSN: 1720-2024

Mercoledì 14 ottobre 2020 DIRETTORE


Anno XXXVIII - Numero 285 - € 1,40 www.corrieredellumbria.it DAVIDE VECCHI

Regione prima per tasso di incremento ogni centomila abitanti. Attualmente positivi 1.496. C’è una nuova vittima

Umbria, aumento record di contagi


Primo piano PERUGIA

Nuovo monito del premier Bar e ristoranti: “Rischiamo la chiusura” K Umbria maglia nera
per tasso di incremento
dei contagi. La crescente
Conte avverte: quota di positivi è diventa-
“Serviranno ta ieri da record nazionale,
se rapportata alla popola-
nuovi sacrifici” zione. Il monitoraggio del-
la Fondazione Gimbe collo-
ca la nostra regione in ci-
ma alla classifica italiana:
superata anche la Campa-
nia, che il giorno prima
aveva il tasso percentuale
più alto. Sono 1.496 gli at-
tualmente positivi. Regi-
strata nel pomeriggio di ie-
ri la 91esima vittima
all’ospedale di Perugia.
Crescono i contagi anche a
San Gemini, dove si è saliti
già a quota 30, anche se si
è in attesa dei risultati de-
gli ultimi tamponi. E sul
caos tamponi le Usl corro-
¼ a pagina 2 Scutiero no ai ripari. A Perugia ope-
rativa da questa mattina la
Il ministro Gualtieri garantisce nuova postazione a Santa
Lucia. Raddoppia Terni, si
“Riforma del fisco pensa a un altro drive-th-
nel giro di tre anni” rough in via Bramante.
¼ alle pagine 5 e 9
¼ a pagina 4 Tana Gli effetti del decreto Giudizio negativo sul provvedimento del governo anche al Caffè del Banco di Perugia (foto Belfiore) ¼ a pagina 7 Busiri Vici Antonini e Turrioni

Testimonianza choc in tribunale a Perugia. A Terni minaccia di morte la ex e viene denunciato UMBRIA
Infiltrazioni camorra
Chiesto sequestro “Picchiata, violentata e presa a morsi” Superbonus 110%
Primi cantieri al via
¼ a pagina 10
da 450 mila euro PERUGIA
ORVIETO GUALDO TADINO
CITTA’ DI CASTELLO
K Ha ricostruito davanti ai
FOLIGNO Castello di Montiolo, c’è l’acquirente giudici almeno altri otto epi- Camion sprofonda in una voragine Maggioranza più salda
K Richiesta di sequestro sodi di presunte violenze
di 450 mila euro, misura pa- sessuali e botte, immediata- con altri tre consiglieri
trimoniale contro le infiltra- mente precedenti la denun- ¼ a pagina 21
zioni camorristiche. Il caso cia del suo ragazzo nel di-
è quello della tabaccheria cembre 2019. A Terni inve- SPOLETO
di Foligno, la cui titolare ce denunciato per atti perse-
era la moglie di Giovanni cutori un rumeno che ave- Calano i residenti
Di Maso, imprenditore con- va minacciato di morte la
dannato per camorra. ex. Ora sono 37.446
¼ a pagina 24 Antonini ¼ a pagina 31 Pompei ¼ alle pagine 18 e 28 ¼ a pagina 23 ¼ a pagina 26

Sport
VOLLEY CALCIO
ISSN (pubblicazione online): 2531-8985

Sir, arriva Cisterna Grifo, Curi aperto a mille tifosi


dell’ex coach Kovac per il match con la Fermana
Caccia al pokerissimo ¼ a pagina 35 Forciniti

CALCIO
Difesa delle Fere in emergenza
Ecco il terzo portiere Casadei
¼ a pagina 36 Giovannetti

SERIE C
Gomez ancora positivo
Il Gubbio cerca una punta
¼ a pagina 34 ¼ a pagina 35 Grilli
MERCOLEDÌ 14 ottobre 2020 www.lanazione.it/umbria

cronaca.perugia@lanazione.net
Perugia
Redazione: Piazza Danti, 11 - 06121 Perugia - Tel. 075 5755111
Pubblicità: SpeeD - Via M. Angeloni, 80/B - 06121 Perugia spe.perugia@speweb.it

Bastia Umbra, il processo Palazzo Cesaroni

Racconto choc in aula Centrodestra


«Stuprata, picchiata con i nervi:
e sequestrata in casa» salta il Consiglio
A pagina 11 A pagina 7

«Avevamo deciso di cambiare vita»


Amelia, parla il fidanzato della ragazza morta per droga: «Non ho responsabilità». Ma è indagato per omicidio A pagina 16

VIRUS: LA SITUAZIONE

Tremila tamponi
il 4,5 è positivo
Ospedali in allerta
C’è un altro morto
Pontini a pagina 2
IL LUTTO
Il nuovo diktat
Addio a Orietta
La Regione studia madre coraggio
un’ordinanza di Leo Cenci
per il pubblico «Esempio di forza»
alle partite A pagina 8
Nucci a pagina 4
STRETTA ANTI-MOVIDA, I GESTORI DEI LOCALI: «COSÌ MORIREMO» La storia

Mia Martini
UN COCKTAIL e il ’live’ a Calvi
DI RABBIA
S.
S. Angelici
Angelici aa pagina
pagina 3
3
Ora esce
un disco inedito
S. Coletti a pagina 19

Nel borgo di Pietrafitta Infrastrutture malate

Vince il parroco Ponte di Corbara


Nessuno zittisce Altri cinque mesi
le sue campane per riaprirlo
La protesta: «Rintocchi insopportabili» No al transito di mezzi sopra le tre tonnellate
Ma l’Arpat misura i decibel: sono nella norma Rimandato il ritorno alla normalità: sos aziende
Minciaroni a pagina 10 Lattanzi a pagina 17
MERCOLEDÌ — 14 OTTOBRE 2020 – LANAZIONE
•• 2
Perugia Allarme Covid-19: la seconda ondata

Tamponi, da oggi scatta la rivoluzione


D’Angelo: «I contatti diretti dei positivi in isolamento e test solo al decimo giorno se asintomatici». In Umbria un altro morto di 77 anni

dall’inizio dell’epidemia morto


PERUGIA
all’ospedale di Perugia: si tratta IL RACCONTO
di Giuseppe Foccia, 77 anni, pa-
Tamponi molecolari, da oggi si dre del maresciallo dell’Arma «Senza sintomi da 37
cambia. I contatti diretti dei casi morto in Bosnia in un incidente.
positivi – o caso indice – che so- I contagi invece sono arrivati a giorni: ora la svolta»
no asintomatici verranno posti quota 136 positivi su circa 3mila
Con queste nuove regole
in isolamento per dieci giorni, tamponi: quindi il 4,5% dei sog-
all’esito dei quali la Asl effettue- getti sottoposti a screening. avrei risparmiato
rà un test molecolare. Se negati- La regione è la seconda per nu- un sacco di tempo»
vo il soggetto potrà rientrare in mero di tamponi eseguiti ogni
società. «E’ meglio isolare più e 100mila abitanti ma anche in ci- «Se le nuove regole che
ridurre la diffusione che fare più ma alla classifica per incremen- accorciano la quarantena
tamponi – spiega il dottor Massi- to dei contagi: il 4,57% contro fossero state introdotte
mo D’Angelo, direttore sanitario l’1,8% di Roma, una delle zone prima, di certo avrei
dell’Asl 1, la prima linea dello attualmente più colpite. risparmiato un bel pò di
screening per il Covid-19 – an- Aumentano anche i ricoveri, arri- tempo. Meglio così per i
che perché un tampone esegui- positivi attuali, ma questi
to oggi su un soggetto può risul- cambiamenti così
tare negativo solo perché il vi- OSPEDALI IN DIFFICOLTA’ repentini di norme mi
rus non è ancora evidenziabile e Rianimazione in lasciano un pò scettico, li
positivizzarsi dopo 2-3 giorni. trovo confusionari. E poi
sofferenza: si pensa è altrettanto importante
D’ora in poi invece si cercano i
contatti del caso indice che ven- a riaprire reparti ridurre i tempi di notifica
gono posti in isolamento, si atti- dedicati all’epidemia dei risultati dei tamponi,
va la sorveglianza sanitaria e si sono anche quelli che
interviene alla comparsa even- vati a quota 79 di cui 11 in Tera- allungano l’isolamento»:
tuale del primo sintomo. Più pia intensiva tra Perugia, Terni a parlare è Mirko,
tempestiva è la diagnosi, miglio- (che proprio ieri ha potenziato il ventitreenne di San
re l’azione che noi sviluppiamo polo di malattie infettive), Foli- Venanzo, dal 27
sull’assistenza e quindi la pro- Continua lo screening da parte dell’Asl Umbria 1 . Da oggi però i tamponi gno e Città di Castello. Il Santa settembre scorso
gnosi». La velocità, in sostanza, potrebbero essere molto meno Maria della Misericordia dove ie- ufficialmente guarito dal
può abbattere l’ospedalizzazio- ri hanno ricoverato altri tre pa- Covid-19 dopo ben 37
zienti (di cui uno in Intensiva) giorni di positività. Ci
ne, a differenza di quanto acca-
riabile: chi è stato tamponato su- sting: sierologici sui servizi di sta meditando in queste ore di sono voluti infatti una
duto nella Fase 1 «quando cerca-
bito e chi è rimasto in casa an- pubblica utilità, come persona- riaprire un Reparto di area medi- decina di tamponi
vamo solo i malati mentre attual-
che dieci giorni senza risposte. le delle caserme che saranno ca per far fronte all’aumento dei complessivi per arrivare
mente la maggior parte sono
«Fino ad oggi (ieri, ndr) il test tamponati solo se risultano po- ricoveri e pure una Rianimazio- all’agognato doppio test
asintomatici o con sintomi lie-
sul contatto veniva eseguito al stivi agli anticorpi e altre meto- negativo, ora non più
vi», aggiunge il direttore. ne visto che l’attuale reparto di
tempo 0 e normalmente impie- dologie di test veloci nelle col- necessario. Nel frattempo
Il nuovo sistema di tamponi, de- Terapia intensiva, diviso in due
gavamo 3-4 giorni per eseguir- lettività chiuse, come le scuole ha trascorso la sua lunga
ciso con il Dpcm che entrerà in (Covid e no-Covid) sarebbe già
lo. Ma ovviamente più aumenta- «stiamo monitorando le speri- quarantena in casa, di
vigore oggi potrebbe abbattere al collasso e due pazienti ordina-
vano i positivi più sovraccarica- mentazioni di altre regioni». fatto da asintomatico,
notevolmente il numero di tam- ri sono stati spostati all’ospeda-
vamo il sistema con minore ca- Dall’Asl arriva anche un appello accusando solo la perdita
poni da eseguire e, di conse- le di Branca. Oggi è prevista
pacità di risposta – spiega D’An- ai pazienti: «Non andate in ospe- iniziale del gusto e
guenza anche i tempi. Attual- una riunione straordinaria pro-
gelo –. Noi utilizziamo oltre 60 dale se avete la febbre, non mo- dell’olfatto. «L’olfatto va
mente infatti l’attesa è stata va- prio per fa fronte a questa situa- e viene anche ora, ma mi
operatori solo per i tamponi. La difica il nostro l’approccio. I me- zione. Ci si continua ad ammala- hanno detto che è
nuova metodologia semplifica dici di famiglia possono infatti re anche negli ospedali. Tre ope-
IL VIRUS IN NUMERI normale» racconta Mirko.
l’indagine epidemiologica visto chiedere direttamente il tampo- ratori sanitari e due dipendenti «Il fisico ne è uscito un pò
Sono 136 contagiati che la media dei contatti da por- ne. Con il crescere dei contati è di ditte esterne sono risultati po- debilitato - aggiunge -,
su circa 3mila re in isolamento per ogni caso la tenuta degli ospedali a preoc- sitivi al Covid ma i contatti ma poi piano piano mi
indice è di oltre 20 persone». cupare. asll’interno sono risultati negati- sono ripreso, ho
tamponi eseguiti: Ma l’Asl sta mettendo in campo L’Umbria ieri ha registrato un vi. ricominciato a lavorare».
il 4,5 per cento anche la diversificazione dei te- nuovo decesso, il 91esimo Erika Pontini

Trasferimento: dubbi e polemiche

Il pit stop adesso è a Santa Lucia


Debutto del servizio nel nuovo spazio individuato dalla Usl

metà, in quanto anche la nuova


PERUGIA
location non sarebbe sufficien-
temente spaziosa ad accogliere
Pallotta, Filosofi e Fonti Coper- la mole di automobilisti che si
te tirano un sospiro di sollievo: sottopongono ai tamponi in mo-
da oggi è finito l’incubo degli in- dalità drive througth, attivati dal-
gorghi a causa dei pit-stop al Po- la Usl Umbria 1. Intanto ieri Piaz-
liambulatorio di Piazzale Euro- zale Europa si è lasciato alle
pa. Il servizio, infatti, è stato spo- spalle un disagio che durava da
stato a santa Lucia nel parcheg- circa un mese e che stava para-
gio di Umbra Acque. Questa lizzando ben tre quartieri, tanto
mattina il primo test di prova. che nelle ultime settimane si è
Ma c’è già qualche scettico che dovuto ricorrere alla Municipale
parla di problemi risolti solo a per regolare la circolazione.
•• 16 MERCOLEDÌ — 14 OTTOBRE 2020 – LA NAZIONE

Terni LA FAMIGLIA NOMINA CONSULENTE DI PARTE

All’autopsia parteciperà anche il professor Mauro Bacci,


consulente nominato dalla famiglia di Maria Chiara, assi-
stita dall’avvocato Manlio Morcella. «Seguiremo passo
dopo passo le operazioni» commenta il legale

«La amavo, avevamo deciso di cambiare vita»


Parla Francesco, il ragazzo di Maria Chiara. «La nostra storia non piaceva a tutti, ma eravamo fatti uno per l’altra»

Morta a 18 anni per droga


TERNI

«Ci siamo conosciuti tre mesi fa


«Omicidio preterintenzionale»
ma ci amavano come se stessi-
mo insieme da sempre. L’eroi-
Fidanzato, posizione più grave
na? Era l’ultima volta, avremmo
cambiato vita, volevamo sposar- to recepire - spiega il procurato-
ci». Ha ventuno anni, lavora nel- TERNI re capo Alberto Liguori -. Il no-
la ristorazione e si occupa di pic- stro interesse non è concentra-
cole manutenzioni: Francesco Si aggrava la posizione del fi- to solo sul ragazzo, ma su figure
G. è, anzi purtroppo era, il fidan- danzato di Maria Chiara Previta- forse più importanti». Le indagi-
zato di Maria Chiara Previtali, la li, 18 anni compiuti da poche ni puntano infatti a identificare
diciottenne morta sabato matti- ore, uccisa nella notte tra vener- chi ha ceduto la droga ai due
na per una sospetta dose killer. dì e sabato da un’assunzione di giovani, acquistata secondo il
Lui è l’unico indagato e non è af- droga, forse eroina. Il ragazzo, racconto del ventunenne a Ro-
fatto convinto che sia stato quel 21enne , è indagato per omici- ma, e accertare se fosse un for-
“buco“ a ucciderla. dio preterintenzionale. Nel fasci- nitore abituale. Il procuratore
Come vi siete conosciuti? solo dell’inchiesta aperto dalla aveva già sottolineato che l’iscri-
«Lei lavorava allo Chalet di Ame- Procura c’è anche un’ipotesi di zione nel registro degli indagati
lia, chi è della zona lo conosce reato per ora a carico di ignoti: è da intendere in questa fase co-
bene. L’avevo vista in giro, mi Maria Chiara e Francesco in una foto sui social. Lo striscione dedicato alla ragazza me un atto dovuto, a garanzia
morte come conseguenza di al-
aveva colpito. Abbiamo iniziato tro delitto, legato in questo ca- degli stessi coinvolti. Il fidanza-
a parlarci e poco per volta ci sia- so alla cessione di droga. Viene to della giovane sia gli investiga-
mo innamorati». affidato oggi dal sostituto pro- tori che in televisione ha parlato
«Siamo andati a Roma insieme a Con me mangiava, sorrideva,
Una storia che, però, non pia- di quanto accaduto in quella ma-
comprare la droga, eravamo so- stava meglio, mi amava: si era curatore Camilla Coraggio, tito-
ceva a tutti... ledetta notte, trascorsa in casa
li. Alle tre ce la siamo iniettata. tatuata la mia iniziale. E io ora lare delle indagini, l’incarico per
«No, anzi. All’inizio sia gli amici sua, in cui Maria Chiara, appena
Poi lei è uscita a prendere un mi tatuerò un disegno che ave- eseguire l’autopsia sul corpo
che la famiglia contrastavano il maggiorenne, ha trovato la mor-
aperitivo con le amiche. Quan- va fatto lei. L’oh detto anche ai della diciottenne di Amelia, stu-
nostro amore: dicevano che, te. La morte è sopraggiunta nel
do è tornata era bianca in viso. carabinieri, non ho niente da na- dentesse dell’ultimo anno nel li-
con il mio passato, non ero il ra- sonno. Inzialmente il ventunen-
Siamo andati a dormire presto. scondere». ceo scientifico ’Donatelli’ di Ter- ne sarebbe stato indagato per
gazzo giusto per lei, perché lei
Alle sei e mezzo ho provato sve- Al funerale ci sarà? ni. Obiettivo della procura, che omissione di soccorso, ma al
era davvero perfetta. Poi, però,
gliarla perché doveva andare a «Non potrò esserci. Con la mia disporrà anche l’esame tossico- momento l’ipotesi che gli viene
ho conosciuto il padre e la ma-
scuola, ma non si è alzata. Alle famiglia siamo dovuti scappare logico, è capire se la ragazza ab- contestata è omicidio preterin-
dre, siamo anche andati a cena
nove quando mi sono svegliato fuori regione: abbiamo ricevuto bia effettivamente assunto eroi- tenzionale; con la morte come
insieme alla Comunità Incontro,
di nuovo era morta. Sarà l’autop- minacce di morte». na oppure anche altre sostanze conseguenza di altro delitto a
e hanno cambiato idea su di
sia a dire perché, ma secondo e in quale quantità. Al conferi- carico di ignoti. Intanto la comu-
me. Certo, adesso... Al fratello
me è morta soffocata: quando QUEL MALEDETTO GIORNO mento dell’incarico peritale sia i nità ternana in generale e quella
non sono mai piaciuto. Però io è
l’ho alzata aveva la bocca piena coinvolti, sia le parti offese po- amerina in particolare restano
Maria Chiara ci amavamo, face- «Non volevo
di vomito». tranno nominare i propri consu- sotto choc. Uno striscione è sta-
vamo progetti».
Pensavate di andare a vivere Si sente responsabile? che provasse l’eroina lenti di parte. to affisso ieri sulle Mura Ciclopi-
insieme? «No, perché la stavo aiutando a La stavo aiutando «Dobbiamo capire l’effettiva le- che di Amelia. “Vola in alto pic-
«Sì, certo. Lei ha compiuto di- venir fuori da un momento diffi- talità della sostanza o se questa cola stella -vi si legge -. Ti ricor-
cile. Ho senso di colpa, ma cre- a superare fosse una novità che l’organi- deremo sempre e per sempre».
ciotto anni e il nostro sogno era
convivere e sposarci. Presto le do che non potessi fare altro. un momento difficile» smo della ragazza non ha sapu- Stefano Cinaglia
avrei regalato le fedi, pensava-
mo anche di avere un bambino.
E invece adesso mi è rimasto so-
Pregiudicato nella rete della polizia
lo questo macigno sul cuore».
E’ vero che le ha regalato la do-
se di eroina per il diciottesimo Minacce all’ex compagna
compleanno?
«Assolutamente no. Non volevo
che lo facesse, ma lei mi aveva TERNI Non ha accettato la fine della relazione e ha più volte
detto più volte che se non lo minacciato di morte l’ex compagna. Protagonista un
avesse fatto con me lo avrebbe pregiudicato romeno di 45 annni che è stato denunciato dalla
fatto con qualcun altro. Usava polizia. La donna alla fine è stata costretta a richiedere
droga già da prima che ci cono- l’intervento del 113. All’arrivo della volante l’uomo si era
scessimo. L’eroina però era la allontanato ma è stato bloccato poco dopo alla guida di
prima volta e sarebbe stata an- un’auto: il mezzo non è risultato coperto da assicurazione
che l’ultima. Io ho avuto un pas- mente la patente del 45enne era falsa. Lo straniero è stato
sato difficile ma sto cambiando, quindi condotto in Questura e qui gli agenti hanno scoperto
sono cambiato. E anche lei vole- che su di lui già pendeva un ordine di carcerazione per una
va smettere con tutto. I nostri condanna a tre mesi, legata ad altri reati. Per l’uomo,
progetti erano altri, dovevamo denunciato per atti persecutori e possesso di falsi documenti,
iniziare la nostra vita insieme». si sono aperte le porte del carcere di vocabolo Sabbione.
Come è andata quel giorno ma- L’auto è stata sequestrata.
ledetto?
11

Perugiacronaca@gruppocorriere.it
mercoledì
14 ottobre
2020

Il caso
Udienza preliminare dopo otto anni per quattro difetti di notifiche. Parte civile sbotta: fuori dall’aula e raggiri. I soldi erano finiti inta-

Truffa all’Anas, prescrizione per i tre dirigenti sca a due dirigenti. Un terzo era
sotto accusa per aver asseconda-
to la presunta truffa. Che per il
PERUGIA ex dirigenti dell’Anas di Perugia za fuori dall’aula. Il caso è quel- riesame, per due voltein occasio-
che finisce in un nulla di fatto. lo dei cantieri della Orte Terni ne di dissequestri, non era tale.
K Non luogo a procedere per Un ex geologo dell’ente strade, Rieti e degli incentivi ai compo- Ma il giudice, a causa della pre-
intervenuta prescrizione. che della truffa si considera par- nenti della direzione dei lavori scrizione, non si è neppure
L’udienza preliminare chesi è te- te lesa e ieri voleva costituirsi in base alla legge 94: parcelle da espresso. Le difese degli imputa-
nuta otto anni dopo l’inchiesta parte civile attraverso il legale oltre 60 mila euro.Ebbene le pro- ti - rappresentate da Emanuela
acausa di quattro errori conseci- Michele Marzoli, alla ricostru- cedure per ottenere questi soldi, Spirito e Giulio Liscio - hanno
tivi di notifica. La truffa aggrava- zione di uno degli imputati ha secondo la Procura di Perugia, comunque respinto le accuse.
ta in concorso contestata a tre sbottato ed è stato portato a for- erano state espletate con artifizi Tribunale penale La sede di Perugia Ale.Ant.

Concorsopoli: concessi al consulente altri 60 giorni per le trascrizioni. Nuova udienza fissata a gennaio

Mancano i software delle intercettazioni


I grandi
processi
Bocci torna in aula per la consegna dei file
di Alessandro Antonini e Alessandro Diddi - due
PERUGIA
Udienza preliminare dei nomi principali di can-
didati da favorire sono sta-
K E’comparso ieri in tri- ti poi bocciati al concor-
bunale, davanti al Gip, Questa mattina al centro Capitini so. Ma per pm e giudici
Gianpiero Bocci, imputa-
to nel doppio processo di
gli imputati del processo Gesenu (dal gip al riesame) gli in-
dizi raccolti sono suffi-
Concorsopoli (noto an- PERUGIA cienti per il processo. Gli
che come Sanitopoli 2), viene contestata anche
per una udienza tecnica K E’ prevista per oggi all’auditorium Capitini, ore l’associazione per delin-
sulla trascrizione delle in- 9,30, la prosecuzione dell’udienza preliminare del quere, in concorso con
tercettazioni. Al centro ci processo Gesenu ”spazzatura connection”. Potreb- Marini. L’arresto di Bocci,
sono i software che man- be essere sentito anche l’attuale dirigente della Pro- nell’aprile del 2019, è sta-
cavano per l’estrazione tezione civile della Regione, Borislav Vujovic, a cui to motivato al pericolo di
dei file audio. Ore e ore di Il processo la procura ha contestato l’abuso d’ufficio e l’omes- favoreggiamento. Era lui
intercettazoni attraverso Sopra sa denuncia quando era responsabile ambiente in secondo gli inquirenti
trojan e microspiee am- Bocci Provincia . che forniva leinformazio-
bientali,incui sono finiti i e l’avvocato L’inchiesta Gesenu, con al centro una presunta ma- ni sulle indagini agli altri
vertici dell’ospedale di Pe- Brunelli lagestione dei rifiuti inmezza regione,vede coinvol- indagati. Poi quel capo di
rugia e altri esponenti po- A fianco ti 23 imputati (16 persone e 7 aziende). A dieci imputazione è stato stral-
litici, tra cui l’ex governa- uno dei viene contestata l’associazione finalizzata al traffi- ciato: non è stata infatti
trice Catiuscia Marini e pubblici co illecito, falso, frode e truffa aggravata. identificata la fonte delle
l’ex assessore regionaleal- ministeri, L’inchiesta ha portato allo scoperto unaserie di pra- soffiate.
la Sanità, Luca Barberini. Paolo tiche illecite nella gestione delle discatiche e degli Eppure tutta la rete degli
In udienza, durata un Abbritti impianti. informatori è stata rico-
quarto d’ora, Bocci è sta- struita: manca il nesso
to presente per assistere con la magistratura e in
alla consegna,daparte del- particolare con la procura
la polizia giudiziaria, dei consulente nominato dal- ma udienza, in cui verrà Interni sotto diversi gover- secondo la teoria della che coordinava l’inchie-
programmi al perito del la Procura di Perugia altri sentito il perito, è fissata il ni. Non viene mai intercet- Procura - per piazzare i sta. Gli imputati in tutto
tribunale. Si tratta di un 60 giorni di tempo per ver- 12 gennaio. Bocci, fino al tato direttamente; ma vie- candidati favoriti. E i verti- sono 39. La prima udien-
passaggio atteso nel giudi- balizzare tutte le conver- momento dell’arresto era ne evocato con uno dei ci sanitari che si adopera- za del processo principa-
zio immediato per rivela- sazioni. Le trascrizioni sa- segretario regionale del vertici della piramide che vano per essere poi rino- le si è tenuta nell’audito-
zione di segreti d’ufficio. ranno depositate entro la Pd. Precedentemente era faceva truccare i concorsi minati. Nel caso di Bocci rium del centro congressi
Ilgiudice ha concesso al fine dell’anno. La prossi- stato sottosegretario agli nell’ospedale e alla Usl - - difeso da David Brunelli Capitini.

Ferite lievi per l’uomo alla guida del mezzo: l’incidente all’altezza del Park hotel in direzione Cesena
Auto si ribalta sulla E45, autista messo in salvo dai pompieri
PERUGIA controllo del mezzo,ribal-
tandosi. Sul posto stradale
K Incidente sulla E45, e 118 per i soccorsi del ca-
con un'auto che si è ribal- so e per la ricostruzione
tata. Traffico bloccato e il della dinamica dell'inci-
conducente ferito, per for- dente. Gli agenti della stra-
tuna senza gravi conse- dale hanno regolato il traf-
guenze. Una squadra della fico. Non sono mancate co-
caserma centrale dei vigili de lungo la quattro corsie
del fuoco di Perugia è in- per chi proveniva da Ro-
tervenuta per un incidente ma.  Il tratto in questione,
stradale accaduto lungo soprattutto nelle fasce ora-
superstrada direzione Ce- riedi punta, con maggior
sena, nei pressi del Park afflusso di traffico, è spes-
Hotel, a Ponte San Giovan- so teatro di incidenti. Dai
ni. Una sola la vettura, co- tamponamenti alle uscite
n un ferito lieve: l'uomo al- di corsia. Poco più avanti
la guida avrebbe perso il Intervento I vigili del fuoco intervenuti nell’incidente sulla E-45 c’è un autovelox.
28
mercoledì
14 ottobre
2020
Terni corrterni@gruppocorriere.it

All’ennesimo episodio nelle ultime settimane, la donna ha chiamato la polizia: denuncia per atti persecutori

Minacce di morte all’ex fidanzata


di Giorgio Palenga L’arresto
TERNI L’uomo Niente detenzione alternativa per un ternano 45enne
K All’ennesima minac- un 35enne
cia di morte, frutto del
non voler accettare la fine
è stato poi Atti sessuali con minorenni
rinchiuso
della loro relazione, lei
non ce l’ha fatta più: ha
chiamato il 113.
a Sabbione
perché deve
Tre anni e mezzo in carcere
Ed è stata la salvezza per Carabinieri
la ex compagna di un ru- scontare
meno che avrebbe proba- una condanna I militari
bilmente continuato a tor- hanno dato
mentare la donna e che in- esecuzione
vece ora è stato rinchiuso Squadra volante
in carcere, non per le mi- In azione all’ordine
nacce ma per scontare gli agenti del giudice
una precedente condan- alla richiesta
na. di aiuto della donna
prelevandolo
Andando per ordine, l’uo- dai domiciliari
mo si è presentato ancora sibilità di dubbio, che sul ra di prevenzione. ta sottoposta a sequestro
una volta dalla ex fidanza- suo capo pendeva da ben Quanto invece alle reitera- amministrativo, con conte-
ta, così come era diventa- due anni un ordine di ese- te minacce nei confronti stuale sanzione, ed è stato Militari dell’Arma
ta un’abitudine in queste cuzione emesso a dalla della ex, l’uomo è stato de- multato per guida senza I carabinieri
ultime settimane, pronun- Procura della Repubblica ferito in stato di libertà per patente. Per la pena da della stazione
ciando sempre frasi mi- di Terni, per una condan- il reato di atti persecutori scontare, è stato rinchiuso di Papigno hanno
nacciose, fino a urlarle na a tre mesi di arresto, e di possesso di documen- nel carcere di vocabolo eseguito l’ordinanza
che avrebbe messo a re- per aver violato una misu- ti falso, mentre l’auto è sta- Sabbione. di carcerazione
pentaglio la sua stessa vita
se non avesse accettato di
rimettersi con lui. Stavolta TERNI
però la donna si è fatta co- Sulla E45 Tragedia
raggio e ha chiamato la po- K Svariati precedenti per reati sessuali, legati pur-
lizia, che si è messa sulle troppo anche ad atti consumati, con minorenni.
tracce dell’autore delle mi- Camionista ubriaco Tabaccaio si toglie la vita Con tanto di condanne e residui di pena da sconta-
nacce, un rumeno di 35
anni, nel frattempo scap-
provoca un incidente impiccandosi nel negozio re. Sono proprio tre anni e sei mesi di reclusione,
rimasti da una di queste sentenze, ad aver portato
pato. Gli agenti della squa- TERNI TERNI in carcere il 45enne ternano V.T., il cui ordine di
dra volante però lo hanno carcerazione è stato eseguito lunedì dai carabinie-
subito rintracciato, trovan- K Era talmente ubriaco da aver ri- K Dramma della disperazione ieri, ri del comando stazione di Papigno.
dolo alla guida di un’auto schiato il coma etilico, quando è stato vittima un tabaccaio di 60 anni che, in L’uomo si trovava ristretto ai domiciliari nella sua
non coperta da assicura- preso in consegna dai medici del S.Ma- mattinata, ha deciso di farla finita. L’al- abitazione. L'indagine relativa ai reati sessuali risa-
zione e, per giunta, con in ria. Un camionista bielorusso, 50enne, larme è stato dato dagli stessi familiari, le al biennio 2015/2016 ed era stata condotta dagli
tasca una patente risultata ha provocato un incidente, lunedì po- non riuscendo più a mettersi in contat- agenti della squadra mobile di Terni che avevano
falsa. A quel punto si è de- meriggio, in una stazione di servizio to con lui. Il primo luogo dove si sono fatto emergere un quadro raccapricciante, fatto
ciso di approfondire gli ac- della E45, nella zona di Acquasparta, concentrate le ricerche è stato proprio anche di atti sessuali con minorenni adescati dal
certamenti. L’uomo è sta- andando a sbattare contro un muretto nell’attività commerciale che gestiva, soggetto. Fatti avvenuti nel ternano ma anche, co-
to accompagnato in que- perimetrale. I carabinieri della stazio- dove è avvenuta la tragica scoperta: il me nell'ultimo procedimento penale che lo aveva
stura e dall’esame delle ne della località termale si sono resi commerciante si era impiccato. Sul po- visto coinvolto, in provincia di Perugia.
sue impronte digitali è sta- subito conto che era in un profondo sto è intervenuto un equipaggio della Il 45enne, negli anni scorsi, era anche finito nei
ta accertata la sua reale stato di alterazione psicofisica. In ospe- Volante, per i rilievi di legge. Il magi- guai, insieme ad altri, per l'utilizzo di materiali -
identità. A quanto reso no- dale, infatti, l’esame del sangue ha fat- strato di turno ha comunque subito ri- come lampeggianti blu, palette, divise - normal-
to dalla stessa questura, in- to rilevare un tasso alcolemico di 4,03 lasciato la salma per le esequie. A mente in uso alle forze di polizia ed alla protezio-
fatti, in passato il 35enne G/l (il limite è 0,50). E’ stato denuncia- quanto potuto accertare, il commer- ne civile. Fatti, risalenti al 2009, accompagnati an-
aveva dato generalità di- to per guida in stato di ebbrezza alcoli- ciante non avrebbe lasciato biglietti che da servizi di pattugliamento ritenuti “abusivi”
verse, ai controlli delle for- ca e gli è stata ritirata la patente. per spiegare i motivi del gesto. dall'autorità giudiziaria. Da qui il processo che ne
ze dell’ordine. Viceversa è P.G. P.G. era scaturito.
stato accertato, senza pos- F.T.

Il tribunale del Riesame accoglie le richieste del difensore di un 58enne e di un 60enne, entrambi pakistani. Rigettati i ricorsi degli altri
Operazione Alì Park, tornano liberi due degli arrestati
TERNI bunale.
L'indagine è basata sull'ipotesi di
K Tornano in libertà due dei die- associazione per delinquere fina-
ci arrestati nell'ambito dell'opera- lizzata al traffico internazionale
zione antidroga “Alì Park”, messa di stupefacenti, in particolare
in campo dalla sezione antidroga eroina proveniente dal Pakistan e
della squadra mobile di Terni in- poi 'gestita' in Italia da un gruppo
sieme alla direzione distrettuale composto da sei cittadini pakista-
antimafia di Perugia. ni, due tunisini, un nigeriano ed
Si tratta del sessantenne Muham- un italiano.
mad Zubair Syed, pakistano, e Secondo quanto ricostruito dagli
del cinquantottenne tunisino inquirenti, l'organizzazione - gui-
Hassen Lamine. Entrambi sono Traffico internazionale Uno degli arresti dell’operazione Alì Park data da un pakistano - importava
difesi dall'avvocato Francesco la droga, la lavorava e la cedeva a
Mattiangeli che si è visto accoglie- che ha portato - per i due indaga- Ordinanza, di contro, confermata terzi per rifornire il mercato di
re, dal tribunale del riesame di ti in questione - all'annullamento per tutti gli altri sei che l'avevano Terni e alcune aree della Tosca-
Perugia presieduto da Giuseppe dell'ordinanza di custodia caute- impugnata ma che si sono visti na.
Narducci, il ricorso presentato e lare emessa dal gip di Perugia. rigettare il ricorso dallo stesso tri- F.T.
Domani l’ExtraTerrestre Le Monde diplomatique L’ultima
ALIMENTI Il cappero, la pianta DA GIOVEDÌ IN EDICOLA Follia in Usa, AMAZON I brevetti registrati dall’azienda
selvatica che fa bene alla salute. battaglia sul 5G, colpo di Stato in progettano sistemi in cui i lavoratori
In Italia le terre di produzione Mali, Libano in cerca di stabilità, servono le macchine anziché usarle
sono le isole di Pantelleria e Salina protesta dei giovani in Bielorussia Alessandro Delfanti pagina 16

quotidiano comunista

 CON LE MONDE DIPLOMATIQUE


+ EURO 2,00

MERCOLEDÌ 14 OTTOBRE 2020 – ANNO L – N° 245 www.ilmanifesto.it euro 1,50

Studenti su un autobus a Milano foto di Mourad Balti Touati/Ansa

Questioni di genere
Più uguaglianza,
per la democrazia
e per l’economia
LAURA BOLDRINI

L
a Commissione euro-
pea e il Consiglio Euro-
peo hanno messo in
campo 750 miliardi per l’e-
conomia colpita dalla crisi
del Covid-19. All’Italia arri-
veranno 209 miliardi: più di
un quarto del Next Genera-
tion Eu. Siamo, dunque, il
primo stato beneficiario
per quantità di fondi dell’U-
nione. Il nostro Paese, per
questo, ha davanti a sé
un’occasione storica, che va
colta: queste risorse non
vanno disperse in mille rivo-
li alla ricerca di un immedia-
to consenso, ma vanno im-
piegate per promuovere un
cambiamento strutturale.
— segue a pagina 14 —

Economia
Se i cambiamenti
strutturali
restano virtuali
Trasporti a rischio contagio. Il distanziamento è una chimera. Per tagliare i picchi di utenza
ALFONSO GIANNI
le regioni chiedono la didattica a distanza nelle scuole. Conte ammette criticità sui mezzi
N
on sarà una Nadef
pubblici. Oggi vertice al Mit. Il virus vola: preoccupano i decessi e le terapie intensive pagine 2,3 qualunque, o quanto-
meno non dovrebbe
esserlo. Non solo perché pre-
senta un orizzonte ben più
UNA LEGGE DI BILANCIO DA 40 MILIARDI DI EURO esteso di quello solito, spin-
gendosi fino al 2026, ma per-

Fisco, riforma in 3 anni e Irpef dal 2022


ché ha a che fare, per usare le
parole del ministro Gualtieri
Poste Italiane Sped. in a. p. - D.L. 353/2003 (conv. L. 46/2004) art. 1, c. 1, Gipa/C/RM/23/2103

(nella sostanza ribadite


nell’audizione parlamenta-
re), con “la peggiore caduta
II Assegno unico per i figli, ta- zione dell’Irpef, ovvero la parte mentali della legge di bilancio MAGGIORANZA SUL FILO del Pil della storia repubblica-
glio del cuneo fiscale, sconto del più importante di questa rifor- da 40 miliardi descritti ieri dal na”, e perché si misura con
30% sui contributi alle imprese ma, sarà operativa a partire dal ministro dell’Economia Rober- Voti a rischio, non solo sulla NaDef l’utilizzo delle risorse messe
meridionali che assumono a par- primo gennaio 2022. Il governo to Gualtieri alle commissioni Bi- a disposizione dalla Ue. Non
tire dal 2021, sostegno alle casse sta anche pensando a un ulterio- lancio di Camera e Senato riuni- II Conte chiede collaborazio- cio. Anzi, si mette di traverso an- è la prima volta che una Nota
integrazioni e ai lavoratori dei re prolungamento della morato- te in maniera congiunta. Fmi: ne, ma l’opposizione non vuole che sulla riforma costituzionale assume più importanza dei
settori messi in difficoltà per il ria sui crediti per le imprese che «La disoccupazione all’11%, peg- aiutare la maggioranza nei voti per il voto ai 18enni. Il governo documenti cui si riferisce.
Covid. E una riforma fiscale nei scade attualmente il 31 genna- gio fanno solo Spagna e Grecia». di camera e senato (oggi e doma- apre al voto a distanza in caso di — segue a pagina 15 —
prossimi tre anni. La rimodula- io. Sono questi i punti fonda- PIERRO A PAGINA 5 ni) sullo scostamento di bilan- quarantene. FABOZZI A PAGINA 2

Lele Corvi STUDIO MORESSA TRIESTE TRA CINA E USA MAR EGEO CONTESO all’interno
Migranti, un saldo D’Agostino: «Sui porti La nave turca esplora,
positivo per lo Stato serve strategia Ue» verso sanzioni europee Italia sostenibile Una road
II Il decimo Rapporto della
Fondazione Leone Moressa re-
map verde per il Recovery
gistra che i lavoratori stranie- DANIELA PASSERI PAGINA 5
ri producono 147 miliardi di
ricchezza, il 9,5% del Pil italia-
no. E visto che il costo totale Comunali Torino, il «passo
dei servizi erogati ai residen-
ti con cittadinanza straniera di lato» di Appendino
è pari a 26,1 miliardi, circa il
3% della spesa pubblica, a MAURO RAVARINO PAGINA 7
fronte di un gettito fiscale II Un’azienda tedesca ha acquisito la II Lunedì la nave esploratrice turca
più contributi e imposte di maggioranza della Piattaforma logisti- Oruc Reis ha raggiunto le acque dell’E-
ogni tipo che ammontano a ca di Trieste che in teoria doveva anda- geo contese con la Grecia: si trova a Fiat 40 anni dopo i 40mila
26,6 miliardi, il saldo attivo re ai cinesi. Per il presidente del porto sud dell’isola di Kastellorizo. Un’aper-
tra quanto le casse pubbliche giuliano Zeno D’Agostino «Cina e Usa ta sfida all’Europa che il primo ottobre in Fca si lavora male
ricevono e ciò che erogano è ci dicono cosa dobbiamo fare, ma ser- aveva minacciato sanzioni. Atene alza
pari a 500 milioni l’anno. ve una terza via, europea». la voce: ritiro o niente dialogo. Si arrab- MASSIMO FRANCHI PAGINA 5
CHIARI A PAGINA 6 BENAZZO A PAGINA 8 biano anche gli Usa. BETTONI A PAGINA 9
Il Csm si spacca, ma prova a cacciare Davigo (il più votato) con il pretesto
dell’età pensionabile. Ma quando fu eletto nessuno si accorse della sua età? y(7HC0D7*KSTKKQ( +z!=!"!#!&

Mercoledì 14 ottobre 2020 – Anno 12 – n° 284 e 1,80 – Arretrati: e 3,00


Redazione: via di Sant’Erasmo n° 2 – 00184 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

Eccesso di coerenza
BTP, TASSI QUASI A ZER0 COSA (NON) SI È FATTO SUL COVID DAL LOCKDOWN A OGGI

Regioni bocciate:
Recovery fund, » Marco Travaglio
il Parlamento dà
Q
uattro anni fa, quando
Roberto Giachetti si can-
la spinta a Conte didò a sindaco di Roma
ed escluse dalle liste l’ambienta-
lista Nathalie Naim perché im-

5 mesi buttati via


putata per diffamazione ai danni
dei bancarellari abusivi, scrivem-
mo che c’è un limite anche alla
coerenza: le “liste pulite” sono un
dovere civico, ma bisogna sem-
pre verificare i fatti alla base di
un’imputazione e anche di una
condanna. Se sono criminali, o
soltanto immorali, o scorretti e
dunque incompatibili con i re-
quisiti di “disciplina e onore”pre-

MILANO: 7 ADDETTI
q CANNAVÒ E LENZI scritti dalla Costituzione per chi
A PAG. 6 - 7 ricopre pubbliche funzioni, è giu-
sto non candidare chi li ha com-

IL DEPUTATO DI SIENA AI TRACCIAMENTI. messi o, se è già stato eletto, cac-


ciarlo dal partito e dalla carica.

GIÀ 2.500 CASI


Altrimenti nessun problema. So-
Unicredit chiama lo così la politica può affermare il
suo “primato”: non coprendo gli
Padoan: dovrà
DI POSITIVI INEVASI
amici da ogni delitto e rinfaccian-
do ai nemici condotte meno gra-
trattare con Mps vi; ma decidendo autonoma-
mente e chiaramente cosa si può
q DI FOGGIA A PAG. 9 q CASELLI, OLIVA, PASCIUTI, RONCHETTI E SPARACIARI fare e cosa no, a prescindere dai
A PAG.4 - 5 processi penali che seguono altre
logiche e regole, e poi risponder-
LA SINDACA SI RITIRA 4 ESPERTI SULLE NUOVE MISURE ne ai cittadini. Non tutto ciò che è
reato è immorale e non tutto ciò
La Appendino “Nel Dpcm c’è il massimo che è immorale è reato.
Lo ripetiamo anche oggi, alla
non si ricandida: possibile”. “Troppo poco” notizia che Chiara Appendino,
dopo la condanna a 6 mesi in pri-
un futuro da big q CALAPÀ A PAG. 3
mo grado per falso ideologico, si è
autosospesa dal M5S e ha deciso
q DE CAROLIS A PAG. 8 “per coerenza”di non ricandidar-
È ARRIVATA LA STASI: si a sindaca di Torino. Convinta di
ribaltare quel verdetto in Appel-
CLEPTOCRAZIA LIBICA L’HA DETTO SALLUSTI lo, ma sa bene che – sebbene ab-
bia scelto il rito abbreviato – la
L’oro di Tripoli » Antonio Padellaro sentenza non arriverà mai prima
dell’estate, quando la città torne-
perso e rivenduto
L’ altra sera, a Otto e Mezzo, Alessan- rà alle urne. È un gesto tanto no-
bile quanto raro, anzi unico. Ma a
da Haftar&figli dro Sallusti ha evocato la dittatura
“comunista” modello Stasi. noi pare un eccesso di coerenza. E
A PAG. 2 i 5Stelle, impegnati in mille be-
q GROSSI A PAG. 14 ghe su questioni molto più secon-
darie e trascurabili, dovrebbero
affrontare la faccenda subito, per
» PER LE ELEMENTARI Mannelli LE NOSTRE FIRME. affidarla ai probiviri e aggiornare
il loro Codice etico, ancora trop-
Pagelle, addio • Fini Viva il “pauperismo” del Papa a pag. 11
po rigido e dunque inefficace.
Giusto allontanare i condannati,
ai voti. “Giusto” anche in primo grado, per reati

• Settis Un museo per l’arte Torlonia a pag. 17


gravi, qual è certamente sulla
“No, un errore” carta il falso. Ma l’ultima parola
deve sempre spettare ai probiviri,

• Truzzi Gogol e le multe ai No Mask a pag. 11


dopo aver esaminato i fatti. Che,
» Alex Corlazzoli per l’Appendino, sono a dir poco
e Gian Arturo Ferrari kafkiani. Nel 2012 la giunta del

• Robecchi Nonna Papera per Roma a pag. 11


Pd Piero Fassino contrae un de-

C
ancellato il voto nu- bito con una società privata, la
merico dal- Ream, che versa al Comune una

• Caporale Sgarbi tra lupa e capra a pag. 8


la pagel- caparra di 5 milioni per avere il
l a d e l l e e l e- diritto di prelazione sull’area ex
mentari, tor- Westinghouse, interessata da un
na il giudizio progetto di riqualificazione e ri-
“a parole”. C’è lancio con un mega-centro con-
chi ritiene che gressi. Nel 2013 il progetto viene
valorizzi i percorsi SPRINGSTEEN, L’ALBUM IL FILOSOFO BAHARIER La cattiveria aggiudicato a un’altra società e i 5
individuali degli alunni milioni vanno restituiti. Ma la
senza “bollarli” con cifre i-
nappellabili e chi ritiene
Il Boss: “Vincerà “L’uomo è zoppo Con lo stop agli sport
amatoriali, dovrebbe
giunta Fassino non paga. E, ai
solleciti della Ream, risponde nel
importante dare valore alla
conoscenza, misurarla, so-
Biden e finirà Più domande chiudersi l’esperienza
di Giulio Gallera
2014 e nel 2015 che ridarà i soldi
solo al termine delle procedure
prattutto in un percorso di
crescita. Chi ha ragione? l’incubo Trump” e meno risposte” alla Regione Lombardia per l’aggiudicazione della con-
cessione al vincitore della gara,
A PAG. 16 WWW.SPINOZA.IT bloccate dal ricorso al Tar di un
q MANNUCCI q TAGLIABUE concorrente escluso.
A PAG. 19 A PAG. 18 SEGUE A PAGINA 20
Nelle carceri di nuovo sovraffollate aumentano OBLÒ
i contagiati da Covid e i bambini dietro le sbarre Sorgi:
“I 5 Stelle
DAMIANO ALIPRANDI
hanno

IL DUBBIO
A PAGINA 12

esaurito
le parole
d’ordine”.
Meno male...
p.a.
www.ildubbio.news

APPELLO DA AVVOCATI E GIUDICI AMMINISTRATIVISTI: «IL COVID RENDE I PROCESSI IN PRESENZA TROPPO RISCHIOSI»

«Tar, ora udienze solo da remoto»


Allarme condiviso da Unaa, che rappresenta il Foro, e associazioni
delle toghe. D’accordo anche l’organo di autogoverno dei magistrati
Q
uasi in contemporanea, tre diversi appelli spingono verso l’ado- «NON RESTI IN CARICA DOPO IL CONGEDO»
zione di una norma straordinaria per ripristinare, nella giustizia
amministrativa, il ricorso alle udienze da remoto. Di fronte alla
crescita dei contagi, un rapido intervento, innanzitutto da parte del- La commissione del Csm
la presidenza del Consiglio, è sollecitato dal Consiglio di presidenza
della giustizia amministrativa, che ha al proprio vertice il presidente
del Consiglio di Stato Filippo Patroni Griffi, dalle associazioni dei
chiede la decadenza,
ma su Davigo deciderà
Anno V numero 203 MERCOLEDÌ 14 OTTOBRE 2020 1,5 euro

magistrati dei Tar e di Palazzo Spada e dall’Unione nazionale avvoca-


ti amministrativisti (Unaa). In particolare, la sigla che rappresenta il
Foro ha predisposto anche il testo di un’eventuale norma da inserire
in un decreto legge per garantire il ritorno alle udienze a distanza, già lunedì prossimo il plenum
sperimentato con successo fino allo scorso 31 luglio.

SIMONA MUSCO A PAGINA 4 ERRICO NOVI A PAGINA 3

IL VOTO SUL NADEF PRESIDENTE SIM


Stefania Stefani: «Più
metodologie rapide
I numeri in Senato per tracciare il virus»
sono sul filo. VALENTINA STELLA APAGINA 7
D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N.46) ART. 1, COMMA 1 C/RM/41/2016

E il governo CONVEGNO ALL’UNINT DI ROMA


POSTE ITALIANE S.P.A. - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE

precetta i ministri L’instabilità libica,


lo scontro tra potenze
GIACOMO PULETTI A PAGINA 5
e il ruolo dell’Europa
CIRO SBAILÒ A PAGINA 15

MONSIGNOR VINCENZO PAGLIA E LA LEZIONE DEL GIOVANE BEATO “FRATELLI TUTTI”


Carlo Acutis era diventato L’enciclica del Papa?
un“influencer” del Vangelo Una teologia concreta
senza perdere la semplicità per liberare l’umanità

L S
a vicenda di Carlo Acutis, il mi. Era accaduto, ad esempio, viluppare una riflessione maticamente, e chi lo affronta
giovane morto a 15 anni il 12 ai due pastorelli di Fatima: Gia- sulla recente enciclica di pa- non può che limitarsi a conside-
ottobre 2006 e beatificato ad cinta e Francesco morti in gio- pa Francesco, Fratelli Tutti, rarne alcuni aspetti. Il pontefice
ISSN 2499-6009

Assisi sabato scorso, merita at- vane età e canonizzati nel risulta difficile. dichiara nell’introduzione la ca-
tenzione. Non è la prima volta 2017. Il testo è molto denso, program- ratteristica del documento.
che la Chiesa cattolica beatifi-
ca dei giovani e dei giovanissi- GA PAGINA 10 SERGIO VALZANIA ALLE PAGINE 8 E 9
Mercoledì 14 ottobre
2020

ANNO LIII n° 244


1,50 €
San Callisto I
papa e martire

Opportunità
di acquisto
in edicola:
Avvenire
+ Luoghi dell’Infinito
4,20 €

Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t


Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t

■ Editoriale IL FATTO Crescono i nuovi casi (5.901), i pazienti in terapia intensiva (+62) e i morti (41). Contagi nello sport, anche Cristiano Ronaldo

Per non andare in blocco


Covid e (buon) senso civico

QUESTO NOSTRO
STRANO PAESE
DANILO PAOLINI Conte: sacrifici per evitare un nuovo lockdown, tuteliamo economia e salute. Niente controlli in casa
S Scontro sulla scuola: no della ministra alla didattica a distanza per le superiori chiesta dalle Regioni
trano Paese, quello in cui il
deficit di civismo e l’emergenza
educativa sono evidenti,
allarmanti e di molto precedenti alla
pandemia, eppure appena i contagi Dopo la firma del nuovo Dpcm, il premier chiarisce al Paese il sen- ■ I nostri temi
risalgono si pensa di richiudere le so e le ragioni della stretta: «Ci saranno sacrifici ulteriori, ma l’o- CAPITALI Adesso è soprattutto nelle metro-
scuole. Strano Paese, l’Italia pallonara biettivo è tutelare economia e salute ed evitare che il Paese ripiombi poli che si sposta l’allerta pande-
(nei due sensi possibili del termine) in un lockdown generalizzato», avverte Conte, assicurando che Il virus colpisce mia perché il virus corre sui mez- AMERICA LATINA
che piange perché non può andare allo non manderà «le forze di polizia nelle abitazioni private, ma oc- zi pubblici affollati, sui vagoni dei
stadio e però "le lezioni a distanza sono corrono comportamenti prudenti». Restano i nodi della scuola e nelle metropoli treni, tra i passeggeri che si as- Così il Covid
più sicure". Ancora più strano, quasi del trasporto locale, coi go- sembrano alle fermate e sulle ban-
incomprensibile, se a chiedere la vernatori che si lamentano. Trasporti locali chine dei metrò. L’epidemia colpi- ha aumentato
retromarcia sono i rappresentanti di Ma il governo tiene il pun- sce più duramente Milano, Roma,
alcune Regioni e di certi partiti che to: «A scuola le cose vanno sotto osservazione ma anche Berlino, Parigi e Madrid. la miseria
prima del 14 settembre reclamavano a bene, non ci sono i presup-
gran voce la ripresa delle lezioni nelle posti per la didattica a di- Fassini e Fulvi LUCIA CAPUZZI
a pagina 3
aule. Il Veneto e la Lega, su tutti. stanza». In crisi i ristoratori: a pagina 5
Sempre sull’orlo del cortocircuito «La nostra situazione è gra-
politico e informativo, in questo strano ve». Sul piano sanitario, la L’APPELLO Il fronte del Sud riaffila le armi a 20
Paese si ammette in realtà, a ragione, preoccupazione cresce di anni dalla storica vittoria per i ge- TERRASANTA
che non sono le scuole i luoghi di pari passo col crescere dei India e Sudafrica: nerici per l’Aids. New Delhi e Pre-
Fra’ Patton:
maggiore diffusione del Covid, ma poi contagi: Tornano a salire i toria chiedono all’Organizzazione
si aggiunge che le scuole superiori contagi: in 24 ore si sono registrati 5.901 nuovi casi rispetto ai 4.619 non si brevettino mondiale del commercio una de-
dal dialogo
vanno comunque chiuse perché per dell’altro ieri, con 41 vittime e un aumento dei ricoveri in terapia roga per il farmaco fino a quando
raggiungerle molti studenti prendono i intensiva (514, ossia 62 in più). Ormai il totale dei contagiati (com- i nuovi vaccini si raggiungerà l’immunità di greg-
la fraternità
mezzi pubblici, dove l’affollamento presi guariti e deceduti) ha superato quota 365mila. E il sindacato ge globale. Si ammala un pazien-
comporta un serio rischio di contagio. dei medici ospedalieri lancia l’allarme: se i casi dovessero aumen- per darli ai poveri te: Johnson&Johnson ferma i test
tare, il sistema reggerebbe per non più di due mesi. GIORGIO BERNARDELLI
continua a pagina 3 Lavazza e Napoletano a pagina 17
Daloiso, Guerrieri e Spagnolo alle pagine 4-8 e 26 a pagina 7

■ Editoriale
PALERMO
Covid e (buon) senso scientifico LAVORO Le stime della Fondazione Moressa. La nave in difficoltà a Malta sarebbe stata soccorsa. 13 morti in Tunisia
I negozianti
QUESTA DIVERSA si ribellano
«NORMALITÀ» al pizzo:
«Vergognati»
FLAVIA MARCACCI
Fermato per strada da un «e-

I
n un post dell’8 ottobre, diventato sattore» del clan, un commer-
popolare in poche ore, la pagina ciante palermitano riprende di
Facebook "Corona Virus - Dati e nascosto la richiesta di pizzo. E
Analisi scientifiche" ha divulgato all’estortore mostra le foto del-
quanto spiegato da Tomas Pueyo, il le vittime della mafia. «Guar-
trentatreenne specializzato in da, questi sono Falcone e Bor-
psicologia comportamentale a Stanford sellino, ti dovresti vergognare»,
che già a marzo divenne più virale del lo apostrofa. Un gesto impen-
coronavirus. A quei tempi aveva saputo sabile fino a qualche anno fa
spiegare, con la chiarezza non in un quartiere come Borgo
posseduta dai virologi, il meccanismo Vecchio. È il segno che ribel-
di diffusione della pandemia, larsi è possibile. L’ultima in-
ricorrendo a grafici e numeri che chiesta della Dda, che ha por-
ancora molti guardavano con sospetto. tato al fermo di 20 persone,
Dopo qualche mese, oggi siamo più racconta una città diversa. Su
abituati a grafici e numeri. La scienza 20 estorsioni scoperte dai ca-

Dagli immigrati in Italia 500 milioni di «utile»


del coronavirus continua a occupare i rabinieri, 14 sono stata de- Isola
social e molti quotidiani, che cercano nunciate dalle vittime. a pagina
di fornire strumenti atti a comprendere 15
i meccanismi epidemiologici perché si Mira a pagina 13
possa diventare tutti più consapevoli
su quanto si possa e debba fare. Fatto è
che molti lamentano che, a fronte di MANOVRA ACCUSE DI PECULATO
tanta scienza, stampa e media
incrementino solo un diffuso social
AL VIA Assegno per i figli Mandato dal Vaticano
LA STORIA
Patto tra generazioni
anxiety disorder (disturbo d’ansia
sociale). meno tasse sul lavoro Arrestata Marogna ripopola la Ciociaria
continua a pagina 3 Pini a pagina 9 Servizio a pagina 12 Traboni a pagina 14

Pregare a occhi aperti ■ Agorà


José Tolentino Mendonça
SOCIOLOGIA
sua discrezione che mi obbliga a
La vita prestar bene orecchio, se voglio
Paolo Jedlowski:
captarla. La vita è più grande. Per «Quel possibile
indecifrabile questo, tante volte, davanti alla
da riscoprire»
grandezza della vita subisco il

F
orse parte tutto di qui, fascino e avverto la sensazione Paliaga a pagina 23
Signore: dalla irremovibile come di una scheggia aguzza,
consapevolezza che la vita provo una sorprendente empatia ANNIVERSARIO
è di più. È più bella e fragile, più e una paura che paralizza, perché
giusta e ingiusta, più positiva e mi supera, mi sfugge a ogni Salvo d’Acquisto,
negativa, più potente e fragile, più istante, indecifrabile mi resiste. una vita forgiata
ampia e miniaturizzata di quanto Aiutami, Signore, a prendere
io possa controllare con gli coscienza che questa è la nostra nella fede
strumenti che mi sono condizione nel tempo. Insegnami Roncalli a pagina 24
normalmente disponibili: la a essere umile davanti alla vita,
volontà, la ragione o il desiderio. giacché è più quello che noi non SPETTACOLI
La vita è sempre di più. Il suo conosciamo di ciò di cui
turbinio o la sua marcia lenta; la possiamo parlare. E dammi la «Il mio Copperfield?
sua inquietudine o il suo stato capacità di abbracciare la vita Un eroe dell’800
inerte, spento; la sua pulsione quando non è esattamente così
vitale dichiarata, quasi come l’avevo prevista. ma anche di oggi»
mozzafiato, e allo stesso tempo la © RIPRODUZIONE RISERVATA De Luca a pagina 25
y(7HB5J1*KOMKKR( +z!=!"!#!&

Mercoledì 14 ottobre 2020 € 1,50 FONDATORE VITTORIO FELTRI


Anno LV - Numero 284 OPINIONI NUOVE - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale www.liberoquotidiano.it
D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004, n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano e-mail:direzione@liberoquotidiano.it
ISSN: 1591-0420

La sharia a Piazza Affari


Gli islamici irrompono in Borsa
A Milano debutta il primo fondo che investe secondo il Corano: niente titoli di società legate
all’alcol o alla carne di suino. Da capire a chi andranno i proventi della famosa tassa di Allah
ANDREA MORIGI zakat, la tassa per il culto.
Per il momento, in quella particola- Invece del Recovery si preoccupi dei ricoveri
Il libro di Mieli Adesso che, sul mercato di Piazza Affa- re nicchia, le contrattazioni, debita-
ri, è sbarcato zitto zitto il Corano, sa-
ranno Maometto e i suoi interpreti a
mente autorizzate dalla Borsa Italiana
e dalla Consob, possono avvenire tra-
Zingaretti travolto dal Corona
Se manca memoria dirci come impiegare i risparmi. Poi ci
penseranno loro a destinarne una par-
mite un solo prodotto, che in termini
tecnici si definisce un Etf (...)
pensa alla parità di genere...
un Paese te alle moschee per ottemperare alla segue ➔ a pagina 14 SANDRO IACOMETTI

I soldi della Ue non si sa ancora se e quando arriveranno,


affoga nel presente ma almeno abbiamo capito a cosa servono: a migliorare
Fa la voce grossa sul virus, però sui conti è insicuro la condizione femminile. E noi
VITTORIO FELTRI fessi che pensavamo alle impre-
se che chiudono, alla disoccupa-
Lotto quotidianamente con un iPad in-
grato che omaggio ogni giorno scrivendo
Conte decide tutto zione che esplode, alle opere
non finite, al sistema sanitario
ormai soltanto su quello, però lui mi na-
sconde le cose, fa sparire le foto che mi da solo che non regge. Macché. «L’obiet-
tivo centrale del Recovery fund è
mandano per posta elettronica, e non la parità di genere». Parola di Ni-
avendo più un foglio di carta vera davan-
ti, lavoro nella paura che la tavoletta si
e poi chiede aiuto cola Zingaretti. Non c’è da ridere, Nicola Zingaretti
la questione è seria. Mentre i bol-
spenga di colpo e tutto quel che sto facen-
do vada perduto; ma soprattutto, l’onni-
all’opposizione lettini sui contagi stilati dalla protezione civile continua-
no a snocciolare giorno dopo giorno numeri da brivido
scienza satanica dei motori di ricerca mi per il Lazio, il presidente della Regione ha voluto (...)
seduce, m’impigrisce, m’induce a non segue ➔ a pagina 4
esercitare più la memoria.
Non è un problema solo mio. L’acces-
so immediato e a chiunque alla enorme L’intelligenza degli scienziati
(e quindi inafferrabile) quantità di infor-
mazioni accatastate su internet non ha
salvato gli uomini dalla dimenticanza o,
Senza cervello Ma il Covid
peggio, dal ricordo selettivo. Per chi non
è “nativo digitale” (leggi: ragazzino nato PIETRO SENALDI
o senza non anticipa
con un cellulare in mano), le informazio-
ni sono troppe e in più ai nostri occhi Ma quanto piace a
mascherina? il carnevale
escono tutte dallo stesso minuscolo po- Conte decretare. Tut- GIULIA SORRENTINO (V.F.) - Cara Sorrentino,
sto, uno schermo. Ragion per cui, per chi te le volte che lo fa, si pubblichiamo volentieri
non è addestrato al web fin dalla nascita sente più alto di due Barbara d’Urso direbbe il tuo pezzo anche se non
è come mettere la mano in un secchio spanne. I suoi dpcm,
Siamo ai consigli sugli stili di vita “notizia choc”, io dico so- lo condividiamo, convinti
d’acqua abbagliante e profonda: ci si i decreti della Presi- lo trattamento sanitario come siamo che Vittorio
smarrisce, e ci sgomenta avere accesso a
una messe di dati, fatti e opinioni che
denza del Consiglio,
sono quasi più nu-
Più che un decreto obbligatorio, ma anche la
sua di definizione calze-
Sgarbi abbia il diritto di di-
re urbi et orbi qualsiasi co-
non avremo mai tempo di visitare com-
piutamente. Peggio ancora, non si trova-
merosi ormai delle
norme tributarie. Ieri
è un’opera buffa rebbe a pennello. Perché
è shoccante la ribellione
sa pensi. È un uomo colto
e anticonformista, non ve-
no in un luogo fisico, con dei confini chia- ne ha sfornato un al- PAOLO BECCHI - GIUSEPPE PALMA che stiamo vedendo. Sia- do per quale ragione deb-
ri, per esempio un libro: ci compaiono e tro, del quale si occu- mo passati da coloro che ba tacere solo perché ha
scompaiono davanti a ogni movimento, pano in modo esau- Libertà fondamentali soggette a nuovi rifiutavano i vaccini a co- convinzioni opposte alle
basta la fuga inavvertita di una frazione sitvo nelle pagine in- limiti da un Dpcm che non arrivava loro che rifiutano le ma- tue, pur rispettabili. Ram-
di polpastrello sul tasto sbagliato per rovi- terne Becchi, Dama mai. E che per come è scritto (...) scherine, ma basterebbe mento che i filosofi greci, i
nare ore di ricerche. e Prado. Come (...) segue ➔ a pagina 2 anche raggrupparli sotto soli che abbiano racconta-
I giovanissimi sono più attrezzati tutta- segue ➔ a pagina 5 “privi di cervello”, (...) to cose originali, (...)
via non se la passano meglio: (...) CALESSI-DAMA-PRADO ➔ alle pagine 2-3 segue ➔ a pagina 4 segue ➔ a pagina 4
segue ➔ a pagina 18

Le vendite di telefonini 5G salgono del 1.282% “Siena” saltò dall’auto per evitare il macello, salvato
Il nuovo iPhone va velocissimo La fuga del maiale verso la libertà
DANIELA MASTROMATTEI LA MANAGER DI BECCIU ACCUSATA DI PECULATO AZZURRA BARBUTO

Posso rinunciare a tutto, tranne Non hanno il dono della parola, tut-
che alle tentazioni, confessava sen-
za pudore Oscar Wilde. Tentazioni
Arrestata la dama tavia gli animali possiedono un acu-
to sesto senso che permettere loro
che oggi, inequivocabilmente, ri-
spondono al nome di smartphone.
del cardinale di avvertire il pericolo nonché di
percepire la fine imminente. E de-
Oggetto del desiderio e status sym- ve essere stata questa soffocante
bol: dimmi che modello hai e ti di-
rò chi sei. Il telefonino (...)
su ordine del Papa sensazione di morte lo scorso lu-
glio sulla SS 73 Ponente, (...)
segue ➔ a pagina 13 TOMMASO MONTESANO ➔ a pagina 11 segue ➔ a pagina 13

Prezzo all’estero: CH - Fr3.70/MC & F - € 2.50