Sei sulla pagina 1di 12

5/03/2016

[Digitare il testo]

3SB

Liceo Scientifico G.Brotzu

3SB Alice Floris

[LE GRANDI SCOPERTE E


GLI IMPERI COLONIALI]

Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

Sommario
Colombo e le scoperte geografiche ................................................................................................................... 1
Cristoforo Colombo ........................................................................................................................................ 2
Toscanelli .................................................................................................................................................... 3
Isabella di Castiglia e Ferdinando dAragona ......................................................................................... 4
La scoperta di un nuovo mondo e la sfericit della terra ................................................................................. 5
I fratelli Caboto ............................................................................................................................................... 6
Cabrl.......................................................................................................................................................... 7
Amerigo Vespucci .................................................................................................................................. 8
Circumnavigazione del globo .................................................................................................... 9
Ferdinando Magellano ...............................................................................................10
Antonio Pigafetta ..........................................................................................11
Le popolazioni indigene ed i Conquistadores .................................................................................................12
Hernn Cortz ......................................................................................................................................12
Carlo V .....................................................................................................................................13
Mappa concettuale ..........................................................................................................................................14

1
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

Colombo e le scoperte geografiche:


Da sempre l'Asia un ricchissimo paese da cui trarre vantaggi per gli europei,
fra il VIII e il XII secolo, il controllo dei mercati fra l'Asia e l'Europa attraverso le
vie carovaniere era gestito dai commercianti arabi e berberi. Vi erano altri popoli
per, che desideravano monopolizzare i traffici fra i due paesi. Con l'arrivo dei
Turchi, verso la fine del XIII secolo le vie carovaniere divennero decisamente
sconvenienti e pericolose per gli europei, per questo si inizi a pensare di poter
raggiungere l'Oriente via mare e ad appoggiare questo pensiero vi fu il bisogno
di maggiori risorse a causa dell'aumento della popolazione e oltre al desiderio di
sottrarre il potere dei commerci delle spezie ai Veneziani, vi fu anche la chiusura
delle vie carovaniere dell'Asia, a seguito della conquista dei Turchi su
Costantinopoli.

I portoghesi e le esplorazioni geografiche:


Le esplorazioni geografiche ebbero inizio con i Portoghesi che,
esplorando le coste del Marocco e conquistando le isole Azzorre e le
isole di Madeira, riuscirono ad aprirsi un varco nell'Oceano Atlantico in
grado di permettere loro di raggiungere le stazioni commerciali del
sud del Sahara e quindi del Sudan, ricco di oro; essi riuscirono in
seguito a circumnavigare l'Africa per poi dirigersi verso l'India, pur
essendo un viaggio pieno di pericoli. Nel 1488 le navi portoghesi
approdarono al Capo di Buona Speranza e nel 1498 giunsero fino a
Calicut, in India, con Vasco da Gama, si impadronirono poi delle rotte
commerciali lungo le coste dell'Africa orientale, del Golfo Persico e del
sud-est asiatico, sottraendo agli Arabi il loro monopolio. Tutto questo
grazie alla restaurazione delle navi e alla loro fortificazione, come la
Caravella.

Alla ricerca di una nuova via per poter raggiungere l'Asia, il genovese Cristoforo
Colombo scopr un nuovo continente; la sua idea era quella di procedere in linea
retta verso occidente e, basandosi sul principio della sfericit della terra e
principalmente sui calcoli del matematico Toscanelli, era convinto di poter
raggiungere il suo obiettivo in un lasso di tempo relativamente breve, di certo
non immaginava di dover navigare per oltre due mesi. La sua determinazione fu
anche dovuta al desiderio di diffondere la propria religione, in cui lui credeva
profondamente.
Prima di poter intraprendere il suo viaggio, Colombo si trov di fronte a svariate
difficolt, solo una volta riuscito a mostrare i suoi progetti alla regina di Spagna
Isabella di Castiglia, che ne rimase affascinata, riusc a partire il 3 Agosto 1492
2
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

grazie al consenso del re Ferdinando d'Aragona, marito di Isabella, egli


concesse infatti a Colombo tre caravelle: Pinta, Nina e Santa Maria.

Colombo approd a San Salvador (cos battezz l'isola), un'isola delle


Bahamas il 12 Ottobre del
1492, convinto di essere
sbarcato in India e di aver
quindi
raggiunto
i
suo
obiettivo, chiam i nuovi
territori Indie occidentali e i
loro abitanti Indios, solo
durante il suo ultimo viaggio,
forse, cap di aver scoperto
un nuovo continente.
Al 1492 venne attribuito
l'inizio
dell'et
moderna,
anche se si tratta solamente
di una scelta convenzionale
per la scoperta dell'America, essa riflette la rivoluzione che caus quell'evento,
che port soprattutto alla conquista di nuovi alimenti come le patate o i
pomodori, che portarono alla rivoluzione
dell'alimentazione europea, l'America venne Antichit storiografica: lantichit
chiamata anche come Nuovo Mondo e questo storiografica lantichit di un
argomento
fatto, insieme al nome attribuito all'Oceania determinato
quando venne scoperta (Nuovissimo Mondo), ci relativamente alla sua scoperta e
permette di capire che questi nomi sono stati non alla sua nascita.
attribuiti ai nuovi territori scoperti con un criterio
di antichit storiografica, e non geologica.

3
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

La scoperta di un nuovo mondo e la sfericita della terra:


Ci furono altri esploratori
dopo
Colombo
che
navigarono sulla sua rotta,
come ad esempio i fratelli
Caboto, che scoprirono le
coste di Terranova e del
Canada, il portoghese Cabrl,
che scopr il Brasile dopo il
trattato di Tordesillas fra
Spagnoli
e
Portoghesi
(tracciarono
una
linea
immaginaria sull'Atlantico per
poter stabilire i territori nei
quali potevano svilupparsi le
colonizzazioni dei due paesi
separatamente, verso est quella portoghese e verso ovest quella spagnola,
ebbero cos origine i primi due imperi coloniali della storia).

4
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

Un altro importante esploratore fu Amerigo Vespucci da cui prese il nome il


nuovo continente scoperto (America, terra di
Amerigo) per essere stato il primo a scriverne
una documentazione intitolata Mundus Novus.
Si ebbe la conferma di
avere per le mani una
nuova terra solo nel
1513,
grazie
allo
spagnolo
Vasco
Nunez de Balboa, che
super
l'istmo
di
Panama e scopr un
nuovo oceano, quello
Pacifico.

In seguito vi fu la circumnavigazione del globo nel 1519 da parte del portoghese


Ferdinando Magellano, che si avventur nel nuovo oceano a cui diede il nome di
Pacifico per la tranquillit delle sue acque. Magellano cerc dunque di
attraversare il Pacifico per arrivare in India e
nonostante le innumerevoli difficolt che il suo
equipaggio dovette affrontare durante il viaggio,
Il termine Mundus Novus,
riuscirono ad arrivare a destinazione anche se
riportato come titolo della
documentazione
tornarono in Europa solamente in 18, compreso
riguardante la descrizione
Antonio Pigafetta che scrisse un diario di bordo
del territorio americano
durante il lungo viaggio. Grazie a loro fu dunque
scritta da Amerigo Vespucci,
possibile confermare inequivocabilmente la
viene tuttoggi utilizzato per
sfericit della terra.
indicare
il
continente
americano (Nuovo Mondo).

5
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

Le popolazioni indigene ed i conquistadores:


Quando gli Europei giunsero sul suolo americano, esso era abitato da vari
popoli indigeni, organizzati in tre principali regni:
-Quello dei Maya: caratterizzato dalla sua avanzata organizzazione in una serie
di
citt-Stato
indipendenti
governate da re-sacerdoti e
non alleate fra loro, la loro
economia
dipendeva
soprattutto dalla coltivazione
del mais. Questo avanzato
popolo aveva una profonda
conoscenza
dell'astronomia,
della fisica e della matematica
e utilizzava una scrittura che
oggi non ancora stata del
tutto decifrata. Nel XV secolo il
loro popolo venne decimato da
cataclismi naturali dopo essere
stato indebolito da una serie di guerre civili verso la fine del XII secolo.
-Quello degli Aztechi (XIV XV secolo): proveniente dall'antico Messico, popolo
che riusc a dominare un ampio territorio nel Messico centrale e a creare cos un
ampio impero con capitale l'attuale Citt del Messico. Gli Aztechi erano un
popolo molto evoluto e si
differenziarono dagli altri per
la loro concezione di religione
e guerra, inoltre praticavano
sacrifici
umani
per
la
religione, essi pensavano
infatti che se non avessero
sacrificato vite umane
(utilizzavano i prigionieri di
guerra, anche per questo
erano feroci guerrieri) e donando il loro cuore al dio-Sole, esso si sarebbe
spento, causando la morte dell'intero universo, dopo aver compiuto il sacrificio
essi si cibavano delle carni della vittima come
segno di comunione con la divinit, inoltre si Le citt stato erano citt
bucavano la lingua e le orecchie per donare il indipendenti per questo chiamate
loro sangue al dio-Sole e contribuire al stato, politicamente autonome e
governate da sovrani.
mantenimento dell'universo.

6
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

Galleria sugli Aztechi:

Figura 1: immagine rappresentate un sacrificio umano compiuto dagli Aztechi


che, credendo nel Dio Sole, gli offrivano vittime sacrificali (prigionieri di
guerra) per impedire lo spegnimento del sole e di conseguenza la morte dell'intero
pianeta.

Figura 2: Calendario Azteco, distribuzione concentrica


adattata alla funzione dei pianeti, i due serpenti, divisi in 13
segmenti (13 cieli), sono l'immagine dell'universo contenente
tutto.

7
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

-Quello degli Incas: quasi in contemporanea alla civilt Azteca, sul territorio delle
Ande, si afferm un altro popolo: quello degli Incas. Al vertice dello Stato si
trovava un re, considerato di origine
divina che aveva il sostegno di una
potente classe sacerdotale. Il re aveva
quasi il pieno controllo dello Stato ed
essendo l'unico padrone delle terre le
distribuiva in tal modo: un terzo lo teneva
per s, un altro terzo lo distribuiva fra il
clero e l'ultimo terzo lo distribuiva alle
famiglie a seconda del numero dei figli e
dal sesso di essi. Il sovrano aveva il
pieno controllo del territorio grazie
all'incredibile rete stradale costruita dal suo popolo, grazie a questa inoltre, il
popolo pot compiere scambi commerciali di prodotti agricoli e artigianali come
la patata, molto diffusa in quei territori.
All'esplorazione del nuovo mondo si avventurarono i
conquistadores, cos chiamati perch in cerca di terre
fertili e facili guadagni, uno di questi in particolare
spicc fra gli altri: Hernn Cortz, che riusc ad
impadronirsi dell'impero Azteco dopo varie lotte per il
potere fra il 1519 ed il 1524, quando fin
definitivamente l'impero dopo la decapitazione di
Cuatemoc, ultimo sovrano azteco, gli uomini di Cortz
riuscirono nell'impresa (pur essendo in inferiorit
numerica) grazie alla superiorit tecnica posseduta
dalle armi spagnole e alla capacit di comunicazione di
Cortz. La civilt azteca non fu l'unico popolo indigeno
ad essere stato conquistato, fra il 1524 ed il 1546 infatti, gli Spagnoli sottomisero
e saccheggiarono i territori dei Maya sotto il comando di Francisco de Montejo.
Anche l'impero degli Incas venne distrutto, fra il 1531 ed il 1536, da Francisco
Pizarro e Diego de Almagro, soprattutto per il desiderio di possedere le
abbondanti risorse di metalli preziosi presenti in quel territorio.
Tutto questo fu possibile grazie alle armi pi
avanzate (da fuoco) e ai cavalli, entrambi
sconosciuti in quei territori.
Sconfitti i popoli indigeni, iniziarono le
rivalit fra i conquistadoes stessi, per questo
la monarchia spagnola decise di intervenire
direttamente e controllare ogni azione
amministrativa, giudiziaria ed ecclesiastica
attraverso un Consiglio supremo delle Indie,

Lorigine divina di un Re,


collegata al diritto divino, sta ad
indicare la sua discendenza
diretta con Dio, egli deve quindi
il suo potere alla volont di Dio
e a quella di nessun altro

8
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

il colonialismo spagnolo venne comunque visto come uno sfruttamento,


consolidatosi maggiormente grazie a varie istituzioni di tipo feudale.
Le malattie importate dagli Europei influirono negativamente sulla mortalit degli
indigeni e per aumentare la forza lavoro inizi la tratta degli schiavi africani, a
partire dal XVI secolo circa. Questo port i missionari spagnoli a prendersi
carico della questione, per questo l'imperatore Carlo V instaur due vicereami
per appropriarsi dei territori americani conquistati
dai conquistadores ed dagli encomenderos, egli
eman le Nuove Leggi a favore degli indigeni nel
1542, istitu inoltre gli audiencias, speciali tribunali
creati allo scopo di giudicare e punire ogni
ingiustizia verso gli Indios. Questo non miglior
affatto le loro condizioni, dato che le leggi in loro
favore non vennero rispettate, anche se la
divulgazione della notizia della distruzione delle
Indie (1552) suscit un grande stupore.
In seguito alla conquista del Brasile da parte del
Portogallo, sulla fine dei XVI secolo, anche altri stati europei, quali Inghilterra,
Olanda e Francia, cercarono di colonizzare i territori americani.
La scoperta del Nuovo Mondo favor una serie
di mutamenti economici, politici e sociali, furono
introdotti nuovi alimenti come la patata, che
rivoluzionarono l'alimentazione degli europei. I
traffici commerciali, prima concentrati sul
Mediterraneo, si spostarono privilegiando i
paesi affacciati all'Atlantico e mercanti,
armatori, banchieri, la borghesia in generale,
acquis sempre pi potere a scapito della
nobilt.

I vicereami erano una


generica
parte
di
territorio, provincia
o
colonia governata da un
vicer (un funzionario
regale) in rappresentanza
del sovrano.

Mappa concettuale:
https://bubbl.us/?h=319f55/634f88/32yIi/K3A278c&r=1515276159

9
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

Colombo:
Cristoforo Colombo, grande esploratore e navigatore
Italiano, nato a Genova il 3 Agosto 1451.
Figlio di Domenico e Susanna Fontanarossa, gli venne
insegnato dal padre a disegnare le carte geografiche e con
il fratello, con cui visse per qualche tempo, ne approfond
lo studio.Egli
navig a lungo
su molte navi,
dallAfrica
al
Nord Europa,
in seguito si
convinse della
sfericit della
terra grazie allinfluenza del matematico
Toscanelli, per questo inizi a pensare di
poter raggiungere le Indie attraversando
lOceano ad ovest circumnavigando il Globo.

Toscanelli:
Paolo dal Pozzo Toscanelli, geografo,
astrologo, matematico, medico, nato a
Firenze nel 1397.
Studi medicina alluniversit di Padova e
prese il dottorato nel 1424, si iscrisse
allarte dei medici e degli speziali, quasi
tutte le sue opere sono perdute ad
eccezione di un manoscritto sulla posizione
delle stelle. Grazie a lui Colombo si
convinse di poter arrivare alle Indie tramite
la circumnavigazione del globo, infatti
Toscanelli sosteneva che la Terra fosse
rotonda, non piatta come si pensava in precedenza.

Per ulteriori informazioni: http://www.treccani.it/enciclopedia/dal-pozzo-toscanellipaolo_(Dizionario-Biografico)/


10
Alice Floris 3SB

5/03/2016

Grandi scoperte ed imperi coloniali

Isabella di Castiglia e Ferdinando dAragona:


Isabella di Castiglia:
Isabella di Castiglia, nata il 22 Aprile del
1451, moglie di Ferdinando dAragona,
fu grazie a le se Cristoforo Colombo
riusc a partire per lIndia (che si scopr
infine un nuovo continente), terzogenita
del re di Castiglia e anche se non erede
al trono fin per governare su tutta la
Spagna con il marito Ferdinando
dAragona. Isabella rimase affascinata
dalle idee di Colombo, per questo
decise di convincere il marito a
finanziare la spedizione.

Ferdinando dAragona:
Ferdinando dAragona, nato il 10 Marzo 1452,
Re di Spagna insieme alla moglie Isabella di
Castiglia, permise a Colombo di compiere il suo
lungo viaggio verso le Indie (poi scoperte come
America), nel 1468, venne nominato dal padre
Re di Sicilia prima di sposare Isabella nel 1469.
Mor il 23 Gennaio 1516 e venne sepolto nella
Cattedrale di Granada.

11
Alice Floris 3SB