Sei sulla pagina 1di 15

WWW.CENTROSTUDICALCIO.

IT
Scuola Calcio Settore Giovanile Agonistico
Tattica Capacit di Gioco
I MOVIMENTI DELLA DIFESA A 4 NELLA FASE DI NON POSSESSO:
PROGRESSIONE DIDATTICA DI ESERCIZI

A cura di Ernesto Marchi

WWW.CENTROSTUDICALCIO.IT
_________________________________________________________________________________
INTRODUZIONE
InquestoArticolosvilupperunaprogressionedidatticadieserciziriguardantei
MOVIMENTIDELLADIFESAA4condisposizioneazona.
Ho sempre utilizzato questa progressione didattica, a partire dalla categoria
Esordienti (1113 Anni) e biennio Giovanissimi (1416 Anni), allo scopo di
inculcareiconcettitatticifondamentalinecessariallorganizzazionediunalinea
difensivaa4difensoricondisposizioneazona.
La progressione di esercizi prevede la strutturazione in 6 MODULI di lavoro e
vevodirecheconquestaorganizzazionedilavorohosempreavutodeiriscontri
positivi.
Nella categoria Esordienti sviluppo il lavoro fino al QUARTO MODULO (al
massimo fino al QUINTO in base alle potenzialit del gruppo a disposizione),
mentre a partire dalla categoria Giovanissimi riparto dal TERZO MODULO, per
stabilizzare e allo stesso tempo perfezionare i concetti arricchendoli di pi
variabili, fino ad arrivare al SESTO MODULO, trattabile solamente nel corso di
questa categoria (solitamente con squadre Giovanissimi allultimo anno di
permanenzainquestacategoriaconfunzionepropedeuticaaquellasuccessivae
cioallacategoriaAllievi).
Per ogni modulo, a titolo di esempio, presenter un esercizio che consenta di
perseguirenellamanierapicaratterizzantelobiettivoprefissato
1

PRIMOMODULO
Movimentidei4difensoriinriferimentoapuntistatici(CONI)
Esercizio(Figura1)
Disporrei4difensorisullimitedellareadirigoreeposizionareinordinesparso
unaseriediCONI(adognunodeiqualicorrisponderunnumero).

A
5
6

10

Figura 1

OgniCONOrappresenterleventualeposizionedelpalloneincampo.
Allaltezza della linea di met campo si sistemer lallenatore che ad ogni
comando vocale chiamer un numero a cui, come detto in precedenza,
corrisponder un ben determinato cono; i 4 difensori dovranno ad ogni
comando portarsi in direzione del cono chiamato a voce dallallenatore e
dislocarsi sulla base della struttura precedentemente spiegata dallallenatore
stesso.
Nellefasidiapprendimentoiniziale,dopoognicomandoeprimadiproporneun
altro,consentireai4difensoriditornaresemprenellaposizionedipartenza.
Successivamente si potr richiedere ai 4 difensori di adeguarsi ai comandi
dellallenatore senza pi passare, tra un comando e laltro, dalla posizione
iniziale.
2

CONO8(Figura2)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono simulando una situazione in cui un
giocatore avversario cerchi di andare sul fondo del campo nel tentativo di
crossare a centro area: il n2 andr a chiudere sul potenziale avversario con
azionedipressioneindividuale(abrevedistanzaneltentativodinonconcedere
lospazionecessariopereffettuareilcross);iln5siporterabrevedistanzadal
compagno,n2,inunaposizionediaiuto,neltentativodifarsitrovareprontoad
intervenire qualora questultimo si faccia saltare; il n6 andr a chiudere
allaltezzadelprimopaloneltentativodioccuparsidelpotenzialeattaccanteche
andradagireinquellaposizione;iln3andrachiudereallaltezzadelsecondo
palo nel tentativo di occuparsi del potenziale attaccante che andr ad agire in
quellaposizione.
1

N8!
4

A
6
6

2
8

Figura 2

10

CONO1(Figura3)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono simulando una situazione in cui un
giocatore avversario cerchi di andare sul fondo del campo nel tentativo di
crossare a centro area: il n3 andr a chiudere sul potenziale avversario con
azionedipressioneindividuale(abrevedistanzaneltentativodinonconcedere
lospazionecessariopereffettuareilcross);iln6siporterabrevedistanzadal
compagno,n3,inunaposizionediaiuto,neltentativodifarsitrovareprontoad
intervenire qualora questultimo si faccia saltare; il n5 andr a chiudere
3

allaltezzadelprimopaloneltentativodioccuparsidelpotenzialeattaccanteche
andradagireinquellaposizione;iln2andrachiudereallaltezzadelsecondo
palo nel tentativo di occuparsi del potenziale attaccante che andr ad agire in
quellaposizione.
1

N1!

6
4

A
2
6

10

Figura 3

CONO2(Figura4)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono disponendosi in DIAGONALE, su 3
lineedifensive(sullaprimalineadifensivaverratrovarsiiln3,sullaseconda
linea difensiva verranno a trovarsi i n6 e 2, sulla terza linea difensiva verr a
trovarsiiln5).
1

N2!

6
4

A
2
6

10

Figura 4

In questo modo si andranno a garantire la necessaria copertura reciproca;


trovandosi in una posizione ancora abbastanza vicina allarea di rigore, tale
diagonaleavrunangolodiampiezzasufficientementeridotta,potendosiancora
avvaleredelleventualeinterventodelportierequaloragliavversaridecidanodi
effettuareunlancioinprofondit.
CONO9(Figura5)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono disponendosi in DIAGONALE, su 3
lineedifensive(sullaprimalineadifensivaverratrovarsiiln2,sullaseconda
linea difensiva verranno a trovarsi i n5 e 3, sulla terza linea difensiva verr a
trovarsi il n6), in modo da garantirsi la necessaria copertura reciproca;
trovandosi in una posizione ancora abbastanza vicina allarea di rigore, tale
diagonaleavrunangolodiampiezzasufficientementeridotta,potendosiancora
avvaleredelleventualeinterventodelportierequaloragliavversaridecidanodi
effettuareunlancioinprofondit.
1

N9!
4

A
6
6

2
8

Figura 5

10

CONO4(Figura6)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono disponendosi, con una struttura
cosiddettaaPIRAMIDE(DOPPIADIAGONALE),su2lineedifensive(sullaprima
linea difensiva verr a trovarsi il n6, sulla seconda linea difensiva verranno a
trovarsi i n5, 2 e 3) in modo da garantirsi la necessaria copertura reciproca;
questa la classica disposizione con cui la linea difensiva dovr andare a
5

chiudereconpallainposizionecentrale;i4difensorisidovrannodisporremolto
stretti, specie i due difensori dislocati pi esternamente (la struttura a
PIRAMIDE, rispetto a quella in diagonale, per difendere su palloni dislocati
esternamente risulta quella pi difficile da metabolizzare specie da parte degli
esternidifensivi).
1

N4!
6

10

Figura 6

CONO6(Figura7)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono disponendosi con una struttura,
cosiddettaaPIRAMIDE(DOPPIADIAGONALE),su2lineedifensive(sullaprima
linea difensiva verr a trovarsi il n5, sulla seconda linea difensiva verranno a
trovarsiin6,2e3)inmododagarantirsilanecessariacoperturareciproca.
1

N6!
4

6
5

10

Figura 7

Questa la classica disposizione con cui la linea difensiva dovr andare a


chiudereconpallainposizionecentrale;i4difensorisidovrannodisporremolto
stretti, specie i due difensori dislocati pi esternamente (la struttura a
PIRAMIDE, rispetto a quella in diagonale, per difendere su palloni dislocati
esternamente risulta quella pi difficile da metabolizzare specie da parte degli
esternidifensivi).
CONO3(Figura8)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono disponendosi in DIAGONALE, su 3
lineedifensive(sullaprimalineadifensivaverratrovarsiiln3,sullaseconda
linea difensiva verranno a trovarsi i n6 e 2, sulla terza linea difensiva verr a
trovarsi il n5), in modo da garantirsi la necessaria copertura reciproca;
trovandosi in una posizione pi lontana dallarea di rigore, tale diagonale avr
unangolodiampiezzamoltopigranderispettoaquelloprevistoinprossimit
deiconi9e2,nonpotendosipiavvaleredelleventualeinterventodelportiere
qualoragliavversaridecidanodieffettuareunlancioinprofondit.
1

N3!
5

Figura 8

10

CONO10(Figura9)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono disponendosi in DIAGONALE, su 3
lineedifensive(sullaprimalineadifensivaverratrovarsiiln2,sullaseconda
linea difensiva verranno a trovarsi i n5 e 3, sulla terza linea difensiva verr a
7

trovarsi il n6) in modo da garantirsi la necessaria copertura reciproca;


trovandosi in una posizione pi lontana dallarea di rigore, tale diagonale avr
unangolodiampiezzamoltopigranderispettoaquelloprevistoinprossimit
deiconi9e2,nonpotendosipiavvaleredelleventualeinterventodelportiere
qualoragliavversaridecidanodieffettuareunlancioinprofondit.
1

N10!

3
5

2
8

10

Figura 9

CONO5(Figura10)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono disponendosi con una struttura,
cosiddettaaPIRAMIDE(DOPPIADIAGONALE),su2lineedifensive(sullaprima
linea difensiva verr a trovarsi il n6, sulla seconda linea difensiva verranno a
trovarsiin5,2e3).
1

N5!
6

A
7

10

Figura 10

In questo modo potranno garantirsi la necessaria copertura reciproca (le due


lineedifensive,rispettoalconocentralen4,sarannounpopidistanziateperil
semplice motivo che i 4 difensori verranno a trovarsi un po pi lontani
dallarea); questa la classica disposizione con cui la linea difensiva dovr
andare a chiudere con palla in posizione centrale; i 4 difensori si dovranno
disporre molto stretti, specie i due difensori dislocati pi esternamente (la
struttura a PIRAMIDE, rispetto a quella in diagonale, per difendere su palloni
dislocati esternamente risulta quella pi difficile da metabolizzare, specie da
partedegliesternidifensivi).
CONO7(Figura11)
I 4 difensori andranno a chiudere sul cono disponendosi con una struttura,
cosiddettaaPIRAMIDE(DOPPIADIAGONALE),su2lineedifensive(sullaprima
linea difensiva verr a trovarsi il n5, sulla seconda linea difensiva verranno a
trovarsiin6,2e3).

N7!
4

6
5

10

Figura 11

In questo modo potranno garantirsi la necessaria copertura reciproca (le due


lineedifensive,rispettoalconocentralen6,sarannounpopidistanziateperil
semplice motivo che i 4 difensori verranno a trovarsi un po pi lontano
dallarea); questa la classica disposizione con cui la linea difensiva dovr
andare a chiudere con palla in posizione centrale; i 4 difensori si dovranno
9

disporre molto stretti, specie i due difensori dislocati pi esternamente (la


struttura a PIRAMIDE, rispetto a quella in diagonale, per difendere su palloni
dislocati esternamente risulta quella pi difficile da metabolizzare, specie da
partedegliesternidifensivi).
SECONDOMODULO
Movimenti dei 4 difensori in riferimento a punti statici (10 GIOCATORI)
contrasmissionedellapalla
Esercizio(Figura12)
ComelesercizioprevistoperilPRIMOMODULO,solamentechealpostodeiconi
sarannodislocatideigiocatori(BLU).

Figura 12

IgiocatoriBLUdovrannotrasmettersilapalladafermialoropiacimento(senza
pi una sequenza di comandi ben precisi da parte dellallenatore), mentre i 4
difensori dovranno adeguare la loro posizione in base alla posizione assunta
dalla palla ad ogni passaggio (chiaramente ad ogni passaggio i giocatori BLU
dovranno fermare per un attimo la palla, sia per consentire ai 4 difensori di
portarsi nella nuova posizione, sia per consentire allallenatore stesso di
controllarelacorrettezzadelleposizioniassunte).
10

TERZOMODULO
Situazionidigiococon4difensoricontro6attaccanti(odanche4contro8)
con vincoli spaziali per la stabilizzazione dei movimenti appresi nei
precedenti moduli di lavoro allinterno di un contesto di gioco
semplificato
Esercizio(Figura13)
Situazionedigiocoadunasolaporta:6attaccantiBLUcontro4difensoriROSSI.
7

10

5
9

11

Figura 13

I4difensoriROSSI,nellaloroazioneeneilorospostamenti, nonpotrannomai
oltrepassarelalineatratteggiatastrutturatagrazieadunaseriedicinesiniposti
unatrentinadimetridallalineadifondocampo(VINCOLOSPAZIALE).
Idueattaccanticentrali(n9e10BLU)nonpotrannomairientrareprimadella
linea tratteggiata; i due esterni di centrocampo (n7 e 11 BLU) potranno
muoversialoropiacimentoallinternodellametcamposenzadoversottostare
adalcunvincoloditipospaziale;iduecentralidicentrocampo(n4e8BLU)non
potranno mai oltrepassare la linea tratteggiata agendo solo in qualit di
sostegni (in un secondo momento si potr concedere, almeno ad un centrale
pervolta,dipoteroltrepassarelalineatratteggiata).
11

QUARTOMODULO
Situazionidigiococheprevede4difensoricontro6attaccanti(odanche4
contro 8) senza pi alcun vincolo spaziale in modo tale che il contesto di
giocorisultiilpipossibilerealistico(omegliosimilealrealecontestodi
gara)
Esercizio(Figura14)
Come lesercizio del QUARTO MODULO eliminando qualsiasi tipo di vincolo
spaziale.
7

10

5
9

11

Figura 14

Al limite lallenatore potrebbe introdurre dei vincoli ben precisi per quanto
concerne il passaggio iniziale con cui comincer ogni singola situazione: per
esempioilprimopassaggiodovravveniresempreversounodeidueesternidi
centrocampo oppure in direzione di una delle due punte (in questo modo i 4
difensorisarannocostrettiadadeguareiloromovimentieleloroposizionisulla
basedeltipodipassaggioeffettuatodagliattaccanti).
QUINTOMODULO
Situazionidigiococheprevede6difensoricontro6attaccanti(odanche6
contro8)conpresenzadiduecentrocampisticentralidifendenti(odanche
uno solo) per aiutare i 4 giocatori della linea difensiva a catalogare i
momentidiPALLACOPERTAeSCOPERTA
12

Esercizio
Come lesercizio del QUARTO MODULO, solamente che davanti ai 4 difensori,
previstalapresenzadiduecentrocampisticentralidifendenti,n4e8ROSSI.
Ogni volta che un giocatore della squadra difendente riuscir a portare la
necessaria PRESSIONE sul portatore di palla avversario (e questa pressione
verr chiaramente favorita dalla presenza dei centrocampisti centrali
difendenti), si determiner una situazione di PALLA COPERTA per cui la linea
difensivapotragireALTA(conlineedifensivaedicentrocampomoltovicine)
(figura15).
7

10

4
5
9

11

Figura 15

Nelmomentoincui,pervarimotivi,noncisarpilanecessariaPRESSIONEsul
portatoredipallaavversario(perchperesempiouncentrocampistacentralesi
sar fatto superare in dribbling), si determiner una situazione di PALLA
SCOPERTA per cui la linea difensiva dovr scappare allindietro (con linee
difensivaedicentrocampomoltopiallontanate).
SESTOMODULO
Situazionidigiococheprevede4difensoricontro6attaccanti(odanche6
contro 8) con applicazione della TATTICA DEL FUORIGIOCO (nelle
13

situazionidigiocoprevistenelterzo,quartoequintomodulo,laricercadel
fuorigiocorestaprincipalmenteunaconseguenzaregolamentareindotta
dai movimenti dei 4 difensori nel tentativo costante di restare CORTI e
sempre MOLTO ALTI) nei seguenti casi: RIBATTUTA, PASSAGGIO
ALLINDIETRO,SUCONTROPIEDEAVVERSARIO
Esercizi
FUORIGIOCOSURIBATTUTA
Percominciareognisingolasituazionelallenatorepasserlapallaalvoloconle
maniindirezionediunodeiduecentralidifensivi,n6e5ROSSI.
Questultimo(n5)dovrrinviarealvololapalla,ditestaodipiede,indirezione
dellalineadicentrocampo.
Aquelpuntotuttie4idifensoridovrannosalireinavanticercandodiportare
pressionesullavversariochericeverlapalla(figura16).

10

1
5
9

A
8

11

Figura 16

Se lattaccante che ricever il passaggio calcer di prima intenzione la palla in


avanti,moltoprobabilmenteunapuntaverratrovarsiinfuorigioco;seinvece
non calcer subito la palla, e riuscir a determinare una situazione di PALLA
SCOPERTA(tramiteunpassaggiooppureundribbling),lalineadifensivadovr
scapparecompattaallindietro.
14

FUORIGIOCOSUPASSAGGIOALLINDIETRO
In questa situazione di gioco, ogni volta che verr a determinarsi un passaggio
allindietro, la linea difensiva dovr salire compatta in avanti nel tentativo di
mettereinfuorigiocogliattaccantiavversari(figura17).
7

10

5
9

11

Figura 17

FUORIGIOCOSUCONTROPIEDEAVVERSARIO
Inquestasituazionedigioco,ognivoltacheilcentrocampistacentralesalirin
avanticonducendopallamoltoaridossodellareadirigoredifensiva,ilcentrale
difensivo dovr salire ad accorciare in avanti portandosi dietro tutta la linea
difensiva nel tentativo di mettere in fuorigioco gli attaccanti avversari (figura
18).
7

10

5
9

11

Figura 18

15