Sei sulla pagina 1di 3

Pedro Álvares Cabral Cabral e la scoperta del brasile:

Pedro Alvares Cabral è stato un navigatore ed esploratore, nacque attorno al 1460 e morì circa nel
1520 (la sua data di nascita e di morte è incerta) in Portogallo, probabilmente a Belmonte. Le sue
origini erano nobili poiché la sua famiglia apparteneva alla nobiltà portoghese, il padre era uno dei
figli di Fernao Cabral, governatore di Beira. Il re Manuele nomino Alvares comandante della
seconda spedizione verso le indie, il suo compito era quelle di stabilire delle trattative commerciali
ed imporre la religione cristiana anche con l'ausilio delle armi, l'impresa venne inoltre finanziata dai
commercianti fiorenti che sentirono nell'aria “l'odore del guadano”. La flotta che era composta da
13 navi e circa 1.500 uomini, salpò il 9 Marzo del 1500 da Lisbona e segui una rotta particolare
che permise a Cabral di evitare la bonaccia oltre il Golfo di Guinea.

Nell'arcipelago di Capoverde una flotta dovette abbandonare la spedizone a causa di una tempesta e
delle correnti africane, tuttavia Cabral non perdendosi d'animo percorse una rotta occidentale che
insieme alle correnti equatoriali dell'atlantico spinsero il temerario esploratore sulle coste di un
continente allora sconosciuto, il Brasile. Tra il 23 e il 25 Aprile del 1500 l'intera flotta sbarcò e si
assestò in una baia che da allora venne ribattezzata: “Porto Seguro”. Cabral successivamente si
impossesò delle terre appena scoperte in nome della corona portoghese e le chiamò inizialmente:
“Ilha da Vera Cruz” credendo che fosserò un isola e successivamente: “Terra da Santa Cruz”.
Il 3 maggio del 1500 Cabral iniziò il viaggio di ritorno durante il quale a causa di una tempesta
vennero distrutti
quattro vascelli, tuttavia egli continuò imperterrito e raggiunse Calicut, dove applicò la solita
politica coloniale portoghese. Cabral sequestrò anche una nave di pepe musulmana, sopprimendo in
seguito una ribellione dei mercanti stessi che reagirono al sequestro. Il 16 gennaio del 1501 Cabral
finalmente intraprese il viaggio verso il Portogallo e arrivò il 23 Giugno 1501. Cabral morì nel
1520 nel silenzio, e venne sepolto nel monastero diSantarém in Portogallo.
Trattato di Tordesillas:

Il trattato di Tordesillas divise il mondo


in un duopolio dell'impero spagnolo e portoghese
lungo il merdiano nord-sud ad ovest delle Isole
di Capo Verde, le terre ad est di questa divisione
dovevano essere Portoghesi, quelle ad ovest Spagnole.
Il trattato doveva risolvere la disputa che si era venuta a
creare in seguito al ritorno di Cristoforo Colombo.
Nel 1493 il Papa Alessandro VI che tutte le terre ad
ovest di un meridiano lontano 100 leghe dalle Isole
di Capo Verde dovevano appartenere alla Spagna,
mentre quelle ad est di nuova scoperta dovevano
appartenere al Portogallo . Tuttavia il re
Giovanni II del Portogallo indispettito, negoziò con
Ferdinando d'Aragona e la regine Isabella di Castiglia per spostare la linea immaginaria ad ovest.
Il trattato malgrado fosse in questo modo contro la Bolla di Alessandro VI venne sancito da Papa
Giulio nel 1506 con una nuova Bolla. Il meridiano prese il nome di “Raia”(confine) in portogallo e
di “Raya”(riga) in Spagna. Tuttavia la linea non venne rispettata perfettamente e così gli spagnoli
non riuscirono a impedire l'espansione del Portogallo verso Ovest.
Agli altri stati che facevano esplorazioni come Francia,Inghilterra, e Paesi Bassi venne
esplicitamente negato l'accesso alle nuove terre.
Le dispute però si riaccesero quando con il Viaggio di Maggelano attorno al globo ci si accorse
che non si sapeva esattamente dove la linea dovesse passare dall'altra parte del globo.
Dopo diverse negoziazioni, con il Trattato di Saragozza del 1529 si decise che la linea doveva
passare a 297,5 leghe ad ovest delle Molucche.
Fonti: http://it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale
http://images.google.it/

Lambiase Francesco 3A f

Interessi correlati