Sei sulla pagina 1di 7

Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio

Melegnano 2011

SMARCAMENTO
Tesi svolta da
ROVESCALA LUCA

Ringrazio
Gli esordienti del S.S. Belgioioso Constantes

Smarcamento

ROVESCALA LUCA

INTRODUZIONE
Come strano che a distanza di trentanni circa io abbia sentito risuonare nelle orecchie la
frase di incitamento che il mio allenatore frequentemente pronunciava durante gli
allenamenti e le gare:
. il calcio un gioco di squadra e tutti i giocatori devono partecipare allo sviluppo
dellazione, anche quelli non in possesso della palla . quindi correte e smarcatevi.
E per questa affermazione, che ho fatto mia, che ho deciso di scrivere una tesi
sullargomento; ovvero SMARCAMENTO nel gioco del calcio.
Lo SMARCAMENTO nel gioco del calcio sinonimo di mobilit.
Se ne pu dare una definizione semplificata affermando che unazione effettuata da un
giocatore non in possesso della palla che grazie a movimenti particolari si ritrova in una
situazione libera dalla marcatura dellavversario, e quindi pu essere raggiunto dal
passaggio del proprio compagno portatore di palla.
Con queste azioni il giocatore, che si smarca, crea sostegno al portatore di palla,
momentanea superiorit numerica e mantenimento del possesso palla.
Per effettuare uno smarcamento con il migliore risultato utile:
Muoversi al momento giusto, cio quando il compagno in condizione di trasmettere
la palla, creando intesa tra i giocatori
Spostarsi nella zona dove possibile ricevere la palla impedendone lintercettazione
da parte dellavversario
Muoversi rapidamente con cambi repentini di direzione e finte per ingannare
lavversario
Ho scritto, per tanto, in modo teorico il concetto di smarcamento; ma come possibile
trasmetterlo a dei giocatori che appartengono alla fascia di et compresa tra i sei e i dodici
anni?
insufficiente una lezione teorica ed poco utile indicare i movimenti sul campo da calcio
disegnato su una lavagna . Questa strategia porterebbe i giovani calciatori ad annoiarsi
poich ripropone il metodo della classica lezione scolastica.
Per questo motivo la mia proposta intende indicare esercitazioni pratiche che hanno come
obiettivo lacquisizione della tecnica dello smarcamento, oltre allapprendimento dei
meccanismi e dei movimenti di questa tecnica individuale.
Negli esercizi che ho predisposto sempre presente la componente ludica e divertente e
quel tanto di competitivit che serve a invogliare i ragazzi a raggiungere gli obiettivi
prefissati.
Il coinvolgimento, lo stimolo e il divertimento sono strategie che giudico adatte a portare un
miglioramento nelle prestazioni dei giovani calciatori ma fuori dubbio che sar la passione
di ciascuno a fare la differenza.

Corso CONI-FIGC per istruttori scuola calcio

Pagina 2

Smarcamento

ROVESCALA LUCA

1) LA GEOMETRIA SI SMARCA
Attraverso il possesso palla si induce i bambini alla ricerca rapida dello spazio libero dove e
possibile ricevere la palla che sar trasmessa dal compagno.

OBIETTIVO TECNICO : Trasmissione - Ricezione


OBIETTIVO TATTICO : SMARCAMENTO Possesso palla
OBIETTIVO FISICO-MOTORIO : Sviluppo capacit coordinative in generale (orientamento nello
spazio, equilibrio, differenzazione e controllo) rapidit
CATEGORIA : Piccoli amici Pulcini Esordienti
MATERIALE NECESSARIO : Cinesini colorati Palloni in gomma colorati e di varie misure
palloni n4 (esordienti) casacche colorate
FASE DELLUNITA DI LAVORO : Gioco iniziale
DESCRIZIONE : Utilizzando i cinesini colorati realizziamo sul terreno delle figure geometriche
differenti (quadrato triangolo cerchi rettangolo). Allinterno creiamo delle situazioni di 2Vs1.
La coppia (attaccanti) deve trasmettersi la palla senza farsela intercettare dallavversario (difensore)
per un tempo prestabilito. Il difensore guadagna 1 punto ogni volta che riesce a intercettare la palla.
A turno ogni bambino diventa difensore. Vince chi intercetta pi volte la palla. Il gioco pu essere
svolto sia con i piedi che con le mani.
VARIANTI :
1) Trasmissione della palla con le mani usando traiettorie orizzontali e non a parabola
2) Divieto dellattaccante in possesso di palla di effettuare il dribbling
3) Il difensore non pu contrastare il portatore di palla che deve liberarsi della stessa in un tempo
limite
4) Cambio delle dimensioni delle figure
5) Lattaccante in possesso di palla non pu muoversi ma stare fermo fino a quando non esegue la
trasmissione al proprio compagno
6) Inserimento allinterno delle figure di ostacoli che devono essere evitati.
Corso CONI-FIGC per istruttori scuola calcio

Pagina 3

Smarcamento

ROVESCALA LUCA

2) SMARCARSI ALLORA GIUSTA


Attraverso la trasmissione e la ricezione della palla si induce i bambini alla creazione e alla
ricerca rapida e orientata dello spazio libero dove e possibile ricevere la palla che sar trasmessa
dal compagno.

OBIETTIVO TECNICO : Trasmissione - Ricezione


OBIETTIVO TATTICO : SMARCAMENTO
OBIETTIVO FISICO-MOTORIO : Sviluppo capacit coordinative in generale (orientamento nello
spazio, cambio di ritmo, differenzazione e controllo) rapidit
CATEGORIA : Pulcini Esordienti
MATERIALE NECESSARIO : Cinesini colorati Palloni in gomma colorati e di varie misure
palloni n4 (esordienti) casacche colorate
FASE DELLUNITA DI LAVORO: Esercitazione analitica
DESCRIZIONE : Utilizzando i cinesini colorati realizziamo sul terreno un cerchio diviso in un
numero di settori pari ai bambini pi uno. I bambini occupano ognuno un settore lasciandone cos
uno libero. Il bambino in possesso di palla deve trasmetterla a un compagno andando poi a occupare
il pi rapidamente possibile lo spazio vuoto disponibile sulla circonferenza.
VARIANTI :
1) Dividere i bambini con casacche di colore diverse; il possessore della palla deve trasmetterla al
colore differente dal proprio
2) Aumentare la rapidit di esecuzione mettendo lobbligo del passaggio di prima.
3) Variazione dei tipi di stop e passaggi
4) Inserimento di 2 palloni
Corso CONI-FIGC per istruttori scuola calcio

Pagina 4

Smarcamento

ROVESCALA LUCA

3) 1 Vs 1 CON SPONDE
Per ottenere il passaggio smarcante induciamo i bambini a eseguire continui e rapidi cambi di
direzione accompagnati da finte e variazioni di velocit .

OBIETTIVO TECNICO : Trasmissione - Ricezione


OBIETTIVO TATTICO : SMARCAMENTO
OBIETTIVO FISICO-MOTORIO : Sviluppo capacit coordinative in generale (orientamento nello
spazio, cambio di ritmo, differenzazione e controllo, stimoli ottici) rapidit
CATEGORIA : Pulcini Esordienti
MATERIALE NECESSARIO : Cinesini colorati Palloni in gomma colorati e di varie misure
palloni n4 (esordienti) casacche colorate porticine
FASE DELLUNITA DI LAVORO: Gioco situazionale
DESCRIZIONE : Utilizzando i cinesini colorati realizziamo sul terreno un rettangolo con due
porticine ai lati .I bambini vengono suddivisi in due squadre e disposti come indicato in figura. Il
gioco e diviso in due fasi; nella prima i gialli sono gli attaccanti e i rossi i difensori. Al segnale di
via i bambini posizionati dietro le porticine devono raggiungere il centro del campo di gioco e, dopo
essere andati in contatto, si da inizio a una situazione di 1vs1. Lattaccante deve cercare di
smarcarsi per ricevere la palla da uno dei suoi compagni posti lateralmente al campo. Ricevuta la
palla per fare punto deve segnare in una delle due porticine.
VARIANTI :
1) Variare le dimensioni del campo di gioco e il tempo di esecuzione
2) Lateralmente con una palla posizionare dei bambini avversari che fintano il passaggio per trarre
in inganno lattaccante
Corso CONI-FIGC per istruttori scuola calcio

Pagina 5

Smarcamento

ROVESCALA LUCA

4) CAMBIO DI SETTORE
Attraverso la trasmissione e la ricezione della palla si induce i bambini alla creazione e alla
ricerca rapida e orientata dello spazio libero dove e possibile ricevere la palla che sar trasmessa
dal compagno.

OBIETTIVO TECNICO : Trasmissione - Ricezione


OBIETTIVO TATTICO : SMARCAMENTO Possesso palla
OBIETTIVO FISICO-MOTORIO : Sviluppo capacit coordinative in generale (orientamento nello
spazio, cambio di ritmo) rapidit - resistenza
CATEGORIA : Pulcini Esordienti
MATERIALE NECESSARIO : Cinesini colorati Palloni in gomma colorati e di varie misure
palloni n4 (esordienti) casacche colorate
FASE DELLUNITA DI LAVORO: Gioco iniziale
DESCRIZIONE : Utilizzando i cinesini colorati realizziamo sul terreno un rettangolo diviso in tre
settori . I 5 bambini (ROSSI) fanno gli attaccanti e devono mantenere il possesso della palla
giocando a due tocchi, il difensore (GIALLO) deve cercare senza vincoli di intercettare la palla per
fare punto. La regola fondamentale prevede che non si possono effettuare passaggi di palla
allinterno dello stesso settore e che una volta effettuato il passaggio si deve cambiare il settore per
andare nello spazio libero ad aiutare il compagno.
VARIANTI :
1) Aumento della rapidit giocando a un tocco
2) Aumentare lo stimolo acustico. Chi trasmette aiuta il compagno; uomo  restituisco palla,
solo  mi giro e cambio settore
3) Aumento difficolt portando il gioco a 4Vs2
Corso CONI-FIGC per istruttori scuola calcio

Pagina 6

Smarcamento

ROVESCALA LUCA

5) PARTITA 7 Vs 7 CON SPONDE


Attraverso questo tipo di partita si vuole indurre il giocatore senza palla a smarcarsi negli spazi
liberi per dare sostegno al compagno che deve liberarsi della palla

OBIETTIVO TECNICO : Trasmissione Ricezione guida della palla


OBIETTIVO TATTICO : SMARCAMENTO Possesso palla
OBIETTIVO FISICO-MOTORIO : Sviluppo capacit coordinative in generale (orientamento nello
spazio, cambio di ritmo, differenzazione e controllo) rapidit resistenza aerobica
CATEGORIA : Pulcini Esordienti
MATERIALE NECESSARIO : Cinesini colorati Palloni in gomma colorati e di varie misure
palloni n4 (esordienti) casacche colorate porticine
FASE DELLUNITA DI LAVORO: Gioco a tema
DESCRIZIONE : Utilizzando i cinesini colorati realizziamo sul terreno un rettangolo con due
porticine ai lati .I bambini vengono suddivisi in due squadre da 7 componenti. Il gioco consiste
nellarrivare al punto che in campo una squadra non abbai pi nessun componente; quella squadra
la vincente. Infatti chi segna esce dal rettangolo di gioco, si posiziona dove vuole per diventare
sponda in aiuto dei compagni restati in campo. Le sponde devono giocare a un tocco
VARIANTI :
1) Variare le dimensioni del campo di gioco
2) Eliminare i tempi morti mettendo dei palloni pronti ai bordi del campo

Corso CONI-FIGC per istruttori scuola calcio

Pagina 7