Sei sulla pagina 1di 24

y(7HA3J1*QTTKLP( +"!=!z!"!

Lunedì 5 ottobre 2020 Direzione, Redazione, Amministrazione 00187 Roma, piazza Colonna 366,tel 06/675.881 - Spedizione in abbonamento postale – D.L. 353/2003 DIRETTORE FRANCO BECHIS
(conv. in L. 27/02/2004 n.46) art.1 comma 1, DCB ROMA - Abbinamenti: a Latina e prov.: Il Tempo + Latina Oggi €1,50- a Frosinone e prov.: Il Tempo + Ciociaria Oggi €1,50
Anno LXXVI - Numero 275 - € 1,20 a Viterbo e prov.: Il Tempo + Corriere di Viterbo €1,40 - a Rieti e prov.: Il Tempo + Corriere di Rieti €1,40 - www.iltempo.it
S. Placido monaco a Terni e prov.: Il Tempo + Corriere dell'Umbria €1,40 - nella Riviera Tirrenica (da Follonica a Monte Argentario): Il Tempo + Corriere di Siena €1,40 - ISSN 0391-6990
e-mail:direzione@iltempo.it

IL NUOVO LOCKDOWN

Scatta il coprifuoco in Italia


Dpcm di Conte: locali chiusi alle 22 o al massimo alle 23, mascherine all’aperto in tutte le Regioni
È un’altra mazzata per pub e ristoranti, e questa volta il governo non prevede alcun risarcimento
DI FRANCO BECHIS
Il Tempo di Oshø iuseppe Conte chiede nuovamente pie-

Addio M5S: volano stracci tra grillini e Casaleggio G ni poteri per sé prorogando lo stato di
emergenza sicuramente fino alla fin e
di quest'anno, ma forse già ora fino ai primi
mesi del 2021, e per farci capire che si ricomin-
cia con i suoi dpcm, questa settimana (...)
segue a pagina 5

I pescatori sequestrati
In Libia la Caporetto
per Giuseppi e Di Maio
Mazzoni a pagina 10

Nasce «Insieme»
Ecco il nuovo partito
per dare l’assalto al centro
Mineo a pagina 8

Ormai siamo alla Serie Asl


Juventus-Napoli
La farsa è servita
3-0 e via ai ricorsi
Gorra e Martini a pagina 4

All’Olimpico è 1-1
De Leo a pagina 7

Cerotti e grinta: cuore Lazio


Niente soldi e sanificazioni. E il Comune nega pure i fondi per la manutenzione Fermata la corazzata Inter
Schiaffoainonni:tuttichiusiicentrianziani
••• Dopo un’estate da dimenticare anche
Contagi a Palazzo un autunno senza centri anziani. Senza
sanificazioni anti-Covid e ancora senza sol- Le interviste di Terzi
di, non riaprono neanche a ottobre i 150
Positivo Figliomeni (FdI) circoli di Roma Capitale frequentati da cir-
ca 90mila nonni, costretti a restare ancora Sara Ricci, il mio segreto
Ora trema il Campidoglio a casa pure se il lockdown è finito da un
pezzo. su Antonioni e la Vitti
a pagina 14 Coletti a pagina 17 Giovanni Terzi a pagina 12 Pieretti, Rocca e Salomone alle pagine 26 e 27

Il diario
li americani, a quel che leggo,

di Maurizio Costanzo
G si sono molto stupiti per il di-
battito tra Donald Trump e Joe
Biden. È stato giudicato «il peggior
duello televisivo pre-elettorale nella
COMPRO E VENDO storia degli Stati Uniti». Se quegli
americani che hanno formulato que-
ROLEX sto giudizio, fossero vissuti in Italia
negli anni delle prime tribune politi-
che, non si sarebbero stupiti di Trump
PATEK PHILIPPE AUDEMARS PIGUET e Biden. Siamo sempre noi, quelli del-
le tre caravelle di Cristoforo Colombo
Trump lavora
dall’ospedale. OCCASIONI GRANDI MARCHE e siamo noi, perciò, che abbiamo im-
portato insulti e malagrazie tra po-
Conte dal manicomio www.laurenti.info litici davanti alle telecamere. Si
dice addirittura che forse non ci
Piazza Monte di Pietà, 31 Roma saranno altri duelli in Ameri-

06 68.30.84.81 • 393 91.96.122


ca. Mi viene da dire: non
sanno cosa si perdono.
“La nostra mafia non difende più il territorio”: la leghista Angela Maraventano
offende le vittime dei clan. Che deve fare uno della Lega perchè Salvini lo espella? y(7HC0D7*KSTKKQ( +"!=!z!"!,

del Lunedì

Lunedì 5 ottobre 2020 – Anno 12 – n° 275 e 1,80 – Arretrati: e 3,00


Redazione: via di Sant’Erasmo n° 2 – 00184 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

5STELLE Di Battista sta con Mr. Rousseau, i garanti contro MEDIAPART La Ue è paralizzata sui prodotti da vietare Ma mi faccia
Casaleggio minaccia Troppi rancori e liti il piacere

di fuggire col pallone sul Green New Deal » Marco Travaglio


I vertici lo fulminano La salute non conta
L
esson one. “Qual è la lezio-
ne di chi ha votato No al re-
q GIARELLI A PAG. 3 q VALLET A PAG. 14-15 ferendum” (Massimiliano
Panarari, Espresso, 28.9). Che a-
vete perso.
Teste. “Processo Gregoretti,
Salvini: 'Vado a testa alta'” (Cor-

DECRETO PRONTO MASCHERINE ALL’APERTO IN CITTÀ, FRENI ALLE REGIONI E APP


riere della sera, 2.10). Ah, l'ha poi
trovata.
Culi. “Boom dei contagi: il vi-

Governo, stretta anti-Covid


rus salva Conte” (Giornale, 2.10).
Pensa che culo.
Qui lo dico e qui lo nego. “Og-
gi la giornata non è iniziata benis-
simo: sono stato due ore attaccato
al cortisone e quando mi

Ma Lega Serie A se ne frega


sono alzato il medico mi
ha detto: 'Natural-
mente lei ora va a
casa'. Io gli ho det-
to: ‘Sì, tranquillo,
prima vado ad An-
guillara, passo da Formello
e finisco a Terracina. Ma
poi vado a casa’. Anche un
po' febbricitante è bello es-
serci e viaggiare tra le idee” (Mat-
IL FATTO ECONOMICO. teo Salvini, segretario Lega, comi-
zio a Formello, Ansa, 26.9). “Mai
MALTEMPO E CROLLI
Videogame, un impero
avuta febbre, fatto test sul Covid
ieri mattina, negativo. Ho il torci-
Strage di pioggia collo come milioni di italiani e ho

e incuria: 8 morti che non conosce crisi preso il cortisone, alcuni 'giorna-
listi' evitassero di speculare e
mentire sulla salute del prossimo”
nel Nord-Ovest (Salvini, Twitter, 27.9). Comun-
que è chiaro che non sta bene.
q A PAG. 2 Lo spirito guida. “'Contro il
Sussidistan, ecco la mia Base'.
Parla Marco Bentivogli” (Foglio,
ENRICO GIOVANNINI 29.9). “Bonomi rilancia un patto
per l'Italia: 'Non possiamo diven-
“Dopo il virus, tare il Sussidistan'”(Corriere della
sera, 30.9). Resta da capire chi, tra
tutti più cattivi l'ex sindacalista e il capo di Con-
findustria, ha copiato l'altro. Co-
e meno liberi” munque, sono soddisfazioni.
Condonistan. “Concorso di
p 2.578 nuovi contagi e 18 morti. Conte riunisce i capi-delega- colpa. Nuovo scontro fra Pd e
zione sulle misure di contenimento. Speranza: “Lavoriamo per 5Stelle sul concorso per 32mila
evitare un lockdown”. Ma il calcio resta il solito mondo a parte precari della scuola che si terrà il
22 ottobre. I dem chiedono il rin-
q PASCIUTI A PAG. 4 vio sotto Natale. La ministra Az-
zolina: 'Si farà ora'. Critici tutti i
sin dacat i” (ma nifest o, 29.9).
“HOUSE OF VIRUS”: 6 MESI DI PIOGGE p In crescita da decenni, ora vale più della musica e del “Tutti contro la Azzolina. Anche il
cinema. I tassi di occupazione sono alti, i costi pure di Pd vuole rinviare iil concorsone
q CAPORALE A PAG. 5 TRUMP COL COVID IN 24 ORE: IL CLIMA più. Però i programmatori sono sfruttati e senza tutele dei prof. Dem e FI accusano: così
COLPA DELLA CIA? CAMBIA ECCOME q DELLA SALA A PAG. 10-11
si svuotano le scuole” (Giornale,
29.9). “Azzolina va avanti sul con-
LETTERE SELVAGGE q PINO CORRIAS A PAG. 6 q LUCA MERCALLI A PAG. 2 corso per i precari nonostante i
dubbi del Pd” (Repubblica, 29.9).
Il complottismo Ma questa chi si crede di essere: il
ministro dell’Istruzione?
che ci contagia » JUVE-NAPOLI Un’arroganza di Serie A che si sostituisce allo Stato La cattiveria Domiciliari. “Se falliamo sul
Recovery Fund andiamo tutti a
più del Covid19 Si può fermare tutto, ma la partita no Scontro fra Napoli e Juve,
De Laurentiis pronto a fare
casa” (Carlo Bonomi, presidente
Confindustria, 29.9). Beh, allora
q LUCARELLI A PAG. 8 la prossima mossa: fallire avrebbe almeno un lato po-
Favino interpreterà Pirlo sitivo.
» Maurizio de Giovanni importante. E tuttavia della partita clou del WWW.FORUM.SPINOZA.IT Martirio prematuro. “Assol-
PIETRE & POPOLO siamo anche convinti turno di campionato, to Cosentino: 'É finito l'inferno”

P
er carità, ci rendiamo per- che quello che scuote Juventus-Napoli, e il (Giornale, 30.9). “Cosentino as-
Nelle periferie fettamente conto che met- l’interesse popolare e dibattito che si è aperto Le firme solto dopo 3 anni di cella. Qualcu-
tersi a parlare di calcio, che coinvolge tanta gente e che terrà banco nei no si vergogna?” (R if or mi st a,
d’Italia trionfa è materia effimera e superficiale, sia comunque degno di prossimi giorni minaccia q HANNO SCRITTO PER NOI: 30.9). “Cosentino ancora assolto:
in un contesto come quello at- attenzione, soprattutto di essere assai più rilevante di BOCCOLI, COLOMBO, non è colluso coi Casalesi”(Libero,
solo X Factor tuale può indurre a qualche quando stimola riflessioni ben se stesso perché, di fatto, con- DALLA CHIESA, DENTELLO, 30.9). “Le scuse che non troverete
scandalizzato scuotimento di più profonde, sui massimi siste- trappone salute e soldi, preven- D’ESPOSITO, DI FOGGIA, su Cosentino” (Foglio, 30.9). “Co-
q MONTANARI A PAG. 17 testa; tanto più che intendiamo mi. Sì, perché quello che è acca- zione ed economia, contagio e GARAVINI, GAZIANO, GENTILI, sentino e il sorry di Saviano (?)”
farlo con tono serio, come se in- duto negli ultimi giorni culmi- impoverimento. PIZZI, PONTI, RAGAZZI, RODANO, (Claudio Cerasa, Foglio, 1.10).
vece si trattasse di argomento nando nella mancata disputa SEGUE A PAGINA 4 SCUTO, TRUZZI E ZILIANI SEGUE A PAGINA 20
il Giornale
del lunedì

01005 DAL 1974 CONTRO IL CORO


9 771124 883008 LUNEDÌ 5 OTTOBRE 2020 Quotidiano diretto da ALESSANDRO SALLUSTI Anno XL - Numero 39 - 1.50 euro* G www.ilgiornale.it
ISSN 2532-4071 il Giornale (ed. nazionale-online)

La pensione di scorta? Ecco come può valere anche il 5% servizi a pagina 16

VOLANO GLI STRACCI SUL BLOG


Casaleggio SENZA PIETÀ
seppellisce i 5s
«carrieristi» TORNANO LE TASSE
E finisce epurato La ripresa non c’è e si avvicina un’altra stretta
Domenico Di Sanzo anti-Covid. Ma il governo invia le cartelle fiscali
Un lungo e durissimo post sul Blog delle SALTA JUVE-NAPOLI Gian Maria De Francesco
Stelle sancisce (quasi) ufficialmente la fine del e Francesco Forte LA TRAPPOLA
M5s come lo abbiamo conosciuto. Davide Ca-
saleggio, figlio del fondatore e gestore di Rous- Quanto è triste la «Serie Asl» Nove milioni di cartelle esattoriali rischiano di Niente prestito
seau, si scaglia contro i grillini «carrieristi»: «Se abbattersi sui contribuenti italiani tra dieci giorni.
volete trasformarvi in partito - il senso del suo Il governo rovina pure il calcio Il decreto Agosto, che oggi sarà in Aula al Senato di Stato? Scatta
attacco - io me ne vado». Ma i garanti M5s lo per il voto di fiducia, prevede infatti lo stop fino al
epurano: «Intervento a titolo personale». di Franco Ordine e Tony Damascelli 15 ottobre della riscossione coattiva. Questo signi- la segnalazione
alle pagine 24-25 fica che da giovedì della prossima settimana sia
a pagina 5 agenzia delle Entrate-Riscossione che gli agenti Felice Manti
locali e i Comuni potranno riprendere le attività e Edoardo Montolli
usuali, inclusi i pignoramenti di stipendi o pensio-
PSICODRAMMA GRILLINO
C
ni. Ma la ripresa della mannaia fiscale è un non osa c’è peggio di uno Sta-
senso giuridico e un colossale errore tributario e to che ti costringe a chiu-
IL FONDATORE di politica fiscale. Se il fisco azzanna i contribuenti
insolventi, aggiunge nuovi danni al sistema econo-
dere il negozio senza ri-
sarcirti? Uno Stato che ti spinge
mico. Il crollo del Pil del -8,9% nel 2020 sarà il tra le braccia delle banche, pro-
DISSOCIATO peggior risultato mai registrato, è l’allarme di Con-
fesercenti. E il rimbalzo nel 2021 sarà limitato al
mettendoti un prestito garanti-
to. Che in realtà è una trappola.
di Francesco M. Del Vigo 6,5%, perché molti settori sono compromessi. Se la banca non te lo concede,
scatta la segnalazione alla Crif.

L
a Casaleggio associati si è dissociata. alle pagine 2-3 a pagina 2
Dai Cinque stelle, ma anche da se stessa.
D’altronde un Movimento nato da un
comico sull’onda del Vaffa, non poteva
che finire in un modo più schizofrenico e pirotec- IL PROCESSO SULLA NAVE GREGORETTI
nico: con il fondatore che fa una scissione dalla
sua stessa creatura (caso unico al mondo) e man-
da tutti i suoi soci proprio in quel posto che era la
loro ragione sociale. È il Vaffa day all’ennesima
L’«assoluzione» di Salvini
potenza.
A pochi giorni di distanza dalla «chiusura» di
Rousseau, Davide Casaleggio depone la lapide
apre la sagra dei rosiconi
sull’esperienza grillina con un lunghissimo post Paolo Bracalini
affidato al Blog delle Stelle, cioè l’organo ufficiale L’ENCICLICA DEL PAPA
dei pentastellati, affermando di fatto il diritto di Il fronte antileghista è rimasto parecchio de-
proprietà su tutto il Movimento. Il figlio di Gianro- luso dall’esito dell’udienza preliminare a Cata- Tutti fratelli
berto è uomo di grandi riflessioni, ma di poche, nia. L’accusa di sequestro di persona per gli
pochissime parole. Un torrente di attacchi ed in- PRECEDENTE L’arbitro di Juve-Napoli aspetta sotto la pioggia immigrati fatti restare a bordo della nave Gre- Meno i cristiani
sulti di queste dimensioni è una bomba atomica goretti si sgretola (il pm ha chiesto l’archivia-
sganciata scientificamente sulle già malconce GIUSTO SCENDERE IN CAMPO? zione), il giudice rileva molte contraddizioni e perseguitati
truppe grilline. Casaleggio parla a nome suo ma, per giunta tira in mezzo Conte, Di Maio e altri
soprattutto, nel nome del padre. Brava Juventus Ma quei 3 punti ministri, nessuno di loro leghista. La grande di Gian Micalessin
Nel giorno di San Francesco d’Assisi, a undici «rosicata» di chi sognava un processo per se-
Servono regole a tavolino
F
anni esatti dalla fondazione del Movimento, Davi- questro di persona per Salvini si consuma per- ratelli tutti. Meno
de Casaleggio decide di sfondarlo. Di archiviarlo. lopiù in silenzio, ma in altri casi si manifesta in noi. O, meglio, meno
Distruggerlo. «Se diventa un partito tolgo il mio non capricci adesso stonano modo evidente. Qualcuno non trattiene la de- i cristiani perseguita-
sostegno», tuona. È l’esplosione di una pentola a lusione, come Roberto Saviano, che la fa eson- ti. Meno la Chiesa che sof-
pressione che bolliva di rabbia e frustrazione da di Riccardo Signori di Elia Pagnoni dare sui social. Ma non è il solo... fre. Meno tutti i nostri fratel-
anni. Lo sfogo di un uomo che si sente tradito da a pagina 24 a pagina 25 li uccisi, torturati, imprigio-
coloro i quali hanno banchettato con le sue idee, con Giannini, Materi, Scafi e Zurlo alle pagine 6-7 nati o emarginati per la lo-
mentre lui «per quindici anni ha prestato gratuita- ro fede. La strana, sconcer-
mente la sua attività per una idea di partecipazio- tante omis-
ne collettiva». E ce lo immaginiamo, Davide Casa- sione balza
leggio, curvo sulla sua scrivania milanese, ad im- LO STILISTA AVEVA 81 ANNI SESSANT’ANNI FA IL REPORTAGE DI MONTANELLI agli occhi
*IN ITALIA. FATTE SALVE ECCEZIONI TERRITORIALI (VEDI GERENZA)

maginare mondi lontanissimi di democrazie diret- scorrendo


Il virus si porta via Kenzo «Grazie a quel libro di Indro
SPEDIZIONE IN ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) - ART.1 C.1, DCB-MILANO

te e memorie umane che si caricano e scaricano gli argomen-


come se fossero iPhone. Perso a scrutare le sue ti dell’ultima
(presunte) preveggenze è rimasto però totalmen- ultimo samurai di eleganza Israele si sentì meno solo» enciclica di
te orbo di quello che accadeva tra i suoi. Avrà Papa Bergo-
anche intuito come sarà la società nel 2050, ma Daniela Fedi Alberto Giannoni glio.
non ha capito un tubo di quello che succedeva nel ROLAND GARROS Un’omis-
frattempo nel cortile di casa sua. Mentre lui filoso-
feggiava, gli altri si spartivano le poltrone, diventa-
vano come l’Udeur (Di Battista dixit) senza avere
È stato il primo designer giappone-
se a trasferirsi a Parigi, uno degli
uomini più raffinati e gentili che si sia-
Sinner ai quarti S ono passati 60 anni esatti dall’uscita
del Reportage su Israele, il libro che
raccolse le corrispondenze di Indro Mon-
sione non da poco. Anche
perché nel capitolo dedica-
to a «Religioni e violenze»
masticato la cultura politica della Dc, incassavano no mai visti nel mondo della moda. incanta Parigi tanelli. Era il 1960 e dalla proclamazione la parola «cristiani» non
lauti stipendi, grattavano i soldi delle rendiconta- Kenzo Takada, 81 anni compiuti in feb- dello Stato israeliano ne erano trascorsi compare mai. E l’unico va-
zioni e s’imboscavano quelli delle restituzioni. braio, è morto ieri pomeriggio per Co- Nel suo destino solo 12. Quando gli amici di Israele era- go riferimento a una perse-
Il Movimento è diventato un partito da anni, vid all’ospedale americano di Neully no pochi. «Ci sentimmo meno soli», dice cuzione anti-cristiana lo
troppo comodo svegliarsi ora e fare la verginel- sur Seine. ora c’è Nadal al Giornale Fiona Diwan, direttrice del s’intravvede quando il Pa-
la stupita. Possiamo capire la delusione uma- La notizia è arrivata (...) mensile Bet Magazine e di Mosaico, il por- pa auspica (...)
na, non quella politica. Non occorreva (...) di Marco Lombardo tale della Comunità ebraica di Milano. segue a pagina 15
segue a pagina 12 con Arcobelli a pagina 28 Sartini a pagina 15
segue a pagina 5 servizi da pagina 8 a pagina 12 alle pagine 19 e 20-21
Lunedì 5 ottobre 2020 · Anno 2° numero 200 · www.ilriformista.it · Quotidiano · ISSN 2704-6885
Economia Edizione del lunedì - € 1,00
Direzione scientifica edizione Economia: Sabino Cassese - Marco Bentivogli - Pier Carlo Padoan - Giovanni Tria Direttore edizione Economia Renato Brunetta

La strada verso la modernità

Istruzione
e innovazione
per il futuro
dell'Italia
Ora più che mai bisogna risolvere i problemi che da tempo frenano
lo sviluppo: ecco la road map per un progresso equilibrato e duraturo
Ignazio Visco*

È
superfluo sottolineare la gravità dell’e- flessibilità di tali acquisti, da effettuare alme-
mergenza sanitaria causata dalla ra- no fino alla metà del prossimo anno, è stata
pida diffusione a livello mondiale fondamentale per contrastare tensioni e mo-
dell’epidemia di Covid-19. Le drasti- vimenti divergenti nei mercati finanziari na-
che misure adottate per contenerne la propa- zionali durante la fase più acuta della crisi.
gazione, che hanno comportato la limitazione Nuove misure volte a erogare liquidità al si-
degli spostamenti e delle interazioni sociali e stema bancario a condizioni particolarmente
la chiusura temporanea di molte attività pro- favorevoli hanno mirato a sostenere il credito;
duttive, hanno colpito profondamente l’eco- anche in Italia, con le garanzie sui prestiti e le
nomia italiana. Alla metà del 2020 il pil era moratorie concesse dal governo e i provvedi-
tornato al livello registrato all’inizio del 1993;
in termini pro capite, era sceso ai valori di fi-
menti adottati dalle autorità di vigilanza, esse
hanno permesso agli intermediari di soddi-
Il monito
ne anni Ottanta. Questo enorme salto all’in- sfare la domanda di liquidità di famiglie e im- «L'economia del nostro Paese
dietro riflette, come è ovvio, l’eccezionale prese. Andranno ancora contrastati gli effetti
portata del crollo dell’economia dovuto alla che l’aumento dell’incertezza dovuto all’epi- va trasformata a livello
pandemia: nel secondo trimestre il pil è dimi-
nuito di circa il 13%. In soli tre mesi, dunque,
demia continuerà a produrre sulla spesa del-
le famiglie, contenuta dal maggiore risparmio sia tecnologico che culturale»
la perdita è stata maggiore di quella registrata precauzionale, e sulle decisioni di investimen-
nell’intero periodo 2008-2013, che compren- to delle imprese. Le misure di politica mone-
de la doppia recessione connessa con la crisi taria adottate dallo scorso marzo sono state
finanziaria globale e quella dei debiti sovrani fondamentali nell’evitare l’avvitamento dell’e-
dell’area dell’euro, ovvero la più grave contra- conomia e scongiurare i rischi di deflazione;
zione economica in tempo di pace dall’Unità stimiamo che, grazie a esse, la probabilità di
d’Italia nel 1861. variazioni negative dei prezzi nei prossimi cin- La strategia L'editoriale
Ma la specificità italiana risiede soprattutto que anni nell’area dell’euro, pari a oltre il 40%
nell’estrema debolezza della crescita della no-
stra economia per ben oltre due decenni. Nel
nell’ultima settimana di marzo, è oggi attorno
al 15%. Se i rischi di deflazione sono in buo-
Il mio programma Basta ipocrisie
secondo trimestre del 2020 altri Paesi avan- na parte rientrati, le condizioni monetarie non per cambiare sul lavoro
zati hanno subito diminuzioni analoghe o potranno che restare accomodanti per lungo
addirittura peggiori del pil, ma nessuno ha re- tempo. E non dovrà mancare in tutti i Paesi il l'amministrazione e sulla crescita
gistrato un arretramento simile al nostro poi- sostegno delle politiche di bilancio, specie ai
ché in questi Paesi la crescita era stata ben settori più colpiti, nella produzione e nell’oc- F. Dadone a pag. 2 R. Brunetta a pag. 3
più robusta in passato: nella sua caduta il pil cupazione, dal calo dei consumi.
si è fermato al livello osservato nel 2014 ne- All’Italia, tuttavia, si richiede oggi, con forza
gli Stati Uniti, nel 2010 in Germania, nel 2002
in Francia e in Spagna. Affrontare le difficol-
se possibile ancora maggiore che nel passato
recente, di affrontare i problemi che da oltre
La proposta La critica
tà create in tutto il mondo dalla pandemia è la
questione più urgente. Non sorprende che la
vent’anni frenano lo sviluppo dell’economia.
Non possiamo che ribadire quanto sia essen- La contrattazione Ministra Catalfo,
risposta di governi, banche centrali e autorità
di vigilanza sia stata, nella maggior parte dei
ziale attuare riforme volte a creare un ambien-
te più favorevole alle imprese, migliorando la
servirà a rinnovare non dire sempre
Paesi, immediata e straordinaria. Forti aumen- qualità e l’efficienza dei servizi pubblici, ac- il pubblico impiego sì ai sindacati
ti di spesa pubblica e riduzioni di imposte so- crescendo gli investimenti in infrastrutture,
no stati decisi in pressoché tutte le economie, riducendo i tempi della giustizia civile, dimi- A. Naddeo a pag. 4 G. Cazzola a pagg. 6-7
mentre le banche centrali hanno utilizzato nuendo gli oneri amministrativi e burocratici
un’ampia gamma di strumenti per sostene- che ostacolano gli investimenti privati, ab-
re i prestiti alle famiglie e alle imprese, evita- battendo il peso dell’evasione fiscale, della
re una stretta creditizia, contrastare le tensioni corruzione e delle altre attività criminali. L’im- L'analisi L'intervista
sui mercati finanziari. portanza di riforme che producano risultati
Nell’area dell’euro, il Consiglio direttivo della importanti nelle direzioni indicate è evidente. Lo smart working Spence: «Il
Il Mes va
Bce ha reso le condizioni monetarie più acco- Per un Paese avanzato come l’Italia, tuttavia,
modanti. Gli interventi nei mercati dei tito- pur se assolutamente necessarie, potrebbero migliora preso senza pensare
li pubblici e privati sono stati rafforzati con
l’introduzione del nuovo programma di ac-
non essere sufficienti a determinare uno svi-
luppo duraturo ed equilibrato. città e aziende troppo al debito»
quisti per l’emergenza pandemica, con una
dotazione di 1.350 miliardi di euro; l’elevata segue a pagina 7 M. Bentivogli a pag. 9 R. Amati a pag. 10
€ 1,00 in Italia 01005
Redazione e amministrazione
solo per gli acquirenti edicola via di Pallacorda 7 – Roma – Tel. 06 32876214
e fino ad esaurimento copie Sped. Abb. Post., Art. 1, Legge 46/04 del 27/02/2004 – Roma 9 772704 688020
2 Economia lunedì 5 ottobre 2020

L'AMMINISTRAZIONE DEL FUTURO

Rendere più moderni


Fabiana Dadone*

L
a pubblica amministrazione
soffre di problemi infrastrut-
turali e culturali di propor-

gli uffici pubblici?


zioni rilevanti da decenni. Per
troppo tempo è stata terreno di con-
tesa e di scontro ideologico, eppure
l’ammodernamento dei processi am-
ministrativi e l’efficientamento del-
la macchina amministrativa con una

Si può, vi spiego come


preponderante digitalizzazione e ri-
visitazione delle modalità lavorati-
ve non sono questioni secondarie a
qualunque idea o ideologia politica.
Sono obiettivi imprescindibili. Nes-
suno può negare una certa debolezza
e inadeguatezza di dirigenti e dipen-
denti della pubblica amministrazione Database aggiornati, documenti in digitale, hub sul territorio e una struttura per la selezione dei dipendenti
così come non si può negare la man- La pandemia ci ha offerto una grande opportunità di rinnovamento: cogliamola, così l'Italia tornerà competitiva
canza di visione della classe politi-
ca che non ha saputo dare il dovuto
impulso all’innovazione dell’ammi-
nistrazione pubblica. Si è sbagliato, 1984 aggiornati, documenti digitalizzati e
pubbliche amministrazioni che dia-
tutti, e nessuno può tirarsene fuori. L'anno di nascita logano in autonomia fra loro. Questo
La vera questione, quella che coin- di Fabiana Dadone, significa rivedere il modo di lavorare,
volge politica, amministrazione, par- secondo ministro re-ingegnerizzare i processi ammi-
ti sociali e cittadini è come adeguare più giovane nistrativi, adattarli ai portali web, di-
la pubblica amministrazione in fretta del governo re addio al pdf da stampare e firmare.
e senza passi falsi, senza facili stru- Conte 2 Occorreva prendere in mano due ten-
mentalizzazioni e polemiche. Non dopo Luigi Di Maio tativi di ammodernamento e metterli
credo che la mera presenza sul luogo insieme: la valutazione delle perfor-
di lavoro attesti il buon lavoro, e per mance sostenuta da Renato Brunet-
questo sono stata tacciata di essere
di “sinistra”. Non credo che il lavo-
2019 ta e lo smart working promosso da
Marianna Madia. Lo smart working è
ro possa essere slegato dal risultato L'anno in cui il cuore pulsante di una struttura am-
misurabile e per questo sono stata Fabiana Dadone ministrativa che ripensa i suoi pro-
tacciata di essere di “destra”. Sempli- è stata nominata cessi adattandoli alla rete, il lavoro
cemente credo che la pubblica am- ministro che mette al centro il risultato, il ser-
ministrazione debba avere il dovere per la Pubblica vizio erogato al cittadino con efficien-
di offrire nel minor tempo possibile il Amministrazione za e buona fede. Cambiare modalità "Una sistemazione vitalizia"
miglior servizio possibile a cittadini e nel governo Conte 2 lavorativa rimette in discussione la La pubblica amministrazione non deve
imprese. Non possiamo prescindere valutazione delle performance, la digi-
essere vista come ultima spiaggia
da questo e non possiamo antepor- talizzazione stessa rende la valutazio-
da chi ambisce al posto fisso a vita:
re le esigenze dei lavoratori ai diritti ne oggettiva e misurabile. Pubblicare
dei cittadini che devono fruire di quei i tempi di erogazione di una pratica chissà cosa ne penserebbe Checco,
servizi: è una questione di serietà online permette ai cittadini di sapere il protagonista del film "Quo vado?"
professionale, è una questione di al- in quanto tempo, per esempio, posso
to senso dello Stato che è alla base avere un certificato a Torino o a Ro-
di ogni cittadino. Lo deve essere. So- ma. Una sana competizione impli- tima spiaggia da chi cerca disperata- è come amministrare la più grande
no ministro da un anno e chi lo è sta- cita che non stressa i dipendenti ma mente una sistemazione vitalizia, ma impresa del Paese e nessuno ammi-
to prima di me può confermare che mette i dirigenti in condizione di mi- una prima scelta per chi ha ambizioni nistra la propria azienda insultando i
rappresentare l’amministrazione tut- surare i loro eventuali gap e risolverli. personali. Alle amministrazioni non dipendenti. Le grandi famiglie italiane
ta è un compito che mette parecchia Un risparmio di tempo del dipenden- servono figure dirigenziali timide o che hanno saputo fare impresa hanno
pressione addosso. Nel settembre te pubblico e del cittadino sugli spo- esperti giuristi privi però di concre- messo il lavoratore al centro, hanno
2019, mentre affrontavo le questioni stamenti, un efficientamento di spazi tezza gestionale, ma veri e propri ma- fatto del suo benessere il valore ag-
in sospeso della funzione pubblica, e risorse. A questo riguardo abbiamo nager pubblici. La mia idea è quella di giunto del prodotto. Quando difen-
iniziavo a farmi un’idea più precisa chiesto di utilizzare parte dei soldi del sviluppare un soggetto nazionale per do i dipendenti pubblici lo faccio con
sulla pubblica amministrazione del Recovery Plan per restaurare, nell’ot- la selezione e la formazione del di- quest’ottica, difendo i miei eroi quo-
futuro, quella che non poteva pre- tica green, spazi di demanio pubblico pendente pubblico, dirigenziale e non tidiani, difendo loro per nobilitare lo
scindere dal mondo digitale. con l’obiettivo di creare veri e propri dirigenziale, di ogni comparto, am- Stato tutto perché lo Stato siamo noi.
La prima questione irrisolta e mai hub della pubblica amministrazio- bito o livello, che offra una didattica Dobbiamo essere onesti, le criticità
affrontata dalla politica era l’inter- ne sul territorio, presidi di coworking, specifica e di qualità, continuativa e continueranno a esserci soprattutto
connessione delle banche dati delle sedi concorsuali decentrate, sedi di orientata alla concretezza, in grado di in questa fase di transizione digitale
pubbliche amministrazioni: perché formazione, laboratori dell’innovazio- arricchire i lavoratori pubblici perché che si interseca con la più grande crisi
chi se ne è occupato non ha porta- ne amministrativa dove si incontrano diano il pieno contributo alla società e globale di sempre, ma non per questo
to a compimento il progetto? Perché pubblico e privato. Con lo sblocco del all’economia. dobbiamo cedere a facili strumenta-
muoversi tra i ministeri, e così tra gli turnover abbiamo aperto a nuove fi- La crisi del Covid-19 avrebbe potuto lizzazioni su disservizi, incapacità o
uffici pubblici da Dogliani a Canicat- gure tecniche, a nuove modalità con- affossare l’Italia e, nell’arco di qualche debolezze. Un esempio su tutti è la
tì, avere i loro dati, interconnetter- corsuali: non dovrebbe interessarci giorno, ci siamo ritrovati a scegliere gestione delle pratiche Inps, tanto cri-
li, gestirli, non è compito semplice. solo lo studio fine a se stesso del- tra due sole possibilità: chiudere tut- ticata sebbene i dipendenti abbiano
Ma dovevo provarci e dovrò riu- le leggi, ma capire che doti di le- te le amministrazioni pubbliche o la- evaso in un singolo mese di lavoro le
scirci. Il programma che presen- adership ha il candidato, che sciarle aperte. L’ho detto a più riprese pratiche evase nell’anno precedente.
tai al Parlamento rilanciava già capacità ha di risolvere proble- e lo rivendico: lo smart working ha Non sempre la percezione del cittadi-
il principio del cosiddetto on- mi sotto stress. La formazione salvato la macchina dello Stato. No- no è oggettiva e chi racconta l’ammi-
ce only:: un documento, un da- continua sarà il pilastro por- nostante le facili polemiche sul la- nistrazione pubblica deve raccontare
to, una informazione che un tante soprattutto per chi ri- voro da casa durante il periodo di con la stessa passione anche gli sforzi,
cittadino ha già presentato a schia di essere emarginato lockdown, ho tentato in tutti i modi di non solo le negligenze. Se la pubbli-
una pubblica amministrazio- dalle nuove tecnologie, non riaffermare la centralità dei dipenden- ca amministrazione è motivata, l’Italia
ne, e quindi è già in possesso intendo lasciare indietro ti pubblici italiani: è grazie a medici, corre. La macchina dello Stato ha una
di quest’ultima, non può nessuno. infermieri, forze di polizia, insegnan- grande opportunità di rinnovamen-
essere più richiesto da È importante as- ti e non solo che l’Italia ha ritrovato to e se saprà coglierla, se sapremo
altre pubbliche am- sumere giova- una nuova dimensione di normalità guardare all’obiettivo senza gridare
ministrazioni perché ni preparati, ma senza essere abbandonata a se stes- al complotto a tutti i costi, forse avre-
le amministrazioni lo è altrettanto sa. La pubblica amministrazione in mo la più grande chance della storia
si devono parlare, formare ade- presenza o da remoto ha saputo fare per tornare competitivi. Una pubbli-
devono essere in- guatamente la differenza. Non sono mancati ral- ca amministrazione traino dell’Italia
terconnesse e aiu- chi già lavora lentamenti o difficoltà nell’erogazio- che soffre è quanto di più bello si pos-
tare il cittadino per la pubbli- ne di alcuni servizi e nessuno li ha sa immaginare e non ci sono motivi
non appesan- ca ammini- mai negati, ma se vogliamo investi- per non renderlo concreto. La crisi ci
tirlo con strazione. re su una pubblica amministrazione ha messo in ginocchio, ma ci ha an-
richieste dop- Non una moderna ed efficiente dobbiamo trat- che offerto questa opportunità. Non
pie, triple pubblica tarla come tale, capirne i problemi e sprechiamola.
o peggio. ammini- affrontali senza pregiudizi e piagge-
Questo si- s t r a z i o - rie. Una visione proiettata sul risultato *ministro per la Pubblica
gnifica ave- ne vista non può cedere a soluzioni sommarie. Amministrazione
re database come ul- Gestire la pubblica amministrazione © RIPRODUZIONE RISERVATA
lunedì 5 ottobre 2020 Economia 3

UNA SVOLTA NECESSARIA

Due giorni per rinnovare L'EDITORIALE

una carta d'identità Su crescita


Possiamo andare avanti così? e lavoro
Nicola Rossi* Per sbrigare certe pratiche basterebbe una manciata di secondi basta ipocrisie
Invece personale impreparato e investimenti-flop complicano tutto Diciamoci la verità: intervenire

M
artedì 8 settembre. In teo- sul settore privato è facile, ma la vera
ria dovrebbe essere tutto
straordinariamente sem- sfida è riformare il pubblico impiego
plice. Una nuova piattafor-
ma, raggiungibile all’indirizzo https:// Renato Brunetta
www.prenotazionicie.interno.gov.it/,

S
predisposto dal Ministero dell’Interno
per tutti i Comuni, dovrebbe permet- mettiamola con l’ipocrisia. Se ci guardiamo in-
termi di prenotare senza difficoltà il torno, dopo la pandemia e il lockdown, vedia-
mio appuntamento per la richiesta di mo tanti vinti, tanta sofferenza e tante macerie,
rinnovo della carta di identità elettro- e alcuni vincitori. Cerchiamo di capire perché.
nica presso lo sportello municipale. Le crisi (sanitaria, economica e finanziaria) attuali rien-
Eppure niente. Per quanto mi sfor- trano nella categoria “supply side”, ovvero crisi dal lato
zi, per quanto provi e riprovi, niente. dell’offerta. Sono crisi di tipo “simmetrico”, che han-
Apparentemente, non sembrerebbe- Un giorno di ordinaria follia no colpito indistintamente, e nello stesso tempo, tut-
ro esserci giorni disponibili per rinno- Diretto da Joel Schumacher, il film te le economie e i tessuti sociali. Il rischio è quello che
vare la mia carta di identità scaduta. racconta la parabola discendente da una crisi simmetrica si possa uscire ora in maniera
Tocca andare in anagrafe. In presenza, di William "Bill" Foster, un uomo asimmetrica. Con vincitori e vinti. Appunto.
come si dice. Mercoledì 9 settembre. esasperato da una società ingiusta, Il mercato del lavoro italiano è un perfetto esempio di
Mi sveglio per tempo. All’anagrafe ro- egoista e in continuo cambiamento come l’uscita dalla crisi possa avvenire proprio in ma-
mana ci sarà la coda ed è meglio cer- niera asimmetrica, e quindi disastrosa. In particolare, il
care di arrivare fra i primi. È quel che rischio è quello che una categoria di lavoratori, quel-
faccio: davanti a me c’è solo il cancel- li pubblici (protetti dalla concorrenza), uscirà prima e
lo che mi separa dagli uffici comu- il mio caso al Ministro dell’Interno e, in essere che rimangono fondamen-
nali che apriranno alle 8.30. Alle 8.25 in subordine, al sindaco di Roma su- talmente inalterati perché l’interes- Clic meglio dell’altra categoria, quella dei lavoratori del set-
tore privato (esposti alla concorrenza). I primi, infatti,
un energico addetto alla vigilanza ci scitando la mia ilarità - mi annuncia se non è quello di offrire un servizio Rinnovare la carta hanno potuto lavorare da casa in smart working, con-
chiede quale sia lo scopo della nostra che intende investire della questione più efficiente ma piuttosto quello di d'identità dovrebbe servando intatto il loro salario che, anzi, in termini rea-
presenza lì e al mio «vorrei rinnova- il dirigente preposto. «Nessun proble- lasciare inalterati compiti e modali- essere possibile li, è anche aumentato, considerando che, lavorando da
re la carta d’identità scaduta» mi in- ma – mormoro – l’attendo qui». Dopo tà di lavoro del personale in servizio. con un semplice clic casa, le loro spese si sono ridotte. I secondi sono stati
vita perentoriamente a fare la coda di qualche minuto ritorna per scortarmi Con il risultato – si noti – di effettua- ma l'esperienza invece quelli che hanno dovuto subire la cassa integra-
fronte agli uffici collocati esattamente fino all’ufficio del dirigente preposto. re significativi investimenti destinati a di Nicola Rossi zione in quantità mai viste, riduzioni di stipendio e, in
all’altro estremo dell’edificio. Tratten- Una gentilissima funzionaria mi in- rimanere inutilizzati. E allora diventa dimostra il contrario molti casi, anche il licenziamento o il non rinnovo dei
go una imprecazione e mi precipi- forma, serafica, che il problema non veramente difficile comprendere co- contratti a termine.
to dall’altra parte dove, naturalmente, si pone e che c’è una ampia dispo- me si possa – torniamo alle linee gui- Quando si parla di mercato del lavoro, in Italia più che
trovo una coda densa e fitta che vani- nibilità di date per gli appuntamenti. da – immaginare di far fare alla nostra negli altri Paesi industrializzati avanzati, in realtà non si
fica l’operato della mia sveglia. Anche Invita, di conseguenza, un suo colla- pubblica amministrazione il salto di parla quindi di un unico mercato, ma si deve necessa-
qui, dopo un po’, compare un soler- boratore a compulsare un computer – qualità necessario per «modernizzare riamente far riferimento ad almeno due mercati sepa-
te vigile urbano che si accerta delle chissà, forse quello stesso sito per me il Paese» senza che quel salto impli- rati: quello privato “necessariamente” efficiente, quello
mie intenzioni. Questa volta confer- irraggiungibile – per individuare una chi una ridefinizione – anche mol- pubblico ampiamente inefficiente (e non sempre per
mandomi che la coda è quella giusta. data. Cosa che puntualmente accade to dolorosa e profonda – del modo di responsabilità dei dipendenti pubblici). Il mercato del
Sospiro di sollievo. La coda si muove nel giro di pochi secondi. Ringrazio, essere della pubblica amministrazio- lavoro privato rappresenta l’occupazione e le relative
finalmente e nel giro di alcune decine saluto, esco e faccio un po’ di conti: ci ne. La lettura della linee guida lascia regole in un contesto di economia di mercato, cioè in
di minuti mi ritrovo in una nuova co- sono volute cinque persone – cinque invece supporre che l’innesto di nuo- un ambiente concorrenziale. Di converso, quando si
da a pochi metri di distanza dal mio dipendenti – ognuno impegnato per ve competenze (e cioè l’assunzione parla di mercato del lavoro pubblico, si fa riferimento
obiettivo finale: il terminale in grado un discreto numero di minuti per fare di personale ulteriore, beninteso con ugualmente ad un mercato, ma finalizzato alla produ-
di darmi data e ora dell’appuntamen- qualcosa che, se il mitico sito avesse «procedure innovative e semplificate zione di beni e servizi pubblici: giustizia, sanità, scuola,
to con gli uffici deputati al rinnovo funzionato, avrei potuto fare in qual- totalmente digitali») e la riqualifica- educazione, sicurezza. Ne deriva che questo secondo
della carta d’identità. che decina di secondi e con non più zione del personale esistente possa mercato è più complicato del primo, perché non ha co-
Arrivato davanti al terminale mi rendo di cinque clic. Il tutto, naturalmente, a bastare per regalarci una «ammini- me proprio determinante il sistema dei prezzi e l’equi-
conto che – diversamente da quanto spese mie. strazione competente». Vorremmo librio non si trova necessariamente tra la domanda e
accade nel resto del mondo in cui gli La vicenda mi è tornata in mente ri- crederci, ma purtroppo l’esperienza l’offerta. Motivo per cui l’economista Albert Hirsch-
investimenti in tecnologia sono la- leggendo le linee guida sul Recovery suggerisce che i processi di ristrut- man, a suo tempo, dovette formalizzare tre possibili re-
bour saving – in Italia gli investimenti Plan e l’enfasi che le stesse pongono turazione intesi a consentire l’ado- golatori segnaletici, che facessero le veci del sistema
in tecnologia sono labour augmen- sulla modernizzazione della pubbli- zione di nuove tecnologie non sono dei prezzi o della trasparenza e dell'efficienza del mer-
ting. Alla macchina è infatti associa- ca amministrazione. «Modernizzare mai privi di costi sociali e persona- cato del lavoro privato: exit, voice e loyalty.
to un diligente funzionario che pone il Paese significa, anzitutto, disporre li. Implicano esuberi anche signi- L’exit è la possibilità di uscire dal sistema pubblico in
le stesse domande poste dal termina- di una pubblica amministrazione ef- ficativi. Richiedono l’abbandono maniera tale da far sentire il fiato sul collo del privato,
le, si accerta così delle intenzioni dei ficiente, digitalizzata, ben organizzata di abitudini consolidate. Esigono se il pubblico non funziona; voice è dare voce ai cit-
cittadini e pigia per loro i tasti giusti e sburocratizzata, veramente al ser- che si parli il linguaggio della ve- tadini, per determinare la loro customer satisfation, e
(mai fidarsi di una macchina e mai fi- vizio del cittadino», si legge a pagina rità. Impongono costi politici non quindi avere indicatori di soddisfazione o insoddisfa-
darsi dei cittadini). Il mio caso, però, è 5 della linee guida. Ora, se qualcosa trascurabili. Nulla di tutto questo è zione; la loyalty consiste, infine, nella fiducia e nella
apparentemente, diverso. Il funziona- ho imparato tentando – si noti – di presente nelle linee guida che di- lealtà reciproche tra cittadino e Stato, in veste di pro-
rio mi spiega, infatti, che gli appunta- prendere un semplice appuntamen- pingono invece uno scenario ro- duttore di beni e servizi pubblici. Tanto più exit, voice,
menti si richiedono entrando nel sito to per il rinnovo della carta d’identità sa in cui presente e futuro loyalty funzionano, tanto più il mercato del lavoro pub-
apposito (vedi sopra). Gli spiego che (che, come ho detto, mi è stato fissa- non si sostituiscono ma blico è efficiente, contribuendo così all’efficienza del
è un tentativo che ho effettuato pur- to dopo ben sei settimane), è che la si sovrappongono. Il sistema. È chiaro che nella crisi che stiamo vivendo, se
troppo senza risultato e mi rispon- distanza fra la nostra pubblica am- cittadino è e rimane non si rimette in moto il mercato del lavoro pubblico, in
de che purtroppo anche il terminale ministrazione e il mondo digitale è un minus habens, termini di efficienza, di qualità, di trasparenza, aggiun-
non è in grado di dare appuntamen- siderale. I siti vengono costruiti e poi incapace di far giamo collasso al collasso. In fondo, è relativamente
ti. In sintesi, mi comunica senza mez- visibilmente abbandonati a se stes- funzionare un semplice investire sull’“offerta” nel settore privato, at-
zi termini che gli spiace ma non può si perché, evidentemente, terminata terminale e traverso innovazione, infrastrutture, reti, incentivi agli
aiutarmi. Cercando di allontanare da la fase di costruzione del sito stesso al quale investimenti, politiche fiscali. Molto più complicato e
me le immagini dello straordinario (presumibilmente affidata all’esterno), la verità difficile è intervenire sul mercato del lavoro pubblico.
Michael Douglas di Un giorno di or- all’interno non ci sono le competen- non può Questo è lo stato dell'arte. È bene esserne tutti con-
dinaria follia, mi sforzo di mantene- ze, la volontà, la curiosità necessa- e n o n sapevoli, soprattutto in tempo di Recovery e di rifor-
re la calma e osservo che il Comune rie per farne qualcosa di vivo e utile deve es- me. Insomma, è arrivato il momento della verità e di
di Roma è tenuto a fornirmi il servi- per i cittadini. Le nuove tecnologie sere mai investire in nuove regole per consentire ai cataliz-
zio che sto richiedendo. Scelga pure (un parolone per un banale termina- detta. zatori di “voice, exit e loyalty” di operare per più effi-
come e quando, ma è tenuto a far- le) non servono a ridefinire i processi cienza, competitività, equità e semplificazione. Per
lo. Dopo qualche minuto di teso con- produttivi, a organizzarli su basi di- *economista l’Italia è la scelta delle scelte, la riforma delle riforme.
fronto – in cui mi invita a sottoporre verse, ma si sovrappongono a quelli © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
4 Economia lunedì 5 ottobre 2020

L'APPELLO

Nel Cnel c'è il futuro


ciò che c’è, seppur imperfetto, per determinare
effetti sociali positivi visibili?
Vediamo cosa c’è che può essere utilizzato da
subito per creare effetti sociali positivi. Abbia-
mo un sistema di coordinamento contrattuale
che ha dimostrato, dagli anni ’90 in poi, di pote-

delle relazioni
re fare bene. Non sempre è accaduto, ma ci sono
esempi che possono fare da apripista. Il contrat-
to nazionale normalmente riesce, con clausole
ben scritte e in settori produttivi maturi, a orien-
tare la contrattazione aziendale, la quale è la se-
de migliore per regolare flessibilità e sicurezza.

industriali italiane
Abbiamo, però, intere sezioni dei contratti collet-
tivi nazionali da aggiornare (inquadramento pro-
fessionale, con il relativo collegamento alla scala
retributiva, flessibilità dell’orario, poteri datoriali
e tecnologia 4.0, sicurezza, procedimenti sinda-
cali e così via) perché altrimenti il coordinamen-
to con il livello contrattuale aziendale-territoriale
Per qualcuno era da abolire. Oggi, invece, il Covid-19 dimostra l'importanza del Consiglio nazionale diviene lettera morta. La delega contrattuale fun-
ziona solo se a monte c’è una visione chiara della
Rivitalizzarlo è indispensabile per potenziare il confronto istituzionale sul grande tema dell'occupazione trasformazione dei processi produttivi e organiz-
zativi che il contratto decentrato coglie e respon-
collocazione nel mercato del lavoro? sabilmente attua. Abbiamo istituzioni paritetiche
In questo scenario si inserisce anche il rappor- sulla formazione e sulla previdenza privata che
to tra ciclicità pandemica e continuità operativa possono funzionare meglio: una riforma siste-
delle imprese: alle imprese che si conformano ai mica della bilateralità italiana potrebbe aiutare
protocolli sulla sicurezza dovrebbe essere garan- moltissimo. Abbiamo un meccanismo di rap-
tita la possibilità di continuare a operare anche in presentanza unitaria dei lavoratori (Rsu) che vie-
presenza dei (possibili) lockdown locali periodici. ne valorizzato dalla giurisprudenza anche nei
Ma c’è un problema: come si verifica l’effettività casi più difficili, dove minoranze dissenzienti si
dei piani di sicurezza concordati a livello azien- scontrano con la maggioranza che ha negoziato
dale? Bastano le regole fissate nei contratti azien- e sottoscritto il contratto aziendale. Cosa e chi si
dali e le funzioni assegnate ai comitati paritetici aspetta per procedere con una generalizzazione
di monitoraggio? Il nostro sistema contrattuale di tale modello per la rappresentanza dei lavora-
collettivo è sufficientemen- tori in azienda? Abbiamo un
te sostenuto per svolgere
queste funzioni? E, anco-
La pandemia buon impianto sulle politi-
che passive e sulle politiche
ra, nel caso in cui si verifi-
chi l’applicazione precisa di
sta chiedendo attive: dalla norma si deve
passare alla costruzione di
tali misure di sicurezza, si
mitiga o non si mitiga il ri-
ai rapporti di lavoro azioni innovative aziendali,
necessariamente digitali e
Il padre dello Statuto schio di contenzioso (azio- di ritrovare il senso con un sano coinvolgimen-
Ministro nel governo Ciampi, Gino Giugni ne di regresso e azione per to delle rappresentanze dei
è considerato l'ispiratore della legge 300 danno differenziale) che del tempo lavoratori in azienda chia-
del 1970 che rinnovò profondamente potrebbe nascere dal con- mate, come in altri grandi
il rapporto tra datori di lavoro e lavoratori, tagio e dal relativo infortu- ma pretende anche Paesi europei, ad accom-
oltre a valorizzare il ruolo dei sindacati nio? Covid-19 possiede un pagnare i processi di tra-
nell'ambito delle relazioni industriali senso del tempo che non è istituzioni credibili sformazione aziendale. Lo
quello delle relazioni indu- si faccia presto. In questa
striali. Covid-19 arriva all’improvviso, sconvol- prospettiva, il senso della contrattazione de-
gendo l’economia e distruggendo il lavoro. Non centrata va trovato fuori da essa, cioè nella più
Michele Faioli* del protocollo del 1993. La commissione Giugni si sa quando va via e se ritorna. Le relazioni in- generale funzione di interazione con la trasfor-
sosteneva che «la funzione autonoma e specia- dustriali hanno fatto del loro meglio per adattarsi mazione dei processi produttivi e organizzativi,

P
lizzata del secondo livello di contrattazione ap- a un fenomeno di tale portata. Esse, pur avendo nella riorganizzazione industriale post pande-
rincipio della maggioranza, esclusività pare molto insoddisfacente», sottolineando che un senso del tempo fatto di liturgie e riti che mal mica, nella crisi occupazionale che affrontere-
della rappresentanza a livello azienda- «la mutata situazione della realtà produttiva ita- si concilia con un fenomeno come il Covid-19, mo nei mesi prossimi. Il Covid-19, da una parte,
le, vincolo dei dissenzienti al contratto liana rende sempre più difficile il mantenimento possono adattarsi più facilmente alla situazio- sta chiedendo alle relazioni industriali di ritro-
aziendale: in questi tre concetti si gioca di una contrattazione di secondo livello che si av- ne. Se è vero che la pandemia è ciclica, crea crisi vare il senso del tempo. La velocità di azione
la strategia post-pandemica per il rafforzamento vale di un uso insoddisfacente dei parametri og- simmetriche, con effetti asimmetrici, di breve e non è più un parametro secondario. A ciò si può
della contrattazione collettiva decentrata. Il tem- gettivi indicati dal protocollo per quanto attiene lungo periodo, geograficamente differenziati, ci rispondere con quelle misure appena menzio-
po per realizzare tutto ciò è ormai giunto? Forse alle materie retributive» e che «la struttura indu- si chiede cosa si aspetti a rilanciare e a sostenere nate. Ma, dall’altra parte, si capisce che il sen-
sì. Ma come? Dal 2011 le parti sociali hanno deli- striale italiana necessita di maggiore adattabilità relazioni industriali capaci di intervenire effica- so del tempo richiede anche istituzioni forti e
neato, mediante una serie di protocolli e accordi, ai processi di globalizzazione, flessibilità che può cemente sulle singole vicende locali, aziendali o credibili, dove le parti sociali possano esercitare
questo scenario. Ahinoi, i protocolli sulla rappre- essere garantita solo da una maggiore variabili- territoriali. È un problema degli attori (organizza- funzioni consultive, di progettazione normati-
sentatività sono in una fase applicativa ancora tà di una quota del salario». Giugni intuiva che zioni sindacali, datoriali, governo e così via) o un va, di concertazione e di confronto con chi go-
molto embrionale: la misurazione non è anco- «il mutamento delle regole del gioco non è suf- problema degli strumenti che normalmente si verna. Tale sede istituzionale è il Cnel. Formulo,
ra consolidata (i dati associativi sono parziali e ficiente a modificare questa tendenza finché gli usano, tra cui il contratto collettivo e lo sciopero? perciò, un appello a rivitalizzare completamen-
i dati elettivi non sono ancora del tutto rilevabi- attori sociali non muteranno la loro cultura con- O è forse un’inefficienza della legge che non so- te la struttura e la logica dell’articolo 99 della
li) e, con riferimento, al coordinamento tra Ccnl trattuale, rispettando l’impegno a perseguire una stiene bene l’azione delle organizzazioni più rap- Costituzione, da cui si potrebbe ripartire oggi
e contratto decentrato, siamo al punto di parten- politica salariale che utilizzi parametri oggetti- presentative? È un problema di coordinamento per costruire il futuro delle relazioni industriali
za (forse al 1993). La testimonianza più tragica di vi». In secondo luogo, la pandemia chiede alle tra contratto nazionale e contratto decentrato? italiane. Il che potrebbe comportare una valo-
questi ultimi giorni su tale situazione è stata da- relazioni industriali italiane ed europee di ritro- C’è una crisi di credibilità che colpisce rizzazione dell’archivio nazionale dei contrat-
ta dalla vicenda della contrattazione dei riders e vare il senso del tempo. La ciclicità di Covid-19 le organizzazioni di rappresentan- ti collettivi, al fine di sconfiggere le pratiche
dal relativo intervento ministeriale. Più recente- sta spazzando via il tessuto imprenditoriale ita- za? C’è una forma di incompe- elusive, e potenziare il confronto istituzio-
mente, con una serie di disegni di legge (Catal- liano più vulnerabile, con conseguenze sull’oc- tenza di chi dovrebbe interagire nale tra organizzazioni più rappresentati-
fo, Nannicini, Gribaudo, Polverini), il legislatore cupazione che oggi si avvertono solo in modo istituzionalmente con le par- ve, il quale può trasformarsi in contenuti
ha iniziato a riflettere sulla linea possibile di evo- parziale, dato il contenimento della disoccupa- ti sociali? Allalla base di queste di disegni di legge (tra cui potenzialmen-
luzione del tema. L’evoluzione di quella linea le- zione che deriva dalle integrazioni salariali. La domande c’è ne una più im- te il sostegno alle rappresentanza dei la-
gislativa non è pienamente condivisa dalle parti disoccupazione di lungo periodo sarà di difficile portante: le organizzazioni voratori in azienda e alla contrattazione
sociali. Le organizzazioni datoriali hanno fatto gestione. Naspi e reddito di cittadinanza potran- sindacali e datoriali intendo- decentrata), che sono pensati, voluti e
capire, nelle audizioni parlamentari e nelle in- no dare risposte efficaci solo se saranno combi- no “detemporalizzare” la propria creati dalle medesime organizzazioni e
terlocuzioni con il governo, che rappresentatività nati con una contrattazione collettiva decentrata azione? In modo più semplice si in relazione ai quali il Parlamento non
(ddl Gribaudo e ddl Polverini) e salario minimo capace di intersecarsi con la ricollocazione dei potrebbe anche dire: sinda- potrebbe fare altro che age-
legale (ddl Catalfo e ddl Nannicini) non sono da lavoratori e, dunque, con politiche attive vere e cato e datori di lavoro volarne l’attuazione, come
mettere all’ordine del giorno perché non sono tra ben strutturate. Ciò, ahimè, come tutti sappia- intendono costrui- è recentemente accaduto
le attuali priorità del Paese. Cgil, Cisl e Uil, sep- mo, è un gravissimo punto debole del nostro si- re (ancora) regole con il ddl sul codice uni-
pur con visioni diverse, hanno fatto ben intende- stema. Qualcuno ha un sospetto (legittimo): se sulla rappresen- co dei contratti colletti-
re che la cautela su questi temi non è mai troppa. non siamo riusciti a governare le politiche attive tatività, sulla con- vi assorbito dal decreto
Ma andiamo con ordine, ricostruendo almeno in tempi normali, coinvolgendo anche le rappre- trattazione e Semplificazioni.
due passaggi che mi sembrano centrali per diri- sentanze dei lavoratori, perché dovremmo riu- sullo sciopero,
mere alcuni problemi della contrattazione collet- scirci proprio oggi, in tempo di pandemia? Sarà sul primo e sul *professore associato
tiva decentrata in Italia. sufficiente l’introduzione, con il decreto rilancio, secondo livel- di Diritto del lavoro
C’è, in primo luogo, una maledizione che grava del fondo nuove competenze? La contrattazione lo di contrat- presso l'Università
da molto tempo sul livello decentrato della con- decentrata sarà capace di gestire adeguatamen- tazione, o, in Cattolica del Sacro
trattazione collettiva in Italia. Essa era stata già lu- te, nell’ambito del fondo nuove competenze, la alternativa, Cuore e consigliere
cidamente segnalata nel 1998 dalla commissione rimodulazione dell’orario di lavoro in relazione a i n te n d o n o esperto del Cnel
presieduta da Gino Giugni nel lavoro di revisione una effettiva formazione professionale e alla ri- far leva su © RIPRODUZIONE RISERVATA
lunedì 5 ottobre 2020 Economia 5

LA PROPOSTA

Con la contrattazione collettiva


rinnoviamo il pubblico impiego
Antonio Naddeo* Lo smart working sarà decisivo per ammodernare l'Italia e tagliare la spesa, ma per centrare questi obiettivi
vanno riorganizzati i rapporti alle dipendenze delle amministrazioni statali: servono flessibilità e semplificazione

I
l periodo dell’emergenza Co-
vid-19 ha prodotto un appassio-
nato dibattito sulla burocrazia e
3 mln
sull’efficienza della pubblica am- I dipendenti
ministrazione nel nostro Paese. Da in servizio
un lato è emersa una buona capacità nelle pubbliche
di risposta all’emergenza con un uti- amministrazioni
lizzo considerevole dello smart wor- del nostro Paese
king (o, meglio, lavoro agile), favorito e nelle loro diverse
dalle norme emergenziali introdot- articolazioni
te dalla ministra Dadone; dall’altro
una lentezza della pubblica ammini-
strazione nell’adozione di provvedi-
menti attuativi legati agli interventi
legislativi emergenziali del Governo.
30mila
Molti hanno criticato questo mas- Le pubbliche
siccio utilizzo dello smart working, amministrazioni
alcuni l’hanno definito addirittura attive in Italia
come un vero e proprio periodo di tra Ministeri,
ferie dei dipendenti pubblici. Inuti- Regioni, Comuni,
le discutere, l’emergenza e l’utilizzo Città metropolitane
massiccio del lavoro agile aveva- ed enti di vario tipo
no un unico scopo: mantenere il più
possibile le persone a casa per ri-
durre il rischio di contagio. La fase
emergenziale però ha consentito in
pochissimo tempo di utilizzare nel +3,5%
lavoro pubblico uno strumento in- L'incremento
novativo e, quindi, si è trasformata in della retribuzione
Contrattazione collettiva e pubblico impiego
una vera e propria opportunità. Uti- dei dipendenti
lizzare il telelavoro come strumento L'introduzione del contratto collettivo pubblici possibile
per rilanciare la pubblica ammini- nazionale di lavoro in Italia si ebbe durante con le risorse
strazione e per fare una seria politi- il ventennio fascista: fu concepito come mezzo stanziate
ca di spending rewiew (con il lavoro di sintesi e superamento della lotta di classe, dal Parlamento
agile le amministrazioni hanno ri- mirabilmente rappresentata da Pellizza
sparmiato risorse finanziarie) può da Volpedo nel dipinto "Il quarto Stato"
essere la vera sfida per ammoderna-
re il nostro settore pubblico.
Tuttavia, ora, per non perdere l’oc- biamento senza pensare a stravol- che si vogliono raggiungere. partire la contrattazione collettiva al
casione, occorre ripensare al lavoro gimenti normativi, senza inventarsi Probabilmente ci saranno resisten- più presto. Le risorse per il triennio
pubblico, puntando a riorganizza- l’ennesima riforma? ze politiche, sindacali, di manteni- 2019-2021 sono stanziate nella legge
re l’intera macchina amministra- Le pubbliche amministrazioni, così mento di ruoli e poteri, che vanno di bilancio per il 2020 e consentono
tiva. Riorganizzare non vuol dire come le imprese, vivono in un con- superate se si vuole ottenere un ri- incrementi pari a circa il 3,5% della
“riformare” con interventi legislati- testo di grande turbolenza, con sce- sultato. Per le risorse umane occorre retribuzione. La tornata contrattuale
vi né fare una nuova riforma epoca- nari molto complessi che evolvono un attenta valutazione del persona- consentirà, inoltre, di affrontare il te-
le, bensì agire con le leggi esistenti, rapidamente. Perciò occorre consen- le, non solo dal punto di vista della ma dello smart working e di tutti gli
al massimo con piccoli interventi tire alle amministrazioni pubbliche prestazione, ma valutandone anche istituti normo economici collegati a
di adattamento, riconsiderando gli di avere gli strumenti per adattarsi il potenziale. Molte volte, nelle am- esso. Serve, infatti, una regolamen-
assetti organizzativi di ogni singola a questi scenari con flessibilità. Una ministrazioni, non si ha la perce- tazione dell’istituto. Altrimenti, nel-
amministrazione. Lo smart working flessibilità che si muove secondo tre zione del potenziale del personale la fase ordinaria, il telelavoro può far
è solo uno degli strumenti neces- variabili: lavoro (gestione delle risor- presente. In questo, un ruolo deter- emergere tensioni all’interno dei luo-
sari alla riorganizzazione. Uno dei se umane), organizzazione e tecno- minante lo ha il dirigente che non ghi di lavoro tra chi può fare lo smart
problemi incontrati dal lavoro agi- logia. Flessibilità organizzativa vuol deve essere un esperto di diritto am- working e chi è costretto ad andare in
le durante il lockdown è stato, oltre dire avere un'organizzazione duttile, ministrativo o in diritto costituziona- ufficio.
quello della carenza di infrastruttu- capace di adattarsi alle esigenze dei le (che ovviamente deve conoscere), Altro compito della contrattazio-
re, quello di aver calato tale moda- cittadini e delle imprese con rapidi- ma un gestore di risorse umane e fi- ne collettiva e dell’Aran è quello di
lità di lavoro in organizzazioni che tà. Però è proprio la rapidità di azione nanziarie, bravo a valutare le perso- disegnare un nuovo ordinamento
sono state pensate esclusivamente uno dei problemi principali del mal- ne, a risolvere controversie e capace professionale per le pubbliche am-
sul lavoro in presenza. Organizza- funzionamento delle amministrazio- di prendere decisioni. In sintesi, non ministrazioni. I contratti collettivi
zioni vecchie, con organici e ordina- ni. Una riforma presuppone leggi, un dirigente dell’adempimento, ma 2016-2018 hanno previsto l’istituzio-
menti professionali ormai superati, decreti, regolamenti attuativi, uno che abbia competenze mana- ne di commissioni paritetiche, una
costruite più di trenta anni fa. Più circolari. Il risultato di un’azio- geriali, che conosca gli strumenti per ogni comparto di contrattazione,
che riformare dobbiamo riorganiz- ne riformatrice è impossibile e le leve per raggiungere gli obiet- con finalità conoscitive sugli attuali
zare, tenendo conto della specifici- vederlo attuato a regime, per- tivi fissati dall’autorità politica,e sistemi di classificazione professio-
tà di ogni singola amministrazione, ché il ciclo avviato è sempre che risponda dei risultati raggiunti. nale. Lo scopo è quello di verificare
di ogni singolo ente. Una revisio- interrotto dal cambio di un mi- Il tutto presuppone un cambiamen- le possibilità di una loro evoluzione
ne che non parte dall’alto, ma nasce nistro o dal cambio del gover- to culturale che investa la dirigenza nella prospettiva di pervenire a mo-
dal basso, in ogni amministrazione. no. Nel privato, un’azienda che pubblica, ma anche la classe politica. delli maggiormente idonei a valo-
In Italia non abbiamo una sola pub- avvia un processo di cambia- Senza la consapevolezza della politi- rizzare le competenze professionali
blica amministrazione, ma una mento, di trasformazione, ca, il processo riformatore non porta e ad assicurare una migliore gestio-
pluralità di pubbliche am- pur incontrando diffi- a nulla. Purtroppo i tempi della poli- ne dei processi lavorativi. I lavori del-
ministrazioni: Ministeri, coltà e resistenze, lo tica sono sempre più brevi e mal si le commissioni dovranno poi essere
Enti pubblici non eco- riesce quasi sempre conciliano con un processo di lungo recepiti all’interno dei nuovi Ccnl per
nomici, Enti di ricer- a portare a termine. termine come quello necessario a ri- superare l’attuale assetto ordinamen-
ca, Università, scuole, La sfida dev'essere vedere la macchina pubblica. Ci vor- tale del personale nato venti anni fa.
Regioni, Comuni, Pro- quella di semplifi- rebbe un patto di legislatura con tutte Il nostro Paese merita una pubbli-
vince, Sanità e così care i processi de- le forze politiche per avviare una ve- ca amministrazione più efficiente e
via. Quindi tre milio- cisionali all’interno ra e propria rivoluzione nelle pubbli- moderna. Le condizioni ci sono tutte,
ni di dipendenti di- della pubblica am- che amministrazioni. ma non bisogna sprecare l’occasione
stribuiti per più di ministrazione. In ultimo, ma non per importanza, la di una ripresa legata anche alle rifor-
30mila amministra- Puntare sulle risor- contrattazione collettiva. Il contratto me e alle risorse del Recovery Fund.
zioni, ognuna diver- se umane, sull’or- deve tornare a essere al centro del-
sa dall’altra. Come si ganizzazione e gli la regolazione del rapporto di lavoro *presidente dell'Aran
può attuare un cam- obiettivi (concreti) del pubblico impiego. Occorre far ri- © RIPRODUZIONE RISERVATA
6 Economia lunedì 5 ottobre 2020

LA STRIGLIATA

No, cara Catalfo: il tuo ministero


non è una succursale della Cgil
Giuliano Cazzola*

Q
uando si parla di un possibile rimpasto del Con-
te 2, una delle poltrone coinvolte dovrebbe essere
quella del ministro Nunzia Catalfo. Nella compagi-
ne di governo – tranne alcune eccezioni – è arduo
trovare un titolare di Dicastero che possa essere giudicato
competente. Non è quindi il caso di sottilizzare sull’opera-
to del ministro del Lavoro, mentre è evidente e accertata
– sul piano politico - una sua eccessiva condiscendenza
verso le istanze dei sindacati (che poi significa, fuori da
ogni eufemismo, attenersi alle indicazioni di Maurizio Lan-
dini essendo diventate le altre confederazioni delle suc-
cursali della Cgil). Alcuni osservatori attribuiscono questa
propensione ai più stretti collaboratori del ministro e a
qualche giuslavorista-consigliere vicino alla confederazio-
ne di Corso Italia. Il che finisce per essere una critica ancor
più severa perché il minimo sindacale richiesto a un mi-
nistro è di avere delle opinioni proprie. Ma l’atteggiamen- La "lavorista" a cinque stelle
to filo-sindacale di Nunzia Catalfo è emerso fin da quando Eletta per la prima volta in Parlamento nel 2013
ricopriva il ruolo di presidente della Commissione Lavoro
e poi ancora nel 2018, Nunzia Catalfo ha svolto
del Senato. In particolare nella discussione della legge sul-
un ruolo di primo piano nell'adozione
la rappresentanza in connessione con l’applicazione erga
omnes dei contratti collettivi e con l’istituzione di un sala- dei provvedimenti sul reddito di cittadinanza
rio minimo legale. Un pacchetto a proposito del quale Ca- e sul salario minimo, bandiere dei Cinque Stelle
talfo non si limitò a presentare un disegno di legge che fu
adottato come testo base, ma assunse in proprio il ruolo di
relatrice formulando un quadro di proposte che non solo La titolare del dicastero di via Vittorio Veneto ha sempre mostrato un approccio
recepivano quelle dei sindacati ma ne superavano anche troppo filo-sindacale: così rischia di combinare pasticci anche con il Recovery Plan
le preoccupazioni.
Il ddl Catalfo collegava il salario minimo direttamente
all’articolo 36 della Costituzione, nel tentativo di sfuggire al ire efficacia erga omnes «al trattamento economico procedure che consentono alle organizzazioni datoriali e
Ghino di Tacco appollaiato sull’articolo 39. Recitava, infat- complessivo» sancito nei contratti collettivi, attraverso sindacali di stipulare unitariamente contratti con efficacia
ti, l’art. 2: «Si considera retribuzione complessiva propor- l’applicazione dell’articolo 36. In più, stabiliva che il sa- generale.
zionata e sufficiente ai sensi dell’articolo 1 (che si riferiva lario orario legale (quindi anche quello contrattuale) non Il Covid-19 e il superlavoro sui decretoni dell’emergenza
all’articolo 36 della Costituzione, ndr) il trattamento eco- potesse essere inferiore a 9 euro lordi. L’articolo 3 dispo- hanno messo la sordina a quella complessa materia re-
nomico complessivo, proporzionato alla quantità e qualità neva, inoltre, che «in presenza di una pluralità di contrat- golata dal disegno di legge. Poi le cose della politica han-
del lavoro prestato, non inferiore a quello previsto dal con- ti collettivi applicabili ai sensi dell’articolo 2, il trattamento no fatto sì che la volpe fosse incaricata di fare la guardia
tratto collettivo nazionale in vigore per il settore e per la economico complessivo che costituisce retribuzione pro- al pollaio. Nunzia Catalfo non ha smentito l’ardore pro la-
zona nella quale si eseguono le prestazioni di lavoro, sti- porzionata e sufficiente non può essere inferiore a quello bour una volta approdata al dicastero di Via Veneto (avete
pulato dalle associazioni dei datori e dei prestatori di la- previsto per la prestazione di lavoro dedotta in obbligazio- notato che quasi tutta la filiera del lavoro – Ministero, Inps,
voro più rappresentative sul piano nazionale (omissis), il ne dai contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni sin- Inail, Anpal, Inapp, presidenza della Commissione del Se-
cui ambito di applicazione sia dacali e datoriali comparativamente più rappresentative a nato, Ispettorato Nazionale – è in mano pentastellata?). Per
maggiormente connesso e livello nazionale nella categoria stessa, rendersene conto basta scorrere la re-
obiettivamente vicino e in ogni caso non inferiore all’impor- lazione che il ministro ha svolto e de-
in senso qualitativo, to previsto al comma 1 dell’articolo 2 Matteo Salvini può positato nel corso di un’audizione alla
anche considerato ndr)».
(ii 9 euro, ndr
ndr) ». Camera nella prospettiva del Recovery
nel suo comples- Riassumendo, il ddl Catalfo rimetteva stare tranquillo Fund. «La finalità è quella di valorizzare
so, all’attività ope legis i sindacati storici al centro ulteriormente la contrattazione colletti-
svolta dai lavo- del sistema, concedeva la copertu- perché, anche se va in relazione al progetto di introdur-
ratori anche in ra della legge ai contratti da loro sot- re un salario minimo orario, collegando
maniera pre- toscritti insieme ai datori di lavoro e non è più al governo, lo stesso alla previsione di una detas-
valente e co- forniva loro una base di 9 euro all’o- sazione dell’incremento salariale deri-
munque non ra. Quale era lo scopo di questa rete c'è ancora chi pensa vante dal rinnovo dei contratti, in modo
inferiore a 9 di protezione? Le organizzazioni sin- che progressivamente i minimi retribu-
euro all’ora al dacali hanno sempre nutrito forti ri- a demolire tivi - attualmente definiti nei contratti
lordo degli oneri serve nei confronti dell’istituzione di collettivi di primo livello - possano ade-
contributivi e pre- un salario minimo legale che, a loro quello che resta guarsi all’importo del salario minimo
videnziali». In so-
stanza, con un volo
avviso, potrebbe mettere in discus-
sione una giurisprudenza consolidata
del nostro sistema che sarà individuato dal nostro Paese.
E infatti, - ha proseguito Catalfo - una
pindarico sul piano
giuridico, il ddl pen-
secondo la quale la retribuzione equa
e proporzionata, prevista dall’artico-
pensionistico volta favorito il progressivo adegua-
mento dei parametri fissati dai contrat-
tastellato - pre- lo 36 della Costituzione, è corrispon- ti collettivi ai valori salariali stabiliti con
scindendo dente a quella stabilita dalla contrattazione collettiva. Il l’introduzione del salario minimo orario, si determinerà,
dall’artico- fatto è che, nel giro di qualche anno, il numero dei contratti sul piano nazionale, un incremento generalizzato dei livel-
lo 39 della (in regime di diritto comune) è esploso con decine di co- li retributivi. Ciò comporterà un miglioramento delle con-
Costitu- siddetti "accordi pirata" stipulati da organizzazioni sinda- dizioni dei lavoratori, accrescerà la dignità e il valore del
zione – cali ‘’figlie di un dio minore’’ che prosperano sul dumping lavoro prestato e consentirà di eliminare fenomeni di dum-
voleva (da settembre 2007 a marzo del 2017 i contratti naziona- imprese». In so-
ping salariale e di concorrenza sleale tra le imprese
attri- li sono passati da 549 a 823; nella sola edilizia da 28 a 63). stanza, il ministro ha confermato quello che si temeva: che
bu- Non è facile uscire da una situazione siffatta, ma non sem- l’introduzione del salario minimo si trasformasse – ope le-
bra costituzionalmente corretto attribuire all’articolo 36 le gis – in un aumento retributivo generalizzato. A suo tempo
prerogative che la Carta riconosce l’Istat - in una memoria presentata in audizione - calcolò
all’artico- che i lavoratori per i quali l’innalzamento della retribuzione
lo 39 do- oraria minima a 9 euro (l’importo lordo ipotizzato) avreb-
ve sono be comportato un incremento della retribuzione annuale
con- erano 2,9 milioni ovvero circa il 21% del totale dei presta-
tem- tori (2,4 milioni escludendo gli apprendisti). Per questi la-
plati voratori l’incremento medio annuale sarebbe stato pari a
per- circa 1.073 euro pro-capite, con un incremento comples-
cor- sivo del monte salari stimato in circa 3,2 miliardi di euro.
si e L’adeguamento al salario minimo di 9 euro lordi avrebbe
determinato un incremento sulla retribuzione media an-
nuale dello 0,9% per il totale dei rapporti e del 12,7%
per quelli interessati dall’intervento. L’incremento
lunedì 5 ottobre 2020 Economia 7

VERSO IL FUTURO
percentuale più significativo avrebbe interessato i lavora-
tori occupati nelle altre attività di servizi (+8,8%), i giovani
sotto i 29 anni (+3,2%) e gli apprendisti (+10%).
Sappiamo che il governo ha subito chiesto i prestiti dell'U-
Una crescita più forte
nione europa del programma Sure. All’Italia arriveranno
27,4 miliardi (la quota più elevata di tutti i Paesi benefi-
ciari). Ma non basteranno neppure a coprire la spesa per
ammortizzatori e bonus del 2020, stimata in 30 miliardi.
è possibile se si investe
in ricerca e sviluppo
Catalfo, allora, si appresta a presentare a Bruxelles un pia-
no in quattro punti in vista del Recovery Plan per accedere
ai 209 miliardi tra prestiti e trasferimenti che spetterebbe-
ro all’Italia. Il primo dei quattro capitoli del piano riguarda
le politiche attive e la formazione. Obiettivo: «Traghettare
le transizioni occupazionali». Aiutare cioè chi perderà il la- segue dalla prima pagina
voro in settori colpiti dalle conseguenze della pandemia a
trovare posto nei nuovi lavori, in particolare nel digitale e Quando un Paese si avvicina alla frontiera tecnolo- fronte a sviluppi demografici certo non favorevoli.
nell’economia green. Base di partenza sarà il Fondo nuo- gica, la crescita dipende soprattutto dalla sua capa- Per i prossimi quindici anni l’Eurostat stima una ri-
ve competenze del decreto Rilancio, potenziato col dl Ago- cità di integrare e promuovere l’innovazione. Questo duzione della popolazione di età compresa tra 15 e
sto. Per ora ci sono a disposizione "solo" 730 milioni per il richiede una spesa adeguata in ricerca e sviluppo e 64 anni pari a oltre tre milioni (nonostante un appor-
biennio 2020-2021, per finanziare, con accordi tra le parti, investimenti in istruzione, dalla scuola primaria fi- to dell’immigrazione stimato in circa 200mila per-
la destinazione di una quota di orario alla formazione per no all’università. I ritardi accumulati in questi cam- sone in media all’anno). A questo non si può che
la ricollocazione, senza riduzioni di salario. Catalfo punta pi, unitamente alle complesse interrelazioni con la rispondere con un forte aumento della partecipa-
a rafforzare sia questa misura sia forme contrattuali di so- struttura del sistema produttivo, sono all’origine del- zione al lavoro di chi è oggi inattivo, in larga misura
lidarietà espansiva: cioè taglio dell’orario eventualmente la nostra debole crescita economica. Le risorse che non per scelta. Ma occorre un deciso miglioramen-
compensato sulla retribuzione dallo Stato, a patto che l’a- l’Unione europea mette oggi a disposizione, anche to delle competenze dei nostri studenti che anco-
zienda aumenti l’organico. L’idea — se ne parla in Germa- con la storica decisione di dotar- ra si collocano, nelle rilevazioni
nia, con la proposta della settimana di quattro giorni — è si di una capacità sostanziale di dell’Ocse, al di sotto della media,
quella, cara ai sindacati, di lavorare meno per lavorare tutti. indebitamento comune, vanno La bassa spesa in gran parte per forti ritardi nel
Il secondo capitolo riguarda la riforma degli ammortizzato- utilizzate al meglio per trasfor- Mezzogiorno.
ri sociali su due strumenti: uno di protezione temporanea mare il contesto economico e per l'istruzione Lo scarso livello di innovazione
per i lavoratori di aziende con prospettive e uno per chi in- sociale, accelerando – come vi è e istruzione plasma la struttu-
vece perde il lavoro, ma condizionato alla partecipazione ormai generale consapevolezza è uno spreco ra del sistema produttivo, estre-
alle attività di ricollocamento, da potenziare. A questo pun- – la transizione digitale e quella mamente frammentata in Italia,
to viene legittima una domanda: la cassa integrazione, con ambientale. Se le risorse saran- di potenzialità e a sua volta contribuisce a pla-
tutto ciò che segue, prende il posto della Naspi e viene usa- no ben utilizzate, se ne vedran- smarla. Sono troppo poche le
ta per non tagliare il cordone ombelicale con un posto di no frutti anche nelle condizioni a livello economico imprese medio-grandi; insuffi-
lavoro? Il terzo capitolo prevede incentivi alle assunzioni di accesso al mercato, con bene- cienti i loro investimenti in ricer-
delle donne: percorsi formativi ad hoc; rafforzamento degli fici permanenti sul costo del de- con conseguenze ca e sviluppo; ampie le carenze
asili, dell’assistenza per i non autosufficienti e dei congedi bito pubblico. sul piano manageriale e poco
parentali per sostenere le lavoratrici madri; incentivi per le Un programma credibile di ri- spesso addirittura diffuse le buone prassi gestio-
nali. Un sistema frammentato e
imprese che riducono le differenze di retribuzione tra uo-
mini e donne. Infine, l’occupazione giovanile: potenzia-
duzione del debito non può che
discendere dal graduale ritorno
drammatiche pure specializzato in settori tradizio-
mento dell’apprendistato e del sistema duale per rafforzare
il collegamento tra scuola e impresa e la staffetta genera-
a un sostanziale equilibrio dei
conti pubblici. Questo richiede
sul piano sociale nali non alimenta la domanda di
lavoratori con elevata istruzio-
zionale incentivata per favorire il ricambio tra lavoratori an- un deciso miglioramento del po- ne, finendo per generare un cir-
ziani e giovani. In sostanza, il ministro sembra intenzionato tenziale di crescita da cui anche dipende il definiti- colo vizioso di bassi salari e modeste opportunità di
a puntare sul rinnovo e sull’implementazione delle cono- vo rientro da differenziali di interesse troppo elevati. lavoro. Riprendere un percorso di crescita sostenu-
scenze, per fare delle ‘’competenze’’ il cardine dell’occupa- Investimenti privati volti ad accrescere la produttivi- ta, equilibrata e duratura è una questio-
bilità. Obiettivo suggestivo perché adeguato all’esigenze di tà delle imprese potranno essere favoriti dall’alloca- ne con implicazioni che vanno al
qualità richieste all’offerta di lavoro. Ma chi sarebbe prota- zione di risorse pubbliche in settori ad alto contenuto di là della mera sfera economi-
gonista e dove avrebbe luogo questo impegno formativo? innovativo, come il completamento della copertu- ca, che incidono sulla salu-
Va da sé che devono essere chiamate in causa le aziende. ra del territorio con rete fissa a banda larga ultrave- te dei cittadini, sulla qualità
Ma saranno necessari anche momenti di formazione di ba- loce che oggi raggiunge ancora solo una famiglia su del loro tempo libero, sul
se che non possono prescindere dalla definizione di cicli quattro (tre su cinque in Europa), con una particola- loro tenore di vita. L’ur-
formativi declinati, nel territorio, con la partecipazione di re penalizzazione per il Meridione. Il ritardo nel cam- genza dei problemi posti
tutte le parti interessate. Ecco perché è sbagliata la scelta po delle tecnologie digitali è simile a quello registrato dalla pandemia non de-
di emarginare la Confindustria dal confronto, pretenden- negli anni Novanta per le tecnologie dell’informazio- ve farci perdere di vista le
do di regolare per legge e in modo centralizzato progetti ne e della comunicazione. Ora come allora, le nostre questioni che riguardano
che devono interagire con i processi in cui sono coinvol- imprese non sembrano in grado di trarre vantaggio l’innovazione e l’istruzione,
te le imprese. Ma, al dunque, il sistema Paese è pronto a dalle nuove tecnologie digitali, che richiedono com- da cui dipende lo sviluppo
questo salto, quando le politiche attive hanno clamorosa- petenze adeguate e provate capacità gestionali. Di nel più lungo termine. Per
mente fallito nel caso del reddito di cittadinanza? C’è poi conseguenza, non solo la produzione di beni e ser- superare questa sfida, la
il capitolo delle pensioni, su cui è aperto un confronto sia vizi digitali è bassa, ma anche il loro utilizzo da parte nostra economia necessita
tecnico che politico con le organizzazioni sindacali. In oc- delle imprese e delle famiglie è modesto. di un’intensa trasformazione
casione del primo incontro, il 28 luglio scorso, il ministro Il basso livello di spesa in ricerca e sviluppo è da noi tecnologica e culturale.
Catalfo non ha esitato a fare delle aperture imbarazzan- un problema cronico; riguarda sia il settore pubbli-
ti a Cgil. Cisl e Uil. Non solo ha ribadito (lo sapevamo già) co sia quello privato. Nel 2018 la spesa in ricerca e Ignazio Visco
che Quota 100 resterà in vigore fino alla sua naturale sca- sviluppo si è attestata solo all’1,4% del pil, contro il
denza (31 dicembre 2021), ma ha promesso che una pros- 2,4% della media dei Paesi Ocse, meno della metà *governator
**governatore e
sima legge delega sarà lo strumento per intervenire sulla del livello registrato in economie avanzate come Sta- della Banca
revisione organica della materia. «Procederemo lungo due ti Uniti e Germania. Nel 2000, in Cina, l’incidenza di d'Italia
binari paralleli», ha spiegato Catalfo. Dapprima sarà defi- ricerca e sviluppo sul pil era prossima all’1% dell’Ita-
nito «il pacchetto di interventi da inserire nella prossima lia; oggi, salita al 2,2%, supera di quasi un punto per-
legge di bilancio» come la proroga di Ape sociale e Opzio- centuale quella italiana, nonostante la straordinaria
ne Donna, la staffetta generazionale e il contratto di soli- crescita dell’economia cinese, o forse anche a sua
darietà espansiva. Successivamente, si inizierà a progettare testimonianza. Pur con questi limiti, la qualità della
a più ampio raggio la riforma «che avrà come pilastri - ha ricerca italiana è comparabile a quella dei più impor-
aggiunto il ministro - maggiore equità e flessibilità in usci- tanti Paesi europei. Un deciso ampliamento quanti-
ta e una pensione di garanzia per i giovani». Infine, Catalfo tativo, se ben distribuito, avrebbe quindi una buona
ha sottolineato la necessità e l`urgenza di far partire le due base da cui partire e su cui sostenersi.
commissioni (quella sui lavori gravosi e quella per la sepa- Ma insufficienti sono anche, e non solo sul piano
razione fra spesa previdenziale e assistenziale) non ancora quantitativo, gli investimenti nell’istruzione. Solo il
costituite a causa dell`emergenza epidemiologica e la cui 28% dei giovani di età compresa tra i 25 e i 34 anni ha
scadenza sarà prorogata nella prossima manovra. Le rispo- un titolo di studio di livello terziario; siamo al penul-
se a tambur battente un entusiasta Maurizio Landini: «Un timo posto fra i paesi Ocse, la cui media è ben oltre
inizio importante, abbiamo dato il via a una trattativa seria il 44%, con valori superiori al 60% in Canada, Giap-
che va nella direzione di rispondere alla nostra piattafor- pone e Corea del Sud. L’Italia è anche uno dei Paesi
ma. Non vogliamo qualche aggiustamento di qualche parte in cui più alta è la percentuale di giovani tra i 15 e i
della legge Fornero, vogliamo una vera e propria revisione 29 anni che non studiano, non lavorano e non seguo-
della legge che dia stabilità al sistema nei prossimi anni e no percorsi di formazione (oltre due milioni: il 22%
che sia in grado di dare risposte a partire dai giovani e dalle della popolazione in questa fascia di età, il 33% nel
donne che sono le più penalizzate in questi anni». Matteo Mezzogiorno). Questo straordinario ritardo nell’ac-
Salvini può stare tranquillo. Anche se non è più al governo cumulazione di capitale umano è un vero e proprio
c’è qualcuno che si impegna a proseguire nella sua opera spreco di potenzialità a livello economico, con con-
di demolizione del sistema pensionistico. seguenze spesso drammatiche sul piano sociale;
non può essere lasciato senza risposta.
*giuslavorista Dal deciso contrasto di un fenomeno così negativo
© RIPRODUZIONE RISERVATA possono derivare fondamentali opportunità per far ©RIPRODUZIONE RISERVATA
lunedì 5 ottobre 2020 Economia 9

COME CAMBIA LA SOCIETÀ

Sindaci e manager, rassegnatevi


Lo smart working va alla grande
Marco Bentivogli* Contro il lavoro intelligente è in atto un'autentica controriforma reazionaria necessità urgente. Non possiamo
Eppure l'esperienza ci dice che a beneficiarne sono stati imprese e dipendenti scappare. Nessuno legge più nul-
la, allora andate nelle realtà dove lo
E allora accantoniamo il fanatismo e abbracciamo finalmente il cambiamento

N
smart working funziona e vi accor-
o, non può essere stato so- gerete di come per l’ennesima volta
lo un sogno. Poter concilia- volete parlare di cose nuove che non
re il lavoro con la vita e non avete avuto il coraggio di scoprire e
viceversa, liberare il lavoro capire. Guai a ogni fanatismo: in In-
e non liberarsi da esso, far cresce- dipendenti: guida allo smart wor-
re la produttività senza degradare le king, edito da Rubbettino, indico i
condizioni lavorative e ridurre i sa- molti rischi da governare in un pro-
lari. Ovunque sta suonando la ri- cesso serio di innovazione. Oppu-
tirata, «non fa per me», «funziona re guardate le indagini vere, come
nelle grandi», «solo in alcuni am- quella di Fior di Risorse: la gran par-
biti», «così la gente non lavora». È te delle persone vuole tornare in uf-
evidente però una “controffensi- ficio solo per le riunioni strategiche
va reazionaria” per rimettere tutto e di coordinamento. Ha un giudizio
a posto. Per considerare una paren- positivo dell’esperienza soprattut-
tesi, quasi un incidente di percorso «Come voler inchiodare to nelle aziende dove queste ultime
che quasi otto milioni di italiani ab- la gelatina a un muro» sono state reattive al cambiamento.
biano sperimentato spesso qualcosa Allo stesso tempo, le città sono cam-
di molto lontano dallo smart wor- È l'espressione che l'ex biate centinaia di volte. Dimostriamo
king. Se c’è una cosa evidente con lo presidente americano Bill che il new normal era qualcosa di ve-
smart working è che rende ancor più Clinton utilizzò nel 2000, ro. Le città devono tornare luoghi di
visibile il contributo reale di ognu- nel corso di un incontro opportunità, piacevoli e vivibili. Non
no. Lo scongelamento di due pilastri con una delegazione posso pensare che un sindaco, per
del lavoro: lo spazio (il suo luogo) e di operatori commerciali non sentire le lamentele del tassista
il tempo (i suoi orari) era già avvia- cinesi. Clinton si riferiva o del piccolo bar, non capisca che
to da tempo anche grazie alla grande a internet e agli ospiti le città inquinate, intasate e affolla-
spiegò che tentare
di difendersi da quella
Le città nuova realtà sarebbe stato Le aziende
«come voler inchiodare
Il lavoro agile la gelatina a un muro» Il nuovo rapporto
offre l'opportunità tra libertà
di rigenerare e responsabilità
zative basate sul “controllo”, oltre a occasione per riprogettare le città in
il tessuto urbano soffocare la produttività, fanno per- modo intelligente. Non è intelligente consente
e di riprogettare dere senso al lavoro e deprimono il né normale che ogni mattina un la- di guadagnare
benessere delle persone. Per que- voratore arrivi da Saronno se il suo
i centri abitati sto bisogna cambiare tutta l’azien- lavoro lo può fare da Saronno. An- produttività
secondo una logica da, non solo chi lavorerà da remoto. che le città hanno i loro modelli di e di umanizzare
Le tre grandi trasformazioni: digi- business e ripensarli è una grande
davvero sostenibile tale, demografica e ambientale tro- occasione per rigenerare il tessuto l'occupazione
vano nel lavoro il maggior crocevia urbano in modo sostenibile e ricco.
trasformazione digitale. Ora la pan- dei cambiamenti e allo stesso tempo Se un’azienda crede che il controllo te moriranno davvero. Servono città
demia e il conseguente lockdown lo una risposta progressista. Lo smart e la presenza al lavoro siano garan- policentriche e verdi. Riformuliamo
hanno accelerato. working consente di risponde- zia di produttività, sostituite il vostro il piano periferie su queste basi. La
Pensare di tornare indietro come so- re meglio all’erosione che la responsabile delle risor- città che vive non è solo la sua vetri-
stengono molte aziende e molti am- tecnologia imprime dei la- se umane con un na e capire il futuro del lavoro aiuta
ministratori locali fa tenerezza, vuol vori impiegatizi ripetitivi c a n e pastore. a ripensare un po' tutto e a costrui-
dire tentare di inchiodare la gelatina rigenerandoli su progetti Il la- re ecosistemi forti, nuovi habitat per
a una parete. Servono investimen- e obiettivi, ai bisogni v o r o imprese e lavoratori. I lavori remo-
ti gestionali, organizzativi e cultura- sociali di un Paese i n - tizzabili cresceranno molto, c’è un fi-
li ma il cambiamento è irreversibile. con la natalità del t e l l i - lone interessante di industrial smart
Primo, cercare di capire cosa è lo 1861 e in cui stanno gente è working, che grazie all’IoT (Internet
smart working. Non è il lavoro da ca- raddoppiando gli un’occa- of Things, il www delle macchine)
sa. Lo stesso lavoro che si fa da ca- ultra-ottanten- sione per che consente di remotizzare una par-
sa è il telelavoro. Ho provato a dare ni, e all’inutile r i p e n s a - te del lavoro manifatturiero. La sfida
qualche indicazione di percorso in inquinamento re l’azienda, è aperta, la coglierà chi non guarda al
una vera e propria guida, Indipen- per la clima- g u a d ag n a - dopo, ma chi guarda oltre. La pande-
denti: guida allo smart working, edi- tizzazione di re produtti- mia ha portato dolore e morte, ma ci
ta da Rubbettino. Lo smart working immobili e la vità e umanizzare il lavoro. ha portato dove eravamo già, facen-
è un lavoro per obiettivi, è lavoro in- quotidiana mi- È un percorso di innovazione e do finta di nulla, nel ventunesimo
telligente in cui si costruisce un le- grazione verso il pertanto di partecipazione. Do- secolo.
game di fiducia tra maggiore libertà centro città e viceversa. ve lo si è fatto, vincono l’a-
del lavoratore in cambio di maggio- Cari sindaci e ceo, non sfor- zienda e il lavoratore insieme. *coordinatore di Base Italia
re responsabilità. E per questo che zatevi a rimettere inutil- Le tre grandi trasformazio- esperto di politiche del lavoro
la fiducia è fondamentale. Per que- mente il dentifricio nel ni hanno trasformato il la- e di innovazione industriale
sto le culture aziendali e organiz- tubetto. Avete una grande voro agile da opportunità a © RIPRODUZIONE RISERVATA

Direzione scientifica edizione Economia Redazione e amministrazione Sped. Abb. Post., Art. 1, Legge 46/04 Raccolta diretta e pubblicità
Sabino Cassese Via di Pallacorda 7 - 00186 Roma del 27/02/2004 – Roma pubblicita@ilriformista.it
Marco Bentivogli
Quotidiano Pier Carlo Padoan Email redazione Stampa: Litosud
Direttore Responsabile Giovanni Tria redazione@ilriformista.it via Carlo Pesenti n. 130 - 00156 Roma
Piero Sansonetti via Aldo Moro n. 2 - 20060 Pessano
Email amministrazione Con Bornago (MI)
Condirettore amministrazione@ilriformista.it © COPYRIGHT ROMEO EDITORE SRL
Deborah Bergamini Romeo Editore srl unipersonale Trattamento dei dati personali
Tutti i diritti sono riservati.
Centro Direzionale IS. E/4 Sito Web www.ilriformista.it Responsabile del trattamento Nessuna parte di questo quotidiano può essere Abbonati su
Direttore edizione Economia Via Giovanni Porzio n.4 dei dati Dott. Piero Sansonetti, in riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici

Renato Brunetta 80143 Napoli Registrazione n. 24 del 29/05/2019 adempimento del Reg.UE 679/2016 e o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma
di legge. www.ilriformista.it
P.IVA 09250671212 Tribunale di Napoli del D.Lgs.vo 101/2018
10 Economia lunedì 5 ottobre 2020

INTERVISTA AL PREMIO NOBEL

«Coraggio, Italia: prendi il Mes


e non pensare al debito»
La ricetta di Michael Spence
Parla l'economista: i tassi negativi sono un terreno sul quale
non conviene avventurarsi. Aumenta il rischio di instabilità politica
negli Usa, con un governo dem crescita più forte nel lungo periodo
Riccardo Amati tassi negativi? Davvero non lo so. È un’ avven-
tura complicata, da evitare. Di sicuro ci sareb-

«I
bero contraccolpi gravi sulla distribuzione della
l Mes? Dovreste prenderlo. E di cor- ricchezza. La parte minoritaria della popolazio-
sa». Non ha proprio dubbi Michael ne che ha redditi alti investirebbe in asset digi-
Spence, premio Nobel per l’econo- tali, intangibili e ad alto rendimento. Mentre per
mia e professore emerito alla Stan- la classe medio bassa, che risparmia per com-
ford School of Business. «Se c’è un programma prarsi una casa o per investire in attività finan-
credibile da finanziare, quei soldi vanno utiliz- ziarie non sofisticate, avere dei ritorni decenti
zati. Senza farsi influenzare dai simboli: è vero diventerebbe sempre più difficile. Come ve-
che il Mes fu inventato durante la crisi del de- diamo già oggi con titoli di Stato che rendono
bito e ha una brutta fama. Ma è denaro a bas- zero o quasi. Un ambiente a tassi negativi ge-
so prezzo. Quel che importa è avere un piano nererebbe una distribuzione del reddito ancora
aggressivo di investimenti che cambi le oppor- peggiore di quella attuale.
tunità per i cittadini e dia all’economia la possi- La pandemia cambierà il mercato del
bilità di crescere. E al diavolo da dove arriva il lavoro?
denaro». Spence parla con Il Riformista Econo- «Molti posti di lavoro perduti potrebbero non
mia a margine dell’Incontro “L’economia della tornare . Ci sarà un persistente problema di im-
banca sociale”, organizzato dalla Fondazione piego per le categorie a minor reddito. Ciò va-
Collegio Carlo Alberto in collaborazione con rierà da Paese a Paese, e dipenderà anche dai
Intesa Sanpaolo. programmi dei governi per rimettere in piedi le
Anche senza il Mes, l’Italia ha un debito che attività più colpite. Ovunque, però, la pandemia
viaggia sui 2.400 miliardi di euro e punta al ha portato alla cosiddetta “accelerazione digi-
160% del Pil. Non le sembra una bomba in- tale”. Con effetti multipli, diretti e indiretti, sul
nescata nel bel mezzo dell’area euro? mercato del lavoro».
«Non è una situazione così pericolosa. Fin- Sarà sempre più difficile, per chi non ha
ché la banca centrale assicura tassi d’interes- un titolo di studio o comunque conoscen-
se al minimo anche un debito così grande non ze digitali?
è una bomba ad orologeria. È certo un vincolo, «Sì, credo proprio che sarà così. Le persone che
per ogni governo che sia responsabile. Ma dap- ce la faranno meglio sono quelle che in que-
pertutto i Paesi si stanno indebitando, e credo sta situazione possono continuare a lavorare da
sia di gran lunga la miglior cosa da fare, in que- casa. È un gruppo consistente e in crescita, ma
sto momento. L’alternativa sarebbe far danni in non rappresenta certo l’intera economia. Le sti-
"Gli usurai" di van Reymerswale
altre parti dell’economia. I redditi delle fami- me per l’America sono che un terzo degli oc-
glie sono diminuiti, le piccole imprese sono nei cupati può lavorare da casa. Ciò relega gli altri Per scoraggiare il risparmio e favorire
guai, il settore finanziario ha problemi: ritengo due terzi, spesso impiegati nelle industrie es- i consumi, alcuni economisti spingono
che spostare parte dei malanni sul lato del debi- senziali e con salari più bassi, in una categoria a per tassi d'interesse negativi del 3%.
to sovrano sia giusto. La grande sfida per l’Italia rischio, vulnerabile sotto diversi aspetti». Kenneth Rogoff propone l'abolizione
è la crescita, che in termini reali è stata troppo Donald Trump fece grandi promesse sulla delle banconote: un guaio per gli usurai
bassa per due decenni. Adesso avete il suppor- creazione di posti di lavoro. Secondo i cri-
to dell’Unione Europea, con proposte e linee tici del Presidente, anche prima del Covid
guida su come spendere. La sfida è di produrre quelle promesse non erano state mantenu-
una strategia che possa cambiare la vostra eco- te. Nel senso che l’aumento degli occupati Ma le guerre commerciali, di cui il Presi- strano sistema, potrebbe finire per decidere il
nomia e garantirne la crescita nel tempo». era in linea con tendenze antecedenti al suo dente è uno specialista, fanno perder posti Parlamento. E alla House of Representatives
Tra i processi che la pandemia ha accele- mandato, niente di più. Trump ha fallito? di lavoro? varrebbe il principio della rappresentanza per
rato, c’è quello di un sempre minor «Credo
Credo che la sua azione abbia soprattutto «In
In generale sì. Perché creano ostruzioni nell’e- Stato. Trump, insomma, potrebbe essere rielet-
costo del denaro. Le banche cen- promosso il lavoro meglio pagato, co- conomia globale. Se poi si scende nei dettagli to anche se sconfitto al voto popolare con un
trali di Svizzera, Giappone sa che è certamente criticabile. Ma è micro-economici, si possono probabilmen- largo margine. C’è timore per il dopo-elezioni.
e Svezia, oltre che la stes- vero che fino alla pandemia il mer- te trovare categorie che ne beneficiano. Cer- La polarizzazione presente nella società ame-
sa Bce hanno alcuni tassi cato del lavoro americano stava to è necessario bilanciare meglio il sistema del ricana potrebbe portare a situazioni molto dif-
già in negativo. La Banca operando a livelli molto bassi di commercio globale per poter risolvere più ef- ficili: dimostrazioni di piazza, e violenze non
d’Inghilterra sta pensan- disoccupazione. Considerando i ficacemente gli squilibri domestici. Ma le guer- sono da escludere. Chi è preoccupato ha ben
do di emularle. Come vede dati complessivi, non ci sono le re commerciali non sono il modo migliore per ragione di esserlo».
un futuro a tassi negativi, basi per essere troppo critici con raggiungere questo obiettivo». Una Blue Wave, una vittoria democratica
per l’economia? Sparireb- Trump. Il fatto è che le sue poli- Si aspetta instabilità negli Stati Uniti, an- con una forte maggioranza al Congresso,
bero le banche, così come tiche hanno discriminato il lavoro che alla luce anche della positività al Co- significherebbe più spesa pubblica. È ciò di
le conosciamo? Niente più con retribuzioni medio-basse, con vid-19 di Trump? C’è chi paventa una crisi cui l’economia necessita?
banconote, come dice il conseguenze negative sulla di- istituzionale. «Probabilmente sì, almeno per uscire dalla
suo collega Kenneth stribuzione del reddito». «C’è molta incertezza che si moltipliche- pandemia. Poi Biden attaccherebbe la disegua-
Rogoff? Quali le ri- rebbe nel caso in cui la positività glianza. Ci sarebbe una spesa fiscale sostan-
percussioni nel- del presidente evolvesse in una ziosa indirizzata a obbiettivi come la sicurezza
la vita di ogni malattia grave. Più in gene- sociale, l’assistenza sanitaria e la scuola».
giorno? rale, se ci fosse una vittoria E questo farà crescere l’economia?
«È un terri- schiacciante, anche nel vo- «Non necessariamente, nel breve perio-
torio ine - to popolare, da parte di uno do. Ma sul lungo termine qualsiasi poli-
splorato e dei due contendenti, che sia Biden tica fallisce, se la società è polarizzata e
secondo o Trump, l’incertezza certo si ridimen- frammentata. Quindi anche questo genere di
me preoc- sionerebbe. E anche se Trump contestasse un interventi finisce per favorire la crescita. C’è
cupante. risultato a lui sfavorevole, come pare potreb- una larga gamma di opinioni, anche tra i de-
Il modello be fare, ciò non sarebbe decisivo». mocratici. Biden non è un socialista. La sua
di business Meglio quindi una chiara vittoria amministrazione sarebbe centrista. Ma ascol-
delle ban- democratica o repubblicana, una terebbe la sinistra del partito. E sì, sacrifiche-
che funzio- Blue Wave o una Red Wave, pur- rebbe la crescita nel breve termine a favore
nerebbe in ché sia davvero un’ “ondata”. dell’inclusione sociale e della crescita futura».
un ambiente a «Anche perché senza risultati chiari, col nostro © RIPRODUZIONE RISERVATA
lunedì 5 ottobre 2020 Economia 11

CHI VINCE & CHI PERDE a cura di Riccardo Amati

Lo scenario Con l’effetto di spingere la crescita economica e


quindi gli utili aziendali lordi, che però verreb-

Mercati, il rally estivo è finito


bero erosi da una tassazione più pesante. Inol-
tre, la maggior crescita creerebbe un minimo di
pressione sui prezzi e potrebbe indurre la Fede-
ral Reserve a tagliare i tassi d’interesse prima del

ma la ripresa è già alle porte


previsto. E in questo caso le borse non potrebbe-
ro più avvantaggiarsi della caduta dei tassi rea-
li che nei mesi scorsi ha influito sul rapporto tra
utili e rendimenti creando multipli alti e alimen-
tando così il rally che abbiamo vissuto. Una Blue
Wave provocherebbe una contrazione dei multi-
Delitala (Pictet Asset Management): pandemia ed elezioni americane preoccupano gli investitori pli, perché i tassi d’interesse invertirebbero il lo-

Q
ro corso, premendo dal basso sul rapporto utili/
uel che stiamo vedendo dall’inizio di set- Quali dubbi? In pratica la Fed ha detto che to una fase simile al fenomeno “dot com” di ini- rendimenti».
tembre sui mercati finanziari è «una cor- terrà bassi i tassi a oltranza, anche se l’infla- zio secolo, con rialzi ingiustificati dovuti anche a Quindi dal punto di vista del mercato è me-
rezione e non l’inizio di un bear market», zione dovesse in futuro salire oltre il 2%. effetti tecnici, all’aumento della necessità di he- glio che vinca Trump?
gli investitori aspettano con apprensione «Certo, prevalgono le aspettative secondo cui dging da parte di investitori privati. Credo pro- «Non so se dirla così, e non mi piace dirla così.
le presidenziali americane e con una chiara vitto- non ci saranno aumenti del costo del denaro al- prio che finite le incertezze elettorali negli Usa, il Però i mercati potrebbero inizialmente soffrire.
ria di Joe Biden e dei democratici «i corsi aziona- meno fino al 2023. Ma la Federal Reserve non mercato possa riprendersi. Magari con acquisti Ma solo nel breve e non nel medio termine. Per-
ri potrebbero soffrire, ma solo inizialmente e non ha chiarito quale sia la finestra temporale in cui su titoli meno tecnologici, più tradizionali e lega- ché con Biden alla Casa Bianca si cercherebbe di
nel medio termine». Andrea Delitala, responsabi- sarà calcolata l’ “inflazione media”, diventa- ti al valore industriale. In vista anche del vaccino, porre rimedio agli squilibri e alle diseguaglianze
le Euro Multi Asset di Pictet Asset Management, ta suo parametro. E ci si chiede se tollererebbe che entro pochi mesi potrebbe disinnescare l’e- che a partire dall’ultima recessione hanno carat-
ritiene che il rally estivo sia definitivamente alle mai un’inflazione al 3%. Questo crea incertezza, lemento sfavorevole tuttora do- terizzato non solo la società ma
spalle ma che ci sia spazio per una ripresa delle che è esattamente ciò che al mercato non piace. minante. Se l’orizzonte e di uno o anche l’economia americana:
quotazioni. Il Riformista Economia lo ha raggiun- Inoltre, il mercato avrebbe voluto qualche novi- due trimestri al massimo, quello La previsione alcuni settori industriali hanno
to telefonicamente nella sede milanese di Pictet. tà sulla quantità di moneta e sulla durata media che viviamo non è l’inizio di un avuto trattamenti clamorosa-
Cosa sta succedendo nelle borse? del programma di acquisti di titoli di stato. E non bear market». In vista rialzi mente vantaggiosi, contropro-
«Agiscono tre elementi: il primo è dominante, e l’ha avuta». L’incertezza politica però ri- ducenti per la produttività e per
consiste nell’andamento della pandemia, di nuo- E questo non potrebbe innescare una fase tarda nuovi interventi di spesa
più sani e graduali una crescita sana. Se vince Bi-
vo preoccupante anche in Europa; il secondo ele- ribassista? pubblica a sostegno dell’eco- per titoli ciclici den, probabilmente gli investito-
mento è l’incertezza politica negli Stati Uniti che «Non credo proprio. Abbiamo visto una correzio- nomia Usa. I mercati li aspet- ri tornerebbero a comprare i titoli
intanto provoca ritardo nel varo di un nuovo e ne delle euforie di agosto, da considerarsi davve- tano con ansia.
e "value" delle banche e quelli che hanno
quanto mai necessario pacchetto fiscale; il terzo ro un’esagerazione. Non ci saranno certo rimbalzi «La pre-tattica elettorale ha al- Meno entusiasmo curve di rendimento più ripide e
elemento riguarda la banca centrale americana, fino ai livelli raggiunti nell’estate in America, Ma lontanato nel tempo il pacchetto generano più valore. Si compre-
che cambiando il suo modo di condurre la poli- ritengo ci possa essere una ripresa. Più sana, gra- fiscale. C’è sicuramente bisogno per Nasdaq ranno i titoli ciclici, e si sarà me-
tica monetaria ha lasciato aperti dubbi su come duale e corale. Anche per le borse europee, non di un intervento che possa alme- e tecnologia no entusiasti del Nasdaq e della
interpretarla». solo per quelle americane. Che hanno vissu- no smussare il fiscal cliff , il vuo- tecnologia».
to che si crea con l’esaurirsi delle E se poi Trump vince la sua
09/29
misure di sostegno economico. Nessuna delle battaglia personale contro il virus e pure le
DA INIZIO ANNO due parti vuol dar vantaggi all’altra, e non si è ar- elezioni?
30.00%
indice Nasdaq rivati a una soluzione bipartisan. Resta da vedere «Allora cambierebbe poco. Perdenti netti diven-
indice S&P500
20.00%
che pacchetto potrà esser definito dopo le elezio- terebbero probabilmente i mercati emergenti».
ni. Forse sarà un pacchetto colorato di blu». Per questioni di commercio internazionale?
E Il blu è il colore del partito democratico. «Assolutamente sì. Ed è il caso di notare che se
10.00%
Che scenario si configura se vince Biden? tutto sommato la ripresa dell’economia mon-
«Se vince senza assicurarsi una maggioranza diale è più rapida del previsto lo si deve anche
0.00%
netta e il Congresso è diviso, i provvedimenti di al fatto che i Paesi ricchi hanno saputo preser-
politica fiscale saranno di compromesso. Non ci vare la domanda per i consumi, e gli emergen-
-10.00% saranno grandi modifiche della tassazione delle ti l’offerta. Nonostante tutte le chiacchiere sulla
aziende, solo ritocchi rispetto ai budget di Tru- de-globalizzazione, il mondo cresce in base al
-20.00% mp. Se invece ci fosse una Blue Wave, una vitto- vecchio patto: voi producete e noi consumia-
ria democratica a valanga, si aprirebbe la strada mo. In questo momento, gettare sabbia negli
-30.00% a interventi di spesa pubblica più incisivi e di ti- ingranaggi come ha fatto negli ultimi due an-
po ridistribuivo. Che sarebbero probabilmente ni Trump sarebbe controproducente per tutti».
finanziati anche da aumenti delle imposte pro- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set
gressive sulle persone e di quelle sulle società.

L'analisi
Trump positivo al Covid-19 e il rublo crolla A Mosca si sostiene che la “russofobia” negli Sta-
ti Uniti permarrà chiunque sia il vincitore questo
novembre. Secondo Weafer, «nel medio termi-

Tra virus e guerra fredda perde la Russia


ne una presidenza Biden potrebbe addirittura
essere più favorevole, vista l’imprevedibilità di
Trump, a cui la diplomazia russa si adatta malvo-
lentieri - e l’attuale utilizzo del fattore Russia per
Gli analisti: un'amministrazione Biden inasprirebbe le sanzioni colpendo il debito sovrano di Mosca ragioni di politica interna a Washington: un uti-

L
lizzo che senza più Trump alla Casa Bianca ver-
a positività di Donald Trump al corona- dollari nello scorso aprile, ndr), non ha deficit l’oppositore di Vladimir Putin. Il direttore dell’F- rebbe meno». Ma al momento la differenza di
virus e la maggior possibilità che sia lo con l’estero né deficit pubblico, e ha speso po- bi Christopher Wray ha intanto accusato Mosca atteggiamento tra i due contendenti è evidente.
sfidante Joe Biden ad aver la meglio sul co per le misure di supporto all’economia e alle di condurre una campagna di denigrazione con- Visitando la capitale russa nove anni fa, Joe Biden
presidente in carica nella contesa elet- famiglie dopo l’esplosione della pandemia (cir- tro Joe Biden. Che promette ritorsioni definendo dichiarò che Putin non avrebbe dovuto ricandi-
torale americana contribuiscono ad affossare ca il 2% del pil, stima la banca Ing, ndr)». la Russia un «avversario». Mentre Trump ritiene darsi per nuovi mandati. Pare che lo zar, che si
la valuta russa. Secondo le aspettative degli in- Il ritorno dei prezzi del greggio sopra i 40 dolla- che la Cina costituisca una minaccia ben più gra- è appena ritagliato la possibilità di rimanere sul
vestitori, una presidenza democratica sarebbe ri il barile dopo il crollo di marzo avrebbe dovu- ve per l'Amarica. Il Cremlino sostiene di non aver trono fino 2036, non l’abbia mai mandata giù. Per
più aggressiva nelle sanzioni contro Mosca. Per to sostenere la valuta del maggior esportatore di mai interferito nelle elezioni americane, né nel lui e per il rublo si preparano tempi difficili.
i mercati del rublo la pressione potrebbe ulte- idrocarburi al mondo. Non è stato così. I mercati 2016 né tantomeno oggi. © RIPRODUZIONE RISERVATA

riormente acuirsi. Prima e dopo il voto Usa. «Se russi subiscono il rischio di nuove
vincerà Biden, si sconterà la probabilità di una sanzioni che potrebbero materia- RUB USD = X 0.0128
politica ancor più anti-russa e il rublo scenderà», lizzarsi entro la fine dell’anno. Il 0.0145
dice al Riformista Economia Chris Weafer, fon- dipartimento del Tesoro Usa ha
datore di Macro Advisory. appena introdotto misure per-
La moneta ha perso circa il 7% sul dollaro nell’ul- sonali contro cittadini russi per 0.0140
timo mese, meritandosi la maglia nera fra le va- presunte interferenze nella cam-
lute dei Paesi emergenti. Servono ormai 78 rubli pagna elettorale. Provvedimen-
per acquistare un biglietto verde. «A guidare ti più severi con impatto diretto 0.0135
questo andamento è solo il sentiment politico», sui mercati sono allo studio. Due
spiega Weafer, più volte premiato come il mi- progetti di legge bipartisan che
glior analista finanziario sulla Russia da Thom- sanzionerebbero il debito sovra-
0.0130
son Reuters e Institutional Investor. «Stando ai no e quello societario della Rus-
fondamentali economici il rublo non dovreb- sia son tornati a circolare a Capitol 0.0127
be superare quota 66: c’è una disconnessio- Hill, insieme a un nuovo prov-
ne tra valore reale e andamento dei mercati: la vedimento di sanzioni per l’av- Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott
Russia ha riserve ingenti (circa 550 miliardi di velenamento di Alexei Navalny, Il cambio tra rublo e dollaro negli ultimi sei mesi
I NODI DELL’AUTUNNO
LA GUIDA RAPIDA PROFESSIONISTI FISCO E IMPRESE

La crisi da Covid La pandemia accelera Aiuti Covid al test


non ferma le unioni tra gli studi dei vincoli comunitari
il pagamento SEMPLIFICAZIONI
Valeria Uva —A pag. 10 Gabriele Ferlito —A pag. 21
SENTENZE A CONFRONTO
delle rate Aumenti di capitale: Affitti nel lockdown:
in condominio così il credito d’imposta vince il no allo sconto
Augusto Cirla — In allegato Ceppellini e Lugano —A pag. 19 Marisa Marraffino —A pag. 27

ADOBESTOCK

Superbonus
e altri sconti:
come venderli
e pagare i lavori
Debutto. Le migliori proposte di banche
€ 2 in Italia e altri intermediari arrivano al 100-103%
Lunedì 5 Ottobre 2020 della spesa. Opzioni alle Entrate dal 15 ottobre
Anno 156° — N° 274

01005
Incognite. Professionisti al lavoro per dirimere
9 770391 786418 i nodi su asseverazioni e visto di conformità
con “Io, Tu, Noi” € 12,90 in più;
con “Smart Working” € 12,90 in più;
con “Fisco. Le Tasse del futuro” € 12,90 in più;
oltre ai criteri di determinazione delle parcelle
con “Norme e Tributi” € 12,90 in più;
con “Aspenia” € 12,00 in più;
con “Contratto a tempo determinato” € 9,90 in più;
con “ISA 2020” € 9,90 in più;
con “Codice Revisore Legale” € 9,90 in più;
con “Bonus 110%” € 9,90 in più;
di Dario Aquaro, Cristiano Dell’Oste e Adriano Lovera — alle pagine 2 e 3
con “How To Spend It” € 2,00 in più;
con “IL Maschile” € 4,00 € 0,50 in più.

Prezzi di vendita all’estero: Monaco P. € 2 (dal lunedì al


sabato),€ 2,5(la domenica), Svizzera SFR 3,20

Università, crescono le matricole Imu e finte residenze


ilsole24ore.com
lunedi@ilsole24ore.com

Nonostante il virus. I primi dati sui nuovi iscritti segnano +5% rispetto all’anno scorso
turistiche: controlli
NORME & TRIBUTI
FOCUS Mercoledì 7 Ottobre 2020
www.ilsole24ore.com/focus

LE NUOVE PROCEDURE E L’IMPATTO SUGLI ENTI


Un ulteriore segnale arriva dalle domande di borse di studio che aumentano di quasi il 6% sugli ultimi 5 anni
Terzo settore La pandemia non ferma la vo-
Il Registro unico glia di università dei giovani ita- P RE VE N Z IO N E L’EF F ETTO UF F ICI V UOTI FISCO E IMMOBILI IL REPOR T EY
liani. Secondo i primi dati forni-
ILLUSTRAZIONE DI STEFANO MARRA

MERCOLEDÌ
ti dagli atenei le matricole sono
in aumento del 5% rispetto al- La scuola Lo smart working della Pa
I Comuni possono avviare gli ac-
certamenti e recuperare l’Imu
CON
IL SOLE
l’anno scorso. A confermarlo al
Sole 24Ore del Lunedì è il mini- più sana frena imprese e professionisti
non pagata negli ultimi cinque
anni dalle famiglie in cui i coniugi
stro Gaetano Manfredi. Ma c’è
anche un secondo indizio del- parte dall’aria hanno scelto la strada della dop-
pia residenza, e quindi della dop-
l’aumento di immatricolazioni pia abitazione principale per evi-

Terzo settore
in atto: secondo le prime stime
raccolte dall’associazione Andi-
Maria Chiara Voci —a pag. 15 di Marta Casadei, Antonello Cherchi e Valentina Melis tare l’imposta. Questa pratica,
che tipicamente si traduce fis-
Da Netflix

L’ ad Amazon,
su le domande di borse di studio ipotesi di un ampliamento condizioni di insostenibilità sono sando la residenza di uno dei co-
I FOCUS DEL SOLE 24 ORE
Il Sole 24 ORE, Milano, Sett. n. 31.
In vendita abbinata obbligatoria
con Il Sole 24 ORE a € 2,50 (I focus del
Sole 24 ORE € 0,50 + Il Sole 24 ORE € 2,00)
Solo ed esclusivamente per gli abbonati,
Arriva il nuovo sono cresciute di quasi il 6% ri- dello smart working negli più pesanti per il settore delle niugi nella seconda casa al mare
è boom
in vendita separata dal quotidiano a € 0,50

F AMIG L IA E O BBL IG H I
Chiuso in redazione il 3 ottobre 2020

spetto a 12 mesi fa. uffici pubblici - prevista con costruzioni: le segnala un’impresa o in montagna, è stata bocciata
Registro unico
00031

9 772282 452006

Numeri da tenere presente la conversione in legge del su tre. Mancate risposte e ritardi dalla Cassazione nella sentenza

degli enti:
in vista della prossima legge di
bilancio per il 2021. In cima al- Da età e lavoro Dl Rilancio - preoccupa imprese e
professionisti. Una survey
sono denunciati anche da
commercialisti, consulenti del
20130/2020. In questi casi, han-
no detto i giudici, non può essere di abbonati
la prima guida
l’agenda di Manfredi c’è infatti
il rifinanziamento dei 200 mi- i limiti ai figli condotta da Confartigianato tra le
micro e piccole imprese rivela che il
lavoro e avvocati. E il presidente
dei geometri sottolinea che, in
considerata abitazione principa-
le né la casa in città né quella turi- per le Tv
lioni emergenziali per tasse
universitarie e borse di studio mantenuti 69% ha riscontrato un grado di
difficoltà elevato o insostenibile
mancanza di un presidio più
robusto negli uffici, rischia di
stica. Con la conseguenza che per
entrambi gli immobili è dovuta in streaming
stanziati dal decreto Rilancio per accedere agli sportelli degli enti bloccarsi anche il superbonus l’Imu con l’aliquota ordinaria
per il 2020. Giorgio Vaccaro —a pag. 27 pubblici, anche dopo il lockdown, fiscale del 110 per cento. prevista per le seconde case. Andrea Biondi —a pag. 8
Eugenio Bruno —a pag. 5 dal 19 maggio al 15 giugno. Le —Servizi a pagina 4 Pasquale Mirto —a pag. 25

Più riti penali speciali


MERCOLEDÌ
CON
per sveltire il processo
IL SOLE

RIFORME C N F DE C AP IT AT O

Sono stati finora poco usati i riti


Le sintesi del Sole alternativi al procedimento or-
dinario. A partire da giudizio ab-
Risparmio, breviato e patteggiamento, che
consentono di chiudere il pro-
come vincere cesso penale rapidamente e con Avvocati,
uno sconto di pena. Eppure, i riti
sul mercato alternativi sono un elemento la guerra
chiave per il funzionamento del
azionario sistema accusatorio, adottato sui vertici
nel nostro sistema penale. Ora il
disegno di legge delega per la ri-
forma del processo penale, al-
si perde
l’esame della commissione Giu-
stizia della Camera, prova a in-
tra i cavilli
Poste italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003
conv. L. 46/2004, art. 1, C. 1, DCB Milano
centivarli. Antonello Cherchi —a pag. 10
Valentina Maglione —a pag. 7
• Anno 30 - n. 234 - € 3,00 * - ChF. 4,50 - Sped. in a.p. art. 1, c. 1, legge 46/04 - DCB Milano - Lunedì 5 Ottobre 2020 •
Con «Il superbonus e le altre detrazioni edilizie» a € 6,00 in più
Affari
Legali
• TUTTE LE AZIENDE CHE ASSUMONO • a pag. 45
P.a. immobile: La moda rialza
w w.italiaoggi.it
ww
www.italiaoggi.it
i dirigenti sono la testa
pochi, anziani dopo la crisi
e anche costosi da Covid-19
da pag. 41
IL PRIMO GIORNALE PER PROFESSIONISTI E IMPRESE Sette da pag. 29

Conviene il bonus facciate


Rispetto al superbonus richiede minori formalità per il riconoscimento della
detrazione, meno vincoli su «spese trainanti», attestazioni e certificazioni
I
l bonus facciate vince il derby della con-
Il condominio venienza con il superbonus 110%. A fron-
te delle stesse modalità di fruizione (uti-
Antiriciclaggio, aumentano le Imprenditori, tutti
è plafond unico: lizzo diretto della detrazione, sconto in fat-
tura, cessione del credito), il regime agevo-
lativo del bonus facciate richiede minori
segnalazioni. E i rischi penali in libertà vigilata
il singolo si può formalità per il riconoscimento della detra-
zione, meno vincoli in termini di «spese trai-
Loconte-Mentasti a pag. 5

N
el 2019, per la prima volta, le segna-

accollare tutti nanti», attestazioni e certificazioni. Seppure


con un appeal in termini agevolativi più
ridotto rispetto al superbonus (90%), la con-
lazioni antiriciclaggio ricevute dall’Uif
(Banca d’Italia) hanno superato il
numero di 100 mila. A prima vista sembra un
i lavori comuni venienza del bonus facciate è stata recente-
mente ampliata dall’Agenzia delle entrate
passo in avanti nel contrasto a un fenomeno
quantomai pericoloso, il riciclaggio del dena-
Felicioni a pag. 6 con la risposta all’interpello n. 411 del 25 ro sporco. A prima vista. Volendo andare più
settembre 2020, con cui è stato dato il via in profondità queste modalità di lotta al rici-
libera al regime che prevede la detrazione claggio presentano aspetti piuttosto oscuri, a
anche per gli interventi sulla pavimentazio- volte inquietanti. Primo, a fronte di questa

I N E VI DE NZA ne, per la tinteggiatura e le riparazioni. valanga di segnalazioni quali risultati con-
creti si sono ottenuti? Quanti clan malavitosi
Pagamici a pag. 7 sono stati sgominati? Quanti strozzini? Ban-
*** chieri disonesti? Non è dato saperlo. Eppure
Cig Covid-19 - Nell’inserto CRISI D’IMPRESA siamo di fronte a un impianto normativo
poderoso, che cresce a vista d’occhio anno dopo
tutte le istruzioni sulla cassa anno, che coinvolge direttamente tutti gli isti-
integrazione
teg Il Covid ha tuti finanziari e quasi tutti i professionisti
italiani, impegnati in un’attività dalla quale
Cirioli da pag. 35
D
Documenti - I testi
moltiplicato i possibili non ricavano un euro, ma che li carica di gros-
se responsabilità e addirittura li contrappone
idealmente ai loro clienti. Un apparato gra-
d
delle sentenze tri-
butarie commenta-
b
default: da 30 mila vato di sanzioni formidabili, che possono col-
pire i professionisti, le banche, le imprese che
ti nella Selezione a 150 mila l’anno vi dovessero rimanere impigliati. Che in alcu-
ni casi ha capovolto le regole del gioco. Così
www.italiaoggi.it/docio7
www ital D’Alessio a pag. 2 continua a pag. 2

Ogni giorno, portiamo un tocco umano in tutto quello che facciamo: scopri come su bms.com/it
rendere disponibili farmaci innovativi che aiutino i pazienti a combattere
Siamo all’avanguardia nello sviluppo di terapie che trasformano la vita

gravi malattie. Non verremo mai meno al nostro impegno nella ricerca
dei pazienti. Da sempre dedicati alla missione di scoprire, sviluppare e

di soluzioni che diano speranza a più persone, in tutto il mondo.

© 2020 Bristol-Myers Squibb Company. All rights reserved. Codice Mercury: NOIT2007564-01
1.844.000 Lettori (Audipress 2020/I)

Anno 162 - Numero 275 QN Anno 21 - Numero 275

LUNEDÌ 5 ottobre 2020


1,60 Euro Firenze FONDATO NEL 1859
www.lanazione.it

Fiorentina La squadra di Giani

Chiesa alla Juventus, Giunta toscana


affare da 50 milioni tra certezze
E ora l’attaccante e ultime novità
Galli, Giorgetti e Marchini nel Qs Caroppo a pagina 16

Coprifuoco per movida e ristoranti


Troppi contagi, il governo vuole obbligare i locali pubblici a chiudere alle 22 o alle 23. Feste e cerimonie a numero chiuso Servizi
Lo stilista Kenzo muore a 81 anni per il Coronavirus. Migliorano le condizioni di Trump: già oggi potrebbe essere dimesso da p. 4 a p. 8

Neppure il Covid ferma lo show DALLE CITTÀ


JUVE ALLO STADIO, NAPOLI A CASA PER IL VIRUS: SALTA LA PARTITA
Repubblica CAOS SERIE A, SCONTRO FRA LEGA CALCIO E MINISTRO DELLA SALUTE Firenze

fondata Focolaio
sul calcio in azienda
Cgil attacca:
Leo Turrini
«Poca sicurezza»
n tempi non sospetti, L’arbitro

I cioè ben prima del Co-


vid, Amintore Fanfa-
testa
il campo
dello
Brogioni in Qn e in Cronaca

ni, leader storico della Demo- stadio Firenze


crazia cristiana, confidò al gran- torinese
de Aldo Moro una verità inelut-
tabile. Questa: «Tu ed io pensia-
San Salvi si spacca
mo che l’Italia sia fondata sul la- su un senso unico
voro, come afferma la Costitu-
zione. Invece, è fondata sul pal- Proteste e petizioni
lone...».
C’è qualcosa di surreale – ma Baldi in Cronaca
anche di simbolico! – nella vi-

PALLA
cenda che ieri sera ha impedito
il regolare svolgimento della Firenze
partita tra la Juventus e il Napo-
li. Cioè: che cosa conta di più? Santo Spirito

AVVELENATA
Il rispetto di norme e leggi e or-
dinanze che valgono per tutti, Ancora graffiti
in nome della tutela della salu-
te pubblica? e incubo resse
Continua a pagina 2 Franci a pagina 3 Servizio in Cronaca
y(7HA3J1*QSQPTQ(| +”!=!z!”!,

La scissione strisciante dei Cinquestelle Napoli, rapinatore 17enne ucciso dalla polizia

Il diktat di Casaleggio La Gomorra dei figli perduti


M5s un partito? Addio Il regista: ragazzi da salvare
Polidori a pagina 10 Femiani alle pagine 12 e 13
LaVerità

y(7HI1B4*LMNKKR( +"!=!z!"!,
Anno V - Numero 275 O Quid est veritas? O www.laverita.info - Prezzo in Italia euro 1,30

QUOTIDIANO INDIPENDENTE n FONDATO E DIRETTO DA MAURIZIO BELPIETRO Lunedì 5 ottobre 2020

IL CARDINALE: «MI HANNO DETTO DI STARE ZITTO» Le interviste

Nell’inchiesta sui fondi vaticani


del lunedì

spunta la donna legata a Becciu


Le indagini degli uomini del Papa portano a una trentanovenne sarda di casa nei sacri palazzi, dove sarebbe
stata pagata per curare rapporti internazionali. Vanta contatti con la massoneria e col faccendiere Carboni
di GIACOMO AMADORI
PARLA GIORGIA MELONI MONSIGNOR BUX

«A me i voti dei M5s


n Nelle indagini sulla gestio-
ne delle finanze vaticane da «Il prelato disse no
parte del cardinale Giovanni alle riforme
delusi: è la destra
Angelo Becciu, già prefetto
della Congregazione delle antiriciclaggio»
cause dei santi, c’è una nuova ALESSANDRO RICO

che ritorna a casa»


pista che porta sempre in a pagina 2
Sardegna. Infatti a destare
l’attenzione degli investiga-
tori della Santa sede, (...)
segue a pagina 3 LUCA TELESE a pagina 7

IL BULLO RIVUOLE IL PD?


I CONSIGLI
INTERESSATI
DI RENZI
A ZINGARETTI GIOVANNI FLORIS
di MAURIZIO BELPIETRO
«Povere sardine
n Entrare nella Si son messe
testa di Matteo
Renzi non è una nella rete da sole»

Il campionato è già un pastrocchio


cosa facile. Tut- FEDERICO NOVELLA
tavia, una cosa è a pagina 13
certa: se c’è di
mezzo lui, la fregatura è qua-
si assicurata. Di prove ne esi-
stono a dozzine. La più cla- Juve-Napoli è un caso: gli azzurri non partono per le indicazioni Asl. La Lega calcio:
morosa di tutte è rappresen-
tata dal governo Conte. Una si gioca. Ronaldo & C verso il 3-0 a tavolino. Vertice da Conte sulle nuove restrizioni
maggioranza con i 5 stelle,
l’ex segretario del Pd aveva
giurato che non l’avrebbe
CARTOLINA di FABIO AMENDOLARA
IL FANTASMA DEL CENTRO
consentita nemmeno sotto n Tra i dirigenti
tortura. Invece, quando è sta-
to il momento, pur di non Scusi, sig. Speranza, partenopei rac-
contano che
Ho visto Salvini e Giorgetti
dover tornare con le valigie a
può dire qualcosa? quando al presi- Ma non una Lega spaccata
Rignano, lui e i suoi compa- dente del Napoli
gni si sono alleati proprio hanno comuni- di MARIA GIOVANNA MAGLIE
con i grillini, cioè con coloro di MARIO GIORDANO cato che era intervenuto il
che a detta dell’ex Rottama- ministro della Salute Rober- n Com’è che io questa Lega
tore erano il peggio del peg- n Caro Bob Hope, come la to Speranza, ultrà romanista divisa, anzi dilaniata addirit- ANTONIO RINALDI
gio, quelli da cui stare alla chiamava Matteo Renzi che peraltro, Aurelio De Lauren- tura, come titolava ieri Il
larga a qualunque costo. Per era cattivo, ma lei c’è ancora? tiis si sarebbe lasciato anda- Giornale, e non da solo, tra «Se la Merkel
dire quanto aveva in odio Di Glielo chiedo perché ho l’im- re a qualche scongiuro scara- quelli che spingono verso il sterza a sinistra
Maio e soci, è sufficiente ri- pressione che la recrudescen- mantico made in Napoli. Poi centro e gli altri che resisto-
cordare che dopo le elezioni za nei contagi sveli un Paese gli hanno detto che anche no eroicamente a un estremo che non si sa non si va nel Ppe»
del 2018, cioè quando il Pd ancora impreparato, malgrado tutto. per il ministro la partita non cosa sia ma di sicuro è disdicevole, (...) DANIELE CAPEZZONE
precipitò al 18%, Renzi (...) a pagina 23 era da giocare e, a quel (...) segue a pagina 6 a pagina 9
segue a pagina 3 segue a pagina 5

IL DIZIONARIO DI SILVANA

Il guru del gender usava i bimbi come cavie


di SILVANA DE MARI
L’enciclica di Francesco n John William
si ispira a un islamico Money è stato
uno psicologo e
Il suo santo un po’ meno sessuologo neo-
zelandese, spe-
cializzato nella
di FRANCESCO BORGONOVO ricerca nell’ambito dell’i-
dentità di genere. Convinse
n Migranti, riscaldamento globale, diseguaglian- due genitori, disperati per
ze economiche e sociali: l’enciclica Fratelli tutti di un grave incidente sanitario
Francesco è un concentrato dei temi «sociali» che occorso al loro piccolo, a
tanto interessano al pontefice e tanto sembrano «trasformare» il bimbo in
piacere ai media, specie quando possono (...) bimba. Originò una tragedia
IN BATTAGLIA Francesco d’Assisi, 1181-1226 segue a pagina 5 spacciata per successo.
a pagina 17
L’INTERVISTA

Cipollari avanti tutta


«Uomini e donne
è come una famiglia»
Di Grazia a pagina 5

5 Lunedì
Anno 20
@opificioprugna La questione Juve-Napoli è comunque meno
complicata dell’organizzare la partita di calcetto del giovedì sera.
ottobre

SOCIAL CLUB

SERIE ASL I Millennials


JUVE NAPOLI NON SI È GIOCATA senza maestri
MA È SCONTRO GOVERNO-LEGA Maddalena Messeri

“M
ai più mae-
Ormezzano e Zorzo a pagina 3 stri” scrive-
vano su un

LAUTARO MARTINEZ ILLUDE L’INTER, MA CON LA LAZIO È 1-1


muro di Parigi nel
1968, è andata proprio
così: c’è chi li chiama

IL MILAN VOLA CON LEAO E THEO, SPEZIA TRAVOLTO 3-0 Sarti e Uccello alle pagine 7 e 8
“Millennials” ma io di-
rei di più “generazione
senza maestri”. Finite le
ideologie, abbattuti i
muri, caduti i tabù e la

FESTE E CERIMONIE A NUMERO CHIUSO


saggezza dei nonni qua-
si perduta, chi resta a
dirci qual è la strada
giusta? Chi ci aiuta a
trovare il senso delle co-
se, a dare un nome alle
L’esecutivo prepara la stretta, verso le mascherine anche all’aperto per tutti emozioni? Se la fami-
glia scricchiola e la scuo-
d L’aumento dei conta- la è sempre più debole,
gi fa paura e il governo LA POLEMICA AVEVA 81 ANNI IL VIDEOMESSAGGIO scende in campo Youtu-
be, dove i ragazzi guar-
prepara il nuovo Dpcm
che sarà firmato marte- Sala-Gallera dano in loop i video di
Alessandro Barbero, lo
dì. Verso cerimonie, fe-
ste e eventi privati a nu- è guerra storico più amato del
web, Umberto Galim-
mero chiuso, riduzione
degli orari di locali pub- sul vaccino berti per la filosofia, Al-
berto Angela (che anche
blici e aumento dei con-
trolli. Si valuta l’obbligo antinfluenzale in TV batte programmi
di mascherine all’aperto. nazional-pop come
Romanò a pagina 10 Temptation Island), Ti-
Pierini a pagina 2 ziano Terzani e le sue le-
zioni sulla felicità, Mas-
simo Recalcati per la
psicanalisi e Liliana Se-
gre con i suoi racconti
su Auschwitz. Tutti vi-
deo da quasi 1 milione
di visualizzazioni. Per
fortuna agli influencer
omologati e alle loro
pubblicità, c’è ancora

34,50 380,00 Kenzo, lo stilista Trump:«Stobene» chi preferisce “i mae-


stri”, che stimolano il
nostro cervello e ci alle-
giapponese Per i medicimigliora nano a sviluppare un
pensiero critico. Essere
stroncato dal virus ma haavuto due crisi ignoranti è quindi una
scelta? Forse sì, visto
che nel 2020 per non es-
serlo, oltre ai libri, dav-
Pastorini a pagina 2 Chillè a pagina 2 vero basta un click.
y(7HB5J1*KOMKKR( +"!=!z!"!,

Lunedì 5 ottobre 2020 € 1,50 FONDATORE VITTORIO FELTRI


Anno LV - Numero 275 OPINIONI NUOVE - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale www.liberoquotidiano.it
D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004, n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano e-mail:direzione@liberoquotidiano.it
ISSN: 1591-0420

Parola di Silvio Garattini


Arriva la cura anti-virus
Il fondatore dell’istituto Mario Negri è «ottimista sul vaccino, però sono già in fase avanzata
di studio farmaci ricavati dal siero di soggetti convalescenti. Ce n’è uno efficace a Siena»
PIETRO SENALDI

In balìa di un’Asl Da Assisi lavora a un partito cattocomunista «Il futuro del Covid-19 dipen-
de da noi e da come ci com-

Il calcio è importante CONTE ORMAI È DIVENTATO UN PRETINO porteremo nei prossimi quat-
tro-cinque mesi, fino a quan-
do non arriverà il vaccino e
ANTONIO SOCCI - GIULIANO ZULIN ➔ a pagina 4 non saranno sul mercato
ma tutti se ne fregano quei farmaci, ora in fase avan-
zata di studio, in grado di
VITTORIO FELTRI sconfiggere il virus. Possia-
mo riuscire ad arginarlo,
Spadafora dei 5 stelle è il ministro dello sport, mantenendo dei comporta-
quindi tocca a lui decidere se il campionato menti accorti, o rischiare il ri-
di calcio deve proseguire o essere sospeso. torno di una diffusione espo-
Chi altro potrebbe deliberare il proposito? Si nenziale del morbo, se abbas-
dà invece il caso che in Campania sia l’Asl a siamo la guardia. Non è fini-
pretendere che il Napoli, avendo due atleti ta, siamo ancora in mezzo al
affetti da Covid, non si rechi a Torino per gio- guado, e l’aumento dei casi
care la partita contro la Juventus. Compren- degli ultimi giorni è preoccu-
diamo la preoccupazione dell’ente sanitario, pante, non si giustifica solo
ma ci sembra illegittimo il suo ordine peren- con il maggior numero di
torio teso a impedire un incontro calcistico di tamponi». Diagnosi di Silvio
cartello solo perché il morbo pestilenziale Garattini, presidente e fonda-
non trascura i giocatori di calcio. Chi se lo è tore dell’Istituto Farmacologi-
beccato osservi le regole, si metta in quarante- co Mario Negri, scienziato di
na, cerchi di guarire in fretta ma non può poche parole, ma chiare, sop-
impedire ai colleghi di seguitare a tirare peda- pesate (...)
te al pallone. Esistendo un dicastero che disci- segue ➔ a pagina 3
plina le attività agonistiche, non ha senso che Nuova enciclica del Papa
intervenga la ex “mutua” per disporre chi pos- MONTESANO - PRADO
sa continuare a esercitare un sport e chi inve-
ce debba ritirarsi in attesa di tempi migliori.
“Fratelli tutti”, ➔ a pagina 2

Altrettanto strano ci sembra che Spadafora


non dica una parola per costringere l’Asl cam-
meglio se sono
pana a non mettere becco in una materia dei migranti Cottarelli: «Temo che useremo male gli aiuti dell’Europa»
non di sua competenza. Tutti sappiamo
quanta importanza abbia il football nella vita
ludica degli italiani e non debba quindi esse-
re regolato tramite ordini presi sottogamba. Il
GIOVANNI SALLUSTI

In serata, ci aspettavamo
«Via i ministri spendaccioni»
campionato nostrano inoltre è un affare eco- ormai arrivasse un’agen- «Da noi la paura dei contagi ha bruciato 5 punti di Pil, in Germania solo uno»
nomico gigantesco, è da stupidi sottovalutar- zia con la notizia dell’iscri-
lo come se fossimo alle prese con una boccio- zione di Papa Bergoglio a FRANCESCO SPECCHIA L’AMBIENTE SI AIUTA COL CEMENTO NON CON LE CICLABILI
fila. La maggioranza dei connazionali segue Liberi e Uguali, il partitino
almeno in tivù le prodezze dei campioni del-
la pelota, il tifo è una “malattia” più diffusa
dell’estremismo arcobale-
no.
Carlo Cottarelli - nonostante
abbia le diottrie d’un falco -
Cadono i ponti e investono sui monopattini
del Corona, cerchiamo di non dimenticarlo È un’annotazione fin vive il Fato dell’indovino cie- AZZURRA BARBUTO dinaria amministrazione. Pie-
stoltamente e prendiamo provvedimenti ac- troppo profana, ci rendia- co Tiresia. monte, Valle d’Aosta e Liguria
conci per non deludere le masse. Sollecitia- mo conto, eppure mano a Cremonese, (...) In poche ore, sabato scorso, è sono regioni devastate: strade
mo Spadafora a non farsi prendere per i fon- mano che uscivano le anti- segue ➔ a pagina 9 venuta giù la pioggia di sei me- distrutte, abitazioni isolate,
delli da quattro sprovveduti di una Asl del cipazioni (...) si e nel Nord-Ovest non solo opere danneggiate, (...)
piffero. segue ➔ a pagina 5 PAOLA TOMMASI quella, ma anche tre ponti. Or- segue ➔ a pagina 10
© RIPRODUZIONE RISERVATA ➔ a pagina 5

Il libro di Giovanni Sallusti Appena 50 euro per l’articolo di una firma


Che fatica essere Il Corriere non paga più, è in miseria
uomo, bianco ed etero (V.F.)- Non è una novità che i
giornali cartacei siano in crisi,
RIDEFINIRE I PROPRI LIMITI
RENATO FARINA nel senso che il pubblico è più
orientato a informarsi, si fa
Le regole per non perdere la calma
Quando si ha davanti un libro bello e si vor- per dire, tramite web che non DANIELA MASTROMATTEI cazione, la superbia e la rab-
rebbe lo leggessero in tanti, è buona regola attraverso i tradizionali quoti- bia hanno così tanto biso-
mostrare quanto sia utile per illuminare un diani palpabili. Tuttavia non Perché mai è così piacevole gno di mostrarsi? Perché ci
angolo di mondo. Tipo: l’autore Pinco spie- potevamo immaginare che sparlare degli amici? Si do- sono persone che non rie-
ga perfettamente quel che è capitato a Palli- un colosso come il Corriere mandava Virginia Wolf. Per- scono a controllarsi? (...)
no, e che tanto vi ha colpito. (...) della Sera potesse (...) ché la polemica, la prevari- segue ➔ a pagina 13
segue ➔ a pagina 16 segue ➔ a pagina 9

Prezzo all’estero: CH - Fr3.70/MC & F - € 2.50


ISSN: 1720-2024

Lunedì 5 ottobre 2020 DIRETTORE


Anno XXXVIII - Numero 276 - € 1,40 www.corrieredellumbria.it DAVIDE VECCHI

Morta donna di 77 anni e 72 nuovi positivi. Tesei: “Stop a grandi eventi”. Come verrà potenziato ogni singolo ospedale

Il virus fa un’altra vittima a Terni


PERUGIA Sport
K Il Covid uccide ancora.
Ieri notte una 77enne di
Terni, ricoverata dal 13
Famiglia vive nell’auto da cinque giorni VOLLEY

agosto nel nosocomio ter- La Sir va a mille


nano, è morta. Non confor-
tano neanche i nuovi nu-
Bernardi giù
meri dell’infezioni: ieri im- A Piacenza è 1-3
pennata di 72 casi in sole
24 ore. Cifre che non si ve-
devano da marzo. Il trend
in preoccupante salita ha
portato ieri la presidente
della Regione Umbria, Do-
natella Tesei - ad Assisi per
la ricorrenza di San France-
sco - a dire che “i grandi
eventi sono assolutamente
sconsigliati”.
Dopo la pubblicazione
dell’avviso urgente di gara
telematica dalla struttura
commissariale di protezio-
ne civile per il potenzia-
mento della rete ospedalie- ¼ alle pagine 24 e 25 Forciniti
ra umbra, ecco il dettaglio
di come verrà ampliato CALCIO
ogni nosocomio regionale
interessato dagli interven- Colpo sloveno
ti. In tutto 120 posti letto in
rianimazione e Pronto soc- per la Ternana
corso dedicati ai Covid.
¼ a pagina 5 Marruco Coppia con due bambine Sergio e Saibi davanti all’auto nel parcheggio del centro commerciale dove stanno vivendo ¼ a pagina 17 Palenga Ecco Boben
¼ a pagina 23 Giovannetti

Gli agenti della polizia locale del capoluogo umbro hanno elevato oltre 100 verbali in due serate di servizio CALCIO
Primo piano
Il Grifo ad Arezzo
Covid, appello del premier da Assisi
Conte: “Non vanificare
Perugia, 114 multe in otto ore per la sosta selvaggia Caserta: “Vincere”
gli sforzi fatti finora” PERUGIA FOLIGNO PERUGIA

A Casenuove progetto da 700 mila euro Una chiesa per la comunità ucraina K Gli agenti della polizia
locale di Perugia hanno
fatto la bellezza di 114 mul-
te per sosta selvaggia nelle
ultime due sere in centro
storico. In particolare, i po-
liziotti, alla guida del co-
mandante, Nicoletta Ca-
poni, hanno multato 58
persone venerdì e 56 saba-
to.
¼ a pagina 2 Pagliochini ¼ a pagina 10 Antolini ¼ a pagina 15 Grimaldi ¼ a pagina 9 ¼ a pagina 21 Uras

CALCIO
CITTA’ DI CASTELLO Gubbio, non basta Gomez
Maxi Lopez decide Samb
Rubava nelle auto Al Riviera delle Palme è 2-1
ISSN (pubblicazione online): 2531-8985

Arrestato ladro seriale ¼ alle pagine 26 e 27 Grilli


¼ a pagina 13
CALCIO
SPOLETO Mancini risponde a Peluso
Buttato pure l’amianto Tra Tiferno e Foligno è 1-1
Cannara super, Trestina ko
nelle discariche abusive
¼ a pagina 16 ¼ alle pagine 28 e 29

VOLLEY
NARNI
Bartoccini Fortinfissi olè
Chiesta più integrazione Strapazza Cuneo 3-1
tra l’ospedale e il S.Maria e firma la prima vittoria
¼ a pagina 19 ¼ a pagina 32
LUNEDÌ 5 ottobre 2020 www.lanazione.it/umbria

cronaca.perugia@lanazione.net
Perugia
Redazione: Piazza Danti, 11 - 06121 Perugia - Tel. 075 5755111
Pubblicità: SpeeD - Via M. Angeloni, 80/B - 06121 Perugia spe.perugia@speweb.it

Il quartiere che reagisce Via Settevalli

Via Birago si riprende «Mi hanno


strade e piazze svaligiato casa
«Segnale importante» Non denuncio»
A pagina 5 A pagina 5

Il Covid fa 72 contagi, come a marzo


Balzo in avanti dei positivi ma nessun nuovo ricovero. A Terni muore una settantenne in ospedale A pagina 4

’Chocolate’, attesa per la decisione

Tesei frena
«Con questi numeri
assembramenti
sconsigliati»
A pagina 4

LA NOSTRA POLITICA

Elezioni in casa Pd
Mazzanti alla guida
dei giovani Dem
A pagina 4

IL PREMIER CONTE AD ASSISI PER SAN FRANCESCO


Il nodi dell’economia

NESSUNO SI SALVA Sangemini


domani il piano
DA SOLO
Miliani e Baglioni alle pagine 2 e 3
’concordatario’
Ma è polemica
Cinaglia a pagina 7

Gli strascichi del caso-Suarez: ’Napoli non è Perugia’

Romizi: ’Mastella chieda scusa’


Perugia». La risposta seccata fosse dovrebbe sapere che c’è
PERUGIA del sindaco di Perugia, Andrea un’indagine in corso e, comun-
Romizi, non si fa attendere: «Ap- que andrà a finire, Perugia è par-
Nella polemica Napoli-Juve, il prendiamo con grande disap- te lesa dell’intera vicenda per il
sindaco di Benevento, Clemen- punto il riferimento alla città di danno d’immagine ricevuto. La
te Mastella entra a gamba tesa Perugia, fatto dal sindaco di Be- nostra città non prende, né da
su Perugia del caso-Suarez: nevento, Clemente Mastella. lui, né dalla sua indecifrabile no-
«Chi vede nella mancata parten- Non si comprende se l’intenzio- ta, lezioni di civiltà, correttezza
za del Napoli connessioni stra- ne dell’autore sia stata quella di e rigore. Ci aspettiamo le più sol-
ne è disgustoso. Napoli non è alludere al caso Suarez. Se così lecite scuse».
Cinque Stelle Ultimatum di Casaleggio ai grillini Napoli Rapinatore 17enne ucciso dalla polizia
w
“Se vi trasformate in partito, Rousseau vi lascia”
w
Arrestato il complice, è figlio di “Genny la carogna”
ALESSANDRO DI MATTEO — P. 13 ANTONIO PIEDIMONTE — P. 17

LA STAMPA LUNEDÌ 5 OTTOBRE 2020

QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867


1 , 5 0 € II ANNO 154 II N. 273 II IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) II SPEDIZIONE ABB. POSTALE II D.L.353/03 (CONV.INL.27/02/04) II ART. 1 COMMA 1, DCB-TO II www.lastampa.it

La proposta discussa nel vertice di maggioranza: domani Speranza in parlamento L’EMERGENZA

Alluvione, il mare restituisce sei vittime


In arrivo le maxi multe Costa: colpa dei Comuni, non spendono

per chi è senza mascherina


Previste sanzioni fino a 3 mila euro. Conte: il nemico non è ancora sconfitto
Intervista a Bonaccini: giusto il rigore, non cediamo alla caccia alle streghe
Cresce l’allarme per l’aumento dei
IL COMMENTO IL CASO
contagi da Covid. Nel vertice di
LE REAZIONI ALLA PANDEMIA maggioranza di ieri sera è stata IL VIRUS CONTAGIA I SOVRANISTI
avanzata l’ipotesi di infliggere
SE LO SPIRITO multe pesanti, fino a tremila euro,
per chi non porta la mascherina. Il
LA CADUTA
DI SOLIDARIETÀ premier Conte: il nemico non è an-
cora sconfitto. Il governatore
DEGLI
SI INCRINA dell’Emilia-Romagna, Stefano Bo-
naccini, in un’intervista a La Stam-
INVINCIBILI
ABRAHAM YEHOSHUA pa, chiede «più rigore per far ri- DONATELLA DI CESARE
spettare le regole. Ma non cedia-

L’ S
attuale pandemia di coro- mo alla caccia alle streghe». i può davvero ritenere che il
navirus imporrà agli BERTINI E CAPURSO – PP. 8-9 contagio di Trump sia casua-
israeliani un esame di co- le? Una fatalità che avrebbe potu-
scienza non meno rigoroso e pro- to capitare a chiunque? Pensarla
fondo (se non addirittura di più) LO STILISTA STRONCATO DAL COVID in questo modo vuol dire depoliti-
di quello fatto dopo la guerra del- cizzare quel che è accaduto. Dopo
lo Yom Kippur nel 1973. Non so
come evolverà la situazione, se
Addio a Kenzo Johnson, Bolsonaro, Lukashenko
e la schiera dei sovranisti che, men-
la pandemia si fermerà, si inde-
bolirà, se l’attuale lockdown sa-
inventò la moda tre negavano la pandemia, sono ri-
masti contagiati, tocca ora al so-
rà veramente efficace, se sarà
l’ultimo, quali danni subirà l’eco-
giapponese vranista supremo, il megalomane
millantatore dell’America first.
nomia e quale sarà il tasso di di- ANTONELLA AMAPANE — P. 9 CONTINUA A PAGINA 21
soccupazione. Al di là di queste
domande, pertinenti a tutti gli
abitanti del mondo, la società
israeliana dovrà chiedersi come la asl ferma il match: ministri d’accordo, la lega no
sia arrivata a un livello di conta-
gio tanto elevato da averla co-
stretta, a differenza di altri Pae-
si, a un nuovo e ancor più rigido
Juve-Napoli non si è giocata I vigili del fuoco recuperano il corpo di una vittima a Santo Stefano
FOTO MANRICO GATT
SERVIZI — PP. 2-7
periodo di isolamento. Dopo tut-
to Israele non è una Nazione del
terzo mondo. È uno Stato ben or-
Scontro fra governo e calcio LIMONE PIEMONTE: ISOLATE 100 FAMIGLIE VAL TANARO, MANCANO CORRENTE E ACQUA
ganizzato, con frontiere chiuse e GUGLIELMO BUCCHERI
strettamente sorvegliate. È pre- “Il giorno dopo “Tolto il fango
parato a emergenze belliche pro-
lungate e ha un esercito grande e
ben addestrato in grado di reclu-
I l calcio va avanti e decide di la-
sciare in agenda una partita
mai vista. Juve-Napoli non si è
come il sisma” con le mani”
tare rapidamente riservisti che giocata e non si giocherà più: co- GIUSEPPE SALVAGGIULO LODOVICO POLETTO
potrebbero dare una mano al per- sì la pensa la Lega di Serie A e co-
sonale sanitario nell’eseguire te-
st e nel predisporre ospedali da
campo e che eventualmente po-
sì i suoi vertici hanno scritto in
una lettera-documento dove si
fa riferimento a un protocollo ad
È come un terremoto, e glielo di-
ce uno che se li è fatti tutti». Gui-
do fa il volontario di protezione civi-
I l fango non fa più paura. Lo lave-
ranno via dalle strade, dai nego-
zi del centro di Garessio dove si
trebbero coadiuvare la polizia hoc che regola lo svolgimento le dal 1991, quando Rebecca, vice- son trovati con l’acqua del Tanaro
nel compito di far rispettare le delle partite in caso di una o più sindaca, aveva un anno. Ora sono all’altezza del bancone, lo sciac-
misure anti contagio. positività al Covid. LAPRESSE insieme in questa sala operativa im- queranno dalle divise dei vigili del
CONTINUA A PAGINA 21 BARILLÀ E ODDENINO – PP. 10-11 Lo stadio vuoto della Juventus provvisata e gelida. – P. 4 fuoco. – P. 5

L’ENCICLICA DI FRANCESCO

Le picconate del Papa ai Muri del mondo


DOMENICO AGASSO JR UN TESTO MODERATO E RIFORMISTA PARLA IL CONSIGLIERE DEL PONTEFICE

L a pandemia «non è un castigo di


y(7HB1C2*LRQKKN( +"!=!z!"!,

Dio, è la realtà che geme e si ri-


bella». L’emergenza sanitaria globa-
IL RICHIAMO Petrini: l’appello
le è servita a dimostrare che «nessu-
no si salva da solo»: se ne potrà usci-
PER CAMBIARE per recuperare
re solo tutti insieme, attraverso la
via della solidarietà. Perciò è tempo
LA STORIA la buona politica
di abbattere muri, disinnescare le
MARCELLO SORGI — P. 19 INTERVISTA — P. 19
chiusure dei nazionalismi. – P. 18
.