Sei sulla pagina 1di 4

Dolci e Desserts

Crostata di ricotta
Difficolt: Preparazione: Cottura: Dosi per: Costo:
media 30 min 70 min 8 persone medio

NOTA: + il tempo di riposo della frolla e per far scolare la ricotta

Ingredienti per uno stampo da 23 cm


Zucchero a velo 140 g
Farina 00 350 g
Tuorli 2
Burro freddo di frigo 220 g
Scorza di limone 1

PER IL RIPIENO

Ricotta vaccina 500 g


Zucchero 175 g
Tuorli 2
Pasta frolla, una golosa e profumata crema di ricotta e irresistibili
Scorza d'arancia 1
gocce di cioccolato! Ecco gli ingredienti necessari per preparare la
Cannella in polvere 1 pizzico
ricetta di oggi: la crostata di ricotta. Un dolce semplice e casalingo
Gocce di cioccolato fondente 40 g
da concedersi in ogni momento della giornata, specialmente per la
merenda! Quindi se avete amici che presto suoneranno alla vostra
porta oppure dei bimbi che chiedono il loro premio per aver fatto
tutti i compiti, sappiate che questo dolce perfetto per loro. Non
stupitevi se andr a ruba come il pane, la crostata di ricotta
davvero insuperabile!

Preparazione

Per preparare la crostata di ricotta cominciate da questultima e lasciatela scolare in un colino per circa un paio d'ore (1) o in
base a quanto ricca di siero. Procedete poi con la pasta frolla: versate la farina in un mixer insieme al burro freddo tagliato a
pezzettini (2) e azionate le lame per qualche istante. Versate il composto sabbioso sul piano da lavoro e aggiungete lo
zucchero a velo (3),

nel mezzo formate una fontana con le mani e versateci i tuorli (4). Grattugiate la scorza di limone (5) e impastate fino ad
ottenere un panetto liscio ed omogeneo (6)

che potrete avvolgere nella pellicola trasparente lasciando riposare in frigorifero per almeno una mezzora (7). Intanto
occupatevi della crema. In un mixer versate i tuorli insieme allo zucchero e grattugiate la scorza darancia (8), poi aggiungete
la cannella in polvere (9).

Per ultima aggiungete anche la ricotta (10) e frullate fino ad ottenere un crema liscia (11); tenete da parte. Riprendete la
frolla e toglietela dalla pellicola, battetela con il matterello per ammorbidirla un po, dopodich dividetela in due parti, che
dovranno essere una il doppio dellaltra, e cominciate a tirare il panetto pi grande tra due fogli di carta forno (12).

Ottenete cos un disco di circa 3-4 mm (13) e sistematelo in una tortiera per crostate da 23 cm gi imburrata ed infarinata
(14). Con le dita sistematela accuratamente affinch la pasta combaci per bene alla teglia. Se dovesse rompersi in alcuni
punti, non preoccupatevi, sar sufficiente rattopparli con dei pezzetti di pasta. Pareggiate i bordi in superficie passandoci su
il matterello (15)

e poi bucherellate la base con una forchetta (16). Nel mezzo versateci la crema di ricotta (17) e livellatela accuratamente con
una spatola (18).

Poi cospargete la superficie con le gocce di cioccolato (19) e infine tirate il secondo panetto di frolla (20) per ottenere un
disco col quale andrete a rivestire la superficie (20). Livellate la crostata passandoci il matterello cos da eliminare la frolla in
eccesso (che potrete congelare per poi usare in un'altra occasione magari per realizzare dei biscotti!) e facendo fuoriuscire
laria (21).

Per finire forate la superficie con una lama (22), pi utile della forchetta in questo caso, e cuocete (23) in forno preriscaldato,
in modalit statica a 175 per 70 minuti: abbiate cura di riporre la teglia su una leccarda e di cuocerla sul ripiano pi basso. A
met cottura, ripassate nuovamente la lama allinterno dei fori che avevate creato in superficie e proseguite poi la cottura.
Una volta cotta, estraete la vostra crostata di ricotta e lasciatela raffreddare completamente prima di gustarla (24)!

Conservazione
Una volta cotta potete conservare la crostata di ricotta in frigorifero, coprendola con pellicola trasparente, per 2-3 giorni. Se
volete potete preparare la pasta frolla anche con un giorno danticipo e utilizzarla al bisogno.

Consiglio
Se le gocce di cioccolato le avete amate, la prossima volta non potete non provare utilizzando del cioccolato al latte e perch
no, anche quello bianco, sar sufficiente tritarlo al coltello. Provate anche con delluvetta che lascerete rinvenire in acqua
prima di inserirle oppure nel rum, per un retrogusto pi intenso.